__MAIN_TEXT__

Page 1

Un ottimista sta alzato fino a mezzanotte per vedere il Nuovo Anno. Un pessimista sta alzato per accertarsi che il vecchio anno se ne vada via. Bill Vaughan

PERIODICO EDITO DAL COMUNE DI ISOLA VICENTINA

I NFORMA

ISOLA


BIBLIOTECA COMUNALE ROMANO GUARDINI, STORIA E SERVIZI La sede della Biblioteca Comunale di Isola Vicentina è ospitata nella Villa Cerchiari, dimora storica del 1722 appartenuta all’omonima nobile famiglia. La Biblioteca, che dal 2000 è entrata a far parte del SBPV - Servizio Bibliotecario Provinciale Vicentino, porta il nome di Romano Guardini, illustre teologo e filosofo, concittadino onorario di Isola Vicentina. Dal 2010 aderisce al progetto Biblioinrete che ha creato un unico catalogo on line ed un’unica anagrafe degli utenti che possono così accedere ai servizi di molte altre Biblioteche.

CONSULTAZIONE

Tutto il materiale della biblioteca è disponibile alla consultazione per ricerche, approfondimenti, o per la semplice lettura in sede. L’archivio storico può essere consultato su appuntamento.

CONSULENZA BIBLIOGRAFICA

Il personale è a disposizione per assistere gli utenti nelle ricerche. Il servizio di reference (il personale svolge direttamente la ricerca) è a pagamento.

PRESTITO

È possibile ricevere in prestito libri, cd, dvd, vhs, cd-rom, riviste e quotidiani (escluso l’ultimo numero).

PRESTITO INTERBIBLIOTECARIO

Tramite il prestito interbibliotecario è possibile ricevere libri da tutte le Biblioteche della provincia, ritirandoli e restituendoli nella biblioteca locale.

EMEROTECA (Riviste e quotidiani)

La biblioteca è abbonata a 26 riviste e 4 quotidiani (Giornale di Vicenza, Corriere Della Sera, Repubblica, Avvenire) tutti consultabili gratuitamente. Le riviste possono anche essere prese in prestito.

UTILIZZO PC

È possibile utilizzare le postazioni pc per elaborare testi o altro, con possibilità di stampa finale.

VISIONE DVD/ASCOLTO CD

In mediateca sono presenti postazioni attrezzate per la riproduzione di cd/dvd con apposite cuffie.

INTERNET

In biblioteca è possibile collegarsi ad Internet tramite le postazioni adibite. Il servizio è gratuito con un limite di 2 ore al giorno.

AULE STUDIO

Sono disponibili 3 aule studio (una per studio di gruppo/ripetizioni e due per studio individuale).

FOTOCOPIE

È possibile fotocopiare (a pagamento) il materiale depositato in biblioteca fatte salve le leggi vigenti sul diritto d’autore.

ORARIO BIBLIOTECA DAL 2 GENNAIO 2017 Mattino Pomeriggio Lunedì chiuso 15:30 - 18:00 Martedì 10:00 - 12:00 15:30 - 18:00 Mercoledì 10:00 - 12:00 15:30 - 18:30 Giovedì 10:00 - 12:00 15:30 - 18:30 Venerdì 10:00 - 12:00 15:30 - 18:30 Sabato 10:00 - 12:00 15:30 - 18:00 Domenica chiuso chiuso

Contatti

Via Cerchiari, 22 - 36033 ISOLA VICENTINA Tel. n.:0444 599147- Fax n.:0444 599188 E-mail: info@biblioisola.it Facebook: http://www.facebook.com/BibliotecaGuardini

Patrimonio

Volumi n.: 34654 Emeroteca: 23 riviste e 4 quotidiani Multimediali: DVD n. 1685, CD n. 458 Servizio Internet: 7 postazioni adulti + 1 postazione ragazzi.


Numero 2 Dicembre 2016

PERIODICO EDITO DAL COMUNE DI ISOLA VICENTINA

Progetto grafico e stampa: Tipolitografia l'Artigiana - Montebelluna (TV) Testata: Informa Isola Registro trib.Vicenza n. 1125 In data 12/01/2006 Direttore responsabile: Romina Lombardi Le foto delle copertine sono di Stefano Maruzzo

I NFORMA

4 Il saluto del Sindaco 5 I pozzi geotermici di Montecchio 6 Fusione Gambugliano anche i cittadini di Sovizzo chiamati a decidere

7

ISOLA

IN QUESTO NUMERO:

LUCA MERCALLI AL MARCONI

8 Il saluto della alla nuova unità pastorale La valorizzazione del tartufo Una festa per i 70 anni degli alpini 9 Arriva il nuovo ecocentro BOSCO DELLA GUIZZA AL VIA LA RISTRUTTURAZIONE

10

11 Opere Pubbliche 12 Riscaldamento degli uffici pubblici: razionalizzazione e risparmio Opere pubbliche 2016 13 Opere pubbliche per il 2017 14 Isola ambientale di Castelnovo ecco perché i ritardi

15 Inaugurata la rotatoria di via Arasella 16 Isola Vicentina “capitale” della carta stampata 17 Il Premio Rumor 18 Sportello Rete Donna una risorsa 22 19 Sociale 20 Famiglie 21 Lavoro

GEMELLAGGI 23 Giovani e Territorio 24 Istruzione e sociale 26 L’opinione dei Gruppi Consiliari SICUREZZA

28

SPORT 31 È accaduto 32 Storia e turismo

33

STORIA E LA MARCIA DEI CASTELLARI 34 Benessere e terza età 35 Da sapere

30


SALUTO DEL SINDACO

LA CONSAPEVOLEZZA DI UNA COMUNITÀ Care Concittadine, cari Concittadini, torno a Voi con questa nuova edizione del notiziario comunale per darvi conto dell’anno trascorso. Con lo scorso numero, vi inviai un augurio particolare: vi chiesi di non abbandonare la speranza e di avere fiducia nell’affrontare le sfide quotidiane. Ebbene, dopo questo anno di mandato, sono davvero convinto che abbiamo tutti un motivo in più per essere orgogliosi di far parte di questa nostra Comunità! Questi mesi ci hanno visti impegnati ad affrontare insieme nuovi progetti e nuove sfide, che vi abbiamo proposto con coraggio, rischiando anche l’impopolarità. La risposta di Isola Vicentina è andata ben oltre le aspettative e abbiamo trovato insieme la forza per superare gli ostacoli. Con questo notiziario, assieme alla mia Giunta, desidero darvi uno strumento di trasparenza, per capire il motivo delle decisioni che vengono prese quotidianamente. È arrivato il tempo per noi tutti di avere maggiore consapevolezza per comprendere le scelte ed evitare il pettegolezzo. All’inizio di questi ultimi dodici mesi ho dovuto affrontare con i miei Assessori e Consiglieri un passaggio che francamente mai avrei pensato, con un po’ di inevitabile scombussolamento nella gestione dell’amministrazione. Credo che le vicende che riguardano la fuoriuscita dalla Giunta dell’assessore e vicesin-

4

daco Stefano Zamberlan siano state ampiamente occasione di chiacchiera e stupore tra noi concittadini, e di articoli di quotidiano. Ritengo, però, che tutti, dall’opposizione alla maggioranza, dalla Giunta al personale comunale, abbiamo affrontato la questione con grande senso di responsabilità e coscienza. In questa occasione, ringrazio certamente Stefano per il servizio offerto alla Comunità e per gli anni di amministrazione passati insieme. Ringrazio anche i miei Assessori e Consiglieri e chi di voi, e non solo, mi hanno fatto sentire il proprio sostegno. Superato lo sgomento, ho scelto di ridare priorità alla nostra Comunità e di tenere fede all’impegno preso coi Concittadini. Con fermezza e decisione, si è scelto di andare avanti e riprendere il prima possibile le redini della situazione, consapevoli degli importanti progetti da realizzare. A tal proposito, voglio ringraziare tutti i Dipendenti comunali, i nostri collaboratori, per il loro impegno quotidiano e la dedizione a servizio della cittadinanza. Mi piace ricordare tre momenti fondamentali che hanno fatto crescere la nostra Comunità durante questo ultimo anno, accennandoli sinteticamente qui perché saranno approfonditi nelle prossime pagine. La nuova raccolta differenziata porta a porta. Una scelta epocale per Isola Vicentina, che ha visto scontrarsi opinioni, anche forti, purtroppo anche in consiglio comunale. Il principale obiettivo è quello di realizzare il progetto di mandato elettorale: rendere Ignago,Torreselle, Castelnovo e Isola paesi più vivibili, più puliti e più ordinati. Un impegno in più per tutti, certamente, ma per il bene di tutti. Anche il nuovo ecocentro ci aiuterà a conferire meglio i nostri rifiuti e ad alleggerire la TARI. Insomma, un inve-

stimento per il futuro a favore di tutta la Comunità. Il Premio Communitas Insularum al prof. Ilvo Diamanti. La cerimonia di conferimento tenutasi in Teatro Marconi lo scorso 22 ottobre ha rappresentato per la Comunità tutta un grande momento di festa, di incontro e di riconoscenza verso una figura nota a livello internazionale, molto legata a Castelnovo, che porta il nome di tutta Isola Vicentina nel mondo. La costituzione della Nuova Unità Pastorale. Le quattro parrocchie di Isola, Castelnovo, Ignago e Torreselle sono ora unite nella nuova, coincidente con il territorio comunale. La cerimonia di saluto del nuovo parroco don Giovanni ha dato avvio a questo percorso, al quale le comunità dei fedeli si stavano già preparando da tempo. Un passaggio ormai necessario, questo, per creare anche nell’ambito ecclesiastico le giuste sinergie non più procrastinabili. Ecco, credo che questi tre momenti, seppur in ambiti diversi, condividano un elemento molto importante: la consapevolezza di farci appartenere ad una grande Comunità, arricchita certamente da singolari particolarità, ma che vuole affrontare il futuro insieme e con coraggio. Chiudo questo messaggio senza dimenticare di far sentire l’abbraccio forte e caloroso di tutta Isola Vicentina alle famiglie e agli amici dei nostri Concittadini, tanti, troppi, che in questi ultimi mesi ci hanno lasciato prematuramente: vi arrivi il nostro pensiero e l’affetto più profondo. A voi tutti, cari Concittadini, il mio più sincero augurio di trascorrere il Natale con il sorriso, serenamente con le persone a voi più care, e di iniziare il Nuovo Anno con l’energia giusta! Francesco Enrico Gonzo


ATTUALITÀ Proteste dei Sindaci del territorio, tra cui Isola Vicentina, dopo l’ok della Provincia agli scavi esplorativi

POZZI GEOTERMICI DI MONTECCHIO, SINDACI ALTO VICENTINO CONTANO SUL NO DELLA REGIONE La Commissione provinciale VIA - Valutazione dell’Impatto Ambientale - dopo vari mesi di studio, ha dato parere favorevole al progetto dei due pozzi esplorativi per la ricerca di risorse geotermiche a Montecchio Precalcino presentato dalla società fiorentina Lifenergy Srl. L’ente ha infatti stabilito che l’iniziativa “non comporta pressioni o effetti significativi per l’ambiente ed è priva di rischi ambientali, sanitari ed ecologici. Tutte le considerazioni si riferiscono all’attività di ricerca e non sussiste alcun elemento oggettivo per l’espressione di un parere negativo della Commissione”. Nelle conclusioni del documento presentato dalla Commissione VIA si dice però anche che “Non si può ignorare che un rischio sismico possa invece essere presente nell’eventuale fase di sfruttamento della risorsa”. Ed è proprio questa frase che desta maggior preoccupazione nei 14 Primi Cittadini dei Comuni dell’Alto Vicentino, tra cui Isola Vicentina, che, già a gennaio 2016, hanno sottoscritto un documento per negare la concessione al permesso di ricerca di risorse geotermiche. Secondo i Sindaci e gli esperti da loro consultati, infatti, il progetto non sarebbe compatibile con le caratteristiche geologiche del territorio, motivo per cui temono rischi sismici nella fase di sfruttamento della risorsa. Il progetto della “Lifenergy Srl”, un investimento da circa 20 milioni di euro, prevede scavi fino a 4.300 metri di profondità in via Terraglioni a Levà, vicino al confine con Villaverla e Dueville, per cercare acqua a 130 gradi. Nonostante il parere favorevole,

però, la Commissione VIA ha anche fissato 49 prescrizioni, che ora dovranno essere recepite dalla Regione e che consentiranno nuove e ulteriori valutazioni sull’entità del rischio sismico legato proprio allo sfruttamento della risorsa. Ed è su questo che ora sperano e puntano i Sindaci. «Mi aspettavo una scelta più logica, che prendesse in considerazione non solo la prima parte del progetto, ma anche la seconda - ha dichiarato il sindaco di Montecchio Precalcino Fabrizio Parisotto - Il nostro parere rimane negativo perché non è chiara l’entità del rischio sismico, pur consapevoli del fatto che le molte prescrizioni inserite dalla Commissione provinciale garantiranno maggiore controllo. I proponenti del progetto dovranno eseguire un’attività di monitoraggio sismico della zona per almeno un anno prima di iniziare a trivellare». «Il fronte dei 14 Comuni è compatto e contrario - aggiunge il primo cittadino di Dueville, Giusy Armiletti - Ora sarà la Regione che dovrà esprimersi: spero faccia le dovute

valutazioni considerando anche la seconda fase dell’iniziativa». «Dopo un investimento di circa 20 milioni dubito che la società si fermerà – chiosa Ruggero Gonzo, sindaco di Villaverla - Sono scettico sulla scelta compiuta dalla Commissione VIA. Mi auguro che Zaia si metta una mano sulla coscienza. È inutile investire milioni di euro contro il rischio sismico, andando poi a crearlo nel nostro territorio». «Contiamo sinceramente sugli uffici regionali – ribadisce Francesco Gonzo, primo cittadino di Isola Vicentina - affinché possano ribaltare il parere provinciale e annullare qualsiasi tipo di progetto di ricerca geotermica a potenziale innesco sismico in questa nostra zona densamente popolata». La parola passa ora alla Regione, intanto, il fronte del no, composto dai sindaci di Breganze, Caldogno, Carrè, Dueville, Isola Vicentina, Malo, Marano Vicentino, Montecchio Precalcino, Sandrigo, Sarcedo, Thiene, Villaverla, Zanè e Zugliano, rimane più che mai fermo e compatto.

5


ATTUALITÀ La cronistoria e il punto della situazione sul delicato percorso

FUSIONE GAMBUGLIANO, ANCHE I CITTADINI DI SOVIZZO CHIAMATI A DECIDERE Mentre stiamo andando in stampa con InformaIsola, per Gambugliano si sta giocando una partita importante: quella della fusione o meno con Sovizzo. Con 845 abitanti, Gambugliano è obbligato per legge a unirsi a un altro Comune. “La stampa locale ha dato ampio spazio alla questione nei mesi scorsi, e anche di recente, ed è giusto cogliere questa occasione per aggiornare i miei Concittadini sulla situazione, spiegando bene i passaggi onde evitare così interpretazioni acrobatiche – afferma il sindaco Francesco Gonzo – Il piano di riordino territoriale stabilito dalla Regione del Veneto, in ossequio alle indicazioni governative, prevede che i Comuni sotto i cinquemila abitanti provvedano entro il nuovo termine del 31/12/2016 a organizzare forme associate di gestione dei servizi comunali. Fin dalla mia elezione, se non già in campagna elettorale – sottolinea Gonzo – le porte per Gambugliano sono state aperte, con l’obiettivo di rispettare l’impegno di mandato a “fare sistema” coi Comuni contermini, pensando anche a un allargamento della nostra Unione, di cui mi sono sempre fatto promotore. I vantaggi di una fusione non sono pochi: oltre ai contributi regionali per la gestione associata, l’incentivazione governativa prevede la possibilità di essere svincolati dal Patto di Stabilità per cinque anni e la possibilità di investimenti consistenti con gli avanzi di amministrazione – spiega il sindaco – È chiaro che questi vantaggi, letti in un’ottica di condivisione del territorio collinare, possono portare ad una spinta in termini di competitività di tutta l’area, soprattutto in ambito di promozione turi-

6

stica”. Negli scorsi mesi, il Sindaco di Gambugliano Lino Zenere ha fatto un appello ai Comuni contermini chiedendo loro di esprimersi sulla eventuale disponibilità ad un percorso di fusione. Una risposta favorevole è pervenuta da Isola Vicentina e Sovizzo. Due mesi fa il Comune di Gambugliano, su propria iniziativa, ha indetto una consultazione popolare per conoscere il parere dei suoi Cittadini e chiedere loro, se favorevoli, a quale Comune avrebbero voluto unirsi, tra Isola Vicentina e Sovizzo. Il 96% dei votanti si è espresso a favore della fusione e l’83% ha indicato

Sovizzo come Comune di preferenza. Il secondo round si sta giocando proprio in questi giorni, perché anche il Comune di Sovizzo, dopo il risultato della consultazione, ha interrogato in merito i suoi Cittadini: tra il 15 e il 17 Dicembre i sovizzesi si esprimeranno a favore o contro la fusione con Gambugliano. Il Sindaco di Sovizzo, Marilisa Munari, ha fatto presente che, se l’esito delle votazione indicherà un parere favorevole dei sovizzesi alla fusione, allora sarà avviato l’iter necessario insieme alla Regione, che comprenderà anche un vero e proprio referendum.

Entrato nel secondo stadio il Progetto del Comune in collaborazione con lo IUAV di Venezia

ADOTTATO IL PIANO ACQUE, ORA AL VIA LA FASE DI OSSERVAZIONE E VALUTAZIONE Il Consiglio Comunale del 22 ottobre scorso ha adottato il Piano delle Acque redatto dal prof. Antonio Rusconi e dal dott. Riccardo Pasi dello IUAV di Venezia – Dipartimento di Progettazione e Pianificazione in Ambienti Complessi – per migliorare la gestione del bacino idrografico che insiste sul territorio comunale, al fine di risolvere le criticità idrauliche e mettere in sicurezza e gestire meglio il territorio. “Nonostante non ci fossero obblighi di legge, abbiamo cercato un partner seriamente qualificato per la redazione del Piano – precisa il sindaco Francesco Gonzo – La collaborazione con lo IUAV, iniziata lo scorso anno,

è da leggere all’interno del più ampio ‘Piano Clima’ che vede il Comune di Isola Vicentina affiancato dal prestigioso Istituto nel ridurre gli impatti del cambiamento climatico e sperimentare un nuovo approccio alla gestione integrata del territorio”. Nel maggio scorso si sono tenuti quattro importanti incontri, aperti a tutti i Cittadini, a cui hanno preso parte i due esperti dello IUAV e, su particolare invito del Sindaco, gli agricoltori e i cacciatori, i quali, in qualità di “sentinelle del territorio”, hanno offerto un importante contributo nel segnalare le criticità utili alla redazione del Piano delle Acque. Sostanzialmente, il Piano prevede la


ATTUALITÀ mappatura dei bacini idrici inferiori, partendo da quelli sovracomunali fino a quelli di competenza dei privati; l’individuazione delle competenze per la gestione e la pulizia dei corsi d’acqua, divisi tra Genio Civile, Consorzio Alta Pianura Veneta, Comune e privati cittadini; l’applicazione di un regolamento di Polizia Idraulica, con norme dedicate e relative sanzioni. “Una prima stima parla di quasi 4 milioni di euro di interventi da realizzare in 6 anni, a carico dei diversi Enti e ditte di competenza – precisa Gonzo – Sappiamo che questa stima sarebbe almeno 3 o 4 volte superiore senza la

prevenzione.” Il Piano ora è pubblico ed è stato condiviso con Cittadini ed Enti sovracomunali per la lettura e le eventuali osservazioni. Inizia così una fase delicata di valutazione al termine della quale il Comune si aspetta delle risposte: in ambito di competenza, sulla gestione di alcuni corsi d’acqua, da parte del Consorzio Alta Pianura Veneta; in ambito burocratico, dalla Regione sulla verifica di assoggettabilità alla Valutazione Ambientale Strategica (VAS). Ancora qualche mese di attesa per avere tutte le risposte necessarie e passare alla definitiva approvazione.

LUCA MERCALLI IN TEATRO MARCONI PER PARLARE DI CAMBIAMENTI CLIMATICI E AMBIENTE Una lezione speciale per capire l’importanza dell’impatto che i cambiamenti climatici hanno sui territori. A condurla, niente di meno che Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana, noto climatologo e giornalista scientifico e ospite fisso della trasmissione “Che tempo che fa” di Fabio Fazio dal 2003 al 2014. L’incontro, aperto alla Cittadinanza, dal titolo ‘Piccole città e cambiamenti climatici’ si è tenuto lo scorso maggio nell’ambito del

progetto ‘Piano Clima’ e ha visto anche la partecipazione di Piero Pelizzaro di Climalia e Francesco Musco, Direttore del Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione Territoriale, Urbanistica ed Ambientale IUAV di Venezia. L’evento è stato un’importante occasione per approfondire, con il contributo di uno dei maggiori esperti italiani di meteorologia ed emergenze ambientali, le strategie e gli strumenti per contrastare i cambiamenti climatici, ormai un’innegabile realtà anche nelle piccole città.

7


ATTUALITÀ Il nuovo parroco è don Giovanni Castegnaro. Arrivano anche don Gianni Bovolini e don Saverio Crestanello

SABATO 24 SETTEMBRE LA COMUNITÀ HA SALUTATO LA NUOVA UNITÀ PASTORALE Il 24 settembre scorso, il parroco di Caldogno mons. Giampaolo Barausse, ha celebrato nella Chiesa di Castelnovo l’ingresso del nuovo parroco don Giovanni Castegnaro, proveniente dalla parrocchia di Piazzola sul Brenta, e la costituzione della Nuova Unità Pastorale di Isola Vicentina. Don Emilio Piazza, ha così terminato il suo servizio a Castelnovo, dopo ben 13 anni. Il saluto del Sindaco, della Giunta e del Consiglio Comunale e dei vari gruppi parrocchiali è avvenuto prima della cerimonia, all’esterno della chiesa, in una clima di festa e trepidazione. Con don Giovanni Castegnaro nuovo parroco,

don Flavio Lista diventa moderatore e si affiancano i collaboratori pastorali don Gianni Bovolini e don Saverio Crestanello. Un cambiamento significativo, questo, già reso noto il 23 giugno dalla Cancelleria Vescovile che aveva annunciato nomine e trasferimenti predisposti dal Vescovo mons. Beniamino Pizziol in vista del nuovo Anno Pastorale. Come spiegato dalla Curia, si tratta di provvedimenti straordinariamente numerosi, causati soprattutto dal significativo innalzamento dell’età media del clero, cui la Diocesi ha deciso di rispondere costituendo nuove Unità Pastorali. “Parte un percorso unitario che richiede a tutti noi predisposizione d’animo, apertura di sentimenti e un supplemento di buona volontà – ha commentato il Sindaco Francesco Gonzo, dando il benvenuto al nuovo Parroco – Unità Pastorale e Amministrazione Comunale hanno, oggi più che mai, nel segno della continuità, una imperdibile occasione per lavorare spalla a spalla nel dare risposte alle difficoltà odierne della società civile”.

tro serate sul tema tartufi che hanno spaziato dalla gestione del bosco per la produzione alla conoscenza delle diverse specie di tartufo, passando al tartufo come fonte di integrazione al reddito, ed alle tecniche di valorizzazione del tartufo in cucina. Il progetto continuerà nel 2017 con altre serate volte a sviluppare la conoscenza e la coltivazione dell’ “oro nero” e la creazione di un’associazione per la sua promozione.

UNA GRANDE FESTA HA CELEBRATO I 70 ANNI DEGLI ALPINI

Castelgomberto e Isola Vicentina

INSIEME PER LA VALORIZZAZIONE DEL TARTUFO Le Amministrazioni Comunali di Castelgomberto e Isola Vicentina si sono unite in un progetto di valorizzazione di una tipicità del territorio: il Tartufo. Di questo fungo, i due paesi sono infatti i principali produttori della provincia e i Comuni ritengono doveroso incentivarne la salvaguardia e la sua produzione. L’idea è stata quella di coinvolgere e riunire in un’ottica di filiera pro-

8

duttiva, i proprietari boschivi, i ricercatori autorizzati dalla Regione Veneto e i ristoratori. Il primo passo del progetto è stata l’organizzazione di quat-

Oltre 500 persone hanno popolato a inizio estate una Piazza Marconi “vestita” a Tricolore per celebrare i 70 anni dalla fondazione del Gruppo Alpini di Isola e i 40 anni del Monumento ai Caduti.A precedere gli interventi delle autorità, una suggestiva sfilata accompagnata dalla Fanfara Storica di Vicenza e partita da via A. Moro. A onorare gli Alpini di Isola, c’erano anche i Gruppi Alpini e le rappresentanze dei Comuni appartenenti alla Zona Alto Bacchiglione – Castellari, presenti in occasione anche dell’adunata zonale.


RIFIUTI Un progetto funzionale di quasi 4.000 mq che aumenta i rifiuti riciclabili e con area scarico H24

DOPO IL RINNOVATO SISTEMA DI RACCOLTA RIFIUTI, ARRIVA IL NUOVO ECOCENTRO Il sistema innovativo di raccolta dei rifiuti lanciato lo scorso aprile è stata la prima tappa di un percorso virtuoso che include anche la realizzazione di un nuovo ecocentro, più funzionale. Si passerà infatti da un vecchio ecocentro di circa 1000 mq complessivi ad una ecostazione da quadi 4.000 mq complessivi che prevede, tra le varie cose, grandi spazi per i contenitori delle tipologie di rifiuti maggiormente rappresentative, un’area di scarico aperta H24, aree verdi e parcheggi. La fine dei lavori è prevista entro il 2017. Nello specifico, l’area dove verrà realizzato il nuovo Centro Comunale di Raccolta è quella situata alla conclusione di via Piave, nell’attuale parcheggio.Tra gli interventi previsti ci sono la realizzazione di una rampa di accesso

per le utenze che conferiranno i rifiuti, facilitando le operazioni di scarico; la realizzazione di una viabilità di accesso degli utenti distinta da quella prevista per i mezzi che raccolgono i rifiuti in modo tale che questi ultimi potranno operare anche in concomitanza con gli orari di apertura al pubblico; l’aumento delle tipologie di rifiuto conferibili, rispetto all’attuale ecocentro con più contenitori per le tipologie maggiormente rappresentative; la realizzazione di un’area denominata “zona H24” in cui gli utenti potranno conferire a qualsiasi ora imballaggi in carta e cartone, rifiuti biodegradabili (verde e ramaglie) e imballaggi in vetro, e la realizzazione di una specifica zona per il conferimento di beni riutilizzabili.

la possibilità di scegliere quale servizio utilizzare.Il nuovo sistema ha abbandonato la raccolta a conferimento stradale, in favore di un sistema ibrido. Si è passati alla raccolta “porta-a-porta” per il rifiuto secco con bidoncini, per la plastica e le lattine con sacchi. Questi rifiuti saranno ritirati dagli operatori, nei giorni e nei modi indicati in un calendario distribuito a tutte le famiglie. Il rifiuto umido, invece, continuerà ad essere conferito con una modalità simile all’attuale, ma l’accesso ai bidoncini stradali è a mezzo di una chiave. Un’importante novità riguarda la raccolta della carta e del vetro. In questo caso, ogni Cittadino potrà scegliere se richiederne, a pagamento (pay per use), il ritiro presso la propria abitazione oppure se conferirli presso l’ecocentro. Inoltre, per chi lo desidera, è possibile conferire anche il verde e le ramaglie “porta-a-porta” attivando, anche in questo caso, un servizio specifico. Nel mese di novembre, durante gli incontri pubblici presso la Scuola Media, sono stati pubblicati i dati sull’andamento dei primi mesi della nuova raccolta.

ANCHE NEL 2016 DAL COMUNE CONTRIBUTI DELL’80% PER LO SMALTIMENTO AMIANTO

NUOVO SISTEMA RACCOLTA RIFIUTI: LA SCOMMESSA VIRTUOSA DI ISOLA VICENTINA

minore produzione di rifiuti, ma anche e soprattutto per consentire risparmi energetici, riciclaggio e riuso e, quindi, minore inquinamento ambientale. Dal mese di aprile del 2016, il Comune Per il raggiungimento di questo ambiziodi Isola Vicentina ha avviato il nuovo si- so obiettivo, è stato avviato un progetto stema di raccolta dei rifiuti con il prelie- in collaborazione con la società SoRaRiS vo “porta-a-porta”, al fine di incrementa- S.p.A. di Sandrigo, che consentirà il monire la raccolta differenziata, applicare una toraggio della raccolta dei rifiuti effettuatariffa puntuale dal 2017 che premierà la ta da ogni famiglia offrendo alle utenze

Anche nel 2016 il Comune di Isola Vicentina ha ritenuto necessario rinnovare, mantenendo la promessa, il proprio aiuto ai Cittadini proprietari di superfici limitate di amianto, sostenendoli con un bonus pari all’80% della spesa necessaria per le operazioni di rimozione e smaltimento, fino ad un massimo di 600 euro IVA compresa. Questo perché sono ancora molte, nel territorio comunale, le coperture presenti realizzate con lastre di eternit, per le quali lo stato di conservazione è spesso compromesso. Troppi ancora, purtroppo, i fenomeni di abbandono di manufatti in cemento amianto di piccole entità, pericolosi per la salute di tutti. Il bando per poter accedere al bonus si poteva scaricare fino al 20 novembre scorso dal sito del Comune o ritirarlo direttamente all’Ufficio Ambiente.

9


OPERE PUBBLICHE Opere pubbliche, dove eravamo rimasti e cosa c’è di nuovo

BOSCO DELLA GUIZZA, AL VIA LA RISTRUTTURAZIONE DELL’EDIFICIO degli operatori economici dell’area, in collaborazione con associazioni turistiche e cooperative giovanili. Il progetto prevede anche la valorizzazione e tabellazione dei percorsi naturalistici nel territorio e del sentiero-natura Cammina con noi, il potenziamento e riqualificazione delle infrastrutture esistenti nel Bosco della Guizza come le aree ricreative e relative attrezzature, aree attrezzate a pic-nic, sistemazioni forestali e aree informative turistiche e didattico-ambientali.

Il progetto del Bosco della Guizza, dal costo complessivo di 450.000 euro, di cui 257.160 già coperti dal bando ottenuto dall’Assessorato al Turismo della Regione Veneto, ha visto finalmente l’inizio dei lavori. L’obiettivo del progetto, nello spirito del bando regionale, è quello di valorizzare le risorse turistiche del territorio creando, in un contesto dal grande valore naturalistico già frequentato da molti appassionati di sport e da famiglie, un centro rivolto in particolare agli escursio-

nisti e ai ragazzi delle scuole, con percorsi mirati. Il primo passo è la ristrutturazione dell’edificio presente nel bosco - composto da due piani fuori terra e un piano soffitta a deposito - che, una volta ultimato, sarà attrezzato per accogliere i turisti nei vari periodi dell’anno, grazie anche alla creazione di sale museali didattiche, sale incontri per i gruppi escursionistici e spazi per i ragazzi del turismo scolastico. Inoltre, l’idea è quella di attivare azioni turistiche di incoming da parte Un’operazione costata 112.000 euro

FINITI I LAVORI PER SANARE I DISSESTI IDROGEOLOGICI A TORRESELLE Sono stati finalmente completati gli interventi relativi al consolidamento di tre tratti stradali della zona collinare di Isola Vicentina, precisamente nelle vie Balzarin, Torreselle e Lombarda, resisi necessari dopo gli eventi alluvionali del 2010. Le scarpate del-

10

le strade sono state interessate da dissesti che hanno determinato cedimenti settoriali, deformazioni della banchina stradale e fessurazioni del manto asfaltato. Per questo, si è resa necessaria la loro bonifica, per una spesa totale di 112.000 euro.


OPERE PUBBLICHE

ILLUMINAZIONE PUBBLICA, SOSTITUZIONE PER 225 APPARECCHI L’opera comporterà un risparmio energetico di circa 30.000 euro annui Tempo di cambiamenti per il sistema di illuminazione pubblica. Saranno infatti sostituiti ben 225 apparecchi, in particolar modo saranno definitivamente abbandonati i punti luce dotati ancora di lampade a vapori di mercurio a favore di quelli realizzati con lampade a vapori di sodio e a favore di LED, questi ultimi laddove sarà possibile. Un progetto complessivo di circa 100.000 euro che dovrebbe portare, nel giro di un triennio, a un risparmio energetico di 30.000 euro l’anno. Questi gli obiettivi principali dell’opera, oltre alla sostituzione dei sistemi con vapori di mercurio: utilizzo di lampade a scarica ai vapori di sodio limitatamente a zone di completamento al fine di uni-

SCUOLE ELEMENTARI CASTELNOVO, COMPLETATO PROGETTO DI MESSA IN SICUREZZA Sono stati davvero molti e articolati gli interventi effettuati per i lavori di adeguamento delle Scuole Elementari di Castelnovo alle nuove norme di messa in sicurezza. L’opera, per un totale di 190.000 euro, ha riguardato soprattutto la messa in sicurezza in conformità alle norme antincendio e antinfortunio, la riqualificazione e messa in sicurezza dell’impianto termico e l’adeguamento dell’impianto elettrico. In conformità con il parere espresso dal competente Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, è stato realizzato un locale filtro aerato tra la scuola e la palestra costituito da due porte metalliche tagliafuoco, e il posizionamento di 3 estintori tra palestra e scuola. Per le norme antinfortunio, le vetrate della palestra,

formare la tonalità luminosa delle aree e non creare zone miste in termini di temperatura di colore e resa cromatica delle sorgenti; utilizzo di sistemi di illuminazione a LED ad elevatissima resa energetica per interventi omogenei su insieme di vie o su strade principali; dotazione per tutte le nuove armature di sistemi di regolazione automatica del flusso luminoso con individuazione della mezzanotte virtuale connessi ad alimentatori biregime; interventi correttivi per la presenza di eccesso di potenza su impianti acquisiti dal Comune. La scelta di abbandonare definitivamente sistemi di illuminazione obsoleti è dettata dal loro basso livello di efficienza. I nuovi sistemi a LED rappresentano un investimento che consente di ottenere un valore di efficienza fino a 4 volte superiore. I risparmi che ne derivano, spiega l’Amministrazione, sono superiori al 70% dell’energia attualmente utilizzata per gli impianti oggetto di rifacimento.

“Questo miglioramento – afferma il vicesindaco Nicolas Cazzola – consente all’ente, e quindi a tutti i Concittadini, un risparmio sia sulla bolletta elettrica di circa € 24.000 per ogni esercizio sia sui costi di manutenzione relativamente alle sole lampade a LED con un passaggio dal costo unitario di 20 a 5 euro per punto luce. Sui 150 lampioni a LED previsti questo si traduce in un risparmio pari a 2.250 euro per ogni anno. Complessivamente, il risparmio annuo previsto sarà pari a circa 30.000 euro, con un tempo di rientro dell’investimento pari a 3 anni”. L’intervento riguarda un elevato numero di vie, nello specifico: Via Scovizze, Capiterlina, Canova, Moro, Spinà, Bugifave, Tonello, Chiodo, Magnaboschi, Giarelle, Tre Porte, Garibaldi,Venezia, Fogazzaro, Rovereto, Trento, Verona, Colombara, All’Acqua, Piazza Torreselle, Bellavista, Dusi e Proe.

in gran parte danneggiate, sono state sostituite con apposite porte dotate di vetrocamera antisfondamento e sistema di apertura a sporgere. Sostituito anche il serramento di ingresso e molti altri. Anche la caldaia è stata sostituita a seguito di un importante e improrogabile intervento di riqualificazione e messa in sicurezza della centrale termica esistente. Per quanto riguarda, infine, l’impianto elettrico, l’adeguamento ha portato alla sostituzione dei corpi illuminanti di scuola e palestra con l’installazione di nuove plafoniere a LED, e l’installazione di lampade di sicurezza del tipo “autotest” e di un gruppo di continuità per la generazione del segnale di allarme generale.

verso via Cerchiari, dove si è provveduto alla realizzazione di nuove caditoie per lo sgrondo delle acque meteoriche stradali; nella prossima primavera si procederà all’asfaltatura congiuntamente con via S. Francesco (parte iniziale fino dosso dell’incrocio), e via Scamozzi, dove, per entrambe, è prevista la fresatura e riasfaltatura dell’intera carreggiata.

Terminata anche la copertura di via Aldo Moro (87.650 euro). La copertura eseguita è di tipo piano, metallica con lastre a giunzione, senza sigillanti né guarnizioni né fori passanti, e si collega alla struttura mediante un sistema di staffe in poliammide rinforzato in corrispondenza di ogni arcareccio, conINOLTRE… sentendo la dilatazione dovuta alle Iniziati i lavori stradali in via variazioni termiche e, in un evenS. Marco (progetto da 120.000 tuale futuro, il posizionamento di un euro), dal capitello di Sant’Eurosia impianto fotovoltaico.

11


ATTUALITÀ

RISCALDAMENTO DEGLI EDIFICI PUBBLICI, RAZIONALIZZAZIONE E RISPARMIO L’appalto per la fornitura di energia, conosciuto come appalto calore, si è diffuso in Italia alla fine degli anni 70 dopo la crisi energetica del 1974 che ha portato il forte aumento del prezzo degli idrocarburi. Questa modalità di gestione del servizio riscaldamento, stimolata dal Governo centrale anche con alcuni benefici, si profigge alcuni scopi fondamentali. Primo fra tutti è il risparmio energetico immediato in quanto la ditta a cui si affida il servizio opererà tutti gli accorgimenti possibili per ridurre i consumi del carburante, fatte salve le temperature richieste negli edifici nel periodo di utilizzazione indicato. “Il tema del risparmio energetico – spiega il vicesindaco Nicolas Cazzola - è di fondamentale importanza ed è diretta-

mente collegato alle altre iniziative che la Giunta sta portando avanti in ambito di maggiore attenzione ambientale: il Piano Clima (PAES + Piano delle Acque) e la nuova raccolta differenziata porta a porta sono gli esempi più evidenti”. Altro obiettivo è certamente il vantaggio di un costo annuo più definito, per l’ente, in quanto i periodi di utilizzo degli edifici sono preventivamente definiti, come pure i prezzi unitari. Questo permette una migliore programmazione della spesa corrente, a beneficio di tutto il bilancio comunale, e solleva la struttura comunale da costi-complessità nella gestione degli impianti. Infine, il controllo costante svolto dalla ditta appaltatrice sia col telecontrollo che con visite periodiche

agli impianti, consente di individuare gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria compresi nel prezzo di appalto. “Isola Vicentina, tramite un bando pubblico – conclude il vicesindaco - ha affidato l’appalto di gestione calore alla ditta Carbotermo, che avrà il compito di sistemare e riqualificare gli impianti termici di tutti gli edifici di proprietà comunale. L’importo complessivo annuo dell’appalto è pari a circa 95.000 euro e il contratto ha la durata di nove anni. Gli investimenti di manutenzione ordinaria e straordinaria eseguiti da Carbotermo dalla data di affidamento ad oggi ammontano ad un totale di 161.300 euro, spese che alternativamente il bilancio comunale non avrebbe potuto sostenere”.

OPERE PUBBLICHE IN CORSO NEL 2016 L’opera

Quanto costa

L’obiettivo

Stato di avanzamento

Bosco della Guizza 450.000 €

Valorizzazione e tabellazione percorsi naturalistici nel territorio. Nuova tabel- In corso lazione dei percorsi su aree pubbliche, secondo la rete escursionistica veneta. Potenziamento e riqualificazione delle infrastrutture esistenti nel Bosco della Guizza. Sistemazioni forestali. Sistemi di miglioramento dell’accessibilità anche da parte di persone con disabilità. Ristrutturazione edificio con creazione di un centro naturalistico ambientale rivolto in particolare agli escursionisti e ai ragazzi delle scuole, per l’attivazione di percorsi mirati di turismo scolastico.

Dissesti idrogeologici

112.000 €

Il completamento degli interventi relativi agli eventi alluvionali 2010, riguarda il Opera consolidamento di tre tratti stradali nella zona collinare di Isola Vicentina, in Via conclusa Balzarin,Via Torreselle,Via Lombarda.

Illuminazione pubblica

100.000 €

Sostituzione dei punti luce ancora dotati di lampade a scarica ai vapori di mer- In corso curio. Utilizzo di sistemi di illuminazione a LED ad elevatissima resa energetica per interventi omogenei su insieme di vie o su strade principali.

Scuole Elementari Castelnovo

190.000 €

Si prevedono una serie di interventi molto articolati in risposta alle esigenze Opera emerse nel corso delle analisi preliminari: sicurezza antincendio, sicurezza an- conclusa tinfortunio, interventi impianto termico ed elettrico.

Asfaltature

120.000 €

Asfaltatura e sistemazione caditoie in Via S.MARCO (dall’incrocio con via S. Francesco al dosso d’incrocio). Asfaltatura VIA S.FRANCESCO (parte iniziale fino dosso dell’incrocio). Asfaltatura VIA SCAMOZZI.

Palestra Via Aldo Moro

87.500 €

La copertura eseguita è piana metallica con lastre a giunzione senza sigillanti né Opera guarnizioni né fori passanti ma mediante un sistema di staffe in poliammide rin- conclusa forzato in corrispondenza di ogni arcareccio che consente la dilatazione dovuta alle variazioni termiche.

12

In corso


OPERE PUBBLICHE Impianti Sportivi “O. Socche”

180.000 €

Realizzazione di 2 scale di deflusso del pubblico dalla tribuna a servizio del cam- In corso po di calcio principale; realizzazione di una pensilina, collocata lungo il perimetro del campo da calcio, destinata ad accogliere persone diversamente abili. La pensilina sarà raggiungibile da un vialetto pedonale percorribile con le eventuali carrozzine di servizio; Protezione della struttura in legno lamellare presente nel campo da Tennis coperto a mezzo di vernice ignifuga, per garantire il grado di resistenza al fuoco richiesta dalla normativa antincendio R30; Efficientamento energetico dell’impianto di illuminazione dell’Impianto Sportivo con la sostituzione delle lampade già esistenti con proiettori performanti in grado di abbattere altresì l’inquinamento luminoso; realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione per la pista di bmx.

Via M. Rumor

40.000 €

Atto unilaterale d’obbligo per l’esecuzione di opere di urbanizzazione primaria Opera “Tratto strada Via Aldo Moro”. Realizzazione tratto di strada, al grezzo, laterale conclusa a via A. Moro a servizio del P.U.A. “ex medie”.

Isola Ambientale Castelnovo

265.000 €

L’intervento è finalizzato alla tutela e al recupero di funzioni stradali connesse In corso alla residenzialità, quali l’alloggiamento in sicurezza di flussi di mobilità dolci interni all’insediamento e in connessione con il polo scolastico/sportivo immediatamente a nord, nonché l’aggregazione della popolazione residente in spazi arredati dedicati. Sarà perseguito un potenziamento dello share della mobilità lenta e della quota di superfici dedicate a pedonalità e verde urbano, prevedendo contestualmente un sistema di porte stradali, elementi di moderazione del traffico, elementi di arredo urbano.

TOTALE

1.544.500 €

OPERE PUBBLICHE NEL 2017 L’opera

Quanto costa

L’obiettivo

Asfaltature 2017

110.000 €

Realizzazione pista ciclabile Capiterlina (tratto di fronte strada Acero), asfaltatura via Cogolla, sistemazione ed asfaltatura incrocio Via Roma/Vicenza (semaforo Castelnovo)

Centro civico di Ignago Consolidamento ed impermeabilizzazione della copertura della scuola primaria R. Agazzi

525.000 € 222.300 €

Ristrutturazione porzione ex canonica di Ignago per usi civici.

Riconversione ex-scuola ele108.000 € mentare con ricavo centri di servizio per locali associazioni: completamento ala ovest e riqualificazione della palestra. Interventi di efficienza e 430.000 € risparmio energetico presso la Sede Municipale. Riduzione dei consumi energetici ed efficientamento degli edifici pubblici TOTALE 1.395.300 €

Il progetto prevede il lievo totale della copertura, l’intervento di impermeabilizzazione dove mancante, la verifica della guaina nella parte del corpo di fabbrica centrale posata nel 1996 con eventuale sovrapposizione di ulteriore guaina, dove necessario, il rimaneggio totale del manto di copertura nella porzione dove deve avvenire la posa della nuova guaina con la sostituzione fino al 50 % delle tegole e parziale nella porzione di copertura dove si è intervenuti nel 1996 con sostituzione di un 10 di tegole. Si interverrà anche nella lattoneria con la previsione di una sostituzione di circa 200 mq di grondaie e scossaline di rame. A finitura verrà eseguita la linea vita in copertura complessa il cui progetto, collaudo e certificazione verrà demandato ad apposita ditta esterna nel settore. Alla Regione Veneto è stato richiesto un contributo di euro 136,300,00. Smantellamento impianto termico esistente. Installazione di nuove linee idrauliche. Installazione di nuove pompe di zona, termoregolazione e contabilizzazione dell’energia. Installazione dei radiatori ed accessori a corredo. Installazione dei bollitori. Sostituzione completa dell’unità trattamento aria presso la palestra. Il progetto tratta una serie di interventi di riqualificazione energetica finalizzati al miglioramento della classe energetica dell’edificio. L’intervento potrebbe essere finanziato all’ 80% finanziato dal corrispondente programma europeo.

13


Il FOCUS Rinvii dovuti ad alcune migliorie alla gestione delle acque meteoriche e per la partecipazione a bando della Regione. Confermato il budget a bilancio

ISOLA AMBIENTALE DI CASTELNOVO, ECCO IL PERCHÉ DEI RITARDI Tra i temi “caldi” dello scorso numero, si è parlato molto del progetto dell’Isola Ambientale di Castelnovo, riferendo del percorso che ha portato - attraverso appuntamenti aperti alla popolazione tenuti dall’architetto Manuel Gazzola dello studio Corti Urbane - a

14

definire il piano di lavoro della nuova viabilità del centro storico di Castelnovo. I tempi previsti per la realizzazione erano stati indicati con la fine del 2016, ma il progetto ha subito alcuni ritardi. Al di là del Nuovo Codice degli Appalti approvato lo scorso aprile, che ha reso

meno fluido il meccanismo e imposto nuovi adempimenti amministrativi che sicuramente non hanno aiutato in velocità, le motivazioni sono tutt’altro che negative, come spiega il Sindaco Gonzo. “Prima di tutto occorre dire che le risorse a bilancio ci sono per realizzare questa importante opera, e sono già state stanziate, quindi non ci sono problemi sotto questo punto di vista – spiega il primo cittadino – il punto è che durante la fase di progettazione, accanto al tema viabilistico, si è voluto affrontare in maniera seria e completa la gestione idraulica della zona, soprattutto nelle vie Giarelle, Pigafetta e Zanella. L’architetto Gazzola, in collaborazione con lo Studio Green Dev, incaricato per la redazione del Piano delle Acque, ha affrontato il problema assieme al nostro Ufficio Tecnico e alla società AVS e si sono studiate delle soluzioni da realizzare contestualmente alla nuova viabilità. Questo sicuramente ha richiesto un surplus rispetto ai tempi previsti originariamente. Inoltre, proprio in fase di assegnazione dei lavori all’inizio dello scorso settembre – continua Gonzo – la Regione del Veneto ha emesso un bando di finanziamento di opere di miglioramento urbano, moderazione del traffico e di sicurezza stradale che non fossero ancora state avviate. Ci sembrava giusto cogliere questa opportunità e abbiamo scelto di rinviare l’inizio dei lavori quando sarà nota la graduatoria del bando regionale. Siamo ancora in attesa di conoscere il responso, ma i metodi di condivisione del progetto, le soluzioni individuate e le modalità di intervento ci fanno ben sperare in un sostanzioso contributo alla spesa totale che ammonta a circa 240.000 euro”.


CULTURA Storia e tradizione alle “porte” del capoluogo per dare il benvenuto

AD APRILE INAUGURATA LA “NUOVA” ROTATORIA DI VIA ARASELLA

Il 16 aprile scorso è stata inaugurata la “nuova” rotatoria di via Arasella, un’opera realizzata nel 2008 dalla Provincia, ma oggi abbellita e rivestita di storia e tradizione grazie all’inserimento di una riproduzione della Stele di Isola Vicentina e di alcuni elementi che richiamano simboli caratteristici del territorio: il gelso, i sassi mori e i colori del gonfalone. All’evento hanno partecipato numerose autorità locali e regionali e l’Associazione Veneti Antichi. Ogni dettaglio della rotatoria richiama i valori dell’antico popolo veneto: al centro, la pianta del gelso, el moraro, le cui foglie, nei secoli passati, erano alimento base per i bachi da seta allevati ad Isola Vicentina; la masiera de sasso moro, che riprende le origini vulcaniche delle colline isolane e crea una sorta di quinta per la presentazione della riproduzione ingrandita della Stele di Isola Vicentina. Questo reperto, conservato oggi presso il Museo Naturalistico-Archeologico di Vicenza è una pietra basaltica che venne ritrovata nel 1992 in località Altura, nei pressi dell’attuale sede della Fondazione Bressan, durante lavori di estrazione delle argille. La pietra riveste una importanza particolare perché riporta una iscrizione venetica in scrit-

tura bustrofedica in cui compare, per la prima volta, il termine etnico venetkens (genti venete). Nella masiera, infine, ha trovato spazio un bassorilievo del Leone Marciano che riconduce, in un percorso circolare, al moraro e alla seta, importata in Europa da Marco Polo, illustre ambasciatore e famoso navigatore e mercante della gloriosa e Serenissima Repubblica di Venezia. “Un insieme di elementi tipici – ha spiegato il Sindaco Francesco Gonzo durante l’inaugurazione – che ci mettono al centro e all’origine della parola Veneto e che rappresentano i simboli della forza, della tenacia, della fierezza di questo nostro popolo”. Un ringraziamento particolare va al Gruppo Bici El Leon che ha portato avanti con tenacia e risolutezza l’idea e il progetto, assieme al Gruppo Alpini di Isola Vicentina e altri concittadini, in totale gratuità e con il supporto del Consorzio delle Associazioni Isolane. Una vera e propria gara di volontariato, una bellissima e sana gara di solidarietà durante tutto

il periodo dei lavori, conclusosi nel giro di tre mesi.“La conclusione di questi lavori – ha sottolineato il Sindaco – non è un punto di arrivo ma una tappa di un cammino importante al quale invito tutti a sentirsi parte perché ci aiuta a creare un’identità da difendere e nella quale vogliamo riconoscerci, condividendola con il mondo. L’iscrizione venetica è una sorta di “benvenuto dalle genti venete”, un messaggio di accoglienza, un messaggio di pace e di riconoscenza”. Un messaggio ribadito anche dal Presidente del Consiglio Regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, che ha voluto portare un saluto e condividere con i presenti il suo personale apprezzamento per il progetto: “E’ veramente singolare, e devo per questo ringraziare il sindaco, la copia della stele ritrovata qui a Isola Vicentina e che riporta la prima testimonianza conosciuta della parola Venetkens, genti venete. C’è la fierezza di una comunità nel cui territorio è stata trovata questa preziosa reliquia di epoche lontane nel tempo che ci riportano all’età del Bronzo e ai Greci antichi. Omero parla delle genti venete abili allevatrici di cavalli come la stessa ricerca archeologica ha poi confermato. La nostra è dunque una storia antichissima, che corre lungo le rotte dell’Adriatico e che dal nostro mare arriva fino al Vicino Oriente”.

15


CULTURA Grande successo della prima edizione del festival ‘Profumo di carta" con oltre 1000 visitatori.

ISOLA VICENTINA “CAPITALE” DELLA CARTA STAMPATA

Un’idea originale, un Festival dedicato a lettori, editori, scrittori ma anche a fumettisti di fama, collezionisti di oggetti, a tutti quelli che, per un motivo o per l’altro, amano il mondo della carta. L’evento si chiama ‘Profumo di Carta’ e per un settimana, dal 22 al 30 ottobre scorso, ha trasformato il Comune di Isola Vicentina, con location principale la bellissima Villa Cerchiari, nella “capitale” della carta e di tutto ciò che ci gira attorno, con l’intento di offrire ai Cittadini e a tutta la provincia di Vicenza un’occasione per partecipare a dibattiti, incontri con gli autori, vedere rassegne inedite, partecipare a laboratori creativi dando spazio, al contempo, alla voce di chi scrive, di chi produce e di chi, per passione o per mestiere, utilizza la carta con creatività. Ma ‘Profumo di Carta’ ha voluto e provato a essere molto di più: un momento di formazione per i giovanissimi che, nati in un mondo tecnologico, rischiano di non comprendere il valore di un libro e un’occasione, per i grandi, di riappropriarsi di emozioni forse un poco perdute nel tempo, come scrivere con una penna stilografica,

16

annusare il profumo della carta di un volume. Un esperimento che ha funzionato bene vista l’alta affluenza dei visitatori (in totale circa 1.000 tra adulti e bambini) e la significativa adesione delle Scuole. Tanti gli importanti ospiti presenti per l’occasione: dal grande sociologo e politologo Ilvo Diamanti, che durante la rassegna ha ritirato il prestigioso Premio Communitas Insularum e presentato il suo ultimo lavoro

‘Password’ al più stretto collaboratore e amico di Neri Pozza Angelo Colla; dallo scrittore Fulvio Ervas all’imprenditrice Serenella Antoniazzi, che ha presentato il suo libro-testimonianza; dal presidente dei Librai Italiani Alberto Galla al giornalista Stefano Vietina in veste di scrittore-narratore d’eccezione degli imprenditori del Nord-Est; dal vignettista e pubblicitario Eugenio Saint Pierre all’artista-artigiano grande amico di Mario Rigoni Stern Pino Guzzonato; dal ricercatore ed esperto di tecnologia Matteo Salin allo “scrittore di strada” e autore di sorprendenti tautogrammi Walter Lazzarin, all’insegnante e scrittrice di Schio Mirella Dal Zotto. Nella trasversale rassegna culturale non sono mancate le mostre e i laboratori, tra cui quelli organizzati grazie alla collaborazione con la Fondazione Štepán Zavrel di Treviso. L’appuntamento, ora, è per il 2017.

Il grande politologo ha vissuto 15 anni a Castelnovo tra il 1966 e il 1985

IL PRESTIGIOSO PREMIO COMMUNITAS INSULARUM A ILVO DIAMANTI Con la comunità intellettuale nazionale e internazionale condivide ogni giorno il suo prezioso lavoro di sociologo e politologo, con gli abitanti di Isola Vicentina, il vicentino di fama internazionale Ilvo Diamanti, ha condiviso invece i suoi ricordi più belli. L’occasione è stata di quelle davvero importanti: la consegna del Premio Communitas Insularum. A lui, infatti, che ha vissuto a Castelnovo dal 1966 al 1985, il Sindaco

Francesco Gonzo ha proposto al Consiglio Comunale di attribuire il massimo riconoscimento del Comune per essersi distinto con la sua carriera negli studi politici e sociali che l’ha portato a diventare docente universitario a Parigi e Urbino, presidente della Società Italiana di Studi Elettorali, direttore del laboratorio di studi politici e sociali e fondatore dell’Istituto di ricerca Demos & Pi. Anche il “curriculum” del Premio


CULTURA Communitas Insularum è lungo e prestigioso. Fu infatti istituito nel lontano 1963 dal Consiglio Comunale, su proposta dell’allora Sindaco Pino Sbalchiero, come riconoscimento “ai Cittadini che si distinguono nei vari campi della cultura, delle arti, dell’educazione, del lavoro e delle attività sociali”. Il primo a riceverlo fu il filosofo Romano Guardini nel 1963, seguito dallo storico della filosofia Giuseppe Faggin nel 1985, dallo scrittore Pino Sbalchiero nel 1997 e dallo scienziato Federico Faggin nel 2002. Ilvo Diamanti, classe 1952, da tempo una delle figure italiane più influenti anche all’estero nel campo degli studi sociali e politici, ha ritirato il Premio, una la targa d’argento con lo stemma d’oro del

Foto Amedeo Pretto del Circolo Fotografico di Vicenza

Comune, il 22 ottobre scorso al Teatro Marconi, durante un chiacchierata a quattro moderata dal direttore de Il Giornale di Vicenza Luca Ancetti. Il sociologo si è raccontato ed è stato raccontato con la cordata di amici Piergiorgio Casara, Vincenzo Dellai e il sondaggista Nan-

IL “PREMIO RUMOR” A DEBORA VICENTINI “Scambi Ferroviari” è un delicato collage di quattro racconti uniti idealmente da una storia di sofferenza e difficoltà che trova sempre però la sua risoluzione nella forza della speranza. Un messaggio attuale, in questo periodo storico. Storie e scrittura hanno convinto così tanto che l’autrice, Debora Vicentini, classe 1967, si è aggiudicata il Premio Rumor 2016, il concorso letterario promosso dall’omonima casa editrice vicentina in collaborazione con il Comune di Isola Vicentina in occasione del Festival Profumo di Carta. La giuria, composta da insegnanti, lettori, giornalisti e da alcuni cittadini di Isola Vicentina, ha decretato che “Scambi Ferroviari” abbia interpretato meglio di tutti gli altri partecipanti il tema del concorso: “Tu domani”, come ha sottolineato anche Prando Prandi, Direttore Generale di Rumor Edizioni.

“La qualità dell’elaborato è buona e rivela, secondo i giurati, una capacità di scrittura e di coinvolgimento del lettore notevoli, oltre che grande aderenza al tema del concorso – ha spiegato Prandi - Questa prima edizione del Premio Rumor, legata a “Profumo di Carta”, ha inteso sottolineare l’attenzione della casa editrice di Vicenza alle “giovani leve” nel segno del rilancio proprio e degli scrittori veneti in particolare, in un contesto in cui amore per il  territorio e qualità di chi lo vive si fondono magicamente. Pur non avendo velleità di misurarsi con i grandi premi italiani, Rumor ha inteso lanciare un segnale preciso nel coltivare e valorizzare la buona scrittura”. Un segno di fiducia e sostegno per tutte quelle persone che nella scrittura credono e si misurano costantemente, sognando magari la pubblicazione del proprio lavoro, come è successo a Debora Vicentini. “Sono nata nel 1967 in un

do Pagnoncelli. Dall’incontro con Vasco Rossi durante la leva militare alla passione per il calcio, passando scherzosamente per il tema della rivalità Isola-Castelnovo, Diamanti ha ripercorso gran parte della sua giovinezza, ricordando l’invenzione dei “discoforum” e del GAV, Gruppo Anni Verdi. Il sociologo ha poi ricevuto il Premio con grande emozione: “Ho vissuto qui solo per un periodo ma mi sento uno di voi. Abbiamo insistito, scherzando un po’, sull’ambivalenza Isola-Castelnovo, ma non siamo i soli perché l’Italia è un Paese di campanili e municipi, ma sono proprio le differenze e le distanze che formano le identità locali. Coltivate queste differenze”. paese della provincia vicentina, ho sempre amato leggere e studiare – racconta l’autrice premiata – al liceo mi sono innamorata della filosofia e della letteratura e a diciassette anni mi vedevo vivere di scrittura con un futuro da giornalista. Ma erano gli anni rampanti di Wall Street così, consapevole che la mia passione non mi avrebbe assicurato di sbarcare dignitosamente il lunario, mi sono iscritta a Economia Aziendale e dopo ci sono stati la laurea, il lavoro, l’amore, la famiglia e la scrittura, per mancanza di tempo, si è trasformata esclusivamente in lettura. Ma le storie delle persone hanno continuato ad esercitare su di me il loro fascino e alcuni anni fa ho ritrovato il coraggio di scrivere qualche racconto e partecipare a qualche concorso. Ed oggi ho vinto questo premio”. Debora Vicentini è stata premiata il 29 ottobre scorso a Villa Cerchiari. Per lei, oltre alla targa di riconoscimento, la pubblicazione del libro.

17


FAMIGLIA In un anno aiuto a oltre 300 donne, l’11% in situazione di violenza domestica. Anche senza il finanziamento di nuovi bandi, il Comune continuerà il servizio

SPORTELLO RETE DONNA, UNA RISORSA PER LA COMUNITÀ Un luogo di incontro dove, con riservatezza e rispetto, hanno trovato ascolto molte donne e dove le operatrici hanno offerto comprensione e aiuto pratico a persone alla ricerca di un cambiamento dovuto a necessità o anche solo a scelte personali. Potrebbe essere riassunto così, da un punto di vista umano, il servizio Sportello “ReteDonn@” a Isola Vicentina, inaugurato l’11 maggio 2015, grazie anche al contributo regionale “Progetti degli Enti locali per avviare e consolidare la presenza di servizi QUIDonna a sostegno delle pari opportunità” e che, oggi, si trova a fare i suoi primi bilanci, dopo il report del primo anno di attività. I dati che colpiscono di più sono sicuramente quelli relativi ai numeri e alle tipologie di consulenza: 315 gli accessi complessivi al servizio (di cui il 75% durante l’orario di apertura al pubblico e il 25% su appuntamento in orari esterni al servizio al fine di agevolare quanto più possibile l’utenza), l’11% sono le donne che si sono rivolte allo sportello in situazione di violenza domestica, il 9% gli utenti che hanno richiesto consulenze per la tutela legale, il 30% le donne che sono state seguite individualmente per il sostegno e consulenza psicologica, con percorsi ancora attivi per un totale attualmente di 106 colloqui. Infine, tra i dati significativi, c’è il 27% delle utenti per cui è stato attivato un percorso, di tre colloqui, per l’orientamento al lavoro. Insomma, in un anno, il servizio gestito in collaborazione con la Cooperativa Sociale Con Te ONLUS, si è proposto come un importante punto di riferimento per le donne residenti nel Comune e non solo (molte quelle provenienti anche dai Comuni di Dueville, Costabissara,

18

Caldogno, Sovizzo, Malo, Altavilla Vicentina), per tutto ciò che concerne situazioni di disagio, per l’orientamento al lavoro, per situazioni di violenza, per le difficoltà relazionali e le attività di volontariato e integrazione. Oltre all’attività di sportello, dove qualsiasi donna poteva e può trovare competenza specialistica su vari settori e attività di counseling, il servizio ha attivato un gruppo di Auto Mutuo Aiuto e, al fine di creare una rete di supporto sul territorio per il territorio, anche un corso per diventare Volontarie dello Sportello ReteDonn@. Inoltre, sempre a firma del servizio, sono anche i percorsi didattici che si sono tenuti all’interno delle scuole primarie e secondarie inferiori dell’Istituto Comprensivo di Isola Vicentina, che hanno visto impegnate ben 21 classi, per un totale di 330 ragazzi e bambini, in dibattiti e incontri sui temi formativi come l’importanza di sviluppare un pensiero critico, un sano rapporto con il gruppo di amici e il rispetto e l’accettazione di visio-

ni differenti dalla propria. Infine sono state organizzate numerose serate a tema per la promozione della cultura di genere e delle pari opportunità e un corso di difesa personale gratuito a favore della popolazione femminile. Un servizio fondamentale quello di ReteDonn@, costato al Comune 26.266 euro, cifra parzialmente coperta con un contributo della Regione Veneto di 9.258,75 euro. Purtroppo, a fronte di un supporto così fondamentale, all’orizzonte non si prospettano altri bandi per finanziare il progetto, ma il Comune non ci sta a rinunciarvi. “Ci preoccupa – spiega l’assessore alla Famiglia Nerina Lago – che a tutt’oggi non ci siano notizie di un nuovo bando per finanziare il progetto ma la Giunta Comunale, che crede in questa proposta, ha deciso di continuare senza interrompere il servizio, assumendosi per intero tutti gli oneri finanziari della gestione dello sportello per i prossimi mesi, in attesa di notizie da Venezia”.


SOCIALE Tante le attività del centro diurno per disabili in collaborazione con il Comune

LO SPUMA GET, UNA RICCHEZZA PER IL TERRITORIO Una sola parola: integrazione. Il valore sociale e culturale di un territorio si misura anche, e soprattutto, da questo. ll Comune di Isola Vicentina ospiterà nel suo territorio la sede del centro diurno per disabili Spuma GET della Cooperativa “Il Cigno” nei locali degli uffici dell’ex Scuola Elementare del capoluogo. I lavori di ristrutturazione, a cariUn riuscito concerto al Teatro Marconi

DONNA MADRE TERRA

Tra le attività di ReteDonna, nel marzo scorso si è tenuto al Teatro Marconi il concerto di Beneficenza “Donna Madre Terra” che ha visto alternarsi sul palco il Corpo Bandistico, le Voci del Pasubio, il Coro Parrocchiale di Castelnovo ed I Polifonici Vicentini che hanno collaborato all’iniziativa. Durante la serata sono stati raccolti 600 euro destinati poi all’acquisto di materiale didattico a sostegno dei progetti di educazione alla salute e all’emotività promossi dalle scuole del territorio. Un sincero ringraziamento a quanti hanno partecipato!

co dell’ULSS di Vicenza, sono già iniziati e si prevede il loro termine entro la prossima estate. In questa ottica, è stata avviata una sinergia importante per far sì che gli ospiti della struttura diventino parte attiva della Comunità. Tanti i progetti realizzati nel 2016. Tra i più importanti, spiccano il laboratorio di serigrafia di sei incontri organizzato con la Scuola Secondaria di Isola Vicentina, che terminerà a luglio 2017; il progetto di teatroterapia in collaborazione con la Fondazione “L.G. Bressan” conclusosi con una performance teatrale; la mostra di lavori artistici degli ospiti del GET allestita nella Sala polivalente durante la Festa dello Spiedo. Già in programma per settembre/ottobre

2017, in collaborazione con il Convento di S. Maria del Cengio, due artisti e una critica d’arte, una mostra di lavori artistici eseguiti dagli utenti dei tre Centri Diurni della Cooperativa “Il Cigno”. Significativo e simbolico il tema della mostra: la percezione della natura. Tra le varie attività sono previste anche laboratori di danza creativa con Thierry Parmentier e la partecipazione al mercato settimanale. “Il Cigno” è una cooperativa sociale o.n.l.u.s., costituita nel 1985 da un gruppo di esperti professionisti provenienti da esperienze di assistenza di base e di servizi socio-sanitari primari, oggi è una delle realtà più rappresentative nel territorio nazionale.

MEZZO ATTREZZATO PER DISABILI, RINNOVATO IL SERVIZIO PER ALTRI 4 ANNI È stato rinnovato per altri 4 anni il comodato d’uso gratuito dalla ditta Europa Servizi srl dell’automezzo Fiat Doblò, attrezzato per il trasporto disabili. La nuova proroga del servizio, che è attivo dal 2011, è stata possibile grazie alla locazione degli spazi pubblicitari all’esterno del veicolo stesso che aziende del territorio, per sostenere il progetto, hanno acquistato. Grazie a questa sinergia pubblico-privato, il Comune di Isola Vicentina, in collaborazione con l’Associazione “Volontari per Vicenza”, riesce ad aiutare malati, anziani e disabili che necessitano di essere accompagnati presso strutture ospedaliere, cen-

tri medici, istituti scolastici, ecc. “Il mezzo ha caratteristiche tecniche che lo rendono idoneo a trasportare 4 passeggeri oltre all’autista ed è completamente attrezzato per questa tipologia di trasporti, con elevatore idraulico omologato a norma di legge per il trasporto di sedia a rotelle – specifica l’Assessore Denise Dacchioni – Il finanziamento del progetto e la conseguente attivazione del servizio, è stato possibile grazie alla disponibilità di ben 41 aziende del territorio che hanno partecipato a questa grande azione di solidarietà. Il Comune ringrazia sentitamente ogni realtà che ha voluto aderire”.

19


FAMIGLIE

‘ALLEANZE PER LA FAMIGLIA’, ISOLA VICENTINA CAPOFILA DEL PROGETTO CON CALDOGNO, MONTEVIALE E GAMBUGLIANO Aiutare concretamente le famiglie a coniugare in modo ottimale tempi di vita familiare e lavoro, attraverso l’offerta di servizi e opportunità come attività di doposcuola per i figli, in un periodo nel quale la crisi economica e valoriale mette duramente alla prova. Come? Mediante reti costituite da enti locali, associazioni di famiglie, forze sociali, economiche e culturali che promuovono, in un territorio definito, politiche finalizzate al benessere della famiglia. Si chiama ‘Alleanze per la Famiglia’ ed è il nuovo progetto lanciato dalla Regione del Veneto e accolto immediatamente dal Comune di Isola Vicentina che è diventato

capofila del progetto territoriale in rete con Caldogno, Monteviale e Gambugliano. Le Alleanze, dunque, attraverso un sistema reticolare, mirano a stimolare realtà molto diverse, a orientare propri prodotti o servizi finalizzati alla famiglia, generare capitale relazionale, e possono essere elemento di sviluppo e incremento delle specifiche attività svolte da ciascun soggetto aderente. Per “Alleanze per la Famiglia” la Regione ha deciso di investire 900.000 euro, di cui 26.410,28 per il progetto di Isola Vicentina. Uno dei primi passi del progetto sarà aprire, entro il mese di gennaio, il bando per l’erogazione alle famiglie dei contributi

RINNOVATA CONVENZIONE CON LE SCUOLE DELL’INFANZIA FINO AL 2018 A Ottobre è stata approvata la nuova convenzione tra le Scuole dell’Infanzia paritarie “Sacra Famiglia” e “R. Cardarelli” ed il Comune di Isola Vicentina per gli anni scolastici 2016/2017 e 2017/2018 in quanto “risorsa indispensabile per rispondere in modo adeguato alla cura e all’educazione dei bambini dai 3 ai 6 anni”. Il Comune si impegna, sulla base della nuova convenzione, a intervenire con l’erogazione di vari contributi: un contributo ordinario annuo non inferiore a 450 euro per bambino residente iscritto e frequentante; un contributo per la copertura parziale o totale dei costi che le scuole devono sostenere per il pagamento di educatori e/o insegnanti assunti per il sostegno ai minori “certificati”. Infine è previsto

20

anche un contributo straordinario annuo, (con un importo di diecimila euro) da ripartire tra le due Scuole in proporzione e a parziale copertura delle spese straordinarie sostenute e debitamente documentate. “La nuova Convenzione, condivisa con i Responsabili delle Scuole, è stata rivista nel suo impianto normativo, aggiornandola alle normative in materia, conferma i pilastri contributivi su cui era fondata e li rafforza – afferma entusiasta il Sindaco Francesco Gonzo – Le risorse trasferite alle due Scuole, più di 200.000 euro all’anno, vanno viste come un contributo mirato alle famiglie e alla formazione dei nostri piccoli”. La Convenzione impegna la Giunta a rinnovarla, per altri 3 anni scolastici, al termine dei due già fissati.

per le attività del dopo scuola dei figli. La proposta della Giunta Regionale rappresenta un momento evolutivo importante nelle politiche a favore della famiglia, in materia di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, rispondendo così alle indicazioni del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

‘PROGETTO FAMIGLIE IN RETE’, INSIEME SI PUÒ Famiglie che aiutano altre famiglie. Un concetto semplice ma al contempo straordinario. La Giunta Gonzo ha scelto di far aderire il Comune al ‘Progetto Famiglie in rete’, promosso dal Centro per l’Affido e la Solidarietà familiare di Vicenza. Persone che si rendono disponibili per dare sostegno ad altre famiglie con bambini/ragazzi che stanno vivendo un momento di temporanea difficoltà. Con il supporto dell’Assistente sociale del Comune e di un educatore, queste persone volontarie si impegnano in varie attività come accompagnare i minori a scuola, a visite mediche, ad attività extrascolastiche, nell’accoglierli per alcune ore del pomeriggio, o ancora, aiutandoli nel bisogno di socializzazione con i coetanei e dandogli un po’ di sollievo in situazioni di gravi patologie dei genitori. Le persone che offrono la propria disponibilità avranno la possibilità di sperimentare l’accoglienza come un importante momento di aiuto ma anche come un’occasione di reciproco arricchimento.


LAVORO

L’AMMINISTRAZIONE INCONTRA LE AZIENDE, UN MODO PER PROMUOVERE CONFRONTO E SINERGIE Conoscere il territorio per poter offrire servizi adatti alle esigenze di cittadini, lavoratori, famiglie e aziende, possibilmente anticipandone le istanze. Fin dall’inizio del mandato la Giunta Gonzo si è data questo obiettivo amministrativo con la convinzione che l’ente pubblico Comune fa parte, a tutti gli effetti, del tessuto economico, sociale e culturale del territorio, e l’amministratore pubblico locale, in quanto funzionario di governo, deve avere la più ampia conoscenza possibile dell’ambiente circostante. Sono queste le motivazioni con le quali il sindaco di Isola Vicentina Francesco Enrico Gonzo ha deciso di avviare un nuovo progetto di affiancamento delle aziende del suo territorio comunale. Sono iniziate nel mese di maggio le visite delle aziende che porteranno sindaco, assessori e funzionari a conoscere le realtà aziendali più importanti

dal punto di vista occupazionale nel settore dell’industria e dei servizi presenti nelle tre zone industriali di Isola Vicentina. Lo scopo è conoscere più da vicino, attraverso un colloquio con la direzione e la visita dei reparti produttivi, quali sono le realtà attive, i loro livelli occupazionali e le caratteristiche dei loro business che talvolta varcano i confini nazionali portando il nome di Isola Vicentina nel mondo. “Ho inviato una richiesta di incontro a una ventina di aziende e tutti i riscontri sono stati entusiasti e di positiva sorpresa da parte degli staff. Spero davvero che questi incontri possano contribuire ad una crescita reciproca e allo sviluppo di politiche che contribuiscono a costruire una rete di relazioni nel territorio”. Questa nuova iniziativa del sindaco Gonzo è parte integrante di un pro-

AL VIA LO SPORTELLO LAVORO, TANTI SERVIZI E CONSULENZE PERSONALIZZATE GRATUITE Sostenere e agevolare le persone nella ricerca autonoma e attiva di lavoro, fornire loro consulenza personalizzata e aiutarle a individuare e realizzare il proprio progetto professionale-formativo. Sono questi gli obiettivi principali che si pone lo Sportello Lavoro, il nuovo servizio gratuito attivato dal Comune il maggio scorso per sostenere anche in questa realtà

i propri Cittadini. Per accedere allo sportello, affidato al Centro Studi Ce.I.S., è necessario prendere appuntamento al numero 0444 – 599146. Nello specifico, i servizi offerti spaziano dalla consulenza orientativa alla stesura del curriculum, dalle tecniche di ricerca attiva del lavoro alle informazioni su opportunità di lavoro e/o formative, come bandi, corsi.

getto più ampio che punta a “fare sistema” tra pubblico e privato per creare scambio di esperienze, disponibilità ed esigenze nel mondo del Lavoro e dell’Impresa, un percorso avviato ad inizio mandato con il Tavolo delle Attività Produttive al quale siedono, con l’Amministrazione Comunale, anche i rappresentati di tutte le Associazioni di categoria.

CONFERMATI I CONTRIBUTI ALLE AZIENDE CHE ASSUMONO Il Comune di Isola Vicentina ha riproposto anche quest’anno il bando per la concessione di contributi alle aziende di Isola Vicentina che intendono assumere, anche a tempo determinato, e per un minimo di 12 mesi, un cittadino residente nel territorio comunale. “L’anno 2016 rappresenta una svolta per le politiche lavorative attuate dall’Amministrazione Gonzo – spiega l’assessore Denise Dacchioni – Infatti, seppur consci del persistere della crisi in molti settori economici, si è ritenuto doveroso riproporre azioni già presentate nel precedente anno ed anche intraprendere scelte più incisive”.

21


GEMELLAGGI Tra gli eventi l’installazione di un Leone di San Marco a Marau e la prima festa del Gemellaggio a Isola Vicentina

GEMELLAGGI, IL 2016 UN ANNO DA RICORDARE

Il 2016 è stato un anno significativo per gli scambi culturali di Isola Vicentina che, dal 1998, ha instaurato rapporti di gemellaggio col paese bavarese di MÜhlhausen e, dal 2012, col il paese brasiliano di Marau. Serate di approfondimento culturale, un tour di musicisti brasiliani in Veneto e addirittura l’inaugurazione a Marau di un Leone alato, simbolo del Veneto, sono stati tra gli eventi clou di quest’anno. A raccontare questi mesi densi di avvenimenti Giovanni Novello, Presidente del Comitato per i Gemellaggi del Comune di Isola Vicentina. “Costruire un’esperienza di legami e amicizie fra comunità di nazioni e continenti diversi può sembrare un’impresa titanica, specialmente in un’epoca in cui, nonostante la sempre citata globalizzazione dei mezzi di comunicazione, ci si rinchiude ossessivamente molto spesso nelle proprie mura domestiche o paesane – premette Novello – ma il 2016 è stato per noi un anno incredibile. A marzo di

22

quest’anno – racconta il Presidente - si è programmato, al Cinema Teatro “Marconi”, una serata sull’emigrazione nel Rio Grande do Sul, magistralmente condotta dal Professor Emilio Franzina, il massimo esperto vivente di storia dell’emigrazione veneta e italiana nelle Americhe, che, accompagnato dal gruppo musicale “Hotel Rif”, ci ha condotto in un avvincente ma alcune volte tragico viaggio, sulle orme di coloro che

abbandonarono le nostre terre alla ricerca di una vita e di un futuro migliore. Nella stessa serata abbiamo avuto ospiti “I ragazzi dei monti”, gruppo musicale del Rio Grande do Sul, che per tutte le settimane precedenti hanno compiuto un tour per il Veneto raccogliendo materiale per un loro lavoro musicale che, registrato poi dal vivo nel nostro teatro, stanno ancora portando in giro per tutto il Brasile in una tournée spettacolare. A fine aprile poi prosegue Novello - una delegazione di Isola Vicentina, assieme ad una di MÜhlhausen, ha raggiunto il Brasile per inaugurare a Marau una statua con il simbolo delle nostre terre. Un Leone di San Marco, costruito dall’artista marauense Issao Katagiri, fa da qualche mese bella mostra di sé all’entrata della città gemellata. Un simbolo che intende ricordare la nostra emigrazione in quelle terre che tanto ha dato allo sviluppo del Rio Grande e di tutto il Brasile e che ancora oggi mantiene tradizioni, lingua e culture simili alle nostre, quasi a perpetuare un legame forte fra le nostre comunità.


Momenti di condivisione autentica, di fraternizzazione, di scambio culturale ma anche di ricerca e passione che ci hanno condotto a scoprire quanto lontano sia il mondo ma quanto vicine siano spesso le nostre idee e speranze. La visita di fine aprile ci è stata restituita in giugno, quando folte delegazioni di Marau e Mühlhausen ci hanno raggiunto ad Isola per partecipare alla prima edizione della Festa del Gemellaggio. Una festa che ha visto come contorno un tour dei nostri ospiti nel Veneto assieme a numerose iniziative dei tre paesi che per una settimana si sono ritrovati uniti proprio qui. Molto si è parlato e discusso per lanciare un piano di cooperazione culturale rivolto ai ragazzi delle nostre scuole che ci auguriamo possa iniziare al più presto, magari con i nostri gemelli tedeschi vista la vicinanza geografica ma che potrà un giorno svilupparsi anche con le scuole di Marau, con le quali da qualche tempo esiste un rapporto epistolare continuo fra alunni ed alunne. Durante la Festa del Gemellaggio gusti, sapori, musiche dei tre paesi gemellati si sono mescolati in un’armoniosa miscela che ha valorizzato sia le differenze delle tre comunità sia le similitudini. Ci auguriamo – conclude Novello - che nel 2017 le strade tracciate continuino ad essere percorse anche con nuovi progetti, piani e propositi. Proprio per questo è già in preparazione la prossima festa del gemellaggio che si terrà proprio a Marau nel prossimo mese di ottobre. I gemellaggi nascono dalla gente e per la gente, sono la prova esatta di quanto la cooperazione fra genti diverse possa essere una ricchezza in tutti i campi!”. Per chi volesse informazioni sulle iniziative può scrivere via mail a gemellaggi@ comune.isola-vicentina.vi.it o seguire la pagina Facebook dedicata al gemellaggio.

GIOVANI E TERRITORIO

Presente da 10 anni, la realtà serve a valorizzare le idee e a responsabilizzare gli adolescenti

IL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI, I GIOVANISSIMI PROTAGONISTI Per chi ancora non lo sapesse, all’interno della Scuola Secondaria dell’Istituto Comprensivo “Galileo Galilei” esiste il C.C.R., ovvero il Consiglio Comunale dei Ragazzi, nato ben 10 anni fa con lo scopo di rendere i ragazzi, in un’età cruciale, protagonisti della vita sociale e civile della Comunità in cui vivono. Per capire l’importanza di questa realtà, voluta e sostenuta fortemente dall’Amministrazione, abbiamo raccolto le opinioni di alcuni giovani “Consiglieri”, Alice, Sara e Nicolas, e del “Sindaco” in carica, Mirko. “Il CCR è l’espressione della volontà di noi alunni di assumerci compiti di rappresentanza, a nome di tutti i nostri compagni di scuola – spiegano entusiasti i ragazzi – Questo permette l’esercizio della partecipazione attiva e la crescita del senso civico e della responsabilità personale e sociale. Partecipiamo al CCR, infatti, con il desiderio di migliorare la vita scolastica e di realizzare progetti in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. Questa iniziativa è per noi un’ottima opportunità per imparare a diventare “grandi” e a sentirci valorizzati. Il CCR è composto da 14 consiglieri, uno per ogni classe della scuola media, e tra questi viene eletto il “Sindaco dei ragazzi”. Il CCR si incontra una o due volte al mese, con la presenza anche del Sindaco Francesco, o di un Assessore, e della professoressa Gallo, che ci aiuta nella gestione delle attività. Nelle nostre riunioni discutiamo e approviamo progetti che arricchiscono le opportunità all’interno della scuola oppure cerchiamo insieme delle soluzioni a problematiche che possiamo incontrare, proponendo nuove idee al Comune, utili a noi giovani, ma anche a tutta la Cittadinanza. Il giornalino scolastico e la festa di fine anno sono, per esempio, due iniziative per noi irrinunciabili, a cui teniamo molto. Il CCR è davvero un’esperienza arricchente – concludono - che insegna a progettare, condividere e realizzare idee sempre nuove e utili a tutti.”

23


ISTRUZIONE E SOCIALE Per un valore totale di 5.500 euro

BORSE DI STUDIO, PREMIATI GLI “STUDENTI MODELLO” Si rinnova l’impegno dell’Amministrazione ad incentivare i Concittadini studenti non solo a fare bene il proprio dovere ma anche a condividere con la Comunità i propri traguardi scolastici. Ben 20 le borse di studio attribuite dal Comune ad altrettanti studenti per un totale di 5.550 euro di “premio”. Nello specifico sono state assegnate 10 borse di studio da 150 euro ciascuna agli studenti delle superiori che al termine dell’anno scolastico 2015/2016 hanno ottenuto voto di maturità a partire da 95/100. I meritevoli 10 in questo caso sono stati: Fontana Carlotta, Manea Martina, Pellizzaro Damiano, Cumerlato Sonia, Vivian Emma, Frizziero Martina,

Ceola Elena e Castagna Michele. Altre 5 borse di studio dal valore di 300 euro sono state assegnate agli studenti che, sempre nell’anno 2015/2016, hanno ottenuto una Laurea triennale con un punteggio non inferiore a 105/110 come Bruttomesso Denis, Zocca Edoardo, Marchioro Anna, De Tomasi Daniela e Mantiero Anna. Agli studenti con Laurea specialistica e magistrale sono andati, infine, i riconoscimenti più “sostanziosi”, come buon incentivo alla vita adulta: borse da 500 euro a Cumerlato Ines, Fioretto Damiano, Malosso Pietro, Fontana Michele, Vajente Nicola. Ovviamente, anche loro, tutti dottori con un punteggio non inferiore a 105/110.

L’estate di molti ragazzi isolani dai 15 ai 23 anni è trascorsa al servizio degli altri con il lavoro volontario

LANCIATO IL PROGETTO “ESPERIENZE FORTI 2016” Trascorrere le vacanze estive al “servizio degli altri”, imparando lavori e mansioni, migliorando il bene comune, aiutando chi è in difficoltà e conoscendo tante nuove persone e coetanei. È quello che hanno fatto ben 75 ragazzi isolani - 55 ragazze e 20 ragazzi - tra giugno e settembre scorsi, decidendo di partecipare a “Esperienze Forti 2016”, il nuovo progetto del Comune, coordinato dal Ce.I.S onlus e lanciato in collaborazione con molte realtà e associazioni del territorio, con l’obiettivo di sensibilizzare e responsabilizzare i più giovani al sociale, alla cultura e al lavoro socialmente

24

utile, ovviamente in modo divertente. La scelta delle realtà in cui impiegare il proprio tempo era davvero varia, 16 enti hanno infatti aderito all’iniziativa: Asilo Nido Comunale “G. Rodari”, Scuola dell’Infanzia “Sacra Famiglia”, Scuola dell’Infanzia “R. Cardarelli”, Circolo Ricreativo “Don Bosco”, “Fondazione L.G. Bressan”, Gruppo Alpini Isola, Coop “Il Cengio”, gruppo “Operazione Mato Grosso”, ASD “Indaco e Cristallo”,

Gruppo “Volontari per Vicenza”, ULSS 6 – Servizio Disabili, Biblioteca Comunale “R. Guardini”, Sportello Girasole, Sezioni di Isola Vicentina dell’Associazione Nazionale del Fante e dell’Associazione Nazionale Carabinieri e l’Ufficio Sociale del Comune. I 75 ragazzi, tutti studenti e affiancati sempre da operatori esperti, hanno avuto la possibilità di scegliere tra tantissime mansioni: dalle attività educative, ricreative e di lettura per bambini alle attività di animazione con gli anziani, dalla produzione e vendita ortaggi all’aiuto animazione nei centri estivi, dal sostegno nello svolgimento dei compiti alla consegna dei pasti caldi agli anziani, dall’affiancamento alle volontarie dello sportello Girasole oppure degli operatori ULSS a tutti i lavori di manutenzione come il taglio dell’erba, imbiancature, sgomberi e molto altro. Il lavoro sembra non aver affatto spaventato i giovani volenterosi che hanno maturato, complessivamente, ben 3.857 ore di attività svolte. Tra le preferenze dimostrate: l’aiuto nei centri estivi, le letture per i bambini in biblioteca e i servizi per i disabili. A tutti loro è stato consegnato un attestato di riconoscimento con crediti formativi da presentare a scuola. Tutta la Comunità di Isola Vicentina orgogliosamente ringrazia e, assieme alla Giunta Comunale, li attende per “Esperienze Forti 2017”.


ISTRUZIONE E SOCIALE La ragazza, 15 anni, la scorsa estate ha prestato servizio volontario per un totale di 248 ore

GLORIA “LA MIA STRAORDINARIA ESPERIENZA CON IL MATO GROSSO” Tra i 75 ragazzi che hanno partecipato a “Esperienze Forti 2016” c’era anche lei, Gloria Sartori, una studentessa di appena 15 anni che ha aderito immediatamente al progetto, sorprendendo perfino gli organizzatori per il tempo, l’entusiasmo e il lavoro che ha messo a disposizione, al servizio di Operazione Mato Grosso e delle Associazioni Nazionali Fanti e Carabinieri. “È un’esperienza importante per noi ragazzi – spiega Gloria – apre la mente, ti permette di uscire dal guscio, di mettere il naso fuori di casa e scoprire che fuori ci sono tante cose importanti da fare, per te, per gli altri. Chi ha lavorato con gli anziani ha capito meglio il proprio rapporto con i nonni e, magari, lo ha migliorato. Chi ha fatto lavori più manuali si è preso la responsabilità di iniziare e finire un lavoro con serietà, rispettando obiettivi e orari. È stato un modo molto diverso di trascorrere l’estate che, molto spesso, è fatta di solite cose, a volte di noia anche”. Gloria, che ha scoperto “Esperienze Forti” grazie all’opuscolo informativo distribuito dal Comune, ha deciso in particolar modo di “arruolarsi” tra i ragazzi dell’Operazione Mato Grosso. “Mi hanno insegnato a non mollare mai, a fare le cose insieme, a chiedere aiuto agli altri, se necessario – racconta gioiosa la ragazza – Con loro ho fatto un campo di una settimana in Trentino, in Val Rendena. Ho fatto

di tutto: rastrellato rovi sulle strade e nei boschi, sistemato la legna, imbiancato, raccolto sassi per preparare una pista da sci e anche sistemato la stalla e controllato le galline – ride – la cosa più bella è che ti rendi conto che hai fatto qualcosa di veramente utile, che hai stretto legami, hai affrontato situazioni da cui, magari, prima saresti scappato a gambe levate. E hai anche imparato mestieri che prima non sapevi fare. Per esempio, dopo l’esperienza fatta, sono riuscita a dipingermi la

stanza da sola”. Un legame, quello di Gloria con Operazione Mato Grosso, che è continuato anche dopo l’estate visto che la ragazza continua a frequentare l’associazione. “Non so se esperienze del genere possano o meno “salvare” alcuni ragazzi da brutte strade, mi riesce difficile capirlo – conclude la studentessa – però ho visto ragazzi che non mi sarei mai aspettata veder partecipare con grande entusiasmo a questa esperienza e questo è decisamente un buon segno”.

Anche i ragazzi tra gli 11 e i 14 anni hanno avuto un’estate decisamente originale e “green”

PER I RAGAZZI DELLA SCUOLA SECONDARIA, ECOLOGIA ED ETICA CON “ECOTOPIA” in bicicletta e cene di gruppo sono stati gli appuntamenti principali del ricco programma proposto.

Divertente, originale e decisamente green anche l’estate dei ragazzi tra gli 11 e i 14 anni che quest’anno hanno potuto partecipare al progetto del Comune “Stay Young”, realizzato grazie alla Cooperativa Ecotopia che dal 1993 si occupa di educazione ambientale e animazione. Un centro estivo diverso dal solito in cui le parole-chiave sono state sperimentare, conoscere, fare insieme, tecnica e abilità, proprio perché i ragazzi sono stati parte attiva, insieme agli educatori, nello sviluppo dei contenuti delle attività. Lezioni sui temi dell’acqua, dei rifiuti, degli alberi e dell’energia, uscite in tenda, turismo ambientale, gite

25


L’OPINIONE DEI GRUPPI CONSILIARI

GRUPPO CONSILIARE “DUEMILA14” Lo scorso 26 novembre il nostro Sindaco Francesco Enrico Gonzo ci ha ricordato che in quella data abbiamo compiuto il nostro giro di boa, con una similitudine riferita al mondo della navigazione. Ebbene sì, sono passati due anni e mezzo dall’inizio del nostro mandato e il bilancio, con alti e bassi, rimane comunque positivo. In questo anno, che volge ormai al termine, abbiamo visto un Sindaco e una Giunta impegnati su tantissimi e diversi fronti. Il notiziario che state sfogliando riporta moltissimi degli ambiti nei quali Francesco, Nicolas, Nerina e Denise si sono impegnati e hanno dato senza dubbio il loro meglio, affrontando momenti più o meno facili, più o meno soddisfacenti. L’attenzione all’Ambiente, con il nuovo sistema di raccolta differenziata, pensato e costruito giorno per giorno ascoltando e raccogliendo le istanze di noi Concittadini; l’atten-

zione al Territorio, con la redazione del Piano Clima, non obbligatorio per legge ma che ci consente di gestire la prevenzione; l’attenzione alla Cultura, con la grande manifestazione “Profumo di Carta” mai organizzata prima ad Isola Vicentina; l’attenzione al Patrimonio e alla Promozione territoriale con la gestione calore, il Centro Naturalistico del Bosco della Guizza e la nuova illuminazione pubblica nelle zone con gli impianti più obsoleti; l’attenzione al Lavoro e al Sociale, con la visita alle Aziende in corso da parte di Sindaco e Assessori, e con i contributi per le assunzioni e il nuovo Sportello Lavoro; l’attenzione alla Famiglia, con il nuovo Sportello Donna, e la rinforzata Convenzione con le Scuole dell’Infanzia, più solida, più certa, più attenta. Potremmo continuare, ma crediamo che questi esempi bastino per dimostrare che si tratta di un’Amministrazione vicina a noi Concittadini, alle Famiglie, alle Imprese, che non vuole lasciare indietro nessuno, che “fa sistema” e coltiva le relazioni. Se siamo arrivati fin qui, non possiamo certo dimenticare anche il contributo che ha

L'evento estivo!

FESTA L' "ESTATE DUEMILA16 INSIEME" Una grande festa all’aperto con i cluso l’“Estate Duemila16 insiebambini, i ragazzi, i genitori, gli enti me”, il ricco programma di attività e le associazioni coinvolte ha con- educative proposto ogni estate per aiutare le famiglie nel periodo di chiusura delle scuole e dedicato ai bambini dai 3 anni in su. La serata, all’insegna di giochi, sport e tanto divertimento, si è tenuta il 22 luglio scorso agli impianti sportivi “O.Socche” di Via Vallorcola con un punto ristoro gestito dai Gruppi Alpini del paese.

26

dato il nostro amico Stefano Zamberlan, come vicesindaco e assessore alla Cultura, che ringraziamo per il tratto di strada fatto insieme. In conclusione del nostro spazio, vorremmo salutarvi con l’invito a leggere con calma questo notiziario, cogliendo la quantità, la varietà e la qualità di quanto fatto finora. Se avete curiosità su qualche aspetto particolare, se volete approfondire qualche argomento, se avete qualsiasi tipo di dubbio, non esitate oltre: fate domande, chiamate gli Uffici, chiedete di parlare con il Sindaco o gli Assessori o i Consiglieri. La più bella Amministrazione è quella trasparente, che non lascia dubbi e che non ha paura delle domande dei Cittadini! Che l’augurio di Buon Natale e di un Sereno Nuovo Anno Vi raggiunga tutti, nelle Vostre case e con le persone che più avete a cuore, in particolare quelle che stanno passando momenti di difficoltà. Andrea Sesso, Isabella Dal Pezzo, Stefania Cademartiri, Simone Refosco

GRUPPO CONSILIARE CON VOI Come amministratori di minoranza ci troviamo spesso in disaccordo con le scelte dell’amministrazione in carica, non per puro spirito di contraddizione, ma per idee e visioni diverse che ci contraddistinguono. Ci inseriamo nel dibattito presentando quelle che secondo noi sono state le maggiori criticità dell’anno. L’amministrazione ha da sempre dichiarato di voler “fare rete” con i comuni limitrofi per evitare un eccessivo isolamento, con risultati però controversi. Senza soffermarci sulla decisione di Gambugliano di attuare una fusione con Sovizzo anziché con Isola, ci preoccupano


L’OPINIONE DEI GRUPPI CONSILIARI le difficoltà di collaborazione con Costabissara, difficoltà confermate dal nostro sindaco durante l’ultimo consiglio comunale. Ricordiamo che come membri dell’Unione dei comuni, abbiamo costruito con tempo e fatica una relazione con Costabissara e Caldogno. Saper salvaguardare le collaborazioni intercomunali consolidate è una condizione assolutamente necessaria per poter creare nuove reti. Sul fronte interno destano perplessità le richieste di trasferimento del 20% dei dipendenti comunali, pronti a lasciare Isola per un altro comune. Siamo preoccupati, perché crediamo che laddove si instaura un buon

clima di collaborazione, difficilmente le persone scelgono di lasciare un posto di lavoro. Proponiamo una verifica delle vicende che hanno prodotto questi risultati. Tra le opere pubbliche guardiamo con attenzione all’Isola ambientale di Castelnovo, un intervento ambizioso e innovativo per l’approccio culturale su cui si fonda. E’ però dannoso il ritardo rispetto ai tempi previsti, in particolare su via Zanella, la cui soluzione provvisoria realizzata ad agosto 2015 genera continui pericoli. Sulla priorità data al Centro naturalistico ambientale Bosco della Guizza, ribadiamo il nostro scetticismo, in attesa di poter conoscere e valutare un progetto concreto di

GRUPPO MISTO Cari concittadini, come molti di Voi sapranno il mio ruolo nell’Amministrazione è ora cambiato, la mia fuoriuscita dalla Giunta è stata ovviamente una vicenda più complessa di quanto non sia stato scritto sulla stampa locale, con le inevitabili distorsioni giornalistiche delle dichiarazioni a caldo. Alla Giunta, che rimane ad amministrare in tempi di grandi difficoltà e di cambi epocali, voglio augurare un buon lavoro a beneficio dei cittadini, singoli, famiglie o associazioni, che devono rimanere i principali punti di riferimento. Riconosco al Gruppo consigliare di minoranza Con Voi la serietà con la quale ha affrontato la questione con una misurata dialettica, evitando forzature politiche. Voglio ringraziare quei dipendenti comunali con i quali ho avuto il piacere di collaborare e che hanno sempre fatto del loro meglio per realizzare, nonostante le crescenti difficoltà che i Comuni si trovano ad affrontare in questi anni, i progetti che come Assessore ho proposto. Dei due anni da Assessore mi

rimane infatti la soddisfazione per alcuni progetti che si sono concretizzati nel nostro Comune e il ricordo dei tanti incontri e conoscenze di cittadini e volontari impegnati. E proprio a questi ultimi va il mio più sentito ringraziamento: a quei volontari e a quelle Associazioni che tanto fanno per il nostro Comune e alle quali ho cercato di dare il mio apporto, conscio che sono loro la vera anima della nostra collettività e noi amministratori possiamo solo aiutare con umiltà e atteggiamento di ascolto.Molti progetti rimangono ancora da realizzare e per questo rimango in Consiglio Comunale nel mio ruolo di consigliere, a disposizione dei cittadini e dell’Amministrazione. A tutti gli abitanti di Castelnovo, Isola, Ignago e Torreselle auguro serenità e buona salute. Felice Natale e buon inizio di nuovo anno a tutti. Stefano Zamberlan

gestione. Stupisce, infine, il silenzio riguardo alle ex scuole elementari di Isola. Se l’amministrazione ritiene che il progetto Casa della Musica fosse limitato e preferisce attendere tempi migliori per costruire una struttura più ambiziosa, chiediamo che questo venga comunicato. Sul tema dei rifiuti, tralasciando le critiche, vogliamo sottolineare l’importanza dell’ impegno di tutti per un miglioramento continuo e consapevole del rapporto con i rifiuti che produciamo, sperando che alcune situazioni di disagio o inefficienza siano transitorie. Per quanto riguarda, invece, l’eliminazione delle campane per la raccolta dei materiali riciclabili, questo ha comportato un aumento dei costi per le famiglie, soprattutto per le fasce più deboli della nostra comunità, senza dare risultati soddisfacenti dal punto di vista della riduzione del degrado, motivo dichiarato per la soppressione delle “isole ecologiche”. Infine, speriamo si avveri la promessa del mantenimento della tariffa ai livelli attuali. Eventi culturali: la visita di Federico Faggin è stata occasione di un prezioso e interessante dibattito, purtroppo è stato escluso un grosso numero di persone, a causa della scelta di usare una sede (biblioteca) troppo piccola. Il problema, oltre che organizzativo, è stato quello di dare troppa attenzione alla visibilità che avrebbe dato al paese, perdendo di vista l’importanza della condivisione. Esprimiamo invece un giudizio pienamente positivo sul conferimento del premio Communitas Insularum a Ilvo Diamanti, perché i cittadini sono stati coinvolti in una celebrazione che è stata anche un racconto della nostra storia. Piera Casara, Massimo De Franceschi, Claudia Ferron e Luca Lupazzi a nome di tutto il gruppo civico Con Voi, auguriamo a tutti buone feste e un sereno anno nuovo.

27


SICUREZZA

IL PUNTO CON IL COMANDANTE PIANEGONDA SICUREZZA URBANA Nell’ambito della sicurezza urbana, il sistema di videosorveglianza del territorio, attivo già da diversi anni e servito attualmente da undici telecamere installate su varie zone del Comune, è stato integrato con un nuovo sistema territoriale di lettura delle targhe dei veicoli che funziona attraverso dei “varchi” elettronici installati nei punti strategici di accesso al Comune. Il sistema, collegato alle banche dati ministeriali, permette l’identificazione di tutti i veicoli che transitano attraverso i dispositivi di “riconoscimento targhe” verificandone immediatamente la copertura assicurativa e la regolarità della revisione. Tutte le targhe rilevate, inoltre, vengono immediatamente verificate presso la banca dati dei veicoli rubati e in caso positivo, nel giro di pochi secondi, l’auto viene segnalata al Comando della Polizia Locale e alle pattuglie operanti sul territorio. “Il sistema, gestito dalla nostra Polizia Locale e condiviso con le altre Forze dell’Ordine – spiega il Comandante della Polizia Locale Ermanno Pianegonda – si è dimostrato altamente efficace in tema di sicurezza urbana perché, in questo modo, identificando una macchina si riescono a contrastare vari reati

28

nello stesso momento in tempi ra- parchi pubblici o in aree particolari dei vari quartieri comportano pidissimi”. una serie di problematiche legate SICUREZZA STRADALE ai fenomeni dei rumori molesti, dei Per quanto riguarda la sicurezza comportamenti violenti o di prepostradale, sono stati intensificati i tenza verso gli anziani o i bambini controlli sulla velocità soprattutto – spiega ancora il Comandante Pianelle strade dove sono stati instal- negonda - Il servizio quindi è stato lati gli appositi box di rilevamento finalizzato alla tutela di queste aree che vengono attivati a rotazione perché devono restare un bene di continua da parte degli agenti della tutta la collettività e un luogo dove i polizia locale. Tra le violazioni stra- cittadini possono incontrarsi in piedali più frequenti accertate nel Co- na sicurezza”. mune, il Comando segnala al primo posto quelle relative al passaggio con il semaforo rosso, seguite dalla DA SAPERE mancata revisione e dall’eccesso di Il controllo del territorio da parte della Polizia Locale viene assicuravelocità. to con una copertura oraria dalle PIÙ CONTROLLO IN ESTATE ore 7.00 alle ore 24.00 e nei fine NEI PARCHI E QUARTIERI settimana anche durante le ore notI parchi pubblici cittadini, soprat- turne. tutto nel periodo estivo, diventano Per qualsiasi esigenza, ricordiamo un frequentato luogo di ritrovo di che la Polizia Locale può essere bambini, giovani e anziani. Moti- contattata al numero 0444-976950 vo per cui la scorsa estate è stato o al numero verde 800 05 05 05. intensificato il servizio della vigi- Ricordiamo inoltre che presso il lanza di quartiere, con l’impiego di Comando di via Diviglio, a Cresole nuovi agenti che sono stati assunti di Caldogno, è possibile presentare a tempo determinato e impiegati denunce di smarrimento dei docuunicamente per svolgere servizio di menti (es. patente e carta di circolacontrollo dei quartieri e dei parchi zione) e richiederne il duplicato, depubblici operando in forma appie- nunce di furto o segnalare qualsiasi data o con l’uso di scooter di ser- fatto illecito. vizio. “Le aggregazioni giovanili nei


SICUREZZA

UN VADEMECUM

sibilmente fatevi accompagnare, soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelli di scadenze generalizzate. Non fermatevi Un ultimo, importante, capitolo dedi- mai per strada per dare ascolto a chi cato alla sicurezza vede protagonisti vi offre facili guadagni o a chi vi chiegli anziani. Quello che segue è un vero de di poter controllare i vostri soldi e proprio vademecum – che riportia- o il vostro libretto della pensione anmo integralmente – per combattere che se chi vi ferma e vi vuole parlascippi e truffe agli anziani. Fornito dal re è una persona distinta e dai modi Comando di Polizia Urbana, contie- affabili. Se avete il dubbio di essere ne tante regole utili non solo per gli osservati fermatevi all’interno della anziani stessi ma anche per tutte le banca o dell’ufficio postale e parlatepersone che durante la giornata pos- ne con gli impiegati o con chi effetsono avere contatti con loro. tua il servizio di vigilanza. Se questo Non aprite la porta di casa a scono- dubbio vi assale per strada entrate in sciuti anche se vestono un’uniforme un negozio o cercate un poliziotto o o dichiarano di essere dipendenti di una compagnia sicura. Durante il traaziende di pubblica utilità. Verificate gitto di andata e ritorno dalla banca sempre con una telefonata da quale o dall’ufficio postale, con i soldi in taservizio sono stati mandati gli operai sca, non fermatevi con sconosciuti e che bussano alla vostra porta e per non fatevi distrarre. Ricordatevi che quali motivi. Se non ricevete rassicu- nessun cassiere di banca o di ufficio razioni non aprite per nessun motivo. postale vi insegue per strada per rileRicordate che nessun Ente manda vare un errore nel conteggio del depersonale a casa per il pagamento naro che vi ha consegnato. Quando delle bollette, per rimborsi o per utilizzate il bancomat usate prudenza: sostituire banconote false date erro- evitate di operare se vi sentite osserneamente. Per qualunque problema vati. e per chiarirvi qualsiasi dubbio non Consigli per i figli, nipoti esitate a chiamare il 113. Quando fate e parenti stretti. operazioni di prelievo o versamento Non lasciate soli i vostri anziani. Anin banca o in un ufficio postale, pos- che se non abitate con loro, fatevi

PREZIOSO

sentire spesso e interessatevi ai loro problemi quotidiani. Ricordategli sempre di adottare tutte le cautele necessarie nei contatti con gli sconosciuti. Se hanno il minimo dubbio fategli capire che è importante chiedere aiuto a voi, ad un vicino di casa oppure contattare il 113. Ricordate che, anche se non ve lo chiedono, hanno bisogno di voi. Consigli per i vicini di casa Se nel vostro palazzo abitano anziani soli, scambiate ogni tanto con loro quattro chiacchiere. La vostra cordialità li farà sentire meno soli. Se alla loro porta bussano degli sconosciuti esortateli a contattarvi per chiarire ogni dubbio. La vostra presenza li renderà più sicuri. Segnalate al 113 ogni circostanza anomala o sospetta che coinvolga l’anziano vostro vicino di casa. Consigli per gli impiegati di banca o di uffici postali Quando allo sportello si presenta un anziano e fa una richiesta spropositata di denaro contante, perdete un minuto a parlare con lui. Basta poco per evitare un dramma. Spiegategli che all’esterno di banche ed uffici postali nessun impiegato effettua controlli. Per ogni minimo dubbio esortateli a contattarvi.

20 GUARDIE VOLONTARIE AL SERVIZIO DEI CITTADINI In tema di sicurezza, anche dal Comune è arrivata quest’anno un’importante novità: 20 volontari dell’Associazione Federazione Italiana della Caccia, Guardie Venatorie, Sezione di Vicenza, hanno scelto di mettere a disposizione parte del proprio tempo libero per la tutela ambientale, stradale, monumentale di Isola Vicentina e per aiuto ai cittadini. Queste persone hanno prestato giuramento davanti al Sindaco, impegnandosi a prestare opera di collaborazione con l’Amministrazione Comunale per l’espletamento delle attività di controllo e prevenzione del mancato rispetto delle disposizioni dettate dal regolamento di polizia urbana. Nello specifico, queste persone saranno impiegate a svolgere le seguenti mansioni: ausilio per la vigilanza e la tutela del patrimonio dell’ente (naturale, ambientale, monumentale, edilizio, stradale, ecc.); aiuto per l’attraversamento pedonale all’entrata e all’uscita dalle scuole degli alunni, al fine di vigilare sulla loro incolumità nel caso di assenza dei “nonni-vigile”; assistenza e affiancamento degli operatori di Polizia Locale dell’Unione dei Comuni di Caldogno, Costabissara e Isola Vicentina in occasione di pubbliche funzioni, manifestazioni, cerimonie, eventi pubblici in genere, mercato cittadino; supporto quali ausiliari del traffico della Polizia Locale nel rispetto delle leggi e dei regolamenti in vigore. Le guardie giurate volontarie saranno facilmente individuabili sia grazie all’abbigliamento che al tesserino di riconoscimento e svolgeranno la propria attività esclusivamente all’interno del territorio del Comune di Isola Vicentina, coordinati dal Comandante di Polizia Locale dell’Unione, in accordo con l’Amministrazione. “Determinante è incrementare la percezione soggettiva di sicurezza, stimolando la crescita delle relazioni sociali e sollecitando i cittadini a divenire soggetti attivi sui temi della prevenzione e della sicurezza urbana – ha spiegato il vicesindaco Cazzola - La prevenzione sarà la maggiore attività delle nostre Guardie Volontarie che però con la loro presenza in divisa nei parchi e giardini pubblici ricorderanno sempre a tutti i doveri civici e, nel caso, sanzioneranno chi palesemente li vìola”.

29


SPORT

CONFERMATO ANCHE NEL 2016 IL BONUS SPORT L’anno 2016 ha visto la riconferma del Bonus Sport, che ha previsto un contributo complessivo pari a € 1500 per le famiglie con almeno 2 figli minori residenti che praticano attività sportiva sia nel territorio comunale, sia al di fuori di esso. Il contributo è stato corrisposto, fino ad esaurimento della somma disponibile, su base di una graduatoria che ha tenuto conto dell’ISEE del nucleo familiare e del numero di figli minori che praticano attività sportiva. Nello specifico, alle famiglie con 2 figli sono stati assegnati 100 euro, a quelle con 3 figli 150 euro e a quelle con 4 o più figli 200 euro. “Il Bonus Sport vuole agevolare la pratica sportiva giovanile, importantissima sia per la salute e il benessere fisico, sia per lo sviluppo delle capacità di integrazione e di socialità – spiega l’Assessore Denise Dacchioni – così, come già deciso lo scorso anno, abbiamo esteso l’opportunità anche ai nostri giovani atleti che praticano una disciplina sportiva al di fuori del territorio comunale.” Festa dello sport

UN SUCCESSO NONOSTANTE LO SLITTAMENTO Quest’anno si potrebbe coniare lo slogan “festa dello sport rimandata... festa dello sport fortunata”. La festa di tutte le associazioni sportive, infatti, avrebbe dovuto svolgersi nella giornata del 2 giugno ma, causa maltempo, è stata rimandata al 17 settembre. Un evento posticipato

30

che ha comunque riscosso il successo sperato. Da due anni ormai questo evento si caratterizza come un pomeriggio di formazione, gioco e divertimento per tanti bambini e ragazzi che hanno la possibilità di cimentarsi in discipline sportive diverse, alcune delle quali, sconosciute alla maggior parte di loro. Tra le novità di questa edizione, per premiare “la curiosità” sportiva di ogni giovane partecipante, è stato fornito dall’organizzazione, al momento dell’iscrizione ed assicurazione, un cartellino su cui registrare tutte le discipline praticate durante la giornata. Ad esaurimento cartellino, ogni giovane ha ricevuto in premio il cappellino della Festa dello Sport. La manifestazione è stata possibile grazie a tutte le Associazioni sportive del territorio e all’indispensabile presenza dei volontari della Croce Rossa e del Gruppo FIDAS di Isola Vicentina. La palestra di via Veneto a Isola

PIÙ BELLA GRAZIE AI VOLONTARI DI NENRJUKAN KARATE Durante la pausa estiva, la palestra di via Veneto, situata nel complesso delle ex scuole elementari di Iso-

la, ha subito un vero e proprio restyling migliorativo grazie all’ottimo lavoro di volontariato svolto dall’associazione Nenrjukan Karate che, a titolo di volontariato, ha eseguito nuove tinteggiature, piccoli lavori di manutenzione, ordine e pulizia, rendendo la palestra più luminosa e accogliente. In un momento in cui la riduzione delle risorse degli Enti Locali richiede riflessione e nuove forme di collaborazione, proporre e realizzare tale intervento a titolo gratuito è sicuramente “un’azione di responsabilità e di lungimiranza oltre che di grande impegno civico di utilità sociale”, come ha sottolineato l’Assessore Dacchioni.


È ACCADUTO…

IL RICORDO DEL 70° ANNIVERSARIO DEL PRIMO VOTO ALLE DONNE Il 30 maggio scorso il Comune ha voluto celebrare il 70mo anniversario di un evento che cambiò la storia: il primo voto alle donne nel referendum tra Repubblica e Monarchia del 2 giugno 1946. In realtà, le donne di Isola Vicentina votarono per la prima volta il 10 marzo del 1946 alle elezioni amministrative, ma solo pochi mesi più tardi furono realmente coinvolte nella politica con la decisiva scelta del referendum. In Sala polivalente, per ricor-

dare l’avvenimento, si sono succedute testimonianze di donne che quel voto lo apposero di persona, e testimonianze di donne partigiane, come Maria Pia Mainardi. Nel corso della serata è stato proiettato il prezioso documentario “Dalla parte giusta. Storie di partigiane vicentine”, realizzato dall’I. St.R.E.Vi. “Il voto alle donne, elemento fondamentale nel percorso di costruzione della Carta Costituzionale – ha dichiarato il Sindaco Francesco Gonzo durante la serata – è l’esito di una lunga lotta delle donne italiane per la loro dignità e per il diritto di voto, favorito e accelerato dalla loro partecipazione alla lotta di Liberazione, con grande tributo di dolore e sofferenza”

MEET THE MAYORS Anche quest’anno, il Comune di unità tra i militari e le loro famiglie. Isola Vicentina ha partecipato a Me- Tra i prodotti del territorio isolano, erano presenti la farina del Molino et-the-Mayors (incontra i sindaci) Filippi, la birra artigianale del Birrone, i salumi dell’Azienda agricola Al Rovere, il miele e gli asparagi dell’Agriturismo La Gramola e la ricotta della Latteria Sociale di Castelnovo.

UN EVENTO INFORMATIVO CON LA PROTEZIONE CIVILE In memoria del sisma che ha colpito il Friuli Venezia Giulia 40 anni fa e in occasione dei recenti terremoti che hanno stravolto il Centro Italia, l’Amministrazione Comunale ha deciso di organizzare un incontro sul rischio sismico nel territorio vicentino, in collaborazione con la Protezione Civile. Che cosa fare in caso di terremoto? E quanto alto è il rischio in Italia e in Veneto oggi? Di questo e di molto altro si è parlato il 14 novembre scorso nell’incontro dal titolo ‘Informazione e prevenzione: una difesa concreta contro i terremoti’. Tra gli interventi quelli di Matteo Collareda, geologo di Studiosisma, che si occupa di sismicità nel Vicentino e di prevenzione sismica, Daniele Marangoni, Responsabile della Protezione Civile dell’Unione dei Comuni e Chiara Garbin, Responsabile della Protezione Civile della Provincia di Vicenza.

INCONTRO CON FAGGIN

la mini-fiera nata per far incontrare la comunità statunitense con le Amministrazioni locali vicentine nel segno del buon cibo e della condivisione. Un appuntamento non solo importante, ma necessario se si pensa che ormai la Comunità americana, che vive tra Vicenza e provincia, ammonta a oltre 10.000

Il celebre professore Federico Faggin, inventore del primo microprocessore, a settembre ha incontrato i Cittadini isolani in un’insolita e originale serata per parlare di scienza dell’importanza e della consapevolezza. Originario di Isola Vicentina, Faggin è un fisico, inventore e imprenditore, che fu capo progetto dell’Intel 4004, il primo microprocessore al mondo. Nel 1986 Faggin ha anche fondato e diretto la “Synaptics”, che sviluppò i primi Touchpad e Touchscreen. Nel 2002, gli è stato assegnato il Premio Communitas Insularum. L’evento è stato organizzato in occasione dell’attribuzione al fisico del Premio “Leone del Veneto 2016”, assegnatogli dal Consiglio Regionale del Veneto.

31


STORIA E TURISMO Dal sogno al progetto reale, in primavera il primo trekking dal Piave al Garda

L’ANTICA PISTA DEI VENETI, UN PATRIMONIO PER IL TERRITORIO Un grande patrimonio di storia, di paesaggi, di cultura, di arte, di umanità e di ospitalità veneta, in una parola, l’antica Pista dei Veneti. Un cammino sulle orme degli antichi antenati ante-romani che si snoda dal Montello al Garda, attraversando tutto il Veneto centrale, e che sta diventando centro di interesse

regionale per l’incremento di quel turismo “dolce” fatto di camminatori che vogliono conosce i luoghi, attraversarli lentamente, gustarne i particolari, le persone, il modo di vivere, la ricchezza di stratificazioni depositate nei secoli dalla storia. Il Comune di Isola Vicentina sostiene da tempo l’iniziativa di costruire un “cammino” lungo l’antica Pista dei Veneti e collabora con l’omonimo Comitato Promotore che è riuscito a costituire un’associazione e a organizzare e sperimentare le prime tappe, sempre insieme ai gruppi locali di appassionati, paese per paese, collina dopo collina. A primavera è previsto “l’esperimento” più importante, un trekking lungo 14 giorni che ripercorre l’intera Via. L’appassionante storia dei Veneti e del progetto la spiega Giuseppe Provasi, ideatore e coordinatore del Comitato Promotore “Pista dei Veneti”.

32

“Tutti più o meno sanno che il territorio veneto era abitato, prima della dominazione romana, da un popolo che si autodefiniva VENETKENS, come riporta la famosa Stele di Isola Vicentina – spiega Provasi – era un popolo di agricoltori, di artigiani, di commercianti, famoso tra i paesi vicini per l’allevamento dei cavalli e per il commercio con i Paesi del Nord, da cui arrivavano le famose ambre del Baltico, che dal Veneto venivano diffuse in tutto il Mediterraneo. Testimonianza di questo popolo sono i numerosi reperti archeologici racchiusi nei musei di tutta la regione, tra i principali quello di Montebelluna, quello di Este, e poi Padova,Vicenza, Santorso, nella mostra didattica permanente di Castelnovo curata dal Gruppo Archeologico Communitas Insularum, e molti altri. In tutta la regione si trovano i loro insediamenti, i villaggi, i templi, le necropoli. I nostri appassionati di storia locale – prosegue – hanno identificato da molti anni proprio sulle nostre colline uno dei percorsi principali dell’epoca dei Venetkens, e l’hanno chiamato “Pista dei Veneti”, un nome che ha avuto successo, e che ormai è riconosciuto almeno a livello nazionale. Da anni ormai un gruppo di appassionati camminatori sta lavorando per aprire di nuovo la Pista e farla diventare una cammino che attraversa il Veneto centrale, sulle colline prealpine, dal Montello all’Asolano, al Bassanese, alle Bregonze, ai Tretti di Schio, alle nostre colline di Isola Vicentina, fino a Creazzo, a Montecchio Maggiore, a Montebello ed a Soave, e poi ancora fino a Verona, alla Valpolicella ed infine al Garda ed

alle sue Morene. Questo percorso coincide con quello indicato dalla programmazione regionale come il nuovo centro di interesse turistico del Veneto, la Pedemontana, le colline, il cuore umano e paesaggistico della Regione, con tutto il suo grande patrimonio di storia, di paesaggi, di cultura, di arte, di umanità e di ospitalità veneta. Una proposta culturale, sportiva, turistica, rivolta al pubblico locale, a quello regionale, nazionale ed internazionale; una nuova risorsa a disposizione delle nostre colline, delle sue strutture di ospitalità e di ristoro, volte alla valorizzazione delle specialità locali e dei prodotti tipici. Il Comune di Isola Vicentina ha promosso con noi il convegno del 26 febbraio scorso, in Villa Cerchiari, che ha avuto un buon successo ed ha portato all’adesione di numerosi Comuni, vicini e lontani, come Costabissara, Malo, San Vito, Schio, e ancora, Sarcedo, Zugliano, Caltrano, ed ancora Bassano del Grappa, San Zenone degli Ezzelini, la Comunità dei Colli Asolani, l’Associazione Pedemontana. Vi [di cui il Comune è socio, ndr], il Parco dei Lessini, ecc. Il lavoro procede, abbiamo costituito l’Associazione “Pista dei Veneti”, abbiamo organizzato e sperimentato le prime tappe. Per primavera – conclude Provasi - avremo “fatto” la maggior parte del cammino, e saremo pronti per la prima camminata collettiva su tutta la Pista, quattordici giorni a piedi, dal Piave al Garda, con un fitto programma culturale di comunicazioni, presentazioni, incontri; una buona idea è in marcia, grazie alla spinta del Comune di Isola Vicentina”.


SOCIALE Grande successo per la Prima Edizione la partecipazione media, ogni domenica, a questo tipo di iniziaRiuscitissima 1a Marcia dei Castella- tive, è di circa ri, organizzata lo scorso settembre 2.500-3.000 dal Comune in collaborazione con persone”. La FIASP (Federazione Italiana Amato- m a n i f e s t a ludiri Sport per Tutti), Pro-Castelnovo, zione Pro-Isola e i Gruppi Alpini di Isola, co-motoria si Castelnovo e Torreselle, tanto che è svolta sulle colline di Isola Vicensi parla già dell’organizzazione della tina con percorsi di 4, 9, 12 e 18 seconda edizione per il 2017, pro- chilometri, attraverso zone di notegrammata per domenica 17 settem- vole interesse storico-paesaggistico.

LA MARCIA DEI CASTELLARI

bre. L’idea vincente è quella di aver unito lo sport alla promozione del territorio e alla cultura, una formula che sempre più persone e soprattutto giovani, ricercano nel tempo libero. Dato che trova conferma anche dalla stessa FIASP: “Abbiamo accettato l’iniziativa perché eravamo molto desiderosi che questa marcia si facesse, soprattutto perché in questa zona veniva a mancare da tempo un manifestazione che valorizzasse il territorio – ha spiegato il presidente Enea Francesco – FIASP lavora per il territorio e la maggior prova dell’interesse è che UN MARCHIO PER LA MARCIA In occasione della prima Marcia dei Castellari, la Giunta comunale ha bandito un originale concorso per la creazione di un marchio dell’iniziativa. Il logo realizzato dal grafico Alessio Cortesia si è classificato primo per aver rappresentato, contemporaneamente, con il suo lavoro, la leggibilità, l’efficacia comunicativa e il legame con il territorio dell’iniziativa, facendone uno strumento di molteplice utilizzabilità.

Una staffetta commemorativa Russia-Italia

2700 KM IN MEMORIA DEI CADUTI Ben 2.700 km da ri-percorrere a piedi in memoria dei 90.000 caduti italiani in terra di Russia, 12 giorni a disposizione per farlo con 12 atleti dell’Atletico Bastia che correranno a staffetta per tutte le 24 ore e un documentario da girare in questo originale viaggio della memoria. Si chiama “Lungo la strada del ritorno” ed è sicuramente tra gli eventi più straordinari dell’estate 2017. Patrocinato dal Comune di Isola Vicentina e dalla Regione Veneto, l’evento è organizzato dall’Associazione storico-culturale isolana “Tracce di memoria” in occasione dei 75 anni della Ritirata di Russia, come staffetta commemorativa per tutti gli italiani mai tornati in Patria. “Il progetto – spiega l’associazione – nasce dalla convinzione che quella parte di storia italiana avvenuta in territorio russo durante la seconda guerra mondiale sia stata una sciagura non solo per la nostra Patria ma per moltissime famiglie che ancora oggi, a distanza di 75 anni, non hanno avuto modo di sapere che sorte è capitata ai loro cari. Molte sono le testimonianze da parte dei

reduci della Campagna di Russia che riportano, anche a nome dei quasi 90.000 caduti italiani, il loro desiderio di tornare “a baita”, come ricordava Mario Rigoni Stern. Nel 2010 è stata ritrovata nella steppa russa la piastrina di riconoscimento di un nostro compaesano, Luigi Arnaldi, catturato durante la Ritirata e deceduto poi un campo di prigionia russo. Questo avvenimento, molto raro, ha portato la nostra associazione a riflettere sull’importanza di ricordare i combattenti”. “E’ un evento di proporzioni enormi che i nostri concittadini Stefano Frugani e William Rabito, in collaborazione con altri, stanno progettando da mesi – dichiara il sindaco – e che sta già dando riscontro di grande interesse a livello nazionale”. D’altronde, William e Stefano non sono nuovi ad imprese impegnative e appassionate: ricordiamo infatti le due pubblicazioni “Sulle tracce della memoria”, del 2013 e preludio di questa staffetta, e “Isola 15-18, perché niente e nessuno si perda nel tempo”, in ricordo dei concittadini caduti nel Primo Conflitto Mondiale. Il grande viaggio comincerà martedì 1 agosto 2017 quando tutto lo staff organizzativo partirà da Isola Vicentina con camper, auto e furgoni alla volta di Rossosch, in Russia, attraversando la Slovenia, l’Ungheria e l’Ucraina. Venerdì 4 agosto, sulle rive del Don, prenderanno il via le riprese per realizzare il documentario sulla Ritirata di Russia e lunedì 7 inizierà la grande staffetta commemorativa che porterà gli atleti da Rossosch a Monte Berico a Vicenza. 12 lunghi giorni in cui i partecipanti dovranno percorrere circa 20 km al giorno ciascuno con fermate in 11 campi base. La staffetta, dopo aver oltrepassato vari paesi europei, arriverà sabato 19 agosto in Italia attraverso il passo del Brennero, toccando Bolzano,Trento e Verona per poi arrivare a Monte Berico.

33


BENESSERE E TERZA ETÀ

PROSEGUE ANCHE NEL 2017 L’ATTIVITÀ DELLA SCUOLA DI MEMORIA È nato nel 2015 ed è diventato subito un progetto importante e di riferimento per molti anziani del territorio: la “Scuola di Memoria” con le sue attività volte ad attivare le funzioni cognitive di base, le funzioni prattognosiche e logiche, il coordinamento sensoriale e percettivo di adulti e anziani, proseguirà anche nel 2017 con una pausa estiva prevista nei mesi di luglio e agosto. Ogni venerdì dalle ore 10.00 alle 11.30, l’appuntamento è al Centro Parrocchiale “Don Franco” di Isola Vicentina, dove il gruppo, insieme alle dott. sse Fabris e Fanchin, lavora non soltanto per agire sulle strutture mentali, neurologiche e cerebrali deficitarie, ma anche per prevenire la depressione e la solitudine. Un progetto, sostenuto dalla Parrocchia, che mira a trattare i disturbi della memoria ma che è di fondamentale importanza anche per la stimolazione della capacità cognitive ed ancor più  per il recupero della socializzazione degli anziani.

STUDIARE AD OGNI ETÀ, ECCO UN PICCOLO CONTRIBUTO Se è vero che nella vita non si finisce mai di imparare, ecco che l’Amministrazione Comunale ha voluto incoraggiare i non più giovanissimi a iscriversi all’Università adulti/anziani, erogando un contributo di 50 euro a ogni persona

34

Un progetto per la terapia residente iscritta ai corsi presso i Comuni di Caldogno, Costabissacognitiva in acqua ra, Malo e Villaverla (o altri Comuni limitrofi), per l’anno accademico 2016/2017. “Considerata l’impossibilità di attivare l’Università degli Anziani nel nostro Comune, sia Strettamente correlato con la per questione di costi sia perché Scuola di Memoria è anche il nuovo l’attivazione non è avvenuta negli progetto “Acquatica-mente”, patroanni precedenti e quindi i corsi cinato dal Comune lo scorso ottosono ora attivi in tutti gli altri co- bre e che durerà fino a giugno 2017. muni limitrofi – spiega l’assessore Si tratta di una terapia cognitiva in Dacchioni - riteniamo doveroso acqua rivolta a portatori di disabisostenere e favorire l’iscrizione lità cognitive (Alzheimer, ictus, esiti di quanti intendono partecipare da traumi, ischemie ecc), patologie ad attività che mirano a stimola- neuro-motorie, depressioni. Un’atre la mente ed accrescere la cu- tività, anche questa, dedicata ad riosità e la cultura personale”.  adulti e anziani che viene condotta, sempre insieme a specialisti, utilizzando l’acqua come mediatore per le stimolazioni individuali e in gruppo. Come per la Scuola di Memoria il gruppo viene utilizzato come fattore terapeutico efficace nelle patologie croniche. Il progetto si potrà rilevare molto utile visto che pare dimostrato che il nostro cervello, essendo plastico, posto in condizioni diverse dall’usuale, cioè a terra, chiaramente protette, sia in grado di ricevere nuovi stimoli e creare nuove risposte. Grazie all’attività in acqua, inoltre, si può ottenere un miglioramento nella postura, nel coordinamento motorio, nell’oPer la prima volta, da quest’an- rientamento spaziale e temporale e no, il Comune di Isola Vicentina quindi un miglioramento cognitivo ha partecipato all’iniziativa “Mese e della memoria, e non da ultimo, di sensibilizzazione sull’Alzhei- un aumento del tono dell’umore mer e il declino cognitivo” pro- e conseguentemente un miglioramossa dall’ULSS6 di Vicenza. Per mento nei casi di depressione. l’occasione, il 27 settembre si è tenuto un incontro gratuito e aperto alla cittadinanza dal titolo “Prendersi cura della memoria”, nel quale sono intervenuti Ermenegildo Mazzocato, geriatra e gerontologo, Giuliana Fabris e Maria Giovanna Corradin, psicoterapeute, Martina Fanchin, psicologa e il Dott. Frison dell’ ULSS 6 “Vicenza”- U.O.C. Cure Primarie.

È NATO "ACQUATICA-MENTE"

ISOLA VICENTINA ADERISCE AL MESE DI SENSIBILIZZAZIONE SULL’ALZHEIMER


DA SAPERE

DA OGGI SI PUÒ DECIDERE DI ESSERE DONATORI DI ORGANI E TESSUTI ANCHE IN COMUNE È partito anche a Isola Vicentina il progetto “Carta d’Identità - Donazione Organi”, ovvero la possibilità di esprimere la propria volontà di essere donatore di organi e tessuti compilando un modulo in Ufficio Anagrafe. Sarà possibile farlo nel momento di ritiro o rinnovo della carta d’identità. Come? Semplice: basta chiedere all’Ufficiale d’anagrafe il modulo per la dichiarazione, riportare nel campo indicato le proprie volontà, firmare il modulo e riconsegnarlo. La decisione sarà trasmessa in tempo reale al Sistema Informativo Trapianti, la banca dati del Ministero della Salute che raccoglie tutte le dichiarazioni rese da Cittadini maggiorenni. Fa fede l’ultima dichiarazione rilasciata in ordine di tempo, pertanto sarà possibile cambiare idea sulla donazione. Rimango validi gli altri quattro modi per esprimere la propria volontà in merito: richiedere il modulo alla ASL di appartenenza, firmare l’atto olografo dell’AIDO (Associazione Italiana Donatori di Organi, Tessuti e Cellule), compilare e firmare il Tesserino Blu consegnato dal Ministero della Salute nel 2000 o le tessere distribuite dalle associazioni di settore (da portare sempre con sé), oppure scrivere su un foglio libero la propria volontà, ricordandosi di inserire i dati anagrafici, la data e la firma, custodendolo tra i tuoi documenti personali.

A CASTELNOVO UNA NUOVA CASETTA DELL’ACQUA A Castelnovo, in via Carpaccio, è arrivata una nuova Casetta dell’Acqua. A inaugurarla, simbolicamente, sono stati i bambini della scuole insieme al Sindaco Francesco Gonzo e al Presidente di Alto Vicentino Servizi Giovanni Cattelan. Questa casetta è una delle 13 installate da AVS, l’Azienda pubblica che gestisce il Servizio Idrico Integrato in 39 Comuni della Provincia, e con questa cerimonia sono state idealmente inaugurate tutte le altre nuove installazioni.

INAUGURATA LA TERZA FARMACIA SULLA STATALE DEL PASUBIO È aumentato il servizio farmaceutico che soddisfa le esigenze socio-sanitarie di Isola Vicentina. È stata inaugurata, infatti, dopo un lungo iter burocratico, la Farmacia Igea, dalla dea greca della salute e dell’igiene, la terza del territorio isolano che si trova sulla SP 46 del Pasubio, vicino al supermercato Penny Market. Una collocazione molto comoda, lungo il principale asse viario e dotata di ampio parcheggio. L’apertura della nuova farmacia è stata possibile perché Isola Vicentina, già al 31 dicembre 2012 contava 9.873, mentre nel 2014 si è arrivati oltre i 10.100 abitanti, superando del 50% il rapporto stabilito della legge di una farmacia ogni 3.300 abitanti. La gestione è stata affidata per 30 anni alla società Doctor Helty srl di Montecchio Maggiore, aggiudicataria del bando pubblico. Soddisfazione e gratitudine espresse dal sindaco Francesco Gonzo per la

celerità e la professionalità con cui la struttura comunale ha portato avanti il complesso iter burocratico, che sembrava inizialmente insormontabile.

A ISOLA UN CORSO DI FOTOGRAFIA Grazie alla collaborazione con il Circolo Fotografico Vicenza, il Comune ha organizzato per l’anno 2016 un corso base di fotografia che si è tenuto al Centro Polivalente di Castelnovo riscuotendo una buona partecipazione. L’intenzione è quella di riproporlo anche per il 2017 nei mesi di aprile e maggio.

35


Profile for Comune di Isola Vicentina

Informa isola 2016  

Periodico edito dal Comune di Isola Vicentina

Informa isola 2016  

Periodico edito dal Comune di Isola Vicentina

Advertisement