Page 1

swiss multikulti lifestyle magazine, www.inewsswiss.com - Nr. 53 OKTOBER - NOVEMBER 2019 - Chf. 4.-

INEWSSWISS.COM

CAROLINA STRAMARE MILANO FASCHION WEEK 19

WOPART

ZUCCHERO MARCO MENGONI PEPPE ZULLO ISABELLA PILERI

SLOWLY IN SALVE AWARDS 2019 FOOD AND TRAVEL ITALIA

ITALO SWISS SILVESTER PARTY

HOTEL MÖVENPICK REGENSDORF-ZÜRICH


Per Julian, che preferisce le bionde.

Oltre 500 birre. E c’è anche la tua.


swiss multikulti lifestyle magazine, www.inewsswiss.com - Nr. 53 OKTOBER - NOVEMBER 2019 - Chf. 4.-

INEWSSWISS.COM

Inhalt

INEWSSWISS.COM CAROLINA STRAMARE MILANO FASCHION WEEK 19

WOPART

ZUCCHERO MARCO MENGONI PEPPE ZULLO ISABELLA PILERI

SLOWLY IN SALVE AWARDS 2019 FOOD AND TRAVEL ITALIA

ITALO SWISS SILVESTER PARTY

HOTEL MÖVENPICK REGENSDORF-ZÜRICH

EDITORIAL 5 EDITORIALE ANTONIO CAMPANILE 7 EDITORIALE PINA BEVILACQUA 9 EDITORIAL BY BRIAN BASNAYAKE 11 EDITORIAL CARLA BORDOLI CRIVELLI VISCONTI ARTE 12 WOPART WORK ON PAPER FAIR 14 MASOUD AKHAVANJAM 16 ART MARBELLA 2019 28 FALSI MERIDIANI 30 PEDRO MOLINA 33 DE CHIRICO A GENOVA, EMOZIONI METAFISICHE 34 DANA NOWAK 36 ROLF KNIE FESTIVAL - CINEMA 18 MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA 2019 : 20  ZURICH FILM FESTIVAL: 21 SERGIEI POLUNIN 22 INTERVISTA A TERRY RAY 24 AWARDS 2019 FOOD AND TRAVEL ITALIA 55 DAL ROMANZO “SCHEGGE DI MEMORIA” DI ISABELLA PILERI IL VIDEO CON RYOKO TAJIKA DREI E MARIA RITA VITA TRAVEL NEWS 26 VOLOTEA COMMUNICATION 37 CARTA IDENTITÀ ELETTRONICA 38 ALFONSO SANCHA 39 LA “FONDAZIONE RE MANFREDI” PREMIA NANCY DELL’OLIO 40 SI VIVE UNA VOLTA SOLA 41 SLOW FOOD TURISMO 42 VIVOSA APULIA RESORT 46 LA PUGLIA É TRA LE 4 REGIONI PROTAGONISTE DELLA “GUIDA AL TURISMO DELLE RADICI” 47 EIN GELUNGENES ZÜRI FÄSCHT 2019 48 “OUR HOUSE IS BURNING AND WE ARE LOOKING ELSEWHERE” MODA 50 CHOPARD - HAPPY SPORT 52 CHOPARD X CHLOË SEVIGNY 53 THE BRAND PRESENTS TWO NEWSLIMLINE PERPETUAL CALENDAR MANUFACTURE TIMEPIECES PERSONALITY 54 ISABELLA PILERI. INTERVISTA

SILVESTER SPEKTAKEL

MUSICA 56 ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI 74 FRANCESCA ALOTTA 75 MAHMOOD 76 MARCO MENGONI 78 GIANNI NARDO 80 POWER HITS ESTATE 2019

ITALO - SWISS - LATINO

KONGRESSSAAL HOTEL MÖVENPICK ZÜRICH-REGENSDORF

ITALO SWISS SILVESTER PARTY iNEWS

Foto di copertina: LINO SPRIZZI

3


Impressum VERLAG

Antonio Campanile

EDITORIAL DIREKTOR Pina Bevilacqua

TESTIMONIAL VIP DIREKTOR MARKETING

Salvo Buttita

CHEFREDAKTOR

Gabriella Groppetti (deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (englische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion)

Director Ereignisse. Piero Melissano

Inews Salento

REDAKTION

Sabrina Tortomano Luana Nocco Antonella Montesi Pietro De Seta Palma Bucarelli Beatrice Feo Filangeri Gianni Motori Mariella Nica Antonella Millarte Eugenio Forestrieri Pino Laudano Erika Ventura Laura Lamarra

Thomas Lang Marco Montini Massimiliano Teramo Rocco Delli Colli Gianni Barone Dalia Sgarbis Vincenzo Muni Italo Caroli Salvatore Tramontana Rita Albrecht Bruno Sonetto Isabella Pileri

Cosimo Vonghia

Antonio Sellito

Social Media Manager REDAKTION CHUR

REDAKTION TESSIN - Via Peri Lugano Rita Albrecht Antonio Varrica

Ludovico Gentile Nicola Cathieni

REDAKTION VIENNA Erich Bauer

REDAKTION BASILEA Piero Esteriore Mimmo Esteriore Salvo Buttita

Michele Ferrante Davorka Zguric

REDAKTION MOSCA Antonella Rebuzzi

REDAKTION ROM Alfonso Benevento Michele Viola

Brenda Liquadri Angela Verde

REDAKTION MAILAND Eugenio Forestieri

REDAKTION TURIN Francesco Mescia

REDAKTION SIZILIEN Francesco Di Dario

Rita Pennisi

REDAKTION APULIEN Eustachio Cazzorla Domenico Potenza

Nicola Tramonte

REDAKTION PARMA Giuseppe Laudano

REDAKTION BOLOGNA Simona Artanidi

REDAKTION ORSARA-FOGGIA-PUGLIA Eustachio Cazzorla Nicoletta Altieri

Brenda Liquadri

REDAKTION BRASILE E SUD AMERICA Sheila Fisler Public Relations Daniella Cabral Sales Manager

MARKETING/ WERBUNG antonio@campanile.ch

GRAPHICS: Morena Fiorucci ART DIRECTOR: Paolo Ugolini WEB MASTER: Claudio Giuliani PHOTOGRAPHER Claudio Giuliani Rocco Lamparelli Lino Sprizzi photos-people.ch Francis Bissat Patrick Frischknecht

Nuccio Mastrogiacomo Patrizio De Michele Nicola Tramonte www.fb-photografie.ch Daniele Maiolo

ABO-SERVICE

antonio@campanile.ch

DRUCKZENTRUM

VCT - Herostrasse 9 - 8048 Zürich

VERLAG

MEDI@PRESSE SWISS Agency Marketing & Communication i NEWS swiss life style magazine Herostrasse 9 Zürich Switzerland Swiss Tel. 0041 79 405 39 85 Italy Tel. 0039 334 839 3583 Inews: Zürich-Roma-Berlin-Mosca-Marbella-Como www.campanile.ch www.inewsswiss.com Abbonamento / soci CHF 100.Monatliche Ausgabe

4

iNEWS


Sehr geehrte Leserinnen und Leser Nach der großen Erfahrung als Mediapartner bei Art marbella, an der Costa del Sol, wo wir internationalen Künstler positioniert haben, bin ich nun von der Pressetour in Apulien-Salento «Slowly in Salve“ zurückgekehrt. Apulien ist eine Destination, welche alle verzaubert. Sonnenschein, Lebensmittel von ausgezeichneter Qualität, traumhafte Strände und Städte und Orte voller Kultur, zeichnen diese Region aus und kann ich unseren Lesern vor allem in der Nebensaison sehr empfehlen. Die Mode ist eine treibende Kraft für den italienischen Export. Im Jahr 2018 erwirtschaftete dieses Geschäft rund 50 Milliarden Euro. Die wichtigsten Produktionsziele des Sektors sind Frankreich (10,4% der Gesamtmenge, +2,9%), die Schweiz (9,6%, +19,1%) und Deutschland (9,2%, +0,5%). Und wenn Frankreich der wichtigste italienische Partner für Bekleidung, Strickwaren, Teppiche, Schuhe und Pelze ist, zeichnet sich Hongkong durch Sportbekleidung aus, Deutschland durch Stoffe und Hemden, T-Shirts und Unterwäsche, die Schweiz durch Taschen und Lederwaren, die Vereinigten Staaten durch Haushaltswäsche, Rumänien durch Garne, Besätze und Knöpfe. Wachstum: China (+15,5%), Südkorea (+10,8%) und Tunesien (+5,9%), aber auch Garne in China, Stoffe in Marokko, Haushaltswäsche in Israel, Knöpfe in Sri Lanka, Strick in China, Sportbekleidung in Macau, Taschen in Serbien und Schuhe in China und Kanada. All dies wurde an der Mailänder Modewoche diskutiert, wo wir bei Medi@Presse Swis S.p.A. natürlich anwesend waren und uns auf alles konzentrierten, was getan werden muss, um diesen positiven Trend zu festigen und wenn möglich zu entwickeln. Alle waren sich einig, dass es unter den zu ergreifenden Maßnahmen vor allem eine lebendige und sorgfältige Kommunikation nötig ist. Denn heute reicht es nicht mehr aus, ein gutes Produkt herzustellen, um auf dem Markt konkurrenzfähig zu sein. Es ist leicht zu kopieren und seine Qualität wird vom Kunden / Verbraucher oft als selbstverständlich angesehen. Es ist daher die Kommunikation, die den Unterschied macht, die sie von ihren Mitbewerbern unterscheidet und die dem Angebot einen Mehrwert verleiht. Die Tourismusbranche kann ihren Umsatz steigern, wenn sie für den Zeitraum von März bis Juni und von September bis November wettbewerbsfähige Angebote auf dem Markt bringt. Antonio Campanile Ich wünsche Ihnen einen sonnigen Herbst.

iNEWS

5


Impressum EDITORE

Antonio Campanile

DIRETTORE EDITORIALE Pina Bevilacqua

TESTIMONIAL VIP DIREZIONE Marketing&Pubblicità Salvo Buttita

CAPO REDATTORE

Gabriella Groppetti (deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (englische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion)

DIRETTORE EVENTI Piero Melissano

Inews Salento

REDAZIONE

Sabrina Tortomano Luana Nocco Antonella Montesi Pietro De Seta Palma Bucarelli Beatrice Feo Filangeri Gianni Motori Mariella Nica Antonella Millarte Eugenio Forestrieri Pino Laudano Erika Ventura Laura Lamarra

Thomas Lang Marco Montini Massimiliano Teramo Rocco Delli Colli Gianni Barone Dalia Sgarbis Vincenzo Muni Italo Caroli Salvatore Tramontana Rita Albrecht Bruno Sonetto Isabella Pileri

Social Media Manager

REDAZIONE COIRA (CH) Cosimo Vonghia

Antonio Sellito

REDAZIONE TICINO - Via Peri Lugano Rita Albrecht Antonio Varrica

Ludovico Gentile Nicola Cathieni

REDAZIONE VIENNA Erich Bauer

REDAZIONE BASILEA Piero Esteriore Mimmo Esteriore Salvo Buttita

Michele Ferrante Davorka Zguric

REDAZIONE MOSCA Antonella Rebuzzi

Brenda Liquadri

REDAZIONE ROMA Alfonso Benevento Angela Verde

Michele Viola

REDAZIONE MILANO Eugenio Forestieri

REDAZIONE TORINO Francesco Mescia

REDAZIONE SICILIA Francesco Di Dario

Rita Pennisi

REDAZIONE PUGLIA Eustachio Cazzorla Domenico Potenza

Nicola Tramonte

REDAZIONE PARMA Giuseppe Laudano

REDAZIONE BOLOGNA Simona Artanidi

REDAZIONE ORSARA-FOGGIA-PUGLIA Eustachio Cazzorla Brenda Liquadri Nicoletta Altieri REDAZIONE BRASILE E SUD AMERICA Sheila Fisler Public Relations Daniella Cabral Sales Manager MARKETING/ PUBBLICITÀ antonio@campanile.ch

GRAFICA: Morena Fiorucci ART DIRECTOR: Paolo Ugolini WEB MASTER: Claudio Giuliani FOTOGRAFI Claudio Giuliani Rocco Lamparelli Lino Sprizzi photos-people.ch Francis Bissat Patrick Frischknecht

Nuccio Mastrogiacomo Patrizio De Michele Nicola Tramonte www.fb-photografie.ch Daniele Maiolo

ABBONAMENTI

Redaktion@italiannews.ch

TIPOGRAFIA

VCT - Herostrasse 9 - 8048 Zürich

CASA EDITRICE

MEDI@PRESSE SWISS Agency Marketing & Communication i NEWS swiss life style magazine Herostrasse 9 Zürich Switzerland Swiss Tel. 0041 79 405 39 85 Italy Tel. 0039 334 839 3583 Inews: Zürich-Roma-Berlin-Mosca-Marbella-Como www.campanile.ch Abbonamento / soci CHF 100.Monatliche Ausgabe www.inewsswiss.com

6

iNEWS


Il fascino del Belpaese Il mercato svizzero risulta essere ancora oggi un investimento di sicuro successo per qualsiasi operatore turistico italiano perché il turismo elvetico in Italia continua a registrare una capacità di spesa superiore alla media europea. Infatti la spesa complessiva degli svizzeri per i viaggi all’estero si attesta sui 10 miliardi di euro e mediamente per un soggiorno in Italia gli elvetici spendono circa 140 euro al giorno. In particolare i turisti svizzeri sono il terzo mercato per il Nord Italia, il secondo mercato per le destinazioni montane e il terzo mercato per le destinazioni marittime. Inoltre si registra un incremento d’interesse per le vacanze culturali e le città d’arte, anche minori, per l’enogastronomia, il golf e il turismo nautico Made in Italy. Ottimi risultati anche per i laghi, le vacanze legate alla natura (bicicletta, trekking…) e il wellness. Dati entusiasmanti, resi possibili dalla variegata ed irresistibile offerta turistica italica, ma anche dall’incessante lavoro di realtà come la nostra Medi@Presse Swis S.p.A, prestigiosa agenzia internazionale di media & business con base a Zurigo e ramificazioni nel mondo.Realtà che sono nate proprio per innescare o rafforzare i processi virtuosi dell’economia globale a beneficio degli imprenditori che si affidano alla loro professionalità. Cordiali saluti Pina Bevilacqua

iNEWS

7


Impressum EDITOR

Antonio Campanile

MANAGING EDITOR Pina Bevilacqua

TESTIMONIAL VIP DIRECTOR Marketing/ADVERTISING Salvo Buttita

CHIEF EDITOR

Gabriella Groppetti (deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (englische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion)

DIRECTOR EVENTS Piero Melissano

Inews Salento

EDITORIAL BOARD Sabrina Tortomano Luana Nocco Antonella Montesi Pietro De Seta Palma Bucarelli Beatrice Feo Filangeri Gianni Motori Mariella Nica Antonella Millarte Eugenio Forestrieri Pino Laudano Erika Ventura Laura Lamarra

Thomas Lang Marco Montini Massimiliano Teramo Rocco Delli Colli Gianni Barone Dalia Sgarbis Vincenzo Muni Italo Caroli Salvatore Tramontana Rita Albrecht Bruno Sonetto Isabella Pileri

Social Media Manager

EDITORIAL BOARD IN CHUR (CH) Cosimo Vonghia

Antonio Sellito

EDITORIAL BOARD IN TICINO Via Peri Lugano Rita Albrecht Antonio Varrica

Ludovico Gentile Nicola Cathieni

EDITORIAL BOARD IN VIENNA Erich Bauer

EDITORIAL BOARD IN BASILEA Piero Esteriore Mimmo Esteriore Salvo Buttita

Michele Ferrante Davorka Zguric

EDITORIAL BOARD IN MOSCA Antonella Rebuzzi

Brenda Liquadri

EDITORIAL BOARD IN ROMA Alfonso Benevento Angela Verde

Michele Viola

EDITORIAL BOARD INMILANO Eugenio Forestieri

EDITORIAL BOARD IN TORINO Francesco Mescia

EDITORIAL BOARD IN SICILY Francesco Di Dario

Rita Pennisi

REDAZIONE PUGLIA Eustachio Cazzorla Domenico Potenza

Nicola Tramonte

EDITORIAL BOARD IN PARMA Giuseppe Laudano

EDITORIAL BOARD IN BOLOGNA Simona Artanidi

EDITORIAL BOARD IN

ORSARA-FOGGIA-PUGLIA Eustachio Cazzorla Brenda Liquadri Nicoletta Altieri

EDITORIAL BOARD IN

BRASILE E SUD AMERICA Sheila Fisler Public Relations Daniella Cabral Sales Manager

MARKETING/ PUBBLICITÀ antonio@campanile.ch

GRAPHICS: Morena Fiorucci WEB MASTER: Paolo Ugolini WEB MASTER: Claudio Giuliani PHOTOGRAPHY Claudio Giuliani Rocco Lamparelli Lino Sprizzi photos-people.ch Francis Bissat Patrick Frischknecht

Nuccio Mastrogiacomo Patrizio De Michele Nicola Tramonte www.fb-photografie.ch Daniele Maiolo

ABO SERVICE

Redaktion@italiannews.ch

PRINT: VCT - Herostrasse 9 - 8048 Zürich PUBLISCHER: MEDI@PRESSE SWISS Agency Marketing & Communication i NEWS swiss life style magazine Herostrasse 9 Zürich Switzerland Swiss Tel. 0041 79 405 39 85 Italy Tel. 0039 334 839 3583 Inews: Zürich-Roma-Berlin-Mosca-Marbella-Como www.campanile.ch Abbonamento/soci CHF 100.- Monatliche Ausgabe www.inewsswiss.com

8

iNEWS


Dear Readers, Summer has come and gone, and it seems, at least for some people, in the blink of an eye. It was indeed a summer that set new records and brought infinite joy in some places but untold distress in others. For those with long memories, summer meant truly idyllic times on the beach or ambling across the luscious and radiant countryside, enjoying the crisp air under a pleasantly warm sun. It was a case of summer holidays by the sea to revel in the sun or heading to the mountains to escape the heat. Times, indeed, have changed, and although summer still means, on the whole, gloriously warm days and the “good life� out in the fresh air and calm surroundings, the unabated rise in temperatures is taking its toll. While the ice-cap in the North Pole steadily diminishes, and glaciers in the northern hemisphere disappear forever, torrential rains and sudden floods destroy towns and livelihoods of thousands of people in all continents. And the loss of lives seems sadly inevitable. Summers indeed are no longer what they used to be just a few decades ago. Autumn is here, although summer seems to be lingering for a while longer. Optimists will, of course, hope for another Indian summer, in expectation of a harsh and long winter. However, the change of season will not reduce the chances of natural disasters taking place in Europe and across the globe. Climate sceptics aside, most people are aware of the pattern of increasing natural catastrophes in the world and the inability of governments and the people at large to manage and abate impending disasters. Added to that, human activity is compounding an already deteriorating situation. In their pursuit of extracting resources in the developing countries, powerful multinational companies and other commercial entities are colluding with weak or corrupt political leaders to undermine vital efforts to protect the environment. Just when the ice-caps in both poles are melting, and glaciers are disappearing, the Amazon rain forest has been wantonly set ablaze by rogue farmers and settlers in Brazil, allegedly at the behest of a government that is in cahoots with multinational corporations that are determined to extract every ounce of all the precious resources the land holds. President Macron of France dared to voice the danger the fires in Brazil posed to the world as a whole. However, we are yet to hear and see what concrete actions Europe, in particular, will undertake to prevent the destruction of the rain forest not only in Brazil but in other parts of the globe as well. There is an urgent need to develop a comprehensive plan to demarcate and protect the areas of the world that are vital for the ecological wellbeing of the planet. The question is: are the most powerful nations in the world united enough to embark on such a mammoth task? And are they capable of putting aside their selfinterests and promote universal interests instead to save the planet? However, most important of all, are the people, particularly in the developed world, ready to come together and call on their leaders to bring in the changes? We hope the people will soon realize the gravity of the situation and raise their voices to save the planet. We live in hope and wish you a splendid autumn and a pleasant read inside this magazine. Yours sincerely, Brian Basnayake iNEWS

9


Impressum EDITOR

Antonio Campanile

MANAGING EDITOR Pina Bevilacqua

TESTIMONIAL VIP DIRECTOR DE MARKETING Y PUBLICIDAD Salvo Buttita

JEFES DE REDACCIÓN

Gabriella Groppetti (Redacción alemana/deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (Redacción alemana/deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (Redacción inglesa/englische Redaktion) Mursia Petrachi (Redacción italiana/italienische Redaktion) Carla Bordoli Crivelli Visconti (Redacción española/spanische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion)

EVENTOS DIRECTORA

Piero Melissano

Inews Salento

REDACCIÓN

Daniela Corti Cristiana Corti Gabriele Beate Hefele Juan Miguel Fernández Pérez Luana Pavesi Sofia Beatrice Monti Luciano Pappalardo Pasquale Balestriere María José Camacho Pérez Corina Butas Vania Penha da Silva Rosario Martínez Rodríguez

INFORMACIÓN EN ALEMÁN, COSTA DEL SOL Gabriele Beate Hefele (periodista)

REDACCIÓN BRASILE EN SUD AMERICA Sheila Fisler Daniella Cabral

Public Relations Sales Manager

MARKETING/PUBLICIDAD

antonio@campanile.ch www.inewsswiss.com - www.campanile.ch

RELACIONES PÚBLICAS

Luana Pavesi (marketing/PR/comunicación)

FOTOGRAFÍA Antonia Guerra Eugenio D'Hamo

INFORMACIÓN MÚSICA Y EVENTOS Sofía Beatrice Monti (cantante y relaciones públicas)

MODA, IMAGEN, TENDENCIAS María José Camacho Pérez (hair stylist) Vania Penha da Silva (beauty consultant)

GASTRONOMÍA NACIONAL E INTERNACIONAL

Bruno Filippone Luciano Pappalardo (Chef) Pasquale Balestriere (Chef) Zulay Gómez Carrera (ayudante Chef y control aprovisionamiento)

INFORMACIÓN ECONOMÍA Y FINANZAS Juan Miguel Fernández Pérez (derecho y fiscalidad) Eduardo V. Luján

COLABORADORES WEB Y REDES SOCIALES Vincenzo Ottavio Pesce (web&community manager) Lidia Moreno Aguilar (community manager) Corina Butas (social networker)

INICIATIVAS SOCIO-CULTURALES Rotary Club Estepona Sotogrande International

www.inewsswiss.com

10

iNEWS

www.inewsswiss.com


Queridas lectoras, queridos lectores: Estaba buscando alguna inspiración mirando las noticias más vistas en varios periódicos, en los medios de telecomunicación, en canales extranjeros… comprender cuatro idiomas me ayuda a poderme informar realmente sobre lo que pasa en el mundo, o al menos en los países cuya versión original puedo leer y analizar, sin tener que acatarme a traducciones a veces inexactas o manipuladas como se ha podido apreciar en alguna que otra ocasión en estos últimos años tan revueltos en todos los campos pero sobre todo el sector socio-político….Y aquí estoy, con un solo pensamiento: si en lugar de tanta basura y noticias sobre la maldad del ser humano o sobre las conversaciones superficiales y estériles de programas hechos solo para mantener el nivel intelectual de la población “bajo control” en la ausencia total de sentido crítico por la que yo defino “atrofia cerebral inducida”, se difundieran a gran escala actualizaciones sobre avances científicos, médicos, tecnológicos etc. , y se exaltase todo lo magnífica y creativa que es la humanidad, seguramente el mundo marcharía mucho mejor! Por suerte, somos capaces de levantarnos, después de cualquier caída y dificultad, sacudirnos y curar las heridas de los percances de la vida, y renacer, con nuevos horizontes, nuevas perspectivas, nuevos proyectos, nuevos impulsos… Septiembre, octubre, noviembre…los meses postveraniegos que siempre se caracterizan por la linfa vital de la conquista de nuestras metas después del descanso, con esa fuerza imparable que ha llevado al hombre a superarse continuamente en su paulatina e imparable evolución hacia el saber y el conocimiento. Sí, porque yo sigo centrándome en lo positivo, y no en las barbaridades y violencias que parece ahora que dominen el mundo. No es así porque también hay gente que respeta a los demás, que ama a los animales, que no daña el medioambiente, que sonríe a la vida, que admira el amanecer, que se besa en cada atardecer. Os deseo un otoño lleno de energía, satisfacciones en lo personal y en lo profesional y, como siempre, os esperamos, los que formamos el equipo de Inews Spain, en la soleada Costa del Sol , donde cada mes del año es una caja de sorpresas, eventos, congresos, exposiciones, cultura, deporte, diversión, playa y glamour. Un saludo cordial, Carla Bordoli Crivelli Visconti

www.inewsswiss.com

iNEWS

11


arte

LUDOVICA CRIVELLI

WOPART WORK ON PAPER FAIR WOPART 2019. QUARTA EDIZIONE DELLA FIERA INTERNAZIONALE DEDICATA ALLE OPERE D’ARTE SU CARTA

S

i è conclusa domenica 22 settembre la quarta edizione di WopArt, la fiera internazionale dedicata alle opere d’arte su carta fondata da Paolo Manazza. Con questa edizione, WopArt ha confermato la sua posizione centrale all’interno del panorama fieristico internazionale dedicato ai works on paper registrando una forte crescita di pubblico e vendite e un alto grado di apprezzamento da parte di collezionisti, stampa e operatori di settore. Sono stati oltre 15.000 i visitatori che hanno raggiunto la fiera durante i tre giorni di apertura al pubblico. 1.200 i vip, collezionisti internazionali che hanno partecipato alla first choice preview di mercoledì 18 settembre, 2.000 gli invitati che hanno animato l’opening di giovedì 19 tra cui numerosi professionisti del settore e curatori di musei sia pubblici che privati. 150 i giornalisti che hanno visitato la fiera, mostrando un grande apprezzamento della proposta artistica offerta dai 102 espositori provenienti da 16 Paesi del mondo e delle 7 mostre collaterali ospitate all’interno dei padiglioni. L’edizione del 2019 ha registrato, rispetto al 2018, un incremento 12

iNEWS

delle vendite all’interno di tutte e 4 le sezioni, dimostrando ancora una volta la versatilità del work on paper e la capacità di essere oggetto d’arte appetibile sia per i grandi collezionisti con alto potere d’acquisto, sia per gli absolute beginners che si affacciano per la prima volta al mondo del collezionismo. Tra le vendite segnalate all’interno delle sezioni principali si è notata la tendenza a ricercare opere iconiche di autori sia storicizzati che emergenti. Il supporto cartaceo offre diverse possibilità di esplorare orizzontalmente il mercato. Suppan Fine Arts, ad esempio, ha venduto un’opera di Hebert Brandl a 7.000 € e una di Julian Opie a 18.500 €. [dip]: Wang Tong a 3.000 € e Paolo Canevari a 20.000 €. Imago Art Gallery una tecnica mista di Bob Krieger a 40.000 €, un olio su cartone di Alessandro Busci a 23.000 € e ancora Serena Maisto a 15.000 €, Gloc a 10.000 € e una carta di Alighiero Boetti a 60.000 €. La Galleria Barbara Paci ha venduto lavori di giovani emergenti come Andrea Collesano e Sara Lovari a prezzi inferiori ai 5.000 €. Lullin+Ferrari e Raphaël Lévy un Martin Disler a 20.000 €. Wilde Gallery un Javier Perez a 10.000 www.inewsswiss.com


€. Salamon Fine Art, Marzio Tamer a 15.000 €. Lucio Morini alcuni paraventi giapponese periodo Edo (tra 8.000 e 15.000 €). VitArt un Alighiero Boetti a 80.000 € e Tom Wesselmann a 90.000 €. Massimo De Carlo alcune opere di Gianfranco Barruchello a prezzi tra i 5 e gli 80.000 $ . Venduti anche, in alcuni stand, opere su carta di Old Master, tra i 5 e i 35.000 €. Tra le trattative in corso si segnalano quelle per un’iconica opera di Marino Marini e l’interesse espresso per un disegno di Amedeo Modigliani, Giorgio de Chirico e lavori di Antony Gormley. Anche le gallerie della nuova sezione Dialogues hanno espresso la loro soddisfazione nei confronti dei risultati raggiunti in fiera. Tra le opere acquistate, alcuni libri d’artista e grafiche d’autore di Emilio Isgrò (Colophonarte), una serie di stampe di Magritte (Samhart Gallery), alcuni lavori di Mimmo Rotella (Spirale Milano) fino alle cantiche di Dante Alighieri esposte presso lo stand di Atipografia di Elena Dal Molin. Alidem ha venduto parecchie esemplari di fotografie d’autore. Secondo Massimo Ferrarotti, della galleria Spirale Milano: “WopArt, alla sua quarta edizione, ha assunto un nuovo spirito di consapevolezza. Nuovi gli allestimenti, rigorosi ed impeccabili, nuova la forma della serata del mercoledì, dedicata ad un pubblico formato e consapevole, collezionisti selezionati che hanno risposto anche commercialmente alla proposta fieristica. Nuovo, per Spirale Milano, il progetto proposto, o meglio inedito. Una selezione di opere dalle dimensioni museali di Mimmo Rotella che hanno colto nel segno sia dal punto di vista dell’immagine che commerciale. Il pubblico si è diluito nelle giornate fieristiche, mercoledì e domenica le giornate più interessanti. Tirando le somme un’esperienza positiva che da la sensazione di una fiera sempre più ambiziosa con uno spirito internazionale.” Barbara Paci, dell’omonima galleria di Pietrasanta (Lu), ha dichiarato: “È stata la nostra prima partecipazione a WopArt 2019, la fiera d’arte dedicata alle opere su carta e ne siamo molto soddisfatti. Abbiamo percepito un reale interesse da parte dei visitatori, non tantissimi ma comunque molto competenti e attenti, che ha prodotto risultati anche di vendite interessanti. Tra le ormai innumerevoli fiere d’arte generiche, sia italiane che straniere, penso che WopArt abbia una sua personalità ben definita, tanto da collocarsi come un appuntamento d’arte annuale da non perdere. Da non sottovalutare

www.inewsswiss.com

la sua posizione logistica: Lugano è strategicamente ben collocata nel crocevia naturale tra Italia e nord Europa e dunque facilmente raggiungibile. Pensiamo perciò di aderire con piacere anche alla prossima edizione 2020, che immaginiamo sicuramente migliorata e più sinergica anche con le istituzioni museali della stessa città. ” Luciano Tellaroli della Galleria Carte Scoperte (Milano) ha detto: “I ‘Filtri’ di Lo Savio sono quanto di più sofisticato ricordo pensando a opere su carta, luce e spazio si con-fondono negli strati di carta semitrasparente che prendono la forma classica di un cerchio iscritto in due quadrati. Ma in genere il pensiero creativo artistico arriva sulla carta in maniera meno elaborata: matita, pastelli, carboncino, china e inchiostri, biro, ma anche colore a tempera… sono gli strumenti che danno la prima forma ad un’ idea d’arte e la carta il primo supporto su cui tale forma si delinea. L’idea di dedicare un’intera fiera a tale tipologia è straordinaria, perché riesce a cogliere l’arte nella fase germinale ed a confrontarne i diversi linguaggi. Sono assolutamente certo che WopArt, innescata nella straordinaria cartolina luganese, troverà seguiti sempre maggiori espandendosi, con il dosato mixing mercato e cultura che propone, non solo geograficamente (che meraviglia sarebbe un connubio con il lontano Giappone, regno dello washi!) ma anche temporalmente, nel senso di ravvivare la fiamma settembrina della fiera durante l’intero anno, con gemellaggi, patrocini, visite negli studi con video che documentino il nascere di un’ opera, concorsi… insomma un fiorire di iniziative che in Lugano trovi fulcro e regia. ” Christian Lapeyre di Pandora Gallery (New York e Milano) ha dichiarato: “Ho trovato la nuova edizione 2019 di WopArt una rinascita, veramente riuscita nel format proposto. Qui abbiamo incontrato nuovi e selezionati collezionisti e clienti. La mostra è stata vivace e stimolante, lo sforzo di comunicazione fatto dall’organizzazione ha dato i suoi frutti.” Grande la partecipazione da parte delle autorità cittadine che hanno riconosciuto in WopArt un punto di riferimento imperdibile all’interno del panorama artistico e culturale di Lugano e hanno espresso volontà di collaborare ulteriormente con la fiera per rafforzarne ancora di più il legame con il territorio ticinese. WopArt vi aspetta a Lugano dal 18 al 20 settembre 2020 per la sua quinta edizione.

iNEWS

13


arte

LUDOVICA CRIVELLI

MASOUD AKHAVANJAM RECIBE EL PRIMER PREMIO ROTARY ARTE DEL RC ESTEPONA – SOTOGRANDE INTERNATIONAL 14

iNEWS

www.inewsswiss.com


E

l mismo día de inauguración de la exposición internacional de arte contemporáneo Art Marbella, en el Palacio de Congreso de la famosa ciudad de la Costa del Sol, ha tenido lugar la entrega del Primer Premio Rotary Arte al artista iraní Masoud Akhavanjam. La Presidente fundadora del club, Carla Bordoli Crivelli Visconti, acompañada por una amplia representación de socios rotarios, por el Director de la Exposición Alejandro Zaia, en presencia del editor de Inews y CEO de la Agencia Medi@presse Swiss AG Antonio Campanile, y de los titulares de la Galería italiana Toro Arte, ha entregado la placa conmemorativa procediendo a la lectura de las motivaciones de dicho reconocimiento: Una imaginación dentro y fuera del tiempo, capaz de contar con el don de la síntesis plástica la esencia de la naturaleza humana y su incesante lucha con el demonio interior, la eterna dialéctica entre bien y mal, la pasión del conocimiento y la aspiración ética hacia la trascendencia y hacia la superación de la dimensión humana. El artista revela excelencia técnica visionaria en moldear de manera flamante la forma valiéndose de materiales innovadores que aseguran la perfecta supervivencia de la belleza en el tiempo (Una immaginazione dentro e fuori dal tempo, capace di raccontare con il dono della sintesi plastica l’essenza della natura umana e la sua incessante lotta con il démone interiore, l’ eterna dialettica tra

bene e male, la passione della conoscenza e l’aspirazione etica alla trascendenza e al superamento della dimensione umana. L’artista rivela eccellenza tecnica visionarietà nel modellare in modo fiammeggiante la forma avvalendosi di materiali innovativi che assicurano la perfetta sopravvivenza della bellezza nel tempo. An imagination in and out of time, able to tell with the gift of plastic synthesis the essence of human nature and its incessant struggle with the inner demon, the eternal dialectic between good and evil, the passion of knowledge and aspiration ethics to transcendence and the overcoming of the human dimension. The artist reveals technical excellence visionariness in flamboyant modeling of the shape using innovative materials that ensure the perfect survival of beauty over time). Con este acto, el club ha querido confirmar el vínculo entre Rotary y el mundo del arte y subrayar su firme intención, además, de apoyar toda iniciativa y talleres artísticos que acerquen también a la juventud, la generación del futuro, a un mundo normalmente considerado alejado e inalcanzable. Gracias a acciones como ésta y a los concursos que se irán organizando en los años venideros, el Rotary Club Estepona Sotogrande International apoya el amor a la cultura y el gran trabajo de los artistas de nuestros tiempos. www.marbellafair.com www.masoudakhavanjam.com

L’artista Masoud Akavanhjam e il direttore Zaia intervistati da Eva Galvez

consegna del premio Rotary Club SotograndeEstepona

www.inewsswiss.com

iNEWS

15


arte

LUDOVICA CRIVELLI

i galleristi Claudia e Francesco Toro, Chus Belinchon con Josè Maria Aznar

ART MARBELLA 2019: SI CHIUDE CON SUCCESSO LA FIERA D’ARTE CONTEMPORANEA PIU’ ESCLUSIVA DELL’ESTATE PER LA TORO ARTE 16

iNEWS

www.inewsswiss.com


con Alessandro Orlando

S

i è conclusa sabato 4 agosto la quinta edizione di Art Marbella Fair, la fiera internazionale di arte moderna e contemporanea organizzata e diretta per il quinto anno consecutivo da Alejandro Zaia. Si è trattato dell’edizione che ha consacrato Art Marbella come un appuntamento ormai saldamente presente all’interno del calendario fieristico internazionale, grazie all’apprezzamento e all’entusiasmo che galleristi, collezionisti, operatori di settore e giornalisti da più parti del mondo hanno espresso nei confronti della qualità e della vivacità della fiera e dell’altissimo livello delle opere in mostra . Per le sei giornate della manifestazione, dalle prime ore della preview di lunedì 29 luglio fino alla chiusura di sabato sera, gli stand sono stati al centro dell’interesse di collezionisti e compratori internazionali. Numerose le presenze di VIP registrati tra collezionisti, consulenti d’arte, curatori e direttori di museo, fondazioni private. Particolare attenzione la visita dell’ex presidente Josè Maria Aznar e del direttore del Centre Pompidou di Malaga, Josè Maria Luna Aguilar, che si sono soffermati e con cura ed attenzione espresso pareri favorevoli sulla qualità e originalità delle opere esposte nei vari stand. Presente come unica Galleria Italiana la giovane ed energica Toro Arte Contemporanea, supportata da importanti Media Partner, per l’ Italia Orlando Art Net, presente lo stesso Alessandro Orlando; per l’estero l’immancabile supporto del Direttore di Inews Swiss Antonio Campanile. Positiva ed energica la costante presenza della presentatrice Eva Galvez che ha seguito in diretta con le telecamere di “La 7 TV Andalusia” con interviste ad artisti e collezionisti. Novità di questa edizione è stata l’attribuzione, per la prima volta, del Premio Rotary Club Estepona-Sotogrande per l’Arte Contemporanea, consegnato dal Presidente Carla Bordoli all’artista Masoud Akhavanjam. Artista di punta della Toro Arte, che ha presentato un Solo Show con sculture esclusive e inedite, tra cui il progetto dell’opera “Dilemma of Man”, recensito dal critico Vittorio Raschetti e presente in contemporanea alla Biennale di Venezia.

Antonio Campanile con il Dir. Alejandro Zaia italiani, uno in particolare Rodrigo Romero Perez, conosciuto grazie all’amicizia e alla collaborazione preziosa della Gallerista Chus Belinchòn, infatti, ha venduto la sua prima opera in Italia ad un nostro affezionato collezionista. Soddisfatta da tutti i punti di vista, per le energie e sintonie con le altre gallerie presenti, per aver programmato una serie di imperdibili eventi in Italia grazie a questi incontri e assolutamente anche per le vendite!” Senza dubbio il team che porta avanti il progetto “Mediterranea”, costituito dall’editore Antonio Campanile, dal critico Vittorio Raschetti ha funzionato portando il gruppo di artisti selezionati, Mila Pierce, Pedro Molina, Juan Carlos De Clares, Francesco Cecere, Fabio Capitanio, Alfredo Rapetti Mogol, Bernerd Aubertin, Rodrigo Romero Perez, Marina Ferodova, ad essere conosciuti ed apprezzati in un contesto internazionale ed esclusivo. Saranno sicuramente presenti il prossimo anno e proposti per un più grande progetto che punta alle selezioni per Art Basel. Si inizia, quindi, già a lavorare alla prossima edizione e promuovere il programma della galleria e il lavoro dei nostri artisti ad un pubblico di collezionisti interessati e attenti, e soprattutto invitiamo gli artisti che seguono i nostri progetti a contattarci per prendere parte alla prossima edizione e soprattutto ai nostri programmi futuri. Info e contatti Toro Arte Contemporanea - toroartecontemporanea@gmail.com

La direttrice della Toro Arte, Claudia Grasso, afferma: “Siamo soddisfatti per le vendite di opere di Bernard Aubertin e Alfredo Rapetti Mogol, artisti che collaborano da molto tempo con la nostra galleria, che sono andate in collezioni sia spagnole sia straniere e per aver acquisito nuovi artisti da presentare ai nostri collezionisti www.inewsswiss.com

iNEWS

17


festival

ANTONELLA MONTESI

MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA 2019 : I PREMIATI

S

i è concluso il 76º Festival del cinema di Venezia: il Leone d’oro, il premio più importante, è andato al film Joker, di Todd Philips. Ji Yuan Tai Qi Hao ha vinto il premio per la Miglior sceneggiatura, per No. 7 Cherry Lane, Ariane Ascaride che recita in Gloria Mundi ha vinto la Coppa Volpi per la miglior attrice; Luca Marinelli, che recita in Martin Eden, quella per il miglior attore. Roman Polanski ha invece vinto il Gran premio della giuria, per il film J’accuse. La premiazione chiude una kermesse ricca ed estremamente eterogenea che ha visto brillare pellicole in grado, davvero, di “accontentare” tutti i palati. Un Festival che ha, infatti, dentro di sé, la volontà del suo direttore artistico Alberto Barbera di tracciare dei nuovi confini di autorialità. Grande attenzione è stata riservata alle star americane, in particolare a Brad Pitt, in veste di produttore ed attore nel film Ad astra: un viaggio nello spazio che si fa metafora di un viaggio nella propria interiorità. Una bella sfida per un attore a tutto tondo come Pitt, che, dopo aver superato anche crisi private, torna più bravo e convincente che mai.

Todd Phillips e Joaquin Phoenix con il Leone d’Oro vinto per Joker. 18

iNEWS

www.inewsswiss.com


Miglior sceneggiatura a Yunfan, il regista cinese che vive esule a Berlino. Il suo film è il cartoon N 7 Cherry Lane e racconta una storia ambientata nel 1967 a Hong Kong.

Ariane Ascaride vince la Coppa Volpi come Miglior attrice per Gloria Mundi del marito Robert Guediguan.

www.inewsswiss.com

Luca Marinelli che tiene stretta la Coppa Volpi com Miglior attore per Martin Eden di Pietro Marcello.

Emmanuelle Seigner e Luca Barbareschi con il Leone d’Argento Gran Premio della Giuria assegnato a Roman Polanski e al suo J’accuse.

iNEWS

19


festival

ZURICH FILM FESTIVAL: “MAI COSÌ TANTE DONNE”, PRESENTATO PROGRAMMA

L

a 15esima edizione dello Zurich Film Festival (ZFF), che si svolge dal 26 settembre al 6 ottobre, rende omaggio alle donne e ai temi legati all’ambiente. Su oltre 170 film in programma, 55 sono realizzati da registe. Un vero e proprio “record di donne”, ha dichiarato oggi alla presentazione del programma Nadia Schildknecht, condirettrice del festival assieme a Karl Spörri. Schildknecht e Spörri, alla testa dello ZFF fin dagli esordi, lasciano quest’anno la direzione con un bilancio di tutto rispetto: il budget della 15esima edizione ha raggiunto 7,8 milioni di franchi (7,3 milioni lo scorso anno). I film realizzati da registe sono aumentati rispetto all’ultima edizione del 39% e rappresentano ormai un terzo circa del totale. Di peso anche la presenza di donne sul “tappeto verde”, elemento distintivo del festival zurighese. Fra di esse, l’attrice franco-americana Julie Delpy - “un modello per le donne nell’industria cinematografica”, secondo Nadia Schildknecht - che terrà una Master Class. L’attrice statunitense Kristen Stewart sarà a Zurigo per parlare della sua carriera e presentare il suo ultimo film “Seberg”, mentre l’attrice australiana e due volte premio Oscar Cate Blanchett ritirerà un “Golden Icon Award”. Altro punto forte di questa edizione i film che affrontano questioni ambientali. A questo proposito, i responsabili dello ZFF hanno citato la prima mondiale di “Bruno Manser - La voce della foresta pluviale”, del regista svizzero Niklaus Hilber, come pure il documentario “Sanctuary” dell’attore e produttore spagnolo Javier Bardem. 20

iNEWS

O ancora “Watson”, pellicola dedicata al fondatore di Greenpeace Paul Watson. La rassegna presenta in totale 171 film provenienti da 59 Paesi. Il programma comprende dodici prime mondiali e cinque prime europee. Le opere prime selezionate per i tre concorsi internazionali sono 44. Gli organizzatori attendono circa 100’000 visitatori.

www.inewsswiss.com


festival LUISA PAVESIO

IL NUOVO FESTIVAL DI NERVI

SERGIEI POLUNIN

AL TEATRO DEI PARCHI DI GENOVA

P

er fare da padrino al rinato Festival del Balletto di Genova – quest’anno, non solo danza, ma anche teatro e canzoni – nessun nome poteva offrire maggior prestigio di quello di Polunin, astro nascente della danza. Non a caso russo, anzi ucraino, Sergiei debutta nella ginnastica artistica, ma dopo qualche anno una polmonite lo costringe a ritirarsi. Ma il ritiro sarà in realtà foriero di un ritorno alla danza e di una carriera ancor più stellare, che il giovane danzatore sta percorrendo nel mondo intero, dopo anni come primo ballerino al Royal Ballet di Londra e la successiva decisione di mettersi in proprio come autore e coreografo. L’abbiamo ammirato ad agosto a Nervi su un palcoscenico ancora da rodare, con il mega schermo non funzionante nella prima parte dello spettacolo e gradinate irregolari, dalle quali gli spettatori perfino dalle prime file avevano difficoltà a veder bene. Eppure, è tanta la grazia di Polunin e la poesia dello spettacolo nella serata estiva che il pubblico ha presto dimenticato i disagi, applaudendo prima a scena aperta e poi nella convinta ovazione finale. Il danzatore ucraino ha l’elevazione di Nureyev, la bellezza e la plasticità di Bolle, e la poesia dei suoi movimenti riporta alla dolce la follia dell’anima slava di Nijinsky – alla cui tormentata vicenda umana è dedicata la seconda www.inewsswiss.com

parte dello spettacolo, Sacré - e di Baryshnikov, cui lo unisce un’altra passione, quella per la recitazione. Solo un concentrato di tali virtù poteva resistere alle polemiche su una presunta amicizia con Putin e un’autentica ammirazione del danzatore verso l’attuale Capo del governo russo, il cui nome esibisce fieramente dove e come può. Lo spettacolo, soprattutto la seconda parte, sulle splendide note del Sacre du Printemps di Igor Stravinsky, è stato di grande levatura. Ora la speranza degli spettatori genovesi, e non solo, è che il Festival – Inews ne è stato informato in anteprima – torni ad essere l’anno prossimo il palcoscenico privilegiato di quando il Direttore Mario Porcile, purtroppo non più fra noi, invitava il fior fiore della danza internazionale, dallo stesso Nureyev fino al Ballet du XX Siècde di Maurice Béjart, da Alwin Nikolais ai solisti della Scala. Le premesse ci sono tutte, e le intenzioni anche. Nel frattempo, la delegazione di Nervi è tornata a fiorire in notti illuminate, lussuosi bar dopo teatro ed eleganti mises femminili. Pare proprio questa la strada giusta per restituire a Genova, tornata agli onori della cronaca internazionale per la tragedia del ponte, un’immagine di città di cultura e di grande arte.

iNEWS

21


cinema

INTERVISTA A

TERRY RAY

FUORIFUOCO / PH: ANDREA DEL MASTRO

I

ncontro Antonio Farina sul Set cinematografico di “Area 47”, una serie TV prodotta dalla CAMEG per la regia di Ciro Grieco. Sulle orme del successo di Gomorra racconta scenari della criminalità organizzata. L’occasione del mio incontro è realizzare uno shooting fotografico per il progetto FuoriFuoco con Andrea Del Mastro, nel tentativo di scorgere la persona che si nasconde dietro al personaggio interpretato e troppo spesso associato all’essenza stessa dell’attore. In effetti studiando il suo personaggio, lo immagino un ragazzo chiuso, spigoloso, riservato, e mi preparo ad affrontarlo con riservatezza. Ma mi devo ricredere. La persona che ho davanti è, oltre che estremamente schietta e aperta, un vero fiume in piena di parole che mi racconta la sua lunga traiettoria, dal mondo delle piccole comparse cinematografiche a quello di attore professionista. Così diventa facile anche per me dialogare senza soggezione e lasciarmi andare nel fiume di domande e curiosità per scoprire chi è Terry Ray. Il tuo nome è Antonio Farina, perchè Terry Ray come nome d’arte? Terry Ray nasce all’età di 13anni come Dj . Ho avuto esperienza meravigliosa e mi sono affermato a livello internazionale, mixando con i vinili, lavorando con professionisti dell’House come Carl Cox, Joseph Cipriani, Luciano, e molti altri. Terry è il dimunutivo del mio nome con il quale mi chiamavano i miei amici DJ. Con loro ho girato l’Europa e non solo, un esperienza che mi ha aiutato a crescere e confrontarmi con il panorama internazionale della musica 22

iNEWS

Qual’è stato il tuo primo esordio? cosa ricordi ? Sono nato con Gomorra 2 – La Serie, ricordo perfettamente quel giorno, quel Set, tante persone, mi giravo intorno per l’emozione, soprattutto ricordo un po’ di paura, ma anche tanta determinazione. La prima esperienza nasce nel 2015, con il regista Rosati nel ruolo del Body-guard, come semplice comparsa; mentre nella serie successiva sono stato selezionato tra le figurazioni speciali, e così via, fino ad un ruolo importante nella quarta serie come braccio destro di uno dei protagonisti, grazie a questo ruolo ho avuto tanti contatti, tanta visibilità, le persone mi fermano per strada perchè mi riconoscono, è stata la mia onda che sono riuscito a cavalcare senza cadere. Ringrazio i registi Rosati e Comencini, Ciro Visco perchè hanno creduto in me e ancora seguono il mio lavoro e la mia crescita professionale. Con quale attore o regista famoso vorresti lavorare ? Una bella domanda! Non ho un attore o un regista preferito. Per me ogni SET è importante, un occasione per scoprire nuovi attori e nuovi registi, dal più giovane al più esperto credo che tutti abbiano qualcosa da offrire, da insegnare e per me è sempre un’esperienza magica. Ho avuto la fortuna di lavorare con Nando Paone, Cristina Donadio, Salvatore Esposito, Marco D’amore , incontrati sul SET di Gomorra. Ma i miei Attori preferiti sono Holliwoodiani, perchè preferisco il campo d’azione dei Thriller, dei film di fantascienza. Amo Robert De Niro, Tom Cruise, Brad Pitt, mi ispiro tanto a loro e li osservo, cercando di fare scuola dei loro modelli. Nel cinema italiano mi piacerebbe lavorare con De Sica, lavorerei volentieri con Scamarcio. Ho avuto già una bella esperienza con www.inewsswiss.com


Intraprendere questa strada ha cambiato i tuoi rapporti interpersonali? Ha suscitato invidie nelle tue amicizie o ha influito in maniera positiva ? Purtroppo si, la mia carriera ha suscitato tanta invidia per molte persone, ma mi sento fortunato perchè gli amici veri sono felici di questa mia strada e condividono tante gioie con me. Sicuramente mi è servita a selezionare le amicizie Gli scatti che vediamo pubblicati sono stati realizzati su Set di “Area 47”, per Andrea un occasione incredibile, fotografare un artista mentre si immedesima in un ruolo così particolare; parlaci di questa serie, hai un ruolo da protagonista? Area 47, una serie in fase di produzione, molto importante perchè parla delle difficoltà che esistono all’interno della nostra città. Napoli. Nasce in un mondo in cui nessuno può vedere, va a toccare il nucleo del malessere dei clan, ma termina con un buon riscontro. Il regista Ciro Grieco, attento a tante sfaccettature, ci ha uniti come una famiglia. Mi affianco ad attori professionisti, come Walter Lippa e Antonio Ciccone, ma anche attori emergenti, come Massimo Cerbone, con il quale è nata un’amicizia fraterna. La persona che in particolare ringrazio di aver incontrato in questa avventura è il produttore e sceneggiatore Corrado Romagnuolo, lui mi ha dato tanta fiducia e tanti insegnamenti. Progetti per il futuro? Uno rapidissimo che non posso svelare, ma inizierò l’Accademia Professioni Artisti a Roma, in progetto un film con Giuseppe Esposito, con il quale ho già lavorato e recitato nei “Figli della mala”, in cui ho un ruolo importante e che sarà al cinema dal prossimo 17 ottobre. Nando Paone nel film “Ladro di cardellini” e mi sono divertito tantissimo. Ma voglio un nome soltanto, il primo che ti viene in mente se ti dico: “ pensa al tuo idolo del cinema” Al Pacino. Ti è mai capitato di non voler interpretare un certo ruolo perchè non ti immedesimavi nel personaggio? Si, mi è capitato di interpretare un personaggio che non mi piaceva, ma sono molto determinato e qualsiasi ruolo mi viene affidato cerco di interpretarlo al meglio. Ho interpretato dal camorrista al ragazzino indifeso e affetto da Handicap, dal principe al ragazzino sbandato, ho studiato a fondo la sceneggiatura e mi sono sempre immedesimato nel ruolo affidato.

La tua compagna, parlaci di lei? Vi siete innamorati sul SET? In realtà Chiara è semplicemente un’appassionata di cinema, ha iniziato a frequentare questo mondo in mia compagnia e ora si cimenta in qualche comparsa e figurazione, però sono felice che condivide la mia stessa passione ed è per me un grande sostegno morale. Così come ringrazio Claudia per questa intervista, grazie alla quale è nata una profonda amicizia e l’editore di Inews per aver dato uno spazio così importante ai noi giovani del Cinema. Ringrazio Andrea per le foto, scattate sul Set di Area 47, per la sua professionalità, ha saputo veramente cogliere in uno scatto la mia anima.

Certo, per un attore bisogna avere chiaro cosa il personaggio sia per se stesso, assorbirlo, ma avere poi l’elasticità di farsi guidare dalle emozioni. Ci racconti come ti prepari? La preparazione è importante, è tutto, se non sei negli ingranaggi giusti o hai la giusta motivazione. Leggo, leggo mille volte la sceneggiatura e cerco di entrare completamente nel personaggio, mi piace studiarla tra i rumori, tra le distrazioni, per abituarmi e non trovarmi impreparato ad un’eventuale distrazione su set. Mi piace provare davanti ad uno specchio, mi osservo, mi critico e mi perfeziono al massimo, fino ad abbandonare Terry e trasformarmi completamente nel personaggio che andrò ad interpretare. Hai mai intrapreso la carriera di attore teatrale? Per te è diverso recitare dal vivo, ti da emozioni più intense o ti crea insicurezza? Non ho mai avuto l’occasione di recitare al teatro, però, sarebbe una bella occasione. Recitare dal vivo mi affascina, non temo recitare dal vivo, anzi la trovo una sfida ed un’ occasione per mettermi alla prova e dare il meglio di me stesso.

www.inewsswiss.com

iNEWS

23


awards LUISA PAVESIO

AWARDS 2019 FOOD AND TRAVEL ITALIA

LA PUGLIA UNICA REGIONE PREMIATA INSIEME A TANTI OPERATORI PUGLIESI La motivazione: “…Una terra armonica, equilibrata, decisa. Puglia: un’esperienza che non si dimentica. Siamo in Puglia e non vorremmo essere altrove.” Emiliano: “Un premio che la Puglia merita” Capone: “Chi compra un pacchetto turistico in Puglia sa di non prenotare solo una vacanza ma un periodo di benessere e calore umano”.

24

iNEWS

www.inewsswiss.com


U

na Puglia straordinaria, quella della enogastronomia e dell’accoglienza, protagonista sotto i riflettori internazionali alla serata di Gala degli Awards 2019 Food and Travel Italia che si è tenuta ieri presso il Forte Village Resort di Santa Margherita di Pula (CA). La Regione Puglia, è stata premiata ieri sera, unica regione nella categoria Regioni dell’anno. Premiati anche tantissimi operatori turistici pugliesi al centro dell’attenzione della serata organizzata dal network internazionale Food and Travel Magazine che esalta il meglio della enogastronomia e del turismo italiano. Queste le parole della motivazione al premio alla Puglia: “La regione che stupisce per i suoi paesaggi colorati e forti, disegnati fra distese di uliveti secolari e coste rocciose, interrotte da spiagge che si tuffano nel mare più blu che ci sia. Una terra armonica, equilibrata, decisa; tutto è da vedere, toccare, da respirare, da gustare lentamente, con il vento fra i capelli. Terra di sapori che madre natura accompagna e cresce con tanta sapienza e perfezione e che, lavorati dalle mani e dalla genialità dell’uomo danno vita a vere e proprie opere d’arte dedicate al gusto. Puglia: un’esperienza che non si dimentica. Siamo in Puglia e non vorremmo essere altrove.” “Siamo soddisfatti e orgogliosi - ha commentato il Presidente Michele Emiliano - Si tratta di un premio che la Puglia merita, non solo per la qualità della sua enogastronomia che poggia su tradizioni antiche e sempre capace di stupire con intuizioni innovative, ma anche per il grande impegno di questi anni da parte di istituzioni pubbliche e operatori turistici per migliorare l’offerta e l’accoglienza, non rinunciando mai alla autenticità”. Nel puzzle delle regioni italiane la Puglia ieri spiccava per avere una presenza politica e tanti operatori che formavano una squadra, più sotto il profilo personale che degli affari. Vincenti le strategie del turismo in Puglia ma l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, presente alla serata per la consegna del premio alla Puglia, ha espresso la più viva soddisfazione e orgoglio anche per il lavoro svolto dagli operatori pugliesi: “Orgoglio e soddisfazione per i tanti operatori pugliesi che si stanno facendo apprezzare in tutta Italia e nel mondo e stanno raggiungendo traguardi importanti, in piena sinergia con la stratega della Regione

www.inewsswiss.com

Puglia che punta sulla qualità da parte di ristoratori, strutture ricettive, luoghi del divertimento, in grado di fornire una offerta gradita agli ospiti con il confort di un’accoglienza amicale. Sono queste le principali motivazioni per le quali sono stati premiati tanti operatori pugliesi ed è stata premiata la regione: per una capacità di investire sul miglioramento dell’offerta in modo da fare sentire al turista il confort di casa. Questo premio non é un punto di arrivo, per quanto emozionante sia l’essere cosi massicciamente presenti con i premi di Food&Travel; lo consideriamo un punto di partenza perché sappiamo quanto sia difficile la competizione, tenere integri l’autenticità, la nostra identità. Ma ci aiuta la nostra tendenza naturale ad accogliere persone nuove che vengono per la prima volta in maniera massiccia da altri paesi; sappiamo di voler parlare al cuore di ognuno di loro perché in questo è la vera differenza. Chi compra un pacchetto turistico in Puglia sa di non prenotare solo una vacanza ma un periodo di benessere e calore umano. Dobbiamo incidere non per diventare industriali del turismo di massa ma per diventare professionisti nella qualità”. Gli operatori turistici pugliesi premiati sono: Gigi e Marta Costa di Gibò Luxury Club di Santa Maria di Leuca, Alessandro Coppola, la Taverna del Porto di Tricase, la famiglia De Donno di Palazzo de Noha e Suite di Tenuta Mosé a Lecce, per le materia prime Pesce Martesca di Tricase e Calamuri Primitivo Salento IGP Cantina Menhir, Isabella Potì, come donna dell’anno, e Floriano Pellegrino, come chef visionario di Bros, Monica Caradonna per l’evento Enogastrorbite, Veronica Milo e Paola Cantoro di Vivosa di Ugento, premio speciale Spa; e infine Specchia come Borgo dell’anno. Food and Travel Magazine è un periodico internazionale, nato in Gran Bretagna nel 1995, vincitore di diversi Awards, editato nel mondo in diverse lingue: Inglese, Tedesco, Spagnolo, Greco, Portoghese, Arabo, Italiano e Turco. Consultato da oltre 600.000 persone, il magazine è distribuito in Inghilterra, Germania, Austria, Svizzera Tedesca, Turchia, Croazia, Messico, USA, Portogallo, Middle-East GCC (Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, Arabia Saudita e Stati Uniti d’Arabia), Grecia, in Italia e nella Svizzera Italiana.

iNEWS

25


travel Inews

VOLOTEA, LA COMPAGNIA AEREA CHE COLLEGA MEDIE E PICCOLE DESTINAZIONI IN EUROPA, HA RAGGIUNTO UN ACCORDO CON DΔNTE AERONAUTICAL PER COLLABORARE ALLO SVILUPPO DI UN AEROMOBILE IBRIDO-ELETTRICO PER IL TRASPORTO PASSEGGERI.

V

olotea collaborerà con DΔNTE a un progetto a lungo termine per la configurazione di un piccolo velivolo ibrido-elettrico all’avanguardia, adatto a operare nel prossimo decennio rotte molto corte, ad oggi inesistenti. Il nuovo aeromobile sarà in grado di collegare località di piccole e medie dimensioni, operando così rotte solitamente non redditizie per gli aerei tradizionali e offrendo alternative dove non sono disponibili altri mezzi di trasporto. Questo progetto eco-friendly, guidato da DΔNTE Aeronautical, oltre a Volotea, vede la partecipazione di altre rinomate istituzioni come l’Instituto de Empresa in Spagna, ALTRAN in Europa, l’Università di Sydney e l’Università di Adelaide in Australia. Questo progetto intende potenziare lo sviluppo economico di ambienti rurali e destinazioni turistiche sottoservite da mezzi di trasporto. Inoltre, il nuovo prototipo ridurrà le emissioni in modo significativo, grazie all’utilizzo di motori alimentati da energia elettrica accumulata da batterie o generata a bordo con motori a combustione interna a elevata efficienza. Gli obiettivi green del settore, come la riduzione delle emissioni di CO2 del 50% entro il 2050 (rispetto ai livelli del 2005) auspicata da IATA, potranno essere raggiunti solamente con un radicale cambiamento. L’introduzione di tecnologie alternative ai motori tradizionali e alle turbo eliche è fondamentale per questo scopo. “Come parte della nostra policy di eco-sostenibilità, Volotea collaborerà attivamente con DΔNTE Aeronautical allo sviluppo di questo aeromobile ibrido-elettrico al fine di supportare la riduzione delle emissioni e l’inquinamento acustico dovuto alle operazioni di volo. Volotea fornirà a DΔNTE analisi di mercato e dati tecnici. Gli ingegneri e gli specialisti commerciali di Volotea sono stati incaricati di valutare quest’opportunità di mercato e, allo stesso tempo, di fornire supporto tecnico” ha dichiarato Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea. DΔNTE è una start-up del settore aerospaziale, presente sia in Spagna sia in Australia, creata per innovare il settore degli aeromobili, grazie all’integrazione di avanzate tecnologie manifatturiere e impianti aerodinamici alimentati a elettricità. Per questo scopo, DΔNTE ha dato il via alla progettazione di aeromobili, da 19 a 35 passeggeri, alimentati da Distributed Electric Propulsion (DEP), batterie per l’accumulo di energia e un turbogeneratore a combustione interna con funzione di range extender. Si prevede che questa tecnologia consentirà la commercializzazione di futuri 26

iNEWS

aeromobili completamente elettrici. Sebbene i piani di DΔNTE prevedano in futuro un retrofit che coinvolga un solo impianto alimentato a batteria, questo approccio non sembra realizzabile dal punto di vista commerciale fino al 2030. DΔNTE ritiene, al contrario, che questa soluzione ibrida ridurrà il consumo e le emissioni di oltre il 50% molto prima. “Se vogliamo rendere più sostenibile il mondo dell’aviazione, dobbiamo trovare il giusto compromesso tra obiettivi ambiziosi di riduzione delle emissioni e proposte economiche realistiche. Un aereo completamente elettrico è un obiettivo molto ambizioso a lungo termine, ma avrà un impatto minimo nel breve termine se si tratta di un prodotto di nicchia solo per persone facoltose. I propulsori elettrici con estensioni ibride supplementari rappresentano, invece, un’opportunità concreta di ridurre drasticamente le emissioni a breve termine, perché consentono l’approccio a un nuovo mercato del trasporto aereo regionale, porta a porta, con costi competitivi. In DΔNTE stiamo lavorando alla giusta tecnologia e Volotea sta mostrando l’entusiasmo e l’interesse per trasformare tutto ciò in una realtà commerciale” ha commentato Miguel Madinabeitia, cofondatore di DΔNTE Aeronautical. DΔNTE collaborerà con Volotea per definire insieme le specifiche di questo futuro nuovo mezzo di trasporto passeggeri, studiando come meglio adattare il prototipo ai mercati e alle rotte in cui la nuova tecnologia potrebbe essere introdotta in futuro. Per avere conferma delle opportunità di mercato, DΔNTE e Volotea lavoreranno a stretto contatto e, insieme a Business School come l’Instituto de Empresa in Spagna o all’Università di Adelaide in Australia, valuteranno e stimeranno insieme il nuovo segmento del trasporto aereo che potrebbe generare profitto e concretizzare migliaia di posti di lavoro. Dopo aver completato con successo questa prima fase, DΔNTE entrerà nella progettazione dettagliata e nella produzione di un prototipo in scala che sarà sottoposto a test di volo prima della sua completa industrializzazione e futura commercializzazione. Volotea e DΔNTE si aspettano che il loro velivolo ibrido sarà una realtà commerciale entro la metà del prossimo decennio. Una configurazione preliminare è già in corso e DΔNTE lavorerà nei prossimi mesi con importanti organizzazioni ingegneristiche e di ricerca aerospaziali, come ALTRAN in Europa e l’Università di Sydney in Australia, per convalidare tutte le ipotesi tecniche e avere già un progetto alla base di una futura fase di flight test. www.inewsswiss.com


swiss multikulti lifestyle magazine, www.inewsswiss.com - Nr. 52 September - Chf. 4.-

INEWSSWISS.COM

K

www.inewsswiss.com

U

N

S

T

iNEWS

27


arte

VITTORIO RASCHETTI

FALSI MERIDIANI

I

l richiamo alchemico di onde leggere di polvere d’oro riaffiora ostinato tra le geometrie irregolari, tra le migrazioni e le rifrazioni taglienti della luce. Una cartografia delle zone sensibili del corpo, una mappatura dei fondali interiori, una filigrana di tracce di spessore impalpabile che interpella la qualità tattile della sensibilità, tra infiltrazioni dell’anima, cortecce dorate, in-croci e sovrapposizioni di catene del significato, tessiture e concatenazione di maglie del senso, attraversate dalla nostal-gia per legami e trame di storie potenziali. Allegorie inarresta-bili, sconfinamenti oltre ogni previsione, irriducibili a qualsiasi precisione geometrica: incomprimibile proliferazione vegetale di latente intelligenza naturale. C’è un valore divinatorio, senza essere solo un monito, nelle opere di Cassandra Wainhouse: successioni di immagini che restituiscono una visione del mondo, o meglio una diagnosi di quello che il mondo è già diventato: il frutto proibito dell’ambizione sconfinata e terrena, il frutto malato della cu-riosità infinita e dell’incapacità di coabitare, di condividere re-sponsabilità, di suddividere equamente spazio e risorse. L’umanità, a rischio estinzione, sempre in via di definizione, si lascia evocare entro campi di tensione, avvolta da un tessuto elettrico di vibrazioni incessanti e di intermittenze. Una imma-gine in filigrana, scritta in un codice allusivo, disposta a lasciar-si rivelare solo controluce, grazie ad un paziente lavoro di let-tura simbolica che non rinuncia a mostrarsi sotto le sembianze di armonie di colori e cascate di segni. Il piacere estetico non deve attardarsi troppo o soltanto nel gusto, ma deve indurre ad oltrepassare la soglia dei sogni privati, per riflettere simboli collettivi, archetipi profondi inscritti in linguaggi universali. Il sigillo stilistico non si perde per strada nelle biforcazioni in-terne dei possibili dell’arabesco, ma trova sempre la soluzione, guidato dalla potenza formale sprigionata dall’istinto morfolo-gico, riuscendo a coniare valori morali incastonati nella consi-stenza temporale di materiali preziosi come il senso della vita.

28

iNEWS

Un fiume aureo prima del fluire metamorfico del tempo nel tempo, prima della degradazione del tessuto nobile delle rela-zioni umane. Una perfetta coerenza visiva che si lascia cogliere tra le strutture di ripetizione nella modulazione armonica di ac-cordi di forme. Preziosi prelievi dagli strati profondi della Terra pronti ad essere trapiantati in un universo di immaginazione sospesa. Porosa configurazione aperta pronta a contaminarsi con le mille gradazioni della purezza, trovando l’oro nel nero, custodendo la forza inattingibile della forma del sacro, profa-nando il culto della rarità, dissipando la forma nella vita in una lotta di forze ambigue e metamorfiche. C’è bisogno di armare la sensibilità per disarmare il cinismo della chiusura dentro barriere mentali. Nelle opere di Cassandra Wainhouse si fa largo il desiderio di riattivare un centro di consapevolezza sincretica del tempo, di un ascolto degli echi e delle risonanze tra eventi lontani, apparentemente separati e irrelati, inconseguenti e indipendenti. La connessione tra luoghi distanti, la ricaduta di effetti a distanza come una specie di comunicazione telepatica tra mondi, attraversando epoche a velocità differenti, una telecinesi tra oggetti apparentemente ciechi mossi a distanza da una regia senza nome, da una energia ineffabile di visione. Come mostrare questo meccani-smo di concatenazione tra fatti, di relazioni sprovviste di nessi causali? Proprio attraverso un limite, lo strumento solo appa-rentemente più inadatto e statico della pittura - come Cassan-dra Wainhouse ha intuito – perché la sintesi del luogo geome-trico e piano del dipinto è in grado di operare con gli artifici della pittura e della materia, che grazia una struttura complanare di adiacenze consente di evocare magicamente l’idea di un tempo avvolgente. La bidimensionalità della tela, anche ac-cresciuta plasticamente dal collage materico, in ogni caso esclude in sé l’apporto una quarta dimensione, ma la sintesi della dimensione temporale fa apparizione nell’opera sul piano dell’evocazione grazie a un gioco allusivo di segni e texture impiegate non solo in senso grafico e ritmico, ma anche come disegno e filigrana di sovra-impressioni e

www.inewsswiss.com


dissolvenze affioranti sulla superficie. Questa tecnica consente alla pittrice di realiz-zare una sorta di trompe-l’oeil, non già di tipo tradizionale e prospettico, ma, per cosi dire, temporale e in grado di sugge-rire una apertura sulla quarta dimensione, una finestra sullo scorrere del tempo per mostrare la deflagrazione di diversi orizzonti temporali tra loro. Sono vere e proprie onde di tempo che si scontrano tra loro generando visioni di contemporaneità estatica e confusione di istanti differenti. Oltre il tempo attra-verso l’immagine per mostrare staticamente e visivamente la condensazione di eventi asincroni in una dimensione assorben-te di un unico tempo assoluto. La tecnica visiva impiegata riesce abilmente a creare allo stes-so tempo il paradosso visivo di una dispersione di segni in una condensazione di immagini: l’effetto è la rappresentazione di elementi semiotici centrifughi inglobati nell’aggregazione cen-tripeta dell’unità di senso del quadro. Il movimento attivo di percezione visiva dello spettatore perciò si ritrova a ricostruire mentalmente gli elementi compositivi dell’opera avvertendo la contrapposizione visiva non come incoerenza formale ma come apertura su un mondo sincronico nel tempo ed ubiquo negli spazi dove si perde la determinazione dell’hic et nunc che si permuta in un ovunque simultaneamente. L’artista franco-americana rispecchia il proprio nomadismo au-tobiografico in una pratica artistica dove sembra evaporare la dimensione territoriale stanziale per consentire di avventurarsi in una poetica dell’attraversamento e di una geografia morale di contaminazione culturale. Una mappa galleggiante su acque inquiete, una cartografia degli incontri, dei flussi, della qualità degli affetti, dell’intensità possibile delle relazioni. Terre incognite segnate da rilievi, striature, indici mobili, lettere in fluttuanti. Rarefazione e saturazione di segni in un universo di li-nee di amicizia alla ricerca di territori di verità. Intersezioni ed incroci di civiltà, l’oblio della distanza si frange lungo le onde anomale della storia. Sotto i cieli avversi del presente, lo spa-zio appare saturo, denso di tensioni, la vita appare fluidificata dall’imperativo della mobilità di massa. Inquadrare lo spazio in un reticolo di meridiani e paralleli, di longitudini e latitudini in-quadrando l’irriducibile irregolarità dello spazio in una regione conoscibile e controllabile di terre addomesticate dalla geome-tria. L’artista, con il gesto di riprodurre per filo e per segno i meridiani e i paralleli, compie un’operazione concettuale non solo decorativa, mettendo in risalto il carattere arbitrario e fit-tizio di ogni operazione di quadratura del cerchio di cartografia del mondo. Le mappe sono ormai lo strumento universale per orientare l’orizzonte morale del presente, per assegnare coor-dinate etiche all’agire disorientato da un avvenire bio-politico generato da un universo demografico di contaminazioni e mi-grazioni permanenti. L’impronta delle mani sopra le carte geo-grafiche affonda il proprio significato nel gesto originario della pittura apparsa nelle grotte nei tempi ancestrali della pittura paleolitica. Mani che indicano presenza e riconoscimento di esistenza, ma anche mani che invocano spiriti animistici di protezione che affondano nella notte arcaica e pericolosa delle comunità nomadi e che riaffiorano nei sogni popolati da arche-tipi universali che mettono in contatto il lato notturno dell’umanità paleolitica con quella contemporanea. L’oro spesso presente nelle opere di Cassandra Wainehouse assume un valore estetico e materico ma insieme anche di amuleto, di preziosa corazza esoterica in grado di proteggere riflettendo, rifrangendo la luce. Le chiusure territoriali come spazio claustrofobico e regressivo del ripiegamento nell’identità. Una spazio poetico di turbolen-ze, costellazioni di segni in transito tra sogni di acqua e persistenze della memoria, asimmetrie, rilievi e falde, lacerazioni e stratificazioni, vibrazioni di fasci di linee, suture di lembi di continenti alla deriva. Tracce di passaggio, echi di presenza che risuonano nei raddoppiamenti delle figure. Ombre apolidi in transito sul suolo di nessuno, esuli passi migranti su tappeti volanti. www.inewsswiss.com

Brevi volatili sopravvivenze quasi prive di gravità. Or-me senza peso, onde volanti, come avventure avventate nei deserti dell’aria. Un rimando latente, non rivendicato poeticamente, ma che si può scorgere nella lettura di un intreccio tra la trama e l’ordito di strutture non solo modulari e formali, ma anche logiche e sintattiche, una tessitura non solo materiale ma concettuale che si intravede scorrendo lungo il filo infinito del senso dal la-to inafferrabile dell’eterno rovescio. Ogni impronta è una vibra-zione timbrica, è una nota dissonante. Uno spartito di suoni di carta per un concerto di mani che applaudono accordate in una polifonia eccentrica. Ogni mano mancina è differente, irri-ducibile, indisciplinata e destabilizza le attese e la simmetria apparente nelle relazioni tra le cose. Silente e latente, distante e cangiante la tela si rapprende in un tentativo di composizio-ne di strati di assemblaggi di carte disperse. Il ricomporsi di lembi di continenti alla deriva. delle differenze è sazio di sequenze di filtri, di carte, garze, tessiture, fili, foglie si addensano per comporre campi di tensione, un groviglio di fibre, di fili annodati, il rovescio e il diritto necessari per ricom-porre la paziente tessitura del senso, per ricucire i lembi lace-rati del significato troppo spesso sfilacciato. Il tempo accartoc-ciato incerto tra oblio e memoria, le sinapsi tra milioni di neu-roni sono il geroglifico della mente, cartografie del cervello, trascrizioni dell’anima interiore del flusso dei pensieri, catene associative di segni e di sogni, di colori inafferrabili annegati nei deserti di carta, di tele in attesa di ricevere il dono del colo-re e dell’attenzione. Se c’è un destino nel nome, è il destino di farsi annuncio: prendere consapevolezza del lato pericoloso della bellezza e del dovere di suggerire una via possibile per abitare poetica-mente quel mondo che ci chiama oltre i confini. Ci attende un mondo di pietre fluide, una tessitura di dissolvenze e sovra-impressioni affacciate sullo spettacolo dello sciogliersi di un sogno ricurvo. La rivelazione della forma nel dischiudersi di una nuova geografia in un tempo di estasi.

iNEWS

29


arte

ANTONIO CAMPOS

GRAN ÉXITO DEL ARTISTA PEDRO MOLINA EN ART MARBELLA 2019 CON LA GALERÍA TORO ARTE CONTEMPORANEA DE SESSA AURUNCA (CASERTA) ITALIA. 30

iNEWS

www.inewsswiss.com


E

l artista Pedro Molina, afincado en Marbella obtuvo un gran éxito de público en la reciente edición de Art Marbella en el que participo de la mano de la Galería italiana Toro Arte Contemporánea.

Junto a un gran equipo en el que destacamos a Francesco Toro y Claudia Grasso como almas del espacio expositor y también a la Galerista Chus Belinchón . Como artistas de la galería estaban Mila Pierce, Marina Fedorova, Juan Carlos Clares, Fabio Capitano, Masoud Akhavanjam (SOLO SHOW), Francesco Cecere, Alfredo Rapetti Mogol, Bluer , Campa y como no Pedro Molina que nos sorprendió el primer día de feria con una demostración de su arte plasmando en cuestión de segundos el dibujo del toro (escultura) ultima de su colección de figuras en tres dimensiones, y que se quedo plasmada en las paredes de Art Marbella durante toda la feria, y en el que muchas personas quedaron reflejadas . El próximo 7 de diciembre en la galería Toro Arte Contemporánea de Sessa Aurunca al sur de Italia tendrá lugar la exposición “Minotauros” de Pedro Molina. La exposición consta de 40 cuadros y tras la presentación protocolaria de obra y artista se procederá a la “quema del Toro”, (escultura que la galería ha tomado como logotipo) Ardera una escultura de madera de unos dos metros de alta en la entrada de la galería, la performance, en sí, no es otra cosa que el continuo renacimiento de la vida misma, de cada persona, el reinventarse día a día para gozar de una vida más plena,…… www.inewsswiss.com

“…..La colección de minotauros la comencé a realizar al final de la década de los noventa y primeros años del siglo XXI, .Las pinturas vieron la luz por primera vez en la Galería Quattro de Coraçaos de Leiria en Portugal, debido al uso de trajes de luces que se utiliza en el arte del Toreo se asocio en esta ciudad al tema taurino por lo que la colección tuvo un comienzo algo ajetreado por el “antitaurinismo” que había en la zona. Escribo aquí que en ninguna obra de esta colección aparecen un toro y un torero juntos, si que utilizo el traje de luces como antes comente como un uniforme de enfrentarse a aquellos días un poco tormentosos , había que torear las circunstancias….más tarde esta colección se expuso en España en la galerías Akelarre de San Pedro de Alcántara (Málaga),Galería de Paco Martín ,antes Galería “H” de Marbella (Málaga) y acabo siendo expuesta en Águilas(Murcia) en la sala cultural “ Paco Rabal“ y en la galería Delfos de Mojácar en Almería. Aquí se acabo el “paseíllo” de los Minotauros, paseíllo y pinturas sobre el tema. La vida cambia y con ella mis temas para pintar, pase a realizar otras colecciones durante 20 años, que en otro momento daré a conocer, y decidí a principios del año pasado continuar la serie Minotauros, (Cambio de Tercio) pues la Galería Toro Arte se mostro muy interesada en el tema, y así fue como me aventure a seguir reflejando mis días en esta colección que ahora se engrandece en número y en experiencia pictórica. Han sido dos años de trabajo muy intenso que el próximo mes de septiembre podremos ver en esta bella ciudad italiana….”

iNEWS

31


PROXIMAS EXPOSICIONES PEDRO MOLINA 12 DE SEPTIEMBRE DRACULA POR DRACULA.COLECTIVA FUNDACION VALENTÍN DE MADARIAGA.SEVILLA 14 DE SEPTIEMBRE MINOTAUROS. GALERIA ARTUNITY .GRANADA.ESPAÑA 27 DE SEPTIEMBRE COLECTIVA GALERIA ARTE BY LEYTON.ESTEPONA.ESPAÑA 25 OCTUBRE CONTEMPORARY ART RUHR 2019 ESSEN .ALEMANIA 16 DE OCTUBRE COLECTIVA PROYECTO SOBRE EL VINO COLECTIVO DE ARTE LA “KAVRA” SALA DE EXPOSICIONES DEL HOSPITAL REAL DE LA MISERICORDIA.MARBELLA.ESPAÑA 25 DE NOVIEMBRE COLECTIVA PROYECTO COBACHOTIX AJEDREZ MUSEO RALLI .MARBELLA.ESPAÑA 7 DE DICIEMBRE MINOTAUROS .CAMBIO DE TERCIO TORO ARTE CONTEMPORANEA VIA ALDO MORO 20 - 81037 - SESSA AURUNCA (CE) WWW.TOROARTE.IT TEL.00393315251471

INMACULADA CABEZAS CORTÉS. Critica de José Manuel Sanjuán sobre la colección “Minotauros, Cambio de Tercio” EL ESPEJO DEL ALMA Según el diccionario de la Real Academia Española, el término “pretexto” se define como “motivo o causa simulada o aparente que se alega para hacer una cosa o para excusarse de no haberla ejecutado”. A la vista de la serie pictórica denominada Tauromaquia, estoy convencido de que su autor, Pedro Molina (Andújar, Jaén, 1958), nos “torea” -valga la expresión- con el título y con la intención, pues la referencia al ambiente taurino es un mero pretexto para indagar en los tortuosos vericuetos de la naturaleza humana. Para ello, el pintor se traslada a esa frontera situada entre el mundo real y el imaginario, y rebusca entre sus moradores aquellos que ofrecen la faz más histriónica y ambigua. Individuos a medio camino entre seres humanos o con rasgos humanoides y personajes fantásticos provenientes de la mitología clásica, como centauros o minotauros. No obstante, la alusión más clara al tema taurino procede de la galería de retratos, donde un paseíllo de bandoleros, cupletistas, pintores, sirenas e indígenas entre otros, posan con más petulancia que estilo y con una introspección sonrojante e indiscreta. De hecho, el pintor no se recata en mostrarnos un repertorio de rostros que abarca desde la alegría superficial del exhibicionista, la sonrisa turbia del pendenciero o incluso la ruina física y moral del alucinado. Sólo un detalle unifica a esta cuadrilla de engolados y mequetrefes, la vestimenta, esto es, la chaquetilla y, en ocasiones, la montera, se yerguen como atributos ineludibles con que, sin percatarse, estos hombres y mujeres espejan su alma y sus miserias. En un alarde de clasicismo heterodoxo, Pedro Molina ubica estos retratos en tondos, cuyos marcos dorados y profusamente decorados con grafías y filigranas de clara raíz bizantina suponen el contrapunto 32

iNEWS

perfecto al cromatismo del traje de luces, una parafernalia estudiada y exquisita que convierte a sus protagonistas en héroes por un día o, más bien, durante los famosos quince minutos warholianos, puesto que la cruda realidad traspasa disfraces y oropeles, y, al final, emerge como un cadáver sin rostro, confirmando las palabras (o la sentencia) de otro especialista en desgarros anímicos y carnales, Francis Bacon: “El arte más grande te devuelve siempre a la vulnerabilidad de la condición humana”. José Manuel Sanjuán Historiador de Arte

www.inewsswiss.com


arte

ISABELLA PILERI

DE CHIRICO A GENOVA, EMOZIONI METAFISICHE

G

enova. “Giorgio De Chirico. Il volto della metafisica”, è la mostra ospitata a Palazzo Ducale 25 anni dopo la grande exhibit dechirichiana che inaugurò il nuovo corso della zona espositiva dopo il restauro, curatrice Victoria Noel-Johnson . Genova, città ferita dal crollo del Ponte Morandi che l’ha tristemente resa famosa a livello mondiale, si rilancia con la pittura metafisica, nata nei primi anni del XX secolo come corrente pittorica che esalta il cambiamento, l’interazione fra naturale e artificiale, la materia e l’energia. Di chiara derivazione aristotelica l’arte di De Chirico si caratterizza per la collocazione di oggetti concreti fuori dal tempo e dallo spazio reali, figure umane senza volto o meglio manichini umanizzati, colori uniformi e piatti che contrastano con ombre violente e dure. Tuttavia, a Palazzo Ducale scopriamo che De Chirico va oltre, risalendo allo stile tipico della pittura del XV-XVI Secolo. Il fil-rouge del percorso espositivo è il viaggio, dentro e fuori dal Sé. Esterni metafisici, interni metafisici, viaggio senza fine, con una sala dedicata a De Chirico e Genova. Ad accogliere il pubblico è il suo autoritratto nei panni di Ulisse (1922) mentre la mostra si chiude su Il ritorno di Ulisse (1968), con il mare e l’eroe acheo che sta remando su una barca, il tutto dentro una stanza. In effetti, al termine della mostra, ci si sente proprio come Ulisse, di ritorno da un lungo viaggio nella storia dell’arte italiana e internazionale. www.inewsswiss.com

La generosità dei prestatori ha consentito di ospitare quadri dipinti dal 1910 al 1970 del Novecento sino agli anni Settanta che provengono da collezioni pubbliche e private italiane. Per citare un esempio, la Galleria nazionale di Roma ne ha fornite 20 gratuitamente. Si possono confrontare gli stessi soggetti dipinti a distanza di qualche anno l’uno dall’altro. Le opere, inoltre, sono valorizzate dall’illuminazione. Non è un caso che questa mostra sia stata realizzata nel 2019, a cento anni dalla rivoluzione pittorica di De Chirico nella pittura, che spiazzò non poco la critica dell’epoca, la quale non seppe riconoscere la continuità della ricerca metafisica dell’artista. Il fatto di collaborare con la Fondazione De Chirico ha inoltre consentito alla curatrice di arricchire l’esposizione con una sala ove sono esposte fotografie inedite. La stanza su Genova rivela un’amicizia tra De Chirico e Roberto Rotta, che nel 1919 aveva aperto l’omonima galleria d’arte in via XX Settembre proprio su consiglio di De Chirico e Carlo Carrà. Sono esposte anche delle lettere. Una mostra per tutti, con una parte appositamente dedicata ai bambini: perché, in questo periodo di grave crisi per la città di Genova, l’arte sia volano per i sogni di una regione che guarda al futuro.

iNEWS

33


arte

WENN DIE WIENER KÃœNSTLERIN DANA NOWAK NICHT VOR DER KAMERA STEHT, DANN STEHT SIE VOR DER LEINWAND. 34

iNEWS

www.inewsswiss.com


B

ereits als kleines Mädchen malte sie lieber, als mit Gleichaltrigen zu spielen. Wenn Hörspiele eine Kinderstimme benötigten, lieh Dana ihre Stimme. „Die Fernseh- und Theaterwelt habe ich als Kind sehr genossen. Letzten Endes habe ich mich dann aber für die Malerei entschieden“. Mit 18 studierte sie Malerei an der Hochschule für Bildende Künste in Hamburg. Nach Beendigung ihres Studiums, ging sie wieder nach Wien zurück, wo sie sich mit ein paar anderen Künstlern in der Wiener Innenstadt ein Atelier teilte. Es folgten Ausstellungen in Wien, Hamburg, Berlin, Marseille und Paris. Dana Nowak malt expressionistische Bilder. Ihre Kompositionen zeichnen sich durch eine Explosion der Farben aus, welche die Arbeiten von Dana Nowak ausdrucksvoll charakterisieren. Ihre besondere Technik und Sensibilität mit der Farbe umzugehen, manifestiert sich in einem poetischen Ganzen. „Meine Bilder entstehen spontan. Wenn ich beginne habe ich keinen bestimmten Plan, vielmehr lasse ich mich vom Bild führen.“ Bereits während ihres Studiums an der Hochschule für Bildende Künste habe sie begonnen Bilder zu Serien zusammenzusetzen um Geschichten zu erzählen. „Mir geht es immer darum, mit meinen Bildern etwas zu vermitteln, meine Kunst soll nicht nur dekorativ sein.“ In ihrer Serie „Beziehungen“ zeigt die Künstlerin überwiegend kleinformatige Bilder, die in Gruppen zusammengestellt sind und erzählerischen Charakter haben. Darin setzt sie sich anhand archetypischer Figuren mit dem komplexen und immer aktuellen Klassiker Beziehungen auseinander. www.inewsswiss.com

Ihre ansprechende Stilmischung aus Abstraktion und Figuration findet man auch in ihrer neuen Serie „Magie der Frauen“. Wichtig ist der Künstlerin bei der Arbeit das „Wesen des Menschseins zu erkennen“, was sie auch gleichzeitig zu ihren Stärken zählt. Sowohl in ihrer Malerei, als auch in ihren Filmen steht die menschliche Existenz im Vordergrund. Bereits während ihres Studiums begann Dana Nowak neben der Malerei auch Videos zu drehen, die sie in Installationen gemeinsam mit ihrer Malerei ausstellte. Bald darauf erhielt sie ein Angebot vom ORF und war viele Jahre für den österreichischen Sender als Kulturredakteurin tätig. Nebenher produzierte sie weiterhin Filme. Ihre Kurzfilme „Nichts“ und „Wieder Nichts“ liefen auf vielen Festivals, unter anderem dem World Film Festival Montreal und befinden sich heute im Filmmuseum in Wien. Sonderbar erscheint auf den ersten Blick Dana Nowaks doppelte Profession. „Film und Malerei sind eigentlich recht gut vergleichbar. Der Sprung ist nicht so schwierig, weil beide das gleiche Grundgerüst haben.“ Der Wechsel zwischen den beiden Medien sei geradezu „ideal“, da sie einander vielmehr fördern als behindern. „Dass ein Künstler nur eine Richtung einschlagen darf, ist überholt.“ Differenzen und Gegengewichte halten in allen zweidimensionalen und audiovisuellen Arbeiten letztendlich das Gleichgewicht. „Film ist in erster Linie Emotion, wobei mit dramaturgischen Mitteln Spannung erzeugt wird. Das Gleiche versuche ich mit der Malerei. Ich möchte mit meinen Bildern den Betrachter emotional berühren und gleichzeitig eine spannende Komposition präsentieren.“

iNEWS

35


VORANKÜNDIGUNG GROSSE ROLF KNIE ADVENTAUSSTELLUNG 30. NOVEMBER + 1. DEZEMBER 2019 VIELE GESCHENKIDEEN UND NEUE KUNSTWERKE WERDEN PRÄSENTIERT

ÖFFENTLICH UND FREIER EINTRITT

DIE AUSSTELLUNG FINDET IN RAPPERSWIL-JONA STATT ROLF KNIE IST VON 11.00 - 15.00 UHR ANWESEND. WEITERE INFOS ERSEHEN SIE UNTER: WWW.ROLFKNIE.CH RÜTISTRASSE 165 8645 RAPPERSWIL-JONA (NEBEN CCA ALIGRO) TEL. +41 44 984 43 84 - INFO@ROLFKNIE.CH 36

iNEWS

www.inewsswiss.com


communication

CARTA IDENTITÀ ELETTRONICA, BILLI (LEGA): UNA APP GARANTIRÀ LA TRACCIABILITÀ DURANTE LA REALIZZAZIONE E L’INVIO

Oggi, 20 Settembre, ho partecipato alla presentazione della fase di test della carta di identità elettronica per noi italiani all’estero tenuta all’Ambasciata italiana a Vienna alla presenza di L.M.Vignali, Ministro Plenipotenziario, S.Barbanti, Ambasciatore d’Italia a Vienna, P.Schneebauer, Ministero federale austriaco, N.Cascardi, Direttore Generale per l’informatica, e S.Imperatori, Direttore del Poligrafico e Zecca dello Stato” dichiara l’On.Simone Billi, unico eletto del Centro Destra per la Lega Salvini Premier nella Circoscrizione Europa “questa fase di test parte proprio da Vienna e da Nizza e Atene, mentre entro il 2020 verrà attivata negli altri paesi europei.” “Un utente dovrà lasciare i propri dati al suo Consolato, il quale li www.inewsswiss.com

invierà al Poligrafico dello Stato che realizzerà materialmente la carta e la invierà direttamente a casa dello stesso utente” spiega l’On.Billi “la tracciatura del processo di realizzazione e spedizione di questo importante documento verrà realizzata da una nuova App, chiamata Ve.DO, tramite un vr-code bidimensionale, in modo da poter far sapere agli utenti a che punto è la loro carta ed aumentare la sicurezza e l’affidabilità dell’intera procedura.” “La carta avrà un costo di circa 17€, più spese amministrative e di spedizione” conclude il deputato del Carroccio “complimenti alle Istituzioni e agli operatori coinvolti, continuiamo a lavorare per iniziare al più presto a rilasciare questo importante documento.” iNEWS

37


communication

ALFONSO SANCHA,

NUEVO VICEPRESIDENTE EJECUTIVO DE COMPRAS DE SEAT - Desde el 1 de septiembre, Alfonso Sancha formará parte del Comité Ejecutivo de SEAT y reemplaza a Klaus Ziegler - Antes de incorporarse a SEAT, Sancha era responsable de Compras de piezas metálicas del Grupo Volkswagen y ocupó varios cargos de relevancia internacional en el Grupo - Su objetivo será reforzar el ecosistema de suministros de la compañía, mantener su liderazgo en España y apoyar su expansión internacional, con foco en China y Norte de África, así como Latinoamérica

A

lfonso Sancha (Mainz, Germany, 1965) ha sido nombrado nuevo vicepresidente ejecutivo de Compras de SEAT, con fecha 1 de septiembre. Sucede en el Comité Ejecutivo de la compañía a Klaus Ziegler, quien asume el cargo de responsable de Compras para conectividad, movilidad eléctrica y sistemas de asistencia al conductor del Grupo Volkswagen a nivel mundial. Sancha ha desempeñado cargos de relevancia internacional dentro del Grupo Volkswagen como el de vicepresidente de Compras de Volkswagen Group China o el de responsable de Compras de piezas metálicas del Grupo Volkswagen, posición que ocupaba hasta ahora.

38

iNEWS

El directivo español se incorpora a la compañía en una etapa en la que Compras ha ampliado sus responsabilidades dentro del Grupo Volkswagen. Entre sus objetivos, Sancha desarrollará la estrategia eléctrica de SEAT en el área de Compras. También tiene como objetivo potenciar el liderazgo de la compañía en el Norte de África, donde SEAT lidera las relaciones con los proveedores de la región, en China, mercado en el que la automovilística forma parte de la joint venture entre Volkswagen Group China y JAC, y apoyar la expansión en Latinoamérica. Asimismo, impulsará las cifras de Compras, que en 2018 gestionó un volumen de 7.137 millones de euros, un 5,6% más que el año anterior (6.758 millones). En los últimos cinco años, el volumen de compras gestionado por SEAT ha crecido un 23,2%. www.inewsswiss.com


communication

LA “FONDAZIONE RE MANFREDI” PREMIA NANCY DELL’OLIO

L

a “Fondazione Re Manfredi” consegna il “Premio del Giornalismo e della Comunicazione per la promozione del territorio” a Nancy Dell’Olio per il prezioso impegno da Ambasciatrice della Puglia nel mondo a difesa e valorizzazione delle sue risorse socioeconomiche, culturali, ambientali, enogastronomiche e turistiche. Infatti, quest’anno, il fil rouge della kermesse della Fondazione é quello della valorizzazione e promozione del territorio,

www.inewsswiss.com

soprattutto in ottica culturale e turistica, quale volano di rilancio e sviluppo socio-economico. La consegna del Premio stasera, 26 agosto, a Manfredonia, nell’ambito di una serata tematica alla quale prenderanno parte illustri personaggi che, in vari ambiti, si sono contraddistinti in questa preziosa mission.Da parte della “Fondazione Re Manfredi” anche un riconoscimento del lavoro tecnico-istituzionale svolto in questi ultimi anni dall’Agenzia PugliaPromozione. iNEWS

39


communication

“SI VIVE UNA VOLTA SOLA” BARI - INCONTRO STAMPA SUL SET DI “SI VIVE UNA VOLTA SOLA” DI CARLO VERDONE, FILM SOSTENUTO DA REGIONE PUGLIA CON APULIA FILM COMMISSION E PUGLIAPROMOZIONE.

S

i è tenuta questa mattina a Bari l’incontro stampa sul set del film “Si vive una volta sola” di Carlo Verdone, prodotto da Aurelio e Luigi De Laurentiis con il sostenuto da Regione Puglia con Apulia Film Commission e Pugliapromozione, le cui ultimi riprese si terranno nel Capoluogo pugliese. All’incontro è intervenuto il cast artistico con l’attore e regista Carlo Verdone, Rocco Papaleo, Anna Foglietta e Max Tortora. Presenti Michele Emiliano, Presidente delle Regione Puglia,Antonio Decaro, Sindaco di Bari e della Città Metropolitana di Bari, Simonetta Dellomonaco, Presidente di Apulia Film Commission, e Luca Scandale, Dirigente per la Pianificazione Strategica di Pugliapromozione. “Il maestro Carlo Verdone è una poesia che affronta le vicende umane in una maniera che ha scandito la mia vita e quella di molti di noi - ha detto il presidenteMichele Emiliano - Quello che voi raccontate della regione attraverso questa film mi riempie di commozione e un pizzico di orgoglio, perché ci sembra di partecipare dall’esterno alla scrittura di una poesia che parla di amicizia, della vita e dei suoi limiti, della quotidianità delle

40

iNEWS

persone; e la lettura che se ne dà avviene dentro quella luce, quei sapori, quegli odori dove si ambienta la storia. Questo film per noi è come un bilancio.”. Il Presidente Emiliano ha poi proseguito: “Siamo partiti tutti insieme quindici anni fa quando questa città e questa regione venivano considerate posti difficili e complicati: adesso invece si adattano a un film delicato e poetico come quello che state girando. Un film che immagino farà anche tanto sorridere, perché la poesia nella versione di Carlo Verdone fa sorridere tra il malinconico e l’incredulo”. Infine, rivolgendosi a Carlo Verdone Emiliano ha detto: “Le tue facce più belle sono quelle che fai durante la constatazione dell’incredulità di fronte ai comportamenti umani. La tua indignazione, che subito dopo diventa comprensione di quello che stai osservando, crea un effetto meraviglioso che fa venire voglia, credo a tutti gli italiani, di abbracciarti e di riempirti di baci. Davvero, grazie”.

www.inewsswiss.com


enogastronomia

SLOW FOOD SAYS GENE TECHNOLOGY AMENDMENT PUTS AUSTRALIAN FAMILIES AT RISK OF EATING UNTESTED AND UNLABELLED GENETICALLY MODIFIED FOODS, INCLUDING ANIMALS AMORELLE DEMPSTER, SLOW FOOD INTERNATIONAL COUNCILLOR FOR AUSTRALIA AND OCEANIA, IS LEADING THE CHARGE TO STOP CHANGES TO THE REGULATION OF GENETICALLY MODIFIED FOOD AND CALLING FOR SUPPORTERS TO VOICE THEIR CONCERNS

L

ast September 5 marked the start of the mobilization of Slow Food’s network in Australia against the Gene Technology Amendment(2019 Measures No. 1) Regulations 2019, to be put before federal senators next month. The launch came at a public event held in Maitland, in the Lower Hunter Valley of New South Wales, at the Slow Food Earth Market, which is held every two weeks and brings together small-scale producers from the region. Currently under Australian legislation all genetic modification (GM) activities require notification to the OGTR (Office of the Gene Technology Regulator) for regulation. But under proposed amendments a whole class of new and untried GM techniques, such as SDN-1, Site-Directed Nuclease technology, and the resulting GM animals, plants and microbes would be exempt from assessment and licensing. Greens Senator Janice Rice has put forward a motion to reject the amendment in federal parliament, which will be presented to the senate again onSeptember 17. Amorelle Dempster’s call to action appeals to all Slow Food activists in the country to mobilize and make their voices heard by members of parliament, urging them to reject the amendment under discussion on September 17. Dempster herself has already written a letter to Shadow Health Minister Chris Bowen in the hopes of encouraging him and his party colleagues to disallow the amendment. “If you allow this amendment to pass, our families risk eating untested, unlabelled genetically modified (GM) foods – including animals,” she wrote. “Powerful scientific evidence shows that new GM techniques such as CRISPR pose risks that require expert assessment and management.” For many years now Slow Food’s position has been decisive opposition to genetic manipulation between different species (Genetically Modified Organisms, or GMOs) and new technologies that modify DNA within the same species (New Breeding Techniques, or NBTs). With GMOs and NBTs we are heading along the path of increasingly intensive agriculture with a widespread monocultural approach, in which species that often have no historic, cultural or gastronomic link with a place and the people who live there represent a growing threat to the survival of traditional seeds and even the rural communities themselves.

www.inewsswiss.com

Although repeated reassurances are given that GMOs are safe for human and animal health, in reality the situation is controversial. No rigorous clinical studies and independent long-term research have so far been published to show they are actually safe. The consumption of GMOs continues to raise doubts and concerns. These have not been allayed by risk assessment methodologies and criteria for evaluating the health safety of GMOs, which have proven to be inadequate and about whose scientific validity many doubts exist. NBTs such as CRISPR-Cas9 gene editing make the identification and modification of precise points in the genome cheaper and faster than ever. These techniques can be more accurate than traditional genetic engineering, making it possible in practice to achieve in a few years what used to take decades of traditional genetic improvement carried out through a long process of selection in the laboratory and in the field. But it is still not possible to be sure that the effects of DNA manipulation, in whatever way it is brought about, will be stable over time.Unwanted and unpredictable effects cannot be excluded, with possible implications for foods, animal feed and the environment. The risk of biodiversity loss that derives from the application of these techniques is the same, and the socioeconomic problems also remain unchanged. The emerging artisan, small-scale and organic farmers in regional Australia are creating food security in rural communities and ensuring the country’s food sovereignty by offering healthy and biodiverse foods produced using ecological and sustainable methods. This form of agriculture as well as large-scale exports from Australia are at risk of contamination and rejection from markets with zero tolerance for exports that are not approved by the regulator or are obtained from GM technologies. Key export markets and consumers will simply reject the produce and create an economic disadvantage for Australian farmers. “If we are providing good, clean and fair food for our communities then we need to make sure that food hasn’t been modified in any way for commercial purposes,” Dempster concludes. “We have local farmers who are growing heritage varieties and bringing back a lot of taste and flavour and we want them to continue doing that. There might be less opportunity for farmers to be able to access seeds that have been saved and to be able to grow from seeds.”

iNEWS

41


WHERE EXCLUSIVE MEETS ALL INCLUSIVE

42

iNEWS

Contact us for a personalised offer: info@vivosaresort.com | T 0833 931 002

www.inewsswiss.com

vivosaresort.com


Paradiesisches Plätzchen im Herzen Salentos Elegantes Ecoresort in der Mitte des Naturparks Litorale von Ugento, nur wenige Meter vom kristallklaren Meer und dem Privatstrand entfernt. Vivosa Apulia Resort ist der ideale Ort für authentische, stressfreie Ferien für Erwachsene und Kinder. Ein Ort um mitten in der Natur Stress abzubauen. Es ist eine Oase des Wohlstands für Körper und Geist, zudem die perfekte Verbindung zwischen dem natürlichen Ambiente und der magischen Atmosphäre in Salento. Wir bieten einen innovativen All inclusive Mix mit 33 Aktivitäten, um alle Kundenwünsche zu erfüllen. Dazu gehört: ausgewogene Mahlzeiten am Strand, Antistressangebote, Eco Golf Academy, Team Building, Mind-Activities etc. Dieses exklusive Resort läutet die Sommersaison mit einem wichtigen neuen Angebot für grosse und kleine Gäste ein: das Angebot «Vivo Sano» neu, mit Show Cooking, lokal geprägtem Spa- und Gesundheitsangebot, Naturschutz Services, neue begeisternede kinderfreundliche Aktivitäten und einen Mini-Zoo direkt im Resort. Entdecken Sie mehr auf vivosaresort.com

www.inewsswiss.com

iNEWS

43


turismo

BEST SPA ITALIANA 2019

PRESTIGIOSO RICONOSCIMENTO PER LA STRUTTURA SALENTINA AI FOOD AND TRAVEL AWARDS. VIVOSA APULIA RESORT SI CONFERMA ECCELLENZA ITALIANA. DAMIANO REALE: «PER NOI È IL CORONAMENTO DI UN PERCORSO»

C

alendula, aloe vera, cannabis sativa, fico d’india, olio extravergine d’oliva, negroamaro. La bellezza è quasi sempre questione di dettagli e se ad offrirli è la natura, ancora meglio. Lo sanno bene al Vivosa Apulia Resort, culla del relax e del benessere che, ormai da tempo, ha fatto sua una delle regole fondamentali per ottenere risultati ottimali per la cura del corpo: utilizzare solo prodotti naturali, bio ed eco-compatibili. Creme, oli per i massaggi, maschere e prodotti per il viso, scrub e tutto ciò che riguarda il benessere e la cura della persona, sono rigorosamente di origine naturale. E il qualificato staff che opera nella SPA del Vivosa ha scelto solo il top, affidandosi ai Laboratori Hur, una delle realtà più innovative del settore. La produzione dei trattamenti di bellezza si basa sulla lavorazione di materie prime così semplici da risultare innovative: latte di asina, per esempio, lavanda, olio d’oliva, canapa e tanto altro. Il mercato si sta aprendo sempre di più ai prodotti naturali,

44

iNEWS

provenienti dall’agricoltura biologica e di conseguenza si sta affermando con il cosiddetto”green beauty”. E tutto questo non fa che esaltare il lavoro della SPA del Vivosa Apulia Resort, da sempre fiore all’occhiello della struttura ugentina. Un fiore talmente bello da ricevere un riconoscimento ambito e prestigioso, il “Premio Speciale come Best Spa Italiana 2019” da parte del magazine internazionale Food and Travel che motiva così: “La SPA Vivosa Apulia Resort è un atto d’amore per corpo e anima. Una bio spa che utilizza la linea cosmetica Laboratori Hur, in partnership con Loliva: cosmetici realizzati con ingredienti e materie prima della tradizione agroalimentare bio (senza parabeni, conservanti, solventi)”. Comprensibile la soddisfazione del presidente di Vivosa Apulia Resort, Damiano Reale. «Ringrazio i Food and Travel Awards per questo importante riconoscimento che è il coronamento di un percorso. Siamo partiti in franchising – commenta - e siamo arrivati ad avere una SPA interamente Vivosa, con un nostro prodotto, con la professionalità www.inewsswiss.com


dei nostri ragazzi che in inverno seguono corso di formazione per esprimersi al meglio in estate. La SPA, inoltre, si trova all’interno di un ecoresort, nel parco naturale di Ugento, in cui viene evidenziato il concetto di “biologico” e di “eco”. È una struttura all’avanguardia e questo ha fatto sì che il premio arrivasse e fosse del tutto meritato. Il nostro staff si è affermato come eccellenza sul territorio nazionale e di questo ringrazio la manager della SPA, Paola Cantoro». Autentici ed esclusivi sono i rituali dell’Antico Mediterraneo nati ed ispirati da prodotti e trattamenti particolarmente legati al territorio e alla cultura: sono stati scelti nomi in Griko, antica lingua ancora in uso in alcune zone del Salento. Autenticità ed esclusività sono le parole chiave dei prodotti utilizzati alla spa, che usa una linea di cosmesi bio (no conservanti, no profumi, no solventi, no petrolati, no parabeni, no animal testing) che unisce natura e scienza, creata in esclusiva per Vivosa Spa dai Laboratori Hur. Si tratta di rituali unici e coinvolgenti, che traggono ispirazione dagli antichi rituali di bellezza. HUR è l’acronimo di “Hebes uti roribus”, che significa “Servirsi della rugiada di Hebe” la Coppiera degli Dei, una ninfa che offriva nettare e ambrosia, elisir di eterna bellezza. Tutti i prodotti sono stati realizzati utilizzando materie prime locali e fresche, quindi sono ricchi dell’essenza del territorio che circonda il Vivosa, con elementi estratti dalle più preziose e ben sperimentate piante medicinali, ricchi di molteplici principi attivi, tra cui spiccano le proprietà della cannabis sativa, della rosa moschata e della frutta fresca di stagione. Alle attività e ai servizi, si aggiunge una ricercata e ampia offerta di trattamenti e massaggi classici e non, tra i quali: il Tibetan Sound Massage; il Tranquillity Aromatic Spa Ritual (massaggio che elimina lo stress e le tensioni, sfruttando il potere magico dell’aromaterapia degli oli essenziali); il LomiLomiNui, “massaggio dell’anima”, di origine hawaiana ha il compito di rilassare e tonificare, una tecnica che arriva da lontano ed è ormai un classico toccasana per rimettersi in forma. Anche gli sportivi trovano il massaggio più adatto a loro: il Surf & Turf si occupa della muscolatura affaticata aiutando gli esercizi fisici sportivi a donare tono e benessere duraturo. L’offerta wellness, inoltre, si arricchisce con la presenza del “Vivosa Fitness Crew”, un team di professionisti del fitness con l’obiettivo di riportare l’ospite al completo riequilibrio e ringiovanimento di corpo e spirito attraverso il recupero delle energie e la riscoperta di uno stile di vita sano e consapevole.

www.inewsswiss.com

Contatti: VIVOSA APULIA RESORT Via Vicinale Fontanelle 73059 Marina di Ugento (LE) Tel. +39 0833 931 002 Fax + 39 0833 933 646 www.vivosaresort.com info@vivosaresort.com facebook Instagram

iNEWS

45


turismo

PRESENTATO IL PROGETTO ALLA FARNESINA

LA PUGLIA É TRA LE 4 REGIONI PROTAGONISTE DELLA “GUIDA AL TURISMO DELLE RADICI”

CAPONE: “INDISPENSABILE VALORIZZARE E RACCONTARE LE NOSTRE COMUNITÀ, MIX UNICO E STRAORDINARIO DI LEGAMI, RADICI, STORIE. E I PUGLIESI NEL MONDO NON SONO SOLO I MIGLIORI AMBASCIATORI DELLA PUGLIA MA ANCHE COLORO FRA I POTENZIALI TURISTI CHE PIÙ DI TUTTI ASPIRANO A TORNARE”

L

a Puglia é tra le 4 Regioni protagoniste, insieme a Basilicata, Abruzzo ed Emilia Romagna, della “Guida al Turismo delle Radici”,progetto promosso dalla Direzione Generale per gli Italiani all’Estero del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dall’Associazione Raiz Italiana, e che si avvale anche della collaborazione dell’ENIT. La Guida, che sarà pubblicata in tre edizioni (Italiano/Inglese, Italiano/Spagnolo e Italiano/Portoghese), è stata presentata ieri a Roma alla Farnesina, e si pone come obiettivo quello di stimolare la conoscenza dei luoghi di origine alle nuove generazioni di italiani all’estero e agli italo-discendenti attraverso una serie di itinerari. A rappresentare la Regione Puglia - Pugliapromozione Loredana Capone, Assessore al turismo. All’evento sono intervenuti Luigi Maria Vignali, Direttore Generale per gli Italiani all’Estero, Giovanni Bastianelli, Direttore esecutivo dell’ENIT e Rappresentanti del Dipartimento del Turismo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, delle Regioni Emilia Romagna e Puglia e dell’Associazione Raiz Italiana. “Ciascuno di noi quando sceglie una meta non lo fa soltanto per vedere dei luoghi ma soprattutto per provare nuove emozioni,

46

iNEWS

entrare in contatto con abitudini e modi di vivere diversi, magari antichi, e cercare di trovare nei luoghi i racconti dei nonni. E questo è ancora più vero per i milioni di Italiani all’estero e in particolare di Pugliesi che rappresentano un potenziale straordinario per stimolare il turismo delle radici, con possibili ricadute positive sulle economie dei luoghi interessati e sul rafforzamento dei rapporti delle Comunità pugliesi all’estero con l’Italia – ha affermato l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone - I pugliesi nel mondo non sono solo i migliori ambasciatori della Puglia ma anche coloro fra i potenziali turisti che più di tutti aspirano a tornare.Ecco che, allora, che raccontare il fascino della Puglia, valorizzare e raccontare le nostre comunità e tutto ciò che rappresentano, ovvero un mix unico e straordinario di legami, radici, storie, è indispensabile non soltanto per tenere viva la memoria dei nostri luoghi ma anche per promuoverli nel mondo. La Puglia, con un avviso rivolto alle Associazioni dei Pugliesi nel Mondo per promuovere la regione e, nello stesso tempo, mantenere vivo il legame con la Puglia, ha scelto di scommettere su questa narrazione, per arrivare al cuore dei suoi turisti e farli sentire cittadini temporanei”. www.inewsswiss.com


turismo

EIN GELUNGENES ZÜRI FÄSCHT 2019

D

as OK zieht eine sehr positive Bilanz des Züri Fäscht 2019: Kaum Zwischenfälle, stolze Besucherzahlen, gelungene Premieren und trotz ein paar Tropfen am Samstag auch viel Wetterglück. Roland Stahel übergibt die Geschäftsführung des Züri Fäscht nach 35 Jahren an Jeannette Herzog, welche seit über vier Jahren als Projektleiterin und stellvertretende Geschäftsführerin im OK tätig ist und die erste Frau an der Spitze des grössten Schweizer Volksfests sein wird. Das OK Züri Fäscht kann sehr zufrieden auf eine weitere gelungene Ausgabe des grössten Volksfests der Schweiz zurückblicken. Das Züri Fäscht begeisterte vom 5. bis 7. Juli 2019 rund 2,5 Millionen Besucherinnen und Besucher. Gemäss Stadtpolizei Zürich mussten trotz der hohen Besucherzahl nur wenige gravierende Zwischenfälle vermerkt werden. Auch Petrus war dem dreitägigen Spektakel milde gestimmt. Nur gerade am Samstagnachmittag sorgten Wind und Regen für etwas Aufregung. Die über 70 Tausend Nutzer der offiziellen Züri-Fäscht-App wurden dabei immer höchstaktuell mit Push-Mitteilungen zu Organisation und Sicherheit versorgt. Gleich drei Feuerwerke erleuchteten den Züricher Nachthimmel am Festwochenende. Der Mailänder Star-Feuerwerker Antonio Parente

www.inewsswiss.com

zauberte mit «Silver Eyes – Hymne an den Mond» das FreitagsFeuerwerk über das Seebecken. Am Samstag kamen die Freunde der Schlagermusik in den erstmaligen Genuss eines Schlager-Feuerwerks mit musikalischer Begleitung von Helene Fischer, Francine Jordi und vielen anderen, während um 1 Uhr der Nachthimmel zu rockigen Klängen erstrahlte. Für grosse Begeisterung und spontanen Applaus sorgte neben vielen weiteren Attraktionen auch das zum ersten Mal in Europa vorgeführte Luftballett der ewz-Drohnenshow. Wie erwartet war das Passagieraufkommen nach den beiden Feuerwerken am Samstag vor allem am Bahnhof Stadelhofen sehr gross. Kundenlenker dosierten kurzzeitig den Zugang zu den Perrons, um gefährliches Gedränge zu vermeiden. SBB und ZVV boten in beiden Festnächten über 600 Extrazüge und mehr als 3000 zusätzliche Tram- und Bus-Verbindungen an und sorgte dafür, dass die Besucherinnen und Besucher gut ans Fest und nach Hause gelangten. Geschäftsführer Roland Stahel übergibt die Leitung des Züri Fäscht nach 35 Jahren und elf Ausgaben an Jeannette Herzog. Die erfahrene Touristikerin und Marketing-Spezialistin war seit fünf Jahren Projektleiterin und stellvertretende Geschäftsführerin im OK und wird neu die erste Frau an der Spitze des Züri Fäscht sein. Das nächste Züri Fäscht findet in drei Jahren statt, vom 1. bis 3. Juli 2022. iNEWS

47


environment Brian Basnayake

“OUR HOUSE IS BURNING AND WE ARE LOOKING ELSEWHERE”

“OUR HOUSE IS BURNING. LITERALLY. THE AMAZON RAIN FOREST - THE LUNGS WHICH PRODUCES 20% OF OUR PLANET’S OXYGEN - IS ON FIRE. IT IS AN INTERNATIONAL CRISIS. MEMBERS OF THE G7 SUMMIT, LET’S DISCUSS THIS EMERGENCY FIRST ORDER IN TWO DAYS! #ACTFORTHEAMAZON“

T

he dramatic tweet from President Emmanuel Macron of France resonated all around the globe, particularly with people genuinely concerned with the environmental disaster unfolding in the Brazilian Amazonas. It was a tweet that encapsulated the deep worry that a lot of us have about the environment and the impact of climate change all over the world. Indeed, it was only a tweet, but it drew the venomous wrath of the Brazilian President Jair Bolsonaro, who berated his French counterpart, accusing him of exhibiting a colonial mindset. Little did Bolsonaro realize that he is a descendant of immigrants from Europe, who came over the centuries on the heels of the Portuguese colonizers. The twitter war between the two Presidents subsided just as the world started to look elsewhere. The raging fires 48

iNEWS

in Amazon grabbed the attention of European leaders for the time it took for the tweets to flash to and fro and then end in deafening silence. Had President Macron risen to the challenge with his twitter moment, he could have gone down in history as the leader to guide the world to a sustainable future and a saviour of the Amazon for succeeding generations. The US President’s intractable stance on the environment and climate change is a considerable obstacle. However, the lack of courage and vision of President Macron and other European leaders is lamentable, to say the least. How very poignant Monsieur Emmanuel Macron’s predecessor M. Jacques Chirac was when he lamented at the Fourth Earth Summit in 2002 that “Our house is burning and we are looking elsewhere”. www.inewsswiss.com


Although it is still disputed in some quarters, most people believe that climate change is a direct result of the environmental degradation that mankind has wrought on the earth over centuries, but mostly after the Industrial Revolution in Europe. The response of world leaders to the fires burning down the Amazon rain forest shows how little they care about the earth and how much their focus is on their own countries and their grip on the levers of power. However dire the future of our planet might seem, none of our present world leaders seriously think that it requires immediate and concerted action. In the meantime, bulldozers and forestry machinery chop down large tracts of pristine forests and destroy the habitats of indigenous peoples in all parts of the globe each day as multinational enterprises prospect for minerals or set up plantations for industrial crops. Political leaders collude with multinational corporations to strip the earth of its precious resources in the name of development and prosperity for their citizens. It is an unholy alliance of politicians and business people that is driven by greed for economic and political power and which works to thwart the efforts of experts and activists to protect the environment and promote sustainable development.

In the absence of real leadership from the politicians, it is now up to the people to take up the challenge and change the course of our planet’s future. As the Amazon burns, time is fast running out for mankind to reverse the damage to the environment. The world is in urgent need of global action by people all around the globe to goad their political leaders to adopt effective policies to protect the environment. At the same time, they should persuade business leaders to embrace sustainable development if we are to avert increasingly terrifying catastrophes. Otherwise, the day will dawn when it will be too late for millions of people with limited resources to survive the catastrophic conditions due to an environmental breakdown.

19.–

Chiamate illimitate SMS illimitati 3 GB al mese*

invece di 29.– al mese.*

Ora l’abbonamento MAXI è ancora più conveniente. Cambia ora e risparmia per un anno intero. In vendita presso:

m-budget-mobile.ch

*10.– di riduzione al mese per un anno alla nuova stipulazione di un abbonamento M-Budget Mobile MAXI dal 2.9 all’11.11.2019. Dopo un anno il prezzo mensile dell’abbonamento torna a essere di 29.–. Le chiamate/SMS senza limiti valgono per la Svizzera e per il normale uso personale; numeri business, brevi e speciali sono a pagamento. Il volume dati mensile èiNEWS valido in Svizzera. www.inewsswiss.com 49 Escl. 40.– di tassa d’attivazione (Posta 49.90). Nessuna durata minima contrattuale.


moda

HAPPY SPORT

LITTLE DIAMONDS DO GREAT THINGS

In 1993, picking up the mood of the moment, Caroline Scheufele imagined a sporty watch based on an original and quirky association between steel and diamonds. This unprecedented and bold move gave rise to the Happy Sport. Cultivating the spirit of the Happy Diamonds twirling across its dial like ĂŠtoile ballet dancers performing free variations between two sapphire crystals, the Happy Sport rapidly became an emblem of the Maison and indeed of feminine watchmaking in general.

HAPPY SPORT OVAL

TIMELESS AND PLAYFUL The Happy Sport Oval once again testifies to the inhouse skills cultivated by Chopard and expressed in this talisman watch the slender elegance of which echoes the gentle easy-going charm embedded at the heart of Happy Sport. Beating steadily inside, like a secret form of luxury, is an automatic movement developed and crafted by the Maison, the calibre 01.09-C. 50

iNEWS

www.inewsswiss.com


HAPPY SPORT OVAL

HAPPY SPORT OVAL

Iconic and distinctive bracelet «galet» (i.e. pebble), for an even more feminine jewellery watch and for a maximum comfort on the wrist. It pays tribute to the original Happy Sport’s first bracelet, which, in 1993, reinvented the very notions of style, allure and elegance with a watch that was at once sophisticated and sporty.

Available in 18-carat rose gold or stainless steel, or as a two-tone 18-carat rose gold and stainless steel option, this exceptional bracelet follows the curves of the wrist, to better accentuate its slenderness.

HAPPY SPORT OVAL

HAPPY SPORT OVAL

This talisman watch with its oval case mirrors the Joie de Vivre embedded in the genes of dancing diamonds. By designing a distinctive oval shape in accordance with its own aesthetic vision, the Happy Sport enlists a multicultural symbol of abundance and eternity.

Feminine and technical, playful and radical, precious and modern: through the sheer diversity of its qualities, the inimitable icon of the Maison represents the quintessence of horological success.

HAPPY SPORT OVAL

HAPPY SPORT OVAL

For the first time, the Happy Sport Oval is available in an 18-carat white gold version featuring a bezel set with a gradation of blue sapphires, highlighting the elegant mother-of-pearl dial.

www.inewsswiss.com

For an even more precious timepiece artfully combining the Maison’s watchmaking and jewellery expertise, Chopard has also designed a model adorned with a wealth of diamonds.

iNEWS

51


moda

CHOPARD X CHLOË SEVIGNY

GREEN CARPET COLLECTION BAG

Academy Award-nominated and Golden Globe-winning actress, director and celebrated fashion muse Chloë Sevigny has collaborated with Chopard to design and launch a Green Carpet Collection (GCC) bag with a sustainable story. “Chloë is a global style icon”, says Caroline Scheufele, Co-President and Artistic Director of Chopard. “When I heard that Chloe also has a real interest for sustainability, I knew she would be the perfect person to collaborate with to design a special evening bag for Chopard. True luxury is knowing the story behind the pieces we wear, and I am thrilled that Chloë shares this mindset and has joined us on our Journey to Sustainable Luxury”.

LOVE

THE PERFECT ACCESSORY “I love collaborating with brands who aren’t afraid to do things differently”, says Chloë Sevigny. “The jewellery industry is known for its environmental and social challenges, but Chopard is committed to doing business in a better way and has proven that it can be done. I was inspired by all of their incredible work as part of The Journey to Sustainable Luxury and my design actually came from the theme of LOVE- for people and planet. I hope the bag that we have created is embraced and cherished for years to come”. 52

iNEWS

www.inewsswiss.com


moda

THE BRAND PRESENTS TWO NEWSLIMLINE PERPETUAL CALENDAR MANUFACTURE TIMEPIECES

T

he pursuit of better value for consumers remains at the heart of Frederique Constant’s vision. In 2016 Frederique Constant introduced new mechanical excellence to its collection with its first in-house Perpetual Calendar, the FC-775 calibre. A major goal was to make a watch at a contemporary size with the sub-dials placed at an ideal distance from the center of the watch to maintain the overall visual harmony of the dial design. These two new additions highlight a grey dial with sunray decoration and applied indexes featuringPerlage and circular Côtes de Genève decoration on the movement, all in a refined polished stainless steel, or rose gold-plated polished stainless case. As a Perpetual Calendar, this timepiece not only indicates the lunar cycles but also the minutes, hours, date, day, month and year in four digits; each placed strategically to offer an aesthetically pleasant and easy-to-read dial. The date is indicated at 3 o’clock, the day of the week at 9 o’clock, the month at 12 o’clock as well as the leap year, in a sub-dial at 6 o’clock.

www.inewsswiss.com

iNEWS

53


personality

una crisi. Invece no, Beatrice decide di dedicarsi al lavoro e ha anche un’ “avventura” di una notte con un altro, la classica one-night stand. Non so cosa avrei fatto io al posto suo, però di certo Beatrice decide di non combattere, neppure quando ormai teme che lui abbia un’altra. Secondo me, forse, alla fine, fa bene, perché Brenno, con la sua assenza e i suoi silenzi non le da nessun appoggio neppure nei momenti di tristezza o di paura. Beatrice ha paura perché è appena uscita da un incubo, quello della malattia, e lui, invece, pensa al lavoro e forse a “spupazzarsi” un’altra. Io “con la testa” sto con lei, sono d’accordo con la sua scelta. So invece che io avrei seguito il cuore e probabilmente non avrei lasciato perdere, al posto suo. Io se sono convinta di una relazione combatto fino all’ultimo per stare con chi amo. Ma deve essere amore vero. E Lucetta? Lucetta aleggia in tutto il romanzo, c’è sempre anche quando “non c’è”. Tutti parlano di lei. John Irving perché lei è stata il grande amore della sua vita, molto più giovane di lui. Anche la sorella, Vera, parla di Lucetta perché la cerca sottoponendosi a delle sedute di ipnosi, guarda caso dallo stesso Irving, che è stato un illustre psichiatra. Lucetta, a modo suo, è stata vittima di un compagno narciso ed egocentrico: quando incontra John lui è un uomo di successo, ricco e bello, apparentemente senza scrupoli.

INTERVISTA

ISABELLA PILERI I segnali che lui è troppo pieno di sé per una relazione: ne parliamo con la scrittrice Isabella Pileri Bello, intelligente, carismatico... ma è davvero capace di amare? Restare nella relazione o dirsi addio? Ne abbiamo parlato con Isabella Pileri, scrittrice finalista al Premio Rive Gauche e “Miglior Giallo del 2017” con il suo rosenoir “Schegge di memoria”, edito da De Ferrari, avvincente romanzo storico ambientato nella Londra Vittoriana che parla di misteri, alchimia, amore e omicidi. Isabella, tu hai scritto il primo romanzo giallo basato sull’amore, appunto un rosenoir. Perché basare un poliziesco proprio sui sentimenti? Beh, prima di tutto “Schegge di memoria” è nato in un periodo difficile per me, in cui avevo proprio bisogno dell’amore, quello vero. Allora mi sono detta, perché non un poliziesco che parli di amore, scritto da una donna e con tante protagoniste donne? E così è nato “Schegge di memoria”. In “Schegge di memoria” ci sono varie donne, ognuna che vive l’amore in un modo differente. Ma, in particolare, ci sono Beatrice e Lucetta che, per certi versi, sono donne che amano troppo o che hanno dato troppo in una relazione. Si. Sia Lucetta che Beatrice hanno a che fare con uomini ambiziosi, un po’ egocentrici: John Irving da una parte e Brenno Brenner dall’altra. Uomini che hanno dato tutto per la carriera e hanno confinato la relazione con la loro donna in uno spazio minimo. Però il modo di amare di Beatrice è diverso da quello di Lucetta, completamente, e questo si riflette molto nell’andamento della loro storia. Puoi dirci di più? Ovviamente senza rivelare il finale del libro! Beh, Beatrice convive con Brenno che è un medico di fama internazionale. Nel romanzo, Beatrice è appena uscita dal dramma dell’avere avuto un cancro al seno, per fortuna guarito, ma conserva mille paure e cerca disperatamente l’appoggio del compagno, che però è troppo centrato su di sé e sulla carriera per aiutarla. Così, alla fine, Beatrice, in trasferta per lavoro, deve accontentarsi delle briciole di attenzione che Brenno le da: messaggini frettolosi scritti sul cellulare, qualche telefonata e... un vuoto dentro che non si colma mai. Alla fine, infatti, gli unici appoggi le verranno dal lavoro, che la distrae, e dal suo collega e amico di sempre, il detective Baglioni. Ma, secondo te, Beatrice sbaglia qualcosa? Dovrebbe fare qualcosa per avvicinarsi a Brenno? Dovrei pensarci... sicuramente Beatrice ha a che fare con un uomo molto pieno di sé, egocentrico, e chiaramente, anche se non lo ammette mai, lei per prima ha dei dubbi sulla loro storia. Se fosse stata convinta, sarebbe tornata da lui alle prime avvisaglie di 54

iNEWS

Però Lucetta è molto diversa da Beatrice, e anche John è diverso da Brenno. Vedo che hai colto nel segno! Come dicevo prima, non esiste una ricetta in questi casi. Se hai a che fare con un uomo egocentrico e pieno di sé, puoi decidere di agire in due modi completamente diversi. O rischi, allora resti ferma nella relazione, gli stai vicino, per certi versi lo assecondi, stando attenta a non farti annullare, oppure lasci perdere. Dipende da quanto ci tieni, secondo me. Lucetta di “Schegge di memoria” fa una scelta coraggiosa: a guidare le sue decisioni c’è il cuore. Abbandona casa e famiglia per John Irving e finisce in anche in una storia oscura, dalla quale non si sa se si salvi o meno. A tratti Irving è addirittura suo carnefice, anche se per necessità. Lucetta è una donna che ama troppo e solo alla fine del libro scopriremo quale delle due, se Beatrice o Lucetta, abbia avuto ragione. Il tuo romanzo “Schegge di memoria” ha avuto un grande successo fra le lettrici, ed è stato accolto bene dal pubblico e dalla critica. Però tu non sei solo scrittrice, sei anche un avvocato e ami molto gli animali, tanto da aver donato tutto l’incasso del tuo secondo romanzo giallo alla Lega Nazionale per la Difesa del Cane. Come fai a conciliare tutti i tuoi impegni? Gli animali sono la mia passione, si. Soprattutto le mie due pesti, Pimpi e Minou. La cagnolina, Pimpi, è stata abbandonata tante volte; Minou, invece... l’ho trovata sul marciapiede, una mattina d’estate di tanti anni fa. Non riuscirei a stare senza di loro! Anche come avvocato cerco sempre di dare il mio contributo per la difesa degli animali e ormai da 15 anni sono vegetariana. Eh, il tempo è il tasto dolente, tornando alla tua domanda, la risposta è... non riesco a far conciliare gli impegni! A volte mi sento stanchissima e credo che non ce la farò. Poi, invece, l’entusiasmo mi da la carica e, facendo un po’ l’equilibrista, riesco a scrivere e a lavorare. Progetti per il futuro? Tanti! Forse troppi, anche musicali (di cui ancora non parlo!). Con Maria Rita Vita, la pittrice che ha dipinto la visionaria cover del romanzo “Schegge di memoria” e la pianista giapponese di fama internazionale Rioko Tajika Drei, stiamo partecipando a uno short movie ideato dalla mia agente, Luisa Pavesio. In questo movie ci saranno arte, musica e “Schegge di memoria”. Sarà ambientato ad Acqui Terme, nella bella Villa Ottolenghi Wedekind, proprietà della famiglia Invernizzi ( gli Invernizzi della nota azienda casesaria italiana Ndr), sponsor del progetto. E poi sto scrivendo un nuovo romanzo. Ovviamente è un poliziesco e di nuovo sarà un’indagine sui sentimenti: perché l’amore, non solo fra uomo e donna, ma anche fra genitori e figli, non è mai bianco o nero, ma è un’infinita gamma di sfumature. Un mistero da risolvere. L’amore ha sempre qualcosa di misterioso, qualche segreto inconfessabile. Anche nelle coppie più inossidabili ci sono dei segreti e anche di questo parlerò nel romanzo che sto ora scrivendo e che spero abbia, come “Schegge di memoria” ha avuto, l’editing prezioso di Luisa Pavesio, già Direttore IIC. E l’amore? L’amore? Io sono un’inguaribile romantica, ma sto ancora aspettando. E noi donne dovremmo imparare che quando lui è freddo, assente, egoista, non è perché sbagliamo qualcosa noi. Semplicemente lui è così. In genere invece gli uomini delle altre ci sembrano gentili, affettuosi, e noi pensiamo che sia per merito delle nostre amiche che li hanno sposati. Invece spesso ciò che hanno in più queste amiche, rispetto a noi, è che loro sono capaci di scegliere e noi no. Potrei dire che non sono fortunata in amore, ma forse la verità è che ho scelto male e mi innamoro difficilmente. La colpa non è mai solo da una parte. Quando una relazione non va bene, la responsabilità spesso è di tutti e due! R.N. Photo credits: Giovanna Fadda Ph - ripreso da Eva 3000

www.inewsswiss.com


cinemusic Luisa Pavesio

MARIA RITA VITA

RYOKO TAJIKA DREI

DAL ROMANZO “SCHEGGE DI MEMORIA” DI ISABELLA PILERI IL VIDEO CON RYOKO TAJIKA DREI E MARIA RITA VITA

L

’intreccio fra musica, pittura e letteratura è di moda già dall’ ultimo Ottocento e primo Novecento, quando il Decadentismo, abbattendo le frontiere fra i vari tipi di espressione artistica, portò alle estreme conseguenze di un Garcia Lorca poeta e pianista e di un Dalì e un Picasso, che immaginano oggetti di design poi mandati in produzione. Proprio in omaggio a questo sincretismo artistico, il romanzo “Schegge di memoria”, quarta prova letteraria di Isabella Pileri, il Premio Miglior Giallo al Rive Gauche di Firenze, ha dato origine ad un cortometraggio per la regia di Marcello Massardo, dove compaiono , oltre alla scrittrice, altre due straordinarie Artiste: la pianista giapponese Ryoko Tajika Drei , miglior concertista al Quirinale nel 2017, e l’action painter massese Maria Rita Vita, autrice dei grandi e coloratissimi quadri sparsi qua e là per Villa Ottolenghi. Proprio Villa Ottolenghi è la location principale del video, con puntate sul centro storico della cittadine termale di Acqui Terme ed all’Hotel La Meridiana, cui appartengono alcuni degli scorci più suggestivi del filmato. Si deve riconoscere che il romanzo, con le sue atmosfere poetiche sospese fra la Londra vittoriana e la www.inewsswiss.com

Milano di oggi, si prestava particolarmente ad una trasposizione cinematografica, sia pure nella versione ridotta di evocazione, più che narrazione, di una storia, cui hanno offerto il proprio sostegno illustri personaggi acquesi, da Vittorio Invernizzi, proprietario della Villa art déco, circondata da una grande parco e concepita nelle sue forme architettoniche dalla tedesca Herta von Wedekind, andata sposa ad un Conte Ottolenghi; alla la famiglia Bianchini,proprietaria della Meridiana, antico convento oggi adibito ad hotel, dove hanno luogo annualmente prestigiose conventions musicali, fino al Sindaco della città Lorenzo Lucchini. Conclude il video un rap che porta lo stesso titolo del romanzo, su tema ed esecuzione di Alex Léon, violinista di origine romeno radicato ad Acqui, e voce del giovane rapper genovese Terremoto MC. Last but not least, alla realizzazione del cortometraggio ha offerto un contributo decisivo anche INews, come ricorda nei titoli di coda l’affettuoso ringraziamento al nostro Editore Antonio Campanile, amante dell’arte ed egli stesso pregevole pittore..

iNEWS

55


musica

ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI ANNOUNCES NEW STUDIO ALBUM “D.O.C.” - OUT NOVEMBER 8TH NOW AVAILABLE FOR PRE-ORDER

EUROPEAN TOUR SCHEDULED FROM JUNE TO DECEMBER 2020

D.O.C.” is the title of ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI’s new studio album to be released worldwide on November 8th under Polydor/Universal Music Italia. Among the most appreciated Italian artists worldwide, with over 60 million records sold, Zucchero is back with his new project made of high quality, authentic and genuinely composed songs. Album will be available in multiple formats: CD, 2LP Standard, 2LP Coloured Yellow (Exclusive D2C), Digital-download, Streaming and will feature 11 songs + 3 Bonus tracks. Tracklist: “Spirito nel buio”, “Soul Mama”, “Cose che già sai” feat. Frida Sundemo, “Testa o croce”, “Freedom”, “Vittime del Cool”, “Sarebbe questo il mondo”, “La canzone che se ne va,“Badaboom (Bel Paese)”, “Tempo al tempo”, “Nella tempesta”, “My Freedom” (bonus track), “Someday” (bonus track) and “Don’t let it be gone” feat. Frida Sundemo (bonus track). From today, Friday Sept 20th, “D.O.C.” is available for pre-order in both physical and digital formats at the following link: https://pld. lnk.to/DOC. 2LP Yellow will be exclusively available through D2C Stores in France, Germany, Austria, Switzerland and Holland at the following links: Germany, Austria, Switzerland: zucchero.universal-music.de Through this operation, all customers pre-ordering the album will receive a unique alphanumeric code. With this code they will be allowed to access an exclusive window where they can purchase tickets for the upcoming European Tour before public sale goes live. Check all details on D2C Stores.

56

iNEWS

“D.O.C.” European Tour will kick off at Royal Concert Hall in Glasgow on June 6th 2020 and will touch the most prestigious Arenas across all Europe including 10 shows atArena di Verona in Italy, described by the artist as “one of the most beautiful places to play music”. Among the greatest interpreters of blues rock in Italy, Zucchero (AKA Adelmo Fornaciari) has sold over 60 million records in his career, of which 8 million with the album “Oro, incenso & birra”. In addition to being the first Western artist to have performed in the Kremlin after the fall of the Berlin wall, Zucchero is also the only Italian artist to have participated to the Woodstock Festival in 1994, the Freddie Mercury Tribute in 1992 and all the events of 46664 for Nelson Mandela. He is also one of the few Italian artists nominated for a Grammy, with Billy Preston and Eric Clapton as the best “R&B Traditional Vocal Collaboration.” His concert in December 2012 at the Higher Institute of Art in Havana with over 80,000 people was considered the biggest live ever held by a foreign singer in Cuba under embargo. With over 65,000 people present, in July 2018 he performed in Hyde Park, for the British Summer Time in London, alongside international artists such as Eric Clapton, Santana, Steve Winwood. His music has broken national borders thanks to numerous collaborations with international artists such as Bryan Adams, The Blues Brothers, Bono, Jeff Beck, Ray Charles, Eric Clapton, Joe Cocker, Elvis Costello, Miles Davis, Peter Gabriel, John Lee Hooker, BB King, Mark Knopfler, Brian May, Luciano Pavarotti, Iggy Pop, Queen, Alejandro Sanz, Sting and many others.

www.inewsswiss.com


INEWSSWISS.COM

F

O

O

D

DALLA LUNA AL CIBO Incontro con la Daunia Domenica 13 e Lunedì 14 Ottobre www.inewsswiss.com

iNEWS

57


enogastronomia

ANTONELLA MONTESI

PRESS TOUR SALENTO 2019

SLOWLY IN SALVE

U

n viaggio in una terra magica, la punta estrema della penisola italiana, ricca di storia, tradizioni e di tanta consapevolezza da parte di chi la vive e la amministra. Full immersion di tre giorni nel Salento, quello che va oltre Brindisi, dove finisce la Francigena, e prosegue con i Cammini di Leuca in quello che da sempre è un avamposto e un punto di incontro di un mondo culturale, il bacino del Mediterraneo, simbolo di inclusività ed anche di scontro. Un finibus terrae che dal Paleolitico medio ai nostri giorni, passando per le incursioni dei pirati saraceni e il feudo dei Capece nel Medioevo fino all´età moderna è stato il crocevia di culture e popoli diversi. Accompagnati da una guida preparatissima, Marco Cavalera dell´associazione culturale Archès, da due amministratori locali estremamente ospitali e disponibili, l´assessore al Turismo e all´Agricoltura, Francesco De Giorgi e il sindaco Francesco Villanova, abbiamo visitato e vissuto a tutto tondo uno spaccato di questa terra. Dal frantoio interrato, all´officina del fabbro artista Antonio Sergi; dal forno del `700, ancora in uso, alla pasticceria con preparazione dal vivo dei pasticciotti. Poi i siti archeologici e paleolitici, visitati nel corso di una gita in barca. E poi la visita ad un uliveto con piante secolari, come è tipico di questa zona, colpito da quella che sembra essere una moderna piaga d´Egitto, la xylella. Naturalmente poi tanta enogastronomia e turismo coniugati al meglio in incontri e pranzi e cene e degustazioni in locali tipici e diversi tra loro per offerta e approccio: dal locale in riva al mare, alla masseria con annessa fattoria didattica, alla pajara, costruzione di campagna tipica del luogo, con merenda all´aperto organizzata da Legambiente. Quello che più rimane di tante impressioni, sono le persone. Sono i salentini con il loro sano orgoglio per la consapevolezza del territorio in cui vivono, delle tradizioni di cui si fanno portatori e soprattutto dello sviluppo a cui lavorano alacremente e che sanno di meritare.

58

iNEWS

In questo, noi, portavoce nel mondo, li coadiuveremo con una proficua cooperazione con gli attori locali, amministratori ed associazioni di supporto. Un ringraziamento all’organizzatore Maurizio Antonazzo insieme a : BeB Tally Ho - Salve BeB le Caruse - Salve Ristorante Ikarus - Pescoluse Ristorante la Cozza - Posto Vecchio Lido Venere - Posto Vecchio Agriturismo Sante le Muse - Salve Trattoria La Preula - Salve Trattoria Mr Jameson - Salve Angelo Perrone Pesca Turismo - Torre Pali Antonio Sergi (Fabbro) - Salve Forno di comunità - Borgo Terra Pasticceria Dragone - Salve Proloco Salve (presidente Paola Casto) Salveturismo (presidente Lorena di Seclí) Legambiente il Giglio delle Dune (presidente Giovanni Ponzetta) Associazione culturale Archés (presidente Marco Cavalera) Grazie ancora a voi tutti per l`esperienza che ci avete regalato. Arrivederci presto. Antonella Montesi Medi@press , Zurigo

www.inewsswiss.com


www.inewsswiss.com

iNEWS

59


enogastronomia

LAMBERTO FRESCOBALDI

VENDEMMIA 2019, BUONE PREMESSE PER UN’OTTIMA ANNATA

U

n’ottima annata è quanto si profila per la vendemmia 2019: parola di Lamberto Frescobaldi, Presidente del Gruppo Frescobaldi, che ha tracciato un primo bilancio della raccolta iniziata in quasi tutte le tenute. “La situazione dello stato vegetativo dei vigneti, ad oggi, è molto buona e la sanità delle uve perfetta; se le condizioni meteo lo permetteranno la maturazione delle uve rosse e bianche sarà ottimale per ottenere grandi vini”. Commentando le condizioni climatiche dell’annata ha poi aggiunto: “L’inverno è stato caratterizzato da lunghi periodi di giornate soleggiate con temperature basse, ventilazione da nord e scarse piogge. In primavera invece, le piogge abbondanti sono state importanti per rifornire i suoli di una riserva d’acqua indispensabile per affrontare in maniera

60

iNEWS

ottimale la stagione. Il germogliamento è iniziato i primi di aprile, circa 10 giorni più tardi rispetto alla media degli ultimi anni. L’estate è stata calda, con buone escursioni termiche e piogge benefiche durante la fine di luglio. La fioritura e l’invaiatura sono anche queste avvenute circa 10 giorni più tardi rispetto alla media degli ultimi anni”. Secondo Lamberto Frescobaldi, dunque: “Le condizioni meteo positive durante il mese di settembre garantirebbero una grande vendemmia, con tutto il tempo necessario alla completa maturazione dei polifenoli nelle uve rosse e degli aromi nelle uve bianche. Dando uno sguardo di dettaglio alle nostre tenute abbiamo produzioni stabili se non, in alcuni casi, in leggero calo, grazie a un’estate particolarmente soleggiata e la previsione è di un’ottima annata per la Vendemmia 2019”.

www.inewsswiss.com


TENUTA NIPOZZANO La primavera è stata fresca con piogge che hanno assicurato buone riserve idriche per affrontare al meglio una lunga estate calda. I vigneti hanno sfoderato foglie verdi brillanti e chiome dense, per nutrire e proteggere dal caldo i grappoli piccoli e spargoli. Le consuete brezze provenienti dalle pendici dell’Appennino che rendono unica la posizione dei vigneti, hanno aiutato a rinfrescare le notti estive. L’uva è stata così accompagnata nella maturazione dal calore del sole e dalla brezza frusciante tra le foglie. Tra i filari, i grappoli ormai pronti alla vendemmia sono ricchi e concentrati e promettono vini di grande eleganza. Nel Chianti Rufina le produzioni 2019 previste sono in linea con le annate passate e con un alto livello qualitativo, che si esprimerà con vini tipici della zona marcati da una buona vena acida e tannini setosi. TENUTA POMINO Una fresca ed elettrizzante primavera seguita da un giugno caldo e asciutto ha favorito una bella fioritura e allegagione. Il giusto alternarsi di piogge e periodi di caldo tipicamente estivo, sono stati fondamentali per arrivare alla fine di agosto con delle uve che esprimono pienamente le caratteristiche del territorio di Pomino. Un’altra fantastica vendemmia è dunque iniziata! La produzione si prevede nella media, l’andamento climatico unito alle caratteristiche della Tenuta garantisco la migliore espressione delle note fruttate dei vini. TENUTA CASTIGLIONI Sulle sue colline si osserva una graduale e progressiva maturazione delle uve. I Merlot per il Giramonte beneficiano delle calde giornate di fine estate per concentrare zuccheri e polifenoli. Il leggero ritardo di stagione porterà i Sangiovesi del Chianti ed i Cabernet di Castiglioni a maturare in un clima autunnale salvaguardando freschezza e intensità aromatica. La produzione registra un aumento di circa il 3% sulla produzione con caratteristiche dei vini sempre aderenti alle note di morbidezza a cui siamo abituati.

www.inewsswiss.com

TENUTA AMMIRAGLIA L’annata è stata caratterizzata da una primavera fresca e ricca di piogge in Maremma, seguita da un’estate calda ma mitigata dalle brezze marine provenienti dal vicino golfo dell’Argentario, che attraversando i filari, accarezzando le foglie e i grappoli delle viti, hanno dato loro sollievo dalle alte temperature. Questo ha donato un’uva sana e di eccezionale qualità che regalerà, oltre a dei vini rossi di altissima qualità, dei rosé e dei bianchi dalle note floreali fresche e profumate. Inoltre, la vendemmia 2019 vede, ad oggi, una produzione in lieve calo del 2% confronto all’annata precedente. TENUTA PERANO La sua unicità è rappresentata dai suoi vigneti racchiusi in uno scrigno ad anfiteatro, in cui il sole di giorno e la ventilazione fresca della notte garantiscono salute, ed esaltano maturazione e profumi nelle uve prodotte. Il terreno favorisce l’esplorazione delle radici, e posto ad un’altitudine tra i 500 e i 600 metri sopra il livello del mare fa la differenza riuscendo a mitigare un clima sempre più bizzarro. La produzione è nella norma e l’esposizione perfetta delle vigne conferisce al vino un’innata classe. TENUTA CASTELGIOCONDO Questa annata a Montalcino abbiamo avuto condizioni ideali allo sviluppo delle viti con sole, pioggia, caldo e freddo che si sono succeduti nelle quantità e nei momenti corretti. L’uva è arrivata a maturazione in maniera perfetta e tra qualche giorno inizieranno a portare in cantina i primi grappoli di Merlot. Per il Sangiovese invece dovremmo avere la pazienza di attendere ancora qualche altra settimana. La produzione 2019 è quantitativamente in linea con il 2018 e la varietà di esposizioni e terreni doneranno vini di grande struttura. Per ulteriori informazioni stampa: SEC Strategy • PR • Advocacy, Cinzia Ghilotti – ghilotti@secrp.com, Cell. 3477958520; Vania Brogi – brogi@secrp.com; Cell. 3381367220

iNEWS

61


enogastronomia

23 SV LERNENDE ÜBERNEHMEN DAS MITARBEITER- RESTAURANT AXA MUSEUMSTRASSE IN WINTERTHUR 23 Lernende von SV Schweiz übernehmen vom 23. bis 27. September 2019 die Führung des Mitarbeiterrestaurants AXA Museumstrasse in Winterthur. Während einer Woche schwingen sie die Kochlöffel und kümmern sich ganz alleine um den Betrieb.

herausfordernden Projekts starteten be-reits im April 2019. Vom Einsatzplan über die eigene Menuplanung bis hin zur Dekoration orga-nisieren die Lernenden den kompletten Betriebsalltag selbst. Während dieser Woche werden lediglich der Restaurant Manager und der Küchenchef vor Ort sein, um die Lernenden bei ihrem Tun zu unterstützen. Die übrige Belegschaft des Restaurants AXA Museumstrasse verweilt während der Projektwoche in den Ferien.

Vom 23. bis 27. September 2019 übernehmen 23 Lernende von SV Schweiz das Küchenzepter. «chiefs for a week» heisst die Projektwoche, in der sie die alleinige Verantwortung für das Restaurant AXA Museumstrasse tragen und täglich 300 Gerich-te für ihre Gäste kochen. Die Besetzung der «chiefs» besteht aus 23 Lernenden im 2. und 3. Lehrjahr, darunter befinden sich zehn Köchinnen und Köche, eine Hotelfachfrau, eine Hotelkommunikationsfachfrau, acht Systemgastronomiefachfrauen/-männer und drei Kauf-leute. Die Vorbereitungen für die siebte Ausführung dieses

Passend zum diesjährigen Motto «Secure the Planet – Wir versichern euch eine unvergessliche Woche» kreierten die Lernenden vier verschiede Menulinien: «Memoire» steht für Schweizer Gerichte, «world wide» bietet täglich eine kulinarische Reise durch die verschiedenen Weltkultu-ren an und mit «yesterday but still okay» wird der Fokus auf die Wiederverwendung von nicht mehr ganz perfekten, aber immer noch tadellos geniessbaren Lebensmitteln gelegt. Zu guter Letzt gibt es noch das Menu «Garden Paradise», das verführerische Gerichte mit frischen Zu-taten aus dem Garten beinhaltet.

62

iNEWS

www.inewsswiss.com


enogastronomia

PALLADIUM HOTEL GROUP FEIERT DIE OFFIZIELLE ERÖFFNUNG DES PALLADIUM HOTEL COSTA DEL SOL „DIESE ERÖFFNUNG IST EIN SEHR WICHTIGER MEILENSTEIN FÜR UNSER UNTERNEHMEN“, SAGTE ABEL MATUTES, CEO DER PALLADIUM HOTEL GROUP AN DER VERANSTALTUNG NAHMEN 400 GÄSTE TEIL, DIE DIE NIX SKY LOUNGE DES HOTELS BESUCHEN KONNTEN; DIESE GASTRONOMISCHE EINRICHTUNG BIETET EINIGE DER SCHÖNSTEN AUSBLICKE AUF DIE KÜSTE DER COSTA DEL SOL DIE EINWEIHUNG DES PALLADIUM HOTEL COSTA DEL SOL MARKIERT EINE WICHTIGE ENTWICKLUNG IN DER EXPANSIONSSTRATEGIE DES HOTELUNTERNEHMENS

P

alladium Hotel Costa del Sol, die neue Einrichtung der Palladium Hotel Group an der Küste Costa del Sol, feierte am Donnerstag, den 19. September 2019, seine offizielle Eröffnungsveranstaltung. An der großen Eröffnungsparty nahmen über 400 Gäste teil. Die Türen des Hotels wurden bereits Ende Juli geöffnet. Zu der Veranstaltung gehörten die Verkostung einiger der Gastronomieangebote des Hotels sowie Livemusik und akrobatische Auftritte. Die Veranstaltung ist die dritte Hoteleröffnung der Gruppe im Jahr 2019 und die erste in der Region Malaga. Abel Matutes, CEO der Palladium Hotel Group, Carmen Matutes, Assistant General Director der Palladium Hotel Group und Jesús Sobrino, Assistant General Director der Palladium Hotel Group, feierten als Gäste bei der Eröffnungsveranstaltung die Gründung des Hotels in Benalmádena unter der Marke Palladium Hotels. Die Veranstaltung fand in der Nix Sky Lounge statt, einem der für dieses vier Sterne Hotel charakteristischsten Orte, sowie in dem stilvollen Lobby-Bereich und der Guayavera Bar. Der CEO der Palladium Hotel Group, Abel Matutes, richtete ein paar Worte an die Gäste: www.inewsswiss.com

„Die Eröffnung des Palladium Hotel Costa del Sol ist ein Meilenstein für unser Unternehmen und stärkt unser neues auf Hotelmanagement basierendes Geschäftsmodell. Die Eröffnung eines Hotels in Benalmádena ist ein bedeutender Schritt für das Unternehmen, der unserem Hotelangebot einen wichtigen Mehrwert verleiht. Zum ersten Mal siedeln wir in Malaga an und bringen unsere Erfahrungen aus Ibiza und anderen Destinationen auf das spanische Festland. Palladium Hotels ist eine unserer wichtigsten und bekanntesten Marken, die von unseren Kunden geliebt wird. Wir sind zuversichtlich, dass diese Hoteleröffnung den Tourismus in der Region unterstützen und ein neues Qualitätsangebot für die ganze Familie bieten wird.“ Dieses Projekt ist ein weiterer Schritt in der Konsolidierung der neuen Wachstumsstrategie der Palladium Hotel Group, die auf Hotelmanagement durch Allianzen mit strategischen Partnern und Investmentfonds basiert. Diese Strategie wurde zu Beginn 2019 mit der Eröffnung des BLESS Hotel Madrid und dem späteren BLESS Hotel Ibiza eingeführt.

iNEWS

63


SWISSGEHT AUS swiss geht aus

MANGIARE BENE MaNgiaRe BeNe ESSEN MIT GENUSS esseN Mit geNuss

ristorante PiZZera BeLLa Vista WWW.BeLLaVista-MUri.CH RESTAURANT SANTA VERENA WWW.SANTAVERENA.CH STRAEHLGASSE 1 8832 WOLLERAU, ristorante8832, MoLino ZUrigo WWW.MoLino.CH WOLLERAU SVIZZERA TEL. +41 44 784 06 18 Da Ciro

WWW.ristorante-Ciro.CH

RISTORANTE MOLINO ZURIGO iL gigLio

WWW.MOLINO.CH WWW.iLgigLio.CH

DA CIRO iL tartUfo

WWW.RISTORANTE-CIRO.CH WWW.iLtartUfo-ZUeriCH.CH

IL GIGLIO iL gaLLo

WWW.ILGIGLIO.CH WWW.iLgaLLo.CH

IL TARTUFO ristorante tosCano

WWW.ILTARTUFO-ZUERICH.CH WWW.ristorante-tosCano.CH

IL GALLO ristorante itaLia

WWW.ILGALLO.CH WWW.ristorante-itaLia.CH

RISTORANTE TOSCANO Casa Da VinCi

WWW.RISTORANTE-TOSCANO.CH WWW.CasaDaVinCi.CH

RISTORANTE ITALIA ganDria

WWW.RISTORANTE-ITALIA.CH WWW.restaUrant-ganDria.CH

CASA DA VINCI iL CaMino

WWW.CASADAVINCI.CH WWW.ristorante-CaMino.CH

GANDRIA PantHeon

WWW.RESTAURANT-GANDRIA.CH WWW.iLPantHeon.CH

IL CAMINO Casa aUreLio

WWW.RISTORANTE-CAMINO.CH WWW.CasaaUreLio.CH

PANTHEON sCHWan HoteL & taVerne

WWW.ILPANTHEON.CH WWW.HoteL-sCHWan.CH

CASA AURELIO iL BoCCioDroMo

WWW.CASAAURELIO.CH WWW.BoCCiaCono.CH

SCHWAN HOTEL & TAVERNE iL PUnto

WWW.HOTEL-SCHWAN.CH WWW.ristorante-PUnto.CH

IL BOCCIODROMO WWW.BOCCIACONO.CH ristorante Ciao MöWenPiCk WWW.MoeVenPiCk-regensDorf.CoM IL PUNTO ristorante aZZUrro

ristorante PiZZeria Vista - kirCHBüHLstrasse 7 - 5630 MUri RESTAURANT SANTABeLLa VERENA

ristorante RISTORANTE DaL DAL tosCano TOSCANO

WWW.RISTORANTE-PUNTO.CH WWW.ristoranteaZZUrro.CH

RISTORANTE CIAO MÖWENPICK WWW.MOEVENPICK-REGENSDORF.COM ristorante sorriso WWW.sorriso.CH RISTORANTE AZZURRO trattoria itaLiana

WWW.RISTORANTEAZZURRO.CH WWW.trattoria-itaLiana.CH

RISTORANTE SORRISO restaUrant Mesa

WWW.SORRISO.CH WWW.Mesa-restaUrant.CH

TRATTORIA ITALIANA DaL BUongUstaio

WWW.TRATTORIA-ITALIANA.CH WWW.DaL-BUongUstaio.CH

RESTAURANT MESA iL faro DüBenDorf

WWW.MESA-RESTAURANT.CH WWW. iLfaro.CH

DAL BUONGUSTAIO ristorante VeneZia

WWW.DAL-BUONGUSTAIO.CH WWW.VeneZia-BUeLaCH.CH

IL FARO DÜBENDORF ristoraBte 4 Leoni

WWW. ILFARO.CH WWW.4Leoni.CH

RISTORANTE VENEZIA iL saLento restaurant Pizzeria

WWW.VENEZIA-BUELACH.CH WWW.iL-saLento.CH

RISTORABTE 4 LEONI ristorante roMantiCa

WWW.4LEONI.CH WWW.ristoranteroMantiCa.CH

ristorante RISTORANTE roMantiCa ROMANTICA

IL SALENTO Restaurant Pizzeria WWW.IL-SALENTO.CH ristorante BarBatti WWW.BinDeLLa.CH RISTORANTE ROMANTICA Casa ferLin

WWW.RISTORANTEROMANTICA.CH WWW.CasaferLin.CH

RISTORANTE BARBATTI WWW.BINDELLA.CH restaUrant PinoCCHio WiLstrasse 100 CH-8600 DüBenDorf CASA FERLIN WWW.CASAFERLIN.CH teL.: +41 43 819 15 19 e-MaiL: info(at)DUeBenDorf-PinoCCHio.CH RESTAURANT PINOCCHIO WILSTRASSE 100 CH-8600 DÜBENDORF TEL.: +41 43 819 15 19 E-MAIL: INFO(AT)DUEBENDORF-PINOCCHIO.CH P = ProPietario itaLiano h P H PROPIETARIO ITALIANO 60 = ineWs

60

iNEWS

64

iNEWS

inews_n43_08.indd 60

C = CUoCo itaLiano h C = CUOCO ITALIANO H

S serViZio itaLiano h S SERVIZIO ITALIANO H

ristorante RISTORANTE PinoCCHio PINOCCHIO q = BUona qUaLità h Q = BUONA QUALITÀ H

hI = ingreDienti itaLiani HI = INGREDIENTI ITALIANI

ht = testato T = TESTATO H

iNEWS

17/10/16 21:16


eswiss nogastronomia SWISS eswiss nogastronomia geht GEHTaus AUS

MaNgiaReBENE BeNe MANGIARE MaNgiaRe BeNe esseNMIT MitGENUSS geNuss ESSEN esseN Mit geNuss

geht aus

ristorante PiZZera BeLLa Vista ristorante PiZZera BeLLa Vista RISTORANTE PIZZERA BELLA VISTA restaUrant grigioni graUBünDen restaUrant grigioni graUBünDen RESTAURANT GRIGIONI GRAUBÜNDEN restaUrant La Carretta restaUrant Carretta RESTAURANT LALa CARRETTA restaUrant, PiZZeria PaDrino

ristorante CarUso ristorante RISTORANTE CarUso CARUSO

ristorante-tosCano ristorante-tosCano RISTORANTE-TOSCANO

HoteL-taVerne HOTEL-TAVERNEsCHWan SCHWAN HoteL-taVerne sCHWan

056 664 12 87 056 664 056 664 1212 87 081 413 328716 * 081 413 081 413 3232 16 *95* 081 413 3816 081 413 95 081 413 3838 95 081 253 03 01 restaUrant, PiZZeria PaDrino 081 253 01 RESTAURANT, PIZZERIA 081 253 0303 01 restaUrant tiCinoPADRINO 081 253 13 07 * restaUrant tiCino 081 253 RESTAURANT TICINO 081 253 1313 0707 * * restaUrant, PiZZeria La MeriDiana 081 416 82 85 restaUrant, PiZZeria MeriDiana 081 416 RESTAURANT, PIZZERIA LALa MERIDIANA 081 416 8282 8585 restaUrant Jarno 081 416 82 85 * restaUrant Jarno 081 416 RESTAURANT JARNO 081 416 8282 8585 * * ristorante CarUso 081 641 30 30 ristorante CarUso 081 641 RISTORANTE CARUSO 081 641 3030 3030 grotto serta 091 945 02 35 grotto serta 091 945 GROTTO SERTA 091 945 0202 3535 osteria BeLLaVista 091 985 89 12 osteria BeLLaVista 091 985 OSTERIA BELLAVISTA 091 985 8989 1212 trattoria Vittoria 091 609 11 57 trattoria Vittoria 091 609 TRATTORIA VITTORIA 091 609 1111 5757 grotto griLLo 091 970 18 18 grotto griLLo 091 970 GROTTO GRILLO 091 970 1818 1818 BeLVeDere 091 941 13 51 BeLVeDere 091 941 BELVEDERE 091 941 1313 5151 grotto MorCHino 091 994 60 44 grotto MorCHino 091 994 GROTTO MORCHINO 091 994 6060 4444 osteria Dei tiratori 091 943 34 95 osteria Dei tiratori 091 943 OSTERIA DEI TIRATORI 091 943 3434 9595 grotto tiCinese 091 967 12 26 grotto tiCinese 091 967 GROTTO TICINESE 091 967 1212 2626 CaCCiatori 091 605 22 36 CaCCiatori 091 605 CACCIATORI 091 605 2222 3636 ristorante Da CanDiDa 091 649 75 41 ristorante CanDiDa 091 649 RISTORANTE DADa CANDIDA 091 649 7575 4141 ristorante Cyrano 091 922 21 82 ristorante Cyrano 091 922 RISTORANTE CYRANO 091 922 2121 8282 ristorante santaBBonDio 091 994 85 35 ristorante santaBBonDio 091 994 RISTORANTE SANTABBONDIO 091 994 8585 3535 CoLLina D‘oro 091 994 74 97 CoLLina D‘oro 091 994 COLLINA D‘ORO 091 994 7474 9797 ristorante iL Castagno 091 611 40 50 ristorante Castagno 091 611 RISTORANTE IL iL CASTAGNO 091 611 4040 5050 ristorante La grigLia 091 945 11 58 ristorante grigLia 091 945 RISTORANTE LALa GRIGLIA 091 945 1111 5858 La PerLa DeL Lago 091 973 72 72 PerLa DeL Lago 091 973 LALa PERLA DEL LAGO 091 973 7272 7272 Hostaria DeL PoZZo 091 940 91 58 Hostaria DeL PoZZo 091 940 HOSTARIA DEL POZZO 091 940 9191 5858 LoCanDa DeL BosCHetto 091 994 24 93 LoCanDa DeL BosCHetto 091 994 LOCANDA DEL BOSCHETTO 091 994 2424 9393 MoUette DeL MöVenPiCk 091 923 23 33 MoUette DeL MöVenPiCk 091 923 MOUETTE DEL MÖVENPICK 091 923 2323 3333 grotto VaLLera VaLLera 091647 647 189191 grotto 091 GROTTO VALLERA 091 647 1818 91 iL faro DüBenDorf grotto: 044 821 620303 faro DüBenDorf grotto: 044 821 IL iL FARO DÜBENDORF GROTTO: 044 821 6262 03 restaUrant: 044 821 61 restaUrant: 044 821 RESTAURANT: 044 821 6161 646464 iL faro eMBraCH faro eMBraCH IL iL FARO EMBRACH iL faro HerrLiBerg faro HerrLiBerg IL iL FARO HERRLIBERG

iL faroWALLISELLEN WaLLiseLLen faro WaLLiseLLen IL iL FARO

restaUrant:044 044 865 032020 restaUrant: 044 865 RESTAURANT: 865 0303 20 restaUrant: 044 915 811111 restaUrant: 044 915 RESTAURANT: 044 915 8181 11 Bankett / saaL: 044 915 811313 Bankett / saaL: 044 915 BANKETT / SAAL: 044 915 8181 13 restaUrant: 044 830 465252 restaUrant: 044 830 RESTAURANT: 044 830 4646 52 take aWay: 044 830 465454 take aWay: 044 830 46 TAKE AWAY: 044 830 46 54

ristorante VeneZia 043 411 500000 ristorante VeneZia 043 411 RISTORANTE VENEZIA 043 411 5050 00 saLento restaUrant PiZZeria *043 311 687878 saLento restaUrant PiZZeria *043 311 IL iL SALENTO RESTAURANT PIZZERIA *043 311 6868 78

ILsaLento SALENTOrestaUrant RESTAURANTPiZZeria PIZZERIA iLiL saLento restaUrant PiZZeria

inews inews

iNEWS iNEWS 61 61 iNEWS

inews_n43_08.indd 6161 inews_n43_08.indd

65

17/10/16 17/10/1621:2

studio studiografico grafico

|| tel. tel.035 03536 3692 92015 015


PIZZERIAS SWISS PizzeRias GEHT AUS GEHT GEHT AUS AUS geht geht aus aus

MANGIARE BENE MANGIARE MANGIARE BENE MaNgiaRe MaNgiaRe BeNe BeNe ESSEN MITBENE GENUSS ESSEN ESSEN MIT GENUSS esseN esseNMIT Mit MitGENUSS geNuss geNuss

RISTORANTE RISTORANTEPIZZERA PIZZERABELLA BELLAVISTA VISTA WWW.BELLAVISTA-MURI.CH WWW.BELLAVISTA-MURI.CH restaUrant restaUrant ConCorDia RESTAURANTConCorDia CONCORDIA

siHLfeLDstrasse siHLfeLDstrasse kreis SIHLFELDSTRASSEkreis KREIS44

RISTORANTE RISTORANTEMOLINO MOLINOZURIGO ZURIGO

WWW.MOLINO.CH WWW.MOLINO.CH restaUrant restaUrant CoraLLo RESTAURANTCoraLLo CORALLO

WeinBergstrasse WeinBergstrasse kreis WEINBERGSTRASSEkreis KREIS

DA DACIRO CIRO

WWW.RISTORANTE-CIRO.CH WWW.RISTORANTE-CIRO.CH ristorante ristorante Le sCaLe RISTORANTELe LEsCaLe SCALE

WerDstrasse WerDstrasse kreis WERDSTRASSEkreis KREIS44

ILILGIGLIO GIGLIO

ILILGALLO GALLO

WWW.ILGIGLIO.CH WWW.ILGIGLIO.CH ristorante ristorante PaestUM RISTORANTEPaestUM PAESTUM WWW.ILTARTUFO-ZUERICH.CH WWW.ILTARTUFO-ZUERICH.CH ristorante ristorante PiZZeria RISTORANTEPiZZeria PIZZERIA WWW.ILGALLO.CH WWW.ILGALLO.CH DreisPitZ DreisPitZ DREISPITZ

RISTORANTE RISTORANTETOSCANO TOSCANO

WWW.RISTORANTE-TOSCANO.CH WWW.RISTORANTE-TOSCANO.CH PiZZeria PiZZeria Virtù sPagHetteria BirCHstrasse 147 PIZZERIAVirtù VIRTÙ--sPagHetteria SPAGHETTERIA BirCHstrasse BIRCHSTRASSE147

RISTORANTE RISTORANTEITALIA ITALIA

WWW.RISTORANTE-ITALIA.CH WWW.RISTORANTE-ITALIA.CH Don Don Leone DONLeone LEONE

CASA CASADA DAVINCI VINCI

CASA CASAAURELIO AURELIO

WWW.CASADAVINCI.CH WWW.CASADAVINCI.CH restaUrant restaUrant sCaLa RESTAURANTsCaLa SCALA WWW.RESTAURANT-GANDRIA.CH WWW.RESTAURANT-GANDRIA.CH PiZZa PiZZa Pasta Ciao PIZZAPasta PASTACiao CIAO WWW.RISTORANTE-CAMINO.CH WWW.RISTORANTE-CAMINO.CH taVerne taVerne Da angeLo TAVERNEDa DAangeLo ANGELO WWW.ILPANTHEON.CH WWW.ILPANTHEON.CH PIZZERIADa DAaMiCi AMICI PiZZeria PiZZeria Da aMiCi WWW.CASAAURELIO.CH WWW.CASAAURELIO.CH

SCHWAN SCHWANHOTEL HOTEL&&TAVERNE TAVERNE

PiZZeria PiZZeria okay itaLia PIZZERIAokay OKAYitaLia ITALIA WWW.HOTEL-SCHWAN.CH WWW.HOTEL-SCHWAN.CH

ILILTARTUFO TARTUFO

restaUrant restaUrant ConCorDia ConCorDia RESTAURANT CONCORDIA

GANDRIA GANDRIA restaUrant CoraLLo restaUrant CoraLLo RESTAURANT CORALLO ILILCAMINO CAMINO PANTHEON PANTHEON

UetLiBergstrasse UetLiBergstrasse 22 UETLIBERGSTRASSE22 restaUrant RESTAURANTsCaLa SCALA restaUrant sCaLa

saatLenstrasse saatLenstrasse 110 SAATLENSTRASSE110

WaffenPLatZstrasse WaffenPLatZstrasse kreis WAFFENPLATZSTRASSEkreis KREIS22

RISTORANTE RISTORANTEPIZZERIA PIZZERIABELLA BELLAVISTA VISTA--KIRCHBÜHLSTRASSE KIRCHBÜHLSTRASSE77--5630 5630MURI MURI

rotBUCHstrasse rotBUCHstrasse kreis ROTBUCHSTRASSEkreis KREIS66 PiZZa Pasta Ciao PiZZa PIZZAPasta PASTACiao CIAO

WeinBergstrasse WeinBergstrasse kreis WEINBERGSTRASSEkreis KREIS11 BaDenerstrasse BaDenerstrasse kreis BADENERSTRASSEkreis KREIS33 sCHaffHaUserstrasse sCHaffHaUserstrasse kreis SCHAFFHAUSERSTRASSEkreis KREIS66 gLaDBaCHstrasse gLaDBaCHstrasse kreis GLADBACHSTRASSEkreis KREIS77

restaUrant restaUrant PiZZeria RESTAURANTPiZZeria PIZZERIA WWW.BOCCIACONO.CH WWW.BOCCIACONO.CH fantasia fantasia seeBaCHerstrasse seeBaCHerstrasse 167 FANTASIA SEEBACHERSTRASSE167 ILILPUNTO PUNTO WWW.RISTORANTE-PUNTO.CH WWW.RISTORANTE-PUNTO.CH PiZZa PiZZa Pasta antonio HarDtUrMstrasse HarDtUrMstrasse kreis PIZZA&&Pasta PASTAantonio ANTONIO HARDTURMSTRASSEkreis KREIS55 RISTORANTEDAL DALTOSCANO TOSCANO RISTORANTE RISTORANTECIAO CIAOMÖWENPICK MÖWENPICK WWW.MOEVENPICK-REGENSDORF.COM WWW.MOEVENPICK-REGENSDORF.COM RISTORANTE ILIL BOCCIODROMO BOCCIODROMO ristorante ristorante Le LesCaLe sCaLe RISTORANTE LE SCALE

RISTORANTE RISTORANTEAZZURRO AZZURRO

WWW.RISTORANTEAZZURRO.CH WWW.RISTORANTEAZZURRO.CH

RISTORANTE RISTORANTESORRISO SORRISO

WWW.SORRISO.CH WWW.SORRISO.CH

ristorante ristorante PaestUM PaestUM RISTORANTE PAESTUM TRATTORIA TRATTORIA ITALIANA ITALIANA

WWW.TRATTORIA-ITALIANA.CH WWW.TRATTORIA-ITALIANA.CH

RESTAURANT RESTAURANTMESA MESA

WWW.MESA-RESTAURANT.CH WWW.MESA-RESTAURANT.CH

DAL DALBUONGUSTAIO BUONGUSTAIO

WWW.DAL-BUONGUSTAIO.CH WWW.DAL-BUONGUSTAIO.CH

ILILFARO FARODÜBENDORF DÜBENDORF

WWW. WWW.ILFARO.CH ILFARO.CH

RISTORANTE RISTORANTEVENEZIA VENEZIA

WWW.VENEZIA-BUELACH.CH WWW.VENEZIA-BUELACH.CH

ristorante ristorante DreisPitZ DreisPitZ RISTORANTE PIZZERIA DREISPITZ WWW.4LEONI.CH RISTORABTE RISTORABTE 4PiZZeria 4PiZZeria LEONI LEONI WWW.4LEONI.CH

ILILSALENTO SALENTORestaurant RestaurantPizzeria Pizzeria

WWW.IL-SALENTO.CH WWW.IL-SALENTO.CH

RISTORANTE RISTORANTEROMANTICA ROMANTICA

WWW.RISTORANTEROMANTICA.CH WWW.RISTORANTEROMANTICA.CH

RISTORANTE RISTORANTEBARBATTI BARBATTI

WWW.BINDELLA.CH WWW.BINDELLA.CH

CASA CASAFERLIN FERLIN

WWW.CASAFERLIN.CH WWW.CASAFERLIN.CH

TAVERNEDa DAangeLo ANGELO taVerne Da angeLo taVerne

PiZZeria Da aMiCi PIZZERIADa DAaMiCi AMICI PiZZeria

PiZZeria okay itaLia PIZZERIAokay OKAYitaLia ITALIA PiZZeria

RISTORANTE RISTORANTEROMANTICA ROMANTICA

restaUrant PiZZeria fantasia RESTAURANTPiZZeria PIZZERIAfantasia FANTASIA restaUrant

PiZZeria PiZZeria Virtù Virtù --sPagHetteria sPagHetteria PIZZERIA VIRTÙ - SPAGHETTERIA

RESTAURANT RESTAURANTPINOCCHIO PINOCCHIO WILSTRASSE WILSTRASSE100 100 CH-8600 CH-8600DÜBENDORF DÜBENDORF TEL.: TEL.:+41 +4143 43819 81915 1519 19 E-MAIL: E-MAIL:INFO(AT)DUEBENDORF-PINOCCHIO.CH INFO(AT)DUEBENDORF-PINOCCHIO.CH

RISTORANTE RISTORANTEPINOCCHIO PINOCCHIO PP ==PROPIETARIO H H PROPIETARIOITALIANO ITALIANO

Don Don Leone Leone DON LEONE

CC ==CUOCO H H CUOCOITALIANO ITALIANO

SS SERVIZIO H H SERVIZIOITALIANO ITALIANO

QQ ==BUONA H H BUONAQUALITÀ QUALITÀ

I I ==INGREDIENTI H H INGREDIENTIITALIANI ITALIANI

TT ==TESTATO H H TESTATO

PiZZa PIZZA&&&Pasta PASTAantonio ANTONIO PiZZa Pasta antonio

26 26 INEWS INEWS 62 62 66

iNEWS iNEWS

iNEWS iNEWS

iNEWS

inews_n43_08.indd inews_n43_08.indd 62 62

17/10/16 17/10/16 21:16 21:16


INEWSSWISS.COM

A

U

T

O

CUPRA TAVASCAN CONCEPT


auto

CUPRA MOSTRA LA PROPRIA VISIONE DI UNA NUOVA SPORTIVITÀ CON CUPRA TAVASCAN CONCEPT TOTALMENTE ELETTRICO - CUPRA cresce ancora con un SUV coupé di grandi dimensioni: esterni dinamici, interni raffinati e un’avanzata tecnologia di propulsione, i suoi principali ingredienti - La concept coniuga i punti di forza di un SUV con l’eleganza di una sport coupé, mostrando ancora una volta la potenziale evoluzione del design CUPRA - CUPRA Concept è alimentata da due propulsori elettrici – uno su ciascun asse – per una potenza totale di 306 CV - Nata sulla piattaforma MEB del Gruppo Volkswagen, l’auto dispone di un pacco batteria da 77kWh per un’autonomia fino a 450 km in modalità completamente elettrica 68

iNEWS

www.inewsswiss.com


I

n questo momento di transizione dalle propulsioni convenzionali a un mondo caratterizzato dall’elettrificazione, CUPRA ridefinisce elementi quali le prestazioni. Dopo aver presentato nei mesi scorsi il concept CUPRA Formentor, il brand compie un ulteriore passo seguendo la propria visione di prestazioni elettrificate con CUPRA Tavascan Concept. CUPRA unisce il proprio DNA ad alte prestazioni con un’innovativa tecnologia di propulsione e un design sofisticato, emozionale ed espressivo. Il risultato è CUPRA Concept, pensata per incontrare il gusto di un segmento di mercato che, secondo le previsioni, crescerà fino al 15% all’anno: quello dei SUV coupé completamente elettrici. CUPRA Tavascan unisce la silhouette di un crossover cinque porte, i punti di forza di un SUV e l’eleganza di una sport coupé. Si tratta della prima vettura stradale del marchio con un propulsore completamente elettrico, e ciò ne esalta ed enfatizza le proporzioni, con zero emissioni. CUPRA Tavascan Concept prende il nome da un piccolo paese sui Pirenei, reso unico dai paesaggi mozzafiato e dalla natura circostante. “Oltre al primo modello sviluppato indipendentemente da CUPRA, un SUV Ibrido che lanceremo nel 2020 insieme ad altri due modelli ibridi plug-in ad alte prestazioni, abbiamo dato dimostrazione delle nostre capacità tecnologiche sviluppando la prima turismo da gara completamente elettrica al mondo, la CUPRA e-Racer. Ora con CUPRA Tavascan Concept, portiamo questa visione su un’auto stradale, dimostrando che le prestazioni possono essere elettrificate”, ha condiviso Wayne Griffiths, CEO di CUPRA. ANGOLI ESTERNI L’esterno della vettura combina perfettamente prestazioni ed efficienza, portando muscolosità e dinamismo al segmento, riducendo nel contempo il proprio impatto ambientale. Il design del frontale ne enfatizza la personalità elettrica con il logo CUPRA in posizione ribassata, che consente di modificare totalmente il punto focale. Ogni presa d’aria aumenta inoltre l’efficienza, consentendo all’aria di scorrere fluidamente sulla carrozzeria della vettura, oppure confluire all’interno per raffreddare le batterie. Il flusso d’aria è una componente essenziale del CUPRA Concept. I muscolosi passaruota ospitano cerchi in lega da 22” con design a turbina, il cui design è pensato per spostare agilmente l’aria, permettendo al SUV coupé di planare, minimizzando la resistenza dell’aria. Nel posteriore, il diffusore conferisce un fattore aerodinamico funzionale, trasmettendo inoltre un feeling emozionale delle alte prestazioni della vettura, rimarcate dall’elegante illuminazione posteriore “coast-to-coast”, che aumenta visivamente la possanza dell’auto e incorpora il logo CUPRA. CUPRA Concept sposa un sofisticato colore che richiama il metallo liquido che accentua ed enfatizza il design esterno, con fibra di carbonio tono su tono e delicati dettagli in rame a sottolinearne l’aspetto espressivo.

www.inewsswiss.com

CALMA INTERIORE Le linee esteriori scolpite della Concept vengono riprese anche all’interno della vettura. Uno spazio che combina materiali e tecnologia con i concetti di ampiezza e si concentra per creare un abitacolo dal perfetto equilibrio tra orientamento al guidatore e comfort dei passeggeri. Per gli interni della Concept sono stati utilizzati colori a contrasto, carbonio strutturale e un approccio dinamico a tecnologia e design per ottenere un abitacolo lussuoso e leggero. L’illuminazione ambiente diffusa a LED accoglie i passeggeri all’apertura delle porte, e i materiali presenti all’interno, pelle, carbonio e Alcantara®, racchiudono emozione. I sedili sportivi di tipo Bucket rivestiti in pelle con effetto 3D appagano estetica e funzionalità, mentre il cruscotto ad ala sembra fluttuare nella parte anteriore dell’abitacolo, conferendogli direzionalità e un senso di spazio. Dietro al volante, il guidatore è al centro, con un cruscotto digitale da 12,3” che offre tutte le informazioni necessarie, insieme a un display per l’infotainment da 13”. In più, gli interni della Concept sono adattabili. Lo schermo integrato dentro ciascuno dei sedili bucket si può ruotare, all’occorrenza, verso il passeggero. La connettività tramite smartphone e gli speaker, invece, consentono a ciascun occupante di approfittare dello spazio di bordo. CAPACITÀ PRESTAZIONALI Il Concept CUPRA mostra una chiara visione del futuro prestazionale del brand, sfruttando il potere dell’elettrificazione per offrire un livello di raffinatezza ed emozione mai viste prima sul mercato. La silhouette di un crossover cinque porte incontra i punti di forza di un SUV e l’eleganza di una sport coupé, e le doti estetiche della CUPRA Concept sono abbinate alle sue abilità. La vettura offre le prestazioni, il dinamismo e il comfort di guida che i clienti desiderano. L’accattivante design esterno cela un avanzato propulsore completamente elettrico in grado di offrire tutta l’emozione che ogni guidatore desidera, unita alla silenziosità e all’efficienza che caratterizzano questa tecnologia. Due motori, uno su ogni asse, erogano una potenza totale di 306 CV di potenza a tutte e quattro le ruote, offrendo prestazioni pure. CUPRA Concept vanta un’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 6,5 secondi. E la velocità è solo una parte della storia. La Concept, basata sulla piattaforma MEB del Gruppo Volkswagen, è dotata di un pacco batteria agli ioni di litio da 77kWh che consente un’autonomia che arriva a 450 km (dato basato sullo stringente ciclo di test WLTP). Inoltre, essendo il pacco alloggiato sul pianale della vettura, il centro di gravità rimane basso, con un conseguente aumento del dinamismo. CUPRA Concept è un’auto dal puro DNA CUPRA e progettata per il futuro, che farà il suo debutto all’IAA Frankfurt International Motor Show di quest’anno.

iNEWS

69


auto

PIÙ COMODA, PIÙ DIGITALE E ANCORA PIÙ CONNESSA: LA NUOVA PASSAT È DISPONIBILE DA SUBITO SUL MERCATO SVIZZERO NUOVE LINEE D’EQUIPAGGIAMENTO, NUOVA GAMMA DI MOTORI, NUOVI SISTEMI DI ASSISTENZA E UNA NUOVA GENERAZIONE DI INFOTAINMENT MODELLO SPECIALE SPORTIVO PASSAT VARIANT R-LINE EDITION DISPONIBILE IN 2000 ESEMPLARI IL PREZZO DELLA NUOVA PASSAT PARTE DA FR. 38’700.– LANCIO SUL MERCATO CON GIRO DI PROVA ESCLUSIVO DI 24 ORE

70

iNEWS

www.inewsswiss.com


L

a nuova Passat è disponibile da subito presso tutti i partner Volkswagen svizzeri. La regina delle vendite si presenta in una vesta completamente nuova grazie al restyling tecnologico e alle migliorie estetiche: con i sistemi di infotainment di ultima generazione (MIB3), questa Volkswagen è sempre online, portando a bordo nuove funzioni e nuovi servizi all’avanguardia. I nuovi sistemi di assistenza migliorano ulteriormente la sicurezza, mentre i sistemi di assetto e di trazione perfezionati garantiscono un elevato livello di comfort sulle lunghe percorrenze e una dinamica di guida elettrizzante. Un esclusivo giro di prova di 24 ore accompagnerà il lancio sul mercato della nuova Passat. Le persone interessate avranno quindi 24 ore di tempo per provare il veicolo e i suoi innovativi sistemi di assistenza. Il prezzo della nuova Passat parte già da fr. 38’700.–. In primavera la Passat ha superato la soglia di produzione dei 30 milioni di esemplari, affermandosi così come il modello di classe media con maggior successo su scala mondiale. Il restyling di questa vettura di straordinario successo ora è disponibile presso tutti i partner Volkswagen svizzeri. La Passat si contraddistingue per le numerose novità tra cui i sistemi di infotainment di ultima generazione (MIB3) che consentono a questa Volkswagen di essere sempre online, portando a bordo nuove funzioni e nuovi servizi all’avanguardia. I nuovi sistemi di assistenza come il „Travel Assist“ migliorano ulteriormente la sicurezza e il comfort e fanno sì che la Passat sia la prima Volkswagen a guida parzialmente autonoma fino a una velocità di 210 km/h. Anche gli allestimenti sono stati riconfigurati: la versione di base viene ora denominata „Basic“, mentre il successivo livello medio di dotazione riceve la denominazione „Business“. L’allestimento top di gamma mantiene la denominazione „Elegance“. Le versioni „Business“ ed „Elegance“ possono inoltre essere ordinate con personalizzazione „R-Line“. Oltre a queste varianti, la Passat sarà di nuovo disponibile anche nelle versioni indipendenti „Alltrack“ (trazione integrale con capacità offroad) e „GTE“ con una nuova generazione di propulsione ibrida plug-in e una maggiore autonomia di 55 chilometri secondo lo standard WLTP. La nuova Passat è disponibile da subito presso i partner Volkswagen in tutte le varianti, incluse la nuova Passat Alltrack e Passat GTE. Il prezzo per il modello base della Passat Variant con un potente motore TSI da 110 kW/150 CV e cambio manuale parte da fr. 38’700.–.

www.inewsswiss.com

La versione TDI da 88 kW/120 CV e il cambio DSG a 7 rapporti presenta un costo di fr. 38’950.– nella variante base. Modello speciale sportivo: la nuova Passat Variant R-Line Edition Per il lancio sul mercato, Volkswagen propone una versione limitata di 2000 esemplari Serie speciale: Passat Variant R-Line Edition. La tuttofare con dotazioni tecnologiche all’avanguardia è disponibile nella nuova tonalità „grigio pietra di luna“. Diversi elementi neri, primo fra tutti il tetto in nero lucido, sono cromaticamente abbinati tra loro in modo da creare un forte contrasto. Il nero è il colore che domina anche nell’abitacolo: conducente e passeggero anteriore si accomodano sui sedili sportivi R-Line, le fasce centrali dei sedili sono rivestite in pregiata pelle „Nappa“, mentre le guance laterali sono realizzate in pelle carbonio. Come se non bastasse, l’edizione limitata presenta di serie quasi tutte le nuove dotazioni tecnologiche: tra queste il „digital cockpit“ (strumenti digitali) e il sistema di navigazione in vetro „Discover Pro“ da 9.2 pollici con scheda SIM integrata (eSIM) e l’R-Line Start-Screen. Il prezzo per il modello speciale è di fr. 59’950.–. Da subito la Passat propone „24h di prove & scoperte“ Il restyling di questo modello di straordinario successo è disponibile da subito presso tutti i partner Volkswagen svizzeri per un giro di prova. In esclusiva per il lancio sul mercato è stata avviata la promozione „24h di prove & scoperte“: sarà possibile provare la nuova Passat per un giorno intero, perché solo un giro di prova più lungo offre l’opportunità di usare e apprezzare le numerose innovazioni di questa vettura. La nuova Passat al momento è il modello Volkswagen con i sistemi di assistenza più evoluti in assoluto. L’abbinamento all’avanguardia dei sistemi rende la nuova Passat, studiata su misura per chi viaggia molto, più confortevole e più sicura che mai. Le persone interessate possono registrarsi da subito online sul sito di Volkswagen per la promozione di lancio (www.volkswagen.ch). L’iniziativa è valida fino a fine settembre 2019.

La nuova Passat è disponibile da subito sul mercato svizzero in tutte le sue varianti. In tutto il mondo saranno disponibili solo 2000 esemplari del modello speciale sportivo Passat Variant R-Line Edition.

iNEWS

71


auto

Oltre 30’000 registrazioni per l’ID.3 1ST Edition PRE-BOOKING DELL’ID.3: PRENOTATI IN ANTICIPO TUTTI GLI SLOT DI PRODUZIONE SVIZZERI COSÌ IL DIRETTORE COMMERCIALE VOLKSWAGEN, JÜRGEN STACKMANN: „IL SUCCESSO DEL NOSTRO PREBOOKING INDICA CHE L’ID.3 ARRIVA PROPRIO AL MOMENTO GIUSTO.“ ANTEPRIMA MONDIALE DELL’ID.3 COMPLETAMENTE ELETTRICA AL SALONE INTERNAZIONALE DELL’AUTOMOBILE (IAA DAL 10 AL 22 SETTEMBRE 2019 A FRANCOFORTE SUL MENO)

72

iNEWS

www.inewsswiss.com


P

oco prima dell’apertura del Salone internazionale dell’automobile (IAA) di Francoforte, tutti gli slot di produzione per i 30’000 veicoli del contingente pre-booking ID.3 sono riservati. Attualmente, tutte le sedi di produzione svizzere sono prenotate. Rimane tuttavia ancora la possibilità di avere una ID.3 1ST : le persone interessate possono come sempre registrarsi online nella lista di attesa su prebooking.volkswagen.ch. Anche la newsletter ID.3 sta riscuotendo grande interesse: 100’000 interessati hanno già effettuato l’iscrizione alla newsletter, con la quale Volkswagen fornisce regolarmente informazioni sul suo nuovo veicolo completamente elettrico e sulla mobilità elettrica di Volkswagen. Volkswagen presenterà l’ID.3 in anteprima mondiale nelle prossime settimane all’IAA.

L’ID.3 1ST con un ricco equipaggiamento L’ID.3 1ST ha un’autonomia fino a 420 chilometri (WLTP). Oltre all’equipaggiamento top e agli elementi di design esclusivi 1ST Edition, i clienti del pre-booking dell’edizione speciale ID.3 1ST ricevono all’acquisto un anno di corrente gratuita fino a max. 2000 kWh presso tutte le colonnine di ricarica pubbliche collegate all’app di ricarica Volkswagen WeCharge e presso la rete europea di ricarica rapida IONITY. Il cliente riceve la sua ID.3 con un bilancio di zero emissioni.

Jürgen Stackmann, membro del consiglio d’amministrazione del marchio Volkswagen Auto e responsabile per Vendite, Marketing e After Sales: „Già prima dell’inizio dell’IAA abbiamo raggiunto il nostro obiettivo di 30’000 prenotazioni per l’ID.3 1ST Edition. Questo successo indica che l’ID.3 arriva proprio al momento giusto. Sempre più persone vogliono passare all’elettromobilità.“

„Chiunque sia ancora interessato a una ID.3 1ST o a un modello di serie dell’ID.3 precedente, è opportuno comunque che continui a registrarsi presso di noi“, consiglia il direttore commerciale Jürgen Stackmann. „I nostri mercati continuano a gestire liste d’attesa per potenziali acquirenti e l’esperienza dimostra che potrebbe esserci ulteriore movimento fino alla data dell’ordine vincolante.“ Le prenotazioni sono infatti ancora possibili anche in Svizzera sul portale prebooking.volkswagen.ch o presso lo stand Volkswagen all’IAA. Come pianificato, la produzione dell’ID.3 1ST inizierà alla fine del 2019 e i primi veicoli verranno consegnati a metà 2020.

A partire da maggio di quest’anno, gli svizzeri interessati possono prenotare in modo non vincolante uno slot di produzione per l’edizione di lancio limitata dell’ID.3 per un importo di fr. 1500.–. Poco prima dell’IAA, in territorio svizzero sono già stati prenotati tutti i modelli speciali dell’ID.3 1ST . Tra il pre-booker più giovane e quello più anziano ci sono quasi 60 anni di differenza, e ciò sta a significare che, dai 25 fino agli 84 anni, tutte le fasce di età sono interessate alla mobilità elettrica di Volkswagen. L’ID.3 segna l’inizio di una nuova era per Volkswagen. È il primo modello di un’intera famiglia di veicoli completamente elettrici, con i quali il marchio Volkswagen vuole rendere l’elettromobilità attraente e alla portata di molte persone. Il prezzo base del modello di serie dell’ID.3 in Germania è inferiore ai 30’000 euro (prezzo consigliato) per la versione più piccola, mentre la versione base del modello speciale esclusivo ID.3 1ST non supera i 40’000 euro, incentivi statali detratti in entrambi i casi. In Svizzera verrà lanciata in pre-booking solamente la variante ID.3 1ST Max completamente equipaggiata. I prezzi indicativi per il mercato svizzero verranno comunicati dopo l’anteprima mondiale.

www.inewsswiss.com

In autunno e in primavera, per i pre-booker il sogno si concretizzerà quando passeranno alla fase di ordinazione con i rispettivi rivenditori.

L’ID.3 celebra la sua anteprima mondiale all’IAA Quest’anno il debutto di Volkswagen all’IAA sarà tutto all’insegna dell’ID.3 e dell’elettromobilità. I visitatori della mostra potranno scoprire già dal primo sguardo al nuovo modello della famiglia ID. quale sarà il futuro dell’ID.3. Inoltre Volkswagen si presenterà nella sua postazione originale nel padiglione 3 con uno stand completamente ridisegnato nel nuovo look del marchio, che rappresenterà la seconda anteprima mondiale al Salone. L’ID.3 sarà il primo veicolo a svelare il nuovo logo del marchio.

iNEWS

73


74

iNEWS

www.inewsswiss.com


INEWSSWISS.COM

M

www.inewsswiss.com

U

S

I

C

iNEWS

75


musica

Nuova data per Atlantico Tour 24 NOVEMBRE EBOLI PALASELE

MARCO MENGONI MUHAMMAD ALI È DISCO DI PLATINO 76

iNEWS

www.inewsswiss.com


M

uhammad Ali, il singolo estratto da ATLANTICO, l’ultimo album di inediti di Marco Mengoni, il cui videoclip ha raggiunto quasi 11 milioni di views, è certificato disco di platino. La notizia arriva contemporaneamente all’annuncio di una nuova data, che si aggiunge al calendario già fittissimo di ATLANTICO TOUR, lo straordinario viaggio live nei palazzetti di tutta Italia e in Europa, partito la primavera scorsa da Berlino. Il tour non accenna a fermarsi, registrando ad oggi ben 250 mila biglietti venduti e numerosi sold out: il recordman arriverà anche al Palasele di Eboli il 24 novembre. Il tour ritornerà nei palazzetti il 6 novembre, dopo la parentesi estiva di FUORI ATLANTICO TOUR, l’esperienza unica e immersiva a emissioni zero alla scoperta delle bellezze del nostro Paese, che grazie al lavoro svolto con Green Nation e AzzeroCO2 permetterà un progetto di produzione di energia da biomassa per teleriscaldamento in Valtellina (SO), testimoniando ancora una volta l’attenzione di Marco per l’ambiente, la cultura e la bellezza, temi che hanno accompagnato tutto il progetto fin dal principio. Già ambasciatore italiano della campagna di sensibilizzazione di National Geographic Planet or Plastic?, Marco è anche l’ideatore della challenge #estatesenzapla stica,un’iniziativa per incentivare e diffondere comportamenti virtuosi, legata a piccoli gesti che possono fare la differenza nel quotidiano, i cui risultati sono visibili suwww.estatesenzaplastica.it grazie a un contatore che si aggiorna in tempo reale: finora sono stati raccolti oltre 30 mila pezzi di plastica. I biglietti per la nuova data del tour sono in vendita dalle ore 10.00 di mercoledì 4 settembre su www.ticketmaster.it, www.ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati.

MARCO MENGONI IN VISITA ALLA MOSTRA FOTOGRAFICA DEDICATA A MUHAMMAD ALI

Radio Italia è radio ufficiale di ATLANTICO TOUR.

ATLANTICO TOUR - LE DATE 6 NOVEMBRE PERUGIA – PALABARTON 8 NOVEMBRE MILANO – MEDIOLANUM FORUM 9 NOVEMBRE MILANO – MEDIOLANUM FORUM SOLD OUT 10 NOVEMBRE MILANO – MEDIOLANUM FORUM 12 NOVEMBRE MANTOVA – GRANA PADANO ARENA & THEATRE SOLD OUT 14 NOVEMBRE CONEGLIANO – ZOPPAS ARENA SOLD OUT 15 NOVEMBRE CONEGLIANO – ZOPPAS ARENA 17 NOVEMBRE PESARO – VITRIFRIGO ARENA 19 NOVEMBRE FIRENZE – MANDELAFORUM 22 NOVEMBRE ROMA – PALAZZO DELLO SPORT 24 NOVEMBRE EBOLI – PALASELE NUOVA DATA! 26 NOVEMBRE REGGIO CALABRIA – PALACALAFIORE 28 NOVEMBRE ACIREALE – PAL’ART HOTEL SOLD OUT 29 NOVEMBRE ACIREALE – PAL’ART HOTEL 4 DICEMBRE BRUXELLES – SALLE MADELEINE 6 DICEMBRE AMSTERDAM – MELKWEG 8 DICEMBRE FRANCOFORTE – BATSCHKAPP 10 DICEMBRE COLONIA – CARLSWERK 13 DICEMBRE ZURIGO – SAMSUNG ARENA 15 DICEMBRE BARCELLONA – SALA BARTS 18 DICEMBRE LONDRA – SHEPHERD’S BUSH EMPIRE

www.inewsswiss.com

iNEWS

77


musica

GIANNI NARDO ITALO SWISS LATINO SILVESTER KONGRESSSAAL HOTEL MÖVENPICK REGENSDORF- ZÜRICH

78

iNEWS

www.inewsswiss.com


“DOMANI”

È IL NUOVO SINGOLO DEL GIOVANE CANTAUTORE ITALIANO La speranza di un amore raccontata in chiave pop Presenta in suo nuovo Single ITALO SWISS SILVESTER PARTY HOTEL MÖVENPICK ZÜRICH -REGENSDORF

N

ato da una collaborazione tra Gianni Nardo, Samuele Villini e Francesco Di Tullio, “Domani” parla di due giovani che percorrono le strade delle loro vite affrontando varie situazioni ma che alla fine si incontrano con la speranza che esista un domani per la loro storia d’amore. La vicenda raccontata da “Domani” è simile a quella di tantissime persone che nonostante le delusioni riescono sempre a credere nella potenza e nella bellezza dell’amore in tutte le sue sfumature. “Domani” è un progetto che attinge al cuore della canzone italiana, realizzato con la partecipazione di Francesco Di Tullio (arrangiamenti), Samuele Villini (testi), Davide Frezza (batteria), Alessandro Ansalone (basso), Maurizio Fiordiliso (chitarre). Radio Date: 3 maggio 2019 Etichetta discografica: Gn Sound www.inewsswiss.com

BIO Giovanni Nardone nasce a Zugo (Svizzera) il 18 Marzo del 1988 ma la sua famiglia ha origini del sud Italia, luogo per cui Gianni nutre una profonda passione. Primo di tre figli, ha soltanto otto anni quando la nonna gli regala una batteria, dando il via al suo primo contatto con la musica. Gianni studia lo strumento con passione crescente e in breve impara a suonarlo ad un buon livello. A dodici anni inizia lo studio del pianoforte e a 13 anni si trova a suonare la batteria per orchestre e band, iniziando un’esperienza esaltante che accresce molto la sua capacità professionale. Scrive e canta dall’età di 16 anni. Contatti e social: Facebook https://www.facebook.com/gianninardomusic/ Instagram https://www.instagram.com/gianninardomusic/ Sito https://www.gianninardo.com/ iNEWS

79


musica

VINCONO

BOOMDABASH FT. ALESSANDRA AMOROSO CON “MAMBO SALENTINO” PREMIATO ALL’ARENA DI VERONA IL TORMENTONE DELL’ESTATE 2019

Grande successo per la terza edizione dell’evento di RTL 102.5 “Power Hits Estate” che ha fatto registrare il tutto esaurito all’Arena di Verona. Ad aggiudicarsi il titolo di tormentone dell’estate 2019 sono stati BOOBMDABASH FT. ALESSANDRA AMOROSO con il brano “MAMBO SALENTINO”. La serata, presentata da Angelo Baiguini e Giorgia Surina, è stata trasmessa in diretta in Radiovisione su RTL 102.5 (canale 36 del DTT e 750 di Sky), su www.rtl.it e attraverso l’app gratuita di RTL 102.5. RTL 102.5 è disponibile attraverso tutti i device (Radio,TV, DAB+, PC, Mac, smartphone, tablet, speaker wi-fi, smart watches e smart TV). power hits estate arena verona prandoni 9 settembre 2019 serata 3000_CREDITI_FrancescoPrandoni

80

iNEWS

www.inewsswiss.com


Questi tutti i premi consegnati durante la serata * “RTL 102.5 Power Hits Estate 2019” BOOMDABASH F.T ALESSANDRA AMOROSO “MAMBO SALENTINO” “RTL 102.5 Power Hits – FIMI” al singolo che ha fatto registrare il maggior numero di unità (download + streaming premium) nel periodo che va dal 21 giugno al 31 agosto 2019 che sarà assegnato a BENJI & FEDE per “Dove e Quando”

“RTL 102.5 Power Hits – PMI” al singolo indipendente più suonato dalle radio nel periodo giugno – agosto che sarà assegnato a LP per “Girls Go Wild”

“RTL 102.5 Power Hits – SIAE” al brano più suonato in tutti gli eventi musicali in Italia – dal 24 giugno al 06 settembre 2019 – per i quali è stato compilato online il nuovo programma musicale di SIAE attraverso mioBorderò che sarà assegnato a TAKAGI & KETRA CON OMI E GIUSY FERRERI per “Jambo” “RTL 102.5 Power HitStory 2019”, assegnati a LIGABUE e ad EROS RAMAZZOTTI.

“RTL 102.5 Power Hits Top Album” per l’album più venduto nel periodo settembre 2018 – settembre 2019 consegnato a “Playlist” di SALMO.

Moltissimi gli artisti italiani e internazionali che si sono alternati sul palco per un grande show: ​Achille Lauro, Baby K, Benji & Fede, Loredana Bertè, Boomdabash ft.Alessandra Amoroso, Calcutta, Lewis Capaldi, Charlie Charles with Dardust feat. Sfera Ebbasta - Mahmood - Fabri Fibra, Coez, Gigi D’Alessio, Fred De Palma feat. Ana Mena, Dolcenera, Elisa x Carl Brave, Elodie & Marracash, Gazzelle, Ghali, Irama, J-Ax, The Kolors & Elodie, Levante, Ligabue, LP, Cristiano Malgioglio feat.Barbara D’Urso, Mahmood, Meduza feat. Goodboys, Mika, Eros Ramazzotti, OneRepublic, Fabio Rovazzi, Salmo, Takagi & Ketra e Giusy Ferreri, Thegiornalisti, Tiromancino, Le Vibrazioni. ​Dal 30 agosto è disponibile in 3 CD e digitale la compilation firmata RTL 102.5 del “Power Hits Estate” con tutte le canzoni dell’estate. www.inewsswiss.com

Le canzoni premiate sono frutto della classifica delle prime 50 canzoni suonate alla radio nata dalla collaborazione tra RTL 102.5 e EarOne. Come ogni anno la classifica è stata stilata ponderando il dato dell’airplay fornito da EarOne e il voto degli ascoltatori, che hanno espresso la propria preferenza tramite il sitortl.it. Per l’occasione il sito ufficiale è stato completamente rinnovato con una nuova veste grafica, una navigazione maggiormente interattiva grazie ad una nuova organizzazione delle pagine e con un più facile accesso a tutta l’offerta digital radio del network attraverso la sezione “Digital Space”. Il sito è stato sviluppato dal team di RTL 102.5 supportato dall’agenzia DLVBBDO, il design è di Le Dictateur Studio. iNEWS

81


SILVESTER SPEKTAKEL ITALO - SWISS - LATINO

KONGRESSSAAL HOTEL MÖVENPICK ZÜRICH-REGENSDORF

ANTONIO RAZZI

ORNELLA BOCCAFOSCHI

GALA DINNER 7 PORTATE KONGRESSSAAL FR. 177.GRATIS BAMBINI FINO A 7 ANNI. RAGAZZI DA 7 A 11 ANNI FR. 89.BEVANDE ACQUA VINO E PROSECCO TUTTO INCLUSO. ENTRATA DALLE ORE 18.30, CENA 19.30 RISERVATE PRIMA POSSIBILE ANTONIO CAMPANILE TEL. 079 405 39 85 EMAIL: ANTONIO@CAMPANILE.CH 82 iNEWS www.inewsswiss.com


SILVESTER SPEKTAKEL ITALO - SWISS - LATINO

KONGRESSSAAL HOTEL MÖVENPICK ZÜRICH-REGENSDORF

Menù Di San Silvestro 2019 Apéritivo Della Casa * Burrata Pugliese su Letto di Pomodori con Scaglie di Olive e Insalata di Erbe ** Pasta Fresca Saccottti ai Funghi Porcini con salsa di Crema di Porcini con Rucola e Scaglie di Pecorino *** Osso Bucco con Polenta al Rosmarino e Verdure Mediterranee al Forno **** Torta Della Nonna con una Pallina di Gelato al Pistacchio Mövenpick ***** Caffè e Panettone ***** Zuppa di Lenticchie Allo Zampone della Ricetta dello Chef Pugliese Peppe Zullo

Zürich-Regensdorf, 31. DEZEMBER 2019 Dinner 19:30 - Tanz 20:00 bis 04:00 Morgens Weisswein, Rotwein, Mineralwasser und Kaffee sowie ein Glas Prosecco um Mitternacht inklusive. Softgetränke, Bier, Spirituosen und andere nicht aufgeführte Getränke müssen separat vor Ort bezahlt werden. ANTONIO CAMPANILE TEL. 079 405 39 85

www.inewsswiss.com

iNEWS

83


SILVESTER SPEKTAKEL ITALO - SWISS - LATINO

KONGRESSSAAL HOTEL MÖVENPICK ZÜRICH-REGENSDORF

Piero Esteriore Esteriore Brothers

Esteriore Family Band

o l l a B i d Gara

GALA DINNER 7 PORTATE KONGRESSSAAL FR. 177.GRATIS BAMBINI FINO A 7 ANNI. RAGAZZI DA 7 A 11 ANNI FR. 89.BEVANDE ACQUA VINO E PROSECCO TUTTO INCLUSO. ENTRATA DALLE ORE 18.30, CENA 19.30 RISERVATE PRIMA POSSIBILE ANTONIO CAMPANILE TEL. 079 405 39 85 - Email: antonio@campanile.ch 84 iNEWS www.inewsswiss.com

Profile for iNEWS - Swiss Multikulti Lifestyle Magazine

INEWS OTTOBRE NOVEMBRE 2019  

INEWS OTTOBRE NOVEMBRE 2019