__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1


SOMMARIO Speciale MECSPE 26/28 Marzo

Perchè partecipare Fabbrica digitale 3D Print HUB Parma PUNTOBRESCIANO

n. 2 Marzo 2015 - Anno XIII Mensile di informazioni bresciane Aut. del Tribunale di Brescia N¡ 8/2003 - 24/02/2003 DIRETTORE RESPONSABILE Gianmario Baroni EDITRICE | REDAZIONE AMMINISTRAZIONE | PUBBLICITË Editrend - Via Fura, 48 - Brescia Tel. 030 3534392 - Fax 030 5234013 FOTOCOMPOSIZIONE e VIDEOIMPAGINAZIONE Editrend Grafica - Via Fura, 48 - Brescia Tel. 030 3534392 - Fax 030 5234013 STAMPA Pixartprinting LÕEditore declina ogni responsabilitˆ in ordine ad eventuali errori di stampa e o disguidi di altro genere relativi agli spazi pubblicati. é vietata la riproduzione totale o parziale di foto, marchi e testi, tutti i diritti sono riservati. Periodico mensile a diffusione gratuita in Brescia e Provincia.

Isole di lavorazione CNOS-FAP

Speciale Autoscuole Alimentazione Speciale EXPO Speciale Copertura Speciale Museo dellÕIndustria e del Lavoro

4 8 11 18 18 19 14 16 21 24 26

Monte Maddalena 28 34 Speciale Spurghi Speciale Giardinaggio 36


Speciale MECSPE 26/28 Marzo 2015

MECSPE è la fiera di riferimento per l’industria manifatturiera. Il punto dÕincontro tratecnologie per produrre e filiere industriali, grazie alla sinergia di 9 Saloni tematici che si svolgono in contemporanea e che offrono al visitatore una panoramica completa su materiali, macchine e lavorazioni per im-

plementare una produzione eccellente partendo dal concept di un manufatto sino ad arrivare alla sua realizzazione. LÕevento rappresenta dunque, grazie a questa sinergia, unÕeccellente opportunitˆ di matching interno tra gli espositori dei diversi saloni.

Subfornitura

• Carpenteria metallica • Costruzioni meccaniche • Elettronica • Fonderie • Lavorazioni del filo metallico • Lavorazioni della gomma • Lavorazioni della lamiera • Lavorazioni diverse e servizi • Lavorazioni materie plastiche • Lavorazioni meccaniche di precisione • Saldatura • Quartiere dell’alluminio e delle sue lavorazioni

Eurostampi e Plastixexpo • Stampi • Componenti normalizzati • Design

4 - MECSPE 2015


• Maschere e attrezzature • Materiali innovativi • Modelli • Prototipazione rapida • Sistemi, macchine e servizi per il reverse engineering • Software • Stampaggio • Quartiere delle lavorazioni delle materie plastiche • Lavorazioni materie plastiche:

• Macchine • Attrezzature ausiliarie • Materiali • Riciclo

Trattamenti e Finiture

• Galvanica, processi chimici ed elettrochimici • Impianti per il trattamento delle superfici • Lavaggio

MECSPE 2015 - 5


• Progettazione • Sicurezza e ambiente • Tecniche di giunzione • Utensili

Logistica

• Movimentazione • Material hanling • Identificazione automatica • Lean manufacturing • Software gestionali • Supply chain managment • terzializzazione • Metallizzazione, smaltatura, zincatura • Prodotti e accessori per trattamenti • Trattamenti meccanici • Trattamenti termici • Trattamenti per deposizione e rivestimento • Verniciatura

Macchine e Utensili

• Macchine utensili e attrezzature • Laser • Lubrorefrigerazione • Macchine, altre • Manutenzione • Marcatura • Materiali

6 - MECSPE 2015

3D Print HUB

• Stampa 3D • Prototipazione rapida • Tecnologia additiva


Control Italy

• Certificazione • Metrologia e controllo qualità

Motek Italy

• Trasmissioni di potenza, motion control • Assemblaggio, montaggio e manipolazione • Automazione e robotica

MECSPE 2015 - 7


Perché partecipare MECSPE 26/28 Marzo 2015 1. LA SINERGIA DI 9 SALONI

LÕespositore potrˆ usufruire delle reali sinergie di interscambio tra gli espositori dei diversi saloni per trovare nuovi partner

2. VISITATORI DI QUALITÀ

LÕespositore ha la possibilitˆ di incontrare più di 30.000 visitatori (dati ed. 2014: 31.625)provenienti dalla grande industria manifatturiera italiana in cerca di fornitori e soluzioni innovative. Inoltre, per favorire lÕincontro tra espositori e visitatori, la manifestazione mette a disposizione un servizio di matching che, attraverso una piattaforma digitale, organizza gli appuntamenti in fiera. La manifestazione ospita inoltre delegazioni di buyer internazionali provenienti da Paesi esteri di interesse strategico.

3. UNA VETRINA SU MISURA

LÕespositore sarˆ protagonista di una vetrina Òsu misuraÓ che permette al visitatore di girare la fiera in una sola giornata e con una suddiinvisione dei settori espositivi immediata ed in

8 - MECSPE 2015


novativa, grazie al concetto dei quartieri e delle piazze tematiche. Questa soluzione da un lato conferisce il massimo della visibilitˆ e del prestigio allÕespositore, ponendo in risalto il valore innovativo della sua offerta; dallÕaltro, orienta il visitatore guidandolo allÕinterno di aree in cui potrˆ trovare e confrontare con facilitˆ le migliori proposte del mercato per ciascun settore.

li Innovativi, Quartiere dello Stampaggio, Quartiere degli Stampi, Quartiere dellÕElettronica, Quartiere delle Minuterie, Quartiere delle Fonderie, Quartiere degli Utensili Innovativi, Quartiere delle Lavorazioni Meccaniche di Precisione, Quartiere delle Lavorazioni della Lamiera Isole di lavorazione: per mostrare macchine, prodotti e servizi in funzione allÕinterno di una vera e propria filiera industriale con altre aziende, volta alla realizzazione, in fiera, di manufatti orientati a particolari settori di destinazione (aerospace, automotive, casalinghi, costruzione stampi, dentale, energia, lavorazioni di precisione, medicale, motor sport, packaging, serramenti, rubinetteria

4. INIZIATIVE SPECIALI PER VIVERE LA FIERA DA PROTAGONISTA LÕespositore potrˆ partecipare alle diverse iniziative speciali che permettono di godere di una forte visibilitˆ grazie al piano di comunicazione dedicato e alla segnaletica in fiera. Quartieri tematici: le migliori proposte commerciali nelle diverse aree merceologiche Quartiere del Software, Quartiere della ProMateriatotipazione Rapida, Quartiere dei Materia

MECSPE 2015 - 9


ecc.). Piazze eccellenza: aree espositive organizzate per settori finali di destinazione. Presentano al centro il prodotto finito ad elevato contenuto tecnologico, simbolo di un particolare settore (apparecchiature medicali, auto, imbarcazione, velivolo ecc.); attorno invece, a formare una vera e propria Piazza i subfornitori dÕeccellenza del settore.

5. LA MASSIMA VISIBILITÀ PER OGNI ESPOSITORE

LÕespositore gode di un pacchetto di comunicazione che solo questa fiera può offrire grazie alla sinergia con le riviste di Tecniche Nuove che raggiungono ogni mese 385.000 lettori e al lavoro dell´ufficio stampa che produce ogni anno circa 450 articoli pubblicati su riviste tecniche, quotidiani e settimanali nelle rubriche di Economia. Inoltre ogni espositore usufruisce di strumenti di comunicazione gratuiti. Le Camere di commercio

10 - MECSPE 2015

sostengono lo sviluppo delle attivitˆ economiche e supportano le imprese nelle loro attivitˆ promozionali, intervenendo a loro sostegno attraverso diverse forme di supporto tra cui lÕerogazione di contributi a fondo perduto per far partecipare le imprese a fiere e mostre sul territorio sia nazionale che internazionale. Rivolgiti alla tua camera di commercio per verificare questa possibilità. Le province giˆ attive sono: Emilia Romagna Parma Ravenna Ferrara Reggio Emilia Lombardia Pavia Piemonte Alessandria Vercelli Verbania Lazio Frosinone Rieti Latina Veneto Vicenza Venezia Friuli Venezia Giulia Pordenone


Fabbrica digitale, oltre l’automazione Seconda Edizione La seconda edizione della Fabbrica Digitale, oltre lÕautomazione, è un progetto di integrazione digitale di tutti i sistemi e sottosistemi che compongono una moderna fabbrica, per rendere più efficienti i processi, sia dal punto di vista della riduzione delle tempistiche e dei costi, sia da quello della scelta del miglior partner industriale, senza limiti fisici o territoriali. Grazie, infatti, all’utilizzo delle tecnologie digitali è possibile progettare e realizzare parti del manufatto in localitˆ diverse: una nuova frontiera per le aziende che vogliono mettersi a disposizione, come partner competitivi, di un mercato sempre più globalizzato. ÒLa Fabbrica moderna poggia ormai necessariamente su piattaforme digitali Ð afferma lÕingegner Michele Rossi, Direttore Tecnico della manifestazione - Che si tratti di una vera rivoluzione non cÕè alcun dubbio, se si tiene presente che la gestione dei dati aziendali ha sempre rappresentato un tema

scottante, soprattutto per il fatto che ogni attivitˆ e funzione aziendale ha sempre gestito, anche gelosamente, dati e informazio-

MECSPE 2015 - 11


Speciale Autoscuole Il foglio rosa della patente B vale anche per le esercitazioni sui motocicli leggeri

La patente B, in Italia (non in Francia nŽ in altri Paesi UE o in Svizzera), abilita anche alla guida di veicoli della categoria A1. Dunque NON CI SONO DUBBI che il titolare di patente B possa guidare, in Italia, anche motocicli leggeri. Ma nel momento in cui il candidato alla patente B è ancora nella fase di esercitazione alla guida, ed ha in mano solo il foglio rosa, può guidare motocicli leggeri?

categoria B consente, in Italia, di condurre anche veicoli rientranti nella categoria A1, la suddetta autorizzazione consente di esercitarsi alla guida anche di motocicli di cilindrata massima di 125 cm3, di potenza massima di 11 kw e con un rapporto potenza/ peso non superiore a 0,1 kw/kgÓ. La risposta dunque è SI. Il Ministero precisa che le esercitazioni possono comunque avvenire, se sono senza lÕistruttore (caso che ovviamente ricorre sempre sul motociclo), solo in luoghi poco frequentati.

Veicoli obbligatori per le autoscuole

Su questo argomento ci sono da sempre pareri contrastanti, perchè da una parte nellÕart. 122 del codice della strada è scritto a chiare lettere che ÒlÕautorizzazione consente allÕaspirante di esercitarsi su veicoli delle categorie per le quali è stata richiesta la patente o lÕestensione di validitˆ della medesimaÓ; ma dallÕaltra cÕè il problema della sicurezza e dellÕassicurazione. Siamo sicuri che, in caso di incidenti o di danni riguardanti un giovane che stava guidando una moto, con in mano solo il foglio rosa, lÕassicurazione paga? Per questo motivo abbiamo sempre detto che era fondamentale parlarne con il proprio assicuratore. Ora però il Ministero si è pronunciato ufficialmente, con il Parere n. 25630 del 14 novembre 2014 stabilendo che Ò...poichè la 14 - AUTOSCUOLE

Con la conversione del DL 31/12/2014(Decreto Milleproroghe) nella Legge 11/2015 (Gazzetta Ufficiale n. 49 del 28 febbraio 2015) abbiamo la conferma che, nel settore trasporti, si provvederˆ ad analizzare il problema del riordino della disciplina del servizio taxi e noleggio con conducente solo dopo il 31 dicembre 2015. Viene confermata anche la proroga relativa ai nuovi veicoli obbligatori per le autoscuole, che rimane fissata al 30 giugno 2015. Gli addetti al settore sono convinti che non ci saranno altri rimandi anche perchŽ è giˆ in fase di approvazione un decreto di modifica del DM 317. I veicoli che si dovranno avere obbligatoriamente anche tramite lÕadesione a un consorzio sono un ciclomotore per la categoria AM, tre motocicli rispettivamente per la categoria A1, A2 e A e i veicoli per le categorie C, CE, D e DE. I veicoli obbligatori ma che potranno essere messi a disposizione da terzi previa autorizzazione sono quelli per le categorie B1, BE, C1, C1E, D1 e D1E. Resta lÕobbligo di avere in proprietˆ lÕautovettura con i doppi comandi.


Alimentazione e... tanta salute

La dieta è un argomento che ci accompagna fin dai primi giorni di vita, o anche prima. Ma attenzione, non parliamo di dieta fine a sé stessa, quella mirata allÕottenimento di un risultato specifico, non ora, non in questo numero. In questo ÒpuntataÓ preferiamo approcciarci allÕargomento dalla sua base, partendo dalla ÒsempliceÓ alimentazione. PerchŽ ho sottolineato semplice? Perché in fondo tanto semplice non è. Il processo di nutrimento è un processo complesso quanto istintivo e non dovrebbe mai diventare casuale. Gli errori nellÕalimentazione sono tanti, tantissimi, il più delle volte, inconsapevoli. Aggiungiamo a questo la particolare industrializzazione del settore alimentare, i fattori esterni come cultura, inquinamento, informazione ed ecco fatto il ÒpasticcioÓ che non si limita a quello di patate, restando in tema culinario. Ma vediamo ora quali sono, secondo gli esperti, gli errori più frequenti nella nostra alimentazione: - Consumo eccessivo di carboidrati raffinati (non integrali) e zuccheri raffinati che trascina con sŽ patologie come obesitˆ, diabete, iperinsulinemia e tante altre malattie, molte delle quali innominabili.

16 - ALIMENTAZIONE

- Insufficiente assunzione di fibre come conseguenza al consumo smisurato di prodotti raffinati ai quali tale contenuto di fibre viene eliminato attraverso i vari processi ai quale vengono sottoposti; - Basso consumo di cibi alcalinizzanti o neutri come verdure, frutta, noci, semi, tuberi, necessari allÕequillibrio acido-base; - Scarso apporto di micronutrienti, derivato sempre dalla raffinazione dei cibi ai quali viene cos“ tolto gran parte del contenuto di vitamine e minerali; Assunzione errata di acidi grassi dovuto al volontario allontanamento degli acidi grassi in generale, escludendo cos“ anche quelli buoni, necessari per il corretto funzionamento dellÕorganismo;

- Errata ripartizione dei pasti durante la giornata che dovrebbero variare dai 3 ai 5, diminuendo la quantitˆ progressivamente verso la fine della giornata. LÕelenco potrebbe, volendo, occupare lÕintero periodico ma per ora ci fermiamo qua sperando di aver sollevato in voi, lettori, un minimo campanello dÕallarme per la propria salute. Seguiranno approfondimenti.


ni, a discapito della vista di insieme dellÕiter progetto Ð prodotto. Oggi questo non è più possibile perchŽ mercato, tempi e costi devono essere strettamente connessi e le scelte ottimizzate.Ó Cuore della Fabbrica Digitale sarˆ il nuovo prototipo di vettura elettrica da corsa superleggera(dal peso massimo di 20 kilogrammi) progettata dal team H2Polito del Politecnico di Torino con il supporto di partner industriali, la quale sarˆ dotata di un sistema dÕalimentazione Hydrogen fuel cell, con scocca in fibra di carbonio. Durante i tre giorni di MECSPE e grazie alla collaborazione delle aziende che partecipe-

ranno alla Fabbrica Digitale, verranno realizzati alcuni componenti che verranno poi assemblati sulla monoposto. La vettura, arricchita dei nuovi particolari made in MECSPE, parteciperˆ a maggio 2015 alla Shell Eco Marathon di Rotterdam. Òé evidente che nella prossima edizione della Fabbrica Digitale le sfide saranno ancora più ambiziose. LÕobiettivo ÒalleggerimentoÓ sta giˆ ponendo, di fatto, i partner e il teamH2Polito davanti a un costante confronto per trovare le soluzioni più prestazionaliÓ prosegue Michele Rossi. AllÕinterno della Fabbrica Digitale sarˆ possibile perciò vedere non solo l’applicazione di differenti tecniche di lavorazione, da quelle meccaniche a quelle dello stampaggio plastica sino alle lavorazioni in rapid manufacturing, ma anche lÕutilizzo di materiali come alluminio, titanio, magnesio e carbonio, in grado di unire performance elevate e leggerezza. ÒCome è noto, la Fabbrica Digitale adotta ampliamente le diverse potenzialitˆ messe a disposizione dallÕinformatica di fabbrica, ognuna specializzata per obiettivi Ð conclude Rossi - NellÕambito della realizzazione dei componenti del nuovo prototipo di vettura, un sistema MES (Manufacturing Execution System) gestirˆ alcune fasi della produzione.Ó

MECSPE 2015 - 17


3D PRINT HUB PARMA Dopo il successo della prima edizione, torna - in contemporanea con MECSPE - 3DPrint Hub Parma, lÕevento dedicato alla stampa 3D che presenterˆ le tecnologie che consentono di incrementare l’efficacia e l’efficienza del processo produttivo e di prototipazione,

garantire maggiore flessibilità, costi inferiori e tempi ridotti. Durante questo appuntamento verranno presentate le tematiche della stampa 3D con approfondimenti mirati dedicati a meccanica-prototipazione-modelleria-design industriale.

ISOLE DI LAVORAZIONE Le isole di lavorazione sono filiere applicative realizzate in collaborazione con diversi partner espositori della manifestazione, che realizzeranno fiera per la produzione di un manufatto indirizzato ad un target di visitatori ben definito (automotive – aerospazio – elettrodomestico Ð medicale ecc..) mettendo in risalto tutte le fasi necessarie alla realizzazione del pezzo, dal suo concept alla produzione in fiera. In queste filiere verranno esaltate tutte le diverse fasi di lavorazione che portano alla realizzazione del prodotto finito: dalla scelta dei materiali ai sistemi di cad/cam e di prototipazione, passando attraverso la fase di lavorazione, fino al siste-

18 - MECSPE 2015

ma di automazione, di strumentazione per il controllo di processo e di misura, e il controllo qualitˆ. Oggi infatti si rende sempre più necessario pensare le imprese come vere e proprie filiere produttive, nelle quali ogni fornitore Ð partner è collegato al precedente e quindi si muove allÕinterno di un unico sistema di lavoro ottimizzato per il massimo profitto dell’impresa cliente. La strada delle filiere organizzate per competenze consente di sviluppare nuovi know how, nuove applicazioni, nuove opportunitˆ di mercato e permette di sviluppare con continuitˆ nuovi, rapidi ed efficienti percorsi idea-prodotto, in grado di generare profitto.


CNOS-FAP Centri di Formazione Professionale Salesiani Il laboratorio di produzione stampi dei Centri di Formazione Professionale Salesiani (CNOS-FAP), presente questÕanno in MECSPE con unÕarea di circa 200 m2, si pone due obiettivi primari:

1. Essere una vetrina tecnologica dove mo-

strare il modello didattico/esperienziale adottato dai CNOS-FAP in tutta Italia replicando, all’interno dei padiglioni fieristici, un esempio di laboratorio completamente

I NUMERI DI MECSPE: UNA CRESCITACOSTANTE • Metri quadri: 59.000 • Visitatori: 31.625 • Aziende espositrici: 1.100 • Momenti formativi: 72 • Isole di Lavorazione: 31 • Piazze dell’eccellenza: 9 • Delegazioni di buyer internazionali: 8

operativo; inoltre, si vuole ribadire lÕimportanza del sodalizio scuola-impresa, uno dei pilastri della formazione professionale salesiana, come condizione imprescindibile per il mantenimento negli ambienti di apprendimento di attrezzature al passo con i tempi, per lÕaggiornamento continuo dei docenti e per una preparazione di qualitˆ dei giovani, in risposta alle esigenze del mondo produttivo.

MECSPE 2015 - 19


2.

Presentare agli imprenditori del settore Stampi un nuovo progetto di formazione, strutturato in più tappe sul territorio nazionale e volto a formare giovani tecnici sulle tecnologie e i processi legati allo stampaggio ad iniezione della plastica. Realizzato con il patrocinio di UCISAP, il progetto ha visto lÕavvio su impulso e con la collaborazione di Meusburger, produttore di acciai e normalizzati per stampi, con il coinvolgimento della software house Vero Solutions e la partnership di Tecniche Nuove. Focus del ÒLaboratorioÓ sarˆ la manutenzione e la revisione di uno stampo, attraverso le quattro principali fasi produttive legate a questa attivitˆ:

costi• progettazione CAD dei particolari costi

20 - MECSPE 2015

tuenti lo stampo; • programmazione dei percorsi utensili CNC per la ricostruzione di particolari da sostituire; • lavorazioni dei particolari su macchine CNC; • smontaggio, sostituzione componenti ed assemblaggio dello stampo da revisionare. Dieci ragazzi del quarto anno di Formazione Professionale, coordinati da un loro docente tecnico, opereranno nei diversi ambiti produttivi e realizzeranno quotidianamente i processi di lavoro, sotto la guida e la supervisione degli specialisti delle aziende che negli anni hanno attivamente collaborato, anche siglando protocolli dÕintesa con il CNOS-FAP, quali: • SolidWorld, per la progettazione CAD 3D; • Heidenhain, per la programmazione del controllo numerico; • DMG Mori, per le lavorazioni su quattro macchine utensili (centri di lavoro e torni multitasking); • Meusburger, per la gestione del processo manutentivo dello stampo. Per tutta la durata della manifestazione, il ÒLaboratorioÓ ospiterˆ anche unÕarea ÒspeechÓ aperta ai giovani e ai loro insegnanti. Qui i docenti CNOS-FAP, supportati dalle aziende partner, animeranno momenti formativi di approfondimento tecnico.


Speciale Expo 2015 Milano 2015 Expo Milano 2015 è lÕEsposizione Universale che lÕItalia ospiterˆ dal primo maggio al 31 ottobre 2015 e sarˆ il più grande evento mai realizzato sullÕalimentazione e la nutrizione. Per sei mesi Milano diventerˆ una vetrina mondiale in cui i Paesi mostreranno il meglio delle proprie tecnologie per dare una risposta concreta a unÕesigenza vitale: riusci-

re a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri. UnÕarea espositiva di 1,1 milioni di metri quadri, più di 140 Paesi e Organizzazioni internazionali coinvolti, oltre 20 milioni di visitatori attesi. Sono questi i numeri dellÕevento internazionale più importante che si terrˆ nel nostro Paese.

Speciale EXPO - 21


Expo Milano 2015 sarˆ la piattaforma di un confronto di idee e soluzioni condivise sul tema dellÕalimentazione, stimolerˆ la creativitˆ dei Paesi e promuoverˆ le innovazioni per un futuro sostenibile. Ma non solo. Expo Milano 2015 offrirˆ a tutti la possibilitˆ di conoscere e assaggiare i migliori piatti del mondo e scoprire le eccellenze della tradizione agroalimentare e gastronomica di ogni Paese. Per la durata della manifestazione, la cittˆ di Milano e il Sito Espositivo saranno animati da eventi artistici e musicali, convegni, spettacoli, laboratori creativi e mostre. Online il bando del Servizio Civile Naziona-

22 - MECSPE 2015

le per selezionare 140 volontarie e volontari a Expo Milano 2015 Il Servizio Civile Nazionale lancia un bando per cercare 140 giovani che vogliano fare unÕesperienza unica di formazione e crescita professionale a Expo Milano 2015. I volontari saranno impegnati nellÕambito dei Cluster, di Cascina Triulza, degli spazi espositivi di Caritas e Casa Don Bosco, e nel supporto alla partecipazione dei partecipanti della societˆ civile. Sono previsti un rimborso spese, un periodo di formazione e, al termine dellÕEsposizione Internazionale, il Servizio Civile proseguirˆ presso realtˆ affermate del terzo settore.


Speciale Coperture Detrazioni Fiscali 2015 anche per Eternit e Amianto Partiamo cosa vuol dire “rimuovere e bonificare lÕamiantoÓ. Le soluzioni attuate per la rimozione dellÕeternit devono rispattare con rigorositˆ i D.Lgs. 81/2008, D.Lgs 257/06, della L.257/92 e seguire le direttive tecniche del D.M. 6/9/94. Inoltre, il decreto ministeriale del 6 settembre 1994 impone la Bonifica dellÕamianto in strutture riconosciute idonee, in quanto lÕamianto è una causa accertata di gravissime forme tumorali per lÕuomo. Conferma anche nel 2015 dello sgravio Irpef del 65% per i lavori di risparmio energetico. Una detrazione ÒpotenziataÓ e generalizzata per i lavori di prevenzione sismica, oscillante fra il 50 e il 65% della spesa, in proporzione alla riduzione di rischio indotta dallÕintervento. E un incentivo nuovo di zecca per chi compra una casa appena costruita o pesantemente ristrutturata, che abbia prestazioni energetiche di classe A o B, con lÕimpegno di affittarla per almeno otto anni a canone concordato.

24 - COPERTURE

Nel caso di piccole quantitˆ da maneggiare con facilità si può far tutto in autonomia “fai da teÓ, ma evitando il contatto e cercando di non disperderlo nellÕambiente; bisogna quindi proteggersi con tute, occhiali, mascherine. Poi è necessario stendere sui pro-


Come è possibile risparmiare?

dotti da smaltire alcuni materiali cosiddetti incapsulanti come le colle viniliche, smontare i materiali o le lastre cercando di non romperli senza usare trapani o seghe elettriche, raccogliere il materiale da scartare in contenitori sigillati adatti al trasporto e portare il tutto a discariche o aziende autorizzate. Chi invece non può o non vuole rimuovere in modo economico deve rivolgersi a personale esperto e ci si trova cosi ad affrontare un iter non poco complicato e non tanto economico. Si è vero sono spese non tanto economiche ma con il patto di stabilitˆ varato dallo stato e con il ritorno in auge fino alla fine del 2015 delle detrazioni fiscali potremmo prendere due piccioni con una fava e non solo eliminare il brutto e nocivo amianto ma potremmo anche installare anche sul nuovo tetto dei pannelli solari.

Di seguito una sintesi delle detrazioni fiscali: Ecobonus 65% Gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, realizzati su singole unità immobiliari o su parti comuni di edifici residenziali, e gli interventi antisismici su prime case ed edifici produttivi ricadenti nelle zone ad alta pericolositˆ sismica, godono di una detrazione fiscale del 65%. Lo sconto si applica sullÕIrpef dovuta da chi sostiene le spese e si recupera in dieci rate annuali. Il tetto di spesa varia in funzione del tipo di intervento. LÕagevolazione scade il 31 dicembre 2015. Bonus Ristrutturazioni 50% Per gli interventi di ristrutturazione edilizia, manutenzione straordinaria, recupero e risanamento conservativo, ricostruzione e ripristino a seguito di eventi calamitosi, sul potrimonio edilizio esistente, e per gli interventi di manutenzione ordinaria solo quando interessano parti comuni degli edifici, è prevista una detrazione fiscale del 50%, con un tetto massimo di spesa di 96.000 euro. Lo sconto si applica sullÕIrpef dovuta da chi sostiene le spese e si recupera in dieci rate annuali. LÕagevolazione scade il 31 dicembre 2015.

COPERTURE - 25


Speciale Museo dell’Industria e del Lavoro Brescia, si sa , è sinonimo di cultura, di storia, di reperti e monumenti che ci rendono fieri di essere i suoi abitanti. Al contempo però, è anche una città ricca di industria, di artigianato, di lavoro in sŽ. Uniamo ora i due argomenti e parliamo del grande Museo

26 - CURIOSITA’ DI CASA

dellÕIndustria e del Lavoro (musil). Il primo reperto risale al 5 settembre 1989 e fu acquistato da Luigi Micheletti facendo cos“ partire il progetto promosso dalla omonima fondazione. Ora, nei suoi 2000 msi trovano oltre 2.000 tra macchine, apparecchiature ed utensili di vario genere appartenenti alla civiltˆ industriale. La progettazione dello stabilimento parte con lo studio della Fattibilitˆ, nel 2000 per conto della Regione Lombardia e nel 2001, il Comune di Brescia assegna lÕex stabilimento Tempini allo scopo di fungere come sede centrale del Museo. Successivamente, lÕ11 marzo 2005, viene siglato lÕAccordo di Programma per la realizzazione del Museo dellÕIndustria e del Lavoro ÒEugenio BattistiÓ. Nascono cos“ le basi per la realizzazione del primo Museo italiano dedicato al tema dellÕindustrializzazione.


Ecco di seguito i rami che lo compongono e le loro collocazioni • il Museo dell’industria e del lavoro di Rodengo Saiano, in Franciacorta, magazzino visitabile a servizio dellÕintero sistema. • il Museo dell’energia idroelettrica, al centro della Valle Camonica, in un grande edificio emblematico della modernità novecen-

tesca, contenitore ideale per un museo di nuova generazione; • il Museo del ferro, in un’antica fucina bresciana, integralmente conservata e destinata a far rivivere una traduzione produttiva millenaria; • la sede centrale, attualmente in fase di costruzione nellÕarea dellÕex stabilimento Tempini a Brescia.

CURIOSITA’ DI CASA - 27


Monte Maddalena… Una palestra all’aperto ai piedi della Città di Brescia Dopo un inverno impegnativo ma neanche più di tanto, ecco che i raggi del sole si fanno sentire sempre di piuÕ, sempre più spesso e

28 - CURIOSITA’ DI CASA

con maggior intensitˆ. Ed è cos“ che la voglia di passeggiare, di stare allÕaria aperta, di arricchirsi della cultura che le terre circostanti


ci mettono a disposizione esplode sotto i primi timidi raggi di sole. Stanchi di giornate corte e di freddo ed umiditˆ penetrante, stanchi delle solite Òquattro muraÓ, iniziamo cos“ ad annusare lÕaria sempre meno cruda e sempre più carica di profumi di fiorellini di campo. Vediamo ora come tutta questa voglia, oserei dire quasi necessitˆ, si puoÕ sviluppare senza particolari sforzi, senza andare troppo lontano e allo stesso tempo con grande soddisfazione. Il Monte Maddalena è il monte delle Preal-

pi Bresciane e Gardesane che si innalza sopra la cittˆ arrivando ad un altezza di 874 m s.l.m , una montagna particolarmente accessibile ma forse ancora un poÕ sottovalutata dai suoi concittadini. Non bisogna andare lontano per potersi godere una giornata meno metropolitana. Bastano 15 min dÕauto per raggiungere la sua cima attraverso Via Panoramica, un tragitto lungo 10,3km. UnÕalta alternativa, sempre valida ma più impegnativa seppur più corta, consiste nel percorrere una piccola carrabile da Nave tramite ÒMuratello di NaveÓ. Non mancano nemmeno le linee di autobus, la linea 6 assicura costantemente lÕaccesso partendo dalla cittˆ ed in estate si puoÕ sfruttare anche la linea 5. Se proprio vogliamo goderci una giornata interamente allÕinsegna del movimento, basterˆ munirsi preferibilmente di bastoni ed abbigliamento comodo e percorrere uno o più dei numerosi sentieri che portano alla meta con partenza sia dalla cittˆ che dai comuni limitrofi. CÕè spazio, e anche tanto, pure per gli appassionati del Mountain Bike che qui riscontrano varie tipologie di difficoltà, con passaggi tipici del Garda, su rocce ferme e ripide o su pietraie smosse ma soprattutto con tanta avvolgente natura.

CURIOSITA’ DI CASA - 29


Parlando, appunto, dei benefici che il trekking riversa sullÕorganismo ne elenchiamo di seguito alcuni: - Le pareti del sistema cardiocircolatorio, costituite da tessuto muscolare, si ingrossano e si rinforzano; - Migliora la respirazione grazie alla frequenza costante degli atti respiratori che tende ad aumentare durante la camminata sostenuta, apportando cos“ maggior ossigeno ai polmoni; - Scarica la tensione nervosa e lÕansia grazie alla sensazione di quiete e alla disponibilitˆ nellÕaria di maggior ossigeno - Stimola i rapporti umani. Basta pensare che

la montagna è lÕunico contesto nel quale la gente si saluta, il più delle volte con un sincero sorriso, pur non conoscendosi affatto.

CURIOSITA’ DI CASA - 31


G. e B. Meccanica

OFFICINA MECCANICA DI PRECISIONE La G. e B. Meccanica ティ unテ病zienda giovane e dinamica nata nel 1997, specializzata nella produzione conto terzi di particolari lavorati a disegno o campione, dalle attrezzature, macchine speciali, stampi, ricambi in genere e piccole/medie serie. Realiziamo su richiesta del cliente disegni in 3D e lavorazioni CAD/CAM, per la produzione di ogni par-

ticolare richiesto, lavorazioni con macchine a CNC e con materiali certificati. Tornitura e Fresatura CNC con sede a Manerbio, Brescia. Siamo in oltre specializzati nella realizzazione di accessori e componenti per auto moto e scooter.

www.gebmeccanica.com Dalla nostra passione per le due ruote ティ nata la VENDITA ON-LINE DI RICAMBI SCOOTER E MOTO, dove potete trovare oltre a prodotti di nostra produzione ricavati dal pieno in stock o su specifica del cliente, una lunga lista di prodotti divisa per categorie.

TORNITURA E FRESATURA, LAVORAZIONI MECCANICHE DI PRECISIONE. Scopri le nostre lavorazioni, il parco macchine dedicate alla Tornitura e Fresatura. Consulta le rispettive pagine dedicate nella sezione servizi per vedere alcuni dei nostri lavori.


ORA DISPONIBILE LA VENDITA ON-LINE DI RICAMBI SCOOTER E MOTO!!! www.gebmeccanica.com TORNITURA E FRESATURA CNC PROGETTAZIONE E PROGRAMMAZIONE CAD/CAM ACCESSORI MOTO E SCOOTER DAL SINGOLO PEZZO ALLE PICCOLE E MEDIE SERIE LAVORAZIONI CONTO TERZI

MABERBIO (BS) - Via Artigianale, 3 - Tel. 030 6391328 - Fax 030 6391328 - info@gebmeccanica.com


Speciale Spurghi Chi è ASPI

LÕAssociazione nazionale delle imprese per la manutenzione e lo spurgo delle reti fognarie e idriche, come organo rappresentativo riconosciuto dagli operatori (imprese di trasporto rifiuti – imprese di spurgo), dai loro clienti, dagli Enti e dalle Istituzioni, attiva a livello locale, regionale, nazionale ed internazionale. Oggi lÕASPI registra più di 430 Soci rappresentativi di tutte le Regioni (cliccando sul link ÒASPI Ð in ItaliaÓ è visibile lista di imprese, per regione, di spurgo, trasporto rifiuti, risanamento e videoispezione condotte fognarie) ed ha importanti contatti anche con le associazioni locali esistenti per coinvolgerle nel progetto di creare lÕunitˆ della categoria. Il portale offre informazioni in tempo reale su norme e convenzioni per imprese di spurgo pozzi neri e trasporto rifiuti, risanamento e videoispezione. Operiamo per aumentare la professionalitˆ delle imprese incentivando lÕutilizzo delle migliori tecniche di videoispezione delle tubazioni e le migliori tecniche di spurgo e pulizia (pozzetti, caditoie stradali, fogne, pozzi nere e vasche settiche). Organizziamo corsi per consulente ADR, forniamo manuali per videoispezione, per spurgo fognature e risanamento condotte.

34 - SPECIALE SPURGHI

L’ASPI oggi offre agli Associati molteplici servizi, tra cui: • Servizi tecnici, perizie, consulenze e pratiche relative ai rapporti con lÕAlbo Nazionale delle Imprese che effettuano la gestione dei rifiuti (imprese di trasporto rifiuti). • Assistenza per pratiche utili al recupero carbon tax ed accise dal costo dei carburanti autotrazione consumati da imprese di trasporto rifiuti. • Informazioni e consulenza gratuite su norme e leggi relative ad imprese di spurgo pozzi neri e trasporto rifiuti, risanamento e videoispezione condotte fognarie. • Supporto e rappresentanza della categoria (aziende di spurgo e trasporto rifiuti) presso le Istituzioni. • Certificazione ISO secondo un programma specifico per le aziende del settore (risanamento Ð spurgo Ðvideoispezione). • Abbonamento gratuito alle riviste “SERVIZI A RETEÓ e ÒGSA IGIENE URBANAÓ, oltre a comunicazioni urgenti via fax per informazioni puntuali e costanti sui temi che interessano le aziende di trasporto rifiuti e spurgo pozzi neri, e che possono stimolare la crescita professionale delle imprese di settore (risanamento Ð videoi-


spezione Ð spurgo). • Convenzione con primarie Compagnie per lÕemissione di polizze assicurative e fidejussorie a costi competitivi. • Convenzione con primarie Compagnie per leasing e finanziamenti. • Convezione con strutture alberghiere per sconti sui servizi e per lÕutilizzo gratuito di una city-car durante il soggiorno. • Convenzione con società specializzata per ricevere informazioni su gare ed appalti. • Convenzioni con fornitori di beni, per incentivare lÕutilizzo delle migliori tecniche di videoispezione delle tubazioni e le migliori tecniche di spurgo e pulizia (pozzetti, caditoie stradali, fogne, pozzi nere e vasche settiche).

Altri servizi possono essere organizzati per le aziende associate di spurgo – risanamento – videoispezione: • corsi per consulenti al trasporto delle merci pericolose (consulenti ADR). • corsi per la preparazione all’esame di CAPACITË PROFESSIONALE per il trasporto

merci in conto terzi in collaborazione con soggetti autorizzati dal Ministero Infrastrutture e Trasporti. • corsi per Responsabili Tecnici delle imprese per la Gestione dei Rifiuti in collaborazione con strutture riconosciute dalle Regioni ed a tale scopo abilitate. • corsi antincendio. • corsi per la sicurezza nei cantieri. • corsi per il pronto soccorso in cantiere o in azienda. • corsi per la videoispezione, per il risanamento condotte fognarie, per la manutenzione e lo spurgo delle reti idriche e fognarie.

SPECIALE SPURGHI - 35


Speciale Giardinaggio Arieggiatura: quando arieggiare il prato Cos“ come non tagliereste mai un prato zuppo dÕacqua o somministrereste un fertilizzante invernale in giugno, anche lÕarieggiamento deve essere eseguito preferibilmente in determinati periodi; dipende dal tipo di specie erbacee che compongono il vostro prato e dal tipo di suolo su cui giace. Conoscete il vostro prato? Due sono le categorie principali di erba che compone un prato: erba per climi caldi e erba per climi freschi. LÕerba per climi caldi inizia a crescere attivamente in estate; in questo caso arieggiate in tarda primavera-inizio estate, cos“, con la crescita dellÕerba si riempiranno facilmente i vuoti creati con lÕarieggiamento. LÕerba per climi freschi inizia a crescere da fine estate a inizio autunno; si sviluppa vigorosamente con temperature fresche e compete attivamente con le erbe infestanti che crescono in autunno. La crescita vigorosa aiuta il prato a superare lo stress provocato con lÕarieggiamento. In questo caso si raccomanda di arieggiare in autunno almeno 4 settimane prima che arrivi il primo freddo invernale.

Specie erbacee per prati in climi caldi – arieggiare da fine primavera e inizio estate: • Gramigna • Cynodon spp. • Bouteloua dactyloides • Stenotaphrum secundatum • Zoysia spp.

Specie erbacee per prati freschi – arieggiare in autunno: • Agrostide • Festuca • Poa pratensis

36 - GIARDINAGGIO

• Poa trivialis • Loglio LÕarieggiamento varia in base al tipo di suolo Alcuni tipi di suolo richiedono arieggiamenti più frequenti. I suoli argillosi si compattano facilmente e andrebbero arieggiati almeno una volta allÕanno. I suoli sabbiosi possono essere arieggiati anche ad anni alterni. In climi aridi, eseguire lÕarieggiamento due volte allÕanno aiuta lÕerba a crescere sana e


rigogliosa. Se passate sul prato con unÕautomobile o vi parcheggiate sopra, arieggiate ogni anno.

• Attendete almeno un anno prima di arieggiare un prato nuovo, per permettere allÕerba di stabilizzarsi. • Arieggiate quando il suolo è umido, ma non troppo bagnato. Le lame dellÕarieggiatore penetrano più facilmente in un terreno umido, ma se il terreno è troppo bagnato, le lame fanno fatica ad andare in profonditˆ. Per determinare il giusto grado di umiditˆ, il prato dovrebbe assorbire circa 2 cm di acqua, data per irrigazione o scesa come pioggia, prima di arieggiare. Questo potrebbe voler dire dover irrigare il prato per unÕora il giorno prima di arieggiare o, nel caso di terreni molto duri, irrigare più giorni, per poco tempo, prima di arieggiare. • Evitate di arieggiare quando fa troppo caldo e cÕè siccitˆ; sarebbe uno stress ulteriore per il prato.

Consigli su quando arieggiare

• Eseguite l’arieggiamento prima di fertilizzare o riseminare il prato; creerete spazio per far penetrare gli elementi nutritivi e i semi. • Diserbate prima di arieggiare, poichè arieggiando stimolerete la germinazione di semi o il germogliamento di porzioni radicali di erbe infestanti.

GIARDINAGGIO - 37


AFFITTASI UFFICI

MQ. 135 IN BRESCIA RISCALDATO, IMPIANTO ELETTRICO A NORMA, PIAZZALE CINTATO Classe Energetica D ESENTE DA INTERMEDIARI

TEL. 335 6815560


Profile for Puntobresciano

Nuovo Punto Bresciano marzo 2015  

Nuovo Punto Bresciano marzo 2015  

Advertisement