Page 1

swiss multikulti lifestyle magazine, www.inewsswiss.com - Nr. 50 Oktober-November 2018 - Chf. 4.-

INEWSSWISS.COM

ALICE ROHRWACHER PEPPE ZULLO

ZÜRICH FILM FESTIVAL

PREMIO SLOW FOOD

LadYN Natalie Mastria

COCCIUTO

LA PIZZA D’AUTORE

eleventy foto: Lino Sprizzi

HOTEL E RESORT

ROBBIE WILLIAMS: MISSION CAFÉ ROYAL

SILVESTER SPEKTAKEL 2018

Slow Food CH

CONSORZIO DI TUTELA PRIMITIVO DI MANDURIA

FESTIVAL DI VENEZIA


Bauer Müller prüft Naturaplan-Rüebli

Natürlich.

Richtig.

Gut.

Weil es natürlich ist, der Umwelt und ihren Ressourcen Sorge zu tragen. Hier und überall auf der Welt.

Weil es richtig ist, respektvoll und achtsam mit der Natur und ihren Produkten umzugehen und nachhaltig zu handeln.

Weil es gut ist, sich selbst etwas Gutes zu tun und das Beste der Natur mit gutem Gewissen zu geniessen.


Inhalt

INEWSSWISS.COM

EDITORIAL 5 EDITORIALE HEIDI GIULIANI 7 EDITORIALE PINA BEVILACQUA 9 EDITORIAL BY BRIAN BASNAYAKE 11 EDITORIAL CARLA BORDOLI CRIVELLI VISCONTI TRAVEL 12 VIVOSA APULIA RESORT 14 EMBRAER, HELVETIC AIRWAYS SIGN LETTER OF INTENT FOR UP TO 24 E2S 16 BOURNEMOUTH AIR FESTIVAL COMMUNICATION 18 LA NOSTRA STORIA.CH: ASSEGNATO IL PREMIO 19 MONTEGRAPPA: PRESENTS FELICITÀ - GREEN FOREST & PEARL GREY 20 BANK CLER STEIGERT GESCHÄFTSERFOLG UND HALBJAHRESGEWINN 22 ROBBIE WILLIAMS: MISSION CAFÉ ROYAL 24 UNIA: LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE E MISURE DI ACCOMPAGNAMENTO 25 SALT: PASCAL GRIEDER 26 RIU COLLABORATES TO KEEP MATAPALO BEACH IN COSTA RICA SAFER AND CLEANER 58 FUTURO PERIFERIE: LA CULTURA RIGENERA MODA 27 ELEVENTY SI RAFFORZA ALL’ESTERO E APRE IN TURCHIA 30 LADYN: NATALIE MASTRIA 36 ITALFERR: LE NUOVE OPERE AIUTANO LA STORIA ENOGASTRONOMIA 37 COCCIUTO: LA PIZZA D’AUTORE 40 A PEPPE ZULLO IL PREMIO DI SLOW FOOD-OSTERIE D’ITALIA 2019 42 SLOW FOOD SVIZZERA INTENDE LANCIARE L’INIZIATIVA POPOLARE FEDERALE “GIOVENTÚ + GUSTO” 44 PRIMITIVO DI MANDURIA: CRESCE IL DOCG DOLCE NATURALE E IL RISERVA DOP 46 PANB: IL FAST FOOD ALL’ITALIANA, APRE LE PORTE A ROVAGNATI AUTO 52 JAGUAR E-PACE, ALTRO CHE PICCOLA... 54 LAND ROVER DISCOVERY SPORT: ISTINTO SPORTIVO, ELEGANZA INNATA INEWS SPAGNA 56 ROTARY CLUB ESTEPONA – SOTOGRANDE INTERNATIONAL (DISTRITO 2203 ESPAÑA) INEWS SUD AMERICA 59 SHEILA FISLER 60 STYLIST CAMPOS MAIA 61 DANIELLA CABRAL FOX 62 BOI NA BRASA 63 EVA’S HAIR 64 SCHONHEIT PUR - SPA MUSIC 65 MARIO BIONDI 67 VIVA L’ITALIA 68 VENEZIA 75: VINCE L’AMARCORD DI CUARÓN 70 75° FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA 71 “IL CASO FERRI” 72 BENEDETTA FOLLIA 73 LAZZARO FELICE 74 CARMEN LA CUBANA 76 THE ESPYS 78 IL MANGIATORE DI PIETRE KUNST 79 MAX MARRA 80 13. PREMIO ARTE LAGUNA 82 SILVESTER SPEKTAKEL 2018

Foto di copertina: LINO SPRIZZI

iNEWS

3


Impressum VERLAG

Antonio Campanile

EDITORIAL DIREKTOR Pina Bevilacqua

TESTIMONIAL VIP DIREKTOR MARKETING

Salvo Buttita

CHEFREDAKTOR

Gabriella Groppetti (deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (englische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion)

Director Ereignisse. Piero Melissano

Inews Salento

REDAKTION

Sabrina Tortomano Luana Nocco Antonella Montesi Pietro De Seta Palma Bucarelli Beatrice Feo Filangeri Gianni Motori Mariella Nica Antonella Millarte Eugenio Forestrieri Pino Laudano Erika Ventura Laura Lamarra

Thomas Lang Marco Montini Massimiliano Teramo Rocco Delli Colli Gianni Barone Dalia Sgarbis Vincenzo Muni Italo Caroli Salvatore Tramontana Rita Albrecht Bruno Sonetto Isabella Pileri

Cosimo Vonghia

Antonio Sellito

Social Media Manager REDAKTION CHUR

REDAKTION TESSIN - Via Peri Lugano Rita Albrecht Antonio Varrica

Ludovico Gentile Nicola Cathieni

REDAKTION VIENNA Erich Bauer

REDAKTION BASILEA Piero Esteriore Mimmo Esteriore Salvo Buttita

Michele Ferrante Davorka Zguric

REDAKTION MOSCA Antonella Rebuzzi

REDAKTION ROM Alfonso Benevento Michele Viola

Brenda Liquadri Angela Verde

REDAKTION MAILAND Eugenio Forestieri

REDAKTION TURIN Francesco Mescia

REDAKTION SIZILIEN Francesco Di Dario

Rita Pennisi

REDAKTION APULIEN Eustachio Cazzorla Domenico Potenza

Nicola Tramonte

REDAKTION PARMA Giuseppe Laudano

REDAKTION BOLOGNA Simona Artanidi

REDAKTION ORSARA-FOGGIA-PUGLIA Eustachio Cazzorla Nicoletta Altieri

Brenda Liquadri

REDAKTION BRASILE E SUD AMERICA Sheila Fisler Public Relations Daniella Cabral Sales Manager

MARKETING/ WERBUNG antonio@campanile.ch

GRAPHICS: Morena Fiorucci ART DIRECTOR: Paolo Ugolini WEB MASTER: Claudio Giuliani PHOTOGRAPHER Claudio Giuliani Rocco Lamparelli Lino Sprizzi photos-people.ch Francis Bissat Patrick Frischknecht

Nuccio Mastrogiacomo Patrizio De Michele Nicola Tramonte www.fb-photografie.ch Daniele Maiolo

ABO-SERVICE

antonio@campanile.ch

DRUCKZENTRUM

VCT - Herostrasse 9 - 8048 Zürich

VERLAG

MEDI@PRESSE SWISS Agency Marketing & Communication i NEWS swiss life style magazine Herostrasse 9 Zürich Switzerland Swiss Tel. 0041 79 405 39 85 Italy Tel. 0039 334 839 3583 Inews: Zürich-Roma-Berlin-Mosca-Marbella-Como www.campanile.ch www.inewsswiss.com Abbonamento / soci CHF 100.Monatliche Ausgabe

4

iNEWS

Leone d’Argento per la Migliore Regia: Jacques Audiard per The Sisters Brothers


Editoriale Haben Sie schöne Sommer-Momente verbracht? Wir hoffen Sie konnten den schier endlosen Sommer geniessen; sei dies nun beim Baden im See, Fluss oder in der Badi, beim Grillieren mit Freunden oder in der romantischen Zweisamkeit mit dem Lieblingsmenschen oder einfach beim ,Dolce far niente, mit einem feinen italienischen ‘caffè’. Dieses Jahr denke ich zum ersten Mal nicht ‘oh wie schade dass der Sommer schon vorbei ist’ sondern freue mich auf einen farbenfrohen Herbst und einen gemütlichen Winter.

Leone d’Oro per il Miglior Film: Roma di Alfonso Cuaron.

Sind Sie bereit für die 14. Ausgabe des Zurich Film Festivals? Wissen Sie schon was Sie tragen werden? Hoffentlich das Schönste was sich in Ihrem Kleider&Schuhschrank befindet. Vom 27. September – 7. Oktober 2018 verwandelt sich der Sechseläutenplatz von Zürich in ein Festivalzentrum. Das Zelt wird zum Treffpunkt von Filmemachern und Filmliebhabern, von Branchenvertretern und Berichterstattern. Es werden über 160 Filme präsentiert und mehr als 500 Gäste aus aller Welt erwartet. Eine einmalige Gelegenheit sich am grünen Teppich von seinen Lieblingsstars persönlich verzaubern zu lassen. Sollte es etwas kühler sein, bitte eine Stola oder einen Seidenschal um die Schultern drapieren aber ums Himmelswillen das Strickjäcken zuhause lassen. Ein Twinset im Stil von Grace Kelly mit kurzärmligem Pullover und Jacke aus Angora in Pastellfarben, dazu eine Perlenkette mag zu einem Abendessen oder für eine Partie Bridge super aussehen – am Zurich Film Festival wirken Strickjäckchen bieder und sind fehl am Platz. Schliesslich weiss man nie wem man begegnet während dieser magischen Zurich Film Festival Tage (und nicht nur dann) – Johnny Depp, Donald Sutherland, Dev Patel oder Judi Dench? Sie alle und unzählige weitere Filmschaffende erweisen dem Zurich Film Festival ihre Ehre. Viele Filmstars, Regisseure und Produzenten stellen ihre Filme persönlich im Kino vor. Eigens für das ZFF wurde ein Festivaldrink ‘Golden Eye’ genannt kreiert – ideal als Start aber auch Ausklang eines traumhaften Filmabends. Wünsche Ihnen viel Spass am ZFF. Informationen und Tickets unter zff.com Heidi Giuliani, Chefredaktorin iNews

iNEWS

Leone d’Argento Gran Premio della Giuria: La Favorita di Yorgos Lanthimos

5


Impressum EDITORE

Antonio Campanile

DIRETTORE EDITORIALE Pina Bevilacqua

TESTIMONIAL VIP DIREZIONE Marketing&Pubblicità Salvo Buttita

CAPO REDATTORE

Gabriella Groppetti (deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (englische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion)

DIRETTORE EVENTI Piero Melissano

Inews Salento

REDAZIONE

Sabrina Tortomano Luana Nocco Antonella Montesi Pietro De Seta Palma Bucarelli Beatrice Feo Filangeri Gianni Motori Mariella Nica Antonella Millarte Eugenio Forestrieri Pino Laudano Erika Ventura Laura Lamarra

Thomas Lang Marco Montini Massimiliano Teramo Rocco Delli Colli Gianni Barone Dalia Sgarbis Vincenzo Muni Italo Caroli Salvatore Tramontana Rita Albrecht Bruno Sonetto Isabella Pileri

Social Media Manager

REDAZIONE COIRA (CH) Cosimo Vonghia

Antonio Sellito

REDAZIONE TICINO - Via Peri Lugano Rita Albrecht Antonio Varrica

Ludovico Gentile Nicola Cathieni

REDAZIONE VIENNA Erich Bauer

REDAZIONE BASILEA Piero Esteriore Mimmo Esteriore Salvo Buttita

Michele Ferrante Davorka Zguric

REDAZIONE MOSCA Antonella Rebuzzi

Brenda Liquadri

REDAZIONE ROMA Alfonso Benevento Angela Verde

Michele Viola

REDAZIONE MILANO Eugenio Forestieri

REDAZIONE TORINO Francesco Mescia

REDAZIONE SICILIA Francesco Di Dario

Rita Pennisi

REDAZIONE PUGLIA Eustachio Cazzorla Domenico Potenza

Nicola Tramonte

REDAZIONE PARMA Giuseppe Laudano

REDAZIONE BOLOGNA Simona Artanidi

REDAZIONE ORSARA-FOGGIA-PUGLIA Eustachio Cazzorla Brenda Liquadri Nicoletta Altieri REDAZIONE BRASILE E SUD AMERICA Sheila Fisler Public Relations Daniella Cabral Sales Manager MARKETING/ PUBBLICITÀ antonio@campanile.ch

GRAFICA: Morena Fiorucci ART DIRECTOR: Paolo Ugolini WEB MASTER: Claudio Giuliani FOTOGRAFI Claudio Giuliani Rocco Lamparelli Lino Sprizzi photos-people.ch Francis Bissat Patrick Frischknecht

Nuccio Mastrogiacomo Patrizio De Michele Nicola Tramonte www.fb-photografie.ch Daniele Maiolo

ABBONAMENTI

Redaktion@italiannews.ch

TIPOGRAFIA

VCT - Herostrasse 9 - 8048 Zürich

CASA EDITRICE

MEDI@PRESSE SWISS Agency Marketing & Communication i NEWS swiss life style magazine Herostrasse 9 Zürich Switzerland Swiss Tel. 0041 79 405 39 85 Italy Tel. 0039 334 839 3583 Inews: Zürich-Roma-Berlin-Mosca-Marbella-Como www.campanile.ch Abbonamento / soci CHF 100.Monatliche Ausgabe www.inewsswiss.com

6

iNEWS

Martin Scorsese Premio alla Carriera


CATE BLANCHETT PROTAGONISTA DI UN INCONTRO CON IL PUBBLICO

Obiettivo Italia Continua la business campagna italiana del nostro CEO Antonio Campanile, sempre più convinto delle infinite opportunità socio-economiche offerte a Medi@Presse Swis S.p.A. e ai suoi clienti dal Belpaese. Una nazione che da oltre 30 anni è la 2a economia manifatturiera europea (dopo la Germania) e la 6a/7a al mondo [Banca Mondiale, 2015]. Che attualmente è la 3a economia dell’Eurozona e l’8a a livello planetario, con un PIL di circa 2mila miliardi di dollari [FMI, 2016]. L’Italia può contare su un know-how unico nel settore dei macchinari e dell’automazione, nella moda, nel design e nell’enogastronomia, su una forza lavoro molto qualificata e su autentiche eccellenze nella ricerca e nell’innovazione. Inoltre l’Italia rappresenta una porta d’accesso al Mercato Unico Europeo (con i suoi 500 milioni di potenziali consumatori), un’importante via di collegamento con l’Europa dell’Est, con il Medio Oriente e con il Nord Africa (ed i suoi 270 milioni di potenziali consumatori). Ed è un Paese molto aperto agli investitori stranieri, tant’è vero che essi v’impiegano l’11% della forza lavoro, vi producono più del 20% del fatturato nazionale ed il 26% dei beni nazionali esportati [Istat, 2014]. Dunque investire in Italia conviene, considerando anche che è in atto una riforma complessiva per rendere lo Stivale più business-friendly, ovvero con meno burocrazia ed un sistema fiscale più favorevole a chi fa impresa. Conviene investire in Italia, ma anche viverci. Perché il Belpaese con il suo clima mite, le sue bellezze e bontà inimitabili è al 1° posto per numero di siti patrimonio dell’umanità UNESCO (ben 53 nel 2017) ed è tra le destinazioni turistiche più popolari al mondo, con oltre 50 milioni di visitatori ogni anno (UNWTO,2014). Con i migliori saluti Pina Bevilacqua

iNEWS

Sigourney Weaver

7


Impressum EDITOR

Antonio Campanile

MANAGING EDITOR Pina Bevilacqua

TESTIMONIAL VIP DIRECTOR Marketing/ADVERTISING Salvo Buttita

CHIEF EDITOR

Gabriella Groppetti (deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (englische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion)

DIRECTOR EVENTS Piero Melissano

Inews Salento

EDITORIAL BOARD Sabrina Tortomano Luana Nocco Antonella Montesi Pietro De Seta Palma Bucarelli Beatrice Feo Filangeri Gianni Motori Mariella Nica Antonella Millarte Eugenio Forestrieri Pino Laudano Erika Ventura Laura Lamarra

Thomas Lang Marco Montini Massimiliano Teramo Rocco Delli Colli Gianni Barone Dalia Sgarbis Vincenzo Muni Italo Caroli Salvatore Tramontana Rita Albrecht Bruno Sonetto Isabella Pileri

Social Media Manager

EDITORIAL BOARD IN CHUR (CH) Cosimo Vonghia

Antonio Sellito

EDITORIAL BOARD IN TICINO Via Peri Lugano Rita Albrecht Antonio Varrica

Ludovico Gentile Nicola Cathieni

EDITORIAL BOARD IN VIENNA Erich Bauer

EDITORIAL BOARD IN BASILEA Piero Esteriore Mimmo Esteriore Salvo Buttita

Michele Ferrante Davorka Zguric

EDITORIAL BOARD IN MOSCA Antonella Rebuzzi

Brenda Liquadri

EDITORIAL BOARD IN ROMA Alfonso Benevento Angela Verde

Michele Viola

EDITORIAL BOARD INMILANO Eugenio Forestieri

EDITORIAL BOARD IN TORINO Francesco Mescia

EDITORIAL BOARD IN SICILY Francesco Di Dario

Rita Pennisi

REDAZIONE PUGLIA Eustachio Cazzorla Domenico Potenza

Nicola Tramonte

EDITORIAL BOARD IN PARMA Giuseppe Laudano

EDITORIAL BOARD IN BOLOGNA Simona Artanidi

EDITORIAL BOARD IN

ORSARA-FOGGIA-PUGLIA Eustachio Cazzorla Brenda Liquadri Nicoletta Altieri

EDITORIAL BOARD IN

BRASILE E SUD AMERICA Sheila Fisler Public Relations Daniella Cabral Sales Manager

MARKETING/ PUBBLICITÀ antonio@campanile.ch

GRAPHICS: Morena Fiorucci WEB MASTER: Paolo Ugolini WEB MASTER: Claudio Giuliani PHOTOGRAPHY Claudio Giuliani Rocco Lamparelli Lino Sprizzi photos-people.ch Francis Bissat Patrick Frischknecht

Nuccio Mastrogiacomo Patrizio De Michele Nicola Tramonte www.fb-photografie.ch Daniele Maiolo

ABO SERVICE

Redaktion@italiannews.ch

PRINT: VCT - Herostrasse 9 - 8048 Zürich PUBLISCHER: MEDI@PRESSE SWISS Agency Marketing & Communication i NEWS swiss life style magazine Herostrasse 9 Zürich Switzerland Swiss Tel. 0041 79 405 39 85 Italy Tel. 0039 334 839 3583 Inews: Zürich-Roma-Berlin-Mosca-Marbella-Como www.campanile.ch Abbonamento/soci CHF 100.- Monatliche Ausgabe www.inewsswiss.com

8

iNEWS

Die Zurich Film Festivaldirektoren Nadja Schildknecht und Karl Spoerri sind bereit für die 14. Ausgabe


Editorial Dear Readers, It is yet another autumn, and nothing seems to have changed much from last fall: the climate is getting worse every day and wars are not coming to an end. There is much trumpeting about the great technological achievements, but little improvement in the condition of the mass of people in all corners of the globe. The International Panel on Climatic Change IPCC published their report very recently, but the question now is, do the politicians have the courage and moral uprightness to implement the changes required to avert a grave tragedy awaiting humanity in the next fifty years or so?

Donald Sutherland at Zurich Film Festival 2018

Judi Dench

Most experts and large sections of the concerned public doubt the politicians’ will and desire to do much to avert the impending catastrophe. For, when the disasters come, they will no longer be in office to share the burden of guilt. In the meantime, life has to go on, and we must live our lives as best as we can. Alternatively, should we not question our responsibilities to the coming generations and our precious earth, the one planet we know for sure is there for humankind? Perhaps the best is to lead our lives in a manner that will mitigate the negative impact on our fragile environment and, at the same time, redouble our efforts to look for alternatives to the current practices of wanton waste and destruction. Perhaps it is time that this magazine too takes the lead to formulate lifestyles compatible with the changing needs of a sensitive environment. With that in mind, we shall end again with a note of optimism: change is the operative word, and we must adapt to whatever the conditions and as always expect the best outcome. We wish you a pleasant read and a mild autumn filled with contentment. Yours sincerely, Brian Basnayake

Evgeniy Nikishov, Valeriy Fedorovich

Tom Salama

Petter Naess

iNEWS

9


Impressum EDITOR

Antonio Campanile

MANAGING EDITOR Pina Bevilacqua

TESTIMONIAL VIP DIRECTOR DE MARKETING Y PUBLICIDAD Salvo Buttita

JEFES DE REDACCIÓN

Gabriella Groppetti (Redacción alemana/deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (Redacción alemana/deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (Redacción inglesa/englische Redaktion) Mursia Petrachi (Redacción italiana/italienische Redaktion) Carla Bordoli Crivelli Visconti (Redacción española/spanische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion)

EVENTOS DIRECTORA

Piero Melissano

Inews Salento

REDACCIÓN

Daniela Corti Cristiana Corti Gabriele Beate Hefele Juan Miguel Fernández Pérez Luana Pavesi Sofia Beatrice Monti Luciano Pappalardo Pasquale Balestriere María José Camacho Pérez Corina Butas Vania Penha da Silva Rosario Martínez Rodríguez

INFORMACIÓN EN ALEMÁN, COSTA DEL SOL Gabriele Beate Hefele (periodista)

REDACCIÓN BRASILE EN SUD AMERICA Sheila Fisler Daniella Cabral

Public Relations Sales Manager

MARKETING/PUBLICIDAD

antonio@campanile.ch www.inewsswiss.com - www.campanile.ch

RELACIONES PÚBLICAS

Luana Pavesi (marketing/PR/comunicación)

FOTOGRAFÍA Antonia Guerra Eugenio D'Hamo

INFORMACIÓN MÚSICA Y EVENTOS Sofía Beatrice Monti (cantante y relaciones públicas)

MODA, IMAGEN, TENDENCIAS María José Camacho Pérez (hair stylist) Vania Penha da Silva (beauty consultant)

GASTRONOMÍA NACIONAL E INTERNACIONAL

Bruno Filippone Luciano Pappalardo (Chef) Pasquale Balestriere (Chef) Zulay Gómez Carrera (ayudante Chef y control aprovisionamiento)

INFORMACIÓN ECONOMÍA Y FINANZAS Juan Miguel Fernández Pérez (derecho y fiscalidad) Eduardo V. Luján

COLABORADORES WEB Y REDES SOCIALES Vincenzo Ottavio Pesce (web&community manager) Lidia Moreno Aguilar (community manager) Corina Butas (social networker)

INICIATIVAS SOCIO-CULTURALES Rotary Club Estepona Sotogrande International

www.inewsswiss.com

10

iNEWS

www.inewsswiss.com


Editorial Queridos lectores: ¿Alguien pensaba que en la Costa del Sol, después del verano y de la temporada alta, iba a bajar el ritmo de eventos culturales, sociales, internacionales, deportivos, promocionales, gastronómicos, cinematográficos, solidarios? Seguramente las personas que conocen el desarrollo que en estos últimos años y especialmente en estos últimos 12 meses, ha tenido cada sector que sostiene la economía de esta espléndida zona denominada por muchos Costa del Golf, y por otros tantos California de Europa, saben que ya hay una población residente nacional y extranjera que asegura una cierta continuidad. Viajando a lo largo de los más de 100 km de Costa que separan Málaga de Gibraltar, pasando por Torremolinos, Benalmádena, Fuengirola, Marbella, Estepona, Casares, Manilva y Sotogrande (San Roque), volvemos a ver muchísimas grúas en movimiento, una imagen que hacía muchos años que no se presentaba ante nuestros ojos. Naturalmente, el optimismo general tiene una sombra como una espada de Damocles: ¿Otra burbuja inmobiliaria? Hay analistas que dicen que estamos en el mismo camino que llevó a la última crisis del sector, y otros que no están tan seguros de ello. Mientras tanto , nos quedamos asombrados viendo como el verano se extiende con sus 30 y hasta 37 grados, retrasando el cambio de temporada…¡Me entra casi la risa pensando que dentro de poco veremos polvorones y turrones de Navidad en las grandes superficies!! Pues, tengo que admitirlo, queridos lectores, a veces echo de menos la nieve de la Navidad que deja blancas las montañas que rodean el norte de Italia como una magnífica corona, los Alpes…Pero este año, puede que os escriba desde la Sierra Nevada de Granada que también llega a los 3.500 m de altura. Por lo pronto os menciono uno de los eventos que han llamado mi atención: En Estepona, Jardín de Arte de la Costa del Sol, se celebra la Estepona Home Fair Costa del Sol, en la primera semana de Noviembre. Se enfoca principalmente en los residentes belgas y holandeses propietarios de una vivienda o bien intencionados en comprar una. La feria reúne decoración, construcción, estudios de arquitectura, financiación... Referente a los demás municipios, tenéis aquí los enlaces donde podréis ver mucha información de interés y ¡decidir venir a pasar el frío invierno en este Paraíso! ¡Os esperamos! Un saludo cordial a todos Carla Bordoli Crivelli Visconti www.malaga.es www.marbella.es www.benahavis.es www.casares.es www.manilva.es www.sanroque.es www.cityofgibraltar.net www.inewsswiss.com

iNEWS

11


WHERE EXCLUSIVE MEETS ALL INCLUSIVE

Contact us for a personalised offer: info@vivosaresort.com | T 0833 931 002

vivosaresort.com


Paradiesisches Plätzchen imim Herzen Salentos Paradiesisches Plätzchen Herzen Salentos Elegantes Ecoresort in der des Naturparks Litorale von Ugento, Elegantes Ecoresort in Mitte der Mitte des Naturparks Litorale von Ugento, nurnur wenige Meter vomvom kristallklaren MeerMeer und und dem dem Privatstrand wenige Meter kristallklaren Privatstrand entfernt. entfernt. Vivosa Apulia Resort ist der ideale Ort Ort für authentische, stressfreie Vivosa Apulia Resort ist der ideale für authentische, stressfreie Ferien für Erwachsene und Kinder. Ein Ort um mitten in der Ferien für Erwachsene und Kinder. Ein Ort um mitten inNatur der Natur Stress abzubauen. Es ist OaseOase des Wohlstands für Körper und und Stress abzubauen. Es eine ist eine des Wohlstands für Körper Geist, zudem die perfekte Verbindung zwischen dem natürlichen Geist, zudem die perfekte Verbindung zwischen dem natürlichen Ambiente undund der magischen Atmosphäre in Salento. Ambiente der magischen Atmosphäre in Salento. WirWir bieten einen innovativen All inclusive Mix Mix mit 33 um um bieten einen innovativen All inclusive mitAktivitäten, 33 Aktivitäten, alle alle Kundenwünsche zu erfüllen. Dazu gehört: ausgewogene Kundenwünsche zu erfüllen. Dazu gehört: ausgewogene Mahlzeiten am am Strand, Antistressangebote, Eco Golf Academy, TeamTeam Mahlzeiten Strand, Antistressangebote, Eco Golf Academy, Building, Mind-Activities etc. Building, Mind-Activities etc. Dieses exklusive Resort läutet die Sommersaison mit einem wichtigen Dieses exklusive Resort läutet die Sommersaison mit einem wichtigen neuen Angebot für grosse und kleine Gäste ein: das Angebot neuen Angebot für grosse und kleine Gäste ein: das Angebot «Vivo Sano» neu, mit Show Cooking, lokal geprägtem Spa- und «Vivo Sano» neu, mit Show Cooking, lokal geprägtem Spa- und Gesundheitsangebot, Naturschutz Services, neue begeisternede Gesundheitsangebot, Naturschutz Services, neue begeisternede kinderfreundliche Aktivitäten und einen Mini-Zoo direkt im Resort. kinderfreundliche Aktivitäten und einen Mini-Zoo direkt im Resort. Entdecken Sie mehr auf vivosaresort.com Entdecken Sie mehr auf vivosaresort.com


travel Inews

EMBRAER, HELVETIC AIRWAYS SIGN LETTER OF INTENT FOR UP TO 24 E2S

14

iNEWS

www.inewsswiss.com


E

mbraer announced today at the Farnborough Air Show that Zurich based Helvetic Airways has signed a Letter of Intent (LoI) for 12 E190-E2 and options for a further 12, with conversion rights to the E195-E2. If all options are taken, the deal has a list price of USD 1.5 billion. The order will be included in Embraer’s backlog as soon as it becomes firm, which will happen in the coming months. The first 12 E190-E2 aircraft will begin replacing Helvetic’s five Fokker 100s and seven Embraer E190s, starting in late 2019 and completing in autumn 2021. The purchase options for a further 12 aircraft (E190-E2 or E195-E2) will enable Helvetic Airways to grow according to market opportunities. Tobias Pogorevc, CEO of Helvetic Airways, said, “Our existing Embraer fleet is performing with excellent dispatch rates and our Fokker 100s have been very productive in the last 12 years. However, with the new E2 family, Helvetic will consolidate its highly reliable operation with the quietest and most efficient next generation aircraft available. Furthermore, moving from the current E190 to the E2 fleet will be simple for our well-trained pilots as only two and half days of ‘non-simulator’ transition training is needed.” “Being entrusted with an airline’s entire fleet refreshment is a deep honour for Embraer, and an important endorsement of the service Helvetic has already received as a long term E-Jet customer,” said Martyn Holmes, Vice President Europe, Russia, Central Asia & Leasing, for Embraer Commercial Aviation. “Respect for the environment in which they operate, coupled with a clear desire to grow, makes the E2 – the cleanest, quietest, and most efficient aircraft family in the segment – the perfect solution to help realise Helvetic’s significant ambitions.” Helvetic’s plans to operate to London City Airport in the future received a further boost last week (13th July) when the E2 made its debut at the airport located in the city of London. Follow us on Twitter: @Embraer www.inewsswiss.com

About Helvetic Airways Helvetic Airways AG operates seven Embraer 190 and five Fokker 100 aircraft. Four Embraer 190 aircraft are in the long-term service of Swiss International Air Lines as part of an ACMI partnership. Helvetic Airways uses the remaining aircraft for ACMI flights and their own scheduled and charter business. Helvetic Airways also operates a maintenance facility at Zurich airport (EASA Part 145). The company currently employs 440 staff. Helvetic Airways has worked in close cooperation with Horizon Swiss Flight Academy Ltd., Kloten, Switzerland (www.horizonsfa.ch), since April 2008. Both companies are part of the Helvetic Airways Group, Freienbach, Switzerland. Contact for Media images: https://helvetic.com/de/mediacentre/mediaimage or marketing@helvetic.com Contact for Media inquiries: press@helvetic.com About Embraer Embraer is a global company headquartered in Brazil with businesses in commercial and executive aviation, defense & security. The company designs, develops, manufactures and markets aircraft and systems, providing customer support and services. Since it was founded in 1969, Embraer has delivered more than 8,000 aircraft. About every 10 seconds an aircraft manufactured by Embraer takes off somewhere in the world, transporting over 145 million passengers a year. Embraer is the leading manufacturer of commercial jets up to 150 seats. The company maintains industrial units, offices, service and parts distribution centers, among other activities, across the Americas, Africa, Asia and Europe. iNEWS

15


travel Inews HEIDI GIULIANI

BOURNEMOUTH AIR FESTIVAL CELEBRATING 10 YEARS ANIVERSARY

T

he Bournemouth’s first air festival in 2008 took off in style with stunning displays in the skies between the two piers. The distinctive drone of the Merlin engines of a Lancaster Bomber, Spitfire and Hurricane captivated the thousands of spectators lining the clifftop and promenade below. Visitors spent hours wandering along the seafront, which was packed with attractions, displays, rides and stalls. On the final day’s flying the Red Arrows performed a variety of high precision high speed aerobatic manoeuvres, and the crowds were left jaw-dropped. A tough act to follow. But the loud and proud RAF Typhoon was just the aircraft for the job. Other display teams included the Tucano, Royal Navy Black Cats, Royal Navy Seahawk, the Blue Eagles, the Yakovlevs, the Blades, Sea Vixen and the DC-6, to name but a few. Ever since it was introduced ten years ago the festival was a soar-away success, getting better and bigger with every year. In 2016 the air festival crowds were treated to a stunning display from the iconic Vulcan XH558 bomber. Bournemouth said a final goodbye to ‘the most famous aircraft in Britain’ as the Avro Vulcan bowed out. The Cold War nuclear bomber made its last appearance at the air festival before it retired from flying. The Vulcan’s final appearance in Bournemouth proved an emotional affair. ‘Bye bye rockstar’ the commentator lamented over the loud speakers as it flew back to base with an impressive roar and a visual impression of the afterburners. Other notable performances during 2016 came from the skilled helicopter pilots of the Royal Navy’s Black Cats and for the first time the Swiss Air Force’s Super Puma, giving the event a truly international feel. Both teams performed in tough display conditions with blustery winds and low visibility. A delighted and honoured Mayor, Councillor Lawrence Williams is thanking everybody who helped stage the event, and of course festival goers, as without each and everyone of them the festival wouldn’t be what it is today. So much has been achieved and overcome – from challenging adversity to great highs and success. Over the last 10 years the Bournemouth Air Festival has been celebrated, awarded and recognized, challenged and tested amongst much happiness, 16

iNEWS

euphoria, great highs and, sadly, times of tragedy. Since 2008 the festival has hosted more than 60 display teams and aircraft, entertained around 9 million people by approximately 140 hours of thrilling displays and has not only been recognized as the event of the year but has become UKs biggest air festival across air, sea and on land.With so much to enjoy in the skies and on land, out at sea and in the evening – four fantastic days of exciting entertainment are guaranteed every time. Over the years the Bournemouth Air Festival has played a big role for the Royal Air Force Red Arrows. What started as an annual display for them has become one of the UKs biggest air events and they are proud to have displayed every year. Bournemouth is one of their favourite display venues, not only is it a great site for the pilots to see a beach front packed with crowds while gracing the skies over Bournemouth but it’s a perfect location for the face of the Royal Air Force showcasing the excellence of the service with its trademark combination of close formation and breath taking manoeuvres. One of the fans of the Red Arrows since his teenage years is Bournemouth born and bred Peter Howard Rees. Not only has he been following every aerobatic display of them at the airshows in Farnborough and later also Bournemouth he has also co-designed the tip fences as fitted to some of the Airbus range of civil aircraft. The tip fences are a distinctive signature of the airbus A300, A310, A320 and A380 series of aero planes. The tip fences are also sometimes called winglets. Their main feature is to reduce lift-dependent drag, resulting in fuel efficiency improvement. Being an aerodynamicist for British Aerospace Systems he started working on the design in 1985 together with Jeff Jupp. With the Airbus A380 this invention is still in production. Peter made paper planes as a boy and thus already experimented with tip fences. He studied aerodynamics at the Royal Aircraft Establishment technical college Farnborough. Later on he took part in a wing tip research program at Hatfield with Jeff Jupp. From this initial 1 month project to get the system patented, designed and installed on the first production aircraft it took five years. The patent was owned by British Aerospace but signed in the www.inewsswiss.com


Peter Howard Rees, inventor tip fence names of the inventors. Peter remembers getting about £300 compensation in total. How did this idea come about? Initially it was experimenting with modifications to the wing-tip navigation light fairings, such as mounting them vertically instead of horizontally as had been done hitherto, and testing in the wind tunnel. Analysis soon revealed that the performance was better than theoretically predicted. Further modifications to the profile and section shape resulted in the optimum tip fences seen today on so many Airbus aircraft. Inevitably this involved many many hours of low speed and high speed wind tunnel testing to refine it in such a way as to minimize the wing structural weight increase resulting from wing bending moment changes. Acknowledgement must be made to the hard work, dedication and enthusiasm of the wind tunnel crews especially. For the spectators the event is free of charge and there is enough room for everybody to get a great view of the display. The central flight line never seems as close as here in Bournemouth, and where else can you watch an air display while taking a dip in the sea? With a packed schedule of air displays not only plenty going on in the air, there’s lots happening on the ground as well. Flying has been cancelled on the final day of 2017 due to adverse weather. Organisers of the Bournemouth Air Festival said ‘strong cross-winds, low visibility and forecast rain, particularly at the airport’ meant Sunday’s aerial displays could not go ahead. The four-day annual event is run by Bournemouth council which said any financial loss would be ‘marginal’. It said attendance on previous days had been ‘really strong’. Congratulations Bournemouth Air Festival to this impressive milestone and to have become one of the leading aviation events in Europe. Apparently the Bournemouth Air Festival is the second biggest event in the UK, only topped by the London Marathon. The next festival line of many hours of display time will be brought to you on August 30th to September 2nd 2018. www.bournemouthair.co.uk www.inewsswiss.com

Spectators swimming while watching the Red Arrows display.

Red Arrows with formation Tornado iNEWS

17


communication

ASSEGNATO IL PREMIO

lanostraStoria.ch

RISERVATO AI GIOVANI DI MENO DI VENT’ANNI, È STATO ISTITUITO DALLA FONDAZIONE PATRIMONIO CULTURALE DELLA RADIOTELEVISIONE SVIZZERA DI LINGUA ITALIANA (RSI)

N

ella mattinata di martedì 3 luglio è stato assegnato il premio del portale di storia partecipativa «lanostraStoria.ch». Destinato ai giovani di età inferiore ai vent’anni, il premio ha stimolato i giovani e le classi dei diversi ordini scolastici della Svizzera Italiana a cimentarsi con il tema: «la storia della Svizzera italiana attraverso quella della famiglia». La giuria del concorso, composta dal presidente Pio Pellizzari e dai membri Maurizio Binaghi, Daniele Bollini, Alberto Cattaneo, Franco Milani ed Alessio Petralli ha dichiarato vincitore del premio Loris Genovese, del quale «la giuria ha particolarmente apprezzato l’originalità del tema, le accurate ricerche intraprese per la raccolta delle informazioni esposte e soprattutto l’uso pertinente e adeguato delle tecniche offerte dalla piattaforma.» Il giovane di quarta media, che ha condotto una ricerca sul paese di Sant’Antonino, ha ricevuto il premio da Maurizio Canetta, presidente della Fondazione «Patrimonio Culturale RSI», e da Pio Pellizzari, presidente della giuria. Il sito web «lanostraStoria.ch» e una

18

iNEWS

piattaforma di storia partecipativa dedicata alla Svizzera italiana. Condivide le tecnologie e gli orientamenti editoriali di «notreHistoire.ch», sito attivo da una decina d’anni nella Svizzera francese. Grazie alla costante crescita degli utenti iscritti e al numero dei documenti pubblicati, «lanostraStoria.ch» sta emergendo come lo strumento editoriale più versatile per consentire a chi ha a cuore la Svizzera italiana di contribuire a documentarne la storia attraverso la pubblicazione individuale e spontanea di foto o video del passato. Istituita a Lugano nel 2014, la Fondazione Patrimonio Culturale della Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana (RSI) nel suo statuto si pone i seguenti obiettivi principali: la promozione di progetti volti alla cura e alla conservazione del patrimonio audiovisivo RSI (attraverso la digitalizzazione dei documenti ancora su supporto analogico e su pellicola), e la promozione di progetti specifici atti a migliorarne l’accessibilità e la consultazione gratuita da parte del grande pubblico. www.inewsswiss.com


communication

presents

FELICITÀ GREEN FOREST & PEARL GREY

Small is Beautiful With a unisex design that is clean and modern, Felicità is also better suited to the female hand than many full-sized pens. than the

Because it’s shorter full-sized Fortuna, Felici-

ta’s dimensions ideally suit the space in a lady’s clutch.

This season’s Felicità collection is clad in the delicately pearlised resins of Green Forest and Pearl Grey, with a stainless steel trim. The pen’s cap is crowned with the traditional 1912 logo, whilst the Montegrappa logo is laser engraved on the cap’s band.

www.inewsswiss.com

Felicità is offered in all three of the most popular forms – fountain pen, rollerball and ballpoint – to suit every writing style and preference.

iNEWS

19


communication

BANK CLER STEIGERT GESCHÄFTSERFOLG UND HALBJAHRESGEWINN

I

m ersten Halbjahr 2018 steigerte die Bank Cler ihren Geschäftserfolg deutlich auf 31,1 Mio. CHF (+34,2%) und den Halbjahresgewinn auf 19,8 Mio. CHF (+5,0%). Der Geschäftsertrag erhöhte sich auf 123,5 Mio. CHF (+0,2%). Dazu beigetragen hat der höhere Erfolg aus dem Zinsengeschäft als Folge der nochmals optimierten, tieferen Refinanzierungskosten. Im Vergleich zum Vorjahr reduzierte sich der Geschäftsaufwand markant auf 86,6 Mio. CHF (-9,0%), insbesondere weil die im letzten Jahr angefallenen Kosten für den Namenswechsel und die Neupositionierung wegfielen. Die Bilanzsumme der Bank Cler wuchs per 30.06.2018 um 1,2% auf 17,7 Mrd. CHF (31.12.2017: 17,5 Mrd. CHF). Mit der erfolgreichen Lancierung von «Zak», der ersten Smartphone-Bank der Schweiz, und der Umsetzung des neuen Geschäftsstellenkonzepts an vier weiteren Standorten, setzt die Bank Cler ihre Neuausrichtung konsequent fort. Kundenausleihungen erstmals über fünfzehn Milliarden Franken In ihrem Kerngeschäft knüpfte die Bank Cler an die erfolgreiche Vorperiode an und baute ihr Hypothekarvolumen um 328,7 Mio. CHF (+2,2%) aus. Dabei hält die Bank Cler unverändert an ihren strengen Kreditvergaberichtlinien fest. Auch im KMU-Geschäft verzeichnete die Bank Cler Erfolge und steigerte ihre Forderungen gegenüber Kunden um 15,1 Mio. CHF (+5,3%). Die Kundenausleihungen stiegen per 30.06.2018 um 2,3% auf 15,3 Mrd. CHF – bestehend aus den Hypothekarforderungen von 15,0 Mrd. CHF und den Forderungen gegenüber Kunden von 0,3 Mrd. CHF.

«WIR KONNTEN IM ERS TEN HALBJAHR WEITER WACHSEN UND UNSEREN GEWINN IN EINEM ANSPRUCHSVOLLEN UMFELD S TEIGERN . DAZU BEIGETRAGEN HABEN EIN BESSERES ZINSERGEBNIS SOWIE EIN DEUTLICH REDUZIERTER SACHAUFWAND.» SANDRA LIENHART CEO BANK CLER 20

iNEWS

Weiterer Zufluss der Kundeneinlagen Die Verpflichtungen aus Kundeneinlagen erhöhten sich im ersten Halbjahr 2018 um 50,9 Mio. CHF auf 12,0 Mrd. CHF. Davon entfielen 20,8 Mio. CHF auf die Verpflichtungen gegenüber Kunden in Spar- und Anlageform. Es zeigt sich, dass die Privatkunden in der anhaltenden Tiefzinsphase eher Gelder auf den Privatkonten als auf den Sparkonten halten, um die Gelder kurzfristig für attraktivere Anlagen verfügbar zu haben. Die institutionellen Kunden suchten unverändert kurz- und mittelfristige Anlagen in Form von Festgeldern und erhöhten ihre Einlagen. Aufgrund von Liquiditätsdispositionen reduzierten hingegen einige Grosskunden und KMU per Halbjahresende ihre Sichtgelder. Netto ergab sich daraus ein Anstieg der übrigen Verpflichtungen gegenüber Kunden um 30,1 Mio. CHF. Steigerung des Erfolgs aus dem Zinsengeschäft um 0,2% Als wichtigster Ertragspfeiler konnte das Netto-Zinsergebnis im ersten Halbjahr 2018 weiter auf 87,3 Mio. CHF (+0,1 Mio. CHF) ausgebaut werden. Dazu beigetragen haben der risikogerechte und ertragsorientierte Ausbau des Hypothekargeschäfts sowie die weitere Optimierung der Refinanzierungskosten. Durch eine gezielte Steuerung konnte die Bank Cler die fälligen Passivgelder günstiger erneuern. Gleichzeitig hielt die Bank Cler an ihrer konsequenten Absicherung der Bankbilanz gegen Zinsänderungsrisiken fest. Im anhaltenden Tiefzinsumfeld kam ihr hier zugute, dass die Zinsabsicherungskosten als Bestandteil des Zinsaufwands leicht zurückgingen. www.inewsswiss.com


Geschäftsertrag steigt – Anlagelösung im aktuellen Marktumfeld sehr gefragt Das Kommissions- und Dienstleistungsgeschäft fiel mit 27,9 Mio. CHF (-0,8 Mio. CHF) tiefer aus als im Vorjahr. Das politische und wirtschaftliche Umfeld bremste die Anlageaktivitäten der Kunden. Einen erfreulichen Zuwachs verzeichnete hingegen die Anlagelösung, welche die 500 Mio. Franken-Grenze überschritt und auf 535,4 Mio. CHF (Ende 2017: 396,9 Mio. CHF) zunahm. Die Möglichkeit, bereits ab 10 000 CHF von einer professionellen Vermögensverwaltung zu profitieren, stösst bei den Kunden auf grosses Interesse. Als weitere Erfolgskomponente fiel der Handelserfolg mit 5,6 Mio. CHF (-0,2 Mio. CHF) leicht tiefer aus. Der übrige ordentliche Erfolg stieg auf 2,7 Mio. CHF (+1,1 Mio. CHF). Insgesamt steigerte die Bank Cler den Geschäftsertrag auf 123,5 Mio. CHF (+0,2 Mio. CHF).

Im Spätsommer folgen weitere neue Funktionen. Die bestehende Partnerschaft mit siroop läuft bis zur Einstellung des OnlineMarktplatzes Ende Jahr weiter. Neue, in Zak integrierte Angebote, werden in den nächsten Monaten kommuniziert. Ausblick: Höherer Gewinn trotz weiterer Investitionen Im weiteren Jahresverlauf geht die Bank Cler von einem unverändert anspruchsvollen Umfeld und anhaltenden Negativzinsen aus. Damit bleiben die Herausforderungen auf der Ertragsseite in der zweiten Jahreshälfte bestehen. Durch den Wegfall verschiedener einmaliger Ausgaben im Jahr 2017 wird die Kostenseite im laufenden Jahr entlastet. Die Bank wird weiterhin die Chancen der digitalen Transformation nutzen, um neue Geschäftsmodelle zu entwickeln und ihre Positionierung weiter zu stärken. Zusammenfassend rechnet die Bank Cler mit einem höheren Gewinnniveau als im Vorjahr.

Sachaufwand sinkt durch tiefere Kosten Im Vergleich zum Vorjahr reduzierte sich der Geschäftsaufwand markant auf 86,6 Mio. CHF (-8,6 Mio. CHF), insbesondere weil die im letzten Jahr angefallenen Kosten für den Namenswechsel und die Neupositionierung wegfielen. Der Ausbau der digitalen Angebote und die Umsetzung des neuen Geschäftsstellenkonzepts wurden im ersten Halbjahr 2018 nahtlos fortgeführt. Insbesondere wurde die Smartphone-Bank Zak kontinuierlich weiterentwickelt. 2018 wurden zudem die vier Geschäftsstellen in Sion, Lugano, Locarno und Aarau umgebaut bzw. an neue, attraktivere Standorte verlegt. Die um 1,2 Mio. CHF höheren Abschreibungen sind eine Folge der Aktivierung der Umbaukosten der Vorperioden. Die übrigen Rückstellungen und Wertberichtigungen gingen auf ein bescheidenes Niveau von 0,2 Mio. CHF (-0,4 Mio. CHF) zurück. Zak erfolgreich gestartet Seit Ende Februar ist die Bank Cler mit der Smartphone-Bank Zak im Markt. Bis Mitte Jahr konnten über 25 000 Downloads mit einer erfreulichen Kundenkonversionsrate verzeichnet werden. Zak wird in hohem Tempo weiterentwickelt und ausgebaut. Die einfache Handhabung steht weiterhin im Vordergrund. So wurde auch die User Experience im Onboarding verbessert. Seit April können Zak-Kundinnen und -Kunden die Funktionalität mit der Aktivierung eines Plug-ins individuell erweitern. Das erste dieser Plug-ins ermöglicht kundenübergreifende gemeinsame Ausgabentöpfe. Ein Feature, welches insbesondere Personen schätzen, die in Wohngemeinschaften leben. www.inewsswiss.com

iNEWS

21


communication

ROBBIE WILLIAMS: MISSION CAFÉ ROYAL DIE KAFFEEKAPSELN VON CAFÉ ROYAL SIND SEIT SOMMER 2014 NEU AUCH IN FRANKREICH ERHÄLTLICH, SPANIEN WIRD FOLGEN. AM 1. DEZEMBER 2014 WURDE IN PARIS DIE NEUE FRANZÖSISCHE TV-KAMPAGNE UND DER NEUE MARKENBOTSCHAFTER, ROBBIE WILLIAMS, VORGESTELLT. 22

iNEWS

LE CAPSULE DI CAFFÈ DI CAFÉ ROYAL SONO ORA DISPONIBILI ANCHE IN FRANCIA DALL’ESTATE 2014, SEGUIRÀ LA SPAGNA. IL 1 ° DICEMBRE 2014, LA NUOVA CAMPAGNA TELEVISIVA FRANCESE E IL NUOVO AMBASCIATORE DEL MARCHIO, ROBBIE WILLIAMS, SONO STATI SVELATI A PARIGI. www.inewsswiss.com


D

elica will die Führungsposition von Café Royal im Schweizer Markt im Bereich der kompatiblen Kaffeekapseln festigen und die Marke gleichzeitig international auf- und ausbauen. Dazu lancierte Delica ihr Café Royal-Sortiment diesen Sommer in Frankreich. In Deutschland und Österreich sind die Produkte bereits seit Herbst 2013 erhältlich, seit Mitte dieses Jahres mit neuem Verpackungsdesign und neuen Kapselfarben. In der Schweiz kamen die neuen Verpackungs- und Kapseldesigns diesen Herbst in die Regale. Zudem wurde hierzulande das seit 2012 erhältliche Standardsortiment, welches die Sorten Ristretto, Espresso, Espresso Forte, Lungo, Lungo Forte und Decaffeinato umfasst, um die Flavoured Editions Vanilla, Caramel und Almond, die Single Origins Colombia, India und Ethiopia und um die Limited Edition Dark Roast erweitert. Bei Delica ist man überzeugt, mit der Expansion in ausländische Märkte einen richtigen und wichtigen Schritt zu machen. Raphael Gugerli, Leiter der Business Unit Kaffee: «Mit Café Royal ist es uns gelungen, eine innovative Marke aufzubauen. Wir sind überzeugt, den Erfolg der kompatiblen Kaffeekapseln auch in den ausländischen Märkten weiterzuführen, zumal Analysen gezeigt haben, dass die Nachfrage in unseren neuen Zielmärkten sehr hoch ist. Insbesondere Frankreich gilt als sehr interessanter Kaffee- und Kapselmarkt. Mit Robbie Williams haben wir zudem den optimalen Markenambassador gefunden. Als Secret Agent ist Robbie Williams unterwegs, um guten Geschmack und Kaffeegenuss zu verbreiten. Dafür begibt er sich auf verschiedene Missionen und trifft dabei auf unzählige Herausforderungen. Durch sein Sexappeal gepaart mit einer ordentlichen Portion Coolness ist Robbie Williams der perfekte Agent für Café Royal. Zudem sind sein Charme und Witz über Landesgrenzen hinweg verständlich. Wir könnten uns kein passenderes Testimonial vorstellen, um diese Rolle zu besetzen.»

www.inewsswiss.com

D

elica consoliderà la posizione di leadership del Café Royal sul mercato svizzero nel settore delle capsule di caffè compatibili e il marchio allo stesso tempo a livello internazionale ed espandere. Delica ha lanciato la sua gamma Café Royal questa estate in Francia. In Germania e in Austria, i prodotti sono stati disponibili dall’autunno 2013, a partire dalla metà di quest’anno con un nuovo packaging design e nuovi colori capsula. In Svizzera, i nuovi packaging e design delle capsule sono arrivati sugli ​​ scaffali questo autunno. Inoltre, questo paese è stato il dato gamma standard disponibili 2012, che comprende le varietà Ristretto, Espresso, Espresso Forte, Lungo, Lungo Forte e Decaffeinato alle edizioni aromatizzati alla vaniglia, caramello e mandorla, le singole origini Colombia, India ed Etiopia e la Limited Edition Dark Roast si espande. In Delica siamo convinti che stiamo facendo un passo concreto e importante espandendoci nei mercati esteri. Raphael Gugerli, capo della Business Unit caffè: “Con il Café Royal siamo riusciti a costruire un marchio innovativo. Siamo fiduciosi sul successo di capsule di caffè compatibili nei mercati esteri, in particolare dal momento che le analisi hanno dimostrato che la domanda nei nostri nuovi mercati target è molto alto. In particolare, la Francia è considerata un mercato molto interessante di caffè e capsule. Con Robbie Williams abbiamo anche trovato l’ambasciatore del marchio ottimale. Come agente segreto, Robbie Williams è sulla strada per diffondere buon gusto e divertimento al caffè. Ma si imbarca in varie missioni e incontra innumerevoli sfide. Robbie Williams è l’agente perfetto per Café Royal con il suo sex appeal in coppia con una buona dose di freschezza. Inoltre, il suo fascino e intelligenza sono comprensibili oltre i confini nazionali. Non potremmo immaginare un testimonial più adatto per riempire quel ruolo. “

iNEWS

23


communication

NUOVA PUBBLICAZIONE DI UNIA SULLA STORIA DI UNA CONQUISTA STRAORDINARIA

LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE E MISURE DI ACCOMPAGNAMENTO: DIFENDIAMO I DIRITTI DEI LAVORATORI/TRICI INVECE DI DISCRIMINARLI E SFRUTTARLI

L

a libera circolazione delle persone con l’Unione europea e le relative misure di accompagnamento a tutela delle condizioni lavorative e salariali sono una conquista storica per le lavoratrici e i lavoratori. La loro introduzione è in gran parte merito del movimento sindacale svizzero. Una nuova pubblicazione del sindacato Unia ripercorre la storia di questo cambiamento di paradigma dalla politica dei contingenti alla libera circolazione delle persone e fornisce importanti argomentazioni contro le discriminazioni xenofobe e l’ideologia di mercato neoliberista. Gli ambienti della destra nazionalista hanno preso di mira la libera circolazione delle persone e nel contempo i Consiglieri federali PLR Cassis e Schneider-Ammann vogliono cedere alle pressioni dell’UE rimettendo in dubbio le valide misure di accompagnamento. «Dalla politica dei contingenti alla libera circolazione delle persone. La politica migratoria dei sindacati nella lotta contro le discriminazioni e il dumping salariale»: questo è il titolo della pubblicazione che spiega in una prospettiva storica perché la Svizzera si trova a un bivio e qual è la posta in gioco per le lavoratrici e i lavoratori.

Esperienza storica alla mano, la pubblicazione suggerisce che la Svizzera non deve cedere la competenza di fissare le misure d’accompagnamento alle autorità dell’UE, che spesso non tengono in alcun conto i diritti dei lavoratori/trici. La libera circolazione delle persone avrà infatti un futuro solo se le misure di accompagnamento verranno rafforzate e riusciranno a garantire in modo efficace la protezione delle condizioni lavorative e salariali. Materiale per una discussione attenta e informata La pubblicazione, commissionata da Unia e scritta dall’ex co-presidente di Unia Vasco Pedrina, coadiuvato dallo storico Stefan Keller, si rivolge a un pubblico ampio, con un interesse storico e politico. Offre argomentazioni forti nel dibattito attuale, contro un modello di isolamento e immigrazione xenofobo e contro le ideologie di mercato neoliberiste, che mettono in discussione la protezione delle condizioni lavorative e salariali.

UNO SGUARDO ALLA STORIA La pubblicazione, suddivisa in dieci capitoli tematici, ripercorre le varie tappe dagli inizi della politica sindacale in materia di migrazione e mercato del lavoro negli anni Sessanta al dibattito odierno. Essa coniuga una ricca esposizione di fatti storici con un’analisi politica e mostra come la politica dei contingenti del passato non abbia affatto limitato la migrazione, ma abbia piuttosto causato uno sfruttamento disumano della manodopera immigrata e un diffuso dumping salariale. 24

iNEWS

www.inewsswiss.com


communication

ERNENNT

PASCAL GRIEDER ZUM NEUEN CEO

D

er Verwaltungsrat von Salt hat Pascal Grieder, 41, per 1. September 2018 zum neuen CEO ernannt. Er wird Andreas Schönenberger ersetzen, der weiterhin im Verwaltungsrat des Unternehmens tätig bleibt. Pascal Grieder leitete zuletzt als Managing Partner Digital McKinsey Switzerland. Seine Aufgabe bei Salt wird es sein, die in den letzten Jahren geschaffene gute Position des Unternehmens zu nutzen und die Kundenorientierung weiter zu stärken, um in allen Bereichen weiteres Wachstum zu erzielen. Mit mehr als zehn Jahren Erfahrung als erfolgreicher Berater für international tätige Telekommunikations-unternehmen und als Verantwortlicher für das digitale Geschäft von McKinsey in der Schweiz bringt er dafür die besten Voraussetzungen mit. Nach einem Abschluss als Elektroingenieur an der ETH Zürich mit anschliessendem Doktorstudium (Dr. sc. ETH Zürich) hatte Pascal Grieder bei McKinsey seit 2005 verschiedene Funktionen mit Einsätzen im In- und Ausland inne.

www.inewsswiss.com

Xavier Niel Präsident des Verwaltungsrats von Salt sagte zur Ernennung: “Pascal Griedere ist eine unternehmerische Führungspersönlichkeit mit ausgezeichneten Marktkenntnissen in der Telekommunikationsindustrie. Er hat bewiesen, dass er Unternehmen mit digitaler Innovation auf dic nächstc Ebene bringen kann. Das ist genau das, was wir von ihm als CEO erwarten. Unser Ziel ist, das Wachstum von Salt zu beschleunigen.” Der Verwaltungsrat dankt Andreas Schönenberger für seinen wertvollen Beitrag zur Weiterentwicklung des Unternehmens. Unter seiner Führung schloss Salt die IT-Transformation und den Wechsel zu einem kosteneffizienten Telekommunikationsdienstleister in Zusammenarbeit in Partnerschaft mit Apple, das bezüglich Geschwindigkeit, Bedienung und Preis im Markt einzigartig ist.

iNEWS

25


communication

RIU COLLABORATES TO KEEP MATAPALO BEACH IN COSTA RICA SAFER AND CLEANER THE HOTEL CHAIN HAS WORKED WITH LOCAL AUTHORITIES IN ORDER TO IMPROVE PUBLIC ACCESS TO THE BEACH AND ELIMINATE VEHICLE TRAFFIC IN THE BATHING AREA.

R

IU Hotels continues to work in contributing to the improvement and good maintenance of the destinations where it operates. On this occasion, RIU has worked with the authorities of Carrillo, in the Costa Rican province of Guanacaste. In order to protect the beach of Matapalo, a framework was built that prevents the passage of vehicles and quads, which were a risk for the bathers and visitors. One of the main tasks was the construction of a bridge to allow the vehicles to arrive to the transit area at any time of the year. As far as it is possible the bridge acts as a sewerage system during the rainy season. In addition, RIU has donated large benches and flowerpots that act as a barrier to prevent access to the limited public area. The mayor of Carrillo, Carlos Cantillo, said that “as well as embellishing and improving the access to the beach, these works guarantee a higher safety for the visitors”. Besides, he highlighted that “it prevents the entry of vehicles that could cause an accident”. Although the access of other vehicles has been banned, the project does guarantee public and controlled access for those who belong to the emergency services. Moreover, the entry jet skis or boats into the sea is allowed for the required operations. RIU inaugurated the Riu Guanacaste, its first hotel in Costa Rica in 2009, followed by the Riu Palace Costa Rica in 2012. Since the beginning of its operation the company has been very involved with the destination and its development. The RIU complex is located in Playa Matapalo, in an area of great natural beauty. Therefore, the hotel chain decided to allocate almost 200 of the 250 hectares of its property to the preservation of the local ecosystem through the creation of the RIU Wildlife Refuge. This is an area that forms part of the Chorotega Biological Corridor, therefore the preservation of its flora and fauna is of national conservation interest.

26

iNEWS

www.inewsswiss.com


INEWSSWISS.COM

M

O

D

A

MARCO BALDASSARI CEO ELEVENTY

www.inewsswiss.com

iNEWS

27


moda

ELEVENTY SI RAFFORZA ALL’ESTERO E APRE IN TURCHIA MARCO BALDASSARI CEO ELEVENTY: “STIAMO RISPETTANDO IL PROGRAMMA DI SVILUPPO ANNUNCIATO CHE PREVEDE UNA PRESENZA NELLE PRINCIPALI METROPOLI, MÈTA DI SHOPPING ESCLUSIVO”. 28

iNEWS

www.inewsswiss.com


S

i rafforza la presenza all’estero di Eleventy. Dopo le recenti inaugurazioni negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, il gruppo annuncia l’apertura della prima boutique in Turchia ad Istanbul, nel prestigioso department store Istinye Park che riunisce i brand esclusivi del lusso.

Il nuovo monomarca è in partnership con Doğuş Retail Group, con il quale Eleventy ha firmato un contratto di distribuzione che prevede una rete di negozi monobrand in Turchia. “L’apertura di Istanbul rientra in un piano di sviluppo retail e va ad aggiungersi a quelle recenti di Londra, di New York e di Milano, dove quest’estate abbiamo inaugurato in Rinascente uno store di 90 mq”, dichiara Marco Baldassari Ceo fondatore e direttore creativo uomo Eleventy.

I nuovi traguardi confermano la crescita del gruppo che ha archiviato il 2017 con un fatturato di 22 milioni per un +18,9% e prevede per il 2018 un giro di affari di 29,8 milioni. Il Gruppo è distribuito in oltre 32 paesi, tra i quali Russia, Turchia, Europa, Usa e Far East, grazie anche ad accordi con importanti partner locali, per una quota export pari al 76%. La rete vendita è costituita da 20 boutique monomarca, tra le quali 7 in Italia, 5 in Corea, 3 in U.S.A., 2 in Austria, 1 in Francia, 1 in UK, 1 in Turchia e da oltre 500 multibrand nel mondo.

“E’ un percorso pianificato che vede, entro il 2020, la presenza diretta nelle principali metropoli. Ciò consentirà al nostro Gruppo non solo di crescere in termini di fatturato ma anche, cosa che ritengo non secondaria, di riuscire a cogliere in tempo reale le evoluzioni dei mercati e le nuove esigenze dei consumatori”. Lo store di Istanbul si estende su una superficie di 100 mq che accoglie le collezioni e la linea accessori uomo. Progettato dallo studio Parisotto+Formenton Architetti, rispetta il concept delle altre boutique Eleventy dove il rigore dei segni e la pulizia delle linee degli arredi incontra la ricchezza di materiali contemporanei come l’inox e il cemento.

www.inewsswiss.com

iNEWS

29


moda I N T E RV I S TA

C’è qualcosa in particolare che ti ispira per le tue creazioni? Il Mare che è sempre fonte di ispirazione per qualsiasi artista, il Sole perché è fonte di calore e passione, il Vento perché genera benessere è favorisce l’ispirazione per nuove idee, gli alberi di olivo per le forme, l’uva per la conformazione dei grappoli, i mandorli per l’inconfondibile aspetto delle mandorle, gli alberi da frutto ed i fichi d’india per i colori dei frutti e le distese di fiori e piante del paesaggio salentino con i profumi e l’unicità del paesaggio a cui fanno assumere un aspetto unico e raro. A che età hai iniziato la prima produzione? Nel 2010, all’età di 32 anni. Quando nasce l’idea di questa produzione? Nasce nel 2015 perchè dopo una serie di creazioni decido che questa mia arte non può essere solo mia, ma sento che devo condividerla con tutte le donne del mondo. Dove viene creata la produzione? Nel laboratorio di casa, perchè per realizzare le mie opere ho bisogno della tranquillità delle mura domestiche.

Natalie Mastria

LadYN, il nuovo brand di Natalie Mastria che con la produzione 2018/2019 presenta la innovativa linea di creazioni ispirate agli elementi della sua terra. Perché la donna è “Lady”, eternamente “Young” ed ama le “Novità” che la rendono esclusiva.

30

iNEWS

Parlaci della tua terra La mia terra è meravigliosa, incastonata tra tre mari, lo Jonio e l’Adriatico che si incontrano nel Mediterraneo, la terra è rossa e lo scenario marino alterna coste rocciose a spiagge sabbiose dove il sole è presente per la quasi totalità dell’anno. Un mix perfetto per ispirarsi e produrre. Che materiali utilizzi per le tue creazioni? Filo di cotone di vario colore e spessore, perline di varie dimensioni, tipologia e colore e pietre dure naturali. Con quale criterio scegli questi materiali? In base all’ispirazione ed al progetto che ho in mente scelgo il colore ed il tipo di materiale necessario. Prima di tutto creo il modello ben definito nella mia mente, poi lo disegno su carta e, quindi, decido la scelta dei materiali e dei colori che mi possano consentire di raggiungere il risultato che ho in mente. Quanto tempo, approssimativamente, dedichi per la produzione di una tua creazione? Non è mai ben definito dal momento che ogni idea è particolare ed esclusiva e per la creazione del prodotto ho bisogno di dedicare del tempo per disegnare, per decidere la tipologia di materiali, avviare la prima ricerca e selezione di quelli necessari ed effettuare la lavorazione seguendo il mio metodo. Come definiresti le tue creazioni? Oggetti del desiderio che non possono restare ignorati e chiusi in un cassetto ma sfruttati ed utilizzati al meglio nella vita di ogni giorno perché, nonostante l’essenza elegante possono essere indossate con qualsiasi tipo di abbigliamento. www.inewsswiss.com


Quanto incidono sulle tue creazioni le persone che ti circondano? Le persone nelle nostre vite vanno e vengono e nel loro passaggio ognuna di esse ci lascia qualcosa. Ognuno può ispirarmi in maniera differente a seconda del feeling che si viene a creare reciprocamente. La tua terra è baciata dal sole e dal vento. Tu sei solare ma ….raccontaci qualcosa di te. Nella mia vita ho imparato a comprendere ciò che veramente mi piace ed è importante per me. Per me è molto importante il contatto con la natura che mi circonda. Mi piace guardare il tramonto con tutte le sfumature create dalla luce tra sole e nuvole. Il tuo rapporto con gli altri? Mi piace instaurare rapporti con persone di altre culture e di altri paesi. Quanto sono importanti le stagioni per la tua produzione? I colori e le sfumature dell’autunno mi ispirano per alcune produzioni, il verde rigoglioso della primavera per altre, il giallo dei campi di grano e tutti i colori della frutta in campagna, accompagnato dagli immancabili sole e mare sono fonte di inesauribile ispirazioni come può esserlo anche un temporale con il cupo colore delle nubi gonfie di pioggia ed i lampi che squarciano il cielo. Quanto è influenzata la tua produzione dalla moda? Le mode non influenzano quasi per nulla la mia creatività ed, anzi, io lavoro per fare in modo di cercare di essere io a creare una moda ed uno stile, risvegliando in chi indossa le mie creazioni, quell’io ed ego personale che genera una coscienza personale dello star bene con se stessi e quindi di essere alla moda indossando l’abito e la calzatura che si pensa si abbini alla mia creazione. Cosa pensi della moda e degli stili in voga in questo periodo? A volte mi sento a disagio perché non mi vedo contestualizzata in essa. Che domande ti fanno le tue clienti? Sono curiose di sapere se posso riprodurre un modello che a loro piace anche in altri colori. Io potrei anche farlo ma essendo tutti modelli esclusivi preferisco non effettuare riproduzioni per conservarne l’unicità e l’esclusività di ognuno. Una donna che indossa una mia creazione si sente esclusiva anche per questo. www.inewsswiss.com

Hai amici/amiche con cui parli delle tue ispirazioni per le tue produzioni? In genere no dal momento che le ispirazioni avvengono spesso in maniera inaspettata. Non ne parlo con nessuno per mia indole, infatti, quando sento che è il momento giusto per produrre, preferisco chiudermi tra le mura del mio laboratorio, studiare, abbozzare le forme ed avviare la realizzazione di una delle mie creazioni Suggerisci abiti particolari per abbinare le tue collane? A seconda dell’occasione e dalla persona, posso permettermi di suggerire il tipo di abito anche ascoltando le preferenze ed i gusti. Alcuni abiti hanno scollature lunghe, altri no, altri rotonde, etc. La giusta forma e dimensione di una mia produzione va abbinata anche alla scollatura ed al colore dell’abito Ti piacciono gli animali? Mi piacciono molto i gatti ed io stessa mi sento molto felina. Ami la natura? La natura è fondamentale per le mie creazioni. Mi considero un’esploratrice e mi incuriosisce molto ogni nuova scoperta al punto di affascinarmi sempre e ispirarmi ancora maggiormente. Che accostamenti di accessori suggerisci ad una donna che indossa le tue collane? In genere le mie collane si abbinano molto bene con un paio di orecchini particolari e, magari un bracciale che si avvicini come colore e tipologia. Hai mai pensato di produrre altri accessori di abbigliamento? Avrei in mente di produrre degli anelli, dei fermagli e dei bracciali con lo stesso metodo e materiali. Prossimi progetti e programmi? Devo dare sfogo alla mia fantasia ed alla mia creatività. Sto preparando alcune nuove produzioni, una vera e propria collezione e sto programmando la mia partecipazione ad alcuni eventi e spettacoli perché sono stata invitata da alcune produzioni per far indossare le mie creazioni a personaggi e volti noti. Prossimi viaggi ed appuntamenti internazionali? Entro la fine del 2018 negli Stati Uniti, Islanda, Russia iNEWS

31


moda

32

iNEWS

www.inewsswiss.com


Dal 15 SETTEMBRE sarà attivo il sito web www.ladynnecklace.store per avviare l’e-commerce: sarà possibile acquistare le collane che saranno realizzate, quindi, in assoluta esclusività. A settembre la stilista parteciperà al MilanoFashionWeek con l’organizzazione russa MKMM (www.mkmm.info) e le sue collane saranno indossate il 18 settembre dalle modelle russe che sfileranno gli abiti degli stilisti russi presenti a Milano durante il Fashion Vibes. Il 7 OTTOBRE la stilista parteciperà al Festival della Musica Italiana di New York e le sue collane saranno indossate delle cantanti in gara e dalle personalità femminili dello spettacolo presenti (www.festivalnyc.net). Per contatti: info@ladynnecklace.store www.inewsswiss.com

iNEWS

33


moda GOCCE DI VIOLA: Realizzata in Macramè con filo Cotton Cablet n. 5 bianco. Motivo a gocce con perle di Ametista Occhi di Gatto Viola e grosso pendente centrale in resina Viola con venature chiare. PURPLE DROPS: Made of Macramé with Cablet Cotton No. 5 white. Drop motif with Amethyst pearls Cat eyes Purple and big central pendant in violet resin with light veins. PINK EYES: Realizzata in Macramè con filo di seta cerato grigio. Motivo a onde con perle di Ametista Occhi di Gatto Rosa e Cabochon centrale in Quarzo Rosa. PINK EYES: Made of Macramé with gray waxed silk thread. Wave pattern with Amethyst pearls Pink Cat’s eyes and Central Rose Quartz Cabochon.

SNOW: Realizzata in Macramè con Filo di Scozia n. 12 bianco. Motivo a rete inpreziosito da piccoli Swarovski ghiaccio incastonati qua e là come punti luce e pendente ovale in Swarovski. SNOW: Made of Macramé with Scozian wire 12 ° white. Net motif embellished with small Swarovski ice set here and there like light points and oval pendant in Swarovski. SOFT: Realizzata in Macramè con Cotton Cablet n. 5 verde con piccoli Swarovski color Ambra e Pietre in Vetro sfaccettato color Ambra. SOFT: Made of Macramé with Cablet Cotton No. 5 green with small Amber-colored Swarovski and Amber-colored faceted Glass Stones.

COLLETTO: Realizzata in Macramè con Cotton Cablet n. 5 rosso. Motivo a rete,forma colletto con Perline rosa sfaccettate. COLLAR: Made of Macramé with Cablet Cotton No. 5 red. Mesh motif, collar shape with faceted pink beads.

34

iNEWS

www.inewsswiss.com


PERIGREEN: Realizzata in Macramè con Cotton Cablet n. 5 in varie tonalità di verde. Motivo a Rombi con perline di vari colori incastonate e piccolo pendente nero sfaccettato. PERIGREEN: Made of Macramé with Cablet Cotton No. 5 in various shades of green. Diamond pattern with beads of various colors and small faceted black pendant. VIOLET: Realizzata in Macramè con Cotone Beige. Modello Asimmetrico con disegni a fantasia. Perle di Giada Mashan rosse e grosso pendente centrale in Resina rosso con venature chiare. VIOLET: Made of Macramé with Beige Cotton. Asymmetrical model with fancy designs. Red Jade Mashan pearls and big central pendant in red resin with light veins. GREEN CROWN: Realizzata Macramè in Cotton Cablet n. 5 verde. Modello piccola Corona con perline bianche e Swarovski Ambra. GREEN CROWN: Macramé made of Cablet Cotton No. 5 green. Small Crown model with white beads and Swarovski Amber.

BLACK DROPS: Realizzata in Macramè con Cotton Cablet n. 5 nero. Motivo a gocce con perle bianche incastonate. BLACK DROPS: Made of Macramé with Cablet Cotton No. 5 black. Drop motif with white pearls set.

BAUXITE: Realizzata in Macramè con Cotto Cablet n. 5 color Mattone. Motivo lineare impreziosita da Perle e Cabochon centrale Aventurine. BAUXITE: Made of Macramé with Cablet Cotton No. 5 brick color. Linear pattern embellished with pearls and central Aventurine Cabochon.

www.inewsswiss.com

iNEWS

35


communication PINA BEVILACQUA

ITALFERR

LE NUOVE OPERE AIUTANO LA STORIA

I

lavori per l’alta velocità in Italia stanno svelando un patrimonio archeologico che va indietro nel tempo fino all’Età del rame. «Gli scavi effettuati per le nuove tratte», spiega Carlo Carganico, AD della società d’ingegneria Italferr del gruppo Ferrovie dello Stato «hanno portato alla luce milioni di resti archeologici che ora, attraverso le Soprintendenze, iniziano a essere valorizzati e resi fruibili dai cittadini». Tra i beni rinvenuti da Italferr anche la tomba dipinta del IV secolo A.C. che sarà esposta nel museo di Maddaloni (Caserta), oltre ai 2.500 reperti restaurati tra quelli rinvenuti sulla tratta CervaroBovino della Napoli-Bari, alcuni dei quali saranno visibili nel museo di Manfredonia (Foggia). Si tratta per lo più di vasi e monili dauni del VI-IV secolo A.C., ma pure del IV millennio A.C., risalenti all’Età del rame. Italferr lavora in collaborazione con le Soprintendenze Archeologiche territorialmente competenti in Italia, con la Direzione Generale Archeologia ed è iscritta nell’elenco del Ministero per i Beni e le attività Culturali e il Turismo degli operatori abilitati alla redazione del Documento di Valutazione Archeologica. Sostanzialmente svolge un importante monitoraggio archeologico del territorio, che sta dando incredibili frutti. E che ha il suo costo. Solo per il 2017 ammontano infatti a 10,5 milioni di euro le risorse impegnate nelle attività di scavo. Per valutare l’impatto sui progetti delle nuove linee AV/AC delle problematiche connesse ai ritrovamenti archeologici basta fare riferimento alla tratta Roma-Napoli: lungo i primi 200 km di tale linea è stato rinvenuto in media un sito ogni 500 metri. Ciascuno è stato scavato e documentato e, in base alla rilevanza, sono stati sviluppati i successivi interventi. Una complessa attività archeologia, che finora ha inciso per oltre il 5% sul costo complessivo dell’opera. «Siamo stati i primi a dotarci, già nel 1996, di uno staff di archeologi e una struttura dedicata», sottolinea l’AD di Italferr, Carlo Carganico. In effetti un team di otto archeologi specializzati si occupa di indagini preventive fin dalle prime fasi della progettazione di nuove

36

iNEWS

opere, con il duplice obiettivo di evitare l’aumento di costi e tempi che scatta quando si scopre un sito archeologico in corso d’opera e di tutelare i reperti fino alla successiva fase di restauro e restituzione ai territori. «Il nostro modus operandi porta a dimezzare i costi e a ridurre del 40% i tempi di realizzazione delle opere. In più consente di preservare un patrimonio archeologico dal valore inestimabile, in cui risiedono l’identità e l’eredità storica del Paese», spiega Carganico. Sin a partire dalla fase di progettazione preliminare, la Società sviluppa studi specialistici di scavo archeologico, esegue indagini e attività di campo e pone in essere opere di valorizzazione dei rinvenimenti. E per i siti di particolare rilievo è stato necessario ricorrere ad interventi particolari quali: varianti al progetto ferroviario; prosecuzione dello scavo anche al di fuori della fascia ferroviaria (caso della villa romana di Corcolle, Roma); consolidamento o restauro parziale o totale delle strutture rinvenute (caso delle tombe etrusche a Sesto Fiorentino, Firenze); valorizzazione tramite la realizzazione di poli di attrazione culturale (caso del parco archeologico della zona di via Serenissima a Roma); allestimenti museali ad hoc (caso del museo di Segni, Roma); pubblicazioni tradizionali e multimediali con l’ausilio delle tecniche di ricostruzione 3D. Fino allo ‘smontaggio’ del bene rinvenuto, pure mediante l’uso di tecnologie all’avanguardia che ne permettono lo spostamento nella maniera più fedele, come nel caso dell’antica Via Collatina, ritrovata nei pressi di Roma, rimossa per singoli basoli, dopo rilievi laser eseguiti con la tecnica innovativa della Macro Reverse Engeenering, che ne ha consentito il riposizionamento in un’area adiacente destinata a parco archeologico. Francesco Rizzuti I siti archeologici rinvenuti da Italferr Torino-Milano 23 Milano-Bologna Bologna 3 Bologna-Firenze Roma 23 Roma-Napoli Napoli 4

96 13 149

www.inewsswiss.com


INEWSSWISS.COM

F

O

O

D

Cocciuto

I soci Michela Reginato e Paolo Piacentini www.inewsswiss.com

iNEWS

37


enogastronomia

LA PIZZA D’AUTORE SBARCA NEL CUORE DEL NUOVO POLO DELLA MODA MILANESE ECCO COCCIUTO, IL FORMAT DAL DESIGN INDUSTRY UNDERGROUND TRE APERTURE ENTRO IL 2019, UNA BRIGATA DI SOLI MILLENIALS E UN PROGETTO SOCIALE cocciuto: una delle sale 38

iNEWS

www.inewsswiss.com


Cocciuto: Antonio Caputo

C

occiuto è la nuova idea di pizzeria che porta la firma di Paolo Piacentini imprenditorenoto per aver collaborato alla realizzazione di importanti format internazionali, nonché fondatore di MargheeMichela Reginato un passato nella moda e nel life style.

Cocciuto è l’innovazione nel concept della pizzeria moderna. Un investimento importante che entro il 2019 arricchirà l’offerta ristorativa milanese di tre nuovi locali che mettono l’abito elegante alla pizzeria. Dopo l’apertura in via Bergognone 24, infatti, già si lavora alle nuove sedi previste in zona piazza Medaglie d’Oro, nei pressi di corso Sempione. Un progetto ambizioso che parte nel nuovo polo della moda milanese, in via Bergognone 24, a pochi metri dal Mudec, nel cuore vivo di un quadrilatero che costituisce un vero e proprio centro di ricerca del gusto, in una città che ormai chiede anche alle pizzerie di associare all’elevata qualità del prodotto una ricercatezza spinta negli allestimenti. Nove vetrineche lasciano intravedere un locale elegante e ricercato; 260 metri quadrati, per un totale di 80 coperti, che si rifanno a un design newyorkese. Un format urban chicnel quale si muoverà una squadra di 16 milleanialsche, dalla pizzeria alla cucina sino alla brigata di sala, costituirà l’anima sacra di un progetto assolutamente moderno, ma che si fonda sulla competenza di un team dalla consolidata esperienza. Ambienti ricercati, pezzi d’arredo sapientemente selezionati, sedute comode ed eleganti, giochi di cromie che conferiscono un tono di ricercatezza a un luogo in cui andare in pizzeria diventa un’esperienza del bello oltre che del buono. Accanto a una selezione di materie prime, che ha impegnato Paolo Piacentini e Michela Reginato in un viaggio nell’Italia delle eccellenze enogastronomiche, anche una ricerca spasmodica nei dettagli per rendere il locale accogliente e confortevole. Paolo Piacentini, dopo aver registrato il successo di Marghe, di cui ne è fondatore e socio, che alla sua nascita è stata una innovazione nel panorama delle pizzerie italiane, con al fianco Michela Reginato, oggi gioca una nuova sfida e cambia campionato. Si alza l’asticella della qualità dell’offerta a tavola, dando vita a un format che, attraversata la porta, immerge l’ospite in un ambiente chic in cui si respira un’aria internazionale. È così che già da subito si comprende lo sforzo imprenditoriale di cui Cocciutoè la prima di una serie di tappe. Bello e buono, quindi, Cocciuto. In tavola, accanto a un menù che parte con un classico antipasto all’italiana, la pizza nel rispetto della più antica tradizione partenopea alla quale si affianca la versione più “sociale” della pizza al metroche favorisce lo spirito di convivialità proprio di Cocciuto. Impasto diretto, una miscela di farine alle quali è stato aggiunto il germe di grano vivo, doppia lievitazione che dura minimo 30 oreper garantire alle pizze di Cocciutosofficità, fragranza, sapori, in generale maggiore leggerezza. Ai forni Andrea Godi e Antonio Caputo, un pugliese e un lucano, entrambi con la passione per la pizza d’autore e dal talento consolidato in un percorso che ha visto Caputo crescere da Marghee Godi nella sua Lecce. www.inewsswiss.com

Cocciuto: Andrea Godi Grande attenzione anche allacarta viniche strizza l’occhio ai vini naturali, prevalentemente ai piccoli produttori italiani e francesi, con un interessante focus su Loira, Provenza e Borgogna. Una bella selezione calibrata ai gusti delle pizze firmate dai due giovani pizzaioli, che contempla al fianco di bottiglie importanti quelle referenze frutto di una ricerca alla scoperta di territori e produttori e che prevede una interessante selezione anche di proposte al calice che ruotano settimanalmente. Ma Cocciuto è anche pairingcon i cocktailproprio per accontentare una fascia di appassionati che nei classici della mixology, proposti a prezzi popolari e accattivanti, trova un’alternativa divertente al vino o alla birra. La cucina e le materie prime In via Bergognone 24, dove Cocciutoha aperto le sue porte pochi giorni fa, il lavoro di ricerca delle materie prime in giro per l’Italia è partito da diversi mesi. Il Bel Paese è stato battuto palmo a palmo, passando da una bottega a una masseria, da una fattoria a un antico frantoio per selezionare il meglio che l’artigianato italiano fosse in grado di proporre, sposando la filosofia del chilometro buono, sano ed eticonella selezione dei prodotti che costituiscono il menù sia della pizzeria sia della cucina. È pugliese l’olio scelto dalla cucina di Cocciuto. Il Frantoio Muraglia, noto per aver fatto dell’identità e del design il suo mood, sarà l’impronta aromatica nelle preparazioni; e ancora, la soppressata Calabra dope il Culatello di Zibelloentrambi presidi slow food, oltre alla blasonata mozzarella di Bufala campanaper un giro intorno all’Italia delle eccellenze gastronomiche che sono baluardo di storie familiari da raccontare in un contesto elegante che ha la forma e l’attitudine di Cocciuto. I partner di Cocciuto Partner di grande valore quelli che si affiancheranno al progetto Cocciuto, aziende leader ciascuna nel proprio settore di interesse che hanno creduto in un formatdalle ampie prospettive. Lavazza, San Pellegrino, Bormiolie il gruppo Carlsberg con Angelo Poretti. Grazie a questa partnership, Cocciuto è stato scelto come incubatore unico in Italia di un progetto sperimentale al fianco del colosso mondiale Starbucks. Nella pizzeria di via Bergognone a Milano, come negli Starbucks del mondo, il gruppo Carlsberg ha attivato un modello di controllo dei flussi e dei consumi di birra che rientra nella sperimentazione delle Telemetria, una innovativa tecnologia al servizio degli esercenti. Il progetto etico Cocciuto per il sociale. Non è uno slogan, ma è l’attitudine dei soci che hanno dato vita al format che rivoluziona lo stile della pizzeria moderna. Grazie a una partnership con la cooperativa sociale Arcadia, che ha l’obiettivo di formare e avviare al mondo del lavoro i giovani ospiti della casa famiglia Harlock, già dal 10 settembre nella brigata di Cocciuto arriverà uno dei ragazzi provenienti da questa realtà che potrà avere la sua prima vera opportunità per un riscatto personale attraverso la dignità del lavoro. iNEWS

39


enogastronomia

A PEPPE ZULLO IL PREMIO DI SLOW FOOD-OSTERIE D’ITALIA 2019 AL SALONE INTERNAZIONALE DEL GUSTO DI TORINO, IL RICONOSCIMENTO AL CUOCO ORSARESE DAL CAPOLUOGO PIEMONTESE ALLA 23ESIMA EDIZIONE DI “APPUNTAMENTO CON LA DAUNIA”

Il vulcanico Peppe Zullo, pilastro della cucina pugliese, è un ambasciatore instancabile dell’identità gastronomica locale”. E’ con questa motivazione che Slow Food, al Salone Internazionale del Gusto di Torino-Terra Madre, ha assegnato a Peppe Zullo il riconoscimento Osterie d’Italia 2019 inserendo il suo ristorante nell’omonima guida, una vera e propria “Bibbia” del buon gusto. “Sono orgoglioso del riconoscimento”, ha commentato il cuoco di Orsara di Puglia. “Essere recensiti all’interno della guida Slow Food è un onore e, al tempo stesso, un incoraggiamento a proseguire la strada intrapresa da oltre 30 anni”, ha dichiarato l’imprenditore capace di trasformare Orsara di Puglia in una piccola-grande capitale dei sapori autentici. 40

iNEWS

www.inewsswiss.com


A Torino, Peppe Zullo ha ricevuto il premio e i complimenti di Carlo Petrini, anima e fondatore di Slow Food. Nel capoluogo piemontese, l’ambasciatore del “made in Puglia” ha proposto la sua filosofia del “simple food for intelligent people”, anche attraverso dei laboratori dedicati alla pasta di legumi e agli ingredienti dell’orto. “Gusto e salute devono andare di pari passo, sulla strada segnata dalla stagionalità e dal percorso che i cibi compiono passando dalla terra alla tavola”, ha spiegato il cuoco che, a Villa Jamele, ha un orto e un bosco dove crescono frutti, ortaggi, verdure ed erbe spontanee alla base delle sue ricette più golose. DA TORINO ALL’APPUNTAMENTO CON LA DAUNIA. A Torino, Peppe Zullo ha cominciato a mettere in rampa di lancio la ventitreesima edizione di “Appuntamento con la Daunia”, l’evento sulla cultura dell’alimentazione che ogni anno, dal 1995, porta a Orsara di Puglia poeti, giornalisti, intellettuali, cuochi e produttori da tutto il mondo. Quest’anno, la manifestazione si terrà il 14 e il 15 ottobre, a Villa Jamele e a Nuova Sala Paradiso, la tenuta del cuoco-contadino. “Il tema di quest’anno è Il Cibo Universale”, ha annunciato l’ideatore di un format che, in 22 anni, ha raccontato al mondo di esperienze eccellenti, di sogni divenuti realtà, progetti in evoluzione che hanno sempre avuto al centro la relazione tra l’uomo, l’ambiente e l’alimentazione.

premio www.inewsswiss.com

Non è un caso, dunque, se proprio Peppe Zullo, oltre che padrone di casa di “Appuntamento con la Daunia”, sia anche tra i sostenitori e testimonial del Med Food Anticancer Program, del Dipartimento di prevenzione-Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’ASL Foggia, che martedì 25 settembre ha inaugurato l’edizione 2018-2019 e i suoi primi 12 anni di intensa attività. IL CIBO UNIVERSALE. Il cibo è natura e cultura, musica, arte, cinema, nutrimento dello spirito e del corpo. Il cibo è universale. La terra, il rispetto della stagionalità e la cura di ciò che è capace di produrre, sono il lievito naturale di una filosofia senza tempo, quella che Peppe Zullo applica, comunica e promuove da 30 anni. “Dalla terra alla tavola” non è soltanto un messaggio, è un’idea che l’Azienda Agricola di Peppe Zullo applica concretamente attraverso processi produttivi tracciabili, trasparenti, orientati verso un unico obiettivo: la qualità, la valorizzazione di prodotti che coniugano gusto, salute e autenticità. L’orto, i vigneti, gli alberi da frutto, le erbe spontanee del bosco, la fattoria degli animali: ogni elemento dell’Azienda Agricola di Peppe Zullo trova il suo luogo d’elezione a Orsara di Puglia, sui Monti Dauni, il respiro verde dell’antica e moderna Apulia. Info: 0881.964763 – 0881.968234, Piano Paradiso, Orsara di Puglia (Fg) Web: www.peppezullo.it - www.villajamele.it - www.nuovasalaparadiso.it

pubblico iNEWS

41


enogastronomia

SLOW FOOD SVIZZERA

INTENDE LANCIARE L’INIZIATIVA POPOLARE FEDERALE “GIOVENTÚÙ + GUSTO” SLOW FOOD SVIZZERA INVITA I SUOI 3700 SOCI A DISCUTERE IL LANCIO DI UN’INIZIATIVA POPOLARE FEDERALE “GIOVENTÙ + GUSTO”, AFFINCHÉ LA CONFEDERAZIONE E I CANTONI INCORAGGINO L’EDUCAZIONE ALIMENTARE, IN PARTICOLARE PER I BAMBINI E I GIOVANI.

O

gni due anni i soci di Slow Food Svizzera si riuniscono per il Congresso nazionale dei soci. Quest‘anno, l‘evento si terrà il 25 agosto a Bioschwand in Münsingen BE, un complesso che offre una sede ideale per il congresso. Il tema principale di questa giornata sarà il lancio dell‘iniziativa „Gioventù + Gusto“. Oltre alle proposte del Comitato, saranno affrontate le seguenti questioni: quali sono gli obiettivi di questa iniziativa, cosa bisogna fare per raggiungerli e come si può utilizzare la rete locale di Slow Food per raccogliere le firme necessarie? Si tratta di un bellissimo progetto nazionale per tutto il movimento Slow Food. Oltre al progetto dell‘iniziativa, un ricco programma attende i membri dell‘associazione con discussioni, conferenze, workshop e spazio sufficiente per gli scambi. Oltre alla parte mattutina ufficiale, durante la quale interverrà il Segretario Generale di Slow Food International, Paolo di Croce, parleremo anche del futuro di Slow Food e dei vari progetti della nostra associazione dopo pranzo, nell‘ambito di diversi workshop. Come già accennato, nel pomeriggio i partecipanti potranno partecipare a diversi workshop che toccano la vita della nostra associazione: il futuro di Slow Food con la possibilità data ai nostri soci di costruire il futuro di Slow Food in modo proattivo, il progetto Slow Wine con spiegazioni sui meriti di un tale approccio in Svizzera 42

iNEWS

e con la partecipazione dei viticoltori, l‘Alleanza degli Cuoci Slow Food con rappresentanti della gastronomia che offrono ai consumatori una cucina che rispetta la filosofia di Slow Food, e il progetto „ Gioventù + Gusto“. IL MOVIMENTO SLOW FOOD Slow Food è un movimento popolare in tutto il mondo con molti membri e sostenitori in non meno di 160 paesi. Impegnati nella preoccupazione di mangiare bene, si impegnano a favore della loro comunità e dell‘ambiente. Slow Food rivendica il diritto a un cibo di qualità per tutti e promuove la tutela del patrimonio, della biodiversità, della cultura e del sapere. Con 3700 soci in Svizzera, Slow Food CH conta attualmente 20 Convivium (regioni). L‘associazione sostiene i produttori nei loro progetti „Presidi“ (conservazione dei prodotti), che attualmente sono 20 in Svizzera. Maggiori informazioni sul nostro nuovo sitowww.slowfood.ch.

www.inewsswiss.com


SLOW FOOD SCHWEIZ

WILL DIE EIDGENÖSSISCHE VOLKSINITIATIVE “JUGEND + GESCHMACK” LANCIEREN SLOW FOOD CH LÄDT SEINE 3700 MITGLIEDER EIN, ÜBER DIE LANCIERUNG DER EIDGENÖSSISCHEN VOLKSINITIATIVE “JUGEND + GENUSS” ZU DISKUTIEREN, DAMIT BUND UND KANTONE DIE ERNÄHRUNGSERZIEHUNG INSBESONDERE FÜR KINDER UND JUGENDLICHE FÖRDERN.

A

lle zwei Jahre treffen sich die Mitglieder von Slow Food Schweiz zum nationalen Mitgliederkongress. In diesem Jahr findet die Veranstaltung am 25. August 2018 auf der Bioschwand in Münsingen BE statt, einem Komplex, der einen idealen Rahmen für den Kongress bietet. Hauptthema dieses Tages ist die Lancierung der Initiative „Jugend + Genuss“. Zusätzlich zu den Vorschlägen des Vorstandes werden folgende Fragen behandelt: Was sind die Ziele dieser Initiative, was muss getan werden, um sie zu verwirklichen, und wie kann das lokale Slow Food-Netzwerk genutzt werden, um die erforderlichen Unterschriften zu sammeln? Jedenfalls ist es ein wunderbares nationales Projekt für die gesamte Slow-Food-Bewegung. Neben dem Initiativprojekt erwartet die Mitglieder des Vereins ein reichhaltiges Programm mit Diskussionen, Konferenzen, Workshops und genügend Raum für den aktiven Austausch. Neben dem offiziellen Vormittagsprogramm, in dem der Generalsekretär von Slow Food International, Paolo di Croce, eine Rede halten wird, werden wir nach dem Mittagessen im Rahmen verschiedener Workshops über die Zukunft von Slow Food und die verschiedenen Projekte unseres Vereins sprechen.

www.inewsswiss.com

Dabei geht es um Projekte, die das Leben unseres Vereins prägen: die Zukunft von Slow Food mit der Möglichkeit diese aktiv mitzugestalten, das Slow Wine Projekt mit Erläuterungen zu den Vorzügen eines solchen Ansatzes in der Schweiz und mit Beteiligung von Winzern. Die Allianz der Köche mit Vertretern der Gastronomie, die eine Küche anbieten, die der Philosophie von Slow Food entspricht, und die Initiative „Jugend + Genuss“. Kontakte: Alexandre Fricker, Geschäftsleiter Slow Food Schweizalexandre.fricker@slowfood.ch; +41 792143132 (D/F/I/E) Josef Zisyadis, Präsident Slow Food Schweiz josef.zisyadis@slowfood.ch; +41 793552141 (F)

iNEWS

43


enogastronomia

DATI EFFETTIVI 2017 PER IL VINO PUGLIESE AMATO DALLA GENERAZIONE X. AUMENTA ANCHE IL DOP. IN TOTALE QUASI 13 MILIONI DI LITRI PER 17 MILIONI DI BOTTIGLIE

PRIMITIVO DI MANDURIA: CRESCE IL DOCG DOLCE NATURALE E IL RISERVA DOP SODDISFAZIONE PER IL CONSORZIO DI TUTELA

C

resce il Primitivo di Manduria e cresce in tutte le sue varianti: Primitivo di Manduria Dop, Primitivo di Manduria Riserva Dop e Primitivo di Manduria dolce naturale Docg. Quasi 13 milioni di litri che equivalgono a poco più di 17 milioni di bottiglie, di cui il 70% prende la via dell’esportazione, per circa 100 milioni di euro di valore stimato (consumo interno di circa 30 milioni di euro ed estero di circa 70 milioni euro). Un aumento del 13.87% rispetto al 2016 che conferma ancora una volta il primato della grande doc nei maggiori mercati del mondo. Sono questi i numeri effettivi dell’anno 2017 per Primitivo di Manduria. In particolare il Dop rappresenta il 91.2% dell’intero imbottigliato, il Riserva l’8.1% ed il dolce naturale Docg lo 0.7%. La novità riguarda l’incremento per il Docg (primo Docg in Puglia) e per il Riserva. Nel 2017 sono stati imbottigliati circa 95 mila litri di Docg equivalenti a circa 127 mila bottiglie con un incremento del 33.45% rispetto all’anno precedente.

44

iNEWS

Nel comparto Primitivo di Manduria Riserva Dop si è registrata una crescita settoriale del 24.27% rispetto al 2016 per un totale di poco più di un milione di litri equivalenti a quasi un milione e mezzo di bottiglie. Dati che avvalorano il processo di “premiumizzazione” del Primitivo di Manduria, cioè i consumatori tendono a preferire bottiglie più costose percepite come di maggiore qualità. Cresce anche il Primitivo di Manduria Dop del 12.90% per un totale di quasi 12 milioni di litri pari a circa 16 milioni di bottiglie. “Il Primitivo di Manduria non è più una novità, ma una colonna portante del comparto enoico non solo pugliese ma anche italiano. – afferma soddisfatto Roberto Erario, presidente del Consorzio di tutela del Primitivo di Manduria - E’ un vino che non conosce crisi, soprattutto all’estero con un exploit importante su tutti i mercati”. “Abbiamo conquistato nuovi soci, – continua Erario - il Consorzio attualmente vanta 46 aziende che vinificano ed imbottigliano e oltre 900 soci viticoltori. Si stanno rivelando fondamentali i progetti di promozione e comunicazione per far conoscere all’estero i nostri vini ed il territorio che li esprime. www.inewsswiss.com


Tra poco partirà per esempio la macchina del grande progetto Primitivo Taste Experience - Il Primitivo di Manduria nei calici cinesi e americani ideato da noi che consiste in attività di incoming e in partecipazione a fiere estere. Una bella scommessa sulla nostra identità che oggi rappresenta sempre più un elemento distintivo del brand Puglia. Il nostro è un territorio ricco, florido e in crescita e vorrei ringraziare tutte le aziende, sia le grandi che le piccole, che con sacrificio e passione producono questa meravigliosa doc”. Ma chi beve il Primitivo di Manduria? Il Primitivo di Manduria è la doc pugliese che rientra nella Top five dei vini più esportati con volume d’affari intorno 100 milioni di euro, amata soprattutto dalla generazione X (37 – 57 anni). Presente in tutto il mondo. Il consumatore finale del Primitivo di Manduria in generale è un uomo in carriera, colto e raffinato che ama consumare il vino

www.inewsswiss.com

pugliese ispirandosi dai comportamenti del “lusso”. Lo beve durante una cena di lavoro importante, per festeggiare un anniversario o durante una proposta di matrimonio. Normalmente lo sceglie per la perfetta armonia tra il corpo e il sapore. Il 46% dei consumatori è donna. Si stima che quasi la metà del fatturato ottenuto dalla vendita del prodotto in Italia e all’estero sia dato proprio dal mercato femminile. Lo sceglie per il suo bouquet inconfondibile: ricco, complesso, ampio e fruttato, con note di macchia mediterranea. I sensi sono esacerbati e molto sensibili al minimo effluvio e il palato femminile scopre finezze che quello degli uomini ignora. Le donne bevono poco ma bene, meno quantità ma più qualità quindi scelgono il Primitivo di Manduria.

iNEWS

45


travel e gusto

PANB,

IL FAST FOOD ALL’ITALIANA, APRE LE PORTE A ROVAGNATI SI AMPLIA LA COMPAGINE AZIONARIA E PROSEGUE LA CRESCITA DEL FORMAT DI PANINI ALL’ITALIANA UNICI AL MONDO Ambizioni internazionali per il “pane impossibile” che cuoce sotto una campana di vetro

P

anB, la risposta italiana alle paninoteche fast food, amplia la sua compagine azionaria e apre le porte a un nuovo partner finanziario e al re dei salumi Rovagnati, che acquisisce, in aumento di capitale, una quota minoritaria del format del “Panbolla”. Un primo passo verso la crescita e l’espansione del marchio sia in Italia sia all’estero. Nei prossimi 18 mesi, infatti, PanB attuerà un ambizioso piano di espansione che inizierà dai centri commerciali del Nord Italia, passando per il centro di Milano con l’apertura del suo primo flag ship store nella capitale del business italiano. Sono Adriano Continisio e Paola Sersante, co-fondatori del brand insieme ad altri partner, con la supervisione di Raniero Proietti – una lunga esperienza nel mondo internazionale dell’investment banking e del private equity – che ha sponsorizzato questo progetto sin dall’inizio, a firmare il panino più gustoso che si possa trovare in un centro commerciale. «Siamo italiani e la qualità la pratichiamo come un mantra in ogni nostro “panino impossibile”» commentano Adriano e Paola.

46

iNEWS

È questa l’idea alla base di un format avanguardista come PanB, la qualità ad ogni costo. PanB è la rivoluzione in paninoteca che vuole dimostrare che l’italian style è un mood da perseguire sempre, dalle tavole stellate a quelle più democratiche del fast food. Un progetto innovativo che viene da lontano, dall’esperienza trentennale di Adriano Continisio da sempre appassionato di lievitati e che ha trasformato la sua passione nata con un blog in un progetto che sta riscuotendo sempre più interesse. Un pane apparentemente impossibile, dunque, e assolutamente unico al mondo, frutto di un lungo percorso di studio e di sperimentazione. «L’unicità di questo prodotto panario lievitato per più di 48 ore– spiega Continisio - è legata al metodo di cottura, che avviene sotto una campana di vetro che crea un ambiente tecnicamente sfavorevole alla cottura, ma che per il Panbolla è il punto di svolta e di forza innovativa. Questo pane cuoce a un terzo del tempo di un altro qualsiasi prodotto della stessa pezzatura in un qualunque altro forno». Una cottura flash che dona caratteristiche distintive rispetto a qualunque altro prodotto. «Dal colore del bordo, dall’assenza di una crosta che lascia spazio a una pellicina croccante – continua Continisio - fino alla mollica che c’è ma, per la sua estrema leggerezza, quasi non si avverte alla masticazione». www.inewsswiss.com


Diverse anche le pezzature rispetto ai classici panini da fast food che attualmente si attestano intorno agli 80 grammi. Il Panbolla, proprio per la sua leggerezza e la sua scioglievolezza, può arrivare fino a un peso di 120 grammi senza risultare impegnativo e regalando soddisfazioni uniche alla clientela. Assume un elemento di fascino la fase di cottura del Panbolla che avviene sotto gli occhi incuriositi di chi oggi sceglie i due punti pilota di PanB, uno alle Torri Bianche di Vimercate, alle porte di Milano, e l’altro al centro commerciale di Oriocenter a Bergamo. «Le prime due fasi di produzione – spiega Adriano Continisio – avvengono nel laboratorio artigianale, lievitazione e cottura invece sono l’atto finale che si compie sotto le campane di vetro». Il progetto è stato messo a punto nel 2007 e oggi, seguendo un processo di continue sperimentazioni, dà vita a due versioni salate, una con farina semi integrale e l’altra con l’aggiunta di farina di segale, e una dolce, il Bollicino ripieno di creme di varia tipologia, per una produzione oggi di oltre 600 pezzi al giorno. Il tutto secondo un metodo che garantisce la replicabilità di un modello di produzione che è il punto di forza della ricetta che porta la firma di Adriano Continisio da sempre punto di riferimento, anche grazie al suo blog, per gli appassionati di lievitazione. www.inewsswiss.com

Oggi arriva come un riconoscimento per il lavoro sin qui svolto, per la continua ricerca di qualità anche delle materie prime e gli ingredienti utilizzati per le farciture e per gli ingredienti, l’ingresso nella compagine azionaria di un gruppo italiano importante e autorevole come Rovagnati. «Siamo nati come loro clienti – conclude Adriano Continisio – ma oggi siamo molto orgogliosi del loro ingresso in società. Noi siamo ancora piccoli, ma evidentemente il hanno colto nel nostro progetto le potenzialità di una iniziativa imprenditoriale innovativa che fonda sul gusto tutto italiano il suo percorso di qualità e sviluppo».

iNEWS

47


SWISSGEHT AUS swiss geht aus

MANGIARE BENE MaNgiaRe BeNe ESSEN MIT GENUSS esseN Mit geNuss

ristorante PIZZERA PiZZera BELLA BeLLa VISTA Vista WWW.BELLAVISTA-MURI.CH WWW.BeLLaVista-MUri.CH RISTORANTE ristorante MOLINO MoLino ZURIGO ZUrigo RISTORANTE

WWW.MoLino.CH WWW.MOLINO.CH

Da CIRO Ciro DA

WWW.ristorante-Ciro.CH WWW.RISTORANTE-CIRO.CH

iL GIGLIO gigLio IL

WWW.iLgigLio.CH WWW.ILGIGLIO.CH

iL TARTUFO tartUfo IL

WWW.iLtartUfo-ZUeriCH.CH WWW.ILTARTUFO-ZUERICH.CH

iL GALLO gaLLo IL

WWW.iLgaLLo.CH WWW.ILGALLO.CH

ristorante TOSCANO tosCano RISTORANTE

WWW.ristorante-tosCano.CH WWW.RISTORANTE-TOSCANO.CH

ristorante ITALIA itaLia RISTORANTE

WWW.ristorante-itaLia.CH WWW.RISTORANTE-ITALIA.CH

Casa DA Da VINCI VinCi CASA

WWW.CasaDaVinCi.CH WWW.CASADAVINCI.CH

ganDria GANDRIA

WWW.restaUrant-ganDria.CH WWW.RESTAURANT-GANDRIA.CH

iL CAMINO CaMino IL

WWW.ristorante-CaMino.CH WWW.RISTORANTE-CAMINO.CH

PantHeon PANTHEON

WWW.iLPantHeon.CH WWW.ILPANTHEON.CH

Casa AURELIO aUreLio CASA

WWW.CasaaUreLio.CH WWW.CASAAURELIO.CH

sCHWan HOTEL HoteL & TAVERNE taVerne SCHWAN

WWW.HoteL-sCHWan.CH WWW.HOTEL-SCHWAN.CH

iL BOCCIODROMO BoCCioDroMo IL

WWW.BoCCiaCono.CH WWW.BOCCIACONO.CH

iL PUNTO PUnto IL

WWW.ristorante-PUnto.CH WWW.RISTORANTE-PUNTO.CH

ristorante CIAO Ciao MÖWENPICK MöWenPiCk WWW.MOEVENPICK-REGENSDORF.COM WWW.MoeVenPiCk-regensDorf.CoM RISTORANTE ristorante AZZURRO aZZUrro RISTORANTE

WWW.ristoranteaZZUrro.CH WWW.RISTORANTEAZZURRO.CH

ristorante SORRISO sorriso RISTORANTE

WWW.sorriso.CH WWW.SORRISO.CH

trattoria ITALIANA itaLiana TRATTORIA

WWW.trattoria-itaLiana.CH WWW.TRATTORIA-ITALIANA.CH

restaUrant MESA Mesa RESTAURANT

WWW.Mesa-restaUrant.CH WWW.MESA-RESTAURANT.CH

DaL BUONGUSTAIO BUongUstaio DAL

WWW.DaL-BUongUstaio.CH WWW.DAL-BUONGUSTAIO.CH

iL FARO faro DÜBENDORF DüBenDorf IL

WWW. ILFARO.CH iLfaro.CH

ristorante VENEZIA VeneZia RISTORANTE

WWW.VeneZia-BUeLaCH.CH WWW.VENEZIA-BUELACH.CH

ristoraBte 4 LEONI Leoni RISTORABTE

WWW.4Leoni.CH WWW.4LEONI.CH

ristorante PiZZeriaBELLA BeLLa Vista - kirCHBüHLstrasse 7 - 5630 RISTORANTE PIZZERIA VISTA - KIRCHBÜHLSTRASSE 7 - 5630 MURIMUri

ristorante RISTORANTE DaL DAL tosCano TOSCANO

ristorante RISTORANTE roMantiCa ROMANTICA

iL SALENTO saLento Restaurant restaurant Pizzeria WWW.IL-SALENTO.CH Pizzeria WWW.iL-saLento.CH IL ristorante ROMANTICA roMantiCa RISTORANTE

WWW.ristoranteroMantiCa.CH WWW.RISTORANTEROMANTICA.CH

ristorante BARBATTI BarBatti RISTORANTE

WWW.BinDeLLa.CH WWW.BINDELLA.CH

Casa FERLIN ferLin CASA

WWW.CasaferLin.CH WWW.CASAFERLIN.CH

restaUrant PINOCCHIO PinoCCHio WiLstrasse 100 RESTAURANT WILSTRASSE DüBenDorf CH-8600 DÜBENDORF teL.: +41 43 819 15 19 TEL.: e-MaiL: INFO(AT)DUEBENDORF-PINOCCHIO.CH info(at)DUeBenDorf-PinoCCHio.CH E-MAIL: ristorante RISTORANTE PinoCCHio PINOCCHIO P = ProPietario itaLiano h P H PROPIETARIO ITALIANO 60 = ineWs

60

iNEWS

48

iNEWS

inews_n43_08.indd 60

C = CUoCo itaLiano h C = CUOCO ITALIANO H

S serViZio itaLiano h S SERVIZIO ITALIANO H

q = BUona qUaLità h Q = BUONA QUALITÀ H

hI = ingreDienti itaLiani HI = INGREDIENTI ITALIANI

ht = testato T = TESTATO H

iNEWS

17/10/16 21:16


eswiss nogastronomia SWISS eswiss nogastronomia geht GEHTaus AUS

MaNgiaReBENE BeNe MANGIARE MaNgiaRe BeNe esseNMIT MitGENUSS geNuss ESSEN esseN Mit geNuss

geht aus

ristorante PiZZera BeLLa Vista ristorante PiZZera BeLLa Vista RISTORANTE PIZZERA BELLA VISTA restaUrant grigioni graUBünDen restaUrant grigioni graUBünDen RESTAURANT GRIGIONI GRAUBÜNDEN restaUrant La Carretta restaUrant Carretta RESTAURANT LALa CARRETTA restaUrant, PiZZeria PaDrino

ristorante CarUso ristorante RISTORANTE CarUso CARUSO

ristorante-tosCano ristorante-tosCano RISTORANTE-TOSCANO

HoteL-taVerne HOTEL-TAVERNEsCHWan SCHWAN HoteL-taVerne sCHWan

056 664 12 87 056 664 056 664 1212 87 081 413 328716 * 081 413 081 413 3232 16 *95* 081 413 3816 081 413 95 081 413 3838 95 081 253 03 01 restaUrant, PiZZeria PaDrino 081 253 01 RESTAURANT, PIZZERIA 081 253 0303 01 restaUrant tiCinoPADRINO 081 253 13 07 * restaUrant tiCino 081 253 RESTAURANT TICINO 081 253 1313 0707 * * restaUrant, PiZZeria La MeriDiana 081 416 82 85 restaUrant, PiZZeria MeriDiana 081 416 RESTAURANT, PIZZERIA LALa MERIDIANA 081 416 8282 8585 restaUrant Jarno 081 416 82 85 * restaUrant Jarno 081 416 RESTAURANT JARNO 081 416 8282 8585 * * ristorante CarUso 081 641 30 30 ristorante CarUso 081 641 RISTORANTE CARUSO 081 641 3030 3030 grotto serta 091 945 02 35 grotto serta 091 945 GROTTO SERTA 091 945 0202 3535 osteria BeLLaVista 091 985 89 12 osteria BeLLaVista 091 985 OSTERIA BELLAVISTA 091 985 8989 1212 trattoria Vittoria 091 609 11 57 trattoria Vittoria 091 609 TRATTORIA VITTORIA 091 609 1111 5757 grotto griLLo 091 970 18 18 grotto griLLo 091 970 GROTTO GRILLO 091 970 1818 1818 BeLVeDere 091 941 13 51 BeLVeDere 091 941 BELVEDERE 091 941 1313 5151 grotto MorCHino 091 994 60 44 grotto MorCHino 091 994 GROTTO MORCHINO 091 994 6060 4444 osteria Dei tiratori 091 943 34 95 osteria Dei tiratori 091 943 OSTERIA DEI TIRATORI 091 943 3434 9595 grotto tiCinese 091 967 12 26 grotto tiCinese 091 967 GROTTO TICINESE 091 967 1212 2626 CaCCiatori 091 605 22 36 CaCCiatori 091 605 CACCIATORI 091 605 2222 3636 ristorante Da CanDiDa 091 649 75 41 ristorante CanDiDa 091 649 RISTORANTE DADa CANDIDA 091 649 7575 4141 ristorante Cyrano 091 922 21 82 ristorante Cyrano 091 922 RISTORANTE CYRANO 091 922 2121 8282 ristorante santaBBonDio 091 994 85 35 ristorante santaBBonDio 091 994 RISTORANTE SANTABBONDIO 091 994 8585 3535 CoLLina D‘oro 091 994 74 97 CoLLina D‘oro 091 994 COLLINA D‘ORO 091 994 7474 9797 ristorante iL Castagno 091 611 40 50 ristorante Castagno 091 611 RISTORANTE IL iL CASTAGNO 091 611 4040 5050 ristorante La grigLia 091 945 11 58 ristorante grigLia 091 945 RISTORANTE LALa GRIGLIA 091 945 1111 5858 La PerLa DeL Lago 091 973 72 72 PerLa DeL Lago 091 973 LALa PERLA DEL LAGO 091 973 7272 7272 Hostaria DeL PoZZo 091 940 91 58 Hostaria DeL PoZZo 091 940 HOSTARIA DEL POZZO 091 940 9191 5858 LoCanDa DeL BosCHetto 091 994 24 93 LoCanDa DeL BosCHetto 091 994 LOCANDA DEL BOSCHETTO 091 994 2424 9393 MoUette DeL MöVenPiCk 091 923 23 33 MoUette DeL MöVenPiCk 091 923 MOUETTE DEL MÖVENPICK 091 923 2323 3333 grotto VaLLera VaLLera 091647 647 189191 grotto 091 GROTTO VALLERA 091 647 1818 91 iL faro DüBenDorf grotto: 044 821 620303 faro DüBenDorf grotto: 044 821 IL iL FARO DÜBENDORF GROTTO: 044 821 6262 03 restaUrant: 044 821 61 restaUrant: 044 821 RESTAURANT: 044 821 6161 646464 iL faro eMBraCH faro eMBraCH IL iL FARO EMBRACH iL faro HerrLiBerg faro HerrLiBerg IL iL FARO HERRLIBERG

iL faroWALLISELLEN WaLLiseLLen faro WaLLiseLLen IL iL FARO

restaUrant:044 044 865 032020 restaUrant: 044 865 RESTAURANT: 865 0303 20 restaUrant: 044 915 811111 restaUrant: 044 915 RESTAURANT: 044 915 8181 11 Bankett / saaL: 044 915 811313 Bankett / saaL: 044 915 BANKETT / SAAL: 044 915 8181 13 restaUrant: 044 830 465252 restaUrant: 044 830 RESTAURANT: 044 830 4646 52 take aWay: 044 830 465454 take aWay: 044 830 46 TAKE AWAY: 044 830 46 54

ristorante VeneZia 043 411 500000 ristorante VeneZia 043 411 RISTORANTE VENEZIA 043 411 5050 00 saLento restaUrant PiZZeria *043 311 687878 saLento restaUrant PiZZeria *043 311 IL iL SALENTO RESTAURANT PIZZERIA *043 311 6868 78

ILsaLento SALENTOrestaUrant RESTAURANTPiZZeria PIZZERIA iLiL saLento restaUrant PiZZeria

inews inews

iNEWS iNEWS 61 61 iNEWS

inews_n43_08.indd 6161 inews_n43_08.indd

49

17/10/16 17/10/1621:2

studio studiografico grafico

|| tel. tel.035 03536 3692 92015 015


PIZZERIAS SWISS PizzeRias GEHT AUS GEHT GEHT AUS AUS geht geht aus aus

MANGIARE BENE MANGIARE MANGIARE BENE MaNgiaRe MaNgiaRe BeNe BeNe ESSEN MITBENE GENUSS ESSEN ESSEN MIT GENUSS esseN esseNMIT Mit MitGENUSS geNuss geNuss

RISTORANTE RISTORANTEPIZZERA PIZZERABELLA BELLAVISTA VISTA WWW.BELLAVISTA-MURI.CH WWW.BELLAVISTA-MURI.CH restaUrant restaUrant ConCorDia RESTAURANTConCorDia CONCORDIA

siHLfeLDstrasse siHLfeLDstrasse kreis SIHLFELDSTRASSEkreis KREIS44

RISTORANTE RISTORANTEMOLINO MOLINOZURIGO ZURIGO

WWW.MOLINO.CH WWW.MOLINO.CH restaUrant restaUrant CoraLLo RESTAURANTCoraLLo CORALLO

WeinBergstrasse WeinBergstrasse kreis WEINBERGSTRASSEkreis KREIS

DA DACIRO CIRO

WWW.RISTORANTE-CIRO.CH WWW.RISTORANTE-CIRO.CH ristorante ristorante Le sCaLe RISTORANTELe LEsCaLe SCALE

WerDstrasse WerDstrasse kreis WERDSTRASSEkreis KREIS44

ILILGIGLIO GIGLIO

ILILGALLO GALLO

WWW.ILGIGLIO.CH WWW.ILGIGLIO.CH ristorante ristorante PaestUM RISTORANTEPaestUM PAESTUM WWW.ILTARTUFO-ZUERICH.CH WWW.ILTARTUFO-ZUERICH.CH ristorante ristorante PiZZeria RISTORANTEPiZZeria PIZZERIA WWW.ILGALLO.CH WWW.ILGALLO.CH DreisPitZ DreisPitZ DREISPITZ

RISTORANTE RISTORANTETOSCANO TOSCANO

WWW.RISTORANTE-TOSCANO.CH WWW.RISTORANTE-TOSCANO.CH PiZZeria PiZZeria Virtù sPagHetteria BirCHstrasse 147 PIZZERIAVirtù VIRTÙ--sPagHetteria SPAGHETTERIA BirCHstrasse BIRCHSTRASSE147

RISTORANTE RISTORANTEITALIA ITALIA

WWW.RISTORANTE-ITALIA.CH WWW.RISTORANTE-ITALIA.CH Don Don Leone DONLeone LEONE

CASA CASADA DAVINCI VINCI

CASA CASAAURELIO AURELIO

WWW.CASADAVINCI.CH WWW.CASADAVINCI.CH restaUrant restaUrant sCaLa RESTAURANTsCaLa SCALA WWW.RESTAURANT-GANDRIA.CH WWW.RESTAURANT-GANDRIA.CH PiZZa PiZZa Pasta Ciao PIZZAPasta PASTACiao CIAO WWW.RISTORANTE-CAMINO.CH WWW.RISTORANTE-CAMINO.CH taVerne taVerne Da angeLo TAVERNEDa DAangeLo ANGELO WWW.ILPANTHEON.CH WWW.ILPANTHEON.CH PIZZERIADa DAaMiCi AMICI PiZZeria PiZZeria Da aMiCi WWW.CASAAURELIO.CH WWW.CASAAURELIO.CH

SCHWAN SCHWANHOTEL HOTEL&&TAVERNE TAVERNE

PiZZeria PiZZeria okay itaLia PIZZERIAokay OKAYitaLia ITALIA WWW.HOTEL-SCHWAN.CH WWW.HOTEL-SCHWAN.CH

ILILTARTUFO TARTUFO

restaUrant restaUrant ConCorDia ConCorDia RESTAURANT CONCORDIA

GANDRIA GANDRIA restaUrant CoraLLo restaUrant CoraLLo RESTAURANT CORALLO ILILCAMINO CAMINO PANTHEON PANTHEON

UetLiBergstrasse UetLiBergstrasse 22 UETLIBERGSTRASSE22 restaUrant RESTAURANTsCaLa SCALA restaUrant sCaLa

saatLenstrasse saatLenstrasse 110 SAATLENSTRASSE110

WaffenPLatZstrasse WaffenPLatZstrasse kreis WAFFENPLATZSTRASSEkreis KREIS22

RISTORANTE RISTORANTEPIZZERIA PIZZERIABELLA BELLAVISTA VISTA--KIRCHBÜHLSTRASSE KIRCHBÜHLSTRASSE77--5630 5630MURI MURI

rotBUCHstrasse rotBUCHstrasse kreis ROTBUCHSTRASSEkreis KREIS66 PiZZa Pasta Ciao PiZZa PIZZAPasta PASTACiao CIAO

WeinBergstrasse WeinBergstrasse kreis WEINBERGSTRASSEkreis KREIS11 BaDenerstrasse BaDenerstrasse kreis BADENERSTRASSEkreis KREIS33 sCHaffHaUserstrasse sCHaffHaUserstrasse kreis SCHAFFHAUSERSTRASSEkreis KREIS66 gLaDBaCHstrasse gLaDBaCHstrasse kreis GLADBACHSTRASSEkreis KREIS77

restaUrant restaUrant PiZZeria RESTAURANTPiZZeria PIZZERIA WWW.BOCCIACONO.CH WWW.BOCCIACONO.CH fantasia fantasia seeBaCHerstrasse seeBaCHerstrasse 167 FANTASIA SEEBACHERSTRASSE167 ILILPUNTO PUNTO WWW.RISTORANTE-PUNTO.CH WWW.RISTORANTE-PUNTO.CH PiZZa PiZZa Pasta antonio HarDtUrMstrasse HarDtUrMstrasse kreis PIZZA&&Pasta PASTAantonio ANTONIO HARDTURMSTRASSEkreis KREIS55 RISTORANTEDAL DALTOSCANO TOSCANO RISTORANTE RISTORANTECIAO CIAOMÖWENPICK MÖWENPICK WWW.MOEVENPICK-REGENSDORF.COM WWW.MOEVENPICK-REGENSDORF.COM RISTORANTE ILIL BOCCIODROMO BOCCIODROMO ristorante ristorante Le LesCaLe sCaLe RISTORANTE LE SCALE

RISTORANTE RISTORANTEAZZURRO AZZURRO

WWW.RISTORANTEAZZURRO.CH WWW.RISTORANTEAZZURRO.CH

RISTORANTE RISTORANTESORRISO SORRISO

WWW.SORRISO.CH WWW.SORRISO.CH

ristorante ristorante PaestUM PaestUM RISTORANTE PAESTUM TRATTORIA TRATTORIA ITALIANA ITALIANA

WWW.TRATTORIA-ITALIANA.CH WWW.TRATTORIA-ITALIANA.CH

RESTAURANT RESTAURANTMESA MESA

WWW.MESA-RESTAURANT.CH WWW.MESA-RESTAURANT.CH

DAL DALBUONGUSTAIO BUONGUSTAIO

WWW.DAL-BUONGUSTAIO.CH WWW.DAL-BUONGUSTAIO.CH

ILILFARO FARODÜBENDORF DÜBENDORF

WWW. WWW.ILFARO.CH ILFARO.CH

RISTORANTE RISTORANTEVENEZIA VENEZIA

WWW.VENEZIA-BUELACH.CH WWW.VENEZIA-BUELACH.CH

ristorante ristorante DreisPitZ DreisPitZ RISTORANTE PIZZERIA DREISPITZ WWW.4LEONI.CH RISTORABTE RISTORABTE 4PiZZeria 4PiZZeria LEONI LEONI WWW.4LEONI.CH

ILILSALENTO SALENTORestaurant RestaurantPizzeria Pizzeria

WWW.IL-SALENTO.CH WWW.IL-SALENTO.CH

RISTORANTE RISTORANTEROMANTICA ROMANTICA

WWW.RISTORANTEROMANTICA.CH WWW.RISTORANTEROMANTICA.CH

RISTORANTE RISTORANTEBARBATTI BARBATTI

WWW.BINDELLA.CH WWW.BINDELLA.CH

CASA CASAFERLIN FERLIN

WWW.CASAFERLIN.CH WWW.CASAFERLIN.CH

TAVERNEDa DAangeLo ANGELO taVerne Da angeLo taVerne

PiZZeria Da aMiCi PIZZERIADa DAaMiCi AMICI PiZZeria

PiZZeria okay itaLia PIZZERIAokay OKAYitaLia ITALIA PiZZeria

RISTORANTE RISTORANTEROMANTICA ROMANTICA

restaUrant PiZZeria fantasia RESTAURANTPiZZeria PIZZERIAfantasia FANTASIA restaUrant

PiZZeria PiZZeria Virtù Virtù --sPagHetteria sPagHetteria PIZZERIA VIRTÙ - SPAGHETTERIA

RESTAURANT RESTAURANTPINOCCHIO PINOCCHIO WILSTRASSE WILSTRASSE100 100 CH-8600 CH-8600DÜBENDORF DÜBENDORF TEL.: TEL.:+41 +4143 43819 81915 1519 19 E-MAIL: E-MAIL:INFO(AT)DUEBENDORF-PINOCCHIO.CH INFO(AT)DUEBENDORF-PINOCCHIO.CH

RISTORANTE RISTORANTEPINOCCHIO PINOCCHIO PP ==PROPIETARIO H H PROPIETARIOITALIANO ITALIANO

Don Don Leone Leone DON LEONE

CC ==CUOCO H H CUOCOITALIANO ITALIANO

SS SERVIZIO H H SERVIZIOITALIANO ITALIANO

QQ ==BUONA H H BUONAQUALITÀ QUALITÀ

I I ==INGREDIENTI H H INGREDIENTIITALIANI ITALIANI

TT ==TESTATO H H TESTATO

PiZZa PIZZA&&&Pasta PASTAantonio ANTONIO PiZZa Pasta antonio

26 26 INEWS INEWS 62 62 50

iNEWS iNEWS

iNEWS iNEWS

iNEWS

inews_n43_08.indd inews_n43_08.indd 62 62

17/10/16 17/10/16 21:16 21:16


INEWSSWISS.COM

A

U

JAGUAR E-PACE www.inewsswiss.com

T

O

DISCOVERY SPORT P290 iNEWS

51


auto

JAGUAR E-PACE,

ALTRO CHE PICCOLA... FINITURE DI GRAN CLASSE, DESIGN DA “GRANDE”: CON UN LISTINO DI 36 MILA EURO LA COMPATTA CROSSOVER INGLESE (È LUNGA 4,4 METRI) SPIAZZA LA CONCORRENZA. ECCO PERCHÉ...

N

on c’è niente da fare, quando nel nome di una Jaguar c’è la lettera “E” siamo sempre difronte a qualcosa di speciale. La regola viene magicamente rispettata anche con la nuovissima E-Pace, una macchina che farà di sicuro volare la casa di Coventry: in questo delirio collettivo di Suv le vendite polverizzeranno tutti i record della marca. Per capire il discorso, basti dire che lo scorso anno, oltre l’80 per cento delle vendite Jaguar sono state realizzate con la F-Pace, quella grande... Già perché la E-Pace si ritaglia nella gamma della casa inglese il ruolo di piccola, ma... “Ma”, appunto: la macchina è solo più corta dell’ammiraglia (anche di tanto, 33 cm), per il resto è davvero difficile considerarla la sorella minore. Non solo per contenuti, prestazioni e gioia di guida. Ma anche per livello di finiture e design. Basti dire che, appena uscita, la E-Pace è apparsa subito allo stesso livello della F-Pace. Anzi addirittura in alcune finiture era perfino superiore. E non è un caso che la Jaguar sia corsa subito ai ripari con la nuova versione... Peccato solo che in tanta meraviglia qualche plastica non sia all’altezza degli inserti di alluminio, della forma della plancia o della qualità della pelle. Ma sono dettagli. Nel complesso la E è davvero di categoria superiore. Alla casa inglese però “giocano” con il concetto di piccola: le luci di pozzanghera illuminano il tratto vicino alla porta con un cucciolo di giaguaro che insegue un adulto, e lo stesso motivo grafico lo si ritrova anche alla base del lunotto.

52

iNEWS

Ma lo spirito con cui è nata questa macchina è davvero particolare: “La combinazione tra un design sportivo e le tipiche prestazioni Jaguar - spiega Ian Callum, Jaguar Director of Design - garantirà alla E-Pace di primeggiare nel suo segmento. Ogni Jaguar viene progettata per eccitare i sensi e riteniamo che la E-Pace riesca in questo intento pur mantenendo la propria spiccata personalità”. Così in 4,4 metri qui c’è tutto il carattere Jaguar ed è quasi impossibile immaginare la parentela con la Range Rover Evoque. E quando parliamo di carattere ci riferiamo al comportamento stradale, sportivissimo: la macchina ha uno sterzo preciso, una bella velocità di percorrenza di curva e un assetto molto reattivo, anche nei cambi di traiettoria, punto critico di tutti i Suv. Il prezzo da pagare però è una durezza di risposta sulle asperità da supercar, e quindi un comfort non sempre ottimale sulle buche, quindi in città... Attenzione allora (a meno che non abitiate su una pista) a non scegliere cerchi alti e pneumatici ribassati. La dotazione tecnologica poi è di altissimo livello: si va dalle sospensioni regolabili a controllo elettronico, passando per tutte le assistenze alla guida “semiautonoma”, senza dimenticare la proiezione delle informazioni sul parabrezza e i più aggiornati sistemi di connessione in rete.

www.inewsswiss.com


Tre le versione di potenza per il diesel (150, 180 e 240 Cv) e due per il benzina (250 e 300 Cv), ma tutte - ed è questa una caratteristica unica - regalano il tipico piacere di guida delle Jaguar più sportive. Così con i cavalli aumentano ovviamente le prestazioni, ma il divertimento al volante cambia poco. E questo significa che alla Jaguar hanno lavorato molto su assetto, sospensioni e reattività generale dell’auto. La E-Pace nasce infatti come una trazione posteriore e infatti la versione a sole due ruote motrici ha un comportamento molto sportivo, simile a quello della 4WD che non a caso “sparge” la coppia in prevalenza sull’assale posteriore. Da segnalare la possibilità, pagando, di avere il congegno che adatta l’auto al tipo di strada che si sta affrontando - dalla neve alla roccia - con la certezza di avere sempre garantite eccellenti qualità in off road. A proposito di pagare: il listino è va da 36.800 e come avviene per le concorrenti tedesche anche su questa Jaguar è facile far lievitare il prezzo pescando dall’infinita lista degli accessori.

www.inewsswiss.com

iNEWS

53


auto

LAND ROVER DISCOVERY SPORT:

ISTINTO SPORTIVO, ELEGANZA INNATA NATA PER ACCOGLIERE UN’EREDITÀ ORMAI LEGGENDARIA, IL MODELLO LAND ROVER DISCOVERY SPORT È LA SORELLA MINORE DEL CELEBRE FREELANDER. IL PROPOSITO DI QUESTO MODELLO FIRMATO LAND ROVER È QUELLO DI CONQUISTARE IL SEGMENTO DEI SUV. CON I SUOI 460 CENTIMETRI DI LUNGHEZZA SI CONFIGURA PERFETTAMENTE COME UN SUV DI MEDIE DIMENSIONI E SORPRENDE PER IL SUO LOOK SPORTIVO ED ELEGANTE CHE, IN ALCUNI DETTAGLI, RICORDA LA FISIONOMIA DELLA RANGE ROVER EVOQUE.

L

a vettura è realizzata con materiali di altissima qualità e tutte le rifiniture sono curate nei minimi dettagli. Quest’auto si contraddistingue per le soluzioni di altissima flessibilità. La capacità di adattarsi ad ogni situazione è una caratteristica Land Rover che svela spazi inaspettati. Basta piegare una fila di sedili per diminuire i posti destinati ai viaggiatori (7 in tutto) e guadagnare spazio. Infatti, la fila posteriore che ospita due sedili si ribalta per creare un bagagliaio dalla capacità di ben 194 litri. La Discovery Sport sembra interagire con il guidatore, per esempio attraverso l’apertura del portellone posteriore handsfree. Basta far scorrere il piede sotto il lato posteriore del bagagliaio e, una volta rilevata la smart key nelle vicinanze, è possibile aprire lo sportello senza toccare la serratura facilitando, così, le operazioni di carico e scarico. Gli interni sono creati con grande cura e attenzione: l’eleganza dei veicoli firmati Land Rover è davvero proverbiale. Il consueto ricamo di cuciture orizzontali e verticali caratterizza anche i rivestimenti in pelle del Land Rover Discovery Sport. Ma l’eleganza e il comfort non sono le uniche caratteristiche di questo SUV. Nell’allestimento del Land Rover Discovery Sport vengono dispiegate tutte le novità tecnologiche più interessanti. In Control è il sistema adot-

54

iNEWS

tato da Land Rover per mettere in collegamento il guidatore con il mondo esterno. Questo sistema di infotaiment è disponibile in due varianti che rispecchiano un pubblico più tradizionale e uno più giovane e attento alle novità. Anche il motore dell’auto Land Rover Discovery Sport è progettato per offrire una performance efficiente e sorprendente. La scelta dei materiali ha permesso di installare un motore notevolmente più leggero rispetto alle precedenti versioni e di diminuire il numero degli attriti. Anche le sospensioni realizzate in alluminio e acciaio leggero hanno una maggiore capacità ammortizzante e quindi riducono i rumori all’interno dell’abitacolo ed i contraccolpi dovuti alla guida su terreni ondulati. Land Rover Discovery Sport: la forza della tradizione. Anche in questa versione, Land Rover non tradisce il suo spirito e la sua eleganza. Il modello Discovery conserva tutte le caratteristiche del brand e le adatta ad un concept versatile e moderno. Sobrietà ed efficienza sono le parole chiave per descrivere quest’auto adatta agli spostamenti cittadini o ad una guida più sportiva ed avventurosa. Land Rover Discovery Sport rappresenta l’evoluzione perfetta dei modelli dal puro istinto sportivo: la sintesi perfetta tra l’agilità e la www.inewsswiss.com


dinamicità di Sport, l’eleganza di Evoque e lo stile avventuroso di Discovery. Quest’auto piace moltissimo ai giovani: il suo allestimento tecnologico appare decisamente attraente. Anche Land Rover cavalca l’onda del successo dei SUV nel mercato delle auto usate e nuove. In un mercato così ricco e competitivo riesce a proporre novità e a sorprendere con studio e sperimentazione. Discovery Sport vince la sfida anche grazie al motore Ingenium ed alla sensibilità per le tematiche ambientali. Eco mode è la modalità che migliora le prestazioni del veicolo, il cambio automatico e le funzioni di raffreddamento e riscaldamento per limitare le emissioni di CO2 nell’aria. Tutti i parametri vengono visualizzati sullo schermo touch in modo che il guidatore possa calibrare lo stile di guida alle prestazioni desiderate. Land Rover Discovery Sport: tante varianti, medesimo stile. La gamma Discovery Sport propone diverse varianti molto ricercate anche sul mercato delle auto usate. Discovery Sport Pure è il primo nato nella famiglia Discovery ed è riconoscibile per alcuni dettagli come i cerchi in lega a 5 razze, il sistema di diffusione del suono Sound System Land Rover con 6 altoparlanti, la griglia e le prese d’aria laterali Brunel con cornice Narvik Black e il sistema di sicurezza Lane Departure Warning che fa vibrare il volante quando il guidatore cambia corsia senza averlo segnalato con la freccia. Nella varianti Discovery Sport SE, l’equipaggiamento è arricchito dal dispositivo InControl Touch Navigation che permette il riconoscimento vocale e offre un innovativo carnet di informazioni e intrattenimento. I modelli Discovery Sport HSE e HSE Luxury rappresentano il top della gamma con una varietà di dettagli che rendono quest’auto un vero gioiello. Per quanto riguarda le motorizzazioni, la Discovery Sport è disponibile nella versione 2.0 TD4 diesel manuale e automatico da 150 e 180 cavalli e 2.0 Si4 benzina automatico da 240 cavalli.

www.inewsswiss.com

iNEWS

55


events & charity CARLA BORDOLI C.V.

ROTARY CLUB ESTEPONA – SOTOGRANDE INTERNATIONAL (DISTRITO 2203 ESPAÑA)

ENTREGA DE LA CARTA CONSTITUTIVA DE LA MANO DEL GOBERNADOR DISTRITAL JESÚS MARTÍNEZ EN EL HOTEL ELBA ESTEPONA (MÁLAGA)

S

erá el Elba Estepona Gran Hotel & Thalasso Spa ***** , en la Costa del Sol, el marco perfecto para el evento más importante en la vida de un club rotario: ¡su nacimiento! En este año 2018 nace un nuevo club en la gran familia rotaria, compuesta por 35.000 clubes en cada rincón del globo: el RC Estepona – Sotogrande International. La iniciativa ha sido promovida por algunos socios veteranos y fundadores del Club Estepona Costa del Sol (que cuenta con más de veinte años de historia), viendo que la ciudad de Estepona ha tenido un crecimiento notable en los últimos años, lo que normalmente da impulso para la creación, en una misma ciudad, de nuevos clubes que puedan complementarse entre ellos y abarcar así todas las posibles necesidades de servicio, solidaridad y apoyo a la cultura. Pero este nuevo club dará además cobertura a los municipios de, en orden alfabético, Casares, Manilva y San Roque, donde están situados la urbanización de Sotogrande y el puerto deportivo homónimo, muy conocidos también en el extranjero. Un área extensa y, precisamente por esta razón, muy estimulante y variada en sus necesidades y en los proyectos que este grupo de 20 profesionales de 9 países, ha decidido incluir en su listado de actividades. El evento que celebra la entrega de la Carta Constitutiva de la mano del Gobernador distrital Jesús Martínez tendrá lugar el día 13 de octubre en un cena coktail al que asistirán los representantes institucionales de los cuatro municipios, con los que ya hemos tenido conversaciones para planificar cómo podrá ayudar el club en los años venideros. También asistirán las presidentes actuales de los dos clubes padrinos, Angela Corengia (RC Como – Baradello, D2042 Italia) y Joanna Chrzanowska (RC Marbella – Guadalmina, D2203 España). El Club Estepona – Sotogrande International se propone promover la cultura en su sentido más amplio, entre niños, adolescentes y jóvenes de la zona de actuación y del resto de la Costa en colaboración con los demás clubes de Málaga, organizando visitas y talleres al Orquidario de Estepona , cuyo director botánico, Manuel Lucas, es socio fundador del club; llevando a los niños de excursión a la Quesería Sierra Crestellina de Casares, donde vive protegida la cabra Payoya, autóctona. Allí, se hará hincapié en la importancia del trato respetuoso hacia los animales y la flora de la sierra, y los chicos podrán hacer su propio queso de cabra que luego llevarán a sus respectivas casas. Organizaremos también, siempre con el objetivo de sensibilizar a la juventud respecto al medioambiente, visitas a la Viña Municipal de Manilva en distintas épocas del año. En estas ocasiones, se aprenderá todo sobre el cultivo de la uva y su elaboración

56

iNEWS

para dar el producto que ha hecho famosa Manilva: el vino Moscatel. Y en San Roque colaboraremos con el Espacio Cultural de Osvaldo Lobalzo, artista reconocido, galerista, filántropo, amante del arte y del niño artista interior que consigue despertar en jóvenes y adultos en su galería situada en la Marina de Sotogrande. Naturalmente no faltará la colaboración con los demás clubes cercanos, desde RC Gibraltar hasta los clubes de la capital malagueña, así como los proyectos de ayuda social cuando la comunidad lo requiera. Esto es Rotary: dar de sí, antes de pensar en sí. Y en esta línea de conducta y de profunda generosidad ha adherido y es uno de los socios fundadores el editor de INEWS y CEO de la agencia de Comunicación y Relaciones Públicas internacionales, Medi@presse Suisse AG, Antonio Campanile, originario de Italia, aunque residente desde su adolescencia, en Zúrich, Suiza; persona siempre atenta a las necesidades de los menos afortunados; ha ayudado en su carrera de fotógrafo, editor y art promoter, a jóvenes promesas y becados que han estado aprendiendo de su experiencia de estratega del marketing internacional en la redacción de este Magazine, el único multilingüe y multicultural, en Suiza. Antonio Campanile ya había financiado de manera solidaria, el cierre del campo de golf Alferini de Villa Padierna Group, en el año 2014, para su uso exclusivo en ocasión del torneo de golf organizado por el RC Estepona Costa del Sol, demostrando ampliamente su desinteresada generosidad. El Editor Campanile será embajador del Club Estepona – Sotogrande International en Zúrich y en las ciudades en varias partes del mundo donde le lleve su profesión, con el objetivo de poder favorecer sinergias entre clubes rotarios que quieran promover acciones a nivel internacional, es decir obras solidarias que podrán eventualmente apoyarse a la Rotary Foundation, que sufraga, siempre dentro de los estrictos principios básicos de las líneas de actuación previstas en sus estatutos, proyectos que estén en áreas de actuación rotaria como la promoción de la comprensión y de la paz en ámbito internacional, la alfabetización, etc… Es un orgullo, para mí, como Presidente Fundadora de este nuevo club rotario en España, contar además con compañeros y socios también fundadores del calibre de José Antonio Azagra Pérez, Giulia Barin, Cristiana Corti , Alina Escamilla Walkate, Paola Fassi, Juan Miguel Fernández Pérez, Svetlana Fernández Pérez, Edwin Gladstone , Odette Gravier, Corinne Lewin, Manuel Lucas García, Corinne Merten, Vincent Mols , María José Muñoz Martínez, Louise Palmer, Michael Stegmayr , Alejandro Zaia , Salvador Zotano Sánchez. www.inewsswiss.com


www.inewsswiss.com

iNEWS

57


communication PINA BEVILACQUA

FUTURO PERIFERIE LA CULTURA RIGENERA In Italia è in atto una grande sfida: riqualificare le aree urbane più degradate per trasformarle in luoghi di aggregazione e fermento culturale. Un progetto da quattro miliardi di euro, tra fondi pubblici e privati, per rigenerare il patrimonio architettonico nelle periferie di un centinaio di città. In realtà lungo tutta la Penisola sono già numerose le gallerie e i musei, ma anche i luoghi di ritrovo e di svago, ricavati in spazi convertiti, a cominciare dal fronte milanese. Qui i vecchi capannoni di una rinomata cristalleria del passato, alla Bovisa, sono diventati un centro policulturale. Nel quartiere periferico di Niguarda, duemila metri quadri, abbandonati da anni, sono diventati parte integrante di un centro sportivo votato agli sport metropolitani. Mentre la Fondazione Prada ha portato l’arte contemporanea in un’ex distilleria nella periferia sud della città. A Napoli, capitale italiana della street art, nel quartiere Materdei, il fatiscente ex ospedale psichiatrico giudiziario è stato decorato con murales e aperto a laboratori e concerti. A Roma, il centro della street art è il quartiere periferico di Torpignattara, dove, in un ex deposito di frutta, è sorta una delle gallerie italiane più influenti nell’ambito della urban art. I Cantieri Culturali alla Zisa sono un’ex area industriale palermitana rigenerata ed utilizzata come spazio espositivo e culturale. L’Ettore Fico è un bell’esempio di museo di periferia nato negli spazi deindustrializzati di Torino Nord. A Cosenza, lungo le rive del fiume Crati, è sorta Interazioni Creative. In pratica 27 casette prefabbricate ed ecosostenibili sono divenute dimora di pittori, scultori, videomaker, street artist e fotografi in avvicendamento continuo. Gli ospiti, durante la loro permanenza, realizzano progetti creativi coinvolgendo nelle iniziative i cittadini, che possono seguire i lavori degli artisti e visitarne le mostre. 58

iNEWS

Tra le prossime riqualificazioni già finanziate spicca quella di Scampia, uno dei quartieri più popolosi, degradati e problematici di Napoli, che sorge nell’estrema periferia nord della città. Un quartiere caratterizzato dalle cosiddette Vele, cioè palazzoni a uso residenziale costruiti tra il 1962 e il 1975 che prendono il nome dalla loro forma triangolare che ricorda quella di una vela latina. Scampia nell’intento dei progettisti doveva rappresentare una vera e propria città modello, dove centinaia di famiglie avrebbero dovuto integrarsi tra grandi vie di scorrimento e aree verdi, ma poi varie cause (in primis il terremoto dell’Irpinia del 1980) l’hanno trasformata in un ghetto. Ora il progetto di riqualificazione, che costerà una cinquantina di milioni, prevede il recupero di una Vela, l’abbattimento di altre tre e punta a trasformare l’area in una zona vivibile e sicura. Livia Pruccoli

www.inewsswiss.com


sud america

STYLIST CAMPOS MAIA

FIELDS AND A HAIRDRESSER TRAINED WITH EXPERIENCE TO MAKE A NEW STYLE AND MODERN WITH TRAINING IN BRAZIL AND SWITZERLAND WITH REFERENCES IN REALITSHOW WITH RICH WOMEN OF BRAZIL, MAKEUP FOR PHOTO AND TV. Contat: 0767995342 Contat: 0767995342 e-mail: thiagocabelos402@gmail.com e-mail: thiagocabelos402@gmail.com


sud america

62

iNEWS

www.inewsswiss.com


www.evashair.ch


64

iNEWS

www.inewsswiss.com


INEWSSWISS.COM

M

U

S

I

C

MARIO BIONDI www.inewsswiss.com

iNEWS

65


musica

FREITAG, 2.11.18, 19.30 GESSNERALLEE ZÜRICH

Im Rahmen des Zurich Jazznojazz Festival

MARIO BIONDI

Mario Biondi, vocals Marco Scipione, sax David Florio, guitar/percussion Massimo Greco, keys Federico Malaman, bass Alessandro Lugli, drums Brasile Biondi: The Italian Crooner Seit seinem Debüt-Album «Handful of Soul» von 2006 spannt der italienische Crooner Mario Biondi mit seiner dunklen, rauchigen Stimme den Bogen vom BroadwaySwing über R’n’B bis hin zu Soul und Blues. Zu seinen Idolen gehören Lou Rawls, Isaac Hayes und Al Jarreau und auf seiner letzten Platte, produziert von Incognitos Jean-Paul «Bluey» Maunick, wirkte Chaka Khan als Stargast mit. Sein neustes Werk, das er am JAZZNOJAZZ live vorstellen wird, heisst «Biondi Brasile», die bewährte Biondi-Mixtur mit noch einem Schuss mehr Brazilian Flavour. Grande Mario! PREISE: CHF 90 (Sitzplatz Tribüne) - CHF 60 (Stehplatz Parkett) VORVERKAUF: www.jazznojazz.ch • www.ticketcorner. ch • Alle Ticketcorner, Die Post, Manor DIREKTLINK: http://jazznojazz.ch/Mario-Biondi-1357/1357 AKTUELLE CD: Biondi Brasile (2018, Sony Music) WEBSITE: www.mariobiondi.com

20th ZURICH JAZZNOJAZZ FESTIVAL 2018 31. Oktober – 3. November 2018 Gessnerallee Zürich • ZKB Club im Theater der Künste Zürich www.jazznojazz.ch 66

iNEWS

www.inewsswiss.com


«Viva l’Italia» Sa 20.10.18 > Volkshaus Zürich

Angelo Branduardi In Concerto 2018

So 21.10.18 > Kaufleuten Zürich

Marco Masini

Spostato di un Secondo – Tour 2018 Fr 2.11.18 > Gessnerallee Zürich @

Mario Biondi

Biondi Brasile: The Italian Crooner

www.ticketcorner.ch www.inewsswiss.com

www.allblues.ch iNEWS

67


festival

FRANCESCO RIZZUTI

VENEZIA 75

VINCE L’AMARCORD DI CUARÓN

B

en 81.674 i biglietti emessi (+12%), 181.728 le presenze alla mostra (+11%); in crescita persino gli accrediti stampa (+25%). Bilancio più che positivo per la 75esima Mostra internazionale del Cinema di Venezia. Organizzata dalla Biennale di Venezia, una delle più importanti istituzioni culturali al mondo. Quest’anno il Leone d’oro è andato al film Roma, di Alfonso Cuarón. I fratelli Coen hanno vinto il premio per la Miglior sceneggiatura grazie a La ballata di Buster Scruggs; Olivia Colman, per The Favourite, ha vinto la Coppa Volpi come la miglior attrice; Willem Dafoe, per At Eternity’s Gate, quella come miglior attore. Italiani a bocca asciutta. La giuria che ha assegnato i premi più importanti era presieduta da Guillermo del Toro, che l’anno scorso vinse il Leone d’oro (e poi l’Oscar) con La forma dell’acqua. I Leoni alla carriera sono stati attribuiti al regista canadese David Cronenberg e all’attrice britannica Vanessa Redgrave. La decisione è stata presa dal Cda della Biennale presieduto da Paolo Baratta, su proposta del Direttore della Mostra Alberto Barbera. Roma non ha niente a che fare con la capitale d’Italia. Prende infatti il suo nome da un quartiere di Città del Messico. Il film è ambientato nel 1971, l’anno in cui i militari uccisero alcuni studenti che protestavano, tra le altre cose, contro la privatizzazione delle università. È il primo film di Cuarón dopo Gravity, per il quale il cineasta messicano ha vinto l’Oscar per la Miglior regia nel 2014. Ed è distribuito da Netflix. La consegna del premio più importante a un film prodotto dal colosso mondiale dello streaming, quello che per molti è il nemico delle sale, ha provocato una piccola rivolta delle associazioni di esercenti ed autori, convinti che sia «iniquo che il marchio della Biennale sia veicolo di marketing della piattaforma Netflix» e che il Leone d’Oro dovrebbe essere «alla portata di tutti» e non solo degli abbonati

68

iNEWS

alla piattaforma streaming, «che con risorse ingenti sta mettendo in difficoltà il sistema delle sale cinema italiane ed europee». Pronta la replica di Barbera, secondo il quale «Difendere il passato oggi significa solo perdere opportunità domani». In effetti al Festival di Cannes la decisione di non mettere in concorso i film che non hanno uscita in sala sta portando malissimo, a tutto vantaggio di Venezia. Il Festival di Venezia è il più antico festival del mondo (arrivò un paio d’anni dopo gli Oscar, ma quelli sono una premiazione e non un festival con proiezioni di film nuovi). Da qualche anno se ne parla come di una specie di rampa di lancio per gli Oscar perché La forma dell’acqua e prima ancora Birdman e Spotlight dopo essere stati presentati in Laguna hanno poi vinto agli Academy Awards. TUTTI I PREMI • Leone d’Oro per il Miglior Film: Roma di Alfonso Cuaron • Leone d’Argento Gran Premio della Giuria: La Favorita di Yorgos Lanthimos • Leone d’Argento per la Migliore Regia: Jacques Audiard per The Sisters Brothers • Coppa Volpi per la Migliore Interpretazione Maschile: Willem Dafoe per At Eternity’s Gate di Julian Schnabel • Coppa Volpi per la Migliore Interpretazione Femminile: Olivia Colman per La Favorita di Yorgos Lanthimos • Miglior Sceneggiatura: Joel ed Ethan Coen per La Ballata di Buster Scruggs Joel ed Ethan Coen • Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emer gente: Baykali Ganambarr per The Nightingale di Jennifer Kent • Premio Speciale della Giuria: The Nightingle di Jennifer Kent

www.inewsswiss.com


ALFONSO CUARON

il cast del film roma www.inewsswiss.com

iNEWS

69


festival

FRANCESCA CURRIERI

75° FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA:

UN’OCCASIONE PER METTERSI IN GIOCO. UN RICONOSCIMENTO SPECIALE PER GIULIANO MOZZATO, PER IL FILM “IL CASO FERRI”. LA DISTRIBUZIONE È STATA AFFIDATA AD UNA SOCIETÀ, LA CUI SEDE LEGALE, È IN SICILIA. “Il cinema è l’unica forma d’arte che - proprio perché operante all’interno del concetto e dimensione di tempo - è in grado di riprodurre l’effettiva consistenza del tempo - l’essenza della realtà - fissandolo e conservandolo per sempre”. Questa la riflessione di Andrej Tarkovskij, regista, sceneggiatore, scrittore e critico cinematografico sovietico, sulla connessione tra cinema e tempo. Il cinema dialoga con il suo tempo e si diversifica dalla vita reale. Nella vita reale, in pochi minuti riusciamo a fare ben poco, in un film, nello stesso arco temporale, possono susseguirsi parecchi avvenimenti. Il Racconto di una sceneggiatura non può rispettare i tempi della vita reale, occorre stringare il dialogo, cercando di raggiungere il massimo effetto, in poche righe. Anche al festival del Cinema di Venezia, tutto è uno scorrere naturale del tempo. Dal 29 agosto all’8 settembre, la Mostra del Cinema di Venezia 2018, è stata contraddistinta da grandi proiezioni ed appuntamenti che, rinnovano il fascino, di uno degli eventi cinematografici più importanti al mondo. Tra i tanti eventi collaterali del Festival del Cinema, va passata in rassegna, la proiezione del trailer “Il caso Ferri”, prodotto da “Arte e Cinema” di Padova, per la regia di Davide Ultini e Giuliano Mozzato. Una pellicola mozzafiato e intrigante, presentata, l’otto settembre a Venezia, presso il lussuosissimo hotel Excelsior, sede della Regione Veneta. Un plauso va a Giuliano Mozzato, il quale è stato insignito di un riconoscimento speciale, per l’impegno messo in campo, in qualità di presidente dell’associazione “Arte e Cinema” nonché di attore, regista e produttore del film. Un grazie al milanese Daniele Lo Savio (uno dei protagonisti del film), per aver portato (tra l’altro) sul palco veneziano, la voce della Sicilia e del territorio palermitano. Daniele Lo Savio, infatti, durante le dichiarazioni rilasciate ai mezzi d’informazione, con riferimento ai suoi progetti futuri, ha annunciato la produzione cinematografica di un film, dal titolo, “Stalking - Un amore Violento per Sara -” prodotto dalla PM Management Group Production/Film Production SRLs di Piero Melissano, tratto da una storia vera che, avrà come 70

iNEWS

palcoscenico la città di Partinico, in provincia di Palermo. Nella qualità di giornalista e di sceneggiatrice di “Stalking - Un amore Violento per Sara -” voglio esprimere il mio riconoscimento a Daniele, per l’enfasi e l’entusiasmo mostrato, nel corso delle sue dichiarazioni. Il suo dire può essere considerato un buon auspicio per il film di prossima realizzazione. Emozione e commozione palpabili, traspaiono in Giuliano Mozzato: “il riconoscimento conferitomi, ha un grande significato (dichiara), soprattutto quello di avere messo le ali ad un progetto che, mi ha visto molto impegnato, durante le fasi della sua realizzazione. Voglio condividere con tutti coloro che, a vario titolo, hanno contribuito alla realizzazione del progetto. Voglio estendere la mia soddisfazione a tutti, ivi compresa la PM Management Group Production/Film Production SRLs, di Piero Melissano, per aver tracciato la strada della distribuzione e soprattutto per aver creduto nel progetto”. “La presenza all’evento (dichiara Daniele Lo Savio), è stata un’esperienza unica. Associare il mio mondo, al fascino e alla creatività del cinema, mi ha permesso di vivere un’esperienza, davvero incredibile e speciale. Spero che durante il mio percorso avrò, se la fortuna m’assiste, la possibilità di raccogliere altre soddisfazioni simili. Ammetto che, il progetto in itinere del film “Stalking - Un amore Violento per Sara-” che, sarà realizzato in Sicilia, mi carica di adrenalina e mi stimola ad aumentare la velocità e la marcia”. “La Regione Veneta ha sempre guardato, con molta attenzione e fiducia, la biennale di Venezia (dichiara Piero Melissano), per i risvolti artistici e culturali del cinema. “Il caso Ferri” è un film che ti scava dentro, ti vibra, ti avvince e ti coinvolge. Il festival di Venezia, ha rappresentato una sfida e una opportunità. Il riconoscimento assegnato a Giuliano Mozzato, è un omaggio alla professionalità e va a tutti coloro che, nella realizzazione di un progetto, mettono tecnica e cuore”. La redazione giornalistica del Giornale Cittadino Press…Sicilia, della PM Management Group/Film Production srl di Piero Melissano, nell’auspicare per il film “il caso Ferri”, un proseguo del successo raggiunto, auspicano che, anche il cinema siciliano, possa vedere molte albe. www.inewsswiss.com


festival

FRANCESCA CURRIERI

“IL CASO FERRI”

UNA PELLICOLA MOZZAFIATO, DA VEDERE E SCOPRIRE. IL TRAILER SARÀ PRESENTATO L’OTTO SETTEMBRE AL FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA. LA DISTRIBUZIONE È AFFIDATA AD UNA SOCIETÀ SICILIANA. “Oggi i film si vedono anche sui cellulari, lo so, e la tecnologia continuerà ad evolversi. Io però sono convinto che la sala esisterà ancora, perché la gente ha bisogno di stare insieme, condividendo la stessa esperienza e traendone energia per andare avanti. ( Robert Redford) La riflessione dell’attore e regista statunitense, Robert Redford, impone una attenta considerazione, non solo sull’importanza del cinema, ma altresì, sul percorso di distribuzione cinematografica che, rappresenta una fase del processo di diffusione e presentazione al pubblico di un film, col fine ultimo di assicurare la proiezione della pellicola, sullo schermo delle sale cinematografiche. “la distribuzione si riferisce al mercato e alla circolazione di film nei cinema (dichiara Piero Melissano, responsabile della PM Management Group Production/Film Production SRLs), “Il percorso di realizzazione di un film è piuttosto difficile, come altrettanto difficoltosa è la sua distribuzione. La mia è una società di produzione e distribuzione cinematografica, nata dall’esperienza, dall’entusiasmo e dalla passione per il cinema. Il primo passo per il distributore, è quello di cercare film di qualità, produrre e distribuire film indipendenti, scoprire e sostenere nuovi talenti. La sede della mia società è in Sicilia, nel palermitano e nella mia attività, mi avvalgo di un team di giornalisti siciliani, tra cui Francesca Currieri, Marina Brugnano e Pippo Carollo, al fine di dare il giusto risalto al processo di produzione, distribuzione e ai protagonisti della pellicola. Alla domanda: - cosa bolle in pentola? - Melissano risponde: ”sono soddisfatto del mio lavoro. Ho avuto l’opportunità di conoscere tanti personaggi del mondo della cinematografia. In atto sto curando la distribuzione del “Caso Ferri”, un film, per il grande schermo e Tv, prodotto dall’associazione “Arte Cinema” di Padova, per la regia di Davide Ultini e Giuliano Mozzato. Il trailer ufficiale sarà presentato l’otto settembre a Venezia, presso il lussuosissimo Hotel Excelsior, sede della Regione Veneto, in occasione del prossimo Festival del Cinema. Sarà un successo, ne sono sicuro”Il Caso Ferri, a cui il Melissano fa riferimento, è un thriller che racconta la storia di un serial killer che, compie il primo omicidio, in www.inewsswiss.com

seguito al furto di un brano musicale, compiuto con raggiri, da parte della ditta di produzioni discografiche, Ferri. Racchiude momenti d’azione e di suspense, con colpi di scena strepitosi. Una narrativa poliziesca, intrigante e coinvolgente, impregnata di paura in tutte le sue varianti. Figura di spicco è quella di Giuliano Mozzato che, interpreta il ruolo del commissario Alberto Maretti, il quale, fin da subito, intuisce che il mistero dell’omicidio, era legato al mondo della musica. A svelarne gli indizi, un fazzoletto bianco, posto accanto alla vittima, riportante una nota musicale, scritta in nero. Non mancano sparatorie e inseguimenti nelle campagne mantovane. “Il film vede come interpreti, volti noti” (dichiara Giuliano Mozzato), “come Mauro Marin (vincitore del G.F. 2010), Sandra Gomez (valletta di Paolo Bonolis), Ser Oliver Skardy (voce solista del mitico gruppo musicale Pitura Freska), Daniele Lo Savio e altri. Una pellicola mozzafiato, da vedere e scoprire. È difficile esprimere l’emozione (continua Mozzato) “provocata dal mettere insieme un progetto e vederlo realizzato. E’ come inseguire un sogno e volare verso ciò che dà senso alla vita. Il caso Ferri è un film che ti scava dentro, ti vibra e ti avvince, fin dai titoli di testa. Il festival di Venezia rappresenta una sfida da accogliere, un limite da valicare ed un’occasione da afferrare al volo, per realizzare un sogno. Arriva un momento nella vita in cui occorre percorrere la propria strada fino in fondo, io continuerò a seguire il mio cammino e a credere e sperare”(conclude l’artista). Giuliano Mozzato, nel corso dell’intervista, fa un viaggio nella memoria e racconta la sua passione per la musica, maturata fin dall’adolescenza. È un bambino con una spiccata propensione per l’arte dei suoni e nutre la grande speranza di riuscire, con la sua chitarra, a catturare il suo pubblico. Chitarrista in una band paesana, dopo i vent’anni, entra a far parte dell’orchestra, dove inizia il suo contratto musicale come vocalist. Allievo del maestro Antonio Mazzucato, continua il suo percorso con la melodia nel cuore. La carriera di Giuliano Mozzato, non è solo musica, ma anche cinema, con ruoli di punta in diversi film. Una passione intensa per il mondo del cinema, dove Mozzato si è cimentato fin dalla giovanissima età. La sua carriera, lunga e articolata, sia come musicista che, come attore, continuerà il suo percorso, mettendo in luce la sua grinta e la sua determinazione. Un augurio dalla redazione giornalistica siciliana a questo grande artista per “Il Caso Ferri” in concorso al Festival di Venezia 2018. iNEWS

71


festival LORIS BEVILACQUA

BENEDETTA FOLLIA

IL POTERE DESTABILIZZANTE DELLE DONNE

U

n film tutto da ridere Benedetta follia, l’ultima fatica di Carlo Verdone. Stavolta il grande regista, attore e sceneggiatore romano è un uomo felicemente sposato da 25 anni con Lidia, proprietario di un negozio di articoli religiosi ereditato dal padre nel centro di Roma, che viene lasciato proprio nel giorno del suo anniversario di matrimonio. Sennonché nella sua nuova vita di uomo depresso e solo irrompe improvvisamente Luna, giovane borgatara romana, sboccata, vitale e involontariamente sexy, che si candida per il ruolo di commessa del negozio. Dopo un inizio problematico, Guglielmo e Luna riescono ad entrare in simbiosi, sia a lavoro che nella vita, al punto che lei lo aiuta a cercare una nuova compagna, trascinandolo in un vortice di appuntamenti al buio. Costringendo il povero Guglielmo a fare i conti con maniache sessuali, donne ossessionate dal divertimento fuori tempo massimo, logorroiche fissate con i loro guai di salute, ubriacone e via dicendo. Il film diretto e interpretato da Carlo Verdone con Ilenia Pastorelli (David di Donatello 2016 come migliore attrice protagonista per Lo chiamavano Jeeg Robot) ha nel cast Maria Pia Calzone (Napoli Velata, La cena di Natale, Gomorra), Paola Minaccioni (Mine vaganti, Fascisti su Marte, Pazze di me, Un medico in famiglia, Ex, Confusi e felici, Viva l’Italia) e Lucrezia Lante della Rovere (Quando eravamo repressi, Nessuno, Quantum of Solace, La carbonara, SMS – Sotto mentite spoglie, Orgoglio 2, Uno di noi, Donna detective, La dama velata, La strada di casa, Presenze, Tutti pazzi per amore 3). Benedetta follia, pur riattraversando alcuni motivi ricorrenti del cinema di Verdone (l’attenzione alle figure femminili, l’onnipresenza della figura paterna, la vita da reinventare dopo un’improvvisa separazione e anche il tema del precariato sul lavoro, già presente in Posti in piedi in Paradiso) e riproponendo i tratti dei suoi personaggi migliori, mostra una nuova vitalità, che unisce comicità e malinconia.

72

iNEWS

www.inewsswiss.com


festival RICCIALDO RIZZUTI

IL MIRACOLO DELLA BONTÀ

I

l terzo film scritto e diretto da Alice Rohrwacher è una favola moderna e surreale sulle contraddizioni che soffocano l’Italia di oggi, e sui problemi che possono arrecare agli esseri umani grandissime virtù come la gentilezza e la generosità. Vincitore della Palma d’Oro per la Migliore Sceneggiatura al Festival di Cannes 2018, Lazzaro felice, interpretato dal giovanissimo e bravissimo Adriano Tardiolo, narra dell’amicizia tra Lazzaro, un contadino che non ha ancora vent’anni, talmente buono da sembrare ingenuo, e Tancredi, giovane come lui ma viziato e figlio della sua spietata ed esigente padrona. Un legame che nasce vero e che attraverserà intatto il tempo superando indenne trame segrete e bugie. Fino a quando una serie di vicissitudini porterà Lazzaro a varcare le soglie della città per cercare il suo caro amico Tancredi. Una pellicola coraggiosa, soggettiva, che ricorda la cinematografia di Zavattini, De Sica, Olmi e Citti, quella della regista toscana, attrice essa stessa nel film. Eterna sperimentatrice della Settima Arte ed instancabile navigatrice dell’affascinante e controverso animo umano. Madre italiana, padre tedesco apicoltore e sorella di Alba, Alice Rohrwacher ha cominciato come montatrice e documentarista per poi intraprendere la carriera da regista nel 2011, con il film Corpo celeste, grazie al quale vince il Nastro d’Argento come Miglior Regista esordiente. Ma è con Le Meraviglie (2014) che riceve la consacrazione italiana e internazionale, ottenendo oltre al Gran Prix della Giuria a Cannes, anche il Nastro d’Argento Speciale 2014.

www.inewsswiss.com

iNEWS

73


festival

DAS ERSTE KUBANISCHE MUSICAL FEIERT SCHWEIZER PREMIERE MIT CARMEN LA CUBANA KOMMT VOM 30. OKTOBER BIS 11. NOVEMBER 2018 DAS ERSTE MUSICAL AUS KUBA NACH ZÜRICH INS THEATER 11. ES IST DIE ATEMBERAUBENDE NEUINTERPRETATION DES LEGENDÄREN CARMEN-STOFFS UND DER VERTRAUTEN MELODIEN GEORGES BIZETS. OPULENTE, FARBENPRÄCHTIGE TABLEAUS UND DICHTE SZENEN FÜHREN AM VORABEND DER REVOLUTION VON EINER ZIGARRENFABRIK IM LÄNDLICHEN SÜDOSTEN DER INSEL IN DAS LEBENDIGE TREIBEN DER BARS UND CLUBS HAVANNAS. EINE 14-KÖPFIGE LATIN-BIG-BAND GIBT DIESER „CARMEN“ MUSIKALISCH IHRE EINZIGARTIGE KUBANISCHE NOTE.

74

iNEWS

www.inewsswiss.com


I

n drei Jahren Entwicklungszeit entstand ein Stück Musiktheater, das mit karibischen Rhythmen, leidenschaftlichem Gesang und temperamentvollem Tanz auf künstlerisch höchstem Niveau überzeugt.

Carmen: leidenschaftlich kubanisch „Drei Monate in Havanna zu leben und mit kubanischen Schauspielern, Sängern und Musikern das Musical zu entwickeln, war eine wunderbare Erfahrung. Havanna ist durchwoben vom Santería-Kult und der Musik, die wegweisend für unsere Version von Carmen war”, unterstreicht der international anerkannte Opern- und Musical-Regisseur Christopher Renshaw. „Leidenschaftliche Liebe, Salsa und Revolution! Was für ein Geschenk an jeden Regisseur!” Mit der Verlegung nach Kuba gewinnt Carmens Freiheitskampf die Intensität zurück, mit der schon Prosper Mérimée und Georges Bizet für Furore sorgten. Der kubanische Autor Norge Espinosa Mendoza und der britische Musical-Experte Stephen Clark machen die Hauptstadt Havanna zum Schauplatz von Eifersucht und Revolte. Das karibische Temperament wird zum Treibstoff des tragischen Geschehens. Die schonungslose Offenheit mit der Carmen ihre eigene Unabhängigkeit verteidigt, findet ihre Entsprechung in den Schlachtrufen der kubanischen Revolution und verleiht dem Stoff eine ganz neue geschichtliche Dimension. Bizets vertraute Melodien mit afro-kubanischem Flair Carmen zählt zu den bekanntesten und meistgespielten Titeln des Opernrepertoires. Grammy- und Tony-Award-Preisträger Alex Lacamoire ist mit Carmen La Cubana eine Neuinterpretation der Originalkomposition gelungen, die Opernkenner wie Musicalliebhaber gleichermassen anspricht. Der Arrangeur und Komponist mit kubanischen Wurzeln reichert die hispanisch akzentuierten Klangbilder aus Bizets Partitur mit verwandten Mustern des Latin Sounds an. Die Latin-Big-Band verleiht vertrauten Opernmelodien ein afro-kubanisches Flair, durch das die freiheitsliebende Carmen noch mehr Feuer und Überzeugungskraft gewinnt. Lacamoire, der für seine Orchestrierung der Broadwayhits Hamilton (2016) und Dear Evan Hansen (2017) mit dem Tony Award ausgezeichnet wurde, schlägt mit Carmen La Cubana eine konsequente musikgeschichtliche Brücke, denn auf Kuba fanden verschiedene Lied- und Tanzformen wie etwa die „Habanera“ ihren Ursprung. Im Zusammenspiel mit den energiegeladenen Choreografien von Roclan González Chávez – der kubanischen Stile wie Rumba oder Mambo mit zeitgenössischem Vokabular verbindet – transportiert sich das berauschende Lebensgefühl Kubas direkt in den Saal. Carmen lebt! Seit über 200 Jahren. Carmen fasziniert die Menschen seit dem 19. Jahrhundert. 1845 schuf der Franzose Prosper Mérimée die provokante Figur. 1875 folgte Georges Bizets Oper, die heute zu den Klassikern des Musiktheaters zählt. Nachdem 1943 Oscar Hammersteins Carmen Jones als Afroamerikanerin den Broadway eroberte, erlebt die Geschichte nun mit ihrer Verlegung nach Kuba eine packende Weiterentwicklung. Es ist ein Tag im Jahr 1958. In der Provinz von Santiago de Cuba träumt Carmen von einem besseren Leben und flüchtet sich von einem Liebesabenteuer ins nächste. Der junge Soldat José erliegt ihrem Charme und attackiert einen Feldwebel aus falsch verstandenem Ehrgefühl. Das Paar flieht in die Hauptstadt, wo Carmen sich in das berüchtigte Nachtleben stürzt. Ein Flirt mit dem Boxer El Niño Martinez wird ihr schliesslich zum Verhängnis … Gefeierte Uraufführung an der Seine Als sich 2016 der Vorhang für die Weltpremiere des ersten kubanischen Musicals Carmen La Cubana am Pariser Théâtre du Châtelet hob, überschlugen sich Presse und Publikum: „Eine Carmen-Verwww.inewsswiss.com

sion muy caliente, die die Zuschauer elektrisiert”, jubelte Le Figaro. „Witzig und sexy. Eine atemberaubende Inszenierung”, schwärmte Le Parisien. „Es funktioniert“, befand France Inter: „Die kubanischen Rhythmen, die die musikalisch wohlbekannten Themen durchdringen, jagen einem wahren Schauer über den Rücken. Das Publikum verlässt das Theater Abend für Abend vollkommen überwältigt und begeistert.” Diese Carmen hat das Zeug, das Publikum wieder und wieder zu verführen. Viva Carmen La Cubana! SHOWINFOS: CARMEN LA CUBANA Vorstellungen: Theater 11 Zürich, 30. Oktober – 11. November 2018 Dienstag, Donnerstag und Freitag jeweils 19.30 Uhr Mittwoch, 18.30 Uhr Samstag, 14.30 und 19.30 Uhr Sonntag, 13.30 und 18.30 Uhr Ticketpreise: zwischen CHF 48 und CHF 118 Dauer: ca. 2,5 Stunden inkl. Pause Sprache: Spanisch mit deutschen Übertiteln Vorverkauf CH: www.ticketcorner.ch, Ticketcorner 0900 800 800 (CHF 1.19/Min) sowie übliche Vorverkaufsstellen Vorverkauf DE: www.eventim.de sowie Eventim 01806 570070 (EUR 0.20/Anruf inkl. MwSt., Mobilfunkpreise max. EUR 0.60/Anruf inkl. MwSt.) Weitere Informationen: www.musical.ch/carmenlacubana und www.carmen-la-cubana.de Veranstalter: BB Promotion GmbH | Freddy Burger Management Social Media: www.facebook.com/CarmenlaCubanaMusical iNEWS

75


festival

ESPYS 2018:

RED CARPET FASHION

ALEX MORGAN & SERVANDO CARRASCO

DANICA PATRICK & AARON RODGERS

RUSSELL WILSON & CIARA

NICK FOLES & TORI MOORE

ADAM RIPPON

SUGAR RAY LEONARD

76

iNEWS

www.inewsswiss.com


JAKE WOOD

LAILA ALI

DRAYA MICHELE

CHRIS JOHNSON

SLOANE STEPHENS

NASTIA LIUKIN

ROSE NAMAJUNAS

DEVIN FUNCHESS

LAUREN CHAMBERLAIN

www.inewsswiss.com

iNEWS

77


PROSSIMAMENTE AL CINEMA


swiss multikulti lifestyle magazine, www.inewsswiss.com - Nr. 50 Oktober-November 2018 - Chf. 4.-

INEWSSWISS.COM

K

U

N

S

T

MAX MARRA METAMORFOSI DI COSMOS KUNST 18 Zürich 25-28 Oktober www.inewsswiss.com

iNEWS

79


arte ISCRIZIONI APERTE PER IL 13. PREMIO ARTE LAGUNA Aperte le iscrizioni per la tredicesima edizione del Premio Arte Laguna, concorso d’arte internazionale a tema libero, il cui obiettivo è da sempre quello di valorizzare l’arte contemporanea ed il design. Il concorso si distingue nel panorama artistico globale per la crescente varietà delle partnership e delle opportunità offerte agli artisti, i quali hanno la possibilità di vincere residenze in tutto il mondo, collaborazioni con aziende, mostre personali in gallerie internazionali, oltre ai premi in denaro.

Il montepremi totale di questa edizione è di 200.000 euro.

La MOSTRA DEGLI ARTISTI FINALISTI, selezionati dalla giuria internazionale, si terrà ALL’ARSENALE DI VENEZIA per tre settimane. 10 Categorie del concorso: pittura, scultura e installazione, arte fotografica, video arte e cortometraggi, performance, arte virtuale, grafica digitale, arte ambientale e arte urbana, design. Gli artisti partecipanti possono vincere: - 6 premi in denaro da 7.000 euro ciascuno - 1 importante Mostra all’Arsenale di Venezia - 4 mostre in Gallerie d’Arte internazionali - 4 collaborazioni con Aziende - 9 Residenze d’Arte - 1 Premio Sostenibilità e Arte - 4 Festival internazionali - pubblicazione nel catalogo ufficiale COSA SI VINCE

Premi in denaro € 7.000 Pittura € 7.000 Scultura e Installazione | Arte Virtuale € 7.000 Arte Fotografica | Grafica Digitale € 7.000 Video Arte e Cortometraggi | Performance € 7.000 Arte Ambientale | Arte Urbana € 7.000 Design 4 Premi Artist in Gallery Realizzazione di 4 mostre personali in Gallerie d’Arte internazionali comprensive di: allestimento, contributo di € 500 e catalogo digitale dedicato.

Galerie Isabelle Lesmeister, Ratisbona Germania Anise Gallery, Londra, Regno Unito Jonathan Ferrara Gallery, New orleans, Stati Uniti Galleria Vàrfok, Budapest, Ungheria 80

iNEWS

www.inewsswiss.com


9 Premi Artist in Residence Programma di Residenze d’arte in Italia e all’estero allo scopo di offrire uno spazio e un tempo dove vivere l’esperienza di una nuova cultura, creare nuove opere e partecipare a nuove attività in un ambiente multiculturale. Open Dream, Treviso, Italia Lanificio Paoletti, Treviso, Italia GLO’ART, Lanaken Belgio Espronceda, Barcellona Spagna Basu Foundation for the Arts, Calcutta India Farm Cultural Park, Favara Italia Maradiva Cultural Residency, Flic-en-Flac Mauritius Centrale Fies, Trento, Italia Nuart Festival, Stavanger, Norvegia 4 Premi Business for Art Collaborazioni con aziende allo scopo di connettere la creatività con la produzione artigianale. Fraccaro Spumadoro, Treviso, Italia Tessitura Luigi Bevilacqua, Venezia, Italia 47 Anno Domini, Treviso, Italia Maglificio Giordano’s, Treviso, Italia 2 Premi Art Platforms & Supporters Collaborazioni con fondazioni e istituzioni che hanno come missione principale quella di promuovere l’arte e sostenere gli artisti e la loro carriera. The Art Spirit Foundation, Connecticut, Stati Uniti Biafarin, Toronto, Canada 4 Premi Festival ed Esposizioni Collaborazioni int.li con Festival ed Organizzazioni per creare un network in cui si connettono artisti, visibilità, nuovi progetti. Art Nova 100, Pechino, Cina Art Stays Festival, Ptuj, Slovenia Photolux Festival, Lucca, Italia TraVellArt di Arte Communications, Venezia, Italia LA GIURIA INTERNAZIONALE CURATORE E PRESIDENTE DI GIURIA: Igor Zanti (Italia, Curatore e critico d’arte) Filippo Andreatta (Italia, regista teatrale e co-curatore di Centrale Fies) Flavio Arensi (Italia, Direttore dei Musei di Legnano, Milano) Alfonso Femia (Italia, architetto) Mattias Givell (Svezia, Co-direttore di Wanas Konst) Eva Gonzàlez-Sancho (Spagna, Co-curatrice della prima Biennale di Oslo) Richard Noyce (Regno Unito, Scrittore, docente e critico d’arte) Simone Pallotta (Italia, Curatore di Arte Pubblica e Urbana) Danilo Premoli (Italia, Architetto e Designer) Enrico Stefanelli (Italia, Direttore di Photolux Festival) Alessandra Tiddia (Italia, Chief Curator al MART – Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto) Vasili Tsereteli (Russia, Direttore Esecutivo di MMOMA – Moscow Museum of Modern Art) Maxa Zoller (Germania, Direttore Artistico dell’International Film Festival, Dortmund, Colonia).

www.inewsswiss.com

iNEWS

81


SILVESTER SPEKTAKEL ITALO - SWISS - LATINO

YEARS

KONGRESSSAAL HOTEL MÖVENPICK ZÜRICH-REGENSDORF

E L P O E P A S SAL O G A I T & A I R E L A V GALA DINNER 7 PORTATE KONGRESSSAAL FR. 177.GRATIS BAMBINI FINO A 7 ANNI. RAGAZZI DA 7 A 11 ANNI FR. 89.BEVANDE ACQUA VINO E PROSECCO TUTTO INCLUSO. ENTRATA DALLE ORE 18.30, CENA 19.30 RISERVATE PRIMA POSSIBILE ANTONIO CAMPANILE TEL. 079 405 39 85 82 iNEWS www.inewsswiss.com EMAIL: ANTONIO@CAMPANILE.CH


7 Gang Gala Silvestermenu 2018 Apéritivo della Casa * Vitello Tonnato Kalbfleisch | Thunfischsauce Oliven-Tomatenragoût | Foccaciachips ** Ravioli con Ricotta e Spinaci Basilikumpesto | Spinatsalat *** Niedergegartes Rindsentrecôte Mailänder Risotto | Mediterranes Paprika-Zucchinigemüse Frittierter Rucola | Balsamicojus **** Spekulatius-Schnitte Mövenpick Ice Cream „Espresso Croquant“ Amarettini-Crumble | Schokoladensauce ***** Kaffee & Panettone ***** Zuppa di Lenticchie allo Zampone „Nach dem Rezept von Peppe Zullo“ Baguettebrot hell und dunkel Wir wünschen Ihnen einen guten Appetit!

Zürich-Regensdorf, 31. Dezember 2018 Dinner 19:30 Tanz 20:00 bis 04:00 Morgens antono@campanile.ch Weisswein, Rotwein, Mineralwasser und Kaffee sowie ein Glas Prosecco um Mitternacht inklusive. Softgetränke, Bier, Spirituosen und andere nicht aufgeführte Getränke müssen separat vor Ort bezahlt werden. ANTONIO CAMPANILE TEL. 079 405 39 85

www.inewsswiss.com

iNEWS

83


SILVESTER SPEKTAKEL ITALO - SWISS - LATINO

YEARS

KONGRESSSAAL HOTEL MÖVENPICK ZÜRICH-REGENSDORF

PRESENTA

BRUNO INDELICATO & TIZIANA CULIERSI RADIO L’ORA

OLGA BURBELO SPECIAL GUEST GIANNI NAZZARO

SALSA PEOPLE VALERIA E TIAGO

FAMOSO CANTANTE ITALIANO

TANZ SHOW CARMEN & NICOLA NAPOLETANO

TANZ SHOW ELENA & FRANCO CAPPELLO

LATINO LIVE MUSIC VALERIA EVA LINO DOMINGUES

BAILA LISCIO

LINO DOMINGUES SABRINA BRASIL

TANZ ORCHESTER - TUTTOKAPUTTO

GALA DINNER 7 PORTATE KONGRESSSAAL FR. 177.- GRATIS BAMBINI FINO A 7 ANNI. RAGAZZI DA 7 A 11 ANNI FR. 89.-. BEVANDE ACQUA VINO E PROSECCO TUTTO INCLUSO. ENTRATA DALLE ORE 18.30, CENA 19.30 RISERVATE PRIMA POSSIBILE ANTONIO CAMPANILE TEL. 079 405 39 85 - EMAIL: ANTONIO@CAMPANILE.CH

Profile for iNEWS - Swiss Multikulti Lifestyle Magazine

INEWS Ottobre novembre 2018  

INEWS Ottobre novembre 2018