Page 1

ANNO XIV - N. 220

1.00*

GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011 talia ità d’I n U ° 150

* IL QUOTIDIANO DEL MOLISE + IL MESSAGGERO euro 1,00

FONDATO DA GIULIO ROCCO

REGIONE MOLISE - NON ACQUISTABILI SEPARATAMENTE ZONA VASTO - SAN SALVO SOLO IL QUOTIDIANO euro 0,50

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

IL QUOTIDIANO DEL MOLISE: IL PRIMO GIORNALE TUTTO MOLISANO

I vertici del Pd scomunicano Leva Narducci ‘chiama’ Bersani “Non si può appoggiare un candidato proveniente dal centrodestra” ISERNIA. Il vicepresidente della Commissione affari esteri della Camera, Franco Narducci, ha sonoramente bocciato l’appoggio dato da Danilo Leva alla candidatura di Paolo Di Laura Frattura. Il deputato, intervenendo, ad un incontro tenutosi a Isernia a sostegno di Michele Pe-

traroia (nella foto), ha annunciato che il leader nazionale Pier Luigi Bersani è intenzionato a prendere provvedimenti contro la segreteria regionale del Pd per questa scelta. Intanto, anche l’onorevole Gianni Pittella si schiera con Michele Petraroia.

SERVIZIO A PAGINA 3

Saranno impiegati per le infrastrutture rurali. Le risorse attribuite a Comuni e Consorzi di bonifica

Agricoltura, ‘piovono’ 11 milioni Il finanziamento, previsto dal Psr, è stato annunciato dall’assessore Cavaliere FinMolise

Campomarino

Agnone

Dopo il monito di Iorio il Consiglio si allinea

Disperso in mare Caso chiuso con un colpo di scena

Troppi contenziosi Comune a rischio bancarotta

CAMPOBASSO. Sessanta Comuni hanno avuto l’ammissibilità alle domande. A comunicarlo in una conferenza stampa l’assessore all’Agricoltura Nicola Cavaliere.

CAMPOMARINO. Il 32enne beneventano se ne era tornato a casa.

AGNONE. Oltre 100 le vertenze ancora pendenti, l’allarme è serio.

SERVIZIO A PAGINA 2

SERVIZIO A PAGINA 20

SERVIZIO A PAGINA 16

CAMPOBASSO. Nelle prossime ore si sbloccherà la questione relativa alla FinMolise. Oggi si pronuncerà la Prima comissione, ma domani l’argomento sarà affrontato di nuovo in Consiglio. Intanto, tuona Falcione (Assindustria): “Siamo stanchi di questo impasse”. SERVIZIO A PAGINA 3

Isernia

Lo sport

Il nuovo presidente Marco Pulitano esalta il Campobasso 1919 CAMPOBASSO. Conferenza stampa di presentazione all’insegna del progetto ambizioso di Marco Pulitano alla guida del Campobasso 1919. L’obiettivo è ricreare l’entusiasmo nella piazza e cercare di salire subito in serie D. SERVIZIO A PAGINA 27

Serie D Clamoroso al ‘Civitelle’: Agnone batte Gubbio 2-1 SERVIZIO A PAGINA 26

Costretto a usare le offerte per pagare i suoi ricattatori ISERNIA. Per pagare il silenzio dei suoi ricattatori un sacerdote avrebbe usato i soldi delle offerte fatte dai suoi fedeli. È questo uno dei particolari emerso sulla vicenda che ha portato all’arresto di Giuseppe Trementino e di Diego Caggiano, accusati di estorsione. SERVIZIO A PAGINA 13

1


2

Giovedì 11 agosto 2011

Infrastrutture rurali, ecco 11 milioni L’assessore Cavaliere: una misura che attribuisce le risorse economiche direttamente agli enti locali, ossia ai Comuni e ai Consorzi di bonifica Undici milioni di euro per le infrastrutture rurali e la manutenzione ordinaria e straordinaria e la gestione dei Consorzi di Bonifica. L’impegno finanziario rientra nella misura 1.2.5 del PSR che prevede una disponibilità finanziaria complessiva di 13 milioni di euro. “Una misura importante perché attribuisce risorse economiche direttamente agli enti locali, ossia Comuni e Consorzi di bonifica”, ha spiegato ieri in un incontro con la stampa l’assessore regionale all’agricoltura Nicola Cavaliere. La misura riguarda come detto le infrastrutture rurali e gli acquedotti rurali. Sono circa 60 i Comuni che hanno avuto l’ammissibilità della domanda e gli uffici tecnici dell’assessorato hanno già elaborato una graduatoria provvisoria con un impegno finanzia-

rio di 8 milioni di euro: 997 mila per i quattro Consorzi di Bonifica (ognuno avrà tra i 250 e 300 mila euro per le linee di intervento e “per migliorare l’aspetto delle proprie funzioni”, ha detto Cavaliere), 4 milioni e 186 mila per le infrastrutture rurali e 3 milioni e 54 mila per il miglioramento e rifacimento di acquedotti rurali. A questi si aggiungono altri tre milioni di euro (2 milioni per la manutenzione delle strade interpoderali ed un milione di euro assegnato ai Consorzi di Bonifica per la manutenzione straordinaria). “La Giunta Regionale ha deliberato l’assegnazione in base alla legge 20”, ha detto. “Si tratta di un intervento di un’importanza fondamentale, riguarda esclusivamente l’im-

L’assessore Nicola Cavaliere

pegno delle risorse comunitarie sul territorio regionale”, ha affermato l’assessore ricordando la dotazione finanziaria che la Comunità europea e il Ministero assegna ad ogni Regione e che entro il 2011 il Molise deve spendere oltre 20 milioni di euro. “Dalle previsioni che il Ministero ha fatto, il Molise è la regione che spende di più

rispetto alle regioni meridionali. Al 31 dicembre andremo oltre la spesa assegnata; non andremo verso il disimpegno, le somme saranno tutte assegnate al territorio”. Le risorse finanziarie andranno dunque a migliorare le infrastrutture rurali e rappresentano una boccata d’ossigeno in questo particolare momento di crisi. “La procedura della Comunità Europea è soggetta a determinati vincoli e ad aspetti burocratici rigidi. Alcune domande sono state così dichiarate inammissibili ma per questo enti locali la partita non è chiusa. E’ prevista infatti una sottofase con ulteriori risorse finanziarie che si chiuderà il 30 ottobre. I comuni quindi che non hanno presentato domanda o hanno ricevuto l’inammissibilità della domanda possono ripresentarla per questa sottofase”, ha concluso.

Picciano: immigrazione, solidarietà e accoglienza non sono uno slogan L’intervento del presidente dopo la visita dei ragazzi ospitati a Campolieto CAMPOBASSO. “La solidarietà è il valore su cui il Molise ha fondato, prima di ogni altra cosa, il proprio sviluppo sociale ed economico. Le piccole comunità locali sono state straordinarie in questo, e lo sono ancora”. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale Michele Picciano in una riflessione a seguito dell’incontro avuto con gli undici ragazzi profughi nordafricani ospiti a Campolieto. “Ho condiviso con i ragazzi – continua Picciano – i sentimenti più genuini, fatti di ricordi, nostalgie e l’incertezza del loro lungo viaggio verso le coste italiane. Un bambino che approda, solo, spaventato

in una terra non sua mette alla prova la forza morale del territorio che lo accoglie. E il Molise ha dimostrato di poter contare sul suo cuore sano, affondando i problemi dell’immigrazione con razionalità. I nostri comuni, con le case alloggio e i centri di accoglienza, possono ospitare le famiglie o i bambini da soli, sperimentando una solidarietà a portata di territori. L’accoglienza degli stranieri non è uno slogan ma, attraverso la collaborazione razionale delle istituzioni i sindaci, sono stati messi in condizione di affrontare l’emergenza immigrazione senza stravolgere il delicato equilibrio sociale del-

Miccichè fa tappa in Regione e sigla l’intesa con i vertici di Progetto Molise CAMPOBASSO. Dopo la serata conviviale di ieri sera a Civitacampomarano, trascorsa con i vertici di Forza del Sud, l’onorevole Gianfranco Miccichè, questa mattina sarà impegnato in ben due appuntamenti nel territorio molisano. Alle 11 il sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio con delega al Cipe sarà ad Oratino, accompagnato dal primo cittadino Orlando Iannotti per visitare la Scuola di perfezionamento di mastri scalpellini, mentre alle 11.30 il fondatore di Forza del Sud terrà una conferenza stampa assieme ai vertici del movimento politico Progetto Molise all’Hotel Centrum Palace. L’obiettivo di Gianfranco Miccichè è puntare in alto, trasformando il partito in una “fucina del nuovo meridionalismo – si legge in una nota -, quale luogo politico in cui possano trovare spazio giovani leve, intellettuali e imprenditori che hanno a cuore il futuro del sud Italia. Gente nuova – continua – o delusa dalla politica, appartenenti all’area di centro destra, ma anche, perché no, allo schieramento opposto che sente la necessità di rimettersi in discussione esclusivamente per il bene della propria società e per il proprio territorio”. V.d.T.

Il presidente Picciano con ragazzi del Nord Africa ospitati a Campolieto

le piccole comunità. Ed è questo un aspetto che deve inor-

goglirci come collettività regionale”.

L’allarme della Coldiretti

De Angelis: scandaloso il rincaro del prezzo della frutta al consumo CAMPOBASSO. “In questi mesi stiamo assistendo ad uno scandaloso aumento della forbice dei prezzi tra produzione e consumo, da cui il Molise, con i suoi numerosi frutteti, non è immune”. Così esordisce Amodio De Angelis, presidente regionale della Coldiretti del Molise, a seguito del rincaro dei prezzi della Amodio De Angelis frutta sugli scaffali, nonostante si assista ultimamente ad un crollo del prezzo pagato dagli agricoltori che in media si aggira attorno al 29%. “Una situazione – prosegue De Angelis – che sta danneggiando sia le imprese agricole che i cittadini - consumatori”. A fare eco al presidente arriva anche la dichiarazione del direttore regionale della Coldiretti Angelo Milo, il quale ritiene che queste non siano altro che “distorsioni e speculazioni che si verificano nel passaggio della frutta dal campo alla tavola, a causa delle inefficienze e delle eccessive intermediazioni nel passaggio del prodotto dall’azienda agricola al carrello della spesa” che comportano un aumento del prezzo anche di “5 o 6 volte”. A ciò si deve aggiungere anche che i consumi di frutta e verdura nel 2011 sono diminuiti del 9% nel primo trimestre rispetto all’analogo periodo dello scorso anno. Una situazione difficile che sta comportando inoltre la scomparsa dei frutteti italiani, con pesanti ricadute sull’economia, l’ambiente e i paesaggi, oltre che per la salute dei cittadini che non trovano più sulle loro tavole prodotti freschi. “La crisi attuale – continua Amodia De Angelis – è congiunturale come l’andamento meteorologico che ha provocato la maturazione contemporanea di produzioni e l’emergenza dell’Escherichia Coli che ha causato il contenimento dei consumi”. Ma ad essere sotto accusa sono anche le normative comunitarie per la prevenzione e crisi nei mercati, che “fino ad ora non è riuscita ad arrivare ad offrire prodotti di qualità al giusto grado di maturazione e ad un prezzo equo per produttori e consumatori”. V.d.T.

Pittella: sosterrò le decisioni dei cittadini ma appoggio il candidato Petraroia CAMPOBASSO. La candidatura di Michele Petraroia continua a ‘solleticare’ molte anime del centrosinistra. Infatti il consigliere regionale dopo aver ottenuto l’ok da parte di 500 iscritti e dirigenti del Pd, dal Sel, dal Pdci, dai Giovani Democratici e da alcune associazioni, ha ricevuto un particolare plauso per il suo operato da parte del vicepresidente del Parlamento europeo Gianni Pittella. “Le Primarie sono un metodo democratico che il centrosinistra ha scelto perché la decisione sul candidato alla presidenza della Regione Molise – ha affermato Pittella – sia la più condivisa possibile e quella che sarà l’indicazione che i cittadini vorranno dare, sarà da me sostenuta. Voglio però esprimere le ragioni per le quali la mia preferenza va a Michele Petraroia. Sono ragioni politiche, legate alla stima che ho dell’operato di Michele prima come dirigente sindacale attento ai diritti del mondo del lavoro ma mai chiuso in atteggiamenti distruttivi e pregiudizialmente ostili al dialogo e al confronto, poi come consigliere regionale del Pd, quotidianamente impegnato in una battaglia di riscatto di una regione particolarmente penalizzata dalle politiche antimeriodionaliste dell’attuale governo nazionale, e prontamente attento a tutte le forme e gli strumenti più innovativi per coinvolgere i cittadini nella conoscenza dei problemi e nelle possibili soluzioni ad essi. In questi anni di impegno al Parlamento europeo ho tenuto un rapporto costante di collaborazione con Michele Petraroia, trovando in lui un interlocutore sensibile ed appassio-

nato alle vicende europee, alle opportunità e non meno ai programmi e alle scelte che vengono da Bruxelles e sulle quali ogni disattenzione è colpevole e dannosa. È dunque per questo – conclude il vicepresidente del parlamento europeo – la persona giusta per guidare la Regione Molise”. “Come segretario provinciale del Pd – afferma Pietro Maio – ringrazio l’onorevole Gianni Pittella per il messaggio di sostegno forte e chiaro in favore di Michele Petraroia”. V.d.T.

Molise Cultura, avviso per la formazione dell’Orchestra Stabile CAMPOBASSO. Con un avviso pubblicato lo scorso 08 agosto sul portale web della Regione Molise, la Fondazione Molise Cultura rende noto che intende acquisire la manifestazione d’interesse per la partecipazione alla formazione dell’Orchestra Stabile del Molise, da parte dei membri dell’Orchestra del Conservatorio ‘L.Perosi’ di Campobasso. Gli interessati possono presentare, entro le ore 12 del 24 agosto 2011, l’istanza corredata dal curriculum vitae e dalla copia di un valido documento di identità. L’avviso ed il modello di domanda sono reperibili sul sito: www.regione.molise.it nella sezione Avvisi.


Giovedì 11 agosto 2011

Affondo dell’onorevole contro il segretario: non si può sostenere un candidato del centrodestra. E’ un atto di trasformismo politico

3

Narducci, De Chiara, Petraroia, Pastore

Pd, Narducci da Bersani per sfiduciare Danilo Leva Il candidato alle Primarie del centrosinistra, Michele Petraroia, ha presentato ieri pomeriggio nella sala gialla della Provincia di Isernia il suo programma elettorale. All’incontro ha partecipato anche il deputato del Pd, Franco Narducci. L’onorevole, originario di Santa Maria del Molise, ha criticato la scelta del segretario regionale del Partito Democratico, Danilo Leva, di appoggiare la candidatura alle Primarie di Paolo Di Laura Frattura. Narducci, ha dichiarato di non condividere affatto l’idea di appoggiare un candidato proveniente dal centro destra. Tanto che il parlamentare ha definito tale operazione politica un atto di vero e proprio trasformismo politico che rischia di disorientare e confondere gli elettori di sinistra. Il parlamentare ha, inoltre, annunciato di aver parlato della situazione molisana del Pd direttamente col segretario nazionale. Bersani, secondo quanto riferito da Narducci, si

sarebbe detto amareggiato per quanto sta accadendo in Molise e si sarebbe impegnato a intervenire direttamente, non appena la situazione finanziaria del paese si normalizzerà, dicendosi pronto a prendere i dovuti provvedimenti nei confronti della segreteria regionale. Dunque, per tutti questi motivi Narducci ha dato il suo sostegno alle Primarie a Petraroia, un candidato che, secondo il deputato, è stato sempre coerentemente di sinistra incarnandone appieno i valori. Ma la bocciatura nei confronti di Leva e del candidato Frattura non è arrivata solo da Narducci ma anche da un altro importante esponente del Pd, ossia, dal vicepresidente vicario del parlamento europeo, Gianni Pittella che ha fatto pervenire un fax letto in sala durante l’incontro. Pittella ha spiegato le ragioni del sostegno Michele Petraroia. “Sono - ha dichiarato Pittella - ragioni politiche,

legate alla stima che ho dell’operato di Michele prima come dirigente sindacale attento ai diritti del mondo del lavoro ma mai chiuso in atteggiamenti distruttivi e pregiudiazialmente ostili al dialogo e al confronto, poi come consigliere regionale del Pd, quotidianamente impegnato in una battaglia di riscatto di una regione particolarmente penalizzata dalle politiche antimeridionaliste dell’attuale governo nazionale, e prontamente attento a tutte le forme e gli strumenti più innovativi per coinvolgere i cittadini nella conoscenza dei problemi e nelle possibili soluzioni ad essi”. Ma Petraroia, oltre all’appoggio dei parlamentari, ha dalla sua parte una buona fetta del Pd molisano, ossia cinquecento tesserati. Senza contare l’appoggio di Sinistra Ecologia e Libertà, del Partito dei Comunisti italiani e di molte associazioni di cittadini.

Dopo il duro richiamo del governatore Michele Iorio, Palazzo Moffa è pronto ad approvare la delibera Oggi decide la Prima commissione, intanto Falcione tuona: “Stanchi di questo impasse”. Critico Scarabeo

FinMolise, il Consiglio regionale si allinea Elezioni, Futuro e Libertà e Udc scaldano i motori Velardi: non convergeremo mai sul centrosinistra

Il governatore Iorio

di Stefania Potente CAMPOBASSO. Probabilmente la notte avrà portato consiglio. Per Palazzo Moffa è arrivato il momento della ‘prova del nove’ per chiudere l’attesa partita sulla FinMolise. Decisivo, da questo punto di vista, il duro monito del governatore Michele Iorio che ha invitato la maggioranza a ricompattarsi per superare l’impasse. Intanto, Antonino Molinaro ha già convocato i commissari della Prima Commissione. I lavori si apriranno dalle 11 e i bene informati affermano che dovrebbe procedere tutto per il verso giusto e che si dovrebbe chiudere il cerchio. Sarà presente Camillo Di Pasquale, assente nella seduta di lunedì e finito perciò sul banco degli imputati (mancava il numero legale, ndr). Non solo. Il consigliere, contattato telefonicamente, ha già annunciato il voto favorevole. “E’ un interesse non della politica – ha detto – ma dei lavoratori”. Anche il presidente della Prima Commissione si è detto ottimista per una misura tanto attesa dal mondo imprenditoriale. Di più. “La delibera - ha sottolineato ancora Molinaro - andrà comunque in Consiglio regionale dove ci sarà una verifica della tenuta della maggioranza”. Infatti, come annunciato già ieri, il presidente del Consiglio re-

Il presidente Falcione

Massimiliano Scarabeo

gionale Michele Picciano ha iscritto l’argomento all’ordine del giorno nella seduta prevista domani mattina nella sede di via IV Novembre. Sbloccare i 50 milioni fermi alla FinMolise dopo la sentenza del Tar è una priorità. Lo hanno detto con forza gli industriali rappresentati dal vice presidente di Assindustria Edoardo Falcione. “Registrare oggi l’impasse che si sta registrando tra Consiglio regionale e commissione permanente nel porre rimedio agli effetti di questa sentenza della giustizia amministrativa – ha tuonato – produce un senso di ribellione che le imprese non riescono a nascondere”. E ancora: “Non è accettabile che i bisogni delle imprese non vengano soddisfatti con piorità assoluta. Gli imprenditori sono stanchi di essere trattati con tanta superficialità, con i lavoratori che sono quelli che maggiormente stanno pagando per questa crisi”.

E’ tornato a puntare il dito contro la vicenda FinMolise anche il consigliere Scarabeo: “Rimane sempre l’eventualità che questa operazione sia in conflitto con le norme nazionali e comunitarie che regolano la libera concorrenza sui mercati finanziari, e pertanto si corre il serio rischio che le risorse delle misure anti-crisi tornino ad essere bloccate, come sono state finora. In prima persona sono stato molto impegnato più di due anni fa, nel pieno della crisi economica, allo stanziamento di queste misure, che avevano il compito di fronteggiare le difficoltà economiche e finanziarie delle imprese; le aziende della nostra Regione sono ancora in crisi, e questi fondi sono rimasti bloccati tutto questo tempo solo perché qualcuno vuole continuare a costringere le imprese molisane ad andare ad elemosinare aiuti pubblici col cappello in mano”.

La maggioranza in Consiglio regionale

CAMPOBASSO. I contatti telefonici sono all’ordine del giorno, ma solo dopo il Ferragosto il Fli e l’Udc metteranno nero su bianco le linee programmatiche e definiranno le alleanze per le Regionali. Il tempo stringe e i coordinatori regionali dei due partiti, Quintino Pallante e Luigi Velardi, sono in attesa di input precisi da parte dei vertici nazionali. A Roma le questioni economiche stanno tenendo banco, ma stabilire le strategie da seguire sarà fondamentale visto che mancano due mesi dal voto di metà ottobre. Pallante, che si sente quasi quotidianamente con l’onorevole Italo Bocchino, è chiaro: “I giorni dopo ferragosto saranno decisivi per sancire le alleanze”. In cui bisognerà rispettare alcune condizioni: dare

vita “ad un progetto politico all’interno del centrodestra” ed entrare a far parte “di una coalizione che possa vincere le elezioni” perché “abbiamo il dovere di far crescere il Molise”. Anche sulla sponda Udc i contatti con Roma sono frequenti. Proprio ieri Luigi Velardi si è sentito con Lorenzo Cesa, cogliendo l’occasione per fargli gli auguri di buon onomastico (ieri era

San Lorenzo, ndr). I centristi sono pronti a convergere con i finiani. “Siamo sulla stessa lunghezza d’onda”, ha affermato l’assessore. Che non ha dubbi sull’area di appartenza politica dell’Udc, che resta quella di centrodestra: “Non ci sarà mai una convergenza sul centrosinistra”. Parole chiare che tracciano in maniera decisa il solco in cui si collocherà l’Udc. S.P.

Quintino Pallante e Luigi Velardi

Filiera nautica e tessile Romano vuol vederci chiaro Filiera nautica e quella del tessile: sono stati i due argomenti affrontati dal consigliere regionale Massimo Romano nella conferenza stampa che si è svolta ieri mattina a Palazzo Moffa. L’esponente di Costruire Democrazia ha chiesto chiarimenti dopo la diffusione della la graduatoria delle domande sul bando R&S Filiere, per un importo di 12

milioni di euro e pubblicata sul Burm numero 21 del 1 agosto. “E’ corretto – si è chiesto - che in Molise sempre le stesse imprese beneficiano di finanziamenti pubblici e che invece migliaia di piccole e medie imprese sono impedite nell’accesso al credito? Non è giunto il momento di dare ossigeno al tessuto delle piccole e medie imprese, invece che

sempre agli stessi imprenditori?” Intanto, proseguono oggi gli incontri pubblici di Romano, candidato alle primarie del 4 settembre. Il consigliere sarà oggi a San Polo e poi farà tappa a Palata (domani), Pietrabbondante e Termoli (13 agosto), il 18 agosto sarà a Casalciprano e il 23 a Sant’Elia a Pianisi.


Giovedì 11 agosto 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it

Alle 21 in piazza Roma esibizione della cover band

Nel giardino della biblioteca Albino a Campobasso

A Bojano per rivivere ‘Piccole letture’ il mitico Rino Gaetano Secondo incontro Stasera a Bojano, in piazza Roma alle ore 21, esibizione della cover ufficiale una grande stella della canzone italiana: la “Rino Gaetano Band”. Il gruppo nasce da un’idea della compagna Anna Gaetano e del figlio Alessandro, Marco Morandi. È per questo che la band nasce col proposito di far ritornare in scena alcuni dei brani più significativi in uno tribute show che ripercorre le tappe più importanti della breve ma intensa carriera artistica di un

personaggio ormai entrato nel mito. Nel corso della stagione invernale la band ha calcato i palchi dei più importanti locali italiani: Big Mama, Hiroshima Mon Amour, Fillmore, Thunder Road, Estrgon, Stazione Birra e Nuvolari Li-

bera Tribù, questo dopo aver accompagnato Paolo Rossi nella presentazione di un brano inedito della produzione di Rino (“In Italia si sta male”) al Festival di San Remo 2007 e al Primo maggio a Roma in Piazza San Giovanni. red

Dopo i consensi raccolti con la prima giornata del ciclo Piccole Letture, svoltasi lunedì 8 agosto presso il giardino della Biblioteca Provinciale Albino, sale l’attesa per il secondo appuntamento, fissato per domani. Ad animare l’incontro ci saranno Alessandra Calise e Giovanna Battista, due delle lettrici volontarie formato dal progetto “Nati per Leggere”. Durante il primo incontro, i bambini dai 3 ai 6 anni accompagnati dai loro genitori, sono rimasti affascinati dai racconti appositamente selezionati e letti per loro e hanno anche potuto conoscere in modo diverso e informale un ambiente come

quello della biblioteca. Il piacere e la partecipazione attiva mostrata dai piccoli lettori sono un’esperienza sulla quale continuare ad investire senza paura, non solo per avvicinare alla lettura le nuove generazioni, ma anche per proporre percorsi di educazione culturale diretti, capaci di far nascere nuove motivazioni e curiosità nei bambini. Il ciclo “Piccole Letture” è promosso dalla Biblioteca provinciale Albino, dall’Associazione Culturale Pediatri nel Molise, dall’Associazione Italiana Biblioteche e dalla Provincia di Campobasso. Gli appuntamenti sono previsti il 16 e il 19 agosto. red

Tutti gli appuntamenti dell’estate molisana Dal 4 al 13 agosto CAMPOLIETO (Cb) - Festival “Note d’estate a Campolieto”. Dal 4 al 11 agosto LARINO (Cb) - 1^ edizione torneo di calcio a cinque “Santa Chiara” a cura di Asd Sc Larino. Dal 5 al 12 agosto RIPALIMOSANO (Cb) - Palio delle Quercigliole o Madonna della Neve. Processione della statua della Madonna che sarà riportata nella propria cappella l’11 di agosto. Il giorno successivo si prepara il palio che consiste di una gara equestre. Dal 9 al 12 agosto CAMPODIPIETRA (Cb) - Festeggiamenti in onore di San Michele Arcangelo. Tre giorni di festa con intrattenimenti musicali, degustazioni gastronomiche e tanto divertimento. 9 agosto:gioco a quiz ‘Il cervellone’; 10 agosto: sagra taccozze e fagioli con cigoli di maiale e vino rosso e esibizione di ‘Cantine riunite band’; 11 agosto: pizzca e taranta con gli ‘Audiofolk’, i ‘Tamburellisti di Torrepaduli’; 12 agosto: complesso bandistico Città di Francavilla Fontana diretto dal maestro Ermir Krantja. Dal 9 al 20 agosto BARANELLO (Cb) - Ore 17.30 apertura della mostra in occasione dell’inaugurazione della nuova sala della Biblioteca Comunale. Dal 10 al 11 agosto CAROVILLI (Is) - Nuvole,chitarre e note - festival Danilo Ciolli. La manifestazione musicale, nata per ricordare Danilo Ciolli (uno dei quattro ragazzi molisani scomparsi nel sisma abruzzese del 2009) e organizzata dall’Associazione Danilo Ciolli Onlus, giunge alla sua terza edizione. Ospiti delle due serate saranno (10 agosto) Post-it; Marco Notari e i Madame; i Fonokit; i Bud Spencer Blues Explosion; (11 agosto) Roberto Angelini e il Collettivo Angelo Mai; Niccolò Fabi. Dal 10 al 22 agosto SANT’ELIA A PIANISI (Cb) - Manifestazioni: 10 agosto, karaoke con Piero in collaborazione con il Pin’up. 11 agosto, orchestra spettacolo con organetto e fisarmonica. 12 agosto, serata di beneficenza per il Ciad con spettacolo ‘Buonanotte Pulcinella’. 13 agosto, caccia al tesoro. 14 agosto, il mercatino delle pulci. 15 agosto, Il Giradischi e musica folk-popolare. 16 agosto, ‘Musicando’ con musiche e canzoni tradizionali con dialetti paesani. 17 e 18 agosto, 4a edizione Notte Rock “London Calling”, presso Ex-Novo località San Pietro. 19 agosto, saggio di ginnastica ritmica. 22 agosto, concerto. 11 agosto BARANELLO (Cb) - Ore 19.00 veglia di preghiera, ore 21.00 concerto del gruppo musicale “Mixer”. 11 agosto CAMPOBASSO - Teatro popolare “Elemosinando”. Dal 11 al 12 agosto CARPINONE (Is) - Festival Internazionale del folklore, programma: apertura festival e Notte della Taranta con i “Sud Folk” (11 agosto); Festival Internazionale del folklore con gruppi provenienti da Hawaii Cile, Lituania, Kenya, Spagna, Ungheria, Venezuela, Georgia e Italia (12 agosto). Dal 11 al 12 agosto CERCEMAGGIORE (Cb) - Nel pomeriggio torneo di tre sette e la divertente gara della roto-

balla. A seguire serata in allegria con il liscio del gruppo “Do-Re-Mi-Fai.....Ballare” e le sue magiche ballerine. Il giorno successivo finale di tre sette e gara di tiro alla fune. Serata danzante con il gruppo musicale “Idea 2000”. 11 agosto BONEFRO (Cb) - Inagurazione dedicata al famoso pittore bonefano Domenico Baranelli. Ore 11.00 Auditorum- Convento Santa Maria delle Grazie. Rappresentazione teatrale: Ore 21.30 presso Fontana della Terra rappresentazione teatrale: “La Gabbianella e il Gatto”, drammatizzazione tratta dal libro Luis Sepùlveda. 11 agosto CERCEPICCOLA (Cb) - Ore 21.00 in Piazza Lombardi festa dell’emigrante e del tricolore con cena e musica dal vivo, offerta dall’Amministrazione comunale. 11 agosto ISERNIA - The jazz history: Daniele Cordisco Trio e Matt Renzi Trio. 11 agosto MONTELONGO (Cb) - Contrada via Roma “Past e cim d rap”. 11 agosto MONTORIO NEI FRENTANI (Cb) - Festa di San Rocco. Ore 11.00 Santa Messa e processione; ore 21.00 grande orchestra di Fiati “G.Ligonzo”. 11 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Ore 16.00 Piazza Vittorio Veneto. Sannità teatro Sannitico festival “Antigione di Sofocle”; ore 21.30 largo Ciro Menotti. 11 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Ore 19.00 presso Piazza Marconi, “Un incontro nel borgo del gusto”, Ripabottoni-Olanda nelle tradizioni gastronomiche, (preparazione di piatti tipici ripesi e olandesi). Degustazione guidata e banco degustazioni dei vini molisani in collaborazione con Associazione Italiana Sommelier. La serata sarà allietata dalla musica. 11 agosto PIETRACUPA (Cb) - Ore 20.30 2° edizione Sagra della Bruschetta”; ore 21.00 esposizione del club Trigno fuoristrada 4x4 la serata sarà allietata dal complesso musicale “Ballando sotto le stelle”. 11 agosto SAN GIULIANO DEL SANNIO (Cb) - Ore 17.00 “Giornata Bambini” - Animazione by “Baby Village”, gonfiabili e animazione, località Terrapiana. 11 agosto SAN GIULIANO DI PUGLIA (Cb) - Ore 20.00 stands gastronomici; ore 21.30 Antonella Ruggiero e L’Arcano Patavino in concerto. “Stralunato Recital” con Mark Harris e Roberto Colombo, Corso Vittorio Emanuele III. 11 agosto TAVENNA (Cb) - Ore 21.00 “Beato tra le Donne”, seconda edizione in via Circonvallazione Nord. 12 agosto AGNONE (Is) - Notte bianca. 12 agosto BARANELLO (Cb) - Ore 18.00 il trasporto del corredo a cura del gruppo folkloristico 2Le Bangale”, ore 19.00 veglia di preghiera, ore 19.30 Festa della pizza Scema XII edizione, ore 21.30 spettacolo di musica leggera e cabaret con “Enzo Salvi”. 12 agosto BONEFRO (Cb) - Ore 20.30 2° edizione “Sapori veri” e sagra degli arrosticini. Serata gastronomica accompagnato dal concerto musicale Flamen Shiff. 12 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Apertura stands gastronomico e pesca, manifestazione “Borgo in Flore”.

All’interno della manifestazione ci sarà un breve presentazione degli eventi da parte del Presidente della Pro-loco Angelica Morelli e la serata sarà allietata dalla De Andrè Tribute band. 12 agosto FERRAZZANO (Cb) - “Spizzicando per il Borgo”, passeggiata enogastronomica e foklorica tra gli incantevoli vicoli del Borgo storico di Ferrazzano. Degustazioni di prodotti locali e Tintilia, accompagnate da musica tradizionale di mandolini ed organetti. 12 agosto GAMBATESA (Is) - Ligabue tribute band in concerto. 12 agosto ISERNIA - Star della Musica: Richard Galliano Quartet. 12 agosto MONTECILFONE (Cb) - Concerto di Antonio Forcione Quartet, alle 21:30 in via Fiume. 12 agosto MONTORIO NEI FRENTANI (Cb) - Incontro tra interisti. Ore 21.00 cena e intrattenimento musicale. 12 agosto PESCOLANCIANO (Is) - 17^ Sagra della Polenta, ore 19:00 degustazioni di polenta tagliata con il filo, piatto tipico dei pastori della transumanza. In serata spettacolo musicale e serata danzante, a cura dell’associazione “Il Girasole”. 12 agosto PIETRACUPA (Cb) - Ore 17.00 torneo di briscola femminile in C.so Garibaldi; ore 21.00 concerto di mandolini “Circolo Musicale Pietro Mascagni”; ore 22.15 cover band di Gigi D’Alessio e cover band di Gigi Finizio. 12 agosto SAN GIULIANO DI PUGLIA (Cb) - Ore 20.00 sagra dei fusilli; ore 22.00 serata karaoke “One man band”. 12 agosto VASTOGIRARDI (Is) - Festeggiamenti in onore di S.Nicola di Bari con la partecipazione dell’intera giornata del gran concerto bandistico città di Bracigliano provincia di Salerno, diretto dal maestro, direttore e concertatore professor Mario Ciervo. 12 agosto VINCHIATURO (Cb) - Sagra della zampogna presso c.so del popolo. 13 agosto BARANELLO (Cb) - Ore 08.30 La banda per le vie del Paese “Città di Bracigliano”; ore 09.00 celebrazione Eucaristica; ore 10.00 rassegna di marce in Piazza “Città di Bracigliano”; ore 12.00 Il mattiniere; ore 18.30 rassegna di marce in Piazza “Città di Bracigliano”; ore 19.00 celebrazione Eucaristica- processione per le vie del paese- spettacolo pirotecnico.; ore 21.30 concerto bandistico in Piazza “Città di Bracigliano”. 13 agosto BONEFRO (Cb) - “Efrofestival: Il Borgo che si racconta cantando”, seminari di danza pizzica. Dalle ore 16.00 Convento Santa MAria delle Grazie, apertura del percorso enogastronomico “Bonefro sotto le stelle” 2° edizione, ore 19.00 Borgo antico “Terra Vecchia”. 13 agosto CAMPOBASSO - Ore 22.00 “Arx” concerto di muisca Funky- Blues. 13 agosto CASTROPIGNANO (Cb) - Visite guidate al Castello D’Evoli e Borgo, ore 10.30. Piazzale Chiesa Madre:”Mercato di prodotti locali e biologici”. 13 agosto CIVITACAMPOMARANO (Cb) - Ore 18.00

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

4


Giovedì 11 agosto 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it

XVII sagra dei cavatelli, intrattenimento musicxale: “Quelli che il Karaoke.. Antonio e Felice”. 13 agosto CERCEPICCOLA (Cb) - Ore 21.30 Piazza Lombardi, musical mariano a cura delle suore del Santuario di Castelpetroso. 13 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - “I sapori di una volta”, sagra degli gnocchi e salsiccia e spettacolo musicale in piazza. 13 agosto FROSOLONE (Is) - Sounds of Molise: Giuseppe Spedino Moffa e Compari. A seguire un grande spettacolo di fuochi pirotecnici e estrazioni lotteria - 1° premio 5.000 euro. 13 agosto LONGANO (Is) - Gli Stadio in concerto. 13 agosto LIMOSANO (Cb) - Ore 18.30 Santa Messa; ore 20.00 concerto del coro polifonico “San Ludovico” c/o la Chiesa di S. Francesco, a seguire assegnazione borsa di studio “Paolo Minicucci”; ore 21.00 “La cena è servita”, tutti in piazza per assaporare gustosi piatti preparati dallo staff dello stand gastronomico; ore 21.45 “Luntan’ da mamma” commedia teatrale in dialetto limonese, a seguire “Belio” asta di prodotti gastronomici. 13 agosto MONTORIO NEI FRENTANI (Cb) - XVI sagra delle “Tolle”. Ore 17.00 inizio degustazione; ore 21.30 BandAdriatica in concerto. 13 agosto MONTELONGO (Cb) - Contrda Croce “Ciufl ca savcic e carn u furn”. 13 agosto MONTORIO NEI FRENTANI (Cb) - Concerto della Band Adriatica, alle 21:30 in via Roma. 13 agosto PESCOLANCIANO (Is) - Pezzata pescolancianese. 13 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Ore 20.00 C.so Sannitico “Serata al corso”, cucina sotto le stelle. 13 agosto PIETRACUPA (Cb) - Ore 11.30 2° raduno Regionale di macchine agricole; ore 20.30 3° sagra D’ L’ Pannocchia, serata sarà allietata dal noto gruppo pugliese Rione Junno “Taranta Beat Live”. 13 agosto SAN GIULIANO DI PUGLIA (Cb) - “Molisecinema”. Ore 21.00 proiezione cortometraggi; ore 22.00 presentazione e proiezione del film-documentario “La terra negli occhi” di Gaia Adducchio. 13 agosto VINCHIATURO (Cb) - Ore 19.00 “Giochiamo insieme” presso villa comunale. 13 agosto TORO (Cb) - “Sambrasil Show” spettacolo di samba e capoeira alle ore 21.00. Stand gastronomico in viale S. Francesco verranno proposte le gustosissime “arepas”, frittelle di farina di mais farcite con carne mechada: una vera leccornia. 13 agosto TORELLA DEL SANNIO (Cb) - Ore 21.00 sfilata di abiti da sposa, sposo e cerimonia presso Atelier gi Moda. 14 agosto AGNONE (Is) - Percussioni ketoniche “Campana e sonus” in collaborazione con “Pontificia Fonderia Marinelli” di agnone, alle ore 21.30. 14 agosto CERCEPICCOLA (Cb) - Ore 21.00 Piazza Lombardi cena con degustazione di piatti tipici allietata da tanta buona musica degli anni 60-70, a cura dell’Associazione “Siam Fier e Baldi”. 14 agosto FROSOLONE (Is) - Star della Musica: Al Di Meola e peo Anfossi. 14 agosto GAMBATESA (Cb) - Collage in concerto. 14 agosto MATRICE (Cb) - Ore 21.00 “45° sagra del prosciutto” a S. Maria della Strada a cura del Consiglio Parrocchiale. 14 agosto MONTORIO NEI FRENTANI (Cb) - XVI sagra delle “Tolle” inizio degustazione alle ore 11.00. 14 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Ore 19.00 presso il teatro Sannitico “Cassandra e il re”. 14 agosto SAN MARTINO IN PENSILIS (Cb) - Marlene Kuntz in concerto. 14 agosto SAN MARTINO IN PENSILIS (Cb) - Marlene Kuntz in concerto. 14 agosto SAN GIULIANO DEL SANNIO (Cb) - Ore 20.30 “II° edizione sagra cavatell e custatell”. Intrattenimento musicale con i “Balla con noi”, viale Caduti di Marcinelle. 14 agosto TORO (Cb) - Concerto dei “Kolossal” cover di Gianna Nannini, organizzato dal Comune di Toro alle ore 21.30, stand gastronomico. 15 agosto CAMPOBASSO - Santa Maria De Foras - Gigione in concerto. 15 agosto CAMPOBASSO - Jò Donatello e Menayt in concerto, ore 21.30. 15 agosto GAMBATESA (Cb) - Cover di Rino Gaetano “Ciao Rino”. 15 agosto LIMOSANO (Cb) - Ore 11.30 solennità dell’Assunta. 15 agosto MATRICE (Cb) - Festività in onore della Madonna dell’Assunta a S.Maria della Strada,ore 09.00 continuazione della “45° sagra del prosciutto”, ore 21.00 spet-

tacolo musicale. 15 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Festa “Santa Maria Assunta”. Ore 11.30 Chiesa Santa Maria Assunta, Santa Messa; ore 17.15 Santa Messa e processione nella Chiesa Santa Maria Assunta; ore 21.30 spettacolo musicale “Rino’s Garden” in piazza Vittorio Veneto. 15 agosto SANT’ELENA SANNITA (Is) - Festa dell’Assunzione della Beata Vergine Maria; alle ore 18.00 S.Messa solenne con processione per le vie del paese. 15 agosto TRIVENTO (Cb) - Giò Valeriani. Dal 14 al 15 agosto MATRICE (Cb) - 45esima sagra del prosciutto a Santa Maria della Strada, spettacolo musicale, ore 21.00. Il giorno successivo alle ore 11.30 S.Messa nel Santuario con processione; ore 21.00 spettacolo musicale “Audiostop”. Dal 14 al 15 GILDONE (Cb) - Sagra dei peperoni. In contrada Santa Maria a Quadrano. 16 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Animazione per bambini con castelli gonfiabili, calcio balilla umano. 16 agosto GAMBATESA (Cb) - Festa dell’emigrante con la Mirko Casadei Beach band. 16 agosto MATRICE (Cb) - Ore 19.00 S.Messa con processione; ore 21.00 spettacolo musicale “Odissea”. Apertura stands gastronomici. 16 agosto MONTELONGO (Cb) - Ore 18.00 XXVI Palio delle Contrade. 16 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Ore 19.00 teatro Sannitico “Medea” da Euripide a Pasolini. 16 agosto PIETRACUPA (Cb) - Ore 15.00 giochi gonfiabili per bambini; ore 19.00 show acrobatico freestyle “Crazy Quad Team”; ore 21.00 Anguria Party con balli di gruppo e karaoke. 16 agosto SANT’ELENA SANNITA (Is) - Ore 21.45 Piazza Saletto “Canzoni, canzoni e....” con Antonio Muliere. 16 agosto TORO (Cb) - Torneo di calcio balilla in via Pozzillo. 17 agosto CAMPOBASSO - In Piazza Palombo ore 22.00 “Blue Velvet” concerto di musica Funky - Blues. 17 agosto DURONIA (Cb) - Festa del Santuario dell’Assunta, contrada Santa Maria. 17 agosto GAMBATESA (Cb) - Drink to the sound of music “Sangria Party” con dj Tommason, a seguire I° edizione del Gambafolk and alternativerock music festival con i gruppi: La suonata balorda, 3ttnika, Jonny Blitz, Delirium 170 e Miaban. 17 agosto MATRICE (Cb) - Giornata missionaria “Pro Tanzania”; ore 21.00 esibizione scuola di ballo “World Dance Molise”. Apertura stands gastronomici. 17 agosto MONTELONGO (Cb) - Festa padronale in onore di San Rocco protettore. 17 agosto MONTAQUILA (Is) - Ore 21.00 “Nomadi” in concerto in piazza Alighieri. Dal 17 al 18 MONTAGANO (Cb) - Ore 17.00 apertura corsa d’arte “Rampa dei leoni”; ore 17.30 giochi per i bambini, in serata giochi popolari. (18 agosto) alle ore 20.30 esibizione della contessa Pina Muccino e, proiezione del film “Qualunquemente”. (19 agosto) serata danzante. 17 agosto ROCCASPROMONTE (Cb) - Festività dei Santi Protettori Vito, Modesto e Credenza. Ore 21.30 spettacolo in piazza con Vicenzo Olivieri e la Moma Bend. 17 agosto SANT’AGAPITO (Is) - Giò Valeriani. 17 agosto SANT’ELENA SANNITA (Is) - Ore 10.00 cortile Comunale 22° edizione torneo “Scopetta” e 12° edizione torneo “Scopa”; ore 21.00 Piazza Saletto VII edizione della Corrida. 17 e 18 agosto TERMOLI (Cb) - Spettacolo comico di ENRICO BRIGNANO “Sono romano ma non è colpa mia” al Teatro Verde, ore 21:00. Dal 17 al 20 TAVENNA (Cb) - Torneo di calcetto e pallavolo, campetto Polivalente. 18 agosto ACQUAVIVA D’ISERNIA (Is) - Sagra della scorpella 18 agosto CAMPOBASSO - In Piazza Palombo alle ore 22.00 concerto di muisca rock-blues “Cafe Wha”. 18 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Matt Renzi Jazz Quartet in concerto. 18 agosto FOSSALTO (Cb) - VII edizione della manifestazione “Usi e costumi del centro storico”. 18 agosto GAMBATESA (Cb) - Summer disco party with dj ricky99. 18 agosto ROCCARAVINDOLA (Is) - Il bar Stazione organizza la 3° edizione della “festa della pizza”, con pizze sul parco, musiche e... fiumi di birra. 18 agosto ROCCASPROMONTE (Cb) - Ore 20.30 tradizionale sagra di “salsiccia e ova fritt”. 18 agosto SANT’ELENA SANNITA (Is) - Festa di Sant’Elena Imperatrice. Ore 09.00 Santa Messa; ore 11.30 Santa Messa solenne con processione. 19 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - “I sapori di una

volta”, sagra dei “Cazzariegl e fagiuol” con frittata paesana e spettacolo musicale con “I simpatici Italiani”. 19 agosto FOSSALTO (Cb) - 19^ sagra del farro. 19 agosto TORO (Cb) - Serata musicale con il gruppo “Tretnica” ore 21.00, stand gastronomico. 19 agosto LIMOSANO (Cb) - Ore 18.30 solennità del Santo Patrono - San Ludovico. 19 agosto PIETRACUPA (Cb) - Festività di S. Giorgio. Ore 08.30 Banda di Sperone “AV”; ore 11.30 S.Messa nella Chiesa Madre e processione; ore 21.00 serata danzante “Greem Show”; ore 23.00 estrazione lotteria Asd Pietracupa calcio a 5. 19 agosto SANT’ELENA SANNITA (Is) - “Saluti d’estate” in Piazza Saletto. Ore 20.30 Cocomerata organizzata dall’Associazione Culturale “Amici per S.Elena”. 20 agosto CAROVILLI (Is) - Ore 21.00, in località San Domenico “Tutti in pista con Ennio” serata di liscio, balli di gruppo e revival anni 70-80 durante la serata funzionerà uno stand gastronomico con prodotti tipici locali. 20 agosto CERCEPICCOLA (Cb) - Ore 21.00 Piazza Lombardi serata danzante con cena conviviale. 20 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Rappresentazione del Musical “The Blues Brothers Story”. 20 agosto FOSSALTO (Cb) - Festa in onore della Madonna del Colle, stand gastronomici e spattacolo musicale. 20 agosto MATRICE (Cb) - Cantabimbi 2011. 20 agosto MONTEVERDE DI BOJANO (Cb) - La Corrida con la partecipazione di straordinari ospiti, presenta: Lucio Perrella. 20 agosto PIETRACUPA (Cb) - Ore 08.30 Banda di Montesarcchio “BN” Pietramusik; ore 20.30 3° sagra della birra molisana “Sannita” con band emergenti “J.D. Hogg”, “The Striplings”, “Vattelape-Ska”. 20 agosto SAN GIULIANO DI PUGLIA (Cb) - “Prima che tutto accadesse...” presentazione del libro e l’incontro con l’autore Maurizio Picariello, ore 19.00. 20 agosto SANT’ELENA SANNITA (Is) - Ore 17.00 Piazza Saletto “Parcolandia”, giornata del bambino. 21 agosto ACQUAVIVA D’ISERNIA (Is) - Festa del fagiolo acquavivese. 21 agosto CAROVILLI (Is) - In località San Domenico, 33° edizione de “La Tresca”, rievocazione dell’antica trebbiatura del grano e dei cavalli; ore 10.30 inizio trebbiatura che terminerà nel pomeriggio con l’asta del grano e della paglia; ore 12.00 apertura stand gastronomico con prodotti tipici locali, la giornata sarà allietata da canti, balli sull’aia e dal gruppo folkloristico argentino “Gioia d’Italia”. 21 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Cinema per bambini. 21 agosto CERCEPICCOLA (Cb) - Ore 21.00 Pizza Lombardi, serata musicale. 21 agosto FOSSALTO (Cb) - In piazza ore 20.30 “Zompa, raglia e fischia... e tut Fossalt scegn in pista”. 21 agosto MONTEVERDE DI BOJANO (Cb) - Raf in concerto. 21 agosto SAN GIOVANNI IN GALDO (Cb) - III edizione San Giovanni in sound. Sagra du “Funnerrielle”. 21 agosto TORO (Cb) - Serata folkloristica, ore 20.00. 22 agosto LIMOSANO (Cb) - Ore 17.30 Madonna delle Stelle - SAntuario diocesano. 23 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Esibizione del gruppo folk “Clemente Colucci” di Guardiaregia. 23 agosto GAMBATESA (Cb) - Comitato Festa San BArtolomeo Apostolo. Ore 20.30 sagra di pasta e fagioli con peperoni e formaggio fritto; ore 21.00 inizio ballo in piazza. 24 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - “Karaoke in piazza” e degustazioni dei tipici “T’Rciniegl” collesi. 24 agosto GAMBATESA (Cb) - Comitato festa San Bartolomeo Apostolo. Ore 21.00 spettacolo in piazza della divertente street band Conturband. 25 agosto VINCHIATURO (Cb) - Serata al... tartufo, con musica popolare presso DueDì. 25 agosto TORO (Cb) - Sagra della pannocchia, ore 21.00. 26 agosto TORO (Cb) - Stand gastronomico ore 21.00. 27 agosto FROSOLONE (Is) - “Valley under siege” in concerto. Fino al 26 settembre ISERNIA - In corso Marcelli, nel Complesso monumentale di Santa Maria delle Monache, la personale di istallazioni ‘Codice Lapidario’ della pittrice Luciana Picchiello. Fino al 15 settembre TERMOLI (Cb) - 56° Premio Termoli Mostra nazionale d’arte contemporanea, presso Galleria civica (orario: 10:00 - 12:00 e 20:00 - 24:00). Inagurazione spazi espositivi d’arte contemporanea, a cura dell’Associazione alla cultura in collaborazione con la Fondazione Molise Cultura, in via F.lli Brigida vicolo mercato.

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

5


GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 220

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Dopo gli sterili attacchi d’immobilismo lanciati da Nagni e Fanelli

Il presidente De Matteis

Provincia, De Matteis difende l’approvazione del Rendiconto Non avevano usato mezzi termini. ‘Un centrodestra privo di imput’, le parole dei consiglieri di minoranza Nagni e Fanelli, a seguito dell’ok in Provincia al Ren-

diconto finanziario dell’esercizio 2010. Puntuale arriva la risposta del vertice di Palazzo Magno, De Matteis: “Nel rispettare il ruolo della minoranza

– esordisce - mi dispiace ammettere che si faccia dietrologia, populismo e che si scriva tanto per apparire. Circa il lavoro dell’amministrazione, questa maggioranza sta definendo un bilancio caratterizzato da scelte, strategie e spese per somma urgenza della precedente am-

ministrazione, dove mi pare il consigliere Nagni, senza candidarsi, ricoprì il ruolo di assessore esterno. Stiamo affrontando tagli drastici: una riduzione di circa 8 milioni di euro – continua il presidente della Provincia - le spese relative alle elezioni e le rate Inpdap che rappresen-

tano una mannaia per le magre casse provinciali. Sull’argomento non ci siamo mai permessi di uscire sulla stampa con attacchi e critiche alla precedente amministrazione, ma ci siamo limitati a correre ai ripari, senza proclami e senza rancore. Ricordo alla minoranza che

si lavora su di un bilancio dove in piena estate stiamo garantendo un inequivocabile segnale di rispetto istituzionale. Non condivido dunque – e così chiude De Matteis - critiche strumentali ad una maggioranza che ha dimostrato e dimostrerà serietà e trasparenza”.

Piazza Prefettura palcoscenico di uno spettacolo che ha rivisitato il Risorgimento in chiave lirica

Molise all’Opera, debutto grandioso Martedì sera è andato in scena uno di quegli eventi che le coscienze sensibili alla cultura agognano costantemente invano; la Regione Molise ha infatti regalato alle due Province e al baluardo della costa adriatica tre ore di musica e non solo: riduttivo ricondurre le note del Risorgimento ad una mera esecuzione di spartiti… A Campobasso, la Regione ieri sera ci ha servito in calici d’oro tre ore di storia, tre ore di civiltà, tre ore di armonia. Il maestro e direttore artistico Michele Gennarelli ha fatto la scelta felice di cominciare con L’inno nazionale: tutti in piedi. Poi, la “musica che unisce”. Alla prepotenza di Verdi e dei suoi fiati, alle note delicate de La forza del destino e al quartetto di voci che trova naturalmente la sua perfezione in Bella figlia dell’amor, hanno fatto da contraltare i brani struggenti,

malinconici, nostalgici anche, tratti dalla Tosca e da La Bohème di Puccini. A intervallare, Gioacchino Rossini e il suo Barbiere di Siviglia; Mascagni con la Cavalleria Rusticana, nella cui esecuzione la mezzosoprano, ma diremmo in alcuni frangenti contralto puro Ambra Vespasiani ha dato il meglio di sé, e la perfetta Fernanda Costa, soprano eccezionale che si è cimentata senza graffi in Casta diva, su cui non ci permettiamo di esprimere troppe parole. A concludere, Nessun dorma, che ha sciolto il cuore dei presenti, e l’Aida, con le vere trombe egiziane. Applausi e bis: “brindiamo”. Purtroppo, c’è da annotare anche qualche cosa di spia-

FONDATO NEL 1998 DIRETTORE RESPONSABILE: GIULIO ROCCO EDITORE: ITALMEDIA s.r.l. SEDE LEGALE: VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 86100 CAMPOBASSO

cevole in merito alla manifestazione. Premettendo che da tempo gli “orecchi” musicali speravano nella possibilità che il baricentro de Il Molise all’Opera fosse spostato dalla dispersiva seppur accogliente Piazza della Repubblica alla naturale cassa armonica che la Cattedrale e il Teatro Savoia, unitamente ai gioiellini architettonici prospicienti, vanno a formare in Piazza Prefettura, e sono stati accontentati con l’edizione 2011, ieri sera un paio di episodi si sono rivelati talmente stridenti con la cornice appena descritta da far tornare sui propri passi chi aveva fino ad allora premuto per l’utilizzo di Piazza Pepe, rivelatasi zona di passaggio delle sot-

tospecie più involute dell’uomo del terzo millennio. Esponiamo i fatti brevemente. All’intervento dell’avvocato Arturo Messere, un gruppo di voci levatesi dal fondo della piazza, ha cominciato, e chiediamo scusa per il linguaggio rudimentale ma lo riportiamo fedelmente, a “chiedergli di andarsene a casa” e di “svegliarsi”, forse in riferimento alla calma con la quale l’avvocato esprimeva la propria passione per la musica e per l’arte, augurandosi lo stesso atteggiamento nelle menti in ascolto, soprattutto quelle giovani. Evidentemente, quel gruppo di urlanti non apparteneva a tale categoria, come ha giustamente osservato lo stesso

Messere. L’episodio non può e non deve essere ricondotto a simpatie politiche: qui si trattava di una serata all’insegna dell’arte, nient’altro. Il secondo episodio vede come protagoniste alcune ragazze che, durante l’esecuzione de La vergine degli angeli, si recavano all’ormai nauseante zona pub e che hanno pensato bene di fare il verso alla Costa, posponendosi al finale con un’infantile e ridacchiante imitazione dell’acuto conclusivo. Sono le stesse che vivono del vociare senza senso, che studiano brevemente per conseguire lauree brevi, che si nutrono di rapporti virtuali. Ieri, al primo episodio, abbiamo provato vergogna, ma l’amarezza

Applausi a scena aperta per gli artisti Ovazione per il maestro Gennarelli vissuta al secondo ha rinforzato ciò che pensiamo da tempo: Campobasso abbisogna di un’urgente operazione culturale che sappia vincere l’inettitudine e la decadenza della fascia più giovane della popolazione. E occorre agire in fretta. R.d.S.

PRECISAZIONE

In merito all’articolo uscito ieri intitolato “Gomitata 205 ‘involontaria’ al carabiniere, torna libero”, l’avvocaSITO INTERNET: to difensore è GIOVANNI www.quotidianomolise.it Caputo. EMAIL:redazionecb@quotidianomolise.it Il legale è riuscito ad otPubblicità tenere dai giudici del TriITALMEDIA s.r.l. Tel. 0874.484623 bunale del Riesame la reVia S.Giovanni in Golfo voca di misura cautelare per Campobasso un trentottenne di Sepino, EMAIL: commerciale@quotidianomolise.it accusato di concorso in reCENTRO STAMPA sistenza a pubblico ufficiaROTOSTAMPA - LIONI (AVELLINO) le, che non poteva uscire di casa dalle ore venti alle ore Registrazione Tribunale di Campobasso N. 157/87 sei. SEDE OPERATIVA VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 86100 CAMPOBASSO

7


8

Giovedì 11 agosto 2011

Omaggio a Benito Faraone L’idea è dedicargli l’area Foce Di Bartolomeo vicino alla fontana dell’area Foce

L’area della Foce torna agli antichi splendori, riconsegnata dalla Provincia in mano al Comune di Campobasso che nella persona del suo primo cittadino, Luigi Di Bartolomeo, ha annunciato l’indizione di un bando di gara per affidare a un privato la riqualificazione della zona. E a un giorno dalla magistrale manifestazione per ufficializzare il “passaggio di consegna” già si pensa al nome che potrebbe intitolare que-

st’ampia superficie di verde un tempo molto frequentata. Uno in particolare potrebbe essere preso in considerazione: quello di Benito Faraone, il noto artista campobassano scomparso sette anni fa che si è distinto per aver cantato la storia e la vita della città e della realtà molisana, nominando anche l’area della Foce - dove nel weekend animava le consuete scampagnate - in uno dei suoi più bei componimenti. A rendere nota la proposta è l’assessore Pasquale Colarusso, che ha mostrato tutta la sua soddisfazione per l’annunciato rilancio dell’area. “Durante l’amministrazione Di Fabio alcuni anni fa – spiega Colarusso – io e il consigliere Michele D’Alessandro votammo in sede di commissione una proposta che rendesse omag-

gio a Benito Faraone: dedicare il suo nome a un punto della città. All’epoca il consigliere provinciale Varra sotto la giunta D’Ascanio mostrò subito parere favorevole. Ora quella possibilità torna realmente e finalmente a concretizzarsi. L’area della Foce o anche un piazzale al suo interno potrebbe assumere il nome del nostro compianto concittadino. Nei prossimi giorni la questione verrà affrontata in commissione o direttamente dalla giunta”. Faraone, nato a Campobasso nel 1936, è rimasto noto alle vecchie generazioni per il long playing “Folklore Molisano”, il disco “Molise terra cara” e per “Moliseide”, la raccolta di ballate e canzoni in dialetto molisano. AB

Prestigioso riconoscimento alla festa di Ripalimosani dal Forum Nazionale dei Giovani

Madonna della Neve ‘Meraviglia italiana’ Importante riconoscimento per la secolare manifestazione che si tiene ogni anno il 12 agosto in località Quercigliole a Ripalimosani: la Festa della Madonna della Neve e il Palio delle Contrade sono stati infatti selezionati da una apposita

commissione del Forum Nazionale dei Giovani e insigniti del bollino di “Meraviglia Italiana”. Quella del Forum Nazionale dei Giovani è una iniziativa che ha preso il via in occasione del 150esimo anniversario dell’Unità Na-

zionale e che ha come scopo precipuo quello di dare la giusta visibilità a livello nazionale ai luoghi, ai siti storici e culturali, alle tradizioni popolari più interessanti e affascinanti ma meno conosciute delle quali l’Italia è ricca. La Festa

Padre Rivetti, Michele Moffa, Paolo Petti e Carmelo Lentino

della Madonna della Neve, che vede il suo momento clou il 12 agosto di ogni anno con la tradizionale corsa dei cavalli, giunta all’edizione numero 208 e da qual-

Il Palio delle Quercigliole edizione 2010

Domani le corse equestri e in serata il concerto live di Michele Zarrillo

Palio delle Contrade, fari puntati su località Quercigliole La corsa degli asini è alla sua seconda edizione: i capicontrada disputano la gara in groppa a simpatici asinelli in un piccolo tratto del tratturo: un momento di grande simpatia e divertimento per grandi e piccoli, preludio alla grande corsa. Il Palio, giunto all’edizione numero 208, è stato riportato dall’anno scorso alle caratteristiche di un tempo: corrono cavalli apparte-

nenti solo a scuderie locali. In batteria finale i cavalli

La corsa degli asini

vengono abbinati alle 6 contrade del paese: Castello, Piazza, San Rocco, Villaggi, Morgione e Santa Lucia. Il cavallo vincitore al termine della corsa viene fatto inginocchiare davanti alla statua della Madonna, nella cappella delle Quercigliole. In serata la premiazione. Il concerto di Zarrillo, notissimo cantante di musica leggera italiana, si terrà in paese, nella piazza principale, seguito, a mezzanotte, dai fuochi d’artificio. Per l’occasione è stato al-

lestito il servizio d’ordine con la deviazione del traffico verso le aree di parcheggio. Durante tutta la giornata stand gastronomici, musica ed animazione. Organizzano il comitato Madonna della Neve in collaborazione con l’associazione Madonna della Neve, il Comune di Ripalimosani, numerose associazioni locali e il supporto della Presidenza del Consiglio regionale.

che decennio abbinata al Palio delle Contrade, è un pilastro inamovibile della storia e della tradizione di Ripalimosani; da qui la decisione di candidare tale manifestazione a “Meraviglia Italiana”, scelta condivisa ampiamente dall’organizzazione dell’iniziativa che ha così inserito la Festa della Madonna della Neve tra le bellezze italiane. A suggello del riconoscimento, lo scorso 28 luglio presso l’Aurum di Pescara c’è stata la consegna della pergamena di assegnazione del bollino di “Meraviglia Italiana”, ritirata dal Sindaco di Ripalimosani Paolo Petti, dal Parroco e presidente del Comitato Festa

Padre Aniello Rivetti e dal Consigliere Comunale Michele Moffa che ha curato la candidatura, alla presenza di Carmelo Lentino, consigliere direttivo del Forum Nazionale dei Giovani e curatore dell’iniziativa; soddisfatto il primo cittadino ripese che ha voluto ringraziare pubblicamente il Forum per aver dato a Ripalimosani l’opportunità di oltrepassare i confini regionali. “Un grazie speciale – ha dichiarato alla consegna del riconoscimento – ai comitati che si sono succeduti nel tempo e che, con impegno e passione, hanno reso eterne questa nostra manifestazione”.

Michele Zarrillo

Sta per entrare nel vivo la festa della Madonna della Neve di Ripalimosani: venerdì 12 agosto 2011 la giornata clou con: la corsa degli asini località Quercigliole – ore 11,00 il palio delle contrade località Quercigliole – ore 15,00 il concerto di Zarrillo piazza San Michele – ore 22,00 i fuochi pirotecnici piazza San Michele – ore 24,00.


Giovedì 11 agosto 2011

9 Archivio

Opportunità che può risultare vincente, parola della Camera di Commercio

Imprese, in arrivo incentivi per migliorare efficienza e qualità Villa De Capoa interdetta ai disabili, sbarrata la rampa “Il cancello con rampa per disabili che da “Porta Napoli” consente l’accesso in Villa de Capoa continua ad essere serrato. Pertanto, considerato che i gestori del parco non si sono assolutamente fatti “scalfire” dalle reiterate segnalazioni... Almeno si rimuova lo sbiadito cartello con gli orari di accesso. Sembra un’ulteriore presa in giro! Con l’occasione, dopo aver lodato il titanico lavoro svolto dal custode che cerca amorevolmente, e senza risparmiare energie, di curare il bellissimo giardino, si lancia una proposta: perché non chiudere uno o due giorni infrasettimanali ed aprire finalmente la domenica ed i festivi compensando così l’aumento dei costi?” P.G.

Migliorare l’immagine e l’efficienza dell’azienda è un’opportunità per risultare vincente. Investire in qualità, di questi tempi, rappresenta, tuttavia, un impegno economico non indifferente. La Camera di Commercio di Campobasso, ha previsto l’erogazione mirata di incentivi a favore delle imprese della provincia. Gli stanziamenti sono diretti a sostenere i costi di consulenze specialistiche per l’introduzione nelle aziende di sistemi per la gestione della qualità e

qualificazione dei processi aziendali, in particolare per il bilancio sociale, certificazioni UNI EN ISO 9001; 22000, 14001; SA 8000 certificazione delle buone pratiche agricole (EUREP GAP), certificazione delle buone pratiche agroalimentari (BRC, IFS), marcatura CE degli aggregati, innovazione di processo/prodotto, ecc.

L’incentivo è stabilito nella misura massima di 4mila euro al netto di IVA per ogni impresa. Le domande devono essere compilate sulla base del modello scaricabile dal sito www.cb.camcom.it ed inviate dal 1 al 30 settembre 2011, solo ed esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica certificata cciaa@cb.legalmail.camcom.it.

Baranello e Campobasso tra Ottocento e Novecento

momento attuale che si sta vivendo il risultato del bilancio fatto insieme della storia antecedente con prospettive sfumate di futuro”. Questo l’obiettivo perseguito con un costante lavoro e una cura particolare al valore culturale, di cui Baranello si fa contenitore. Ecco perché Niro e i suoi collaboratori della Biblioteca di Baranello si avvieranno, nel prossimo mese di settembre, a programmare il nuovo anno con eventi e manifestazioni che vedranno coinvolti e interpellati “le scuole, il territorio, le istituzioni e le associazioni per garantire materiale di studio e approfondimento soprattutto ai ricercatori e ai lettori appassionati”. Con un appello finale alla politica perché “s’impegni a sostenere anche economicamente queste realtà interne al territorio molisano, per far scoprire anche a livello turistico il panorama naturalistico che fa da cornice a Baranello, facendo affiorare da una realtà ordinaria tesori di grande prestigio.”

La grata che sbarra l’ingresso ai disabili

I libri custodi di un mondo Claudio Niro e il suo amore per tutto ciò che è cultura Claudio Niro

di Ylenia Fiorenza “I libri non contengono solo parole – afferma H. Hesse – perché essi son custodi di un mondo fatto di idee, di sentimenti, di storie che possono infrangere la distanza tra l’antico ed il nuovo”. E’ in fondo il principio sul quale il direttore della Biblioteca comunale di Baranello, Claudio Niro, ha impostato la sua concreta attenzione e la sua dedizione verso il patrimonio culturale della città di Baranello. E lo ha fatto stavolta non solo cercando di valorizzare

le risorse preziose e di qualità presenti sul territorio baranellese, ma organizzando un evento del tutto speciale. E’ stata presenta, infatti, la mostra fotografica dal titolo “Baranello e Campobasso tra Ottocento e Novecento”, in occasione anche dell’inaugurazione della nuova sala della Biblioteca Comunale. Nella mostra, curata anche da Monia Carroccia, oltre ad esibire fotografie esclusive come quella della visita del Principe Umberto II di Savoia alle truppe del X reggimento del-

la fanteria accampata a Baranello, ha portato alla luce i ventimila libri, di cui la Biblioteca è in possesso, e tra cui regnano i 4800 testi solo sulla storia del Molise e i volumi antichi del 1500 fino ad arrivare a quelli più recenti, come la prima edizione della nota enciclopedia Treccani. Una documentazione fitta e corposa quella tratta dalle testimonianze fotografiche raccolte in questa esposizione, che ha visto l’interesse e la collaborazione di molti, creando così uno scambio di “frammenti di un accaduto mai disertato”. Perché, secondo Claudio Niro, autore anche di alcune monografie su Baranello, “gettare uno sguardo sul passato

Curiosi e appassionati visitano la biblioteca di Baranello

significa capire che taglio sta avendo l’evoluzione presente con tutte le sue tradizioni e i suoi avvenimenti storici”. Ma altrettanto evidente è il fatto che “per consentire alle

generazioni di incrociarsi è necessario da una parte mettere a disposizione le ricchezze culturali, di uso e costume, di sostanza e di forma, e dall’altra cogliere nel


GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 220

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Un gruppo di teenager bojanesi ha raccolto più di 80 firme per richiedere un ‘area utile al loro sport

Piccoli skaters reclamano una pista Sono stati ricevuti dal vicesindaco Policella e dal consigliere Risi

Sono stati ricevuti a Palazzo San Francesco i tre giovani in rappresentanza del gruppo di teenagers bojanesi che nei giorni scorsi ha protocollato presso gli uffici comunali la richiesta di realizzazione di

una pista per gli skate board, le bici e i pattini. La delegazione è stata ricevuta dal vicesindaco Gaetano Policella e dal consigliere Giuseppe Risi.Alla richiesta i ragazzi hanno inoltre affian-

cato un elenco di ben 80 firme; ovviamente non hanno firmato solo i ragazzi ma anche tanti adulti che hanno visto di buon occhio l’iniziativa, anche perchè è partita proprio da questo gruppo di teenagers. “ Non possiamo circolare per strada, viste le numerose buche e le tante auto che circolano – queste le motivazioni presentate- a Bojano ci sono tante zone ancora non troppo edificate, per cui si potrebbe creare uno spazio dove potremmo giocare, riunirci e non stare per strada dove anche solo per giocare rischiamo di farci male”. All’incontro con i rappresentanti dell’amministrazione Silvestri c’erano anche alcuni genitori, con i quali Po-

E’ stata avvistata all’oasi WWf di Guardiaregia

Individuata la Rosalia alpina E’ tra i più bei coleotteri d’Europa GUARDIAREGIA.L’area protetta matesina si arricchisce di una nuova ed importante scoperta. Qualche giorno fa, tra i faggi della vetusta foresta del Mutria, entomologi dell’Università del Molise ed operatori dell’Oasi WWF, hanno individuato la splendida Rosalia alpina, insetto coleottero tra i più belli e più rari d’Europa. La Rosalia alpina, appartenente alla famiglia dei Cerambicidi, è protetta in quasi tutte le nazioni europee ed è considerata specie rara e vulnerabile per le esiguità delle popolazioni e per la continua riduzione del suo habitat. L’adulto, lungo 4-5 cm, ha antenne lunghissime e si presenta con una visto-

10

licella, nella veste di assessore allo Sport ha concordato il da farsi:si valuterà la spesa necessaria ed il luogo idoneo alla realizzazione di quest’area. Si tratta di un piccolo gesto ma davvero significativo, poiché ancora una volta i giovani, stavolta giovanissimi, chiedono un luogo di aggregazione per non stare in strada, soprattutto d’estate, un luogo dove potersi divertire e svagare in sicurezza; non sono stati gli adulti a cercare di capire come e dove agire, sono stati loro stessi a farsi avanti. DD

Sono giunti a destinazione solo ieri

Nuova rissa tra migranti al centro di accoglienza CAMPOCHIARO. Arriveranno martedi’ o mercoledi’ della prossima settimana alla struttura di accoglienza del Molise, l’area della protezione civile di Campochiaro, 70 dei 1.164 migranti partiti ieri mattina da Lampedusa sul traghetto ‘’Moby Fantasy’’. Il traghetto e’ atteso il 9 agosto a Napoli, dove verranno accolti complessivamente 682 immigrati desti-

nati alle regioni del centrosud :100 andranno nel Lazio, 80 in Campania, 40 in Basilicata, 100 in Calabria, 70 in Molise e 292 in Puglia, a Manduria. L’area di Campochiaro ormai è meta fissa di queste peregrinazioni e sempre più spesso transitano per le nostre zone gli immigrati che purtroppo non sempre riescono a mantenere la calma e la correttezza in situazioni

così delicate, come quella dell’accoglienza in nuovi paesi ed allo stesso tempo l’emigrazione da una situazione così spaventosa. La scorsa settimana infatti, proprio nell’area di Campochiaro, alcuni immigrati hanno scatenato una rissa furibonda per una tazzina di caffè, tanto che sono dovuti intervenire numerosi gli uomini delle Forze dell’Ordine per placare la situazione.

Sul palco dell’Estate bojanese Rino Gaetano cover band sa colorazione azzurro cenere con tre coppie di fasce nere. La larva vive nel legno dei faggi e di altre piante. In Italia si incontra in par-

ticolare nelle faggete delle Alpi e dell’Appennino, come nel vicino Parco nazionale d’Abruzzo,Lazio e Molise. L’avvistamento di questi giorni nell’Oasi del WWF è il primo in assoluto sul massiccio del Matese ed il primo vero tangibile riscontro di Rosalia alpina per l’intero territorio molisano. Con il ritrovamento del bellissimo insetto, la Riserva naturale regionale Guardiaregia-Campochiaro, gestita dal 1997 dal WWF Italia, si arricchisce con orgoglio del raro Cerambicide, a conferma ancora una volta del grande valore naturalistico dell’area protetta e della necessità dello stesso progetto di tutela.

E’ per questa sera l’appuntamento musicale con la mitica Rino Gaetano cover band, che si esibirà in piazza Roma a partire dalle 21.30. Si tratta dell’ennesimo appuntamento nell’ambito dell’organizzazione Estate bojanese che da qualche giorno sta movimentando le serate del centro matesino. A 30 anni dalla prematura scomparsa del geniale cantautore calabro – romano, tornano in scena alcuni dei brani più significativi, in uno spettacolo - memorial che ripercorre le tappe più importanti della breve ma intensa carriera artistica di un personaggio ormai entrato nel mito. Il gruppo musicale ha rivisitato e arrangiato alcune tra le più belle opere di un cantautore fuori dagli schemi, più attuale che mai. I cantanti Marco Morandi, Federico e Alessandro (nipote di Rino) con la collaborazione di Anna Gaetano, sorella del cantante, portano in scena con altri 4 musicisti uno spettacolo musicale articolato tra immagini e canzoni verso un pensiero comune: ricordare “Rino” suonare le sue canzoni, risentire le sue emozioni, quasi a voler salutare un amico. Chi non ricorda i suoi successi più grandi, da Gianna a Berta Filava, da Il Cielo è sempre più blu a Nuntereggaepiù. Una occasione indimenticabile per i tantissimi fans che ancora lo amano e lo ascoltano ma soprattutto un modo per far ascoltare Rino.


GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 220

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

La Regione ha finanziato una somma considerevole anche per i lavori di piazza Chiaromonte

Campo sportivo, parla l’opposizione Il consigliere Nicola Ricciardelli chiarisce alcuni punti della questione Sulla questione dei finanziamenti del campo sportivo si è espresso Nicola Ricciardelli, consigliere di opposizione del Comune di Riccia. “Le promesse fatte in campagna elettorale si mantengono e bisogna dare atto che questo governo regionale le ha mantenute – tutte – nei confronti della comunità di Riccia, nonostante le elezioni comunali del 2009 siano state vinte dalla sinistra. E’ questa una dimostrazione di assoluta serietà. Dunque il finanziamento di 300 mila euro per la ultimazione del campo sportivo G. Poce è arrivato”. Il consigliere tiene inoltre a precisare come il gruppo di opposizione, per la verità, non ha avuto mai alcun dubbio in merito all’erogazione dei fondi, come ribadito in ogni occasione, sia in consi-

glio comunale, sia con note sulla stampa. “Omettiamo -continua - di ringraziare i governanti regionali perchè questo era un atto dovuto alla comunità di Riccia”. Nel contempo l’opposizione ribadisce quello che ha già detto nel corso del consiglio comunale, in sede di discussione del bilancio previsionale 2011. E cioè la proposta che il mutuo contratto dal Comune di Riccia per l’ultimazione del campo venga destinato principalmente alla sistemazione delle strade interpoderali che sono in condizioni pietose, atteso che l’importo di 100 mila euro come contributo da valere sui fondi PSR - e a cui il comune di Riccia come tutti i comuni molisani avrà accesso - è assolutamente insuffi-

ciente per coprire tutte le richieste connesse alla viabiNicola Ricciardelli

lità posta a servizio delle aziende agricole. “Una parte non rilevantissima del mutuo (parliamo di 40 mila euro) può essere utilizzata per la sistemazione e la copertura con struttura pressostatica del campo da tennis rispetto al quale sussistono le medesime esigenze del campo di calcio, ossia quelle di consentire in maniera seria e continuativa (anche durante il periodo invernale) alla comunità (gio-

vanissimi, giovani e meno giovani) la pratica del tennis. Inoltre mi sembra doveroso rimarcare che con nota del 5.8.2011 prot. n. 370/SVP a firma dell’assessore Vitagliano è stato comunicato al Consigliere regionale Enrico Fanelli e al Capogruppo

consiliare del PDL Michele Coromano lo sblocco del finanziamento di 400 mila euro per la ultimazione della piazza in via C.di Chiaromonte progettata e realizzata dalla precedente amministrazione comunale guidata da Enrico Fanelli.

Con una nota a firma dell’assessore Vitagliano è stato comunicato alla Fanelli e al capogruppo consiliare del Pdl Coromano lo sblocco del finanziamento di 400 mila euro per la piazza

Pietracatella . “Zia Italia” il titolo della lirica composta dal giovane

Angiolillo vince il concorso nazionale intitolato a Catello Cosenza Si è tenuto a Matrice, domenica scorsa, nella suggestiva cornice della chiesa santa Maria della Strada, la prima edizione del concorso nazionale di poesia dedicato al professor Catello Cosenza, docente Ordinario presso l’Università “La Sapienza” di Roma, uomo di grande cultura, versatile, di notevole capacità comunicativa e profondo conoscitore degli animi giovanili che tanto lustro ha dato al nostro paese. Si tratta di un’iniziativa che, organizzata dall’associazione culturale di Campodiptra “La pietra Rmìge”, ha raccolto l’adesione di circa 70 poeti. Le loro liriche sono state esaminate da una giuria presieduta dal professor Cacchione. Nel corso della cerimonia è stato assegnato il primo premio a Donato Angiolillo, 23 anni, di Pietracatella, che ha partecipato con la lirica “Zia Italia”. La poesia, attraverso il ritratto di una anziana zia, riassume alcuni fenomeni della storia italiana del 1900 ed è stata giudicata all’unanimità meritevole del primo premio. Secondo posto a “La luna ha i tuoi occhi” di Sergio Mar-

chetta (Campobasso) e terzo posto a Cammino di Paolo Borsoni (Ancona). I tre vincitori hanno ricevuto rispettivamente premi in denaro di 200 euro, 150 euro e 100 euro. Il tutto si è svol-

to alla presenza di Bruno e Luciano Cosenza, che hanno ricordato con parole semplici e toccanti il fratello Catello. L’associazione La Pietra Rmìge con i suoi membri ha voluto creare

uno spazio dove ogni anno, visto il grande successo della prima edizione, si dia voce alla poesia e alla creatività di quanti giovani poeti vogliano partecipare, facendo diventare Campo-

dipietra, almeno per una

sera, il paese della poesia.

Jelsi. Gli ospiti hanno apprezzato le bellezze e il calore dei molisani

Premio La Traglia: dall’Irlanda arrivano i ringraziamenti di Kay Mc Carthy Sono giunti a Jelsi, i ringraziamenti sinceri per l’accoglienza ricevuta durante i giorni del Premio La Traglia - Etnie e Comunità, dell’irlandese Kay Mc Carthy, la cantante irlandese che ha dimostrato in una serata magica tutta la sua bravura e quella del suo gruppo.

Noi del “Quotidiano”, desideriamo pubblicarli per estenderli alla comunità di Jelsi ed al Molise intero. ”Che bel soggiorno jelsese ci avete offerto! La Regione, l’assessore Marinelli, il comune e il suo sindaco, l’EPT, l’associazione “Gli Orsi Volanti”, e so-

prattutto il direttore artistico Pierluigi Giorgio con gli amici incontrati man mano (lo scultore Izzi, la dott.ssa Zivolo, la famiglia Miozzi...). Ringrazio naturalmente anche gli organi di stampa che hanno dato risalto all’evento. Siamo grati veramente con tutto il cuore! Durante il nostro “ingaggio” molisano, abbiamo vissuto un’esperienza culturale di grande spessore, nonché una vacanza gioiosa (anche se purtroppo troppo breve!) Speriamo di tornare presto a trovarvi. Mile buiochas (Mille grazie)!! Kay, Piero e i musicisti dell’Ensemble.”

11


GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 220

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

Entrano nel vivo gli interventi per il riassetto del manto asfaltato

Viabilità, la Provincia al lavoro sulle strade

Buone nuove sulla viabilità martoriata dell’area interna. A comunicare le novità è il neo consigliere provinciale di Trivento Pasquale Corallo. L’esponente di Palazzo Magno, in forza alla Commissione Lavori Pubblici, ha annunciato con soddisfazione il rifacimento della pavimentazione stradale

sulla tratta Trivento-Salcito. Buche come crateri, crepe, dissesti e manto asfaltato in più punti disintegrato caratterizzavano da troppo tempo l’arteria provinciale. Che adesso presenta tappeto d’asfalto nuovo di zecca. La strada, d’importanza strategica per la viabilità locale percorsa quotidianamente da automobi-

Per promuovere la carne locale

listi in transito verso il capoluogo di regione, adesso è più comoda e sicura. Ed un altro segmento di strada, altrettanto mal messo, è stato interessato da manutenzione. Proprio ieri uomini e mezzi della Provincia di Campobasso sono stati al lavoro su un pezzo di strada che dal bivio della Trignina sale verso lo svincolo per Trivento. Al cospetto di diverse attività commerciali voragini e asfalto sgretolato erano i segni distintivi del tratto di strada. Sul quale ogni giorno viaggiano centinaia di mezzi. Ieri un nuovo strato d’asfalto è stato steso sulla carreggiata, mettendola così in sicurezza. La sistemazione permetterà a tanti automobilisti di tirare un sospiro di sollievo.

“Stiamo facendo il possibi- ne viabilità. In autunno ulteriori lavole con i pochi fondi a disposizione per rendere i servi- ri di messa in sicurezza zi necessari alla popolazio- sono previsti sulla provinne residente nella provincia ciale che collega Trivento a Castelguidone, attraverdi Campobasso. Mi sono subito attivato e sto Archivio facendo i salti mortali per mettere in sicurezza alcune strade entro il 15 agosto, periodo clou per il rientro di tanti emigrati ed il passaggio di molti vacanzieri- spiega Corallo- Ringrazio per la solerzia i tecnici della Provincia ed annuncio che terrò sotto stretto controllo la questio-

A Montefalcone nel Sannio

Torna la sagra Nessun dorma del vitello alla brace C’è la Notte bianca Torna puntuale martedì 16 agosto come ogni estate a Trivento la sagra del vitello alla brace. Da nove anni l’associazione Cenobio di Maiella porta avanti la tradizionale festa per incentivare il consumo delle genuine carni locali. Già dalla mattina, in piazza Fontana, gli organizzatori iniziano ad arrostire un intero vitello che a ritmo lento e per tutta la giornata si cucinerà al calore della brace assumendo quell’inconfondibile gusto che richiama tanti cultori della buona cucina. Un apposito spiedo, realizzato da un fabbro del posto, accoglierà l’abbondante bovino richiamando l’attenzione di residenti e visitatori che si soffermano ad osservare le pazienti operazioni di cottura. In serata poi, quando la carne tenera e croccante è pronta per essere degustata, in centinaia si ritrovano in fila per accaparrarsi una porzione del gustoso vitello triventino alla brace.

Prega, canta e... cammina Si svolgerà domani “Non r…estate a Trivento”, un pellegrinaggio a piedi al Santuario della Madonna di Canneto. La partenza è prevista alle ore cinque, davanti alla chiesa di San Nicola, e l’arrivo intorno alle ore nove. I partecipanti potranno assistere alla Santa Messa delle 9.30. Possono partecipare tutti coloro che, in un percorso di riflessione e di fatica, intendono ossigenare il corpo e lo spirito con il pregare, il meditare e il lodare Dio.

12

MONTEFALCONE NEL SANNIO. Da questa sera fino all’alba a Montefalcone va in scena la Notte Bianca. Una lunga notte estiva caratterizzata da shopping, musica, eventi, divertimenti. Proseguono così gli appuntamenti inseriti nel ricco cartellone “Notti e Note d’Estate”, iniziato il 23 luglio e sul quale calerà il sipario il 21 agosto. Domani intanto è previsto un laboratorio teatrale a cura dei bambini della ludoteca comunale. L’appuntamento è per le ore 21 in largo Belvedere. Montefalcone nel Sannio

sando contrada Penna. Resto a disposizione di amministratori e cittadini dell’area per problemi e segnalazioni di cui mi farò portavoce presso la Provincia”.

Alle 21 in piazza Vittorio Emanuele

Stile e bellezza, accoppiata vincente per una serata da sfilata a Limosano LIMOSANO. La bellezza e lo stile stasera in scena a Limosano con una sfilata di moda. Alle ore 21 piazza Vittorio Emanuele si trasformerà nella location dello speciale evento curato dall’atelier Ri.Ro in collaborazione con Pixel Bambini, Atelier da sposa di Manuela Tanno e La Camiceria di Campobasso. In passerella le originali creazioni artigianali per la sposa, i bambini e gli adulti, con collezioni sportive e da cerimonia. La seconda edizione della sfilata durerà circa tre ore e si chiuderà con un invitante buffet.


ANNO XIV - N. 220

GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: quotidianoiserna@gmail.com

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Versati 6.700 euro sulla carta “Poste Pay” di uno degli indagati. Il gip decide sulle richieste di scarcerazione

Ricattato, pagava coi soldi dei fedeli Un prete incastrato da un video osè costretto a usare le offerte raccolte in parrocchia Pressato dalle continue richieste di denaro, per pagare il silenzio dei suoi ricattatori avrebbe usato i soldi delle offerte dei suoi fedeli. Mentre vanno avanti le indagini sui casi di estorsione (un caso accertato, due tentati) ai danni di sacerdoti con presunte tendenze omosessuali, emergono nuovi particolari sulla vicenda che ha portato all’arresto di Giuseppe Trementino, di Bagnoli del Trigno, e di Diego Caggiano, prete ortodosso originario di Tornimparte (L’Aquila), ma domiciliato nel centro altomolisano. Stando all’accusa, Trementino, dopo essere entrato in confidenza con un prete di origini campane (le potenziali vittime risiedono infatti in diverse regioni italiane), lo avrebbe spinto a lasciarsi andare su una videochat, davanti alla webcam.

Archivio

Ma certi atteggiamenti compromettenti sono stati registrati (i filmati sono stati nel frattempo sequestrati dalla magistratura inquirente) e sono diventati una micidiale arma di ricatto. Stando sempre all’accusa, Trementino avrebbe più volte chiesto denaro. In tutto il parroco ricattato avrebbe versato 6.700

euro. Sulla carte “Poste Pay” del giovane bagnolese vi sarebbero tracce di questi versamenti. I soldi dei fedeli il sacerdote normalmente usava per fare opere di bene per i parrocchiani più bisognosi. Ma stavolta ha dovuto usarli per pagare il silenzio dei suoi aguzzini. Temeva che il suo caso venisse segnalato al Va-

ticano. Che non è affatto tener con i sacerdoti che rivelano tendenze omosessuali. A farlo cedere alle richieste di denaro di Trementino avrebbe contribuito il suo complice e amico Diego Caggiano, il prete ortodosso. Usando il social network Facebook, come detto, si faceva passare per un componente di un sedicente Osservatorio che vigila sulla condotta morale dei parroci (il gruppo si chiama “Grido di verità”). Sarebbe stato lui a dire al prete incastrato con il video choc che sapeva tutto dei suoi rapporti con Trementino. E che per farlo tacere l’unica cosa da fare era quella di pagare. Sul gruppo da lui fondato si legge un vero e proprio anatema contro i sacerdoti con tendenze omosessuali. Una sorta di Torquemada dei tempi moderni che si propone di

punire e dunque mettere la parola fine a certi comportamenti. Ma dall’indagine emerge un’altra verità. Questo gruppo serviva solo per “ammorbidire” le potenziali vittime di fronte alle richieste di denaro. C’è però anche chi non ha ceduto. E ha Archivio denunciato tutto ai carabinieri. Nelle prossime ore, intanto, il giu- miciliari, con il divieto di acdice per le indagini prelimi- cesso ai mezzi informatici. nari del tribunale di Isernia, Di questo caso se ne sta ocElena Quaranta, dovrebbe cupando anche il settimanapronunciarsi sulle richieste di le Panorama. In questi giorscarcerazione presentate da- ni un suo giornalista di pungli avvocati di fiducia di Cag- ta, Carmelo Abbate, è a Isergiano (difeso da Rocco Co- nia per raccogliere materiale licigno) e Trementino (assi- utile per le sue inchieste. In stito da Alessandra Rossi e passato si è occupato di viFranco Mastronardi). In al- cende simili, destando molternativa hanno chiesto i do- to scalpore.

Nel centro di Isernia un’auto “impazzita” si schianta contro un muro

Giornata nera per i centauri Motociclisti coinvolti in due incidenti a Monteroduni e Pettoranello

L’incidente che si è verificato in via Roma

Ieri è stata un’altra giornataccia per i motociclisti. Nel pomeriggio si sono verificati due incidenti. Il primo in-

tervento del 118 si è registrato nella zona industriale di Pettoranello. Un uomo di 34 anni è finito fuori strada con

la moto. È stato trasportato al pronto soccorso con ferite di media gravità (codice due). Poco più tardi un’ambulanza del servizio di emergenza territoriale è dovuta intervenire anche nel territorio di Monteroduni. Stavolta a uscire di strada è stato un motociclista di 45 anni. Anche lui ha riportato traumi di media gravità. I due episodi di ieri non fanno altro che confermare la pericolosità di questi mezzi. Sabato scorso, si ricorderà, un 34enne di Castelvolturno, il dirigente tv Claudio Abbaneo, ha perso la vita in seguito a un incidente

La moto di Abbaneo finita contro il guard rail a Rionero

che si è verificato sulla statale 17, a pochi chilometri da Rionero Sannitico. La sua

moto, dopo aver urtato un furgone che procedeva nel senso opposto di marcia, si è

schiantata contro il guard rail. Abbaneo è morto sul colpo, mentre un altro componete della comitiva è caduto, fratturandosi una gamba. Sempre ieri pomeriggio, si è verificato un incidente in pieno centro a Isernia. Per cause al vaglio della Polizia stradale, un’auto si è schiantata contro un muro in via Roma. Sul posto anche i Vigili del fuoco e la Polizia municipale. Il conducente del mezzo è stato condotto al pronto soccorso del Veneziale per accertamenti. Le sue condizioni non sembrano destare preoccupazione.

Fondi a enti e associazioni che danno lavoro ai disabili L’Ufficio del Governo di Isernia informa che il ministero dell’Interno, attraverso il fondo Unrra, ha stanziato 4 milioni di euro da destinare a interventi socio-assistenziali, volti all’inserimento nel mondo del lavoro delle persone disabili. Possono presentare progetti per l’accesso al Fondo enti pubblici ed organismi privati aventi personalità giuridica, che svolgono da alme-

no 5 anni attività rientranti nella specifica area di intervento. I progetti aventi requisiti stabiliti, dovranno essere presentati, con le modalità specificate nella circolare esplicativa del Ministero dell’Interno, alle Prefetture territorialmente competenti, entro il 15 settembre utilizzando, a pena di esclusione, la modulistica allegata alla circolare, esclusivamente a mez-

zo raccomandata con avviso di ricevimento. La Direttiva del Ministro nonché la circolare esplicativa e la modulistica da utilizzare sono scaricabili sul sito: http// www.interno.it - Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione – Sezione “Bandi di gara”. Per eventuali richieste di informazioni o chiarimenti gli interessati possono rivolgersi all’Area IV

La Prefettura di Isernia

della Prefettura dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 o contattare il numero telefonico 0865/445/402.

13


14

Giovedì 11 agosto 2011

“Le persone vanno scelte attraverso regole chiare e ci vuole l’alternanza nel ricoprire le cariche ”

Regionali, si apre il dibattito nel Pdl Giovanni Sassi invita i vertici del partito a non puntare sempre sugli stessi uomini “È arrivata l’ora di dire basta a questo modo di fare. Nel Popolo della Libertà non si può più andare avanti così. Chiedo che sull’assegnazione degli incarichi, sulle scelte delle candidature e su tutto il resto ci sia alternanza e rotazione e che, soprattutto all’interno del partito si decida in maniera democratica. Basta con le decisioni verticistiche”. È un fiume in piena il consigliere comunale del Pdl, Giovanni Sassi, che chiede al suo partito di cambiare “rotta” e di stabilire regole chiare su incarichi e candidature dando, soprattutto, spazio ai giovani e a chi ha un curriculum importante e non sempre alle stesse persone. “Ogni giorno apprendo dai giornali e all’interno di qualche bar – ha aggiunto Sassi – che c’è qualche nuo-

vo candidato per la Regione. Ma nessuno dal partito ci dice niente. Né in base a quali criteri queste persone vengono scelte, né cosa hanno fatto in passato e qual’è il loro curriculum. Poi, come se non bastasse, qualcuno che passa da sinistra a destra viene premiato e messo sul piedistallo a scapito di tutti coloro che, invece, come me, negli anni “bui” in cui il centrodestra era minoranza hanno saputo condurre difficili battaglie politiche. Ricordo ad esempio quando il mio gruppo di centro al Comune composto da dodici persone decise di passare in Forza Italia, sostenendo Michele Iorio. In ogni caso, tutto ciò – ha sottolineato Sassi – accade perché non sono state stabilite delle regole sulle candidature e sull’assegnazione

Giovanni Sassi

degli incarichi e in questo modo si rischia di mandare tutto a monte. Il Pdl molisano – ha evidenziato il consigliere – ha però davanti a sé, visto che a ottobre ci saranno le elezioni regionali, una grande opportunità: quella di

cambiare e di dare l’esempio a livello nazionale stabilendo regole certe, trasparenti e selezionando la classe dirigente in base ai meriti. Se, invece, si continuerà a dare spazio sempre alle stesse persone, con i giovani chiamati soltanto a riempire le liste, ad agire con decisioni verticistiche e a non considerare gente che, come me, ha sostenuto Michele Iorio e Forza Italia quando nessuno ci credeva, allora non si andrà lontano. E, i risultati sono sotto gli occhi di tutti perché anche al Comune vedo tanta gente che è stata premiata con ruoli di primo piano di cui spesso non è stata all’altezza. Penso all’Acqua Sulfurea che non è stata completata, all’auditorium e a tutte le altre opere incomplete. Ma visto che questa gente conti-

Cardinale e Niro gli hanno offerto la candidatura per le elezioni

Fabio Ottaviano verso l’Udeur Il Commissario del Nucleo industriale potrebbe lasciare l’Udc È un agosto “rovente” per la politica isernina in vista delle elezioni regionali del 16 e 17 ottobre. In queste ultime ore si sono moltiplicate, infatti, le voci in città su nuove candidature e possibili cambi di partito. L’ultima, indiscrezione riguarderebbe in particolar modo l’Udc, dove, oltre ad essere in atto un vero e proprio duello politico tra Velardi e Izzi per la candidatura ne listino, si annunciano alcune clamorose defezioni da parte di esponenti di primo piano del partito centrista. Il Commissario straordinario del

Fabio Ottaviano

Nucleo Industriale di IserniaVenafro, Fabio Ottaviano, sarebbe, infatti, ad un passo dall’aderire ai Popolari per il

Sud-Udeur di Clemente Mastella. Il coordinatore provinciale del partito Ciro Cardinale e quello regionale Vin-

cenzo Niro lo starebbero convincendo della bontà del progetto politico di Mastella in Molise e gli avrebbero offerto una candidatura di primissimo piano nella circoscrizione di Isernia. Il “pressing” dell’Udeur su Fabio Ottaviano sarebbe poi confermato anche dal fatto che Niro e Cardinale hanno incontrato qualche giorno fa Ottaviano all’interno del Centro commerciale di Isernia. Se, effettivamente, Ottaviano, deciderà di passare nell’Udeur, il partito di Mastella si rafforzerebbe notevolmente nella zona di Venafro.

nua ad essere sempre premiata nonostante gli sbagli, a questo punto, – ha ribadito Sassi – non vedo perché, vista la mia lunga militanza e le mie battaglie, debba continuare a rimanere nelle retrovie. Quindi, anche io ho tutte le carte in regola per candidarmi alle Regionali”. Il consigliere chiede già da ora regole chiare anche per la candidatura a sindaco di

Lombardozzi lancia Fantozzi e Testa per Palazzo Moffa Un esponente del Pdl dovrà rappresentare la maggioranza di Palazzo San Francesco. Questa l’idea lanciata dal consigliere comunale, Giuseppe Lombardozzi, che propone tre nomi per questo ruolo: Gianni Fantozzi, Domenico Testa e lui stesso. “L’allora Forza Italia, ora Pdl, - ha dichiarato Lombardozzi – ha ottenuto alle scorse elezioni oltre 5mila voti rappresentati e 2mila 400 non rappresentati. In base a ciò – ha proseguito il consigliere – ritengo che questa forza debba avere il giusto riconoscimento alle prossime elezioni regionali. A mio Giuseppe Lombardozzi giudizio, sicuramente, ognuno di noi, a cominciare da me, può rivendicare una candidatura ma il ragionamento da fare è un altro. Andando per priorità, le persone che hanno più diritto in seno al Consiglio comunale di Isernia non possono che essere il capogruppo del Pdl, Gianni Fantozzi, e il presidente del Consiglio comunale, Domenico Testa, con una valenza maggiore in quanto consigliere uscente. Nel caso in cui né l’uno né l’altro vogliano impegnarsi - ma io non credo perché è da molto tempo che stanno lavorando per rafforzare la politica di Michele Iorio – allora io molto modestamente potrei proporre la mia candidatura. Del resto, ho tutte le carte in regola per farlo, avendo la tessera e una lunga militanza alle spalle. Isernia – ha concluso Lombradozzi – è una città in cui si concentrani quasi i tre quarti dell’elettorato della provincia e merita di essere rappresentata da un esponente di Forza Italia”.

World music Project, concerto del Cordisco Campanella Quartet Il Cordisco Campanella Quartet

Dopo poche giornata di pausa riparte il World Music Project per nuove coinvolgenti serate all’insegna della musica internazionale. Il festival musicale itinerante dopo il successo riscosso sui palchi di Bojano e Colle D’ Anchise si sposta nel capoluogo pentro per strabiliare con la sua IV edizione l’intera regione. Due le date isernine , quelle di oggi e domani , tanti i musicisti che calcheranno il palco allestito in Piazza del Mercato. Stasera

è in programma la jazz History con il Cordisco-Campanella Quartet, composto da Daniele Cordisco, alla chitarra, Giovanni Campanella, alla batteria, Daniele Basirico al basso e Claudio Colasazza al pianoforte. Daniele Cordisco e Giovanni Campanella, entrambi molisani, vantano una lunga esperienza nel panorama jazzistico nazionale al fianco di musicisti del calibro di: Donna McElroy, i fratelli Deidda, J. Popolo, F. Lento, Gary Smul-

yan, R. Fassi ed altri. Nel 2008 incontrano Daniele Basirico, bassista eclettico, anch’egli protagonista di importanti collaborazioni, tra le quali ricordiamo: E. Scoppa, E. Palermo, Rosalia De Souza e Jim Porto. Il loro sound è caratterizzato da una forte componente swing, il cui obiettivo è quello di mantenere un legame stilistico con la tradizione, nonostante non manchino, nel repertorio, diverse composizioni di influenza funk e bossa nova. In breve tempo, l’ensamble prende piede nella scena musicale capitolina e non solo, avvalendosi spesso della partecipazione del noto pianista Claudio Colasazza. Nel 2011

partecipano con successo al concorso “Chicco Bettinardi” (Piacenza), vincendo il primo premio della categoria “B” per gruppi emergenti. La seconda parte della serata vedrà invece protagonista il Matt Renzi quartet: l’ensamble è composta da Fabrizio Sferra alla batteria, da Joe Rehmer al contrabbasso, da Kyle Greory alla tromba e ovviamente da Matt Renzi al sax. Il Matt Renzi quartet, è una delle formazioni di sperimentazione blue tra le più interessanti nel panorama jazzistico anche al di fuori del territorio americano, proporrà il repertorio di brani originali composti dal front man, contaminati da influen-

Isernia. “Anche su questa scelta – ha concluso – occorre evitare fraintendimenti: bisogna fare le Primarie, garantendo la partecipazione democratica di tutti a questa importante scelta. Se effettivamente si farà una scelta del genere che garantisce trasparenza e meritocrazia parteciperò anche io perché, lo ripeto, ho tutte le carte in regola per farlo”.

ze musicali ed espressive di differente estrazione.Un concerto di sicuro coinvolgimento ed elegante raffinatezza, proposto da un ensemble sviluppatasi in uno scenario, come quello americano, musicalmente sempre fervido e attivo, che non smette mai di stupire sfornando di continuo musica nuova, originale e di qualità. E questo è solo l’inizio… poiché la serata del 12 agosto di preannuncia ancora più travolgente visto che Il World Music Project, diretto dal maestro Simone Sala, ha in agenda per il comune capofila dell’intera kermesse l’esibizione del Richerd Galliano , French touch quartet.

Micciché in visita a Isernia Il Sottosegretario Gianfranco Micciché, fondatore di Forza del Sud, sarà questo pomeriggio ad Isernia. Il politico alle diciotto incontrerà gli amministratori comunali nella sala consiliare del Comune. Successivamente, visiterà il centro storico della città pentra. La visita di Micciché in Molise avviene a pochi giorni di distanza dall’accordo stipulato tra Forza del Sud e Progetto Molise per creare un grande partito del sud su scala regionale e nazionale. Un partito che sia in grado di rappresentare al meglio le istanze del Mezzogiorno, bilanciando il potere della Lega Nord.


Giovedì 11 agosto 2011

15

Questa sera presenti a Carpinone anche le rappresentative di Hawaii, Cile e Lituania. Nel pomeriggio corso di Pizzica

Ritmo e colore alla Notte dellaTaranta I Sud Folk accenderanno la prima serata del festival con le emozionanti danze pugliesi CARPINONE. I ritmi vivaci di pizziza e tanrantella animeranno la prima serata dell’edizione 2011 dell’apprezzato Festival Internazionale del Folklore di Carpinone durante la Notte della Taranta. In paese è tutto pronto per accogliere i numerosi spettatori che si riverseranno questa sera nel centro storico per assistere a quello che nel corso degli anni è divenuto uno dei più importanti appuntamenti italiani nel panorama della musica etnica tradizionale. Merito della tenacia e dell’abilità del gruppo carpinonese Ru Maccature, guidato da Michele Castrilli, che ha saputo portare avanti con passione un’iniziativa che in quanrant’anni ha acquisito importanza crescente. E anche quest’anno Ru Maccature, grazie all’impegno di Monica Castrilli, Stefania Pontarelli, Mirna Nadalini e tutto lo staff organizzativo, è riuscito a presentare un programma di alta qualità. Sul palco si esibiranno i Sud Folk, giovane gruppo di musica tradizionale pugliese che già in passano è intervenuto al Festival di Carpinone riscuotendo un grande successo di pubblico. La forza della compagine di Monte Sant’Angelo (Foggia) sta nella capacità di riproporre le melodie della tradizionale rivisitate con nuovi arrangiamenti: ne nascono pezzi freschi e trascinanti, che non stravolgono le antiche musicalità ma danno loro nuova forza espressiva. Il risultato è che i Sud Folk, partiti come complesso votato alle serenate delle spose tanto in voga nel Gargano,

I Sud Folk in concerto

sono diventati una compagnia in grado di infondere una sferzata di energia nel pubblico: grandi e piccini restano coinvolti dal sound trascinante e dalla vastità del re-

pertorio proposto, che diventa un vero e proprio viaggio nelle tradizioni dell’Italia meridionale attraverso le note della pizzica, della taranta, della tarantella e della

tamurriata. Il risultato è che non si può non ballare. Proprio sulla scorta di questa evidenza, Ru Maccature ha pensato di dare a tutti la possibilità di partecipare attivamente alla serata: anche i meno esperti potranno infatti cimentarsi nella pizzica e nelle altre danze tradizionali dal momento che a partire dalle 18 di oggi a Carpinone prenderà vita un laboratorio di pizzica, curato dalla maestra di danza Deborah Malerba. Gli insegnamenti appresi potranno così esser messi in pratica a partire dalle 21, orario in cui è prevista l’apertura della Notte della Taranta. Alla serata prenderanno inoltre parte anche i gruppi

Le sinuose movenze della pizzica

provenienti da Hawaii, Cile e Lituania, che sono già arrivati in paese. Un’occasione in più per favorire lo scambio culturale tra gli ospiti stranieri e la popolazione locale, che avranno così modo

di comparare e apprendere nuove tradizioni e usanze. Scambio che andrà avanti per tutta la settimana, periodo in cui le rappresentative dei tre paesi rimarranno a Carpinone.

Domani gran finale per l’ultimo giorno della kermesse organizzata da Ru Maccature

Un viaggio virtuale in tre Continenti Sul palco i gruppi porteranno in scena un pezzo della cultura del loro Paese CARPINONE. Uno spettacolo davvero imponente quello che si svolgerà domani nel corso della serata conclusiva del festival Internazionale del Folklore. Sul palcoscenico di Carpinone si alterneranno dieci gruppi folkloristici che rappresenteranno otto nazioni. Un viaggio virtuale in tre continenti che trascinerà gli spettatori in una magica atmosfera fatta di colori, musiche e danze. Ogni gruppo, che si esibirà nel costume tradizionale, porterà a Carpinone un pezzo della storia e della cultura del proprio paese attraverso

il linguaggio della musica e della danza. Come da tradizione Ru Maccature farà in un certo qual modo gli onori di casa, insieme agli altri due gruppi italiani della Compagnia d’Arte Popolare di San Giuliano del Sannio (Campobasso) e de Li Carrettieri di Cerda (Palermo). Lo spirito Aloha delle Hawaii sarà portata in scena dagli eleganti ballerini del gruppo Hawaiian Pacific Magic che ricreerà l’atmosfera della Polinesia tramite i colorati costumi fatti di conchiglie, gusci di noce, fiori e foglie. Poi toc-

Il gruppo hawaiiano

cherà al Cile con il gruppo Kirqui Wayra, che letteralmente significa Vento Che Danza. La formazione si compone di 35 persone tra

studenti, accademici e professionisti. Le danze tradizionali dalla Georgia saranno presentate dai Kolkha che da anni portano le tradizioni ge-

orgiane oltre i confini nazionali, mentre la Lituania sarà rappresentata dai Gaja, che hanno l’obiettivo di dare visibilità alla propria nazione e tramandare la cultura tradizionale alle nuove generazioni. Dall’Ungheria arrivano i Gradisce, compagine di ballerini senza distinzioni di età. Per la Spagna interverranno i Sietemancas che porteranno in scena la danza de “Il Campanile”. Dal Kenia arriva il gruppo dei Sanalimu che ha come obiettivo quello di costruire la Pace attraverso le rappresentazioni teatrali.


ANNO XIV - N. 220

GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011

VIA G. BERTA n. 76 - TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973

REDAZIONE 86170 ISERNIA

Il sindaco ha illustrato la situazione in un editoriale pubblicato su alcune testate locali

Contenziosi, si rischia la bancarotta Carosella: se il Comune soccombesse in tutte le controversie si arriverebbe all’insolvenza AGNONE. Contenziosi legali, il sindaco Carosella lancia l’allarme bancarotta. A darne notizia è il sito d’informazione on line Altomolise.net che riporta un’editoriale del sindaco di Agnone pubblicato sul mensile L’Eco dell’Alto Molise. La cause pendenti nei confronti del Comune sarebbero un centinaio, tutte di vecchia data. Altomolise riporta le considerazioni del sindaco: “Pensiamo a cosa potrebbe accadere se il Comune soccombesse in tutte le controversie legali, con sentenze passate in giudicato, e nella stessa fase temporale: a occhio e croce dovrebbe essere ristorata una cifra che supera di parecchio il milione di euro. All’Ente non resterebbe che deliberare la sua insolvenza e gli amministratori altro non dovrebbero che AGNONE. Turismo, secondo L’assessore comunale al ramo, Giuseppe Attademo, è questo il momento giusto per effettuare interventi mirati di promozione del territorio. L’assessore ne ha discusso martedì durante il Consiglio comunale, dove ha rimarcato che negli ultimi due mesi Agnone è salito alla ribalta nazionale in tre diverse circostanze: l’8 luglio con la consegna del diploma da parte del direttore di TV2000 per la partecipazione al programma Borghi d’Italia (insieme ad altri 38 comuni italiani ed unico per il Molise) trasmesso sul canale 801 di Sky nei mesi di luglio, agosto e settembre; il 16 e 17 luglio con la partecipazione alla Rassegna nazionale dei paesi bandiera arancione tenutasi a Collodi (Potenza) e

Il sindaco di Agnone Michele Carosella

dichiarare la loro impotenza di fronte a tanto sfascio, e sottoscrivere l’atto di resa”. Per Carosella, si legge nell’articolo di Altomolise.net,

la ragione di un numero non trascurabile di contenziosi sarebbe dovuta a quanti “sono alla ricerca di una litigiosità spesso pretestuosa

con la tendenza di scaricare tutto sul Municipio come se fosse la sentina di ogni nequizia, l’avversario da sconfiggere e abbattere, mentre è addirittura banale ricordare che il Comune siamo tutto noi e che, essendo ridotti al lumicino i trasferimenti che arrivano dallo stato centrale, le rivendicazioni (o le pretese, se si vuole) dei singoli vanno a gravare sull’intera popolazione locale, ovviamente costretta a pagare di più e senza ottenere gli adeguati servizi”. La ricetta per affrontare questa situazione, scrive il sito d’informazione on line, risiede a detta del sindaco Carosella nella politica delle 4P (passione, programmazione, perseveranza e pazzia) che “servirà a chi come noi della Giunta, è chiamato a programmare scenari per

Panorama di Agnone

raggiungere nuovi orizzonti, a perseverare lungo la rotta della Politica buona e giusta, e a farlo con passione, che è il miglior carburante, il più pulito e il più potente per su-

perare ostacoli di ogni genere aggiungendo un pizzico di sana follia che ha sempre condito gli episodi più avvincenti della storia umana, non importa se piccoli o grandi”.

Per l’assessore occorre ripartire dalla riqualificazione del centro storico

Turismo, nuovi progetti di promozione Attademo: fondi regionali ed europei per rilanciare il settore e creare occupazione il 28 luglio con la premiazione a Roma alla ‘Ndocciata da parte del ministro del Turismo, Michela Brambilla. “Lo sviluppo turistico ad Agnone – ha scritto l’assessore Attademo in una nota indirizzata agli organi di stampa – deve rappresentare una concreta e duratura occasione di occupazione e di crescita economica. Non solo momenti episodici e di intrattenimento estivo ma i flussi turistici devono essere per tutto l’anno differenziando offerta ed accoglienza”. Cinque i punti da portare avanti: “turismo giornaliero, turismo

L’assessore Giuseppe Attademo

legato alle origini, turismo ambientale, turismo e nuove tecnologie (web), stagionali-

tà e pianificazione degli eventi”. Per favorire tali iniziative,

ha sottolineato l’assessore, “l’Amministrazione farà in modo di attingere a finanziamenti europei e regionali. Però è fondamentale il coinvolgimento attivo di tutti gli attuali operatori del settore nonché di tutti gli operatori commerciali affinché i servizi siano adeguati alle esigenze di questo settore che potrà svolgere un ruolo importante per lo sviluppo economico di Agnone e del territorio altomolisano”. Il Comune di Agnone, ha spiegato Attademo ai consiglieri presenti, ha partecipato ad un progetto “di turismo

innovativo che a breve sarà presentato al Ministero del Turismo e che verrà presentata alla regione una proposta per la istituzione dell’ Agenzia per lo sviluppo turistico regionale con sede in Agnone nell’ambito della riorganizzazione del settore”. Tra le altre iniziative in programma, la riqualificazione del centro storico, un francobollo dedicato alla manifestazione della ‘Ndocciata e lo stanziamento da parte della Giunta regionale di circa 100 mila euro per Agnone in relazione al programma “Borghi d’eccellenza”.

Frosolone, si apre oggi la 16esima edizione della mostra nazionale di forbici e coltelli Nella foto una delle passate edizioni

FROSOLONE. Si apre oggi la 16esima edizione della mostra nazionale delle forbici, coltelli e dei prodotti ti-

16

pico che durerà fino al 14 agosto. Questo pomeriggio ci sarà l’inaugurazione della mostra, prevista per le 17,

con visita agli stand dei prodotti tipici, Seguirà una visita al museo dei ferri taglienti e poi la visita all’esposizione di armi bianche della stroia militare italiana. Alle 18.30 si terrà presso l’atrio del Comune un convegno sul tema “Il nostro futuro tra tradizione e innovazione”. Interverranno il dottor Sabatino farese, sindaco di Frosolone, il dottor Glauco Ange-

letti, direttore del museo Castel Sant0Angelo di Roma, il dottor Michele Esposito, vicepresidente dell’associazione nazionale Alberghi diffusi e il dottor Franco Giorgio Marinelli, assessore regionale al Turismo e alle Attività produttive. Le conclusioni saranno affidate al presidente della Giuta regionale del Molise Angelo Michele Iorio. L’asses-

sore al Turismo del Comune di Frosolone, Maurizio Trillo, farà da moderatore. Nel corso della conferenza sarà presentato ufficialmente il coltello speciale creato a frosolone in occasione delle celebrazioni del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia e la presentazione del nuovo depliant turistico del paese. I coltelli saranno prodotto in soli 150 esemplari, tutti rigo-

rosamente fatti a mano e certificati dal dottor Glauco Angeletti. Il primo esemplare sarà regalto dall’Amministrazione comunale al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. I coltelli si potranno acquistare, previa prenotazione, presso la sede comunale entro e non oltre il 31 dicembre 2011. Fino ad oggi sono già numerose le prenotazioni.


ANNO XIV - N. 220

GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Sarebbe il primo caso in Molise: il metodo è stato già utilizzato da diverse amministrazioni italiane

Il Comune ricorre alle banche Per pagare i suoi creditori, l’Ente ha pubblicato un bando rivolto agli istituti finanziari Venafro

di Marco Fusco In Molise sarebbe il primo esempio. Proprio così. In Italia è stato già sperimentato, con successo, da diversi comuni. Stiamo parlando del bando appena pubblicato all’albo pretorio del Comune di Venafro, rivolto esclusivamente agli istituti bancari che operano nella nostra regione. Che cosa riguarda? E’ presto detto. L’idea è dell’Asses-

sore al bilancio Benedetto Iannacone che tutti i giorni deve fare i conti con i creditori che attendono di essere pagati dal comune. C’è chi attende anche un anno prima di essere liquidato dalle casse comunali. E le piccole ditte sono costrette a licenziare per via della burocrazia. A tutto questo ora si vuole rimediare chiamando in causa le banche che dovrebbero anticipare,

per nome e per conto del comune di Venafro, le somme richieste dai vari fornitori dell’Ente pubblico. “Su proposta dell’assessore al bilancio benedetto Iannacone- si legge sul sito del comune di Venafro- è stato diramato un avviso per la formazione di un elenco di operatori finanziari finalizzato all’adesione all’iniziativa volta a favorire la liquidità alle imprese creditrici del comune di Venafro, attraverso la cessione dei crediti a favore di banche ed intermediari finanziari.” Appena diffusasi la notizia, tanti imprenditori venafrani si sono detti soddisfatti dell’idea avuta dall’assessore Iannacone che conosce bene i problemi della categoria.” Speriamo- ci dichiarano alcuni piccoli imprenditori

locali a capo di piccole ditte nel campo dell’ediliziache le banche rispondano all’appello lanciato dal comune. Il momento che stiamo attraversando è veramente critico e a volte siamo costretti ad attendere un anno e oltre per prendere i soldi dal comune. Come si va ad andare avanti in queste condizioni? Come facciamo a pagare ai nostri operai e a rispettare le scadenze previdenziali e contributive? Lo Stato da noi non aspetta, ma lo Stato a noi ci fa aspettare e ci manda verso il fallimento. Ringraziamo l’Assessore Benedetto Iannacone per aver pensato a questa soluzione che va nella direzione da tutti auspicata.” E Benedetto Iannacone annuncia che gli istituti bancari cittadini hanno dimostrato

Accolta dall’assessore Cantone. Ma non mancano le polemiche

Un nuovo ponte sul Rava L’idea di Viscione prende corpo Il degrado regna sovrano nei pressi del torrente Rava a causa anche dell’inerzia delle amministrazioni deputate alla manutenzione ordinaria e straordinaria dei fiumi che attraversano la città. Nell’occhio del ciclone il Consorzio di Bonifica della piana di Venafro che non riesce manco ad utilizzare a pieno regime la terna che ha acquistato qualche anno fa spendendo quasi 100 mila euro. Per rimediare un po’ a tutto questo qualcuno ha avuto un’idea che sembra veramente interessante. Nei giorni scorsi è giunta sulla scri-

18

vania del sindaco Cotugno la proposta ideata dal consigliere-architetto Luigi Viscione che ha immaginato un nuovo ponte carrabile “che si pone come naturale continuazione della via comunale Marco Tullio Cicerone, per intenderci quella che transita davanti la chiesa dei Santi Martino e Nicola.” Viscione in questo caso fa gli interessi della Setav Srl, di cui è amministratore uni-

co Elviro Di Dario, lo stesso di Dario che iniziò a gestire il servizio integrato delle acque con la società Neptun che ha creato alle casse comunali un buco milionario di cui ancora oggi si stanno pagan-

do le conseguenze. “ La proposta- scrivono i proponenti-, sostenuta dall’assessore Alfonso Cantone, nasce dall’esigenza di dare uno sbocco sul lungorava a tutto il quartiere che gravita tra via Maria Pia, via Campania e ferrovia per far si che il lungorava, oggi frequentato da persone che passeggiano e svolgono attività sportive all’aria aperta, possa ulteriormente essere fruito in tutta tranquillità evitando il transito delle persone lungo la pericolosa strada statale. In questo modo si verrebbe a creare un anello che vedrebbe coinvolte, in un percorso attrezzato all’aria aperta, strade interne, sicure, con riferimento punti di aggregazione esistenti, come il centro sociale della parrocchia di S. Martino. Realizzato interamente in legno lamellare, pedonale in quanto la viabilità carrabile è già assicurata da altre strutture, con panchine e illuminazione notturna. Ora il progetto è al vaglio degli enti interessati, in primis il Consorzio di Bonifica della Piana di Venafro che già in prima battuta ha favorevolmente accolto la proposta. “ insomma contenti loro…. M.F.

attenzione a questa iniziativa, garantendo tutta la loro disponibilità. “Con tale iniziativa- spiega nel dettaglio Iannaconesi intendono agevolare tutti i creditori comunali attraverso forme di cessione pro soluto dei crediti su certificazione dell’Ente, atte a velocizzare, a condizioni finanziarie vantaggiose, il

pagamento delle prestazioni effettuate. Si spera- conclude l’assessore al bilancio del comune di Venafroche tale iniziativa possa riscontrare il consenso degli operatori commerciali, e possa altresì essere di sollievo in presenza dell’attuale crisi finanziaria che investe il Paese e anche la nostra città.”

Grazie al gruppo Scarabeo

Il campo da pallacanestro è ‘fuori pericolo’, applicata la messa in sicurezza Diciamo la verità: quanti speravano che non succedesse mai niente di irreparabile alla villa comunale, presso il campetto di pallacanestro che fino a qualche mese fa presentava evidenti limiti sotto il profilo della sicurezza? Grazie al gruppo Scarabeo che ha preso in gestione la villa comunale, questi pericoli sono stati cancellati con un vero e proprio colpo di spugna a vantaggio di tutta la comunità e, in modo particolare, dei giovani venafrani legati al mondo dello sport. I canestri sistemati ieri sono omologati e a norma. Rispettati tutti gli standard di sicurezza previsti dalla normativa vigente. Questa volta i canestri sono stati posizionati all’esterno come struttura portante, così facendo gli spazi sono stati recuperati all’interno del rettangolo di gioco. Anche ad agosto il cantiere a “Villa Maria” è aperto. Gabriele Scarabeo, che sta seguendo molto da vicino di lavori, per nome e per conto del gruppo di famiglia, annuncia novità per fine mese:” Tra fine agosto, inizi di settembre- ci dichiara il presidente della squadra di calcio a 5 Scarabeo calcio- programmeremo una conferenza stampa per illustrare tutti gli interventi fatti e quelli che andremo a fare per far sì che la villa comunale ritorni al suo vecchio splendore.” Sarà recuperato anche il vecchio campo da bocce per le persone anziane oggi costrette ad andare al Verlascio utilizzando una struttura piena di insidie e senza servizi igienici. Sarà creato un circuito di sorveglianza per evitare che i soliti imbecilli distruggano quanto realizzato sul bene pubblico. I giochi per bambini saranno adeguatamente salvaguardati con tappetini verdi. Via la sabbia e la breccia che causano non pochi problemi ai bambini. In più si comincerà a lavorare per un’idea geniale: il Molise in miniatura. In tutti gli angoli della villa, a seconda la direzione geografica, saranno posizionati i monumenti più importanti della regione, città per città. Un’opera mastodontica che sarà di attrattiva turistica e che sicuramente avrà ricadute veramente interessanti sul piano turistico. A tutto vantaggio dell’immagine della città. M.F.


ANNO XIV - N. 220

GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Cerro a Volturno. L’ opposizione ha tappezzato le strade di manifesti per spiegare quello che sta succedendo

Bilancio, ancora polemiche in paese Secondo la minoranza la linea amministrativa è alla base di problemi CERRO A VOLTURNO. Torna all’attacco il gruppo di minoranza al comune. I consiglieri della Lista “Uniti per Cerro”, stanno tappezzando in queste ore il paese di manifesti. “I consiglieri di minoranza, Di Pascale Filomeno, Ricci Gesuele, ManciniNando, e Iallonardi Mario, informano i cittadini che oggi, 11 agosto, doveva tenersi il consiglio comunale riguardante il riconoscimento dei debiti fuori bilancio che ammontano a circa 400 mila euro, ma per impegni improrogabili del sindaco, il consiglio è stato rimandato – si legge nel volantino – noi consiglieri annunciamo sin da ora che disertereme il suddetto consiglio in quanto riteniamo che la linea amministrativa perseguita dal sindaco Vincenzo Iannarelli, stia ulteriormente

Nella foto una veduta panoramica di Cerro a Voltruno

danneggiando l’intera comunità cerrese”. Infatti – si legge ancora nel manifesto – dopo la nota del Responsabile dell’ufficio economico e finanziario indirizzata al Sin-

daco e al Segretario comunale, datata 16 giugno, nella quale il funzionario invitava l’amministrazione al riconoscimento dei debiti, il sindaco ha convocato ben due con-

sigli comunali uno il 28 giugno e uno il 18 luglio, e di debiti in questa occasione non si è discusso, perché?. Inoltre – si legge ancora nel manifesto – il consigliere di maggioranza Ferdinando Martino, nel suo intervento in consiglio comunale del 18 luglio, ha presentato una mozione di rinviare il consiglio, vistà l’importanza dello stesso per il tema da trattare ovvero l’approvazione del bilancio di previsione 2011 e permettere di inserire i debiti fuori bilancio. La mozione di martino non è passata in consiglio per sei voti su sette. Inoltre – si legge ancora – sempre il Responsabile del servizio economico e finanziario nella delibera di giunta del 27 giugno, esprime parere favorevole al bilancio di previsione solo a condizione che vengano riconosciuti ed

Su un’unica tavola tutte le specialità molisane Il paese ospita sabato la“Sagra delle Sagre” linarie del territorio molisano. A scapoli infatti saranno presenti delegazioni provenienti da ogni parte del Molise e prepareranno i piatti tipici del loro paese. Ci sarà la Scorpella di Acquaviva “Gl T’rcinigl e le Vicciotte” proposte da Scapoli, La “Frittata di Pasqua”, di Montaquila, Le “Ricottine al tartufo” proposte dal “Circolo Valle del Vandra” di Forli del Sannio, La “Panonta”, da Miranda, Gl “Suffritt”, proposto dai pastori delle Mainarde, e poi Sua “Maestà il Raviolo Scapolese”, proposto dalla Venerabile Confraternita del

Raviolo Scapolese. Le “Tagliatelle di casa al Tartufo Molisano”, proposte dal “Circolo Valle del Vandra di Forli del Sannio”, La “Pezzata” del pastore, proposta dai pastori delle Mainarde, Le “Pallotte Cac’e ove”, di Vastogirardi, La “Pampanella Sanmmartinese”, da San Martino in Pensilis, Il “Pane di Casa Cerrese”, dall’Associazione Amici del Pane di Cerro a Volturno. Sarà poi possibile degustare i “Vini Molisani”, selezionati e proposti dal noto e pluripremiato Somelier Scapolese, Maurizio Pitisci, mentre la consulenza

Lanza che da Filignano trae le proprie origini. I concorrenti iscritti al concorso provengono da paesi quali Russia, Corea, Cina, Giappone, Inghilterra, Stati uniti D’America, Polonia, Ucraina, Francia e naturalmente Italia, con una cospicua partecipazione anche di giovani cantanti molisani. Il concorso si articolerà in 3 prove: le prime due si terranno ad Isernia dopodo-

Grande successo per le Volturniadi

Doppia vittoria per Pizzone Si aggiudica la gara e ospita la terza edizione

La locandina dell’evento

Gastronomica è affidata allo chef Renato Izzi Cucchiaio d’Argento 2009 e Patron dell’Albergo Ristorante La Zampogna di Scapoli. La manifestazione enogastronomia è stata ideata e promossa dallo stesso sindaco Renato Sparacino nel 2009. Da allora ha riscosso notevole successo perché permette di assaporare in un sola volta tutto il Molise. F.C.

SCAPOLI. Si è conclusa con la vittoria della compagine di Pizzone la seconda edizione delle Volturniadi. I giochi organizzati per il secondo anno consecutivo dal comitato ha visto definirsi una classifica con un pari merito per le squadre di Rocchetta e Castel San Vincenzo, al terzo posto la formazione di casa, ultimi in classifica i giovani di Cerro a Volturno. La serata ha visto le squadre cimentarsi in diverse discipline ad iniziare con il percorso misto, poi la divertentissima gara della lotta sull’acqua e la cosa con la tina, in ultimo il tiro a sorpresa. Le gare hanno riscosso un notevole successo anche per il numeroso pubblico che si è radunato a Scapoli per assistere ai giochi. Il gruppo dei blu, della squadra di Pizzone è gia partito con il vantaggio accumulato nella prima manches di gara dell’altra sera e con una determinazione degna di veri campioni si è imposta sulle altre formazioni intascando così la vittoria. Doppia vittoria poiché la terza edizione dei giochi si svolgerà proprio nel piccolo comune mainardico come stabilito dal sorteggio finale. Appena proclamati i vincitori è scoppiato forte l’entusiasmo dei giovani di Pizzone , ma come dovrebbe avvenire in tutte le gare sportive anche di tutti gli altri partecipanti alla competizione. Soddisfatti gli organizzatori per il grande successo ottenuto dalla manifestazione che anno dopo anno dimostra che oltre alla gara quello che conta è stare tutti insieme e divertirsi. F.C.

Appuntamento domani a Colli Il paese rifiorisce grazie al “borgo in fiore”

Filignano, parte oggi il festival Mario Lanza, tra gli artisti anche giovani talenti molisani FILIGNANO. Al via oggi il XIII Concorso Lirico Internazionale “Mario Lanza”, organizzato dalla Pro-Loco Mainarde di Filigano. Dopo due anni di pausa i filignanesi sono riusciti a riportare in vita questo concorso che si propone di scoprire e sostenere i giovani talenti del panorama lirico internazionale per onorare l’illustre e indimenticabile tenore Mario

bilancio di previsione 2011. I consiglieri di minoranza a questo punto si chiedono “questi amministratori perché continuano ad amministrare ignorando le leggi?”

Alcuni ragazzi del gruppo vincente in un momento di pausa dalle gare

Scapoli, viaggio nel gusto SCAPOLI. Appuntamento con il gusto sabato a Scapoli. in programma ci sarà la seconda edizione della “Sagra delle Sagre”. Momento unico per apprezzare fino in fondo i colori, i sapori, i profumi, le immagini e i suoni della civiltà contadina. Questa occasione è unica perché permette agli ospiti di vivere l’esperienza di un viaggio tra i sapori genuini del Molise, in un grande villaggio gastronomico sotto le stelle. La sagra delle sagre di Scapoli rappresenta poi un singolare momento di convivialità e valorizzazione delle tradizioni cu-

estinti i precitati debiti fuori bilancio”. Stando a quanto si legge ancora nel volantino, “il sindaco incurante del parere del funzionario fa approvare il

mani, invece, la competizione si sposterà a Filignano dove, alle ore 21.00 in Piazza Municipio, si svolgerà la finalissima del concorso e al termine della serata verranno decretati i vincitori .

COLLI A VOLTURNO. Si terrà domani nel comune di Colli a Volturno la prima edizione di “Borgo in fiore”. Manifestazione, organizzata dall’osservatorio ambientale della biodiversità, volta alla valorizzazione dell’ambiente e del territorio. Tutti i vicoli, le piazzette del centro storico e ogni angolo, verranno abbelliti ed impreziositi da decorazioni floreali, esposizio-

ni e dimostrazioni dell’artigianato locale. Nell’ambito della manifestazione è stato concordato anche un concorso fotografico a tema floreale. Il materiale fotografico dovrà essere consegnato entro e non oltre il 12 agosto presso gli uffici o lo stand dell’Osservatorio. Si tratta della prima edizione di questo “innovativo” appuntamento, organizzato dall’Osservatorio

Una veduta di Colli

Ambientale Permanente della Biodiversità con il patrocinio del comune di Colli a Volturno e con il contributo di diverse associazioni, tra cui la Pro-loco, associazioni di volontariato e la parrocchia.

19


ANNO XIV - N. 220

GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0875/84242

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Diversi gli interventi del 115 che ha chiesto anche un supporto aereo

Basso Molise ‘in fumo’ Un bosco ridotto in cenere SAN MARTINO IN PENSILIS. Un corposo incendio, divampato ieri nell’agro di San Martino in

Pensilis, ha letteralmente ridotto in cenere ben due ettari di bosco. Per spegnere le fiamme, alimentate dal

forte vento, i Vigili del Fuoco (presenti sul luogo con due mezzi e cinque unità) hanno chiesto il supporto anche della squadra boschiva e delle altre forze dell’ordine, tra cui la Protezione Civile recatasi in zona con un elicottero partito dalla

base di Campochiaro. Tuttavia, forti difficoltà ha riscontrato il mezzo aereo nel corso delle operazioni, sbilanciato piu’ volte da forti folate di vento che soffiavano a velocità di venti nodi ed oltre. Tra i tanti disagi, causati sopratutto dalle av-

verse condizioni climatiche, dopo due ore di intervento gli uomini del 115, con relativo supporto, sono riusciti ad estirpare quello che si è rivelato essere uno dei piu’ grandi incendi di quest’estate. Ma non è tutto. Infatti, nel pomeriggio di ieri un al-

tro piccolo rogo (alimentato sempre dal forte vento) si è innescato tra Petacciato e Termoli, nei pressi del depuratore. Intervenuti sul posto i Vigili del fuoco, gli agenti forestali e quelli della protezione civile. Gdp

Campomarino. Assente Michele Petraroia impegnato ad Isernia con l’onorevole Franco Narducci

Primarie, confronto sui fondi Fas Secondo confronto tra i candidati D’Ascanio, D’Ambrosio, Frattura e Romano CAMPOMARINO. Le associazioni ‘La bottega delle idee Campomarino’ e ‘Futuro Molise’ hanno organizzato un incontro pubblico con i cinque candidati alle primarie. Si è svolto ieri pomeriggio, in un locale a Campomarino Lido. Ad aprire l’incontro il presidente de ‘La bottega delle idee’, Michele Rendina, e Michele Di Giglio. Gli organizzatori hanno pensato di strutturare l’incontro con una serie di domande da porre ai cinque candidati, ognuno dei quali ha avuto circa cinque minuti per rispondere. In realtà, ce n’erano solo quattro. Michele Petra-

roia non ha potuto presenziare in quanto ha dovuto recarsi ad Isernia all’incontro con il VicePresidente della Commissione Esteri della Camera dei Deputati, l’onorevole Franco Narducci del Pd. Ha inviato per questo una nota alla stampa locale in cui ha espresso il proprio dispiacere per non aver potuto partecipare all’iniziativa. Nel testo si legge: “I partiti del centrosinistra debbono mantenere aperto il dialogo con le formazioni che non partecipano alle primarie per giungere ad una sintesi programmatica e ad una grande ed unica alleanza da contrapporre al Pdl

il 16 ottobre. E’ sul terreno dei contenuti che bisogna lavorare per tenere insieme un solo schieramento che va dall’Idv a Rifondazione e ai Movimenti”. Gli altri quattro, invece, Nicola D’Ascanio, Paolo Di Laura Frattura, Nicola D’Ambrosio e

Dato per disperso in mare Ma era tornato a casa in treno di Giuseppe Di Palo CAMPOMARINO. Tutto è bene quel che finisce bene. Un sospiro di sollievo si può tirare sulla vicenda del ragazzo scomparso in mare martedì scorso a Campomarino. Infatti, il turista trentaduenne, originario di Benevento, allontanatosi dal gruppo di amici, tutti in spiaggia per trascorrere un’allegra e spensierata giornata, alle luci dell’alba è rientrato autonomamente a casa propria, nel campano, tra lo stupore dei parenti che già si erano preparati al peggio. Il ragazzo, ignaro del fatto che Guardia Costiera, Capitaneria di Porto, sommozzatori e Militari lo stessero cercando, ha lasciato i propri amici in spiaggia senza informare nessuno per girovagare liberamente lungo la spiaggia e, poi, per le strade della città costiera. Non essendo reperibile in alcun modo, i compagni del

20

trentaduenne hanno ipotizzato la tragedia ed allertato le forze dell’ordine, in azione dalle 18.30 di martedì fino a notte inoltrata. La telefonata da parte dei familiari è stata una vera liberazione per quan-

ti, anche solo per qualche istante, avevano creduto che per il turista “disperso” non c’era più niente da fare… un’angoscia alimentata, però, costantemente da un velo di speranza.

Viabilità rurale, Giorgio Manes soddisfatto dei fondi assegnati al Consorzio 42mila euro per la viabilità rurale, soddisfatto il presidente del Consorzio di Bonifica di termoli Giorgio Manes. Il Consorzio di Bonifica ‘Trigno e Biferno’ di termoli potrà beneficiare a breve di 42mila euro da utilizzare per la viabilità rurale . La somma è stata assegnata all’ente dalla Regione Molise dietro richiesta dell’assessorato regionale dell’Agricoltura. Soddisfazione per lo stanziamento della somma è stata espressa dal presidente del Consorzio , Giorgio Manes, che ha sottolineato “l’attenzione che l’assessorato all’Agricoltura sta dimostrando verso le esigenze del Consorzio e delle attività che questo sta portando avanti per il miglioramento fondiario della propria area di competenza”

Massimo Romano si sono confrontati su accese tematiche rispondendo ai quesiti posti. Nel primo gli veniva chiesto come intendevano salvaguardare il piccolo reddito pro-capite dei molisani, considerando il forte periodo di crisi, e gli alti costi

di gestione. Di Laura Frattura ha fatto presente come la delibera del Cipe sia “una presa per i fondelli”. Sui fondi Fas ha detto: “in parte sono stati già impiegati. E’ l’approccio dell’attuale amministrazione alle proble-

matiche che è sbagliato”. D’Ambrosio si è detto d’accordo su quanto detto da Laura Frattura sui fondi Fas. Inoltre, riguardo l’autostrada del Molise, “sono d’accordo, ma va realizzata secondo criteri che rispettino il territorio e che non isolino il Molise”. D’Ascanio ha centrato il suo intervento sull’importanza di “migliorare la viabilità, le infrastrutture e su una migliore distribuzione dei fondi economici”. Anche Romano ha insistito su “una distribuzione delle risorse indirizzata verso iniziative per il benessere della comunità e non dei privati”.

“Foci molisane inquinate” L’accusa di Legambiente Emergenza foci in basso Molise, inquinamento dimostrato dai prelievi di Legambiente. Che le acque del basso Molise non fossero proprio il massimo della pulizia lo si sapeva da tempo, vedi casi di trialometani. MA nessuno si aspettava o meglio nessuno voleva una conferma. Purtroppo questa conferma è arrivata. E l’autore è uno di quelli che non sbaglia, ‘Goletta verde’ di Legambiente, la celebre campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio e all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane. I punti risultati fortemente inquinati sono stati tre: nella foce del fiume Biferno ricadente nel comune di Campomarino, nella foce del torrente Sinarca nel comune di Termoli e nella foce del torrente Tecchio nel comune di Petacciato. I campionamenti hanno indicato un forte livello di inquinamento microbiologico. Cosa resa ancora piu’ grave dal fatto che la foce di Petacciato è un sito di interesse comunitario, cioè un’area che contribuisce in modo significativo a mantenere o ripristinare degli habitat di specie protette. “La situazione allarmante del Molise - dichiara Stefano Ciafani, portavoce di Goletta Verde - mette in risalto una condizione che accomuna tutte le regioni costiere: il 30%

degli italiani non è servito da un adeguato sistema di depurazione delle acque reflue, vale a dire che 18 milioni di cittadini scaricano direttamente nei fiumi e nei mari senza alcun trattamento, compromettendo fortemente le condizioni di salute dei nostri mari”. Ha voluto commentare la situazione anche la presidente di Legambiente Molise, Mariassunta Libertucci, dichiarando “Il lavoro svolto da Goletta Verde ci permette di tornare ancora una volta su temi per noi da sempre prioritari, non solo sul servizio di depurazione, che deve necessariamente essere esteso a quelle località che ne sono prive, ma anche su tutti gli abusi e le illegalità che vengono commesse ai danni del mare e delle coste. Il caso più eclatante riguarda Montenero di Bisaccia, dove la realizzazione del porto turistico a ridosso della foce del Trigno, zona SIC (sito di importanza comunitaria) ad appena 200 metri dal porto di San Salvo, sta contribuendo alla cementificazione del litorale. Una regione come la nostra – ha concluso la Libertucci - deve porre in essere piani di sviluppo che siano più consapevoli dei limiti delle risorse, aumentare il carico antropico sul territorio, con cemento e infrastrutture non è certo la strada giusta”.


Giovedì 11 agosto 2011

21

Occhi fissi al cielo per regalarsi anche una sola stella cadende

La notte di San Lorenzo tra falò in spiaggia e... desideri Alessandro e Francesco

di Giuseppe Di Palo TERMOLI. San Lorenzo, notte di stelle e desideri. In tanti, tra giovani ed adulti, hanno guardato almeno una volta il cielo tinto di un blu pesto nella speranza di scrutare qualche fascio luminoso in caduta libera. Una serata magica che fa sognare milioni di persone in tutto il mondo. Ma a Termoli come hanno trascorso questa incantevole notte i turisti ed i residenti? E quanti desideri hanno espresso? “Un bel falò in spiaggia

Conferenza con gli avvocati Le critiche di Marinucci

“E’ la prima volta che accade che un assessore del Comune di Termoli invece di rispondere alle domande legittimamente poste dalla opposizione, indice una conferenza stampa, alla quale invita a partecipare anche il suo legale”. E’ quanto dichiarato, in una nota, dal capogruppo del Centro Sinistra del Comune di Termoli, Paolo Marinucci, in merito alla conferenza stampa indetta dall’assessore Cocomazzi lo scorso martedì in merito alla presunta “parentopoli in comune”. L’assessore Cocomazzi – continua Marinucci - avrebbe dovuto spiegare alla città se sono veri i fatti da noi enunciati e cioè se è vero che egli ha partecipato alla giunta comunale, in cui si approvava un documento che interessava un suo parente”. Per questa mattina, è prevista un’ulteriore conferenza stampa chiesta, stavolta, dal sindaco Basso Antonio Di Brino per fare luce sulla questione.

con gli amici – spiegano Luca, Luigi e Marco – così come abbiamo fatto anche a San Basso. E’ un’occasione per passare insieme qualche ora spensierata e per fare amicizia con altri gruppi che vengono in spiaggia a guardare il cielo... ed anche per conoscere qualche ragazza. Di desideri ne abbiamo espressi tanti, anche per una sola stella cadente: a partire dall’ambito economico a quello automobilistico, senza escludere l’amore”. Un elemento “ironico-ro-

invece i pensieri di Stefania, Elena e Carla: “Siamo state per quasi tutta la sera a guardare il cielo. Eravamo cariche di desideri da esprimere. Nei momenti in cui abbassavamo il naso, siamo andate a fare un giro per il paese vecchio e poi di nuovo in

Eleonora, Johnny, Riccardo, Giovanni, Greta, e Francesca

mantico” caratterizza un po’ tutti i ragazzi del 2011. Infatti, Francesco ci ha detto: “Ho trascorso questa notte con la Luca, Luigi e Marco mia ragazza a passeggiare per il molo e poi, di tanto in tanto, ci siamo fermati a guardare le stelle. Abbiamo espresso dei desideri, speriamo che in questa notte magica possano avverar-

si”. Piu’ cinici, invece, Giuseppe e Paolo che hanno dichiarato di non creElena, Carla e Stefania dere ai desideri. Una serata con gli amici in giro per il paese, mangiare un boccone insieme e bere una birra sembrerebbe essere stato (a dir loro) l’ideale per trascorrere la notte estiva. Su binari diveri, rotaie fatte di sogni e di speranze, viaggiano

La mostra farà da contorno alla presentazione del suo ultimo libro

A Campomarino Romeo Iurescia presenta Il Tempo e l’Armonia Il pittore- poeta e scrittore Romeo Iurescia, nativo di Petacciato, espone 25 tele ad olio allo stabilimento balneare Toschi di Campomarino Lido. La mostra rimarrà aperta per tutto il mese di agosto. Pittore creativo e capace di rappresentare un mondo variegato di situazioni e di sentimenti, un mondo di composta armonia e di indubbio valore artistico, compone paesaggi surreali, figure e cavalli, nature morte e fiori. Il suo è un mondo tutto inventato, pur attingendo idee dalla realtà. Il suo espressionismo ‘Storie di tango’ in concerto. Questa sera, alle 21:30, a Largo Tornola. Il quintetto molisano, vincitore del III Premio al Concorso Internazionale Astor Piazzolla di Castelfidardo

alla Franz Marc, è sobrio e vivo, e colpisce il visitatore al primo impatto. Durante la mostra, nella serata di oggi, alle 20.30, il maestro Romeo Iurescia presenterà il suo ultimo libro “Il Tempo e l’Armonia”. La sua opera sarà presentata dal Dottor Antonio D’Ambrosio, dalla Dottoressa Doretta Colocci e dalla Dottoressa Norma Malacrida. In quest’opera l’autore esprime il proprio dizionario, il dizionario di un viaggio, un viaggio non fuori ma dentro. Dopo le belle liriche del volume ‘Nella Valle dell’Io’, prosegue, questa vol-

ta in prosa, il viaggio poe-

tico. Così Iurescia, rende le parole e le lettere dell’alfabeto testimoni di armonia. Il poeta è uno di quei molisani che, partito dal suo paese natio, si è portato dietro il profumo e colore del mare e Iurescia quel pizzico con il suo libro di saggezza contadina donatagli da

Storie di tango, il quintitteto molisano stasera in concerto (AN) nel 2008 e reduce dai ‘Storie di tango’

successi ottenuti in Polonia in occasione delle celebrazioni per il X Anniversario del gemellaggio fra Termoli e la città polacca di Chorzow nel 2009,

torna ad esibirsi a Termoli, rendendo omaggio al grande compositore e bandoneonista argentino Piazzolla ripercorrendo il suo repertorio originale nella formazione da lui prediletta, il quintetto. Mario Muccitto al bandoneon, Pasquale Farinacci al violino, Gianluca De Lena al pianoforte, Basso Cannarsa alla chitarra e Nicola Giovannitti al contrabbasso, tutti musicisti molisani, da alcuni anni mietono successi di critica e

spiaggia”. Deciso, invece, il commento di Riccardo: “Ieri il tempo non tanto permetteva ma, anche se ci fosse stata una bufera, sarei comunque venuto in spiaggia a trascorrere una bella serata”. Insieme a Riccardo anche Eleonora, Giovanni, Greta, Francesca e “Johnny”: “E’ stata una bella notte, divisa tra la spiaggia ed il centro storico. Non è mancato un classico falò con cose da mangiare e da bere. Desideri sì, ma sono top secret altrimenti non si avverano”.

suo padre. Tutto ciò gli consente così di vivere con la poesia e per la poesia. Durante la serata l’attore Angelo Blasetti reciterà “A Livella” e “Er Fattaccio”. Inoltre a tutti i presenti verrà donata una grafica del poeta e sarà offerto un buffet a base di porchetta e vino.

Una delle sue opere

di pubblico nel panorama nazionale e internazionale, dimostrando raffinata musicalità nell’interpretazione e pregevole intesa nell’esecuzione strumentale. Il programma prevede grandi classici della letteratura di Piazzolla, dalle Quattro stagioni alla Suite del Angel, da Oblivion a Libertango, dal Concierto para quinteto a Fuga e mistero, per citarne alcuni. L’appuntamento, fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale anche quest’anno nell’ambito dell’Estate termolese, è dunque per questa sera alle ore 21.30 a Largo Tornola nel Borgo Antico.


22

Giovedì 11 agosto 2011

Montecilfone. A margine della presentazione del volume ai presenti è stato offerto un mega buffet

Tavoli del molise ‘fresco’ di stampa L’iniziativa editoriale porta la firma di Salvino Anthony Salvaggio Il buffet

Montecilfone teatro e palcoscenico, martedì scorso, della presentazione del libro ‘Tavoli del Molise’, iniziativa editoriale fresca di stampa, realizzata da Salvino

Una serata dedicata all’arberesh URURI. “Mondo arbëresh: serata d’onore”, l’evento che si terrà oggi, alle 21, in piazza Santa Maria delle Grazie nel centro storico di Ururi. Per l’occasione verrà proiettato il corto sugli Arbëresh del Molise dal titolo “E nesër? La serata continuerà con la declamazione di poesie in lingua minoritaria, canti e recite di passi teatrali rigorosamente arbëresh. Una sezione sarà dedicata ad interventi vari su temi di carattere sociale. In conclusione, quale omaggio al 150° anniversario dell’unità d’Italia, si terrà la lettura dei primi 12 articoli della Costituzione Italiana e la versione arbëresh dell’Inno di Mameli, tradotto per l’occasione da Gianni Frate, promotore ed organizzatore dell’evento, patrocinato dal Comune di Ururi.

Anthony Salvaggio La comunità montecilfonese si è data appuntamento nella sala convegni della parrocchia, a pochi metri dal Municipio. Presenti l’autore

del libro, il sindaco Franco Pallotta, il parroco don Franco Pezzotta e, ovviamente, Claudio Florio, titolare di ‘Le delizie di casa Florio’, l’osteria di cui nelle pagine dell’opera si raccontano storia, aneddoti, caratteristiche e prospettive. La cortesia di Claudio Florio e della moglie, Loredana Manes, ha fatto da sfondo ad una serata assai partecipata, che si è aperta con l’esibizione apprezzatissima, ancora di più perché non prevista, di Toti Panzanelli, uno dei migliori chitarristi italiani in circolazione.

Da sinistra Claudio Florio, Salvaggio, sindaco Franco Pallotta e don Franco Pezzotta

La folta audience, oltre cento persone, ha mostrato di gradire il tono familiare impresso alla serata. Applausi soprattutto per Florio e per Salvaggio, veri protagonisti dell’happening cultural-gastronomico. Una bella e buona serata, insomma, che ha fatto segnare un altro punto nella passeggiata del gusto tracciata da Salvino Salvaggio. Prossima tappa, a base di cultura e gustose pietanze, sarà il 13 agosto a Guglionesi. Un’iniziativa, questa presentazione itinerante, che va senza alcun dubbio ad avvalorare i prodotti nostrani ed i luoghi e le storie piu’ suggestive ed affascinanti del Mol i s e . Gdp

Cuochi e personale di casa Florio

Torna l’appuntamento con la sagra delle drocchie Assaggio di ferragosto MONTECILFONE. Al via la Sagra delle drocchie. Si terrà il 14 agosto, a partire dalle ore 20:00 in piazza delle Lame. Le drocchie sono i tipici fusilli locali che si potranno degustare durante la manifestazione. Si tratta di pasta fatta a mano dalle donne di Montecilfone con un tipico ferro che si tramandano di generazione in generazione e che prima veniva estratto dagli ombrelli rotti. Questa pasta (servita in scodelle di terracotta) viene condita con sugo di carne e di salsiccia,regolarmente nostrana e con la salsa di pomodoro offerta dai cittadini di questo paese. Mentre gli uomini la mattina del 14 sono impegnati a montare gazebo, tavoli e sedie per la sagra, le donne si riuniscono a preparare il sugo che viene fatto bollire per ore. Il tutto viene accompagnato da ottimo vino rosso servito in boccali anch’essi di terra cotta.

Miss Italia alle battute finali A Montenero sfilano le bellezze molisane MONTENERO DI BISACCIA. “In Molise, Miss Italia continua”. Siamo giunti, infatti, alle fasi finali del concorso di bellezza piu’ ambito da tutte le ragazze

della Penisola. Ieri sera, a Montenero di Bisaccia le miss molisane hanno elegantemente sfilato dinnanzi ad un folto e vasto pubblico riscuotendo un clamoroso suc-

cesso per bellezza e grazia. Ultimo appuntamento dell’edizione regionale di Miss Italia 2011 sarà quella del 20 agosto a Larino, momento in cui si scoprirà quali fanciulle potranno partire alla volta di Le miss molisane Montecatini Terme. “Quest’avventura è iniziata per gioco – le parole di Palmina Mustillo, ventitreenne di Bonefro che partecipa al concorso – Ho trovato il modulo

di iscrizione su internet, l’ho compilato e l’ho spedito. Dopo pochi giorni sono stata contattata dallo staff organizzatore ed, ora, eccomi qua nelle vesti di un’aspirante miss. Alla precedente serata, quella di Acquaviva d’Isernia ho vinto la fascia come “Miss Miluna” piazzandomi in terza posizione. A Sepino, invece, in quarta posizione ho ottenuto il titolo di “Miss Wella”. E’ stata una bella esperienza, non mi aspetto di vincere ma un pizzico di speranza è sempre costante.” gdp

Palmina Mustillo


GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 220

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/484625

REDAZIONE 86039 TERMOLI

La quinta edizione della kermesse in programma domani

‘Artheria Pulsazioni d’arte’ La cultura che arriva dalla strada “Artheria Pulsazioni d’Arte”, il festival dell’arte di strada giunto quest’anno alla quinta edizione è in programma venerdì 12 agosto a Larino, all’interno dell’incantevole scenario del borgo medioevale frentano. Promotrice dell’iniziativa, unica nel suo genere in Molise, è l’associazione cultural – musicale Artheria, presieduta da Dario Mancini. Artisti provenienti da ogni parte d’Italia trasformeranno il centro storico frentano in un laboratorio a cie-

lo aperto contraddistinto dalle più svariate forme d’arte: pittura, fotografia, scultura, poesia, musica, accompagnate dalle perfomance dal vivo offerte da bravi giocolieri e acrobati. Due in totale le sezioni che compongono il festival: una sezione stabile caratterizzata dalle mostre realizzate dai talenti molisani e non, e una sezione che comprende gli spettacoli dal vivo. Tra gli ospiti d’eccezione della V edizione di Artheria anche i vincitori del pre-

mio “Cantieri di Strada 2010 – Categoria Giovani Ciarlatani” indetto dalla Federazione Nazionale Artisti di Strada. La kermesse coprirà quest’anno otto diverse location del centro storico cittadino e cioè: Via Cluenzio, Via Coriolano, Piazza Santa Maria, Via Belledonne, Via Belvedere, Vico Greco, Vico Forno e Vico Sole. La scelta dei luoghi, come ormai da tradizione, si pone in linea con l’idea di rivalutare e promuovere gli spazi di uno tra i borghi più belli che il Molise possa vantare, attraverso l’ingrediente originale

delle forme innovative dell’arte di strada. Oltre all’aspetto culturale, la manifestazione assu-

me anche un significato sociale, in particolare oggi alla luce della forte necessità di rilanciare l’immagi-

ne della città frentana per puntare ad un nuovo e ambizioso progetto di sviluppo occupazionale e turistico in grado di assicurare un futuro in loco alle giovani generazioni. In tal senso il contributo di Artheria è determinante per la conoscenza del territorio e delle sue tradizioni. L’appuntamento davvero imperdibile è al 12 agosto, con inizio alle ore 20, per trascorrere insieme una notte d’estate all’insegna dell’arte, dei colori e del divertimento assicurato … La partecipazione al festival è completamente gratuita!

L’evento possibile grazie alla mediazione con l’artista Piera Galante

Oggi alle 18,30 in Comune

‘La bocca di Venere’, ieri l’inaugurazione della mostra di Laura Zarrelli

Ospedale ‘Vietri’ penalizzato, incontro pubblico del Comitato

E’ stata inaugurata ieri sera alle 22 presso le scuderie di Villa Zappone la mostra ‘La Bocca di Venere’ (la castità) dell’artista Laura Zarrelli. L’evento fuori programma rispetto al cartellone dell’estate larinese è stato possibile grazie alla mediazione con l’artista di Piera Galante che ha provveduto ad organizzare la mostra che dopo Larino sarà esposta a Trieste e poi alla Fenice di Venezia. L’evento è stato patrocinato dall’Assessorato alla Cultura. I presentatori della serata sono stati Alessandro Galate e Sara Di Ninno. Presente come critico Antonio Picariello che ha spiegato il senso delle opere in mostra. l’inaugurazione è stata allietata da un ricco buffet.

Villa Zappone

Il Comitato per la difesa dell’Ospedale “G. Vietri” di Larino invita tutti i cittadini a partecipare all’incontro pubblico che avrà luogo oggi 11 agosto alle ore 18,30 presso la Sala Consiliare sita in Via Cluenzio a Larino. L’incontro è finalizzato ad informare tutti i cittadini basso-molisani dell’esistenza di un decreto che penalizza l’ospedale di Larino e tutti gli abitanti di un vasto territorio che per oltre un secolo hanno avuto nell’ospedale “Vietri” un fondamentale e spesso insostituibile punto di riferimento per la tutela della salute. “Larino ed il suo ospedale non saranno l’agnello sacrificale – scrive il Comitato - i larinesi non hanno alcuna intenzione di sacrificare il loro bene più prezioso. Non mancate! Aiutateci a diffondere il nostro SOS che vogliamo lanciare non solo per la nostra città ma per il Molise intero”.

23


GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 220

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/730606

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Significative le opere realizzate dall’artista che ora sarà ricordato dalla comunità anche con una mostra

Bonefro celebra Domenico Baranelli S’intitola la sala dedicata all’illustre pittore. Claudia Lalli: ‘Un segno indelebile’ BONEFRO. Questa mattina alle 11 nella suggestiva cornice convento “Santa Maria delle Grazie” verrà inaugurata una sala dedicata all’illustre pittore bonefrano Domenico Baranelli. “Abbiamo ritenuto importante - afferma il vicesindaco Claudia lalli intitolare il nuovo auditorium al pittore Domenico Baranelli che grazie alle sue opere ha dato lustro a Bonefro e ha lasciato un segno indelebile della sua presenza attraverso le sue opere pittoriche. Baranelli nasce a Bonefro nel 1895. Partecipa alla prima guerra mondiale, e subito dopo frequenta lo studio di Vincenzo Gemito a Napoli. Nel 1926, dopo aver organizzato una mostra individuale, lascia la città partenopea che considera di orizzonti artistici troppo legati alla tradizione per stabilirsi a Milano,

dove inizia la sua attiva partecipazione alle più importanti rassegne di pittura contemporanea. Nel ’32 si trasferisce a Siena, città in cui rimarrà fino alla morte. È presente con sue opere alla Biennale di Venezia del ’36 e del ’48, alla Quadriennale romana del ’52. Tra le personali più significative si ricordano quelle tenute a Milano nel ’33 e nel ’47, quelle fiorentine, tra cui una a palazzo Strozzi nel ’52, e quella alla Bussola di Torino nel ’56. Nella ab-

bondantissima bibliografia che lo riguarda spiccano i nomi di Leonida Repaci, Ferdinando Russo, Sergio Solmi e Piero Calamandrei. Nel 1929 Carlo Carrà ha affermato: “va riconosciuto a Domenico Baranelli il grande merito, fra tanti altri, di aver svincolato la nostra pittura di paesaggio dalla sudditanza straniera e rotto definitivamente alcuni schemi che da tanto tempo pesavano sulla nostra tradizione”. Domenico Baranelli è prima di tutto

un pittore puro e originale, di un angosciata purezza e originalità, e le sue opere fanno quadro, in senso letterario, geometrico, dal profondo delle sensazioni che le immagini naturali gli ispirano. Per Baranelli le immagini naturali già composte in un quadro, affondano in un lontano strato della coscienza, per poi, e lentamente, premere verso la superficie della possibilità espressiva. Le opere di Baranelli si trovano, oltre che in collezioni private ita-

liane e straniere, alla Galleria d’arte moderna di Firenze e di Milano, nelle sale del Comune di Napoli e di Siena, nella Galleria del Comune di Ferrara, in alcune banche, nell’Istituto storico della Resistenza di Firenze, nella raccolta pubblica di grafica italiana contemporanea presso il Gabinetto di disegni e stampe dell’Istituto di storia dell’arte dell’Università di Pisa. Muore a Siena nel 1987. L’appuntamento quindi è per domani, interverranno alla presentazione: il sindaco Giuseppe Montagano, l’assessore alla Cultura Claudia Lalli, i relatori Nicola Picchione e Luigi Baranelli (nipote di Domenico Baranelli) e con l’ occasione a mezzogiorno si inaugurerà la mostra permanente di Domenico Baranelli presso il PM2 del Palazzo B. Maucieri.

Ripabottoni Evento nel borgo Si intitola “Un incontro nel Borgo del gusto la manifestazione organizzata dalla Pro loco di Ripabottoni a partire dalle 19 in piazza Marconi. Questo il programma: “Ripabottoni-Olanda nelle tradizioni gastronomiche (preparazione di piatti ripesi e olandesi); degustazione guidata e banco degustazione dei vini molisani in collaborazione con Associazione Italiana Sommelier. La serata sarà allietata da tanta bella musica. Per maggiori informazioni sull’evento che animerà il piccolo centro è attiva la pagina di Facebook Pro Loco Ripabottoni

Concorso “Un albero per i nipoti” e “Playenergy Enel”. Entusiasti i vincitori per la riuscita dei progetti

Jovine, brillanti risultati per gli alunni La scuola primaria di Bonefro ha conquistato due premi in altrettante iniziative didattiche BONEFRO. Due importanti riconoscimenti per l’istituto comprensivo “Jovine” di Bonefro. Il primo: alcuni alunni della scuola primaria di Bonefro sono stati selezionati e invitati alla premiazione del concorso «Un albero per i nipoti», indetto dall’Associazione “Penne sconosciute” di Abbadia San Salvadore, in provincia di Siena, per rinsaldare il rapporto generazionale nonni-nipoti e per riconoscere l’importanza dei nonni, quali portatori di esperienze di vita, di saggezza e di cultura, gli alunni

hanno raccolto e trascritto le storie raccontate dalla viva voce dei loro nonni. Il tema dell’Unità d’Italia, già vissuto personalmente dai nonni cinquant’anni fa, attraverso viaggi (a Torino in occasione del Centenario dell’Unità d’Italia), letture (dei romanzi Signora Ava di Jovine e Cuore di De Amicis), ricordi della propria famiglia intrecciati con gli echi del Risorgimento italiano e dell’amore per la patria, è stato ripercorso nella piccola monografia Storie dell’Unità d’Italia, realizzata dai 15 alunni della classe 5^.

La vita quotidiana della passata civiltà contadina (il cavallo, amico fidato; la chioccia con i pulcini; il maestro e i 50 bambini di una scuola di campagna) è invece al centro dei racconti Nonna Maria Michela racconta… La chioccia con i pulcini di Sara D’Aloia, La festa della Bandiera e Io, il mio nonno materno e il cavallo di Francesca Frattini, entrambe della classe 2^ Primaria. Un plauso ai piccoli scrittori e alle docenti delle due classi (ins. Lucia Silvestri per la classe 5^ e ins. Nicolina Montagano per la

classe 2^), che si recheranno, all’inizio del prossimo anno scolastico, nel comune in provincia di Siena, accompagnati dai nonni, veri protagonisti della loro festa, che da alcuni anni si celebra in tutta Italia il 2 ottobre. Il secondo riconoscimento riguarda il “Concorso Playenergy Enel”. L’istituto Comprensivo “ F.Jovine” di Bonefro finalista per la categoria Scuola Primaria del Molise. Le classi quarta e quinta della scuola primaria di Bonefro, coordinati dalle insegnanti Amoruso Maria, Bel-

nudo Loredana, Vaccaro Clementina hanno presentato il progetto” Il processo alle energie” nel quale è stato approfondito il rapporto tra energie pulite ed energie inquinanti. Di grande interesse è risultata la visita al parco eolico di Ripabottoni e la simulazione di una tavola rotonda sui vantaggi e gli svantaggi delle energie rinnovabili. Gli alunni hanno interpretato il magnate Dr. Reattore Nucleare, l’E.greggio prof. Barile di Petrolio, la signora Pala Eolica, l’ozioso e sempre abbronzato pannello Fotovol-

taico, Mister Gas Naturale, l’ingombrante dottoressa Biomassa, l’anziano e saggio Carbon Fossile, la veloce e iperattiva Acqua Corrente, la peperita e bollente Miss Geotermica e hanno arricchito il lavoro con grafici, acrostici e disegni esplicativi. I ragazzi hanno infine concordato che Energia Pulita è meglio! Entusiasta il dirigente scolastico dell’Istituto Omnicomprensivo , Paolo Di Pietro, si complimenta con tutti gli alunni sottolineando l’impegno delle insegnanti in ogni progetto.

Frammenti di teatro, attesa per lo spettacolo di stasera a Colletorto diretto dall’attore Renato Curci COLLETORTO. “Frammenti di teatro” è il titolo della prima edizione della Rassegna teatrale che la Presidenza del Consiglio Comunale di Colletorto (Michelina Spina) ha voluto regalare ai suoi cittadini e non solo al fine di sensibilizzare e promuovere un momento di impatto e socializzazione. All’interno della rassegna un vero e proprio la-

24

boratorio curato dall’attore barese Renato Curci che nelle giornate dell’8 e 9 agosto ha sviluppo e insegnato a ragazzi e non solo alcune caratteristiche di un teatro diverso e di azione. Simulazione. Vita di gruppo, burattini, pantomima, emozioni, sono stati gli elementi che l’attore ha cercato di trasmettere in questo breve laboratorio. Sintesi del tutto lo spettacolo dell’11

agosto che vedrà protagonisti i partecipanti al corso. “Spettacolo non verbale “ – ci ha riferito Renato Curci – “che attraverso il divertire riesce a trasmettere valori universali come la partecipazione e il rispetto di sé. Lavorando all’estero ho per forza di cose dovuto sviluppare un teatro non parlato ma visivo. Attraverso il gesto e il movimento farmi capire da tutti”. “Ai ra-

gazzi del corso, per forza di cose limitato e di prima infarinatura, ho cercato di trasmettere la passione per la vita e il senso di partecipazione. Tutti abbiamo un messaggio da trasmettere e tutti devono essere protagonisti della propria vita e di quella degli altri”. “Lo spettacolo che proporrò stasera si chiama Ridi Ridi ed è un Varietè di più sce-

ne poetiche, diverse piccole storie che cercano di divertire comunicando valori universali e profondi. Userò la voce ma non la parola in senso classico. Il suono, ecco. Un po’ come Dario Fo nei suoi spettacoli. In tal modo si riesce a comunicare con il corpo che secondo me è il modo migliore per esprimersi”. Questo è Renato Curci, grande attore di teatro. “Con que-

sto primo laboratorio, primo tentativo, abbiamo cercato di garantire il primo passo verso un’educazione ad un nuovo linguaggio. Rapporto vivo, non passivo. Primo passo che vede protagonista un’intera comunità, una comunità che partecipa con entusiasmo. Da non perdere l’appuntamento dell’11 agosto a Colletorto alle ore 21.30.


ANNO XIV - N. 220

GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2011

REDAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL 0874/484623 - FAX 0874/484625

Il Campobasso percorrerà ben 11mila km in trasferta tra andata e ritorno

Gli ultras intenzionati a disertare lo stadio E l’effetto-Pulitano dà uno scossone all’intera tifoseria di Franco de Santis CAMPOBASSO. Una piazza, quella campobassana, che sta vivendo un’estate molto particolare. Si è parlato spesso dell’indifferenza notata tra i supporters rossoblu, mai così forte come in questo periodo (freddezza riscontrata anche da parte dello staff tecnico). Ora, però, l’avvento di Marco Pulitano al timone del Campobasso 1919 dà, se non altro, uno scossone all’ambiente. I tifosi guardano con interesse al progetto dell’ex

main sponsor del Nuovo Campobasso. Le strade possono essere molteplici: diversi si sposteranno all’antistadio il sabato pomeriggio, e tra questi in tanti seguiranno sia l’una che l’altra Un momento della protesta dei tifosi dello scorso 3 aprile squadra. C’è da considerare, però, te e acuta tra il presidente Quanti chilometri... Vene questo è un fatto fonda- Capone e i gruppi organiz- ti viaggetti niente male, per mentale, la frattura esisten- zati, che non dimenticano i quasi 5500 chilometri (si noti dissidi tocca quota 11mila consideverbali dei rando i viaggi di ritorno…). mesi scor- I Lupi gireranno mezz’Itasi. Attual- lia, dalla Toscana alla Sicimente, par- lia. Naturalmente, quella di lando in Milazzo sarà la trasferta più t e r m i n i lunga: 606 chilometri. Supercentua- bito dietro le tre tappe calali, al 90 per bresi e quella maremmana cento lo col Gavorrano. Non scherz o c c o l o zano le trasferte marchigiaduro non na (Fano) e umbra (Peruentrerà allo gia), si parla di oltre 370 stadio in chilometri. casa e non Passando alle più vicine, parteciperà laziali, abruzzesi e campaalle trasfer- ne non sono a distanze site stagiona- derali, così come l’unica luli e potreb- cana Melfi. Guida la clasbe avvici- sifica delle presenze la narsi al Campania (5 rappresentanCampobas- ti), poi l’Abruzzo (4), il Laso 1919 di zio e la Calabria (3 a testa). P u l i t a n o . Con una formazione ciascuInsomma, na, Molise, Toscana, Maruna situa- che, Umbria, Basilicata e zione gene- Sicilia. Curiosità: il viaggio rale in evo- più breve sarà quello di Isoluzione che la Liri (a 139 chilometri dal potrebbe ri- capoluogo di regione). Il 4 servare sor- settembre si avvicina semprese. pre di più.

Il Fano annuncia nove acquisti. Maisto firma col Catanzaro, Fiory all’Arzanese E’ già finita l’avventura con il Catanzaro del centrocampista Polidori che ieri ha lasciato il ritiro di Cittanova. Da registrare l’arrivo del mediano Vincenzo Maisto, a disposizione del tecnico Cozza. Buon colpo in vista per l’Arzanese che nelle prossime ore preleverà dal Casale l’estremo difensore, classe ‘90, Gianmarco Fiory. Intanto, l’Alma Juventus Fano

ufficializza i seguenti giocatori: il portiere Federico Orlandi (30); il difensore Marco Amaranti (32); il difensore Mauro Mucciarelli (29); il difensore Alex Misin (22); il centrocampista Gianluca Urbinati (24); l’attaccante Daniele Morante (32); l’attaccante Tommaso Marolda (30); i centrocampistaiIvan Piccoli (30) e Marco Raparo (20). La Juve Stabia (come

riporta tuttolegapro.com) rende noto che è stato ratificato il passaggio, all’Aprilia, dell’esterno offensivo Vincenzo Iovene (19), con la formula del prestito e dell’attaccante Mathieu Gomes (26), a titolo definitivo. Infine, la Vigor Lamezia si assicura le prestazioni del centrocampista Andrea Pristerà (’92) e del difensore Oronzo Bonasia (’91).

Al cuor non si comanda di Gennaro Ventresca Siamo diventati 21. Troppa grazia. Sono cresciute di 5 unità le nostre formazioni. Vacci a capire che cosa accade in Lega Pro. Sembrano tanti simpatici dilettanti che gestiscono un circolo bocciofilo. E’ appena rispuntato il Catanzaro. Fece pochissimi punti, poi strada facendo fu dichiarato fallito. Pensammo: peccato per una società che è stata anche in A e con un colpo di testa di Mammì battè anche la Juve in campionato. Con Carletto Mazzone in panchina e Piero Aggradi nella stanza dei bottoni. Quando tutto sembrava finito è rispuntato il Catanzaro. E ora, ogni domenica, ci sarà da effettuare un turno forzato di riposo per una squadra. In 21 non si può giocare tutti insieme. *** Mi scrive una signora, con la penna intinta nel veleno. Non ce l’ha con me, ma con la “piazza” che fa sempre chiasso, ma non tira fuori ii soldi. La tifosa che mi chiede di restare in anonimato ce ne ha per tutti: città, imprenditori, amministratori, tifosi e anche per la componente campobassana andata in verità fuori corso, che a suo dire, voleva comandare con i soldi della “premiata ditta”. Parole di fuoco sono state indirizzate anche agli ultrà che non hanno mai fatto economia di favva nei confronti di chi tira fuori le palanche. *** L’alto senso di democrazia, attraverso il pluralismo, mi ha indotto a pubblicare lo stralcio della acuminata nota della signora. Che per quel che ne so non è nuova a venire alla ribalta, per lanciare i suoi anatemi anche attraverso altre forme di amplificazione del suo pensiero. *** Di ben diverso tenore è la nota di Nico Bianchini, un perugino che vive ormai tra noi da diversi anni. Il quale si dice sempre innamorato del Grifone e mi fa notare di aver preso un granchio: la terza punta dell’attacco spaziale costruito da Aggradi per il Perugia non era Brambati, ma Rambaudi. Gli chiedo scusa e con lui a tutti i lettori. *** Da Bellaria, dove si sta godendo il mare, il mio inseparabile amico Antonio Campa mi ricorda l’aneddoto di Perugia-Campobasso, gara valevole per la coppitalia. In quella circostanza, trovammo lo stadio semivuoto per colpa del caldo estivo e per le ossa rotte dei tifosi perugini che dopo aver sfiorato la promozione in A si sono ritrovati in C2, per presunta violazione dell’articolo 1. Nel salutare un collega del posto gli chiesi come si andasse. E lui, con il capo chino, rispose: “Come si può andare se siamo finiti in C2?” *** Immagino anche lo stato d’animo dei sanguigni tifosi della Salernitana che dopo aver sfiorato la promozione in B si sono ritrovati, dopo non poche peripezie, in Serie D. Pensate che sia facile passare dalla serie cadetta a quella dei dilettanti? Salerno poi ha avuto sempre squadre di rango, arrivando per due volte in serie A, la prima ai tempi di Gipo Viani e l’altra, più recente, che aveva in Ringhio Gattuso il suo giocatore più combattivo. *** Contrariamente alle attese i tifosi della Salernitana si sono mostrati tolleranti. Comprendendo che i tempi sono cambiati e che l’importante è avere i colori della propria squadra nel cuore. Come dire: al cuor non si comanda. gennaroventresca@gmail.com

Maisto

25


26

Giovedì 11 agosto 2011

D’Ambrosio e Ricamato mandano in visibilio i tanti spettatori presenti al ‘Civitelle’

Agnone, storico successo I granata battono in amichevole il Gubbio, formazione di serie B da bordo campo il direttore Sportivo Maurizio Sabelli invita tutti alla calma. E andiamo a sfogliare il film di una partita O. AGNONESE. Pezone (46’ Fabbi), Pifano (Camarà), Lit- che ha visto la squadra di casa terio (Rea), D’Ambrosio (Genovese), Simone (Pellegrino), firmare l’approccio migliore Pesce Rojas, Pannunzio (Di Lallo), Bernardi (Orlando), Ga- alla gara. Ed è subito salito in gliano (Scarano, Di Lollo), Keita (Fruggiero), Ricamato (Par- cattedra D’Ambrosio che ha tipilo). preso per mano l’unALL.: Urbano dici mandato in GUBBIO: Donnarumcampo da Urbano e ma. Almici (Baldinelli), dopo appena nove Bonifazi, Fonjok, Monteminuti di gioco ha fusco, Brunelli, Bazzoffia fatto vedere a tutti la (Lauri) Buchel, Giannetti sua specialità mi(Stirati), Raggio (Kraus), gliore. Palla posizioMendicino. nata a circa 25 metri ALL.: Pecchia da Donnarumma. MARCATORI: 9’ D’Ambrosio diseD’Ambrosio, 18’ Ricamagna una traiettoria to, 60’ Mendicino(rig.). perfetta con la palla ARBITRO: Sig. Caprache va a togliere la ro di Cassino. ragnatela sotto il sette alla destra del portiere del Note. Spettatori circa Gubbio. Gol d’autore. Una scena questa che sicura400. Vento forte, ammonimente ad Agnone quest’anno vedranno spesso. E Fabio Pecchia to Fruggiero. sulle ali dell’entusiasmo l’Agnone continua ad atpremiato taccare e a sorprendere i più quotati avversari nel di Marco Fusco gioco universale. Minuto 14 azione velocissima con Berardi e Una bella giornata di sport al “Civitelle” di Agnone. Ospiti D’Ambrosio che facilitano l’inserimento in fase offensiva di di eccezione Fabio Pecchia, Gigi Simone e il Gubbio neopro- Gagliano che si fa ipnotizzare dal numero uno ospite. Keita al mossa in serie B. E’ stata un festa che ha visto coinvolta l’intera comunità agnonese che ha offerto una ospitalità d’altri tempi, come hanno sottolineato al termine dell’incontro i dirigenti del Gubbio. Storico anche il risultato conseguito sul campo dalla compagine di mister Urbano. D’Ambrosio e compagni cominciano a coniugare il verbo del tecnico e i risultati cominciano a toccarsi con mano. A confronto il 4-3-3 di Urbano e quello di Pecchia. Le due squadre sono ancora in rodaggio e si vede ma ci sono sprazzi i bel gioco soprattutto sul fronte granata. I giocatori dell’Agnone cominciano ad attaccare gli spazi e a fare un lavoro di intelligenza tattica anche senza la palla. E’ questo il vero credo urbaniano. E’ questo quello che sta venendo fuori, partita dopo partita. Insomma, secondo i ben informati e gli addetti ai lavori, quest’anno da queste parti ci sarà da divertirsi. Ma L’Inter club di Agnone premia Gigi Simoni

Olympia Agnonese Gubbio

2 1

L’Olympia Agnonese

minuto 20 rispolvera la sua collaudata giocata con Ricamato. Il forte centrocampista ex Venafro viene messo davanti al portiere dal maliano e non sbaglia per il 2 a 0 che ci sta tutto. Che azione, che giocata, che gol!. Tutto veramente bello. Passano i minuti e il Gubbio non riesce a confezionare azioni degne di nota. Ci prova Bazzoffia ma Pezone fa buona guardia e blocca a terra. Passano pochi minuti e D’Ambrosio dalla distanza colpisce la parte alta della traversa. I primi 45 minuti si chiudono praticamente su questa ennesima prodezza di D’Ambrosio. Il taccuino di Urbano è zeppo di appunti, tutti di segno decisamente positivo. Girandola di sostituzioni nella ripresa su entrambi i fronti. Impiegati tutti i giocatori in distinta. Passano pochi minuti e si mette subito in evidenza Partipilo con una staffilata che si perde di un niente fuori. Keita serve in area Pesce Rojas che tutto solo tenta la finezza di tacco favorendo l’intervento di Donnarumma. Capovolgimento di fronte e il mediocre direttore di gara punisce un contatto tra Orlando e Mendicino decretando un contestatissimo calcio di rigore. Dagli undici metri non sbaglia Mendicino anche se Fabbi aveva intuito la traiettoria del pallone. Ed è Fabbi grande protagonista due minuti più tardi quando respinge con un gran riflesso il tentativo ravvicinato di Mendicino. E nel finale ancora Fabbi è costretto agli straordinari su una conclusione insidiosa di Kraus. Il sipario si chiude qui per un match che rimarrà nella storia del club granata. Mister Urbano al termine dell’incontro si è detto soddisfatto della prova dei suoi ragazzi. Tante buone cose sono state fatte e su queste bisognerà continuare ad insistere per iniziare col piede giusto la nuova stagione.

Trivento, buon test con la Virtus Matesina Cinque gol e indicazioni positive perAgovino di Eric Moscufo Cinque gol alla Virtus Matesina Santangiolese nel test amichevole sostenuto ieri dal Trivento nel ritiro di Rivisondoli. Buone le indicazioni ricevute da Massimo Agovino, che ha potuto constatare e valutare i progressi della squadra nell’apprendimento del nuovo impianto tattico prediletto dall’allenatore ex-Olympia Agnonese. Il primo tempo si è chiuso sul 2-0 grazie alle realizzazioni di Varchetta e Palumbo, mentre le tre reti della ripresa portano la firma di Monaco di Monaco e di due ragazzi in prova. L’undici di partenza scelto da Agovino tenendo anche un occhio di riguardo alle condizioni di forma non omogenee dei singoli era composto dal portiere prestato dal Pescara Celi tra i pali, l’under Montenegro esterno basso di destra, Minadeo e Var-

chetta diga centrale difensiva e l’altro under Ligorio ad agire da fluidificante sinistro, linea mediana con Tammaro a destra, Siciliano playmaker davanti alla difesa e Monti a sinistra, infine attacco a tre con Bisegna a destra, Di Vito centrale e Palumbo a sinistra. Continua dunque la marcia di avvicinamento dei gialloblù all’apertura ufficiale della stagione, che prevede come prossimo impegno amichevole la prestigiosa sfida alla Primavera del Lecce del 13 agosto prossimo. Oggi, intanto, giorno di festa per uno dei nuovi acquisti portati a termine dal sodalizio trignino: Mirko Tammaro, il centrocampista l’anno scorso alla Paganese in C1 già noto alle platee molisane per i suoi trascorsi con la maglia granata dell’Olympia Agnonese proprio di Massimo Agovino, compie 21 anni. Nelle sue parole

l’analisi dei primi giorni da calciatore del Trivento. Mirko, come si va sviluppando il tuo inserimento nel Trivento? “Mi trovo bene, ci sono parecchi giocatori che già conoscevo da prima e siamo un bel gruppo. La squadra la vedo bene, piano piano stiamo entrando nei meccanismi di mister Agovino, c’è qualche difficoltà, ma piano piano li stiamo acquisendo”. Torni in Molise dopo la precedente esperienza ad Agnone sempre sotto la guida di Agovino: è stato un ulteriore stimolo per accettare l’offerta del Trivento? “Certo, certo, appena ho saputo che il mister andava al Trivento e poi il Trivento stesso mi ha chiamato, sono subito corso da lui, perché nel suo 4-3-3 ho fatto bene, sono riuscito ad andare in C e quindi spero di prendermi la rivin-

cita quest’anno”. Dover scendere di categoria non ti è quindi pesato, ma costituisce semmai l’occasione per il rilancio? “No, non mi è pesato affatto perché ci sono tantissimi giocatori senza squadra, si parla di quattro-cinquecento, e sono giocatori importanti, più importanti di me, io poi devo giocare, quindi non ho voluto rischiare di perdere un altro anno, preferisco scendere di categoria e giocare, e far bene”. Sei poco più che ventenne, ma hai già una buona esperienza alle spalle: è un vantaggio? “Sì, sono un po’ avvantaggiato, conosco già il girone, anche se quest’anno non è facile perché ci sono molte più squadre importanti rispetto a quando l’ho giocato io due anni fa, cercheremo lo stesso di far bene e puntare più in

Mirko Tammaro

alto possibile”. Tra i nuovi compagni ce n’è qualcuno con cui ti stai trovando meglio? “No, ho legato con tutti, con Minadeo, con capitan Corradino, Siciliano che conosco da due anni, insomma con tutti, perché sono tutti bravi ragazzi e siamo tutti pronti per affrontare questa nuova avventura”. Quali obiettivi vi potete prefiggere, tu e la squadra?

“Il mio obiettivo è di far bene, segnando il più possibile anche quest’anno. Per quanto riguarda la squadra credo che, guardandoci intorno, abbiamo buone possibilità di fare bene”. Oggi è il tuo ventunesimo compleanno: il regalo che vorresti, calcisticamente parlando…? “Un bel regalo! Non uno in particolare, ma spero che vada tutto per il meglio”.


Giovedì 11 agosto 2011

27

Il rinnovato Campobasso ‘19 conta molto sull’apporto del tifo organizzato (deluso da Capone)

di Alfonso Sticca Dopo settimane di ansie, incertezze, attese, supposizioni, il nuovo presidente del Campobasso 1919 Marco Pulitano ha svelato il suo segreto Mister Lozzi e si è presencon il segretario Iacurti tato alla stampa. Nel corso della conferenza stampa, tenutasi ieri pomeriggio presso la sala consiliare del comune di Campobasso, finalmente si sono conosciute le sorti e le aspettative ambiziose di una squadra che per l’ottavo anno consecutivo si accinge a disputare il massimo torneo ficoltà ad aderire – continua regionale. “ Ho aderito ad un Pulitano – è lo stesso proprogetto tutto molisano – ha gramma che ho cercato di ‘inesordito il nuovo presidente – culcare’ nel Nuovo Campoe ringrazio la famiglia Lozzi basso, che non è stato possiche mi ha dato lì opportunità bile attuare, ma non per quedi partecipare ad un soggetto sto noi ci proponiamo come nuovo per me, ma non per la antagonisti alla compagine di vecchia dirigenza che per otto Capone, siamo due soggetti anni sta portando avanti il diversi e d’intendere il calcio, movimento Lupi del Molise. pertanto ritengo di fare anche Quando mi hanno illustrato il gli auguri al Nuovo Campoprogramma non ho avuto dif- basso per il campionato che andrà ad afIlario frontare, ma Lepre ora io sono il presidente del Campobasso 1919 e tifo per la mia squadra. Mi preme sottolineare, che la mia presidenza non corrisponde alla rilevazione della proprietà della società, ma io come tutti gli Vito altri soggetti Arpaia imprenditoriali della città stiamo partecipando per dare nuova linfa al calcio cittadino e molisano. Era un passaggio dovuto, per evitare equivoci, perché come me ci sono tanti imprenditori che LA CARRIERA DI VITO ARPAIA Stagione - Squadra - Presenze - Reti 2004/2005 Salernitana (Serie B) 0-0 2005/2006 Melfi (C2) 3-0 2006/2007 Lucchese (C1) 0-0 2007/208 Salernitana (C1) 1-0 2008/2009 Genzano (D) 10-0 2008/2009 Paestum (Eccellenza) 15-10 2009/2010 Real Poseidon (Eccellenza) 20-10 2010/2011 Real Poseidon (Eccellenza) 24-26

Pulitano: “Ho sposato un progetto duraturo e vincente” hanno voluto sposare questo progetto, come l’azienda CAMARDO con il suo marchio ‘ESPRESSO 0039’, L’ACCADEMIA BRITANNICA, del qui presente dottor Di Stefano che è anche responsabile dell’area sanitaria, e tanti altri soggetti che credono in questo programma che dovrà avere soprattutto la continuità e anche un pizzico di ambizione”. L’intervento del presidente Pulitano è stato molto pacato e riflessivo come si conviene ad un imprenditore, senza intaccare la suscettibilità della concorrenza, ma il suo viso esprimeva tanta felicità per aver intrapreso qualcosa che lui tanto teneva e non ha mai potuto portare a compimento come sponsor del Nuovo Campobasso. Da rilevare anche l’intervento di Lozzi, che dopo aver ringraziato Pulitano, Camardo, Di Stefano e gli altri sponsor, ha voluto sottolineare che finalmente dopo nove anni si comincia a comprendere cosa abbia significato portare avanti un progetto che ha avuto tanti commenti positivi ma in concreto poi sono stati pochi quelli che veramente hanno sostenuto il programma in questi anni. Sul piano tecnico si esprime con prudenza : “ Siamo una squadra che ancora deve essere definita, e quindi tutta da completare, per ora posso solo promettere che il mio impegno sarà quello di sempre e cercheremo insieme di compiere un campionato di vertice”. Tra le tante dichiarazioni di circostanza dei presenti, c’è stato l’intervento flash e rilevante di Federico Mandato ( vero interprete del nuovo soggetto) che ha fatto richiesta all’Amministrazione comunale il restyling dell’impianto sportivo dell’antistadio di Selva Piana che non risponde ad un impianto dove si possa fare sport. Poi, il passaggio importante per la tifoseria deglii “Smoked Heads” che hanno assicurato il proprio appoggio alla squadra. Una novità per il Campobasso 1919 che finora ha avu-

Pulitano con il dottor Di Stefano, responsabile dell’area sanitaria

to dei simpatizzanti ma mai una tifoseria organizzata. Ci sono tutti i presupposti per comporre un qualcosa di serio e duraturo a prescindere dalla categoria come lo stesso ieri avevamo già accenna-

to. Sul piano tecnico il team responsabile sta portando in via di definizione alcune trattative importanti, come l’attaccante Vito Arpaia classe ’88 lo scorso campionato ha

militato con il Real Tolve (Eccellenza Lucano) conquistandosi la palma di capocannoniere con 26 reti. In alternativa potrebbe arrivare Ilario Lepre classe ’89 che nella passata stagione ha guidato l’attacco del Gladiator, al suo attivo 18 gol. Wagner Amabile può definirsi già un giocatore del Campobasso 1919. Il team tecnico si sta muovendo anche sul fronte degli under e dovrebbero arrivare da Benevento tre classe ’93 e due classe ’94. Il Campobasso 1919 comincia a prendere la sembianza di una squadra ambiziosa, così come sottolineato dal dott. Angelo Di Stefano, dell’area medica: “Siamo qui per tentare di vincere il campionato, almeno ci proviamo, perché il calcio non risponde alla matematica che 2 più 2 fa quattro, a volte può risultare a tre e quindi potresti arrivare solo sulla soglia della porta senza varcarla”.

Panico: “Non mi basta la salvezza l’Isernia può arrivare in alto” di Rosanna Esposito È apparso già in buona forma campionato, Nicola Panico, il bomber dell’Isernia Football Club, che nella scorsa stagione ha trascinato, l’allora Real Isernia, alla vittoria del campionato di Eccellenza. Il calciatore campano, molto amato dai tifosi, è stato tra i primi ad essere riconfermato dalla società e vestirà per il secondo anno la maglia biancoceleste. Com’è iniziata questa nuova avventura? “Posso dire che è iniziata nel migliore dei modi, con tanto entusiasmo. Siamo un gruppo splendido,stiamo lavorando bene. La dirigenza è stata brava nel formare l’organico, a dare un giusto equilibrio tra giocatori vecchi e nuovi. Con i compagni mi trovo bene sia in campo che fuori. C’è già la giusta sintonia , il gruppo è molto importante per una squadra, dà quel qualcosa in più”. Com’è giocare con Alessandrì? “Con lui c’è un’ottima intesa. È un grande giocatore, fa la differenza. Mi ha servito una palla perfetta nella partita contro il Sesto Campano. Non ho dovuto nemmeno guardare, già sapevo dove sarebbe arrivata, non

dovuto far altro che metterla dentro”. In quella partita tre gol, ma anche un rigore sbagliato. “Sì, ho sbagliato il rigore (sorride)ci può stare. È stata la stanchezza. Speriamo non capiti nelle partite importanti”. Probabilmente finirete nel girone F, è un girone difficile, con squadre attrezzate bene. Dove può arrivare questa Isernia? “A me sembra riduttivo parlare solo di salvezza. Siamo una buona squadra, mi sento di dire che possiamo tranquillamente arrivare tra le prime dieci”. Intanto, in mattinata ci sarà la prima conferenza stampa ufficiale nella sede della società. Sarà questa, come si legge dal comunicato, la prima occasione per presentare i programmi societari in vista della stagione sportiva che sta per cominciare e per fornire tutti i dettagli del momento attuale vissuto da squadra e quadri tecnici. Saranno presenti all’incontro il direttore generale Giuseppe Belmonte, il vice Giovanni Guadagnuolo ed il direttore sportivo Pino De Filippis. Nel pomeriggio, invece, la squadra si ritroverà al Lancellotta, dove arriverà il Vasto Marina per un nuovo test amichevole. Inizio previsto alle ore 17.00.


28

Giovedì 11 agosto 2011

di Stefano Moscufo MONTENERO. Al terzo giorno di preparazione ci sono tutti a correre, sudare e a smaltire i quasi impercettibili (su fisici atletici come i loro) segni lasciati da qualche maligno pic-nic consumato durante le vacanze. C’è l’ormai immancabile gruppone di giovanissimi e c’è il gruppetto senior, quello composto da Napolitano, Notaro, Florio e Pasciullo, con questi ultimi due che a dispetto della loro età giovanile hanno già alle spalle diversi tornei disputati in Eccellenza (per Pasciullo addirittura uno in D, con il Trivento). In mezzo al campo invece, a urlare, rimbrottare, incoraggiare e pretendere la massima applicazione alle sue direttive c’è lui, Nicola Lallopizzi, Coppola l’allenatore più giovane dell’intero campionato, l’ultima scommessa del direttore sportivo, Mario Sarracino. Giovane sicuramente sì, ma non inesperto. Nel corso degli anni il nuovo coach rossoblù ha acquisito un importante bagaglio tecnico, conseguito al fianco di allenatori navigati come Vittorio Belotti o Gianni Borrelli, tanto per indicarne due, ai quali ha inevitabilmente rubato qualche segreto del mestiere. Le idee, quindi, le ha ben chiare e non ha nessun timore ad affrontare da titolare di una delle panchine più ambite dell’intero panorama calcistico molisano, un campionato che, a ben guardare, non ha ris di Santa Croce di Magliaancora un pretendente accre- no. Il calcio di Lallopizzi è ditato per tentare di mettere un football moderno fatto di i bastoni fra le ruote alla Tur- verticalizzazioni e di veloci

Terzo giorno di preparazione per la squadra rossoblu Napolitano: “Un ritorno molto gradito” La grinta di Lallopizzi

Il Montenero suda agli ordini di Lallopizzi ripartenze, e che riserva ai centrocampisti un ruolo chiave nell’applicazione della manovra. Una mansione che uno come Rino Napolitano conosce a memoria, e chi si appresta a svolgere con la sua nuova maglia, con l’entusiasmo di un eterno ragazzino. Con lui abbiamo scambiato qualche battute al termine della seduta di ieri. Rino Napolitano, ritorni a Montenero dopo quasi un decennio a giocare in una squadra completamente rivoluzionata rispetto a quella delloscorso campionato. Che impressioni hai?

“ E’ un ritorno che, ad es- un allenatore così sere franchi, ho voluto for- giovane è per te fontemente. Serbavo un ottimo te di preoccupazioricordo di questo posto, una ne, o credi viceverpiazza importante che mi ha sa che questo elepermesso, all’epoca, di gio- mento possa tradurcare in una grande squadra si in stimolazioni che aveva al suo interno un positive per il grupmio vecchio amico come po? Mario Sarracino che, nel “ La giovane età del frattempo, ne è diventato il nostro allenatore pordirettore sportivo. Facile in- terà soltanto positivituire, dunque, che nel mo- tà. La sua voglia di mento in cui Mario mi ha emergere sarà per noi chiamato è stato praticamen- contagiosa. Abbiamo te immediato il mio sì, sen- una squadra con un za badare all’aspetto econo- età media molto bassa, ed è mico. Questo è un gruppo dunque molto importante giovane e molto motivato, che questi ragazzi possano che ha voglia di regalare il confrontarsi con un tecnico meglio a questa cittadina. Da giovane quasi quanto loro. queste parti si è abituati da Personalmente conosco bene sempre a frequentare le zone Lallopizzi, so che negli anni nobili della graduatoria e noi ha acquisito molta esperiencercheremo di far rispettare za, so che ha fame di vittoquesta tradizione. Abbiamo rie e che ha una gran voglia un tecnico giovane, è vero, di insegnare ai più giovani il ma che ha, seconde me, am- suo credo calcistico.” pie prospettive. Noi ci poniaLa crisi morde, il mercamo a sua completa disposi- to è praticamente immobizione e sono sicuro che fa- le. Secondo te chi si è rinremo bene.” forzato meglio? Un collettivo giovane “Sì è vero, quest’anno, a “che vuol far bene” cosa differenza di altri, non sono vuol dire? Quali saranno i vostri reali obiettivi? “Ti dico subito che non sono di quelli che hanno voglia di parlare di “salvezza tranquilla”, assolutamente no. Questo gruppo, io credo, è stato plasmato per ambire a ben altri risultati. Non vorrei sbilanciarmi, ma parlare di salvezza qui a Montenero è davvero riduttivo. D’altronde abbiamo l’obbligo di puntare in alto, pensare a traguardi minimi sarebbe deleterio. Insomma, i playoff Lallopizzi, palla al piede, sono tranquillamendetta i suoi schemi A sinistra te alla nostra portat, con Pasciullo, Notaro, ne sono certo.” Napolitano e Florio Avere alla guida

nati squadroni in grado di sbaragliare la concorrenza, i gruppi sono per questo abbastanza livellati. La Turris è di sicuro la formazione che, avendo mantenuto l’ossatura della passata stagione, ha un passo in più, ma io sono convinto che quest’anno il campionato lo vincerà chi ha meglio lavorato con i giovani, chi avrà la lungimiranza di proporre nomi nuovi. Non esistono corazzate tipo Bojano o Venafro di qualche anno fa, i giovani saranno la chiave per il successo.”


Giovedì 11 agosto 2011

29

La piazza del paese assume le tinte gialloblu

Se l’essenza dello sport è il gioco, e se gli interpreti per eccellenza sono i bambini, allora lo sport deve essere giocato dai bambini. E’ con questo semplice assioma che la Virtus ha portato l’atletica in piazza vestendola dei colori giallo blu ed abbellendola con gli occhi ed i sorrisi dei ragazzi, oltre un centinaio, che sono accorsi a Mirabello per partecipare alla decima edizione di “Mirabellandia”. Una splendida giornata estiva ha fatto da cornice alle gare, che si sono susseguite con il ritmo incalzante di un treno lanciato in corsa ed alimentato dalla gioia e dalla vitalità dei piccoli protagonisti. Sono stati loro, ancora una volta, gli artefici di uno spettacolo più unico che raro nella piccola realtà molisana. Da Termoli a San Severo sono giunti per condividere con i coetanei mirabellesi e virtusini un momento di festa celebrato cimentandosi in gare di velocità, lanci, mezzofondo e marcia. Gli ingredienti per una giornata indimenticabile c’erano tutti, e mescolati secondo la ricetta ormai collaudata, hanno

Mirabellandia 2011: il gioco dello sport dato vita ad una prelibatezza ogni anno splendidamente uguale, ogni anno piacevolmente diversa. Nella piazza del paese, intitolata a Vittorio Verdone, è stata disegnata la pista su cui si sono svolte le gare di velocità dei 50 metri piani e dei 50 metri con ostacoli. Le numerose batterie han-

no dato a tutti la possibilità di rendersi protagonisti, e mentre venivano composte le successive finali pescando tra i più bravi, prendevano il via le gare

di vortex e di sprint in salita. Le finali di velocità hanno consacrato i più veloci, ma non c’è stato tempo per prendere fiato. Ai nastri

di partenza i mezzofondisti sulla distanza dei metri 1200. I meno esperti partono forte e vivono il loro momento di gloria per poi sfilare inevitabilmente nelle retrovie. Lì trovano però il sostegno dei compagni di squadra e del pubblico di Mirabello, come al solito competente e caloroso. La staffetta chiude la manifestazione, e vede i ragazzi cimentarsi in frazioni miste di marcia e corsa. Il gesto tecnico dei marciatori non è dei migliori, ma denota un accenno di confidenza maturato nel corso delle precedenti edizioni. Le urla di incitamento si moltiplicano, e la

felicità dipinta sui visi della staffetta vincitrice non offusca quella di chi, arrivato in coda, ha condiviso con i compagni di squadra l’esperienza della forza del gruppo per il raggiungimento dell’obiettivo comune. Lo sport è scuola di vita e la Virtus, da oltre cinquant’anni, ne è maestra. Al termine premi speciali ai vincitori che si sono fregiati del titolo de “Il più Veloce”, “Il più Forte” e “Il più Resistente” di Mirabello, ed una medaglia a tutti i partecipanti, ricordo di una giornata vissuta nel segno di ciò che di più bello c’è nello sport: il gioco.

L’ala bergamasca è alla sua terza stagione consecutiva nel capoluogo

Mens Sana Campobasso, confermato Andrea Benassi per il 3° anno di fila

Andrea Benassi a canestro

In casa Mens Sana Campobasso è il momento delle conferme. Iniziamo da Andrea Benassi che vestirà il biancoverde per la terza stagione consecutiva. Benassi, originario di Trescore Balneario (BG), classe 1982 è un’ ala di due metri reduce da una stagione a dir poco brillante. Qualche numero: 4° nella classifica dei migliori realizzatori del girone con quasi 18 punti di media e 33 minuti di permanenza media sul parquet. Andrea ha grande confidenza con il canestro che attacca spesso anche da fuori il pitturato facendo valere il suo atletismo che ne

fa un attaccante solido ed efficace. Sicuramente fra i migliori giocatori della categoria. Abbiamo rivolto alcune domande ad Andrea già intento a chiudere le valigie per raggiungere il capoluogo molisano. Terzo anno consecutivo in biancoverde. Cosa tiene uniti Benassi e la Mens Sana Campobasso della Presidente Franzese? “Finalmente si ricomincia e per il terzo anno sono qui a Campobasso con la Mens Sana. Quello che mi unisce a questa società è sicuramente un contratto biennale stipulato l’anno scorso, ma so-

prattutto è il grande rapporto di fiducia e di entusiasmo che si è costruito negli ultimi 2 anni sia con la società che con i fedelissimi tifosi che mi hanno seguito e supportato tutte le domeniche”. Che ne pensi del roster che si va componendo? “Sto seguendo a diretto contatto tutti i movimenti di mercato e devo dire che la società sta costruendo un roster che darà fastidio a molte squadre e che sicuramente farà divertire il pubblico”. Alessandro Di Pasquale è il nuovo head coach. Descrivilo con gli occhi di chi lo vede dal campo. “Devo essere sincero, sono davvero felice di continuare questo rapporto tecnico con Alessandro. E’ un allenatore che ha tanta voglia di emergere avendo tutte le capacità per farlo. Sono certo che saprà gestire al meglio la squadra in questa difficile categoria. Ne riparleremo alla fine del campionato”. Il prossimo sarà un campionato difficile e ricco di insidie con trasferte lunghe

(da un rapido calcolo fatto percorreremo insieme quasi 12mila chilometri dal Lazio alla Sicilia) e squadre blasonate. Quali roster vedi fra i favoriti e, considerato che siamo ancora ad agosto, un mezzo pronostico sulla Mens Sana, si può azzardare. Che ne dici? “ Quest’ anno c’ è stata una grande rivoluzione. Tante squadre non sono riuscite ad iscriversi e altre sono in difficoltà e giocheranno con molti giovani. Il nostro girone sarà come sempre il più difficile ed equilibrato e si dovrà viaggiare maggiormente rispetto all’anno scorso. A parte queste difficoltà ci sono delle squadre che hanno formato delle ottime rose. Credo che su tutte al momento ci sia Agrigento ma anche Rieti si sta rafforzando di giorno in giorno e non dimentichiamo l’ottima Martina Franca e Bisceglie. Comunque è ancora presto. Tra qualche giorno ci saranno di sicuro grandi colpi di mercato. Pronostici ad ora è impossibile farne. Noi pun-

teremo più in alto possibile, cercando di portare un grande entusiasmo ai nostri tifo-

si. Non vedo l’ora di vedere il palazzetto gremito che urla MENS SANA!”.

Basket giovanile e minibasket

La Nuova Cestistica Cb scalda i motori per la stagione La Nuova Cestistica Campobasso scalda i motori in vista del mese di settembre quando ripartiranno a pieno regime tutte le attività ed i corsi legati al mondo del basket giovanile e del minibasket. I successi e gli attestati di stima ottenuti nella scorsa stagione hanno dato ancora di più maggiore linfa a tutta la società ed agli istruttori che sono pronti a tuffarsi nuovamente in questa affascinante avventura. Ed è proprio in questa ottica che deve essere letto l’ingaggio da parte della società campobassana dell’allenatore Michele Amico che affiancherà istruttori qualificati come Mario Greco e Leo Di Marzio. Amico, natio di Isernia, ha lavorato negli scorsi anni nello staff tecnico di Teramo, compagine di serie A1, capeggiato dall’assistant coach della Nazionale italiana Andrea Capobianco e nel settore giovanile della stessa formazione abruzzese. Un’esperienza gratificante e formatrice che non farà altro che essere messa in pratica in questa sua nuova avventura tutta campobassana. Amico è chiaramente entusiasta di questo nuovo progetto e si è già messo in moto con i suoi colleghi per stilare il programma relativo all’attività di formazione dei giovani virgulti che popoleranno il florido settore giovanile della Nuova Cestistica Campobasso che, con questo arrivo, vuole lanciare un segnale importante per la crescita di tutto il settore giovanile molisano.


30

Giovedì 11 agosto 2011

Serie A2. Nel primo giorno di preparazione della Fenice, la società sprona gli atleti”

di Camillo Pizzi ISERNIA. In un clima disteso e da “primo giorno di scuola” ha preso il via l’ottava stagione consecutiva della Fenice Volley Isernia in serie A/2 maschile. Tutti presenti sia i giocatori che i tecnici (anche del settore giova-

“Rappresentiamo Isernia e il Molise” nile, pronti a dare una mano), a fare gli “onori di casa” ci ha pensato il direttore generale Nico Fraraccio, stante l’assenza per impegni di lavoro del presidente Mimmo

La Promoservice Cimauno diventa Five Campobasso La Promoservice Cimauno ha cambiato il nome in FIVE CAMPOBASSO, inizia così una nuova storia per la Città di Campobasso e per il futsal molisano. Giovedì 11 agosto 2011 alle ore 18,30 presso la Palestra “Sturzo” di Campobasso sarà presentato il nuovo simbolo della squadra. I dirigenti della società illustreranno le motivazioni della scelta fatta, alla conferenza stampa parteciperanno anche i rappresentati dei due sponsor principali Gennaro Albanese (Albanese Perforazioni) e Marco Pulitano (Premier Power Italy).

Cicchetti. Il massimo dirigente biancoazzurro ci ha tenuto, comunque, a far pervenire a tutta la squadra un suo messaggio di incoraggiamento e di sprone in avvio di una stagione che si presenta, come al solito, lunga e difficile. Dopo aver presentato ai rappresentanti della stampa e ai tifosi (già pronti a far sentire il loro calore) l’organigramma societario, lo staff tecnico e tutta la squadra, Fraraccio ha tenuto a sottolineare come “questa compagine non rappresenta solo se stessa. Ogni singolo atleta da oggi deve essere consapevole di portare in giro il nome

di Isernia e del popolo molisano. Siamo una delle squadre di punta della nostra regione e questo dovremo ricordarcelo per tutta la stagione”. Quindi ha preso la parola coach Romano Giannini, esaltato per questa nuova esperienza. “A me piace pensare positivo e anche questo deve fare la nostra squadra. Ci tengo – ha detto l’allenatore marchigiano – a ringraziare tutti i giocatori per essere qui, per aver accettato di indossare la maglia di Isernia”. “Finalmente sono qui. Sono stato fortemente volu-

to da Isernia anche nella passata stagione ma ora abbiamo concretizzato l’accordo. L’impatto dei primi giorni con la città è stato buono. Che tipo di stagione sarà? Sinceramente non so prevederlo. Di sicuro – sono le prime parole di uno dei giocatori più esperti del roster, il centrale Massimiliano Di Franco – la serie A/2 è molto equilibrata. Lo scorso anno a Genova eravamo una neopromossa, ma alla fine arrivammo alla semifinale dei play-off. Per cui fare pronostici ora è prematuro”.

Off Limits Roxy Bar show

in Cina - ha rimarcato Giuseppe Maurizio - e il tempio mondiale è nella città di Zeng Ding. Figuratevi che nel giardino della struttura dove ci allenavamo hanno inserito delle gigantografie delle Coppe dei Campioni vinte dai pongisti locali, una cosa impensabile in Italia. Il

tennistavolo per i cinesi è una cosa molto seria, tanto è vero che sin dalla tenera età i ragazzi e le ragazze entrano in una sorta di collegio dove maturano sia come studenti sia come pongisti. La differenza tra noi e loro è che i cinesi si allenano minimo sei ore al giorno, noi se riusciamo ad allenarci sei ore a settimana è un miracolo. Le strutture sportive, poi, sono enormi, moderne e pluri attrezzate. Grazie a questa esperienza sono riuscito a rivedere tutti i fondamentali e a cambiare anche il telaio e le gommine alla racchetta per meglio adeguarla al mio gioco e alle mie caratteristiche tecnico-tattiche. All’inizio è stato difficile adeguarsi al loro ritmo di allenamenti - ha affermato Maurizio ma poi, una volta preso la mano, sono andato avanti come un treno. Per fortuna ho avuto anche la possibilità di visitare la città di Pechino come turista insieme ai miei amici e di apprezzarla sia da un punto di vista storico-architettonico sia da un punto di vista enogastronomico. Mi auguro di poter tornare al più presto in Cina e di migliorare ulteriormente la mia tecnica”.

È alle battute finali il X torneo di calcio a 5 “Off Limits” Valle del Cerro a Jelsi. Questi i risultati delle semifinali: Oronzo Canà – Roxy Bar 0-6; Gsm – Gran Bazar 2-2 (7-6 dcr). Stasera alle 22 la finalissima tra le due squadre che si contenderanno la vittoria del torneo: Roxy Bar vs Gsm. Si prevede un clima infuocato. Prima, alle 21, Oronzo Canà e Gran Bazar si giocheranno il 3° posto.

Un mese nella città di Zeng Ding per l’atleta

CAMPOBASSO. Dopo aver trascorso un mese nella città di Zeng Ding e aver partecipato ad una full immersion di tennistavolo, due allenamenti al giorno per un totale di sei ore di palestra tra tecnica e pesi, Giuseppe Maurizio è tornato nel suo Molise. Agli ordini del tecnico italiano Eliseo Litterio e di un pool di allenatori cinesi il forte pongista originario di Guglionesi ha affinato tecnica e preparazione fisica in vista dei prossimi impegni agonistici che lo vedranno come assoluto protagonista sia a livello regionale sia a livello nazionale,

Giuseppe Maurizio: dalla Cina con furore sia nel singolo sia nel doppio con il suo inseparabile

compagno Emanuele Carini. “Ero partito con l’intenzio-

ne di poter maturare un’esperienza importante sia da un punto di vista strettamente sportivo sia da quello umano, e così è andata. Ho avuto l’opportunità di vivere per un mese in una nazione decisamente diversa dall’Italia nella quale si sente tutto il peso della tradizione millenaria del tennistavolo. L’olimpo del tennistavolo è

Prove esaltanti per gli allievi del circolo ippico Cassandra di Campobasso CAMPOBASSO – Trasferta abruzzese ricca di medaglie per gli allievi del circolo ippico Cassandra di Campobasso. Al National Show Jumping, gara A*** di Chieti,

le prime soddisfazioni sono giunte dai cavalieri e amazzoni più piccoli. Laura Di Giacomo, con la sua fantastica pony Skipper, si è aggiudicata il primo posto nella categoria BP60 per tutte e

tre le giornate, a seguirla il piccolo Niccolò Miceli Palladino con la sua pony Brigitte con un primo ex aequo nella BP 60. Nella B80 si è imposta Melania Bresaola con il suo pony Sweet Toy

conquistando per tutte e tre le giornate un primo posto assoluto. Non da meno sono state Alice Serafini e la sua strepitosa pony Imelda che oltre ad affermarsi in tutte e tre le giornate al primo posto assoluto della categoria BP 90 nell’ultima giornata hanno ottenuto la vittoria anche nella categoria B100. Un altro ottimo risultato è stato conseguito da Arianna Laquintana sul suo merviglioso cavallo Alfiere nella cat. B110 prima ex aequo nella giornata di venerdì e seconda nella

giornata di domenica. Oltremodo orgogliosa dei suoi allievi si è detta l’istruttrice Angela Palladino che li ha sostenuti lungo tutto il loro percorso formativo ed agonistico.


San Martino

Il vento alimenta l’incendio Bosco in fumo SAN MARTINO IN PENSILIS. Necessario l’intervento di un elicottero della Protezione civile. SERVIZIO A PAGINA 20

Basso Molise

Legambiente: foci dei fiumi altamente inquinate SERVIZIO A PAGINA 20

Campochiaro

Scoppia lite tra new entry al Campo d’accoglienza CAMPOCHIARO. Alla base pare un furto di denaro durante la traversata. Litigio sedato immediatamente dalla forze dell’ordine. SERVIZIO A PAGINA 10

Politica

Primarie Confronto a quattro tra i candidati SERVIZIO A PAGINA 20

Carpinone

Il sound folk infiamma la ‘Notte della Taranta’ SERVIZIO A PAGINA 15

Il quotidiano del molise del 11 agosto 2011  

Il quotidiano del molise del 11 agosto 2011

Advertisement