Page 1

ANNO XIV - N. 233

1.00*

GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011 talia ità d’I n U ° 150

* IL QUOTIDIANO DEL MOLISE + IL MESSAGGERO euro 1,00

FONDATO DA GIULIO ROCCO

REGIONE MOLISE - NON ACQUISTABILI SEPARATAMENTE ZONA VASTO - SAN SALVO SOLO IL QUOTIDIANO euro 0,50

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

Regione

Manovra di Ferragosto

Primarie Vendola ‘lancia’ Petraroia

Per i piccoli Comuni in arrivo 600mila euro

De Matteis e Mazzuto ‘Missione’ romana

Il leader di Sel scende in campo e dà il suo appoggioal candidato ‘anti-Frattura’.

L’assessore regionale Muccilli dà ossigeno agli enti minacciati dalla Manovra.

Scongiurare l’estinzione delle due province molisane, l’Upi fa la voce grossa.

SERVIZIO A PAGINA 2

SERVIZIO A PAGINA 2

Politica

IL QUOTIDIANO DEL MOLISE: IL PRIMO GIORNALE TUTTO MOLISANO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

SERVIZIO A PAGINA 2

Il governatore Iorio: ‘Questo finanziamento permetterà di aprire immediatamente i cantieri dei lavori’

Post sisma, il Molise può ripartire La Ricostruzione incassa 70 milioni, altri 20 per il progetto ‘scuole sicure’

CAMPOBASSO. La Regione ha varato due importanti provvedimenti che consentono di

Madrid - Gmg

Trivento - San Biase

Bregantini: “Ascoltiamo i nostri giovani”

Dieci ettari di bosco in fumo Dietro il gigantesco rogo c’è la mano dei piromani

dare nuovo slancio all’economia regionale e speranze alle famiglie terremotate.

Gildone

SERVIZIO A PAGINA 3

Economia

Termoli

I ladri minacciano Per lo Zuccherificio la campagna 18 treni carichi produttiva di Pomolì di nuove opportunità SERVIZIO A PAGINA 19

SERVIZIO A PAGINA 19

SERVIZIO A PAGINA 11

CAMPOBASSO. Momento di riflessione dopo la Gmg di Madrid. SERVIZIO A PAGINA 7

Con la moto ‘abbatte’ una fioriera in cemento Panico in paese SERVIZIO A PAGINA 6

Lo Sport

Coppa Italia: il Campobasso fa 1 a 1 sul campo dell’Aversa CAMPOBASSO. Un ottimo Campobasso nel primo tempo: rete-lampo di D’Anna dopo soli cinque minuti e buon possesso palla. Nella ripresa reazione locale che culmina con il calcio di rigore assegnato in maniera molto generosa e trasformato da Longobardi. SERVIZIO A PAGINA 25

Serie D: test amichevoli per Trivento e Agnone SERVIZI ALLE PAGINE 26 e 27

1


2

Giovedì 25 agosto 2011

“Abolire i piccoli enti non produce risparmi anzi, secondo i tecnici del Senato, comporterebbe nuove spese”

Castiglione: salviamo le Province Il presidente dell’Upi riceve De Matteis e Mazzuto e propone la modifica della Costituzione CAMPOBASSO. Ieri pomeriggio, a Roma, si sono riuniti i presidenti delle Province a rischio soppressione, convocati dal presidente dell’Upi Castiglione. Presenti anche i presidenti Rosario De Matteis per Campobasso e Luigi Mazzuto in rappresentanza di Isernia. Tra le richieste avanzate nella riunione in prima linea c’è lo stralcio delle norme ordinamentali, con particolare riguardo agli articoli 15 (il quale esclude che le regioni al di sotto dei 500mila abitanti non possano avere province) e 16 della manovra ‘lacrime e sangue’, che non avendo alcun rilievo economico e presupposti di necessità ed urgenza, non trovano nel decreto la giusta collocazione. Ma con uno sguardo più approfondito al testo partorito dall’incontro con i 29 presidenti delle Province, ci sono buone novità (nel caso in cui esso venga

preso seriamente in considerazione da Camera e Senato ndr) per il Molise. È stata richiesta l’approvazione urgente della modifica dell’articolo 133 della Costituzione che assegnerebbe alle Regioni, con il coinvolgimento dei Comuni, il compito di accorpare le Province esistenti che non raggiungono limiti dimensionali adeguati per l’esercizio delle funzioni di area vasta e di sopprimere le Province quando sono istituite le città metropolitane. Ma non è tutto. D’altro canto l’esautorazione delle Province di Campobasso ed Isernia è totalmente in contrasto, così come ribadito anche dall’Upi in un documento, con l’articolo 114 della Costituzione, che andrebbe a trasformare la Regione da ente con competenze legislative ad ente con competenze amministrative. Le richieste fuoriuscite ieri pomeriggio dalla riunione del-

l’Upi saranno analizzate quest’oggi, dato che il presidente Castiglione ha ottenuto un’audizione alla Camera dei Deputati, portando avanti così la mobilitazione delle Province. Ma non è tutto. Più che soddisfatto il presidente della Provincia di Campobasso De Matteis. Se il documento infatti dovesse essere preso in considerazione con le modifiche apportate, molto probabilmente, il Molise sarebbe salvo per davvero. D’altro canto il coro unanime dei presidenti è uno solo: la soppressione di 29 Province non comporterebbe un grande rientro economico. Meglio sarebbe eliminare tutti i Consorzi e le aree metropolitane. La situazione dovrebbe essere comunque chiarita dal presidente De Matteis che, molto probabilmente, convocherà per domani mattina alle 11 una conferenza stampa a Palazzo Magno.

Stanziati 600mila euro per i piccoli comuni del Molise CAMPOBASSO. La Giunta regionale, su proposta dell’Assessore agli Enti Locali, Salvatore Muccilli ha deliberato in favore dei piccoli comuni molisani. “Con la delibera 656 del 9 agosto scorso - sottolinea Muccilli - la Giunta ha disposto termini e modalità di attuazione degli interventi in favore delle piccole municipalità molisane ed ha stanziato anche 600.000 euro per l’attuazione dei medesimi interventi. Si tratta della migliore risposta da fornire nel momento in cui si paventa la completa eliminazione di realtà comunali, tanto diffuse nella nostra regione, ricche di

storia, di valenze turistiche e culturali e che meritano sostegno e supporto per uscire dall’isolamento. Abbiamo così definito il percorso di attuazione della legge regionale 9 del 2009 e stabilito anche i presupposti su cui i piccoli comuni molisani potranno ricevere le risorse finanziarie stanziate. Gli interven-

Muccilli: un patrimonio sociale per l’intera regione

Il leader di Sel scende in campo e lancia il consigliere

Primarie, Nichi Vendola: Petraroia è l’uomo giusto CAMPOBASSO. Nel calderone del centrosinistra alle prese con le Primarie in programma il 4 settembre interviene direttamente il leader nazionale di Sel Nichi Vendola annunciando l’appoggio al candidato Michele Petraroia. “Nell’angusto tempo sociale odierno – scrive Vendola in una lettera ai cittadini del Molise - che vede un’Italia falcidiata dalle conseguenze di una crisi economica senza precedenti, si presenta per il Molise la possibilità di imprimere un forte cambio di direzione”. Per Vendola l’importante

appuntamento delle elezioni Primarie assume un’importanza cruciale per tutti. “La scelta del candidato presidente – continua il presidente della Regione Puglia - caratterizzerà i tratti somatici della futura coalizione di centro-sinistra che potrà, da un lato essere arroccata su posizioni marcatamente moderate, oppure dall’altro, possedere lo slancio progressista che la regione Molise attente oramai da tanti, troppi anni. Ed è in funzione di quest’ ultima ipotesi che Sinistra Ecologia Libertà ha deciso di proporre e sostenere con convinzione la

candidatura di Michele Petraroia, personalità che incarna appieno gli ideali dell’animo riformista con un progetto che mira a dare la doverosa priorità alle forze del lavoro ed alle giovani generazioni, e unica figura che potrà garantire la convergenza di tutte le forze politiche della coalizione delle forze di centro-sinistra in occasione della sfida elettorale del 16 e 17 Ottobre”. Vendola, che in questi giorni sta portando avanti la battaglia contro il governo Berlusconi protestando a testa alta contro la manovra di ferragosto, ha annunciato an-

Candido Paglione, Nichi Vendola e Mauro Natalini

che il suo imminente arrivo in Molise. “Stiamo per ascoltare il fischio di inizio di una partita importante, troppo importante – continua carismatico il leader di Sel - Una partita che ogni singolo molisano dovrà giocare al meglio per sostenere l’innovazione ed il

progresso, io dal mio canto vi sarò vicino e, a breve, sarò presente da voi cosicché tutti insieme saremo capaci di dare una svolta storica a questa terra e sostenendo Michele Petraroia e Sinistra Ecologia Libertà daremo avvio, finalmente, all’ipotesi di un Molise migliore”.

Di Pietro riceve dalla fonderia Marinelli Alzheimer, il centro la campana dell’Unità d’Italia Parisi punto d’eccellenza CAMPOBASSO. Ad Antonio Di Pietro, leader dell’Italia dei Valori, è stata donata da Gioconda e Gabriella Marinelli, la campana dell’Unità d’Italia forgiata nella millenaria Pontificia fonderia Marinelli di Agnone. L’occasione si è presentata nell’ambito della mega festa svoltasi nella “masseria” di Montenero di Bisaccia, appuntamento impedibile per oltre quattromila invitati sostenitori dell’ex magistrato di mani pulite. Di Pietro ha apprezzato il significativo bronzo squillante ricordando la sua visita in fonderia di diversi anni fa, accolto anche dal com-

pianto Pasquale Marinelli “Patriarca delle campane”. La campana dell’Unità d’Italia, realizzata per le celebrazioni dei 150 anni, reca scolpito in rilievo una penisola divisa sovrastata dalla penisola unificata. L’originale di circa 100 kg. è stata esposta in celebrazioni e mostre a tema come quella realizzata dalle regioni d’ Italia nell’ aeroporto

romano di Fiumicino: prima di una collocazione definitiva, al termine delle commemorazioni, in un sito molto significativo della Capitale verrà esposta in una mostra internazionale a Washington.

ti riguarderanno i comuni fino a 1000 abitanti che potranno anche associarsi tra di loro favorendo così la gestione in comune dei servizi come previsto dalla vigente normativa nazionale. Le risorse saranno prioritariamente indirizzate ai comuni con evidenti ritardi nello sviluppo o comunque a rischio di marginalizzazione economica. I finanziamenti potranno essere utilizzati per iniziative nel campo dei servizi alla persone e in particolare dei servizi educativi per l’infanzia e per l’adolescenza, dei servizi sociali, del sostegno al diritto allo studio e di altre attività educative e associative nonché per favorire l’insediamento e il mantenimento della residenza nei centri interessati. Credo che sia questa la risposta migliore da fornire a chi invece pensa di eliminare sic et simpliciter piccole realtà di grande importanza e valenza per la nostra regione. Questo governo regionale sta dimostrando nei fatti di voler tutelare con intelligenza una tale realtà e la delibera 656 ne è la riprova. Una cosa è il necessario efficientamento sui costi e la riduzione di qualsiasi spreco nella spesa pubblica, un’altra è colpire con misure di dubbia efficacia comunità già a rischio marginalizzazione ed estinzione. Sono convinto che questa linea sarà premiante e rimango impegnato fino in fondo nella difesa di questo fondamentale patrimonio umano e sociale del Molise”.

FONDATO NEL 1998 DIRETTORE RESPONSABILE:

Colpisce il 20% della popolazione sopra i 65 anni con GIULIO ROCCO una crescita costante negli ultimi tempi. L’Alzheimer è la forma di demenza più comune e rappresenta uno dei problemi EDITORE: socio-sanitari più complessi. Una prospettiva non esaltante che ITALMEDIA s.r.l. richiede l’intervento delle istituzioni sia per rafforzare il soSEDE LEGALE: stegno alle strutture sanitarie impegnate nel trattamento di que- VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 86100 CAMPOBASSO sti pazienti, sia lo sforzo verso la sensibilizzazione delle perSEDE OPERATIVA sone comuni. Un esempio di eccellenza nel campo della cura VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 dell’Alzheimer è il Centro diurno dell’Asrem di Campobasso, 86100 CAMPOBASSO guidato da Raffaele Parisi. Da dieci anni il centro offre un punto SITO INTERNET: di incontro e sostegno per i malati e la loro famiglie grazie www.quotidianomolise.it anche alla cooperativa “Progetto e Futuro” che si occupa della EMAIL:redazionecb@quotidianomolise.it sua gestione e dell’Associazione molisana malati di AlzheiPubblicità mer, impegnata da anni in campagne conoscitive e di sensibiITALMEDIA s.r.l. Tel. 0874.484623 lizzazione sugli effetti, le cure, i sintomi e la prevenzione della Via S.Giovanni in Golfo malattia. “Il centro diurno del capoluogo- ha dichiarato il preCampobasso sidente dell’Associazione molisana malati di Alzheimer, An- EMAIL: commerciale@quotidianomolise.it tonio D’Ambrosio- è un punto di eccellenza della sanità moliCENTRO STAMPA sana che va davvero incontro ai bisogni reali della popolazione e che dovrebbe essere sostenuto e finanziato con ulteriori ROTOSTAMPA - LIONI (AVELLINO) Registrazione Tribunale fondi per poter essere al fianco di un numero ancora maggiore di Campobasso N. 157/87 di pazienti e familiari”. D.I.


Giovedì 25 agosto 2011

3

Altri 20 milioni verranno destinati al progetto triennale “Scuole Sicure”

Post sisma, dalla Regione 70 milioni per i comuni del cratere Il tavolo dell’incontro

CAMPOBASSO. La giunta regionale ha varato ieri due importanti provvedimenti che consentono di dare attuazione immediata ad iniziative per la ricostruzione post-sisma e per il prosieguo del programma “Scuola Sicura”. Il tutto è stato illustrato dal presidente della Regione Michele Iorio in una conferenza stampa per presentare i provvedimenti assunti dalla Regione. “Innanzitutto la Regione – ha detto Iorio - anticiperà direttamente e immediatamente 70 milioni di euro per dare avvio ai lavori che interesseranno cento nuclei familiari ricadenti nella “classe A” del cosiddetto “cratere sismico”. Una mera anticipazione del finanziamento complessivo di 346 milioni di euro avuti con l’ultima delibera Cipe, ma che permetterà di avvia-

re subito i cantieri e far rientrare il prima possibile queste cento famiglie nelle loro rispettive abitazioni opportunamente ricostruite, ristrutturate o messe in sicurezza. A questo si aggiunge il finanziamento di una seconda trance, di circa 20 milioni di euro, del Programma Triennale “Scuole Sicure” che consente l’apertura dei cantieri in 15 plessi scolastici per la loro ristrutturazione o edificazione ex novo. Tra i plessi finanziati ce ne sono ben 4 che creano un nuovo polo scolastico tra più comuni, per una migliore gestione dell’attività didattica e per consentire di affrontare e risolvere le problematiche dello scarsa popolazione studentesca, che in alcuni casi dà vita a pluriclassi o addirittura alla chiusura dell’Istituto. I poli sono da noi ritenuti un obiettivo qualificante del-

l’offerta formativa regionale e sono stati concordati direttamente con i Comuni che hanno saputo guardare lontano e comprendere l’importanza di avere scuole meglio strutturate e con una popolazione scolastica ottimale evitando, per questo, inutili dispute campanilistiche. Verranno impiegati materiali di costruzione nuovi, tecnologicamente avanzati, capaci di creare risparmi energetici e mantenere un’assoluta sicurezza per gli studenti e gli insegnanti. In molti progetti poi sono previste strutture ad un piano, anche per creare armonia con il territorio e un impatto confacente con l’ambiente circostante”.Entrambi questi provvedimenti mettono in campo 90 milioni di euro, dando anche una risposta tempestiva alle richieste avanzate dalle varie associazioni di categoria e, da quelle edili in particolare, per sostenere l’economia, e quindi il mondo delle imprese, nonché l’occupazione ad esso collegata, in questo parti-

colare momento di crisi”. Iorio ha evidenziato, inoltre, che la creazione dei poli scolastici, è avvenuta non con provvedimenti dall’alto, ma con un rapporto di reciproca condivisione tra la giunta regionale e i singoli comuni, testimoni di un “Modello Molise” che ha visto da tempo, in silenzio, senza clamori, senza obblighi normativi, i governi municipali cooperare tra loro, e operare concretamente per razionalizzare le spese con le segreterie, con gli uffici tecnici, la polizia locale e vari servizi (che vanno dalla tarsu alla pubblica illuminazione) gestiti in forma associata. “Evidentemente questa regione – ha continuato il governatore - ha saputo darsi una strutturazione operativa funzionale che non emerge sui grossi organi di in-

formazione, ma che raggiunge obiettivi di qualità senza per questo intaccare le autonomie comunali e la loro organizzazione. Dico questo perché ho sentito portare come esempio positivo e virtuoso dal presidente dell’Anci Lombardia il tenere, in quella regione, tra i vari comuni le segretarie in forma associata. Noi questo lo facciamo da decenni e ci aggiungiamo molto altro. E’ forse giunta

l’ora di essere più consapevoli e orgogliosi delle buone pratiche che ci sono nel nostro Molise, opponendoci a visioni scandalistiche, demagogiche e populiste tipiche di una certa politica di tagli ad ogni costo e soprattutto di tutto ciò che è piccolo”. Presenti all’incontro anche l’Assessore al Bilancio Gianfranco Vitagliano e il sub-commissario alla ricostruzione Nico Romagnuolo.

sto ministero per ogni utile indicazione in proposito, con l’urgenza richiesta dalle imminenti scadenze degli adempimenti elettorali, primo fra tutti la pubblicazio-

ne, il prossimo 1° settembre, dei manifesti recanti l’annuncio della convocazione dei comizi e della determinazione e ripartizione dei seggi consiliari”.

La Prefettura scrive al ministero per la riduzione dei consiglieri CAMPOBASSO. La Prefettura di Campobasso ha inviato una nota all’attenzione del ministero dell’Interno e al dipartimento per gli affari regionali presso la presidenza del Consiglio dei Ministri, per chiedere delucidazioni in merito alla riduzione del numero dei consiglieri regionali (da 30 a 20

ndr) in seguito al decreto legge del 13 agosto 2011 (manovra finanziaria bis ndr). “ Sembrerebbe - si legge nella nota - che, sulla base della disciplina in parola, la riduzione del numero dei consiglieri regionali non si realizzi in modo automatico, ma operi soltanto una volta attuata, mediante apposita

norma, delle singole Regioni. Peraltro, con riguardo alla Regione Molise, si dubita se, avviato il procedimento per il rinnovo del Consiglio regionale, risulti ancora possibile provvedere alla riduzione anzidetta nell’attuale legislatura ovvero se l’adeguamento ordinamentale volto alla riduzione del numero

Adriana Izzi bacchetta il Comitato “Il nostro movimento non è gradito” CAMPOBASSO. Il sospetto dell’illegalità delle Primarie aleggia nel movimento “Cambiamo il Molise”. A puntare il dito contro il Comitato promotore è Adriana Izzi che va giù pesante: “ad oggi – afferma Izzi -, infatti, alcune delle richieste avanzate sin dall’inizio da questo movimento, riferite alle corrette modalità di conservazione delle schede prima del voto (presso un notaio, a scelta del Comitato) e riferite, altresì, all’impiego di presidenti di seggio palesemente super partes, non risultano accolte”. E la consigliera comunale di Campobasso non risparmia critiche neanche sulla scelta della collo-

cazione dei seggi elettorali. “Sulla stessa individuazione dei comuni in cui ubicare i seggi, pesa il sospetto di scelte esclusivamente funzionali ad interessi di singoli contendenti, guarda caso direttamente rappresentati all’interno del Comitato organizzatore, nonché in quello dei Garanti. Ricordiamo che l’unico candidato che non gode di rappresentanza negli organi decisionali è quello da noi designato. Ne consegue – continua ancora Andriana Izzi – che il movimento sia relegato allo scomodo ruolo di ‘ospite non gradito’. Infine un ultimo monito: “la consultazione delle Primarie, se realizzata con modalità inoppugnabil-

mente corrette” potrebbero costituire un “fattore irrinunciabile di ritrovata coesione e forza nello schieramento di centrosinistra, per affrontare la battaglia contro il centrodestra. Qualora questo reiterato appello venga disatteso, ci vedremmo costretti ad assumere ogni iniziativa utile a tradurre in atti concreti quella esigenza di legalità e trasparenza tanto invocata dai cittadini e poco agita da chi si autoinveste del ruolo di ‘decisore politico’, non ritenendo doveroso riverificare questo ‘status’ alla luce dell’importante variabile rapprsentata dal consenso popolare e dei connessi risultati elettorali”. V.d.T.

dei consiglieri regionali debba ritenersi differito alla nuova legislatura, per poi trovare effettiva applicazione nella legislatura immediatamente successiva. Stante la manifesta delicatezza della questione, si reputa indispensabile interessare code-

Russo: appoggio Frattura e mi candido alle Regionali di Valentina di Toro CAMPOBASSO. “Piccola impresa grande valore”, questo lo slogan con cui Matteo Russo, ex presidente della Confartigianato e della Fidi Molise (che ha appena rassegnato le dimissioni da entrambe per “motivi di correttezza e di coerenza”), ha annunciato il suo appoggio alla candidatura alle Primarie, e alle Regionali per Paolo di Laura Frattura. E per farlo, Russo, usa lo stesso luogo in cui il presidente della Camera di Commercio di Campobasso annunciò, sempre con una conferenza stampa, la sua scesa in campo per il 4 settembre: la cittadella dell’economia. “Ho conosciuto Paolo nel

suo ruolo di amministratore della Camera di Commercio di Campobasso e dell’Unioncamere Molise – ha affermato Russo -, ho avuto modo di collaborare con lui quale componente di giunta apprezzandone, oltre alle capacità e competenze da tutti riconosciute, lo spirito innovativo e la grande forza che sa mettere in campo in ogni circostanza”. E ancora una buona parola per il candidato indipendente delle Primarie: “insieme abbiamo condiviso e continuiamo a condividere l’obiettivo della crescita del nostro tessuto imprenditoriale partendo dal basso, dai bisogni primari delle strutture più deboli o svantaggiate. Insieme abbia-

mo condiviso e continuiamo a condividere una visione della ‘cosa pubblica’ snella ed efficiente all’interno della quale il ruolo di amministratore deve essere improntato alla sobrietà e soprattutto avere il compito di accompagnare e non ‘gestire direttamente’ lo sviluppo di imprese e strutture. Per questi motivi ho deciso, per la mia scesa in campo, di farlo al fianco di Paolo di Laura Frattura accettando di candidarmi alle prossime elezioni regionali per cercare di dare una diversa velocità alla nostra Regione ed a quella parte, piccole imprese e famiglie, che oggi ne sopporta il peso maggiore e che corre il rischio di gettare la spugna”.


^

Giovedì 25 agosto 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it

Il chitarrista Michele Di Maria pronto a stupire tutti

A Bojano appuntamento con la risata Arrivano Enzo e Sal

se l’ambiente è piacevole e sono spettacolari, la calura giornaliera si attenua lasensibile all’arte. sciando spaPotrei zio ad un frefare anche scolino che un’eccericoncilia con zione alla l’estate e caregola”. ratterizza graE siccodevolmente il me di soggiorno in questa città; fermarsi stagione a Piazzetta le serate Palombo non campoMichele Di Maria costa alcuna bassane

Domani sera a Bojano, Piazza Roma ore 21, appuntamento con l’orchestra musicale e grosse risate con il duo Enzo e Sal, coppia di comici protagonisti nella trasmissione televisiva “Colarado Cafè” e divenuti noti con lo sketch “L’incazzatore personalizzato”. Enzo e Sal, ovvero Vincenzo Busto e Salvatore Strazullo, si conoscono nel 2002 alla “Fucina dell’arte” scuola di recitazione. Le loro strade si dividono, Enzo comincia a fare animazione nei villaggi turistici dove scopre la sua passione per il cabaret e Salvatore continua a recitare in teatro in diverse compagnie, dove approfondisce la sua passione per la sceneggiatura. Nel 2007 si ritrovano entrambi al corso di scrittura comica “Achille Campanile” dove decidono di formare una coppia iniziando insieme la loro avventura nel mondo del cabaret. Nel 2009 parte la loro avventura a Colorado.

Stasera concerto a Piazzetta Palombo nell’ambito di “R...Estate campobassana”

Chissà se Piazzetta Palombo è lo scenario giusto per Michele Di Maria chitarrista classico e di flamenco che questa sera si esibisce in concerto nell’ambito dell’R…Estate campobassana 2011. Una delle citazioni preferite del Di Maria così recita: “Suono solo per denaro. Contattatemi se c’è un rimborso ragionevole e possiamo trattare sul cachet

fatica. Di Maria è bravo e le sue esecuzioni sono ricche di virtuosismi. Eppoi la chitarra è sempre uno strumento alla portata di tutti, non tramonta mai ed è stata la compagna fedele ed accattivante di tante serenate, quindi, colonna sonora di tante storie d’amore. Buon concerto dunque e buona serata a tutti.

Tutti gli appuntamenti dell’estate molisana Dal 20 agosto al 2 settembre TERMOLI (Cb) - “Cromosafari”, mostra a cura di Nino Barone e Renato Marini, presso Officina Solare Gallery in viaMarconi, 2. Dalle 21:00 alle 23:00. Dal 20 al 28 agosto MACCHIA D’ISERNIA (Is) -Ricorre il trentennale della prestigiosa rassegna d’arte contemporanea “Macch’Art”. L’evento si svolgerà dal 20 al 28 agosto 2011 presso le sale dell’Edificio Scolastico di Macchia d’Isernia con inaugurazione il giorno 20 agosto 2011 alle ore 18.00. 25 agosto Santa Maria di Monteverde di Mirabello Sannitico e Vinchiaturo (Cb) rassegna musicale gruppi musicali emergenti a seguire Dj SetRaffaele Luisi 25 agosto ROCCARAVINDOLA (Is) - Passato e Presente - 5^ edizione organizzata dall’ Ass. Rinascita Ravindolese, proiezione su schermo gigante di immagini e video del passato, accompagnati da buona musica, stand gastronomico. 25 agosto VINCHIATURO (Cb) - Serata al... tartufo, con musica popolare presso DueDì. 25 agosto TORO (Cb) - Sagra della pannocchia, ore 21.00. 25 agosto BOJANO (Cb) - Fuochi pirotecnici. Dal 25 al 28 agosto Santa Maria di Monteverde di Mirabello Sannitico e Vinchiaturo (Cb) rassegna gruppi Molisani emergenti a seguire Dj set raffaele Luisi. 26 ore 20.00 serata danzante. Ore 22.30 Cover Band “Vasco Rossi”. Anguria party Dj set Gianni De Vivo vocal performer Massimo di Vico. A seguire Dj Raffaele Luisi, Dj Horacio e Dj Kalibro 70. 27 dalle 00.00 Dj set Raffaele Luisi. A seguire Dj Mario Tallari (from Kamaloca disco Club). 28 free Camping MEnù pranzo 15,00 euro (primo + secondo con contorno + frutta + bevanda 0,2). Tutte le sere sagra dello spezzatino pizze nel forno a legna - grigliata di carne Baccalà e friggitelli. Dal 26 al 28 agosto RIONERO SANNITICO (Cb) Festa patronale - Programma: 26 agosto ore 18,00 Vespri solenni Cantati ai Santi Patroni, con la partecipazione delle Autorità Civili e Militari. 27 agosto - Festa dei Santi Antonio ed Emidio -ore 8 giro Bandistico per le vie del paese; ore 9,15 e ore 11,15 SS.Messe in onore dei Santi; ore 12,00 Processione; ore 21,30 Orchestra Liscio. 28 agosto – Festa dei Santi Mariano e Giacomoore 8 giro bandistico per le vie del paese; ore 9,15 e ore 11,15 SS.Messe in onore dei Santi; ore 12,00 Processione; ore 16,30 Giochi Popolari; ore 21,30 Serata

Musicale con l’orchestra Spettacolo “Fratelli d’Italia con la partecipazione straordinaria di Valentina Persia (cabarettista de “La sai l’ultima” ); ore 22,30 estrazione lotteria Festa Patronali 2011. Durante le serate funzionerà uno stand gastronomico con prodotti locali il servizio bandistico sarà garantito dal Concerto “Volturnense” di Colli a Volturno. Dal 26 al 28 agosto CAMPOBASSO - (26 agosto) Ore 19.30 S.Messa; ore 21.00 Orchestra spettacolo “Michael e i Super 6”. (27 agosto) Ore 08.00 apertura XXI° premio Nazionale di pittura Estemporanea; ore 09.00 apertura XIX^ rassegna “Il Murales”; ore 16.30 benedizione e partenza XXVII° Trofeo “La Pineta”; ore 19.30 S.Messa; ore 21.00 spettacolo musicale “Noflaizone”. (28 agosto) Ore 07.00 seconda giornata XXVI° Premio Nazionale di pittura Estemporanea; ore 09.00 seconda giornata XIX^ rassegna Enzo e Sal “Il Murales”; ore 09.30 XII° torneo di scacchi “Semilampo”; dalle 09.00 alle 12.00 Enzo e Sal SS.Messe; ore 17.00 apertura mostra di pittura; ore 18.30 processione per le principali vie della Parocchia e al rientro, S.Messa e Panegirico; ore 21.30 spettacolo musicale Il Mio Canto Libero “Lighea” in concerto; ore 23.45 estrazione lotteria di beneficenza. 26 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Direttamente da Italia’s Got Talent “Regina - Queen Tribute Band” in concerto. 26 agosto CAMPOBASSO - Festività di San Giovannello. Programma: 19:30 Santa Messa; 20:30 Orchestra spettacolo “Michael e I Super 6” con esibizione artisti e gruppi popolari. 26 agosto CASTELMAURO (Cb) - Dalle ore 21.00 alle ore 24.00 osservazioni al telescopio a cura del Prof. Alfredo Campanelli. Sarà possibile osservare, oltre altri corpi celesti, una interessante cometa, la C2009/P1/Garradd. La Garradd, nel corso del mese di agosto, si sposta attraverso tre collestazioni: nella prima settimana la è transitata in Pegaso. Successivamente nel Delfino e nell’ultima decade di agosto apparirà tra le stelle della Freccia. M71, sarà letteralmente sfiorato il 26, quando primo d’arco separerà i due oggetti immersi nella Via

Lattea. 26 agosto BOJANO (Cb) - Orchestra musicale e cabaret “Enzo e Sal” in piazza Roma alle 21:00. Dal 26 al 28 agosto JELSI (Cb) - Festa di S. Antonio da Padova. Programma: (26 agosto) ore 21.30 “Altatensione” official tribute band Nomadi. (27 agosto) ore 21.30 concerto dei “New Trolls il Mito”. (28 agosto) ore 19.00 SS Messa in Piazza Umberto I; ore 20.00 processione per le principali vie del paese; ore 21.00 esibizione di danza della scuola Dasa Dance diretta da Daniele Aquasana; ore 24.00 fuochi pirotecnici. 26 agosto RIPALIMOSANI (Cb) - Serata danzante a cura di “Anna Dance”, presso Villaggio Melograno alle ore 21:00. 26 agosto ROCCARAVINDOLA (Is) - 1^ edizione di viniravindola, rassegna dei vini in collaborazione con dell’Arsiam; ore 19.00 dimostrazione pratica della preparazione della botte per la conversazione del vino. Ore 21.30 premiazione dei migliori vini ravindolesi valutati dai partecipanti al “corso di 1° livello” svolto in collaborazione con l’Arsiam di Venafro; ore 22.00 degustazione guidata dei vini prodotti a Roccaravindola, durante la serata funzionerà un fortissimo stand gastronomico. 26 agosto TORO (Cb) - Stand gastronomico ore 21.00. 26 agosto VASTOGIRARDI (Is) - Presso Piazza Umberto invito per il Recital “Poeti d’Italia” dell’attore Stefano Sabelli. 27 agosto BARANELLO (Cb) - C.da Cappella, magica notte della taranta con il gruppo “I Kanticantica”. 27 agosto MONTAGANO (Cb) - "5^ Festa del pomodoro". Mercato con esposizione e vendita di pomodori dei produttori locali e degustazione di piatti tipici. 27 agosto FROSOLONE (Is) - Strength Approach, Hatred, Bunker 66, Strange Fear, Trodden Shame e The Skull Throne in concerto, creato da “Valley Under Siege”. 27 agosto TUFARA (Cb) - Spettacolo musicale edi cabaret alle 21:00 in compagnia dei “Farias”, il duo che ha partecipato a X-Factor e direttamente da Zelig lo show di “La ricotta”. A seguire spettacolo di acqua e fuoco con le fontane danzanti. 27 agosto MONTENERO DI BISACCIA (Cb) - Si esibirà il comico Paolo Rossi in concerto con il patrocinio della Provincia di Campobasso. In Piazza della Liber-

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

4


Giovedì 25 agosto 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it

tà alle 21:30. 27 agosto RIPALIMOSANI (Cb) -Il laboratorio culturale “Lucignolo” presenta “Calici sotto le Stelle”. La manifestazione giunta alla sesta edizione si terrà nel suggestivo borgo antico del paese a partire dalle ore 21:00. Musica, piatti locali e buon vino per la serata che fa rivivere il magnifico centro storico. 27 agosto CAMPOBASSO - Festività di San Giovannello. Programma: ore 8:00 Apertura XXII Premio nazionale di pittura estemporanea; ore 9:00 apertura XX Rassegna de “Il Murales”-libera partecipazione; ore 16:30 Benedizione e partenza XXVII Trofeo podistico “La Pineta”; ore 20:00 Santa Messa; ore 21:00 Spettacolo muiscale con i “Noflaizon”. 27 agosto FORNELLI (Is) - ZeroAssoluto in concerto. Dal 27 al 28 agosto CANTALUPO NEL SANNIO (Is) - Taverna - Sagra della trippa, baccala e peperoni. Le serate saranno allietate da spettacoli musicali. Dal 27 al 29 agosto SAN GIOVANNI IN GALDO (Cb) - Festa del Patrono San Givanni Battista. Il 27 alle 21 Anima Popolare Rokkenfolk. Il 28 alle 9 sfilata per le vie del paese con lo storico concerto bandistico di ‘Città di San Giorgio Ionico’ diretto dal maestro gran ufficiale Giacinto Criscuolo, alle 21 concerto in piazza. Il 29 alle 11 Santa Messa con solenne processione presieduta da Padre Lino Iacobucci, alle 20 concerto bandistico ‘Città di Francavilla Fontana’ diretto dal maestro Emir Krantja, alle 22 estrazione della lotteria e alle 24 spettacolo pirotecnico della ditta Fratelli Pannella di Ponte. Nelle tre serate prevista la sagra delle pezzelélle e della caponata con arrosticini, pancetta arrosto e birra sannita. 28 agosto BARANELLO (Cb) - C.da Cappella direttamente da Colorado Cafè grande spettacolo di cabaret con “Carmine Faraco” ricorderete la domanda... nu e’ cumme’ ma... pecche’. 28 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - “I sapori di una volata”, degustazione di trippa, soffritti, cotica e fagioli... La serata sarà allietata dallo spettacolo musicale con il gruppo “Rossana al Paino Bar”. 28 agosto CAMPOBASSO - Festività di San Giovannello. Programma: ore 7:00 Seconda giornataXXII Premio nazionale di pittura estemporanea; ore 9:00 seconda giornata XX Rassegna de “Il Murales”; ore 9:30 XII Torneo semilampo di scacchi; ore 9:00 e 12:00 Sante Messe; ore 17:00 apertura Mostra di pittura; ore 18:45 Processione per le principali vie della parrocchia e al rientro Santa Messa e Panegirico; ore 21:30 Spettacolo musicale “Lighea” in concerto; ore 24:00 estrazione Lotteria di beneficenza. 28 agosto FROSOLOLE (Is) - XVII edizione della Corsa degli Asini e Sagra della Bistecca fiorentina in località Colle dell’Orso. Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con la simpatica gara degli asinelli che sarà preceduta da una succulenta sagr della bistecca fiorentina. La sagra inizierà dalle ore 12.00 mentre la corsa degli asini si terrà a partire dalle ore 17.00. 28 agosto PIETRACATELLA (Cb) - Torneo femminile di calcio a cinque. 28 agosto RIPALIMOSANI (Cb) - Festa Maccabi Ripalimosani in piazza San Michele alle 21.00. 28 agosto TUFARA (Cb) - Ore 9.00 Santa Messa nella Parrocchia SS. Pietro e Paolo; ore 11.00 Santa Messa in Cappella San Giovanni Eremita; ore 17.00 Santa Mesa nella Parrocchia S. Pietro e Paolo seguita dalla processione per le vie del paese, ac-

compagnata dalla Banda Città “Racale” Lecce, si esibirà in Gran Concerto alle ore 21.30 in Piazza Garibaldi. 29 agosto BARANELLO (Cb) - C.da Cappella spettacolo musicale e serata danzante con l’orchestra “Vittorio il fenomeno”. 29 agosto PIETRACATELLA (Cb) Festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista. Concerto di pizzica e taranta con i “Curakanta”. Sagra dei maccheroni al sugo e salsiccia alla brace. Fino al 31 agosto BARANELLO (Cb) - Mostra fotografica “Baranello e Campobasso tra Ottocento e Novecento”, Regina presso la Biblioteca comunale. 1 settembre GUARDIALFIERA (Cb) - Borgo Bosco Lago in Festa - Didattica ed esperienze estive (Università La Sapienza); I vasti confini della ricerca sociale (giornata di studio sulla comunità di Guardialfiera condotta da un gruppo di studenti universitari guidati dal professor Renato Cavallaro). A Palazzo Loreto dalle 9:30. Dal 2 al 4 settembre JELSI (Cb) - (2 settembre) Ore 20.00 benedizione della contrada; ore 22.00 esibizione del gruppo locale “Le Metafore”, specialità della serata: alette di pollo fritte. (3 settembre) Ore 15.00 tiro al bersaglio con archi, pistole e fucili ad aria compressa di “guerra simulata”; ore 18.00 rievocazione storica di duello medievale con spade; ore 22.00 esibizione dell’Associazione Culturale “Le Maitunat” canti popolari e “maitunat” di Gambatesa. Durante la serata si potrà degustare la 5° sagra “Du Funnateglie” preparato di pomodori, peperoni, uova, salsiccia. (4 settembre) Ore 09.00 iscrizioni per Gimkana Country; ore 10.30 inizio gara; ore 16.00 premiazioni; ore 19.00 cantabimbo dir. Artistica Ciocca Michelina. Dal 1 al 26 settembre ISERNIA - In corso Marcelli, nel Complesso monumentale di Santa Maria delle Monache, la personale di istallazioni ‘Codice Lapidario’ della pittrice Luciana Picchiello. Dal 2 al 4 settembre RIPALIMOSANI (Cb) - Concorso internazionale di mandolino Premio “R. Galece” - 8^ edizione, presso Palazzo Marchesale alle ore 16:00. 3 settembre MATRICE (Cb) - Festa di S. Pio. Alle ore 21.00 sagra dei cavatelli e spettacolo musicale. 4 settembre CIVITACAMPOMARANO (Cb) - Esercitazione della Protezione civile in collaborazione con P.A. Avs Molise Emergenza. Corpo Nazionale del soccorso Alpino e Speleologico Molise, Associazione Nazionale Autieri d’Italia - Sezione di Pescopennataro. 4 settembre SANT’ELENA SAN-

NITA (Is) - Festa di Santissima Addolorata, banda per la processione. 7 settembre BARANELLO (Cb) - Festa della birra. Dal 7 al 9 settembre CAPRACOTTA (Is) - Festività della Madonna del Loreto. Celebrazioni religiose accompagnate dalla tradizione “Sfilata dei cavalli”. Stand gastronomici. 8 settembre SANT’ELENA SANNITA (Is) Festa di Navità della Beata Vergine Maria, banda per la processione. 10 settembre GUARDIALFIERA (Cb) - Festività della Madonna del Carmine. Alle 20:00 Rievocazione sacra del prodigio accaduto nel 1917 ai soldati guardiesi nell’alto Adriatico. Decorazione dell’abito con bandierine, stelle, palloncini colorati. Miniatura di barchette e aeroplani sospesi fra i balconi. Caratteristica processione serale con la Tela di Arnaldo de Lisio. 10 settembre MATRICE (Cb) - Festa del granone agostinello, allo Scalo Ferroviario presso Mulino Cofelice. 10 e 11 settembre RICCIA (Cb) - Festa dell’Uva, la manifestazione giunge alla sua 80° edizione. La manifestazione celebra la raccolta dell'uva e la vendemmia con una pittoresca sfilata di carri addobbati con tralci e grappoli d'uva Dopo il lavoro di preparazione e di allestimento dei carri tutto è pronto affinché il rito si rinnovi: ed ecco che si muovono per le antiche strade questi pagani "Trionfi", le cui strutture portanti sono realizzate in materiale naturale e sui quali prendono posto uomini e donne, vestiti con i costrumi tradizionali, che mimano scene di vita contadina richiamando le varie fasi dei lavori agricoli o ripopondento scene di vita quotidiana. I carri sfilano per le strade del paese e i suoi occupanti, tra canti e balli che coinvolgono anche gli spettatori, distribuiscono vino e grappoli d'uva. La festa si conclude in piazza con il ballo collettivo. Durante la manifestazione si avrà la possibilità di degustare prodotti tipici locali. 11 settembre GUARDIALFIERA (Cb) - Festeggiamenti di San Michele Arcangelo. Celebrazioni liturgiche nella XXIV Domenica del Tempo Ordinario. Ore 20:00 Sala Mons. Conedera Sesta Rassegna nazionale di Cantautori Cristiani “Voci della Speranza”, ospite Padre Leonardo M. Civitavecchia “L’amore in musica che libera e perdona”. Fino al 15 settembre TERMOLI (Cb) - 56° Premio Termoli Mostra nazionale d’arte contemporanea, presso Galleria civica (orario: 10:00 - 12:00 e 20:00 - 24:00). Inagurazione spazi espositivi d’arte contemporanea, a cura dell’Associazione alla cultura in collaborazione con la Fondazione Molise Cultura, in via F.lli Brigida vicolo mercato. 16 settembre BARANELLO (Cb) - Puliamo il mondo. 18 settembre BARANELLO (Cb) - Mercatino dell’usato dalle ore 8.00 alle ore 13.00. 24 settembre BARANELLO (Cb) - Presentazione del volume: “Fotogrammi: Frammenti di cinema e dintorni” di Giammario Di Risio, in piazza Zurlo alle ore 18.00. 24 settembre GUARDIALFIERA (Cb) - Convegno “Il Secondo Risorgimento” con la testimonianza di Michelino Montagano, scampato dai campi di sterminio nazisti. Conduce Antonella Presutti. La giornata si svolgerà nella sala Gerardi Conedera dalle 9.30. 24 settembre MATRICE (Cb) - Festa in onore di S. Michele e Madonna Addolorata. 2 ottobre GUARDIALFIERA (Cb) - 23° Giornata Mondiale della Poesia - In parallelo alla manifestazione di Parigi ed a quella itinerante nel mondo si svolgerà il dibattito sul tema “Dio Poesia - Atto e Arte del Pensiero”.

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

5


GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 233

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Con una bomba ‘molotov’ hanno dato fuoco al furgone di un romeno residente a Campobasso

Imprenditore vittima di un attentato E’ avvolto in un alone di mistero l’attentato incendiario compiuto all’alba di ieri alla periferia di Imperia ai danni di un cittadino romeno, imprenditore edile residente a Campobasso. Il furgone di cui è intestatario è andato distrutto dalle fiamme mentre era parcheggiato nel piazzale antistante una palazzina in costruzione in località Cardellini-S. Agata. Un incendio di chiara matrice dolosa, questo ritengono i carabinieri al termine delle operazioni di spegnimento da parte dei Vigili del fuoco. A sostegno di questa tesi v’è il fatto che sono stati ritrovati i resti di una bottiglia contenente il liquido infiammabile che ha fatto da innesco alle fiamme. Gli investigatori sono alle

Archivio

Brutto incidente nel centro di Gildone

prime battute investigative e stanno cercando di capire innanzitutto i motivi che hanno indotto gli ignoti malviventi a dare fuoco al furgone dell’imprenditore campobassano. Due le piste battute: un atto intimidatorio nei confronti del proprietario oppure la volontà di disfarsi di quel mezzo che dopo essere stato

GIUDIZIARIA

Shanti, per la romena niente modifica dei domiciliari Non potrà lasciare la casa dove si trova agli arresti domiciliari per andare a lavoro. La Corte d’Assise ha respinto la richiesta avanzata per mano del suo legale da M.N., 37enne romena coinvolta nell’operazione antiprostituzione del Ros nota come “Shanti”. Secondo i giudici popolari la difesa non ha fornito prova che il lavoro risultasse necessario alla sussitenza dell’imputata. La misura cautelare non viene perciò modificata. Il processo in Corte d’Assise comincerà il prossimo 7 ottobre. Le accuse che la Procura contesta a lei e ad altre cinque persone sono sfruttamento della prosituzione e tratta di persone con riduzione in schiavitù ai danni di alcune ragazze dell’Est costrette ad intrattenersi con i clienti – sesso in cambio di soldi – in due noti locali notturni della regione.

Slot, il Riesame nega la libertà a uno degli indagati Sarà ancora la detenzione in carcere la misura cautelare ritenuta idonea, prima dell’udienza preliminare, per A.L., il 37enne coinvolto nell’operazione “Slot Machines”. Il Tribunale del Riesame ha respinto la richiesta dei legali Angelo Piunno e Ulrico Quaranta di rimetterlo in libertà o in subordine di concedergli il trasferimento agli arresti domiciliari. I giudici Veneziano, Cardona Albini e Scarlatelli, nonostante la posizione del 37enne sia stata leggermente rivisitata nel corso delle indagini, hanno espresso parere negativo sulla possibilità di modificare la sua misura. La difesa aveva impugnato il rigetto del gip a una precedente istanza di scarcerazione. Ora bisogna attendere per vedere se procederà ancora sulla strada del ricorso. Le indagini sul racket delle slot in Molise, avviate dall’azione congiunta di carabinieri e polizia e col coordinamento della Procura di Campobasso, sono concluse da oltre un mese. Toccherà al gup accogliere o meno la richiesta di rinvio a giudizio per nove persone.

6

Centauro sfonda la fioriera

rubato forse era anche stato utilizzato per qualche oscuro scopo illecito, furto o rapina. Fino a ieri i carabinieri del Maggiore Angiulli stavano cercando di capire se il furgone era stato prelevato direttamente in Molise o se l’imprenditore si trovasse in provincia di Imperia per questioni di lavoro. red.cro.

Uno scontro violentissimo che poteva trasformarsi nell’ennesima tragedia. Un 23enne di Gildone, in sella alla sua motocicletta, ha preso in pieno una grossa fioriera che si trovava lungo una delle strade comunali. Il ragazzo è volato via dal suo mezzo, sbattendo la faccia. Provvidenziale il pronto intervento dei volontari della Croce Azzurra, che hanno trasportato il giovane all’ospedale, dove gli sono stati diagnosticati la rottura del setto nasale e un forte trauma cranico. Dalle prime rilevazioni sembra che comunque il 23enne non sia in pericolo di vita. L’episodio ieri

La Croce Azzurra

intorno alle 19, un orario in cui gli abitanti si riversano nelle strade del paese. Il giovane ha perso il controllo della motocicletta, andando a sbattere contro il grosso vaso di fiori, provocandone la completa distruzione. Si allunga la striscia negativa degli incidenti per i centauri nell’ultimo periodo.

La rampa per disabili Trappola ‘scivolosa’

Incrocio viale Elena con via Nobile, l’intervento di soccorso all’anziana caduta sulla rampa

Quella che dovrebbe essere un’agevolazione per i diversamente abili si è dimostrata una trappola per chi può fare affidamento sulle sue gambe. È la disavventura capitata ad un’anziana che stava per attraversare via Nobile (all’incrocio con via Elena) e scivolata lungo la rampa che permette a carrozzine e sedie a rotelle di salire e scendere dal marciapiede. Una brutta slogatura per la malcapitata, al punto che è stato necessario il tempestivo intervento del 118. Da registrare la grande solidarietà dimostrata da numerosi passanti, che hanno assistito l’anziana fino all’arrivo dell’ambulanza e hanno provveduto a farle ombra tramite un ombrello per evitare che rimanesse troppo a lungo sotto il sole. L’episodio è infatti avvenuto intorno a mezzogiorno, quando si entra nella fascia oraria più “rovente”.

Taranta da sballo, denunce e sequestri Ci sono anche quattro ragazzi di Campobasso, d’età compresa fra i 19 e i 25 anni fra le tredici persone che sono state denunciate a piede libero dai carabinieri della compagnia di Gallipoli (Lecce) per violazioni commesse nell’ambito di uso e spaccio di stupefacenti e guida sotto l’effetto di alcolici e droga. Componenti di due comitive distinte i ragazzi erano andati nel Salento per trascorrere un periodo di vacanze e prendere parte alla caratteristica Festa della Taranta che si è tenuta in una località compresa fra Gallipoli e Cutrofiano. Ferie finite e vacanza rovinata per i campobassani che sono incappati nel blitz dei carabinieri proprio durante il clou della manifestazione. Durante i controlli, operati anche a carico di altri ragazzi, sono stati sequestrati una 30 di grammi di stupefacenti fra marijuana e hashish, mentre quelli che sono scampati al blitz sono caduti nella trappola dei carabinieri mentre facevano ritorno a casa in auto. Sono risultati positivi all’alcoltest e alla prova dell’uso di stupefacenti, nei loro confronti sono scattati il ritiro della patente e in un caso anche dell’auto.


Giovedì 25 agosto 2011

7

Papa Benedetto salutando i partecipanti ha detto loro:

Andate e fate discepoli i popoli di Ylenia fiorenza Non perde tempo la Chiesa. Anzi, il Papa Benedetto XVI, dopo aver tirato un grande sospiro di sollievo per il successo della Gmg di quest’anno, ha già annunciato i temi delle prossime Giornate Mondiali della Gioventù. La Gdg dell’anno prossi-

mo, che si svolgerà nelle singole Diocesi, avrà come motto il versetto della lettera paolina ai Filippesi , “Siate sempre lieti nel Signore!”. Quello della Gmg del 2013 a Rio de Janeiro, avrà come tema il mandato di Gesù: “Andate e fate discepoli tutti i popoli!”.

Sono emozioni ancora brucianti quelle riportate al loro rientro in terra molisana dai giovani che hanno preso parte alla Gmg nella capitale spagnola. Dopo giornate intere di viaggio e difficoltose vicissitudini, che hanno sottoposto a serie prove di sopravvivenza e di speranza il gruppo giovani dell’arcidiocesi di Campobasso, accompagnato dall’arcivescovo Giancarlo Bregantini e da alcuni sacerdoti, non ci sono tracce di stanchezza. Solo esultanza e un bisogno di condividere e di raccontare quanto si è vissuto come principale con-

notazione dell’esperienza cristiana compiuta alla Giornata mondiale della Gioventù in Spagna. E’ un volto felice e sereno quello dell’arcivescovo, accogliente come sempre. Il suo è uno sguardo acceso. Ha ancora la barba folta. E’ subito alle prese con i suoi impegni, sorprendentemente, già il giorno dopo del suo rientro in diocesi. Fa da eco al suo carisma la voce dei ragazzi nel dirci che “il loro vescovo non si è fermato un attimo!” Tutto parla di gioia vissuta pienamente. E’ tornato così l’arcivescovo Giancarlo Breganti-

ni, più colmo e “incalzante” di prima. Sembra di aver davanti il profeta Elia, anche lui consumato dalla preghiera, da una sete di Dio che si dimostra come consolante certezza di appartenere al Signore, di amarlo. Tra un’udienza e l’altra trova il tempo di rispondere a qualche domanda e lo fa dando, non solo testimonianza autentica dell’esperienza Gmg, ma anche indicazioni e descrizioni di particolari inediti che richiedono profonde riflessioni. Non mancano fatti imprevedibili, dalla narrazione commossa di Bregan-

tini non c’è nulla che si presenta con le caratteristiche dell’ovvietà, della scontatezza. La sua rapida cronistoria equivale a una professione di fede: “Dio è con noi, ed esige tutto da noi. I giovani vogliono radicarsi in Lui!” È un racconto che lo presenta immerso ancora in una preghiera di gratitudine verso la provvidenza divina che ha soccorso e che ha ricordato a tutti i pellegrini molisani della Gmg che “la fedeltà a Dio genera la beatitudine e che Dio è presente in chi ci viene in aiuto, in chi ci guida verso il grande amico degli uomini”.

cose, alle scelte, alla vita, oltre le paure che il mondo impone. Ed è importante dare questo senso con speranza, con la certezza che Dio è con noi, sempre, là dove stiamo quotidianamente, nella natura, ma soprattutto è nell’Eucaristia e nella Parola. Il nostro, come Chiesa, deve essere sempre uno slancio missionario, mai una lezione di cattedra. I giovani vanno educati con amorevolezza, lasciandoli autentici nella loro spontaneità e integri nella loro unicità. Quel che li può sostenere nel loro percorso di fede e di ricerca è di certo il nostro esempio, la nostra credibilità, perché loro vogliono camminare con una Chiesa fedele che li ama. La gioia nel partire, la gioia nell’esserci, la gioia nel ritornare a casa. La Chiesa giovane, che possiede questo elemento fondamentale chiamato “gioia”, cosa può proporre come mezzi pratici per “trovare” Dio? Sentirsi protagonisti del dono della vita, di quello della fede, della libertà. I giovani durante questa permanenza a Madrid hanno vissuto da protagonisti, ma hanno capito pure che spetta a loro saper mettere al centro della loro vita ciò che più ha valore. Tutto questo può diventare benedizione

per un atto pratico di pace interiore, specie nella precarietà che opprime i giovani di oggi. Occorre conquistare la certezza che le risposte, gli strumenti, le indicazioni per essere felici, e quindi per trovare Dio ce li abbiamo tutti scritti nel cuore. Cercare Dio implica sacrificio, fiducia piena, povertà di spirito e purezza di mente e di cuore. TrovarLo, invece, significa aver risposto al Suo amore, alla Sua chiamata. Ho detto spesso, infatti, ai giovani, durante le mie catechesi che ho fatto alla Gmg, che solo se scopro le tracce che Dio ha impresso nel mio cuore, posso scegliere se seguirlo o no. Spesso non ci rendiamo conto di quanta ricchezza abbiamo in noi, di quanto forte è il richiamo alle cose belle e sante nella vita. Se la radice che ho nel cuore è sana e nutrita, allora i germogli partoriranno, tra la morbidezza della chioma, frutti dolci e buoni. Accorgerci dei nostri fratelli, accoglierli, rispettarli, aver cura dell’ambiente, alimentarci di speranza, fortificarci nella fede, spenderci con amore per la giustizia e la pace. Tutto questo ci permette di vedere diversamente le cose e di desiderare che la grazia di Dio ci renda completamente persone nuove.

A Madrid il Vescovo insieme ai ragazzi ha vissuto giorni di luce e di armonia

I giovani... con loro la gioia si fa parola viva Bregantini: La generazione di oggi ha bisogno di essere ascoltata ancor prima di essere lanciata verso mete alte Eccellenza, come ripercorrere e riassumere questo viaggio con i giovani a Madrid? E in particolare che cosa ha significato stare vicino a loro? Le cose belle che accadono nella vita, di solito, si possono riepilogare con un sorriso di riconoscenza verso i doni ricevuti. E sono tanti quelli che il Signore ci ha donato in questo viaggio. Sono stati giorni di luce, di armonia, in cui ho capito ancora di più che i giovani di oggi hanno bisogno di essere ascoltati, ancor prima che essere lanciati verso mete alte. Non vogliono formule, ma proposte coinvolgenti. Vogliono una Chiesa che incarni quel che annuncia. Ho sperimentato, poi, che è necessario far capire loro che la fede è un dono, ma nello stesso tempo è un

compito che permette loro di sintonizzarsi con il cuore della vita, per crescere ascoltando questo cuore che parla loro di speranza e di gioia vera. Ho vissuto tutto assieme a loro, gli aspetti più festosi come quelli di maggiore difficoltà, come il dormire tutte le notti nel sacco a pelo, il lungo cammino sotto al sole rovente di agosto, pranzando a volte alle cinque del pomeriggio, quindi soffrendo come loro un po’ la fame e la sete. Ma tutto ricordandoci di Dio, pregando, cantando, scambiandoci pensieri e sensazioni. Stare con loro è sentirsi preceduti da un Vangelo che fa della gioia una parola viva. Ci racconta qualche episodio che ha segnato particolarmente questa esperienza avventurosa? A parte le sorprese di ogni

giorno, tutte significative, io porto nella memoria del mio cuore di Pastore un episodio accaduto la sera della partenza da Madrid, dopo la messa conclusiva col Papa. Eravamo partiti da poco, quando all’improvviso il pullman smette di funzionare. Ci trovavamo in un paesino di 250abitanti, Cerezo De Abajo, a pochi kilometri da Madrid. Eravamo preoccupati, perché il rischio era quello di rimanere bloccati chissà per quante ore o addirittura giorni. Ma ci siamo affidati a Dio, facendoci coraggio a vicenda, pregando intensamente. C’è chi è andato alla ricerca di qualche aiuto, chi del parroco. Anche io mi metto alla ricerca di qualcuno. E dopo qualche minuto, mi sento avvicinato da un uomo di nome Juan. Mi chiede subito se mi

servisse qualcosa. Io gli spiego cosa ci era successo e scopro che era un meccanico. Dio ci ha mandato Azaria, come ha fatto con Tobia. Abbiamo imparato anche da questo che Dio non ci abbandona mai e che chi si affida a Lui viene esaudito! I giovani dentro questa esperienza di fede e di incontro hanno lasciato affiorare il loro bisogno di cercare Dio, come li aiuterete ora, come Chiesa, a coltivare questa sete di Dio nel quotidiano? Ci sono state esperienze di conversione in questa Gmg, così come in altri giovani c’è stata la conferma di un ‘si’ più convinto e più gioioso al Signore. Li ho visti pregare e mi sono commosso più volte. Non si vergognavano di esprimere la loro fede cattolica. E il Papa più volte ha esortato i giovani del mondo a “non vergognarsi di essere Cristiani e di amare Gesù!”. Li ho visti sostenersi nei momenti di disagio, rafforzando così la loro amicizia. Li ho visti attratti dal fatto che nella vita non servono poi tante cose per essere felici, perché ciò che conta è camminare in compagnia, perdonandosi reciprocamente le mancanze, ma mirando tutti insieme al cuore di Cristo. Perché, in queste avventure lì a Madrid, la fatica è sempre stata ripagata dall’allegria. La loro presenza è stata per me un annuncio liberante a vivere intensamente quel bisogno di dare un senso alle


8

Giovedì 25 agosto 2011

Illuminante lettura postuma del Bilancio di mandato 2004-2009

Promesse elettorali svanite Anzi dimenticate da tutti di Paolo Giordano Nel 2009 vide le luce un volume che, contrariamene a quel che si pensò, sarebbe divenuto indispensabile in ogni biblioteca. Poiché distribuito gratuitamente, venne snobbato dai campobassani, ma oggi è un’autentica rarità. Si tratta del “Bilancio di mandato 2004-2009” con cui la Giunta Di Fabio salutava i cittadini, narrando del proprio operato. E’ un testo vario: fantascienza, demago-

Miss Molise Maura Manocchio

gia, fine umorismo… ma in alcuni paragrafi è realmente un’ interessante fonte di riflessioni serie e di proposte valide. Stupisce, però, che nessuno ne abbia memoria specialmente tra gli autori stessi, cioè gli amministratori. Molti di essi sono stati rieletti. Alcuni erano all’opposizione ed oggi governano, altri –al contrario– sono oggi all’opposizione ed allora governavano. Svariati erano, e sono, ancora al governo poiché passati di schie-

ramento. Insomma tutti dovrebbero ricordarsi del contenuto di quel volume e di quel che di buono veniva prospettato. Poco importa al cittadino se l’idea è di (centro)destra o di (centro)sinistra, ciò che preme è la qualità dell’amministrazione, per poi darne merito a chi ne è artefice. Per cui riprendere, fare propria o rivendicare una felice intuizione concorre allo sviluppo di tutta la società. Nello specifi-

co curiosiamo a pag. 42 e 43. C’è la consapevolezza che la maggior vivibilità del centro storico sia legata ad interventi che migliorino il disagio legato ai dislivelli del pendio. Per cui si proponeva un sistema integrato di mobilità e parcheggi. Innanzitutto posti auto in strutture multipiano nelle due cave di via S.Antonio Abate e di via Garibaldi. Addirittura si sarebbe potuta “ricostruire” la montagna, sventrata dalle mine, restituendo-

le l’antico secolare profilo (ndr). Si legge ancora…. 1) un impianto di trasporto meccanizzato ad anello chiuso, ad una quota di mezza costa, con l’istallazione di una navetta per il trasporto di persone, mossa da funi, con 8 stazioni di fermata di cui 3 sotterranee. 2) una galleria “tunnel di servizio” e strada di raccordo. 3) un impianto di risalita meccanizzato e tre ascensori urbani per collegare l’anello alle strade a valle del centro storico.

4) percorsi di risalita pedonale. Alla luce di tutto ciò si può affermare che si sognava una “Campobasso città Europea!” E’ vero che non ci sono mai soldi, ma è anche vero che chi scriveva di queste cose o aveva in mente come finanziarle, o era già da allora consapevole di prendere per il bavero il lettore/ elettore. Di sicuro né tecnici comunali, né progettisti, né tantomeno amministratori hanno più affrontato uno solo di questi argomenti.

Dieci Miss alla conquista di Montecatini Terme Oggi parte l’avventura per le candidate molisane Il primo in bocca al lupo arriva dai politici

Le dieci bellissime rappresentanti del Molise oggi si metteranno in viaggio per raggiungere Montecatini Terme che da quest’anno ospiterà la fase finale di Miss Italia. Le prefinaliste

Simona Colella

Palmina Mustillo

nazionali Carola Maselli Miss Deb o r a h Molise, Roberta Rossi Miss Rocchetta Bellezza Molise, Serena Donadio Miss Wella Molise, Martina Perrucci Miss Cinema Molise, Greta Vaccaro Miss Miluna Molise, Livia Dicenso Miss Ele-

Roberta Rossi

Greca Vaccaro

ganza Molise, Miriam Iapalucci Miss Curve d’Italia Molise, Palmina Mustillo Miss Sportiva Molise e Simona Colella Miss Campobasso si affiancheranno a Miss Molise Maura Manocchio in questa avventura fiabesca. Dure saranno le prove che Le Ragazze di Miss Italia dovranno superare ma la tenacia che le ha contraddistinte in questi mesi e la

preparazione effettuata negli ultimi giorni a Campitello Martina Matese Perrucci saranno certamente fattori positivi. Il 29 agosto sapremo se e quali

Serena Donadio

Livia Dicenso

Miriam Iapalucci

delle nove prefinaliste rappresenterà il Molise in mondovisione Rai Uno assieme a Maura Manocchio. Ieri, intanto, la stessa Maura è stata accolta dal sindaco di Campobasso Gino Di Bartolomeo e dal presidente della Regione Molise Michele Iorio.

Carola Maselli

I bambini del campus ‘Colora la tua estate’ in visita al Comando dei Vigili del Fuoco I bambini che frequentano il campus comunale “colora la tua estate 2011” che si svolge gratuitamente presso le tre sedi di via Calabria, via Toscana e Fontanavecchia sono stati ospiti, per una visita guidata, del Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Campobasso. I bambini hanno partecipato con entusiasmo e grande interesse per l’egregio lavoro che il personale svolge quotidianamente a tutela dell’ambiente e dei cittadini. La referente del progetto, la dottoressa Polisena, a nome e per conto dell’Area n°6 – Settore Servizi Sociali e di tutta l’amministrazione comunale, nonché degli stessi bambini e degli operatori, ringrazia il comandante Foderà, l’ing. Panella, il funzionario La Fratta e tutto il personale in servizio permanente per la straordinaria accoglienza, la generosa disponibilità e la grande professionalità con cui hanno intrattenuto i piccoli ospiti mostrando i vari mezzi e strumenti di intervento, rispondendo alle loro domande e fornendo loro spiegazioni e consigli utili.


GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 233

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

La Giunta regionale ha stanziato un finanziamento di 3 milioni di euro per l’edificio della primaria

Arrivano i fondi per la scuola elementare Grande soddisfazione di Silvestri per il lavoro svolto in sinergia col Governatore

Il sindaco di Bojano, Antonio Silvestri

Si aggiunge il tassello finale ad una delle problematiche più sentite sul territorio bojanese: gli edifici scolastici. Giunge infatti dal palazzo comunale, in parti-

colare dal primo cittadino in persona la notizia di un finanziamento straordinario di ben 3 milioni di euro, stanziati dalla Giunta Regionale per l’edificio scolastico che ospiterà gli studenti della scuola elementare. Il sindaco Silvestri con grande soddisfazione in merito dichiara: “ Questo finanziamento è il frutto di un lun-

go lavoro di progettazione compiuta in sinergia dal Presidente Iorio con tutta l’amministrazione, secondo un criterio di continuità che tra pochi giorni ci farà inaugurare l’edificio della costruenda scuola media Pallotta; stesso criterio che grazie al’impegno della Provincia e del neo presidente Rosario De Matteis, a breve porterà all’attivazione per i lavori del II lotto delle scuole superiori e che come preannunciato ci darà la possibilità di una collocazione più che idonea anche per la scuola primaria di primo grado”. Per ridare alla cittadinanza una scuola elementare

degna degli altri edifici, l’ente comunale si è già attivato da tempo con una progettazione preliminare che implica però tutti gli esami e le valutazioni del caso a partire dal giudizio della Sovrintendenza fino all’ovvio rispetto dei canoni di sicurezza antisismica. “E proprio in nome di tale sicurezza- ha continuato Silvestri- anni fa abbiamo scelto insieme ai cittadini ed al personale scolastico il sacrificio dei moduli. Oggi questo sacrificio viene finalmente ripagato con le dovute risposte. Al momento siamo concentratissimi sulla prossima inaugurazione della scuola

media che avverrà entro i prossimi 15 giorni. Per la scuola elementare seguendo l’iter preposto è stata stimata la chiusura dei lavori per la primavera del 2013”. Il sindaco Silvestri esprime così enorme soddisfazione per questa ennesimo impegno da parte della Giunta Regionale nei confronti del centro matesino,ribadendo pertanto la propria amicizia e stima nei confronti dei Pre-

sidente Iorio soprattutto in questa fase politica tanto delicata. Al momento nell’aria c’è grande entusiasmo grazie a questo importante stanziamento a firma della Giunta Regionale, e alla prossima apertura dell’edificio Pallotta; rimane solo l’ultimo sacrificio per gli studenti delle elementari che resteranno nei moduli per altri due anni, in vista di una scuola tutta nuova. DD

Tra qualche giorno si terrà l’inaugurazione delle ‘medie’

Il professor Michele Campanella ha meticolosamente raccontato nei suoi volumi questa giornata

Le Radici della festa di San Bartolomeo Oggi nel comune ci saranno tutti i parroci dell’Arcidiocesi per la Solenne Processione E’ difficile parlare ancora di tradizione religiosa ai nostri giorni, oggi di tradizioni religiose è rimasto veramente poco; in questo filone rimangono ancora tutti i festeggiamenti che si tengono nei vari paesi in onore del Santo Patrono o altre processioni che si conservano ancora particolarmente vive forse perché nel corso degli anni hanno legato la fede a fatti più tipicamente sociali e umani. A Bojano ci sono ancora tradizioni religiose che i cittadini amano e non abbandonano. Fra tutte vanno evidenziate, perché più partecipate, le feste dei Santi Patroni, la festa del 1° settembre a Sant’Egidio e quella dell’8 settembre a Civita. Tali eventi sono stati raccontati al professor Michele Campanella nel suo libro Bojano… Le Radici, in particolare nel volume III Le radici…Nella tradizione dove spiega, riferendosi in particolar modo a Bojano : “ Il santo patrono di Bojano è San Bartolomeo che è patrono principale dell’intera città, e quindi anche delle borgate e dell’intera diocesi. La sua festa cade il 24 di agosto, ma a Bojano si festeggia il 25 agosto. La storia del Santo protettore di Bojano viaggia con la lunga storia del culto del paese e delle sue istituzioni. Non

si sa con certezza come sia iniziato il culto del Santo Apostolo in Bojano. La storia dice che le spoglie di San Bartolomeo, dopo lunghe peripezie, furono portate a Benevento dove il Santo era patrono. Verosimilmente il culto di San Bartolomeo fu introdotto nella nostra città dai Longobardi, quando il ducato di Benevento spinse i confini del suo dominio fino a noi. In questo periodo fu portata da Benevento a Bojano una reliquia di san Bartolomeo e, probabilmente, iniziò allora il culto del Santo. La reliquia di San Bartolomeo è rimasta a Bojano fino agli inizi del 1990, quando fu trafugata con un furto sacrilego dove i ladri ruppero, con la lan-

cia termica, la cassaforte nella quale era conservata in una teca insieme a ori ed argenti. I festeggiamenti che hanno avuto luogo per la ricorrenza, e tanti riti religiosi di una certa importanza , ancora vigenti, sono ancor oggi il retaggio del tempo in cui la città era sede della diocesi. Le cerimonie religiose della giornata iniziano alcuni giorni prima e culminano il giorno della processione. Ai festeggiamenti religiosi si affiancano sempre feste civili con luminarie, bande e divertimenti vari”. Michele Campanella racconta poi come si svolge la festa del giorno del 25 agosto: inizio delle cerimonie verso le 10.00; il complesso bandistico presente

per la festività si reca al palazzo vescovile dove preleva il vescovo per condurlo in chiesa alla celebrazione del pontificale. Il corteo, preceduto dalla banda si ferma davanti al palazzo municipale dove si uniscono al vescovo, il sindaco, l’amministrazione comunale e i notabili della comunità invitati dal sindaco. “San Bartolomeo è anche il patrono della diocesi- continua Campanella- per festeggiare solennemente quest’avvenimento, tutti i sacerdoti della diocesi sono obbligati a recarsi a Bojano, assistere al pontificale e poi partecipare alla processione. Fino agli anni ’80 del secolo scorso a Bojano, nel giorno della festa del Santo patrono durante il pontificale si teneva un rito religioso di grande importanza: l’obbedienza. Fu il vescovo Maccarone Palmieri ad introdurre con una bolla l’invito- obbligo a tutti i preti di partecipare alla cerimonia. Il rito dell’obbedienza avveniva in questo modo: durante il pontificale che precedeva la processione, dopo la lettura del Vangelo, il cerimoniere chiamava, uno per volta, secondo l’ordine alfabetico delle località, in lingua latina tutti i preti. Il prete chiamato si alzava, si recava presso il trono dove sedeva il vescovo, si inginocchiava,

gli baciava l’anello pastorale e gli consegnava il cero che aveva portato in dono. Al termine della cerimonia religiosa, tutti i preti, assieme al vescovo partecipavano, alla solenne proces-

sione del Santo per le vie della cittadina. Il vescovo, per ringraziare il clero organizzava, a sue spese, un pranzo che consumava assieme a tutti appena terminata la processione. DaDo

In occasione dell’evento

Il messaggio di fede di don Rocco Di Filippo ai cittadini di Bojano Riceviamo e con piacere pubblichiamo il messaggio del parroco dell’Antica Cattedrale, Don Rocco di Filippo, che si rivolge a tutti i cittadini con parole solenni. Don Rocco al momento non gode di buona salute pertanto tutta la redazione del Quotidiano del Molise porge gli auguri di una pronta guarigione. “ Carissimi, la festa di San Bartolomeo unifica la nostra città intorno al Santo Patrono per scoprire dentro gli eventi della storia il misterioso disegno di Dio. Considerando la vita di San Bartolomeo Apostolo possiamo scoprire il valore inestimabile della fede che dona significato alla nostra vita quotidiana, dandoci la possibilità di amare sempre di più il Santo Patrono per lasciarci contagiare dalla Sua testimonianza. Carissimi bojanesi, ovunque vi troviate, vi auguro con tutto il cuore che la festa del Protettore porti serenità in ogni casa e rinnovi il cuore di tutti riaccendendo il desiderio di Dio; ravvivi in ogni famiglia la gioia di vivere anche ove la sofferenza sembra condizionare l’impegno per una vita cristiana fedele nella novità e nuova nella fedeltà. Il Signore Gesù, per intercessione dell’Apostolo San Bartolomeo, ci benedica e ci dia la capacità di non spaventarci dinanzi alle ore buie dell’esistenza per essere apostoli luminosi e trasmettitori della gioia pasquale. Buona Festa a tutti!”

9


GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 233

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Tracciato un bilancio sulle manifestazioni proposte in loco

Allegria, tavola e amicizia al Bosco Mazzocca Il Bosco Mazzocca anche quest’anno è stata meta preferita dei molti che hanno voluto condividere qualche piacevole giornata all’aperto, prima e dopo del Ferragosto, condividendo amicizie, buonumore e tavola. Una affluenza che si sta protraendo anche in questi giorni, grazie agli stand dei ristoratori attivi nell’area più bella degli alti fusti. “E’ andato tutto bene, siamo molto soddisfatti”, chiosano sinteticamente gli amministratori che sono stati tutti presenti per dividere con i cittadini di Riccia e di ogni altro luogo presenti in centinaia le emozioni di giorni di festa incantata, come solo i boschi sanno regalare. “Un’affluenza record, soprattutto il 14 e il 15

– affermano l’assessore all’Ambiente, Panichella, e quello all’Agricoltura e prodotti tipici, Testa -, nessun incidente, controllo migliorato da parte delle famiglie verso i più giovani. Non era

facile. Ringraziamo i partecipanti, le forze dell’ordine, gli operatori commerciali, chi ha curato l’intrattenimento”. Nel corso dell’apertura delle prime giornate, il sin-

daco Fanelli aveva richiamato tutti sull’esigenza di non esagerare, sapendo gestire la convivialità con equilibrio: “A volte questo indirizzo non viene seguito, purtroppo. Tuttavia, non si sono registrati episodi preoccupanti. La nostra raccomandazione è questa e cerchiamo di essere presenti al fine di contribuire all’allegria, ma anche a vigilare sull’andamento delle serate”. Si sono esibiti nella serata del 15 molti gruppi locali, con generi diversi, per la terza edizione del “No fenz festival”, per cui l’amministrazione ringrazia i giovani organizzatori, in particolare Pasquale Moffa e Nazareno Manocchio, nonché i molti DJ che hanno animato le notti di DJ set. “E’ stato coin-

volgente e molto divertente – sottolineano in tanti – vedere come spontaneamente in ogni angolo si facesse musica. Una Woodstock incredibilmente autentica e partecipata. Un fenomeno di socialità spontanea e coinvolgente”. Sul palco, l’amministrazione ha fatto sfilare musicisti locali e non. “Senza fenz, cioè senza distinzioni di generi – dichiara il sindaco Fanelli - al fine di fondere anche le note, come queste giornate, senza steccati fra le persone, come in questi giorni di amicizia”. Ha iniziato Domenico Moffa, con un genere melo-

dico. A seguire i Luridos, surreale e pungente ironia, Skiantos in versione sannita. Da Roma e Belluno, l’esibizione de “Il bambino invisibile” con i bravissimi Matteo D’Incà, chitarra, Cristiano De Fabritiis, batteria e Andrea Grossi, basso. Il gruppo ha animato anche le serate precedenti, quando negli stend, la musica di improvvisazione l’ha fatta da padrona fino all’alba. La tipica ospitalità riccese ha raggiunto livelli d’accademia e dalle Alpi, alla capitale, hanno riconosciuto un tratto caratteriale che diventa l’identità della comunità.

S. Elia a Pianisi. In una scia di note, nastri e colori si è esibita la schiera delle atlete di ginnastica ritmica

Piazza gremita per le “Farfalle di Ivana” Non c’è mai sosta per le farfalle di Ivana. In una scia di note e colori le ginnaste si sono esibite in un lungo saggio di ritmica lo scorso venerdì in piazza Municipio. Sempre più numerose le giovanissime che con passione e non comune entusiasmo frequentano nella sede del Centro Caritas le lezioni della brava istruttrice santeliana

10

che negli anni scorsi ha collezionato premi e riconoscimenti in Campania ed altre località. Il gruppo, guidato dalla esile Antonella Iaconeta, la più “veterana” che ultimamente ha partecipato anche a gare del campionato federale, si è esibito con grande disinvoltura al cospetto di una platea numerosissima che ha applau-

dito per ore alla bravura delle artiste in erba. Numerosi gli esercizi a corpo libero che ben ne hanno messo in risalto talento e agilità. Anche la musica, parte integrante della esecuzione stessa, ha reso veramente unica la performance, movimentata dall’uso di cerchio, palla, nastro e fune. Da alcuni anni, grazie alla costanza di Ivana Falcone e della sua collaboratrice Valentina Palmieri, a S. Elia a Pianisi la schiera di “farfalle” pratica la ritmica, disciplina della ginnastica ma anche sport olimpico femminile, di squadra, individuale o a coppie. Ma quello che richiama e lega le ragazze a Ivana è soprattutto il suo atteggiamento materno e affettuoso. La serata, animata da quattro giovani presentatori, è stata inserita nel cartellone estivo

della Pro Loco planisina, che, come gli altri anni, ha messo a disposizione e predisposto tutto quantofosse necessario

per consentire una regolare esibizione …. applauditissima, come l’originale e coreografica esibizione degli allie-

vi di S. Elia a Pianisi dell’A.S.D. (Accademia Wushu Kung FU) diretta dal maestro Biagio Fanelli.

RICCIA: INIZIATIVA PROMOSSA DAL MAESTRO FANELLI

Stage di Wushu Kung Fu in piazza Umberto I Splendida ed apprezzata performance domenica scorsa in piazza Umberto I con il Wushu Kung Fu organizzato dal M°Fanelli Biagio direttore dell’A.S.D. (Accademia Wushu Kung FU Riccia) Lo stage, durato dalle 17 alle 20, si è diviso in tre sezioni: la prima diretta dal M° Fanelli sullo stile Chang Quan; la seconda dal M° Di Labbio Costanzo sullo stile del Sanshou e la terza dal M° Antonelli Carlo sullo stile del Taiji. La manifestazione è proseguita in serata - dalle 21 alle 23 - con l’esecuzione di una originale e coreografica esibizione che, grazie all’A.S.D. A.W.K.R., ha visto la partecipazione di tutti gli atleti e in esclusiva anche di entrambi i maestri. Una grande dimostrazione delle tecniche e taolu a livello avanzato. La serata si è chiusa con la premiazione di tutti i partecipanti allo stage, degli or-

ganizzatori e dei maestri. “Colgo l’occasione – dice il Maestro Fanelli -per esprimere tutta la mia soddisfazione e ringraziare tutti gli atleti, i maestri che si sono

messi a disposizione, l’associazione Bunga Bunga che ha contribuito attivamente alla riuscita dell’iniziativa e l’amministrazione comunale”.


GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 233

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Da oltre 24 ore l’incendio sta mandando in fumo la vegetazione al confine tra il comune di Trivento e San Biase. A rischio un agriturismo messo al sicuro dopo l’intervento di un canadair

Le fiamme divorano ettari di bosco Un incendio di vaste proporzioni sta mandando in fumo il bosco al confine tra San Biase e Trivento. Dalle ore 22 del giorno 23 agosto le fiamme divampano, nono-

stante l’intervento di un elicottero ed un canadair. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, gli uomini del corpo forestale, protezione civile e della comunità monIl canadair

tana, per cercare di circoscrivere il pericolo. Il rischio maggiore è stato allontanato con l’arrivo del canadair che ha salvato dalle fiamme un agriturismo. Di altre abitazio-

ni nelle prossimità non ce ne sono: distante è il centro urbano di San Biase, come anche la contrada di Codacchio. La nuvola di fumo è ben alta in cielo ed è possibile notar-

L’incendio

Accorpate scuola dell’infanzia, primaria e secondaria

Dimensionamento scolastico, la Giunta chiede l’istituto omnicomprensivo L’istituto omnicomprensivo

Dimensionamento autonomie scolastiche 2012-2013. La giunta comunale ha trasmesso alla Provincia di Campobasso la richiesta per l’anno scolastico 2012-2013, dell’istituzione, mediante verticalizzazione, di un istituto omnicomprensivo costituito da scuola dell’Infanzia, scuola Primaria e scuola Se-

Il municipio di Trivento

condaria di Primo e Secondo grado. La legge n. 111 del 15 luglio 2011 prevede, a partire dall’anno scolastico 2011/2012, l’aggregazione della scuola dell’Infanzia, della scuola Primaria, e della scuola Secondaria di Primo grado in istituti comprensivi, con la conseguente soppressione delle istituzioni scolastiche autonome costituite separatamente da direzione didattiche e scuole secondarie di primo grado. La stessa legge prevede che gli istituti comprensivi per acquisire autonomia devono essere costituiti con almeno 500 alunni, nei comuni montani. Secondo la Giunta, inoltre, l’istituzione di un unico istituto omnicomprensivo favorirebbe anche la continuità didattica e l’integrazione dell’offerta formativa, nonché la ottimale fruibilità del sevizio scolastico al bacino di utenza e tale verticalizzazione comporterebbe anche una razionalizzazione delle spese, in linea con lo spirito della legge.

Per la trasformazione giuridica dell’Istituto Sant’Antonio di Padova

la addirittura dal viadotto Ingotte che porta al capoluogo di regione. Un incendio dal-

le vaste dimensioni, dicevamo, che sta mandando in fumo ettari ed ettari di bosco.

Con l’Auser e il Comune di Fossalto

Escursione al Parco Nazionale d’Abruzzo FOSSALTO. Comune di Fossalto e Circolo Auser organizzano un’escursione nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise in programma domenica 28 agosto. Pescasseroli, la Camosciara, Villetta Barrea e il lago di Scanno le località da visitare. Dopo il Parco Nazionale del Gran Paradiso, il Pnalm è il più antico parco d’Italia noto a livello nazionale per il ruolo avuto nella conservazione di alcune tra le specie faunistiche italiane più importanti, come lupo, camoscio d’Abruzzo ed orso bruno marsicano, nonché per le prime e numerose iniziative per la modernizzazione e la diffusione localizzata dell’ambientalismo. È ricoperto da boschi di faggio per circa due terzi della sua superficie. Si estende prevalentemente in territorio montano e pastorale, dove non è praticabile la coltura della vite e dell’olivo, sconfinando nel piano delle colture nelle valli del Giovenco e in Val di Comino. Interessa 25 comuni distribuiti nelle province di Frosinone, Isernia e L’Aquila. Circondato da boschi centenari e montagne suggestive, Pescasseroli è un paese in cui è evidente la simbiosi tra natura ed architettura: il centro abitato è in perfetta armonia con le meraviglie naturali che lo circondano. I fossaltesi scopriranno la piazza, il fulcro della vita della cittadina abruzzese: è colorata dai faggi, profumata dai piccoli fiori dei tigli ed è ornata da una graziosa fontana. Altra tappa degna di nota la Camosciara, che un punto di vista morfologico si presenta come un meraviglioso anfiteatro roccioso costituito da calcari e “dolomie”, le stesse rocce che costituiscono le dolomiti. Grazie alla loro impermeabilità consentono all’acqua di scorrere veloce attraverso i pendii, formando quello stupendo scenario di balzi, cascate e torrenti che realizzano così un ambiente unico, un vero gioiello della natura. La Camosciara, nasce come riserva reale di caccia verso la fine del 1800, per tutelare alcune specie animali in pericolo già allora, come l’Orso Bruno Marsicano e il Camoscio d’Abruzzo; Il tour della comitiva partita dal Molise prevede anche una sosta al Lago di Scanno, appartenente per tre quarti al comune di Villalago e per un quarto a quello di Scanno è situato nell’alta valle del fiume Sagittario. Situato a 930 metri di quota, la conca d’acqua ha coste molto ridotte e per alcuni brevissimi tratti sono state adattate per la ricezione di bagnanti formando delle spiagge artificiali di sassi. E’ il lago naturale più grande dell’Abruzzo e da alcune visuali si presenta in forma di cuore. Una domenica all’insegna della natura, della scoperta e dell’aggregazione per il gruppo di Fossalto in viaggio verso il vicino Abruzzo. Veduta di Fossalto

Convocato il Consiglio comunale straordinario Convocato il consiglio comunale in seduta straordinaria. Venerdì 26 agosto, alle ore 16 presso il Centro Polifunzionale di Colle San Giovanni, si dibatterà un solo punto messo all’ordine del giorno: Parere in merito alla trasformazione giuridica dell’Istituto Sant’Antonio di Padova di Trivento ai sensi della L.R. 23/2007.

11


ANNO XIV - N. 233

GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: quotidianoiserna@gmail.com

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Il manufatto è stato messo in sicurezza dagli agenti della Municipale di Isernia in attesa degli artificieri

Fragnete, trovato ordigno bellico In località Campolargo rinvenuto proiettile d’artiglieria della Seconda guerra mondiale Un ordigno bellico risalente alla Seconda guerra mondiale è stato rinvenuto nella mattina di ieri nel territorio della frazione di Fragnete, più precisamente in località Campolargo. La scoperta, avvenuta per caso, è stata immediatamente segnalata alle forze dell’ordine. Con una telefonata al 112 è stato richiesto l’intervento urgente dei Carabinieri sul posto affinché si evitasse ogni possibile rischio per l’incolumità pubblica.Gli uomini del Comando provinciale di Ponte San Leonardo, giunti sul posto, hanno effettuato un sopralluogo e contattato una squadra di artificieri per la rimozione dell’ordigno. Successivamente hanno preso contatti con il Comando della Polizia municipale di Isernia, richiedendo l’in-

Alcuni proiettili d’artiglieria (foto archivio)

tervento di una pattuglia per portare a termine le prime

L’incidente martedì notte

operazioni di messa in sicurezza. Quando gli agenti del-

la Muncipale sono giunti sul posto, presa visione dell’ordigno – un proiettile d’artiglieria risalente all’ultimo conflitto mondiale – si sono messi al lavoro per rendere inaccessibile l’area in attesa dell’arrivo della squadra di artificieri. I vigili Urbani del Comando di Isernia hanno chiuso l’accesso all’intera zona contigua all’ordigno delimitandola con delle transenne e con del nastro bianco e rosso, segnalando in tal modo ai passanti la situazione di pericolo. Le operazioni di messa in sicurezza, eseguite con la massima cura dagli agenti, hanno richiesto tempo ma sono state concluse con successo. Ora si attende solamente l’arrivo degli artificieri che provvederanno a rimuovere il proiettile e a trasportarlo altrove per le operazioni di brillamento.

Torna in libertà il 36enne di Bojano

Patenti false Arresto convalidato Patenti false, il sostituto procuratore Federico Scioli ha convalidato ieri mattina l’arresto del 36enne di Bojano trovato in possesso di carte d’identità, licenze di guida, certificati medici e altra documentazione falsa. L’uomo, che lavora presso una scuola guida, era stato fermato ad un posto di blocco dagli uomini della Polizia stradale di Isernia che stavano effettuando controlli di routine lungo la Statale 85. Quando gli agenti hanno intimato l’alt al 36enne, hanno notato che sul parabrezza erano esposti dei

documenti falsi e hanno proceduto a una perquisizione dell’auto. Nell’abitacolo hanno trovato un faldone contenente numerose pratiche relative al rinnovo e al rilascio di patenti di guida, e una ricca documentazione fatta di carte d’identità, certificati e altri documenti falsificati. Di qui l’arresto con le accuse di ricettazione, uso di atto falso e riproduzione e/o uso di stemmi di enti pubblici. Dopo la convalida il 36enne è tornato in libertà in attesa del processo, che dovrebbe svolgersi a breve.

Iorio: più controlli sul territorio per stabilizzare la presenza degli equini

Auto esce di strada Stop alle deroghe sulle distese su corso Garibaldi di pascolo da assegnare agli allevatori

Veduta di corso Garibaldi

Attimi di paura martedì notte nel centro di Isernia. In corso Garibaldi i residenti sono stati svegliati, intorno all’una e trenta, da un forte boato proveniente dalla strada. Quando si sono affacciati o sono scesi per capire cosa stesse accadendo, gli abitanti del quartiere hanno visto un’auto che – uscita di strada – si era schiantata contro l’inferriata che delimita l’area del terminal dei bus. A bordo dell’auto, su cui viaggiavano quattro persone, c’era una giovane isernina che ha perso improvvisamente il controllo del mezzo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Ponte San Leonardo per effettuare i rilievi, oltre a un’ambulanza del 118 contattata dai presenti. Alcuni dei passeggeri sono stati accompagnati in ospe-

12

dale per un controllo. In ogni caso pare che fortunatamente nessuna delle quattro persone a bordo dell’auto abbia riportato conseguenze rilevanti.

Il Presidente della Regione, Michele Iorio, ha incontrato ieri i rappresentanti degli allevatori dell’area di Frosolone e dei comuni limitrofi, per discutere delle problematiche riguardanti il rispetto del regolamento (a suo tempo emanato dalla Comunità Montana del posto) per il numero dei cavalli che possono essere presenti sul pascolo montano. Il Presidente Iorio ha accolto e compreso le eccezioni avanzate dagli allevatori e si è quindi detto disponibile a darne

Cavalli al pascolo

compimento. In particolare, il Presidente si è impegnato

a non dar vita, per il futuro, ad altre deroghe alla previ-

Sicurezza stradale, pronto l’opuscolo di Poste Italiane Foto di repertorio

Viaggi, Poste Italiane mette a disposizione gli uffici postali per informare sulla sicurezza stradale. “Sulla Buona Strada” è una campagna di

comunicazione che punta all’educazione e alla sicurezza. Presso l’ufficio di Isernia centro in via XXIV maggio sono disponibili i depliant informativi. L’iniziativa del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture con la collaborazione di Poste Italiane punta all’educazione e alla sicurezza degli individui che transitano sulle strade, esortando gli autisti a mantenere

comportamenti corretti nel rispetto delle norme sulla sicurezza stradale. “Perché il vero ago della bilancia - si legge in una nota di Poste Italiane - tra una strada sicura ed una pericolosa sarà sempre la condotta dei soggetti che vi transitano. “Sulla Buona Strada” nasce da un insieme di norme, attenzioni e comportamenti che, combinandosi, rendono le strade

più o meno sicure. Diviene allora un concetto chiave, semplice ma dal significato profondo che, come un ombrello, copre e include tutti i soggetti, da quelli attivi - gli automobilisti - a quelli passivi. Sulla Buona Strada è il guidatore che si attiene alle norme, che non beve prima di mettersi al volante e che non si lancia in manovre azzardate”.

sione del numero massimo di presenze di cavalli sui pascoli, così come fissato dal Regolamento in vigore. “Parallelamente faremo partire –ha detto ancora Iorio- opportuni controlli, tramite la forestale, che consentano di assicurare che le attuali previsioni di capi che possono pascolare vengano rispettate e non superate in alcun modo.Credo che le richieste degli allevatori siano sicuramente da condividere sia per tutelare le loro imprese ma anche per salvaguardare la Montagna, l’area Sic che accoglie e l’equilibrio che vi deve essere tra superficie di pascolo e numero di capi equini che può ospitare”. Il Presidente si è quindi detto anche disponibile ad intervenire con specifiche misure infrastrutturali e strutturali per il miglioramento dei pascoli montani e per il sostegno alle attività di trasformazione dei prodotti. Presenti anche il Senatore Ulisse Di Giacomo, il Commissario straordinario dell’ex Comunità Montana competente Vincenzo Di Grezia e il vice Sindaco di Frosolone Vincenzo Pallante.


Giovedì 25 agosto 2011

13

Il sindacalista: in base a un parere del Ministero degli interni non ha i requisiti per ricoprire questo ruolo”

Di Schiavi degrada Castiello Il coordinatore del sindacato Fiadel: non può fare il comandante della Municipale Il coordinatore provinciale del sindacato autonomo Fiadel-Csa, Felicenatonio Di Schavi, ha inviato una diffida al sindaco Melogli, alla Giunta comunale, al segretario di palazzo San Francesco e al Prefetto affinché revochino l’incarico di Comandante della Polizia Municipale, Giulio Castiello. In pratica, chiede di togliergli i gradi. Secondo Di Schiavi, Castello non avrebbe i requisiti per rivestire tale carica in base al parere chiesto e rilasciato dal Ministero dell’Interno lo scorso 11 agosto (protocollo numero 1570076) che il Prefetto ha trasmesso al Sindaco di Isernia lo scorso 18 agosto (Protocollo numero 26367). “Rilevato che da quanto sopra, si evince che il signor Giulio Castiello per poter rivestire l’incarico di Comandante del

Felicenatonio Di Schiavi

Corpo della Polizia Municipale di Isernia, - spiega Di Schiavi - avrebbe dovuto possedere i seguenti requisiti: lo status di appartenente ai ruoli interni al Corpo della Polizia Municipale; aver seguito specifici corsi di formazione ex articolo 6 della legge 65/86; qualificazione pro-

fessionale per lo svolgimento delle funzioni di polizia municipale, requisiti indispensabili anche per l’attribuzione della qualità di agente di Pubblica sicurezza e di Polizia Giudiziaria. Preso, inoltre, atto che – continua Di Schiavi - Castiello non possiede i suddetti requisiti, che

infatti non risultano né nella delibera 106/07, né nella delibera 223/08, né nell’atto sindacale 20667/08, né a questo sindacato, si diffidano i soggetti in indirizzo, ciascuno per le proprie competenze, ad attivare immediatamente e senza indugio alcuno, la procedura di revoca, del signor Giulio Castiello dall’incarico di Comandante del Corpo della Polizia Municipale, fatta salva ogni ulteriore azione in ogni sede di giustizia nei confronti dei responsabili della suddetta nomina nonché del beneficiario della stessa. Si coglie l’occasione per ringraziare pubblicamente – conclude Di Schiavi - il Prefetto facente funzioni. Dott.ssa Caterina Valente in quanto grazie alla sua iniziativa di richiedere il parere al superiore Ministero è potuta emergere tale si-

Le spese per il passaggio delle funzioni e del personale sono alte

Provincia, costa troppo toglierla Lo rivela il Centro studi del Senato che teme costi aggiuntivi Secondo un articolo pubblicato ieri sul quotidiano “Italia Oggi”, l’abolizione delle piccole Province come Isernia sarebbe soltanto un bluff poiché l’applicazione di questo provvedimento, invece, che far risparmiare risorse finirebbe con aumentale. Nell’articolo a firma di Francesco Cerisano si evidenza come i tecnici di palazzo Madama nutrono non poche perplessità su tale misura in quanto gli effetti finanziari positivi potrebbero essere compensati dal manifestarsi di possibili profili onerosi, in particolare nella “L’eliminazione indiscriminata degli enti locali, insieme alla “macelleria sociale” messa in atto dal governo nella sua manovra, non solo non risolverà il problema strutturale della spesa pubblica, ma avrà pesanti conseguenze negative sui cittadini, in particolare sui più deboli e su quelli che vivono nelle zone interne e marginali, già fortemente penalizzate in Molise dall’assenza di politiche di settore da parte della Regione e delle Province. E’ chiaro che l’abolizione delle due Province molisane rappresenterebbe il primo passo verso la cancellazione della nostra Regione. Non va dimenticato che questa scelta proviene dal governo guidato dal deputato “molisano” Berlusconi e dal Pdl, il partito di cui è leader in Molise e dirigente nazionale il presidente Michele Iorio

I risparmi ottenuti non compensano i benefici fase di transizione. Il servizio studi del Senato teme, infatti, che ci siano non pochi costi aggiuntivi che potrebbero sorgere relativamente a una serie di adempimenti di natura straordinaria, connessi al passaggio di

Il palazzo di via Berta, sede della Provincia di Isernia

funzioni e risorse umane, strumentali e finanziarie dalle province soppresse ai nuo-

vi enti. Insomma, come dice un antico detto popolare: “è più la spesa che l’impresa”.

PUNTI DI VISTA

Sorbo: inutile difendere via Berta se la Regione non dà le competenze e di cui è segretario provinciale ad Isernia Luigi Mazzuto. E va evidenziato che Iorio, nonostante il Pdl voglia cancellare la nostra Regione, si ricandida sotto quel simbolo per dare forza, evidentemente, alle politiche di Berlusconi facendo però finta oggi di voler contrastare le decisioni del suo stesso partito. La verità è che rischiamo di celebrare a breve la fine del Molise. E’ chiaro che molte delle argomentazioni portate avanti in questi giorni, soprattutto dal centrosinistra, per contrastare la manovra sono totalmente condivisibili. E’ altrettanto chiaro che si può intervenire efficacemente con

altre misure, dalla riduzione del numero di parlamentari alla lotta vera all’evasione fiscale. Siamo convinti però che è necessario anche pretendere dagli enti locali e dalle stesse Regioni una gestione più oculata delle risorse pubbliche, eliminando gli sprechi e gli sperperi. Se la Regione sarà capace di eliminare gli enti inutili e di chiudere i carrozzoni che divorano montagne di soldi pubblici, di “tagliare” sul serio le centinaia di inutili consulenze esterne, di abbattere i privilegi della casta (iniziando da subito a ridurre il numero di consiglieri regionali, come prevede il governo), di smantellare un si-

stema affaristico-clientelare di gestione della cosa pubblica, allora avrà senso una battaglia in difesa dell’autonomia regionale e della Provincia di Isernia. La Regione Molise, nonostante le sollecitazioni arrivate in questi anni dalle due Provincie, continua a mantenere deleghe e competenze (e quindi anche risorse) che già da tempo avrebbe dovuto trasferire alle Amministrazioni provinciali in materie importanti come i Trasporti e il Turismo e soprattutto la Formazione. L’Amministrazione provinciale di Isernia del presidente Mazzuto, che tanto si sta agitando in queste ore in difesa

tuazione di illegittimità che questo Sindacato Csa, unitamente al senatore e consiglie-

re comunale Alfredo D’Ambrosio ed al Pcl Molise aveva più volte sollevato”.

LA RISPOSTA

Il dirigente: tutto regolare Sanno solo appigliarsi a norme obsolete

Il comando della Polizia Muncipale

“Le considerazioni fatte da questi signori lasciano sinceramente il tempo che trovano”. Questa la replica di Giulio Castiello alla richiesta fatta da Feliceantonio Di Schiavi al Comune di Isernia di revocargli l’incarico di comandante della Polizia Municipale in base ad un parere emesso dal Ministero dell’Interno. Castiello ribadisce, infatti, di esercitare legittimamente le funzioni a lui affidate “perché – spiega il dirigente del V settore – si fa riferimento continuamente a norme vecchie e, invece, non si tiene conto di tutte le modifiche legislative intervenute negli ultimi anni con la devolution che hanno apportato significative modifiche nei requisiti richiesti per tale carica”. “Bisogna poi aggiungere – ha sottolineato Castiello – che chi sostiene la tesi che io non abbia i requisiti richiesti fa riferimento a una sentenza del Tar che è stata fatta più di venti anni fa e, tra l’altro, in un’altra regione diversa dal Molise e cioè l’Abruzzo”. Anche in merito al parere del Ministero Castiello è lapidario. “Si tratta appunto – ha evidenziato il comandante – solo di un parere e che non entra nello specifico della mia questione ma parla, soltanto genericamente di “perplessità”. In ogni caso, vorrei chiarire una volta per tutte che per dirimere queste controversie ci si rivolge al Tar. Però bisogna farlo anche nei tempi stabiliti dalla legge e cioè entro novanta giorni dalla nomina. Loro, invece, si ricordano di ritirare fuori nuovamente questa vicenda dopo quattro anni e mezzo (Castiello è stato nominato nel 2007, ndr) e, quindi, mi risulta che siano fuori tempo anche sotto questo profilo”. Il comandante della Polizia Municipale sottolinea, infine, il lavoro svolto in questi anni alla guida della Muncipale. “In ogni caso, io so solo una cosa: in questi anni – ha chiosato Castello – ho reso più efficiente e funzionale la Polizia Municipale”. dell’autonomia dell’ente, ma che è pronto ad abbandonare la nave per candidarsi ad occupare una più comoda e remunerata poltrona in Consiglio regionale, non ha ancora messo in piedi un ragionamento concreto sul Piano Territoriale di Coordinamento, nonostante l’attuale amministrazione sia in carica da oltre due anni. Le inadempienze della Regione e l’inadeguatezza della classe politica che governa le Province impediscono di fatto a questi enti in Molise di svolgere pienamente il loro ruolo di unico ente locale di programmazione di area vasta presente sul territorio, e quindi, di svolgere fino in fondo il loro ruolo di coordinamento ad esempio per quanto riguarda le strategie economiche per il governo del territorio e l’allocazione delle infrastrutture necessarie da mette-

re al servizio dello sviluppo del territorio provinciale. Così come sono gestite oggi e per lo scarso peso che hanno all’interno del sistema delle autonomie locali su base regionale, le Province molisane rischiano davvero di essere enti inutili. Perciò, prima di chiedere al governo di ripensarci, Iorio e Mazzuto si passino la mano per la coscienza e comincino prima loro a fare ciò che dovrebbero fare per salvaguardare l’autonomia della Regione e il ruolo delle Province. Altrimenti la loro “dichiarazione di guerra” al governo rischia di essere una patetica presa in giro, una battaglia semplicemente campanilistica ed un boomerang politico e istituzionale”. Antonio Sorbo Capogruppo di Sel alla Provincia di Isernia


14

Giovedì 25 agosto 2011

Si parla di un giro d’affari colossale che viene “esportato” nelle regioni limitrofe dai cravattari molisani

L’usura, strozza centinaia di isernini Il fenomeno persiste ed è ancora piú grave di quello che appare in superficie di Agostino Rocco Il fenomeno è molto più grave di quanto appaia in superficie, l’usura ad Isernia sta rovinando centinaia di persone che si trovano con l’acqua alla gola senza via d’uscita, sommersi da debiti che non potranno mai pagare. Un giro d’affari colossale che addirittura viene esportato nelle regioni confinanti dai cravattari molisani. Tre usurai infatti sono stati arrestati dai carabinieri a Pescara per usura perché, dal marzo 2009, aveva tartassato un artigiano dopo un prestito di duemila euro. I tre avevano preteso fino a 15 mila euro di interessi, con un tasso usurario superiore al 400%. L’uomo, certo di non poter pagare e temendo per l’incolumità della sua famiglia, a dicembre si era rivolto ai Carabinieri. Ad Isernia l’Aiga, l’As-

Usura (foto repertorio)

sociazione italiana giovani avvocati, a giugno ha organizzato un convegno sul tema dell’usura, dalla denuncia al processo penale. Il denaro non può generare denaro, dicono i legali, ma in-

tanto si scopre che anche alcune banche sono diventate usuraie, avendo praticato interessi ai propri clienti più alti dei limiti massimi consentiti. Le bande di solito impongono interessi fino al 300 per

cento per un giro di denaro che, nell’arco di cinque anni, per un imprenditore isernino ha toccato i 300 mila euro. Minacce e vessazioni subite finchè i carabinieri hanno eseguito quattro arresti in provincia di Isernia, al termine di un’indagine condotta dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere. Dal quadro investigativo emergeva che il capo della banda, appartenente alla comunità rom di Isernia, ed altri tre gregari, persone insospettabili tra i quali un noto professionista nel settore della consulenza del lavoro ed un commerciante, avevano organizzato una centrale per praticare prestiti a tassi da capogiro. Se i debitori non pagavano partivano telefonate notturne con minacce di morte, secondo quanto emerso dalle indagini condotte dai carabinie-

L’Associazione italiana giovani avvocati ha organizzato a Isernia interessanti convegni su questo delicato tema ri, che sarebbero state perpetrate anche ai danni di un noto professionista bojanese, nell’arco di ben cinque anni. Poi un mese fa i Carabinieri avevano provveduto ad eseguire tre delle quattro ordinanze di custodia cautelare in

carcere, emesse dal gip del Tribunale di Isernia nei confronti di tre pregiudicati. All’appello mancava però un quarto uomo, resosi irreperibile. Emblematica la drammatica vicenda di usura e di vessazioni subite, raccontata da un piccolo commerciante isernino durante l’udienza dinanzi al giudice del Tribunale di Isernia. L’usura è ovunque, purtroppo, e va combattuta e prevenuta. Questo il senso del messaggio lanciato da Tano Grasso, presidente onorario della Federazione nazionale antiracket, secondo il quale il denaro non può generare denaro, ma spesso la giustizia appare priva di mezzi idonei a contrastare il gravissimo fenomeno. Minaccia sociale, oltre che attività criminosa dalle conseguenze imprevedibili.

Stasera le altre selezioni per la finale di domani. Attesa per Bobby Solo

Canzone italiana d’autore pronti i tre primi finalisti

Foto di gruppo di organizzatori e presentatori

Ha preso il via ieri sera la settima edizione della “Canzone italiana d’autore”, concorso nazionale de-

dicato ai nuovi talenti della musica. La manifestazione ideata dall’assessorato alla cultura del Comune di Iser-

nia e organizzata dalla Pro Loco è nata con l’intento di valorizzare i gruppi emergenti del panorama musicale nazionale. Per questa settima edizione, oltre ai venti gruppi e/o solisti in gara, da cui ieri sera sono usciti i primi finalisti, è attesa la presenza di Bobby Solo per e Alberto Fortis: il primo si esibirà stasera, mentre Fortis è atteso per domani. A condurre il festival 2011 confermata la presenza del direttore artistico Dario Salvatori, affiancato da Mariolina Simone e Daniela Terreri.

Stasera si batteranno “a suon di note” altri 10 concorrenti. Per cui alla finale accederanno solo in sei. Tema di fondo dell’evento – come sempre - è scoprire e valorizzare i giovani talenti esordienti, supportare le loro passioni, cogliere le nuove tendenze della musica d’autore contemporanea in un clima di grande serietà e trasparenza, senza confini e senza criteri di esclusione che non siano quelli della qualità e dell’originalità. La rassegna canora sarà anche quest’anno il fiore al-

Bobby Solo

l’occhiello del cartellone di appuntamenti estivi del capoluogo pentro, volta ad offrire al grande pubblico una

serie di esibizioni e concerti dall’alto livello qualitativo tra le mura antiche dello splendido centro storico.


ANNO XIV - N. 233

GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

VIA G. BERTA n. 76 - TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973

REDAZIONE 86170 ISERNIA

La Giunta ha recentemente approvato il nuovo intervento che riguarderà l’apertura di 15 nuovi plessi

Scuole, Agnone aspetta la nuova sede Il paese attende di sapere se è stato inserito nel programma regionale appena varato di Vittorio Labanca AGNONE. “La Giunta Regionale ha varato ieri due importanti provvedimenti che consentono di dare attuazione immediata ad iniziative per la ricostruzione postsisma e per il prosieguo del programma “Scuola Sicura”. Così il Presidente della Regione Michele Iorio in una conferenza stampa per presentare alcuni provvedimenti assunti da parte dell’Esecutivo. Un discorso che sta molto a cuore ad Agnone vista la necessità soprattutto di un polo scolastico unico che possa raccogliere tutti gli istituti scolastici esistenti quasi nessuno dei quali a norma di legge sotto il profilo antisismico. Ma Agnone verrà ancora una volta esclusa? Molti sperano di no nonostante il quasi disinteresse sulle problematiche cittadine da parte del governo centrale. “...Circa 20 milioni di euro, del Programma Triennale “Scuole Sicure” – ha aggiunto Iorio - consentono l’apertura dei cantieri in 15 plessi scolastici per la loro ristrutturazione o edificazione ex novo. Tra i plessi finanziati ce ne sono ben 4 che creano un nuovo polo scolastico tra più comuni, per una migliore gestione dell’attività didattica e per consentire di affrontare e risolvere le problematiche dello scarsa popolazione studentesca, che in alcuni casi dà vita a pluriclassi o addirittura alla chiusura dell’Istituto. I poli sono da noi ritenuti un obiettivo qualificante dell’offerta formativa regionale e sono stati concordati direttamente con i Comuni che hanno saputo guardare lontano e comprendere l’importanza di avere scuole meglio strutturate e

Panorama di Agnone

con una popolazione scolastica ottimale evitando, per

questo, inutili dispute campanilistiche. Verranno im-

piegati materiali di costruzione nuovi, tecnologicamente avanzati, capaci di creare risparmi energetici e mantenere un’assoluta sicurezza per gli studenti e gli insegnanti. In molti progetti poi sono previste strutture ad un piano, anche per creare armonia con il territorio e un impatto confacente con l’ambiente circostante”. “Il Presidente Iorio, infine, ha voluto evidenziare che la creazione dei poli scolastici, avvenuta non con provvedimenti dall’alto, ma con un rapporto di reciproca condivisione tra la Giunta regionale e i singoli comuni, testimonia un “Modello Molise” che ha visto da tempo, in silenzio, senza clamori, senza obblighi normativi, i Governi Municipali cooperare tra loro, e operare concretamente per razionalizza-

Banchi di scuola

re le spese con le segreterie, con gli uffici tecnici, la polizia locale e vari servizi (che

vanno dalla tarsu alla pubblica illuminazione) gestiti in forma associata”.

Villacanale protagonista anche stasera: appuntamento con lo scrittore Nino Ricci

Valle del Sole, lo speciale su Sky Venerdì alle 22 la piattaforma televisiva manderà in onda il servizio sul trofeo podistico AGNONE. Due importanti appuntamenti per Villacanale, la frazione più popolosa della cittadina altomolisana. Il primo: questa sera alle ore 17,30 con piazza San Giocondino, al centro del borgo abitato, “rivestita” di cultura. Nino Ricci ne: “La terra del ritorno” con gli interventi di Ida Di Ianni, Nicola Mastronardi e Silvana Poccioni con i saluti del presidente dell’associazione culturale Nuova Villacanale, Antonio Massanisso e del sindaco di Agnone, Michele Carosella. Il secondo pretta-

L’ingresso della frazione di Villacanale

mente sportivo-turistico. Con l’annuncio della registrazio-

ne della gara podistica Trofeo Valle del Sole trasmessa

dalla piattaforma televisiva di Sky. Alle ore 22.00 di venerdì 26 agosto, la nota emittente metterà in onda un vero “speciale” della durata di quaranta minuti. Trasmissione interamente dedicata alla quindicesima edizione del Trofeo Valle del Sole, la gara podistica nazionale sulla distanza di circa tredici chilometri disputatasi il 19 scorso e ad Agnone e Villacanale. Una promozione turistica per queste aree davvero unica visto che il programma satellitare è seguito in mezzo mondo. Appuntamento sul canale 835 di Sky. “La messa in

onda della registrazione della gara ci gratifica non poco e ci ripaga degli sforzi fatti – afferma il presidente dell’Atletica Agnone, Giovanni Labbate- Voglio ancora ringraziare le amministrazioni pubbliche e gli sponsor, nonché le forze dell’Orine e tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita della manifestazione realizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale Nuova Villacanale. L’appuntamento è per l’anno prossimo –chiosa il presidente- sperando in tempi migliori soprattutto sotto il profilo economico”. Vila

Letteratura, stasera all’Italo Argentino la presentazione del romanzo di Picariello

La locandina dell’evento

AGNONE. Presentazione del romanzo di Maurizio Picariello questa sera alle

18.30 presso il teatro ItaloArgentino. “Il racconto si dipana nell’Irpinia degli anni

60/80 dove la vita della protagonista (Loredana) si dirama tra immagini mentali, voci soprannaturali, sogni, premonizioni, costellazioni di un mondo invisibile che a tratti urla, in altri sussurra. Vite e storie diverse che si sfiorano, si perdono, si ritrovano, la paura di Elio e Carmela (i genitori di Loredana), il sentore del dottor Tino, amico di famiglia, la

droga “roba per ragazzi ricchi e viziati”e i furti per acquistarla, l’omosessualità, la guerra, il lavoro duro della povera gente, il lusso dell’Avellino bene, l’erba amorina e un ragazzo da amare. Il romanzo si chiude con la premonizione del terremoto dell’80 e l’ultimo grande tentativo della ragazza di salvare quante più vite possibili”. “Dalla narrazione traspa-

re l’attenzione per il paesaggio dell’ingegnere Picariello, addolcita dall’amino sensibile del poeta “Mendicante d’amore” che con coraggio, dolcezza e intensità mette a nudo la propria anima arricchendo il racconto di emozioni molto forti e spesso contrastanti. Un’ottica nuova, ribaltata, per testimoniare un evento sconvolgente, il grande sisma, il tutto at-

traverso lo sguardo puro e saggio di una ragazza indigente. Il racconto ci descrive la devastazione e le sue conseguenze non in maniera diretta, ma attraverso la descrizione di un Avellino “prima che tutto accadesse” il dopo lo conosciamo e spetta a noi trarne le conclusioni. Ricordare non è solo un diritto, ma un dovere morale e sociale”. Vila

15


ANNO XIV - N. 233

GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

La piantina accudita e rigogliosa è stata sequestrata dai Carabinieri allertati anonimamente. Era nell’ingresso di un palazzo di via Colonna Giulia

Marijuana coltivata nel cortile condominiale di Marco Fusco Era stata appena innaffiata la piantina di marijuana che i Carabinieri della compagnia di Venafro hanno trovato in un palazzo lungo la centralissima via Colonia Giulia, precisamente nel cortile del condominio, di fronte alla scuola elementare. I militi sono entrati in azione ieri mattina forse dietro una segnalazione anonima e hanno constatato la presenza della pianta che si presentava veramente bene, curata nei minimi dettagli e in un buon stato di salute.

Chi la coltivava sapeva farlo e aveva sistemato la piantina in modo tale da non dare nell’occhio. Proprio così. La marijuana, conser-

vata in un apposito vasetto era sistemata su un muretto all’ingresso del corridoio di ingresso del palazzo. I carabinieri hanno immediatamente sottoposto a sequestro la piantina che ora si trova presso la Cittadella Militare lungo via Maiella. I vertici della Caserma dell’Arma di Ve-

nafro non si sbilanciano più di tanto anche se stanno seguendo delle piste precise per risalire al coltivatore della piantina. “Per il momento non possiamo dire nulla- ci dichiarano dalla caserma dei Carabinieristiamo portando avanti le indagini del caso e sicuramente sentiremo i residenti e gli abitanti del posto”. Per il momento comunque non trapelano altre indiscrezioni su questa vicenda che ha scosso non poco la città. Secondo indiscrezioni, da questa mattina partiranno i carabinieri, su precise indica-

zioni del comandante di compagnia, capitano Falso, per ascoltare i condomini del palazzo e i residenti di via Colonia Giulia. Le prime testimonianze raccolte dai militi riferiscono che nessuno era riuscito a capire di che pianta si trattasse. Nei paraggi del palazzo dove è stata ritrovata la piantina, ci sono diversi esercizi commerciali, c’è molto movimento. A pochi metri anche una scuola che sta per essere inaugurata. Il ritrovamento della piantina di marijuana pone inquietanti interrogativi. La gente

è preoccupata. Ma per il momento dei responsabili di questa vicenda nemmeno l’ombra. Le indagini comunque vanno avanti e nessuna pista viene esclusa dagli inquirenti. E’ certo che il proprietario di quella piantina si trova all’interno del palazzo nel quale è stata rinvenuta la refurtiva proibita. “Noi non ne sappiamo niente”, è quanto ripetono i cittadini che abitano nelle vicinanze del posto dove è stata trovata la piantina. Si attendono ora i primi interrogatori dei carabinieri per saperne di più.

Geomeccanica. Il segretario Tarantino si adopera nel tutelare i lavoratori dell’impresa che ha chiuso i battenti

La Fiom Cgil chiede di incontrare Iorio L’organizzazione sindacale intende riunire curatori fallimentari e assessori regionali

Centrale fotovoltaica su un’area di 13 ettari Produrrà oltre 9 milioni di KW l’anno e costerà 13 milioni di euro Una mega centrale fotovoltaica sta sorgendo a Venafro lungo la Provinciale di Ponte Reale, a sud del territorio venafrano, su un’area di oltre 13 ettari di terreno. Avrà una produzione annua di 9.500.00 Kw e frutterà 350.000 euro mensili. La sua realizzazione comporterà una spesa di 13 milioni di euro (la sta costruendo una società del Foggiano) ed entrerà in funzione nel prossimo mese di settembre. Trattasi, com’è facilmente intuibile, della più grande centrale di energie rinnovabili mai realizzata in Molise e potrà servire il 70% di una città come Venafro. La sua realizzazione, in atto da circa due mesi, sta occupando tecnici e manovalanza per circa cento unità, il che rappresenta linfa vitale per l’economia dell’area venafrana. Quello delle energie rinnovabili, tra cui appunto il fotovoltaico, è l’unico settore che ha incrementato il Pil nazionale, ma non è il solo punto a favore della centrale in fase di realizzazione a Venafro lungo la Provinciale di Ponte Reale. L’impianto infatti, una volta in funzione, comporterà tra l’altro l’abbattimento mensile di 10.000 tonnellate di CO/2, il che si tradurrà in benefici consistenti per l’ambiente, il territorio e le colture. L’ubicazione del nuovo servizio di energia rinnovabile è scaturita dalla irradiazione di 1.400 ore di sole annue a Venafro. In un prossimo servizio entreremo nei dettagli dell’intervento, ospitando dirigenti e tecnici al lavoro. T.A.

16

Non si arrende il segretario regionale della Fiom Cgil Giuseppe Tarantino sulla vertenza Geomeccanica, la fabbrica di Venafro dichiarata fallita dal tribunale di Isernia. In una nota Tarantino chiede un incontro urgente al presidente della regione Molise, agli Assessori al lavoro e alle attività produttive, nonché al curatore fallimentare Geomeccanica nella persona del dottor Maddaloni e dell’avvocato Papa.” La Scrivente Organizzazione sindacale . Fiom Cgil Regionale- scrive il segre-

tario Tarantino- , in riferimento al verbale del 30 giugno 2011 sottoscritto presso l’Assessorato al Lavoro in presenza degli Assessori (Fusco Perrella e Marinelli) dei Curatori Fallimentari e delle organi azioni sindacali Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil, dove le organizzazioni sindacali si opponevano alla procedura di mobilità (avviata dalla Curatela Fallimentare Geomeccanica il 26 aprile 2011), nello stesso tempo le istituzioni si impegnavano a verificare nel mese di settembre 2011 l’evolversi

della situazione aziendale per il futuro occupazionale

Autovelox di Sesto Campano, le precisazioni del sindaco

Alla ditta nessun rinnovo di contratto Il sindaco di Sesto Campano, dottoressa Renata Cicerone, per niente turbata dalla richiesta avanzata dal presidente del comitato pro Trignina Turdò, vuole però chiarire alcune inesattezze riportate dalla stampa nei giorni scorsi circa il presunto rinnovo dell’incarico per altri tre anni alla ditta che gestisce il rilevatore di velocità lungo la statale 85 venafrana nei pressi del centro abitato della città. “Voglio subito smentire certe illazioni circa una decisione della giunta che mi onoro di presiedere, in merito a una presunta proroga dell’incarico alla ditta che gestisce l’autovelox. Questa è una grossa fesseria, noi stiamo procedendo secondo quanto prevede la legge. Tutto qui. Nessuna proroga, rispettiamo le norme come abbiamo sempre fatto. Al presidente del comitato pro Trignina dico che può andare benissimo a

leggere tutte le delibere sul sito del comune, sono tutte visionabili. Noi non abbiamo nulla da nascondere”. Questi i chiarimenti forniti dal primo cittadino di Sesto Campano chiamato in causa dal comitato pro Trignina per il funzionamento del rilevatore di velocità posizionato proprio all’ingresso del paese in uno dei punti più critici della statale 85 Venafrana come abbiamo già scritto ieri da queste colonne. Il Quotidiano ha anche sottolineato il fatto che sull’autovelox di Sesto Campano c’è poco da dire o contestare perché i segnali di preavviso rivolto agli automobilisti in transito, sono ben visibili e a distanza sufficiente per evitare di beccarsi la multa. Non a caso la prefettura di Isernia non ha mai segnalato rilievi su questo apparecchio avvallandone la funzionalità e l’utilità per automobilisti e pedoni. M.F.

dei lavoratori Geomeccanica (partecipata con il 35% del capitale dalla Regione Molise) e individuare altri strumenti alternativi alla mobilità come la cassa integrazione in deroga. Per tutto ciò in premessa- conclude il segretario regionale della Fiom Molise- la Fiom Cgil chiede alle parti su indicate un incontro a breve. Inoltre la FIOM-CGIL in ordine al licenziamento intimato ai lavoratori a conclusione della procedura di mobilità ha dato indicazione ai propri iscritti di procedere alla loro impugnazione. Restiamo in attesa di convocazione per la salvaguardia dei livelli occupazionali e nell’interesse della collettività “ M.F.


ANNO XIV - N. 233

GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Castel San Vincenzo. Nei prossimi giorni verrà eletto il direttivo e stilato lo statuto del nuovo sodalizio

Un comitato per tutelare il territorio L’iniziativa partita da Mimmo Di Silvestro proporrà progetti per promuovere la zona CASTEL SAN VINCENZO. Un comitato civico nato con l’intento di adoperarsi per la tutela del territorio ed il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione locale. Questo l’intento di alcuni cittadini di Castel San Vincenzo tra i quali Mimmo Di Silvestro, vero motore dell’iniziativa, da qualche tempo tornato a Castel San Vincenzo dopo molti anni trascorsi a L’Aquila, che si sono associati per dar vita ad un sodalizio che promuovesse iniziative da proporre poi all’Amministrazione comunale. “Un gruppo di lavoro fattivo – dice Mimmo Di Silvestro – che in questo modo diventi parte attiva ed integrante nei processi di sviluppo della comunità. L’idea, nata durante la vacatio am-

Nella foto una panoramica del lago di Castel San Vincenzo

ministrativa che si è protratta per oltre un anno, si è concretizzata nel periodo immediatamente successivo alla

elezione della nuova Amministrazione locale con la quale intendiamo collaborare per il bene della intera col-

lettività. Intanto – prosegue il promotore dell’iniziativa – c’è da nominare il consiglio direttivo del comitato, dotando il sodalizio di un suo Statuto. A tal fine, per il 27 agosto prossimo alle ore 18.00 presso la sala polivalente del centro di aggregazione “Oscar Notardonato”, è stata convocata l’assemblea generale degli iscritti. Naturalmente – conclude Mimmo Di Silvestro – ci aspettiamo una massiccia partecipazione di pubblico, anche di quelli che ancora non hanno aderito al comitato. Sarà questa l’occasione di fare il punto dell’iniziativa e di cominciare a calendarizzare gli incontri dai quali, poi, dovranno scaturire le eventuali proposte e suggerimenti da sottoporre all’Amministrazione civica”.

Continua la campagna di sensibilizzazione dell’istituto di Pozzilli

Il Neuromed sbarca inAbruzzo Una giornata a Castel di Sangro per prevenire l’ictus cerebrale

Nella foto il Neuromed di Pozzilli

POZZILLI. Ictus: è ora di prevenirlo. È questo il messaggio che il Neuromed di Pozzilli, in sinergia con il Comune di Castel di Sangro, l’ASL Avezzano-Sulmona e L’Aquila, la Croce Rossa e diverse associazioni del territorio, hanno voluto lanciare alla cittadinanza, organizzando una giornata di informazione e screening contro l’ictus cerebrale. Per l’occasione, dunque, i medici del Centro per la Diagnosi e la Cura dell’ictus cerebri (Stroke Unit) dell’IRCCS molisano saranno ospiti del comune abruzzese, in Piazza Plebiscito, per l’intera giornata di sabato 27 agosto, per incontrare i cittadini. Gli specialisti saranno a disposizione della cittadinanza per fornire consigli sulla prevenzione e sul riconoscimento precoce dei sintomi, nonché

18

istruzioni su come comportarsi in caso di “emergenza ictus”. I medici del Neuromed saranno a disposizione per visite gratuite che prevedono il controllo della pressione arteriosa e il calcolo del rischio cerebrovascolare. L’IRCCS Neuromed di Pozzilli è una struttura medicoscientifica all’avanguardia che annovera, tra le sue eccellenze, proprio la Stroke Unit, centro di diagnosi e terapia per le malattie cerebrovascolari acute. In particolare, i pazienti sono tempestivamente indirizzati verso protocolli diagnostici idonei e terapie adeguate, tra cui il trattamento trombolitico che, effettutato nelle prime ore, può salvare il cervello da eventi catastrofici. La Stroke Unit dell’Istituto Neurologico Mediterraneo Neuromed, ente di rile-

vanza nazionale ad alta specialità finalizzato allo studio delle neuroscienze ed alla cura delle malattie del sistema nervoso, ha già raggiunto, dalla sua istituzione, importanti risultati con una notevole percentuale di riduzione dell’inabilità nei pazienti colpiti da grave ictus cerebrale. “Informare e sensibilizzare le persone – dice il Responsabile della Stroke Unit Neuromed, dottor C. Vecchione, in occasione della giornata di screening – è essenziale per ridurre le conseguenze devastanti di un ic-

tus. È importante far capire alla popolazione che, alla prima comparsa dei sintomi, non bisogna aspettare ma rivolgersi a centri specializzati per la cura dell’Ictus Cerebrale. Una terapia effettuata nelle prime ore può ridurre la disabilità conseguente a questo evento devastante. Il controllo e la valutazione del rischio cerebrovascolare possono aiutare a prendere consapevolezza dei fattori di rischio e, soprattutto, attuare manovre di difesa che porteranno alla riduzione degli eventi cere-

Brucia la Valle del Volturno

Incendi a Colli e a Filignano

Intenso il lavoro ieri per i vigili del fuoco

Brucia la Valle del Volturno. Due vasti incendi nel pomeriggio di ieri hanno interessato Filignano e Colli a Volturno. Nel territorio Filignanese, infatti un incendio è divampato in località Monteleone a ridosso dei comuni di Filigano e Montaquila. Le fiamme hanno ridotto in cenere diversi ettari di bosco e hanno tenuto impegnate sul posto alcune squadre della protezione civile e dei vigili del fuoco per arginare e domare il fuoco. Sul posto sono dovute intervenire anche le autobotti che hanno provveduto alla bonifica dell’area. A Colli a Volturno, invece la locale squadra della protezione civile è intervenuta per domare le fiamme che hanno interessato località “ponte rosso” sulla strada che collega Colli a Volturno e Montaquila. Le fiamme pure qui hanno tenuto occupati i vigili del fuoco e alcuni volontari della Protezione civile hanno in breve tempo arginato il fronte dell’incendio. Ancora non chiare la cause dei roghi , resta infatti da capire se a innescare le fiamme sia stato il’uomo o più probabilmete l’autocombustione. I roghi, infatti sono stati sicuramente alimentati anche dal clima torrido che in molti paesi della Valle ha portato la colonnina di mercurio a sfiorare i quaranta gradi. F.C. brovascolari e delle successive conseguenze” . Queste giornate interamente dedicate alal prevenzione e alla conoscenza dei rischi connes-

si spesso allo stile di vita organizzate dal Neuromed rappresentano un’arma efficace per imparare a difendersi dall’Ictus

Raduno bikers a Roccaravindola Grande successo per l’organizzazione

ROCCARAVINDOLA. Dopo il grandissimo successo ottenuto dagli organizzatori del Molise Bikers Fest del terzo Motoraduno Nazionale che si è svolto a Roccaravindola durante lo scorso fine settimana. L’evento giunto alla sua terza edizione ha richiamato in paese tantissimi motociclisti ed appassionati del mondo delle due ruote, decretando ancora una volta il suiccesso della manifestazione. Buono anche l’afflus- Il gruppo alpini di Roccaso di pubblico che ha potuto ravindola esprime vive conammirare le tante moto che gratulazioni “perchè con tanhanno partecipato al raduno. to lavoro (degli organizzato-

ri e dei molti volontari) hanno ben contribuito col successo della manifestazione alla valorizzazione del terri-

torio e all’aggregazione sociale dimostrando un autentico spirito Alpino ben cavalcato a bordo delle loro due ruote. Bravi Ragazzi e....Ad Maiora!”. Il grande successo dei raduni di Bikers che vengono organizzati sempre più spesso sono la dimostrazione del fatto che il mondo delle due ruote annovera sempre più appassionati


GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 233

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0875/84242

REDAZIONE 86039 TERMOLI

La vicenda ha messo a rischio la campagna di pomodori 2011. Tuttavia si produrrà oltre i confini del Molise

Costretti a lavorare fuori regione La sede Pomolì di Guglionesi vittima di tre furti di rame. In tilt l’impianto elettrico di Giuseppe Di Palo GUGLIONESI. Solo tre furti, ma sufficienti a mandare in tilt un’intera azienda. Infatti, a causa di questo fattore esterno la Prodram (Produttori Agricoli Molisani) ha comunicato che, purtroppo, la lavorazione dei pomodori presso lo stabilimento Pomolì di Guglione-

si per la campagna 2011 non potrà avere luogo. Tuttavia, la produzione non sarà interrotta in quanto l’oro rosso del Molise sarà lavorato in altri stabilimenti, al di fuori dei confini regionali, conservando il marchio nostrano. Oltre due chilometri di cavi di rame sottratti alLa sede di Guglionesi

l’azienda di c.da Perazzeto, in un periodo compreso tra giugno ed agosto, hanno praticamente dismesso e reso impossibile il funzionamento dell’impianto elettrico (inaugurato appena un anno fa) e, di conseguenza, dei macchinari. L’impresa, dopo aver denunciato i tre furti ai Carabinieri di Guglionesi, ha immediatamente contattato diverse aziende regionali per ripristinare gli impianti è fare in modo che la campagna 2011 si realizzasse “in casa”. Ma, purtroppo, le società interpellate hanno dichiarato la loro indisponibilità a lavorare in questo periodo estivo anche perchè non sarebbe stato facile reperire tutto il rame necessario a ripristinare l’intero funzionamento della sede Pomolì. Ciononostante, la rinomata impresa molisana

non ha gettato la spugna assicurando, nonostante il disagio che l’ha colpita, che la campagna di lavorazione dei pomodori di quest’anno avrà comunque luogo, anche se fuori regione. Il danno per la Prodram è ingente. Circa 170 mila euro, oltre ad i 400 mila investiti per l’acquisto di nuove linee di pomodorini e del succo, entrambe già montate in azienda da oltre due settimane. Occorre considerare, però, il buon esito della raccolta nelle campagne bassomolisane (sia in termini quantitativi che qualitativi) in cui si sono contati circa 450 mila quintali di pomodori, ed altrettanti aspettano ancora penzolanti sulle proprie piantine. Proprio ed anche per questo, la società guarda avanti continuando a servire i suoi

Si trovava al parco comunale. Rimosso dalla Polizia Municipale

Sgomberato campo abusivo dimora di extracomunitari Alloggio per senza tetto al parco. Ieri mattina i Vigili Urbani sono stati contattati da gli operai che si stanno occupando di ripulire la fiancata della ferrovia per poter procedere con dei lavori su quel terreno: mentre si aprivano un varco tra le erbacce, infatti, si sono trovati davanti un bivacco, attrezzato per ospitare piu’ persone. Sono stati allertati quindi i vigili, per poter procedere allo smantellamento del sito. L’operazione di rimozione delle suppellettili ha richiesto un paio d’ore di lavoro: sotto un pilone, su cui campeggia paradossalmente una vecchia scritta “Termoli vive bene”, si

dovevano essere accampati in quattro o cinque, tutti adulti, a giudicare dalla quantità di capi d’abbigliamento e calzature lasciate sul posto. Dei senzatetto nessuna traccia, probabilmente avevano già lasciato il posto da qualche

giorno, come si è potuto dedurre dallo stato d’abbandono che si sono trovati davanti i vigili urbani. Tra gli appendiabiti improvvisati tra i piloni e gli oggetti serviti per le attività quotidiane, infatti, s’erano già insinuate le ragnatele e, se-

condo le prime impressioni, il luogo potrebbe essere stato dismess da pochi giorni. Certo è che gli ignoti accampati avevano cercato di affrontare al meglio la situazione, preparandosi una postazione per dormire e una specie di angolo cottura, con tavolini e punti d’appoggio improvvisati, un focolare per la brace e per scaldarsi durante l’inverno. Dell’alloggio di fortuna, dopo l’intervento dei Vigili e degli impiegati della Teramo ambiente, non resta traccia: i senzatetto, prima nascosti dalle erbacce e ora accampati altrove, tornano ad essere invisibili. P.C.

numerosi clienti lavorando, sempre e comunque, prodotti di qualità apprezzati non solo nel contesto regionale. A testimonianza di quest’ultimo dato è la notizia che la Prodam aveva già triplicato gli ordini in precampagna contrattando vendite per oltre sessanta quin-

tali di pomodori. Proprio grazie a questi successi ed alla fidelizzazione di tanti consumatori italiani ed esteri l’azienda non chiuderà. Anzi. E’ già a lavoro (grazie all’ospitalità di altre imprese del settore) per continuare a fornire un prodotto moli...sano.

Una collaborazione ‘fruttifera’

La cura più ‘dolce’ per lo Zuccherificio arriva dalle Marche “Un futuro di collaborazioni in cui potremmo crescere certamente grazie all’efficenza dimostrata da tutti i soggetti coinvolti”. E’ con queste parole che il presidente dell’Interporto delle Marche, Roberto Pesaresi, esprime la propria soddisfazione per la collaborazione con lo Zuccherificio del Molise. Infatti, l’impresa marchiggiana ha fatto già giungere nella nostra regione diciotto treni con un carico complessivo di ben ventimila tonnellate di barbabietole. L’attività, cominciata lo scorso 8 agosto, è appena giunta a metà in quanto lo zuccherificio molisano attende ancora quindicimila tonnellate di materia prima. La scelta del treno, poi, non è gettata a caso. Infatti, dopo il successo già riportato lo scorso agosto, si è riuscito nuovamente ad evitare l’impiego di otre quaranta mezzi pesanti sulle autostrade italiane con conseguente riduzione di costi, traffico (specie nel pieno cuore dell’esodo estivo), usura del manto stradale, probabilità di incidenti e, soprattutto, di inquinamento am- Lo zuccherificio del Molise bientale e delle stesse barbabietole. Un prodotto genuino coltivato in tutta la Vallesina, compresa la zona di Senigallia, che giungendo in Molise viene trasformato in un alimento di grande qualità. Un connubio vincente, dunque, che non esclude la possibilità di futuri e rinvigoriti accordi. gdp

La denuncia di una ex lavoratrice Trentatre dipendenti in Cig Niente stipendio da 5 mesi TERMOLI. Trentatre cassaintegrati di una nota società multiservizi del nucleo industriale di Termoli senza soldi ben cinque mesi. E’ quanto denunciato da una dipendente della ditta che, qualche tempo fa, ha dichiarato il proprio fallimento. “E’ dal 16 marzo - dice l’ex lavoratrice con toni “roventi” - che io ed altri trentadue dipendenti dello stabilimento siamo in cassaintegrazione straordinaria non ricevendo, però, da cinque mesi a questa parte i nostri soldi. Questo per la lentezza di chi doveva curare il fallimento e di chi aveva ed ha la responsabilità di trasmettere all’inps le ore di cassaintegrazione maturate fino ad oggi. Parliamo di trentatre famiglie, molte delle quali monoreddito”. gdp

19


20

Giovedì 25 agosto 2011

Presenti sullo scafo le massime autorità locali e regionali

Sagra del Pesce, in mare per gettare le reti In alto partendo da sinistra il consigliere Francesco Di Falco, il governatore Michele Iorio, il sindaco di Termoli Basso Antonio Di Brino, l’assessore GianfrancoVitagliano ed il vicesindaco VincenzoFerrazzano

Una giornata dedicata alla battuta di pesca per la Sagra del Pesce 2011, quella di ieri, che sotto il sole cocente ha visto insieme politici, giornalisti e naturalmente i pescatori sulla Miante prendere il largo dalla costa termolese. In realtà, la Miante ha effettuato tre battute divise in diversi momenti della giornata. La prima è stata effettuata dai soli pescatori durante la notte tra martedì e mercoledì. La seconda è stata quella che ha visto il peschereccio prendere il largo verso le 10.00 di ieri mattina, con gli amministratori e la stampa, per rientrare solo dopo le 15.00. A porgere i propri saluti e augure un’ottima pesca, ieri mattina è venuto anche il presidente della Regione, Michele Iorio, che ha espresso soddisfazione per

la concessione da parte del Ministero della deroga al fermo pesca esclusivamente in vista della Sagra del Pesce, ribadendo l’importanza e la storicità della manifestazione per la città costiera e per la regione. Con lui, anche l’assessore regionale Gianfranco Vitagliano e il vicesindaco di Termoli, Enzo Ferrazzano. Dopo il raduno al porto, il sindaco Antonio Di Brino, il consigliere regionale Francesco di Falco, l’assessore comunale al Turismo, Giuseppina Vergallo, i consiglieri comunali Ciarniello, Verini, Roberti, Fabrizio, Paparella, il consigliere provinciale Roberto Crema, la portavoce del comune di Termoli, Cristina Tirelli, il presidente della Federcopesca Domenico Guidotti, il presidente della Pro Loco, Luciano Calignano e i cronisti sono saliti a bordo del-

la Miante. Preso il largo, mentre i delfini facevano capolino dall’acqua, i pescatori hanno gettato la lunga rete nel mare per riprenderla circa un paio d’ore e ripetere l’operazione ancora una volta piu’ tardi. Triglie, grossi polipi, cicale, seppie e cozze, il prodotto del pescato che è stato abbastanza cospicuo. Il tutto è stato coordinato dall’armatore Angelo Turdò, mentre al timone c’era il signor Recchi. Una squadra eccezionale che non solo si è occupata delle battute di pesca ma an-

che di allietare gli invitati con un pranzetto rigorosamente a base di pesce fresco. Dopo le 15.00 c’è stato il rientro al porto. Il peschereccio è poi ripartito nel tardo pomeriggio per l’ultima battuta. Il pescato è stato poi trasportato al mercato ittico per la pesatura, la pulizia e le operazioni di rito. E’ tutto pronto quindi per la Sagra del Pesce 2011, che ogni anno rappresenta la fine degli eventi clou dell’estate termolese. Quest’anno si svolgerà in due appuntamenti: la Presagra, venerdì, e la Sagra, sa-

Pronto Soccorso, la Gatti chiede l’intervento di Montano

L’operazione portata a termine dai Carabinieri di Termoli e Campomarino

Spacciava banconote false Arrestato 51enne campano CAMPOMARINO. In manette un 51enne che spacciava banconote false. Infatti, nella serata di martedì scorso, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Termoli, unitamente a quelli della Stazione di Campomarino, hanno notato l’agire sospetto di un uomo che si aggirava per le diverse attività commerciali di Campomarino Lido. Prontamente sono scattati i controlli ed i militari hanno appurato che nel marsupio stretto alla vita di D.V., pluripregiudicato di Casoria, in

Incidente in A14 Donna ferita I medici hanno disposto il trasferimento per la donna che, sabato scorso, aveva subito un incidente lungo la A14 mentre viaggiava insieme alla sua famiglia a bordo di una Multipla. Dopo un intervento all’addome al San Timoteo di Termoli e il ricovero in rianimazione per la terapia intensiva, adesso è stato stabilito il trasferimento in un centro specialistico ad Ancona.

provincia di Napoli, erano contenute ben nove banconote da venti euro recanti tutte lo stesso numero di matricola. Ovviamente, ci si è accorti immediatamente della falsità del denaro. I gen-

bato. Al sindaco Di Brino e Antonio Di Brino l’assessore Giusy Vergallo abbiamo chiesto di fare un bilancio del’estate termolese. “Credo che abbia avuto un buon successo. Nonostante ci siano stati dei tagli sostanziali ai comuni dovuti alla Finanziaria, come amministrazione abbiamo scelto di non effettuarli ai settori della Cultura e del Turismo che per la nostra città sono delle risorse fondamentali. Per far 400.000 euro del Cipe farequesto abbiamo cercato di mo delle opere di miglioria risparmiare, investendo i ri- di piazza Monumento, del sparmi per l’organizzazione primo tratto del lungomare degli eventi. Ma grazie ai ri- nord e realizzeremo l’interT.T. sparmi e a circa 3 milioni e porto”.

darmi, dopo aver tratto in arresto l’uomo, ora trasferito al carcere di Larino a disposizione della Procura della Repubblica, hanno individuato e raggiunto la residenza estiva del malvivente dove, in un mobile, sono state rinvenute altre novantaquattro banconote false. Un importo contraffatto pari a 2.060 euro quello sequestrato dai Carabinieri. Nei prossimi giorni le indagini tenteranno di accertare se l’arrestato, nei precedenti giorni, abbia

spacciato ulteriori banconote false lungo tutto il litorale bassomolisano. gdp

Migliorano le condizioni del piccolo elitrasportato a Roma L’ospedale Bambin Gesu’

Sono in netto miglioramento le condizioni del bimbo ricoverato al ‘Bambin Gesu’ ‘. Arrivano buone notizie dalla capitale. Il povero bambino di San Martino in Pensilis che nella giornata di martedì aveva accusato un malore ed era poi stato trasportato urgentemente in elicottero all’ospedale romano, sta meglio. Non si sa ancor se ci sarà bisogno dell’intervento chirurgico ma i genitori che sono lì con lui sono speranzosi nella veloce guarigione del proprio figlio.

Pronto Soccorso di Termoli in condizioni insostenibili. Erminia Gatti rivolge un appello a Montano: il diritto alla salute non ha colore politico. Il coro di voci, molto spesso negative, riguardanti i problemi del Pronto Soccorso termolese era già abbastanza ampio. Ad unirsi a questo coro questa volta il consigliere comunale di minoranza Erminia Gatti che ha ‘spedito’ una lettera di spiegazioni al presidente del Consiglio Alberto Montano. “Ho avuto la sventura di recarmi, da utente, - scrive la Gatti - nel Pronto soccorso del nostro ospedale: quello che ho visto e registrato è semplicemente indegno di un pese civile, e non c’è linguaggio politichese che tenga, ad edulcorare la realtà dei fatti. File interminabili di pazienti esasperati, alcuni in attesa da oltre quattro ore, litigi ai limiti della rissa in sala d’attesa tra pazienti, e perfino tra pazienti e personale ospedaliero. Soltanto due medici, in evidente affanno, sotto pressione per il rumoreggiare e le numerose incursioni dei pazienti che ritenevano di interrompere le visite in corso per avere un’urgenza non più differibile”.Il consigliere parla anche di “file di barelle in corsia” poiché assorbendo quasi l’80% delle chiamate provinciali, i posti possibili finiscono in pochissimo tempo non riuscendo nemmeno a garantire neppure i servizi minimi essenziali, come la prima emergenza. Erminia Gatti ricorda al presidente del Consiglio Montano che a distanza di cinque mesi dalla riunione fatta proprio per parlare dei gravi problemi del pronto soccorso termolese, ad oggi “potrebbe rendere noto ai cittadini termolesi l’esito di quella riunione e le iniziative concrete che si sono successivamente realizzate”. “Mi permetto – aggiunge il consigliere - di chiederLe di verificare l’attendibilità di una denuncia autografa pervenuta al mio indirizzo, che mi riservo di inoltrare alle Autorità competenti nella denegata ipotesi che i fatti ivi ipotizzati rispondessero a realtà, secondo la quale sarebbe in imminente predisposizione un bando interno all’Asrem per alcune progressioni che si traducono in consistenti aumenti economici. Si paventa che quattro delle cinque posizioni che saranno bandite sarebbero già state decise senza evidenza selettiva, e spetterebbero ad altrettanti importanti membri della Sua maggioranza” Un fatto secondo la Gatti di “immane gravita politica” se dovesse avverarsi proprio perchè “in un momento drammatico come questo, dove al pronto soccorso mancano i materiali di prima necessità, finanche i contenitori sterili per le urine, come ho potuto constatare di persona, è eticamente accettabile che l’Asrem devolva risorse economiche preziose per arrotondare gli stipendi della dirigenza?” Il consigliere Erminia Gatti conclude augurandosi “di essere da Lei smentita con numeri e fatti, Presidente. La sanità non è di destra nè di sinistra, la più forte e vera uguaglianza sociale si realizza proprio nel diritto alla salute, il bene primario della vita. Ci aiuti a fermare lo scempio, Lei che è nelle condizioni di farlo”.


Giovedì 25 agosto 2011

Montenero di Bisaccia. Quando l’indicazione non è solo altimetrica

Cartello di benvenuto soggetto ai flussi e riflussi della politica MONTENERO DI BISACCIA. Dall’impellente desiderio di dire la propria (ininfluente) opinione sull’energia nucleare al fregiarsi di produrre olio di qualità. Per arrivare all’annunciare al probabilmente disinteressato cittadino (e visitatore) che si fa parte dell’Unione dei Comuni. Com’è cambiato il cartello di inizio centro abitato nel corso degli anni a Montenero? Una volta, bastava segnalare il nome della città, aggiungendo magari l’altitu-

dine. Poi arrivò l’epoca dell’antinuclearismo più o meno militante. Ma fu una maggioranza democristiana a dichiarare Montenero “comune denuclearizzato” nella primavera 1985, qualche settimana prima delle nuove elezioni. A seguito delle quali il Partito comunista approfittò della spaccatura maturata in seno ai moderati per andare al potere, ottenendo addirittura il sindaco. Si chiamava Nicola D’Ascanio ed era destinato a diventare politico di

professione. Nella seconda metà degli anni Ottanta non si fece certo pregare e cambiò il cartello all’inizio del paese: forse per una questione di par condicio, mise sotto al nome del paese una scritta di uguali dimensioni attestante che Montenero era un “comune denuclearizzato”. Bella soddisfazione, chissà se accompagnata da

un solo risultato concreto, di cui si fregiarono in quegli anni parecchi sindaci italiani, spesso cavalcando l’onda emotiva del disastro nucleare di Chernobyl. Passati gli edonistici anni Ottanta, arrivarono i Novanta e con essi altri sindaci. Ovviamente anche un altro segnale di ingresso al paese. Stavolta il cartello era molto più sobrio:

Così negli anni ottanta

Presente il presidente De Matteis

‘Tavoli del Molise’ Successo garantito per la tappa di Acquaviva ACQUAVIVA COLLECROCE. Successo per ‘Tavoli del Molise’. Anche il paese di Acquaviva ha accolto i ‘viaggiatori del buon mangiare’, protagonisti della passeggiata enogastronomica tracciata da Salvino Anthony Salvaggio nel proprio libro ‘Tavoli del Molise’. L’evento si è svolto martedì sera nella piazzetta centrale attirando un gruppetto nutrito di turisti oltre alla quasi totalità degli abitanti. Nessuno infatti ha voluto mancare l’occasione di assaporare i prodotti offerti dalla terra e rielaborati da una quindicina di imprenditori dell’area vicina. Presente naturalmente il sindaco Enrico Fagnani e tutti i membri della Giunta. Graditi ospiti il presidente della Provincia Rosario De Matteis e gli assessori regionali Vitagliano e Cavaliere. La scena è stata resa perfettamente grazie ai quindici stand piene di delizie: insaccati, olio, pane, liquori, pasta, latticini e marmellata per la gioia dei palati fini. La chiusura è stata poi affidata al locale gruppo folk. Acquaviva è stata la terza esperienza dopo quella di ‘Nonna Rosa’ a Campomarino e ‘Adriano’ a Carovilli in cui, in entrambi i casi, c’è stato proprio da deliziarsi. Ma il programma non si ferma qui. Ci saranno ancora due capitoli nel percorso enogastronomico de ‘I Fagnani, Salvaggio Tavoli del Molise’: e De Matteis la prima sarà domani a ‘Il Vechhio Granaio’ sempre a Carovilli mntre l’ultima sarà martedì 30 a Termoli nell’ ‘Osteria dentro le mura’.

21

Il cartello odierno

sotto alla dicitura “Montenero di Bisaccia” l’indicazione 272 metri sul livello del mare. E sulla destra ben evidente il simbolo dell’associazione “Città dell’olio”, di cui il centro bassomolisano fa tuttora parte e che gli costa ogni anno 1032,92 euro. Erano gli anni dei prodotti tipici, dell’illusione che il turismo enogastronomico potesse efficacemente sostituire quello di massa e placare gli animi di chi rilevava che solo la costa di Montenero non era ancora sviluppata. Infine è arrivato il segnale odierno, sul quale campeggia la scritta “Territorio dell’Unione dei Comuni Basso Biferno”. E già, perché dopo anni di impropria permanenza, nel 2009 Montenero è uscito dal-

la Comunità montana ed è entrato a far parte di un’altra istituzione che raggruppa più campanili. L’adesione costa 3390,50 euro l’anno e pare che ultimamente i consiglieri comunali delegati a parteciparvi, di maggioranza e minoranza, non siano più tanto motivati. Anche perché non si prende niente dalle parti dell’Unione dei Comuni, a malapena qualche gettone di presenza. Intanto il cartello che segna l’inizio del centro abitato si fregia del titolo, al pari di tutti gli altri Comuni membri. Chissà cosa indicherà quel segnale la prossima volta che sarà cambiato. Chissà se il nuovo contenuto interesserà a chi arriverà a Montenero. R.d’A.

Diritto allo studio, gli universitari: “L’istruzione pubblica è sottofinanziata” TERMOLI. Idee e proposte per un vero diritto allo studio in Molise. E’ questo lo spirito che ha mosso i rappresentanti della Fgci, dei Giovani Democratici per il Centro Sinistra e di Sinistra Ecologia e Libertà a promuovere una conferenzza stampa, ieri mattina, in cui gli esponenti dei diversi movimenti politici ed anche studenteschi hanno discusso sulle possibilità di sviluppo dell’Università italiana, con particolare riferimento all’Ateneo molisano, nel contesto della riforma del ministro Mariastella Gelmini e dei tagli imposti da Tremonti e Berlusconi all’istru-

zione pubblica. Ad aprire il dibattito è stato il rappresentante dei Giovani Democratici per il Centro-Sinistra, Giuseppe Macoretta, il quale ha illustrato l’attuale situazione del diritto allo studio in Molise sottolinenando che la copertura di borse di studio ha interessato solo la metà degli studenti beneficiari (circa 430 su oltre 900, in media uno su tre). La discussione si è poi spostata sul servizio mensa univesitario che, negli ultmi cinque anni, ha visto un rincaro di oltre il 50%. Soldi che i futuri dottori sono costretti a sborsare per

mangiare oltre che per studiare. E’ seguito, l’intervento, di Enrico Lippo - membro del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari e capogruppo Udu Sinistra che ha illustrato l’attuale situazione degli atenei a livello nazionale a seguito della riforma che ha imposto dei “tagli insostenibili”. La parola è poi passata ad Andrea Vertolo della Fgci Molise il quale ha sottolineato la necessità di maggiori finanziamenti per gli studi. L’incontro si è concluso con l’intervento del candidato alle primarie del Centro Sinistra, Michele Petraroia: “Il diritto allo studio deve essere for-

temente finanziato. Se devono esserci dei tagli, quelli devono riguardare innanzitutto il mondo della politica nel quale vi sono numerosi sprechi”. Non è mancato, poi, anche un commento da parte di alcuni studenti presenti all’iniziativa: “Il diritto allo studio è sottofinanziato. Per il prossimo anno potrebbero verificarsi molti disagi per gli studenti, soprattutto in merito ad i servizi di cui molto spesso facciamo utilizzo”. Ci auguriamo che la politica locale tenga conto di queste problematiche attivandosi per trovare qualche giusta soluzione”. gdp


GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 233

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/484625

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Caos nelle scuole della provincia di Campobasso: gli insegnanti non possono rinnovare la domanda

Il dramma dei codici, docenti in panico E’ uno degli effetti del dimensionamento. Tra gli istituti spariti c’è anche il D’Ovidio Caos e allarme nel mondo delle scuole molisane. A soli due giorni dalla scadenza delle domande che gli insegnanti non titolari di una cattedra devono periodicamente presentare per iscriversi alle graduatorie interne ad ogni Istituto (prassi obbligatoria se si vuole essere assunti) si è in un clima da panico. Infatti non sono ancora disponibili i nuovi codici assegnati agli istituti, indispensabili per compilare la domanda. Ciò è il risultato del dimensionamento scolastico, tra i cui effetti vi è stato l’accorpamento di alcuni istituti e quindi la “scomparsa” di essi dall’elenco del Ministero dela Pubblica Istruzione. Tra questi vi è lo stesso Liceo Classico-Scientifico D’Ovidio di Larino. Tante le difficoltà degli insegnanti in questi giorni che non sanno

a che santo votarsi. Nessuna indicazione utile nè dal Provveditorato nè dal Ministero. Il prezzo da pagare, se non sarà rispettata questa prassi entro la data di scadenza, è altissimo: niente lavoro per i prossimi tre anni. A denunciare questa situazione paradossale è il segretario del Pd larinese, Claudio Nuonno, facente parte della schiera dei docenti penalizzati. “A parte la ovvia conside-

razione sull’opportunità di collocare la data di scadenza in pieno clima vacanziero ed a ridosso dell’inizio delle lezioni, ad oggi (24 agosto 2011) non ancora ci sono tutti i codici per completare la domanda! Per esempio, per chi dovesse indicare nella domanda, come sede di insegnamento, il Liceo Classico di Larino o quello di Termoli non ne avrebbe modo perché tale scuole non compaiono

tra le possibili scelte. Qual è quindi lo stato d’animo di chi deve produrre la domanda entro il 26 e sa che se la sbaglia o non la può consegnare, senza alcuna colpa propria, non potrà più insegnare per i prossimi tre anni (e probabilmente anche per i successivi)? Chissà se il ministro Gelmini se lo immagina? O cosa pensano al Ministero della Pubblica Istruzione? Chissà cosa aspetta il Provveditorato del Molise per chiarire pubblicamente la cosa? E’ necessario che il Provveditorato disponga una proroga per il termine ultimo della domanda ed emani un comunicato tranquillizzante, se c’è da stare tranquilli, al riguardo.In ogni caso rimane la considerazione, ormai sempre più frequente ed amara, che i trattamenti, (ahimè, anche quelli umani!) tra gli

italiani della prima Repubblica, molti addirittura in pensione da decenni e le nuove generazioni precarie della seconda Repubblica, tra chi possiede contratti a tempo indeterminato e chi fa parte della schiera del contratto sminuzzato, sgonfiato, parcellizzato e saltuario, sono nettamente ed vergognosamente impari”.

Il segretario del Pd larinese, Claudio Nuonno

L’intervento del consigliere del Pd

Tribunale a rischio, Totaro: “Il rimedio è peggiore del male che si vuole curare”

“Chi si tira fuori dalla battaglia, si assumerà responsabilità gravissime”

Elezioni primarie, Sorrentino (PdCI) attacca Rifondazione Comunista Franco Sorrentino, coordinatore del PDCI larinese lancia l’appello alle altre forze di sinistra, in particolare a Rifondazione Comunista, in vista delle primarie del 4 settembre. “Lunedì scorso si è svolta un’assemblea indetta dal Partito della Rifondazione Comunista con l’obiettivo di prefigurare un “nuovo” percorso politico unitario delle forze di sinistra, dettato dalla necessità di contrapporre un progetto alternativo a quello del centro sinistra molisano e contro la “farsa” delle primarie molisane. Quindi, una richiesta di alternativa elettorale alle prossime elezioni regionali, con una lista di “colore rosso” e Franco Sorrentino

22

con un presidente ancora da individuare, magari andrà bene qualcuno dei candidati perdenti alle elezioni primarie. Già, le primarie. Lo “strumento” accettato e condiviso anche dal partito della rifondazione comunista, dall’inizio del percorso e fino a due giorni prima che si riunisse la commissione preposta per l’accettazione delle candidature pervenute, compresa quella di Paolo di Laura Frattura, etichettato candidato delle destre e dell’inciucio delle sinistre, allorquando i purosangue di rifondazione decidono con un comunicato stampa di uscire dalle primarie utilizzando quel furbesco metodo di “stare dentro” ma “liberi di stare fuori”, a seconda della convenienza. Si faccia chiarezza allora fino in fondo: se l’infiltrato Frattura si ritrova ad essere candidato alle primarie è solo grazie alla fuga dei compagni di rifondazione dalle primarie, che non

votando in commissione insieme agli altri partiti e movimenti (SEL, Partecipazione Democratica, PdCI, Rifondazione comunista e Costruire Democrazia) con i quali si era concordato il voto contro. Vi era quindi una maggioranza che è venuta meno. Questi i fatti. Le chiacchiere se le porta il vento!Purtroppo nell’assemblea di cui parliamo, volendo credere nella buona fede, le lodevoli intenzioni di chi l’ha organizzata sono andate deluse poiché molti degli interventi hanno riguardato l’appoggio al candidato alle primarie D’Ascanio, in modo palese e in modo sotteso, come se quest’ultimo non fosse immune da qualsivoglia responsabilità delle divisioni a sinistra. A partire, per esempio, dall’aver deciso di non candidarsi alla Provincia, naturale candidato a presidente perché uscente, perché aveva buone motivazioni per rivendicare un’azione di governo efficace e perché poteva farsi perdonare dalle sinistre le traversie istituzionali mal digerite e che però gli hanno consentito di arrivare fino alla fine del mandato. Poteva essere ed era il candidato da sostenere contro Nagni e Fanelli, allorquando il cd. movimento degli autoconvocati era svanito

nel nulla. Ma ciò non è avvenuto e non si è capito perché la scelta di ritirarsi. O la si è capito dopo, ritrovando Nicolino candidato presidente alla regione.Nell’assemblea citata nessuno degli interventi ha fatto “mea culpa” sulle motivazioni che oggi relegano la sinistra, quella vera, a pura rappresentanza. Enfatizzare una identità e non riconoscere umilmente che più di qualche errore si è fatto in questi anni, non sono un buon viatico per la ricostruzione di un percorso innovativo e di sinistra.La considerazione finale è che sarà improbabile e proibitivo ipotizzare una lista per la pura rappresentanza. Riconoscere l’incapacità di non aver saputo individuare un candidato presidente di sinistra da contrapporre agli altri candidati alle primarie è propedeutico per ogni futura discussione seria per la ricerca dell’unità. Che nessuno si erga allora a detentore di purezza. Chi oggi si tira fuori dalla battaglia per mandare a casa Iorio si assumerà responsabilità gravissime e sarà connivente con il medesimo. Quattro bandiere sventolate non basteranno a giustificare l’ennesimo ritardo con la storia drammatica che sta vivendo il Paese ed il Molise”.

Il consigliere regionale del Partito Democratico, Francesco Totaro, torna sul tema della chiusura del Tribunale di Larino, eventualità in questo periodo più concreta che mai. “Ricordo a me stesso scrive Totaro - come il Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Campobasso, Silvano Mazzetti, abbia nel corso della sua annuale relazione d’apertura dell’anno giudiziario evidenziato l’efficienza e i positivi risultati del tribunale frentano. Risultati che quotidianamente rappresentano un argine alla criminalità, attratta, come i fatti di cronaca ci dimostrano, dall’area bassomolisana vista come territorio sul quale attecchire radici. L’eventuale chiusura del Tribunale, inoltre, avrebbe delle ripercussioni sul tessuto economico e sociale dell’area, oltre che strettamente in tema di amministrazione della giustizia. Ad essere penalizzati sarebbero centinaia di operatori del diritto, dipendenti della pubblica amministrazione e, in generale, tutto l’indotto che ruota attorno al Tribunale. Sostenere che il Tribunale di Larino sia una struttura “minore” è un gravissimo errore di valutazione, smentito – ripeto – dai risultati raggiunti in questi anni. Oltre a quella dei costi,

credo vada considerata anche la logica della produttività di una struttura amministrativa; è in tal senso che quella di Larino è una struttura che va preservata. Va inoltre considerato che il Tribunale frentano ha una propria sede distaccata a Termoli, e che quindi tra gli effetti negativi di una sua chiusura vi sarebbe anche la cancellazione della struttura posta nella cittadina adriatica. Mi chiedo, inoltre: che fine faranno i presidi delle forze dell’ordine legati al Tribunale? Che ne sarà di Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia presenti a Larino? Il rimedio proposto, cioè la chiusura, si presenta come una cura peggiore del male, esponendo l’intera area di riferimento ad un forte rischio di spopolamento. L’amministrazione della Giustizia non può essere regolata solo avendo attenzione ai costi, e la riduzione di questi ultimi, il cui tema pur si pone, può essere affrontata con interventi mirati all’efficienza e non con mere operazioni di cancellazione. Cancellare il Tribunale di Larino, significa cancellare un intero territorio. Si pretende di farlo con il Tribunale, con l’ospedale, a quando la cancellazione dell’intera città frentana?”.


GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 233

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/730606

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Molti cittadini vogliono sapere che fine ha fatto il progetto dell’invaso artificiale a valle di Occhito

Diga Piano dei Limiti Le comunità chiedono lumi In tanti vogliono sapere ma ad oggi non ci sono ancora certezze sulla costruzione della nuova diga Piano dei Limiti, l’invaso artificiale previsto da anni al confine tra la Puglia e il Molise. Eppure si continua a parlare dello sbarramento, tra chi aspetta gli espropri e chi si chiede quali benefici porterà un’opera da quaranta milioni di metri cubi a valle di Occhito. Il problema è rappresentato dai finanziamenti non sufficienti per realizzare l’intera opera, anche se a inizio 2010, il Consorzio di Bonifica di Capitanata ha presentato al Governo nazionale il progetto stralcio dell’importo di 65 milioni di euro relativo alle opere di base e collaterali alla costruzione dell’invaso. Mancano i fondi per coprire tutta l’opera ma manca anche un

Particolare sbarramento Piano dei Limiti

accordo definitivo per dire “sì” a Piano dei Limiti nonostante gli incontri, gli appelli, le proteste e le richieste delle comunità coinvolte per un adeguato ristoro ambientale. Secondo alcuni si può partire con la parte dei fondi reperibili, a quanto ammonta il finanziamento?

Ma dove e come sarà realizzata la nuova diga ‘Piano dei Limiti’? Analizziamo qualche dato (con margine d’errore). Lo sbarramento sarà costruito poco distante da quello che in dialetto è chiamato ‘u pond da Ciumar’, il ponte che passa sopra il fiume Fortore e segna

il confine tra il Molise e la Puglia. E che divide virtualmente a metà i terreni che dovrà cedere la nostra regione, ossia 224 ettari (218 Colletorto e 6 San Giuliano) e quelli che metteranno a disposizione i Comuni del sub-appennino dauno, ovvero 293 (210 Casalnuovo Monterotaro, 74 Carlantino e 9 Celenza Valfortore), per un totale di 517 ettari da impegnare per la realizzazione della grande opera idrica. Sarà una nuova opera che darà acqua alla Puglia per uso potabile ed irriguo e permetterà dopo tanti anni il drenaggio e di ‘ripulire’ il lago più grande. Il nuovo invaso avrà una capienza di quarantadue milioni di metri cubi e richiederà un investimento complessivo di oltre duecento milioni di euro, distinto in due

Diga Piano dei Limiti

stralci. L’acqua del fiume Fortore e del torrente Sente verrà sbarrata, e andrà a allagare i terreni circostanti. Sarà realizzato un efficiente sistema di opere idrauliche e di controllo. E dunque tutti gli interventi accessori con i relativi bacini imbriferi. Il tracciato attuale della strada interprovinciale tra Colletorto e Casalnuovo verrà, inoltre, parzialmente modificato. Si tratta di previsioni, perché ad oggi non ci sono stati ancora gli espropri. Qual è il reale stato di cose? I cittadini e gli amministratori lo chiedono al Governo nazionale dal quale si aspettano

una risposta definitiva che chiarisca la questione Piano dei Limiti. Tutto questo, con la consapevolezza – salvo smentite – che in passato il lago di Occhito non ha prodotto un grande ristoro socioeconomico alle comunità espropriate. Quali i flussi turistici? Quali i benefici dopo la costruzione dell’opera tanti anni fa? Per rendersi l’idea basta fare un salto al lago di Guardialfiera, dove sono state realizzate varie opere oltre a ristoranti, chioschetti e altri interventi collaterali. Insomma, come andrà a finire?

Riuscita l’iniziativa promossa nel cuore dell’estate

Santa Croce di Magliano

Santa Croce, due serate “calde” a cura del Circolo ricreativo

La mostra ‘interattiva’ al centro diurno per diversamente abili

SANTA CROCE DI MAGLIANO. Due serate all’insegna dell’allegria e del divertimento in una delle realtà associative punto di riferimento di Santa Croce di Magliano. Sono infatti numerosi i soci del Circolo ricreativo che insieme a parenti e amici hanno condiviso la quinta edizione di “E...state in Circolo”. Primo appuntamento il 19 agosto con “Disco house e karaoke” mentre il giorno successivo c’è stata l’esibizione dei Radiozombie Tribute Band Negrita: alla batteria Peppe, alla chitarra Tony e Antonio, al basso Angelo e alla voce Michael. Un’iniziativa riuscita nel piazzale del Circolo ricreativo che nel periodo “cuore” dell’estate ha voluto rinnovare i valori di socialità e aggregazione che lo caratterizzano anche con i santacrocesi che vivono fuori. Foto by Circolo.

‘Motocavalcata Monti Molisani’ Gli organizzatori presentano il programma Quattro candeline per Isabella Silvestri 4 anni fa e’ nata una stella che continuava a brillare sempre di più. Quella stella eri tu e oggi ti auguro buon compleanno!!!! Oggi la piccola Isabella Silvestri compie 4 anni!!! tantissimi auguri da mamma e papà, dalla sorella Chiara dai nonni e dallo zio. Si associa agli auguri tutta la redazione de “Il Quotidiano del Molise”

BONEFRO. Domenica prossima, 28 agosto, a Bonefro, si rinnova l’appuntamento con la “Motocavalcata Monti Molisani”. L’attesa manifestazione, organizzata dall’associazione sportiva “Moto Off Road Macchiarelle” di Bonefro per il quarto anno consecutivo, si conferma un evento di richiamo dell’estate basso molisana, riscuotendo il plauso dei tanti appassionati di moto enduro e di quad. Una passeggiata non agonistica di circa 100 Km nella natura incontaminata dei campi e dei boschi, studiata

e pianificata con scrupolosità dagli organizzatori. Il raduno dei partecipanti è previsto alle 7,30 presso la località, in territorio di Bonefro, denominata “Macchiarelle”, da cui l’associazione prende il nome, mentre il fischio d’inizio sarà alle 10,00 nella piazza del paese. Dopo un breve transito nel centro abitato, moto e quad si immergeranno nei boschi e nei sentieri dei monti Frentani, con tappa a Larino alle 11.45, dove sarà possibile fare rifornimento e ristorarsi con un abbondante buffet offerto dal Comu-

SANTA CROCE DI MAGLIANO. Ha inaugurato ieri e resterà aperta anche oggi e domani l’iniziativa organizzata dal centro diurno per diversamente abili di Santa Croce di Magliano. Si tratta della “Mostra interattiva”, ovvero di un’interessante esposizione curata dal personale e dagli utenti del centro che metteranno in “vista” tutte le opere e le particolari proposte organizzate per l’occasione. Non aggiungiamo altro e invitiamo tutti a visitare la mostra, aperta dalle 16 alle 19 in largo della Fiera. Patrocinio del Comune di Santa Croce di Magliano. ne e dalla Pro-loco della città frentana. Alle 12,45 si proseguirà in direzione Bonefro, dove l’arrivo è previsto alle ore 16,00 circa in località “Macchiarelle”. Qui i partecipanti potranno degustare il pranzo offerto dai volontari dell’associazione organizzatrice e continuare la serata all’insegna del divertimento.La manifestazione, che quest’anno ha ottenuto il patrocinio della Regione Molise, della Provincia di Campobasso e dei Comuni di Bonefro e Larino, è anche l’occasione per conoscere meglio il nostro

territorio negli aspetti più inconsueti e per coltivare una passione che accomuna molti giovani molisani. La raccomandazione che l’associazione rivolge ai partecipanti è di osservare le regole del codice della strada e di rispettare l’ambiente; l’invito a tutti coloro che vogliono assistere al rombo dei motori è di essere presenti a Bonefro il prossimo 28 agosto. Tutte le informazioni relative all’organizzazione possono essere richieste ai seguenti riferimenti motoclubmacchiarelle@live.it oppure al 331.3680885.

23


ANNO XIV - N. 233

GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

REDAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL 0874/484623 - FAX 0874/484625

L’1-1 arriva nella ripresa su rigore (contestato dai rossoblu) trasformato da Longobardi

Lupi, pari firmato D’Anna Buona prova ad Aversa: vantaggio-lampo dell’esterno ex Gela CAMPOBASSO. Prosegue con un pareggio l’avventura del Campobasso in Coppa Italia. Un 1 a 1 ‘sostanzioso’ contro un’Aversa imbottita di giovani ma che soprattutto a inizio ripresa ha dato del filo da torcere ai ragazzi in rossoblu. Vantaggio lampo di D’Anna al 5’, risposta campana al quarto d’ora della ripresa su calcio di rigore (contestato) di Longobardi. Nel complesso, più Lupi che granata di casa. In cronaca. Provenza esulta: è arrivato il transfert di Quadri, subito in campo al ‘Bisceglia’. Il tecnico conferma il suo 4-3-3 affidando le chiavi della mediana proprio all’ex Lazio, affiancato dai giovani Forgione e Masullo.

Confermato il resto della formazione, fatta eccezione per il centrale accanto a Marino che non è Fatticcioni ma Scu-

Giannattasio in azione ieri contro l’Aversa

Aversa Normanna

1

D’Agostino Piccirillo Letizia (75’ Martucci) Marzocchi (63’ Gatto) Campanella Castaldo Petagine Zolfo Longobardi Vecchione (81’ Varriale) Varsi Romaniello

Campobasso 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 All

1

Iuliano Modica Esposito Scudieri Marino Quadri Giannattasio (55’ Sivilla) Forgione Balistreri (92’ De Souza) Masullo D’Anna (86’ Fazio) Provenza

ARBITRO: Daniele Martinelli di Roma MARCATORI: 5’ D’Anna (C), 60’ Longobardi (rig.) (A). NOTE: ammoniti D’Anna, Forgione, Quadri (C), Piccirillo (A). Presenti circa 200 spettatori.

COPPA ITALIA LEGA PRO - GIRONE H 1^ GIORNATA Aversa Normanna-Isola Liri Fondi-Aprilia

0-1 2-0

2^ GIORNATA Aprilia-Aversa Normanna Campobasso-Fondi Riposa: Isola Liri

4-3 1-0

3^ GIORNATA Aversa Normanna-Campobasso Isola Liri-Aprilia Riposa: Fondi

1-1 ieri

4^ GIORNATA - 28 agosto Campobasso-Isola Liri Fondi-Aversa Normanna Riposa: Aprilia 5^ GIORNATA - 31 agosto Aprilia-Campobasso Isola Liri-Fondi Riposa: Aversa Normanna Classifica: Campobasso 4, Aprilia, Fondi, Isola Liri 3, Aversa Normanna 1.

dieri, mentre a destra L’autore del gol D’Anna esordisce Modica. E l’avvio rossoblu è ‘battagliero’: al primo vero affondo arriva il vantaggio. Azione che nasce sulla tre quarti, la palla finisce sui piedi di D’Anna che dal vertice destro dell’area piazza l’1 a 0. Solo Lupi. Una partenza che lascia di sasso l’Aversa, costretta immediatamente a rincorrere. Il pallino del gioco resta nelle mani (o meglio, nei piedi) dei Lupi, forti del vantaggio acquisito. A metà tempo il raddoppio sembra cosa fatta: D’Anna pennella un cross fatto apposta per la testa di Balistreri, incorna- versa il tentativo di Zolfo. ta che fa soltanto la barba al Reazione d’orgoglio molipalo prima di spegnersi sul sana a dieci minuti dal termifondo. I locali faticano a cre- ne, quando Forgione di testa are occasioni, e così al 44’ è (su calcio d’angolo di Quadri) ancora il ‘condor’ a rendersi prende il palo alla sinistra di pericoloso: conclusione a bot- D’Agostino facendo gridare ta sicura, salvattaggio miraco- al gol. L’ultimissimo brivido loso (sulla linea) da parte di lo regala la formazione camCastaldo. Tutti negli spoglia- pana in pieno recupero: Varsi toi. è imprendibile a sinistra, fa a L’Aversa si rialza. Nella fette la difesa e calcia di priripresa la musica pare cam- ma intenzione, palo. biare dalle prime battute. Post-gara. Soddisfatto il L’Aversa si rende pericolosa tecnico molisano Nicola Prodopo circa cinque minuti: Pe- venza al termine del match: tagine vola a destra, assist per “Nel primo tempo ho visto Longobardi che scarica a rete sprazzi di bel gioco da parte e colpisce la traversa piena. dei miei. Nel ripresa abbiamo Ancora granata vicini al pari subito troppo la reazione delcon Varsi, impreciso al mo- l’Aversa Normanna che ha mento del tiro. L’1 a 1 è nel- pareggiato e per poco al 91’ l’aria, e arriva al 60’: l’arbi- non ci ha castigato. La Coppa tro assegna un calcio di rigo- Italia non ha il valore del camre per un presunto fallo di pionato, ma comunque vedo mano in area commesso da un buon amalgama da parte Esposito, sotto le vibranti pro- dei miei ragazzi che stanno teste di marca molisana. S’in- assimilando i miei insegnacarica della battuta Longobar- menti”. di che non fallisce. Il CampoIntanto, ieri mattina la sobasso accusa il colpo, lascian- cietà è stata ricevuta in Quedo un’altra azione d’attacco stura dal vice-questore Vicaagli avversari, alto sulla tra- rio Conticchio che ha voluto fare il punto della situazione prima dell’inizio del campionato per lavorare al meglio e in sintonia. F.d.S.

Il tecnico Provenza: “Ho visto un buon amalgama dai parte dei miei”

L’Adelmo e Ferruccio “fratelli” di corsa di Gennaro Ventresca Una notizia che irraggia allegria si è riversata sulla città e sull’intera regione che ha in simpatia i colori della nostra squadra. Una notizia giunta nel cuore dell’estate, all’indomani dalla prima uscita ufficiale dei marmocchi di Nico Provenza. Una notizia che spalanca i cuori, anche se è tutta da verificare. *** L’Adelmo, quando l’ho chiamato al telefono, si coccolava il nipotino, appena avuto dalla figlia, la giornalista Ivana che vive a Roma. “Spero che venga fuori un bel portiere” mi ha spiegato l’ex padrone del lupo, pensando al pargolo. Una fissa la sua, quella dei calci d’angolo. Non avendo avuto un figlio maschio da mettere in porta l’Adelmo ha subito pensato al nuovo arrivato. Anche se per vederlo sfoderare parate ardimentose dovrà aspettare un bel po’. *** Molto più ravvicinato appare l’incontro fissato con Ferruccio, per discutere della ricca sponsorizzazione (oltre 500 mila euro). L’ex riserva del portiere Migliorini mi ha spiegato che incontrerà il presidente rossoblu settimana prossima. Dando seguito a ciò che si sono detti di persona in un incontro avvenuto nei giorni scorsi in cui l’Adelmo ha spiegato al montelliano di avere nella manica un tris d’assi, da spendere sul piatto del campionato. A favore del lupo. *** Dato l’ambito entro cui ha operato come presidente di commissione, l’Adelmo avrebbe individuato un’azienda delle energie alternative (stesso settore di quella di Pulitano?) in grado di venire incontro ai lupi, attraverso una consistente sponsorizzazione. Pur rimanendo sul generico, l’ultimo presidente a vincere sul campo un campionato di un certo livello, mi ha spiegato di avere un piano per dare un futuro al Campobasso. *** Mi par di aver capito che l’Adelmo (Berardo) voglia chiedere a Ferruccio (Capone) di destinare la fortunata risorsa per il potenziamento dei quadri tecnici, attraverso l’acquisto di tre giocatori di “prima fascia”. Il problema è come vincolare Ferruccio a spendere i soldi in quella direzione. Facile: chiedendogli di fare un passo indietro e affidare la gestione della società a un altro soggetto (un molisano, meglio ancora campobassano), restando sempre lui il padrone del club. *** In questo modo l’ambiente verrebbe attraversato da una scossa d’entusiasmo e si potrebbero creare le opportunità per puntare, anche attraverso la riforma dei campionati (dovranno sparire 17 squadre Pro), ad accedere nella 1^ Divisione. *** La “premiata ditta” potrebbe accettare la proposta, perché stando a quel che ne so sta attraversando un difficile momento finanziario, figlio della congiuntura imprenditoriale. E se l’azienda guida soffre è facile capire che anche quelle che vi dipendono sono destinate a stringere i denti. gennaroventresca@gmail.com

25


26

Giovedì 25 agosto 2011

di Eric Moscufo Torna in campo il Trivento. A distanza di quattro giorni dalla scoppola casalinga contro l’Olympia Agnonese nel turno preliminare di Coppa Italia, la squadra di Massimo Agovino sbarcherà oggi pomeriggio ad Ururi per affrontare in amichevole la Frentana Larino di Mauro Ponsanesi. Si gioca, dunque, ed è importante farlo in un momento come questo in cui la squadra è alla ricerca di una precisa identità e di una condizione atletica migliore di quella esibita nel derby contro gli altomolisani di Corrado Urbano. Il fischio d’inizio è fissato per le 16:30 e come sempre in questi casi il test sarà utile ad Agovino principalmente per verificare lo stato di avanzamento dei lavori in vista del

Trivento a Ururi in amichevole I gialloblu affronteranno oggi la Frentana Larino Agovino vuole risposte per l’inizio del torneo A sinistra Roberto Aquaro in azione nella partita di domenica in cui è andato a segno nonostante le non perfette condizioni fisiche A destra mister Agovino

debutto in campionato che avverrà tra due domeniche. Le normali sedute di allenamento settimanali stanno

L’obiettivo è quello di trovare la condizione migliore per esordire con orgoglio al cospetto della Sambenedettese

procedendo senza particolari problemi e, a parte un po’ di acciacchi vari che più di qualche giocatore ha, nessuno lamenta fastidi di preoccupante entità. L’obiettivo, come detto, è ora quello di recuperare la forma migliore, soprattutto per quegli uomini che più di altri hanno subito le conseguenze della famosa intossicazione alimentare di cui è stata vittima la squadra in ritiro, qualcuno come per esempio Rober-

Mister De Sanctis ha avuto buone indicazioni in vista di Coppa e campionato

to Aquaro che è stato costretto ad una degenza ospedaliera protrattasi per ben una settimana, e che non gli ha comunque impedito di andare a bersaglio contro la sua ex-squadra domenica. La partita amichevole di oggi con il Larino servirà in buona sostanza ad Agovino per fare un po’ più di chiarezza su quello che è il suo cruccio maggiore in questo momento, ovvero la scelta dell’undici da mandare in

Lorenzo Martone

Venafro, sei reti nel test con la Virtus Pozzilli Cristian Molinaro

di Luca Siravo Quinta e ultima amichevole pre-campionato del Venafro contro la Virtus Pozzilli in un match terminato con il punteggio di 6-0 in favore dei bianconeri. Buona sgambatura in vista dell’imminente avvio di stagione con la prima

giornata di Coppa Italia che vedrà impegnato il Venafro in casa contro la Sampietrese. Mister De Sanctis ha schierato l’intera rosa nel corso dell’amichevole durata 80 minuti (40 minuti per tempo) facendo ruotare tutti gli elementi e provando soluzioni tattiche in vista della partita di sabato. Leggero affaticamento muscolare per Roberto Patriciello, il cui impiego però non dovrebbe essere a ri-

schio per il match di Coppa Italia. Sul fonte mercato. Non si registrano movimenti sia in entrata che in uscita e la squadra che disputerà i primi due matchi di Coppa dovrebbe essere sostanziamente la stessa scesa in campo in queste amichevoli estive.

maggiori garanzie in termini di tenuta atletica nel corso dei novanta minuti, e verificare se gli uomini che le garanzie migliori gliele offrono da un punto di vista squisitamente tecnico e di esperienza siano poi supportati da una condizione tale da non pregiudicarne le potenzialità. Se così non dovesse essere, il tecnico sarebbe pronto anche a scelte coraggiose pur di mandare in campo una squadra che almeno fisicamente non debba temere il conSiciliano fronto con i rivali marchigiani. Tempo campo dal primo minuto per fare tutte le sue valutacontro la Sambenedettese il zioni Agovino comunque quattro settembre. L’alle- ce l’ha, e già l’amichevole natore di San Giuseppe Ve- odierna potrebbe fornirgli suviano vuole capire in quelle informazioni di cui questi giorni, anche con la necessita. preziosa collaborazione del L’importante, come va ripreparatore atletico Walter petendo sempre, è lavoraBrandoni, chi può dargli le re tanto e bene.

Minadeo


Giovedì 25 agosto 2011

27

Il presidente dei biancorossi Silvestri: “Il ricordo di Paolo è sempre vivo in noi”

Agnone al memorial ‘Valente’ Oggi il triangolare con il Sesto Campano e l’Intercasertana di Marco Fusco “E’ sempre vivo il ricordo di Paolo che ha lasciato un vuoto incolmabile in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. “ Così il presidente del Sesto Campano Girolamo Silvestri presenta la terza edizione del memorial “Paolo Valente”, dedicato a un calciatore-tifoso della squadra locale che si svolgerà questo pomeriggio presso lo stadio comunale di Sesto Campano a partire dalle ore 16. Paolo ha indossato la casacca delle “furie rosse” dalla terza categoria alla promozione ed è stato un tifoso sfegatato della compagine sestolese. A questo importante evento calcistico per il comprensorio venafrano non poteva mancare l’Agnone del presidente Masciotra. La compagine guidata da mister Urbano si sta preparando a dovere per il derby di Isernia, in programma domenica prossiSilvestri

ma allo stadio Lancellotta in notturna. In quel di Agnone tutti incrociano le dita per la soluzione del problema del transfert di Keita. Il maliano non vede l’ora di scendere in campo con la casacca granata. Ieri mattina tutta la pratica è passata dalla questura di Isernia alla Federazione della lega nazionale dilettanti a Roma. Entro domani, dovrebbe arrivare l’ok degli organi federali per l’utilizzo dell’ex capitano del Venafro. Per il resto la truppa agnonese deve fare i conti solo con l’infortunio di Litterio. Ma ritorniamo al torneo di oggi. Il presidente Silvestri ci spiega il programma della giornata. Presidente Silvestri, quest’anno ospiti d’onore la compagine dell’Olimpia Agnonese… “E’ un onore per tutti noi ospitare l’Olimpia Agnonese, una delle società più accreditate sotto tutti i punti di vista, del Molise. Una società seria guidata sapientemente dal presidente Masciotra e dal Direttore Sportivo Sabelli, con una dirigenza di altissimo livello. Una squadra che è stata costruita con gran-

de compeL’Olympia Agnonese tenza dietro i suggerimenti di mister Urbano che reputo uno dei migliori allenatori in circolazione. Motivo in più per la mia soddisfazione, la presenza nelle fila dei granata di due nostri ex giocatori, Fabbi e Fruggiero che con noi h a n n o scritto pagine indimenticabili. Due giocatori neo a tre partite da 45 midi valore, che meritano que- nuti. Una formula molto sta vetrina e sono convinto semplice”. che faranno bene anche in Secondo lei l’Agnonese serie D perché si rapporta- di mister Urbano che no al calcio da veri profes- campionato farà, dove sionisti. Due ragazzi umili, può arrivare questa squapronti sempre al sacrificio. dra che può contare su Due acquisti veramente az- giocatori del calibro di zeccati portati in porto da Keita, Ricamato, D’AmMaurizio Sabelli”. brosio, Bernardi, lo stesLa terza squadra provie- so Fruggiero, tanto per ne dalla promozione cam- fare qualche nome… pana, si tratta dell’Inter Ca“E soprattutto perché sulsertana. la panchina ha Corrado Ur“Mi è stato detto dagli ad- bano che è abituato a fare detti ai lavori, che punta a miracoli. L’anno scorso la vincere il campionato di salvezza diretta del Venafro promozione campana. Una è un suo capolavoro. La sobuona squadra e sia per noi cietà ha messo insieme, seche per l’Agnone, pen- condo me, un mix di gioso, che questo torneo vani e esperti di grande sia un test importan- spessore, un gruppo che te per continuare a può aspirare a una posiziodelineare il quadro ne di grande prestigio. Sono tattico in vista dei convinto di questo. I giocaprossimi appunta- tori sono tutti di categoria menti di Coppa Ita- e gli under scelti con granlia. E’ un mini tor- de cura dalla dirigenza”.

E passiamo al Sesto Campano. Sempre guardando al bilancio, lei anche quest’anno si affida al gruppo storico e a innesti mirati. Quest’anno ha affidato la conduzione tecnica a Mancini. Le posso dire che abbiamo visto Mancini allenare la squadra e ci ha fatto una buona impressione…. “Sì, abbiamo dei giocatori che rappresentano il valore aggiunto del gruppo come Cecchino, Verrecchia. Guardiamo sempre al nostro budget che anno dopo anno scende perché aumentano i costi. Penso che anche quest’anno ci prenderemo delle soddisfazioni in giro per il Molise”. Un campionato di vertice e ambizioni anche in Coppa Italia, non è così? “La squadra si presenta bene e penso che possiamo puntare a qualcosa di im-

portante. Su mister Mancini, beh lo avete visto all’opera come allenatore e mi fa piacere del giudizio positivo che avete espresso. A Sesto Campano mancini è un punto di riferimento e penso di aver affidato le sorti future del Sesto Campano in buone mani. E’ una persona seria, onesta e preparata”. Si ferma qui il patron del Sesto Campano. La giornata di oggi prevede il seguente programma: ore 16 triangolare con tre partite da 45 minuti. A seguire momenti di intrattenimento con musica e piatti prelibati. Al termine ci sarà la presentazione della squadra con la partecipazione di autorità politiche locali e provinciali. Alla festa del Sesto Campano prenderà parte anche il presidente della FIGC Molise Piero Di Cristinzi.

Monti Dauni, oggi la prima uscita contro il Casalnuovo di Dino De Cesare Tutti in attesa della prima uscita dei loro beniamini. Tifosi e sportivi di Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia e Castelnuovo della Daunia, i tre paesi del comprensorio “Sub Appennino nord” che esprimono la compagine del Monti Dauni, sono già in fermento per la prima amichevole della stagione che la squadra sosterrà oggi pomeriggio, alle ore 17, sul sintetico di Casalnuovo, che è poi il terreno di gioco sul quale Cardone e compagni disputeranno il loro

settimo campionato di Eccellenza in terra molisana. E l’incontro sarà quasi una “stracittadina” in quanto il gruppo del neo tecnico Franco Sante si misurerà con l’altra formazione locale, il Casalnuovo Monterotaro di mister Pasquale Ferrecchia, che nella prossima stagione disputerà per la prima volta il torneo di Prima categoria, sempre in Molise. Sarà perciò una festa cittadina, quella di giovedì sulle due tribune dello stadio di Casalnuovo dove si prevede il tutto esaurito, ma soprattutto gli occhi di tifosi e osservatori saranno puntati sul primo “test” ufficiale del Monti Dauni in vista della gara di

Cappa Italia domenica 28 sul campo del Casale Riccia e della prima gara di campionato l’11 settembre. Nell’amichevole con il Casalnuovo sarà l’occasione per mister Sante di provare gli schemi della squadra e comporre lo scacchiere in base ai tanti nuovi elementi messi a disposizione del tecnico foggiano: l’esperto portiere Luigi Pipoli, il difensore Giovanni Stellato, il centrocampista Antonio Scarano e l’attaccante Elia Gravinese, arrivati dal San Giovanni Rotondo (Promozione pugliese); l’attaccante Michele Ciccone, una punta da 20 gol a campionato, e il centrocampista Francesco D’Ettorres,

prelevati dal San Severo (Promozione pugliese), nonché l’ex Lucera (Eccellenza pugliese) Simone Salinno, un centrocampista di grossa classe, fortemente voluto dal nuovo tecnico Sante: “Un elemento che darà un grosso tasso di qualità al gioco e alla manovra della squadra”. “Quella plasmata quest’anno, con notevoli sacrifici economici, è una bella squadra” - dichiara al Quotidiano del Molise il team manager Enzo Iannucci - “Che può sicuramente puntare ai piani alti della classifica ed ai playoff, una squadra costruita soprattutto per cercare di arrivare il più in alto possibile”.

Il tecnico del Casalnuovo, Pasquale Ferrecchia, con Zeman

Ma all’incontro guardano anche i sostenitori del Casalnuovo Monterotaro e il tecnico Pasquale Ferrecchia ne sintetizza gli obiettivi: “Siamo pronti per affrontare al meglio questa nuova avventura che ci vede partecipare per la prima volta nella storia della società ad un cam-

pionato di prima categoria. La nostra è una squadra faida-te: tutti ragazzi del posto e dei paesi limitrofi, che si autotassano per giocare. Perciò il nostro obiettivo principale è quello di divertirci e magari di dare delle belle soddisfazioni ai nostri tifosi”.


28

Giovedì 25 agosto 2011

Il centrocampista, proveniente dalla Berretti del Matera, è il rinforzo promesso a Precali

Turris, ecco il giovane Maragno Mister Precali

Il team manager Licursi promette: “La Coppa Italia è un obiettivo importante al pari del campionato, saremo pronti”

di Leandro Lombardi Ripresa degli allenamenti per la Turris in vista dell’esordio ufficiale, nell’anticipo di Coppa Italia contro la Rinascita Bussese, in programma sabato pomeriggio. Al cospetto della formazione di Martinelli (tornato alla base dopo l’esperienza al Matrice) i santacrocesi potranno testare l’effettiva condizione a poco meno di un mese dall’inizio del ritiro pre campionato, con le prime indicazioni, positive, giunte dai due confronti amichevoli dell’ultima settimana. Intanto dal mercato è arrivato il rinforzo under

promesso al tecnico Precali. Si tratta del centrocampista centrale Maragno, ex Matera, nell’ultima stagione protagonista del campionato Berretti con i lucani. Un ulteriore tassello che si allena con la prima squadra in attesa del tesseramento ufficiale. “Le uniche operazioni in piedi sono quelle riguardanti gli under – ha spiegato il team manager Nicolangelo Licursi – per il resto la squadra c’è ed è pronta ad affrontare gli impegni ufficiali, fin dalla Coppa Italia di sabato pomeriggio”. L’organico è pressochè al completo, ma la società ha dimostrato di non disdegnare eventuali acquisti in corsa. Ce ne saranno altri? “Vedremo cosa offrirà il mercato e se si rivelerà utile intervenire per rafforzare la base. Vediamo come andrà questo impegno di coppa che, lo sottolineo, rientra nei nostri obiettivi e non intendiamo assolutamente snobbare. Il campionato è certamente il clou della stagione, ma negli ultimi anni abbiamo sfiorato la finale di coppa e ci piacerebbe centrarla proprio nella stagione ormai prossima al via. La Turris ha

due obiettivi”. Come giudica l’inserimento dei nuovi giocatori prelevati in estate? Befi e Minari sono volti sconosciuti al calcio molisano. “E’ ancora presto per stilare un giudizio complessivo. I ragazzi sono in fase di preparazione e, complici le gambe appesantite dalla dura preparazione, lavorano per acquisire schemi ed inserirsi in un meccanismo già collaudato. Nemmeno la coppa riuscirà a darci un quadro definitivo, c’è bisogno di tempo e non è assolutamente un problema. Sicuramente, questo posso dirlo, la Turris ha fatto degli acquisti utili in ogni reparto”. Il mister non ha nascosto le ambizioni della piazza: si parte per conquistare il primo posto finale? “Vogliamo riprendere da dove avevamo lasciato e, per la verità, ci sono anche i mezzi per riuscirci visto il parco giocatori a disposizione. La Turris deve stare in alto e lottare per vincere, poi se troveremo qualcuno più bravo di noi faremo i complimenti. In linea di massima, però, si parte per lottare lassù al pari delle altre pretendenti al titolo”. Quali saranno le avver-

sarie più pericolose? Termoli e Montenero sono al livello della Turris? “Queste valutazioni le lasciamo al campo e ai primi verdetti significativi. Noi sappiamo quello che dobbiamo fare e lotteremo per vincere, le altre penseranno a fare lo stesso. Quello attuale è però un mercato molto povero, privo di colpi significativi. Credo che le società abbiamo capito l’importanza dei conti e dei progetti, non badano più alle vittorie una tantum”. Abbattere i costi è una priorità condivisa da tutti… “Mi fa piacere che sia stata scelta questa strada, era giunto il momento di pagare il giusto i giocatori. Bisogna capire dove si può arrivare e non andare oltre con le spese, al fine di non ritrovarsi con i conti in rosso dopo pochi mesi. Sul campo è chiaro che ci sarà battaglia, ma il fatto che siano scese le spese è un segnale positivo per tutto il movimento molisano, nonché una politica sana da cui ripartire per promuovere al meglio il nostro calcio”.

Licursi

La squadra di Barometro chiude altre due operazioni: firmano Vinciguerra e Del Zingaro

Giuseppe Mucci-Montenero: tutto fatto Ufficializzato il passaggio in rossoblu del bomber termolese. Lupi Molinaro, in arrivo Marroncelli? Ultimi colpi di mercato per le formazioni di Eccellenza, alla ricerca dei tasselli necessari per completare i rispettivi organici. In queste ultime ore si è rivelato particolarmente attivo il Montenero che, superata la concorrenza spietata, si è assicurato le prestazioni del bomber ex Turris Giuseppe Mucci, utilizzato poco nella passata

stagione, chiuso dai due argentini Cicotello e Marinelli, oltre che dal nuovo acquisto santacrocese Befi. Un acquisto di qualità per i rossoblu di Lallopizzi, passati dal sogno Esposito (il giocatore potrebbe ancora decidere di tornare in Molise) alla certezza rappresentata da Mucci, il cui accordo è stato ufficializzato proprio

nelle ultime ore dalla dirigenza rossoblu, che aveva già ottenuto il sì all’inizio di quest’ultima settimana. Particolarmente attivi sul mercato i Lupi Molinaro di Massimo Barometro, neopromossi che stanno portando avanti un mercato di tutto rispetto. In attesa di perfezionare l’acquisto di Vena, ed ottenuta la riconferma di Celato, i biancoverdi hanno messo nero su bianco altre due operazioni già paventate nei giorni scorsi. Si allenano al Nuovo Antistadio i due nuovi attaccanti Vinciguerra e Del Zingaro, che hanno raggiunto i nuovi compagni prima di apporre la firma sul contratto per la prossima stagione. Risultano dunque completate le caselle dell’attacco campobassano. A centrocampo, invece, accertate le difficoltà per arrivare a Di Claudio, le attenzioni della dirigenza si sono spostate tutte su un colpo ad effetto da piazzare negli ul-

timi giorni di mercato. Il nome buono sembra essere quello di Marroncelli, che avrebbe dato il suo assenso al trasferimento alla corte di Barometro, pur consapevole delle difficoltà presenti per portare a termine l’operazione. Lo scoglio dell’ingaggio, in primis, non consente una rapida chiusura delle trattative, ma non è escluso un riavvicinamento nelle prossime ore che consenta di avvicinarsi alla fatidica fumata bianca. Barometro lo accoglierebbe volentieri al centro del campo, ma attende un segnale importante dal giocatore per procedere. ville

Marroncelli


Giovedì 25 agosto 2011

29

Serie A2. La squadra è abbastanza rinnovata e non è data tra le favorite alla promozione

Fenice, ‘pericolo’ Cannestracci L’ex tecnico biancoazzurro è alla guida di Santa Croce sull’Arno

Cannestracci

di Camillo Pizzi ISERNIA. Sarà una NGM Mobile Santa Croce un po’ diversa rispetto agli anni passati quella che ha cominciato da circa una settimana la preparazione. Infatti, almeno sulla carta e nelle opinioni degli addetti ai lavori, la squadra toscana, affidata all’ex-allenatore della Geotec Isernia della passata stagione, Jorge Cannestracci, non parte tra le favorite per la promozione in serie A/1 per via di una squadra abbastanza rinnovata rispetto allo scorso campionato. “Non è detto che i cambiamenti siano sempre voluti, a volte sono obbligati. Ma noi non ci siamo demotivati, anzi

– afferma il direttore generale toscano, Leonardo Ciardi – è un modo per far vedere la nostra vitalità pure in questo ambito”. Noi siamo ancora qui e sarà il parquet a dare indicazioni. Il resto – incalza Paolo Emilio Baldaccini, centrale e capitano di lungo corso della NGM – sono tutte chiacchiere. Abbiamo cambiato? Ma come tutti gli anni. In ogni caso sarà una stagione difficile per tutti. C’è grande equilibrio di valori e, dietro la favoritissima Castellana Grotte, ci sono tante squadre ben attrezzate per una lotta incerta in alto, per i valori vicinissimi tra loro”. La nuova squadra a disposizione di Cannestracci è formata dai riconfermati, gli schiacciatori Jan Willem Snippe (olandese, in cerca di riscatto essendo reduce da un

brutto infortunio che lo ha praticamente bloccato per l’intera stagione) e Michal Hrazdira, ceco, il libero Federico Tosi e, appunto, il centrale Baldaccini. I nuovi sono i palleggiatori Gabriel Garnica (italo-argentino proveniente dall’Edilesse Reggio Emilia) e Andrea Masini (la passata stagione in serie B, ma con esperienza in A/2), i centrali Michele Parusso e Davide Candellaro (rispettivamente ex-Mantova e Reggio Emilia), gli opposti Matteo Paoletti (autore di una discreta stagione a Genova) e Leano Cetrullo, lo scorso

anno riserva in A/1 a Monza, e lo schiacciatore ex-Isernia Matteo Bertoli, che ha disputato la serie B/1. A loro la

dirigenza del Santa Croce aggiungerà alcuni giovani del vivaio per completare il roster.

La manifestazione del capoluogo ha ampio respiro a livello interregionale

Terzo raduno di Vespe a Campobasso Domenica il Club Campeggio Molise ospiterà a contrada Macchie le storiche due ruote Archivio

Il Club Campeggio Molise avrà il piacere di ospitare il giorno 28 agosto, presso l’area di sosta “D. Ferrante” sita in C.da Macchie, 1 – Campobasso, il 3° Raduno Interregionale Città di Campobasso organizzato dal locale Vespa Club. Dopo gli alunni dell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali e Turistici “V. Cuoco” di Campobasso ospiti per una giornata intera all’area di sosta, dedicata all’apprendimento del turismo itinerante “sul campo”; dopo aver accolto per due edizioni un gruppo di radioamatori-camperisti che hanno partecipato con ottimi risultati al Contest Italiano 40/ 80, questa volta saranno gli equipaggi in Vespa, provenienti da varie regioni italia-

23 Agosto 2011 VIII Cronoscalata Ponte 13 Archi - Tufara 1° 2° 3° 4° 5° 6° 7° 8° 9° 10° 11° 12° 13° 14° 15° 16° 17°

Palumbo Silvano Lalli Andrea Giuliani Luca Nappa Eduardo Palladino Francesco Maiorano Gianluca Struzzolino Giovanni Di Nucci Fernando Di Lavro Daniele Coccaro Giuseppe Setaro Giovanni D’Errico Massimo Trotta Leonardo Romanella Domenico Di Carlo Silvio Pietrorenzo Clemente Iarossi Roberto

14.36 15.02 15.09 15.55 16.02 16.11 16.18 16.35 16.53 17.00 17.38 17.40 17.43 18.06 18.09 18.19 18.23

18° 19° 20° 21° 22° 23° 24° 25° 26° 27° 28° 29° 30° 31° 32° 33°

Agostinelli Marcello De Marco Antonio Di Stazio Giuseppe Santoro Maurizio Cassetta Michele Pallotta Tonino Laudatio Francesco Colucci Nicola Spaventato Luigi Bugiardini Stefano De Marco Fabio Di Nunzio Salvatore Discenza Stefano Gili Tommaso Veredice Antonio Giarrusso Nunzio

18.24 18.25 18.28 18.32 19.01 19.29 19.55 20.01 20.23 21.35 21.37 22.00 22.27 23.40 23.55 28.44

Il rauno di Domenica scorsa

ne, che potranno servirsi dell’area di sosta camper come ottima base per il loro 3° Raduno Interregionale. Continua così l’impostazione data sin dall’inizio dai verti-

ci del Club campobassano, che vuole l’area di sosta come luogo “polifunzionale”, al servizio di tutta la collettività e che coglie l’occasione nel contempo di favo-

rire la conoscenza del turismo itinerante facendone apprezzare gli aspetti positivi e aggreganti dello stare insieme all’aria aperta e nella natura.

Silvano Palumbo batte tutti nella VIII Cronoscalata Ponte 13Archi di Tufara Numerosa partecipazione dei ciclisti molisani alla Cronoscalata Ponte 13 Archi di Tufara. Palumbo era favorito e non ha tradito la sua perfor-

mance, mentre era assente il Francesco Berardini che era tra i favoriti. Tra i partecipanti il campione europeo di corsa campestre delle Fiamme

Gialle , Andrea Lalli, piazzantosi secondo. Per motivi di infortunio si dedica alla bici seguito dal suo manager Luciano Di Pardo. Archivio


GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 233

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

C’è tempo fino al 30 novembre per presentare la propria idea a sostegno dell’occupazione femminile

Imprese in rosa, il piano del Governo Finanziamenti fino a 120mila euro per progetti di riqualificazione dell’impiego Un altro passo avanti verso la piena realizzazione delle pari opportunità è stato fatto dal Governo. Con un recente provvedimento del Ministero del Lavoro, emanato il 24 giugno e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 2 agosto, sono stati messi in atto nuovi interventi a favore dell’occupazione femminile. Per progetti di incremento e qualificazione del lavoro “le signore” potranno richiedere finanziamenti fino ad un importo pari a 120mila euro. L’iniziativa rientra a far parte del”Programma Obiettivo per l’incremento e la qualificazione dell’occupa-

zione femminile, per il superamento della disparità salariali e nei percorso di carriera, per la creazione di carriera, per la creazione, sviluppo e consolidamento di imprese femminili”. Le azioni positive finanziabili sono le più diverse: dalla promozione della presenza delle donne negli ambiti gestionali mediante specifici percorsi formativi, al superamento della discriminazione salariale tra uomini e donne, oltre a misure per il sostegno delle lavoratrici con contratti di lavoro a tempo determinato con una attenzione particolare rivolta alle giovani neodiplomate e neolaureate.

Tra gli obiettivi della normativa c’è anche quello della creazione e del consolidamento delle imprese a titolarità o a prevalenza femminile. I progetti presentati ed ammissibili al finanziamento potranno riguardare anche studi di fattibilità per sviluppare nuovi prodotti, servizi e mercati con un occhio di riguardo per il settore della green economy. Inoltre, i potranno proporre progetti che contemplino azioni di supervisione, supporto e accompagnamento secondo la metodologia del menioring, ossia una sorta di tutoraggio operato da imprenditori o imprenditrici che accompa-

gnano nel loro percorso altre imprenditrici. Non sono state trascurate le esigenze delle lavoratrici straniere. La legge prevede anche la possibilità di finanziamento di quei progetti virtuosi volti a promuovere la qualità della vita personale e professionale attraverso una serie di misure finalizzate alla rimozione dei pregiudizi culturali secondo una prospettiva diretta verso le pari opportunità. A tal proposito si sceglieranno azioni che applichino le strategie comunitarie con effetti concreti sul territorio. Le domande di finanziamento possono essere presentate dal primo di

ottobre al 30 novembre 2011. Le modalità e i termini di partecipazione sono

consultabili sul sito del Ministero del Lavoro www.lavoro. gov.it.

Centinaia di offerte online

Trovare lavoro grazie a Internet Una rete di opportunità a portata di click

La domanda va inviata esclusivamente via web entro il 19 settembre

Scuola, pubblicato il bando per l’iscrizione nelle graduatorie Si avvisa che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha emanato il D.M. n. 62 del 13 luglio 2011, relativo a modalità e termini per la presentazione delle domande per l’iscrizione nelle graduatorie di circolo e d’istituto del personale docente ed educativo delle istituzioni scolastiche statali di ogni

ordine e grado per il triennio scolastico 2011/2012, 2012/ 2013 e 2013/2014 e del Mod. B per la scelta delle istituzioni scolastiche ai fini dell’attribuzione delle supplenze temporanee, sia per il personale incluso nelle graduatorie ad esaurimento, di cui al D.M. n. 44 del 12 maggio 2011, sia per quello non incluso nelle medesime graduatorie. Le domande di partecipazione alla procedura, redatte in carta semplice, secondo i modelli allegati al bando, dovranno essere presentate entro il termine perentorio del 16 agosto 2011. L’invio del modello B per la scelta delle istituzioni scolastiche, deve essere effettuato esclusivamente

con modalità web, conforme al codice dell’amministrazione digitale, dal 18 luglio 2011alle ore 14,00 del 26 agosto 2011. Il decreto è affisso all’albo degli Uffici scolastici regionali ed è altresì disponibile sul sito internet del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, all’indirizzo www.istruzione.it http://www.istruzione.it/web/ istruzione/reclutamento/graduatorie_ istituto e sulla intranet. Bando in GU n. 56 del 157-2011. Scadenza: 16 agosto 2011. Per quanto riguarda il Personale ATA - Graduatorie di circolo e di istituto di seconda fascia (nota n. 5787 del 12.7.2011), si sottolinea che la domanda per l’inclusione nelle graduatorie di circolo e di

istituto di seconda fascia, unica per tutti i profili per cui l’aspirante ha titolo, deve essere compilata e trasmessa esclusivamente via web, tramite le istanze on line dal 23 agosto 2011 alle ore 14:00 del 19 settembre 2011. Ciascun aspirante a supplenza temporanea può indicare complessivamente non più di trenta istituzioni scolastiche per l’insieme dei profili professionali cui ha titolo. Nel limite delle trenta istituzioni scolastiche, l’aspirante può, rispetto al numero delle istituzioni scolastiche già prescelte (All. B2D.M. 75/01) sostituirle tutte o in parte. Info su: http:// www.istruzione.it/web/istruzione/reclutamento/ graduatorie_istituto

Erasmus per giovani imprenditori Un aiuto per chi vuole mettersi in proprio Il programma «Erasmus per Giovani Imprenditori» è un nuovo programma di scambio dell’Unione europea che ha come obiettivo quello di aiutare nuovi imprenditori ad acquisire le competenze necessarie per gestire una piccola e media impresa offrendo loro la possibilità di trascorrere del tempo in un altro paese europeo presso un imprenditore già affermato. Il programma facilita l’accesso a nuovi mercati e la

30

ricerca di potenziali partner commerciali, rafforza i network di imprenditori e Pmi, permette a imprenditori affermati di sviluppare nuove relazioni commerciali e scoprire opportunità di mercato in un altro paese Ue. Possono partecipare nuovi imprenditori ed imprenditori già affermati. Fonte:http:/ /www.europaregioni.it. Indirizzo del sito di riferimento:http:// w w w . e r a s m u s entrepreneurs.eu

Pagina a cura di Daniela Iannantuono

La rete offre un’infinità di opportunità per trovare un’occupazione on line. Collegati al proprio pc, comodamente seduti in poltrona o sotto l’ombrellone si può accedere ad un’infinità di siti internet specializzati nell’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Ed oggi con la diffusione sempre crescente di tablet e smartphone visitare il web è sempre più facile ed accessibile.Con un semplice click è possibile visionare centinaia di offerte, categorizzate per tipologia di impiego e per località. Forse sono fin troppe, con il rischio di perdersi in un mare di annunci senza concludere niente di concreto. Tra i portali specializzati uno dei più utili, affidali e concreti e senz’altro www.infojobs.it. Una raccolta aggiornata di tutte le offerte pubblicate dai siti specializzati si può invece trovare su www.jobrapido.it. Il sito offre anche un’efficiente servizio di newsletter che permette di ricevere ogni giorno sulla propria casella di posta elettronica le ultime offerte. Molto utile è anche il blog collegato al sito che fornisce preziosi consigli a chi cerca lavoro. Per chi è interessato a dare un’occhiata alle offerte delle agenzie interinali c’è www.helplavoro.it. Il sito offre la possibilità di inserire il proprio curriculum vitae, perché venga preso in considerazione delle imprese che ricercano personale. A livello locale è utile consultare periodicamente i siti della Provincia di Campobasso ed Isernia per visionare alcune interessanti offerte di impiego sia nel settore pubblico che in quello privato. Anche il portale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali www.cliclavoro.gov.it offre notizie utili sul mondo del lavoro, aggiornamenti e offerte di impiego non solo provenienti da ogni parte d’Italia ma anche dall’estero, in Europa ed altrove. Il portale, on line dal 22 ottobre, ha l’obiettivo di favorire e migliorare l’intermediazione tra domanda e offerta di lavoro e il raccordo tra i sistemi delle imprese, dell’istruzione, della formazione e delle politiche sociali, garantendo a tutti gli operatori del “sistema lavoro” un accesso semplice ed immediato ad un catalogo completo e dettagliato di informazioni e servizi per il lavoro, disponibili in un sistema informativo condiviso e cooperativo. Attraverso il portale, cittadini ed imprese possono, autonomamente o tramite un intermediario, pubblicare candidature ed offerte di lavoro ed effettuare ricerche per entrare in contatto con chi cerca o offre lavoro attraverso il link diretto ai servizi. Tra le novità del portale, la vetrina delle opportunità per lavorare nelle pubbliche amministrazioni, la banca dati dei percettori di sostegno al reddito e un’area informativa e di comunicazione (newsletter, rassegna stampa periodica, sondaggi).


ANNO XIV - N. 233

GIOVEDI’ 25 AGOSTO 2011

RELAZIONI SOCIALI ISERNIA affascinante bellissima novità. 21 enne provocante, caldissima per momenti di verorelax, scopri la sensazione anche sotto la doccia da impazzire. Tel. 389.8924175

fiato. Fisico bellissimo da modella, 26 anni tutto pepe. Ragazza passionale e giocherellona ti aspetta in ambiente riservato. Vieni a provarmi.No anonimo. Tel. 320.6981255

NOVITA’ A CAMPOBASSO bambolina alta e snella, 5^ naturale fisico da urlo bellissimo fondoschina, capelli lunghi labbra carnose e molto sensuali. Amante dei preliminari pronta a soddisfare tutti i tuoi desideri. Ambiente riservato, no anonimo. Tel 327.9327812

A CAMPOBASSO appena arrivata, 7^ misura, seducente, sensualissima, affascinante, stupenda bambola deliziosa, giovane amante del preliminare, dolcissima, disponibile, bravissima. Ambiente riservato e climatizzato. Tel. 366.2079176

CAMPOBASSO Martina novità, cavallona spagnola, 1,70 4^ naturale occhi verdi capelli biondi lunghissimi. Lato B mozzaAUTO E MOTO VENDESI Alfa Romeo 146 T. Spark 1.4 16 valvole fine ‘99rosso bordeaux metalizzato doppio airbag- unipro- ottime condizioni tagliandata. Euro 2.750,00 trattabili Tel. 335394378 VENDESI Lancia Y 1.2 8 v serie Dodo, anno 2007, alcantara blu-beige, doppio airbag, ottime condizioni. 84.000 Km originali. Euro 2.950 trattabili. Antonio Tel. 335.394378 VENDESI Daewoo Matiz City anno 2000 Clima, ottime condizioni, unico proprietario, blu, 128.000 Km originali Euro 1.750 tratt. Tel. 335.394378 VENDO moto husquarna 125 sms, luglio 2008, Km 7.400. Rosso/bianco, buono stato tagliandata. Euro 3.000. Tel 393.1707285 VENDESI Fiat Punto 1.2 Lx anno 2003, 3 porte blu metallizzato. Climatizzato City 138.000 Km. Ottime condizioni euro 2,750.00 Trattabili. Tel. 335.394378 VENDESI Fiat Panda 1100, vecchio modello, 4x4, con impianto Gpl, 100.000 km. Euro 3.000 tratt. Tel. 333.7404477 VENDESI Alfa 33s 1989 -buono statokm 110000 da mettere in moto ferma da 4 anni. Euro 800. TEL.3475320038 VENDESI Alfa 146 1.4 t.spark rosso metallizzato, ottime condizioni, fine 99 144000 KM tagliandata da poco. Euro 2.750. TEL. 335.394978 VENDESI Toyota Corolla Verso 2.0 turbo diesel anno 2004 perfette condizioni tagliandata Toyota Euro 5.450 trattabili TEL. 335.3943378 VENDO Punto 1200, km 130.000, buono stato generale, nno 2000. Euro 2.200. Tel. 339.5843460 VENDO Renault Megane 1.300 benzina, 5 porte, motore in buone condizioni. Euro

A CAMPOBASSO novità, Crystal, bellezza da urlo, corpo da copertina, 6^ misura, dolce, coccolona, amante lunghi preliminari. Fantasiosa, giocherellona, maliziosa,

Tutto

completissima. Ambiente climatizzato e riservato. Tel. 327.7168368

ce, sensuale, taglia IV naturale. Ti aspetta per piacevoli momenti. Tel. 389.5528008

CAMPOBASSO novità, splendida mora, piccanti preliminari, disponibilissima a tutto, molto paziente e giocherellona Tel. 327.9383412

A CAMPOBASSO bella bambolina, veramente affascinante, completissima, V misura, caldissima, dolcissima coccolona, senza fretta. Tel. 331.8552282

A CAMPOBASSO appena arrivata, Bruna 25enne, bella mora, capelli lunghi, alta 1,70, molto brava a lavorare. Anche a domicilio. Da lunedì a domenica. No anonimo. Tel. 328.2750123

ISERNIA NORD, novità Jennifer e Lorena, esuberanti bellezze latine mai viste, 20 anni, tutte curve, 5^ naturale, bellissimo fondoschiena, disponibilissime, senza fretta, bravissime insieme e anche separate. Ambiente riservato e accogliente. Tutti i giorni, anche la domenica fino a tardi. Tel. 329.7264588

Tutti i giorni A CAMPOBASSO appena arrivata Maria, alta 1,70, bionda, snella, dol-

Mercato olise M

Annunci economici gratuiti 2.500 tratt. Tel. 338.9425981 VENDO cerchi in lega Momo per Alfetta Tel. 333.1775265 VENDO X BMW 5 cerchi in lega vecchio tipo, per Maserati 4 cerchi in lega vecchio tipo. Tel. 333.1775265 VENDO Volkswagen Golf 1900 td-sw Euro 500 o cambio con auto benzina sw. Tel. 333.1775265 VENDO Opel Astra 2000 td 150000 Km. tagliandata optional cd-radio-gancio traino-navigatore, etc. Anno 90. Euro 2.000. Tel. 333.1775265 VENDO moto Yamaha Fazer 600 anno 2003 ottime condizioni. Info Tel. 334.3537406 VENDO moto Honda Hornet 600. Usata pochissimo. Anno 2007 prezzo 3.750,00 euro tratt. Tel. 368.545014 VENDO Peugeot 206, 3 porte, grigio metallizzato, freni e frizione nuovi, anno 2001. Euro 2.200. Per qualsiasi prova e informazione. Tel. 339.2725819 VENDO Camper Laika Ecovip 1 2007 nuovo, Ducato 160 km. 21.000, 5 posti, super accessoriato, prezzo 40.000,00 euro

tratt. Metri 7, no perditempo! Tel. 333.6007768 VENDO camper Arca Ducato 1.9 TD anno 1990, 5 posti, doppia dinet più mansarda spaziosa. Gavò posteriore, gancio traino omologato. Porrta bici 3 p. a Bojano. Euro 7.500 tratt. Tel. 328.9665099 VENDO 4 gomme termiche Dunlop 195/ 65/R15 (2000Km percorsi) con 4 cerchi (5 fori per Audi, Golf, ecc.) Euro 260,00. Tel. (18-21) 342.0012327 VENDO Monovolume 7 posti 4x4 Mitsubishi Space Wagon benzina, anno 1999, full optional, grigio metallizzato, bellissima, da vedere. Euro 4.500,00 tratt. (Chiedere di Pietro) Tel. 328.9665099 VENDO Opel Tigra Twin Top Cabrio, colore antigua con tettuccio avorio ed alettone avorio più impianto gpl sequenziale a euro 7.000 trattabili del 2005. Tel. 0875.630686 VENDO Fiat Grande Punto Dinamic anno 2008, 1.200, full optional, km 9.000, 5 porte, grigio mettallizato. Euro 7.700 Tel. 328.0447557 VENDESI Quad linhai 260 2x4, anno 2008, km. 2.500, con bauletto e portapacchi, includo casco, condizioni eccellenti. Euro 2.300 tratt. Tel. 329.4958090 V E N D E S I Opel Tigra Twin Top cabio del 2005 con Gpl sequenziale e alettone originale Opel. C o l o r e auto=antigua. Bellissima. A euro 9.000 tratt. Tel. 327.1310751 VENDO BMW Z3 cc 1800, anno 07/2000 Km 30.000 sempre in garage, perfetta. Vincenzo Tel. 339.2761632 VENDO macchina Renault Emiroh Capriole rossa del 15.10.2007. Cilindrata 1598. Tel. 0865.952067 (dalle ore 18,30) VENDO Fiat Uno 1.100cc anno 1984 km 90.000 ottimo stato, sempre in garage. Prezzo da concordare. Tel. 329.4148663 VENDO Opel Tigra twin top con gpl sequenziale di colore auto antigua con alettone originale color avorio. Anno 2005. Prezzo 9.000 euro tratt. Vero affare. Tel. 327.1310751 VENDO Scooter Piaggio Vespa 50, anno 99, 5.000 km, usato poschissimo con bauletto. Euro 600 (Termoli).Tel. 348.5257124 VENDO Auto scoda octavia

(berlina) anno 2002 Kw,66, gasolio cilindrata 1900 Euro 2.500 Tel. 0874.841595 VENDESI Xsara 1.4 anno fine 2000 unico proprietario metallizzata, ottimo stato, mai incidenti. Euro 3.500 trattabili. Tel. 339.2077177 VENDO 4 pneumatici su cerchi in lega 4 buchi 190-60-14 da audi 80, buono stato. 150 euro, oppure 4 pneumatici su cerchi in lega 4 buchi 185-60-14 da hyunday lantra 100 euro. Tel. 3342275441 - 087490679 VENDO Suzuki Vitara, impianto Gpl, anno ‘90. Euro 4.000. Tel. 0874.871613 VENDO Yamaha Virago VX-535 anno 2000, Km 20.000 colore nero perla con piccole modifiche. Euro 3.000,00 tratt. Tel. 339.3767183 VENDO Renault Megane “Coach”, 1,4 benzina 16v, full optional. Eruo 2.100. Tel. 331.8001053 VENDO Fiat Stilo Dinamic JTD 1.900cc anno 2002, metallizzata, full optional, km 68.000. Eruo 6.500 trattabili. Tel. 338.3145318 BELLISSIMA bicicletta tipo Graziella, anno 1970, con motore alimetato a miscela. Vero affare. Tel. 339.6157329 IMMOBILIARE VENDO / PERMUTO Rodi G.O -FGappartameno mq 60 circa. 2 bagni, ingresso, cucina e 2 camere, con pari zona Pescara o Termoli per motivi di studio. Tel. 328.2651136 RIPALIMOSANI centro fittasi appartamento mobiliato. 300 EURO camera, cameretta, saloncino, cucina e bagno. No perditempo. TEL 329.9029055 - 328.4291940AFFITTASI aa Campobasso a studenti/esse appartamento nuovo adiacente università Agraria, tre camere e due bagni. Tel. 349.6990110 CEDESI attività commerciale abbigliamento in corso Vittorio Emanuele Campobasso. Tel. 340.1059227 AFFITTASI locale mq. 100, uso deposito-garage, località Coste d’Oratino. Tel. 349.1587787 AFFITTASI a Campobasso V.Mazzini camera in appartamento già occupata da 3 studentesse. Termoautonomo. Euro 170. Tel. 329.6241824 FITTASI a famiglia referenziata caratteristico appartamento centro storico ferrazzano su tre livelli recentemente ristrutturato con materiale e rifiniture di pregio tavernetta, pranzo con camino, cucina, 2 camere, mansarda, 3 bagni, cantina. Da vedere. Tel. 338.7045454 VENDO a Campobasso in via Crispi, 8 appartamento primo piano, libero, mq 140, vani 5 più servizi e posto auto. Tel. 02.61291273 VENDO appartamento a Bojano, in via Insorti d’Ungheria n. 32, composto da 2 camere, salone, cucina, bagno e fondaci, 2 balconi. Munito di impianto termico a metano + caminetto. Euro 45.000 tratt. Tel. 320.0851921 TAORMINA - GIARDINI NAXOS (ME) affittasi mesi estivi, monovano arredato per 4 persone, angolo cottura, aria condizionata,televisore, telefono, vicinissimo al mare e a 10 minuti da Taormina. Residence “Les Roches Noires” Tel. 331.2887502 VENDO appartamento a Campomarino, mq. 120 netti, 3 camere, salone, cucina, 2 bagni, 2 ripostigli, ingresso. Costruzione antisismica, vista sul mare. Tel. 333.7140287 VENDO palazzetto di tre piani, sito in Montorio nei Frentani Campobasso). Autentica occasione. No agenzie.

Tel. 06.8416320 AFFITTASI a studentesse appartamento in via Ins. d’Ungheria a Campobasso: 4 stanze arredate. Tel. 333.7516561 VENDO fabbricato Castelpetroso vicinanze santuario composto locale commerciale predisposto ristorante e due appartamenti camere con bagno arredati uso bed and breakfast. Tel. 0875.84765 FITTASI 2 camere singole in appartamento nuovo arredato in via Ungaretti Campobasso Euro 180,00 mensili Tel. 329.1452993 FITTASI per 4 persone giugno/luglio/ agosto/settembre San Salvo Marina 100 mt. dal mare Tel. ore serali 339.8256172 FITTO locale commerciale su strada statale Venafrana, bivio Macchia d’Isernia, mq 50. Tel. 349.4699314 VENDO terreno mq 5.500 circa lungo la Fossaltina (vicino zona sportiva). Euro 22.000 tratt. Tel. 0874.63243 VENDO casa a 45.000,00 euro a Monteroduni (Isernia). Sei stanze e bagnetto. Tel. 3421758003 VENDESI camera balconata ristrutturata, cucina, bagno, cantina e terreno a San Pietro in Valle (Frosolone). Euro 20.000,00 tratt. Tel. 0874.899893 VENDESI terreno agricolo + casetta nuova costruzione, 3.500 mq + 40 (rimessa agricola). Fronte strada, uliveto + alberi da frutta in Gildone (Cb). Euro 35.000 tratt. Tel. 335.394378 VENDO terreno agricolo in agro di Civitacampomarano. Vicino strada, ideale per agricoltura biologica. Incontaminato a circa 450 mt. s.l.m. Tel. 340.6244093 FITTASI in Campobasso centro tipico locale di ferramenta, ottimo investimento. Tel. 339.7422372 / 0874.61078 VENDO appartamento a Campobasso, primo piano in via G. Vico, composto da 4 camere: cucina, bagno, cantina e ampio terrazzo. Posto esterno condominiale per auto. Tel. 333.3632887 VENDO appartamento in Vinchiaturo mq. 137 divisibile in due appartamenti, più garage, più mq. 137 circa di quota parte con terrazzo. Euro 180.000,00 tratt. Tel. 348.7403800 FITTASI a Termoli miniappartamento arredato, elegante, riscaldamento autonomo e lavatrice. Max 3 letti, giugno-luglioagosto, non residenti, a 1 km dal mare. Tel. 349.5240899 VENDO, in agro di oratino C/DA Lammerti numero due terreni. Tel. 347,5929317 AFFITTASI, appartamento uso ufficio in zona centralissima a Campobasso. Sei vani più accessori ristrutturato e pronto per l’uso. Euro 900,00 mensili Tel. 333,5223554 VENDO, avviata attività commerciale al centro di Bojano. Giocattoli e prima infanzia. Prezzo interessante. Tel. 346.409713 AFFARONE, vendesi villa bifamiliare, 240 mq., tre livelli - giardino - garage doppio ingresso, ideale per famiglia con genitori o altri conviventi. Ottime finiture, parco gerani Ferrazzano. Tel. 333.6368714 VENDO a Bonefro abitazione centrale con negozio e soppalco, quattro camere, cucinino e bagno, più altri locali e terreni agricoli. Prezzo affare. Tel. 0865.77424 VENDO terreno edificabile mq. 4700 zona espansione in Macchia d’Isernia, in centro abitato. Vero affare. Tel. 349.4699314

VENDO casa di vani 10 su due livelli, pt. piccolo garage, 3 cantine tot. mq. 90 1° p. 4 camere, 1 bagno, cucina grande tot. mq. 105 + terreno mq. 200. Tutto a euro 55.000,00 tratt. A Bojano. Tel. 328.9665099 VENDESI capannone prefabbricato di mq.700 più mq.70 di soppalco per ufficio più mq.2300 di terreno. Zona industriale Padulo Conte Guardiaregia (CB). Tel. 0874.797196 - 320.4421260 AFFITTO locale di mq. 55 sito a Bojano in via Salco D’Acquisto, uso ufficio, di nuova costruzione, piano terra. Euro 300,00. Tel. 320.1781072 VENDESI a Termoli in via Molinello, appartamento mq. 150 - P.T. lato strada 3° piano con terrazzo mq. 70 in pasco. Prezzo interessante. Tel. 0875.705072 VENDESI a Campobasso appartamento, centro storico, di mq. 50. Euro 49.000,00 Tel. 360.364024 VENDO a Mirabello Sannitico abitazione in zona centrale composta da: sala da pranzo, soggiorno e cucinino al piano rialzato. Due camere da letto, bagno e balcone al primo piano. Due locali al piano seminterrato. Tel. 0874.30166 FITTO a Campobasso appartamento uso ufficio, studio. Zona centro, 2° piano, di mq. 150, con ascensore, in palazzo signorile. Euro 650. Tel. 333.5792518 VENDESI a Toro antico palazzo nobiliare su sei livelli - 38 stanze - 1200 mq. totali, antichi saloni uno dei quali affrescato. Da ristrutturare. Residenza di prestigio. Tel. 348.7556710 VARIE VENDESI splendidi cuccioli di Dobermann, discendenti di campioni mondiali e delle piu’ importanti genealogie: prezzo 700 euro. Tel. 338.4046542 RAGAZZO 29 enne, cerca lavoro come: cassiere, deposito, custode, bibliotecario, agenzia viaggi, segreteria medica, ecc. Partime o saltuari su Iserni. Tel. 339.2561253 RAGAZZO SERIO e affidabile, in possesso di patente B, cerca lavoro come autista e/o cameriere Tel. 334.9335364 RAGAZZO SERIO cerca lavoro di qualsisi tipo, senza problemi di orario anche come dog/cat sitter Tel. 334.5935420 DIRETTORE D’ALBERGO offresi anche per eventuali nuove aperture. Momentaneamente a Roma ma pronto a trasferirsi nel Molise Tel. 338.2767484 RAGAZZO SERIO ED AFFIDABILE amante degli animali cerca lavoro come dog/cat sitter, sia per brevi che per lunghi periodi. Per info miky-cb@live.it Pranoterapeuta! cerca, per collaborazione assieme, studio di medico, terme, centro benessere, studio di fisioterapista ecc. Pronto a prove. No curiosi e perditempo. Tel. 0874.785319 - 338.5032497 VENDO rotone per irrigazione marca IRRIMEC, lunghezza 160 metri, diametro 63mm. Usato pochissimo. Prezzo 1.900 Euro. L’oggetto è visibile a Viterbo Tel. 338.4046542 VENDO per protesi al ginocchio, pedana vibrante Mancini, ancora imballata pagata euro 500,00. Vendo euro 250,00. Non perditempo. Tel. 338.9209696 VENDO quadro di Pietro Mastrangelo euro 500,00. Tel. 339.5843460 VENDO cucciolone Breton, 18 mesi, già avviato, molto promettente, iscritto. Euro 600,00. Tel. 339.5843460 VENDESI vino rosso collinare, produzione prorpia, anno 2010. Euro 1 a litro. Vitigno vecchio. San Lorenzo Maggiore (Bn). Tel. 338.8454147 VENDO fax Olivetti usato sei mesi per aver comprato stampante che mi fa anche da fax. Vendo a metà prezzo, euro 42,50. Tel. 338807809 ACQUISTO banconote, monete, cartoline, santini, vecchi documenti e oggetti antichi. Michele. Tel. 329.4337065 DIPLOMATA con esperienza come cameriera, commessa e altro, cercaimpiego. Valuto ogni offerta, anche pulizie, assistenza anziani, ecc. Volontà e disponibilità. Tel. 366.4256351


Venafro

Marijuana ‘fai da te’ Scoperta piantagione VENAFRO. Coltivava la sua piccola serra da sballo nel cortile di un condiminio in pieno centro. SERVIZIO A PAGINA 16

Termoli

Sgomberato il parco occupato da homeless SERVIZIO A PAGINA 19

Isernia

Rinvenuto pericoloso ordigno bellico Nella frazione di Fragnete è stato rinvenuto e disattivato una pericolosa bomba che giaceva da 70 anni sotto terra. SERVIZIO A PAGINA 12

MIssione Montecatini

Le Miss molisane partono per l’avventura più bella SERVIZIO A PAGINA 8

Termoli

I pescherecci riaccendono i motori per la Sagra SERVIZIO A PAGINA 20


il quotidiano del molise del 25 agosto 2011  

il quotidiano del molise del 25 agosto 2011

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you