Optimist 2021 Numero 2

Page 1

OPTIMIST

2|2021

Poste Italiane SpA Spedizione in A.P. - 70% - DCB TN


www.lamasnautica.it


Sommario N. 2 - 2021 2021 Optimist European Championship 2021 Optimist World Championship Optimist Europan Team Race Championship Meringa Cup - Trofeo Alpe del Garda 46° Optimist d’Argento Optiweek Optimist Gold Cup Yacht Club Hannibal 3ª Tappa Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving Campionato Italiano a Squadre Ora Cup Ora Trofeo Simone Lombardi Coppa Primavela - Coppa Del Presidente - Coppa Cadetti Campionato Italiano 4ª Tappa Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving Barcolana Young 5ª Tappa Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving Halloween Cup 26° Befana Day d’Autunno 33° Opti Team Cup Berlin Caro Norberto Raduni GAN 1° Raduno GAN cadetti 1° Raduno GAN Al via il progetto interzonale Raduno interzonale nord Raduno interzonale centro Raduno interzonale sud Fatti e misfatti...

6 8 14 15 16 19 21 22 26 27 32 34 36 38 40 42 44 47 49 51 52 52 53 55 55 57 58 61

A.I.C.O ASSOCIAZIONE ITALIANA CLASSE OPTIMIST Via Aldo Moro, 9 - 38062 Arco (TN) Tel. e fax 0464 521022 www.optimist-it.com - informazioni@optimist-it.com

Presidente Onorario Beppe Bruzzone

Segretario Nazionale Walter Cavallucci

Ideatori della rivista Luciano Bursic e Gianni Loperfido

Direttore Responsabile Walter Cavallucci Notiziario quadrimestrale edito dall’A.I.C.O. Registrazione al tribunale di Rovereto n. 212, 20 ottobre 1997 Anno 27 - N. 2

Hanno collaborato Carlo Della Casa, Simone Gesi, Giuseppe Palumbo, Tristano Vacondio, Armando Miraglia, Yacht Club Hannibal, Alessandra Montemurro, Riccardo di Paco, Fraglia Vela Malcesine, SV Barcola Grignano

Per le foto Matias Capizzano, Giovanni Mitolo, Elena Giolai, Martina Orsini, Tristano Vacondio, Angela Trawoeger, Renato Tebaldi, Andrea Crevatin, Riccardo Di Paco

Collaboratori Diretti Walter Cavallucci, Letizia Tocchini, Marcello Meringolo

Stampa Grafica 5 Via Fornaci, 48 - 38062 Arco (TN) Tel. 0464 518037 - Fax 0464 518507

Pubblicità diretta Segreteria A.I.C.O. Tel. e fax 0464 521022 Il notiziario è distribuito a tutti i soci A.I.C.O., ai circoli velici, agli inserzionisti e a chiunque ne faccia richiesta. Si ringraziano tutti i collaboratori che hanno partecipato gratuitamente alla realizzazione del notiziario.

Tutti siete invitati a collaborare alla redazione di questo nostro giornale! Inviateci i vostri articoli, possibilmente con qualche bella foto. Le pubblicità vanno inviate direttamente all’AICO.


2 | OPTIMIST


OPTIMIST | 3

01. Ortix is what gives KARHU “fit” which is based on real runner 3D foot scan data. Ortix refers to the shape of the midsole, volumes of the upper and overall measurements of the last.

01

02. Our proprietary midsole foam: lighter, more resistant to temperature changes and better cushioning than EVA. 02

06

04

05. The M-logo side panels help secure the shoe around the foot while an inner boot construction ensures the tongue remains straight.

05

06 04. Our unique, liquid based foam improves shock absorption and is more durable than traditional EVA midsoles.

06. Seamlessly woven upper patterns placed on the Ortix lasts with zones for support, stretch and breathability.

INFO: Sport Leader s.r.l. mail: info@sportleader.pro tel: 0171413175


4 | OPTIMIST

-10%

-15%

RIVA DEL GARDA

MALCESINE

Attrezzatura e abbigliamento tecnico per tutte le classi!

VELA • WINDSURF • SUP • WING FOIL • ABBIGLIAMENTO CASUAL Malcesine: via Gardesana, 294 • 0457400075 Riva: Via Padova, 5 (Blue Garden) • 0464755070

Shop online! Spediamo in tutta Europa!

www.bestwind.it


OPTIMIST | 5

I delegati di zona ZONA I: Alessandro Maffei Viale Pio Settimo 4/7 16138 Genova Quarto dei Mille Cell. 348.8979400 E-mail: alessandro.maffei17@gmail.com

XIV

I

ZONA III: Daniele Murru Via Piemonte, 64 07026 Olbia (SS) Cell. 347.3613710 E-mail: danielemiurru@gmail.com ZONA IV: Stefano Amadei Via Gerolamo Belloni, 94 00191 Roma Ab. e fax 06.35454232 Cell. 339.3974370 E-mail: stefanoamadei@tin.it ZONA V: Giuseppe Falanga Via G. Bonito, 25 80127 Napoli Ab. 081.19139618 - Cell. 392.9815249 Fax 081.76437044 E-mail: giufalanga@me.com

XII

XV

ZONA II: Dario Domeneghetti Via Sarzanello, 60 19038 Sarzana (SV) Ab. e Fax 0187.621835 Cell. 339.2338886 E-mail: dario.dome61@gmail.com

XIII

ZONA VIII: Alessandra Boscaino Via Delfino Pesce 39 - 70126 Bari Cell 349.1381706 E-mail: a.boscaino@icloud.com

FRIULI V.G.

ZONA IX: Sergio Dainese Contrada Piane 38 - 66023 Francavilla al Mare (CH) Cell. 3807568980 E-mail: serdain@gmail.com

VENETO

XI X

II IV

ZONA X: Micaela Seghetti Via P. Cotechini, 106 C - 63822 Porto San Giorgio (FM) Cell. 339.4020147 E-mail: micaela.seghetti@skianet.it miky@skianet.it

MARCHE

IX

ABRUZZO E MOLISE

V

III

Buon vento Cari ragazzi, sono passati pochi mesi, dall’assemblea elettiva della nostra classe, dove sono stato eletto alla carica di Segretario Nazionale, così come dalla scomparsa del caro Norberto, che nell’occasione

VIII

VI

ZONA VI: Filippo Marafioti Via Antiche Masserie, 12 88900 Crotone KR Cell. 320.9711532 E-mail: filippo.marafioti@gmail.com ZONA VII: Gaspare Roberto D’Alberti Via Emanuele Notarbartolo, 26 - PALERMO Cell. 320.1895843 E-mail: dalbertiroberto@gmail.com

ZONA XI: Antonella Bressan Via G. Felisatti, 4 - 48123 Ravenna Ab. 0544.213129 Cell. 338.8707674 E-mail: antonellabressan@libero.it

VII

è stato acclamato Presidente Onorario della classe. In questo periodo, si sono svolti il Campionato Europeo in Spagna, il Campionato Mondiale a Riva del Garda, l’Europeo a Squadre sul Lago di Ledro e la regata a Squadre Internazionale di Berlino, oltre alle manifestazioni a calendario nazionale. Anche quest’anno sono stati confermati i risultati, soprattutto a livello di squadra, a conferma della bontà del lavoro svolto dai nostri tecnici, dal direttore tecnico, e da tutto il nostro staff. Risultati che ci inorgogliscono, anche perché, alla fine di un ciclo dove era stato vinto praticamente tutto, a livello individuale e a livello di squadra, si pensava ad un calo fisiologico, che non è avvenuto. A sottolineare la bontà del livello delle nostre squadre è arrivata anche la vittoria della Nation Cup al Mondiale 2021, che mancava all’Italia dal lontano 2002. Troverete nelle pagine successive le notizie dettagliate al riguardo. Come classe abbiamo confermato l’accordo con Kinder Joy of Moving che anche per i prossimi anni supporterà il nostro circuito di regate, e stiamo cercando collaborazioni per rendere un servizio ancora più appropriato per i nostri associati. Sono già iniziati i raduni di formazione e allenamento per l’attività del 2022, che hanno avuto una

ZONA XII: Paola Fachin Castello 6/b 30122 Venezia Cell. 347.1154335 E-mail: paola.fachin@gmail.com ZONA XIII: Daniela Caselli - Vicesegretario Via S. Caterina, 76 - 33037 Pasian di Prato (UD) Ab. e fax 0432.691331 - Cell. 340.7955774 E-mail: casellid@libero.it ZONA XIV: Mirko Bedoni Via Tosin, 15 - 37010 Cavaion Veronese (VR) Uff. 045.8230133 - Fax 045.8233686 Cell. 335.5727430 E-mail: mirkobedoni@studiobedoni.it ZONA XV: Daniela Colnaghi Via G. Oberdan, 40 - 23873 Missaglia (LC) Cell. 392.8461819 E-mail: konny7@libero.it

buona risposta di presenza e hanno dimostrato ancora grande interesse. Ci auguriamo che la nostra classe continui a crescere numericamente sul territorio e confermi il livello tecnico e i risultati che sono stati raggiunti negli anni trascorsi. Un ringraziamento particolare alle famiglie, agli allenatori e ai club per l’entusiasmo che continuano a dimostrare nei confronti della nostra classe. Un grazie anche al supporto della Federazione Italiana Vela che continua ad esserci vicina nelle nostre iniziative, così come ai Comitati di Zona, ai Delegati Aico, e tutti gli ufficiali di Regata e Stazzatori che nell’anno si sono resi sempre disponibili per far vivere le nostre manifestazioni. Grazie e a presto Walter

Associazione italiana c l a s s e OPTIMIST Internet: www.optimist-it.com E-mail: informazioni@optimist-it.com


6 | OPTIMIST

2021 Optimist European Championship El Puerto de Santa Maria (Cadiz) Spagna, 20-27 giugno [ SIMONE GESI ] COACH SQUADRA ITALIANA EUROPEO OPTIMIST 2021 Il campionato europeo in programma a El Puerto di Santa Maria a Cadice (Spagna Atlantica) dal 20 al 27 giugno 2021 ci vede come nazione detentrice dei due titoli continentali vinti nel 2020 da Adriano Quan Cardi e Rebecca Geiger in Slovenia, e quindi per questo con un team composto da ben 10 timonieri, 5 ragazze Rebecca Geiger (CV Muggia)-Clara Lorenzi (CN Bardolino)-Victoria Demurtas (FV Riva) -Emilia Salvatore (FV Desenzano)Sofia Bommartini (FV Malcesine) e 5 ragazzi

(Giuseppe Montesano (Sirena CN Triestino)Alessio Cindolo (YC Italiano)-Niccolò Pulito (Tognazzi Marine Village)-Enrico Coslovich (CV Muggia)-Mikel Amendola (LNI Ostia). Ancora una volta l’A.I.C.O. e Marcello Meringolo mi affidano l’onere e l’onore di essere coach della squadra insieme a Nicolas Antonelli come team leader, che accompagna i ragazzi in aereo mentre le barche via terra viaggiano con me con i mezzi della classe. Il giorno prima dell’arrivo dei ragazzi le barche sono già nel piazzale del bel centro della federazione andalusa di vela e io ho tempo per studiare ed osservare l’andamento dei venti e delle maree importanti sul campo di regata. Il gior-

no successivo riusciamo a fare allenamento e poi stazze che ci danno un po’ da lavorare, più del solito e più dell’ultima edizione a cui ho partecipato come coach (Francia 2019). Le condizioni di vento del 1° e 2°giorno sono abbastanza mediterranee con la corrente di marea tipiche atlantiche, da conoscere e interpretare per una corretta tattica in regata e infatti sia le ragazze che i ragazzi hanno ottimi risultati con Emilia e Alessio che vincono una prova. Il terzo e quarto giorno l’Atlantico mostra la forza che ha e dà condizioni molto “sportive” con vento sui 18 nodi e più, onda formata e corrente di marea importante che fanno sof-


OPTIMIST | 7

frire un po’ più le nostre ragazze e favoriscono i nostri timonieri con Alessio Cindolo che vince una prova in modo magistrale e sarebbero state 2 se non fosse incappato in un UFD . Intanto Niccolò prosegue la sua marcia regolare di ottimi risultati. Enrico e Giuseppe così come Mikel alternano ottimi risultati a piazzamenti troppo pesanti che vanno ad incidere troppo su una classifica che sarebbe stata sicuramente più sorridente per il loro impegno e modo di portare la barca. Le nostre ragazze soffrono di più le condizioni più dure. Nonostante tutto alla fine delle regate di qualifica tutti i nostri sono in gold fleet. Alla fine del campionato Niccolò Pulito (4-2-82-2-7-14-8-11-7) si aggiudica meritatamente l’argento europeo, nulla ha potuto contro il forte spagnolo Xavier Garcia Olle . Niccolò in Francia nel 2019 era arrivato ai piedi del podio pagando purtroppo molto caro un UFD. Giuseppe Montesano chiude 13° (10-15-76-4-3-36-22-9-20), Enrico Coslovich chiude 14° (6-8-10-1-25-6-22-29-15-10), Alessio Cindolo 19° (9-1-20-12-ufd—1-40-14-10-14) e Mikel Amendola 29° (14-3-4-22-14-ufd-943-19-32). Nelle ragazze spendido bronzo per Sofia Bommartini (5-2-6-4-6-7-19-6-40-3) al cardiopalma, abbiamo dovuto aspettare i risultati

a terra , come per il bronzo di Lorenzo Pezzilli nel 2019 e nel 2018), per conoscere il risultato con l’argento ad appena 1 punto e l’oro a 4. Emilia Salvatore, prima per gran parte del campionato chiude 5^ (2-1-3-5-8-2-28-42-513), a lei troppo care sono costate le prove con condizione più impegnative, veramente un gran peccato, avrebbe meritato di raccogliere di più. Victoria Demurtas chiude 7^ (2-22-5-7-17-113-19-16-5), alternando ottime prove ad alcune un po’ più opache, comunque una bella prima esperienza in un campionato continentale. Rebecca Geiger chiude 9^ (1-19-3-1-4-20dsq-8-35-4) che non riesce a difendere il titolo conquistato un anno prima in Slovenia pagando caro un dsq e due prove un po’ più attardate, nonostante la sua ottima velocità. Clara Lorenzi chiude 27^ (11-10-11-21-927-ufd-14-30-41) accusando molto la forte corrente di marea. Sentire ancora l’inno di Mameli per la vittoria del nostro team della Nations Cup, il trofeo per nazioni che prende in considerazione i primi due timonieri maschi e le prime due timoniere femmine, è sempre una grandissima emozione e non solo per i ragazzi. È il quarto anno consecutivo che la squadra italiana vince questo ambito premio

Un grande grazie a Niccolò, Giuseppe, Enrico, Alessio, Mikel, Sofia, Emilia. Victoria, Rebecca, Clara, ai loro istruttori, ai loro genitori e ai loro circoli per tutto quello che hanno fatto, a Nicolas Antonelli per il supporto a terra, alla classe AICO e a Marcello Meringolo per la fiducia rinnovatami. Vedere ancora i nostri timonieri vestiti di tricolore sul podio è sempre una bella sensazione.


8 | OPTIMIST

2021 Optimist World Championship

Fraglia Vela Riva, Riva del Garda, 30 giugno - 10 luglio

[ FOTO DI MATIAS CAPIZZANO ] Un nuovo nome è scritto nell’albo d’oro dei Campioni del Mondo Optimist dopo quello di Marco Gradoni, vincitore delle ultime tre edizioni: è quello del brasiliano Alex Di Francesco Kuhl, che ha conquistato il titolo mondiale su una flotta di 259 velisti arrivati a Riva del Garda in rappresentanza di 57 nazioni. Una vittoria arrivata al termine di una lunga e aperta battaglia con l’americano Gil Hackel, il primo a congratularsi con il vincitore con un lungo abbraccio, che si è risolta solo sul traguardo dell’ultima prova, quando Kuhl è riuscito a lasciarsi alle spalle l’atleta americano con soli 5 punti di margine.

“Un’emozione incredibile vincere il Campionato del Mondo, così lontano da casa, nel mio ultimo anno di attività nella classe Optimist. È stato un campionato meraviglioso, voglio congratularmi con tutti i miei avversari con i quali le sfide sono state fantastiche” ha commentato Di Francesco Kuhl prima di lasciarsi andare all’emozione, durante una telefonata con la madre rimasta in Brasile. Il titolo mondiale Optimist arriva dunque in Brasile per la prima volta nella storia di questa nota Classe: nel 1991, la Nazione aveva vinto il Campionato del Mondo a squadre e a contribuire al successo del Brasile, regatando tra le boe, era stato proprio Rodrigo Amado, che oggi è allenatore della squadra brasiliana

e ha accompagnato Alex Di Francesco Kuhl verso questo importante successo. L’atleta locale Alex Demurtas sale sul podio al terzo posto, protagonista di una bella rimonta nell’ultima giornata di regate. La top ten del Campionato del Mondo Optimist 2021, ospitato dalla Fraglia Vela Riva, è la seguente: 1. Alex Di Francesco Kuhl (BRA, pt. 54), 2. Gil Hackel (USA, pt. 59), 3. Alex Demurtas (ITA, pt. 79), 4. Tim Lubat (ESP, pt, 87), 5. Weka Bhanubandh (THA, pt. 88), 6. Quan Adriano Cardi (ITA, pt. 88), 7. Lomane Valade (FRA, pt. 97, campione del mondo femminile), 8. Danyl Mykhailichenko (UKR, pt. 105), 9. Lucas Cochi Kubelka De Freitas (BRA, pt. 106), 10. Lisa Vucetti (ITA, pt. 108) .


OPTIMIST | 9

Il podio femminile è composto da: Lomane Valade (FRA), medaglia d’oro, Lisa Vucetti (ITA), argento, e Marisa Alejandra Vicens (ESP). Il Team Italia porta a casa la medaglia d’oro nel Team Race, seguito dalla Thailandia e dal Brasile. Per la squadra Italiana doppio successo, con la vittoria anche della Nation Cup, che va alla nazione con i migliori piazzamenti complessivi. L’evento di Riva del Garda si è rivelato un’edizione di grande successo per il Campionato del Mondo Optimist. Al termine della cerimonia di premiazione, il rituale del passaggio di testimone tra gli organizzatori italiani e il team turco, che nel 2022 ospiterà l’evento iridato a Bodrum. Il Campionato del Mondo Optimist 2021 è stato ospitato dalla Fraglia Vela Riva in collaborazione con FIV, IODA, AICO, Riva del Garda Fierecongressi, North Lake Garda e Trentino. IL COMMENTO DEL TECNICO MARCELLO MERINGOLO È stato un campionato diverso dal solito, la perdita di Norberto era troppo vicina, e ha segnato le ultime settimane che hanno preceduto l’evento. Lo aveva voluto fortemente lui stesso, si era

mosso come sempre con grande abilità per portarlo a Riva, durante il Mondiale del 2018, dove fu votato in maniera netta da tutta l’Assemblea IODA. La pandemia aveva messo a rischio che saltasse, ma ancora una volta, durante l’europeo 2020, il voto praticamente unanime aveva dato la possibilità di posticipo, vista anche la disponibilità della Federazione Turca a spostare il proprio nel 2022. Con molta tenacia il Comitato Organizzatore ha portato a termine con merito, un evento comunque sempre difficile, con molti feedback positivi da parte di tutte le squadre nazionali presenti. Poteva essere completato il programma delle 12 prove, ma non c’è stata la forza da parte del PRO di decidere di farci regatate al mattino la fase finale, visto che il meteo si era guastato, dopo la regata a squadre. L’organizzazione ha provato a far capire questa cosa, ma non c’è stato verso, e sono stati commessi, ahimè, gli stessi errori del 2013. Sarebbe stato il minimo che si ascoltassero, gli esperti del posto, per cercare di ottimizzare le condizioni che si hanno avuto a disposizione. Il lago ha le proprie regole, e solo chi lo vive sempre, può esserne realmente consapevole di come e quando.

Detto questo, ma doveroso da parte mia, niente da dire sulla bontà delle dieci prove disputate nell’individuale e le due giornate del Team Race. Partendo dai controlli di stazza, non posso non ravvisare, che tra europei e mondiali, abbiamo avuto qualche problema di troppo. Segnale evidente che nella prossima stagione dovremo essere più rigorosi già a livello nazionale, ma anche da parte di IODA nei confronti dei cantieri ci vorrà più chiarezza. Non è accettabile, attendere due giorni per far passare una deriva che era chiaramente in stazza, ma per i codici riportati sopra, si è rischiato di non poterla usare. Ci vuole più dialogo, più controlli, più buonsenso e soprattutto non arrivare ad un mondiale a dover discutere di cose simili, che creano inutile stress ai ragazzi. Le prime tre giornate di qualificazione hanno detto che il team italiano era ampiamente competitivo, allo stesso tempo ha commesso qualche errore di troppo sulla gestione di alcuni momenti della stessa fase. Sapevamo che sarebbe stato difficile avendo di fatto, Lisa esclusa, buttato via lo scarto di ognuno. Il mondiale a squadre ha visto un filotto di 9 vittorie su 9, tutte molto nette, dove il team è


10 | OPTIMIST

stato praticamente perfetto e non ha lasciato spazio a errori. Un bis storico, dopo la vittoria del 2019 … un bis storico per Alex Demurtas che faceva parte anche della spedizione ad Antigua, e che lo consacra come uno dei migliori interpreti della disciplina di sempre. Ma tutta la squadra ha girato a mille… match dopo match, partenza dopo partenza, boa dopo boa. Alla fine, è spuntata una maglia bianca con scritto “Norberto with us forever” in mezzoall’entusiasmo generale e dei ragazzini festanti sui vari gommoni del circolo organizzatore che

applaudivano i loro amici. Tanta la commozione generale in quel momento, con la figlia di Norberto, Annalisa, che ha seguito tutta la giornata con grande affetto nei confronti della squadra. La fase finale dell’individuale vedeva tutto il team azzurro in Gold fleet come nel 2018 e 2013. Partivamo, come dicevo prima, con margini di errore ridottissimi e con qualche avversario con un piccolo, ma significativo vantaggio. Prova dopo prova, la classifica cambiava, segno di grande equilibrio e senza il dominatore Gradoni, in molti hanno sperato

di portarsi a casa quel trofeo che Marco ha alzato tre volte consecutive. Alla fine il brasiliano Alex Di Francesco Kuhl si è portato a casa la vittoria finale, dopo una lunga battaglia soprattutto con l’americano Gil Hackel. Da applauso l’abbraccio finale tra i due che sanciva la fine di una bella battaglia sportiva, ma anche il rispetto tra chi ha vinto e chi ha perso. Su certe cose, i grandi dovrebbero imparare dai più giovani. Con un finale in crescita, Alex Demurtas chiude la sua carriera Optimist con un bronzo mondia-


OPTIMIST | 11


12 | OPTIMIST

le … molto pesante, che a parte le vittorie di Landi, Vanelo, Bursic, Pressich (2) e Gradoni (3), è uno dei migliori risultati di sempre per l’Italia. Il successo azzurro completato da ben 4 azzurri nei primi 15, con Adriano Cardi 6°, Lisa Vucetti 10° e Alessandro Cirinei 15°. Più indietro Lorenzo Ghirotti che ha ceduto nel finale, ma è stato un grande protagonista della vittoria nel Team race. Un peccato, perdere la vittoria tra le ragazze nella prova finale, ma dobbiamo dare merito a Lisa di aver dato tutto, e alla francese Lomane Valade di aver condotto un campionato strepitoso chiudendo addirittura settima assoluta.

Ho visto durante il campionato, molte situazioni che mi hanno molto infastidito, di cui preferisco non parlare, sarebbe tempo perso. Resta la grande prestazione di questa squadra, con il rammarico di aver buttato via troppo, per poter ambire alla vittoria finale, che non sarebbe stata certamente impossibile. Possiamo andare a testa alta di quello che abbiamo fatto, di quello che abbiamo messo tutti durante il campionato, portando più rispetto di quello che abbiamo ricevuto, ma ormai inutile farsi il sangue amaro. In conclusione, portiamo a casa 4 medaglie sui 4 fronti (Oro a Squadre e Nation Cup, ar-

gento tra le ragazze e bronzo nell’individuale) dove eravamo impegnati, questa è la risposta migliore che potevamo dare. Soprattutto la Vittoria nella Nation Cup, mancava all’Italia dal 2002, neanche con Marco ci eravamo riusciti. Adesso è tempo di chiudere il libro di questo campionato, iniziare a pensare al prossimo con fiducia e tanta voglia di fare, sapendo che questo mondiale segna la fine di un ciclo storico che ci ha regalato una pioggia di medaglie, soprattutto da quando è stato reintrodotto il Gruppo Nazionale. Chiudo questo articolo coi dei ringraziamenti doverosi:


OPTIMIST | 13

- alla Famiglia di Norberto alla quale dedichiamo i risultati ottenuti. - a Kinder Joy of Moving, sponsor principale della classe da anni, che ci segue con affetto ed entusiasmo. - alla Federvela nella persona del Presidente Francesco Ettorre, per la vicinanza dimostrata durante tutto l’evento, così come va un grazie al Vice Presidente Giuseppe D’Amico, ad Alessandra Sensini Direttore Tecnico Giovanile FIV, al Consigliere Fiv Domenico Foschini e Rodolfo Bergamaschi, Presidente della XIV Zona. - a Michele Ricci e Andrea Madaffari che in questi anni hanno dato un grosso contributo alla formazione di questa grande squadra. - a Walter Cavallucci neo segretario di Classe, a Nicolas Antonelli perfetto come sempre nel ruolo di Team Leader e a Letizia Tocchini per il lavoro svolto durante l’anno per l’organizzazione delle squadre. Un grazie alla Commissione Tecnica AICO Simone Gesi e Beppe Palumbo, e tutti coloro che orbitano nella classe che ci sono stati vicini in quest’ultimo periodo. - Agli allenatori e ai club dei ragazzi, Mauro Berteotti (Fraglia Vela Riva), Paolo Mariotti

-

-

-

(LNI Ostia), Dragan Gasic (Società Velica Barcola Grignano) e Simone Ricci (Tognazzi Marine Village) a Marcello D’Agostini di Armare e Massimo Giorgianni per il supporto tecnico logistico durante l’evento. a Karhu per la fornitura dell’abbigliamento delle squadre nazionali. Alla Fraglia Vela Riva, Riva Fiere e Congressi per l’organizzazione logistica e allo staff in acqua della FVR che ha fatto un gran lavoro, al pari del Comitato di Regata presieduto da Carlo Tosi. A tutti i ragazzi che hanno aiutato alle stazze e tutti i volontari che si sono fatti in quattro per la gestione dell’evento. Al Residence Centro Vela per l’ospitalità della squadra e a Max Forelli di Speck Stube per aver ospitato la squadra durante la rituale cena pre-mondiale. a Mauro Melandri, Silvia Gallegati e Matias Capizzano per come hanno gestito la comunicazione dell’evento. Infine non posso dimenticare i 5 ragazzi Alex, Adriano Quan, Lisa, Alessandro, Lorenzo, e le loro famiglie che ci hanno supportato durante tutto il mondiale. Marcello Meringolo


14 | OPTIMIST

Optimist Europan Team Race Championship

Lago di Ledro, 24-29 agosto 2021

[ MARCELLO MERINGOLO ] L’edizione 2021 del Campionato Europeo a Squadre 2021 si è concluso al Lago di Ledro con una bella giornata combattuta. 15 squadre da tutta Europa hanno gareggiato nel campionato - ITA, ESP, FRA, SWE, DEN, CRO, UKR, SLO, ISR, POL, BEL, FIN, RUS, GBR, LAT. L’ultimo giorno di gare, dopo una battaglia serrata contro la Nazionale Italiana detentrice del titolo negli ultimi due anni, il Team Spagna l’ha spuntata e si è aggiudicato il podio più alto. Al Team Italia, formato da Niccolò Pulito (Tognazzi Marine Village), Giuseppe Montesano (Sirena CN Triestino), Sofia Bommartini (FV

Malcesine) ed Emilia Salvatore (FV Desenzano), è andata la medaglia d’argento. Medaglia di bronzo per la sorprendente nazionale Russa che ha battuto 2-0 la Croazia nella finale del 3/4 posto. “Si chiude un’altra stagione record per i nostri colori incredibile per le nostre squadre nazionali. Una medaglia d’argento conquistata con merito, da un gruppo di ragazzi che è cresciuto in maniera molto positiva nella preparazione che abbiamo fatto e durante il campionato. Non ho intenzione di entrare nel merito di alcune situazioni che sono accadute soprattutto nel match decisivo, non rientra nel nostro modo di gestire le squadre, di sicuro siamo

sereni di aver fatto un ottimo campionato. Il 2021 ci dice che a livello di squadra abbiamo vinto tre ori (mondiale a squadre, nation Cup al mondiale ed europei) e un argento in questo europeo. Numeri importanti, che premiano il lavoro dei club e del nostro staff nazionale. Devo ringraziare oltre a Michele Ricci e l’Associazione Vela Lago di Ledro per l’ospitalità, i 5 ragazzi che hanno fatto da sparring durante la preparazione (Alberto e Anna Avanzini, Tommaso Gallina, Alessandro Massironi e Lorenzo Rossi), e naturalmente gli allenatori dei club dei nazionali, Simone Ricci, Robert De Lucia, Ylena Carcasole e Davide Ferrari.”


OPTIMIST | 15

Meringa Cup - Trofeo Alpe del Garda

Campione Univela - Campione del Garda, 18-20 giugno

[ FOTO E ARTICOLO DI TRISTANO VACONDIO ] Per il terzo anno consecutivo si è svolta a Campione del Garda la Meringa Cup - Trofeo Alpe del Garda. Alla regata per gli optimist dagli 8 ai 15 anni, organizzata col Patronato della Regione Lombardia, hanno preso parte 140 atleti da 14 nazioni diverse. Ecco i risultati finali dopo le 8 prove fatte. Per la classe U11, i primi classificati sono Andrea Demurtas della Fraglia Vela Riva e Irene Faini della Fraglia Vela Malcesine. Jesper Karlsen che gareggiava per il Circolo Vela Toscolano Maderno e Ginevra Rovaglia per il Centro Nautico Bardolino si sono classificati secondi. Al terzo posto troviamo Artur Brighenti del Circolo Nautico Brenzone e Isabella Piacentini del circolo Fraglia Vela Malcesine. Nella categoria U16 si è visto un ribaltamento della classifica rispetto ai giorni precedenti. I primi classificati sono Weka Bhanubandh del Royal Varuna Yacht Club e Alina Shapovalova del Odessa Transbunker Sailing Team. Al secondo posto sono arrivati Sviatoslav Madonich del club ucraino One-Sail e Noppassorn Khunboonjan della Yacht Racing Association Of Thailand. Si classificano terzi Rocco Wright del club irlandese Hyc e Gaia Zinali del Circolo Velico Antignano. Chanatip Tongglum del Royal Varuna Yacht Club e Margherita Martarelli della Società Canottieri Garda Salò si sono classificati quarti. Al quinto

posto infine troviamo Alberto Avanzini del Centro Nautico Bardolino e Vittoria Zana della Società Canottieri Garda Salò. Novità di quest’anno è l’assegnazione del trofeo per la prima squadra classificata: il Trofeo Alpe del Garda, caseificio e cooperativa di Tremosine, vinto dal team con i 3 migliori atleti, cioè la Yacht Racing Association Of Thailand.


16 | OPTIMIST

46° Optimist d’Argento

CV Torbole, 22-24 giugno 2021

[ FOTO E ARTICOLO DI ELENA GIOLAI ] Inizio davvero strepitoso a Torbole per la 46^ edizione del Trofeo Optimist d’Argento, classicissima regata di inizio estate per i giovanissimi dell’Optimist organizzata dal Circolo Vela Torbole su delega della Federazione Italiana Vela. Dopo i campionissimi olimpionici e di Coppa America incontrati al Campionato Italiano Open Moth, è ritorno alle origini, alla barca da cui moltissimi dei grandi campioni ospiti la settimana scorsa hanno iniziato:

Al Circolo Vela Torbole protagonisti gli Optimist per una delle più vecchie regate giovanili dell’Alto Garda, il 46° Trofeo Optimist d’Argento l’Optimist. Al via infatti il Trofeo Optimist d’Argento in programma dal 24 al 26 giugno, con la partecipazione di circa 350 timonieri provenienti da una trentina di nazioni.

Day 1 Tra i più piccoli della Divisioni A (cadetti, 9-10 anni) in testa il locale Andrea Demurtas, che con due primi e un quinto si trova in parità con Jasper Karlsen; al terzo posto Addam Brighenti. Prima femmina Irene Faini, settima assoluta. per quanto riguarda gli juniores - Divisione B - è l‘Irlanda al comando con Rocco Wright, protagonista di una quarto e due primi; secondo lo statunitense James Pine (1-2-6) e terzo l’ucraino Madonich, che dopo due primi ha realizzato un decimo. Primo italiano, al


OPTIMIST | 17

quarto posto, Alberto Avanzini, mentre prima femmina la tailandese Khunboonjan. Per i colori del Circolo vela Torbole buon decimo posto provvisorio di Erik Scheidt. Day 2 Tra i più piccoli cadetti, Divisione A, passato al comando nel secondo giorno di gare Jesper Karlsen (CV Maderno) per un solo punto nei confronti di Artur Brighenti (CN Brenzone),

riscattato nelle ultime prove con un 4-1-1; terzo suo cugino Addam Brighenti. Prima femmina ancora Irene Faini (FV Malcesine), sesta in generale. Per quanto riguarda i più grandi (11-15 anni) della Divisione B Juniores prime posizioni giocate ancora dagli stessi protagonisti della prima giornata: in testa l’ucraino Madonich, secondo l’irlandese Wright e terzo l’americano James Pine, seguito dal connazionale Hackel e dal brasiliano De

Francesco. Primo italiano Alberto Avanzini (CN Bardolino), settimo, seguito all’ottavo da Alex Demurtas (Fraglia Vela Riva), in recupero nelle prime due prove di giornata (3-2), ma penalizzato da una partenza anticipata nella sesta regata. Sempre in testa la tailandese Khunboonjan tra le femmine In serata il Circolo Vela Torbole ha ospitato l’assemblea elettiva dell’Associazione Italiana


18 | OPTIMIST

Classe Optimist, che ha avuto l’emotivamente difficile compito di eleggere il nuovo segretario, dato che proprio 15 giorni prima è mancato Norberto Foletti, personaggio che ha dedicato gran parte della propria vita all’attività velica e all’Optimist in particolare e di cui è stato segretario per decenni. È stato eletto all’unanimità Walter Cavallucci, già membro della Federazione Internazionale di Vela World Sailing e Team leader della squadra azzurra Optimist agli ultimi tre mondiali, vinti proprio dall’Italia con Marco Gradoni. Durante l’assemblea è intervenuto via web anche il presidente FIV Francesco Ettorre, che ha ricordato la passione e l’impegno di Foletti per i giovanissimi della classe Optimist, vivaio della vela nazionale. Final day Il Garda Trentino, vero e proprio luna park degli sport acquatici, anche nell’ultima giornata ha regalato una giornatona di vento e sole con condizioni ideali per le regate. Al Circolo

Vela Torbole si è così conclusa un’edizione straordinaria del 46° Trofeo Optimist d’Argento-7° Trofeo Turazza - evento organizzato su delega della Federazione Italiana Vela - con la partecipazione di 31 nazioni e quasi 300 regatanti; otto le regate in tutto con un livello decisamente alto, dato che molte squadre estere qualificate per il Mondiale Optimist in programma sul Garda Trentino all’inizio di luglio, erano già sul lago per allenarsi sul campo di regata iridato come USA, Cile, Argentina, Brasile, Ucraina, Tailandia, Isole Cayman, Hong Kong. Le condizioni ideali di vento dagli 8-10 ai 14 nodi hanno offerto un confronto agonistico molto interessante dal punto di vista tecnico e tattico con la categoria juniores, che ha visto nelle prime posizioni molti degli atleti protagonisti al mondiale. Per quanto riguarda i più giovani cadetti classifica molto corta e podio rimasto come il giorno precedente: vittoria di Jasper Karlsen (CVT Maderno) e secondo e terzo posto di Artur e Addam Brighenti del

Circolo Nautico Brenzone, società che si è aggiudicata anche la vittoria del Trofeo Optimist d’Argento di categoria, avendo piazzato i migliori due cadetti. Vittoria femmine di Irene Faini (FVMalcesine), seguita da Ginevra Rovaglia (Monaco) e Vittoria Berteotti (Fraglia Vela Riva). Prime 9 posizioni degli juniores tutte straniere con vittoria dell’irlandese Rocco Wright, che ha distaccato il secondo di 9 punti, l’americano James Pine. Terzo gradino del podio del brasiliano Alex Di Francesco. Alberto Avancini, primo italiano, decimo finale con una squalifica in partenza della penultima prova, che gli ha fatto perdere qualche posizione rispetto ai giorni precedenti. Ottima sesta assoluta e prima femmina l’ucraina Alina Shapovalova, secondo posto alla Tailandia con Khunboonjan e terza la francese Valade. Ancora una volta il Trofeo Optimist d’Argento è andato alla Fraglia Vela Riva che ha piazzato i migliori 4 juniores nella classifica generale (12-13-22-27) su 255 timonieri al via.


OPTIMIST | 19

Optiweek

Dongo (Co), 12-17 luglio 2021

[ FOTO DI RENATO TEBALDI ] Il centro velico Marvélia di Dongo ha ospitato, anche quest’anno, più di cento imbarcazioni della classe Optimist per la settimana a loro dedicata, l’OPTIWEEK. Una vera è propria festa per gli Optimist e gli optimisti. Sei giornate dedicate a tattica, strategia, meteo applicata al campo di regata, preparazione atletica. Argomenti trattati da tecnici, coadiuvati dagli allenatori delle squadre partecipanti. E dopo? Dopo in acqua per sfidarsi mettendo in pratica tutto quello

che si è imparato per poi chiudere con una serata di giochi e festa. L’evento, unico nel suo genere, offre giornate di approfondimento tecnico e giornate di regata, per mettere subito in pratica quanto imparato. L’Optiweek è progettata per offrire ai ragazzi una stimolante occasione per approfondire argomenti quali preparazione della barca, sviluppi più recenti della classe e dei materiali, messa a punto, gestione avanzata dell’imbarcazione, con particolare attenzione alle tattiche e la strategia di gara, con ampio ricorso all’analisi video, senza mai dimenticare l’aspetto ludico.

L’OPTIWEEK, organizzato da Marvélia presso la base nautica di Dongo è patrocinato e supportato dalla Cartiera dell’Adda, che da anni appoggia Marvélia nella diffusione dello sport della vela verso i giovani. Giovani che praticando uno sport a contatto con la natura, dai primi passi durante i campi estivi fino alla più impegnativa attività agonistica, rafforzano la fiducia in sé stessi, la tenacia, il senso di responsabilità e il rispetto per l’ambiente. La base nautica si trova a Dongo sulla sponda nord-occidentale del Lago di Como, a circa 80 Km da Milano. Lo splendido paesaggio offerto


20 | OPTIMIST

dalle Alpi comasche e dal Lario fanno da sfondo a una delle più apprezzate e rinomate mete turistiche degli appassionati di vela e sport acquatici. Marvèlia è una libera associazione senza fini di lucro. Negli oltre 15 anni di attività ha consolidato una presenza significativa sia nell’ambito

delle attività legate al mare e alla navigazione d’altura sia nel panorama più ampio dello sportivo velico. Con l’acquisizione della base di Dongo, Marvèlia implementa ulteriormente le attività agonistiche e l’organizzazione di regate ed eventi anche di portata internazionale. La nostra passione per la vela cresce di anno

in anno, di stagione in stagione, grazie ai soci, vera e propria anima del circolo, agli oltre 50 istruttori e ai risultati che vengono conquistati nelle attività giovanili. Questo movimento ci riempie di voglia di fare e ci spinge ad investire sempre di più nella base, nelle barche e soprattutto sui giovani.


OPTIMIST | 21

Optimist Gold Cup Yacht Club Hannibal

Monfalcone, 14–16 luglio 2021

[ FOTO DI ANDREA CREVATIN ] La prima edizione della Optimist Gold Cup, un vero gioiello d’oro che resterà per sempre nella bacheca del vincitore, è stata ospitato dallo Yacht Club Hannibal e dal Marina Hannibal di Monfalcone dal 14 al 16 luglio. Negli ampi spazi a disposizione per accogliere furgoni, carrelli e camper, è stato dato il benvenuto a ben 156 giovani regatanti dei

vari circoli della zona, ma anche provenienti dal Lazio, Marche e Slovenja. Per rendere il soggiorno dei giovani atleti e dei loro accompagnatori il più piacevole possibile, ogni sera sono stati organizzati una serie di incontri con campioni della vela che hanno condiviso le loro esperienze e il loro percorso in uno sport che è anche una scuola di vita. Inoltre, al Marina Hannibal è stato allestito per l’occasione una tensostrut-

tura attrezzata con simulatori ed altri giochi per garantire il massimo divertimento nei momenti di relax. In omaggio a tutti gli iscritti una sacca gara con la maglietta dell’evento, un paio di occhiali da sole, un capellino e un contenitore stagno portapranzo. Alla fine della gara, tanti premi a sorteggio, tra cui 1 imbarcazione optimist Nautivela, 5 rig Giulietti e 10 vele CD Sails.


22 | OPTIMIST

3ª Tappa Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving

CV Bari, 23-25 luglio 2021

[ ALESSANDRA MONTEMURRO ] [ FOTO DI ELENA GIOLAI ] Finalmente Eolo è arrivato sul campo di regata della terza Tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving organizzato a Bari dal Circolo della Vela Bari su segnalazione dell’Associazione Italiana Classe Optimist a seguito della assegnazione dalla Federazione Italiana Vela. Una manifestazione che non sarebbe

stata la stessa senza il patrocinio del Comune di Bari – assessorato allo Sport, il sostegno di Resolteam, Divella, Mimì, Acqua Amata, Hotel Boston e Villa Schinosa; e la collaborazione del Circolo Canottieri Barion che ha ospitato 80 imbarcazioni e il cantiere Sgobba che ne ospitati altri 50. Con un vento di Levante tra i 15 e i 20 nodi su raffica, con onda formata, sono state tre le prove portate a termine dai 260 parteci-

panti (qualcuno si è ritirato prima del tempo) nell’ultima giornata di regate. Impegnativo il lavoro anche del comitato di regata presieduto da Mario Cucciolla che ha dato in tutto nove partenze, sei par la Divisione A (Juniores) e tre per la divisione B (Cadetti). Al rientro sui pontili del Circolo al Teatro Margherita, dopo aver sistemato le barche e aver fatto una bella doccia i ragazzi hanno come sempre trovato ad aspettarli un bel piatto di


OPTIMIST | 23


24 | OPTIMIST

pasta per rifocillarsi in attesa della premiazione. Dopo i saluti istituzionali di rito del presidente del CV Bari, Titta De Tommasi, che ha ringraziato il gruppo dei dirigenti, dei marinai, di tutto il personale del Circolo e degli istruttori che, insieme ai ragazzi, hanno partecipato con entusiasmo a questo evento determinandone la perfetta riuscita e augurandosi di vederli nuovamente presto a Bari e di diventare loro stessi ambasciatori dell’ospitalità del Circolo e della città nel mondo; del presidente dell’VIII Zona Fiv, Alberto La Tegola; del presidente del Comitato di Regata, Mario Cucciolla; del presidente della Giuria, Fabio Palermi e del tecnico nazionale classe Optimist, Marcello Meringolo; e il sentito e comune ringraziamento per i marinai del Circolo, le mamme optimiste, gli istruttori, i posaboe, il personale della casa e tutti quelli che hanno lavorato ininterrottamente per la riuscita della manifestazione, è iniziata la premiazione. Al termine dei tre giorni di regate con un

totale di sei prove chiuse e uno scarto, tra i 18 premiati, al primo posto assoluto della divisione A è salito Alex Demurtas (Fraglia Vela Riva). Tra le ragazze, invece, primo posto per Victoria Demurtas (Fraglia Vela Riva). Tre gli atleti del Circolo della Vela Bari andati a podio. Si tratta di Francesco Carrieri, quinto assoluto in Divisione A e di Elettra Muciaccia e Ludovica Montinari rispettivamente quarta e quinta femminili sempre in divisione A. Per la divisione B, invece, primo posto assoluto è andato a Cristian Castellan (CV Muggia). Tra le ragazze primo posto per Chiara Tessitore (LNI Ostia). Premiati anche Andrea Goffi (Società Canottieri Garda Salò), miglior timoniere nato nel 2012; e Andrea Tramontano (RYCC Savoia), miglior timoniere nato nel 2010. “Gli sforzi profusi per questa manifestazione sono stati ampiamente ricompensati dal successo ottenuto. Il meteo ci ha riservato tre giorni di condizioni completamente diverse che hanno messo alla prova gli atleti facendo venir fuori

tutte le loro capacità. Ottimo il lavoro del comitato di regata che ha saputo cogliere le minime bave di vento per far regatare i 260 atleti arrivati a Bari da ogni angolo d’Italia - ha commentato Gigi Bergamasco, direttore sportivo del CV Bari -. Il successo di questa manifestazione è la conferma della capacità organizzativa del gruppo del CV Bari, tutti inclusi, che ha dato prova di un coinvolgimento importante. Per i risultati del nostro Circolo - ha aggiunto Bergamasco - tutta la squadra si è difesa bene e i tre atleti premiati hanno dato anche un segno di vitalità alla classe e all’attività del gruppo Optimist, guidato dall’infaticabile Beppe Palumbo. Momenti di emozione e divertimento anche durante la 1° Coach Race, regata che ha visto impegnati ben 17 istruttori, e nella successiva premiazione, commentata dal mitico Michele Ricci. Il vincitore è Roberto Argenzio del CN Torre del Greco, seguito da Francesco Pappapico del CUS Bari e da Allegra Miserini del CV3V. A seguire… birre e focaccia barese per tutti!


OPTIMIST | 25


26 | OPTIMIST

Campionato Italiano a Squadre

LNI Mandello del Lario, 30 luglio - 1 agosto 2021

[ TESTO E FOTO DI RICCARDO DI PACO ] La stagione 2021 è stata per la LNI Mandello del Lario davvero ricca di soddisfazioni, in particolare per aver avuto l’onore di ospitare il campionato italiano a squadre classe Optimist. Dal 30 luglio al primo di agosto 16 squadre provenienti da tutta la penisola si sono date battaglia in match molto serrati. La macchina organizzativa ha ben funzionato nonostante le condizioni meteo estremamente avverse. Grazie alla determinazione del nostro staff capitanato da Riky Di Paco, unita al fondamentale aiuto del tecnico di classe Marcello Meringolo, a tutti gli ufficiali di regata e all’indispensabile contributo di #watersportmarks con Gill Caprara e Valentina Venturi, il campionato è andato a buon fine! Nei tre giorni di regata il campo è stato interamente posato per ben sette volte e ogni giorno sono stati fatti circa 60 aggiustamenti sui vari lati del percorso, anche solo per portare a termine pochissimi match; impensabile farlo con boe tradizionali. Le squadre pur costrette a lunghe attese si sono dimostrate più che pronte

dando vita a dei match combattutissimi. Il livello medio si è dimostrato molto alto e quasi nessun match era scontato. Bravi davvero tutti e onore ai vincitori della Fraglia Vela Riva, unica squadra in grado di concludere il campionato a punteggio pieno, capitanati dal loro coach Mauro Berteotti! Secondi classificati i ragazzi della LNI Ostia lido con il coach Paolo Mariotti e medaglia di Bronzo per la squadra del Centro Nautico Bardolino con il coach Michele Gallina. Giusto dedicare un pensiero ai portacolori della LNI Mandello che vincendo la silver si sono classificati al nono posto. Certamente un piazzamento che lascia un pizzico di amaro in bocca specialmente dopo aver visto disputare match tiratissimi, blocchi serrati e un intenso gioco di squadra. Fondamentale ringraziare tutte le persone e le istituzioni che hanno reso possibile la realizzazione di questa bella manifestazione, e quindi: Grazie al Circolo Velico Tivano, al Circolo Vela Bellano e alla XV zona fiv che, prestando i loro gommoni, ci hanno permesso di fare un ottimo lavoro!

Grazie al cantiere Nautivela per la realizzazione delle lettere adesive per ogni partecipante Grazie al Comune di Mandello del Lario per gli spazi pubblici messi a disposizione. Grazie alla ditta Longhi per la realizzazione delle magliette e a tutti gli sponsor istituzionali di LNI Mandello del Lario. Da ultimo teniamo a ringraziare pubblicamente i ragazzi dello staff, dalla segreteria regate con Francesca Ravasio, allo staff di terra e di acqua con Marco Micheli, Vittorio Pasquin, Matteo Mazzali, Andrea Gilardoni e Alessandro Venini quasi tutti ex Optimisti sportivamente nati a Mandello e che dopo aver concluso la carriera agonistica sono tornati a vivere alla grande il nostro magico Circolo!! Senza di voi non ce l’avremmo fatta!! Unico neo è stato quello di non aver potuto trascorrere queste giornate in compagnia del nostro caro Norberto, grandissimo sostenitore del team race e che con dimostrazione di grande fiducia ci ha assegnato una manifestazione così importante. Grazie a tutti e alla prossima!


OPTIMIST | 27

Ora Cup Ora

CV Arco, 5-7 agosto 2021

[ ELENA GIOLAI ] Si è conclusa con una bella giornata di vento e sole la 26^ edizione della Ora Cup Ora Optimist, manifestazione organizzata dal Circolo Vela Arco, che ha avuto una bella partecipazione con 553 timonieri al via. Sei le prove disputate per tutte le flotte e nell’ultimo giorno la conferma dei leader che hanno occupato le primissime posizioni fin dal primo giorno. È stato così per Erik Scheidt, che ha vinto nettamente nella categoria juniores tra

È l’ora (Cup Ora) di Scheidt jr. che stravince nella categoria juniores Artur Brighenti vince tra i cadetti i 478 avversari e, all’arrivo dell’ultima provacome ormai ci ha abituato - presenti mamma e papà in prossimità del traguardo. Papà Robert, appena tornato dalla sua settima

Olimpiade finita all’ottavo posto nella classe Laser la stessa con cui mamma Gintare ha vinto l’argento a Pechino nel 2008. Per Erik, atleta del Circolo Vela Torbole, la grande soddisfazione di aver vinto sul “suo” lago di Garda, località che i genitori hanno scelto per vivere e allenarsi. Una vittoria raggiunta con 4 primi, un secondo e un sedicesimo scartato. Sedici punti dietro, al secondo posto, Giovanni Bedoni (Fraglia Vela Riva), mentre è sceso al terzo posto rispetto al secondo giorno, il tedesco Moritz Hamm. Tra le fem-


28 | OPTIMIST


OPTIMIST | 29

mine vittoria della spagnola Blanca Ferrando, ottima seconda assoluta nella sesta e ultima prova; seconda la piombinese figlia e nipote d’arte (papà e nonno alle Olimpiadi) Gaia Zinali (CV Antignano) e terza Cecilia De Noe (Fraglia Vela Malcesine). Nella categoria cadetti (9-10 anni) così come per Scheidt non c’è stata molto storia per Artur Brighenti (CN Brenzone), che con quattro primi

e due secondi ha stravinto davanti a Jesper Karlsen (CV Toscolano Maderno), che è riuscito a togliere il secondo posto ad Andrea Demurtas (Fraglia Vela Riva), grazie ad un’ottima ultima giornata che dopo un quarto l’ha visto vincente in regata 6. Regolare comunque il fragliotto Demurtas, terzo davanti alla spagnola Marta Ferrando, prima delle ragazze. Seconda femmina la rivana Vittoria Berteotti (nona assoluta),

figlia del coach Optimist della Fraglia Vela Riva Mauro. L’Ora Cup Ora si è confermata una bella festa della Vela giovanile, scelta da tante squadre italiane ed estere come una delle più divertenti regate estive; il Circolo Vela Arco mantiene questo spirito sì competitivo, ma senza esagerazioni per offrire a tutte le famiglie una bella tre giorni di vela e vacanza.


QUANTO IMPIEGANO I RIFIUTI A SCOMPARIRE?

S.O.S. MARE! ANCHE NOI POSSIAMO AIUTARLO

PLASTICA

LATTINE

500 anni

SHOPPER 10/30 anni

50 anni

CARTONE 2/3 mesi

Vetro MAI!


2022

IL MARE È IL TUO CAMPO DA GIOCO RISPETTALO! Il Trofeo Optimist Kinder Joy of Moving rinnova anche per l’edizione del 2022 l’impegno a diminuire l’impatto ambientale delle regate, sensibilizzando i giovani velisti a non disperdere la plastica nell’ambiente e nel mare. Saranno aboliti tutti gli adesivi sugli scafi e sui gommoni: pettorine personalizzate e borracce verranno consegnate a tutti i partecipanti. Cerchiamo di invertire un trend che vede, ormai da molti anni, enormi quantità di plastiche abbandonate sulle spiagge dopo ogni evento. LE TAPPE 2022

26 febbraio - 1 marzo 29 aprile - 1 maggio 3 - 5 giugno 23 - 25 luglio 16 - 18 settembre

Crotone Malcesine Arzachena Ravenna Lago d’Iseo

www.kinderjoyofmoving.it

Responsabilità Sociale


32 | OPTIMIST

Trofeo Simone Lombardi

Fraglia Vela Malcesine, Malcesine 10-12 agosto 2021

[ FOTO DI ANGELA TRAWOEGER ] La 27^ edizione del Trofeo Simone ha regalato 3 giorni intensi di regate, feste e tante emozioni. 400 i piccoli regatanti presenti alla Fraglia Vela Malcesine provenienti da Olanda, Germania, Francia, Svizzera, Rep. Ceca, Belgio, Ungheria, Spagna, Austria, Norvegia, Malta, Ucraina, Slovenia, Lituania, Danimarca e naturalmente Italia. Il Circolo Vela Muggia si è aggiudicato il Trofeo Simone, Enrico Coslovich e Artur Brighenti sono i vincitori rispettivamente nelle categorie Optimist Juniores e Cadetti. Martedì si inizia al pomeriggio con la tradizionale Ora del Garda, che accompagna i regatanti durante le due prove giornaliere. Gruppi suddivisi in 4 flotte per gli Juniores e 1 flotta per i Cadetti. Condizioni non facili per il Comitato di regate durante le 10 partenze totali, a causa della forte corrente. Tra i cadetti, prima posizione provvisoria per Arthur Brighenti con un 2° e 4° posto. Nella flotta Juniores invece vittorie parziali per Alessandro Massironi con doppietta, poi Rebecca Geiger, Simon Prot, Alexandre Vidal, Tommaso Picotti, Ramon de La Serna Gil e Alessio Bonizzoni. Grande festa al rientro grazie ad Erika Gelati che ha fatto felici i bambini con la fresca merenda per tutti! Mercoledì, partenza mattutina per le 5 flotte in regata. La sveglia suona presto per l’intera flotta (Juniores e Cadetti) con il primo segnale di partenza dato alle ore 8 in punto. Il Peler da il suo contributo con 20 nodi di media per poi affievolire attorno alle 10.30 consentendo di aggiungere ulteriori 2 prove. Artur Brighenti del Circolo Nautico Brenzone mantiene la leadership tra i Cadetti mentre è Rebecca Geiger (Circolo della Vela Muggia) a balzare in testa alla classifica Juniores. Pomeriggio senza Ora, movimentato dalla classica lotteria con ricchi premi ad estrazione, offerti dai nostri partner: One sails, Foto Mercato Verona, Helly Hansen, Negrinautica e Armare Ropes. Finale con il botto per questo Trofeo Simone, numero 27! Con 3 belle prove portate a termine per tutte le flotte con vento da Nord steso, intorno ai 15-18 nodi. Altro stravolgimento nella flotta Juniores, con Enrico Coslovich, del

Circolo Vela Muggia, che conquista la vittoria con un’ottima costanza (2-3-5-3-1-20-6). Secondo posto overall e primo femminile per la sua compagna di squadra Rebecca Geiger. Chiude il podio lo spagnolo Pedro Adan Lledo. Nei cadetti Artur Brighenti (Circolo Nautico Brenzone) difende ancora la sua prima posizione, con un’altra vittoria parziale e due secondi posti. Secondo gradino del podio per Andrea Demurtas (Fraglia Vela Riva) e terza Irene Faini (Fraglia Vela Malcesine).

Il Circolo Vela Muggia si aggiudica il 27° Trofeo Simone Lombardi Enrico Coslovich e Artur Brighenti sono i vincitori nella flotta Optimist Juniores e flotta Cadetti


OPTIMIST | 33


34 | OPTIMIST

Coppa Primavela - Coppa Del Presidente - Coppa Cadetti

Cagliari, 29-31 agosto 2021

[ FOTO DI MARTINA ORSINI ] Dopo tre giorni di regate avvincenti, socializzazione, divertimento, taglia il traguardo la 36a edizione della Coppa Primavela, il più importante evento del calendario giovanile nazionale della Federazione Italiana Vela. La competizione si è svolta nello specchio d’acqua antistante la spiaggia cagliaritana del Poetto, con l’organizzazione del Consorzio Velico Cagliari 2020 formato per l’occasione dai tre circoli cittadini Yacht Club Cagliari,

Windsurfing Club Cagliari e Lega Navale Italiana Cagliari. Per i tre giorni di regata, costante è stata una brezza da scirocco a soffiare sui tre campi di regata, posizionati al largo della spiaggia. Per quanto non abbia superato i 9 nodi, è bastata per consentire a tutte le flotte di completare il programma di gara. Nove prove in tre giorni per tutte e tre le flotte Optimist (Coppa Primavela, Coppa Presidente e Coppa Cadetti), il massimo previsto per la competizione. Si aggiudica la 36a Coppa Primavela (timonieri

nati nel 2012) Filippo Noto (Società Canottieri Marsala, 25 punti), davanti a Mattia Cesare Valentini (CV Torre del Lago Puccini, 28) e Vittoria Berteotti (Fraglia Vela Riva, 45). Nella 17a Coppa Cadetti (nati nel 2011), vittoria per Artur Brighenti (CN Brenzone, 31) mentre Andrea Demurtas (Fraglia Vela Riva, 59) supera in seconda posizione Jesper Karlsen (CV Toscolano Maderno, 69). La 19a Coppa Presidente (riservata ai nati nel 2010) va a Leonardo Grossi (FV Riva, 29 punti). Sugli altri gradini del podio Andrea Tramontano


OPTIMIST | 35

(YCC Savoia, 42) e Niccolò Sparagna (LNI Formia, 58). In apertura di premiazione, l’annuncio dei vincitori del concorso Poster Coppa Primavela 2021 che sono: Francesco Assante (1a C scuola secondaria di primo grado istituto comprensivo Capraro di Procida, categoria Techno) e Thomas Locasto (4a classe primaria scuola di Sgonico Trieste “L.K. Gorazd in 1 may 1945” istituto comprensivo di Aurisina, categoria Optimist).

A seguire, l’atleta più giovane in gara, Eleonora Tiano (Windsurfing Club Cagliari) ha ricevuto il trofeo istituito in memoria di Lorenzo Cecchi. Alla cerimonia hanno partecipato anche Marta Maggetti, quarta classificata alle ultime Olimpiadi nella classe RS:X femminile, ed Elena Berta, che sempre a Tokyo ha rappresentato l’Italia nel 470 femminile. Novità di quest’anno, la convocazione sul palco anche degli allenatori, segno di riconoscimento del lavoro compiuto

dai club nella preparazione dei ragazzi anche in questo anno difficile. La 36a Coppa Primavela si è svolta nel rispetto dei princìpi di rispetto e sostenibilità ambientale promossi dalla One Ocean Foundation, nata per la salvaguardia degli oceani attraverso la sensibilizzazione di leader internazionali, aziende, istituzioni e individui, la promozione di un’economia blu sostenibile e il miglioramento della conoscenza degli oceani.


36 | OPTIMIST

Campionato Italiano

Cagliari, 2-5 settembre 2021

[ FOTO DI MARTINA ORSINI ] Ancora vento leggero da sud per le ultime regate, prima della grande festa finale all’anfiteatro di Marina Piccola. Cala così, il sipario sul Campionato Italiano Giovanile singoli, che si è concluso nel pomeriggio del 5 settembre a Cagliari, dopo quattro giorni di competizione tra quasi 600 regatanti provenienti da tutta la penisola, per contendersi i titoli italiani delle classi Optimist, ILCA 4, ILCA 6 e Techno 293, per le categorie Under 13, Under 15, Under 17 e Plus. L’evento rappresentava il secondo atto dello spettacolo iniziato il 29 agosto scorso, con la Coppa Primavela che per tre giorni ha impegnato 437 nuove leve della vela italiana. Sia la Coppa Primavela che il Campionato Italiano Giovanile singoli sono inseriti nel calendario delle regate della Federazione Italiana Vela che ricorrono ogni anno, assegnate dal

Consiglio Federale dopo un esame delle proposte da località, Circoli e consorzi di Club, e si sono svolti con l’organizzazione del Consorzio Velico Cagliari 2020, creato dai tre circoli cittadini Yacht Club Cagliari, Windsurfing Club Cagliari e Lega Navale Italiana Cagliari, che da sempre sostengono e promuovono la vela giovanile in ogni sua declinazione. L’ultima giornata di gara è stata sofferta. Malgrado il comitato di regata avesse fissato la prima partenza alle 11, per far disputare il maggior numero possibile di prove, per circa un’ora i regatanti schierati per la battaglia finale hanno atteso che il vento si presentasse sui campi di regata, disposti di fronte alla spiaggia del Poetto. Tra chiacchiere, uno snack leggero, bordi di allenamento e qualche tuffo per ritemprarsi dal caldo ancora estivo, il tempo è trascorso fino alle sospirate procedure di partenza. I primi a confrontarsi sono stati

Eletti a Cagliari i nuovi Campioni Italiani Giovanili in Singolo i variopinti windsurf Techno 293, su campo più sotto costa. Per gli Optimist ben tre prove nell’ultima giornata, che sommate a quelle delle giornate precedenti, sono 11 prove totali. È l’ultima regata ad assegnare ad Alessandro Cirinei (Tognazzi Mare Village) il titolo maschile, seguito nella classifica assoluta da Lisa Vucetti (Soc. Velica di Barcola) e Rebecca Geiger (CV Muggia). Nuova campionessa italiana Lisa Vucetti, seconda Rebecca Geiger, terza Aurora Ambroz (CV Muggia). Le premiazioni si sono svolte nell’anfiteatro di Marina Piccola, nella più stretta osservanza delle norme in materia di contrasto e contenimento della diffusione del Covid 19.


OPTIMIST | 37

LA PAROLA A MARCELLO MERINGOLO Archiviato il Campionato Italiano 2021, con 11 prove disputate, direi tutte molto tecniche, dove fino all’arrivo non potevi essere certo del piazzamento, con sempre un bel vento e un’onda sempre abbastanza sostenuta e impegnativa. Una sintesi che spiega le giornate che abbiamo vissuto a Cagliari e inquadrano cosa è stato questo campionato che vede i primi due ragazzi della classifica finale, divisi da uno scarto veramente minimo fra di loro e un abisso di punti per trovare poi il terzo. La regata si è conclusa con una protesta tra Lisa Vucetti e Alessandro Cirinei; non mi sento di entrare nel merito di fatti a cui non ho assistito direttamente, né tantomeno parlare dell’operato della Giuria che aveva una decisione molto delicata da prendere visto il tema della protesta. Senza questo finale, saremmo qui a parlare di una specie di partita di tennis, dove Lisa allungava e Alessandro recuperava la prova dopo. Certamente la prima prova di Gold, la settimana assoluta, è stata una molto pesante nel computo del campionato, dove Alessandro in boa 2 era attorno al trentesimo, mentre Lisa era nelle primissime posizioni … e all’arrivo grazie ad una seconda bolina coraggiosa, il giovane romano chiudeva al nono posto salvando quella regata che poi risulterà quella decisiva. Anche tra le ragazze è stato un bel campionato, e a parte il titolo di Lisa, mai in discussione,

per gli altri due posti del podio abbiamo avuto coinvolte ben altre quattro atlete minimo. Alla fine Rebecca Geiger conquista oltre al terzo assoluto, anche il secondo femminile davanti alla compagnia di club Aurora Ambroz che ha finalmente mostrato le proprie qualità dopo il finale delle selezioni nazionali 2021 dove era uscita proprio nell’ultimo giorno dal team europeo. Un ottimo campionato anche per Victoria Demurtas ed Emilia Salvatore che si confermano in grande crescita e fanno ben sperare per la prossima stagione. A Rebecca un saluto da parte della classe, visto che è al suo ultimo anno con noi. Non è stato il campionato di Sofia Bommartini, ma il suo mese di Agosto è stato molto pesante e a mio avviso, arrivata a Cagliari con ancora le fatiche dell’Europeo a Squadre conclusosi da appena due giorni. Sempre reduci da Ledro, stessa impressione per Niccolò Pulito partito bene ma poi in calo sul finale,

mentre benissimo Giuseppe Montesano che chiude quinto assoluto, mentre Emilia ha solo sbagliato l’ultimo giorno perché era al quarto posto dopo la terza giornata. Altre note positive, Alberto Avanzini, che chiude quarto per una manciata di punti dal terzo, così come molto bene Enrico Coslovich ottavo, penalizzato da una prima giornata non felice e un dsq. Compongono la top ten, Francesco Tesser, anno 2009, e Lorenzo Ghirotti, che ha fatto parte del team mondiale 2021. Dopo questa regata, prenderà il via, un programma di allenamenti nazionali sia per i cadetti che per i più grandi, che spero possa essere rispettato il più possibile senza ulteriori restrizioni sanitarie. Dopo la regata del circuito Kinder del prossimo fine settimana, saranno convocati anche i 5 ragazzi che parteciperanno alla Regata Internazionale di Berlino a fine ottobre, nonché verrà pubblicato l’elenco definitivo del GAN, appena appurato degli eventuali cambi classe. Un grosso ringraziamento va al Comitato Organizzatore, al CdR, alla Giuria, al Comitato Tecnico e allo staff in acqua che ha lavorato benissimo e ci ha fatto fare delle gran belle regate. Un grazie al nostro sponsor principale della classe Kinder Joy of Moving. Come sempre grazie ai ragazzi, allenatori e loro club, e le famiglie.Dove sarà la prossima edizione? Non sappiamo ancora nulla, vedremo più avanti! Marcello Meringolo


38 | OPTIMIST

4ª Tappa Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving

Follonica, 11-12 settembre 2021

[ MARCELLO MERINGOLO ] Due giornate classiche per il golfo di Follonica, 6 prove portate a casa, per questa quarta tappa del circuito che dopo Campione del Garda, Marina di Ragusa e Bari, che ha toccato stavolta la località Toscana. Alla conclusione, manca solo la tappa di Genova che si terrà dal 16 al 17 Ottobre che chiuderà questo circuito 2021, che in questa stagione ha visto finora la partecipazione di ben 105 club e quasi 700 ragazzi … numeri importanti che credo vadano sottolineati. Nella tappa Toscana per le prime posizioni è stata una bella gara che alla fine ha premiato

nella divisione A, Francesco Carrieri del Circolo Vela Bari, che con questa vittoria si candida fortemente alla vittoria finale del circuito. Prima ragazza e seconda assoluta Gaia Zinali (CV Antignano) che dopo aver risolto i problemi fisici di inizio stagione, sta maturando molto negli ultimi mesi e pone le basi per fare una bella stagione 2022. Bravi anche i gardesani Giovanni Bedoni e Victoria Demurtas (FV Riva entrambi) terzo e quarta in assoluto, così come Lorenzo Sirena (YC Cagliari) che chiude quinto. Vittorie parziali nelle varie prove per Carrieri e Zinali tre prove, e una ciascuna per Victoria Demurtas, Lorenzo Sirena, Lorenzo Rossi, Alessandro Verani, Alessio Bonizzoni e Davide Cosseddu.

Nella divisione B, vittoria finale per Andrea Demurtas (FV Riva) che precede Filippo Noto (SC Marsala) e Andrea Tizzano (LNI Formia). Tra le Cadettine, è Vittoria Berteotti (FV Riva) che vince davanti a Gloria Ruffoni (Marvelia) e Marta Pisoni (SCG Salo’). La barca in estrazione è stata vinta da Paolo Putzu dello YC Olbia, al mattino di domenica, prima dell’uscita in acqua tra l’entusiasmo dei tanti ragazzini presenti che hanno sperato un po’ tutti in un sorteggio vincente. Le regate sono state gestite come sempre in maniera perfetta dallo staff della LNI Follonica, dal CdR presieduto da Roberto Goinavi e dal CdP da Riccardo Savorani.


OPTIMIST | 39


40 | OPTIMIST

Barcolana Young

SV Barcola Grignano, Trieste, 2-3 ottobre 2021

[ FOTO DI GIOVANNI MITOLO ] Il primo fine settimana di Barcolana, una giornata praticamente estiva con vento a regime di brezza, ha visto in mare complessivamente quasi 250 equipaggi sfidarsi nelle tre regate che hanno aperto la rassegna, mentre i primi scafi iniziano a ormeggiare lungo le Rive - a partire dal super maxi Arca - e il Villaggio Barcolana è già animato dalla festa. Con un vento leggero da Ovest, due prove disputate nella giornata di esordio della Barcolana Young dedicata agli atleti nati tra il 2006 e il 2012. Organizzata con il supporto della Fondazione CR Trieste, la Young mantiene il suo sapore tra festa e regata, con tanti gadget e

occasioni di divertimento, ed è anche l’evento che moltissimi piccoli atleti ricorderanno come la prima regata in assoluto: gli yacht club infatti la considerano come un passaggio formativo dalle attività estive della scuola vela, appena concluse, all’avvio dell’agonismo. In acqua oggi sono scesi 220 atleti in rappresentanza di cinque Paesi: dopo il briefing - realizzato on line e seguito dagli atleti nei rispettivi Circoli, fatti salvi i team che vengono da fuori Trieste ospitati al Molo IV - si è scesi in acqua con vento leggero per disputare la prima prova. Si è dovuto aspettare il pomeriggio inoltrato per la seconda prova, dopo che il vento aveva provato a girare verso Nord: solo quando è tornato a Ovest il comitato di regata, presieduto da Gian-

carlo Crevani, ha potuto dare il via alla seconda regata di giornata. Tra gli Juniores la battaglia è aperta: in testa c’è la “padrona di casa” della SVBG Lisa Vucetti, con due netti primi posti, ma la seconda piazza è una questione tra tre velisti: Aurora Ambroz (CVDM) oggi prima e terza nella sua batteria, Enrico Coslovich (CVDM), che vanta due secondi posti come Giuseppe Montesano (Sirena). Tra i Cadetti in testa con due primi Cristian Castellan (CVDM), seguito da Giovanni Montesano del Sirena (3;3) e dallo slovacco Simon Hruska (2;8). Il monfalconese Giulio Bolletti (SVOC) è quarto con un quarto e un 14° posto, mentre la prima femmina si assesta in sesta posizione, ed è la slovena Ajda Gulic Bandelj del Jadro Koper. Domani prima


OPTIMIST | 41

partenza prevista alle 10.30 per sfruttare al meglio il vento da Sud. Nella seconda giornata, l’assenza di vento del mattino, dovuta alla perturbazione, e il rischio di temporali, hanno tenuto a terra i 220 atleti della classe Optimist. Nella classifica Juniores la vittoria va a Lisa Vucetti della SVBG che ha ottenuto due primi posti: seconda è Aurora Ambroz del Circolo della Vela di Muggia, grazie a un primo e un terzo posto nella propria batteria. Il terzo posto è invece condiviso tra il muggesano Enrico Coslovich e Giuseppe Montesano (Sirena): entrambi hanno ottenuto infatti due

secondi posti nelle rispettive batterie, e quindi diventano coinquilini sul terzo gradino del podio. Tra i più piccoli Cadetti, la vittoria va a Cristian Castellan (Circolo della Vela di Muggia), seguito da Giovanni Montesano del Sirena (3;3) e dallo slovacco Simon Hruska (2;8). Il monfalconese Giulio Bolletti (SVOC) è quarto con un quarto e un 14.o posto, mentre la prima femmina chiude in sesta posizione: è la slovena Ajda Gulic Bandelj del Jadro Koper. Emozione oggi in casa Società Velica di Barcola e Grignano per Lisa Vucetti, che dopo una “super carriera” in classe Optimist è pronta per nuove

sfide, e per il cambio di classe: dopo la regata a squadre Optimist a Berlino, che chiuderà la stagione agonistica, passerà in classe 420 insieme a Vittorio Bonifacio. “Grazie a tutti gli atleti e le atlete della Barcolana Young, grazie ai nostri partner, in particolare alla Fondazione CRTrieste e grazie ai circoli velici che come ogni anno credono in questo bellissimo evento - ha dichiarato il Direttore Sportivo Giovanile della SVBG Alessandro Bonifacio - tornare a regatare insieme in una grande festa che unisce i più piccoli e più esperti della classe Optimist è una grande soddisfazione per tutti”.


42 | OPTIMIST

5ª Tappa Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving

Yacht Club Italiano, Genova, 16-17 ottobre 2021

[ FOTO DI GIOVANNI MITOLO ] Il festoso popolo Optimist ha rallegrato le banchine della zona fieristica di Genova con ben 254 scafi in acqua nel weekend del 16 e 17 ottobre, in occasione della quinta e ultima tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of moving. Si è chiusa così l’edizione 2021 di questa manifestazione, promossa dall’ Associazione Italiana Classe Optimist, in collaborazione con Kinder Joy of Moving ed i circoli affiliati che si sono offerti di organizzare una delle cinque tappe del circuito. Anche quest’anno, le tappe hanno coinvolto in totale oltre 800 atleti e 120

circoli, provenienti da tutta Italia e dall’estero. Vento leggero e corrente contraria hanno caratterizzato la prima giornata ed è stato impegnativo riuscire a portare a casa le prove svolte. La giornata si è conclusa con due prove effettuate per la flotta della Divisione A, mentre per i più giovani della Divisione B si è chiusa solo una prova. Al rientro grande festa con l’estrazione delle barche offerte da Kinder Joy of moving (vinte da Giovanni Castelli e Lorenzo Specchia) e dei molti premi a sorteggio, gentilmente offerti dalle aziende amiche della classe. Nautivela, Northsails, Karhu, Best Wind, Olimpic Sails, CD Sails, Lillia, One Sailsw, Armare Ropes,

Optimast: grazie a loro la premiazione è stata veramente ricca! Il secondo giorno è stato caratterizzato da temperature estive, tanto sole e poco vento. Nessuna prova ulteriore per entrambe le categorie e classifica invariata. Si è conclusa così la quinta tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving, l’ultima del circuito nazionale dedicato ai giovani velisti, organizzata dallo Yacht Club Italiano con il supporto del Comune di Genova e di Regione Liguria. Dopo una lunga giornata in acqua, alle 16:30 non è restato altro che rientrare a terra e procedere con la doppia premiazione, della 5a


OPTIMIST | 43

tappa e dell’intero circuito Kinder Joy of Moving. Sul podio per la Divisione A Samuele Bonifazi, che precede Tommaso Geiger e Leonardo Vanelo. Per la divisione B primo Filippo Noto, che precede Andrea Demurtas e Jesper Karlsen. Per il Trofeo Finale vince per la divisione A vince Francesco Carrieri (CV Bari) e per la divisione B Andrea Demurtas /FV Riva). Per le femmine 1a della divisione A Giorgia Tumbarello (S.C. Marsala) e per la divisione B Chiara Tessitore (LNI Ostia). A rappresentare le istituzioni l’Assessore regionale allo Sport Simona Ferro, il Consigliere Delegato agli eventi sportivi Stefano Anzalone

e il Vice Presidente dello Yacht Club Italiano Matteo Berlingieri. Presente anche Max Sirena di Luna Rossa, grande amico e sostenitore della Classe Optimist, che ha premiato anche suo figlio Lorenzo, classificato secondo nella sua categoria nella classifica finale del Trofeo. Un grazie al Comune e alla Porto Antico Spa che hanno messo a disposizione le strutture del grande padiglione di Jean Nouvel: forte dei suoi 15.000 metri quadrati coperti, è stato possibile ospitare al suo interno le barche armate e effettuare una bellissima estrazione ed una altrettanto bella premiazione, con tanto spazio ed in completa sicurezza. Un grazie allo YCI ed

ai ragazzi e ragazze dell’Istituto Nautico San Giorgio e del Liceo Linguistico Grazia Deledda di Genova, che hanno attivamente collaborato nella gestione delle operazioni a terra di tutta la manifestazione. Un sentito grazie a tutte le aziende che, oltre a KINDER JOY OF MOVING, hanno generosamente contribuito al sorteggio con i loro premi: Un grazie anche a tutti gli allenatori, genitori e atleti che ci hanno seguito in lungo e in largo per l’Italia e che si sono divertiti con noi quest’anno. Vi aspettiamo sempre più numerosi nel 2022 (a breve saprete anche dove…)


44 | OPTIMIST

Halloween Cup

CV Torbole, 29-31 ottobre 2021

[ ELENA GIOLAI ] Ancora una volta i giovanissimi velisti della classe Optimist hanno sorpreso: nell’ultima giornata di regate della 9^ Halloween Cup, manifestazione organizzata dal Circolo Vela Torbole con quasi 600 partecipanti, i baby timonieri sono usciti alle 7:10 per portarsi sul campo di regata con prima partenza prevista alle 8:00. Fortunatamente la pioggia è tardata ad arrivare, mentre il vento da nord è soffiato fin dal primo mattino. Certamente la

temperatura e il tempo sono stati di stampo autunnale, ma per i piccoli timonieri non è stato un problema: come sempre pronti sulla linea di partenza con grinta da vendere. Soddisfazione da parte degli organizzatori del Circolo Vela Torbole per essere tornati ad una partecipazione che ha raggiunto il record del 2019; gran lavoro del Comitato di regata e giuria, anche loro al freddo e alla pioggia unicamente per la sola passione per la vela. È così che la flotta gold con i migliori 110 della classifica generale juniores è partita per

Conclusa l’Halloween Cup: la Fraglia Vela Riva si aggiudica ancora una volta il Trofeo con i migliori 4 juniores mentre nei cadetti Artur Brighenti è sempre più vincente. Tra gli juniores doppietta statunitense, mentre la rivana Victoria Demurtas vince tra le ragazze


OPTIMIST | 45


46 | OPTIMIST

prima; a seguire quella dei cadetti, i piccolini di 9 e 10 anni anche loro ben bardati per affrontare il vento e la pioggia prevista da tempo per questa lunedi 1 novembre. La gold fleet è riuscita a disputare ulteriori due prove finendo così con 6 regate in tutto; cadetti e le restanti flotte juniores hanno chiuso rispettivamente con 4 e 5 prove. Cadetti Ennesima regata vinta da Artur Brighenti (4-1-1-5, CN Brenzone), primo con 4 punti di vantaggio sull’altro italiano Jesper Karlsen (CV Toscolano Maderno), primo nell’ultima regata. In parità di punteggio, ma sul terzo gradino del podio Andrea Demurtas (3-2-3-3,

Fraglia Vela Riva). Nella categoria femminile prima e ottava in generale la tedesca Malea Hochbaum, seconda la polacca Antonina Dziekanska e terza l’italiana Irene Faini (Fraglia Vela Malcesine). Juniores Doppietta statunitense con USA 111 James Pine meritatamente primo con 3 primi, due secondi e un terzo, che gli sono valsi 20 punti di vantaggio sul connazionale Wylder Smith, secondo nonostante la squalifica nell’ultima partenza. Terzo con 16 punti di ritardo il ceko Jiri Tomes in grand recupero nell’ultima giornata con un settimo e un primo. Italiana la vittoria nella categoria femminile, con la

fragliotta Victoria Demurtas (Fraglia Vela Riva), che sta seguendo le imprese del fratello Alex (campione europeo e del mondo a squadre Optimist); per lei un undicesimo assoluto con un primo parziale assoluto in regata 4, così come Aurora Ambroz (CV Muggia), seconda femminile con un primo in batteria nelle qualifiche. Terzo posto per la polacca Alicja Tutkowska. Il Trofeo Halloween Cup, assegnato alla prima società con i migliori 4 juniores è stato vinto ancora una volta dalla Fraglia Vela Riva grazie alle prestazioni di Victoria Demurtas (11^), Giovanni Bedoni (14°), Leonardo Grossi (17°) e Mattia Di Lorenzo (22°).


OPTIMIST | 47

26° Befana Day d’Autunno

SV La Spezia, 7 novembre 2021

[ MARCELLO PAESANI ] D.S. SOCIETÀ VELA LA SPEZIA La Società Vela della ex Marina del Canaletto ora ricollocata sul Molo Pagliari, nata nel 1919, presieduta da Alberto Andreani ha festeggiato la prima manifestazione organizzata nella nuova sede presso le Marine del Levante con un grande evento velico: il 26° Befana Day, denominato quest’ anno d’Autunno in quanto più volte rimandato per problemi sia pandemici che logistici. Il Befana Day, con il patrocinio del Comune della Spezia, è una tradizionale regata, dedicata alla classe Optimist, ormai entrata nel panorama velico nazionale. Quest’anno hanno partecipato 52 giovani velisti, juniores e cadetti nati tra il 2006 e il 2012 provenienti dalla prima e seconda zona

FIV che si sono sfidati nelle acque del nostro Golfo. La regata è stata programmata su una giornata, 7 Novembre, con un programma di 3 prove da disputare. Le condizioni meteo marine con un fresco vento da nord-nord est arrivato fino a 10 nodi hanno reso possibile la disputa di tutte le prove in programma. Alle ore 15 il comitato di regata, su barca giuria gentilmente messa a disposizione dal socio Locchi Massimo, magistralmente presieduto da Micheli Manuela, coadiuvata da, Attilio Cozzani e Lorenzo Barberi, ha decretato la fine dei giochi chiudendo la manifestazione con le tre prove disputate Leonardo Vanelo (CV Spezia) si aggiudica il podio nella categoria juniores. 2° classificato Samuele Bonifazi (CV Torre del Lago) e 3° classificato Andrea Calvani ( CV Pietrabianca) Prima tra le femmine Giulia Nannicini (CN

Quercianella). La categoria cadetti gareggiava per il 5° Trofeo Marina del Canaletto, supportato da alcuni concessionari della storica marina ed in particolare dalle ASD Vela e Motore e Plenis Velis, che hanno messo a disposizione i loro piazzali per ospitare barche e carrelli. Il trofeo, alla sua 5° edizione, è stato istituito nel 2017 a memoria di questo luogo storico di mare e marineria spezzina, la ormai ex Marina del Canaletto, Vince tra i cadetti Mattia Cesare Valentini (CV Torre del Lago) 2° classificato Thomas Carrodano (CV La Spezia) e 3° classificato Andrea Bontempi del (CN Marina di Carrara). 1° femmina Eva Querzolo (CV Torre del Lago). In palio quest’anno anche il 1°Trofeo San Lorenzo, assegnato al circolo che è risultato il


48 | OPTIMIST

migliore sommando il punteggio dei due suoi migliori Juniores e due suoi migliori cadetti. Il trofeo è andato al Circolo Velico Torre del Lago Puccini, allenati da Stefano Querzolo, con gli atleti Samuele Bonifazi, Giulio Romani, Mattia Cesare Valentini e Eva Querzolo. Premiati, dal Presidente della Società Vela, anche i due più giovani atleti nati nel 2012 Alessandro Romiti (CN Quercianella) e Stella Maria Dollinar (LNI SM Ligure). Il Presidente della II zona FIV Andrea Leonardi ha consegnato ufficialmente una nuova bandiera federale al presidente Alberto Andreani

ed al direttore Sportivo Marcello Paesani, come simbolo beneaugurante di inizio attività nella nuova sede. In acqua come assistenza e posaboe i fedelissimi del “Dream Team Posaboe Legere” Jacopo Labanti, Luca Balzi, PierFrancesco Paesani e Elena “Nadia” Masoni A terra, come sempre, pizza e focaccia per tutti, atleti, tecnici e accompagnatori. Al termine della premiazione che, come da tradizione, non prevede la consegna di coppe ma importanti regali tecnici, si è svolta un importante estrazione a premi per tutti gli

iscritti alla competizione. Premi anche per tutti gli istruttori accreditati. La Società vela ringrazia il cantiere SANLORENZO per il concreto supporto ricevuto alla riuscita della manifestazione mettendo a disposizione oltre che al bellissimo Trofeo anche parcheggi per auto, furgoni, carrelli e una gru per l’alaggio e il varo dei gommoni assistenza, cose fondamentali che prima avevamo e adesso, dopo la nuova ricollocazione, sono venute a mancare. L’appuntamento è per tutti al 2022, con la 27° edizione del Befana Day, in programma il 4 e 5 Gennaio.


OPTIMIST | 49

33° Opti Team Cup Berlin

Postdamer Yacht Club, Berlin Wannsee - 28-31 ottobre

Il terzo gradino del podio è arrivato con la vittoria per 2-0 nella finale di consolazione contro America 2. La vittoria finale è andata ad America 1 che ha battuto 2-1 in finale la Croazia. Ben 16 le squadre iscritte in rappresentanza di Usa, Croazia, Italia, Danimarca, Svezia, Germania, Polonia, Finlandia, GBR, Norvegia ed Estonia. È stato pagato caro qualche errore di troppo durante i due Round Robin, ma comunque ha lasciato ottimi spunti per lavorare nei prossimi mesi. Presenti a Berlino il CT Marcello Meringolo e il Team Leader Michele Ricci che hanno accompagnato i ragazzi in questa trasferta. La parola a Marcello Meringolo Dopo l’annullamento del 2020, siamo tornati alla Optiteam Cup organizzata dal Potsdamer Yacht Club ormai da 34 anni. Un lungo per-

La giovane squadra azzurra formata da Alberto Avanzini (CN Bardolino), Lorenzo Ghirotti (FV Riva), Giuseppe Montesano (Sirena CN Triestino), Niccolò Pulito (Tognazzi Marine Village) e Lisa Vucetti (SV Barcola Grignano) ha concluso al terzo posto l’edizione 2021 dell’Optiteam Cup di Berlino (29-31 Ottobre) corso per questa regata, come sempre molto sentita dagli organizzatori e dai ragazzi che vanno a concorrere per la vittoria del trofeo, che l’Italia deteneva dal 2018. I ragazzi che hanno fatto parte del Team Italia sono, in rigoroso ordine alfabetico, Alberto

Avanzini (CN Bardolino), Lorenzo Ghirotti (FV Riva), Giuseppe Montesano (Sirena CN Triestino), Niccolò Pulito (Tognazzi Marine Village) e Lisa Vucetti (SV Barcola Grignano), quest’ultima alla regata conclusiva della sua splendida carriera in Optimist. Partiamo dalle note positive, la squadra è cresciuta molto, anche se speravamo di entrare in palla, un po’ prima. In parte ci aspettavamo qualche alto e basso, ma i bassi in alcuni casi sono stati molto pesanti e questo ci ha relegato alla finale di consolazione. Il terzo posto finale ci soddisfa in parte, ma dobbiamo essere anche coscienti che siamo alla fine di un quadriennio Vincente, iniziato dal mondiale 2017, che ha racchiuso gli anni di nascita 2004-2007. Non siamo fiduciosi per il 2022? Non è una risposta facile da dare, dipenderà molto da


50 | OPTIMIST

quanto un po’ tutti ci vorremo sacrificare, perché restare al top costerà molto sotto tutti gli aspetti. Ci vorrà molta pazienza, umilta’ e anche una bella dose di cattiveria agonistica, per recuperare questi ultimi due anni pandemici, dove giocoforza, abbiamo dovuto modificare le nostre abitudini e i nostri programmi. Fin dal prossimo allenamento del GAN alzeremo l’asticella, e solo chi vorrà veramente stare al passo, sarà il benvenuto, gli altri possono stare direttamente a casa, dalla prossima volta. Spero di non aver spaventato nessuno, ma voglio che sia chiaro un fattore importante, chi non metterà il massimo impegno perde solo il proprio tempo e di conseguenza fa perdere anche il nostro. Prima di tirare le somme finali di questa regata e fare delle doverose considerazioni, non posso esimermi da fare delle critiche anche non solo ai nostri ragazzi. Rispetto ad altre edizioni, si è respirato qualche buco a livello organizzativo e soprattutto sono rimasto molto deluso dal livello arbitrale presente. Corre la notizia ormai da un po’, che World Sailing vorrebbe fare una ranking

mondiale di Team Race … certamente un bel progetto, ma siamo sicuri di avere degli arbitri preparati per una simile iniziativa ? In questa regata la sensazione, non è stata positiva, con troppe chiamate totalmente sbagliate soprattutto sulla regola 17. Noi lavoriamo da anni per aumentare le conoscenze dei ragazzi ed essere stati costretti a dire loro di fare, praticamente azioni più da regata di flotta che di team Race, non mi sembra funzionale a quanto abbiamo prodotto in questi anni. Per non parlare di alcune penalità per la regola 42 … ma si può continuare a vedere barche che scappano da dei blocchi ben fatti dalla barca sottovento a una sopra , con quest’ultima “scappata” con evidenti azioni di timonella o rollio ? È necessario che ci sia più attenzione in determinati momenti, anche perché le infrazioni erano decisamente palesi. Siamo persone che accettano il dialogo , abituati a rispettare il giudizio degli arbitri e a non costruire Alibi, così vogliamo continuare. Ma crediamo anche nei valori dello sport e dell’educazione. Una squadra ha praticamente provocato dall’i-

nizio alla fine, con dei “Buuuuuuu” la nostra squadra. Penso che non si voglia far diventare la vela come il calcio dove negli stadi si sente di tutto contro i giocatori? Fare quasi duemila chilometri tra andata e ritorno, spendere soldi per andare a far insultare i nostri ragazzi, non è accettabile! In relazione a quanto accaduto, è molto probabile che il prossimo anno non andremo. Mi dispiace, ma bisogna anche far capire che finché si parla di una chiamata arbitrale sbagliata, ci può stare, ma quando si manca di rispetto a una squadra che rappresenta una nazione come l’Italia, questo non va bene. Ad oggi, non ho ricevuto nessuna scusa ufficiale se non il disconoscimento da parte di una delle due squadre della nazione incriminata. Infine, chiudo questo mio intervento, ringraziando tutta la squadra e Michele Ricci per quanto fatto in questa trasferta. In particolare, un grazie a Lisa Vucetti per il percorso fatto in questi anni, che lascia la classe dopo questa regata con una prova orgogliosa e di carattere come ci aveva già abituati in molte regate che abbiamo fatto insieme. Marcello Meringolo


OPTIMIST | 51

Caro Norberto, quando ti ho conosciuto nel 1995 ero un ragazzino che correva in lungo e in largo per l’Italia con il mio piccolo grande Optimist. Di quei tempi ricordo come incredibilmente a qualsiasi regata io andassi, tu eri lì; non ti perdevi un briefing, una premiazione o una chiacchiera sul piazzale con gli allenatori, proprio come se quello fosse un lavoro per te. Gli anni sono passati e le nostre strade si sono divise... inspiegabilmente a casa mia continuava ad arrivare il giornalino dell’Optimist, altra tua grande invenzione della quale ancora custodisco parecchie copie, e di volta in volta mi rendevo conto come con il passare degli anni tu fossi ancora lì a battere il ferro, accompagnando i tuoi ragazzi in fantastiche avventure. Quando ho deciso di rendere l’Optimist il mio lavoro e sono tornato da allenatore sui campi di regata di questa bellissima classe ti ho ritrovato come se per te il tempo si fosse fermato. Da lì ho capito come per te quello del segretario non fosse un lavoro ma una ragione di vita.

Che onore fu per me essere coinvolto nel progetto Gan nel 2012 insieme a Marcello. Quella riunione in occasione del campionato Italiano di Cagliari ha in qualche modo segnato una rinascita per l’Optimist italiano; con grande umiltà e dispendio di tantissime risorse sia umane che economiche abbiamo costruito, mattoncino su mattoncino un’attività che potesse riunire e valorizzare quanto già di grandioso facevano i singoli club con le loro squadre e i loro allenatori. Il Gan fu ed è tuttora l’occasione per far confrontare costantemente i più forti d’Italia tra di loro, per far loro capire che oltre i colori del proprio circolo avrebbero potuto difendere anche quelli dell’Italia e non ultimo per far sì che i ragazzi conoscessero ed entrassero in sintonia con gli allenatori della Nazionale. Insieme a te abbiamo visitato qualche angolo del mondo e anche per questo sento di ringraziarti. Sono stati quattro anni di collaborazione a stretto contatto, con tanti bei ricordi sicura-

mente conditi da più di qualche attrito che comunque mi hanno insegnato tantissimo. Anche quando le nostre strade si sono nuovamente separate non ho mai smesso di provare un grande rispetto e ammirazione nei confronti del tuo operato. La notizia delle tue condizioni di salute precarie è stata per tutti fonte di grande dispiacere; con Dany abbiamo fatto il possibile per starti vicino, fino alla fine. Con te è finita un’era... ci hai lasciato in eredità una classe invidiata da tutto il mondo e sono certo che grazie al tuo esempio ognuno di noi addetti ai lavori saprà andare avanti con grande passione. Mi piace ricordarti così... in mezzo a un sacco di gente, grandi e piccini. Ciao Norby Come ti piaceva tanto dire (anche se tutti noi pensavamo che portasse sfiga :)): Buon Vento! Riccardo Di Paco


52 | OPTIMIST

Raduni GAN 1 Raduno GAN cadetti °

Malcesine, 16-19 settembre 2021

[ MARCELLO MERINGOLO ] Dopo un lungo periodo selettivo, con la Coppa Primavela di Cagliari, abbiamo finalmente avuto l’elenco definitivo di questo gruppo che sarà insieme per tre raduni formativi. Il primo in programma si è tenuto alla Fraglia Vela Malcesine, dal 16 al 19 settembre.

La prima giornata si è aperta con una sorpresa negativa, una frana tra Torbole e Malcesine ostruiva la strada per arrivare da Riva del Garda dove alloggiavano. Fortunatamente grazie a Fabio Zeni e al supporto della FV Riva, siamo riusciti velocemente a risolvere il problema senza perdere la mattinata, viste le belle condizioni di vento.

Siamo partiti subito con due gruppi di lavoro al mattino, e con allenatori invertiti anche per il pomeriggio almeno nella fase iniziale. Il primo raduno è sempre “conoscitivo” per cercare di capire su cosa lavorare di più è un po’ le esigenze dei ragazzi. Per chiudere la giornata, alcune regate finali. La seconda giornata ancora un meteo fa-


OPTIMIST | 53

vorevole, stavolta col vento da sud entrato molto presto, che pian piano ha rinforzato col passare delle ore. Dopo un’ampia parte di lavoro tecnico abbiamo concluso soprattutto nel pomeriggio alcune regate di flotta con la presenza degli atleti della squadra locale. I debriefing sia di venerdì, che di sabato sono

stati molto dibattuti e abbiamo potuto conoscere anche le diverse carenze dei ragazzi sia a livello regolomento, che puramente tecnico. La giornata finale, non prometteva molto, ma siamo riusciti a portare a casa 2 ore e mezzo di lavoro insperate, quando ci siamo alzati al mattino. Regate finali e tutti a terra, dopo pranzo per

la riunione finale, dove si è spaziato a 360 gradi. Tutti a casa e appuntamento a Marina di Carrara dal 18 al 21 Novembre per il secondo allenamento di questo progetto. Un grazie sentito alla Fraglia Vela Malcesine per l’ottima accoglienza e il supporto tecnicologistico.

1 Raduno GAN °

Riva del Garda, 23-26 settembre 2021

[ MARCELLO MERINGOLO ] Il Cico in parallelo e la ripresa del percorso GAN a pieno regime dopo l’autunno scorso, due delle chiavi di questo primo allenamento della nuova squadra. Per la prima volta dopo 9 anni, ci siamo ritrovati in parallelo un grande evento come il Cico, e dopo l’oro olimpico del duo volante Tita-Banti, non poteva esserci occasione migliore da parte della FIV di fare una bella festa alla quale il Presidente in persona ci ha invitato. La sera di venerdì dopo una giornata molto lunga siamo andati al Palacongressi per festeggiare i protagonisti azzurri delle ultime Olimpiadi. È stato bello rivedere tanti amici e tanti ex optimisti, molti che hanno fatto parte

negli anni del nostro GAN. Tornando a parlare del programma del raduno, la prima giornata fin dal mattino, qualcuno non aveva capito molto bene cosa voleva dire far parte di questo gruppo nazionale. Poco impegno nella fase atletica e una serie di partenze non belle mi hanno fatto decidere ad un certo punto dell’allenamento di mandare tutti a terra a riflettere. A volte fermarsi, pensare e parlare fa meglio che rimanere in acqua senza quella voglia di sacrificio che sono fondamentali. Forse qualcuno penserà che siamo stati abituati bene negli ultimi anni … vero, ma proprio perché le sane abitudini vanno mantenute, bisogna capire da subito anche cosa vuol dire fare un certo tipo di attività e farlo al 110% per

tutta la giornata. Dopo una bella lavata di testa, prima della festa con gli olimpionici, e una bella dormita, nella seconda giornata le cose sono migliorate e molto. Era prevedibile, ma non scontato. Finalmente dopo qualche richiamo ancora, ho visto sia la voglia che la dimostrazione di avere anche delle buone qualità tecniche. Durante questo raduno abbiamo provato il team che sarà a Berlino, per l’Optiteam Cup che si terrà a fine ottobre. Come nelle passate stagioni un mix tra team Race e regate di flotta che “qualificavano” gli sfidanti per il team titolare. Anche la rotazione volta per volta e la necessità di saper far gestire una squadra sono stati al


54 | OPTIMIST

centro del lavoro svolto. A livello meteo il primo giorno il vento da nord ha tenuto più del solito e quando è così, l’ora non è proprio perfetta, mentre sabato abbiamo avuto una classica giornata di vento regolare sia da nord che da sud. Per domenica il meteo ci ha consentito di lavorare due ore e mezzo per concludere il programma iniziato venerdì, direi con buoni risultati. La giornata finale così come le altre, alle 7, partiva la fase atletica curata come sempre con grande attenzione da Andrea, culminata con la corsa da trenta minuti fatta proprio domenica. Tutti i debriefing, compreso quello di chiusura,

sono stati molto serrati e alla fine non potevamo che essere contenti, nonostante la prima giornata. Ci aspettano altri 4 raduni da qui a Marzo e li sfrutteremo al meglio. Un grazie sentito a Porto S. Nicolò che ci ha ospitato durante il raduno, così come al Residence Centro Vela, ormai una base imprescindibile. Grazie a Michele Ricci e Andrea Madaffari ormai collaboratori fissi di questo percorso, così come un ringraziamento a Paolo Mariotti e Stefano Cigui che sono stati presenti per tutto il raduno. Durante la seconda giornata è intervenuto

anche Riccardo De Felice, che oltre ad essere un collaboratore North Sails, è un allenatore molto esperto ed anche il suo punto di vista ci ha fatto molto comodo. Per questo raduno la classe ha messo a disposizione due gommoni e due optimist per i ragazzi che ne hanno avuto necessità. Un ringraziamento va a Kinder Joy of Moving che supporta la classe e il progetto GAN, e agli sponsor tecnici Karhu e Armare. Infine, non posso non ricordare chi ha rilanciato questo progetto proprio 9 anni fa … Norberto Foletti, che ci ha lasciato fisicamente a giugno, ma che vive nello spirito di questo gruppo.


OPTIMIST | 55

Al via il progetto interzonale Dopo la stagione 2020, in cui siamo stati costretti a cancellare molti raduni di allenamento, riprendiamo anche il piano interzonale che negli anni passati è stato utilissimo per poter trovare ragazzi da inserire nel GAN come aggregati e avvicina lo staff nazionale anche alle zone.

La prima fase, prevede tre raduni per macroarea. Due saranno in concomitanza, a Malcesine (zone nord) e Scarlino (zone centro Italia), da oggi fino a domenica 7 novembre, mentre per il sud ci sarà l’appuntamento di Bari (11-14 novembre). Da questi tre raduni saranno presi i migliori 5 ragazzi da ogni macroarea, e con-

vocati a fine gennaio per un raduno a carattere nazionale. Il secondo dei raduni interzonali sempre per macroarea saranno poi dal 10 al 13 febbraio, in contemporanea. Un progetto su cui crediamo molto, che ha in più questo raduno nazionale dei migliori, che rende il progetto ancora più interessante.

Raduno interzonale nord

Malcesine, 4-11 novembre 2021

[ MARCELLO MERINGOLO ] Sono state tre giornate vere e impegnative, quelle che i 15 ragazzi in rappresentanza delle Zone I-XII-XIII-XIV e XV hanno affrontato a viso aperto nonostante i primi freddi del mattino e

vento molto teso. Poche righe che raccontano, questo raduno, che speriamo sia di buon auspicio, per una ripartenza vera post pandemia. Non siamo ancora fuori dallo stato di emergenza sanitario, tanto è vero, che in vari paesi

europei le cose non vanno proprio bene, ma cerchiamo di essere ottimisti e cercare di mettere in piedi il miglior programma possibile. Come dicevo, vento teso, da Nord e onda impegnativa dal mattino presto, tutte e tre le giornate. Soprattutto l’impatto il primo gior-


56 | OPTIMIST

no è stato molto duro per alcuni dei ragazzi, ma nei tre giorni si può dire che tutti hanno migliorato molto. La fase iniziale delle tre giornate di allenamento sono state dedicate ai gruppi … maschi e femmine separati, visti i numeri. Lavoro sulla tecnica di conduzione e resistenza i temi centrali sia in acqua che nei Debriefing della sera, ai quali abbiamo avuto come graditi ospiti Ginevra Caracciolo e Davide Nuccorini, impegnati nella Regata ILCA Italia Cup che si stava svolgendo a Riva del Garda in concomitanza con il nostro allenamento. La base del raduno è stata la Fraglia Vela Malcesine, che ha messo a disposizione

tutto il necessario per supportare i ragazzi e gli allenatori. Un grazie particolare a Ylena Carcasole che in acqua ha fatto un ottimo lavoro e all’allenatore ligure Mattia Bellico che ha aiutato il gruppo durante le tre giornate. La novità di quest’anno, è che da questo raduno alcuni ragazzi saranno invitati a un raduno nazionale, selezionati proprio dagli allenamenti interzonali. Il primo di una serie che potrebbe dare ancora più valore a questo piano. La prossima settimana conosceremo i ragazzi convocati, dopo la conclusione anche del Raduno sud a Bari. Tornando al raduno di Malcesine, non possiamo che essere contenti di impegno e

progressione, generalmente da parte di tutti. L’obiettivo di andare a fare il raduno finale, credo sia stato uno stimolo in più per tutti. Comunque sia per tutti i presenti ci sarà un secondo raduno interzonale in febbraio, a ridosso dell’inizio della prossima stagione agonistica. Al mattino di venerdì e sabato abbiamo fatto fare ai ragazzi un po’ di lavoro atletico, tranquillamente riproducibile a casa. Il raduno si è chiuso come da programma alle ore 15 di domenica, con un bel quantitativo di ore di lavoro, ma direi anche di qualità visti i temi trattati in aula e le condizioni particolarmente selettive.


OPTIMIST | 57

Raduno interzonale centro

Scarlino, 4-11 novembre 2021

[ SIMONE GESI ] Tre belle giornate di vela e di vento per il raduno interzonale centro in programma al marina di Scarlino ospiti dello Yacht Club Isole Toscane. Si comincia il giovedì 4 sera, dopo avere scaricato barche e attrezzature e , a cena, per comunicare il programma dei 3 giorni. Venerdì 5: La mattina comincia alle 7,30 con l’attivazione muscolare e a seguire, dopo la colazione, con il trasferimento al marina per armare le barche. Alle 10 il ritrovo in aula per la spiegazione del lavoro da fare in acqua e la suddivisione in 2 gruppi per gli esercizi con Simone Gesi e Gianni Maioli del Circolo Velico Ravennate (staff del raduno) aiutati da 2 istruttori di club Lorenzo Cacialli (LNI Follonica) e Mattia Saggio (Nauticlub Castelfusano). Conduzione e manovre serrate con aria da NE sui 10 nodi e molto nuvoloso hanno impegnato i ragazzi dalle 11 sino alle 14 e al momento di

fare le consuete prove di regata purtroppo la meteo non ha aiutato e si é abbattuto sulla zona un forte temporale che ha costretto al rientro e all’interruzione del lavoro in acqua , proseguito però in aula fino alle 18. Sabato 6: Inizio della mattina con attivazione muscolare alle 7,30 con un bel sole e una ottima temperatura.Dopo colazione i ragazzi hanno armato seguiti dagli istruttori e alle 10,30, ancora divisi in 2 gruppi, sono scesi in acqua per una prima parte di esercizi di manovre e conduzione e poi 3 regate con vento teso sino a 18-20 rafficato e oscillante da NE fino alle 15,30, per poi chiudere la bella giornata di vela in aula sino alle 18 per il consueto debriefing con filmati. Domenica 7: La giornata finale è più corta ma sempre molto importante e proficua. In acqua già dalle 10 per simulazione di 2 regate con NE sui 15 nodi per chiudere con un totale di 5 prove disputate. Rientro anticipato alle 13

per poi trovarsi in aula alle 14 per il consueto debriefing finale, discussione ed esposizione della classifica finale del raduno. Dal raduno e dalle condizione meteo sono emersi spunti interessanti: sull’interpretazione del campo di regata con vento oscillante-sull’importanza di avere materiali sempre efficienti e performantisull’avere barca e attrezzatura sempre in stazza. Ringraziamenti: allo Yacht Club Isole Toscane nella persona di Claudia Tosi e Monia Tanganelli per la consueta ospitalità ed efficienza, a Gianni Spyke Maioli per la proficua efficienza a terra e in acqua, ci conosciamo da anni ed è sempre un grande piacere lavorare insieme e rivedersi anche non “in regata”, a Lorenzo Cacialli in aiuto allo staff per venerdì e a Mattia Saggio per tutti e 3 i giorni che non conoscevo ma che é stato di grande aiuto, ai ragazzi tutti, per il loro comportamento ineccepibile, a terra e in acqua, per il rispetto degli orari e degli spazi assegnatici.


58 | OPTIMIST

Raduno interzonale sud

Scarlino, 4-11 novembre 2021

[ BEPPE PALUMBO ] Il Circolo della Vela Bari, su assegnazione dell’Associazione Italiana Classe Optimist,

ha ospitato un raduno con 15 ragazzi tra i 10 e 13 anni provenienti da Abruzzo, Campania, Calabria, Sicilia e Puglia. A rappresentare l’VIII Zona ci sono Francesco

Carrieri, Maria Carla Montanaro e Gianmarco Russo, tutti e tre del CV Bari, insieme a Francesco Stabile del CUS Bari. Il raduno rientra nel progetto dei raduni


OPTIMIST | 59

interzonali. I migliori 5 ragazzi da ogni macroarea saranno convocati a fine gennaio per un raduno nazionale. La prima giornata del raduno interzonale sud è iniziata con il risveglio muscolare e proseguita al Circolo con la preparazione delle barche. Prima di andare in acqua il briefing sugli obiettivi della giornata. In acqua Alle 11.30 con vento sui 4-5 nodi da maestrale. Tutti gli esercizi in programma sono stati portati a compimento. A fine giornata anche una regata sulle boe con controllo della regola 42. Al rientro video e discussione sui vari aspetti tecnici evidenziati. Anche il secondo giorno inizia con il risveglio muscolare e, a seguire, colazione e poi tutti al circolo. Novità della giornata una bella ed

interessante lezione sulla nutrizione sportiva tenuta dalla dott.ssa Sarà Scotto di Vettimo, ex atleta optimist, che ha spiegato le basi di una buona nutrizione partendo dalla colazione fatta dai ragazzi in hotel. Alle 11.30 barche in acqua con vento che si andava delineando da levante sugli 8-10 nodi con onda piccola ma insidiosa. Condizioni perfette per un buon lavoro sulla conduzione. Dopo la pausa pranzo fatta sempre in acqua si passava alle regate sulle boe con percorso completo. Al rientro a terra una ampia discussione con visione dei video della giornata. Come di consuetudine al termine della cena una buonissima torta offerta dal Circolo per festeggiare al meglio anche questo raduno.

L’ultimo giorno del raduno è iniziato con il consueto risveglio muscolare alle 7.30. I ragazzi hanno avuto come obiettivo una corsa della durata di 20 minuti, tempo raggiunto da quasi tutti prima di eseguire alcuni esercizi di stretching. Dopo la colazione in hotel, tutti al circolo per una lezione di regolamento tenuta da Michele Ricci. Prima di andare in acqua, saluto del presidente VIII zona Alberto La Tegola e foto di gruppo. In acqua si procedeva con le ultime regate di allenamento su percorso completo per definire i selezionati al raduno nazionale che si terrà a fine gennaio. Al rientro debriefing in aula con discussione su alcuni aspetti ed evidenziati durante la giornata.


60 | OPTIMIST

Optimist addio! Lisa Vucetti È iniziato tutto da mia sorella Anna. Era l’estate del 2013 (quanti anni fa!) e Anna si era messa in testa di provare con la vela. Ero ancora troppo piccola, giocavo a tennis, della vela non mi interessava molto, anche perchè sapevo che avrei dovuto aspettare ancora un anno per iniziare. Nell’estate del 2014 c’è stata la mia prima uscita in quella barchetta che poi ha cambiato la mia vita. All’inizio, devo essere sincera, non mi piaceva nemmeno tanto. Ma solo dopo una settimana ho realizzato che quella sarebbe diventata un’esperienza unica e indimenticabile. Dopo un po’ ho cominciato a regatare. Pian piano ti rendi conto che migliori e che lo fai dopo ogni allenamento, dopo ogni mese, dopo ogni singola regata, e che solo lavorando duramente diventi sempre più brava. Il momento più bello è quando ti accorgi che stai regatando con i migliori e che tu sei tra i migliori. Quando realizzi che tutti i sacrifici che hai fatto cominciano finalmente ad essere ripagati. Da quel momento in poi la tua vita da velista cambia, perché in ogni prova di ogni regata devi dimostrare a te stessa ed agli altri che vuoi essere la più forte. Alla fine, potrai anche non vincere, perché non si può sempre farlo. Però, l’importante, è regatare sempre nella consapevolezza di aver sempre dato il massimo: così non avrai mai rimpianti. In questi lunghi sette anni ho imparato tante cose. Forse la più importante è stata quella di capire che devi lottare, in ogni regata, per ogni centimetro: perché nessuno ti regalerà niente. Ho avuto delle esperienze veramente entusiasmanti: l’Europeo del 2019 in Francia, quello del 2020 in Slovenia in mezzo alla pandemia, il Mondiale 2021 a Riva del Garda e le regate a Torrevieja, a Berlino ed in Oman. Ho conosciuto tantissimi velisti come me e mi sono fatta molti nuovi amici in giro per l’Italia e

per il mondo. Sono stata anche molto fortunata di aver incontrato compagni di squadra simpatici che mi hanno reso questi anni ancora più d iver tenti. Ho avuto un allenatore fantastico che mi ha insegnato tutto sulla vela, ha vinto e perso gioendo e soffrendo con me. Ha dato il cuore per me e probabilmente non saprò mai come ringraziarlo e dimostrargli quanto lo apprezzo per tutto quello che ha fatto. Il suo nome è Dragan Gasič. Grazie a Marcello per avermi fatto capire quanto conta la squadra, grazie a Michele Ricci per gli insegnamenti di Team Race, grazie a Simone Gesi, anche per le partite di basket in Francia. Grazie Norberto, porterò sempre il tuo ricordo con me. Grazie Svbg e soprattutto grazie ad Alessandro Bonifacio. Grazie ai miei genitori, che mi hanno sempre supportato. Grazie a mia sorella, perché è solo merito suo se ho iniziato questo sport. Alle volte ci penso e sono quasi stupita di aver fatto tutti questi risultati in Optimist. Se gli ho fatti, forse, è stato perché ho sempre creduto in me stessa e sono sempre stata consapevole che non bisogna mai mollare, anche dopo i momenti più difficili. È stato un percorso lungo, faticoso ma soprattutto…meraviglioso! L’Optimist mi ha insegnato tante cose che porterò con me per tutta la mia vita. E adesso… avanti con il 420!


OPTIMIST | 61

Fatti e misfatti... Stazzatore in erba

Il sigaro scaramantico

Un traino di collaborazione dei velisti romagnoli del circolo Nautico del Savio

Il rib volante

Michele Ricci è un po’ sovramisura per l’Optimist