Issuu on Google+

ANNO XIV - N. 199

1.00*

GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011 talia ità d’I n U ° 150

* IL QUOTIDIANO DEL MOLISE + IL MESSAGGERO euro 1,00

FONDATO DA GIULIO ROCCO

REGIONE MOLISE - NON ACQUISTABILI SEPARATAMENTE ZONA VASTO - SAN SALVO SOLO IL QUOTIDIANO euro 0,50

IL QUOTIDIANO DEL MOLISE: IL PRIMO GIORNALE TUTTO MOLISANO

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

Isole Tremiti

Un addio al celibato clandestino con tuffo in acque proibite ISOLE TREMITI. Doveva essere una festa e invece si è trasformata in una disavventura. Un gruppo di giovani hanno violato la legge andando a festeggiare un addio al celibato in acque proibite, multa salata SERVIZIO A PAGINA 21

Energia Alternativa

Eolico ad Altilia Sedici torri pronte per l’installazione ALTILIA. Quello che si temeva sta per diventare realtà. Dovrebbero iniziare questa mattina i lavori per l’installazione di sedici torri eoliche a due passi dal sito archeologico di Altilia-Sepino. E’ il passo successivo all’ok del Consiglio di Stato. SERVIZIO A PAGINA 10

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Regione

Campobasso

Con il Psr Molise 300 aziende fruiranno dei fondi

I malati oncologici migrano al Cardarelli Dalla Cattolica precisano

CAMPOBASSO. È stato presentato ieri mattina lo stato di attuazione del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Molise. Un cammino giunto ormai a metà strada in cui sono stati impegnati gia 100 milioni di euro per oltre 300 aziende di cui oltre 100 sono imprese giovani.

Il professor Savino Cannone, direttore generale della Fondazione di Ricerca e Cura ‘Giovanni Paolo II’ smentisce che sia stata interrotta la somministrazione di farmaci chemioterapici ai pazienti neoplastici ammessi ai protocolli terapeutici di seconda e terza linea. Intanto inizia la migrazione verso il Cardarelli.

SERVIZIO A PAGINA 2

SERVIZIO A PAGINA 8

Le bordate di un esponente di spicco del partito avvelenano il clima delle Primarie

Frattura dilaniante nel Pd Leva e Ruta: due perdenti CAMPOBASSO. Storce il naso e irrompe polemico anche l’assessore comunale ai lavori pubblici d’Agnone, Maurizio Cacciavillani (in foto), che critica la scelta del segretario regionale del Partito Democratico. L’appoggio alla candidatura di Paolo di Laura Frattura continua così a creare scompiglio nel partito di Bersani “indebolendo il centrosinistra regionale”.

L’Auditorium incanta “Opera maestosa” ISERNIA. Ieri il presidente della Regione Iorio, su invito del sindaco Gabriele Melogli, ha visitato il cantiere dell’auditorium di Isernia. “Questo – ha detto il governatore – è un monumento alla buona politica e un ambizioso progetto per promuovere il territorio”. SERVIZIO A PAGINA 14

SERVIZIO A PAGINA 3

Tre bad girls inveiscono contro i poliziotti Ultim’ora

Lo sport

Stagione ‘rovente’ Ennesimo incendio Ennesimo incendio nella zona di San Martino in Pensilis. Intervenute repentinamente due squadre della protezione civile in località Macchia Nera (accessibile dalla strada che collega Ururi alla Statale 166) ed una pattuglia della Forestale insieme al nucleo degli operai regionali forestali di Petacciato. Le fiamme sono divampate su piu’ fronti coinvolgendo diverse aree tra cui un parco eolico poco distante dalla zona dove il rogo ha avuto inizio.

CAMPOBASSO. Ragazze terribili le tre foggiane che ieri si sono rese protagoniste di un atto di intemperanza contro una pattuglia dei poliziotti della Volante. SERVIZIO A PAGINA 7

Lega pro Campobasso in arrivo il mediano Alberto Quadri SERVIZIO A PAGINA 25

1


2

Giovedì 21 luglio 2011

I tecnici dell’Assessorato all’Agricoltura hanno spiegato lo stato di attuazione del Programma Oltre 300 le aziende coinvolte nelle misure di investimento, di cui oltre 100 imprese giovani

Psr, impegnati già 100 milioni di euro Progettualità, valutazione, risultati ed azioni per migliorare l’efficienza del PSR Molise. Ieri mattina nella sala dell’Incubatore dell’economia

sociale ‘Incontra’ di Campobasso si è fatto il punto della situazione rispetto allo stato di attuazione del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Molise per poter ottimizzare l’efficienza e l’efficacia del piano migliorando la progettualità di Un momento della conferenza stampa nuove

azioni. Il PSR infatti è lo strumento con il quale la Regione attua misure comunitarie a favore del settore agricolo, agroalimentare e forestale e per lo sviluppo delle aree rurali. “Possiamo dire che il PSR è a metà del cammino. Siamo partiti con un po’ di ritardo ma un paio di anni fa abbiamo recuperato gli svantaggi iniziali ed oggi abbiamo completato le fasi di apertura di tutti i bandi. Si registra una buona performance sia sull’asse 2, per le misure ambientali, indennità compensative e pagamenti

Presentato in Consiglio il programma dell’evento

Larinetnica, l’identità del territorio per la promozione turistica Rappresentare l’identità culturale di un territorio, il nostro, prettamente agricolo e pastorale riaffermando con orgoglio l’appartenenza ad una terra ricca di prodotti e bellezze. E’ l’obiettivo di Larinetnica 2011, la manifestazione organizzata dall’Ecomuseo Itinerari Frentani con la collaborazione di altre associazioni tra cui la Pia Carrieri. L’iniziativa, giunta alla V edizione (è stata ideata nel 2007 da Marcello Pastorini) si svolgerà il 31 luglio ed il 1° agosto a Larino e rientra nell’ambito di Molisetnica la rassegna che proseguirà dal 2 al 4 agosto a San Felice del Molise, Montorio nei Frentani e Santa Croce di Magliano. Il patrocinio è della Presidenza del Consiglio Regionale. Ieri la presentazione dell’iniziativa che vuole “interagire sulla valorizzazione dell’area frentana ed incidere sull’aspetto sociale e culturale del territorio”, hanno detto il Presidente del Consiglio regionale Michele Picciano, il Vicepresidente Antonio D’Alete, il Presidente dell’Ecomuseo Pastorini e il vice

Al centro Picciano e D’Alete

presidente dell’Associazione Pia Carrieri Stefano Vitulli. “Larinetnica è uno strumento di promozione turistica, un viaggio nella storia, nell’arte, nelle tradizioni, nella musica e nella cultura popolare, nell’artigianato e nei sapori della nostra Terra”. Questa edizione è particolarmente ricca. Cinque le rappresentanze dei paesi limitrofi che hanno aderito alla manifestazione alla quale si potrà partecipare con laboratori artigianali (i fiori di carta di San Pardo) e musicali, assistere a concerti di musica etnica con i Cantori della memoria di Larino, i folkabola, i musicanti del piccolo borgo, visitare mostre fotografiche e l’esposizione dei dipinti di Sofia Abalmasova, immerger-

si nell’atmosfera delle carresi molisane con la Rassegna delle carresi, giunta alla III edizione. “Una sorta di museo dinamico che permetterà di conoscere gli aspetti storici e demologici delle manifestazioni che caratterizzano il Molise frentano”. Il 31 luglio sfileranno, accanto ai carri di San Pardo di Larino, anche quelli del Legno della Croce di Ururi, di Sant’Antonio da Padova di Santa Croce di Magliano, Rotello, Tavenna, Palata, Montecilfone, i carretti di Pietracatella della Madonna della Ricotta, le traglie di Jelsi ed i carri di San Giorgio di Chieuti. L’Associazione, è stato infine annunciato, sarà presente ad Assisi dal 2 al 5 ottobre prossimi in occasione della consegna dell’olio santo.

Ugl comunicazioni, Petrollino nuovo segretario regionale

Michelangelo Petrollino

CAMPOBASSO. Michelangelo Petrollino è il nuovo segretario regionale per l’Ugl comunicazioni. Il prestigioso incarico, conferito

dalla segreteria nazionale due giorni fa al dottore noto per le passate attività nel campo del sociale, si inserisce nell’ottica di un riassetto organizzativo e funzionale dell’organizzazione sindacale di categoria che raccogliendo gli interessi dei lavoratori delle Poste. “Sono molto contento e al tempo stesso fiducioso - ha dichiarato Petrollino - e ringrazio i segretari nazionali Muscarella e Nemesi che hanno creduto in me e nelle mie possibilità di rilancio. Ci aspetta un autunno difficile tra mille vertenze che sare-

mo attenti nel seguire e definire con l’Azienda. E’ necessario affrontare un vero recupero di credibilità tra i lavoratori per quanto riguarda il sindacato nella sua interezza. Saluto tutti gli altri segretari di categoria invitandoli da subito ad un confronto sereno che ci veda tutti coesi in un solo interesse , quello della difesa della nostra identità regionale e della occupazione”. Infine, Petrollino ha rivolto un augurio particolare a Patrizia Galasso, nominata segretario provinciale dell’Ugl Comunicazioni.

agro ambientali, sia sull’asse 1 per le misure di investimento”, ha spiegato il responsabile della segreteria tecnica dell’assessorato all’agricoltura e coordinatore del gruppo di assistenza tecnica del PSR Pierluigi Milone. Duecentosette i milioni che la Comunità Europea ha stabilito per il settore agricolo molisano, oltre 300 le aziende coinvolte sulle misure di investimento di cui oltre 100 aziende giovani, oltre 1500 le aziende inserite negli schemi di qualità sulle misure agro ambientali ossia lotte integrate, biologico, estesivizzazione degli allevamenti. Questi i numeri del Programma che scade nel dicembre 2013. “Altri due anni pieni di intenso lavoro. Ad oggi comunque la risposta è discreta. Dei 200 milioni totali dell’ammontare del PSR circa la metà sono già impegnati e sono stati ridotti i tempi di pagamento. E’ fondamentale verificare con i progettisti le modalità e le informazioni che servono per poter espletare una corretta istruttoria per poter completare il programma e individuare lo scenario per poter impostare un nuovo programma che preveda per il 2014 un modulo settennale per l’economia rurale”. ddg

Ieri l’incontro con gli assessori

Ticket sanitario Fazio non fa sconti di Stefania Potente CAMPOBASSO. Niente sconti per quel che riguarda il ticket sanitario: è quanto emerso dall’incontro tra il Ministro della Salute Ferruccio Fazio e gli assessori regionali alla Sanità, ieri a Roma per chiedere un’applicazione più equa della Manovra economica. A rappresentare il Molise il direttore generale dell’Assessorato alla Sanità Roberto Fagnano. Il ministro ha ribadito la posizione del governo. “La manovra finanziaria (entrata in vigore da domenica scorsa, ndr) dovrà essere necessariamente osservata dalle Regioni”, è stato detto. Del resto, ha sottolineato il ministro, “la numero 111 del 17 luglio 2011 non è una nuova legge, ma di una copertura della legge del 2007”. Che, in pratica, ha tolto allo Stato la copertura finanziaria del ticket. E, da questo punto di vista, il ‘compito’ ora passa alle Regioni. Queste ultime, se non voglio-

L’avvocato Fagnano

no effettuare aumenti, “possono studiare programmi alternativi per raggiungere lo stesso risultato finale dal punto di vista economico”, come ha spiegato l’avvocato Fagnano al termine dell’incontro. Insomma, tempo qualche giorno e poi tutte le Regioni, anche le più ‘riottose’, dovranno adeguarsi al diktat del governo. Non è esclusa, tuttavia, qualche novità: infatti, è stato istituito un tavolo tecnico per la rimodulazione del ticket. Di più: sarà necessario preparsi a tempi più duri visto che dal 2014 saranno richiesti ulteriori sacrifici agli italiani.

Giornata nera per i trasporti Si fermano treni e bus Oggi e domani saranno due giorni neri per chi usa autobus e treni: le segreterie di Filt Cgil, Fit-Cisl, Uilt, Uglt e Faisa hanno proclamato insieme lo sciopero di tutti i dipendenti del settore. Il blocco della trattativa sul contratto nazionale e i tagli al settore: questi i principali motivi della protesta. Per l’intera giornata si fermeraanno il trasporto pubblico locale urbano e quello extraurbano. In quest’ultimo caso, la ditta Cerella, per la quale vige l’accordo azien-

dale, lo stop inizierà alle 5 fino alle 8 e 30, riprenderà alle 13 e si concluderà alle 15 e 30. Inoltre, saranno assicurati i servizi con partenza prevista quindici minuti prima delle fasce e con arrivo previsto quindici minuti dopo il termine delle fasce.Sarà garantito il servizio minimo garantito gli autobus di città dalle 5 e 17 fino alle 8 e 17 e dalle 13 alle 16. Per quanto riguarda il trasporto ferroviario, invece, saranno possibili cancellazioni delle corse ma saran-

Il presidente ha ricordato il ministro Picciano ricorda Gaspari: ‘Se ne va un politico onesto’ “Se ne va una persona perbene e un politico onesto”. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale, Michele Picciano, in riferimento alla scomparsa di Remo Gaspari, ministro e leader democristiano in Abruzzo. “Nella sua attività politica – ha continuato Picciano – prima come esponente della Democrazia Cristiana e poi come ministro della repubblica, Gaspari ha dato prova di un grande senso del dovere, di spiccata caratura culturale ed umana, divenendo in breve tempo un esempio per chi auspica istituzioni vicine alla gente. Un uomo noto per la sua vicinanza ai corregionali, per la sua profonda convinzione metodologica basata su carità. Fede e speranza. Un modello – conclude Picciano – anche per la compostezza con la quale ha affrontato le risibili accuse di Tangentopoli, continuando a diffondere, fino a qualche giorno fa, i valori della politica in cui credeva e per cui si è speso con inesauribile impegno”.

no effettuati i servizi essenziali nelle fasce a maggiore mobilità pendolare, dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21 di venerdì. Il programma dei treni nazionali in circolazione è consultabile sul sito www.fsitaliane.it, nonché al numero verde 800 892021. Informazioni potranno essere assunte anche presso le biglietterie.

FONDATO NEL 1998 DIRETTORE RESPONSABILE: GIULIO ROCCO EDITORE: ITALMEDIA s.r.l. SEDE LEGALE: VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 86100 CAMPOBASSO SEDE OPERATIVA

VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 86100 CAMPOBASSO SITO INTERNET: www.quotidianomolise.it EMAIL:redazionecb@quotidianomolise.it

Pubblicità ITALMEDIA s.r.l. Tel. 0874.484623 Via S.Giovanni in Golfo Campobasso EMAIL: commerciale@quotidianomolise.it

CENTRO STAMPA ROTOSTAMPA - LIONI (AVELLINO) Registrazione Tribunale di Campobasso N. 157/87


Giovedì 21 luglio 2011

3

Nel Corno d’Africa Dio dov’è? Appello di monsignor Bregantini su una questione di grave crisi umanitaria di Ylenia Fiorenza Bregantini rilancia l’appello per l’emergenza umanitaria nel Corno d’Africa. Dopo l’accorato invito del Papa “a operare per sollevare le popolazioni nel Corno d’Africa, colpite da una grave siccità e dalla conseguente carestia”, e la decisione della Conferenza episcopale italiana di stanziare un milione di euro per aiutare le popolazioni colpite dalla siccità in una delle regioni del mondo più colpite dalla guerra e dalla fame, o forse la più colpita, arriva puntuale e forte la denuncia dell’arcive-

E Cacciavillani ‘bacchetta’ il segretario Danilo Leva Irrompe polemico Maurizio Cacciavillani (assessore comunale ai lavori pubblici di Agnone) contro la scelta del segretario regionale del Pd, che martedì, sciogliendo ogni riserva, ha confermato il suo sostegno alla candidatura ‘dell’indipendente’ Frattura. “Il tentativo maldestro fatto di inciuci e di operazioni sottotraccia – afferma Cacciavillani – alla ricerca di quel terzo polo che evidentemente in Molise non c’è, ha finito per indebolire il centrosinistra regionale. Il risultato è sotto gli occhi di tutti, ad iniziare da quel Partito Democratico che fa capo a Danilo Leva e Roberto Ruta che invece le elezioni le ha perse di continuo. Per fortuna che, specularmente, chi perde all’interno del partito di contro vince le elezioni vere. Questo è il caso di Agnone dove il Partito Democratico, notoriamente anti Leva, insieme agli altri partiti del centrosinistra, ignorando quei soliti consigli tendenti all’inciucio, ha vinto le elezioni eleggendo cinque consiglieri di maggioranza su otto ed il sindaco. Quello che invece è assolutamente da evitare è proprio di appaltare al centrodestra programmi e candidature”. V.d.T

scovo di Campobasso, anche nella qualità di presidente di una delle più importanti commissioni della Cei, quella ai problemi sociali e alla giustizia e pace. Le parole di Bregantini vanno al di là della crisi profonda che, soprattutto in questo momento, sta interessando la Somalia, l’Eritrea e l’Etiopia. Il Corno d’Africa è interessato da una crisi umanitaria così dura e violenta che ricorda le immagini crude che arrivavano dall’affamato Biafra nel 1968 o dall’Etiopia nel 1972. E’ da sempre la zona più povera e più dimenticata al CAMPOBASSO. “Ho fatto un passo indietro rinunciando alla candidatura alle prossime primarie, solo dopo che i vertici regionali del Pd hanno preferito evitare la ricerca di un’unica candidatura unitaria, che potesse essere espressione del partito ed insieme dell’intero centrosinistra”. Con queste parole cariche di amarezza Antonio Pardo D’Alete motiva il suo passo indietro. “La partecipazione alla competizione di diversi esponenti del Partito Democratico – incalza il vice presidente del Consiglio regionale – rischia di alimentare divisione, confusione e scetticismo nei confronti delle Primarie, disperdendo e frantumando il sostegno della base democratica. Oggi il Molise non ha bisogno di retorica o divisioni, ma di orgoglio e unità, passione e lu-

dono, della condivisione che è fondante, perché la povertà e il risultato dello sfruttamento e dell’indifferenza”. Per contrastare radicalmente la povertà - conclude l’arcivescovo di Campobasso - “detronizzando, quindi, la ricchezza, l’uso smodato delle risorse e ogni forma di sopraffazione”, bisogna operare con i fatti, con azioni concrete, attivando misure di soluzioni tempestive e impiegando interventi costanti, non ad

Monsignor Bregantini

intermittenza, né solo dosare donazioni economiche fine a se stesse”.

In una lettera il congliere larinese spiega i motivi del suo passo indietro cidità, coraggio e realismo. Per questo nei prossimi mesi di campagna per le Primarie lavorerò assieme ai tanti compagni ed amici che non vogliono arrendersi, promuovendo incontri e assemblee tra gli iscritti ed i simpatizzanti. Incalzeremo così – ammonisce D’Alete – i cinque candidati costringendoli a confrontarsi attorno a temi della vita reale e alle proposte concrete per risolvere le questioni oggi dirimenti per il futuro stesso della nostra comunità”. Un piano programmatico,

“Sono grato al segretario regionale del Pd per le dichiarazioni fatte sulla mia candidatura alle primarie del centrosinistra”. A parlare è Paolo di Laura Frattura, che quasi lusingato, risponde alle parole di Danilo Leva, che martedì mattina ha confermato il suo pieno appoggio al presidente della Camera di Commercio di Campobasso alle primarie. “Se tutte le accuse che mi stanno muovendo in questi giorni avessero un fondamento di verità, dovrei, da solo, accusarmi di pazzia incurabile. Piuttosto che assecondare una comoda e utilitaristica candidatura in un centrodestra che accoglie tutti – continua Frattura – affronto il giudizio rischioso delle primarie per dare un esempio di come va affrontato il cambiamento di questa regione: con il sacrifico e l’impegno dei più”. V.d.T.

gretario Giorgio Simonetti devono possedere la capacità finanziaria tale da ottemperare al pagamento delle spettanze dei propri dipendenti anche in caso di ritardo dei pagamenti da parte della Regione. Ricordiamo che altre aziende del settore, anche senza compensazioni pubbliche, provvederanno regolarmente al pagamento di quanto dovuto ai

polita del Molise porta ad una riflessione più vasta e fa capire che, mentre una buona parte del mondo ricco è concentrato sui suoi problemi di mantenimento di una sostanziale ricchezza (pur con tante contraddizioni) e del suo welfare (Stato sociale, pur in decadimento), c’è una parte del mondo che è interessato da una crisi umanitaria senza precedenti. “Per sviluppare azioni di recupero - aggiunge Bregantini - occorrono solidarietà e responsabilità. L’assistenza economica non deve essere distaccata dall’efficacia del

D’Alete accusa: il Pd rischia di alimentare la frammentazione

Frattura: “Affronto il giudizio rischioso delle primarie per dare un esempio”

Simonetti: ottemperare alle spettanze Mancato pagamento ai dipendenti La Filt Cgil contro Larivera CAMPOBASSO. “Non potremo corrispondere ai nostri dipendenti la quattordicesima mensilità”. La dichiarazione della ditta di trasporto Larivera ha sollevato un polverone. La Filt Cgil, ad esempio, ha risposto duramente alle minacce dell’azienda. “Le aziende che operano in regime di affidamento di concessione pubblica - ha sottolineato il se-

mondo. “La siccità - dice Bregantini, - è la povertà in cui stanno versando le popolazioni del Corno d’Africa, ed è la conseguenza della crisi della giustizia sociale mondiale e dello spreco da parte dei Paesi ricchi. Nel presente si sta configurando sempre più un sistema privo di valori, nichilista e devastatore, costantemente opposto all’etica, ai diritti, al bene comune e all’emancipazione umana, più che tecnologica. E’ l’uomo che si innalza al di sopra del povero che genera nel suo egoismo le carestie”. Il metro-

propri dipendenti”. Non solo. Secondo Simonetti, non si può minacciare il ricorso alla cassa integrazione in deroga visto che “è un atto di tutela del salario dei lavoratori, non uno strumenti di ricatto”. Infine, la richiesta alla Regione di corrispondere puntualmente le risorse destinate alle ditte del trasporto pubblico locale “per evitare danni ai lavoratori del settore, già stremati economicamente a causa delle riduzioni di salario conseguenti alle politiche economiche del Governo nazionale”.

quello proposto dal vicepresidente del Consiglio regionale, che ha tra i suoi obiettivi principali la lotta al precariato con la creazione di un vero e proprio “Piano Marshall per l’occupazione per consentire alle imprese la trasformazione dei contratti ‘intermittenti’

in quelli a tempo indeterminato, ed insieme l’istituzione del reddito minimo garantito, un’integrazione reddituale mensile per i giovani precari ed inoccupati durante i periodi di non lavoro”. Il tutto con risorse provenienti dai tagli ai costi della politica “con la ri-

duzione del 50% delle indennità del presidente, degli assessori e consiglieri regioni, l’abolizione di ogni tipo di vitalizio, diminuzione del numero di consiglieri regionali da 30 a 26 e abolizione di tutti gli enti sub regionali oramai inutili e superflui”. V.d.T.


Giovedì 21 luglio 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it

Il duo siciliano in concerto questa sera a Campodipietra con Aldo Bassi

La magia del Mediterraneo nella musica dei Mancuso La settima edizione di Jazz In Campo entra nel vivo con una produzione originale del festival. Questa sera nella splendida cornice scenografica del I Fratelli Mancuso centro

antico di Campodipietra, i Fratelli Mancuso si esibiranno con Aldo Bassi, uno dei migliori trombettisti jazz italiani.Una musica, quella dei duo siciliano che sfugge

alla definizione di jazz in senso canonico ma che con il jazz si incontra e dialoga. Da qui nasce l’incontro con Aldo Bassi. Enzo e Lorenzo Mancuso calcano le scene dei palcoscenici da quasi trenta anni raccogliendo successi e riconoscimenti ovunque nel mondo. Il loro brano “Bella Maria” è stato scelto nel 1997 dal re-

gista americano Anthony Minghella per la colonna sonora del film “Il talento di Mister Ripley” con Matt Damon e Gwynet Paltrow.A Jazz in Campo proporranno un repertorio che esplora musiche appartenenti a latitudini diverse, da quelle dell’america latina alla musica popolare siciliana. Quelle stesse latitudini, che saranno

ripercorse in queste sere, nelle quali, Giuseppe Garibaldi, operò come l’“eroe dei due mondi”, che Jazz In Campo intende ricordare in occasione dei 150 anni dell’Unità della nostra Italia”. Nelle voci penetranti dei due fratelli si avverte il respiro solenne della storia con gli innumerevo-

li intrecci e avvicendamenti culturali che hanno avuto come teatro la Sicilia. Ci parleranno in musica di antiche tensioni e presenti indignazioni civili, di ataviche oppressioni e dell’eterno desiderio di libertà, sulle rotte del Mediterraneo. D.I.

Tutti gli appuntamenti dell’estate molisana TRADIZIONI, SAGRE, RADUNI Fino al 21 luglio Termoli (Cb) - Officina Gallery Via Marconi 2, orario di apertura: 21.00/23.00 tutti i giorni compreso festivi, inagurazione 9 luglio (ore 19.00), Live di percussioni con Enzo Murazzi e Mirko De Filippo (ore 20.00). Fino al 31 agosto Larino (Cb) - Estate larinese,respira la collina. Dal 15 al 9 agosto Termoli (Cb) - IX rassegna di cinema all’aperto. (15 luglio) le notti estive dei corti viventi con 12 corti del Kimara film festival; (16 luglio) Benvenuti al Sud; (17 luglio) Notte Horror con l’Ultimo Esorcismo; (20 luglio) Qualunquemente; (22 luglio) Il sorpasso; (23 luglio) The social network; (28 luglio) Amnesia; (29 luglio) Silvio Forever; (30 luglio) Belvedere; (1 agosto) Imaginaria 2010; (2 agosto) le vacanze di Monsieur Hulot; (5 agosto) Noi credevamo; (6 agosto) Vallanzasca gli angeli del mare; (8 agosto) Le notti estive dei corti viventi con dodici corti del Kimara film festival; (9 agosto) I Vitelloni. Dal 15 al 22 luglio Parrocchia San Paolo (CB) - “Alla radice di un Sogno” dalle ore 15.00 alle 18.30, ragazzi dai 7 ai 14 anni quota dieci euro inclusa T-shirt. Dal 17 al 23 luglio Guardialfiera (Cb) - Campi estivi 2011 “Anch’io sono la Protezione Civile”per ragazzi dai 10 ai 16 anni, all’ombra della pineta e sulla spiaggia del “Salvamento”. Dal 18 al 21 luglio Campobasso - Inizio ore 21.30 presso piazza Palombo. (18 luglio) Presso piazza dei cannoni, sport 2 night, serata sportiva; (19 luglio) mettiti in gioco, Luna Park di giochi a stand; (20 luglio) gioco notturno in piazza; (21 luglio) ti attendevo, serata-incontro con Gesù. Dal 18 al 23 Baranello (Cb) - Torneo di tennis presso il campo da tennis di Baranello (partite pomeridiane). 21 luglio Campomarino (Cb) - Tra Oriente e Occidente, cultura tra le due sponde adriatiche. 21 luglio Trivento(Cb) - Sagra del prosciutto. 21 luglio CampomarinoLido (Cb) - Il canto del lungomare. 21 luglio Montecilfone (Cb) - Il commissario Rex nel “Meraviglioso mondo dei bambini”. 21 luglio Termoli (Cb) - Sagra del sciscillo. Manifestazione gastronomica che si tiene nel Borgo antico di Termoli, dalle ore 18,00 , nel corso della quale viene distribuito questo piatto storico termolese, genuino e molto gustoso, a base di pane grattugiato, uova, parmigiano, prezzemolo, uniti a formare delle polpettine che vengono cotte in olio e pomodoro. Dal 21 al 24 luglio Oratino (Cb) - Presso Piazza Rogati ore 18.00 inzio tornei di calcetto, biliardino e bocce, ore 21.00 laraoke (21 luglio); ore 18.00 tornei di calcetto, biliardo, bocce alle ore 21.30 esibizione gruppo musicale “Nicky Rock Band” (22 luglio); ore 13.00 pranzo gialloverde, ore 18.00 tornei di calcetto, biliardino, bocce, ore 21.00 rassegna talenti musicali: “elettrica danza” band (Cover Litfiba), ore 23.00 karaoke (23 luglio); ore 18.00 finali tornei, ore 20.00 premiazione vincitori tornei, ore 21.00 serata danzante “Con nu poc e luna” a cura di Maurizio Dj (liscio, balli di gruppo, latinoamericani, caraibici), ore 23.30 Disco music (24 luglio). Stand gastronomici con pietanze tipiche locali, pizza e panini, attivi nel corso delle quattro serate. 22 luglio Campomarino Lido (Cb) - Funny Circus Show. Dal 22 al 23 luglio Montaquila (Is) - 12^ Sagra Sagne e Ceci. Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento gastronomico promosso dall’Associazione Colle Pepe. 22 luglio Ripalimosani (Cb) - Colorado Ranch, contrada Fonte Longo. 22 luglio Termoli (Cb) - Vela Raccontiamo, a cura dell’Endurance Sailing Team, presso Lido Panfilo (ore 20.30). 22 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - Dimensione latina presenta: “Balla sotto le stelle” a cura de “Il geko”- Zona scuole medie, ore 20.30. 23 luglio Campomarino (Cb) - Celebrazione per la festa di S.Anna. 23 luglio Cercemaggiore (Cb) - Discotheque under the moon con Dj Femix. Località Pianello. 23 luglio Rotello (Cb) - Sagra della bruschetta. Serata musicale con ballo in piazza. 23 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - II edizione “Festa della Trebbiatura”, durante la giornata ci sarà la rievocazione della trebbiatura manuale-meccanica, allieterà al serata “Il Tarlo e la Noce” con musica latino-americana. Zona palazzetto dello sport. 23 luglio Guardialfiera (Cb) - Antonio Picariello- critico d’arte. Racconta se stesso e le sue esperienze divagazioni musicali de “I trovati per strada”. Ore 17.00. Dal 23 al 24 luglio Ripalimosani (Cb) - Ore 18.00 apertura stand enoga-

stronomici; ore 19.00 esibizione gruppo sbandieratori e musici “Castel Monforte” di Campobasso; ore 21.15 spettacolo “Il gobbo di Notre Dame” (il musical) Dal 23 al 25 luglio Sepino (Cb) - (23 luglio) Tradizionale fiera lungo la strada principale che conduce alla piazza del paese; in serata esibizione di un concerto bandistico. (24 luglio) Solenni funzioni religiose e processione del prezioso busto di Santa Cristina. In serata due bande musicali si contenderanno l'applauso del pubblico . A conclusione dei festeggiamenti spettacolari fuochi pirotecnici. (25 luglio) "Festa dell'Emigrante": dopo la celebrazione della messa, la giornata è caratterizzata da un pranzo che riunisce tutti gli emigrati che sono ritornati in paese in occasione dei festeggiamenti della Santa Patrona. La festa si conclude con un concerto di musica leggera. Dal 23 al 30 Larino (Cb) - Tornei di Beach Volley e Beach soccer. 24 luglio Rotello (Cb) - III edizione “Soap Box” la corsa più pazza e strampalata del mondo e serata musicale. 24 luglio Sant’Elia a Pianisi (Cb) - Vespa raduno con moto-incontro tra il motoclub di San’Elia a Pianisi ed il Vespa Club di Campobasso. 24 luglio Campolieto (Cb) - Ballando sotto le stelle. 24 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - II edizone “Festa della Trebbiatura”, durante la giornata ci sarà la rievocazione della trebbiatura manuale meccanica allieterà la serata “I Giullari” cover band dei Nomadi e Alberto Bertolini. Zona palazzetto dello sport. 24 luglio Lupara (Cb) - Si svolgerà la manifestazione “Antichi Mestieri e Sapori”, organizzato dalla Pro-loco “Lupa”. La manifestazione intende riscoprire, promuovere e valorizzare la cultura, le tradizioni, i sapori dell’accogliente centro molisano. La manifestazione si svolgerà, nelle ore serali, nella splendida cornice del centro storico, gli ospiti saranno invitati in un percorso in cui la cultura agro-pastorale, l’artigianato, i piatti tipici luparesi saranno protagonisti. Ad allietare la serata ci sarà la musica dei Cantori della Memoria di Larino e dello zampognista Franco Izzi che coinvolgeranno i partecipanti in un percorso musicale con testi e sonorità strettamente legate al Molise e al popolo contadino, nei brani verrà dato spazio anche alla poesia di Giovanni Cerri e Raffaele Capriglione: un “viaggio” che segue le nostre radici profondamente legate alla nostra cultura agro-.pastorale e che vuole rafforzare il senso di appartenza alla Terra dei Tratturi. Dal 24 al 25 Campomarino (Cb) - Celebrazione per la festa di S.Cristina. 25 luglio Guardialfiera (Cb) - Per la 5^ edizione de “La Grande Storia” cronache di un reporter, “Dispacci dai teatri di guerra”. Ore 17.00. Dal 25 al 27 luglio Cantalupo nel Sannio (Is) - Festa Sant’Anna. (25 luglio) serata musicale con gruppo “I Torero”; (26 luglio) concerto bandistico “Banda Noicattaro”; (27 luglio) concerto in Piazza “Giuliano Palma & The bluebeaters”. Dal 25 al 27 luglio Cantalupo nel Sannio (Cb) - Festa di S.Anna. Ore 11.00 Santa Messa ed a seguire processione per le vie del paese con l’accompagnamento della banda “Città di Noicattaro”; ore 19.00 Santa Messa ed a seguire processione per le principali vie del paese con l’accompagnamento della banda “Città di Sassinoro”. In fine serata ci saranno alle ore 23.45 i fuochi pirotecnici. Dal 25 al 30 Campomarino (Cb) - Campus musicale estivo “Orchestra giovanile”. Dal 25 al 26 Rotello (Cb) - Giochi della gioventu’. Dal 25 al 26 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - 5^ edizione Città dei Bambini, con Ludobus, animazione e gonfiabili. Piazza San Paolo, ore 19.00. 26 luglio Jelsi (Cb) - Festa del Grano in occasione delle celebrazioni della festa patronale di Sant’Anna. Questa sagra ha origine dall’antico ringraziamento che la popolazione dedicava alla santa protettrice che intervenne miracolosamente durante un terribile terremoto nel 1805. La sagra è inoltre arricchita di spettacoli folkloristici, musicali e pirotecnici.Ore 10.00 processione delle Traglie e dei carri allegorici in onore di Sant’Anna; ore 21.30 Via A.Valiante: concerto di Simone Cristicchi. 27 luglio Campomarino Lido (Cb) - “Elvis” cover band in concerto. 27 luglio Guardialfiera (Cb) - Ore 18.00 circolo Salvamento. Il mondo dei giochi e dei giocattoli nei tempi poveri del dopoguerra. Tecnica ed esecuzione di “Oh, che bel castello” per le femminucce e di “Guardia e ladri” per i maschietti. Ore 18.00 Palazzo Loreto “Saluti da Termoli” ipotetiche cartoline illustrate in quaranta poesie dialettali. Passioni, umori, atteggiamenti, galleria di personaggi fotografati da Giovanni de Fanis. Dal 27 al 31 luglio San Giuliano del Sannio (Cb) - Terza festa della

birra. (27 luglio) serata musicale, ore 21.00 ; (28 luglio) “balla con noi”, ore 21.00; (29 luglio) “I sciur’d cucuzz band”, con degustazione di baccalà e peperoni, ore 21.00; (30 luglio) complesso musicale “Idea 2000”, con degustazione di lasagne alla boscaiola con coscia di pollo e salsiccia, ore 21.00; (31 luglio) corpo di ballo “Do.Re.Mi.Fa Ballare” con degustazione di taccozze, cotica, fagioli e costate di maiale, ore 21.00. 28 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - Festa di quartiere “Tufarill e Madonn d Bsacc in festa”. Ore 20.30. 29 luglio Montecilfone (Cb) - Rievocazione storica. Rievocazione delle gesta degli Arbereshe e degli Albanesi del xv sec. d.C.; la rievocazione inizia con le letture dei bandi per le vie cittadine; prosegue poi con una sfilata di figuranti in abiti storici. Subito dopo si terrà la gara equestre “Palio di San Giorgio”; torneo di tiro con l’arco storico; serata di liscio con degustazione di prodotti tipici. 29 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - 1° edizione Montenero Ridens, si esibiranno Pino Campagna, gli Emo, Rocco Gigolo’ all’ interno della manifestazione ci saranno bands gastronomici. Ore 21.00. 29 luglio Campomarino Lido (Cb) - Concerto di musica classica. 29 luglio Campomarino (Cb) - Sagra del cocomero. Dal 29 al 30 luglio Isernia - 2a sagra della porchetta, “Orchestra Enzo De Quattro” (29 luglio), 2a sagra della porchetta, concerto di “Gigione & Jo Donatello”. Località Brecelle. Dal 29 al 30 luglio Rotello (Cb) - 1° concorso “Band emergenti” concorso a selezione per 12 band del territorio locale. Nel corso delle due serate: ”Sagra degli arrosticini”. Dal 29 al 31 luglio Scapoli (Is) - XXXV Mostra Mercato e Festival Internazionale della Zampogna. Dal 29 al 31 luglio Miranda (Is)- La Tartufata. Il tartufo è uno dei piatti forti della gastronomia molisana ed il paese di Miranda intende dedicare un week-end a questo vero re della tavola. 30 luglio Guardialfiera (Cb) - Pedalata ecologica. 30 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - L’ Associazione Degli amici della musica presentano la 6^ edizione “C’era una volta minicanzonissima”. Ore 21.30 in Piazza della libertà. 30 luglio Casacalenda (Cb) - Ore 21.00 via Berlinquer, Sagra della bruschetta e degli arrosticini. 30 luglio Campomarino Lido (Cb) - Centenario dell’Unita d’Italia. 30 luglio Campomarino (Cb) - Compagnia teatrale “Novità di Paese” in Cuore di Mamma. 30 luglio Pietracatella (Cb) - Serata di beneficenza “Le aziende Pietratellesi per la ricerca e la lotta contro il cancro”. Vitello arrosto e tanto altro da gustare. Ore 21.00 belvedere. 30 luglio Cantalupo nel Sannio (Is) - L’Asd Cantalupo motorcycles organizza il 2° Bike Beer Fest, piazza Alfonso Perrella ore 18.00. In serata birra, panini e concerto dei Radio Zombie (Negrida Cover Band). 30 luglio Belmonte Del Sagno (Is) - Ballando sotto le stelle. 30 luglio Provvidenti (Cb) - “Ristoro dell’Anima” dalle 21.30 alle 24.00 presso il ristorante “Margia”. 30 luglio Ripalimosani (Cb) - Festa delle contrade. Serata gastronomica e ricreativa p.zza San Michele ore 21.00. Dal 30 al 31luglio Gildone (Cb) - Ore 16.00 giochi di abilità con le moto; ore 21.00 serata danzante e premiazione dell’organetto più allegro con il maestro Emiddio Farinaccio, il giorno successivo a partire alle ore 9.30 ci sarà il raduno d’epoca presso la Cappella di San Nicola, ore 10.30 Santa Messa officiata da Don Mercurio Simonelli, ore 11.30 benedizione delle auto presenti e sfilata lungo le principali vie del paese, ore 13.30 pranzo presso il ristorante “La Pingera” e alle ore 21.00 artisti allo sbaraglio presso la Cappella di San Nicola. Dal 30 al 31 luglio San Giovanni in Galdo (Cb) - Sagra della Pasta e Fagioli e Fricassea. Programma dell’evento: 30 luglio: in occasione dei festeggiamenti del “Sacro Cuore di Gesù”. 31luglio: arrivo del complesso bandistico “Città di Bracigliano”. Durante entrambi i giorni saranno allestiti gli stand della tradizionale sagra della pasta e fagioli e della fricassea. Dal 30 luglio al 1 agosto Cercemaggiore (Cb) - Sagra dei cavatelli. Degustazione di ricette paesane, tanta musica e divertimento. Dal 30 luglio al 1 agosto Termoli (Cb) - XXIV Festival Internazionale del Folclore e delle culture marinare. 31 luglio Ripalimosani (Cb) - 8° memorial di pesca sportiva alla trota. Circolo Arci ore 06.00 fiume Biferno. 31 luglio Campomarino (Cb) - Gran fondo delle cantine molisane.

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

4


Giovedì 21 luglio 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it 31 luglio Santo Stefano (Cb) - Alle ore 17.00 con Giocolandia, un appuntamento da non perdere dedicato prevalentemente ai bambini che potranno divertirsi con giochi gonfiabili e intrattenimento di vario genere nella piazza della frazione. 31 luglio Campochiaro (Cb) - Monte Mutria rappresenta la terza cima del massaccio matesino, da dove percorreremo la lunga cresta di questo magnifico terrazzo naturale da cui è possibile osservare ad Est gran parte del territorio del Molise fino al massiccio della Maiella. 31 luglio Campomarino (Cb) - Gran fondo delle cantine molisane. 31 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - 14^ edizione Pedalata Avis, in Piazza della libertà ritrovo ore 18.30 partenza 19.00; Ore 21.30 Festa Cuore Immacolato di Maria, musica e stands gastronomici. 1 agosto Guardialfiera (Cb) - Ore 17.00 giocoleria sul lago; ore 20.30 ristorante “Miralago” campioni della rima e del buon gusto. 1 agosto Petacciato (Cb) - Sagra della Porchetta. 1 agosto Rotello (Cb) - “Acquasplash” torneo a squadre di calcio saponato in piazza. 1 agosto Montagano (Cb) - Sagra della Pasta e fagioli. 1 agosto Cercepiccola (Cb)- Il crocifisso di San Damiano sarà donato dall’Arcivescovo della diocesi di Campobasso-Bojano, Sua Eccellenza Monsignor Giancarlo Maria Bregantini, alla piccola comunità della Valle del Tammaro ed affisso nella chiesa di San Francesco, sita alle porte del paese (in località Cappella). 2 agosto Santo Stefano (Cb) - Santa Messa alle ore 11.30, processione della Madonna del Carmine alle 18.30 e in serata, a partire dalle 21.00, la compagnia “Il faro” metterà in scena un divrtente spettacolo di teatro comico napoletano. Stands gastronomici faranno da cornice a tutte le serate di festa. 2 agosto Pietracatella (Cb) - I sapori del Molise. stand gastronomici di prodotti tipici molisani. Ore 21.00. 2 agosto Guardialfiera (Cb) - Giocoleria sul lago, ore 18.00. 3 agosto Santo Stefano (Cb) - Sarà celebrata la Santa Messa (ore 11.30) e la processione del santo patrono per le vie della frazione (ore 18.30). L’appuntamento con i fuochi pirotecnici è fissato in due momenti: alle 18.30 e a mezzanotte. Quest’anno il Comitato feste ha volutodividere lo spettacolo serale, con inizio alle 21.00, in due momenti, quello musicale con una cover band di Gigi D’Alessio e quello comico con la presenza del cabarettista di Colorado Cafè, Carmine Faraco. 3 agosto San Martino in Pensilis (Cb) - A cavallo per i tratturi. Escursione per i tratturi con cavalli messi a disposizione dalle associazioni dei Cavalieri dei Tratturi con sosta nell’area attrezzata sul tratturo CelanoFoggia nel territorio di San Martino in Pensilis. Dal 3 al 4 agosto Termoli (Cb) - Festività del Patrono San Basso. 4 agosto Campomarino (Cb) - Rocco Gitano. 4 agosto Pietracatella (Cb) - “Writes in pietra” primo concorso di “Street Art”, animazione della serata con il gruppo Dickenz Band. Ore 21.00 belvedere. 4 agosto Cercemaggiore (Cb) - Festeggiamenti in onore di San Domenico. Dal 4 al 7 agosto Carovilli (Is) - Carovilli beer festival. Manifestazione dove poter degustare piatti tipici e all’insegna di musica veramente eccezzionale. Dal 4 al 11 agosto Larino (Cb) - 1^ edizione torneo di calcio a cinque “Santa Chiara” a cura di Asd Sc Larino. 5 agosto Cercepiccola (Cb) - Festeggiamenti in onore della Madonna delle Grazie con serata danzante ed intrattenimento musicale. 5 agosto Sant’Elia a Pianisi (Cb) - il gruppo Civitas Sancti Eliae Planisi anche quest’anno rivive la sua rievocazione storica. La manifestazione, identificata come ”Festa di una notte di mezza estate” è alla sua seconda edizione. L’evento prevede il seguente programma: (ore 19.00) partenza con la sfilata dei gruppi storici (Colletorto, Montecilfone, Provvidenti, Guglionesi, Larino e la partecipazione del gruppo di Sant’Elia a Pianisi). La sfilata partirà da corso laudo per attraversare via Padre Pio e tutto corso Umberto I per arrivare in piazza municipio. Durante il percorso gli Sbandieratori di Lucera daranno dimostrazione di alcuni loro spettacoli. (ore 20.00) apertura della sagra di carne alla brace. (ore 20.30) arrivo dei gruppi storici in Piazza Municipio e relativa presentazione. Seguirà il saluto dei Nobili De Capua e ci saranno alcuni spettacoli di vario genere, balletti, combattimento e spettacoloi degli sbandieratori. La prima parte si concluderà con il saluto dei vari gruppi ai Signori De Capua. (ore 23.00) La seconda parte, molto breve, prevederà un combattimento tra i soldati del feudo di Sant’Elia e prevederemo un nuovo balletto. Il tutto si chiuderà con una bellissima sorpresa. Dal 5 al 7 agosto Cercemaggiore (Cb) - Baloma Bikers Festival, Memorial Pippo D’Amico. Programma: (5 agosto) concerto Shiny Diamonds; (6 agosto) concerto Mike Terrana; Carl Palmer; Michael Schenker Group; (7 agosto) estrazione lotteria. In palio una Harley Davidson Sportster Forty Eight 1200. Dal 5 al 12 agosto Ripalimosani (Cb) - Palio delle Quercigliole o Madonna della Neve. Processione della statua della Madonna che sarà riportata nella propria cappella l’11 di agosto. Il giorno successivo si prepara il palio che consiste di una gara equestre. 6 agosto Cercepiccola (Cb) - Festeggiamenti in onore del Santissimo Salvatore con serata danzante ed intrattenimento musicale. 6 agosto Portocannone (Cb) - Sagra del grano e dei ceci “San Donato”. 6 agosto Cercemaggiore (Cb) - 2° torneo di calcio a 5 “Santa Maria della Libera”. 6 agosto Petrella Tifernina (Cb) - San Giorgio Martire... Storie e leggenda. Presentazione monografica “La Chiesa di San Giorgio Martire”: 6 agosto Montaquilia (Is) - 5^ Sagra del cinghiale ore 06.00 inizio giornata ecologica;ripulita sentieri montani e ripristino ambiente. Ore 20.30 apertura standard gastronomico, serata danzante con l’ochestra spettacolo. Ore 23.00 consegna targa al ”Cacciatore Gentiluomo” per l’anno 2011 (il noto attore di cinema e teatro originario di Roccaravindola, Edoardo Siravo. 6 agosto Cantalupo nel Sannio (Cb) - III trofeo S.Anna. Gara di corsa su strada di kim 9,250 per il corrimolise 2011, ore 10.00 convegno con la partecipazione straordinaria di Pietro Mennea, in seguito, alle ore 18.00 gar, la serata sarà alliettata dal gruppo “Mosaico” di Bojano. 6 agosto Casacalenda (Cb) - Ore 16.30 Corso Roma ” 17^ pedalata ecologica”. 6 agosto Campolieto (Cb) - XXI Sagra di pasta e fagioli con involtini di cotica e salsiccia arrosto, oraganizzata dalla Usd Campolieto. Dal 6 al 7 agosto Guardialfiera (Cb) - Ore 16.00 campetto polifunzionale. Torneo di Vòche; (6 agosto) ore 20.00 semifinale torneo volley; (7 agosto) ore 20.00 finale torneo volley. Dal 6 al 7 agosto Montagano (Cb) - Festa del Vecchio Borgo. Dal 6 al 7 agosto Casalciprano (Cb) - Presso il Parco dell’Annunziata di

Casalciprano l’Associzione Ultrantirazzista onlus di Campobasso organizza la seconda edizione del Torneo delle Realtà Antirazziste, la manifestazione antirazzista molisana. Sabato 6 si terrà prima il Torneo di calcio a cinque, a seguire concerto degli Statuto, il tutto condito da ottima carne arrosto e birra alla spina. Domenica Dj set e saluti finali agli ospiti. Dal 6 al 7 agosto Frosolone (Is) - dalle ore 21.00 serata all’insegna del divertimento con il cabarettista di zelig Pino Campagna e l’intrattenimento dell’orchestra spettacolo “Fratelli d’Italia”, (6 agosto); festeggiamneti in onore del Santo Patrono San Donato dalle ore 16.00 pomeriggio all’insegna del divertimento per i bambini con i giochi gonfiabili, dalle ore 21.00 spettacolo musicale della cover band di Gigi D’Alessio e Claudio Baglioni, (7 agosto). Dal 6 al 7 agosto Larino (Cb) - Festa juventina Larinese, a cura dello Juventus Club di Larino. Dal 7 al 8 agosto Guglionesi (Cb) - XIX edizione del Palio di San Nicola. 7 agosto Montaquila (Is) - 5^ Sagra del cinghiale;ore 08.00 Gara di tiro a palla su sagoma di cinghiale; ore 11.00 Vesparaduno; ore 17.00 Mostra cinofila con giudici federali; ore 20.00 apertura stand gastronomico e serata danzante con Enzo De Quattro; Ore 23.30 premiazioni mostra, gara e estrazioni lotteria. 7 agosto Roccaravindola/Montaquila (Is) - II° Memorial Marinelli a cura del Motoclub di Ravindola e con il patrocinio del Vespa Club di Campobasso. 7 agosto Campolieto (Cb) - Tartufestival. Degustazione di prodotto a base di tartufo. 7 agosto Pietracatella (Cb) - “La Morgia” V Festival internazionale del Folklore. Gruppi ospiti: Venezuela, Kenia, Serbia, Argentina. 7 agosto Capracotta (Is) - La Pezzata. Il vivido legame tra Capracotta e la sua tradizione pastorale, rivive nella "Pezzata", sagra dell'agnello alla brace e della pecora bollita con erbe aromatiche che si tiene annualmente la prima domenica di agosto nella splendida cornice del pianoro di Prato Gentile. 7 agosto Cercepiccola (Cb) - Festeggiamenti in onore del Patrono San Donato con serata danzante ed intrattenimento musicale. 7 agosto Scapoli (Is) - Festa popolare. 7 agosto Guardiaregia (Cb) - “Il sentiero della natura San Nicola”, il più spettacolre sentiero delle Oasi del WWF Italia. Dal paese di Guardiaregia, il sentiero natura si snoda lungo un antica carrabile recuperata dal WWF. Si arriverà sulle sponde del Torrente Vallone Grande per osservare da vicino il canyon del Quirino e la cascata di San Nicola che rappresentano per il Matese e per l’Oasi, un ecosistema unico e particolarmente delicato. 7 agosto Mirabello Sannitico - Prima edizione della Mostra Scambio Auto e Moto d’epoca. I mirabellesi offriranno, inoltre, aperitivi e prodotti locali. 7 agosto Termoli (Cb) - Mostra a tema su John Lennon ed i Beatles con esposizione di rarità e mirabilia a cura dell’Official Beatles Fan Club Pepperland, dalle ore 17.00 alle 24.00 presso la scuola Principe di Piemonte. 8 agosto San giacomo degli Schiavoni (Cb) - Sagra del Prosciutto. 8 agosto Bojano (Cb) - Sagra del Prosciutto. 8 agosto Guardiaregia (Cb) - “Cammina Molise 2011”. La XVII edizione di “Cammina Molise” attraversa l’Oasi da Guardiaregia a Campochiaro. La terza tappa, organizzata dall’Associazione culturale “La Terra” è dedicata alla natura dell’Oasi WWF. Ospiteremo un tratto del trekking della manifestazione da Guardiaregia a Campochiaro verso San Polo Matese, sul sentiero carsico di Chianetta- Valle Uma- Fonte Francone. Dal 8 al 9 agosto Scapoli (Is) - Seconda edizione delle “Volturniadi”, sfida tra i paesi della Valle del Volturno “a colpi” di giochi popolari. Dal 8 al 10 agosto Termoli (Cb) - Termoli Slow. Giunta alla seconda edizione, da venerdì 8 a domenica 10 agosto torna “Termoli Slow – con passo lento tra i sapori della terra e del mare”, la manifestazione ideata dalla condotta Slow Food di Termoli dedicata alla cultura gastronomica molisana e alla scoperta delle meraviglie della costa molisana. 9 agosto Guardialfiera (Cb) - Dal mattino sul lago “Pentatlon d’agosto”. Corsa campestre, montainbike, canottaggio, tiro con l’arco o lancio del peso. Dal 9 al 10 agosto Pozzilli (Is) - Festa di San Lorenzo Martire e Sant’Antonio da Padova. 10 agosto San Giuliano del Sannio (Cb) - Evento folklorico: IX Rassegna “Incontri” festival internazionale del folklore ore 21.00 in Piazza Libertà. 12 agosto Vastogirardi (Is) - Festeggiamento in onore di S.Nicola di Bari con la partecipazione dell’intera giornata del gran concerto bandistico città di Bracigliano provincia di salerno, diretto dal maestro, direttore e concertatore professor Marco Ciervo. MUSICA Dal 18 al 23 luglio Campodipietra (Cb) - Torna Jazz in Campo. Il festival giunto alla sua settima edizione prevede sei serate di grande musica.Tra gli ospiti di maggiore rilievo i Fratelli Mancuso (21 luglio), “Ramon Valle Trio” (22 luglio) e Tania Maria (23 luglio). Dal 20 al 24 luglio Termoli (Cb) - Festival adriatico delle musiche V Edizione, a cura dell’associazione culturale Amici del festival adriatico delle musiche, in piazza Duomo. Programma: 20 luglio- The bad Plus trio (ore 22:00); 21 luglio- Musica classica in cattedrale (22:00); 22 luglio - Fly Trio (ore 22:00); 24 luglio Raphael Gualazzi (ore 22:00). Degustazioni d’arte, ore 18.30, presso belvedere dei fotografi; Poesie in vernacolo con Nicola di Pardo, ore 21.30, presso piazza Duomo; Bad Plus Trio, ore 22.00, presso piazza Duomo. 21 luglio 21 luglio Montenero di Bisaccia (Cb) - II edizione Festa di quartiere “L’ Costi in festa”, musica e stands gastronomici, ore 20.30. Dal 21 al 23 luglio Campodipietra (Cb) - Alle ore 21.30 presso Piazza della Rimembranza ci saranno Fratelli Mancuso incontrano Aldo Bassi; (22 luglio) Marcos Valle Trio, ore 21.30; (23 luglio) Tania Maria, ore 21.30. 23 luglio Vinchiaturo (Cb) - J.D.Hogg in concerto (Ore 21.00 fino alle ore 4.00). Dal 23 al 24 luglio Ripalimosani (Cb) - 2° edizione, musical “Notre Dame De Paris”. 24 luglio Petrella Tifernina (Cb) - I Scianari Pizzica (dalle ore 21.00 alle 01.00). 25 luglio Ripalimosani (Cb) - Orchestra femminile di Kiev. Teatro Comunale ore 21.30. Dal 25 al 27 luglio Cantalupo del Sannio (Cb) - Ore 21.00 concerto di musica classica “Città di Noicattaro” (25 luglio); ore 21.30 concerto di musica leggera “I Torero”(26 luglio); ore 21.30 Giuliano Palma in concerto. 26 luglio Campomarino Lido (Cb) - “Elena e la Cadillac band” in concerto.

27 luglio Termoli (Cb) - “C’era un ragazzo come me..” trubuto a Gianni Morandi a cura dell’associazione New Harlem. scalinata del folklore ore 21.00. Dal 29 al 31 luglio San Giuliano del Sannio (Cb) - Dark Secret Love e Ninive in concerto al San Giuliano Rock Festival presso località Sottobosk. 30 luglio San Giuliano del Sannio (Cb) - Casino Royale “Io e la mia ombra” Tour al San Giuliano Rock Fest. 30 luglio San Giacomo degli Schiavoni (Cb) - Armageddon In The Park - Metal Fest VIII Edizione. Ingresso 15 euro (no prevendita), parcheggio e campeggio gratuito, apertura cancelli (ore 17.30), inizio concerti (18.00) - Trodden Shame 18.00 - 18.30, The Juliet Massacre 18.45 - 19.15, Endless Pain 19.30 - 20.00, Fingernails 20.15 - 20.55, Natron 21.10 - 21.50, Gama Bomb 22.10 - 23.10, Vader 23.30 - 01.00. 30 luglio Provvidenti (Cb) - “Ristoro dell’Anima” serata Musical-Emozionale dalle 21.30 alle 24.00. Presso il Ristorante - Piatti tipici - Bar “Margia”. 31 luglio San Giuliano del Sannio (Cb) - Massimo Volume in concerto al San Giuliano Rock festival. 31 luglio Guglionesi (Cb) - Concerto “Giuliano Palma”. Dal 4 al 13 agosto Campolieto (Cb) - Festival “Note d’estate a Campolieto”. 1 agosto Campomarino (Cb) - Ore 21.30 Lago S.Maria, concerto orchestra giovanile. 2 agosto Campomarino Lido (Cb) - Ore 21.30 in Piazza Falcone “Musica e Balli in Piazza”. 3 agosto Campomarino Lido (Cb) - Ore 21.30 in Piazza A.Mora “The Blues Brothers in Musical”. 4 agosto Riccia (Cb) - La Grande Tribù in concerto. 5 agosto Campomarino (Cb) - Ore 21.30 Lago S.Maria “Musica dal vivo”. 6 agosto Vasto (Ch) - Massimo Ranieri (ore 21.30). 6 agosto Campomarino (Cb) - In piazza K. Wojtyla IV festa di piazza con Gigione in piazza. 6 agosto Riccia (Cb) - Lino Cannavacciulo in concerto. 7 agosto Campomarino Lido (Cb) - Ore 21.30 “Brusco & i Roots in the Sky” in Fino all’Alba Tour, a seguire Djset. Dal 6 al 7 agosto Casalciprano (Cb) - Si possa ascoltare il Dj set di Uptown seguito da ottima musica dal vivo con la partecipazione del gruppo locale Mushma e dal gruppo Statuto di Torino. 7 agosto Termoli (Cb) - “Serata Beatles” 2^ edizione. Tributo a John Lennon. Cortile scuola di Piemonte ore 21.00. Proiezione di “Imagine”con le più belle canzoni di John Lennon. 8 agosto Bonefro (Cb) - Bonefro Rock festival. Dal 10 al 11 agosto Carovilli (Is) - Nuvole,chitarre e note - festival Danilo Ciolli. La manifestazione musicale, nata per ricordare Danilo Ciolli (uno dei quattro ragazzi molisani scomparsi nel sisma abruzzese del 2009) e organizzata dall’Associazione Danilo Ciolli Onlus, giunge alla sua terza edizione. Ospiti delle due serate saranno (10 agosto) Post-it; Marco Notari e i Madame; i Fonokit; i Bud Spencer Blues Explosion; (11 agosto) Roberto Angelini e il Collettivo Angelo Mai; Niccolò Fabi. 13 agosto Longano (Is) - Gli Stadio in concerto in Piazza Veneziale. A seguire un grande spettacolo di fuochi pirotecnici e estrazioni lotteria 1° premio 5.000 euro. 14 agosto Gambatesa (Cb) - Collage in concerto. 14 agosto San Martino in Pensilis (Cb) - Marlene Kuntz in concerto. 15 agosto Santa Maria De Foras (Cb) - Gigione in concerto. 15 agosto Gambatesa (Cb) - Cover di Rino Gaetano “Ciao Rino”. 20 agosto Monteverde di Bojano (Cb) - La Corrida con la partecipazione di straordinari ospiti, presenta: Lucio Perrella. 21 agosto Monteverde di Bojano (Cb) - Raf in concerto. 31 luglio Rotello (Cb) - “Io canto con mamma e papà” II edizione, serata musicale con interpretazione di brani di musica leggera da parte di mamme e papà che si esibiranno con i propri figli. MOSTRE, CINEMA, SFILATE Dal 15 luglio al 9 agosto Termoli (Cb) - Cinemare 2011 - IX Edizione A cura dell’associazione Kimera Cineclub e Circolo del Cinema Lino penna, presso il cortile della scuola media P. di Piemonte (alle 21:30). Dal 16 al 23 luglio Termoli (Cb) - Mostra collettiva a cura dell’associazione culturale “Rio Live Salviamo il termolese”, presso il Castello Svevo (dalle 21:00 alle 24:00). 21 luglio Termoli (Cb) - Il castello a mezzanotte - visita guidata a cura dell’associazione Archeoclub Federico II, presso Castello Svevo (ore 23:00). 22 luglio Campobasso - 15° Festival nazionale del teatro popolare e della tradizione. 6° concorso fotografico a tema, ore 19.00 apertura del festival nel centro di Campobasso; ore 21.30 spettacolo teatrale “Ugne case te ‘na croce” della compagnia “La Carriole” del vides di Pescara. (22 luglio) apertura in centro,ore 19.00, sfilata in Corso V. Emanuele e banda città di Larino; (25 luglio) ore 21.00 spettacolo teatrale “Otello ma non troppo”; (27 luglio) spettacolo teatrale “Il sindaco di Curtocicerchia”, ore 21.00; (30 luglio) spettacolo teatrale “Je te vurria vedè” ovvero “Saluti da Napoli”, ore 21.00; (31 luglio) spettacolo teatrale “Lu cavall de la partall”, ore 21.00; (2 agosto) spettacolo teatrale “Napoli: Teatro o caffè chantant”, ore 21.00; (4 agosto) spettacolo teatrale “Sembra facile ma..non è”, ore 21.00; (6 agosto) spettacolo teatrale “A ppòche a ppòca se còce.. la precòca”, ore 21.00; (9 agosto) canzoni in scena “Per ballare in Platea”, ore 21.00; (11 agosto) spettacolo teatrale “Elemolisando”, ore 21.00. Dal 23 luglio al 15 settembre Termoli (Cb) - 56° Premio Termoli Mostra nazionale d’arte contemporanea, presso Galleria civica (orario: 10:00 12:00 e 20:00 - 24:00). Dal 23 luglio al 15 settembre Termoli (Cb) - Inaugurazione spazi espositivi d’arte contemporanea, a cura dell’Associazione alla cultura in collaborazione con la Fondazione Molise Cultura, in via F.lli Brigida vicol mercato. Fino al 7 agosto Casacalenda (Cb) - Con oltre mille film in concorso da ben 67 paesi del mondo “Molise Cinema” cresce il successo della manifestazione e il suo carattere sempre più internazionale. 23 luglio Termoli (Cb) - Nino Frassica Show, presso Teatro Verde (ore 21:00). 30 luglio Termoli (Cb) - Serata Cabaret “Mudu” a cura del’agenzia Molise eventi. Teatro verde ore 21.00. Dal 31 luglio al 2 agosto Castel San Vincenzo (Is) - Mercatino di San Stefano per le vie del Centro Storico. 4 agosto Campomarino Lido (Cb) - Ore 21.30, compagnia teatrale “Novità di Paese” in Ladro D’Amore.

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

5


GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 199

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Agenti della Polizia Municipale passano al setaccio la città

Commercio ‘itinerante’ Stop agli abusivi infiltrati Inflitte pesanti sanzioni amministrative e diffide Abusivismo in materia di commercio ambulante: i vigili urbani di Campobasso, su direttive del comandante Franco Primani, hanno predisposto da tempo controlli a tappeto in tutta la città al fine di arginare un fenomeno che ha delle impennate specialmente in questo periodo. Ieri mattina sono caduti nella ‘rete’ ambulanti abusivi (di nazionalità nordafricana) che si erano posizionati, sen-

za averne l’autorizzazione, lungo Corso Bucci occupando un pezzo di marciapiede dove non si può esercitare questo genere di attività. Analogo controllo è stato eseguito a carico di un altro commerciante itinerante che aveva allestito il suo ‘punto vendita’ in piazza San Francesco. In entrambi i casi i vigili hanno elevato sanzioni amministrative a carico degli interessati. Come ha precisato lo stesso

Corso Bucci, Vigili al lavoro

comandante Primiani la denuncia penale (con relativo sequestro della merce e dei mezzi utilizzati per il trasporto) scatta qualora vi sia stata una precedente diffida. Il mancato rispetto di questo ‘avvertimento’ bonario porta l’abusivo direttamente davanti ai giudici. red.cro.

Una di loro è responsabile dell’aggressione a un dipendente. Il ‘trio’ in trasferta da Foggia è stato denunciato

Ragazze terribili, show al supermercato Alla vista dei poliziotti hanno reagito a muso duro: urla, minacce e insulti

La Squadra Volante

Seminano il panico al supermercato e danno vita ad un vero e proprio show alla vista dei poliziotti. Protagoniste tre ‘bad girls’ (due sui vent’anni, una terza mino-

renne) in trasferta a Campobasso da Foggia. Il trio ha richiamato l’attenzione dei dipendenti e del direttore del centro commerciale; sembra, infatti, si aggi-

rassero tra le corsie adocchiando qualche prodotto interessante da rubare. Ipotesi che ha convinto la direzione a chiedere l’intervento del 113. Immediato l’arrivo degli uomini della Volante, coordinati da dottor De Paola. Ma è proprio in questo momento che è iniziato il parapiglia, soprattutto quando, all’invito dei poliziotti a fornire sopiegazioni, le ragazze hanno reagito a muso duro: insulti, minacce ed urla. Obbligatoria una capatina ne-

Brutto incidente alla rotonda di Parco dei Pini Auto contro scooter alla rotonda di Parco dei Pini. E’ accaduto ieri sera intorno alle 8,30, la dinamica è affidata ai rilievi eseguiti dagli agenti di Polizia. Per fortuna solo tanto spavento e qualche escoriazione lieve per lo scooterista che è stato comunque soccorso dal 118.

gli uffici di via Tiberio, dove il tono delle accuse è addirittura degerato. Secca opposizione a fornire le proprie genaralità, se non un nome falso. Ma, gli accertamenti della Volante sono partiti nel giro di qualche secondo e grazie ai colleghi di Foggia è stato pos-

sibile capire chi si trovassero di fronte: tre adolescenti con una sfilza di precedenti specifici, compiuti in diverse province del sud Italia. Ma c’è di più. Una di loro è responsabile anche dell’aggressione (parliamo di circa quindici giorni fa) ad un dipendente del cen-

tro commerciale. A termine degli accertamenti sono state denunciate a vario titolo per minaccia, resistenza, violenza a pubblico ufficiale e false genaralità. Continuano, invece, le indagini per capire se siano le autrici del furto al centro commerciale. Apu

Vigile urbano in servizio travolto da un’auto Tutto è scaturito per una folata di vento e la disavventura in cui è incappato un vigile urbano poteva avere conseguenze ben più gravi. Ieri verso mezzogiorno l’agente era in servizio di pattugliamento lungo Corso Bucci, quando per scansare un tavolino in plastica spostato da una forte raffica di vento e che lo stava colpendo si è spostato di qualche metro sulla carreggiata sulla quale a quell’ora transitano moltissime autovetture. Proprio una di questa, che per fortuna avanzava a bassa velocità, ha investito il vigile facendo cadere a terra il vigile. Prontamente soccorso dai colleghi è stato portato precauzionalmente in ospedale con un’ambulanza del 118. Le contusioni riportate con l’impatto (il parabrezza dell’auto mostra chiaramente in foto i segni dello scontro) hanno reso necessari accertamenti necessari, ma le condizioni dell’agente ferito non desterebbero eccessiva preoccupazione. Tanto spavento anche per il conducente dell’auto che comunque non ha potuto fare nulla per evitare l’impatto con il pedone in divisa.

L’auto che ha investito il vigile

7


8

Giovedì 21 luglio 2011

Il Direttore Generale della Fondazione smentisce l’interruzione delle prestazioni assistenziali ai malati di tumore

Cattolica, mai sospesi gli antiblastici I pazienti intanto migrano al Cardarelli, Paglione: faremo il nostro dovere nale Antonio Chieffo nella plesse, la ReIl Cardarelli interrogazione a ‘risposta gione Molise scritta’ sull’argomento, inrimborsa solo viata al presidente della Reuna minima gione Michele Iorio, sottoliparte del costo nea che la situazione di risostenuto, duzione delle prestazioni sacome previsto nitarie erogate dal Dipartidal tariffario mento di Oncologia della regionale”. Cattolica sembra essersi dePur con il riterminata a seguito non già spetto dovuto al professor Cannone ritenia- Paglione in che modo il Car- del taglio apportato alla spemo però la sua smentita ‘de- darelli, dove si continuano a sa per la sanità dovuta alla bole’ rispetto allo stato d’an- praticare i trattamenti che- necessità di ripianare il desia manifestato da alcuni pa- mioterapici, fronteggerà ficit in cui la stessa versa, zienti, rispetto alla loro con- l’arrivo di questo ulteriore bensì al fatto che a tutt’oggi dizione. Dobbiamo fare flusso di pazienti. “Con la non è stata ancora attivato nome e cognome di questi serenità e l’abnegazione di presso la Regione Molise il pazienti? Non sono certo i sempre – ci ha risposto – cosiddetto “Flusso F” O giornali che hanno messo in l’emergenza che si è venuta “File F” previsto dal Testo allarme l’utenza che già si a determinare certamente Unico per la Compensaziosta dirigendo presso altre aggraverà ulteriormente il ne Interregionale della mostrutture extra regionali e nostro impegno sanitario; bilità Sanitaria, così come soprattutto presso l’ospeda- siamo comunque sereni e fi- hanno fatto tutte le atre Reduciosi di essere in grado di gioni. Tale attivazione conle Cardarelli. A tale proposito abbiamo soddisfare le giuste aspetta- sentirebbe da una parte alle chiesto al dottor Giancarlo tive sanitarie dei pazienti.” strutture sanitarie convenNella sua nota il professor zionate pagate a DRG di reCannone aggiunge: “La cuperare il costo intero dei Fondazione è in attesa del- farmaci antiblastici sommil’attivazione del “File F” che nistrati ed alla Regione Moprevede il totale rimborso lise di poter recuperare tali dei suddetti farmaci da par- costi, determinati in mobilità attiva, in sede di compente della Regione”. Infatti il consigliere regio- sazionecon le altre Regioni. E’ arrivata finalmente la ‘vittoria’ più bella per il nostro collega Franco de Santis, che ieri ha discusso la tanto ‘sudata’ tesi di laurea in ‘Teoria delle organizzazioni complesse’, materia del Corso di laurea in Scienze della Comunicazione sociale e istituzionale. Questo l’argomento: ‘Teorie politiche e La Business School romana ha lanciato di complessità sociale. recente “Talenti in Corso”, l’iniziativa che Costruttivismo sociale agevola la formazione e l’inserimento profese costruttivismo radisionale dei giovani laureati molisani Quello cale’. della disoccupazione giovanile è un fenomeA Franco gli auguri no particolarmente sentito in Molise, dove dei genitori, di Ramol’ingresso degli “under 30” nel mercato nel na e Stefania e da pardel lavoro costituisce ormai una vera e prote di tutti i colleghi del pria emergenza sociale. In questo scenario, Quotidiano del Molise. assumono fondamentale importanza non solo gli interventi strutturali a sostegno delle politiche giovanili che inevitabilmente dovrà portare avanti la Regione, ma anche le singole iniziative di Istituzioni private che hanno la possibilità di offrire ai laureati molisani quegli strumenti indispensabili per farsi strada nel mondo del lavoro. Proprio in quest’ottica Ateneo Impresa, storica Business School romana specializzata dal 1990 in Marketing e Comunicazione, ha lanciato di recente Talenti in Corso, la straordinaria iniziativa riservata a tutti i giovani laureati residenti nella regione Molise che garantisce, a partire dall’iscrizione al Master, concrete opportunità per agevolare la loro formazione ed il loro inserimento nel mercato del lavoro. Con Talenti in Corso, i giovani laureati molisani potranno infatti concorrere all’assegnazione di Borse di Studio che arrivano a coprire fino al 50% della quota di partecipazione del Master. Inoltre, in aggiunta alle Borse di Studio, ed esclusivamente per i laureati della Regione Molise, viene data la possibilità di usufruire anche di PrimoLavoro©, l’innovativa formula che non ha paragoni nel panorama degli enti di formazione in Italia e che, a poche settimane dalla nascita, è già diventata un punto di riferimento per tutti i neolaureati italiani che hanno l’ambizione di intraprendere un percorso professionale di alto livello a seguito dell’Università. Con PrimoLavoro© Ateneo Impresa garantisce infatti agli allievi del suo Master, a seguito della fase d’aula, un vero e proprio contributo economico di 500 euro al mese durante tutta la permanenza in stage, estendibile a sei mesi dagli usuali tre. E’quindi la stessa Business School a garantire un reddito ai suoi allievi. Al contributo in questione si aggiunge il rimborso frequentemente erogato dall’azienda ospitante in occasione dello stage. Lo stage, garantito al 100% , verrà svolto in una

di Vittoria Todisco Il professor Savino Cannone, direttore generale della Fondazione di Ricerca e Cura ‘Giovanni Paolo II’ smentisce che sia stata interrotta la somministrazione di farmaci chemioterapici ai pazienti neoplastici ammessi ai protocolli terapeutici di seconda e terza linea. Puntualizza il professor Cannone: “La somministrazione di farmaci antiblastici e la prestazione assistenziale nei confronti di pazienti oncologici e oncoematologici non è mai stata sospesa mentre si continua a garantire quel percorso diagnostico-terapeutico che da sempre ha caratterizzato il nostro impegno clinico. Per l’erogazione di farmaci antiblastici di II e III linea, necessari per il trattamento di patologie oncologiche com-

Auguri al nostro collega Franco

Mille occhi sulle città Soddisfatto Balestrero (Assiv) “Siamo lieti che Campobasso si sia aggiunta alle altre città che hanno finora avviato il protocollo ‘Mille occhi sulle città’, uno strumento che contribuirà ad aumentare il livello di sicurezza della città e che sottolinea il ruolo sociale della vigilanza privata e la sua prerogativa di sicurezza sussidiaria e complementare”. Lo ha dichiarato Matteo Balestrero, presidente dell’ASSIV, l’associazione delle imprese di vigilanza privata aderente a Confindustria, a seguito della firma in Prefettura del protocollo d’intesa Mille Occhi sulle Città. Balestrero ricorda però che, purtroppo, il numero delle guardie giurate è in calo. Nella provincia di Campobasso, secondo i dati 2010 rilevati dall’ASSIV, sono impiegate 116 guardie giurate, in calo di 84 unità pari a meno 58% rispetto all’anno precedente, un andamento comune a tutto il territorio nazionale. Il presidente dell’Assiv auspica un’inversione di tendenza nell’occupazione del settore, anche grazie alle nuove norme sulla vigilanza privata, entrate in vigore il 16 marzo scorso, che indicano gli “obiettivi sensibili” come centrali, raffinerie, ospedali e uffici pubblici da sottoporre a vigilanza armata anche con l’impiego di guardie giurate. Tra i compiti di ASSIV anche quello di promuovere l’immagine del comparto della vigilanza privata e la valenza del suo ruolo come modalità di sicurezza sussidiaria e complementare.

Ateneo Impresa: “Master anticrisi” per frenare la disoccupazione in Molise delle prestigiose aziende ed agenzie nazionali ed internazionali partner del network Ateneo Impresa. Proprio grazie al numeroso network di aziende partner ed al servizio di placement, nel corso delle ultime edizioni la Business School ha attivato stage sull’intero territorio nazionale ed internazionale. Solo per citare alcune tra le aziende che di recente hanno “aperto le porte” agli allievi del Master Ateneo Impresa: Nike, Ducati, Zetema, Renault, Dada, Salvatore Ferragamo, Patrizia Pepe, Cafè Noir, Fossil, Yoox, Roma Eventi, Microsoft, Fondazione Adriano Olivetti, Promodigital, Adnkronos Comunicazione, FAO, ENIT, The Blog Tv, Jaguar, Mercedes, American Express, L’Oreal. Il Master in Marketing e Comunicazione di Ateneo Impresa prevede 4 Specializzazioni, a scelta tra: · Moda e Beni di Lusso, per entrare nel mondo del Fashion Management · Eventi Artistici, Culturali e dello Spettacolo, per diventare Manager degli eventi e della creatività · Web e Social Media, per diventare Manager della Comunicazione digitale e non convenzionale · Relazioni Pubbliche Internazionali, per lavorare come Professionisti delle relazioni Interculturali La prossima edizione del Master partirà il 12 settembre. C’è quindi tempo fino a luglio per fare richiesta di partecipazione alle selezioni. Per partecipare all’iniziativa Talenti in Corso è necessario avere i seguenti requisiti: 1) Essere residenti nella Regione Molise 2) Avere un’età massima di 31 anni 3) Avere come titolo di studio minimo il diploma di laurea triennale Per concorrere all’ammissione al Master Ateneo Impresa e poter così beneficiare dell’iniziativa, è necessario prenotarsi attraverso il sito www.ateneoimpresa.it alle selezioni di gruppo o mandare una mail all’indirizzo selezioni@ateneoimpresa.it e presentarsi presso la sede di Roma, in Corso Vittorio Emanuele II n°18, o presso l’infopoint di Bojano, in Via Colonno 30, 32, 34. Proprio quest’ultimo (dove sarà possibile reperire anche materiale informativo) rappresenta un sito estremamente strategico e comodo da raggiungere, poiché centrale tra Isernia e Campobasso. Per informazioni: Sede di Roma - Tel: 06.69920231 Cell: 3929774921 Sede di Bojano – Tel: 0874781309


Giovedì 21 luglio 2011

Caro Direttore, guardare i milionari è un’attività cara ai turisti che vanno in vacanza. Succede anche a me quando esco fuori regione. A Positano mi soffermo sotto la magnifica dimora di Franco Zeffirelli, a Ischia si fa la fila per affacciarsi nel giardino pieno di piante esotiche di Luchino Visconti, a San Felice ci spacciammo per amici della Magnani, pur di dare uno sbirciata al suo parco che affacciava sul promontorio del Circeo. Su indicazione di Paolo Oriunno dovevamo snobbare, invece, a Sant’Angelo d’Ischia, la casa di Fred Bongusto, cantante di successo, partito da via Marconi dove ha lasciato, senza rimpianti, amici e parenti. Guardare i milionari è stato un esercizio sempre caro, anche ai campobassani. A casa loro non la danno a vedi Daniela Iannantuono Liberiamo un altro futuro. E’ lo slogan della prima festa regionale organizzata dall’associazione Libera Molise per onorare le vittime della mafia. Memoria ed impegno non vanno in vacanza e in contemporanea con le manifestazioni organizzate in tutto il Paese, anche Campobasso ha voluto unirsi martedì sera alla commemorazione della scomparsa di Paolo Borsellino e della sua scorta, avvenuta il 19 luglio del 1992 nella strage di via d’Amelio con un filo ideale che ha legato le Agende rosse sventolate in tutte le piazze d’Italia. Il tema della legalità e della memoria delle vittime è stata al centro della manifestazione. Un momento di riflessione ma anche un’occasione di incontro per i tanti che hanno partecipato ad un evento che ha avuto, nonostante il tema,

La lettera di Gennaro Ventresca

La calda estate dei milionari dere, ma fuori dal Molise cavoli se ci danno dentro. I curiosi armati di macchine fotografiche, telefonini digitali e altre diavolerie techno, scattano e sognano di essere in quelle case, a dormire sonni comodi, a mangiare aragoste e caviale, come nei film di maniera. Ragazzi e ragazze, nei porti turistici, ammirano dal basso le grandi barche dei miliardari, osservano le compagnie dei ricchi proprietari e si dicono tra loro: “Guardali, sono in buona compagnia, però, magari, sono dei gran froci”. I campobassani non sono invidiosi, né rancorosi come

certuni che guardano chi ha avuto successo di sottecchi, facendo finta d’interessarsi d’altro, bensì sognatori, ottimisti, che vorrebbero essere nei posti dove loro vanno a divertirsi per un giorno o per tutta la vita se fosse loro possibile. Di miliardari poi non credo che ce ne siano dalle nostre parti. Mentre di milionari ce ne sono e come, solo che non vogliono farlo sapere. Per ragioni di sicurezza e di riservatezza. Non ci vuole molto a individuare chi siano i veri ricchi della città, si possono indicare sulle dita di una mano. Ma,

attenzione ai professionisti. Sono loro i veri paperoni: guadagnano alla grande, ma investono poco dalle nostre parti, per non farsi scoprire. Alcuni, così dicono i bene informati, hanno esportato capitali nei paradisi fiscali, portandone indietro solo una parte con lo “scudo fiscale”. Tra noi non ci sono vip e vipperia, eppure non mancano i soldi. Solo che chi ce li ha non vuol farlo sapere in giro. Per questo si muove con circospezione, avendo cura di non cambiare spesso l’auto che secondo alcuni resta ancora la cartina di tornasole del benessere.

Erano altri i tempi in cui noi giovani passavamo di pomeriggio, all’ora del caffè, davanti al Bar Arlecchino per dare una spiata alla Roll Roys dell’ingegnere Felice Molinari, il quale rideva sempre e si dava un sacco di arie. Quel bar, gestito dalla famiglia De Rensis, apparentata per parte materna con i Molinari, era il luogo del benessere. Sembrava uno dei bar del Sud Africa, vietato ai neri. Nessuno del popolo è mai entrato a bere un caffè in quel bar, pur non essendoci alcuni divieto. Solo che l’impiegato non se la sentiva di mischiarsi al ricco. Così passa-

9

va, lanciava uno sguardo, sognava, e il caffè se lo andava a sorseggiare al Cafè do Brazil. Succedeva la stessa cosa da Fabian. In tanti guardavamo le sue magnifiche vetrine, ma pur potendo permetterci, magari a fine stagione, di comprare una camicia o un pantalone con gli sconti, lasciavamo perdere. Tanto era elegante e fuori dalla nostra portata quel negozio che con coraggio Antonio Siano da Salerno aprì per dare un tono al nostro capoluogo. Certo, ora non esiste da nessuna parte un vero luogo per vip, s’è appiattito tutto. Eppure era bello poter parlare di loro, dei ricchi che ci guardavano con sussiego e con la supponenza dei ricchi chissà quante volte si saranno scocciati di noi altri. Dicendo: “Credono di essere noi”.

Nella prima festa regionale dell’associazione commemorate le 812 vittime della criminalità

Per un’Italia Libera dalla mafie Nell’elenco manca il nome di Elio Di Mella, il molisano ucciso in un’agguato dalla Camorra il sapore della festa. Interventi liberi e video dedicati alle vittime della criminalità organizzata ma anche musica dal vivo dei gruppi molisani “Spartiti male”, “Acoustic soul”, “Stazione 9” e “Anima Popolare Rocckenfolk”. Ma il cuore dell’evento è stato quello della commemorazione delle 812 vittime che dal 1893 ai nostri giorni sono scomparse a causa dei crimini commessi dalle mafie. Nomi trascritti nella grande Agenda rossa dai partecipanti all’evento. Nell’elenco manca però il nome di Elio Di Mella, cara-

biniere molisano scomparso nel 1982 in seguito ad un agguato della Nuova Camorra Organizzata. Di Mella aveva solo trent’anni quando morì lasciando la giovane moglie ed un figlio di soli tre anni. Era di servizio alla caserma Frate quando fu incaricato quel tragico 7 ottobre di trasportare un criminale detenu-

to a Campobasso, Mario Cuomo, ad Avellino dove sarebbe dovuto comparire davanti ai giudici per l’imputazione di concorso in omicidio. Sul tragitto furono accerchiati da cin-

que uomini che liberarono il detenuto intimando ai carabinieri di scendere dal mezzo e di distendersi a terra, con fucili e pistole puntati. Un colpo di pistola fu sparato contro il blindato, proprio verso lo sportello dove Di Mella sedeva accanto a Cuomo mantenendone le catene. Il carabiniere nonostante la ferita continuò a trattenere Cuomo fino a quando, un

uomo del commando lo colpì mortalmente con un proiettile alla testa. Il 4 giugno 2010 Di Mella è stato decorato con Medaglia d’oro al Merito Civile alla Memoria, in occasione della Festa dell’Arma dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. La storia di Elio Di Mella è stata a lungo dimenticata ed è impegno di Libera Molise far si che il suo nome venga inserito nella lista delle vittime di mafia per onorare il ricordo di uno dei tanti eroi che hanno sacrificato la propria vita per compiere soltanto il proprio dovere.

Il peperoncino protagonista della Fiera mondiale di Rieti In Molise viene chiamato “lazzariello”, ingrediente tipico della cucina locale

Pastorizia e agricoltura sono alla base della cucina tipica molisana, schietta e dai sapori forti, dalla ricette gelosamente custodite e tramandate di generazione in generazione. E’ basata sull’impiego dei latticini, delle carni ovine e degli insaccati. Importantissima anche la produzione di pasta e la coltivazione delle verdure con le quali vengono preparate profumatissime zuppe. In moltissime pietanze di terra e piatti di mare è presente il peperoncino rosso, in Molise chiamato lazzariello e considerato come uno de-

gli elementi più caratterizzanti della cucina regionale. Per 4 giorni, dal 21 al 24 luglio, Rieti diventerà la capitale internazionale del peperoncino, ospitando la Fiera Campionaria Mondiale di questa amatissima spezia. Quattrocento varietà (dallo jalapeno al poblano, dal cascabel all’habanero, passando per il nostrano diavolillo e per molti altri) provenienti dai 5 continenti faranno bella mostra di se in sei delle più belle piazze del centro storico della città laziale, in quello che promette di essere un appuntamento im-

perdibile per appassionati e gourmet. Un grande evento, che ha come scopo principale quello di esaltare un prodotto che vanta nel mondo milioni di fan (non a caso è il secondo condimento più utilizzato al mondo dopo il sale). Al peperoncino saranno dedicati convegni, mostre e incontri. Ma anche concorsi come il premio per il il miglior piatto al peperoncino e il Premio Internazionale giornalismo gastronomico, RietiPic. Una vera e propria full immersion nei segreti dell’oro rosso della tavola che offrirà la possibilità di acquistare e degustare peperoncini ma anche prodotti arricchiti dal sapiente uso dello stesso, presenti nella Mostra Mercato, che viaggerà parallelamente alla Fiera Campionaria mondiale. Inoltre “Rieti

Cuore Piccante” consentirà anche importanti spunti di riflessione sull’importanza storica, economica e salutistica del capsicum (nome scientifico del peperoncino). Non tutti sanno, ad esempio, che a dispetto di un crescente utilizzo di questa spezia nella nostra cucina, ben il 80% del peperoncino consumato in Italia proviene da mercati esteri. Che in taluni casi esportano un prodotto di bassa qualità, reso addirittura nocivo dall’uso del Sudan, un colorante tossico. Mentre l’Italia, per caratteristiche climatiche, potrebbe diventare un importante produttore mondiale con conseguenti benefici economici. E anche salutistici, perche’ sono diverse le virtù della spezia rossa, non ultima quella di contenere, se consumata fre-

sco, la preziosa vitamina C. E allora appuntamento a Rieti, dal 21 al 24 luglio, per una piccante kermesse tutta da gustare, dove anche i produt-

tori e consumatori molisani avranno modo di apprezzare al meglio la preziosa spezia, di cui sono state censite almeno 4.000 varietà.

Fabiana taglia un traguardo importante, auguri! Il primo traguardo scolastico l’hai raggiunto egregiamente ma la vita è lunga e ci saranno tante altre mete da conquistare e tanti altri ostacoli da superare! Procedi quindi sempre con forza, coraggio e determinazione proprio come hai fatto finora. Complimenti, ti voglio tanto bene, ZIA IDA. A Fabiana auguri anche dal Quotidiano.


GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 199

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Con un nuovo esposto i consiglieri di Insieme per Bojano vogliono far luce sull’economia comunale

L’opposizione ricorre alla Corte dei Conti Non è la prima volta che giungono lamentele sul rendiconto 2010 ormai scaduto Si rivolgono alla Corte dei Conti, e nello specifico alle sezioni regionale di controllo e a quella giurisdizionale per il Molise, i consiglieri di Insieme per Bojano preoccupati per la situazione dei conti del comune bojanese vista la mancata approvazione del rendiconto 2010 nei termini di legge prestabiliti, scaduti ormai il 20 aprile di quest’anno. Già precedentemente, nell’ottobre 2010, fu inoltrata specifica denuncia dall’allora capogruppo consiliare di Insieme per Bojano, Gino Amorosa, in ordine alla supposta insussistenza degli equilibri del bilancio di previsione 2010 sollecitando gli organi competenti all’accertamento di tale condizione per i provvedimenti di competenza. “Tale denuncia - spiegano i consiglieri Doganieri e Spinapartiva da alcuni accertamenti svolti dai gruppi di opposizione consiliare relativamen-

te alla mancata contabilizzazione delle partite vincolate per destinazione e conseguente irregolare utilizzo delle stesse, all’anticipazione di cassa continuativa dal mese di gennaio 2010,ed alla reiterata assenza di annotazioni nelle verifiche di cassa da parte dell’organo di revisione dell’esistenza di fondi vincolati, derivanti da contributi regionali e da mutui per l’esecuzione di opere pubbliche”. C’è stata poi un’altra denuncia, sempre a firma del capogruppo consiliare di Insieme per Bojano Amorosa, in data 21 Aprile 2011, che evidenziava la persistenza di tali irregolarità sulla gestione 2010, con particolare riferimento alla verifica di cassa al 31/12/2010. Considerato che la situazione contabile dell’anno 2010, ad oltre due mesi dalla scadenza del termine per l’approvazione del rendiconto, non è ancora stata portata a conoscenza del

Il municipio di Bojano

Consiglio comunale, e rifacendosi alla deliberazione n.52 del 21/02/2011 relativa al rendiconto 2009 con la quale la Corte dei Conti ha emesso la pronuncia di grave irregoralità nei confronti del Comune di Bojano, i consiglieri si dicono fortemente preoccupati sia da tale assurdo e incosciente ritardo che, da solo dovrebbe comportare la nomina di apposito Com-

missario ad acta, sia per il fatto che ad oggi non sia intervenuta sulle questioni poste alcuna Autorità di controllo per evitare che le condizioni dell’Ente possano ulteriormente aggravarsi dal punto di vista finanziario creando gravissime ripercussioni sulla comunità amministrata. Le gravi irregolarità pronunciate della Corte dei Conti lo scorso febbraio sono le seguenti: ri-

Le attività sono state coordinate dalla Prefettura di Campobasso

tardata approvazione del rendiconto entro la data del 30 aprile,saldo negativo della gestione di competenza, riconoscimento di debito fuori bilancio avvenuta con notevole ritardo rispetto alla conoscenza (violazione del principio contabile n. 2/punto 82),forte scostamento tra il risultato di amministrazione ed il fondo di cassa, mancata approvazione della delibera di Giunta per la determinazione della quota relativa ai proventi derivanti dalle sanzioni amministrative per la violazione del codice della

strada, omesso aggiornamento dell’inventario (fermo al 1994),violazioni in materia di incarichi e consulenze. Considerando inoltre, urgente e necessario accertare la reale situazione di cassa al 31/12/ 2010, anche sulla base delle indicazioni della Corte dei Conti - Sezione giurisdizionale del Molise, emanate per il controllo dei conti dei tesorieri, Virgilio Spina e Tonino Doganieri chiedono alle sezioni suddette della Corte dei Conti ed al Prefetto un doveroso intervento per accertare quanto denunciato, anche ai fini dell’adozione dei provvedimenti di competenza. DaDo

Ad Altilia sedici torri eoliche Oggi il via ai lavori Archivio

Soccorso dei dispersi, esercitazione di vigili del fuoco e forze dell’ordine Alcuni momenti dell’esecitazione

GUARDIAREGIA.Si è svolta l’altroieri un’esercitazione interforze per la ricerca ed il soccorso di dispersi in ambiente montano, fenomeno particolarmente frequente per le caratteristiche orografiche del territorio matesino in larga parte montuoso. Alle attività, coordinate dalla Prefettura di Campobasso con la direzione tecnica della Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco del Molise, hanno preso parte, oltre ai Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco di Campobasso e Isernia, la Questura

10

di Campobasso, i Comandi Provinciali dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, il Servizio regionale di protezione

Civile, il Servizio 118, il Comune di Guardiaregia. Secondo le linee operative diramate dal Prefetto di Campobasso Stefano Trotta, a seguito di segnalazio-

ne pervenuta alla locale Stazione dei Carabinieri, la Prefettura ha provveduto all’immediato allertamento di tutti gli enti interessati alle operazioni, confluiti prontamente presso il Nucleo Operativo Ricerche, individuato dal Direttore tecnico dei soccorsi. Si è trattato della prima esercitazione realizzata sull’argomento in ambito provinciale, è stata pertanto effettuata un’approfondita attività di briefing, nel corso della quale sono state illustrate e discusse le caratteristiche dell‘intervento e le modalità con cui operare, nel rispetto delle competenze e delle professionalità dei soccorritori appartenenti ai vari enti coinvolti. Successivamente, sono state organizzate quattro squadre interforze, dotate di unità cinofile, nonché due squadre specialistiche composte da unità SAF dei Vigili del Fuoco, fornite di apparati GPS che consentono di orientare le battute nelle

SEPINO. Quello che molti temevamo si avvera. Oggi inizieranno i lavori di realizzazione del parco eolico che sorgerà vicino al sito archeoligico di Altilia. Dopo l’ok del Consiglio di Stato, l’opera prenderà il via ufficialmente: sedici le torri che sorgeranno vicino all’antica città sannita, un gioiello di inestimabile valore storico-culturale. Al sito si è interessato anche il professore Salvatore Settis, uno dei principali esperti d’arte al mondo, che nei giorni scorsi ha visitato Altilia insieme al sindaco di Sepino Filomena Zeoli. “Ci auguriamo - ha scritto la Rete dei Comitati in un messaggio di ringraziamento a Settis - che il suo appello apparso sulle pagine nazionali venga recepito dal Ministro dei Beni Culturali, Giancarlo Galan che già si è soffermato in difesa di Saepinum-Altilia”. Montanari ha giustamente suggerito il parallelismo con gli scavi di Pompei , con piazza San Pietro e con l’isola di San Giorgio, di fronte a Piazza San Marco a Venezia ed ha così suggerito: “Immaginatevi piazza San Pietro con sedici pale eoliche piantate nel colonnato berniniano,alte esattamente quanto la Cupola.Sepino è uno dei luoghi più belli che abbia mai visto nella mia vita. Una città romana non meno commovente di Pompei: una città vera, non uno scavo leggibile solo dagli specialisti. Ora invece sta succedendo che il tratturo - strada romana è stato trasformato in una strada cantiere, e i mezzi meccanici hanno cominciato ad agire. A quel punto è scoppiata la battaglia che riguarda tutto il Molise.Ora la palla è a Roma, nelle mani del ministro Galan. C’è infatti solo un modo per salvare Sepino: approvare, e in fretta, una legge speciale che scavalchi tutti i cavilli e vada al cuore del problema.” Ma il via ai lavori per la costruzione del parco archeologico segna un punto di svolta. Ed è chiaro che la Rete riprenderà la sua battaglia contro i ‘mostri del vento’. DD


GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 199

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Si è svolto in un clima sereno l’ultimo Consiglio comunale prima delle ferie estive

Nuove modifiche al piano traffico A Colle della Macchia a breve saranno installati i rallentatori Ha espresso soddisfazione il vicesindaco Colucci per la grande serenità e il rapporto cordiale e costruttivo che ha caratterizzato l’ultima seduta consiliare, svoltasi lunedì scorso e conclusasi con l’approvazione all’unanimità di tutti i punti all’ordine del giorno eccetto quello sul piano traffico, riguardo al quale in ogni caso la maggioranza ha garantito di restare aperta alle eventuali future proposte migliorative. “In primis - ha affermato Colucci - in merito al nuovo assetto della circolazione stradale del Comune, è stata approvata la proposta di ripristino della circolazione a doppio senso in via Calemme (tratto che procede da traversa Colle della Macchia a Via Feudo) e l’elimi-

nazione della prevista circoRiccia lazione a senso unico su via Municipio vecchio consentendo l’immissione dei veicoli da salita Monastero a Vico I Roma/ via Municipio vecchio. Oggi la decisione è operativa. In particolare, si è attesa la chiusura delle scuole e i lavori di miglioria davanti la scuola media Ciccaglione. Così si preserverà la sicurezza dei bambini

(motivo principale della chiusura a doppio senso e della scelta del senso unico)”. L’amministrazione comunale intende mettersi a disposizione per effettuare in-

La maggioranza riscontra un miglioramento collettivo della viabilità

sistemi di riduzione della velocità, in particolare a Colle della Macchia. Gli interventi infrastrutturali proseguono”. In sostanza, va sottolineato che gli amministratori del Comune hanno fatto quadrato sui presupposti del traffico e in generale della comunità, e hanno trovato le giuste condizioni per la riapertura di via Calemme terventi tesi a favorire sicu- dopo aver constatato che ne rezza e scorrevolezza. esistono e sono rispettati in Allo stato appare diffici- pieno i requisiti di sicurezle, ma l’amministrazione za e salute, i quali inizialcontinuerà a monitorare per mente erano legati al parmigliorare. cheggio e alla eventuale peSicuramente, comunque, ricolosità per i bambini. verranno messe in ‘regola’ Insomma la salute e la sile altre parti del paese, con curezza vengono prima di un’estensione del piano traf- tutto, e dopo diversi studi è fico, in particolare tramite la stata riscontrata la sicurezsegnaletica orizzontale e za nella riapertura della straverticale. Si introdurranno da. “Nel corso della seduta

consiliare, è stata anche riscontrata l’esistenza di un miglioramento collettivo della circolazione e, nello specifico, di una maggiore scorrevolezza attraverso la strategia consistente nel diffondere il traffico nelle arterie secondarie, precedentemente non percorse, e altresì snellendo quello delle arterie principali. Al dettaglio, i risultati ottenuti dal piano traffico sono: minore inquinamento; riduzione dei rumori nell’atmosfera; minore traffico; azzeramento incidenti; aumento della circolazione pedonale. Lo stesso comandante della polizia municipale, Gaetano Moffa, ha poi confermato che “si è registrato un calo degli incidenti stradali”.

Jelsi. Si costruisce un mondo che accetta e valorizza le differenze

La Festa del Grano come strumento di inclusione sociale per i profughi

Spettacoli musicali ed eventi culturali faranno da cornice alla processione del-

le traglie e dei carri allegorici in onore di sant’Anna. Il programma realizzato dal

comitato sant’Anna che dal 1805 custodisce e organizza la festa dalla mietitura alla trebbiatura, ha un triplice obiettivo: rispettare la religiosità della festa, custodirne la tradizione e promuoverla. La fatica degli uomini; la maestria delle donne; la partecipazione dei giovani per imparare e tramandare le tradizioni in una festa che è fede, testimonianza ed essenza di una comunità. Quest’anno la festa di sant’Anna, che rappresenta un eccellente esempio di parte-

cipazione per tutti gli abitanti di Jelsi residenti e non residenti, si è colorata di un significato più alto, divenendo cioè occasione di incontro e di integrazione per i 16 profughi africani: Adam, Jessica, Mesak, Frank, Nuru, Paa, Chizim, Saturday, Joy, Choice, Ramzi, Kenneth, Said, Fusseini, Muniru, David che, arrivati solo da qualche mese, ora soggiornano a Jelsi. “Vuol dire - commenta soddisfatto Antonio Maiorano - che i valori che trasmette la nostra festa sono vera-

mente profondi, internazionali e interculturali. I ragazzi ospitati a Jelsi impegnandosi nella realizzazione di un carro e aiutando il comitato ad addobbare il paese dimostrano che la Festa incontra e conforta il centro esistenziale di ogni uomo. Vi sono le stesse domande fondamentali in ognuno di noi, che sostanzialmente non variano da individuo a individuo, ma le risposte non sono uguali e valide per tutti, cioè non esiste la stessa cultura per ogni frammento d’Umanità.

Questa consapevolezza della Festa del grano costruisce un mondo inclusivo, che accetta e valorizza le differenze, perché la diversità è la vera ricchezza del creato o della natura. La festa di sant’Anna perciò ogni anno è un evento nella dimensione dell’ospitalità e del dono. La dimensione oblativa e gratuita della festa e dell’impegno “sacrificale” di centinaia e centinaia di donne e uomini costruisce il “miracolo” della nostra Tradizione

Festività Madonna del Carmine

Lotteria di beneficenza: biglietti estratti il 18 luglio Il presidente della Pro loco di Riccia ha comunicato i numeri dei biglietti vincenti estratti alla festa della Madonna del Carmine 1° ESTRATTO Serie B 2937 Autoveicolo “CHEVROLET SPARK 1.0 LS Benzina 5P” 2° ESTRATTO Serie F 1636 QUAD 125 cc OFF-ROAD 3° ESTRATTO Serie E 1827 Robot cucina “KENWOOD FP920” 4° ESTRATTO Serie D 1294 Aspirapolvere a carrello 2000W “AEG” 5° ESTRATTO Serie D 1666 Fotocamera digitale “NIKON COOLPIX L22” 6° ESTRATTO Serie C 1593 Cesto prodotti tipici locali I numeri dei biglietti vincenti, sono consultabili anche sul sito internet ufficiale del Comitato promotore: www.madonna delcarminericcia.com

Per eventuali comunicazioni o informazioni, rivolgersi a: Ing. Salvatore Moffa, via Vittorio Emanuele n. 24 – 86016 Riccia (CB) Tel. 0874/716618 – 339 1419721.

11


GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

ANNO XIV - N. 199

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

Duronia. D’Amico: “Opere di alta valenza per la comunità”

Il paese si rifà il look Numerosi i cantieri aperti Il comue di Trivento

Farina replica a Berardinelli

Le sentenze vanno interpretate... oltre che lette Programma triennale delle opere pubbliche, Tullio Farina fa alcune considerazioni su quanto scritto dall’assessore ai lavori pubblici, Roberto Berardinelli. “ Mi corre l’obbligo fare alcune considerazioni su quanto comunicato dall’assessore ai lavori pubblici del Comune di Trivento in merito all’approvazione del programma triennale delle opere pubbliche perché dalle sue argomentazioni rivolte ai consiglieri di minoranza potrebbe sembrare che anche io abbia preso fischi per fiaschi o viceversa. Ed invece così non è. E’ senza dubbio da apprezzare il generoso tentativo dell’assessore nel difendere l’operato della maggioranza e della struttura amministrativa, ma oltre la mera difesa d’ufficio le argomentazioni prodotte non rimuovono i vizi procedurali già evidenziati nel precedente articolo. Le sentenze dei Tar, non vanno solo lette , ma anche interpretate. Se prendiamo la sentenza n. 2836/04 del Tar Campania, chiamata in causa dall’assessore, per giustificare la regolarità del programma triennale vediamo che essa si limita considerare il ricorso prodotto dai consiglieri comunali del Comune di San Giorgio nel Sannio inammissibile poiché per pacifica giurisprudenza i consiglieri comunali non solo legittimati ad agire contro l’Amministrazione comunale di appartenenza. E diverse sono le sentenze dei giudizi amministrativi in tal senso. Nel corpo della sentenza vi è però un passo che recita testualmente “ Si possono ritenere ammissibili le doglianze concernenti il rispetto dell’iter procedurale, vale a dire quella di omessa pubblicazione della delibera modificativa della giunta nonché quella di difetto di informativa circa gli studi di fattibilità” Questo concetto evidentemente non faceva comodo a chi ha avuto la costanza di ritrovare la sentenza del Tar Campania mentre è stata data grande pubblicità al risultato finale, non nel merito, ma di non ammissibilità del ricorso prodotto. In buona sostanza il Tar Campania non si è espresso sulla regolarità della delibera impugnata, ma ha solo sancito che i consiglieri comunali non possono fare ricorso contro il deliberato della propria amministrazione “ in quanto il processo amministrativo ha riguardo a controversie intersoggettive e non è di regola aperto al contenzioso tra organi e componenti di uno stesso ente, salva l’ipotesi nella quale vengono in rilievo atti incidenti in via diretta sul diritto all’ufficio di questi ultimi in quanto destinati ad interferire con le loro attribuzioni e prerogative” E che dire poi della nota inviata dal revisore dei conti del comune dove il l’organo di controllo invita l’amministrazione comunale a sospendere gli effetti del bilancio di previsione 2011 relativamente a tutte le opere non pubblicizzate per 60 giorni. Penso che questo intervento del revisore dei Conti chiarisca tutti i dubbi interpretativi e ristabilisca la verità dei fatti. E a pensare anche che il revisore dei conti nell’esprimere il parere favorevole sul bilancio di previsione 2011 è stato fin troppo buono dal momento che ha consentito l’iscrizione tra le voci di entrate di oltre 6 milioni di euro per due opere pubbliche non suffragati da titoli giuridici o promesse di finanziamento così come prevede l’art.179 ( accertamento dell’entrata) del D.lgs. n. 267/2000. Un proverbio dice “ sbagliare è umano, perseverare è diabolico” e nell’attuare la seconda parte del proverbio questa Amministrazione è veramente diabolica. So che bisogna difendere il mito della professionalità e della competenza, ma anche i più bravi talvolta possono sbagliare. In tal caso occorre un po’ di umiltà, virtù sempre più rara”.

12

DURONIA. Lavori in corso a Duronia che in questo periodo si è trasformata in cantiere permanente. Svariati sono infatti gli interventi pubblici realizzati o in fase di ultimazione, per un totale di quasi un milione e mezzo di euro. Il sindaco Michelino D’Amico non può che esprimere soddisfazione per l’operato della propria amministrazione e nell’elencare le opere, di grande valenza per la collettività duroniese, rimarca la considerazione che questo piccolo ma attivo paese gode presso il governo regionale, al quale va l’apprezzamento ed il ringraziamento del primo cittadino di Duronia. “Abbiamo terminato i lavori di consolidamento e riparazione dei danni arrecati dal sisma del 31 ottobre 2002 all’ex-edificio scolastico di Via Guerrino D’Amico, che sarà adibito a sede del nuovo Municipio e, a breve, è nella rinnovata struttura che saranno trasferiti gli uffici comunali. Il recupero dell’edificio, posto in un punto centrale di Duronia, confer-

ma l’ottimo lavoro di programmazione e di cura degli interessi della collettività duroniese che l’amministrazione porta avanti con tanta capacità, passione ed entusiasmo- spiega il sindaco D’Amico- Piazza S.Rocco è stata ristrutturata con la posa in opera di pavimentazione in porfido per tutta la sua ampiezza ed è stata realizzata una fontana a zampillo nella grotta dove è situata la statua della Madonna. Gli interventi realizzati hanno consentito di eliminare inconvenienti alla viabilità ed hanno ridato l’antico splendore alla Piazza tanto amata dai duroniesi. Via Garibaldi è stata riqualificata con la posa in opera di pavimentazione in porfido al posto delle vecchie betonelle in asfalto. Gli interventi realizzati hanno consentito di eliminare i disagi a cui erano sottoposti gli abitanti della zona. Bellissimo il rosone realizzato al centro della stessa, raffigurante la stella a otto punte. Nel quartiere storico della Terra sono stati pavimen-

Duronia

tati con porfido due vicoli che versavano in condizioni di degrado assoluto e gli interventi realizzati hanno permesso la totale messa in sicurezza e fruibilità della strada da parte degli abitanti della zona. Il parco giochi è stato interamente ristrutturato ed adeguato alle normative che regolano la sicurezza sull’utilizzo dello stesso. E’ stato ampliato e dotato di giochi nuovi e di tappeto in erba sintetica per la gioia dei bambini che lo utilizzano- inoltre prosegue il primo cittadinoIl dissesto idrogeologico che interessava le borgate Agostino e Salotto è stato eliminato con la realizzazione di pali in cemento armato nei punti più franosi ed è stata ripristinata la strada con la posa in opera di bitume per tutta la sua lunghezza. L’intervento ha interessato anche parte delle borgate Faito e Nerigo con la messa in sicurezza e pavimentazione in bitume della strada che le attraversa. E’ stato ultimato il tronco fognario nella borgata Casale, eliminando in questo modo gli inconvenienti igienico-sanitari ed am-

Il sindaco D’Amico

bientali che si erano verificati. Tra breve partiranno i lavori per asfaltare la strada che conduce alla borgata S.Ianni, l’unica delle quattordici borgate di Duronia ad avere ancora la sede stradale in brecciolino. Tale intervento è di notevole valenza, poiché nella borgata S.Ianni sono ubicate tre grandi aziende zootecnichee guardando al futuro il sindaco afferma- Il piccolo centro montano, grazie ad una politica accorta ed attiva dell’amministrazione comunale, pur dibattendosi nel grave problema dello spopolamento, sta puntando verso una direzione giusta per preservare la sua peculiarità e per diventare un centro attrezzato che possa ricevere dallo sviluppo turistico la necessaria forza per proiettarsi nel futuro, favorito dalla splendida posizione geografica, da un clima invidiabile, da una natura incontaminata e dalla presenza di vestigia di antiche civiltà”. ag

Il consigliere Corallo sui lavori del tratto che unisce la Sp 73 e la Ss 157

Un collegamento che libera dall’isolamento una zona intera Ieri l’assessore regionale ai Lavori pubblici, Luigi Velardi, ha annunciato la consegna dei lavori del primo lotto della strada di collegamento tra la provinciale 73 e la SS. 157. Sono stati già impegnati 2 milioni e 300mila euro, “ un progetto importante per l’intera area che parte da San Biase e arriva fino a Civitacampomarano – interviene il consigliere provinciale Pasquale Corallo – una via di collegamento che avrà il merito di far uscire dall’isolamento tanti paesi e che offre una occasione di sviluppo. Un progetto sul quale si è trovata la

giusta sintonia tra i diversi livelli istituzionali, partendo dalla Regione, e colgo l’occasione di ringraziare l’ingegner Giannone che ha voluto ricordare anche il mio impegno, quando allora sindaco di Trivento, ente capofila del progetto, nel 2005 venne elaborato un nuovo progetto di fattibilità. Un collegamento atteso e che finalmente inizia a realizzarsi – conclude Corallo – e che assume una valenza ancora maggiore se solo si pensa al collegamento con la strada di Codacchio, nella prospettiva di una sua provincializzazione”.

Il consigliere provinciale Corallo


ANNO XIV - N. 199

GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: quotidianoiserna@gmail.com

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Sono accusati di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. A dicembre in aula clienti e lucciole

Ristorante a luci rosse, processo al via Imputati i gestori di un locale di Cantalupo e l’uomo che reclutava le ragazze Udienza filtro, ieri mattina al tribunale di Isernia, per le tre persone accusate di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. L’inchiesta, si ricorderà, è quella condotta dai carabinieri della compagnia di Isernia. L’operazione “Le tre sorelle” (dal nome del ristorante intorno al quale, secondo l’accusa, ruotava un giro di prostituzione) portò all’arresto di Matteo e Vincenzo Zivolo (padre e figlio originari di Colli a Volturno e gestori del locale di Cantalupo) e di Cheikh Moussas Drame, detto Mosè. Quest’ultimo, stando all’accusa, aveva il compito di reclutare le ragazze che avevano il compito di accontentare i clienti. Nel frattempo i tre imputati sono tornai in libertà. E intendono dimostrare la

Intrattenitrici in un locale (foto archivio)

loro totale estraneità ai fatti contestati. Non a caso, ha detto Fabio Milano, avvocato di fiducia dei due gestori, hanno deciso di rinunciare ai riti alternativi (l’abbreviato o il patteggiamento): non vo-

gliono macchie nella loro vita. Vogliono che quell’accusa venga cancellata, fiduciosi del fatto che la loro innocenza sarà provata in sede processuale. Stessa linea anche per

Mosè, difeso dall’avvocato Cesare Colaianni. Ieri, come detto, c’è stata l’udienza filtro. Il processo vero e proprio entrerà nel vivo il 7 dicembre prossimo, quando forniranno al loro versione dei fatti i testi citati dal pubblico ministero. Si tratta delle ragazze e delle persone che frequentavano il locale. Il teorema accusatorio che la difesa intende smontare è questo, per sommi capi: nel ristorante di Cantalupo nel Sannio, i clienti avevano la possibilità di incontrare avvenenti ragazze. Per parlare con loro un’oretta costava circa 40 euro. I rapporti, in ogni caso, non venivano consumanti nel locale di Cantalupo ma, presumibilmente, nelle abitazioni delle intrattenitrici. Per una notte con loro si pagavano anche trecento euro.

Parte da Isernia la campagna elettorale del candidato alle primarie

Veneziale: sto con Frattura L’ex presidente della Regione: è la persona giusta da contrapporre a Iorio

Paolo Di Laura Frattura con Marcello Veneziale

È stato accolto a Isernia da Marcello Veneziale, ex pre-

sidente della Regione, alla cui esperienza vuole richia-

marsi dopo 16 anni. Così Paolo Di Laura Frattura, che ha scelto Isernia, città di Michele Iorio, per aprire la sua campagna elettorale per le Primarie. E Veneziale, come già Danilo Leva, si è speso in favore di Frattura, definendolo il candidato giusto da contrapporre a Iorio, per le idee, la storia e le esperienze alla guida di enti pubblici. Insomma un viatico per il presidente di Unioncamere che anche a Isernia ha ripetuto le motivazioni che lo hanno spinto a candidarsi col centrosinistra, lui un uomo delle istituzioni che ha sempre collaborato proprio con Iorio, il politico contro cui vuol duellare: “Piuttosto che assecondare una comoda e utilitaristica candidatura in un centro destra che accoglie tutti, perché affrontare il giudizio rischiosissimo delle primarie? Per pazzia? No, solo per dare un esempio di come va affrontato il cambiamento di questa regione: con il sacrificio e l’impegno dei più. I risultati elettorali di questi ultimi 10 anni testimoniano che la gestione del potere ha rappresentato, nel centro destra, il collante per alleanze le più disparate; con soggetti che hanno cambiato appartenenza senza al-

cun tentennamento; per obiettivi per i quali mai è stato richiesto un pedigree di origine controllata. L’aver ridotto l’opposizione in una specie di riserva indiana ha bloccato lo sviluppo della regione; ha pregiudicato il lavoro dei giovani; ha limitato le capacità imprenditoriali. Ha contribuito, però, ad aumentare il personale politico”. Frattura ha dunque scelto Isernia per dare il via alla sua corsa per le primarie. Spera di ottenere ampi consensi in quella che è consireata la roccaforte del centrodestra.

Dopo il sequestro degli anemometri

Eolico selvaggio Verso la svolta l’inchiesta della Procura isernina Prosegue spedita l’inchiesta della Procura della Repubblica di Isernia sul cosiddetto eolico selvaggio. Gli uomini della Forestale stanno lavorando senza sosta per verificare la regolarità di alcuni impianti già presenti o da installare sul territorio della provincia. Gli accertamenti sono a buon punto. Nelle prossime settimane sono attese novità. Foto archivio Che potrebbero riservare delle sorprese. Del resto il procuratore capo, Paolo Albano, durante la conferenza stampa convocata alla fine di giugno per illustrare i particolari dell’operazione che portò al sequestro di diversi anemometri irregolari (strumenti utilizzati per misurare la velocità e la regolarità del vento), disse anche che i controlli avrebbero interessato proprio gli impianti eolici. Sarebbero frequenti, secondo gli inquirenti, i casi in cui la rete delle infrastrutture connesse non ha goduto di un preciso progetto, stravolgendo vaste zone montuose in provincia di Isernia nelle loro componenti idrogeologiche e paesaggistiche. Il mese scorso, si ricorderà, la Procura e la Forestale diedero un duro colpo al proliferare di anemometri non in regola. Cinque gli impianti sequestrati nell’ambito dell’operazione “Via col vento”, mentre dodici persone sono ora indagate per abusi e violazioni delle norme sull’ambiente. Il personale del Comando provinciale di Isernia del Corpo forestale dello Stato, ha monitorato 46 antenne anemometriche e ha riscontrato che il 60 per cento degli anemometri posti in una ventina di comuni dell’isernino era irregolare. In 29 casi sono stati accertati abusi di vario tipo: dalla totale mancanza di avvio delle procedure previste dalla legge in materia alla mancanza di uno o più permessi necessari. In seguito alle indagini della Forestale, alcune antenne irregolari sono state smantellate e rimosse di propria iniziativa dalle società interessate all’eolico. Ma ora, come detto, si punta dritto alle pale eoliche. Procura e Forestale non sono contro questa fonte di energia rinnovabili. Ma vogliono che le regole a tutela dell’ambiente vengano rispettate. E ciò Albano lo ha dimostrato anche con altre inchieste.

Miss Italia, a Monteroduni la prima tappa del concorso

Miss Italia 2010

Partono da Monteroduni le selezioni delle bellezze molisane che parteciperanno alll’edizione 2011 di Miss Italia. La pro loco ha infatti organizzato la manifestazione per sabato, a partire dalle 21:30, nel giardino del castello Pignatelli. Nel frattempo l’organizzatore dell’evento molisano, Francesco Tomasso, ha comunicato le altre date del concorso di bellezza: domenica 24 luglio a Conca Casale; sabato 30 luglio a Venafro; sabato 6 agosto a Sepino, presso le terme; giovedì 11 agosto a Montenero di Bisaccia; sabato 13 agosto a Termoli; mercoledì 17 agosto ad Agnone; giovedì 18 agosto a Frosolone; sabato 20 agosto in Larino.

13


14

Giovedì 21 luglio 2011

Ieri mattina la visita con le autorità e gli artisti, nel pomeriggio tour guidato con i cittadini e i curiosi

Iorio-Melogli, due cuori unAuditorium Il sindaco illustra al presidente della Regione le potenzialità della struttura Melogli: una grande struttura che consentirà di rappresentare opere importanti sulle quali punteremo

Procedono a ritmo sostenuto i lavori di realizzazione dell’Auditorium cittadino. Nella giornata di ieri il sindaco Gabriele Melogli ha voluto invitare rappresentanti politici e cittadinanza a fare un sopralluogo sul cantiere, per verificare in prima persona lo stato d’avanzamento dell’opera.

Iorio: un monumento alla buona politca e un ambizioso progetto di promozione di un territorio più vasto

Ed è stato proprio il primo cittadino pentro a fare da guida e da Cicerone ai presenti, illustrando i progressi compiuti e spiegando come sarà la struttura ultimata. Il primo lotto funzionale sarà completato tra cinque mesi, ma sin d’ora hanno preso forma l’ampio parcheggio sotterraneo, i numerosi camerini, le aree destinate alle prove e la grande sala concerti da 700 posti che sarà inaugurata il prossimo

In alto l’anfiteatro dell’Auditorium. Sopra un momento della visita

dicembre. Più che positivo il commento del presidente della Regione Molise Michele Iorio, che ha commentato: “Difficilmente la politica riesce a progettare un’opera, a realizzarla in tempi accettabili e renderla realmente fruibile per la comunità. L’Auditorium di Isernia rappresenta un monumento alla buona politica e alla capacità di rendere concreto un ambizioso progetto di carattere culturale e di promozione di un territorio più vasto”. Il governatore ha sottolineato che “la realizzazione dell’opera è a buon punto. Con un ulteriore finanziamento da parte dello Stato e della Regione potremo arrivare alla metà di Dicembre a rendere fruibile questo straordinario complesso culturale. Un’opera destinata ad essere una sorta di tempio della ‘cultura’ che potrà ospitare spettacoli teatrali, operistici, cinematografici, oltre che mostre ed eventi convegnistici. Un luogo strutturalmente adeguato in cui fare e vivere la cultura nel suo complesso. Dal punto di vista strutturale poi, questo Auditorium è sicuramente l’opera più importante e significativa mai realizzata nella città di Isernia e tra le più significative tra tutte quelle concretizzatesi nel Molise nell’ultimo decennio”. Dello stesso avviso il sindaco Melogli, che ha aggiunto: “Oggi abbiamo a disposizione una grande struttura dove poter portare in scena spettacoli e concerti. E non dovremo più andare a chiedere in prestito sale e spazi, perché l’Auditorium consentirà la rappresentazione di opere importanti, sulle quali punteremo”. Grande consenso è stato espresso anche da due importanti artisti molisani che hanno preso parte alla visita, il pianista Simone Sala e il direttore d’orchestra Michele Gennarelli. Così è intervenuto Sala: “Questo edificio rappresenta la voglia di emergere di tutta la regione sul panorama artistico e culturale nazionale”. Al centro l’esterno della struttura. Nelle altre foto Iorio e Melogli

Body building, Luca Corrado vince i titoli di Mister Italia Aic e ‘Re Manfredi’ ISERNIA. Due premi in soli 10 giorni. Il record è stato fissato da un giovanissimo isernino. Si chiama Luca Corrado e a soli 21 anni nella sua bacheca personale può già vantare il titolo di Mister Italia Aic e di “Re Manfredi”. Luca vuole diventare un Personal Trainer per avere una palestra tutta sua. Sa che deve lavorare duro e sottoporsi a estenuanti ore di pratica di bodybuilding e fitness. L’impegno costante, la grande forza di volontà e la professionalità acquisita gli hanno consentito di fare l’en plein a Sapri (Salerno) dove qualche settimana fa ha conquistato l’ambito titolo di

A sinistra Luca Corrado. Sopra veduta di Sapri

Mister Italia Aic– Bodybuilding nella categoria under 23 (juniores) della 41^ edizione della manifestazione.

Spettacolare anche la cornice della gara. Una cornice naturare offerta da Sapri, sede scelta dalla Federazio-

ne Ibfa- International Bodybuilding & Fitness Association per l’evento molto partecipato da quasi mezzo secolo. Luca è approdato a Sapri con il Team bodybuilding Marco Rossomandi di Foggia. Non fa in tempo a rientrare a Isernia che deve prepararsi per raggiungere Manfredonia. E anche nella cittadina pugliese raggiunge il posto più alto del podio al Gran Prix “Re Manfredi”. Luca è arrivato primo in classifica per la categoria Under 24. La sua pratica del bodybuilding non è ancora di lungo corso, i risultati ottenuti lasciano ben sperare e fanno presagire traguardi ancora più lusinghieri.


Giovedì 21 luglio 2011

15

I sindacati bloccano la procedura di cessione durante il vertice al ministero dello Sviluppo Economico

Irisbus, si decide tra un mese Tanto dovrà attendere Di Risio per sapere se l’acquisizione andrà in porto Un mese di attesa per conoscere se si farà l’affare Irisbus e se Di Risio diventerà così il secondo produttore italiano del settore automotive. Infatti, alla fine del tavolo della vertenza Irisbus (Fiat Industrial) al ministero dello Sviluppo economico, i sindacati hanno ottenuto dall’azienda il blocco della procedura per la cessione dello stabilimento che produce autobus fino ai primi di agosto. Com’è noto i sindacati vogliono che Irisbus resti alla Fiat e non venga venduta a Di Risio che riconvertirebbe lo stabilimento, producendo pick-up e veicoli commerciali. Per questo sono state fissate due nuove riunioni: la prima, tecnica, si terrà la prossima settimana e coinvolgerà oltre al dicastero di

Centinaia di lavoratori a Roma hanno protestato per la vendita dello stabilimento di Valle Ufita Lo stabilimento Irisbus di Valle Ufita

via Veneto anche i ministeri delle Infrastrutture e Tra-

sporti, dell’Ambiente, e la Conferenza Stato-Regioni;

la seconda dovrebbe svolgersi nei primi giorni del prossimo mese. Tuttavia le sigle sindacali - Fiom, Fim, Uilm e Ugl - hanno comuni-

Isernia. Da stasera fino alle 21 di domani garantite pochissime corse

Sciopero Fs, in arrivo una giornata nera per gli spostamenti in treno

Treno alla stazione (foto repertorio)

Sciopero Fs, anche gli isernini tra stasera e domani avranno grandi difficoltà per spostarsi in treno. Cancellazioni e limitazioni di corse ferroviarie saranno possibili,

a partire da stasera alle 21 e fino alla stessa ora di domani a causa dello sciopero nazionale di 24 ore proclamato nell’ambito della vertenza per il nuovo CCNL della

Mobilità. Durante lo sciopero circolerà circa il 67% dei 540 treni a lunga percorrenza previsti in orario e, nell’ambito del trasporto regionale, saranno effettuati i servizi essenziali nelle fasce a maggiore mobilità pendolare, dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21 del 22 luglio. Da Isernia non sono garantiti treni per raggiungere Roma e anche gli orari di partenza potranno subire variazioni. Limitazioni e cancellazioni saranno tuttavia possibili anche prima e dopo la fine dello sciopero, durante il quale sarà comunque assicurato il

collegamento tra la Capitale e l’aeroporto internazionale di Fiumicino, con il servizio Leonardo Express o con pullman sostitutivi. Il programma dei treni nazionali in circolazione è consultabile sul sito www.fsitaliane.it nonché al numero verde 800 892021. Informazioni potranno essere assunte anche presso le biglietterie e gli uffici di assistenza delle stazioni ferroviarie, nelle agenzie di viaggi convenzionate con Trenitalia, consultando il notiziario web, Fs News e ascoltando la web radio del Gruppo FS: FS News Radio.

cato di essere comunque preoccupate per l’esito della vertenza perché, hanno spiegato, è necessario trovare le risorse sufficienti per convincere Fiat Industrial a non cedere lo stabilimento di Valle Ufita . Ieri mattina sono arrivati a Roma centinaia di lavoratori dell’Irisbus Iveco per manifestare contro un’eventuale cessione dello stabilimento, l’unico che in Italia produce autobus. Gli operai avevano organizzato un presidio davanti al ministero dello Sviluppo economico. L’esecutivo aveva infatti convocato le parti (Fiat Industrial spa e sindacati dei metalmeccanici), per discutere la questione. A rischio ci sarebbero quasi 700 posti, che con l’indotto salgono a circa 2 mila. Presenti all’in-

contro anche il segretario generale dell’Ugl, Giovanni Centrella, che ha parlato di «quasi mille lavoratori» giunti davanti al dicastero di via Veneto. Centrella, in attesa di «notizie positive», ha puntualizzato: «se ci chiedono di produrre dai mille ai milleduecento pullman l’anno questo significa voler chiudere, perché non ci sono le condizioni». L’Ugl, quindi, aveva «chiesto alla Fiat di essere più malleabile, per far passare questo momento di crisi». E, aveva sottolineato ancora Centrella: «Se al contrario ci rispondono che non è possibile, allora chiederemo al ministero di essere garante dell’operazione di Dr Motor», ovvero dell’azienda molisana automotive, che si sarebbe interessata al sito.

AUGURI

Buon compleanno Lucrezia La piccola Lucrezia Veneruso oggi compie tre anni. Con la sua faccia da birbante e i suoi dolcissimi occhi ha regalato alla sua famiglia tre anni di gioia e vitalità. In occasione della sua festa , Lucrezia Vaneruso l’augurio più bello arriva da parte dei nonni, della zia Michela e della bisnonna Maria che la adorano. L’augurio è che possa crescere serena e continuare a regalare a coloro che la circondano tanta felicità. Alla bellissima Lucrezia auguri affettuosi anche dalla redazione del Quotidiano del Molise.


ANNO XIV - N. 199

GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

VIA G. BERTA n. 76 - TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973

REDAZIONE 86170 ISERNIA

Domani la cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento

Pietrabbondante, scudo blu al Teatro Sannitico L’ingresso al Teatro Italico

PIETRABBONDANTE . Scudo blu al Teatro italico. La cerimonia di consegna del prestigioso ricono-

scimento si svolgerà domani presso il sito archeologico. Lo scudo blu è un riconoscimento prestigioso, simbolo internazionale di riconoscimento e salvaguardia dei Beni Culturali previsto

dalla Convenzione dell’Aja del 1954. Isabella Astorri, Presidente della Sipbc Molise, Società Italiana per la protezione dei Beni Culturali, precisa che lo scudo è il secondo apposto nella regio-

ne, dopo quello di Altilia, e che, grazie a questo riconoscimento i siti culturali suddetti possono beneficiare della protezione prevista dalla legge internazionale in caso di conflitti armati e di

catastrofi naturali. Alla cerimonia parteciperanno il presidente della Regione Michele Iorio, il presidente della Provincia Luigi Mazzuto e il sindaco di Pietrabbondante Giovanni

Tesone. Isabella Astorri, parlerà dello ‘scudo blu simbolo internazionale di riconoscimento e di salvaguardia dei Beni Culturali’, mentre Alfonsina Russo, Soprintendente per i Beni Archeologici del Molise, introdurrà l’argomento ‘archeologia del Molise tra tutela e valorizzazione’. Il presidente dell’Istituto nazionale di archeologia e storia dell’Arte Adriano La Regina interverrà sul tema ‘Pietrabbondante e l’archeologia del Molise’.

Il sindaco Di Pilla: partiremo con il compostaggio e la raccolta di oli vegetali e rifiuti elettrici e ingombranti

Chiauci, il futuro nella differenziata L’amministrazione realizzerà un centro comunale per lo stoccaggio dei rifiuti CHIAUCI. Raccolta differenziata, il paese sempre più all’avanguardia in campo di tutela ambientale. Il Comune ha infatti intenzione di realizzare un centro municipale per la raccolta differenziata. La Giunta, con una recente delibera, ha stabilito di procedere alla realizzazione del progetto. La struttura dovrebbe sorgere in località Li Colli, nei pressi del campo di calcio. La realizzazione del centro di raccolta differenziata è un’iniziativa fortemente voluta dall’amministrazione per i vantaggi che porterà alla cittadinanza. Ad illustrare il progetto il sindaco Egildo Di Pilla: “In paese già da tempo si effettua la raccolta differenziata, ma non quella porta a porta. E anche per la raccolta dei rifiuti ingombranti, degli elettrodomestici e degli altri rifiuti cosiddetti Raee, fino ad oggi si è proceduto con interventi svolti in maniera sporadica. Il Comune intende integrare tutti questi aspetti per ottimizzare al meglio il servizio”. E infatti, prima ancora del centro di raccolta differenziata, l’amministrazione ha informato i cittadini con degli avvisi pubblici sulla possibilità di usufruire di compostiere. “Abbiamo chiesto ai residenti – sottolinea il primo cittadino – se volessero dotarsi di compostiere per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati ricadenti sotto la categoria dell’umido. Si tratta di un sistema molto utile, soprattutto per chi ha un orto o un giardino, perché grazie alla compostiera è possibile trasformare i rifiuti umidi in humus, terriccio di ottima qualità per le piante. Molti hanno risposto favorevol-

16

A sinistra il sindaco di Chiauci Egildo Di Pilla

mente e così abbiamo già acquistato una quarantina di compostiere”. Dopodichè si passerà all’olio vegetale. “Generalmente – dice il sindaco – è consuetudine gettare gli oli utilizzati in cucina,

specialmente per le fritture, negli scarichi dei lavandini. Ma ciò è molto dannoso per le tubature delle fogne perché l’olio si indurisce e calcifica. Distribuendo ai cittadini dei contenitori da cinque

litri con chiusura speciale per garantirne l’igiene, sarà poi possibile svuotarli in una speciale campana di raccolta che sarà realizzata al centro comunale di raccolta differenziata”. Il centro accoglierà anche i rifiuti Raee. “In particolare – precisa Egildo Di Pilla – ci occuperemo dei frigoriferi, delle lavatrici dei computer, delle lampade e lampadine. Poi dei rifiuti ingombranti quali armadi, materassi e altri mobili”. Sia per quanto riguarda gli oli che per i rifiuti ingombranti, “saranno poi le ditte convenzionate – specifica il sindaco – ad effettuare il ritiro di questi materiali direttamente presso il centro di raccolta differenziata”. Naturalmente confluiranno nel centro di raccolta anche tutti auei rifiuti che già vengono trattati con la differen-

Contenitori per la raccolta differenziata (archivio)

ziata, come la plastica, la carta e il vetro. “L’amministrazione – afferma il primo cittadino – tiene molto all’ambiente e io personalmente ho il desiderio di garantire che il paese sia pulito e accogliente, non solo per incenti-

vare il turismo ma in primo luogo per assicurare il benessere di quanti lo abitano”. Iter burocratico permettendo, il centro di raccolta differenziata, confida il sindaco Di Pilla, dovrebbe essere realtà entro la fine dell’anno.

Domenico Lanciano: l’idea si può replicare anche per le Prime Comunioni e la Cresime

Campanelle per gli sposi, un successo L’iniziativa partita dall’Università delle generazioni ha ottenuto consenso in Calabria Sono state un successo le ‘campanelle degli sposi’ inaugurate a Chiaravalle Centrale (provincia di Catanzaro) dalla coppia formata da Nicolino Lanciano e Simona Sestito. L’iniziativa era partita dall’Università delle Generazioni di Agnone. Il fondatore, Domenico Lanciano, aveva proposto di introdurre come nuova usanza augurale lo scampanellio di cinquanta campanelle agnonesi all’uscita degli sposi dalla chiesa e più tardi nel corso del ricevimento nuziale. Ora il sociologo ca-

labrese residente nella cittadina altomolisani lancia una

ve Lanciano in una nota agli organi d’informazione – che, già alla seconda concretizzazione, mi auguro, possa divenire usanza e tradizione non soltanto per gli sposi ma per tutti i tipi di festeggiamenti. Infatti ‘Le Campanelle di Agnone’ potrebbero essere usate anche in occasione delle prime coGli sposi munioni. cresime, comcon le campanelle pleanni, anniversari, di Agnone battesimi, pensionamenti ... ogni occasione nuova proposta: “Vi parteci- è buona ed utile per essere po questa ‘curiosità’ – scri- allietata festosamente dallo

scampanio di queste campanelle, che potrebbero essere personalizzate e dedicate con iscrizioni. Sullo sfondo dell’iniziativa dell’Università delle Generazioni di Agnone c’è, come sempre, l’auspicio che ciò possa apportare qualche posto di lavoro per i giovani”. L’auspicio del fondatore dell’Università delle generazione è inoltre quello di riuscire a creare, con questo strumento, “un ponte di suoni e d’amore tra le città e le regioni, tra le genti e gli eventi utili alla società tutta”.


ANNO XIV - N. 199

GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

di Marco Fusco “Per opporci a questo nuovo impianto di centrale idroelettrica, abbiamo speso circa 100 mila euro tra ricorsi e controricorsi, ma tutto è stato vanificato dall’autorizzazione rilasciata qualche anno fa dalla giunta regionale della Campania, allora guidata da Antonio Bassolino”. A parlare è il sindaco di Presenzano Vincenzo D’Errico. Il Quotidiano in esclusiva nell’edizione di ieri ha dato la notizia del parere positivo espresso dal Minsitero dello Sviluppo Economico per la realizzazione del mega impianto ad appena dieci chilometri da Venafro, nel territorio di Presenzano a soli quattro chilometri dal centro abitato di Sesto Campano. Appresa la notizia si è messo in azione anche il sindaco di Vena-

Fermento dopo l’ok del Ministero per la realizzazione di una centrale Turbogas

‘Pronti al alzare le barricate’ Cotugno: sosterrò la battaglia di Presenzano fro Nicandro Cotugno: “ Siamo pronti a fare le barricate anche per quest’altro impianto. Sentirà il collega di Presenzano e darò tutto il mio sostegno a qualsiasi iniziativa di contrasto per la realizzazione della centrale turbogas. Come ci siamo battuti per evitare la costruzione dell’impianto a Venafro, così ci batteremo per la centrale di Presenzano.” A scendere in campo anche il consigliere regionale del PD Petraroia che, nella giornata di

Truffe agli anziani In città è allarme E’ allarme truffa in danno di anziani soli a Venafro. Dopo i colpi andati a segno nelle settimane precedenti con persone della terza età raggirate da individui estremamente scaltri, l’allarme permane dal momento che la presenza di tali soggetti continua ad essere segnalata pericolosamente in zona. E’ dei giorni scorsi infatti altro tentativo di raggiro, per fortuna Archivio non andato a segno, in un popoloso quartiere all’estremo ovest della città, già visitato in passato da siffatti truffatori. Questa volta per fortuna la truffa non è andata a segno grazie alla prontezza di una signora che, notato un uomo ben vestito aggirarsi nei pressi della propria casa abitata in condominio con altre famiglie e che carte alla mano asseriva di dover controllare i contatori dell’Enel (un classico della truffa !), l’ha di fatto allontanato asserendo che nell’immobile non c’erano persone in casa e che quindi era impossibile procedere alle verifiche di contatori e bollette pagate. La donna ha quindi chiuso il portone d’ingresso dell’edificio, costringendo lo sconosciuto a restarne fuori, nonostante questi insistesse per entrare e verificare. L’individuo a quel punto ha prima effettuato una ipotetica telefonata asserendo ad alta voce l’impossibilità di procedere ai controlli e quindi si è allontanato in tutta fretta dalla zona a bordo di un’auto su cui erano altre tre persone. I truffatori di anziani non mollano quindi e continuano a “battere” il Venafrano in cerca di persone da raggirare. Non è perciò affatto superfluo consigliare sia la massima allerta, sia di non fidarsi di sconosciuti e sia di segnalare gli episodi e i personaggi sospetti alle forze dell’ordine. T.A.

ieri, ha inviato una circostanziata lettera ai Ministri competenti, ai massimi rappresentanti istituzionali della vasta area posta tra le provincie di Caserta e Isernia e ai sindaci del comprensorio. In riferimento alla notizia diffusa dalla stampa locale circa l’autorizzazione di una centrale turbogas a Presenzano (CE) in favore della società EDISON SpA- scrive Petraroia-, chiedo che il Ministero dell’Ambiente e il Ministero della Salute sospendano l’istruttoria e/ o la pubblicazione del provvedimento decisorio per le gravi emergenze ambientali e sanitarie evidenziatesi nell’area venafrana. Recentemente, dopo un’annosa mobilitazione dell’Associazione “Mamme per la salute” di Venafro e di alcuni Consiglieri Provinciali di Isernia, Antonio Sor-

bo e Marcello Cuzzone, mi è stato confermato dall’ASREM ufficialmente la presenza di diossina in percentuali quasi doppie rispetto ai massimali di rischi previsti nel Regolamento Europeo n. 1881/2006 nelle carni di un capo di bestiame locale. In queste ore- prosegue il noto esponente del Partito Democratico- si sta predisponendo un’interrogazione parlamentare urgente sulla grave vicenda e nella giornata di ieri, 19.07.2011. è stato accolto e approvato un mio emendamento aggiuntivo che è diventato legge regionale in cui si impegna la Giunta Regionale ad adottare con somma urgenza, di concerto coi Ministeri dell’Ambiente e della Salute, un Piano Straordinario di accertamento sanitario, verifica generalizzata della catena ali-

18

località dove la morfologia e l’orografia non presentano tali problematicità. Ignorare i pericoli per la salute umana della popolazione locale- conclude Petraroia- dopo il rinvenimento ufficiale di diossina nelle percentuali menzionate sarebbe un grave errore istituzionale che mi auguro non venga commesso. A fronte di una tale rilevante novità è opportuno che il Governo e le altre Autorità regionali, provinciali e comunali, assumano decisioni responsabili nell’interesse dei cittadini.”

Lsu, attesa per la sentenza Esclusi dal concorso, si sono rivolti alla magistratura Oggi è attesa la sentenza del giudice del lavoro del tribunale di Isernia sulla vertenza dei lavoratori socialmente utili del comune di Venafro. Come è noto, l’Amministrazione comunale lo scorso anno, a dicembre per la precisione, decise di avviare una sorta di concorso interno per stabilizzare solo alcuni lsu. Le procedure sono state portate avanti e agli inizi di quest’anno si è provveduto ad assumere una piccola parte di questi lavoratori. Gli esclusi si sono così rivolti alla Magistratura. E oggi dovrebbe arrivare il primo verdetto. - L’ospedale SS Rosario di Venafro trasformato in Resi“E’ stato letto ed unanimemente apprezzato il recente articolo de Il Quotidiano relativo ai commissariamenti da tempo in atto in tutti gli enti pubblici di Venafro, ossia Consorzio di Bonifica della Piana, Consorzio Industriale d’Isernia/Venafro e Comunità Montana del Volturno. Nella circostanza il cronista è stato sin troppo educato nello scrivere, perché sono inam-

denza sanitaria assistita per un costo complessivo di 800mila euro. La Asrem ha approvato il progetto esecutivo della struttura con 40 posti letto. Il provvedimento firmato dal direttore generale dell’Asrem, Angelo Percopo, rientra nel Piano di rientro sanitario e nella riconversione delle strutture di Larino, Agnone e Venafro. Ma questo provvedimento non scatterebbe subito visto che il Tar Molise, solo pochi giorni fa, ha accolto il ricorso del comitato cittadino a difesa dell’ospedale e ha fissato l’udienza di merito al prossimo 21 settembre. M.F.

I commissariamenti offendono l’intelligenza dei venafrani Parla un ex amministratore missibili ed insopportabili situazioni del genere, addirittura generalizzate ed in piedi da anni senza che in città nessuno e niente si muova per risolverle”. Così un ex amministratore di tali istituzioni

E’ tutto pronto per l’evento di domani sera in villa comunale Festa della Cisl, atteso l’arrivo del segretario Bonanni Prima festa dell’iscritto: è la festa di uno dei sindacati più rappresentativi a livello regionale e nazionale, la Cisl. E per l’occasione sarà presente il segretario nazionale Raffaele Bonanni, atteso per il comizio di domani sera a partire dalle ore 20,30. La giornata si svolgerà presso la villa comunale grazie alla disponibilità dimostrata dal Gruppo Scarabeo che da qualche giorno ha avviato una serie di lavori presso Villa Maria. Una giornata intera tra intrattenimento, mostre di fotografia e pittura, momenti di svago per i più piccoli. Ad organizzare la festa il responsabile della federazione Nazionale Pensionati Cisl Giuseppe Macari. “Siamo organizzati in Italia con oltre 140 Federazioni regionali e territoriali. I dirigenti regionali e territoriali della Fnp sono 450. Nelle 2.950 strutture operative

mentare, animale e vegetale, controllo delle condizioni di inquinamento dell’area venafrana e bonifica ambientale. È opportuno effettivamente vedere l’esito di tali controlli sanitari prima di consentire la costruzione di una mega-turbogas a pochi chilometri da Venafro che potrebbe immettere in atmosfera sostanze che andrebbero ad aggiungersi a quelle già presenti nell’aria per via di diversi impianti industriali che operano nel territorio. La vallata venafrana è circondata da rilievi montuosi che limitano la circolazione delle correnti e del vento con penalizzanti ristagni di aria viziata che espone i 25 mila cittadini della zona a rischi superiori a quelli di altre

della Fnp si impegnano oltre 10.000 tra quadri dirigenti ed attivisti che giornalmente garantiscono una significativa attività e, conseguentemente una rete capillare di punti di riferimento al servizio delle comunità locali. I servizi a disposizione dei pensionati e degli iscritti alla Fnp sono la tutela gratuita previdenziale e sociosanitaria ; l’ Assistenza Fiscale (in collaborazione con i Centri di assistenza fiscale Caaf/Cisl); l’Assistenza per la Casa, servizi alla persona, formazione, università della III età, prevenzione e salute, attività socialmente utili cultura, tempo libero.” A Venafro la nuova sede si trova lungo via Colonia Giulia ed è una struttura all’avanguardia con aule attrezzate nelle quali si tengono corsi di formazione per tutti. M.F.

pubbliche all’indomani del nostro servizio sul delicatissimo tema dei commissariamenti datati degli enti di Venafro e dintorni. Prosegue il nostro interlocutore: “Siffatti commissariamenti, checché si voglia dire, rappresentano un’offesa sostanziale per la collettività locale ed una sorta di pesante bocciatura per le intelligenze e le realtà del posto. Forse che a Venafro non ci sono personaggi da meritare di amministrare gli enti attraverso la libera partecipazione democratica del voto? Forse che Venafro ha bisogno di altri, in prevalenza forestieri, per portare avanti le proprie istituzioni democratiche? E’ sin troppo chiaro che, in assoluta convinzione, noi rimandiamo pari pari al mittente supposizioni, atteggiamenti ed idee siffatte, che non apparten-

gono alla storia ed alla cultura costruttive, propositive e fattive della nostra città”. Esposte sin troppo chiaramente rabbia e delusione dell’opinione pubblica locale per quanto in atto, cosa ha da proporre come rimedio? “Che si ponga termine quanto prima a siffatti commissariamenti -afferma l’ex amministratoreperché del tutto improduttivi sul piano sostanziale ed in quanto offensivi per la nostra città e le sue realtà professionali”. L’interlocutore va quindi giù pesante, prendendo spunto dallo scottante argomento : “E’ necessario -dicecambiare mentalità ed atteggiamento verso Venafro da parte della classe politica regionale, riconoscendo una volta per tutte alla città i suoi naturali, sacrosanti e meritatissimi diritti”. “Ramanzina” schietta e oltremodo veritiera. Sarà bene mettere in atto i suggerimenti emersi, alla luce della realtà sociale, politica ed economica di Venafro e del suo territorio. T.A.


ANNO XIV - N. 199

GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Torna la psicosi degli avvistamenti di oggetti volanti che scatenano la fantasia e le paure dei residenti

Montaquila, segnali dallo spazio Una coppia ha visto una luce tremolante nella notte che poi si è avvicinata abbagliandola MONTAQUILA. Con l’estate torna nella valle la psicosi da avvistamento alieno. Dopo gli oggetti volanti notati nella volta celeste a Colli nei giorni scorsi, anche nei pressi di Montaquila una coppia avrebbe notato delle sfere luminose attraversare il cielo sopra le loro teste. L’episodio è avvenuto nella tarda sera di martedì. La coppia stava passeggiano nei pressi della propri abitazione situata nella periferia del popoloso centro in provincia di Isernia. Ad un centro punto i due hanno raccontato di aver visto in cielo una luce che tremolava, all’inizio questa era abbastanza lontana, poi però la luce si è avvicinata e il bagliore è diventato fortissimo. Così forte che i due

Nella foto una luce simile a quella descritta dai due giovani

hanno dovuto ripararsi gli occhi. Poi così come si è avvicinata la luce è in breve tempo scomparsa. “Non abbiamo mai visto nulla del genere- racconta la coppia - la luce dapprima flebile ci aveva fatto pensare ad un aereo come se ne vedono tanti in cielo, purtroppo però c’erano delle nuvole e no era possibile vedere bene di cosa si trattasse. Poi all’improvviso con un sibilo, la luce si è av-

vicinata e ci ha abbagliati per qualche secondo. Il bagliore era molto intenso e la luce era bianca, molto forte. Dava fastidio agli occhi e abbiamo dovuto coprirli. Dopo qualche secondo, la luce è scomparsa come se qualcuno avesse spento l’interruttore, non c’è stato alcun rumore, nessun sibilo come quando lo strano oggetto si è avvicinato, dopo il cielo è tornato buio,

come se nulla fosse accaduto, abbiamo sentito dire che non siamo stati gli unici ad aver assistito a questo strano spettacolo, ne abbiamo parlato anche con alcuni amici che hanno detto di aver notato qualcosa di strano. Uno di loro ha provato anche a fare una foto con il telefono ma il bagliore è durato troppo poco tempo perché potesse essere catturato dall’obiettivo fotografico”. Nessuno sa cosa siano queste strane luci che popolano i nostri cieli, ma qualcosa deve pur esserci visto che in troppi ormai dicono di averli visti. Già nei mesi scorsi si erano moltiplicati gli avvistamenti, qualcuno aveva parlato di rapimenti alieni e di contatti con questi “ospiti” venuti da galassie lontane.

Attesa in paese per la maratona benefica ideata da Michele Visco

Aldo Esposito ospite a Colli Il fisioterapista azzurro padrino della manifestazione “Cuore collese” COLLI A VOLTURNO. Si svolgerà domenica 31 luglio la quinta edizione della manifestazione benefica denominata “Cuore Collese” ed organizzata dall’associazione “www.collia volturno.com onlus” in collaborazione con l’associazione “La Squadra del Cuore” di Cerro al Volturno e con il patrocinio del comune di Colli a Volturno. L’edizione di quest’anno della giornata benefica avrà un ospite d’eccezione proveniente dal mondo dello Sport. Sarà infatti Aldo Esposito, il noto fisioterapi-

sta della Nazionale Italiana di Calcio a fare da padrino alla raccolta di fondi organizzata dal giornalista Michele Visco. Esposito, originario di Isernia ha tenuto alto il nome della nostra regione facendo parte dello staff tecnico della Juventus, e occupandosi dei campioni del mondo della Nazionale 20016 guidata dal Ct Lippi. Aldo Esposito sarà presente a Colli in occasione di questa importante giornata e prenderà parte al convegno dal titolo “Sport, Territorio e Solidarietà” che si terrà a partire dalle 19.30. Ricco

comunque il programma della giornata che vedrà le mamme di Colli sfidarsi in un incontro di calcio presso gli impianti sportivi del paese. A seguire l’ attesa sfida tra gli Alpini della Valle del Volturno uniti alle vecchie glorie collesi contro la Squadra del Cuore di Cerro al Volturno. Lo scopo della manifestazione è quello di raccoglier fondi da destinare ai bambini meno fortunati e di sostenere le adozioni a distanza. L’associazione “la Squadra del Cuore” opera da sei anni in molti paesi della

Nella foto Aldo Esposito

Valle diffondendo il messaggio delle adozioni a distanza a sostegno dei piccoli meno fortunati. F.C.

Si è smarrita una cagnetta tra Fornelli e Colli a Volturno Si è smarrita una cagnetta nella zona Fornelli e Colli a Volturno. E’ un segugio italiano di taglia media cin pelo raso di colore nero focato. La cagnetta indossa un collarino d’acciaio e ha una cicatrice sulla zampetta sinistra posteriore. A chiunque la trovi preghiamo cortesemente di contattare il numero 349.1058001.

Grande festa a Filignano

Solenne cerimonia per la medaglia al valore civile

Nella foto una veduta di Filignano

FILIGNANO. Grandi preparativi in paese per celebrare la consegna della onorificenza ottenuta dal comune di Filignano qualche tempo fa. Per questa importante occasione l’amministrazione comunale ha organizzato una grande cerimonia che è prevista per il prossimo 28 luglio. Come tutti ricorderanno, al comune di Filignano, è stata assegnata la medaglia di bronzo al valore civile. La medaglia di bronzo al valore civile è stata assegnata con la seguente motivazione. “Comune situato ai margini della linea Gustav, occupato dalle truppe tedesche, subiva violenti saccheggi, devastazioni e continui bombardamenti che causavano la morte di numerosi cittadini , nonché la quasi completa distruzione del patrimonio edilizio. La popolazione subì la deportazione, angherie e sofferenze di ogni genere, dando esempio di spirito di sacrificio ed amor Patrio”. La comunità di Filignano è quindi in trepidante attesa per la consegna della medaglia. Per l’occasione, un ricco programma è stato approntato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Romeo Pacitti. Alle ore 9.30 ci sarà l’arrivo dei partecipanti in via Milano, alle ore 11.00 si darà inizio alla sfilata con le autorità presenti, le associazioni in armi e tutta la cittadinanza. Alle 11.30ci sarà l’alza bandiera nei pressi il monumento ai caduti di Piazza Municipio. A seguire santa messa in onore di tutte le vittime civili e militari di tutte le guerre. Durante la funzione religiosa un momento di raccoglimento sarà dedicato alle vittime delle attuali missioni di pace a cui i militari dell’esercito italiano prendono parte. In seguito nsi procederà alla deposizione della corona al monumento ai caduti e con la consegna ufficiale dell’onorificenza e saluto delle autorità. L’amministrazione comunale sta definendo gli ultimi dettagli della cerimonia ma in paese gia si respira l’emozione forte che pervade i cittadini nel ricordo della morte di tanti compaesani nella grande guerra. F.C.

Iniziativa di “Quercus Cerri” Due giorni di festeggiamenti per tutti i nonni di Cerro

I nonni sono al centro delle feste di Cerro A Volturno

CERRO A VOLTURNO. L’associazione culturale “Quercus Cerri” sta organiz-

zando per domenica prossima una due giorni dedicata ai nonni. Questa figura nei

nostri piccoli centri è fondamentale per la crescita e la custodia dei bambini soprattutto in presenza di genitori che lavorano. La festa organizzata dal gruppo guidato da Gabriel Paolone vuole essere proprio un momento per fermarci a pensare all’importante ruolo rivestito dai nonni che spesso sono il fulcro degli equilibri familiari, fonte inesauribile di notizie,

racconti, saggezza e tanto amore. La festa è organizzata in associazione con la Parrocchia Assunzione di Maria Vergine, a partire dalle ore 19.00. Alla festa saranno presnti tanti nonni del popoloso paese, sarà un momento divertente che permetterà la condivisione di uno scambio di idee e di racconti tra generazioni diverse. F.C

19


ANNO XIV - N. 199

GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0875/84242

REDAZIONE 86039 TERMOLI

L’operazione portata a termine dalla Polizia Municipale in collaborazione con la Capitaneria di Porto

Ambulanti, sequestri per30mila euro Tolleranza zero contro l’abusivismo in spiaggia. Di Brino: merce in beneficenza di Giuseppe Di Palo TERMOLI. La lotta contro l’abusivismo commerciale sulle spiagge continua.

Infatti, ieri mattina, a seguito di diversi controlli effettuati lungo il litorale termolese, la Polizia Municipale e la Capitaneria di Porto si sono imbattuti, sul lungomare nord, in diversi venditori ambulanti, privi dell’apposita autorizzazione marittima, in possesso di numerose buste di plastica contenenti capi di abbigliamento, giochi ed articoli per il mare ed in procinto di

vendita. I quattro commercianti (tutti di nazionalità straniera) intenti a smerciare i propri prodotti senza permesso, alla vista degli uomini in divisa, hanno tagliato la corda abbandonando sull’arenile tutta la merce. Solo ad uno di essi, essendo stato identificato, è stata contestata una sanzione amministrativa di 5.146,60 euro con relativa confisca della merce. Il materiale sequestrato, del valore complessivo di circa 30.000 euro, è ora cu-

Uno dei mezzi pesanti si è dato alla fuga

Rocambolesco incidente Auto si schianta contro due tir TERMOLI. Doppio impatto per un’auto sul raccordo del Nucleo Industriale di Termoli. Infatti, ieri mattina, due donne a bordo di una Fiat Punto bianca si sono scontrate dapprima con un camion (che ha continuato imperterrito la propria marcia), finendo poi contro il muro di sostegno di un cavalcavia nella carreggiata opposta per poi sbattere nuovamente contro un secondo mezzo pesante. Fatta eccezione per i disagi alla circolazione, unico danno che sembrerebbe essere stato causato dal sinistro è quello

riportato dal cassone del tir che trasportava della vernice la quale si è riversata sulla strada. Per fortuna nessuna conseguenza per conducenti e passeggeri. Intervenuti sul posto gli agenti della Polizia Stradale e del Commissariato di Termoli oltre ai tecnici del Cosib. Dopo aver rilevato le dinamiche dell’incidente, a seguito anche della precisa descrizione delle due donne e del camionista che ha visto scorrere sull’asfalto la merce che

Dipendenti della ditta Puliservice Sit-in di protesta degli operai ai cancelli dello Zuccherificio Sit-in di protesta davanti lo Zuccherificio del Molise. 26 lavoratori della ditta isernina Puliservice, in parte fornitrice esterna dello stabilimento saccarifero, hanno protestato davanti la fabbrica ter-

20

molese per il diritto allo stipendio e al bisogno di comunicazione con il proprio titolare. A dare man forte agli operai, il sindacato Si Cobas. Non sono stati giorni tranquilli

trasportava, le Forze dell’Ordine si sono messe repentinamente alla ricerca del veicolo fuggito dal luogo dell’incidente. Gdp

Confiscati dai vigili vestiti, giocatolli e tanti articoli per il mare

stodito nei locali della Polizia Municipale.

A seguito della segnalazione da parte del Coordi-

Boccata d’ossigeno anche per i piccoli esercenti

Commercio, dati positivi dalle aperture serali Apertura serale dei negozi: risultato positivo per il settore e per i consumatori. La Confcommercio segnala con soddisfazione l’esito del confronto costruttivo realizzato con l’Amministrazione di Termoli. Grazie alla sinergia tra la Confederazione delle imprese, rappresentata da Fernando Lafratta e il Comune bassomolisano, nelle persone del Sindaco, Antonio Di Brino, e del vicesindaco Enzo Ferrazzano è stata prorogata l’apertura

serale delle attività commerciali nelle zone principali di Termoli: il centro e il Borgo Antico. Questa decisione va incontro alle necessità dei consumatori e anche a quelle dei commercianti, ma contribuisce anche a valorizzare, dal punto di vista turistico, la città. Il commercio ne uscirà potenziato e non è un obiettivo di poco conto, considerando la crisi del settore e soprattutto delle piccole attività, spesso schiacciate dai

Il materiale sarà dissequestrato

Vittoria al Riesame per l’ex comandante dell’Arma Fabio Muscatelli per lo Zuccherificio del Molise, non solo per le proteste ma anche per un piccolo incidente che si è verificato nella tarda serata di martedì. Una grossa nube di fumo nero ha fatto temere il peggio e allertare immediatamente i Vigili del Fuoco. Che una volta sul posto hanno constatato come sia la nube sia stata causata dal tipo di carbone utilizzata utilizzata per l’accensione di un fuoco. Tanta paura quindi, ma tutto è stato risolto al meglio, anche perché non si è verificato alcun incendio. Je.Di.

natore della Municipale, Pietro Cappella, il sindaco di Termoli, Basso Antonio Di Brino, a termine dell’iter procedurale, ha inteso donare in beneficenza tutta la merce sequestrata.

Vittoria al riesame per l’ex comandante della Compagnia dei Carabinieri di Termoli, Fabio Muscatelli. L’istanza presentata dal suo legale De Rubertis di far restituire al militare il materiale che gli era stato sequestrato, tra cui cd, floppy disc, un computer portatile, dei faldoni ed altro materiale, è stata accolta dai giudici del riesame. Non è la pri-

Fabio Muscatelli

ma volta che l’istanza del dissequestro viene accolta dai

grandi centri commerciali. Con l’apertura serale anche i piccoli negozi del centro potrebbero riguadagnare un po’ di terreno rispetto alle “cattedrali della spesa”. Proprio per questo ci si auspica che il modello termolese possa essere imitato nel resto della Regione, perché “la rinascita economica e sociale del Molise non può prescindere dalla riscoperta dei suoi borghi e dal coinvolgimento degli operatori locali”. P.C. giudici del riesame. “Questa inchiesta avanzata dalla magistratura frentana a carico del mio assistito Fabio Muscatelli si rileverà, come le altre avvallate in passato nei suoi confronti, priva di fondamento”, ha avuto modo di dichiarare in passato l’avvocato De Rubertis.


Giovedì 21 luglio 2011

21

Un gruppo di giovani pizzicati dalla Finanza su un gommone alle Tremiti All’Albo pretorio gli atti comunali

Addio al celibato in acque off limit, multe salate

Guardia di Finanza, effettuati controlli serrati sul territorio. Non è di certo mancato il lavoro nelle ultime settimane per le unità navali della Guardia di Finanza. Sono state infatti accertate violazioni in materia di pesca abusiva ed inosservanze al rispetto delle aree protette. Ventidue i responsabili che risponderanno di violazioni per svariate migliaia di euro. Sotto sequestro ingenti quantità di echinoidi e numerose attrezzature per la pesca. Nel dettaglio sono stati due gli interventi principali.

Nel primo caso, avvalendosi di un grosso gommone con motori entrobordo, una comitiva di ben 12 persone, per lo piu’ ragazzi, asseritamente impegnati in un goliardico ‘addio al celibato’, aveva raggiunto uno specchio d’acqua rientrante nella ‘riserva naturale marittima delle Isole Tremiti’, davanti alla spiaggia della incontaminata e disabitata isola di Pianosa, facente parte del Parco Nazionale del Gargano, decidendo poi di tuffarsi proprio nella zona interdetta. I diportisti non sono

sfuggiti all’attenta opera di vigilanza intensificata negli ultimi giorni dai Finanzieri di mare di Termoli: il titolare del natante risponderà di una sanzione amministrativa che, nel massimo supera i 2500 Euro. L’attività di vigilanza e controllo nelle acque molisane, finalizzata non solo ai controlli di polizia economica e alla salvaguardia della vita umana, ma anche alla tutela della fauna marittima, ha consentito poi di bloccare in flagranza ben 21 persone (provenienti per gran parte da Puglia ed Abruzzo), responsabili, nei vari casi, di infrazioni alle specifiche norme che regolano rispettivamente la pesca sportiva e la pesca in zona vietata. Sotto sequestro numerose reti da pesca, migliaia di ricci di mare,

L’arte per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia

uno”. Non è una formula matematica, ma il numero delle opere presenti nella Galleria Civica al quale va aggiunto quello degli artisti dei nostri tempi, veri protagonisti della mostra. “In questa edizione - spiega Lorenzo Canova - il numero gli artisti invitati ad esporre le proprie creazioni. Un emble- dei quindici artisti storici e dei matico per celebrare, in ma- quindici artisti contemporanei niera inusuale ma creativa, i vuole alludere simbolicamente ai quindici decenni di sto150 anni dell’Unità d’Italia. “Quindici piu’ quindici piu’ ria dell’Italia unita, a cui si aggiunge un artista giovaLorenzo Canova ne che rappresenta un auspicio positivo per il futuro dell’Italia e della sua arte che merita di essere ancora di piu’ apprezzata, studiata, sostenuta, collezionata a livello pubblico e privato e proposta con decisione nel panorama internazionale. La mostra, inoltre, renderà possibi-

“Premio Città di Termoli” Tutto pronto per l’inaugurazione TERMOLI. La storia d’Italia raccontata attraverso l’arte. Un itinerario culturale dotato di enfasi e fascino che va a costituite un vero e proprio “intreccio dei viaggi” artistici. E’ proprio questo il titolo della “LVI Mostra Nazionale Premio Citta di Termoli”, evento che si svolgerà sabato prossimo, alla presenza del sindaco Basso Antonio Di Brino e dell’assessore alla Cultura Michele Cocomazzi, presso la Galleria Civica d’Arte Contemporanea sita in Piazza Sant’Antonio nell’incantevole scenario del litorale della città costiera. L’iniziativa,

curata dal professor Lorenzo Canova - docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università degli Studi del Molise - ed organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Termoli in collaborazione con la Regione Molise-Fondazione Molise Cultura e con il Centro Aratro (Aechivio delle Arti Elettroniche Laboratorio per l’Arte Contemporanea) dell’Ateneo molisano, è stata concepita per questa edizione 2011 come un vero ponte fra i linguaggi artistici di diverse epoche, mettendo a confronto stili e tecniche dell’epoca con quelle de-

mute da sub, attrezzature complete per l’immersione e circa 30 Kg. di molluschi. Ai trasgressori sono state notificate sanzioni che nel massimo raggiungono complessivamente l’importo di 70.000 euro. Nella maggior parte dei casi, i ricci e i molluschi sono stati restituiti immediatamente all’ambiente marino per favorirne la ripopolazione, in quanto ancora vivi all’atto del sequestro. I servizi di prevenzione e controllo effettuati negli specchi d’acqua molisani dalla Sezione Operativa Navale G. di F. di Termoli proseguiranno senza sosta nelle prossime settimane in coincidenza dei picchi di affollamento sul litorale molisano e con l’ausilio di pattuglie automontate lungo la costa, destinate ad azioni di avvistamento e di supporto info-investigativo.

Montenero Ecco gli stipendi degli amministratori MONTENERO DI BISACCIA. Tecnicamente si chiama “indennità di funzione”, nella parlata comune è meglio dire “stipendi dei politici”, si capisce meglio. Ma quanto “prendono” al mese gli amministratori comunali di Montenero? Qual è il loro stipendio? In aiuto interviene la rete internet, sulla quale da gennaio è obbligatorio per il municipio pubblicare gli atti. In barba alla trasparenza invocata per decenni a Montenero dalla sinistra più o meno radical chiccheggiante, adesso è veramente una casa di vetro il palazzo bianco di piazza della Libertà. La tecnologia ha fatto molto di più, e in fretta, delle chiacchiere ascoltate per anni dai parolai rossi degli anni Ottanta, che nei Novanta e Duemila hanno convinto anche i moderati a scrivere certe ovvietà in ogni programma elettorale. E così si scoprono tutti gli stipendi dei politici comunali, ma occorre considerare che le cifre riportate sono lorde e che quindi in tasca agli interessati va poco più della metà. In ogni caso, gli euro sborsati dai contribuenti sono esattamente quelli riportati di seguito. Al sindaco Nicola Travaglini vanno 2509,98 euro al mese, al vice sindaco e assessore Giuseppe Di Pinto 627,50, agli assessori Gianfranca Marchesani e Giuseppe Murazzo 564,75, ad Angelo Magagnato 1129,49, mentre a Domenico Porfido, che non è in giunta ma è presidente del Consiglio comunale 250,99 euro al mese.Vanno aggiunti i gettoni di presenza per le partecipazioni alle assise dei consiglieri comunali, la cui spesa ammonta a 2230 euro l’anno. In conclusione, il Comune di Montenero spende complessivamente circa 70mila euro l’anno tra Consiglio e giunta. Sulla delibera di giunta 108 è evidenziato che le indennità di funzione e i gettoni di presenza sono conferiti in base alla legge, ma nella “misura minima concedibile”. Se ne deduce che l’amministrazione di Nicola Travaglini ha scelto per nutrire se stessa il minimo nella forbice prevista dalla normativa. Ad ogni modo sono cifre lontane da quelle di centri più grandi, dove anche un semplice consigliere comunale inizia a percepire un piccolo stipendio. Dando uno sguardo al passato, infine, nella storia di Montenero più volte l’indennità degli amministratori è stata al centro di polemiche politiche. Nel 1974, nel 1975, nel 1986 per esempio, con quasi sempre gli esponenti di sinistra pronti a difendere lo stipendino degli amministratori. Adesso la maggioranza è di centrodestra, dopo anni di predominio degli avversari, e l’indennità la si riscuote lo stesso. Ma almeno nessuno di loro oggi svolge l’attività amministrativa come lavoro esclusivo. R.d’A. le scoprire le relazioni tra gli artisti della collezione e quelli, italiani e stranieri attivi sul nostro Stivale, invitati a far parte dell’edizione del 2011, nell’ottica della continuità, delle metamorfosi dei linguaggi e di un dialogo che dà forma al vasto intreccio di viaggi artistici del Premio”.

Un intreccio metaforico, dunque, tra passato e futuro nella grande e multiforme esperienza di continuità dell’arte italiana costantemente rinnovata e trasformata seguendo correnti e percorsi differenziati ma che, in fondo, si rivelano essere tutti tasselli dello stesso mosaico. gdp


22

Giovedì 21 luglio 2011

La band ha eseguito cover dei Beatles, Equipe 84, Peppino di Capri, Gianni Morandi e tanti altri

Standing ovation per “The Revival” Area gremita per il concerto di musica napoletana ed anni ‘60 Di Tania Tardiola Il concerto di musica anni ’60 e napoletana a cura del gruppo ‘The Revival’ ha riscosso il pienone nella Scalinata del Folklore a Termoli. Dalle 21:30 fino a tarda serata l’area è stata gremita di persone, tra cui anche molti turisti, che hanno ricordato i tempi ‘che furono’ grazie alle cover dei Beatles, di Peppino Di Capri, degli Equipe 84, Little Tony, Gianni Morandi e molti altri. La band, costituita da

Antonio Di Tata alle percussioni, Lillino alla chitarra e voce, Dino Casolino alle tastiere, Lello Leorussi al basso e Amedeo Tanga alla chitarra e voce solista, ha emozionato il nutrito pubblico presente. I musicisti, ognuno dell’età compresa tra i 60 e i 70 anni, suonano insieme da quando erano ragazzini, come amano ricordare attraverso una fotografia dell’epoca nel loro volantino pubblicitario. Nonostante i tanti anni trascorsi da quando suona-

vano nei garage di casa, nelle feste di paese, nei matrimoni, quando avevano 20 anni, lo spirito è sempre lo stesso. E lo hanno dimostrato ieri sera, protagonisti come sempre del palco, riproponendo le note romantiche e nostalgiche di Rose rosse per te, T’amo e t’amerò, Bang Bang, In ginocchio da te, Luna Caprese, Guarda, Anema e core fino a quelle piu’ scanzonate dei Beatles. Hanno stregando la platea che li ha accompagnati cantando e battendo le

The Revival in concerto

mani. Il presentatore della serata, che piu’ volte ha omaggiato il talento dei musici-

sti e ha coinvolto il pubblico con battute e carisma, è stato Antonio De Carlo. Una serata all’insegna

del ‘revival’ di una musica che accomuna e coinvolge ancora persone appartenenti a generazioni diverse.

E’ il direttore artistico del Festival Adriatico delle Musiche

Antonio Artese intervistato ai microfoni di Radio Rai Uno Regionali di novembre Candidature ‘in rosa’ per il Pdl CAMPOMARINO. Fervono i preparativi del Popolo delle Libertà in vista delle regionali di novembre. Per questo motivo giovedì e venerdì membri e simpatizzanti della sezione locale del partito si sono incontrati in piazza per fare il punto sulla candidatura da proporre e sostenere alle prossime elezioni. Le due serate hanno offerto l’occasione per animare la piazza del paese e anche per discutere tutti insieme sulla linea politica da seguire. L’orientamento che è prevalso, in questi due giorni, è di sostenere un candidato donna nella corsa alla carica di consigliere e le campomarinesi interpellate si sono dimostrate pronte ad affrontare la campagna politica con entusiasmo. Una scelta, quella del Popolo delle Libertò di Campomarino, orientata a valorizzare il potenziale dell’intelletto femminile mostrando viva convinzione, appunto, che le donne sono in grado di dare forti contributi a vantaggio dell’intera società nella quale ci troveremo presto a vivere.

Il direttore artistico del Festival Adriatico delle Musiche, il termolese Antonio Artese, ieri pomeriggio, è stato intervistato dai microfoni di Radio Rai 1.

Il concerto di Mina Agossi, che si esibirà nell’ambito del Festival, nella giornata di oggi, alle 22.00, verrà registrato da Radio 3. Un’ulteriore conferma

che l’interesse che l’evento sta suscitando non solo a livello locale, ma anche nazionale, rilanciando inoltre l’immagine della città costiera.

Comicità rimandata a data da destinarsi Alloro per la neo dottoressa Donatella Depalma Estate Termolese, rinviato I piu’ calorosi auguri vanno alla bella Donatella che l’appuntamento con Frassica martedì scorso ha potuto indossare toga e tocco discuVariazione nel programma dell’Estate Termolese 2011: non si terrà più questo sabato sera alle 21:00 lo spettacolo di Nino Frassica al Teatro Verde. Per indisponibilità dell’artista, la serata di comicità è stata rimandata a data da destinarsi, ma troverà un altro spazio all’interno del Cartellone delle festività.

tento una tesi in Scienze della Formazione Primaria sull’educazione dei bambini mediante i quadri di Enrico Baj. Auguri alla neo dottoressa dai genitori Angelo e Carla, dal fidanzato Ferdinando, dagli amici Donato e Gianna e da tutta la redazione de “Il Quotidiano del Molise”.


GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

ANNO XIV - N. 199

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/484625

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Appuntamento a villa Zappone alle 19 con sorprese e pellicole fuori concorso

L’ora di Cortincentro scoccherà questa sera Finalmente ci siamo. Stasera scocca l’ora di CORTinCENTRO, la rassegna nazionale di cortometraggi che, dopo il successo della prima edizione, torna ad accendere le serate estive larinesi del 21 e 22 luglio, nella nuova e suggestiva location del parco cittadino di Villa Zappone. Si parte alle 19 con l’aperitivo

musicale: sfiziosi assaggi per il palato, accompagnati dal dj set di Fabrizio Zeoli. Alle 21 inizierà ufficialmente la proiezione delle opere in concorso (e anche di alcune fuori concorso). Due le sezioni di quest’anno: Cortometraggi, a tema libero e – novità di quest’anno - “Cortissimi”, opere della durata massima di

cinque minuti che dovranno trattare il tema del Viaggio, come metafora della vita, esperienza di se stessi e degli altri, scoperta di nuove culture e arricchimento dell’io. Un programma particolarmente ricco è previsto per la serata finale. Alle 19.30 vi sarà la presentazione ufficiale del cortometraggio girato

a Larino “Non al denaro, non al vento, né al sole” con l’intervento dell’attore protagonista Massimo Ghini. All’evento è prevista anche la partecipazione del presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, e degli assessori regionali Franco Giorgio Marinelli e Salvatore Muccilli.

Alle 20.15 scatterà di nuovo l’appuntamento con l’aperitivo musicale, questa volta con la musica dal vivo del promettente gruppo “Free Move Band”. Alle 21.15 il via alle proiezioni. Alle 23.15, fuori concorso, lo schermo ospiterà cortometraggi tra i più signi-

ficativi di MoliseCinema. Seguirà quindi l’annuncio dei vincitori e la cerimonia di premiazione. Ai primi classificati di ciascuna sezione la giuria tecnica assegnerà un premio di 500 euro più una targa celebrativa. Premi speciali saranno attribuiti anche da una giuria popolare.

Il segretario cittadino del Pd torna su una questione ancora molto dibattuta

Acqua pubblica o privata? Nuonno: pochi per dissetarsi usano quella del rubinetto Claudio Nuonno

Acqua pubblica o privata? Torna a parlare della questione il segretario del circolo larinese del Partito Democratico, Claudio Nuonno. “L’Italia è il paese con il più alto consumo annuo di acqua in bottiglia in Europa ed il terzo nel mondo: 192 litri di acqua minerale procapite, una media nazionale doppia rispetto a quella europea. Nel 2009 abbiamo imbottigliato ben 12,4 miliardi di litri, di cui solo l’8% destinato al mercato estero, per un volume di affari di 2,3 miliardi di euro: l’andamento è in continua ascesa negli ultimi trent’anni.” Se ne deduce che ciascun italiano spende mediamente 35-40 euro all’anno per acquistare acqua in

bottiglia: una famiglia di quattro persone spende, quindi, circa 150 euro all’anno. Considerato che le medie sono come il famoso pollo di Trilussa, ci saranno di sicuro delle zone in Italia, dove si spende molto di più. Alla luce di tali dati, possiamo dire, in concreto, che l’acqua sia un bene pubblico e non una merce? A dispetto dei referendum, la realtà delle cose indica, senza ombra di dubbio, che pochi italiani si affidano all’acqua del rubinetto per dissetarsi. Una buona parte beve quella in bottiglia. Mi chiedo, invece, se chi gestisce questo importante patrimonio per conto della collettività possa accettare tale stato di cose, senza colpo ferire. Non dovrebbe. Ma anche qui, la dura realtà è un’altra. Le “acque private”, quelle in bottiglia, la fanno da padrone nel nostro inconscio mediatico-collettivo: sono re-

clamizzate in ogni modo e maniera, affidate a grandi campioni di calcio, a noti scalatori o a bellissime fanciulle. Di quelle “pubbliche” spesso ci si riempie la bocca (in senso lato) ma pochissimo si fa per darle il giusto merito prima ed il dovuto valore dopo: fatta eccezione per alcuni arditi che brindano con l’acqua all’uscita dei propri depuratori consortili, in generale la voglia di comunicarne stima e considerazione rasenta lo zero. Non parliamo mica di costose pubblicità e sponsorizzazioni ma di modelli comunicativi molto più semplici ed economici. Ad esempio: in quante conferenze stampa o congressi, sul banco dei pubblici conferenzieri, ci sono delle brocche di acqua di rubinetto? Quasi sempre campeggiano bottiglie di acqua commerciale, a volte nemmeno prive di etichetta. Ciò a dire che persino nella mente di chi amministra

il bene pubblico, l’acqua di rubinetto è di seconda scelta. Come se questo non bastasse, spesso ci si affanna per affossarne ulteriormente il valore, con delle azioni o inerzie che lasciano trasparire lo stato emergenziale, anche psicologico, delle gestioni. Quando? Se l’acqua di casa è carica di cloro già dall’odore o è rossa di ruggine e sporca di terra; se le cronache di colpo riportano notizie di acqua all’Atrazina, ai Trialometani, all’Arsenico, con presenza di Coliformi o altro che nemmeno sai di che si parla, come si reagisce? Pensiamo che non è il caso di bere quell’acqua ed è preferibile affidarsi all’altra, in bottiglia, dando piena fiducia a coloro che ti aspettavano da tempo, avendoti bombardato fino a quel momento con una miracolosa pubblicità. Sta di fatto che chi ci dovrebbe tenere avvinghiati al proprio “prodotto”, l’acqua

pubblica, subisce passivamente e per certi versi si rende connivente con questo stato di cose. In maniera sorprendente, perché qualunque amministratore di società verrebbe prima esortato dal proprietario a fare un buon prodotto e poi esonerato dall’incarico se non lo difende, con unghie e denti, dalla concorrenza. Insomma, chi oggi crede che il mercato dell’acqua non esista più a seguito dei referendum si sbaglia di grosso. Esiste e si rafforza, giorno per giorno, per via dei continui errori commessi dal proprietario pubblico. Il quale ancora non capisce (o trova comodo non capire) che si primeggia nel settore, non cercando di sopprimere il concorrente commerciale (acqua in bottiglia), ma mettendo in campo delle gestioni, giustamente pubbliche, che abbiano il senso della modernità. Ovvero afferran-

do il concetto per cui, in questa nostra società, complessa, “multimediale” da terzo millennio, limitarsi a portare l’acqua nelle città dalle sorgenti di montagna, come i Romani di 2000 anni fa, è equivalente ad infilare la testa sotto la sabbia mentre sopra tutto scorre velocemente. Se poi si preferisce questa strategia da struzzi, cosa si può ottenere ? Nulla di veramente duraturo e niente di utile per la collettività. Di certo, la deriva delle gestioni verso l’agone della politica sarà ineluttabile: con altrettanta certezza e senza ritegno, si completerà la burocratizzazione delle stesse. In definitiva, questo micidiale mix permetterà di confondere i meriti con i demeriti, lasciando alla contingenza le pianificazioni e le scelte. Finché non ci si affranca da queste logiche, sarà ancora lontano l’obiettivo dell’acqua pubblica”.

Di Lena: l’evento Il Dono di Dioniso dimostra che quando il Molise opera, ottiene successi Riceviamo e pubblichiamo la nota di Pasquale Di Lena sulla mostra “Il Dono di Dioniso”, inaugurata a Salonicco qualche giorno fa. “Quando il Molise si muove e si muove utilizzando al massimo le sue risorse, sia pubbliche che private, riesce a farsi conoscere ed a vivere successi in ogni campo. Una dimostrazione importante che fa capire che questo dono, il vino, nella nostra piccola Regione ha una lunga storia di millenni e che Dioniso ha inciso fortemente sul carattere di noi molisani. La nostra capacità di

rapportarsi agli altri, fare amicizia, parlare, dialogare; la nostra innata sobrietà, moderazione e la nostra capacità di vivere e godere la tavola, il piacere del convivio, del banchetto, della ospitalità e quello di amare, ci portano a dire, insieme alla capacità anche di andare oltre, esagerare e rischiare la pazzia, che noi siamo stati influenzati dal vino, il dono del Dio che più di ogni altro esprime la vita. Una bella inaugurazione – dicevamoseguita da una serata all’insegna dei sapori e dei profumi della nostra tavola, abil-

mente messi insieme e proposti da Adriano, lo chef di Venafro, con la collaborazione di Enrico, un altro chef di origine napoletana che ben conosce il nostro Molise. Un successo poi confermato la sera successiva con la degustazione guidata dei vini di cinque importanti aziende molisane. Due giorni che hanno reso il Molise protagonista ed hanno fatto volare nel cielo ellenico la sua immagine, così come quando, in altre zone dell’Italia e in altri paesi del mondo, le aziende si fanno onore con i loro prodotti e rappresenta-

no degnamente il Molise. Il tartufo più grande della raccolta dell’anno che vince e stravince la più importante asta internazionale riservata a questo delizioso fungo; il caciocavallo Dei Di Nucci di Agnone o La Fontenuova di Casacalenda, che conquistano medaglie nelle olimpiadi riservate ai formaggi; gli oli che entrano e si prendono gli applausi delle guide o si fanno conoscere in ristoranti esclusivi o, addirittura, arrivano sulla tavola di casa Obama, come quello dell’azienda Parco dei Buoi di Francesco Travaglini, neo

presidente dell’associazione di olivicoltori, MolisExtra, con sede a Larino; i vini che, grazie alla cresciuta e diffusa qualità ed, anche, alla curiosità e interesse suscitato dalla Tinitilia, riconosciuta nuova Dop da poco tempo, entrano nelle più importanti guide e continuano a meravigliare gli esperti e si fanno apprezzare dai giornali e riviste più diffuse e quotate a livello mondiale. Vini che bisogna solo fare conoscere ed assaggiare per renderli protagonisti come nel caso delle Cantine Cipressi che, con la Tintilia

Pasquale Di Lena

“Macchiarosa”, si son fatte conoscere e premiare dai giornalisti di Panorama, hanno rappresentato la Regione al Vinitaly i 150 anni dell’unità d’Italia, con una bottiglia di questo vino e sono entrate nell’altra bottiglia commemorativa realizzata da Roberto Cipresso per le Città del vino”.

23


GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

ANNO XIV - N. 199

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/730606

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Diversi gli eventi che saranno organizzati nelle prossime settimane coinvolgendo la comunità

“Bonefro rilancia la sua immagine” Il vicesindaco Claudia Lalli presenta il programma delle manifestazioni estive BONEFRO. Cultura, arte, musica ed enogastronomia, questo il filo rosso che ha guidato la pianificazione del cartellone estivo. “Bonefro estate2011 per il rilancio dell’immagine del paese afferma il vicesindaco con delega alla cultura e al turismo Claudia Lalli – abbiamo lavorato con determinazione e in collaborazione con molte associazioni locali per creare un programma variegato e di qualità al fine di valorizzare il paese da un punto di vista turistico e richiamare presenze dal territorio e perché no anche dai confini regionali”. Torna prepotentemente sulla scena il 8 9 10 agosto “Bonefro rock Festival “ karmesse dedicata alla musica rock e al concorso per artisti e gruppi emergenti.

Un Bonefro Rock festival nuovo, che riparte in un’altra direzione, verso altri obiettivi , puntando sulla qualità e sull’originalità curato in ogni dettaglio dall’Associazione Finis terrae con la direzione artistica del Prof. Matteo Patavino e la collaborazione di un team di giovani professionisti di Bonefro e di Santa Croce e di Larino.Il meraviglioso scenario dell’ Anfiteatro della Fontana della terra vedrà l’esibizione di 2 nomi importanti della musica rock italiana : i Quintorigo e Massimo Zamboni dei CCCP.. nonché la finale il 9 agosto del concoso Bonefro Rock Contest. Il cartellone prosegue poi con due giorni di musica e di enogastronomia 13-14 agosto con “EFRO festival :il Borgo che si racconta cantando 2

Claudia Lalli

ed.” L’evento mira a rivalutare e a divulgare la cultura territoriale e quella circostante attraverso la tradizione musicale, artigianale, artistica e culinaria creando un

evento dove i cittadini si riconoscono e sentono come proprio. C’è la riscoperta del Borgo antico dove si snoderà un percorso enogastronomico a cui parteciperanno numerose aziende vinicole, caseifici, olifici . Un evento dunque di promozione territoriale alla riscoperta del borgo ma anche e soprattutto alla promozione dei sapori delle nostre terre. Il 5 agosto e il 7 agosto protagonista sarà l’arte. Dopo le apprezzate tappe di Saleme, Palermo, Milano la mostra fotografica ”Colori d’Italia” di Da-

nilo Susi approda a Bonefro per poi ripartire alla volta di New York.Una mostra dedicata ai 150 anni dell’Unita d ‘Italia. Il 7 agosto invece presso il palazzo Mauceri sarà inaugurata la mostra d’arte contemporanea “COVER” a cura dell’Associazione C.Voltair di Luigi Mastrangelo. Artisti dei nostri giorni sono stati chiamati a rivedere, secondo i linguaggi moderni, grandi opere del passato. Molto interessante sarà costatare anche il legame che si verrà a intersecare tra la mostra cover e Un ‘anticipazione di Bonefro Rock festival. L’11 agosto apertura mostra di pittura dedicata a Domenico Baranelli famoso pittore Bonefrano . molte sue opere possono essere apprezzate e visitate presso la galleria civica di

Firenze. A cura della Pro Loco di Bonefro si darà spazio al teatro con “E’sule nu sonne” e “La Gabbianella e il Gatto”. Le giornate del 24 luglio e il 28 agosto lo sport farà da protagonista con il XVI gara ciclistica “Giro torrente tona Memorial Antonello Lalli” a cura dell’Associazione GSCICLI e Avis Bonefro, e la IV ed. della Moto cavalcata “Monti Molisani” a cura dell’Associazione Macchiarelle. Molti altri momenti saranno dedicati ai bambini con laboratori e animazione e caccia al tesoro curata dalla Associazione ProLoco Bonefro. Il vicesindaco, Claudia Lalli, a nome dell’amministrazione comunale. invita tutti a partecipare ai numerosi eventi in programma.

Un affresco variopinto di spaccati di vita quotidiana

Antichi mestieri e sapori Lupara rinnova le tradizioni

Un lavoro di squadra per mettere insieme una giornata dedicata alla riscoperta della storia di un paese che conserva la memoria

LUPARA. Un tuffo nel passato per riscoprire e rivivere la storia degli antichi mestieri e le tradizioni culinarie tipiche nella splendida atmosfera del borgo di Lupara. Questo e molto altro è “Antichi mestieri e sapori” la manifestazione che vede la sua prima alba domenica 24 luglio col duplice scopo di deliziare occhi e palati attraverso un affresco variopinto di spaccati di vita nei quali il visitatore è allietato nel vedere cantine che riacquistano vigore a suon di lavori ormai perduti, nell’assaporare cibi rusti-

Lupara

ci e genuini, nell’essere il protagonista circondato dalla meravigliosa cornice medioevale del centro storico, allietato da musici itineranti che, come gli antichi menestrelli, portano i canti delle nostre terre.

Nata principalmente come attrazione ricettiva e evento principe in quest’estate 2011, patrocinata dalla pro loco “Lupa” e dal Comune, questa manifestazione non si sarebbe mai concretizzata senza il prezioso contri-

buto di tanti e soprattutto tante signore che hanno messo a disposizione di tutti la loro maestria e bravura e di quanti con infinita disponibilità hanno messo a disposizione i luoghi rustici quale perfetto scenario per l’occasione. Alla base di tutto vi è un’idea: riscoprire radici comuni semplici per creare legami forti per il futuro, da condividere con chiunque vi prenda parte. L’impegno di tanti, la collaborazione preziosa per contribuire alla riuscita di un’iniziativa che merita molto.

Casacalenda, lo spettacolo dell’acquerello Oggi e domani l’arte di José Duclos Dopo l’inizio dei corsi di acquerello organizzati dal Ciam (Centro internazionale dell’acquerello del Molise) del presidente Loreta Giannetti, arriva il primo appuntamento ‘spettacolare’ dell’iniziativa dell’assocazione. Oggi e domani, 21 e 22 luglio, in piazza Mercato (all’intero del palazzo liberty), la professoressa José Du-

24

clos importante pittrice ed insegnate di acquerello dell’Università Concordia di Montréal (www.joseduclos.com), effetturà un’esibizione dalle 19 alle 21 sulla particolare tecnica della pittura ad acquerello. Una presenza d’eccezione, quella della professoressa Duclos, nella comunità casacalendese, che regalerà un

tocco professionale e di alta scuola al grosso seguito del Ciam che già da tre anni organizza corsi nel centro storico del paese. La professoressa in questi giorni ha ammirato rimanendo sorpresa dalla bellezza di Casacalenda: “Continui saliscendi che fanno venire la pelle d’oca per la loro bellezza” ha commentato l’artista che sta tenendo le lezioni dei corsi di

acquerello. Le basi di questo progetto erano state gettate lo scorso gennaio, quando il sindaco di Casacalenda Marco Gagliardi incontro a Montreal Loreta Giannetti e José Duclos per un’iniziativa turistico-culturale con Casacalenda location e fonte di ispirazione per una quindicina di appassionati acquarellisti provenienti diverse zone del mondo (da Iser-

Josè Duglos, Marco Gagliardi e Loreta Giannetti

nia a Milano, passando per l’Inghilterra, l’Olanda e, ovviamente, il Canada). L’appuntamento con l’esibizione della professoressa Duclos è quindi per domani e venerdì in piazza Mercato.

Dal 29 al 31, poi, presso la Sala consiliare del Comune di Casacalenda ci sarà la mostra delle opere della professoressa Duclos e dei suoi allievi. Da non perdere.


ANNO XIV - N. 199

GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

REDAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL 0874/484623 - FAX 0874/484625

Nelle prossime ore previsto un altro rinforzo. Ex: quattro club su Agresta

Campobasso, ingaggiato Quadri Arriva il centrocampista bresciano che ha esordito in serie A con la Lazio

Quei risolini di scherno

Alberto Quadri “Foto Ninni Cannella”

CAMPOBASSO. Il centrocampista Alberto Quadri vestirà l’anno prossimo i colori rossoblu. La firma sul contratto è stata messa ieri intorno a mezzogiorno, quando le parti hanno trovato l’accordo e si sono strette le mani. Si tratta di un elemento interessante, con buona esperienza a livello di serie C. Un mediano duttile, dai piedi abbastanza eleganti e con le caratteristiche per diventare il ‘faro’ in mezzo al

campo. Quadri viene dall’esperienza con il Chernomorets Burgas in serie A bulgara: cinque presenze da febbraio a maggio. La sua carriera (è un classe 1983) parte nella stagione 2002/2003 tra le fila dello Spezia (2 presenze), poi il trasferimento a Mantova (C2, 9 gare nella seconda parte del campionato). Successivamente è a Montichiari (C2, 30 presenze e 2 reti), Pizzighettone (C1, 31 match

e 5 gol). Gran salto alla Lazio nel 2006/ 2007: il suo esordio nella massima serie nell’incontro con l’Empoli finito 1 a 1. Due anni in serie B con le maglie di Spezia (8 presenze) ed Avellino (altri otto match all’attivo). Nel gennaio 2008 il trasferimento a Perugia (C1), poi il passag-

gio al Monza (25 gare) e al Taranto (22 presenze). Infine, il ritorno alla Lazio (neanche una presenza) e l’avventura in Bulgaria. Si tratta di un calciatore sul quale si potrà contare. Nelle prossime ore è previsto l’arrivo di un altro giocatore che possa dare un pizzico di esperienza in più alla squadra che sta costruendo lo staff tecnico rossoblu. Intanto, l’ex terzino del Campobasso Francesco Agresta è seguito da quattro club: Aprilia, Catanzaro, Ebolitana e Paganese.

Francesco Agresta

di Gennaro Ventresca Un provocatore acido come un limone spremuto in un bicchiere d’aceto? Niente affatto, solo un uomo infelice impaurito dalla vita, messo in croce dalla passione di dirne quattro a tutti, incontentabile e per questo polemico sino all’irritazione. Non mi risulta difficile trovare il giusto giro della frase per ricordare Romano Palange, finito a San Giovanni dei Gelsi prima del tempo (aveva 67 anni) e dimenticato in fretta dalla città che amò, senza darla a vedere. Anzi, facendo del tutto per dimostrare il contrario. *** Pochi come Romano hanno amato la blusa rossoblu. Ma per dar fondo a tutti i cattivi vapori del suo caratteraccio fece del tutto per dimostrare il contrario. Eppure provò un dolore così profondo, quel torrido pomeriggio di giugno a Napoli, nel dopo Lazio-Campobasso che non seppe trattenere le lacrime. Il mio cameraman, impietoso, vistolo piegato sulle ginocchia del san Paolo, con la bandiera rossoblu che gli fasciava ancora il corpo, fissò quelle lacrime che gli bagnarono il volto. E io e Antonio Campa le mandammo in onda *** Era fatto così Romano Palange, bastian contrario a tempo pieno. Eppure sempre in prima riga quando c’era da seguire la squadra del cuore, in casa e in trasferta. A volte anche in aereo, sfidando i familiari che non condivisero i suoi sprechi per una partita di pallone. Romano conquistò la fiducia di Peppino Mastropaolo che gli assegnò il compito di responsabile dell’ufficio abbonamenti. Per dare la possibilità ai tifosi di poter fronteggiare il costo della tessera il generoso Tonino Molinari decretò il pagamento a rate. E Romano, appunto, aveva l’obbligo di dare una sveglia ai ritardatari. Spesso distratti dai risultati non sempre convincenti della squadra e quindi bisognosi di una tiratina d’orecchi. *** Mentre mi accingevo a scrivere articoli e novellette di conio ordinario sui giornali e settimanali sportivi, Romano non perdeva occasione per chiedermi notizie dei “pupilli”. Così chiamava i nostri giocatori, in tono ironico, mostrando una certa supponenza, anche se poi era il primo a volergli bene ai nostri ragazzi. *** Sono svelti e fecondi i miei giovani colleghi che si occupano di sport. Vanno di getto, dopo aver consultato siti e verificato anche le notizie delle altre squadre del girone. Sono bravi i ragazzi, ai quali ricordo sempre di leggere molto, per arricchire il vocabolario e dare una limatina alla forma. Più invecchio e più mi costa scrivere. Nessuno se ne accorge, ma sono molto meno veloce del passato. Perché ora sono alla ricerca di un vocabolo, cerco di pescare l’aggettivo, mi domando se la forma sia o meno scorrevole. Dopo aver prodotto un paio di cartelline ho bisogno di riprendere fiato. E rimandare il resto al giorno dopo. E’ così, non ci posso fare nulla. Se mi contentassi delle prime cose che mi vengono nella penna scriverei il doppio e forse anche il triplo. *** Si sono accese le risatine sarcastiche contro la “premiata ditta”. Ci risiamo. I punti di penalizzazione sono lì in agguato. E per questo è tornato lo scetticismo. Storia vecchia quella dei nostri calci d’angolo. Non ti dà il tempo di sognare che già si profila qualche brutto incubo. gennaroventresca@gmail.com

25


26

Giovedì 21 luglio 2011

Il mercato è in evoluzione. C’è l’accordo con il portiere Antonio Imbimbo classe ‘93

Sarà l’anno della maturità? Il Campobasso 1919 è atteso ad un esame molto importante Come si conviene ad una società organizzata, il Campobasso 1919 ha dato appuntamento ai tesserati nel pomeriggio di martedì. Mancavano all’appello Fuso e Del Zingaro (non convocati) e Guerra in vacanza. Ad attendere il gruppo, il presidente Caracozzi, l’allenatore Lozzi, il nuovo team manager Marco Sanginario (ex allenatore del Torre Magliano). L’idea della convocazione, con largo anticipo, per chiarire le idee con il gruppo storico e anche per fare la conta dopo la chiusura della stagione passata. La risposta è stata affermativa su tutti i fronti. Quindi il gruppo storico rimane ancora un anno, con l’aggiunta di Stefano Zurlo che dopo un’assenza di qualche anno torna a vestire la casacca rossoblù campobassana. Un ritorno gradito per il fantasista di Cercemaggiore che ritrova alcuni vecchi compagni e visi nuovi che, secondo i piani del team manager Sanginario, il gruppo dovrebbe sposare un progetto ambizioso che possa rispecchiare quella parte del popolo sportivo campobassano che non si riconosce nel Nuovo Campobasso di Capone. Nella calura di luglio c’è da registrare anche questa novità, che mai come quest’anno il tifo rossoblù sembra assente alle vicende calcistiche della prima squadra. I colpi di mercato dell’abbinata Coscia-Capone passano in sordina così come vengono megafonati dalla stampa e

to a gestire con parsi- non costa nulla. A parte i somonia le risorse senza gni, il mosaico del Camposoffrire più di tanto sul basso 1919 comincia a lato tecnico. Il ritorno prendere forma, mancano di Stefano Zurlo, gli alcuni tasselli da mettere a Giov. Avellino approcci giornalieri posto e in modo particolare Giov. Avellino con l’ex rossoblù Ar- si guarda con attenzione Ber. Pescina tiaco, il possibile ritor- agli under che nel corso del D F.e Coraggio no di Viglione che campionato hanno fatto e aveva ritrovato il suo faranno la differenza. Il socalcio migliore pro- dalizio campobassano non da molte aziende campo- prio con Lozzi, sono segnali ha mai abbandonato il probassane che vogliono rilan- che fanno della realtà cam- getto giovani, lavorando in ciare il calcio locale con pobassana come punto di ri- anticipo sui ragazzi nati nel giovani locali, rispecchian- ferimento del calcio cittadi- 1994 e nel 1995, e ora può do il progetto: Lupi del no a livello dilettantistico. fare affidamento sui fratelli Molise. Percorrendo questa Gli ultimi nomi che sono Campanozzi classe’94 che formula, attorno alla socie- stati accostati al club cam- hanno mostrato il loro vatà si sta creando uno spirito pobassano in questi giorni lore in questa categoria. La nuovo e interessante e tutto lascia presagire che la so- ciliegina sulla torta per il fa pensare ad una composi- cietà, con la linfa dei nuovi team campobassano arriva zione di un gruppo che può soci, punta in modo diretto dall’accordo raggiunto con ambire anche ad un posto al a primeggiare nel prossimo la scuola calcio Mirabello ‘sole’. La ristrettezza eco- campionato senza riserve. Calcio che in questi ultimi nomica di questi ultimi anni In questo periodo si cerche- anni sta spopolando nel caldella presidente Annarita non ha risparmiato il club rà di sciogliere gli ultimi cio giovanile, e nella stagioCaracozzi che per otto sta- campobassano che è riusci- dubbi, come il possibile ar- ne passata ha messo in riga gioni consecutirivo di Esposito che dovreb- anche club blasonati. Il vi si accinge a be far coppia con Artiaco, e team campobassano sta cerdisputare il masl’ingresso del giovane por- cando di mettere a fuoco simo torneo retiere Imbimbo Antonio clas- tanti componenti e in quegionale non rise ’93 che lo scorso campio- sta stagione dovrà misurare sentendo la crinato ha militato con il For- la propria maturità. stilo si del settimo za e Coraggio Beneanno. Insomma, vento ( D ). C’è anche si guarda al fula notizia di un possibituro con un pile arrivo di Mucci che glio diverso, nel campionato passato spogliando la ha militato con la Tursocietà dall’imris. Ma la dirigenza provvisazione e sponsorizza in modo proiettandola prioritario le strade che verso una geportano ad Artiaco e stione manageEsposito, che con Zurriale aperta a lo potrebbe comporre tutti quelli che un attacco stellare da 60 hanno a cuore i gol. Il presidente Caracolori rossoblù. cozzi mantiene in esseProgetto che è Il presidente Annarita Caracozzi re la composizione, e ri- Il T.m Marco Sanginario stato sposato già pete spesso: sognare Il portiere Antonio Imbimbo

nonostante la falcidia di squadre in Lega Pro che ha risparmiato il Nuovo Campobasso. La società di Capone e il popolo sportivo campobassano si rivelano in questo periodo parenti lontani. In futuro ci potrà essere un cambiamento, ma dalla chiusura del Selva Piana nessuno s’infiamma per i nuovi progetti. Mettiamo in archivio le impressioni sul Campobasso di Capone e torniamo per un attimo al Campobasso 1919 che quest’anno dovrà fare i conti anche con i Lupi Molinaro fresco di promozione nel massimo torneo regionale. Approfondiremo nei prossimi giorni il mercato e il progetto del team che porta il nome dello sponsor, e torniamo nell’intimo del club

Nato a: Atripalda 22/01/93 Carriera 2007/2008 2008/2009 2009/2010 2010/2011

Nicandro Patriciello anticipa anche le dimissioni dalla poltrona di presidente La squadra sarà rifondata con innesti di ragazzi locali ma con ambizione

“Sarà un Venafro giovane” migliori giovani sia del vivaio societario che della zona con precedenti esperienze anche di serie D. Stiamo scrivendo di Nicandro Patriciello che Patriciello ha appena iscritto il Venafro al di Tonino Atella prossimo campionato moliE’ fortemente deluso per sano di eccellenza, anche se come sono andate le cose, è l’iscrizione stessa va ancora deciso a lasciare ad altri la perfezionata, dopo aver vopresidenza societaria, ma lontariamente rinunciato alla nello stesso tempo garanti- serie D cui i bianconeri avesce che il Venafro disputerà vano diritto. Nella chiacun’eccellenza 2011/12 tran- chierata col massimo espoquilla grazie all’innesto dei nente del calcio venafrano

(anche se l’interessato ribadisce che presto si farà definitivamente da parte) partiamo proprio dalla rinuncia alla D. Presidente, lei sa bene che gli sportivi venafrani non hanno preso bene la volontaria rinuncia alla D ed il declassamento in Eccellenza molisana ; il tutto è avvenuto per motivi economici, o c’è dell’altro ? “Non si è trattato di questioni finanziarie -attacca Patriciello- ma di ben altro, di cui dirò a tempo debito. In questo momento non lo ritengo opportuno. Si sappia solo che sono stato lasciato completamente solo, senza alcun aiuto da chicchessia sia del mondo politico che imprenditoriale”. Circola voce che lascerebbe la presidenza del Venafro a suo nipote Nican-

dro Cotugno, figlio dell’ex sindaco Vincenzo e di sua sorella Giuseppina ; cosa c’è di vero ? “Gliel’avevo proposto io stesso -aggiunge il patron del Venafro- ma mio nipote ha preferito rinunciare per motivi di lavoro e perché troppo giovane”. Ciò non toglie che lei lascerà comunque la presidenza societaria ? “E’ fuor di discussione ! A breve farò sapere il nome del mio successore. E’ sicuro che il sottoscritto non presiederà l’Us Venafro per la prossima stagione”. E veniamo all’eccellenza molisana 2011/12 ; chi sarà il tecnico, quale l’organico, quando e dove inizierà la preparazione, e quali le prospettive ? “Puntiamo ad un campionato tranquillo, che permetta di valorizzare i gio-

vani del nostro vivaio e i migliori talenti emergenti dei Comuni limitrofi che abbiano già avuto esperienze in D e in eccellenza. Sono sicuro che faremo comunque un’ottima annata. Il nuovo tecnico è Roberto De Sanctis, che da giocatore ha militato anche nelle fila del Venafro e che da mister ha già allenato Trivento, Capriati al Volturno e Sesto Campano. Una persona seria ed affidabile, che promette bene. La preparazione inizierà il primo agosto al “Marchese del Prete” di Venafro, ma per tale data penso che anche il presidente del Venafro sarà nuovo di zecca, e cioè non più il sottoscritto”. Chiudiamo con i tentativi mal riusciti del mese precedente per dare al Venafro un volto societario

nuovo e prospettive diverse, assicurandogli la permanenza in D : perché non se n’è fatto più niente ? “Penso che le persone che si pensava interessate al discorso -puntualizza Nicandro Patriciello- avevano tutt’altre mire che quelle di presiedere e gestire l’Us Venafro. E’ probabile che s’intendeva solo far fuori, calcisticamente parlando, il sottoscritto senza alcuna vera volontà di assumere le redini della società. Assai deludente poi è risultato il Comune di Venafro, eccezion fatta per l’assessore allo sport Benedetto Iannacone che mi è stato vicino finchè ha potuto. Del tutto deludenti ed incapaci purtroppo tutti gli altri, coi risultati che tutti conosciamo”.


Giovedì 21 luglio 2011

27

La dirigenza giallorossa cerca con insistenza il centrocampista del Campobasso 1919

Termoli, caccia a Di Chiro Il tecnico Di Lena aspetta un colpo in avanti sfumato Minotti, l’obiettivo principale diventa Mucci

Giuseppe Mucci

Ore frenetiche per il mercato del Termoli, tra obiettivi dichiarati e trattative tenute in segreto. Al momento, l’unico acquisto ufficiale resta quello di Marcello Corazzini, datato una settimana fa. Dalla firma del difensore ex Campobasso, poi, tante voci, tanti sondaggi e nessuna operazione di rilievo conclusa, anche se proprio in questa settimana sono attese le prime notizie ufficiali sulle nume-

rose trattative portate avanti dal ds Perricone e dalla dirigenza giallorossa in toto, nomi nuovi compresi. DI CHIRO: PRESSING SUL CB 1919. Il nome nuovo per il mercato è quello di Paolo Di Chiro, jolly nell’ultima stagione al Campobasso 1919, esperto centrocampista offensivo che vanta numerose presenze in serie D, oltre ad un invidiabile curriculum per il massimo torneo regionale. Il tecnico Di Lena lo ha espressamente indicato alla dirigenza come rinforzo ideale per il reparto, ma il piano ambizioso della società rossoblu rischia di rallentare la trattativa. Il Termoli sta portando avanti proprio in queste ore l’attacco decisivo, proprio per regalare all’allenatore il tassello ideale a centrocampo.

VERON E MARINELLI: SI APRE UNO SPIRAGLIO. Un importante sviluppo di mercato per il Termoli arriva da S.Croce di Magliano: la Turris ha raggiunto un accordo di massima per tre giocatori, tutti provenienti da altre regioni, nei ruoli di appartenenza dei vari Veron, Mignaco e Marinelli. Solo un modo per cautelarsi o un addio vicino? L’impressione è che la società santacrocese abbia dato un ultimatum ai sudamericani che, come noto, hanno ricevuto proposte da altri lidi prima ancora di accettare la seconda stagione consecutiva agli ordini di Precali. Al Termoli interessano e tanto Veron e Marinelli, tant’è che gli ultimi sviluppi santacrocesi possono avvicinare i due gioca-

tori alla casacca giallorossa. CAOS OFFENSIVO: SFUMA MINOTTI, ARRIVA MUCCI? Ragioni economiche alla base della fumata nera con Alessandro Minotti: il giocatore avrebbe chiesto una cifra ritenuta eccessiva dalla dirigenza giallorossa, passata immediatamente ad altri obiettivi, e non è escluso che si accasi ad Agnone in serie D. A questo punto il ds Perricone si è prontamente cautelato con Giuseppe Mucci, termolese doc, con cui si sta lavorando nelle ultime ore. Sempre vive le piste che portano ad Esposito (anche se l’inserimento del Campobasso 1919 rischia di compromettere i piani) e Cau, che attende solamente una chiamata dalla società per valutare la consistenza dell’offerta. ville

Di Chiro

Accordo raggiunto per Antignani dal Francavilla, il centrocampista Minari dal Lucera e Ruffini dal San Salvo Dopo una settimana di calma apparente, la Turris ha ripreso a macinare trattative frenetiche sul mercato. Il centrocampista di qualità richiesto da Johnny Precali risponde al nome di Minari, italo brasiliano proveniente dal Lucera, che ha già trovato un accordo di massima con la società san-

Turris scatenata, e bussa tre volte tacrocese. Il dg Fusco, comunque, non si è limitato solamente a questa operazione. Nella giornata di ieri è stato perfezionato il trasferimento dell’attaccante An-

La Turris festeggia Veron

Termoli, Turris e Campobasso 1919 protagoniste del mercato. Ma non solo. Tutte le formazioni sono impegnate alla ricerca dei tasselli giusti per la prossima stagione sportiva. Promette bene il nuovo Fornelli che,

Gli argentini Veron e Marinelli verso l’addio? tignani, proveniente dal Francavilla, dieci reti nell’ultima Eccellenza abruzzese e bomber di sicuro affidamento. Nella sua migliore stagione ha bussato per ben ventidue volte, divenendo il capocannoniere della squadra. In difesa, infine, è ormai cosa fatta l’arrivo di Ruffini, ex Frentana Larino e San Salvo, un acquisto di sicuro affidamento visti i trascorsi nel campionato molisano di Eccellenza. A questo punto sembra difficile ipotizzare una conferma in blocco degli argentini. “Lasceremo partire chi non avrà accet-

tato la nostra proposta” aveva precisato il dg Fusco, il quale concludendo alcune operazioni si è cautelato dalle possibili partenze del blocco sudamericano. Con le parti ancora lontane (Veron in particolare avrebbe chiesto una cifra troppo alta per le casse della società di S.Croce) sembra ipotizzabile un addio dopo una sola stagione. Il Termoli resta guardingo in attesa di sviluppi, ma la dirigenza potrebbe effettuare un ultimo tentativo cercando di venire incontro alle esigenze di Veron in primis. In caso contrario, sarà addio come

per l’altro giocatore pronto ad accasarsi in riva al-

l’Adriatico: Giuseppe Mucci. Marinelli

Fornelli, ecco Grieco e Di Tanna il Bojano vuole Miki Ricci dopo aver incassato l’addio dell’attaccante Vitelli, ha Paolo Grieco

piazzato due colpi importanti: si tratta dell’ex Sesto Campano Paolo Grieco (dodici gol lo scorso anno) e del difensore Vincenzo Di Tanna, proveniente dal retrocesso Roccasicura. Due rinforzi che fanno sorridere Claudio Castaldi, pronto ora ad accogliere un altro attaccante di spessore prima di considerare chiuso il mercato. Muove i primi passi anche il Montenero del nuovo corso Lallopizzi. Dopo alcune partenze illustri, in primis quelle di Benedetto e Zurlo, la società rossoblu continua a sondare il terreno per il di-

fensore Napolitano in uscita dall’Aurora Ururi e per un attaccante di categoria. Particolarmente attivo il nuovo Bojano: dal Vastogirardi potrebbero arrivare tre giocatori pronti a rinforzare l’organico per un campionato tranquillo. Interessano Maraucci, Di Camillo e il centravanti Miki Ricci, che non ha rinnovato il suo rapporto con il sodalizio di Di Lucente, pronto a sua volta a tesserare l’attaccante Buonanno.Nuove piste, infine, per i due svincolati dal Campobasso 1919. Per Del Zingaro è ormai cosa fatta il passaggio al Casale Ric-

cia, in cerca di un attaccante giovane per il torneo di Promozione; Gianluca Fuso, accostato alla panchina del Vastogirardi, potrebbe invece finire all’Oratoriana in caso di iscrizione entro i tempi limite. ville

Miky Ricci


28

Giovedì 21 luglio 2011

Girone B. Il Matrice di patron Felice ha le idee chiare per il futuro

Di Cicco: “La società ha progetti seri” Il vicepresidente auspica il miglioramento dell’impiantistica sportiva comunale mente Daniele Di Cicco, il vice presidente del Matrice. Di Cicco, novità sul Matrice Calcio? “Siamo pronti a ripartire. Il sottoscritto e tutta la società con Fabrizio Felice in primis è sempre in prima linea per al squadra del paese. Abbiamo un progetto ambizioso che va dalla costituzione delle giovanili ad altri programmi, tutti nell’interesse di Matrice paese prima e del Matrice Calcio poi.E’ un periodo difficile per tutte le attività ed è quindi difficoltoso trovare sponsor e gente disposta ad aiutarci. Noi siamo qui, speriamo di essere supportati dalle istituzioni e da chi voglia dare una mano alla società”. La situazione del campo di Matrice com’è Di Cicco? “Negli scorsi anni abbiamo

fatto affidamento su Castellino o sulle strutture Acli di Campobasso. Ci auguriamo che l’impiantistica sportiva del paese venga potenziata affinché questo sia una carta in piu’ per Matrice prima di tutto e per le compagini sportive poi. Volendo immaginare la nostra società calcistica in Promozione o in Eccellenza il campo non è regolamentare nei requisiti. Noi abbiamo tante idee e se si rema tutti nella stessa direzione, società calcistica, amministrazione comunale ed altri enti preposti si può fare tanto. Intanto per la stagione 2011-2012 abbiamo già in mente di allestire una buona squadra, competitiva, a partire dal tecnico che abbiamo individuato ma con il quale non ancora ufficializziamo l’accordo”.

Il San Giuliano del Sannio ha raggiunto i playoff alla prima esperienza in Prima categoria

Vogliamo essere competitivi nonostante è difficile trovare giovani in paese e nei dintorni. Alcuni elementi dell’anno scorso hanno seguito mister Felice al Capoiaccio e quindi siamo rimasti con il gruppetto di San Giuliano e altri calciatori che hanno sposato il progetto gialloverde. La squadra sarà trascinata anche nel 20112012 da capitan (e bomber) Francesco Nardacchione, che nonostante le richieste pervenutegli da compagini di Promozione ed Eccellenza ha fatto una scelta di cuore e rimarrà a giocare per noi”. S.T.

Il Matrice

di Stefano Troilo CAMPOBASSO. Dopo il buon campionato 2010-2011,

concluso con l’ottavo posto nel girone B di Prima categoria, il Matrice è pronto a ri-

partire per la nuova stagione, con la società che in questi anni si è prodigata per il so-

dalizio sportivo del paese che fa capo a Fabrizio Felice. Noi abbiamo sentito telefonica-

Salluzzi: “Competitivi anche nella prossima stagione” Il segretario illustra i progetti e il cambio al vertice della società gialloverde CAMPOBASSO. Il San Giuliano del Sannio, al primo anno di militanza in Prima categoria, è arrivato fino alla semifinale playoff del gruppo B di Prima categoria, persa dal Roccamandolfi. I gialloverdi hanno concluso il campionato con 48 punti in 30 partite e negli spareggi promozione se la sono vista con il Roccamandolfi. I neroverdi hanno vinto la gara di andata per 3-1 e pareggiato il ritorno 1-1 conquistando la finale playoff contro il Macchia Valfortore. Il San Giuliano del Sannio ha concluso a testa alta la stagione e ora è pronto a cominciare la seconda avventura consecutiva in Prima. Abbiamo interpellato il segretario dei gialloverdi Barbara Salluzzi. Salluzzi, con quali intenti riparte il San Giuliano? “C’è stato un avvicendamento in società. Angelo Spirito, che per motivi personali non avrebbe potuto piu’ seguire la squadra con

lo stesso impegno profuso negli anni scorsi, è ora vice presidente. Al vertice della società c’è Giannino Simiele. E’ stato un cambio di

ruoli concordato e fatto nell’interesse della società. Al primo anno in Prima siamo andati oltre le piu’ rosee aspettative conquistando la

San Giuliano del Sannio (foto 2010-2011)

semifinale playoff. Vogliamo ripartire da qui, sperando di fare altrettanto bene”. La rosa è già pronta? Il tecnico gialloverde chi

sarà? “La squadra è quasi pronta. Manca qualche tassello. Il mister lo abbiamo scelto, mancano gli ultimi dettagli.


Giovedì 21 luglio 2011

29

Fusco nuovamente ko. Al “quarta” pentro vince un giovanissimo

Tennis: a Isernia vittoria di Guerrini enfant terrible di Nicola Virgilio Un giovanissimo vincitore, due ritiri illustri prima della fine fisiologica dei rispettivi match poi qualche bagarre e diverse buone giocate. Si è visto un po’ di tutto nel “quarta” di Isernia. Era

il secondo appuntamento riservato ai giocatori dilettanti di quarta categoria messo in calendario dalla Delegazione Regionale molisana e tutto sommato chi si aspettava “elettricità” in campo non è andato deluso. Anche i numeri hanno più o meno accontentato

gli organizzatori che oltre ai consueti venti giocatori molisani si sono visti arrivare di fronte almeno una decina di atleti provenienti dall’Abruzzo, da Castel di Sangro in particolare. Va detto che trenta e anche quaranta giocatori iscritti sono nulla a confronto dei sessanta e anche settanta giocatori che vanno ad infoltire le stesse

identiche manifestazioni in Abruzzo o in Campania ma non ci sono per ora i presupposti per accogliere e per poter organizzare tornei di queste dimensioni e dunque va bene così, almeno per il momento. Proprio uno di questi atleti appartenente alla carovana giunta dai monti sangrini s’è riportato a casa il trofeo. Lorenzo Guerrini,

Per Fabrizio Fusco nuova sconfitta, questa vola a Isernia

classe 1996, ha fatto vedere probabilmente il miglior tennis sciorinato sui campi terrosi del C.T. Isernia e la sua vittoria è sembrata ai più sacrosanta.

De Martinis ancora super A Vasto exploit faraonico del fenomeno campobassano Nando De Martinis

Ciclismo

Tutto pronto per il Memorial A. Lalli Tutto pronto per la “partenza” del XIV Giro Torrente Tona Trofeo Avis Memorial A. Lalli, 1° prova del Trittico del Molise e valida come Trofeo Unità d’Italia 150°, che si terrà il 24 Luglio a Bonefro. Per l’organizzazione della corsa, grande merito va riconosciuto ai tanti volontari, che si prodigano con forza, animo e portafoglio, all’Avis Bonefro, sempre pronta e capace a sostenere le varie Associazioni e, agli Sponsor i quali, nonostante la crisi economica, hanno voluto contribuire alla riuscita della manifestazione. Previsto un forte afflusso di partecipanti. Circa 80 corridori, a conferma del costante impegno e lavoro preso dalla Gs Cicli Bonefro con l’aiuto della Gs Oratico e di Molise Ricambi di Boiano, già società avezze nell’organizzare e nel partecipare a gare giovanili. Si preannuncia una gara combattuta, grazie alla presenza dei migliori ciclisti del Centro-Sud e con le più rinomate società Molisane, agguerrite e pronte a far loro la gara e il Trittico del Molise: tra i tanti corridori,il più forma è il campano Sannino della Pianura Visconti, campione italiano della montagna e vincitore domenica a Pesco Sannita e da non dimenticare i due molisani della Molise Ricambi, Conte Fabio e Milano Matteo, i quali si sono classificati rispettivamente primo e secondo nella gara di Atina. Saranno pronti sulla linea di partenza anche Società della Lombardia, questo, a dimostrare l’importanza che la corsa sta assumendo negli ultimi anni. Da non dimenticare che, la competizione è patrocinata dalla Regione Molise e dal Comune di Bonefro.

Dopo ben due giocatori di seconda categoria sconfitti si pensava che la scalata di Nando De Martinis nell’Open di Vasto dovesse terminare. Di solito dopo uno o due turni superati il campobassano si ritrova di fronte a giocatori professionisti o quasi, con cui appare difficile anche soltanto scendere in campo. Chi conosce il tennis sa bene, peraltro, che quando il divario è più o meno minimo il miracolo tennistico a volte accade non di certo, invece, si può festeggiare quando a maneggiare l’attrezzo dall’altra parte del campo c’è un professionista la cui classifica è così alta da rendere la sfida impari se non addirittura da evitare. Negli Open accade quello che in altri sport non sa-

rebbe concesso: De Martinis, sconfitti nell’ordine Cavacchioli e Marcarelli, entrambi 2-6 (lui è 2-8 ovvero inferiore a questi due giocatori) si è ritrovato nei quarti di finale contro Algauer addirittura 2-2. Tradotto, sempre per chi proprio non ce la fà a fare a meno dei confronti, è come se il Campobasso calcio, superate due o tre compagini di lega pro si ritrovas-

se a sfidare il Torino o il Pescara di serie B. Senza un pizzico di fortuna probabilmente non ce l’avrebbe fatta il tennista dell’A.T. Campobasso De martinis a compiere il miracolo perché questo olandese volante s’è ritirato dopo trentacinque minuti di gioco, va detto però che a quel punto De Martinis conduceva quattro giochi a tre…

In finale il giocatore del folto e vivacissimo vivaio targato C.T. Castel di Sangro aveva trovato Fabrizio Fusco rimessosi in sesto dopo il K.O. inferto da Prioriello a Bojano e che proprio grazie a Prioriello (ritrovato e sconfitto proprio a Isernia) sembrava aver ritrovato nuovo smalto. Vendicata la sconfitta boianese, invece, il trentanovenne molisano ha chiuso praticamente lì il suo torneo: senza idee e con il consueto tennis troppo obsoleto per pensare di averla vinta contro il suo giovane rivale, Fusco si è dovuto accontentare dei soli tre game concessi dall’enfant terrible. Si replica con il “quarta” dell’A.T. Campobasso a fine luglio.

Bimbi in azione a Termoli Seconda manifestazione consecutiva sponsorizzata dalla TTK, nota marca di abbigliamento sportivo che sui campi dell’A.T. Termoli ha proposto un nuovo torneo dopo quello andato in scena a Campobasso. Una ventina di giocatori si sono dati battaglia sotto gli occhi di un buon pubblico che nonostante le temperature

piuttosto elevate ha accompagnando gli sforzi dei più promettenti giovani dell’area abruzzese e molisana. Numerosi sono ovviamente i portacolori del club ospitante che si stanno mettendo in luce nelle varie categorie. Le finali sono previste per la giornata di domenica.

Indetti i campionati di serie C Molise La stagione prenderà il via il 16 ottobre di Camillo Pizzi ISERNIA. Il comitato regionale del Molise della Federazione Italiana Pallavolo ha indetto i campionati regionali di serie C maschile e femminile per la stazione 2011/2012. Attualmente le società aventi diritto a partecipare ai tornei che prenderanno il via il prossimo 14 gennaio 2012 sono sedici: sette tra le donne (Nuova Pallavolo Campobasso, Termoli Pallavolo, Eurovolley, Cus Molise, Volley Termoli, Volley Team e Sant’Agapito Isernia) e nove tra gli uomini (Termoli Pallavolo, New Volley Son’s, Free Volley Campobasso, Volley Bojano, Volley Campobasso, La Fenice Volley Isernia,

Volley Altosangro, Volley Termoli e Pallavolo Agnone). Ma tante sono ancora le incognite per quelli che saranno gli organici effettivi al momento della prima giornata dei tornei. Infatti, c’è da tenere in considerazione che le società prime classificate nella scorsa serie C maschile e femminile potrebbero essere ripescate nei campionati nazionali di serie B/2. Inoltre, il comitato regionale Fipav Molise ha invitato i club presenti nei territori vicini al Molise, ed appartenenti ai comitati di Puglia e Campania, a partecipare alla serie C Molise proprio per avere un maggior numero di squa-

dre iscritte ed un livello agonistico e tecnico sicuramente più elevato. Inoltre, sempre il comitato regionale Molise ha deliberato l’ordine di eventuali ripescaggi. In caso di posti “vacanti”, nella C femminile potranno essere inserite, nell’ordine, le società Effe Sport Isernia, Pallavolo Riccia, Capriolo, Sesto Campano e Pallavolo Montenero; tra i maschi: Nuova Pallavolo Campobasso, Sesto Campano, Venafro Volley e Aurora Volley Ururi. Il termine ultimo per le iscrizioni è il prossimo 17 dicembre, mentre entro il successivo 28 dicembre dovranno essere diramati i calendari provviso-

ri. Le squadre vincitrici dei rispettivi tornei non godranno, come nella stagione conclusasi da poco, della promozione diretta nella serie B/2 2011/2012, ma avranno la possibilità di essere ripescate in caso di rinunce da parte di altri club; le ultime classificate, invece, retrocederanno nella serie D regionale. Le compagini che parteciperanno ai campionati regionali di serie C maschile e femminile dovranno, inoltre, prendere parte obbligatoriamente ad almeno uno dei campionato di categoria indetti dalla Fipav tra Under13, Under 14 o Under 16 maschile e femminile.


GIOVEDI’ 21 LUGLIO 2011

ANNO XIV - N. 199

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Meglio Internet del classico curriculum che non va però trascurato

Con i social network cambia il modo di trovare occupazione Nell’era di Internet sta cambiando il modo di trovare lavoro ma anche quello delle imprese nel cercare i candidati ideali. Sono sempre di più gli addetti alla selezione del personale che ricercano informazioni sui social network. Ed allora occorre fare attenzione alla propria pagina Facebook, evitando commenti e foto sconvenienti. Ma la rete offre nuove possibilità di farsi conoscere ed è importante pertanto sapersi orientare e utilizzare tutti gli strumenti che mette a disposizione. Dai grandi portali per la ricerca di lavoro (Jobrapido, Monster, Infojob,

Job Advisor e naturalmente il social network Linkedin) ai più semplici blog, la rete offre grandi opportunità per entrare nel mercato del lavoro. Ma sono proprio i blog tra i mezi più efficaci per vendersi al meglio nel proprio settore anziché affidarsi esclusivamente al solito vecchio curriculum vitae. Il blog è un sistema molto efficace per presentare se stessi, le proprie conoscenze e competenze in un campo specifico. E tra i tanti che lo leggeranno potrebbe esserci proprio qualche datore di lavoro interessato ad una figura simile. E’ importante però curarlo con attenzione,

senza divagazioni sui temi da trattare ma specializzandosi in un campo e cercando di tenerlo sempre aggiornato e “vivo”, lasciando spazio a commenti e discussioni. A dirlo è una ricerca condotta in Inghilterra dal quotidiano The sGuardian che ha sviscerato il mondo della selezione del personale alla ricerca dei modi più creativi ed apprezzati per presentarsi al meglio ai datori di lavoro. La ricerca di lavoro su Internet non è solo il futuro. E’ già il presente e per non restare indietro occorre aggiornarsi e tenersi al passo

con i tempi. Secondo il colosso americano della consulenze nelle risorse umaneKelly Service, ben un terzo dei candidati su cento in trenta Paesi del mondo ( percentuale che scende al 18% in Italia) trovano lavoro attraverso Internet ed i social network come Linkedin che solo nel nostro Pese conta una comunità di un milione e settecento mila iscritti. Non affidarsi quindi al solito curriculum ma sfruttare le risorse che la Rete mette a disposizione per presentarsi al meglio e colpire il selezionatore. Ma se il Cv non è più l’unica arma vincente non può comunque essere

trascurato. E’ importante allora saperlo scrivere al meglio, cercando di personalizzarlo in base all’azienda a cui si invierà, con le informazioni giuste e che davvero riescono ad evidenziare le attitudini a ricoprire quello specifico ruolo per cui ci si sta candidando. Di consigli su come scriverli e su come affrontare i colloqui di selezione se ne trovano moltissimi sui siti specializzati, ma a volte anche seguire un corso specifico può essere

utile.A Campobasso nel mese di settembre si svolgerà un corso gratuito sulle tecniche per migliorare la stesura delCv e su come affrontare senza timore un colloquio lavorativo in collaboraione con un noto professionista del settore, organizzato dalla Democrazia Cristiana del Molise. Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi a Giuseppe Monita – tel 2 4 0 - 6 8 3 3 8 3 6 email:direzione@dcriccia.com – www.dcriccia.com

Offerte di lavoro Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro il 16 agosto in Molise da Manpower Dal Ministero dell’Università e Ricerca ADDETTO IMPORT EXPORT Luogo: ISERNIA Si cerca neo laureato in ingegneria elettrica serio, professionale e affidabile disposto ad esperienza di stage di 6 mesi -fulltime- presso azienda nel settore import export nella provincia di Isernia. Si richiede un’ottima conoscenza della lingua inglese.Rimborso spese mensile di 500,00 euro. GESTIONE MERCI Luogo: TERMOLI Si seleziona per azienda operante nel settore metalmeccanico un addetto ai controlli ordini in accettazione arrivi. La figura dovrà avere un’ottima conoscenza del Sap, dell’inglese orale e scritto e titolo di studio perito chimico. MECCANICO Luogo: TERMOLI Azienda nel settore dell’industria metalmeccanica ricerca meccanici auto. Requisiti richiesti esperienza su albero motore, serietà e professionalità. La figura si occuperà eseguire la diagnosi meccanica ed elettronica del mezzo e realizzare interventi di manutenzione,di riparazione, di revisione, montaggio e smontaggio delle componenti dell’albero motore. Retribuzione mensile lorda 1100 euro. MODELLISTA Luogo: TRIVENTO Si ricerca modellista esperta con conoscenza dei principali software utilizzati nel settore e con esperienza maturata nel tessile. Retribuzione mensile lorda 1100 euro. AIUTO CUOCO Luogo: LARINO Si ricerca per struttura in basso Molise un aiuto cuoco donna, con esperienza presso strutture del settore ristorazione/ alberghiero, preferibilmente anche con conoscenza delle pratiche pasticcere sia tradizionali sia di preparazioni fredde. Esperienza pregressa nel ruolo e capacità di lavoro in team, con serietà e professionalità. Inquadramento Contratto a tempo determinato con possibilità di inserimento aziendale. Retribuzione mensile lorda 1100 euro. FABBRO Luogo: ISERNIA Il candidato ideale ha maturato esperienza come fabbro e sia disposto anche a mansione di operaio generico. Retribuzione mensile lorda 1200 euro.

Per maggiori informazioni contattare la filiale Manpower di Campobasso in Via Garibaldi, 71 Tel. 0874/48.45.64

30

2386 posti per dirigenti scolastici

Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha finalmente indetto il tanto atteso bando per l’assunzione di 2.386 dirigenti scolastici per la scuola primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado e per gli istituti educativi.Si tratta di un bando unico che non prevede distinzioni tra i vari settori educativi. I dirigenti scolastici saranno reclutati nell’ambito dell’amministrazione scolastica periferica. Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro il 16 agosto 2011 esclusivamente in modalità web registrandosi sul sito www.istruzione.it nell’apposita sezione “Istanze on lineNel campo dell’Information and communication technology la Banca d’Italia ha indetto un bando si selezione per l’assunzione di assistenti tecnici. In particolare si cercano 6 assistenti tecnici con orientamento nel campo dello sviluppo/manutenzione di applicazioni informatiche e 9 assistenti tecnici con orientamento nel campo dello sviluppo/manutenzione/gestione operativa di sistemi informatici e/o reti di telecomunicazione. Possono partecipare al concorso i diplomati con una votazione minima di 90/ 110 o di 54/60 e i laureati (specialistica o triennale) in discipline inerenti al settore delle tecnologie dell’informazione o della comunica-

registrazione” a decorrere dal 18 luglio rientro e non oltre il 16 agosto.Seguirà una seconda fase che prevede il riconoscimento fisico presso una istituzione scolastica o presso un Ufficio Scolastico Regionale o Provinciale.E’ ammesso a partecipare il personale docente ed educativo in servizio nelle istituzioni scolastiche statali che sia in possesso della laurea magistrale o titolo equiparato ovvero di laurea conseguita in base al precedente ordinamento e che abbia maturato, dopo la nomina in ruolo, un servizio effettivamente prestato di almeno cinque anni in qualsiasi ordine di scuola. Non è considerato il servizio

svolto presso istituti non statali. Tutti i candidati sono ammessi al concorso con riserva di accertamento del possesso dei requisiti di ammissione.Sono ammessi a sostenere le prove scritte i candidati che hanno superato la prova preselettiva a carattere culturale e professionale effettuata mediante la somministrazione di un test con quesiti a risposta multipla. La prova è diretta all’accertamento del possesso delle conoscenze di base per l’espletamento della funzione dirigenziale in relazione alle aree tematiche, comprese quelle sull’uso, a livello avanzato, delle apparecchiature e delle applicazioni in-

La Banca d’Italia cerca esperti nell’Ict zione: ingegneria delle telecomunicazioni, ingegneria elettronica, ingegneria informatica, ingegneria dell’automazione, ingegneria elettrica, informatica, sicurezza informatica ; ingegneria dell’informazione e scienze e tecnologie informatiche, o lauree equipollenti. I nominativi degli ammessi alla selezione saranno pubblicati nel corso del mese di ottobre sul sito internet della Banca d’Italia e dell’avvenuta pubblicazione viene data notifica mediante avviso pubblicato sulla Gaz-

zetta Ufficiale della Repubblica Italiana - 4aSerie Speciale (Concorsi ed Esami) di uno dei martedì o venerdì dello stesso mese di ottobre 2011. Le prove di esame si svolgono a Roma e consistono in una prova scritta e in una prova orale.La prova scritta consiste in un test e nello svolgimento, sintetico e argomentato, di un elaborato sui temi del programma allegato al bando e reperibile sul sito www.bancaditalia.it e

formatiche più diffuse, nonché sull’uso di una lingua straniera, a livello B1 del quadro comune europeo di riferimento, prescelta dal candidato tra francese, inglese, tedesco e spagnolo. La prova è unica su tutto il territorio nazionale e si svolge nella medesima giornata nelle istituzioni scolastiche individuate dagli Uffici Scolastici Regionali.Il concorso si articola in:due prove scritte e una prova orale; valutazione dei titoli; periodo obbligatorio di formazione e tirocinio per i candidati utilmente collocati nelle graduatorie generali di merito e dichiarati vincitori nei limiti dei posti messi a concorso. sulla conoscenza della lingua inglese, oltre a prevedere anche un test di valutazione delle capacità psicoattitudinali del candidato.I concorrenti che superano la prova scritta (con un minimo di 30 punti fino ad un massimo di 50) vengono ammessi a sostenere la prova orale che verte su argomenti contenuti nel programma In occasione della prova orale è prevista anche una conversazione in lingua inglese; questa – non utile ai fini del superamento della prova – è valutata con l’attribuzione di un punteggio fino a un massimo di 3 punti utili a determinare il punteggio complessivo

Pagina a cura di Daniela Iannantuono


Termoli

Abusivi in spiaggia Maxi sequestro TERMOLI. Trentamila euro. A tanto ammonta il maxi sequestro della Municipale in spiaggia. SERVIZIO A PAGINA 20

Campobasso

Vigile urbano investito in centro SERVIZIO A PAGINA 7

Cantalupo

Letti caldi al ristorante Inizia il processo CANTALUPO. Imputati i gestori di un locale e l’uomo che reclutava le ragazze. In aula i clienti e le lucciole. SERVIZIO A PAGINA 13

Termoli

Tir ‘pirata’ provoca incidente e poi fugge SERVIZIO A PAGINA 20

Termoli

Pesca illegale Scattano multe salatissime: settantamila euro SERVIZIO A PAGINA 21


Il Quotidiano del Molise del 21 luglio 2011