Page 1

Giancarlo Montuschi FICTION PAINTING


Giancarlo Montuschi

1


2


Giancarlo Montuschi

FICTION PAINTING

3


Design S-Eri Print Coordinatore Editoriale S-Eri Print Editore Stesura biografica Magda Garulli Layout Giancarlo Montuschi Photo credit Elisa Nocentini Antonella Andriuolo Fotografie di studio Elisa Nocentini

in collaborazione con: Prima pubblicazione in Italia S-Eri Print Editore Via Carlo Dragoni, 16 Sansepolcro (Ar) Š Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione ISBN: 978-88-940485-4-4

4


5


6


Sommario 10

In Arte oggi Giancarlo Montuschi

13

La dimensione della veritĂ Francesca Bogliolo

17

Biografia Magda Garulli

Fiction Painting 28

Fiction Painting Giancarlo Montuschi

30

Astropop

40

Mindscapes Giancarlo Montuschi

56

Napoli Pop

72

Pulp Stories Giancarlo Montuschi Giovanni Pichi Graziani

98

The Magicians Giancarlo Montuschi

114

SurfPortraits Giancarlo Montuschi

126

Fab Four Giancarlo Montuschi

132

Pop Shadow Giancarlo Montuschi

136

Future in the Past Barbara Vincenzi

146

Superheroes & Cartoons Giancarlo Montuschi Alberto D’Atanasio

164

Blu Planet Cristina Palmieri

172

Pop 1970 Claudio Spadoni Appendice

179

Cronologia Mostre Magda Garulli

191

Foto Biografia Magda Garulli 7


“Non sono sicuro che io esista, in realtà. Sono tutti gli scrittori che ho letto, tutte le persone che ho incontrato, tutte le donne che ho amato, tutte le città che ho visitato.” (Jorge Luis Borges)

Portrait by Elisa Nocentini 2019

8


9


In Arte oggi: Così è se vi appare, e anche se non vi appare...

Le immagini antiche, le immagini del momento, ciò che sta accadendo intorno a me nel mondo visivo delle immagini: queste sono le mie preoccupazioni per la pittura. Vivendo in un ambiente semi-rurale e appartato, il cast di personaggi dei miei quadri sono spesso i miei ricordi, i miei flash, i film, i fumetti, le immagini della musica, della rete, i paesaggi immaginari che scorrono nel tempo in sequenze sovrapposte. Tutti sono ugualmente validi. Alcuni appaiono più degli altri. La mia attenzione al disegno, alla registrazione, alla pittura è una pratica quotidiana, che poi costruisce una narrativa per immagini, accumulativa e cronologica che finisce come la storia della propria vita. Un senso storico di “sé”, che respira e sperimenta un linguaggio visivo diventato comune e globale. Praticando il mondo delle immagini si è anche consapevoli delle accumulazioni visive di tutti coloro che dipingono, di quelli che sono venuti prima e a cui si deve l’eredità di questo momento artistico che si vive. Giancarlo Montuschi

Portrait by Elisa Nocentini 2019

10


11


12


La dimensione della verità Francesca Bogliolo

“Vagabondo dell’infinito, è un nome che spiega molto bene la mia condizione di visitatore dello spazio (...)” L’Eternauta-Héctor Germàn Oesterheld

Una sintesi di felicità. Questa potrebbe essere a un primo sguardo la definizione dell’operare di Giancarlo Montuschi, artista faentino di nascita e toscano di adozione, capace di ambientare suggestive e illusorie vicende in un microcosmo temporale che è summa della sua esperienza biografica. Al pari di un viaggiatore dello spazio che non trovi sosta, l’artista visita con l’immaginazione del visionario scenari che sembrano fuoriuscire da una mitologia moderna, cardine della sua solida cifra stilistica. La poetica pittorica che ne deriva è intrisa di una semplicità solo apparente, all’interno della quale si aggirano soggetti contemporanei che mostrano un Portrait by Elisa Nocentini 2019

13


incedere leggero affine alla danza, abili nell’incontrarsi e sovrapporsi in un divenire del tutto naturale, come se non esistesse un’altra dimensione dove questo possa accadere tanto spontaneamente. La tela su cui essi si manifestano altro non è che l’interiorità complessa e profonda dell’artista, in cui ogni elemento, così come avviene nella dimensione onirica, assume una dimensione simbolica e convive pacificamente con l’opposto o la diversità. Incontri ammantati di leggerezza rivelano un dialogo incessante e ininterrotto tra decenni diversi, gli stessi che l’artista si è trovato e si trova ad attraversare: i personaggi che li popolano sono abitanti di isole sconosciute, radicate in una memoria di infanzia più o meno lontana, in un’esperienza nostalgica, in un’età solo accennata o sognata, desiderata, vissuta. Figure iconiche e rappresentative di una cultura pop radicata nel XX secolo, di cui l’artista ha conoscenza approfondita e diretta, silhouettes riconoscibili, note al grande pubblico per i valori che incarnano, i protagonisti delle opere di Montuschi instaurano legami visivi con esseri snelli senza fattezze, emblemi di un’umanità universale capace di attraversare il tempo subendo una progressiva metamorfosi di sentimento. Anime blu, colore dello spirito e dell’acqua, di quest’ultima esse mantengono la fondante caratteristica dell’adattabilità, che le rende vive ed eterne. Caratterizzate da variazioni continue di relazione tra i soggetti, le scene si ambientano all’aperto, in atmosfere pervase da una sospesa e inattesa joie de vivre, in cui la contaminazione e la semplificazione delle forme sembrano essere chiavi di lettura per la comprensione dell’esistere. Immagini selezionate da un contesto comune e cosmopolita vengono declinate in termini poetici, in una sistematica esplorazione delle abitudini dell’uomo moderno, delle dinamiche che lo contraddistinguono, delle sue passioni e dei suoi smarrimenti. L’iconografia contemporanea permette a Montuschi di stendere un solido impianto narrativo, foriero di suggestioni continue e inesauribili. Il colore è partecipe della dimensione 14


dell’anima: omogenei e immediati nella stesura, i primari si alternano agli altri, in un risultato straordinario di moderna compattezza comunicativa. Fumetto, musica ed esoterismo si amalgamano in un’efficace sintesi visiva che vede l’impianto compositivo caratterizzato da campiture definite e colori accesi: il sacro incontra il profano, il vero il falso, il bianco il nero. Invero quello a cui sembra di assistere, osservando l’opera completa di Giancarlo Montuschi, altro non è che un’incessante partita a scacchi, in cui i soggetti si sostituiscono ai pezzi tradizionali, per un’infinita partita destinata a non concludersi. Come nel celebre gioco, si assiste allo svolgersi di vicende in cui volontà e destino hanno lo stesso peso: nelle tele dell’artista concatenamenti decifrabili non escludono sequenze variabili in base alle emozioni di chi osserva, arricchito dal proprio intimo vissuto. Come pedoni sulla scacchiera dell’esistenza, i personaggi dell’artista muovono le loro mosse per realizzare le infinite possibilità cosmiche, costruendo un solido ponte tra passato e futuro. Tra la libertà e la conoscenza, sembra dirci Montuschi, si annida la Verità. Se, come sosteneva Kasparov, la verità va provata ogni volta, l’artista si rivela un giocatore abile ed esperto. Ogni quadro vibra autenticità, facendosi sentimento del vero. Il pedone, fattosi azzurro, oltrepassa con passo deciso i limiti imposti dalla scacchiera. Il re è nudo, il re è morto. Scacco matto.

15


16


Biografia

A

Portrait by Antonella Andriuolo 2015

rtista faentino, da tempo trapiantato nella bassa Toscana è l’antipersonaggio per eccellenza. Pittore, ceramista-scultore di vaglia, si esprime con un linguaggio ingenuo, fiabesco, e sostanzialmente fantastico, con venature alchemico-esoteriche. Il fatto di essere nato (nel 1952) a Faenza, terra d’eccellenza per la ceramica, e di aver “respirato” negli anni di formazione, i fermenti rivitalizzanti generati dall’influenza della Pop Art sui giovani artisti di quell’epoca, ha evidenziato, in Montuschi, due linee espressive complementari e formalmente diverse. Partecipa a numerose mostre nell’arco degli anni Ottanta: a Faenza, Firenze, Arezzo, Verona, Bologna, Bergamo, Torino, Bassano, in Svezia e a Zagabria. Nel decennio successivo, inizia la collaborazione con la Kens’Art di Firenze, poi vengono le rassegne “The Art of living” a New York e “Scarperentola” itinerante a Milano, Londra e New York; e la personale al museo della ceramica di Saint Emillion (Bordeaux). Partecipa anche a diverse edizioni dell’expo arte di Bari, Montichiari e Padova, all’Arte Fiera di Bologna, all’EuropArt di Ginevra, al festival di Spoleto. Numerose le personali a Roma nei primi anni del 2000, poi a Perugia, Firenze (galleria Immaginaria), Prato, Milano, mentre si intensificano le presenze in fiera: Vicenza Arte, Expo di Bari, e Genova, Fiera internazionale dell’arte a Innsbruck, West Lake Expo in Cina. Viene invitato alla 51° biennale di Venezia, Padiglione Istituto Latino Americano. Di lui hanno scritto: Marcello Venturoli, Claudio Spadoni, Giuliano Serafini, Angelo Dragone, Massimo Duranti, Francesco Gallo, Emidio de Albentiis, Roberto Maria Siena, Pier Paolo Castellucci, Nicola Nuti, Susanna Ragionieri, Michele Loffredo, Giorgio Bertozzi, Rino Cardone, Nicoletta Zanella, Alan Querre, Jeanne Rossi Lecerf, C.Grante, Ivan Teobaldelli, Elisabetta Mastrocola, Rita Olivieri, Cristina Vignoli, Giorgio Borio, Gianni Milani, Eugenio Giannì, Don Marco Salvi, Mario Rotta, Roberta Fiorini, Francesca Ancona, Alessandra Angelucci, Francesco Giulio Farachi, Maria Pia Cappello, Marco Botti, Cristina Palmieri, Francesca Bogliolo. 17


Di seguito si riporta una cronologia ragionata della sua vita e del suo lavoro d’artista precisando che non riporta tutte le mostre, per le quali si pubblica un’ elenco a parte nella cronologia delle mostre. 1952-1970 Giancarlo Montuschi nasce a Faenza il 9 agosto 1952. La sua formazione artistica si svolge a Bologna dove frequenta e si diploma al Liceo Artistico. Frequenta poi l’Accademia di Belle Arti a Bologna e Ravenna, ma non ne conclude i corsi perché già tutto preso dall’attività artistica. Riceve, giovanissimo, riconoscimenti ai premi 1972 -Personale alla Galleria Sire di Faenza di pittura a Cesena e al “Romano Brazzi” di Marina di Ravenna. 1972 Tiene la sua prima mostra personale alla Galleria Sire di Faenza. Viene poi scelto a rappresentare, unico giovane di un gruppo di dodici pittori, la provincia di Ravenna per la mostra del gemellaggio con Rijeka. 1975 Matura, a partire da questo periodo, un linguaggio di declinazione Pop, retaggio della Pop Art italiana degli anni Sessanta. Partecipa al Collettivo Nose e aderisce a vari manifesti di Arte Autogestita. 1976 Si trasferisce in Toscana, ad Anghiari. In questo anno espone alla Galleria Sire di Faenza. Esce in novembre un testo di Claudio Spadoni che scrive di Post-Pop riguardo al linguaggio dell’artista. 1980 Anno di svolta e cambiamento nella poetica e nel linguaggio dell’artista che si rivolge a temi alchemico-esoterici, come avvicinamento alla natura e all’arcano, la cui conoscenza gli deriva anche da un collaterale lavoro di correttore di bozze presso una rivista specializzata proprio in questo settore. 1986 1974 - Senzatitolo , acrilico su tela, 100x100 cm Per nulla dimentico della sua formazione iniziale, coltiva anche la ceramica partecipando ai Premi Internazionali della Ceramica di Faenza e Gualdo Tadino. Esposizione alla galleria De 20 a Vaxio in Svezia, all’interno di una mostra collettiva dedicata alla tecnica ceramica Raku. 1987 L’attenzione rinnovata per la ceramica fa acquisire progressivamente ai suoi manufatti una conformazione scultorea. E’ legato alla ceramica anche il gesto di donare un’opera al Museo della ceramica di Castelli e la sua partecipazione alla II Triennale Mondiale della Ceramica di Zagabria al cui museo, dedicato alla ceramica, dona una sua opera. Partecipa con successo per la prima volta all’Arte Fiera di Bologna. E’ presente in diverse mostre fra cui Dalla materia alla Forma, a Reggiolo (Reggio Emilia), a cura di G. Baldo e R. Margonari. E’ anche all’esposizione Con il cuore dell’Arte, Arezzo, Sala d’Arte Contemporanea di S. Ignazio, alla Fiera Abitare il tempo, Verona e al III Festival d’Arte di Castelnuovo di Farfa. 1988 Ancora per il suo impegno nella ceramica riceve un prestigioso premio al Concorso Internazionale della Ceramica di Vallauris, cittadina ben nota per aver ospitato a lungo Picasso nella sua stagione di ceramista. Fra le mostre si ricordano la personale alla Galleria Selearte e la presenza nella Collettiva Tecné, alla Libreria Nanni di Bologna. In questo anno scrive di lui Marcello Venturoli che individua nel linguaggio dell’artista una felice sintesi della recente esperienza d’avanguardia e un ritorno ai primitivi istinti materici. 1989 Partecipa al Premio Suzzara, curato allora dal meglio della critca italiana, e alla Biennale della Ceramica di Faenza. E’ anche nella collettiva Eppur si muove a Palazzo Pretorio di Sansepolcro e allo Smaland Museum di Vaxio, Svezia. Tiene anche due personali con Collettivo Nose, Baldo Savonari, Giancarlo Montuschi, Mauro Boschini, Cesare Reggiani sculture in ceramica alla Galleria Pirra di Torino e alla Galleria Ken’s 18


Con Walter Bellini galleria Ken’Art di Firenze

Con il critico Giuliano Serafini e il gallerista Eligio Fulli alla galleria Il Gianicolo

Montuschi e le sue sculture Raku

Vittoria ed Eligio Fulli insieme a Montuschi nello studio del pittore a Gricignano

Art di Firenze, quest’ultima curata da Giuliano Serafini. Scrive dell’artista A.Dragone sulla “Stampa” di una “materia stupenda, viva e fossile insieme”, mentre G. Serafini sottolinea il ruolo fondante di “segno, immagine e materia” nei confini di “aria, terra e fuoco”. 1990 Gli anni Novanta segnano per l’artista un ampliamento di interessi tematici e di poetica, affiancando e contaminando le tematiche alchemico-esoteriche con quelle ludiche e accendendo di colore le sue narrazioni. La sua città natale, Faenza, gli dedica una personale alla Galleria Comunale che riassume e fa il punto del lavoro degli anni Ottanta con un cospicuo numero di opere. Dunque, una sorta di retrospettiva all’inizio di una nuova stagione creativa. Ne scrive Cristina Vignoli sottolineando l’incontro fra la materia e le “figure asessuate”. Partecipa a Scarpentola una collettiva ideata da Samuele Mazza che girerà diverse capitali europee ed extraeuropee. 1991 Installazione de “L’opera al Nero”, Galleria Fluxia, Chiavari. 1992 Personale alla Galleria “Il Gianicolo”, Perugia, con catalogo di presentazione a cura di Giuliano Serafini e alla Galleria “l’Idioma” di Ascoli Piceno. 1993 Personale al Salone della Ceramica Del Novecento di Faenza, presentato dalla galleria Ken’s Art di Firenze. Partecipazione alla mostra all’aperto “Terre Liberate” a Monteroni d’Arbia, presentata dalla Galleria Gagliardi di San Gimignano, a cura di Giancarlo Boiani. 1994 Partecipazione a diverse manifestazioni organizzate dal gruppo “Mano d’Opera” di Firenze. Partecipazione alla Manifestazione Glass and Art, esposizione nazionale di opere pittoriche e scultoree realizzate sui vasi prodotti dalle vetrerie Valdarnesi. 1995 Tiene personali ad Arezzo (Galleria Contemporanea), Città di Castello (Galleria Il Pozzo) e Firenze (Galleria Ken’s Art). Partecipa ad Arezzo 95, collettiva delle ultime generazioni di artisti aretini, curata da Michele Loffredo e introdotta da Enrico Crispolti. 1996 La sua città di adozione, Sansepolcro, gli dedica una grande antologica negli spazi della ex Chiesa di San Giovanni, dove anticamente si trovava il Battesimo di Piero della Francesca. Vi espone una vasta rassegna della sua produzione degli ultimi venti anni intitolata Percorsi 1976-1996. Tiene poi personali a Parma (Viaggi nella Fantasia, Galleria Montmartre), a Vicenza (Galleria Joannart). Fra le collettive a tema, significativa la presenza a Lontano da Itaca. Ricerca e follia creativa nell’arte, organizzata dalla Galleria il Gianicolo di Perugia. L’artista viene indicato come il preferito dei lettori della rivista “Quadri e Sculture” tra quelli proposti a rappresentare le tendenze attuali nell’arte italiana a Palazzo Barberini di Roma. 1996-1997 Partecipa alle rassegne di Art Convention nel cui ambito le gallerie italiane associate ad Altamarea inaugurano presso le loro sedi contemporaneamente e con un catalogo comune la mostra degli artisti. 1997 Da quest’anno frequenta la scena artistica parigina dove sarà a lungo presente. Espone così alla Galleria G.N.G. a Saint-Germain, la 19


La pittrice Nurz e il gallerista Gill Naudin, nella galleria GNG di Parigi, con Montuschi e la figlia Petra

stessa che anche attualmente si occupa della diffusione delle sue opere nelle principali Fiere d’Arte Europee. Al Festival di Spoleto è presente con la Galleria Jonnart. 1998 Con la Galleria Navona 42 di Roma partecipa a Colori su Fonopoli, in collaborazione con Renato Zero, ideatore di Fonopoli. Tiene una personale alla Galleria Cigarini di Ginevra. Appassionato del “libro d’artista”, del quale è anche raffinato collezionista, espone questi suoi lavori alla mostra internazionale itinerante “Original Book”. Viene nominato membro della “Jurat de Saint-Emillion”, a SaintEmillion, e contestualmente vengono presentate sue opere negli spazi del Museo della Ceramica, il quale ne acquista alcune.

1999 Col successo si consolidano in questo anno i rapporti di collaborazione con gallerie italiane e parigine che lo espongono in permanenza. 2000 Sperimenta l’immagine digitale, stampata anche su metallo, ed espone questa ricerca nella mostra Lo specchio che fugge al Teatro Valle di Roma, organizzata dalla Galleria “Navona 42”. Sperimenta carte dedicate ai “Bestiari immaginari” che espone per la prima volta a Roma (libreria Bibli) e che rappresentano una ulteriore svolta nel suo linguaggio. Seguono in questo anno altre partecipazioni a mostre a New York, Londra, Parigi, Vienna, Gent, Strasburgo, Ginevra, Düsseldorf, Milano, Roma, Bologna, Firenze, Perugia, Bari. 2001 Esce per le edizioni de Il Gianicolo Centro d’Arte la monografia dedicata all’artista dal titolo Dipinti, sculture e tecniche miste. Un mondo incantato tra musica e magia con saggio critico di Emidio De Albentiis. 2003 Esce da Artegraf la monografia Montuschi-Dipinti 1975-2003, con testimonianze di E. De Albentiis e di M. Venturoli. 2004 Partecipa alla mostra organizzata dalla Galleria La loggia di Sansepolcro nei suoi spazi e in quelli del Museo Civico su Da de Chirico a Ferroni. Il Novecento fra epoche, ipotesi e provocazioni, curata da Giovanni Faccenda e prefata da Vittorio Sgarbi. 2005 Il suo lavoro riceve un riconoscimento internazionale con l’invito della Repubblica del Costa Rica a partecipare alla 51° Biennale di Venezia nel padiglione dell’Istituto Italo-Latino-Americano, accanto a una selezione di artisti del Paese che lo aveva invitato, a Palazzo Cavalli Franchetti al Ponte dell’Accademia. L’iniziativa è stata promossa dal Museo di Arte Contemporanea Italiana in America e dall’Istituto Italo-Latino Americano di Roma. Per l’occasione è Con Alain Querré, Magda e Petra Montuschi a Saint stato pubblicato un catalogo dell’artista con brani di testi critici di Emillion

Giancarlo Montuschi e Charles Aznavour alla cerimonia della Jurade di Saint Emillion

20


1

2

3

4

5

6

7

9 1.

Il Pittore Antonio Vangelli e Montuschi nello studio di Gricignano

2.

Montuschi con il fotografo Paolo Ficola

3.

Montuschi e Francesco Musante alla galleria Il Gianicolo di Perugia

4.

Il Gallerista Luigi Amadei con Montuschi e lo scrittore Ivan Teobaldelli

5.

I Galleristi, Fulli, Persica e Zanella con Luca Alinari invitati da Montuschi a Sansepolcro

6.

Montuschi e il pittore Luca Alinari al Palazzo Pretorio di Sansepolcro

7.

Montuschi con Enrico Manera nello stand della galleria Il Gianicolo

8.

Il Gallerista Marcello Persica ( galleria Il Pastello di Roma) e Montuschi

9.

Montuschi e Giosetta Fioroni con Eligio Fulli al palazzo Pretorio di Sansepolcro

8

10. Il critico Emidio De Albentis con Montuschi nello studio del pittore a Gricignano 11. Montuschi con Eligio Fulli ed il critico Emidio De Albentiis a casa Fulli

21 10

11


Giuliano Serafini. Realizza un bozzetto per la scatola speciale del panettone Le Tre Marie, uno dei numerosi esempi di applicazione all’industria e all’artigianato del suo lavoro artistico. 2006 E’ presente in una quindicina fra mostre e fiere in Italia e all’estero. Fra queste, la mostra curata dall’Istituto Italiano di Cultura della Finlandia e dal Circolo degli italiani in Finlandia a Leppavaara. A Insbruck la Galleria Contemporart lo presenta a “10 Art internationale Messe”. L’Ipost- Poste italiane, su proposta della Galleria Navona 42, lo sceglie come artista dell’anno affidandogli la realizzazione dell’immagine per tutta la comunicazione. 2007 Viene scelto come testimonial del 2° Festival nazionale dell’autobiografia di Anghiari. In questo anno partecipa a una decine di mostre e fiere, fra queste Hangzhou, Wet Lake, in Cina con Artour e la Galleria Excalibur di Solcio di Lesa. 2008 Collabora con Riccardo Lorenzi al Calendario Ingram, i cui bozzetti vengono esposti a Sansepolcro al Centro Gocce. E’ presente in molte altre gallerie italiane e in fiere specializzate.

Le scatole del Panettone Tre Marie realizzate da Montuschi per conto della Galleria Spirale Arte di Milano

Montuschi con il Conte Marcucci Pinoli e lo storico Andrea Vitali nella mostra a Pesaro

Serigrafia per le Poste Italiane realizzato da Montuschi per conto della galleria Navona 42 di Roma

Sfilata con il drappo del Palio della Balestra realizzato da Montuschi

22

2009 Espone a Pesaro nella prestigiosa sede dell’ Alexander MuseumPalaceHotel Viene invitato al concorso Arte Limen di Vibo Valenzia, aggiudicandosi poi un premio prestigioso. Continua la sua presenza alle principali fiere d’Arte in Italia e in Europa. 2010 Viene scelto come artista per la realizzazione del drappo in contesa per la storica disfida del Palio della Balestra della città di Sansepolcro – la vittoria consente a Sansepolcro di conservare questo drappo nella loro collezione storica. Continua la sua presenza in molte gallerie italiane e in fiere specializzate. 2011 Viene invitato a presentare la sua esperienza d’artista ai: Racconti di Arte Contemporanea - Ciclo di incontri con gli artisti , con una introduzione di Marcello Duranti , al Museo civico di Sansepolcro. 2012 Viene invitato al Secondo festival internazionale dell’Arte, Ambasciata della repubblica Iraq al Vaticano, Roma


2013 Viene invitato alla mostra“Permanenze - Appunti di viaggio e di paesaggio in Turchia” spazio espositivo dell’Ufficio Cultura e Informazioni dell’Ambasciata di Turchia a Roma - curata da Angelo Andriuolo 2014 Viene invitato a donare un opera al “Macist” Museo D’Arte Contemporanea Internazionale - Biella 2015 Viene invitato a partecipare al progetto: Container Lab Expo Milano 2015 con altri 12 pittori su 12 piazze dell’hinterland milanese con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali e di “Expo 2015” 2016 Montuschi viene invitato a Rivisondoli (AQ) ad essere il testimonial dell’anno per la manifestazione Il Presepe di Rivisondoli, viene acquisita un opera per il Museo del Presepe della città, partecipa ad “ Un+Uno” Centre International D’Art Contemporain, Carros (Nice) Fr, partecipa a: “I Colori del Rock” - Ameno (No) museo Tornielli 2017 Personale “Pulp Stories” al Museo Michelangiolesco di Caprese Michelangelo (AR), Montuschi è invitato al progetto “Il Giardino degli Alberi di Natale” dell’evento Mima On Ice a Milano Marittima, Montuschi partecipa a Caserta alla “Biennale d’Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio 2018 Montuschi è invitato a “Ognuno Il Suo Stile- L’Arte e le sue forme” Rio De Janeiro - Centro Cultural Correios, Personale “Semplice-Mente Pop all’Historiale di Cassino, è invitato al progetto “Il Giardino degli Alberi di Natale” dell’evento Mima On Ice a Milano Marittima 2019 Montuschi con il collettivo di cui fa parte “La Fabbrica Dei Sogni” a “Sogni Senza Confini” Complesso Monumentale di San Severo al Pendino Napoli

La vetrata realizzata ad Arezzo per la mostra “Arte Architettura Cibo”

Montuschi testimonial del Festival Nazionale Città e Paesi in Racconto ad Anghiari

Montuschi alla Galleria Tartaglia di Roma con Riccardo Tartaglia e la critica Maria Pia Cappello.

Tableau Vivant realizzato da Montuschi alla galleria Tartaglia di Roma per la sua personale

Carlo Montana, Giancarlo Montuschi e Giuliano Trombini con il curatore Marco Botti alla loro mostra “It was 50 years ago today - Un omaggio della pop art italiana ai Beatles” nel Palazzo della Fraternita dei Laici di Piazza Grande ad Arezzo

23


La mostra di Montuschi alla galleria DLG di Chicago

Le opere di Montuschi al Museo Macist di Biella per la Mostra La vespa nella storia dell’Arte

Il gallerista Maurizio D’Annibale, Montuschi e il fotografo Renzo Cianchetti

La pittrice Sandra Naggar, Montuschi e gli artisti Tiziana Vanetti, Roberto Mazzeo e Franco Zuanetto a Milano per la mostra Food Culture & Slow Art

Montuschi a Rivisondoli mentre il curatore Giulio Carosone scopre l’opera testimonial del Presepe Vivente 2016 nella mostra dell’artista

Museo Macist, che conserva opere di Montuschi, ideato da Omar Ronda qui con Philippe Daverio

Omar Ronda e Montuschi al Museo Macist di Biella per l’inaugurazione

24


Con il pittore Tancredi Fornasetti alla mostra su Tex Willer a CittĂ di Castello

Montuschi davanti alla sua opera con la pittrice Tiziana Vanetti al Museo Macist di Biella

Giancarlo Montuschi alla mostra di Rothenburg

Montuschi e gli artisti Gianni Cella e Tino Stefanoni abbinati alle modelle della mostra 21 modelle x 21 artisti

Montuschi con la pittrice Kiki Fleming e il gallerista Ugo Agostinelli alla mostra di Rothenburg

Stefano Zecchi con tra gli altri: Fernando De Filippi, Umberto Mariani, Luca Alinari, Plinio Martelli, Daniele Fissore, Giancarlo Montuschi, Jonathan Guaitamacchi, Titti Garelli al teatro di Biella per 21 artisti X 21 modelle

Montuschi e la figlia Petra alla mostra FoodCulture & Slow Art al Cracking Art Group Corso Garibaldi, Milano

25


La critica Francesca Caldari e Giancarlo Montuschi al Charity Gala Dinner di Milano Marittima

Montuschi con Jane Alexander al Charity Gala Dinner nel Palace Hotel di Milano Marittima

Montuschi alla sua personale nella galleria Wiki Arte di Bologna con Deborah Petroni e il critico Giorgio Grasso

Gli artisti Ciro Palumbo, Massimo Sansavini, Montuschi, Luca Dall’Olio con Giorgio Barassi e Roberto Sparaci

Montuschi al suo vernissage alla galleria Artemisia di Perugia con i critici Alberto D’Atanasio, Emidio De Albentiis, Eugenio Giannì e il collezionista Cesare Pippi

26

Sfilata del Drappo realizzato per il Palio di Carpineto


Montuschi all’inaugurazione della mostra ”I Colori del Rock” ad Ameno

Montuschi e l’artista Vanni Cuoghi alla mostra Food Culture & Slow Art a Milano

Montuschi alla personale “Pulp Stories” al Museo Michelangiolesco di Caprese Michelangelo

Con Moe Rouse all’inaugurazione della mia personale a Milano

Carlo Montana, Giancarlo Montuschi e Giuliano Trombini con il curatore Marco Botti alla loro mostra “It was 50 years ago today - Un omaggio della pop art italiana ai Beatles” nel Palazzo della Fraternita dei Laici di Piazza Grande ad Arezzo

Il Gruppo della Fabbrica Dei Sogni: Ciro Palumbo, Luca Dall’Olio, Montuschi e Massimo Sansavini

27


Fiction Painting

Solo ora, mentre sto ricostruendo 5 anni di pittura, mi rendo conto di aver dato vita a 10 cicli di pittura in pochi anni....e sono: Blu Planet, Future In The Past, Pop Alchemy, The Fab Four Planet, SuperHeroes, The Magicians, Pop Shadows, Surf Portraits, MindScape, Pulp Stories e AstroPop tutto potrebbe essere compreso in un unico titolo: Fiction Painting! (Giancarlo Montuschi) 28


29


AstroPop

30


Nel nostro tempo il posto della metafisica è stato preso dalla fantascienza: sostituzione forse non casuale, della quale non c’è comunque da rammaricarsi, visto che questa non è meno legittima né meno emozionate di quella (Mario Andrea Rigoni) 31


SALUTI DALLO SPAZIO 22x15 cm Acrilico su tela

32


GUARDIANI 18x18 cm Acrilico su tela

SPACE SELF SERVICE 15x22 cm Acrilico su tela

33


VIAGGIATORI NELLO SPAZIO 15x22 cm Acrilico su tela

34


INCONTRI RAVVICINATI IN COSTIERA 22x15 cm Acrilico su tela

35


SFRECCIANDO NELLA NOTTE 22x15 cm Acrilico su tela

INCONTRI RAVVICINATI NELLA NOTTE 15x22 cm Acrilico su tela

HAI VISTO MIO MARITO LA FUORI? 18x18 cm Acrilico su tela

36


37


LA VERA STORIA DEL TITANIC 22x15 cm Acrilico su tela

38


GITA SUL LAGO 18x18 cm Acrilico su tela

39


Mindscapes

40


PAESAGGI MENTALI Fiumi, montagne, foreste e spiagge sono incise nella nostra mente, abitano i nostri viaggi, i nostri ricordi e i nostri sogni; sono i luoghi dove prende forma e colore qualcosa che è già in noi.... (Giancarlo Montuschi) 41


Fiumi, montagne, ruderi e spiagge abitano la nostra mente, i nostri viaggi e i nostri sogni. “Mindscapes” è un neologismo per evocare il rapporto tra psiche e paesaggio e collocarci a metà strada, là dove dobbiamo stare: con la psiche nel paesaggio e il paesaggio nella psiche. Guidato da bussole psicoanalitiche, letterarie e neuroestetiche. Vittorio Lingiardi, nel suo libro Mindscape ci invita a ripensare l’idea di ambiente e, in particolare, di paesaggio elettivo. Un luogo che cerchiamo nel mondo per dare forma e immagine a qualcosa che è già in noi. Al tempo stesso una scoperta, un’invenzione e un ritrovamento. Fiumi, montagne, ruderi e spiagge abitano la nostra mente, i nostri viaggi e i nostri sogni. Come oggetti psichici sono immersi nella nostra memoria, e forse risalgono al primo incontro con il volto di chi ci ha guardato. O ha distolto lo sguardo. Per stare al mondo dobbiamo conoscere il paesaggio. Soprattutto, dobbiamo avere molti luoghi dentro di noi per avere qualche speranza di essere noi stessi nella trattazione di Lingiardi si incrociano diverse prospettive e diversi oggetti, in una giostra che rimette al centro la dimensione soggettiva e psichica della caleidoscopia paesaggistica. Qualche esempio: l’attrazione per i luoghi, eletti a destinatari del nostro corpo e della nostra psiche; il sogno dei luoghi, rivelatori e stimolatori di immagini che attraversano i limiti tra la veglia e l’onirico. Un paesaggio mentale non è fatto solo di immagini della natura, ma anche di oggetti, di forme, di corpi e di volti. «Il paesaggio», scrive Lingiardi a conclusione del suo libro, «è il luogo invisibile in cui mondo esterno e mondo psichico si incontrano e si confondono, inaugurando nuovi confini (…) Il paesaggio è la nostra psiche nel mondo. Dobbiamo ascoltarlo e rispettarlo per la sua capacità di sostenere la bellezza, la grazia e la minaccia». In un certo senso ogni volta che osserviamo un luogo diamo forma ad un’immagine che resterà per sempre nella nostra psiche, cerchiamo di crearci un mondo della nostra realtà nella psiche. Sembra un ragionamento contorto ma se ci pensate, ogni qualvolta ci troviamo di fronte ad un fiume, un tramonto tendiamo ad immaginare qualcosa che rimane dentro di noi. Quest’avvenimento ci porta a scoprire, inventare e a ritrovare un legame con il paesaggio che spesso tendiamo a dare per scontato. Se ci soffermiamo a pensare, vi sono spiagge, pianure e ruderi che sono fossilizzati nella nostra memoria, proprio perché come oggetti psichici sono parte di noi e sono lì dal primo momento che vi abbiamo posato addosso gli occhi. (Giancarlo Montuschi) 42


FUJIYAMA MON AMOUR 80x80 cm Acrilico su tela

43


CASCATELLE 80x50 cm Acrilico su tela

44


LA FAMIGLIA DEL RE PESCATORE 90x90 cm Acrilico su tela

45


IN FONDO ALLA FORESTA 70x50 cm Acrilico su tela

LA BAIA DEI COCCODRILLI 80x70 cm Acrilico su tela

46


ISOLA NELLA CORRENTE 80x60 cm Acrilico su tela

47


NINFE ALLA CASCATA 94x64 cm Acrilico su tela

48


ALLE FONTI DI NARCISO 80x130 cm Acrilico su tela

49


L’ISOLA FELICE 80x60 cm Acrilico su tela

NELLO STAGNO 80x60 cm Acrilico su tela

50


ANGELI DELLA FORESTA 80x70 cm Acrilico su tela

51


PASTORALE 70x120 cm Acrilico su tela

52


53


SENTINELLA DEI BOSCHI 80x70 cm Acrilico su tela

PAESAGGIO DI SOGNO 90x80 cm Acrilico su tela

54

PAESAGGIO NEL DESERTO 110x80 cm Acrilico su tela ≥


55


Napoli Pop

56


Le nostre leggende sono l’amore Qui amano anche le pietre: gli uomini sani s’ammalano d’amore e gli infermi ne muoiono (Matilde Serao, Leggende napoletane) 57


O’ MUNACIELLO E LO SCHERZO DELL’OVO 50x70 cm Acrilico su tela

IL TESORO DI SAN GENNARO 60x50 cm Acrilico su tela

58


MAGIE ALLA COSTA VESUVIANA 50x70 cm Acrilico su tela

LA GROTTA DELLE SIRENE 40x60 cm Acrilico su tela ≥

59


60


61


IN VOLO VERSO IL CASTELLO DELL’IMMONDO 203x108 cm Acrilico su tavola

62


VESUVIO 100x100 cm Acrilico su tela

PASSEGGIATA A SAN GREGORIO ARMENO 70x50 cm Acrilico su tela

‘O SCHIATTAMUORTO 85x30 cm Acrilico su tela

63


SUPER AMANTI DELLA COSTA 70x50 cm Acrilico su carta d’Amalfi

64


SIRENA AL VESUVIO 50x70 cm Acrilico su carta d’Amalfi

65


66


IL SOGNO DELLA SIRENA 70x50 cm Acrilico su carta d’Amalfi

BENVENUTO IN COSTA 70x50 cm Acrilico su carta d’Amalfi ≤

67


68


SIRENE AL PORTO 50x70 cm Acrilico su carta d’Amalfi

L’ISOLA CHE NON C’È 50x70 cm Acrilico su carta d’Amalfi ≤

69


PESCA MIRACOLOSA 50x70 cm Acrilico su carta d’Amalfi

SOGNO DEL VULCANO 70x50 cm Acrilico su carta d’Amalfi ≥

70


71


Pulp Stories

72


Nella mia nuova serie, Pulp Stories: ci sono motel, grattacieli, diner, drive-in, fast food, ponti, parchi, battelli a vapore. Ci sono metropoli, ghetti, piccole città e città fantasma. Ci sono treni, taxi gialli e aquile solitarie. Ci sono orsi, orsetti, trote e alligatori. Ci sono toffolette, apple pie, hamburger e hot dog, ziti e zeppole. Ci sono cowboy, telepredicatori, wobblies e flappers, quaccheri e mormoni. Ci sono Peanuts, Simpson, Barbie, nerd, supereroi e ufo. Ci sono Elvis, Charlie Parker, Dolly Parton e Billie Holiday. Ci sono Hollywood e Broadway, Dallas, Walker Evans e Edward Hopper, Dean Moriarty, Huck Finn, Gatsby, Achab e Rossella. E poi femministe tenaci, capi tribù, intellettuali radical, esploratori coraggiosi, scienziati visionari… Ma anche ammutinamenti di schiavi, massacri di indiani, battaglie coloniali, guerre sanguinose, lotte operaie, movimenti di protesta, scandali politici, armi, stragi, catastrofi ambientali. L’avete riconosciuta? È l’America che avete sognato nei film, letto nei romanzi, ascoltato nel rock e nel blues… l’avete vista, fotografata, perduta, ritrovata. È l’America delle grandi città, certo, ma anche dei luoghi isolati e sperduti, della Bibbia e del cotone, delle aree postindustriali e postminerarie. È l’America dei deserti e del Mississippi, delle praterie e della Silicon Valley, della Route 66, delle frontiere di ieri e di oggi… (Giancarlo Montuschi) 73


Pulp Stories di Giancarlo Montuschi fa breccia in modo potente nella sua stessa produzione segnando una rottura cromatica ed emotiva fortissima rispetto ai suoi ultimi filoni narrativi. La sua pittura colorata e vivace viene quasi eradicata dalla tela per esser isolata ad un solo elemento circondato, quasi soffocato, dal nero monocromo che segna le silhouette di un mondo avverso, desolato, di lavoro e violenza. Si respira quella strana sensazione che si ha nel guardare un film dei Coen. Il mondo avverso e misterioso, un fato imperscrutabile, luoghi fissati in un non tempo a cavallo tra la fine dell’800 e la prima metà del secolo scorso. Questa è la scenografia in cui si muovono i protagonisti brillanti di Montuschi, vivi di colore, vivi a prescindere dal loro esser persone, oggetti o semplicemente simboli. Noi facciamo il tifo per loro, per la conserva della Campbell di fronte alla casa di Psycho come per Betty Boop tra fanatici del KKK ed un lupo ringhioso. Montuschi sfruttando immagini ormai entrate nella memoria collettiva di grandi capolavori artistici e cinematografici ci rende una metapittura a cavallo tra dipinto e film. A me piace vedere “Pulp Stories” come lo screenplay illustrato di un film mai girato. (Giovanni Pichi Graziani) 74


E LUCE SIA 90x90 cm Acrilico su tela

LA MINESTRA SUL GIARDINO 100x100 cm Acrilico su tela

75


BRILLO D’IMMENSO 100x100 cm Acrilico su tela

76


LA PANCHINA DELL’HOMLESS 100x100 cm Acrilico su tela

LA MACCHINA DEL POTERE 100x100 cm Acrilico su tela

AGGUATO 100x100 cm Acrilico su tela

IL BUIO OLTRE LA SENAPE 100x100 cm Acrilico su tela

77


AREA 51 100x100 cm Acrilico su tela

ROAD RUNNER CROSSING 100x100 cm Acrilico su tela

BLACK ENERGY 100x100 cm Acrilico su tela

78


ROUTE 666 92x140 cm Acrilico su tela

AVVISTAMENTO 100x130 cm Acrilico su tela

79


80


HAPPY GYPSIES DANCE ON THE AUSCHWITZ NOTES 100x140 cm Acrilico su tela

81


USCITA DAL TEMPIO 140x85 cm Acrilico su tela

82


CAT AND DOG OF DEFORESTATION RIVER 100x140 cm Acrilico su tela

THE SIGN 130x100 cm Acrilico su tela

83


A FREE WARM AND RED HEART OF SEX 100x140 cm Acrilico su tela

THE SIGN 100x140 cm Acrilico su tela

APOCALYPSE COW 100x140 cm Acrilico su tela

84


BOUILLON KKK 140x100 cm Acrilico su tela

BLACK ENERGY WITH YELLOW EYES 100x140 cm Acrilico su tela

85


BAT MOON 140x100 cm Acrilico su tela

FELIX NIGHT 100x140 cm Acrilico su tela

86


C’ERA UNA VOLTA 100x140 cm Acrilico su tela

87


FONTAINE MAGIQUE 140x90 cm Acrilico su tela

88


DIABOLIKKK 100x130 cm Acrilico su tela

ANGELO DELLE ACQUE 70x140 cm Acrilico su tela

89


LA NOTTE DEL RAGNO 100x100 cm Acrilico su tela

PENGUIN’S DREAM 90x100 cm Acrilico su tela

CAT CROSSING 100x100 cm Acrilico su tela

CINDARELLA’S SHOE 100x100 cm Acrilico su tela

90


STAY PUFT’S NIGHT 100x80 cm Acrilico su tela

91


92


FUGA DA PSYCO VILLE 90x140 cm Acrilico su tela

93


DANCING IN THE DARK 70x140 cm Acrilico su tela

94


PSYCO TRUCK DRIVER 70x140 cm Acrilico su tela

ARBRE MAGIQUE 100x140 cm Acrilico su tela

95


ASPETTANDO GODOT 90x100 cm Acrilico su tela

96


URLO NELLA NOTTE DEI MARZIANI 60x140 cm Acrilico su tela

97


The Magicians

98


In questo ciclo di opere ho voluto rendere omaggio al mondo dell’ illusione, che oggi trasuda in tutte le forme di comunicazione visiva e non. Quindi, chi meglio di Mandrake poteva essere il novello Virgilio che spesso appare nei miei quadri e ci accompagna in questo viaggio? Mandrake è un mago illusionista che riesce a sfruttare le sue qualità di ipnotizzatore come nessun altro al mondo, può far comparire qualsiasi cosa sotto gli occhi stupefatti del lettore di fumetti, può trasformare un fucile che gli viene puntato contro in un serpente, un gattino in una tigre, una pistola in un mazzo di fiori ecc... Tutte queste conoscenze riguardanti il mondo della magia bianca Mandrake le ha apprese in Tibet, frequentando una misteriosa scuola della magia riservata a pochi eletti e collocata in una città nascosta tra le cime dell’Himalaya, come quei pittori eletti che le appresero e le fissarono nelle grotte di Lascaux. Da Mandrake a Walt Disney il salto fu breve. (Giancarlo Montuschi) 99


MAGIC BATTLE 60x40 cm Acrilico su tela

100


ILLUSIONISTA SURREALE 140x50 cm Acrilico su tela

101


HARA-KIRI 60x40 cm Acrilico su tela

I DUE MAGHI 40x50 cm Acrilico su tela

102


SPELL OF THE ENCHANTES 80x80 cm Acrilico su tela

103


THE GRAND GUIGNOL 92x140 cm Acrilico su tela

104


IL MAGO E IL CONIGLIO 80x50 cm Acrilico su tela

105


ABRA-KADABRA 75x50 cm Acrilico su tela

THE MAGICIENNES 100x65 cm Acrilico su tela

106


I DUE ILLUSIONISTI 100x120 cm Acrilico su tela

107


108


MAGIC HAT 100x200 cm Acrilico su tela

L’ILLUSIONISTA 130x90 cm Acrilico su tela ≤

DO THEY COME BACK ? 70x100 cm Acrilico su tela

109


MAGIC COINS 60x80 cm Acrilico su tela

TEATRO DELL’ASSURDO 100x80 cm Acrilico su tela

110


MAGIE IN TEATRO 60x40 cm Acrilico su tela

111


ABRACADABRA 90x90 cm Acrilico su tela

THE MAGICIEN 100x90 cm Acrilico su tela

112


ILLUSIONE DELLE FORME 90x90 cm Acrilico su tela

113


SurfPortraits

114


In Surf-Portraits ho voluto omaggiare le icone del mio tempo, attraverso una ritrattistica pop-fumettistica, appartenenti all’onda (ecco perché “Surf”) dei personaggi che appartengono all’immaginario di massa del mio tempo: personaggi illustri e a volte anche controversi, appartenenti alla New Wawe al Glamour e Fashion Trash televisivo dove tutto si mischia in un apparenza surreale da fumetto, ai miti del cinema, del teatro, della pittura ecc…e in particolare della musica. Questo ciclo pittorico, su carta, è nato dalla mia voglia di dipingere come fossi un turnista di una Rock Band. Ho vissuto questi miei 50 anni di pittura sempre pensando di viverla come in un Rock Band, come un pittore che passa da un gruppo all’altro, un turnista un “session man”, ho iniziato, già ai tempi del liceo artistico, a scuola, vivendo i primi approcci con l’Arte in simbiosi con artisti come Piero Manai, poi a dipingere insieme ad uno storico gruppo, il “Nose” costituitosi a Faenza con il pittore Baldo Savonari, da questo gruppo siamo usciti io, un grande illustratore Cesare Reggiani, Sandra Bonoli grande scultrice e molti altri, poi ho collaborato con la galleria di Perugia il Gianicolo, tra gli artisti, Franz Borghese, Bruno Donzelli, Francesco Musante, il mitico Antonio Vangelli con i quali ci trovavamo ad ogni mostra a cena dal gallerista Fulli e tanti altri, poi con il mitico gallerista Walter Bellini della Ken’s di Firenze da cui sono usciti tantissimi talenti impossibile ricordarli tutti, tra questi Sbarzagli, Talani ... poi con la galleria Armanda Gori di Prato dalla quale sono passati i migliori artisti della scena italiana, ricordo solo gli amici Beppe Chiari, Luca Alinari, Omar Ronda, ora mi presento in un quartetto “ La Fabbrica Dei Sogni” con Luca Dall’Olio, Massimo Sansavini e Ciro Palumbo, queste e molte altre le collettive che frequento con i migliori artisti di oggi dove stringo nuove amicizie con i “vecchi” Session Man e le giovani promesse... Questo mi ricorda la storia di molte super Band, come i CSN&Y dove si riunirono David Crosby – proveniente dai Byrds ; Stephen Stills e Neil Young – provenienti a loro volta dai Buffalo Springfield e Graham Nash – proveniente dal gruppo inglese degli Hollies . Tutti oggi ottimi solisti e session Man in altri gruppi da loro fondati... Oggi sono un Solista, ma sempre pronto a nuove Jam Session! (Giancarlo Montuschi) 115


DONALD TRUMP & KIM JONG-UN 39x33 cm Acrilico su carta

116


DAVID BOWIE 28x38 cm Acrilico su carta

LEONARD COHEN 31x38 cm Acrilico su carta

JANIS JOPLIN 28x38 cm Acrilico su carta

117


118


119


AUNG SAN SUU KYI 30x38 cm Acrilico su carta

PINK FLOYD 38x38 cm Acrilico su carta

120


ROLLING STONES 38x28 cm Acrilico su carta

121


J.P.HARVEY 38x28 cm Acrilico su carta

JACK NICHOLSON 38x28 cm Acrilico su carta

PAPA FRANCESCO 28x38 cm Acrilico su carta

122


OLIVER HARDY & STAN LAUREN 30x38 cm Acrilico su carta

DONALD TRUMP & KIM JONG-UN 30x38 cm Acrilico su carta

123


124


125


Fab Four

126


Questo ciclo è dedicato ai quattro ragazzi di Liverpool che da semplici “scarafaggi” sono riusciti a entrare nella storia della musica e nell’immaginario comune. I Beatles raggiunsero velocemente il successo in patria per poi ottenerlo altrettanto velocemente in tutto il globo grazie ad albums sempre più ricercati, alla loro musica orecchiabile e al loro look, riuscendo così a creare un fenomeno che li ha resi un’icona del tempo e di oggi. I Beatles hanno stimolato qualcosa di veramente unico: erano lì quando tutto cambiò, anzi di più, vennero scelti, dalla prima all’ultima nota, dal primo all’ultimo vestito e taglio di capelli, come colonna sonora da quella generazione che cambiò tutto, o meglio: che perlomeno ci provò. (Giancarlo Montuschi) 127


BEATLES BOY 60x80 cm Acrilico su tela

BEATLES DAY 60x80 cm Acrilico su tela

128


SGT PEPPER’S DANCE 90x60 cm Acrilico su tela

PEPPER’S BAND 50x80 cm Acrilico su tela

129


MAZINGA’S DREAM 90x70 cm Acrilico su tela

I MAGNIFICI QUATTRO 80x80 cm Acrilico su tela

130


INCONTRO TRA BANDS 75x90 cm Acrilico su tela

ANNI ‘60 90x90 cm Acrilico su tela

131


Pop Shadows

132


Le ombre sono buchi presenti nella luce. Noi le vediamo di continuo; a volte, le osserviamo con attenzione, benchĂŠ la parte che esse hanno nella nostra esperienza visiva del mondo rimanga misteriosa. (Giancarlo Montuschi) 133


LA DOLCE VITA 100x100 cm Acrilico su tela

FELLINI 100x100 cm Acrilico su tela

134

IL SOGNO DI FELLINI 100x100 cm Acrilico su tela


LA NOTTE DEI VAMPIRI 50x350 cm Acrilico su tela

135


Future in the Past

136


« …accanto a evidenti influenze pop, derivanti dai suoi esordi faentini, le opere di Montuschi rivelano un linguaggio ludico, magico e incantato: supereroi provenienti dalle strisce dei fumetti degli anni Sessanta s’integrano in modo inedito ad atmosfere cosmiche ed esoteriche, un “luogo“ dove tutto è possibile, dove i colori accesi e brillanti proiettano lo spettatore in una riflessione tra un passato e futuro, quasi volendo esorcizzare il mondo reale in maniera giocosa, camuffando verità in forme fiabesche». (Barbara Vincenzi) 137


Il RetroPopfuturismo, di Montuschi, in “THE PAST IN THE FUTURE” vuol essere una espressione artistica contemporanea che trae ispirazione dal modo in cui il futuro è stato immaginato nel passato. Principalmente questa parola richiama alla mente le creazioni artistiche che immaginano una sorta di realtà parallela, mai concretizzata. Il RetroFuturismo fa riferimento a due tipi di produzioni che si sovrappongono e che possono essere indicate come: il futuro visto dal passato e il passato non realizzato nel futuro. Prende spunto dall’ottimismo collettivo, generato dal boom economico che coinvolse sia l’America che l’Europa nella Pop Art, e da come il fascino dei primi viaggi nello spazio spinse gli individui a predisporsi in maniera positiva nei confronti della tecnologia generando poi una marcata fede nel progresso scientifico che produsse rappresentazione delle città del futuro, autostrade tecnologiche, parcheggi sotterranei, grandi giardini e rampe di lancio per missili spaziali, supereroi volanti, mondi paralleli ed ogni forma futuribile connessa.

“La nostra epoca è ricca di menti creative, le cui invenzioni potrebbero facilitarci notevolmente la vita. Stiamo dominando i mari e sfruttando le energie al fine di alleviare la fatica dei lavori manuali. Abbiamo imparato a volare e siamo in grado di inviare messaggi al mondo intero, senza alcuna difficoltà. Tuttavia, viviamo nella costante paura di essere eliminati dal ciclo economico. Persone che vivono in paesi diversi si uccidono a vicenda a intervalli di tempo irregolari. Chiunque pensi al futuro deve vivere nella paura. Ciò è dovuto al fatto che l’intelligenza e il carattere delle masse sono molto inferiori all’intelligenza e al carattere dei pochi che producono qualcosa di prezioso per la collettivita. Mi auguro che i posteri leggeranno quanto sopra con un senso di orgogliosa e giustificata superiorità. (Pensiero introdotto in una capsula del tempo da Albert Einstein) 138


ROBOT 50x75 cm Acrilico su tela

FUGA DAL PIANETA BLU 50x50 cm Acrilico su tela

LADRO DI ARCOBALENI 60x30 cm Acrilico su tela

BOOM 60x40 cm Acrilico su tela

139


SENTINELLA VOLANTE 90x70 cm Acrilico su tela

140

BATTAGLIA SPAZIALE 60x30 cm Acrilico su tela


PRESSURIZZAZIONE 40x50 cm Acrilico su tela

ON THE ROAD 30x60 cm Acrilico su tela

GLI OSSERVATORI 40x40 cm Acrilico su tela

SECURITY GARDS 50x35 cm Acrilico su tela

141


142


RICOGNIZIONI SPAZIALI 50x35 cm Acrilico su tela

BASE LUNA 40x30 cm Acrilico su tela

INCONTRI RAVVICINATI 50x35 cm Acrilico su tela ≤ WOODY PLANET 50x35 cm Acrilico su tela ≤ TELETRASPORTO 50x35 cm Acrilico su tela ≤ IL RE DEL MONDO 50x35 cm Acrilico su tela ≤

LA BELLA E LA BESTIA 40x30 cm Acrilico su tela

143


LA PREPARAZIONE 80x80 cm Acrilico su tela

GOLEM 2 80x80 cm Acrilico su tela

LA BAMBINA E IL ROBOT 80x80 cm Acrilico su tela

PIANETA FANTASY 60x80 cm Acrilico su tela

144


DESTINO DEI MONDI 40x30 cm Acrilico su tela

GOLEM 80x80 cm Acrilico su tela

145


Superheroes & Cartoons

146


Era una serata buia e tempestosa. Un temporale si stendeva sullo studio dove il maestro stava ancora lavorando. Improvvisamente un fulmine entrò dalla finestra e si scaricò sullo scaffale dei colori, il maestro fu investito dalla scarica elettrica e dai prodotti chimici elettrizzati ma sopravvisse, e cosi i super eroi entrarono nei suoi quadri‌ (Giancarlo Montuschi) 147


«Se la Pop Art fu la filosofia estetica che permise di trovare nuove icone e nuovi eroi per una società che voleva e doveva cancellare i mostri creati dal secondo conflitto mondiale – spiega il critico Alberto D’Atanasio – allora posso affermare che Giancarlo Montuschi è colui che più d’ogni altro rappresenta l’evoluzione di un pensiero che con le opere d’arte si trasmuta in pura evocazione, in un racconto da narrare per questo tempo, per una società che è disillusa e senza più divenire». Il mistero, la musica e soprattutto i fumetti sono le grandi passioni che riecheggiano in questa fase della carriera. «Ogni opera di Montuschi è una sintesi mirabile, grafico-cromatica - prosegue D’Atanasio - L’osservatore si trova a guardare e coinvolgersi in un mondo fantastico in cui l’eroe, il super eroe, le immagini d’icone celebrate dai comics diventano plausibili, vere, reali. La sua ricerca non è rielaborazione di immagini conosciute, ciò che Montuschi compie è reinventare spazio e simboli perché l’immagine diventi leggibile, coinvolgente e possa essere l’innesco del gioco dei ricordi, della memoria attraverso pure e semplici evocazioni». L’artista ha la rara capacità di armonizzare sempre al meglio forme e colori nello spazio, dando vita a quegli universi fantastici entrati da anni nell’immaginario collettivo. «Ogni quadro di Giancarlo – conclude il critico d’arte – è una sorta di vaccino naturale che per mezzo delle emozioni, delle sensazioni e dei sentimenti ci rende memori del passato e quindi più forti, capaci di resistere ai recidivi malanni di questo nostro presente e infine rendere più bello il tempo che verrà». (da un intervento del Prof. D’Atanasio, in una mostra di Montuschi) 148


SILLY SINPHONIES 60X40 cm Acrilico su tela

DAFFY DUCK FIRE FIGHTER 65X45 cm Acrilico su tela

YODA SUL PIANETA BLU 40x30 cm Acrilico su tela

149


TWINS SET 30x60 cm Acrilico su tela

DANCE WITH ME 50x50 cm Acrilico su tela

THE KISS 70x50 cm Acrilico su tela

150

SIMPSON’S PARTY 80x50 cm Acrilico su tela


WALKING IN THE SPACE 45x56 cm Acrilico su tela

FUGA ARCOBALENO 60x30 cm Acrilico su tela

POL POSITION 50x60 cm Acrilico su tela

151


“PAESAGGIO” IL SOGNO DI SNOOPY 50x70 cm Acrilico su tela

SLUGGO IN THE SPACE 45x45 cm Acrilico su tela

152

PEPPA’S DREAM 70x50 cm Acrilico su tela


IL CONTROLLORE 50x40 cm Acrilico su tela

FAMOUS FUNNIES 50x40 cm Acrilico su tela

153


HAPPY DAYS 50x35 cm Acrilico su tela

PREPARAZIONE 50x35 cm Acrilico su tela

154

DON’T WORRY BE HAPPY 50x35 cm Acrilico su tela


COUGH COUGH 45x34 cm Acrilico su tela

PRINCESS OF LOVE 80x80 cm Acrilico su tela

155


SUPERGIRL VISITA IL PIANETA BLU 80x80 cm Acrilico su tela

TARZAN 90x90 cm Acrilico su tela

156


SUPERMAN 90x90 cm Acrilico su tela

157


SCUSATE,CHI SONO LORO 80x140 cm Acrilico su tela

158


159


AVVISTAMENTO 59x50 cm Acrilico su tela

IL RATTO DELLE PIN UP 70x50 cm Acrilico su tela

160

SUPERMAN E GLI ANGELI 90x136 cm Acrilico su tela


AQUAMAN 50x70 cm Acrilico su tela

INCONTRI AL VERTICE EUROPEO 60x80 cm Acrilico su tela

161


BIANCANEVE AL BALLO 60x80 cm Acrilico su tela

FELIX STORY TELLER 65x97 cm Acrilico su tela

162


LO STRAPPO DEL GIGANTE 90x60 cm Acrilico su tela

JABBA’S DREAM 80x80 cm Acrilico su tela

163


Blu Planet

164


Giancarlo Montuschi, anche in questa occasione, accompagna lo spettatore nel suo universo fantastico e surreale. Un mondo fiabesco e magico. Come un cantastorie visionario, l’artista affresca una realtà elegiaca, in cui uomo e natura convivono in perfetta armonia, in un tripudio di gioia e colori meravigliosi, in un ambiente che rammenta quello dei sogni. Ma in fondo è con questo stupore e con questa meraviglia che dovremmo osservare il creato, per cogliere l’incanto che in esso si cela. I tipici personaggi blu – forse l’alter ego dell’artista – danzano e cantano festosi fra i sortilegi delle chimere dipinte dagli astri, in una raggiante primavera di profumati fiori, di variopinti arcobaleni, di animaletti buffi e di succulenti frutti, di frecce sospese nell’aria che paiono voler indicare una via, quella per compiere un viaggio verso un Eden perduto al quale ognuno di noi vorrebbe poter far ritorno. Montuschi ha ormai da anni maturato un proprio stile peculiare, difficile da definire. Sicuramente debitrice nei confronti della Pop Art, questa pittura quasi fumettistica - che pare elementare, ma è invece un ricco universo di rimandi e citazioni colte e letterarie - affresca quell’equilibrio con il cosmo da tutti auspicato, ma troppo sovente dimenticato e vilipeso. Quella pace che Giancarlo ha trovato in sé, che sperimenta nel proprio quotidiano, in quel meraviglioso microcosmo costituito dalla sua incantevole abitazione-studio di Anghiari, in cui ha cercato una dimensione di colorata serenità, quasi fuori dal tempo, come quella che da tempo l’artista si è finto nei propri dipinti. (Cristina Palmieri) 165


Danzano fanciulle in un girotondo di armonie e colori; elevano canti al cielo terso di azzurro. Sorprese rispondono alla giovane vita e sbocciano in un abbraccio che feconda l’inquietudine e vive nel gioco dei riverberi dolci di un meriggio profumato di fiori. Si offriranno le stelle allo sguardo di chi – avido di spazi senza fine – accorrerà nella sera di maggio ad osservare le magie dei sogni dipinti dagli astri. Poesia di Cristina Palmieri (sul sito di Containerlab)

166


PIANETA BLU 2 90x60 cm Acrilico su tela

167


PIANETA BLU 14 90x60 cm Acrilico su tela

PIANETA BLU 4 90x60 cm Acrilico su tela

168


PIANETA BLU 5 90x60 cm Acrilico su tela

169


TUFFATORI 100x200 cm Acrilico su tela

170


171


Pop 1970

172


UN POP CHE FA RICERCA Faenza Novembre 1976 Il Resto del Carlino Il “Collettivo Nose” (Tale è infatti l’appellativo di un simpatico gruppo autogestito di giovani faentini) ha allestito in questi giorni alla Galleria Gessi una mostra di un loro esponente, Giancarlo Montuschi. Il quale, pur fra inevitabili, iniziali incertezze, pare stia trovando una strada che partendo da un linguaggio ancora di matrice Pop non ha più quella carica dirompente che negli anni sessanta aveva scosso il mondo artistico e che ora, anche i suoi più prestigiosi esponenti - pur sempre all’apice dei valori internazionali- stentano alquanto nel proseguire quel discorso che li aveva resi celebri. Tutto vero, non c’è dubbio. Ma io credo che Montuschi lo sappia bene e proprio per questo, senza rinunciare a quei procedimenti espressivi che dilagando nei media dopotutto, sono ancora così condizionati e prepotentemente oppressivi nella nostra vita quotidiana, cerca non tanto di isolarle, esorcizzando in tal modo la loro negatività a livello estetico e psicologico, quanto piuttosto di indagare di esse certi aspetti strutturali o certe affioranti ambiguità. La messa a fuoco del particolare diventa quindi il primo passo di un’analisi che porta ad evidenziare ed accentuare allusioni e sottintesi che ci rimandano dalla fredda, grossolana evidenza dell’immagine pubblicitaria, a una referenzialità psicologica che ci coinvolga in modo diverso. Per questo Montuschi mi pare abbia guardato più a Rosenquist che a Wharol, proprio per quel margine che l’immagine pubblicitaria, o un suo particolare, pur nella sua fissità ossessiva, può lasciare alla nostra possibilità di interpretazione e di astrazione. Certo che a questo punto sarebbe necessario sbarazzarsi del tutto di riferimenti troppo diretti (Rosenquist e per certe cose il nostro Schifano) che rischiano di essere condizionanti e riduttivi; in tal senso ci pare interessante l’avvio di una ricerca (che si può cogliere soprattutto in alcune elaborazioni in bianco e nero su fotofinish di corse ippiche) orientata sui dati stessi e sulle strutture di un linguaggio pur sempre legato agli attuali media. E soprattutto in questi ultimi lavori si avverte un progressivo anche se laborioso distacco dall’impassibile esibizione consumistica, nell’affiorare di una partecipazione che tende ad umanizzare anche ciò che pare soltanto materiale da rotocalco. (Claudio Spadoni) 173


DALLA FINESTRA DEL MOTEL 80x120 cm Acrilico su tela

GUTTALAX 100x80 cm Acrilico su tela

174


SO SWEETER 100x80 cm Acrilico su tela

175


RACE 10 100x100 cm Acrilico su tela

176


FOTO FINISH 200x140 cm Acrilico su tela

177


Cronologia Mostre

179


2019 Collettiva “ CalifArte” Parma Montuschi “Sogni Senza Confini” Complesso Monumentale di San Severo al Pendino Napoli Montuschi partecipa ad ArteCremona - stand My Art di R.Danese 2018 Collettiva “ 16 ARTISTI” Cervia - Officine del sale Montuschi è invitato al progetto “Il Giardino degli Alberi di Natale” dell’evento Mima On Ice a Milano Marittima Collettiva “Ognuno Il Suo Stile- L’Arte e le sue forme” Rio De Janeiro - Centro Cultural Correios Collettiva “Ad Christi Mater...Currite” : a cura di Marisa Zattini, Cesena Chiesa di San Zenone Montuschi partecipa all’evento Viaggio Onirico con la Fabbrica Dei sogni alla fiera Roma D’Arte Expo Personale “Semplice-Mente Pop all’Historiale di Cassino Bipersonale “Monocromi” Palazzo Pretorio Sansepolcro (AR) Collettiva “UltraPop 2.0” Sala Orsini-Formello (ROMA) Collettiva “Pop Five” galleria Ismi Arte Contemporanea Trani Personale “Blue Pop” Hotel Grand’Italia Padova Collettiva “Amalfi Dream Factory” sala Colavolpe Amalfi Montuschi partecipa all’evento collaterale “La Fabbrica Dei Sogni” di Vernice Art Fair di Forlì Collettiva “CalifArte” in onore di Mario Califano - Galleria Esse&rrE - Porto Turistico di Roma ad Ostia Antica BiPersonale “Tarocchi d’Autore” con Giovanni Caselli, Saletta Expò Anghiari (AR) 2017 Collettiva “Pinocchio al Pinocchio” Casa Culturale San Miniato Basso a San Miniato Basso (Pistoia) Collettiva mostra “100% Federico Fellini” Galleria il Vicolo Cesena Collettiva “Ready or made ?” Galleria d’Arte Via Cavour 85 - Arezzo Personale “Voli Astrali” Galleria Il Vicolo di Cesena collettiva d’arte “Star Wars forever” a Formello (Roma) presso la Sala Orsini Personale “Pulps Stories” al Museo Michelangiolesco di Caprese Michelangelo (AR) Montuschi è invitato al progetto “Il Giardino degli Alberi di Natale” dell’evento Mima On Ice a Milano Marittima Montuschi partecipa a Caserta alla “Biennale d’Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio Montuschi partecipa ad ArtParmaFair - stand NeoArtgallery Collettiva “Le Fil Rouge”- Specchia (Lecce) Personale “Giancarlo Montuschi - Voli Astrali” galleria Il Vicolo Cesena Tripersonale”It was 50 years ago today”, un omaggio ai Beatles - Palazzo della Fraternita dei Laici Arezzo. Collettiva “Small”, Palazzo Ceramico, Caltagirone Collettiva “Pop Vibrations” Palazzo Beneventano - Lentini - Sicilia 2016 Collettiva “Senza Fine - il design incontra l’Arte” StudioG Arezzo Personale “Pop & Cigar” Circolo Civiche Stanze - Sansepolcro Collettiva “ Tarocchi: Arte e Magia - Mostra, Seminari e conferenze” Faenza (RA) 180


Collettiva “ Inside Guerre Stellari e altre dimensioni” Roma, Centro Culturale Gabriella Ferri Collettiva “ Mostri & Eroi” Roma, Centro Culturale Gabriella Ferri Collettiva “ Robot Ergo Sum” Roma Biblioteca Guglielmo Marconi Collettiva “ Of The He-Arts “ Bologna galleria Bongiovanni Belgravia Artecontemporanea Personale “ Montuschi a Rivisondoli “ Museo del Presepe Rivisondoli (AQ) Collettiva “ Group show installation at the David Leonardis Gallery “ Chicago (USA) Collettiva “ Un+Uno” Centre International D’Art Contemporain, Carros (Nice) FR Personale “ Pop Stories” - ExpArt studio&gallery Bibbiena (AR) Collettiva “IColori del Rock” - Ameno (No) museo Tornielli Montuschi Personale - Cosenza 2016 presso Ac Centro D’arte L’incontro Collettiva “PopEyes gli occhi del Pop” da AFcasa Roma Montuschi partecipa a “Massart 3° “Ego!” presso Euroma2, Roma Montuschi C/O Galleria Memoli Arte Contemporanea, fiera d’arte Arte Cremona Montuschi partecipa ad Arte Fiera Genova 2016 con una personale stand 190 ass.La Dimora 2015 Montuschi partecipa a: “unaCittàdArt&” al Castelli Imperiali di Francavilla Fontana, , rassegna d’arte contemporanea Montuschi partecipa a: “l’Arte per l’epilessia” Mostra di artisti contemporanei a favore del Progetto Epilessia Action vs Reaction - Bologna e Ferrara Montuschi personale “Cosmic Strips” presso Alchimia r&b a Ferrara, a cura di Barbara Vincenzi e Angelo Andriuolo. Montuschi personale alla galleria SpaziArti Ungallery di Milano Montuschi realizza il Pallio della Carriera per il comune di Carpineto Romano Montuschi mostra personale alla Galleria d’Arte la Bottega d’arte “La Girandola” a Carpineto Romano Montuschi mostra personale alla Galleria d’Arte Contemporanea Wikiarte di via San Felice 18, Bologna, a cura di Deborah Petroni con la presenza del critico Giorgio Grasso. il numero di aprile/maggio 2015 della rivista Bimestrale Art&Art (Acca Edizioni - Roma), è uscito con la copertina dedicata a Montuschi e lo speciale di quattro pagine sull’artista pop a cura di Marco Botti. Montuschi tra i pittori protagonisti 2015, invitati da un comitato di critici d’arte, con la consulenza della Casa d’Aste MeetingArt di Vercelli alla Manifestazione Nazionale “La Modella per l’Arte”finale nazionale 2015 ad ottobre a Stresa e all’Hotel Villa Carlotta di Belgirate sul Lago Maggiore Montuschi partecipa al progetto: Container Lab Expo Milano 2015 con altri 12 pittori su 12 piazze dell’hinterland milanese per EXPO Montuschi partecipa al Naf 23-24-25 Maggio 2015 Napoli Arte Fiera- Galleria Ess&Rre Progetto FoodCulture & Slow Art Milano presso lo spazio Hi – Tech, presso la sede di Crackingartgroup Corso Garibaldi, 60 Mostra personale “Montuschi”- Perugia -dal 11 al 30 aprile 2015 presso Galleria Artemisia - via Alessi 14/16, PG donazione di un opera al M.A.C.I.S.T. Museo d’ Arte Contemporanea 181


Senza Tendenze - Biella 2014 “Macchina del tempo” - Villa Brivio - Nova Milanese “Pop Punto Roma” Fonderia delle Arti ROMA - collettiva a cura di Antonietta Campilongo “Giancarlo Montuschi” David Leonardis Gallery Chicago USA Montuschi partecipa a ImaginArte fiera Reggio Emilia - stand NeoArtgallery donazione di un opera al “MACIST” Museo D’Arte Contemporanea Internazionale - Biella “Ti lascio il posto - omaggio alle grandi anime” colletiva - Anghiari “Giancarlo Montuschi - 40 Years Of Pop Art” Spazio espositivo “Via Cavour 85” - Arezzo “Montuschi” Galleria Memoli arte contemporanea (Potenza-Milano) - sede estiva - Maratea “preziosismi d’arte contemporanea” - 35° edizione di Oroarezzo collettiva galleria Danielle Villicana D’Annibale “All You Need Is Paint” Collettiva - Omaggio ai Beatles - Vernice Art Fair - Forlì “Macchina del tempo” - Galleria Oldrado da Ponte - Lodi “Universo Incantato” personale di Giancarlo Montuschi - Memoli Arte contemporanea - Potenza 2013 “Permanenze - Appunti di viaggio e di paesaggio in Turchia” spazio espositivo dell’Ufficio Cultura e Informazioni dell’Ambasciata di Turchia a Roma - curata da Angelo Andriuolo “Il sentiero degli Arcani Maggiori” personale allaGalleria Villicana D’Annibale - Arezzo Wine Tasting + Contemporary Art Exibition - Arezzo Villa Cicaleto galleria Villicana D’Annibale “All you need is Paint” - Stadio Olimpico di Torino - esposizione dedicata ai Beatles “ArtePordenone” Fiera d’arte - Pordenone -galleria Memoli Arte di Milano/Potenza “The Icons – i volti della musica” centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania di Artfactory 03 “A la Salida” omaggio ad Alida Valli e Giancarlo Zagni - Galleria Borghese di Mentana-Roma “Arte in Terapia Trentatrè Diagnosi D’Artista” Mostra del 56° Spoleto Festival collettiva Giancarlo Montuschi “ il sentir sentire” Galleria Immagina e Museo della tela umbra Città di Castello “Concertarte”, Cremona Galleria MYART di Milano “C’era una volta”Alinari, Francesconi, Montuschi - Francavilla Fontana (Brindisi) di Ottorino Picardi “In Chartis Mevania”, Aria, Vento, Soffio, Brezza e Tempesta, chiesa santa Maria Laurentia, Bevagna “Brancaleone da Norcia” Mito, Storia e Fantasia a cura di Alberto D’Attanasio, Norcia “Arte-Cremona” Fiera d’arte ,galleria Myart di Milano e galleria Memoli Arte di Milano e potenza “Macchina del tempo” Galleria d’arte Quadrifoglio - Rho (Mi) collettiva

182


locandina montuschi 30x50.qxp

18/11/2011

10:15

Pagina 1

GIANCARLO MONTUSCHI Carte, pitture e sculture

12/12 - 31/12 vernissage lunedì 12 dicembre ore 18,00 ingresso libero - catalogo in sede

nella serata inaugurale sarà presente un opera vivente

TARTA GLI A A RTE

Roma, via XX Settembre, 98 c/d - tel. +39 06 48 84 234 www.tartagliaarte.com - gallerie@tartagliaarte.com orario dal lunedi al sabato 10,00 - 13,00 / 16,00 - 19,30 chiuso festivi parcheggio convenzionato per clienti ci trovate anche su:

I N C O N T R I AL M U S E O

Racconti d’Arte Contemporanea

2012 Fiera d’Arte immaginaria, galleria Vista di Roma, Reggio Emilia Sottonovecento – Pianeta Blu, fondazione Alessandrini , Sansepolcro Secondo festival internazionale dell’Arte, Ambasciata della repubblica Iraq al Vaticano, Roma Fiera Arte, galleria Contemporart, Padova Fiera Arte, galleria MyArt , Pordenone ArteExpo, gallerie MyArt e Memoli, Arezzo Fiera d’Arte, galleria MyArt, Malpensa Milano Fiera d’Arte Affordable, galleria Reco, Roma Architettura e gusto, Teatro alla Bicchieraia, Arezzo “Pianeta Blu” galleria Villicana D’Annibale, Arezzo Fiera d’Arte ”Arte Piacenza” , galleria Memoli di Milano e Potenza, Piacenza Fiera d’Arte V-ART , galleria MyArt , Valenza (Alessandria) 2011 Bruno Donzelli, Osvalda Pucci, Giancarlo Montuschi, Atelier ABC, fuori salone, salone del mobile Milano Disegni su carta e terrecotte dipinte, Bottega Bertaccini – Faenza (RA) ArteXpo, Galleria Contemporart, Arezzo Il pensiero fatto segno – opere su carta dal primo ‘900 ad oggi, Galleria Arscritica modernaecontemporanea – Roma “Magie e suggestioni” gallerie Memoli di Potenza e Milano - Maratea Fiera Arte e giorni d’Arte, Galleria Tartaglia – Carrara Racconti di Arte Contemporanea - Ciclo di incontri con gli artisti , Museo civico di Sansepolcro (AR) Art Business, - galleria My Art - Malpensa Fiere - Busto Arsizio (VA) Mostra del Jazz a Serre di Salerno Fiera d’Arte immaginaria, galleria Contemporart, Reggio Emilia Personale alla Galleria Tartaglia di Roma ArtePadova, galleria Contemporart Personale alla galleria Liart – Palermo

GIANCARLO MONTUSCHI

percorsi e ricordi di un pittore

Venerdì 1 Aprile 2011 ore 17,30

Sansepolcro-MuseoCivico-Sala del Camino

introduzione di a cura di

ingresso libero

Daniele Piccini

Massimo Duranti

al termine dell’incontro sarà possibile visitare le sale del museo

Istituzione Culturale Museo Civico - Biblioteca Comunale - Archivi Storici - Città di Sansepolcro Via Niccolò Aggiunti 65 - 52037 Sansepolcro (AR) INFO: www.museocivicosansepolcro.it - museocivico@comune.sansepolcro.ar.it - 0575 732218

2010 Il muro di Merlino, Mercurio Arte Cotemporanea - Merlino Bottega d’Arte – Donoratico, Castagneto Carducci (LI) La ciliegia frutto d’Arte, Castello dei Vicari – Lari (PI) Parabole di Stelle, realizzazione del drappo del Palio della Balestra, Sansepolcro (AR) Personale, Galleria d’Arte L’incontro – Cosenza 50 pittori Toscani per 50 cantanti Toscani , mostra itinerante in Toscana Fiera d’Arte immaginaria, galleria Contemporart, Reggio Emilia Arte in Fiera, Galleria Contemporart, Longarone (Belluno) Contemporarte, Galleria Contemporart, Forlì Art internationale Messe, Galleria Contemporart, Innsbruck 2009 Vedoquadro - cento artisti nel formato 30x30, Villa Pacchiani Santa Croce Sull’arno (Pisa) Vedoquadro - cento artisti nel formato 30x30, Accademia Dei Ravvivati – Piombino La Via Dei Tarocchi , Alexander Palace Museum, Pesaro Progetto Polioplus Arte e solidarietà per la lotta alla Poliomielite, Rotary International, Saschall a Firenze 183


Fiera d’Arte immaginaria, galleria Contemporart, Reggio Emilia Arte in Fiera, Galleria Contemporart, Longarone (Belluno) Contemporarte, Galleria Contemporart, Forlì 13. Art internationale Messe, Galleria Contemporart, Innsbruck Personale Galleria ArteKostia – Albinea, ReggioEmilia ’50 anni di grafica - Saletta Expò – Anghiari (AR) Vit’Arte, Palazzo delle Esposizioni – Faenza (RA) Mostra della Ceramica, Cassero – Monte San Savino (AR) Arte & Solidarietà, villa Manin - Cantarella, noventia Vicentina – (Vi) Premio Internazionale Limen arte 2009 — CCIAA di Vibo Valentia 2008 Fiera d’Arte immaginaria, galleria Contemporart, Reggio Emilia Esposizione per i 20 anni della galleria Liart, Palermo Expo d’Arte, Galleria Contemporart, Genova Fiera VitArte, Galleria My Art (Milano), Viterbo Centro Gocce, esposizione delle opere fatte in collaborazione con Riccardo Lorenzi per il calendario Ingram, Sansepolcro Giancarlo Montuschi: Contaminazioni Spazio-temporali Dalla Romagna alla Puglia, Monastero di Santa Croce – Biseglie (Bari) 2007 2° festival nazionale dell’autobiografia, Anghiari (Montuschi come testimonial del festival) Arte in Fiera, Galleria Contemporart, Longarone (Belluno) Fiera d’Arte immaginaria, galleria Contemporart, Reggio Emilia I Tarocchi di Montuschi, Galleria Open Studio Gallery, Sansepolcro Montuschi “Alchimie”, Galleria La Vetrata di Roberto Lombardi, Roma West Lake Expo, Artour 2007 - Galleria Excalibur (Solcio di Lesa) Hangzhou (Cina) Giancarlo Montuschi / Maurizio Muraglia : Il circo e la magia, Gallieria d’Arte Alessio Benvenuti - Firenze La Via dei Tarocchi -Franco Gentilini, Giancarlo Montuschi: due faentini sulla via dei tarocchi Galleria Comunale d’Arte Contemporanea, Faenza Haidea Gallery, Milano Casa Idea Gallery, Fiera di Roma, Galleria Navona 42 (Roma), Roma Vitarte, Galleria Il Pastello (Roma), Viterbo …16 artisti nelle notti di Roma, Margutta Ristorarte - Roma 2006 Mostra a cura dell’Istituto Italiano di cultura e Circolo degli Italiani in Finlandia, Leppavaara (Finlandia) (catalogo) Fiera Arte contemporanea, Galleria MyArt (Legnano), Cerea (Verona) Expo Arte, Galleria Giochi d’Arte, (Milano), Montichiari(Brescia) Expo Arte Immaginaria, Galleria MyArt (Legnano) e Galleria Contemporart, ReggioEmilia Notte Bianca Le 22 lame, Galleria Navona 42, Roma Galleria Giochi d’Arte, Milano La stanza del Mago, Galleria Comunale Il Fienile, con il patrocinio del Comune, Castel San Pietro Terme (Bo) Donzelli - Montuschi – Nespolo, Galleria Excalibur, Solcio di Lesa (Novara) Vicenza Arte, Galleria Giochi d’Arte (Milano), Vicenza Vicenza Arte, Galleria Giochi d’Arte (Milano), Vicenza Vitarte, Galleria LIART (Palermo), Galleria Il Pastello (Roma) Galleria Il Caravaggio (Villa Literno), Viterbo 184


Quadrum Saca, Galleria Il Caravaggio (Villa Literno), Bologna 10. Art Internationale Messe, Galleria Contemporart, Innsbruck Dai grandi maestri alle giovani promesse..., Galleria Tartaglia, Roma Arte in Fiera, Galleria Contemporart, Longarone (Belluno) 2005 Vitarte, Galleria Liart (Palermo), Viterbo Galleria Il Pastello (Roma) Galleria Il Granicolo, Perugia Personale, Galleria Ferraro Arte, Roma La notte bianca, Imago Verba, Galleria Tartaglia Arte, Roma 51 Biennale, Padiglione Istituto Italo-Latino Americano, Venezia Palazzo Cavalli Franchetti (presentazione Catalogo Monografico Montuschi) Il Novecento Italiano, Museo Kriminal, Galleria La Loggia, Sansepolcro, Rothenburg Expo Arte, Galleria Giochi d’Arte (Milano), Montichiari Artepadova, Galleria Liart (Palermo), Galleria Il Pastello (Roma), Padova Contemporarte, Galleria Liart (Palermo), Forlì Lineart, Galleria Immaginaria (Firenze), Gand Immagina-Arteinfiera, Galleria Giochi d’Arte (Milano), Reggio Emilia Montuschi e Zampetti artisti alla biennale di Venezia, Galleria Armanda Gori Arte, Prato Expoarte, Galleria Liart (Palermo), Bari Chiari e Montuschi, Galleria OpenStudioGallery, Sansepolcro Immagine e Poesie negli artisti contemporanei umbri e toscani, Galleria d’Arte Ciacci, San Giustino (catalogo) Asta di beneficenza Fondazione Farmacologica FiorGen, in collaborazione con la Galleria Paviglianiti, Firenze (catalogo) Personale, Galleria Ferraro Arte, Roma 2004 Da de Chirico a Ferroni, Galleria d’Arte La Loggia, Sansepolcro (catalogo) Colori della Vita Immagini della speranza, Ospedale di Città di Castello, Città di Castello (catalogo) Expoarte, Fiera Del Levante, Galleria Ferraro Arte (Roma), Galleria Giochi D’arte (Milano), Bari Artepadova, Galleria Il Gianicolo (Perugia),Galleria Il Pastello (Roma), Padova Artegenova, Galleria Giochi D’arte (Milano), Genova Ventottesimo Anno Tinerari 2004, Galleria Il Gianicolo, Perugia Vitarte, Galleria Il Gianicolo, Galleria Il Pastello, Viterbo 2003 ExpoArte, Galleria Il Gianicolo, Galleria Il Pastello, Bari Padova Arte, Galleria Il Gianicolo, Galleria Il Pastello, Padova (catalogo) Neuchatel Rencontre, Motiers (Ch) (catalogo) Galerie de chateau de Motiers, Neuchatel Expo Arte, Galleria Il Gianicolo Perugia, Galleria Il Pastello Roma, Bari (catalogo) Personale, a cura della Armanda Gori Arte, Prato 2002 Calendari in tre tempi, Bibli Galleria Navona 42, Roma (catalogo) Montuschi, Galleria Il Gianicolo, Perugia (catalogo) 185


Padova Arte, Galleria Il Gianicolo, Padova (catalogo) Creation Party, Galleria Immaginaria, Firenze (catalogo) Omaggio ad Umbria Jazz, Galleria Il Gianicolo, Perugia (catalogo) Armanda Gori Arte, Prato (catalogo) Giancarlo Montuschi - Giuseppe Chiari, Villa il Mocale, San Casciano Val di Pesa a cura di Armanda Gori Arte Hotel Hilton, Milano Dal Visibile all’Invisibile, Galleria La Loggia, Sansepolcro (catalogo) 2001 20 Pittori per Umbria Jazz, Galleria Il Gianicolo, Perugia (catalogo) Collettiva di Romanangel, Galleria Il Pozzo, Città di Castello (catalogo) Il Flauto Magico, Galleria Il Gianicolo, Perugia (catalogo) 2000 Padova Arte, Galleria Il Gianicolo, Padova (catalogo) Des Animaux et des prodiges, Bibli Galleria Navona 42, Roma Galleria Il Gianicolo, Perugia Il genio creativo, Sala Comunale, Corciano Ex Voto, Museo nazionale Certosa di Calci, Pisa Arte per la vita, Azienda Osped. S.Giovanni Bosco, Torino (catalogo) La mela di Eva, Sala della Filarmonica, San Giustino (catalogo) Lo specchio che fugge, Teatro Valle, Galleria Navona 42, Roma (catalogo) 1999 Artjunction, Galleria “G.N.G.(Paris), Nizza (catalogo) Lineart, Galleria “L’Oro di Noma” Gand (catalogo) Artisti della Galleria, Galleria Immaginaria, Firenze Galleria Ken’s Art Gallery, Firenze Contemporarte, Galleria La Loggia, Forlì Padova Arte, Galleria Il Gianicolo, Padova (catalogo) Arte Fiera, Galleria Ariete, Bologna (catalogo) Arte per la vita, Auditorium C.R., Pisa (catalogo) Primaverile A.R.G.A.M, Galleria Il Gianicolo, Roma (catalogo) Galleria Il Gianicolo, Perugia Galleria Ken’s Art Gallery, Firenze VeneziArte, Galleria Immaginaria, Venezia 1998 I libri dell’Arte, Galleria Folini, Lugano I libri dell’Arte, Galleria Niederhauser, Losanna I libri dell’Arte, Galleria d’Arte Studio Oggetto, Milano Expoart, Galleria G.N.G, Gand (catalogo) Fiore di cactus, Palazzo della penna, Perugia Personale, Galleria V Cortile, Milano Kunst Vienna, Galleria G.N.G. (Parigi), Vienna (catalogo) Art Multiple, Galleria L’Ariete (Bo), Dusserdolf (catalogo) Expo Arte, Galleria Il Gianicolo (Pg), Padova (catalogo) L’Immagine e il suo Destino, D’Ars Milano, Castell’Arquato (Pc) (catalogo) Luna piena di Giugno, Galleria Il Gianicolo (Pg), Ramazzano (Pg) Alpha Centauri Estate III, Galleria Alpha Centauri (Pr), Ragazzola (Mn) Museo della Ceramica, Saint-Emilion (Bordeaux) Tres, San Giustino (catalogo) 186


Terra e fuoco, Palazzo Comunale, Anghiari (catalogo) Expo Art, Galleria GNG (Parigi), Galleria Cigarini (Ginevra), Ginevra Expo Art, Galleria GNG Parigi, Strasburgo Galleria Cigarini, Ginevra Artefiera, Galleria Immaginaria, Galleria Kens, Bologna 1997 Fonopoli, Galleria Piazza Navona, Roma (catalogo) Galleria Ultrarazionale, Alken (Belgio) Expo Art, Galleria GNG Parigi, Gand (Belgio) (catalogo) Galleria Immaginaria, Firenze (catalogo) Padova arte, Galleria Il Gianicolo, Padova (catalogo) Art Convention, Galleria Il Gianicolo, Perugia Galleria GNG, Parigi Festival di Spoleto, Galleria Joannart, Spoleto Percorsi artistici, Palazzo del Capitano, Bagno di Romagna Europart, Galleria GNG (Parigi), Ginevra (catalogo) Migrazioni spirituali, Firenze/S.Gimignano/Sciacca/Sartirana/ (catalogo) Zoologie parallele, Galleria La Loggia, Sansepolcro La croce, S. Giustino (catalogo) La coupole, Galleria GNG Parigi, Saint Loubes (Bordeaux) (catalogo) Artefiera, Galleria Immaginaria, Bologna (catalogo) 1996 Padova arte, Galleria Il Gianicolo, Padova (catalogo) Servi di scena, Gruppo Manodopera Teatro della Pergola, Firenze (catalogo) L’altra arte, Palazzo Barberini, Roma (catalogo) Art Convention ‘96, Perugia Galleria Joannart, Vicenza Fiera estiva dell’arte, Galleria Il Gianicolo Corciano Lontane da Itaca, Galleria Il Gianicolo, Perugia Dalle origini al Cenacolo, Scuola Minardi, Faenza Percorsi 1976/1986, Chiesa di S. Giovanni, Sansepolcro Viaggi nella fantasia, Galleria Montmartre, Parma Opere da asporto Galleria Terre Rare Bologna (catalogo) 1995 Di terra e fuoco, Galleria Immaginaria, Arezzo (catalogo) Dalle ultime generazioni, Galleria com. d’Arte contemporanea, Arezzo (catalogo) Al plurale, Galleria Il Pozzo, Città di Castello (catalogo) Le porte del Paradiso, Gruppo Manodopera, Sansepolcro (catalogo) Galleria Ken’s Art, Firenze Fiera estiva d’arte, Galleria Il Gianicolo, Corciano Derive, Galleria Il Pozzo, Città di Castello Galleria Contemporanea, Arezzo (catalogo) 1994 Glass e Art, Casa Masaccio, S.Giovanni Valdarno (catalogo) Scarperentola, Galleria Cristinerose, New York (catalogo) Festival, Galleria Il Gianicolo, Civita di Bagnoregio (catalogo) Expo Arte, Galleria Il Gianicolo, Montichiari (catalogo) Expo Arte, Galleria Il Gianicolo, Bari (catalogo) Feticci e canovacci, Gruppo Manodopera Ist. Francese, Firenze (catalogo) 187


Finzione e verità dell’immagine 2, Galleria Il Gianicolo, Perugia (catalogo) 1993 Scarperentola, Londra (catalogo) Scarperentola, Capolona (catalogo) Scarperentola, Idea Book, Milano (catalogo) Faenza “Ceramiche ‘900”, Galleria Ken’s, Firenze (catalogo) Terre liberate, Monteroni D’Arbia, Galleria Gagliardi, S.Gimignano (catalogo) 1992 Art of living, New York (catalogo) Arte giovane, Galleria L’Idioma, Ascoli Piceno (catalogo) Galleria Il Gianicolo, Perugia (catalogo) Arte per la vita, Galleria Esagono, Biella Galleria Ken’s Art, Firenze Presenze in Umbria, Perugia Galleria L’Idioma, Ascoli Piceno 1991 Reperti Contemporanei, Certaldo (catalogo) Faenza “Ceramica ‘900”, Galleria Kens’Art, Firenze (catalogo) Raku e altro, Sansepolcro Galleria Fluxia, Chiavari 1990 Donazione per il Museo della Ceramica, Castelli (catalogo) 1989 Galleria Comunale, Faenza Altre alchimie, Firenze Premio Suzzara, Suzzara (catalogo) Eppur si muove, Vaxjo (Svezia) (catalogo) Ceramiche e Sculture, Bassiano Incontri Internazionali, S. Ginesio Galleria Pirra, Torino 1988 Galleria Pirra, Torino (catalogo) Bergamo Bid Art - Galleria Il Segno Contemporaneo, Brescia (catalogo) XI Biennale Ceramica, Vallauris (catalogo) Techne, Galleria Nanni, Bologna (catalogo) Iconologie, Sansepolcro (catalogo) Abitare il tempo, Verona (catalogo) 1987 Futurismo vivo, Castelnuovo di Farfa (catalogo) Quadriportico IV, Brisighella (catalogo) Dalla materia alle forme, Reggiolo (catalogo) II Mostra Internazionale della Ceramica, Zagabria (catalogo) XXVII Mostra Internazionale della Ceramica, Castellamonte (catalogo)

188


1986 44° Concorso Internazionale Ceramica, Faenza Le mani in pasta, Tenno Quadriportico III, Brisighella XXVI Concorso Internazionale della Ceramica, Gualdo Tadino (catalogo) Dialoghi di terra, Firenze/Sansepolcro (catalogo) Maestri della ceramica moderna, Faenza (catalogo) Mirakulosa Experiment, Vaxjo (Svezia) (catalogo) Tendenze ’86, Arezzo (catalogo) Bollettino Museo Internazionale Ceramiche, Faenza (catalogo) 1976 Galleria SIRE, Faenza, personale

189


Foto biografia

191


Montuschi,Ciro Palumbo, il gallerista Vincenzo Morra, Luca Dall’Olio e Massimo Sansavini alla mostra “Sogni senza confini” Napoli

Il Gruppo della Fabbrica dei sogni: Ciro Palumbo, Luca Dall’Olio, Montuschi e Massimo Sansavini

Montuschi con il pittore Gianni Cella ad Arezzo

Montuschi con Vanni Cuoghi e Alì Hassoun a Bologna

Nello Arionte con Montuschi e Andy Flou alla fiera di Bologna

Montuschi con Thi Thanh Thao Ly e Sergio Mandelli alla mostra di Montuschi a Milano

Giuliano Trombini, Elio Marchegiani, Giancarlo Montuschi

Con Omar Ronda nel suo studio a Biella

Montuschi con il caro amico e pittore Omar Ronda al Museo Macist di Biella

Artisti sulle sponde del lago Maggiore: da sinistra Marco Lodola, Fernando De Filippi, Omar Ronda, Daniele Fissore, Giancarlo Montuschi, Titti Garelli e Plinio Martelli che sta dietro l’obbiettivo

Montuschi con il critico Emidio De Albentiis e Giuseppe Chiari nella loro mostra a cura della galleria Armanda Gori di Prato

Paola Bertolazzi titolare della galleria di Via dei Mercati a Vercelli, Giancarlo Montuschi e Luca Alinari

Montuschi e la scultrice RabaRama

Montuschi con l’amico e artista Stefano Bressani

Montuschi con il gallerista Raffaele Memoli e l’artista Gaetano Fracassio nello stand della galleria Memoli

Gli artisti: Giancarlo Montuschi, Guido Corazziari, Roberto Mazzeo con la gallerista Paola De Benedectis nella sua galleria ISMI Arte Contemporanea che li presenta nella mostra Pop Five

192


Sergio Mandelli in visita allo studio di Montuschi

Montuschi con Matteo Guarnaccia e Sergio Mandelli alla personale di Montuschi a Milano

Montuschi con Bruno Donzelli ad Arezzo

Luca Dall’Olio, Nello Arionte, Massimo Sansavini, Ciro Palumbo, Angelo Criscuoli e Montuschi alla mostra di Roma “Onirico Viaggio”

Il pittore Antonio Possenti con Montuschi

Giancarlo Montuschi tra i galleristi Francesco Cristiani di Cosenza e Cristiano Tomassi di Cassino, a Cassino

Il Gallerista Raffaele Memoli con Montuschi in galleria a Milano

Montuschi a casa dell’amico artista Roberto Mazzeo (alias EasyPop)

Montuschi e Antonio Evangelista alla mostra di Cassino

Montuschi con Giulia Salemi al Charity Gala Dinner di Milano Marittima

Luigi D’Agostino con Giancarlo Montuschi e il gallerista Francesco Maria Toro

Massimo Sansavini, la critica Francesca Caldari e Luca Dall’Olio con Giancarlo Montuschi

Montuschi, Lori Del Santo e Luca Dall’Olio per il Charity Gala Dinner di Milano Marittima

Con gli amici e pittori Angelo Barile e Marina Mancuso

Montuschi con il gallerista di SpaziArti Ungallery e con Massimo Bonelli a Milano alla personale di Montuschi

193


L’Artista Roberto Valisi, Giancarlo Montuschi , Gianluca Montrone che ha presentato la mostra, Il Sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli e Flavia Repetto la curatrice della mostra “Monocromi Montuschi veso Valisi”

Montuschi a Villa Carlotta di Belgirate per “la modella nell’Arte”con l’attore Massimo Poggio

Montuschi con Gian Ruggero Manzoni per le vie di Sansepolcro

Il critico Floriano De Santi, Bruno Donzelli,il collezionista Mancini, Montuschi e l’amico Leonardo Di Leo

Regina Nobrez e Riccardo Tartaglia nello stand con Montuschi

Leonardo Di Leo, Bruno Donzelli e Giancarlo Montuschi a Cesena per la mostra di Bruno Donzelli

Giancarlo Montuschi con Francesco Musante al Gianicolo di Perugia

Montuschi dedica disegni alla galleria LIART di Palermo

Montuschi alla sua personale ad Arezzo alla galleria di Danielle Villicana con Alberto D’Attanasio

Luca Dall’Olio, Lorenzelli Elisa, Giancarlo Montuschi e Ferdan Yusufi alla fiera di Reggio Emilia

Adriana M.Soldini nello studio di Montuschi

Roberto Mazzeo (Alias Easy Pop); Pier Luigi Manieri (il curatore), Giancarlo Montuschi e Giampaolo Atzeni alla mostra “Star Wars Forever” di Formello

Il pittore Franco Zuanetto alla mostra di Giancarlo Montuschi a Padova

Massimo Sansavini e Giancarlo Montuschi in fiera

Montuschi con l’amico fotografo Paolo Ficola a Perugia per la mostra di Montuschi

Il pittore Camillo Fait, Montuschi, il Gallerista Mario Pecoraro (LIART di Palermo), gli artisti Macellaro e Beppe Francesconi a Palermo in galleria

194


Montuschi con il pittore Vincenzo Calli alla galleria (85 via Cavour) ad Arezzo alla mostra di Montuschi

Giancarlo Montuschi e Christopher Slatoff nella galleria d’arte Villicana D’Annibale ad Arezzo

Montuschi e la pittrice Kiki Fleming a Rothenburg

Montuschi a Palermo per l’anniversario della Galleria LIART

Montuschi con l’amico pittore Giovanni Manzo in fiera

Giancarlo Montuschi con Roberto Sparaci al Book Shop della rivista Art&Tra

La Curatrice Ferdan Yusufi allo studio di Montuschi

Montuschi con il pittore Giusti

Il curatore Filippo Lotti, Giancarlo Montuschi, il gallerista Roberto Milani e il pittore Patrick Stewarson

Il Critico Alberto D’Atanasio, la storica dell’Arte Maria Giovanna Cutini con Montuschi alla sua personale ad Arezzo

Montuschi con la critica Maria Pia Cappello nella mostra di Montuschi alla galleria Tartaglia di Roma

L’editore Giuseppe Guerri, l’amico Di Leo, Montuschi, il gallerista Lombardi il pittore Rosselli e il gallerista Tartaglia per la mostra di Montuschi alla Vetrata di Roma

Montuschi e la gallerista Danielle Villicana D’Annibale nella sua galleria di Arezzo

Montuschi alla sua personale alla Vetrata di Roma con i Galleristi Lombardi e la gallerista Nicoletta Zanella della galleria Navona 42 di Roma

Montuschi con il critico Francesco Gallo alla mostra da LIART a Palermo

Montuschi con Enrico Manera e Cleonice Gioia in fiera

195


L’amico Di Leo, la gallerista Nicoletta Zanella il gallerista Lombardi, Montuschi e l’amico tipografo ed editore Giuseppe Guerri alla personale a Roma nella galleria Vetrata

Montuschi e Luca Alinari invitato da Montuschi a Sansepolcro

Montuschi insieme alla gallerista Nicoletta Zanella (Navona 42 Roma) davanti alle carte dei tarocchi editi dalla galleria Navona 42 nella mostra a Faenza sui Tarocchi di Gentilini e Montuschi

Montuschi e l’amico pittore ed illustratore Cesare Reggiani con Stefania alla mostra sui tarocchi di Montuschi alla galleria comunale d’Arte Contemporanea la Molinella di Faenza

Montuschi ed Enrico Manera

Montuschi Giancarlo e Magda con la famiglia Borchiellini a Roma

Montuschi con Alessandra Angelucci in fiera a Bologna

Montuschi con Angelo Andriuolo nello studio di Anghiari

Montuschi con Anna Maria Cappello nella galleria Tartaglia di Roma

Montuschi con la gallerista Danielle Villicana D’Annibale e lo storico Giordano Berti alla mostra sui tarocchi ad Arezzo

Montuschi Giancarlo e Magda, Cena in studio con i galleristi: Paola Bertolazzi, Roberto Danese, Angelo Andriuolo, Raffaele Memoli, Giorgio Bertozzi e amici e colleghi

Montuschi con Irene Zenarolla alla mostra I Colori del Rock ad Ameno

Montuschi al Centre International D’Art Contemporain Chàteau de Carros per la mostra Un+Uno

Montuschi con Francesca Champagne

Montuschi e Luana Barracani

Montuschi e il gallerista Francesco Cristiani a Napoli

196


Montuschi con il critico Michele Loffredo, direttore casa Vasari ad Arezzo

Montuschi con il gallerista Mario Pecoraro (LIART) e Francesco Gallo in galleria

Montuschi con il gallerista Ottorino Picardi e famiglia in studio

Collettivo Nose, di Faenza, Baldo Savonari, Giancarlo Montuschi, Mauro Boschini, Cesare Reggiani

Montuschi e Buglionì (direttore del circo d’inverno di Parigi) a Saint Emillion

Montuschi con i Galleristi Eligio Fulli, Marcello Persica e Nicoletta Zanella insieme a Luca Alinari alla mostra organizzata a Palazzo Pretorio di Sansepolcro

La Pittrice Nurz il Gallerista Naudin (galleria GNG di Parigi) Montuschi e la figlia Petra in galleria a Parigi

Montuschi con il gallerista della Loggia di Sansepolcro nello studio dell’artista

Magda Garulli Montuschi, lo scrittore Ivan Teobaldelli, Montuschi e la storica dell’Arte Susanna Ragionieri alla galleria Immaginaria di Firenze

Giancarlo Montuschi con Eleonora e il collezionista Roberto Pilla nello studio di Gricignano

Giancarlo Montuschi con il collezionista Roberto Pilla, di Ginevra, vicino alle statue dell’artista a casa Pilla

Con la pittrice Isabella Vezzani e lo storico dell’Arte Pietro Adorno

Charles Aznavour e Montuschi durante la loro intronizzazione alla Jurade di Saint Emillion

Magda Garulli Montuschi e Petra Montuschi nello studio di Anghiari

Giancarlo Montuschi con la figlia Petra

L’avvocato e grande acquarellista Mario Baragli osserva le sculture Raku di Montuschi nella sua prima mostra a Sansepolcro

197


Montuschi con la sua scultura in Casa Fulli con Eligio Fulli e il critico Emidio De Albentiis

Walter Bellini galleria Ken’s Art di Firenze con Montuschi in galleria

Montuschi alla sua mostra di Perugia nella galleria il Gianicolo con Vittoria ed Eligio Fulli

Il critico Giuliano Serafini, i galleristi Vittoria ed Eligio Fulli ( Il Gianicolo) e Montuschi alla sua personale

Bruno Donzelli, Francesco Musante e Giancarlo Montuschi alla sua personale nella galleria Il Gianicolo di Perugia

Vittoria Fulli, Bruno Donzelli, Magda e Giancarlo Montuschi nel giardino dello studio

Vittoria ed Eligio Fulli della galleria il Gianicolo di Perugia con Montuschi nel suo studio

Bruno Donzelli, Franz Borghese,. Montuschi e Fulli a casa Fulli

Il Pittore Bigi, Eligio Fulli (il Gianicolo Perugia), Bruno Donzelli, Vittoria Fulli e Montuschi in fiera

Il Fotografo Paolo Ficola con Montuschi

I pittori, Montuschi, Donzelli, Abbozzo, Vangelli il critico Luciano Caprile, Vittoria Fulli, il pittore Francesco Musante, il critico Giuliano Serafini il gallerista Eligio Fulli, la scrittrice Anna Belardinelli e il critico Roberto Maria Siena alla galleria Il Gianicolo di Perugia

Il gallerista Luigi Amadei con Montuschi e lo scrittore Ivan Teobaldelli alla galleria il Pozzo di CittĂ di Castello per la personale di Montuschi

Il gallerista Antonio Marchese (galleria Marchese di Prato) e Montuschi in galleria a Prato

Montuschi con il pittore Antonio Vangelli a Gricignano

198

Renato Zero con Nicoletta Zanelli e la statua di Montuschi, testimonial di Fonopoli


199


Finito di stampare nel mese di maggio 2019 da:

EDITORE

Via Carlo Dragoni, 16 - Sansepolcro (Ar) Italy

200


ISBN 978-88-940485-4-4

9 788894 048544 €38,00

Profile for Petra Montuschi

Giancarlo Montuschi _ Fiction Painting  

Giancarlo Montuschi _ Fiction Painting  

Advertisement