__MAIN_TEXT__

Page 1

RICERCA PERSONALE A PAGINA 7


SOMMARIO Speciale MECSPE Parma 23 / 25 Marzo 2017 I saloni di MECSPE La ripresa delle pmi della meccanica porta il tutto esaurito a MECSPE 2017 RICERCA PERSONALE A PAGINA 7

I numeri di MECSPE 2017 Da 16 edizioni, il salone di riferimento per l'industria manifatturiera Iniziative speciali MECSPE 2017

Coperture PUNTOBRESCIANO n. 2 Marzo 2017 - Anno XV Mensile di informazioni bresciane Aut. del Tribunale di Brescia N° 8/2003 - 24/02/2003 DIRETTORE RESPONSABILE Gianmario Baroni EDITRICE | REDAZIONE AMMINISTRAZIONE | PUBBLICITÀ Editrend - Via Fura, 48 - Brescia Tel. 030 3534392 - Fax 030 5234013 FOTOCOMPOSIZIONE e VIDEOIMPAGINAZIONE Editrend Grafica - Via Fura, 48 - Brescia Tel. 030 3534392 - Fax 030 5234013

4 6 10 16 17

22

Amianto incentivi a fondo perduto 2017 Gli incentivi per la bonifica amianto 2017 sono i seguenti

18

Ristrutturare il tetto: i 5 punti da valutare sempre

19

Autoscuole Legge sull'omicidio stradale il primo bilancio è deludente

Giardinaggio Arieggiatura: quando arieggiare il prato Le piante della salute da tenere in giardino Piccole ispirazioni per coltivare il benessere

STAMPA Pixartprinting

Mercato immobiliare

L’Editore declina ogni responsabilità in ordine ad eventuali errori di stampa e o disguidi di altro genere relativi agli spazi pubblicati. È vietata la riproduzione totale o parziale di foto, marchi e testi, tutti i diritti sono riservati. Periodico mensile a diffusione gratuita in Brescia e Provincia.

Previsioni positive nel 2017, in un mercato immobiliare che resta piccolo

26 28 29 36


Speciale MECSPE Parma 23 / 25 Marzo 2017

MECSPE è la fiera di riferimento per l’industria manifatturiera. Grazie alla sinergia dei 11 Saloni tematici che offrono al visitatore una panoramica completa su materiali, macchine e tecnologie innovative e alle iniziative uniche come Fabbrica Digitale oltre l’automazione©, la manifestazione rappresenta la via italiana per l’industria 4.0. Il punto d’incontro tra tecnologie per produrre e filiere industriali, grazie alla sinergia tra i Saloni che si svolgono in contemporanea e le innovative formule espositive quali viali tematici, piazze dell’eccellenza ed isole di lavorazione.

LUOGO: Fiere di Parma DATA: Prossima edizione: 23 - 25 marzo 2017 ORARIO: 9:00 - 17:30 - Sabato dalle 9:00 alle 17:00 INGRESSI: Fiiere di Parma Viale delle Esposizioni 393A - 43126 Parma PR

4 - MECSPE 2017

Reception Est - Pad. 2 - Reception Sud - Pad. 4 Reception Nord - Pad. 6 - Reception Ovest - Pad. 6 INGRESSO STUDENTI: Scolaresche: sono ammesse solo le classi IV e V degli Istituti Medi Superiori - accompagnati dai docenti (n. 1 ogni 10 alunni). Le scuole interessate dovranno inviare a luisella. borsa@senaf.it elenco nomi e cognomi degli studenti in visita e nome docente (va indicato il cellulare) su carta intestata dell'Istituto entro il 22 febbraio 2017. SERVIZI PER I DIVERSAMENTE ABILI: Fiere di Parma offre un facile accesso ed una comoda fruibilità del quartiere fieristico ai disabili mettendo a disposizione i seguenti servizi: xx parcheggi riservati (vicino agli ingressi come previsto dalla legge) xx casse dedicate (altezza modificata) xx quartiere completamente monoplanare e senza gradini (salvo la sbarra a terra che si trova solo nelle porte posizionate sui portoni carrai del pad 6) xx bagni dedicati xx ascensori per l'accesso al self del pad 4 e al mezzanino del Pad 2 xx sedie a rotelle a disposizione xx bar con piani per disabili ad altezza modificata nel pad 2 e 3


I saloni di MECSPE

MACCHINE UTENSILI Con MECSPE 2017 torna il Salone Macchine e Utensili dedicato alla filiera delle lavorazioni meccaniche ad asportazione di truciolo. FABBRICA DIGITALE Il Salone Fabbrica Digitale si occupa delle tematiche relative alla fabbrica intelligente oggi definita industria 4.0 che rappresenta il cardine dell'industria del futuro, dove tecnologia e business sono sempre più interconnessi dando vita ad una produzione di prodotti intelligenti. Dall'informatica,

6 - MECSPE 2017

alla Sensoristica industriale, dal Cloud Manufacturing, alle Tecnologie di identificazione automatica (RFID – NFC Near Field Communication), fino ai Software e alle macchine capaci di comunicare in wireless attraverso l’IoT, l' Internet delle cose, questo nuovo sistema di produzione consentirà non solo di risparmiare costi di produzione e trasferimento di materiali ma anche e soprattutto di tagliare i tempi e aumentare la velocità di risposta. Un nuovo contesto per le aziende che non dovranno più concentrarsi sull'intero ciclo produttivo ma individuare il passaggio chiave di questo processo in cui si concentra il valore.


MOTEK ITALY Motek Italy è il salone dedicato alla manipolazione, all’assemblaggio e all’automazione di fabbrica e - per soddisfare al meglio gli interessi mirati dei visitatori - sarà inserito in un contesto totalmente dedicato all’automazione che si svilupperà attraverso i seguenti saloni sinergici: xx Power Drive: sistemi e componenti per la trasmissione di potenza e meccatronica xx Subfornitura elettronica: lavorazioni elettroniche in conto terzi xx Control Italy: strumentazione di testing e di misura e controllo per la qualità xx Fabbrica Digitale: informatica industriale, IoT–sensoristica Industriale, cloud manufacturing, tecnologie di identificazione automatica xx Logistica: movimentazione–material handling, lean manufacturing supply chain management POWER DRIVE La 16a edizione di MECSPE - Fiere di Parma, 23/25 Marzo 2017 - sarà arricchita dalla seconda edizione di POWER DRIVE, salone specializzato dedicato ai sistemi e componenti per la trasmissione di potenza inserito in un contesto autorevole dell’industria meccanica manifatturiera I SETTORI TRATTATI: OLEODINAMICA • PNEUMATICA • ORGANI DI TRASMISSIONE MECCANICA • COMANDI E AZIONAMENTI • MECCATRONICA • ARIA COMPRESSA • MANUTENZIONE Power Drive sarà presentato in un nuovo contesto totalmente dedicato all’automazione, che si svilupperà attraver-

so i seguenti saloni sinergici: xx Fabbrica Digitale: informatica industriale IoT – sensoristica Industriale – cloud manufacturing - tecnologie di identificazione xx Subfornitura elettronica: lavorazioni elettroniche in conto terzi xx Control Italy: strumentazione di testing e di misura e controllo per la qualità xx Motek Italy: manipolazione, assemblaggio, automazione di fabbrica xx Logistica: movimentazione–material handling, lean manufacturing supply chain management

LOGISTICA Il tema della logistica riveste un ruolo fondamentale nell’economia di qualsiasi impresa e l’edizione 2017 di MECSPE affronterà i temi della logistica industriale presentandoli nel nuovo contesto totalmente dedicato all’automazione che si svilupperà attraverso i seguenti saloni sinergici:

RICERCA 1 COMMERCIALE

Per potenziare la rete vendita L'AVVISO È RIVOLTO A Tutti i candidati che abbiano una buona capacità di comunicazione e relazione con il pubblico. Preferibili con esperienza pregressa nel settore vendita spazi pubblicitari. OFFRIAMO Fisso mensile a raggiungimento obbiettivi prefissati, alte provvigioni, portafoglio clienti. I NOSTRI MEDIA Puntobresciano - ilTiratardi I Candidati interessati possono inviare il proprio curriculum vitae con il consenso al trattamento dei dati personali

alla mail: editrend@editrend.it o telefonando al 335.6815560 La ricerca è rivolta ad ambosessi (L 903/77)

MECSPE 2017 - 7


SUBFORNITURA MECCANICA Il salone delle lavorazioni industriali per conto terzi si riconferma a MECSPE! SUBFORNITURA ELETTRONICA L’edizione 2017 di MECSPE confermerà SUBFORNITURA ELETTRONICA, un’area dove le aziende di assemblaggio e di progettazione potranno presentarsi nella loro veste istituzionale di fornitori e non solo come potenziali clienti.

xx Fabbrica Digitale: informatica industriale IoT – sensoristica Industriale – cloud manufacturing - tecnologie di identificazione xx Subfornitura elettronica: lavorazioni elettroniche in conto terzi xx Control Italy: strumentazione di testing e di misura e controllo per la qualità xx Motek Italy: manipolazione, assemblaggio, automazione di fabbrica xx Power Drive: sistemi e componenti per la trasmissione di potenza e meccatronica CONTROL ITALY Control Italy è il salone dedicato al controllo, alla metrologia e al sistema qualità.

8 - MECSPE 2017

ADDITIVE MANUFACTURING La 16a edizione di MECSPE sarà arricchita dal Salone ADDITIVE MANUFACTURING, dedicato alle tecnologie di stampa 3D professionale che consentono di incrementare l’efficacia e l’efficienza del processo produttivo e di prototipazione, garantendo maggiore flessibilità con costi e tempi ridotti. Verranno illustrate le tematiche dell’additive


manufacturing, con approfondimenti mirati dedicati a meccanica, prototipazione, modelleria e design industriale. Le innovazioni saranno presentate al visitatore tramite case histories, spunti applicativi e aree dinamiche, che mostreranno i vantaggi e delineeranno i nuovi scenari di competitività. EUROSTAMPI - MACCHINE E SUBFORNITURA PLASTICA Il mondo delle materie plastiche torna a MECSPE con il salone Eurostampi, Macchine e subfornitura Plastica, salone dedicato ai fornitori della filiera della trasformazione delle materie plastiche che prende in esame le differenti lavorazioni della plastica: stampaggio, termoformatura, soffiaggio, estrusione, serigrafia, verniciatura. TRATTAMENTI E FINITURE Torna Trattamenti e Finiture, il salone biennale dedicato ai trattamenti e alle finiture delle superfici: metallo, plastica, legno (new). Grazie alla concomitanza dei Saloni sinergici di MECSPE, può contare sulla presenza di oltre 39.000 visitatori: decisori, titolari di azienda, responsabili acquisti, responsabili di produzione. L’industria è in continua evoluzione: l’industria che si evolve è quella che accetta di affrontare nuove sfide attraverso nuove tecnologie. Oggi le grandi sfide riguardano i materiali e l’ecologia. Le nanotecnologie offrono concrete risposte a tali sfide offrendo agli utilizzatori rivestimenti e trattamenti idonei a rispondere alle attuali esigenze di produzione apportando innovazione e competitività ai prodotti industriali

I SETTORI TRATTATI: IMPIANTI PER IL TRATTAMENTO DELLE SUPERFICI • FORNI • GALVANICA • PROCESSI CHIMICI ED ELETTRONICI • LAVAGGIO • METALIZZAZIONE, SMALTATURA, ZINCATURA • PRODOTTI ED ACCESSORI PER TRATTAMENTI • TRATTAMENTI TERMICI • VERNICIATURA

MECSPE 2017 - 9


La ripresa delle pmi della meccanica porta il tutto esaurito a MECSPE 2017 Un comparto vitale, che si è lasciato alle spalle la congiuntura: è questo il quadro delle imprese della meccanica e subfornitura italiane che emerge dall’ultima edizione dell’Osservatorio MECSPE. Oltre 6 imprenditori su 10  (65,5%) si dicono ampiamente  soddisfatti  delle  performance delle proprie aziende, forti di fatturati che – guardando alla chiusura del 2016, rispetto allo stesso periodo del 2015 – sono stimati in crescita dal 37% e stabili dal 49,7%, e dalla sostanziale stabilità del numero dei dipendenti (per il 72,9%). Gli ordinativi sono adeguati alle esigenze finanziarie (78,6%), la liquidità è buona per ben il 60,2%, ma soprattutto c’è un’estrema fiducia nel buon andamento del mercato, nel breve periodo, conquasi la metà delle imprese (47,9%) che prevede una crescita e il 44,8% stabilità. Un nuovo slancio che si traduce in voglia di tornare a essere protagoniste del mercato.  MECSPE 2017  – manifestazione punto di riferimento per il manifatturiero 4.0 – registra infatti numeri da record con oltre 1.800 espositori  presenti e  oltre 40mila visitatori attesi  che animeranno i 105mila metri quadrati di superficie espo-

10 - MECSPE 2017


sitiva dei padiglioni di Fiere di Parma, che saranno tutti occupati. Ai ‘tradizionali’ padiglioni 2 (con i saloni Macchine utensili e Trattamenti e Finiture), 3 con Macchine Utensili e Subfornitura meccanica), 5 (che ospita Fabbrica Digitale, Subfornitura Elettronica, Motek Italy, Control Italy, Power Drive, Logistica), 6 (con Eurostampi e il salone Additive manufacturing) si affiancheranno, infatti, l’8 che accoglie la richiesta di partecipazione di aziende che lavorano nelle diverse aree della Subfornitura e dei Trattamenti e Finiture e il 4 che sarà cuore mostra della prossima edizione e sarà interamente dedicato alla Fabbrica Digitale 4.0. Da sempre attenta a presentare alle imprese italiane i trend e l’evoluzione tecnologica del comparto, MECSPE 2017 mette al centro dell’esposizione le tematiche 4.0

dedicando loro un intero padiglione (Pad.4), dove sarà possibile vederne la versatilità e il potenziale applicativo, attraverso la realizzazione di una serie di iniziative come, l’area dedicata al reverse engineering e all’additive manufacturing, nuovi orizzonti della progettazione, dove si eseguiranno le diverse fasi di lavorazione: dalla scansione all’acquisizione dati, dalla rielaborazione delle matematiche alla realizzazione di file per produzione additiva, per arrivare alla riproduzione dell’oggetto tramite Additive Manufacturing. Inoltre, verrà individuato un particolare, prodotto con tecnologie ad asportazione di truciolo, che sarà poi realizzato anche con tecnologie additive, esaltando gli aspetti di velocità, alleggerimento, riduzione dei tempi di assemblaggio e dei costi (per produzioni customizzate). O ancora l’iniziativa “Con-

MECSPE 2017 - 11


nected manufacturing process” dove sarà mostrata una cella di lavorazione auto-ottimizzante, che mostrerà come le macchine utensili rese “intelligenti” mediante l’Internet of Things e l’integrazione di sistemi di misura e controllo, consentano attività di monitoraggio del funzionamento operativo e della gestione della commessa, fornendo allo stesso tempo informazioni per l’efficientamento dei costi aziendali. Spazio anche allaRobotica collaborativa e logistica 4.0, un’area in cui i visitatori potranno ammirare i cobot impegnati in operazioni di handling, assemblaggio e controllo qualità, interconnesse con tecnologie IoT. In particolare, il controllo dimensionale mostrerà l’intelligenza artificiale (deep learning), mentre l’assemblaggio sarà di tipo adattivo. Infine, un innovativo sistema di visione aumenterà la sicurezza e la produttività del robot tramite un evoluto sistema predittivo per estendere e migliorare la condivisione degli spazi tra uomo e robot. Per dimostrare come sia possibile che umani e cobots collaborino in sicurezza verrà realizzato un bar tecnologico dove i robot saranno al servizio dei visitatori per offrire bevande e snack. Per mostrare i vantaggi che le tecnologie 4.0 potranno dare ai diversi settori del manifatturiero, il pad. 4 ospiteràl’Area Motorsport – comparto d’eccellenza del manifatturiero emiliano-romagnolo – dove alla parte officina, che mostrerà sei filiere dedicate alle tecnologie più innovative per le lavorazioni di precisione in ambito fresatura e tornitura, si affiancherà una parte espositi-

12 - MECSPE 2017

va con veicoli da competizione e particolari performanti degli stessi e un simulatore di guida basato sulla realtà Virtuale “Oculus Rift”, gestito dal team UNIPR RACING dell’Università di Parma, che permetterà al visitatore di


grazie alla sinergia dei suoi 11 Saloni tematici, dei 50 momenti formativi, delle 10 Piazze dell’eccellenza e delle 10 Unità dimostrative, che mostreranno dal vivo processi e soluzioni, capaci di imprimere una concreta trasformazione al manifatturiero italiano. Nella prossima edizione, torna protagonista Trattamen-

vivere le emozioni della guida su un circuito da corsa. Attorno a questo cuore mostra, MECSPE 2017 darà vita ad una manifestazione in grado di dare una panoramica completa su materiali, macchine e tecnologie innovative

ti e Finiture - il Salone biennale dedicato ai trattamenti e alle finiture delle superfici, che quest’anno amplia il proprio raggio d’azione al legno e avrà un focus sulle nanotecnologie – che affiancherà il Salone Macchine e Utensili con il meglio della filiera delle lavorazioni meccaniche ad asportazione di truciolo e degli utensili innovativi a cui è dedicato un quartiere, e  Eurostampi, Macchine e subfornitura Plastica, dove, grazie alla presenza dei più importanti fornitori della filiera, sarà possibile vedere le differenti lavorazioni della plastica e le lavorazioni del-

MECSPE 2017 - 13


la gomma, mentre Additive Manufacturing mostrerà le applicazioni di rapid prototiping e 3D printing per incrementare l’efficacia e l’efficienza del processo produttivo e di prototipazione, garantendo maggiore flessibilità con costi e tempi ridotti. Come già lo scorso anno, verrà data ampia visibilità all’intero settore della subfornitura industriale, non solo in ambito plastica, ma anche in quello meccanica ed elettronica:Subfornitura Elettronica, una vetrina sul mondo dell’outsourcing elettronico, dove aziende di assemblaggio e di progettazione possono presentare le loro competenze e il loro know how, presentandosi come fornitori e non solo come potenziali clienti, mentre il salone Subfornitura Meccanica esalterà le lavorazioni industriali conto terzi, presentando fornitori specializzati e all’avanguardia. Completa l’offerta di MECSPE Fabbrica Digitale il Salone dedicato alle tecnologie per l’informatica industriale, l’identificazione, la sensoristica, l’IoT e il cloud manufacturing, che sarà inserito in un contesto totalmente dedicato all’automazione attraverso la sinergia con Motek Italy e le suesoluzioni per manipolazione, assemblaggio e automazione di fabbrica; Control Italy, con lestrumentazione di testing, di misura e controllo per la qualità; Power Drive, dedicato ai sistemi e componenti per la trasmissione di potenza meccanica, oleodinamica-pneumatica e di meccatronica e il Salone Logistica con focus su movimentazione e material handling industriale, in un’ottica di lean manufacturing e supply chain management.

14 - MECSPE 2017


I numeri di MECSPE 2017 105.000 mq di superficie espositiva, oltre 1.800 espositori, 10 Piazze dell’eccellenza, 10 Unità dimostrative, 7 quartieri tematici, 11 saloni tematici, 50 momenti formativi organizzati da aziende, università e associazioni.

I saloni di MECSPE Macchine e Utensili – macchine utensili, utensili e attrezzature; Fabbrica Digitale – tecnologie informatiche per la gestione di una fabbrica intelligente; Motek Italy – automazione di fabbrica; Power Drive – Sistemi – Componenti – Meccatronica; Control Italy – metrologia e controllo qualità; Logistica – sistemi per la gestione della logistica, macchine e attrezzature; Subfornitura Meccanica – lavorazioni industriali  in conto terzi; Subfornitura Elettronica – progettazione, lavorazioni elettroniche e componenti e

16 - MECSPE 2017

accessori; Eurostampi, Macchine e subfornitura plastica – stampi e stampaggio; lavorazioni delle materie plastiche e della gomma; Additive Manufacturing - rapid prototiping e 3D printing; Trattamenti e finiture – macchine e impianti per il trattamento e la finitura delle superfici.


Da 16 edizioni, il salone di riferimento per l'industria manifatturiera MECSPE è l'unica fiera business to business che attira ca 40,000 visitatori altamente profilati, con potere decisionale (39.656 nell'edizione 2016), provenienti dai principali settori dell'industria manifatturiera. 11 saloni raggruppati in 4 aree tematiche che consentono al visitatore di individuare in un'unica visita i migliori fornitori di tecnologie, macchine e lavorazioni nei seguenti ambiti: xx Automazione xx Meccanica xx Trasformazione delle materie plastiche xx Subfornitura SOLO A MECSPE BUYER ESTERI E ITALIANI ALTAMENTE PROFILATI Il visitatore tipo che si incontra a MECSPE è titolare di piccole e medie aziende ma anche decision maker proveniente dalle grandi aziende italiane in cerca di nuove soluzioni tecnologiche, prodotti e partner. Inoltre da diverse edizioni la manifestazione collabora con la Regione Emilia Romagna per l’organizzazione di delegazioni di buyer esteri. Le delegazioni ospiti delle passate edizioni: Brasile, Corea, Croazia, Egitto, Francia, Germania, India, Repubblica Ceca, Russia, Polonia, Serbia, Sudafrica, Svizzera, Tunisia, Turchia, U.S.A, Vietnam.

MECSPE: 11 SALONI IN UNO MECSPE è il punto d’incontro tra tecnologie per produrre e filiere industriali, grazie alla sinergia tra i 11 Saloni che si svolgono in contemporanea e alle Piazze dell’Eccellenza, aree espositive organizzate per settori di utilizzo finali dove dare massima visibilità ai propri prodotti e soluzioni innovative.

MECSPE 2017 - 17


SPECIALE COPERTURE

Amianto incentivi a fondo perduto 2017 Gli incentivi per la bonifica amianto 2017 sono i seguenti Bando Inail: opportunità appena apertasi a gennaio di quest’anno e con scadenza giugno  2017 che si chiude con l’ormai famoso  click day. Gli incentivi per la bonifica amianto prevedono in sintesi un  finanziamento a fondo perduto del 65%  dei costi della rimozione e di rifacimento della nuova copertura con un tetto massimo di 130.000 €. Se consideriamo che i costi della rimozione dell’amianto variano da 6€/m2 a 10 €/m2 in funzione del tipo di cantiere (dimensione dell’area, difficoltà d’intervento ecc…), il finanziamento a fondo perduto per la bonifica dell’amianto interessa interventi di rimozione di superfici al massimo di 15.000 m2. L’iter burocratico è il seguente: xx entro Giugno 2017: inserimento della sua azienda per essere ammessa alla richiesta con assegnazione del codice identificativo. xx fine giugno 2017: click day ed entro 10 giorni pubblicazione della graduatoria. Le aziende ammesse dovranno completare la parte burocratica. xx novembre 2017: ricevimento a mezzo posta certifica del contributo. xx entro 1 anno bisogna eseguire i lavori, i pagamenti e fare la rendicontazione di tutto ciò che è stato fatto.

18 - COPERTURE

xx entro 100 giorni dalla presentazione della rendicontazione si ottiene il finanziamento a fondo perduto. Gli incentivi europei a fondo perduto del PSR, riguardanti il settore agricolo, sono validi fino al 2020. Gli incentivi di bonifica amianto del governo italiano, grazie al pacchetto di norme chiamate Ecobonus, consentono la detrazione IRPEF del 65% delle spese sostenute per la bonifica dell’amianto e sono validi fino al 2020. Per avere concrete possibilità di accedere a questi incentivi sulla bonifica amianto è fondamentale avere consulenti esperti in questo settore, quindi contattateci per un preventivo e gratuitamente vi daremo tutti i consigli per ottenere i finanziamenti a fondo perduto per la bonifica dell’amianto.


Ristrutturare il tetto: i 5 punti da valutare sempre A chi non è del settore, ristrutturare il tetto può sembrare un’attività non particolarmente complicata: alla fine si tratta di sostituire i coppi o le tegole, no? Nulla di più distante dalla realtà: non potete nemmeno immaginare quanta tecnologia si racchiuda nella copertura della vostra casa. Provate a camminare con il naso in su e ad osservare cosa si trova sui tetti dei vostri vicini: oltre alla struttura, alle tegole o ai coppi, ci sono antenne, parabole, impianti solari e fotovoltaici, linee vita, grondaie, camini. Affrontare quindi la ristrutturazione della copertura della propria casa non è un’attività da lasciare all’improvvisazione ma è importante affidarsi a imprese specializzate, dotate di grande esperienza, che sappiano affrontare con competenza le diverse problematiche che si possono presentare in cantiere. Vediamo quali possono essere gli elementi da valutare per ristrutturare una copertura: Individuazione della soluzione costruttiva più idonea: sono tante le tipologie di copertura che si possono applicare ad un edificio (in legno, in latero-cemento, in rame, in lamiera, alluminio o acciaio), ma è importante individuare quella più adatta alle richieste prestazionali espresse dai progettisti (in termini di isolamento termico e acustico e di solidità strutturale) Rimozione amianto: il patrimonio immobiliare italiano per la maggior parte è stato edificato negli anni 70 quando l’amianto

era largamente utilizzato anche nell’edilizia civile. In caso di rifacimento di un tetto in amianto è necessario adottare particolari precauzioni per la sua rimozione, oltre a prevedere una procedura di smaltimento in sicurezza del materiale Linee vita: forse ancora pochi lo sanno ma in base al d.lgs. 81/2008 oggi è obbligatorio installare le linee vita, o sistemi anticaduta, sul proprio tetto in occasione di interventi di ristrutturazione o manutenzione. Le linee vita sono ancoraggi permanenti che vengono utilizzati dagli operai in quota per lavorare in totale sicurezza evitando il rischio di cadute dall’alto Installazione di pannelli solari e fotovoltaici: secondo le direttive europee, entro il 2020 gli edifici dovrebbero essere dotati di sistemi di efficientamento energetico tali da renderli quanto più autonomi da fonti di energia fossili. L’installazione di pannelli fotovoltaici va verso questa direzione, alimentando gli edifici con l’energia del sole trasformata in elettricità. Lattonerie: le grondaie assolvono un ruolo importantissimo poiché devono smaltire l’acqua piovana che cade sulla copertura e convogliarla nelle reti fognarie pubbliche. È fondamentale quindi che siano dimensionate e posate correttamente, oltre ad essere realizzate con materiali resistenti all’usura. Ma oltre alla loro funzionalità, le grondaie concorrono anche a determinare l’estetica della casa, aspetto da non sottovalutare in un progetto di ristrutturazione.

COPERTURE - 19


Iniziative speciali MECSPE 2017 MOTORSPORT…» ROBOTICA COLLABORATIVA & LOGISTICA 4.0…» REVERSE ENGINEERING & ADDITIVE MANUFACTURING…» PIAZZA DELLE NANOTECNOLOGIE E DEI NUOVI MATERIALI…» Inoltre nell’area sarà allestito un bar tecnologico, sponsorizzato dagli espositori dell’area robotica, dove i robot saranno al servizio dei visitatori per offrire bevande e snack.

Fabbrica digitale 4.0 – quarta edizione A MECSPE la Fabbrica digitale 4.0 per le PMI italiane Anticipatrice dei trend tecnologici, già da tre edizioni MECSPE pone al centro dell’evento il tema della “Fabbrica digitale 4.0”, con un approccio informativo ma allo stesso tempo concreto e pragmatico. Stato dell’arte e integrazione delle tecnologie abilitanti, saranno declinate nell’ambito manifatturiero nazionale e mirate a tematiche che rappresentano la naturale evoluzione del nuovo “manufacturing made in Italy”: efficienza, precisione e connettività. Ma quest’anno MECSPE dedicherà alle tematiche 4.0 un intero padiglione (PAD.4) declinate nelle seguenti iniziative: CONNECTED MANUFACTURING PROCESS…»

22 - MECSPE 2017

PIAZZE DELL’ECCELLENZA 2017 PIAZZA DELLE NANOTECNOLOGIE E DEI NUOVI MATERIALI Pad. 7 – B47 Le nanotecnologie incontrano l’industria MECSPE riconferma l’organizzazione della Piazza delle Nanotecnologie e dei Nuovi Materiali, come iniziativa speciale di forte interesse all’interno della fiera. La terza edizione


un carattere trasversale, un impatto diretto e un potenziale di applicazione aperto a numerosi settori industriali. I visitatori saranno così guidati nel modo dell’invisibile con richiami diretti ai loro specifici interessi applicativi e potranno chiedere informazioni, indicazioni e supporto, relativi al trasferimento tecnologico, allo sportello dedicato che sarà presente nella Piazza.

delle Piazza Nanotech si presenta in un format rinnovato, che punta a dare maggiore spazio a start up e spin off universitari per presentare ai visitatori e agli espositori della fiera le applicazioni industriali nanotecnologiche più innovative. Un contest dedicato a Start up e Spin off permetterà ai vincitori di partecipare gratuitamente allo spazio espositivo e di concorre al Premio nano2Start, per la start up con la migliore soluzione applicativa dell’anno. Il contest Nanotech Video è invece aperto a tutte le aziende che vogliono presentare le loro soluzioni attraverso un filmato; i migliori video saranno trasmessi durante i tre giorni di fiera. La premiazione di entrambi i contest sarà ospitata nello spazio workshop della Piazza il 24 marzo. Nell’edizione 2017 la Piazza Nanotech diventerà Piazza diffusa con richiami di interesse specifico in tutti il Saloni della fiera: le nanotecnologie hanno infatti per definizione

24 - MECSPE 2017

PIAZZA DELL'ECCELLENZA DEL MAGNESIO E SUE LEGHE PER IL MOTORSPORT Mg12 – Magnesium European Network presenta a MECSPE un progetto culturale ed autorevole che desidera esporre ed illustrare le fortissime potenzialità delle leghe di Magnesio, dei suoi processi dedicati di progettazione, trasformazione e di tecnologie di finiture superficiali tecniche ed estetiche che sono stati impiegati negli ultimi cento anni dai più famosi personaggi dell’Universo delle Competizioni Motoristiche proprio sfruttando al massimo delle sue prestazioni il Magnesio quali ad esempio: Ing. Ferdinand Porsche, Ing. Fabio Taglioni, Karl Abarth, Ing. Carlo Chiti, Ing. Giotto Bizzarrini, Giovanni Parilla, Ing. Giancarlo Minardi, Ing. Giampaolo Dallara, Ing. Mauro Forghieri. Dr. Roberto Marchesini ma anche i fratelli Ducati, i fratelli Maserati, il Cav. Ferruccio Lamborghini ed infine il Comm. Enzo Ferrari. La mostra con un’impostazione inedita e di contenuto eccezionale metterà sotto i riflettori, alcuni oggetti di grande spunto e riflessione per i progettisti e gli Innovatori del prossimo futuro ed in particolare componenti realizzati in


leghe di Magnesio di: APRILIA Racing, DUCATI Corse, DUCATI Motor Holding, KTM Racing Technologies, MASERATI Corse, MINARDI Team, MARCHESINI WHEELS, Brembo Racing, Maserati Corse, FRM Wheels, OZ Racing, Speedline, MV Agusta Special Parts, MARZOCCHI Suspensions, ALPINE STARS, AGV, Magneti Marelli Motorsport, Campagnolo, eccetera. Il percorso espositivo si articolerà su una serie di espositori con i particolari meccanici e metallurgici più rappresen-

tativi realizzati mediante l’impiego delle leghe di Magnesio con risultati eccezionali nel corso della lunga evoluzione delle competizioni motoristico sportive. La mostra sarà affiancata da un momento congressuale coordinato da Mg12 – Magnesium Academy che porterà ad una tavola rotonda alcuni ricercatori del mondo accademico e dei centri ricerca di terziario avanzato per aprire un

serio dibattito sull’utilità di queste esperienze al servizio della ECOmobilità futura, del contenimento delle emissioni inquinanti di Co2 ed anche della programmazione corretta del ciclo LCA di ecosostenibilità energetica di un manufatto realizzato con le prestazionali leghe di Magnesio più recenti ed innovative. POWER DRIVE - QUADRILATERO DELL'INNOVAZIONE La 16a edizione di MECSPE - Fiere di Parma, 23/25 Marzo 2017 - sarà arricchita dalla seconda edizione di POWER DRIVE, salone specializzato dedicato ai sistemi e componenti per la trasmissione di potenza inserito in un contesto autorevole dell’industria meccanica manifatturiera I SETTORI TRATTATI: OLEODINAMICA • PNEUMATICA • ORGANI DI TRASMISSIONE MECCANICA • COMANDI E AZIONAMENTI • MECCATRONICA • ARIA COMPRESSA • MANUTENZIONE Power Drive sarà presentato in un nuovo contesto totalmente dedicato all’automazione, che si svilupperà attraverso i seguenti saloni sinergici: Fabbrica Digitale: informatica industriale IoT – sensoristica Industriale – cloud manufacturing - tecnologie di identificazione Subfornitura elettronica: lavorazioni elettroniche in conto terzi Control Italy: strumentazione di testing e di misura e controllo per la qualità Motek Italy: manipolazione, assemblaggio, automazione di fabbrica continua a pagina 30

MECSPE 2017 - 25


SPECIALE AUTOSCUOLE

Legge sull'omicidio stradale il primo bilancio è deludente Non è con una legge repressiva, sproporzionata ed incoerente che si tutelano le vittime della strada” - con queste parole si esprimeva l'Unione delle Camere Penali il 4 marzo del 2016 (trovi qui l'intero comunicato stampa) in merito alla legge  41/2016, la legge sull'omicidio stradale voluta a tutti i costi dal Governo Renzi, entrata in vigore quello stesso mese (è stata pubblicata sul n° 70 della GU il 24 marzo 2016).

I penalisti, che con le leggi ci lavorano tutti i giorni, avevano avvisato che si stava per prendere un abbaglio. Le loro parole erano schiette e inequivocabili: “Si tratta di una vera e propria mistificazione, di un arretramento verso forme di imbarbarimento del diritto penale, frutto di cecità politico-criminale e di un assoluto disprezzo per i canoni più elementari della “grammatica” del diritto penale”. A distanza di un anno, le prime statistiche ci dicono che le vittime di incidenti stradali sono diminuite solo del 4,8% (fonte: Repubblica), in compenso  molti contraccolpi negativi già si sono fatti sentire.  Sono in tanti, soprattutto nel settore autotrasporto, a segnalare ingiustizie e pene eccessive. Perché, è bene ricordarlo, il provvedimento ha avuto il lodevole merito di introdurre lo specifico reato di omicidio stradale  (il  principio di base  era quello di consolidare il concetto: chi guida e provoca la morte di una persona sotto l'effetto di alcol e droga, compie un omicidio stradale e va in carcere), ma ha anche avuto la spiacevole “sorpresa” di imporre misure molto gravi – come la revoca della patente o la sospensione – in altri casi in cui si rileva che il condu-

26 - AUTOSCUOLE

cente responsabile (suo malgrado, non con dolo, anche di una lesione considerata “grave” perché corredata di prognosi superiore ai 40 giorni) pur non bevendo o drogandosi, compia una qualsiasi infrazione al codice stradale. Il reato "parallelo" a quello dell'omicidio stradale, introdotto con la medesima legge,  é il reato di lesioni personali stradali gravi o gravissima, dove per lesione personale stradale grave si intende qualsiasi tipo di lesione che abbia  una prognosi superiore ai 40 giorni (art. 590 bis del codice penale). Avete capito bene: basta una qualsiasi infrazione al codice stradale (ad es. il mancato rispetto di un tempo di riposo per chi guida con l'obbligo di tachigrafo) per rischiare di non poter guidare per 5 anni. Dunque, è sufficiente una banale disattenzione che provoca un danno fisico ad un terzo (non per forza la morte), per trasformare un incidente in un incubo che potrà perseguitare il malcapitato conducente per anni e anni. Su questa e altre contraddizioni si esprime anche Biserni, presidente dell'Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale ASAPS, sostenendo a grande voce che, sì, lui aveva sostenuto una legge del genere, ma in fase di approvazione la stessa legge era stata stravolta e non rispettava più i principi iniziali che lo vedevano promotore in prima persona (si veda l'articolo scritto sul nostro trimestrale n. 2/2016). In attesa che si ponga rimedio a queste ed altre vistose contraddizioni, facciamo il punto sui contenuti della legge riproponendo una tabella che avevamo già pubblicato sul nostro trimestrale  www.patente.it  l'anno scorso, in cui si evidenzia bene la differenza tra il “prima” e il “dopo”; la tabella fa luce sul fatto che, anche prima della legge, il responsabile non rimanesse di certo impunito come è stato spesso divulgato dai media.  Il problema vero è che i tempi della giustizia in Italia sono molto lunghi e per questo motivo è diffusa la percezione che la legge non venga quasi mai applicata e che manchino misure “forti”. Niente di più sbagliato: i provvedimenti (anche severi) ci sono, bisogna però che qualcuno li faccia rispettare in tempi ragionevoli.


SPECIALE GIARDINAGGIO

Arieggiatura: quando arieggiare il prato Così come non tagliereste mai un prato zuppo d’acqua o somministrereste un fertilizzante invernale in giugno, anche l’arieggiamento deve essere eseguito preferibilmente in determinati periodi; dipende dal tipo di specie erbacee che compongono il vostro prato e dal tipo di suolo su cui giace.

Specie erbacee per prati freschi – arieggiare in autunno: xx Agrostide xx Festuca xx Poa pratensis xx Poa trivialis xx Loglio

Conoscete il vostro prato? Due sono le categorie principali di erba che compone un prato: erba per climi caldi e erba per climi freschi. L’erba per climi caldi inizia a crescere attivamente in estate; in questo caso arieggiate in tarda primavera-inizio estate, così, con la crescita dell’erba si riempiranno facilmente i vuoti creati con l’arieggiamento. L’erba per climi freschi inizia a crescere da fine estate a inizio autunno; si sviluppa vigorosamente con temperature fresche e compete attivamente con le erbe infestanti che crescono in autunno. La crescita vigorosa aiuta il prato a superare lo stress provocato con l’arieggiamento. In questo caso si raccomanda di arieggiare in autunno almeno 4 settimane prima che arrivi il primo freddo invernale.

L’arieggiamento varia in base al tipo di suolo Alcuni tipi di suolo richiedono arieggiamenti più frequenti. I suoli argillosi si compattano facilmente e andrebbero arieggiati almeno una volta all’anno. I suoli sabbiosi possono essere arieggiati anche ad anni alterni. In climi aridi, eseguire l’arieggiamento due volte all’anno aiuta l’erba a crescere sana e rigogliosa. Se passate sul prato con un’automobile o vi parcheggiate sopra, arieggiate ogni anno.

Specie erbacee per prati in climi caldi – arieggiare da fine primavera e inizio estate: xx Gramigna xx Cynodon spp. xx Bouteloua dactyloides xx Stenotaphrum secundatum xx Zoysia spp.

28 - GIARDINAGGIO

Consigli su quando arieggiare xx Eseguite l’arieggiamento prima di fertilizzare o riseminare il prato; creerete spazio per far penetrare gli elementi nutritivi e i semi. xx Diserbate prima di arieggiare, poichè arieggiando stimolerete la germinazione di semi o il germogliamento di porzioni radicali di erbe infestanti. xx Attendete almeno un anno prima di arieggiare un prato nuovo, per permettere all’erba di stabilizzarsi. xx Arieggiate quando il suolo è umido, ma non troppo bagnato. Le lame dell’arieggiatore penetrano più facilmente in un terreno umido, ma se il terreno è troppo bagnato, le lame fanno fatica ad andare in profondità. Per determinare il giusto grado di umidità, il prato dovrebbe assorbire circa 2 cm di acqua, data per irrigazione o scesa come pioggia, prima di arieggiare. Questo potrebbe voler dire dover irrigare il prato per un’ora il giorno prima di arieggiare o, nel caso di terreni molto duri, irrigare più giorni, per poco tempo, prima di arieggiare. xx Evitate di arieggiare quando fa troppo caldo e c’è siccità; sarebbe uno stress ulteriore per il prato.


Le piante della salute da tenere in giardino Piccole ispirazioni per coltivare il benessere PROPRIETÀ MEDICINALI Recenti studi hanno dimostrato che il timo  ha proprietà antiossidanti, antibatteriche e antisettiche. È ottimo per condire insalate e pesce, soprattutto quando viene raccolto  fresco, direttamente dal giardino. Il timo ama i luoghi soleggiati e rafforza il  sistema immunitario  combattendo infezioni e malanni di stagioni. Se hai a disposizione del terreno dedica un'aiuola alle  piante medicinali, oppure... ritaglia uno spazio verde sul balcone o sfruttando il davanzale! Ti basta costruire una cassetta in legno da fissare alla finestra. Inizia con basilico e rosmarino, facile da coltivare e in grado di resistere anche al freddo invernale. Le erbe aromatiche doneranno un fresco sapore alle tue ricette, aiutando il benessere dell'organismo.

Creare un angolo verde in casa è possibile. Basta un pizzico di creatività insieme alla capacità di sfruttare al massimo lo spazio. Le erbe aromatiche sono utili in cucina e fanno bene alla salute. Hai una mensola libera? Aggiungi le piante grasse, che creano colore e hanno bisogno di poche cure. Con lavanda, rosmarino e basilico puoi realizzare cuscinetti per profumare l'armadio... e tanti infusi benefici!

GIARDINAGGIO - 29


continua da pagina 25 Logistica: movimentazione–material handling, lean manufacturing supply chain management PIAZZA SYSTEM INTEGRATOR MOTEK Italy, salone dedicato alla robotica all’interno di MECSPE (fiere di Parma 23 – 25 marzo 2017), punta sulla sinergia e la stretta collaborazione tra costruttori di robot e integratori di sistema. Per questo, per l’edizione 2017, riconoscendo l’importanza per il Sistema Italia dello sviluppo dell’automazione e delle tecnologie robotiche, tutti i produttori presenti in fiera hanno la possibilità di offrire ai propri system integrator l’occasione di partecipare a una piattaforma privilegiata dove essere protagonisti a più livelli, per creare momenti di business e trasferimento tecnologico, scambi di idee ed esperienze tra operatori industriali, presentazioni di applicazioni nei diversi ambiti. All’interno dello spazio system integrator, durante i giorni di manifestazione si terranno degli appuntamenti dedicati alla robotica industriale o di servizio, a cura della rivista Automazione Integrata e ad esperti del settore; inoltre il giorno 24 marzo si terrà la premiazione del PREMIO INNOVAZIONE ROBOTICA. PIAZZA DELLA PROGETTAZIONE E DEL DESIGN “Luci, colori e ombre nella trasparenza” Il tema scelto nella prossima edizione di MECSPE per la Piazza della Progettazione e del Design, coordinata da Materioteca®, sarà “Luce, colore e ombre nella trasparenza”. L’idea è di giocare con la trasparenza, la luce e i cromatismi dei materiali plastici, mostrandone caratteristiche e proprietà attraverso l’esposizione di un’ampia varietà di oggetti e di applicazioni. Nella Piazza della Progettazione e del Design, “Materioteca® si rivolge ai progettisti per aiutarli nella scelta delle migliori soluzioni destinate a un uso pratico e immediato. L’innovazione ha molti attori: nuovi materiali, nuove tecnologie ma anche nuovi modi di applicare tecnologie e materiali ben conosciuti. Per far toccare con mano questa complessa articolazione scegliamo con cura cosa esporre. Di fatto offriamo un servizio allo stesso tempo di informazione esperta e di ispirazione ai visitatori in fiera, alternando il nuovo all’inconsueto.” spiega Diana Castiglione, direttrice di Materioteca®, partner di MECSPE da otto edizioni. Diffondere la luce in maniera efficace è l’interessante campo dove si è dedicata a fondo la ricerca di nuove soluzioni. Tema sempre attuale dell’illuminotecnica è l’utilizzo di materiali sempre più capaci di trasmettere la maggior quantità di luce in combina30 - MECSPE 2017

zione con una elevata diffusione, esigenza più stringente da quando i sistemi di illuminazione sono in predominanza sviluppati con tecnologia LED, caratterizzati da una elevatissima emissione puntuale della radiazione luminosa. Altro tema di grande attualità tecnologica è l’utilizzo di trattamenti/rivestimenti superficiali con strutture nanotecnologiche, qui applicati nel settore illuminotecnico principalmente su semilavorati plastici trasparenti ma inizialmente sviluppati per applicazioni in altri settori. In questo caso colore, luce e design si intrecciano per creare


effetti cromatici particolari straordinariamente innovativi. Il percorso che comprende un’area dedicata alle estetiche opache e luminescenti, andrà anche alla riscoperta dei materiali trasparenti più tradizionali, come il metacrilato o il policarbonato, delle interessanti nuove applicazioni del PVC e di materiali meno diffusi, come il SAN (stirene acrilonitrile) caratterizzato dalle resistenze chimiche e al graffio molto alta. Stimolante in questo caso è l’esempio della start-up Banale (banale.it), che ha realizzato uno spazzolino tascabile, delle dimensioni di un accendino, trovando nell’uso del SAN la risposta all’esigenza di realizzare un manufatto con un materiale capace di abbinare bellezza e resistenza. Per quanto riguarda l’evergreen PVC, Materioteca® collabora da anni con un’azienda che produce materiali per l’alta moda dalla creatività straordinaria. Quest’anno nello stand di Materioteca® a Technology Hub è stato esposto un sandwich con fibra di carbonio, sintesi perfetta tra forza ed estetica, già adottato nell’alta moda da una grande azienda Italiana. E per il 2017 si avranno alcuni campioni delle nuove collezioni. Materiali per loro natura trasparenti, opportunamente additivati, sono in grado di restituire effetti di profondità del colore e tonalità inusuali, e anche questa caratteristica sarà mostrata in questa Piazza tecnologica. Clariant Colorworks®, socio di Materioteca®, che produce concentrati di colore, apporterà un grande contributo nella Piazza della Progettazione e del Design, mostrando le declinazioni possibili dei pigmenti di colore e gli effetti cromatici sui materiali trasparenti, indicando tutti gli aspetti

da considerare nella scelta del materiale in fase di progettazione. Innovitalica sarà invece presente con l’intrigante trasparenza di “Shadow cube” e gli altri soci stanno preparando nuove “chicche” per MecSpe 2017. PIAZZA INNOVAZIONE ADDITIVE MANUFACTURING L’evoluzione della produzione additiva permette la creazione di prodotti complessi con proprietà completamente nuove: più leggeri, resistenti e con meno sprechi. Con il rapid manufacturing è anche possibile realizzare prodotti con caratteristiche funzionali analoghe a quelle ottenute con i sistemi tradizionali, ma con una rilevante ot-

timizzazione in termini di costi e tempi di produzione. Per questi motivi, nell’ambito diMecspe (Parma, 23/25 marzo 2017) si inserisce la PIAZZA INNOVAZIONE ADDITIVE MA-

MECSPE 2017 - 31


NUFACTURING, un’area all’interno della quale verranno mostrare le innovazioni a disposizione del settore. Una vera e propria piattaforma informativa e dimostrativa, che metterà a disposizione dei partecipanti all’evento un ampio e qualificato programma di contenuti e attività live per approfondire la conoscenza delle tecnologie additive più innovative dell’additive manufacturing. La PIAZZA INNOVAZIONE ADDITIVE MANUFACTURING è ideata con l’obiettivo di presentare le tecnologie di stampa 3D più innovative, ma nello stesso tempo mature per un ingresso nel flusso produttivo di piccole, medie e grandi aziende. Si presenteranno le soluzioni che meglio si sono integrate nei processi produttivi, i trends e le caratteristiche tecniche del comparto. Verranno proposti le tecnologie più innovative, i vantaggi che nascono dall’utilizzo delle stesse, analizzando l’impatto delle nuove scelte emergenti in questo campo. PIAZZA PLASTICA&AUTOMOTIVE L’auto invisibile diventa possibile Ridurre, alleggerire, ridisegnare. Parlando di emissioni e consumi, l’obiettivo delle case automobilistiche è raggiungere standard sempre più elevati per rispettare le norme in materia, ma anche per offrire un prodotto più confortevole, sicuro ed evoluto. Le materie plastiche sono l’elemento che meglio permette di centrare tutti gli obiettivi, e le numerose declinazioni dei polimeri tecnici e dei compositi termoplastici lo dimostrano con successo: il loro “peso” all’interno dei veicoli è in continua crescita. Secondo gli analisti della società statunitense IHS Markit, infatti, i 200 chili utilizzati in media nel 2014 potranno diventare addirittura 350 entro il 2020. Una prospettiva legata a polimeri e tecnologie sempre più avanzati, che hanno permesso a progettisti e costruttori di auto di pensare e realizzare componenti di ogni genere, con funzioni che spaziano da sottocofano a strutturali, fino all’estetica. Un esempio di tutto questo sarà in mostra nella Piazza “Plastica & Automotive”, dove verrà allestita un’auto invisibile assemblata con parti in plastica fornite dai partner industriali dell’iniziativa. Più che un’auto, quasi un’opera di arte contemporanea, perché realizzata con pezzi – dalla plancia all’imbottitura dei sedili, dai fanali al sottocofano – rubati da vetture di marchi e modelli alquanto diversi tra loro. Osservando questo mosaico, realizzato in collaborazione tra Senaf e la testata Plastix, il visitatore potrà rendersi conto dello stato dell’arte, ma anche delle grandi opportunità di sviluppo ancora possibili grazie alle tecnologie plastiche. 32 - MECSPE 2017

NOVE SENSI DELLA PLASTICA Le potenzialità delle materie plastiche saranno protagoniste anche dell’iniziativa “I nove sensi della plastica”, nata dalla collaborazione tra la testata Plastix, l’associazione italiana TMP, che da sempre si pone l’obiettivo di informare e aggiornare i tecnici del settore delle materie plastiche sui materiali, il loro impiego, la progettazione e le nuove tecnologie, e la sede italiana di Material ConneXion®, centro internazionale di ricerca e consulenza sui materiali e i processi innovativi e sostenibili. Il progetto proporrà al visitatore un percorso alternativo, sviluppato a partire dai nove sensi dell’uomo, che gli permetterà di vivere un’inedita e straordinaria esperienza dinamica con le plastiche esposte, selezionate per l’occasione dalla Library fisica di Material ConneXion, che in Italia conta oltre 4.000 diversi materiali (polimeri, naturali e derivati, metalli, vetri, ceramici, materiali a base di cemento, materiali a base di carbonio e processi). Impossibile dunque non trovare, tra tanta ricchezza di offerta, spunti per nuove applicazioni. La valenza formativa del progetto sarà amplificata dalla


collaborazione con l’Istituto Salesiano di Sesto San Giovanni (Milano), i cui studenti saranno coinvolti in qualità di accompagnatori nelle tappe del percorso espositivo. PIAZZA "LA COMPETENZA NELLA PLASTICA" La competenza nel campo della plastica e dei polimeri in generale. L’attenzione alla qualità dei prodotti e dei processi quale volano del miglioramento continuo. La nuova rete tecnica IIP-Cesap, cui a breve si unirà il Cerisie, offre la più ampia gamma di servizi nel campo della certificazione di prodotti, processi industriali, testing e consulenza tecnica nella filiera delle materie plastiche ed elastomeriche. xx Postazione CAD (con esperto) per progettazione prodotti e stampi in plastica xx Postazione (con esperto) per Calcolo elementi finiti (FEM) prodotti in plastica xx Postazione (con esperto) per simulazione processo di stampaggio (CAE) xx Attrezzature di laboratorio per analisi materie plastiche (FT IR – DSC – TGA) xx Certificazione prodotto in materie plastiche e gomma (disponibilità esperto) PIAZZA DELLA PROGETTAZIONE 4.0 E SIMULAZIONE La piazza della Progettazione 4.0 e Simulazione è un’area d’eccellenza della fiera dedicata alle tematiche della progettazione e della simulazione applicate allo sviluppo digitale di prodotto.

Con l’avvento delle nuove tecnologie di manifattura e la crescente competitività del mercato, gli strumenti di Computer Aided Engineering (CAE) si stanno entrando progressivamente e massivamente nei processi di progettazione, identificati come strumenti indispensabili per la competitività ed il successo dei propri prodotti. La piazza della Progettazione 4.0 e Simulazione è un’area d’eccellenza finalizzata alla promozione delle nuove tecnologie di progettazione attraverso seminari e workshop di carattere divulgativo, approfondimenti tecnici, presentazioni di casi di successo e dimostrazioni di prodotto. All’interno dell’iniziativa verrà fatto un focus particolare sul tema della “formazione” con il fine di identificare e valorizzare le nuove conoscenze strategiche per la Fabbrica Digitale, elemento chiave per favorire un efficace e rapido ingresso nel mondo del lavoro di laureati e diplomati. Tematiche di approfondimento: xx Progettazione 3D, PDM e PLM xx Design for Additive Manufactoring xx Design-by-Analysis xx Simulazione CAE xx Simulazione Strutturale (FEM) / Fluidodinamica (CFD) xx Simulazione di Processo xx Simulazione Multifisica xx System based simulation xx Virtual Reality e Augmented reality xx Ottimizzazione xx Formazione

MECSPE 2017 - 33


MERCATO IMMOBILIARE

Mercato Immobiliare

Previsioni positive nel 2017, in un mercato immobiliare che resta piccolo In uno scenario di tassi di interesse ancora bassi, mutui più facili da sottoscrivere, tensioni geopolitiche contenute, nel 2017 gli italiani continueranno a cambiare casa. Cambiare perché la fetta più importante del mercato è proprio quella relativa alla sostituzione. Il 2016 si è chiuso con un bilancio positivo. I dati dell’agenzia delle Entrate evidenziano che nei primi nove mesi c’è stato un incremento medio delle transazioni del 20,3%. Nomisma stima che l’anno passato si sia chiuso con 517.164 transazioni (in aumento del 16,3% sull’anno prima) e ritiene che, se lo scenario si manterrà positivo, il 2017 registrerà 552.602 compravendite in rialzo del 6,9% sul 2016. Più contenuta la crescita nel 2018 e nel 2019, che vedranno rispettivamente 579.751 transazioni (+4,9% a livello annuo) e 612.318 unità compravendute (+5,6%). «Le prospettive sono buone – dice Luca Dondi, direttore

36 - MERCATO IMMOBILIARE

generale di Nomisma -. È importante che variabili determinanti non volgano in negativo, dalla situazione geopolitica alla ripresa economica». Si parla ancora di un “mercatino immobiliare”, i numeri sono ancora piccoli. Perché? La tassazione è alta, c’è disoccupazione, l’investimento immobiliare è fuori dal radar delle famiglie e della politica. Non si riescono a innescare domanda di investimento o richiesta speculativa, anche se i prezzi sono bassi. E in più mancano i grandi investitori che all’estero, per esempio in Germania, comprano anche il residenziale. Servono spinte reali e spinte emotive all’acquisto Driver importante è anche quello dei prezzi. Dal 2007 le abitazioni hanno ceduto il 39,7% del loro valore. La domanda dinamica e l’offerta che inizia a diminuire, soprattutto sugli

immobili di qualità, potrà determinare un’ulteriore contrazione delle tempistiche di vendita e un minore margine di trattativa soprattutto su queste tipologie immobiliari. Il 2016 si è chiuso con quotazioni in lieve calo, ma in alcune grandi città come Milano i valori al metro quadrato iniziano a salire, anche se segnano crescite dell’1-2% al massimo.


AFFITTASI UFFICI

MQ. 135 IN BRESCIA

RISCALDATO, IMPIANTO ELETTRICO A NORMA, PIAZZALE CINTATO Classe Energetica D ESENTE DA INTERMEDIARI

TEL. 335 6815560


Profile for Puntobresciano

Puntobresciano Marzo 2017  

Speciale MECSPE di Parma dal 23 al 25 Marzo, Autoscuole, Immobiliari, Coperture e Giardinaggio

Puntobresciano Marzo 2017  

Speciale MECSPE di Parma dal 23 al 25 Marzo, Autoscuole, Immobiliari, Coperture e Giardinaggio

Advertisement