Issuu on Google+

N O I C OMUNI TOSCANI


©2011 Anci Toscana Viale Giovine Italia,17 50122 Firenze www.ancitoscana.it

Ideazione, grafica e impaginazione a cura di Comunica srl Viale Giovine Italia, 17 50122 Firenze www.comunica-online.com I dati sulla popolazione sono riferiti all’anno 2009; quelli relativi alle entrate e alle spese dei comuni sono riferiti all’anno 2008; quelli sul personale all’anno 2009. I dati che riguardano gli amministratori sono aggiornati alle elezioni amministrative del 2011. Sempre al 2011 sono riferiti i dati sulle forme associative.


D

a Vergemoli a Firenze, da Marciana Marina a Grosseto, da Radicondoli e poi di nuovo a Firenze: non è solo un itinerario di viaggio, ma è anche oggi il sistema dei Comuni toscani. A partire da alcune precise coordinate: il Comune col numero più basso e quello con il numero più alto di abitanti, il municipio con l’estensione territoriale inferiore e quello con la maggiore, quello con la minore e maggiore densità media. Il lavoro che presentiamo in queste pagine si propone di tracciare una mappa sintetica del sistema delle autonomie nella nostra regione, “prendendo le misure” e mettendo a confronto con il dato nazionale una rete sotto i 1000 abitanti, ben 65 tra i 5mila e i 10mila e solo 3 oltre i 100mila. Un sistema che Anci Toscana, come prevede la propria mission, è chiamata a rappresentare – sono 280 i Comuni soci dell’Associazione, e oltre il 99% della popolazione toscana risiede nei comuni soci – da un lato esercitando un compito di rappresentanza politico-istituzionale dei Comuni e delle Comunità locali a livello regionale e centrale, dall’altro dando corso ad attività a

processi di innovazione. Ruolo la struttura politica e operativa dell’Associazione, per cui si contano 530 amministratori coinvolti negli organi di governo dell’Associazione, 20 persone. Ma non si tratta qui solo di scrivere la “carta d’identità” dei 287 Comuni toscani: si vuole anche andare a interrogare i numeri per capire più a fondo le tendenze che pervadono il sistema e i mutamenti che lo aspettano dietro l’angolo e che già si intravedono. Il quadro che emerge da questa istantanea, ad esempio, non è certo quello di una Toscana “in rosa”: i sindaci uomini sono 253 a fronte di 34 donne, e queste ultime amministrano una popolazione di soli 360mila abitanti (meno del 10%) a fronte di oltre 3milioni e 300 mila amministrati dai colleghi uomini (oltre il 90%). Una situazione che non migliora se si guarda a vicesindaci, assessori e consiglieri comunali. Custodi, conduttori di scuolabus, agenti di polizia municipale, educatori di asilo nido, istruttori amministrativi, architetti, ingegneri, psicologi, assistenti sociali: il lavoro fotografa anche l’”esercito” dei dipendenti comunali.

senza raggiungerla, quota 30mila: la maggior parte di essi si colloca nelle categorie più basse (B e C), mentre i dirigenti si fermano all’1,7%. Non possono mancare, poi, alle porte dell’entrata a regime del federalismo municipale, tutti i dati relativi alle voci di entrata e di spesa degli enti. Quello che Anci presenta è insomma un vero e proprio “biglietto da visita” del sistema dei Comuni toscani, ma consente anche di delineare un primo scenario delle caratteristiche che il sistema delle autonomie potrebbe assumere in un futuro non così lontano. Il riferimento è alla proposta di legge regionale di riordino istituzionale e al meccanismo che porterà i piccoli comuni alla gestione associata di funzioni. Le Unioni di Comuni sono attualmente 8, 6 delle quali frutto del superamento di Comunità montane e 2 costituite “ex novo”, oltre a 600 convenzioni. Ma sulla carta ci sono già una serie di progetti - ancora tutti in divenire - di convenzioni, nuove unioni e fusioni: è a partire da qui che i Comuni si avviano a tracciare le nuove coordinate della futura mappa della Toscana delle autonomie.


Fino a

1.000 abitanti

18 6,3% da

1.001 a 2.000 ab

43 15,0% da

2.001 a 3.000 ab

26 9,1% da

3.001 a 5.000 ab

48 16,7% da

5.001 a 10.000 ab

65 22,6% da

10.001 a 20.000 ab

49 17,1% da

20.001 a 40.000 ab

20 7,0% da

40.001 a 60.000 ab

7 2,4% da

60.001 a 100.000 ab

8 2,8% oltre

100.000 ab

3 1,0%

135 47,1% 97 33,7% 55 19,2% Inferiori a 5.000 ab

Da 5000 a 15.000 ab

Superiori a 15.000 ab


Distribuzione territoriale per classe demografica

con meno di

5.000 ab

da

5.001 a 15.000 ab

da

15.001 a 100.000 ab

oltre

100.000 ab

Comuni per provincia Firenze ...................... 44 Pisa .......................... 39 Arezzo ..................... 39 Siena ........................ 36 Lucca ........................ 35 Grosseto ................... 28 Pistoia ...................... 22 Livorno ..................... 20 Massa Carrara ............ 17 Prato .......................... 7

Le forme associative

13 Comunità montane 8 Unioni di comuni 1 Circondario 657 Gestioni associate È la fotografia delle forme associative dei comuni toscani al settembre 2011. Un ritratto destinato rapidamente a cambiare, in conseguenza della prevista soppressione delle Comunità montane e della loro auspicata trasformazione in Unioni di comuni; mentre vengono avanzate ipotesi di fusione di comuni, di ridefinizione di ambiti territoriali, di estensione delle gestioni associate.

9

8 10

4 12

11 19 16 5

13

14 21 20 21 1 18 7

17

15 3 Comunità montane Unioni di comuni Circondario

2 6


Grandi e piccoli

Numero abitanti

I 5 più piccoli

336 403 493 505 583

Firenze Prato Livorno Arezzo Pistoia

Dimensione media dei comuni - ab.

7.492

Estensione del territorio kmq

Vergemoli LU Capraia Isola LI Giuncugnano LU Fabbriche di Vallico LU Sassetta LI

I 5 più grandi

Marciana Marina LI Poggio a Caiano PO Chiesina Uzzanese PT Uzzano PT Forte dei Marmi LU

5,7 6,0 7,2 7,8 9,0

Densità territoriale ab/kmq

Estensione media dei comuni - Kmq

Radicondoli SI 7,3 Monteverdi Marittimo PI 7,8 Roccalbegna GR 9,2 Badia Tedalda AR 9,6 Radicofani SI 9,9

Densità media dei comuni - ab/Kmq

Grosseto Arezzo Manciano GR Cortona AR Roccastrada GR

40,2

Firenze Viareggio LU Prato Poggio a Caiano PO Livorno

194,1

368.901 186.798 160.742 99.503 90.147

12.997

474,5 386,3 372,0 342,3 284,4

80,1

3.602,2 2.013,6 1.914,1 1.640,9 1.541,2

162,2


17,1

1,3 3,8

oltre 60mila

da 20 a

60mila

da 10 a

20mila

da 5 a

10mila

da 2 a

5mila

5,1

8,7

9,4

14,7

21,3

Sopra 3 comu100mila ab 716.44 ni 1,0% 1 ab. 1 9,2%

comun

16,0 18,6

i

ti

30,7

da 40 7 comua 60mila ab 332.41 ni 2,4% 4 ab. 8 ,9%

36,5

% abitanti nei comuni per classe demografica in Italia e in Toscana

abitan

da 60 8 comua 80mila ab 634.07 ni 2,8% 0 ab. 1 7,2%

22,4 22,9

14,0 13,2

11,5

6,8

5,6

2,0

fino a 2mila ab

Distribuzione della popolazione nei comuni per classe demografica in Toscana

22,6

26,7 25,8

43,5

% di comuni per classe demografica in Italia e in Toscana

da 20 20 coma 40mila ab 521.73 uni 7,0% 7 ab. 1 4,0%

fino a 87 com 3mila ab 141.02 uni 30,3% 4 ab. 3 ,8%

da 3 48 coma 5mila ab 189.49 uni 16,7% 0 ab. 5 ,1%

da 10 49 coma 20mila ab 695.43 uni 17,1% 7 ab. 1 8,6%

da 5 a 65 com 10mila ab 490.51 uni 22,6% 7 ab. 13 ,2%

a

Comuni inferiori

5.000 abitanti

70,2%

47,1%


88,2%

I sindaci

253 34 8.050 (80,9%)

11,8%

879 (10,9%)

Le donne sindaco in Toscana per dimensione dei comuni

da 2.001 a 5.000 da 5.001 a 10.000

2 11 8

da 10.001 a 20.000

9

da 20.001 a 50.000

4

oltre 50.000 abitanti

0

Le donne sindaco amministrano

360.098 ab 9,65%

Gli uomini sindaco amministrano

3.370.032 ab 90,35%

Gli amministratori

Fino a 2.000 abitanti


I vice sindaci e gli assessori

822

283

74,4%

25,6%

80,9%

19,1%

I consiglieri comunali

2.256 77,3%

663 22,7%

80,9%

19,1%


ENTRATE CORRENTI Tributarie

1.273

Extra tributarie

1.031

Trasferimenti

1.175

1.159 ENTRATE DA PRESTITI

434 ENTRATE IN CONTO TERZI

484 Valori in milioni di euro

Milioni di euro

ENTRATE IN CONTO CAPITALE

Le entrate

3.479


723

Ici

17

Tosap

228

Tarsu

46

Addizionale energ elettrica

198

Addizionale Irpef

15

Speciali

46

Altri

56,8%

17,9%

15,6% 3,6% 3,6% 1,3% 1,2%

Stato Regione Conto terzi 8,7%

Tributarie 22,9%

Prestiti 7,8%

Conto capitale 20,9%

Trasf. Regione 2,8%

Extra tributarie 18,6% Trasf. Stato 17,2%

36,6%

66,2%


Valori in milioni di euro

Spesa corrente

Conto capitale

La spesa

Rimborso di prestiti

Servizi in conto terzi

Milioni di euro


434

0,8% 1,1% 4,7%

26,6%

20

188

157 383

292

496

538

Spesa corrente 16,3%

0,1% 0,4% 7,7%

3,3%

2,4% 0,3%

21,6%

31,0%

1.070

5,7%

Amministrazione generale

Giustizia

Polizia locale

62

24

46

28

0,8% 1,4%

2

5

Istruzione

Cultura

46

108

Sport

Turismo

34

4

ViabilitĂ  e trasporti

Territorio e ambiente

Sociale

Sviluppo economico

Servizi produttivi

15,0%

372

303

11

15

66

Spesa conto capitale

32,4% 0,6%

11,6%

4,8%

1,9% 0,7%

8,8%


A

Appartengono alla categoria, ad esempio, i seguenti profili: custode, bidello.

384

B 10.189

Lavoratore addetto alla cucina, addetto all’archivio, operatori CED, conduttore di scuolabus, operaio professionale, operatore socio assistenziale.

C 10.465

Esperto di attività socioculturali, agente di polizia municipale, educatore asili nido, geometra, ragioniere, maestra di scuola materna, istruttore amministrativo.

D 8.195

Farmacista, psicologo, ingegnere, architetto, geologo, avvocato, specialista di servizi scolastici, specialista in attività socio assistenziali, culturali e dell’area della vigilanza, giornalista pubblicista, specialista in attività amministrative e contabili, assistente sociale.

Dirigenti

Totale dei dipendenti dei comuni toscani nel 2009

492

29.795 Il personale

E


280

COMUNI ASSOCIATI

Comuni associati all’Anci Comuni non associati

280 comuni su 287 pari al 97,21% sono soci dell’Anci Toscana. Il 99,23% della popolazione toscana risiede nei comuni soci. Oltre ai comuni, sono soci dell’ Anci Toscana 3 Ato, per un totale di 283 soci

Anci Toscana è l’associazione senza scopo di lucro costituita dai Comuni e dagli Enti di derivazione comunale della Toscana. Collettore delle legittime istanze, posizioni e finalità dei suoi

associati, esercita un compito primario di tipo lobbistico di rappresentanza politicoistituzionale dei Comuni e delle Comunità locali sia a livello regionale sia a livello centrale. È un’impresa istituzionale che

sintetizza e sviluppa proposte sistemiche e unitarie ponendole sotto il proprio marchio, che interpreta e dà corso ad attività a supporto dei soci, per creare e diffondere processi di innovazione.


CONFERENZA CONSIGLI COMUNALI

CONSULTA PICCOLI COMUNI

ASSEMBLEA DEI SOCI

COORDINAM. ANCI GIOVANE

CONSIGLIO REGIONALE

COMITATO DIRETTIVO COLLEGIO DEI REVISORI

SEGRETARIO GENERALE

PRESIDENTE ARTICOLAZIONI TEMATICHE AREE SETTORI CONSULTE

LA STRUTTURA POLITICA

530

Amministratori coinvolti negli organi di governo dell’Associazione

STAFF E ORGANIZZAZIONE

20

Persone impegnate nella struttura operativa

CONSULENTI DI DIREZIONE

DIREZIONE OPERATIVA GESTIONE E AMMINISTRAZIONE

STUDI E RICERCHE

PRODUZIONE E PROGETTI

RELAZIONI ESTERNE

L’organizzazione

SEGRETARIO GENERALE


ZIONE IN TE RI S

TI

C

C N O

A ERT

DI

TU NALE

TAV O

LO

ZIO

D

NE

EN ALE

TAVO

ER

LO

I

R TA ZIO

G

e

C

CE N O

Sviluppa il confronto tra Regione, sindacati associazioni e confederazioni che rappresentano le componenti sociali ed economiche sui temi di sviluppo locale e occupazione.

La rappresentanza politicoistituzionale è il punto qualificante del ruolo di Anci Toscana, attraverso cui contribuisce alla definizione di leggi, programmi e piani appropriati alle esigenze dei territori. Anci Toscana genera

valore strategico tramite il suo lavoro di costruzione di relazioni con la Regione e il sistema dei soggetti istituzionali. Tramite la rappresentanza nei confronti della Regione e degli altri attori politico-istituzionali

La rappresentanza

Sviluppa il confronto tra le associazioni degli enti locali regionali (Anci, Upi, Uncem della Toscana) sugli atti normativi e di programmazione della giunta regionale.

l’Associazione promuove le azioni per il sostegno e lo sviluppo dei comuni soci e del sistema pubblico locale toscano. Anci Toscana partecipa attivamente nelle diverse sedi all’elaborazione delle politiche regionali.


La produzione Istituzionale

STUDIO E RICERCA

MACROAREE Ricerche e studi a tema

ANCITEL ANTOS COMUNICA CET TI FORMA

SOCIETÀ PARTECIPATE

CONSULENZA UEA UFFICIO EUROPA ANCI TOSCANA UCAT UNIONE CITTÀ ALTO TIRRENO ANCI TOSCANA RISPONDE ELIA ENTI LOCALI IN AZIONE

SERVIZI

Convegni

CONVEGNISTICA

Partecipanti Corsi

FORMAZIONE

Partecipanti

Anci Toscana affianca la sua funzione di rappresentanza politica e istituzionale con un’intensa attività produttiva mettendo a disposizione dei Comuni soci conoscenze e competenze attraverso attività di: • studio e ricerca, per approfondire temi di interesse dei Comuni toscani, di analisi

statistica, di monitoraggio progettuale e di benchmarking; • consulenza, per offrire ai suoi associati adeguato supporto tecnico e giuridico; • convegnistica, per alimentare il patrimonio di capacità e la preparazione degli amministratori locali; • formazione, per supportare i Comuni in un contesto di forte

nel 2010

cambiamento organizzativo della PA. Anci Toscana sviluppa un insieme di progetti a favore dei Comuni e del sistema delle Autonomie locali per creare un collegamento “assistito e facilitato” tra i Comuni soci, opportunità di sviluppo, innovazione e partecipazione altrimenti difficili da cogliere.


zi on e un ica m co

La L’ASCOLTO Audit, sondaggi, ricerche per capire le opinioni dei propri soci

WWW.ANCITOSCANA.IT Il sito istituzionale dell’associazione WWW.PAINFORMA.IT La rete degli uffici stampa dei comuni toscani

ANCI TOSCANA NOTIZIE La newsletter settimanale

AUT&AUT La rivista mensile di approfondimento tematico

UFFICIO STAMPA La cura quotidiana dei rapporti con i media

PUBBLICAZIONI Manuali, studi, ricerche

DIRE&FARE La rassegna dell’innovazione nella PA locale

CAMPAGNE Per informare, coinvolgere, mobilitare, sui problemi delle autonomie locali

L’integrazione tra le funzioni di rappresentanza politicoistituzionale e le altre attività più tipicamente di servizio dell’Associazione avviene anche tramite una corretta politica di comunicazione verso i propri

associati, e più in generale verso la Comunità. Obiettivo della comunicazione: valorizzare, rendere fruibili e misurabili le attività svolte nel corso dell’anno dall’Associazione a beneficio

degli enti locali toscani. Il sistema di comunicazione di Anci Toscana prevede una varietà di canali di relazione per i soci e i diversi portatori di interesse.


Associazione dei comuni toscani Viale Giovine Italia, 17 50122 Firenze Tel. 055 2477490 F.ax 055 2260538 posta@ancitoscana.it www.ancitoscana.it

N O I ANCI TOSCANA


Noi comuni toscani