Page 1

ANNO 25 - N° DUECENTOQUARANTOTTO - DICEMBRE 2017 - € 3

i n n a e u q n i c i vent BERGAMO MAGAZINE

IN COPERTINA

CREDITO LOMBARDO VENETO A BERGAMO LA NUOVA SEDE MONS. FRANCESCO BESCHI NATALE DA ASCOLTARE CON IL CUORE EDOARDO JANNONE PROFESSIONE INFLUENCER MOTORI UN ANNO DI LAMBO

CMP BERGAMO

SPEDIZIONE IN A. P. D.L 353/2003 (CONV. IN L.27/02/2004 N.46) ART.1, COMMA 1, DCB BERGAMO IN CASO DI MANCATO RECAPITO RESTITUIRE AL MITTENTE - EDITA PERIODICI S.R.L. VIA B. BONO, 10 BERGAMO 24121 - TASSA PAGATA BG CPO

TENDENZE DI NATALE IDEE E SPUNTI PER I VOSTRI REGALI

ph. Paolo Biava


I nostri migliori auguri di

buone feste

Iniziativa delle seguenti Agenzie Affiliate di Bergamo e provincia: ROMANO DI LOMBARDIA

PRESEZZO

GRUMELLO DEL MONTE

BERGAMO

Affiliato: AG. IMM.RE RDL SRL

Affiliato: STUDIO PRESEZZO SAS

Affiliato: IMMOBILIARE GRUMELLO S.R.L.

Affiliato: STUDIO LORETO SRL

romanodilombardia1.tecnocasa.it

presezzo1.tecnocasa.it

grumellodelmonte1.tecnocasa.it

bergamo1.tecnocasa.it

Via Mons. Rossi , 23 Tel. 0363910099 Email: bghd4@tecnocasa.it

Via Vittorio Veneto, 701 Tel. 035464277 Email: bghab@tecnocasa.it

Via Roma, 30 Tel. 0350779622 Email: bghe9@tecnocasa.it

Via Broseta, 73 Tel. 0354373460 Email: bgca3@tecnocasa.it

MARTINENGO

SARNICO

BERGAMO

BERGAMO

Affiliato: TECNOMARTINENGO SRL

Affiliato: IMMOBILIARE SARNICO SRL

Affiliato: AGENZIA IMM.RE BG1 SRL

Affiliato: BERGAMO CENTRO SRL

martinengo1.tecnocasa.it

sarnico1.tecnocasa.it

bergamo5.tecnocasa.it

bergamo6.tecnocasa.it

Via Locatelli, 64 Tel. 0363987275 Email: bghdb@tecnocasa.it

P.zza Santissimo Redentore, 34 Tel. 0354261062 Email: bghe8@tecnocasa.it

Via Celadina, 8 Tel. 0350448550 Email: bgca8@tecnocasa.it

Via Verdi, 28/D Tel. 0350347068 Email: bgca0@tecnocasa.it

SERIATE

GORLE

BERGAMO

BERGAMO INDUSTRIALE

Affiliato: TECNOSERIATE SRL

Affiliato: AGENZIA IMM.RE GORLE S.R.L.

Affiliato: DL REAL ESTATE D.I.

Affiliato: BG PER L’IMPRESA S.R.L.

seriate1.tecnocasa.it

gorle1.tecnocasa.it

bergamo2.tecnocasa.it

bergamo1.tecnocasaimpresa.it

P.zza Papa Giovanni XXII, 13 Tel. 0350667687 Email: bghe7@tecnocasa.it

P.zza Papa Giovanni XXIII, 16 Tel.: 035 0342395 E-mail: bghc6@tecnocasa.it

Via Borgo Palazzo, 31 Tel. 0350171158 Email: bgca5@tecnocasa.it

TORRE BOLDONE

DALMINE

BERGAMO

Affiliato: AGENZIA IMM.RE LA TORRE SRL

Affiliato: TECNODALMINE S.R.L

Affiliato: TECNOBERGAMO SRL

torreboldone1.tecnocasa.it

dalmine1.tecnocasa.it

bergamo4.tecnocasa.it

Via Donizetti, 5/C Tel. 0350278128 Email: bghc5@tecnocasa.it

Via Buttaro, 5/b Tel. 0350744140 Email: bghbd@tecnocasa.it

Ogni agenzia ha un proprio titolare ed è autonoma

Via Piatti, 2 Tel. 0350343955 Email: bgca9@tecnocasa.it

Via Moroni, 156 Tel. 0350443103 Email: bgca7@tecnocasa.it

www.tecnocasa.it


benvenuto tra noi Venire al mondo, in questo mondo, di questi tempi… beh, ci vuole del coraggio. Ma chi glielo farà fare? Lasciare un posto fantastico, circondato da angeli, dove tutti lo chiamano Signore per rinascere nel grembo di una madre terrestre… Ci vuole coraggio anche per riuscire a crescere, in questo mondo. Essere bambini non è mai stato così difficile e anche se Erode non c’è più, mille mostri attendono i cuccioli di uomo appena mettono il naso fuori dalle loro tane. Ci vuole coraggio per far credere a migliaia di persone che riuscirai a sfamarle compiendo un miracolo ma, alla fine, se avranno fede, i pesci riempiranno le loro ceste insieme alle pagnotte e saranno cibo per tutte quelle anime affamate. Ci vuole coraggio a camminare sulla terra dovendo assistere alle peggiori brutalità senza poter intervenire e ci vuole coraggio a sfidare i saggi del tempio e andare contro il sistema. Ci vuole coraggio per sopportare le frustate, gli sputi e le bestemmie senza potersi difendere per lasciare all’umanità una strada da seguire per chi ancora spera che ci sia un’altra vita dopo la morte. Natale è il coraggio di una nuova vita che arriva senza sapere come sia il mondo, senza poter prevedere il proprio destino e…

senza miracoli nè superpoteri.

A tutti voi che siete qui

UN NATALE DI DOLCEZZA E UN 2018 BRILLANTE COME NON MAI


I GRAFFI DI BRUNO

Bruno Bozzetto


BERGAMO www.qui.bg.it

autorizz. Tribunale di Bergamo

IMMOBILIARE MAGGI TRESCORE

n°3 del 22/01/1992

BRESCIA

www.qui.bs.it

autorizz. Tribunale di Brescia n°18 del 22/04/2004

EDITA PERIODICI srl

SAN PAOLO D’ARGON NUOVA MODERNA BIFAMILIARE 4 CAMERE BAGNI - CLASSE A EURO 360.000

Via Bono 10 Bergamo tel 035.270989 fax. 035.238634 www.editaperiodici.it Direttore responsabile: Vito Emilio Filì Direttore editoriale: Patrizia Venerucci venerucci@editaperiodici.it Responsabile redazione: Tommaso Revera

BERGAMO VICINANZE INTERO PALAZZO D’EPOCA CON GRANDE PARCO SECOLARE E VIGNETO PREZZO INTERESSANTE

redazione@qui.bg.it Responsabile grafica: Paolo Biava grafica@qui.bg.it Responsabile pubblicità: Roberto Maestroni roberto.maestroni@editaperiodici.it Redazione eventi: Valentina Colleoni

CENATE SOTTO IN COLLINA, POSIZIONE INVIDIABILE VILLA SINGOLA CON PISCINA, GRANDI SPAZI, FINITURE DA RIVISTA - CLASSE A TRATTATIVA RISERVATA

redazione.chicera@qui.bg.it Hanno collaborato in redazione: Bruno Bozzetto, Lisa Cesco, Maurizio Maggioni, Franco Gafforelli, Giorgio Paglia, Valentina Colleoni, Roberto Maestroni Fotografie di: Federico Buscarino, Sergio Nessi, Paolo Stroppa, Daniele Trapletti Stampa: Euroteam Nuvolera Brescia

CENATE SOPRA NUOVA PALAZZINA DI SOLE CINQUE UNITÀ ABITATIVE, BILOCALE CON PORTICATO E GIARDINO PRIVATO, POSTO AUTO - CLASSE A EURO 135.000

Via Antonio Locatelli, 37 Trescore Balneario (Bg) T. 035.944.473 www.immobiliaremaggitrescore.it


Italian Masterpieces LETTO AURORA DUE. DESIGN BY TITO AGNOLI. SALONE DEGLI SPECCHI, VILLA PALAGONIA, BAGHERIA, PALERMO. poltronafrau.com

Via Paleocapa 3/L, ang. Via Paglia, Bergamo Tel. +39 035 219953 bergamo@internionline.it - www.internionline.it seguici su

Milano, Via Turati 8; Via Durini 17 Bergamo, Via S. Spaventa 7 Verano Brianza, S.S. 36


in questo numero Mons. Francesco Beschi: Natale da ascolare con il cuore Cover story Nuova filiale del Credito Lombardo Veneto a Bergamo Panathlon Fair PLay: premio alla carriera a Pierluigi Pizzaballa

Lovely Diamonds il Natale di Cornaro Gioielli

Nuova Porsche Cayenne: sportività a prova di famiglia

Edoardo Jannone: prefessione influencer

Accademia dello Sport per la Solidarietà: un 2017 never stop

Scegli le tue home da Anteprima con Chiara e Clarissa

Il cucciolo del Giaguaro è in città

Tennis per la ricerca contro il cancro


Piazza Matteotti 26, Bergamo Tel. 035.210797


in questo numero Gioielli in tavola firmati Cornali Gioielli

Inaugurato il nuovo Conad di Iseo progettato da Franco Fonatti

Gli auguri di Lodauto

TENDENZE DI NATALE IDEE E SPUNTI PER I VOSTRI REGALI

Masenghini in Luce

Un anno di Lamborghini Gruppo Bonaldi

VALÈ: un luogo per sentirsi bene Harley Davidson: 115 anni di brividi e passione Fashion: l’eleganza dei dettagli

Monangi molto più di una birreria

Il 2017 di Lario Bergauto


Nella foto: Occhiali Fendi mod FF 0286

Buone Feste da Seguici: @otticacattozzo

Bergamo - Via XX Settembre, 50 ( p a s s . v i a S . O r s o l a ) - Te l . 035 24 2 576

WWW.OTTICACATTOZZO.IT


Che il Natale possa portare nella vostra casa armonia, serenitĂ e un 2018 ricco di soddisfazioni! Massimo, Alberto e Tony.


MASSIMO COLLEONI TAPPEZZIERE

Bergamo Borgo Palazzo 102 Tel 035.221111 www.massimocolleoni.it


POLITICANDO

NATALE: LA NOSTRA RESURREZIONE

Un anno molto delicato volge il desio; il 2017 è stato l’anno delle sorprese, dalla ripresa economica, alle rivoluzioni interne dei paesi più importanti del mondo, iniziando dagli USA di Trump, sino alla Cina degli ex maoisti, alla perdita di appeal e di immagine della terribile frau Merkel, che dimostra la sua insipienza, se non vi sono i poteri forti ad aiutarla, da un Regno Unito sconfitto dalla sua Brexit che non potrà mai più essere, nemmeno per un anno, “La capitale Europea della Cultura” di Maurizio Maggioni e che perde i pezzi come l’Agenzia del Farmaco, info@mauriziomaggioni.it le banche e gli infermieri (i più importanti per una società che invecchia, come i suoi regnanti). La Spagna con Barcellona ribelle che si auto esilia in Belgio, quando nemmeno Poirot ci soggiorna più. E poi la Francia di Macron, regnante costituzionale, ma inconcludente e reazionario, l’Austria che si riscopre centro fisiologico della vera Mitteleuropa, e Dublino che finalmente farà pagare le tasse ai furbi delle grandi multinazionali informatiche e del commercio virtuale. Anche Malta è alla ribalta, perché è paradiso fiscale, perché infingardamente respinge i migranti, perché uccide gli oppositori del governo, perché è crocicchio dei servizi segreti e non più dei Templari e dei Cavalieri Cristiani di Malta; forse sarebbe meglio metterla fuori dalla UE, darla in pasto al suo destino e poi, riparlarne. Insomma questo 2017 è stato un vero anno di passaggio, tanto è vero che gli indici industriali ed economici ci dicono che la crisi è passata, finalmente si vede la fine del tunnel dopo quel disastroso 2008, che ha visto il mondo accartocciarsi su se stesso ed avvitarsi, cadendo verso il baratro del capitalismo bolscevico, che tramite la globalizzazione, ha reso le società più diverse tutte uguali, tutti un po’ più ricchi, ma tutti più poveri a favore di pochi, le multinazionali, che hanno guadagnato, distruggendo tutto. Iniziando dalle banche, vere servitrici del potere, che con la loro ingordigia ed impreparazione, usura e connivenza col potere, hanno fatto saltare il sistema, (Monte dei Paschi di Siena, Popolare di Vicenza, Banca Etruria etc…). Peter Seller, nel film oltre il giardino: “Dopo l’inverno viene sempre la primavera”. Infatti, sarà così, e il 2018 sarà un anno, molto importante e proficuo. Il mondo rifletterà un poco su quello appena passato, tra stragi, cambiamenti epocali, stupidità transgender, idiozie oligofreniche alla Boldrini, fughe alla Grasso, riflessioni renziane e, perciò, farà solo cose migliori. Quali? Per prima cosa votare in Primavera, qualsiasi sia il risultato, il nuovo Parlamento sarà certo migliore di questo. La BCE continuerà nella sua politica anti deflattiva, la Cina si aprirà a nuovi mercati e diverrà piano piano il Paese di riferimento, con piani di sviluppo suoi e ventennali. L’America finalmente capirà che deve essere unita su Trump e non divisa, ma soprattutto ha scoperto il proprio vaso di Pandora sulle Major, le violenze sessuali dei democratici (partendo da JFK e gli atti

desecretati), i sionisti che condizionano i loro poteri e così via. Ad un anno esatto dalla sua morte, anche Fidel Castro è stato riabilitato. Si parlerà di esercito unico europeo, di una Germania che finalmente penserà all’Europa per poter difendere se stessa dai grandi errori commessi. A gennaio 2018 saranno passati 4 mesi dalle loro elezioni e non avranno ancora un governo: se ne faranno uno, non sarà mai corrispondente alla volontà popolare; proprio loro che si ergono tanto ad essere i migliori della classe: per niente, sono solo i soliti, predicano bene e razzolano male. L’Italia avrà la possibilità di dire la sua, se solo ben interpreterà la vox populi, che da sempre è uguale alla vox dei. Meno tasse, meno Stato, più giustizia “giusta” chiara e diretta, più lavoro, più scuola che istruisca e per finire, leggi chiare e non interpretabili, ma che siano al passo con i tempi. Ci vuole tanto poco, basta volerlo, i segnali ci sono e si vedono. La sinistra è in continua discussione con se stessa, non ha più un quadro come Novecento da ammirare e seguire, il centro di Alfano e Verdini affonda nel magma politico con miasmi insani; non raggiungeranno la soglia del 3%, per loro creata (era il 5% nel disegno comune della legge elettorale), Scelta Civica (neologismo) sparirà e confluirà nel centro destra, il quale si sta ricompattando perché finalmente si è ben capito che il popolo italiano è quello della ex maggioranza silenziosa, cioè anticomunista, per definizione. Uniti vinceranno e avranno il grande dovere di cambiare l’Italia, magari proprio con una grande coalizione, se ve ne fosse la necessità. Questa sarebbe una grande prova di maturità e il superamento delle barriere ideologiche. I grillini rimarranno “parlanti”, come quelli delle favole, che sanno tutto, ma fanno poco. (A proposito, le fiabe, sono tutte da rifare perché scritte da omofobi e stalker seriali...). È giusto che essi esistano, che siano un buon 30% degli elettori, che stimolino, pungano, critichino, denuncino, ma che non governino, non ne sono capaci, anche se hanno buona volontà. Ecco un anno che si potrà ricordare sfatando le credenze oroscopiche e che ci dovrà trovare attenti affinché lo Stato rispetti i Referendum di Veneto e di Lombardia, e perché a marzo almeno il 70% degli elettori si rechi al voto, soprattutto tra i giovani, che devono essere responsabili del proprio destino. Leggete ragazzi, leggete ogni giorno, i quotidiani, la storia del passato, i libri dei filosofi moderni, con un occhio di attenzione a quelli ellenici e latini: non fatevi annichilire dai vostri insegnanti che sono tra i peggiori che la scuola ci abbia mai fornito (Ministro Fedeli in primis), non fossilizzatevi sugli smartphone, frequentate le biblioteche e riprendetevi il vostro futuro. Se non lo farete voi, nessuno lo farà per voi. Auguri di cuore e buone feste a tutti.


NUOVA XF SPORTBRAKE

COSÌ SPAZIOSA CHE AL SUO INTERNO HA UN’AUTO SPORTIVA.

NUOVA XF SPORTBRAKE CON TRAZIONE INTEGRALE ALL WHEEL DRIVE JAGUAR. Non lasciarti ingannare dalla sua spaziosità, Nuova XF Sportbrake è una Jaguar in tutto e per tutto. Grazie alle sospensioni posteriori pneumatiche autolivellanti, bilancia il peso di carichi pesanti assicurando stabilità e maneggevolezza senza eguali. Inoltre, ha una maggiore capienza nel bagagliaio che si adegua perfettamente al tuo stile di vita attivo. Con il suo motore 2.0 Biturbo Diesel Ingenium da 240 CV con trazione integrale All Wheel Drive Jaguar, Nuova XF Sportbrake è la prova che le auto sportive non sono solo a due porte.

JAGUAR XF SPORTBRAKE CON JAGUAR CARE 3 anni di garanzia ufficiale Jaguar 3 anni di manutenzione ordinaria 3 anni di assistenza stradale completa Chilometraggio illimitato In tutta Europa

IPERAUTO BERGAMO

Via Borgo Palazzo 205, Bergamo 035 2924211 concierge.iperautobergamo@jaguardealers.it iperautobergamo.jaguar.it

Dati riferiti a Jaguar XF Sportbrake 2.0 TD4 240 CV a trazione integrale All Wheel Drive Jaguar. Consumi Ciclo Combinato 5,8 l/100 km. Emissioni CO₂ da 153 g/km. Scopri le soluzioni d’acquisto personalizzate di JAGUAR FINANCIAL SERVICES. Jaguar consiglia Castrol Edge Professional.


E.L.A. Bijoux

E.L.A. Antichità - Via sant’Orsola 15/a - Bergamo Tel 035.24.23.07 - www.elantichita.it


Da più di 25 anni coltiviamo nuove idee e auguriamo anche a Voi la stessa passione Buon 2018, 2019, 2020, 2021, 2022, 2023...

©ph.Paolo Stroppa

MAGAZINE - VIDEO - NEWSLETTER - SOCIAL qui.bg.it


TESTO DI FRANCO GAFFORELLI

NATALE DA ASCOLTARE

CON IL CUORE INTERVISTA A FRANCESCO BESCHI, VESCOVO DI BERGAMO


Abbiamo letto che è sua convinzione che per vivere e non subire le trasformazioni in atto, siamo chiamati, da un lato a conoscere meglio non solo lo stesso cristianesimo, ma anche le religioni “altre”, cercando di evitare pregiudizi e pressapochismi e, dall’altro, ad educarci al dialogo e al confronto interculturale e intereligioso. Quali possono essere secondo Lei le modalità concrete per costruire nella complessa società bergamasca quella “convivialità delle differenze”, di cui parlava Don Tonino Bello? “Credo che la sfida che ci viene consegnata oggi è quella di “ascoltare con il cuore”. Ho titolato proprio così la Lettera Pastorale che ho consegnato alla Diocesi aprendo un triennio di cammino che ha come orizzonte il Sinodo dei Giovani voluto da Papa Francesco. Sono i giovani che interpellano la Chiesa, la società, le istituzioni, le generazioni più adulte ad una convivialità delle differenze, che sanno vivere meglio di noi. È necessario metterci in ascolto dei giovani non come se fossero un mondo a se stante o un’urgenza a cui trovare una soluzione. Pensare e lavorare con e per i giovani coinvolge inevitabilmente il modo di concepire la condizione dell’adulto e i rapporti tra le diverse età della vita. Sono le terre esistenziali, anche con le loro periferie, che ci chiedono la sfida di cercare più ciò che unisce di ciò che ci divide, come diceva Papa Giovanni XXIII, e di abbattere muri per costruire ponti, come ci invita a fare Papa Francesco. Ci sono stati nei mesi scorsi anche gesti concreti. Il centenario luterano è l’ultimo esempio di un poliedrico e sereno dialogo tra comunità cristiane diverse. Con il pastore è stato significativo lo scambio di pulpito: io ho proposto una meditazione nella loro celebrazione e il pastore lo ha fatto nella nostra Cattedrale. Lo stesso è avvenuto anche in alcune parrocchie della diocesi. Con l’Islam ad esempio quest’anno ho vissuto con questi fratelli in una parrocchia la conclusione del ramadan. Lo storico direttore de L’Eco di Bergamo, monsignor Andrea Spada, alla guida del quotidiano diocesano per cinquant’anni, disse in merito alla capacità di dialogo: “Non esistono per noi amici e nemici, noi abbiamo amici e amicissimi”. Lo spirito tipico bergamasco è connotato dalla praticità operativa, quindi dove c’è qualche bisogno educativo, assistenziale, sociale, i valori comuni fanno da calamita e diventano collaborazione effettiva e affettiva. Questo crea legami, dialogo, sintonia”. Mons. Nunzio Galatino nel suo intervento al G7 dell’Agricoltura a Bergamo ha richiamato i grandi alle loro responsabilità, senza fare nessuno sconto: “Mi permetto di ricordare ai Ministri che la realpolitik, quando fa bene il suo mestiere, non è mai separata da un’alta valenza etica e da un orizzonte che comprende sempre l’interesse dell’altro chiedendo di andare oltre i calcoli politici per adottare un nuovo modello di sviluppo”. Questa indicazione come può essere messa in atto nella realtà del territorio della Diocesi di Bergamo? “Sono convinto che la realtà bergamasca veda già in atto in modo capillare, nelle parrocchie, nei gruppi, nella miniera del volontariato, quanto si è posto come obiettivo la Chiesa nel Convegno Ecclesiale a Firenze, cioè il bisogno di attuare un nuovo umanesimo. Significa “comprendere i segni dei tempi per illuminare il buio dello smarrimento contemporaneo con una luce”, che è il “di più” dello sguardo cristiano, indicando all’uomo di oggi una direzione da intraprendere, in un’epoca segnata dalla “carenza di bussole”. Gli ambienti della vita quotidiana – la famiglia, la scuola, la città, il lavoro, i poveri e gli emarginati, l’universo digitale e la rete web – sono diventati “frontiere” da far diventare “soglie”, luoghi di incontro e di dialogo. Per fare questo ci vuole un “gusto per l’umano”. Ascoltare l’umano significa “vedere la bellezza di ciò che c’è, nella speranza di ciò che può ancora venire”. Le spoglie di Papa Roncalli, torneranno a Bergamo nel 60° anniversario della sua elezione a Pontefice. La Diocesi, ricorderà nel 2018 il 50° del nuovo Seminario, intitolato proprio a Papa Giovanni e da lui voluto e sostenuto. Questo evento potrà essere occasione per un’autentica riflessione spirituale sull’eredità di Papa Giovanni? In che modo? “Fin dall’annuncio di questo particolare dono che Papa Francesco ha voluto fare alla Chiesa di Bergamo, ho specificato quattro pilastri: l’identità di un popolo legato alle radici dei valori profondi umani e cristiani, la pace, l’ecumenismo e infine l’energia del Concilio Vaticano II. Questa “peregrinatio” mi auguro raccolga non solo molte persone, ma diventi espressione di sentirsi popolo e diventi occasione di sostegno nell’impegno della vita cristiana, alla luce della testimonianza e della santità dell’indimenticato Pontefice, che torna oggi a consegnarci la responsabilità della pace nella società e dell’ecumenismo nella Chiesa, diventi momento per rivivere la Pentecoste nello spirito del Concilio Vaticano II”. Il desiderio dei giovani di autenticità li dovrebbe spingere a cercare persone affidabili con cui confrontarsi e a cui affidarsi. La Chiesa dovrebbe riuscire a rispondere in modo credibile a questa necessità, ma la realtà delle nostre Parrocchie e soprattutto dei nostri oratori ci racconta di un allontanamento sempre più anticipato. Da dove si può ripartire? “Ho iniziato la Lettera Pastorale di quest’anno che ho sottotitolato “Comunità cristiane in ascolto dei giovani”, citando il romanzo “Gli sdraiati” di Michele Serra, tra l’altro in questi giorni conosciuto a molti per l’uscita del film.


NATALE DA ASCOLTARE

CON IL CUORE

MONSIGNOR FRANCESCO BESCHI È NATO A BRESCIA IL 6 AGOSTO 1951 ORDINATO SACERDOTE IL 7 GIUGNO 1975 ELETTO VESCOVO AUSILIARE DI BRESCIA IL 25 MARZO 2003 TRASFERITO ALLA SEDE DI BERGAMO IL 22 GENNAIO 2009

Nel libro si parla del mitico Colle della Nasca che è la meta alla quale ogni padre vorrebbe condurre suo figlio. È la porta attraverso la quale entrare nella condizione adulta. Ne cito alcuni passaggi:«Dovresti venire con me al Colle della Nasca. Tu non hai idea di come ti piacerebbe. Tu non hai idea di quanto ti farebbe bene. Sono sei ore di cammino: non troppe, non poche. Si suda e si tace. Quando ti vedo così pallido, penso che ti farebbe molto bene venire con me al Colle della Nasca. … E finalmente ti ho visto. Eri in alto. Molto più in alto di me, appena sotto alla sommità del colle… Molto più alto di me». Da Vescovo mi ritrovo in questa narrazione, ritrovo tante dinamiche di Chiesa, in poliedrici tentativi fatti per raggiungere i giovani. Penso che tanti genitori o insegnanti vi rispecchino nodi educativi quotidiani. Il problema sta solo nella risposta o anche nella domanda? Sta solo nei giovani o anche negli adulti? Papa Paolo VI diceva: “L’uomo contemporaneo ascolta più volentieri i testimoni che i maestri e se ascolta i maestri lo fa perché sono dei testimoni”. Dalla bocca che predica al cuore che ascolta. È la sfida che ci interpella: dai convincimenti sui princìpi al contagio dei valori, dai doveri alle passioni, dall’erogare servizi al suscitare opportunità, dall’imboccare contenuti all’aprire cammini, dall’informare all’educare, dal predicare al provocare (termine assai evangelico: dal latino “pro-vocare, chiamare-per”, da cui “vocazione”), dal tirare all’attirare. Concretamente ho suggerito alle nostre comunità alcuni atteggiamenti che possano delineare lo stile con il quale connotare il rapporto con le giovani generazioni: camminare insieme, lasciarsi interrogare, imparare a riconoscere, donarsi fiducia, condividere la gioia. È un cammino in salita dove si parla, si tace e si suda. Proprio come sul Colle della Nasca. Magari potremo giungere anche noi, come il protagonista del romanzo, a stupirci di vedere i giovani che saranno più in alto di noi e più alti di noi”. A differenza del passato i nuovi poveri sono tra noi e assistiamo a varie forme di disuguaglianza sociale. La povertà è conseguenza di perdita di lavoro o non adeguatamente retribuito, di accentramento della ricchezza, di indifferenza e superficialità. Papa Francesco ha istituito “La Giornata mondiale dei Poveri” ed ha proposto il tema “Non amiamo a parole ma con i fatti”. Pertanto la carità a favore dei più poveri deve essere una carità concreta. La Chiesa, popolo di Dio, ha una responsabilità enorme che mette in gioco la credibilità di ognuno di noi. È arrivato il momento di dare segnali forti. Quali secondo Lei? “Papa Giovanni XXIII insegnava che “il bene va fatto bene”. Spesso si dice che i profughi e i migranti vengono privilegiati, ma la Chiesa di Bergamo ha interventi di aiuto a 360 gradi. Ad esempio due fondi “Famiglia casa” e “Famiglia lavoro” hanno dato risposte considerevoli ai bisogni della nostra gente rimasta senza lavoro o che a causa della crisi rischia di perdere la casa per non assolvere i mutui. In questo ambito la diocesi ha investito alcuni milioni di euro a sostegno di queste famiglie. La diocesi ospita al momento più di 1.000 richiedenti asilo, cercando allo stesso tempo di trasformare questo principio di carità in valorizzazione di un tessuto del territorio, coinvolgendo le risorse locali creando quindi un notevole indotto anche in termini di lavoro. L’apertura per noi è evangelica e quindi sempre ragionata, attenta, premurosa. È l’intelligenza della carità, che non è pura erogazione di servizi a pioggia. Come dice un proverbio africano: “Più che dare un pesce ogni giorno, regala una canna da pesca”. Per un uomo di fede come Lei, impegnato nel quotidiano esercizio del suo ministero episcopale, è importante avere e coltivare degli interessi personali? Ci racconta quali sono? “I miei interessi personali sono tanti ma hanno un grande nemico che si chiama agenda. Gli impegni sono tanti, gli inviti innumerevoli, gli incontri personali con preti e laici sono continui, poi ci sono le incombenze di ufficio con i miei collaboratori. Tengo molto ad essere presente nelle comunità e questo riempie le giornate, ma anche e soprattutto il mio cuore. C’è sempre però la musica che è una mia grande passione, che mi permette di avere intermittenti spazi di ascolto in cui la sinfonia come mette insieme note diverse riesce sempre anche ad armonizzare i vari suoni della vita”.


CREDITO LOMBARDO VENETO

A BERGAMO LA NUOVA SEDE Fotografie Paolo Biava

NEL 2013 CON GRANDE ENTUSIASMO ABBIAMO PARTECIPATO A BRESCIA AL BATTESIMO DEL DEBUTTANTE CREDITO LOMBARDO VENETO (CRE.LO-VE) E OGGI, CON ALTRETTANTO SLANCIO, VI PRESENTIAMO L’APERTURA DELLA NUOVA SEDE IN TERRITORIO BERGAMASCO DI QUESTA GIOVANE E DINAMICA REALTÀ, CHE VEDE NELLA SUA COMPAGINE SOCIALE CIRCA 160 IMPRENDITORI E PROFESSIONISTI TRA I PIÙ CONOSCIUTI E STIMATI DEL BRESCIANO, DELL’AREA BERGAMASCA E DEI TERRITORI LIMITROFI

Dopo cinque anni il bilancio è decisamente positivo. Oggi Cre.Lo-Ve è riconosciuta come banca di riferimento per il territorio che opera con concretezza nel comparto del credito, a supporto del tessuto imprenditoriale e delle famiglie. 148 milioni di impieghi, 212 milioni di euro di raccolta diretta e 46 di raccolta indiretta, di cui 26 in risparmio gestito e 20 per titoli in custodia. 3.670 conti correnti attivi al 30 settembre 2017 di cui 1.500 intestati ad imprese.


Abbiamo incontrato Giambattista Bruni Conter, Presidente del Credito Lombardo Veneto, a cui abbiamo chiesto di tracciare un profilo dell’istituto di cui è Presidente, a cinque anni dal suo debutto sullo scenario del sistema bancario che sta attraversando un momento difficile e di grande trasformazione.

Giambattista Bruni Conter Presidente del Credito Lombardo Veneto “Stiamo cercando di dar vita ad una istituzione che sia punto di riferimento, non solo per Brescia ma anche per tutto il lombardo-veneto”.

“Noi non vediamo la banca solo come tale - ci ha raccontato Bruni Conter - ma stiamo cercando di dar vita ad una istituzione che sia punto di riferimento, non solo per Brescia ma anche per tutto il lombardo-veneto, da Bergamo a Vicenza. Brescia aveva tre banche storiche, che poi - a seguito di fusioni e acquisizioni - hanno perso il legame con il territorio. A Bergamo è toccata la stessa sorte, sempre per la corsa al gigantismo delle banche che hanno inevitabilmente dovuto rinunciare al ruolo di stare accanto concretamente ed attivamente, alla gente e ai suoi problemi. In estrema sintesi, la nostra strategia consiste nell’essere una banca del territorio e nel trovare il giusto compromesso tra la banca-on-line e la banca tradizionale. Siamo banca tradizionale che vuole evolvere verso internet ma non vuole essere totalmente internet, perché preferiamo ancora avere - e offrire - alla clientela un contatto personale. Siamo vincenti sulla velocità, siamo una banca piccola ed essere “snelli” ci mette in condizione di vagliare velocemente ogni richiesta di affidamento. Inoltre - ha proseguito il Presidente - più degli altri noi abbiamo uno stacanovista come Sergio Simonini, e in sette giorni lavorativi siamo in grado di aprire linee di credito. Oppure no, ma in questi casi spieghiamo, sempre rapidamente, anche il motivo. Infine, abbiamo il vantaggio di poterci avvalere della partnership di primarie società specializzate su svariate tematiche quali M&A, finanza straordinaria, finanziamenti con cessione del quinto dello stipendio, leasing, factoring, assicurazioni, e gestione del risparmio, in modo da soddisfare al meglio anche le esigenze più complesse ed articolate, quali, ad esempio, l’accompagnamento delle aziende in borsa attraverso l’ausilio di società specializzate. È in atto un grande fermento con l’avvento dei Piani di accumulo e risparmio e a Brescia ci sono molti casi di aziende che potrebbero accedere alla quotazione al fine di introdurre elementi di sviluppo e nuovi investimenti. Noi, grazie all’esperienza dei nostri partner, crediamo di disporre del know-how necessario per portarle verso l’importante passo”.


Sergio Simonini, instancabile professionista, è il direttore generale di Credito Lombardo Veneto e ha accompagnato, con grande coraggio, con la sua esperienza e grazie alla stima di cui gode presso gli imprenditori locali, questo nuovo istituto di credito facendolo crescere in un’area estremamente competitiva. “La nostra mission - ci ha spiegato - ha trovato conferma nei fatti e oggi, dopo l’apertura della prima filiale a Sarezzo, cerchiamo di conquistarci la fiducia anche del territorio di Bergamo che, come quello bresciano, è stato privato negli ultimi anni delle banche dal volto umano, quelle che promuovevano principalmente il rapporto interpersonale rispetto ai freddi numeri che escono da un computer, naturalmente non perdendo mai di vista il merito creditizio. Offriamo tutti servizi che le grandi banche propongono, ma cercando di fare meglio e tramite un’offerta più completa, grazie alla collaborazione con specialisti esterni. Vagliando in profondità le specifiche necessità del cliente (imprese e famiglie) che emergono nella quotidiana attività di relazione, scegliamo i prodotti e le società prodotto che meglio soddisfano tali esigenze. Insomma, per ciò che non possiamo fare in casa con le nostre competenze, disponiamo dei migliori specialisti in ogni branca dell’economia e della finanza. Siamo sempre focalizzati sull’obiettivo di essere un concreto sostegno al tessuto imprenditoriale e sociale del territorio, anche per il tramite di una politica attiva finalizzata allo sviluppo delle relazioni con e tra imprenditori del territorio stesso e, per quanto riguarda la gestione del risparmio di famiglie e privati, attraverso un’ampia gamma di servizi di investimento competitivi e ad alto livello di personalizzazione”.

Sergio Simonini Direttore Generale del Credito Lombardo Veneto “Offriamo tutti servizi che offrono le grandi banche ma in maniera migliore perché ci rivolgiamo sempre a specialisti esterni”.

CREDITO LOMBARDO VENETO

A BERGAMO LA NUOVA SEDE


Uno dei due vicepresidenti del credito Lombardo Veneto (l’altro è Aldo Bonomi) è Carlo Jannone, conosciuto professionista di Bergamo. A lui chiediamo le motivazioni di questo impegno sul fronte finanziario a Bergamo. “La scelta di aprire una nuova filiale a Bergamo corrisponde alla volontà di ampliare il raggio d’azione della banca su un territorio considerato strategico in virtù della dinamicità imprenditoriale che storicamente lo caratterizza. Credito Lombardo Veneto ha l’ambizione di confermare anche a Bergamo la bontà del proprio modello di intermediazione del credito e di offerta di servizi bancari, caratterizzato da tempi veloci di risposta, approccio flessibile alle esigenze della clientela, offerta di credito su misura delle esigenze delle imprese, artigiani e famiglie, servizi di investimento competitivi e particolarmente attenti al profilo di rischio-rendimento proprio di investitori e risparmiatori. Anche nel format della filiale di Bergamo abbiamo riprodotto gli spazi dove avviene un approccio friendly con la clientela, con salottini e un angolo ristoro”.

Carlo Jannone - Vicepresidente del Credito Lombardo Veneto “Abbiamo l’ambizione di confermare anche a Bergamo la bontà del nostro modello di intermediazione del credito e di offerta di servizi bancari”.

I PERCHÈ DI CRE. LO-VE

Domenico Silini

• Promuove la valorizzazione delle risorse umane attraverso percorsi di accrescimento professionale e di partecipazione agli obiettivi dell’impresa, ponendo attenzione ai bisogni e alle legittime aspettative degli interlocutori interni ed esterni, al fine di migliorare il clima di appartenenza e il grado di soddisfazione. • Persegue, con correttezza e trasparenza, obbiettivi di efficienza, efficacia ed economicità dei sistemi di gestione per accrescere i livelli di redditività e competitività dell’impresa e per conseguire, attraverso un costante aggiornamento, gli standard correnti di innovazione. • Persegue gli obbiettivi aziendali riconoscendo centralità ai bisogni dei clienti esterni e interni, nonché alle aspettative degli azionisti. • Si adopera affinché tutte le azioni, le operazioni, le transazioni e in generale i comportamenti tenuti dagli Organi sociali, dal personale e dai collaboratori in merito alle attività svolte nell’esercizio delle funzioni di propria competenza e responsabilità siano improntati alla massima onestà, imparzialità, riservatezza, trasparenza.

Nuovo Direttore delle filiale Credito Lombardo Veneto di Bergamo

DAL 13 DICEMBRE Cre. Lo-Ve Credito Lombardo Veneto Via Paleocapa 1/E - Bergamo www.crelove.it


Visita il nostro

Sito

Web

®

S T U D I O I M M O B I L I A R E - R E A L E S TAT E A N D I N V E S T M E N T S

SCANZOROSCIATE _ CENTRO STORICO Importante immobile storico di mq 560 dislocato su 3 livelli oltre 80 mq di area servizi, 30 mq di antica serra, autorimessa di mq 55, 1650 mq di parco storico piantumato con viale. Immobile elegantemente ristrutturato rispettando gli elementi originali CE: In attesa di certificazione energetica

CITTA ALTA _ FRONTE MURA Prestigioso appartamento panoramico situato al piano nobile di importante edificio storico. Immobile di mq 290 dotato di 150 mq di terrazza ed ulteriori mq 70 al piano inferiore ad uso servizi, alte volumetrie interne, parziali soffitti affrescati, doppio box CE: E 155,82 Kwh/m2a

BERGAMO _ VIALE VITT. EMANUELE ALTA Prestigioso ultimo piano mansardato inserito in uno dei contesti storici di maggior pregio della città con splendido parco condominiale. Immobile di mq 180 dotato di 20 mq di terrazza a pozzo. Soggiorno, cucina, 3 camere, 2 bagni, doppio box CE: C 61,14 Kwh/m2a

BERGAMO _ CITTÀ ALTA COLLI Importante residenza seicentesca situata in prestigiosa posizione panoramica. Immobile di mq 790 dotato di 2 dependance per mq 100, 150 mq di interrati oltre mq 210 di autorimesse, splendido cortile con porticato, 20.000 mq di terreno terrazzato CE: In attesa di certificazione energetica

BERGAMO _ VIALE VITTORIO EMANUELE II Importante appartamento panoramico situato in prestigioso palazzo storico con straordinaria vista dominante Bergamo e città alta. Immobile di mq 430 oltre soppalchi, splendido bowindow e 20 mq di balconata. Completo di ampia autorimessa CE: In attesa di certificazione energetica

BERGAMO _ CENTRALISSIMO Importante appartamento piano nobile di 370 mq inserito in prestigioso palazzo d’epoca fronte parco. Proprietà lussuosamente restaurata, caratterizzata da splendidi soffitti affrescati, completa di 50 mq di loggiato e box per 4 vetture CE: In attesa di certificazione energetica

IMPORTANTI OPERAZIONI IMMOBILIARI commerciali - residenziali - industriali sul territorio italiano, europeo ed oltre BERGAMO viale Vittorio Emanuele II, 65 www.studio-valle.com

info@studio-valle.com

tel. +39 035 23 15 88

Skype:Valle-Real-Estate

fax +39 035 23 27 14

Twitter:ValleRealEstate

Facebook:StudioImmobiliareValle


Via Campagnola, 48/50 - Bergamo - Tel. 035 4212211 Corso Carlo Alberto, 114 - Lecco - Tel. 0341 27881 Via Industriale, 97/1 - Berbenno di Valtellina (SO) - Tel. 0342 492151 Via Brescia, 78 - Grumello del Monte (BG) - Tel. 035 830914

www.lariobergauto.bmw.it


PANATHLON FAIR PLAY ph.Sergio Nessi

LA SALA GALMOZZI, STORICA ANTICA SEDE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI BERGAMO, HA FATTO DA CORNICE ALL’ANNUALE CERIMONIA DI CONSEGNA DEI PREMI FAIR PLAY ASSEGNATI ANCHE QUEST’ANNO DAL PANATHLON DI BERGAMO. PREMIO ALLA CARRIERA A PIERLUIGI PIZZABALLA


PANATHLON FAIR PLAY Il tema del Fair Play, che in inglese letteralmente “gioco giusto”, ma che potremmo interpretare anche come “correttezza”, è di certo uno di quelli più attuali tra quanti amano lo sport, inquinato oggi, purtroppo spesso, da fatti di corruzione, doping, scommesse clandestine, violenza tra opposte tifoserie. “Fin dalla sua fondazione - ha ricordato il presidente di Panathlon Bergamo, Avv. Attilio Belloli - il nostro Club ha operato per diffondere la cultura della correttezza anche attraverso la creazione di questo Premio che viene consegnato nella giornata mondiale dedicata appunto al Fair Play”. Quest’anno la scelta è andata, per quanto riguarda il premio alla Formazione, alla sezione di Bergamo del Club Alpino Italiano, storica e meritoria associazione che, grazie al lavoro di tantissimi appassionati, valorizza la montagna, promuove e favorisce la pratica dello sport sulle nostre montagne. Il premio Fair Play alla carriera è stato invece consegnato, dalle mani del comm. Luigi Mariani, vicepresidente del Club, a Pierluigi Pizzaballa, mai dimenticato por-

tiere dell’Atalanta e della Roma, nonché della Nazionale azzurra ed esempio di grande correttezza sia dentro sia fuori dal terreno di gioco. Oltre a questi prestigiosi riconoscimenti, anche quest’anno com’è ormai tradizione, è stato anche assegnato un importante contributo ad un istituto scolastico impegnato a promuovere lo sport come elemento di crescita per le giovani generazioni. Quest’anno, il contributo elargito da Baldassarre Angelli, è stato assegnato alla scuola media di Lallio che era presente con un folto gruppo di studenti ed insegnanti che insieme hanno dato lettura del decalogo della carta del Fair Play, stampato su un simpatico segnalibro regalato ai presenti. Altro significativo contributo economico è stato messo a disposizione dal Vicepresidente di Panatholn Luigi Mariani, per l’associazione Enjoy sky Sport Onlus molto attiva sui temi dei valori della vita, dell’educazione stradale e dello sport per i disabili anche in alcune scuole della nostra provincia.

PIERLUIGI PIZZABALLA

SEMPRE IL NUMERO UNO QUESTO IL BREVE DISCORSO DI LUIGI MARIANI NEL MOMENTO DELLA CONSEGNA DEL PREMIO FAIR PLAY ALLA CARRIERA A PIERLUIGI PIZZABALLA

È per me un onore ed un vero piacere consegnare questa onorificenza a Pierluigi Pizzaballa, indimenticabile sportivo e grande esempio per i giovani di tante generazioni che lo hanno visto protagonista sui campi della serie A in tempi in cui l’attaccamento alla maglia e la passione per lo sport erano ben diversi da oggi, dove prima di tutto viene il business. questo premio va ad un calciatore, un portiere che ha sempre vissuto da numero 1.


Come sportivo, come uomo e ... come figurina. I meriti del numero uno tra i pali delle porte degli stadi italiani, sono elencati nel suo palmares che sarebbe stato sicuramente più pingue se la sua generazione non fosse stata affollata da una schiera di grandi campioni come Mattrel, Anzolin, Sarti, Albertosi, Vieri, Zoff, Cudicini che portavano sulle spalle le maglie delle formazioni più blasonate del campionato e la lotta per un posto anche in panchina con Milan, Inter e Juve era sempre ai massimi livelli. Indossò, seppur per una volta la gloriosa maglia della Nazionale subentrando nel secondo tempo ad Enrico Albertosi in un Italia-Austria vinto per 1 a 0 dagli azzurri. È stato anche un numero uno come uomo e anche dopo aver lasciato il professionismo si è sempre distinto come persona corretta e di cuore oltremodo disponibile per chi vuole buoni consigli e per i tanti giovani che da grandi vorrebbero fare il calciatore. E infine, come molti sapranno, è stato anche il numero uno nel cuore e oggi nei ricordi dei tanti bambini per i quali lui, giocando nell’Atalanta, era la prima figurina, la numero 1, dell’album della Panini. Non c’era bambino che non collezionasse quelle immaginette colorate con le fotografie dei giocatori e che non facesse mercato di scambio dei doppioni con i compagni di scuola a caccia di quelle più rare. E Pizzaballa, con un nome già curioso di suo, divenne un vero mito nel campionato del 1963-64 quando a causa di un malanno dovette rimandare la foto per l’uscita della collezione e la sua figurina rimase introvabile per i collezionisti per oltre due mesi, scatenando la caccia a quel fatidico numero 1. Al campione e all’uomo quindi il riconoscimento del nostro sodalizio che penso interpreti il desiderio dei concittadini tutti certo orgogliosi di poterlo annoverare tra i migliori ambasciatori dello sport che Bergamo abbia avuto”.


CARTA DEL FAIRPLAY QUALUNQUE SIA IL MIO RUOLO NELLO SPORT, ANCHE QUELLO DI SPETTATORE, MI IMPEGNO A: 1. fare di ogni incontro sportivo, poco importa la posta in palio e la rilevanza dell’avvenimento, un momento privilegiato, una sorta di festa; 2. conformarmi alle regole ed allo spirito dello sport praticato; 3. rispettare i miei avversari come me stesso; 4. accettare le decisioni degli arbitri e dei giudici sportivi, sapendo che, come me, hanno diritto all’errore, ma fanno di tutto per non commetterlo; 5. evitare la cattiveria e le aggressioni nei miei atti, parole e scritti; 6. non usare artifici o inganni per ottenere il successo; 7. essere degno nella vittoria, come nella sconfitta; 8. aiutare ognuno, con la mia presenza, la mia esperienza, la mia comprensione; 9. soccorrere ogni sportivo ferito o la cui vita sia in pericolo; 10. essere realmente un ambasciatore dello sport, aiutando a far rispettare intorno a me i principi qui affermati


ASPESI - DONDUP - FAY - FABIANA FILIPPI - HOGAN - INCOTEX - JACOB COHEN MANILA GRACE - MAXMARA - M MISSONI - MONCLER - STONE ISLAND - WOOLRICH - ZANONE Via Tricolore, 1 Spirano (Bg) - Tel. 035 877402 W W W. M O R E T T I B O U T I Q U E . I T

Seguici:


CHI C’ERA

BERGAMO

“LOVELY DIAMONDS”

IL NATALE FIRMATO CORNARO GIOIELLI “I sogni son desideri…” diceva una famosa canzone. Parole che Cornaro Gioielli mai come per questo Natale ha trasformato in realtà, rendendo ancora più magico l’evento che ogni anno organizza per tutti gli affezionati clienti ed amici. Due giorni all’insegna delle eccellenze della gioielleria italiana ed internazionale, racchiusi nel sogno dello storico negozio allestito con luci, accostamenti di fucsia ed oro, renne e fasci di orchidee, divenute cornici del palazzo e dell’intera via, sapientemente allestita secondo le indicazioni dei titolari. Incantevole il risultato, impreziosito dal suggestivo paesaggio innevato con orsi polari firmato Chopard e i panorami mozzafiato di Capri riprodotti da Chantecler, che per tutto il Natale accoglieranno i passanti in un clima di festa. Lo stesso clima che il 25 e 26 novembre ha emozionato gli invitati di Cornaro che, tra la degustazione dell’etichetta prodotta dall’azienda vinicola “Il Cipresso” e un ricco buffet, hanno potuto ammirare le straordinarie parure di Crivelli, le preziosità di alta orologeria firmate Chopard, gli eleganti vasi Larique e le eccellenze di Chantecler, senza dimenticare il prestigioso corner di orologi Zenith e gli argenti De Vecchi e Raspini. Tutto questo in un’atmosfera di serenità ed allegria, risultato del grande affetto che la famiglia Cornaro e tutti i grandi professionisti che compongono il suo team, riservano a coloro che, da sempre, seguono il loro lavoro incessante, frutto di grande passione e desiderio di ricercare sogni continui per i propri clienti.

Ph. Sergio Nessi - Puoi vedere tutte le immagini dell’evento su www.qui.bg.it


Un obiettivo semplice ma chiaro, mosso dalla voglia di migliorare e migliorarsi sempre, nel segno di un forte legame ed affetto familiare, base di tutti i successi perseguiti e di tutti i risultati che verranno. E cosĂŹ, anche per questo Natale, la famiglia Cornaro augura a tutti quanti pace, serenitĂ e la possibilitĂ  di realizzare i propri desideri.


SEGNATEMPO D’ECCEZIONE La collezione L.U.C, realizzata a mano dal 1860 per gentlemen raffinati. L’espressione di un carattere deciso per i protagonisti della storia.

L.U.C TIME TRAVELER ONE (161942-5001), CALIBRO MANIFATTURA A CARICA AUTOMATICA L.U.C 01.05-L

Bergamo - Via Camozzi, 44 - Tel. 035 249333 Bergamo - Via Camozzi, 44 - Tel. 035 249 cornarogioielli.it

cornarogioielli.it -

333


CHI C’ERA

BERGAMO

SPORTIVITÀ A PROVA DI FAMIGLIA: LA NUOVA PORSCHE CAYENNE

IL CENTRO PORSCHE BERGAMO GRUPPO BONALDI HA CELEBRATO L’ARRIVO DELLA NUOVA CAYENNE, LA TERZA GENERAZIONE DEL SUV DELLA CASA DI STOCCARDA, UN CONCENTRATO DI SPORTIVITÀ E TECNOLOGIA Porsche Cayenne ritorna in una veste completamente rinnovata e tante eccezionali novità tecnologiche. Presentazione ufficiale l’1 dicembre scorso durante un evento firmato Centro Porsche Bergamo Gruppo Bonaldi presso la concessionaria gremita di ospiti, curiosi di scoprire tutte le sfaccettature di quest’auto a misura di famiglia. Una caratteristica che definisce la giusta connotazione di questo SUV, arrivato alla sua terza generazione, perfetto per tutti coloro che vogliono vivere il sogno di guida di un’auto sportiva, da condividere con le persone care, per una quotidianità grintosa e sicura. Come ha dichiarato, infatti, Simona Bonaldi, AD Gruppo Bonaldi: “La nuova Cayenne è davvero speciale: sportiva al 100% e di eccezionale comfort per l’uso quotidiano. Presentiamo una vettura perfetta anche per le famiglie, che unisce le caratteristiche Porsche con la straordinaria praticità di un SUV, permettendo di vivere un’esperienza di guida eccezionale nelle strade della nostra città. Tutto questo senza dimenticare il lato digitale. Centrale, infatti, nella nuova Porsche Cayenne anche l’aspetto tecnologico che, durante la serata, ha trovato riscontro nell’allestimento digitale dello show-room, consentendo agli ospiti di sentirsi al centro dell’evento e di immortalare i momenti migliori, condividendoli sui social network. Ospite della serata Alessandro Baccani, trainer prodotto e istruttore PDE che, con il suo intervento, ha introdotto la presentazione della Nuova Cayenne dalla quale, a sorpresa, è scesa un’intera famiglia che ha sottolineato in modo originale le sue potenzialità di vettura tutta “sportività e famiglia”. Pratica e perfettamente equipaggiata la neonata della Casa di Stoccarda è infatti perfetta per soddisfare tutte le esigenze, con la sua linea d’avanguardia e gli interni eleganti, completi di un innovativo concept di gestione e visualizzazione, oltre al moderno sistema Infotainment, costantemente on line. Futurismi anche per le ampie funzioni tecnologiche come Amazon Music e Smart Home, per una digital contact continua.

Ph. Sergio Nessi - Puoi vedere tutte le immagini dell’evento su www.qui.bg.it


Via Zambonate, 85 Bergamo | +39 035 238 154 | www.montidecio1912.it

MISANIMILANO.COM

A BERGAMO PRESSO


SEGUICI SU

INSTAGRAM @montidecio1912


CHI C’ERA

BERGAMO

18° CIRCUITO DI TENNIS A FAVORE DELLA RICERCA CENA CONVIVIALE PRESSO TENUTA COLLE PIAJO DI NEMBRO Giovedì 30 novembre presso la Tenuta Colle Piajo di Nembro si è tenuta la cena conviviale a conclusione del 18° Circuito di Tennis a favore della ricerca AIRC. I circoli che hanno aderito, ormai da 20 anni, e hanno collaborato per la buona riuscita del circuito sono, per quanto riguarda la provincia di Bergamo, TC Bergamo, TC Città dei Mille,TC San Pellegrino, TC Carvico, Tc Bagnatica e TC Loreto; per la provincia di Lecco, Tc Roseda; per la provincia di Milano, TcTrezzo d’Adda e Tc Arcore. Con i tornei di doppio misto, che sono stati molto apprezzati dai tennisti e con la partecipazione di molti sponsor fra cui Beahcomber, FAIP, Cantor Air e Lario Bergauto - presente con la nuova e scattante BMW X3, unica per il suo design mozzafiato, e la nuova BMW X1 - si sono potuti raccogliere fondi da devolvere all’Associazione Italiana Ricerca Cancro. Da tempo, madrina del circuito è l’ex campionessa di tennis Lea Pericoli che dal 1973 è testimonial della ricerca sul cancro. Presente anche la campionessa olimpionica di sci, delegata provinciale CONI e Consigliere della Regione Lombardia, Lara Magoni, la vice presidente della FIT, Chiara Motta, il consigliere e delegato provinciale FIT, Luigi Terzi, ed il Presidente del Panathlon. A fine cena si è provveduto all’estrazione dei 25 premi della lotteria abbinata al circuito di tennis, con la collaborazione del comico Vittorio Sandrini di Zelig Lab. L’appuntamento, come ricordato da Carla Pancaldi e Fiorella Ferrario , è per il prossimo anno, con l’augurio di poter aumentare il numero dei circoli di tennis e naturalmente di tennisti.

Ph. Sergio Nessi - Puoi vedere tutte le immagini dell’evento su www.qui.bg.it


CHI C’ERA

BERGAMO

DA CORNOLTI SHOWCOOKING “STELLATO” ANCHE L’EDIZIONE 2017 DELLO SHOWCOOKING ANDATO IN SCENA AL COR MARKET DI SORRISOLE HA REGISTRATO IL TUTTO ESAURITO: PROTAGONISTA DELLA SERATA LO CHEF ENRICO CEREA CHE HA PRESO PER LA GOLA TUTTI GLI OSPITI FIRMANDO IL CONDIMENTO DELLA PASTA FRESCA PROPOSTA DAL PADRONE DI CASA, SERGIO CORNOLTI È stato un appuntamento imperdibile quello proposto il 17 novembre scorso dal ‘vulcanico’ Sergio Cornolti presso il Cor Market di Sorisole, l’attività insignita del prestigioso riconoscimento ‘negozio storico’ da parte della Regione Lombardia. Un evento-degustazione che ha riscosso grande interesse e che ha visto confermata la partecipazione straordinaria di Chicco Cerea, chef del ristorante Da Vittorio e amico di Sergio, e del suo capopartita dei primi piatti, Gibo Bergamelli. Scopo di questa iniziativa quello di coniugare alla bontà dei casoncelli nostrani proposti abitualmente dal Cor Market un condimento ‘stellato’. Un’occasione, quindi, non solo per apprendere trucchi e stratagemmi molto utili per far bella figura in cucina ma anche per testare la bontà del risultato conseguito tramite assaggi e piccole degustazione. Tre tipologie di piatti proposti, uno più gustoso dell’altro: tortelli di carni bianche, rostrato di Rovetta, emulsione di porcini; mezzelune, ricotta di limone, cime di rapa e cozze; pappardelle bio, fricassea di carne, riduzione di Moscato di Scanzo. Estasiati dall’esplosione di gusto i numerosi partecipanti al corso che, tra un appunto e l’altro, non hanno lesinato complimenti ed elogi. Un’ulteriore dimostrazione della bontà dei prodotti proposti dalla famiglia Cornolti, che da due generazioni realizza con estrema cura – e soprattutto in modo assolutamente artigianale senza alcun tipo di conservante – “casoncelli” e “scarpinocc” come dettato dalla migliore tradizione bergamasca. Non è un caso, dunque, se il negozio di Sorisole è diventato il riferimento di gastronomie e ristoranti di Bergamo e provincia non solo per la pasta fresca ma anche per la produzione propria di salumi, cesti regalo e specialità alimentari della casa. Per saperne di più, visitare il sito www.casoncelli.com o visitare la pagina Facebook ‘Casoncelli e Scarpinocc Cor-Market’. Ph. Sergio Nessi - Puoi vedere tutte le immagini dell’evento su www.qui.bg.it


CHI C’ERA

BERGAMO

SOLIDARIETÀ

#NEVERSTOP La continua corsa per la solidarietà promossa dall’Accademia dello Sport di Bergamo pare proprio non conoscere sosta. Anche per questo 2017 la serata di gala di chiusura avvenuta lo scorso 2 dicembre alla Cascina Marigolda di Curno è stato il momento clou per riepilogare i tanti traguardi raggiunti e tracciare le linee per un 2018 di grandi aspettative. Con la sua grande serietà e attenzione, Giovanni Licini, fondatore dell’Accademia dello Sport, nata nel 1977 come Tennis Vip ed evolutasi poi nella sua veste attuale, ha espresso tutta la sua soddisfazione e gratitudine a quanti hanno contribuito con il loro immenso lavoro nel raggiungimento degli obiettivi prefissati. “Un altro anno volge al termine e con grande entusiasmo posso annunciare che, grazie ai volontari che mi affiancano, a tutti gli imprenditori-sponsor e agli sportivi che non mancano mai di lasciarsi coinvolgere nelle nostre iniziative, abbiamo raggiunto il MILIONE E 200 MILA EURO di racconta fondi dagli inizi della nostra storia ad oggi. Incassi interamente devoluti a sostegno delle associazioni cittadine ma anche a tutte quelle popolazioni che, a causa di terremoti e calamità naturali, hanno perso ogni cosa. E in questo, il caso di Amatrice è stato il focus del nostro impegno - ci ha spiegato Giovanni Licini“. L’Accademia e tutti i suoi sostenitori, infatti, hanno contribuito attivamente per accogliere quattro famiglie di Amatrice (tra queste anche quella del Sindaco Sergio Pirozzi e da altri rappresentanti dell’amministrazione comunale), ospiti alla serata del 4 marzo presso il Teatro Creberg di Bergamo nella quale si sono riunite 2.000 persone, a dimostrazione della vicinanza e dell’affetto del popolo bergamasco. Ugualmente meritevole l’iniziativa dell’Atalanta Bergamasca Calcio di destinare l’incasso della partita Atalanta-Fiorentina a favore del rifacimento del campo sportivo di Amatrice. Inoltre forte l’impronta dell’Accademia nella richiesta alla Provincia di Bolzano ed al Comune di Monguelfo di ospitare 15 famiglie terremotate nel periodo estivo.


In tutto questo sempre costante l’aiuto alle Associazioni cittadine alle quali sono stati devoluti ben 80 mila euro: tra di esse l’Associazione Italiana persone Down di Bergamo per il progetto “Lavori in Corso”, l’Associazione aiuto per il Neonato presso la Patologia Neonatale dell’Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII per attrezzatura diagnostica non invasiva, l’Associazione Cure Palliative presso l’Hospice di Via Borgo Palazzo Bergamo per attrezzatura inerente l’assistenza ai loro degenti e l’Associazione Alpini Celadina Protezione Civile alle quale è stata donata una tenda pneumatica di nuova progettazione da utilizzarsi in casi di calamità naturali. Al pari dell’anno che volge al termine, il 2018 si prospetta come un anno altrettanto ricco di iniziative che vedranno come leitmotiv “Bergamo ad Amatrice... facciamoli rivivere!” con obiettivo di incentivare la popolazione terremotata nella speranza verso un futuro

nuovo. Per fare questo l’Accademia si è fatta promotrice dell’organizzazione del concerto benefico direttamente nella terra colpita dal sisma, grazie alla messa in sicurezza del suo palazzetto che, per l’occasione, ospiterà oltre 1.300 ospiti tra i quali non mancheranno le autorità bergamasche, i volontari, le associazioni e la Curva Nord. Dono importante della Lega Calcio di Serie A il nuovo campo in erba sintetica, al quale contribuirà anche l’Atalanta Calcio donando l’intero impianto di illuminazione realizzato da Gewiss. Sempre made in Bergamo la pista da sci con neve artificiale firmata Neveplast, anch’essa realizzata per far rivivere la città e la sua gente, la cui inaugurazione vedrà il coinvolgimento di campioni dello sci del presente e del passato. Oltre alle zone terremotate l’impegno sarà attivo anche sul fronte bergamasco attraverso il sostegno attivo dell’Associazione Solidarietà in Oncologia San Marco e San Pietro

facente capo al Prof. D’Alessio con presidente Miro Radici, di vitale importanza grazie ai giovani ricercatori che attraverso lo studio genetico delle cellule hanno compiuto grandi passi avanti nella lotta contro il cancro. Altri progetti promossi saranno quelli a favore dei ragazzi della Casa degli Angeli di Mozzo per l’abbattimento delle barriere architettoniche, limite per i disabili, e il sostegno della Patologia Neonatale impegnata nel consentire un normale futuro ai bimbi nati prematuri. Colonna portante nella raccolta fondi sarà come ogni anno il Torneo Tennis Vip per il quale è stato designato Oliviero Fogoni, imprenditore bergamasco impegnato nella ricerca dell’ecosostenibilità casalinga. E così, con il solito grande entusiasmo e l’aiuto incessante di tutti i volontari e amici sponsor, l’Accademia dello Sport porterà anche per il 2018 tutto il suo impegno in prima linea, per vincere ancora tante, tantissime battaglie.


PA S S AG G IO a c u ra d i A n g e l o

Piazzoli

21 dicembre – 19 gennaio 2018 Palazzo Storico Credito Bergamasco B e rg a m o, L a rg o Po r ta N u ova , 2

O p e re d i

Ingresso libero - www.fondazionecreberg.it

Si ringrazia


Auguri di Buone Feste


EDOARDO JANNONE

PROFESSIONE INFLUENCER

REPORTER? ANCHE. ENTERTAINER? DI SICURO SPERICOLATO? SOLO UN PO’. ECCO CHI È EDOARDO JANNONE , FENOMENO SU YOUTUBE

Si chiama YouTube e, per i pochi che ancora non lo sanno, è la più grande vetrina per giovani oratori, musicisti, cantanti, artisti, sportivi e videogiocatori dove, se riesci ad avere un buon seguito, qualcuno presto o tardi si accorgerà di te. Se siete nati già nell’era dei computers e quindi siete nativi digitali, o millennials, come si dice oggi, la sapete già lunga sull’argomento e non può esservi sfuggito il fenomeno Edoardo Jannone - figlio del professionista Carlo Jannone - che all’età di soli 16 anni è lo YouTuber più conosciuto nei canali che trattano del mondo dei motori. Presente anche su Instagram, con il nickname “EddyJanno”, Edoardo risulta occupare su YouTube posizioni di rilievo nella classifica italiana. Incredibile ma vero, ha infatti molte più visualizzazioni di Chiara Ferragni, e dieci volte i followers dell’Atalanta e di Gori messi insieme; surclassa Valentino Rossi e si mette dietro anche la Fiat. Stiamo sempre parlando della speciale classifica planetaria di YouTube dove lui risulta essere il bergamasco più “influente”, quanto meno in relazione all’età. Marchi blasonati, come San Pellegrino, si collocano alle sue spalle. I suoi risultati sono incredibili se si pensa che, la sua posizione nella classifica dei più visti, viene prima di tanti personaggi molto famosi o di brand conosciuti ovunque. I suoi video, realizzati in maniera assolutamente amatoriale, raccontano per lo più di scorribande motociclistiche per le vie di Bergamo e sue periferie, dove Edoardo Jannone, fa quello che fanno i giovani con una motocicletta tra le gambe... cioè ne fa di ogni. Entra a fare enduro dove non potrebbe, si fa cacciare dal piazzale della Fara dove con i suoi compagni di avventura fanno derapate sulla ghiaia davanti all’entrata dell’Università... Quando però fa qualcosa di poco perbene, Edoardo lo ammette, sempre, alla fine dei suoi video, mettendo in guardia da certi comportamenti poco urbani e invitando i suoi “seguaci” a non ripetere azioni potenzialmente pericolose.


EDOARDO JANNONE

PROFESSIONE INFLUENCER

Con la sua telecamera fissata sul casco (tra i suoi video anche dei tutorial su come attrezzarsi per fare riprese guidando la moto) riprende anche i tanti automobilisti che mettono spesso in difficoltà chi guida una due ruote, magari causando seri guai. Lui riprende tutto, commenta in diretta e posta su YouTube. La spiegazione del successo di Edoardo risiede nella sua semplicità di mostrare alcuni spaccati della vita di un sedicenne che, con l’uso di mezzi tecnologici con i quali si destreggia molto bene, racconta al mondo la sua vita esattamente per com’è. Le sue passioni, la motocicletta, e in generale i motori, sono comuni a tutti i giovani e il “raccontarle” in questo modo lo accomuna a tanti come lui e che in lui si riconoscono. Nascono così e gli esperti di marketing li chiamano “Influencer”. È il segnale di un mondo che cambia, dove la pubblicità non passa più tanto dalla televisione, ma viene inserita nei video che attraggono l’attenzione del pubblico. In questo contesto è evidente che più seguaci essi hanno e maggiormente le indicazioni di questi ragazzi condizionano le scelte dei followers. Fatto, questo, ormai pienamente recepito dalle aziende più all’avanguardia, che propongono loro ruoli come testimonial. Come ti senti nel sentirti chiamare così? “Essere considerato un Influencer, se da un lato mi rende orgoglioso, dall’altro mi riempie di responsabilità. L’idea è quella di condividere le mie passioni, divertendomi responsabilmente e senza incorrere in pericoli eccessivi, cercando sempre di non risultare un esempio negativo. In fondo, nei miei video trasmetto la gioia di divertirsi e l’amore per la mia città, che è ricca di luoghi meravigliosi sia da punto di vista artistico che naturale-paesaggistico. Sono comunque consapevole che questa passione potrebbe essere passeggera, ma anche il trampolino di lancio nel mondo del lavoro, soprattutto nell’ambito dei media”. Che ne pensano i tuoi genitori? “Mi invitano in continuazione a dare priorità alla scuola, ma sono anche visibilmente orgogliosi dei risultati che sono riuscito ad avere”. Quali materie studi con più attenzione? “L’inglese e l’informatica sono le materie che trovo più interessati”. Quale sarà il contenuto dei prossimi video? “Mi sforzo di trovare il tempo per pubblicare un video dedicato al mondo dei motori ogni quattro giorni ed ho già un preciso programma per i prossimi, che riguarderanno, nello specifico, il mondo delle due ruote in senso lato”. (v.e.filì)


Forget the car. Audi is more.

Nuova Audi A8. Sportività e comfort. Prestazioni straordinarie, ma anche massima efficienza. Dalla tecnologia Audi nasce la vettura del futuro, perfetta su ogni manto stradale e per ogni stile di guida. La nuova Audi A8 ridefinisce ogni standard. E persino la vostra risorsa più preziosa, il tempo, perché sarà la prima auto al mondo a permettere la guida assistita di livello 3*. Preparatevi a scoprire un nuovo modo di viaggiare e di vivere. Scopritela nel nostro Showroom e su audi.it *I sistemi di guida assistita di livello 3 saranno introdotti successivamente in base alle disposizioni della legislazione italiana. Per maggiori informazioni rivolgersi alla propria Concessionaria Audi.

Gamma A8. Valori massimi: consumo di carburante (l/100 km): ciclo urbano 10,1 ciclo extraurbano 6 - ciclo combinato 7,5; emissioni CO2 (g/km): ciclo combinato 171.

Audi All’avanguardia della tecnica


I NOSTRI VALORI / Migliorare la qualità della vita di ogni giorno, traducendo necessità e desideri sviluppando progetti con prodotti di notevole profilo; offrire al pubblico la “prima scelta” tra le migliori aziende del settore; garantire un servizio su misura attraverso progettazione, montaggio e Customer Care. Chi sceglie il gruppo Interni trova la sicurezza di rendere l’ambiente domestico più confortevole, più elegante, garantendo il “sentirsi a casa”. UNA CASA CHIAVI IN MANO.

SCEGLI LE TUE HOME STYLIST CHIARA E CLARISSA

LA NOSTRA FILOSOFIA / Un servizio impeccabile e “su misura” che si svolge attraverso la ricerca attenta e mirata di arredi, materiali e colori che realizzino il desiderio finale di ogni cliente; massima creatività nelle soluzioni abitative ed attenzione ai dettagli sono le promesse che Interni vuole garantire nei suoi progetti per creare CASE UNICHE.


RILIEVO PROGETTAZIONE DISEGNI 2D/3D CONSULENZA TRASPORTO MONTAGGIO ASSISTENZA POST-VENDITA

- OMAGGIO -

UN REGALO SPECIALE PER LA TUA CASA / “Mi hanno sempre detto che è il lavoro più bello del mondo realizzare la casa dei sogni...” con Noi puoi farlo attraverso una gamma di prodotti delle migliori aziende del settore e un impeccabile servizio. Case personalizzate al budget che desideri investire. Un pacchetto completo che semplifica l’ordine delle idee del vostro “far casa”.

DAY AREA / LA LIBER TÀ D’INTERPRETARE UN PROGETTO UNICO IN TUTTA LA SUA VARIETÀ STILISTICA. UNA PROPOSTA ORIGINALE PER SODDISFARE MOLTEPLICI STILI DI VITA.

CHOOSE YOUR HOME

PACCHETTO CASA CHIAVI IN MANO /

UNA CASA CHE NASCE SULLA BASE DEI TUOI SOGNI

RISPETTANDO L’IDEA DI BUDGET CHE DESIDERI INVESTIRE CON LA MASSIMA POSSIBILITÀ DI PERSONALIZZAZIONE IN OGNI AMBIENTE CON LE MIGLIORI AZIENDE


DETTAGLI /

La casa è il nostro corpo più grande, vive nel sole e si addormenta nella quiete della notte; e non senza sogni. Kahlil Gibran

REINTERPRETA IL TUO CONCETTO DI SPAZIO CON DETTAGLI DI QUALITÀ RICERCATI ACCOSTAMENTI DI MATERIALI, FORME MORBIDE E ARMONIOSE

MASSIMA VERSATILITÀ COMPOSITIVA IN AFFINITÀ CON IL TUO STILE DI VITA, EXTRA-CONFORT, E DETTAGLI DI GRANDE RICERCA ESTETICA

L’INCONFONDIBILE STILE ITALIANO SI RACCONTA ATTRAVERSO UN LINGUAGGIO CAPACE DI MESCOLARE SAPIENTEMENTE VALORI TRADIZIONALI E SPIRITO CONTEMPORANEO

NIGHT AREA / LA ZONA NOTTE SI TRASFORMA IN SPAZIO INDIVIDUALE ESPLORANDO STILI DIVERSI CON ESTREMA FACILITÀ DI ABBINAMENTO. RICCHEZZA CROMATICA E TATTILE SONO SIMBOLO DI TOTALE VERSALITA' DEL PROGETTO


ABITAZIONE BILOCALE / DIMENSIONI CONTENUTE MA GRANDE DESIGN, UNA CASA CONTEMPORANEA ED ESSENZIALE DOVE GLI SPAZI INTERAGISCONO TRA LORO CON SEMPLICITÀ

15.000 EURO IVA trasporto e montaggio INCLUSI

ABITAZIONE BILOCALE PLUS / MOBILI DALL’ESTETICA ACCATTIVANTE REGALANO QUALITÀ E STILE AD UNO SPAZIO APERTO, TOTALMENTE DA PERSONALIZZARE

25.000 EURO IVA trasporto e montaggio INCLUSI

ABITAZIONE TRILOCALE / UNA CASA CONFORTEVOLE ED INNOVATIVA DOVE I VARI ELEMENTI INTERAGISCONO TRA LORO ATTRAVERSO DIVERSI COLORI E MATERIALI PER UNO STILE UNICO

35.000 EURO IVA trasporto e montaggio INCLUSI

Richiedi la consulenza: Via Silvio Spaventa 7, ang. Via Scotti - Bergamo Tel. 035 222283 - anteprima@internionline.it www.internionline.it


IL CUCCIOLO DI GIAGUARO

È IN CITTÀ

LA COMPATTA DI CASA HA TUTTA LA SUPER TECNOLOGIA E LE FINITURE CHE HANNO RESO CELEBRI LE AUTO DEL GIAGUARO Presentata il 21 novembre nella sede di via Borgo Palazzo di Iperauto Bergamo, la nuova E-Pace viene classificata come SUV compatto ma la nuova nata di casa Jaguar è davvero qualcosa in più. Segue la sorella maggiore F-Pace che sta ottenedo un grande successo in tutto il mondo e, nonostante i 34 cm in meno di lunghezza, non perde il fascino proprio del DNA di ogni Jaguar. Lo spazio per passeggeri e bagagli è decisamente generoso mentre l’accurata realizzazione degli interni, unita ad un design capace di trasmettere forza e dinamismo, fanno di questa Jaguar E-Pace un temibile concorrente nel segmento dei cross-over adatti ad ogni utilizzo, sia stradale che in fuoristrada.

Ph. Sergio Nessi - Puoi vedere tutte le immagini dell’evento su www.qui.bg.it


CHI C’ERA

BERGAMO

Durante la presentazione il direttore vendite di Iperauto Bergamo, Paolo Milanesi ha voluto sottolineare l’indovinato mix fra sportività, valore proprio di Jaguar, con la praticità di questo modello, una vettura dal carattere inconfondibile, una sportiva per la vita di tutti i giorni tanto gratificante quanto pratica. La Jaguar E-Pace dispone di trazione integrale intelligente che distribuisce la coppia sui due assi secondo necessità ma esiste anche una versione con la sola trazione anteriore. La nuova nata di Coventry ha motori a quattro cilindri, i motori diesel sono disponibili in 3 versioni (150,180 e 240CV), i benzina solamente in 2 (249CV e 300CV), abbinabili nelle versioni più potenti con il cambio automatico ZF a nove rapporti. Di serie vari sistemi di sicurezza attiva. In caso di incidente con pedone, un airbag fuoriesce dal cofano distendendosi lungo il parabrezza. Al centro della plancia c’è uno schermo touch da 10 pollici, davanti a chi guida una strumentazione completamente digitale in un display da 12,3 pollici. A bordo ci sono quattro prese da 12 volt e cinque prese Usb. Cucciolo sì, ma decisamente evoluto. Firmato Jaguar.

Ph. Sergio Nessi - Puoi vedere tutte le immagini dell’evento su www.qui.bg.it


CHI C’ERA

BERGAMO

“GIOIELLI IN TAVOLA” FIRMATI CORNALI GIOIELLI

QUANDO L’ECCELLENZA ED IL GUSTO DANNO VITA AD UNA SERATA UNICA Ci sono eventi capaci di appassionare fin dal primo minuto, rapendo gli ospiti per condurli in percorsi sensoriali unici. Questo è quanto avvenuto lo scorso 16 novembre per i presenti all’evento “Gioielli in tavola” firmato Gioielleria Cornali, svoltosi presso la sede di Agnelli Pentole a Lallio. Una location perfetta per celebrare il connubio tra cibo ed alta gioielleria, grazie alla presenza di un brand d’eccellenza nel panorama nazionale ed internazionale come Marco Bicego, leader nella produzione di gioielleria artigianale. Stupende creazioni in oro e pietre preziose come quelle presentate durante la serata, frutto della creativa eleganza e dall’ispirazione giunta dai tanti viaggi del fondatore di questa eccezionale maison di Vicenza. Marocco, la profonda Africa, la magica India e tanti altri luoghi portano così alla realizzazione di anelli, bracciali e collane, ricreati con l’antica arte manuale del bulino, una lavorazione che gli invitati hanno potuto apprendere di persona grazie alla presenza durante la serata di un artigiano che in diretta lavorava manualmente ogni singolo pezzo. Come ha spiegato, infatti, il general manager Marco Bicego, Filippo Berti, presente all’evento “Da una tecnica di tradizionale artigianalità diamo vita a gioielli dal design moderno, capaci di fare innamorare tutte le donne che amano la semplicità senza passare però inosservate”. Un concetto ben condiviso dalla famiglia Cornali che, da anni, si distingue per la capacità di proporre ai propri clienti brand d’eccellenza, frutto di minuziose ricerche così come puntualizzato dai titolari durante l’evento: “Il nostro impegno per individuare gioielli d’eccellenza è sempre costante. Marco Bicego, con sua semplice eleganza, ne è l’esempio. Preziosa la nostra partnership, creata anche per la realizzazione di questo particolare evento, con il quale abbiamo voluto celebrare il sodalizio tra arte orafa e culinaria”. Un compito quest’ultimo affidato alla bravura dello chef Chicco Coria che, per l’occasione, ha deliziato gli ospiti con entrée sapientemente studiati ed abbinati ai gioielli esposti, al quale sono seguiti due primi piatti. Tutto questo abbinato ad etichette selezionate dall’enoteca Cornali Divino di Dalmine che, per l’occasione, ha presentato agli ospiti il suo Blanc de Blancs brut. Musica jazz di sottofondo, delizie culinarie e creazioni orafe hanno così intrattenuto gli ospiti per una serata indimenticabile, dal gusto raffinato.

Ph. Sergio Nessi - Puoi vedere tutte le immagini dell’evento su www.qui.bg.it


NUOVO CONAD DI ISEO

ARCHITETTURA EDUCATA Inaugurato il 6 dicembre 2017, il nuovo punto vendita Conad ad Iseo si staglia all’entrata del paese con un’architettura finalmente pensata non solo per la funzione a cui è destinata ma, ancor prima, per il suo impatto globale nel contesto circostante sia per l’aspetto, sia per l’attenzione ad ogni dettaglio, per rientrare nella classe nZEB (nearly Zero Energy Building - edificio ad energia quasi zero). Dall’alto, visto dalle colline che circondano il lago, la sua sagoma morbidamente metallica, e acutamente geometrica, ha le stesse tonalità dello specchio d’acqua sito a poche centinaia di metri. La presenza del pittoresco lago e il particolare ecosistema hanno certamente influito sulle scelte dell’architetto Franco Fonatti, progettista e professore universitario, molto conosciuto in Austria dove ha vissuto e lavorato per quarant’anni. Oltre a lui, i principali protagonisti di questa impresa, anche per i tempi di realizzazione, sono il Geom. Vincenzo Forleo dello studio Artecnica di Carpenedolo e Daniel Pezzini, titolare di DY Costruzioni Generali che si sono impegnati con grande determinazione per questo importante incarico di Conad.


Franco Fonatti ha prima immaginato e poi disegnato il nuovo Conad di Iseo. “L’architettura deve risvegliare, toccare le emozioni e queste sono sensazioni che secondo Kant entrano nello spirito solo quando questo riesce a dar loro forma; ossia prendiamo coscienza delle sensazioni quando le abbiamo tradotte in conformazioni. Emozioni sì ma... l’Architettura deve essere al medesimo tempo Educata e Corretta. Deve quindi rispettare la “Vita delle Forme” con le sue particolari leggi. La mia filosofia si racchiude in questa semplice frase: “Grande perfezione (compimento) deve apparire come insufficiente. Grande opulenza, come vuota, così esse sono inesauribili nella loro efficacia.  Penso sia una frase di Lao Tsu. La sera con il buio l’edificio appare come una scultura astratta. Ho fatto molti disegni e alla fine è stata scelta un’idea di frantumazione. La struttura non sembra un blocco fuso ma piuttosto una correlazione architettonica di L’ARCH. FRANCO FONATTI forme in cui ci sono frammenti che si uniscono e ne fanno un’unità equilibrata. Io ho sempre preferito uscire dalle regole... Se si fanno tanti quadratini tutti in fila e uno solo è girato, questo dà la tensione a tutto ed è quello che si cerca anche nella teoria della Gestalt a cui purtroppo la scuola in Italia non dà tanto peso. In altri paesi hanno capito da un pezzo che un edificio commerciale se è bello richiama più gente... Si chiama semantica. Ho lasciato l’Italia che avevo 15 anni e mi sono laureato a Vienna nel ‘68 in una delle migliori accademie del mondo, quella dove Hitler avrebbe voluto entrare ma è stato bocciato due volte. Avrebbero fatto meglio a prenderlo... Ho insegnato dal ‘69 al 2003 all’Univeristà di Architettura di Vienna, dove insieme ad altri colleghi ho partecipato alla realizzazione di vari insediamenti di architettura sociale. Una frase di Enry Fossilon dice che la vita è delle forme e la vita ha le sue forme e quando un architetto riesce a prendere possesso della forma è un bravo architetto. Buona archiettura è quella che si adegua ai tempi che rispecchia la società che viene usata intrinseca alla sua funzione. Ma le funzioni sono due: c’è l’architettura e c’è l’edilizia. Un supermercato è un luogo dove si entra a comprare cibo ed è felice se il prodotto è buono ed il prezzo conveniente ma se vedo una cosa brutta che mi ripugna, non penso di trovarci dentro delle cose buone... Non faccio un’architettura spettacolare io la chiamo new sobriety che, a confronto con tutto il decostruttivismo, si dice architettura educata una forma monolite che ha un certo fascino e una sua magia. Una costruzione calma. Un’architettura che resiste al tempo.


IL GEOM.VINCENZO FORLEO

DANIEL PEZZINI TITOLARE DY COSTRUZIONI

Abbiamo chiesto a Vincenzo Forleo, socio insieme a Nicola Bassi dello studio Artecnica che ha curato il progetto esecutivo della struttura e condotto la direzione dei lavori, coadiuvato dal Geom. Pierluigi Zilberti di Iseo, quali siano state le “motivazioni” e quindi le scelte che hanno portato alla realizzazione del nuovo Conad di Iseo. “L’area dove è sorto - ci ha spiegato - è fortemente vincolata paesaggisticamente perché è terra di Franciacorta, vicina al Lago, a due passi dal Parco Naturale delle Torbiere e quindi sempre particolarmente attenzionata dalla Sovrintendenza dei Beni Culturali e Ambientali ma, la genialità e la grande esperienza di Franco Fonatti, che ha firmato insieme a Vincenzo Forleo l’idea alla base di questo progetto, hanno prevalso, grazie ad alcune scelte formali, strepitose per un supermercato, sull’iniziale titubanza dell’arch. Renato Gentile, Sovrintendente per la Provincia di Brescia. Ci voleva una forma che non fosse molto alta, quindi non troppo impattante sul paesaggio semi lacustre e, magari, non il solito “scatolone” di cui sono costellate le nostre periferie, con una classe energetica A+, cioè quasi ad impatto zero. Abbiamo quindi cominciato a lavorare sulle ipotesi prospettate dall’arch. Fonatti e alla composizione della squadra che avrebbe dovuto realizzare in tempi strettissimi i lavori, scegliendo tra le più preparate aziende di ogni settore, che ringraziamo per la professionalità dimostrata e la puntualità nell’esecuzione che ci hanno permesso di arrivare all’appuntamento del 6 dicembre perfettamente funzionanti. Il principale protagonista e capofila della cordata di aziende che hanno collaborato al nuovo edificio, è stato Daniel Pezzini che con la sua DY Costruzioni si pone oggi come uno tra i più preparati costruttori nel panorama bresciano. Alla sua tenacia e alla sua energia si deve questo splendido risultato”.

Daniel Pezzini poco più che trentenne è il General Contractor di questa iniziativa, quello a cui Conad ha affidato l’incarico per la realizzazione del suo nuovo punto vendita di Iseo. “È stato appassionante - ci ha detto - anche perchè si trattava di una sfida sotto vari aspetti. Bisognava riuscire a realizzare una struttura che, oltre a rispettare tutte le normative vigenti ed al rispetto dei format imposti dalla committenza, che ha idee ben precise e persone preparatissime in campo, avrebbe dovuto superare il severo esame relativo ai vincoli ambientali, ottemperando alle indicazioni della Sovrintendenza e, infine, che fosse per noi e per Conad, il migliore biglietto da visita. Non è stato facile e abbiamo tutti lavorato con passione e grande professionalità dimenticandoci i sabati e le domeniche trascorsi in cantiere, in una corsa contro il tempo che è terminata nella notte del 5 dicembre, poche ore prima dell’inaugurazione, con gli addetti che sistemavano le ultime finiture e i banconi delle cibarie all’interno. Sono contento del risultato e tutto ciò è stato possibile grazie al duro lavoro dei nostri dipendenti, collaboratori, aziende partners, gli uffici interni Conad e agli studi che hanno collaborato al progetto. Sono anche rimasto affascinato dalla realtà Conad e condivido i valori alla base del loro modo di operare nella grande distribuzione. Sono differenti per scelta. Anche nella condivisione dei vari passaggi che ci hanno portato a piantare i primi pilastri, dall’approvazione del modernissimo progetto dell’Arch. Fonatti, alla scelta dei materiali, mi sono sempre trovato a fianco di persone eticamente corrette, che rispetto al business, antepongono veramente il valore delle persone, la qualità della vita, il benessere di chi lavora con loro”.


LA COPERTURA E LA FACCIATA CONTINUA IN ZINCO TITANIO DI NIEDER Nieder è un’azienda specializzata nella realizzazione di sistemi per coperture e facciate metalliche e si caratterizza per la professionalità ed il grado di specializzazione raggiunti grazie ai molti anni di esperienza maturata sul campo in Italia, Austria, Germania e Svizzera. Offre sistemi all’avanguardia dal design innovativo, con soluzioni mai scontate, forti di elevata qualità e di grande estetica. Il suo motto è “a regola d’arte” e si concretizza nella maestria nell’esecuzione. La promozione della creatività e la ricerca di soluzioni architettoniche intelligenti rappresentano un valore fondamentale che sottende a tutta l’attività dell’azienda. Tensione creativa che mai esula dalla funzionalità di una realizzazione di copertura o facciata, i cui processi produttivi sono costantemente in linea con i principi della sostenibilità. Gli involucri in metallo per edifici rappresentano ormai una parte integrante fissa dell’architettura contemporanea. L’elevata specializzazione permette a Nieder di offrire ai professionisti un supporto progettuale, tecnico ed applicativo completo, individuando le soluzioni ottimali per le caratteristiche architettoniche del fabbricato. Anche nel caso del nuovo Conad di Iseo è evidente l’impronta della grande qualità artigiana ereditata - siamo ora alla terza generazione di professionisti specializzati nella realizzazione di questa tipologia di sistemi metallici - sapientemente combinata con la moderna precisione industriale. Connubio che ha permesso a Nieder, al fine di soddisfare il più possibile esigenze progettuali esclusive come questa, di focalizzarsi sull’offerta di soluzioni personalizzate “sartoriali” di facciata, dall’estetica unica e dalle prestazioni funzionali elevate. Proprio grazie a questa expertise, Nieder è stata in grado di “vestire ad arte” il nuovo Conad, struttura dal notevole impatto estetico e performance tecniche. La fornitura e la posa delle opere, oltre ai rivestimenti di facciata in rheinzink (zinco-titanio), hanno previsto l’integrazione dei pluviali e del sistema di smaltimento delle acque nonché tutti gli accorgimenti necessari per il totale rispetto delle vigenti normative di sicurezza. Non solo innovazione, estetica e funzionalità, i vantaggi delle coperture e delle facciate metalliche, siano esse in zinco-titanio, alluminio o rame, sono dati anche dalla plasmabilità, che lascia ampia libertà progettuale. Inoltre, l’assenza completa di manutenzione insieme con sostenibilità dei materiali utilizzati che sono interamente riciclabili, il ridotto fabbisogno di energia e l’integrazione con sistemi di risparmio energetico coniugato all’estetica, rendono le coperture e le pareti firmate Nieder una garanzia per ogni tipologia di costruzione. JUERGEN NIEDERFRINIGER, TITOLARE DI NIEDER

NUOVO CONAD DI ISEO


IMPIANTI ELETTRICI E DOMOTICA BY L.B. BRESCIANI La LB Bresciani Lorenzo Srl, dal nome del fondatore e attuale titolare, è un’azienda che dal 1972 realizza impianti elettrici e impianti speciali, domotici e fotovoltaici. Presso la LB, con sede a Villongo in provincia di Bergamo, è possibile visitare uno showroom lampadari, nel quale si trovano corpi illuminanti dalle marche più note. Ciò che contraddistingue l’azienda dai competitor è il servizio chiavi in mano. Oggi Lorenzo è supportato nell’attività dai tre figli e da un gruppo di 36 tecnici. Al fine di trovare soluzioni ottimali per i propri clienti l’azienda ha creato al suo interno una stanza domotica dimostrativa che permette al cliente di comprendere al meglio le varie tipologie degli impianti. Presso il CONAD di Iseo LB si è occupata della realizzazione dell’impianto domotico con relativa supervisione, che permette il controllo generale dell’impianto da pc o tablet. Inoltre è stato realizzato un impianto fotovoltaico che permette alla struttura di avere un notevole risparmio di energia. L’azienda ha inoltre realizzato l’impianto di illuminazione esterna dei parcheggi e l’impianto della tecnologica insegna retroilluminata. È stato un intervento realizzato in tempi record ma grazie all’eccellente organizzazione dell’impresa edile che ha coordinato le varie figure all’interno del cantiere e grazie all’impegno di tutti i dipendenti della LB Bresciani Lorenzo, l’azienda è riuscita a rispettare le tempistiche e a realizzare questo magnifico progetto, che rimarrà per l’azienda una delle più importanti referenze.


CAMA PER LA CLIMATIZZAZIONE Cama dal 1984 è specializzata in messa a punto, collaudo e manutenzione di impianti di riscaldamento e climatizzazione, sviluppando nel tempo una competenza che le ha permesso di acquisire la conduzione di grandi complessi. A partire dagli anni novanta ha ampliato la propria attività alla realizzazione di impianti per l’edilizia civile e industriale, alberghiera, ospedaliera, grande distribuzione. Negli ultimi anni ha focalizzato l’attenzione sulle nuove tecnologie, sviluppando una fitta rete di rapporti con partner Europei, trasferendo ai propri tecnici metodologie e concrete esperienze realizzative di impianti ecologici a basso consumo energetico. Curiamo con estrema attenzione e professionalità tutte le aree di intervento in cui siamo strutturati ed è questo il punto di forza che caratterizza la nostra realtà e che ci permette di garantire un prodotto d’eccellenza ai nostri clienti: dalla PROGETTAZIONE COSTRUTTIVA, all’INSTALLAZIONE al COLLAUDO e alla MANUTENZIONE degli Impianti. Durante tutta la fase di installazione Cama assicura la presenza in cantiere del suo personale qualificato, sia per la gestione dei lavori (capi cantiere), che per l’esecuzione degli stessi. Particolare attenzione è posta alla taratura e alla messa a punto dell’impianto, eseguita da tecnici specializzati. Con un’accurata costruzione impiantistica ed elettrica ed una scelta ponderata delle soluzioni tecniche si ottengono rilevanti risparmi energetici, economici e minime emissioni di sostanze inquinanti e nocive. La realizzazione di impianti ad energie rinnovabili non è solo ingegneria ma è una filosofia che amalgama la conoscenza e la ricerca a livello mondiale dei materiali e delle apparecchiature più efficienti, dell’ambiente circostante e delle sue fonti disponibili nel rispetto delle normative vigenti e della natura. L’impianto realizzato per la CONAD è stato studiato per garantire l’efficiente funzionamento delle apparecchiature installate, una manutenzione semplificata e un risparmio economico grazie alla minimizzazione delle dispersioni termiche passive e una ottimizzazione nella distribuzione del calore. Impianti realizzati c/o CONAD_ISEO IMPIANTO TERMICO costituito da una centrale per il trattamento dell’aria, un sistema VRF e una pompa di calore; IMPIANTO IDRICO SANITARIO; IMPIANTO ANTINCENDIO. L’unità di trattamento aria è dotata di recuperatore di calore che permette il recupero di energia incrociando il flusso di aria esterna e interna, l’aria primaria viene distribuita nel punto vendita con canali autopulenti, i terminali microforati ad alta induzione permettendo una distribuzione dell’aria uniforme sia in regime estivo che invernale. Il condizionamento del centro vendita è affidato ad un sistema ad espansione diretta attraverso unità interne canalizzate, la distribuzione dell’aria avviene attraverso diffusori ad alta induzione. Attraverso degli scambiatori viene recuperata l’energia delle celle frigorifere e dei banchi frigoriferi, che anziché essere dispersa in ambiente viene utilizzata per produrre acqua calda sanitaria e calore per alimentare la batteria di riscaldamento dell’unità di trattamento aria.


FACCIATE CONTINUE SERALTECNO Seraltecno opera nel settore dei serramenti e della realizzazione di facciate continue, uno degli aspetti fondamentali per garantire a qualsiasi costruzione modernità e massimo confort, ed è una componente primaria anche nella realizzazione di edifici a scopo industriale, al fine garantire ambienti di lavoro confortevoli, accoglienti se aperti al pubblico e nel pieno rispetto di tutte le norme di sicurezza. Sempre più realtà commeriali, di servizi o del terziario, scelgono le facciate continue come rivestimento per i propri edifici che diventano un elemento di grande prestigio per rappresentare al meglio la propria immagine aziendale. Seraltecno negli anni ha accompagnato molte realtà nelle realizzazione di edifici dal forte impatto estetico, senza mai trascurare l’aspetto funzionale. In quest’ottica, l’utilizzo dei materiali Aluk® e dei materiali compositi Alucobond®, ha sicuramente giocato un ruolo determinante per rispondere sempre in maniera soddisfacente alle richieste di realizzazioni più particolari. Nel caso del nuovo punto vendita Conad di Iseo la scelta è caduta su facciate continue in vetro e alluminio che contribuiscono alla luminosità degli interni e ne connatano lo skyline e che hanno richiesto una particolare attenzione nell’assemblaggio. I prodotti Seraltecno garantiscono resistenza, manutenzione limitata e facilità di installazione, sposandosi così perfettamente con le esigenze delle realtà industriali. Ma non solo. Infatti, Seraltecno realizza ogni tipo serramento in alluminio per abitazioni che rappresentano il connubio perfetto tra design ed efficienza: serramenti dalle linee moderne e pulite, adattabili ad ogni tipo di abitazione e costruiti con materiali dalle elevate proprietà di isolamento termico-acustico.

NUOVO CONAD DI ISEO


I PROTAGONISTI DELLA COSTRUZIONE DEL NUOVO PUNTO VENDITA CONAD DI ISEO

Via Palazzolo, 109, Capriolo BS Tel. 030 836 6027 www.dycostruzioni.it

STUDIO ARTECNICA di Vincenzo Forleo e Nicola Bassi Via Bettinzoli, 2 Carpenedolo BS Tel.: 030.969184

CAMA S.R.L. Via Leonardo da Vinci snc - 22041 Colverde(CO) Tel. 031.550066 Fax 031.552016 E-mail: cama@ camaimp.it www. camaimp.it SOA n. 43898/10/00

Via Nazionale 67/D Castione Andevenno (SO) Tel.:0342-358191 www.nieder.it

L.B. Bresciani Lorenzo Via Ferruccio Pizzigoni Medaglia D’Oro, 2, Villongo BG - Tel.: 035 928114 www.gruppolbimpianti.com

Via Libero Grassi, 23, Trezzo sull’Adda MI Telefono: 02 9096 4102 www.seraltecno.com

CAMA IMPIANTI Via Leonardo da Vinci Colverde CO Tel.:031.550066 www.camaimp.it


CHI C’ERA

BERGAMO

INAUGURATO AD ISEO:

CHE BELLO IL NUOVO CONAD IN SOLI CENTOVENTI GIORNI DALLA POSA DEL PRIMO PILASTRO

Realizzato in tempi record, il nuovo punto vendita Conad di Iseo, grazie ad un perfetto lavoro della squadra cordinata dall’impresa Dy di Capriolo di cui è titolare Daniel Pezzini, è stato inaugurato il 6 dicembre con una breve cerimonia. Al taglio del nastro, erano presenti i rappresentanti di Conad e di tutte le aziende che hanno collaborato alla costruzione della nuova struttura, oltre alle autorità civili e religiose che, nei brevi discorsi pronuciati, hanno sottolineato l’attenzione posta dai progettisti, l’arch. Franco Fonatti coadiuvato dal geom. Vincenzo Forleo, socio dello studio Architecnica, all’impatto ambientale del nuo


vo edificio. Non solo da un punto di vista energetico, visto che il nuovo supermercato Conad è dotato di pannelli fotovoltaici posti sul tetto in grado di produrre gran parte dell’energia necessaria al suo funzionamento e di un sistema di recupero del calore prodotto dai tanti frigoriferi installati, ma ancora di piÚ per il suo felice inserimento in una zona con molti vincoli paesaggistici. Dopo il taglio della grande torta, a cui erano presenti anche il sindaco di Iseo, Riccardo Venchiarutti, il Sovrintendente ai beni ambientali arch. Renato Gentile, e la tradizionale benedizione da parte del parroco di Iseo, il nuovo punto vendita, allestito internamente con i funzionali format di Conad, è stato immediatamente aperto al pubblico, affluito numeroso fin dalle prime ore, il quale ha dimostrato di apprezzare il fare la spesa in questa elegante e moderna struttura.


APERTO TUTTE LE DOMENICHE SERE DI DICEMBRE


CHI C’ERA

BERGAMO

I MIGLIORI AUGURI FIRMATI LODAUTO

Sabato 2 Dicembre, presso la Tenuta Colle Piajo di Nembro, Lodauto Spa, Concessionaria Ufficiale Mercedes-Benz e Smart, ha invitato i soci del Rotary Club ad una esclusiva giornata dedicata a test drive d’eccezione. Dopo il coffee break d’accoglienza, il governatore Rotary si è rivolto agli ospiti per la presentazione del progetto di raccolta fondi “End Polio Now”; a seguire l’inizio delle prove su strada: esperienze da raccontare grazie ai piloti ufficiali della Driving Academy AMG che, a disposizione per tutta la durata dell’evento, hanno accompagnato i presenti in emozionanti guide, passando dalle performanti vetture AMG, alla novità ecologica 2017: smart electric drive. Nella flotta Lodauto erano presenti tra i modelli: GLE 250 d 4MATIC Sport, GLC COUPÈ 220 d 4MATIC Premium, CLA 45 AMG SB, GLA 45 AMG, Smart X2 Cabrio Turbo e Smart X4 Electric Drive. Al termine è stato servito il pranzo nell’elegante Sala Narcisi della Tenuta con tradizionale brindisi per lo scambio degli auguri di Natale.

Ph. Sergio Nessi - Puoi vedere tutte le immagini dell’evento su www.qui.bg.it


MASENGHINI IN LUCE

GRANDI APPREZZAMENTI HA RISCOSSO LA MOSTRA CURATA DA FERRETTICASA ALLESTITA NEL SUGGESTIVO CHIOSTRO DI SANTA MARTA DAL 18 AL 26 NOVEMBRE SCORSI

Ferretticasa ha promosso e realizzato, in partnership con Catellani & Smith e in collaborazione con Bespoken e UBI Banca, la mostra Masenghini in luce, ospitata dal 18 al 26 novembre 2017 nella suggestiva cornice del Chiostro di Santa Marta in Piazza Vittorio Veneto a Bergamo. Immerso nella magica atmosfera creata dalla regia della luce di Catellani & Smith, il pubblico ha avuto modo di osservare per la prima volta una selezione di trenta matrici in pietra, provenienti dalla collezione privata, davvero unica nel suo genere, di Ferretticasa, storica azienda bergamasca. Si tratta delle matrici utilizzate dalla Masenghini per la stampa litografica di carte da gioco regionali (bergamasche, piemontesi, piacentine, venete, trentine…), da poker e da scala quaranta, tarocchi e sibille. Ma anche le matrici di stampa delle etichette per marchi storici come l’acqua Giommi, la Premiata Distilleria Cioffi, l’aperitivo Masera o l’amaretto Sala. Oggetti affascinanti, da ammirare come opere d’arte e da rileggere nel loro valore storico, restaurati e catalogati per l’occasione dalla restauratrice Barbara Vitali. Documenti che restituiscono lo spaccato di un secolo del paesaggio ludico italiano e di una grande attenzione ai dettagli, tanto da riservare alla stampa del retro delle carte la stessa cura dedicata al disegno di semi e figure: dagli inconfondibili cavalli sul retro delle carte da Ramino alle geometrie tridimensionali delle carte napoletane, fino agli intrecci floreali di quelle piacentine.


Come nasce l’idea della mostra? Nasce da un progetto condiviso con Catellani e Smith, “il bello di fare insieme”, sinergie aziendali virtuose che da un ambiente strettamente lavorativo, creano valore in senso nuovo. Potremmo dire dal cantiere all’arte? In realtà sì...Tutto nasce dall’energia, l’entusiasmo, la voglia di far bene, ...cosi semplicemente, durante una chiacchierata, ...stiamo facendo qualcosa di bello per i nostri cantieri, ...facciamo anche per Bergamo, e le sue aziende storiche...  Dalle opere iconiche come il “Fil de Fer” inserite nella cornice dei nostri nuovi cantieri “Le terrazze su Città alta” o “Il Palazzo nel Borgo” che permettono di godere di opere d’arte a casa propria, fondendosi in realtà da vivere ogni giorno, al progetto condiviso di raccontare una storia attraverso matrici. Qui la materia prende luce lasciando emergere senza invadenza un bagaglio culturale di sicuro livello in cui si fondono passate e presente, suggestione e realtà. È proprio la magia della luce e della materia che meglio sposa la nostra idea di architettura. Roberto Ferretti 

“La mostra – ci hanno spiegato Giuseppe, Matteo e Roberto Ferretti - è la restituzione di una perizia tecnica poco conosciuta e un viaggio intrigante nel mondo trasversale del gioco delle carte, tra momenti di evasione e di trasgressione, le serate in osteria e le feste in famiglia. Chi di noi non si è mai ritrovato a disputare una partita a briscola con un mazzo delle inconfondibili carte bergamasche Masenghini o una sfida a Ramino con le mitiche Masenghini cavallino blu? Oppure, da bambini, a costruire impossibili castelli di carte e a giocare a Mercante in Fiera? Ecco perché la famiglia Ferretti ha custodito con cura questi manufatti, nella consapevolezza della loro qualità artistica e tecnica, ma anche nella convinzione che racchiudano un racconto che appartiene alla storia dell’industria bergamasca e alla memoria individuale e collettiva del territorio, dell’Italia, di tutti”.


UN ANNO DI LAMBO IL 2017 DI LAMBORGHINI GRUPPO BONALDI RIPERCORRIAMO IN UN PERCORSO A TAPPE GLI EVENTI PIÙ SIGNIFICATIVI CHE HANNO CONTRADDISTINTO IL 2017 PER LAMBORGHINI GRUPPO BONALDI

Per Lamborghini Gruppo Bonaldi si chiude un anno ancora una volta ricco di eventi, iniziative dinamiche, presentazioni di nuovi modelli, prove su strada e roadshow. Senza tralasciare i raduni – eventi divertenti e dinamici in cui i clienti possono condividere sulla strada la grande passione per i motori e per il marchio - e il campionato Motorsport in cui, da più di 20 anni, il team è protagonista nelle competizioni internazionali più importanti tra cui il campionato monomarca Lamborghini Super Trofeo. Un anno vissuto tutto d’un fiato, impreziosito dall’inaugurazione dello showroom Lamborghini Milano, il terzo italiano, avvenuta lo scorso 23 marzo. Una nuova apertura che, come hanno affermato gli AD del Gruppo, Simona Bonaldi e Gianemilio Brusa, rappresenta una sfida e un’opportunità viste e considerate le potenzialità del prestigioso marchio Lamborghini, un brand in continua espansione sul mercato.


MILANO, 1 FEBBRAIO 2017

INAUGURAZIONE LAMBO MILANO

Dal 1 febbraio 2017 il Gruppo Bonaldi avvia le attività commerciali e di assistenza post-vendita presso la nuova sede di Viale Renato Serra 61 a Milano.  L’inaugurazione ufficiale è avvenuta il 23 marzo in presenza del Chairman e Chief Executive Officer di Lamborghini, Stefano Domenicali. “L’apertura dello showroom a Milano rappresenta per noi una sfida e un’opportunità, che ci siamo sentiti pronti a cogliere, certi della potenzialità del prestigioso marchio Lamborghini in continua espansione sul mercato” hanno dichiarato gli AD del Gruppo, Simona Bonaldi e Gianemilio Brusa.

MILANO, 4 APRILE 2017 Evento in collaborazione con Fiandre per inaugurare al meglio la Milano Design Week, nel nuovissimo showroom di Lamborghini Milano. Una serata esclusiva con il supporto tecnico di Bellavista, Petra, Empire Vodka, Red Bull, Istituto Erboristico L’Angelica, MyYour: il suono di una Lamborghini come non l’avete mai visto! In occasione della serata infatti, una Lamborghini Huracàn è stata rivestita di un materiale particolare, permettendo agli artisti di comporre una speciale melodia e suonarla, nel vero senso della parola, attraverso la super car Lamborghini.

FUORI SALONE MILANO

BERGAMO, 28 MAGGIO 2017

BERGAMO HISTORIC GP

Lamborghini Bergamo Gruppo Bonaldi partecipa alla dodicesima edizione dell’evento internazionale di rievocazione del Gran Premio automobilistico di Bergamo vinto da Tazio Nuvolari nel 1935 su Alfa Romeo P3, e “memorial” delle dieci edizioni di gare motociclistiche sul circuito delle Mura con il grande campione Carlo Ubbiali ed importanti moto da Gran Premio storiche. Lamborghini Bergamo partecipa al “Bergamo Historic Gran Prix” con tre vetture: Huracàn LP 610-4 Coupè, la Aventador S, apripista della terza e quinta manche del circuito e la potentissima Huracàn SUPER TROFEO.


TOSCANA, 10 E 11 GIUGNO 2017

RADUNO TRA I COLLI E IL MARE

Come ogni anno, Lamborghini Gruppo Bonaldi, organizza per i propri migliori clienti dei raduni alla scoperta dei migliori itinerari! Eccitanti giornate di guida immersi in splendidi paesaggi, ottimo cibo e fantastica compagnia. Quest’anno il Gruppo Bonaldi ha portato i clienti nel territorio Toscano, alla scoperta delle eccellenze italiane, tra la collina e il mare. Il primo giorno, dopo divertenti curve, paesaggi collinari e tuffi in piscina, si è concluso con una deliziosa cena al tramonto sulle colline della Val d’Orcia. Un notte di riposo e pronti partenza via, si riparte con destinazione: il mare! Un delizioso pranzo sulla spiaggia, e il relax, cullati dalle onde del mare, prima di salutarsi e rientrare verso casa, ognuno con degli splendidi ricordi.

BERGAMO, 22 GIUGNO 2017 Una serata esclusiva nell’elegante cornice del nuovo Splendido Bay Spa Resort di Padenghe sul Garda quella che Lamborghini Gruppo Bonaldi ha dedicato agli ospiti invitati a vivere l’esperienza del Performante Unveling Party. L’esclusivo evento ha radunato da tutto il Nord Italia oltre 300 persone che hanno potuto ammirare da vicino la Lamborghini Huracán Performante, la nuova supercar di Sant’Agata Bolognese con motore da 640 cv, il 10 cilindri più potente mai realizzato da Lamborghini e che si presenta con un biglietto da visita di tutto rispetto: il record del Nurburgring per auto di serie, con un crono di 6’52”01.

FINALE MONDIALE ST

PRESENTAZIONE HURACÀN PERFORMANTE

BRONZO MONDIALE PER BONALDI MOTORSPORT Lamborghini, Gruppo Bonaldi, è anche Motorsport: da più di 20 anni il team partecipa alle maggiori competizioni internazionali tra cui il Lamborghini Super Trofeo, campionato monomarca con le più emozionanti vetture supersportive nel mondo con competizioni su tre continenti. Quest’anno, grazie al terzo posto in entrambe le gare conseguito nella Lamborghini World Final di Imola dalla coppia Kujala-Antinucci, la squadra Bonaldi Motorsport ha conquistato il bronzo iridato. Un risultato lusinghiero, frutto dell’ottimo lavoro impostato in questi anni dal reparto corse del Gruppo Bonaldi.


RHO-MILANO, 22-24 NOVEMBRE 2017 Lamborghini Gruppo Bonaldi torna a Milano AutoClassica e offre alla platea internazionale di appassionati cinque prestigiosi modelli della Casa di Sant’Agata Bolognese: Aventador S; Huracán Performante, Huracán Super Trofeo – direttamente da Imola, dove ha corso la Finale Mondiale del Lamborghini Super Trofeo 2017 – e due vetture storiche, provenienti dal Museo Lamborghini: la Miura (1966) e il mitico fuoristrada Lamborghini LM 002 (1986).

UN ANNO DI

MILANO AUTO CLASSICA

LAMBO

IL 2017 DI LAMBORGHINI GRUPPO BONALDI

Garantire prestazioni eccezionali per vetture di natura superiore: questa la mission di Lamborghini Gruppo Bonaldi che, anche per il 2018, non mancherà di sorprendere i propri appassionati. Un anno in cui certamente la passione per il ‘Toro’ farà da leitmotiv a tutte le innumerevoli iniziative che verranno proposte.

Lamborghini Bergamo Gruppo Bonaldi Via Piemonte 12, Azzano San Paolo (Bg) Tel. 035 4596239 info@lamborghini-bergamo.com www.bonaldi.it

Lamborghini Milano Gruppo Bonaldi Via Renato Serra 61, Milano Tel. 02 49790951 info@lamborghini-milano.com www.bonaldi.it


NUOVA MASERATI GHIBLI Le foto dell’evento sono state realizzate da ph. Andrea Belussi

Martedì 7 Novembre presso il Resort CastaDiva è stata presentata la nuova Maserati Ghibli nelle due versioni GranLusso e GranSport. Per il 2018 la casa del Tridente propone due diversi allestimenti, personalizzabili in base alle esigenze di ciascun tipo di cliente. La GranLusso pone l’accento su lusso e comfort, mentre la GranSport fa della dinamica il suo fiore all’occhiello. Nell’incantevole cornice del Lago di Como, la concessionaria Scuderia Blu ha svelato ai presenti l’attesissimo restyling. Il leitmotiv della doppia “anima” della vettura è stato il riflesso dell’intera serata, a partire dal repertorio proposto dal quartetto d’archi “Iris quartetto” che ha toccato classicismo e modernità. Le note degli archi ed un magnifico spettacolo di fontane luminose hanno accompagnato l’unveiling delle vetture: un momento magico che ha incantato tutti i presenti.


SCUDERIA BLU Dealer Ufficiale Maserati Via Stezzano, 51 - Bergamo Tel. 035 320358 info@scuderiablu.it


IL DINAMISMO È DI CASA RIPERCORRIAMO IL 2017 DELLA CONCESSIONARIA LARIO BERGAUTO BERGAMO: UN ANNO RICCO DI PRESENTAZIONI, NUOVE VETTURE ED EVENTI IMPERDIBILI

Dinamicità, intraprendenza e costante presenza sul territorio: queste, in estrema sintesi, le peculiarità della concessionaria Lario Bergauto Bergamo, una realtà in grado di coniugare il prestigio dei brand che propone, BMW e MINI, alla qualità degli eventi che organizza e a cui partecipa. Ripercorriamo in questo servizio le tappe principali che hanno segnato il 2017, un anno ricco di presentazioni ed eventi che hanno lasciato il segno.

MINI COUNTRYMAN - Qui BG 239 Ancora più energia, ancora più amore, ancora più... MINI!!! Non poteva esserci slogan migliore per accompagnare il lancio della nuova Countryman, presentata in anteprima da Lario Bergauto Bergamo lo scorso 14 febbraio con un evento tutto “in love”. Location scelta “Romeo Coffee & More” presso Palazzo Coin nel cuore di Bergamo, dove oltre 200 persone tra il pomeriggio e il tempo dell’aperitivo si sono susseguite per ammirare da vicino la neonata di casa MINI. Sulla strada la Nuova MINI Countryman ha un’eccellente maneggevolezza ma nei persorsi di campagna non ha confini. Avventurati lontano dall’asfalto e scopri la vera natura selvaggia di MINI Countryman.

Pratica, tecnologica e dinamica: questa in tre parole la BMW Serie 5 Touring, la nuova della casa bavarese presentata in anteprima lo scorso 29 marzo. Un evento proposto dal gruppo Lario Bergauto che, per l’occasione, ha dato vita ad una speciale preview presso lo showroom di Lecco. Dinasmismo straordinario, design sportivo e massimo comfort. La BMW Serie 5 Touring è la migliore nella sua categoria. Una vettura sportiva e versatile, che offre le tecnologie più all’avanguardia, una funzionalità ottimale e un ampio spazio per ogni esigenza. Il piacere di guidare raggiunge nuove dimensioni, sia per il tempo libero che per il business.

NUOVA BMW SERIE 5 TOURING Qui BG 241

SCOPRI I BRAND DEL GRUPPO MOBILITY PER INFORMARTI SU TUTTI I MODELLI DELLA GAMMA E CERCARE LA TUA OCCASIONE NELLO STOCK DI VETTURE IN PRONTA CONSEGNA: WWW.MOBILITY.IT


NUOVA BMW 5 BERLINA Osservando la BMW Serie 6 Gran Turismo si rimane incantati sia dal fascino degli esterni che dalla spaziosità dell’abitacolo. Grazie alle sue caratteristiche di guida superlative è assicurato un dinamismo altamente sportivo, sempre accompagnato dal massimo comfort nei lunghi viaggi. Questa vettura è un connubio tra il design contemporaneo e il piacere di guidare in stile Gran Tour. Le forme scolpite e una silhouette allungata conferiscono alla BMW Serie 6 Gran Turismo una presenza possente. Superfici modellate con precisione creano un magnifico contrasto con la linea del tetto che scende dolcemente, trasmettendo una sportività molto elegante. Il caratteristico posteriore enfatizza il dinamismo di questa straordinaria vettura.

Visione chiara, tempismo e sempre alla ricerca dell’eccellenza. BMW Serie 5 è un esemplare perfetto di Berlina Business Sportiva all’avanguardia. Ambiziosa e pronta per ogni sfida grazie ad una tecnologia innovativa ed un design senza eguali, Nuova BMW Serie 5 crea nuovi punti di riferimento per la sua categoria, reinventando il Piacere di Guidare unico firmato BMW. Potenti motori BMW TwinPower Turbo, struttura leggera intelligente, Integral Active Steering per la massima agilità e un handling di prima classe, Adaptive Mode: la BMW Serie 5 è progettata per un’esperienza di guida sportiva senza eguali, sempre un passo avanti alla concorrenza.

NUOVA BMW SERIE 6 GRANTURISMO

NUOVA BMW X3 - Qui BG 247 Tennis e motori: la nuova BMW X3 scende in campo. Una serata in tema di versatilità e grinta quella tenutasi lo scorso 17 novembre al Tennis Club Città di Bergamo, punto d’incontro per tutti gli appassionati di questo coinvolgente sport. Presenti all’evento tutti i soci, amici e conoscenti, riuniti per trascorre una serata tra brindisi e chiacchiere, senza dimenticare qualche scambio di opinione o consiglio sul tema “passione tennis”. Ospite d’eccezione un’auto che, in fatto di sportività, ha tanto, tantissimo da dire ovvero la nuovissima BMW X3, presentata per l’occasione dalla concessionaria Lario Bergauto Bergamo di Campagnola, partner per una sera del Tennis Club Città dei Mille.

Lario Bergauto - Concessionaria BMW e MINI Via Campagnola, 48/50 - Bergamo - Tel. 035 4212211 Corso Carlo Alberto, 114 - Lecco - Tel. 0341 27881 Via Industriale, 97/1 - Berbenno di Valtellina (SO) - Tel. 0342 492151 Via Brescia, 78 - Grumello del Monte (BG) - Tel. 035 830914 www.lariobergauto.bmw.it


FUOCHI DI PAGLIA

di Giorgio Paglia www.fuochidipaglia.it Anche su Twitter: @Fuochidipaglia

60VOLTE AUGURI È ormai inverno e il Natale è alle porte. Finisce un altro anno, passato così velocemente da far fatica a ricordarlo tutto. E c’è una novità. Il prossimo 2018 porterà alla mia classe il traguardo delle 60 primavere. Quando ero ragazzo, a questa età significava diventare davvero vecchi e molti erano già in pensione da tempo, perché la Fornero non era ancora intervenuta a far danni. Si godevano gli anni azzurri senza troppi problemi, svagandosi con i passatempi più strani e coltivando le passioni di una vita, rimaste sopite prima per il troppo lavoro. La nostra era una bella Italia, che profumava di antiche tradizioni e di tranquille certezze. Le donne avevano i fianchi larghi e gli uomini le mani callose. Le stagioni erano scandite dall’acqua che scendeva, dal gelo che arrivava, dal sole che splendeva, ma inevitabilmente nei periodi previsti. Le chiese erano sempre aperte, lo si poteva capire dal suono dei campanili che scandivano tutte le ore. Ogni paese aveva il suo cinema di periferia, che riprogrammava il sabato e la domenica i film della città. Eppure c’era ugualmente tanta gente che andava a vederli. Le case non erano chiuse a chiave, protette da sofisticati antifurti satellitari e dalle finestre usciva odore di polenta. A quei tempi ci si poteva permettere di condividere, piuttosto che di dividere. Oltre ai ricordi che scorrono, adesso è arrivato il momento dei tanti bilanci. Perché guardare avanti ora è difficile, l’orizzonte è limitato da una prospettiva che è audace quanto corta. Infatti intraprendere nuove avventure è arduo, le forze non sono più quelle di prima. Inventare è raro, le sinapsi si sono assopite. Sognare avanti è impossibile, la corriera dei desideri è già passata oltre. Sono questi i momenti particolari in cui il cuore rallenta e la mente passeggia lieve. I figli sono ormai cresciuti tra miserie inaspettate e fortune repentine, sono comunque loro che vanno veloci verso il futuro e che cambieranno le cose del mondo. Noi anziani, quando incontriamo i vecchi amici che non vediamo da tempo, spesso non li riconosciamo nemmeno, ma la cosa è reciproca e quindi non crea troppo imbarazzo. Allora è molto più facile girarsi indietro nel tempo che fu, crogiolandosi nella grande esperienza acquisita. Un’esperienza così maligna che spesso si porta a letto l’intelligenza, semplicemente per coccolarla un pò. Così ci si accorge che

la vita è stata di per sè complicata, trascorsa in un turbinio di emozioni intense e diverse, in un passato che non è mai privo di dolori, di insuccessi, di tribolazioni e di sacrifici. Tutto è rotolato anche sui pendii erti della fortuna e della casualità. Così a questa età si accarezzano volentieri i tanti “se” e i molti “ma”, quasi fossero ardue giustificazioni ai nostri pesanti fallimenti. Tra le rughe del volto, profonde vallate di una verde gioventù, si nascondono lacrime salmastre e sorrisi dolci. Ricordarli tutti è un’impresa, come inseguire sulla sabbia le ombre lunghe della sera. A 60 anni anche le parole vanno soppesate, per non farle sfociare in discorsi spesso critici e tediosi. Perché la voce cambia e il pensiero si trasforma sovente in uno sproloquio storico, dove il prima è sempre meglio dell’ora. È vero, anche i vecchi guardano all’oggi, ma non riescono mai a distaccarsi dal ricordo di quello che hanno vissuto. D’altronde riscrivere la vita è impossibile e allora è più facile rendere sinfonie i ricordi. È una notte di dicembre, fa finalmente freddo, e picchietto a due mani sulla tastiera di un moderno PC queste poche righe, pensando che fino al liceo il computer non l’avevo: sono vecchio per davvero! Ma sì, dove siano andati i tempi di una volta, alla fine non mi importa più di tanto. Come molti, ho sulle spalle un fardello pesante di successi e di fallimenti. Ma porto soprattutto 60 anni di vita intensa, senza noia e senza troppi rimpianti. Certo, è ancora piena di buone speranze, ma non potrebbe essere altrimenti in chi ha attraversato mille mari, tra bonacce e tempeste infinite. E allora in anticipo, tanti auguri per il 2018 a tutti i miei coetanei, perché non diano troppo peso a ciò che avrebbe potuto essere e che invece non è stato. In fin dei conti, nel teatro della vita, i 60 anni arrivano una volta sola ed è ancora presto per scendere da questo palco. Buone Feste e buon compleanno!


HARLEY DAVIDSON 2018:

115 ANNI DI BRIVIDI E PASSIONE MOTORE, STRADA E POTENZA: TRE SEMPLICI PAROLE PER UNA LEGGENDA CHIAMATA HARLEY DAVIDSON Inevitabile non voltarsi quando si percepisce il suo rombo e, altrettanto inevitabile, non rimanere rapiti dal suo design deciso, rude ma allo stesso tempo elegante. Ed è proprio così che, con il passare degli anni, Harley Davidson è diventata uno dei punti di riferimento di tutti coloro che amano vivere al meglio la strada, non rinunciando ad emozioni uniche. Proprio a tutti coloro che, in Harley, hanno trovato il loro spirito di appartenenza, il loro style of life indiscusso, l’azienda di Milwaukee ha deciso di dedicare i suoi primi 115 anni.


115 ANNI DI BRIVIDI E PASSIONE

HARLEY DAVIDSON 2018:


Un traguardo che, nel 2018, verrà celebrato con l’uscita di modelli speciali e con una linea di abbigliamento appositamente studiata, una sorta di limited edition imperdibile che, in queste pagine, abbiamo deciso di presentarvi. Tutto questo con un’ambientazione un po’ speciale: il cantiere ‘work in progress’ della nuova concessionaria Harley Davidson Bergamo che, dalla prossima primavera, aprirà le sue porte, con un stile completamente nuovo ed innovativo. Ecco quindi una veloce anticipazione di due grandi protagoniste: la mitica Fat Bob versione special 2018 con nuovo telaio, modello softail motore 114, il più potente della sua serie con variante il meno potente 107 e il modello Fat Bob completamente rivisitato grazie ad un cambio totale di cerchioni gomme, telai e parte anteriore, completamente rivoluzionato a livello di motore, con un potente 114 e una seconda versione 107.


115 ANNI DI BRIVIDI E PASSIONE

HARLEY DAVIDSON 2018:

In sella a queste fantastiche moto i nostri modelli sono stati immortalati indossando outfit integralmente firmati Harley Davidson, come gli stupendi giubbini in pelle CE verde petrolio, facenti parte della collezione CE Certificazione Europea, capaci di consentire una sicurezza estrema grazie alle protezioni integrate per spalle, gomiti e schiena che hanno superato tutti i test per lo scratch, l’alta velocità ed il calore. Stupenda la linea di stivali abbinata, indossati dai nostri modelli Vika e Filippo in questo servizio. Stilosissimo anche il secondo outfit, anticipazione dei colori che creeranno le personalizzazioni dei serbatoi dei modelli 2018, in limited edition, creati appositamente per il 115° anniversario, declinati sui modelli Street Glide, Fat Bob, Forty Eight Heritage, Fat Bob ed electra. Particolarissimo il logo rivisitato, costituito da un’aquila, i colori speciali ed il numero di serie, che verrà riportato sui serbatoi di tutte le moto così come T-shirt, felpe, cappelli ed altri capi casual perfetti per completare questa linea da vero harleysta. Per vivere in ogni istante ed in ogni luogo il sogno on the road firmato Harley Davidson.

Special thanks: HARLEY DAVIDSON BERGAMO Via Bergamo, 26 San Paolo d’Argon (BG) Tel. 035.958567 WhatsApp: 339.8461001 www.harley-davidson-bergamo.com marketing@harley-davidson-bergamo.com Agency: Image Time Brescia Models: Vika e Filippo


SCAGLIONE factory store via lochis 12, Bergamo 035 4373338 www.scaglione.it

Scaglione Cashmere


L’ELEGANZA DEI DETTAGLI ABITI SARTORIALI E GIOIELLI D’ECCELLENZA PER UN’ELEGANZA SENZA TEMPO


Nel cuore della Franciacorta, in prossimità del lago d’Iseo, tra vigneti e giardini fioriti, si erge una delle “ville di delizia” storiche della provincia di Brescia, Palazzo Torri. Una location perfetta nella sua eleganza e ricercatezza barocca per ospitare il servizio moda di questo dicembre, anticipatore di quel clima di festa che solo il Natale porta con sé. Giorni nei quali la scelta degli abiti da indossare va eseguita con la massima cura, per non passare mai inosservati: proprio come i nostri modelli Valerio e Denise che, in questo servizio, indossano capi dai tagli sartoriali firmati Maurizio Valzania, completati dai ricercati gioielli proposti da Lebole Gioielli.


L’ELEGANZA DEI DETTAGLI


Tra il porticato e gli androni di Palazzo Torri, maestoso e ricco di storie belle da raccontare (come, per esempio, aver ospitato lo scorso anno Christo e tutta la sua famiglia durante i sei mesi di The Floating Piers), Valerio indossa con estrema eleganza un abito blu, dal taglio asciutto e ricercato, spezzato da un gilet in lana mélange. La cravatta nei toni del mattone e blu è perfetta, invece, per conferire un accenno di colore, creando un contrasto calibrato nei toni con un risultato finale di gran classe. Chicca il cappotto la cui trama riprende quella del panciotto, elegante sia se indossato, sia portato con disinvoltura sotto braccio. Dagli esterni agli interni del Palazzo, fatto di stanze in grande stile, preziose nei dipinti e nell’arredamento d’epoca quasi come se il tempo si fosse fermato. Qui, nell’importate stanza da letto, Denise mostra il suo abito in raso rosso con decori e fiori neri, abbinato ad un giacchino strizzato in vita, perfetto per delineare la silhouette della nostra modella.


L’ELEGANZA DEI DETTAGLI Ad illuminare l’outfit, i Kimono di Lebole, orecchini realizzati a mano prendendo spunto dalle sete di antichi kimono giapponesi, la collana con trama sottile e ciondoli inseriti e, al dito, uno stupendo anello con brillanti cubic zirconia rossi. Uno stile perfetto per un’occasione o una serata speciale, accompagnate magari da un cavaliere elegante come Valerio che, nel secondo outfit, indossa un bellissimo smoking, massima espressione dell’eleganza maschile, con una nota alternativa dettata dal papillon di colore azzurro. Brillanti cubic zirconia e stola rossa gli accessori scelti invece da Denise per impreziosire il suo dress reso unico e speciale dagli orecchini rossi in Japan style by Lebole e dalla borsetta con dettagli dorati firmata Maurizio Valzania, come l’abito e la stola. Il risultato finale una serata in cui la parola eleganza non può che risuonare in tutte le stanze di questo maestoso palazzo per scrivere una storia senza tempo.

Location: PALAZZO TORRI - Via Sant’Eufemia, 5 Nigoline di Corte Franca (BS) Tel. 030.9826200 - 335 5467191 - www.palazzotorri.it Facebook: Palazzo Torri Dresses: MAURIZIO VALZANIA - Via San Benedetto, 4 - Bergamo Tel. 035 212360 - Facebook: Maurizio Valzania Gioielli: In esclusiva per Bergamo LEBOLE SHOP presso Galleria Previtali: Via Spaventa, 68 - Bergamo - Tel. 035 248534 GALLERIA PREVITALI Via Tasso, 21 - Bergamo - Tel. 035 248393 - Via Spaventa, 68 - Bergamo - Tel. 035 248534 info@previtaliarte.com - www.galleriaprevitali.com - Facebook: Galleria Previtali Bergamo Agency: Image Time Brescia Models: Valerio e Denise


VALÉ:

UN LUOGO PER SENTIRSI BENE

Fotografie Paolo Biava

UNO SPAZIO DOVE RITROVARE IL GIUSTO EQUILIBRIO TRA CORPO E ANIMA: QUESTO IL SOGNO CHE HA GUIDATO VALENTINA NELLA REALIZZAZIONE DI VALÉ, CENTRO ESTETICO DI LOVERE IN CUI IL CONCETTO DI OLISTICO HA TROVATO LA SUA MASSIMA ESPRESSIONE Valentina, quando nasce l’idea di Valé? “L’idea mi accompagna fin dall’inizio dei miei studi ma l’occasione si è presentata un anno fa: sono entrata per caso in questa stupenda struttura che vanta oltre mezzo secolo di storia e fin dal primo istante ho avuto la sensazione di aver trovato ciò che cercavo. Ho visto la Bellezza del mio sogno prendere forma”. Questa visione di Bellezza è molto interessante… vuoi approfondirla? “Certo, molto volentieri. Vivo il concetto di Bellezza come uno stato d’animo che coniuga l’aspetto esteriore con il senso di Benessere interiore: a mio parere, l’unica strada per piacersi veramente. È stato poi il mio percorso scolastico a convincermi di essere nella giusta direzione perché mi ha dato competenze tecniche e psicologiche irrinunciabili nel rapporto con il Cliente. L’esperienza sul campo in centri di alto livello come Le Ninfe del Lago, presso il Grand Hotel Iseo Lago, Grand Hotel Paradiso al Passo del Tonale e a Sestriere per la Spa realizzata nel Villaggio Olimpico hanno fatto il resto. Ero pronta per realizzare il mio sogno”. E da lì l’apertura di Valé: perché hai scelto questo nome? “La deduzione è davvero intuitiva, almeno per quanto riguarda il mio nome. Ma c’è di più, e mi ricollego alla descrizione del Centro: l’estetica vissuta nel suo insieme, cioè da un punto di vista Olistico. Sono certa di trovare tutti d’accordo nell’affermare che L’unica cosa che vale è sentirsi bene. In Valé lavoriamo con questo obiettivo”. Quando parli di visione Olistica cosa intendi? “Olistico, da olos che in greco significa totalità, è la parola ideale per rappresentare la modalità di approccio dedicata ai nostri Clienti. Ci preoccupiamo che tutto risponda armoniosamente alle esigenze dei nostri Ospiti, indipendentemente dal genere e dall’età.


Come dicevo prima, Valé è un luogo che accoglie, interviene, risolve e, infine, riequilibra la bellezza e le energie di ogni singola persona. Così da un corner dedicato alle tisane, si passa alle cabine professionali per ricevere il trattamento che risponde perfettamente alle esigenze del caso. Sto parlando di trattamenti estetici di base, di tecniche di massaggio avanzate, di trattamenti per la cura del viso, ma anche di innovazioni tecnologiche quali la radiofrequenza e percorsi di naturopatia e riflessologia”. Chi ti aiuta in tutto questo? “Ho uno staff, scelto con grande attenzione, che mi accompagna nel lavoro quotidiano come Daniela, la mia assistente per i trattamenti e l’accoglienza della Clientela e Monica, naturopata Riza, per tutti i percorsi di naturopatia e riflessologia. C’è poi un team qualificato di professionisti esperti in tatuaggio estetico permanente ed extention per ciglia semipermanenti, a disposizione dei Clienti su appuntamento e durante gli Open Day”. Quindi avete anche un calendario di Eventi? “Certo, lo ritengo un fiore all’occhiello di Valé, perché incontrare la nostra Clientela e offrire conoscenza, credo rappresenti un valore unico. Sarà presto disponibile il calendario dei prossimi tre mesi su tutti i nostri canali ufficiali, il sito web e le pagine Facebook e Instagram”. Quindi, se vogliamo entrare nel dettaglio dei servizi offerti da Valé andiamo in rete?

“Per prima cosa, rivolgo a tutti l’invito di venirmi a conoscere personalmente per gustare insieme una delle nostre tisane e poi sì, sul nostro sito web sono disponibili le descrizioni di tutti i trattamenti e i percorsi che siamo in grado di offrire”. A proposito di prodotti cosa ci puoi dire? “Alla scelta di creme per viso e corpo ho dedicato la massima attenzione e le linee di prodotto che ho scelto sono il risultato di una ricerca molto accurata e selettiva. Volevo prodotti clinicamente testati, con principi attivi efficaci e garantiti: la nostra scelta è caduta su Bioline Jatò, brand completamente italiano, nello specifico Made in Trento, di cui siamo distributori esclusivi per tutta la Valle Camonica”. E i prossimi sogni nel cassetto? “Per ora voglio godermi la realizzazione di questo sogno, ma non voglio precludere nulla alla mia professione. Per raccontare questo ci sarà una prossima occasione”.

VALÉ Centro Estetico Olistico

Via Marconi, 49/C Lovere - Tel. 347 3783792 info@valè.it - www.valè.it Seguici sulla nostra pagina ufficiale Facebook: Valè - Centro Estetico Olistico


CHI C’ERA

BERGAMO

I MIGLIORI AUGURI NATALIZI “FIRMATI” MARINA ABER

Quando pronunci il nome Marina Aber sai già che, all’interlocutrice, si aprirà in volto un grande sorriso. Perché chi conosce Marina sa quanto passione ed umiltà siano andate a braccetto nel corso della sua vita professionale, fino a condurla tre anni fa ad aprire il suo Via Borgo Palazzo 14, un negozio che, dall’indirizzo, ha preso il nome. In questa boutique nel cuore di Bergamo tutte le clienti si incontrano per scambiare quattro chiacchiere, provare capi o prendersi una tazza di the, il tutto in un clima di tranquillità e amicizia. Questa la filosofia di Marina Aber che, grazie alla formazione ricevuta fin da ragazza lavorando in uno dei negozi storici di Bergamo, Ettore Boutique, è poi proseguita con la sperimentazione di un suo stile unico collaborando con Franca Azzoni, subentrando poi alla guida della sua attività.


Cappotti, maglie, gonne, pantaloni ma anche accessori come borse e sciarpe sono quanto in questa boutique possono trovare tutte le clienti, divenute con il tempo appassionate amiche come Laura, Patrizia, Lia, Cristiana, Raffaella, Silvia, Diletta e tante altre ancora. Insieme a loro, speciale la vicinanza della titolare di Elisa Gatti store, Chiara, con il suo centro estetico e di tutti i negozianti che Marina ha avuto modo di ringraziare durante l’aperitivo di Natale del 6 dicembre scorso, dedicato a tutte le sue affezionate clienti. Un momento di festa per lo scambio degli auguri natalizi nonché un’occasione particolare nella quale Marina ha raccolto intorno a sè tutte coloro che hanno creduto e credono nella sua passione per lo stile ed il buon gusto, qualità che le consente di scegliere outfit perfetti per vestire ogni giorno con eleganza, senza dimenticare quel pizzico di ironia che rende ogni donna unica e speciale. Proprio come Marina Aber ama.


Non c’è Natale senza calore... Nella prossime pagine alcuni spunti per i vostri regali

L’immagine di apertura presente in questa pagina è di: Pernici Factory Outlet - via C. Correnti 43 - Bergamo, Italia tel +39 035 342048 - www.pernici.it Orari di apertura: da lunedì a venerdì : 9.00 - 12.00 / 14.00 - 18.00 A Dicembre saremo aperti anche il Sabato e la Domenica.


CHRISTMAS TIME 2017

#HIPSTER

1.

2. 3.

4.

7.

5.

6.

ALTERNATIVI PER PASSIONE 1. “L’Eroica” 066 di casa Bianchi, la speciale bicicletta disegnata e costruita al 100% in Italia, certificata ufficialmente dalla commissione de L’Eroica per partecipare in tutti gli eventi della prestigiosa ciclostorica.  2. Solo prodotti selezionati da Barberia Italiana per la cura della propria barba. 3. Una barba addobbata per le feste! 4. Segnalibro personalizzato in legno a forma di baffi. 5. Barbman, bavaglino sbarbarsi senza lasciare peli. 6. I kit di Men’s Society, regalo ideale per tutti gli altri amanti della barba, dei viaggi, della palestra e della bicicletta. 7. Lo stile che propone Watson&Parker per il 2017 ha il sapore Hipster.


TENDENZE - UNDERWEAR

1.

3.

2.

1.

4.

1. Tutta l’eleganza in un completo capace di fare sognare al primo sguardo. La Perla 2. Geometrie ed intrecci di colori pastello per la moda beachwear di Atlantique DOMANI Collection P/E 18 3. Filati pregiati per il completo basic firmato Emporio Armani 4. Un completo esclusivo, stiloso e ricercato, da sfoggiare sulle spiagge di mezzo mondo. Miss Bikini Luxe. Collection P/E 18 5 Il massimo della femminilità con un filo di malizia. Bagliori per il completo firmato Foly 6. Fantasia floreale, tra oriente e gipsy style per il completo mare top più gonna di Raffaella D’Angelo

6.

Intimo di Giò è inserito nella classifica “I 100 negozi TOP in Italia di intimo, mare e calze” Il tuo regalo perfetto da: INTIMO DI GIO’ Via Torquato Tasso, 85 - Bergamo Tel. 035 242444

5.


CHRISTMAS TIME 2017

#ILOVEHOME 1.

2.

3.

4.

6.

5.

PER CHI AMA GODERSI LE VACANZE A CASA PROPRIA 1. Tezenis Christmas Collection 2017, la nuova collezione con un touch ironico e divertente. 2. Sephora Surprise Mug con otto stelle effervescenti per il bagno. 3. La carta da parati Bookaccess che diventa libreria. 4. Nuova collezione Vallesusa per vestire la casa durante le feste. 5. Home Sweet Home Key. 6. Maggiordomo da divano. 7. Piccoli elettrodomestici Smeg linea Vintage.

7.


TENDENZE - GIOIELLI

1.

2.

4. 3.

1. Lebole Gioielli Collezione “Potiche Mini” Argento e Seta € 100 2. Lebole Gioielli Collezione “Mito” Lacca e Seta € 110 3. Lebole Gioielli Collezione “Tuscany” Anello Argento galvanizzato Oro e Cubic Zirconia € 300 4. Lebole Gioielli Collezione “Kimono Must” Argento Cubic Zirconia e Seta € 265 5. Lebole Gioielli Collezione “The Circle” Collana con catena in Seta € 45 IN ESCLUSIVA PER BERGAMO LEBOLE SHOP PRESSO GALLERIA PREVITALI: Via Spaventa, 68 - Bergamo - Tel. 035 248534 GALLERIA PREVITALI Via Tasso, 21 - Bergamo - Tel. 035 248393 Via Spaventa, 68 - Bergamo - Tel. 035 248534 info@previtaliarte.com - www.galleriaprevitali.com Seguici sulla nostra pagina ufficiale Facebook: Galleria Previtali Bergamo

5.


Largo Belotti, 30 - Bergamo - Tel. 035236557 joysgioielli.it bergamo@joysgioielli.it


Via IV Novembre, 2 - Bergamo - Tel. 035261866 rotafumagalli.it post@rotafumagalli.it


CHRISTMAS TIME 2017

#MANAGERSTYLE 1.

2.

3.

4. 7.

5.

6.

PER CHI NON SI ACCONTENTA FACILMENTE 1. La collezione di cravatte Battistoni in morbida seta è un mix perfetto di eleganza, qualità e artigianalità. 2. Falconeriunique: il nuovo progetto di personalizzazione del cashmere. 3. Stile, innovazione e cura dei dettagli: il DNA della Rossa più celebre al mondo anima la Scuderia Ferrari Collection per il prossimo inverno. 4. Il primo veicolo basculante con quattro ruote al mondo, il Quadro4. 5. I nuovi guanti riscaldati a batteria Warmme. 6. Una breve pausa all’Alpenschlössl & Linderhof Wellnessresort: 3 pernottamenti in premium all inclusive e tante coccole per la coppia. 7. Il profumo Imperiale di Clive Christian.


Merry

CHRISTMAS

www.palestrailclub.it Non aspettare il momento giusto per fare le cose, l’unico momento giusto è adesso.

fitness.corsi.piscina.wellness


CHRISTMAS TIME 2017

#NERDISTHENEWCOOL 3.

1. 2.

4.

5. 8.

6.

7.

LA RIVINCITA DEI NERDS 1. Cappellino Adidas N*E*R*D ispirato all’energia di Pharrell Williams e della sua musica. 2. Il regalo perfetto per lui e per lei, il nuovo occhiale Saraghina da vista in metallo super leggero rosso e oro. 3. Felpa uomo Trust in Dustin Stranger Things TV. 4. Cover iPhone 4, 4s, 5, 5s, 5c, 6 Sheldon The Big Bang Theory. 5. Tastiera laser keyboard. 6. Il vostro the preferito bevuto con stile. Un po’ alla volta. A pezzi. 7. Gioco di carte che non si fa problemi nell’elencarci le ‘sfighe’ che possono caderci in testa da un momento all’altro. 8. Mini Arcade Machine.


TENDENZE - MOTORI

1.

2. 3. 1. BMW R 1200 GS. La GS per eccellenza. Fondatrice del segmento delle enduro stradali, ne è leader indiscussa ancora oggi. La varietà dei terreni che può affrontare (strade di campagna, di città, sterrati), il comfort e le prestazioni che offre, la sua leggendaria robustezza e l’esperienza di oltre 36 anni di sviluppo GS hanno dato vita a una moto che non ha rivali tra i modelli concorrenti. La prova deriva dal successo durante le prove e dai premi ricevuti dalle riviste di settore. R 1200 GS è sempre stata una musa ispiratrice. Il nuovo modello è migliore sia per quanto riguarda la guida su strada che le prestazioni off-road. Quindi per te significa: maggiore comfort, dinamismo e divertimento. Insomma: ancora più avventura. 2. NUOVA GIACCA ENDUROGUARD - 800 euro 3. NUOVO CASCO SISTEM 7 PRIME - 695 euro 4. NUOVI STIVALI URBAN - 242 euro BUONE FESTE DALLA CONCESSIONARIA BMW PEREGO MOTORRAD Via Provinciale, 9 - Lallio (Bg) Tel. 035 203241 - Fax 035 203431 www.perego.bmw-motorrad.it

4.


CHRISTMAS TIME 2017

#SPORTIVE 1.

2.

3.

4.

6.

5.

9. 7.

8.

SO SPORTIVE: PER CHI AMA LO SPORT A 360° 1. Per tenere il tempo delle tue prestazioni, Apple Watch Serie 3. 2. Run for life: la super felpa firmata Mizuno Active Hoody. 3. Per chi non può fare a meno della musica neanche mentre si allena. Cuffie Sony. 4. Nei toni del rosa, per non perdere mai la propria femminilità. Il top firmato Hunkemoller. 5. Per lo yoga, il running o tutto lo sport che vuoi. Kei leggings NOKA’OI. 6. Lo sport con le paillettes, Felpa NOKA’OI. 7. Maxi canotta grey, Reebok. 8. Leggins con crocette disegnate a contrasto, Reebok. 9. Rosa style per il tappetino per yoga firmato BodyIsm.


*Poco a poco costi a Zero - Convenzionato PagoDIL

di Veronica Pasta

EGO è il trattamento viso e corpo non invasivo che unisce il valore tradizionale del massaggio manuale ai benefici delle più moderne tecnologie

A NATALE REGALA UN’ESPERIENZA UNICA ESTETICA MEDICA di Veronica Pasta Via G.D. d’Alzano, 2/D Bergamo - Tel. 035 4284348 Facebook: Estetica Medica


DAMPIERRE PREMIA L’ITALIA

SI AVVICINANO I GIORNI DEI BRINDISI E LA STORICA MAISON HA IN SERBO DELIZIOSE NOTIZIE PER I SUOI AMICI ITALIANI

Abbiamo incontrato il Dott. Mario Christian Zanardi, Chargé d’Affaires Dampierre pour l’Italie, chiedendogli le ultime notizie sulla prestigiosa Maison de Champagne. Dott. Zanardi, il 2017 si sta chiudendo. Ci può illustrare che anno è stato per lo Champagne Dampierre? “Per la nostra Maison, il 2017 è stato certamente un anno molto significativo. Ad inizio anno, la famosa Guida “Hachette des Vins 2017” (la bibbia del buon bere in Francia!), consegnava la sua ambita “Stella” al nostro Vintage des Ambassadeurs 2007, definendo questo Blanc de Noirs Grand Cru millesimato “Champagne de race”. Oggi, la stessa Guida, nell’edizione 2018, premia nuovamente una nostra cuvée! Ecco il parere della severa giuria francese sul Family Reserve Blanc de Blancs Grand Cru 2007: “Questo millesimato, chardonnay in purezza, nasce nei villaggi gioielli della Côte des Blancs (50% Oger, 40% Mesnil/Oger e 10% Cramant). In parte senza fermentazione malolattica, è rimasto sui lieviti più di otto anni. Colore oro paglierino, perlage finissimo, naso di miele e burro che ricorda il pan di spezie. La bocca afferma la sua maturità con la sua consistenza cremosa, la sua ricchezza e la sua complessità, con note tostate di cioccolato. Un Champagne gourmand et harmonieux.”


Anni fa, l’impresa del comte Audoin era una scommessa entusiasmante: creare una linea di Champagne di “Excellence” con i migliori Cru per offrire ai veri amatori delle cuvée sempre esclusive e di assoluta qualità. Senza alcun dubbio, possiamo dire che i sogni siano diventati realtà… Un anno di successo, dunque? “Effettivamente, è stato una stagione fausta per la Maison Dampierre. Ma le ricche novità riguardano anche direttamente l’Italia… Dopo nove anni di attesa, è appena uscito dalle cantine di Bouzy il Vintage des Ambassadeurs 2008 (600 bottiglie e 150 magnum). Ebbene, a mia richiesta, questo Grand Cru Blanc de Noirs (Ambonnay e Bouzy) verrà distribuito soltanto nel nostro paese… Per la prima volta una Maison di Champagne riserva una sua cuvée di prestigio ad un solo mercato! Ovviamente, queste bottiglie esclusive sono interamente elaborate artigianalmente, dal “remuage” al “dégorgement à la volée”, fino alla chiusura “à ficelle”, autentica firma Dampierre. Tutte le nostre Ambasciate hanno già prenotato il prezioso millesimato. Le prime degustazioni hanno dato pareri entusiasti, perciò tutti i nostri amici potranno affrontare le prossime festività con gioia e serenità… Sapendo di bere un prodotto rarissimo! Allora, auguri vivissimi!”.         


Vintage des Ambassadeurs 2008 Champagne de Grand Cru Blanc de Noirs è dedicato a tutte le Ambassade Dampierre in Italia I prestigiosi Relais & Châteaux Relais San Lorenzo (Bergamo Alta) Vittorio (Brusaporto) Aimo & Nadia (Milano) Don Alfonso 1890 (S. Agata sui due Golfi) Villa d’Este (Cernobbio)

I prescelti dalla guida Michelin Il Saraceno (Cavernago) I Castagni (Vigevano) La Lanterna Verde (Villa di Chiavenna) L’Albergo della Posta (Montespluga) La Locanda di Pietracupa (Val di Pesa) Volvèr (Cala de’ Medici), Al Tramezzo (Parma) Zafferano Bistrot (Barzanò), La Valle (Trofarello) Hotel Tambò (Campodolcino)

Le enoteche e i bistrò Innocenti Wines (Poggibonsi) Giò (Seriate), Wine Bar Savoy (Bergamo) La Vinoteca (Treviglio), Il Frate (Urgnano) ComoYan (Como), Barrito (Sorisole)

Le champagnerie Sapori di Vini (Orio al Serio) M1.lle Storie & Sapori (Bergamo)

Le aziende protagoniste Bentley Motors Ltd Sitfa Spa (Moncalieri) Delsey Italia Spa (Agrate Brianza) Rossini della Quercia Spa (Costa Masnaga)

Dampierre Vintage 2008: l ‘unico Champagne distribuito soltanto in Italia

L’Or Divin Tel. 329 70 76 618 - info@lordivin.it www.dampierre.com - www.lordivin.it


dielleceramiche.it

• Lastra in grès porcellanato, Collezione Metamorfosi, CEDIT – Ceramiche d’Italia

• Collezione Colore&Colore, Ceramica Bardelli

• Decoro Monile bianco|oro, Collezione Tesori, CEDIT – Ceramiche d’Italia

• Corrispondenza disegnato da Dimorestudio, Ceramica Bardelli

Si ringraziano la pasticceria Prêt à Dessert per i dolciumi e Antichità e Restauro per le sedie in noce Luigi XVI.


CHRISTMAS TIME 2017

#PARTYTIME 1.

3.

2.

4. 6.

5.

10.

8.

9.

PER CHI AMA FARE FESTA SENZA SOSTA… 1. Organza e paillettes, nei toni del bordeaux per Blumarine. 3. Il must have di queste feste è il cerchietto con perle e strass firmato Miu Miu. 4. Rosa candy e oro per la borsa rotonda firmata Charlotte Olympia. 5. La delicatezza ai tuoi piedi: pelliccia rosa per i sandali in pelle rosa firmati Charlotte Olympia. 6. Una cascata di stelle per la gonna in tulle rosa di Elisabetta Franchi. 7. Semplice ma preziosissimo l’anello firmato Miss Alison Lou. 8. Piccola ma per vere trend setter. Meglio se in rosa e oro. Logo Miu Miu. 9. La blusa in crepe rosa con strass è si N.21. 10. L’eco-pelliccia bianca sempre di grande tendenza di Patrizia Pepe.


BUONE FESTE DA

ABBIGLIAMENTO UOMO E DONNA Bergamo - Piazza Matteotti, 17 - Tel. 035 234945 Facebook e Instagram: Carom Abbigliamento Bergamo


TENDENZE - CASHMERE 1.

2.

3.

4.

5.

6.

1. Tuta in puro cashmere 2. Dolcevita e sciarpa righe puro cashmere 3. Lupetto 3 fili con righe sfumate puro cashmere 4. Maglia 3 fili trama leggera puro cashmere 5. Poncho frange un puro cashmere, il tuo regalo perfetto! 6. Maglia con tasca bicolore puro cashmere. 7. Pull trecce uomo e dolcevita a losanghe 3 fili puro cashmere

CASHMERE COMPANY BERGAMO Via Ghislanzoni, 12 Tel. +39 035 0795322 bergamo@cashmere-company.it

BRESCIA Viale Piave, 56 Tel. +39 030 3649169 brescia@cashmere-company.it

VERONA Corso Milano, 2D Tel. +39 045 7112765 verona@cashmere-company.it

GUSSAGO (BS) Via E. Fermi, 12 Tel. +39 030 8084827 gussago@cashmere-company.it

info@cashmere-company.it - www.cashmere-company.it

7.


CHRISTMAS TIME 2017

#MIXERGIFTS

1.

2.

3.

4. 1. NOVITÀ: CANDELA PROFUMATA ACQUA DI MONTISOLA Un elegante bicchiere di vetro che racchiude al suo interno una candela dagli accordi fioriti della linea Acqua di Montisola Classic: per rivivere in un attimo la suggestione di questo luogo incantato e l’atmosfera unica che si respira. Ideale complemento d’arredo per profumare ogni angolo della casa, brucia per ben 30 ore diffondendo nell’aria note di gelsomino acquatico, ciclamino, neroli, lavanda e bacche di ginepro. ACQUA DI MONTISOLA ...l’essenza del lago d’Iseo. Shop on line: acquadimontisola.com

VIVI LA MAGIA DEL NATALE, dona benessere e

2. ROSSO, BIANCO E TANTA bellezza. Acquista una delle nostre IDEE REGALO, per PASSIONE. Ogni camicia firmata Andy è il regalo perfetto te in OMAGGIO, un BUONO SCONTO del 20% del per augurare un Buon Natale. ANDY SHIRT - Via Suardi, 67 - Bergamo valore dell’importo, da spendere mese di-gennaio. Tel.nel 335-7679176 Facebook: andyshirt.bergamo 3. VIVI LA MAGIA DEL NATALE, dona benessere e bellezza. Acquista una delle nostre IDEE REGALO, per te in OMAGGIO, un BUONO SCONTO del 20% del valore dell’importo, da spendere nel mese di gennaio. CIPRIA Hair and Beauty Da CIPRIA Hair and Beauty - Via G. Paglia 3A Bergamo - Tel. 035.0332264

Da Via G. Paglia 3A Bergamo Tel. 035.03322644. RILASSATI E RECUPERA ENERGIA IN MODO INNOVATIVO ED ORIGINALE

Da Sweet Sensations Luxury spa l’equilibrio di corpo e anima è il bene più prezioso. Percorsi sensoriali in spa con scrub e maschere dalle fragranze delicate come mosto d’uva vitalizzante e rigenerante, the verde antiossidante, cioccolato detossinante rilassante, torba elasticizzante nutriente, ocean sali e alghe marine per stimolare il metabolismo e donare un’idratazione profonda. Inoltre puoi trovare una serie di massaggi per riflessologia plantare, posturale, sblocco cervicale, quattro mani, riequilibrio energetico, cranio sacrale, sabai, biohair e molto altri... Da SWEET SENSATIONS - Via Tresolzio, 10 - Brembate di Sopra (Bg) - Tel. 035.621914 info@sweetsensations.it - www.sweetsensations.it


E.L.A. Antichità

E.L.A. Antichità - Via sant’Orsola 15/a - Bergamo Tel 035.24.23.07 - www.elantichità.it


CIPRIA H A I R

A N D

B E A U T Y

Vivi la magia del Natale con le numerose idee regalo e promozioni a te dedicate!

CIPRIA H A I R

A N D

Dona benessere e bellezza con le nostre gift card!

Y B E A U T

o anti-age

Trattament .

G Via G. e

aggio ento Om Trattam OLATI CO CC 0 .00-14.0 30 Lun 11 9.30-18. -Ven-Sab 0 Mar-Gio .0 21 0.0 32264 Mer 11 l. 035.03 amo - Te 122 Berg 24 Paglia 3A

ESTETICA e PARRUCCHIERE

L’angolo del benessere in centro città Via G. e G. Paglia 3A - Bergamo - Tel. 035.033.22.64/335.60.27.539


MOLTO PIÙ DI UNA BIRRERIA

Testo V.E.F. - Fotografie Paolo Biava

DA SOGNO A REALTÀ: IL LABORATORIO DOVE PRODURRE BIRRE CON METODI ARTIGIANALI CON ANNESSO UN LOCALE DOVE POTERLA GUSTARE MANGIANDO E ASCOLTANDO BUONA MUSICA SI È CONCRETIZZATO GRAZIE ALLA DETERMINAZIONE DI MONICA E ANGELO, TITOLARI DI MONANGI

Monangi, un nome che evoca atmosfere esotiche, come il vento nel deserto messicano.... birra, ma semplicemente quel nome è la sintesi di Monica e Angelo che da un anno e mezzo… danno la birra a tutti. No, non corrono in moto anche se lui Angelo lo vedresti bene a cavallo di un Harley con quell’aria vissuta, il capello corto brizzolato, una figura forte e uno sguardo che ti sembra di aver incontrato già. E chissà quanti adesso ricorderanno l’autista soccorritore della Croce Rossa di Bergamo che per 15 anni ha scarrozzato tanti di noi malati feriti, in fin di vita magari facendo in modo che ci riacciuffassero per i capelli in qualche pronto soccorso...  Ma la birra? Non è una storia lunga ma è davvero un’altra storia.  “Io ero astemio - sorride Angelo sotto i baffi, poi durante un viaggio in Messico (allora qualcosa c’entra, ndr), dopo un piccolo incidente, mi ritrovai su una barca e l’unica cosa bevibile era la birra. Fatalmente si trattava di Corona. Il caldo, la barca, il mare… Fu un vero colpo di fulmine, una di quelle cose che ti parlano da dentro e ti dicono che hai incontrato un nuovo grande amore.  Tornato da quel viaggio, ho studiato tutto quello che potevo sulla birra, sulla sua storia e, soprattutto, su come avrei potuto produrne una tutta mia. Si sa, certi viaggi cambiano la vita... Ho deciso di lasciare il lavoro di autista soccorritore, desideroso di un’esperienza diversa, un po’ provato da quella vita, appassionante sì ma emotivamente provante. Ho pensato di aver già dato abbastanza e in società con Monica, la mia compagna, ho iniziato a costruire un sogno:

un laboratorio per produrre birra con metodi artigianali con annesso un locale dove poterla gustare mangiando qualcosa e, perché no?, ascoltare buona musica dal vivo”. Quindi tutto da zero? “Beh sì…”. Come dire: perché no? Mi accompagna in un laboratorio lindo dove grandi bollitori in acciaio, collegati con tubi, refrigeranti e filtri di vario genere costituiscono il cuore di questo posto. Chi viene al Monangi viene per bere una birra buona e quindi tutto dipende da quei bollitori”.  Come si fa la birra? Me lo faccio spiegare come se fossi uno scolaretto in gita e lui con pazienza mi racconta che… “Tutti sanno che il primo segreto di una buona birra è l’acqua, l’elemento base che si trasformerà nella spumeggiante bevanda. Quindi, le caratteristiche dell’acqua devono essere di estrema purezza e infatti il depuratore-addolcitore svolge una funzione basilare. Altro elemento fondamentale è l’orzo che viene prodotto in ogni parte del mondo e per questo ha caratteristiche differenti. Grazie ad internet è possibile acquistare il cereale scegliendo varietà diverse e diverse tecniche di coltivazione e concimazione biologiche.  Acqua e orzo, scaldati, fermentati e aromatizzati, rinforzati con luppoli e particolari sapori. Tutto qui. Rispettando tempi e temperature con scrupolosità per permettere alcuni processi chimico fisici che consentono all’orzo di fermentare e produrre zuccheri che a loro volta daranno sapore e alcool all’acqua che diventa birra. 


Il vantaggio nella produzione artigianale è che si beve una birra fresca, imbottigliata da poco tempo e quindi in grado di regalare una fragranza che le birre industriali non possono avere”. Il palato scopre una corposità nuova e una morbidezza che inevitabilmente si perdono nei processi di distribuzione e trasporto. Insomma anche la birra è forse meglio a chilometro zero? “È uno dei prodotti della terra e dell’ingegno dei contadini che si è tramandato e diffuso a tutte le latitudini, che a differenza del vino può essere prodotto tutto l’anno e anche in quantità limitate senza aver bisogno di fare grandi stoccaggi. Per la birra l’invecchiamento non è quasi mai una caratteristica positiva e la sua freschezza è il suo maggior pregio. Magari una in meno ma una migliore e con le garanzie di vedere con i vostri occhi dove viene prodotta quella squisita birra che vi state bevendo. Il laboratorio, il cuore del Monangi, scintillante acciaio inox dei suoi bollitori, infatti si può vedere dalla grande sala attraverso una generosa finestra. Di qua dal vetro vedete come si fa la birra che potreste bere domani… o quasi”.  Ritorniamo nel locale dove domina un bancone bar con i vari tipi di birra proposti dalla casa e l’olfatto capta odor di cibo… Dalla cucina esce un buon profumo di… buono, di cucina tradizionale. Quali sono le specialità del cuoco? “Siamo anche qui orientati a piatti della tradizione locale lombarda. Stiamo proponendo ad esempio ogni settimana i piatti tipici di ogni città della Lombardia cercando nelle tante ricette quelle che riteniamo si accompagnino meglio con le nostre birre”.  A proposito mi sembra che la carta proponga 5 tipi di birra prodotta in loco? “A dicembre arriva la sesta! Produciamo: ANGELA, di gradi alcolici 5,5°, una DUBBEL, ambrata, “corposa”, ben bilanciata su dolce/amaro...con sentori di uva passa. Gradita in modo particolare dai nostri clienti. È una birra d’abbazia “di provenienza” Belga. MOGIR8 , una blanche , sempre “dal mondo Belga” ...fresca, beverina, leggera con sentori di agrume, coriandolo e miele. Gradi alcolici 5°. ASTEMIA, una Blonde Belga, beverina dove i sentori di malto sono messi in risalto in sala cotte... il nome astemia è stato messo per “celebrare “ quello che ero e che ora non sono più: un astemio. Gradi alcolici 5°.


MONTE NEVOSO 23, una American Pale Ale (A.P.A.) di ispirazione americana… il luppolo AMARILLO ( aroma che ricorda vagamente la menta) nella cotta a caldo e il CASCADE (aromi floreali e speziati) in dry hopping (aggiunto a freddo nei fermentatori di acciaio) danno a questa birra che porta il nome della via in cui e situato il locale di produzione , un amaro esuberante e piacevole al palato. Gradi alcool 5°. MARTINA... per il nome commerciale di questa birra, una Schwarzbier, Tedesca, scura , deliziosa ...con sentori di caffè e cioccolato fondente, ci siamo ispirati a Martina una delle “nostre clienti più giovani”. Il nome Schwarzbier ha una “sonorità” , dal mio punto di vista, greve e nella ricerca di un nome commerciale adatto mi capitò di pensare lei , cosi gentile e simpatica ...et voilà , la combinazione è fatta: è facile chiedere “una Martina media”, che “ingentilisce e dispone alla bevuta”, ma non lo è ordinare “una Schwaezbier media”. Gradi alcool 4.3°. CASTANHA, un fantastica birra alle castagne con un “pronunciato grado alcolico”: 6,5°. Per il nome di questa birra, che dopo “piccoli incidenti di percorso“ siamo riusciti a produrre, mi sono ispirato alla presenza di Diego Santos da Silva, mio collaboratore fin dall’inizio. Dal nome avrete già capito che non si tratta di un bergamasco DOC. Alcuni anni fa, dalle favelas di Salvador de Bahia, a seguito di alcuni problemi di salute venne a Bergamo per farsi curare e, ristabilitosi, qui rimase. L’incontro con Diego fu per merito di un amico comune e visto che era in cerca di realizzare una “sua dimensione lavorativa” accettò di sposare il progetto mio e di Monica: aprire un’attività commerciale in ambito birraio. Se dovessi scegliere quale amare di più tra le birre fatte fin’ora non saprei rispondere perchè tutte mi hanno dato e mi danno emozioni diverse, ma egualmente forti. Alcuni anni fa lessi di certi produttori che utilizzavano la musica per far affinare/maturare la propria birra.. In tutta sincerità l’idea non mi ha convinto, ma ho pensato che la musica dovesse entrare comunque nel mondo Monangi e infatti, il venerdì e il sabato, ai nostri clienti serviamo buon cibo, buona birra, buona ospitalità con molta buonissima musica. Da noi per l’occasione sono passati e passano artisti che interpretano pezzi di funky, blues, rock... cover di Zucchero Fornaciari, di Laura Pausini, di Bon Jovi, dei Beatles e di tanti altri famosi autori di buonissima musica.

MONANGI BREW PUB Via Monte Nevoso, 23 - Dalmine (Bg) Tel. 329 0754833 monangibrewpub@gmail.com http://www.monangibrewpub.com


TENDENZE - GOLOSE

La nostra pasticceria è un luogo che da più di cinquant’anni è pervaso da una magica atmosfera familiare, la stessa che fa sentire a proprio agio i clienti, deliziandoli con la bontà genuina dei nostri dolci. Da noi potrete godere di attimi di dolcezza in ogni momento della giornata, dalla colazione fino all’aperitivo. Assaggiate le nostre creazioni quotidiane, frutto della migliore arte pasticciera oppure concedetevi una peccaminosa pausa fatta di cioccolatose praline. Siamo a vostra disposizione per realizzare la vostra torta di compleanno o ancora per rendere i vostri momenti davvero speciali e soprattutto ricchi di dolci coccole. Lasciatevi tentare dalle nostre dolcissime creazioni, potrete scegliere tra la genuinità delle nostre torte, la freschezza caratteristica del nostro gelato artigianale oppure la semplicità delle tradizionali torte bergamasche. Nella nostra pasticceria troverete inoltre molteplici specialità pensate per trascorrere in compagnia le feste più belle: uova di cioccolato, dolci pasquali, panettoni e torte natalizie. PASTICCERIA SAN FRANCESCO Via IV Novembre 2 Bergamo - Tel. 035 259522 pasticceriasanfrancesco@virgilio.it www.pasticceriasanfrancesco.com


#mysuperpower

L’inglese sarà il suo nuovo super potere!

Apre a Gennaio Pingu’s English Bergamo Centro. Prenota la tua lezione di prova gratuita! Contattaci! Pingu’s English Bergamo Centro

Via Reich, 45, 24020 — Torre Boldone (Bg), zona Corridoni (+39) 335 330 230 | bergamocentro.pingusenglish.it bergamocentro@pingusenglish.it


RE A L O G TO N E M

IN QUESTA TERZA PARTE DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DEGLI ANIMALI, UNA SERIE DI NORME DI COMPORTAMENT O MOLTO IMPORTANTI PER LA CONVIVENZA CIVILE CON I NOSTRI AMICI ANIMALI

DOVE POSSONO ENTRARE...

Laddove una norma di legge o specifiche disposizioni di un gestore di un servizio pubblico non dispongano diversamente, è consentito l’accesso degli animali d’affezione in tutti i luoghi pubblici, negli esercizi commerciali, nonché negli uffici aperti al pubblico, compresi gli uffici comunali.

...E DOVE NO

È concessa la facoltà di non ammettere gli animali all’interno di quegli esercizi commerciali che espongano adeguata cartellonistica che manifesti la motivazione del divieto, ovvero nei casi in cui vengano predisposti appositi e adeguati strumenti di accoglienza esterna, atti alla custodia dell’animale durante la permanenza dei proprietari all’interno del medesimo esercizio. Non è in ogni caso consentito vietare l’ingresso nei propri locali ai cani guida che accompagnano le persone non vedenti o ipovedenti.

ANCHE IN OSPEDALE

L’accesso degli animali da affezione alle strutture sanitarie o sociosanitarie pubbliche o private avviene, ove consentito dalle medesime strutture, nei limiti e secondo le condizioni stabilite dalle strutture stesse, in base alla valutazione dei rischi, delle caratteristiche dei locali e degli spazi comuni, nonché dello stato in cui si trovano i pazienti e gli ospiti.

MEZZI DI TRASPORTO

Sui mezzi di trasporto pubblico e sui taxi è sempre consentito l’accesso dei cani per i non vedenti, anche se sprovvisti di museruola. I cani vanno sempre tenuti al guinzaglio di lunghezza non superiore a mt. 1,50 ed avere al seguito la museruola, rigida o morbida, che deve essere applicata al cane in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali o su richiesta motivata delle Autorità competenti. Per i gatti è obbligatorio il trasportino. Il padrone deve aver cura che l’animale non sporchi o rechi disturbo nè danno alcuno ed è responsabile, sia civilmente che penalmente, di eventuali lesioni a persone, animali e cose provocate dall’animale stesso.

RACCOGLIERE I BISOGNINI

I proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di animali, mentre li conducono, hanno l’obbligo di dotarsi di idoneo strumento per raccogliere immediatamente le deiezioni solide prodotte dagli stessi, che devono essere conferite nei cestini per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, in modo da mantenere e preservare lo stato di igiene dei luoghi.

ALLA FONTANA

Al fine di tutelare il benessere dell’animale, è consentito far abbeverare o attingere acqua per lo stesso fine dalle fontane pubbliche.

IN ASCENSORE

È sempre consentito l’accesso degli animali agli ascensori, purchè custoditi e nel rispetto della pulizia, del decoro e della sicurezza, dando comunque la precedenza nella corsa a coloro che non gradiscano la presenza dell’animale.

QUANTI NE VOLETE?

Il numero massimo di animali d’affezione che è possibile possedere a scopo amatoriale e senza scopo di lucro nei propri locali e spazi abitativi è stabilito dal Regolamento Regionale n. 2 /2017. Oltre il numero di 5 (riferito a cani e/o gatti e, in entrambi i casi, sono esclusi gli animali non svezzati) il possessore deve dare comunicazione al Comune. È in ogni caso vietato possedere


RE GOLA MENTO o detenere animali in numero o condizioni tali da causare problemi di natura igienico-sanitaria o da recare pregiudizio agli animali stessi o alle persone e disturbo alla quiete pubblica. In tal caso il Sindaco può emanare Ordinanza motivata di divieto di detenzione o di ricovero degli animali presso le strutture previste dalla Legge, fatte salve le disposizioni sanzionatorie di competenza di altri enti.

GATTI

Il proprietario dell’animale d’affezione a cui sia segnalato il ritrovamento dello stesso, deve immediatamente provvedere al suo recupero, salvi casi di forza maggiore. Per ogni giorno in cui l’animale resta ricoverato presso una struttura convenzionata, il proprietario deve corrispondere un importo forfettario per le spese di mantenimento dell’animale e le eventuali spese sanitarie.

Qualche chiarimento: Per “gatto libero” si intende un animale che vive in libertà, di solito insieme ad altri gatti. Per “colonia felina” si intende un solo gatto o un gruppo di gatti liberi, che vivono in libertà e frequentano abitualmente lo stesso luogo; la presenza della colonia felina può essere segnalata tramite apposito cartello. La persona che si occupa della cura e del sostentamento delle colonie feline che vivono in libertà è denominata “gattaro” o “gattara”. Per “habitat” di una colonia felina si intende qualsiasi territorio pubblico o privato, urbano e non, edificato e non, nel quale vive stabilmente una colonia di gatti.

Ai cani, accompagnati dal proprietario, è consentito l’accesso a tutte le aree verdi pubbliche e di uso pubblico compresi giardini, parchi e nelle aree appositamente attrezzate, individuate mediante appositi cartelli e recinzioni (aree cani) dove i cani possono essere condotti senza guinzaglio e senza museruola sotto la responsabilità del proprietario, che deve comunque essere sempre presente e vigilare sul corretto comportamento dell’animale evitando che si danneggino le piante, le strutture o gli arredi presenti negli spazi pubblici o aperti al pubblico e sono tenuti al rimborso delle spese sostenute dall’Amministrazione comunale per il loro ripristino o la sostituzione. I cani iscritti nel registro dei cani a rischio elevato di aggressività, devono essere sempre condotti al guinzaglio e indossare apposita museruola.

Il Comune riconosce l’attività benemerita dei cittadini che, come responsabili delle colonie feline (gattari/e), si adoperano per la cura ed il sostentamento delle colonie di gatti liberi. Il gattaro/a avrà cura della pulizia dei luoghi frequentati dalla colonia, in particolare individuerà un “punto pappa” dove provvedere all’alimentazione dei gatti della colonia, evitando situazioni di degrado igienico-sanitario. Essi possono rivolgersi alle mense delle scuole comunali per il prelievo di avanzi alimentari da destinare all’alimentazione dei gatti, oppure possono attivare analoghe forme di approvvigionamento alimentare. È vietato disturbare o catturare i gatti delle colonie feline e rimuovere loro acqua e cibo. Le colonie feline sono tutelate dal Comune, che provvede a denunciare gli eventuali maltrattamenti ad opera di terzi.

Fatte salve diverse disposizioni di legge o regolamento regionale, il recinto dei cani deve consentire adeguato spazio per lo sgambamento e il riposo; in ogni caso ogni recinto non deve contenere più di due cani adulti con gli eventuali loro cuccioli in fase di allattamento. I cani custoditi in recinto devono poter uscire dallo stesso ogni giorno per almeno 2 ore.

Il Comune incentiva l’iscrizione volontaria dei gatti di proprietà all’Anagrafe Nazionale Felina, anche mediante campagne condotte in collaborazione con le associazioni animaliste. Il Comune incentiva e promuove campagne di sterilizzazione dei gatti di proprietà che siano lasciati liberi di uscire all’esterno dell’abitazione e di muoversi liberamente sul territorio.

MANCATO RECUPERO DELL’ANIMALE

ACCESSO ALLE AREE VERDI, AI GIARDINI PUBBLICI, AI PARCHI E ALLE AREE CANI

RECINTI

GATTI LIBERI E COLONIE FELINE

GATTI DI PROPRIETÀ


PROGRAMMA

FAI UN REGALO A JOE BRUSH

BAM BIN I3 0A -1

NNI


VIA PORTA DIPINTA

TEMPI BIBLICI

PER GLI SCAVI

ARCHEOLOGICI ph. Paolo Biava

Da quando i Conti Moroni, riuscirono a far abbattere il palazzo che impediva la vista della pianura dalle finestre della loro magione, quello spazio è rimasto come un grazioso giardino davanti al grande portone affacciato su Via Porta Dipinta. Ma a qualcuno...


VIA PORTA DIPINTA

TEMPI BIBLICI

PER GLI SCAVI

ARCHEOLOGICI

Siamo in una delle vie più belle di Bergamo da percorrere per salire dal prato della Fara verso la piazzetta dove si trova la stazione superiore della Funicolare, per poi da lì proseguire verso il cuore della città antica lungo la Corsarola. La pavimentazione di porfido disposto a spina di pesce le conferisce un fascino antico come antichi sono i palazzi che vi si affacciano. Uno di questi, palazzo Moroni che ha preso il nome dalla prestigiosa famiglia che lo ha abitato per secoli, gode, caso unico per i palazzi costruiti a destra della via, di una splendida vista sulla pianura che gli deriva dall’assenza di costruzioni di fronte ad esso. Si narra che il palazzo esistente sia stato acquistato e quindi fatto abbattere proprio dalla famiglia Moroni per poter vedere la città bassa e, più in là, anche la pianura. Della costruzione abbattuta non era rimasto più nulla e al suo posto era stata ricavata, con una certa eleganza, una terrazza-giardino con una vista mozzafiato per la gioia dei turisti che erano soliti riposare, dopo metà salita, in quello spiazzo verde guardando lo spettacolo da quella inaspettata finestra che guardava verso l’orizzonte. Poi a qualcuno è venuta la brillante idea di realizzare sotto quel giardinetto un bel parcheggio con qualche posto auto a disposizione dei residenti della via che soffrono da sempre la mancanza di luoghi dove ricoverare l’automobile in alternativa alla strada. Realizzato e approvato il progetto del nuovo parcheggio interrato, sono iniziati i lavori che prevedevano lo scavo, la costruzione della struttura e della copertura della stessa in modo da ricreare la terrazza affacciata su città bassa. Tutto sembrava procedere per il meglio quand’ecco che una pala meccanica ha scoperchiato alcune tombe con ossa umane. È probabile che quell’area, vicina alla chiesa, in tempi antichissimi fosse utlizzata come cimitero dei fedeli o anche solo dei sacerdoti. E, come sempre accade in casi simili, i lavori sono stati bloccati per procedere a ricerche approfondite e capire a che tipo di ritrovamento ci si doveva riferire. In casi analoghi si procede a portare alla luce i ritrovamenti, alla loro protezione ed al restauro di eventuali resti di opere murarie, affreschi, mosaici ecc. quindi si predispongono percorsi o passerelle affinchè il sito possa essere agevolmente visitato dal pubblico. Purtroppo però, nel percorso di recupero del sito, qualcosa deve essersi inceppato e la burocrazia italica, invece di prodigarsi per proteggere e valorizzare il patrimonio, ne diventa la causa di disfacimento. Da anni, forse cinque o sei, via Porta Dipinta è sbragata da un cantiere dove ogni cosa è stata abbandonata alla ruggine e alle erbacce e dove al posto del romantico terrazzo verde si trova una brutta palizzata ad impedirne l’accesso. (v.e.filì)


Subaru Impreza Impreza 1.6i STYLE / STYLE NAVI - consumo combinato 6.4 l/100 km - emissioni di CO2 combinato 145 g/km

MOTORE BOXER SUBARU

Il MOTORE BOXER ha una configurazione a cilindri orizzontali contrapposti, con un movimento dei pistoni orizzontale e in opposizione fra di loro. Subaru si è impegnata per 50 anni su questo esclusivo motore, rendendolo durevole e affidabile nel tempo per ottenere performance uniche.

LA NUOVA IMPREZA È QUI:

NON FARLA ASPETTARE. AGILE, VERSATILE E DI CLASSE. PROPRIO COME TE.

Divertente da guidare proprio come piace a te la nuovissima Impreza mescola in modo eccezionale performance, piacere di guida e sicurezza per un’esperienza che coinvolge tutti i sensi. Ogni angolo, ogni superficie e ogni dettaglio sono studiati nei minimi dettagli. Sono espressione del design Subaru e rappresentano ciò che Impreza ha sempre voluto esprimere.

PRESTAZIONI COSTANTI NEL TEMPO

Il design piatto del motore lo rende ancora più rigido e autobilanciato, permettendo di ridurre le vibrazioni

PERSONALIZZA I TUOI SPAZI.

SICUREZZA

Subaru crede nella sicurezza a 360° e si impegna a fondo per minimizzare il rischio di incidenti. Per questo abbiamo realizzato l’avanzato sistema di supporto alla guida Subaru EyeSight. Tale sistema impiega due telecamere stereo per catturare immagini a colori tridimensionali con una eccellente capacità di riconoscimento, simile a quella dell’occhio umano. Grazie alle immagini provenienti da entrambe le telecamere EyeSight riconosce forma, velocità e distanza dei veicoli, moto, biciclette e pedoni. Quando rileva un potenziale pericolo il sistema avverte il guidatore e, quando necessario, provvede anche a frenare in modo da evitare incidenti. Con i miglioramenti delle prestazioni relative alla sicurezza, EyeSight aumenta il senso di protezione che si prova a bordo della Impreza.

AUTOROTA Via Campagnola 40 - Bergamo Tel. 035 5098042 - Fax 035 5098041 info@autorota.it - www.autorota.net

La nuova Impreza è dotata di un ricco equipaggiamento di serie, ma gli accessori Subaru sono il modo perfetto per rendere la tua auto ancor più adeguata alla tua vita e al tuo stile. Che tu voglia più convenienza, più funzionalità o personalizzare l’aspetta della tua Impreza, gli accessori Subaru ti offrono tutta la qualità che cerchi. Per maggiori dettagli, richiedi il catalogo degli accessori o visita la Concessionaria Subaru più vicina a te.

STILE, COMFORT E DIVERTIMENTO PER TUTTI.

La nuova Impreza raggiunge alti livelli di eleganza grazie all’abitacolo composto sia da superfici lisce che da superfici lavorate, con una grande attenzione ai dettagli. Il suo design elegante e sportivo al tempo stesso, concede ai passeggeri maggiore spazio rendendo Impreza comoda anche per i lunghi viaggi.


MARCO CERAVOLO

MATERIA OLTRE IL TEMPO ASSOCIAZIONE ANISÉ FINO A FINE FEBBRAIO


I motivi per prendersi qualche pausa e una vacanza dall’Italia non gli sono mancati, anche se all’estero ha continuato ad esporre, a Beirut con una antologica memorabile per quella martoriata e bellissima città, ma anche a Miami sotto il sole dei tropici... Un’artista rimane tale ovunque vada nel mondo e il linguaggio della pittura, così come quello della musica, non ha bisogno di intermediari ed è comune ad ogni latitudine. Come la pizza che lui ha sempre inteso come una forma di espressione artistica con la quale si nutre la gente non solo nell’anima. Chi non se lo ricorda trafelato nel forno all’incrocio tra via Pignolo alta e Via S.Tommaso a sfornare pizze come fossero quadri? Adesso è tornato alle tele e alla pittura con una forza nuova e diversa che è impossibile non vedere a chi ne conosce le metamorfosi espressive. Colori su colori fino a provocare una specie di ipnosi in chi li osserva. Sempre molto materici, come spesso ci ha abituato Ceravolo, ma adesso, contrariamente ai colori vivaci, i materiali legati con la pittura adesso sono leggeri, a volte cangianti, veli sottili che danno profondità ai contrasti di una tavolozza impazzita. Se volete ammirare la nuova produzione di Marco Ceravolo potete trovare diversi suoi quadri esposti fino a febbraio presso la sede di Anisè, associazione Scientifica e Culturale presso il Polaresco alla rotonda della Briantea.

L’ASSOCIAZIONE ANISÉ promuove e svolge attività di ricerca al fine di avvicinarsi sempre più alla conoscenza dell’uomo, convinta che ci si curi meglio conoscendosi, e che la cultura sia una vera e propria forma di prevenzione del disagio e un investimento fondamentale nel lungo periodo. L’Associazione Scientifica e Culturale “Anisé” è costituita dagli stessi operatori del Centro di Psicologia Clinica Anisé che aderiscono al pensiero dell’Associazione, convinti che la cura, strettamente aderente ai protocolli scientifici, non debba mai disgiungersi da una visione ampia dell’individuo, non solo centrata sulla sua patologia ma estesa alla sua storia, al proprio vissuto, mediante interventi integrati tra farmaci, psicoterapia e analisi esistenziale. Da qui l’interesse alla cultura umanistica, parte integrante del sapere scientifico psichiatrico e psicologico.


SI PUÒ FARE...

PROGETTO DI ASSISTENZA SOCIOSANITARIA INTEGRATA AL PAZIENTE ANZIANO, DENOMINATO DAI VOLONTARI STESSI: “CON TE ” Il progetto parte dalla considerazione, oggettiva, che l’invecchiamento della popolazione è uno dei più grandi “problemi” sociali del nostro tempo, soprattutto il forte invecchiamento e la prevalenza dei grandi anziani. A questo fenomeno demografico dell’invecchiamento si associa anche il fatto, socialmente rilevante, che un gran numero di anziani vive da “single” (non ha più un partner, marito /moglie o la coppia - là dove sussiste - vive sola o con un figlio a sua volta spesso, non più giovane e magari bisognoso di assistenza). Anche coloro che hanno una famiglia, quand’anche formata con figli e nipoti, si trovano di fronte al problema che la “famiglia” ha perso quella connotazione che aveva fino alla metà dello scorso secolo di accoglienza e cura per tutti i membri in stato di bisogno. Infatti, la stessa morfologia della famiglia ha subito una trasformazione evidente (le famiglie sono spesso disaggregate, separate, ricomposte, allargate), comunque non coese, molto spesso con una vita che si svolge, per necessità, in città o quartieri diversi da quelli del nucleo originale dove, invece, continua a vivere l’anziano genitore/ nonno. Anche la coesione sociale del quartiere o dei vicini di casa, fattore molto diffuso e socialmente “penetrante” in un passato anche recente, è oggi sempre più rara per il mutare rapido degli assetti sociali, lavorativi ed abitativi delle nostre moderne città. I vicini di casa cambiano molto più frequentemente (le persone si trasferiscono per lavoro o motivi diversi), le vecchie “case di famiglia” non hanno più motivo di esistere per la dispersione lavorativa ed abitativa dei figli e dei nipoti, e anche il quartiere ha perso molti punti di coesione e aggregazione come gli esercizi commerciali storici, i punti di ritrovo, la stessa Parrocchia, mentre ne nascono altri come i “centri per la terza età”, che tuttavia sono “vissuti in modo diverso. Insomma, il problema del come “gestire il “vecchietto”, è sempre più di attualità e, visto nella prospettiva del “grande anziano” relativamente autosufficiente, è focalizzato sulla necessità di avere un punto di riferimento facilmente accessibile, stabile, disponibile e, soprattutto affidabile, che era rappresentato, fino a poco tempo fa, dal nucleo familiare e dalla coesione sociale. D’altronde le case di cura, le RSA, le case - famiglia, le cohousing, sono tutte soluzioni parziali o di transizione, magari adatte ad alcune condizioni che, tuttavia, non risolvono totalmente un problema che è diventato trasversale e diffuso. Anche la “badante” (che brutto termine), non permette di venire a capo di una necessità diffusa e polimorfa che, proprio perchè numericamente grande, è diventata un problema, difficile da risolvere con una unica strategia operativa.

...CON TE!


DALLE PAROLE AI FATTI La sperimentazione del progetto ”CON TE” realizzata con il Soroptimist Club ed la ATS di Bergamo ha indicato, una delle ulteriori possibilità che la nostra società potrebbe offrire alla persona anziana che, relativamente autonoma, intende continuare a vivere nella propria abitazione cui è affettivamente legata e che possiede nell’82% dei casi. COORDINATI DAL MEDICO CURANTE Il progetto che abbiamo sperimentato, infatti, tende ad assicurare un supporto, una sorta di assistenza che NON vuole essere di tipo sanitario, ma che, quale strumento gestito e coordinato dal Medico di medicina generale dell’anziano, offre a quest’ultimo una serie di prestazioni settimanali utili a mantenerlo in salute, autonomo a casa propria e, nello stesso tempo ad offrirgli la sicurezza di un punto di riferimento affidabile e disponibile. Il progetto sperimentato operativamente prevede, infatti, visite settimanali di due Soccorritori della Croce Rossa e della Croce Bianca di Bergamo, alle persone anziane ultraottantenni che vivono a casa propria in relativa autonomia. Le visite sono finalizzate a monitorare le condizioni di salute dell’anziano attraverso la misurazione dei parametri vitali essenziali, il controllo della corretta assunzione della terapia farmacologica, ma anche alla verifica dell’adeguatezza dei modelli di vita, abitativi, alimentari, ecc. VOLONTARI QUALIFICATI Venendo al resoconto finale sulla sperimentazione del progetto “con TE” il personale utilizzato per le visite domiciliari agli Anziani è costituito da un gruppo di Soccorritori qualificati ed abilitati (Volontari del Comitato CRI e della Croce Bianca di Bergamo) che hanno, quindi, già conseguito una “certificazione qualificante”, avendo frequentato un corso specifico che li ha abilitati al soccorso sul territorio a bordo di mezzi convenzionati con il 118 per l’emergenza territoriale e che hanno successivamente frequentato un ulteriore corso di formazione, organizzato dall’ATS ,sulle finalità ed i mezzi da utilizzare nel progetto sperimentale di cui trattasi. LA FASE INIZIALE Nel mese di gennaio 2017 dopo gli incontri di presentazione alle Associazioni di volontariato del progetto “CON TE”, hanno dato la loro disponibilità 22 Soccorritori che hanno poi frequentato le due giornate di formazione organizzate dalla ATS, una con la psicologa della stessa ATS (la dr.ssa Elvira Schiavina) e la seconda con i medici di medicina generale che avevano candidato le persone anziane in base ai criteri stabiliti nel progetto. Infatti cinque medici di Medicina Generale della Città, si sono prestati volontariamente a partecipare all’iniziativa e hanno individuato, tra i loro assistiti, dieci anziani ultraottantenni che rispondevano ai requisiti prestabiliti e che sono stati inseriti nella sperimentazione, previa redazione di una scheda informativa individuale condivisa con un medico volontario del Comitato CRI di Bergamo (la dr.ssa Teresa Falgari), individuata come Coordinatore del gruppo di Soccorritori, con la finalità di curare, in particolare i collegamenti, importantissimi, tra i Soccorritori, i Medici dei Pazienti inseriti nella sperimentazione e gli Anziani medesimi.

Il 14 febbraio 2017, all’inizio della sperimentazione, la dr.ssa Falgari, i Soccorritori ed il Medico di quest’ultimo, hanno fatto una visita di presentazione del progetto e di prima conoscenza al domicilio di ciascun candidato inserito nel progetto: durante la visita è stata illustrata l’iniziativa sia all’anziano, sia ai congiunti di riferimento che erano presenti. PREVALENZA DI DONNE L’età media degli anziani “arruolati” era di 89 anni (7 donne e 3 uomini) e dei 10 coinvolti, 8 hanno terminato la sperimentazione in quanto due di loro hanno abbandonato il progetto per esigenze personali. Le patologie prevalenti erano rappresentate da ipertensione arteriosa, cardiopatia ischemica, dislipidemia, patologie osteoarticolari con limitazione della deambulazione, artrosi sistemica, osteoporosi, artrite reumatoide, depressione, stato ansioso, diabete mellito in terapia con ipoglicemizzanti, esiti di ictus o emorragia cerebrale. LE VISITE DOMICILAIRI 145 è il numero totale delle visite eseguite dai Soccorritori nel periodo di sperimentazione con un tempo medio per ogni visita di 90 minuti; nel periodo di Luglio e Agosto alcuni Anziani hanno chiesto di rimandare alcune delle visite programmate in quanto assenti dal loro domicilio abituale. La dr.ssa Falgari, coordinatrice del progetto, ha calendarizzato le visite settimanali per tutti gli anziani ed anche gli eventuali scambi per ferie e/o indisponibilità dei volontari, ha restituito informazioni al medico di medicina generale in 4 diverse occasioni per situazioni in cui l’anziano necessitava di un inquadramento medico ed in un caso il medico ha anche disposto l’ospedalizzazione dell’anziano. Durante le visite settimanali i soccorritori identificati inizialmente per ogni anziano che son rimasti quasi sempre gli stessi per impostare un rapporto di fiducia e continuatività, hanno compilato la scheda prevista dal protocollo sperimentale con tutte le loro osservazioni ed i parametri rilevati (la pressione arteriosa, la frequenza cardiaca, la qualità ed il ritmo del respiro, l’eventuale rilievo di esami semplici che l’anziano esegue autonomamente a domicilio con propri strumenti - ad esempio la glicemia o la glicosuria nel diabetico in trattamento). I Soccorritori durante la visita settimanale hanno anche verificato la corretta assunzione dei farmaci prescritti dal medico di medicina generale (attraverso il controllo della “scorta farmaci” ovvero con la verifica del corretto utilizzo della cosiddetta (“scatola delle compresse”), in alcuni casi hanno anche aiutato direttamente l’Anziano nell’assunzione dei colliri prescritti dal medico, per la difficoltà manuale dell’operazione. MEDICO SEMPRE AL CORRENTE In caso di necessità emergenti, la stessa dr.ssa Falgari si è interfacciata con il medico dell’Anziano e, talora, anche con i congiunti di riferimento. Durante l’accesso domiciliare i Soccorritori, dopo aver rilevato i parametri vitali previsti nella scheda, hanno monitorato lo stato d’idratazione dell’Anziano specie durante i mesi estivi caratterizzati quest’anno da un clima molto afoso, con temperature per-


sistentemente elevate, spiegando all’anziano, la migliore modalità per idratarsi correttamente e per alimentarsi adeguatamente, con l’assunzione di cibi adatti al periodo estivo. I Soccorritori hanno anche fornito all’anziano, le indicazioni più opportune sulle precauzioni da usare per difendersi dai “colpi di calore” e per una attività motoria adeguata alle patologie sofferte (ad es. le modalità più sicure per i movimenti più frequenti - per piegarsi e raccogliere da terra qualche cosa, per alzarsi dal letto, per farsi la doccia e lavarsi in sicurezza, ecc). Anche il ritmo sonno-veglia dell’anziano è stato oggetto di attenzione da parte dei Soccorritori, i quali talora, durante la visita domiciliare, hanno aiutato l’anziano a risolvere i piccoli problemi pratici anche correlati all’uso di piccoli elettrodomestici o del cellulare. Oltre alle visite domiciliari, i Soccorritori hanno anche contattato, telefonicamente, l’anziano per le necessità pratiche emergenti e per un controllo ravvicinato ove, alla visita, ne fosse emersa la necessità. ASPETTI GENERALI EMERSI AL TERMINE DELLA SPERIMENTAZIONE. •Buon rapporto di fiducia tra anziano e volontario. •L’Anziano con piacere aspetta la visita e la telefonata del volontario, che è diventato un punto di riferimento importante. •Il rapporto creatosi con il passare dei mesi ha fatto sì che, in alcuni casi, la persona assistita chiedesse un aiuto per le attività quotidiane oltre a quelle stabilite dal progetto. Fiduciosi che le idee per il reclutamento di nuovi volontari possa a breve arricchire l’elenco di coloro che oggi hanno offerto questo servizio.

ta dell’insostituibile, provvidenziale, prezioso contributo della dr.ssa Mariateresa Lorenzi, generosa di sè che non ha ceduto all’impegno nemmeno in un momento delicato della propria salute e ha rivelato ottime doti didattiche, insieme alla dr.ssa Carla Laffranchi, al dr. Mirko Tassinari, al dr. Hassan Shakr Mhdi che hanno permesso di avviare il programma; individuando tra i loro assistiti i dieci anziani da inserire nella sperimentazione. Un ringraziamento commosso ai volontari della Croce Rossa e della Croce Bianca che hanno partecipato alla sperimentazione con ammirevole semplicità, fervore, passione, disponibilità e dedizione, opportunamente motivati e diretti dal sig. Maurizio Bonomi, (un vulcano di energia ed entusiasmo, Commissario della CRI di Bergamo) e dalla determinazione della sig. Maria Grazia Paleni, Presidente della croce Bianca di Bergamo. Un riconoscimento speciale all’insostituibile contributo dell’infaticabile dr.ssa Elena Rottoli, coordinatore dell’ AAT 118 di Bergamo, esempio di inesauribile generosità volontaristica, competenza professionale e calore umano. Un doveroso tributo va alla dr. ssa Teresa Falgari, medico volontario della CRI, giovane geriatra “in fieri”, alla quale è stata affidata la direzione e la responsabilità di armonizzare tutte le forze in campo e che si è rivelata un concentrato di infaticabile ed entusiastica volontà, energia, resistenza, perseveranza, tenacia associate a doti personali di equilibrio e determinazione, abile, efficace e ponderata tessitrice dei rapporti tra MMG, soccorritori e “vecchietti”. Tutti hanno lavorato con convinzione, consapevoli del significato dell’iniziativa e insieme hanno dimostrato che quello proposto è un modello concreto, sostanzialmente possibile, praticabile, ragionevole. Certo un modello fra tanti, ma fattibile: comunque una prima possibile risposta ad un bisogno crescente. A tutti loro crediamo spetti di diritto il ringraziamento della Comunità bergamasca. La testimonianza diretta di coloro che sono stati in campo, dovrà essere ovviamente integrata dalle necessarie osservazioni, considerazioni, valutazioni critiche, da proposte integrative, dagli indispensabili consigli, dal rilevamento di possibili falle, dai suggerimenti migliorativi che aspettiamo da tutti. Vogliamo concludere questo excursus di un impegno iniziato anni fa con un due belle notizie. La prima: il progetto è stato richiesto da altre Province; la seconda è che nel corso del 21° Congresso della Federazione Europea del Soroptimist International, tenutosi a Firenze nel luglio scorso, sono stati attribuiti i riconoscimenti ai migliori progetti realizzati: tre i finalisti al Best practice Award per l’obiettivo “Health &Food Security” e fra questi il progetto presentato dal Club di Bergamo che si era proposto di “sensibilizzare le istituzioni pubbliche e private, gli operatori sociali e sanitari per la realizzazione di azioni condivise di assistenza agli anziani consentendo loro di invecchiare in salute nelle proprie abitazioni”, ha ricevuto una particolare menzione. Auguriamoci quindi che l’impegno profuso in questa iniziativa possa proseguire, trovare sostegno e soddisfacente risposta. (Emilia Strologo)

SI PUÒ FARE... CON TE!

GRAZIE A... Al termine della sperimentazione che si concluderà alla fine dell’anno, grazie alla disponibilità dei volontari a prolungare il loro impegno, anche se il periodo previsto è formalmente ultimato, si avverte vivo il dovere e il piacere di ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita del progetto, prima di tutto condividendolo e poi divenendone parte attiva. Tutti coloro che - esperti e professionisti - portatori di esperienze diverse (competenze che sono state armonizzate e integrate in un sistema interattivo), silenziosamente, anonimamente, spontaneamente, gratuitamente si sono prestati con dedizione, sacrificando tempo ed energie all’elaborazione di questo progetto per strutturarlo e verificarne la fattibilità. Con loro Giovanna Bosatelli (Presidente del Soroptimist Club di Bergamo) che ha colto immediatamente l’importanza del fenomeno assumendo (con determinazione) il ruolo di stake holder del progetto, di colei senza il cui supporto l’impresa non avrebbe potuto evolversi all’interno di una rete di solidarietà e condivisione sociale. Ringraziamenti sentiti vanno alla dr.ssa Mara Azzi, Direttore dell’ATS di Bergamo, che ha individuato, sin dall’inizio, le implicazioni e le opportunità offerte dal progetto, assumendo la veste di policy maker, di garante e motore personale del medesimo. Un ringraziamento grandissimo va ai Medici di Medicina Generale: la dr.ssa Gloria Dolci, primo anello della catena solidale, che si è arricchi-


CONFARTIGIANATO IMPRESE BERGAMO PIÙ FORTI PERCHÉ INSIEME DAL 1945 SOSTENIAMO I PICCOLI E GRANDI IMPRENDITORI BERGAMASCHI OFFRENDO TUTELA SINDACALE E TUTTI I SERVIZI DI CUI HANNO BISOGNO.

Confartigianato Imprese Bergamo è la prima associazione del Sistema Confartigianato in Lombardia e tra le prime cinque a livello nazionale per dimensioni, volume d’affari e per associati, nonché la prima tra le organizzazioni di categoria per le PMI in provincia e rappresenta un punto di riferimento fondamentale per le imprese artigiane e le Pmi.

PERCHÉ ASSOCIARTI ? PER I NOSTRI SERVIZI Confartigianato Imprese Bergamo ti offre un’ampia scelta di servizi qualificati, tra i quali: • avvio di impresa, • contabilità, • gestione del personale, • paghe, • sindacale, • fiscale, • servizio legale, • ambiente e sicurezza, • servizi per potenziare la competitività d’impresa, • internazionalizzazione, • accesso al credito, • innovazione, • partecipazione a bandi e concorsi, • consulenza qualificata • un ricco catalogo di corsi sempre aggiornati, • seminari e percorsi informativi. RICHIEDI LA GUIDA AI NOSTRI SERVIZI PERCHÉ TI TUTELIAMO Confartigianato, grazie al numero di imprese associate, è chiamata a rappresentare il tuo settore sui tavoli dove si decidono le questioni importanti per le imprese, facendo pressing perché le esigenze degli imprenditori vengano tenute nella giusta considerazione. PIÙ SIAMO PIÙ CONTIAMO!

PERCHÉ ASSICURIAMO LA TUA IMPRESA Per ogni socio è immediatamente operativa una polizza infortuni gratuita che, in caso di infortunio professionale o extraprofessionale, dà diritto ad un rimborso di 60 euro per ogni notte di ricovero ospedaliero. Inoltre garantisce un’indennità in caso di invalidità permanente o morte. PERCHÉ TI INFORMIAMO Ogni impresa associata riceve la newsletter settimanale tematica, la rivista bimestrale Bergamo Artigiana, l’accesso alla app di Confartigianato “ConfApp”, lo strumento per avere sempre in tasca le ultime novità PERCHÉ CREDIAMO NEI GIOVANI Per tutti i giovani imprenditori sotto i 30 anni, la Tessera è scontata del 30%.

PERCHÉ TI FACCIAMO RISPARMIARE Con la Tessera 2018 di Confartigianato Imprese Bergamo puoi risparmiare: • sull’energia elettrica e il gas aderendo a C.En.P.I. - Confartigianato Energia Per le Imprese; • sulle spese sanitarie aderendo a San.Arti (fondo di assistenza sanitaria per titolari e dipendenti delle imprese artigiane); • su viaggi, tempo libero, salute, ecc. con le nostre Convenzioni. SCOPRI TUTTE LE OPPORTUNITÀ SUL NOSTRO SITO WWW.CONFARTIGIANATOBERGAMO.IT. O CHIAMA L’UFFICIO TESSERAMENTO 035.274210 MARKETING@ARTIGIANIBG.COM

Confartigianato Imprese Bergamo,Via Torretta 12, Bergamo Tel. 035.274111 - Fax 035.274274 - info@artigianibg.com - www.confartigianatobergamo.it


Le Pigotte ti aspettano presso la “ C A S I N A D I N ATA L E U N I C E F “ i n P i a z z a V i t t o r i o Ve n e t o - s u l S e n t i e r o n e a B E R G A M O C O M I TATO U N I C E F B E R G A M O


www.ferretticasa.it | seguici su:

Qui Bergamo n.ro 248  
Qui Bergamo n.ro 248  
Advertisement