Page 1

swiss multikulti lifestyle magazine, www.inewsswiss.com - Nr. 42 Juni - Juli 2016 - Chf- 4.-

www.inewsswiss.com

The Castle of Chillon Pays

zucchero totò schillaci

morena altieri


enogastronomia

Teresa Esposito Cornelio, Teresa Esposito Cornelio, giovane contadina bio giovane contadina di Cadenazzo. bio di Cadenazzo.

Per amore della dellanatura. natura. Naturaplan nasce nasce dal i suoi frutti. Lanciato sulsul mercato nel nel Naturaplan dal profondo profondoamore amoreper perlalaterra terrae edal dalrispetto rispettoper per i suoi frutti. Lanciato mercato 1993 è il primo marchio svizzero di prodotti bio del commercio al dettaglio e oggi, con i suoi prodotti di di 1993 è il primo marchio svizzero di prodotti bio del commercio al dettaglio e oggi, con i suoi prodotti qualità, continua ad offrire il più grande assortimento bio della Svizzera. E sarà così anche in futuro: è per qualità, continua ad offrire il più grande assortimento bio della Svizzera. E sarà così anche in futuro: è per questo che che sosteniamo sosteniamo con didi agricoltori bio. PerPer amore della natura. questo conpassione passioneanche anchelalanuova nuovagenerazione generazione agricoltori bio. amore della natura. www.naturaplan.ch www.naturaplan.ch

2

iNEWS

inews


Inhalt

www.inewsswiss.com

editorial 5 - redaktionelle gabriella groppetti 7 - editoriale di pina bevilacqua 9 - editorial by brian basnayake 11 - editorial carla bordoli crivelli visconti tourism 14 The Castle of Chillon Pays 16 ACQUI TERME FIORITA PER FLOWERS AND FOOD 17 VIAGGIO FRA LE ECCELLENZE LIGURI: ANTICA DISTILLERIA CUGGE. LAVANDA E AMORE PER L’AMBIENTE 18 Iberotel Apulia. Bambini & Natura 20 Bandiera Blu alla Città di Otranto anche quest’anno music 22 Zucchero: il gatto nero porta fortuna! 24 MORENA ALTIERI E IL NUOVO PROGETTO DISCOGRAFICO enogastronomia 25 TIBITS jetzt auch in Zurich oerlikon 28 il villaggio gastronomico di “Libando” ha trasformato il centro storico di Foggia golf 33 Villa padierna 36 our philosophy of golf sport 38 totò schillaci personality 40 Se la ripresa italiana spaventa la Grande Germania 41 LO SCRITTORE MOCCIA auto 42 QX Sport Inspiration: il più audace concetto di SUV svelato a Pechino 44 Hyundai übergibt 50 Fahrzeuge an den weltweit ersten Car Sharing-Dienstleister für Wasserstoff-Fahrzeuge: BeeZero by Linde

inews

iNEWS

3


Impressum Verlag

antonio Campanile

editorial direKtor Pina bevilacqua

testimonial ViP direKtor marKeting/ W

antonio Campanile

ERBUNG

ChefredaKtor

Gabriella Groppetti (deutsche redaktion) heidi Giuliani (deutsche redaktion) bryan basnayake (englische redaktion) luisa Pavesio (italienische redaktion)

director ereignisse. Piero Melissano

inews salento

redaKtion

sabrina Tortomano luana nocco antonella Montesi Pietro de seta emanuele iacovo Palma bucarelli beatrice feo filangeri Gianni Motori Mariella nica antonella Millarte eugenio forestrieri Pino laudano erika Ventura

Thomas lang Marco Montini Massimiliano Teramo Giuseppe iacovo rocco delli Colli Gianni barone dalia sgarbis Vincenzo Muni italo Caroli salvatore Tramontana rita albrecht bruno sonetto isabella Pileri

Social Media Manager

redaKtion Chur Cosimo Vonghia

antonio sellito

redaKtion tessin - Via Peri lugano

rita albrecht antonio Varrica

ludovico Gentile nicola Cathieni

redaKtion Vienna erich bauer

redaKtion Basilea Piero esteriore Mimmo esteriore

Michele ferrante davorka Zguric

redaKtion mosCa antonella rebuzzi

redaKtion rom

alfonso benevento Michele Viola

brenda liquadri angela Verde

redaKtion mailand eugenio forestieri

redaKtion turin francesco Mescia

redaKtion sizilien francesco di dario

rita Pennisi

redaKtion aPulien eustachio Cazzorla domenico Potenza

nicola Tramonte

redaKtion Parma Giuseppe laudano

redaKtion Bologna simona artanidi

redaKtion orsara-foggia-Puglia eustachio Cazzorla nicoletta altieri

brenda liquadri

marKeting/ werBung antonio@campanile.ch

graPhiCs: Morena fiorucci art direCtor: Paolo ugolini weB master: Claudio Giuliani PhotograPher

Claudio Giuliani nuccio Mastrogiacomo rocco lamparelli Patrizio de Michele lino sprizzi nicola Tramonte photos-people.ch francis bissat www.fb-photografie.ch Patrick frischknecht daniele Maiolo

aBo-serViCe

antonio@campanile.ch

druCKzentrum

VCT - herostrasse 9 - 8048 Zürich

Verlag

Medi@Presse sWiss agency Marketing & Communication i neWs swiss life style magazine herostrasse 9 Zürich switzerland swiss Tel. 0041 79 405 39 85 italy Tel. 0039 334 839 3583 inews: Zürich-roma-berlin-Mosca-Marbella-Como. www.campanile.ch www.inewsswiss.com abbonamento / soci Chf 100.Monatliche ausgabe

4

iNEWS

Torre_Sant’Andrea_(Lecce)


Editoriale Liebe Leserinnen, liebe Leser, Kürzlich machte ich Mailand eine Stippvisite und war, wie bei fast bei jedem Besuch der Metropole, fasziniert von der Lässigkeit und Eleganz mit welcher die Italienerinnen die nueste Mode “auf die Strasse bringen’. Ein Style gefiel mir besonders, da er jeder Frau, unabhängig von Alter oder Figur, steht: “Get Shirty” kann klassisch, ganz cool oder casual getragen werden. Es braucht dazu lediglich ein bequem geschnittenes Männerhemd (Frau kann sich durchaus im Kleiderschrank des Liebsten, des Bruders oder dem Vater umschauen). Unifarben in Hellblau, Weiss oder Schwarz, gestreift wie auch mit Karos: Dazu werden passende Accessoires kombiniert, etwa ein schmaler Gürtel, eine salopp auf Taillenhöhe geknotete Bluse, Sneakers, Sandalen und vor allem riesige Sonnenbrillen. Die Maihänderinnen haben dieses luftige Outfit zu ihrem Sommerfavoriten erkoren. Weiters im Trend sind Farben. Bunt gekleidet wie schon lange nicht mehr flanieren junge Fashionistas durch die Strassen der Metropole: Pink, Orange, Smaragdgrün, Meerblau und Sonnenblumengelb, auch gerne wild durcheinander gemixt. Das wirkt fröhlich und passt toll zu warmen Sommertagen. Sogar etwas weniger Mutige bekennen Farbe, in dem sie auffallenden Modeschmuck oder bunte Schuhe, in Neontönen lackierte Fingernägel und ustige Accessoires im Haar tragen. Eine modische Sünde (meine persönliche Meinung) ist leider ebenfalls allgegenwärtig: Damen und Herren in zerlöcherten Leggings oder Skinny Jeans. Diese Teile sollten wirklich nur von jungen Menschen mit perfekter Figur getragen werden und sattgesehen hat man sich an ihnen schon vor Jahren. Ebenso wie an zum Minikleid getragenen Cowboy-Stiefeln. Dieser Look ist im Herbst mit Strümpfen kombiniert vielleicht noch tragbar, jedoch mit nackten Beinen und bei sommerlichen Temperaturen keine Augenweide. Freude habe ich an den Frisuren (weil ich selbst lange Haare trage): Es gibt unzählig viele Variationen wie man das Haar mit wenig Aufwand und hübschen Accessoires hochsteckt, zum Chignon dreht, als Pferdeschwanz trägt oder im Nacken locker zusammenbindet. Ihnen, liebe Leserinnen und Leser, wünsche ich fröhliche, bunte, coole und vor allem abwechslungsreiche Sommertage. Gabriella Groppetti

iNEWS

5


Impressum EDITORE

Antonio Campanile

DIRETTORE EDITORIALE Pina Bevilacqua

TESTIMONIAL VIP DIREZIONE M ARKET ING & P UBBL ICITÀ Antonio Campanile

CAPO REDATTORE

Gabriella Groppetti (deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (englische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion)

DIRETTORE EVENTI Piero Melissano

Inews Salento

REDAZIONE

Sabrina Tortomano Luana Nocco Antonella Montesi Pietro De Seta Emanuele Iacovo Palma Bucarelli Beatrice Feo Filangeri Gianni Motori Mariella Nica Antonella Millarte Eugenio Forestrieri Pino Laudano Erika Ventura

Thomas Lang Marco Montini Massimiliano Teramo Giuseppe Iacovo Rocco Delli Colli Gianni Barone Dalia Sgarbis Vincenzo Muni Italo Caroli Salvatore Tramontana Rita Albrecht Bruno Sonetto Isabella Pileri

Social Media Manager

REDAZIONE COIRA (CH) Cosimo Vonghia

Antonio Sellito

REDAZIONE TICINO - Via Peri Lugano Rita Albrecht Antonio Varrica

Ludovico Gentile Nicola Cathieni

REDAZIONE VIENNA Erich Bauer

REDAZIONE BASILEA Piero Esteriore Mimmo Esteriore

Michele Ferrante Davorka Zguric

REDAZIONE MOSCA Antonella Rebuzzi

Brenda Liquadri

REDAZIONE ROMA

Alfonso Benevento Michele Viola

Angela Verde

REDAZIONE MILANO Eugenio Forestieri

REDAZIONE TORINO Francesco Mescia

REDAZIONE SICILIA Francesco Di Dario

Rita Pennisi

REDAZIONE PUGLIA Eustachio Cazzorla Domenico Potenza

Nicola Tramonte

REDAKTION PARMA Giuseppe Laudano

REDAKTION BOLOGNA Simona Artanidi

REDAKTION ORSARA-FOGGIA-PUGLIA Eustachio Cazzorla Nicoletta Altieri

Brenda Liquadri

MARKETING/ PUBBLICITÀ antonio@campanile.ch

GRAFICA: ART DIRECTOR: WEB MASTER: FOTOGRAFI

Morena Fiorucci Paolo Ugolini Claudio Giuliani

Claudio Giuliani Nuccio Mastrogiacomo Rocco Lamparelli Patrizio De Michele Lino Sprizzi Nicola Tramonte photos-people.ch Francis Bissat www.fb-photografie.ch Patrick Frischknecht Daniele Maiolo

ABBONAMENTI

Redaktion@italiannews.ch

TIPOGRAFIA

VCT - Herostrasse 9 - 8048 Zürich

CASA EDITRICE

MEDI@PRESSE SWISS Agency Marketing & Communication i NEWS swiss life style magazine Herostrasse 9 Zürich Switzerland Swiss Tel. 0041 79 405 39 85 Italy Tel. 0039 334 839 3583 Inews: Zürich-Roma-Berlin-Mosca-Marbella-Como. www.campanile.ch Abbonamento / soci CHF 100.Monatliche Ausgabe www.inewsswiss.com

6

iNEWS

Rovine del salento inews


Editoriale Restiamo l’ombelico del globo Standard & Poor’s ha confermato la tripla “A” (ossia il massimo dell’affidabilità) per il debito pubblico della Svizzera. Nel ribadire il voto massimo per la Confederazione S&P ha innanzitutto tenuto conto “dell’economia altamente competitiva e diversificata”. Hanno contribuito alla lusinghiera valutazione anche “istituzioni estremamente efficaci”, “una posizione estera forte” e “una considerevole flessibilità fiscale e monetaria”. Estrema fiducia da parte della società americana di rating pure nei confronti della Banca Nazionale Svizzera, a quasi un anno e mezzo dalla decisione di abolire il tasso minimo di cambio tra euro e franco. E le belle sorprese non finiscono qui… Secondo gli analisti dell’agenzia “l’economia svizzera dovrebbe essere in grado di restare prospera e diversificata”, malgrado l’apprezzamento del franco rispetto all’euro, e di “contenere i rischi legati al settore dei servizi finanziari”. Tra l’altro S&P si aspetta quest’anno una crescita del Pil elvetico dell’1,1%, ovvero 0,1 punti percentuali in meno rispetto alle precedenti previsioni, ma in accelerazione rispetto al +0,9% del 2015. Insomma il nostro Paese resta un punto di riferimento mondiale per solidità ed affidabilità, un’invidiabile oasi di pace e prosperità in un pianeta in subbuglio, un crocevia obbligato per potere e ricchezza. Del resto è da qui che nasce la nostra MEDI@ PRESSE, casa editrice e lanciatissima global communications & public relations agency. Il nostro CEO Antonio Campanile la fondò proprio perché consapevole che la Svizzera è il passato ed anche il futuro del mondo che conta. E paradossalmente le migliori conferme alla sua intuizione stanno arrivando proprio negli ultimi anni, che in generale di conferme e certezze ne vedono pochine. Cordiali saluti. Pina Bevilacqua

inews

iNEWS

7


Impressum EDITOR

Antonio Campanile

MANAGING EDITOR Pina Bevilacqua

TESTIMONIAL VIP DIREKTOR M ARKET Antonio Campanile

ING

/ A DVERT

IS ING

CHIEF EDITOR

Gabriella Groppetti (deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (englische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion)

DIRECTOR EVENTS Piero Melissano

Inews Salento

EDITORIAL BOARD

Sabrina Tortomano Luana Nocco Antonella Montesi Pietro De Seta Emanuele Iacovo Palma Bucarelli Beatrice Feo Filangeri Gianni Motori Mariella Nica Antonella Millarte Eugenio Forestrieri Pino Laudano Erika Ventura

Thomas Lang Marco Montini Massimiliano Teramo Giuseppe Iacovo Rocco Delli Colli Gianni Barone Dalia Sgarbis Vincenzo Muni Italo Caroli Salvatore Tramontana Rita Albrecht Bruno Sonetto Isabella Pileri

Cosimo Vonghia

Antonio Sellito

Social Media Manager EDITORIAL BOARD IN CHUR EDITORIAL BOARD IN TICINO VIA PERI LUGANO Rita Albrecht Antonio Varrica

Ludovico Gentile Nicola Cathieni

EDITORIAL BOARD IN VIENNA Erich Bauer

EDITORIAL BOARD IN BASILEA Piero Esteriore Mimmo Esteriore

Michele Ferrante Davorka Zguric

EDITORIAL MOSCA Antonella Rebuzzi

Brenda Liquadri

EDITORIAL BOARD IN ROME Alfonso Benevento Michele Viola

Angela Verde

EDITORIAL BOARD IN MILAN Eugenio Forestieri

EDITORIAL BOARD IN TORINO Francesco Mescia

EDITORIAL BOARD IN SICILY Francesco Di Dario

Rita Pennisi

EDITORIAL BOARD IN APULIA Eustachio Cazzorla Domenico Potenza

Nicola Tramonte

EDITORIAL BOARD IN PARMA Giuseppe Laudano

EDITORIAL BOARD IN BOLOGNA Simona Artanidi

EDITORIAL BOARD IN ORSARAFOGGIA-PUGLIA Eustachio Cazzorla Nicoletta Altieri

Brenda Liquadri

MARKETING/ADVERTISING antonio@campanile.ch

GRAPHICS: ART DIRECTOR: WEB MASTER: PHOTOGRAPHY

Morena Fiorucci Paolo Ugolini Claudio Giuliani

Claudio Giuliani Nuccio Mastrogiacomo Rocco Lamparelli Patrizio De Michele Lino Sprizzi Nicola Tramonte photos-people.ch Francis Bissat www.fb-photografie.ch Patrick Frischknecht Daniele Maiolo

ABO-SERVICE: Redaktion@italiannews.ch PRINT: VCT - Herostrasse 9 - 8048 Zürich PUBLISHER

MEDI@PRESSE SWISS Agency Marketing & Communication i NEWS swiss life style magazine Herostrasse 9 Zürich Switzerland Swiss Tel. 0041 79 405 39 85 Italy Tel. 0039 334 839 3583 Inews: Zürich-Roma-Berlin-Mosca-Marbella-Como. www.campanile.ch www.inewsswiss.com Abbonamento/ soci CHF 100.- Montly issue

8

iNEWS

Torre dell'Orso inews


Editorial Dear Readers, Another uncharacteristic spring with topsy-turvy weather kept some of us longing for the past winter and others just yearning for the coming summer. Days of heavy rain and even snow mingled with spells with plunging temperatures followed by sunny spells – confusing nature and us alike! To make matters worse, the Böögg’s head at this year’s Sechseläuten (festival to burn the winter in effigy, called the Böögg) took a record 43 minutes and 34 seconds to explode. And that means, according to traditional beliefs, the coming summer will be spoiled by rain! If the spring weather was quite a disappointment, the events around Europe in that time were in fact no better. The continuing wars in Syria, Iraq and Libya and the instability in West Africa have meant the never-ending surge in migrants, determined to find abode in the heart of Europe, has become unstoppable as the squabbling European Union struggles to cope with the new arrivals. The problem for Europe is not just the refugees from the Middle East, but migrants from a host of other countries from the surrounding regions. Europe struggles because it is caught up in the dilemma of conscientiously sticking to its cherished humanitarian values and simultaneously trying to appease an increasingly vociferous public that has become alarmed by the rising numbers of foreigners and their strange cultures. Europe struggles because most refugees believe Europe owes them a haven away from the wars and political upheavals for which the West directly or indirectly has been responsible. And Europe struggles because Turkey is brazenly blackmailing the European Union into granting it accession to the European Union while it makes a bid for its historical claim to be the dominant regional power in the Middle East. Europe is also at the center of debate in Switzerland, with the migration crisis ripping open the divisions within this country as well. Europhiles in Switzerland are not having the easiest of times as the United Kingdom is embroiled in a referendum campaign to determine its future in Europe. On 23rd June this year, the UK will vote to decide if it will remain a member of the European Union or not. The outstanding issues of the bilateral agreements between Switzerland and the EU will now depend, to a considerable extent, on the outcome of that UK referendum. The current mood of the people of the UK is divided, but the unresolved migrant crisis and the uncertainties surrounding the Euro and the EU economies could very well have a significant impact on the outcome of the referendum. Elsewhere in the world, events have not been any better. Canada struggled with the first major forest fire in the state of Alberta. Brazil and some of its neighbours are in the grip of a devastating disease that is as frightening as Ebola was in West Africa. The Zika-Virus has put the continent in considerable fear. As ever the world is rallying in support of the struggling South American nations and we only hope that Europe and the US will soon find a remedy to the dreadful disease. And yet, it is not just doom and gloom these days: we can look forward to an exciting football festival, the UEFA Euro 2016 (10 June – 10 July), and the Olympic Games in Rio de Janeiro, Brazil from 5th – 21st August 2016. With those events in mind, we wish all our readers a wonderful summer and a great read in this issue of iNEWS! Yours sincerely, Brian Basnayake inews

iNEWS

9


Impressum EDITOR

Antonio Campanile

MANAGING EDITOR Pina Bevilacqua

TESTIMONIAL VIP DIRECTOR DE MARKETING Y PUBLICIDAD Antonio Campanile

JEFES DE REDACCIÓN

Gabriella Groppetti (Redacción alemana/deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (Redacción alemana/deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (Redacción inglesa/englische Redaktion) Mursia Petrachi (Redacción italiana/italienische Redaktion) Carla Bordoli Crivelli Visconti (Redacción española/spanische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion)

EVENTOS DIRECTORA Piero Melissano

Inews Salento

REDACCIÓN

Daniela Corti Cristiana Corti Isabel Moreno Sánchez Gabriele Beate Hefele Juan Miguel Fernández Pérez Ana Parra Rojas Jorge Juan López Carrera Lola Montes Bruña Lidia Moreno Aguilar Luana Pavesi Sofia Beatrice Monti Zulay Gómez Carrera Luciano Pappalardo Pasquale Balestriere María José Camacho Pérez Corina Butas Vania Penha da Silva Rosario Martínez Rodríguez

INFORMACIÓN EN ALEMÁN, COSTA DEL SOL Gabriele Beate Hefele (periodista)

MARKETING/PUBLICIDAD

antonio@campanile.ch www.inewsswiss.com - www.campanile.ch

RELACIONES PÚBLICAS

Luana Pavesi (marketing/PR/comunicación)

FOTOGRAFÍA Antonia Guerra Eugenio D'Hamo

INFORMACIÓN MÚSICA Y EVENTOS Sofía Beatrice Monti (cantante y relaciones públicas)

MODA, IMAGEN, TENDENCIAS Lola Montes Bruña (personal shopper) María José Camacho Pérez (hair stylist) Vania Penha da Silva (beauty consultant)

GASTRONOMÍA NACIONAL E INTERNACIONAL

Bruno Filippone Luciano Pappalardo (Chef) Pasquale Balestriere (Chef) Zulay Gómez Carrera (ayudante Chef y control aprovisionamiento)

INFORMACIÓN ECONOMÍA Y FINANZAS Juan Miguel Fernández Pérez (derecho y fiscalidad) Jorge Juan López Carrera (inversiones financieras) Eduardo V. Luján

INFORMACIÓN MÉDICO-CIENTÍFICA Ana Parra Rojas

ARTE

Emilio Bordoli

Katia Biundo

COLABORADORES WEB Y REDES SOCIALES Vincenzo Ottavio Pesce (web&community manager) Lidia Moreno Aguilar (community manager) Corina Butas (social networker)

INICIATIVAS SOCIO-CULTURALES Rotary Club Estepona – Costa del Sol

www.inewsswiss.com 10

iNEWS

inews


Editorial Queridas lectoras, queridos lectores: Después de un largo viaje por varias ciudades de Italia, vuelvo a España, y me encuentro con un verano que ya ha empezado, con desfiles, eventos, fiestas, inauguraciones, promociones, nuevas ideas de los distintos alcaldes de la provincia de Málaga para mejorar aún más la oferta turística, cultural, deportiva, y de entretenimiento en general, de cada municipio. Todo un fermento que da mucha alegría y que ¡espero muchos de vosotros podrán disfrutar si están pensando en venir a La Costa del Sol para pasar las vacaciones! En Italia también he visto mucho movimiento, aunque el tiempo tengo que decir que no ha sido tan bueno…He estado en el Lago de Como, en Bologna, Nápoles, Isernia, Salerno. He visitado lugares, museos, catedrales; encontrado clientes, nuevas empresas para promocionar con nuestra agencia de comunicación Medi@presse Swiss, que además edita nuestra revista INEWS (www. inewsswiss.com). Entre ellas, la empresa italiana CercAziende.it/Bowebo, fundadora hace diez años, de una plataforma estudiada exclusivamente para empresas y autónomos que quieran presencia en la web y potenciar su negocio con un instrumento no solo operativo de alta calidad sino capaz de dar un empuje al posicionamiento dentro de los principales motores de búsqueda. Muy interesante la ponencia de Vittorio Cozzoni, fundador y presidente de CercAziende.it/Bowebo (www.cercaziende.it ; www.bowebo.com) sobre las perspectivas internacionales de un proyecto que ha definido como la futura business-community de empresas y profesionales de todo el mundo. ¡Ésta es la demostración que el mundo viaja cada día más rápido, y los nuevos proyectos siguen naciendo y desarrollándose, claro está, a velocidad máxima gracias a las nuevas tecnologías, un verdadero “turbo” para los emprendedores! Un saludo cordial, Carla Bordoli Crivelli Visconti

inews

iNEWS

11


www.inewsswiss.com


tourism

Brian Basnayake

The Castle of Chillon Pays a Tribute to Lord Byron

I

t is just impossible to go anywhere in Switzerland – except perhaps to one of those nondescript industrial estates – and not find it staggeringly beautiful. Dominated by the Alpine- and Jura Mountains, the spectacular Swiss landscapes are an adulatory hymn to nature that down the ages has clearly delighted both the locals and visitors in equal measure. Merchants and all kinds of travellers including the English Romantics came to Switzerland or passed through the valleys and over the mountains, drawn by its beauty or the renowned industry of its people. Across the country, every region is in a perennial contest of nature, spoiled only by the encroachments of civilization, in particular, modern technology. Wedged between the mountains of the Jura and the Alps and stretching across all three geographic regions of Switzerland, the Canton of Vaud is the biggest and the most densely populated French-speaking canton of Switzerland. Neatly tended vineyards on the slopes of hills and mountains mingle with dense forests to accentuate the natural beauty of this region covering numerous hills, mountains and indeed a plateau. Bounded by the Lake Neuchâtel in the north and Lake Geneva in the South, Vaud is surely one of the stunning examples of nature’s bounty bestowed on Switzerland. And nestling on a tiny island by the northern shore of Lake Geneva, and

14

iNEWS

inews


overlooked by the Alps, is the Château de Chillon. The castle had its inception in the 11th Century during the reign of the House of Savoy. However, it underwent numerous alterations and expansions as the castle’s ownership passed successively to the Genevans, Bernese and finally to the Vaudois. The Castle of Chillon was essentially an important fortress that controlled the northern shore of Lake Geneva. Over many years, it also served as an arsenal and a prison. One of its prisoners, François Bonivard (1493-1570), was the inspiration for Lord Byron’s poem, The Prisoner of Chillon, written in 1816. François Bonivard was a partisan of the Protestant Reformation and most likely a libertine despite his vocation of an ecclesiastic. It was perhaps the character of Bonivard as much as the tragic circumstances that drew Lord Byron’s interest in the story of the incarceration of the man in the Castle of Chillon. During his journey across the Continent, Lord Byron stopped in Switzerland in the summer of 1816 and stayed at the Villa Diodati, situated by the Lake Geneva. While sailing on the lake on 22 June 1816, he visited the castle with his friend and fellow poet Percy Bysshe Shelley. Lord Byron was both fascinated by the castle and equally horrified by the dark nature and history of the place. The Canton of Vaud that inews

came into possession of the fortress in 1803 started the restoration of this valuable monument at the end of the 19th Century, and it continues to do so to this day. Considered an “architectural jewel,” today the castle stands imposingly as a vestige of a very long past and affords hours of enthusiastic inspection and unhurried musing for the thousands of visitors each year. It is situated close to the cities of Vevey and Montreux in the municipality of Veytaux – Montreux: Chillon Castle, Av. de Chillon 21, CH - 1820 Veytaux / Montreux In celebration of the 200th anniversary of Lord Byron’s visit, the castle is putting on an exhibition, “1816 – 2016 Byron is back!” that will run from 29 April to 21 August 2016. For opening times and other details, please visit the website www.chillon.ch For further information on the Canton of Vaud please visit the website: www.vaud.ch/en/canton-of-vaud

CHILLON swiss cultural heritage

iNEWS

15


tourism

LUISA PAVESIO

ACQUI TERME FIORITA

PER FLOWERS AND FOOD

A

nche quest’anno – il 28 e 29 maggio, in un caldo fine settimana, soleggiatissimo al sabato - si è svolta ad Acqui Terme la quarta edizione di Flowers and Food, grande mostra mercato di piante, fiori e ortaggi. La manifestazione, organizzata su 109 stand, porta da ogni parte d’Italia nella pittoresca cittadina piemontese espositori di piante e fiori, che come altrettante macchie colorate si susseguono lungo corso Bagni, sulla strada che porta alle rovine romane e al Lago delle Sorgenti. I fiori in mostra provengono dai più famosi vivai italiani – e qui ricordiamo solo quello del pistoiese, il maggior distretto nazionale - , e ce n’è per tutti i gusti: dalle bellissime orchidee alle rose di ogni forma e dimensione, alle piante grasse, e ancora i piccoli alberi bonsai, le carnivore e le ninfee. Una menzione speciale merita la lavanda, dal purissimo aroma purificatore e dai fiorellini malva, considerato nell’antichità un potente antistreghe, per chi ancora ci crede. Nel mezzo dell’esplosione di forme e colori, troviamo anche stand dove si insegnano le norme per il buon giardinaggio, quelli dove si possono progettare giardini e terrazzi, come Il Melo Selvatico, e la gastronomia, con la bagna cauda, ghiotta specialità piemontese che si deve provare almeno una volta nella vita. Infine, l’artigianato tradizionale – tovaglie, fazzoletti – che i fiori li ricrea nel disegno e nei preziosi ricami e Key Home, una ditta di Padova che lavora in ferro battuto begli oggetti di design, lampade, attaccapanni, appliques, e il gazebo più fotografato della mostra. In occasione di Flowers and Food, la Biennale dell’Incisione ha offerto sei opere originali come altrettanti premi per i migliori espositori, ed ha selezionato i lavori a tema botanico per la mostra nel salone del Grand Hotel Nuove Terme, altra gloria cittadina, edificio ottocentesco dall’atmosfera seduttivamente rétro. La selezione delle opere,

16

iNEWS

come ha rammentato Giusepe Avignolo, responsabile della Biennale sin dalla prima edizione del lontano 1993, è stata operata sulle 4000 tavole del museo dell’incisione, fra acqueforti, xilografie, linografie e maniera nera. Fra i principali promotori della complessa organizzazione, Mauro Ratto, responsabile del Settore Verde Pubblico del Comune di Acqui, lo stesso Grand Hotel Nuove Terme e il mensile Gardenia, da sempre protagonista delle kermesse dedicate al vivaismo e alla floricoltura. Dietro le quinte, addetto stampa della manifestazione ma anche anima del progetto, la giornalista Mimma Pallavicini, che abbiamo avuto il piacere di incontrare alla cena nel Gran Hotel, offerta a centocinquanta ospiti in segno di accoglienza. Promettiamo di tornare l’anno prossimo...

inews


Isabella Pileri

VIAGGIO FRA LE ECCELLENZE LIGURI:

ANTICA DISTILLERIA CUGGE LAVANDA E AMORE PER L’AMBIENTE

S

ulla scia della creazione del marchio “Artigiani in Liguria”, continua il viaggio di Inews Swiss attraverso le eccellenze liguri. Questa volta ci siamo recati nell’estremo Ponente, alle spalle di Imperia, dove riposa una perla del turismo, soprattutto francese e tedesco: lo splendido borgo medievale di Triora. Meglio noto come il “Paese delle streghe”, questa minuscola e antica località (che conserva molti angoli magici, ma anche un po’ “creepy”, per gli amanti del genere “The Blair Witch Project ”) nasconde molti segreti e risorse anche dal punto di vista produttivo. Vi si incontrano infatti esempi di artigianato unici al mondo. È questo il caso dell’Antica Distilleria Cugge. Un luogo di altri tempi, nascosto fra le stradine boscose di Molini di Triora. Procedendo lungo la via che porta al paese ci si imbatte in uno spettacolo mozzafiato (non solo per la vista, ma anche per il profumo): un’intera collina perfettamente viola. No, non stiamo parlando di edifici colorati, ma di cespugli di lavanda coltivati su ordinate e storiche fasce, i terrazzamenti dell’agricoltura ligure. Veniamo accolti dal Signor Russo, marito della Signora Cugge, giovane erede di una delle poche distillerie di lavanda presenti al mondo. Dopo averci fatto assaggiare delle deliziose ciliegie che crescono in questo luogo incantato, subito ci mostra un’antica serpentina in rame di 160 anni fa: i prodotti infatti, sono ottenuti con procedimenti dell’antica tradizione locale, che conservano l’ambiente e la purezza degli estratti

inews

di lavanda. Con il vapore della condensa derivante dall’esposizione dei fiori ad alte temperature, ottenute con l’uso di fuoco alimentato a legna, si ricava l’acqua floreale, profumata e tonica, mentre i preziosi oli essenziali vengono utilizzati per produrre creme vegan per viso, corpo e mani, saponi, doccia-shampoo e... composte. Marmellate di mela e lavanda o pera e lavanda, mix gustosi di fiori e frutti completamente senza aggiunta di zuccheri. La lavanda è coltivata a 1200 metri di altitudine senza l’uso di pesticidi e viene ancora oggi raccolta a mano con il falcetto dai Signori Cugge, esattamente come accadeva nel 1900, quando la distilleria aprì i battenti. Un’impresa Green, a conduzione familiare, con prodotti a marchio Vegan, ma anche Fattoria Didattica, orientata su coltivazioni naturali e distillazione di lavanda e piante officinali tipiche della zona. Ce lo spiega la stessa Signora Cugge: “Nei nostri prodotti potete trovare l’olio essenziale di lavanda, l’acqua floreale e la linea all’idrolato di lavanda che comprende creme viso, corpo, mani, saponi e doccia-shampoo. La lavanda da noi coltivata cresce a 1200 metri d’altitudine, su di un terreno dalle caratteristiche uniche, dove non è mai stato usato nessun prodotto chimico e la lavanda sorge spontanea da secoli. Distilliamo secondo l’antico metodo di famiglia, con fuoco a legna, ed usiamo solo legna di castagno dei nostri boschi. I nostri prodotti non contengono SLS, parabeni,etc., sono tutti a marchio Vegan ad esclusione della crema mani che contiene cera d’api. L’amore ed il rispetto per la natura ci ha condotti ad acquisire il marchio di “Impresa Green”. I nostri prodotti sono molto amati anche in Svizzera, soprattutto a Lugano”.

iNEWS

17


tourism

pina bevilacqua

Iberotel Apulia

Bambini & Natura novità

I

berotel Apulia, affacciato sullo splendido mare e la fine sabbia bianca di Marina di Ugento (Lecce),è sempre più attento all’universo kids e al mondo green. L’affascinante regno dell’antistress salentino, da sempre impegnato nella tutela dell’ambiente, lancia infatti EcokidsPass, una bella ecoiniziativa riservata ai più piccoli. Per guadagnarsi questo specialissimo passaporto i bambini dovranno piantare dei semi, prendersi cura della piantina che nascerà, scattarne una foto e postarla sulla pagina Facebook https://www.

18

iNEWS

edicola

facebook.com/ecokidspass/ con il proprio nome. Tre piccoli gesti per diventare eco-member di Iberotel Apulia. E ricevere l’EcoKidsPass che premierà il piccolo con un buono sconto di 300 euro sulla sua prossima vacanza in Iberotel Apulia. Ma nell’Isola Felice di Marina di Ugento le sorprese non finiscono qua… Quest’anno ogni marche da bollo - ricariche mercoledì il Mini Club si arricchisce di attività postepay - pagamento bollette ecokids. Ovvero laboratori green e di bricolage, ricarica cellulari giochi creativi con materiali eco, ingredienti biologici e da cucina, attività scout per vivere la natura a 360 gradi, lezioni junior di eco-golf!

inews


Moderna offerta All Inclusive nel parco naturale di Ugento Direttamente sul mare Relax sotto gli alberi d’ulivo Iberotel Spa, oasi di benessere Il più grande paesaggio di piscine del Sud Italia Comfort e relax nella tranquillità della pineta 33 attività All Inclusive per adulti e bambini Percorsi avventura sugli alberi, Dragon Boats, Eco Golf Academy, Adventure Golf Programma Antistress Personalizzato Ideale per eventi, meetings, incentives e team building

Moderna offerta All Inclusive nel parco naturale di Ugento Direttamente sul mare Relax sotto gli alberi d’ulivo Iberotel Spa, oasi di benessere Il più grande paesaggio di piscine del Sud Italia Comfort e relax nella tranquillità della pineta www.iberotelapulia.com 33 attività All Inclusive per adulti e bambini Marina UgentoBoats, (LE) Eco - Salento Percorsi avventura sugli alberi,diDragon Golf Academy, Adventure Golf +39 0833 931002 info@iberotelapulia.com Programma Antistress Personalizzato Ideale per eventi, meetings, incentives e team building

Contattateci per la vostra offerta personalizzata!

INEWS 15


tourism

Bandiera Blu alla Città di Otranto anche quest’anno

S

i conferma Otranto tra le località Bandiera Blu, riconoscimento che viene assegnato dall’organizzazione non-governativa e no-profit Fee, “Foundation for Environmental Education”. La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale istituito nel 1987 nell’Anno europeo dell’Ambiente e che viene assegnato ogni anno in 41 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei. La Bandiera Blu riconosce l’impegno dei comuni premiati per le politiche attente alla sostenibilità che vengono perseguite sul territorio. Diversi i parametri presi in considerazione dalla Fee, e tra questi, in particolar modo, l’educazione ambientale, la qualità delle acque di balneazione, la depurazione delle acque reflue, la gestione dei rifiuti, la regolamentazione del traffico veicolare, la sicurezza e i servizi garantiti sulle spiagge. 11 Bandiere Blu per la Puglia, tra cui la riconferma di Otranto. Soddisfatto il Sindaco Luciano Cariddi, presente alla cerimonia di consegna: “La Fee conferma la Bandiera Blu ad Otranto, dimostrando di aver valutato positivamente le politiche attuate dalla città sulla sostenibilità ambientale. Un riconoscimento che accogliamo sempre con soddisfazione e che ci sprona a continuare nel lavoro che portiamo avanti ormai da anni. Tanti gli interventi attuati per migliorare il nostro ambiente e la qualità di vita per cittadini e turisti. Attività di sensibilizzazione per la tutela del territorio, salvaguardia delle acque 20

iNEWS

di balneazione, miglioramento del ciclo di depurazione delle acque, gestione del servizio raccolta rifiuti urbani. Elementi, questi, che vengono presi in considerazione dalla Fee per l’attribuzione della Bandiera Blu. Ci fa piacere condividere questa conferma con alcune altre località salentine e pugliesi, segno evidente di una accresciuta attenzione da parte del nostro territorio tutto verso i temi ambientali. Un risultato, quello di Otranto, che da anni viene confermato, raggiunto grazie all’impegno dell’intera comunità e in particolare di tanti operatori sempre più attenti alla tutela e valorizzazione delle nostre bellezze naturali”. ”Ringrazio tutti coloro che sanno così dimostrare la propria sensibilità nel tutelare questo preziosissimo scrigno che è Otranto”, conclude il Sindaco Cariddi.

inews


www.inewsswiss.com

m

u

s

i

c


music

Gloria Bressan

Zucchero:

il gatto nero porta fortuna!

S

uccesso di pubblico e critica per l’ultima produzione musicale del bluesman italiano. “Partigiano Reggiano”, il coinvolgente e ritmato singolo del cantante emiliano, è in vetta alle classifiche da settimane trascinando con sé l’apprezzamento per il nuovo album “Black Cat” che verrà presentato live in un atteso tour mondiale. Le prime dieci date saranno previste nell’esclusivo contesto dell’Arena di Verona dal 16 settembre. Abbiamo incontrato Zucchero durante il suo tour promozionale a Zurigo scoprendo un artista ironico che racconta una carriera unica con un’umiltà straordinaria. Il video di “Partigiano Reggiano” ha superato un milione e mezzo di visualizzazioni e associa inaspettatamente delle immagini dal sapore Old Western a un titolo che richiama invece la tua Emilia: è un omaggio a due terre che ami?

“Si, ho sempre trovato grandi affinità tra quella parte dell’Emilia bagnata dal Po con i territori degli Stati Uniti lambiti dal Mississippi: non solo per la condivisione di alcuni scorci di paesaggi fluviali e 22

iNEWS

tradizione gastronomiche come il pesce gatto fritto ma, soprattutto, per quel particolare modo di vivere sanguigno e passionale, tra il sacro e il profano che contraddistingue i paesi di provincia in cui sono cresciuto.” C’è una fascia di pubblico, giovanile o matura a cui preferisci dedicare le tue canzoni?

“Non mi precludo mai nulla perché sarebbe come snaturare la mia spontaneità musicale. Il range del mio pubblico spazia dall’adolescente che si diverte a cantare “Pippo, che cazzo fai…” o “Per colpa di chi…” alle persone mature che apprezzano le ballate più intense e profonde. Sono consapevole del fatto che i giovani apprezzino particolarmente il rap con cantanti che dimostrano di essere contro il sistema perché il rap ha sostituito i testi non politicamente corretti che prima erano prerogativa del rock. Mi piace ricordare che ero stato il primo a utilizzare la parola “Zio”, ora usata nel linguaggio giovanile comune. Per questo i Club Dogo hanno voluto un mio intervento in una loro canzone in cui canto “C’è bisogno d’amore sai zio” ed è piacevole entrare in un genere musicale a me estraneo usufruendo del mio vocabolario che è ancora attuale.” inews


Nel corso degli anni, quindi, noti un cambiamento nella scelta delle parole per le tue canzoni?

“Forse sono diventato più attento, saggio. Deve essere positivo visto che la saggezza è l’unica cosa utile nell’invecchiare!” L’elenco delle tue collaborazioni con artisti italiani o internazionali di altissimo livello è notevole: quale è stato l’artista con cui hai avuto più entusiasmo per sperimentare?

“Sicuramente il tour con Clapton è stato un periodo intenso e creativo ma la svolta decisiva è stata con Pavarotti & Friends che ha coinvolto nomi come Bono o Elton John in un crossover che ha unito per la prima volta la musica lirica con la musica popolare. Momenti indimenticabili li ho passati con Sting e con Brian May con cui ho condiviso l’evento dedicato a Nelson Mandela a Città del Capo.” L’idolo, invece, che ti ha folgorato?

“Sicuramente la prima volta che vidi a Woodstock Joe Cocker con il

inews

suo timbro particolarissimo e rabbioso che mi arrivava all’anima. Da lì è nata l’ispirazione per il mio stile che si è indirizzato verso un mix di musica black e mediterraneità.” Il tour che andrai a preparare sarà con una band che suonerà particolarmente in strumentale, quasi analogico…

“Si, c’è molta adrenalina perché devo preparare un gruppo che suoni in organico e non è facile perché avrò bisogno di strumentisti, di fiati, di batterie, di coriste. L’album è particolare perché è stato eseguito senza sequencer e drum machine quindi anche dal vivo per adeguarsi ci vuole molta preparazione.” Zucchero, Black Cat questa volta ti ha portato fortuna?

“Pare proprio di si” ammette ridendo con sincerità “non è stato malevolo”. Visti i risultati, non possiamo che essere d’accordo!

iNEWS

23


em nogastronomia usic

MORENA ALTIERI

E IL NUOVO PROGETTO DISCOGRAFICO

24

iNEWS

U

scirà il prossimo mese IL SINGOLO EDITO interpretato da MORENA ALTIERI, artista ecclettica molto seguita sul web, che torna con la cover ‘Listen’ di Beyoncè, brano che ha inaugurato il suo percorso discografico. Un pezzo intenso, profondo, caratterizzato da una spiccata originalità a livello musicale, ideato dalla stessa interprete. ‘Listen’ mette in luce non solo le doti interpretative di Morena ma anche il suo grande talento da musicista. Morena è un artista unica sulla scena musicale italiana. Il suo repertorio spazia tra sonorità diverse, ed è per questo che è difficilmente etichettabile: sono proprio le sue doti tecniche e la sua cultura musicale a renderla così versatile e duttile. Il motivo per aver scelto la reinterpretazione del brano ‘Listen’ è perché l’artista vuol dare un messaggio di libertà, di crescita, per essere se stessi. Sarà con questo singolo che aprirà la stagione del tour in tutta Italia, lavorando in contempo per il suo nuovo progetto discografico.

inews


w i n e & f o o d


enogastronomia gabriella groppetti

26

iNEWS

inews


TIBITS jetzt auch in Zurich oerlikon

M

it einem rauschenden Fest und vielen VIPs (gesichtet wurden unter vielen anderen der Kabarettist Franz Hohler, Schauspieler Leonardo Nigro und politikerin Carmen Walker-Späh) hat anfangs Juni das neunte vegetarische Tibits-Restaurant beim Sternen Oerlikon eröffnet.

Tibits heisst locker aus dem Englischen übersetzt kleine, feine Bissen“ ” und ist seit der Eröffnung des ersten Lokals vor 16 Jahren eine kleine Erfolgsgeschichte. Denn damals glaubte man noch nicht so recht daran, wie gut vegetarische Menüs schmecken können. Moderatorin Steffi Bucheli brachte es am Eröffnungsabend auf den Punkt: Vegetarisch hiess früher Salatteller mit Ei oder Gemüsevariation mit ” Brotbrösmeli, viel weiter ging die Fantasie der Küchenchefs nicht“. Die Tibits-Inhaber (die Brüder Daniel, Reto und Christian Frei sowie Rolf Hilt) brachten mitihren mittlerweile neun Lokalen (acht davon in der Schweiz und eines in London) eile neue Dimension in die vegetarische und vegane Küche. Mittelpunkt in den Tibits” Restaurants ist jeweils das mit über 40 Gerichten bestückte Buffet, von dem sich die Gäste bedienen, Tatar, Vitello Tonnato, “BloodyMary” -Salat, zum Dessert veganen und glutenfreien Cheesecake? Schmeckt alles himmlisch. Dazu passend serviert das Tibits einen kühlen Thymian Tonic oder Passionsfrucht Limonade. Und lokale Biere oder nachhaltig produzierte Weine finden sich ebenfalls im Angebot. Das erste, komplett vegetarische Lokal in Oerlikoo zählt auf zwei Stockwerken 140 Innenpätze, an warmen Sommertagen verpflegen sich die Gäste im grossen Boulevardbereich mit freier Sicht auf das Treiben im Quartier Zürich-Nord. Am Sonntag lädt Tibits zum ausgiebigen Brunch ein und für die Kleinen steht im Untergeschoss die Kids-Lounge mit Spielecke und Märlitelefon und selbstverständlich ist das ganze Angebot auch im Take-away erhältlich. TIBITS OERLIKON Tramstrasse 2, 8050 Zürich www.tibits.ch

inews

iNEWS

27


enogastronomia

Il villaggio gastronomico di

“Libando”

ha trasformato il centro storico di Foggia

80mila le presenze registrate per la 3a edizione di “Libando, Viaggiare Mangiando” Tradizioni culinarie, B2B, chef stellati, street band e tanta bellezza

F

oggia, 18 aprile 2016 – 80mila presenze per un evento che ha confermato la costruzione di un “brand” dalla straordinaria capacità attrattiva, evento simbolo della valorizzazione del centro storico e della promozione della città quale luogo di eccellenza nella cultura enogastronomica. La 3a edizione di “Libando, viaggiare mangiando”, il festival promosso dall’Amministrazione comunale di Foggia per il tramite dell’Assessorato alla Cultura, in collaborazione con l’associazione Di terra di mare, l’impresa creativa Red Hot e Streetfood, ha superato il record di presenze dello scorso anno, bissando il successo del 2015 con una formula ancor più ricca e variegata in termini di proposte ed eventi collegati allo street food. Dal 14 al 17 aprile il centro storico di Foggia si è trasformato in un vero e proprio villaggio gastronomico, animato da chef, produttori provenienti da ogni parte d’Italia, musica. Un mix vincente, che ha portato anche le vendite, come certificato dagli artigiani del gusto presenti nelle piazze, ad un incremento del 30% rispetto allo scorso 28

iNEWS

anno. «Il successo di Libando –rileva il sindaco di Foggia Franco Landella- è il successo di una macchina organizzativa che ancora una volta ha saputo dimostrare il suo valore e che desidero ringraziare sinceramente per la precisione, la professionalità, la passione e la generosità. È il successo di un’idea che punta a fare delle tradizioni e delle vocazioni del territorio un fattore di aggregazione, socializzazione, condivisione ed attrattività anche in termini turistici. È la bellezza che diventa opportunità economica, occasione di promozione e marketing territoriale, consegnando a Foggia una vitalità dal respiro regionale e nazionale». “Libando” ha fatto infatti registrare l’overbooking nei B&B e nelle strutture ricettive della città, a dimostrazione di una strategia rivelatasi vincente su più fronti. «Foggia -conclude il sindaco- può e deve tornare a essere un polo di eccellenza, protagonista di un processo di crescita dell’intero Mezzogiorno d’Italia. Possediamo un immenso patrimonio che ci qualifica come la “California del Sud”. I nostri prodotti agricoli, il nostro grano in particolare, con la filiera che ne deriva, che vede in prima fila il pastificio Tamma, main sponsor dell’evento, inews


sono dunque simboli di questo obiettivo e di questa speranza». «È stato straordinario vedere nelle tre giornate dell’evento un fiume di presenze, di partecipanti che hanno raccontato la voglia di riappropriarsi delle tradizioni e degli spazi, il desiderio di tornare ad essere comunità – ha sottolineato l’assessore alla Cultura del Comune di Foggia Anna Paola Giuliani–. Ragazzi e ragazze, uomini e donne, famiglie di ogni età hanno colorato il centro storico dimostrando che esiste una città che sa vivere e sa viversi, che sa mescolare tradizione e cultura, enogastronomia e storia. Le aperture straordinarie di alcuni monumenti e il Museo Civico hanno infatti permesso anche a chi è arrivato da fuori di conoscere i nostri tesori, ma anche ai cittadini di Foggia di goderne appieno, in un contesto ed in clima dal sapore magico». Sul piano degli eventi, la 3a edizione di ‘Libando’ ha coinvolto attivamente ben 24 chef, di cui 2 stellati, oltre che blogger e giornalisti di settore provenienti da tutta Italia, grazie ai quali la manifestazione ha potuto vivere un racconto “real time”. E poi gli studenti del Liceo Artistico “Perugini” che hanno disegnato, in tempo reale, le caricature di tutti gli chef protagonisti delle masterclass. L’evento è stato poi l’occasione per permettere anche ai bambini di scoprire le tradizioni della città attraverso le iniziative organizzate dal Teatro del Pollaio con i suoi laboratori. Grande successo anche per il progetto “Le Mamme dei Vicoli”, una cena sociale che ha visto le mamme del centro storico –Maria Rosaria, Rosa, Lucia, Adelinda, Loredana, Lella e Rosanna- vestire i panni da chef, mettendo a disposizione le loro conoscenze. «“Le Mamme dei Vicoli” hanno raccontato la loro arte, la pasta fatta a mano, contribuendo a far conoscere il patrimonio della nostra città -ha dichiarato la presidente dell’associazione “Di terra di mare” e ideatrice di ‘Libando’ Ester Fracasso- che è anche un patrimonio architettonico, come si evince dal tema di quest’anno, Urban food, ampiamente trattato anche durante la tavola rotonda che ha visto la presenza di ospiti illustri. ‘Libando’ ha esteso il suo raggio di azione coinvolgendo più piazze e rivitalizzando luoghi della città che, molte volte, neanche gli abitanti conoscono; ha dato la possibilità ai produttori locali di guardare verso nuove prospettive, grazie al B2B, fornendo loro gli strumenti necessari per orientarsi sul mercato estero». Una magia resa ancor più intensa dalla “festa nella festa” grazie alle perfomance di street band come “Vagaband”, “Route 99”, “Bandita” ed “Euroband”. «L’idea che abbiamo messo in campo è stata per l’appunto quella di una multisettorialità dell’evento, puntando innanzitutto sulla cultura musicale -ha spiegato dirigente del Servizio Cultura del Comune Carlo Dicesare-. Si tratta di una strategia che mira a rendere sempre più stabile ed autorevole la presenza di Foggia nei circuiti nazionali musicali. Obiettivo al quale “Libando” contribuisce in modo importante e significativo». «Di tanta gioia e bellezza, durante la 3a edizione dell’evento, rimarrà una vasta testimonianza anche fotografica -ha aggiunto Maria Pia Liguori, project manager di “Red Hot” e co-organizzatrice di “Libando”- grazie alla presenza dei numerosi fotografi di Refless, l’app lanciata in occasione dell’evento che ha permesso di geolocalizzare in una mappa interattiva tutte le delizie gastronomiche presenti, mettendo inews

a disposizione di chiunque fotografi professionisti e amatoriali accomunati da una reflex». E sempre attraverso la fotografia è stato possibile continuare a respirare l’atmosfera di “Libando” visitando la mostra “Il cibo ritrovato” di Monica Carbosiero presso il Museo Civico. Gli organizzatori di “Libando Viaggiare Mangiando” hanno espresso, infine, un ringraziamento al Corpo di Polizia Municipale, alle associazioni di Protezione Civile, al personale di Amiu Puglia SpA e di Ataf SpA, oltre che a tutti gli addetti all’organizzazione ed ai volontari, tra i quali un grazie speciale è stato rivolto all’associazione studentesca ESN Ase Foggia, attraverso cui hanno potuto partecipare attivamente all’evento gli studenti “Erasmus”. “Libando, viaggiare mangiando” vanta, tra l’altro, il patrocinio di Regione Puglia, PugliaPromozione e Fondazione Symbola. www.facebook.com/libando | www.libando.com Ufficio stampa _ Libando, viaggiare mangiando Danila Paradiso, danilaparadiso@gmail.com, +39.328.6237094 iNEWS

29


swissgeht aus

MANGIARE BENE ESSEN MIT GENUSS

ristorante PIZZERA BELLA VISTA WWW.BELLAVISTA-MURI.CH ristorante molino zurigo www.molino.ch Da Ciro www.ristorante-ciro.ch Il Giglio www.ilgiglio.ch Il Tartufo www.iltartufo-zuerich.ch Il Gallo www.ilgallo.ch ristorante Toscano www.ristorante-toscano.ch RISTORANTE Italia www.ristorante-italia.ch Casa da Vinci www.casadavinci.ch

RISTORANTE PIZZERIA BELLA VISTA - kirchbÜhlstrasse 7 - 5630 muri

Gandria www.restaurant-gandria.ch Il Camino www.ristorante-camino.ch Pantheon www.ilpantheon.ch Casa Aurelio www.casaaurelio.ch Schwan Hotel & Taverne www.hotel-schwan.ch Il Bocciodromo www.bocciacono.ch Il Punto www.ristorante-punto.ch Ristorante CIAO Möwenpick www.moevenpick-regensdorf.com

ristorante dal toscano

RISTORANTE Azzurro www.ristoranteazzurro.ch RISTORANTE SORRISO www.sorriso.ch TRATTORIA ITALIANA

WWW.TRATTORIA-ITALIANA.CH

RESTAURANT MESA

WWW.mesa-restaurant.ch

dal buongustaio www.dal-buongustaio.ch il Faro Dübendorf

WWW. ilfaro.ch

Ristorante Venezia www.venezia-buelach.ch RISTORABTE 4 LEONI www.4leoni.ch

ristorante romantica

Il Salento Restaurant Pizzeria www.il-salento.ch RISTORANTE ROMANTICA

WWW.RISTORANTEROMANTICA.CH

RISTORANTE BARBATTI www.bindella.ch Casa Ferlin www.casaferlin.ch Restaurant Pinocchio Wilstrasse 100 CH-8600 Dübendorf Tel.: +41 43 819 15 19 E-Mail: info(at)duebendorf-pinocchio.ch

ristorante pinocchio P = Propietario Italiano h

C = Cuoco Italiano h

S Servizio Italiano h

Q = Buona qualità h

hI = ingredienti italiani

hT = testato

30 INEWS 30

iNEWS

inews


eswiss nogastronomia

geht aus

ristorante caruso

ristorante-toscano

Hotel-Taverne Schwan

MANGIARE BENE ESSEN MIT GENUSS ristorante PIZZERA BELLA VISTA

056 664 12 87

Restaurant Grigioni Graubünden

081 413 32 16 *

Restaurant La Carretta

081 413 38 95

Restaurant, Pizzeria Padrino

081 253 03 01

Restaurant Ticino

081 253 13 07 *

Restaurant, Pizzeria La Meridiana

081 416 82 85

Restaurant Jarno

081 416 82 85 *

Ristorante Caruso

081 641 30 30

Grotto serta

091 945 02 35

Osteria bellavista

091 985 89 12

Trattoria vittoria

091 609 11 57

Grotto grillo

091 970 18 18

Belvedere

091 941 13 51

Grotto morchino

091 994 60 44

Osteria dei tiratori

091 943 34 95

Grotto ticinese

091 967 12 26

Cacciatori

091 605 22 36

Ristorante da candida

091 649 75 41

Ristorante cyrano

091 922 21 82

Ristorante santabbondio

091 994 85 35

Collina d‘oro

091 994 74 97

Ristorante il castagno

091 611 40 50

Ristorante la griglia

091 945 11 58

La perla del lago

091 973 72 72

Hostaria del pozzo

091 940 91 58

Locanda del boschetto

091 994 24 93

mouette del mövenpick

091 923 23 33

Grotto vallera

091 647 18 91

il Faro Dübendorf Grotto: 044 821 62 03 Restaurant: 044 821 61 64 il Faro Embrach

restaurant: 044 865 03 20

il Faro Herrliberg Restaurant: 044 915 81 11 Bankett / Saal: 044 915 81 13 il Faro Wallisellen Restaurant: 044 830 46 52 Take Away: 044 830 46 54 Ristorante Venezia 043 411 50 00 Il Salento Restaurant Pizzeria *043 311 68 78

Il Salento Restaurant Pizzeria

inews

iNEWS

31


ePizzerias nogastronomia SWISS GEHTaus AUS geht

MANGIARE MANGIAREBENE BENE ESSEN ESSENMIT MITGENUSS GENUSS

RISTORANTE PIZZERA BELLA VISTA WWW.BELLAVISTA-MURI.CH Restaurant Concordia Sihlfeldstrasse Kreis 4 RISTORANTE MOLINO ZURIGO

WWW.MOLINO.CH Restaurant Corallo

Weinbergstrasse Kreis

DA CIRO

WWW.RISTORANTE-CIRO.CH Ristorante Le Scale

Werdstrasse Kreis 4

IL GIGLIO

IL GALLO

WWW.ILGIGLIO.CH Ristorante Paestum Uetlibergstrasse 22 WWW.ILTARTUFO-ZUERICH.CH RISTORANTE Pizzeria WWW.ILGALLO.CH Dreispitz Saatlenstrasse 110

RISTORANTE TOSCANO

WWW.RISTORANTE-TOSCANO.CH Pizzeria Virtù - Spaghetteria Birchstrasse 147

RISTORANTE ITALIA

WWW.RISTORANTE-ITALIA.CH Don Leone

CASA DA VINCI

CASA AURELIO

WWW.CASADAVINCI.CH Restaurant Scala Rotbuchstrasse Kreis 6 WWW.RESTAURANT-GANDRIA.CH Pizza Pasta Ciao Weinbergstrasse Kreis 1 WWW.RISTORANTE-CAMINO.CH Taverne da Angelo Badenerstrasse Kreis 3 WWW.ILPANTHEON.CH Pizzeria da Amici Schaffhauserstrasse Kreis 6 WWW.CASAAURELIO.CH

SCHWAN HOTEL & TAVERNE

Pizzeria Okay Italia Gladbachstrasse Kreis 7 WWW.HOTEL-SCHWAN.CH

IL TARTUFO

Restaurant Concordia

GANDRIA Restaurant Corallo IL CAMINO PANTHEON

Restaurant Scala

Waffenplatzstrasse Kreis 2

RISTORANTE PIZZERIA BELLA VISTA - KIRCHBÜHLSTRASSE 7 - 5630 MURI

Restaurant Pizzeria WWW.BOCCIACONO.CH Fantasia Seebacherstrasse 167 IL PUNTO WWW.RISTORANTE-PUNTO.CH Pizza & Pasta Antonio Hardturmstrasse Kreis 5 RISTORANTE DAL TOSCANO RISTORANTE CIAO MÖWENPICK WWW.MOEVENPICK-REGENSDORF.COM ILRISTORANTE BOCCIODROMO LE SCALE

RISTORANTE AZZURRO

WWW.RISTORANTEAZZURRO.CH

RISTORANTE SORRISO

WWW.SORRISO.CH

RISTORANTE ITALIANA PAESTUM TRATTORIA

WWW.TRATTORIA-ITALIANA.CH

RESTAURANT MESA

WWW.MESA-RESTAURANT.CH

DAL BUONGUSTAIO

WWW.DAL-BUONGUSTAIO.CH

IL FARO DÜBENDORF

WWW. ILFARO.CH

RISTORANTE VENEZIA

WWW.VENEZIA-BUELACH.CH

RISTORANTE 4 Pizzeria RISTORABTE LEONI Dreispitz

WWW.4LEONI.CH

IL SALENTO Restaurant Pizzeria

WWW.IL-SALENTO.CH

RISTORANTE ROMANTICA

WWW.RISTORANTEROMANTICA.CH

RISTORANTE BARBATTI

WWW.BINDELLA.CH

CASA FERLIN

WWW.CASAFERLIN.CH

Pizza Pasta Ciao

Taverne da Angelo

Pizzeria da Amici

Pizzeria Okay Italia

RISTORANTE ROMANTICA

Pizzeria Virtù - Spaghetteria

Restaurant Pizzeria Fantasia

RESTAURANT PINOCCHIO WILSTRASSE 100 CH-8600 DÜBENDORF TEL.: +41 43 819 15 19 E-MAIL: INFO(AT)DUEBENDORF-PINOCCHIO.CH

RISTORANTE PINOCCHIO

H = PROPIETARIO ITALIANO P

Don Leone

H = CUOCO ITALIANO C

H SERVIZIO ITALIANO S

Q = BUONA QUALITÀ H

HI = INGREDIENTI ITALIANI

HT = TESTATO

Pizza & Pasta Antonio

26 INEWS 32

iNEWS

inews


inews

iNEWS

33


golf

villa padierna 34

iNEWS

inews


L

Ricardo Arranz de Miguel

Präsident Villa Padierna Hotels and Resorts

ieber Golfer:

Es ist eine große Ehre für mich, Sie in unserem Villa Padierna Golf Club willkommen zu heissen und ihnen das neue Konzept der “Privilege Card” vorzustellen. Wir möchten mit Ihnen unser hervorragendes Golfresort, bestehend aus 3 Golfplätzen mit jeweils 18 Löchern: Flamingos Golf Club, Alferini Golf Club und Tramores Golf Club, und unsere renommierte Villa Padierna Michael Campbell Golfakademie, und bieten ihnen die Möglichkeit zu einem der besten Golf Resorts der Welt zu gehören so wie auch die möglichkeit das neue Hotel Thermas de Caratraca in Málaga, ausgezeichnet als das beste Spa Hotel 2012 von den WTA besuchen zu können. Die neue Privilege Card gibt Ihnen nicht nur Zugang zu unseren

inews

fabelhaftenGolfplätzenmit außergewöhnlichenBedingungenund Leistungen, sondern auch zu dem Villa Padierna Palace Hotel (Marbella, Málaga), einzigstes 6 Sterne Hotel Spaniens, bewertet und erteilt von der internationalen Organisation “Seven Stars & Stripes “und bestes” Golf Resort “ der Welt im Jahr 2012 durch die Auszeichnung der “ World Travel Awards “. Ich lade Sie ein mehr über dieses exklusive Angebot zu erfahren, für direkte Informationen rufen Sie uns Bitte unter Telefon 952 88 91 50 oder E-Mail privilege@villapadiernagolfclub.com wo Wir Ihnen zur Verfügung stehen. Mit dem Wunsch, Sie persönlich begrüßen zu können bei Ihrem nächsten Golfurlaub, nutze Ich die Gelegenheit um Ihnen meine herzlichsten Grüße zu senden.

iNEWS

35


golf

Simon Elliott

36

iNEWS

inews


A

man’s love affair with golf dates back to the early 15th century where it was said that the Scottish shepherd’s would role acorns or pebbles with their crook into small holes made by rabbits on their fields. There are some that say that the dutch were the first initiates, but today a golfers education is not complete unless he has visited the small Fifeshire town of Scotland, named St Andrews, the Home of Golf.

learning we get our students to see the swing as two elements. Firstly, that the swing has a shape like the rim of a wheel, secondly, that it has a source of power, the hub of the wheel generated by rotation. Golf simply put is a combination of rotating your body, swinging your arms and allowing your left wrist to naturally cock. For your swing to be efficient you must keep the club on plane and behind the hands through impact.

Golf Today with all it’s advances in technology is still a stick (club), a ball and the field of play and remains to be perceivably simple, but yields very few that actually master the sport. When we look at well documented facts, the majority of golfers today are still struggling to break 100. I consider golf is life. Golf will teach you more about yourself than any other sport, quite possibly a learning experience to find out who you really are. It will teach children and adults, honesty, integrity, good manners, patience, commitment, relaxation, balance and coordination and strength of body, mind and spirit. At many levels golf is challenging and therefore any aggression can be channelled positively making it character building.

Through understanding and visualisation we allow our students to learn in their own best way. As in any motor skill golf is a creative process and can only be learned and not taught. We structure our lessons are around the following: The set-up, coil and pivot, positions to learn and flow.

Learning this new found skill will give you and your family an opportunity to formulate new friendships from all over the world, golfing holidays and new business contacts along with activating a prolonged, healthy life span spending more time in the fresh unpolluted air. Our golf philosophy is to make instruction simple and effective and so our students are not overwhelmed in the beginning stages of inews

In this capsule form it sounds very simple and although each part may take time and patience to master, the whole swing with its blended parts is a journey that has great rewards on many levels. I often say when I’m coaching “when you find the sweet- spot, that clean hit, that moment when you know you got it right - you find the sweet-spot inside yourself ”. The Iberotel Apulia Antistress Resort offers at the Simon Elliott Golf Academy experienced PGA qualified Instruction to all levels from beginner to winner.

www.simonelliottgolf.com iNEWS

37


La rete si scuote per il pallone che la gonfia. Io corro senza direzione, con gli occhi sbarrati e la bocca spalancata per l’incredulità, come un bambino davanti ai fuochi d’artificio. L’aria vibra d’esultanza.

TOTÒ SCHILLACI Nato a Palermo nel 1964, capocannoniere ai Mondiali di Italia ’90, Scarpa d’oro nel ‘90 e secondo nella classifica del Pallone d’oro alle spalle di Lotar Matthäus nello stesso anno. Ha giocato nel Messina (capocannoniere della serie B nell’89), nella Juventus dal 1989 al 1992 (Coppa Uefa ’90 e Coppa Italia ‘90), prima di passare all’Inter (Coppa Uefa ’94) e poi alla squadra giapponese Jubilo Iwata. Dal ritiro, nel 1999, gestisce un centro sportivo per ragazzi a Palermo.

Vedo il pubblico saltare e abbracciarsi. Gente del Sud e gente del Nord. La stessa, magari, che sui muri di Torino mi insultava per le mie origini. Ho fatto gioire anche loro, li ho uniti in un abbraccio che mi copre. Ho vinto io. Per me e per tutti quelli come me. Per tutti quelli a cui serve una scintilla per accendere la consapevolezza di potercela fare.

Andrea Mercurio, milanese, autore radiotelevisivo, scrittore e musicista, ha collaborato con le principali emittenti radiofoniche italiane.

Questo libro è disponibile anche in versione ebook. Foto di copertina: © Getty Images Art Director: Cecilia Flegenheimer

0 ,0 00

-2 5 TO 23 T 5 TU 66 È -5 L a O 8 G -8 us I L 78 cl 9 in N E VA B I

IS

totò schillaci 38

iNEWS

inews


TOTÒ SCHILLACI IL GOL È TUTTO

Per gli italiani, il Mondiale del ‘90 inizia ufficialmente il 9 giugno, al 78° minuto di Italia-Austria. Salvatore Schillaci, ultimo convocato, scende in campo e in quattro minuti segna il gol della vittoria. Iniziano allora le notti magiche, i girotondi di clacson, lo sventolio di bandiere e l’inno a Totò gol, in una vertigine che sembra non finire mai. I suoi occhi spiritati fanno il giro del mondo, sono gli occhi di chi per essere lì ha preso a morsi il destino. Solo così un bambino nato al Cep poteva salvarsi. Il quartiere popolare di Palermo è un posto dove i ragazzini si scambiano droga come altrove le figurine e rischi la vita anche per una partita in cortile. Se non hai un sogno a proteggerti, soccombi. Quel sogno per Totò è il pallone. Sono le mille lire che zu Paluzzo gli paga per ogni rete segnata, perché il gol è tutto. È così che si coltiva l’istinto. Dalla squadra dell’azienda degli autobus di Palermo al Messina e poi alla Juventus, e infine ai Mondiali, Schillaci si trova a confrontarsi con quei grandi che poco prima ammirava solo alla tv, il divin codino Baggio, il trio olandese delle meraviglie, Gullit-Rijkaard-Van Basten, e perfino re Maradona, che ha voluto scambiare proprio con lui la maglia. Che il successo non fosse scontato lo dimostra la parabola di suo cugino Maurizio Schillaci, anche lui calciatore, secondo Zeman «un grande talento, un fenomeno». Era Maurizio in famiglia «il fuoriclasse». Prima che un infortunio e la droga lo facessero precipitare nell’abisso, e a vivere come un senzatetto. C’è tutto questo negli occhi euforici e spalancati sul mondo di Totò, insieme alla rivincita sui pregiudizi che lui da siciliano ha subito a lungo. Persino il grande Trapattoni all’indomani della strage di Capaci l’aveva accolto con un tagliente: «Avete ucciso anche Falcone». Racconta tutto adesso, Totò. Le sue origini, il suo caratteraccio, la passione incontrollabile per le donne e il sesso, che lo ha messo spesso nei guai, gli alti e bassi di una straordinaria carriera. E quella sensazione di camminare sempre su un filo molto sottile. Ma anche un’Italia dove tutti erano più felici senza saperlo e dove c’era ancora posto per tutto, perfino per la speranza.

www.edizpiemme.it

inews

iNEWS

39


personality

Stefano Cianciotta Docente di Comunicazione di Crisi Università di Teramo

Se la ripresa italiana spaventa la Grande Germania

I

l fondo Atlante, promosso da alcuni istituti di credito italiani tra cui Unicredit e Intesa, servirà a sottoscrivere gli aumenti di capitale di banche che sono a rischio di risoluzione e ad acquistare quei crediti deteriorati che non hanno mercato. Atlante, ad esempio, prenderà il posto di Unicredit nel garantire l’aumento di capitale della Banca popolare di Vicenza per 1,5 miliardi di euro. In attesa che Atlante riceva il via libera della Banca centrale europea, la società di rating Moody’s avverte che la Bce potrebbe richiedere un aumento dei requisiti alle banche, e ammonisce nell’outlook di fine aprile che Unicredit e Intesa Sanpaolo, (i due istituti italiani che daranno il maggior contributo al fondo con circa 1 miliardo di euro ciascuno), sono troppo esposti nel Fondo. Il tutto in mezzo ad una visita a sorpresa in Italia - quella del presidente della Bundesbank Weidmann - che ha destato molto interesse ma anche qualche timore e preoccupazione. Perché Weidmann è venuto in Italia e si preoccupa sempre con maggiore insistenza delle questioni italiane? Forse sta preparando il terremo per il dopo Draghi? E perché Atlante – che certifica l’autonomia finanziaria italiana e anche la voglia che il Bel Paese ha di uscire definitivamente dalla crisi – è accolto in maniera timida sui mercati finanziati europei?

40

iNEWS

A ben vedere, infatti, lo stop arrivato alcuni giorni fa alla quotazione in Borsa della Banca di Vicenza è stato motivato con il rischio che Atlante infetti istituzioni relativamente sane. Unicredit e Intesa non sono infette: se devono mettere i soldi in situazioni molto complicate rischiano di infettarsi a loro vicenda. Il Fondo era stato costruito per ridurre il rischio sistemico, ma rischia – secondo i mercati - di aumentarlo. Maggiore è il coinvolgimento degli istituti di credito più solidi nel sostenere l’impegno del Fondo Atlante, insomma, e maggiori sono i rischi che i mercati percepiscono per l’intero sistema bancario italiano e soprattutto più consistente è la pressione su UniCredit e Intesa. Si ha l’impressione che la ripresa italiana – il Paese è uscito tecnicamente dalla recessione nonostante l’economia continui a dispensare meno sorrisi rispetto a quelli che aveva ipotizzato il premier Renzi – non piaccia all’Europa del Nord, soprattutto perché alcune aree del Paese come il Nord Est si sono rimesse in marcia managerializzandosi, innovando e investendo sull’export. E se l’Italia recupera, soprattutto nella manifattura, lo fa certamente a scapito della Germania e dei prodotti tedeschi. Alla vigilia della votazione inglese sulla permanenza o meno nell’Unione Europea l’Europa delle banche sembra ancora una volta dividersi sul futuro dell’Unione. inews


Isabella Pileri

LO SCRITTORE

MOCCIA

“In un volume, tutto quello che è successo, o che succederà all’interno della regione siciliana negli ultimi decenni”

P

assione civile e letteratura: ecco il binomio che contraddistingue il noto scrittore Moccia, che della lotta alla mafia e alla camorra ha fatto una ragione di vita, sino a rischiarla proprio, la vita. Ma essere nel mirino della criminalità organizzata a causa delle sue posizioni contro la camorra non lo ha scoraggiato, anzi. Noi di Inews siamo andati ad incontrarlo a Genova, in occasione del convegno “Femminicidio- di genere si muore”, organizzato dalla altrettanto nota criminologa genovese e pedagogista Francesca Buffa.

Ormai sei uno scrittore di successo. Ma hai qualche rimpianto segreto?

“Vivo in un territorio particolare. Ma non era mio desidero farne una ragione di vita. Avevo ed ho ancora oggi questa passione per lo studio dei fenomeni criminali,ma il mio vero sogno era quello di insegnare ai ragazzi. Purtroppo non ho avuto questa possibilità,e il fato mi ha indirizzato verso questa strada. Ed è una strada che una volta intrapresa non puoi più tornare indietro”.

Iniziamo “dal fondo”: circola voce che tu abbia un nuovo saggio in cantiere. Un libro-inchiesta che si candida a diventare un bestseller nel suo genere... una “soffiata” in anteprima per i lettori di Inews?

Però questa passione per i ragazzi non ti ha impedito di scoprire nuovi talenti. Mi riferisco al tuo “Salotto”, dove le tue interviste accendono i riflettori su molti ragazzi che in tutto il mondo scrivono o comunque si dedicano ad attività artistiche... giusto?

Un libro molto rischioso, allora, se rivela i retroscena di “Cosa Nostra”! Dimostra molto coraggio... quattro aggettivi per descriverti.

Che dire? Resta solo da correre i libreria e aspettare l’uscita di “Lo Stato nascosto”, che sarà certamente un nuovo caso letterario...

Lo Stato Nascosto? Lo pubblicherà Salvatore Insenga Editore. Si tratta di un’ opera scritta a quattro mani, in collaborazione con la giornalista Monica Capodici. Abbiamo deciso, di raccontare in un volume, tutto quello che è successo, o che sarebbe successo,all’interno della regione siciliana negli ultimi decenni,dal punto di vista politico e dal punto di vista criminale. Ci sono tanti libri che parlano di mafia o che parlano solo di trattativa. Questo è un libro che io personalmente considero una sorta di “enciclopedia”. Per chi vuol capire determinati meccanismi, recenti e passati, questo è il libro adatto”.

“Testardo-utopistico-ingenuo-amorevole-combattivo” (sorride, NdR).

inews

Il Salotto Antonio Moccia nasce dalla mia esperienza del mondo dell’editoria. Ho capito che ci sono pochi editori seri, ma tante persone che meritano spazio e pubblicità, meritano di promuovere le loro opere. Io ho avuto la fortuna di fare tanti convegni in giro per l’Italia, ma molte altre persone,che hanno scritto anche opere migliori delle mie, non l’hanno avuta. Allora un giorno ho deciso che era giunto il momento di dare voce, gratuitamente, a queste persone. Nella mia vita ho sempre fatto del bene,anche scontrandomi con dure realtà e andando contro corrente. Ma ho sempre aiutato le persone,e continuerò a farlo”.

iNEWS

41


auto

Heidi Giuliani

QX Sport Inspiration: il più audace concetto di SUV svelato a Pechino

R

olle, Svizzera – La nuova ed audace concept car di Infiniti QX Sport Inspiration ha debuttato oggi a livello mondiale al Salone di Pechino 2016, traducendo la vision del brand per un SUV premium di media taglia. La QX Sport Inspiration debutta sulla scia di una serie di concept car Infiniti di grande successo come la Q30 Concept, la QX30 Concept, e la Q60 Concept. QX Sport Inspiration esplora la visione del brand nei confronti della classe dei SUV di medie dimensioni e potrebbe dare prova ancora una volta, di un approccio di successo di Infiniti a questo segmento che è uno dei più grandi e in più rapida crescita tra i segmenti premium. La nuova concept stabilisce anche le basi per il design, il layout , e la progettazione dei futuri modelli Infiniti QX .

muscolose. La concept car beneficia delle linee tipiche di design del marchio e una serie di dettagli innovativi. La fluidità delle linee e la sofisticata artigianalità caratterizzano gli interni spaziosi ed elegantemente rifiniti che vanno di pari passo con l’approccio di Infiniti all’architettura dell’abitacolo incentrato sul conducente e fortemente attento al passeggero. La tavolozza dei colori degli interni - prevalentemente in bianco e nero con lampi di colore marrone chiaro naturale della pelle - è impressionante, eppure armoniosamente miscelata attraverso un attento uso della linea, della forma e della consistenza . Il Presidente di Infinti, Roland Krueger, ha dichiarato: “QX Sport Inspiration può considerarsi una dichiarazione di intenti da parte di Infiniti, che mostra così la propria idea di design audace e dimostra la sua visione per i SUV di prossima generazione.”

Fortemente influenzata dalla filosofia di design del marchio di acclamata ‘potente eleganza’, QX Sport Inspiration vanta un aspetto esteriore potente caratterizzato da linee scolpite e proporzioni ampie e

Alfonso Albaisa, Executive Design Director di Infiniti ha aggiunto: “QX Sport Inspiration racchiude potenza e utilità grazie a ciò che noi chiamiamo ‘perfezione delle proporzioni’ che veicola l’eleganza pro-

42

iNEWS

inews


INFINITI EUROPE Zone d’activités La Pièce 12 1180 Rolle, Switzerland Tel: +41 21 822 5700 www.infinitipress.eu

Informazioni su Infiniti: Infiniti Motor Company Ltd. ha sede a Hong Kong e vanta una rete di vendita che si estende a circa 50 Paesi. Il marchio Infiniti è stato lanciato nel 1989. La sua gamma di automobili di lusso è attualmente prodotta in stabilimenti ubicati in Giappone, negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Cina. Infiniti prevede inoltre di estendere la sue attività produttive al Messico entro il 2017. I Centri Design di Infiniti sono situati a Atsugi-Shi, vicino a Yokohama (Giappone), a Londra (Regno Unito), a San Diego, CA (Stati Uniti) e a Pechino (Cina). Infiniti è nel bel mezzo di una grande offensive di prodotto. Il marchio è stato ampiamente acclamato per il suo iconico design e per le innovative tecnologie di assistenza alla guida. Dalla stagione 2016, Infiniti è partner tecnico del team Renault Sport di Formula Uno, contribuendo con la sua esperienza in termini di prestazioni ibride. Maggiori informazioni circa Infiniti, la sua Total Ownership Experience® e le sue avanzate tecnologie industriali sono riportate al sito www.infiniti.ch. I più recenti messaggi da Infiniti su www.infinitipress.eu. Visitaci su : Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn o YouTube.

pria di Infiniti. Il design esterno fa leva sulla sensibilità per il bello. Questo SUV premium può contare su un’estetica più fluida e naturale rispetto a quella dei SUV premium tradizionali.” In qualità di marchio veramente internazionale, Infiniti dispone di Centri Stile, di progettazione e di impianti di produzione in ben tre continenti. Come avvenuto già con tutti i suoi modelli attualmente in produzione, anche per QX Inspiration l’azienda è stata in grado di attingere a un eclettico mix di culture e ispirazioni provenienti da tutta la sua rete globale di studi di design nel Regno Unito, in Giappone, in Cina e Stati Uniti. La nuova QX Sport Inspiration sarà in mostra al Salone di Pechino dal 25 aprile al 4 maggio presso il China International Exhibition Center. Per ulteriori informazioni su QX Sport Inspiration, comprese le immagini , si prega di visitare il sito www.InfinitiQXSportNews.com

inews

Contatti: Désirée Baldini Infiniti PR Manager Italy M: +39 335 640 4897 E: desiree.baldini@3dcomm.eu.com Mag. Michaela Potisk Infiniti Communications Manager Austria e Svizzera M: +43 699 10896871 E:m.potisk@infiniti.at Rene Kreis Manager Public Relations Infiniti Europe, Middle East & Africa Phone: +41 21 822 59 81 Mobile: +41 78 688 64 65 Email : rene.kreis@infiniti.eu

iNEWS

43


auto

Hyundai übergibt

50 Fahrzeuge an den weltweit ersten Car Sharing-Dienstleister für Wasserstoff-Fahrzeuge: BeeZero by Linde

44

iNEWS

inews


• Offizielle Übergabe von 50 Hyundai ix35 Fuel Cell am Hauptsitz von Linde für den Betrieb der weltweit grössten Flotte an WasserstoffFahrzeugen eines einzelnen Dienstleisters • BeeZero bietet das weltweit erste CarSharingProgramm mit Fahrzeugen an, die ausschliesslich mit Wasserstoff betrieben werden. • Hyundai Motor übernimmt in der Markteinführung von Wasserstoff-Fahrzeugen in Europa die Leader-Position und bietet mit dem ix35 Fuel und dem IONIQ (ab Oktober 2016) als einziger Automobilhersteller die gesamte Palette als Alternativantrieben mit Hybrid-, Plug-in Hybrid, Elektro-oder Wasserstoff-Antrieb an.

H

istorischer Moment in Pullach, bei München: Mit der Übernahme von fünfzig ix35 Fuel Cell legte BeeZero (by Linde) den Grundstein für das weltweit erste CarSharing-Programm, das ausschliesslich Fahrzeuge einsetzt, die mit Wasserstoff betrieben werden. An der feierlichen Zeremonie nahmen Vertreter der Hyundai Motor Company, von Hyundai Motor Europe und von Linde teil. Der operative Start der Flotte von BeeZero erfolgt im Sommer 2016. BeeZero, ein neu gegründeter Unternehmensbereich von Linde, vereint zwei starke Trends in der Mobilität: das CarSharing und das emissionsfreie Fahren (Zero Emission). Thomas A. Schmid, COO von Hyundai Motor Europe: «Mit BeeZero vereinen sich das Konzept eines Pioniers mit der führenden Position von Hyundai in der Technologie von Fahrzeugen mit Wasserstoffantrieb. Die Brennstoffzellen-Technologie für elektrisch angetriebene Fahrzeuge, die ausschliesslich Wasserstoff als Treibstoff einsetzen und beim Fahren ohne Abgase auskommen, ist bereit für den Einsatz im Alltag. Mit der Übernahme der weltweit grössten Flotte von Wasserstoff-Fahrzeugen für ein CarSharing-Programm unternimmt Linde Hydrogen Concepts einen wichtigen Schritt, um diese Technologie für Alle verfügbar zu machen». Dr. Christian Bruch, Mitglied der Geschäftsleitung von Linde AG: «Die Wasserstoff-Technologie kann sich zu einem wichtigen Pfeiler der künftigen Mobilität entwickeln. Zusammen mit unseren Kunden wollen praktische Erfahrungen im täglichen Einsatz sammeln und die Zukunft dieser Technologie aufbauen. Mit BeeZero schaffen wir die Grundlage, um sowohl die Technologie der Wasserstoff-Fahrzeuge als auch die Infrastruktur mit Wasserstoff-Tankstellen auszubauen». 600 Kilometer mit einer einzigen Tankfüllung Das BeeZero CarSharing-programm baut auf einem regional verankerten Modell auf. Die fünfzig Hyundai ix35 Fuel Cell stehen für Fahreinsätze aus der Stadt München bereit (Innenstadt und Agglomeration: Schwabing, Haudhausen, Au und Glockenbachviertel). Die Buchung der Fahrzeuge erfolgt wie bei heute bekannten CarSharing-Diensten online, über die Website oder eine spezifische App. Der Hyundai ix35 Fuel Cell ermöglicht Reichweiten von 600 km mit einer einzigen Tankfüllung, was auch Fahrten in die weitere Thomas A. Schmid (Chief Operating Officer at Hyundai Motor Europe) hands over the keys to Dr Christian Bruch (Member of Executive Board of Linde AG) BeeZero fleet in Pullach near Munich

inews

From left to right: Frank Meijer, Head of Fuel Cell Electric Vehicle, Hyundai Motor Europe; Seong Woong Suh, Coordinator Fuel Cell Electric Vehicle, Hyundai Motor Europe; Thomas A. Schmid, Chief Operating Officer, Hyundai Motor Europe; Dr. Christian Bruch, Member of Executive Board of Linde AG; Alex Kim, General Manager FCEV Sales Team, Hyundai Motor Company; Markus Bachmeier, Head of Hydrogen Solutions, Linde; Andreas Wittmann, Managing Director, Linde Hydrogen Concepts; Sandra Scherb, Managing Director, Linde Hydrogen Concepts

Umgebung, zu den bayrischen Seen und Alpen, ermöglicht. BeeZero setzt dafür Wasserstoff ein, der aus nachhaltigen Prozessen hergestellt wird und die Fahrt zu 100% CO2-neutral macht. Führend in der nachhaltigen Mobilität Beim Hyundai ix35 handelt es sich um das weltweit erste, im Markt verfügbare Serienfahrzeug, das zu 100% elektrisch angetrieben wird und ausschliesslich mit Wasserstoff betrieben wird (FCEV, Fuel Cell Eelctric Vehicle). Zur Zeit stehen in 12 Ländern Europas bereits 300 Fahrzeuge des Modells Hyundai ix35 Fuel Cell im Einsatz; mehr als von allen anderen FCEV-Herstellern gemeinsam. Mit dem IONIQ führt Hyundai in diesem Jahr ein weiteres Highlight in den nachhaltigen Mobilität ein: Der IONIQ bietet als weltweit erstes Serienfahrzeug wahlweise Hybrid, Plug-in Hybrid und 100% Elektroantrieb auf einem einzigen Karosserie-Modell an.

Hydrogen For Innovative Vehicles Project (HyFIVE) Der Einsatz des ix35 Fuel Cell wird teilweise unterstützt durch das HyFIVE Projekt. Dieses wiederum ist Teil des FCH JU (Fuel Cells and Hydrogen Joint Undertaking), einer privat-öffentlichen Partnerschaft, die Forschung, technologische Entwicklung und Vorführung (RTD = Research, Technological development & Demonstration) von Aktivitäten im Bereich der Brennstoffzellen und der wasserstoff-technologien in Europa unterstützt. Kontaktperson: Nicholas Blattner, Public Relations Manager HYUNDAI SUISSE Korean Motor Company, Kontich (B) - Branch Dietlikon Brandbachstrasse 6, CH-8305 Dietlikon Tel. +41 44 816 43 45, Mob. +41 79 412 13 11 Fax. +41 44 816 43 09, nicholas.blattner@hyundai.ch www.hyundai.ch Die Medienmitteilungen und Bilder befinden sich zur Ansicht und/oder zum Download auf der Hyundai Medien Seite: www.hyundai.ch / Login Journalisten. Ihre persönlichen Zugangsdaten erhalten Sie nach Ausfüllen des elektronischen Formulars.

iNEWS

45

Profile for iNEWS - Swiss Multikulti Lifestyle Magazine

INEWS -ITALIANNEWS  

INEWS -ITALIANNEWS