THE PROGRESS TIME TABLOID

Page 1

• AUTORIZZAZIONE TRIBUNALE DI AREZZO N. 4/13RS del 23.07.2013 • ANNO VI -TRIMESTRE SETTEMBRE - NOVEMBRE 2019 •

the progress time • Tabloid di economia e cultura internazionale •

EDITORIALE

Perche l’Australia?

Di Barbara Ganetti In questo numero tratteremo come paese l’Australia e gli ottimi rapporti commerciali e diplomatici con lItalia. Australia, paese ricco di risorse natuurali e da un elevato dinamismo economico, da 26 anni il paese registra continui tassi di crescita del PIL, record assoluto a livello mondiale. La solidità dell’economia australiana, che e’ la tredicesima a livello mondiale, e’ stata confermata dal limitato impatto generato della crisi finanziaria ed economica globale. A differenza di quanto avvenuto per le principali economie avanzate, l’Australia ha mantenuto un tasso di crescita economica di segno positivo durante il corso della crisi, senza mai entrare in recessione. Secondo i dati del DFAT (Department of Foreign Affairs and Trade) nel 2017 l’interscambio bilaterale tra l’Italia e l’Australia ha sfiorato i 4,5 miliardi di euro. Ancora una volta il saldo e’ nettamente a favore dell’Italia. Le esportazioni italiane ammontano infatti a quasi 4 miliardi di euro (3.951 miliardi di euro). L’Italia ha cosi’ scavalcato la Francia e vede davanti a se’ solo Germania e Gran Breatagna fra i paesi europei e passando da dodicesimo a undicesimo fornitore dell’Australia, con una quota di mercato del 2,2%. Le esportazioni italiane hanno registrato una lieve crescita (5,8%) rispetto al 2016. L’Australia è leader mondiale dell’industria mineraria e detiene le più vaste risorse al mondo di piombo, nichel, uranio e zinco, ed è il maggiore produttore di bauxite e alluminio nonché il principale esportatore di carbone e materiali ferrosi. Rilevante è, inoltre, la produzione di oro e diamanti. In crescita litio e terre rare. L’Australia è anche il nono produttore mondiale di energia ed uno tra i primi esportatori di gas. Si segnala a pag.2 intervista a S.E. Greg French ,Ambasciatore d’Australia in Italia, per il quale si ringrazia la sua gentile disponibilità e a pag. 4 , si segnala intervento di Mrs. Eva Seller, Regional General Manager Continental Europe di Tourism Australia che con il suo contributo aiuterà i lettori a conoscere ancora meglio il patrimonio turistico auustraliano

THE PROGRESS TIME keeps distinguish itself, with its multicultural information devoted to the global economy, using eminent and reliable sources, it enhances the readers an increased knowledge of the treated countries, overcoming the stereotypes often imposed by miscommunication, and today, in some frequent cases, the complete lack of information from Italian companies that address their services and products to international markets.

What THE PROGRESS TIME offers is a visibility of highest international ranks, via an on-line tool directed to insiders of the economic and cultural segment, and It is supported by special quarterly contents and publishings that are realized with the cooperation of the international diplomatic world, global Chambers of Commerce, multinational enterprises, research and cultural institutes, aiming to encourage the development of new interconnections, as

well as a larger geo-environmental, cultural and economic knowledge of the treated Countries in terms of placement and impact on the market in Italy, Europe and Worldwide. The reference target of Tabloid :

Engineers, Architects.Cultural Institutes, Music Conservatories,Academies, Museums,Press Offices. University, Research Foundations and Institutes, Scientific Istitutes, Aerospace,Robotic,High-Technologies, Pharmaceutical, Engineering.

Global Chambers of Commerce, Banks, Financial Companies, Multinationals, SMEs, Joint Ventures, Airlines Companies, Tour Operators, Law and Consulting Firms, Doctors,

WWW.THEPROGRESSTIME.COM CONTATTI : redazione@theprogresstime.com

ENGLISH VERSION INSIDE


2

ECONOMIA

THE PROGRESS TIME , 2019

AUSTRALIA : GRANDI OPPORTUNITA PER LE

Intervista esclusiva a S.E. Greg French, Ambasciatore d’Australia a Roma, accreditato per l’Italia, San Marino, Albania, FAO, World Food Programme e designato per la Libia. Di Ivan De Stefano

S.E. Australia e Italia hanno legami amichevoli storici, quali nuove opportunita’ di cooperazione bilaterale si prevedono tra i due paesi? Abbiamo rapporti molto cordiali con l’Italia da molti anni, basti pensare che attualmente ci sono circa 1 milione di persone di origine italiana in Australia che, con il loro contributo in vari ambiti, come scienza , industria, politica, cultura e food, sono molto apprezzate. In questo clima di reciproci interessi amichevoli, sicuramente possiamo raggiungere nuove aree di cooperazione, avendo punti di vista molto simili ; prendo l’esempio della cooperazione militare tra i due paesi in Irak e Afganistan per mantenere la pace e garantire addestramento militare e la formazione sullo stato di diritto. Gli scambi con UE sono molto importanti per l‘Australia, e l’Italia giocherà un ruolo fondamentale. Crediamo che il nuovo accordo di libero scambio Australia-UE sarà molto importante in questo contesto, per aumentare gli scambi di merci , servizi e, soprattutto per rafforzare il sistema globale internazionale. Il Know How italiano ancora rimane ricercato in gran parte del mondo: in quali settori vi sono nuove opportunità commerciali in Australia per le imprese italiane? L’Australia e’ diventata un mercato molto interessante : viene calcolata una crescita economica continua in 28 anni del 3% annualmente , e il consumatore medio australiano richiede prodotti di altissima qualità. Il mercato australiano e’ in forte crescita ma anche molto stabile, con un’ amministrazione trasparente e regole molto chiare.Per gli investitori italiani i mercati di sicuro interesse sono ad esempio le infrastrutture,energia e agricultura. Nel settore delle infrastrutture, abbiamo molti grandi progetti, in cui imprese italiane hanno vinto le gare di appalto, prendo come esempio la città di Sidney, dove Ghella svilupperà il nuovo ed importante progetto della metropolitana; inoltre, la Salini Impregilo svilupperà in Australia il secondo centro idroelettrico di pompaggio ,per un valore di 5 miliardi di dollari che garantirà una potenza di 2 gigawatt. Questa importante opera produrrà sicuramente molti posti di lavoro e sviluppo commerciale per tante P.M.I. italiane e australiane, oltre ad avere degli impatti positivi per l’ambiente, aspetto al quale il mio

Foto : S.E.Greg French, Ambasciatore d’Australia a Roma.

paese tiene molto anche in relazione all’accordo di Parigi per ridurre notevolmente le emissioni di CO2. Per le energie, posso citare un’altra azienda italiana, Enel, che e’ presente in Australia con un grande progetto di energia rinnovabile, che porterà allo sviluppo di un‘impianto garantendo una potenza di quasi 300 megawatt. Questo grande progetto, darà sicuramente nei prossimi anni delle grandi opportunità di cooperazione per le imprese italiane nel settore delle nuove tecnologie . Quali riforme sono state adottate dal suo Governo per attrarre investimenti esteri diretti, e in quali settori? Come anticipato, l’ Australia e’ molto allettante come mercato e, abbiamo messo in campo nuove iniziative per attrarre gli investitori: una in particolare, una riduzione delle tasse per le aziende con un fatturato al di sotto di 50 milioni di dollari, dal 30 al 25%, questa iniziativa risulta sicuramente molto interessante per le medie imprese. La seconda iniziativa riguarda l’accordo di libero scambio Australia UE , che garantisce dazi piu bassi e un accesso piu semplice agli investimenti. I tanti successi commerciali delle aziende italiane in Australia testimoniano senza dubbio l’efficacia di tali strategie. Ci tengo a dirlo, anche se il mercato australiano risulta ancora costoso rispetto ad altri paesi, alla luce di questi esempi le imprese italiane con la volonta’ di cooperare verranno sicuramente ripagate Continua pag.3 >

Sydney Opera House in Australia


ECONOMIA

TRIMESTRE SETTEMBRE - NOVEMBRE 2019

3

ENGLISH VERSION

P.M.I. ITALIANE

Exclusive interview with H.E. Greg French, Australian Ambassador in Italy. By Ivan De Stefano

In his interview with The Progress Times H.E. Greg French, Australian Ambassador to Italy, Albania, San Marino, Libya, and the UN World Food Programme and the Food and Agriculture Organization in Rome, notes that Australia offers promising opportunities for Italian small-medium enterprises. H.E. Australia and Italy are bound with friendly and historical ties,what are the new opportunities for bilateral cooperation foreseen between the two countries? The already warm relationship between the two countries, based on the strong people to people links represented by the 1 million Australians who claim Italian heritage, is fertile ground for further cooperation in different fields. For example on security, the two countries cooperate in helping keep the peace and fostering the rule of law in Iraq and Afghanistan. Furthermore, the Australia-European Union Free Trade Agreement (FTA), which is currently being negotiated, will help increase trade and will reinforce the international rules-based system.

Quali nuove strategie di promozione sono state attuate dal suo governo, per il turismo e la cultura? Crediamo nelle potenzialità geo ambientali dell’Australia, che oggi risulta un paese con una splendida combinazione di antico e moderno: infatti, citta’ all’avanguardia e molto avanzate con un’alta qualita’ di vita lasciano spazio ad antichissimi territori, con grotte risalenti a un periodo anteriore alla presenza del genere umano; basti ricordare anche gli Aborigeni, i primi australiani e custodi da oltre 65000 anni di questa cultura. Il mercato italiano e’ molto importante: infatti, abbiamo quasi 80000 visitatori annui, divisi tra soggiorni di vacanza, formazione e business. Inoltre, abbiamo rilevato un trend in forte crescita sul progetto di soggiorno vacanza-lavoro rivolto ai giovani con meno di 30 anni che, possono rimanere in Australia da 1 a 2 anni , dove possono fare vacanza e lavorare, imparando anche nuove competenze lavorative. Nel settore energetico e sicurezza informatica l’Australia risulta essere un paese all’avanguardia, quali opportunità di cooperazione con l’Europa e, naturalmente con il Know How italiano? Il settore energetico e’ sicuramente molto importante per l’Australia,

come ho anticipato: in vista delle evoluzioni nelle quali il mio paese intende inserirsi, abbiamo sicuramente bisogno di partner affidabili e competenti per le nuove tecnologie. L’interscambio di Know How con l’Italia sicuramente potrà intensificarsi, come attesta il Centro di ricerca a Sidney, capeggiato dal Prof. Martin Green che ad oggi, detiene il numero di brevetti per il fotovoltaico piu’ alto al mondo. Credo vivamente che i nostri paesi possano imparare l’uno dall’altro e cooperare su progetti futuri molto importanti. Oggi il mio paese mette a disposizione molti contributi rivolti alla crescita delle energie rinnovabili e per la sicurezza informatica. Inoltre ci tengo a citare l’impegno del Governo per gli obiettivi della “Industria 4.0”, costruendo nuove reti tra ricerca e industria , e favorendo la trasmissione di Know How e tecnologie direttamente all’industria. Questo sicuramente creerà opportunità per le imprese italiane.

created opportunities for innovative companies. What are the latest reforms adopted by your Government to foreign investors, and in which sectors ? Australia has introduced reforms to attract foreign direct investment, including lower taxes for firms with revenue below A$ 50 million. Moreover, the FTA will ensure lower tariffs and easier access to investment, thus creating further advantages for Italian firms. What strategy does your Government adopt in promoting Australian tourism and culture? Australia has also invested in the promotion of tourism and culture, emphasising the mix of ancient and modern that characterizes the country. Italy represents an important source of incoming tourists with almost 80,000 visitors per year and, in recent years, there has been strong growth in the number of young visitors using the Working Holiday Visa.

Italian Know-how is more and more sought after internatonally; in which sectors would the Italian companies find new opportunities in Australia ?

Australia is at the forefront in the energy sector and cyber security,what opportunities are there for cooperation in the EU and for Italian Know-how ?

As for opportunities for Italian enterprises, Australia has witnessed uninterrupted economic growth for the last 28 years. In this context, Italian investors are present in important infrastructure works: for instance, Salini Impregilo’s work on the Snowy Hydro 2.0 project in New South Wales will create jobs as well as providing opportunities for SMEs from both countries. In South Australia, Enel has built Australia’s largest solar power plant and

Australia is at the forefront of the renewable energy and cybersecurity sectors. There is ample scope for an exchange of know-how in these sectors to the benefit of both countries. The Australian Government is committed to “Industry 4.0” and the creation of new networks between research and industry to facilitate the transmission of know-how and technologies for future projects. This will create opportunities for Italian companies.

this project will continue to provide

Flinders Street station of Melbourne in Australia

Moro Real Estate The Moro Group has been building and selling quality real estate in Milan since 1936In more than eighty years of intense activity in the residential, industrial and commercial real estate field, the Moro Group has never lost sight of its original values, working day by day with the utmost professionalism and dedication. Year after year, the group has gained a wealth of knowledge and experience by tackling ever-new challenges.

The quality services offered by Moro Real Estate have earned the recognition and appreciation of the CEOs and employees of major multinationals in the Milan area. Moro Real Estate has been registered in the Japanese Chamber of Commerce since 2000. Contact Details +39 02 58328574 info@mororealestate.com Via Lamarmora 4 20122 Milano (Italia)

THE PROGRESS TIME Ta b l o i d t r i m e s t r a l e di economia e cultura. A U T. T R I B UA L E A R E Z Z O N. 4/13RS DEL 23/07/2013

ANNO VI Tr i m e s t r e S e t . - N o v. 2 0 1 9 Editore Ivan De Stefano Direttore Responsabile Barbara Ganetti Collaboratori: Cosetta Chiti Mattia Padella Stamperia: Centro Stampa Q u o t i d i a n i S . P. A . Vi a d el l’ Indust r i a , 5 2 25030 - Erbusco (BS) L a p u b b l i c a z i o n e e’ s t at a finita di stampare il 18.09.2019 Redazione: Vi a E rc ol e Mar i an i n i 2 7 , 27036 Mortara (PV) Contatti: Te l . + 3 9 0 3 8 4 2 7 6 0 9 4 redazione@theprogresstime.com


4

CULTURA

THE PROGRESS TIME 2019

BERNARDO BELLOTTO 1740. IL VIAGGIO IN TOSCANA.

AUSTRALIA : IL SOGNO DEGLI ITALIANI Di Barbara Ganetti

PROMOSSA DALLA FONDAZIONE RAGGHIANTI DI LUCCA - COMPLESSO MONUMENTALE SAN MICHELETTO LUCCA, 11 OTTOBRE 2019 - 7 GENNAIO 2020

Di Cosetta Chiti

Mrs. Eva Seller, Regional General Manager Continental Europe di Tourism Australia

Quando si parla di mete da sogno, l’Australia si colloca spesso al primo posto tra le destinazioni più ambite dagli italiani. Sarà la lontananza, sarà il fascino del remoto e dell’inesplorato o lo stile di vita rilassato che rendono l’Australia una dei luoghi con la qualità di vita più alta nel mondo. Sta’ di fatto che nell’ultimo anno più di 78.000 italiani hanno volato down under alla scoperta del Continente Rosso.

Bernardo Bellotto, Piazza San Martino con la cattedrale, Lucca, 1740, York, City Art Gallery

La mostra dell’autunno della Fondazione Ragghianti di Lucca, dedicata all’eccelso pittore veneziano Bernardo Bellotto (1722-1780), nipote di Canaletto, è al contempo un grande evento espositivo e una mostra di studio, presentandosi come un’occasione unica per ammirare alcune opere preziosissime e rare mai viste insieme, tra cui il più importante dipinto della storia avente come soggetto la città di Lucca, capolavoro di Bellotto, e cinque suoi disegni, sempre di soggetto lucchese, prestati straordinariamente dalla British Library.

Bernardo Bellotto , Piazza della Signoria, Firenze, Szépmúvészeti Múzeum di budapest

Bernardo Bellotto, in Toscana per la prima volta lavora in autonomia.

Un nuovo raggiungimento significativo per l’istituzione lucchese diretta da Paolo Bolpagni e presieduta da Alberto Fontana, che sta offrendo una programmazione sempre più ricca e originale nel panorama italiano. La mostra, realizzata con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e grazie al supporto di Banco BPM come main partner, vuole illustrare il viaggio di Bernardo Bellotto in Toscana, uno dei temi più affascinanti del vedutismo settecentesco. L’artista ricevette infatti la propria formazione nello studio di Canaletto quando quest’ultimo era al culmine della sua fama, alla fine degli anni Trenta del Settecento. Bellotto assorbì i modelli e le tecniche compositive dello zio con una capacità di emulazione tale da ingannare gli stessi contemporanei. L’eredità del maestro è alla base di tutta la sua opera, ma non appena il giovane Bellotto iniziò a viaggiare fuori da Venezia – e il soggiorno in Toscana è il primo

e fondamentale a questo riguardo – sviluppò il proprio stile espressivo in maniera originale, accentuando il rigore prospettico e il realismo della rappresentazione. I più recenti studi archivistici hanno permesso di datare questo viaggio di Bellotto al 1740, due anni prima rispetto a quanto si ritenesse, evidenziandone così l’importanza come manifesto della precocità artistica del pittore, allora diciottenne. La documentazione riscoperta consente anche di vedere in lui il pioniere della pittura di veduta a Firenze e a Lucca, al servizio dell’aristocrazia toscana. Il focus di questa mostra, curata da Bozena Anna Kowalczyk, tra i maggiori studiosi di Canaletto e Bellotto, e’ il nucleo di vedute di Lucca , con il dipinto che raffigura Piazza San Martino proveniente dalla York, City Art Gallery e i cinque disegni di diversi luoghi intorno alla cattedrale e alla chiesa di Santa Maria Forisportam eccezionalmente concessi dalla British Library. Questo gruppo di opere, mai esposte insieme – i disegni, incollati in un album del primo Ottocento già di proprietà del re Giorgio III d’Inghilterra, e poi di Giorgio IV, saranno per la prima volta staccati – fornisce una documentazione straordinaria della città di Lucca nel Settecento. Nuovi dati sulla storia di queste opere, come su quella delle vedute di Firenze, sono emersi nel corso di preparazione della mostra e verranno presentati nel catalogo.

Ne parliamo con Eva Seller, Regional General Manager Continental Europe di Tourism Australia, l’Ente governativo che promuove il turismo in Australia. Il mercato italiano riveste grande importanza per il turismo australiano sebbene il volume di arrivi sia di medie dimensioni rispetto ad altri mercati mondiali. I turisti italiani tendono a viaggiare in Australia mediamente per lunghi periodi con ottime ricadute economiche sul territorio. Gli italiani viaggiano in Australia per scoprire lo stile moderno e rilassato delle metropoli ma anche per ammirare la natura selvaggia e remota e entrare in contatto con gli animali simbolo del paese. L’Australia ha un fascino esotico di paese lontano e inesplorato e i turisti sempre di più sono disposti a coprire anche grandi distanze all’interno del Paese alla ricerca di esperienze uniche e autentiche. Quali sono le destinazioni più popolari? Sydney, Melbourne, Brisbane, Adelaide, Canberra e Perth sono naturalmente le principali porte di accesso al paese, punti di partenza per il primo contatto con l’Australia. Gli italiani apprezzano particolarmente il carattere moderno e rilassato delle città e dedicano una buona percentuale del viaggio alla scoperta di eventi locali e attrazioni. Da qui si parte per esplorare foreste e deserti, strade costiere con panorami fantastici e immergersi in ambienti naturali unici come la Grande Barriera Corallina. Una delle destinazioni diventata icona per i turisti italiani è Kangaroo Island, nel South Australia, dove i turisti hanno la possibilità di avvicinarsi alla natura e agli animali simbolo dell’Australia. Altri luoghi rappresentativi del Paese, come Uluru e il Kakadu National Park sono spesso inclusi negli itinerari. Quali sono le esperienze uniche che si possono fare in Australia? L’Australia offre ai turisti una incredibile diversità di prodotti e esperienze di viaggio che spazia dal soggiorno in moderne strutture nelle metropoli fino a esperienze in aree remote e difficilmente raggiungibili. La varietà di esperienze uniche e irripetibili in altre parti del mondo rendono l’Australia una meta incomparabile per i viaggiatori. Per questo motivo Tourism Australia ha sviluppato il Signature Experiences of Australia, un

programma che raccoglie le principali attrazioni, mete e esperienze che permettono un approccio unico alla destinazione. Dalle isole della Barriera Corallina alle montagne innevate della Tasmania, dai vigneti del Western Australia al deserto dell’Australia centrale, le Signature Experiences of Australia permettono ai viaggiatori di scoprire alcune delle più esclusive, autentiche e eccezionali esperienze che renderanno il loro viaggio speciale e indimenticabile. Quali sono le destinazioni emergenti? Non si può negare che l’ascesa dei social media abbia portato un afflusso di viaggiatori desiderosi di catturare scatti unici durante il loro viaggio. Con circa un terzo di millennials che sceglie la destinazione del proprio viaggio dai social media, alcuni luoghi fantastici ancora inesplorati dell’Australia come il Lago Macdonnel nel South Australia, popolare per il suo colore rosa e i simpatici quokka di Rottnest Island, Western Australia, stanno rapidamente diventando le nuove icone. Quali sono le nuove tendenze? Un ricco mix di culture, etnie e conoscenze, il cibo e il vino australiano costituiscono una realtà emozionante, vibrante e diversificata. Abbondanti ingredienti freschi ed autoctoni, un’attenta ricerca di sapori e metodi sostenibili ha portato alla rinascita dei mercati locali, delle aziende agricole, degli orti comunitari e dei festival enogastronomici in tutto il paese. Insieme ad un clima eccezionale, i raffinati sapori dell’Australia sono piacevolmente apprezzati insieme alla meravigliosa bellezza paesaggistica. La cultura aborigena, poi, riveste un’importanza sempre maggiore per i turisti desiderosi di scoprire le tradizioni e il passato dei nativi abitanti del continente. Cosa offre l’Australia per i viaggiatori più giovani? Tantissimi giovani under 30 scelgono l’Australia per realizzare il sogno di una vacanza di lavoro, un anno sabbatico, una pausa di riflessione dal lavoro o un periodo di studio all’estero. L’Australia offre infinite opportunità per vivere straordinarie avventure e sperimentare uno stile di vita accogliente, simpatico e rilassato. Il programma Working Holiday Maker del governo australiano, che include Working Holiday Visa, un programma di scambio culturale che, consente ai giovani viaggiatori di trascorrere una vacanza prolungata in Australia e al tempo stesso di guadagnare con un impiego a breve termine. Se lavori in aree regionali australiane, in alcune circostanze puoi essere anche idoneo a prolungare la tua permanenza per ulteriori 12 mesi. Maggiori informazioni www. australia.com /it-it


THE PROGRESS TIME 2019

TRIMESTRE SETTEMBRE - NOVEMBRE, 2019


5

CULTURA

TURISMO MILANO Nel 2018 si attesta come città ideale per molti turisti internazionali, superando, nel 2017, Roma per gettito turistico. Ricca di appuntamenti culturali, oggi Milano, la città che non dorme mai, ha riacquistato a pieno il suo carattere internazionale, offrendo ai propi visitatori una mobilità dinamica e una accoglienza made in italy.

HOTEL REGINA MILAN

THE PROGRESS TIME 2019

GUGGENHEIM La Collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso. Milano - Palazzo Reale, dal 17 Ottobre al 1 Marzo. Di Mattia Padella

La mostra presenta circa cinquanta capolavori dei grandi maestri impressionisti, post-impressionisti e delle avanguardie dei primi del Novecento, tra cui Paul Cézanne, Edgar Degas, Paul Gauguin, Edouard Manet, Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir, Vincent van Gogh e un nucleo importante di opere di Pablo Picasso. E racconta la straordinaria collezione che negli anni Justin K. Thannhauser costruì per poi donarla, nel 1963, alla Fondazione Solomon R. Guggenheim, che da allora la espone in modo permanente in una sezione del grande museo di New York.

Kandinsky - Montagna blu

Promossa e prodotta dal Comune di Milano Cultura, Palazzo Reale e MondoMostre Skira, è curata da Megan Fontanella, curatrice di arte moderna al Guggenheim. Dolorrore isimi, omnihilit, aut Hotel Regina, considered among volore event qui cora 4natem the most comfortable hotelsqui in qui sunt et centre, pe poreptasim restem Milan City is an authentic escilla. city “relais” right in the historNistioratur andist,of culpa ic centre. If senderi you are tired large quias voluptat. re pra vit pos impersonal andTur charmless hotels il esMilan, ant. Tem in the quodi 4 star toris Hotelmagnien Regina ditiam, Everae you’ve doluptatum Acea is the solution been looknullorpos imideal harum es sam ing for andautthe choice for eturiae travelling voluptatem volest and voguests forunt. tourism loressedit faccum ent occaerum business. laccatibus accume verum es re entiossi te comnimoAtiumet et id. Via C.Correnti, 13 - 20123 Milano Tel. +39 02 58106913

È la prima volta che questi capolavori arrivano in Europa: dopo la prima tappa al Guggenheim di Bilbao e la seconda all’Hotel de Caumont di Aixen-Provence, Palazzo Reale a Milano rappresenta la tappa conclusiva della mostra, dopo la quale queste splendide opere ritorneranno a New York. Si tratta dunque di un’occasione unica e irripetibile per ammirare lavori di eccezionale qualità di grandi maestri della pittura europea sinora mai esposti fuori dagli Stati Uniti. Fonte ufficiale: Ufficio Stampa Skira Milano

Renoir - Donna con pappagallino

MILANO - LE IMPRONTE DELLA MEMORIA

Sinus aturviti et dolorrore isimi, omnihilit, aut volore event qui cora natem qui qui sunt et pe poreptasim escilla.il Museo Dal 5 lugliorestem al 5 ottobre Nistioratur senderi andist, culpa del Novecento di Milano ospita la quiasmostra voluptat. TurBianco, re pra vit pos bella Remo Le imil es ant. Tem quodi toris magpronte della memoria nien ditiam, Everae doluptatum quecura moluptiae autates sitatiuntore A di Lorella Giudici con la nonet voluptibus minisqui collaborazione dellaporFondazione od queBianco, derundepresenta num, non Remo oltrecorit 70 vende pratis cum non re volorerit, opere dell’artista, ripercorrendo simus, utet velit odit, volorereria le fasi della sua ricerca e rapprevolum .Aliquibu sapitaquo sentandone i percorsi di vitaquam e di rem doluptatem con di ni lavoro, intrecciativolorrum in un flusso optatest imendae net and. straordinaria energia creativa e intuizioni espressive. Gauguin - Haere Mai

Van Gogh - Paesaggio con la neve


DAL MONDO

THE PROGRESS TIME 2019

I TIM TAM SONO SBARCATI IN ITALIA Di Fabio Zinanni

6

How much is the Italian Know-How, appreciated in Australia?

Con l’arrivo del’autunno si riavvicina anche il momento della cioccolata e da oggi tutti gli italiani avranno un’occasione in più… TIM TAM delizia di cioccolato sia interna che esterna. Sbarcano da oltre oceano i biscotti più buoni e famosi d’Australia che grazie all’accordo con la società italiana effezeta Distribution Italy, potranno essere finalmente acquistati in esclusiva sul sito www.timtamslam.it

Di Cosetta Chiti

Exclusive interview to Italian Architect, Ms. Anna Radice

Residenza Romana dell’Ambasciatore Australiano in Italia

Chi li ha provati almeno una volta ne è rimasto estasiato ed anche Natalie Imbruglia (brand ambassador del brand) ha definito il prodotto semplicemente "orgasmico" come si può vedere in una puntata andata in onda in Italia nel programma di Alessandro Cattelan #EPCC (https:// youtu.be/g1jMlFYhzro ). Un nome che la dice lunga, ma capiamone di più… Vi è una pratica comune chiamata Tim Tam Slam (o Tim Tam Shotgun, Tim Tam Bomb, Tim Tam Explosion, Tim Tam Suck). Tanti nomi per indicare l’arte di bere in modo originale una bevanda calda tramite un biscotto Tim Tam. Come si fa? 1) Si danno due morsetti al biscotto, uno ad ogni estremità, poi si immerge una parte nella bevanda e si usa il biscotto come cannuccia. 2) Quando il biscotto inizia a sciogliersi per il caldo, lo si mangia. Lo si fa da soli o in compagnia e può diventare un "bellissimo momento social". Tante le referenze a disposizione sul sito: dai classici al cioccolato al latte o alla cioccolata bianca, con doppio strato, fondenti, al caramello, alla vaniglia salata...in poche parole, per tutti i gusti! Una curiosità: il nome Tim Tam deriva dal cavallo che vinse il Kentucky Derby del 1958, a cui Ross Arnott partecipò. Chi é ARNOTT’S? Nasce nel 1865 da un piccolo panificio aperto su Hunter St Newcastle, NSW, a nord di Sydney. E’ fornito di pane, torte e biscotti per la popolazione locale e per gli equipaggi delle molte navi che attraccavano al porto per caricare il carbone. Da queste umili origini nasce la società il cui nome è ormai sinonimo dei biscotti preferiti in Australia. Arnott’s è oggi una delle più grandi aziende alimentari nella regione Asia-Pacifico. La continua crescita è stata sostenuta dagli investimenti di Campbell Soup Company nel commercio e dei suoi marchi leggendari. L’obiettivo è di essere la migliore azienda alimentare

nella regione, rendendo momenti della vita quotidiana un po’ di più deliziosi. Perché in Italia? Perché un biscotto cosí non esisteva ancora. Mangiare i TIM TAM significa avere un momento intimo proprio, anche da condividere con gli altri, é fondamentalmente un’esperienza che auguriamo a tutti di poter provare. E poi da ripetere con i propri cari. Non solo un biscotto stand alone Con i TIM TAM si possono inventare tantissime ricette, dolci, salate, ma il “Tim Tam-isù” creato dallo Chef Emanuele Murgia ci regala attimi di altissima scuola, invitato dall’Ambasciatore Australiano in Italia, mostra un capolavoro di alta cucina. Nel corso degli anni, in tanti si sono cimentati nella rielaborazione dei piatti, nella rivisitazione dei dolci piú famosi del mondo, e anche lo Chef Emanuele Murgia ha contribuito a modo tutto suo all’integrazione tra Italia e Australia a livello culinario. Lo Chef ha voluto fondere il gusto dei Tim Tam Dark, con un tocco di Tim Tam White, con il tradizionale Tiramisù Italiano e ne è uscito un capolavoro gourmet. Stiamo parlando di un dolce mai sperimentato prima che solo un Grande Chef come Murgia poteva inventare. Quando ci ha proposto questa novità eravamo sinceramente un po’ perplessi: come poter migliorare un biscotto già così buono? Lui c’è riuscito, anzi, lo ha reinventato, lo ha incredibilmente elevato ad un livello altissimo. Racconta lo Chef “Non è stato facile perchè i Tim Tam sono già un prodotto finito e molto ben preparato, ma appena li ho mangiati me ne sono innamorato subito. Ho capito che ci si possono preparare dei dolci incredibilmente buoni, nuovi, freschi, che nessuno ha mai sperimentato fino ad oggi”. Lo Chef è di poche parole, ma sa come far parlare le sue opere. Abbiamo speso con lui in incredibile ed emozionante pomeriggio di altissima cucina. Ci ha promesso altri capolavori come questo. E noi aspettiamo.

Photo: Ms. Anna Radice, Italian Architect in Australia

As an Italian architect, who lives and work in Australia almost for 6 years now, can you please explain why you have chosen this country? This question can be answered in one word: ‘opportunities’. Australia has always offered me the opportunity to practice what I most love in life: Architecture and Design. Australia has simply more happening. Since my first experience in Perth, where my journey started in 2013, I immediately perceived that the European approach to architecture and design is greatly appreciated in Australia and then, for the past two years, Melbourne and its prolific environment has given me the chance to express my creativity and to pursue a career in the architectural field, as well. As a project leader at Gray Puksand, a leading Australian architecture and integrated design practice with studios in Brisbane, Melbourne and Sydney, I am enjoying being part of a very dynamic workplace of ideas, growth, and support. There are so many other reasons that still lead me to choose Australia each day, every day. Multiculturalism is a reality in Australian society. In the cities, suburbs, workplaces, schools, everywhere Australians mix with others from different backgrounds. Multiculturalism is natural, and it is recognized as a success, not a failure. Another important aspect, in my opinion, is the sense of community which positively affects your life on a daily base. A community where the value of the common good is strong contributes to making cities more productive, sustainable and livable. How much is the Itallian KnowHow, in the Architectural and Design fields, appreciated in Australia? Italian Know How has always been and remains highly appreciated in

Australia. I believe that Italians are esteemed as particularly creative and considered to have a very inquisitive approach when they conceive ideas. In particular, the Italian design is internationally renowned for its style, innovation and commercial appeal. It crosses a wide variety of product types including automotive, fashion, furniture and lighting. Since skilled Italian designers brought their talent to Australia, traditional Italian craftsmanship has contributed to creating fashionable clothing and accessories for decades. With talented professionals ranging from tailors and shoemakers to dressmakers and designers, many migrants have been working hard within the manufacturing industry since the last century. As migrants in Australia, we have been one of the outstanding contributors to the Australian construction industry, clothing and footwear manufacturing over the years.

(no insulation, no double glazing, minimal solar investment, no heating and cooling etc.) needs to be improved. As Architects, we should be committed to design buildings with the environmental forethought needed to minimize their overall footprint, now and into the future. continue to page 8 >

Can you please expalin us the diffrences, it they exist, between Australian and Italian costruction industries? There are lots of differences, the first one I have noticed is that Australia is free of the European notion of heritage and the constraints of ancient cities filled with historic buildings. In Australia, you either rebuild to the heritage or you keep the contemporary design and heritage completely distinct; you rarely mix the two. Another huge difference is the very minimal bureaucracy that you must deal with. In Italy all the buildings and construction-related applications take a lot of time due to the complexity of the system. In Australia there is still so much to do to reduce building environmental impact. The attention here regarding sustainability and energy efficiency in construction, especially in single residential buildings

A recent photo of Botanicca 3 site

Botanicca building 3 render


7

DAL MONDO

THE PROGRESS TIME

ETIHAD AIRWAYS: ITALIA ED AUSTRALIA, UN GRANDE SODALIZIO. Di Barbara Ganetti

I Business Studio di Etihad

Etihad Airways è la compagnia aerea degli Emirati Arabi Uniti fondata nel 2003. Dal suo hub di Abu Dhabi collega oltre 80 destinazioni passeggeri e cargo in Medio Oriente, Africa, Asia, Nord America e Australia, incluse Sydney e Melbourne, con due voli al giorno e Brisbane con un collegamento giornaliero. In Italia da 11 anni, Etihad collega il nostro paese ad Abu Dhabi con 3 voli giornalieri, 2 da Roma e 1 da Milano. Lo scorso giugno 2019 Etihad Airways ha introdotto il nuovissimo Boeing 787-10 Dreamliner sulla trat-

“ Per un viaggio da non dimenticare, immersi nel confort Etihad”. ta Roma- Abu Dhabi e da settembre 2019 il collegamento tra Milano e Abu Dhabi sarà operato da un B7879. Entrambi gli aeromobili offrono un prodotto di ultima generazione in tutte le classi di viaggio. I Business Studio offrono accesso diretto al corridoio, una poltrona con funzione massaggio che si trasforma

in un vero letto, TV touch-screen in in un vero letto, TV touch-screen individuale e il 20% in più di spazio personale. Gli Economy Smart Seat hanno un esclusivo poggiatesta, un supporto lombare regolabile, un sedile di 19 pollici di larghezza e una tv touch-screen da 11 pollici. Completano l’offerta in entrambe le classi le oltre 750 ore di film e programmi, Live TV, centinaia di scelte musicali e una selezione di giochi per adulti e bambini con il sistema di intrattenimento E-BOX. Chi vola tra Abu Dhabi e Sydney, può farlo a bordo degli A380 di Etihad. Sui First Apartment, entra nella tua suite privata, rilassati con un drink nella tua poltrona in pelle o lasciaci preparare il tuo letto mentre fai la doccia. Scegli quando e come cenare con un ricco menu à la carte, una raffinata selezione di vini e i consigli del nostro Chef di bordo. In cerca di lusso e privacy? The Residence è la scelta che fa per te: entra in un lussuoso appartamento trilocale nel cielo. Progettata per ospitare fino a due persone, The Residence offre bagno con doccia, camera da letto privata e zona soggiorno separata. Il Servizio VIP Travel Concierge e il tuo team dedicato si prenderanno cura di tutto per te, dal banco del check-in privato e limousine con autista fino alla lounge privata dell’aeroporto.

I First Apartment a bordo dei B787 e degli A380


THE PROGRESS TIME

THE PROGRESS TIME DAL MONDO

Continue from page 6 > How much is the Italian Know-How, appreciated in Australia? By Cosetta Chiti

8

Bugaku - Samurai Art a Milano Di Mattia Padella, fonte ufficiale Associazione Giappone in Italia Milano

Is there any interest in Australia for Italian art, unique or limited edition work of art? Until a few years ago, I believe that the isolation aspect of architecture and design in Australia was very noticeable. Influences that were very important in Europe weren’t alive in Australia. That isolation aspect has gone though thanks to the increasing accessibility of travel and the internet. It has opened new horizons and Europe doesn’t appear so far anymore.

Botanicca building 3 render

Italian style remains unique and Italian artisans have an undeniably unique creativity that is renown worldwide and we must try to export. “Made in Italy” does not only mean that the product is made by a manufacturer in Italy, but also that it is the fruit of Italian brilliance: made by an Italian. And this is something that is respected by Australian consumers. There is a really growing interest for the uniqueness of furniture and works of art and right now there’s also a lot of curiosity about the production process. I think that there are many opportunities for young Italian artist to be appreciated among Australian collectors. Artists that mix creativity with special production techniques could be largely appreciated. Two examples could be Daniele Basso with his steel sculptures and Giuliano Giancotti with his metal rod artworks; they join artistic ideas with Italian professional production techniques.

Project Leader Anna Tiu’ Radice at Botannica Topping Out ceremony

“Buona sera a tutti, mi chiamo Koshiro Minamoto, il rappresentante di BUGAKUZA da Tokyo.” Inizia così il discorso che presenta le performance Bugaku del gruppo teatrale Bugakuza, le sere del 19 e 20 giugno allo Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro. Tuttavia lo spettacolo è cominciato ben prima di queste parole, e al termine risulta chiara anche la ragione. A luci spente è entrata una figura in armatura da samurai, completa di maschera e armata di katana, che si è rivolta al pubblico in giapponese, come suo interlocutore o come incosapevole testimone, o forse ancora entrambe le cose, ed ha eseguito una danza marziale vibrando la katana virtualmente su ognuna delle nostre teste. La figura è Oda Nobunaga, l’attore è Minamoto. Lo spettacolo ha titolo : Nobunaga Kuyou, Mortal Service For a Samurai. Ode alla memoria di Nobunaga. Solo dopo aver visto il samurai tuonare di fronte a sé, il pubblico può di fatto cogliere il senso dell’arte Bugaku che Minamoto, fondatore del gruppo Bugakuza e creatore dell’arte Bugaku stessa, descrive con il discorso di cui abbiamo accennato, e che prosegue così, attraverso anche la voce di Makoto Kagawa, attrice al fianco di Minamoto e che lo supporta con l’inglese (qui presentato tradotto): “Si può dire che il BUGAKU sia nuovo genere, dopo il teatro Noh o Kabuki, ed include cerimoniali quali l’allontanamento di entità maligne, l’augurare eterna buona sorte nelle fortune della vita, celebrazioni, preghiere per la salvezza o per la vittoria, o altre volte ancora mostra il senso della bellezza dello stile di vita del Samurai. Noi, i Bugakuza, con l’unità della nostra arte BUGAKU, miriamo a contribuire alla realizzazione di un mondo di pace e bellezza attraverso le nostre performance, esibizioni, lezioni ed esperienze. Oggi è un grande onore avere l’opportunità di mostrare la nostra performance BUGAKU con i miei compagni in questo splendido

BROKERAGE EVENT INTERNATIONAL CONFERENCE WORKSHOPS | IHVF BOOTCAMP By Cosetta Chiti

La Regione Lazio partecipa alla VI edizione del Meet in Italy for Life Sciences, appuntamento internazionale di matchmaking che promuove l’incontro tra Industria, Ricerca, Startup e Investitori che operano nell’ambito delle scienze della vita a livello internazionale. L’edizione 2019 è promossa e realizzata dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, da CBM, da Area Science Park e dal Comune di Trieste in collaborazione con il Cluster Tecnologico Nazionale Scienze della Vita ALISEI. Tra le missioni, quella di attrarre partecipanti da tutto il mondo grazie al coinvolgimento e al supporto della rete Enterprise Europe Network (EEN), favorendo la dimensione internazionale dell’evento. Il Lazio sarà presente con un gruppo di imprese che parteciperanno agli incontri B2B (Brokerage Event, in collaborazione con EEN). L’iniziativa vedrà quest’anno la parte-

teatro e nella città dell’Arte, Milano.”L’ambizione di Minamoto che emerge nelle parole successive e già in queste, non è lontana dallo spirito giapponese di saper fondere le proprie tradizioni con la contemporaneità, in un risultato che tiene ad un tempo le due identità distinte ma inscindibili l’una dall’altra. Ciò che nel Bugaku è importante, non è la mera trasmissione dei movimenti decontestualizzati e dunque, ad un pubblico di oggi, incomprensibili, ma, credendo fermamente che la bellezza è negli occhi di chi guarda, permettere al pubblico di cogliere la forza e lo spirito di quei gesti, adattando ad esso le modalità della sua trasmissione. Cose osserva dunque, lo spettatore di una rappresentazione Bugaku? Riprendiamo le parole di Minamoto “Uno dei nostri obbiettivi nel Bugaku è di accrescere la potenziale bellezza dei movimenti e della filosofia nelle arti marziali tradizionali e della cultura Samurai ad Arte, con la filosofia estetica del Bunobi” Un’immagine da cui non siamo distanti quando ricordiamo l’amore tra Marte e Venere, e che Minamoto sottolinea quando spiega che il desiderio di esprimere bellezza è nato proprio dal suo praticare arti marziali. “Nella mia più che trentennale esperienza delle arti marziali giapponesi, ho continuato a cercare di esprimere il potenziale delle arti marziali dal punto di vista artistico, a cavallo tra Arte e Arti Marziali. Si può dire, come Isadora Duncan ha lavorato duramente per elevare i valori della danza moderna allo status di Arte, io mi colloco nella storia dello sviluppo dell’”Arte Samurai”. Al termine della presentazione, in cui non solo la figura del Samurai, ma anche quella stessa di Oda Nubunaga, a cui la rappresentazione è dedicata, lo spettacolo riprende. Ogni parola detta da Kagawa e Minamoto prende forma, e il pubblico improvvisamente diventa consapevole della spirtualità del gesto, della disciplina e dell’energia delle arti Samurai, nella storia degli ultimi istanti del grande Oda Nobunaga, nella sua lotta contro i propri demoni al fianco dello spirito della propria spada, e infine, quietamente, nello spegnersi del suo cuore con lenti battiti di tamburo.

UniqUe DeSiGn PRODUCTS

cipazione di 22 espositori e ospiterà 32 workshop tematici e una conferenza internazionale dal titolo “Dalla genomica all’epigenomica: il futuro della medicina”. Presenti anche 20 startup e società emergenti delle Life Sciences scrupolosamente selezionate per partecipare all’Italian Healthcare Venture Forum - Bootcamp 2019. Si prevede anche per questo evento la partecipazione della Task Force attrazione investimenti, guidata da ICE Agenzia. BROKERAGE EVENT È possibile registrarsi, gratuitamente, entro il prossimo 7 ottobre all’evento di intermediazione organizzato dalla Rete europea Enterprise Europe Network, indicando Lazio Innova come “Support Office”; in questo modo, le aziende riceveranno gratuitamente i seguenti servizi: supporto durante l’inserimento nel catalogo on line del proprio profilo aziendale, della descrizione delproprio prodotto o della propria tecno-

logia; il profilo inserito sarà validato dal Support Office; assistenza nella selezione dei partner più idonei da incontrare e nella formulazione dell’agenda degli incontri; supporto operativo durante l’evento. Iscriversi è un’opportunità per farsi conoscere e trovare collaborazioni nazionali e internazionali nei settori di business, ricerca e sviluppo, trasferimento tecnologico, progetti europei e investimenti in Life Sciences.

info@theinteriordesign.it theinteriordesign.it


9

TECNOLOGIA

Control systems for alternative energy, energy saving, remotely controlled and monitored. Ents offers complete capabilities and in-depth knowledge in the mechatronics sector, necessary to help you solve your company’s most complex problems related to your product or to develop an ad hoc one. We are proud of what we do and how we do it because our client list is growing year by year. Always looking for innovative solutions Some recent projects we mention: Water treatment control for swimming pools, developed for BIT srl Brennero Innovazioni Tecnologiche. The system is able to offer high energy savings and real time monitoring WHERE IS ENERGY SAVED? On electricity consumption On the duration of the components On maintenance On the use of chemical additives On heat dispersion On a better management schedule On data collection and remote control Controller for HE Power Green srl. The HE-PowerGreen HYDRO-MOD project involves the construction of an innovative hydropower plant for the electricity production from water

THE PROGRESS TIME 2019

streams. The leading field of application is artificial or natural courses and sea water currents. The hydrokinetic turbines are designed as modular elements with a nominal capacity of 5-10 kW each for the small-scale electricity market (small and community hydro). They operate by immersion in the water flow, without any need of new water derivations or withdraw and with negligible civil infrastructures.

ENTS S.R.L. : Technology speaks Italian By Cosetta Chiti

Angelantoni Ents S.P.A., -Meccanical sede di Massa Block Martana Gaia (PG)


TECNOLOGIA

THE PROGRESS TIME 2019

Unlocking the potential of Australian markets The Ports of Genoa has more than tripled European export to Australia in less than 5 years

- Interview with Silvio Ferrando, Manager of the Marketing Unit for Ports of Genoa, Italy.

By Ivan De Stefano

Genoa is actually the premier port in Italy, especially for containers traffic. How do you see the evolution of the Australian market from your valuable perspective? Australia as an export market for Italian, Swiss and southern German products is actually booming. We had a rise in the export of more than 33% in the last five years, for a total export of some 400,000 Mtons as a serious forecast for 2019, up 10% on 2018, that was a record year for the specific trade lane. Italy taken alone is doing very well, surpassing France as Australia’s favourite provider of goods and services in Europe, placing the country at the third place after UK and Germany, with more than 4Bn Euros of value of exported goods. Import, on the contrary, is still very low. We will need to think well what to do to promote Australian producers to be more active in this part of the world. They should see us as a turnaround point for all their export to the whole Mediterranean region, that count on a population of some 800 million consumers.

Mr. Silvio Ferrando

frequent trans-shipment services to Australia from the major hubs such as Singapore, Busan or Hong Kong and we even added to our portfolio a new direct service from Genoa to Freemantle and other Aussie ports in just 24 days, a big success story. We are the only port in the med actually offering such as an express service‌.I honestly admit that ships are leaving Genoa to Australia on this service completely full, and new bigger ships, close to a capacity of 8/9,000 containers each are being added to the service.

Photo : Genoa Port Terminal (Spinelli Group)

Given this non-balanced trade, which kind of commodities are transiting via the Ports of Genoa on their way to Australia? We have been watching the classical Italian leading commercial products such as mechanical products, food, wines and fashion leading the way in terms of value and volumes, but something new is coming out over the last 5 years: the base of exporters is rapidly expanding, both in terms of number and quality of sellers in the above mentioned market of leading products as well as in new niche markets, such as home interiors, house hold appliances, pharma and leather goods, just to name ones. And we are very happy as we see a growing number of small and medium size companies approaching the Australian market, and this is the ultimate key for a long term development of the bilateral trade, especially for Italy. As Ports of Genoa we brought new connectivity to the specific trade lane: we have now almost one ship per day to Asia and Far East with

Photo : Rimorchiatori del Porto di Genova

10


THE PROGRESS TIME

TRIMESTRE SETTEMBRE - NOVEMBRE, 2019

LUXURY OUTDOOR FURNITURE higoldmilano.it • info@higoldmilano.it


Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.