Issuu on Google+

Contiene il confronto audit 2007/2009/2011

Ascoltare i comuni per orientare l’attività di anci toscana


Il presente lavoro è stato realizzato in proprio dallo staff di Anci Toscana. Š 2014 Anci Toscana Viale Giovine Italia, 17 - 50122 Firenze http://www.ancitoscana.it/ Grafica e impaginazione: Osman Bucci


Presentazione Presentiamo con questa pubblicazione i risultati dell’Audit 2013, la quarta indagine interna svolta da Anci Toscana a partire dal 2007 ad oggi con cadenza biennale. Un’edizione questa del 2013 che per noi porta il segno di una tradizione avviata e ormai consolidata. Vorremmo che questo quarto Audit fosse letto anche come una tappa, considerato come una sorta di verifica del percorso fatto dall’Associazione dei Comuni toscani nei passati otto anni e che presentiamo con soddisfazione a conclusione del mandato del Presidente Cosimi. Lo scopo dell’Audit infatti è quello di rilevare - attraverso un questionario anonimo - le opinioni e misurare la conoscenza ed il gradimento dei soci sul’Associazione la quale poi, attraverso l’osservazione dei dati raccolti, può verificare i propri risultati e orientare le proprie azioni oltre a trarre indicazioni sulle aspettative del personale politico ed amministrativo dei Comuni. Conoscenza dell’offerta dei servizi; verifica della qualità e dell’efficacia dell’informazione; rilevazione dell’interesse e della partecipazione alle attività e infine percezione del ruolo dell’Associazione i quattro ambiti sotto osservazione in questi otto anni. Ambiti che rappresentano poi i settori nei quali il lavoro di Anci Toscana si è indirizzato: servizi ai soci da una parte e rappresentanza istituzionale dall’altra con un occhio particolare alla comunicazione ed ai suoi strumenti. Abbiamo fatto bene il nostro lavoro se abbiamo interpretato correttamente le istanze provenienti dai Comuni, se nel portare avanti le nostre attività abbiamo dato risposte ai bisogni degli enti e guardato al futuro. Possiamo dire che, sfogliando le pagine che seguono, emerge una costante sintonia coi soci sulle scelte dei servizi offerti (anche innovativi, come l’Agenzia formativa di Anci Toscana l’ultimo in ordine di arrivo) premiati da un gradimento stabile e diffuso. Ma è sulle ultime domande, quelle che indagano sui settori di attività dove Anci Toscana dovrebbe concentrarsi in futuro che dobbiamo giocare la nostra partita. Secondo gli intervistati Anci Toscana dovrebbe impegnarsi a far sentire la voce dei Comuni; la pensa così la maggioranza dei politici - ed il dato è in crescita costante a partire dal 30,4% nel 2007 passando al 55,7% del 2009 fino ad arrivare oltre il 62% nel 2013. L’impegno nel favorire la circolazione di buone pratiche resta al secondo posto. Consolidamento del ruolo politico di rappresentanza e impegno nella circolazione delle buone pratiche amministrative, rafforzare la politica e presidiare l’innovazione dunque è la linea sulla quale rinnoviamo l’impegno di Anci Toscana per il futuro. Alessandro Pesci Segretario generale Anci Toscana

3


AUDIT Introduzione Nell’Audit svolto nel 2013 sono stati 373 i questionari raccolti, 330 dei quali compilati da personale comunale, 20 riconducibili a enti diversi e 23 di cui non è stato possibile stabilire l’ente di provenienza. L’analisi è stata effettuata sui 330 questionari di derivazione comunale di cui 271 compilati dal personale amministrativo e 59 da politici. I questionari compilati da soggetti di diversa provenienza sono stati tralasciati perché non significativi al fine della ricerca. La somministrazione del questionario è avvenuta in occasione di convegni, incontri e giornate di approfondimento, nel periodo che va dalla riunione del Comitato direttivo del 7 marzo 2013 all’Assemblea regionale dei soci del 23 maggio 2013, incontri svolti entrambi a Firenze. Possibile anche la partecipazione dal sito di Anci Toscana, tuttavia solo una piccolissima parte sono stati compilati e trasmessi on line. A partire dalla terza rilevazione, quella del 2011, oltre agli amministratori sono stati ascoltati anche i dipendenti comunali, in particolare i destinatari di alcune attività di Anci Toscana come la formazione e la convegnistica.  In questa pubblicazione, quando possibile, è proposto un raffronto tra i dati rilevati dai quattro Audit svolti tra il 2007 e il 2013. Lo scopo è quello di verificare sia la capacità di interpretazione e di risposta dell’Associazione alle indicazioni emerse dai questionari sia il mutare delle aspettative e dei bisogni espressi nei passati otto anni. Una nota di lettura: i dati sono espressi sempre in valore percentuale.

4


Genere intervistati Iniziamo il percorso di analisi dei risultati dell’Audit tracciando un sintetico profilo degli intervistati: ruolo, genere, età e appartenenza territoriale. Nonostante il campione sia contenuto, è interessante osservare come il dato sul genere degli intervistati rispecchi la situazione degli enti della nostra regione che presenta una maggioranza netta di amministratori maschi. Tale percentuale diminuisce quando, dal 2011, il campione si allarga alla partecipazione dei dipendenti comunali che tradizionalmente sono in maggioranza donne. Nel 2013 si ha un campione in maggioranza femminile.

Politici e dipendenti

2013

MASCHI

FEMMINE

45,6%

54,3% IL CONFRONTO

anno

2007 solo politici

2009 solo politici

2011 politici e dipendenti

2013 politici e dipendenti

maschio femmina

60% 40%

83% 16,4%

58% 42%

45,6% 54,3%

Una nota sull’età media dei partecipanti: • nel 2007 è stata la più giovane, il 59% degli intervistati aveva tra i 26-55 anni • nel 2009 il 66% si posiziona nella fascia 46-55 • nel 2011 l’età media è di 48 anni • nel 2013 il 72% degli intervistati ha tra i 36 ed i 55 anni.

5


AUDIT Profilo intervistati – ruolo svolto nel Comune

sindaco vice sindaco

37,3% 6,6%

assessore presidente consiglio comunale

44,1% 3,4%

consigliere altro

8,5% -

dirigente funzionario con P.O. funzionario altro ruolo amm.vo

10,3% 22,9% 28,4% 38,4%

sindaco

IL CONFRONTO

2007 solo politici

2009 solo politici

2011

2013

34,9%

56,3%

50%

37,3%

4,7%

11,1%

6,6%

14%

26,4%

44,1%

6,9%

3,4%

vice sindaco assessore

2013

14,3%

presidente consiglio comunale consigliere

25,9%

17,2%

5,6%

8,5%

altro

25%

7,8%

8,8%

-

dirigente

17,%

10,3%

funzionario con P.O.

54,4%

22,9%

funzionario

19,3%

28,4% 38,4%

altro ruolo amm.vo

Dal confronto dei dati si rileva come la partecipazione dei sindaci sia maggioritaria rispetto alle altre categorie politiche tranne nell’ultimo anno, quando gli assessori, peraltro in crescita costante, svettano al primo posto per partecipazione.

6


Dimensione anagrafica del Comune di provenienza * Il questionario chiedeva all’intervistato di indicare in quale fascia anagrafica si posizionava il proprio Comune e la Provincia di appartenenza. Dai dati emerge una partecipazione maggiore di enti medio-piccoli (tra i 5000 ed i 15.000) o di maggiori dimensioni. Un dato che parla di una minore partecipazione all’Audit dei piccoli Comuni sebbene in Toscana i Comuni sotto i 5.000 abitanti siano la maggioranza, il 46% del totale. Il 34% di Enti toscani tra i 5001 e i 15.000 abitanti è ben rappresentato nell’Audit dalla percentuale degli intervistati (30,5%) mentre proviene dai Comuni più grandi (che in Toscana sono il 20%) la maggioranza degli intervistati.

2013

12,8

Sotto 5.000

30,5

9,7

5.001 15.000

15.001 20.000

44,9 2,8 Sopra 20.000

NR

IL CONFRONTO Sotto 5000 abitanti

2009 17,7%

2011 17,2%

2013 12,8%

5001 – 15.000 ab.

37,1%

40,6%

30,5%

15.001 – 20.000 ab.

8,1%

11,7%

9,7%

Sopra 20.000 ab.

37,1%

27,3%

44,9%

3,1%

0,9%

N.R.

*Nel primo Audit del 2007 il dato non è stato rilevato.

7


AUDIT Provincia di appartenenza *

2013 MS 1,6% LU 6,1 %

PO 4,5 %

PT 9,1 % FI 34,5 %

PI 17,5 %

SI 5,2 % AR 4,8 %

LI 8,7 %

GR 4,5 %

Tendenzialmente la maggioranza dei partecipanti all’Audit proviene dalle province di Firenze e di Pisa; anche nella rilevazione del 2013 il dato è confermato con una percentuale del 34,5% di intervistati provenienti da enti della provincia di Firenze ed un 17,5% dal territorio pisano.

IL CONFRONTO MS LU LI PI PT PO FI AR SI GR

2009 4,9 % 6,6% 11,55 % 13,1% 11,5% 4,9% 29,5% 11,5% 4,9% 1,6%

2011 3,1% 9,2% 5,4% 10,8% 6,9% 4,6% 36,2% 10,8% 9,2% 3,8%

2013 1,6% 6,1% 8,7% 17,5% 9,1% 4,5% 34,5% 4,8% 5,2% 4,5%

*Nel primo audit del 2007 il Comune e la Provincia di provenienza non sono stati rilevati. 8


La struttura del questionario La rilevazione è stata effettuata tramite la somministrazione di un questionario anonimo composto da 27 domande, suddivise in quattro ambiti di attività di Anci Toscana e mirate a rilevare l’interesse, la conoscenza e la soddisfazione dei Comuni soci. 1. servizi verifica sulla conoscenza dell’offerta dei servizi 2. comunicazione verifica della qualità dell’informazione prodotta e dell’efficacia degli strumenti utilizzati 3. partecipazione rilevazione dell’interesse e della partecipazione alle iniziative proposte 4. mission indagine sulla percezione del ruolo dell’associazione e sulle attività ritenute più opportune.

1. SERVIZI Anci Toscana trova nella rappresentanza politico istituzionale dei Comuni il suo ruolo principale, tuttavia nel corso degli anni l’Associazione ha realizzato un ventaglio di servizi offerti ai soci allo scopo di accrescere la qualità della gestione amministrativa. Attraverso l’Audit si è inteso misurare la conoscenza, il gradimento e l’efficacia di queste proposte in un’ottica di miglioramento continuo. La parte che segue raccoglie informazioni generali e permette un confronto diretto dei dati emersi nelle diverse rilevazioni, successivamente si riporta il gradimento di alcuni servizi misurati nell’anno 2013. Dalla lettura dei dati generali si deduce una diffusa informazione, sia tra i politici che tra i dipendenti dei Comuni ed un giudizio in maggioranza positivo sui servizi offerti. Il giudizio finale parla di adeguatezza e buona qualità dell’offerta (l’inutilità delle attività è sotto il 4%) che tuttavia sconta qualche difficoltà di fruizione e partecipazione che sarà utile approfondire per migliorare i canali di accesso ai servizi. Importante sarà inoltre verificare l’efficacia degli strumenti di informazione adoperati allo scopo di intercettare quel 26,7% di dipendenti che dichiarano di non conoscere i servizi proposti.

2013

È a conoscenza dei servizi offerti da Anci Toscana?

politici dipendenti

18,6%

5,9%

SÌ, LI CONOSCO BENE

politici dipendenti

72,9%

67%

politici

dipendenti

8,5%

26,7%

SÌ, LI CONOSCO ABBASTANZA

politici

dipendenti

1%

No

NR

IL CONFRONTO sì, li conosco bene 2013

sì, li conosco abbastanza

politici dipendenti politici 18,6% 5,9% 72,9%

2011 20%

no, non li conosco

dipendenti politici 67% 8,5%

65,3%

12,7% 9

NR

dipendenti politici dipendenti 26,7% 1% 2%


AUDIT Nelle prime due edizioni dell’Audit le domande erano formulate diversamente. Tuttavia il dato conferma una diffusa informazione sull’offerta dei servizi ai soci e l’interesse ad approfondire le informazioni. 2009 2007

Sì, da tempo 42,8% 53,6%

Vorrei saperne di più 48,6% 38,4%

no 8,6% 6,2%

Non so, non risponde 1,8%

Interessante a questo proposito confrontare le differenti rilevazioni negli anni successivi riguardo il gradimento e le motivazioni dell’interesse che confermano da una parte la richiesta di supporto qualificato e dall’altra il riconoscimento e l’attenzione per le attività di Anci Toscana.

Se li conosce, come giudica in generale i servizi offerti da Anci Toscana ai Comuni?

2013 politici dipendenti

33,3%

21,8%

SÌ, LI CONOSCO BENE

politici dipendenti

63%

71,3%

politici dipendenti

3,5%

3,7%

SÌ, LI CONOSCO ABBASTANZA

politici dipendenti

3,5%

No

NR

IL CONFRONTO molto utili

abbastanza utili

tutto sommato inutili

dipendenti politici dipendenti 3,7% 71,3% 3,5%

NR

2013

politici dipendenti politici 63% 33,3% 21,8%

2011

34,5%

53,2%

7,8%

4,3%

2009

23,3%

61,7%

6,7%

8,3%

2007

41%

54,5%

1,8%

2,7%

10

politici dipendenti 3,5%


È interessato a saperne di più?

politici

dipendenti

politici

dipendenti

politici

dipendenti

2013

79,2%

82%

15,5%

10,9%

5,7%

No

7,1% NR

IL CONFRONTO SI

NO

NR

2013

politici 79,2%

dipendenti 82%

politici 15,5%

dipendenti 10,9%

politici 5,7%

dipendenti 7,1%

2011

politici 66,7%

dipendenti 79,2%

politici 23,5%

dipendenti 10,4%

politici 9,8 %

dipendenti 10,4%

2009

52,2%

39,1%

8,7%

2007

92,8%

5,4%

1,8%

Se no, perché? Nella prima rilevazione, quella del 2007, il 40,2% degli intervistati alla domanda su “perché è interessato a saperne di più” dichiarava che era interessato a “stare in contatto con Anci” ed il 51,8% che “aveva bisogno”dei servizi offerti. Nelle successive indagini le domande sono state riformulate ed affinate come segue. Se da una parte il dato più interessante è quello relativo alla difficoltà di partecipazione espressa dalla maggioranza degli intervistati, difficoltà che merita un approfondimento in un ottica di miglioramento dei canali di accesso ai servizi, dall’altra è positivo riscontrare una sostanziale adeguatezza dei temi dell’offerta che premiano le scelte operate dall’Associazione.

IL CONFRONTO difficoltà ad usufruirne/impegni eccessivi politici dipendenti 2013 85,7% 76%

non adatti alle mie mancanza di non so - NR esigenze/non ero altro (solo 2011/2013) informazioni (quesito (solo 2009) interessato posto solo nel 2009) politici dipendenti politici dipendenti 14,3% 12% 12%

politici 60%

dipendenti politici 25% 10%

2009 37,1%

11,1%

2011

dipendenti 75%

politici 30%

44,4%

11

7,4%


AUDIT Si ricevono servizi adeguati alla quota associativa? La valutazione dell’adeguatezza dei servizi offerti rispetto alla quota associativa corrisposta annualmente dai Comuni è un punto nodale per Anci Toscana e può essere considerata una ulteriore misura dell’adeguatezza delle attività svolte dall’Associazione per i soci. Tendenzialmente risponde positivamente più della metà degli intervistati, ed il dato è in crescita negli anni. Soltanto una media del 10% degli intervistati pensa il contrario mentre una buona parte di loro non è in grado di trarre conclusioni in merito. Si noti come tra questi la percentuale di politici – sebbene in costante discesa – è ancora nel 2013 di quasi il 20%.

2013 politici dipendenti

66,1% 25,3% Sì

politici

dipendenti

politici dipendenti

politici dipendenti

7,1%

9,1%

23,1% 49,8%

7,1% 15,8%

NON SAPREI

NR

NO

IL CONFRONTO SI

NO

Non saprei

NR

2013

politici dipendenti politici dipendenti politici 66,1% 25,3% 7,1% 9,1% 19,6%

dipendenti 49,8%

politici dipendenti 7,1% 15,8%

2011

55,4%

20%

7,7%

2009

51,5%

11,8%

30,9%

5,9%

2007

47,3%

9,8%

40,2%

2,7%

58%

13,8%

14%

23,1%

12

8%


Ha in mente ambiti o tematiche su cui Anci Toscana potrebbe lavorare per essere ancora più utile ai Comuni? A questa domanda hanno risposto 59 politici e 202 dipendenti. Nella tabella riportiamo i suggerimenti raccolti per aree tematiche. Tra i temi comuni di maggior interesse si confermano l’aggiornamento normativo, la formazione professionale e l’approfondimento su bilancio e finanza locale, tributi e riscossione, tutti temi su cui l’associazione è attiva costantemente. POLITICI Assistenza e informazione giuridica, aggiornamento normativo Best practices, coordinamento tra Comuni, modulistica sui principali ambiti disciplinati da leggi regionali, interpretazione e applicabilità leggi nazionali, riordino della filiera istituzionale e governance Bilancio e tributi e fiscalità locale Formazione per giovani amministratori e organi politici, partecipazione

dipendenti Aggiornamento e interpretazione sulla normativa regionale e nazionale Informazione e consulenza sulla progettazione europea per fund rising e consulenza su contributi pubblici tramite newsletters Politiche sociali, abitative, anziani, immigrati Tributi comunali e riscossione coattiva, Equitalia

Bilancio, contabilità e patto di stabilità, controllo di gestione Urbanistica, gestione del territorio, protezione civile Servizi pubblici locali e customer satisfaction Consulenze tecniche diffuse, estese ed organiche al Formazione professionale, disponibilità di report on fine di ridurre il ricorso a consulenza esterne line di corsi e incontri Problematiche per emergenze in protezione civile e Maggiore vicinanza e sostegno ai piccoli comuni progetti in ambito scolastico e sanitario Problematiche di gestione del personale nella PA, previdenza Problematiche del servizio di Polizia Municipale Modulistica Normativa anticorruzione e controlli interni, appalti opere pubbliche PEC, contratti telematici e digitali, bonifica e condivisione banche dati Assistenza legale, Salvaguardia patrimonio culturale Comunicazione

L’Audit prosegue con la rilevazione della conoscenza e del giudizio sulla qualità di alcuni servizi. Per ciascuno si chiede se lo si conosce e, in caso affermativo, come lo si giudica. L’indagine sui servizi è iniziata con l’Audit del 2009 ed è proseguita con le successive edizioni. Tra i servizi oggetto dell’osservazione, laddove possibile, si offre un confronto utile a rilevarne l’evoluzione.

I servizi oggetto dell’indagine negli anni 2009 - 2013 servizio anci toscana risponde elia uea pa informa gisca servizio civile canale civico tv assistenza appalti servizi assicurativi supporto previdenza e pensioni

2009

2011 • • • • • •

• • • •

IL CONFRONTO 2013 • • • • • •

Dalla panoramica dei servizi oggetto dell’indagine emerge una conoscenza disomogenea tra amministrativi e politici, il giudizio sui contenuti è tuttavia in netta maggioranza positivo. 13


AUDIT ANCI TOSCANA RISPONDE È un servizio di consulenza giuridica a disposizione dei Comuni toscani attivo dal 2005. Nel 2011 su 128 intervistati 108 dichiaravano di conoscere il servizio, di questi oltre la metà affermava di averlo utilizzato giudicandolo positivamente.

2013

Conosce il servizio? Politici

78,2%

Conosce il servizio

dipendenti

63,4%

56,4%

L’ha utilizzato

Conosce il servizio

56,3%

L’ha utilizzato

Se l’ha utilizzato, come lo giudica? Politici

dipendenti

66,7%

58,3%

Politici dipendenti

56,4%

Positivo

56,3%

Medio

14

2013


ASSISTENZA APPALTI Nuova attività di supporto ai Comuni per la semplificazione, razionalizzazione ed  economicità dei procedimenti di acquisto e appalto attraverso gestioni associate e Stazioni Uniche Appaltanti (SUA). Ancora poco conosciuta nel momento della rilevazione ma assai apprezzata con un dato di gradimento che sfiora il 90% tra gli amministrativi.

Conosce il servizio? Politici

dipendenti

2013

33,3% 35,2% Conosce il servizio

12,9% L’ha utilizzato

Conosce il servizio

17,9% L’ha utilizzato

Se l’ha utilizzato, come lo giudica?

Positivo Politici

dipendenti

Medio

66,7%

33,3%

87,5%

12,5%

15

2013


AUDIT UEA L’Ufficio Europa di Anci Toscana è nato nel 2011 per favorire l’accesso dei Comuni alle risorse economiche messe a disposizione dai programmi europei. All’avvio nel 2011 solo il 30% degli intervistati dichiarava di conoscere il servizio ed il 6% di averlo utilizzato. La rilevazione del 2013 segnala un incremento e soprattutto un gradimento pressoché unanime che premia uno dei maggiori impegni organizzativi e produttivi di Anci Toscana degli ultimi anni.

Conosce il servizio?

2013 Politici

dipendenti

Conosce il servizio

29,6%

10,7%

L’ha utilizzato

21,4%

21,9%

Se l’ha utilizzato, come lo giudica?

2013

Positivo Politici

dipendenti

100% 36,4%

63,8%

16


SERVIZI ASSICURATIVI Anci Toscana  ha messo a disposizione di amministratori, dirigenti, responsabili dei servizi e funzionari dei Comuni toscani coperture di Rc patrimoniale colpa grave e Tutela legale con l’obiettivo di offrire un servizio innovativo, di favorire l’aggregazione della domanda di servizi soprattutto tra i Comuni di minore dimensione e di produrre formazione mirata e continuativa agli operatori del settore.

Conosce il servizio?

2013 Politici

31,5%

Conosce il servizio

Dipendenti

33,3%

L’ha utilizzato

8,3% Conosce il servizio

30,8% L’ha utilizzato

Se l’ha utilizzato, come lo giudica?

Positivo

Medio

Politici

66,7%

33,3%

dipendenti

45,5%

54,5%

17

2013


AUDIT SUPPORTO PREVIDENZA E PENSIONI Dall’accordo siglato tra Anci Toscana e l’ufficio unico dei Comuni di Calenzano, Campi Bisenzio, Lastra a Signa, Sesto Fiorentino e Signa nasce la possibilità per tutti gli enti toscani di usufruire del servizio di assistenza in materia pensionistica e previdenziale messo a punto in quel contesto. Anche questa nuova opportunità risulta poco conosciuta ma apprezzata da coloro che l’hanno frequentata.

Conosce il servizio?

2013

Politici

30,2% Conosce il servizio

Dipendenti

28,6%

13,9%

L’ha utilizzato

Conosce il servizio

34,1% L’ha utilizzato

Se l’ha utilizzato, come lo giudica?

Positivo Politici

dipendenti

Medio

50%

50%

68,4%

31,6%

18

2013


SERVIZIO CIVILE Dal 2006 Anci Toscana è accreditata per operare per conto dei Comuni per la presentazione di progetti per il servizio civile giovanile volontario ed ha istituito un ufficio a questo dedicato. Netto gradimento tra i politici che dichiarano di conoscere il servizio e di usarlo ampiamente e con soddisfazione, diversamente percepita l’offerta tra gli amministrativi intervistati che ne hanno poca conoscenza ed un giudizio medio.

Conosce il servizio?

Politici

57,1% Conosce il servizio

Dipendenti

60,7% L’ha utilizzato

15,8% Conosce il servizio

2013

42,9% L’ha utilizzato

Se l’ha utilizzato, come lo giudica?

Positivo Politici

dipendenti

Medio

15%

85%

47,4%

52,6%

19

2013


AUDIT La scuola agenzia formativa “La scuola Anci Toscana” è l’agenzia formativa dell’Associazione dei comuni accreditata presso la Regione Toscana dall’ottobre 2012. Essere agenzia formativa significa avere la possibilità di accedere alle risorse messe a disposizione da bandi regionali o FSE attraverso le Province e di partecipare ai programmi europei di finanziamento per la formazione. La nettissima approvazione rilevata attraverso questa domanda sia tra i politici che tra gli amministrativi riveste quindi un valore particolarmente significativo per Anci Toscana.

È utile essere agenzia formativa?

2013

Politici dipendenti

No

Non saprei

94,7% 92,8%

1,8%

3,5%

-

7,2%

20


2. COMUNICAZIONE Anci Toscana considera attività strategica la comunicazione e pone da sempre particolare attenzione alla cura dell’informazione ed alla relazione coi soci che avviene attraverso un ventaglio di strumenti e diversi canali. L’ 80% degli intervistati con il primo Audit del 2007 definiva “molto importante e decisiva” l’attività di comunicazione per Anci Toscana e il 73% ne dava un giudizio “abbastanza positivo”.

Che tipo di informazione desidererebbe ricevere maggiormente da Anci Toscana?

IL CONFRONTO aggiornamenti tecnico-professionali 2013 2011 2009 2007

informazioni su argomenti informazioni su esperienze relativi al dibattito politico significative in corso nei Non so, NR inerente i Comuni Comuni, buone pratiche

politici dipendenti politici

dipendenti

politici

dipendenti

politici dipendenti

31% politici

62,6% dipendenti

29% politici

6,2% dipendenti

40% politici

30,1% dipendenti

politici

1,1% dipendenti

44,4%

55,6%

91,6%

8,4%

63,9%

36,4%

-

-

38,2% 17,8%

23,6% 21,5%

38,2% 51,8%

21

8,9%


AUDIT Quale preferisce tra i seguenti strumenti di comunicazione% Il sito internet, rinnovato completamente nel 2011, il mensile Aut e Aut, passato in formato digitale dopo 20 anni di edizione cartacea e lo sbarco sui social network, sono le novità dell’ultimo biennio sulle quali si è concentrata l’attenzione dell’Audit del 2013. I dati confermano il primato delle email come veicolo di informazione: lo preferisce il 38% dei politici e quasi il 50% degli amministrativi. Erano rispettivamente il 64% ed il 48% nel 2013 e nel 2009 il 43,5% del totale degli intervistati. Le newsletters mantengono negli anni il secondo posto come strumento più gradito mentre non decollano gli sms superati dai social network .

2013 Politici

e-mail Aut&Aut

newsletter

sito

sms

social network

49,2

38 11,1 2,2 26

dipendenti

22,4

18,5 22 0,9 2 5,5 2,2

22


AUT&AUT, la rivista di Anci Toscana, è stata trasformata in una rivista on-line, questo ne facilita la lettura? Generalizzato apprezzamento per la decisione di passare ad una versione online della storica testata di approfondimento dell’associazione ma poche idee per migliorarla.

2013

Politici

8,5%

47,5%

Non conosco Aut&Aut

64,4%

30,6%

6,8%

Certamente si

3,1%

dipendenti

20,3% 18,8%

Sicuramente no

Non so

A suo giudizio AUT&AUT…

2013 Politici

11,1%

8,1%

Era meglio cartaceo

55,6%

42,6%

Meglio on line

22,2%

14,2%

dipendenti

11,1%

Non importa il formato

35,1%

Non so

Legge AUT&AUT…

2013 Politici

21,8% 2,5% 70,9% 49,1% 7,3% 17%

Sempre

Ogni tanto

Non ho tempo di leggerlo

-

1,3%

Credo sia inutile

dipendenti

-

30,2%

Non so, non risponde

Suggerimenti per migliorare AUT&AUT… Il 94% dei politici non sa o non risponde. Le proposte indicano di accogliere più interventi dei Comuni e far parlare tutti i territori. Si consiglia anche di suddividere gli argomenti trattati in un numero maggiore di neswletters. Anche il 97,8% dei dipendenti non ha suggerimenti, non sa o non risponde. 23


AUDIT Nel 2011 il sito di Anci Toscana è stato rinnovato per renderlo più fruibile. Le capita di navigare nel sito di Anci Toscana? Il nuovo sito internet dell’Associazione è stato ridisegnato completamente allo scopo di diventare il contenitore di tutte le attività e la vetrina e dei servizi. Dalle risposte si rileva una scarsa abitudine all’utilizzo di questo mezzo da parte dei soci, oltre il 70% degli intervistati dichiara di navigare ogni tanto. Apprezzamento della metà degli intervistati sull’accessibilità alle informazioni che invita al miglioramento.

2013 Politici

13,8%

7,1%

Si spesso

79,3%

72,2%

3,4%

Si ogni tanto

17,3%

dipendenti

3,4%

mai

3,4%

NR

2013

Trova facilmente le informazioni che cerca? Politici

64,3%

47,1%

Normalmente si

33,9%

45,3%

-

Qualche volta

0,9%

dipendenti

1,8%

mai

6,7%

NR

Dal 2008 Anci Toscana pubblica il suo bilancio sociale. Lei in proposito pensa che il bilancio sociale sia… Rendicontare le proprie attività annualmente attraverso il bilancio sociale è un impegno non banale per Anci Toscana. Significa raccogliere sistematicamente e misurare i risultati in maniera puntuale e trasparente, l’apprezzamento trasversale e deciso premia tale attività.

2013 Politici

72,9%

62,2%

Strumento utile per la trasparenza

13,6%

9,5%

Spesa inutile

-

0,4%

altro 24

dipendenti

13,6%

27,9%

NR


Nell’ottica di ampliare i propri canali di comunicazione, Anci Toscana sta entrando nel mondo dei social networks (Facebook, Twitter). Lei è interessato a prendere parte a questi gruppi virtuali?

2013 Politici

54,2%

27,9%

Si certamente

6,8%

3,9%

23,7%

Vorrei ma non so come fare

52,7%

dipendenti

15,3%

Non mi interessa

15,5%

NR

Qual è il giudizio complessivo sull’attività di comunicazione di Anci Toscana Il giudizio sull’attività di comunicazione è “abbastanza positivo” per una ampia maggioranza, giudizio confermato nel tempo da un 76,8% dei politici ed un 72,2% degli amministrativi nel 2011. Nel 2009 il giudizio degli intervistati era positivo per l’82,6% e per il 72,3% nel 2007.

2013 Politici

64,3%

47,1%

Molto positivo

33,9%

45,3%

Abbastanza positivo

-

0,9%

Abbastanza negativo

25

dipendenti

1,8%

6,7%

Non so/NR


AUDIT Nel corso del 2010 Anci Toscana ha inaugurato una collana editoriale denominata “I manuali”. Ad oggi sono stati pubblicati sei volumetti su varie tematiche. Le è capitato di prenderne visione?

2013 Politici

27,1%

6,4%

69,5%

si

90,9%

no

3,4%

dipendenti

2,6%

Non so/NR

Nel 2012 Anci Toscana ha realizzato la prima Guida Normativa regionale, pensa che sia uno strumento utile per i Comuni?

2013 Politici

63,8%

42,6%

si

-

3%

dipendenti

36,2% 54,3%

no

Non ho visto l’opera

Scarsa la conoscenza tra i soci dell’attività editoriale dell’Associazione di recente avvio. La diffusione dei volumi non è probabilmente avvenuta attraverso canali adeguati al target, oltre il 90% dei dipendenti non ha mai preso visione dei “Manuali” – per lo più strumenti a loro destinati – ed una alta percentuale non ha visto la Guida Normativa toscana del 2012.

26


3. PARTECIPAZIONE Questa sezione dell’Audit indaga sulla partecipazione di politici e dipendenti alle attività di Anci Toscana, misura l’interesse raccolto dalle diverse proposte e rileva i motivi della mancata partecipazione. Aggregando i dati emerge che oltre il 78% dei politici ha partecipato alle attività proposte dall’associazione e che solo nel 18% dei casi queste erano di carattere politico. Il 70% degli intervistati dichiara di aver preso parte a convegni ed incontri e che la mancata partecipazione non è inaspettatamente da attribuirsi ad eccessivi impegni bensì alla mancata informazione - oltre il 30% - o ad altre cause non specificate il 46%. Non troppo diverso il quadro che emerge dall’analisi dei dati relativi ai dipendenti. Evidente l’interesse per attività seminariali e formative o convegnistica, scarsa informazione il motivo della mancata partecipazione per oltre il 60% degli intervistati.

2013 Nell’ultimo anno ha partecipato a qualche iniziativa promossa da Anci Toscana? Politici

78%

57,3%

22%

39,7%

-

no

si

dipendenti

3%

Non so/NR

A che tipo di iniziative ha partecipato? (è possibile dare più di una risposta)

2013 Politici

17,6%

1%

Organi politici

11,8% 57,3% 70,6% 33,35%

Formazione, seminari

Convegni, incontri

27

-

6%

Gruppi tematici

dipendenti

-

2,1%

Non so/NR


AUDIT La domanda sul gradimento delle proposte è una domanda aperta: dalla sintesi delle risposte emerge un interesse diffuso per tutti i temi legati alla finanza locale, tributi e riscossione e al bilancio comunale.

Quale la più significativa? politici ( 46 risposte)

dipendenti (223 risposte) Aggiornamenti e approfondimenti: appalti, Tares, Anticipazioni e approfondimenti: bilancio 2013; bilancio, fondo Perseo,nuovo sistema controlli interni, Tares 2013; società partecipate partenariato pubblico-privato Approfondimenti conseguente Convegno legge di stabilità 2013; convegno su bilancio il lavoro dei gruppi tematici Corsi formazione su IMU-TARES, servizio civile, Protezione civile immigrazione, gestioni associate, politiche di coesione Corsi di formazione Dire e Fare Gruppi tematici che comprendono problematiche comuni Prospettive in ambito socio/sanitario agli enti, in particolare gruppo di lavoro su riscossione Riunioni organi politici Meeting sull’urbanistica Progetto Tosca Riunioni protezione civile Seminari su contabilità e tributi Tavolo di lavoro sul sistema di riscossione Unioni di Comuni

2013

Motivi della mancata partecipazione Politici

4%

19,5%

Impegni eccessivi

30,8%

61,9%

Mancanza di informazioni

28

-

2,7%

Non ero interessato

dipendenti

46,2%

15,9%

Non so/NR


4. MISSION L’ultima parte del questionario è dedicata a rilevare l’opinione degli intervistati sul ruolo che dovrebbe svolgere l’Associazione dei comuni e sulle attività ritenute più opportune. Per un’organizzazione la mission rappresenta il suo scopo ultimo, la giustificazione della sua esistenza ed incarna la linea di condotta da tenere. Con gli Audit si sono invitati gli intervistati ad esprimere il loro parere riguardo l’opportunità di rafforzare il ruolo di rappresentanza politica piuttosto che quello di supporto tecnico-professionale alle attività dei Comuni, entrambi ruoli interpretati da Anci Toscana.

Ritiene che Anci Toscana dovrebbe (una sola risposta):

2013 Politici

29,6%

48%

20,4%

12,6%

Aumentare i servizi di Aumentare la quantità di informazioni assistenza professionale

46,3% 35,8%

Aumentare le occasioni di incontro e confronto tra i Comuni

dipendenti

3,7%

3,7%

Non so, NR

Interessante il confronto tra i dati raccolti rispetto al ramo di attività da potenziare. Il primo Audit, quello del 2007, si rivolgeva soltanto ai politici che interrogati sul ruolo che Anci Toscana avrebbe dovuto svolgere indicavano in maggioranza “attività di servizio e assistenza professionale” (46,4%). Due anni dopo sale la richiesta di confronto con altri Enti a diretto scapito dei servizi professionali. Dato che si consolida tra i politici anche negli anni successivi, quando si allarga il campione degli intervistati ai dipendenti che si schierano decisi per l’assistenza professionale e le occasioni di confronto tra enti che mantengono nel tempo il primato di attività di maggior interesse.

IL CONFRONTO aumentare i servizi di aumentare la quantità aumentare le occasioni di non so, nr assistenza professionale di informazioni incontro e confronto tra i comuni 2013 2011

politici dipendenti

politici dipendenti politici

dipendenti

politici dipendenti

29,6% 48% politici dipendenti

20,4% 12,6% politici dipendenti

46,3% politici

35,8% dipendenti

3,7% politici

3,7% dipendenti

20% 14,3% 12,5%

41,5% 47,1% 34,8%

39,9%

1,5% 2,9% 6,3%

6,2%

36,9% 2009 35,7% 2007 46,4%

42,7%

11,2%

29


AUDIT Ritiene che l’esistenza dell’Associazione dei Comuni toscani sia (una sola risposta): Nel 2009 e 2011 hanno indicato come “politicamente opportuna” l’Associazione dei Comuni toscani oltre l’80% dei politici

2013 Politici

72,2%

35,8%

Politicamente opportuna

24,1%

55,3%

Utile per concreto aiuto tecnico e professionale

-

2,7%

dipendenti

3,7%

Un costo inutile

6,2%

Non so, NR

Le energie di Anci Toscana verso quale obiettivo dovrebbero essere maggiormente canalizzate? (una sola risposta) Con le ultime due domande si intende indagare su quale dei due settori di attività Anci Toscana dovrebbe concentrarsi in futuro, se in attività di consolidamento del ruolo politico di rappresentanza o di service per i Comuni. Un terzo ambito di attività, che potremmo definire di collegamento e di circolazione delle buone pratiche amministrative, emerge anche nelle precedenti domande ed è qui ulteriormente misurato. Secondo gli intervistati Anci Toscana dovrebbe impegnarsi a far sentire di più la voce dei Comuni; la pensa così la maggioranza dei politici ed il dato è in crescita costante a partire dal 30,4% nel 2007 passando al 55,7% del 2009 fino ad arrivare oltre il 62% nel 2013. In flessione invece la richiesta di impegno nel favorire la circolazione di buone pratiche – che tuttavia resta al secondo posto. Dal confronto dei dati emerge un trend costante: una gran parte degli intervistati (compresi i dipendenti, teoricamente meno interessati) spinge affinchè l’Associazione interpreti soprattutto un ruolo politico.

2013 Politici

62,5%

35,8%

consolidare il ruolo dell’associazione per far contare di più la voce delle autonomie locali

12,5%

21%

rafforzare la conoscenza dei Comuni sulle attività di servizio offerte dall’associazione

30

21,4% 39,3%

favorire la circolazione delle idee e delle migliori pratiche amministrative

dipendenti

3,6%

3,9%

Non so, NR


Consolidare il ruolo dell’associazione per far contare di più la voce delle autonomie locali 2013 politici 2011

Rafforzare la conoscenza dei comuni sulle attività di servizio offerte dall’associazione

Favorire la circolazione delle idee e delle non so, nr migliori pratiche amministrative

dipendenti

politici

dipendenti politici dipendenti politici dipendenti

62,5%

35,8%

12,5%

21%

21,4%

39,3%

3,6%

3,9%

59,2%

52,6%

14,1%

15,4%

25,4%

26,2%

1,3%

4%

In definitiva, quale pensa debba essere il ruolo di Anci Toscana in futuro? (una sola risposta)

2013 Politici

70,9%

23,1%

rafforzare il suo ruolo politico a tutti i livelli

27,3%

73,3%

rafforzare le consulenze tecniche e i servizi offerti ai Comuni

-

0,4%

non potrà che perdere di rilievo

dipendenti

1,8%

3,1%

Non so, NR


50122 Firenze, viale Giovine Italia, 17 Tel. 055 2477490 fax 055 2260538 posta@ancitoscana - www.ancitoscana.it


Audit 2013