AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021

Page 1

ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019-2020 AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021 I sostegni ottenuti dalle aziende del settore della stampa


AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021

© Stratego Group Luglio 2021 Tutti i contenuti di questa ricerca sono esclusivamente di proprietà di CENTRO STUDI PRINTING e sono protetti dalle Leggi in materia di proprietà intellettuale e/o industriale. Le informazioni, i dati, le tabelle e i grafici riportati nel documento possono essere utilizzati solo previa autorizzazione scritta di CENTRO STUDI PRINTING e dovrà sempre essere citata la fonte. HANNO CONTRIBUITO ALLA REALIZZAZIONE DELLA RICERCA FONTI Centro Studi Printing – MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) REALIZZAZIONE A CURA DI Stefano Portolani (Centro Studi Printing) COORDINAMENTO EDITORIALE Alexia Rizzi PROGETTO GRAFICO E IMPAGINAZIONE Studio Grafico Dante Cavallaro EDITORE Stratego Group


AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021

SOMMARIO

Prefazione

.........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................

Introduzione

...................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................

5 8

CAPITOLO 1 - LA NUOVA SABATINI .................................................................................................................................................................................................................................................................. 9

CAPITOLO 2 - IL CREDITO D’IMPOSTA

....................................................................................................................................................................................................................................................

CAPITOLO 3 - IL MISE (MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO)

13

15

.....................................................................................................................

Anno 2019 .......................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................... 16 Anno 2020 1° semestre

....................................................................................................................................................................................................................................................................................................................

18

Anno 2020 2° semestre

....................................................................................................................................................................................................................................................................................................................

20

CENTRO STUDI PRINTING

3


4

AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021


PREFAZIONE

I

n questo momento di fermento e di spinta alla ripartenza dopo il periodo di crisi pandemica, che ha fortemente impattato sull’industria globale e di

conseguenza con la filiera del printing, è particolarmente urgente scattare un’istantanea della situazione contingente per supportare le aziende del settore nell’elaborare le corrette strategie di azione. Proprio ora emerge il grande valore dei dati che Stratego Group raccoglie con continuità in anni di presenza e di monitoraggio del mercato della stampa, anche attraverso le apprezzate classifiche de I Big della Stampa. Queste esperienze confluiscono oggi nel Centro Studi Printing che ha elaborato la indagine oggetto di questa pubblicazione per fare luce sulle misure che le istituzioni mettono a disposizione delle imprese italiane sotto forma di agevolazioni e di finanziamenti per supportarne la competitività nel mercato nazionale e internazionale. Ne emerge un quadro complessivo che evidenzia punti di forza e aspetti migliorabili dell’attuale panorama offrendo una chiave di lettura e di orientamento in riferimento alle diverse misure, ma anche un report completo dell’entità dei benefici attribuiti alle diverse realtà del settore dal 2019 ai primi mesi del 2021. Enrico Barboglio, CEO Stratego Group

CENTRO STUDI PRINTING

5



AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021 I sostegni ottenuti dalle aziende del settore della stampa e quali ne hanno fatto richiesta

CENTRO STUDI PRINTING

7


INTRODUZIONE Per sostenere lo sviluppo della filiera produttiva del printing è necessario che la stampa disponga delle necessarie risorse finanziarie per realizzare progetti anche impegnativi, non solo dal punto di vista delle competenze ma anche da quelli del bilancio aziendale. Questa esigenza è recepita anche dalla politica che, in particolare nel delicato momento di ripartenza post –pandemia di tutte quelle attività che offrono opportunità al mercato della stampa di tornare a regime, ha messo in atto misure a supporto degli imprenditori come la Nuova Sabatini, il Credito d’Imposta e i Finanziamenti MISE. Con il “via libera” dell’Ecofin il 13 luglio 2021 è stato approvato il PNRR, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Un primo pacchetto di decisioni di esecuzione sui piani nazionali per la ripresa e la resilienza è finalizzato a dare nuove energie alle economie degli Stati dell’Unione Europa così provate dalle conseguenze della pandemia da Covid-19. Partono dunque le varie convenzioni di finanziamento promosse dagli Stati membri al fine di rendere operativi i piani di incentivazione per le imprese. Complessivamente, per le varie misure, l’Italia dovrà gestire 235,1 miliardi di euro (191,5 RRF, Dispositivo per la Ripresa e la Resilienza; 30,6 fondo complementare per scostamento di bilancio; 13, REACT-EU, Ripresa per la Coesione e i Territori di Europa). Il PNRR raggruppa 16 componenti di dettaglio in sei “Missioni”: Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura; Rivoluzione verde e transizione ecologica; Infrastrutture per una mobilità sostenibile; Istruzione e ricerca; Inclusione e coesione; Salute. Tra le tante misure poste in essere e disponibili per gli imprenditori, ne citiamo una recente. Il Decreto Legge approvato il 30/6/2021 dal Consiglio dei Ministri che ha rifinanziato la “Nuova Sabatini” con complessivi 600 milioni di euro.

8

AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021


LA NUOVA SABATINI

CENTRO STUDI PRINTING

9


Tra le altre misure poste in essere c’è il Decreto Legge approvato il 30/06/2021 dal Consiglio dei Ministri che ha rifinanziato la “Nuova Sabatini” con complessivi 600 milioni di euro. L’agevolazione, disponibile per le piccole e medie imprese (PMI), consiste nella concessione da parte di banche e intermediari di un finanziamento compreso tra 20 mila e 4 milioni di euro che può essere assistito dalla garanzia del “Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese” fino all’80%. A questo si aggiunge un contributo da parte del MISE determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati in via convenzionale e declinato in percentuali diverse in base alla durata nel tempo, all’importo di riferimento, alla destinazione dell’investimento e alla regione di competenza, come segue:

La declinazione della misura

• 7,72%: contributo calcolato in via convenzionale su un finanziamento al tasso d’interesse del 2,75%, della durata di cinque anni e d’importo equivalente al finanziamento). • 10,09%: contributo calcolato in via convenzionale su un finanziamento al tasso d’interesse del 3,575%, della durata di cinque anni e d’importo equivalente al finanziamento per investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti (investimenti in tecnologie cd. “industria 4.0”). • 15,74% contributo calcolato in via convenzionale su un finanziamento al tasso d’interesse del 5,50%, della durata di cinque anni e d’importo equivalente al finanziamento per le micro e piccole imprese che effettuano investimenti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. L’erogazione del contributo avviene in unica soluzione e prevede l’esclusione per l’industria carboniera, le attività finanziarie e assicurative, la fabbricazione di prodotti di imitazione o di sostituzione del latte o dei prodotti lattiero caseari.

Gli investimenti finanziati

Secondo il D.L. sono finanziabili tutti quegli investimenti che sono finalizzati a quanto segue: • alla creazione di una nuova attività produttiva; • all’ampliamento di una unità produttiva; • alla diversificazione della produzione in uno stabilimento; • al cambiamento fondamentale del processo di produzione in uno stabilimento esistente. La misura è destinata a sostenere le spese relative a diverse tecnologie a supporto del business come: • macchinari • impianti

10

AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021


• beni strumentali • attrezzature • hardware, software e tecnologie digitali. Per contro non sono previsti aiuti per, ad esempio, terreni e fabbricati, macchinari, impianti e attrezzature usati, scorte. La durata massima del finanziamento che può essere assistito dalla garanzia del “Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese” fino all’80% dell’ammontare del finanziamento stesso è di 5 anni e lo sportello è stato riaperto con decreto direttoriale del 2/7/2021 fino ad esaurimento dei fondi (pari a 425 milioni di euro). L’importo del finanziamento ottenibile è compreso tra 20 mila e 4 milioni di euro.

CENTRO STUDI PRINTING

11



IL CREDITO D’IMPOSTA

CENTRO STUDI PRINTING

13


La Nuova Sabatini va di pari passo con le misure erogate come Credito di Imposta, quell’agevolazione che originariamente era stata presentata come “iper-ammortamento”. Il Credito d’Imposta è erogato sotto forma di compensazione su F24 dei bonus previsti dalla legge di Bilancio 2020 e dalla legge Bilancio 2021. Si può utilizzare per beni nuovi ordinati dal 16 novembre 2020, acquistati anche in leasing, e consegnati dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021. È possibile beneficiarne anche se i beni sono stati consegnati entro il 30 giugno 2022, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2021 il relativo ordine risulti accettato dall’azienda venditrice e sia stato effettuato il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione. Hanno diritto ad accedere al Credito d’Imposta 2021 tutte le imprese che risiedono nel territorio dello Stato, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione e dal regime fiscale. L’azienda può usufruire dell’agevolazione in tre quote annuali di pari importo a decorrere dall’anno di entrata in funzione dei beni. Per tutti gli approfondimenti di una tematica tanto interessante quanto articolata, rimandiamo al sito del Ministero per lo Sviluppo Economico https://www.mise.gov.it/, sul quale si possono trovare anche le regole applicabili all’esempio riportato di seguito, in cui evidenziamo i benefici che un’azienda può ottenere investendo In beni afferenti l’Industria 4.0 versione 2021, in beni strumentali, in software ordinari, in soluzioni per lo Smart Working e in software 4.0 versione 2021/ 2022.

Un esempio pratico

L’azienda che abbiamo immaginato fattura 6 milioni di Euro e gli investimenti che decide di fare, per un totale di 260.000€, sono i seguenti: • Industria 4.0 versione 2021”: 50.000€; • beni strumentali: 50.000€; • software ordinari: 20.000€; • soluzioni per lo Smart Working: 100.000€; • Software 4.0 versione 2021 / 2022: 40.000€ Ebbene, alla luce delle vigenti misure, il beneficio sarà così costituito: • totale credito di imposta: 55.000€; • vantaggio fiscale per esenzione IRES/IRAP: 15.345€; • “nuova Sabatini”: 12.941€; per un vantaggio complessivo di 83.286€ (costo effettivo dei beni: 176.714).

14

AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021


IL MISE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

CENTRO STUDI PRINTING

15


Sulla base dei dati messi a disposizione dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) il Centro Studi Printing ha sviluppato un’analisi sull’attività del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese di cui all’art. 2, comma 100, lettera a), Legge n. 662/96, e all’art. 15, Legge n. 266/97. Come specificato dallo stesso MISE, i dati fanno riferimento alle informazioni risultanti dall’originaria delibera di ammissione all’intervento del Fondo e in relazione ai dati sulla tipologia delle operazioni; la classificazione fa riferimento alle Disposizioni Operative vigenti alla data di richiesta di ammissione alla garanzia del Fondo. I periodi considerati per questa esposizione sono l’anno 2019, i due semestri del 2020 e il primo semestre del 2021. Anno 2019

Importo finanziamenti (milioni di €)

> 19 miiardi di € 1.410 classi di ATECO 13 milioni di € medi

16

Il totale dei finanziamenti alle imprese è stato di 19,150 miliardi di euro con una media per raggruppamento di aziende basate sul codice ATECO, di 13,5 milioni di euro. I codici ATECO interessati da questa erogazione sono stati 1.410 e hanno quindi coperto tutti i settori del tessuto economico nazionale. I più corposi a valore sono stati Costruzione di edifici residenziali e non residenziali; Trasporto di merci su strada; Lavori di meccanica generale; Ristorazione con somministrazione; Commercio all’ingrosso e al dettaglio di autovetture e di autoveicoli leggeri; Fabbricazione di strutture metalliche e parti assemblate di strutture; Installazione di impianti elettrici in edifici o in altre opere di costruzione (compresa manutenzione e riparazione); Produzione di software non connesso all’edizione; Alberghi; Altra stampa; Locazione immobiliare di beni propri. L’importo dei finanziamenti per questi codici (circa il 20% del totale) è stato di 3,8 miliardi di euro.

AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021


Finanziamenti Valori medi (€)

Le aziende che possono essere ricondotte ai codici ATECO 181 e 172, hanno costituito l’1,88% del totale con un importo finanziato di 361 milioni. In dettaglio, l’ATECO 181 è composto di 5 dettagli (Altra Stampa, Lavorazioni Preliminari alla Stampa e ai Media, Legatoria e Servizi connessi, Stampa e Servizi connessi alla Stampa, Stampa di Giornali) classificatisi rispettivamente alle posizioni 10, 243, 495, 635, 978.

ATECO 181 E 172: 361 milioni di € 1,88% sul totale

Numero di soggetti finanziati

L’ATECO 172 è composto di 8 dettagli (Fabbricazione di carta e cartone ondulato e di imballaggi di carta e cartone esclusi quelli in carta pressata; Fabbricazione di prodotti cartotecnici; Fabbricazione di altri prodotti cartotecnici; Fabbricazione di prodotti igienico-sanitari e per uso domestico in carta e ovatta di cellulosa; Fabbricazione di altri articoli di carta e cartone; Fabbricazione di articoli di carta e cartone;

CENTRO STUDI PRINTING

17


Fabbricazione di prodotti cartotecnici scolastici e commerciali quando l’attività di stampa non è la principale caratteristica; Fabbricazione di carta da parati) classificatisi rispettivamente alle posizioni 44, 171, 207, 331, 334, 579, 598, 1034.

Finanziamenti ai “BIG” della stampa (milioni di €)

117 “BIG” 108 milioni di €

Le aziende appartenenti ai così detti Big della Stampa1 che hanno chiesto e ottenuto i finanziamenti sono state 117, con un totale finanziato di 108 milioni di euro. Di queste, 71 nel 2019 hanno avuto un risultato economico maggiore rispetto a quello del 2018; 72 hanno migliorato l’utile nello stesso periodo e 103 hanno avuto utile di bilancio. Anno 2020 1° Semestre I maggiori importi sono stati deliberati a: Tonygraf Srl, Lucaprint Spa, Decor In Printing Srl, Rotolito Spa, Vimer Srl, In Print Litorama Srl, Arti Grafiche Julia Spa e Juliagraf Spa che insieme costituiscono circa il 20% del totale. Lombardia, Veneto e Lazio (le prime tre regioni in ordine di importi) hanno ottenuto 75 milioni di euro: rispettivamente 33,75%, 25,76% e 9,96% sul totale. In confronto, il totale dei finanziamenti (per tutti i codici ATECO) delle prime tre regioni è stato ripartito tra Lombardia, Veneto e Campania (21,49%, 13,86% e 10,29% sul totale). Rispetto ai valori registrati nel 2019 salgono in modo rilevante sia l’importo dei finanziamenti sia il valore medio degli stessi. Evidentemente questo è dovuto all’avvento della pandemia e dalla disponibilità del Governo centrale di erogare finanziamenti a sostegno delle attività delle imprese con diversi, successivi DPCM. 1) in riferimento alla classificazione della rivista di settore Il Poligrafico che include le prime 600 imprese dell’industria grafica con fatturato superiore ai 5 milioni di Euro

18

AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021


Numero di soggetti finanziati Totale e “BIG”

Nel corso del 2020, a seguito di una survey dedicata condotta dal C.S.P., era emersa la forte esigenza da parte degli imprenditori di disporre di iniezioni di liquidità – sia a fondo perduto, sia a debito – che andassero oltre le “ordinarie” linee di credito deliberate dal sistema bancario. Così, fin dal primo semestre sono 150 in più i raggruppamenti per ATECO finanziati: 1.561 con un valore totale di 38,6 miliardi di euro per una media di 24,7 milioni di euro. In percentuale le aziende dei codici 181 e 172 hanno ottenuto finanziamenti pari al 1,24% del totale, per un importo di 478 milioni di euro. Per l’ATECO 181 ovvero Altra stampa, Lavorazioni preliminari alla stampa e ai media, Legatoria e servizi connessi, Stampa e servizi connessi alla stampa, Stampa di giornali, occupano rispettivamente le posizioni: 23, 277, 521, 725, 1153.

2020 1° semestre oltre 38 miliardi di € finanziati a 1.561 ATECO

ATECO 181 e 172 478 milioni di € 1,24% sul totale

Finanziamenti per comparto. Totale periodi (milioni di €)

CENTRO STUDI PRINTING

19


Lombardia, Veneto e Campania: 65% sul totale

Per l’ATECO 172 – vedi i dettagli nel paragrafo precedente – vede l’ordine di queste due classi decrescenti per importi, al raggiungimento del 20% sul totale, vede le seguenti aziende: Fiorini International Italia Spa, Di Mauro Officine Grafiche Spa, Nava Press Srl, Printable Srl, Rotolito Spa, Rotolificio Bergamasco Srl e Ondulato Piceno Srl. Lombardia, Veneto e Campania (le prime tre regioni in ordine di importi) hanno ottenuto circa 100 milioni di euro: rispettivamente 35,09%, 19,20% e 10,03% sul totale. In confronto, il totale dei finanziamenti (per tutti i codici ATECO) delle prime tre regioni è stato ripartito tra Lombardia, Emilia Romagna e Veneto (23,16%, 10,15% e 11,84% sul totale). Interessante notare che su 38,6 miliardi di euro di finanziamenti concessi 24,8 miliardi sono stati assegnati utilizzando i “Modelli di rating” (64,43% sul totale) e 12,4 miliardi (32,36%) sono stati assegnati sulla base del DL 08-04-2020 Art. 13 Lettera M, ovvero con richiesta di garanzia al Fondo per le PMI (Legge 662/1996, art. 2 comma 100, lettera a). Anno 2020 – 2° Semestre e Anno 2021 – 1° Semestre Il secondo semestre del 2020 vede un forte incremento dell’importo finanziato senza che aumenti proporzionalmente il numero dei soggetti finanziati. Nel 1° semestre 2021 si riducono gli importi e il numero di soggetti finanziati. Scende anche il valore medio (tabella 1). TABELLA 1

Importo finanziamento (Euro)

2020 S1

2021 S1

38.588.477.565 86.874.446.532 56.132.251.976

Numero soggetti finanziati

675.152

640.092

436.242

Numero Finanziamenti

722.188

863.211

668.537

Valore Medio Euro

53.433

100.640

83.963

Finanziamenti per comparto e periodo (milioni di €)

20

2020 S2

AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021


Il peso delle aziende appartenenti ai codici ATECO con radice 181 e 172, ovvero quelli che maggiormente rappresentano il mondo della “stampa e degli stampatori”, non raggiunge l’1,5% sul totale per importo finanziato né nel 2020 S2, né nel 2021 S1 (tabella 2). TABELLA 2

Finanziamento ATECO 181 (Euro)

2020 S1

2020 S2

2021 S1

269.535.790

619.517.895

420.054.215

Numero 181

4.377

5,833

5.671

Fin, Medio 181 (Euro)

61.580

105.306

74.071

208.731.018

638.961.871

374.840.808

1.078

2.230

1.845

193.628

286,530

203,166

478.266.809

1.258.479.766

749.895.023

Finanziamento ATECO 172 (Euro) Numero 172 Fin. Medio 172 (Euro) TOTALE Finanziamenti 181+172

Nel 2020 S2 i Big della stampa hanno ricevuto circa il 40,4% di questi importi, più nello specifico destinati per il 64,5% al mondo della Cartotecnica, e per il 26,8% alla Stampa offset. Non variano molto i valori per il 2021 S1: 32,9% per i BIG con prevalenza di Cartotecnica, 61,2%, e Stampa offset, 30,7% (tabella 3). TABELLA 3

Nr Aziende Big della stampa Finanziamenti ai Big (Euro)

2020 S1

2020 S2

107

289

236

113.704.065

508.990.392

261.934.810 160.227.676

2020 2° semestre 2021 1° semestre ATECO 181 e 172: 1,5% sul totale

2020 2° semestre 40,4% per i “BIG” 2021 1° semestre 32,9% per i “BIG”

2021 S1

Cartotecnica

64.625.315

328.129.666

Stampa Offset

32.677.000

136.461.335

80.466.632

Stampa Digitale

9.861.750

23.622.063

11.794.729

Finishing e Nobilitazioni

1.610.000

10.758.510

4.312.801

Stampa Rotocalco

1.000.000

5.550.000

3.000.000

Prestampa

1,590.000

3.650.462

282.696

Legatoria

2.340.000

818.356

1.809.276

La media dei finanziamenti erogati ai Big della Stampa è passata da poco più di un milione di euro a circa 1,8 milioni nel 2020 S2 ed è ritornata a poco più di un milione nel 2021 S1. Le aziende che hanno beneficiato dei finanziamenti nel secondo 2020 S2, avevano complessivamente mostrato un importante aumento dei ricavi nel periodo 2019 rispetto al 2018 (120,6%). Questo aumento dell’aggregato si declina per valori che vanno dal 21% della variazione (quindi riduzione) al 829%. Le aziende che hanno avuto accesso ai finanziamenti del 2021 S1, nel complesso, hanno avuto un lieve incremento dei ricavi nel 2019 rispetto al 2018 (104,1%) con un’escursione da 65,67% (flessione) a 201,1%.

CENTRO STUDI PRINTING

21


2020 1° sememstre 148 aziende con ricavi in crescita; 141 con ricavi in diminuzione 2021 1° semestre 150 aziende con ricavi in crescita; 86 con ricavi in diminuziome

Nel 2020 S1 sono state 148 le aziende che avevano incrementato i ricavi nel 2019 rispetto al 2018; 141 quelle che avevano mostrato una flessione. Meglio per le aziende nel panel 2021 S1: 150 avevano incrementato i ricavi, 86 avevano mostrato una flessione (tabella 4). TABELLA 4

2020 S1

2020 S2

2021 S1

Media Finanziamento ai Bis (Euro)

1.062.

1.761.212

1.109.931

• Fatturato 2019/2018 dei Big

97,23%

120,59%

104,14%

Var Minima

9,58%

21,16%

65,67

Vat Massima

593.80%

829,48%

201,14%

Big che hanno incrementato (>100%)

54

148

150

Big che hanno rifotto (<100%)

53

141

86

Il 20% dei finanziamenti ai BIG della stampa è stato concesso alle aziende sottoelencate nella tabella 5. TABELLA 5

– 20% DEI FINANZIAMENTI AI BIG

Fiorini International Italia Spa;

Palladio Group Spa;

Topazzini Spa; Cartotecnica

Di Mauro Officine Grafiche;

Leaderform Spa; Sandra Spa;

Montebello Spa; Isem Srl;

Rotolificio Bergamasco Srl;

JV Spa; Lic Packaging Spa;

GM Grafica Srl; ACM Spa;

Ondulato Piceno Srl; Juliagraf

Novacart Spa; Sada Packaging Cedic Srl; Ferlatta Centro di

Spa; Freschi Srl; Teodomiro

Srl; AMB Spa; Pozzoni Spa

Dal Negro Spa

Celtex Spa; Pusterla 1880 Spa; Icierre Pack Srl; Labanti e Nanni

Servizi Spa; Ondalba Spa;

Fiorini Packaging Spa; Open

Industrie Grafiche Srl; Sunion Spa

Imballaggi Spa; Trevikart Srl;

Sacchificio Veneto Spa

Brefioocart Srl; Scatolificio

De.Le.S. Spa

Complessivamente la richiesta del mondo produttivo avanzata ai governi in periodo di pandemia da Covid 19 ha trovato le risposte che sono state esposte in questo report.

22

AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019/2021


Il Centro Studi Printing (CSP) di Stratego Group è un osservatorio economico dedicato al mercato della stampa, comprensivo di tutti i settori ove il printing ha un ruolo fondamentale nello sviluppo del mercato (Consumer; Office; Production; Industrial e Specialistica). Per far questo si avvale degli strumenti e delle competenze sviluppati al proprio interno e attraverso accordi esclusivi con analisti finanziari, proponendo indagini puntuali sui diversi settori del mercato è un osservatorio economico dedicato al mercato della stampa, comprensivo di tutti i settori ove il printing ha un ruolo fondamentale nello sviluppo del mercato (Consumer; Office; Production; Industrial e Specialistica). Per far questo si avvale degli strumenti e delle competenze sviluppati al proprio interno e attraverso accordi esclusivi con analisti finanziari, proponendo indagini puntuali sui diversi settori del mercato centrostudiprinting@strategogroup.net


ALL’INDUSTRIA GRAFICA 2019-2020

edito da:

Centro Direzionale “Milano Oltre” Palazzo Tintoretto Via Cassanese 224. 20054 Segrate - Milano Tel. +39 02 49534500 stratego@strategogroup.net