Page 1

ANNO XIV - N. 209

1.00*

DOMENICA 31 LUGLIO 2011 talia ità d’I n U ° 150

* IL QUOTIDIANO DEL MOLISE + IL MESSAGGERO euro 1,00

FONDATO DA GIULIO ROCCO

REGIONE MOLISE - NON ACQUISTABILI SEPARATAMENTE ZONA VASTO - SAN SALVO SOLO IL QUOTIDIANO euro 0,50

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

IL QUOTIDIANO DEL MOLISE: IL PRIMO GIORNALE TUTTO MOLISANO

Escalation di episodi a Campobasso e nel Basso Molise

Truffatori e ladri in agguato D’estate non vanno in vacanza Ville svaligiate e anziani raggirati e derubati dei risparmi Non conosce tregua l’attività di ladri e truffatori, in estate si registra un’impennata di episodi. Furti e raggi-

ri sono quasi allordine del giorno, a Campobasso e nel Basso Molise l’escalation più evidente.

SERVIZI ALLE PAGG. 6 e 18

Primarie da cortile di Leopoldo Feole Con un crescendo rossiniano urla la bufera, prevista sull’arcipelago del centro sinistra, dopo il clima d’alta pressione, che ha caratterizzato i preliminari delle elezioni primarie, per designare il candidato presidente alle regionali d’autunno. Ed emergono identità e qualità politiche degli ottimati, sicuramente influenzati dalle turbolenze atmosferiche d’una estate con anomale oscillazioni termiche. Secondo le intenzioni dello Statuto del PD, le primarie dovrebbero favorire relazioni con la “società civile”, in passato compito funzionale delle strutture organizzative dei partiti. Dovrebbero essere occasione per parlare di politica, di problemi contingenti, di progetti per il Molise; anche di come recuperare credibilità, dopo che il centro sinistra ne ha persa tanta per la dilagante endemia di personalismi e frazionismi e per lo stato confusionale d’un ceto dirigente attento solo a girare sulla giostra del potere. Le cronache sono invece assorbite dagli umori nebulosi dei protagonisti della gara, che non può evidenziare entusiasmi politici, né passione civile, che pur dovrebbero caratterizzarla, per stimolare la curiosità degli indifferenti, l’interesse degli incerti, la partecipazione degli elettori. SEGUE A PAGINA 3

Elezioni regionali. Le Primarie potrebbero essere anticipate di una settimana

Voto a ottobre, corsa contro il tempo L’ipotesi è al vaglio del Consiglio dei Ministri e i partiti a sinistra vanno in affanno S. Martino. Confronto a quattro, Petraroia assente

Frattura e il suo passato senza centrosinistra CAMPOBASSO. Con l’anticipazione al 15 ottobre delle Regionali il centrosinistra verrebbe costretto ad anticipare le primarie di una settimana perchè fuori tempo per la composizione delle liste. SERVIZIO A PAGINA 2

La Polizia Stradale invita a una guida prudente

Fuga dalle città, scatta l’esodo da bollino nero E’ questo il weekend da bollino nero, le città si svuotano e le strade si riempiono delle auto di vacanzieri che ‘migrano verso il mare e le località di montagna. La Polizia Stradale invita gli automobilisti a guidare con prudenza al fine di condurre una vacanza consapevole e soprattutto sicura per sé e per gli altri. SERVIZIO A PAGINA 6

“Non voglio sentirmi discriminato solo perchè ho avuto esperienze politiche diverse”. Questa la dichiarazione di Paolo Frattura che ha ‘smosso’ le acque all’incontro tenutosi ieri pomeriggio in piazza a San Martino. A confrontarsi in vista delle primarie di settembre, oltre al sopracitato Frattura, anche D’Ascanio, D’Ambrosio e Romano. Unico assente Michele Petraroia. SERVIZIO A PAGINA 19

S. Elena Sannita

Omicidio Colaneri Spunta il giallo dello zaino SERVIZIO A PAGINA 13

Lo sport

Serie D Di Vito accordo con il Trivento SERVIZIO A PAGINA 25

1


2

Domenica 31 luglio 2011

Se l’ipotesi dovesse essere confermata anche le primarie verranno anticipate

Regionali a ottobre centrosinistra in affanno Quintino Pallante

CAMPOBASSO. Cosa accadrebbe se le Regionali dovessero svolgersi il 15 e il 16 ottobre invece che a novembre? La prossima settimana il consiglio dei ministri dovrebbe pronunciarsi sulla questione e quindi potrebbe anticipare di tre settimane il voto per il rinnovo del Consiglio regionale. A rimetterci sarebbe soprattutto il centrosinistra che ha indetto le primarie per l’11 settembre e di conseguenza non avrebbe tempo per l’organizzazione delle liste. A confermarlo è stato anche Antonio Battista, responsabile regionale per l’organizzazione del Partito Democratico.

“Un’eventuale anticipazione dimostra che il centrodestra ha paura – ha detto Battista Stanno tentando di rompere l’armonia che si è generata. Se mai si realizzerà questo avanzamento della data penso che il tutto sia stato programmato per rompere la nostra organizzazione. Eh sì, perché le primarie a questo punto andrebbero anticipate (si parla di una settimana) altrimenti, con l’attuale data fissata all’11 settembre, non permetterebbero la composizione delle liste in tempo per il 15 ottobre”. Tecnicamente, le attenzioni sono concentrate su quanto stabilito quanto stabilito nell’ultima manovra economica

del governo in base alla quale saranno solo tre i mesi in cui sarà possibile votare: aprile, maggio e ottobre. La norma, di conseguenza, escluderebbe le date del 6 e del 7 novembre, scelte inizialmente per le elezioni in cui si rinnoverà Consiglio regionale. Se il centrosinistra dovrà rifare i suoi conti, il centrodestra non si scompone. “Credo che l’appuntamento elettorale molisano sia stato abbondantemente pianificato – ha dichiarato Quintino Pallante, coordinatore regionale di Futuro e Libertà Non penso che 15 giorni possano cambiare

molto, tanto più danneggiare qualcuno. Quindici giorni non fanno maturare o peggiorare un progetto politico, ci vuole tempo e lavoro sui programmi”. Qualche mal di pancia, comunque, c’è anche all’interno del centrodestra perché alcune segreterie di partito hanno preparato eventi per la fine di settembre ma, se dovesse Antonio Battista

“L’Ups permetterà di individuare le problematiche connesse all’infanzia”

Ufficio di psicologia scolastica, Tamburro e Romagnuolo presentano la legge CAMPOBASSO. La scuola è il primo sistema in cui si riscontrano, in età evolutiva, le condizioni di difficoltà, di disagio, le carenze relazionali e sociali. Per questo i consiglieri regionali Riccardo Tamburro e Nicola Eugenio Romagnuolo hanno presentato una proposta di legge per l’istituzione di un Ufficio di Psicologia Scolastica (Ups), che svolga consulenza e supporto verso i soggetti che, a vario titolo, operano nel settore dell’istruzione e della formazione. “Ritengo – ha affermato Riccardo Tamburro – che l’attivazione di un Ufficio di Psico-

logia Scolastica potrà contribuire in modo significativo all’individuazione e valutazione delle problematiche connesse all’infanzia ed all’adolescenza, studiando Riccardo Tamburro i possibili interventi su di esse. Permetterà inoltre di raggiungere un ‘benessere organizzativo’ generale nel sistema scolastico, in grado di ottimizzare la qualità e l’ef-

Manuel Barroso

di Giorgio Berchicci Nell’ Aprile del 2007 sono stato invitato a partecipare a Lisbona al Congresso della World Medical Association. E’ normalmente un evento di grande richiamo, vista l’influenza di questa Organizzazione in campo mondiale, ma quell’anno lo è stato forse un po’ di più per la annunciata presenza del Presidente della Commissione Europea, Jose Manuel Barroso. Siamo tutti abituati, almeno in Italia, a ri-

ficienza dell’intervento educativo e formativo”. L’Ups opererà all’interno del servizio Istruzione della Regione Molise in accordo

e coordinamento con l’Ufficio Scolastico Regionale, con l’Asrem, l’Università del Molise e le società scientifiche del settore. L’azione sinergica dell’Ufficio con le altre istituzioni tende a realizzare iniziative utili ad elevare il livello di qualità ed efficienza del sistema scolastico regionale, avvalendosi di un apposito comitato tecnico scientifico. Le attività dell’Ups sono rivolte non solo ad enti istituzionali, ma anche gli alunni, docenti e personale Ata delle scuole statali e paritarie ed alle famiglie degli alunni stessi.

passare la proposta di anticipare le Regionali ad ottobre, dovrà rivedere la propria agenda degli eventi. L’ipotesi, dunque, è al va-

glio della presidenza del Consiglio dei ministri e non è escluso che già dalla settimana prossima il governo possa pronunciarsi in tal senso.

Con il Molise nel cuore, siglata la convenzioneAlitalia CAMPOBASSO. È stato siglato l’accordo annuale tra Alitalia e l’associazione “Con il Molise nel cuore”, per favorire il rientro in regione per quei cittadini molisani che hanno voglia di ritornare nella loro terra. L’intesa permetterà di acquistare i biglietti aerei, direttamente dal sito www.alitalia.com, con una riduzione tariffaria del 15% sui voli operati dalla compagnia di bandiera dall’estero verso tutti gli aeroporti nazionali. A godere degli sconti potranno essere tutti quei cittadini del Molise iscritti a “Con il Molise nel cuore”, in possesso anche dell’apposita card. E sarà proprio l’associazione a fornire loro un codice di sconto (e-coupon) che dovrà essere inserito direttamente nel sito al momento richiesto. La riduzione potrà essere applicata per tutte le tariffe disponibili al momento della prenotazione per la tratta e la data scelta, e anche per le tariffe promozionali. L’accordo, inoltre, prevede anche delle offerte particolari per i gruppi (minino di 10 passeggeri che viaggiano insieme) e per la spedizione delle merci. Il progetto è stato presentato ed illustrato venerdì nello splendido scenario del museo dei Misteri a Campobasso dalla responsabile marketing Alitalia Fabiana Filippi. Tale iniziativa avrà un più ampio respiro anche in occasione delle prossime elezioni regionali. Un momento per tutti i molisani residenti all’estero, o sul territorio nazionale, che intendono partecipare attivamente alla vita politica della propria regione. L’autore di questo straordinario progetto è Lino D’Ambrosio che, avvalendosi di uno staff tecnico di tutto rispetto, è riuscito a siglare un accordo con l’Alitalia. Un progetto sostenuto anche dalla Regione Molise, l’Ecotour, l’Anci Molise, Ept di Campobasso, l’Unioncamere, la Soprintendenza del Molise e l’associazione Borghi d’Italia. Sarà inoltre creato uno staff operativo che ‘prenderà in consegna’ il turista nel momento dell’arrivo in regione, con tanto di visita guidata alla scoperta delle meraviglie molisane. V.d.T.

Auto blu, a proposito di Barroso

cevere inviti a manifestazioni in cui viene annunciata la presenza di Autorità di vario genere che, poi, puntualmente non arrivano, perché “ impegni improcrastinabili precedentemente presi “ ne impediscono la presenza. E’ un’abitudine inveterata, certamente non bella, e sulla quale non intendo dilungarmi. Invece, Josè Manuel Barroso arrivò puntualmente all’orario indicato, parlò per il tempo concesso, e alla fine si consegnò semplicemente alle strette di mano e alle foto scattate con i telefonini che ognuno di noi desiderava avere. Poi, scusandosi, guadagnò l’uscita e si diresse, da solo,

verso l’unica auto che lo aspettava. Nell’auto c’era l’autista, che non fece neanche il tentativo di aprire la portiera anteriore ( non posteriore ) perché Barroso lo precedette, si sedette sul sedile al fianco dell’autista e andarono via. Nessuno li seguiva né li precedeva. E’ vero che Barroso era nella sua Città, Lisbona, ma è pur sempre il Presidente della Commissione Europea! Ho voluto riferire questo episodio non perché sia nelle mie intenzioni sottolineare l’uso disinvolto di scorte e di auto blu caratteristico del mondo politico italiano e di quello degli Stati dove i concetti di democrazia e di rispetto della cosa pubblica sono meno sviluppati, ma perché questo è un esempio di stile, di classe, total-

mente assente da noi. Qui l’auto è ancora uno Status Symbol, l’auto blu è un segno di potere che ti permette di infrangere tutti i limiti dei Cittadini normali; suscita un’insana invidia in tutti quelli che ti vedono sfrecciare, magari protetto dai vetri scuri, e annunciato da una sirena che quella dell’ambulanza sembra un giocattolo innocuo… Barroso, invece, non ha neanche le quattro frecce accese e se ne va via in silenzio, così come era arrivato. Lo stesso stile caratterizza l’azione dei Commissari Europei : la possibilità di avere un colloquio in tempi ragionevoli con un Commissario europeo non è una eventualità remota, ma rientra nei compiti istituzionali di questi “ Ministri “ europei, così come il rispondere

alle lettere ricevute anche via FONDATO NEL 1998 internet. Il fatto stesso che il Cittadino possa disporre di un DIRETTORE RESPONSABILE: indirizzo di posta elettronica GIULIO ROCCO di un Commissario Europeo è un segno di civiltà, di vicinanEDITORE: za ai problemi della gente, di ITALMEDIA s.r.l. disponibilità e, soprattutto, di SEDE LEGALE: servizio che si rende alla po- VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 86100 CAMPOBASSO polazione europea. Abbiamo SEDE OPERATIVA tutti gioito, quindi, alla noti- VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 zia che un’italiana era stata 86100 CAMPOBASSO nominata alla Direzione GeSITO INTERNET: nerale della DG Sanco, quelwww.quotidianomolise.it la della sanità e dei consuma- EMAIL:redazionecb@quotidianomolise.it tori. Paola Testori-Coggi è la Pubblicità prima italiana a ricevere un ITALMEDIA s.r.l. Tel. 0874.484623 incarico così prestigioso, così Via S.Giovanni in Golfo importante e, oserei dire, deCampobasso cisivo per la salute degli eu- EMAIL: commerciale@quotidianomolise.it ropei. E anche lei, da quando CENTRO STAMPA dirige questa Direzione Generale, ha inaugurato un nuovo ROTOSTAMPA - LIONI (AVELLINO) Registrazione Tribunale stile: adesso, alle lettere non di Campobasso N. 157/87 si risponde più. Che peccato!


Domenica 31 luglio 2011

3

CONTIUA DALLA PRIMA PAGINA Dovrebbero testimoniare lo spirito democratico del partito, che tale si definisce. Ma prevalgono le esasperazioni del malessere individuale, che provano il fallimento delle primarie, prima ancora del voto dell’11 settembre. La candidatura del presidente della Camera di Commercio di Campobasso, Paolo Di Laura Frattura, è la classica goccia che fa traboccare il vaso. Soprattutto se contiene tossine. Censurata dai radicalismi di sinistra come deriva verso il moderatismo, è osteggiata perché frena il protagonismo di chi pensa d’essere il primo attore; di chi agita superiorità cultural-politiche, per vivere nel perimetro del potere, dopo aver sostenuto le pratiche dell’esclusione, invece dell’inclusione pur necessarie per rafforzare il consenso del proprio partito; di chi, dopo aver coltivato nicchie sempre più piccole, non vuol finire nella residualità sociale. Il risultato: un groviglio di errori, insanabili e assaliti dalla ruggine. Ruta ha rifatto il percorso della Fanelli per la presidenza

Primarie da cortile di Leopoldo Feole della provincia di Campobasso, imponendo un moderato per sfidare l’immobilismo delle sinistre, senza coltivare il terreno del PD per evitargli frane rovinose. Di Laura Frattura si è prestato al gioco di primarie conflittuali, dopo aver subito l’abbagliante prospettiva di scalare una cima politica con minimo sforzo personale. Il segretario regionale del PD Leva ha condotto il gioco con ambigue superficialità, proponendo e ritirando la sua candidatura, con la riserva mentale d’incassare favori istituzionali dopo le primarie. D’Alete ha spolverato il suo passato di burocrate comunista, per entrare in scena e per uscirne con proposte di legge di sapore elettorale, esibite come iniziativa personale, annullando la centralità del partito. D’Ascanio, D’Ambrosio, Petraroia hanno mostrato ostracismi

per Di Laura Frattura con i paramenti da primati di religioni personali, gonfiando le urla della bufera, con il rischio d’esserne travolti. Quanto sono utili le primarie, se hanno l’involuzione emersa in cronaca? Se nessuno pensa che la politica debba restituire alla società il valore dei suoi privilegi, abnormi e spesso immeritati? I personalismi evocano i manzoniani polli di Renzo. Quei pennuti si beccavano senza aver coscienza del loro stare con le zampe legate e strette in una mano. Non si può dire che gli attori delle primarie non abbiano consapevolezza del loro agire, chiaramente limitato a convenienze personali. Quanto è utile inoltre chiedere l’intervento di Roma? Ormai tutti sanno che sono primarie da cortile. Veltroni, primo segretario nazionale del PD per voto plebiscitario, alla Festa Democratica di San Martino in Pensilis ha laconicamente osservato: “è una questione locale”. Parole amare, che pesano più d’una condanna. Con chiarezza di motivi.

Tizzani (Cristiano sociali): Frattura vincerà le primarie e perderà le secondarie

Il tavolo dell’incontro

La base del centrosinistra: i partiti ci snobbano CAMPOBASSO. Acque sempre più agitate nel centrosinistra dopo la spaccatura provocata dall’appoggio alle primarie al candidato Paolo Di Laura Frattura da parte del segretario regionale del Pd, Danilo Leva. Partiti e movimenti nonostante incontri e riunioni frenetiche non riescono a trovare la quadra e forti mal di pancia dell’ultima ora vengono accusati dal coordinamento dei movimenti e delle associazioni capeggiato da Umberto Berardo, Leo Leone e Franco Novelli. “Sollecitati da singoli ed associazioni ad intervenire sugli eventi politici regionali più recenti in vista delle elezioni di novembre – scrivono in un comunicato congiunto - vogliamo precisare che, dopo aver aperto il 6 giugno un cantiere di base per impegnare movimenti, associazioni e liberi cittadini in elaborazioni di idee programmatiche e dopo aver sollecitato un confronto continuo tra le forze politiche e l’elettorato, dobbiamo registrare il silenzio più assoluto dei partiti politici sulle ipo-

tesi di base per un programma di sviluppo razionale del Molise, sulle regole democratiche per le primarie e sulle tesi da noi espresse in merito alla riduzione dei costi della politica e ad un suo rinnovamento radicale sul piano etico, culturale, anagrafico e meritocratico. Vogliamo altresì comunicare che, come movimenti, continuiamo a vivere una fase molto intensa di riflessione, di studio e di proposta a livello di gruppo e che a breve convocheremo una nuova assemblea pubblica nel capoluogo regionale su temi che stiamo sviluppando dopo i primi documenti inviati alle forze politiche, alla stampa ed all’opinione pubblica a partire dal 6 giugno”. Non ci sta il coordinamento che afferma di voler anda-

“Se l’alleanza è spaccata perchè s’insiste?”

re per la propria strada. “Ci occuperemo dei seguenti problemi della collettività molisana: Statuto regionale, riduzione dei costi della politica, cultura e sistema scolastico, giustizia, legge elettorale regionale, occupazione e salario minimo garantito, cooperazione e sussidiarietà, sistema sanitario, difesa e sviluppo del territorio, sviluppo sostenibile e questione energetica, il sistema dell’informazione e delle comunicazioni nel Molise”. Sul piede di guerra anche i Cristiano sociali del Molise che puntano il dito controla candidatura di Paolo Frattura. “La proposta avanzata da Ruta e condivisa da Leva, dai Socialisti e dal Movimento del Guerriero Sannita, di presentare Paolo di Laura Frattura alla Presidenza della Regione Molise è politicamente sbagliata e agevola a tavolino la vittoria del PDL alle prossime elezioni regionali – afferma Loreto Tizzoni, responsabile del movimento. Il punto dirimente è che già in partenza è risaputo che qualora Frattura vin-

Totaro: matrici ed esperienze diverse un valore aggiunto CAMPOBASSO. “Le primarie che ci avviamo a celebrare il prossimo 11 settembre sono un esempio di democrazia, specie laddove offrono ai cittadini la possibilità di scegliere tra candidature radicate tanto a sinistra quanto provenienti da esperienze centriste e moderate”. E’ questo il commento del vice segretario del Pd, Francesco Totaro, dopo la visita in basso Molise di Walter Veltroni. “E’ proprio questo largo ventaglio di proposte a innervosire un centrodestra sempre più preoccupato delle prossime elezioni regionali – continua Totaro - Il centrosinistra, nella sua accezio-

ne classica, nasce proprio primarie del centrosinistra dall’incontro del socialismo anche a candidati di estrazioriformista con le forze ne centrista e moderata. Le d’estrazione moderata che Primarie in sé, e la variegata fanno riferimento alla dottri- proposta politica che esse na sociale della Chiesa. Lo contengono, sono una garanschema che incarnano i can- zia per i cittadini, per la dedidati alle primarie è esatta- mocrazia e per la costruziomente descritto entro questo ne di un Molise migliore”. perimetro storico. Le polemiche stru- Francesco Totaro mentalmente alimentate dalla destra al governo regionale sono una cartina di tornasole inequivocabile e ci dicono quanto sia grande la preoccupazione dei nostri antagonisti per la felice scelta di aprire le

cerà le Primarie perderà le Secondarie. Come tutti gli osservatori politici più accorti sanno, il solo annuncio della presentazione di Frattura alle Primarie ha indotto Rifondazione Comunista e Partecipazione Democratica a fuoriuscire dalla competizione ritenendosi liberi di promuovere un’altra aggregazione di forze che si affiancherà con un proprio candidato alla Presidenza della Regione. Altre formazioni hanno votato contro l’ammissione di Frattura alle Primarie e si sono riservate di valutare in caso di vittoria dello stesso di rimanere o meno nell’alleanza di centrosinistra. Quindi c’è già ora la certezza che i candidati alla Presidenza della Giunta della coalizione sarebbero due, avviandosi a perdere con le stesse modalità ed il medesimo schema sperimentato alle recenti provinciali. Se Frattura ha già spaccato l’alleanza perché si insiste? Basta leggere il documento inviato alla stampa dal coordinamento dei movimenti in data odierna per sommare quel di-

“Si vuole giocare a perdere le elezioni” stinguo alle prese di distanze del PRC e altre forze. Perché si vuole giocare a perdere le elezioni regionali o si è convinti di battere Iorio in una situazione di partenza che vede diviso il centrosinistra ?”. A complicare il quadro della coalizione si aggiunge l’iniziativa del neo movimento di Rino Ziccardi e di altri scontenti che hanno annunciato il sostegno al candidato alle Primarie Nicola D’Ascanio. “Le primarie – dichiarano - negate ieri e acquisite oggi, diventano lo spartiacque su cui si misura la tenuta del quadro politico del centro sinistra attuale. Un quadro politico inficiato da incursioni corsare in un ter-

reno che, per cause e storia, non appartengono alla tradizione molisana. Nel devastato centro sinistra vi possono essere stati passaggi da una formazione politica all’altra, ma mai si è realizzata l’iniziativa di consegnare ad un progetto dal chiaro segno moderato, diremmo di vecchio taglio doroteo, la rappresentanza dei valori del popolo di centro sinistra.Noi crediamo che la nostra scelta sia in direzione ostinata e contraria a questo progetto. Dopo il 19 settembre nulla sarà come prima. Assisteremo ad una scomposizione, anche strutturale, dei partiti, vi saranno riposizionamenti nell’uno e nell’altro campo e molto dipenderà dall’esito del passaggio democratico costituito dalle primarie. Per questo prendiamo posizione in favore di Nicola D’Ascanio, perché non vogliamo essere indifferenti, vogliamo, invece,essere protagonisti di una nuova stagione per il nostro Molise”.

Amodio De Angelis: consumiamo prodotti locali Coldiretti: spese alte per il carburante servitevi dei mercati di ‘Campagna Amica’ CAMPOBASSO. L’inarrestabile aumento dei costi del carburante hanno fatto si che le famiglie italiane spendano più per combustibili ed energia che per il cibo. Infatti, secondo le rilevazioni Osservaprezzi del Ministero dello Sviluppo Economico, sulla spesa mensile dalle famiglie italiane il 19,2 % viene destinato per trasporti, combustibili ed energia elettrica, mentre il 19 % per l’alimentazione. “Volendo fare un esempio concreto – afferma il presidente regionale della Coldiretti del Molise, Amodio De Angelis – possiamo osservare che il prezzo di un litro di benzi-

na alla pompa Amodio oggi è superiore De Angelis a quello di un litro di vino da tavola in vendita sugli scaffali del supermercato, a quello di un litro di latte fresco e a quello di un chilo di pasta”. “Una situazione, questa – prosegue il direttore regionale, Angelo Milo – che mette in seria difficoltà non solo le famiglie ma l’intera economia nazionale dove alimentare ed energia sono due voci di spesa strettamente connesse in un Paese come l’Italia

dove l`86% dei trasporti commerciali avviene su gomma. L’aumento dei carburanti pesa quindi notevolmente – osserva Milo sui costi della logistica e sul prezzo finale di vendita dei prodotti alimentari”.


Domenica 31 luglio 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it

Nove serate ‘costruite’ sulle note di ogni genere. Domani esordio con il concerto del chitarrista Flavio Sala

World Music Project, si parte Si alza il sipario sul festival più avvincente dell’estate molisana Mancano solo gli ultimi ritocchi e poi si parte con il festival più avvincente dell’estate musicale molisana che spazierà nell’arco di ben nove serate dal jazz al pop, dal rock al classico, fino al fusion, al flamenco e al blues. Il World Music Project, giunto ormai alla IV edizione, alzerà il sipario domani sera nella splendida cornice bojanese del Parco Colagrasso per spostarsi poi a Colle D’Anchise, a Isernia ed infine a Frosolone.

Una vera e propria kermesse itinerante che toccherà diversi paesi coinvolgendo tantissime persone e innumerevoli artisti del panorama musicale mondiale che hanno deciso di prendere parte al Wmp. Domani alle 21.30 si parte con il concerto del chitarrista Flavio Sala, giovane musicista che ha già sfondato la ribalta internazionale accompagnato dalla Wmp Orchestra diretta dal maestro Antonello Capuano. Martedì 2 agosto il Wmp si sposterà sul

palco di Piazza della Vittoria con la maratona del rock. L’evento aperto dai Life on Mars, seguiti dai Flamen Shift, Stazione 9, Wings of madness. La seconda parte della serata sarà dedicata a uno dei migliori pianisti italiani emergenti, Michele Montemurro seguito da un ospite davvero speciale, il cantautore Antonello Carozza. L’ evento clou delle serate bojanesi è fissato per mercoledi 3 agosto con l’apertura a firma del direttore ar-

tistico del Festival, il pianista Simone Sala che presenterà il suo nuovo album “Duende”. Dopo che gli animi si saranno scaldati salirà sul palco una grande star della musica italian a :

Tullio De Piscopo con la sua batteria.

Flavio Sala

Tutti gli appuntamenti dell’estate molisana TRADIZIONI, SAGRE, RADUNI Fino al 31 luglio San Giuliano del Sannio - Terza festa della birra. Dal 29 al 31 luglio Scapoli (Is) - XXXV Mostra Mercato e Festival Internazionale della Zampogna. Dal 29 al 31 luglio Miranda (Is)- La Tartufata. Il tartufo è uno dei piatti forti della gastronomia molisana ed il paese di Miranda intende dedicare un week-end a questo vero re della tavola. 31 luglio Guardiaregia (Cb) Loc. Piana del Perrone 18esima festa della montagna. Dal 30 al 31luglio Gildone (Cb) - Ore 16.00 giochi di abilità con le moto; ore 21.00 serata danzante e premiazione dell’organetto più allegro con il maestro Emiddio Farinaccio, il giorno successivo alle ore 9.30 il raduno moto d’epoca presso la Cappella di San Nicola, ore 10.30 Santa Messa officiata da Don Mercurio Simonelli, ore 11.30 benedizione delle auto e sfilata lungo le principali vie del paese, ore 13.30 pranzo presso il ristorante “La Pingera” alle ore 21.00 artisti allo sbaraglio presso la Cappella di San Nicola. Dal 30 al 31 luglio San Giovanni in Galdo (Cb) - Sagra della Pasta e Fagioli e Fricassea. 30 luglio: in occasione dei festeggiamenti del “Sacro Cuore di Gesù”. 31luglio: arrivo del complesso bandistico “Città di Bracigliano”. Durante entrambi i giorni saranno allestiti gli stand della tradizionale sagra della pasta e fagioli e della fricassea. Dal 30 luglio al 1 agosto Cercemaggiore (Cb) - Sagra dei cavatelli. Degustazione di ricette paesane, tanta musica e divertimento. Dal 30 luglio al 1 agosto Termoli (Cb) - XXIV Festival Internazionale del Folclore e delle culture marinare. 31 luglio Ripalimosani (Cb) - 8° memorial di pesca sportiva alla trota. Circolo Arci ore 06.00 fiume Biferno. 31 luglio Colli a Volturno (Is) - Ore 20.00 apertura stand gastronomico; ore 21.00 serata danzante con “Peppe Zona Show”; ore 24.00 estrazione lotteria. 31 luglio Campobasso - Presso il “Centro del Molise” X party un evento estivo con il Campionato mondiale di tris. Dalle ore 18.00 ci sarà la musica dei deejay di Radio Delta 1, l’animazione delle pedine “viventi”, l’allegria della mitica Mascotte Shoppy e degustazioni a base di tartufo. Per il vincitore in palio un soggiorno per due persone. 31 luglio Colli a Volturno (Is) - V edizione Cuore Collese. Ore 16.45 ritrovo presso impianti sportivi; ore 17.30 partita femminile a scopo benefico; ore 18.00 Alpini Valle del Volturno/Vecchie glorie collesi vs Squadra del Cuore di Cerro al Volturno; ore 19.30 incontro-dibattito “Sport, territorio e solidarietà”. 31 luglio Campomarino (Cb) - Gran fondo delle cantine molisane. 31 luglio Santo Stefano (Cb) - Alle ore 17.00 con Giocolandia, un appuntamento da non perdere dedicato prevalentemente ai bambini che potranno divertirsi con giochi gonfiabili e intrattenimento di vario genere nella piazza della frazione. 31 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - 14^ edizione Pedalata Avis, in Piazza della libertà ritrovo ore 18.30 partenza 19.00; Ore 21.30 Festa Cuore Immacolato di Maria, musica e stands gastronomici. 1 agosto Guardialfiera (Cb) - Ore 17.00 giocoleria sul lago; ore 20.30 ristorante “Miralago” campioni della rima e del buon gusto. 1 agosto Petacciato (Cb) - Sagra della Porchetta. 1 agosto Rotello (Cb) - “Acquasplash” torneo a squadre di calcio saponato in piazza. 1 agosto Montagano (Cb) - Sagra della Pasta e fagioli. 1 agosto Vinchiaturo (Cb) - Ore 20.30 “Non solo nuoto 2011.. La festa” in piazza municipio. 1 agosto Cercepiccola (Cb)- Il crocifisso di San Damiano sarà donato dall’Arcivescovo della diocesi di Campobasso-Bojano, Sua Eccellenza Monsignor Giancarlo Maria Bregantini, alla piccola comunità della Valle del Tammaro ed affisso nella chiesa di San Francesco, sita alle porte

del paese (in località Cappella). 1 agosto Montenero di Bisaccia (Cb) - Ore 19.30 torneo di tennis; ore 20.00 torneo di calcio a 5; ore 20.30 torneo do beach volley; ore 21.00 esibizione di tiro con l’arco; ore 21.00 esibizione della scuola di ballo Star Dance School; ore 21.30 esibizione di Judo-Ju Jitsu a cura dell’Asd Libertas Yamarashi. A seguire Sodacustica in concerto. Dal 1 al 2 agosto Agnone (Is) - Festa della Madonna degli Angeli, ore 21.30, presso località Fontesambuco. In serata Giggione in concerto, ed il giorno successivo in concerto Tequila band. 2 agosto Santo Stefano (Cb) - Santa Messa alle ore 11.30, processione della Madonna del Carmine alle 18.30 e in serata, a partire dalle 21.00, la compagnia “Il faro” metterà in scena un divrtente spettacolo di teatro comico napoletano. Stands gastronomici faranno da cornice a tutte le serate di festa. 2 agosto Montenero di Bisaccia (Cb) - Ore 19.30 Memorial Giuseppe Valerio “Pepp Cristin” e il capitano Nicola D’Ascenzo “Piccirill”; ore 20.00 torneo di beach tennis; ore 20.30 torneo di tennis tavolo; ore 20.30 torneo di beach volley; ore 21.00 esibizione di Judo a cura dell’Asd Nuovo Judo Montenero; ore 21.30 esibizione della scuola di ballo Dimensione Latina. A seguire Crazy Dumbs in concerto. 2 agosto Pietracatella (Cb) - I sapori del Molise. Ore 21.00 stand gastronomici di prodotti tipici molisani. 2 agosto Roccavivara (Cb) - Ore 17.00 Santa Messa; ore 18.00 convegno presso la sala consiliare del comune di roccavivara sita in p.zza Portella, sul tema:”Terza età e malattie emotologiche”. Ore 21.00 serata musicale in piazza Portella; ore 22.00 consegna targhe agli anziani della classe: 1933. 2 agosto Vinchiaturo (Cb) - “Musica e Storia tutta Italiana” in piazza municipio. 2 agosto Guardialfiera (Cb) - Giocoleria sul lago, ore 18.00. 3 agosto Santo Stefano (Cb) - Sarà celebrata la Santa Messa (ore 11.30) e la processione del santo patrono per le vie della frazione (ore 18.30). I fuochi pirotecnici alle 18.30 e a mezzanotte. Quest’anno il Comitato feste ha voluto dividere lo spettacolo serale, con inizio alle 21.00, in due momenti, quello musicale con una cover band di Gigi D’Alessio e quello comico il cabarettista di Colorado Cafè, Carmine Faraco. 3 agosto Agnone (Is) - Cena tibetana, gastronomie e culture a confronto, ore 20.30, presso hotel Palazzo della Città. 3 agosto San Martino in Pensilis (Cb) - A cavallo per i tratturi. Escursione per i tratturi con cavalli messi a disposizione dalle associazioni dei Cavalieri dei Tratturi con sosta nell’area attrezzata sul tratturo Celano-Foggia nel territorio di San Martino in Pensilis. Dal 3 al 4 agosto Termoli (Cb) - Festività del Patrono San Basso. 4 agosto Pietracatella (Cb) - “Writes in pietra” primo concorso di “Street Art”, animazione della serata con il gruppo Dickenz Band. Ore 21.00 belvedere. 4 agosto Cercemaggiore (Cb) - Festeggiamenti in onore di San Domenico. 4 agosto Vinchiaturo (Cb) - Ore 21.00 “Napoli: Teatro o caffè chantant”. 4 agosto Bonefro (Cb) - Ore 16.00 iscrizioni area parcheggio; ore 17.00 inizio giochi popolari. Dal 4 al 7 agosto Carovilli (Is) - Carovilli beer festival. Manifestazione dove poter degustare piatti tipici e all’insegna di musica veramente eccezionale. Dal 4 al 11 agosto Larino (Cb) - 1^ edizione torneo di calcio a cinque “Santa Chiara” a cura di Asd Sc Larino. 5 agosto Guglionesi (Cb) - Passeggiando sotto le stelle III edizione, visita guidata del centro storico di Guglionesi, ore 21.30, raduno dei partecipanti in via Capitano Verri nei pressi dei Ruderi del Castello da Capo.

5 agosto Vinchiaturo (Cb) - Ore 21.00 “Baccalà e Friggitelli” con karaoke in via E.Spensieri. 5 agosto Bonefro (Cb) - Ore 15.00 iscrizioni presso cooperativa p.zza Municipio; dalle ore 16.00 alle ore 20.00 inizio gara: “Caccia al tesoro”. 5 agosto Cercepiccola (Cb) - Festeggiamenti in onore della Madonna delle Grazie con serata danzante ed intrattenimento musicale. 5 agosto Sant’Elia a Pianisi (Cb) - Il gruppo Civitas Sancti Eliae Planisi anche quest’anno rivive la sua rievocazione storica. II edizione della ”Festa di una notte di mezza estate”. Ore 19.00 partenza con la sfilata dei gruppi storici (Colletorto, Montecilfone, Provvidenti, Guglionesi, Larino e la partecipazione del gruppo di Sant’Elia a Pianisi). Durante il percorso gli Sbandieratori di Lucera daranno dimostrazione di alcuni loro spettacoli. Apertura della sagra di carne alla brace (ore 20.00). Arrivo dei gruppi storici in Piazza Municipio e relativa presentazione (ore 20.30). Seguirà il saluto dei Nobili De Capua e ci saranno alcuni spettacoli di vario genere, balletti, combattimento e spettacoloi degli sbandieratori. La prima parte si concluderà con il saluto dei vari gruppi ai Signori De Capua. (ore 23.00) La seconda parte, molto breve, prevederà un combattimento tra i soldati del feudo di Sant’Elia e prevederemo un nuovo balletto. Il tutto si chiuderà con una bellissima sorpresa. 5 agosto Riccia (Cb) - Folklore internazionale, ore 21.00. Dal 5 al 7 agosto Bojano (Cb) - IX edizione ‘Incontro con le auto di ieri’, organizzato dall’associazione Gruppo Auto Classiche “Il Sorpasso”. Dal 5 al 12 agosto Ripalimosani (Cb) - Palio delle Quercigliole o Madonna della Neve. Processione della statua della Madonna che sarà riportata nella propria cappella l’11 di agosto. Il giorno successivo si prepara il palio che consiste di una gara equestre. 6 agosto Busso (Cb) - Bar Ambarabà serata panini e salsiccia ore 21:00 6 agosto Matrice (Cb) - ‘5a corsa lenta in bici- chi arriva ultimo vince’. Unica al mondo, senza limiti di età, presso piazza dei Caduti, ore 15,30. Serata con stand gastronomici, ore 21. 6 agosto Cercepiccola (Cb) - Festeggiamenti in onore del Santissimo Salvatore con serata danzante ed intrattenimento musicale. 6 agosto Portocannone (Cb) - Sagra del grano e dei ceci “San Donato”. 6 agosto Cercemaggiore (Cb) - 2° torneo di calcio a 5 “Santa Maria della Libera”. 6 agosto Monteroduni (Is) - Dalle ore 16.00 alle ore 20.00 in Piazza G. Russo avrà luogo la manifestazione “Bambini... Festeggiamo l’estate” con installazione di scivoli gonfiabili, giocoleria, mago, trampolieri, baby dance. 6 agosto Petrella Tifernina (Cb) - San Giorgio Martire... Storie e leggenda. Presentazione monografica “La Chiesa di San Giorgio Martire”. 6 agosto Sant’Elia a Pianisi (Cb) - Convegno storico: 150 anni e oltre: riflessioni sull’Unità d’Italia, con l’intervento di professori universitari e di autorità civili e religiose che si terrà presso il Convento dei Padri Cappuccini, ore 18.00. Visita guidata al museo di Brinidisi e Mancini. Concerto serale del gruppo Quod Libet sul periodo risorgimentale, Fontane della Pace, ore 21.00. 6 agosto Bonefro (Cb) - “Dama sotto le stelle” e giochi di squadra inizio ore 21.30 presso p.zza Municipio. 6 agosto Montaquilia (Is) - 5^ Sagra del cinghiale ore 06.00 inizio giornata ecologica;ripulita sentieri montani e ripristino ambiente. Ore 20.30 apertura standard gastronomico, serata danzante con l’orchestra spettacolo. Ore 23.00 consegna targa al ”Cacciatore Gentiluomo” per l’anno 2011 (il noto attore di cinema e teatro originario di Roccaravindola, Edoardo Siravo. 6 agosto Cantalupo nel Sannio (Cb) - III trofeo S.Anna. Gara di corsa su strada di km 9,250 per il corrimolise 2011, ore 10.00 convegno con la partecipazione straordinaria di Pietro Mennea, in seguito, la serata sarà alliettata dal gruppo “Mosaico” di Bojano.

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

4


Domenica 31 luglio 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it 6 agosto Casacalenda (Cb) - Ore 16.30 Corso Roma ” 17^ pedalata ecologica”. 6 agosto Campolieto (Cb) - XXI Sagra di pasta e fagioli con involtini di cotica e salsiccia arrosto, oraganizzata dalla Usd Campolieto. 6 agosto Castropignano (Cb) - Visite guidate gratuite al Castello D’Evoli e Borgo di Castropignano, ore 10.30. Convegno ex Chiesa di San Nicola, ore 17.00 “Storia, arte, archeologia. Incontro studio”; Mostra pittorico-fotografico, ore 19.00 “L’arte colora la vita: l’opera pittorica di Gilda Pansiotti 1891-1985”. Dal 6 al 7 agosto Guardialfiera (Cb) - Ore 16.00 campetto polifunzionale. Torneo di Vòche; (6 agosto) ore 20.00 semifinale torneo volley; (7 agosto) ore 20.00 finale torneo volley. Dal 6 al 7 agosto Montagano (Cb) - Festa del Vecchio Borgo. Dal 6 al 7 agosto Casalciprano (Cb) - Presso il Parco dell’Annunziata di Casalciprano l’Associzione Ultrantirazzista onlus di Campobasso organizza la seconda edizione del Torneo delle Realtà Antirazziste, la manifestazione antirazzista molisana. Sabato 6 si terrà prima il Torneo di calcio a cinque, a seguire concerto degli Statuto, il tutto condito da ottima carne arrosto e birra alla spina. Domenica Dj set. Dal 6 al 7 agosto Frosolone (Is) -Contrada S. Pietro in Valle Dalle ore 21.00 serata all’insegna del divertimento con il cabarettista di zelig Pino Campagna e l’intrattenimento dell’orchestra spettacolo “Fratelli d’Italia”, (6 agosto); festeggiamneti in onore del Santo Patrono San Donato dalle ore 16.00 pomeriggio all’insegna del divertimento per i bambini con i giochi gonfiabili, dalle ore 21.00 spettacolo musicale della cover band di Gigi D’Alessio e Claudio Baglioni, (7 agosto). Dal 6 al 7 agosto Larino (Cb) - Festa juventina Larinese, a cura dello Juventus Club di Larino. Dal 7 al 8 agosto Guglionesi (Cb) - XIX edizione del Palio di San Nicola. 7 agosto Sant’Elia a Pianisi (Cb) - Festa Gr. Est. 2011, Piazza Municipio, ore 20,30. 7 agosto Montaquila (Is) - 5^ Sagra del cinghiale;ore 08.00 Gara di tiro a palla su sagoma di cinghiale; ore 11.00 Vesparaduno; ore 17.00 Mostra cinofila con giudici federali; ore 20.00 apertura stand gastronomico e serata danzante con Enzo De Quattro; ore 23.30 premiazioni mostra, gara e estrazioni lotteria. 7 agosto Campolieto (Cb) - 9a festa della trebbiatura e sagra contadina. Ore 10.00 preparazione della trebbia e apertura dello stand gastronomico con degustazioni propria, salsiccia e pancetta arrosto... Ore 16.00 giochi tradizionali e musica dal vivo e serata danzante fino a tarda notte accompagnati dal gruppo “Sciur d cucuzz”. Ore 21.00 direttamente da: La sai l’ultima intervento straordinario di Franco Guzzo il maresciallo delle risate. 7 agosto Roccaravindola/Montaquila (Is) - II° Memorial Marinelli a cura del Motoclub di Ravindola e con il patrocinio del Vespa Club di Campobasso. 7 agosto Monacilioni (Cb) - Evento gastronomico “Farro sotto le stelle”, organizzato dalla cooperativa Castrum Monacilionis”. Degustazione del farro preparato in gustosissime ricette: dalla classica zuppa molisana, all’esotico taboulè alla tradizionale pastiera. Novità la birra di farro e l’accoppiata tutta molisana di farro e tartufo. 7 agosto Riccia (Cb) - Folklore internazionale, ore 21.00. 7 agosto Campolieto (Cb) - Tartufestival. Degustazione di prodotto a base di tartufo. 7 agosto Pietracatella (Cb) - “La Morgia” V Festival internazionale del Folklore. Gruppi ospiti: Venezuela, Kenia, Serbia, Argentina. 7 agosto Capracotta (Is) - La Pezzata. Il vivido legame tra Capracotta e la sua tradizione pastorale, rivive nella "Pezzata", sagra dell'agnello alla brace e della pecora bollita con erbe aromatiche che si tiene annualmente la prima domenica di agosto nella splendida cornice del pianoro di Prato Gentile. 7 agosto Cercepiccola (Cb) - Festeggiamenti in onore del Patrono San Donato con serata danzante ed intrattenimento musicale. 7 agosto Scapoli (Is) - Festa popolare. 7 agosto Guardiaregia (Cb) - “Il sentiero della natura San Nicola”, il più spettacolre sentiero delle Oasi del WWF Italia. Dal paese di Guardiaregia, il sentiero natura si snoda lungo un antica carrabile recuperata dal WWF. Si arriverà sulle sponde del Torrente Vallone Grande per osservare da vicino il canyon del Quirino e la cascata di San Nicola che rappresentano per il Matese e per l’Oasi, un ecosistema unico e particolarmente delicato. 7 agosto Vinchiaturo (Cb) - Ore 21.00 sagra dello spezzatino presso ristorante da Franco in via Marconi; ore 21.00 in p.zz municipio “New look dance”. 7 agosto Mirabello Sannitico - Prima edizione della Mostra Scambio Auto e Moto d’epoca. I mirabellesi offriranno, inoltre, aperitivi e prodotti locali. 8 agosto Matrice (Cb) - ‘Cammnann magnann’ in giro per i campi di Matrice, degustazioni prodotti locali a cura del Comitato ‘zeroottozerootto’, ore 11. 8 agosto San Giacomo degli Schiavoni (Cb) - Sagra del Prosciutto. 8 agosto Bojano (Cb) - Sagra del Prosciutto. 8 agosto Guardiaregia (Cb) - “Cammina Molise 2011”. La XVII edizione di “Cammina Molise” attraversa l’Oasi da Guardiaregia a Campochiaro. La terza tappa, organizzata dall’Associazione culturale “La Terra” è dedicata alla natura dell’Oasi WWF. Ospiteremo un tratto del trekking della manifestazione da Guardiaregia a Campochiaro verso San Polo Matese, sul sentiero carsico di Chianetta- Valle Uma- Fonte Francone. Dal 8 al 9 agosto Scapoli (Is) - Seconda edizione delle “Volturniadi”, sfida tra i paesi della Valle del Volturno “a colpi” di giochi popolari. Dal 8 al 10 agosto Termoli (Cb) - Termoli Slow. Giunta alla seconda edizione, da venerdì 8 a domenica 10 agosto torna “Termoli Slow – con passo lento tra i sapori della terra e del mare”, la manifestazione ideata dalla condotta Slow Food di Termoli dedicata alla cultura gastronomica molisana e alla scoperta delle meraviglie della costa molisana. 9 agosto Guardialfiera (Cb) - Dal mattino sul lago “Pentatlon d’agosto”. Corsa campestre, montainbike, canottaggio, tiro con l’arco o lancio del peso. 9 agosto Sant’Elia a Pianisi (Cb) - Il Borgo rivive, II edizione, La notte

dei briganti. Rappresentazione storica degli eventi locali sui moti borbonici dell’800 e ad un episodio della vita religiosa. Degustazione prodotti tipici a cura di Melina Tanno. Musiche e balli risorgimentali. Dal 9 al 10 agosto Pozzilli (Is) - Festa di San Lorenzo Martire e Sant’Antonio da Padova. 10 agosto San Giuliano del Sannio (Cb) - Evento folkloristico: IX Rassegna “Incontri” festival internazionale del folklore ore 21.00 in Piazza Libertà. 10 agosto Monteroduni (Is) - La manifestazione:” Come ze magnava’na vota”. 10 agosto Pescolanciano (Is) - Stranezze gastronomiche e spiedini di pecora. Evento a cura dell’associazione culturale “Il girasole”. In serata concerto di musica popolare. Dal 10 al 22 agosto Sant’Elia a Pianisi (Cb) - Manifestazioni: 10 agosto, karaoke. 11 agosto, orchestra spettacolo con organetto e fisarmonica. 12 agosto, serata di beneficenza per il Ciad con spettacolo ‘Buonanotte Pulcinella’. 13 agosto, caccia al tesoro. 14 agosto, il mercatino delle pulci. 15 agosto, Il Giradischi e musica folk-popolare. 16 agosto, ‘Musicando’ con musiche e canzoni tradizionali con dialetti paesani. 17 e 18 agosto, 4a edizione Notte Rock “London Calling”, presso Ex-Novo località San Pietro. 19 agosto, saggio di ginnastica ritmica. 22 agosto, concerto. Dal 11 al 12 agosto Carpinone (Is) - Festival Internazionale del folklore, programma: apertura festival e Notte della Taranta con i “Sud Folk” (11 agosto); Festival Internazionale del folklore con gruppi provenienti da Hawaii Cile, Lituania, Kenya, Spagna, Ungheria, Venezuela, Georgia e Italia (12 agosto). 12 agosto Ferrazzano (Cb) - “Spizzicando per il Borgo”, passeggiata enogastronomica e foklorica tra gli incantevoli vicoli del Borgo storico di Ferrazzano. Degustazioni di prodotti locali e Tintilia, accompagnate da musica tradizionale di mandolini ed organetti. 12 agosto Vastogirardi (Is) - Festeggiamenti in onore di S.Nicola di Bari con la partecipazione dell’intera giornata del gran concerto bandistico città di Bracigliano provincia di Salerno, diretto dal maestro, direttore e concertatore professor Mario Ciervo. 12 agosto Pescolanciano (Is) - 17^ Sagra della Polenta, ore 19:00 degustazioni di polenta tagliata con il filo, piatto tipico dei pastori della transumanza. In serata spettacolo musicale e serata danzante, a cura dell’associazione “Il Girasole”. 13 agosto Castropignano (Cb) - Visite guidate al Castello D’Evoli e Borgo, ore 10.30. Piazzale Chiesa Madre:”Mercato di prodotti locali e biologici”. 13 agosto Pescolanciano (Is) - Pezzata pescolancianese. Dal 14 al 15 agosto Matrice (Cb) - 45esima sagra del prosciutto a Santa Maria della Strada, spettacolo musicale, ore 21. 17 agosto Duronia (Cb) - Festa del Santuario dell’Assunta, Contrada Santa Maria MUSICA Dal 1 al 2 agosto Isernia - XXI edizione del Eddie Lang Jazz Festival. 3 agosto Bonefro (Cb) - Spettacolo musicale: “Dalle canzoni evergreen alle favole” inizio ore 21.30 presso Fontana della Terra. 3 agosto Oratino (Cb) - piccola orchestra popolare C.O. Panzillo. Dal 3 al 7 agosto Monteroduni - XXI edizione del Eddie Lang Jazz Festival Fino al 30 luglio Campomarino (Cb) - Campus musicale estivo “Orchestra giovanile”. Dal 29 al 31 luglio San Giuliano del Sannio (Cb) - Dark Secret Love e Ninive in concerto al San Giuliano Rock Festival presso località Sottobosk. Il 31 luglio in concerto Massimo Volume. Fino al 31 luglio Ripabottoni (Cb) - ‘King Lizard Fest’, festival musicale presso l’agriturismo “La corte del re Lucertola”. 31 luglio Casacalenda (Cb) - Concerto di Musica Nuda (Pietro Magoni e Ferruccio Spinetti), alle 21:30 in corso V. Emanuele III. 31 luglio Guglionesi (Cb) - Concerto “Giuliano Palma”. Dal 4 al 13 agosto Campolieto (Cb) - Festival “Note d’estate a Campolieto”. 1 agosto Campomarino (Cb) - Ore 21.30 Lago S.Maria, concerto orchestra giovanile. 2 agosto Campomarino Lido (Cb) - Ore 21.30 in Piazza Falcone “Musica e Balli in Piazza”. 3 agosto Campomarino Lido (Cb) - Ore 21.30 in Piazza A.Mora “The Blues Brothers in Musical”. 4 agosto Riccia (Cb) - La Grande Tribù in concerto. 4 agosto Campomarino (Cb) - Rocco Gitano in concerto. Dal 4 al 7 agosto Riccia (Cb) - Ritorna il RicciaFolkFestival, quattro serate di musica e buona tavola con le specialità gastronomiche riccesi in piazza Umberto I. La grande Tribù in concerto (4 agosto - ore 21:00); Folklore internazionale con gruppi di Brasile e Argentina (5 agosto - ore 21:00); Lino Cannavacciuolo in concerto (6 agosto - 21:00); Zampo’ gnorchestra in concerto (7 agosto - 11:30 nella Chiesa del Beato Stefano); Folklore internazionale con gruppi di Kenya, Spagna e Italia (gruppo folk Città dei Trulli di Alberobello). 5 agosto Campomarino (Cb) - Ore 21.30 Lago S.Maria “Musica dal vivo”. 5 agosto Portocannone (Cb) - Concerto di Giuseppe “Spedino” Moffa & Co.mpari e Curakanta, alle 21:30 in piazza Skanderberg. Dal 5 al 7 agosto Cercemaggiore (Cb) - Baloma Bikers Festival, Memorial Pippo D’Amico. Programma: (5 agosto) concerto Shiny Diamonds; (6 agosto) concerto Mike Terrana; Carl Palmer; Michael Schenker Group; (7 agosto) estrazione lotteria. In palio una Harley Davidson Sportster Forty Eight 12:00. 6 agosto Vasto (Ch) - Massimo Ranieri (ore 21.30). 6 agosto Campomarino (Cb) - In piazza K. Wojtyla IV festa di piazza con Gigione in piazza. 6 agosto Riccia (Cb) - Lino Cannavacciulo in concerto. 7 agosto Campomarino Lido (Cb) - Ore 21.30 “Brusco & i Roots in the Sky” in Fino all’Alba Tour, a seguire Djset. Dal 6 al 7 agosto Casalciprano (Cb) - Dj set di Uptown seguito da ottima musica dal vivo con la partecipazione del gruppo locale Mushma e dal gruppo Statuto di Torino. 7 agosto Termoli (Cb) - “Serata Beatles” 2^ edizione. Tributo a John

Lennon. Cortile scuola di Piemonte ore 21.00. Proiezione di “Imagine”con le più belle canzoni di John Lennon. 8 agosto Bonefro (Cb) - Bonefro Rock festival. 8 agosto Bonefro (Cb) - Quintorigo “English Garden Tour” alle ore 21.30 presso Fontana della Terra. 9 agosto Busso (Cb) -Cantine Riunite Band 10 agosto Busso (Cb) - Festeggiamenti in onore di S. Lorenzo Martire -Pino Campagna Dal 10 al 11 agosto Carovilli (Is) - Nuvole,chitarre e note - festival Danilo Ciolli. La manifestazione musicale, nata per ricordare Danilo Ciolli (uno dei quattro ragazzi molisani scomparsi nel sisma abruzzese del 2009) e organizzata dall’Associazione Danilo Ciolli Onlus, giunge alla sua terza edizione. Ospiti delle due serate saranno (10 agosto) Post-it; Marco Notari e i Madame; i Fonokit; i Bud Spencer Blues Explosion; (11 agosto) Roberto Angelini e il Collettivo Angelo Mai; Niccolò Fabi. 11 agosto San Giuliano di Puglia (Cb) - Concerto di Antonella Ruggiero e L’Arcano Patavino, ore 21:30 in Corso V. Emanuele III. 12 agosto Montecilfone (Cb) - Concerto di Antonio Forcione Quartet, alle 21:30 in via Fiume. 13 agosto Longano (Is) - Gli Stadio in concerto in Piazza Veneziale. A seguire un grande spettacolo di fuochi pirotecnici e estrazioni lotteria 1° premio 5.000 euro. 13 agosto Montorio dei Frentani (Cb) - Concerto della BandAdriatica, alle 21:30 in via Roma. 14 agosto Gambatesa (Cb) - Collage in concerto. 14 agosto San Martino in Pensilis (Cb) - Marlene Kuntz in concerto. 15 agosto Santa Maria De Foras (Cb) - Gigione in concerto. 15 agosto Gambatesa (Cb) - Cover di Rino Gaetano “Ciao Rino”. 20 agosto Monteverde di Bojano (Cb) - La Corrida con la partecipazione di straordinari ospiti, presenta: Lucio Perrella. 20 agosto Matrice (Cb) - Cantabimbi 2011 21 agosto Monteverde di Bojano (Cb) - Raf in concerto. 31 luglio Rotello (Cb) - “Io canto con mamma e papà” II edizione, serata musicale con interpretazione di brani di musica leggera da parte di mamme e papà che si esibiranno con i propri figli. MOSTRE, CINEMA, SFILATE Dal 1 al 2 agosto Bonefro - Rappresentazione teatrale ‘E’ sule nu sonne’ di Alfonso Piccirillo della compagnioa ‘La formica’. Il giorno successivo rappresentazione della monografia del pittore bonefrano: Ettore Lalli. 2 agosto Roccavivara (Cb) - Ore 16.30 inagurazione della mostra di arte contadina e mostra di artigianato locale di merletti e ricami presso la palestra dell’Edificio Scolastico. 5 agosto Bonefro (Cb) - Apertura mostra “Colori d’Italia” dedicata ai 150 anni dell’Unità d’Italia inizio ore 18.00 presso Convento Santa Maria delle Grazie. Fino al 9 agosto Termoli (Cb) - Cinemare 2011 - IX Edizione . A cura dell’associazione Kimera Cineclub e Circolo del Cinema Lino Penna, presso il cortile della scuola media P. di Piemonte (alle 21:30). Fino al 15 settembre Termoli (Cb) - 56° Premio Termoli Mostra nazionale d’arte contemporanea, presso Galleria civica (orario: 10:00 - 12:00 e 20:00 - 24:00). Fino al 15 settembre Termoli (Cb) - Inaugurazione spazi espositivi d’arte contemporanea, a cura dell’Associazione alla cultura in collaborazione con la Fondazione Molise Cultura, in via F.lli Brigida vicol mercato. Fino al 4 agosto Termoli (Cb) - Mostra d’arte contemporanea di Nazzareno Serricchio e Cristina Valerio all’Officina Solare, tutti i giorni compreso i festivi dalle ore 21:00 alle 0re 23:00. 31 luglio Matrice (Cb) - R-Estate a Matrice. Cineforum sulla seconda guerra mondiale, Santa Maria della Strada. 30 luglio Termoli (Cb) - Serata Cabaret “Mudu” a cura del’agenzia Molise eventi. Teatro verde ore 21.00. 31 luglio Montagano (Cb) - Eat-In, degustazione enogastronomica nel giardino del polo museale di Faifoli (dalle ore 20:00). 31 luglio Jelsi (Cb) - Premio Internazionale “La Traglia” - Etnie e Comunità 2011. Protagonista di questa edizioni l’Irlanda e le sue tradizioni. Programma: alle 19:30 in piazza Umberto incontro all’Albero della Pace con inaugurazione della ceramica commemorativa sull’Irlanda; dalle 20:30 in via Valiante c/o Taverna Capozio proiezione documentario sull’Irlanda e spettacolo musicale “Mise Eire... Io sono l’Irlanda” di Kay McCarthy Ensemble; presentazione della narratrice irlandese Gearoidin Breathnach e premiazione del Festival delle Tradizioni Gaeliche “Oireachtas na Gaeilge”. Dal 31 luglio al 2 agosto Castel San Vincenzo (Is) - Mercatino di San Stefano per le vie del Centro Storico. 4 agosto Campomarino Lido (Cb) - Ore 21.30, compagnia teatrale “Novità di Paese” in Ladro D’Amore. 5 agosto Bonefro - Apertura della mostra ‘Colori d’Italia’ dedicata ai 150 anni dell’unità d’Italia’ alle 18 all’auditorium del convento di Santa Maria delle Grazie 5 agosto Matrice (Cb) - Serata ‘Old style’, sfilata con abiti d’epoca presso la scalinata della fontana di Salvatore a Matrice a cura della Pro Loco. Segue vendita dolci locali. Dal 1 al 6 agosto Sant’Elia a Pianisi (Cb) - Mostra itinerante “La conquista della libertà: Storia della Costituzione” allestita nel convento dei Padri Cappuccini Fino al 7 agosto Casacalenda (Cb) - Con oltre mille film in concorso da ben 67 paesi del mondo “Molise cinema”, cresce il successo della manifestazione e il suo carattere sempre più internazionale. 7 agosto Termoli (Cb) - Mostra a tema su John Lennon ed i Beatles con esposizione di rarità e mirabilia a cura dell’Official Beatles Fan Club Pepperland, dalle ore 17.00 alle 24.00 presso la scuola Principe di Piemonte. Fino al 9 agosto Termoli (Cb) - IX rassegna di cinema all’aperto. 17 e 18 agosto Termoli (Cb) - Spettacolo comico di Enrico Brignano “Sono romano ma non è colpa mia” al Teatro Verde, ore 21:00. Fino al 26 settembre Isernia - In corso Marcelli, nel Complesso monumentale di Santa Maria delle Monache, la personale di istallazioni ‘Codice Lapidario’ della pittrice Luciana Picchiello.

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

5


DOMENICA 31 LUGLIO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

Esodo estivo, i campobassani si riversano sulla costa. È nel week end che le famiglie si muovono in massa e assalgono le strade provinciali in direzione mare o verso l’autostrada per godersi le ferie in qualche meta ambita della penisola italiana. Non sono previste particolari code, se non qualche probabile eccezione nel tardo pomeriggio per coloro che tornano in città. La Polizia Stradale comunica che la viabilità sulla Bifernina è abbastanza regolare, senza ingorghi o situazioni di criticità, tuttavia avverte i

ANNO XIV - N. 209

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

La Polizia Stradale vigila sulla nostra sicurezza e invita alla prudenza

Esodo d’agosto, città vuote Fuga verso il litorale conducenti di mantenere l’attenzione molto alta e di evitare di imboccare la provinciale nelle fasce orarie particolarmente calde. Gli agenti rimangono comunque vigili lungo le strade pronti ad intervenire per qualsiasi emergenza. Atteso anche un numero relativo di vacanzieri di ritorno a Campobasso provenienti dalla costa. Il rischio di file potrebbe concretiz-

zarsi verso la serata di oggi. Su entrambe le direzioni il traffico dovrebbe essere comunque abbastanza regolare. Ancora nitide le immagini di un anno fa, quando nel corso di alcuni finesettimana si verificarono file di auto che procedevano a passo d’uomo in direzione della costa molisana per diversi chilometri.

Ville svaligiate da ladri ‘scatenati’ Visite notturne a Coste di Oratino e località Ruviato, rubata anche un’auto Fanno razzia di denaro e gioielli, poi rubano un’auto e se la danno a gambe. L’ultimo colpo dei topi d’appartamento si è consumato ieri notte, alle porte di Campobasso. Obiettivo due villette a Coste d’Oratino. I furfanti hanno atteso che calasse completamente il buio, poi sono entrati in azione. Muniti di tutti gli attrezzi del mestiere hanno forzato le porte e hanno messo a soqquadro le abitazioni, intenti a portarsi via tutto ciò che poteva risultare prezioso per i proventi del bottino. Hanno messo nelle sacche diverse centinaia di euro, poi hanno puntato dritto a gioielli e preziosi. Anche l’auto di uno dei proprietari delle villette è finita nella loro lista. I visitatori, infatti, al termine del colpo, sono riusciti a scassinare la portiera di un Audi A3, quindi si sono messi al volante e se la sono svignata. Fallito invece il tentativo di furto in una terza abitazione in contrada Ruviato. L’allarme fatto scattare dall’inquilino di casa ha messo in fuga i malviventi, che hanno così rinunciato ad allungare la striscia di furti. Sul posto è intervenuta una Volante della Polizia, ma gli agenti hanno potuto constatare solo ciò che era avvenuto. Ora gli inquirenti indagano, raccogliendo anche le testimonianze dei residenti. Intanto a Campobasso e nella periferia scatta l’allarme furti e comincia a salire la paura fra i cittadini. Mani esperte, in genere, si rendono protagoniste di questi colpi, attendono la stagione estiva per approfittare dell’assenza nelle case dei loro proprietari. Anche se negli ultimi anni i topi di appartamento si sono specializzati nell’agire in presenza degli inquilini in casa, spesso ricorrendo a gas narcotizzanti. Avranno un gran lavoro da fare i poliziotti, sempre pronti a mettere tutte le forze in campo anche a costo della loro incolumità. Solo la scorsa settimana due agenti della Volante hanno rischiato di essere investiti da due ladri di auto che avevano forzato un posto di blocco. Le forze dell’ordine vigileranno sul territorio per tentare di incrinare il fenomeno.

Difendersi è possibile Consigli utili

Vivere in una casa “tranquilla” rappresenta il desiderio di tutti ed alcuni semplici accorgimenti possono renderla maggiormente sicura.E’ necessario tener presente che i ladri in genere agiscono ove ritengono vi siano meno rischi di essere scoperti: ad esempio, un alloggio momentaneamente disabitato. Un ruolo fondamentale assume altresì la reciproca collaborazione tra i vicini di casa in modo che vi sia sempre qualcuno in grado di tener d’occhio le vostre abitazioni. Ricordate di chiudere il portone d’accesso al palazzo. Non aprite il portone o il cancello automatico se

Pronto Soccorso, l’emergenza del Guerriero

E’ il punto ‘nevralgico’ del Cardarelli, quello in cui converge il maggior numero di cittadini che necessitano di

6

cure e assistenza sanitaria. Il Pronto soccorso deve fare i conti con una situazione di emergenza pur offrendo un servizio di qualità. Il Guerriero Sannita, Giovanni Muccio, interviene sull’argomento: “Auspico che con l’approssimarsi del mese di agosto, non ci sia il rischio come lo scorso anno per la indisponibilità del 118 di trovarci con un solo medico a turno. Insomma, un personale quello del pronto soccorso, nella precarietà più totale e spesso i cittadini ignari di ciò, riversano su questi

operatori che il Guerriero ama definirli “medici senza frontiera” le colpe di disservizi. Attese lunghe anche per il ricovero dei malati, la riduzione dei posti letto ha fatto si che spesso questi “medici senza frontiera” iniziano il loro turno senza posto letto ..i malati a volte stazionano nelle sale di osservazione del pronto soccorso ore, a volte un giorno o due in attesa di un posto libero anche qui proteste rivolte al personale e disagio per il cittadino paziente”.

non sapete chi ha suonato. Installate dei dispositivi antifurto, collegati possibilmente con i numeri di emergenza. Nella sezione modulistica troverete le indicazioni per collegare il vostro antifurto al 112 o 113. Non informate nessuno del tipo di apparecchiature di cui vi siete dotati né della isponibilità di eventuali casseforti. Conservate i documenti personali nella cassaforte o in un altro luogo sicuro. Fatevi installare, ad esempio, una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza. Aumentate, se possibile, le difese passive e di sicurezza. Anche l’installazione di videocitofoni e/o telecamere a circuito chiuso è un accorgimento utile. Accertatevi che la chiave non sia facilmente duplicabile. Ogni volta che uscite di casa, ricordate di attivare l’allarme. Se avete bisogno della duplicazione di una chiave, provvedete personalmente o incaricate una persona di fiducia. Evitate di attaccare al portachiavi targhette con nome ed indirizzo che possano, in caso di smarrimento, far individuare immediatamente l’appartamento. Mettete solo il cognome sia sul citofono sia sulla cassetta della posta per evitare di indicare il numero effettivo di inquilini (il nome identifica l’individuo, il cognome la famiglia). Se abitate in un piano basso o in una casa indipendente, met-

tete delle grate alle finestre oppure dei vetri antisfondamento. Illuminate con particolare attenzione l’ingresso e le zone buie. Se all’esterno c’è un interruttore della luce, proteggetelo con una grata o con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente. Se vivete in una casa isolata, adottate un cane. Conservate i documenti personali nella cassaforte o in un altro luogo sicuro. Cercate di conoscere i vostri vicini, scambiatevi i numeri di telefono per poterli contattare in caso di prima necessità. Non mettete al corrente tutte le persone di vostra conoscenza dei vostri spostamenti (soprattutto in caso di assenze prolungate). Se abitate da soli, non fatelo sapere a chiunque. In caso di assenza prolungata, avvisate solo le persone di fiducia e concordate con uno di loro che faccia dei controlli periodici. Nei casi di breve assenza, o se siete soli in

casa, lasciate accesa una luce o la radio in modo da mostrare all’esterno che la casa è abitata. In commercio esistono dei dispositivi a timer che possono essere programmati per l’accensione e lo spegnimento a tempi stabiliti. Sulla segreteria telefonica, registrate il messaggio sempre al plurale. La forma più adeguata non è “siamo assenti”, ma “in questo momento non possiamo rispondere”. In caso di assenza, adottate il dispositivo per ascoltare la segreteria a distanza. Non lasciate mai la chiave sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili e vicini all’ingresso. Non fate lasciare biglietti di messaggio attaccati alla porta che stanno ad indicare che in casa non c’è nessuno. Considerate che i primi posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono gli armadi, i cassetti, i vestiti, l’interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti.


Domenica 31 luglio 2011

7

L’installazione della nuova illuminazione stradale in via Principe di Piemonte è il frutto di un progetto pilota

Lampioni a Led, Fare Verde apprezza Il responsabile regionale Cretella plaude l’amministrazione Di Bartolomeo Il gruppo di Campobasso dell’associazione ambientalista Fare Verde Campobasso ha inteso esprimere apprezzamento per l’installazione della nuova illuminazione stradale con apparati a Led in Via principe di Piemonte a Campobasso (tratta Conservatorio-Ufficio Postale). Il nuovo impianto, che si presume abbia carattere sperimentale, è costituito da 10 lampade a Led da 80 e 60 watt, in sostituzione delle tradizionali e meno efficienti lampade a vapori di Sodio o Mercurio da 250 watt. Da un facile calcolo è facile comprendere come il risparmio energetico ottenibile sarà di circa 2/3: i dieci punti luce installati consumeranno infatti meno di 3000 kw/anno a fronte del precedente consumo di oltre 9000 kw; un risparmio, per l’appunto dell’oltre il 70%. I vanIl cinema e la cultura del cinema per far rinascere la terra del Molise. Riportare il grande schermo nei piccoli centri, far rivivere le piccole comunità che sono piene di fermenti e stimoli culturali importanti, valorizzandole con produzioni innovative italiane e internazionali e privilegiando autori giovani. “Portare un cinema nuovo e contemporaneo che interagisce anche con il tessuto locale e l’entità locale dei luoghi”. E’ questo lo spirito di MoliseCinema, la rassegna nata nel 2003 e giunta alla nona edizione grazie all’impegno del direttore artistico Federico Pommier Vincelli. Dal 2 al 7 agosto il Festival, promosso dalla Regione, dalla provincia di Campobasso, dal Comune di Casacalenda con il patroci-

taggi della tecnologia a Led per l’illuminazione sono da anni affermati: netta riduzione dei consumi a parità di resa luminosa, minima manutenzione e lunga durata (durata media Led oltre 50000 ore, 12 anni), minimo inquinamento

luminoso, elevato rendimento a qualsiasi temperatura, accensione istantanea, resa costante nel tempo, possibilità di telecontrollo e tele gestione. Sono ormai tanti i comuni italiani che hanno scelto di passare alla più moderna ed efficiente illuminazione a Led, risparmiando non meno del 60% sui costi di fornitura energia elettrica ed oltre il 50% sulla manutenzione, senza considerare il risparmio ecologico, ovvero la riduzione delle emissioni di Co2 derivante dalla minore produzione di energia elettrica. Con le dovute proporzioni, è stato stimato che se tutti i comuni italiani adottassero il nuovo sistema di illuminazione a led, si potrebbero risparmiare fino a 2,5-3 TWh annui di corrente e 1,2 - 1,5 milioni di tonnellate di Co2 all’anno. La sola città di Campobasso, con

i suoi circa 7000 punti luce che attualmente consumano circa 4 GW (Gigawatt) annui, potrebbe, convertendo a led dell’intera rete di illuminazione pubblica, ampiamente dimezzare la propria bolletta energetica, risparmiando centinaia di migliaia di euro e contribuendo all’abbattimento di emissioni di circa 600 tonnellate di Co2 all’anno. L’efficienza ed il risparmio energetico, oggi rappresentano la risposta più moderna e concreta alla crescente richiesta di approvvigionamento elettrico. A poca distanza dalla vittoria referendaria che ha cancellato l’in-

cubo nucleare, è opportuno ribadire che in un sistema energivoro arretrato ed inefficiente non potrà mai esserci fonte energetica di qualunque tipo capace di soddisfare le sempre maggiori richieste. Una seria politica di efficienza, risparmio e riduzione degli sprechi, deve essere quindi la priorità assoluta per cittadini, imprese e soprattutto amministratori e governanti che dovrebbero certamente pensare

Presentato il programma degli appuntamenti alla biblioteca Albino

Molise Cinema: “Ciak si gira” nio della Direzione Generale per il Cinema del Ministero per i Beni e le Attività culturali, animerà Casacalenda con cortometraggi internazionali, opere prime, documentari d’autore, eventi speciali tra cinema e musica. “L’intento era contaminare il cinema con altre espressioni culturali come l’arte e la musica”, ha spiegato il direttore artistico presentando l’iniziativa. In questi nove anni il Festival è cresciuto molto acquisendo anno dopo anno un carattere sempre più internazionale. “Oltre mille i film iscritti alle sezioni competitive provenienti da 67 Paesi del mon-

do. Cresce la visibilità oltre i confini regionali e nazionali, la rassegna si sta conquistando un suo posto ben definito nel panorama dei festival cinematografici italiani”. Diverse le sezioni del-

le aree ‘competitiva’ e ‘non competitiva’. ‘Paesi in corto’, 20 titoli selezionali per i corti internazionali in concorso da Francia, Germania, Stati Uniti, Australia, Brasile, Israele, Iran, Giappone,

Spagna; ‘Percorsi’ con 15 cortometraggi italiani; 10 Corti di animazione; ‘Frontiere’, con 6 documentari. Sono circa un centinaio le proiezioni in programma e tre i concorsi. “Da quest’anno anche una sezione di lungometraggi italiani di giovani autori in concorso che saranno giudicati dal pubblico ed ancora eventi speciali, iniziative, incontri, dibattiti. Un programma intenso che si spera trovi il favore del pubblico. Ogni anno è sempre più difficile selezionare la massa di film che arriva perché la qualità è molto alta. Spesso dobbiamo rinunciare a proposte molto

a consumare meno, prima ancora che costruire nuove centrali, di qualunque tipo esse siano. Fare Verde si augura che il nuovo impianto cittadino diventi il punto di partenza per la rapida conversione della rete d’illuminazione dell’intera città e di una politica energetica, e non solo, maggiormente attenta alle tematiche ambientali (…ma anche al portafoglio!). belle per ragioni di tempo o di budget”, ha detto ancora Pommier Vincelli auspicando per il futuro maggiori risorse da dedicare alla cultura. “La crisi economica colpisce soprattutto il settore della cultura. Queste manifestazioni sono possibili grazie al lavoro e al volontariato di tante persone”. Tra gli ospiti della manifestazione, Peppe Servillo che parteciperà come voce recitante anche allo spettacolo musicale ‘Cantare il pane’, Roy Paci che sonorizza il capolavoro del cinema muto ‘Il gabinetto del signor Caligari’. Un omaggio anche a Nanni Moretti con la proiezione il 4 agosto del film ‘Habemus papam’. Ad aprire il Festival, oggi, il Concerto di Ferruccio Spinetti e Petra Magoni.

Nel miracolo del pane l’uomo scopre le sue radici di don Mario Colavita “Nella frazione del pane è evocata l’Eucaristia. Dopo duemila anni continuiamo a realizzare quell’immagine primigenia della Chiesa. E mentre lo facciamo nella Celebrazione eucaristica, gli occhi dell’anima sono ricondotti al Triduo pasquale: a ciò che si svolse la sera del Giovedì Santo, durante l’Ul-

tima Cena, e dopo di essa. L’istituzione dell’Eucaristia infatti anticipava sacramentalmente gli eventi che di lì a poco si sarebbero realizzati, a partire dall’agonia del Getsemani”. Se ripensiamo come a tante scene messe insieme della vita del beato papa Giovanni Paolo II non possiamo non leggere la frazione del pane come la

sua vita data al servizio della chiesa e per il bene dell’uomo. Già, ogni volta che celebriamo la messa noi spezziamo il pane, compiamo un gesto antico e rituale carico di significati ecclesiali forti. Si spezza il pane nella e per la comunità, spezzare vuol dire condividere e condividere vuol dire fare comunione, accettare gli altri come noi stessi. Il vangelo letto meditato diventa pane, alimento per la nostra vita spirituale. Il miracolo di Gesù non è tanto nella moltiplicazione dei pani e dei pesci il vero miracolo diventa e avviene quando l’uomo capisce che lui stesso è il vero miracolo quando si sa donare, quando sa amare, quando sa offrire e soffrire. La Chiesa celebra l’eucarestia con il

pane ricordando il gesto di Gesù che è morto e risorto per noi rinnovando il patto di alleanza tra Dio e l’uomo. Il pane, poi, per noi occidentali ha una forte valenza simbolica esso indica familiarità, amicizia, solidarietà. Storicamente, il pane è nato nel III millennio a.C. in Egitto, in prossimità del Mediterraneo, dove nella coltivazione di diversi cereali finisce per eccellere il frumento. E con l’apparizione del pane si afferma la civiltà, la distinzione tra i barbari che mangiavano poltiglie di cereali selvatici e i popoli civili che conoscevano la coltivazione del grano e la cottura e vivevano la dimensione della tavola con il pane preparato: è attestato che solo nel III secolo a.C. i greci conoscessero 72 tipi pane diversi….

Cotto dagli assiri in otri di terracotta, dai greci sotto la cenere, dagli ebrei su pietre arroventate, il pane diventa nutrimento base del corpo e dello spirito. Nell’eucarestia

domenicale la comunità impara a spezzare il pane e Gesù insegna come la comunione nel pane e nel vino diventa il segno più alto della vicinanza con Dio.

La dolce Alice Iosue compie due anni Alice “l’amore di nonna” oggi compie 2 anni. Un abbraccio “grande grande …coscì” da parte di nonna Silvana e della restante parentela… di pari grado. Tanti auguri alla bellissima Alice anche da Il Quotidiano del Molise


DOMENICA 31 LUGLIO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 209

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

L’organizzazione denuncia l’assenza di concertazione sulla proposta con gli enti Comune e Provincia

Matese Friend Festival senza fondi Da anni la kermesse musicale del centro matesino riscuoteva non poco successo Quest’anno il Matese Friend Festival non sarà nel cartellone degli spettacoli estivi che ogni anno si organizzano sul territorio regionale, la brutta notizia già da tempo girava in paese ma ormai da voce di popolo è diventata certezza. In effetti si trattava di uno degli eventi musicali tra i più apprezzati dell’intero Molise per quanto riguarda la proposta musicale che ha portato sul palco bojanese Francesco De Gregori, la Bandabardò, Elio e le storie tese, Simone Cristicchi, Daniele Silvestri e tanti altri solo per citarne alcuni. Giungono pertanto lamentela dagli organizzatori che parlano di desolante insensibilità degli Enti, in primo luogo il Comune di Bojano e la Provincia di Campobasso. “Pur consapevoli delle pressanti ristrettezze economiche in cui versano gli enti pubblici – affermano dall’organizzazione del MFF – non riusciamo a ravvisare la benché mi-

nima intenzione di realizzare una programmazione artistica e culturale basata sulla qualità delle proposte e sulla valutazione delle ripercussioni economiche e sociali che una manifestazione potrebbe portare” Specialmente per ciò che riguarda il Comune di Bojano, gli organizzatori hanno avuto un colloquio con l’Assessore Marra in cui hanno chiesto delucidazioni in merito alla non concessione del contributo, mentre per altri eventi le delibere di finanziamento sono già partite.

“Non entriamo nel merito della legalità delle deliberazioni effettuate da parte dell’amministrazione pur in assenza di

‘Siamo ancor più determinati affinchè la nostra manifestazione non muoia!’

un bilancio approvato, né sulla qualità delle manifestazioni finanziate. Pretendiamo solo di sapere pubblicamente il metodo e i criteri con cui l’Assessore ha scelto, e soprattutto perché il MFF non è stato preso in considerazione, pur essendo sotto gli occhi di tutti lo spessore di un’organizzazione che ha portato lustro alla città ed all’intera area matesina. Molte mail ci sono giunte da giornalisti e sostenitori che ci esprimono solidarietà ed incredulità per l’assenza del festival in questa

estate molisana. Certo è che in condizioni del genere, dove le amministrazioni continuano imperterrite a non voler utilizzare un metro di giudizio sulle scelte di finanziare e sostenere le proposte, è impossibile lavorare seriamente. Anche e soprattutto quando i contributi dovuti alle organizzazioni vengono erogati con ritardi di un anno, come è successo a noi per una parte del finanziamento 2010, arrivato solo pochi giorni fa. Cosa che ha comportato ulteriori spese ed interessi bancari a carico no-

stro. Nonostante tutto questo, siamo ancora più determinati a far si che la nostra manifestazione non muoia così: ci organizzeremo comunque, magari promuovendo un progetto per il prossimo futuro” “Ci auguriamo – concludono dal MFF – che proprio questa fantomatica ristrettezza di risorse possa finalmente spingere gli amministratori a concertare con gli addetti ai lavori una vera e meritocratica pianificazione, necessaria per evitare gli sprechi ed ottenere il massimo rendimento”.

La nomina giunge dal Forum Nazionale dei Giovani

L’icona resterà a Cercepiccola in dimora stabile

Altilia incoronata ‘Meraviglia Italiana’

Domani la benedizione del Crocifisso di SanDamiano

SEPINO.La zona archeologica di Altilia – Saepinum è stata incoronata Meraviglia Italiana dalla commissione del Forum Nazionale dei Giovani, che, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, ha proposto alla Nazione il concorso “Meraviglia Italiana”. Nei giorni scorsi si è tenuta la premiazione presso l’Aurum di Pescara alla quale hanno partecipato l’Associazione Turistica Pro Loco di Sepino e la redazione di www. sepino .net , sito web ufficiale della pro loco. L’area di Altilia è stata selezionata, insieme ad altre meraviglie, ed è ora pubblicizzata sul sito internet www.meravigliaitaliana.it. Il fine dell’iniziativa nazionale, è dar visibilità alle meraviglie italiane ,luoghi, siti e tradizioni più belle ma meno conosciute della nostra amata Italia. In merito dal Forum Nazionale dei Giovani dichiarano: “E’ proprio rivalutando orgogliosamente la nostra identità e provvedendo, coscientemente e fieramente, a mantenerla legata ai nostri più autentici valori, che possiamo ripartire. Noi vogliamo farlo, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, attraverso un progetto che non vuole essere solo un simbolo, ma che vuole rappresentare l’opportunità per i giovani, e non solo, di conoscere uno spaccato di questo Paese. Meraviglia Italiana, attraverso l’individuazione e la promozione delle 1000 meravi-

8

glie di questo stivale, vuole essere anche questo. E le valutazioni le faremo da un punto di vista differente, quello dei giovani. La naturale vocazione economica di questo Paese è il turismo, l’arte e la cultura, tre parole che, del resto, nella nostra amata Italia trovano mirabile sintesi in una moltitudine di luoghi disseminati sulla penisola, ma troppo spesso sconosciuti agli stessi italiani. E’ questa la grande e inesauribile risorsa di questa terra”.

CERCEPICCOLA. A seguito della Peregrinatio della copia del Crocifisso di San Damiano, organizzata per la raccolta dell’Olio da donare al Convento di Assisi da far ardere sulla tomba di San Francesco, Patrono d’Italia, l’Arcivescovo di Campobasso, Monsignor Giancarlo Maria Bregantini, ha deciso di donare domani lo stesso Crocifisso alla Comunità di Cercepiccola. In considerazione di questa rilevanza è stato deciso che il Crocifisso sarà posto, in via definitiva, all’interno della Chiesetta di San Francesco e Santa Chiara recentemente ricostruita nel Parco Europa in località “La Cappella”. Per l’occasione, l’Amministrazione Comunale, in accordo con la Parrocchia di San Salvatore, ha provveduto a far realizzare delle panche, un altare ed è stato posto anche un ambone donato dal parroco Don Giovanni Tramontano e proveniente dalla Chiesa Madre. Per decisione dell’Arcivescovo il prossimo 1° Agosto, in occasione dell’inizio del

“Perdono d’Assisi”, verranno celebrati, alle ore 19.00, nella stessa Chiesetta sita in località Cappella, i Vespri di San Francesco e una Messa Solenne in cui verranno benedetti il luogo, l’altare e il Crocifisso. Officerà, ovviamente, l’Arcivescovo Bregantini. A conclusione della Messa ci sarà uno piccolo spettacolo improntato sulla vita di San Francesco e Santa Chiara con l’esecuzione, da

parte dei cori parrocchiali di Cercepiccola e Cercemaggiore, di alcuni brani famosi della tradizione francescana. Per il conseguente desiderio di Mons Bregantini, da questa cerimonia, e per gli anni avvenire, nella chiesetta di San Francesco e Santa Chiara di Cercepiccola, in occasione del Perdono d’Assisi (il 1° e il 2 agosto di ogni anno), potrà essere lucrata l’Indulgenza Plenaria. Gdp

Tanti auguri a Giuseppe De Renzis Auguri al piccolo Giuseppe De Renzis di Cercemaggiore che oggi riceverà il sacramento del battesimo. Felicitazioni anche a mamma Nunzia e papà Bruno dai nonni, i padrini e gli zii. Particolari auguri dallo zio Michele e dal suo grande amore Mena ed anche da tutta la redazione de “Il Quotidiano del Molise”.


DOMENICA 31 LUGLIO 2011

ANNO XIV - N. 209

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

S. Elia a Pianisi. Un’iniziativa della Pro loco e di Società e Territorio per riscoprire anche gli eventi storici locali

Convegno ed eventi sull’Unità d’Italia Domani in Convento l’apertura della mostra già esposta in molte città italiane “150 anni e oltre: riflessioni sull’Unità d’Italia” è il titolo del convegno che si terrà sabato 6 agosto nell’antico Convento dei Padri Cappucccini. L’iniziativa, promossa dalla Pro loco planisina in collaborazione con l’associazione Società e Territorio, è patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dalla Provincia di Campobasso e dalla Regione Moli-

se. Ai saluti del presidente della Provincia, Rosario De Matteis, del presidente della Pro loco, Giulio Bordi e delle autorità presenti, seguirà l’intervento del professore Mario di Napoli che parlerà del Molise nel Risorgimento; il dottor Michele Tanno tratterà “La peste del 1794 e lo sviluppo del Brigantaggio nel Molise e nell’area del Fortore”. Sui documenti

conservati nell’Archivio di Stato di Campobasso e riferiti ai moti borbonici del 1800, riportati nel testo di Monsignor Elia Testa “Memorie Storiche Civili ed Ecclesiastiche di Sant’Elia a Pianisi”relazionerà Giuseppe Martino. Il presidente “Molise Cinema”, Federico Pommier, Servizio Affari Internazionali – Senato della Repubblica - relazionerà, invece, sulla cinematografia

del periodo risorgimentale. Il guardiano del Convento, Padre Emidio Cappabianca, parlerà della relazione tra religiosità e brigantaggio; sarà richiamato l’episodio del Monaco Santo, Padre Raffaele Petruccelli che salvò un sedicente brigante di S. Elia a Pianisi dalla pena capitale. In rappresentanza della Regione Molise farà il suo intervento l’assessore alla Programazione, Gian-

franco Vitagliano sul ruolo e impegno del Molise, dopo oltre un secolo, nella politica di una nuova “Unità”: quella Europea. Moderatrice sarà Maria Saveria Reale presidente dell’Associazione Società e Territorio. Seguirà il concerto sul periodo risorgimentale del gruppo Quod Libet. Il convegno sarà preceduto dalla visita nel comune limitrofo di Macchia Valfortore del

museo allestito da Mario Mancini e Mariella Brindisi. . Altro momento importante dell’iniziativa sarà “La notte dei briganti”, la rappresentazione storica fissata per il 9 agosto, a cui seguirà la degustazione di piatti tipici nei borghi e nelle locande, preparati in collaborazione con Melina Tanno, “ambasciatrice molisana del gusto”-

cesco Valiante, Giulia Valiante, Ivana Valiante, Paola Valiante, Giuseppe Vena, Carlo Zilembo, Martina Zizzari, Michela Zizzari. Gli obiettivi prefissati sono stati pienamente raggiunti: i ragazzi hanno acquisito le tecniche basilari dell’intreccio riuscendo anche a realizzare le famose trecce di grano. Inoltre hanno vissuto momenti di aggregazione, uno scambio intergenerazionale mostrando, fin da subito, entusiasmo e grande sensibilità per questo laboratorio: ne è prova tangibile anche il fatto che molti ragazzi, pur non inclusi nel bando di partecipazione per la loro età, hanno voluto ugualmente partecipare inserendosi nei

gruppi formati e lavorando con la stessa assiduità ed impegno degli altri. Molti ragazzi con la loro energia hanno coinvolto anche i genitori e i nonni a prendere parte ai lavori di intreccio. La “mascotte” del gruppo, Sofia D’Amico, di soli 6 anni, al momento della premiazione ha pure raccontato, sul palco, la sua bella esperienza. La bimba ha mostrato da subito un forte interesse per questo progetto, tanto da obbligare la mamma ad iscriverla al corso. Quindi ha ricevuto un riconoscimento particolare per l a costanza e la passione dimostrata nella lavorazione del grano. I ragazzi che hanno aderito all’iniziativa sono stati premiati con un attestato di partecipazione, una medaglia e un libro ricordo, più un ingresso gratuito presso le piscine del villaggio Turistico Ciocca. Anche quest’anno, quindi, l’intera comunità jelsese nelle sue espressioni artistiche, culturali e materiali, ha dato un impulso e fondamento al “miracolo” di Sant’Anna, in un’osmosi attiva di tradizioni, innovazioni e soprattutto in una dimensione oblativa gratuita e inclusiva, intessuto di valori e sacrifici.

Jelsi. Proposta dal Comitato festa ha visto una viva partecipazione

Premi e successo con l’iniziativa della Scuola di trecce Come da programma giovedì 28 luglio a Jelsi si è svolta la serata delle premiazioni: il comitato festa ha premiato tutti i partecipanti che hanno reso bellissima e ricchissima anche quest’anno la processione in onore di Sant’Anna. Sono saliti sul palco a riti-

rare i premi i carristi, i traglieri, i ragazzi che hanno partecipato alla scuola di trecce e tutti quelli che hanno avuto un ruolo decisivo nella costruzione della festa. Un plauso speciale ai ragazzi della “Scuola di trecce”, ideata ed organizzata dal nuovo Comitato Festa in

JELSI

Questa sera la IV manifestazione del premio La Traglia

onore di Sant’Anna, presieduto da Feliciano Antedomenico. E’ stata questa, sicuramente, un’idea innovativa e vincente che ha riscosso grande successo. Il neo presidente ha ringraziato le insegnanti treccianti, che con amore e impegno hanno seguito i ragazzi trasmettendo loro le varie e non facili tecniche di intreccio. Inoltre sono stati ringraziati per il loro contributo il presidente del consiglio regionale, Michele Picciano, il sindaco, Mario Ferocino, il parroco di Jelsi, Don Peppino Cardegna, e la Pro Loco Jelsi per la fornitura di materiale fotografico. Un ultimo ringraziamento, ma non ultimo per importanza è andato a Marinella Rauso, titolare del villaggio turistico Ciocca che, con grande disponibilità, offrirà l’ingresso in piscina con pranzo a tutti i ragazzi del laboratorio all’aperto “A Scuola di Trecce” . Al corso, rivolto a tutti i

ragazzi dalla quarta elementare alla terza media, hanno partecipato 51 bambini: Annalisa Capozzi, Antonio Cianciullo, Arianna Cianciullo, Francesco Pio Cianciullo, Gianluca Ciccaglione, Filomena Ciocca, Luca Codipietro,Giuseppe D’Amico, Sabrina, D’Amico, Sofia D’Amico, Claudia Di Fonte, Nicolò Fanelli, Elena Ferocino, Francesca Gentile, Nicola Gentile, Cristian Iacovone, Antonio Iapalucci, Assunta Iapalucci, Laura Libertone, Matteo Manganiello, Tommaso Manganiello, Cinzia Martino, Rossella Martino, Loredana Moffa, Michela Moffa, Flavio Navarreto, David Padulo, Simona Padulo, Erik Palladino, Antonio Panzera, Ida Parrella, Daniela Passarelli, Francesca Passarelli, Giada Passarelli, Sara Passarelli, Remo Petruccioli, Marco Santella, Siria Santella, Veronica Santella, Anna Tatta, Gaia Testa, Pasquale Testa, Angela Valiante, Fran-

Nelle foto le preiazioni dei ragazzi

Alle 19.30, tutti in Piazza Umberto per l’inaugurazione della ceramica sull’Irlanda offerta dall’EPT di Campobasso e che andrà ad aggiungersi, sotto l’Albero della Pace, alle altre degli anni passati: South Dakota (Indiani d’America), India (Tara Gandhi), Tibet (IV Dalai Lama)! Alle 20.30, si entrerà nel pieno della manifestazione patrocinata dall’Assessorato al Turismo regionale, dal Comune di Jelsi e l’Associazione “Gli Orsi Volanti” con la direzione del regista Pierluigi Giorgio. Dinanzi al Palazzo Valiante, ospiti d’onore Kay Mc Carthy in concerto, per offrirci un viaggio tra le melodie di una voce incantevole e le corde di un’arpa, fra tradizione orale e misticismo, tra natura e protesta: un viaggio nella terra d’Irlanda! A seguire, la straordinaria narratrice irlandese Gearoidin Breathnacht che ritirerà il Premio per conto del “Festival Internazionale delle Tradizioni Gaeliche” con sede a Dublino.

9


DOMENICA 31 LUGLIO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 209

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Il giovane, residente a Trivento, ha riportato profonde escoriazioni

Roccavivara. Martedì 2 agosto

Incidente sulla provinciale 15 Centauro contro un guard rail

Ritorna la giornata dedicata all’anziano

Poteva andare sicuramente peggio per un giovane 20enne, a bordo di una Kawasaki. Intorno alle 17 di ieri stava percorrendo la Provinciale 15, quando ad un tratto ha perso il controllo del mezzo ed ha terminato la corsa violentemente contro il guard rail. Immediati i soccorsi che hanno riscontrato un trauma contusivo alla base dell’emitorace destro. Inoltre, il giovane residente in contrada Querciapaina ha riportato anche delle profonde escoriazioni alla gamba e braccio destro. Interessati anche il terzo e quarto dito della mano. Il giovane centauro comunque è stato trasferito al-

Riscontrato anche un trauma contusivo all’emitorace destro

L’ospedale Cardarelli

l’ospedale “Cardarelli” di Campobasso per maggiori accertamenti.

Loris e Roberta oggi diranno “Sì” TORELLA DEL SANNIO. E’ un giorno speciale oggi per Loris Meffe e Roberta D’Alessandro. Questa mattina, alle ore 11.30, nello splendido scenario del santuario dell’Annunziata a Casalciprano, i due piccioncini si giureranno amore eterno infilandosi le fedi nuziali. Circondati dall’affetto di genitori, parenti ed amici, Loris e Roberta coroneranno il loro sogno d’amore unendosi in matrimonio. Agli sposini auguri sinceri di ogni bene per una vita di coppia ricca di felicità e tanta serenità dai genitori, i testimoni, i familiari e gli amici. Felicitazioni anche dalla redazione de “Il Quotidiano del Molise”.

Quinta edizione della “Festa del dolce” a Fossalto FOSSALTO. Goloso appuntamento questa sera a Fossalto. Torna, per il quinto anno consecutivo, la Festa del Dolce, squisita occasione per degustare prelibate bontà preparate dalla comunità. Il dolce appuntamento è curato dalla Parrocchia di S. Maria Assunta che ha invitato tutti a mettersi all’opera per sfornare dolci originali o tradizionali, secchi o con la crema, con zucchero o sale, colorati e invitanti. La degustazione è gratuita benché lo scopo della serata sia quello di raccogliere fondi per sostenere le spese della parrocchia. Questa sera Fossalto aspetta tutti per quella che è stata ribattezzata “la festa delle dolcezze e del sorriso”. Ag

ROCCAVIVARA. Martedì 2 agosto ritorna la “Giornata dell’anziano”. Manifestazione svolta con il patrocinio della regione Molise, Assessorato alle politiche sociali. Il programma prevede: ore 16.30 inaugurazione della mostra di arte contadina e mostra di artigianato locale di merletti e ricami, a cura del centro sociale per anziani, del circolo Auser e dell’amministrazione comunale. Esposizione presso la palestra dell’ edificio scolastico dal 2 agosto - al 21 agosto, con orari dalle ore 17 alle ore 19. Alle ore 17 santa messa; ore 18 convegno, presso la sala consiliare del comune di Roccavivara sita in piazza Portella, sul tema: “Terza età e malattie ematologiche” in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore – Fondazione Giovanni Paolo II. Interverranno: dott. A. d’Aimmo (Fondazione Giovanni Paolo II); prof. D. Di Lisa (sindaco di Roccavivara); dott. G. Giglio (Asrem Campobasso); dott.ssa M.P. Petrilli (Fondazione Giovanni Paolo II); prof.ssa G. Sallustio (Fondazione Giovanni Paolo II); dott. P. Spagnuolo (Asrem Termoli); prof. S. Storti (Fondazione Giovanni Paolo II); prof.ssa Angiolina Fusco Perrella (Assessore Politiche Sociali regione Molise). Alle ore 21, serata musicale in piazza Portella; ore 22 consegna targhe agli anziani della classe 1933.

Civitacampomarano. L’obiettivo è rinsaldare i legami con gli emigrati

Il Comune stipula il protocollo d’intesa con l’associazione “Con il Molise nel cuore” CIVITACAMPOMARANO. Il comune stipula un protocollo d’intesa con l’associazione turistico –culturale “ Con il Molise nel Cuore”. L’obiettivo è quello di rinsaldare i legami tra il Molise e quanti hanno dovuto abbandonare la nostra regione. Premesso che l’Associazione turistico – culturale ”Con il Molise nel cuore”, avente sede a Campobasso, opera con lo scopo di rinsaldare i legami tra il Molise e quanti hanno dovuto abbandonare la nostra Regione – si legge nella delibera di giunta – Rilevato che la suddetta associazione mira favorire il rientro

dei nostri connazionali in Molise e garantire loro di riscoprire le bellezze ed i valori della nostra terra, sia in termini culturali ed ambientali che in termini di cultura enogastronomica; precisato che questo Comune destinerà a sostegno delle attività dell’Associazione il contributo di euro 300. La giunta comunale ha approvato lo schema di protocollo d’intesa trasmesso dall’Associazione turistico – culturale “Con il Molise nel cuore”,e in più ha dato mandato al sindaco Manuele Paolo, di provvedere alla stipulazione del Il comune di Civitacampomarano protocollo.

Roccavivara. Il gruppo “ Francesco Tufilli” ha avuto un passato illustre, torna a suonare con la stessa passione

Dopo 20 anni si riforma la banda del paese Il merito va al maestro Mario Sticca. Oggi l’esordio al Santuario della Madonna di Canneto ROCCAVIVARA. Erano tutti ragazzetti i musicisti del gruppo bandistico “Francesco Tufilli” di Roccavivara, quando 20 anni fa suonavano nella banda del paese, ora sono padri di famiglia ma con la stessa passione di una volta, quella della musica. La banda di Roccavivara ha un passato illustre, sono stati protagonisti in tanti paesi e sono saliti anche alla ribalta nazionale in una trasmissione televisiva. Poi come tutte le belle favole il gruppo si è sciolto a causa dell’emigrazione di tanti talenti e i pochi rimasti hanno riposto gli strumenti nelle custodie

10

dove sono rimasti fino a qualche mese addietro. La passione non si è mai spenta e nel cuore di questi artisti è sempre balenata la voglia di ricominciare a suonare, di riformare il gruppo anche

Il maestro Mario Sticca

con l’ingresso di componenti provenienti da paesi vicini e dal capoluogo di regione. Il sogno ora si è realizzato e oggi suonano al santuario della Madonna del Canneto in occasione della festa organizzata dal centro donne rocchesi. Il merito è del maestro Mario Sticca. Lui questi ragazzi li ha formati e visti crescere. Quando gli è stata proposta la possibilità di ripartire da capo, come ogni buon padre di famiglia non ha saputo dire no ai suoi allievi e gli ha riaperto le braccia, quelle con le quali li ha diretti tante volte e con le quali gli ha mostrato sempre affetto. Al maestro il

merito di averli ricompattati e di avergli dato nuova linLa banda di Roccavivara

fa. Roccavivara tornerà grande come nel passato.

Parola dei musicisti e dell’organizzazione.


ANNO XIV - N. 209

DOMENICA 31 LUGLIO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: quotidianoiserna@gmail.com

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Per la polizia in quella sacca c’è il movente dell’agguato mortale. Si batte la pista del traffico di stupefacenti

Omicidio Colaneri, il giallo dello zaino Gli investigatori: i sicari glielo hanno rubato negli istanti successivi al delitto Si tinge ancor più di giallo la morte di Simone Colaneri, il 30enne originario di Sant’Elena Sannita, ucciso mercoledì scorso a Roma durante un agguato, nel quartiere Primavalle. Il giovane, infatti, pochi istanti prima di essere ucciso con una raffica di colpi di pistola, portava sulle spalle uno zainetto di colore scuro. Quello zaino è sparito subito dopo l’omicidio. Lo hanno scoperto gli investigatori della Squadra mobile capitolina. La scoperta grazie a un sistema di videosorveglianza di un’attività commerciale. Nelle immagini registrate da una telecamera, si vede Colaneri che entra nel negozio, pochi minuti prima dell’agguato mortale. Si vede chiaramente che lo zaino è sulle sue spalle del

Il 30enne ucciso nella Capitale era originario di Sant’Elena Sannita Simone Colaneri

giovane, noto nel quartiere con il nomignolo “Il teppista”. Ed è sulle sue spalle anche quando esce dal locale. Secondo gli investigatori della Mobile in quella sacca c’è il movente del barbaro omicidio. C’erano soldi? Droga? Oppure documenti scottanti? Sono queste le piste seguite dagli inquirenti capitolini per fare piena luce sul-

le cause che hanno portato all’assassinio dell’ex pugile di origini molisane. Ad avvalorare la tesi della presenza di qualcosa di prezioso nello zainetto il fatto che all’agguato abbiamo partecipato quattro persone. Di solito per queste imboscate bastano due persone. E invece stavolta hanno partecipato in quattro al delitto: due di loro hanno freddato Colaneri, gli altri due probabilmente gli hanno sfilato lo

Gli agenti della Volante sul luogo del delitto

zaino dalle spalle, approfittando della confusione negli attimi successivi alla sparatoria. Non è tuttavia escluso che lo zainetto sia stato rubato da qualche persona che non ha nulla a che fare con l’omicidio. Ma a questa ipotesi gli

inquirenti sembrano crederci poco. La Procura di Roma sospetta che dietro la morte del 30enne ci siano faccende legate al traffico di stupefacenti. Sembra che la vittima volesse gestire in prima persona un giro nel quartiere. Ma

a questa ipotesi non credono affatto i familiari: nonostante il passato per certi versi burrascoso di Simone, per loro era un bravo ragazzo. Intanto emerge un altro particolare sull’omicidio: quando mercoledì pomeriggio sul luogo del delitto è intervenuta la Volante, alcuni residenti infuriati hanno scaraventato a terra un agente. La prognosi è di dieci giorni. Nulla di grave, ma resta la gravità del gesto. Tanti gli attestati di solidarietà all’agente ferito, ma l’episodio ha scatenato anche reazioni politiche: diversi esponenti politici della Capitale chiedono al Governo di potenziare i controlli sul territorio. “Non si possono lasciare gli agenti in balìa della criminalità”, ha detto Alessandro Onorato, capogruppo Udc al Comune di Roma.

Disorientati e infuriati anche i turisti diretti nei centri di villeggiatura dell’Alto Molise Presenze record

Trasporti, tagliati anche gli orari

A Breccelle il concerto Protestano i pendolari: dopo la riduzione delle corse rimossi anche i cartelli informativi di Gigione Caos orari al terminal degli autobus di Isernia: da quando sono stati fatti i tagli ai trasporti, sono stati… tagliati anche i cartelli che riportano gli orari delle varie corse. Lo denunciano i tanti pendolari che ogni giorni si spostano tra il capoluogo di provincia e i vari paesi, oltre che, naturalmente le persone che usufruiscono dei pullman che effettuano il trasporto regionale o interregionale. Da mesi cercano – invano i cartelloni con tutti gli orari. Ma non li trovano. Nessuno si è preoccupato di ripristinare L’occupazione è in calo in tutte le regioni meridionali, con l’eccezione del Molise (dal 52,3 al 51,1%). Ma nel Sud è emergenza giovani: due su tre sono a spasso, ossia senza un’occupazione, e oltre il 30% dei laureati under 34 non lavora e non studia. Nel Mezzogiorno la regione con il Pil pro capite più elevato è stata l’Abruzzo (21.574 euro), che comunque registra un valore di circa 2.200 euro al di sotto dell’Umbria, la regione più debole del Centro-Nord. Seguono Molise (19.804), Sardegna (19.552), Basilicata

queste informazioni, fondamentali per chi viaggia con i mezzi pubblici. In qualche modo chi risiede nell’Isernino si adegua: bene o male chi si sposta quotidianamente con gli autobus gli orari li conosce a memoria. Ma ciò non può e non deve essere una giustificazione. Soprattutto in questo periodo estivo, infatti, gli stessi mezzi di trasporto vengono utilizzati anche dai pochi turisti che scelgono di passare le loro vacanze in Alto Molise. Il “biglietto da visita” che trovano al terminal di Isernia non è sconfortante.

Il terminal autobus di Isernia

Per avere un’informazione devono fare i salti mortali.

Chiedono qua e là, nella speranza di trovare un “tom

tom” di buon cuore, in carne ed ossa, che indichi loro la retta via. Certo è che non ci facciamo bella figura. Da anni i politici si riempiono la bocca con la cantilena dello “sviluppo turistico”, ma per ora collezioniamo solo figuracce. Se non siamo in grado neanche di piazzare una banalissima tabella degli orari degli autobus, potremo mai essere in grado di accogliere i potenziali visitatori? C’è da dubitare, a maggiro ragione se arrivano da queste parti la domenica e trovano chiusi negozi o luoghi di interesse storico-culturale.

PUNTI DI VISTA

Occupazione, a spasso due giovani su tre (18.021 euro), Sicilia (17.488), Calabria (16.657) e Puglia (16.932). A lanciare l’allarme è il Rapporto Svimez 2011 sull’economia del Mezzogiorno, che verrà presentato il prossimo 27 settembre. Dunque, al Sud due giovani su tre non lavorano. Nel Mezzogiorno - secondo i dati del Rapporto Svimez il tasso di occupazione giovanile (15-34 anni) è giunto nel 2010 ad appena il 31,7%

(il dato medio del 2009 era del 33,3%; per le donne nel 2010 non raggiunge che il 23,3%), segnando un divario di 25 punti con il Nord del Paese (56,5%). «La questione generazionale italiana segnala Svimez - diventa quindi emergenza e allarme sociale nel Mezzogiorno». Aumentano, inoltre, i giovani con alto livello di istruzione. Quasi un terzo dei diplomati ed oltre il 30% dei

laureati meridionali under 34 non lavora e non studia. «Sono circa 167mila i laureati meridionali fuori dal sistema formativo e del mercato del lavoro, con situazioni critiche in Basilicata e Calabria. Uno spreco di talenti inaccettabile». In sette anni (2003-2010), al Sud, gli inattivi (né occupati né disoccupati), sono aumentati di oltre 750mila unità. Nel Sud Italia , una persona su quat-

tro non lavora, se consideriamo anche i lavoratori in cassa integrazione e gli scoraggiati. Nel 2010 il tasso di disoccupazione nel Sud è stato del 13,4% , più del doppio del Centro-Nord. Negli ultimi due anni il tasso di occupazione è sceso al Sud dal 46% del 2008 al 43,9% del 2010, e al Centro-Nord dal 65,7% al 64%. Su 533 mila posti di lavoro in meno in tutto il Paese dal 2008 al

Grazie anche al concerto di Gigione, ieri sera ha fatto registrare un boom di presenze la sagra della porchetta, alla seconda edizione, organizzata per riproporre una vecchia tradizione di Breccelle, frazione di Isernia. Il comitato organizzatore, con impegno e determinazione ha offerto due serate di divertimento. Ieri sera chiusura alla grande della manifestazione. La frazione isernina è stata letteralmente invasa dai fan di Gigione, che si è esibito insieme al figlio Jo Donatello e Menayt. 2010, ben 281 mila sono stati nel Mezzogiorno. Con meno del 30% degli occupati italiani, al Sud si concentra dunque il 60% della perdita di posti di lavoro. Valori drammaticamente bassi e in ulteriore riduzione - segnala la Svimez - si registrano in Campania, dove lavora meno del 40% della popolazione, in Calabria (42,2%) e Sicilia (42,6%). Il tasso d’occupazione si riduce anche nelle regioni del Centro-Nord. Intensa è la flessione in Emilia Romagna (-2,8%, dal 70,2% al 67,4%) e in Toscana (dal 65,4 al 63,8%). AgRoc

11


12

Domenica 31 luglio 2011

È mistero su che cosa abbia voluto dire e a chi si riferisca. D’Ambrosio e la Procura pronti a intervenire

Isernia-Pesche: via quattro per cento Un anonimo writer ha intitolato così la strada tra il capoluogo e l’università Una scritta scioccante che ha messo sotto sopra la città. È quella apposta da un writer anonimo sulla facciata nord del centro commerciale di Isernia, quella si vede entrando nella città, provenendo dalla tangenziale. La foto parla più chiaro di ogni ipotesi. “Via 4 per cento, senza inizio e senza fine” con una freccia che indica l’inizio della nuova strada che porta alla sede universitaria di Pesche. A cosa si riferisce l’anonimo scrittore isernino? Al grado di pendenza? Ma non dovrebbe essere così perché la strada è totalmente piatta. Se non è così, allora, a quale 4 per cento allude? E da chi sarebbe stato pagato e su che cosa e su quali cifre? L’interrogativo scuote tutta la pubblica opinione cittadina. Capannelli di perso-

Molte persone si fermano e fotografano la scritta In città non si parla d’altro L scritta comparsa sulla parete nord del centro commerciale

ne si fermano e fotografano la scritta, facendo tante di quelle ipotesi da far girare la testa. Se la strada a cui allude l’anonimo scrittore è quella dell’università, bisogna capire a chi o a che cosa si riferisca quel 4 per cento.

Beninteso, potrebbe essere anche solo una provocazione, magari fatta da qualche impresa, o da qualche tecnico, rimasti tagliati fuori. La strada è stata finanziata con fondi regionali ed è stata realizzata in tempi record per

poter garantire un accesso diretto tra Isernia e la zona universitaria di Pesche. Tutti sono convinti che la procedura sia assolutamente regolare, ma allora perché è stato scritto a caratteri giganti “Via 4 per cento”? La città si interroga e da

La freccia che indica la nuova strada per Pesche

oggi ci interroghiamo anche noi de “Il Quotidiano”. Chiunque ne sapesse di più può rivolgersi alla nostra redazione. Intanto, stando alle indiscrezioni, la Procura della Repubblica avrebbe già ini-

ziatoad interessarsi della strana scritta, aprendo un’indagine conoscitiva. Tra l’altro il senatore, Alfredo D’Ambrosio, sarebbe pronto a presentare una scottante interrogazione in Consiglio comunale.

I posti a disposizioni sono 2300 Anche Il Fatto Quotidiano boccia la scelta di candidare un uomo di centrodestra

Ferma breve nell’esercito Boom di adesioni da parte degli isernini Boom di domande di isernini per essere arruolati nell’esercito nella ferma prefissata di un anno (IV blocco 2011-Vfp1). Il termini per presentare le candidature sono scadute ieri. E, presso il distretto militare di Caserta che ha competenza anche sulla provincia di Isernia si è registrato un forte afflusso di persone intenzionate ad arruolarsi. Le domande giunte al distretto militare che comprende oltre a Isernia, le province Una parata dell’esercito di Campobasso, Caserta e Benevento sono state circa un migliaio. Mentre a livello nazionale si stimano che siano arrivate circa 30mila domande a fronte di soli 2300 posti messi a concorso.

Il Pd di Pesche sfiducia Leva Il circolo si è autospeso: si rifiutano di sostenere Frattura È sempre più “bufera” nel partito democratico in vista delle elezioni regionali che, molto probabilmente, si terranno il 16 e il 17 ottobre prossimo. Dopo l’autosospensione da parte del circolo del Pd di Cercemaggiore anche quello di Pesche ha deciso di fare la stessa cosa per “ribellarsi” all’esplicito appoggio espresso dal segretario regionale, Danilo Leva, al candidato alle Primarie Paolo Di Laura Frattura. In una lettera indirizzata alla segreteria nazionale del Partito Democratico e a quella regionale

Il segretario regionale del Pd Danilo Leva

il Circolo Pd di Pesche, infatti, decide di “autosospendersi dal partito perché – si legge in una nota del Circolo - non condivide la pospo-

sta del segretario regionale di sostenere alle Primarie una figura che proviene da Forza Italia e dal Pdl”. La posizione presa dal circolo di

Pesche, inoltre, potrebbe non essere l’unica in provincia di Isernia. Anche in altri paesi della provincia ci sono mugugni e perplessità in merito all’appoggio di Leva a Frattura. Perplessità che, tra l’altro ieri sono finite anche in cronaca nazionale. A dedicare ieri ampio spazio all’anomalia molisana del Pd che appoggia un candidato proveniente dal centrodestra è stato “Il Fatto Quotidiano”. Il giornale diretto da Padellaro ha criticato aspramente questa scelta definendola un vero e proprio “pastrocchio” politico.

Angelaccio: maggioranza allo sbando Alle riunioni si presentano solo in sei

Edmondo Angelaccio

“L’unica cosa toccante ed emozionante da lungo periodo a questa parte è stato il saluto e commiato al Segretario Generale Giordano che da ieri va in pensione e che personalmente ringrazio per la pazienza che ha avuto con me per tutte le volte che sono andato a chiedere consigli e suggerimenti sui meccanismi e tecnicismi delle varie procedure del nostro Comune.

Tornando ai fatti del giorno e del Consiglio Comunale. Beh che dire, ancora una volta la maggioranza ha perso la grande occasione di fare una bella figura. Chiedo alla stampa di catalogare le pessime prestazioni di questa maggioranza e di renderle pubbliche visto che si tratta di atti pubblici dunque non ci sono problemi. Cosa è successo in aula l’altro giorno? È successo che dato che nell’ordine del giorno vi erano temi abbastanza toccanti (nel senso che toccavano alcuni interessi) e che dunque una corposa parte della maggioranza ha preferito starsene a parlare di calcio o fumare le sigarette appena fuori dal-

l’uscio dell’aula. Questo è da denunciare perchè la gente non lo sa. Perfino la webcam non è riuscita a verificare quanti transfughi siano usciti dall’aula. Voglio dire, anche le stupidaggini hanno un minimo di senso logico. Che senso ha l’aver abbandonato l’aula per non far continuare il Consiglio? Ne ipotizzo due di sensi Il primo quello di non toccare la situazione e lasciare lo status quo così come si trova, sia nella questione Tarsu che Esattoria e qualche situazione urbanistica qua e là. La seconda quella della non compattezza della stessa maggioranza, sfilacciata da beghe e tensioni annose e

rapporti personali logorati da invidie e cattiverie reciproche. E la terza, aggiunta da alcuni che mi dicono che una volta preso il gettone, i consiglieri siano andati via soddisfatti e rimborsati. Giudicate voi. D’altra parte che la maggioranza sia una ridottissima porzione della corazzata che era lo dice bene anche l’atteggiamento quasi dimesso di chi urlava la guerra senza avere le spade. Pare infatti che nelle “straordinarie” riunioni di maggioranza si presentino solo 6 consiglieri. Anche se le facessero sull’isola di Cast Away sarebbero sempre di meno di noi 9 della minoran-

Il Consiglio comunale di Isernia

za. Magari ci aggreghiamo a loro e vediamo poi di cosa parlano se di sport, calcio locale o gossip in genere. Il punto focale è che comunque ancora una volta non si vuol toccare i fili. Solo davanti al bilancio (che non era da approvare come si sa) si riuniscono. Ma pare siano arrivati i giorni di magra anche per

questi. Così tanto di magra che comincio a fiutare che fino alle elezioni regionali non sia facile avere altri Consigli Comunali, perché possono sempre portare qualcosa di sconveniente e poco gestibile all’attuale fallimentare classe dirigente”. Edmondo Angelaccio consigliere comunale Idv


Domenica 31 luglio 2011 Nuova serie Anno VIII - n. 31

Tutto pronto per la partenza. A Scapoli prove generali per la grande avventura

SERVIZIO DELLA PAROLA

Vamos a Madrid? Non vedo l’ora di partire

Voi stessi date loro da mangiare

don Enzo Falasca La Giornata Mondiale della Gioventù è ormai alle porte e nella diocesi di IserniaVenafro è tempo di “prove generali”. Per scaldare i motori e collaudare il gruppo che l’11 agosto prenderà il volo per la Spagna i due giorni di ritiro a Scapoli, il 20 e 21 luglio, hanno risposto alle attese della vigilia. Sulla bocca di tutti un ritornello è suonato senza soste: “Non vedo l’ora di partire!”. E a dar ragione di così tanta attesa è il fatto che dei 94 partecipanti ben 91 sono alla loro “prima volta alla GMG!”. Si è perciò cercato di condire il breve ma intenso ritiro di tutto l’occorrente per una esperienza che non vuole deludere le “grandi cose” che i giovani si aspettano da questa occasione irripetibile. I ragazzi si stanno preparando dallo scorso mese di ottobre, da quando la tournè nelle parrocchie (dal titolo invitante: “Vamos a Madrid?”), è suonata per loro come una chiamata a cui non si può dire di no. E da subito sono scattate tutta una serie di attività di autofinanziamento e un intenso cammino di preparazione attraverso il percorso biblico nell’ambito della scuola di preghiera e formazione “Le ragioni della fede”. I ragazzi sono stati così messi a contatto ogni mese con la Parola di Dio che rende possibile quel radicamento nella fede auspicato dal Santo Padre nel tema scelto per questa GMG. Il ritiro scapolese è stato importante per far conoscere a molti partecipanti gli altri amici con i quali condivideranno i dieci giorni più “caldi” dell’anno: i primi cinque a Siviglia,

Si rende noto che gli Uffici della Curia Diocesana resteranno chiusi al pubblico dal 1 al 31 Agosto

precisamente nella parrocchia “Vergine dell’Acqua Santa” a Villaverde del Rio, e gli altri cinque a Madrid dove il quartier generale, dal quale poi ci si muoverà verso la parrocchia “San Domenico di Guzman” per le catechesi mattutine e per gli altri luoghi di incontro previsti dal programma, è il “Polideportivo de Aluche”. Gli amici spagnoli che il 16 aprile scorso ci hanno fatto visita in occasione della GMG diocesana “Con Gesù… Saldi al 100%” ci fanno sapere che fervono i preparativi per la cerimonia di accoglienza che i ragazzi locali stanno preparando per il nostro arrivo. Ma non sanno che anche

noi stiamo preparando una festa per loro, in programma una delle sere del gemellaggio con Villaverde del Rio: musica, danza e… prodotti tipici del Molise, offerti gentilmente dalla Camera di Commercio di Isernia per una serata mondiale ma… tricolore!! Tornando al ritiro, ha fatto emergere un altro dato molto importante: i ragazzi, pur non sapendo “cosa gli aspetta” sono però certi che accanto ai volti reali e festosi dei loro coetanei provenienti da tutto il mondo (arriveranno da ben 98 nazioni diverse!), li sta aspettando a braccia aperte Gesù, l’autore e perfezionatore della fede, l’unico uomo capace ancora di catturare folle oceaniche di giovani desiderosi di dare un significato solido e profondo alla loro vita. Perciò nel programma, accanto alla Celebrazione Eucaristica si è voluto inserire anche un forte momento di adora-

Martedì 9 agosto alle ore 19.00 il Vescovo accoglierà in Cattedrale i circa 100 giovani in partenza per la Spagna

zione e due catechesi per entrare nelle ragioni forti di questa esperienza che ci spinge a partire. E poi, accanto a questo, spazio ai tanti consigli e suggerimenti sulle questioni tecniche e logistiche che, se da un lato metteranno alla prova la pazienza e lo spirito di adattamento dei giovani partecipanti, dall’altro non mancheranno di essere il pretesto per un divertimento sano ed educativo. Ciliegina sulla torta, infine, di questa due giorni sono stati il corso accelerato di Spagnolo tenuto da una ragazza che partirà con il gruppo e la cordiale accoglienza dei parrocchiani di Scapoli e della vicina Castelnuovo al Volturno che non hanno fatto mancare ai ragazzi il gusto tipico dei “ravioloni” di questa terra. C’è insomma da ben sperare per questa GMG che si preannuncia davvero come un grande evento ecclesiale e che il prossimo 9 agosto alle ore 19.00 nella Cattedrale di Isernia sarà benedetto dal mandato ufficiale che il nostro Vescovo, S.E. Rev.ma Mons. Salvatore Visco, darà ai giovani in partenza. Attorno a Benedetto XVI infatti si stringeranno, dalla diocesi di Isernia-Venafro, ragazzi e ragazze (accompagnati da diversi genitori, animatori e 5 sacerdoti) provenienti da 28 parrocchie diverse e da 5 movimenti e associazioni presenti nella nostra realtà locale (GiFra, AGESCI, Rinnovamento nello Spirito, Azione Cattolica e Focolarini). Segno quest’ultimo che invita ancora una volta a sognare per tutta la Chiesa una nuova e profumata primavera dal volto e dai colori mai visti prima!

Rubrica di Commento alla Parola a cura di Annamaria del Prete

Questa domenica siamo invitati a un banchetto di gioia divina. L’invito, inizialmente diretto agli ebrei in esilio in Babilonia oggi è rivolto ad ognuno di noi. “Voi tutti assetati, venite all’acqua”: siamo tutti assetati non tanto di acqua, quanto di senso, di pienezza, di felicità e di pace, sete che solo Dio può colmare. Dobbiamo, però, riconoscerlo, liberandoci, da quella presunzione di autosufficienza che ci impedisce di “ascoltare” l’invito divino. Il profeta Isaia, quasi come un venditore ambulante, esorta ad “ascoltare” il Signore del creato e della storia. Non è un bando fondato sul nulla, ma sull’esperienza del passato. Il Signore è sempre “sceso” in aiuto del suo popolo che, sovente, si è lasciato attrarre da facili chimere, fonti di vuoto, di insaziabilità e di odio. Come un Padre esorta a non sprecare energie in futilità: ”Perché spendete denaro in ciò che non è pane…per ciò che non vi sazia?” E orienta verso la guida sicura: “Porgete l’orecchio e venite a me”. Il Signore attende con ansia che il suo popolo Lo riconosca presente nella storia per condividerla. Come Gesù che, centinaia di anni dopo, ha com-passione per le folle “affamate e stanche” che lo seguivano. E’ difficile credere che anche oggi il Signore interviene per aiutarci, potrebbe sembrare una pia e illusoria consolazione, soprattutto a chi lotta quotidianamente alla ricerca di un pezzo di pane per la propria famiglia. Il miracolo della moltiplicazione dei pani è sempre possibile se ognuno di noi accetta di collaborare, mettendosi in gioco. Come avvenne quel giorno nel deserto. Gesù volle condividere con i discepoli il compito di soddisfare la fame della folla: “Voi stessi date loro da mangiare”: un comando preciso, fondato sulla sua potenza divina che trasforma la povertà dell’uomo. “Non abbiamo che cinque pani e due pesci!” I discepoli vorrebbero ignorare la situazione, ma Gesù non ci sta: “Portatemeli qua” e con lo sguardo rivolto al Padre li moltiplica e li restituisce ai discepoli affinché li distribuissero. Oggi associa tutti noi a una responsabilità da cui nessuno può esimersi; non importa se abbiamo solo cinque pani e due pesci. Il poco basta se condiviso nel nome di Dio.

LA CONSULTA DELLE AGGREGAZIONI LAICALI

Un’estate ricca di iniziative Agesci Isernia Il Branco del popolo libero (bambini dagli 8 ai 12 anni) svolgerà le vacanze di Branco dall’8 al 14 agosto a San Pietro Avellana. Il Reparto Antares (ragazzi 1216 anni) svolgerà il campo di reparto a Vastogirardi. Il Noviziato-Clan-Fuoco Sirio (17-21 anni) parteciperà con l’Ufficio di Pastorale Giovanile della Diocesi alla GMG di Madrid dall’11 al 21 agosto.

Agesci Venafro Campo estivo dal 7 al 14 agosto a Sepino a cui parteciperanno sia i ragazzi del reparto che i bambini del branco. I ragazzi del Clan raggiungeranno gli altri negli ultimi due giorni. Il campo si concluderà con una giornata particolare dedicata ai genitori dei partecipanti. Per lo stesso giorno è previsto un pic nic e la Santa Messa.

13


ANNO XIV - N. 209

DOMENICA 31 LUGLIO 2011

VIA G. BERTA n. 76 - TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973

REDAZIONE 86170 ISERNIA

A Capracotta sfida tra gli ex amici Paglione (Sel) e Monaco (Idv). Nel Pd si pensa a Cacciavillani

Regionali, i top player altomolisani Oltre a Marinelli ad Agnone in corsa De Vita, Del Basso, Chiantese e Scarano Altro che vacanze. Per i politici questi sono tempi di duro lavoro: si tessono trame e si fanno trattative per una candidatura alle Regionali. Che aria tira in Alto Molise? C’è gran fermento ad Agnone, anche alla luce delle recenti Amministrative, che hanno consentito al centrosinistra di rialzare la testa, grazie alla spaccatura registrata nel fronte opposto. Il risultato ha comunque galvanizzato la sinistra locale, che ora guarda con ottimismo al voto nel prossimo autunno. I voti per conquistare un posto a Palazzo Moffa non mancano di certo, ma battere la concorrenza non sarà facile. Perché sono davvero tanti i pretendenti. Il Partito democratico potrebbe affidarsi al segretario cittadino di Agnone, nonché assessore comunale Maurizio Cacciavillani. Ma

Franco Giorgio Marinelli

tutto dipenderà dall’esito delle Primarie: la candidatura di Frattura non gli è andata troppo genio e non è escluso che si arrivi al muro contro muro con il segretario regionale Danilo Leva. Né è da escludersi che il Partito decida di “punirlo” bocciando la sua possibile candidatura. Ma in

tal senso bisognerà muoversi con cautela, anche perché l’addio di Paglione potrebbe scatenare una reazione a catena che finirebbe per impoverire ulteriormente il Pd, a tutto vantaggio di Sinistra ecologia e libertà. A proposito: per il partito di Vendola è a dir poco scontata la candidatura dell’ex assessore regionale, fresco di nomina al vertice della segreteria regionale. Oltre all’ex sindaco (Paglione, per l’appunto), Capracotta dovrebbe esprimere un altro candidato: l’attuale primo cittadino, Antonio Monaco, segretario provinciale dell’Italia dei valori. L’unico che potrebbe mettere in discussione la sua candidatura è l’assessore al Comue di Agnone Giuseppe Attademo. Ma quest’ultimo sembra molto preso da que-

Candido Paglione

sto incarico, per cui difficilmente accetterà di fare questa nuova esperienza. Meno chiare, invece, le manovre nel centrodestra. Le recenti Comunali nella “Atene del Sannio” hanno lasciato il segno. Intanto bisogna vedere cosa farà l’assessore regionale uscente Franco Giorgio

Marinelli: se dovesse avere un posto nel listino lascerebbe via libera all’ex sindaco Gelsomino De Vita. In caso contrario ci riproverà sul proporzionale. Per lui non sarà di certo facile ripetere l’exploit – in termini di voti – di cinque anni fa, ma glia avversari sanno bene che sarà comunque difficile batterlo. Nel frattempo si vocifera di una discesa in campo dell’assessore provinciale Francesco Del Basso: i “rumors” dicono che potrebbe essere il candidato di punta di Progetto Molise. Nella Atene del Sannio circolano anche altri due nomi: quelli di Amedeo Chiantese, l’ex dissidente che ha fatto lo sgambetto a De Vita, e Pasquale Scarano, già assessore al Comune di Agnone: nella sua città ha una dote non indifferente di voti. E non solo ad Agnone.

Antonio Monaco

Resta da capire con quale partito. Molise Civile? Questo i rumors non lo dicono. Nell’area di centrodestra potrebbe riprovarci ancora una volta il “sempreverde” Emilio Orlando, mentre a Capracotta un pensierino ce lo sta facendo anche Antonino Sozio.

L’evento natalizio è stato inserito tra le eccellenze della tradizione popolare italiana

Brambilla: ecco i soldi per la ‘Ndocciata Il ministro del Turismo ha stanziato i fondi per sostenere la manifestazione agnonese

Portatori di ‘ndocce

di Vittorio Labanca AGNONE. Il marchio “Patrimonio d’Italia” è una realtà. L’ha presentato il Ministro Michela Vittoria Brambilla. Un marchio che include la Ndocciata di Agnone insieme ad altre 33 manifestazioni nazionali per la tradizione popolare che contribuiscono a valorizzare l’immagine dell’Italia e generare flussi turi-

stici. Un brand che prevede finanziamenti di 1,5 milioni di euro. “L’Italia ha un patrimonio unico e straordinario –ha affermato la BrambillaIl nostro Paese è da sempre un faro nel mondo per la propria storia, la tradizione, l’arte, la cultura, la creatività, lo stile. Queste eccellenze –ha aggiunto- costituiscono una grande ricchezza che solo l’Italia può vantare. Per questo ho voluto creare un marchio nuovo e prestigioso: “Patrimonio d’Italia” sarà il riconoscimento che ogni anno daremo a queste meravigliose realtà che, nei fatti,

Da sinistra: Marinelli, Brambilla e Attademo

si sono candidate ad assumere il ruolo di ambasciatori del nostro Paese nel mondo e che

godranno di una particolare promozione anche e soprattutto all’estero, proprio in ra-

gione della loro capacità di generare ricadute positive sui flussi turistici nazionali come sull’appeal dell’Italia e del nostro Made in Italy”. Quattro categorie ed altrettanti riconoscimenti per le eccellenze. “Patrimonio d’Italia per arte e cultura; per stile e creatività; per incanto dei luoghi ed infine per la tradizione. E proprio in quest’ultima categoria è entrata a far parte la Ndocciata di Agnone insieme alla festa dei Ceri di Gubbio, alla Perdonanza de L’Aquila, alla Settimana Santa di Cagliari. In totale

Capracotta, nuovi investimenti per rilanciare il settore dell’allevamento CAPRACOTTA. Su iniziativa dell’Assessorato Comunale all’agricoltura, oggi Capracotta ospiterà una tavola rotonda organizzata in collaborazione con l’Associazione Regionale Allevatori. L’incontro si terrà alle ore 10,30 alla Biblioteca Comunale. Il tema: “La tracciabilità dei prodotti e benessere animale: il progetto “Italialleva”. “Un evento - com-

14

menta Carmine Santilli, assessore comunale – che interessa molti allevatori dell’Altissimo Molise che negli ultimi anni hanno investito in qualità e tracciabilità dei prodotti, sforzi economici e organizzativi che hanno consentito a molte aziende di raggiungere ottimi risultati, uscendo dal guscio di una zootecnia del passato, guardando invece alla qualità del

prodotto per fornire garanzie e certezze al consumatore sempre più attento nella ricerca di prodotti di ottima qualità e dei quali vuole conoscere la provenienza”. All’incontro dopo il saluto del Sindaco Antonio Monaco, del presidente regionale dell’Ara Molise Giuseppe Porrazzo e dei rappresentanti delle associazioni di categoria, seguiranno gli interven-

ti di Giuseppe Cringoli, (Università di Napoli), Agostino Potena, (Università di Napoli), Vincenzino Di Nardo, Primario infettivologo e Francesco Gabrielli, del Progetto Italialleva. Concluderà i lavori l’Assessore Regionale all’Agricoltura Nicola Carmine Santilli Cavaliere. “Un momento di importante confronto - ag- presenta un aspetto molto giunge Santilli -con una ca- importante nel panorama tegoria economica che rap- economico locale”.

trentaquattro i meritevoli per il 2011. “Si tratta di manifestazioni straordinarie, uniche nel loro genere –ha aggiunto Brambilla- Abbiamo scelto di premiarle perché interpretano pienamente il percorso virtuoso che abbiamo creato. Con questa iniziativa senza precedenti abbiamo selezionato il top degli eventi in tutta Italia dai quali partirà la valorizzazione del nostro patrimonio della tradizione”. “Le iniziative che beneficeranno del sostegno economico e valorizzano il territorio –ha continuato ancora il Ministro- dovranno dimostrare di avere una lunga storia o di essere state in grado in poco tempo di creare un evento di rilevanza. Vogliamo creare un percorso –ha concluso la parlamentare- che porti al riconoscimento delle eccellenze in tutti i campi, delle quali siamo fieri. Un percorso che porti gli italiani e gli stranieri ad apprezzare e conoscere meglio in nostro Patrimonio”. A ritirare il premio sono andati Giuseppe Marinelli, presidente della Pro Loco e davvero l’artefice di aver fatto conoscere la Ndocciata nel mondo e l’assessore al turismo del Comune di Agnone, Giuseppe Attademo.


ANNO XIV - N. 209

DOMENICA 31 LUGLIO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Secondo le ultime indiscrezioni il primo cittadino sarebbe sostenuto direttamente dal governatore Iorio

Regionali, Cutugno scende in campo Intanto parte anche il toto scommesse sul prossimo sindaco di Venafro Il sindaco Cotugno

di Marco Fusco Comincia a pianificare ogni cosa il sindaco di Venafro Nicandro Cotugno in vista delle elezioni regionali oramai alle porte. E’ voce di popolo. In città non si parla d’altro. E la campagna elettorale, da queste parti, è già cominciata. Confermate tutte le indiscrezioni del Quotidiano sulla possibile data della tornata elettorale che riguarda solo il Molise. Si voterà il 15 e 16 ottobre 2011. Questo vuol dire che le liste dei candidati vanno presentate entro sabato 17 settembre. E parecchi faran-

no saltare le proprie vacanze anche perché la corsa per accaparrarsi un postino nel listino o nel proporzionale, sarà senza esclusioni di colpi. Ma tutto questo non dovrebbe manco sfiorare il sindaco Cotugno. La sua candidatura è blindata. E’ stata decisa dai vertici del partito e ratificata addirittura anche a Roma. Queste sono indiscrezioni che il Quotidiano in esclusiva è nelle condizioni di anticipare. La macchina organizzativa proCotugno sarebbe già pronta, oleata a sufficienza e pronta alla nuova sfida che

vedrà protagonista il primo cittadino. Quest’ultimo, nei prossimi giorni, dovrebbe chiudersi in una stanza con tutta la sua maggioranza per remare tutti nella stessa direzione. La città di Venafro dunque si appresta a vivere un’altra stagione elettorale con tante novità. Nicandro Cotugno avrebbe già detto di sì ai vertici del PDL per la candidatura alle regionali. Non a caso Cotugno è a Venafro e ci rimarrà, a quanto pare, anche per tutto il mese di agosto. Il tempo a disposizione per prepararsi adeguatamente alla corsa per Palazzo Moffa è veramente poco. Su Cotugno punta molto il Governatore del Molise Michele Iorio che avrebbe caldeggiato questa soluzione e favorito non poco la risposta affermativa del diretto interessato. A far pendere decisamente la bilancia dalla parte di Cotugno, la sua fedeltà al centrodestra. Da Forza Italia al PDL il suo unico cambio di…casacca. Tanta esperienza sulle spalle per essere sindaco della quarta città del Molise. E la notizia della candidatura del sindaco per le regionali, ha scatenato gli appetiti di molti per la corsa alla sua successione a

Palazzo della città. I nomi si rincorrono, ma si comincia a delineare un possibile quadro. Tutto ruota intorno all’accordo tra Iorio e Patriciello. Si farà, non si farà? Beh tutto dipenderà dalla collocazione di Nicandro Cotugno: listino o proporzionale. Se Cotugno dovesse essere collocato nel listino, beh a quel punto l’accordo tra Iorio e Patriciello si darebbe per scontato. Patriciello dovrà indicare il nome del candidato sindaco per il PDL. In pool position Vincenzo Cotugno, già sindaco di Venafro e cognato dell’Eurodeputato venafrano. Ma le ultimissime giungono da fonti attendibili. Ci sarebbe un’altra ipotesi che verrebbe perfezionata nelle segrete stanze. L’Eurodeputato Aldo Patriciello potrebbe essere convinto a scendere in campo. Proprio così. A quel punto tutto verrebbe spazzato via. Nel PDL non si aprirebbe manco il dibattito. Solo voci o qualcosa in più? E’ presto per dirlo, ma per saperlo non bisognerà aspettare molto. La notizia comunque circola negli ambienti molto vicini ai vertici regionali del PDL. Rimangono in piedi anche altre possibili soluzioni per la

L’ex torrente è diventato ormai uno scarico di acque reflue e consortili

I cittadini: “Si risolvano i problemi del Rava eliminando i pericoli” “S’intervenga con la massima urgenza e risolutezza per risolvere gli enormi problemi del Rava e i pericoli che quotidianamente ne derivano. Questi ci riguardano assai da vicino. E’ una situazione insostenibile quella che stiamo vivendo, per cui chiediamo alle istituzioni preposte gli adempimenti del caso”. Così i residenti sul LungoRava di Venafro e quanti lavorano e coltivano terreni nei pressi del corso d’acqua che chiude a sud l’abitato cittadino, diventato ormai una fitta ed intricata boscaglia di altissima vegetazione spontanea. Non rimossa per tempo dal Consorzio di Bonifica della Piana, copre quasi del tutto le acque che scorrono nel letto del Rava, da tempo non più torrente bensì canale di scarico delle acque reflue del

vicino Consorzio Industriale d’Isernia/Venafro e soprattutto di quelle fluviali destinate all’irrigazione delIl torrente Rava in piena

la pianura venafrana e non utilizzate per tale scopo. “Attualmente nel Rava -dicono i residenti della zona-

corre tantissima acqua proveniente per lo più da corsi fluviali. Se la quantità idrica serve a depurare letto ed argini cancellando le tenta impurità presenti, rappresenta ugualmente una consistente minaccia per noi che vi abitiamo o lavoriamo nelle vicinanze data la fitta vegetazione spontanea cresciuta lungo gli argini. Infatti, vista la situazione, in caso di piene o piogge consistenti sono scontati gli straripamenti del Rava e gli allagamenti, con conseguenti danni per la proprietà privata e soprattutto pericoli per l’incolumità umana. Per tutta questa serie di motivi sollecitiamo l’immediata ed integrale pulizia degli argini di tale corso d’acqua, non più torrente, è bene ribadirlo, ma canale di scarico di acque reflue e fluviali”.

successione a Cotugno. Sul trampolino di lancio rimangono pure l’Assessore al bilancio Benedetto Iannacone, Chiara Capobianco, Enzino Bianchi, Angelo Petrecca. Quest’ultimo potrebbe essere la proposta dell’attuale maggioranza sponsorizzata in primo luogo dal sindaco

Cotugno qualora non dovesse esserci l’accordo IorioPatriciello. E’ “fanta- politica”? Staremo a vedere, ma le trattative sono già cominciate sul fronte venafrano. E non mancheranno, di certo- ne siamo convinti-, le sorprese.

L’impegno de “I Venafrani”

Personaggi della storia locale a ‘titolo’ delle scuole cittadine “I Venafrani”, il movimento autonomo e democratico costituito tra esponenti della collettività cittadina, prendono a muoversi. Il nuovo soggetto sociale ha infatti deciso di rimboccarsi le maniche affinché in città si respiri finalmente aria diversa e ricca d’interessi, attrattive, diritti e cultura. E’ di questi giorni l’iniziativa di rivolgersi alle istituzioni scolastiche pubbliche locali proponendo di ricordare i personaggi eroici e benemeriti della storia cittadina, intitolando loro strutture scolastiche di rilievo per trasmetterli alle nuove generazioni come esempi di vita, di ideali e di valori umani e sociali. I personaggi della storia recente della città da ricordare : il Ten. dei Carabinieri Filippo Testa, medaglia d’oro al valor militare alla memoria, eroicamente caduto negli anni ‘50 nelle operazioni di cattura del bandito Salvatore Giuliano, il giovane Nicandro De Rosa, medaglia d’argento al valor civile alla memoria, morto carbonizzato a metà degli anni ’70 nel tentativo di salvare talune coetanee sorprese dal fuoco nel centro storico cittadino, il cav. Giovanni Atella, benefattore negli anni ’60 dell’ospedale civile SS Rosario (cui comprò tra l’altro la prima autoambulanza ed altre attrezzature essenziali), del Convento dei Fr. Cappuccini e dei poveri della città, il cav. Vincenzo Di Lauro ed il sig. Vincenzo Passarelli, fondatori a metà del secolo scorso della C.M.V. (Costruzioni Meccaniche Venafrane), prima fabbrica metalmeccanica del mandamento venafrano e per decenni leader di macchine per trivellazioni e geognostica del sottosuolo, prima di conoscere purtroppo la crisi e la chiusura con la nuova denominazione sociale di Geomeccanica. L’idea, anticipata al telefono al dirigente scolastico dell’Isiss “Giordano, prof. Franco Capone, è trovato ampi consensi. Il parere del Capo dell’Istituto d’Istruzione Secondaria, che raggruppa liceo classico, scientifico, ragioneria e geometri : “E’ una iniziativa da condividere in pieno -ha dichiarato il dirigente Capone- perché trasmette ai giovani i valori veri e più profondi della vita. Esempi tutti meritevoli di celebrazioni e ricordi. In particolare quello del giovane Nicandro De Rosa, il cui estremo sacrificio è denso di messaggi e significati essenziali per la crescita dei ragazzi che frequentano questa scuola”. Nei prossimi mesi si entrerà nei dettagli dell’iniziativa, individuando le soluzioni da portare avanti d’intesa col collegio docenti. Dell’ISISS “Giordano”, tra l’altro, risultano prive d’intitolazione l’aula magna e la palestra, che potrebbero essere intitolate a due dei citati personaggi benemeriti ed eroici della storia contemporanea di Venafro. T. A. Veduta di Venafro

15


ANNO XIV - N. 209

DOMENICA 31 LUGLIO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Colli aVolturno. Il vecchio edificio, abbattuto e poi ricostruito, è stato inaugurato solo pochi mesi fa

Scuola sicura, dubbi sul collaudo La minoranza presenta un’ interrogazione per sapere se sono state effettuate le verifiche COLLI A VOLTURNO. Ad appena qualche mese dalla inaugurazione in grande fasto del nuovo edificio scolastico di Colli A Volturno. Una interrogazione avanzata dal gruppo consiliare di minoranza “Uniti per Colli” getta nuove ombre sulla sicurezza delle scuole. L’interrogazione (2/2011) porta la firma di Gianni Leva, Mario Di Sandro e Mario Spaziano. I consiglieri chiedono di sapere, alla luce dei motivi che hanno indotto la allora amministrazione guidata dall’Ex sindaco Alessandro Arcaro, ovvero quelli di garantire la massima sicurezza degli alunni, del personale docente e del personale A.T.A. quali colludi sono stati effettuati sul nuovo edificio scolastico in termini di rispetto delle norme statiche, di funzionalità

degli impianti, delle norme di sicurezza, di agibilità e di quanto previsto dalla legislazione vigente. Inoltre gli stessi consiglieri chiedono di conoscere quale è la classificazione del nuovo edificio in relazione alle presenza effettive contemporanee di alunni, docenti e personale in servizio, previsti dalle norme di prevenzione incendi dell’edilizia scolastica. In più, nella stessa interrogazione presentata dai consiglieri del gruppo di minoranza, di mette in luce un altro problema che riguarda la sicurezza sia degli alunni che del personale in servizio nella scuola. Per recarsi alla mensa scolastica, situata presso l’edificio dell’asilo comunale, i ragazzi sono costretti ad uscire dalla scuola, attraversare la strada provinciale per raggiungere la

Nella foto l’edificio scolastico di Colli a Volturno

mensa. Questo pericoloso andirivieni - dicono i consiglieri – era tollerato solo nel momento in cui l’edificio era in ricostruzione, questa anomalia - dicono ancora –

espone i ragazzi ad una serie di pericoli che vanno dall’attraversamento dall’ attraversamento della strada, a bruschi sbalzi di temperatura o, peggio ancora alle in-

temperie con conseguenze negative sulla salute dei piccoli. I consiglieri perciò hanno chiesto al sindaco Gianfranco Visco quali sono i provvedimenti che si vogliono intraprendere per risolvere urgentemente questa questione. L’interrogazione ha poi posto l’attenzione sui lavori di finitura della scuola che hanno visto le pareti esterne dell’edificio appesantite da rivestimenti di pietra che se coinvolte in un azione sismica potrebbero creare pericolo crollando. Per tanto il gruppo consiliare chiede al sindaco di esprimere un parere sulla questione anche vista la lunga esperienza del primo cittadino nel campo dell’ingegneria civile, e poi di sapere se è quali provvedimenti l’amministrazione ha in progetti di adottare per

scongiurare questo pericolo. Infine si è passati al muro di contenimento che secondo i consiglieri non garantisce più la protezione del versante e che, potrebbe aver subito danneggiamenti in seguito alla demolizione del vecchio edificio. Negli scorsi anni, un muro come quello che è oggetto della interrogazione dei consiglieri del gruppo “Uniti Per Colli” è stato oggetto di un cedimento improvviso ed è crollato. Per tanto i consiglieri chiedono al sindaco di adottare al più presto provvedimenti urgenti per risolvere le questioni in vista della riapertura dell’edificio scolastico, tali da permettere ai piccoli studenti e alle loro famiglie di stare tranquilli circa la sicurezza della nuova scuola di Colli. Flori.Ca

Cerro al Volturno. Designato da Mimmo Izzi e Marco Di Salvo

Udc, Rossi nuovo coordinatore Al giovane cerrese il compito di riorganizzare i giovani nella Valle CERRO AL VOLTURNO. Continua la costruzione del Movimento Giovanile dell’UDC tanto voluta e desiderata dal Coordinatore Regionale, nonché Assessore alle Politiche Sociali e Giovanili della Provincia di Isernia, Mimmo Izzi e condivisa anche a livello nazionale dai vertici del partito. A tal proposito, di recente, è stato affidato a Riccardo Rossi di Cerro al Volturno il compito di riorganizzare i giovani Udc nella Valle dl Volturno. La nomina è stata conferita dal Coordinatore Regionale Giovani Udc Molise Marco Di Salvo, che ha individuato in Riccardo Rossi tutte le qualità per ricoprire l’incarico, nominandolo anche addetto stampa del Coordinamento Regionale Giovani. Puntuale giunge il commento da parte del Coordinatore Regionale Giovani UDC, Marco Di Salvo: “ Riccardo è un ragazzo pieno di entusiasmo e determinazione, cattolico, molto attivo nella Parrocchia e nel campo dell’associazionismo, in lui ho trovato tutte le caratteristiche per lavorare in sinergia, per continuare a difendere insieme i valori cristiani, che ci contraddistinguono da tutti gli altri”. Il Coordinatore

16

Coordinatore Rossi. “ Sono onorato di godere della fiducia e della stima da parte del Coordinatore Mimmo Izzi. L’idea di entrare nell’Udc, partito moderato, cattolico, ed erede vero della DC che a Cerro, negli anni 70 ed 80 ha avuto nel compianto Assessore Regionale Mario Di Ianni il massimo interprete ed esponente, è nata durante una recente visita dell’Assessore Provinciale a Cerro Cercherò di impegnarmi attivamente per lo sviluppo delmio territorio, mettendo al servizio della comunità l’entusiasmo e la passione,

Regionale Mimmo Izzi, sempre vicino al movimento giovanile, plaude alla scelta di Riccardo Rossi, commentando: “i giovani sono il futuro e sarebbe da incoscienti non puntare su di loro per un vero ricambio generazionale. Io credo nei giovani e il mio operato come Coordinatore Regionale e rivolto alla formazione di giovani per prendere le redini del partito e continuare le battaglie nelle Istituzioni e nella società” . Riccardo Rossi è di Cerro al Volturno. Da sempre impegnato nel sociale, è stato

infatti socio fondatore del Movimento Giovanile Cerrese, nonché sostenitore dell’Associazione La Squadra del Cuore di Cerro al Volturno. Fa parte della Consulta Provinciale delle Associazioni voluta da Mimmo Izzi. In attesa di conseguire la l’abilitazione come giornalista-pubblicista e di terminare gli studi in Giurisprudenza, ha sempre mostrato interesse e passione per la politica, convinto sostenitore delle idee e dei valori cattolici e liberali. Giunge anche un ringraziamento da parte del neo

senza interessi personali, per la politica, raccogliendo le istanze della gente e dando loro risposte concrete. Ringrazio anche il Coordinatore UDC Giovani Molise Marco Di Salvo per la nomina e per le belle parole spese nei miei confronti, con la speranza che tutto ciò sia il preludio per un lavoro pro-

ficuo. Ringrazio infine l’intero Coordinamento Regionale Giovani Udc ed i rispettivi Coordinatori Provinciali, ossia Serenella Gregorio di Isernia, esponente dell’Amministrazione Comunale di Carpinone e Corrado Zara di Campobasso, ma anche tutti i giovani Udc del Molise”.

Dal 30 luglio al 21 agosto, ogni fine settimana, presso il Centro Visita del Parco a Pescasseroli, gli operatori, i produttori e gli artisti del territorio esporranno la qualità del loro lavoro. Negli stands, allestiti all’esterno e all’interno degli ampi locali disponibili, i visitatori del Parco potranno ammirare, apprezzare e acquistare i prodotti del territorio, frutto dell’impegno di artigiani, agricoltori e allevatori “sostenibili”. Questi piccoli e bravissimi imprenditori, accettando l’invito dell’Ente, che comporta per essi un gravoso impegno

Il Parco mette in mostra i prodotti dell’artigianato locale

e confetture, dolci tipici e unici, olio, vino e liquori, e tante altre specialità. Il presidente del Parco Giuseppe Rossi, ha detto che “questi espositori racconteranno la storia dell’uomo e del suo lavoro, e della sua secolare convivenza con la natura e con l’altra storia. Un storia, in parte da riscoprire, che deve continuare per rendere sempre più unici i nostri territori, le nostre produzioni, i nostri servizi. L’ingresso alla Mostra, aperta ogni fine settimana dalle 10.00 alle 19.00 è naturalmente libero e gratuito.

Nella foto la sede del Parco

straordinario rispetto alla loro attività quotidiana, dimostra-

no di credere nella possibilità di recuperare e sviluppare, seppure in situazioni di grande difficoltà, le produzioni tradizionali e di qualità del territorio e nella opportunità di far rivivere attività agrosilvopastorali e artigianali tipiche e artistiche, purtroppo “a rischio di estinzione”. Il Centro Visita di Pescasseroli, ma non si escludono “puntate” in altri comuni si riempie quin-

Da sinistra, Marco Di Salvo, Riccardo Rossi e Mimmo Izzi

di di profumi e suoni della tradizione e dell’attento lavoro delle sagge mani dell’”uomo del Parco”. Dai tre versanti del Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise i produttori, gli artigiani e gli artisti locali danno appuntamento a quanti vorranno apprezzare la lavorazione dell’oro, della lana e della seta, del legno e del ferro e la produzione di formaggi, miele, marmellate


ANNO XIV - N. 209

DOMENICA 31 LUGLIO 2011

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0875/84242

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Episodi a Petacciato e Montecilfone: due soggetti hanno derubato in diverse case dopo aver raggirato le vittime

Truffatori mascheratidafunzionariInps Le forze dell’ordine consigliano di stare in guardia e non accogliere sconosciuti di Tania Tardiola Negli ultimi giorni sta risalendo l’allarme inerente le truffe agli anziani. Dopo i falsi tecnici dell’Enel, delle compagnie telefoniche e i fantomatici membri di associazioni di volontariato o di gruppi religiosi che con qualche buona scusa tentano di introdursi nelle case degli anziani per derubarli di oggetti di valore e denaro, questa volta i ladri si sono ‘mascherati’ da ispettori e medici dell’Inps. Si sono recati prima a Petacciato. L’episodio risale alla giornata di giovedì. Due persone hanno suonato al citofono dell’abitazione di un anziano, presentandosi appunto come tecnici del-

l’Inps. Il malcapitato, non aspettando alcuna visita, si è insospettito e non ha accettato che i due entrassero in casa. Valutando però la possibilità che fossero realmente dei tecnici dell’Inps, gli ha proposto di andare a discutere in un bar. Ma si è fidato un po’ di troppo di loro, al punto da accettare un passaggio in macchina per raggiungere l’attività commerciale. In realtà, si sono diretti nelle campagne, fuori dal centro abitato. Qui l’anziano è stato minacciato e costretto a consegnare il portafogli al cui interno c’erano ben 1200 euro. Fortunatamente non è stato picchiato, ma purtroppo derubato dell’in-

gente somma di denaro che aveva con sé. Terrorizzato, una volta rientrato in paese, ha contattato i Carabinieri. Ai militari ha fornito una descrizione sia dei malviventi che dell’auto da loro utilizzata. “Uno era alto circa 1,80 m, dalla corporatura robusta e con la carnagione scura. L’altro era invece piu’ basso ed esile. Sempre con la carnagione scura. Entrambi avevano un accento probabilmente abruzzese. L’automobile era forse una Golf, di un colore scuro”, ha detto l’anziano ai Carabinieri. Stessa descrizione, a parte che per il colore (bianco) della macchina utilizzata, da parte di un altro anziano che ha subito lo stes-

so tipo di truffa a Montecilfone. Nella giornata di venerdì, due malviventi hanno citofonato a casa sua dicendo di essere dei medici dell’Inps. Li ha fatti entrare nell’abitazione. Una volta all’interno i due gli hanno chiesto di confrontare i codici delle 50 euro e delle 100 euro. L’uomo è andato a prendere una banconota da 100 euro da una busta che aveva in un cassetto. I truffatori hanno notato la busta con il denaro dentro e hanno fatto di tutto per prenderla. Raggirando l’uomo, convincendolo a recarsi nel bagno e in altre stanze. Una volta soli nella camera dove c’era la busta con i

soldi, l’hanno rubato e dentro c’erano 5000 euro. Anche lui si è rivolto ai Carabinieri. E sono stati gli stessi Carabinieri a farsì che venissero divulgate queste informazioni al fine di mettere in guardia le persone anziane e non solo. In particolare, consigliano di non far entrare in casa persone sconosciute, stare allerta sull’identità delle persone che chiedono di entrare nelle abitazioni e alle motivazioni proposte. Consigliano inoltre di fare attenzioni a

tutti i dettagli delle persone in questione, e di scrivere le targhe delle auto utilizzate. E di rivolgersi con fiducia alle forze dell’ordine.

Notte movimentata anche da una rissa in strada

L’infortunio

L’associazione vuole rimuovere l’eternit

Rubati 300 euro al bar Pozzo Dolce

Si amputa un dito in spiaggia

Di Falco appoggia la Bottega delle Idee

Un turista si è amputato un dito per chiudere il lettino da spiaggia. E’ un uomo di Avellino di circa 40 anni il turista che ha scelto Termoli come luogo dove trascorre le vacanze. E proprio mentre si stava godendo una bella giornata di sole, al mare, è stato vittima di un terribile infortunio. Mentre stava chiudendo il lettino, si è schiacciato le dita, perdendo letteralmente una falange. “Non è la prima volta che capita. Anzi, si può dire che succeda con una relativa frequenza. Anche qualche giorno fa, una signora ha perso un dito in questo modo”, dicono dal San Timoteo di Termoli. Si consiglia quindi di porre molta attenzione. Operazioni abitudinarie possono rivelarsi molto pericolose. Al punto di rimetterci le dita. T.T.

“Un concorso di idee da lanciare per il recupero e la bonifica di due siti abbandonati e con la presenza di eternit potrebbe rivelarsi davvero una opportunite vincente”. Con queste parole, il consigliere regionale di maggioranza Francesco Di Falco accoglie di buon grado la proposta avanzata dall’associazione ‘La Bottega delle idee’ di Campomarino, contenuta nella lettera aperta inviata dal presidente Michele Rendina al sindaco Gianfranco Cammilleri. “Riuscire in un sol colpo a eliminare una fonte duplice di degrado e di inquinamento potenzialmente pericoloso per la salute pubblica e dotare la collettività di una struttura, nell’ex sede dell’Irrigazione Molise, di proprietà della Regione, ristrutturata per ospitare un centro di coordinamento che fungesse da polo organizzativo delle associazioni che operino sul territorio nell’ambito della protezione civile, sarebbe un risultato ragguardevole”. Con questo assunto l’esponente del Pdl dichiara sin d’ora il suo impegno affinchè il massimo ente di programmazione del territorio possa davvero prendere in debita considerazione questa ipotesi, con il coinvolgimento degli enti locali interessati.

Pozzo Dolce è stato ancora teatro di episodi spiacevoli. Prima un furto nell’unico bar presente, di proprietà del giovane Nicola Marinucci, poi una violenta rissa. Nel primo pomeriggio di giovedì alcuni malviventi sono riusciti ad intrufolarsi in una finestrella situata nella parte alta del locale. Sfruttando la pila di

18

sedie che si trovavano proprio sotto la finestra, si sono arrampicati e hanno buttato giu’ il vetro. Lo spazio da cui sono entrati è davvero limitato, ma nonostante tutto sono riusciti ad entrare. Una volta all’interno, hanno rubato le monete e le banconote dalle casse, che complessivamente ammontano a circa 300 euro. Hanno rubato anche un telo maculato, molto probabilmente utilizzato per contenere e trasportare il denaro. Hanno poi fatto perdere le proprie tracce.

“tutto deve essere accaduto nel primo pomeriggio, tra le 14 e le 17. Dato che quando p venuto il titolare, Marinucci, verso le 13, era tutto ok. Io, invece, sono arrivato verso le 17 e mi sono accorto che la finestra era stata aperta e che i soldi e il telo erano spariti. Inoltre, a terra, sotto le sedie e la finestra, c’erano degli spiccioli, sicuramente caduti mentre stavano uscendo dalla finestrella”, ci ha raccontato un ragazzo che lavoro nel bar. E’ stato un brutto colpo per lo staff del locale, soprattutto per Marinucci, che da tempo ha ridato vita e decoro alla zona chiamata Pozzo Dolce. Inoltre, nella notte tra venerdì e sabato, si è scatenata una vera e propria rissa, fuori da un altro locale pubblico. Due ragazzi, probabilmente in preda ai fumi dell’alcool hanno iniziato a dirsele e a darsele di santa ragione. Uno di loro ha lasciato steso a terra e sanguinante l’altro. E’ stato necessario il trasporto al Pronto Soccorso e l’intervento dei Carabinieri. Ma sembra che non sia in gravi condizioni. Si lamenta lo scarso controllo delle forze dell’ordine e la carenza di operazioni di manutenzione e decoro dell’area.

La giunta revoca l’affidamento della gestione del Parco Comunale e del Terminal alla T.U.A. La giunta comunale ha revocato l’affidamento della gestione delle gare d’appalto necessarie per la riqualificazione, valorizzazione e gestione del Parco Comunale e del Terminal Bus alla società T.U.A. S.p.a.. La giunta ha preso tale decisione in quanto la società T.U.A. S.p.a, “nonostante avesse l’affidamento della gestione delle gare,

non ha provveduto alla definizione dell’incarico, determinando così una condizione di completo abbandono delle suddette aree. A tal motivo, l’amministrazione affiderà l’incarico alla struttura interna, nello specifico al Settore Patrimonio, con l’obiettivo di valorizzare tali aree ed in particolare il Parco Comunale, trasformandole da

strutture passive, lasciate per anni nell’assoluto degrado, a vera e propria risorsa per la città, sia dal punto di vista della fruibilità che del miglioramento ambientale, ma soprattutto come potenziali risorse economiche e finanziarie per le casse comunali”.Si spera che ora, finalmente, il parco e il terminal tornino alla piena funzionalità.


Domenica 31 luglio 2011

19

Presentato il testo di Giuseppe Mammarella in presenza delle autorità civili ed ecclesiastiche

San Basso, il patrono in un libro Culto, venerazione e folklore popolare si intrecciano nella biografia del Beato

Presentato libro di San Basso.Si è svolta giovedì sera la presentazione del nuovo libro sulla storia di San Basso. Presenti monsignor De Luca, don Marcello Paradiso, docente di teologia dogmatica presso l’Itam di Chieti, monsignor Gabriele Mascilongo presidente del Capitolo cattedrale di Termoli, l’autore del li-

bro Giuseppe Mammarella e l’assessore alle politiche sociali Cocomazzi. Moderatore della conferenza il dottor Giovanni Perilli, portavoce della diocesi di Termoli e Larino. Proprio quest’ultimo ha aperto la discussione vertendo il discorso sul santo patrono. “San Basso è il santo di Termoli, è il santo dei termolesi, è il santo patrono

Democrazia Cristiana: Pizza e Di Rocco i nostri segretari Riceviamo e pubblichiamo la seguente precisazione in riferimento all’articolo pubblicato ieri sulla visita del ministro Gianfranco Rotondi. Il Segretario Nazionale attualmente in carica della Democrazia Cristiana e’ il Sottosegretario di Stato On. Giuseppe Pizza (Ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca) e il Segretario Regionale della DC Molise e’ Antonio Di Rocco. “La vera DC nel molise - fanno sapere dal partito - e’ una sola ed e’ quella storica di sempre, quella di De Gasperi, con il suo simbolo e scudo crociato, con i suoi organi di partito eletti dai tanti iscritti e aderenti, le sue sedi operative, le sue azioni politiche quotidiane. Va sottolineato che la Democrazia Cristiana del Molise ha preso parte alle elezioni Comunali di Termoli ed a quelle piu’ recenti della Provincia di Campobasso, presentando liste di democristiani, sotto lo storico ed unico simbolo della DC, candidati che operano fra la gente e per la gente”. Si precisa, inoltre, che il Ministro Gianfranco Rotondi è Segretario Nazionale della ‘Democrazia Cristiana per le autonomie’.

del comune adriatico ed è patrono, insieme a Pardo, dell’intera diocesi di Termoli-Larino. Forse sono queste le sole certezze; forse sono questi i soli pilastri su cui il culto, la venerazione, la tradizione e il folklore popolare s’intrecciano per accordare quel misto tra sacro e profano che mette radici non su dati certi ma sul piu’ nobile dei valori di un cristiano: la fede”. La parola è poi passata a don Marcello che ha fatto un excursus proprio sulla storia del santo, “studi e documentazioni che si spaziano nel tempo (i primi addirittura datati fine XVI secolo) e nello spazio (sono teatro di questi studi Nizza, Ragusa/Dubrovnik, Miami e Oxford, Lucera, Cartagine e Nicea di Bitinia) e che sono

Il taglio del nastro

Aperti i mercati di ‘Campagna Amica’: l’attività di promozione della fondazione di Coldiretti ha preso avvio ieri a Termoli e proseguirà per tutto il mese di agosto in vari

verso testi, citazioni, studi, materiale fotografico e documenti storici, in 155 pagine che fanno chiarezza e sono strumento indispensabile per riscoprire un culto, un’origine, una tradizione e la vita dell’amato San Basso. Al termine dell’incontro, l’emozionato autore Giuseppe Mammarella ha tenuto a ringraziare tutti facendo trasparire in modo evidente l’amore per il santo patrono Basso e il desiderio che questo libro possa entrare nelle case e arricchire la conoscenza della storia di un Patrono che, anche per i partecipanti alla stessa presentazione, è ancora piena di lacune. Il saluto conclusivo di mons. De Luca ha visto

annunciare le prossime iniziative diocesane, a partire da settembre, con la prevista apertura del museo e archivio diocesano che saranno allocati presso l’episcopio di Larino e ha visto nuovamente invitare tutti alla visita dell’esposizione ‘Maria, la Madonna nelle opere d’arte nella diocesi di Termoli e Larino’.

Due eventi all’insegna della ‘termolesità’

De Fanis e Picariello, l’arte rivive al castello di Guardialfiera GUARDIALFIERA. Versi poetici diffusi tra le sale del settecentesco palazzo Loreto di Guardialfiera. Un’atmosfera magica e surreale, quella di mercoledì scorso, in cui Giovanni De Fanis ha presentato il proprio libro per raccontare la “sua Termoli”. Una performance ricca di sentimento in cui l’amore per la città costiera si è intrecciato ad una satira talora feroce e dissacrante ma anche tenera e delicata. Un vero esempio di “termolesità” presentato dinnanzi al sindaco di Guardialfiera, Bellini, insieme a Nicola Palladino (coprotagonista dell’iniziativa),

Inaugurato il mercato coperto a via Cairoli: prodotti a km zero centri del Molise. Con il taglio del nastro da parte del responsabile, Antonio D’Onofrio, è stato inaugurato un nuovo mercato al coperto, in via Cairoli a Termoli, che va ad affiancare quello all’aperto che già si svolge regolarmente due giorni alla settimana, aumentando l’offerta per il pubblico: questo primo centro al coperto, infatti, resterà aperto tutti i giorni, dal lunedì al sabato, ospitato nei locali del Consorzio di Bonifica. I gazebo gialli di Coldiretti, inoltre, coloreranno le piazze di Santa Croce di Magliano, oggi, nei pressi della Villa Comunale; lunedì 8 agosto saranno a Capracotta; il 10 ad Agnone; il 13 a Bonefro e il 28 a Larino. Una tre giorni, 19, 20 e 21, invece, si terrà a Cam-

sintetizzati nel nuovo libro, un nuovo progetto dal titolo ‘San Basso. Patrono principale di Termoli e Diocesi’. “San Basso è e resta il santo della nostra città. Le incertezze relative alla sua biografia non scardinano una fede che si manifesta, giorno per giorno, in una costante ricerca di Lui”. E’ certo di questo Michele Cocomazzi cui fanno eco le parole di ringraziamento di don Gabriele Mascilongo che vedono il testo quale un minuzioso lavoro di ricerca e studio che, voluto da Mammarella, con il sostegno e l’appoggio di don Gabriele Morlacchetti, vicario generale di mons. Gianfranco De Luca, è sintesi di amore, passione e competenza. Culto, fede e tradizione raccontati attra-

pomarino, nella Piazzetta Rossa. Le manifestazioni serviranno a far conoscere a residenti e villeggianti l’opportunità, offerta dai mercati locali, di acquistare “prodotti tipici di alta qualità, provenienti dai campi della regione e a prezzi concorrenziali”. Un doppio vantaggio, quello della vendita al dettaglio a “chilometri zero”: avere prodotti locali, riducendo i costi del carburante e l’inquinamento.

all’attrice Lucia Marinaro ed al responsabile delle immagini Oscar De Lena. L’evento, coordinato da Enzo Antonarelli -presidente dell’Archeoclub di Termoli- ha vi-

sto la partecipazione straordinaria di Vincenzo Di Sabato il quale ha offerto a tutti i presenti un buffet ricco di pietanze tipiche molisane. Ma non è tutto. Una seconda

serata ha visto come protagonista il palazzo Loreto il quale, giovedì scorso, ha ospitato il critico d’arte Antonio Picariello il quale ha svincolato un labirinto di pensieri, di voci e generi artistici per raccontare la storia della propria esperienza. Allo stesso Picariello, inoltre, è stato chiesto di elaborare un piano progettuale da presentare all’Unesco per il riconoscimento della Porta Santa di Guardialfiera come patrimonio immateriale dell’umanità. Gdp

A San Martino ultimo giorno della festa del partito Incontro dei quattro candidati del PD alle primarie Frattura: ‘Non voglio sentirmi discriminato’ SAN MARTINO IN PENSILIS. Primarie Pd, confronto a quattro tra i candidati. A guardare i bambini che giocavano felici sulle giostre il clima sembrava proprio di festa. Ma a pochi metri il clima cambiava totalmente. Seduti su quattro sedie davanti ad un folto pubblico c’erano Nicola D’Ascanio, Massimo Romano, Antonio D’Ambrosio e Paolo Frattura. Motivo del sit-in un vero e proprio confronto tra i quattro candidati alle primarie. Mancava all’appello solo Michele Petraroia. Un rapporto di reciproca correttezza tra i candidati è stato il leit motiv dei primi discorsi. “Ognuno di noi ha il proprio programma ma i rapporti tra noi sono sempre stati di indubbia stima reciproca” ha sostenuto Romano, seguito a ruota da D’Ascanio che ha dichiarato “l’inesistenza di elementi di contrasto” tra i quattro. Dello stesso parere anche D’Ambrosio, “pronto a schierarsi di fianco al vincitore se non fossi io”, e Frattura convinto di dimostrare in tal modo “una volontà di aggregazione che convinca gli elettori”. Proprio sul tema della diversità rispetto al centro destra è reintervenuto Romano dicendo “gli elettori vogliono comportamenti che siano inequivocabili e che non ci facciano

assomigliare quelli che ci sono già altrimenti terrebbero il vecchio invece di scegliere il nuovo”. Sulla falsa riga del discorso di Romano, D’Ascanio ha ribadito il bisogno del popolo molisano di novità “dopo l’esperienza fallimentare del centro destra”. D’Ambrosio ha un pochino deviato il discorso parlando del ruolo dei partiti definito “insostituibile per la politica molisana” e puntando sulla capacità dei programmi politici di attirare e smuovere gli elettori da un blocco all’altro. L’intervento clou è stato quello di Frattura che ha risposto subito alle tacite domande del pubblico presente dichiarando di non volersi sentire discriminato “solo perchè nella sua vita politica precedente le esperienze sono state molto diverse”. “Ho voluto sfruttare la democraticità che hanno le elezioni primarie - ha proseguito Frattura- per poter esporre agli elettori il mio programma e fare in modo che in questo modo siano in grado di capire chi possa davvero garantire il meglio a lungo termine per questa regione”. Dopo questo ‘incontro-scontro’ si è forse avuta la conferma che la campagna elettorale per le elezioni del prossimo autunno è già partita a pieno regime. C.A.


20

Domenica 31 luglio 2011

Giuliano Palma Al via la gara podistica e fuochi d’artificio: ‘Il fondo delle cantine molisane’ l’estate a Guglionesi nia, San Martino, Ururi, Larino, Santa Croce, Bonefro, e Casacalenda. Saranno altresì presenti società podistiche da tutta Italia poiché questa sarà l’ottava ed ultima prova del ‘Centro Italia Tour’. Il sindaco Cammilleri, l’assessore Di Giulio, Infatti all’arrivo sail presidente del club Giuliani e il suo vice Iacurti ranno assegnate le CAMPOMARINO. Il te Rosario Iacurti, con il maglie della classifica fina‘Ciclo Club Borgo Antico’ patrocinio del comune di le a punti. Oltre ai premi per i ‘proorganizza gara podistica di Campomarino e della Refondo. Il ‘Fondo delle can- gione Molise, la manifesta- fessionisti’ sono previsti antine molisane’ è il nome zione sportiva avrà inizio che piu’ di 200 premi per i scelto per la prima gara po- nel piazzale antistante il partecipanti. E se questo distica di fondo che si terrà comune e si concluderà nel- non bastasse, verrà offerto oggi a Campomarino e che lo stesso punto.Ci saranno a tutti il pranzo, organizzatoccherà tutti i paesi del due percorsi distinti, uno to dall’associazione ‘Mabasso Molise. Organizzata piu’ lungo di 130 km e l’al- donnina’. Il sindaco Camda ‘Il ciclo club Borgo An- tro piu’ corto di 60 km. Sa- milleri e l’assessore al turitico’ dal presidente Lucia ranno toccate le città di Por- smo Di Giulio nella confeGiuliani e dal vicepresiden- tocannone, Nuova Cliter- renza stampa di presenta-

zione tenutasi giovedì hanno ringraziato l’associazione per aver scelto Campomarino e ribadito di aver appoggiato questa gara perchè si inserisce in una serie di manifestazioni che danno lustro alla città di Campomarino. Dello stesso parere il vicepresidente Iacurti che vanta anche il titolo di campione del mondo di crono di coppia 2010 insieme al montenerese Mauro Brandone che ha aggiunto di aver scelto il nome ‘Fondo delle cantine molisane’ proprio per unire l’emozione dello sport a quella di attirare piu’ gente possibile a Campomarino. Conclusione, viva lo sport quando unisce le persone e quando unisce così tanta gente.

Travaglini: “Un primo passo verso una città piu’ sicura”

Nonno Vigile: il Comune ci riprova Quattro anni fa l’adesione fu scarsa MONTENERO DI BISACCIA. “Una figura amica tanto per i bambini quanto per i genitori”, queste le parole usate dal sindaco Nicola Travaglini per descrivere una delle ultime iniziative intraprese dall’ammini-

strazione comunale. Si tratta dell’istituzione del nonno vigile, ossia volontari avanti negli anni che dovranno regolare il traffico davanti alle scuole, vigilare sul rispetto delle aree verdi ecc. Se n’è parlato

nell’ultimo Consiglio comunale, dove il voto sull’argomento è stato unanime. “I nonni vigili saranno dotati di pettorina e paletta per essere immediatamen-

Calcio a sei in memoria di Antonio Di Nardo La Confraternita della Misericordia di Termoli ha organizzato per la giornata di oggi un torneo di calcio a sei in memoria del volontario scomparso Antonio Di Nardo, in arte Tony Kemps. Si terrà dalle 10, nei campetti limitrofi alla chiesa di San Francesco, alla presenza anche dei familiari, come la moglie e le figlie dell’amato Antonio Di Nardo. Sarà presente anche don Enzo Ronzitti e il governatore della Misericordia, Romeo Faletra.

Il sindaco Travaglini

te riconoscibili e potranno segnalare alla scuola o alla Polizia municipale possibili situazioni pericolose – ha spiegato il primo cittadino -; rispetto alle aree verdi, i volontari, riconoscibili grazie ad un apposito tesserino, fungeranno da punto di riferimento per i frequentatori, al fine di rilevare e raccogliere segnalazioni relative ad elementi di potenziale pericolo”. L’attività non sarà limitata pertanto al controllo dell’entrata e uscita dei bambini dalle scuole, ma si estenderà

Giuliano Palma

GUGLIONESI Il piccolo comune molisano ha organizzato la sua estate tenendo conto dei piu’ giovani: a loro soprattutto, infatti, hanno pensato i comitati per le festività di Sant’Adamo, del Corpus Domini e della Madonna del Carmine, con il patrocinio del Comune, quando hanno deciso di invitare Giuliano Palma e The Bluebeaters. Il concerto si terrà stasera, alle 22:00, a largo Garibaldi, cioè la Castellara punto d’incontro e di riferimento per i ragazzi a Guglionesi. Il lavoro sinergico dei comitati mira a soddisfare le aspettative dei giovani: per non costringerli a spostarsi, come succede sempre, nei centri piu’ grandi, alla ricerca di eventi piu’ divertenti o piu’ interessanti. Per una volta, piuttosto, potrebbe succedere il contrario; l’Amministrazione comunale supportata dai comitati, nonostante le ristrettezze economiche, ha preparato per i suoi concittadini uno degli eventi piu’ attesi nell’estate del Basso Molise e, probabilmente, uno dei piu’ riusciti e piacevoli. A riprova della gestione economica oculata, il Comitato Corpus Domini ha deciso di far coincidere con quest’evento la realizzazione dello spettacolo pirotecnico che, lo scorso 26 giugno, in occasione del Corpus Domini, appunto, non si era potuto svolgere. Si prepara, quindi, la serata piu’ attesa dell’estate guglionesana. P.C.

alla sicurezza in generale. “Questo non è che un primo passo verso un progetto più ampio – ha aggiunto Travaglini - dedicato alla sicurezza che include, tra l’altro, la videosorveglianza del territorio urbano; su questo aspetto specifico richiederemo un apposito finanziamento. Oggi abbiamo messo in atto la prima di una serie di azioni concrete e coordinate che rispondono a specifiche necessità emergenti sul territorio, finalizzate

principalmente a prevenire il degrado, il disordine urbano, l’allarme sociale, la paura, l’insicurezza percepita e le truffe”. Resta da verificare, e solo il tempo potrà farlo, se avrà efficacia l’appello dell’amministrazione comunale stavolta. Già nel 2007, infatti, si tentò di istituire la figura del nonno vigile, ma fu piuttosto scarsa l’adesione degli anziani, tant’è che non se ne fece nulla. Chissà se in quattro anni è cambiato qualcosa. R.d’A.


DOMENICA 31 LUGLIO 2011

ANNO XIV - N. 209

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/484625

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Delegazioni di comitati hanno partecipato numerose all’incontro organizzato da Domenico Zeoli

Agricoltura in difficoltà, le proposte Si è discusso della legge del ministro Romano che aiuta le aziende in difficoltà Delegazioni di comitati di agricoltori sono giunti dal Nord al Sud per discutere sul tema “Esdebitazione e rilancio delle aziende agricole”. La legge 111 del 15 luglio 2011 introduce un importante contributo alle aziende in difficoltà, la cosidetta legge sull’esdebitazione, che consente alle aziende che versano in condizioni debitorie la possibilità di ridurre il debito e ratealizzarlo a lungo termine. Le aziende agricole in difficoltà sono quasi il 60% del totale, con una forte accentuazione nel Mezzogiorno. Dati che sono stati analizzati dai relatori dell’incontro, con dati e documenti alla manio. Perché i prodotti ortofrutticoli costano pochi centesimi di euro al kg e 15 -20 volte tanto al consumatore? “C’è un patto bilaterale si legge nella nota stampa di Domenico Zeoli, organizzatore dell’incontro - tra Stato italiano e paesi del

nord –Africa che permette di importare prodotti ortofrutticoli freschi (corridoio verde) “che consente entrate in percentuale alle organizzazioni agricole di categorie, incredibile ma vero. Sulle quote latte i Carabinieri hanno accertato fatti da capogiro (vacche che producevano per oltre 80 anni, produzioni di 300 quintali di latte annuo) nu-

meri che sono fuori da ogni logica, che hanno causato la chiusura di grandi e piccole aziende zootecniche e arrecato danni a tutti i cittadini italiani. Tante sono le distorsioni del sistema, che hanno portato l’agricoltura al disastro. Tra i principali responsabili ci sono proprio le organizzazioni di categoria: tanto si evince dal rapporto dei Carabinieri che in tal senso hanno informato 70 Procure della Repubblica.

Secondo Domenico Zeoli c’è un disegno dei grandi poteri finanziari per far cadere l’agricoltura in poche mani, perché il vero affare dei prossimi anni è proprio il cibo. Nel 2050 saremo su questo pianeta 10 miliardi di umani, con a disposizione una superficie coltivabile pari alla metà di quella attuale, perchè nelle mani di tanti “contadinelli”? Meglio una multinazionale che organizza, omologa, pianifica tutti e tutto, più razionale e più semplice. Danilo Calvani, presidente del CRA (Comitati riuniti agricoli) di Latina giunto con una grande delegazione, dopo aver illustrato le opportunità che la legge

ha messo a disposizione, ha ringraziato l’attuale Ministro dell’agricoltura Saverio Romano, non solo per aver emanato una legge che se non è la soluzione di tutti i problemi, è un passo importante e incoraggiante, per oltre un milione di aziende, ma soprattutto per aver “scoperchiato” un sistema come Agea, commissariandola a pochi mesi dal suo insediamento. Giuseppe D’Angelo, da Agrigento, ha portato l’esperienza dei comitati siciliani, e il loro impegno per portare reddito nelle im-

Nel dibattito è emerso che tra i responsabili della crisi ci saerebbero le organizzazioni di categoria

prese agricole attraverso le energie rinnovabili, “il terreno conquistato dai miei avi, il sole o il vento dei nostri luoghi non va regalato a soggetti estranei al territorio, ma deve fornire risorse a supporto delle aziende agricole per continuare a produrre alimento, sano e sicuro e non speculazione e ricchezze a pochi approfittatori”, questo il succo di un articolato intervento rivolto a una platea attenta e interessata. Il dibattito dei partecipanti è stato lungo e approfondito, sono emerse le grandi difficoltà e soprattutto lo stupore di notizie rassicuranti che le organizzazioni di categoria emanano, vedi giovani che crescono in agricoltura, crescita del reddito e altre autentiche menzogne che hanno solo lo scopo di nascondere le malefatte di un sistema malato e corrotto”.

“Rassegna Carresi molisane”, “Un viaggio nella storia La Pro Loco organizza e nell’animo delle genti frentane” la mostra fotografica Si parte oggi dall’Anfiteatro La Pro Loco “Città di Larino”, presieduta da Nicola Masciantonio, in occasione della III Edizione di Larinetnica “Rassegna delle Carresi Molisane”, organizza la I Mostra Fotografica sulle principali Carresi Molisane. La manifestazione prevede l’esposizione di diverse fotografie dei momenti più suggestivi ed intensi delle festività dei Comuni di Larino, San Martino in Pensilis, Portocannone, Ururi e Santa Croce di Magliano, gra-

Domani lunedì 1 agosto, a cura dell’Ecomuseo Itinerari Frentani e i Cantori della Memoria, alle ore 19.30 dall’ingresso dell’Anfiteatro Romano di Larino, visti gli apprezzamenti ricevuti nella prima rappresentazione, in occasione della V edizione

della Larinetnica, verrà riproposto un percorso, ideato e scritto da Marcello Pastorini, dal titolo “Un viaggio nella storia e nell’animo delle genti frentane”. Alla realizzazione dell’iniziativa hanno collaborato: Gennaro Miozza, Giuliano

Nel percorso ci saranno cenni sulla storia della città zie alla collaborazione di FotoStudoEmme di Marilena Castelluccia, StudioFrame di Francesco Mosca, StudioFotografico DM di Dario Mancini, FotoVideoTrasmundi di Santa Croce di Magliano, FotoVideo Straccialano di Ururi e FotoVideo di Garofalo di San Martino in Pensilis che ha curato anche la Carrese della Madonna di Costantinopoli di Portocannone. A loro sarà consegnaNicola Masciantonio, presidente della Pro Loco di Larino

Un’immagine della Carrese di San Pardo

ta una pergamena di ringraziamento. Per l’occasione si esibiranno i Cantori della Memoria con la Lauda di San Pardo e l’Associazione Musicando con la Carregna di Sant’Antonio di Santa Croce di Magliano. La mostra sarà allestita presso il Palazzo Ducale Ingresso Piazza Vittorio Emanuele II a partire dalle ore 17:00 del giorno 31 Luglio 2011 fino al giorno 8 Agosto 2011.

L’anfiteatro di Larino

Maglieri, Nicola Iacovino, Valeria Iacovino, Giuseppe Mentore, Pardino de Notariis, Daniele Stelluti, Angelo Pastorini, Enzo Lalli, Paolo Petrecca, Stefano Angelozzi e altri cittadini di Larino. Nel percorso ci saranno cenni alla storia della nostra terra, la storia di San Primiano, l’esibizione dei gladiatori nell’arena dell’Anfiteatro. La manifestazione darà la possibilità di effettuare un “viaggio” nella cultura popolare con aneddoti, poesie, filastrocche, proverbi, racconti dei nostri poeti e della nostra gente e brani di musica della nostra terra. L’Ecomuseo Itinerari Frentani ringrazia la Sovrintendenza ai Beni Culturali di Campobasso per aver permesso la realizzazione della manifestazione. Fino ad esaurimento posti disponibili, sarà possibile partecipare alla manifestazione iscrivendosi a itinerarifrentani@hotmail.it o al 3406550584.

21


DOMENICA 31 LUGLIO 2011

ANNO XIV - N. 209

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/730606

REDAZIONE 86039 TERMOLI

“Non raggruppano assolutamente il Basso Molise e non hanno ancora rappresentanza nell’esecutivo”

Primarie, la replica di Gianni Montesano Il segretario dei Comunisti Italiani risponde alla sezione Fgci di Santa Croce SANTA CROCE DI MAGLIANO. Gestione incoerente delle primarie? Il segretario regionale del Partito dei Comunisti Italiani, Gianni Montesano, interviene in merito al comunicato sella sezione Fgci – Federazione Giovanile Comunisti Italiani - di Santa Croce di Magliano. “La nota – afferma Montesano - mi costringe ad alcune doverose precisazioni riguardanti la vita e la struttura del Pdci senza entrare nel merito della discussione politica interna al nostro gruppo giovanile che rappresenta, in ogni caso, uno dei principali punti di forza e di radicamento dei Comunisti italiani del Molise”. Secondo Montesano, “la questione è che quel comunicato è un caso molto strano e singolare in quanto la

Gianni Montesano

Fgci di Santa Croce è costituita da un nucleo di tre (n.3) tesserati che si sono aggregati da meno di un anno, non raggruppa assolutamente il basso Molise (rappresentato rispettivamente da Nicola Occhionero, Franco Sorrentino e Nino Barone per

Pdci, e da Silvio Iammarino e Antonio Manzo per la Fgci, tanto per essere precisi) e, soprattutto, non ha alcuna rappresentanza strutturata né nell’esecutivo Fgci né all’interno del partito. Sono ovviamente contento di vedere che a S. Croce sia presente la nostra organizzazione giovanile – sottolinea sempre Gianni Montesano - il punto è che quei giovanissimi ragazzi (per mio rammarico) non hanno mai fatto una iniziativa politica, mai un incontro, mai un comunicato, mai partecipato alle tante e numerose assemblee con-

giunte Pdci-Fgci durante le quali discutiamo come è giusto fare (e come ha scritto qualche commentatore) e durante le quali prendiamo decisioni che magari a qualcuno possono anche non piacere, ma questo è il bello della democrazia che non ha bisogno di tirarsi gli stracci per affrontare questioni squisitamente politiche. Ovvio vi sarà prestissimo un ulteriore chiarimento interno fra fgci e partito a cui quei tre giovani compagni saranno ovviamente (come sempre) invitati. Da questa situazione – aggiunge Gianni Montesano - vorrei solo segnalare alcune punti ambigui che nulla hanno a che fare con la vita del Pdci e della Fgci. Il primo: “Innanzitutto nessuno può millantare credito, l’Italia è un paese libe-

ro, ogni cittadino può esprimersi in libertà ma a titolo personale se non si rivestono incarichi precisi di rappresentanza altrimenti si genera confusione e si alimenta disinformazione. Ovvio che il Pdci tutelerà il suo buon nome a fronte di chi, da oggi in avanti, intenda vantare cariche non ricoperte (altra cosa è l’espressione del pensiero che è sempre positiva)”. Il secondo: “La tempistica, i tono e il linguaggio del comunicato di S. Croce mi fa pensare ad un “aiutino” nella gestione della comunicazione politica da parte di persone esperte in materia esterne alla Fgci e al Pdci allo scopo di creare confusione e divisione nel Pdci che, alle ultime elezioni provinciali, ha dimostrato di essere comunque una forza politica autonoma presente sul territorio.

Se così fosse sarebbe particolarmente grave che si provi ad alimentare divisioni interne a forze politiche strumentalizzando dei bravi e giovani compagni e violando tutte le regole delle primarie in materia di correttezza di comportamenti”. Il terzo, conclude il segretario regionale dei Comunisti Italiani: “Infine invito con fermezza i colleghi giornalisti a verificare le fonti quando arrivano comunicati stampa, non è accettabile che si alzi uno e dica di rappresentare questo o quel settore di una organizzazione politica quando non lo è. Chi vuole parlare a titolo personale è libero di farlo (e i giornali e le tv liberi di riprenderlo), ma nessuno può inventarsi rappresentanze che non esistono rischiando di dichiarare il falso”.

Il neo assessore alla Cultura, Filomena Morgante, ha illustrato le manifestazioni organizzate in paese

Santa Croce, non solo crisi ma anche estate Nonostante i problemi legati alla mancata approvazione del Bilancio presentato il cartellone SANTA CROCE DI MAGLIANO. Nonostante la crisi politica che mette a repentaglio le sorti dell’amministrazione, il Comune è riuscito ad organizzare anche il cartellone estivo in un paese, Santa Croce, da sempre punto di riferimento sul territorio per le iniziative socioculturali. Ad illustrare il programma, in una nota, il neo assessore alla Cultura, Filomena Morgante: “Il Comune ce l’ha fat-

22

ta! Riparte anche quest’anno il calendario di manifestazioni promosse dall’Assessorato alla Cultura e allo Sport del Comune di Santa Croce di Magliano per l’estate cittadina. Dopo il successo dello scorso anno, anche in questa nuova edizione proseguiranno le diverse rassegne che coinvolgeranno il paese con i suoi spazi, rivolgendosi ad un pubblico quanto più eterogeneo possibile. “Nonostante un budget ridotto, in seguito alla mancata approvazione del bilancio, e nonostante le voci, per altro piuttosto insistenti, sulla cancellazione della manifestazione – afferma l’assessore Morgante - l’Amministrazione ha messo a punto un programma molto interessante presentato ai cittadini. Il programma, in collabora-

zione con la Proloco e con parte dei bar di Santa Croce, copre gran parte delle serate del mese di agosto e comprende eventi pensati per ogni tipo di pubblico e per soddisfare i gusti e gli interessi di tutti. “Con questo programma confermiamo la linea tracciata lo scorso anno per l’estate cittadina – aggiunge la Morgante - con la nascita di più rassegne, allo scopo di toccare diversi linguaggi, dalla musica, alla cultura, all’intrattenimento per bambini; il calendario è reso possibile anche grazie alla collaborazione con la Proloco Quattro Torri e Ecomuseo Itinerari Frentani, importanti realtà culturali locali e quest’anno si aggiunge anche la partnership con alcuni Bar del paese”. L’Amministrazione ha voluto investire sulla manifestazione “Estate Santacrocese”, nonostante un budget ridotto all’osso e tempi strettissimi, affinché durante il periodo estivo si possa respirare il clima di festa che ha sempre contraddistinto il nostro paese. Inoltre, un invito a tutti coloro che hanno idee po-

sitive, di comunicarle all’Amministrazione, che si impegnerà seriamente a realizzarle, per il bene di Santa Croce, perché la nostra idea è quella di far vivere il paese tutto l’anno dal punto di vista degli eventi e della cultura, in perfetta sintonia tra istituzione e cittadini. Quindi particolarmente ricco, anche quest’anno il cartellone degli eventi organizzati e patrocinati dall’Amministrazione Comunale. Si partirà dai primi giorni di agosto con la presentazione del libro di Antonio Picariello - “Il critico demiurgo della storia e dell’arte: artisti della biennale e oltre” oltre alle reading ses-

“Proseguono le rassegne Coinvolte associazioni e altre realtà nelle diverse iniziative” sion di “Lectura dantis V canto inferno + memoria di “Giù le mani dai bambini” e Antonio Rainone: “Il Doppio Mondo dell’Occhio e dell’Orecchio- Senso e Verità nella Filosofia della Percezione”. Si proseguirà con una performance teatraTanti momenti anche musicali

le completamente dedicata ai bambini e cinque serate che ospiteranno la kermesse musicale “Santa Croce Live Summer”, in collaborazione con i Bar di Santa Croce.Non poteva mancare la XIV edizione del Festival di Musica etnica “Madre Terra”, nonché altre cinque serate offerte dalle Associazioni Culturali locali: 2° Fiera della Tipicità, organizzata dalla Proloco, Quattro Torri ed Ecomuseo, la Sagra di Vredocchhie, Taccozze e Torcenielle organizzata dai Pionieri della Protezione Civile. L’Avis organizzerà una serata di musica accompagnata da degustazione di prodotti dell’enogastronomia locale. Inoltre la Proloco, la Protezione Civile, Musicando ed Ecomuseo, organizzeranno una festa per celebrare le nostre belle e caratteristiche tradizioni. Non mancheranno tre serate pianificate dal Comitato Feste. E, per i più sportivi, sarà offerta ai più giovani “La Giornata dello Sport”. Dalla presentazione dell’assessore, Filomena Morgante, ecco l’estate santacrocese 2011.


ANNO XIV - N. 209

DOMENICA 31 LUGLIO 2011

REDAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL 0874/484623 - FAX 0874/484625

“Sono consapevole che dovrò sudare e correre più degli altri per guadagnarmi il posto”

DiVito, ancoraTrivento peril riscatto Il trequartista rinnova per cancellare in gialloblù l’infortunio dell’anno scorso di Eric Moscufo Un altro acquisto HQ. Perché di vero e proprio acquisto si può parlare per Fabio Di Vito, il trequartista originario di Termoli che nella passata stagione vestì sì la maglia gialloblù, ma fornendo un contributo fortemente limitato da un grave infortunio ai legamenti del ginocchio che ne pregiudicò praticamente tre quarti di stagione. Ieri, dunque, gli ultimi ostacoli alla fumata bianca per il rinnovo del vincolo con il Trivento sono stati rimossi e così nel ritiro di Morcone arriverà lunedì un giocatore di assoluta importanza che porta in dote il valore aggiunto della voglia di riscatto. Garantisce lui. Fabio, allora si riparte da Trivento? “Sì, si riparte da Trivento e ne sono felice perché la società mi ha rivoluto a tutti i costi, quindi mi fa piacere rimanere a Trivento per il secondo anno di fila e quando mi è stato proposto il rinnovo non ci ho pensato un attimo e ho accettato subito” Lo interpreti dunque come un piacevole attestato di stima nei tuoi confronti? “Assolutamente sì, io ho sempre ribadito che persone come i dirigenti del Trivento nel calcio ce ne sono poche, sono stato trattato benissimo, molte altre squadre dopo l’infortunio che ho avuto l’anno scorso avrebbero potuto dirmi di trovarmi un’altra sistemazione, invece loro mi sono stati vicino, mi hanno fatto curare, insomma mi hanno dimostrato una stima che è stata rinnovata quest’anno con la conferma, quindi a maggior ragione credo che siano per-

sone molto serie” Alla base di qualche tentennamento che comunque c’è stato prima del rinnovo c’era la corte di altre squadre, tipo il Campobasso 1919? “Ma no, diciamo che inizialmente sono sorti dei problemini tra me e la società, poi c’è stato anche l’inserimento di qualche altra squadra che ha complicato un po’ la trattativa, ma la mia vera volontà è stata sempre quella di rimanere a Trivento, e alla fine l’ha spuntata quella” Dopo il brutto infortunio dell’anno scorso questa è la stagione del riscatto? “Io ce la metterò tutta, cercherò di dare più del massimo perché sono consapevole che dovrò dare più degli altri miei compagni e quindi ho bisogno di riscattarmi e rilanciarmi, mi metterò da subito agli ordini del mister con la massima serietà e impegno, e sono convinto che alla fine il lavoro paga sempre” Il tuo stato di forma parte alla pari con quello degli altri, insomma l’infortunio è ormai solo un brutto ricordo? “Per scaramanzia è meglio non dirlo! Sembra, però, che i presupposti siano positivi, sono rientrato nelle ultime giornate dello scorso campionato senza avvertire fastidi, mi sono allenato da solo sulla forza e sulla corsa senza avere problemi e quindi le basi sono buone, speriamo che tutto vada per il meglio” Con mister Agovino, che tu conosci, ti sei già sentito, ti ha già prospettato l’ipotesi di un utilizzo simile a quello di Agnone, nei

suoi schemi? “No, ci siamo sentiti durante la trattativa, c’è stima reciproca ed è quindi normale che lui spingesse un pochino per una mia eventuale conferma, ma è chiaro che essere stato già suo allievo non è il vantaggio che può sembrare, perché comunque nel calcio tutti sono utili e nessuno è indispensabile, quindi dovrò sudare più degli altri per guadagnarmi il posto. Credo comunque che l’arrivo di Agovino sia una garanzia per il Trivento, e penso che sia anche uno stimolo in più per i calciatori perché con un tecnico così preparato ed esigente ci sarà da lavorare, ma alla fine si vedranno i frutti” Confrontando le dichiarazioni di maggio con gli acquisti portati a termine a tutto luglio, si può ancora parlare di salvezza? “Sicuramente gli ultimi colpi sono stati abbastanza importanti, quindi penso che completare la rosa con acquisti mirati significhi puntare a qualcosina in più, è chiaro però che poi alla fine sarà sempre il campo a dire la sua, anche l’anno scorso ci eravamo prefissati obiet-

I “tuffi” di Poziello e la fuga di Sasà

Fabio Di Vito

tivi diversi e poi alla fine abbiamo raccolto una salvezza, quindi voglio dire che il calcio non è una scienza esatta, non si può mai dire. Credo che sia comunque sempre giusto partire con i piedi per terra, cercare di raggiungere il prima possibile l’obiettivo principale che è la salvezza e poi l’appetito vien mangiando, anche perché il Trivento quest’anno ha preso un allenatore che non si accontenta, è molto ambizioso, e questo penso che lo trasmetterà anche alla squadra, insomma potrebbe essere una grande stagione, per il Trivento”

Pubblicata la graduatoria per i ripescaggi Nella riunione del Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti sono state ratificate le decisioni riguardo le ammissioni ai campionati di serie D e Calcio a 5. A tal proposito, in attesa che vengano pubblicate le graduatorie di ripescaggio, sono 153 le società aventi diritto ammesse alla Serie D 2011/2012, con le seguenti esclusioni: Angri, Forza e Coraggio, Venafro e Chioggia (che non hanno fatto richiesta di iscrizione), Pomezia, Sapri, Rovigo e

24

Villacidrese (che non hanno presentato ricorso avverso le contestazioni della CoViSoD mosse nei termini previsti dalle procedure di iscrizione al campionato) e Sarzanese che ha presentato espressa rinuncia. L’eccedenza d’organico di 5 unità determinata dalle squadre in sovrannumero, relativa alla stagione 2010/2011, è stata compensata dal minor numero di retrocessioni dal campionato di Seconda Divisione della Lega Pro. Per quanto concerne il Calcio a 5 tut-

te le società aventi diritto sono state regolarmente iscritte. Non è difficile stilare la graduatoria delle ripescate secondo le modalità dettate dalla lega nazionale dilettanti e cioè una ripescata tra le perdenti degli spareggi seconde di eccellenza e le retrocesse dall’interregionale perchè perdenti play out o per distacco superiore agli otto punti in classifica. Di seguito, dunque, la graduatoria generale dei ripescaggi.

1) Cerea 2) Sestese 3) Lascaris 4) Villafranca Veronese 5) Civitavecchia 6) Sant’Antonio Abate 7) Biancadrano 8) Carpenedolo 9) Fidenza 10) Miglianico Calcio 11) Verbano 12) Opitergina 13) Pisa Sporting Club 14) Rossanese 15) Torres 16) Bisceglie 17) Isola Capo Rizzuto

di Gennaro Ventresca La sua uscita fece arrossire un po’ tutti, meno l’interessato. “Ogni partita io mi butto: così prendo punizioni e rigori che non ci stanno” spiegò Gaetano Poziello, da me ribattezzato il “poeta”, al microfono di Tele Regione, quando lo intervistai sotto i frondosi alberi delle Cupolette, dove la squadra rossoblu aveva scelto di fare il ritiro. Nel goffo tentativo di aggiustare il tiro il giovane attaccante napoletano di Marcianise peggiorò la cosa: “Forse mi sono sbagliato: mi butto per terra, solo quando l’arbitro non mi vede”. Finì a risate. Ci arrendemmo tutti, a incominciare da Maestripieri, lo sfortunato mister, che lo prese da una squadra umbra. Scegliendo bene: Poziello è stato un big della categoria e ancora oggi fa la sua parte. *** Ma non finisce qui. Sentite, invece, come spiegò il suo arrivo a Campobasso Sasà Sibilli, uno dei migliori attaccanti che hanno vestito la blusa rossoblu negli ultimi dieci anni: “Il mio è stato un pinco pallino di venire in questa squadra”. Beh, tanto Poziello che Sasà non brillarono per cultura e contatto coi media, ma in compenso in campo se la cavarono benissimo. Anche se ci sono stati anche alcuni rimarchevoli sbaffi. *** Abbagliato dalle lusinghe del Palermo che all’epoca era in C1, Sasà senza il minimo rispetto per gli impegni assunti, se la squagliò. Inventandosi di essere stato minacciato da un gruppo di tifosi, al rientro a casa. Niente di più falso. Il ragazzo incontrò sulla sua strada molisana solo persone cortesi e disponibili. In compenso l’Adelmo e la città la perdonarono presto. Infatti l’attaccante tornò dalla Sicilia: non aveva convinto e non gli restò che chiedere scusa a tutti e mettersi a segnare gol. *** Poziello non durò molto in rossoblu, pur avendo numeri per diventare un pezzo forte. Il primo anno alternò prestazioni scintillanti ad altre meno frenetiche, ma il suo score fu lusinghiero: segnò e fornì assist. In più si “buttò” spesso. L’anno dopo, il terzo dell’era Berardo in Serie D, Paolo Anastasio lo considerò punto cardine della sua squadra. Ma dopo due pareggi consecutivi l’Adelmo mandò via il mister e Poziello cadde subito in disgrazia con l’arrivo di Angelo Busetta, una fusione a freddo tra campagna e calci d’angolo. *** Busetta lo ebbe subito in uggia e lo cacciò dal campo ad Altamura, dopo mezzora. C’era da usare la clava e Poziello preferì giocare in punta di fioretto. In pratica finì lì la sua storia rossoblu. In settimana venne ceduto, non senza rimpianti, al Bojano, dove giocò alla grande, specie quando tornò da avversario a Selva Piana, in cui mise in apprensione la nostra difesa per tutta la partita. *** Chi vince ha sempre ragione. Il discorso vale anche per Busetta che vinse il campionato, precedendo il Taranto (sua vecchia squadra) dopo una spasmodica rincorsa. Ma state bene attenti: il mister di Paternò oltre a far fuori Poziello non prese in considerazione un altro talento, Alfredo Cariello. Relegandolo riserva. Dall’anno dopo il centrocampista di fascia sinistra giocò sempre titolare, anche in serie A. E si ricorda, con la maglia dell’Ascoli, un suo superbo gol segnato alla Juventus.


Domenica 31 luglio 2011

25

L’allenatore Di Prisco sta visionando il difensore D’Addato ‘92 (Barletta) e il portiere Bibba (Nardò)

Isernia, mosaico in costruzione Il club biancoceleste è molto dinamico sul mercato per una squadra ambiziosa di Luca Siravo E’ terminata proprio nella giornata di ieri la prima settimana di ritro pre-campionato dell’Isernia con la squadra che prosegue a tappe ac-

celerate nella preparazione in vista del prossimo campionato di serie D.Nella giornata di venerdì pomeriggio prima parte della seduta dedicata al potenziamento muscolare con

Da sinistra Russo, Guadagno, Maruggi e Giuliano

la squadra che si è esercitata sulla distanza di 1000 metri con una serie di ripetute sotto la supervisione del praparatore atletico Celeste Veneziale. La seconda parte della seduta di allenamento è stata dedicata al lavoro tecnico-tattico con la messa a punto degli schemi offensivi e difensivi per poi concludere con una partita a ranghi misti. Intanto si è aggreggato al gruppo il centrocampista Adamo Digno, centrocampista centrale classe ’80 prelevato dall’Atessa Val di Sangro e con una lunga esperienza nei campionati dilettantistici. Inoltre sono in

prova alcuni under che mister Di Prisco sta visionando insieme allo staff: il difensore Francesco D’Addato (proveniente dal Barletta), il portiere classe ’92 Matteo Bibba (che ha militato nel settore giovanile del Lecce e proviene dal Nardò) e l’attaccante classe ’91 Antonio Picciola proveniente dal Martinsicuro (Eccellenza abruzzese). Nella giornata di sabato in mattinata la squadra ha svolto una seduta in palestra corredata da un lavoro dedicato esclusivamente alla parte tattica. Nel pomeriggio invece si è disputata un’amichevole con la for-

mazione juniores (2 tempi di 35 minuti ciascuno) per verificare il lavoro fatto in questa prima settimana di ritiro. Davanti ad una buona cornice di pubblico, l’amichevole è terminata con il risultato di 15-0 (il primo tempo si è concluso sul punteggio di 5-0) ma la cosa importante era verificare lo stato di salute e di forma del gruppo dopo la prima settimana di intenso lavoro.In evidenza Covelli (4 reti e 2 pali) e Panico (4 reti) mentre le altre marcature sono state messe a segno da Cifani (2 reti), Vallefuoco ( 2 reti), Russo, Pettrone e Picciola. La for-

mazione scesa in campo è la seguente: Bibba, Ricci (Valente), D’Addato (Russo), Maruggi (Digno), Maglione (Vallefuoco), Guadagno, Pettrone, Cifani, Covelli (Panico), Giuliano (Onorato), Mingione (Picciola). Oggi la squadra svolgerà una sola seduta di allenamento mentre sono state fissate le prossime amichevoli: mercoledì 3 agosto l’Isernia incontrerà il Pomigliano (che sta svolgendo il ritiro proprio a Isernia) mentre il 10 agosto è in programma l’amichevole con il Benevento.

Berardini, Felici e Conti: “Si chiude questa vicenda nel modo migliore e questo va a vantaggio della società”

Per il Venafro non ci saranno le vertenze Il patron Patriciello ha raggiunto l’accordo di massima con i tre calciatori: entro martedì il dovuto di Marco Fusco “Il presidente Nicandro Patriciello mi ha autorizzato a comunicare che è sua intenzione chiudere bonariamente le vertenze avviate dai giocatori Conti, Berardini e Felici. Martedì prossimo, insieme con me incontrerà i giocatori per i pagamenti.” A parlare è Gianluca Berardino, procuratore del giocatore Roberto Felici, da sempre amico di Patriciello e organizzatore delle “partite del cuore”. “Comprendo an-

che lo sfogo dei calciatoriaggiunge Berardino- ma è dettato da circostanze del momento. Si chiude questa vicenda nel modo migliore e questo va sicuramente a vantaggio della credibilità del presidente Nicandro Patriciello.” Si ferma qui Gianluca Berardino. I giocatori che ieri ci hanno rilasciato delle dichiarazioni, appena appresa la notizia hanno tirato un bel sospiro di sollievo. Pronti anche a stringere di nuovo la mano al presidente Patriciello, dispoBererdini nibili anche a mettere una pietra sul recente passato. Anche perché per tutti il calcio passa, rimangono le proprie azioni e i propri gesti. Tutto è bene quel che finisce bene! Il Quotidiano è lieto di scri-

Patriciello

vere oggi questa pagina sull’US Venafro. Anche se continueremo a seguire questa vicenda fino a quando non si chiuderà positivamente come auspicato da tutti gli sportivi venafrani. Nel frattempo comunque diamo atto al presidente Patriciello di voler mantenere fede alla promessa fatta ai giocatori. Forse questo equivoco poteva essere evitato se qualcuno della società avesse avuto il tempo di ascoltare i giocatori non più tardi di mer-

coledì scorso. Per completezza di informazione ci teniamo a dire che noi abbiamo solo fatto il nostro dovere, deontologicamente parlando. Riportando fedelmente i fatti, le circostanze del caso. Ci siamo riferiti al deposito delle vertenze, inviate con tanto di raccomandata con

I calciatori “Siamo grati al Quotidiano per la serietà e la disponibilità”

Il Campobasso 1919 mette a segno un altro ritorno. Preso Lorenzo Viglione Perfezionato l’accordo con Lorenzo Viglione classe 1990, proveniente dall’Atletico Trivento. Nella tarda serata di ieri, infatti, il team manager Marco Sanginario chiude la trattativa con il jolly campobassano. “Lorenzo è innanzitutto un ragazzo serio oltre ad essere un ottimo giocatore, ha molta voglia di fare bene e riscattarsi da un’ annata non esaltante, sarà per lui la stagione del rilancio

e della definitiva consacrazione. E’ doveroso inoltre un ringraziamento alla società dell’Atletico Trivento per la disponibilità e la professionalità dimostrata per il buon fine dell’operazione. Adesso la nostra attenzione si sposterà sugli under in modo tale da completare al meglio una rosa già di per se competitiva, ma con un occhio sempre molto vigile a quello che

succede nel calcio mercato estivo” Già dalla prossima settimana si potrebbero avere delle novità sul capitolo under, a tal proposito il Team Manager Marco Sanginario sta stringendo un accordo con la Scuola Calcio Mirabello che possa garantire nei prossimi anni quel ricambio generazionale, elemento necessario per una buona programmazione. Intanto è da registrare an-

che l’entrata del noto professionista il dott. Angelo Di Stefano come responsabile dello staff sanitario del team rossoblu, il dottore sempre vicino alle tematiche relative allo sport darà una grossa mano alla compagine campobassana che potrà dunque beneficiare della sua esperienza e della sua grande professionalità. Al dott. Di Stefano vanno i ringraziamenti della società U.S. Campobasso 1919.

ricevuta di ritorno da parte dei tre giocatori. E’ un atto ufficiale e il Quotidiano ha sentito in dovere di pubblicarlo in virtù di quella triade che accompagna da sempre le nostre azioni: giornalismo, informazione e coscienza. Si sa, i mezzi di comunicazione o sono veicoli di verità oppure si trasformano in luoghi privilegiati della calunnia per demolire idee, progetti e persone. Il nostro metodo di lavoro poi ci ha portato anche a pubblicare( siamo stati gli unici)le condanne inflitte dalla Commissione Accordi Economici presso la Lega Nazionale Dilettanti, alla società del Bojano per gli stessi motivi portati all’attenzione degli organi federali da Conti, Be-

Felici

rardini e Felici. E questi pronunciamenti hanno, di certo, fatto tremare l’ambiente venafrano. I contratti ci sono, con un minimo contrattuale, controfirmati dalle parti. Se non si adempie i rischi di essere condannati, come abbiamo visto, sono altissimi. Conviene a tutti, chiuderla qui! Non ce ne voglia il presidente, ma questo è il nostro mestiere. Raccontare i fatti in maniera disinteressata. Costi quel che costi.

Lorenzo Viglione


26

Domenica 31 luglio 2011

Da domani si apre una settimana decisiva per le firme di alcuni calciatori: Andrea Pasciullo e Andrea Antenucci

Lallopizzi: “Non mi spavento” Il nuovo allenatore del Montenero si è già calato nel personaggio di una squadra dal blasone importante

Nicola Lallopizzi

di Stefano Moscufo MONTENERO. Settimane di grande fermento quelle che si stanno vivendo nella Montenero pallonara, quella, cioè, che ancora si sta mordendo le mani per l’esito dello scorso campionato, nel quale i rossoblù, a dispetto di uno squadrone atomico, non sono riusciti ad andare oltre il terzo posto. Oggi, invece, la dirigenza adriatica ha deciso di voltar pagina, facendo registrare cessioni in grado di far tremare le vene ai polsi. Via infatti elementi del calibro di Annunziata, Car-

raturo, Zurlo, Covilo o Puka, tanto per citare qualcuno, e porte aperte ad una green revolution che cambierà totalmente i connotati del Montenero versione 2011’12. Un restyling, quello voluto dal vertice societario, che non ha risparmiato nemmeno la guida tecnica, che dalle mani di Fabio Montani è passata in quelle del giovane montenerese Nicola Lallopizzi, titolare, nella passata stagione, del timone della Sancta Juxta Palata. Poche, pertanto, saranno le conferme che, a meno di cla-

morosi stravolgimenti di mercato, dovrebbero riguardare soltanto due “senatori” Michele Silverio e Silverio Benedetto. Della vecchia squadra Lallopizzi ha voluto mantenere solo le pedine che meglio si addicono ad un budget assai limitato e ad una nuova linea societaria che intende puntare sulla valorizzazione di ragazzi che nel massimo campionato regionale non sono ancora riusciti a ritagliarsi lo spazio che meritano. E se già sono stati raggiunti gli accordi concernenti i due centrocampisti Florio (ex Petacciato) e Napolitano (di ritorno a Montenero dopo le esperienze maturate con la Sancta Juxta Palata che fu, Frentana Larino ed Aurora Ururi), appare certa la permanenza di Cercone, Coppola, Pezzotta e Di Benedetto, mentre dalla Virtus Cupello è arrivato il giovane e talentuoso under tavennese classe ‘93, Zara. Quella che si aprirà domani, invece, sarà la settimana nella quale il Ds montenerese Mario Sarracino dovrebbe ottenere le firme dell’ex Trivento Andrea Pasciullo e di Andrea Antenucci, fratello del più famoso attaccante del Toro, Mirco. Molta carne al fuoco dunque, per ridisegna-

re un Montenero che si presenterà ai nastri di partenza del prossimo torneo guidato dall’allenatore più giovane di tutta l’Eccellenza: Nicola Lallopizzi, al quale abbiamo chiesto di raccontarci emozioni, ambizioni e… previsioni. Nicola Lallopizzi, fosse stato un decennio fa si sarebbe trattato di un normale avvicendamento di panchine, oggi, invece, passare dalla panca della Sancta Juxta Palata in Prima Categoria a quella del Montenero in Eccellenza costituisce un bel salto. Non la spaventa? “Guarda, sarò sincero: no, non mi spaventa. Sono piena di vitalità e di voglia di far bene. Quando hai l’opportunità di allenare la squadra del tuo paese subentrano stimoli e motivazioni che ti fanno dimenticare ogni eventuale timore riguardante la giovane età.” Sì, ma è anche vero che Montenero è una piazza calda ed esigente… “Sicuramente. Montenero è da tempo protagonista assoluto del campionato di Eccellenza molisana, ma sono altrettanto certo che anche quest’anno, fatte le debite proporzioni, non deluderemo

le aspettative.” Avete mandato via praticamente tutti i big della passata stagione, eccezion fatta per Silverio, Benedetto e Di Santo. Con un collettivo così giovane quali potranno essere i vostri reali obiettivi? “Il nostro obiettivo primario è quello di mantenere un profilo basso, cercando di disputare un buon campionato, secondo la tradizione calcistica di questa società, e provando a toglierci qualche soddisfazione senza mai perdere di vista, per quanto possa essere possibile, il vertice della graduatoria. Puntare maggiormente sulla Coppa Italia? No, non soltanto la competezione tricolore, ma anche sul campionato, provando magari a sorprendere i nostri avversari e, perché no, anche noi stessi, visto che partiamo con un rosa ridimensionata rispetto alla passata stagione.” Semplici outsider, o cos’altro? “Noi non ci nascondiamo la realtà. Iniziamo con un gruppo molto giovane e con un budget, lo ripeto, più risicato. Siamo tuttavia certi che, anche in questo periodo di vacche magre, riusciremo a costruire una buona forma-

zione:” Questo è tempo di campagna acquisti, qual è il giocatore tipo che può interessare il Montenero? “Il giocatore tipo per noi è quello innanzitutto motivato e desideroso di sposare il progetto Montenero. E’dunque su queste basi che la società si sta muovendo, cercando di puntellare la squadra con l’apporto di perni di maggior spessore intono ai quali gireranno i ragazzi più giovani. Giovani che potrebbero provenire anche dalla nostra Scuola Calcio che, nei nostri piani, potrebbe diventare un bacino di primaria importanza.” Chi, secondo lei, merita, ad oggi, la palma di società più attiva sul mercato? “Il Termoli. Una compagine che, come da tradizione, reciterà il ruolo di protagonista assoluto del prossimo campionato. Al momento, però, non mi risultano grandi movimenti e credo per questo che la prossima settimana possa rivelarsi decisiva.” Si muoveranno sicuramente le grandi: Venafro, Bojano e Turris non staranno a guardare… “E’ facilmente ipotizzabile, d’altronde glielo impone il loro blasone.”

Arrivano Befi (Sansaverinese), Minari (Lucera) e Paella (Durazzano). Confermati Spagnuolo e Donatelli

Turris, che rivoluzione! Licursi: “Acquisti importanti” di Leandro Lombardi Le avvisaglie per un cambiamento radicale c’erano tutte: la Turris, a due giorni dall’inizio del ritiro ufficiale per la prossima stagione, ridisegna il proprio assetto con cinque acquisti tra senior e juniores e tre partenze, annunciate nei giorni scorsi, dei tre principali interpreti argentini. E’ questo il resoconto del caldissimo week-end santacrocese. In entrata, Ranieri e Silvestri sono i due under scelti da mister Precali, mentre i colpi grossi riguardano gli arrivi di Befi, diciotto gol lo scorso anno in Eccellenza campana con la Sansaverinese; Mauricio Minari, brasiliano ex Lucera, piede vellutato che prenderà in mano il centrocampo; infine Antonio Panella, lo scorso anno al Durazzano, mediano offensivo che potrà ricoprire il ruolo di trequartista alle spalle degli attaccanti. Niente Antignani, quindi, e niente Ruffini, contattato la scorsa settimana. Nomi nuovi che determinano le partenze dei tre argentini Mignaco, Marinelli e Veron, i quali hanno tentennato a lungo sull’offerta presentata dalla società prima di confermare l’intenzione di partire al dg Fusco Per il difensore centrale, in particolare, il futuro sarà in Argentina. Diverso il destino per tanti altri elementi della passata stagione: conferme ufficiali per il portiere Donatelli, Spagnuolo, Laudiero, Raffa, Ferrandino, Ianniciello Luigi, Di Tullio, Licursi e Mascia. Per tutti i componenti della rosa l’appuntamento è per domani alle 17, con presentazione a S.Croce di Magliano e primo allenamento alla corte di mister Precali, che sarà coadiuvato dal preparatore dei portie-

ri Nicodemo e dal preparatore atletico Gabriele Lamanda. Soddisfazione e voglia di ricominciare. Il team manager Nicolangelo Licursi si è espresso sugli ultimi movimenti di mercato della Turris, svelando particolari retroscena sulla mancata riconferma degli argentini e sulle operazioni che hanno portato all’ingaggio di tre giocatori provenienti da fuori regione. “Sta nacendo una squadra competitiva - ha esordito - sapevamo di doverci confrontare con un mercato oculato ed abbiamo preferito allestire una formazione mirata, senza farci prendere dalla fretta di dover chiudere subito. Sul campo vedrete dei giocatori di indiscusso valore”. Perchè Befi e non Antignani? “Inizialmente abbiamo trattato l’abruzzese, poi ci siamo resi conto del valore di Befi, diciotto gol lo scorso anno e curriculum di tutto rispetto. Magari non sono giocatori noti alle piazze molisane, ma presto vedremo un grosso valore e dei ragazzi di qualità. Siamo assolutamente soddisfatti delle scelte fatte”. Quali sono le caratteristiche di Minari? E’ il sostituto ideale di Veron? “Queste sono scelte che spettano all’allenatore, anche perchè ogni giocatore ha le sue caratteristiche e i suoi gradi di versatilità. Mauricio Minari è un brasiliano che farà molto comodo al tecnico per la capacità di organizzazione del gioco e nel far girare la squadra, un classico sudamericano abilissimo con i piedi. Poi non dimenticherei Panella, altro elemento inseguito che ci darà una mano sulla trequarti”. Tutte operazioni che allontanano definitivamente i tre

Fusco, Marino e Licursi

argentini. Per quale motivo non si è giunti ad un accordo? “Mignaco ci ha comunicato l’intenzione di restare nel suo paese per motivi personali, ed è una scelta che abbiamo rispettato. In quel ruolo ci sono Ianniciello e Spagnuolo, confermati, che ci danno assolute garanzie; per quanto riguarda Veron e Marinelli, c’è stata un’offerta da parte della società, ma i giocatori hanno tentennato a lungo, così si è deciso di puntare su altri elementi ugualmente validi. Dispiace perderli senza avere una risposta, ma sono le situazioni del calcio”. Nonostante la semi-rivoluzione, non mancano le riconferme dallo scorso anno... “Esiste lo zoccolo duro dell’ultimo campionato, ad iniziare dai portieri passando per alcuni under. Non volevamo smantellare la rosa e direi che l’abbiamo fatto”. Tutti in ritiro con i volti nuovi presenti all’appello. Ma il mercato è da considerarsi chiuso? “Non ancora. Cerchiamo un esterno alto d’attacco in grado di ricoprire anche il ruolo di seconda punta. A quel punto riterremo chiuse le operazioni, in entrata e in uscita”.


28

Domenica 31 luglio 2011

VOLLEY A/2 FEMMINILE

“Una squadra completa” Già al lavoro Luca La Porta, scout-man della Felice Volley Luca La Posta

di Camillo Pizzi ISERNIA. E’ già al lavoro Luca La Posta, “storico” scout-man della Fenice

Volley, in vista della preparazione all’ottavo campionato di fila di A/2 maschile a cui parteciperà il club pre-

sieduto da Mimmo Cicchetti. La preparazione degli atleti agli ordini di Romano Giannini comincerà il 10 agosto, ma La Posta, ormai più di venti anni nella pallavolo pentra, prima come giocatore, poi come allenatore e “uomo delle statistiche”, ha già cominciato a farsi un’idea di come potrà essere la prossima stagione. “Guardando i roster di tutte le squadre iscritte, salta subito agli occhi quello oserei dire stratosferico del Castellana. In Puglia hanno messo su praticamente due sestetti altamente competitivi e – afferma il tecnico – la formazione affidata alle sapienti mani di Luca Monti non sfigure-

rebbe anche nella massima serie, dove loro speravano di essere ripescati. Alle spalle di Castellana, che dovrebbe vincere con facilità il torneo, vedo bene sia Milano che Segrate, ma da tenere d’occhio sono anche le due umbre, Perugia e Città di Castello. Da non sottovalutare neanche Sora e Genova, che dipenderanno molto dalle prestazioni dei loro opposti. Se manterranno le promesse, saranno dolori per tutti. Meno forte rispetto all’anno scorso, almeno sulla carta, mi sembra Santa Croce, che però potrà far leva sulle grosse capacità motivazionali del nostro ex-coach, Jorge Cannestracci”.

Nelle sue previsioni, grande lotta per evitare la retrocessione. “Non vedo una vera e propria squadramaterasso, come poteva essere lo scorso anno il Club Italia che, infatti, vedo che si è rinforzato con giocatori giovani, ma già con esperienza in A/2 come gli exIsernia Pambianchi e De Paola. E anche le neo-promosse – aggiunge – mi pare che abbiano costruito sestetti di tutto rispetto che possano garantire la permanenza in A/2. Penso, infatti, che sarà una stagione più livellata nelle zone basse, dove conterà ancor di più rispetto al passato il fattore-campo, che peraltro è uno dei nostri punti di for-

za”. Per quanto riguarda la Fenice, l’obiettivo non cambia rispetto al passato. “Partiamo mantenendo un profilo basso. Pensiamo prima di tutto alla salvezza, anche se la nostra campagna-acquisti non è stata indifferente. Abbiamo confermato l’andamento delle ultime due stagioni, con il giusto mix tra giocatori giovani e di esperienza. A livello di centimetri conclude La Posta – il nostro è un gruppo importante e dalla sua ha l’intenzione ed una forte determinazione a fare bene. Sono convinto che ci darà grandi soddisfazioni anche quest’anno”.

La dirigenza punta a fare il salto di categoria. Il 18 agosto l’esordio della squadra nel torneo

Pasqualone nuovo mister del S. Biase Il presidente Tanno: “Sono soddisfatto per la composizione del nuovo gruppo” L’A.S.D. San Biase, iscritta al campionato di calcio a 5 FIGC serie C2, è lieta di ufficializzare la nuova guida tecnica e gli acquisti per la stagione sportiva 2011/ 2012. La nuova rosa avrà a disposizione i seguenti giocatori: Emiliano De Santis (portiere), Ivano Maselli (che quest’anno tornerà a calcare il campo verde dopo la sua parentesi come allenatore nella passata stagione), Gianni Reale (pivot), Nicola Santoro (laterale), Vincent Miniello (centrale), Gianmarco Buonasera (laterale), Vincenzo Bocchetti

(laterale), Giuseppe Oriente (laterale), Vincenzo Capuano (laterale). La guida tecnica è affidata a Mister Alessandro Pasqualone mentre il nuovo Direttore Sportivo sarà Paolo Rapi. “Sono molto soddisfatto – commenta il Presidente Pierpaolo Tanno - per la campagna acquisti del San Biase. Credo che abbiamo allestito una squadra molto competitiva che saprà combinare l’esperienza di molti giocatori provenienti dalla categoria superiore (C1) con la voglia e l’entusiasmo dei ragazzi più giovani già presenti nella rosa da diverse stagioni.

Il progetto San Biase sta crescendo anno dopo anno e speriamo di toglierci delle belle soddisfazioni negli anni a venire. Credo che questo paese possa dare e avere molto dal movimento del calcio a 5 regionale, è un posto genuino dove lo sport può ritrovare i sui sani valori di fair play e di aggregazione sociale. Ora però sono già proiettato verso la nuova stagione e non vedo l’ora che riparta l’attività agonistica. Vorrei, infine, ringraziare Mister Pasqualone e il DS Rapi per aver creduto nell’ASD San Biase, tutti i ragazzi di San Biase e Capitan Viglione per l’impegno e

l’attaccamento alla maglia che hanno mostrato nel tempo. Sono sicuro che con loro il futuro sarà più roseo” Mister Alessandro Pasqualone: “Sono rimasto molto contento dall’ambiente, ho trovato un forte legame di tutti i cittadini con la squadra e questo non può che fare piacere. Inoltre allenerò giocatori che già conosco e nuovi ragazzi che hanno elevate potenzialità di crescita. Credo che ho fatto la scelta giusta nello scegliere San Biase. Ora, però, inizieremo da subito a lavorare per metterci in condizioni psico-fisiche ideali, già con il torneo che abbiamo organizzato per il 18 Agosto a San Biase”

Alessandro Pasqualone

Frosolone: sabbia, arena e tanto divertimento La villa comunale palcoscenico per il beach volley Frosolone - sabbia, sudore, arena... e tanto divertimento. Sono questi i presupposti del Frosolone Beach Arena che apre le iscrizioni a tutti gli appassionati del beach volley e del beach soccer che avrà luogo dal 3 al 13 Agosto nel campetto della villa comunale sita in Piazza Alessandro Volta che verrà allestito in occasione con vera sabbia marina. Il torneo, che rappresenta un’assoluta novità per il paese, prevede due competizioni: 4 vs 4 Beach Volley e 4 vs 4 Crazy beach soccer, una variante del tradizionale beach soccer. Le iscrizioni si chiuderanno al raggiungimento di 12 squadre per categoria e ogni

squadra potrà essere formata al massimo da 6 persone. Durante ogni serata del torneo inoltre, si svolgerà una lotteria con in palio vari pre-

mi offerti dalle attività commerciali del paese. Gli organizzatori ringraziano in anticipo tutti coloro che parteciperanno, nonché gli

sponsor, la Pro loco e il Comune di Frosolone. Per maggiori informazioni: Americo: 3389425378 Piero 3803934888 Archivio


Domenica 31 luglio 2011

29

B2 femm. Il commento su una sentenza che discolpa Despaigne e società da accuse di antisportività

di Camillo Pizzi ISERNIA. “Non posso che essere soddisfatto della sentenza della Commissione Giudicante Nazionale della Federazione Italiana Pallavolo che non ha ravvisato alcun tipo di colpa della nostra società e del nostro allenatore Joel Despaigne per quanto accaduto al termine di una gara del campionato Under 14 femminile”. E’ soddisfatto Mauro De Toma, presidente dell’Effe Sport Isernia, nell’apprendere la decisione presa dalla Commissione Giudicante Nazionale, al termine di un procedimento disciplinare aperto nei confronti di Despaigne, responsabile tecnico del settore giovanile del club pentro, e della stessa società, che non ha ravvisato alcun tipo di comportamento scorretto del campione cubano durante una discussione su questioni tecniche avuta con l’allenatore di un’altra società isernina al termine di una partita del torneo Under 14 femminile. Come si legge nel comunicato ufficiale emesso dall’organo di giustizia sportiva della Fipav, nei confronti del tecnico cubano, e della stessa società Effe Sport per responsabilità oggettiva, era stata presentata una formale denuncia di aggressione fisica. Da una serie di indagini avviate dalla Procura della Federazione Pallavolo, risultava che “quella che veniva riferita dai denunzianti quale una

Patron De Toma: “Non riusciranno a screditarci” vera e propria aggressione fisica fosse risultata in realtà fortemente ridimensionata riducendosi ad una lieve spinta con la quale il Despaigne avrebbe accompagnato un sostenuto scambio di battute con il collega che, nel corso della partita, svolgendo le funzioni di allenatorearbitro lo aveva, secondo la sua opinione, ingiustamente espulso per proteste. Despaigne – continua il comunicato – aveva atteso la fine dell’incontro, al termine del quale si era recato a discutere l’accaduto con il collega e, nel corso della discussione, aveva in effetti avuto un contatto con il proprio interlocutore, contatto che tuttavia, in luogo della violenta spinta a due mani asserita in denuncia, era apparso ridimensionato ad una polemi-

ca toccata della spalla con una sola mano, tant’è vero che, ad onta della possanza fisica del Sig. Despaigne, nessuna conseguenza fisica era stata riportata dal collega”. Dopo aver ascoltato le parti in causa, la Commissione, sottolineando “l’atteggiamento positivamente collaborativo degli incolpati tenuto sia nell’occorso che nel corso dell’istruttoria”, ha ritenuto il “non farsi luogo a sanzione nei confronti di entrambi gli incolpati”. Ma il presidente del club pentro quest’anno impegnato per la seconda stagione consecutiva nel campionato nazionale di serie B/2 femminile, va oltre nelle sue considerazioni e puntualizza. “Tutti conoscono la correttezza e le doti umane, oltre che professionali, di Joel Despaigne ed

anche Isernia da alcuni anni ormai sta apprezzando queste sue prerogative. Peraltro, neanche a farlo apposta, queste sue qualità sono state sottolineate molto bene proprio nei giorni scorsi dalla trasmissione della Rai, Sfide, che ha riservato una parte del programma al campione del mondo degli anni ’80 e ’90 ormai nostro concittadino. E’ proprio grazie al lavoro di Joel e degli altri tecnici della nostra società – afferma De Toma – che negli ultimi anni l’Effe Sport Isernia ha avuto una crescita esponenziale del suo vivaio che ormai può contare circa duecento bambini che frequentano gioiosamente la nostra palestra di via Piave, alle spalle del convento dei Padri Cappuccini. Forse, proprio questa nostra crescita,

che sta assumendo un grosso valore non solo dal punto di vista sportivo, visto che anno dopo anno i risultati sul campo aumentano, ma soprattutto dal punto di vista sociale, al quale teniamo in Mauro De Toma maniera particolare, sta creando qualche gelosia da parte di inutilmente, come ha dimoaltre società pallavolistiche strato la sentenza emessa femminili del territorio che dall’organo giudicante della cercano di utilizzare anche Fipav e che invito tutti ad questi mezzi per provare a andare a leggere sul sito screditarci ed offuscarci. Ma www.federvolley.it”.

Primo campionato molisano a Colletorto

Tutte le classifiche del Gimkana Western CAMPOBASSO. La commissione dei giudici, dopo una attenta analisi dell’andamento della prima tappa del primo campionato molisano di Gimkana Western, ha ufficializzato le classifiche della prima tappa che si è svolta a Colletorto presso la struttura de I Cavalieri Angioini.

NOVICE JUNIOR

NOVICE YOUTH

Nella giornata di oggi

Appuntamento a Tavenna con il 3° Motoincontro

NOVICE

Il programma delle restanti tappe: 2° tappa 17 Agosto c/o Asd Compagnia Terre Alte - Staffoli 3° tappa 18 settembre c/o Asd I Cavalli della Foce - Campomarino 4° tappa 25 settembre c/o Asd Samarcanda - Sant’agapito IS 5° tappa 2 ottobre c/o Asd I Cavalieri di Termoli - Termoli

AMATEUR (OPEN)


Attualità

Psicologi a scuola Tamburro propone CAMPOBASSO. Vale compe supporto a studenti, insegnanti e personale non docente SERVIZIO A PAGINA 2

Campobasso

Luci a Led Fare Verde promuove il Comune SERVIZIO A PAGINA 7

Primarie

Ziccardi ha deciso “Appoggio D’Ascanio” CAMPOBASSO. L’esponente di centrosinistra fonda un nuovo movimento e sposta l’asse della sua scelta su D’Ascanio. SERVIZIO A PAGINA 3

Campobasso

Pronto Soccorso in emergenza Il Guerriero scende in campo SERVIZIO A PAGINA 6

Isernia

Enigmatico murales ribattezza una strada SERVIZIO A PAGINA 12


Il quotidiano del Molise del 31 luglio 2011  

Il quotidiano del Molise del 31 luglio 2011

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you