Page 1

NFORMA

COMUNE

“Ilia problema oggi Ebulica ius iam audercernum nos apesus, ocupica tiaesidius res faus consil consul vitatiquam

SOLA

non è l'energia nucleare, ma ilAPESUS, cuore dell'uomo.” NOS OCUPICA

EBULICA IUS IAM AUDERCERNUM Albert Einstein TIAESIDIUS RES FAUS IA CONSIL CONSUL VITATIQUAM Optassenis que aut et est, cus, seque plam quidita parior simpedi genienda estem PERIODICO EDITO DAL COMUNE DI ISOLA VICENTINA remporporum vel ipitend ernatur iorit, iducil ilitati to offici ommolor porendus aut conet et ese od quist, solendam volorep ta- aut odi quodia se sectem quat. sped ulluptatum et dolorio. Nequaec torias Ilitatur? Facid expero es reped estibusam, idestor estrumquo temquatem sectenet et, que volo officab orendita dus aute odi susam ut lam ipsunt pedi quo blabo. Cul- volectemquo volorror audis aut que eri luptatur, esectorio bearcim exerspe rsperio volutemporio omniassed ea con pelignam et volest quam dolupta turitius nonse faccatiae quam ea nis aut fugiam, que nus dolest voluptatis sequi cum sapis untiae. modic torentia ne nonsend ucipid mosant Ro estionsequid et apictium facculliquia et est, quam volor ari blam et molupta anis escienda site pe di vidunti busandem ipis et ea comnihiti offic tem ipsae officta et rectibusam qui dolupti assimusae prae aliaspe rchille ssinci offic tem re nusdam porrovit quidenist ut fuga. Peribus. ut a dolestia ius mo blabore sum quaesed Ut fuga. Itatum am, est, sunt everrum do- istemquia volupta temporument quo di res loriam facest, con non pa veliciet delitatio. consequi simagni voluptat miliciis quam, si Xima eaque vita nonsequos reptionem dita vollessum il ipit, officipsam cori cus et undit aut quo odis eos ut etus ped eos et eum quiatis ra illaboreium rem ipsam alias ad molut essitio dolorpos et reptae volori distio. Itatus debiti autem. Ut quidere quatur moluptate officitis sequam, volorem stotatentus undic tendusc ipsamet odior re, haris dus, sam estrum archillatem quatium sit quisser atectem quo eati a dit istrunt. exererum quatium qui consect otaturerita Andis estrum quistrumet doluptat. volorati ium quatem as eumetur, corem Soluptassit aut recepuditi alici anis accaera

estius re voloratur? Rit aliquam illorum ipsum estio blab imilis aut laboris con pre nonest optatur alitibus, qui occulpa ritionestrum ut dolecto quo volupta quid ut voloribusa nos sinihil endebit omnis ex endipis vidis saectat quibus velit, sum ant. Alique et, simus eos et, voluptat autasi reperfe ratistius imod uta volum quo to quo et velibus dandita ectatis sinctiasin raecerunti utem labor abor rectotaqui ut a nem vendae voluptatest velessu ntioremque nonest offictorit eum necusanda sus doloria sed quo volupta turibus solo occat lam voluptatem dipicipsam ius quidicil et volorep tatestemquam acest es dolore name eturio. Itasimagni beat repero offici debitia seque volupicto omniti con non nos eic te volorat quuntium veris ex eariate nisi ommollene nobis sum et volorrovit labor sectemquam fuga. Ucit, te porporio cuptat dolupta quistrum fugit ent, omnistem est re, nimaxim inisit qui totaturibus exere,


SOMMARIO

NFORMA

SOLA

NUMERO 4 - DICEMBRE 2018 Registro trib.Vicenza n. 1125 in data 12/01/2006 Direttore: Laura Campagnolo Stampa: Tipolitografia l’Artigiana Srl - Montebelluna (Tv) Pubblicità e grafica: Rasotto Pubblicità Sas www.ras8.it - Tel: 0444 301628

PERIODICO EDITO DAL COMUNE DI ISOLA VICENTINA

3 5

6

7

9 11 12

13

14 15

16

17

2

NEL CONTINUO RICORRERE DEL TEMPO ISOLA VICENTINA VOLA CON LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ALL’79,5% SMALTIMENTO DEI RIFIUTI RAEE IL RECUPERO GENERA VALORE E SALVAGUARDA L’AMBIENTE IL RISPARMIO ENERGETICO È PROTAGONISTA AD ISOLA CON LO SPORTELLO ENERGIA LA CANONICA RIPRENDE VITA E DIVENTA UN CENTRO RICREATIVO L’ISOLA AMBIENTALE “S’HA DA FARE” …MA QUANTI IMPICCI MAKE UP FUNZIONALE PER GLI IMPIANTI SPORTIVI DI VIA VALLORCOLA LA PISTA CICLABILE DA VICENZA A SCHIO PASSERÀ PER ISOLA CON IL CONTRIBUTO PROVINCIALE VIA ASIAGO AVRÀ UN MARCIAPIEDE SENZA INTERRUZIONI L’EFFICIENZA È IN STRADA CON IL PIANO NEVE: TUTTO PRONTO IN CASO DI EMERGENZA RITORNA L’APPARTENENZA ALLA COMUNITÀ CON IL CONTROLLO DEL VICINATO E IL REFERENTE DI QUARTIERE CONFERMATO IL CONTRIBUTO MINIMO PER I RESIDENTI PER LE SCUOLE DELL’INFANZIA PARITARIE Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA

Nella foto di copertina attestato “Comune Rifiuti Free” assegnato da Legambiente Veneto lo scorso 26 novembre, a Treviso

IN QUESTO NUMERO:

18 IL TRASPORTO E IL PASTO CALDO GARANTITI DAL COMUNE E DAL GRUPPO VOLONTARI PER VICENZA 19 I MEMBRI DELLA COMMISSIONE MENSA CAMBIANO, MA L’OBIETTIVO RIMANE UGUALE: LA QUALITÀ 20 IL NUOVO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO È PIÙ EFFICIENTE E LOCALIZZATO 22 “PERCHÉ LA VIOLENZA, PER MOLTE DONNE, NON SIA PIÙ IL PANE QUOTIDIANO” 23 I FESTEGGIAMENTI DELLA GRANDE GUERRA CON LA LETTURA DEL BOLLETTINO DELLA VITTORIA E LE RIFLESSIONI DEL SINDACO 24 L’ISOLA DELLA CULTURA È PROFUMO DI CARTA 24 “C’ERA UNA VOLTA UN’ISOLA. STORIE DELLA PELLAGRA E ALTRI RACCONTI”: LA RECENSIONE DI RONZANI EDITORE 29 IL TROFEO AT KARATE CUP È ISOLANO: NENRJUKAN HA ORGANIZZATO L’UNICA TAPPA VENETA E HA CONQUISTATO OTTO MEDAGLIE 30 CRESCERE SANI E FELICI CON LO SPORT: CONFERMATO IL BONUS SPORT


SALUTO DEL Sindaco

NEL CONTINUO RICORRERE DEL TEMPO Cari Concittadini e carissime Concittadine, siamo soliti, alla fine dell’anno, tirare il bilancio degli ultimi 12 mesi per apprezzare i fatti positivi e riconoscere quelli negativi. Ma questo momento di resoconto serve anche per guardare avanti e porre davanti al nostro sguardo i proponimenti per l’anno che viene. Anche il 2018, ultimo anno solare intero di questo mandato amministrativo (a maggio 2019 ci sono le elezioni), è stato un anno intenso, carico di soddisfazioni, di avvenimenti e di preoccupazioni. Elementi che costellano la vita quotidiana di una Comunità, senza eccezioni. Del 2018 certamente mi porto nella memoria e nel cuore due begli eventi che hanno caratterizzato l’anno e l’agenda del Comune. Uno di questi è stato “Profumo di carta”. Prima del suo inizio, ho definito questa terza edizione, tenutasi dal 15 al 31 ottobre scorso, quella “delle conferme o delle smentite” intesa come apprezzamento di pubblico.Ventisei eventi hanno coinvolto ventiquattro artisti in diciassette giorni di incontri, presentazioni, spettacoli e laboratori: più di 1.500 presenze e quasi 15.000 visualizzazioni delle dirette Facebook proposte durante gli incontri serali. Una terza edizione alla quale mi sono affezionato man mano durante il suo svolgimento. Gli ospiti sono stati tutti all’altezza della proposta di quest’anno, dedicata alle ricorrenze del 2018. 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale, 70 anni della nostra Costituzione con la Lectio Magistralis del prof. Giovanni Maria Flick, 50 anni dalla rivo-

luzione sociale del Sessantotto, 40 anni dall’omicidio di Aldo Moro e i 40 anni della Legge Basaglia, 30 anni della morte dell’editore Neri Pozza, 10 anni da quella dell’indimenticabile Mario Rigoni Stern. Ricorrenze che hanno segnato la Storia e la Cultura della nostra Nazione. Ora posso certamente affermare che l’apprezzamento di pubblico e di critica ha consacrato la terza edizione come quella “delle conferme”. Un appuntamento ormai irrinunciabile dell’agenda del nostro Comune che entra a far parte a pieno titolo del nostro patrimonio culturale e dell’eredità che questo primo mio mandato consegna alla Comunità di Isola Vicentina. L’altro evento che voglio ricordare è lo scorso 4 Novembre. Quella domenica, abbiamo celebrato il Centesimo Anniversario della Fine della Prima Guerra Mondiale. Ma le cerimonie di quest’anno hanno concluso il periodo di quattro anni di commemorazioni iniziato lo scorso 24 maggio 2015, quando 100 anni prima l’Italia scelse di entrare in guerra. Le commemorazioni del Centenario della Grande Guerra hanno segnato l’agenda di tutto il mio mandato: la lapide in ricordo dei 100 anni della Chiesa di Isola, inaugurata il Natale del 1914 voluta da don Giovanni Battista Polacco, grande protagonista nell’accoglienza dei profughi dall’Altopiano; il librodocumento di Stefano e William sui soldati coinvolti nel Conflitto, oltre la metà dei quali mai tornati vivi; il ripristino del tracciato della linea difensiva Destra Leogra nelle nostre colline sul percorso Recoaro – Monteviale;

i pellegrinaggi della Lampada della Pace a Isola, Ignago e Torreselle; i percorsi didattici all’Istituto Comprensivo “Galilei” e gli eventi commemorativi organizzati dai Gruppi Alpini ANA e dall’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci.Tanti piccoli ma significativi tasselli che hanno aiutato a costruire identità, coscienza e memoria nella nostra Comunità, soprattutto nei giovani, facendola crescere e maturare. Ed è proprio con il pensiero rivolto a questo Centenario che colgo lo spunto per il mio augurio di fine anno. Le commemorazioni del Centenario non hanno voluto adorare nostalgicamente le ceneri della guerra che porta devastazione, morte e delirio, ma ci hanno continuamente richiamato alla necessità di tenere vivo il fuoco della pace, della concordia e dell’armonia. Nessuna conquista è definitiva: va coltivata, tutelata, difesa e condivisa. L’augurio che rivolgo alla mia Giunta, ai Consiglieri Comunali, ai Dipendenti comunali, a Segue a pagina 4

LEGNA DA ARDERE Bonato Stefano cell. 339 6446996 - bonato.s@alice.it Via Fellini, 7 - 36033 Isola Vicentina (VI) INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

3


SALUTO DEL Sindaco

Segue da pagina 3 chi ha collaborato con l’Amministrazione Comunale, alle Associazioni, ai Volontari, risorsa preziosa del nostro Territorio, al Parroco e a tutti i Rappresentanti dell’Unità Pastorale e alle Comunità religiose dei Servi di Maria, delle Piccole Suore della Sacra Famiglia e delle Figlie della Chiesa, alle Istituzioni che operano a Isola Vicentina,  a tutte le Famiglie e a Voi tutti, e a me personalmente, è che il nostro impegno quotidiano sia la valorizzazione del dono della Pace, facendoci ciascuno costruttori di Pace e non demolitori, affinché in ogni nostra azione quotidiana personale e verso il prossimo: il saluto, il rispetto, la gratitudine, la parola, la fiducia, il sorriso, faccia sentire ogni persona rispettata e riconosciuta. Non le grandi opere, ma l’impegno costante, la tensione dell’animo a costruire nuovi ponti e non muri. Il mio miglior Augurio di Buone Feste a Te, alla Tua Famiglia e a tutte le Persone che Ti sono più care! Il Sindaco Francesco Enrico Gonzo

Nella foto il Sindaco è davanti al nuovo bassorilievo della Lampada della Pace, all’interno della Basilica di Monte Berico.

TERMOIDRAULICA

ZANELLA SERGIO Via Monte Cengio, 15 - Isola Vicentina (VI) tel. 335 5707310 - zanellaimpianti@pec.it zanellaimpianti@gmail.com

4

Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA


ECOLOGIA Isola Vicentina vola con la raccolta differenziata all’81.4% e con il 49% di residuo fisso ad abitante

ISOLA VICENTINA VOLA CON LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ALL’79,5% RACCOLTA DIFFERENZIATA Anno

Abitanti

%RD (DGR 288/14)

produzione pro capite kg/ab*anno)

2014 2015 2016 2017

10141 10214 10217 10217

63,4 61,9 74,7 79,5

335 336 310 294

LA TARIFFA MEDIA DOMESTICA 400

DATI UFFICIALI ARPAV DATI UFFICIALI ARPAV DATI UFFICIALI ARPAV

300

100

271 €

% RACCOLTA DIFFERENZIATA 74,7

80

363 €

353 €

DATI UFFICIALI ARPAV

79,5 200

63,4

61,9 134 €

60 100

40

20

0

Nord Italia

Centro Italia

Sud Italia

ISOLA V.

€/famiglia per *anno (Iva compresa escluso tributo provinciale). Fonti: dati ufficiali Soraris e Greenbook 2018, Fondazione Utilitatis riferiti ad una famiglia tipo di 3 persone che vivono in 100 mq.

0

Natale 50€ di sconto per te scopri come ottenerlo su www.pantarheivicenza.com oppure chiamaci allo 0444320217 INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

5


ECOLOGIA

SMALTIMENTO DEI RIFIUTI RAEE IL RECUPERO GENERA VALORE E SALVAGUARDA L’AMBIENTE Tra i tanti tipi di rifiuti che vengono prodotti ogni giorno ci sono anche i RAEE, si tratta di rifiuti derivanti da tutte quelle apparecchiature che funzionano con energia elettrica e batterie, come piccoli e grandi elettrodomestici, computer, cellulari, televisori, lampadine a risparmio energetico, ma anche orologi, radiosveglie, videogiochi... LA RACCOLTA I RAEE sono rifiuti particolari che non possono essere raccolti attraverso il normale circuito di raccolta differenziata in quanto spesso sono composti da vari materiali o contengono sostanze pericolose. Se rotti si può provare a ripararli presso i rivenditori autorizzati ed attrezzati a farlo, in un’ottica di riutilizzo e riduzione dei rifiuti, se ciò non è possibile devono essere portati ai negozianti o presso il centro di raccolta del proprio comune. Non tutti lo sanno ma i negozi di elettrodomestici possono e devono ritirare i vecchi RAEE nei seguenti casi: • “1 contro 1”: se compro un nuovo RAEE posso dare il vecchio al negoziante che si occuperà di smaltirlo. Questo può essere richiesto solo se compro un prodotto equivalente; • “1 contro 0”: i grandi negozi di elettrodomestici (con superficie maggiore di 400 mq) sono obbligati dalla legge a ritirare gratuitamente i RAEE di piccole dimensioni (come smartphone, tablet, caricabatterie, ma anche radio e hard disk) anche se non ne compro un altro di nuovo. Soraris inoltre mette a disposizione dei cittadini un’area di raccolta per i RAEE all’interno degli ecocentri comunali. Il conferimento è completamente gratuito e comprende tutte e 5 le categorie: • R1 – Freddo e Clima: Frigoriferi, condizionatori, congelatori, ecc. • R2 – Grandi bianchi: Lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, cappe, forni, ecc.

6

Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA

• R3 – TV e Monitor:Televisori e schermi a tubo catodico, LCD o plasma, ecc. • R4 – Piccoli elettrodomestici: Computer e apparecchi informatici, telefoni, apparecchi di illuminazione, pannelli fotovoltaici, ecc. • R5 – Sorgenti luminose: lampadine a basso consumo, lampade e led, lampade a neon, lampade fluorescenti, ecc. E’ possibile trovare indirizzi e orari di apertura di tutti gli ecocentri comunali gestiti da Soraris sul sito: www.soraris.it Le utenze non domestiche possono rivolgersi agli uffici Soraris per avere tutte le indicazioni circa lo smaltimento RAEE. PERICOLI E POTENZIALITÀ I RAEE, se non smaltiti correttamente, perchè gettati nella normale raccolta differenziata o abbandonati nell’ambiente, possono causare gravi danni ambientali. Ad esempio, gli apparecchi della categoria “freddo”, come frigoriferi e congelatori, spesso contengono al loro interno CFC, un gas considerato estremamente dannoso per lo strato di ozono stratosferico. Se non vengono messi in sicurezza attraverso la rimozione delle componenti pericolose per l’ambiente, questi elementi possono quindi essere rilasciati nell’atmosfera. Oltre ad evitare gravi danni all’ambiente, il processo di riciclo, recupera anche le materie prime: smontando i RAEE si ottengono, infatti, materiali da riutilizzare nei processi produttivi. Lo smartphone, ad esempio, contiene elementi preziosi come rame e ferro, ma anche oro e argento, terre rare e metalli preziosi. Bisogna considerare che l’estrazione di tali elementi spesso non è semplice e avviene in paesi del terzo mondo dove lo sfruttamento di tali risorse causa guerre, disastri ambientali e povertà.Anche per questo è importante riciclare il più possibile e recuperare le risorse dai RAEE che già abbiamo.


LAVORI PUBBLICI

IL RISPARMIO ENERGETICO È PROTAGONISTA AD ISOLA CON LO SPORTELLO ENERGIA Una consulenza dedicata al risparmio energetico.Ad Isola, sta infatti prendendo forma uno Sportello Energia, ovvero uno sportello che aiuti il cittadino a scegliere le tecnologie o i materiali che possano produrre un risparmio energetico, quali siano per esempio i cappotti termici e le moderne caldaie più adatti alla propria abitazione, o quali le tecniche costruttive più innovative e virtuose. Lo sportello sarà dotato di un programma software all’avanguardia che permette un’analisi strutturale della propria casa, calcolando costi/benefici dell’intervento, ovvero il ritorno dell’investimento qualora si decida di adottare questi sistemi virtuosi di risparmio. In parole semplici, in quanto tempo noi cittadini possiamo ammortizzare e recuperare i soldi che abbiamo investito nella miglioria

energetica. I contributi. Questo sportello sarà in grado di informare i cittadini sui contributi che il Comune sta mettendo in campo per agevolare il cittadino nel caso di interventi migliorativi sulla propria abitazione. L’ Amministrazione Comunale ha infatti previsto un fondo contributi, in particolare per incentivare l’acquisto di nuove caldaie e di nuovi impianti termoelettrici, o per avvalersi dei servizi di consulenza proposti da professionisti, che bene possono indirizzare il cittadino sulle scelte tecniche da fare. Il Piano. Questo sportello si inserisce nell’ ambito nel programma del P.A.E.S. (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile) che è stato adottato fin dall’insediamento dall’Amministrazione Comunale attuale. Questo piano

Nelle foto i lavori di ristrutturazione svolti all’interno della sede municipale per aumentare il risparmio energetico

Nuova porta entrata sala polivalente

Nuovi serramenti Municipio

P.A.E.S. si prefigge, attraverso svariati metodi e con diversi approcci, di abbattere entro il 2020 l’ emissione di anidride carbonica nel nostro Comune, con l’obiettivo di poter vivere in un ambiente più sano, meno “energivoro” e meno inquinante. Molti sono i sistemi e i modi per arrivare a questo risultato, cui tutta la Comunità dovrebbe aspirare, ognuno attivandosi come può. Da parte sua il Comune ha rimodernizzato e messo a norma la propria sede ed altre strutture pubbliche che da sole contribuivano ad un inutile e dannoso spreco energetico. L’appuntamento per la presentazione del nuovo Sportello per l’Energia è stato fissato per il giorno giovedì 24 gennaio presso la sala polivalente di Isola Vicentina, in assemblea pubblica, alle ore 20.30

Nuovo impianto condizionamento

Nuovi condizionatori

Via E. Ferrari, 26 - Isola Vicentina (VI) Tel. 0444 97 84 71 - 348 60 63 737 Fax 0444 97 90 88 Buone Feste! www.mdzartigianodelferro.it

DA OLTRE 20 ANNI CREIAMO PRODOTTI DI QUALITA’ C A N C E L L I M O D E R N I E C L A S S I C I • S C A L E • PA R A P E T T I I N AC C I A I O I N OX E V E T R O R E C I N Z I O N I E PA R A P E T T I P E R P O G G I O L I • R I N G H I E R E P E R S C A L E E C O R R I M A N O I N F E R R I AT E E G R AT E • C O P E R T U R E E P E N S I L I N E

INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

7


LAVORI PUBBLICI

LA CANONICA RIPRENDE VITA E DIVENTA UN CENTRO RICREATIVO

Dalla canonica abbandonata a luogo di aggregazione. Il cammino verso il centro ricreativo di Ignago non è ancora terminato, ma è iniziato. Si tratta infatti di un progetto complessivo molto oneroso, 525mila euro, che difficilmente potrebbe essere sostenuto dalle sole forze del municipio. Per questo, il piano per arrivare al risultato, che potrebbe vedere la luce già quest’anno, è quello di suddividere l’opera in diversi stralci: il primo vale 329 mila euro ed è totalmente finanziato con fondi del Comune. La storia. L’edificio era un tempo completamente staccato dalla chiesa e corrispondente all’attuale corpo edilizio a sud. Più tardi a metà Ottocento fu ingrandito l’edificio verso nord con un corpo edilizio. Negli anni ’50-60 del Novecento l’edificio è stato ulteriormente ampliato con creazione di un nuovo vano scala e nuova redistribuzione interna: tutto al fine di creare un’abitazione per il parroco direttamente collegata con gli spazi annessi alla chiesa. Negli ultimi decenni l’edificio è stato utilizzato per incontri, riunioni, assemblee degli abitanti di Ignago. Lo stato attuale. L’edificio si presenta in cattivo stato di conservazione anche nelle strutture portanti e in particolare nelle murature. La porzione di edificio a sud est è a rischio crollo per infiltrazioni copiose che risalgono ormai a qualche decennio, sia per la copertura che per le murature, costituite da pietrame legato con malta di scarsa

qualità. Per questa porzione il progetto prevede la demolizione. Per la zona del vano scala è prevista pure la ricostruzione anche per contribuire al miglioramento sismico dell’intero complesso, visto anche l’importante dislivello tra la parte ad ovest (livello della piazza della chiesa) con la parte ad est (zona orto e giardino). Il primo stralcio del progetto dovrebbe restituire subito luoghi d’aggregazione ad una comunità che aspetta da tempo degli spazi “sicuri”, e cioè non soggetti a possibili alienazioni. Tra le aree che storicamente facevano parte del patrimonio dei residenti di Ignago, infatti, ci sono anche le scuole elementari ma sono state inserite tra i beni alienabili, per fare cassa. Si parla di tre nuove sale per incontri e riunioni che potrebbero essere utilizzate da gruppi già presenti nella Comunità come gli Alpini, il coro parrocchiale o il comitato per l’organizzazione della sagra, così come è prevista l’installazione di uno spazio cucina. Sarà destinata ad un altro stralcio, invece, la costruzione di un’ampia sala congressi, che potrà contenere un centinaio di persone. «La nostra volontà è quella di ridare ad Ignago degli spazi che già appartenevano alla Comunità – spiega il Sindaco Francesco Gonzo –. Con il primo stralcio daremo subito degli spazi ai cittadini, per poi tentare con la sala congressi di aprire Ignago, frazione molto frequentata dagli escursionisti, anche ai residenti dei comuni confinanti».

SEGATRICI E TRONCATRICI PER METALLI DAL 1951 Sthemma S.r.l. - Via Pasubio, 32 - 36033 Isola Vicentina (VI) T. +39 0444 977980 - +39 0444 976105 - F. +39 0444 976934 www.sthemma.com INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

9


Vicenza MEGASTORE

Via Lanza, 6 (A FIANCO AUCHAN) Tel. 0444 040283

Caldogno

Piazza Europa, 15 Tel. 0444 905607

Ottica Padrin OUTLET

c.Commerciale Piramidi, Porta 4 Tel. 0444 267189

Qualità per i tuoi occhi


LAVORI PUBBLICI

L’ISOLA AMBIENTALE “S’HA DA FARE” …MA QUANTI IMPICCI È una storia senza fine quella dell’isola ambientale di Castelnovo. L’anno scorso. Dovevano cominciare entro la fine del 2016 i lavori di realizzazione dell’isola ambientale di Castelnovo, ideata per mettere fine una volta per tutte alle problematiche legate alla viabilità nella frazione di Castelnovo. I lavori dovevano finire l’8 dicembre 2017, ma alla fine di marzo dell’anno scorso il cantiere era arrivato a quasi il 30% della totalità dell’opera. Perché? Con una spesa totale di 263.400 euro, di cui una parte finanziata da un bando regionale, il Comune di Isola Vicentina consegnò nelle mani della vincitrice di gara, la Freguglia Srl di Porto Viro, Rovigo, il verbale di consegna dei lavori. L’inizio del cantiere doveva essere il 25 settembre 2017 e la fine l’8 dicembre. La ditta provvide ad installare la cartellonistica di cantiere immediatamente, ma questa fu l’unica data di scadenza rispettata. È infatti del 16 ottobre 2017 la prima disposizione del Rup, il Responsabile unico

del procedimento, perché “non sussiste alcun impedimento al prosieguo delle opere”. Il giorno seguente si dà il via a un nuovo ordine di servizio per l’avvio dei lavori e il 23 ottobre una nuova sollecitazione comunale riporta che “se il cantiere non parte, non sarà pagato il 20 per cento di anticipo”. Freguglia Srl spedisce così un nuovo crono-programma, al quale fa seguito una nuova ordinanza di modifica del traffico, visto che la prima emessa era scaduta e non era servita a nulla. Il cantiere parte l’8 novembre e la ditta chiede 65 giorni di proroga, ma il Comune ne concede solamente 30, come la legge prevede. Di fronte alla proroga concessa, l’azienda si trova di fronte al problema “natalizio” di ferie: non rispetta quindi i tempi a favore delle vacanze. Il 28 marzo, giorno di emissione di un nuovo ordine di servizio, i lavori hanno raggiunto un livello del 30 per cento di esecuzione. Sciolto il contratto e interpellate le ditte secondo la classifica di gara, nessuno ha dato la disponibilità di continuare

l’opera agli stessi prezzi. Gli incontri pubblici. A gennaio di quest’anno, l’Amministrazione Comunale organizza un incontro pubblico “Comunicazione sulle opere”: è il quinto incontro sull’isola ambientale.Anche durante questo dibattito vengono confermate le priorità della cittadinanza: la moderazione della velocità; l’eliminazione o almeno la riduzione del traffico pendolare, in particolare in via Zanella; l’elevata sicurezza stradale, con occhio di riguardo per l’accesso a luoghi pubblici; la buona accessibilità generale e a luoghi a valenza pubblica; la priorità e la sicurezza per gli utenti deboli; la riorganizzazione e l’incremento della sosta presso i luoghi pubblici; la ricucitura del sistema ciclabile e pedonale e infine il rispetto del codice stradale. Lo stato attuale. Il nuovo direttore dei lavori ha predisposto un nuovo progetto per le opere residue.A ottobre è stata approvata la perizia, con la quale si è proseguito con una procedura negoziata al fine di individuare la ditta che terminerà l’opera: nessuna azienda ha partecipato però all’offerta. Si è continuato quindi con la ricerca di una nuova manifestazione d’interesse, al fine di individuare nuove ditte che possano ultimare l’opera, lo scorso 30 novembre i lavori residuei sono stati affidati alla ditta Alfano Srl con sede a Cianciana (Ag).

Il Comune di Isola Vicentina vende Rivolgendosi all’ufficio tecnico si possono avere tutte le informazioni

VENDESI EX AMBULATORIO DI VIA CANTARANA ISOLA VICENTINA

EX SCUOLE ELEMENTARI IGNAGO

Descrizione dell’immobile: il fabbricato ubicato in via Cantarana ha una superficie coperta pari a mq. 190. L’ampliamento è permesso in sopraelevazione.

Descrizione dell’immobile: il fabbricato ubicato in via Piazza Ignago ha una superficie coperta di mq. 180. Destinazione d’uso futura: struttura ricettiva Bed&Breakfast.

Per informazioni: Ufficio Tecnico - Telefono: 0444 599131 referente geom. Vilma Garello - Email: tecnico@comune.isola-vicentina.vi.it INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

11


LAVORI PUBBLICI

MAKE UP FUNZIONALE PER GLI IMPIANTI SPORTIVI DI VIA VALLORCOLA

Gli impianti sportivi di via Vallorcola si fanno belli con i lavori deliberati dall’Amministrazione Comunale.Verranno infatti realizzati una serie di interventi in economia diretta per un ammontare di circa 40mila euro. Il campo da tennis. Sono stati smontati e rimontati i teli sul lato nuovo del campo da tennis all’interno della tensostruttura. L’intervento ha riguardato il taglio delle giunzioni del tappeto in gomma esistente, nel ribaltamento dei tappeti tagliati e nella successiva saldatura con collante chimico e freddo. Si è provveduto poi all’esecuzione delle linee per un campo da tennis. Il costo complessivo è di 8mila euro. La biglietteria. Dove sorge la biglietteria, verrà rimossa la recinzione esistente, composta da pali e rete plastificata, e installate recinzioni in rete plastificata con teli oscuranti e ombreggianti. L’intervento ha un ammontare di circa 2mila euro. Il campo da calcio in sabbia. Verranno installate recinzioni in rete plastificata e una rete di recinzione parapalloni realizzata in treccia di polietilene alta tenacità. Nel contempo verrà rimossa la recinzione esistente composta da rete plastificata. Verrà inserito poi un cancello carraio 300x150h cm, avente pannellatura interna formata da rete plastificata colore verde come le recinzioni. Il piano del campo da calcio esistente in sabbia verrà inciso per

Monte di Malo (VI) Tel. 0445 602855 - Cell. 347 7409873 medm@libero.it

12

Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA

permettere la stesura della finitura in sabbia con scavo a sezione aperta per sbancamento, a conclusione della quale il piano avrà la sagoma definitiva. L’ingresso. Nell’entrata pedonale, dietro agli spogliatoi, verrà effettuato uno scavo a sezione aperta per incidere il piano e livellare il terreno. Verrà infine posata una rete ombreggiante nel campo in erba sintetica.


COMUNE

LA PISTA CICLABILE DA VICENZA A SCHIO PASSERÀ PER ISOLA CON IL CONTRIBUTO PROVINCIALE La libertà di scelta, la possibilità di muoversi come si preferisce, senza dover per forza avere l’automobile. La sostenibilità ambientale, che passa attraverso l’utilizzo della bicicletta. L’accessibilità per le persone garantita ovunque. La riduzione degli incidenti e dell’inquinamento. Sono molti gli obiettivi che l’Amministrazione Comunale si è posta per incrementare nel territorio comunale l’utilizzo della bicicletta. “La bicicletta è un mezzo di trasporto, oltre che un mezzo sportivo e per l’uso nel tempo libero - esordisce il Sindaco Francesco Enrico Gonzo-il Cittadino deve poter scegliere di volta in volta tra andare a piedi, in bicicletta, in autobus o in auto secondo gli spostamenti che deve fare: per poter scegliere significa che tutte queste modalità devono essere sufficientemente confortevoli, sicure e convenienti, privilegiando quelle più appropriate del punto di vista della sostenibilità”. Le premesse. L’Amministrazione Provinciale all’interno del bilancio 2017 ha previsto un capitolo di spesa per la realizzazione di interventi, ritenuti di importanza strategica, finalizzati ad assicurare la realizzazione e/o il completamento di itinerari fondamentali ai fini dello sviluppo ed incentivazione della ciclabilità, ma anche inerenti la vita quotidiana e di relazione.Tali interventi, individuati ed elencati nel Documento Unico di Programmazione allegato alla delibera di Consiglio provinciale, sono previsti all’interno del “Piano Provinciale della rete degli itinerari ciclabili”, che costituisce uno strumento di pianificazione nel quadro più generale della mobilità provinciale. Ed è in tale Documento che è prevista la “Realizzazione dei tratti non su sede stradale esistente dell’asse relazione 35 di collegamento tra i Comuni di Vicenza e Schio. Si tratta dell’itinerario che collega Vicenza con Schio per i Comuni di Costabissara, Isola Vicentina, Malo e San Vito di Leguzzano e che si svolge prevalentemente lungo viabilità secondaria a basso traffico ma che va tuttavia messa in sicurezza per il traffico ciclistico e pedonale nelle tratte più trafficate od integrato con nuove sedi stradali ciclo pedonali dove mancanti. Serve passerella zona Isola Vicentina”. Il territorio comunale. L’Amministrazione Comunale ha previsto per il periodo 2018/2020, come obiettivo strategico, la realizzazione di un tratto di pista ciclabile, già rientrante nel Piano Provinciale di Coordinamento, nonché un tratto extra itinerario turistico che collega la frazione in Fabbrega con il Centro di Castelnovo e Isola Vicentina passante per l’Asse 35, con percorsi protetti in funzione del disimpegno della sede stradale promiscua ad elevato flusso di traffico corrente, anche del tipo pesante, lungo l’Asse Vicenza-Schio sulla SP 46 del Pasubio. “Si andrà così a privilegiare lo spostamento in bicicletta – continua il Sindaco - rispetto ad altre modalità di spostamento, non orientate al contenimento dei consumi energetici, alla tutela dell’ambiente e della salute, alla rapidità degli spostamenti nei percorsi cittadini”.

L’ulteriore possibilità. L’Amministrazione Provinciale di Vicenza ha inserito una variazione nel proprio Bilancio 2018, prevedendo un contributo a favore del Comune di Isola Vicentina di 621.500 euro per la realizzazione di un tratto di pista ciclabile compreso nello Stralcio funzionale Vicenza-Valli del Pasubio, ponendo come prescrizione che l’indizione della gara d’appalto dovrà avvenire entro il 31.12.2018 pena la revoca del contributo. Nelle foto il rendering della pista ciclabile che collegherà Vicenza con Schio, passando per Isola. Nel dettaglio anche la passerella. INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

13


VIABILITÀ

VIA ASIAGO AVRÀ UN MARCIAPIEDE SENZA INTERRUZIONI Il marciapiede lungo la strada comunale di via Asiago non sarà più interrotto. L’Amministrazione Comunale ha infatti deliberato il completamento del marciapiede per una spesa complessiva stimata di 69.800 euro. Lo stato attuale. Il marciapiede esistente si interrompe all’altezza dell’incrocio con via Gallo e riprende per la parte finale a circa 30 metri dall’incrocio con Via Pasubio. L’intervento. L’Ufficio Tecnico del

Comune ha previsto la realizzazione, della porzione di marciapiede mancante, mediante l’arretramento delle recinzioni delle aree private esistenti, per una lunghezza complessiva di circa 130metri. L’intervento prevede la demolizione ed il rifacimento dei muri di recinzione privati esistenti e la loro ricostruzione a 1,5metri dall’attuale carreggiata stradale, per permettere la larghezza costante di 1,5metri del nuovo tratto. Il progetto prevede anche il rifacimento della pa-

vimentazione dei tratti di marciapiede esistenti che risultano attualmente ammalorati. Verrà inoltre rifatta la canaletta di scolo delle acque meteoriche esistente lungo tutto il tratto di strada interessato dai lavori, e verrà ricostruita completamente la pavimentazione stradale. L’intervento sarà completato con la messa in quota dei chiusini, la realizzazione della nuova segnaletica orizzontale ed il riposizionamento della segnaletica verticale esistente.

La sicurezza aumenta con due nuovi punti di videosorveglianza

Le nuove telecamere nell’incrocio di via Arasella

14

Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA

Le videocamere presso le Scuole medie in via dello Sport


VIABILITÀ

L’EFFICIENZA È IN STRADA CON IL PIANO NEVE: TUTTO PRONTO IN CASO DI EMERGENZA Un’efficiente organizzazione del servizio neve. Come? Con l’individuazione di un sistema di controllo e monitoraggio delle attività svolte dai mezzi impegnati nel servizio di sgombero della neve e di spargimento del sale sulle strade comunali. L’Amministrazione Comunale si era posta come obiettivo il miglioramento del Piano neve, il protocollo che definisce una serie di azioni per consentire la continuità della circolazione sulle strade comunali e la fluidità dei parcheggi, e stabilisce quali sono i compiti del Comune e quali quelli dei cittadini in caso di nevicate. Per raggiungere l’obiettivo, già dall’anno scorso, all’interno del Piano è stata inserita la possibilità, mediante una mappa interattiva, di visualizzare in tempo reale quanti e quali mezzi spartineve e spargisale sono in funzione e di verificare l’effettivo passaggio su ciascuna strada di competenza con il rispettivo orario. Tutti i mezzi spartineve sono infatti dotati di un dispositivo gps che permette al Comune di gestire al meglio l’emergenza neve e ai cittadini di essere sempre aggiornati sulla situazione delle strade. Lo sgombero neve. Le aziende che si occuperanno dello sgombero neve e del trattamento antighiaccio sono state scelte attraverso “Trattativa diretta”, tramite il Mepa (mercato elettronico pubblica amministrazione). Il servizio è stato affidato, per le stagioni invernali 2018/2019 – 2019/2020 – 2020/2021, ad Agriservizi di Costaganna Luigi e Alberto di Isola Vicentina e alla ditta

Fabris Giorgio di Creazzo: la scelta è ricaduta su di loro, oltre per il prezzo, anche per la capacità di coprire capillarmente tutto il territorio comunale e di garantire un servizio efficace entro breve tempo. I percorsi pedonali e ciclabili. Il Comune ha ritenuto opportuno affiancare agli operai comunali anche il personale della Società Cooperativa Sociale Agricola “Il Cengio” di Isola Vicentina. In possesso degli idonei macchinari per garantire il servizio, la società assicura la disponibilità immediata in caso di emergenza neve. Il costo. L’ammontare complessivo per la stagione invernale 2018/2019 è di 11mila euro. L’obbligo. Si ricorda che è in vigore dal 15 novembre, lo sarà fino al 30 aprile, l’or-

dinanza che obbliga all’utilizzo di catene o pneumatici invernali in caso di precipitazioni nevose o presenza di ghiaccio sulla sede stradale, sulle seguenti vie: via Vallugana, via Balzarin, via Valdilonte, via piazza Torreselle, via Bellavista, via Lombarda, via Dani, via piazza Ignago, via Povolare, via Zovo, via Terosse, via Magnaboschi, via Torre, via S. Lorenzo, via Rossioni e via Capanizza. In caso di nevicata, è vietata inoltre permanentemente la sosta a tutti i veicoli sulle strade e sulle piazze ove vige un divieto di sosta e i proprietari di edifici ed esercizi commerciali devono provvedere a mettere in atto una serie di azioni a tutela della pubblica incolumità, tra cui lo sgombero dei marciapiedi, l’aprire varchi, l’abbattimento di blocchi di ghiaccio.

calzature e riparazioni

comparin di Toniolo Giuliano Via Calisignano, 24 - 36033 Isola Vicentina (VI) - tel. 0444 977199 ORARI: Lunedì 15:30 - 19:30 • Martedì chiuso • Mercoledì 09:00 - 12:30/15:30 - 19:30 Giovedì chiuso • Venerdì 08:30 - 12:30/15:30 - 19:30 • Sabato 09:00 - 12:30/15:30 - 19:30 • Domenica chiuso INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

15


COMUNITÀ

RITORNA L’APPARTENENZA ALLA COMUNITÀ CON IL CONTROLLO DEL VICINATO E IL REFERENTE DI QUARTIERE Fare comunità, vigilando il territorio. È questo l’obiettivo del progetto “Controllo del vicinato e referente di quartiere”. “Il 6 dicembre – esordisce l’Assessore all’Europrogettazione, Emanuele Novello - il Comune ha avuto il piacere di ospitare l’associazione ACDV (Associazione Controllo del Vicinato) con l’intento di dare inizio ad un percorso di collaborazione volto a formare dei Referenti di quartiere. Questa nuova sinergia si allinea in realtà ad un progetto che si estende oramai su scala nazionale, chiamato per l’appunto “Controllo del vicinato”. Il Controllo del vicinato è una forma di collaborazione tra cittadini che nasce in maniera spontanea dal basso, basato su una fattiva collaborazione tra vicini e sul recupero dei legami nati nel quartiere, con l’obiettivo di fare squadra, piazza, ed appunto quartiere. L’ ACDV è la prima e più grande associazione di cittadini volontari, attiva nel territorio nazionale ed organizzata in sezioni locali. La sua vocazione è apolitica, senza scopo di lucro ed è mossa dallo spirito di collaborazione e dalla volontà degli stessi cittadini di implementare le reti sociali di quartiere. L’ intento è quello di vigilare e monitorare il territorio per poter quindi mettere in moto azioni di mutuo supporto e di collaborazione, creando un nuovo tessuto di relazioni che di certo avrà delle ripercussioni positive, magari anche inaspettate, per le persone più bisognose; basti pensare all’effetto positivo di una parola di conforto e/o di confronto durante una breve visita agli anziani spesso lasciati soli. Non si tratta dunque di ronde di quartiere o di cosiddetti giustizieri della notte, ma di un modo di vivere il quartiere in cui si abita in maniera serena e consapevole, nel rispetto

dell’altrui privacy, collaborando in maniera proattiva e senza sovrapposizioni con le forze dell’ordine, che già proteggono il territorio. I Referenti di quartiere agiscono con discrezione nel proprio territorio, di cui ben conoscono le situazioni agiate o disagiate e sfruttando moderne applicazioni come whatsapp, segnalano in tempo reale facce sospette, furti o tentativi di furto, casi di abbandono o di maltrattamento di animali da compagnia, o anche lo stato di degrado del patrimonio pubblico (per esempio nei parchi). Suddette segnalazioni vengono poi riportate a chi di dovere, agli Uffici Comunali competenti o, dove necessario, alle stesse forze di Polizia, creando così una perfetta sinergia di intenti. “I Referenti Provinciali – continua Novello - durante la serata hanno illustrato le tecniche per proteggere i nostri cari e le nostre proprietà. Significativo anche l’intervento degli amici del comune di Povegliano, che è uno dei comuni del trevigiano dove il sistema è rodato da tempo (in Italia i comuni che adottano questo sistema sono più di 340): loro hanno evidenziato quanto un semplice adesivo possa dare un piacevole senso di protezione ad una persona sola e quale sia l’effetto positivo di una passeggiata salutare per il quartiere o anche di una semplice chiacchierata. Azioni semplici queste, ma che giovano molto più di mille allarmismi e paure talvolta bloccanti”. In questa prima serata sono già state raccolte le prime candidature per poter diventare “Referente di quartiere” ma sono ben accette ulteriori adesioni, critiche e soprattutto idee. Per ogni chiarimento potete scrivere all’Assessore Emanuele Novello: emanuele.novello@comune.isola-vicentina.vi.it

Via Roma, 18 - VILLAVERLA (VI) - Tel. e Fax 0445 856277

16

Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA


COMUNITÀ

CONFERMATO IL CONTRIBUTO MINIMO PER I RESIDENTI PER LE SCUOLE DELL’INFANZIA PARITARIE È stata approvata la nuova convenzione tra le Scuole dell’Infanzia paritarie “Sacra Famiglia” e “R. Cardarelli” ed il Comune di Isola Vicentina per gli anni scolastici 2018/2019, 2019/2020 e 2020/2021. Le scuole paritarie continuano ad offrire alla Comunità di Isola Vicentina e non solo, un servizio di qualità, tanto che sono preferite dai cittadini, ma anche da esterni: per questo motivo l’Amministrazione Comunale ritiene che questo rapporto di collaborazione con le Scuole dell’Infanzia debba essere mantenuto.

Proprio in virtù di questo mantenimento, di questa volontà di proseguirlo e di rafforzarlo, sono stati consolidati i rapporti con i comitati di gestione delle scuole paritarie, con i quali sono stati stabiliti e condivisi i punti presenti nel testo della nuova convenzione tra il Comune di Isola Vicentina e le scuole dell’infanzia. Il contributo. È stato confermato il contributo minimo ordinario di 465 euro per i soli bambini residenti. Il sostegno. Il contributo orario per gli insegnanti di sostegno passa da 21,50

euro a 22 euro all’ora. Gli adeguamenti strutturali. Per quanto riguarda invece il contributo straordinario, quindi quello che viene poi affidato per gli impegni strutturali, c’è un aumento di 2mila euro: si passa infatti da 10mila euro a 12mila euro, che verranno erogati in base alle spese sostenute. L’Amministrazione Comunale ha stanziato la somma complessiva di 155.000 euro da erogare alle due Scuole dell’Infanzia paritaria per le finalità sopra descritte.

Un pranzo per socializzare e passare un momento di condivisione. Domenica 25 novembre scorso, l’Associazione Anziani “Gedeone Munari” ha organizzato il “Pranzo sociale” per i tesserati e i simpatizzanti. Dopo la Messa alle 10 nella Parrocchia cittadina, tutti i partecipanti si sono ritrovati alla trattoria Bellavista.

• Prenotazione Cup Asl “BERICA” • Controllo pressione, colesterolo, glicemia • Campagne di informazione sanitaria e prevenzione • Reperibilità prodotti mancanti in 24 ore V i a M a r c o n i 5 - I s o l a V i c e n t i n a ( V I ) - Te l . 0 4 4 4 9 7 6 1 2 8 - w w w . f a r m i s o l a z a n i n i . c o m

INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

17


COMUNE

IL TRASPORTO E IL PASTO CALDO GARANTITI DAL COMUNE E DAL GRUPPO VOLONTARI PER VICENZA Il trasporto e il pasto caldo non possono mai mancare e se si hanno problematiche legate alla disabilità, alla terza età o alla malattia occorre un aiuto. Il Comune di Isola Vicentina organizza il trasporto, occasionale o continuativo, per coloro i quali devono recarsi presso presidi sanitari, centri specialistici, istituti scolastici, centri diurni, centri di formazione e altri luoghi, ritenuti essenziali dall’assistente sociale. Il servizio è effettuato con la collaborazione dell’Associazione Gruppo Volontari per Vicenza, che viene avvisato delle adesioni direttamente dall’Ufficio Servizi Sociali. L’aiuto comunale non si conclude però con il trasporto, ma prosegue con la consegna di pasti caldi a domicilio, preparati dalla Fondazione Luigia Gaspari Bressan. A favore di persone totalmente o parzialmente non autosufficienti che vivono sole o in piccoli nuclei familiari, il servizio garantisce un pasto confezionato e consegnato a domicilio, con menu completo ed appropriato alle diverse esigenze alimentari, che contempla anche particolari patologie.

18

Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA

È sempre l’Associazione Gruppo Volontari per Vicenza che collabora, in caso di necessità, con il Comune, effettuando il servizio di consegna a domicilio dei pasti. L’associazione utilizza, sia per il servizio di trasporto sia per la consegna pasti caldi a domicilio, i mezzi messi a disposizione del Comune. “Considerata l’importanza del servizio che svolgono per la Comunità e le difficoltà che a volte si trovano a dover far fronte – commenta l’Assessore al Sociale, Denise Dacchioni – sono molto orgogliosa del Gruppo. Nell’ultimo anno il Gruppo, coordinato da Vajente, ha affrontato alcune criticità, tra cui la mancanza di volontari, ma all’appello mosso da noi amministratori comunali è giunta la pronta risposta di Concittadine e Concittadini volenterosi. Si è riusciti così a creare un gruppo numeroso, forte e coeso”. L’Assessore conclude:“Sono grata ai Volontari che hanno prontamente risposto anche alla richiesta di un servizio, da quest’anno, giornaliero e continuativo di cui abbiamo deciso come amministratori di farci carico. Senza il loro aiuto, tale servizio non sarebbe possibile”. 


COMUNE

I MEMBRI DELLA COMMISSIONE MENSA CAMBIANO, MA L’OBIETTIVO RIMANE UGUALE: LA QUALITÀ La commissione mensa scolastica ha cambiato volto: dopo due anni dalla sua istituzione sono stati cambiati i membri. La composizione. I nuovi membri della commissione mensa sono: come rappresentante della Giunta Comunale, l’Assessore ai servizi all’infanzia, Nerina Lago; Nicola Gasparoni e Valentina Rossetto, per i genitori; Elda Maria Zenere per i collaboratori scolastici e Alessandra Righi per gli insegnanti. Per il plesso di Castelnovo invece sono stati nominati: Silvia Tessaro e Luciana Carraro come rappresentanti dei genitori; Carmilena Dalla Costa per i collaboratori scolastici e Maria Grazia Fabris per gli insegnanti. Le premesse. Era il 2016 quando l’Amministrazione Comunale decise di istituire la commissione mensa scolastica per garantire un servizio di refezione che rispondesse a criteri ottimali di gestione. Consapevole di quanto l’educazione alimentare costituisca un fattore determinante nel processo di crescita dei bambini, per le implicazioni che essa ha rispetto alla salute, alla

GL

socialità, all’educazione nell’ambito di tali obiettivi, la Giunta ritenne di dover favorire la partecipazione dei genitori affinché questi, attraverso forme di rappresentanza, potessero contribuire al miglioramento della qualità del servizio di refezione scolastica e nello sviluppo di azioni di educazione alimentare. La costituzione. Dalle funzioni meramente consultive, con composizione e modalità di funzionamento definite dalla Giunta Comunale, la commissione è stata pensata secondo un modello che possa valorizzare il ruolo consultivo e propositivo e rendere così più proficuo il ruolo dei genitori. Gli ambiti in cui la commissione opera sono: analisi e proposte per il miglioramento della qualità del servizio; analisi del gradimento dei bambini; monitoraggio della qualità, con eventuali assaggi e verifiche periodiche; azioni e proposte in merito all’educazione alimentare; controllo e segnalazione degli sprechi ingiustificati. L’azienda. La commissione mensa ora monitora la nuova aggiudicataria del bando per la mensa scolastica: Euroristorazione.

GIANELLO LEONARDO

Finiture interni/esterni • Cartongesso Pitture • Cappotti • Rivestimenti

Seguici su LEONARDOSENIORSENIOR

GIANELLO LEONARDO - CARTONGESSO VICENZA - Costabissara (VI) - Tel. 340 8283075 - gianelloleonardo@gmail.com

INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

19


COMUNE

IL NUOVO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO È PIÙ EFFICIENTE E LOCALIZZATO È stato rinnovato l’appalto per il servizio di trasporto scolastico: la Bristol Autoservizi s.r.l. di Schio è la nuova affidataria per il triennio 2018/2021. I mezzi. La ditta ha rinnovato il parco automezzi per il servizio e ha messo a disposizione quattro autobus (di cui uno di scorta), di cui tre immatricolati nel 2018 e uno di recente immatricolazione (anno 2016), tutti di classe Euro 6. Il localizzatore. Su richiesta dell’Amministrazione Comunale, al fine di una maggiore sicurezza e di un maggior controllo, la ditta Bristol ha installato nei mezzi un sistema di localizzazione satellitare e tracciabilità (GPS). Il localizzatore GPS è un dispositivo elettronico che serve a localizzare e quindi individuare la posizione esatta del veicolo in qualsiasi punto del percorso. Il rilevamento della posizione viene effettuato dal localizzatore GPS in qualsiasi situazione

20

meteorologica e in qualunque luogo: le informazioni vengono trasmesse come dati ad un interlocutore (in questo caso il Comune) collegato precedentemente al dispositivo. I percorsi. Sono state apportate delle modifiche ai percorsi dei pulmini in base al numero di iscritti e allo loro dislocazione: si è attivato infatti anche per la scuola dell’infanzia di Isola Vicentina (a Castelnovo è già attivo da qualche anno) il percorso di andata del mattino unificato al percorso degli alunni della scuola primaria e secondaria, con utilizzo di addetti alla sorveglianza; ed è iniziato anche per la scuola dell’infanzia di Isola Vicentina (a Castelnovo è già attivo da qualche anno) il percorso di ritorno nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì in concomitanza con i rientri pomeridiani degli alunni della scuola primaria “Rosa Agazzi” di Isola Vicentina. Infine è par-

Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA

tito il servizio di ritorno pomeridiano unico, nei giorni di lunedì e venerdì, per gli alunni delle due scuole dell’infanzia di Isola Vicentina e Castelnovo. In questo modo, nonostante il numero esiguo di alunni delle due scuole dell’infanzia iscritti al servizio, si è garantito il trasporto sia all’andata che al ritorno, in tutti i giorni della settimana. I costi. Per l’anno scolastico in corso (2018/2019) le tariffe a carico degli utenti sono rimaste invariate rispetto agli anni precedenti. Il costo del servizio ammonta a un totale di 115mila euro, costo coperto per il 72% dal bilancio del Comune e il restante dalle quote versate dalle famiglie, mentre nel precedente anno si attestava sui 116.485,93euro. La tariffa a chilometro a carico del Comune con il nuovo appalto è aumentata di 4 centesimi: da 2,95euro è passata a 2,99euro.


VOCE ALLE MINORANZE Cari concittadini, il 2018 è passato, ognuno l’ha vissuto con le sue difficoltà e gioie, mentre il mondo è sempre più confuso: politica, economia, clima. Nel 2019 saremo chiamati a dare la nostra opinione dal livello globale al locale. Saremo soddisfatti dell’incontro mondiale sul clima di dicembre? Perché le alluvioni che hanno tragicamente segnato il Veneto hanno ribadito che non possiamo rimanere indifferenti al cambiamento climatico. E poi, che tipo di Europa vogliamo? Cosa voteremo alle elezioni europee di maggio? A maggio poi, dopo quasi un anno, come valuteremo questo Governo? Vedremo i risultati delle sue politiche, in particolare su crescita e riduzione degli sprechi? Risultati sperati sia per dare sollievo all’Italia, sia per dimostrare che c’è un’alternativa alle politiche di austerità che tagliano stipendi, pensioni, sanità, sociale, istruzione e

cultura. E sempre a maggio, andremo a votare per il rinnovo dell’Amministrazione Comunale. Siete soddisfatti di quello che ha fatto? Avrà altre idee e progetti da proporre? Quali saranno le liste alternative e le loro proposte? Ma soprattutto, quale sarà il Vostro atteggiamento verso tutto questo? La distanza dalle e delle istituzioni può scoraggiare, ma Voi dedicate tempo e attenzione al maturare con consapevolezza una scelta su questi temi, perché influenzeranno la Vostra vita e quella dei Vostri cari. Colgo l’occasione per ringraziare chi tiene viva la vita sociale del nostro Comune. Auguri e cordiali saluti a tutti.

A Dicembre 2016, su questo giornale, fra le criticità, avevamo segnalato l’Isola ambientale di Castelnovo, scrivendo: “Dannoso il ritardo rispetto ai tempi previsti, in particolare su via Zanella, la cui soluzione provvisoria realizzata ad agosto 2015 genera continui pericoli”. Con rammarico, riconosciamo ancora estremamente attuali queste parole. Abbiamo periodicamente sollecitato l’amministrazione sul problema, con numerose interpellanze. Per giustificare la mancata conclusione dei lavori entro il 2016 (come promesso) sono stati tirati in ballo il Nuovo Codice degli Appalti, la gestione idraulica della zona e il bando della Regione Veneto. Nel 2017 la responsabilità è ricaduta sulla ditta responsabile dei lavori che, dimostratasi poco affidabile, ha reso necessaria la revoca dell’incarico, lasciando abbozzi di cantiere in tutta la frazione.Tutte sfortunate coincidenze? Ad oggi in paese si trovano segnali permanenti di “lavori in corso”, affiancati da trascurabili

modifiche e asfaltature irrisorie, su tratti di strada che, da progetto, dovranno essere rifatti. Polemiche a parte, le nostre righe vogliono rendere pubblica la consapevolezza che l’intervento provvisorio realizzato ad agosto 2015 è ancora in essere oggi, a fine 2018. Avremmo preferito più rispetto dei bisogni dei cittadini che, con la raccolta firme presentata a fine 2015, chiedevano una viabilità più sicura. Al contempo raccomandiamo ai cittadini di rispettare la viabilità introdotta nel 2015, nonostante l’evidente scomodità e la dubbia sicurezza, e ad essere prudenti soprattutto nel ruolo di pedoni e ciclisti.

Stefano Zamberlan Gruppo Misto

Piera Casara, Claudia Ferron, Luca Lupazzi, Massimo De Franceschi Auguriamo a tutti Buone Feste e un sereno 2019.

INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

21


PARI OPPORTUNITÀ

“PERCHÉ LA VIOLENZA, PER MOLTE DONNE, NON SIA PIÙ IL PANE QUOTIDIANO” Una frase stampata sui sacchetti di carta utilizzati, nella settimana del 25 novembre, dai panifici ed ortofrutta di Isola Vicentina per ricordare la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Una frase forte, intrinseca di significato: “Perché la violenza, per molte donne, non sia più il pane quotidiano”. L’impegno, intrapreso su iniziativa del Comune e dello Sportello Rete Donn@, è volto a sensibilizzare la popolazione verso un fenomeno purtroppo molto attuale che coinvolge un grande numero di donne, a volte senza che nessuno ne sia informato, attraversando ogni status sociale, lavorativo ed anagrafico. Secondo i dati ISTAT sono 6 milioni 788 mila le donne fra i 16 e i 70 anni che hanno subito violenza fisica o sessuale, il 31,5% della popolazione femminile, in gran parte dei casi agite in ambito familiare ma anche da conoscenti ed amici. Ma non è solamente questo tipo di violenza ad allarmare. Esistono infatti altri tipi di abuso che una donna può essere costretta a subire come per esempio la violenza psicologica (denigrazione, insulti, minacce, svalutazione) che coinvolge 8,3 milioni di donne solamente in Italia, la

22

Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA

violenza economica intesa come privazione della capacità di gestire il proprio denaro o di amministrare il budget familiare oppure la violenza sul luogo di lavoro, agita in 1 milione 403 mila casi. Di fronte a dati di questo tipo diventa ancora più importante il lavoro per un contrasto al fenomeno, che si può trovare nell’opera dei Comuni, dei Centri Antiviolenza e degli Sportelli Donna, che diventano una risorsa fondamentale per accogliere le donne e per dare loro un sostegno concreto nel difficile percorso di uscita dalle situazioni a rischio. Grazie anche al lavoro sinergico di queste agenzie negli ultimi cinque anni si osservano segnali di miglioramento rispetto all’incidenza del fenomeno e una consapevolezza diversa da parte delle donne, soprattutto tra le più giovani. L’Amministrazione Comunale di Isola Vicentina e lo Sportello Rete Donn@ sono unite per informare e sensibilizzare la popolazione attraverso iniziative e proposte, incentivando una maggiore attenzione al problema e alle situazioni a rischio, che molto spesso vengono sottovalutate anche da chi le vive in prima persona.


COMUNE

I FESTEGGIAMENTI DELLA GRANDE GUERRA CON LA LETTURA DEL BOLLETTINO DELLA VITTORIA E LE RIFLESSIONI DEL SINDACO Ha iniziato con la lettura del testo integrale del Bollettino della Vittoria, con cui il Comando dell’Esercito annunciò la resa dell’Impero Austro-Ungarico e la vittoria dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale, e ha proseguito con una riflessione personale: il Sindaco Francesco Enrico Gonzo ha concluso con il suo discorso i festeggiamenti del 4 novembre. “Ricorre oggi il centesimo anniversario – ha iniziato il Sindaco - della fine di quella “inutile strage” che visse soprattutto l’Europa tra il 1914 e il 1918. Ma oggi è anche la Festa delle Forze Armate. Qui con noi oggi, per la prima volta, manca un grande appassionato di forze armate che è stato Giuseppe Papandrea: so che lui avrebbe voluto che venisse letto il Bollettino e mi sembrava giusto ricordarci di lui anche così”. Gonzo ha proseguito parlando dell’Unità d’Italia:“Unità che oggi più che mai può trovare nei valori di solidarietà, pace e giustizia il suo rilancio e la sua rinascita. È davvero questa, infatti, la Festa dell’Unità d’Italia, un’unione che la nostra nazione sente molto più viva e autentica oggi, in questo Anniversario durato 5 anni, di quando si festeggiò i 150 anni dell’Unità d’Italia nel 2011. Fu durante la Prima Guerra Mondiale che si fece l’Italia e si fecero gli Italiani”. Ma l’Italia fu fatta ad un prezzo altissimo di giovani vite spezzate. Il libro scritto da Stefano Frugani e William Rabito sui giovani coinvolti nel primo conflitto mondiale dal

titolo “Isola 15-18 perché niente e nessuno si perda nel tempo”, presentato proprio durante le commemorazioni di questo centenario, ricorda che degli oltre 800 soldati partiti da Isola Vicentina per luoghi che loro non conoscevano, meno della metà tornarono alle loro case. Gli altri caddero sotto il fuoco nemico, furono fatti prigionieri o internati o, peggio ancora, risultarono dispersi. “I tricolori e gli allori, le cerimonie e le manifestazioni solenni - ha proseguito il Sindaco - non devono diventare momenti fini a se stessi. Possono darci un grande aiuto e lasciare un segno indelebile nella nostra memoria e nella nostra coscienza affinché diventiamo noi, ogni giorno, ciascuno di noi, costruttori di Pace, senza rinunciarvi un istante. Anche a 100 anni di distanza, sarà vano il loro sacrificio, sarà umiliata la loro memoria e insultato il loro martirio e inutili queste cerimonie fino a quando non trarremo insegnamento di giustizia e perdono. Questo tempo senza guerre che stiamo

dal

1993

vivendo da più di 70 anni è certamente una conquista. Ma occorre ricordare che nessuna conquista è definitiva: va coltivata, tutelata, difesa e condivisa”. Le commemorazioni del Centenario della Grande Guerra hanno segnato l’agenda di tutto il mandato dell’Amministrazione Comunale guidata da Gonzo: la lapide in ricordo dei 100 anni della Chiesa di Isola, inaugurata il Natale del 1914 voluta da don Giovanni Battista Polacco, grande protagonista nell’accoglienza dei profughi dall’Altopiano; il libro-documento di Stefano Frugani e William Rabito; il ripristino del tracciato della linea difensiva Destra Leogra nelle nostre colline sul percorso Recoaro – Monteviale; i pellegrinaggi della Lampada della Pace a Isola, Ignago e Torreselle; i percorsi didattici all’Istituto Comprensivo “Galilei” e gli eventi commemorativi organizzati dai Gruppi Alpini ANA e dall’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci.“Tanti piccoli ma significativi tasselli che hanno aiutato a costruire identità, coscienza e memoria nella nostra Comunità, soprattutto nei giovani, facendola crescere e maturare – ha concluso il Sindaco -. Mi auguro che le commemorazioni di questo centenario durato cinque anni ci rimangano nel cuore e nella memoria: valorizziamo il dono della pace, diventiamone costruttori in ogni nostra azione quotidiana personale o verso il prossimo. Non le grandi opere, ma l’impegno costante, la tensione dell’animo a costruire ponti e non muri”.

RIPARAZIONE VENDITA

LARIT di LAIN P.I. ANDREA

Castelnovo di Isola Vicentina (VI)

Via Leonardo da Vinci, 4/B (tra la Farmacia e le Poste) - Tel./Fax 0444 976284 - info@larit.it INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

23


CULTURA

L’ISOLA DELLA CULTURA È PROFUMO DI CARTA Sedici giorni di incontri, una mostra, uno spettacolo teatrale, un reading. Una lectio magistralis con Giovanni Maria Flick, già presidente della Corte Costituzionale. La presentazione in anteprima nazionale dell’ultimo libro di Matteo Strukul “Inquisizione Michelangelo” e dei diari di Neri Pozza dal 1963 al 1971 curati da Marco Cavalli per Ronzani editore. La riedizione del libro di Piero Sbalchiero “C’era una volta un’isola. Storie della pellagra e altri racconti”. La riflessione sulla cittadinanza attiva e la qualità della democrazia nell’incontro con il responsabile scientifico di Fondaca, Giovanni Moro, e il fondatore dello standing group “Politica e Storia” della Società Italiana di Scienza Politica, Marco Almagisti. E poi gli avvenimenti, le date che sono state ricordate: 50 anni dalla rivoluzione del 1968, 40 dalla legge Basaglia, 30 dalla morte di Neri Pozza, 10 dalla mancanza di Mario Rigoni Stern, 90 dalla nascita di Pino

Il libro fiorito, creazione del laboratorio per adulti di Silvia Dal Pozzo Sbalchiero, 70 dalla Carta Costituzionale e 100 dalla battaglia di Vittorio Veneto. “Profumo di carta” si è concluso ma il ricordo permane anche nei più piccini, che hanno partecipato alle letture, laboratori e attività didattiche organizzati proprio

per loro. La terza edizione della manifestazione, che rende Isola Vicentina un polo culturale, si è conclusa conclamando il successo dell’idea: 1.500 visitatori in quindici giorni, una media di 100 persone ogni giorno. La Lectio Magistralis. Il presidente emerito della Corte Costituzionale ha testimoniato la propria gratitudine alla Costituzione, presentando il suo libro

“C’ERA UNA VOLTA UN’ISOLA. STORIE DELLA PELLAGRA E ALTRI RACCONTI”: LA RECENSIONE DI RONZANI EDITORE A novant’anni dalla nascita del suo autore e a trenta dalla sua prima pubblicazione, Ronzani Editore torna a proporre C’era una volta un’Isola. Storie della pellagra e altri racconti, capolavoro di Pino Sbalchiero (1928-1999) che univa le Storie della pellagra, pubblicate nel 1979 da Rebellato Editore, ai racconti scritti successivamente: tutti tessere di quel grande mosaico narrativo con il quale lo scrittore ha raccontato la terra veneta, le sue radici più profonde e i suoi cambiamenti. Il volume, inserito nella collana VentoVeneto e corredato da un’introduzione del sociologo Ilvo Diamanti, è stato presentato in anteprima sabato 27 ottobre in occasione della rassegna culturale Profumo di Carta di Isola Vicentina, promossa dal Comune. Nel corso della serata dedicata a Sbalchiero, le pagine del volume hanno preso vita attraverso le interpretazioni di Pino Costalunga, attore e regista che di Sbalchiero fu amico e “voce” teatrale. Il pubblico, di racconto in racconto, ha potuto gustare la prosa piena e avvolgente dello scrittore vicentino, vibrante di acrobazie linguistiche,

24

Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA

epica nella sua semplicità, animata di uomini in carne e ossa e di creature della mitologia popolare; seguendo i suoi passi di testimone di un mondo lontano, ma la cui ombra lunga ancora si può intravedere: solo che la si voglia cercare e che si vogliano ascoltare, come in un filò senza fine, le storie che ha da raccontare. Un’opera e un autore sui quali ancora molto si può e si deve riflettere: per valorizzarne appieno il fascino della lingua, così come la lucidità e l’ironico disincanto con cui Sbalchiero sapeva guardare attorno a sé, a quel mondo in piena metamorfosi e sul punto di tramontare, proprio come la Stella Boara che, dall’alba al calare della notte, accompagnava i contadini nella loro fatica. L’edizione Ronzani di C’era una volta un’Isola. Storie della pellagra e altri racconti, arricchita da disegni di Vico Calabrò, è disponibile in cofanetto con il piacevole Glossario del contado isolano e dei comuni contermini a uso dei forestieri, sempre a firma di Pino Sbalchiero. L’opera si può acquistare anche presso l’Edicola Gasparella di Via Marconi, a Isola Vicentina.


CULTURA

Le creazioni di carta del laboratorio di Silvia Dal Pozzo La presentazione dei 10.000 cardellini ancestrali di Enrico Mitrovich “Elogio della Costituzione”: “I valori di 70 anni fa – ha commentato il presidente – sono sempre attuali per ciascuno di noi. La Costituzione nasce dalla Resistenza, un fenomeno complesso riguardante tutti, e dall’incontro di tre ideologie: il capo provvisorio dello Stato, il liberale monarchico Enrico De Nicola; il presidente dell’AsSbalchiero spettacolo Pino Costalunga

semblea costituente, il comunista eretico Umberto Terracini e quella del capo del governo, il democratico cristiano di ferro Alcide De Gasperi”. Flick, giurista, avvocato, professore universitario, già magistrato e ministro della Giustizia, e presidente della Corte Costituzionale per nove anni, ha trasmesso un messaggio importante al pubblico: “Uno degli obiettivi di fondo della Costituzione è la piena attuazione della pari dignità sociale di ogni persona: è questa l’essenza di tutto, che bisogna non dimenticare mai”. I cardellini. Versatile, dinamico e amante della natura, Enrico Mitrovich ha sbarcato

a “Profumo di Carta” con la sua opera “10.000 cardellini ancestrali”. Il lavoro iniziato nel 2017 si è concluso con l’installazione su un’intera parete di Villa Cerchiari: un’opera intensa che sprigiona il fascino del cardellino, famoso per i colori della sua livrea e per il suo canto melodioso, oltre per essere il simbolo dell’anima che vola via al momento della morte. L’impatto visivo della mostra era notevole e circondata dalle installazioni sonore di Giovanni Sarani. I diari inediti di Neri Pozza. A trent’anni dalla morte del grande editore, scultore, incisore, pittore e collezionista vicentino è stato pubblicato, a cura del critico letterario Marco Cavalli, il “Diario 1963-1971” di Neri Pozza. “Vale la pena scrivere questi appunti? A chi servono? A me, forse? Io non ho bisogno, per me stesso, che delle cose che ricordo. I fatti minimi, quotidiani, non hanno senso, non meritano l’annotazione. Che cosa deve essere un diario? Una raccolta di appunti. Io non faccio, non sono uno scrittore, ma appena un dilettante che suppone, con spontaneo ottimismo, di aver qualcosa da dire. Ma non nel diario. Comunque, riprendiamo questa che dicono sia una disciplina”: sono queste alcune righe annotate nel diario, che nessuno credeva esistesse e di cui Marco Cavalli ha curato la pubblicazione. “Il tema centrale del diario è la mutazione del Paese – ha spiegato Cavalli al pubblico -. Una mutazione definita da Pasolini “antropologica”: cambiano le idee, cambiano i costumi, cambia l’editoria e cambiano luoghi della cultura”. La legge Basaglia. A quarant’anni dall’approvazione della legge Basaglia,“Profumo di carta” ha festeggiato l’anniversa-

rio con la presentazione di “Tredici canti (12+1)” di Anna Marchitelli e “Le nuvole di Picasso” di Alberta Basaglia, figlia di Franco Basaglia, lo psichiatra triestino autore della legge 180 che decretava la chiusura di manicomi, contenzioni e terapie come l’elettroshock. La giornalista scrittrice napoletana ha portato a Isola Vicentina la “voce dei folli”, narrata all’interno del suo libro, che raccoglie tredici autobiografie di pazienti celebri come il matematico Renato Caccioppoli, il primo pentito di camorra Gennaro Abbatemaggio, l’anarchica Clotilde Peani e il giovane ribelle Emilio Caporali, e meno celebri come l’avvocato Virginio Mogliazza, morto con i suoi trentatré anni cristici dopo aver bevuto vino, e il pensatore Luigi Martinotti tanto caro a Benedetto Croce. La psicologa Alberta Basaglia, che da anni lavora sulle tematiche legate al contrasto della violenza di genere e di tutte le discriminazioni, ha riportato a Isola Vicentina invece la storia già molto conosciuta del padre, Franco Basaglia, raccontata nel suo libro dal punto di vista infantile portando la lettura ad essere inedita, unica e spudorata, quella cioè di chi non ha ancora sovrastrutture imposte da regole sociali. L’anteprima di Strukul. “Profumo di carta” ha giocato con una settimana d’anticipo rispetto a librerie e giornali: Matteo Strukul ha infatti regalato a Isola Vicentina l’anteprima della presentazione del suo ultimo libro “Inquisizione Michelangelo”. Affascinato da Michelangelo Buonarroti, ma anche spaventato per la sua grandezza, Strukul ha raccontato la storia scritta nella sua opera. Era l’autunno del 1542 quando Michelangelo venne richiamato da Guidobaldo II, erede dei Della Rovere, per completare la tomba di Giulio II, un’opera rinviata per quasi quarant’anni. Michelangelo si trovava però nei mirini dell’Inquisizione: la sua amicizia con la bellissima Vittoria Colonna non era passata inosservata. Tormentato dai committenti, braccato dagli inquisitori, il più grande artista della cristianità concepirà la versione finale della tomba in un modo che potrebbe addirittura condannarlo al rogo. Segue a pagina 26

INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

25


CULTURA

Giovanni Maria Flick durante la sua lectio magistralis

Giovanni Moro e Marco Almagisti durante l’incontro Cittadinanza attiva e qualità della democrazia

Il curatore de Neri Pozza. Diario 1963-1971, Marco Cavalli con il giornalista Fabio Giaretta

Il professor Paolo Lanaro durante la presentazione dei suoi Una tazza di polvere e Contro i venti invisibili

Buone Feste!

DIVISIONE MECCANICA

DIVISIONE EDILE

• ASSISTENZA MECCANICA IMPIANTI • CARPENTERIA IN FERRO E INOX • STRUTTURE METALLICHE • ADEGUAMENTI ANTISISMICI • SERVIZIO AUTOGRU DI VARIE PORTATE

• RIFACIMENTO COPERTURE CIVILI E INDUSTRIALI • LINEE VITA • STRUTTURE METALLICHE • BONIFICA AMIANTO • LATTONERIA

CASTELNOVO di Isola Vicentina (VI) - Cell. 380 2181977 - info@samigroup.eu -

26

Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA

www.samigroup.eu


CULTURA

Il pubblico alla presentazione della ristampa delle opere di Pino Sbalchiero

L’incontro con la bookcounselor Jasminka Grendele

Il Sindaco Gonzo con l’editore di Ronzani, Giuseppe Cantele

Lo scrittore Matteo Strukul alla presentazione del suo Inquisizione Michelangelo

INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

27


L’impegno di Viacqua per Isola Vicentina Tanti gli interventi che il gestore idrico sta realizzando nel territorio Non si ferma l’impegno che Viacqua sta dedicando al sistema idrico integrato del territorio di Isola Vicentina. Prendersi cura dell’acqua che viene distribuita nelle case e di quella che, una volta usata, viene restituita a fiumi e torrenti è una responsabilità importante: perché l’acqua è un bene prezioso e vitale e la sua gestione ha quindi impatti diretti sulla comunità e sull’ambiente. Nata dalla fusione tra Alto Vicentino Servizi e Acque Vicentine, Viacqua si assume questa responsabilità gestendo il servizio idrico integrato per 68 Comuni e circa 550.000 abitanti del vicentino. Garantire la sicurezza e la continuità del servizio, tutelare falde e sorgenti, ridurre le perdite e gli sprechi, assicurare la necessaria qualità dell’acqua che si depura e ridà alla natura: sono tutti impegni che sono alla base del lavoro di Viacqua. E a confermarlo sono i numeri: nel 2017 sono stati analizzati 4.001 campioni d’acqua potabile e sono stati depurati quasi 53.000.000 di metri cubi d’acqua. Grazie a 35 km di nuova rete fognaria 2.000 nuovi abitanti sono stati allacciati al servizio nello scorso anno. E ancora: il gestore ha realizzato nel territorio opere per 25.000.000 di euro e tra il 2018-2021 è previsto un piano di investimenti con 228 interventi per 148.000.000 di euro. In tutto questo, non è mai mancata l’attenzione agli utenti: nel 2017 sono stati erogati 664.000 euro in agevolazioni a 2.400 famiglie. Anche in questi numeri sta quindi racchiuso l’impegno di Viacqua per gli utenti e per l’ambiente. Ed è un impegno che nel territorio di Isola Vicentina sta trovando forma in diversi progetti tra i quali particolarmente significativo è il raddoppio della linea di acquedotto tra Arsiero e Piovene. Questo intervento è infatti di fondamentale importanza per garantire la continuità del servizio a un territorio di circa 100.000 abitanti. Grazie a un investimento di 7,5 milioni di euro e a 8 km di nuove

condotte i cittadini beneficeranno di un sistema acquedottistico più sicuro, più affidabile e più efficiente rispetto all'attuale. Oggi infatti è purtroppo sufficiente un problema o una rottura sul tratto di rete che corre tra Rutello e Piovene per causare il rischio di un’interruzione del servizio alle migliaia di utenze dei Comuni che dipendono da questo serbatoio. Con un investimento significativo, nei prossimi anni le linee di distribuzione verranno invece raddoppiate e garantiranno maggiore affidabilità ed elasticità nell’approvvigionamento idrico ai Comuni del bacino dell’Astico: oltre a Isola anche Thiene, Piovene, Chiuppano, Caltrano, Carrè, Zanè, Thiene, Marano Vicentino, Malo e Villaverla. “Un progetto strategico e di assoluta priorità per l'intera area – sottolinea il presidente di Viacqua Angelo Guzzo -. Soprattutto dal punto di vista acquedottistico, questa zona ha finora convissuto con un sistema fragile che ora rafforziamo e mettiamo in sicurezza. Questo intervento, assieme a molti altri che stiamo realizzando nel territorio, nasce con l'obiettivo di creare una rete sempre più interconnessa, che permetta di garantire un servizio più sicuro e funzionale anche dal punto di vista della continuità”. Una continua attenzione viene poi dedicata al locale depuratore. Oltre all’installazione di un impianto fotovoltaico, che permette alla struttura un concreto risparmio a livello energetico (e di conseguenza anche di costi), grazie a un investimento di 180.000 euro si è recentemente intervenuti con l’adeguamento del sistema di aerazione delle due linee biologiche: un progetto che rientra in quell'impegno che Viacqua sta portando avanti per migliorare la capacità e l'efficienza degli impianti di depurazione. Trattamenti più efficaci significano infatti una migliore qualità dell'acqua che viene scaricata nei nostri fiumi e torrenti. Anche così Viacqua si prende ogni giorno cura dell’acqua.


SPORT

IL TROFEO AT KARATE CUP È ISOLANO: NENRJUKAN HA ORGANIZZATO L’UNICA TAPPA VENETA E HA CONQUISTATO OTTO MEDAGLIE La terza edizione del trofeo At Karate Cup, la gara interregionale organizzata dalla Nenrjukan Karate e inserita all’interno del circuito Grand Prix, si è svolta a Isola Vicentina. Con 500 atleti iscritti, di cui 8 atleti vicentini con 2 ori, 3 argenti e 2 bronzi, quella di Isola Vicentina è stata l’unica tappa veneta. E oltre all’orgoglio di giocare in casa, Nenrjukan si è aggiudicata il settimo posto nella classifica, che conta in totale 21 iscritte per il centro nord Italia. Le gare hanno incluso le due discipline del karate, kata e kumite. In entrambe le specialità si sono scontrati atleti con alto profilo tecnico che hanno acceso e affascinato il pubblico. Gli atleti “casalinghi” che sono saliti sul podio sono stati: Nicola Fochesato, bronzo nel kata senior; Sebastiano Bortoloso, argento kata juniores; Cristian Sbabo, bronzo kata juniores; Angelica Sbabo, oro nel kumite esordienti -42kg; Teo Pogni, oro nel kumite cadetti -50kg; Thomas Muhlich, argento nel kumite esordienti -40kg; Leonardo Facci, argento nel kumite esordienti – 45kg e Nicola Zocca, bronzo nel kumite juniores -76kg. “Sono veramente orgogliosa sia per l’organizzazione sia per i risultati ottenuti - commenta Denise Dacchioni, Assessore allo Sport -. ringrazio sia l’associazione Nenrjukan, sia gli atleti che hanno dimostrato il loro impegno. Complimenti a tutti”.

L’AT Karate Cup del 28 ottobre 2018 tenutasi a Isola Vicentina. Da sinistra: il presidente Fijlkam Regione Veneto, maestro Giosuè Erissini; l’Assessore allo Sport, Denise Dacchioni; il Sindaco, Francesco Enrico Gonzo e il presidente Nernjukan Karate, Marco Zocca.

INFORMA ISOLA • Dicembre 2018

29


SPORT

CRESCERE SANI E FELICI CON LO SPORT: CONFERMATO IL BONUS SPORT Sostenere lo sport per i fanciulli in crescita è uno degli impegni che l’Amministrazione Comunale si è presa fin dall’inizio del suo mandato. Lo sport è prima di tutto benessere fisico, ma anche educazione perché porta regole, disciplina, condivisione, amicizia e rispetto. Un bimbo in crescita può trovare nello sport uno sfogo, ma anche un modo per creare relazioni sociali e capire il valore della “squadra”, inteso come lavoro in gruppo. Sostenere lo sport significa aiutare le famiglie a crescere bimbi sani, che scoprono il beneficio del movimento, che non vivono sedentari e scoprono il piacere di avere un impegno con altri compagni. Il “Bonus sport” è l’espressione tangibile del

sostegno dell’Amministrazione Comunale: un impegno che continua ad essere confermato, anche per il 2019. L’accesso. Anche quest’anno il capitolo di spesa inserito in bilancio ammonta a 1.500 euro e verrà suddiviso fra tutte quelle che famiglie che richiederanno il bonus e avranno i seguenti requisiti: il nucleo famigliare deve essere composto da due o più figli minori tesserati e frequentanti, alla data della presentazione della domanda, ad una società sportiva affiliata a federazioni o a enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI per l’anno sportivo 2018/2019; deve esserci il possesso dell’attestazione ISEE, l’Indicatore situazione economica equivalente; occorre

avere l’attestazione da parte della società sportiva dell’avvenuto pagamento della retta mensile o annuale al momento della liquidazione del contributo e aver pagato una quota complessiva annuale superiore o pari al contributo al momento dell’erogazione. L’erogazione. La graduatoria verrà stilata partendo dal nucleo familiare (con almeno due figli minori che fanno attività sportiva) con valore ISEE inferiore, sino all’esaurimento della somma disponibile. Ogni famiglia riceverà il bonus in base al numero dei figli che fanno attività sportiva. Saranno erogati 100euro per coloro che hanno 2 figli; 150euro per nuclei con 3 figli e 200euro per famiglie con 4 o più figli.

È SUCCESSO ANCHE… Domenica 15 Luglio 2018. Le premiazioni del 12º Trofeo Memorial Ceola, Comparin, Frugani, organizzato dalla Società Ciclistica Isolana, si sono svolte per la prima volta in Villa Cerchiari.

progettazione costruzioni ristrutturazioni opere a verde impiantistica manutenzioni

w w w. i c a c o n s o r z i o. c o m - Vi c e n z a - t e l . 0 4 4 4 9 8 0 4 0 8 info@icaconsor zio.com

30

Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA


BUONE FESTE


COMUNE Ebulica ius iam audercernum nos apesus, ocupica tiaesidius res faus ia consil consul vitatiquam

EBULICA IUS IAM AUDERCERNUM NOS APESUS, OCUPICA TIAESIDIUS RES FAUS IA CONSIL CONSUL VITATIQUAM Optassenis que aut et est, cus, seque plam remporporum vel ipitend ernatur iorit, conet et ese od quist, solendam volorep tasped ulluptatum et dolorio. Nequaec torias idestor estrumquo temquatem sectenet et, susam ut lam ipsunt pedi quo blabo. Culluptatur, esectorio bearcim exerspe rsperio et volest quam dolupta turitius nonse dolest voluptatis sequi cum sapis untiae. Ro estionsequid et apictium facculliquia anis escienda site pe di vidunti busandem et rectibusam qui dolupti assimusae prae porrovit quidenist ut fuga. Peribus. Ut fuga. Itatum am, est, sunt everrum doloriam facest, con non pa veliciet delitatio. Xima eaque vita nonsequos reptionem undit aut quo odis eos ut etus ped eos alias ad molut essitio dolorpos et reptae quatur moluptate officitis sequam, volorem haris dus, sam estrum archillatem quatium exererum quatium qui consect otaturerita volorati ium quatem as eumetur, corem quidita parior simpedi genienda estem iducil ilitati to offici ommolor porendus aut aut odi quodia se sectem quat. Ilitatur? Facid expero es reped estibusam, que volo officab orendita dus aute odi volectemquo volorror audis aut que eri volutemporio omniassed ea con pelignam faccatiae quam ea nis aut fugiam, que nus modic torentia ne nonsend ucipid mosant et est, quam volor ari blam et molupta ipis et ea comnihiti offic tem ipsae officta aliaspe rchille ssinci offic tem re nusdam ut a dolestia ius mo blabore sum quaesed

32

istemquia volupta temporument quo di res consequi simagni voluptat miliciis quam, si dita vollessum il ipit, officipsam cori cus et et eum quiatis ra illaboreium rem ipsam volori distio. Itatus debiti autem. Ut quidere stotatentus undic tendusc ipsamet odior re, sit quisser atectem quo eati a dit istrunt. Andis estrum quistrumet doluptat. Soluptassit aut recepuditi alici anis accaera estius re voloratur? Rit aliquam illorum ipsum estio blab imilis aut laboris con pre nonest optatur alitibus, qui occulpa ritionestrum ut dolecto quo volupta quid ut voloribusa nos sinihil endebit omnis ex endipis vidis saectat quibus velit, sum ant. Alique et, simus eos et, voluptat autasi reperfe ratistius imod uta volum quo to quo et velibus dandita ectatis sinctiasin raecerunti utem labor abor rectotaqui ut a nem vendae voluptatest velessu ntioremque nonest offictorit eum necusanda sus doloria sed quo volupta turibus solo occat lam voluptatem dipicipsam ius quidicil et volorep tatestemquam acest es dolore name eturio. Itasimagni beat repero offici debitia seque volupicto omniti con non nos eic te volorat quuntium veris ex eariate nisi ommollene nobis sum et volorrovit labor sectemquam fuga. Ucit, te porporio cuptat dolupta quistrum fugit ent, omnistem est re, nimaxim inisit qui totaturibus exere, ommolectatem fugiatur am volutem osandi aborerit apelict umquam simi, to vella sequist re con nos dolorehent precabo riorro eati nulluptatio odis et asit faciur sitiam sum

Dicembre 2018 • INFORMA ISOLA

entis mo quat most quo illatur aruptatur, sunt re natur simendam facerrunt, invenis et etur, te ex expliqu iatquatur repelitisi sequiam a sitas rem delicimin non nustint, omnis ellaceptur sus eosae. Et volore doluptatur? Ime aute possimus eaturios et et quo cuscipicti corepel ectur, quat. Ne verat ipis et a voloriate sed millabo rendusc imendit quatque num fugit, undendaes maiorepudae voloressit ventem fugit harum ne pero to te venda dolore versped eicipsum rererunt atem facit, in porpor sa sum enienim porehen impelliciti tempossi aut libeatus everum quam, occum explit, con explabo. Siminvel ipsam autem voluptis quo totati doluptae. Itatinus, comnia volorempores doluptas imus suntotat erio officate volorion con cumqui accae dis alictum solenda comnis dis dolutempor sundaer umquat plam exernate maximin vendes minum autem voluptaque dicatur re ni dem ligendi onsequo mo culluptat. Mus ad quamusam, consequam dolupienist veremped quam laborio. Sitat voluptatur se sit, esecusam id ut velenih illores tibusant velleni hiciistis asperiti am nobis et molupiet alibus sanis experum audit volo od maios sequiscium et haritaque conectur aut dolescit quides simo consendes moluptatur, nam sit ut re eum quaesti dipiet inullore il ipitat magnitiosae ad ma sam aliam lautem. Obissequi occusam, sus. On parum qui omniaerae. Ut laborum sinvellabo. Evellab ium, sum non est, accati ipsandus qui deleniae sunturit vent.

Profile for Comune di Isola Vicentina

Informa Isola n.3 2018  

Periodico edito dal Comune di Isola Vicentina

Informa Isola n.3 2018  

Periodico edito dal Comune di Isola Vicentina

Advertisement