Page 1

ANNO XIV - N. 203

1.00*

LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011 talia ità d’I n U ° 150

* IL QUOTIDIANO DEL MOLISE + IL MESSAGGERO euro 1,00

FONDATO DA GIULIO ROCCO

REGIONE MOLISE - NON ACQUISTABILI SEPARATAMENTE ZONA VASTO - SAN SALVO SOLO IL QUOTIDIANO euro 0,50

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Politica

IL QUOTIDIANO DEL MOLISE: IL PRIMO GIORNALE TUTTO MOLISANO

Primarie

“Appoggiamo Petraroia” Nella Fgci clima sempre più ‘confuso’

Regionali, i giovani di Centrodestra si incontrano nel forum

CAMPOBASSO. Ancora caos nel centrosinistra. Protagonisti questa volta il Pdci e la Fgci Molise. Testa, Cesario, Vertolo e Barca rispondono piccati a Giuseppe Bianchi e ad alcuni esponenti della federazione giovanile dei comunisti italiani. SERVIZIO A PAGINA 3

CAMPOBASSO. Continua on line il dibattito politico in vista delle elezioni regionali in programma per novembre 2011. Questa volta è il centrodestra con i suoi giovani a portare avanti la discussione su Facebook. SERVIZIO A PAGINA 2

Da Petacciato a Campomarino precipitazioni talmente violente e abbondanti da rasentare l’emergenza

Nubifragio, case e strade allagate Un’eccezionale ondata di maltempo ha investito l’intero Basso Molise Valle del Volturno

Insultato perchè disabile “Hai troppi privilegi” VALLE DEL VOLTURNO. Un episodio inqulificabile, ma di sicura inciviltà. Ne è rimasto vittima un disabile che era salito sul bus diretto a Isernia. Una donna ha inveito contro di lui accusandolo di godere di troppi privilegi per la sua condizione di disabile. Si è sfiorata la rissa.

BASSOMOLISE. Pioggia e vento forte si sono abbattuti sulla costa e nell’immediato entroterra causando disagi notevoli. Strade e case allagate a Termoli (Rio Vivo e zona Parco) e Campomarino. Sulla battigia a Termoli un’imbarcazione si è arenata per fortuna senza gravi conseguenze per le persone. Presi d’assalto i centralini di Vigili del fuoco e Protezione civile: decine di interventi di salvataggio hanno tenuto impegnati per l’intero pomeriggio tutti gli equipaggi in servizio.

SERVIZIO A PAGINA 19

SERVIZIO A PAGINA 20

Attualità

Lo sport

Giovani e sesso sicuro Molisani poco ‘attenti’ Adolescenti in partenza per le vacanze con le valigie piene, ma con “pochi” contraccettivi. I rapporti sessuali occasionali e il rischio di gravidanze indesiderate e trasmissione di malattie rimane alto. E il Molise si trova ai gradini più bassi. (Dati Sigo) SERVIZIO A PAGINA 7

Scacchi Azer Mirzoev re del trofeo ‘Città di Campobasso’

Eccellenza Iscrizione addio per Ururi e Oratoriana

Il successo dello scacchista dell’Azerbaigian.

Festeggiano Virtus Bojano e Comprensorio Biferno.

SERVIZIO A PAGINA 29

SERVIZI A PAGINA 28

1


2

Lunedì 25 luglio 2011

Su Facebook si infiamma il dibattito per le elezioni regionali 2011. Proposte e idee per il futuro della Regione

Centrodestra, ecco il Forum dei giovani Obiettivo presentare un documento programmatico da presentare al candidato presidente

CAMPOBASSO. Continua on line il dibattito politico in vista delle elezioni regionali in programma per novembre 2011. Questa volta è il centrodestra con i suoi giovani a portare avanti la discussione su Facebook nel Forum Elezioni regionali 2011: i giovani di centrodestra. Proposte e

idee’ dove è possibile trovare spunti e riflessioni sull’attuale quadro politico regionale. E non stanno con le mani in mano i ragazzi della coalizione che ha conquistato recentemente anche la Provincia di Campobasso. Tra i principali obiettivi del Forum c’è infatti quello di pre-

parare un documento programmatico da sottoporre all’attenzione del futuro candidato del centrodestra che si presenterà per la Regione. E in circolazione domina su tutti quello dell’attuale governatore Michele Iorio, leader indiscusso della coalizione e consacrato anche dall’appoggio dei più giovani. Il documento verrà terminato per la fine dell’estate e conterrà idee e proposte per il rilancio della Regione con particolare attenzione verso le politiche giovanili e verso l’innovazione e la ricerca. Linee guida, dunque, incentrate soprattutto sul lavoro e sulle problematiche ad esso riferito e, a tal proposito, tra gli interventi emerge a chiare lettere la richiesta “per un futuro migliore” supportato da nuovi investi-

menti. La crisi economica, in particolare, è il principale mostro da combattere per i giovani utenti del Forum che propongono commissioni tematiche e gruppi di lavoro per lavorare a nuove proposte. Tra i progetti della Regione Molise si discute del Piano Integrato Giovani che attinge a fondi comunitari e di concerto con il Ministero del Lavoro. Un programma destinato a promuovere l’occupabilità e favorire l’occupazione di circa 1800 giovani. Il Piano prevede una fase iniziale di formazione, una seconda fase di sostegno alle imprese mediante contributi per assunzioni a tempo indeterminato e, infine, un incentivo per la creazione di impresa. I bandi, viene specificato sul Forum, usciranno entro metà agosto.

Si svolgerà a metà settembre e si rivolgerà anche ai ragazzi

La Democrazia Cristiana pianifica un incontro con l’Onu e i molisani CAMPOBASSO. Il partito della Democrazia Cristiana sta pianificando ed organizzando un incontro con un’agenzia dell’Onu. La manifestazione, prevista per metà settembre, si svolgerà nella base Pugliese responsabile per il bacino del mediterraneo e si rivolgerà anche al popolo molisano. “Questa rappresenta per noi una delle tante attività che organizzeremo a favore della popolazione molisana”, ha dichiarato Antonio Di Rocco. “Altri eventi – continua il segretario re-

gionale del partito – seguiranno e riguarderanno tutta la popolazione, dall’agricoltore all’anziano. Questo evento rappresenta un’occasione unica, in special modo per i giovani laureati che sono interessati a lavorare presso enti internazionali. La giornata pugliese ci aiuterà a conoscere più da vicino un ente umanitario a respiro internazionale e a scoprire quali le potenziali occasioni lavorative per i giovani molisani”. “Rivolgendosi in special modo ai giovani – ha affer-

mato il portavoce Monita – dobbiamo pensare fuori dai confini del nostro piccolo giardino regionale e nazionale, ma ragionare in modo globale. A tale scopo, entra a pieno titolo, la pianificazione dell’incontro che avverrà con un’agenzia delle Nazioni Unite basata in Italia”.Le Nazioni Unite hanno come fine il conseguimento della cooperazione internazionale in materia di sviluppo economico, progresso socioculturale, diritti umani e sicurezza internazionale. Relativamente alla sicurezza internazio-

D’Ascanio: a Pietrabbondante per riflettere sulle nostre risorse Nicola D’Ascanio

CAMPOBASSO. “Una full immersion in due dei più grandi siti archeologici di valenza internazionale, per riflettere insieme sul grande valore delle nostre risorse che sono sottoposte a sistematici attacchi e non vengono valorizzate né utilizzate per la crescita della nostra

terra”. Così Nicola D’Ascanio commenta la sua visita agli insediamenti di Altilia e Pietrabbondante in occasione dell’apposizione, per quest’ultimo, dello Scudo Blu, simbolo della tutela del patrimonio culturale. “Questi giorni – ha continuato l’ex presidente della Provincia di Campobasso – sono serviti a meglio precisare il nostro progetto programmatico nel quale occupa un posto di rilievo lo sviluppo di settori innovativi attinenti alle nostre importanti risorse artistiche, archeologiche e ambientali.

Puntiamo allo sviluppo dell’economia culturale e sociale, attraverso l’impegno diretto di personale specializzato che nella nostra terra, ricchissima di testimonianze importanti, non ha mai potuto impegnarsi direttamente e ha dovuto scegliere altre regioni dove poter mettere a frutto competenze e professionalità. Una strategia programmatica quella elaborata dal movimento ‘Cambiamo il Molise’ che creerà lavoro e reddito e che consentirà la reale salvaguardia del nostro inestimabile patrimonio nella consapevolezza di essere testimoni di una ricchezza che non appartiene solo ai molisani ma all’umanità intera”.

nale in particolare hanno come fine il mantenimento della pace mondiale anche attraverso efficaci misure di prevenzione e repressione delle minacce e violazioni ad essa rivolte. Durante l’evento i partecipanti potranno vedere con i propri occhi cosa sono questi enti sovranazionali, di cosa si occupano realmente e scoprire le eventuali possibilità occupazionali al loro interno. Tutti coloro che sono interessati a partecipare possono inviare una mai all’indirizzo dcmolise@ gmail.com.

Conferenza stampa CAMPOBASSO. È stata programmata per questa mattina alle 11.30, da Antonio Pardo D’Alete, una conferenza stampa, nella sede del Partito Democratico di Campobasso, per illustrare il programma per le prossime primarie e per presentare l’iniziativa “Assemblee e riunioni d’approfondimento per incalzare i cinque candidati”. Antonio D’Alete

Anci e politiche comunitarie

Micaela Fanelli a Bari per intervenire al convegno sulla dimensione territoriale CAMPOBAS- Micaela SO. Micaela Fa- Fanelli nelli, come delegato Anci alle politiche comunitarie, interverrà al convegno “La dimensione territoriale nel quadro strategico nazionale 2007-2013” , che si svolgerà a Bari questa mattina. “È un incontro – commenta la Fanelli – voluto per riflettere sull’andamento dei fondi europei nel Mezzogiorno, per verificare i perché dei ritardi e se stanno servendo per superare la crisi. La situazione generale si rispecchia anche per il Molise. La recente modifica del programma operativo del Fesr per finanziare i progetti territoriali utili soprattutto ai Comuni è importantissima. Dà uno scatto in avanti e rimette in moto l’economia dei lavori pubblici, di cui keynesianamente abbiamo bisogno, ma soprattutto per i progetti strategici di sviluppo per aree vaste. Penso al Pai del Fortore, voluto per ridare slancio, partendo da finalità sociosanitarie innovative, anche in chiave turistica. Bisogna accelerare fortemente, in Molise – conclude , come in tutte le regioni del Sud”. La giornata vedrà alternasi al tavolo tanti relatori: Luigi Perrone, presidente dell’Anci regionale, Walter Tortorella, resposabile dell’ufficio studi autonomie locali e sistemi territoriali, Luca Bianchi, vice direttore dello Svimez, Francesco Monaco, responsabile area Mezzogiorno e Cooperazione dell’Anci, il sindaco di Bari, Michele Emiliano, Micaela Fanelli, Vito Santarsiero, delegato Anci al Mezzogiorno, il ministro per i rapporti con le Regioni e per la coesione culturale, Ernesto Somma, Vittorio Dell’Atti, preside della facoltà di economia dell’Università di Bari, l’assessore Nicola Frantoianni e il vice sindaco di Brindisi Mauro D’Attis.

Slc Cgil ‘scende in campo’ per i diritti dei lavoratori delle poste CAMPOBASSO. Slitta a Mimmo Fiocca, segretario giovedì alle 10.30 la confe- regionale Slc-Cgil poste renza stampa organizzata Molise. V.d.T. dalla Slc Cgil, che era stata programmata per questa mattina. L’incontro è richiesto per rispondere al mancato rispetto da parte di Poste FONDATO NEL 1998 Italiane degli accordi, per la riorganizzazione dei servizi DIRETTORE RESPONSABILE: postali, sottoscritti a settemGIULIO ROCCO bre 2010. “Un passaggio necessario – si legge in una EDITORE: nota – per salvaguardare i ITALMEDIA s.r.l. posti di lavoro che invece SEDE LEGALE: l’Azienda continua a taglia- VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 86100 CAMPOBASSO re. Inoltre la Cgil non può SEDE OPERATIVA certo dimenticare la propria VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 funzione sociale sul territo86100 CAMPOBASSO rio e, di conseguenza, non si SITO INTERNET: può rendere ‘complice’ di www.quotidianomolise.it una situazione che penaliz- EMAIL:redazionecb@quotidianomolise.it za gli utenti, soprattutto Pubblicità quelli dei centri minori, la ITALMEDIA s.r.l. Tel. 0874.484623 cui corrispondenza viene reVia S.Giovanni in Golfo capitata a singhiozzo”. Alla Campobasso conferenza interverranno la EMAIL: commerciale@quotidianomolise.it segretaria generale della CENTRO STAMPA confederazione molisana, Erminia Mignelli, il segreta- ROTOSTAMPA - LIONI (AVELLINO) rio generale della Slc Cgil Registrazione Tribunale di Campobasso N. 157/87 Molise Luigi Lo russo e


Lunedì 25 luglio 2011

3

Bianchi dichiara l’appoggio del partito a D’Ascanio, ma il coordinatore regionale Testa smentisce

Scoppia il caos anche nella Fgci “Ripetiamo ancora una volta la scelta del Pdci di appoggiare Michele Petraroia” Michele Petraroia

CAMPOBASSO. Ancora caos nel centrosinistra. Protagonisti questa volta il Pdci e la Fgci Molise. Michele Testa (coordinatore regionale Fgci), Gian Piero Cesario (segreteria regionale Pdci e se-

greteria regionale Fgci) Andrea Vertolo (segretario Pdci Campobasso e segreteria regionale Fgci) e Fabio Barca (segreteria regionale Fgci) rispondono piccati a Giuseppe Bianchi e ad alcuni esponenti

della federazione giovanile dei comunisti italiani, che nei giorni scorsi, rimescolando le carte sul tavolo, avevano fortemente criticato la scelta del partito di appoggiare alle prossime primarie Michele Petraroia. “Leggiamo – scrivono – con rammarico e stupore la nota che Giuseppe Bianchi ha mandato alla stampa, a firma sua e di quattro giovanissimi compagni della Fgci, tanto giovani quanto inesperti non della politica ma, ma per loro fortuna, del politichese e dei personalissimi di bottega dei quali Bianchi è invece artigiano, seppur mediocre. Ripetiamo ancora una volta per tutte – continua la nota – che la scelta del Pdci

di appoggiare Michele Petraroia, una candidatura di valore e realmente alternativa, è stata fatta con convinzione ma soprattutto con condivisione, discutendola nella segreteria regionale ma soprattutto con i compagni e i militanti. La dichiarazione del segretario Montesano, del bisogno che c’è di sinistra e delle condizioni disastrose nelle quali versa il nostro territorio non fa che confermare questo assunto. Inoltre, proprio perché di primarie e non di secondarie parliamo, il Pdci ha comunque deciso di mantenere la sua scelta come un indirizzo non tassativo, lasciando margini di discrezionalità ai compagni e ai militanti, a pat-

Il leader dell’Idv interviene dopo la presentazione delle candidature

Di Pietro: dopo le primarie valuteremo il candidato vincente CAMPOBASSO. In Molise per partecipare alla trebbiatura a Palata e poi nella sua Montenero, Antonio di Pietro, leader dell’Idv, non ha perso l’occasione per discutere di politica con i militanti del partito e, in particolare, delle primarie che stanno impegnando il resto della coalizione. Onorevole Di Pietro, lei ha ribadito che l’Idv non parteciperà alle primarie confermando una posizione granitica del partito. Ci saranno comunque aperture e appoggi verso qualche candidato? “Il centrosinistra ha dato vita legittimante alle primarie in Molise alle quali noi dell’Idv abbiamo deciso di non partecipare. E’ la regola generale anche a livello nazionale.

Con senso di responsabilità affermo che noi non critichiamo le primarie né le avalliamo proprio per non dare l’impressione di voler candidare qualcuno al posto di qualcun altro. All’esito delle consultazioni valuteremo il candidato vincente e con esso, eventualmente, se ci sono le condizioni per cominciare un dialogo unitario”. Ha detto anche che non appoggerà ‘traditori’, riferimento a D’Ascanio, Romano e Astore… “Non le faccio nomi ma le dico che la nostra non è una presa di posizione ad personam verso qualcuno. L’Italia dei valori non è un carrozzone dove salire solo per soddisfare i propri desideri personali. Abbiamo deciso di can-

didare persone che si riconoscono nei valori e nelle battaglie della nostra azione politica e quindi non candideremo persone esterne così come abbiamo fatto fino adesso. Antonio Per il futuro Di Pietro abbiamo deciso di puntare su persone che hanno già svolto un tirocinio politico e hanno condiviso il nostro percorso”. Che pensa della candidatura di Paolo di Laura Frattura? “Le rispondo che non

posso esprimermi su nessun candidato per non dare indicazioni sia positive che negative”. mic sal

to di non indebolire il partito o l’unità nel centrosinistra. Anche per questo la nostra scelta è quella di appoggiare Petraroia, e il disagio di Bianchi lo rispediamo al mittente quale fatto privato scarso di contenuti politici. Quanto alla scelta di partecipare alle primarie sostenendo uno dei cinque candidati – continua la nota – ci pare una scelta logica, e non una colpa; lo stesso farà Bianchi appoggiando D’Ascanio e siamo certi che accetteranno le regole del gioco e il risultato che ne uscirà senza per questo terremotare il centrosinistra. Peppe (il riferimento è per Giuseppe Bianchi ndr) dovrebbe però spiegarci quale sarebbe il ‘fronte della sinistra’ che avremmo incrinato, visto che quella di D’Ascanio è una

candidatura legittima, ma decisa da lui e dai suoi collaboratori. Non vediamo folle ‘di sinistra’ intorno a D’Ascanio, anzi ricordiamo le proteste di Peppe e di tanti altri giovani quando D’Ascanio fu ‘salvato’ da Remo Grande e il Pdci si caricò di quella pesante scelta chiedendo di non andare oltre. La Fgci e il Pdci sono realtà partitiche forti e strutturate, di certo non divise come Bianchi, forse eterodiretto, ha tentato di fare apparire con il suo goffo tentativo. Siamo noi, un intero partito e tutta la Fgci, che proviamo disagio e dissentiamo da Bianchi e dalle sua lotte solitarie e opportunistiche, e per quanto siamo felici che non ricopra più il delicato incarico di coordinatore”. V.d.T.

“Donne dell’antimafia”

Lembo: i dati fanno emergere un ruolo femminile più influente nelle organizzazioni criminali Recentemente la consigliera di parità regionale, Giuditta Lembo, ha partecipato ai lavori del convegno “Donne dell’Antimafia”, organizzato dall’Associazione Stampa Romana e incentrato sulla partecipazione femminile nella mafia e sull’impegno delle donne nella lotta ad essa. “Il dato principale emerso è stato quello relativo alla presenza sempre maggiore ed al ruolo più influente delle donne nelle organizzazioni criminali – afferma la consigliera -. Le donne, infatti, non solo continuano a favorire la latitanza dei mariti o a presidiare attività come l’usura, la prostituzione e lo spaccio, ma ultimamente partecipano sempre più spesso ai summit e dicono la loro su punizioni, omicidi e gestione economica della mafia e dei fenomeni ad essa affini. A tale affermazione femminile, non fa da contraltare l’aumento della indignazione e delle denunce da parte delle tante persone oneste che vivono in territori che patiscono la piaga della criminalità. Sono rari i casi in cui le donne hanno provato a ribellarsi, preferendo rischiare la vita piuttosto che fare prevalere l’ombra pesante dell’omertà. A tal proposito, in Molise ricordiamo benissimo i caso di Lea Garofalo, pentita di mafia che ha soggiornato a Campobasso per lungo tempo e che è finita sciolta nell’acido”.


Lunedì 25 luglio 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it

Gabriella Laurelli coprotagonista al fianco di Andrea De Rosa

Gabriella Laurelli

MoliseCinema Festival Ciak sui giovani talenti È ufficialmente in pre-produzione un nuovo progetto cinematografico di giovani Vastesi (e non solo). Ideato da Giuseppe Lafratta, neo iscritto della N.u.c.t., Scuola Internazionale di cinema e televisione di Cinecittà di Roma, Andrea De Rosa scritto e in parte diretto anche dallo sceneggiatore vastese Vincenzo Catinari. La regia sarà nuovamente nelle mani di Simone La Rana protagonista già nella scorsa edizione del “Vasto film festival”, per aver vinto il premio SOLINAS con il cortometraggio “Solo, di fronte ad un bivio” con l’attore Mehdi Mahdloo. Il Giovane sarà ospite al MoliseCinema Festival, nella sezione dedicata a giovani filmaker insieme ad altri giovani registi emergenti. Ad af-

fiancare Simone, sarà il 18enne Marco Miscione, giovanissimo regista Torinese, ex studente dell’istituto professionale “F. Fellini” per la cinematografia e tv. Marco ha già diretto alcuni cortometraggi e videoclip musicali. L’aiuto regia è affidato a Matteo Bixio . Protagonista del corto sarà Andrea De Rosa, attore romano già affermato in campo cinematografico (coprotagonista nei film “Notte prima degli esami”, “Notte prima degli esami OGGI” e “Amore, bugie e calcetto”, e protagonista in “Ultimi della classe”). Al suo fianco, oltre ad un nutrito cast vastese, figura anche il Molise, con la giovane Gabriella Laurelli, ventenne campobassana, che ricoprirà il ruolo di co-protagonista nel nuovo corto pronto a sbarcare nel ‘Vasto Film Festival’ con chiare ambizioni di vittoria. Superati brillantemente i provini indetti, prenderà parte alle riprese in programma dal 29 luglio al 1 agosto presso numerose località del vastese e del pescarese. Ad assistere alle riprese sarà la DGT Vision, con il suo titolare ed operatore tecnico Giorgio Nanì La Terra. Vedendo gli artisti e i giovani che parteciperanno nel cortometraggio, possiamo apprendere l’importanza dell’evento. Il lato positivo è vedere telecamere pronte a cogliere la bellezza dei paesaggi

e luoghi più conosciuti nell’hinterland abruzzese. Lo scopo di questo ennesimo progetto cinematografico, non è solo un’ esperienza per molti giovani, ma anche un modo migliore per far conoscere la”Città del Vasto”. Basti guardare i risultati ottenuti da questi giovani artisti nell’estate precedente, quando il corto diretto da una parte di questa troupe riuscì a far parlare di sè. Non manca proprio nulla: professionalità, determinazione e concretezza sono alla base di questo secondo lavoro…e i ragazzi sono quasi tutti ancora (per ora) “dettagli” del cinema emergente. Ma è proprio dai “dettagli” che si riconosceranno i migliori film...quindi, tutti a VASTO..si gira!!!

Tutti gli appuntamenti dell’estate molisana TRADIZIONI, SAGRE, RADUNI Fino al 31 agosto Larino (Cb) - Estate larinese,respira la collina. Fino al 25 luglio Sepino (Cb) - (23 luglio) Tradizionale fiera lungo la strada principale che conduce alla piazza del paese; in serata esibizione di un concerto bandistico. (24 luglio) Solenni funzioni religiose e processione del prezioso busto di Santa Cristina. In serata due bande musicali si contenderanno l'applauso del pubblico . A conclusione dei festeggiamenti spettacolari fuochi pirotecnici. (25 luglio) "Festa dell'Emigrante": dopo la celebrazione della messa, la giornata è caratterizzata da un pranzo che riunisce tutti gli emigrati che sono ritornati in paese in occasione dei festeggiamenti della Santa Patrona. La festa si conclude con un concerto di musica leggera. Fino al 30 Larino (Cb) - Tornei di Beach Volley e Beach soccer. Fino al 25 Campomarino (Cb) - Celebrazione per la festa di S.Cristina. 25 luglio Guardialfiera (Cb) - Per la 5^ edizione de “La Grande Storia” cronache di un reporter, “Dispacci dai teatri di guerra”. Ore 17.00. Dal 25 al 27 luglio Cantalupo nel Sannio (Is) - Festa Sant’Anna. (25 luglio) serata musicale con gruppo “I Torero”; (26 luglio) concerto bandistico “Banda Noicattaro”; (27 luglio) concerto in Piazza “Giuliano Palma & The bluebeaters”. Dal 25 al 27 luglio Cantalupo nel Sannio (Cb) - Festa di S.Anna. Ore 11.00 Santa Messa ed a seguire processione per le vie del paese con l’accompagnamento della banda “Città di Noicattaro”; ore 19.00 Santa Messa ed a seguire processione per le principali vie del paese con l’accompagnamento della banda “Città di Sassinoro”. In fine serata ci saranno alle ore 23.45 i fuochi pirotecnici. Dal 25 al 26 Rotello (Cb) - Giochi della gioventu’. Dal 25 al 26 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - 5^ edizione Città dei Bambini, con Ludobus, animazione e gonfiabili. Piazza San Paolo, ore 19.00. 26 luglio Gambatesa (Cb) - Festività di Sant’Anna. Programma: ore 8:30 Banda di Gambatesa; ore 11:30 processione accompagnata dalla banda del paese; ore 21:00 concerto serale della cover band “Tracce di Nomadi”. 26 luglio Jelsi (Cb) - Festa del Grano in occasione delle celebrazioni della festa patronale di Sant’Anna. Questa sagra ha origine dall’antico ringraziamento che la popolazione dedicava alla santa protettrice che intervenne miracolosamente durante un terribile terremoto nel 1805. La sagra è inoltre arricchita di spettacoli folkloristici, musicali e pirotecnici.Ore 10.00 processione delle Traglie e dei carri allegorici in onore di Sant’Anna; ore 21.30 Via A.Valiante: concerto di Simone Cristicchi. 27 luglio Guardialfiera (Cb) - Ore 18.00 circolo Salvamento. Il mondo dei giochi e dei giocattoli nei tempi poveri del dopoguerra. Tecnica ed esecuzione di “Oh, che bel castello” per le femminucce e di “Guardia e ladri” per i maschietti. Ore 18.00 Palazzo Loreto “Saluti da Termoli” ipotetiche cartoline illustrate in quaranta poesie dialettali. Passioni, umori, atteggiamenti, galleria di personaggi fotografati da Giovanni de Fanis. Dal 27 al 31 luglio San Giuliano del Sannio (Cb) - Terza festa della birra. (27 luglio) serata musicale, ore 21.00 ; (28 luglio) “Balla con noi”, ore 21.00; (29 luglio) “I sciur’d cucuzz band”, con degustazione di baccalà e peperoni, ore 21.00; (30 luglio) complesso musicale “Idea 2000”, con degustazione di lasagne alla boscaiola con coscia di pollo e salsiccia, ore 21.00; (31 luglio) corpo di ballo “Do.Re.Mi.Fa Ballare” con degustazione di taccozze, cotica, fagioli e costate di maiale, ore 21.00. 28 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - Festa di quartiere “Tufarill e Madonn d Bsacc in festa”. Ore 20.30. 29 luglio Montecilfone (Cb) - Rievocazione storica. Rievocazione delle gesta degli Arbereshe e degli Albanesi del xv sec. d.C.; la rievocazione inizia con le letture dei bandi per le vie cittadine; prosegue poi con una sfilata di figuranti in abiti storici. Subito dopo si terrà la gara equestre “Palio di San Giorgio”; torneo di tiro

con l’arco storico; serata di liscio con degustazione di prodotti tipici. 29 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - 1° edizione Montenero Ridens, si esibiranno Pino Campagna, gli Emo, Rocco Gigolo’ all’ interno della manifestazione ci saranno bands gastronomici. Ore 21.00. 29 luglio Matrice (Cb) - Ore 18.00 incontro dibattito sul disagio giovanile, presso Sala convegni di S.Maria della Strada; ore 21.00 vendita e degustazione birre speciali, nazionali ed estere, con stand gastronomici. 29 Carpinone (Is) - Centro storico in musica, musica e gastronomia in tutte le piazze del centro storico. 29 luglio Campomarino (Cb) - Sagra del cocomero. Dal 29 al 30 luglio Isernia - 2a sagra della porchetta, “Orchestra Enzo De Quattro” (29 luglio), 2a sagra della porchetta, concerto di “Gigione & Jo Donatello”. Località Brecelle. Dal 29 al 31 luglio Scapoli (Is) - XXXV Mostra Mercato e Festival Internazionale della Zampogna. Dal 29 al 31 luglio Miranda (Is)- La Tartufata. Il tartufo è uno dei piatti forti della gastronomia molisana ed il paese di Miranda intende dedicare un weekend a questo vero re della tavola. 29 e 30 luglio Matrice (Cb) - In località Santa Maria della Strada “Festa dei giovani- cultura e divertimento”. Programma: 29 luglio - Dibattito studenti universitari e lotta al precariato (ore 18:00); musica dal vivo “En plain” melodie rock; 30 luglio - dibattito “Il Molise e la salvaguardia del patrimonio artistico, ambientale e culturale (ore 18:00) e a seguire musica dal vivo “Mushma”rock-blues. Stand gastronomici con degustazione di quattro qualità di birra. 30 luglio Guardialfiera (Cb) - Pedalata ecologica. 30 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - L’ Associazione Degli amici della musica presentano la 6^ edizione “C’era una volta minicanzonissima”. Ore 21.30 in Piazza della libertà. 30 luglio Casacalenda (Cb) - Ore 21.00 via Berlinquer, Sagra della bruschetta e degli arrosticini. 30 luglio Campomarino Lido (Cb) - Centenario dell’Unita d’Italia. 30 luglio Campomarino (Cb) - Compagnia teatrale “Novità di Paese” in Cuore di Mamma. 30 luglio Pietracatella (Cb) - Serata di beneficenza “Le aziende Pietratellesi per la ricerca e la lotta contro il cancro”. Vitello arrosto e tanto altro da gustare. Ore 21.00 belvedere. 30 luglio Cantalupo nel Sannio (Is) - L’Asd Cantalupo motorcycles organizza il 2° Bike Beer Fest, piazza Alfonso Perrella ore 18.00. In serata birra, panini e concerto dei Radio Zombie (Negrida Cover Band). 30 luglio Belmonte Del Sagno (Is) - Ballando sotto le stelle. 30 luglio Provvidenti (Cb) - “Ristoro dell’Anima” dalle 21.30 alle 24.00 presso il ristorante “Margia”. 30 luglio Palata (Cb) - 4^ sagra del pesce. Serata di balli e degustazioni con la pescheria “La Termolese”. La serata sarà rinfrescata con fiumi di vino bianco della Cantina Sociale “San Zenone” di Montenero di Bisaccia. Musica dal vivo del gruppo “Lalli’s Band”. 30 luglio Ripalimosani (Cb) - Festa delle contrade. Serata gastronomica e ricreativa p.zza San Michele ore 21.00. Dal 30 al 31luglio Gildone (Cb) - Ore 16.00 giochi di abilità con le moto; ore 21.00 serata danzante e premiazione dell’organetto più allegro con il maestro Emiddio Farinaccio, il giorno successivo a partire alle ore 9.30 ci sarà il raduno d’epoca presso la Cappella di San Nicola, ore 10.30 Santa Messa officiata da Don Mercurio Simonelli, ore 11.30 benedizione delle auto presenti e sfilata lungo le principali vie del paese, ore 13.30 pranzo presso il ristorante “La Pingera” e alle ore 21.00 artisti allo sbaraglio presso la Cappella di San Nicola. Dal 30 al 31 luglio San Giovanni in Galdo (Cb) - Sagra della Pasta e

Fagioli e Fricassea. Programma dell’evento: 30 luglio: in occasione dei festeggiamenti del “Sacro Cuore di Gesù”. 31luglio: arrivo del complesso bandistico “Città di Bracigliano”. Durante entrambi i giorni saranno allestiti gli stand della tradizionale sagra della pasta e fagioli e della fricassea. Dal 30 luglio al 1 agosto Cercemaggiore (Cb) - Sagra dei cavatelli. Degustazione di ricette paesane, tanta musica e divertimento. Dal 30 luglio al 1 agosto Termoli (Cb) - XXIV Festival Internazionale del Folclore e delle culture marinare. 31 luglio Ripalimosani (Cb) - 8° memorial di pesca sportiva alla trota. Circolo Arci ore 06.00 fiume Biferno. 31 luglio Colli a Volturno (Is) - V edizione Cuore Collese. Ore 16.45 ritrovo presso impianti sportivi; ore 17.30 partita femminile a scopo benefico; ore 18.00 Alpini Valle del Volturno/Vecchie glorie collesi vs Squadra del Cuore di Cerro al Volturno; ore 19.30 incontro-dibattito “Sport, territorio e solidarietà”. 31 luglio Campomarino (Cb) - Gran fondo delle cantine molisane. 31 luglio Santo Stefano (Cb) - Alle ore 17.00 con Giocolandia, un appuntamento da non perdere dedicato prevalentemente ai bambini che potranno divertirsi con giochi gonfiabili e intrattenimento di vario genere nella piazza della frazione. 31 luglio Campomarino (Cb) - Gran fondo delle cantine molisane. 31 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - 14^ edizione Pedalata Avis, in Piazza della libertà ritrovo ore 18.30 partenza 19.00; Ore 21.30 Festa Cuore Immacolato di Maria, musica e stands gastronomici. 1 agosto Guardialfiera (Cb) - Ore 17.00 giocoleria sul lago; ore 20.30 ristorante “Miralago” campioni della rima e del buon gusto. 1 agosto Petacciato (Cb) - Sagra della Porchetta. 1 agosto Rotello (Cb) - “Acquasplash” torneo a squadre di calcio saponato in piazza. 1 agosto Agnone (Is) - Festa della Madonna degli Angeli, ore 21.30, presso località Fontesambuco. In serata ci sarà Giggione in concerto. 1 agosto Montagano (Cb) - Sagra della Pasta e fagioli. 1 agosto Cercepiccola (Cb)- Il crocifisso di San Damiano sarà donato dall’Arcivescovo della diocesi di Campobasso-Bojano, Sua Eccellenza Monsignor Giancarlo Maria Bregantini, alla piccola comunità della Valle del Tammaro ed affisso nella chiesa di San Francesco, sita alle porte del paese (in località Cappella). 2 agosto Agnone (Is) - Festa della Madonna degli Angeli, ore 21.30, presso località Fontesambuco. In serata ci sarà Tequila Band. 2 agosto Santo Stefano (Cb) - Santa Messa alle ore 11.30, processione della Madonna del Carmine alle 18.30 e in serata, a partire dalle 21.00, la compagnia “Il faro” metterà in scena un divrtente spettacolo di teatro comico napoletano. Stands gastronomici faranno da cornice a tutte le serate di festa. 2 agosto Pietracatella (Cb) - I sapori del Molise. stand gastronomici di prodotti tipici molisani. Ore 21.00. 2 agosto Guardialfiera (Cb) - Giocoleria sul lago, ore 18.00. 3 agosto Santo Stefano (Cb) - Sarà celebrata la Santa Messa (ore 11.30) e la processione del santo patrono per le vie della frazione (ore 18.30). L’appuntamento con i fuochi pirotecnici è fissato in due momenti: alle 18.30 e a mezzanotte. Quest’anno il Comitato feste ha volutodividere lo spettacolo serale, con inizio alle 21.00, in due momenti, quello musicale con una cover band di Gigi D’Alessio e quello comico con la presenza del cabarettista di Colorado Cafè, Carmine Faraco. 3 agosto Agnone (Is) - Cena tibetana, gastronomie e culture a confronto, ore 20.30, presso hotel Palazzo della Città. 3 agosto San Martino in Pensilis (Cb) - A cavallo per i tratturi. Escursione per i tratturi con cavalli messi a disposizione dalle associazioni dei Cavalieri

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

4


Lunedì 25 luglio 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it dei Tratturi con sosta nell’area attrezzata sul tratturo Celano-Foggia nel territorio di San Martino in Pensilis. Dal 3 al 4 agosto Termoli (Cb) - Festività del Patrono San Basso. 4 agosto Pietracatella (Cb) - “Writes in pietra” primo concorso di “Street Art”, animazione della serata con il gruppo Dickenz Band. Ore 21.00 belvedere. 4 agosto Cercemaggiore (Cb) - Festeggiamenti in onore di San Domenico. Dal 4 al 7 agosto Carovilli (Is) - Carovilli beer festival. Manifestazione dove poter degustare piatti tipici e all’insegna di musica veramente eccezzionale. Dal 4 al 11 agosto Larino (Cb) - 1^ edizione torneo di calcio a cinque “Santa Chiara” a cura di Asd Sc Larino. 5 agosto Cercepiccola (Cb) - Festeggiamenti in onore della Madonna delle Grazie con serata danzante ed intrattenimento musicale. 5 agosto Sant’Elia a Pianisi (Cb) - Il gruppo Civitas Sancti Eliae Planisi anche quest’anno rivive la sua rievocazione storica. La manifestazione, identificata come ”Festa di una notte di mezza estate” è alla sua seconda edizione. L’evento prevede il seguente programma: (ore 19.00) partenza con la sfilata dei gruppi storici (Colletorto, Montecilfone, Provvidenti, Guglionesi, Larino e la partecipazione del gruppo di Sant’Elia a Pianisi). Durante il percorso gli Sbandieratori di Lucera daranno dimostrazione di alcuni loro spettacoli. Apertura della sagra di carne alla brace (ore 20.00). Arrivo dei gruppi storici in Piazza Municipio e relativa presentazione (ore 20.30). Seguirà il saluto dei Nobili De Capua e ci saranno alcuni spettacoli di vario genere, balletti, combattimento e spettacoloi degli sbandieratori. La prima parte si concluderà con il saluto dei vari gruppi ai Signori De Capua. (ore 23.00) La seconda parte, molto breve, prevederà un combattimento tra i soldati del feudo di Sant’Elia e prevederemo un nuovo balletto. Il tutto si chiuderà con una bellissima sorpresa. 5 agosto Riccia (Cb) - Folklore internazionale, ore 21.00. 5 agosto Busso (Cb) - Bar Ambarabà serata arrosticini ore 21:00 Dal 5 al 12 agosto Ripalimosani (Cb) - Palio delle Quercigliole o Madonna della Neve. Processione della statua della Madonna che sarà riportata nella propria cappella l’11 di agosto. Il giorno successivo si prepara il palio che consiste di una gara equestre. 6 agosto Cercepiccola (Cb) Festeggiamenti in onore del Santissimo Salvatore con serata danzante ed intrattenimento musicale. 6 agosto Portocannone (Cb) - Sagra del grano e dei ceci “San Donato”. 6 agosto Cercemaggiore (Cb) - 2° torneo di calcio a 5 “Santa Maria della Libera”. 6 agosto Petrella Tifernina (Cb) - San Giorgio Martire... Storie e leggenda. Presentazione monografica “La Chiesa di San Giorgio Martire”. 6 agosto Montaquilia (Is) - 5^ Sagra del cinghiale ore 06.00 inizio giornata ecologica;ripulita sentieri montani e ripristino ambiente. Ore 20.30 apertura standard gastronomico, serata danzante con l’ochestra spettacolo. Ore 23.00 consegna targa al ”Cacciatore Gentiluomo” per l’anno 2011 (il noto attore di cinema e teatro originario di Roccaravindola, Edoardo Siravo. 6 agosto Cantalupo nel Sannio (Cb) - III trofeo S.Anna. Gara di corsa su strada di kim 9,250 per il corrimolise 2011, ore 10.00 convegno con la partecipazione straordinaria di Pietro Mennea, in seguito, alle ore 18.00 gar, la serata sarà alliettata dal gruppo “Mosaico” di Bojano. 6 agosto Casacalenda (Cb) - Ore 16.30 Corso Roma ” 17^ pedalata ecologica”. 6 agosto Campolieto (Cb) - XXI Sagra di pasta e fagioli con involtini di cotica e salsiccia arrosto, oraganizzata dalla Usd Campolieto. 6 agosto Castropignano (Cb) - Visite guidate gratuite al Castello D’Evoli e Borgo di Castropignano, ore 10.30. Convegno ex Chiesa di San Nicola, ore 17.00 “Storia, arte, archeologia. Incontro studio”; Mostra pittorico-fotografico, ore 19.00 “L’arte colora la vita: l’opera pittorica di Gilda Pansiotti 18911985”. Dal 6 al 7 agosto Guardialfiera (Cb) - Ore 16.00 campetto polifunzionale. Torneo di Vòche; (6 agosto) ore 20.00 semifinale torneo volley; (7 agosto) ore 20.00 finale torneo volley. Dal 6 al 7 agosto Montagano (Cb) - Festa del Vecchio Borgo. Dal 6 al 7 agosto Casalciprano (Cb) - Presso il Parco dell’Annunziata di Casalciprano l’Associzione Ultrantirazzista onlus di Campobasso organizza la seconda edizione del Torneo delle Realtà Antirazziste, la manifestazione antirazzista molisana. Sabato 6 si terrà prima il Torneo di calcio a cinque, a seguire concerto degli Statuto, il tutto condito da ottima carne arrosto e birra alla spina. Domenica Dj set e saluti finali agli ospiti. Dal 6 al 7 agosto Frosolone (Is) - Dalle ore 21.00 serata all’insegna del divertimento con il cabarettista di zelig Pino Campagna e l’intrattenimento dell’orchestra spettacolo “Fratelli d’Italia”, (6 agosto); festeggiamneti in onore del Santo Patrono San Donato dalle ore 16.00 pomeriggio all’insegna del divertimento per i bambini con i giochi gonfiabili, dalle ore 21.00 spettacolo musicale della cover band di Gigi D’Alessio e Claudio Baglioni, (7 agosto). Dal 6 al 7 agosto Larino (Cb) - Festa juventina Larinese, a cura dello Juventus Club di Larino. Dal 7 al 8 agosto Guglionesi (Cb) - XIX edizione del Palio di San Nicola. 7 agosto Montaquila (Is) - 5^ Sagra del cinghiale;ore 08.00 Gara di tiro a palla su sagoma di cinghiale; ore 11.00 Vesparaduno; ore 17.00 Mostra cinofila con giudici federali; ore 20.00 apertura stand gastronomico e serata danzante con Enzo De Quattro; Ore 23.30 premiazioni mostra, gara e estrazioni lotteria. 7 agosto Roccaravindola/Montaquila (Is) - II° Memorial Marinelli a cura del Motoclub di Ravindola e con il patrocinio del Vespa Club di Campobasso. 7 agosto Monacilioni (Cb) - Evento gastronomico “Farro sotto le stelle”, organizzato dalla cooperativa 2Castrum Monacilionis”. Momenti di degustazione del farro preparato in gustosissime ricette: dalla classica zuppa molisana, all’esotico taboulè alla tradizionale pastiera. Novità la birra di farro e l’accoppiata tutta molisana di farro e tartufo. 7 agosto Riccia (Cb) - Folklore internazionale, ore 21.00. 7 agosto Campolieto (Cb) - Tartufestival. Degustazione di prodotto a base di tartufo. 7 agosto Pietracatella (Cb) - “La Morgia” V Festival internazionale del Folklore. Gruppi ospiti: Venezuela, Kenia, Serbia, Argentina. 7 agosto Capracotta (Is) - La Pezzata. Il vivido legame tra Capracotta e la sua tradizione pastorale, rivive nella "Pezzata", sagra dell'agnello alla brace

e della pecora bollita con erbe aromatiche che si tiene annualmente la prima domenica di agosto nella splendida cornice del pianoro di Prato Gentile. 7 agosto Cercepiccola (Cb) - Festeggiamenti in onore del Patrono San Donato con serata danzante ed intrattenimento musicale. 7 agosto Scapoli (Is) - Festa popolare. 7 agosto Guardiaregia (Cb) - “Il sentiero della natura San Nicola”, il più spettacolre sentiero delle Oasi del WWF Italia. Dal paese di Guardiaregia, il sentiero natura si snoda lungo un antica carrabile recuperata dal WWF. Si arriverà sulle sponde del Torrente Vallone Grande per osservare da vicino il canyon del Quirino e la cascata di San Nicola che rappresentano per il Matese e per l’Oasi, un ecosistema unico e particolarmente delicato. 7 agosto Mirabello Sannitico - Prima edizione della Mostra Scambio Auto e Moto d’epoca. I mirabellesi offriranno, inoltre, aperitivi e prodotti locali. 8 agosto San giacomo degli Schiavoni (Cb) - Sagra del Prosciutto. 8 agosto Bojano (Cb) - Sagra del Prosciutto. 8 agosto Guardiaregia (Cb) - “Cammina Molise 2011”. La XVII edizione di “Cammina Molise” attraversa l’Oasi da Guardiaregia a Campochiaro. La terza tappa, organizzata dall’Associazione culturale “La Terra” è dedicata alla natura dell’Oasi WWF. Ospiteremo un tratto del trekking della manifestazione da Guardiaregia a Campochiaro verso San Polo Matese, sul sentiero carsico di Chianetta- Valle Uma- Fonte Francone. Dal 8 al 9 agosto Scapoli (Is) - Seconda edizione delle “Volturniadi”, sfida tra i paesi della Valle del Volturno “a colpi” di giochi popolari. Dal 8 al 10 agosto Termoli (Cb) - Termoli Slow. Giunta alla seconda edizione, da venerdì 8 a domenica 10 agosto torna “Termoli Slow – con passo lento tra i sapori della terra e del mare”, la manifestazione ideata dalla condotta Slow Food di Termoli dedicata alla cultura gastronomica molisana e alla scoperta delle meraviglie della costa molisana. 9 agosto Guardialfiera (Cb) - Dal mattino sul lago “Pentatlon d’agosto”. Corsa campestre, montainbike, canottaggio, tiro con l’arco o lancio del peso. Dal 9 al 10 agosto Pozzilli (Is) - Festa di San Lorenzo Martire e Sant’Antonio da Padova. 10 agosto San Giuliano del Sannio (Cb) - Evento folklorico: IX Rassegna “Incontri” festival internazionale del folklore ore 21.00 in Piazza Libertà. 10 agosto Monteroduni (Is) - La manifestazione:” Come ze magnava’na vota”. 10 agosto Pescolanciano (Is) Stranezze gastronomiche e spiedini di pecora. Evento a cura dell’associazione culturale “Il girasole”. In serata concerto di musica popolare. 11 e 12 agosto Carpinone (Is) - Festival Internazionale del folklore, programma: apertura festival e Notte della Taranta con i “Sud Folk” (11 agosto ); Festival Internazionale del folklore con gruppi provenienti da Hawaii Cile, Lituania, Kenya, Spagna, Ungheria, Venezuela, Georgia e Italia (12 agosto). 12 agosto Vastogirardi (Is) - Festeggiamento in onore di S.Nicola di Bari con la partecipazione dell’intera giornata del gran concerto bandistico città di Bracigliano provincia di salerno, diretto dal maestro, direttore e concertatore professor Mario Ciervo. 12 agosto Pescolanciano (Is) - 17^ Sagra della Polenta, ore 19:00. Degustazioni di polenta tagliata con il filo, piatto tipico dei pastori della transumanza. In serata spettacolo musicale e serata danzante, a cura dell’associazione “Il Girasole”. 13 agosto Castropignano (Cb) - Visite guidate al Castello D’Evoli e Borgo, ore 10.30. Piazzale Chiesa Madre:”Mercato di prodotti locali e biologici”. 13 agosto Pescolanciano (Is) - Pezzata pescolancianese. MUSICA Dal 25 al 30 luglio Campomarino (Cb) - Campus musicale estivo “Orchestra giovanile”. 25 luglio Ripalimosani (Cb) - Orchestra femminile di Kiev. Teatro Comunale ore 21.30. Dal 25 al 27 luglio Cantalupo del Sannio (Cb) - Ore 21.00 concerto di musica classica “Città di Noicattaro” (25 luglio); ore 21.30 concerto di musica leggera “I Torero”(26 luglio); ore 21.30 Giuliano Palma in concerto. 26 luglio Campomarino Lido (Cb) - “Elena e la Cadillac band” in concerto. 27 luglio Termoli (Cb) - “C’era un ragazzo come me..” trubuto a Gianni Morandi a cura dell’associazione New Harlem. scalinata del folklore ore 21.00. 27 luglio Campomarino Lido (Cb) - “Elvis” cover band in concerto. 29 luglio Bonefro (Cb) - Terza semifinale Bonefro Rock Contest. Ore 22.30, presso Villa Magliano. 29 luglio Campomarino Lido (Cb) - Concerto di musica classica. Dal 29 al 30 luglio Rotello (Cb) - 1° concorso “Band emergenti” concorso a selezione per 12 band del territorio locale. Nel corso delle due serate: ”Sagra degli arrosticini”. Dal 29 al 31 luglio San Giuliano del Sannio (Cb) - Dark Secret Love e Ninive in concerto al San Giuliano Rock Festival presso località Sottobosk. 30 luglio San Giuliano del Sannio (Cb) - Casino Royale “Io e la mia ombra” Tour al San Giuliano Rock Fest. 30 luglio San Giacomo degli Schiavoni (Cb) - Armageddon In The Park Metal Fest VIII Edizione. Ingresso 15 euro (no prevendita), parcheggio e campeggio gratuito, apertura cancelli (ore 17.30), inizio concerti (18.00) Trodden Shame 18.00 - 18.30, The Juliet Massacre 18.45 - 19.15, Endless Pain 19.30 - 20.00, Fingernails 20.15 - 20.55, Natron 21.10 - 21.50, Gama Bomb 22.10 - 23.10, Vader 23.30 - 01.00. 30 luglio Larino (Cb) - Tributo a Renato Carosone:”Tu vuò fa l’americano”. In concerto”New Harlem Band”. 30 luglio Provvidenti (Cb) - “Ristoro dell’Anima” serata Musical-Emozionale dalle 21.30 alle 24.00. Presso il Ristorante - Piatti tipici - Bar “Margia”. 31 luglio San Giuliano del Sannio (Cb) - Massimo Volume in concerto al San Giuliano Rock festival. 31 luglio Casacalenda (Cb) - Concerto di Musica Nuda (Pietro Magoni e Ferruccio Spinetti), alle 21:30 in corso V. Emanuele III. 31 luglio Guglionesi (Cb) - Concerto “Giuliano Palma”. Dal 4 al 13 agosto Campolieto (Cb) - Festival “Note d’estate a Campolieto”. 1 agosto Campomarino (Cb) - Ore 21.30 Lago S.Maria, concerto orchestra giovanile. 2 agosto Campomarino Lido (Cb) - Ore 21.30 in Piazza Falcone “Musica e Balli in Piazza”. 3 agosto Campomarino Lido (Cb) - Ore 21.30 in Piazza A.Mora “The

Blues Brothers in Musical”. 4 agosto Riccia (Cb) - La Grande Tribù in concerto. 4 agosto Campomarino (Cb) - Rocco Gitano in concerto. Dal 4 al 7 agosto Riccia (Cb) - Ritorna il RicciaFolkFestival, quattro serate di musica e buona tavola con le specialità gastronomiche riccesi in piazza Umberto I. Programma: La grande Tribù in concerto (4 agosto - ore 21:00); Folklore internazionale con gruppi di Brasile e Argentina (5 agosto - ore 21:00); Lino Cannavacciuolo in concerto (6 agosto - 21:00); Zampo’ gnorchestra in concerto (7 agosto - 11:30 nella Chiesa del Beato Stefano); Folklore internazionale con gruppi di Kenya, Spagna e Italia (gruppo folk Città dei Trulli di Alberobello). 5 agosto Campomarino (Cb) - Ore 21.30 Lago S.Maria “Musica dal vivo”. 5 agosto Portocannone (Cb) - Concerto di Giuseppe “Spedino” Moffa & Co.mpari e Curakanta, alle 21:30 in piazza Skanderberg. Dal 5 al 7 agosto Cercemaggiore (Cb) - Baloma Bikers Festival, Memorial Pippo D’Amico. Programma: (5 agosto) concerto Shiny Diamonds; (6 agosto) concerto Mike Terrana; Carl Palmer; Michael Schenker Group; (7 agosto) estrazione lotteria. In palio una Harley Davidson Sportster Forty Eight 12:00. 6 agosto Vasto (Ch) - Massimo Ranieri (ore 21.30). 6 agosto Campomarino (Cb) - In piazza K. Wojtyla IV festa di piazza con Gigione in piazza. 6 agosto Riccia (Cb) - Lino Cannavacciulo in concerto. 7 agosto Campomarino Lido (Cb) - Ore 21.30 “Brusco & i Roots in the Sky” in Fino all’Alba Tour, a seguire Djset. Dal 6 al 7 agosto Casalciprano (Cb) - Si possa ascoltare il Dj set di Uptown seguito da ottima musica dal vivo con la partecipazione del gruppo locale Mushma e dal gruppo Statuto di Torino. 7 agosto Termoli (Cb) - “Serata Beatles” 2^ edizione. Tributo a John Lennon. Cortile scuola di Piemonte ore 21.00. Proiezione di “Imagine”con le più belle canzoni di John Lennon. 8 agosto Bonefro (Cb) - Bonefro Rock festival. 8 agosto Bonefro (Cb) - Quintorigo “English Garden Tour” alle ore 21.30 presso Fontana della Terra. Dal 10 al 11 agosto Carovilli (Is) - Nuvole,chitarre e note - festival Danilo Ciolli. La manifestazione musicale, nata per ricordare Danilo Ciolli (uno dei quattro ragazzi molisani scomparsi nel sisma abruzzese del 2009) e organizzata dall’Associazione Danilo Ciolli Onlus, giunge alla sua terza edizione. Ospiti delle due serate saranno (10 agosto) Post-it; Marco Notari e i Madame; i Fonokit; i Bud Spencer Blues Explosion; (11 agosto) Roberto Angelini e il Collettivo Angelo Mai; Niccolò Fabi. 11 agosto San Giuliano di Puglia (Cb) - Concerto di Antonella Ruggiero e L’Arcano Patavino, ore 21:30 in Corso V. Emanuele III. 12 agosto Montecilfone (Cb) - Concerto di antonio Forcione Quartet, alle 21:30 in via Fiume. 13 agosto Longano (Is) - Gli Stadio in concerto in Piazza Veneziale. A seguire un grande spettacolo di fuochi pirotecnici e estrazioni lotteria - 1° premio 5.000 euro. 13 agosto Montorio dei Frentani (Cb) - Concerto della BandAdriatica, alle 21:30 in via Roma. 14 agosto Gambatesa (Cb) - Collage in concerto. 14 agosto San Martino in Pensilis (Cb) - Marlene Kuntz in concerto. 15 agosto Santa Maria De Foras (Cb) - Gigione in concerto. 15 agosto Gambatesa (Cb) - Cover di Rino Gaetano “Ciao Rino”. 20 agosto Monteverde di Bojano (Cb) - La Corrida con la partecipazione di straordinari ospiti, presenta: Lucio Perrella. 21 agosto Monteverde di Bojano (Cb) - Raf in concerto. 31 luglio Rotello (Cb) - “Io canto con mamma e papà” II edizione, serata musicale con interpretazione di brani di musica leggera da parte di mamme e papà che si esibiranno con i propri figli. MOSTRE, CINEMA, SFILATE Fino al 9 agosto Termoli (Cb) - Cinemare 2011 - IX Edizione A cura dell’associazione Kimera Cineclub e Circolo del Cinema Lino penna, presso il cortile della scuola media P. di Piemonte (alle 21:30). Fino al 15 settembre Termoli (Cb) - 56° Premio Termoli Mostra nazionale d’arte contemporanea, presso Galleria civica (orario: 10:00 - 12:00 e 20:00 - 24:00). Fino al 15 settembre Termoli (Cb) - Inaugurazione spazi espositivi d’arte contemporanea, a cura dell’Associazione alla cultura in collaborazione con la Fondazione Molise Cultura, in via F.lli Brigida vicol mercato. Fino al 4 agosto Termoli (Cb) - Mostra d’arte contemporanea di Nazzareno Serricchio e Cristina Valerio all’Officina Solare, tutti i giorni compreso i festivi dalle ore 21:00 alle 0re 23:00. 30 luglio Termoli (Cb) - Serata Cabaret “Mudu” a cura del’agenzia Molise eventi. Teatro verde ore 21.00. 31 luglio Montagano (Cb) - Eat-In, degustazione enogastronomica nel giardino del polo museale di Faifoli (dalle ore 20:00). 31 luglio Jelsi (Cb) - Premio Internazionale “La Traglia” - Etnie e Comunità 2011. Protagonista di questa edizioni l’Irlanda e le sue tradizioni. Programma: alle 19:30 in piazza Umberto incontro all’Albero della Pace con inaugurazione della ceramica commemorativa sull’Irlanda; dalle 20:30 in via Valiante c/o Taverna Capozio proiezione documentario sull’Irlanda e spettacolo musicale “Mise Eire... Io sono l’Irlanda” di Kay McCarthy Ensemble; presentazione della narratrice irlandese Gearoidin Breathnach e premiazione del Festival delle Tradizioni Gaeliche “Oireachtas na Gaeilge”. Dal 31 luglio al 2 agosto Castel San Vincenzo (Is) - Mercatino di San Stefano per le vie del Centro Storico. 4 agosto Campomarino Lido (Cb) - Ore 21.30, compagnia teatrale “Novità di Paese” in Ladro D’Amore. Fino al 7 agosto Casacalenda (Cb) - Con oltre mille film in concorso da ben 67 paesi del mondo “Molise cinema”, cresce il successo della manifestazione e il suo carattere sempre più internazionale. 7 agosto Termoli (Cb) - Mostra a tema su John Lennon ed i Beatles con esposizione di rarità e mirabilia a cura dell’Official Beatles Fan Club Pepperland, dalle ore 17.00 alle 24.00 presso la scuola Principe di Piemonte. Dal 15 luglio al 9 agosto Termoli (Cb) - IX rassegna di cinema all’aperto. (15 luglio) le notti estive dei corti viventi con 12 corti del Kimera film festival; (16 luglio) Benvenuti al Sud; (17 luglio) Notte Horror con l’Ultimo Esorcismo; (20 luglio) Qualunquemente; (22 luglio) Il sorpasso; (23 luglio) The social network; (28 luglio) Amnesia; (29 luglio) Silvio Forever; (30 luglio) Belvedere; (1 agosto) Imaginaria 2010; (2 agosto) le vacanze di Monsieur Hulot; (5 agosto) Noi credevamo; (6 agosto) Vallanzasca gli angeli del mare; (8 agosto) Le notti estive dei corti viventi con dodici corti del Kimara film festival; (9 agosto) I Vitelloni. 17 e 18 agosto Termoli (Cb) - Spettacolo comico di Enrico Brignano “Sono romano ma non è colpa mia”, presentato in anteprima nazionale al Teatro Verde, ore 21:00.

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

5


LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011

ANNO XIV - N. 203

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

I giovani molisani fra i meno avvezzi all’uso di pillola e preservativi

Sesso e rapporti fugaci Contraccezione‘bendata’ Giovani e sesso, la stagione calda è il periodo più frequente per i rapporti occasionali. Tra le domande più frequenti che girano fra i ragazzi adolescenti all’inizio dell’estate spicca anche la fatidica “dove andrai in vacanza?”, domanda a cui altrettanto frequentemente segue una risposta riferita a qualche meta caratterizzata da priorità specifiche: mare, molto movimento giovanile, divertimento notturno. L’estate è in corso, molti ragazzi sono già partiti, tanti devono mettersi in marcia, soprattutto quelli che hanno avuto a che fare con gli esami di maturità e sono stati quindi costretti sui libri fino alle prime settimane di luglio. Le mete ambite, studiate, da numerosi adolescenti sono anche e soprattutto l’occasione per socializzare, entrare in contatto con coetanei di città e realtà diverse. Non pochi sono i giovani che trasformano questa occasione per spingersi oltre la semplice conoscenza ed ecco che i rapporti sessuali occasionali diventano la norma anche tra i ragazzi

che non hanno raggiunto la maggiore età, in una società che ha fatto ormai dei freni inibitori e di alcuni vecchi e sani principi un alibi per pochi. Occhio allora a muoversi in maniera responsabile. Cosa mettere in valigia? Da un sondaggio della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (che fotografa i giovani italiani come precoci e promiscui) effettuato su oltre 1000 maturandi, solo un ragazzo su tre andrà in vacanza fornito di contraccettivi, nonostante il 64% di loro dichiara che ha intenzione di avere un’avventura occasionale. E il Molise non si distingue certo per prevenzione. Sempre stando alle statistiche la nostra regione si situa ai gradini più bassi per la percentuale di adolescenti che fanno uso di preservativi e della pillola anticoncezionale per contrastare il rischio di una gravidanza indesiderata o della trasmissione di malattie infettive. Secondo gli esperti le minorenni sono responsabili di quasi il 4% del totale di tutte le interruzioni volontarie di gravidanza e tre

volte su quattro chi contrae un’infezione a causa di rapporti non protetti è un giovane tra i 15 e i 24 anni. Ovviamente la mancanza di precauzioni o l’uso di contraccettivi meno efficaci è caratteristico anche delle giovani coppie, ma quantomeno in questo caso si riduce il rischio di trasmissione di malattie infettive dal momento che si è portato a conoscere il proprio partner e i controlli che lo stesso (o la stessa) effettua. Sono invece i single i soggetti più a rischio, che durante l’estate tendono a concedersi maggiori atti di libidine. Ciò che preoccupa soprattutto gli adulti riguarda il fatto che spesso le “prime” pulsioni sessuali vanno a sbattere con l’incoscienza e l’inesperienza di un giovane che, quasi legittimamente, tende a valutare solo la qualità del piacere. AB

Nonostante la Legge preveda pene severissime le denunce non accennano a diminuire

Stalking, il pericolo è sempre in agguato Storie di persecuzioni che si trasformano in incubo, dati e statistiche di un fenomeno Si scrive persecuzione e si pronuncia stalking. Introdotto in Italia con un decreto legge del ministro Maroni nel febbraio del 2009 è un reato che assurge quotidia-

namente agli onori della cronaca facendo registrare un picco di denunce lungo l’intero Stivale. E neppure il Molise è immune da tale fenomeno stando alle continue

Convegno al sito di Matrice

Tutela ambientale Si riparte da Santa Maria Sabato 30 luglio a partire dalle ore 18.00 la splendida chiesa di Santa Maria della Strada a Matrice ospiterà un incontro che avrà come tema la salvaguardia del nostro ambiente e del nostro patrimonio storico e artistico. Aprirà i lavori il sindaco di Matrice Domenico Antonio Zampini; poi la parola passerà all’arch. Franco Valente che illustrerà la storia della chiesa di Santa Maria attraverso uno dei suoi consueti e affascinanti viaggi a ritroso nel tempo alla scoperta delle bellezze artistiche del Molise e, infine, sarà la volta della prof.ssa Antonella Presutti la quale presenterà il video realizzato dagli studenti del Liceo Scientifico ‘Romita’ di Campobasso sulla devastazione ambientale della nostra Regione. A chiusura della manifestazione interverranno i rappresentanti della Rete dei comitati e delle associazioni contro l’eolico selvaggio e i rifiuti extraregionali in Molise.Moderatrice dell’evento Gabriella Di Rocco.

misure cautelari che la magistratura adotta a carico degli indagati. I provvedimenti che si sono susseguiti dall’entrata in vigore del decreto legge ne sono una chiara dimostrazione. Da questi scaturiscono allontanamenti che impediscono al coniuge di avvicinarsi all’abitazione o ai luoghi abitualmente frequentati dalla consorte. Si sposta dunque nelle aule di tribunale una diatriba nata fra le mura domestiche e sfociata in litigi più o meno giustificati. Nel caso in questione abbiamo volutamente evititato di riferire particolari dettagliati essendo coinvolti anche figli minorenni così come accade nella maggior parte dei casi. Secondo la ricerca effettuata dall’Osservatorio nazionale sullo

Archivio

stalking un italiano su cinque nella vita è stato oggetto di forme di molestia annoverabili nello stalking. E non stupisce che di questi l’80% siano donne. Fanno da contraltare altri dati forniti sempre l’Osservatorio secondo il quale il numero degli uomini che si trovano

a chiedere il loro aiuto è in crescita: le richieste maschili di sostegno sono infatti passate, negli ultimi anni, dal 10 al 25%. In 8 casi su dieci la vittima conosce l’autore delle molestie persecutorie, che mediamente possono andare avanti circa un anno e mezzo: lo stalker è infatti il partner o l’ex (50%), un condomino (25%) o un familiare (5%). Le conseguenze di queste persecuzioni sono tutt’altro che leggere: nel 70% dei casi le vittime riportano disturbi di tipo psicologico come ansia, perdita del sonno, arrivando nei casi limite fino al tentativo di suicidio. Altro dato preoccupante riguarda però le denunce: a farne è soltanto il 17 per cento. LS

Operaio in fin di vita Flebili speranze Restano critiche le condizioni del 38enne marocchino ricoverato al Cardarelli di Campobasso per le ferite riportate a causa di un infortunio mentre era al lavoro in un cantiere edile in contrada Escamare a Riccia. Nonostante l’intervento per ridurre l’ematoma alla testa l’uomo non mostra segni di reazioni che lasciano ben sperare. A Rianimazione i medici lo tengono costantemente tenuto sotto controllo per non lasciare nulla di intentato.

7


8

Lunedì 25 luglio 2011

Ripalimosani. Il pubblico ha risposto con grande entusiasmo

Il Gobbo di Notre Dame Applausi a scena aperta

Platea stracolma sabato sera al Convento di Ripalimosani. Letteralmente avvolti dalle mura del maniero, rappresentato da una bella scenografia mastodontica, gli spettatori del Gobbo di Notre Dame hanno seguito con interesse e gradito molto lo spettacolo portato in scena dall’associazione Ouverture di Ripalimosani. Prima dell’esordio di attori, cantanti e ballerini, il pubblico ha sostato e cenato agli stand gastronomici allestiti da ristoratori locali e dal comitato feste Madonna della Neve. Poi un’esibizione di sbandieratori ha dato il via alla rappresentazione drammatica alla quale il gruppo, composto in prevalenza da dilettanti ripesi e non, ha lavorato per due anni in maniera costante e puntuale. Sulla scena c’erano infatti giovani professionisti, artigiani,

imprenditori e studenti; a coordinarli alcuni ‘addetti ai lavori’ che hanno messo a disposizione le loro conoscenze e la loro esperienza con la voglia di creare qualcosa di grande, qualcosa di importante, soprattutto per i più giovani che spesso non trovano sufficienti stimoli per il loro tempo libero o per il loro

futuro. La laboriosa banda è stata capita-nata dal giovane imprenditore Andrea Ortis, sul palco un grande Quasimodo e regista d e l l o spettacolo, e dal presidente dell’associazione Ouverture Gianni Manusacchio, l’artista e regista ripese che ha firmato, tra le diverse opere, cortometraggi dallo stile unico e geniale. Il dramma del Gobbo si è consumato tra musiche, canzoni, danze e giochi di luce di elevata qualità; l’emozione di una storia senza tempo ha

colpito proprio tutti: esperti, appassionati, spettatori ‘occasionali’, giovani e meno giovani. Un esito molto positivo raggiunto grazie all’impegno gratuito, e va sottolineato gratuito, di tutti: coreografi, addetti alle luci, fonici, service, artigiani, professionisti di ogni genere, persone che hanno messo a disposizione quanto sapevano fare, dal montaggio ai costumi. Un’opera realizzata al prezzo dei soli costi, sostenuti grazie al contributo fi-

Quasimodo, campanaro storpio follemente innamorato delle gitana Esmeralda nanziario di alcuni imprenditori che ci hanno creduto, da subito. A sostenere l’iniziativa anche la presidenza del Consiglio regionale e il Comune di Ripalimosani: a fine spettacolo il sindaco Paolo Petti ha espresso tutto il suo plauso

ai ragazzi ed ha consegnato loro il premio “Nicolino Camposarcuno”. E l’avventura di Ouverture non finisce qui: il Gobbo una prima, esplosiva, esperienza per guardare oltre, verso nuove prospettive. AI Alcune immagini dello spettacolo tenutosi sabato a Ripalimosani

Un’estate ‘intelligente’ con l’iniziativa patrocinata dalla Regione Molise. Escursioni all’Oasi Wwf

La dislessia non deve far paura Giovani studenti molisani inseriti nel progetto Campus 2011 con simulazione in sala operativa di Lucia Rita Carfagno Anche quest’anno, nelle Regioni del Sud Italia, sono partiti otto Campus estivi gratuiti per giovani studenti dislessici, organizzati dall’Aid (Associazione Italiana Dislessia) e finanziati dalla Fondazione Telecom Italia. La lotta alla dislessia continua, dunque, con l’obiettivo di aiutare i ragazzi in età compresa tra gli 11

ed i 14 anni, affetti da un disturbo specifico dell’apprendimento (Dsa). Il progetto Campus 2011, dopo la Basilicata, la Sardegna, la Calabria, la Campania e la Puglia, ha coinvolto anche il Molise, dove la Sezione Aid molisana ha scelto come location la rigogliosa Oasi Wwf di Pescopennataro. Il Campus, patrocinato dalla Regione Molise e

dal Comune di Pescopennataro, si è svolto con successo dal 17 al 22 luglio; l’iniziativa ha avuto inizio con la conferenza stampa presso la Biblioteca Comunale di Pescopennataro, alla presenza del Segretario Generale della Fondazione Telecom Italia,dott.Fabio Di Spirito,la dott.ssa Roberta Penge, Neuropsichiatria dell’Università La Sapienza di Roma, il Vice Presidente della Giunta Regionale, dott.Mario Pietracupa, l’On. Riccardo Tamburro, promotore della Legge Regionale D.S.A. e Presidente del Comitato Tecnico Scientifico, la dott.ssa Anna Paolella Referente per la dislessia dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Molise e del Presidente Aid Moli-

se, la signora Graziella Vizzarri, organizzatrice del Campus. I ragazzi molisani, durante il Campus, hanno simulato una centrale operativa della protezione per l’ambiente, avvalendosi del supporto di strumenti informatici e multimediali. Gli strumenti tecnologici sono stati recepiti non come “ausilio

Esponenti politici e relatori del progetto

alla disabilità”, bensì come vere e proprie strategie stu-

I giovani prima dell’escursione all’Oasi Wwf

diate per supportare gli aspetti deficitari che fanno parte del Dsa. I ragazzi hanno avuto la possibilità di intraprendere un cammino didattico differente, destinato a semplificare la vita sui banchi di scuola. Sono, in effetti, i primi passi verso un’evoluzione culturale che “vuole vedere” i ragazzi, con Disturbi Specifici dell’Apprendimento, compresi ed aiutati, per far vivere loro la scuola con serenità mediante una formazione adeguata.


LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 203

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Da ottobre fino a gennaio prossimo sarà possibile lavorare secondo le graduatorie stilate

Il Comune arruola rilevatori agricoli Gli incarichi temporanei avranno carattere di lavoro autonomo occasionale L’ufficio comunale di Censimento del settore Servizi Demografici, secondo quanto previsto dalla normativa sul 15° Censimento generale della Popolazione e delle Abitazioni relativa all’ anno 2011 e con riferimento in particolare al Piano Generale di Censimento della Popolazione e delle abitazioni 2011 intende conferire incarichi di rilevatore a personale non dipendente di questo Comune. Gli incarichi di rilevatore dovranno essere espletati indicativamente nel periodo dal 09 ottobre 2011 al 31 gennaio 2012, salvo eventuali diverse disposizioni dell’ISTAT, Istituto Nazionale di Statistica e dell’Ufficio Regionale di Censimento. Le persone che siano interessate a svolgere l’incarico di rilevatore possono presentare domanda per partecipare alla selezione per la formazione della graduatoria dei rilevatori. I rilevatori effettueran-

no la rilevazione nelle zone del territorio comunale loro assegnate dall’Ufficio Comunale di Censimento (UCC). I compiti assegnati ai rilevatori saranno: partecipare alle riunioni di formazione; gestire quotidianamente, mediante uso del Sistema di Gestione della Rilevazione predisposto dall’Istat, il diario della o delle sezioni di censimento a ciascuno di essi assegnate dal responsabile dell’UCC; effettuare la consegna dei questionari da compilare alle convivenze, nonché alle famiglie iscritte nella LAC nei casi di mancato recapito tramite spedizione diretta; eseguire i solleciti alle unità di rilevazione non ancora rispondenti rispettando tempi e modalità definite dal coordinatore di riferimento o dal responsabile dell’UCC; provvedere al recupero dei questionari presso le famiglie non ancora rispondenti, tenendo conto degli orari di presenza dei

componenti nel domicilio e fornendo loro informazioni su finalità e natura obbligatoria della rilevazione, nonché assicurando loro assistenza alla compilazione del questionario, ove richiesta; rilevare gli edifici e le abitazioni non occupate, nonché le persone abitualmente dimoranti nel territorio del Comune ma non comprese nella LAC, tenendo conto degli orari di loro presenza nel domicilio e offrendo loro assistenza alla compilazione del questionario, ove richiesto; provvedere alla revisione dei dati contenuti nei questionari e alla compilazione dei riquadri di propria competenza in essi contenuti.I rilevatori ,inoltre, nell’espletamento delle loro attività, dovranno garantire un impegno giornaliero costante e dovranno avere con se il tesserino di riconoscimento con foto, fornito dall’UCC, che dovrà essere immediatamen-

te restituito all’UCC terminata l’attività di censimento. L’incarico di rilevatore ha natura di incarico temporaneo con carattere di lavoro autonomo occasionale, senza che si instauri rapporto di impiego. Sarà corrisposto un compenso lordo, commisurato al numero ed al tipo dei questionari censuari riconosciuti regolari;il Settore Servizi Demografici-Ufficio Comunale di Censimento provvederà a redigere una graduatoria dei candidati secondo la valutazione dei titoli Nel rispetto della graduatoria si provvederà a conferire gli incarichi tenendo conto delle esigenze organizzative dell’Ufficio Comunale di Censimento e delle modalità definite dall’ISTAT. Le domande di ammissione, redatte in carta semplice esclusivamente su apposito modulo predisposto per la domanda, firmate dagli interessati, dovranno essere indi-

Il municipio di Bojano

rizzate al Comune di Bojano – Anagrafe e Stato Civile Ufficio Comunale di Censimento – Piazza Roma n. 153 – 86021 BOJANO (CB) e presentate esclusivamente all’Ufficio Protocollo del Comune, ovvero inoltrate con Raccomandata A.R., tassativamente entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 16 Agosto 2011.

Stante le ristrettezze dei termini anche le domande spedite a mezzo raccomandata A.R. devono, comunque, pervenire entro e non oltre tale data. Il termine è perentorio e non sono ammesse eccezioni. Non farà fede il timbro dell’ufficio postale accettante nel caso di spedizione tramite servizio postale.

Ieri la conferenza di presentazione della kermesse musicale che si svolgerà dal 29 al 31 luglio

A San Giuliano torna il grande Rock Ospiti d’eccezioni e Casino Royale ed i Massimo Volume che chiuderanno il festival SANGIULIANODELSANNIO. Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con i concerti nella suggestiva località del Sottobosco di San Giuliano del Sannio, quello che ormai è uno degli eventi più attesi dell’estate, l’evento rock che sta ottenendo sempre più consensi a livello regionale e nazionale, portando alla ribalta il Molise anche nel panorama delle manifestazioni musicali italiane. Il 29/30/31 luglio 2011: tre serate interamente dedicate alla buona musica che spazierà tra generi apparentemente diversi, ma con in comune le radici Rock. La prima sera sarà dedicata agli artisti locali e quest’anno l’apertura è affidata ai Dark Secret love e ai Ninive.La seconda serata vedrà esibirsi i Casino

Royale che porteranno in Molise una delle date di presentazione del loro nuovo cd “Io e la mia Ombra”.La serata di chiusura diffonderà nell’aria del note del sound elegante e raffinato dei Massimo Volume. L’intero programma della kermesse è

stato presentato ieri pomeriggio a San Giuliano in una conferenza stampa dove hanno partecipato esponenti della poliica provinciale, regionale e locale insieme ad Andrea Zita, per l’etichetta“ Soupy Records”Massimiliano Manocchio, per l ’ a g e n z i a “ShowLive”. Come già anticipato apriranno la rassegna i Ninive, rock band molisana, nata nel 2003, dall’impronta dark tipica degli anni ottanta. Al lavoro di mastering dell’album “Insonne” seguirà una distribuzione nazionale.Nell’agosto 2010 realizzano il video del singolo “Dead Star at Down”, regia di William Mussini.L’idea dei Ninive, com’è scritto nel loro sito web «richiama alla mente figure notturne, come maschere di teatro, folli, sorridenti e allo stesso tempo

malinconiche... e scure». La loro musica è di quelle rock duro già definito “notturno”.La band è composta da Denial Marino alla voce e alle chitarre, Antonio Mignogna alla batteria, Tony Mansi al basso e Carla Cantone per synth e chitarre. Seguono i Dark Secret Love, tribute band molisana degli HIM, nata nel 2006, su idea di Leandro (voce) e Marco (basso). La formazione propone anche Albert (tastiere), Pietro (batteria) e Walter (chitarra), per poi concedere, nel corso degli anni, l’ingresso al basso di Maurizio. Il combo, propone al pubblico un repertorio di oltre venti canzoni, apprezzato dai fan Himmici della zona molisana, spaziando dalle gotiche atmosfere di Greatest Lovesongs vol. 666, passando per l’acclamato Love Metal, fino ad arrivare ai più recenti Venus Doom e Screamworks, con il classico romanticismo maledetto di Valo & Co., accompagnato dalle forti sonorità distorte tipiche del Metal proveniente dal Nord Europa. Il

festival entrerà nel vivo sabato 30 luglio, accogliendo una delle band che hanno influenzato maggiormente la scena musicale italiana ska degli ultimi venti anni, in un lungo percorso artistico sempre in evoluzione, i Casino Royale, gruppo di musicisti milanesi dalle svariate influenze (tra cui Giuliano Palma), formatosi a Milano nel 1987. Partiti come band fortemente influenzata dagli Specials e dai Clash, sono rapidamente divenuti un fenomeno capace di raccogliere un pubblico trasversale. Nel 2011 la band milanese torna prepotentemente alla ribalta sulle scena nazionale e internazionale con un nuovo attesissimo disco, “Io e la Mia Ombra”, disco in uscita per Universal il 21 giugno, già apprezzato dalla critica e anticipato dall’omonimo singolo già in rotazione su tutti i network radiofonici. La grande chiusura del Festival è affidata, seguendo una climax ascendente, ai Massimo Volume, rock band italiana formatasi a Bologna sul finire degli anni ottanta, che, nel breve arco di quattro dischi, ha

marchiato a fuoco il rock alternativo italiano. I Massimo Volume hanno imposto un loro discorso personale in virtù di una felicissima fusione di svariati talenti, che ha permesso loro di creare dischi autenticamente innovativi ed espressivi. Quel che più colpisce è il grande coraggio, la totale estraneità a una scena musicale come quella emersa in quegli anni, già di per sé autonoma e slegata da considerazioni troppo commerciali, e la forte personalità. Il gruppo, dopo alcuni cambiamenti, è così definito nel suo nucleo sostanziale: Vittoria Burattini, alla batteria, è il supporto ritmico vivace e fantasioso; Egle Sommacal è la chitarra principe, capace di svisate noise, riff tenaci e incisivi, ma anche di raffinati preziosismi e assoli evocativi; Emidio “Mimì” Clementi mette di suo, oltre al basso, la voce e i testi: la pietra dello scandalo. L’uso del recitato in luogo del canto è una scommessa rischiosa, dettata dalle evidenti mancanze (Emidio non sa cantare), che si rivelerà in realtà vincente.

9


LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 203

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Maggioranza ed opposizione uniti nell’approvare il sistema di corretto insediamento degli impianti

Un regolamento per tutelare la salute Il sindaco Fanelli: il benessere dei cittadini è prioritario su ogni altra attività La maggioranza dell’amministrazione comunale di Riccia, in pieno accordo con la minoranza e con i cittadini, ha approvato il regolamento per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale dei nuovi impianti di telecomunicazione per la telefonia mobile e per le trasmissioni in standard DVB-H, radiotelevisivi e di radiodiffusione, al fine di tutelare la popolazione dalle emissioni elettromagnetiche. In base alla “Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici” (art.8, comma 6 della legge 22 febbraio 2001, n.36), e alla legge della Regione Molise (10 agosto 2006 n.20) “Norme per la tutela della popolazione dall’inquinamento elettromagnetico generato da impianti di telecomunicazione e radiotelevisivi, come modificata dalle leggi n.14/

2007 e 11/2009), il Comune di Riccia ha individuato, nell’ambito territoriale, le aree “sensibili” e quindi inidonee alle installazione degli impianti generatori di elettromagnetismo, come le scuole, le strutture sanitarie e le aree gioco, e poi ha individuato le aree a installazione condizionata. Sostanzialmente l’intero comune. Nello specifico, nelle aree “sensibili” non possono essere installate altre antenne; mentre nella restante parte del territorio, sotto stretti vincoli dell’amministrazione comunale, diventa molto complicato poterne prevedere di nuove. Per quanto riguarda le installazioni già autorizzate, si fa presente che l’amministrazione comunale ha richiesto l’intervento dell’Arpa Molise (Agenzia regionale per la protezione ambientale), cioè l’organo preposto a verificare il rispetto dei valori limi-

te relativi alle emissioni elettromagnetiche. In seguito al monitoraggio, da parte di questo ente, dei valori registrati nelle zone prossime a quelle di ubicazione delle antenne di Riccia, va constatato che l’esito di questi controlli è stato molto positivo: in sostanza è stato accertato che i valori registrati si collocano ad un livello abbondantemente inferiore alle soglie minime previste dalla normativa vigente. Se la soglia minima, stabilita dalla legge nazionale, di divieto per nuovi impianti è 6 volt al metro, nei rilievi è stata verificata la presenza di 0,1 di emissioni elettromagnetiche, enormemente al di sotto della soglia prevista. Il massimo punto registrato è di 1,2. Questo può rassicurare la popolazione, in base ai dati ufficiali non c’è assolutamente nessun pericolo per la comunità. Inoltre è stata installata

una centralina di controllo in continuo della soglia di emissione. E’ stato poi adottato, in chiave futura, un regolamento sul quale fare affidamento. Soddisfatto il sindaco di Riccia, Micaela Fanelli: “Per noi la salute dei cittadini viene prima di ogni altro valore e bene da tutelare, comprese le legittime istanze degli imprenditori e le necessità di miglioramenti tecnologici che anche esistono. Ma prima la salvaguardia del bene-salute e poi le altre necessità. Questo continua Fanelli - significa equilibrio nel rilascio delle autorizzazioni e massimo controllo che adotteremo e continueremo ad adottare sotto l’intero territorio comunale. Questo regolamento - conclude - ancora una volta ci pone all’avanguardia dei Comuni che si sono dotati di propri strumenti appunto per tutelare al meglio i propri cittadini”.

Jelsi. Con Francesco Vitale è stato scritto e interpretato da Palma Spina

Uno spettacolo sul gentil sesso: in piazza “Donne in quota” Donne in quota è lo spettacolo teatrale che sarà presentato dal comitato della Festività di S. Anna di Jelsi mercoledì 27 luglio a Jelsi nella piazzetta adiacente la Chiesa Madre. Lo spettacolo con Francesco Vitale è frutto del lavoro di Palma Spina, che ha scritto e interpretato il testo in maniera così brillante da ricevere la Menzione Speciale al Premio Massimo Troisi 2009 nella sezione “Scrittura Comica”. Dopo il debutto al Teatro Savoia di Campobasso nel 2009, lo spettacolo è stato inserito nel cartellone del Teatro Manhattan di Roma nella stagione teatrale 2009-2010. E’ un’insieme di ritratti tragicomici di donne moderne che si battono per resistere allo

strapotere maschile nella società di oggi. Su tutte aleggia l’ingombrante figura del maschio, vero nemico da combattere, prima ancora della cellu-

lite. C’è Antonietta, l’impiegata postale che fa della sua presunta depressione e certa frustrazione validi motivi per non fare il suo dovere; c’è Cosima, una ragazza strana e sempliPalma Spina ciotta che vive sola in una fattoria veneta e millanta di essere la figlia segreta del presidente del Consiglio; c’è suor Agata che ha creato un gruppo in facebook per chiedere maggiore parità per la donna nella Chiesa; c’è Rosalia, una brava estetista palermitana sicura di me-

ritare un posto in Parlamento come altre colleghe; c’è l’imprenditrice Marina dispersa in una giungla dall’altra parte del mondo dove incontra un indigeno con cui riesce a comunicare più di quanto abbia fatto in vent’anni con suo marito. Sono donne in quota, donne che vogliono essere nelle “quote rosa” di questo paese ma che faticosamente riescono a rompere certi pregiudizi secolari e avere il destino dalla loro. L’uomo diventa il nemico numero, tanto che per combatterlo si diventa peggio di lui. E in questa eterna lotta fra potere maschile e riscatto femminile, ognuno crede di aver più meriti e ragione dell’altro, ignorando che le capacità e

Chi e’ Palma Spina: (Antonietta, Cosima, suor Agata, Rosalia, Marina) Di Gildone (CB) si forma artisticamente studiando “Storia del Cinema” a Bologna e frequentando laboratori di regia, sceneggiatura e recitazione fra Roma, Firenze e Campo-

10

basso. Come autrice ha pubblicato due racconti e due romanzi vincitori di premi nazionali, ha sceneggiato diversi cortometraggi e scritto quattro testi per il teatro:

Tutta Colpa del Purgatorio, La Sposa Perplessa, Donne in Quota e Donne in crisi (in allestimento), tutti rappresentati anche fuori regione. Come attrice ha preso parte a diversi corti,

a un lungometraggio e interpretato gli spettacoli teatrali di cui è anche autrice ottenendo nel 2007 il Premio Migliore Attrice Protagonista nel 2007 a Castrocaro Terme (FO).

Sono tra i migliori artisti al mondo

Pietracatella, al Festival Folk Internazionale anche il gruppo serbo Lola Ribar

Al Festival Folk Internazionale che si terrà a Pietracatella a partire dal 7 agosto anche il gruppo serbo. La sua storia è legata alla Società Accademico Culturale Artistica “Ivo Lola Ribar” che, fondata nel 1944, è la principale società amatoriale culturale e artistica del paese, una delle migliori al mondo; ciò è dimostrato dal fatto che si è classificata al primo posto in tutti gli eventi importanti nel Paese e nei raduni internazionali di cori e folklore. ACAC “Lola” per più di sei decenni, si è dedicata alla promozione dei tradizionali valori educativi, culturali e artistici della Serbia e la loro presentazione nel paese e all’estero. Con i suoi 1000 iscritti, “Lola” è la più grande società del suo genere nei Balcani occidentali. Nella società ci sono quattro sezioni: l’ensemble di danze popolari e canti con un gruppo di canto tradizionale, coro, orchestra folk e tamburello e teatro. Decine di migliaia di giovani sono passati attraverso i programmi di “Lola”, ed hanno tenuto migliaia di spettacoli, dai piccoli palcoscenici nel nostro paese fino all’estero. “Lola” nel suo insieme fa parte delle strategie educative e culturali della nostra società ed è promotrice dei nostri rapporti con il mondo globale. Tuttavia, “Lola” interagisce non solo con i suoi membri attuali, ma anche con decine di migliaia di ex membri, molti dei quali sono diventati top performer, senza i quali oggi è impossibile immaginare la vita culturale di Belgrado, e di tutta la Serbia. Partecipando a concorsi nazionali e festival internazionali, “Lola”, ha vinto primi premi e riconoscimenti per l’elevato livello del suo lavoro, fino a diventare un centro culturale che unisce le persone giovani e creative nonché una prestigiosa istituzione nazionale. Solo nel 2006, “Lola” ha effettuato diverse visite importanti ed esibizini all’estero (Francia - Belfort, Bulgaria - Svishtov, Russia - Cheboksary, Francia - La Gard e Martig, Spagna - Orense e Tenerife, Germania - Dortmund, Regno Unito - Londra, Francia - Parigi); così come numerosi concerti a Belgrado e in tutta la Serbia. “Lola” è stata, nel 2007, in tour internazionale in Slovenia, Lubiana, Svizzera-Zurigo e Lucerna, Belgio-Izegem-Shoten e Grecia Kavala. L’ alta gamma artistica dell’ensemble come “Lola” ha aperto le inaspettate possibilità di diverse forme di visualizzazione della cultura nazionale. Inoltre, il coinvolgimento dei giovani ha una profonda valenza sociologica, in quanto si cerca di impiegare il tempo in attività di istruzione, formazione, sperimentazione, divertimento e socializzazione, creando ottime e concrete alternative.


LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 203

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Il vescovo Scotti consegnerà il documento ai parenti di Giovanni Fossaceca

Archivio

Morto sul fronte russo Due anni fa ritrovata la piastrina Mercoledì 27 luglio, alle ore 18 e 30, in occasione della celebrazione religiosa presieduta dal vescovo Do-

menico Scotti, in Cattedrale, ci sarà la consegna della piastrina di guerra ai familiari del soldato Giovanni

I familiari non hanno più avuto notizie del loro giovane bersagliere partito per la II guerra mondiale, fino a quando nel 2009 per caso un turista italiano in Russia ha rinvenuto la medaglietta del militare e ha deciso di restituirla ai cari, iniziando la lunga ricerca

Fossaceca, deceduto durante la seconda guerra mondiale nella campagna di Russia. La piastrina è stata rinvenuta il 29 luglio del 2009 dal signor Respighi, presso la città di Miciurinsk, il quale, dopo una lunga ricerca, ha avuto cura di ritrovare i familiari del soldato per fare loro dono della piastrina. Gli stessi familiari che durante la guerra non ebbero più notizia del loro caro Giovanni, e solo oggi con il ritrovamento della piastrina sono venuti a conoscenza del triste destino. Questi sono i dati riportati nel documento militare: Giovanni Fossaceca, nato a Trivento il 3 dicembre del 1912. Figlio di Benedetto Fossace-

ca e Cristina Brindisi. Matricola n. 1103242, Bersagliere del Terzo reggimento, deceduto sul fronte russo il 13 febbraio del 1943, nel campo di prigionia. Causa di morte una malattia. La salma è riposta nel cimitero del comune di Nekrilovo, dove c’era il campo di prigionia n. 62 e n. 169. Regione di Voronezh – 150 Km a nord del fronte del Don – 90 Km a est di Krenovoje. La stazione di arrivo era Khopiersk. Vi morirono 1.111italiani. I sopravvissuti furono trasferiti al di là degli Urali, nella provincia di Nizhni Taghil, con un viaggio di 2 mila Km, dove le vittime italiane furono 1154. V.Sc.

San Biase. Un rituale antico rievocato dall’azienda Gino Passaro

Quarta edizione della festa della mietitura e trebbiatura di Agnese Genova SAN BIASE. Quarta edizione della festa della mietitura e trebbiatura a San Biase. Ieri in contrada Montagna la prima delle due giornate a tema che ha riproposto la mietitura manuale di spighe di grano. Un rituale antico, che rischia di finire inesorabilmente nel dimenticatoio, rievocato dall’azienda di Gino Passaro con il patrocino del Comune. Ieri mattina una squadra di una decina di volenterosi contadini, provenienti anche dalla vicina Fossalto, si è messa all’opera nel campo e falce in pugno ha tagliato le alte spighe della varietà del celebre grano duro senatore Cappelli. Per anni è stato protagonista indiscusso della cerealicoltura di media e bassa collina, garantendo risultati che dal punto di vista qualitativo non hanno conosciuto rivali. E’ stato proprio dal grano Cappelli che il Molise ha prodotto ed esportato paste alimentari di indiscussa qualità. Defini-

to “razza eletta” negli anni ’30 e ’40, prende il nome dal senatore abruzzese Raffaele Cappelli, promotore della riforma agraria che ha portato alla distinzione tra grani duri e teneri. E’ un frumento duro, aristato, con caratteristiche particolari. Le sue spighe sono alte quasi due metri, difficile da coltivare perché a rischio di continuo allettamento. Contiene percentuali più elevate di lipidi, amminoacidi, vitamine e minerali, nonché caratteristiche di elevata digeribilità. I mietitori hanno falciato con buona lena il raccolto, raggruppando le spighe in fasci e realizzando così i covoni. Che a loro volta sono stati ammucchiati in cumuli detti

San Biase

Prima partita alle 18 e 30

Parte oggi il mini torneo San Nazario Parte oggi il mini torneo “San Nazario” dell’Oratorio “San Giovanni Evangelista”. La due giorni prevede due partite ogni sera, una alle 18 e 30, l’altra alle 19 e 30 e secondo il regolamento le gare avranno una durata di 30 minuti, suddivisi in due tempi di 15 minuti ciascuno. In caso di parità si procederà direttamente ai calci di rigori, 5 per squadra, in caso di ulteriore parità si continuerà ad oltranza. Le squadre vincenti disputeranno direttamente la Finale, le perdenti il terzo e quarto posto. In Finale, in caso di parità, si disputeranno due tempi supplementari di 5 minunti cadauno, in caso di ulteriore parità si andrà ai calci di rigori. Nel corso di ciascuna gara potranno essere utilizzati tutti i giocatori regolarmente identificati dall’arbitro prima dell’incontro. Un giocatore sostituito potrà regolarmente rientrare durante il corso della gara senza annunciarsi all’arbitro. Un calciatore espulso, sarà automaticamente escluso dal Torneo. L’oratorio augura buon divertimento ai partecipanti, e dà appuntamento a tutti a settembre, per l’inizio delle attività pomeridiane.

Organizzato dall’Oratorio San Giovanni Evangelista Sono in tutto quattro le squadre in competizione

in dialetto acchjòni. Il lavoro è stato lungo, ha richiesto un’intera giornata. Alla fine, da un tomolo di terra (pari a 28 are, 2.800 mq) saranno

ricavati circa sei quintali di grano. Nell’arco della mietitura diverse sono state le soste. Anche per ristorarsi. In particolare a metà mattinata la squadra si è fermata per la classica vevetélla, tradizionale colazione dei contadini composta di fragranti pagnotte di pane fresco fatto in casa spaccate a metà, imbevute di olio d’oliva e farcite con salciccia e peperoni fritti, frittata, formaggi, soppressata e vino a volontà. L’abbondante raccolto è stato riposto in una rimessa in attesa della trebbiatura prevista per venerdì 12 agosto. L’appuntamento è in contrada San Leonardo, su un ampio piazzale dove una volta si ergeva una croce viaria. Lo slargo è stato usato

in passato come aia per le trebbiatrici a postazione. Proprio qui sarà posizionata una vecchia trebbiatrice del 1970, dello storico marchio Cicoria. Piccola, compatta e perfettamente funzionante, fatta in legno e ferro. Si avvia tramite la motrice del trattore, alla quale si accoppia con uno scenografico cinturone di comando. Ciò che la differenzia maggiormente dalle macchine moderne è la qualità del lavoro prodotto. Oggi invece tutto si basa sulla quantità. All’interno è molto complessa, è in grado di selezionare il frumento, presenta diversi gruppi per la ventilazione e trincia accuratamente la paglia. L’insieme degli steli del cereale sminuzzato veniva poi usato come alimento per gli animali o giaciglio morbido e asciutto per le stesse bestie. Almeno quattro gli uomini necessari per il buon funzionamento della vecchia trebbiatrice, che devono oc-

cuparsi di mandare i covoni sull’elevatore, riempire i sacchi, sistemare la paglia. La festa, tra vari intervalli, va avanti per l’intera giornata. Stand gastronomici, musiche a tema, suonatori di organetti, giochi semplici e dimenticati, artigiani al lavoro faranno rivivere uno scorcio di passato neanche troppo lontano e che l’uomo moderno pare abbia fretta di archiviare. Un evento fortemente voluto per richiamare alla memoria il tempo che fu e che tanti giovani rischiano di non conoscere. Organizzato con impegno ed entusiasmo per motivi affettivi da Gino Passaro, 45 anni, meccanico di attrezzature agricole con un sogno nel cassetto: “Allestire un museo con attrezzi d’epoca per accendere i riflettori su una cultura in via di estinzione. Perderla sarebbe un vero peccato. Saremmo tutti un po’ più poveri”. Difficile dargli torto.

11


ANNO XIV - N. 203

LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: quotidianoiserna@gmail.com

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Chieste le motivazioni politico-amministrative per cui il servizio non è stato potenziato

Suap, l’Idv ora vuole chiarezza Gli esponenti del partito dipietrista presentano un’interrogazione a Melogli Melogli ha nominato il nuovo dirigente del Suap. È Giulio Castiello, già responsabile della Polizia Urbana, ma l’Italia dei Valori fa finta di niente e rivolge un’interrogazione al sindaco, sperando forse di provocare qualche mal di pancia nella maggioranza. In particolare, l’Idv chiede di conoscere quali siano le problematiche e le responsabilità politico-amministrative che non hanno permesso, a distanza di molto tempo, il potenziamento e l’ampliamento del servizio Suap di Isernia anche in considerazione delle nuove funzioni che sono state attribuite allo stesso dalle norme vigenti, nonostante le richieste effettuate dai responsabili del servizio sin dal 2008. Nell’interrogazione, poi, si vuole conoscere le motivazioni che ancora non hanno consentito la discussione e l’approvazione dello schema di convenzione del servizio Suap in Commissione consiliare e in Consiglio comunale; le motivazioni che hanno determinato l’assegnazione dell’incarico di dirigente del Suap all’attuale capo del V Settore e le modalità che sono state previste per l’accorpamento dell’Ufficio Commercio al Suap. Il Suap, voluto dall’allora Giunta comunale di centro-sinistra e reso operativo nel 2000, è stato il primo sportello per le attività produttive realizzato in Molise e tra i primi nel centro-sud Italia ma a distanza di più di dieci anni non è stato potenziato. Il Suap, infatti, concepito inizialmente come semplice sportello doveva divenire una vera e propria struttura comunale

L’ingresso del Comune di Isernia

con funzioni strategiche (esercizi di somministrazione, esercizi di vicinato,

commercio su aree pubbliche, ecc). Il Suap di Isernia è stato accreditato fin dal

gennaio 2011 presso il Ministero per lo Sviluppo economico ed è quindi abilitato ad esercitare le funzioni che gli sono proprie. Da circa un anno la Giunta non ha provveduto a fare esaminare dalla Commissione competente e successivamente ad approvare in Consiglio comunale la bozza di Convenzione che è stata predisposta dall’Ufficio nel settembre 2010. La Convenzione regola tutti i rapporti tra il Comune di Isernia e i Comuni che si convenzioneranno compresi gli oneri e le funzioni che

Il logo dello Sportello

verranno trasferite dagli altri Comuni al Comune capoluogo e la cui approvazione scade il prossimo 30 settembre. Le responsabilità di questo enorme ed inspiegabile ritardo e del conseguente blocco sono soprattutto di natura politica

Forlì del Sannio. Chi non rispetterà le norme dovrà pagare 50 euro di ammenda

Multe salate ai cani sporcaccioni Il sindaco Calabrese ha predisposto contravvenzioni per i padroni indisciplinati FORLÌ DEL SANVeduta di Forlì del Sannio NIO. Multe in arrivo per i proprietari di cani che sporcano. Lo ha deciso il sindaco Roberto Calabrese che, con una specifica ordinanza, ha fissato in 50 euro l’ammontare delle contravvenzioni per chi non rispetterà le norme. “Giungono sempre più numerose da parte dei cittadini – si legge nel documento – lrimostranze e reclami per gli inconvenienti igienicosanitarie derivanti dalle de- ciapiedi, le strade i giardini iezioni dei cani lungo i mar- pubblici e le piazze del ter-

ritorio urbano e che i loro proprietari mantengono

comportamenti contrari alle disposizioni di leggi vigenti”. Inoltre “la grande diffusione dei cani rende sempre di più indispensabile ed attuale la necessità di regolamentare la conduzione degli stessi”. Una situazione che non può essere consentita, rimarca il sindaco, dal momento che “sono in libero commercio strumentazioni idonee ( palette e sacchetti ) alla pulizia dei luoghi ed alla rimozione dei residui organici, a cura dei proprietari

Sport e natura, sarà presentata a Isernia l’edizione 2011 della Cammina Molise Un momento della manifestazione

Si terrà mercoledì 27 luglio a Isernia, alle ore 10,30 presso la Sala Gialla della Provincia, in via Berta, la conferenza stampa per la presentazione ufficiale del

a causa dei contrasti all’interno della Giunta comunale. Infine, in merito all’accorpamento dell’Ufficio Commercio non si è tenuto conto delle modalità di gestione anche in considerazione del personale dipendente.

programma della Cammina, Molise! 2011, un cammino di testimonianza nel territorio del versante molisano del Matese, che parte dalla Riserva Naturale regionale di Monte Patalecchia fino ad arrivare all’Oasi WWF-Riserva Naturale regionale Guardiaregia-Campochiaro” e quindi alla zona archeologica di Altilia, con l’intento di proporre la conoscenza di

un territorio ancora integro sotto il profilo naturalistico e ricco di storia e di cultura. L’evento avrà inizio il prossimo 6 Agosto. Vi prenderanno parte 200 marciatori provenienti da tutta Italia che attraverseranno alcuni tra i più suggestivi luoghi molisani e tracceranno la strada delle origini, delle usanze e delle ricchezze di questo splendido territorio sannita,

e tracceranno nello stesso tempo le linee guida per la rinascita delle terre molisane, basato nella consapevolezza che le vere ricchezze della Regione sono custodite nei borghi e nel territori dell’entroterra. Organizzata dall’Associazione culturale La Terra e patrocinata dall’Assessorato al Turismo della Regione Molise, Ministero dei Beni Culturali, Le

Province di Campobasso e di Isernia, la marcia rappresenta, prima di tutto, un cammino di ricerca verso il nostro passato fatto di storia ed archeologia, cultura contadina, dialetti, usi e costumi, e nello stesso tempo vuole rimarcare una denuncia costruttiva del presente e indicare proposte concrete per il rilancio turistico e culturale della Regione

o conducenti, con l’obbligo di depositarli nei cassonetti adibiti alla raccolta dei rifiuti solidi urbani”. Roberto Calabrese “invita i proprietari di animali all’osservanza delle norme igieniche vigenti, per quanto concerne la tenuta e la custodia dei cani di rispettiva appartenenza, evitando in modo particolare di lasciarli vagare liberi senza guinzaglio”. Nell’ordinanza si stabilisce che “i cittadini interessati devono condurre e tenere al guinzaglio, durante le passeggiate lungo le strade ed aree pubbliche di tutto il territorio comunale, i cani di loro proprietà, con conseguente divieto assoluto di lasciare che gli stessi circolino liberamente, eccezion fatta per i cani da caccia durante il periodo venatorio. I proprietari inoltre devono evitare che i cani di loro appartenenza lordino le aiuole, i parchi attrezzati, gli spazi verdi, le vie le piazze ed aree urbane frequentate dall’utenza in genere; devono munirsi dei mezzi necessari (paletta-sacchetto) per l’immediata rimozione degli escrementi del’fanimale; devono condurre i cani con guinzaglio ed idonea museruola”.

13


14

Lunedì 25 luglio 2011

Ma l’Asrem si è già attivata: avviate indagini urgenti per scongiurare ogni eventuale pericolo

Diossina, paura in provincia I cittadini vogliono risposte certe e maggiori controlli ambientali e sanitari Ora la gente incomincia ad avere fondati timori ed anche gli amministratori locali della valle del Volturno vogliono risposte certe, dopo che l’Azienda Sanitaria Regionale del Molise ha confermato che nella piana di Venafro è stata trovata la diossina. Si pensa di attivare urgentemente un monitoraggio generale sulle condizioni ambientali e sanitarie del territorio, senza allarmismi ma con dati inoppugnabili. L’Asrem, in risposta ad una istanza del consigliere Michele Petraroia del 20 giugno sui rischi ambientali dell’area, aveva attivato indagini immediate. Ed infatti lo scorso 12 luglio, con una lettera del direttore dell’Unità. Igiene degli Alimenti, è stato confermato che nelle carni di un bovino locale, l’Istituto Zooprofilattico aveva

Dopo l’appello di Mario Pietracupa anche gli amministratori locali dell’area venafrana vogliono vederci chiaro Un laboratorio analisi

accertato presenza di diossine pari a 7,80 pg/g, il doppio quasi del limite massimo fissato pari a 4.5 pg/g. Nella comunicazione era stato an-

che riportato l’impegno dell’Asrem, che ha già effettuato una quarantina di analisi su alimentari come latte, uova, carne, mangimi e altri

prodotti, tutti risultati però inferiori ai valori di rischio fissati dal Regolamento Europeo. Ma la presenza di diossina allarma la gente e si

vorrebbe varare un piano straordinario da attuare in sinergia tra l’ASREM, l’ARPAM, i Nuclei Operativi dei Carabinieri, Corpo Forestale e Istituto Zooprofilattico. Oltre all’Istituto Superiore della Sanità e alle strutture tecniche regionali. Senza allarmismi, i circa 35 mila cittadini dell’area interessata devono conoscere lo stato ambientale ed i rischi sanitari della zona ove vivono, dove tra l’altro sta arrivando anche un’altra pesante fonte inquinante, la centrale Turbogas sul confine a Presenzano. Si chiede dunque di verificare costantemente la qualità dell’aria e la sicurezza dei prodotti alimentari destinati al consumo umano, le emissioni in atmosfera, la gestione del ciclo dei rifiuti, lo sversamento di reflui nei fiumi e torrenti e sui terreni agri-

coli Dopo l’appello ad effettuare controlli più approfonditi del vicepresidente della Regione Mario Pietracupa, anche gli amministratori della Valle del Volturno chiedono ora di affrontare il problema per avere soluzioni adeguate. “È necessario- ha detto in proposito il consigliere comunale Antonio Sorbo – pretendere in particolare dall’Asrem e dall’Arpa dei controlli mirati, trasparenti ed efficaci ed una informazione più puntuale e tempestiva. Riteniamo che vada archiviata la stagione dei controlli “con preavviso” e delle iniziative estemporanee ed ambigue. L’Asrem deve elaborare ed attuare un vero e proprio piano di verifiche che a breve e medio termine consenta di monitorare la situazione con dati precisi e costanti”. Ag.Roc.

La Comunità montana Sannio ha concesso la deroga per la stagione 2011

Cavalli, a Carpinone potranno pascolare in montagna

Cavalli al pascolo

Cavalli, sulle montagne di Carpinone potranno pascolare. Lo ha deciso il sindaco

Pasquale Sarao dopo le polemiche scatenate nelle scorse settimane dagli allevatori,

che avevano protestato contro la mancata concessione da parte della Comunità montana Sannio dell’autorizzazione all’utilizzo dei pascoli montani. L’istanza degli allevatori carpinonesi, presentata tramite la Federazione provinciale Coldiretti di Isernia, è stata di carattere straordinario, così come il provvedimento del della Regione Molise e della Comunità Montana Sannio, che ha finalmente concesso una deroga al regolamento per la stagione silvana 2011. Una deroga chiesta a gran voce, vista l’emergenza in cui si sono trovati gli

Una veduta di Carpinone e delle montagne circostanti

allevatori: senza poter portare i cavalli al pascolo, avrebbero perso gli animali che nelle stalle stavano rischian-

L’ANGOLO DELLA BELLEZZA

Cosa fare in caso di ustione della pelle

do la vita, con una notevole perdita anche in termini economici. Così ribadita l’urgenza di

prendere provvedimenti, il sindaco Sarao si è dato subito da fare per porre rimedio all’incresciosa situazione. Così, gli allevatori possono tirare un sospiro di sollievo, perché anche quest’anno potranno portare i loro cavalli al pascolo. Gli animali potranno essere fino a un numero massimo di 20 per ogni allevatore, purchè di proprietà del richiedente e certificati dal registro di stalla. Coloro invece che non sono allevatori, potranno portare in montagna al massimo due cavalli, ma sempre con le stesse modalità di registrazione.

Antonio Martella

Rubrica di chirurgia estetica a cura del dottor Antonio Martella

La pelle è un tessuto sensibile e vivo composto di tre strati principali: l’epidermide, il derma e il tessuto sottocutaneo. Ogni esposizione al calore al di sopra dei 50 °C danneggerà le sue cellule e provocherà un certo grado di ustione. Ogni anno in Italia circa 400.000 persone si ustionano: 50.000 in modo grave, 15.000 tanto da richiedere il ricovero in ospedale e 1.000 in modo letale. I bambini e gli anziani sono più suscettibili alle forme gravi di ustione perché la loro pelle è più sottile. La profondità del tessuto e l’estensione della superficie corporea colpita determinano la gravità dell’ustione.

Quali sono i sintomi delle ustioni? Le ustioni si dividono a seconda della loro profondità in ustioni superficiali (I° e II° grado superficiale) e profonde (II° grado profondo e III° grado). Se l’ustione è rossa, dolorante, talvolta gonfia è probabilmente un’ustione di primo grado (per esempio l’eritema solare); quando, invece, è rossa, dolorosa e coperta da bolle, è probabilmente un’ustione di secondo grado (che può comprendere le scottature solari gravi); se la pelle bruciata ha un aspetto bianco o carbonizzato e i vasi sanguigni sono esposti, con un danno dei nervi così grave che non si avverte do-

lore, è probabilmente un’ustione di terzo grado; se invece, oltre alle caratteristiche dell’ustione di terzo grado esiste un interessamento del muscolo con le ossa esposte, parliamo di un’ustione di quarto grado Questa classificazione è importante perché ci indica non solo la gravità del trauma subito del paziente ma anche la possibilità che hanno le zone ustionate di guarire da sole e senza cicatrici: infatti le ustioni superficiali guariscono spontaneamente nel giro di 1-2 settimane senza alcuna cicatrice mentre quelle profonde possono impiegare anche dei mesi per guarire senza un intervento chi-

rurgico e lo fanno sempre al prezzo di importanti esiti cicatriziali. Cosa fare in caso di ustione? Il primo soccorso è molto importante perché è la base per avere meno danni possibili. Queste sono le principali azioni da compiere quando si soccorre una o più persone sul luogo dell’incidente: Raffreddare le zone interessate dall’ustione con acqua fredda, tranne nei casi di ustione da agente chimico. Non asportare gli indumenti, poiché potrebbero essersi attaccati alla pelle. In questo caso è quindi necessario non sfilare gli abiti, in quanto c’è il rischio di strappare la pelle ed aggravare la situazione. Avvolgere con

un lenzuolo pulito la persona. Chiamare il pronto intervento 118. La terapia chirurgica riguarda quindi soltanto le ustioni profonde e si effettua rimuovendo la pelle morta (escarectomia) sostituendola con pelle a spessore parziale (innesto) prelevata da altre zone del corpo. A livello delle zone donatrici la pelle residua si riforma spon-

taneamente nel giro di 15-21 giorni a meno che non subentrino delle infezioni. Un altro fattore importante nella prognosi di un’ustione è la sua estensione: infatti, ustioni estese al 20% ed oltre della superficie corporea si accompagnano a squilibri metabolici molto gravi di tutto l’organismo (shock da ustione).


Lunedì 25 luglio 2011

15

Le famiglie scelgono il mare italiano, i giovani preferiscono le mete del divertimento: in testa le Baleari

Isernini non rinunciano alle vacanze Agenzie di viaggio prese d’assalto: boom di richieste per le offerte “last minute” Gli isernini non rinunciano alle vacanze. Questo è poco ma sicuro. Nonostante il periodo non troppo roseo per le finanze della maggior parte degli abitanti del capoluogo pentro, in questi giorni le agenzie dei viaggio sono stracolme di persone in cerca di un last minute, talvolta con destinazione casuale, purchè si parta. Quest’anno a quanto pare in molti rimarranno in Italia, destinazione mare naturalmente, ma un nutrito gruppo di persone partirà anche per la montagna. Nello specifico, sono le famiglie, giovani e non, ad aver scelto il Bel Paese per una vacanza in totale relax, che si tratti di mare o di montagna. In molti hanno scelto villaggi all inclusive, soprattutto le famiglie con bambini piccoli, ai quali di solito vengono riservati trattamen-

Giovani a Ibiza (foto repertorio)

ti speciali, con animazione e divertimento tutto per loro. Con buona pace dei genitori che possono riposarsi in tut-

ta tranquillità, sapendo che i loro figli sono in mani sicure ed esperte. I giovani isernini invece “fuggiranno” alla sco-

perta di mete estere. Gettonatissime la capitali europee, come Parigi, Londra, Madrid. Un trend positivo l’hanno registrato città come Budapest, dove in estate si tiene un famoso festival che richiama migliaia di giovani da tutto il mondo, e Praga. Altre destinazioni “super prenotate” sono le Baleari: Ibiza, Maiorca, Minorca e Formentera (che quest’anno pare essere più che mai diventata la meta preferita dai vip italiani) rimangono tra le più ambite, ma anche Fuerteventura, isola delle Canarie, sta andando alla grande per via dei costi bassissimi. Sempre per quanto riguarda le isole invece, in pochissimi si dirigeranno verso quella greche per via del clima sociale piuttosto acceso. In forte ripresa anche il Mar Rosso che gli isernini continuano a sceglie-

Budapest

re, affidandosi però esclusivamente a tour operator nazionali, per non incorrere in spiacevoli sorprese. Un trend in crescita tra i ragazzi del capoluogo pentro lo ha registrato anche Dubai. Crisi o no, insomma gli isernini non

ne vogliono proprio sapere di restarsene a casa nell’unico periodo dell’anno che hanno per potersi muovere un po’ di più quindi tra qualche giorno la città, come accade nelle grandi metropoli, è destinata a svuotarsi.

In programma una mostra storico-fotografica dal 1861 a oggi

Appuntamento questo week end

Macchia d’Isernia festeggia i 150 anni dell’Unità d’Italia

Miranda, tutto pronto per La Tartufata

Una veduta di Macchia

Macchia d’Isernia rende omaggio ai 150 anni dell’Unità d’Italia con una mostra storica. Sarà inaugurata il prossimo 29 luglio nel cen-

tro alle porte di Isernia e si intitolerà “Macchia si racconta”. Sarà un escursus storico – fotografico che ripercorrerà alcuni significativi

momenti vissuti a Macchia d’Isernia a partire dal 1861 in poi. La manifestazione è stata realizzata grazie ad una accurata ricerca effettuata nell’archivio storico. La mostra è concepita come un “worKing in progress” e cioè un lavoro in continua evoluzione e in continua crescita e sarà realizzata grazie alla collaborazione dell’archivio di Stato che, avendo ritenuto interessante l’idea, si è dichiarato disponibile. L’iniziativa inoltre avrà il patrocinio della Regione e della fondazione cultura. Ma questa mostra

è solo l’inizio di un’estate ricca di eventi a macchia d’Isernia. Nell’ambito del programma di manifestazioni, sarà inaugurata anche una mostra di pitturam intitolata “Macchia Arte” che partirà probabilmente il 20 agosto. Quest’anno sarà dato ampio spazio alle iniziative per i bambini, con momenti di vera e propria arte, ludici e ricreativi dedicati esclusivamente a loro. Intanto l’amministrazione comunale sta andando alla ricerca di foto vecchie di Macchia che saranno esposte nella scuola elementare del paese.

È tutto pronto a Miranda per il week end più importante dell’anno. Torna il tradizionale appuntamento con la Tartufata., che anche per queste edizione 2011 promette gustose serate. Location come sempre il cuore del centro storico, in piazza Rossini che per l’occasione si trasformerà in un gigantesco ristorante all’aperto. Si parte venerdì sera e si va avanti sabato e domenica. Il menu sarà come sempre preparato dalla ormai “oliata” brigata di cucina della Pro Loco che è pronta a regalare, come sempre, gusto e divertimento. A far da cornice alle tre serate di alta enogastronomia, il sorriso e la cortesia dei mirandesi, che accoglieranno i visitatori con lo spirito ospitale che li contraddistingue. Archivio


ANNO XIV - N. 203

LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011

VIA G. BERTA n. 76 - TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973

REDAZIONE 86170 ISERNIA

Tra le possibili iniziative la realizzazione di un micro-nido e il programma Mo.mo per le fonti rinnovabili

Agnone, il Comune a caccia di fondi L’amminisirazione sta valutando nuovi progetti per sostenere le casse municipali AGNONE. In epoca di Federalismo reperire i fondi necessari per amministrare è sempre meno semplice. Però l’amministrazione di Agnone ha già valutato una serie di possibili interventi per risollevare le casse municipali. Ne ha discusso il sindaco Michele Carosella nel corso dell’ultima seduta di Consiglio comunale. Il suo intervento, contenuto nel verbale di deliberazione di Consiglio, è stato pubblicato sul sito Internet del Comune di Agnone. “La situazione delle casse comunali è davvero ‘da brivido’ – riferisce il primo cittadino al Consiglio – Un taglio dei trasferimenti erariali per circa 163.000,00 euro può mettere in ginocchio un Comune come il nostro, tanto che erogare anche piccoli contributi a questa o l’altra

Il sindaco Michele Carosella

Associazione per questa o l’altra manifestazione è quasi un problema insormontabile. Non era così qualche tempo fa, quando decisioni di questo tipo si prendevano

PIETRABBONDANTE

finanche senza discutere”. È sorta dunque la necessità, dice Carosella, di trovare altre entrate. “Sono stati, quindi, presentati alcuni progetti – si legge nel verbale

di deliberazione comunale Il progetto per la realizzazione di un micro-nido: l’opportunità è venuta dalla delibera della Giunta comunale del marzo 2011. L’idea è stata sostenuta anche dal Comitato dei sindaci dell’Ambito territoriale di Agnone, sindaci decisi a contribuire al cofinanziamento, sebbene in maniera non decisiva. Il progetto MO.MO. promosso da Regione Molise, Province di Isernia e Campobasso, Unioncamere: la tipologia d’investimento comprende l’efficienza energetica, la produzione di energia da fonti rinnovabili, il risparmio energetico, la mobilità sostenibile, intesa come creazione di percorsi per pedoni, biciclette e quant’altro; per ora sono state solo presentate schede di manifestazione d’interesse e se ne deve se-

Il Comune di Agnone

guire l’iter”. C’è poi anche un terzo progetto, rimarca il sindaco Carosella, “un altro progetto a sostegno del turismo che prevede l’utilizzazione di

parte di Palazzo Bonanni, cui ha collaborato anche il Consigliere Mastronardi, già progettista dei lavori di ristrutturazione e adeguamento dell’immobile”.

L’evento è stato organizzato dalla Comunità montana Sannio

Fissato per venerdì Raccolta funghi, parte il corso il consiglio comunale Al termine delle lezioni sarà rilasciato un attestato di idoneità

Il sindaco Giovanni Tesone

PIETRABBONDANTE. È stato convocato per venerdì 29 luglio il Consiglio comunale.La notifica della convocazione è stata ufficializzata sul sito Internet del

Comune.Tra i punti all’ordine del giornoci sono la ratifica dello statuto relativo al Cosnorzio Copris, l’adesione del Comune di Pietrabbondante al Patto dei sindaci della Provincia di Isernia, la modifica al regolamento di contabilità, la partecipazione alla Fondazione denominata ‘Arti e scienze moderne’, la nomina del componente della Commissione edilizia, l’approvazione del regolamento per il servizio di noleggio con conducente e l’individuazione del numero di livenze per il servizio di noleggio con conducente.

Funghi, novità positive per gli appassionati. La Comunità Montana Sannio sta infatti organizzando il sesto corso gratuito di Micologia di base. L’iniziativa ha come obiettivo la preparazione dei partecipanti sulla normativa che disciplina la raccolta e la commercializzazione dei funghi epigei spontanei, il riconoscimento, la tossicità e la commestibilità delle varie tipologia di funghi. Ai partecipanti, il cui numero previsto va da un minimo di 50 a un massimo di 90 persone, sarà rilasciato l’attestato di idoneità alla raccol-

ta. Il corso si svolgerà in quattro incontri di tre ore e mezza l’uno: in tutto si tratta di quattordici ora di corso. Per

poter ricevere l’attestato i partecipanti dovranno partecipare ad almeno 10 ore di lezione. Per i corsisti con meno di 65 anni è previsto,

alla fine del corso, anche un test di verifica scritto per valutare le competenze acquisite nel corso delle lezioni. L’inizio del corso e l’orario e luogo delle in cui si svolgeranno le lezioni sarà comunicato in un secondo momento. Per partecipare basta compilare i moduli che possono essere trovati presso la sede della Comunità Montana Sannio e presso ognuno dei Comuni che aderiscono all’Ente. Per maggiori informazioni è possibile contattare gli Uffici della Comunità Montana al seguente numero di telefono: 0874 – 890534.

La sarta di Capracotta Dora Sozio realizzerà il costume di Barrea CAPRACOTTA. Appartengono a una sarta dell’Alto Molise le abili mani a cui è stata affidata la realizzazione del costume tipico di Villetta Barrea che è stato presentato sabato a L’Aquila. Dora Sozio, di Capracotta, ha cucito la copia fedele dell’antico abito abruzzese, ricostruito in occasione dell’evento ‘Vestiamoci di storia’. Si tratta di un importan-

16

te riconoscimento al talento di Dora Sozio, dal momento che per garantire la maggiore corrispondenza tra i modelli e l’abito l’organizzazione si è avvalsa dei migliori professionisti del settore. Nel riprodurre la copia del costume, riferisce il sito di informazione on line ‘Il capoluogo d’Abruzzo’, si sono usate tecniche antiche: la lana è stata fornita dal lani-

ficio Scotucci Paolo di Penne (PE), il tessuto è stato realizzato con un antico telaio dalla tessitrice Valeria Belli di Cepagatti (PE), la tintura con colori naturali è stata eseguita dal tintore Alessandro Butta di Montefiore dell’Aso (AP), la follatura tradizionale in acqua con follante della tintoria Chiodini di Marcallo con Casone (MI). La realizzazione della

copia del costume barreano è un progetto dell’Associazione Volontari Barrea che dopo un lungo lavoro di ricerca e di attenta analisi delle fotografie conservate dai barreani, in particolare dal signor Raffaele Di Iulio e dal signor Edmondo Di Loreto e, soprattutto, dell’unico reperto conservato presso il Museo delle arti e tradizioni popolari di Roma, ha indivi-

Panorama di Capracotta

duato le caratteristiche dell’abito indossato a partire

dall’ ‘800 fino ai primi decenni del ‘900.


ANNO XIV - N. 203

LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

La manovra finanziaria del Governo rischia di far saltare il dimensionamento regionale del settore

Scuole, si va verso l’accorpamento Le classi primarie dell’istituto ‘Camelot’ andrebbero ad unirsi con il ‘Pilla’ di Marco Fusco E’ caos iscrizioni a Venafro per la scuola media e la scuola primaria di Camelot. Per effetto della nuova manovra finanziaria del Governo Berlusconi, salterebbe di fatto il piano di dimensionamento deliberato lo scorso gennaio dal consiglio regionale. Ecco la norma contenuta nel Decreto legge numero 98 che farebbe saltare il banco anche a Venafro: Nella scuola del primo ciclo le attuali direzioni didattiche e scuole medie vengono aggregate tutte in istituti comprensivi che mantengono l’autonomia solo se hanno

almeno 1.000 alunni, ridotti a 500 nelle zone più disagiate.” Una norma che entra subito in vigore. Una misura comunque di dubbia legittimità considerato che si tratta di operazioni di dimensionamento della rete scolastica che non sono di competenza dello Stato ma delle Regioni e prevedono un articolato percorso di condivisione con i comuni. In seguito all’applicazione di questa norma il numero delle scuole autonome si ridurrà di 1.130 unità con la conseguente perdita di altrettanti posti di Dirigenti scolastici e Dsga. Con l’aggregazione

Rubano i lampioni E Cantone ‘rimedia’ Atti di vandalismo all’ordine del giorno a Venafro. E l’Assessore all’arredo urbano Alfonso Cantone risponde con un’azione provocatoria. I soliti imbecilli hanno pensato bene di svitare i lampioni sotto il ponte lungo via Colonia Giulia, da poco sistemato e messo a norma, e rubare le lampadine interne. E così Cantone in fretta e furia è andato in un negozio e ha comprato dei lumini da cimitero, sistemandoli nei lampioni lasciati incustoditi. “Non se ne può più- è lo sfogo dell’assessore Alfonso Cantone. Questa volta non sostituisco più le lampadine che rubano in continuazione. Ci sistemo i lumini. Così spero di mettere fine a questo sciacallaggio. Atti vandalici che registriamo tutti i giorni in città. Colpiscono veramente tutto. Dalle aiuole pubbliche alle fontane. Gli sforzi dell’amministrazione sono notevoli per rendere la città sempre più accogliente, ma tutto questo viene vanificato da incivili e maleducati. Sono pronto a rimettere la mia delega nelle mani del sindaco.” L’Assessore all’arredo urbano non esclude le sue dimissioni. Ma al Comune, proprio dietro impulso di Alfonso Cantone, starebbero approntando un progetto per sistemare sui punti più critici di Venafro, cioè quelli che vengono continuamente presi di mira dai soliti balordi, un sistema di videosorveglianza. Telecamere che potrebbero beccare i protagonisti di queste azioni di inaudita gravità. E’ bella comunque l’idea dell’assessore di sostituire le lampadine con i lumini….Un nuovo modo per mettere in atto il risparmio energetico ? M.F. Archivio

18

verranno tagliati ulteriori 1.700 collaboratori scolastici per effetto della diversa distribuzione degli organici in base alle dimensioni delle scuole. Nel caso in cui il numero di alunni dovesse essere inferiore a 500 la scuola, anche se autonoma, sarà affidata ad un reggente. Ciò significa che 1.840 le scuole saranno affidate in reggenza con pesanti ricadute sul piano organizzativo, occupazionale e finanziario occupazionale. La posizione negativa è del sindacato nazionale dei dirigenti scolastici. Allora cosa cambia per le scuole di Venafro? E’ presto detto. Saltano intanto i due istituti comprensivi. Rimarrebbero in piedi l’Istituto comprensivo che accorpa le scuole di Venafro e Sesto Campano, mentre tutte le classi primaria e primo circolo di Camelot, verrebbero accorpate per così dire ope legis alla scuola media “Leopoldo Pilla” che comprende anche le classi dell’infanzia e delle elementari

di Ceppagna. “ Ancora non riescono a dirmi dove debbo iscrivere mio figlio che dovrebbe frequentare la prima media. Presso le scuole ancora non arrivano indicazioni precise e non sanno nemmeno loro cosa fare. A chi dobbiamo rivolgerci per avere notizie certe?” E’ una delle tante mamme che si recano quasi tutti i giorni presso le segreterie delle scuole cittadine, senza vere utili indicazioni per le iscrizioni dei propri figli. Una situazione veramente ingarbugliata anche perché, per effetto della nuova norma riguardante la scuola, contenuta nella finanziaria del Ministro Tremonti, sarebbero bloccati anche tutti i trasferimenti del personale docente per le scuole sottodimensionate. E’ caos anche per la posizione dei dirigenti scolastici perché ancora non è dato sapere chi guiderà i due istituti venafrani. La confusione è totale. I cittadini sono disorientati e non sanno che pesci pigliare.

Veduta di Venafro

“Siamo stati costretti a rinviare le nostre vacanze- ci dichiara una coppia di genitori appena uscita dalla segreteria della scuola media “Leopoldo Pilla”- a causa di questa assurda vicenda. Come facciamo a partire senza perfezionare l’iscrizione di nostro figlio alla prima classe delle medie?”

Sta iniziando veramente male il nuovo anno scolastico a Venafro. Non bastano i soliti problemi, quelli legati alla carenza di strutture e alla inadeguatezza di quelle esistenti. Unì’estate dunque veramente caldissima sul fronte venafrano per il capitolo scuole. Chi riuscirà a sbrogliare la matassa?

Nominato il revisore dei conti: è l’assessore Benedetto Iannacone

Pericolo incendi, il presidente del Parco dell’Olivo detta le regole Di recente il presidente del Parco regionale dell’Olivo Emilio Pesino ha ricordato a tutti le regole per una corretta manutenzione dei terreni ricadenti nel perimetro dell’Ente. Una corretta tenuta dei poderi eviterebbe il rischio incendi. Ma ci sono cittadini che non hanno preso bene l’ultimo intervento di Pesino. “Qui non bisogna fare tutto un erba un fascio. Ci sono cittadini che hanno speso anche 300 euro per pulire i propri terreni. Ci sono cioè cittadini rispettosi delle regole, con o senza il Parco regionale dell’olivo. “ Pesino comunque ha voluto solo lanciare un monito per evitare comportamenti difformi alla legge, anche perché tutti dovrebbero garantire un minimo di manutenzione in zone di pregio. Ci sono situazioni veramente ad alto rischio. Terreni incolti invasi da erbacce che con le alte temperature di questo periodo si sono essiccate e rappresentano un reale pericolo per possibili roghi. Il Parco re-

gionale dell’Olivo dunque comincia a camminare con le proprie gambe. Il direttivo sta impegnando tutte le somme ricevute dalla regio-

ne. Per il primo anno di attività, Pesino può contare su entrate certe pari a 150 mila euro. E nei giorni scorsi è stato nominato anche il Re-

visore dei conti. L’esecutivo dell’Ente si è assicurato le prestazioni dell’Assessore Benedetto Iannacone. M.F.

Il sisma che fece tremare i venafrani Domani onore a San Nicandro Sono trascorsi oltre 2 secoli dal terribile terremoto ( 26 luglio 1805) che colpì tanti centri del centrosud della Penisola, compresi diversi Comuni del Molise, senza però arrecare danni a cose e persone di Venafro miracolosamente scampato al disastro. La città non dimentica quanto accadde 200 anni orsono e puntualmente il 26 luglio, ricorrenza dell’evento sismico dei primi dell’800, porta in processione il busto argenteo del Patrono, San Nicandro, come ringraziamento per lo scampato pericolo. Anche questa volta il rito di fede e devozione si ripeterà nella prima

serata (ore 19,00) di martedì prossimo 26 luglio, con la processione che muoverà dalla Chiesa della SS.ma Annunziata, attraverserà buona parte del centro storico, raggiungerà la Cattedrale e farà ritorno là dove era partita, ossia nel monumentale luogo di culto in stile barocco. Ancora una volta, quindi, un rito a significare l’attaccamento della città al Santo Patrono, in particolare alle sue origini storiche, culturali e cristiane. Tempo addietro s’era pensato di annullare l’appuntamento, per il tempo trascorso dal sisma ed essendo scomparse le generazioni che l’avevano ide-

ato e messo in atto. L’opinione pubblica venafrana contemporanea però non condivise affatto e chiese la conservazione del rito. Cosa appunto che avverrà anche martedì prossimo, a partire dalle ore 19,00. “Il trascorrere del tempo -asseriscono nel merito i venafrani- non incide sui nostri sentimenti, sulla devozione e sulla fede verso il Santo Patrono, che intendiamo continuare a ringraziare pubblicamente per aver salvato la città e i suoi abitanti da quei terribili eventi sismici di due secoli orsono”. T.A.


ANNO XIV - N. 203

LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

L’episodio si è verificato su un pullman di linea diretto ad Isernia. Sfiorata la rissa tra l’indignazione generale

Disabile insultato sull’autobus Una donna lo ha accusato di godere di troppi privilegi legati alla sua condizione Un increscioso episodio si è verificato nei giorni scorsi su un autobus di linea che collega la valle del Volturno ad Isernia. Un uomo affetto da evidenti disabilità fisiche è stato insultato da una donna che è salita sull’affollato mezzo di trasporto. L’uomo salito sul mezzo aveva preso posto sui sedili riservato agli invalidi nelle prime file del mezzo pubblico, poggiando accanto a se le stampelle utilizzate per aiutarsi nella deambulazione. Poco dopo sull’autobus è salita una donna che ha preso posto accanto all’uomo , nel sedersi però ha fatto cadere le stampelle. A questo punto, invece di chinarsi a raccoglierle ha iniziato a inveire contro il povero signore. Sulla vettura è sceso il silenzio in quanto tutti gli utenti hanno guardato costernati la

I disabili vittime sempre più spesso della maleducazione

donna e l’uomo per quanto stava accadendo. La donna, con un forte accento campano, doveva raggiungere il capoluogo pentro e da li proseguire con il treno il suo viaggio verso la Campania. I toni usati dalla donna sono stati davvero offensivi nei confronti dell’uomo che non

ha osato rispondere neanche una parola, “avete stufato con i vostri privilegi - ha urlato fuori di se la donna – a voi il posto riservato sugli autobus, sui treni, al cinema e per strada, noi paghiamo il biglietto per intero, mentre a voi tocca anche una speciale riduzione. Non vi ver-

gognate a godere di tutto questo a causa della vostra situazione?”. Qualcuno ha tentato di andare in difesa dell’uomo e per poco non si è evitata la rissa, tanto che l’autobus ha dovuto fermarsi anche perché la donna brandiva in mano la stampella dell’uomo, a questo punto l’autista è intervenuto ed ha chiesto alla donna innanzitutto di rendere la stampella al proprietario poi, visto che sul pullman erano presenti altri sedili vuoti di accomodarsi in uno di quelli e di lasciare proseguire il viaggio a tutti in assoluta tranquillità. La donna si è spostata in un altro sedile ma la sua assoluta mancanza di educazione e quindi di rispetto ha fatto in modo che non chiedesse scusa neanche al poveretto che per tutto il tempo, dimostrando grande

sensibilità ed educazione, ha subito gli insulti della donna a testa bassa. Quando poi finalmente la donna è scesa dall’autobus, l’uomo è stato avvicinato dagli altri passeggeri, lui con grande dignità ha commentato l’episodio dicendo semplicemente che non avrebbe voluto essere

così al centro dell’attenzione e che episodi come questi purtroppo per chi è diversamente abile sono troppo frequenti che alla fina ci si fa l’abitudine. Sarà, ma molti dei passeggeri di quella corsa alla maleducazione di certe persone proprio non riescono ad abituarsi.

Le speranze di Acquaviva

Giuseppe Rossi alla Juve Il calcio-mercato che fa sognare un paese

Prosegue la crescita della clinica di Pozzilli nel Sud della penisola

Il Neuromed punta al Lazio L’istituto di ricerca impianterà un centro neurologico a Pontecorvo

Nella foto il Neuromed di Pozzilli

POZZILLI. Ora l’Istituto neurologico Neuromed di Pozzilli vuole sbarcare anche nel Lazio, presso l’ospedale di Pontecorvo, che sparirà come tale tra le strutture pubbliche sanitarie, nel quadro del ridimensionamento imposto dal governo. Si vorrebbe impiantare vicino Frosinone un centro di neurochirurgia e garantire nella struttura dell’ex presidio ospedaliero ciociaro le attività attualmente svolte a Pozzilli. Il Neuromed pensa di istituire nella cittadina frusinate un polo d’eccellenza a servizio del Lazio meridionale, dell’Abruzzo, Molise e della Campania, ovviamente anche per interessi economici. L’istituto Neurologico Medi-

terraneo ha già presentato ufficialmente la propria richiesta alla Regione Lazio per realizzare la struttura a Pontecorvo entro il 2012. La proposta, dovrà ora essere vagliata dal presidente Renata Polverini e il Neuromed si è detto disponibile a garantire nella nell’ex presidio ospedaliero di Pontecorvo le attività svolte nel proprio istituto. Il gruppo venafrano si è anche detto disponibile a individuare le peculiarità sanitarie da predisporre nella struttura del “Pasquale Del Prete”, per creare un polo d’eccellenza alleggerendo anche il servizio sanitario regionale laziale dei relativi costi di gestione. Attualmente, l’Irccs molisano costitui-

sce una delle due grandi strutture sanitarie private del Molise, insieme al polo universitario della Cattolica, ed attira da fuori Molise una fetta consistente della sua utenza, soprattutto dalla provincia di Caserta. Ma l’operazione non dovrebbe comportare alcuna riduzione dei servizi offerti ora nella sede di Pozzilli, che tra l’altro assicura ai pazienti della provincia di Isernia anche un celere servizio di diagnostica radiologica, soprattutto mediante la Tac, per la quale nelle strutture pubbliche occorrono invece lunghi tempi

Archivio

Grande successo per il frestival di musica popolare

di attesa, e la risonanza magnetica. L’operazione di impianto del polo Neuromed a Pontecorvo sarebbe già stata concordata dall’attuale direttore scientifico di Neuromed, il prof. Luigi Frati, attuale rettore dell’Università romana La Sapienza, che ha già prospettato al presidente della regione Lazio Renata Polverini i benefici dell’operazione: rilancio del territorio, in pesante crisi economica per la chiusura di tante industrie, nuova occupazione e un’ assistenza sanitaria di alta specializzazione. Agostino Rocco

Nella foto Giuseppe Rossi

ACQUAVIVA D’ISERNIA. Una notizia si fa sempre più insistente e tiene con il fiato sospeso l’intera comunità acquavivese. Se la voce venisse confermata si tratterebbe di un colpaccio del calcio mercato. Sembra infatti che Pepito Rossi il goleador del Villareal, originario di Acquaviva di Isernia potrebbe presto giocare sul territorio nazionale vestendo i colori del club bianconero. Da quello che si apprende il talentuoso sportivo molisano avrebbe detto chiaro e tondo che la maglia che vorrebbe indossare nel prossimo campionato è quella juventina. Non appena la notizia è arrivata a d Acquaviva la fantasia dei compaesani del campione di è scatenata sognando per il Pepito nazionale anche una militanza in uno dei maggiori club italiani. “sarebbe bellissimo se il nostro Giuseppe Rossi riuscisse a giocare in Italia, sarebbe la realizzazione del sogno dei tanti fan che ha ad Acquaviva” il commento su un eventuale contratto con la Juve mette d’accordo tutti. Per ora il procuratore dello sportivo e i dirigenti del Villareal ancora non si sono pronunciati ma la speranza ad Acquaviva tiene tutti con il fiato sopseso.

Fornelli Folk Festival Successo alla prima edizione FORNELLI. Si è conclusa con un grande successo la manifestazione organizzata dall’associazione turistica pro-loco in collaborazione con il gruppo socio-culturale “Sole di Cartone”, la prima edizione del “Fornelli Folk Festival”. Comunque l’evento data anche la grande passione che si sta diffondendo per le danze salentine e per la nusica popoalre ha

avuto il successo sperato facendo arrivare in paese molti appassionati. L’evento in passato prendeva il nome di festa della Taranta, ma per l’edizione di quest’anno, il nome è diventato “Fornelli Folk Festival. Una due giorni che ha preso il via venerdì sera con l’esibizione all’interno della villa comunale dei “Folkabbestia” e dei “Taranta Sud”.

Nella serata di sabato, l’esibizione dei “Nidi d’Arac”, e poi un tributo a De Andrè “Musica e Poesie”. Intanto il lavoro della pro loco non si ferma perché fervono i preparativi per l’appuntamento con le storiche giornate al borgo che si terranno in paese nel prossimo mese di agosto e che catapulteranno il piccolo centro nel medioevo.

19


ANNO XIV - N. 203

LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0875/84242

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Fuggi fuggi dalla spiaggia.Vigili del Fuoco, Protezione Civile e Capitaneria pronti a prestare soccorso in città

In piena estate si allaga il Basso Molise Auto impantanate in veri e propri torrenti e strade chiuse a Campomarino lido di Silvia Giarrusso Violento nubifragio sulla costa. Un fuggi fuggi generale ha caratterizzato la penultima domenica di luglio. Una giornata da spiaggia che in poche ore ha fatto tornare in basso Molise l’ombra dello scorso autunno. Un’improvvisa perturbazione si è abbattuta sulla costa provocando innumerevoli disagi. Gente che, coprendosi come meglio po-

teva, scappava qua e là dalla spiaggia per cercare un riparo sicuro da lampi e tuoni. Traffico paralizzato e auto bloccate negli oltre 20 centimetri di acqua in mezzo alla strada. Come succede in questi casi, anche questa volta l’acquazzone non ha risparmiato dagli allagamenti i quartieri di Termoli, Rio Vivo e Pantano Basso.Veri e propri torrenti di acqua mista a fango hanno

Ultimo allagamento a Ramitelli (Campomarino)

scrosciato nei punti di accesso di numerose strade importanti per il collegamento con i paesi limitrofi. La rampa di accesso che da via Corsica porta sulla statale 87, e quella che sfocia sulla statale 16 adriatica. Fiumi di acqua hanno invaso la carreggiata anche tra la zona industriale e il casello dell’A14. Anche la Capitaneria di Porto è stata impegnata in serata per rimuovere una barca che dopo il violento nubifragio si è arenata sul lungomare termolese. Situazione piu’ difficile a Campomarino lido dove molte strade sono state chiuse dai Vigili Urbani per allagamenti. Diverse le segnalazioni ricevute dai Vi-

gili del Fuoco di Termoli per auto impantanate. In perlustrazione della zona anche la pattuglia di volontari della Protezione Civile di Campomarino che si è accertata che non ci fossero situazioni di pericolo per gli abitanti. Disagi alla circolazione si sono avuti anche lungo la statale 84, in direzione Santa Croce, dove si è reso necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco per rimuovere dalla strada grossi rami spezzati dal forte vento e dalla pioggia battente. Al cattivo tempo sono dovuti anche piccoli incidenti in scooter che hanno reso essenziale il trasporto dei conducenti al Pronto Soccorso. Inoltre, le cattive condizioni meteo non hanno permesso l’esibizione del giovane musicista jazz Raphael Gualazzi

Campomarino. Carabinieri in costante stato di allerta

I ladri non vanno mai in vacanza CAMPOMARINO. Alcuni ladri hanno preso d’assalto

un’abitazione in contrada Cocciolette, riuscendo a por-

tarsi via una cassaforte di circa 4 quintali. Pare siano en-

La salma di Mario Di Luzio tornerà a Montenero Mario Di Luzio sarà sepolto nel suo paese di origine, nel quale tornava molto spesso. Il cicloamatore 73enne è morto venerdì mattina sulla Ss 16 in territorio di Fermo, nelle Marche, dove viveva con la moglie dopo il ritorno dalla Svizzera. Falegname in pensione, lo sfortunato ciclista è stato stretto da un camion all’interno di una rotatoria. Ha battuto violentemente contro il guard rail, riportando un forte trauma cranico e lesioni interne. Dall’ispezione cadaverica è emerso che a causare la morte è stato proprio l’impatto della testa, nonostante indossasse il casco protettivo. Di Luzio è rimasto agonizzante per poco meno di un’ora prima di spirare. La salma, riconsegnata ieri

alla moglie e ai figli, è partita alla volta del paese di origine, Montenero di Bisaccia, dove sarà celebrato il rito funebre.Anche nel centro bassomolisano la notizia ha turbato chi lo conosceva, soprattutto chi come lui ha la passione per la bicicletta. Ieri mattina i cicloamatori locali sono usciti come al solito per la mega escursione domenicale e molti di loro hanno rivolto un pensiero a Mario Di Luzio. Il 73enne era inoltre conosciuto perché si dilettava ancora nel mestiere praticato per una vita, anche se ormai solo per piccoli lavoretti fatti a titolo di favore ad amici e conoscenti. Mancherà nel quartiere Valentina, dove era conosciuto da tutti, R.d’A.

trati da una finestra situata sul retro della casa, aiutandosi a salire con un bancale di legno. Una volta all’interno, hanno rubato gioielli e orologi, prima di estrarre la cassaforte al piano di sopra e portarla via con loro. Sembra che nella corsa per le scale sia caduta, danneggiando lievemente alcuni scalini e ferendo uno dei ladri. I malviventi non hanno agito casualmente ma sapendo bene dove colpire. Solo che sono stati sorpresi da un vicino che ha subito dato l’allarme. Si sono messi in fuga nelle campagne, seguiti dal vicinato e dai Carabinieri. Dopo la corsa nei campi, sono stati acciuffati e portati in Caserma. Avevano indosso la refurtiva. Sono pugliesi. Si è in cerca di un possibile complice.

prevista per la serata di ieri. Intanto, anche se la situazione sta rientrando pian piano

nella norma, si sta valutando la portata dei danni arrecati all’agricoltura.

Auto in fiamme, salvi per miracolo i due passeggeri Archivio

Spaventoso incendio d’auto sulla Statale 87 all’altezza dello Zuccherificio. Una Polo che stava viaggiando in direzione Termoli con a bordo un uomo e una donna è stata completamente divorata dalle fiamme. Fortunatamente i due passeggeri sono riusciti a mettersi in salvo giusto in tempo. Forse un cortocircuito elettrico la causa dell’improvvisa fiammata che ha sprigioanato un intenso fumo nero. Ed è proprio a causa della nube di fumo che numerosi automobilisti, impauriti, ma anche un po’ curiosi, hanno arrestato le proprie auto per capire cosa stesse succedendo. Non è servito il consistente getto d’acqua spruzzato dai Vigili del Fuoco per salvare l’auto che è stata completamente carbonizzata. Traffico in tilt per circa mezz’ora e relativi disagi alla circolazione in direzione Termoli, che è stata regolata dalla Polizia. Solo dopo lo spegnimento del rogo è stato possibile tornare alla normalità. Solo tanta paura e un po’ di sconforto per la brutta fine dell’auto, per la coppia che ha fornito i dati della vettura alle Forze dell’Ordine. S.G

La pioggia ferma Raphael Gualazzi di Tania Tardiola Raphael Gualazzi, ieri pomeriggio, ha incontrato la stampa locale lasciandosi intervistare. Dal portamento elegante e di un umiltà spiazzante quanto il suo talento artistico, è stato disponibilissimo. La prima Raphael domanda è stata: “Come è nata la collabo- Gualazzi razione con Caterina Caselli?”. E lui ha risposto: “Caterina Caselli aveva ascoltato alcune delle mie registrazioni. Ne è rimasta talmente colpita da propormi un contratto di 6 anni con la sua casa discografica, la Sugar”. Gli è stato inoltre chiesto come nascono le sue canzoni. E il giovane talento ha detto: “I brani, la musica, seguono spesso percorsi poco razionali, difficili da spiegare. Posso dire che sovente mi accade che

20

durante i suondcheck, o alcuni eventi e concerti, nascono degli spunti d’ispirazione, insoliti e diversi”. Nonostante Caterina Caselli lo ‘adori’ definendolo come un talento raro, i vari premi vinti come quelli a San Remo, i tantissimi fan che nel giro di poco sono diventati migliaia, lui dice di sé che: “Il successo è un concetto molto relativo. Sicuramente i premi vinti sono importanti. Ma io non faccio altro che rivisitare i grandi generi in una chiave piu’ moderna, per offrire una lettura piu’ leggera al pubblico, ridando agli stessi la propria popolarità, quella che avevano all’epoca. E proprio a causa del nubifragio il suo concerto è stato rinviato a data da destinarsi.


Lunedì 25 luglio 2011

21

Grande successo di pubblico per la quarta serata del Festival Adriatico delle Musiche

Delirio per Cummings in concerto Arriva dagli Stati Uniti il bluesman che ha lasciato gli spettatori a bocca aperta Da sinistra Cummings, Meehan e Allweier

di Tania Tardiola Il Festival Adriatico delle Musiche non finisce mai di stupire i propri spettatori. Per la sua quarta giornata ha voluto David Cummings

sul palco in piazza Duomo. Direttamente dagli Stati Uniti, il compositore, cantante e chitarrista, un vero bluesman tra i piu’ potenti ed esplosivi, ha offerto

un’esibizione eccezionale. Nato nel 1968 a Williamstown nel Massachusetts, ha appreso le prime basi della chitarra e del blues da suo padre. In seguito ha ap-

profondito lo studio del banjo appassionandosi al genere musicale del ‘bluegrass’. Nel 1987, dopo aver assistito ad un’esibizione di Steve Ray Vaughan, ha ripreso lo studio della chitarra, dedicandosi alla ricerca di sonorità particolari e di uno stile tutto personale. Da diverso tempo suona insieme a Karl Allweier (al basso elettrico) e Conor Meehan (alla batteria). Ed è proprio con questi due ottimi musicisti che si è esibito anche ieri a Termoli. Rock, rock ‘n’ roll ma soprattutto blues sono stati i generi che li hanno visti ‘impazzire’ alla voce e agli strumenti, stupendo il pubblico con brani, assoli e improvvisazioni eccezionali. La piazza è stata strapiena, forse piu’ delle altre serate. Tutti, anche i piu’ anziani, han-

no portato il tempo con il capo, le mani, i piedi. Molti di loro si sono alzati in piedi, avrebbero ballato se non ci fossero state tutte quelle (sicuramente necessarie) sedie. E infatti, le persone che non avevano trovato il posto a sedere, si sono lasciate andare alla musica, scatenandosi, ballando, e fomentando i musicisti. Per non parlare dei bambini, dai balli sfrenati,

senza alcuna timidezza davanti le telecamere che li riprendeva. Ennesima standing ovation al Fam, per David Cummings e la sua band. Anzi, questa volta di standing ovation ce ne sono state parecchie durante il concerto, come se il pubblico fosse davanti ad una divinità, quella della musica, da ringraziare e da pregare di rimanere ancora con loro!

Gli spettatori

XVII domenica del Tempo Ordinario Ururi, oggi alle 19 inaugurazione “Cristo è il nostro tesoro” di don Mario Colavita “Signore insegnami a cercarti e mostrati quando ti cerco: non posso cercarti se tu non mi insegni, né trovarti se non ti mostri. Che io ti cerchi desiderandoti e ti desideri cercandoti, che io ti trovi amandoti e ti ami trovandoti”. Le preghiere dei santi sono sempre ricche di intensa vita spirituale. Così queste parole scritte da sant’Anselmo d’Aosta abate benedettino ci introducono alla consapevolezza della ricerca di Dio. Cercare oggi non è da tutti, cercare Dio, poi, è ancora più difficile. Il credente è

colui che si sforza di cercare Dio con tutto il cuore, con tutte le sue forze perché sa che solo nella ricerca può trovare l’oggetto della sua felicità. Le parabole del regno non solo altro che una sfida alla ricerca, al desiderio grande di voler aumentare l’amicizia con Dio. Così l’agricoltore della parabola vende tutto quello che ha per comprare quel campo dov’è il tesoro trovato. Ancora, Gesù dice che il regno dei cieli è simile ad un mercante di perle ed a una rete per i pesci in tutte le immagini evocate vi è il desiderio di

cercare e trovare, una volta soddisfatto si lascia ogni cosa per ciò che si è trovato. Oggi a dire il vero non sappiamo ciò che vogliamo, figuriamo ciò che vogliamo trovare, desiderare. Le parabole del regno, allora, ci aiutano a fare ordine nella nostra vita spirituale. Una vita disordinata, in cui ogni desiderio buono o meno buono va assecondato non è in linea con quanto il vangelo oggi ci suggerisce. La vita credente è orientata verso il Cristo e al desiderio di cercarlo, trovarlo e amarlo. Quando

l’uomo è digiuno di grandi desideri la sua vita diventa ostaggio di tutto e di tutti, non è più libera di pensare e di amare per desiderare Dio, cercarlo e amarlo c’è bisogno di libertà di apertura e disponibilità pronti anche a saper lasciare per acquistare qualcosa di molto più grande. Cristo è il più grande tesoro che abbiamo è Lui la perla nascosta che cerchiamo con il discernimento e l’aiuto dello Spirito, perché sappiamo apprezzare fra le cose del mondo il valore inestimabile del regno, pronti ad ogni rinunzia.

del circolo del Pdl

URURI. Oggi, alle 19, verrà inaugurato il circolo cittadino de ‘Il popolo della libertà’. Dopo l’importante successo ottenuto alle scorse amministrative, i simpatizzanti del PdL hanno deciso di aver un ulteriore rappresentanza politica ina una vera e propria sede, oltre che nella sede istituzionale del Comune, per poter ancor di più migliorare il rapporto con i cittadini di Ururi. All’inaugurazione della sede ubicata in via Tanassi 25 parteciperanno i leader del Popolo della Libertà in Regione. Saranno presenti all’evento il presidente della Regione Molise Michele Iorio, l’Eruroparlamentare Aldo Patriciello, il Senatore e coordinatore regionale Ulisse Di Giacomo, l’onorevole Sabrina De Camillis, il vice coordinatore regionale assessore Filoteo Di Sandro, gli assessori e consiglieri regionali e provinciali, il coordinatore per la provincia di Campobasso Pierluigi Lepore oltre a esponenti e simpatizzanti del partito. La nuova sede di Ururi vuole anche essere un ulteriore conferma della vicinanza della politica tra la gente in modo attivo.


22

Lunedì 25 luglio 2011

Da molti è considerato un quartiere ‘vip’, ma non mancano i disagi

Rossella e Regina

Colle Macchiuzzo, problemi e richieste dei residenti indisturbati e chi subisce il misfatto se ne accorge solo a giochi fatti”. Un problema di sicurezza quindi quello rilevato da Miriano, preoccupato appunto che qualcuno possa entrare nella sua casa quando lui e la sua famiglia sono fuori al lavoro. Un proStefano blema a tratti corColle Macchiuzzo, proble- relato è anche quello che mi e richieste degli abitanti. pongono alla nostra attenzioDa tutti è considerato un ne Rossella e Regina di 58 quartiere ‘vip’ date le tante anni che dice “il centro è lonville e le molte personalità tano per chi non ha l’auto e politiche che ci abitano. Ma non sempre siamo serviti anche in questo quartiere non bene dagli autobus. Inoltre tutte le cosa vanno per il me- non c’è da nessuna parte nel glio, non tutto è rose e fiori quartiere un cartello con gli come sembra. E’ proprio orari e nessuna pensilina per questo che pensa Miriano di attendere il bus. In caso di 61 anni. “Qui si sta bene per- pioggia tocca per forza baché siamo lontani dal traffi- gnarci”. Difficile darle torto, co del centro ma questa lon- poiché l’unica pensilina è tananza a volte ci si ritorce praticamente usurata e dicontro. Da anni che questo strutta dal tempo e più che quartiere è preda di ladri. proteggere dalla pioggia Molto spesso possono agire sembra essere un pericolo per

Alessandro spegne la prima candelina Tantissimi auguri ad Alessandro, che spegne la sua prima candelina il 25 Luglio, dalla nonna Lucia, da tutti gli zii e i cugini! I migliori auguri anche dalla redazione de “Il Quotidiano del Molise”.

chi si arrischia a starci sotto. Un altro problema, non meno importante, è quello che ‘tormenta’ Diana di 58 anni. “Io sono un amante dei cani e dei gatti, ci tengo a dirlo, ma qui è impossibile passeggiare in alcuni casi. Iniziano ad essere troppi i randagi che girano per il quartiere. Mi ricordo anche che pochi mesi fa sono dovuti intervenire i vigili urbani e l’accalappiacani per fermare un gruppo di

Diana

cani che vagava e attaccava chiunque gli si presentasse davanti. Io spero che davvero qualcuno provveda a far qualcosa anche se devo ammettere che dopo quell’episodio la situazione è nettamente migliorata”. Una problematica magari meno grave ma comunque di rilievo è la mancanza di esercizi commerciali, soprattutto rispetto al vicino quartiere di Difesa Grande. Una problematica esplicitata da Iolanda, arzilla signora di 80 anni. “Per noi anziani come si sa non è facile sopravvivere con queste misere pensioni e molto spesso ci annoia ‘pesare’ sui nostri figli e nipoti, anche per la minima richiesta come quella di fare la spesa. Se ci fosse qualche negozio qui, un alimentari specialmente, risolverebbe tanti nostri problemi dato che il supermercato più vicino si trova in via

Tremiti.” Vogliamo chiudere con la testimonianza di Stefano, di 28 anni che, alla nostra domanda circa i problemi del quartiere, ci ha risposto con un sorriso smagliante dicendoci “non c’è nessun problema qui, le persone sono cordiali e tutto funziona perfettamente. Siamo anche uno dei pochi quartieri in cui la differenziata va a gonfie vele. Vedo le persone che ci tengono alla pulizia e al decoro del quar-

tiere, siamo lontani dal centro e quindi non ci sono tutti quei rumori tutto il giorno e abbiamo una delle chiese più belle a pochi passi. Cosa chiedere di più?”. Miriano

Nasce ‘Educanziano’, il progetto per migliorare la vita nella terza età MONTENERO DI BISACCIA. Educazione alimentare e al movimento, mantenere efficiente la memoria, prevenire gli incidenti domestici, imparare a usare il computer. Questi gli obiettivi principali di “Educanziano”, che si concreterà in una serie di incontri dedicati agli anziani. Il progetto porta la firma dell’associazione Abcpsy, presieduta da Francesco Basilico, e rientra fra le attività che l’amministrazione comunale promuove per la terza età. Difatti il costo complessivo di quasi 20mila euro sarà sostenuto interamente dal Comune, mentre gli incontri settimanali saranno in numero di due o tre, tenuti il lunedì, mercoledì e venerdì, per una durata di due ore ciascuno. Previste anche due gite a tema, al fine di creare una continuità tra le attività svolte e il territorio. I dettagli di “Educanziano” sono descritti nel

progetto, che è integralmente pubblicato sul sito internet www.comune. montenerodibisaccia.cb.it. Si legge nel documento che l’iniziativa mira a far meglio conoscere le “problematiche sanitarie e sociali più frequenti nella terza età”. In sintesi arrivare a “una responsabilizzazione dell’anziano, che imparerà uno stile di vita più sano e rispondente alle sue particolari esigenze”. Le lezioni saranno utili anche per prevenire gli incidenti domestici, ai quali chi è avanti negli anni è più esposto. Nell’ottica di migliorare la qualità della vita, infine, è prevista “un’alfabetizzazione informatica”. In altri termini, gli anziani che non sanno usare il computer potranno imparare a farlo, diventando così più autonomi in una società in cui sempre più sono indispensabili le nuove tecnologie. R.d’A.


LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011

ANNO XIV - N. 203

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/484625

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Il dolore degli amici e degli allievi: tanti i messaggi sul profilo facebook

“Addio Nino, amico mio Che la terra ti sia lieve” Si sono svolti ieri pomeriggio in un’affollatissima Cattedrale di San Pardo i funerali di Nino Carnevale Caprice, l’avvocato larinese di 55 anni, scomparso in seguito alle ferite riportate nel tragico incidente stradale avvenuto nella notte tra venerdì 22 e sabato 23 luglio mentre tornava a casa sul suo maxi scooter. Accanto ai familiari, i suoi amici più cari, i colleghi di lavoro ed i collaboratori, ma anche tanta gente che lo conosceva solo di vista e che apprezzava i suoi modi semplici e gentili. Tantissimi e pieni di dolore sin-

cero i messaggi che continuano ad arrivare in queste ore sul suo profilo facebook, come se lui fosse ancora vivo per poterli leggere. Da parte degli amici lontani e vicini e da parte degli allievi dell’Istituto Alberghiero di Termoli, dove insegnava Diritto. Frasi scritte con il cuore in omaggio ad un uomo che era riuscito a farsi amare, grazie al suo temperamento positivo ed al suo animo sensibile. “Ciao amico mio, compagno di tante serate. Che la terra ti sia lieve!”. Commoventi i saluti di alcuni dei suoi al-

lievi che lo ricordano come un confidente oltre che come una figura autorevole. “Prof. carissimo avete lasciato un vuoto intorno a noi..”. Un saluto speciale è arrivato per lui in redazione. Lo pubblichiamo volentieri su queste colonne. Omaggio a Nino Carnevale: “La notizia mi ha sconvolta: ho appena saputo che è morto Nino Carnevale in un incidente di moto stanotte. Domani ci sono i funerali, ma non so dove”. Chiamo il mio amico e suo collega e mi conferma la notizia e dopo un pò mi arriva un

suo sms: “sono triste ed ho bevuto ...è sconvolgente caro Zv e domani ci sarò anch’io”. Una giornata di sole con bagnanti in riva al mare, bimbi che giocano nell’acqua, rondini estive che descrivono parabole di movimenti indisturbate dalle diverse nuvole che coprono l’azzurro di questo cielo di Luglio e “Sorella Morte”, indisturbata ed indifferente, Lei da sempre, che, come sempre, ricorda a tutti che “... non sappiamo dove e quando .. ma, è certo, ci sarò anch’io al Suo appuntamen-

Il Parco Archeologico verrà aperto a due giornalisti di fama nazionale

Libri in passerella a Villa Zappone Prosegue l’estate culturale larinese Proseguono le manifestazioni culturali all’interno del Parco Archeologico “Villa Zappone” a Larino. Dopo il

Villa Zappone

24

successo del convegno del professor Lippolis e la due giorni dedicata alla rassegna internazionale dei cortome-

traggi, questa volta a farla da padrone saranno i libri.Infatti, oggi pomeriggio, con inizio alle ore 19.30, il Parco si “aprirà” a due giornalisti di fama nazionale. Geo Nocchetti, vice caporedattore della Rai di Napoli e già collaboratore di trasmissioni tipo “Piacere Rai uno”, “Samarcanda” e “Uno mattina”, terrà a battesimo a Larino il suo ultimo lavoro editoriale: “Saldi di fine emozione”, edito dalla Pironti. Un giallo in cui si intrecciano le storie di un avvocato, della propria moglie, del capo clan in un’Italia dei giorni nostri.Marco De

Marco, direttore della Gazzetta del Meggiorno, fondato nel 1997 con Paolo Mieli, per vent’anni ha lavorato per “l’Unità”, coautore di “Non sarò Clemente” (biografia di Clemente Mastella) e di “La versione di K” di Francesco Cossiga, presenterà a Larino “Terronismo”, edito dalla Rizzoli, libro che esprime il pensiero dell’autore perché l’orgoglio sudista e il pregiudizio nordista, spaccano l’italia in due. Il moderatore della serata sarà il presidente dell’ordine degli psicologi della Campania, il professore Raffele Felaco.

Nino Carnevale Caprice

to”. Quanti ricordi, quante emozioni belle e allegre con Nino. Nessuno, di quanti sono venuti a porgergli l’estremo saluto, ricorda un suo gesto sgarbato o offensivo, anche quando per dovere di funzione e professione ha svolto incarichi anche prestigiosi, come quello al Conservatorio o in quelli dell’Ufficio Scolastico Regionale e della scuola, l’Alberghiero di Termoli, dove lavorava. Uomo dolce, discreto, garbato, allegro e di compagnia, che “Sorella Morte”, ironia della sorte, ha voluto solo ed unico al Suo appuntamento su quella strada improvvisamente impazzita ed inclemente. La strada, appunto, quella strada della vita di ciascuno di noi sulla quale siamo certi: “.. a me non può accadere” ... eppure quanti accadimenti ci rendono tutti un pò più incerti ed uguali sui sentieri di vita che percorriamo e Lei, incomoda Vegliarda, a ricordarci che siamo tutti in fila e senza numero. Come nel gioco della sedia, che abbiamo fatto insieme con Nino e con i nostri studenti di ieri: non si sa chi, ma uno esce! Caro Nino con affetto verso te, la tua Compagna, i tuoi cari, i tuoi amici e colleghi,

prendo in prestito parole scritte da un tuo collega Vagabondo, per alzare un calice di saluto, come quando tu celebravi con noi la vita: “correte indietro in quel tempo che non si ferma mai e che non fa sconti, lasciate scorrere copioso quel gelido ruscello che si forma all’ombra degli occhi. Lupi, camosci, orsi, cavalli .. e persone, ripetono da millenni le loro quotidiane vicende ed ogni tanto qualcuno abbandona la strada... quando la gelida coperta della morte ci avrà avvolti o lo farà con qualcuno di noi, come oggi con Nino, rimanete nel caldo delle emozioni che ci ha regalato nelle sue celebrazioni di vita, ascoltate le sue battute e le sue citazioni. Osservatelo mentre con il calice alzato rallegra i nostri momenti conviviali e guardate il volo degli uccelli che trasmigrano ... come Lui da noi ... l’Inverno che l’avvolge e lo irrigidisce non è la Morte: è la neve, è la dolcezza che ci ha lasciato, è il calore della sua compagnia, è il calice amaro dell’abbandono, è il freddo gelido che ci tormenta la carne e ci fa sentire vivi grazie a Lui! e ..ogni stagione che passa, ognuno che ci abbandona, faccia crescere la saggezza in fondo al nostro cuore”. Grazie Nino”.


LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011

ANNO XIV - N. 203

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/730606

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Un programma denso di appuntamenti che si ricollega alle identità che hanno fatto la storia dell’area

‘Passaggi Sonori’, uniti nella musica Conto alla rovescia per l’evento che vedrà coinvolti diversi centri e associazioni Conto alla rovescia per una delle manifestazioni di punta dell’estate molisana. Parte ufficialmente il 31 luglio, da Casacalenda, Passaggi Sonori IV, la rassegna musicale che animerà i centri del Basso Molise fino al prossimo 14 agosto. Sul palco, i migliori interpreti della musica popolare e grandi nomi della scena melodica, rock, folk e jazz internazionale. Passaggi Sonori IV rientra nel progetto “La memoria dei Beni Immateriali del Basso Molise”, che vede capofila il Comune di San Martino in Pensilis e coinvolge altri cinque centri del Basso Molise: Casacalenda, Montecilfone, Montorio nei Frentani, Portocannone e San Giuliano di Puglia. L’iniziativa rientra nell’ambito di “Giovani Energie in Comune”, progetto promosso dal Dipartimen-

to della Gioventù - Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Anci - Associazione Nazionale Comuni Italiani. “La memoria dei Beni Immateriali del Basso Molise”, coordinato dal musicologo Matteo Patavino e affidato a cinque giovani molisani dai venticinque ai trentadue anni, vuole avvicinare i giovani al

patrimonio musicale tradizionale della loro terra d’origine, utilizzando i nuovi mezzi di comunicazione e le forme di intrattenimento più affascinanti e coinvolgenti. Passaggi Sonori IV nasce per avvicinare ancor di più i giovani alla musica popolare. Attraverso un eccezionale programma di concerti, in-

fatti, i comuni coinvolti nel progetto animeranno le piazze, gratuitamente, con inediti sincretismi musicali, portati in scena da artisti eccellenti. Il programma: 31 luglio: Musica Nuda (Petra Magoni/Ferruccio Spinetti) - Casacalenda, C.so V.Emanuele III, 21:30 - 05 agosto: Giuseppe “Spiedino” Moffa & Co.mpari e Curakanta - Portocannone, Piazza Skanderberg, 21:30 - 11 agosto: Antonella Ruggiero e L’Arcano Patavino - San Giuliano di Puglia, C.so V.Emanuele III, 21:30 - 12 agosto: Antonio Forcione Quartet - Montecilfone, via Fiume, 21:30 - 13 agosto: BandAdriatica Montorio nei Frentani, via Roma, 21:30 - 14 agosto: Marlene Kuntz - San Martino in Pensilis, P.zza Umberto I, 21:30. Il festival è realizzato anche col partenaria-

Il musicologo Matteo Patavino che coordina il progetto “Passaggi Sonori”

to di: Pro Loco Casacalenda, Pro Loco Montecilfone, Pro Loco Montorio nei Frentani, Pro Loco Portocannone; ass. “Carro dei Giovani” di S.Martino in P., ass. “Carro dei Giovanotti” di S.Martino in P., ass. “Carro dei Giova-

nissimi” di S.Martino in P., ass. “Carro dei Giovani” di Portocannone, ass. “Carro dei Giovanotti” di Portocannone, ass. “Carro dei Xhuventjelvet” di Portocannone, ass. “MoliseCinema”, Gal Innova Plus srl.

Diversi i lavori realizzati e quelli in cantiere grazie ai fondi stanziati dalla Regione Molise

Urbanistica e territorio, priorità a Casacalenda Il sindaco Marco Gagliardi ha illustrato gli interventi adottati nell’ambito dei due settori Urbanistica e territorio a Casacalenda, punto della situazione a Casacalenda. “I lavori eseguiti negli ultimi sette anni - spiega il sindaco, Marco Gagliardi - grazie ai contributi economici della Regione Molise e di qualche Ministero, hanno consentito di riqualificare urbanisticamente parecchie parti del nostro paese ed hanno permesso che, in diverse zone molto abitate, fossero risolti problemi di decine di anni. Gli ultimi interventi realizzati sono stati quelli delle aree di pertinenza degli al-

loggi Iacp di Via Aldo Moro, Via Scipione Di Blasio e Via Pietracupa. Ultimati i lavori della nuova Piazza Mercato, resta da definire la questione con i proprietari delle due unità immobiliari di Corso Roma per le quali il Responsabile dell’Ufficio Tecnico ha emesso un’ordinanza di ripristino dei luoghi così come concordato in passato con gli stessi proprietari. L’obiettivo è quello di sistemare tutto bonariamente entro la fine dell’anno. Per completare l’intervento all’interno del Palazzo Comunale e della sala mul-

tifunzionale abbiamo chiesto ed ottenuto dalla regione Molise altri 70 mila euro per i lavori che ci consentiranno di completare il progetto iniziale.Le cattive condizioni meteo che hanno “perseguitato” il nostro territorio nei mesi invernali - aggiunge sempre il sindaco, Marco Gagliardi hanno fatto muovere fronti di frane che hanno messo a dura prova la staticità delle nostre strade interpoderali. Una in particolare è stata del tutto cancellata e, di fatto, ha isolato due fabbricati rurali in località Olivoli. Abbiamo immediatamente chiesto l’inter-

Il sindaco di Casacalenda Marco Gagliardi

vento dei tecnici della protezione Civile della Regione Molise e siamo riusciti ad ottenere un primo finanziamen-

to di 20 mila euro che ci consentirà di realizzare una nuova pista. Un ulteriore contributo di 15 mila euro è stato già richiesto per ultimare l’intervento e renderlo definitivo anche con gli espropri. Sono in fase di ultimazione i lavori di sistemazione di 4 strade interpoderali, Troccoli, Picineca, i Colli direzione Morronese e San Paolo entro i prossimi mesi i collaudi. Entro le prossime settimane sarà perfezionato il contratto di acquisto del palazzo ex Pretura con la Fondazione Scolastica “Caradonio-Di Blasio”. I lavori per la realiz-

zazione di 6 alloggi popolari sono stati appaltati ed inizieranno a breve. Una volta finiti i 6 appartamenti saranno assegnati e gestiti direttamente dal Comune. Saranno ultimati - conclude Marco Gagliardi - i lavori di messa in sicurezza dell’impianto di pubblica illuminazione che va da Corso De Gasperi , Viale Kennedy e Via Emilio De Gennaro e tutti i vicoli compresi tra il Municipio e l’edicola. I lavori, per un importo di 60 mila euro circa, sono stati finanziati dalla Regione Molise.

25


ANNO XIV - N. 203

LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011

REDAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL 0874/484623 - FAX 0874/484625

In mattinata si svolgeranno a Selva Piana le ultime visite mediche

Campobasso, domani il via alla preparazione La squadra sarà a San Gregorio Magno fino a Ferragosto CAMPOBASSO. Il primo giorno di… scuola si avvicina. Domani mattina il Campobasso nuovo di zecca quasi per intero si raduna per raggiungere San Gregorio Magno: c’è lo start al ritiro pre-campionato che si svolgerà fino a qualche giorno prima di Ferragosto. Saranno in ventidue a respirare l’erbetta del campo da gioco situato in provincia di Salerno, ma a confine con la Basilicata. Tutti a disposizione di mister Provenza, compresi i sei elementi di proprietà che in queste ultime settimane hanno generato qualche equivoco di troppo tra

la proprietà e lo staff tecnico. “Sono sul mercato”, “saranno in prova” o infine “fanno parte della rosa come gli altri”. La linea Capone, alla fine, ha prevalso con buona pace di tutti. E dobbiamo dire anche giustamente, considerando le discrete esperienze dello scorso anno messe in luce dai vari Todino, Sivilla, Scudieri, Fazio e Posillipo. Mancano all’appello un paio di rinforzi in difese e in attacco. Insomma, dopo mesi carichi di tensione mitigata in parte dalla campagna acquisti condotta dal ds Coscia, ricomincerà a parlare il campo, giudice supremo

Il patron rossoblu Ferruccio Capone

del calcio estivo, quello delle promesse. Come detto, da Milano parlano in maniera positiva del Campobasso, dandolo addirittura tra le favorite. Staremo a

vedere. Intanto, per questa mattina sono previste le ultime visite mediche da parte del dottor Giuseppe Buongusto, che torna dunque con i Lupi dopo un anno di ‘separazione’. Tra gli altri, ci sarà Pietro Balistreri, l’unico vero ‘superstite’ della passata stagione. Per lui parlano undici gol in tredici partite, una specie di biglietto da visita da brividi. Per le difese avversarie, s’intende...

Gli ex Savino Martone e Aniello Vitiello passano al Gladiator (Eccellenza campana)

Savino Martone

Due ex Campobasso sono chiamati a fare le fortune del Gladiator, formazione di Eccellenza campana vogliosa di tornare in serie D. Si tratta dei centrocampisti Savino Martone, in Molise nelle annate 2007/2008 e 2008/2009 (62 match e 8 reti in totale) e Aniello Vitiello (in rossoblu nella stagione 2007/2008 collezionato 28 presenze e 2 gol). Come sono lontani quei tempi in cui il Gladiator espugnò il vecchio Romagnoli… Mercato. La Vigor Lamezia ha ingaggiato per la stagione 2011/2012 il me-

diano Alessandro Visone, di proprietà del Parma, nato a Novi Ligure il 27 gennaio 1987, e l’esterno di centrocampo Livio Quartaroli, proveniente dalla Gallaratese, nato a Magenta il 22 febbraio 1990. La Paganese si rinforza con Dario Balzano, terzino destro di Torre Annunziata nato il 2 gennaio 1992, e Bamba Seydou, centrocampista ivoriano classe 1993. Entrambi arrivano nella squadra azzurrostellata con la formula del prestito, rispettivamente dalle società del Sorrento e della Fiorentina.

Da sinistra, Savino Martone e Aniello Vitiello

26

Aniello Vitiello

Quando Vasco portò meno gente dei Lupi di Gennaro Ventresca Una dichiarazione d’amore per Campobasso, la mia città, bella benché piena di controversie, amorosa e spietata io l’ho fatta, scrivendo tante cose. Soprattutto della sua gente, in un libro che ha avuto un successo esagerato e che presto avrà un seguito, “Gente di Campobasso, 2”. *** I miei scritti più ardenti e appassionati li ho riservati alla squadra del mio cuore che da sempre indossa la blusa rossoblu che negli anni 60 più che una blusa era una bella maglia di lana, fatta dalle suore di viale Elena, spessa due dita, resistente a tutti i lavaggi a mano. *** Non c’è discorso che non mi riporti al Romagnoli, squinternato e pieno di rattoppi, con gli alberi fatti crescere in un angolo della “curva nord” che gli davano una fisionomia ancora più paesana. Tratteggiata anche da qualche inviato di squadre nordiste. Ricordo ad esempio ciò che scrisse su Il Piccolo di Trieste, un inviato della Triestina, un giornalista bravo quanto sagace e per questo anche impertinente. Ce ne scrisse di tutti i colori, tanto da far adirare Romano Amoroso che si rivolse addirittura al direttore, per esternare il suo disappunto. *** Io al Romagnoli ci tornerei subito. Per riaccendere la passione e rimodellare l’impianto a misura della nostra realtà. Sono contrastanti le lettere che leggo in posta elettronica che mi è giunta in questi giorni in cui mi sono lasciato prendere dalla voglia di rilanciare il vecchio stadio, nonostante sembri giunta l’ora di vederlo destinare a uffici regionali e parcheggi. Ma sinchè non vedrò lavorare le ruspe non ne sarò convinto. *** Qualcuno dei miei lettori (Giorgio e Paolo II) mi ha tacciato di essere un nostalgico. Invitandomi, invece, a darmi da fare per ristrutturare lo stadio di Selva Piana che è stato letteralmente abbandonato. Ricordandomi che per consentire lo svolgimento della partita della Nazionale è stato speso circa un miliardo di lire. *** Con gli stessi soldi, magari con l’aggiunta di qualche altro finanziamento, sarebbe stato sufficiente per rilanciare il Romagnoli. Rinunciando, logicamente alla partita degli azzurri che ci ha fatto passare una serata comunque memorabile, passata alla storia. Certo, il grande stadio ci ha proiettato in una dimensione diversa, facendoci crescere in un momento. Pensammo che il Molise si fosse messo in cammino verso una nuova era. Ci eravamo invece sbagliati. *** Un lettore mi ha rimproverato di aver dimenticato che a Selva Piana c’è stato prima il concerto di Antonello Venditti e poi quello di Pino Daniele. Io rispondo che al Romagnoli è arrivato addirittura Vasco Rossi. E a proposito di Blasco è appena il caso di ricordare che il suo concerto fu poco più di un fiasco. Furono venduti appena tremila biglietti, mentre altrove il cantante bolognese riempiva stadi enormi. Campobasso anche in quella occasione dimostrò di essere un po’ speciale. E fece addirittura peggio con Gianni Morandi, il cui concerto sotto il tendone, fu annullato: furono venduti appena 200 biglietti. *** Con piacere apprendo che in settimana la nostra squadra comincerà la preparazione per il prossimo campionato di Lega Pro, in un girone a 20 squadre, quattro in più dell’anno scorso. Le partite salgono così da 30 a 38 e con cinque squadre che dovranno guardarsi dal non retrocedere l’interesse sarà alto sino all’ultima partita. Almeno sotto questa veste siamo a cavallo. In quanto alla penalizzazione non vi so dire. Nel frattempo tocco legno. gennaroventresca@gmail.com


28

Lunedì 25 luglio 2011

Marcellusi: “Non mi riconosco più in questo calcio, troppo costoso anche come viene gestito”

Sette giorni di riflessione non sono serviti all’Aurora Ururi per fare chiarezza all’interno della società. Ma l’ostacolo maggiore per l’iscrizione è rappresentato dal residuo passivo che la società ha nei confronti del Comitato Regionale Molise. Lo stesso dirigente Angelo Marcellusi, che all’interno del sodalizio ha ricoperto anche il ruolo di presidente, è deluso da come si sono succeduti i fatti, ma ha anche parole forti nei confronti del Comitato per le spese che si sono visti addebitare nell’estratto conto della stagione appena conclusa. Somme che la società ha contestato, riscontrando un’anomalia per la gestione dei campionati di competenza (Eccellenza e Juniores). Marcellusi punta il dito sulle spese telefoniche, sulla vertenza con Ponsanesi e altre pendenze economiche che ha costretto la dirigenza a rinunciare all’iscrizione al

Ururi dà il via libera alla Virtus Bojano

Angelo Marcellusi

Scarse le possibilità di vedere la squadra giallorossa di nuovo ai nastri di partenza

campionato: “Non è solo una questione di organizzazione – dichiara Marcellusi – ma

Una formazione dell’Aurora Ururi

in un periodo economico così grave non si possono far gravare sulle società spese

che non si giustificano, così si uccide il calcio dilettantistico. Lo sport dilettantisti-

co dovrebbe essere incentivato – afferma il dirigente dell’Ururi - invece viene spremuto come un limone fino a costringere le società ad alzare bandiera bianca come è successo a noi. Negli anni siamo riusciti a mantenere il bilancio in equilibrio, ma ora siamo arrivati al punto di non ritorno – continua l’ex presidente – noi interpretiamo il calcio e lo sport in modo diverso, coinvolgendo la popolazione perché possa socializzare e rivolgere uno sguardo particolare ai giovani per la loro crescita in modo sano. Al momento che non ci sono più questi presupposti, perché i costi sono diventati esorbi-

tanti, abbiamo deciso d’interrompere l’attività, ed è un peccato perché l’Aurora Ururi è una delle società più longeve del calcio molisano che ha rappresentato il Molise in Campania prima dell’autonomia calcistica. S’interrompe un ciclo bellissimo, e sarà molto difficile ritrovare l’entusiasmo per ricominciare”. Per la gloriosa società dell’Aurora Ururi si chiude un’altro ciclo, interrotto nella stagione sportiva 1994/95 per ricomparire nel campionato di Seconda Categoria del 1997/98 con la denominazione di Nuova Ururi. Poi uno stop di tre anni e ricomincia l’attività nella stagione sportiva 2002/203 dove riprende la vecchia denominazione di Aurora Ururi, sempre nel campionato di Seconda Categoria e si classifico al terzo posto, e da qui ripartì la scalata fino a raggiungere il massimo torneo regionale. stilo

Oratoriana, niente Eccellenza A nulla è servita la settimana di proroga richiesta

Dopo il Petacciato, anche l’Oratoriana Limosano dice addio al campionato regionale di Eccellenza. Nonostante una brillante salvezza conquistata sul campo e un organico ben formato da giovani e giocatori esperti, la società giallonera si vede costretta a rinunciare al prossimo campionato, causa vicissitudini interne societarie irrisolte. Le difficoltà, ad onor del vero, si erano manifestate già

prima della chiusura del primo termine utile per le iscrizio- sentarsi ai nastri di partenza – ha precisato – abbiamo fatni, e le stesse parole del tecnico Enzo Civico avevano fatto to tutto il possibile per cercare di porre rimedio ad una ipotizzare un saluto prematuro alla categoria. “Non sono stato situazione che si trascinava da tempo, ma a conti fatti non contattato, in questo momento ci sono cose più serie da fron- si sono manifestati i mezzi economici-organizzativi utili per teggiare” aveva dichiarato l’artefice della salvezza conqui- partire in una nuova avventura. Dispiace molto perdere un campionato così blasonato”. stata lo scorso anno. SuccessiDecisivo è stato il passo invamente non sono mancate le dietro della presidenza, che voci di mancata iscrizione, fino fino all’ultimo momento è staalla richiesta presentata alla Feta contattata per cercare un acderazione in data diciotto lucordo. “Come accennato in glio: una settimana di tempo altre circostanze, è stata de(come previsto da regolamenterminante la volontà del preto ridisegnato lo scorso anno) sidente, sulla quale ha influiper tentare di presentarsi regoto l’altrettanto importante aslarmente al via del massimo senza di nuovi personaggi. torneo della regione. Sette giorNon c’era nessuno pronto a ni che, però, non hanno mutadare una mano, ci siamo rito lo scenario: l’Oratoriana Litrovat in pochi al tavolo della mosano, con il presidente Mitrattativa, fino a che si è scelnicucci a capo, non presenterà to di rinunciare per l’impostutta la documentazione necessibilità a procedere. Il presisaria per l’iscrizione. Tutta dente, poi, non era intenziol’amarezza è facilmente intuinato a rimettersi in discussiobile nelle parole del dirigente ne”. Dopo un solo anno di EcAngelo Santorelli, uno dei ‘mecellenza, dunque, l’Oratoriadiatori’ principali dell’ultima na alza bandiera bianca. travagliata settimana. “Non Una stretta di mano che fa da passaggio del testimone ville c’erano le condizioni per pre- tra Minicucci dell’Oratoriana e Scinocca della V. Bojano


Lunedì 25 luglio 2011

29

Scacchi. Il campione dell’Azerbaigian trionfa al Trofeo ‘Città di Campobasso’ nell’Open A

Mirzoev sbaraglia la concorrenza di Tiziana Castelli CAMPOBASSO. Ieri, con il puntuale inizio del 5° turno, si è arroventata la scacchiera nei locali del Convitto Nazionale “M. Pagano”, che, a partire da venerdì mattina, ha ospitato il 18° Torneo Internazionale di Scacchi. La competizione, promossa e organizzata dal Circolo Scacchi “Monforte” di Campobasso, con il patrocinio con il patrocinio dell’Assessorato regionale allo Sport, del Comune e della Provin-

cia di Campobasso, ha visto sfidarsi ben 111 giocatori. Tra essi: il russo Ikonnikov Vyacheslav, il lettone Meijers Viesturs, il tedesco Kunin Vitaly, il francese Lazarev Vladimir e Mirzoev Azer della Repubblica dell’Azerbaijan, che hanno conseguito il titolo di Grande Maestro Internazionale, ossia il riconoscimento più alto che possa essere attribuito a un giocatore dalla Federazione Internazionale di Scacchi. Tre le categorie di gara

nelle quali sono confluiti i partecipanti: l’Open A, in questa competizione a partecipazione libera, ma comunque obbligatoria per i giocatori con punteggio ELO maggiore di 1900 e per i giocatori stranieri privi di punteggio ELO; l’Open B per gli scacchisti che hanno conseguito tra 1500 e 1900 Punti ELO, l’Open C per gli scacchisti con meno di 1500 Punti ELO. Gli abbinamenti dei giocatori sono stati effettuati attraveso il sistema svizzero Lim. Per determi-

I PREMI E I PREMIATI Clas. OPEN “A” OPEN “B” OPEN “C” 1º 1.000,00 (euro)-Mirzoev Azer 400,00-Lombardi Vincenzo-150,00 Fumarolo Savino 2º 550,00 Ikonnikov Vyacheslav-210,00 Zinnai Graziano-100,00 Zimbardi Alessandro 3º 400,00 Mrdja Milan-120,00-Salvemini Fabio-80,00 Belmonte Carlo 4º 300,00 Meijers Viesturs-110,00 Terzano Francesco 5º 260,00 Gaponenko Inna-100,00 Rizzuti Pasquale 6º 240,00 Collutiis Duilio-90,00 Esposito Pino 7º 220,00 Dragojlovic Andjelko-80,00 Crafa Carmine 8º 200,00 Lazarev Vladimir 9º 180,00 Ficco Corrado 10º 150,00 Valsecchi Alessio

nare il punteggio, e quindi le graduatorie, sono stati attribuiti 3 punti per la vittoria, PRIMO CLASSIFICATO OPEN A: AZER MIRZOEV 1 per il pareggio e 0 per la sconfitta. In caso di parità, si è fatto ricorso al punteggio Buchholz, un particolare metodo di spareggio del mondo scacchistico. Svolti il 5° e il 6° turno nella giornata di domenica, la premiazione, avvenuta alle 19.00, ha inPRIMO CLASSIFICATO OPEN B: VINCENZO LOMBARDI teressato 10 giocatori della categoria “Open A”, 7 della “Open B” e 3 della “Open C”. Primo classificato della categoria “Open A” Mirzoev Azer della Repubblica dell’Azerbaijan, che si è aggiudicato il premio di 1.000euro, olPRIMO CLASSIFICATO OPEN C: SAVINO FUMAROLO tre al Trofeo “Citta’ di Campobasso”; al primo del- vino, il premio è stato pari a sto della Open “C”. Ad ogni concorrente è stala categoria “Open B” , il 150euro. Tra i premiati, il campobassano Terzano ta donata una confezione di barese Lombardi Vincenzo, Francesco che ha guadagnaprodotti tipici Molisani delè andato il premio di 400euro e per il primo clas- to il 4° posto della Open B e l’Azienda Agricola Biologisificato della “Open C”, il il campobassano Belmonte ca “De LISIO” di Guglionegiovanissimo Fumarolo Sa- Carlo, classificato al 3° po- si.

Pozzilli, il grande giorno per l’annuncio del palazzetto di Marco Fusco E’ il grande giorno per la piccola comunità di Pozzilli. Oggi 25 luglio 2011, alle ore 18, presso la sala consiliare del Comune, si presenterà ufficialmente il progetto definitivo per la realizzazione del “Pala Scarabeo”, il nuovo palazzetto dello sport pensato dal gruppo Scarabeo. Quando pubblico e privato si incontrano per interessi generali. Una mega struttura polivalente di cui tutto l’interland ha maledettamente bisogno. Dopo l’ultimo atto del consiglio comunale, parla Gabriele Scarabeo presidente, tra l’altro, della “Scarabeo calcio a 5”. “ Ringrazio l’amministrazione comunale e tutto il consiglio comunale di Pozzilli per aver approvato il nostro progetto che sarà realizzato sul sito scelto dal comune. Ora si può programmare una conferenza di servizio e subito dopo passare all’inizio dei lavori. Non posso non essere soddisfatto per come stanno procedendo le cose. “ Gabriele Scarabeo ha sempre creduto a questa iniziativa anche dopo il clamoroso “no” dell’amministrazione comunale di Venafro. Ma ritorniamo al palazzetto dello sport. Le premesse ora ci sono tutte per riuscire nell’impresa. Ora si spera un iter veloce. Il gruppo

Scarabeo ha voluto per così dire concretizzare quel concetto di capitalismo solidale che consente di arrivare a realizzare opere strategiche attraverso investimenti privati a vantaggio della comunità. Il progetto presentato consentirà, tra l’altro, di ospitare gare di caratura nazionale ed internazionale . Ed ecco tutti i particolari del palazzetto dello sport pensato dalla Holding Scarabeo: l’opera occuperà un’area di oltre 10 mila metri quadri, sarà costituito da una struttura in cemento armato dove troveranno posto tutti i servizi, una moderna tribuna stampa ed un’area ristoro. Al centro sarà quindi realizzato il campo gara con fondo in materiale sintetico, idoneo per lo svolgimento di diverse attività. Ai due lati del campo sono previste due serie di gradinate per complessivi 1200 posti a sedere, con la pos-

Il progetto del nuovo palazzetto

sibilità di ampliarne la capienza. La copertura sarà in acciaio sulla quale verrà quindi ancorato uno speciale telo in PVC. Anche la parte esterna sarà curata con la massima attenzione, destinandola principalmente a parcheggi e ad aree di sosta intervallate da zone a verde, per garantire un comodo accesso a chi raggiungerà il complesso sportivo con automezzi.


30

Lunedì 25 luglio 2011

Mai così tante iscrizioni, molte delle quali provenienti dal Nord

Tutto pronto o quasi per l’apertura ufficiale del 15° Open di Colletorto, torneo a partecipazione straniera che si disputerà sui nuovi campi del Circolo Tennis di Santa Croce di Magliano del Presidente Lucia Croce. Marco Paradiso, che è il direttore del torneo, ha ottenuto il semaforo verde dalla Federtennis e ha iniziato a mettere in orario le oltre cinquanta partite in programma. Si tratta di un successo senza precedenti

Colletorto, via al 15° Open per la kermesse tennistica più importante del basso-Molise: mai prima d’ora, infatti, lo staff di Colletorto aveva avuto così tante iscrizioni molte delle quali provenienti dal Nord Italia e non soltanto dalle zone del Centro e del Sud. In totale le atlete che giungeranno sulle colline frentane saranno oltre qua-

ranta, diciotto delle quali semi-professioniste (ovvero di serie B nazionale). La testa di serie numero uno del tabellone è la campana Sara Savarise che ha già vinto su questi campi l’anno scorso. Speranze molisane affidate, invece, a Simona Struzzolino che è campobassana d.o.c. sebbene quest’an-

no sia tesserata per il C.T. Foggia. La molisana è accreditata della testa di serie numero due del seeding. Stefania Picardi e Laura Seritti, rispettivamente tesserate per Avellino e Avezzano (AQ), sono le più giovani in gara (appena quattordici anni). Monica Cantele è invece l’atleta che

Lo staff del torneo

ha percorso più chilometri di tutte per arrivare fino a Colletorto (giunge da Chatillon ed è tesserata per un club francese). Si inizia lunedi con

le prime partite relative al tabellone intermedio di quarta categoria (quello di qualificazione). A metà settimana è previsto l’esordio delle big.

Spettacolo a Pescopennataro con le mountain bike

Donato D’Aurora trionfa al 1° Mtb Altissimo Molise Riscuotendo unanimi consensi positivi da parte dei concorrenti, si è concluso ieri a Pescopennataro il 1° Trofeo Mtb Altissimo Molise. Si è trattato di una gara di mountain bike, specialità del cross country valevole come prova unica di campionato regionale. I quarantacinque iscritti, partiti dalla piazza principale del paese, hanno gareggiato senza esclusioni di colpi su un percorso tecnico ed impegnativo costituito da un anello di sette chilometri e mezzo che si è snodato lungo il tracciato della pista di sci di fondo, brecciato ed asfalto e che hanno più volte ripetuto per la diverse categoria di

appartenenza. A tagliare il traguardo, posto presso il parco attrezzato ‘L’Abete Bianco’, è stato per primo l’atleta Donato D’Aurora della New Sport di Roma che per percorrere i trenta chilometri ha impiegato il tempo di un’ora e trenta minuti. Al secondo posto si è classificato Luciano Boianelli della Cerca Azienda di Venafro e terzo è giunto Luigi Ferritto della Giannini Bike di Piedimonte Matese. Gli atleti sono arrivati dal Molise, dall’Abruzzo, dalla Campania, dal Lazio e soddisfatti per l’ottima organizzazione si sono dati appuntamento alla prossima edizione. Alla riuscita della manifestazione hanno contribuito una splendida giornata di sole e un folto pubblico che non ha lesinato applausi al passaggio degli atleti. La rassegna è stata organizzata dal comune di Pescopennataro, dalla Provincia di Isernia, dalla Federazione Ciclistica Italiana, da Bike Store di Isernia e dalla Sessan Bike.


Montenero

Ritorno amaro della salma di Di Luzio MONTENERO DI BISACCIA. Disposto il trasferimento della salma del ciclista investito da un tir. SERVIZIO A PAGINA 20

Attualità

Stalking L’incubo è sempre in agguato SERVIZIO A PAGINA 7

Forlì del Sannio

Cani sporcaccioni Multe ai padroni FORLì DEL SANNIO. Il sindaco adotta la linea dura contro quei proprietari di cani che sporcheranno le strade e le aiuole. SERVIZIO A PAGINA 13

Ripalimosani

“Il Gobbo di Notre Dame” L’amore sale in palcoscenico SERVIZIO A PAGINA 8

Il quotidiano del molise del 25 luglio 2011  

Il quotidiano del molise del 25 luglio 2011