Issuu on Google+

Il problema del cinema come industria è che i film sono un’espressione d’arte, e il problema dei film come espressione d’arte è che il cinema è un’industria. CHARLTON HESTON

VOCE S.A.S. Diocesi di Brescia Marzo 2010

Sala della Comunità

03

IL TEATRO SACRO

Crucifixus a Brescia e in Valle Camonica; i Teatri del Sacro a Bagnolo Mella

IL FILM DEL MESE

Alice in Wonderland

I CINEFORUM

Le proposte di film d’essai al Villaggio Sereno, Agnosine, Cologne, Desenzano, Inzino, Montichiari, Palazzolo, a Ponte Caffaro, Provaglio d’Iseo

SIPARIO

Il bando per la partecipazione al festival dialettale bresciano

N_03_PAGINE.indd 1

26/02/2010 14.01.36


N_03_PAGINE.indd 2

26/02/2010 13.58.00


Prima Fila

di Adriano Bianchi

Storie di padri e figli Torna in questi giorni al cinema il rapporto tra le generazioni. La prima proposta è il solito “manuale” formato Giovanni Veronesi che in “Genitori & figli, agitare prima dell’uso“, vorrebbe dire qualcosa degli italiani e dei loro giovani, le figure più problematiche per il cinema nostrano, ma esibisce la vana e disperata ricerca di una propria identità, rifugiata (e risolta) una volta di troppo nell’intimità del privato. La trama racconta di Nina un’adolescente che sogna la sua prima volta e una famiglia più autentica. Nina ha finalmente l’occasione di riflettere sulla sua famiglia e di descriverne vizi e virtù in un tema assegnatole in classe dal professore d’italiano. Il componimento non lesinerà dettagli, denunciando tradimenti, separazioni, inquietudini giovanili e tensioni amorose fino a un epilogo moderatamente felice e un voto ponderatamente esemplare. Un film a episodi dipendenti in cui il regista, pur recuperando alla superficie il mondo dei genitori, affoga in un mare di luoghi comuni e dentro scene urlate di drammi (in)ascoltati o risolti in un bagno catartico. Dall’altro l’ultima fatica di Pupi Avati che con “Il figlio più piccolo” chiude la trilogia dei padri inaugurata con "La cena per farli conoscere" e proseguita con "Il papà di Giovanna", con un “furbetto del quartierino”: ottimi attori, battute gustose, carente lo stile. Il regista torna a raccontare l’Italia di oggi con la storia dell’imprenditore Luciano Baietti, “squalo” che mol-

I teatri del sacro • 5

CINEMA

S

o

m

Trailer • 9

Il film del mese

Sipario

m

a

r

i

Panoramica • 13 Sinossi dei film nelle Sale della Comunità

In sala • 19

o

Cineforum • 24 Programmazione di film d'essai

Fotogrammi • 27

Programmazione Sale della Comunità

Non di solo show vive l'uomo...

T E AT R O

to poco esita ad abbandonare moglie e figli per gli imbrogli finanziari che ha architettato, ed ancor meno esita sedici anni dopo a richiamare il figlio minore, l’ingenuo Baldo, quando si tratta di coinvolgerlo in un giro di passaggi di proprietà necessario ad evitargli la galera. Lo spunto di partenza si presenta più interessante e potenzialmente corrosivo rispetto ai suoi soliti lavori; lo sguardo che Avati punta contro il malcostume e l’arrivismo amorale dell’odierna classe dirigente italiana è, a detta dello stesso regista, decisamente meno conciliatorio che in passato. Questa volontà di cosiddetta “denuncia” è inserita dentro un contesto narrativo volto ad accentuare il lato comico di personaggi e situazioni, filtrando la critica attraverso la lente deformante della commedia di costume. Il risultato è un ibrido abbastanza interessante, che stuzzica la curiosità dello spettatore con una serie di trovate interessanti, come quella di dotare le figure messe in scena di un tratto vagamente assurdo, che va dai sandali indossati dal braccio destro di Baietti, Bollino (un efficace Luca Zingaretti) ai buffi occhiali indossati da molti dei personaggi. Due occasioni per tornare a mettere al centro della proposta culturale delle nostre Sale il tema delle relazioni familiari e magari recuperare anche qualche spunto sull’urgenza della sfida educativa.

• 29

VOCE S.A.S. • 34

Festival di teatro dialettale bresciano

Gli spettacoli del mese • 32 Diocesi di Brescia

•3•

N_03_PAGINE.indd 3

01/03/2010 13.25.02


Per la tua pubblicità su

VOCE MEDIA P

U

B

B

L

I

C

I

T

À

telefono 030 28 08 966 fax 030 28 09 371 marketing@vocemedia.it

La Sala della Comunità Direttore Responsabile: Adriano Bianchi

Stampa: fda Eurostampa s.r.l. Via Molino Vecchio 185 – Borgosatollo (BS) Tel. 0302701606 – Fax 0302702759

Direzione – Redazione – Amministrazione: Via Callegari, 6 – 25121 – Brescia – Tel. 030 44250 Fax 030 2809371 – E-mail: sdc@VoceSas.it

Progetto grafico: Alessandro Gritta – www.nadir.com

Pubblicità: Fondazione Opera Diocesana S. Francesco di Sales: Via Callegari, 6 -25121- Brescia – Tel. 030 44250 Fax 030 2809371 – E-mail: sdc@vocemedia.it

Autorizzazione del Tribunale di Brescia n. 30/2007 – 21/08/2007

Impaginazione e grafica: Ernesto Olivetti - Piero Lò

Centro diocesano per le comunicazioni sociali

•4•

N_03_PAGINE.indd 4

01/03/2010 13.27.37


I teatri del sacro

Non di solo show vive l'uomo...

a cura di CLAUDIO BERNARDI

CRUCIFIXUS: un po' di storia Crucifixus Festival di Primavera, nato nel 1998 come percorso legato all’arte della Via del Romanino e sviluppatosi poi a partire dal 2002 sotto forma di festival, si svolge ogni anno tra il lago d’Iseo e la Valle Camonica, durante le tre settimane che precedono la Pasqua. È prodotto dall’Associazione Festival di Primavera in collaborazione con il Comune e la Provincia di Brescia, la diocesi di Brescia, la Comunità Montana di Valle Camonica e del Sebino Bresciano e l’Impresa della Cultura. La direzione scientifica e artistica è dell’Università cattolica del Sacro Cuore di Brescia. Ogni anno le collaborazioni con privati e associazioni diventano sempre più ampie. Crucifixus è divenuto oggi il principale festival italiano di teatro, musica, tradizioni del sacro, apprezzato tanto per l’originalità dell’idea, che non ha simili sul piano nazionale, quanto per il modello gestionale e organizzativo, fondato sulla creazione di un sistema territoriale. Per volontà del Comune di Brescia e della Diocesi Crucifixus ha creato per il 2010 un progetto ad hoc dedicato alla città.

Nel periodo di Quaresima sono frequenti i teatri del sacro (spettacoli edificanti, oratori musicali, concerti con letture, rappresentazioni della Passione, viae crucis per le strade e i luoghi più significativi di città e paesi, ecc.). I protagonisti sono in minoranza professionisti. Nella maggior parte dei casi sono gli abitanti del paese o i gruppi ecclesiali delle città. In più di dieci secoli di vita il teatro religioso si è continuamente rinnovato per rispondere alle questioni più gravi del nostro vivere: perché ci facciamo del male? Perché il dolore, la morte, la violenza, l’ingiustizia? Perché Dio? Fin dalle sue origini la pecca del teatro religioso riguarda la sua “degenerazione”. Talvolta infatti scadeva da evento drammatico a spettacolo volgare. Così quello che doveva es-

•5•

N_03_PAGINE.indd 5

01/03/2010 13.28.32


Voce Sas: I teatri del sacro

CRUCIFIXUS A BRESCIA Scene sacre nella cittá

Lunedì 15 marzo ore 20.45: Castello di Brescia, Erodìas di Sandro Lombardi Martedì 16, mercoledì 17, giovedì 18 marzo ore 20.45: Piccolo teatro libero (S. Polo), Barabba con Sergio Maschera Mercoledì 17, giovedì 18, venerdì 19 marzo, Brescia, Abbi cura di lui con Luciano Bertoli Giovedì 18, venerdì 19 marzo, Duomo Vecchio ore 22: El Misterio del Cristo de los gascones compagnia Nao D’Amores Venerdì 19 marzo: Stomaco vuoto Associazione Elea Sabato 20 marzo ore 20.45: Atb Riva Calzoni (Roncadelle), Rock Passion Live Domenica 21 marzo: ore 16, Casa di reclusione Verziano, Ecco l’uomo con Sergio Maschera; ore 20.45, Atb Riva calzoni (Roncadelle), Rock Passion Live

Una scena da "El Misterio del Cristo de los Gascones"

sere solo un mezzo – lo spettacolo – diventava (e ancora oggi diventa) il fine. Così l’originaria tensione religiosa si perdeva (e si perde), oscurata dalla grandiosità degli allestimenti, dallo sfarzo e dalla spettacolarità di costumi, luci, musiche, scenografia, dalla macchina organizzativa, o, al contrario, dal più cervellotico sperimentalismo teatrale, dall’esibizionismo attoriale, dalle rivalità più meschine per ruoli, parti, cariche, incarichi, soldi, poteri, prestigio… Il teatro sacro degenerato fa il verso – male – allo spettacolo “profano”. Proprio ciò di cui non abbiamo bisogno, perché soffriamo di intossicazione generale da show. Il modello di spettacolarizzazione o vetrinizzazione della vita (come dicono alcuni) non solo invade tutti i campi del sociale, dalla politica alla prostituzione, ma finisce con lo schiavizzare le persone (alla domenica non si va più a messa si va all’outlet) in una ricerca di modelli ed esibizione di comportamenti che segnalano una paurosa crisi della personalità: una mancanza di essere che ci porta alla imitazione pappagallesca di tutto e di tutti. Così viviamo senza senso. Lo spettacolo ha “profanato” tutto e tutto il giorno viviamo come se tutti fossimo al Grande Fratello. Solo un video mi può dire che io esisto, che io sono. L’uomo non è più creato a immagine di Dio, ma a immagine dell’immagine di 0 (zero, nulla, nada, pof, miraggio…). I teatri del sacro in un impero del profano, del futile, del volgare, sono oggi una vera provocazione. Qualcosa di sconvolgente, di divergente, di incongruente. I teatri del sacro sono trasgressivi. Parlano di cose pesanti, oscene, fuori cioè dalla scena quotidiana e fuori dalla scena mediale. I teatri del sacro non vogliono spettatori. Vogliono partecipanti. Gente che sa, che fa, che dà. Ecco perché sono importanti. Necessari. Per alcuni teatro e sacro sono degli opposti. Sono come il diavolo e l’acqua santa. Tanti chiedono perché si fa teatro sacro. Non basta la Bibbia? Non basta l’arte immensa della pittura e della scultura dei secoli passati? Non bastano i racconti cinematografici come il "Vangelo secondo Matteo" di Pierpaolo Pasolini o "The Passion" di Mel Gibson? Non ba-

•6•

N_03_PAGINE.indd 6

01/03/2010 13.31.42


CRUCIFIXUS IN VALLE CAMONICA Terra di cori

Martedì 16, mercoledì 17 marzo ore 20.45: Metalcam (Breno), Rock Passion Live Sabato 20 marzo ore 20.45: Cerveno, Le donne del Vangelo compagnia Almadeira Teatro Domenica 21 marzo ore 20.45: chiesa S. Maria del mercato (Iseo), Le donne del Vangelo compagnia Almadeira Teatro Lunedì 22 marzo ore 20.45: chiesa di S. Giacomo a Novelle di Sellero, L’abbandono alla divina Provvidenza con Alessandro Berti; Pieve di San Siro (Capo di Ponte), Progetto Carlo Magno con Andrea Manni Martedì 23 marzo ore 20.45: Pieve di S. Pietro (Tavernola Bergamasca), L’abbandono alla divina Provvidenza con Alessandro Berti; Pieve di S. Siro (Capo di Ponte), Progetto Carlo Magno con Andrea Manni Martedì 23 marzo ore 20.45: sala oratorio casa famiglia (Costa Volpino), Föch con Araucaima teatro Mercoledì 24 marzo ore 20.45: chiesa di S. Maria della Neve, L’abbandono alla divina Provvidenza con Alessandro Berti; chiesa S. Antonio, Progetto Carlo Magno con Andrea Manni Giovedì 25 marzo ore 20.45: chiesa S. Martino di Tours (Cerveno), L’abbandono alla divina Provvidenza con Alessandro Berti; Sala della Comunità (Esine), Oibò son morto compagnia Almadeira Teatro Venerdì 26 marzo ore 20.45: chiesa di S. Eufemia (Nigoline di Corte Franca), L’abbandono alla divina Provvidenza con Alessandro Berti; chiesa di S. Maria in Elisabeth, Le donne del Vangelo compagnia Almadeira Teatro; Sala della comunità (Marone), Oibò son morto compagnia Almadeira Teatro; Sala della comunità (Berzo) Föch con Araucaima teatro Sabato 27 marzo ore 20.45: chiesa S. Maria della Rotonda (Pian Camuno), Progetto Carlo Magno con Andrea Manni; Santuario della Madonna di S. Cassiano (Zone), Il premio dei quattro con la comunità di Zone; chiesa dei beati Tovini (Cividate camuno), Sacra Famiglia con Achille Platto Domenica 28 marzo: chiesa parrocchiale (Pisogne) ore 20.45, Il lenzuolo con Diego Parassole; chiesa dei Ss. Giovanni Battista e Rocco (S. Giovanni di Polaveno) ore 20.45, Sacra Famiglia con Achille Platto; duomo del S. Salvatore (Breno) ore 21.15, Il Vangelo di S. Giovanni compagnia Scarl Lunedì 29 marzo ore 20.45: Sala della comunità (Edolo), Il lenzuolo con Diego Parassole; Pieve di S. Andrea (Iseo), Il Vangelo di S. Giovanni compagnia Scarl Mercoledì 31 marzo ore 20.45: chiesa della visitazione della beata Vergine (Sacca di Esine), Progetto Carlo Magno con Andrea Manni; chiesa SS. Faustino e Giovita (Bienno), Il lenzuolo con Diego Parassole; Lunedì 5 aprile ore 20.45: chiesa S. Maria Assunte (Cividate Camuno), Big Bang con Lucilla Giagnoni; Santuario della madonna di S. Cassiano (Zone), Il premio dei quattro con la comunità di Zone Martedì 6 aprile ore 20.45: Palestra del liceo C. Golgi: Progetto Accademia Arte e Vita Mercoledì 7 aprile ore 20.45: chiesa di S. Giovanni (Edolo), La passione di Clermont Ferrand; chiesa di S. Michele Arcangelo (Gianico), Il Vangelo visto da un cieco con Teatro dell’Orsa e compagnia Bella Venerdì 9 aprile ore 20.45: chiesa della Beata Vergine Maria di Gandizzano (Sale Marasino), La passione di Clermont Ferrand; Sellero, Föch con Araucaima teatro; chiesa di S. Giovanni Battista (Zone), Il Vangelo visto da un cieco con Teatro dell’Orsa e compagnia Bella; chiesa di Santa Teresina (Marone), Le donne del Vangelo compagnia Almadeira Teatro Sabato 10 aprile: Enoteca Fratelli Foppoli (Darfo Boario Terme), Canto diVino: bianco come le nuvole di lontano con Araucaima Teatro.

•7•

N_03_PAGINE.indd 7

01/03/2010 13.30.02


La Location Voce Sas: I teatri del sacro

II TEATRI DEL SACRO Pio XI – Bagnolo Mella

stano la catechesi, le prediche, le meditazioni, le visioni, di preti, santi, mistici, teologi? No. Non bastano. Perché lì non sei attivo. Non sei attore. Il fine profondo e originario di ogni teatro sacro è infatti la scommessa sulla “rigenerazione, salute, salvezza, resurrezione, riforma, rinascita” di ogni persona e di ogni comunità in un preciso momento storico. Come nella rappresentazione della Passione di Cristo – il prototipo di ogni dramma religioso – in ogni teatro sacro si ha lo svelamento dei mali, delle violenze, delle ingiustizie, dei tradimenti, delle bassezze e piccolezze dell’umanità, ma nel contempo a ciascuno dei presenti viene chiesto di non stare fuori dalla vita, ma di prendervi parte, prendendosi una parte. Assumendosi la responsabilità e la possibilità di un riscatto personale e collettivo. Per far vedere che, nonostante tutto, l’Amore esiste, che il Verbo si fa carne, che il bene vince il male, che la Vita supera la Morte. Questo è il teatro sacro: vivere la vita con passione per la vita. Il Senso dei sensi.

La Sala della comunità Pio XI di Bagnolo Mella è una delle realtà che hanno avuto la possibilità di entrare a far parte dell’iniziativa nazionale promossa da Federgat (Federazione gruppi attività teatrali) “I teatri del sacro”. Due appuntamenti a Bagnolo Mella: “L’abbandono alla Divina Provvidenza” previsto domenica 2 maggio alle 16 e alle 21, presso il Palazzo Bertazzoli di via XXVI aprile e “Il Vangelo visto da un cieco” domenica 9 maggio alle 16 e alle 21, presso la Sala della Comunità Pio XI di viale Memoria 12.

TEATRI DEL SACRO Gloria - Montichiari In occasione del 60° anniversario della Sala della comunità Gloria di Montichiari, molte le proposte in campo. Una di questa è la proposta di due spettacoli a carattere sacro. La Sala Gloria è risultata essere una delle Sale partecipanti all’iniziativa nazionale, promossa da Federgat (Federazione gruppi attività teatrali), “I teatri del Sacro. Il primo appuntamento si è svolto nei giorni scorsi (il 28 febbraio): sul palco la rappresentazione “Scientia crucis – Edith Stein” della compagnia Opzione

teatro, in cui si racconta, in modo originale, la vicenda della santa patrona d’Europa. Il secondo appuntamento con “I Teatri de Sacro” a Montichiari è sabato 20 marzo alle 21 con “La storia di Abramo” del teatro Ariel. Una storia narrata da 4000 anni perché contiene la storia di ciascuno, scritto, diretto e interpretato da Alberto Baroni, Mauro Colombo e Luigi Galli; scene di Maura Restelli con la collaborazione di Anna Trainini; musiche originali di Fiorenzo Gualandris.

•8•

N_03_PAGINE.indd 8

01/03/2010 13.32.39


Trailer

di Nicola Rocchi

CHISSÀ SE IL PROFESSOR CHARLES LUTWIDGE DOGDSON avrebbe apprezzato le esplosioni fantastiche di “Alice nel Paese delle Meraviglie” nella versione di Tim Burton. Insegnante di matematica alla Christ Church School di Oxford nel secondo Ottocento, autore di alcuni trattati di logica, uomo rigido e docente assai noioso, anche afflitto da una fastidiosa forma di balbuzie, Dogdson pare abbia vissuto con crescente disagio il successo che premiò le “Avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie” (pubblicato nel 1865) e il successivo “Attraverso lo specchio” (1872). L’autore, Lewis Carroll, non era altri che lo stesso Dogdson: il quale, con lo pseudonimo che l’ha reso celebre, aveva dato voce a una vena infantile e libera, difficile da conciliare con la sua morigerata esistenza professionale. Qualche tempo fa, invitato a Brescia per una

U.S.A. Regia di Tim Burton con Mia Wasikowska, Johnny Depp, Helena Bonham Carter, Crispin Glover, Anne Hathaway Distribuzione: Walt Disney Studios Motion Pictures Nuova versione, in stile gotico, dell’affascinante storia di “Alice nel Paese delle Meraviglie”. Questa volta troviamo un’Alice un po’ più grande, che abbandonato un party troppo noioso, finisce per inseguire il Bianconiglio dentro la sua tana, precipitando nel mondo fantastico che già dieci anni prima aveva visitato. Alice, però, di quella visita non ricorda niente ed ora deve decidere se aiutare gli strani abitanti di questo posto nel preparare la loro attesa rivolta...

•9•

N_03_PAGINE.indd 9

01/03/2010 13.33.24


e r • Alic S d C Tr a il

conferenza sullo scrittore, Masolino D’Amico (uno dei suoi massimi studiosi italiani) ha parlato della “clamorosa scissione” che contrassegnò la sua vita: “Carroll viveva l’essere adulto come una costrizione. Appena possibile, voleva parlare da bambino con i bambini, per metterli in guardia contro i grandi”. Molte poesie e filastrocche contenute nelle storie di Alice contengono parodie di canzoni e poesie edificanti molto note all’epoca. “Il primo libro – ha spiegato D’Amico – ottenne subito un enorme successo, perché ai bambini proponeva un fortissimo stimolo: era una storia che scombussolava le idee senza pretendere di insegnare nulla. L’autorità vi è sbeffeggiata, regna l’irrazionale, siamo lontani dalla morale vittoriana. Il metodo formativo che Carroll utilizzava era la provocazione”. Secondo Tim Burton, la natura “sovversiva” dei personaggi inventati da Carroll permette ai bambini di avere una percezione del bene e del male più efficace e complessa di quella proposta da molte fiabe. “Anc h e

nei buoni c’è sempre qualcosa che non funziona, tutti i caratteri sono in qualche misura alterati”. È anche grazie a questa visione sghemba che la fama del racconto si è tramandata fino ai nostri giorni, fornendo materia per studi letterari, linguistici, psicanalitici. Alice insomma è cresciuta, ha occupato uno spazio nel nostro guardaroba culturale. Non ci si deve meravigliare se nel film di Burton la protagonista non è più una bambina ma una ragazza di 19 anni con il volto seducente e malinconico dell’attrice australiana Mia Wasikowska, selezionata dal regista fra centinaia di giovani candidate. NELLA STORIA REINVENTATA DA BURTON e dalla sceneggiatrice Linda Woolverton, Alice torna nel paese dove è stata dieci anni prima, ma che non ricorda di aver già conosciuto. Vuole sfuggire a una proposta di matrimonio poco invitante e attraversa lo specchio magico ricongiungendosi all’universo di Carroll. Il film è di fatto un seguito del libro, come ha confermato la Woolverton al “Los Angeles Times”: “Non ho cercato di rifare Lewis Carroll, ma volevo rispondere alla domanda ‘Cosa succederebbe se Alice fosse cresciuta e tornasse a Wonderland?’. Questo è il motivo che mi ha coinvolto nel progetto”. Linda Woolverton racconta anche di avere tratto molte figure e suggestioni da “Jabberwocky”, il poemetto nonsense composto da parole in gran parte inventate che Carroll incluse in “Attraverso lo specchio”. Una curiosità: “Jabberwocky” è diventato anche il titolo di un film diretto nel 1977 da un altro autore visionario, Terry Gilliam. La sceneggiatura – se mai ce ne fosse stato bisogno – provvede ad aggiungere idee inedite al contesto originale. Come la presenza dell’Oraculum, una sorta di “calendario senza fine” che ogni giorno dice a tutti cosa accadrà in quella giornata. È uno degli accorgimenti inventati per unire i tanti fili dipanati da Carroll, che rendono difficile compattare “Alice” in un racconto unitario: “Trasformarlo in una storia – chiarisce Burton – e non in una serie di avvenimenti”. In molti adattamenti (il primo film ispirato al libro risale addirittura al 1903) la protagonista

• 10 •

N_03_PAGINE.indd 10

01/03/2010 13.34.29


nd in Wonderla e r • Alice sembra semplicemente volteggiare in modo superficiale da una situazione all’altra. Burton invece voleva un’Alice “soggetta alla forza di gravità”, una figura più radicata e profonda. Intorno alla giovane non manca la galleria dei personaggi più famosi del racconto. A primeggiare è naturalmente il Cappellaio Matto interpretato da Johnny Depp, vecchio complice di Burton e suo perfetto alter ego sullo schermo: per lui ha interpretato caratteri indimenticabili e folli, dal dolce Edward Mani di Forbice all’agghiacciante barbiere assassino di “Sweeney Todd”. “Avrebbe potuto chiedermi di essere Alice e io avrei detto di sì!” ha scherzato (ma non troppo) l’attore. Il Cappellaio di Burton, vittima di avvelenamento da mercurio – che nell’800 era utilizzato nella manifattura del feltro –, ha assunto una curiosa tonalità arancione e la capacità di trasmettere agli abiti i propri continui mutamenti d’umore. Per il Cappellaio il tempo si è fermato in una perenne ora del tè condita da discorsi stralunati: ma Depp e il regista hanno cercato di dare più spessore anche a questo personaggio. “Ho deciso – spiega Depp – di vederlo come un buono, fisicamente danneggiato e un po’ ottuso, piuttosto che come un ipermatto; capace di passare in un secondo da uno stato di estrema leggerezza a una condizione di pericolosa follia e in parte di tragedia”. Di certo manca al Cappellaio la malizia di Jack Sparrow, il fumettistico “pirata dei Caraibi” che Depp tornerà a interpretare quest’estate, recitando per il quarto episodio della serie. GLI INCONTRI DI ALICE comprendono il Bianconiglio che la conduce nel Paese delle Meraviglie; il Gatto del Cheshire che appare e scompare sorridendo; l’altissimo Fante di Cuori; i gemelli Tweeleddee e Tweedledum (in italiano diventano Pinco Panco e Panco Pinco); il Bruco Blu e due regine sorelle: la crudele Regina Rossa dalla testa spropositata (Helena BonhamCarter, moglie del regista e altra presenza fissa nei suoi film) e la Bianca (Anne Hathaway), apparentemente opposta alla sorella che le ha sottratto il potere. Quest’ul-

timo personaggio, una grande esperta di intrugli magici, è stato concepito da Burton ispirandosi, a quanto dice, a Nigella Lawson, l’attraente cuoca protagonista di un popolarissimo show gastronomico della televisione inglese. Anne Hathaway ci ha poi messo del suo, immaginando una regina “pacifista vegetariana punk rock”. Lewis Carroll dedicava una cura ossessiva agli aspetti formali delle sue opere. Ebbe rapporti tempestosi con gli illustratori dei suoi libri (John Tenniel lavorò ai due più celebri), esasperati dalla meticolosità dell’autore. Nel caso dell’“Alice” di Burton gli attori – vestiti nel film con gli sgargianti costumi di Colleen Atwood – hanno scoperto a lavoro concluso la vivacità, la varietà di forme e colori del mondo creato per la Walt Disney Pictures dall’esercito dei tecnici di Sony Pictures Imageworks e Matte World Digital. Come ormai accade spesso, tutti hanno recitato in una stanza vuota, davanti a un pannello verde sul quale si è poi innestato l’universo di Carroll-Burton. Un’impresa difficile per gli interpreti e per lo stesso regista, che ha dovuto per la prima volta lavorare a un puzzle i cui frammenti erano destinati ad aderire solo al momento della proiezione finale. Burton ha girato il film in Real 3D, una tecnologia che punta a far sentire lo spettatore dentro lo schermo. Ha interpretato al meglio, e in tre dimensioni, le fantasie del professore-scrittore inglese. E non poteva essere altrimenti: “Tim Burton – ha dichiarato Anne Hathaway – è il Lewis Carroll dei nostri giorni. È uno che sa cosa significhi sentirsi un outsider”.

• 11 •

N_03_PAGINE.indd 11

01/03/2010 13.35.09


www.manivaski.it info@manivaski.it

LO SCI... A PORTATA DI MANO 5 IMPIANTI DI RISALITA

SCUOLA SCI

25 KM DI PISTE

INNEVAMENTO ARTIFICIALE

Allo Chalet, senza mai togliere gli scarponi da sci, potrai riposarti, rallegrarti e soddisfare il tuo appetito.

Fatevi Coinvolgere... Tutto l’Anno CUCINA DI MONTAGNA, FUNGHI, CACCIAGIONE, FONDUTE E RACLETTE (SU PRENOTAZIONE), SALUMI TIPICI E ALTRO ANCORA... www.locandabonardi.it - info@locandabonardi.it

N_03_PAGINE.indd 12

Via Maniva 256 - 25060 Collio VT (BS) - Tel. 030 922 09 11 - Fax 030 928 08 76

01/03/2010 13.35.59


PANORAMICA i

f i l m

d e l

m e s e

G i u d i z i d e l l a C ommi s s ion e N a z iona l e V a l u t a z ion e F i l m ( C . N . V . F. )

Alvin superstar 2 USA Regia di Betty Thomas con Zachary Levi, David Cross, Jason Lee, Justin Long, Matthew Gray Gubler Distribuzione: 20th century fox

Alvin e i suoi due fratelli sono ormai rockstar famosissime ma la vita sconsiderata e colma di eccessi che si accompagna a quel ruolo non calza molto bene al trio e del resto nemmeno al loro amato tutore Dave, così dopo l’ultimo infortunio che lo costringe in ospedale proprio Dave decide di affidare i tre piccoletti alla zia e di mandarli a scuola. Peccato che la zia venga spedita anch’essa in ospedale a tempo di record e con loro rimanga il nipote nerd, sbadato e sbandato che si prenderà decisamente poco cura dei tre lasciandoli alla loro nuova vita tra i problemi di inserimenti in una high school e l’arrivo delle Chippette, tre scoiattoline di provincia venute in città per sfondare e biecamente utilizzate per tornare in vetta da colui che nel primo film della serie aveva fatto lo stesso con Alvin e i suoi fratelli.

Arthur e la vendetta di Maltazard FRANCIA Regia di Luc Besson con Freddie Highmore, Mia Farrow, Ron Crawford, Robert Stanton, Penny Balfour Distribuzione: Moviemax

Avatar U.S.A. Regia di James Cameron con Sam Worthington, Zoe Saldana, Laz Alonso, Sigourney Weaver Distribuzione 20th Century-Fox

Durante le dieci lune che lo separano dal reincontro con l’amata principessa Selenia, Arthur si affida alla tribù che abita nel proprio giardino, i Bogo Matassalai, per entrare in contatto con la natura dei boschi. Al termine dell’iniziazione, suo padre si spazientisce per la vita di campagna e decide di fare ritorno in città. Allarmato da una richiesta d’aiuto scritta su un chicco di riso recapitatogli da un ragno, Arthur teme che Selenia e i Minimei possano essere in pericolo, ed escogita così uno stratagemma per poter restare nella fattoria dei nonni ed assumere le dimensioni necessarie per entrare ancora una volta nel micromondo. Giudizio C.N.V.F.: consigliabile – semplice

IJake Sully, é un ex marine costretto a vivere su una sedia a rotelle. Nonostante la disabilità fisica, nel cuore Jake è rimasto un combattente. Viene arruolato e, dopo un viaggio di alcuni anni luce, raggiunge l'avamposto degli umani su Pandora, dove un consorzio di aziende è impegnato nell'estrazione di un raro minerale, indispensabile per risolvere la crisi energetica sulla Terra. Poiché l'atmosfera di Pandora è tossica, è stato sviluppato il Programma Avatar, che permette di collegare la coscienza umana a un avatar, cioè un corpo biologico guidato a distanza, in grado di sopravvivere all'atmosfera letale del pianeta. Questi avatar sono ibridi geneticamente modificati in cui il dna umano è stato mescolato con quello della popolazione indigena di Pandora... Giudizio C.N.V.F.: consigliabile – semplice

Baciami ancora ITALIA Regia di Gabriele Muccino con Stefano Accorsi, Vittoria Puccini, Pierfrancesco Favino, Claudio Santamaria

La storia si svolge a Roma, dieci anni dopo il primo episodio, e narra l’evoluzione della storia d’amore dei due protagonisti, le loro vite e quelle dei loro amici di sempre: Paolo, Adriano e Alberto, partiti per un goliardico viaggio alla fine del primo film che si rivelerà formativo, e Marco felicemente sposato con Veronica.

Distribuzione: Medusa

• 13 • • 13 •

N_03_PAGINE.indd 13

01/03/2010 13.36.35


P A

N

O

R

A

M

I

C

A

Che fine hanno fatto i Morgan? USA Regia di Marc Lawrence con Hugh Grant, Sarah Jessica Parker, Sam Elliott, Mary Steenburgen

Manhattan. Meryl e Paul Morgan sono una coppia di successo con una vita apparentemente perfetta. In realtà, il loro matrimonio è in crisi profonda e vicino alla rottura. Tuttavia, dopo essere diventati gli involontari testimoni di un omicidio, Meryl e Paul si troveranno a vivere una condizione di isolamento che forse li aiuterà a ritrovare la passione perduta...

Distribuzione: Sony pictures

Codice Genesi U.S.A. Regia di Albert Hughes, Allen Hughes con Denzel Washington, Gary Oldman, Mila Kunis Distribuzione: 01 Distribution

In un futuro non troppo lontano, circa 30 anni dopo l’ultima guerra, un uomo attraversa in solitudine la terra che un tempo era l’America. Intorno a lui città abbandonate, autostrade interrotte, campi inariditi. Segni di una catastrofica distruzione. Le strade sono in mano a bande che ucciderebbero un uomo pur di togliergli le scarpe, o per un po’ d’acqua... Ma non possono far nulla contro questo viaggiatore. Guerriero non per scelta ma per necessità, Eli cerca solo la pace, ma se viene sfidato elimina gli avversari. Solo un altro uomo in quel mondo in rovina comprende il potere che Eli detiene, ed è deciso a impadronirsene: Carnegie, il despota di una precaria città di ladri e killer. Ma la figlia adottiva di Carnegie, Solara è affascinata da Eli...

Cuccioli – Il codice di Marco Polo ITALIA Regia di Sergio Manfio

I Cuccioli sono costretti ad interrompere le loro attività in giro per il mondo per affrontare la più impegnativa delle sfide: recuperare il Codice di Marco Polo e salvare Venezia dai malefici della perfida Maga Cornacchia.

Distribuzione: 01 distribution

Hachiko – Il tuo miglior amico USA Regia di di Lasse Hallström con Richard Gere, Joan Allen, Cary-Hiroyuki Tagawa, Sarah Roemer Distribuzione: Lucky red

In una cittadina americana, il professor Parker, tornando una sera a casa dalla scuola dove insegna musica, trova un cucciolo abbandonato. Lo prende con sé e, vincendo le resistenze della moglie Cate, lo tiene e lo cresce. Il rapporto tra il cane di razza Akita e l’uomo diventa sempre più stretto. Quando Parker muore per un improvviso ictus, il cane torna regolarmente ogni giorno alle cinque alla stazione ferroviaria ad aspettarlo, come aveva cominciato a fare in precedenza. Così avviene per i successivi dieci anni, fino alla morte, che lo coglie... GIUDIZIO C.N.V.F.: raccomandabile – poetico

Il figlio più piccolo ITALIA Regia di Pupi Avati con Christian De Sica, Laura Morante, Luca Zingaretti, Nicola Nocella, Sydne Rome

Bologna, primi anni ‘90. Luciano Baietti, un immobiliarista romano, ha deciso di sposare Fiamma, donna bellissima ma astratta, che gli ha già dato due figli - Paolo e Baldo - e gli intesterà due appartamenti. Luciano, però, proprio nel giorno delle nozze abbandona compagna e figli e sparisce insieme al suo socio, Sergio Bollino. Anni dopo, Luciano inizia ad avere delle difficoltà economiche e deve trovare un prestanome su cui scaricare la responsabilità delle situazioni più gravi. La scelta cadrà su Baldo, il figlio più piccolo avuto da Fiamma..

Distribuzione: Medusa film

• 14 •

N_03_PAGINE.indd 14

01/03/2010 13.37.14


i

Il riccio FRANCIA, ITALIA Regia di Mona Achache con Josiane Balasko, Garance Le Guillermic, Togo Igawa, Anne Brochet Distribuzione: Eagle Pictures

f

i

l

m

d

e

l

m

e

s

e

Parigi, rue de Grenelle, 7. Renée Michel, la portinaia di uno stabile abitato esclusivamente dall’alta borghesia, sembra essere il prototipo della sua categoria: è infatti una donna grassa, sciatta e teledipendente. Renée però nasconde un segreto che nessuno sospetta: in realtà è una donna coltissima interessata all’arte, alla letteratura e alla musica e ha una predilezione spiccata per tutto ciò che è giapponese. Nello stesso palazzo abita Paloma Josse, una ragazzina di 12 anni dall’intelligenza straordinaria che però ha deciso di suicidarsi il 16 giugno, giorno del suo tredicesimo compleanno. Nel frattempo, Paloma si comporta come le sue coetanee e, mentre osserva critica tutto ciò che la circonda, si finge una ragazzina mediocre e interessata alla vita. Sarà l’enigmatico monsieur Ozu, un ricco giapponese, a farle incontrare e a cambiare il corso delle loro vite... GIUDIZIO C.N.V.F.: consigliabile - problematico

Il richiamo della foresta 3D USA Regia di Richard Gabai con Christopher Lloyd, Ariel Gade, Wes Studi, Aimee Teegarden, Veronica Cartwright

Ryan Hale, una bambina di 9 anni, arriva in una piccola cittadina tra le cime innevate del Montana per visitare suo nonno. Tuttavia, a Ryan il posto proprio non piace: fa freddo, le persone sono strane e non ci sono centri commerciali. Poi, l’incontro con un cane lupo selvatico e con dei nuovi amici cambierà per sempre il soggiorno della piccola Ryan...

Distribuzione: Moviemax

Io, loro e Lara ITALIA Regia di Carlo Verdone con Carlo Verdone, Laura Chiatti, Anna Bonaiuto, Marco Giallini, Sergio Fiorentini Distribuzione: Warner Bros pictures

Invictus USA

Regia di Clint Eastwood con Morgan Freeman, Matt Damon, Tony Kgoroge, Patrick Mofokeng, Matt Stern Distribuzione: Warner Bros Italia

Padre Carlo Mascolo è un missionario che vive in un villaggio nel cuore dell’Africa. Da qualche tempo avverte i sintomi di una crisi spirituale e decide di tornare a Roma per ritrovare la serenità e il calore della sua famiglia. Qui troverà delle belle sorprese: suo padre ha un aspetto decisamente ringiovanito e arzillo, ha appena sposato Olga, la badante ucraina, e i suoi fratelli, Bea e Luigi, sono imbestialiti e decisi a sferrare guerra all’usurpatrice. I destini della famiglia si intrecciano con quello di Lara, personaggio enigmatico e sorprendente che nessuno si aspettava di dover fronteggiare. Sarà lei a portare il vero scompgilio nella vita dei tre fratelli, in quella di Carlo in particolare... GIUDIZIO C.N.V.F.: consigliabile – brillante

Sconfitto l’apartheid, Nelson Mandela, diventa presidente del Sudafrica. Anche il mondo dello sport viene coinvolto dall’evento: il Sudafrica si vede assegnato il mondiale di rugby del 1995 e sulla scena internazionale ritornano gli Springboks, la nazionale sudafricana che, dagli anni ‘80, era stata bandita dai campi di tutto il mondo a causa dell’apartheid. In occasione della cerimonia di apertura del campionato mondiale, l’ingresso in campo del presidente Mandela... CANDIDATO AL GOLDEN GLOBE 2010 PER: MIGLIOR REGIA, ATTORE PROTAGONISTA DI FILM DRAMMATICO (MORGAN FREEMAN) E ATTORE NON PROTAGONISTA (MATT DAMON). CANDIDATO ALL’OSCAR 2010 PER: MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA (MORGAN FREEMAN) E ATTORE NON PROTAGONISTA (MATT DAMON).

Julie & Julia U.S.A. Regia di Nora Ephron con Meryl Streep, Amy Adams, Stanley Tucci, Vanessa Ferlito, Chris Messina, Linda Emond

Ha 30 anni, vive nel Queens, ha un monotono lavoro come impiegata del governo, è Julie Powell, una trentenne sull’orlo di una crisi esistenziale. Decide allora di impegnare il proprio tempo libero nel preparare le ricette del libro di cucina di Julia Child, Mastering the Art of French Cooking, sono 524 e decide che le dovrà preparare tutte nell’arco di un anno...

Distribuzione: Sony Pictures Releasing Italia

• 15 •

N_03_PAGINE.indd 15

01/03/2010 13.37.54


P A

N

O

R

A

M

I

C

A

La principessa e il ranocchio USA Regia di Ron Clements e John Musker Distribuzione: Walt Disney

La prima cosa bella

New Orleans, anni ‘30. Il principe Naveen è arrivato in città con la speranza di entrare nel fantastico mondo del Jjazz, ma il Dottor Facilier, uno stregone vodoo, lo ha trasformato in un ranocchio. L’’unica sua salvezza è quella di trovare una principessa disposta a baciare un anfibio. La scelta cade su Tiana che, dopo l’iniziale rifiuto, acconsente ad aiutare il ranocchio dandogli il bacio che romperà l’incantesimo. Il risultato, però, sarà tutt’altro che quello sperato poiché il ranocchio rimane ranocchio e la principessa viene trasformata a sua volta in una rana. I due si troveranno costretti a vivere loro malgrado un’avventura nelle paludi della Louisiana, alla ricerca di chi potrà effettivamente sciogliere entrambi dall’incantesimo, ridonando loro le sembianze originali…

Regia di Paolo Virzì con Micaela Ramazzotti, Valerio Mastandrea, Stefania Sandrelli, Claudia Pandolfi

Bruno Michelucci è infelice. Insegnante di lettere a Milano, si addormenta al parco, fa uso di droghe e prova senza riuscirci a lasciare una fidanzata troppo entusiasta. Lontano da Livorno, sopravvive ai ricordi di un’infanzia romanzesca e alla bellezza ingombrante di una madre estroversa, malata terminale, ricoverata alle cure palliative. Valeria, sorella spigliata di Bruno, è decisa a riconciliare il fratello col passato e col genitore. Precipitatasi a Milano alla vigilia della dipartita della madre, convince Bruno a seguirla a Livorno e in un lungo viaggio a ritroso nel tempo. Le stazioni della sua “passione” rievocano la vita e le imprese di Anna, madre esuberante e bellissima, moglie di un padre possessivo e scostante, croce e delizia degli uomini...

Distribuzione: Medusa

GIUDIZIO C.N.V.F.: consigliabile - problematico

ITALIA

Lourdes

Costretta sulla sedia a rotelle da una malattia che le ha paralizzato gambe e braccia, la giovane Christine è a Lourdes insieme a tanti altri malati. Maria, volontaria dell’Ordine di Malta, si prende cura di lei. In AUSTRIA, FRANCIA camera con Maria c’è la signora Hartl, una sessantenne brusca che non Regia di Jessica Hausner ha problemi fisici ma a Lourdes vuole alleviare le sofferenze di una vita trascorsa in solitudine. Così anche lei segue Christine e prega per lei. Fin quando una notte la ragazza si alza dal letto, e si muove senza alcun con Sylvie Testud, Léa aiuto. Sembra all’improvviso guarita. Il verdetto dei medici resta incerto: Seydoux, Bruno Todecome è rapidamente scomparsa, così la malattia potrebbe manifestarsi schini, Elina Lowensohn di nuovo. Intanto Christine cammina... Distribuzione: Luce Giudizio C.N.V.F. : consigliabile – problematico – dibattiti

Maga Martina e il libro magico del draghetto GERMANIA, ITALIA Regia di Stefan Ruzowitzky con Alina Freund, Sami Herzog, Anja Kling, Pilar Bardem, Ingo Naujoks

Dopo l’ennesimo attacco da parte del perfido mago Geronimo - deciso ad impossessarsi del librone magico per costruire la Macchina per il Dominio del Mondo - la vecchia strega Teodolinda si rende conto che è giunto il momento di trovare una degna erede che possa prendere il suo posto. Spedisce quindi il suo draghetto volante Ettore, ghiottone e cicciottello, alla ricerca della persona giusta. E la sua scelta cade sulla giovane Martina...

Distribuzione: Walt Disney

Niko - Una renna per amico FINLANDIA, DANIMARCA, GERMANIA, IRLANDA Regia di Kari Juusonen, Michael Hegner con Olli Jantunen, Hannu-Pekka Björkman Distribuzione: Videa CDE

Niko è un cucciolo di renna, suo padre è membro delle leggendarie Forze Volanti che tirano la slitta di Babbo Natale. Purtroppo però Niko, non ha mai conosciuto il vero padre e nessuno dei suoi amici sembra credergli quando parla del famoso presunto papà e tutti lo prendono in giro. Così ogni giorno, Niko, che soffre terribilmente di vertigini, insieme al suo fedele amico Julius, uno scoiattolo volante, si allena per riuscire a volare con scarsi risultati. Un giorno Niko, Julius e Wilma, una donnola canterina, decidono di partire per una fantastica avventura in territori freddi e tenebrosi alla ricerca della mitica stalla delle renne di Babbo Natale; dovranno però fare i conti con il malvagio Lupo Nero che insieme alla sua gang ha escogitato un piano segreto per eliminare le renne volanti di Babbo Natale

• 16 •

N_03_PAGINE.indd 16

01/03/2010 13.38.37


i

f

i

l

m

d

e

l

m

e

s

e

Piovono polpette USA Regia di Phil Lord, Chris Miller (II) Distribuzione: Sony pictures releasing Italia

La storia di uno scienziato chiamato Flint Lockwood che fin da bambino sognava di diventare un inventore famoso, ma le sue invenzioni tendevano ad essere un po’ insolite. Mentre cerca di risolvere il problema della fame nel mondo si trova ad affrontarne uno di proporzione globale, quando il cibo comincia a scendere dal cielo come se fosse pioggia. GIUDIZIO C.N.V.F.: consigliabile – semplice

Scusa ma ti voglio sposare ITALIA – Regia di Federico Moccia con Raoul Bova, Michela Quattrociocche, Andrea Montovoli, Luca Angeletti

Alex e Niki, nonostante la differenza di età, si sono promessi amore eterno e hanno deciso di sposarsi. Ma dopo l’iniziale entusiasmo per la proposta di matrimonio, con l’avvicinarsi dell’evento, Niki sente crescere dentro di sé una serie di dubbi e incertezze...

Distribuzione: Medusa

Sherlock Holmes USA, GRAN BRETAGNA, AUSTRALIA Regia di Guy Ritchie con Robert Downey Jr., Jude Law, Rachel McAdams, Mark Strong Distribuzione: Warner Bros

Londra. Il celebre detective Sherlock Holmes e il suo fedele collaboratore Dr. Watson vengono chiamati ad investigare su un misterioso complotto che potrebbe portare il paese alla distruzione. Nel corso delle indagini, i due investigatori troveranno sul loro cammino oltre ad un letale e pericoloso nemico, anche l’affascinante Irene Adler, unica donna capace di tenere testa ad Holmes, e la bella Mary, di cui Watson si innamora perdutamente... GIUDIZIO C.N.V.F.: consigliabile – brillante

Tra le nuvole

Il 45enne Ryan Ningham viaggia attraverso gli States, e svolge con professionale cinismo il proprio lavoro di ‘tagliatore di teste’. Vive tra aeroporti, alberghi, macchine in affitto, non ha legami fissi, è indipenUSA dente. Un giorno l’aziensa assume una ventenne come ottimizzatrice, e Ryan si vede arrivare la proposta di fermarsi a lavorare in sede. Regia di di Jason Reitman All’improvviso qualcosa cambia. Dopo essersi recato al matrimonio delcon George Clooney, Vera la sorella Julie, e aver scoperto che Alex, la donna con cui ha iniziato una relazione, in realtà è sposata con figli, Ryan pensa che sia arrivato Farmiga, Anna Kendrick il momento di prendersi qualche responsabilità. Distribuzione: Universal pictures GIUDIZIO C.N.V.F.: consigliabile – brillante

Giudizi della Commissione nazionale film RACCOMANDABILE

CONSIGLIABILE

film positivo o comunque privo di elementi negativi, di elevato valore formale, ricco di contenuti eticoculturali.

film sostanzialmente positivo, perciò destinato alla programmazione ordinaria.

COMPLESSO

FUTILE

SCONSIGLIATO

film che non può essere accettato globalmente per la presenza di alcuni aspetti fortemente problematici dal punto di vista morale.

film privo di autentici contenuti etico-culturali e/o di valori formali, trattati comunque con superficialità.

film non proponibile per la mancanza di contenuti etico-culturali e per un modo narrativo immorale o licenzioso.

• 17 • • 17 •

N_03_PAGINE.indd 17

01/03/2010 13.39.25


• 18 •

N_03_PAGINE.indd 18

01/03/2010 13.40.16


MARZO

IN SALA P R O G R A M M A Z I O N E S A L E D E L L A C O M U N I T À D I V O C E S. A . S.

B

rescia – S. Afra PAVANELLI

B

rescia- Villaggio Prealpino SANTA GIULIA

• Castenedolo

IDEAL

• LA PRINCIPESSA E IL RANOCCHIO domenica 14 marzo ore 17.00

• Biglietto 5.00 €; ridotto 3.00 € • TRA LE NUVOLE domenica 7 marzo ore 20.45; martedì 9 marzo ore 20.45; • IL CONCERTO domenica 14 marzo ore 20.45; martedì 16 marzo ore 20.45; • LOURDES domenica 21 marzo ore 20.45; martedì 23 marzo ore 20.45; • ALVIN SUPERSTAR 2 domenica 28 marzo ore 15.00, 17.00

B

rescia - Villaggio Sereno SERENO

B

ienno SAN GIOVANNI BOSCO

• IL RICCIO sabato 6 marzo ore 20.45; domenica 7 marzo ore 20.45 • LA PRIMA COSA BELLA sabato 13 marzo ore 20.45; domenica 14 marzo ore 20.45;

• ALVIN SUPERSTAR 2 sabato 13 marzo ore 20.30; domenica 14 marzo ore 15.30; • AVATAR sabato 27 marzo ore 20.30; domenica 28 marzo ore 15.30;

• CODICE GENESI sabato 6 marzo ore 21.00; domenica 7 marzo ore 21.00; • BACIAMI ANCORA sabato 13 marzo ore 21.00; domenica 14 marzo ore 21.00; • SCUSA MA TI VOGLIO SPOSARE sabato 20 marzo ore 21.00; domenica 21 marzo ore 21.00; • ALVIN SUPERSTAR domenica 21 marzo ore 15.00; • MINE VAGANTI sabato 27 marzo ore 21.00; domenica 28 marzo ore 21.00; • MAGA MARTINA E IL LIBRO MAGICO DEL DRAGHETTO domenica 28 marzo ore 15.00

C

ollebeato SAN FILIPPO NERI

C

ologne SALA DELLA COMUNITÀ

• TRA LE NUVOLE sabato 6 marzo ore 21.00; domenica 7 marzo ore 17.30, 21.00; • ALICE IN WONDERLAND venerdì 12 marzo ore 21; sabato 13 marzo ore 21.00; domenica 14 marzo ore 15.00, 17.30 • SCUSA MA TI VOGLIO SPOSARE sabato 20 marzo ore 21.00; domenica 21 marzo ore 17.30, 21.00; • ALVIN SUPERSTAR 2 sabato 27 marzo ore 21.00; domenica 28 marzo ore 15.00, 17.30;

• ARTHUR E LA VENDETTA DI MALTAZARD sabato 6 marzo ore 20.45; domenica 7 marzo ore 17.30; • ALVIN SUPERSTAR 2 sabato 13 marzo ore

Le programmazioni potrebbero subire delle variazioni.

• 19 •

N_03_PAGINE.indd 19

01/03/2010 13.41.04


MARZO

IN SALA • INVICTUS venerdì 26 marzo ore 20.45; sabato 27 marzo ore 20.45; domenica 28 marzo ore 20.45.

E

sine EDEN

• ALVIN SUPERSTAR 2 venerdì 5 marzo ore 20.30; sabato 6 marzo ore 20.30; domenica 7 marzo ore 15.00, 20.30; • SHERLOCK HOLMES venerdì 19 marzo ore 20.30; sabato 20 marzo ore 20.30; domenica 21 marzo ore 15.00, 20.30.

Una scena del film "Invictus"

20.45; domenica 14 marzo ore 17.30; • FUORI CONTROLLO sabato 20 marzo ore 20.45; domenica 21 marzo ore 17.30; • INVICTUS sabato 27 marzo ore 20.45; domenica 28 marzo ore 17.30;

D

esenzano PAOLO VI

• CUCCIOLI E IL CODICE MARCO POLO domenica 7 marzo ore 15.00; • ARTHUR E LA VENDETTA DI MALTAZARD domenica 14 marzo ore 15.00

E

dolo SAN GIOVANNI BOSCO

• ALVIN SUPERSTAR 2 venerdì 5 marzo ore 20.45; sabato 6 marzo ore 20.45; domenica 7 marzo ore 20.45; • SCUSA MA TI VOGLIO SPOSARE venerdì 12 marzo ore 20.45; sabato 13 marzo ore 20.45; domenica 14 marzo ore 20.45; • ALICE IN WONDERLAND venerdì 19 marzo ore 20.45; sabato 20 marzo ore 20.45; domenica 21 marzo ore 20.45;

G

hedi IL GABBIANO

• AVATAR sabato 6 marzo ore 21.00; domenica 7 marzo ore 15.30; lunedì 8 marzo ore 21.00; • HACHIKO sabato 13 marzo ore 21.00; domenica 14 marzo ore 15.30; • CUCCIOLI IL CODICE MARCO POLO sabato 20 marzo ore 21.00; domenica 21 marzo ore 15.30;

I

nzino INZINO

• HACHIKO sabato 6 marzo ore 20.30; domenica 7 marzo ore 20,30; • AVATAR sabato 13 marzo ore 20.30; domenica 14 marzo ore 15.00; • SCUSA MA TI VOGLIO SPOSARE sabato 20 marzo ore 20.30; domenica 21 marzo ore 20,30; • MAGA MARTINA E IL LIBRO MAGICO DEL DRAGHETTO sabato 27 marzo 20.30; domenica 28 marzo ore 15.00;

L

odrino SAN LUIGI

• PIOVONO POLPETTE sabato 6 marzo ore 20.30;

Le programmazioni potrebbero subire delle variazioni.

• 20 •

N_03_PAGINE.indd 20

01/03/2010 14.06.09


P R O G R A M M A Z I O N E S A L E D E L L A C O M U N I T À D I V O C E S. A . S.

domenica 7 marzo ore 20.30; • SHERLOCK HOLMES sabato 13 marzo ore 20.30; domenica 14 marzo ore 20.30; • AVATAR sabato 20 marzo ore 20.30; domenica 21 marzo ore 20.30;

• SCUSA MA TI VOGLIO SPOSARE sabato 20 marzo ore 20.30; domenica 21 marzo ore 14.30, 17.30, 20.30;

L

L

onato ITALIA

• • • •

Biglietto 6.00 €; ridotto 3.00 € ASTROBOY domenica 7 marzo ore 15.00; ALVIN SUPERSTAR 2 domenica 14 marzo ore 15.00; MAGA MARTINA E IL LIBRO MAGICO DEL DRAGHETTO domenica 21 marzo ore 15.00; ��� AVATAR domenica 28 marzo ore 15.00.

• INVICTUS sabato 27 marzo ore 20.30; domenica 28 marzo ore 14.30, 17.30, 20.30;

umezzane S.Sebastiano SALA DELLA COMUNITÀ

• LOURDES sabato 20 marzo ore 20.45; domenica 22 marzo ore 15.00, 18.00, 20.45.

M

arone SALA DELLA COMUNITÀ

• AVATAR sabato 13 marzo ore 20.45; domenica 14 marzo ore 20.45;

L

umezzane Pieve LUX

• ALICE IN WONDERLAND sabato 6 marzo ore 20.30; domenica 7 marzo ore 15.30, 18.00, 20.30; lunedì 8 marzo ore 20.30; • IL FIGLIO PIÙ PICCOLO sabato 13 marzo ore 20.30; domenica 14 marzo ore 15.30, 18.00, 20.30; lunedì 15 marzo ore 20.30; • CHE FINE HANNO FATTO I MORGAN sabato 20 marzo ore 20.30; domenica 21 marzo ore 15.30, 20.30; lunedì 22 marzo ore 20.30; • SHUTTER ISLAND sabato 27 marzo ore 20.30; domenica 28 marzo ore 15.30, 18.00, 20.30; lunedì 29 marzo ore 20.30.

L

nica 14 marzo ore 14.30, 17.30, 20.30;

umezzane S. Apollonio ASTRA

• BACIAMI ANCORA sabato 6 marzo ore 20.30; domenica 7 marzo ore 14.30, 17.30, 20.30; • ALVIN SUPERSTAR 2 sabato 13 marzo ore 20.30; dome-

• ALICE IN WONDERLAND sabato 27 marzo ore 20.45; domenica 28 marzo ore 16.00, 20.45; •

M

ontichiari GLORIA

• TRA LE NUVOLE sabato 6 marzo ore 21.00; domenica 7 marzo ore 21.00; lunedì 8 marzo ore 21.00; • IL RICHIAMO DELLA FORESTA (in digitale con microcinema) domenica 7 marzo ore 15.00; • ALVIN SUPERSTAR 2 domenica 14 marzo ore 17.00; • L’UOMO CHE VERRÀ (in digitale con microcinema) lunedì 15 marzo ore 21.00; • CHE FINE HANNO FATTO I MORGAN? domenica 21 marzo ore 15.00, 21.00; lunedì 22 marzo ore 21.00; • INVICTUS sabato 27 marzo ore 21.00; domenica 28 marzo ore 21.00; lunedì 29 marzo ore 21.00 • MAGA MARTINA E IL LIBRO MAGICO DEL DRAGHETTO domenica 28 marzo ore 15.00;

P r o g r a m m a z i o n e a g g i o r n a t a s u l s i t o w w w. l a v o c e d e l p o p o l o . i t

• 21 •

N_03_PAGINE.indd 21

01/03/2010 13.42.38


MARZO

IN SALA N ave SAN COSTANZO

• AVATAR domenica 7 marzo ore 14.30, 20.30; • ALVIN SUPERSTAR 2 domenica 14 marzo ore 14.30, 17.00; • MAGA MARTINA E IL LIBRO MAGICO DEL DRAGHETTO sabato 27 marzo ore 20.30; domenica 28 marzo ore 14.30, 17.00

O

dolo SPLENDOR

• ALVIN SUPERSTAR 2 sabato 6 marzo ore 20.45; domenica 7 marzo ore 20.30; • AVATAR sabato 13 marzo ore 20.45; domenica 14 marzo ore 20.30; • SCUSA MA TI VOGLIO SPOSARE sabato 20 marzo ore 20.45; domenica 21 marzo ore 20.30; •

O

spitaletto AGORÀ

• Biglietto 5.00 €; ridotto 4.00 € • AVATAR sabato 13 marzo ore 21.00; domenica 14 marzo ore 21.00; • ARTHUR E LA VENDETTA DI MALTAZARD domenica 14 marzo ore 15.30; • IO, LORO E LARA sabato 20 marzo ore 21.00; domenica 21 marzo ore 21.00.

P

alazzolo AURORA

• Biglietto 5.00 €; ridotto 3.00 € • AVIN SUPERSTAR 2 sabato 6 marzo ore 21.00; domenica 7 marzo ore 16.00, 20.30; • LA PRIMA COSA BELLA sabato 13 marzo ore 21.00; domenica 14 marzo ore 16.00, 20.30;

• L’UOMO CHE VERRÀ sabato 20 marzo ore 21.00; domenica 21 marzo ore 20.30; • PIOVONO POLPETTE domenica 22 marzo ore 16.00; • MAGA MARTINA E IL LIBRO MAGICO DEL DRAGHETTO sabato 27 marzo ore 21.00; domenica 28 marzo ore 16.00, 20.30;

P

avone Mella AURORA

• ALVIN SUPERSTAR 2 sabato 6 marzo ore 20.45; domenica 7 marzo ore 15.00, 20.45; • IO, LORO E LARA sabato 13 marzo ore 20.45; domenica 14 marzo ore 20.45; • NIKO - UNA RENNA PER AMICO domenica 14 marzo ore 15; • PIOVONO POLPETTE sabato 20 marzo ore 20.45; domenica 21 marzo ore 15.00, 20.45; • CUCCIOLI E IL CODICE MARCO POLO sabato 27 marzo ore 20.45; domenica 28 marzo ore 15.00, 20.45.

P

onte Caffaro AURORA

• TRA LE NUVOLE sabato 6 marzo ore 21.00; domenica 7 marzo ore 21.00; lunedì 8 marzo ore 21.00; • IL RICCIO venerdì 12 marzo ore 21.00; • SCUSA MA TI VOGLIO SPOSARE sabato 13 marzo ore 21,00; domenica 14 marzo ore 21.00; lunedì 15 marzo ore 21.00;

P

ontoglio DON BOSCO

• ARTHUR E LA VENDETTA DI MALTAZARD domenica 7 marzo ore 16.15;

Le programmazioni potrebbero subire delle variazioni.

• 22 •

N_03_PAGINE.indd 22

01/03/2010 13.43.23


P R O G R A M M A Z I O N E S A L E D E L L A C O M U N I T À D I V O C E S. A . S.

• ALVIN SUPERSTAR 2 domenica 14 marzo ore 16.15; • CUCCIOLI E IL CODICE MARCO POLO domenica 21 marzo ore 16.15; • MAGA MARTINA E IL LIBRO MAGICO DEL DRAGHETTO domenica 28 marzo ore 16.15;

P

revalle PAOLO VI

• HACHIKO sabato 6 marzo ore 20.30; domenica 7 marzo ore 15.30; • CUCCIOLI E IL CODICE MARCO POLO domenica 14 marzo ore 15.30; • MAGA MARTINA E IL LIBRO MAGICO DEL DRAGHETTO domenica 21 marzo ore 15.30; • BACIAMI ANCORA domenica 28 marzo ore 15.30.

P

rovaglio d’Iseo PAX

S

abbio Chiese LA ROCCA

• AVATAR sabato 6 marzo ore 21.00; domenica 7 marzo ore 21.00; • BACIAMI ANCORA sabato 13 marzo ore 21.00; domenica 14 marzo ore 20.30; • ALVIN SUPERSTAR 2 sabato 20 marzo ore 21.00; domenica 21 marzo ore 15.00; • INVICTUS sabato 27 marzo ore 21.00; domenica 28 marzo ore 21.00

S

ale Marasino SEBINO

• ALVIN SUPERSTAR 2 sabato 6 marzo ore 20.45; domenica 7 marzo ore 16.00, 20.45; • MAGA MARTINA E IL LIBRO MAGICO DEL DRAGHETTO sabato 20 marzo ore 20.45; domenica 21 marzo ore 16.00, 20.45;

S

• AVATAR2 sabato 6 marzo ore 20.45; domenica 7 marzo ore 16.00. • ARTHUR E LA VENDETTA DI MALTAZARD sabato 20 marzo ore 20.45; domenica 21 marzo ore 16.00; • MAGA MARTINA E IL LIBRO MAGICO DEL DRAGHETTO sabato 27 marzo ore 20.45; domenica 28 marzo ore 16.00;

• AVATAR sabato 6 marzo ore 20.30; domenica 7 marzo ore 15.30; • ARTHUR E LA VENDETTA DI MALTAZARD sabato 20 marzo ore 20.30; domenica 21 marzo ore 15.30;

R

V

oncadelle AURORA

• AVATAR sabato 6 marzo ore 20.30; domenica 7 marzo ore 16.00; • CODICE GENESI sabato 13 marzo ore 20.30; domenica 14 marzo ore 16.00; • ALVIN SUPERSTAR 2 sabato 20 marzo ore 20.30; domenica 21 marzo ore 16.00; • FUORI CONTROLLO sabato 27 marzo ore 20.30; domenica 28 marzo ore 16.00;

erle SAN DOMENICO SAVIO

illanuova CORALLO

• TRA LE NUVOLE sabato 6 marzo ore 20.30; domenica 7 marzo ore 14.30, 20.30; • SCUSA MA TI VOGLIO SPOSARE sabato 13 marzo ore 20.30; domenica 14 marzo ore 14.30, 20.30; • ALVIN SUPERSTAR 2 sabato 20 marzo ore 20.30; domenica 21 marzo ore 14.30, 20.30; • ALICE IN WONDERLAND sabato 27 marzo ore 20.30; domenica 28 marzo ore 14.30, 20.30

P r o g r a m m a z i o n e a g g i o r n a t a s u l s i t o w w w. l a v o c e d e l p o p o l o . i t

• 23 •

N_03_PAGINE.indd 23

01/03/2010 13.44.09


Cineforum Cineforum, o film d’essai, significa dialogare, discutere e riflettere partendo da un film. Riflessione su temi che toccano la vita, storie e vicende che dalla vita prendono spunto e alla vita riportano lo spettatore. La Sala della Comunità trova la propria identità tramite lo stimolo di interrogativi, questioni e pensieri. Non basta la programmazione ordinaria se viene tralasciato questo aspetto. Generare domande di senso è fare cultura; fare cultura è far crescere una comunità. Uno degli strumenti? I film d’essai.

BRESCIA, VILL. SERENO SERENO • IL CANTO DI PALOMA – mercoledì 17 marzo ore 20.45

Tema: donna; famiglia - genitori e figli; matrimonio - coppia; povertà - emarginazione; storia; violenza

AGNOSINE GIOVANNI PAOLO II • Rassegna: Se vuoi coltivare la pace custodisci il creato • L’ETÀ DEGLI STUPIDI – mercoledì 3 marzo ore 20.00 • L’UNDICESIMA ORA – mercoledì 10 marzo ore 20.00 • CAPITALISM: A LOVE STORY – mercoledì 17 marzo ore 20.00 • ONE WATER – mercoledì 24 marzo ore 20.00

COLOGNE SALA DELLA COMUNITÀ • LEBANON – giovedì 4 marzo ore 20.30; domenica 7 marzo ore 20.30

Tema: giovani; guerra; morte; storia • LO SPAZIO BIANCO – giovedì 11 marzo ore 20.30; domenica 14 marzo ore 20.30

Tema: donna; famiglia – genitori e figli; matrimonio – coppa • IL NASTRO BIANCO – giovedì 18 marzo ore 20.30; domenica 21 marzo ore 20.30

Tema: bambini; famiglia; giustizia; male; potere; storia • LA PRIMA LINEA – giovedì 25 marzo ore 20.30; domenica 28 marzo ore 20.30. Tema: famiglia – genitori e figli; giovani; politica-società; storia; terrorismo

DESENZANO PAOLO VI • LO SPAZIO BIANCO – sabato 6 marzo ore 21.00

Tema: donna; famiglia – genitori e figli; matrimonio • 500 GIORNI INSIEME – sabato 20 marzo ore 21.00

Tema: giovani; matrimonio – coppia • 24 •

N_03_PAGINE.indd 24

01/03/2010 13.44.58


• TI AMERÒ SEMPRE – sabato 27 marzo ore 21.00

Tema: donna; eutanasia; famiglia – fratelli e sorelle

INZINO INZINO • L’UOMO NERO – giovedì 11 marzo ore 20.30

Tema: bambini; famiglia – genitori e figli; matrimonio – coppia; • LA PRIMA COSA BELLA – giovedì 25 marzo ore 20.30

Tema: adolescenza; bambini; droga; famiglia; bambini; malattia; matrimonio – coppia;

MONTICHIARI GLORIA • L’UOMO CHE VERRÀ – lunedì 15 marzo ore 21.00

Tema: guerra; storia

PALAZZOLO AURORA • JULIE & JULIA – venerdì 12 marzo ore 21.00

Tema: donne • VIOLA DI MARE – venerdì 19 marzo ore 21.00

Tema: donna; famiglia; letteratura; omosessualità • L’UOMO CHE VERRÀ – sabato 20 marzo ore 21.00

Tema: guerra; storia • AMELIA – venerdì 26 marzo ore 21.00

Tema: donna; storia

PONTE CAFFARO AURORA • IL RICCIO – venerdì 12 marzo ore 21.00

Tema: adolescenza; famiglia – genitori e figli; letteratura; rapporto tra culture; solidarietà – amore

PROVAGLIO D’ISEO PAX • DUE PARTITE – martedì 16 marzo

Tema: amicizia; famiglia; donna; matrimonio – coppia; psicologia • 25 •

N_03_PAGINE.indd 25

01/03/2010 13.45.29


PANORAMICA C I N E F O R U M

G i u d i z i d e l l a C ommi s s ion e N a z iona l e V a l u t a z ion e F i l m ( C . N . V . F. )

Due partite ITALIA Regia di Enzo Monteleone con Margherita Buy, Isabella Ferrari, Marina Massironi, Paola Cortellesi, Carolina Crescentini,

Anno 1966. Gabriella, Beatrice, Claudia, Sofia, quattro amiche, si incontrano per giocare a carte e parlare delle rispettive vite familiari. In una stanza accanto le figlie giocano tra loro. Anno 1996. Quelle figlie sono cresciute e continuano a vedersi. Non giocano più a carte ma parlano ancora delle rispettive vite, familiari e ora anche professionali. GIUDIZIO C.N.V.F.: complesso – problematico - dibattiti

Distribuzione: 01 distribution

L'uomo che verrà ITALIA Regia di Giorgio Diritti con Alba Rohrwacher, Maya Sansa, Claudio Casadio, Greta Zuccheri Montanari, Stefano Bicocchi Distribuzione: Mikado

Lo spazio bianco ITALIA Regia di Francesca Comencini con Margherita Buy, Gaetano Bruno, Giovanni Ludeno Distribuzione: 01 distribution

Ti amerò sempre

FRANCIA, GERMANIA

Regia di Philippe Claudel con Kristin Scott Thomas, Elsa Zylberstein, Serge Hazanavicius, Laurent Grévill, Frédéric Pierrot Distribuzione: Mikado

1943/1944. Martina ha 8 anni ed è figlia di una coppia di poveri contadini. La sua famiglia vive in un paesino alle pendici di Monte Sole e la bambina ha smesso di parlare qualche anno prima quando il suo fratellino è morto dopo pochi giorni di vita. La sua mamma è di nuovo incinta e Martina trascorre le sue giornate aspettando e sognando il suo ‘nuovo’ fratellino. Il paesino dove vivono è stretto tra le brigate partigiane del comandante Lupo e i nazisti che avanzano e diventa sempre più impossibile non fare i conti con la realtà della guerra. Nella notte tra il 28 e il 29 settembre del 1944 finalmente nasce il bambino e poche ore dopo le SS iniziano un rallestramento senza precedenti. È l’inizio di quella che verrà ricordata come la strage di Marzabotto in cui persero la vita 780 civili, in maggioranza donne e bambini.

Maria ha quarant’anni e insegna in una scuola serale. Quando al sesto mese di gravidanza partorisce una figlia che, come le dice il medico, “potrebbe morire subito, o sopravvivere con gravi handicap, oppure stare bene, lei lo sa?” è messa di fronte alla necessità di colmare il vuoto tra il tempo canonico della gravidanza e quello dell’avvenuta nascita della figlia. Maria allora scopre che quello che non sa proprio fare è aspettare. Tenta di farlo, leggendo libri. Ma questa volta è proprio la lettura che rischia di mettere in crisi le sue certezze, la sua identità. Maria arriva a rendersi conto che il suo consueto spazio bianco è ormai svuotato e che la vita vera non è quella che lei finora ha visto da lì. E poi che cosa significa davvero vivere? Non resta che l’attesa... GIUDIZIO C.N.V.F.: complesso – problematico – dibattiti

Juliette viene rilasciata dopo aver trascorso quindici anni in carcere, durante i quali non ha avuto alcun rapporto con la sua famiglia. Al momento del ritorno in libertà la sorella più giovane di Juliette, Léa, decide di aiutarla e di accoglierla in casa sua, con il marito e le loro due figlie adottive. Il rapporto tra le due sorelle è da subito difficile e complicato, per la differenza d'età ma soprattutto per il drammatico reato di cui si è macchiata Juliette, che quindici anni prima aveva ucciso il figlio di sei anni. Il rapporto tra le sorelle, nonostante la lancinante tensione affettiva, si rivela intimo, profondo, indistruttibile, in un crescendo emotivo coronato dallo svelamento del vero motivo che ha portato Juliette a compiere il terribile gesto, ovvero la scoperta della dolorosa e incurabile malattia di cui era affetto il figlio.

• 26 • • 26 •

N_03_PAGINE.indd 26

01/03/2010 13.55.06


Fotogrammi L

E

P

A

R

O

L

E

D

E

CRASH – CONTATTO FISICO (Crash)

USA-GERMANIA, 2004 Regia di Paul Haggis Con Sandra Bullock (Jean Cabot), Brendan Fraser (Rick Cabot, marito di Jean), Don Cheadle (Graham Waters), Matt Dillon (Ryan), Thandie Newton (Christine Thayer), Ryan Phillippe (Tommy Hanson), Jennifer Esposito (Ria), Terrence Dashon Howard (Cameron Thayer) Distribuzione cinematografica: Filmauro Distribuzione home video: Filmauro Home Video. Trama: Due giorni a Los Angeles. In questo lasso di tempo e in questa città s’incrociano le storie di vari personaggi: un detective di colore con una madre drogata e un fratello ladro; un procuratore distrettuale che deve fare i conti con una moglie sempre arrabbiata e insoddisfatta; un poliziotto che accudisce con cura il

L

C

I

N

E

M

A

a cura di Fabrizio Maffetti

padre anziano e, allo stesso tempo, odia con tutto se stesso le persone di colore; un immigrato iraniano alle prese con una pistola per difendere il proprio negozio preda di rapine; un fabbro ispanico che vuole proteggere la propria famiglia... L’affetto di una padre e la paura di una figlia: da 0h24’04” a 0h29’04” – Un fabbro ispanico è costretto a cambiare casa dopo che, nel quartiere dove abitava, c’è stata una sparatoria per strada e una pallottola è entrata dalla finestra di casa sua. Quest’uomo ha una figlia piccola, che è rimasta traumatizzata dall’accaduto. Per quest’ultima, infatti, la paura di sentire i colpi di pistola non se n’è andata, tanto è vero che, la sera, aspetta il padre raggomitolata sotto il letto. Il genitore cerca di incoraggiarla e le dona un mantello invisibile che la proteggerà da ogni pallottola. La figlia protegge il padre: da 1h17’03” a 1h19’50” – Il fabbro aggiusta, per quello che • 27 •

N_03_PAGINE.indd 27

01/03/2010 13.56.02


può, le serrature del negozio di un immigrato iraniano, facendo presente che, però, sarebbe necessario un lavoro più accurato, cambiando i serramenti perché troppo vecchi e non resistenti. A questa osservazione, il negoziante accusa, in modo violento, il fabbro di voler rubare a lui altri soldi. Di fronte a ciò, il fabbro se ne va. Ma il negozio viene visitato dai ladri che, oltre a rubare, distruggono tutto. L’iraniano pensa sia stato il fabbro a combinare tutto questo, per vendicarsi. Così si reca a casa del’ispanico, chiedendogli i soldi per riparare il suo negozio, impugnando una pistola. Tutto avviene fuori di casa, sotto gli occhi della figlia, che

osserva dalla finestra. La piccola pensa che il mantello invisibile che protegge dai colpi di pistola è indossato da lei, non più dal padre. Così esce di corsa e va ad abbracciare il genitore, per proteggerlo grazie al mantello. Nel frattempo parte un colpo di pistola, fortunatamente caricata a salve. Tutti sono salvi, anche se molto spaventati e sconcertati e, infine, sollevati. Per riflettere: Quali sono le sensazioni che emergono alla visione delle due scene? Quali sono i gesti più significativi che i genitori possono compiere nei confronti dei figli? E i figli nei confronti dei genitori?

SAIMIR (Saimir) ITALIA, 2004 Regia di Francesco Munzi Con Mishel Manoku (Saimir), Xhevdet Feri (Edmond), Lavinia Guglielman (Michela) Distribuzione cinematografica: Luce Distribuzione Home Video: 01 Distribution. Trama: Saimir è un ragazzo sedicenne, di origine albanese, trasferito in Italia con il padre Edmond. Quest’ultimo gestisce il trasporto di un piccolo traffico di immigrati clandestini. Anche Saimir viene coinvolto dal padre in questa attività, fino a quando viene trasportata una ragazza minorenne per avviarla alla prostituzione. Saimir trova la forza di reagire.

Il trasporto: da 1h13’07’’ a 1h16’50’’ - Saimir decide di ritornare nel luogo dove è stata portata la ragazza (e dove hanno abusato di lei). Trova la ragazza a letto, piena di lividi. Saimir piange. La conclusione: da 1h18’15’’ a 1h24’23’’ Saimir viene sorpreso, da alcune donne, vicino alla ragazza. Viene chiamato il capo dell’organizzazione malavitosa, il quale decide di telefonare al padre di Saimir, che corre subito a vedere che cosa è successo. Il ragazzo è stato picchiato e sfregiato sul volto. Per Saimir ora è tutto chiaro: è giunta l’ora di andare dai Carabinieri e denunciare tutto l’accaduto. Denuncia anche il padre. Per riflettere: perché delle persone, anche rischiando la vita, lasciano il loro Paese per andare in un altro? Che cosa pensi del gesto conclusivo di Saimir?

• 28 •

N_03_PAGINE.indd 28

01/03/2010 13.56.48


Sipario di Carlo Zaniboni

Festival di teatro dialettale bresciano 11 - 12 - 13 giugno 2010

Soggetti promotori del bando Voce Sas (Servizio assistenza sale della Diocesi di Brescia) Ufficio per le comunicazioni sociali della diocesi di Brescia, Acec e Federgat. In collaborazione con il Comune di Palazzolo. FINALITÀ DEL BANDO a) Si assiste da anni all’ampia diffusione di iniziative dedicate al dialetto: spettacoli, performance, testi drammaturgici, rassegne e festival, ma anche eventi legati al recupero del teatro popolare di una comunità. b) L’attualità dei rapporti tra il dialetto e il teatro non assume solo una valenza artistica, ma anche antropologica e socio-culturale, traducendosi in progetti che promuo-

vono i valori della persona umana, del dialogo, della solidarietà e della cittadinanza. Il teatro appare oggi la forma espressiva più efficace per tradurre eventi e problemi provenienti dall’individuo e dalla comunità. c) L’affermazione sempre più estesa del teatro nei territori e nelle parrocchie ha fatto emergere una serie di bisogni e di problematiche non risolte che richiedono azioni di supporto: molti gruppi e artisti che intendono sviluppare progetti teatrali innovativi e di qualità spesso non riescono a recuperare risorse economiche sufficienti per produrre i loro lavori; manca inoltre ancora una rete di coordinamento che sia in grado di promuovere e valorizzare le proposte spettacolari più inte-

• 29 •

N_03_PAGINE.indd 29

01/03/2010 13.57.25


ressanti; a volte sono poche le opportunità offerte agli spettacoli prodotti di circuitare all’interno delle sale teatrali, con particolare riferimento alla rete capillare delle Sale della comunità e dei teatri parrocchiali. OBIETTIVI DEL BANDO a) Con il presente bando si intende scegliere venti progetti teatrali dialettali, inediti o meno, destinati alla scena (nelle forme del teatro, della performance, del teatro danza). b) Saranno valorizzate proposte teatrali di qualità di artisti e compagnie in grado di promuovere la doppia valenza, artistica e antropologico-culturale, del rapporto tra il teatro e il dialetto, con particolare attenzione alla ricaduta dei progetti sul territorio e al coinvolgimento partecipativo della comunità. MODALITÀ D’ATTUAZIONE a) Una compagnia teatrale non può presentare più di un progetto. b) Le proposte verranno scelte, con giudizio insindacabile, da un’apposita Commissione diocesana sulla base di una selezione che si articolerà in questo modo: Valutazione dei progetti cartacei pervenuti sia sulla base della loro congruità con i criteri di ammissibilità e con gli obiettivi del bando sia sulla base della

qualità e della fattibilità del progetto presentato. I progetti devono essere corredati da una scheda di presentazione del soggetto teatrale, se possibile con un video (dvd o videocassetta), e della compagnia. Da qui usciranno i 20 progetti vincitori del bando. c) I vincitori dovranno portare a termine gli spettacoli, che saranno presentati all’interno dell’evento a Palazzolo sull’Oglio appositamente dedicato al progetto “Festival di teatro bresciano” nel giugno 2010. L’evento si svolgerà nei giorni 11, 12 e 13 giugno. In 3/4 piazze o luoghi all’aperto o al buio di Palazzolo saranno proposti i lavori vincenti, in contemporanea. Ogni spettacolo sarà rappresentato più volte, in orari diversi e in luoghi diversi. La gente potrà spostarsi da un luogo all’altro a piedi, con facilità, visto la vicinanza dei luoghi. La scelta dello spettacolo permetterà alla compagnia o all’attore di ricevere un contributo spese, una tantum, a fronte delle rappresentazioni realizzate in occasione del festival. PROGETTI AMMISSIBILI a) Il bando si rivolge a soggetti teatrali che presentino proposte di spettacoli editi o inediti in dialetto bresciano. b) Il pezzo teatrale presentato per il “Festival di teatro bresciano” non può durare più di 30 minuti.

• 30 •

N_03_PAGINE.indd 30

01/03/2010 13.58.12


Sipario INFORMAZIONI c) Può essere tratto da altri spettacoli teatrali oppure essere un soggetto nuovo e appositamente realizzato, edito o inedito, già rappresentato o non ancora rappresentato d) Saranno ritenute ammissibili solo le proposte la cui messa in scena sottostia ad una strumentazione tecnica essenziale sia scenografica che fonica, che illuminotecnica. e) Lo spettacolo deve poter essere rappresentato sia all’aperto che in ambienti chiusi. Sono ammessi tutti i tipi di spettacolo (musica, canto, teatro, danza) purché attinenti alla cultura popolare bresciana e in dialetto bresciano. PROGETTI NON AMMISSIBILI Non saranno ammessi i progetti: a) privi di: domanda di partecipazione compilati in ogni loro parte, presentazione della compagnia, presentazione progetto teatrale; b) presentati fuori dai termini; c) che non rispettino i criteri necessari alla partecipazione al bando.

La domanda di partecipazione al bando andrà effettuata compilando il modulo disponibile in facsimile sul sito internet www.vocesas.it nella sezione “Bando Festival del dialetto bresciano”. Il modulo deve essere compilato in tutte le sue parti, pena l’esclusione dal bando. La domanda di partecipazione dovrà essere accompagnata, pena l’esclusione del bando, scheda della compagnia, scheda progetto, compilati in ogni loro parte e corredati dai necessari allegati. L’intera documentazione dovrà essere spedita congiuntamente e con il video se disponibile, in un’unica busta, con raccomandata A/R, al seguente indirizzo:

Voce Sas Progetto Festival dialetto bresciano Via Callegari, 6 25121 Brescia La documentazione deve essere spedita entro e non oltre il 16 aprile 2010 (fa fede il timbro postale).

Fotonotizia Dialetto sul palco

Due immagini dell’incontro promosso da Voce Sas con le compagnie teatrali dialettali bresciane tenutosi mercoledì 3 febbraio al Centro pastorale Paolo VI. Presenti i rappresentanti di oltre 30 compagnie diverse.

• 31 •

N_03_PAGINE.indd 31

01/03/2010 14.07.09


TEATRO

S P E T TA C O L I T E AT R A L I D E L L E S A L E D E L L A C O M U N I TA’ D I V O C E S. A . S.

S

ANTA GIULIA

BRESCIA - VILL. PREALPINO

PURGANT E CIACULATA

scuole), 20.30 Compagnia Teatro Necessario A cura dell’Associazione Danzarte Ingresso: intero 10 euro; ridotto 8 euro

NAPOLI IN…CANTO

Sabato 6 marzo ore 20.30 Gruppo teatrale SPARNEGAMINTINE A cura delle Donne Imprenditrici Apindustria Ingresso: 15 euro

Sabato 27 marzo ore 20.30 Recital concerto di Gianni Calabrese Orchestra Brenar Ingresso: intero 9 euro; ridotto 7.50 euro

STORIE DI VITA BREVE Sabato 13 marzo ore 20.30 A cura di Emergency Ingresso: offerta libera

I

TALIA

LONATO

NUOVA BARBERIA CARLONI

Venerdì 26 marzo ore 10.00 (proiezione per le

BÈL AFARE ÈL DIVORSIO!!

Sabato 6 marzo ore 20.30 Commedia in 3 atti di Alexander Brisson e Anthony Mars Compagnia teatrale Il risveglio di Vobarno Ingresso gratuito

EL BARBER DE LA BÀSA

Sabato 13 marzo ore 20.30 Compagnia Na scarpa e’n söpel Ingresso gratuito

FRANCESCO

Sabato 20 marzo ore 20.30 Laura Gambarin Ingresso gratuito

CON TÖT ÉL BÉ CHE TE VÒI

Sabato 27 marzo ore 20.30 Compagnia Famiglia artistica desenzanese

• 32 •

N_03_PAGINE.indd 32

01/03/2010 14.08.27


S

ALA DELLA COMUNITÀ LUMEZZANE S. SEBASTIANO

IL VOLONTARIO ESILIO DEL SIGNOR CHISCIOTTE

Sabato 27 marzo ore 20.45 Di Gualtiero Della Vela, liberamente tratto dal “Don Chisciotte” di Cervantes Ingresso Libero

S

ALA DELLA COMUNITÀ MARONE

TREDES E MILIÙ A…

Commedia brillante in 3 atti di Egidio Bonomi Sabato 6 marzo ore 20.45 Compagnia Olga di Monticelli Brusati Ingresso: 6 euro, ridotto 3 euro

I VÈCC ÈL BADANTO

Sabato 20 marzo ore 20.45 Commedia in 3 atti di Ernesto Guerini Compagnia Gli Stupììdi di Sale Marasino

G

LORIA

MONTICHIARI

OH (DON) SERAFINO

Sabato 13 marzo ore 20.30 Domenica 14 marzo ore 20.30 Associazione I sogni son desideri di Montichiari L’incasso delle serate sarà devoluto in beneficenza. Un musical sulla vita di don Serafino Ronchi

S

AN COSTANZO NAVE

Rassegna teatrale “Nae a Nae”

I BAMBÒS

Sabato 6 marzo ore 20.45; Commedia in due atti di Maria Filippini Compagnia teatrale “Teatro del Borgo” di Borgo San Giacomo Rassegna teatrale “Nae a Nae”

BÈL AFARE ÈL DIVORSIO!!

Sabato 13 marzo ore 20.45 Commedia in 3 atti di Alexander Brisson e Anthony Mars Compagnia teatrale Il risveglio di Vobarno

AIDA DEGLI ALBERI

Domenica 21marzo ore 16 Spettacolo presentato dagli adolescenti di 3ª e 4ª superiore

Per l’iniziativa nazionale “I TEATRI DEL SACRO”

LA STORIA DI ABRAMO

Sabato 20 marzo ore 21.00 Associazione culturale Ariel Scritto, diretto e interpretato sa Alberto Baroni, Mauro Colombo e Luigi Galli Scene: Maura Restelli con la collaborazione di Anna Traini Musiche originali: Fiorenzo Gualandris

• 33 •

N_03_PAGINE.indd 33

01/03/2010 14.09.07


Tel. 030 44250 - sdc@vocesas.it

VOCE S.A.S. Extra

A p p r o f o n d i m e n t i

e

c o m u n i c a z i o n i

Testimoni digitali Otto anni dopo “Parabole mediatiche”, la Chiesa italiana promuove un’ulteriore occasione di incontro e di approfondimento con “Testimoni digitali”, espressione della volontà di capire i mutamenti operati dalle nuove tecnologie nei modelli di comunicazione e nei rapporti umani, per non rimanere meri consumatori, ma testimoni della vivacità della fede cristiana anche in questa nuova cultura. Il convegno si svolgerà a Roma dal 22 al 24 aprile. Principalmente i lavori della tre giorni sono rivolti ai professionisti del settore, ad eccezione della mattinata di sabato 24 aprile, quando il Santo Padre incontrerà in udienza gli operatori della comunicazione e della cultura che operano in tutte le diocesi d’Italia, compresi tutti coloro che operano nelle Sale della Comunità. Il viaggio in pullman sarà offerto dalla Cei. Info: visita il sito www.testimonidigitali.it - Iscrizioni entro il 26 marzo 2010 Sono tre le proposte per partecipare all’udienza con il Santo Padre: PROPOSTA 1: 23/24 APRILE • 23 aprile: in serata ritrovo dei Partecipanti (ora e luogo da convenire). Sistemazione in pullman e partenza per Roma. • 24 aprile: arrivo a Roma in mattinata. Prima colazione libera. Trasferimento in piazza San Pietro per l’udienza con il Santo Padre. Al termine pranzo libero a carico dei partecipanti e nel primo pomeriggio inizio del viaggio di rientro. Arrivo previsto in serata. Quota di partecipazione: 10 euro (minimo 40 persone). Comprendente: viaggio in pullman GranTurismo; pedaggi posteggi autostradali; abbonamento sanitario Assimoco/Europ Assistence. La quota non comprende: pranzi, bevande,

Il Volto e l’Immagine Visita alla Sindone e al Museo del cinema Voce Sas organizza per i volontari e gli animatori delle Sale della Comunità della Diocesi di Brescia una visita al Museo del cinema e alla Sindone

VENERDI 14 MAGGIO 2010 Così il programma della giornata: Partenza per Torino. Arrivo e celebrazione della S.Messa. Visita guidata al Museo del cinema, comprensivo di salita in ascensore panoramico. Pranzo. Percorso guidato per l’esposizione della Sindone con ingresso nella Cattedrale. Partenza per il rientro. Quota di partecipazione: 70 euro, comprensivo di tutto (minimo 40 persone). Per info: Voce Sas 03044250 (chiedere di Mauro Toninelli). Pe iscrizioni: Centro per le Comunicazioni Sociali, via Callegari, 6 - Brescia (pagamento all'atto dell'iscrizione). Iscrizioni entro il 9 aprile 2010

• 34 •

N_03_PAGINE.indd 34

01/03/2010 14.09.59


mance, ingressi extra di carattere personale e tutto quanto non specificato alla voce “comprendente”. PROPOSTA 2: 23/25 APRILE • 23 aprile: in serata ritrovo dei partecipanti (ora e luogo da convenire). Sistemazione in pullman e partenza per Roma. • 24 aprile: arrivo a Roma in mattinata. Prima colazione libera. Trasferimento in piazza San Pietro per l’udienza con il Santo Padre. Al termine pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita con guida della città. Sistemazione in hotel o istituto religioso. Cena e pernottamento. • 25 aprile: piccola colazione. Celebrazione eucaristica. Pranzo libero a carico dei partecipati e nel primo pomeriggio inizio del viaggio di rientro. Arrivo previsto in serata. Quota di partecipazione: 190 euro (minimo 40 persone). Comprendente: viaggio in pullman Gran Turismo, pedaggi e posteggi autostradali, pranzo 24 aprile, sistemazione in hotel 3 stelle o istituto religioso in camere doppie con servizi, mezza giornata di visita con guida (ingressi esclusi), abbonamento sanitario Assimoco/ Europ Assistence. Supplementi: camera singola 40 euro. La quota non comprende: pranzo del 25 aprile, bevande, mance, ingressi, extra di carattere personale e tutto quanto non specificato alla voce “comprendente”. PROPOSTA 3: 23/25 APRILE • 23 aprile: nel primo pomeriggio ritrovo dei partecipanti (ora e luogo da convenire). Sistemazione in pullman e partenza per Roma. Arrivo, sistemazione in hotel o istituto religioso. Cena e pernottamento. • 24 aprile: arrivo a Roma in mattinata. Prima colazione libera. Trasferimento in piazza San Pietro per l’udienza con il Santo Padre. Al termine pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita con guida della città. Sistemazione in hotel o istituto religioso. Cena e pernottamento. • 25 aprile: piccola colazione. Celebrazione eucaristica. Pranzo in ristorante e nel primo pomeriggio inizio del viaggio di rientro. Arrivo previsto in serata. Quota di partecipazione: 310 euro (minimo 40 persone). Comprendente: viaggio in pullman Gran Turismo, pedaggi e posteggi autostradali, vitto (bevande escluse) dalla cena del 23 aprile al pranzo del 25 aprile, sistemazione in hotel 3 stelle o istituto religioso in camere doppie con servizi, mezza giornata di visita con guida (ingressi esclusi), accompagnatore, abbonamento sanitario. Supplementi: camera singola 80 euro. La quota non comprende: bevande, mance, ingressi, extra di carattere personale e tutto quanto non specificato alla voce “comprendente”. Per iscrizioni e info: Brevivet, via A. Monti 29, 25121 Brescia - telefono 0302895311 – info@brevivet.it o www.brevivet.it

Patentino per operatore cinematografico Scade il 15 marzo il tempo per presentare la domanda presso la Prefettura di Brescia per partecipare all’esame per ottenere il patentino per operatore cinematografico. La data degli esami sarà comunicata in un secondo momento a coloro che hanno presentato la domanda.

L’esame sarà composto da prove alla macchina di proiezione, un colloquio che verterà sui seguenti temi: macchine di proiezione, loro funzionamento e manpovra, film sonoro e disposivi di sicurezza; materie prime costituenti le pellicole cinematografiche; nozioni elementari di elettrotecnica (grandezze elettriche ed unità di misura, corrente continua e alternata, sistemi di conversione da alternata a continua); lampade elettriche a corrente continua, alternata e lampade Xenon; caratteristiche degli impianti elettrici, fonici, di sicurezza e di emergenza; norme per l’esercizio, la verifica e la manutenzione degli impianti elettrici (fusibili, interruttori differenziali, magnetotermici, di minima tensione, impianto di messa a terra, batterie di accumulatori); nozioni elementari sui pericoli della corrente elettrica ed eventuali primi soccorsi; descrizione ed impiego dei vari mezzi a disposizione per l’estinzione degli incendi: estintori (tipologia, funzionamento ed impiego), idranti. Senza dimenticare la Gestione della sicurezza nell’ambito dell’attività: interventi preventivi e procedure da attuare in caso di incendio e registro delle verifiche periodiche degli impianti elettrici e registro della sicurezza antincendio. La domanda, in bollo da 14,62 euro, dovrà pervenire alla Prefettura di Brescia.

• 35 •

N_03_PAGINE.indd 35

26/02/2010 14.03.47


N_03_PAGINE.indd 36

26/02/2010 14.04.47


Sala della Comunità 2010 03