Page 1

ottoBRE duemilAdodici

S P E D I Z I O N E I N A B B O N A M E N T O P O S T A L E - D . L . 3 5 3 / 2 0 0 3 ( C O N V. I N L . 2 7 / 0 2 / 2 0 0 4 N ° 4 6 ) A R T. 1 C O M M A 1 . D C B B R E S C I A L E C O P I E D I S T R I BU I T E P R E S S O I LO C A L I P U B B L I C I E AG L I S P O N S O R S O N O O M AG G I O

€. 2,50


Museo della moda e del costume

www.museimazzucchelli.it - info@museimazzucchelli.it


Non ti stancare mai di strappare spine, di seminare all’acqua e al vento. La storia non miete a Giugno nÊ vendemmia a Ottobre. La storia ha una sola stagione: il tempo. Ignazio Buttitta

27 2007

giugno

BRESCIA

www.bresciaup.it


EDITORIALE

Luca Marinoni

BISOGNA RISCOPRIRE IL VALORE DELLA POLITICA COME SERVIZIO ALLA COMUNITÀ È una questione che affonda le sue radici ai tempi dei romani, ma, evidentemente, nonostante il passare dei secoli, non ha ancora trovato la giusta soluzione e rimane, purtroppo, di scottante attualità. In quell’epoca così lontana da noi si discuteva del significato della politica e di quello che doveva essere il suo ruolo nella società. Sono trascorsi più di duemila anni e siamo ancora qui a porci le stesse domande e a cercare di capire verità che ci ostiniamo a trascurare. Il tutto per una situazione che sembra aggravarsi di giorno in giorno, tanto da consentirci di affermare che se non si riuscirà a risolvere l’amletico dubbio della politica ben difficilmente si potrà uscire dal buio tunnel della crisi che sembra attanagliare i nostri giorni. Parole tanto indiscutibili che trovano la loro conferma più cruda (e crudele per molti versi) nei fatti che quotidianamente vengono sbattuti in prima pagina e che rappresentano ormai una sorta di percorso di guerra che ferisce tutto e tutti. Una situazione assolutamente intollerabile, che si ostina ad affiancare termini inconciliabili come sprechi e sacrifici, bene pubblico ed interesse personale, onestà e arrivismo. L’elenco, però, è molto lungo e si potrebbe continuare ancora a lungo, anche se il tutto non farebbe altro che ricondurci ad un’unica, inquietante constatazione. Ai giorni nostri si è perso il significato e il valore della politica, che è stata trasformata in uno strumento (assai perfido a dire il vero) per giochi di potere e per accontentare i desideri più svariati delle persone. Forse in tutto questo marasma non sarebbe male fare un tuffo nel passato e collocarsi al fianco degli antichi pensatori che cercavano di definire la politica come l’arte di fare il bene della comunità, il mettersi al servizio della cosa pubblica, verrebbe da dire, utilizzando un’espressione che troppi politici dei giorni nostri hanno trasformato in un meno nobile “servirsi della cosa pubblica” per scopi che non solo non hanno nulla a che vedere con gli interessi della collettività, ma che, addirittura, spesso e volentieri si trasformano nell’occasione per stritolare una comunità sempre più inerte. Non è più possibile accettare o tollerare passivamente una situazione di questo genere. Chi vede la politica come un trampolino di lancio per le glorie personali dev’essere fermato. La res pubblica deve tornare al centro di questa che alla sua nascita era considerata una nobile arte e che adesso sembra essere diventata soltanto l’arte di truffare il prossimo.


CORRESPONDANCES

UNA SPIRALE DI VIOLENZA CHE NON PUÒ ESSERE TRASCURATA È ormai una triste consuetudine che giornali e telegiornali ci raccontino quasi ogni giorno di crimini efferati nei quali la vita umana viene trattata con la stessa indifferenza con la quale si respira. Assalti ad abitazioni private, coppie che esplodono e finiscono per scatenare autentiche stragi e così via in un elenco che si sta facendo davvero troppo lungo. Il tutto, tra l’altro, viene accompagnato da un’ulteriore motivo di preoccupazione visto che negli innumerevoli casi proposti la costante è l’insensibilità verso la vita e verso le altre persone, che non godono di alcun rispetto e vengono trattate con una crudeltà che sino a pochi anni fa si credeva potesse far parte solo della sceneggiatura dei film più cruenti. Una situazione che, purtroppo, sta generando un’altra conseguenza a dir poco sgradita. In effetti capita un po’ a tutti di noi di assuefarsi a questa nefasta spirale di violenza, come se tutto questo, almeno fino a quando non ci coinvolge più o meno direttamente, facesse parte delle regole di un gioco perfido ed inesorabile. Un pensiero che dev’essere cancellato non appena compare, anche perché non è più possibile tollerare impassibili tutta questa violenza. È necessario che, pur nel suo piccolo, ciascuno di noi si dia da fare per cancellare questa filosofia della violenza che rappresenta uno dei grandi mali della nostra società. Questi semi di violenza anche piccoli che oggi lasciamo in vita possono trasformarsi in un domani più o meno prossimo in un frutto che può abbattersi sulla nostra società e su ciascuno di noi. E’ per questo che da una parte ogni violenza, per piccola che sia, dev’essere vista da tutta la comunità come un qualcosa di intollerabile. L’intera comunità deve schierarsi con decisione concretezza contro questo pericolo così diffuso. Dall’altra, però, non è possibile giocare questa partita tanto importante solo in difesa. E’ necessario attaccare ed in questo senso l’attacco non può essere rivolto che alla creazione di un clima di tolleranza e di aiuto reciproco che non è altro che il terreno dove la violenza non può attecchire. Certo, fortunatamente, per la stragrande maggioranza delle persone il rapporto con la violenza è solo indiretto e “a debita distanza”. Nello stesso tempo, però, è necessario trasformare questa sfida alla violenza in una battaglia comune e quotidiana di tantissime persone, capaci di scacciare la violenza non solo a parole o con i proclami, ma con i semplici e fondamentali fatti della vita quotidiana. La prima violenza da cacciare, in effetti, è quella che, volenti o nolenti, fa parte della nostra stessa vita. Sarà partendo da questa “pulizia” che si potrà liberare il mondo dalla piaga della violenza!

Manuela Prestini


exclusive wines and food

Champagne Franck Bonville diversamente significa accontentarsi

Champagne & Co s.r.l. Via Gramsci, 28/b 25121 Brescia Tel. 030/5237006 Cell. 388-3209880 info@champagneandco.it Orario invernale negozio: Dal martedi’ al venerdi’ 15.30 - 17.30 Sabato 10.30 -12.30 / 15.30 - 19.30 Importazione ingrosso e dettaglio


30 n° 57

REDAZIONALI ottor Pinelli per ILMO D Morpheus Group Mary Le Thuy Ai CUS Brescia 100 Miglia del Garda 2012 Max Zotti

ottobre duemilA12

10 22 28 32 36 42

ottobre duemilAdodici

42 L E C O P I E D I S T R I BU I T E P R E S S O I LO C A L I P U B B L I C I E AG L I S P O N S O R S O N O O M AG G I O

RUBRICHE

S P E D I Z I O N E I N A B B O N A M E N T O P O S T A L E - D . L . 3 5 3 / 2 0 0 3 ( C O N V. I N L . 2 7 / 0 2 / 2 0 0 4 N ° 4 6 ) A R T. 1 C O M M A 1 . D C B B R E S C I A

What else?

€. 2,50

40

26 Cappiello - UpFinance 30 Simone Mor - I viaggi della poderosa 34 Vito Cirillo - Supercross per Luca 38 Lumini - UpEconomy 39 Anna Medaglia - L’imprenditorialità 40 Davide Mor - Biogas 57

IN COPERTINA 18 Poliambulatori W.&B. - Cover Story


Audi Credit finanzia la vostra Audi.

Nuova Audi A3. Sposta tutto più avanti. La nuova Audi A3 proietta l’esperienza di guida su un altro livello: design interno del tutto inedito, linee più sportive e più dinamiche, nuove motorizzazioni e interfacce tecnologiche intuitive all’avanguardia. La tecnologia di costruzione leggera Audi ultra® stabilisce un nuovo traguardo tecnologico e sportivo, combinando alluminio e acciaio per una riduzione di peso fino a 80 kg. Nasce un nuovo modo di guidare, un nuovo standard di categoria, una nuova Audi A3. www.audi.it

Scopritela negli Showroom Audi.

Consumo di carburante circuito combinato (l/100 km) 3.8 - 6.6; emissioni CO2 (g/km) 99 - 152.

Mandolini Auto Via Triumplina, 51 25123 Brescia

tel. 030 2019760 fax 030 2092596

info@mandolini.it www.mandolini.it


SOMMARIO Direttore Responsabile Luca Marinoni (direttore@bresciaup.it)

Caporedattore Manuela Prestini (redazione@bresciaup.it)

Direttore Editoriale Lidia Bianchi (info@bresciaup.it)

EVENTS 46 50 54 56 58 60 62 64 66 70 72 74 76 77 79 80 82 84 86 88 88

77

Agricar nuova Classe A Torre di Mezzo - At the Top Maison Cò Polveriera Fine Estate Ripasso in collina Le Cantorie Mamitas Inaugurazione QI iGussago Teatro Alberti Magenta43 Mandolini Auto nuova A3 Compleanno Roland Polveriera Paella La vita buona Modella per una sera Scalvini Parquet Musciarelli - Sesto Senso Rotary per l’Emilia Switch Travolti da un solido destino

46

Marketing Mario Omboni (commerciale@bresciaup.it)

Impaginazione Susanna Guerrini (ufficiografico@bresciaup.it)

Impaginazione Stefano Delpanno (ufficiografico@bresciaup.it)

Segreteria (segreteria@bresciaup.it)

Stampa Presservice Ottanta srl

Photographers Selene Z. Rolando Giambelli Patrick Merighi Stefano Rossetti

Collaboratori Antonio Russo, Emanuele Lumini, Bonera Alberto, Roberto Cappiello, Edward Battisti, Giuseppe Petrocelli, Rolando Giambelli, Caterina Musciarelli, Giovanni Missaglia e Renato Missaglia.

Redazione T: 030 6384489

M: +39 339 68 36 770

74

Abbonamenti tel. 030 6384489 e-mail info@bresciaup.it

BRESCIAUP, PERIODICO MENSILE DI INFORMAZIONE LOCALE ISCRIZIONE PRESSO IL TRIBUNALE DI BRESCIA N°37/2007 DEL 8 SETTEMBRE 2007

58

via Corfù, 54 - 25125 Brescia


New Se N1983 glaNd iNce

for


LA RICERCA IN OCULISTICA Le innovazioni del Dr. Pinelli, Direttore Scientifico di ILMO

B

rescia è conosciuta nel mondo per alcune eccellenze: le armi, il tondino, i vini di Franciacorta. Alle quali oggi si aggiunge anche la ricerca nel campo della chirurgia della visione e delle patologie oculari, grazie ad un bresciano DOC, Roberto Pinelli.

Dottor Pinelli, nei mesi scorsi abbiamo appreso da testate nazionali ed internazionali della sua invenzione di un collirio che potrebbe cambiare il destino di tante persone destinate al trapianto di cornea. Di cosa si tratta? Si tratta di una soluzione, chiamata ParaCel, che semplicemente instillata sulla cornea di coloro che sono affetti da cheratocono penetra all’interno dell’occhio e, grazie all’azione combinata di una procedura rapidissima ed indolore che utilizza i raggi UV-A, ne fortifica la struttura. Chi ha il cheratocono vede ridursi progressivamente la sua capacità visiva fino, in passato, a doversi sottoporre al trapianto di cornea, evento non privo di forti risvolti psicologici per il paziente. Il trattamento si chiama cross-linking transepiteliale, un nome un po’ ostico che in sintesi consente di creare nuovi legami tra il collagene che costituisce la cornea lasciandone intatta la sua struttura. Rispetto al passato, il trattamento di cross-linking é oggi accelerato, dura non più di tre minuti perché si avvale di una strumentazione molto innovativa e sofisticata che ha ridotto il tempo operatorio, non dà alcun effetto collaterale e, se necessario, può essere ripetuto più volte nel corso del tempo. In questo modo il cheratocono può essere gestito nel tempo, senza dover ricorrere al trapianto di cornea. 10


La ricerca é sempre stata la sua passione. Anche la presbiopia oggi non é più un problema, grazie ad una tecnica chirurgica che porta il suo nome. In effetti in passato la presbiopia é sempre stata considerata non risolvibile chirurgicamente e l’unica soluzione consisteva nel dotarsi di occhialini da lettura. Da molti anni abbiamo messo a punto una procedura chirurgica tramite laser, la P-Curve, che consente di togliere gli occhiali sia a coloro che non hanno mai portato gli occhiali prima di diventare presbiti, sia a chi invece aveva altri difetti visivi per lontano. La mia ricerca é oggetto di interesse da parte di vari gruppi multinazionali. Come avvenuto per il collirio ParaCel, anche P-Curve interessa ad aziende quali Bausch & Lomb, AMO ed Alcon con l’intento di poterla diffondere nel mondo affinché qualsiasi oculista la possa proporre ai propri pazienti. Ma come é avvenuto che un istituto specializzato nella correzione dei difetti visivi sia diventato un istituto di ricerca a livello internazionale? Solo attraverso l’impegno e lo studio costante e grazie alla passione per l’innovazione, che va di pari passo con il desiderio di offrire ai pazienti soluzioni efficaci sempre nella direzione dell’assenza di invasività, che ritengo il futuro della medicina e della chirurgia dei prossimi anni. Sempre quindi tecniche rapide ed indolori, senza bendaggi e fasi post-operatorie inutili. I pazienti

oggi chiedono questo: risultati, benessere e velocità; il pomeriggio dell’intervento sono già operativi. Il suo lavoro oggi é anche quello di docente. Cosa significa per lei? La docenza alla European School for Advanced Studies in Ophthalmology dell’Università della Svizzera Italiana (ndr. Pinelli é docente di Patologia Corneale e Tecniche di Chirurgia Refrattiva) mi é congeniale perché mi consente di entrare in contatto con medici oculisti di tutto il mondo per insegnare le tecniche più innovative nel campo della chirurgia della visione. Il mio modo di lavorare é poco professorale, tra colleghi desiderosi di apprendere le ultime novità della ricerca in modo pragmatico, ma molto concreto e pratico, vicino alle loro esigenze. Come nella musica, (ndr. il dottor Pinelli é anche docente di Conservatorio) anche in oculistica il mio modo di fare lezione é molto diretto ed emotivo. Per tutti una bella esperienza di apprendimento reciproco.

ILMO Istituto Laser Microchirurgia Oculare Crystal Palace, Via Cefalonia, 70 - Brescia www.ilmo.it 11


a cura di: Alberto Bonera

RIVIVI BRESCIA INSIEME A NOI 11 NUMERI MENSILI DELLA RIVISTA BRESCIA UP PER UN ANNO DI MODA, EVENTI, POLITICA, INTERVISTE, REPORTAGE...

CHE LA FORZA SIA CON NOI! marzo 2012

aprile 2012

maggio 2012

N

giugno 2012

luglio 2012

settembre 2012

MODULO PER: abbonamento Si, desidero abbonarmi a “ Brescia UP” per un anno e ricevere: 11 numeri della rivista per un totale di euro € 25,00 Bonifico bancario intestato a Duesse Adv, via Corfù, 54, Brescia: Codice IBAN: IT 02Z0324411201000000002525

DATI PERSONALI: Data: ......................... Cognome................................ Nome ...................................... Via, n° civico........................................................... CAP..................... Città............................ Prov....... Tel................................ E-mail...................................................... Firma.......................................................

PRIVACY: Il trattamento dei dati personali che la riguardano viene svolto dell’ambito della banca dati elettronica Duesse Adv e nel rispetto di quanto stabilito dalla legge 675/96 sulla tutela dei dati, di cui le le garantiamo la massima riservatezza, è effettuato alla fine di aggiornarla su iniziative e offerte di Duesse Adv. I suoi dati non verranno comunicati o diffusi a terzi e per essi lei potrà richiedere in qualsiasi momento la modifica o la cancellazione. 12Solo se lei non desidera ricevere comunicazioni da Duesse Adv, lo segni barrando l’apposita casella a lato.

on solo è sparita la forza nel mondo contemporaneo, ma anche l’idea della forza, cancellata da ogni progettazione sia intellettuale che politica. Paciosi e fiacchi figli della sola ideologia della nonviolenza abbiamo rinunciato a priori a coltivare l’idea della forza e rinunciato a divenire forti per timore di produrre violenza, che della forza è l’uso degenerato. Nessuna particella, senza che le si applichi una forza, può agire dello spazio e così risulta di fatto inesistente. La vita, senza forza, è una passeggiata inutile e incolore. Eppure tutto nella quotidianità nostra è improntato a una sorta di lasciva debolezza, dall’ educazione dei figli coccolati a dismisura e ipervalorizzati, al fine forse di guadagnare il loro affetto, alla formazione scolastica, sempre più omologata verso il basso, nonostante l’impegno di pur seri insegnanti, alla morale, devastata ormai dall’idea che si debba perseguire più lo stare bene che il bene, alla politica, orrendamente insudiciata da comportamenti indecenti. Resta una pace apparente, in cui alligna solo mediocrità di intenti e di vedute. A forza di predicare la nonviolenza, siamo ridotti inermi e innocui, per la gioia di uno Stato sempre più esoso e invasivo, che dispone e impone la sua potestà sui suoi cittadini – sudditi. Abbiamo lasciato alle spalle lo Stato Etico, che ci impegnava in quanto suoi membri a interpretare una condotta di vita e lavoro improntata a un rigoroso senso del dovere, per finire sudditi di uno Stato Libertario e aguzzino che ci lascia una libertà fasulla e depotenziata, perché privata delle risorse morali e materiali che la rendono efficace. Dalla Volontà di potenza di Nietzche si è passati all’impotenza della volontà. Forse, ancor più grave della mancanza di Euro, è la mancanza di palle la causa vera della crisi. Una palla può dare forza, ma sono due a dare potenza, e una forza che è potente può sollevare le montagne, Monti compreso…


Autumn Winter 2012-2013 Atelier Orzinuovi - Via Asmondi, 14 Orzinuovi (BS) - 030 942455 - facebook: Atelier Chez Moi Atelier Roncadelle - Via Tien an Men, 27 Roncadelle (BS) - 030 2586098 - www.atelierchezmoi.com


ARFOS S.C.A R.L. ARFOS su Brescia come Infopoint dell’Università degli Studi e Ricerche sul Turismo di Caserta

Possibilità di seguire percorsi di laurea, specializzazione, master post-laurea e corsi per l’aggiornamento professionale

PROPOSTE INTERESSANTI PER CHI ADERISCE ALL’INIZIATIVA! CONTATTI www.arfos.it - www.iunt.it eventi@arfos.it – info@arfos.it Tel. 089/794554 – Fax. 089/2756411 Tel. 030/ 6384489 – Fax. 030/ 6384487

SEDE Via Irno 131 – 84135 Salerno Via Corfù 54 – 25124 Brescia


CREA UNA NUOVA OPPORTUNITÀ DI LAVORO PER MIGLIORARE IL TUO FUTURO CON LA FORMAZIONE PER DIVENTARE MEDIATORE CIVILE E COMMERCIALE

SEI GIÀ UN MEDIATORE? Aggiorna la tua preparazione! Aderisci alle nostre PROPOSTE FORMATIVE programmate per il 2012

OCCHIO ALL’OFFERTA! Se aderisci alla nostra offerta formativa entro il termine del 2012 per te uno SCONTO DEL 25% sul costo del corso e al termine del percorso l’iscrizione al nostro albo del mediatore SARÀ GRATUITA!

CONTATTI www.mecumconciliare.it info@mecumconciliare.it Tel. 089/794554 Fax. 089/2756411 Tel. 030/ 6384489 – Fax. 030/ 6384487

SEDI Via Corfù, 54 – 25124 Brescia Via Irno, 131 – 84135 Salerno Via Piaggio, 21 – 84030 Sanza (Salerno) Via C. Baruzzi ½ - 40138 Bologna


16


COVER STORY

W.&B. Poliambulatori PH Selly Z.

18


W.&B. POLIAMBULATORI TU E NOI La tradizione continua nella ricerca sperimentale

“Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere” Mahatma Gandhi

I

l valore di un’azienda si misura anzitutto dal capitale umano che essa racchiude. L’eccellenza delle prestazioni si raggiunge non solo attraverso le singole competenze mediche di ogni professionista, ma anche condividendo una filosofia di diagnosi comune. Tutto questo per offrire un valore aggiunto fondamentale per il cliente: il suo benessere. Forte dell’esperienza di questi ultimi anni, la W.&B. Poliambulatori (Wellness and Body, benessere e corpo) sta testando e sperimentando nuove forme di diagnosi sulla base di dati scientifici e con l’aiuto dei medici e degli operatori sanitari della struttura. La nostra attenzione come poliambuatorio si è rivolta anche alla medicina quantistica e naturale. Grazie alla condivisione di principi etici quali il rispetto della persona e l’amore per se stessi, e all’offerta di servizi tradizionali, quali l’odontoiatria, la ginecologia, la medicina estetica, la cardiologia, la dermatologia, la podologia, la diagnostica ecografica, l’ortopedia e la fisioterapia, i nostri professionisti hanno creato una consolidata filiera medico

sanitaria finalizzata anzitutto a dare importanza al paziente. Il nostro cliente identifica nella struttura non solo un luogo dove curarsi, ma anche dove ricercare uno stato di equilibrio; dove ritrovare lo stato di grazia attraverso l’energia, in noi nascosta. Abbiamo voluto crescere, confrontandoci e ascoltando, avendo percepito che l’utente cerca altro. Una persona cosa cerca nella sanità? Prima di tutto un rapporto meno formale, un ambiente meno ospedaliero e più caldo nei confronti di chi usufruisce delle specialità, avendo come obiettivo primario l’eccellenza nelle prestazioni. Inoltre desidera non sentirsi un numero, ma un essere umano unico, con dei bisogni primari individuali da soddisfare. Infine vuole risposte dove la medicina tradizionale si ferma. Questo ci ha spinto come poliambulatorio ad investire nella ricerca di nuove soluzioni di diagnosi; le nostre ricerche derivano da una serie di sperimentazioni accademiche provenienti dalla risonanza biomagnetica. I nostri studi, in collaborazione con i centri di ricerca universitari italiani ed internazionali, ci hanno spinto a 19


focalizzare l’attenzione alla medicina quantistica. Parliamo di risonanza, di teoria quantistica, temi che nascono da un punto di partenza fermo e scientificamente dimostrato: il nostro corpo è energia, le nostre cellule (o meglio i nostri atomi) ruotano attorno a dei campi magnetici. Quando una persona è in salute e bilanciata, la sua energia scorre fluida e non incontra ostacoli. Questa persona vive uno stato di grazia, di armonia con se stessa e con la società che lo circonda. Quando, purtroppo, tutti noi percepiamo dei malesseri, ciò significa che siamo in disarmonia; la nostra energia trova dei blocchi, dei nodi, non potendo fluire in modo armonico. Questa disarmonia può essere letta, studiata scientificamente per riportare tutti noi a vivere meglio (quindi benessere) in uno stato di grazia non solo fisico, ma anche mentale. Ecco che allora il nostro corpo non viene più visto come un corpo meccanico, ma come un essere più complesso, dove anche il lato psicologico ha una sua importanza. La diagnosi, così sviluppata, non si ferma solo a capire cosa sta succedendo all’interno del nostro corpo, ma, con un forte legame tra operatore sanitario e utente, va oltre, indicando le ragioni originarie di questi malesseri. L’esame è una vera esperienza personale. Anzitutto è 20

estremamente sicuro, non invasivo, molto rilassante. È semplicemente prendersi (o meglio regalarsi) del tempo per se stessi e imparare a conoscere profondamente il nostro stato di salute. Attraverso i campi energetici, ben noti da oltre cento anni e riconosciuti anche dalla medicina tradizionale, si identificano le disfunzioni. Sinteticamente possiamo affermare che sette sono i principali centri che possono avere dei blocchi energetici, che possono presentare delle disarmonie. Partendo dalla zona inferiore del bacino, dove si possono manifestare problemi fisici di disfunzioni sessuali, difficoltà circolatorie, problemi intestinali, e dove troviamo fonte di passione, rabbia, terrore e gioia, risaliamo poi verso l’addome, per poi arrivare al pancreas. Ed ancora verso il cuore, la gola, la fronte e la ghiandola pineale. Si possono allora analizzare non solo i problemi fisici, che possono essere renali, ginecologici, di natura digestiva, legati alla milza e al fegato, alla pressione, ai polmoni, ai disturbi del sonno, alla tiroide, alle malattie e ai disturbi ghiandolari o endocrini, ai problemi ossei, ma anche approfondire le fonti da dove nascono le nostre disarmonie, come i sentimenti, i


giudizi di sé e del prossimo, i sogni personali, il linguaggio, il nostro discernimento e la consapevolezza divina. Se la disarmonia è leggera, si potrà ricorrere alla naturopatia. Se la diagnosi è più complessa (disarmonia grave) si potrà approfondire con esami e specialità all’interno della struttura. “Medicina è ripareggiamento de’ disequalati elementi; Malattia è discordanza d’elementi fusi nel vitale corpo” Leonardo Da Vinci L’esame è rivolto a tutti: particolarmente indicato per chi vive stress (chi non è sotto pressione oggi?) e trascorre molto tempo davanti al computer. Ognuno di noi desidera stare bene; la ricerca del benessere va oltre il semplice aspetto fisico e meccanico del nostro corpo, comprende anche la nostra spiritualità. Ogni manager sa che la produttività, l’efficienza (e pertanto il profitto) si ottengono attraverso il principio cardine: “mens sana in corpore sano”. Questa è la nuova frontiera: noi ci crediamo! E già la perseguiamo. La nostra azienda, come poliambulatorio medico, ha una forte valenza sociale. Il nostro scopo è di educare ogni persona a prendersi cura di sé, aiutandolo a conoscere il proprio copro nella sua interezza.

La nostra società, oggi così frenetica e con un impoverimento di valori, schiaccia la nostra voglia di vivere, bloccando la nostra energia. Vogliamo liberare la nostra energia in modo naturale, portando ogni persona a vivere uno stato di grazia, in un percorso che vuole eliminare la chimica come metodo di cura.

“La Natura non fa nulla di inutile” Aristotele

W.&B. Poliambulatori Via Chiusure, 58/e - Brescia Tel. 030 2411111 www.poliambulatoriweb.it info@poliambulatoriweb.it

21


MORPHEUS GROUP il nuovo volto della pubblicità a Brescia

L

a pubblicità a Brescia sta cambiando volto. Una vera e propria rivoluzione che ha alla sua base l’innovativo messaggio che porta la firma del Morpheus Group. Una nuova realtà che ha deciso di lasciare un’impronta ben precisa nel settore pubblicitario, prendendo spunto da un’idea, tanto semplice quanto efficace, che ha veramente tutte le carte in regola per modificare profondamente un’attività che occupa senza dubbio uno spazio di assoluto rilievo nella nostra vita del giorno d’oggi, sia a livello economico che produttivo. La proposta del Morpheus Group è la creazione di un circuito di monitor collocato nei luoghi di maggiore affluenza e pertanto in grado di offrire un’alternativa più che valida a quella che ormai possiamo definire la pubblicità tradizionale. Un progetto che è ormai diventato realtà, grazie all’installazione di 130 postazioni monitor che sono state collocate in luoghi sempre molto frequentati come palestre, bar, ospedali, centri commerciali. In una parola in tutti quei posti dove ogni giorno transitano sempre tantissime persone, in modo da assicurare la massima visibilità e tutta la diffusione desiderata ai messaggi che passano sul monitor. Sugli schermi vengono alternati programmi di intrattenimento e messaggi pubblicitari così da richiamare al massimo l’attenzione delle persone che si trovano a passare o devono sostare per attese più o

22

meno lunghe. Senza dubbio un modo di fare pubblicità ben diverso e profondamente innovativo rispetto a quello usato tradizionalmente attraverso inserzioni sui giornali o l’esposizione sui cartelli stradali. Due modalità che, oltre a richiedere costi notevoli, presentano anche effetti negativi come quello di distrarre gli automobilisti alla guida quando si tratta dei cartelli pubblicitari e di causare un ingente consumo di carta nei casi di pubblicità trasmessa attraverso i giornali o gli opuscoli che troppo spesso rimangono inascoltati nelle cassette della posta per poi diventare sgraditi rifiuti. Problemi che certo non sussistono con una pubblicità moderna e al passo con i tempi come quella che propone il Morpheus Group, che non solo non reca danni all’ambiente consumando carta, ma non rappresenta nemmeno un pericolo per la sicurezza della circolazione stradale. Se a tutto questo aggiungiamo i tantissimi contatti che ogni giorno vengono assicurati attraverso le postazioni monitor (un pubblico in continuo aumento tra l’altro, grazie anche alla scelta strategica dei luoghi di ritrovo maggiormente frequentati in tutta la provincia di Brescia) e la possibilità di offrire questo servizio a prezzi ben più contenuti rispetto alla pubblicità tradizionale, l’unica conclusione alla quale possiamo arrivare è che la pubblicità ha voltato pagina e che il Morpheus Group ha in mani le chiavi per aprire le porte del futuro!


www.morpheusgroup.it e info@morpheusgroup.it 23


25


a cura di: Roberto Cappiello Riferimenti: Studio Cappiello, via Fratelli Lechi 13, 25121 Brescia Tel/Fax 030 5030934 www.studiocappiello.it Il dott. Cappiello è delegato Aduc (Associazione per i diritti degli Utenti e dei Consumatori) per Brescia

CONVERTENDO BPM: l’ennesimo caso di risparmio tradito. L’Aduc non accetta l’elemosina della banca.

C

omunicato Aduc. La Banca Popolare di Milano ha firmato un protocollo d’intesa con tre associazioni di consumatori per predisporre dei tavoli di conciliazione relativi all’annoso caso del “Convertendo BPM”. Siamo alle solite. Questi tavoli di conciliazione si risolvono in una buffonata a danno dei risparmiatori ed a vantaggio in primo luogo della Banca (che paga una piccola frazione di quello che dovrebbe sborsare), secondariamente delle associazioni che vi partecipano. Queste ultime, non appena il caso esplode mediaticamente fanno la “faccia feroce” poi si mettono d’accordo accontentandosi di un po’ di “spese legali “ e “rimborsi spese” (delle quali non si conoscono gli importi). Il protocollo d’intesa prevede di suddividere i reclami in tre categorie: - casi molto gravi, nei quali la banca ha torto marcio e/o il cliente è in estrema difficoltà; - casi nei quali la banca ha torto, ma non in maniera così evidente; - casi nei quali la banca può dimostrare, con le carte, di aver ragione e quindi... niente rimborsi. Nel primo caso, cioè quando la banca perderebbe di sicuro in tribunale, il rimborso sarà al massimo il 65% del valore nominale dell’obbligazione. Negli altri casi, la banca rimborserà al massimo il 39% del valore nominale dell’obbligazione. “Al massimo” significa che solo nei casi più gravi si arriverà a quelle cifre, nella maggioranza dei casi, ovviamente, sarà molto meno. Si tratta di percentuali di recupero ridicole. In poche parole, quando la banca, documenti alla mano, vincerebbe quasi certamente in tribunale (pur avendo progettato e venduto un prodotto finanziario ridicolo, 26

pensato solo a danno dei clienti) al risparmiatore non riconosce nulla. Quando ci sono buone probabilità di perdere, se la cava con circa un terzo di quello che dovrebbe pagare. Infine, quando è sostanzialmente certa che perderebbe in tribunale se la cava con poco più della metà di quello che dovrebbe pagare. A questo “capolavoro” hanno aderito alcune associazioni di consumatori. Una fra queste aveva annunciato di voler fare una class action. Al grido de “l’unione fa la forza!” ha raccolto molti risparmiatori che credevano di veder restituito il maltolto. Noi abbiamo evidenziato, fin da subito, che la strada della class action non ci sembrava praticabile ma si e’ preferito dar spazio a quelli che sembravano far la “faccia feroce”. Quelli che apparivano gli “intransigenti”. Quelli che dicevano: “li faremo rimborsare fino all’ultimo centesimo!”. Come è finita? E’ finita che questa associazione ha rinunciato a fare la class action facendosi pagare le spese legali dalla banca. Complimenti! Per ogni reclamo analizzato (che si concluda con o senza risarcimento) queste associazioni riceveranno un “rimborso spese” quantificato con “accordi separati” e quindi non pubblici. L’Aduc non accetterà mai soldi (tanto meno in maniera non trasparente!) da una banca per difendere i risparmiatori contro la stessa! Invece di fare la “faccia feroce” quando i giornali parlano del problema per poi accordarsi con la banca quando non c’è più la notizia, preferiamo dire le cose come stanno prima e poi cercare di portare avanti i diritti dei risparmiatori dopo. Per queste ragioni, l’Aduc non aderisce al “Protocollo d’intesa”.


27


Mary Le Thuy Ai

MARY LE THUY AI l’arte è un pensiero nascosto nell’anima...

A

vvincente la storia di Le Thuy Ai, dagli amici conosciuta come Mary, fatta di toccanti suggestioni ed energiche reazioni. Una ragazza Vietnamita, poco più che trentenne, arrivata in Italia nel ‘90 e madre di una bellissima bambina di 8 anni. Ed è proprio dal dolore legato alla separazione coniugale che nasce la sua arte, solcata da una profonda introspezione alla ricerca di risposte. Da sempre Mary presta attenzione alla pittura, vivendola come libertà d’espressione. È però in tutt’altro stato d’animo che scopre pienamente il proprio talento, trovando nell’arte un rifugio dall’inquietudine. “Sono stata dalla Madonna di Caravaggio” - racconta Le Thuy Ai - “e credo che da madre di tutte le madri abbia capito il mio sconforto. È a lei che ho chiesto dove indirizzare le mie risorse per uscire dal momento buio in cui mi trovavo e, al mio rientro, ho sentito il forte bisogno di creare un’opera, trovandone immediato sollievo. Una tela che concretizza passioni e che ha sorpreso me stessa una volta ultimata. Potrebbe suonare bieco questo mio accenno alla Madonna di Caravaggio, ma credo fermamente che sia lei ad avermi prestato ascolto, sollecitando la mia creatività come atto di consolazione.” In effetti le capacità artistiche che trapelano dalla produzione di Mary hanno del “miracoloso”: tecnica del tutto personale e altamente suggestiva, ingegnose soluzioni attuative, variegati e penetranti soggetti...tutto parla di ispirata inventiva. Non un estro improvvisato ed instabile, ma piuttosto un vero e proprio stile che, nella poliedricità delle opere, fa notare la propria impronta. Ed è la stessa velocità con la quale Mary esprime pittoricamente se stessa, ascoltando musica ambient,

28

chillout o ever green, a destare meraviglia. Ben 25 opere, curate e di riguardevoli dimensioni, nate in soli 6 mesi e, proprio per la loro eccellenza, già in vendita in diverse zone della provincia di Brescia. Per elencare qualche location commerciale: Osmosi (via Quinzano 23/A, Flero), Essea (nel Centro Commerciale Le Robinie lungo la Provinciale Quinzanese, in zona Cadignano), L’Edera (via E. De Nicola, 26 Capriolo) ed altri punti vendita in arrivo. Nei quadri di Le Thuy Ai si possono cogliere diversi oggetti, come fiori, tessuti, conchiglie, madreperla e corde, abbinati ad altrettanto variegati mezzi pittorici, dall’olio all’acrilico, passando per carboncini, china e pastelli.

Appare evidente che la versatilità dell’artista derivi da un’innata abilità personale, alla quale Mary ha comunque accostato svariate letture e consulenze, concentrando in breve tempo un percorso formativo sempre più vigoroso. Dalle tele e tavole di Le Thuy Ai emerge spesso la volontà di creare forme in rilievo, in modo da rendere l’opera più espressiva, sfruttando le tre dimensioni. Ori, bronzi e tonalità argentee dominano buona parte del suo repertorio, fatto sia di quadri semi-astratti sia di volontà figurative, avventurandosi anche nelle riproduzioni d’autore. E-mail: mary@artistacontemporanea.com Sito personale: www.artistacontemporanea.com


EvEnt

Domenica 28 ottobre 2012 Dr. Padova Massimiliano e Mary Le Thuy Ai presentano:

“L’arte delle emozioni” Seconda mostra delle opere dell’artista contemporanea Le Thuy Ai per il ciclo “Arte e benessere”

L’esposizione avverrà presso lo studio del Dr. Padova Massimiliano dalle ore 16.00 alle 21.00 in via Vicolo Piave 1, Ghedi, BS (vicino alla stazione dei carabinieri di Ghedi, l’ingresso è nel vicolo di fronte alla pasticceria “L’angolo dei sapori”, palazzo Mombelli). L’ingresso è gratuito, agli ospiti verrà offerto un rinfresco esotico. Mary Le thuy Ai: artista contemporanea, vincitrice nella categoria esordienti fiera di Forlì 2012 e premiata per la creatività e fantasia nel concorso “Arte moderna”, Messina.È famosa per le sue tecniche innovative di pittura naïf. Dr. Massimiliano Padova: pedagogista, svolge attività di consulenza e percorsi pedagogicoriabilitativi su problematiche di dipendenza, per una serata elegante e divertente, con house di difficoltà scolastiche, genitorialità. qualità; ogni sabato con dj set d’eccezione per un Da sempre promotore dell’arte come mezzo house d’elegante tendenza. privilegiato di espressione di sè. E-mail: prof04@tiscali.it Puoi anche su www.matildabrescia.it. Sito seguirci personale: www.educatore-pedagogista.it Di nuovo un augurio speciale a Jonni Gussoni per questi 36 anni, e per altri moltissimi di successo. 29 75


a cura di: Simone Mor

Camarque e Provenza in moto

A

iuto! Aiuto, soffoco. Mi manca l’aria. Finalmente! A volte il mio condottiero si dimentica che io sono una moto old-style e quindi alla mattina quando devo accendermi mi serve sempre una boccata d’aria in più. Ci vuole così poco, basta tirare la leva dell’aria per mezzo minuto che il mio motore va subito a regime pronto per una nuova avventura. Ci siamo finalmente. Ero quasi stanca dei soliti giretti al lago di Domenica. Il peso della borsa sulla sella e tutto il necessario per accamparsi ( tenda, sacco a pelo ecc.) mi fa capire che stavolta il giro sarà più interessante e magari anche all’estero, ho voglia di cambiare aria. Sento avvicinarsi da lontano le mie compagne di viaggio. La mucca spara i soliti colpi dalla marmitta quando decelera, che sono piacevoli da sentire ma dopo un’ora che ci stai dietro e fin troppo e quindi devo passarle davanti. L’aria delle sette al mattino è bella fresca e il filtro dell’aria ringrazia. Finalmente si parte: destinazione Francia del Sud. Il mio motore gira bene. Per fortuna l’andatura è sempre nei limiti così che anche il consumo di benzina è molto buono. I nostri condottieri tirano fino all’ultima goccia del serbatoio pur di entrare in Francia per fare il prossimo pieno, visto che la benzina costa sui 1,60€ al litro rispetto ai quasi 2€ dell’Italia. Carburante a 95 ottani ma va bene lo stesso; per i nostri motori tranquilli non c’è assolutamente problema. Dopo il confine inizia un po’ la “ via crucis “ dell’autostrada francese, dove ogni tanto e spesso, ci dobbiamo fermare per pagare delle piccole somme per i tratti di strada percorsa.

30

Bisogna munirsi di un bel po’ di monete perché i caselli sono ormai quasi tutti automatici e quindi con la dovuta pazienza arriviamo sul tratto per Aix-en-Provence dove da lì poi proseguiremo ancora per circa 80 Km destinazione Arles, nostra prima meta. Da quello che sono riuscita a capire, i condottieri hanno scelto questa località perché si trova in mezzo alle zone che andremo a visitare. Arles conosciuta come la città di Van Gogh che trovò i girasoli di questa zona unici, è una cittadina di medie dimensioni, ben servita con strade e strutture ricettive. Si trova in una posizione strategica alle porte della zona della Camarque e a circa 40 Km da Avignone; ottima scelta. Però, c’è sempre un però, i due campeggi che siamo andati a visitare erano al “ complet “. Ad Agosto può capitare, ma il gruppo non si perde d’animo e riparte per un paese lì vicino. Sono già le cinque del pomeriggio ed i nostri motori cominciano un po’ ad essere stanchi. Sento un’aria particolare, più salmastra. Eh già! Ci siamo spostati più verso il mare e finalmente a Saint Gilles i nostri condottieri trovano un alberghetto quasi in centro l’ Hotel Eraclee .Dopo aver discusso il prezzo ci fermiamo, zaini a terra e pistoni a riposo. Noi moto abbiamo un posto tutto riservato. E’ una vecchia cantina dell’albergo adibita a garage per i mezzi degli ospiti e lì dentro siamo al sicuro perchè protette da una robusta basculante elettrica. A parte l’odore del vino che ha impregnato i muri e che ancora si sente nell’aria, è una sistemazione ottimale e credo che ci fermeremo qui per qualche giorno. ...Continua...


l’Eccellenza del Gusto una manifestazione sul territorio e per il territorio mostra - degustazione - prodotti tipici e laboratori

Iginio Massari Sotto la sua guida la squadra italiana vince nel 1997 la Coppa del Mondo di Pasticceria a Lione, e la Coppa Europa a Roma nel 2002. Nel 1993 fonda l’Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani

20 | 21 Ottobre

Vintage il fascino della moda e le cose del passato mostra-mercato di moda e accessori d’epoca

8 | 9 | 10 | 11 Novembre

www.museimazzucchelli.it - info@museimazzucchelli.it

31


con il patrocinio di

2a Coppa dell’Amicizia Ingegneri/Geometr ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA

ASSOCIAZIONE GIOVANI INGEGNERI BRESCIANI

Sabato 22 Settembre 2012 TAV BETTOLINO, Trenzano, BS

3a Coppa di Tiro al Volo per gli Ingegneri della Provincia di Brescia CUS BRESCIA: 2a Coppa dell’Amicizia Ingegneri/Geometri l’ordine degli ingegneri di Brescia 22 Settembre 2012 abbracciaSabato il TAV tiroBETTOLINO, a volo Trenzano, BS

❚ L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia con la Commissione Giovani Ingegneri Bresciani ed il GIB, in collaborazione con Beretta Fabbrica d’Armi ed il CUS Brescia, ed il Patrocinio dell’Assessorato allo Sport ed alle Politiche Giovanili della Provincia di Brescia propongono il III Trofeo di Tiro a Volo per gli Ingegneri iscritti all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia. La gara nella disciplina “Trap Americano” ad un colpo singolo è divisa in 3 categorie: 1) Ingegneri Neofiti (25 piattelli) 2) Ingegneri Master (50 piattelli) 3) Geometri (50 piattelli) I neofiti, parteciperanno ad un breve corso gratuito di maneggio e di sicurezza dell’utilizzo delle armi: il corso viene tenuto Giulio Timpini, istruttore di tiro internazionale. Beretta Fabbrica d’Armi, metterà a disposizione, per chi ne avesse bisogno, le proprie armi di ultima generazione e tutta l’attrezzatura necessaria alla pratica dello sport in totale sicurezza (gilet da tiro e cuffie).

La gara è fissata il giorno Sabato 22 Settembre 2012 con il seguente programma: Ore 14.00: Ritrovo al Campo Bettolino di Trenzano - S.S. 235, 25030 Trenzano (BS) Ore 14.15: Mini-Corso per Neofiti Ore 15.15: Inizio Gara Master, Geometri & Neofiti Ore 17.30: Premiazioni Ore 17.45: Aperitivo c/o Ristorante Sottotiro – Lograto (BS) Costi di partecipazione: Neofiti 25 €, Master 35 €, Geometri 45 € che include l’utilizzo delle armi, i piattelli, le cartucce, la presenza dell’istruttore di tiro (per i neofiti) e l’aperitivo di chiusura. Iscrizione Ladies gratuita.

❚ L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia con la Commissione Giocon il patrocinio di vani Ingegneri Bresciani ed il GIB, in collaborazione con Beretta Fabbrica d’Armi ed il CUS Brescia, ed il Patrocinio dell’Assessorato allo Sport ed alle Politiche Giovanili della Provincia di Brescia propongono il III Trofeo di Tiro a Volo per gli Ingegneri iscritti all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia. ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA

ASSOCIAZIONE GIOVANI INGEGNERI BRESCIANI

3 Coppa di Tiro al Volo gli Ingegneri “Trap Americano” ad un colpoper singolo è divisa in 3 caLa gara nella disciplina tegorie: della Provincia di Brescia 1) Ingegneri Neofiti (25 piattelli) a 2) Ingegneri2 Master (50 piattelli) Coppa dell’Amicizia Ingegneri/Geometri 3) Geometri (50 piattelli) a

I neofiti, parteciperanno adSabato un breve corso di maneggio e di sicurezza 22gratuito Settembre 2012 dell’utilizzo delle armi: il corso viene tenuto Giulio Timpini, istruttore di tiro TAV BETTOLINO, Trenzano, BS internazionale. o scorso 22 Settembre, nella bella cornice del Beretta Fabbrica d’Armi, metterà a disposizione, per chi ne avesse bisogno, ❚ L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia con la Commissione Giovani Ingegneri Bresciani ed il GIB, inBettolino, collaborazione con Beretta Fabbrica d’Armi storico Campo di alla Tiro le proprieed armi diTAV ultima generazione e tutta l’attrezzatura necessaria pra- A Volo il CUS Brescia, ed il Patrocinio dell’Assessorato allo Sport ed alle Politiche Giovanili della Provincia di Brescia propongono il III Trofeo di Tiro a Volo per tica delloglisport in totale sicurezza (gilet da tiro e cuffie). Ingegneri iscritti all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia.

L

della provincia di Brescia, tirato a lustro per

La gara nella disciplina “Trap Americano” ad un colpo singolo è divisa in 3 caLa gara ètegorie: fissata il giorno Sabato 22 Settembre 2012 con il seguente proNeofiti (25 piattelli) l’occasione, si è tenuta la IIII Coppa di Tiro a Volo gramma:1)2) Ingegneri Ingegneri Master (50 piattelli) 3) Geometri (50 piattelli) Ore 14.00: Ritrovo al Campo Bettolino di Trenzano - S.S. 235, 25030 Trenzano (BS) dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia. 40 I neofiti, parteciperanno ad un breve corso gratuito di maneggio e di sicurezza dell’utilizzo delle armi: il corso viene tenuto Giulio Timpini, istruttore di tiro Ore 14.15: Mini-Corso per Neofiti internazionale. tiratori, di cui 25 neofiti, si sono sfidati piattello dopo Beretta Fabbrica d’Armi, metterà a disposizione, per chi ne avesse bisogno, Ore 15.15: Inizio Gara Master, Geometri & Neofiti le proprie armi di ultima generazione e tutta l’attrezzatura necessaria alla pratica dello sport in totale sicurezza (gilet da tiro e cuffie). Ore 17.30: Premiazioni piattello in Sabato un’emozionantissima sfida per la conquista La gara è fissata il giorno 22 Settembre 2012 con il seguente programma: Ore 17.45: Aperitivo c/o Ristorante Sottotiro – Lograto (BS) Ore 14.00: Ritrovo al Campo Bettolino di Trenzano - S.S. 235, 25030 Trenzano (BS)

del titolo provinciale di categoria. Ore 14.15: Mini-Corso per Neofiti

Costi di partecipazione: Neofiti & Neofiti25 €, Master 35 €, Geometri 45 € che include Ore 15.15: Inizio Gara Master, Geometri Ore 17.30: Premiazioni Convincente la Sottotiro formula: 50 lapiattelli per i Master, 25 per l’utilizzo delle armi, i piattelli, le cartucce, preOre 17.45: Aperitivo c/o Ristorante – Lograto (BS) Costi di partecipazione: Neofiti 25 €, Master 35 €, Geometri 45 € che include senza dell’istruttore di tiro (per i neofiti) e l’aperil’utilizzo delle armi, i piattelli, le cartucce, la prei Neofiti, premi per i primi 3 classificati di ogni categoria, senza dell’istruttore di tiro (per i neofiti) e l’aperitivo di chiusura. Iscrizione Ladies gratuita. tivo di chiusura. Iscrizione Ladies gratuita.

Cristina, una bellissima hostess a fare gli onori di casa ed Ai primi 15 iscritti un offerto da Beretta primi 3 tiratori di ogni Fabbrica d’Armi. Premi per iomaggio categoria. i primi 3 tiratori di ogni Fabbrica d’Armi. Premi per ovviamente un aperitivo finale per festeggiare vinti e vincitori. I migliori 3 tiratori della Categoria Ingegneri Master parteciperanno ad una barrage di finale contro i micategoria. gliori 3 tiratori del Collegio Geometri della Provincia Ai primi 15 iscritti un omaggio offerto da Beretta

Il tutto garantito dalla perfetta organizzazione griffata CUS di Brescia per l’assegnazione della II Coppa del-

I miglioril’Amicizia. 3 tiratori della Categoria Ingegneri Master Per esigenze organizzative le iscrizioni alla gara ed Brescia &èuna Beretta dal supporto fattivo parteciperanno ad barrage diLeFabbrica finale controd’Armi, i mial corso per neofiti limitata ai primi 30 iscritti. iscrizioni devono essere confermate entro e non glioridell’Ordine 3 tiratori del14 Collegio oltre il Venerdì Settembre 2012.Geometri della Provincia degli Ingegneri della Provincia di Brescia, del di Brescia per l’assegnazione della II Coppa delGIB, Associazione Giovani Ingegneri Bresciani e dalla l’Amicizia. Per esigenze organizzative le iscrizionidell’Ordine. alla gara ed Commissione Giovani Da segnalare, in questa al corso per neofiti è limitata ai primi 30 iscritti. Le III edizione, il Patrocinio dell’Assessorato allo Sport ed alle iscrizioni devono essere confermate entro e non oltrePolitiche il Venerdì 14 Settembredella 2012. Provincia di Brescia e la partecipazione Giovanili

del Presidente dell’Ordine degli Ingegneri Marco Belardi, del Presidente del Gib Francesco Bocchio nonchè di diversi membri del Consiglio dell’Ordine e del GIB. Da quest’anno l’introduzione della Coppa dell’Amicizia Ingegneri/Geometri, già alla sua seconda edizione, ha permesso, gara nella gara, di “imbracciare le armi” contro gli amici Geometri, in una tesissima finale all’ultimo piattello, per stabilire l’ordine professionale principe nel Tiro a Volo nella nostra provincia. Il primo gruppo ad imbracciare le armi è stato quello dei neofiti. Per loro un allenatore di grande esperienza e prestigio il Maestro Giulio Timpini, istruttore internazionale e maestro incisore di Fabbrica d’Armi P.Beretta, con il supporto di Luca Compagnoni e Mauro Lodrini dirigenti del CUS Brescia. Gli allenatori hanno introdotto i neofiti al Tiro a Volo, guidandoli nei principi che regolano questo sport in merito al maneggio dell’arma ed alle norme di sicurezza, ai cenni sulla meccanica del fucile ed alle sue parti, ai cenni sulla balistica e sulla cartuccia ed all’impostazione del tiratore. Subito dopo, la prova con bersaglio mobile, 5 piattelli che 32

Ai primi 15 iscritti un omaggio offerto da Beretta Fabbrica d’Armi. Premi per i primi 3 tiratori di ogni categoria. I migliori 3 tiratori della Categoria Ingegneri Master parteciperanno ad una barrage di finale contro i migliori 3 tiratori del Collegio Geometri della Provincia di Brescia per l’assegnazione della II Coppa dell’Amicizia. Per esigenze organizzative le iscrizioni alla gara ed al corso per neofiti è limitata ai primi 30 iscritti. Le iscrizioni devono essere confermate entro e non oltre il Venerdì 14 Settembre 2012.

hanno rappresentato un adrenalinico battesimo del fuoco per 25 giovani Ingegneri, e di seguito la gara, disciplina Trap Americano, sulla distanza di 20 piattelli. Alla fine della sfida, l’Ing.Marco Valorsi ha avuto la meglio precedendo di poche lunghezze l’Ing.Francesco Bianchi e l’Ing.Angelo Grazioli. Per i master, 50 piattelli: dopo la prima serie, la situazione era di netto equilibrio. La seconda serie, ha rappresentato l’ago della bilancia definendo un ottimo score e la vittoria dell’Ing. Giuseppe Braga, seguito dall’Ing.Roberto Venni e l’Ing. Andrea Guerra, terzo classificato della kermesse. Hanno consegnato i premi, e partecipato all’evento alcuni sostenitori del progetto CUS Brescia per il Tiro a Volo: il Dott. Franco Scalambrino della CBS Group, Sarca Catering, il Gruppo DAC, Meccanica del Sarca, Il Dott.Foglio di Arte Bianca, Optowood, Atempo, Il Dott.Mario Omboni di Brescia UP, Sterilgarda, Safe Safety ed il Dott.Lodrini del Centro Minerva, la RC Munizioni ed Euro Target, nonché l’Ing.Ottini di Fabbrica d’Armi P.Beretta, il Presidente Marco Belardi in rappresentanza dell’Ordine degli Ingegneri, e l’Ing. Francesco Bocchio Presidente del GIB. Soddisfazione, e tanto fascino per i fucili Beretta tra tutti i tiratori che hanno avuto l’onore di provare le ultime novità della storica azienda di Gardone Val Trompia. Ritornando alla gara, a tutti gli atleti, abili a rompere numerosi piattelli, dotati della giusta capacità di concentrazione e di controllo, la ricchezza di un pomeriggio adrenalinico ed emozionante. Classifica Master 1°Classificato Ing.Braga Giuseppe 2°Classificato Ing.Venni Roberto 3°Classificato Ing.Guerra Andrea Classifica Neofti 1°Classificato Ing.Valorsi Marco 2°Classificato Ing.Bianchi Francesco 3°Classificato Ing.Grazioli Angelo Miglior Ladies: Eliana Terzoni Premio Speciale Gib (Miglior Giovane): Andrea Belardi Trofeo dell’Amicizia 2012: Ordine degli Ingegneri di Brescia


BENVENUTO NEL MONDO

NOME �O�NOME DATA D� NA���TA

WWW.GIOVENTUCARD.IT


a cura di: Vito Cirillo fotografie: Luca Romeo

SUPERCROSS PER LUCA

U

n allenamento, un problema alla moto, una brutta caduta, la rottura delle vertebre cervicali, il 7 agosto 2009 la vita di Luca Pellegrini cambia e il suo destino lo costringe sulla sedia a rotelle. Da tre edizioni si svolge la manifestazione benefica “ Supercross per Luca”, il cui scopo è di contribuire a sostenere le cure e i fabbisogni di Luca, oltre che offrire un contributo ai servizi sociali del Comune di Bagnolo Mella. Motocross puro con i migliori piloti del panorama nazionale e se a questo aggiungiamo il freestyle MX con i top riders della Daboot, ecco che apprezziamo uno degli eventi più spettacolari ed adrenalinici del nostro territorio ricco di passioni motoristiche, dove musica e cucina, completano l’atmosfera di una serata che ha coinvolto 3.000 persone fra addetti, piloti e pubblico. Organizzatori, ma non solo in quanto partecipanti a pieno titolo, sono stati il fratello di Luca, Angelo Pellegrini, pilota di motocross apprezzato a livello mondiale, per quanto riguarda il supercross, mentre per il coordinamento freestyle, regista e attore è stato Mattia Schiavini, uno motivi di orgoglio che vanta il Club Diavoli Rossi Motorsport. Il simpatico rider è un affermato saltatore del blasonato squadrone Daboot, pratica freestyle motocross dal 2009 ed è già un affermato “saltatore” nei più importanti e sempre più 34

richiesti show di motocross freestyle. Motori, spettacolo ai massimi livelli e ancora una volta la fusione del tutto con la solidarietà. Grandi ragazzi e forza Luca, siamo con te!!! www.mattiaschiavini.com www.angelopellegrini41.com


Istituto Marco Polo www.istmarcopolo.it

100 MIGLIA DEL GARDA 2012 quando partecipare vale più della vittoria

S

i è appena conclusa la regata velica più conosciuta del Garda e curiosando nella classifica finale, tra gli equipaggi compaiono i nomi di quattro alunni dell’Istituto Marco Polo di Brescia su «Ulisse», scafo interamente progettato e realizzato da studenti e professori dell’Itis Castelli di Brescia. Incuriositi dall’insolito binomio abbiamo incontrato i protagonisti di questa avventura. Domanda d’obbligo a Nicola Guardo, Gestore dei licei Marco Polo di Brescia: quali le premesse e gli obiettivi di questa partecipazione? Già da qualche tempo la nostra scuola, avendo avviato un progetto di potenziamento sportivo, intendeva partecipare a questa regata con un proprio equipaggio; lo spirito competitivo e la presenza di alunni agonisti in questa disciplina ci hanno spinti in questa avventura. Restava da definire con quale barca partecipare. Ho avuto il piacere di conoscere due docenti dell’Itis Castelli che con passione e tenacia hanno progettato e costruito con i loro studenti una barca a vela interamente in legno; l’immediata sintonia e la loro disponibilità mi hanno 36

convinto che l’opportunità di far gareggiare i nostri studenti con una barca realizzata da studenti e professori di un’altra scuola di Brescia avrebbe rappresentato non solo l’occasione per partecipare ad una competizione, ma anche un gemellaggio con una scuola dinamica e «costruttiva» nel vero senso della parola. L’obiettivo in questo caso è diventato duplice: gareggiare ma anche dare vita e continuità al progetto realizzato dall’Associazione Benedetto Castelli. Per saperne di più abbiamo chiesto al prof. Nuciforo, docente dell’Itis Castelli. Perché costruire una barca a vela? Realizzare questo progetto, oltre a rappresentare un’occasione per i nostri studenti di «fare imparando», ci ha permesso di affrontare molti argomenti teorici che fanno parte dei programmi curricolari degli allievi meccanici; sono stati approfonditi alcuni concetti di idrostatica e idrodinamica, sono stati utilizzati programmi di CAD tridimensionali, rivelatisi indispensabili per la realizzazione del progetto, ed abbiamo lavorato insieme per costruire con pazienza e fatica il nostro sogno. Essere


qui e vedere la nostra barca tagliare il traguardo della 100 Miglia è per noi una soddisfazione ed un risultato che ci riempie d’orgoglio. Ma sentiamo da Giulio Zani, ex studente Marco Polo ormai prossimo alla Laurea e timoniere di Ulisse, quali sono le riflessioni su questa esperienza? Senza dubbio la Centomiglia non è una regata comune, basti pensare che la nostra prova è durata 19 ore. Eventi sportivi di questa portata vanno affrontati senza lasciare nulla al caso per garantire innanzitutto le dovute condizioni di sicurezza: occorre testare tutte le attrezzature, verificarne lo stato e il corretto funzionamento, preparare a grandi linee la tattica da seguire durante la regata e creare il giusto feeling con tutti i membri dell’equipaggio. Un’esperienza magnifica che consiglio a tutti, ringraziando coloro che ci hanno permesso di portarla a termine, con l’augurio di partecipare alla prossima edizione forti dell’esperienza di quest’anno e motivati a lottare per la vittoria della nostra categoria. A Marco Zani, nostro alunno della 5^ Liceo Scientifico Sportivo, fratello d’arte e giovane campione italiano nella classe laser, chiediamo quale differenza ha riscontrato con le regate a cui partecipa? Sapevo che avrei provato un’esperienza nuova, diversa dalle solite regate a cui prendo parte. Quest’esperienza in equipaggio, essendo abituato a competere su imbarcazioni singole, mi ha permesso di condividere un obiettivo comune e di collaborare con i miei compagni, tenendo duro per ben 19 ore prima di giungere al traguardo! Un grazie a coloro che hanno supportato questo progetto e ci hanno offerto la possibilità di vivere un’esperienza davvero unica e formativa, nella speranza che ciò possa continuare, dando la possibilità di vivere altre “Odissee” con questa barca.

Oltre a tre dei quattro componenti dell’equipaggio (G. Zani, A. Magri, e G. Galloni), in piedi da sinistra: l’Assessore allo Sport dott. F. Mandelli, il Prof. Nuciforo, il Gestore ed il Preside del Marco Polo, il Presidente FIV D. Foschini e due studenti dell’Itis Castelli che hanno collaborato alla realizzazione della barca.

Per concludere un’ultima domanda al gestore del Marco Polo: quali sono i progetti per il futuro? Questa esperienza non deve essere archiviata e finire in un cassetto insieme alle foto ricordo, ma deve, a mio avviso, rappresentare l’avvio di un percorso che vede da un lato «Ulisse» continuare a gareggiare, magari con giovani studenti dell’Itis o eventualmente con un secondo equipaggio Marco Polo, e dall’altro una barca competitiva che permetta ai nostri quattro velisti di esprimersi pienamente, come sono abituati a fare nelle competizioni a cui partecipano. Un sentito grazie agli sponsors ed a tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto; un particolare ringraziamento al Credito Cooperativo di Brescia, all’Assessorato allo Sport e Tempo Libero della Provincia di Brescia, alla Federazione Italiana Vela, al Gruppo Dirigenti Fiat ed alle velerie VF Sails.

Si ringraziano:

37


a cura di: Emanuele Lumini Studio Lumini Consulenza Societaria, Tributaria ed Aziendale www.studiolumini.it

CONCORDATO IN CONTINUITÀ un’opportunità interessante ma non una panacea di tutti i mali

I

l decreto sviluppo ha recentemente introdotto una revisione della legge fallimentare espressamente pensata per favorire la continuità aziendale nelle situazione di crisi aziendale. In particolare viene prevista la nuova veste del “concordato preventivo in continuità aziendale” ovvero il concordato in cui la soddisfazione dei creditori avviene in tutto o in parte attraverso i flussi di cassa generati dalla continuazione dell’attività aziendale e non attraverso la liquidazione degli assets, seppure sia comunque ammessa la liquidazione di beni non strategici. L’imprenditore può presentare una domanda anticipata senza essere obbligato alla presentazione del piano e di tutta la documentazione fino a ieri necessaria. L’autorità giudiziaria stabilirà il termine tra i 60 ed i 120 giorni per integrare la domanda. Dal deposito della domanda decorrono comunque gli effetti protettivi del concordato e cioè bloccare le aggressioni al patrimonio del debitore ed evitare che si applichino le norme sulla riduzione del capitale per perdite. Nella domanda di concordato l’imprenditore può chiedere che vengano sciolti i contratti in corso di esecuzione; se l’autorizzazione viene concessa, l’altro contraente ha diritto ad un indennizzo equivalente al risarcimento del danno che deriva dal mancato adempimento. Lo scioglimento non è ammesso per i rapporti di lavoro subordinato e per i contratti preliminare di vendita trascritti relativi ad immobili destinati a costituire l’abitazione principale dell’acquirente o di suoi parenti. Un altro aspetto interessante è rappresentato dal fatto che l’imprenditore può essere autorizzato a contrarre nuovi finanziamenti che diventeranno prededucibili, a patto che un professionista indipendente attesti che 38

sono funzionali al migliore soddisfacimento dei creditori. Allo stesso modo, l’imprenditore può chiedere di essere autorizzato a pagare crediti anteriori per prestazioni di beni o servizi, se il professionista attesta che queste prestazioni sono funzionali al migliore soddisfacimento dei creditori. L’aspetto centrale di tutta la procedura è rappresentato dal ruolo del professionista che dovrà redigere il piano che conterrà i costi ed i ricavi attesi dalla continuazione dell’attività aziendale, nonché dalle risorse finanziare necessarie per la continuazione dell’attività stessa. Il piano non si potrà limitare ad un’analisi statica ma dovrà contenere un piano industriale, un piano economico ed un piano finanziario ed il prospetto totale dei flussi di cassa. La maggior parte delle aziende in crisi che si trovano nella condizione di dover decidere se predisporre la domanda di concordato sono aziende che vanno male perché sono gestite male, occorre quindi individuare i managers inadeguati e sostituirli con dirigenti più adatti ed effettuare quello che è chiamato un “turnaround operativo”. Non basta quindi prevedere la costituzione di una nuova scatola [newco] e semplicemente “spostare “ il business su un nuovo soggetto per garantire la continuità. La continuità la si garantisce e, con essa, la soddisfazione dei creditori, facendo precedere la domanda di concordato da una profonda fase di diagnosi al fine di misurare la “cause” della crisi ed identificare le possibili aree di criticità nella gestione del turnaround. In conclusione la continuazione dell’attività di un’azienda che non merita continuità in quanto non performante non è da perseguire e quindi anche lo strumento del concordato in continuità risulterà inadeguato.


a cura di: Annarosa Medaglia Amministratore della Numani Italia www.annamedaglia.it

BENVENUTI NELL’IMPRENDITORIALITÀ DI ANNA MEDAGLIA!

M

i chiamo Annarosa Medaglia ho 47 anni e sono amministratore della NuMani Italia che si occupa di applicazione e decorazione unghie ed estetica di alta qualità, riservata a clienti e professionisti medio alti, è gestita da persone esperte del settore estetico con il desiderio di compiere un salto di qualità, ciascuna all’avanguardia nella sua area di riferimento. Estetica certificata, osmosi, radiofrequenza, ossigeno terapia, prodotti botanici. “Con NuMani si apre un nuovo “mondo” dove la ricerca cosmetica si fa da sempre garante e l’esperienza per l’estetica di qualità di NuMani si incontrano: i centri estetici professionali e certificati. TQM, abbreviazione di “Total Quality Management”, da sempre rappresenta il non plus ultra della cosmesi del trattamento “Made in Italy” ed è sinonimo e garanzia di altissima qualità e professionalità; un brand ormai universalmente riconosciuto quello di NuMani, i cui prodotti dalla sempre maggiore notorietà e gradimento presso la clientela medio alta sono la principale e migliore testimonianza di successo”. NuMani è invece un universo in cui l’innovazione e le nuove tendenze sono volte ad offrire trattamenti estetici specifici per Lui e Lei. Uno stile inconfondibile e unico che offre un servizio di qualità, efficace e appropriato per ogni esigenza, grazie all’ utilizzo di attrezzature all’avanguardia ed un personale altamente qualificato. NuMani e NuMani Class sono storie di successo imprenditoriale caratterizzate dalla capacità di innovare per cogliere tutte le nuove opportunità di mercato. Dall’integrazione e chiara lettura di queste due importanti realtà operanti nel campo dell’estetica e del benessere, nasce oggi un progetto di Gruppo che unisce al know how di NuMani Italia nella gestione di centri estetici innovativi la qualità dei prodotti ed attrezzature senza eguali. Il risultato di questa sinergia è un progetto di prodotto e servizio nuovo nell’immagine, nel format del punto

vendita e nella gamma dei trattamenti e dei prodotti in vendita. Il cardine del business NuMani è la selezione di partner motivati e capaci. NuMani mantiene con loro un rapporto personale, costruito sulla costante disponibilità per assistenza, e sugli spunti che essi offrono a NuMani per offrire un servizio sempre migliore. NuMani Italia SRL nasce dall’unione di persone con una realtà di successo e partners d’eccellenza. Amare distinguersi è il motto NuMani, e ricercare l’eccellenza nella ricostruzione delle unghie “ gel e acrilico inodore, smalto semipermanente” prodotti viso - corpo, attrezzatura estetica a noleggio o leasing, è la sua missione. NuMani non solo cerca in tutti i modi di offrire il miglior servizio alle clienti dei punti vendita: si preoccupa anche di affiancare in modo ottimale le sue partner commerciali. Per questo oltre ai migliori prodotti certificati, ai corsi di approfondimento regolari, al design esclusivo dei suoi punti vendita, offre servizi e consulenza duratura anche in campo commerciale e finanziario. NuMani, leader nel campo della ricostruzione delle unghie, studia e sviluppa costantemente soluzioni che semplifichino la gestione dei punti vendita e ne aumentino al massimo la produttività, rendendo le aspiranti e le più esperte onicotecniche, più libere nel loro lavoro e in grado di gestire i propri tempi in modo ottimale. NuMani è attiva da sempre nel settore dell’estetica e sviluppa un gruppo di centri estetici e applicazione e decorazione unghie innovativi per l’immagine, l’organizzazione a la qualità del lavoro e degli spazi. “ Viviamo solo per scoprire nuova bellezza, tutto il resto è attesa...” - K. Gibran Un caro ringraziamento a tutte le persone che mi sostengono, Anna Medaglia 39


a cura di: Davide Mor Morix Italia articolo scritto in collaborazione con:

info@studio-progettoambiente.com

ENERGIE ALTERNATIVE Biogas: dallo “sporco” l’energia pulita

U

n investimento che può diventare una fonte di reddito reale per un agricoltore , che si appresti a costruire un impianto di biogas, infatti dalle deiezioni animali, gli scarti agro-industriali e i rifiuti organici che rappresentano materia prima, presente in quantità abbondanti, per la produzione di biogas. Questi ultimi, a loro volta, potrebbero essere impiegati per la generazione di energia termica ed energia elettrica. Se impiegassimo a dovere i rifiuti organici, gli scarti agricoli, le deiezioni animali provenienti dagli allevamenti e i fanghi risultanti dalla depurazione delle acque, potremmo produrre 20TWh elettrici l’anno, l’equivalente di tre centrali nucleari. Ma in tempi brevi, a costi bassi e senza impatti sull’ambiente” Il Crpa, Centro Ricerche Produzioni Animali, si occupa di condurre ricerche e realizzare e gestire servizi al fine di promuovere il progresso tecnico, economico e sociale del settore degli allevamenti, nonché la diffusione di forme avanzate di agricoltura ecocompatibile. Negli ultimi anni, il Centro ha svolto approfondite indagini sulla produzione di biogas in Italia e sui possibili impieghi di quest’ultimo come fonte rinnovabile per la produzione di energia elettrica e termica. 40

Le attività di agricoltura intensiva e, soprattutto, di allevamento sono oggi una delle maggiori cause di emissione di metano ed altri gas serra nell’ambiente. Una via praticabile per ridurre la liberazione di tali sostanze nell’atmosfera è quella di recuperare gli scarti organici e sfruttarli per produrre biogas e da questi energia elettrica e termica. In tal modo, per giunta, si ottiene l’ulteriore risultato di ridurre i cattivi odori provenienti dagli scarti organici e stabilizzare le biomasse (ossia diminuirne il contenuto di sostanza organica facilmente degradabile, la quale può andare incontro a lunghi processi di putrefazione e decomposizione). I biogas possono essere prodotti in maniera controllata, partendo da liquami zootecnici e scarti agro-industriali, in impianti detti “reattori” (ossia contenitori in cui avvengono delle trasformazioni microbiologiche), tramite il processo di digestione anaerobica. Esso consiste nella degradazione delle sostanze organiche ad opera di microrganismi, in condizioni di anaerobiosi, ossia di assenza d’ossigeno. Tale processo si contrappone al più noto compostaggio, che si svolge invece in ambiente aerobico, vale a dire in presenza di ossigeno. Le reazioni avvengono ad opera di diversi tipi di batteri e in base al substrato da trasformare e alla temperatura del digestore possono necessitare di tempi molto variabili (tra i


25 giorni e i 90 giorni) per sviluppare il biogas. In ogni caso, i principali prodotti della digestione anaerobica sono principalmente il biogas eil digestato. Il biogas, prodotto al quale siamo particolarmente interessati, è una miscela gassosa composta prevalentemente da metano e anidride carbonica. Esso può presentare anche una piccola percentuale di idrogeno e talvolta qualche traccia di acido solfidrico. Il digestato è anch’esso un composto organico, il quale rappresenta un fertilizzante eccellente, ricco di sostanze nutrienti e innocuo dal punto di vista microbiologico.

Fino al 2007 in Italia si avevano solo 304 impianti per la produzione di biogas. Ora il numero è salito a oltre 600: il trend è dunque positivo, ma l’argine di sviluppo ancora molto ampio. Di tali impianti, la maggior parte utilizzano scarti agricoli e di allevamento, mentre una parte usano la frazione organica dei rifiuti da raccolta differenziata. Le strutture sono concentrate prevalentemente nel Nord Italia e hanno una potenza elettrica installata che va dai 50 KWel ai 999 KWel. Secondo il CRPA occorrerebbe condurre delle politiche adeguate per il potenziamento di un settore energetico sottovalutato, il quale potrebbe invece incidere sulla riduzione di gas serra emessi nell’ambiente e sul bilancio energetico da fonte rinnovabile. In particolare, bisognerebbe incentivare la costruzione di impianti di biogas negli allevamenti zootecnici e potenziare i digestori anaerobici dei fanghi derivanti dalla depurazione di acque reflue civili (presenti in tutti i grandi impianti di depurazione urbani). Decisamente da sviluppare è poi la digestione dei residui organici dei rifiuti urbani, operazione che ridurrebbe anche le problematiche connesse allo smaltimento dei rifiuti. A tal fine, però, occorre incrementare anche la raccolta differenziata, ma in Italia ancora troppi Comuni non hanno l’attrezzatura adeguata per il recupero. Questo punto apre tutta un’altra delicata problematica… Le cifre in gioco sono altissime , basti pensare che un impianto capace di produrre 250 KWel. , produce a pieno regime un R.O.L. (reddito operativo lordo) di circa 360.000,00 se alimentato con sottoprodotti e reflui zootecnici e di taglia inferiore ai 300 KWel. e se a questo aggiungiamo l’energia termica arriveremmo a un R.O.L. di circa 415.000,00 con le tariffe attuali dispensate per 20 anni . Quindi il nuovo conto energia che prevede incentivi per 20 anni ( non 15 come l’attuale) diventa molto interessante per impianti da 100 a 300 KWel. alimentati con reflui zootecnici e sottoprodotti agroindustriali oppure con biomasse energetiche (trinciato di mais ad es.) in misura non superiore al 30% in peso della razione giornaliera dell’impianto, tanto da non far rimpiangere l’attuale conto energia che si chiuderà il 31/12/2012.

Il biogas può essere bruciato, in motori endotermici a ciclo otto azionanti alternatori per la produzione combinata dei due tipi di energia elettrica e termica. I substrati organici che possono essere introdotti nel “digestore” per la digestione anaerobica sono svariati. In primo luogo ci sono i liquami bovini e suini. Si hanno poi i vari residui dei raccolti agricoli, nonché le piante “energetiche”, ossia coltivate specificamente per la produzione di energia (dove però questo non comporti sottrazione di aree agricole utilizzabili per produzione di colture alimentari). Con la digestione controllata si possono recuperare anche gli scarti organici e le acque reflue provenienti dall’industria alimentare (casearia, della carne, vitivinicola, e molitoria), i fanghi derivati dai processi di depurazione delle acque di scarto urbane e industriali e, infine, la frazione organica dei rifiuti solidi urbani. I biogas sono considerati una fonte energetica rinnovabile in quanto, se reimpiegati, non vengono immessi direttamente nell’ambiente. Inoltre derivano da processi naturali di decomposizione di materia organica. L’inclusione sotto la categoria delle fonti pulite fa sì che l’energia prodotta tramite il loro impiego sia “vendibile” sotto forma di tariffa omnicomprensiva ( fino a 999 KWel.) oppure tramite l’incentivazione dei certificati verdi. Mentre in Nord Europa – Germania e Svezia in primis – i biogas sono fortemente utilizzati (soprattutto il biometano, per la trazione dei veicoli), in Italia il loro impiego è largamente sottosviluppato. Le sue potenzialità, invece sono estremamente elevate.

41


a cura di: Lorenzo Tiezzi fotografie: www.lorenzotiezzi.it

MAX ZOTTI il Dj dell’elettronica da ballo

M

ax Zotti è uno dei più importanti dj italiani per quel che riguarda l’elettronica da ballo. Qualche tempo fa, col progetto Sidekick ha confezionato un successo mondiale come “Deep Fear”. Come se non bastasse è l’unico dj italiano ad aver remixato miti dell’elettronica internazionale come Deadmau5 Steve Angello e John Dahlback. Campano, simpatico e sempre sorridente, Max tiene i piedi ben saldi a terra ma con la sua musica fa volare alcuni dei più importanti club del pianeta. Sei laureato in legge e prima di suonare non bevi neanche un caffé… Sembri l’esatto contrario dello stereotipo del dj dalla vita spericolata “Per me il ruolo del dj è un artista che deve saper trasmettere emozioni. Tutto qui. L’anima e la musica sono vicine, se si sa come avvicinarle. Tutto il resto non conta molto, perché se guardi bene, se ci pensi bene, non c’entra niente con la musica. Di sicuro si può fare una vita ‘normale’ pur facendo il dj. La cosa più difficile da sopportare non sono gli orari, comunque difficili, ma i 42

ritmi stressanti, che in certi momenti dell’anno non ti danno tregua. Soprattutto d’estate, quando di solito tutti gli altri si riposano”. A proposito, come è andata la tua estate? “Certo, è stata l’estate della famosa crisi, ma per quanto mi riguarda, è stata soprattutto un’estate splendida, piena di serata… Il mio tour è stato ricco di tappe, sia italiane sia estere. Ho partecipato ad alcuni festival in mezza Europa (Turchia, Francia, Spagna, ndr). Ho suonato in alcuni dei più prestigiosi locali italiani, dal Pineta di Milano Marittima al Music on The Rocks di Positano. E anche l’autunno sembra stia andando nella stessa esatta direzione. Ti stai riposando o sei al lavoro come produttore e remixer? “E’ un periodo di duro lavoro in studio! Durante l’estate, tra una serata e l’altra, è ancora più difficile trovare il tempo e la concentrazione. Sto preparando tanti progetti, che


presenterò a metà ottobre 2012 all’Ade, ad Amsterdam. E’ ormai il principale ritrovo per noi dj. Ci porterò il mio nuovo singolo, alcune nuove collaborazioni e presenterò pure diversi remix”. Ci sono brani che non escono mai dalla tua borsa dei dischi? “Qualcuno si, qualche traccia di Tiesto, qualcosa di quei geni dei Daft Punk. Per un dj è importantissimo essere aggiornato… ma pure avere una valigia ‘grandissima’, ovvero che vada dai capolavori della house a quelli di altri generi derivati da essa”. Sei uno dei punti di forza musicali del Qi Clubbing di Erbusco, ma fai musica elettronica, piuttosto diversa dalla solita ‘commerciale’ e pure dalla house tipica del locale. “Essere resident in un club di livello internazionale come il Qi Clubbing è una fortuna assoluta, proprio come lavorare al Music on the Rocks di Positano. In locali di questo livello, si riesce anche ad andare oltre le solite ‘tendenze del momento’, che per un dj sono sempre limitanti. Suono musica dance di ogni genere, anche se il mio sound è sempre vicino progressive e all’electro house”. Che cosa dici ai ragazzi che ti dicono che vogliono fare il dj?

“Ci vogliono tante qualità. Bisogna essere costanti, professionali, mai perdere la passione e rimanere sempre umili. Sia chiaro, tutto questo è solo la base. Senza talento e senza fortuna non si va da nessuna parte. Quest’ultima, poi, gioca un ruolo fondamentale. Senza, non si va da nessuna parte”.

43


via Crocifissa di Rosa 78 25128 Brescia Tel: xxxxxxxxx email: brescia@illyteca.com Orari: dal lunedì al sabato dalle ore xx,xx alle xx,xx e dalle xx,xx alle xx,xx

di r osa issa

ilei

cif

44

a

chi

ass

i

vi

via

d

el

m

ed

v ia

o

lo

gal

via Crocifissa di Rosa 78 - Brescia viacrocifissa@illyteca-brescia.it v ia ore f ic i www.illyteca-brescia.it.

cro

ane

via

a

o

du

a

vi

rc ma via

via n to tre via

iac

ga

pa p

un

p i sc

ti

al

via

ro

o

st

ILLYTECA | VIA CROCIFISSA DI ROSA 78 | 25128 BRESCIA TEL: XXXXXXXXXXXXX | EmAIL: BRESCIA@ILLYTECA.COm Dal lunedì al sabato dalle ore xx,xx alle xx,xx e dalle xx,xx alle xx,xx

via

ber

n

in

co

gio

sa

h

a

via

v

ia

cc

vi

v ia c i pa n i

on

i

del

a

bor

go

vi a b as si

cc

a ll v ia g u

UNA SORPRESA PER TE, DA ILLYTECA.


EVENTS OTTOBRE

tutte le foto le potete trovare su

www.bresciaup.it

tutti gli eventi su

www.facebook.com

Segnalaci il tuo evento!

info@bresciaup.it

Event

46

Agricar nuova Classe A

50

Torre di Mezzo - At the top

54

Maison Cò

56

Polveriera Fine Estate

58

Ripasso in collina

60

Le Cantorie

62

Mamitas

64

Inaugurazione QI

66

iGussago

70

Teatro Alberti

72

Magenta43

74

Mandolini Auto nuova A3

76

Compleanno Roland

77

Polveriera Paella

79

La vita buona

80

Modella per una sera

82

Scalvini Parquet

84 Musciarelli - Sesto Senso 86 Rotary per l’Emilia 88

Switch

88 Travolti da un Solido Destino


Event A-STARNIGHT: Agricar lancia la Nuova Classe A Venerdì 14 settembre, nell’esclusiva location di Agricar Group di Via Volta a San Zeno Naviglio, più di 800 persone hanno potuto apprezzare le linee giovani e accattivanti della nuova Classe A. “A Star Night” è stato un evento live allestito nello showroom Agricar e trasmesso in tempo reale, in contemporanea, in 50 Concessionarie Mercedes su tutto il territorio nazionale. Una serata che ha trasformato Agricar in una “discoteca” e ha coinvolto e fatto divertire il pubblico presente con musica, Dj e open bar. Forte di un design all’avanguardia ed estremamente accattivante, la Nuova Classe A è l’espressione di una nuova identità pronta ad affermarsi nel segmento delle compatte; una vera e propria rivoluzione per un pubblico nuovo che trova oggi nella gamma Mercedes la vettura ideale. Agricar vi aspetta nei suoi showroom per ammirare e provare la Nuova Classe A! Agricar Via Volta 1 25010 S.Zeno Naviglio (BS)

46


47


48


49


Event AT THE TOP “Una festa per la torre di mezzo” Dopo il successo dell’Happy Tower, l’aperitivo panoramico del marzo scorso, la Morgante (proprietaria del complesso Tre Torri) ha riproposto un evento in collaborazione con i condomini, in occasione dell’apertura della Torre Centro. Le vetrine e le terrazze del 14° piano, con vista panoramica a 360 gradi, sono state aperte agli ospiti, invitati anche dai condomini che, di fatto, sono i migliori venditori in quanto entusiasti della loro scelta di aver trasferito i loro uffici al Centro Direzionale. La Morgante ha puntato sull’emozione e sulle testimonianze dei clienti che confermano l’unicità della location, la funzionalità degli spazi, il prestigio della nuova “città del business”.

50


51


52


Quest’auto sta cercando te. Fatti trovare. Nuova Classe A. Linee che imprigionano l’energia del vento. Tecnologie all’avanguardia per il suo segmento. Sistemi di sicurezza innovativi, tutti di serie. Motori potenti che si distinguono per consumi ed emissioni da record. Il primo sistema a comandi vocali che si connette con le applicazioni del tuo iPhone. Scopri l’auto che hai sempre cercato. Nuova Classe A. Il presente che cambia il futuro.

Consumi ciclo combinato (Km/l): 16,1 (A 250 automatico, cerchi 18”) e 26,3 (A 180 CDI manuale, cerchi 16”). Emissioni CO2 (g/Km): 145 (A 250 automatico, cerchi 18”) e 98 (A 180 CDI manuale, cerchi 16”). La vettura raffigurata è una PREMIUM.

Concessionaria Ufficiale di Vendita Mercedes-Benz

Brescia San Zeno Naviglio, Via A.Volta 1, tel. 030 216611 Brescia Artogne, Via XXV Aprile 17, tel. 0364 590090

Mantova Curtatone, Via dell’Artigianato 1, tel. 0376 346111 Piacenza loc. Montale, Via E. Parmense 202, tel. 0523 577611


www.maisonco.it

Event UN SETTEMBRE RICCO DI EVENTI PER MAISON Cò Dalle sfilate dell’alta moda milanese alle proposte di bellezza totale presentate in anteprima nel salone di Capriano del Colle durante la tradizionale Festa dell’Uva. È stato questo un mese ricco di impegni per le sorelle Cò e il loro staff, sempre presenti nelle manifestazioni più importanti per essere anticipatrici dei nuovi trend. Nelle foto accanto sono state ospitate dalla Wella a Milano, presso Palazzo Morando, sede del Museo della Moda, dove Vogue ha selezionato i migliori giovani talenti del settore. A Capriano, nel Giardino delle Delizie, allestito per l’occasione da Fruitdamour, hanno invece proposto il “BENESSERE DI...VINO”, brindando col vino di Pietro Podestà. Dallo skin test gratuito per la valutazione della pelle, al brossage del corpo per mantenere i benefici dell’estate, all’elegante spazio sposa, alle nuove “luminose” tendenze capelli. Ma in Casa Cò c’è anche chi si occupa della bellezza dell’anima: presenti all’evento le pubblicazioni del cugino Don Beppino Cò, originario di Capriano, già missionario in Laos e Senegal, che, con la produzione dei suoi libri sta accompagnando spiritualmente molte persone. Maison Cò Via Morari, 34/36 - Capriano (BS) Tel. 030 9747905 / 030 9748029 Via Vantini, 44 - Brescia Tel. 030 3758165 - www.maisonco.it 1. Le sorelle Cò con Carla e Franca Sozzani (Direttore Vogue Italia). 2. Anna Wintour, Direttore Vogue America. 3. Mario Boselli, Presidente Nazionale Camera della Moda. 4. La stilista A. Ferretti. 5. Lo stilista V. Missoni.


55


Event LA POLVERIERA “Emozioni di fine estate” Nonostante fosse già il 10 settembre la serata aveva tutte le caratteristiche di quelle tipiche notti d’estate e a fare da cornice una meravigliosa vista del lago di Garda . L’agriturismo Trenta di Moniga ha ospitato tutto lo staff del ristorante “La Polveriera Beach” il quale ha allestito un aperitivo con ostriche, mozzarella fresca preparata al momento,prosciutto crudo,gorgonzola a cucchiaio, salame, il tutto dislocato nel patio molto caratteristico di questo locale. Nel frattempo in un altra zona 3 cuochi erano all’opera nella preparazione di una gigantesca paella cucinata a vista dal diametro di 120 cm. UNO SPETTACOLO!!!gli ospiti hanno potuto pasteggiare con un ottimo bollicine come Berlucchi ,coktail e musica con dj in consolle posizionata su un bizzarro e originale camioncino ! “emozioni di fine estate “ era il titolo di questa serata e non c’è che dire .. Mai come questa volta era il titolo più azzeccato.

Polveriera Beach V. Castellini 14 - Brescia (BS) rist.lapolverierabrescia@gmail.com

56


57


Event RIPASSO in collina Venerdì 7 Settembre, dalle ore 19, il Ripasso di Iseo ha offerto una piacevole serata: “Ripasso in Collina”. La vista del lago dall’alto, il sole che scintilla sull’acqua, l’aria, l’erba. Per una sera si è cambiato punto di vista. Salamine, costine, dolci e un buon bicchiere di vino hanno accompagnato gli ospiti durante la serata, il tutto all’insegna del divertimento. Ripasso Piazza Statuto 5, 25049 Iseo, Italy Per prenotazioni: 030 981040 info@ripasso-iseo.it

58


59


Event FESTA ALLE “CANTORIE” FRA AMICI Venerdì 21 settembre, Oliviero Dall’Asta con un centinaio d’amici si è ritrovato presso l’azienda vinicola Le Cantorie di Gussago per un aperitivo ed un assaggio di deliziosi vini di loro produzione e a seguire una pizzata. La serata è piacevole, tranquilla. Due chiacchere in compagnia, abbracci e il senso del ritrovarsi con gli amici storici e amici nuovi. Prima di iniziare la festa, Oliviero annuncia le sue dimissioni dal PDL. Precisa però, che l’amicizia con il sindaco Adriano Paroli resta, si conoscono da tantissimi anni, insieme hanno trascorso anni belli. L’ amicizia si fortificherà sempre più perchè Oliviero crede nel senso profondo dell’amicizia.Adesso la sua pittura e l’Arte lo chiamano a gran voce. Azienda Agricola Le Cantorie di Firmo Maria via Castello di Casaglio 25, Gussago (BS) Tel: +39 030 25 23 723 Fax: +39 030 34 50 498 info@lecantorie.com ww.lecantorie.com www.bontempiemilianosrl.com

60


Great Wall Hover 5

HOV

ER

Km

WD 5 2

ZER

O

0€ 0 8 . a 15 *

Consumi ciclo combinato: (lt./100 km) benzina 10.3; Gpl 13.8 – Emissioni CO2 (g/ km): benzina 242; Gpl 222

GPL TO ! N A S I I M P G R AT I

Viaggiate in business class a prezzi low-cost.

E HOV

4WD R5 O

Km

a

ZER

00 € 8 . 8 1 **

PL O G! T N S IA I M P G R AT I

Ora Great Wall Hover 5 può essere vostro a soli 15.800 euro* chiavi in mano, con impianto GPL già montato dalla casa. Il motore 2,4 litri con doppia alimentazione Ecodual, rispettosa dell’ambiente, insieme alla linea contemporanea e al design ergonomico degli interni, rispettosi di pilota e passeggeri, fanno della Hover 5 un crossover unico. Le dotazioni di serie comprendono: climatizzatore, cerchi in lega 17”, lettore CD a sei slot, porta USB e lettore MP3 e, nella versione 4WD, interni in pelle, sedili anteriori riscaldabili, retrocamera, sensori posteriori, DVD e Bluetooth. Se siete sensibili al fascino del bello accessibile, scegliete Hover 5, scegliete di viaggiare senza rinunce. La promozione Great Wall Hover 5 vi aspetta in tutti concessionari Great Wall aderenti all’iniziativa. www.greatwall.it

*2WD LUXURY a € 15.800 con 28 optional, impianto GPL BRC gratis; IPT e vernice metalizzata esclusi. **4WD LUXURY a € 18.800 con 33 optional, impianto GPL BRC gratis; IPT e vernice metalizzata esclusi.

Un’auto che vale.


Event FIESTA GAUCHA al Mamitas Giovedì 20 Settembre si è svolta al Mamitas la “Fiesta Gaucha”. Mamitas in collaborazione con Ability Channel ha offerto una serata speciale, per ballare e divertirsi, dedicata al mondo della solidarietà con la straordinaria partecipazione di atleti che hanno gareggiato alle ultime Paralimpiadi di Londra 2012 e al Giro d’Italia 2012 e del Writer Kasy23 con la sua arte e i suoi graffiti. Mamitas - Taverna Argentina Via Mantova 118 - Brescia Tel. 030 8360414 www.mamitas.it info@mamitas.it

Locandina A3 20 settembre.pdf

1

04/09/12

20:26

MUSICA

DAL VIV O Mamitas, in collaborazione con Ability Channel vi aspetta a una serata speciale, per ballare e divertirsi, dedicata al mondo della solidarietà con la straordinaria partecipazione di atleti che hanno gareggiato alle ultime Paralimpiadi di Londra 2012 e al Giro d’Italia 2012 e del writer Kasy23 con la sua arte e i suoi graffiti.

20 SETTEMBRE 2012 Menù

€30

Empanadas Grande grigliata di carne argentina e pollo Contorni Buffet di dolci Birra, vino, acqua e caffè

DALLE ORE 20.00

Programma della serata: musica latinoamericana con

CHARANGO Y TAMBOR

Cesar Rivero (voce, chitarra, percussioni) Cristian Felisari (contrabbasso) Paolo Malacarne (tromba, cori, percussioni) Fabio Bolda (percussioni, cori)

È gradita la prenotazione al n° 030 8360414 o al n° 373 8122809 Il ricavato della serata sarà donato alla webtv Ability Channel

Pollo Valcalepio Telgate (BG)

Eurocarni International Pontoglio (BS)

62

Per informazioni: Mamitas - Taverna Argentina Via Mantova 118 - Brescia Tel. 030 8360414 www.mamitas.it - info@mamitas.it


Studio Dentistico

The same but different Dalla dentiera ai denti fissi. in un solo giorno. Senza taglio della gengiva. Potrebbe essere una soluzione per te!

Pagamenti personalizzati anche senza interessi Aperti anche il sabato

Cosa offriamo Laboratorio interno ad uso esclusivo Garanzia e certificazione scritta Sinergie ed ottimizzazione delle risorse ci consentono di ridurre i costi, non la qualitĂ

STUDIO DENTISTICO DR.AMEDEO ZIRILLI Via Giuseppe Garibaldi, 50 Rezzato (BS) CAP 25086 PRENOTA LA TUA VISITA 030 2792590

Materiali a norma, approvati e certificati Qui

Rigidissimi protocolli di sterilizzazione per gli strumenti, le attrezzature e per la pulizia degli ambienti


Event TROY QI CLUBBING La scena “indie” bresciana viene celebrata da libri e tanti articoli, ed è giusto che sia così. La bella musica rock live, a Brescia, si ascolta e si suona da anni, un po’ come succede a Milano, a Firenze, a Londra etc. Ed è una bella cosa. Di show musicali a ritmo di house come quelli che il Qi Clubbing di Erbusco (Bs), in piena Franciacorta, invece, ce ne sono pochi al mondo. Anzi, a detta di diversi addetti ai lavori, a Miami, neppure a Miami c’è niente di simile. Figuriamoci in Italia. Proprio per questo lo staff del Qi sta ormai gestendo altri locali ed ‘esportando’ un format fatto di ottimi dj come Gianni Morri e Gianluca Pighi (che è anche responsabile del sound system), di ballerine e ballerini professioniste e non solo splendidi, di scenografie ad effetto, proprio come il Cavallo di Troia che è al centro della scena per Troy, il musical che ha inaugurato la stagione 201213. Oltre 6 metri d’acciaio piazzati strategicamente in mezzo alla pista per simboleggiare l’eterna lotta tra passioni, il bene e il male, l’amore e la morte. Si può arrivare a tanto anche in un luogo leggero come una discoteca? Chi va a ballare al Qi è convinto di si e siccome ogni week end dal 2001 lo fanno qualche migliaio di persone, si vede che divertimento e contenuto possono benissimo d’accordo. Non solo in un piccolo locale ‘indie’, anche in un grande cilindro consacrato al clubbing internazionale. QI Clubbing Erbusco (BS)

64


by Antonio PIAZZA G. ALMICI 28 BRESCIA TEL. 030 224911


Event iGUSSAGO l’evento cocktail d’eccellenza Godetevi i migliori scatti dell’ incredibile evento cocktail a Flero con iGussago e Marco Bicego: splendidi gioielli, cibo delizioso, ottimo vino della Cantina Pratum Coller, stupefacente mood... Via Vittorio Emanuele II, 52/d, Flero (BS) Tel. 030 2761055 www.igussago.it

66


67


68


Event TEATRO ALBERTI New Opening Venerdì 28 Settembre alle ore 21.00 al “Teatro Alberti” si è aperta la nuova stagione 2012/2013. Una piacevole serata con dinner show e live performance di Elisa Rovida. “Nuove sensazioni e nuove seduzioni” così cita lo slogan usato per questa serata di inaugurazione, dunque ci prepariamo per tutti gli eventi di questa nuova e attesissima stagione. Teatro Alberti Via S.Maria 49, Desenzano del Garda, 25015 Brescia, Italy info@teatroalberti.it +39 0309141513

Next Events October 2012 Venerdì 19 BACCANO LIVE Sabato 20 ROSSELLA NAZIONALE Venerdì 26 MANUEL ELIS Sabato 27 ROMINA DEL LUCA Mercoledì 31 70

HALLOWEEN Burlesque+Sax


Event MO.DE. OF LIFE L’evento presentato domenica 16 settembre da LAGOSTORE Brescia e Magenta 43 presso la suggestiva galleria di Corso Magenta ha concluso alla grande l’edizione 2012 di B mode. L’evento che ha meritato la definizione di ‘CHIUSURA DA RECORD’, come titolava il redazionale di Brescia Oggi uscito all’indomani della bellissima serata, si è inserito nel programma del B-mode tra le tante manifestazioni attivate, proponendosi al contempo sia come evento privato che iniziativa di via, relativamente a Corso Magenta, avendo come sponsor dell’evento: MAGENTAHOMME in c.so Magenta 45 e Gioielleria MARPI in c.so Magenta n.14. Coerentemente con i contenuti di B mode MOda&DEsign 2012, presso le vetrine degli show - room, lungo la rinnovata, ed oggi bellissima galleria, di Corso Magenta (all’altezza di Liceo Arnaldo) sono andati in scena, nel vero senso del termine ... lo stile unconventional e ricercato di MAGENTAHOMME e le esclusive creazioni di Gioielleria MARPI allestite per l’appunto presso lo Store LAGO di LAGOSTORE Brescia e il centro cucine Ernestomeda di Magenta43. A fare dell’evento, un’appuntamento assolutamente unico ed originale, la partecipazione di un parterre di eccellenze diverse, che contribuendo ciascuna, relativamente al proprio ambito, hanno fatto di ‘ mo.de of life_Il tuo Stile in Magenta ‘ un vero successo. Ai tanti ospiti intervenuti, ‘Le Torte di Giada’ hanno dedicato golosissime sorprese,

72


mentre ‘ Protagonista Viaggi ‘ ha proposto rilassanti idee per un relax da sogno. Al contempo, il genio di Ivan Tagliani per MAURIZIO SERRETTI dava spettacolo con una performance dal vivo da ‘ Un Diavolo X Capello ‘, e le gentili signore intervenute si concedevano un sofisticato trucco ad ok ad opera di ‘Elegance de la Beautè’, per poi farsi ritrarre dagli scatti d’autore del,set fotografico di Eventi Brescia. Tutto questo mentre presso gli ambienti di Lagostore Brescia una compagnia di teatranti diretti da Teatro TANGRAM, come in una sorta di ‘Grande Fratello’, viveva gli spazi dell’abitare firmato LAGO in uno spaccato di vita domestica tra lotte di cuscini, partite a carte, letture, riposini ecc... con un pubblico incuriosito incollato alle vetrine, contemporaneamente di fronte, presso Magenta43 Pistacchio & Caffè - Progetto Colore decoravano dal vivo un fondale del negozio in una performance raffinata. A sfamare l’orda famelica, si parla di un migliaio di presenze : gli stuzzicanti appetizer di SUNSET Boulevard preparati con i prodotti d’alta tradizione e qualità di Forneria SALVETTI e la Paella da record cucinata dallo chef Antimo Verrone di ‘La Polveriera-Beach’, il tutto innaffiato da una selezione delle cantine Gatta, Malavasi e Villa Crespia. Ad enfatizzare questo spettacolo variegato e brillante un allestimento d’eccezione a cura di CALLAS Home&Flowers ed una selezione musicale ad opera dei dj Nelly, Vicentino e Cerquidj.

73


Event MANDOLINI AUTO

nuova Audi A3 Lasciatevi alle spalle quella che fino a oggi è stata la vostra idea di guida: la nuova Audi A3 trasforma il viaggio in un’esperienza completamente diversa. Design interno del tutto inedito, linee più sportive e più dinamiche, nuove motorizzazioni e interfacce tecnologiche intuitive all’avanguardia. Nasce un nuovo modo di guidare, un nuovo standard di categoria, una nuova Audi A3. A poche settimane dalla chiusura dei Giochi Olimpici, la competizione che per antonomasia più tende all’eccellenza, all’ “andare oltre”, il Terminal Audi Mandolini di Brescia presenta la nuova Audi A3, l’auto che si evolve, migliora e sposta tutto più avanti, alla continua ricerca della perfezione e della qualità. Fabio Tavelli, conduttore di Skysport, Cristina Chiuso e Andrea Zorzi, ex olimpionici azzurri e commentatori Sky per le Olimpiadi, rivivranno attraverso suggestive immagini e testimonianze dirette lo spirito competitivo, le emozioni, l’agonismo e la tensione verso il migliore dei risultati che hanno accompagnato non solo gli atleti di tutto il mondo ma anche la squadra Sky impegnata a Londra: un enorme impiego di risorse , superando il confine dell’interattività e della copertura dell’evento come mai in precedenza. Un modo diverso di raccontare l’evento, vivendolo attraverso

74


il racconto appassionato e le testimonianze di chi quelle gare le ha disputate. Fabio Tavelli ha vissuto in studio ogni momento dei Giochi di Londra, facendo il raccordo tra un campo di gara e l’altro. Un osservatorio privilegiato per un’esperienza che Fabio ci racconterà soprattutto nel “dietro le quinte”, ovvero in tutti quegli aspetti che il telespettatore non può vedere. Cristina Chiuso ha raccontato le gare di nuoto con la competenza e l’esperienza di chi i Giochi li ha frequentati da atleta (Sydney 2000, Atene 2004 e Pechino 2008). Andrea Zorzi è stato l’autentica rivelazione televisiva. Chi lo ricordava un fantastico atleta della Nazionale di volley allenata da Julio Velasco oggi scoprirà uno dei più raffinati e colti commentatori di qualsiasi disciplina sportiva. Mandolini Auto S.p.a. Via Triumplina, 49 25123 - Brescia Tel. 030 2019711 Fax 030 2010977

75


Event BUON COMPLEANNO ROLAND!!! Mercoledì 26 Settembre si è festeggiato il compleanno di Roland, piacevole serata all’insegna del divertimento. Dopo un simpatico aperitivo presso il Ristorante Bar “La Torre”, il gruppo di amici si è spostato nel noto locale “Art Club” di Desenzano per trascorrere la serata in allegria.

76


Event ent

77


À

VIT

NO

ABBONAMENTO A SOLI*

4al1me€ se

GRANDE NOVITA!

ABBONAMENTO

a soli

SPA & CENTRO € 0 4 BENESSERE al mese CERTI DELLA NOSTRA QUALITA’

PRIMA PROVI POI DECIDI! SUBITO IN OMAGGIO 3 INGRESSI FITNESS-PISCINA 3 INGRESSI SPA*

ORARI: DA LUNEDÌ A VENERDÌ DALLE 09,00 ALLE 22,30 SABATO DALLE 10,00 ALLE 17,30 DOMENICA DALLE 10,00 ALLE 12,30 VIA ARTIGIANALE, TRAV. 1 - MONTIRONE BS) TEL. 030.2170459 - info@clubsynergy.it

w w w. c l u b s y n e r g y. i t

valore dell’omaggio

60 €

*Vedi le condizioni presso la sede di Synergy - non devi avere usufruito del servizio dal 01/09/2011

Inoltre riceverete in omaggio 200,00 € in servizi presso i nostri centri: Estetica/Parrucchiere/Solarium*


Event ent “LA VITA BUONA” Grande successo per la serata evento dei Cristiano Riformisti in occasione della presentazione del libro del cardinal Angelo Scola “La vita buona”, scritto dal giornalista Aldo Cazzullo, un dialogo sulla chiesa, la fede e l’amore. L’evento organizzato in uno dei più suggestivi angoli della Franciacorta è stato voluto dal vicecoordinatore per la Lombardia Valerio Pagnoni e con l’ avallo dell’On. Antonio Mazzocchi, presidente nazionale dei CR e Questore della Camera dei Deputati. La serata aperta da Valerio Pagnoni e continuata dalla presentazione del Mon. Vittorio Formenti Officiale della Segreteria di Stato presso la Città del Vaticano, e dall’ On. Antonio Mazzocchi è stata conclusa dalla straordinaria partecipazione dell’ On. Mariastella Gelmini Già Ministro dell’Istruzione e Università, il Dr. Alberto Cavalli Sottosegretario del Presidente all’Università e Ricerca Regione Lombardia e la Dott.ssa Margherita Peroni Assessore al Commercio Regione Lombardia. .

COORDINAMENTO BRESCIA Cristiano Riformisti

PROVINCIALE

Via Umberto I, 25030 Adro (Brescia) Tel. 331.4950178 E-mail: pdl.riformisti@gmail.com

79


Event MODELLA PER UNA SERA Grande successo per EventiBrescia.com che Giovedì 27 settembre presso il Bar Disco Secondo Livello (Ghedi) ha presentato il primo set Fotografico Mobile Girovagante dove BresciaUp ha partecipato come giuria e ha eletto le prime due ragazze che passano il turno ( Giulia Pipa e Sara Cavaliere) per la serata finale (fine giugno) dove verrà eletta Miss Eventi Brescia. L’obiettivo del Tour è di cercare la vera bellezza Bresciana, colei che frequenta i Locali e i bar comuni, simpatica, solare, con le forme giuste quindi non eccessivamente magra (come siamo abituati a vedere sulle riviste di moda). Altra mission: toccare i paesi più importanti della provincia di Brescia. L’evento ha suscitato molto interesse nelle zone limitrofi di Ghedi tantoché, dopo l’evento, sono arrivate tantissime richieste di partecipazione al set fotografico tramite Facebook e il portale. Si può essere aggiornati sulle prossime tappe e vedere le foto sempre collegandosi a Facebook (Eventi di Successo) o tramite il portale: www.eventibrescia.com. Non si tratta del solito concorso di bellezza ma di un modo per dare la possibilità a tutte le ragazze dai 16 ai 35 anni di farsi fotografare e passare una bella serata su una limousine o un’auto di lusso concessa gentilmente dagli sponsors! Per ogni tappa verranno scelte due ragazze che parteciperanno alla sfilata finale, mentre quelle non selezionate potranno ripresentarsi comunque nelle tappe successive per tentare

80


il ripescaggio per la finalissima. Per la Miss Eventi Brescia è previsto un buono spesa del valore di 500₏ da utilizzare nei negozi convenzionati, un book fotografico professionale ed un sito web ufficiale della ragazza! Cosa stai aspettando...è la tua occasione!! Vai su Facebook e vieni a farti fotografare anche tu! Buon divertimento! Staff Eventi Brescia.com www.eventibrescia.com info@eventibrescia.com

81


Event INAUGURAZIONE

SCALVINI PARQUET Giovedì 4 ottobre SCALVINI PARQUET ha inaugurato il suo nuovo showroon in Spalto San Marco, 9 a Brescia. Simone Scalvini assieme al fratello Matteo, da anni sono professionisti qualificati nel settore del legno e rivenditori autorizzati MAFI. La parola d’ordine della serata è stata BIO, per presentare i prodotti unici dell’azienda MAFI che fa del trattamento naturale del legno la sua mission. La prima azienda nel settore ad optare senza compromessi per pavimenti oliati naturalmente esenti da vernici, solo oli biologici al 100%, essicati naturalmente per mezzo dell’ossigeno, privi di amianto, zinco o sostanze tossiche. Un vero e proprio giardino impreziosito da elementi luminosi colorati e listoni in legno incorniciati esposti su cavalletti da pittore, come se fossero delle vere e prorie opere d’arte, hanno fatto da location per accogliere gli ospiti della serata, arricchita da un catering rigorosamente BIO curato dallo chef Paolo Bresciani e coompagnato dalle bollicine della Famiglia Olivini. Il tutto condido da originalissimi gadget, pezzi di legno profumati della collezione “Domino” avvolti in tessuto di organza. La natura è il miglior designer che esista. SCALVINI PARQUET ringrazia in modo particolare gli sponsor che li ha supportati in questa magica serata, MAFI, l’azienda agricola FAMIGLIA OLIVINI, GREEN VISION tappeti erbosi, INTEGRARENT allestimenti, BONINI frutta e verdura e DE MASI autonoleggi.

82


83


a cura di: Caterina Musciarelli

GRAND OPENING Eleganza, champagne, Vip!

I

l rilancio del Mazoom, con la grande festa di riapertura firmata Sesto Senso. Puccio Gallo, invitato al MAZOOM lo scorso 6 di ottobre per l’evento denominato “C’era una volta il Sesto”, ha trasformato una notte di festa in un evento straordinario. Con il coinvolgimento di collaboratori, amici e clienti che negli anni hanno reso grande il locale è stato possibile rivivere l’atmosfera delle notti che hanno caratterizzato il Sesto Senso club: animazione, musica e spettacoli emozionanti, coinvolgenti e raffinati. Quale discoteca , se non il Sesto Senso di Desenzano del Garda (Brescia), può vantarsi di aver fatto sul serio la storia delle discoteche in Italia? I motivi che hanno reso celebre questo locale condotto per oltre 30 anni da Puccio Gallo, sono da ricercarsi nella qualità dell’offerta e nella capacità di creare e dirigere feste ed eventi di fama internazionale con invidiabile successo e professionalità. Nel corso di questi decenni il Sesto Senso di Desenzano del Garda si è confermato come il club più amato da un pubblico raffinato ed elegante. Personaggi del mondo dello spettacolo, dell’ imprenditoria e della politica hanno da sempre eletto il Sesto Senso come la discoteca di riferimento per coloro che dalla notte si aspettano sempre il massimo. Il presente di Puccio Gallo, talent scout e consulente di una nota agenzia di spettacolo Treesse è fatto di eventi/ spettacolo che continuano a stupire con tante novità, sempre 84

all’ avanguardia del nuovo modo di intendere il divertimento serale e notturno, spaziando anche nell’intrattenimento aziendale. L’agenzia Treesse organizza e supporta feste aziendali, eventi a tema, spettacoli in location prestigiose. Tutti ricordano il Sesto Senso di Desenzano del Garda, la discoteca che ha fatto storia nel mondo della notte, caratterizzato da un’ atmosfera unica, dinamica, frizzante ed entusiasmante. Il pubblico che ha frequentato il club “in” di Desenzano del Garda è stato a contatto con le celebrità del mondo dello spettacolo, della televisione, della moda e dello sport che hanno eletto la discoteca Sesto Senso come il “loro” locale ideale. Infatti negli anni hanno frequentano abitualmente la discoteca Sesto Senso sul Lago di Garda showgirls, sportivi di fama nazionale ed internazionale, personaggi della televisione italiana ed un infinito numero di facoltosi imprenditori. “Gestire la notte non è una cosa semplice” precisa Puccio Gallo che da sempre sottolinea l’importanza della professionalità intesa come serietà, organizzazione e pianificazione delle scelte e delle strategie migliori. Live Music con “RMLB Renato Micaglio Live Band” in consolle dj Mark Livella e dj Alex Farolfi da Radio Deejay


85


Event ROTARY PER L’EMILIA

86

Questo è quello che i Nostri equipaggi ci hanno detto e scritto a chiusura dell’Evento Rotary per l’Emilia, DOMENICA 30 SETTEMBRE in Piazza Roma a Modena. Rotary per l’Emilia non è stata solo una manifestazione sportiva, ma un momento dove tutti hanno dato il loro apporto per contribuire al nostro fine. Una manifestazione benefica a sostegno delle popolazioni terremotate ed in particolare al Comune di Finale Emilia , organizzata in collaborazione con TagHauer, Mandolini Auto, DimmidiSì, Gare D’Epoca.com, Semantica e Studio Immagine e con il sostegno di Colpani Motori e Luzzago Auto Storiche, che hanno messo a disposizione le autovetture storiche per quanti non disponevano della propria per quest’occasione. La prima Edizione di ROTARY PER L’EMILIA è stata la dimostrazione perfetta che “L’Unione fa la forza”: 70 equipaggi che hanno espresso la loro solidarietà e il loro impegno per aiutare il prossimo, quel prossimo che tocca ognuno di Noi. L’iniziativa ha suscitato inizialmente qualche perplessità: dare corso a una kermesse automobilistica all’interno di un territorio duramente provato dalle recenti calamità poteva apparire ad alcuni come un’inammissibile provocazione nei riguardi di quanti in questo territorio si trovano ad affrontare problemi di quotidiana sofferenza e, spesso, di drammatica contingenza. Abbiamo preferiamo, tuttavia, assumere questo rischio, reputandolo, comunque, cosa migliore di parole vane e di un’inerte commiserazione. La nostra presenza ha voluto essere un segno di forte vicinanza, ma soprattutto, un pegno di speranza: una terra che ha saputo produrre personaggi e realtà indimenticabili nell’ambito dell’automobilismo


meritava, oltre al resto, un tributo di certezza: la presenza di automobili sottratte al degrado e all’usura del tempo, valga ad identificare una sicura rinascita ed una volontà di recupero destinati a restaurare, sulle macerie dell’indifferenza, anche tracce di fratellanza e di tangibile operosità. Davanti a 150 presenti, tra equipaggi ed organizzazione, il Presidente del Rotary Club Museo Mille Miglia, Ennio Barozzi, ha consegnato nelle mani del Sindaco di Modena e di Finale Emilia un assegno, che oltre ad essere un sostegno economico è anche una mano tesa di speranza ed appoggio; un gesto a dimostrazione della Nostra reale presenza, perché, come lo stesso Presidente Barozzi ha sottolineato, “ Noi NON VI ABBIAMO ABBANDONATO” Grazie anche al nostro piccolo contributo adesso i bambini e ragazzi di Finale Emilia potranno tornare a studiare su dei banchi di scuola, in una struttura agibile e attrezzata. Il comitato organizzatore ringrazia le forze dell’Ordine che hanno scortato la carovana delle autovetture da Brescia a Modena, le moto attrezzate della Croce Bianca di Brescia, i Comuni che hanno autorizzato al transito, gli Sponsor senza i quali la logistica sarebbe stata, anche finanziaramente, molto più complessa e per ultimi ma non per questo di minor importanza: i Nostri equipaggi. Grazie perchè avete creduto nella nostra causa e manifestazione, grazie perchè senza la Vostra presenza nulla sarebbe stato possibile, grazie perchè il nostro “motto” - LA FELICITA’ ARRIVA QUANDO MENO TE LO ASPETTI - è diventato qualcosa di reale. Con un percorso immerso nel verde che è partito dal Museo Mille Miglia passando da Lonato, Valeggio sul Mincio, Roverbella, Castelbelforte, Castel D’Ario (dove abbiamo fatto il primo “Pit Stop” con coffe break), Nogara, Ostiglia, Revere, Villa Poma, Poggio Rusco, Mirandola, Sorbara, Bastiglia, Modena Museo Enzo Ferrari dove un lunch ha unito gli equipaggi tra risate e amicizia, per arrivare in Piazza Roma a Modena dove la banda cittadina ci ha accolto con l’Inno d’Italia, speriamo di avervi fatto divertire… Uniti nella causa e nell’amicizia, un grazie infinito. Il Comitato Organizzatore ROTARY CLUB MUSEO MILLE MIGLIA

87


Event FARE SOLDI E...

Event “TRAVOLTI DA UN SOLIDO DESTINO”

88


e ion o z a t us me

Deg e Ronto o t i Inv lietta o Sco Giu Buon 10%

o t a l o c c cio amare per

La cioccolateria Lavazzoler ha dedicato completamente il suo cuore a Giulietta e Romeo.

Da questo innamoramento è nata una particolare linea di praline dai gusti esclusivi; dai classici del caffè, gianduia e nocciola, a quelli più insoliti, creativi, trasgressivi e curiosi… …così come imprevedibile e inaspettato è l’amore. La forma? …ovviamente il cuore!

Le Praline Innamorati | Giulietta | Romeo Amaretto | Wafer | Caffè | Caramello Rum Pampero | Baileys | Pistacchio | Liquirizia | Tabacco e vaniglia | Noce | Extra fondente | Bergamotto Gelsomino | Orchidea | Banana e cannella Lampone | Maracuja | Limone e miele Frutti di bosco | Fondente e peperoncino Fondente e menta I Tartufi Caffè | Cocco | Gianduia | Fondente Grappa e pera | Croccante e fondente Pistacchio | Rosa canina | Amarena I Bassinati: piccole perle di puro cioccolato che racchiudono chicchi di caffè, mandorle, nocciole e pistacchi di Bronte. Tavolette, Nocciolati, Rocher, Snack salati, Creme, Biscotti e Gelatine di frutta.

lavazzoler la selezione

Verona|Aeroporto Valerio Catullo|Terminal arrivi Tel. +39 3358321851

lavazzoler la selezione

Lavazzoler Chocolat Selezione Vicolo Crocioni, 4A (angolo Via Cappello) 37121 Verona Tel. 045 8005478

Piccolo ma fornitissimo negozio a due passi dalla Casa di Giulietta. Un seducente assortimento di cioccolato della migliore produzione artigianale italiana, sfuso e in confezioni regalo personalizzate. Oggettistica e bomboniere. Linea Giulietta e Romeo Selezione Lavazzoler.


COSTOLETTE DI AGNELLO alla mentuccia fritta e giardinetto di verdure

Ingredienti Per 6 persone: -

contare tre costolette a testa un mazzetto di mentuccia 2 cucchiai di pepe rosa liofilizzato un bicchiere di vino bianco un bicchiere di sugo d’arrosto

Preparazione Scottare le costolette in olio e burro in modo da ottenerne una cottura “rosa”. Gettare il grasso di cottura. Bagnare con il vino bianco, aggiungere il sugo d’arrosto, la mentuccia fritta e il pepe. Far rapprendere un poco la salsa. Mettere sul piatto le costolette e napparle con la loro salsa.

Chef Ezio Colombo

Ristorante La Sosta Via S. Martino della Battaglia, 20 - Brescia www.lasosta.it


a cura di: Mariateresa Bertazzoli Consulente pedagogista e formatrice

GIOVANI E AUTONOMIA

S

i parla sempre più spesso, e lo fanno anche famosi psichiatri, sociologi e psicologi, di una scarsa autonomia dei giovani d’oggi. Non sono del tutto d’accordo ! Certo… se per autonomia si intende unicamente il fatto di andare a studiare in città diverse da quelle di residenza, oppure di andare a lavorare all’estero, o ancora il fatto di andare a vivere da soli, beh, statisticamente, forse, ma non ne sono sicura, questo avviene sempre meno, ma è necessario analizzarne le ragioni. Motivazioni economiche, di opportunità di lavoro, sociali in genere, possono portare, anche legittimamente, a restare vicino ai genitori, ma non è questo il punto. Tanti giovani sono obbligati ad andare a lavorare all’estero per potersi realizzare, qui non riuscirebbero a farlo; non mi sento di dire, però, che non sono autonomi quelli che decidono di restare qui; non è sempre e solo per convenienza che fanno questa scelta. Potrebbero, ad esempio, semplicemente, non desiderare questo tipo di vita ! Trovo assurdo, invece, che tanti giovani siano quasi “obbligati” ad andare all’estero per affermarsi, specie in alcuni settori, scarseggiando, di fatto, in Italia, le possibilità di farlo. La famiglia è una base importantissima e l’unità familiare va assolutamente salvaguardata. Del resto, siamo realisti, molte famiglie non possono permettersi di mantenere i loro figli in altre città d’Italia, all’università o magari addirittura all’estero, pur essendo disposte, le stesse, ad affrontare un sacrificio per i figli! Non mi sento di dire che “questi” figli non siano autonomi! Quindi, è il concetto di autonomia come viene presentato dai più che non mi convince! Nelle mie consulenze, incontro molte persone, soprattutto nei loro “habitat” familiari, lavorativi e sociali. Vedo diversi giovani ed adolescenti che contribuiscono, eccome, all’andamento familiare. Non è forse “autonoma” quella ragazzina di quindici anni che vive con sorellina e mamma separata, e che la mattina, visto che la madre esce alle 6 per andare al lavoro, sveglia la sorella minore, la fa lavare, le prepara la colazione e l’accompagna a scuola prima di andarci lei ? Non è forse “ autonomo” quel ragazzo che, dato che i genitori escono alle 7 di mattina, sveglia la nonna, la prepara per la giornata ed aspetta la badante che arriva giusto un quarto d’ora prima delle 8, in modo che lui possa andare al liceo di cui frequenta l’ultimo anno ? Basta con queste retoriche “mediatiche” di personaggi, troppo lontani dalla realtà della vita quotidiana, che dipingono i giovani e gli adolescenti, come bamboccioni incapaci!! Esiste anche un’altra realtà, molto positiva e propositiva e chi , veramente, opera “in strada” la incontra tutti i santi giorni! Tel. 338 9239411 terrybertazzoli2005@libero.it www.mariateresabertazzoli.it 92

a cura di: Il Direttore generale di Confesercenti Alessio Merigo

PAOLO CREPET INCONTRA LE IMPRESE: difendersi dalla crisi

C

ol Convegno “PAOLO CREPET INCONTRA LE IMPRESE: DIFENDERSI DALLA CRISI”, Confesercenti Brescia vuole proporre un innovativo momento di riflessione sui temi della crisi e dei suoi effetti sulle Pmi. L’attuale momento storico mette alla prova le persone. I giovani, in primo luogo, appaiono spaesati, ma anche molti imprenditori si sentono spinti verso un’idea di insuccesso e di sconfitta. Il modello familiare, che ha dato corpo a milioni di piccole imprese (di cui una fetta significativa nella provincia bresciana), reso forte il Paese e garantito il sostegno sociale, è ora in affanno, mentre l’offerta formativa scolastica e universitaria sembra inadeguata. Si respira un clima di disagio e di impotenza, che certo non aiuta ad affrontare con determinazione i cambiamenti in atto. Per parlarne sarà ospite Mercoledì 12 Settembre, alle 20.30, presso l’Auditorium della Camera di Commercio di Brescia, il prof. PAOLO CREPET, noto psichiatra, psicoterapeuta e scrittore, che fornirà il suo contributo nella ricerca di risposte adeguate alle domande che quotidianamente gli imprenditori, i giovani, le famiglie si pongono rispetto alla loro condizione e al futuro. Nell’occasione, affronterà gli aspetti psicologici ed esistenziali che accompagnano la perdita di certezze ed il disorientamento conseguenti al difficile clima del periodo. CONFEDERAZIONE ITALIANA ESERCENTI ATTIVITA’ COMMERCIALI TURISTICHE E DEI SERVIZI Brescia Via E. Salgari, 2/6 Tel. 030/2421697 Fax 030/226185 info@comservizi.it

PaoloCrepet cont in ra le imp rese: Difendersi dalla crisi Me rcoledì 12 settemb re -reo 20.30 Salone Conferenze Camera di Comme rcio Via Einaudi, rescia 23 - B RSVP

Con il contributo di:


Corso Garibaldi, 20 Brescia


MODELLA PER UN GIORNO

Laura Rosati 22 anni, assistente dentale di professione. Ha partecipato a vari concorsi locali e a selezioni di Miss Italia nonchè alle finali di Miss Padania. Da questo mese e per tutta la stagione la potremmo vedere nel programma “Cento Campi” trasmesso su Telebrescia. Adora la moda, la fotografia e la tv e spera di continuare così migliorando sempre di più.


ottobre 2012 ARIETE Amore: La rinascita vi attende. Dopo mesi instabili, Marte vi regala la grinta necessaria per sanare situazioni di cuore irrisolte. I single, beneficeranno di una brillante Venere per vivere la mondanità con leggerezza. Lavoro: Buona la situazione professionale. Una svolta inattesa dal 22: una comunicazione importante.

TORO Amore: Inizia l’opposizione di Saturno che vi porterà a rivalutare il vostro rapporto di coppia e le

amicizie. È un’ottima opportunità per ritrovare se stessi e decidere di raggiungere nuovi obiettivi personali. Per i single, Venere in Vergine accende il cuore desideroso d’amore. Lavoro: Un momento di scoramento, riflessione e autoanalisi sulle vostre reali aspettative professionali. Rivalutazione dell’attuale posto di lavoro, colleghi, datori di lavoro.

GEMELLI Amore: Un mese importante sul piano affettivo. Giove è garanzia di trasparenza e liceità. Marte, dal canto suo, vi porrà di fronte ad una scelta. È previsto un avvenimento importante, che condurrà la coppia a un nuovo equilibrio; Possibili allontanamenti e chiusure. Lavoro: Venere invita alla prudenza, ma spinge, con Marte dissonante, alle incomprensioni. Siate accorti nel giudicare colleghi, amici, datori di lavoro. Evitate polemiche sterili, almeno sino al 26. CANCRO Amore: Si apre un nuovo scenario nei rapporti a due. Saturno appoggerà le vostre incontrovertibili decisioni. E là, dove il rapporto di coppia non funziona, non sarete più disposti a pazienza e tolleranza. Le stelle segnalano molti allontanamenti dalla fine del mese. Lavoro: Aria di tensione e nervosismo. Sappiate valutare con chiarezza nuovi progetti che vi verranno proposti dalla metà del mese.

LEONE Amore: Un cielo del mese “sofisticato” con Mercurio in Scorpione che quadra il vostro Sole e porta preoccupazione per la famiglia. Forse un parente, un amico avrà bisogno delle vostre attenzioni. Dal canto suo, Marte vi rende forti e propositivi: desiderosi di vivere con il partner un nuovo inizio. Lavoro: Aria di tensione. Le condizioni di un contratto, un progetto non vi soddisferanno appieno. Attendete la fine del mese per una grossa firma, e l’ottenimento di quella somma di denaro attesa. VERGINE Amore: Venere nel segno vi dona fascino ed eleganza. Tuttavia, il vostro umore risulterà alta-

lenante per colpa di un dispotico Marte che mal si sposa con il vostro segno di terra. Per i single, è un ottimo mese per vivere all’insegna del divertimento e dell’erotismo. Lavoro: Una telefonata, una comunicazione creerà del malcontento. Buoni gli affari dalla metà di ottobre; Ottimi i rapporti con i colleghi sino al 26.

BILANCIA Amore: Il sole brilla nel vostro cielo. Saturno esce dalla vostra costellazione: un nuovo inizio è atteso. Per la coppia, ottobre regala il raggiungimento di obiettivi: dal mutuo bancario per una compravendita immobiliare, a un viaggio, coronamento di un sogno d’amore. Lavoro: Giove, Saturno e Venere vi baceranno garantendo un colpo di fortuna. Notizie serene per chi è in cerca di un posto di lavoro. SCORPIONE Amore: Saturno entra nel segno e si manifesta attraverso un desiderio di solitudine. Vi

sentirete incompresi e indecisi, anche a causa di Mercurio che appesantirà di molto le vostre conversazioni. Il vostro codice interiore sta assumendo un nuovo spessore e la coppia sarà la prima a risentirne. Lavoro: Ottime possibilità per iniziare una collaborazione professionale valida, che vi condurrà in poco tempo ad assumere ruoli di prestigio. Valutate con incisività i pro e i contro.

SAGITTARIO Amore: Marte nel segno energizza e vi conduce a esplorare nuovi sentieri di vita. Ottimo

mese per trasferimenti, viaggi. Riscoprirete la gioia di vivere e rinascerà in voi il desiderio di avventura. Per i single, è previsto un incontro importante. Per le coppie, sono in arrivo scelte che cambieranno in meglio la vita. Lavoro: Chiamate e contratti a progetto vi regaleranno quella leggera agiatezza economica in più, per far fronte alle spese ordinarie.

by JOSEPH JOSSE Astrologo, specializzato nella lettura dei transiti (tecnica per la previsione di avvenimenti futuri attraverso il moto dei pianeti). Per info ed eventi: jossep.84@gmail.Com

CAPRICORNO Amore: Un mese sereno. Buona l’intesa con il partner sino al 26. Per le coppie, sono garantiti week-end di relax e momenti di intensa intimità. I single, beneficeranno di una Venere in vergine e non si lasceranno scappare i molti incontri previsti dal 12. Lavoro: Non lasciatevi abbattere da colleghi non sempre dalla vostra parte. La fine del mese, vi regala una nuova chance per farvi notare e lodare dal vostro datore di lavoro. ACQUARIO Amore: Attendetevi un giro di boa, veloce e rivoluzionario. Ottobre vi regala un nuovo inizio e l’appagamento dei sensi attraverso incontri mondani mozzafiato. La coppia, vivrà un periodo di stress e insoddisfazione. Non è certo un buon momento per organizzare viaggi di coppia. Lavoro: Farete piazza pulita di contatti, collaboratori che non hanno agevolato la vostra riuscita. PESCI Amore: Inizia una fase raggiante. Saturno illumina il vostro cuore e vi aiuta a trovare un amore

speciale. Abbattete le barriere della diffidenza e gettatevi a capofitto. La coppia è pronta per una nuova svolta: forse una compravendita, un bambino, un prestito. Lavoro: Riconoscimenti, premi, aumenti di salari. Un cambiamento professionale assolutamente nuovo e positivo è all’orizzonte e vi condurrà velocemente a raggiungere nuovi ruoli più consoni alle vostre aspettative.


SITODIROSSA.IT

La Polveriera GARANZIA DI QUALITÀ

ww

w.lavieenblu.it

Rare e pregiate crudité, da selezionatissimi allevamenti della zona di Marennes-Oléron che producono in esclusiva per noi, secondo standard qualitativi esigenti e costantemente sotto controllo. Basta il tempo di pensare che ne avreste voglia, per un aperitivo diverso dal solito, per un’occasione inaspettata o per un semplice intermezzo di assoluto piacere, da soli o in compagnia. Vi consegniamo tutto a casa o dove volete, ostriche freschissime che apriremo al momento per voi.

La Vie en Blù Via Castellini 14, Brescia T 030 3752271

www.lavieenblu.it


sta arrivando...

il pi첫 grande, il pi첫 esteso, il pi첫 futuristico circuito di monitor pubblicitari di Brescia e provincia

created by:

SSLUTI

NS

Ottobre 2012  

Brescia UP Ottobre2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you