n 196 - Foglio Parrocchiale Dicembre 2018

Page 1

Foglio Parrocchiale

n. 196 - Dicembre 2018

Foglio Parrocchiale Dicembre 2018

Parrocchia di Santa Maria Maggiore - Monteforte d’Alpone

Piazza Silvio Venturi, 23 - tel. 045.6107379 - fax 045.7612978 - fogliomonteforte@gmail.com - www.parrocchiamonteforte.it

AVVENTO 2018 “Beata Colei che ha creduto” E tu per “CHI” cammini? Subito dopo la narrazione dell'annunciazione, l'evangelista Luca ci guida dietro i passi della Vergine di Nazareth verso «una città di Giuda». Secondo gli studiosi questa città dovrebbe essere l'odierna Ain-Karim, situata tra le montagne, non lontano da Gerusalemme. Maria vi giunge “in fretta” per far visita ad Elisabetta, sua parente e viene riconosciuta come la “Benedetta fra tutte le donne, la madre del mio Signore, Colei che ha creduto” (Lc 1,39-56) “La visitazione” è l’immagine guida che la nostra diocesi propone per questo Avvento 2018 ed è anche la tela centrale dell’abside della nostra chiesa. Viviamo allora questo tempo liturgico in preparazione al Natale imitando Maria, in ascolto di Dio e pronti a servire i fratelli. Il tempo di Avvento, invitandoci alla vigilanza, è proprio il tempo in cui allenarci ad essere persone attente, sveglie, in grado di osservare, discernere, prendere in mano la situazione…. Una storia ebraica narra di un rabbino saggio e timorato di Dio che, una sera, dopo una giornata passata a consultare i libri delle antiche profezie, decise di uscire per la strada a fare una passeggiata distensiva. Mentre camminava lentamente per una strada isolata, incontrò un guardiano che camminava avanti e indietro, con passi lunghi e decisi, davanti alla cancellata di un ricco podere. "Per chi cammini, tu?", chiese il rabbino, incuriosito. Il guardiano disse il nome del suo padrone. Poi, subito dopo, chiese al rabbino: "E tu, per chi cammini?". Questa domanda, che conclude la storia, si conficcò nel cuore del rabbino. Quel "PER CHI" ci interroga. Così lo potremmo prendere come filo conduttore per il nostro avvento. Di solito non siamo abituati a badare alla direzione delle nostre giornate, specialmente se "piene" di cose da fare; altre volte non ci badiamo perché le tiriamo a destra e a sinistra, trascinandoci tra una relazione e un'altra; altre volte ancora aspettiamo chissà cosa per vincere mono-

tonia e routine. In tutto questo ci scordiamo la motivazione profonda del nostro essere vivi, qui e ora: ciascuno di noi è oggetto particolare dell'attenzione di Dio, e questo ce lo ha dimostrato chiamandoci prima di tutto alla vita. Ma c'è una motivazione ancora più profonda e grande: il "dono per me" che è Gesù figlio di Dio nel mistero del Natale e della 1


Foglio Parrocchiale Dicembre 2018 sua incarnazione. E' del resto l'esperienza che vive anche il giovane e inquieto Francesco d'Assisi quando, mentre rincorre i suoi sogni di gloria e successi immaginando grandi imprese militari (si è arruolato come cavaliere al soldo di un mercenario), il Signore gli appare dicendogli: "Francesco, è meglio per te seguire il servo o il Padrone?" Francesco rispose: "Meglio il Padrone". "E allora perchè dunque ti affanni a cercare il servo invece del Padrone?" gli disse il Signore. "Cosa vuoi che io faccia?", riprese Francesco. "Ritorna ad Assisi. Non è questa la tua vita!", così gli intimò quella voce misteriosa. Francesco, cedendo le armi fra lo stupore dei compagni, fa ritorno ad Assisi abbandonando definitivamente l'idea di una vita cavalleresca e mondana. Ha ormai scoperto che l'unico vero "Padrone" è Dio Padre, di cui egli, come figlio amato, vuole diventare ora araldo e messaggero. L'Avvento serve proprio per verificare se al mio "per chi" posso rispondere "io cammino per il Signore della mia vita, il Signore Gesù". Fidiamoci di Lui, della sua promessa di vita piena e di felicità autentica e teniamo viva in noi la salutare domanda "E tu, per chi cammini?". Maria, colei che si è aperta al dono di Dio e questo la porta a mettersi in viaggio, è beata. Beato e beata sei tu, ogni volta che credi che la vita non viaggia al ritmo dei tuoi ragionamenti, così poveri e insufficienti, talvolta così egoisti e preoccupati di autoaffermarsi, ma beato e beata te ogni volta che intuisci che... Dio viene per abitare in te, che sei infinitamente piccolo e infinitamente grande al tempo stesso, che sei umile argilla e sei oro finissimo, che sei figlio della terra e “assaggio” di eternità per chi ti incontra. Dio viene, perché ti lasci amare e perché anche tu diventi amore generante!! Buona preparazione a vivere il Natale vostro parroco don Zeno

ECCOMI - Il rito di ammissione fra i candidati agli ordini sacri “In eterno canterò la Tua lode mio Signor, le mie labbra esalteranno la Tua fedeltà”. Sono queste le parole che abbiamo cantato assieme sul finire della celebrazione. Parole che riecheggiano, che ricordano, che ritornano care alla memoria di quella sera nella Basilica di San Zeno, che ci ha visti ammessi fra i candidati agli ordini sacri. Siamo sei giovani al terzo anno di teologia, che venerdì 9 novembre abbiamo pronunciato il nostro eccomi davanti alla Chiesa, nella persona del nostro Vescovo Giuseppe, assieme alle nostre famiglie, alla nostra comunità del seminario e alle molte persone che ci accompagnano con la loro amicizia, giovani e amici delle nostre parrocchie. Questo passo ha significato molto per il nostro cammino di vita e di fede: esprime la grande Misericordia del Signore, che ci accompagna ogni giorno con la sua Presenza fedele, lasciandoci intravedere nella vocazione sacerdotale una possibile e concreta risposta d’amore in pienezza. Indica la nostra disponibilità a diventare un giorno preti, perché Dio porti a compimento l’opera che ha iniziato in noi. È questa la preghiera che eleviamo a Dio nostro Padre, preghiera che raccoglie pensieri e sentimenti che vogliamo condividere con te. Innanzitutto un sentimento di grande gratitudine, che fa da sfondo alla piccola risposta che

maniera non indifferente il nostro cammino. Cammino che si comprende come affidamento a Dio nostro Padre, che nel Suo Figlio ci rende fratelli: per questo è stato importante pronunciare insieme la nostra risposta, uniti dallo stesso Spirito, che ci rende consapevoli della concretezza e dell’importanza di questo passo. La bellezza, poi, consiste nel vedere la fiducia che il Signore ripone su di noi, che non abbiamo meriti particolari, ma semplicemente proviamo a rispondere quotidianamente alla Sua chiamata. Ogni giorno diventa così un’occasione per imparare a diventare discepoli, a crescere nell’umiltà e nell’abbandono a Dio: il cammino non è privo di tratti impervi, ma allo stesso tempo non ne nascondiamo le sue ricchezze. Lasciare operare il Signore nella propria vita, lasciare che Egli stesso ci sollevi dalla miseria dei nostri sbagli, lasciare che sia Lui abbiamo dato al Signore. Gratitu- a offrirci ogni giorno vita nuova: dine che ci apre alla gioia, gioia di è questo che ci porta ad affidarci saperci condotti dalla paternità di serenamente alla Sua fedeltà, che opera anche nella nostra debolezDio, che ci offre la possibilità di za, che custodisce il nostro desideessere dono per le tante persone rio di restare per sempre con Lui. che incontriamo e incontreremo. Nicola, Tommaso, Nicolò, FranceGratitudine verso la Chiesa, che sco Quoc Vinh, Francesco, Federici accoglie nella sua maternità, co, III teologia che ci conferma nella fede, che ci educa alla carità. Gratitudine a chi Inciso: perché Dio porti a compiha pregato con noi in quella sera, mento l’opera che ha iniziato in noi a chi ci ha seguito da casa, a chi con la preghiera accompagna in 2


Foglio Parrocchiale

Dicembre 2018

LA NOTTE DI NATALE CON PAUL CLAUDEL

Paul Claudel, definito oggi uno dei più grandi scrittori cristiani del nostro secolo, a diciotto anni si "sistema nell'incredulità". Ribelle, insofferente, preso dall'avidità di nuove conoscenze e sensazioni, manovrato da passioni impure, dimentica presto il suo battesimo e la sua prima comunione. Affida tutto alla scienza, al ragionamento, ma sente allo stesso tempo tristezza e noia, disperazione e terrore... Eppure mentre Paul nega Dio, ecco che Dio imprevedibilmente entra nella vita di Paul. Dio infatti scrive dritto sulle nostre righe storte. Tutto concorre all'azione di Dio. Anche il peccato. Paul:” è la sera di Natale... O devo dire che è il mio primo Natale? Oh sì, perché oggi è capitato un evento che non riuscirò a descrivere bene a parole, l'evento che, ne sono certo, segnerà tutta la mia esistenza. Sono stato a Notre-Dame, per il canto solenne dei Vespri. Non ci sono andato per fede... Ero lì ad attingere un po' di idee per scrivere contro i cristiani, soprattutto sulle vuote liturgie cattoliche, fatte solo di superficie... Ci ero già andato stamattina, alla Messa ma, per la folla numerosa, non ero riuscito a vedere quasi nulla e non ho fatto altro che annoiarmi. Ecco perché sono tornato questa sera...” Inizia il canto del Magnificat Paul era in piedi tra la folla, vicino al secondo pilastro rispetto all'ingresso del coro,

a destra, dalla parte della sagrestia. E' stato questo il suo momento di grazia. Era lì per parlare male dei cristiani, era lì per prendere appunti, per criticare.... Ma anche Dio era lì per toccarlo, finalmente... Paul: “Improvvisamente, durante il canto, ho avuto il sentimento lacerante dell'eterna infanzia di Dio e... ho creduto. Sì, io credo! Credo veramente, con tutte le mie forze... Credo con tutto il mio essere, credo con una convinzione potente... O eterno Dio innocente, come mi ritrovo bambino! Come sono felice! E come sono felici le persone che credono! Sì, è vero, è proprio vero! Dio esiste. è qui. è qualcuno, è un essere personale come me! Mi ama, mi chiama... Oh, come ho pianto! Anzi, come ho singhiozzato, mentre l'emozione cresceva con la tenera melodia dell’ Adeste fideles...” Paul: Torno a casa, ho in mano la Bibbia. Fuori piove e il rumore dell'acqua lo sento come un dolce sottofondo di purificazione. Leggo il racconto della crocifissione... Vedo quel centurione sotto la croce, sotto la pioggia di quel venerdì santo e con lui dico: "Costui è veramente il Figlio di Dio". A me, Paul, Lui si sta rivolgendo. A me Lui promette il Suo amore... Oh, come è straziante e dura la stagione dell'inferno in cui sono stato fino ad ora! Solo adesso capisco che l'inferno è dovunque non c'è Cristo”.

Confessioni di Natale Come dice Don Bosco la confessione significa trovare il bandolo della nostra coscienza, del nostro cuore tutto ingarbugliato. Ma per fare questo bisogna saper dire tre “no” importanti: NO… alla confessione disco: bla...bla...bla tutte le volte le stesse cose! NO… alla confessione lavatrice: un colpo di spugna e tutto come prima! NO… alla confessione paracarro: Natale, Pasqua e prima di fare la cresima! Ci sono poi tre cose importanti da considerare...la confessione: · è un incontro con Cristo: guardare prima di tutto al Suo Amore e ringraziarlo per le cose belle che ci dona. · è un momento prezioso di verifica: vediamo la nostra vita al rallentatore e pentiamoci dei nostri peccati · è la festa della riconciliazione: con sé stessi, con Dio, con i fratelli. Ci prendiamo un impegno che ci aiuti a non peccare più Sabato 22 dicembre ore 15.00 -19.00 Domenica 23 dicembre ore 8.00 -12.00 Lunedì 24 dicembre ore 9.00 -12.00 e 15-19

SS. Messe di Natale 24 dicembre S. Messa della Notte ore 22.00 25 dicembre ore 8.00/9.30/11.00/18.30 (Sarmazza 9.30) Canto dei Vespri ore 17.30 3


Foglio Parrocchiale

Dicembre 2018

CANTO DELLA STELLA NEL MESE DI DICEMBRE a cura dei gruppi parrocchiali ragazzi e giovani MARTEDI 4 MERCOLEDI 5 VENERDI 7

Canole, Via Novella (a partire dal capitello in sù) Via Vittorio Emanuele II, Via Garibaldi, Via della Fontana Via Mateotti, Via San Carlo, Via XXVII Aprile, prima parte viale Europa (fino all’imbocco di Aldo Moro) MARTEDI 11 Borgo Trieste, Viale Olimpia, Via Adolfo Consolini, Quartiere Ilio Chiarotto MERCOLEDI 12 Via Tamagni, Via Augusto Prà (a cura del gruppo Friends) GIOVEDI 13 Via Silvio Perazzolo, Via Moreno Zoppi, Via Tintoretto, Via Adriano Bogoni, Via Renato Zoppi (a cura del gruppo adolescenti) VENERDI 14 Via Dante, Via Vittorio Veneto, Via Roma (fino all’imbocco con Via Santa Croce) LUNEDI 17 Via Pascoli, Quartiere Sandro Pertini ( a cura della scuola di evangelizzazione) MERCOLEDI 19 Via Novella, Zoppega GIOVEDI 20 Viale Europa, Quartiere Aldo Moro, Zona Madonnina (a cura del gruppo adolescenti) VENERDI 21 Via Einaudi, Via Santa Croce

Le offerte raccolte saranno per la nuova sala giochi e il campetto

Domenica 23 - LUCE DI BETLEMME “Hai illuminato la mia vita, Gesù, luce vera del mondo. Con il tuo aiuto voglio continuare a camminare con gioia nella luce della tua presenza. Donami la gioia di illuminare con l’esempio della mia vita i fratelli che incontro nella mia esistenza quotidiana. Assieme a loro voglio essere figlio della luce, per donare al mondo la gioia della tua presenza. O Maria, Madre del Salvatore, portaci tutti a Gesù.” Anche quest’anno arriva nella nostra Parrocchia la luce di Betlemme……E’ un lume che viene acceso direttamente dalla lampada collocata nella Grotta della Natività di Betlemme, che arde ininterrottamente sul punto in cui la tradizione indica la nascita di Gesù, alimentata a turno dall’olio donato da tutte le Nazioni cristiane della Terra. Essa rappresenta la presenza del Signore sulla terra, come Luce delle genti. Dal 1986 gli Scout viennesi hanno deciso di collaborare alla distribuzione della Luce della Pace, mettendo così in pratica uno dei punti chiave dello scoutismo, l’amore per il prossimo espresso nella “Buona Azione” quotidiana. La Luce sia per noi simbolo di unità e di preghiera in famiglia. Se a casa ci sono dei bambini, ditegli che è importante che loro vigilino sulla fiamma della luce, affinché resti sempre accesa, che cambino il lumino prima che sia totalmente consumato, accendendo il nuovo dalla fiamma del vecchio. Quando arriva Gesù Bambino, vorrebbe trovarla accesa, per potersi scaldare con il calore del cuore di chi la porta dentro. A sua volta, sarebbe bello che chi la riceve, la porti nella casa della gente, famiglie bisognose, persone sole. Sarebbe quasi un segno tangibile della presenza di Gesù nella loro casa, segno di Speranza e di Vita 4


Dicembre 2018

PREPARIAMOCI AL NATALE

Foglio Parrocchiale

costruendo assieme ai nostri figli il PRESEPIO DALLA 2A ELEMENTARE ALLA 2A MEDIA

Sei invitato a realizzare il tuo presepe con tecnica e materiale liberi su una base di 100 x 70 cm. (MAX). Va consegnato Venerdì 21 Dicembre pomeriggio 17:00 – 19:00 in via Matteotti n. 21 presso le Opere Parrocchiali (ex Bar ACLI) vicino alla Scuola Materna

Presepio della Parrocchia di MONTEFORTE e Mostra PRESEPI CLASSI CATECHISMO in via Matteotti, 21 presso le Opere Parrocchiali (ex Bar ACLI) vicino alla Scuola Materna ORARI DI APERTURA dal 25 Dicembre al 06 Gennaio tutti i giorni e il 12-13-19-20 Gennaio Mattino dalle 09:30-12:00 / Pomeriggio 14:30-18:00 N.B. Si espongono anche presepi consegnati da famiglie!!

Le luci degli addobbi, i babbi Natale sui poggioli, le abbondanze nei negozi ci distolgono dal vero significato del Natale, ma per noi cristiani il Natale è Gesù che nasce. Lo racconteremo anche ai bambini nella nostra scuola dell’infanzia attraverso la storia dell’asinello, che all’interno della Grotta di Betlemme, narra la nascita di Gesù. Vi auguriamo che Dio che si fa bambino, sia l’unica certezza di questo Natale. “E’ nato un bambino, un re piccolino che viene a regnare nel regno dei cuori” Scuola dell’infanzia “Vi porta un sorriso color paradiso “. 5


Foglio Parrocchiale

Dicembre 2018

3/4/5 elementare dal 27 al 30 dicembre I e II media dal 30 dicembre al 2 gennaio Adolescenti Monteforte e Soave dal 2 al 5 gennaio Agli incontri Ado e Catechismo troverai il modulo per l’iscrizione

CONCERTO DI NATALE DELLA BANDA ALPINA DI MONTEFORTE D’ALPONE

23 dicembre 2018 ore 16:00 IN ORATORIO siamo tutti invitati per scambiarci gli auguri 6


Foglio Parrocchiale

Dicembre 2018

BATTESIMI DOMENICA 4 NOVEMBRE 2018

Ogni giorno un momento di preghiera che aiuta a vivere più serenamente la giornata.

Il calendario Cinque Pani d’Orzo è il regalo ideale da fare ad amici, parenti o colleghi. Le brevi frasi sono della Liturgia del giorno secondo il calendario romano.

Natale

L’angolo delle Arti: La poesia del mese

di Salvatore Quasimodo

Guardo il presepe scolpito dove sono i pastori appena giunti alla povera stalla di Betlemme. Anche i Re Magi nelle lunghe vesti salutano il potente Re del mondo. Pace nella finzione e nel silenzio delle figure in legno ed ecco i vecchi del villaggio e la stalla che risplende e l’asinello di colore azzurro.

ANAGRAFE PARROCCHIALE DEFUNTI

BATTESIMI

30/03/2015 Olmari Sofia 27/10/2018 24/09/1937 Menghini Serafino 30/10/2018 25/12/1932 Bolla Giancarlo 13/11/2018 08/10/1921 Dal Monte Gina 26/11/2018

Elia Brandiele nato il 31/07/2018 Marco Bogoni nato il 02/06/2018 Gregorio Guarda nato il 09/02/2018 Asia Magrini nata il 09/05/2018 Sophie Teboni nata l’01/05/2018 7


Foglio Parrocchiale

Sante Messe di Suffragio

1 SAB Classe 1976 (Bogoni Marco, Gabriele e Grigato Marco); Classe 1948 3 LUN Bernardi Angelino; Defunti Via Tamagni; Tosi Adriana e Mauro; Ferraresi Darnes e Mariella; Zambellan Noemi e Gazzetta Fabrizio; Zoppi Teresa e Rodigniero Angelo; Zambon Giuseppe e Testa Giulio; Burato Elisa e Lina; Zoppi Luigi (4° anniversario); Fongaro Gianluca e Rosetta; Fam. Speri e Tegazzini; Gini Umberto e Fossato Maria; Palà Giacoma (anniversario); Zorzi Domenico e Magnabosco Agnese; Dal Monte Gina (7°) 4 MAR Valeriano e Flaviano; Burti Vincenzo e famiglia; Fam. Muraro 5 MER Famiglia Verzè Francesco; Racconto Giulio e Martinelli Zelima; Racconto Romano; Bolla Eligio (compleanno) e Pelosato Angelina; Simoncello Tullia e Marsilli Giovanni; Fam. Bogoni; Chiappini Sandrina; Soprana Igino e Maria; Visentin Primo e Dorina; Visentin Bruno e Virginia; Visentin Giuseppe e Lidia; Fasoli Giuseppe; Bogoni Giuseppe e Marina; Pelosato Giuseppe e Tessari Stefano 6 GIO Defunti classe 1954; Prà Gianni; Salvaro Angelo; Fam. Temelin; Moro Enrico; Ambrosi Rosetta E Plinio 10 LUN Marsilli Edmondo e Elide; Bogoni Silvio e Silvia; Meibo e Leone Battistella; Laura e Marco; Pelosato Domenico (classe 1931); Zoppi Benedetto; Zoppi Gino e Marina; Pelosato Edoardo e Giselda; Costa Angelo e Maria; Pelosato Florindo e Vittorina; Fam. Zoppi; Fam. Pelosato; Bolla Mario e Veneri Elisabetta; Bolla Angelo e Nella 12 MER Fontana Flavia e Giuseppe; Faltracco Wilma; Chiarotto Vittoria e Burti Armando; Mastella Dino; Dal Cerè Silvio; Bolla Maria (†); Soriato Gaetano; Zambon Aldo e Norma; Bozzolan Franco; Burti Bruno e Gabriella; Pace Bruno e Gigetta; Orlandi Emilia; Prà Elvira (onomastico) Gini Tullio 13 GIO Rodighiero Marco; Fam. Marsilli; Palazzin Bruna e Bolla Romeo; Bogoni Emma e Maria; Prà Virgilio; Burti Olinto e Palmira; Zampieri Giovanni e Eugenia; Pelosato Fulvio; Fam. Fustegato; Fam. Chiechi 14 VEN Mantello Rino e Oliva; Almari Giuseppe; Zenaro Duilio (compleanno) e Bolla Rita; Bolla Carlo e Maria; Faltracco Domenico e Antonio; Almari Luigi e Carolina; Fam. Valente Giuseppe; Verzè Vittorio e Preto Maria; Tegazzini Diego; Giuseppe Gariggio e anime del purgatorio; Rizzotto Augusto e Emilia; Pellegrini Aldighieri e Renata; Narconti Leonia e Mariella; Corradini Giuseppe 15 SAB Classe 1959 17 LUN Martignon Luana; Racconto Rino; Motterle Celeste e Giuseppina; Veneziani Gabriella; Boscolo Adelino; Fongaro Gianluca e Rosetta; Cavazza Mario e Muraro Maria; Fam. Meneghini; Pelosato Attilio e Costantini Dorino; Chiarotto Matteo e Vittorio; Saorin Vittorino e Rosina; Chiarotto Noè e Regina; Alberti Attilio e Maria; Alberti Giuseppe e Gaiardoni Franco 19 MER Don Piero (entrata a Monteforte) e Maria; Prà Alessandro e Augusta; Lecetti Andrea e Napoleone; Piccoli Antonio (†); Salvaro Angelo (†); Murari Giuseppe e Menghini Luigia; Alpiovezza Luigi e Anna; Anselmi Luigi e Anna; Antonini Luigi e Maria; Fam. Rizzoni Giulio e Emilia; Gini Federico (classe 1984); Murari Giobattista e Rizzotto Pierina 20 GIO Prà Rina; Fam. Peron Domenico; Fam. Prà Ottavio

Dicembre 2018

21 VEN Venturi Romeo (†); Masconale Massimo (†); Molinarolo Angelina (compleanno) e Luigina; Pellegrini Antonietta; Vesentini Lino e Filippini Lavinia; Prà Maria (†); Federico e Maria; Antonio e Cesarino; Angelo e Guglielmo; Zoppi Giacomino; Schioppetto Sonia e Preto Rodolfo; Fam. Scarperi; Fam. Agnoletto e Peter; Murari Gelsomino e Burti Teresa 27 GIO Todeschi Thomas e Gavioli Giannino (anniversario); Pasetto Silvio e Luigia; Pelosato Antonia 28 VEN Tirreni Giuseppe; Prà Sandro (†); Bolla Giannino (†); Tessari Anna (†); Tolo Domenico (†); Bertuzzo Annamaria; Sergio e Maria; Pelosato Domenico (†); Corradini Giuseppe (†); Zanatello Igino e Leonia; Fam. Giuriato; Fam. Zanatello; Fam. Meneghello

Calendario appuntamenti

Sabato 1: > ore 17 penitenziale 2° elementare > ore 20 adorazione in musica in oratorio Domenica 2 (I di Avvento): > mercatino della carità > catechismo 2° elementare > ore 12 Battesimi Giovedì 6: > ore 20.30 S.Messa, ore 21 Adorazione guidata Venerdì 7: > Comunione malati Sabato 8 (Immacolata Concezione): > SS. Messe secondo orario festivo Domenica 9 (II di Avvento) Martedì 11: > ore 20.45 Incontro fidanzati Sabato 15: > ore 17 confessioni 5° elementare Domenica 16 (III di Avvento): > catechismo 4° elementare Mercoledì 19: > ore 15 S. Messa gruppo P. Pio Venerdì 21: > ore 16.30 confessioni 1° media > ore 17.30 confessioni 2° e 3° media > ore 20.45 confessioni ado + giovani Domenica 23 (IV di Avvento) Lunedì 24: > ore 22 S. Messa nella notte (trasmessa in diretta streaming su Facebook) Domenica 25: > Natività del Signore Lunedì 26 (S. Stefano) > ore 8 e 9.30 SS. Messe Giovedì 27: > partenza campo 3°-4°-5° elementare Domenica 30 (sacra Famiglia): > partenza campo 1° e 2° media

8

Impaginazione a cura di Cristiano Melis


Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.