Issuu on Google+

111

Prezzi

Materie prime

Vernici I poliesteri

Prestazioni dei PV La copertura

Emissioni

Impianti di combustione

Rubriche

Notizie dalle aziende: novitĂ , tecnologie ed eventi

Poste Italiane s.p.a.- Spedizione in Abbonamento Postale- 70% - LO/MI In caso di mancato recapito inviare a CMP Roserio per la restituzione al mittente previo pagamento resi


LUNGA VITA AL LEGNO CON LE SOLUZIONI HYDROCROM MILESI Milesi rinnova la sua proposta di soluzioni per la protezione del legno all’esterno con una gamma completa di prodotti per la realizzazione di cicli di verniciatura all’acqua per serramenti, portoni, arredi da giardino, pavimentazioni, rivestimenti esterni ed elementi strutturali. I cicli di verniciatura realizzati con i prodotti Hydrocrom Milesi consentono di scegliere tra una vasta selezione di effetti estetici finali con proprietà di resistenza in grado di assicurare massima durata ai manufatti in legno posti all’esterno. I prodotti Hydrocrom Milesi sono perfetti per tutti i tipi di legno comunemente utilizzati, ne esaltano la naturale bellezza e offrono soluzioni di verniciatura sia per l’uso artigianale che per quello industriale. La linea Hydrocrom Milesi comprende: primer, impregnanti, fondi e finiture all’acqua e prodotti specifici ideali per la manutenzione del legno.

AN IVM CHEMICALS’ BRAND

IVM Chemicals srl - Italy Wood Coatings Division Viale della Stazione, 3 - 27020 Parona (PV) - Italia Tel. +39 0384 25441 - Fax +39 0384 252054 milesi@milesi.it - www.milesi.com


Quando il legno è una sfida, Sayerlack c’è. Quando si parla di trattamento e finitura del legno, nessuna sfida è impossibile per Sayerlack: con le sue vernici ad alto contenuto di innovazione il sogno di protezione, durata e bellezza di un manufatto in legno diventa realtà.

Sherwin-Williams Italy S.r.l. - Via del Fiffo 12 - 40065 Pianoro (BO) - Italia tel. +39 051 770511 - fax +39 051 777437 - info@sayerlack.it - www.sayerlack.com Technical Service - tel. +39 051 770770 - fax +39 051 770521 - servizioclienti@sayerlack.it


Daphne ImpIantI s.r.l • 61022 Talacchio di Colbordolo (PU) Italy - via del Piano, 73 • ph. +39 0721 476322 - fax +39 0721 476459 • info@daphneimpianti.it - www.daphneimpianti.it

cabine di verniciatura impianti robotizzati


Da verniciare solamente con ADLER Protor.

Speciale la porta, speciali le pretese. Un rivestimento di estrema resistenza e durata è fondamentale per i portoncini d’ingresso più sollecitati. ADLER Protor è stato sviluppato appositamente per rispondere a queste esigenze. La nostra nuova generazione si contraddistingue per l’elevata resistenza al graffio, durezza e risparmio. L’ultima innovazione Protor si è spinta oltre e offre un effetto ottico nuovo e moderno: metallizzato e strutturato. ADLER Protor è adatto per tutte le superfici in legno! Questo vale anche per legni che fino ad ora erano considerati problematici come il rovere o i legni tropicali. Ciliegina sulla torta: l’effetto uniforme paragonabile a una vernice per mobili!

ADLER-Werk Lackfabrik Johann Berghofer GmbH & Co KG Bergwerkstr. 22 . A-6130 Schwaz / Tirol Fon: +43 5242 6922 - 0 www.adler-lacke.com

ADLER Italia s.r.l. Via per Marco 12/D I-38068 Rovereto info@adler-italia.it www.adler-italia.it


La corteccia protegge e vive con il legno.

Holzfreund da lunga vita al legno! Cicli Holzfreund all’Acqua: un’ampia gamma di impregnanti e finiture per esterno, che assicurano ai serramenti trattati un elevato grado di protezione. Le finiture Holzfreund all’Acqua, trasparenti o pigmentate, garantiscono resistenza all’umidità, una particolare durezza superficiale e un’aderenza elevatissima, che sono sinonimo di lunga durata ed alto livello estetico cromatico.

Zaniolo CdA - 4.13

I cicli di verniciatura Holzfreund per mobili domestici e per serramenti esterni hanno ottenuto la certificazione Catas Quality Award.

Zetagì Srl - Olmo di Creazzo (VI) Tel. 0444.228300 - Fax 0444.228366 info@zetagi.it - www.zetagi.it

Kit Evergreen mantiene la bellezza del legno. Kit Evergreen: una serie di prodotti specifici per un’efficace pulizia e manutenzione delle parti in legno e vetro dei serramenti, in grado di garantirne bellezza e durata. Il Kit Evergreen comprende: Bi-clean, un solo prodotto per pulire legno e vetro - Re-vive, ravvivante del legno - Ri-nova, vernice per piccoli ritocchi - Spugna abrasiva - Panno in microfibra per la pulizia - Pennello.


24040 - Chignolo d'Isola (Bg) Via Bedeschi 25 Tel. +39 035 999 711

www.icro.it

30020 - Cinto Caomaggiore (Ve) Via Leonardo da Vinci 7 Tel. +39 0421 241 511


IL MANUALE DELLA LEVIGATURA acquisti online: www.woodfinishing.it Prezzi scontati per gli abbonati a Professione Verniciatore

• Come scegliere l’abrasivo? • Come scegliere la levigatrice e la spazzolatrice? • Come scegliere correttamente un ciclo di levigatura? • Quali sono i principali difetti di levigatura e i modi per evitarli? • Come lavorare in sicurezza e aspirare la polvere di levigatura? • Come si calcolano i costi di gestione nella levigatura?

200 pagine, oltre 100 figure e tabelle


Indice PREMESSA: CENNI STORICI Cap. I: I MATERIALI DA LEVIGARE • ANATOMIA E FISIOLOGIA DEL LEGNO • PANNELLI E SEMILAVORATI A BASE DI LEGNO • PANNELLI E SEMILAVORATI SPECIALI Cap. II: TERMINOLOGIA • LE MACCHINE • LA LEVIGATURA DEL SUPPORTO • LA LEVIGATURA DELLA SUPERFICIE VERNICIATA Cap. III: GLI ABRASIVI FLESSIBILI • INTRODUZIONE • I SUPPORTI • I LEGANTI • I GRANULI DI SOSTANZA ABRASIVA La grana abrasiva La cosparsione • I PRODOTTI ANTI-INTASANTI • LA CORRETTA CONSERVAZIONE DEGLI ABRASIVI FLESSIBILI • IL CORRETTO IMPIEGO DEI NASTRI ABRASIVI FLESSIBILI • DETERMINAZIONE Dei difetti DEI NASTRI ABRASIVI • CONCLUSIONI Cap. IV: PRINCIPI GENERALI • PARAMETRI Lo spessore del truciolo La velocità di taglio dell’abrasivo La velocità di avanzamento del pezzo La pressione specifica di levigatura Potenza assorbita Cap. V: LA CALIBRATURA DEL PANNELLO • LE MACCHINE CALIBRATRICI Calibratrice superiore Calibratrice-levigatrice superiore Calibratrice doppia superiore/inferiore Linea di calibratura con calibratrice inferiore + cali bratrice superiore • CARATTERISTICHE TECNICHE DELLA CALIBRATRICE • L’ABRASIVO PER LA CALIBRATURA Cap. VI: LA LEVIGATURA DEL PANNELLO • LEVIGATURA DELLA SUPERFICIE GREZZA • LEVIGATURA DELLA SUPERFICIE VERNICIATA • MACCHINA LEVIGATRICE E GRUPPI OPERATORI • GRANA DELL’ABRASIVO • ACCORGIMENTI PER UNA CORRETTA LEVIGATURA DELLA SUPERFICIE Cap. VII: MACCHINE LEVIGATRICI PER SUPERFICI DI PANNELLI • LEVIGATRICI MANUALI PORTATILI

• • • • • • •

LEVIGATRICI MANUALI A NASTRO LUNGO LEVIGATRICI SEMIAUTOMATICHE IGIENE DEL LAVORO LEVIGATRICI AUTOMATICHE MACCHINE PER LA CALIBRATURA MACCHINE PER LA LEVIGATURA DI SUPERFICI GREZZE MACCHINE PER LA LEVIGATURA DI SUPERFICI VERNICIATE • CONSIDERAZIONI FINALI Cap. VIII: APPLICAZIONI PRATICHE • COMPOSIZIONE MACCHINE CALIBRATRICI • COMPOSIZIONE MACCHINE LEVIGATRICI PER SUPPORTI LEGNOSI • COMPOSIZIONE MACCHINE LEVIGATRICI PER SUPERFICI VERNICIATE • COSTI DI PRODUZIONE Cap. IX: LEVIGATURA TRIDIMENSIONALE Cap. X: LEVIGATURA DEI BORDI, DEI PANNELLI E DELLE CORNICI • I GRUPPI OPERATORI • APPLICAZIONI SU PROFILI GREZZI • APPLICAZIONI SU PROFILI VERNICIATI • LEVIGATRICI PER BORDI E CORNICI • INDICAZIONI DI CARATTERE GENERALE • PARAMETRI QUALITATIVI Cap. XI: LA LUCIDATURA • NOZIONI GENERALI SULLE FINITURE LACCATE LUCIDE • AGGREGATI LUCIDATORI • UTENSILI LUCIDATORI MANUALI • LUCIDATRICI SEMIAUTOMATICHE MONO O “BISPAZZOLONE” • LUCIDATRICI AUTOMATICHE “PLURISPAZZOLONE” • BRILLANTATRICI AUTOMATICHE “A RAGNO” • PRODOTTI LUCIDANTI • LUCIDATURA CON PASTE ABRASIVE SEMILIQUIDE • LUCIDATURA CON PASTE ABRASIVE SOLIDE • LA BRILLANTATURA • I DILUENTI Cap. XII: SPAZZOLATURA • PREMESSA • LA PREPARAZIONE DEL SERRAMENTO • LA PREPARAZIONE DI ANTE PIANE E SAGOMATE Cap. XIII: DIFETTI E RIMEDI Cap. XIV: SICUREZZA Cap. XV: INQUINAMENTO ATMOSFERICO BIBLIOGRAFIA


GRUPPO

PROFESSIONE SVERNICIATORE OBIETTIVI Il mercato della sverniciatura conto terzi è caratterizzato da 3 esigenze coincidenti: • i terzisti più qualificati sentono il bisogno di differenziarsi rispetto alla concorrenza; • gli utilizzatori sentono il bisogno di avere indicazioni e informazioni che consentano di affidare i propri manufatti ad aziende che svolgono l’attività di sverniciatura in modo affidabile, date le frequenti contestazioni; • gli Enti pubblici (Regioni, Province, ARPA, ASL), sentono il bisogno di interlocutori tecnici seri e preparati, sia per creare nuove norme legislative concretamente applicabili, sia per autorizzare gli impianti secondo logiche razionali e legate alla realtà produttiva del settore della sverniciatura. L’obiettivo principale di ”Professione Sverniciatore” è quello di costruire un gruppo di aziende selezionate e con interessi comuni che possa svolgere un’azione informativa, tecnica e promozionale tipica dei ”gruppi di pressione” ed in particolare: • mantenere un costante confronto con gli Enti pubblici; • stabilire funzioni di rappresentanza nei diversi tavoli istituzionali privati (Enti e associazioni); • stabilire procedure di lavoro che consentano di raggiungere risultati prestazionali e ambientali ottimali; • promuovere la conoscenza dei processi di sverniciatura.

L’UNIONE DELLE AZIENDE CHE SVOLGONO LAVORAZIONI DI SVERNICIATURA CONTO TERZI, CONSENTE AGLI OPERATORI DEL SETTORE DI AVERE UN ORGANISMO DI RAPPRESENTANZA TECNICO E ISTITUZIONALE

INIZIATIVE L’attività del gruppo prevede: • la realizzazione di periodici momenti di consultazione tra gli aderenti, al fine di concertare posizioni comuni e di chiarire eventuali problemi tecnici, legislativi e commerciali; • la promozione di incontri tra sverniciatori, utilizzatori ed Enti pubblici e privati, sia a livello generale, sia a livello interassociativo, per approfondire le tematiche legislative e tecniche; • la realizzazione di strumenti informativi rivolti agli operatori del settore pubblici e privati.

Aderiscono al Gruppo:

BPS Chorus centro sverniciatura


LISTINO SVERNICIATURA TIPO DI SVERNICIATURA

EURO/m2

Categoria A

70

Categoria B

50

Categoria C

30

PRIMA

DOPO

Questo listino è stato elaborato da alcuni professionisti della sverniciatura, per dare agli utenti finali uno strumento trasparente, che consenta di acquistare il servizio di sverniciatura sulla base del rapporto ottimale tra prezzo e prestazione. I prezzi sono infatti basati sulla conformità a prestazioni tecniche e ambientali dei cicli di sverniciatura, che consentono di differenziarsi dalla concorrenza di bassa qualità e basso prezzo, mantenendo margini di profitto adeguati alle sempre crescenti esigenze di sviluppo della categoria. Professione Verniciatore divulgherà sia sul portale www.woodfinishing.it, sia sulla rivista, il listino con i nomi dei professionisti aderenti, per dare all’iniziativa e alle aziende che la condividono la massima visibilità e autorevolezza. I prezzi indicati nell’accluso listino sono da considerarsi al netto dell’I.V.A. I cicli sono suddivisi in tre categorie (A, B e C) in funzione della preparazione che il manufatto richiede prima di essere riverniciato. La categoria A (sverniciatura di alta qualità), garantendo prestazioni elevate, non richiede ulteriori trattamenti di preparazione del manufatto dopo la sverniciatura. La categoria B (sverniciatura di media qualità), garantendo prestazioni discrete, richiede un ulteriore trattamento di preparazione del manufatto dopo la sverniciatura (30% di lavoro circa, per arrivare al manufatto pronto da riverniciare). La categoria C (sverniciatura grossolana) garantendo prestazioni sufficienti, richiede un ulteriore trattamento di preparazione del manufatto dopo la sverniciatura (50% di lavoro circa, per arrivare al manufatto pronto da riverniciare). I costi sono relativi a manufatti di cui deve essere realizzata una prova di fattibilità su una campionatura, procedura che rappresenta un’importante tutela per il consumatore. Si specifica che il prezzo è relativo ai metri quadrati di superficie sverniciata, per cui anche i bordi devono essere inclusi nel conteggio della metratura. Il trasporto è a carico del produttore.

Per entrare a far parte del gruppo “Professione Sverniciatore”: info@finishing.it - Tel 02/39312736


IL MANUALE DEL VERNICIATORE

VOL. II

GUIDA ALLA VERNICIATURA PROFESSIONALE DEL LEGNO

430 pagine, oltre 200 figure e tabelle Come scegliere il legno, la vernice, il diluente? Quali sono i cicli a basso impatto ambientale? Quali sono i parametri per scegliere un ciclo di verniciatura? Come si leggono le schede di sicurezza e le schede tecniche? Quali sono le normative sull’inquinamento atmosferico e sui rifiuti? Quali sono le normative sulla sicurezza del lavoro? Come scegliere una cabina di verniciatura? Come scegliere un impianto di depurazione?

acquisti online: www.woodfinishing.it Prezzi scontati per gli abbonati a Professione Verniciatore


INDICE Capitolo I: il legno 1.1 Introduzione 1.2 Struttura del legno 1.3 Composizione del legno 1.4 Umidità del legno 1.5 Essiccazione naturale del legno 1.6 Essiccazione artificiale del legno 1.7 Alterazione del legno

Capitolo VIII: le tecnologie a basso Impatto ambientale 8.1 Premessa 8.2 Prodotti “naturali” ed ecofurbi 8.3 I prodotti all’acqua 8.4 I prodotti ad alto residuo secco 8.5 Le vernici in polvere 8.6 Essiccazione mediante radiazioni

Capitolo II: le specie legnose 2.1 Denominazione e caratteristiche

Capitolo IX: l’applicazione dei prodotti vernicianti 9.1 Pv per la tinteggiatura, coloritura o nobilitazione 9.2 Pv per la preparazione 9.3 Pv per il riempimento delle porosità 9.4 Pv per la finitura

Capitolo III: i supporti legnosi 3.1 Introduzione 3.2 Pannelli di particelle truciolari 3.3 Pannelli di fibra 3.4 Pannelli nobilitati 3.5 Pannelli compensati, multistrati, listellari e placcati 3.6 Pannelli di laminato plastico 3.7 Conclusioni Capitolo IV: cosa sono i prodotti vernicianti 4.1 Anzitutto la parola giusta 4.2 Verniciare per decorare è una tecnica antica 4.3 Verniciare per proteggere è una tecnica moderna 4.4 I pv sono amici o nemici dell’ambiente ? 4.5 La tecnologia dei pv è in continuo progresso 4.6 Classificazione dei pv Capitolo V: i componenti dei prodotti vernicianti 5.1 Premessa 5.2 I principali tipi di leganti 5.3 Pigmenti e cariche: differenze e analogie 5.4 Solventi, diluenti, composti volatili COV 5.5 Gli additivi La campagna diluente certo Capitolo VI: l’essiccazione dei prodotti vernicianti 6.1 Essiccazione fisica o chimica (reticolazione) 6.2 Le reazioni di reticolazione 6.3 Note sui meccanismi di reticolazione 6.4 Film essiccati con essiccazione fisica o chimica: reversibilità e irreversibilità Capitolo VII: le prestazioni dei prodotti vernicianti 7.1 Come si misurano le caratteristiche prestazionali 7.2 Le caratteristiche principali 7.3 La documentazione sulle prestazioni 7.4 Procedura di controllo delle prestazioni tecniche e ambientali dei prodotti vernicianti applicati su superfici di mobili per uso interno

Capitolo X: l’applicazione delle vernici: macchine e forni 10.1 Premessa 10.2 Nozioni generali 10.3 Reciprocatori 10.4 Spruzzatrici automatiche 10.5 Laccatrici (macchine a due cilindri di lavoro) 10.6 Laccatrici-stampatrici (macchine a due cilindri di lavoro) 10.7 Stuccatrice (macchina con almeno tre cilindri di lavoro) 10.8 Reverse (macchina con almeno 4 cilindri di lavoro) 10.9 Velatrice ad una o più testate 10.10 Trafila 10.11 Forni di essiccazione Capitolo XI: i cicli industriali 11.1 Premessa 11.2 La scelta del ciclo 11.3 Cicli bagnato su bagnato trasparenti e pigmentati di tipo “sandwich ” su vari supporti 11.4 Cicli fotochimici trasparenti e pigmentati su vari supporti 11.5 Cicli anticalo trasparenti e pigmentati di tipo uv su vari supporti 11.6 Cicli vari trasparenti e pigmentati su supporti diversi Capitolo XII: cabine di verniciatura 12.1 La sicurezza prima di tutto 12.2 Caratteristiche generali 12.3 Cabine aperte frontalmente 12.4 Cabine chiuse 12.5 Cabine di grandi dimensioni 12.6 Cabine per verniciatura con disco elettrostatico 12.7 Aree a piano aspirante 12.8 Impianti di protezione antincendio 12.9 Filtrazione dell’overspray 12.10 Aria in entrata 12.11 Rumore 12.12 Zone con aspirazione per la pulizia delle pistole e la preparazione delle vernici

12.13 Come scegliere una cabina 12.14 La manutenzione non e’ un optional 12.15 Flocculanti: i problemi cominciano con le vernici all’acqua 12.16 Defangatori Capitolo XIII: depurazione e distillazione dei solventi 13.1 Introduzione 13.2 Adsorbimento 13.3 Assorbimento 13.4 Combustione 13.5 Rotoconcentrazione 13.6 Biofiltrazione 13.7 Come scegliere l’impianto giusto 13.8 Il recupero dei solventi: la distillazione Capitolo XIV: la legge sull’inquinamento atmosferico 14.1 Premessa 14.2 Le norme attuali 14.3 Come si presenta la domanda di autorizzazione 14.4 I limiti alle emissioni Scheda regione piemonte Scheda regione lombardia 14.5 Le competenze degli enti locali 14.6 La legislazione europea: direttiva VOC 14.7 Prevenzione e riduzione integrate dell’inquinamento 14.8 Uno sguardo al futuro: effetto serra e reattività fotochimica Capitolo XV: autorizzazioni e regole per lavorare In sicurezza 15.1 Permessi e autorizzazioni 15.2 Igiene del lavoro Appendice 1: Sentenze in materia di sicurezza Appendice 2: Il rumore: linee guida per l’interpretazione e l’applicazione della legge 277 Appendice 3: La direttiva “macchine” e la marcatura CE Appendice 4: Come riconoscere i prodotti più pericolosi? Guida pratica alla lettura delle etichette e delle schede di sicurezza Appendice 5: Il rischio secondo gli igienisti statunitensi Appendice 6: Classificazione delle sostanze ai fini dell’inquinamento atmosferico (tabella “d” del dm 12/7/90) Appendice 7: La protezione delle vie respiratorie Appendice 8: Pubblicita’ ingannevole Appendice 9: Da rifiuti a risorse Profilo degli autori Bibliografia Ringraziamenti Elenco sponsor


VI SIETE DIMENTICATI DI RINNOVARE L’ABBONAMENTO?

Direttore responsabile Pierluigi Offredi Periodicità 6 numeri all’anno

MEGLIO PENSARCI PRIMA!

Direzione e redazione: HB Pi.erre - Via Imbriani, 19/A - 20158 Milano Tel. 02.39.312.736 Fax 02.33.22.04.62

Questo è l’ultimo numero di Profes-

Sito Web www.woodfinishing.it

sione Verniciatore che riceverà chi

E-mail info@finishing.it

non ha rinnovato l’abbonamento. Chi non l’ha ancora fatto provveda ora,

Stampa Lalitotipo - Settimo Milanese (MI)

per non interrompere l’invio dell’unica

Registrazione tribunale di Milano: N. 592 del 05/11/1994

rivista che offre gratuitamente ai suoi abbonati: • informazioni sulle norme legislative; • assistenza nella scelta di prodotti, apparecchiature e impianti; • suggerimenti

per

individuare

I dati dell’archivio elettronico della HB pi. erre vengono trattati nel rispetto di quanto stabilito dalla legge n. 675/1996 sulla tutela dei dati personali. Chiunque può richiedere, in qualsiasi momento, modifiche, aggiornamenti e cancellazioni dei dati personali dal nostro archivio

i

diluenti ”truccati”; • assistenza nei rapporti con gli Enti pubblici (ASL, Province, Regioni). Per informazioni vai su www.woodfinishing.it, invia un messaggio a info@finishing.it oppure telefona al n° 02/39312736

Vendita per abbonamento: Abbonamenti Italia: 1 anno 52 euro - 2 anni 90 euro

Termini di consegna materiali NUMERO

REDAZIONALI

PUBBLICITA'

109/GENNAIO

15/11/2012

06/12/2012

110/MARZO

17/01/2013

07/02/2013

111/APRILE

14/02/2013

07/03/2013

112/MAGGIO

11/04/2013

02/05/2013

113/SETTEMBRE

13/06/2013

04/07/2013

114/OTTOBRE

22/08/2013

05/09/2013


Per consultare online l’evoluzione dei prezzi delle materie prime, visitate il portale:

www.finishing.it

Contenuti del numero 111 04 - L’alternativa dell’export

Il quarto trimestre 2012 mostra una chiara inversione di tendenza rispetto alla sostanziale stabilità che aveva caratterizzato l’ultimo triennio

08 -  I poliesteri, questi sconosciuti

Questa categoria di prodotti vernicianti viene utilizzata per molteplici scopi e richiede una conoscenza approfondita per essere applicata correttamente sui manufatti in legno

12 -  Impianti di combustione per scarti di legno (parte III)

Controllo tecnico-analitico delle emissioni prodotte e raffronto con il quadro normativo di settore

16 -  La copertura

Pubblichiamo un articolo che riguarda la verniciatura del metallo, i cui contenuti sono interessanti anche per il nostro settore

30 - Notizie dalle aziende

La nostra rivista consente di affrontare le scelte di comunicazione in modo professionale e questa rubrica è a disposizione delle aziende

50 - L'agenda dei fornitori

Gli indirizzi delle aziende del settore, suddivise per classi merceologiche

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  03


Prezzi

L’alternativa dell'export

a cura della Redazione

04  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Prezzi

stero si rimane in attesa di un quaPer quanto riguarda gli impianti, i dati dro generale più chiaro. emersi dall’indagine congiunturale rePer consultare online Il 21 per cento degli intervistati ritielativa al periodo ottobre-dicembre l’evoluzione dei prezzi ne che nel prossimo periodo gli ordini 2012, indicano un rilevante calo degli delle materie prime, dall’estero aumenteranno, rimarranordini. Un risultato in linea con i dati visitate il portale: no stazionari per il 50 per cento, dipreconsuntivi per il 2012 diffusi rewww. woodfinishing.it minuiranno per il 29 per cento (saldo centemente da Acimall, l’associazionegativo pari a 8). ne italiana dei costruttori di tecnologie Il mercato interno è previsto in ulteriore per il legno, che indicano una diminucalo per il 46 per cento del campione, menzione della produzione attorno al 10 per tre c’è una sostanziale stabilità per il restante cento. Il quarto trimestre 2012 mostra una chiara inversio- 54 per cento (saldo pari a meno 46). ne di tendenza rispetto alla sostanziale stabilità che Fatto 100 l’indice 2002, dando una occhiata alla serie aveva caratterizzato l’ultimo triennio: rallentano le storica degli ultimi dieci anni, è possibile notare che il commesse dall’estero, una variazione che può esse- mercato domestico conferma il minimo storico, pere definita fisiologica, alla luce del già ricordato an- raltro già registrato lo scorso trimestre, attestandodamento soddisfacente degli ultimi tre anni; la nota si a quota 32. Gli ordini totali, invece, si attestano a dolente è il mercato domestico, che rimane a livelli quota 64. Come già evidenziato in sede di dati preconsuntivi, la poco incoraggianti. In base alle cifre diffuse da Acimall, nell’ottobre-di- sostanziale stabilità del 2011 ha lasciato spazio a un cembre 2012 le tecnologie e gli utensili per il legno progressivo e lento calo degli ordini. hanno visto una riduzione della ordini del 9,5 per Da segnalare infine che, rispetto all’epicentro della cento rispetto allo stesso periodo del 2011. Si tratta crisi (secondo trimestre 2009), sono stati recuperati dell’esito di una contrazione del 10,5 per cento degli solamente 20 punti base, insufficienti a colmare gli ordini dai Paesi esteri, con un leggero aumento – 0,8 oltre 70 persi dal 2007 al 2009. per cento – della domanda italiana. Il portafoglio or- Per quanto riguarda i prodotti vernicianti, il calo della dini sfiora i due mesi, mentre dall’inizio dell’anno si produzione complessiva nel 2012 è stimabile intorno al 10%, frutto di una leggera crescita dell’export, che registra un aumento dello 0,8 per cento dei prezzi. L’indagine qualitativa rivela che il 14 per cento degli ha bilanciato i pesanti cali del mercato italiano. intervistati indica un andamento della produzione positivo, il 39 per cento lo ritiene stabile, il 47 per cento in calo. L’occupazione è stazionaria per il 75 per cento del campione, in ulteriore contrazione per il restante 25 per cento. Le giacenze risultano stabili nel 43 per cento dei casi, in diminuzione nel 53 e in crescita nel 4 per cento. All’indagine previsionale spetta anche il compito di fornire un quadro delle dinamiche che possiamo attenderci nel breve periodo. Il mercato nazionale non offre segnali incoraggianti, mentre per quanto riguarda l’e-

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  05


0,70

Xilene

06  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013

1,78

1,70

0,46

0,73

0,64

0,87

Anidride maleica fusa

Glicerina distillata

Glicole monoetilenico

Glicole dietilenico

Stirolo monomero

1,15

2,85

1,26

1,90

1,95

Ftalato di isononile

Nitrocellulosa con alcool isopropilico

Stearato di zinco

Titanio Biossido rutilo

T.D.I.

VARIE

1,35

1,25

Acido fumarico

1,20

Acido adipico

MATERIE PRIME PER POLIESTERI

Trimetrilolpropano in scaglie

1,50

1,22

Pentaeritrite

2,41

2,70

2,00

1,39

2,60

1,69

0,98

1,09

1,13

1,20

1,27

0,97

1,30

1,64

1,59

0,96

1,00

0,98

1,00

0,85

0,73

0,62

0,72

0,51

1,15

1,02

0,49

1,42

0,66

1,14

1,10

0,73

0,66

0,67

1,18

0,88

1,14

GEN.08

2,87

1,95

1,35

2,40

1,37

0,60

0,67

0,55

0,37

1,11

1,09

1,10

1,60

1,45

0,78

1,13

0,73

0,98

0,85

0,54

0,42

0,64

0,51

1,78

0,98

0,43

1,41

0,70

1,03

1,02

0,64

0,58

0,77

1,06

0,82

1,03

GEN.09

2,10

1,95

1,32

2,00

1,23

0,80

0,70

0,63

0,33

1,08

0,97

1,33

1,28

1,12

0,75

1,10

0,80

0,88

0,90

0,63

0,52

0,61

0,54

1,05

0,77

0,50

1,22

0,70

0,84

0,86

0,58

0,55

0,93

0,83

0,78

0,81

GEN.10 1,21

GEN.11 1,06

GEN.12 1,02

GEN.13 1,06

MAR.13

2,02

2,20

1,55

2,30

1,96

1,05

1,04

0,94

0,57

1,34

1,30

1,92

1,70

1,18

1,09

1,54

1,02

1,25

1,20

0,78

0,66

0,75

1,30

1,45

1,58

0,58

1,38

0,75

1,13

1,15

0,75

0,71

0,70

1,24

0,97

1,68

3,30

1,57

2,97

1,73

1,08

0,80

0,80

0,55

1,27

1,28

1,23

1,80

1,34

1,03

1,50

1,13

1,28

1,36

NP

NP

1,22

1,00

1,57

1,68

0,55

1,40

0,89

1,06

1,11

0,97

0,92

0,72

1,11

0,95

2,15

2,80

1,55

2,97

1,85

1,33

0,94

0,93

0,77

1,46

1,36

1,44

1,84

1,39

1,03

1,27

1,31

1,21

1,54

1,06

1,07

0,96

0,69

1,68

1,30

0,42

1,48

0,86

1,08

1,16

0,95

0,90

0,85

1,03

0,91

2,15

2,68

1,48

2,97

1,85

1,38

0,92

0,92

0,73

1,46

1,39

1,50

1,88

1,39

1,00

1,35

1,33

1,20

1,54

1,06

1,04

0,97

0,69

1,68

1,24

0,40

1,50

0,86

1,11

1,16

0,98

0,93

1,05

1,07

0,92

0,00%

-4,29%

-4,52%

0,00%

0,00%

3,76%

-2,13%

-1,08%

-5,19%

0,00%

2,21%

4,17%

2,17%

0,00%

-2,91%

6,30%

1,53%

-0,83%

0,00%

0,00%

-2,80%

1,04%

0,00%

0,00%

-4,62%

-4,76%

1,35%

0,00%

2,78%

0,00%

3,16%

3,33%

23,53%

3,88%

1,10%

3,92%

0,00%

27,98%

-18,79%

-5,73%

0,00%

6,94%

27,78%

15,00%

15,00%

32,73%

14,96%

8,59%

21,95%

4,44%

3,73%

-2,91%

-10,00%

17,70%

-6,25%

13,24%

N.P.

N.P.

-20,49%

-31,00%

7,01%

-26,19%

-27,27%

7,14%

-3,37%

4,72%

4,50%

1,03%

1,09%

45,83%

-3,60%

-3,16%

6,44%

21,82%

-4,52%

29,13%

-5,61%

31,43%

-11,54%

-2,13%

28,07%

8,96%

6,92%

-21,88%

10,59%

17,80%

-8,26%

-12,34%

30,39%

-4,00%

28,33%

35,90%

57,58%

29,33%

-46,92%

15,86%

-21,52%

-31,03%

8,70%

14,67%

-1,77%

0,87%

30,67%

30,99%

50,00%

-13,71%

-5,15%

-12,40%

2,38%

37,44%

12,12%

48,50%

50,41%

72,50%

31,43%

46,03%

121,21%

35,19%

43,30%

12,78%

46,87%

24,11%

33,33%

22,73%

66,25%

36,36%

71,11%

68,25%

100,00%

59,02%

27,78%

60,00%

61,04%

-20,00%

22,95%

22,86%

32,14%

34,88%

68,97%

69,09%

12,90%

28,92%

17,95%

30,86%

2,91%

-25,09%

37,44%

9,63%

23,75%

35,04%

130,00%

37,31%

67,27%

97,30%

31,53%

27,52%

36,36%

17,50%

-4,14%

28,21%

19,47%

82,19%

22,45%

81,18%

96,30%

147,62%

51,56%

35,29%

-5,62%

26,53%

-6,98%

6,38%

22,86%

7,77%

13,73%

53,12%

60,34%

36,36%

0,94%

12,20%

-20,37%

34,00%

6,47%

14,23%

9,47%

40,82%

-15,60%

-18,58%

-39,17%

14,96%

43,30%

15,38%

14,63%

-12,58%

4,17%

35,00%

35,71%

20,00%

81,18%

45,21%

67,74%

34,72%

35,29%

46,09%

21,57%

-18,37%

5,63%

30,30%

-2,63%

5,45%

34,25%

40,91%

56,72%

-9,32%

4,55%

-7,02%

-10,79%

34,00%

-7,50%

10,00%

42,31%

20,00%

1,10%

15,00%

58,70%

8,96%

26,36%

-11,76%

5,62%

-7,33%

53,85%

58,82%

37,11%

50,00%

65,59%

49,30%

82,46%

46,97%

27,78%

33,33%

36,26%

-21,57%

23,97%

32,31%

-3,48%

2,65%

42,03%

57,63%

40,00%

-3,60%

-3,16%

-3,64%

10,26%

41,05%

17,46%

4,21%

60,87%

58,62%

43,75%

26,03%

58,70%

16,80%

2,96%

25,00%

10,59%

13,93%

51,52%

73,08%

43,01%

48,15%

63,83%

51,43%

85,71%

46,97%

35,29%

29,23%

33,33%

-21,57%

17,19%

32,31%

48,00%

46,84%

50,77%

55,00%

56,72%

16,30%

6,98%

17,78%

DIFFERENZE IN % CON PERIODI PRECEDENTI MAR/13 MAR/13 MAR/13 MAR/13 MAR/13 MAR/13 MAR/13 MAR/13 GEN/13 GEN/12 GEN/11 GEN/10 GEN/09 GEN/08 GEN/07 GEN/06

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it

2,00

1,60

2,70

1,30

1,15

0,91

0,80

0,46

1,34

1,10

1,70

0,65

0,85

0,78

0,66

0,97

Olio di soia

0,93

Anidride ftalica scaglie

0,80

0,93

0,71

0,57

0,66

1,21

Olio di ricino

0,94

0,81

Acidi grassi tallolio

Acidi grassi soia

MATERIE PRIME PER RESINE

0,56

Toluene

0,54

0,51

1,30

0,66

1,26

0,93

MEK (Metiletilchetone)

MIBK (Metilisobutilchetone)

Percloroetilene (tetracloroetilene)

0,91

0,51

Cloruro di Metilene

Solvente nafta petrolio (Tipo leggero)

0,51

1,28

Butilglicole Acetato

1,15

0,65

0,75

1,13

0,69

0,65

0,79

Alcool etilico

0,65

Acquaragia min.dearomat.

Alcool butilico

0,59

0,75

1,11

0,95

1,10

GEN.07

Alcool isobutilico

0,67

0,60

Acetato isobutile

Acquaragia min.

0,92

Acetato etile

Acetone

0,90

0,86

Acetato butile

SOLVENTI

GEN.06

Prezzi

Va-


0,34 0,70

0,52 0,46

0,72

0,54

0,53

0,57

0,67

0,62

0,62

0,85

0,00

0,96

1,24

0,56

0,51

0,54

Acetato isobutile

Acquaragia min.

Acquaragia min.dearomat.

Alcool butilico

Alcool isobutilico

Alcool etilico

Butilglicole

Cloruro di Metilene

MEK

MIBK

Toluolo

Xilolo

0,70

1,29

1,01

0,48

1,29

1,50

Olio di ricino

Olio di soia

Pentaeritrite

Trimetilolpropano

Stirolo monomero

0,86

2,30

1,16

2,27

2,30

Ftalato di isononile

Nitrocellulosa con alcool isopropilico

Stearato di zinco

Titanio Biossido rutilo

T.D.I.

VARIE

0,65

0,89

Glicole dietilenico

1,42

1,65

0,62

Glicerina distillata

Glicole monoetilenico

1,14

1,19

Anidride maleica fusa

2,35

2,27

1,16

2,30

0,76

0,81

0,60

0,60

1,29

1,32

1,24

Acido fumarico

1,29

1,50

0,90

0,65

Acido adipico

MATERIE PRIME PER POLIESTERI

0,46

0,73

Anidride ftalica

0,70 0,70

0,70

0,70

Acidi grassi tallolio

Acidi grassi soia

MATERIE PRIME PER RESINE

0,46

0,45

2,12

1,95

1,24

2,30

0,75

0,50

0,44

0,44

0,89

0,85

0,90

1,11

1,20

1,22

0,57

0,82

0,55

0,75

0,72

0,36

0,37

0,46

0,34

2,30

2,15

1,30

2,60

0,82

0,76

0,49

0,58

1,03

0,84

0,88

1,20

1,40

1,52

0,68

0,93

0,63

0,80

0,78

0,49

0,46

0,44

0,34 0,49

Percloroetilene (tetracloroetilene)

Solvente nafta petrolio (Tipo leggero)

0,83

0,44

0,77

0,63

0,60

0,64

0,44

0,40

0,63

1,02

0,77

0,70

0,53

0,58

0,36

0,32

0,47

0,58

0,75

0,72

GEN. 03

1,03

1,27

0,95

0,84

0,62

0,57

0,64

0,54

0,70

0,59

Acetone

0,87

0,72

0,58

GEN.02

0,88

0,70

GEN. 01

Acetato butile

GEN.00

Acetato etile

SOLVENTI

1,90

1,90

1,15

2,60

0,73

0,70

0,58

0,66

0,62

0,80

0,80

1,10

1,35

1,25

0,66

0,83

0,65

0,85

0,78

0,50

0,46

0,40

0,42

0,98

0,64

0,40

0,74

0,60

0,61

0,63

0,44

0,37

0,58

0,69

0,59

0,66

2,00

1,95

1,15

2,85

0,99

1,05

1,00

1,00

0,56

1,75

1,85

1,45

1,80

1,35

0,60

0,87

0,87

0,91

0,75

0,59

0,52

0,53

0,52

1,40

1,48

0,52

1,28

0,60

0,71

0,71

0,55

0,47

0,77

0,97

0,88

0,94

GEN.05

1,95

1,90

1,26

2,85

1,15

0,87

0,64

0,73

0,46

1,25

1,35

1,20

1,70

1,22

0,66

0,78

0,93

0,81

0,94

0,70

0,56

0,66

0,51

1,30

0,93

0,51

1,28

0,65

0,75

0,79

0,65

0,60

0,67

0,92

0,86

0,90

GEN.06

2,41

2,00

1,60

2,70

1,30

1,15

0,91

0,80

0,46

1,34

1,10

1,70

1,78

1,50

0,65

0,85

0,97

0,80

0,93

0,71

0,57

0,66

0,54

1,26

0,91

0,51

1,21

0,65

1,15

1,13

0,69

0,59

0,75

1,11

0,95

1,10

GEN.07

2,70

2,00

1,39

2,60

1,69

0,98

1,09

1,13

1,20

1,27

0,97

1,30

1,64

1,59

0,96

1,00

0,98

1,00

0,85

0,73

0,62

0,72

0,51

1,15

1,02

0,49

1,42

0,66

1,14

1,10

0,73

0,66

0,67

1,18

0,88

1,14

GEN.08

2,87

1,95

1,35

2,40

1,37

0,60

0,67

0,55

0,37

1,11

1,09

1,10

1,60

1,45

0,78

1,13

0,73

0,98

0,85

0,54

0,42

0,64

0,51

1,78

0,98

0,43

1,41

0,70

1,03

1,02

0,64

0,58

0,77

1,06

0,82

1,03

GEN.09

2,10

1,95

1,32

2,00

1,23

0,80

0,70

0,63

0,33

1,08

0,97

1,33

1,28

1,12

0,75

1,10

0,80

0,88

0,90

0,63

0,52

0,61

0,54

1,05

0,77

0,50

1,22

0,70

0,84

0,86

0,58

0,55

0,93

0,83

0,78

0,81

GEN.10

2,02

2,20

1,55

2,30

1,96

1,05

1,04

0,94

0,57

1,34

1,30

1,92

1,70

1,18

1,09

1,54

1,02

1,25

1,20

0,78

0,66

0,75

1,30

1,45

1,58

0,58

1,38

0,75

1,13

1,15

0,75

0,71

0,70

1,24

0,97

1,21

GEN.11

1,68

3,30

1,57

2,97

1,73

1,08

0,80

0,80

0,55

1,27

1,28

1,23

1,80

1,34

1,03

1,50

1,13

1,28

1,36

NP

NP

1,22

1,00

1,57

1,68

0,55

1,40

0,89

1,06

1,11

0,97

0,92

0,72

1,11

0,95

1,06

GEN.12

2,15

2,80

1,55

2,97

1,85

1,33

0,94

0,93

0,77

1,46

1,36

1,44

1,84

1,39

1,03

1,27

1,31

1,21

1,54

1,06

1,07

0,96

0,69

1,68

1,30

0,42

1,48

0,86

1,08

1,16

0,95

0,90

0,85

1,03

0,91

1,02

GEN.13

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it GEN.04

2,15

2,68

1,48

2,97

1,85

1,38

0,92

0,92

0,73

1,46

1,39

1,50

1,88

1,39

1,00

1,35

1,33

1,20

1,54

1,06

1,04

0,97

0,69

1,68

1,24

0,40

1,50

0,86

1,11

1,16

0,98

0,93

1,05

1,07

0,92

1,06

MAR.13

Prezzi

Varia-

L a tabella della

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  07


Vernici

I poliesteri, questi sconosciuti

Questa categoria di prodotti vernicianti viene utilizzata per molteplici scopi e richiede una conoscenza approfondita per essere applicata correttamente sui manufatti in legno Enzo Morandi – CE.R.TO. (Centro Ricerche Toscano)

08  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Vernici

I poliesteri sono una classe di polimeri di varia natura; se sono composti da molecole caratterizzate solo da legami singoli (C─C), vengono definiti poliesteri saturi e in questo caso sono termoplastici, per cui sono utilizzati ad esempio per la produzione delle bottiglie per l’acqua minerale (PET, polietilentereftalato), mentre se vengono filati possono essere utilizzati per la produzione di capi di abbigliamento. Se sono invece composti da molecole aventi doppi e tripli legami (C=C, C≡C), vengono definiti poliesteri insaturi e in questo caso sono termoindurenti, per cui sono utilizzati ad esempio per la produzione della vetroresina con la fibra di vetro per produrre scafi di barche, carrozzeria per auto ecc. I prodotti vernicianti a base di

poliesteri sono normalmente a due componenti, con un residuo secco variabile dall’85% al 98%. Sono costituiti da una parte A, fatta da una miscela di resina poliesteri, solvente (stirolo) e accelerante (ottanoato/ottoato di cobalto), e da una parte B che ha il catalizzatore (perossido) al posto dell’accelerante. I due prodotti A e B non devono mai essere miscelati in massa, ma applicati con macchine speciali (velatrici), in cui due teste regolabili lasciano cadere un velo ciascuna; quando il pezzo da verniciare, trascinato da un nastro, passa sotto queste teste, i due componenti si sovrappongono e si miscelano solo sul pezzo e polimerizzano. Quando questo prodotto verniciante si deve usare con pistole

manuali, si prepara una piccola parte di miscela per spruzzarla rapidamente, prima che cominci la reazione che la fa indurire anche in blocco.

In teoria, le vernici poliesteri dovrebbero essere esenti da solventi In teoria le vernici poliesteri dovrebbero essere esenti da solventi, in quanto lo stirolo presente nella miscela entra a far parte (quasi completamente) del reticolo del film.

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  09


Vernici

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it

CE.R.TO. - Centro Ricerche Toscano Il Centro Ricerche Toscano fa parte del progetto di laboratori integrati. Le varie strutture sono in grado di erogare in modo sinergico i propri servizi, integrando vicendevolmente competenze, qualifiche ed esperienze.

Questa collaborazione tra laboratori, enti ed associazioni di categoria ha lo scopo di offrire alle imprese un'assistenza completa e un sistema di certezze sui temi della qualità, della sicurezza e dell'ambiente. Il laboratorio è dotato di apparecchiature e

10  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Vernici

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it

Tuttavia il residuo secco non è mai del 100%, perché durante il processo di catalisi/polimerizzazione, una parte di stirolo riesce ad evaporare, insieme ai pochi solventi contenuti nell’accelerante e nel catalizzatore. Il processo di polimerizzazione del film è costituito da due fasi, la prima di gelificazione e la seconda di

indurimento. Durante il processo di gelificazione il composto catalizzato passa dallo stato liquido a quello di gel, con un tempo di transizione da uno stato all’altro che dipende dalle quantità di accelerante e catalizzatore presenti e dalla temperatura del prodotto, del supporto e dell’ambiente, che

non deve mai essere inferiore ai 18° C, altrimenti non può iniziare il processo di polimerizzazione Durante questo processo l’aumento di temperatura del prodotto verniciante è considerevole. Il tempo di gelificazione è opportuno che sia il più possibile intorno ai 20 minuti. Durante la fase d’indurimento si

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  11


Emissioni

Impianti di combustione per scarti di legno (parte III)

Controllo tecnico-analitico delle emissioni prodotte e raffronto con il quadro normativo di settore A cura di: Provincia di Treviso - Arpav

12  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Emissioni

PRINCIPALI SISTEMI DI ABBATTIMENTO DEI FUMI DI COMBUSTIONE Negli impianti termici della tipologia esaminata nel presente lavoro, il rispetto dei limiti di legge impone l’adozione di idonee tecnologie di abbattimento degli inquinanti prodotti nel processo di combustione, con particolare riferimento al materiale particellare contenuto nei fumi. Accanto ai sistemi di depolverazione, in qualche caso possono essere presenti sezioni dedicate al contenimento degli ossidi di azoto emessi, mentre, relativamente al CO, si opera esclusivamente mediante la regolazione delle condizioni in camera di combustione, e quindi, principalmente, dei flussi di aria primaria e/o secondaria, rispetto al combustibile alimentato. Di seguito si riporta una breve presentazione delle tecnologie di abbattimento usualmente installate nelle unità termiche dedicate al recupero energetico da scarti legnosi. ABBATTIMENTO FUMI E POLVERI A seguito della combustione, parte della cenere rimane sulla griglia, mentre una parte quantitativamente non trascurabile viene trascinata dai gas di combustione; le polveri più fini si formano, per la maggior parte, successivamente, per effetto di reazioni chimiche. Le ceneri volanti grossolane sono caratterizzate da un diametro da 200 a 500 micron, con composizione chimica simile a quella delle ceneri del letto. L’aerosol fine è generato dalla condensazione delle specie inorganiche, essenzialmente metalli alcalini ed alcuni composti di metalli pesanti, che possono anche condensare sulla superficie delle particelle grossolane. I principali sistemi dedicati all’abbattimento delle polveri sono: cicloni, elettrofiltri (o precipitatori elet-

trostatici), filtri a maniche. Nei depolveratori a ciclone le particelle vengono dirette per effetto inerziale verso le pareti, dove si agglomerano e vengono a cadere nella tramoggia posta alla base del ciclone. Si tende a realizzare batterie formate da più cicloni posti in parallelo, o gruppi di cicloni posti in serie. Questa tecnologia non consente di captare particelle di diametro inferiore ai 5-10 micron, lasciando così passare la maggior parte dei metalli pesanti condensati sulle

elettrica. Le polveri cariche vengono quindi attirate verso gli elettrodi, dove sono trattenute e successivamente rimosse. Il sistema a filtri elettrostatici è costituito principalmente dai seguenti componenti: gruppo di alimentazione, per generale i livelli di tensione richiesti (dai 30 ai 100kV), costituito da un trasformatore e da un raddrizzatore; elettrodi di raccolta, a forma di piastre o tubolari; elettrodi di scarica o di emissio-

particelle di diametro inferiore. Gli elettrofiltri sono sistemi di depurazione che permettono la separazione di particolato, sia solido che liquido, dal flusso di gas. Il sistema realizza la separazione delle particelle contaminanti sfruttando la differenza di potenziale indotta tra due elettrodi, attraverso i quali viene fatto fluire il gas contaminato. Il flusso di gas viene ionizzato e gli ioni, tendendo a spostarsi verso gli elettrodi di raccolta, entrano in collisione con le particelle in sospensione, cedendo loro una carica

ne, posizionati parallelamente a quelli di raccolta, generalmente a sezione circolare, quadrata o a stella; dispositivo per la pulizia periodica degli elettrodi di raccolta, che può essere a secco o ad umido; strutture di alloggiamento degli elettrodi e di distribuzione dei flussi di gas in ingresso e uscita; contenitori per la raccolta delle polveri (o dei fanghi nel caso del sistema ad umido). I filtri elettrostatici sono caratterizzati da un'elevata efficienza di

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  13


Emissioni

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it

14  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Emissioni

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  15


Vernici

La copertura

Pubblichiamo un articolo che riguarda la verniciatura del metallo, i cui contenuti sono interessanti anche per il nostro settore, in cui gli spessori applicati sono sono molto più alti e i prodotti con un "fuori polvere" più lento. Le miscele organico/ inorganico descritte in questo articolo sono "pericolose" anche nella verniciatura del legno, a causa della differenza di peso specifico e grado di sospensione/precipitazione, che spesso, quando si vuol chiudere il poro del legno, specialmente con prodotti poliesteri, provocano marezzature e bassa resistenza alla luce, che rendono sconsigliabile l'utilizzo di alcuni colori. A cura di Carlo Rigolin – Franchi & Kim 16  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Vernici

PREMESSA Continua la rubrica di approfondimento dei parametri che consentono agli utilizzatori di scegliere con cognizione di causa i prodotti vernicianti di uso comune. L’obbiettivo rientra nella filosofia comunicativa di Franchi&Kim, che si basa sul confronto con il mercato in modo trasparente e corretto, offrendo chiari ed utili strumenti di valutazione agli operatori del settore LA FUNZIONE DELLE VERNICI Secondo una vecchia e nota definizione, un prodotto verniciante è “...una sostanza liquida che, stesa su una superficie in uno o più strati, essiccando, forma una pellicola che, aderendo alla superficie stessa, svolge un’azione protettiva nei confronti del manufatto e ne muta l’aspetto.” Quindi le vernici (o meglio, i prodotti vernicianti) che, d’ora in avanti, per comodità, indicheremo con la sigla p.v., hanno la funzione di proteggere e decorare i supporti su cui vengono applicati. Per decorare un oggetto, andando quindi di fatto a mutarne l’aspetto, un p.v. deve essere in grado di nasconderne la superficie. Questo avviene sia a livello di aspetto strutturale, in quanto i p.v. possono essere lisci, bucciati, lucidi, opachi ecc., sia a livello cromatico, in quanto vanno a cambiare il colore del manufatto verniciato. In questo articolo, parliamo di una caratteristica importante: la copertura (o potere coprente), cioè la capacità di una vernice di nascondere, mascherare lo strato sottostante. Le sostanze in grado di fornire queste caratteristiche, sono i pigmenti. Per meglio comprendere quanto andremo ad esporre, vediamo brevemente come sono composte le vernici. Nelle formulazioni (o ricette) di tutti i p.v. sono contenuti i seguenti componenti: • leganti (o resine) • pigmenti • solventi (o sostanze volatili, non nelle vernici solide o in polvere) • cariche • additivi. Banalizzando, possiamo pensare che produrre una vernice sia come fare un dolce in casa: • le uova sono il legante; • farina e zucchero rappresentano cariche e pigmenti; • l’acqua e il latte rappresentano i solventi che regolano la viscosità dell’impasto; • gli additivi rappresentano la scorza di limone, il cacao, la vaniglia, il cucchiaio di caffè o liquore, cioè quelle sostanze che, in piccole quantità, mutano fortemente il “gusto”. In fase di essiccazione, cioè quando il p.v. passa dalla fase liquida (come fornito) alla fase solida (pellicola), avviene l’evaporazione della frazione volatile (solventi, acqua) e resta la parte solida, composta dalla parte secca dei leganti, dalle cariche e dai pigmenti. Sia il secco delle resine che i pigmenti, sono relativamente poco coprenti, semitrasparenti, per cui, la capacità di coprire è data in maniera preponderante dai pigmenti.

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  17


Vernici

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it

I

PIGMENTI I pigmenti sono particelle solide, insolubili nei solventi, con dimensioni che, generalmente vanno da 0,3 a 10 microns. Essere insolubili nei solventi, li differenzia dai coloranti, sostanze caratterizzate da elevato potere tinteggiante, ma generalmente con scarsa copertura, tant'è che non vengono utilizzati nelle comuni vernici. Oggi, quasi tutti i pigmenti impiegati nella fabbricazione dei p.v. sono sintetici, ossia non di origine naturale, ma fabbricati industrialmente. La funzione di un pigmento all’interno di una pittura, può essere: • ottica, che definisce colore e potere coprente, cioè la capacità di mascherare il colore o l’aspetto del supporto sul quale viene applicato il p.v.; • protettiva, con cui si intende la caratteristica del pigmento di opporsi al degrado del supporto, come per 18  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Vernici

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it

Fig. 2 - Confronto tra due p.v. formulati con un ossido di ferro giallo e con un giallo organico esente da metalli pesanti, applicati su cartoncino a con-

Giallo ossido

Giallo limone Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  19


Vernici

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it

esempio la corrosione dei metalli (minio di piombo, cromato di zinco, oggi sostituiti da pigmenti meno dannosi per la salute e per l’ambiente come il fosfato di zinco), oppure di opporsi all’aggressione da parte di agenti atmosferici in grado di aggredire il supporto, come i raggi UV del sole; • speciale, che derfinisce in genere pigmenti che danno effetti particolari, come i metallizzati, i micacei, i perlescenti, utilizzati prevalentemente nelle vernici per autovetture o per arredamento. In base alla loro provenienza e natura chimica, i pigmenti si dividono nelle seguenti categorie: • di origine naturale (poco utilizzati nei p.v.); • sintetici organici; • sintetici inorganici. I pigmenti inorganici, grazie a buone proprietà generali, come facilità di impiego e costo contenuto, sono am20  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Vernici

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it

Tab. 3 Confronto del costo di alcune paste concentrate a base di pigmenti, con e senza Piombo

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  21


Vernici

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it

piamente utilizzati. Il più usato è il Biossido di Titanio, di colore bianco (esistente in due differenti tipologie per struttura cristallina: l’anatasio ed il rutilo), che ha ampiamente sostituito vecchi pigmenti come il litopone (composto da solfato di bario e solfuro di zinco) e l’ossido di zinco (scarso potere colorante e coprente ed una certa tendenza a reagire con i leganti di natura alchidica). (*) Si tenga conto che il fattore di conversione è circa 10-15, per cui l’esposizione di 1.000 ore allo Xenotest corrisponde, indicativamente, a 10-15.000 ore di esposizione all’esterno, quindi circa 18-24 mesi. Tab. 4 - Risultati dei test di tenuta, ottenuti sottoponendo allo Xenotest un p.v. (smalto poliuretanico industriale) formulato con una serie di pigmenti, utilizzati da Franchi & Kim, con e senza Piombo, a confronto con analoghi p.v. reperibili sul mercato 22  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Vernici

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it

Malgrado abbia un migliore punto di bianco, l’anatasio è poco impiegato per la sua minore resistenza all’esterno. Un altro gruppo molto utilizzato comprende gli ossidi e gli idrossidi di ferro nei colori giallo, rosso, bruno e nero, caratterizzati da buona resistenza alla luce, ai solventi e agli agenti atmosferici. Il verde è l’ossido di cromo, mentre per i blu abbiamo il cosiddetto blu oltremare (solfo-silicato complesso di alluminio e sodio) e il blu di Prussia (o blu ferro) formato da ferrocianuri di ferro e potassio. Oltre all’ossido di ferro nero, si utilizza anche il nerofumo, ottenuto raccogliendo il fumo proveniente dalla combustione del metano o dall’acetilene. Catalogati tra i pigmenti inorganici esiste una gamma di prodotti di cui le normative in atto stanno limitando (o addirittura vietando) l’impiego, a causa della loro tossicità e nocività. Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  23


Vernici

Per abbonarti a Professione verniciatore del legno vai su www.woodfinishing.it

24  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  25


Block Notes

Per ricevere ulteriori informazioni sugli articoli di questa rubrica scrivere a:

info@finishing.it indicando il relativo numero di pagina

Notizie dalle aziende La gallina quando ha fatto l’uovo canta, l’anatra no. Per questo la gente nei negozi chiede le uova di gallina e non quelle di anatra. Non sappiamo se il vero motivo del successo delle uova di gallina sia dovuto agli schiamazzi che accompagnano la loro deposizione, ma certamente la metafora sintetizza con chiarezza l’importanza di far conoscere al mercato i propri progetti, i propri prodotti e le proprie iniziative. Molti ottimi imprenditori passano la vita a cercare di realizzare ottimi prodotti, migliori della concorrenza e con prezzi inferiori, per poi accorgersi che il concorrente, che fa prodotti peggiori, vende di più solo perché grida (comunica) di più e meglio: proprio come la gallina della citazione. Per comunicare con efficacia è necessario definire:

1. a chi si rivolgono i messaggi (definizione e scelta dei clienti); 2. che cosa si vuol comunicare (definizione e scelta del contenuto della comunicazione); 3. in che modo si vuole comunicare (definizione e scelta della forma di comunicazione); 4. quando comunicare (definizione e scelta della frequenza di comunicazione); 5. dove comunicare (definizione e scelta dei mezzi attraverso i quali comunicare). La nostra rivista consente di affrontare queste scelte in modo professionale e questa rubrica è a disposizione delle aziende che vogliono utilizzare uno strumento efficace, che consente di presentare prodotti e servizi in modo mirato per essere costantemente informati sull’evoluzione tecnologica del

26  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013

settore. La nostra filosofia editoriale si fonda sulla chiara e trasparente distinzione tra informazione e pubblicità, per cui ogni articolo riporta la fonte aziendale che lo ha ideato e realizzato, affinchè i lettori possano distinguere i contenuti e le forme della comunicazione.

• Verinlegno

In questo numero :

• Vefim • Adler • Ligna • Sherwin - Williams Italy s.r.l. • Tama • Cefla


Block Notes

E’ SEMPRE PIÙ L’EXPORT IL FUTURO DELLA VERINLEGNO Si è chiusa con un bilancio positivo la due giorni “Incontrarsi per crescere”, organizzata con la propria rete di vendita dall’azienda attiva dal 1975 a Massa e Cozzile (PT), leader nel campo delle vernici per legno. La necessità di avere uno sguardo sempre più rivolto all’estero è emersa con chiarezza nelle due giornate di lavoro, che si sono svolte presso la sede di Verinlegno il 7 febbraio, mentre il giorno successivo gli operatori, oltre un centinaio di partecipanti, si sono spostati all’Hotel Croce di Malta di Montecatini. Le sessioni tecniche svoltesi all’interno dei tre laboratori interni a Verinlegno hanno riguardato i seguenti argomenti: • applicazione dimostrativa dei nuovi prodotti; • proprietà dei prodotti vernicianti e analisi e interpretazione dei loro difetti; • panoramica formulativa ed applicativa sui coloranti, con uno specifico approfondimento sugli ampliamenti, le modifiche e le semplificazioni che consentono di lavorare con il sistema tintometrico online.

La manifestazione ha evidenziato quanto il futuro della Verinlegno sia rappresentato dall’export, soprattutto dall’estremo oriente; i dati dello scorso anno dicono infatti che l’azienda è cresciuta nei mercati esteri, ad eccezione di quello russo, che ha accusato un calo valutabile attorno al 15%, anche se resta di gran lunga il più importante. Sul mercato della Cisgiordania/Palestina l’incremento ha superato il 50%, mentre molto bene sono andati quello indiano (dove esiste anche un accordo tecnologico-produttivo) e quello polacco. Nonostante la crisi, il mercato italiano resta basilare. “La tradizione e la leadership nella qualità e nel design del mobile italiano - ha sottolineato Marco Cecchini, export manager - rappresenta e rappresenterà sempre il laboratorio delle idee che poi si propagherà a livello internazionale”. Sotto il profilo finanziario il 2012 si è chiuso con un risultato praticamente uguale al 2011. “Il risultato deriva da una perdita del mercato Italia di circa € 700.000 euro – ha spiegato Stefano Fiaschi,

Da sinistra a destra, Claudio Lelli, Antonio Bartoli, Piero Marchetti, Sante Zandò Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  27


Block Notes

direttore commerciale - recuperati totalmente dalle maggiori vendite sul mercato estero; si tratta di una situazione comune a tutto il settore vernici e siamo abbastanza soddisfatti di questo risultato, perché siamo riusciti ad arginare in parte il risultato negativo registrato su scala nazionale”. “Nel 2013 manterremo alto il contatto continuo con la nostra clientela e lo standard qualitativo dei nostri prodotti – ha sottolineato il direttore tecnico, Gioele Melchionda - migliorandolo ove possibile, anche con l’ausilio di nuove tecnologie formulative e di perfezio-

namenti impiantistici; in particolare affronteremo lo studio di prodotti innovativi, come il nuovo sistema tintometrico all’acqua e prodotti con performance di resistenza elevatissime”. Le premesse per un buon risultato sul piano delle vendite nel 2013 ci sono tutte: una folta e preparata squadra di agenti, una casa madre in continua crescita, una gamma di prodotti costantemente aggiornata alle nuove esigenze di mercato, un personale tecnico altamente specializzato anche nell’assistenza sul campo e un’assistenza commerciale in grado di dare una supporto concreto e immediato”. Sante Zandò, moderatore della giornata, confermando la spinta all’internazionalizzazione, ha sottolineato che questi eccellenti risultati sono da attribuire allo”spirito della Verinlegno” cioè alla sua capacità di adeguare la proposta di vendita alle esigenze, sempre in continua evoluzione, del mercato in cui opera. Il mercato italiano versa in un serio stato di disagio e Claudio Lelli ha analizzato gli aspetti finanziari dell’attuale congiuntura economica, illustrando l’andamento negativo che caratterizza tutte le regioni italiane, confermato da una recente analisi della Banca d’Italia (“Economie regionali”, Roma, dicembre 2012 n. 45), in

28  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Block Notes

cui si spiega che l’economia è soffocata dalla ingente riduzione generalizzata dei prestiti bancari, in atto ormai da oltre due anni. D’altronde le aziende attive non possono contare sull’azione degli organismi statali, che hanno sviluppato solo iniziative a sostegno (forse anche doveroso) delle aziende in crisi Certamente sono necessarie le leggi speciali che consentono di affrontare i problemi creati dall’eccesso di indebitamento, o per introdurre procedure concorsuali agevolate, ma alle aziende “creditrici” chi ci pensa? L’unica soluzione, secondo Lelli, è quella di alzare la soglia di attenzione sulla situazione dei clienti, sul loro equilibrio finanziario, sui loro conti e fermarsi ai primi segnali negativi…con l’inevitabile conseguenza di frenare ancor più le vendite in Italia. Comunque Verinlegno continuerà la sua azione di sviluppo del “know how” aziendale, con la passione che ha sempre contraddistinto la sua attività e infatti nel 2012, un anno particolarmente difficile dal punto di vista finanziario, l’azienda ha scelto di investire in strutture per potenziare il servizio al cliente: un nuovo laboratorio prove, una zona applicativa completa-

mente ristrutturata, nuovi macchinari per la formulazione dei prodotti UV all’acqua e una ristrutturazione delle linee produttive.

Fonte: Verinlegno Per ulteriori informazioni scrivere a: info@finishing.it

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  29


Block Notes

VEFIM: DAL 1984 PASSIONE PER L’ARIA Nonostante i 30 anni di attività nel settore della filtrazione industriale, 4 sedi in Italia, 2 magazzini merci, 2 uffici spedizioni, più di 16.000 prodotti e oltre 3000 clienti tra Italia e estero, Vefim guarda ancora al futuro, spingendo la soglia delle ambizioni un passo più avanti. “Qui in Vefim – ha affermato Walter Cipolla, direttore generale dell’azienda - i nostri collaboratori convivono sia con una lunga tradizione imprenditoriale, sia con uno spirito aziendale che guarda al futuro. Una tradizione che eredita le conoscenze tra le mura familiari, visto che già il padre dell’attuale presidente del consiglio di amministrazione in Vefim, Gianfilippo Abrescia, ingegnere, era esso stesso imprenditore nel settore delle cabine di verniciatura. Per questo motivo parliamo di una “passione” che intercorre in più generazioni. Per nostra natura però, parlare di passato non ha senso. Gli investimenti effettuati negli anni sono il simbolo della nostra voglia di non fermarci. Oggi siamo presenti capillarmente sull’intero territorio nazionale ed esportiamo in oltre 50 paesi esteri. Siamo produttori affermati nel campo della filtrazione industriale, ma siamo conosciuti anche per la commercializzazione di alcuni marchi noti nel settore. Nel 1998 abbiamo costituito il Gruppo Italiano Filtrazione Industriale (G.I.F.I.), per rispondere meglio alle esigenze di una filtrazione a 360° e oggi possiamo infatti offrire una gamma completa di prodotti per la filtrazione: medie filtranti di ogni genere, ricambi per cabine di verniciatura, filtri inerziali, maniche filtranti, cartucce filtranti, sacchi stellari, celle filtranti, controtelai, filtri a tasche, filtri assoluti e ad alta efficienza, carboni attivi, celle e cartucce a carboni attivi, celle per alte temperature, separatori di gocce, pacchi lamellari, corpi di riempimento, filtri per liquidi, cartucce in filo avvolto, pannelli di umidificazione, sacchi drenaggio fanghi e una serie di strumenti per il controllo degli impianti. Parliamo di prodotti che entrano in tutti i settori industriali produttivi: alberghiero, alimentare e agrochimico, cantieristica, carrozzeria, cartario, caseario, ceramico, chimico, conciario, enologico, farmaceutico, ferrotranviario, tessile, trattamento aria, trattamento superfici, vetrario e ovviamente anche nel settore del legno”. Cosa offre Vefim per il settore Legno? “Il settore legno – ha spiegato Nicolas Turner, direttore commerciale - è sempre stato di primaria importanza in Vefim. Ci stiamo muovendo bene e i nostri clienti rinnovano di anno in anno la loro fiducia e per questo li ringraziamo. Collaboriamo a stretto contatto con Andreae® Team, azienda leader nella produzione

di filtri inerziali, che ci ha portato ad avere esclusive per il mercato italiano. I filtri Andreae® non hanno bisogno di presentazioni: dal 1963 il brevetto di Erhard Andreae ha fatto scuola e da 50 anni rimane il più imitato per queste applicazioni. Consigliamo sempre di fare affidamento sulla qualità del prodotto che si acquista, sia perché la buona efficienza di un filtro porta ad un risparmio sui costi energetici, sia perché la grande capacità di accumulo allunga la vita utile del prodotto e ci porta ad un cambio meno frequente dei sistemi filtranti. I vantaggi che il sistema inerziale Andreae® offre rispetto ai tradizionali filtri arresta vernice sono: alta capacità di accumulo, basse perdite di carico (soprattutto costanti anche durante il progressivo intasamento del filtro), uniformità del flusso dell’aria nella cabina e alta efficienza di arresto dell’over-spray. La loro struttura a fisarmonica riduce drasticamente il volume e ciò si esplica in una forte riduzione dei costi di trasporto, specialmente se confrontati con quelli dei filtri in carta multistrato. Da sempre proponiamo, per questo settore, tutti i filtri di cui necessita questo tipo di lavorazione, ma vediamo come ultimamente ci sia una forte richiesta per le maniche filtranti con anelli. Rispetto alle tradizionali maniche con “snap-ring” e fondello, questo tipo di manica ha dei vantaggi. Innanzitutto non ha bisogno di un cestello dove collocarla; questo si traduce in un costo complessivo inferiore ed evita di tenere a magazzino una scorta di cestelli, quindi risorse inutilizzate. Le installazioni per la manutenzione sono più rapide, poiché si opera dall’interno dell’impianto, senza l’obbligo di smontare gli ugelli per la pulizia e il lavaggio delle maniche. Il trasporto è più agevole per-

30  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Block Notes

ché, grazie agli anelli, diventano ripiegabili e in più c’è la possibilità di posizionare il depolveratore anche in luoghi dove c’è poco spazio nella parte superiore.” Oltre che per i prodotti, quale è il fattore più apprezzato dai clienti Vefim? “Nei molti anni di attività – ha proseguito Turner - Vefim ha sviluppato una logistica multi localizzata, che offre migliaia di spedizioni in un anno, consegne rapide e pochissimi errori di consegna; i nostri magazzini infatti sono concepiti secondo i più moderni concetti di logistica, per consentire di avere la massima affidabilità nelle consegne. Questi risultati sono stati ottenuti attraverso un monitoraggio della gamma di prodotti in pronta consegna, dati statistici sempre aggiornati e un costante scambio di informazioni tra i vari reparti. Abbiamo aperto, nel 2010, un nuovo deposito a Cossato, in provincia di Biella, per servire meglio i nostri clienti delle regioni vicine. Possiamo inoltre spedire la merce direttamente dalle nostre consociate del Gruppo Italiano Filtrazione Industriale, consentendo una sensibile riduzione dei tempi e dei costi di trasporto, offrendo imballi personalizzati, etichettatura, timbratura e soluzioni personalizzate. Ad ogni partenza di materiale il cliente viene avvisato mediante un invio automatico della copia del DDT direttamente sulla propria mail.” I servizi al cliente Vefim è conosciuta per la velocità delle risposte al cliente, sia in fase di offerta che di ordine. Abbiamo funzionari dell’ufficio commerciale, agenti di zona e collaboratori degli uffici tecnici del Gruppo Italiano Filtrazione Industriale che sono sempre a disposizione per trovare la risposta adatta alle specifiche esigenze, siano esse di carattere tecnico, commerciale o altro. Possiamo inoltre effettuare servizio e supporto alle manutenzioni, con scadenze programmate. Da sempre siamo convinti che soltanto chi ha un’adeguata preparazione può operare con successo in un mercato più esigente e competitivo. Vefim mette a disposizione persone e strutture per seminari e meeting di aggiornamento ai clienti. Possiamo effettuare, per i nostri clienti, un sopralluogo per tracciare una mappatura dei diversi sistemi di filtrazione presenti in azienda, al fine di realizzare uno schema grafico che renda facile, a chi si occupa della manutenzione, l’individuazione di quale dispositivo filtrante usare in un certo impianto e in un determinato reparto o zona.” Il Gruppo Italiano Filtrazione Industriale Il Gruppo è stato costituito nel 1998 e nasce dal desiderio di concentrare le esperienze che ogni singola azienda del Gruppo ha potuto acquisire affrontando, nei molti anni di attività, le molteplici e complesse

problematiche della filtrazione industriale. Questa sinergia consente di fornire agli utilizzatori, oltre alla consulenza tecnica quando richiesta, un vasto assortimento di elementi filtranti che soltanto le aziende produttrici possono praticare. Inoltre, questa combinazione produttiva permette di realizzare anche prodotti particolari in tempi molto rapidi e in quantità illimitate. Quando fu costituito, l’obiettivo era quella di offrire una gamma completa di prodotti progettati e costruiti sulla base di questo prezioso bagaglio di professionalità; oggi si può affermare che questo ambizioso obiettivo è stato sicuramente raggiunto e che il G.I.F.I. è l’esempio concreto del famoso slogan “fare squadra” di cui tanto si parla, ma che molto raramente si concretizza. Fonte: Vefim Per ulteriori informazioni scrivere a: info@finishing.it

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  31


Block Notes

PROTOR FINISH PEARL E PROTOR FINISH STRUTTURATO: L’ELEGANZA CHE NON TRASCURA LA FUNZIONALITÀ A conferma del vasto successo ottenuto dal ciclo specifico per portoncini d’ingresso “Protor”, in tonalità mordenzate e laccate, la Adler ha sviluppato un nuovo prodotto, al fine di soddisfare quelle che erano le richieste di molti dei propri clienti. Si tratta di un’ evoluzione “estetica” del prodotto originario, in grado di raggiungere i più moderni effetti madreperlacei metallizzati o goffrati, che il mercato moderno richiede sempre più spesso. Il compito non è stato semplice, dal momento che per raggiungere l’effetto metallizzato non si poteva, per ragioni chimiche, utilizzare un pigmento metallico standard; i laboratori Adler hanno così trovato una soluzione per creare un effetto ancora più interessante rispetto alla normale metallizzazione: il madreperlaceo. L’effetto finale che ne risulta, è di sicuro effetto e ben si sposa con le architetture moderne ed innovative. L’effetto metallizzato madreperlaceo non modifica

assolutamente le proverbiali capacità di resistenza chimica, meccanica e agli agenti atmosferici che la versione laccata possiede. Le modalità applicative non cambiano, così come non cambiano le tempistiche di lavorazione. Riguardo a questo punto è degno di nota lo sforzo dei laboratori Adler nel risolvere le problematiche legate proprio alle modalità di applicazione con attrezzature airless. Così come il Protor classico veniva e viene tutt’ora applicato non solo mediante attrezzature airmix, ma anche airless, allo stesso modo si sarebbe dovuto poter applicare anche Protor Finish Pearl. Dopo non poche ricerche si è arrivati al risultato che si cercava: l’applicazione sui medesimi impianti manuali e industriali, senza alcuna modifica ulteriore. La formulazione delle colorazioni madreperlacee avviene secondo la classica procedura della base pigmentabile, che contiene già l’effetto metallizzato argenteo, che viene poi tintometrata a seconda della

Fonte: Oikos

32  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Block Notes

richiesta. Tutto rimane invariato, tranne l’innovativo aspetto estetico. Il risultato che si ottiene con questo nuovo prodotto farà sicuramente gola non solo agli usuali utilizzatori di Protor, ma anche e soprattutto a chi si avvicina a questo sistema verniciante per la prima volta. Ma come accade spesso in Adler, il conseguimento di un risultato non è considerato un punto di arrivo bensì un nuovo punto di partenza. Sulla base delle ricerche condotte per Protor Finish Pearl, si è sviluppata una speciale pasta testurizzante: Strukturpaste Aquafix S.

Questa pasta goffrante, aggiunta al prodotto nella quantità dell’8%, dona alle superfici un aspetto goffrato, che riduce le imperfezioni superficiali del supporto e, nel caso ce ne fosse ancora la necessità, aumenta di molto la già elevatissima resistenza al graffio. Questa caratteristica, seppur già elevata nella versione classica di Protor, raggiunge un nuovo standard di resistenza proprio nella versione goffrata. Proprio quello che ci si aspetta da una laccatura, magari con colori molto intensi, su di un manufatto con sollecitazioni estreme come quelle ambientali, quelle dovute all’utilizzo ed al tempo che trascorre. Protor Finish Pearl e Protor Strutturato: la soluzione estetica senza trascurare la funzionalità. Fonte: Adler Per ulteriori informazioni scrivere a: info@finishing.it

Fonte: Oikos

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  33


Block Notes

LIGNA 2013: la fiera leader mondiale stende il tappeto rosso La LIGNA si sta avvicinando all’apertura della sua prossima edizione, che inizierà il 6 maggio, con grande ottimismo e ampio respiro internazionale. “La LIGNA è indiscusso punto di riferimento nel confronto mondiale – ha affermato Jochen Köckler, membro del CdA della Deutsche Messe AG - e interpella tutti i maggiori produttori di macchine per l’industria forestale e del legno. I visitatori specializzati ne saranno avvantaggiati e li aspetta uno spessore informativo di altissimo livello. LIGNA vanta un’internazionalità unica al mondo e ciò consente ai maggiori player di mercato dell’industria forestale e del legno di assicurarsi in fiera una panoramica internazionale completa. Circa 1.700 espositori, oltre la metà dei quali provenienti da 50 diversi

Paesi, presenteranno i loro nuovi prodotti ad Hannover dal 6 al 10 maggio. Anche i visitatori della manifestazione sono per oltre un terzo di provenienza estera. Lo confermano i numeri della scorsa LIGNA, quando ad Hannover si sono presentati circa 90.000 visitatori, con elevata competenza decisionale, in arrivo da 90 Paesi. Confidiamo di riuscire a richiamare anche quest’anno investitori da tutto il mondo ad Hannover e di raggiungere un’affluenza altrettanto elevata di visitatori.” I Paesi espositori occuperanno complessivamente circa 130.000 metri quadrati. Nella top ten dei Paesi esteri figurano Italia, Austria, Spagna, Svizzera, Svezia, Danimarca, Turchia, Taiwan, Cina e Paesi Bassi. Anche l’ampia e variegata offerta della LIGNA ne fa

34  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Block Notes

la piattaforma ideale per i responsabili decisionali: all’insegna del motivo conduttore “Making more out of wood: innovations, solutions, efficiency”, la rassegna propone l’intera catena di creazione del valore per il settore, dall’economia forestale alla lavorazione e trasformazione del legno. Oltre al settore primario, sono ampiamente rappresentati anche l’industria del mobile, il trattamento del massello, l’artigianato e la tecnica dell’automazione. Al centro dell’attenzione ci sono quest’anno soprattutto le grandi tendenze globali, quali produzione intelligente sostenibile, tecnologie di produzione personalizzate e flessibilizzazione a tutti i livelli. La tecnologia per la finitura delle superfici, la costruzione leggera, la bioenergia dal legno e la produzione di finestre – tutti settori che spingono l’innovazione – sono presenti alla LIGNA in una varietà che nessun altro quartiere fieristico al mondo può vantare. Sono attese con grande interesse le novità relative ai sistemi di controllo applicabili trasversalmente a tutti i processi, alla tecnologia di produzione multifunzionale e all’intera gamma di offerta del settore “Handwerk, Holz & mehr” (artigianato, legno & altro). La prerogativa della LIGNA è il suo alto spessore innovativo e le novità importanti fanno il loro debutto ad Hannover. I leader di mercato hanno ormai adeguato i loro cicli innovativi alla biennalità della fiera, che ha pertanto numerosi motivi di richiamo. Le aziende dell’artigianato e dell’industria che ambiscono a distinguersi sul mercato non possono non visitare l’appuntamento di Hannover. Questo vale soprattutto per le aziende estere, perché, mentre l’industria tedesca del legno ha investito considerevolmente anche durante la situazione congiunturale favorevole, altrove i necessari interventi di modernizzazione sono stati spesso rimandati, determinando per le aziende un inasprimento della sofferenza competitiva. Anche perché, contemporaneamente, le aziende devono far fronte ad accresciute esigenze qualitative sui mercati export. La LIGNA offre eccellenti opportunità di un posizionamento migliore attraverso investimenti mirati e può quindi favorire una ripresa della crescita. La sempre più ricca offerta di high-tech industriale semplificato, con produttività massimale a impegno minimo di lavoro e modesto ingombro, rende tali opportunità ancora più percorribili. Questi e molti altri sviluppi potranno essere passati in rassegna nella panoramica di mercato della LIGNA 2013. Nuovi servizi online per i visitatori della LIGNA La LIGNA si propone con una sempre più alta efficienza nel rapporto con i visitatori, grazie ai suoi nuovi servizi digitali. Il marketing mondiale sui visitatori, effettuato interpellando direttamente gruppi specifiAnno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  35


Block Notes

ci di addetti ai lavori e con una presenza mediatica mirata, assicura un forte profilo internazionale del fronte espositivo e apre nuovi orizzonti mondiali ai contatti d’affari e all’ampliamento dei network. Con il servizio “Match & Meet”, espositori e visitatori della LIGNA possono incontrarsi anche su Internet in modo mirato. Basterà che i visitatori specializzati pubblichino il loro profilo su www.ligna.de, indicando a quali prodotti sono interessati, e riceveranno automaticamente una lista incrociata con la segnalazione dei contatti suggeriti. Potranno così rivolgersi direttamente ai potenziali partner d’affari prescelti. Durante la prossima edizione LIGNA metterà poi a disposizione una guida mobile alla visita: “LIGNA2go” consentirà di usufruire via smartphone delle funzioni online più importanti del sito web LIGNA. Con LIGNA2go ogni visitatore della fiera potrà scegliere espositori, prodotti e iniziative e pianificare i propri appuntamenti. LIGNA2go fornirà anche una cartina interattiva del quartiere fieristico completa di sistema di navigazione. L’applicazione è scaricabile all’indirizzo www.ligna2go.de o anche, gratuitamente, nell’app-store di Apple. Macchine per la lavorazione del legno I costruttori tedeschi di macchine per la lavorazione del legno sono leader di mercato in tutto il mondo, sia in termini di tecnologia, sia in termini di fatturato. Circa 17.500 addetti in 200 aziende hanno prodotto nel 2012 macchine per la lavorazione del legno e utensili per un valore di circa 3,4 miliardi di Euro. Secondo Bernhard Dirr, direttore dell’associazione di categoria macchine per la lavorazione del legno nella VDMA, chi crede di avere successo sui mercati in via di sviluppo esclusivamente con macchine semplici, avrà tempi duri. L’incremento annuo dal 10 al 20 per cento dei costi di produzione in Paesi come la Cina, che va di pari passo con crescenti esigenze tecniche, tradisce il sempre maggior fabbisogno, nei Paesi emergenti, di macchine ad alta tecnologia e di impianti completi, che sono soprattutto “Made in Germany”. Secondo Dirr, il fabbisogno di sistemi intelligenti e di macchine singole flessibili e automatizzate crescerà ancora con la curva dell’esperienza dei clienti. Si assiste in tutto il mondo a una sempre più forte domanda di tecnologie impiegate già con successo su mercati consolidati come quello tedesco e questa tendenza è destinata a protrarsi. Dopo un 2011 vivace, il settore si è stabilizzato. Secondo stime attuali, il fatturato dei costruttori tedeschi di macchine per la lavorazione del legno rimarrà stabile. I fornitori del settore della prima lavorazione hanno registrato nel 2012 valori addirittura leggermente superiori alla media del comparto. I fornitori del settore della seconda lavorazione hanno avuto tassi di incre36  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Block Notes

mento importanti già nel 2010 e nel 2011, per cui si fa sentire l’effetto base di un periodo di riferimento decisamente più importante. Si deve pertanto supporre che si avrà un leggero calo dei fatturati. Per il 2013 l’associazione conta su di un leggero incremento, ma con un basso tasso percentuale a una sola cifra. Nordamerica e Europa dell’Est garantiranno un’ulteriore crescita e dovrebbero quindi più che compensare la persistente debolezza della domanda di alcuni Paesi dell’Europa Occidentale. Uno dei punti di forza della meccanica tedesca è la sua distribuzione mondiale. Questo rende un po’ meno vulnerabili i produttori tedeschi, rispetto ai cali di domanda locali. LIGNA offrirà quest’anno al settore un impulso in più al momento giusto. Nei primi dieci mesi del 2012 le esportazioni di macchine tedesche per la lavorazione del legno hanno registrato un calo del 2 per cento, portandosi a un valore di circa 1,5 miliardi di Euro. Con l’eccezione delle presse per l’industria dei materiali a base legno, quasi tutti i segmenti presentano un leggero calo. Il calo maggiore si è avuto nell’export verso l’Asia (-17%), il motore dello sviluppo degli scorsi anni. Hanno registrato invece uno sviluppo positivo soprattutto l’Europa (+ 5,4%) e il Nordamerica (+7%). Osservando i singoli Paesi, si nota che la Russia è nel 2012 il primo Paese di sbocco. Dopo il 2008 la Russia ha quindi sostituito la Cina come mercato export più importante. I clienti russi hanno acquistato macchine da produttori tedeschi per circa 177 mln di Euro, il che corrisponde a un incremento del 28 per cento. Al secondo e al terzo posto vengono la Cina (175 mln di Euro, +11%) e la Bielorussia (93 mln di Euro, +431%). Il forte incremento delle forniture alla Bielorussia è da attribuirsi prevalentemente a investimenti nel settore dei materiali a base legno. Le previsioni per il mercato statunitense-americano continuano a essere positive, con un incremento del 19 per cento. La positiva svolta di tendenza sul mercato degli immobili si rivela non solo nell’andamento dei prezzi del legname da taglio, ma anche nelle vendite di macchine. L’import di macchine in Germania è come sempre di segno positivo. Nei primi dieci mesi del 2012 le importazioni sono cresciute del due per cento sino a un valore di circa 286 mln di Euro. Nonostante il cambio valutario svantaggioso, la Cina, con un volume di 81 mln di Euro (-0,1%), è di gran lunga il maggior Paese fornitore della Germania. Seguono l’Italia, con 48 mln di Euro (+53%) e l’Austria con 42 mln di Euro (+23%).

Fonte: Ligna Per ulteriori informazioni scrivere a: info@finishing.it

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  37


Block Notes

SHERWIN-WILLIAMS ITALY SCHIERA LE SUE FORZE ALLA PRIMA RIUNIONE DI VENDITA 2013 Il 22 ed il 23 febbraio si è svolta la prima Riunione di Vendita Sherwin-Williams Italy S.r.l., presso l’Unaway Hotel a San Lazzaro di Savena (BO). Sherwin-Williams Italy S.r.l. è nata il primo gennaio 2013 dalla fusione di Sayerlack S.r.l. e SherwinWilliams Italy Coatings S.r.l, entrambe appartenenti a The Sherwin-Williams Company, la multinaziona-

Dennis Karnstein, Sr. Vice President & General Manager - Europe, Product Finishes Division e Alessandro Pirotta, Managing Director South Europe

le americana che rappresenta uno dei primi gruppi mondiali del settore delle vernici. The Sherwin-Williams Company si occupa di produzione, distribuzione e vendita di pitture e vernici per industrie, professionisti, distributori e negozi; opera in tutto il mondo, con sedi in 30 Paesi, più di 30.000 dipendenti e oltre 50 marchi. Il fatturato del 2011 ha superato i 9,5 miliardi di dollari. Sherwin-Williams Italy produce e distribuisce le vernici con marchio Sayerlack, Linea Blu, Oece e Becker Acroma. Questa prima Riunione di Vendita Sherwin-Williams Italy è stata vissuta in un clima di generale entusiasmo, curiosità, consapevolezza delle enormi opportunità che questa nuova realtà offre ad ogni componente della squadra. Tutte le aree del cuore pulsante dell’azienda si sono incontrate, assieme agli agenti ed ai clienti rivenditori, per analizzare i risultati di vendita, fissare gli obiettivi per l’anno a venire e celebrare insieme la nuova società. All’evento erano presenti anche Dennis Karnstein, Sr. Vice President & General Manager - Europe, Product

38  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Block Notes

Finishes Division, Alberto Elli, VP and Controller Global Finishes Group, Ivan Costantini, Marketing Director Europe, assieme ad una rappresentanza del gruppo dalla Spagna, capitanato da Stefan Buzzi, General Manager Spain. Alessandro Pirotta - Managing Director South Europe - da gran mattatore, ha scaldato gli animi, sciolto dubbi e trasmesso alla forza vendita lo spirito con il quale dovranno essere affrontati i mercati. Le analisi e le strategie sono state accolte e condivise con convinzione e calore da chi opera ogni giorno sul campo, nello spirito di squadra che da sempre li caratterizza. Grande spazio è stato dedicato all’offerta tecnica di Sherwin-Williams Italy S.r.l: prodotti per legno, core business ed eccellenza indiscussa, ma non solo. Una gamma completa di prodotti per vetro e un’interessante apertura verso i supporti di plastica. La sera di venerdì 23 febbraio i partecipanti si sono incontrati per la cena ufficiale presso una location situata alle porte di Bologna, resa ancor più suggestiva da una memorabile nevicata! L’atmosfera conviviale che ha segnato l’evento e l’entusiasmo dei partecipanti hanno rappresentato

plasticamente la forza del gruppo, unito per sfidare il mercato con sempre nuovi mezzi ed energia rinnovata. Il 2013 sarà un anno di grandi sfide e nuovi obiettivi, che l’azienda con la sua grande anima affronterà con nuova, duplicata, forza.

Fonte: Sherwin - Williams Italy s.r.l. Per ulteriori informazioni scrivere a: info@finishing.it

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  39


Block Notes

TAMA S.P.A. PRESENTA NUOVI PRODOTTI CON MAGGIORE EFFICIENZA Da alcuni mesi Tama S.p.A., azienda trentina che si occupa di filtrazione ed aspirazione industriale dell’aria, sta seguendo un nuovo progetto di analisi strutturale e fluidodinamica dei suoi prodotti. Il team della Ricerca e Sviluppo si sta dedicando a tempo pieno a questo progetto, avvalendosi della collaborazione dell’Università di Trento. Importanti risultati sono già stati raggiunti, ma Tama non intende fermarsi di fronte ai primi successi perché i suoi prodotti sono sempre in continua evoluzione!

Obiettivo del Progetto ASFIP Sviluppare sistemi di progettazione innovativi in termini di risposta all’analisi fluidodinamica, strutturale e termica, per la produzione di sistemi avanzati (cicloni, filtri depolveratori, banchi per taglio termico) in modo tale da poter offrire al mercato prodotti ottimizzati e con un maggior valore aggiunto rispetto agli attuali.

Tama Cyclone Simulator 1.0 Il primo prodotto studiato da Tama SpA dal punto di vista fluidodinamico è il ciclone separatore: a questo scopo è stato implementato un codice di calcolo, Tama Cyclone Simulator 1.0, che permette di simulare le prestazioni del prodotto con buona precisione, variando le dimensioni caratteristiche e/o il tipo di polvere trattata.

40  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Block Notes

Misurazione delle caratteristiche prestazionali con polvere di verniciatura su ciclone da 16000 m3/h.

PARAMETRI PRESTAZIONALI CICLONE V-AREN 140 ATTUALE Rendimento medio [%]

Perdita di carico media [PA] ([MMH2O])

94,5

1451 (148)

PARAMETRI PRESTAZIONALI CICLONE MIGLIORATO Rendimento medio [%]

Perdita di carico media [PA] ([MMH2O])

96,5 (+ 2,1 %)

1461 (149)

Le perdite di carico rimangono uguali nel confronto tra ciclone attuale e ciclone migliorato, mentre il rendimento è stato incrementato di circa due punti percentuali, raggiungendo valori superiori al 96%.

Per validare il programma, sono state eseguite una serie di campagne di misurazione all’interno dell’azienda, con lo scopo di ottenere dati sperimentali precisi ed attendibili. Con Tama Cyclone Simulator 1.0, Tama è in grado di offrire il prodotto che meglio si adatta alle esigenze dei clienti, fornendo inoltre i valori precisi dei parametri prestazionali. Le caratteristiche di maggior interesse per quanto riguarda il ciclone sono: • il rendimento di separazione; • le cadute di pressione. Il rendimento calcolato con il programma ha una precisione di +/- 0,5 punti percentuali, mentre la tolleranza sulle cadute di pressione è nell’ordine dei +/- 10 mm H2O. Si può in tal modo dichiarare, con buona approssimazione, che il software funziona correttamene in quanto è stato validato dai dati misurati. E’ stata fatta inoltre, un’analisi di ottimizzazione, per ottenere un miglioramento delle prestazioni del ciclone attuale, incrementando l’efficienza media di separazione di circa 1,5 punti percentuali. Il software di progettazione ideato da Tama le permetterà di costruire prodotti su misura, in funzione

delle esigenze del cliente, dichiarando parametri prestazionali precisi ed utilizzando polveri con granulometrie differenti.

Fonte: Tama Per ulteriori informazioni scrivere a: info@finishing.it

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  41


Block Notes

CEFLA FINISHING GROUP A LIGNA 2013 Il Cefla Finishing Group si presenta alla Fiera Ligna di Hannover (Hall 17 – Booth F33/D32 E Hall 12 - Boot E45) con molte novità assolute. “Il nostro obiettivo – ha spiegato Alberto Maestri, sales manager del Cefla Finishing Group - è quello di essere al fianco dei nostri clienti, soprattutto in questo difficile momento macro-economico mondiale. Crediamo fortemente che solo attraverso l’innovazione continua dei processi e dei prodotti possiamo essere un partner unico, in grado di offrire un pacchetto completo di soluzioni personalizzate, studiate e dedicate alle reali necessità dei nostri clienti. Tutto questo senza mai dimenticare la solidità e stabilità finanziaria che Cefla può vantare. Quindi un partner unico, proattivo e, soprattutto, affidabile.” A Ligna il Cefla Finishing Group presenterà molti nuovi prodotti, alcuni sono significative evoluzioni tecnologiche, altri costituiscono ampliamenti di gamma nati dalla volontà di offrire al cliente una soluzione di processo a 360 gradi, altri ancora rappresentano vere e proprie innovazioni: tutti, però, sono stati pensati e sviluppati con un’attenzione particolare ai costi, per dare un supporto concreto al business dei clienti.

Cefla Finishing Easy: la spruzzatrice più venduta al mondo Dopo oltre 20 anni dall’invenzione del sistema di recupero prodotto nelle spruzzatrici, Cefla Finishing presenterà a Ligna la nuova Easy, una macchina completamente ridisegnata e con maggiori prestazioni per continuare ad essere il punto di riferimento del mercato. UV-R LED: la luce fredda Cefla Finishing è sempre stata pioneristica nello stu-

42  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Block Notes

dio delle tecnologie UV ed ha portato sul mercato, fin dagli anni ‘70, importanti innovazioni tecniche e tecnologiche. Oggi una nuova era della polimerizzazione UV sta iniziando: quella dell’UV-R LED. Cefla Finishing ha sviluppato un nuovo prodotto per questa applicazione, adottando la più alta tecnologia oggi disponibile. Una soluzione completamente a LED o la versione Hybrid sono a disposizione per soddisfare ogni esigenza di lavorazione. Il LED è una sorgente di luce UV molto fredda, che presenta grandi vantaggi per quei substrati (come il pino) che sono sensibili alla temperatura. Il nuovo UV-R LED consente inoltre un sistema di spegnimento ed accensione rapido per il massimo risparmio di potenza elettrica. UV-R Superfocus SP: una sola lampada UV Cefla Finishing è l’unico player mondiale che può offrire la soluzione giusta e calibrata per qualsiasi esigenza abbiano le aziende. Per questo motivo a Ligna, oltre all’UV-R LED, Cefla Finishing presenterà UV-R Superfocus (brevettato), il forno UV ideale per le linee a spruzzo di larghezza 1300 mm che, con una sola lampada, consente di essiccare i pezzi su tutti i lati, sia con vernici trasparenti che pigmentate. Questo sistema riduce della metà la potenza elettrica necessaria ed il calore sul pezzo, oltre, ovviamente, ad essere una soluzione più compatta. Prima: il primo passo verso l’automazione. La spruzzatrice Prima è la scelta naturale per chiunque voglia migliorare l’efficienza e la qualità delle operazioni manuali di verniciatura/finitura ed al tem-

po stesso ridurre in modo drastico i costi di gestione. iBotic: i bracci, la mente Il robot iBotic è la massima espressione della tecnologia di spruzzatura dei pannelli, garantisce finiture di altissima qualità anche con sagome e bordi di particolare difficoltà. L’evoluta meccanica consente di ottenere una velocità (fino a 130 m/min) di movimento degli assi lineari. I due bracci sono indipendenti tra loro e si possono muovere singolarmente o contemporaneamente, consentendo cambi prodotto in tempi nascosti (mentre un braccio lavora, l’altro a riposo può essere lavato e caricato con un diverso prodotto), caricati con lo stesso prodotto possono lavorare sulla stessa bancalata, contribuendo così ad una riduzione del tempo impiegato in spruzzatura, oppure posizionando i 2 bracci alle estremità della macchina si può spruzzare in modalità a “spruzzatrice”. Decodigit Pixart Plot e single pass: l’arte della stampa digitale Questa importante novità permette la personalizzazione dei manufatti senza limiti di idee e fantasia da parte dei designer e dei progettisti. L’evoluzione delle tecnologie di finitura e decorazione dell’arredo, così come le esigenze delle aziende di proporre un prodotto personalizzato ai singoli clienti, rende infatti sempre più attuale la necessità di finire e decorare tutti i tipi di superficie. Pixart Plot e l’ideale per la stampa ad alta definizione e grande formato; la soluzione multipass consente di affrontare dimensioni estremamente ampie, anche

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  43


Block Notes

su antine bugnate, senza compromessi sulla qualità e sulla risoluzione. Pixart 350 single pass è l’ideale per la stampa ad alta velocità e produttività, mantenendo la flessibilità necessaria per gestire agevolmente anche lotti ridottissimi. Delle Vedove: finitura di profili Delle Vedove mostrerà due tecnologie ampiamente consolidate per il mercato entry level e per la protezione selettiva di profili. Sarà esposta una spruzzatrice Flexispray, seguita da Talent, un sistema vacuum per la verniciatura solo sulle parti visibili, che garantisce un grande risparmio di prodotto verniciante.

Düspohl Düspohl presenta alla prossima Ligna il modello più recente del RoboWrap. Questa macchina per il rivestimento dei profili, con il set-up completamente automatico, già prodotta su richiesta del cliente, rappresenta il fiore all’occhiello di Düspohl. RoboWrap soddisfa le richieste dei produttori in termini di brevi tempi di set-up macchina, per potere produrre anche piccoli lotti; riduce infatti questi tempi a soli due minuti, utilizzando una robotica moderna e ampiamente testata. L’inserimento dei dati necessari al funzionamento è estremamente semplice, e viene registrato dal software di controllo e realizzato utilizzando un processo automatico. Tre contenitori a catena all’interno dello spazio di presa del robot possono racchiudere fino a diverse centinaia di rulli di pressione di geometrie variabili. Uno scanner laser 2D misura i singoli rulli in una frazione di secondo ad ogni passaggio e memorizza i dati sul diametro, la sagoma e la posizione. Il RoboWrap che presentiamo supera ampiamente ogni altra soluzione convenzionale, infatti il totale di 19 robot a sei assi accede indipendentemente ai rulli che esercitano una pressione ottimale e li posiziona sul profilo con una precisione di ripetizione di soli 0,03 mm. Questo nuovo concetto di macchina dispone di sistemi di posizionamento automatico per tutti i gruppi collegati al formato, iniziando con il carico fino ad eseguire l'applicazione del film protettivo. Sistemi intelligenti come il sistema di riscaldamento pellicola FHS con controllo della temperatura senza contatto, il gruppo svolgitore del film con forza frenante in funzione del diametro della bobina, il sistema di posizionamento ugello e, ultimo ma non meno importante, il metodo PrimeStar per l’ applicazione senza contatto del primer con teste di applicazione a cambio rapido, completano RoboWrap e ne fanno la prima macchina su scala mondiale per la ricopertura del profilo con set-up completamente automatico. Inoltre Düspohl presenterà AutoCut macchina per il taglio longitudinale del film, dotata di posizionamento automatico dei coltelli; può tagliare una vasta gamma di carte e films, garantendo risultati perfetti di taglio con un avvolgimento della bobina di qualità superiore. Infine verrà presentata Easywrap macchina di rivestimento, il concetto intelligente che convince sia un professionista esordiente o di vecchia data grazie al rapporto estremamente vantaggioso fra la portata dell’investimento e la funzionalità. Falcioni iGiotto: l’intelligenza per la finitura delle finestre iGiotto è un innovativo sistema per la spruzzatura automatica di medie e piccole serie di finestre, che in-

44  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


Block Notes

tegra un robot antropomorfo di elevatissime prestazioni e affidabilità, con le migliori tecnologie di visione e tecniche di spruzzatura, applicandole alle grandi estensioni cartesiane proprie degli infissi, anche di altezza fino a 3000 mm. Un utensile di spruzzatura in grado di combinare l’azione di due pistole, anche attivabili in contemporanea, assicura la migliore applicazione di vernici a base acqua ad alte prestazioni ed elevate grammature, proprie del settore degli infissi. Inert Coating Technology Sorbini: un processo rivoluzionario Inert Coating Technology (brevettato) consente di preparare in modo perfetto il fondo di pannelli di qualsiasi tipo di supporto (MDF, HDF, truciolare grezzo, tamburato, e altro ancora) con un notevole risparmio in termini di superficie occupata, di energia elettrica, di CO2 emessa e, soprattutto, di vernice. Il tutto si traduce in un minor impatto ambientale di circa il 75% rispetto alle linee tradizionali. A Ligna, il Cefla Finishing Group presenterà il processo completo che mostrerà, in un unico passaggio, quello che può avvenire presso i clienti. Smartedge Sorbini L’evoluzione sulla stuccatura, verniciatura e stampa del bordo continua. Questo processo innovativo e ormai ampiamente testato da vari clienti in tutto il mondo, permette di stuccare con estrema facilità e flessibilità bordi in truciolare o MDF, in spazi molto contenuti, ottenendo una superficie di resistenza meccanica superiore a qualsiasi altro sistema oggi sul mercato. A Ligna, Sorbini presenterà una macchina funzionante per la lavorazione del bordo: sia per ciclo pigmentato a vacuum su bordi in MDF, sia per

la stuccatura del bordo in truciolare con integrato il processo Inert Coating Technology. Smartparquet Sorbini: estrema semplicità di utilizzo Ideale per l’applicazione di oli naturali, oli e vernici UV, oli uretanici e cere tradizionali, oltre a tinte e prodotti pigmentati. Fonte: Cefla Per ulteriori informazioni scrivere a: info@finishing.it

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  45


L’agenda dei fornitori

Linea diretta con le aziende

VERNICI LIQUIDE

BOTTOSSO E FRIGHETTO VERNICI s.r.l.

ADLER Italia Via per Marco, 12/D 38068 Rovereto TN Tel. 0464/425308 Fax 0464/480957 www.adler-italia.it info@adler-italia.it

Via Calabria 6 40060 Osteria Grande BO Tel. 051/945107 Fax 051/946516 www.adleronline.it info@adleronline.it

ICRO COATINGS s.p.a. ICA SpA - Div ITALIAN COATINGS Via Alcide De Gasperi 73 36060 Romano D’Ezzelino VI Tel. 0424/8386 Fax 0424/37497 www.italiancoatings.com info@italiancoatings.com

IVM Chemicals-Div. Milesi Viale della Stazione 3 27020 Parona PV Tel. 0384/25441 fax 0384/252054 numero verde 800.48.45.04 www.milesi.com milesi@milesi.com

Via Bedeschi 25 24040 Chignolo d’Isola BG Tel. 035/999711 Fax 035/999712

Via Monviso 10 20010 Bareggio MI Tel. 02/903041 r.a. Fax 02/9014289 www.sivam.it info@sivam.it

DILUENTI

Via Toscanini 53 20831 Seregno MB Tel. 0362/231401 Fax 0362/229691

VERNICI-COLORANTI PER LEGNO Via Artigianato 2 35010 Trebaseleghe PD Tel. 049/9385648 049/9388042 Fax 049/9385070

www.ive.it mail@ive.it

www.kemichal.it info@kemichal.it

IVE s.r.l.

www.icro.it info@icro.it

IVM Chemicals - Div. ILVA Viale della Stazione 3 27020 Parona PV Tel. 0384/25441 Fax 0384/252054 www.ilva.it ilvapolimeri@ilvapolimeri.com

Via Parma 9 53049 Torrita di Siena SI Tel. 0577/685556 Fax 0577/686598 Resp. vendite: 337/700537

SIRCA s.p.a. - Div. POLISTUC Viale Roma 85 - 35010 S. Dono di Massanzago PD Tel. 049/9322311 Fax 049/9322322

www.plack.it servizioclienti@plack.it

www.polistuc.it info@polistuc.it

NUOVA S.I.V.A.M. s.p.a.

INDUSTRIA CHIMICA ADRIATICA s.p.a. Via S. Pertini 52 - Zona ind. A 62012 Civitanova Marche MC Tel. 0733/8080 Fax 0733/808140 www.bottosso-frighetto.com www.icaspa.com info@bottosso-frighetto.com info@icaspa.com Viale Kennedy 20 Fossalta di Portogruaro VE Tel. 0421/700222292 Fax 0421/700950

SIRCA s.p.a. Via del Fiffo 12 40065 Pianoro BO Tel. 051/770511 Fax 051/777437

Viale Roma 85 - 35010 San Dono di Massanzago PD Tel. 049/9322311 Fax 049/9322322

www.sayerlack.it servizioclienti@sayerlack.it

www.sirca.it loredana_bertolin@sirca.it

Via Dell’Artigianato 5/4 31040 Salgareda Loc. Campo di Pietra TV Tel. 0422/804164 Fax 0422/804224

Zona Industriale Calderaio Via Galvani 7 51010 Massa e Cozzile PT Tel. 0572/92711 Fax 0572/78824

COLORIFICIO ZETAGI Via Pasubio 41 36050 Olmo di Creazzo VI Tel. 0444/228300 Fax 0444/228366

www.vercoll.com info@vercoll.com

www.verinlegno.it info@verinlegno.it

www.zetagi.it zg@zetagi.it

VERCOLL-VERNICI PER LEGNO UNIVERSAL VERNICI s.r.l. Via Lombardia 7 - 35040 Casale di Scodosia PD Tel.: 0429/87276 Fax 0429/847207 universalvernici@tiscali.it

CHIMICA CBR s.p.a. Via A. Rizzotti 23 - 37064 Povegliano V.se VR Tel. 045/7970773 Fax 045/6359777 www.chimicacbr.it info@chimicacbr.it

46  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


L’agenda dei fornitori

PRODOTTI IMPREGNANTI E PER ESTERNI

ADLER Italia Via per Marco, 12/D 38068 Rovereto TN Tel. 0464/425308 Fax 0464/480957 www.adler-italia.it info@adler-italia.it

SISTEMI INDUSTRIALI PER LA VERNICIATURA

VERNICI-COLORANTI PER LEGNO Via Artigianato 2 35010 Trebaseleghe PD Tel. 049/9385648 049/9388042 Fax 049/9385070

INDUSTRIA CHIMICA ICA SpA - Div ITALIAN COATINGS IVM Chemicals - Div. ILVA ADRIATICA s.p.a. Via Alcide De Gasperi 73 Via S. Pertini 52 - Zona ind. A Viale della Stazione 3 62012 Civitanova Marche MC 36060 Romano D’Ezzelino VI 27020 Parona PV Tel. 0424/8386 Tel. 0733/8080 Tel. 0384/25441 Fax 0424/37497 Fax 0733/808140 Fax 0384/252054 www.italiancoatings.com www.icaspa.com www.ilva.it info@italiancoatings.com ilvapolimeri@ilvapolimeri.com info@icaspa.com

www.kemichal.it info@kemichal.it

IVM Chemicals-Div. Milesi Viale della Stazione 3 27020 Parona PV Tel. 0384/25441 Fax 0384/252054 numero verde 800.48.45.04 www.milesi.com milesi@milesi.com

Viale Roma 85 - 35010 San Dono di Massanzago PD Tel. 049/9322311 Fax 049/9322322

Zona Industriale Calderaio Via Galvani 7 51010 Massa e Cozzile PT Tel. 0572/92711 Fax 0572/78824

COLORIFICIO ZETAGI Via Pasubio 41 36050 Olmo di Creazzo VI Tel. 0444/228300 Fax 0444/228366

www.sirca.it loredana_bertolin@sirca.it

www.verinlegno.it info@verinlegno.it

www.zetagi.it zg@zetagi.it

GORI

Via Giotto 6/b 39100 Bolzano BZ Tel. 0471/202633 Fax 0471/204694 www.jota.it jota@jota.it

SIRCA s.p.a.

COLORANTI

Via Calabria 6 40060 Osteria Grande BO Tel. 051/945107 Fax 051/946516 www.adleronline.it info@adleronline.it

IVM Chemicals-Div. Milesi Viale della Stazione 3 IVM Chemicals - Div. ILVA 27020 Parona PV Viale della Stazione 3 Tel. 0384/25441 27020 Parona PV Fax 0384/252054 Tel. 0384/25441 numero verde 800.48.45.04 Fax 0384/252054 www.milesi.com www.ilva.it milesi@milesi.com ilvapolimeri@ilvapolimeri.com

VERNICI-COLORANTI PER LEGNO Via Artigianato 2 35010 Trebaseleghe PD Tel. 049/9385648 049/9388042 Fax 049/9385070 www.kemichal.it info@kemichal.it

SIRCA s.p.a. - Div. POLISTUC Viale Roma 85 - 35010 S. Dono di Massanzago PD Tel. 049/9322311 Fax 049/9322322 www.polistuc.it info@polistuc.it

SIRCA s.p.a. - Div. POLISTUC Viale Roma 85 - 35010 S. Dono di Massanzago PD Tel. 049/9322311 Fax 049/9322322 www.polistuc.it info@polistuc.it

Via del Fiffo 12 40065 Pianoro BO Tel. 051/770511 Fax 051/777437 www.sayerlack.it servizioclienti@sayerlack.it

INDUSTRIA CHIMICA ICA SpA - Div ITALIAN COATINGS ADRIATICA s.p.a. Via Alcide De Gasperi 73 Via S. Pertini 52 - Zona ind. A 62012 Civitanova Marche MC 36060 Romano D’Ezzelino VI Tel. 0424/8386 Tel. 0733/8080 Fax 0424/37497 Fax 0733/808140 www.italiancoatings.com www.icaspa.com info@italiancoatings.com info@icaspa.com

Via del Fiffo 12 40065 Pianoro BO Tel. 051/770511 Fax 051/777437 www.sayerlack.it servizioclienti@sayerlack.it

agenti opacizzanti e specialità chimiche per vernici e resine

MATERIE PRIME PER VERNICI

EVONIK TEGO CHEMIE GmbH W.R. GRACE ITALIANA s.p.a. Neuvendis SpA Goldschmidtstrasse 100 Via Trento 7 S.S. Sempione 270/a CP 83 45127 Essen - Germany 20017 Passirana di Rho MI 20028 San Vittore Olona MI Phone +49 2011732222 Tel. 02/93537444 Fax +49 2011731939 Fax 02/93537581 Tel. 0331/423333 Fax 0331/423303 www.evonik.com www.grace.com www.neuvendis.com info-tego@evonik.com donatella.brocca@grace.com ivan.barozzi@neuvendis.com Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  47


L’agenda dei fornitori

VERNICI IGNIFUGHE

INDUSTRIA CHIMICA ICA SpA - Div ITALIAN COATINGS IVM Chemicals - Div. ILVA ADRIATICA s.p.a. Via Alcide De Gasperi 73 Via S. Pertini 52 - Zona ind. A Viale della Stazione 3 62012 Civitanova Marche MC 36060 Romano D’Ezzelino VI 27020 Parona PV Tel. 0424/8386 Tel. 0733/8080 Tel. 0384/25441 Fax 0424/37497 Fax 0733/808140 Fax 0384/252054 www.italiancoatings.com www.icaspa.com www.ilva.it info@italiancoatings.com ilvapolimeri@ilvapolimeri.com info@icaspa.com

SIRCA s.p.a. Via del Fiffo 12 40065 Pianoro BO Tel. 051/770511 Fax 051/777437

Viale Roma 85 - 35010 San Dono di Massanzago PD Tel. 049/9322311 Fax 049/9322322

Zona Industriale Calderaio Via Galvani 7 51010 Massa e Cozzile PT Tel. 0572/92711 Fax 0572/78824

www.sayerlack.it servizioclienti@sayerlack.it

www.sirca.it loredana_bertolin@sirca.it

www.verinlegno.it info@verinlegno.it

L’AGENDA DEI FORNITORI REGIONALI

IVM Chemicals-Div. Milesi Viale della Stazione 3 27020 Parona PV Tel. 0384/25441 Fax 0384/252054 numero verde 800.48.45.04 www.milesi.com milesi@milesi.com

COLORIFICIO FARINA MARKET Concessionari esclusivi Sayerlack - vernici per legno Lechler - vernici per l’industria Via Piave 41 - 24048 Treviolo BG Tel. 035/201467 Fax 035/200366 logistica@farinamarket.it

IMPIANTI E CABINE DI VERNICIATURA

DAPHNE IMPIANTI s.r.l. CEFLA FINISHING GROUP Via Bicocca 14/c 40026 Imola BO Tel. 0542/653441 Fax 0542/653444 www.ceflafinishinggroup.com cefla.finishing@cefla.it

Via Sant’Ambrogio 1/A 37050 Tombazosana Fraz. Ronco all’Adige VR Tel. 045/7001868 Fax 045/6600676 www.globalplant.it info@globalplant.it

ISVE s.r.l.

Autoclavi per trattamento legno

Via S. Martino 39 25020 Poncarale BS Tel. 030/2540351 Fax 030/2640874 www.isve.com headoffice@isve.com

AEROFILTRI

FILTRI

Via Rubens 23 20148 Milano MI Tel. 02/4072476 Fax 02/48705893 www.raccoglivernice.it info@aerofiltri.it

Via per Cascina Greppi 87 20050 Sovico MI Tel. 039/2013587 - 2013143 Fax 039/2012085

Via Trento 6 33044 Manzano UD Tel. 0432/754616 - 750828 Fax 0432/754616

www.paginegialle.it/ciasnord ciasnord@tin.it www.carpenteriamanzanese.it info@carpenteriamanzanese.it

Cabine di Verniciatura Impianti Pressurizzati e Macchine per il Risanamento Ambientale Via del Tesoro 210 47827 Villa Verucchio RN Tel. 0541/678078-678225 Fax 0541/671144 www.tecnoazzurra.it info@tecnoazzurra.it

Via Dei Valtorta 48 20127 MI Tel. 02/2886460/462 Fax 02/26141099 www.viledon-filter.com filter.mi1@freudenberg-nw.com

48  Professione Verniciatore del Legno  Legno Anno XIX - n.111 - Aprile 2013

Via Enrico Fermi 27 20843 Verano Brianza MB Tel. 0362/991823 Fax 0362/907252 www.tomaninimpianti.it info@tomaninimpianti.it

FILTRI PER IMPIANTI DI VERNICIATURA Strada dell’Alpo 3 37136 Verona VR Tel. 045/581913 Fax 045/8202126 www.vefim.it vefim@vefim.it

Via del Piano 73 - 61022 Talacchio di Colbordolo PU Tel. 0721/476322 Fax 0721/476459 www.daphneimpianti.it tecnico@daphneimpianti.it


L’agenda dei fornitori

ROBOT DI VERNICIATURA

CMA Robotics s.p.a. Via P. Paolo Pasolini 35 Int.15 33040 Pradamano UD Tel. 0432/640172 Fax 0432/640018

APPARECCHIATURE DI SPRUZZATURA

Via Fermi 3 - 20875 Burago di Molgora MB Tel. 039/625021 www.wagnercolora.com info@wagnercolora.com

www.cmarobotics.it info@cmarobot.it

ABRASIVI

WAGNER COLORA s.r.l.

Via delle Industrie 17 31047 Levada di Ponte di Piave TV Tel. 0422/853018 r.a. Fax 0422/853533 www.nastroflex.it nastroflex@nastroflex.it

VERNICIATORI C/TERZI

C.S. s.r.l. Zona Ind.le 06055 Marsciano PG Tel./Fax 075/8743440 Tel./Fax 075/8748941 c.s.srl@tin.it

CONSULENTI

IBS ANALYSIS Via C. Colombo 25 20060 Mediglia MI Tel./Fax 02/90600687 ibsanalysis@libero.it

IMPIANTI DEPURAZIONE ARIA

AIR PROTECH s.r.l. V.le Lombardia 33 20013 Magenta MI Tel. 02/9790466-364 Fax 02/97297483 www.airprotech.it info@airprotech.it

BABCOCK WANSON Italiana Via Roma 147 - 20873 Cavenago Brianza MB Tel. 02/959121 Fax 02/95019252 www.babcock-wanson.it bwi@babcock-wanson.com

Via Metauro 5 20900 Monza MB Tel. 039/27331 Fax 039/745077

www.innovaterm.com info@innovaterm.com

www.itas.com info@itas.com

OLPIDÜRR s.p.a. Via G. Pascoli 14 - 20090 Novegro di Segrate MI Tel. 02/70212278 Fax 02/70212319

www.brofind.it office@brofind.it

www.olpidurr.it sales@olpidurr.it

SOCIETA’ VENETA DEPURATORI E AFFINI Impianti abbattimento VOC ad autosostentamento

ITAS s.p.a. Via Stra Madonna 89 21047 Saronno VA Tel. 02/9625251/2 Fax 02/9606597

BROFIND s.p.a. Viale Stelvio 5 20159 Milano MI Tel: 02/6085261 Fax 02/608526232

Maserada sul Piave TV Via Dolomiti 30 Tel. 0422/8777 Fax 0422/877888 www.mionventoltermica.it info@mionventoltermica.it

Via Cendon 5 31057 SILEA TV Tel. 0422/361960 r.a. Fax 0422/360517 www.svedasrl.com info@svedasrl.com

Via dell’Industria 11 38012 Mollaro TN Tel. 0463/461700 Fax 0463/461798 www.tama.eu info@tama.it

Anno XIX - n.111 - Aprile 2013 - Professione Verniciatore del Legno  49


50  Professione Verniciatore del Legno  Anno XIX - n.111 - Aprile 2013


EMISSIONI IN ATMOSFERA? L’ATTIVITA’ DEL GRUPPO

NON SONO TUTTI UGUALI

GLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE

ADERISCONO AL GRUPPO: ACTEA - AIR PROTECH - AR FILTRAZIONI - BWF FTI - CEFLA - CLOMAR - DONALDSON TORIT DCE DONAU CARBON - ECOCHIMICA - FREUDENBERG - FZ ZANETTI - IMAS - ITAS - MECAIR MION VENTOLTERMICA - OLPIDURR - SOTEC - SVEDA - TAMA - TECNOSIDA - TRIBOTECNA - WAM

UNIONE COSTRUTTORI IMPIANTI DEPURAZIONE ARIA

Via Imbriani, 19/A - 20158 MILANO Tel.: 02/39.31.27.36 Fax: 02/33.22.04.62 www.uniaria.it info@uniaria.it



PVL111