Optimist 2018 Numero 3

Page 1

OPTIMIST

© FOTO MATIAS CAPIZZANO

3|2018

Optimist Team Racing Championship • Optimist World Championship • Coppa Primavela - Campionato Italiano • Coppa Cadetti - Coppa del Presidente •

5ª Tappa Trofeo Kinder+Sport • Barcolana Young • Halloween Cup • st 31 Opti Team Cup •

Poste Italiane SpA Spedizione in A.P. - 70% - DCB TN


www.lamasnautica.it


Sommario N. 3 - 2018 Optimist Team Racing Championship

6

Optimist World Championship

9

Riflessioni di un genitore...

15

Coppa Primavela e Campionati italiani giovanili

16

33ª Coppa Primavela - 14ª Coppa Cadetti e 16ª Coppa del Presidente

18

5ª Tappa Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport - Barcolana Young

21

Halloween Cup

28

Mistral Cup Internazionale

32

ASSOCIAZIONE ITALIANA CLASSE OPTIMIST Via Aldo Moro, 9 - 38062 Arco (TN) Tel. e fax 0464 521022 www.optimist-it.com - informazioni@optimist-it.com

31st Opti Team Cup

34

Presidente Onorario

Raduni GAN 2018

38

1° Raduno Nazionale GAN Cadetti

38

2° Raduno Nazionale GAN Cadetti

40

3° Raduno Nazionale GAN Cadetti

42

1° Raduno Nazionale GAN Juniores

44

1° Raduno Interzonale Nord

47

Cari genitori

49

Novità per il 2019

50

Progetti in giro per l’Italia - Scuola di vela Gulliver

51

Fatti e misfatti...

52

A.I.C.O

Beppe Bruzzone

Segretario Nazionale Norberto Foletti

Ideatori della rivista Luciano Bursic e Gianni Loperfido

Direttore Responsabile Norberto Foletti Notiziario quadrimestrale edito dall’A.I.C.O. Registrazione al tribunale di Rovereto n. 212, 20 ottobre 1997 Anno 24 - N. 3

Hanno collaborato Simone Gesi, Fabio Fabbrini, Società Velica Barcola Grignano, Circolo Velico Torre del Lago Puccini, Circolo Nautico Andora. Si ringrazia per le foto Matias Capizzano, Martina Orsini, Anna Ullio, Marco Nuccorini, Giuseppe Palumbo

Collaboratori Diretti Norberto Foletti, Letizia Tocchini, Marcello Meringolo, Elena Giolai

Stampa Grafica 5 Via Fornaci, 48 - 38062 Arco (TN) Tel. 0464 518037 - Fax 0464 518507

Pubblicità diretta Segreteria A.I.C.O. Tel. e fax 0464 521022 Il notiziario è distribuito a tutti i soci A.I.C.O., ai circoli velici, agli inserzionisti e a chiunque ne faccia richiesta. Si ringraziano tutti i collaboratori che hanno partecipato gratuitamente alla realizzazione del notiziario.

Tutti siete invitati a collaborare alla redazione di questo nostro giornale! Inviateci i vostri articoli, possibilmente con qualche bella foto. Le pubblicità vanno inviate direttamente all’AICO.


F4F-CREATIVE.COM

N E W

2 | OPTIMIST

OFFICIAL STORE - TORBOLE

NEGRINAUTICA - TORBOLE Via Matteotti, 90 - 38069 Torbole sul Garda (TN) - Tel. +39 0464 710774 NEGRINAUTICA - MILANO Viale Longarone, 43-49 - 20080 Zibido San Giacomo (MI) Tel: +39 02 90002661/2 - Email: info@negrinautica.com

www.negrinautica.com

negrinautica


OPTIMIST | 3

winner optimist Only The best materials and the best craftsmanship generate

the best boat winneroptimist.it

DEALER UFFICIALE PER ITALIA

NEGRINAUTICA - TORBOLE Via Matteotti, 90 - 38069 Torbole sul Garda (TN) - Tel. +39 0464 710774 NEGRINAUTICA - MILANO Viale Longarone, 43-49 - 20080 Zibido San Giacomo (MI) Tel: +39 02 90002661/2 - Email: info@negrinautica.com


4 | OPTIMIST


OPTIMIST | 5

I delegati di zona ZONA I: Alessandro Maffei Viale Pio Settimo 4/7 16138 Genova Quarto dei Mille Cell. 348-8979400 E-mail: alessandro.maffei17@gmail.com

XIV

I

ZONA III: Massimiliano Roppolo Via Lanusei, 24 09023 Monastir (CA) Cell. 328.0011536 E-mail: max.roppolo@gmail.com ZONA IV: Stefano Amadei Via Gerolamo Belloni, 94 00191 Roma Ab. e fax 06.35454232 Cell. 339.3974370 E-mail: stefanoamadei@tin.it ZONA V: Giuseppe Falanga Via G. Bonito, 25 80127 Napoli Ab. 081.19139618 - Cell. 392.9815249 Fax 081.76437044 E-mail: giufalanga@me.com

XII

XV

ZONA II: Dario Domeneghetti Via Sarzanello, 60 19038 Sarzana (SV) Ab. e Fax 0187.621835 Cell. 339.2338886 E-mail: dariodomeneghetti@tin.it

XIII

ZONA VIII: Giulio Pettini Via Amendola, 176 - 70122 Bari Cell. 335.8126000 E-mail: giulio@paolapettini.it

FRIULI V.G.

ZONA IX: Elvira Nicolaj Via Venezia, 25 - 65121 Pescara Tel/Fax: 085.2120949 - Cell. 335.5646192 E-mail: elvira.nicolai@inwind.it

VENETO

XI X

II IV

ZONA X: Micaela Seghetti Via P. Cotechini, 106 C - 63822 Porto San Giorgio (FM) Cell. 339.4020147 E-mail: micaela.seghetti@skianet.it miky@skianet.it

MARCHE

IX

ABRUZZO E MOLISE

V

III

Segretario: cav. Norberto Foletti - Cell. 347-2205514

Buon Vento! Eccoci alla fine di questo 2018, anno di grandi risultati. Mai come quest’anno la classe è riuscita ad avere tante soddisfazioni e riconoscimenti. Ma credo che tutto questo non sia avvenuto per caso; oltre all’impegno costante dei ragazzi/e, sempre concentrati/e tra trasferte ed allenamenti, c’è stato un grande lavoro dietro le quinte: segreteria, istruttori, famiglie, circoli che collaborano. Sicuramente quest’anno abbiamo raccolto i frutti di tanta dedizione. Consapevoli che sarà molto difficile ripetere i traguardi del 2018, affrontiamo l’inizio 2019 con tanti progetti, rinnovato entusiasmo e con massimo impegno.

VIII

VI

ZONA VI: Filippo Marafioti Via Antiche Masserie, 12 88900 Crotone KR Cell. 3209711532 E-mail: filippo.marafioti@gmail.com ZONA VII: Sebastiano Maurizio Timineri Via L. Sturzo, 67 - 92100 Agrigento Uff. 0922.24444 Cell. 331.4642220 - E-mail: aico7zona@gmail.com

ZONA XI: Antonella Bressan Via degli Spreti, 35 - 48100 Ravenna Ab. 0544.213129 Cell. 338.8707674 E-mail: antonellabressan@libero.it

VII

Finalmente è stato ultimato il calendario, operazione sempre complicata soprattutto per riuscire ad individuare i circoli ospitanti le cinque tappe del Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport, che devono saper gestire una manifestazione con presenze sempre più numerose. Infatti, anche l’anno appena passato è stato stabilito un record di partecipazione: in totale le regate hanno visto la presenza di 502 cadetti e 613 juniores (italiani e stranieri), molti dei quali hanno partecipato a più regate. Ma dal prossimo anno tante cose cambieranno: nuove tessere AICO per gli associati, non più cartacee ma stile bancomat, con integrate nuove funzionalità per i circoli. Nuova procedura per le iscrizioni alle tappe Kinder tramite il sito di classe: attenzione alle date di scadenza per le iscrizioni, che chiuderanno 15 giorni prima dell’inizio di ogni manifestazione. Inoltre, sempre per le 5 tappe Kinder, verrà impiegato un nuovo programma web per le classifiche - Sailing.Today - e finalmente saremo in grado di avere in automatico la ranking del Trofeo subito dopo ogni tappa. L’altra novità è che i cadetti (i nati nel 2008 per il 2019) potranno regatare con gli juniores, come già fanno in tutto il mondo. I nati nel 2009 e 2010 continueranno invece la stagione da cadetti. Una grossa raccomandazione che mi sento di fare agli istruttori è che, in caso di vento forte, i ragazzi 2008 che regateranno con gli juniores siano sufficientemente preparati per l’uscita in acqua. Ma comunque avremo modo di parlarne.

ZONA XII: Gianfranco Scalabrin Via Riviera San Nicolò 13/B 30126 Lido di Venezia Cell. 340.1458671 E-mail: avl.lido@libero.it ZONA XIII: Daniela Caselli - Vicesegretario Via S. Caterina, 76 - 33037 Pasian di Prato (UD) Ab. e fax 0432.691331 - Cell. 340.7955774 E-mail: casellid@libero.it ZONA XIV: Mirko Bedoni Via Tosin, 15 - 37010 Cavaion Veronese (VR) Uff. 045.8230133 - Fax 045.8233686 Cell. 335.5727430 E-mail: mirkobedoni@studiobedoni.it ZONA XV: Daniela Colnaghi Via G. Oberdan, 40 - 23873 Missaglia (LC) Cell. 392.8461819 E-mail: konny7@libero.it

Un altro successo di questo 2018 così ricco, è stata la conferma dell’assegnazione del Campionato del Mondo Optimist 2020, che tornerà in Italia a Riva del Garda. Per l’AICO e il mondo optimist italiano, anche questa è una grande soddisfazione: dall’estero tutti vengono volentieri in Italia e seguono le nostre attività con molta attenzione ed interesse. Si prevedono circa 65 paesi partecipanti e un grande ritorno in visibilità per la vela giovanile italiana. Nel giornalino troverete tanti articoli delle maggiori regate di questo quadrimestre: campionato italiano, campionati internazionali e raduni. Riguardo a quest’ultimi, stiamo coinvolgendo istruttori a rotazione, nella convinzione che questo sia importante ed utile anche per la loro formazione. Chiudo con i miei soliti saluti, questa volta senza nominarvi ad uno ad uno, ma salutandovi affettuosamente tutti in un abbraccio unico ed augurandovi un felice Natale.

Associazione italiana c l a s s e OPTIMIST Internet: www.optimist-it.com E-mail: informazioni@optimist-it.com


6 | OPTIMIST

Optimist Team Racing Championship AVLL, Lago di Ledro, 20-25 agosto 2018 [ SIMONE GESI ] Il campionato europeo a squadre sul lago di Ledro ha visto impegnato il team Italia composto da Alex Demurtas (campione europeo in carica poche settimane prima), Sophie Fontanesi, Lorenzo Pezzilli (medaglia di bronzo all’europeo olandese), Claudia Quaranta accompagnati dal coach Simone Gesi. I ragazzi erano molto affiatati, frutto di un avvicinamento all’evento meticoloso sia durante la stagione, che all’europeo individuale e all’ultimo raduno team race a Ledro organizzato da Marcello Meringolo e dall’AICO, in collaborazione con i coach di circolo dei componenti la squadra e con l’aiuto preziosissimo dell’umpire internazionale e collega Michele Ricci.

I pronostici erano a favore dell’Italia, con 15 squadre presenti per disputarsi il titolo continentale in 4 giorni : Grecia, Slovenia, Russia, Polonia, Svezia, Danimarca, Olanda, Turchia, Spagna, Croazia, Germania, Israele, Inghilterra, Ucraina a competere con l’Italia. Ogni squadra era composta da 4 timonieri senza riserva e il circolo organizzatore (AVLL di Ledro) ha messo a disposizione le 32 barche complete, che venivano scambiate tra i vari team secondo la peering fornita con i coach che, come di consueto per questo evento, non potevano scendere in acqua. Previsto girone all’italiana diviso in due league, più semifinali e finali per un totale di 45 voli e 163 regate. L’Italia era nella league B contro la Turchia e alla fine del girone i nostri azzurri

hanno totalizzato 11 vittorie su 13 matches disputati, perdendo solo con Russia e Polonia ma accedendo, come terzi, alle semifinali coi migliori 4 team insieme a Svezia (11 vittorie), Polonia e Turchia (12 vittorie). La semifinale ha visto incrociare il team Italia con la Turchia e la Polonia contro la Svezia. I ragazzi italiani sono riusciti abbastanza bene a vincere contro i Turchi e accedere così in finale contro la Svezia, vittoriosa contro la Polonia, che nelle fasi eliminatorie si era dimostrata un po’ la bestia nera degli azzurrini. La finalissima è stata disputata al meglio delle 3 regate con i timonieri italiani che si sono aggiudicati la prima, perdendo poi la seconda per un banalissimo errore di scambio di boa di bolina (il calo di concentrazione ha fatto brutti scherzi


OPTIMIST | 7


8 | OPTIMIST

anche ai migliori). Al momento di partire per la regata 3, la bella che ha poi assegnato il titolo, i nostri azzurri hanno reagito magistralmente e, condotti in modo ineccepibile dal capitano Pezzilli, sono andati a vincere a mani basse la bella dimostrando al team Svezia il reale valore in campo dimostrato nei 4 giorni. CLAUDIA SOPHIE ALEX LORENZO Campioni Europei a squadre 2018, che belli sul podio a cantare l’inno di Mameli tenendo il Tricolore. Mai come questa volta i migliori e i più bravi hanno vinto sbagliando veramente poco.

Da coach posso dire di non aver avuto problemi di nessuna sorta né in acqua né tantomeno a terra, il clima tra i ragazzi e me è stato ottimo con intermezzi ludici molto piacevoli (partite a calcio balilla e carte da gioco). Come coach mi sento di ringraziare Alex, Claudia, Lorenzo e Sophie per la loro splendida vittoria (cercata, sperata ma mai scontata anche se erano i più forti alla vigilia), i loro istruttori di circolo rispettivamente Mauro Berteotti, Beppe Palumbo, Spyke Maioli e Simone Ricci per il lavoro di preparazione

che hanno fatto coi propri allievi (il lavoro paga sempre, se è ben fatto paga anche in vittorie!!), Marcello Meringolo per la possibilità che mi ha dato di essere il coach per l’evento e per la preparazione di avvicinamento a questo europeo, Michele Ricci per l’aiuto fondamentale nell’interpretazione del regolamento coi ragazzi per la preparazione all’evento nel corso della stagione, all’AICO per aver messo la squadra e il sottoscritto nelle migliori condizioni per esprimere al massimo il nostro potenziale .


OPTIMIST | 9

Optimist World Championship Famagusta NC - Cyprus, 27 agosto - 6 settembre 2018 [ MARCELLO MERINGOLO ] Un’altra trasferta indimenticabile. Un’altro campionato tinto d’azzurro grazie ad una squadra che si è costruita in questa lunga trasferta il proprio percorso, sapendo gestire bene, tutte le fasi che una manifestazione del genere ha. 24-25 agosto: partiamo dall’inizio, siamo arrivati il 24 agosto, in serata, giusto il tempo di cenare e poi via a dormire per recuperare il viaggio. La mattina successiva, siamo andati subito al circolo ed abbiamo iniziato a lavorare sulle barche, cercando di prepararle al meglio, per fare la prima uscita di allenamento. Le condizioni meteo erano ideali con un bel vento sui 14-15 nodi, e dopo una prima fase dedicata allo studio delle onde e del vento, siamo passati a fare qualche partenza in compagnia dei team di Argentina e Cile. Al rientro dalla prima giornata, le sensazioni erano buone e nel complesso il campo ci era piaciuto.


10 | OPTIMIST


OPTIMIST | 11

26 agosto: La seconda giornata di allenamento, inizia un po’ prima rispetto alla giornata precedente, visto che il vento sia dal mattino era più sostenuto, sempre dalla stessa direzione. Anche l’onda era decisamente più formata. Decidiamo di uscire, con un vento che soffiava già oltre i venti nodi, ma nel giro di poco, saliva gradualmente fino a toccare punto di 28, con un’onda sempre più formata. Questa giornata è stata dedicata interamente alla messa a punto e alla conduzione con vento e onda,

abbastanza breve per non far troppo rovinare le vele, che erano quelle che avremo usato durante le regate, dove le previsioni davano condizioni decisamente più leggere. 27 agosto: questa giornata è stata dedicata ai controlli di stazza, dove le barche erano già pre-stazzate, ma comunque abbiamo dovuto controllare antenne, appendici e vele. Visto il gran caldo e il vento molto sostenuto, abbiamo deciso di riposare quel giorno e portare i ra-

gazzi in piscina a rilassarsi e idratarsi. Il caldo è stata una componente che non ci ha mai abbandonato per tutto il periodo e il rischio di insolazioni e colpi di calore era abbastanza alto, quindi abbiamo cercato di stare molto attenti a questo. 28 agosto: ultima giornata di allenamento prima dell’inizio dei giochi. Iniziamo la prima parte con una bella navigazione, sempre cercando di far ambientare al meglio i ragazzi


12 | OPTIMIST

al vento e all’onda. Una giornata sui 12 nodi, molto regolare. Dopo la prima parte, qualche partenza e prove di bordeggio con i ragazzi francesi e dell’Oman. Anche per questo mondiale, l’organizzazione ci ha messo sul gommone con la Francia, quest’anno guidata dal tecnico Laurent Gaillot. La sera, c’è stata la cerimonia di apertura, nel Marina di Limassol, vicino al centro della città.

direzione. Marco vince entrambe le prove, con distacchi nettissimi all’arrivo e inizia a dare un segnale importante agli avversari diretti, che lasciano pian piano qualche punto per strada. Flavio con 14-15 mantiene una buona media, Alessandro si riscatta con 10-11, Alessio con 20-11 ottiene due piazzamenti utili per entrare in gold, mentre Davide con 21-21 non è riuscito a esprimere il proprio potenziale.

29 agosto: partiamo per il primo giorno di regate, concentrati e consapevoli delle nostre possibilità. Il vento oscillava più dei giorni precedenti, perché più debole, ma tutto questo non ha condizionato Marco, che vinceva in maniera netta la prima prova, per poi ripetersi nella seconda, aumentando anche il vantaggio della prima. Anche il resto della squadra non è stata a guardare, a parte Alessandro Cortese, che ha pagato l’impatto mondiale solo in quella giornata, Davide chiudeva sesto, Flavio ottavo e Alessio 11.

31 agosto: ultimo giorno di qualifiche, con Marco che vince entrambe le prove e si assicura la prima posizione in questa prima fase del campionato. Giornata decisiva per entrare in Gold, tutti i nostri ragazzi riescono a rientrarci, grazie al riscatto di Davide (7-7), un combattente Alessandro (14-3) che tira tutto quello che aveva nella prova decisiva, un regolare Flavio (5-18) e Alessio (17-14) anche lui in buona giornata. Chiudiamo questa prima parte entrando come testa di serie 2, nel tabellone del team race.

parte di Marco e Davide che fecero già parte della spedizione in Thailandia. Avevamo preparato molto bene questo impegno, molto di più dello scorso anno, e siamo andati convinti delle nostre possibilità. In questa giornata era necessario vincere tre match per arrivare al tabellone finale, comunque scontri da non sottovalutare. Il primo match partiamo bene e controlliamo agilmente la gara, vincendo 1-2-3-4 con Estonia. Il secondo match, ci riserva il Perù, che lo scorso anno ci aveva battuto. Nonostante qualche errore di troppo, riusciamo a rimanere belli compatti e far fare 7-8 agli avversari che si erano un po’ allungati. La gara decisiva per entrare come testa di serie 2 nel tabellone, ci ha riservato lo scontro con Singapore. Una gara equilibrata fino alla boa 3, dove grazie a un bel gioco dei nostri, siamo riusciti a posizionarci in maniera tale da chiudere la partita. All’arrivo 1-2-3-4 Italia, ma l’arrivo non rende merito alla gara dei singaporesi che ci hanno comunque dato, come sempre, del filo da torcere.

30 agosto: proseguono le qualificazioni, il vento resta stabile sugli 8-10 nodi dalla stessa

1 settembre: inizia il mondiale a squadre. Era tanta la voglia di riscattare l’edizione 2017, da

2 settembre: la seconda giornata, al primo match abbiamo avuto la Russia, con la quale


OPTIMIST | 13

siamo partiti molto bene e poi abbiamo amministrato il vantaggio. Nel secondo match, abbiamo incontrato la Svizzera (che aveva battuto l’Argentina nel match precedente). Dopo una prima bolina equilibrata, sulle boe, abbiamo fatto la differenza e nell’ultima bolina siamo andati a vincere bene un match comunque non scontato. Nel terzo match, ci tocca la Spagna, come sempre una squadra molto combattiva che aveva battuto in precedenza Cile e Cina. Partiamo bene, ma lasciamo spazio di recupero agli spagnoli, ma ancora una volta sulle boe, riusciamo a organizzarci bene e lanciarci verso la vittoria finale. Arriviamo ad incontrare una prima volta la Thailandia che nella parte alta del tabellone aveva battuto Finlandia, Singapore e gli USA campioni uscenti. Nel match con gli asiatici, abbiamo fatto una buona gara, ma stavolta sulla boa 1 e 2, commettiamo qualche errore di troppo e perdiamo. Con questa sconfitta per arrivare in finale dovevano vincere due match nella parte di tabellone dove c’è il recupero. Troviamo in questa parte di tabellone, subito l’Argentina, e vinciamo in maniera netta, dopo un’ottima partenza. Nell’ultimo match prima della finale,

troviamo ancora la Spagna. Questo match, valeva o la medaglia di bronzo o l’accesso alla finale. Vinciamo, bene ancora una volta con la Spagna, una gara comunque equilibrata. In finale, la supremazia della Thailandia, è stata in certi momenti netta, e perdiamo 2-0, senza demeritare più di tanto, ma bisogna rendere onore a chi ci è stato superiore. Comunque è medaglia d’argento, meritatissima!

giornata hanno perso molti più punti. Nella seconda prova di giornata, Marco ha fatto una magia, passando dal 10 della prima bolina, a chiudere secondo per un niente dal primo, questione di cm. Gran regata, e gran carattere di questo giovanissimo atleta romano. In questa giornata, torna a risalire Davide, Flavio guadagna qualche posizione, mentre scendono qualcosa Alessandro e Alessio.

3 settembre: inizia la fase finale, il caldo aumenta e il vento arriva molto più tardi e siamo riusciti a fare solamente una prova, molto complicata perché il vento oltre i 230 gradi, diventava più terriero e quindi molto più instabile. Marco, inizia da dove si era fermato, vince la prova con la consueta autorità. Si difendono bene anche Alessio, Flavio e Davide, mentre per Alessandro, una brutta prova.

5 settembre: è il grande giorno. In troppi davano già chiuso il campionato, ma Marco, sapeva bene che ancora non era finita, e ha affrontato con ancora più convinzione e determinazione le prove finali. Il vento entra prima, preludendo a qualche nodo in più, almeno nel tardo pomeriggio. Il tempo limite era alle 15, e fatti due calcoli era più probabile riuscissimo a farne due, quindi con una prova avremmo messo il campionato al sicuro. Nella prima prova parte libero, e gestisce senza rischiare tutta la prima bolina dove gira 5°, pian piano, metro dopo metro, inizia a superare gli avversari e chiude nettamente primo … è quasi fatta. Inizia la seconda prova, il vento fa le bizze, Marco gira sul venti la bolina, ma non si accontenta, inizia a

4 settembre: ancora caldissimo, e quindi cerchiamo di rimanere concentrati e consapevoli che avremmo regatato tardi nel pomeriggio anche quel giorno. Alla fine due prove, con Marco che con un 1-2, si avvicina sempre di più al titolo perché gli avversari in questa


14 | OPTIMIST

macinare e chiude decimo, subito avanti ad un grande Alessandro, protagonista di una grande giornata (14-12). È finita, è il bis mondiale! Grande Marco, grande team! Inizia il rientro, con il tricolore issato, per il secondo anno consecutivo. Tutta la squadra compatta rientra verso terra, dove ci attendevano Norberto, Walter, Simone, Bruno, Davide, Letizia, i genitori e tanti estimatori. Matias Capizzano dà il meglio di se con le foto, come sempre spettacolari. Dopo una sana doccia, e la riconsegna barche è il momento della premiazione finale. Sentire l’inno fa sempre un certo effetto, e anche stavolta l’emozione di tutti noi, è stata tanta. La squadra sfila tre volte sul podio, una per l’individuale di Marco, una per l’argento nel mondiale a squadre e una per l’argento nella Nations Cup. Si chiude una stagione trionfale per i nostri colori! Adesso un po’ di riposo, e a fine mese, inizieremo la preparazione per Antigua 2019!. Ringraziamenti: - a Marco Gradoni, Flavio Fabbrini, Davide Nuccorini, Alessandro Cortese e Alessio Castellan. Cinque amici che hanno vissuto insieme 14 giorni molto densi ed entusiasmanti.

- Al Cavalier Foletti che ha creduto e dato fiducia a tutti noi, anche quest’anno. - a Walter Cavallucci, team leader di questa spedizione. - a Simone Ricci, Bruno Fischetti e Davide Comitangelo per il supporto dato in tutta la spedizione, ad Alessio Frazzitta e Maurizio Scrazzolo. I risultati raccolti durante questo mondiale sono il frutto del lavoro fatto durante tutti questi anni. Il ringraziamento è esteso ai circoli dei ragazzi (Tognazzi Marine Village, LNI Napoli, CV Roma, CV Crotone e CV Muggia). - ai genitori dei ragazzi presenti a Limassol e anche quelli che ci hanno sostenuto e tifato da casa. Abbiamo lavorato benissimo con grande rispetto in un ambiente molto sereno. - una nota particolare a Luigi e Anna Gradoni. Con Marco, ho fatto tre mondiali e un campionato asiatico, altre trasferte, e tantissimi Raduni. Hanno sempre avuto in questi anni, grande rispetto, sostenendo Marco nel migliore dei modi. Una bella fetta di questa vittoria è anche loro. - a Michele Ricci, un grazie sentito per il supporto durante la preparazione della squadra. Siamo migliorati molto a livello di team Race e di regolamento, e Michele ha avuto un ruolo fondamentale in questo.

- a Luigi Bertini, rule advisor della FIV, per una consulenza che ci ha dato durante il mondiale. - ai ragazzi che durante la preparazione hanno fatto da sparring, nei vari Raduni di preparazione. - agli sponsor dell’Aico, in particolare a Kinder più Sport. Senza dimenticare Gul, Negrinautica. Un grazie ad Armare One design che ci ha supportato con materiale tecnico per i ragazzi. - Complimenti a Letizia e Nicolas per il lavoro svolto al Mondiale per la presentazione della Candidatura del Mondiale 2020. - un grazie a Matias Capizzano per le bellissime foto! Infine grazie a tutti coloro che ci hanno tifato da casa. Ci avete spinto a dare sempre quel qualcosa in più, proprio quello che era necessario per una prestazione straordinaria. Si chiude una stagione fantastica con la vittoria del Mondiale individuale, dell’europeo individuale e quello a squadre. A questo si sommano le medaglie d’oro nella classifica per nazioni all’europeo, gli argenti al mondiale a squadre e alla nations cup. Difficile ripetere una stagione simile, intanto godiamoci questo bel momento e continuiamo a credere nel lavoro che stiamo facendo!


OPTIMIST | 15

Riflessioni di un genitore... Pur provenendo da una famiglia in cui gli appassionati di sport nautici e marini non mancavano e pur avendo sposato una donna che campionessa di vela lo fu, il mio rapporto con il mare è sempre stato ridotto al minimo: qualche bagno in estate e null’altro. Stesso dicasi per quanto riguardo lo sport: mai stato uno sportivo e mai posseduto alcuno spirito agonistico. Ciò nonostante - o forse proprio per questo - ho accolto con entusiasmo la scelta dei miei figli di provare, prima, e scegliere, poi, la vela come attività cui dedicare la maggior parte del proprio tempo libero. Ho però sempre seguito i loro progressi molto da lontano delegando tutto a mia moglie soprattutto per pigrizia, celata dietro la comoda scusa che di vela non capissi un accidente e quindi non potessi essere d’aiuto in nulla. E confesso che neppure mi ero reso conto del notevole traguardo raggiunto da Flavio - la qualificazione al Mondiale - sino a quando una domenica pomeriggio a Gaeta vidi tante persone che lo festeggiavano con calore, congratulandosi con lui e persino con me che non avendo ancora capito sembravo un asino in mezzo ai suoni (il papà di Marco Gradoni ne è testimone oculare). Svelato l’arcano, decisi che almeno per una volta, in un momento così importante per lui e per tutti quelli che avevano lavorato con Flavio per raggiungere questo risultato, in primis il suo allenatore Davide Comitangelo, avrei dovuto fare la mia parte e supportarlo almeno accompagnandolo a Cipro, attestandogli con la mia presenza fisica che non sarebbe stato solo e ricordandogli ad ogni piè sospinto che lui era riuscito a fare a 12 anni quel che io in 52 anni non avevo mai neppure immaginato si potesse fare. E così con l’esperienza cipriota mi si è schiuso un mondo di cui sino ad allora avevo sentito soltanto parlare, ma che ritenevo fosse distante anni luce da me: con mia grande sorpresa questo mondo non soltanto

mi ha accolto senza problemi mettendomi da subito a mio agio, benché non sapessi neppure distinguere tra orza e puggia, ma mi ha anche molto favorevolmente impressionato. Ho sinceramente apprezzato la costante dedizione e il grande impegno che tutti i membri del team italiano - che ancora ringrazio, uno per uno, nessuno escluso, compresi gli allenatori dei circoli che hanno seguito personalmente i propri ragazzi per essergli accanto in un momento di cruciale importanza per la loro crescita sportiva - hanno dedicato non soltanto alla squadra intesa come un insieme di atleti che deve riuscire a raggiungere un determinato traguardo, ma anche e soprattutto ai nostri figli intesi singolarmente come ragazzi molto giovani con tutte le loro speranze e timori, fiducia e insicurezze, sconforto e tenacia. In questo io credo che non potrò mai ringraziare abbastanza Norberto Foletti, Marcello Meringolo e Walter Cavallucci non soltanto per essere riusciti a portare Marco Gradoni sul podio del vincitore e a far ottenere alla squadra italiana ben due medaglie d’argento, ma anche e soprattutto per aver saputo stimolare i nostri ragazzi a cacciare il meglio di loro stessi anche nei momenti di maggior difficoltà e a non mollare mai, sempre e comunque. Con la consapevolezza che soltanto passando attraverso un grande sacrificio - anni e anni trascorsi a prendere vento, pioggia, sole cocente o gelo, ad attendere ore e ore che il vento si degni di alzarsi, ad accettare i piccoli sgambetti, spesso inaspettati e talvolta immeritati, che anche la vela, come tutte le cose della vita, riserva si propri cultori - si possono ottenere grandi risultati. Per aspera ad astra dicevano i latini: e questo Alessandro, Alessio, Davide, Marco e Flavio credo lo abbiano imparato più che mai. Fabio Fabbrini


16 | OPTIMIST

Coppa Primavela e Campionati italiani giovanili

Viareggio, 25 agosto - 2 settembre 2018

La 33a edizione della Coppa Primavela 2018 e i Campionati Italiani Giovanili in singolo si sono tenuti in Toscana a Viareggio, per i più giovani dal 25 al 28 agosto, mentre dal 29 agosto al 2 settembre sono stati disputati i Campionati Italiani Giovanili in singolo riservati agli Juniores. Oltre agli optimist, presenti in gara nelle rispettive categorie: Open Bic, Tecno 293, Laser 4.7, Laser Radial e Kite Surf ospitati come base logistica al Club Nautico Versilia presso il porto di Viareggio. La manifestazione è stata organizzata in collaborazione con tutti i circoli viareggini: il Circolo Velico Torre del Lago Puccini, il Club Nautico

Versilia e la Società Velica Viareggina, la LNI Viareggio e il Comitato Circoli Velici Versiliesi. Contestualmente alla Coppa Primavela si è svolto il Meeting delle Scuole di Vela FIV che ha visto partecipare tre giovani allievi di ciascuna Zona, per un totale di 45 bambini. Selezionati in eventi regionali, i bambini sono stati seguiti da Istruttori Federali ed hanno avuto l’opportunità di svolgere attività gioco inerenti alla pratica della vela e come orientamento al mondo delle regate. La doppia manifestazione è stata inaugurata con una cerimonia di apertura nella piazza principale della città, dove circa 400 giovani velisti sono giunti sfilando sul lungomare

nella consueta parta raggruppati per zona e preceduti dalla banda ufficiale del Carnevale di Viareggio. Ad accoglierli sul suggestivo palco a ridosso del mare, il Presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre, i rappresentanti dei Club Velici organizzatori ed i rappresentati delle istituzioni locali hanno dato il benvenuto a tutti i partecipanti. La cerimonia è stata vissuta dai ragazzi come un’occasione di festa ed hanno contagiato tutti con l’entusiasmo di chi sta per affrontare l’avventura importante di un Campionato Italiano ma con la gioia e la leggerezza che contraddistingue una manifestazione giovanile.


OPTIMIST | 17

Podio campionato italiano giovanile

Mano sul cuore per tutti durante il Giuramento dell’Atleta, accompagnato dall’inno di Mameli e la successiva proclamazione dell’Apertura dei Giochi da parte del Presidente FIV. La Coppa Primavela ha visto una partecipazione di 340 atleti di cui ben 233 regatanti nella classe optimist che ripartiva i premi nelle tre distinte Coppa Primavela per i nati nel 2009, Coppa Cadetti per i nati nel 2008 e Coppa del Presidente per i ragazzi del 2007. I tre giorni di regata a loro dedicati sono iniziati un po’ in sordina, con vento leggero sui sei nodi e una fastidiosa onda lunga residua della robusta mareggiata con vento di libeccio dei giorni precedenti, che nel “Day 1” ha fatto terminare una sola prova. La seconda giornata regala un perfetto vento sugli otto nodi che fa recuperare anche le prove del giorno precedente. Nella terza e ultima giornata, sotto un caldo sole e con la brezza tipica della Versilia sui 10-12 nodi, è stato possibile finire le prove previste e assegnare così le tre coppe. La Coppa Primavela è vinta da Tomaso Picotti (FV Peschiera), mentre al secondo posto si posiziona Tommaso Geiger (CV Muggia) e al terzo posto Francesco Carrieri (LNI Bari). La Coppa Cadetti è assegnata a Giuseppe Montesano (Sirena CN Triestino), secondo l’atleta locale Manuel Scacciati (CV Torre del Lago Puccini),

Podio femminile campionato italiano giovanile e terzo Tito Cavalli Breda (YC Italiano). Infine la Coppa del Presidente è stata vinta da GENNA GIULIO (Soc. Canottieri Marsala) seguito da VUCETTI LISA (Soc. Velica di Barcola) e MANGIONE ALESSANDRO (Y C Cupa). Dopo un giorno di pausa dalle regate necessario per il cambio della guardia, il 30 agosto sono iniziati i Campionati Italiani Giovanili in singolo, che nella classe Optimist U16 ha visto impegnati i nati nel 2006-2003 con 147 presenze confermate su 587 partecipanti fra tutte le classi in gara. Quattro le giornate degli juniores Optimist e delle altre classi in gara in condizioni meteo più critiche a causa di una nuova perturbazione che ha presentato condizioni impraticabili la seconda e la terza giornata, consentendo di regatare solo il “Day 1” e il “Day 4”. Il Campionato si è comunque chiuso regolar-

mente con 5 prove utili per la classe diplomando Campionessa d’Italia la giovane Barese QUARANTA CLAUDIA (CV Bari) con 15 punti, secondo sul podio DEMURTAS ALEX (Fraglia Vela Riva) con 23 punti (di cui un primo) e terzo OROFINO PIETROPAOLO (Reale Y.C.C.Savoia) con 23 punti. La premiazione finale ha concluso la manifestazione di Viareggio con grande soddisfazione collettiva, come ha ben espresso lo stesso Presidente Fiv: “È stata proprio una bella festa della vela - dichiara Francesco Ettorre - credo che si leggesse negli occhi dei ragazzi, dei tecnici e di tutti quelli che vivono questo sport in maniera sana e serena, come ci insegnano i ragazzi. Una grande edizione non facile per il meteo. Grazie agli organizzatori, ai tecnici e ai Comitati, che hanno saputo garantire regate corrette e tecnicamente complicate”.


18 | OPTIMIST

33ª Coppa Primavela - 14ª Coppa Cadetti e 16ª Coppa del Presidente

Viareggio, 25-28 agosto 2018

[ PAOLA ZANONI ] Un grande successo organizzativo e di partecipazione per la 33° Coppa Primavela - 14° Coppa Cadetti e 16° Coppa del Presidente alla quale hanno preso parte i velisti della classe Optimist nati rispettivamente nel 2009, 2008 e 2007 che si sono affrontati in virate e strambate nell’area antistante il Porto di Viareggio per conquistare gli ambiti riconoscimenti. Per la prima volta dalla sua istituzione, infatti, la grande festa della Vela riservata ai giovani e giovanissimi, l’evento che ben esprime la passione giovanile per questo sport e quello che rappresenta, è stato ospitato in Versilia. La Federazione Italiana Vela, per premiare l’impegno e il lavoro svolto in questi ultimi anni, ha assegnato al Club Nautico Versilia, al

Piccoli campioni per una grande Vela italiana Circolo Velico Torre del Lago Puccini, alla LNI Viareggio, alla S.V. Viareggina e al Comitato C.V. Versiliesi, l’organizzazione degli appuntamenti clou della stagione agonistica dei piccoli grandi velisti. Dal 25 al 28 agosto, Viareggio si è così trasformato nel centro nevralgico e nel punto di riferimento della Vela giovanile italiana: un grande successo (non solo per i Circoli ma per l’intero territorio considerando il numero di presenze registrate) e un bel lavoro di Squadra, come ha più volte sottolineato anche il Presidente FIV Francesco Ettorre “Questo

evento mi emoziona più degli altri proprio per la presenza dei bambini che sono il nostro futuro e che ci mettono così tanto impegno. È stata la prima volta per la Versilia e sono stati tre bellissimi giorni di vela. Viareggio ha rispettato le aspettative sia dal punto di vista organizzativo che di condizioni in mare. Il Comitato Organizzatore composto da più Club ha fatto un grosso lavoro, un grande sforzo, con ottimi risultati, sin dall’inizio. Tutti in acqua si sono comportati molto bene, con rispetto, e credo che si siano soprattutto divertiti. Ringrazio i piccoli grandi protagonisti in acqua, i loro allenatori, i dirigenti di Circolo e i genitori, e spero di vederli tutti l’anno prossimo.” Dopo la coinvolgente cerimonia d’apertura svoltasi nella serata di sabato in Belvedere della Maschere (davanti alla famosa Piazza


OPTIMIST | 19

Mazzini) aperta dalla sfilata dei ragazzi in rappresentanza di tutte le Zone FIV e conclusasi con l’alzabandiera a cura di due militari della Capitaneria di Porto di Viareggio, il giuramento dell’atleta e l’Inno di Mameli cantato dal Tenore Giovanni Cervelli accompagnato dalla soprano Simona Di Finizio, il Presidente Francesco Ettore ha dichiarato ufficialmente aperta la manifestazione. Nella prima giornata di regata, mentre Techno 293 OD e O’Pen BIC si sono visti annullare le prove per il troppo mare, nel campo Optimist si è, invece, svolta una prima prova molto coinvolgente (prima la flotta blu-2007, poi il gruppo giallo-2008 ed infine anche la flotta rossa-2009): la prima vittoria di questa edizione 2018 è andata al portacolori di casa, il viareggino Manuel Scacciati. Anche quella seguente è stata una splendida giornata di vela per gli oltre 300 piccoli velisti giunti a Viareggio da tutta Italia: il vento sui 6/8 nodi ha permesso alle tre flotte Optimist di disputare tre prove. Al termine, la classifica provvisoria (con uno scarto) della Coppa Primavela vedeva in testa Giulio Genna (SC Marsala) seguito da Francesco Guglielmo Balzano (CV Crotone) e da Piero Delneri (SV Cosulich). Prima delle ragazze Lisa Vucetti (SV Barcola e Grignano), vincitrice nella giornata precedente. Tra i nati nel 2008, il primo della classifica provvisoria era invece Paolo Salvo (CV Kaucana) seguito da Giuseppe Montesano (Sirena CN) e Beniamino Giorgi (CV Antignano). La prima ragazza Melissa Mercuri (CV Crotone). Primo nei nati nel 2009 Tomaso Picotti (FV Peschiera) davanti a Tommaso Geiger (CV Muggia) e a Francesco Carrieri (LNI Bari) mentre prima nel femminile Anna Chiara Merlo (LNI Milano). Sole e brezza termica, le condizioni più tipiche della Versilia, hanno caratterizzato l’ultima giornata nella quale i timonieri hanno potuto concludere le ultime due prove in programma (sei quelle disputate complessivamente dalle flotte Optimist). Prima della coinvolgente premiazione finale svoltasi sul Palco del Villaggio Vela davanti al Club Nautico Versilia, si è svolta la consegna dei diplomi ai 40 bambini che hanno partecipato al II Meeting Nazionale delle scuole vela, per i velisti in età pre-agonistica.

Podio Coppa Cadetti

Podio Coppa del Presidente

Questi i vincitori: OPTIMIST NATI NEL 2009 - COPPA PRIMAVELA 1 - Tomaso Picotti (FV Peschiera) 2 - Tommaso Geiger ( CV Muggia) 3 - Francesco Carrieri (LNI Bari) OPTIMIST NATI NEL 2008 - COPPA CADETTI 1 - Giuseppe Montesano (Sirena CNT) 2 - Manuel Scacciati (CV Torre del Lago-Scuola Vela Mankin) 3 - Tito Cavalli Breda (YC Italiano) OPTIMIST NATI NEL 2007 COPPA DEL PRESIDENTE 1 - Giulio Genna (SC Marsala) 2 - Lisa Vucetti (SV Barcola e Grignano) 3 - Alessandro Mangione (YC Cupa)

Podio Primavela


20 | OPTIMIST

Main sponsor delle manifestazioni è stato ancora una volta Kinder+Sport affiancato dal fornitore ufficiale FIV Usail. Official sponsor, invece, saranno Fondazione Banca del Monte di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di

Lucca, BPER: Banca, BVLG Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana, Lusben, Perini Navi Group, Corepla, Infall, Moores Rowland Partners, Garmin, Bertacca Sail Equipment Viareggio, Fondazione Carnevale di Viareggio

e la rete di aziende di nautica toscana Navigo. L’evento ha inoltre contato sul patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Lucca, Comune di Viareggio, Capitaneria di Porto di Viareggio e Autorità Portuale Regionale.

MEETING NAZIONALE SCUOLE VELA PER LA SECONDA VOLTA ALLA COPPA PRIMAVELA A Viareggio, sulla spiaggia dei Bagni Flora adiacente il Club Nautico Versilia, base logistica della Coppa Primavela, sono state grandi protagoniste quaranta vele armate su altrettanti Optimist da giovanissimi delle Scuole Vela che non avevano ancora l’età per partecipare all’evento sportivo nazionale, ma che hanno ugualmente voluto vivere una esperienza velica unica a stretto contatto con i loro coetanei regatanti facendo a loro volta alcune regate, e soprattutto tanti giochi seguiti da Istruttori Federali e ispirati alle abilità marinaresche. Per il secondo anno, infatti, in occasione della Primavela, la FIV ha organizzato il Meeting delle Scuole di Vela, facendo vivere in modo giocoso l’attività sportiva anche ai bambini dai 6 agli 8 anni che, respirando l’aria di un evento sportivo come la Coppa Primavela, hanno

NON SOLO REGATE Tra gli eventi collaterali organizzati nell’ambito della Coppa Primavela 2018, si sono svolti due interessanti incontri. Nel primo, “Nutrizione personalizzata: applicazioni nel life style e nello sport” sono intervenuti il Dottor Luca Ferraris, Medico Federale FIV che ha presentato un piano ideale di alimentazione per l’atleta di tutte le età in fase di allenamento, regata o riposo, il Dottor Roberto Menta, Direttore del Dipartimento Nutrizione e Sostenibilità Ferrero che ha raccontato la sua esperienza di ricerca e sviluppo in una delle principali industrie alimentari italiane, spiegando da un punto di vista molto innovativo le funzioni metaboliche e di relazione tra attività e nutrizione. Il secondo incontro, invece, è stato dedicato alla “Raccolta differenziata: da rifiuti a risorse”: fra i relatori, molto seguiti anche dal giovane pubblico, Monica De Giovanni di Corepla e Caterina Susini di Sea Risorse.

così potuto vedere i loro ‘colleghi’ più grandi ed ispirarsi per continuare nella pratica della vela. “L’attività del Meeting delle Scuole Vela prevede un’organizzazione molto complessa e la FIV ci sta investendo tantissimo, anche in termini economici - spiega il Consigliere FIV Responsabile Scuole Vela Ignazio Pipitone- Crediamo molto nelle scuole vela perchè pensiamo che siano la base dei futuri campioni. Si inizia con i meeting provinciali (prima trasferta per molti bambini). Aa questi vengono selezionati i partecipanti ai Meeting Regionali organizzati dalle Zone FIV. Ed infine, i primi tre di ogni evento zonale sono invitati dalla FIV a partecipare all’evento conclusivo in concomitanza con la Coppa Primavela. E a Viareggio è stato davvero uno spettacolo unico.”


OPTIMIST | 21

5ª Tappa Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport

Barcolana Young

S.V. di Barcola e Grignano, 6-7 ottobre 2018 [ ELENA GIOLAI ]

La vela del futuro si è ritrovata a Trieste per l’ultima tappa 2018 del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport-Barcolana Young, ma la flotta di 466 iscritti non è stata premiata dal vento, che ha scioperato in tutti e due i giorni di regata. Per tutti si è trattato comunque di una bella festa, ritrovandosi e scoprendo nuovi amici, in una città che nella settimana della Barcolana è un inno alla vela e al mare

Con il primo week end di ottobre e la Barcolana Young organizzata a Trieste dalla Società Velica di Barcola e Grignano si è concluso ahimè senza regate il Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport 2018 dopo le 5 tappe itineranti, che durante la stagione 2018 da nord a sud dello stivale hanno fatto scoprire, grazie alla vela e all’Optimist, bellissime località ai tanti partecipanti (quasi 500 per ogni singola tappa). È stata comunque un’occasione per essere a Trieste, località in cui la vela è nel DNA dei suoi abitanti, così come la bora, il vento che caratterizza il Golfo, ma che le regate questa volta non si è fatta minimamente


22 | OPTIMIST


OPTIMIST | 23

vedere, se non il venerdì, giorno prima dell’inizio della manifestazione. La tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport è coincisa non solo con la Barcolana Young, ma con la festa che rappresenta tutto ciò che ruota attorno alla Barcolana: un week end con una serie di iniziative culturali, sportive, musicali con tema, che in parte hanno fatto dimenticare il nulla di fatto dal punto di vista agonistico. Per quanto riguarda la classifica generale del Circuito la classifica non ha così subito variazioni: tra gli juniores ha vinto Maria Vittoria Arseni (Circolo Della Vela Di Roma) davanti a Stefano Troiano (Circolo Nautico Vasto) e Quan Adriano Cardi (Lega Navale Ostia Adm). Il due volte campione del mondo Marco Gradoni (Tognazzi Marine Village ASD) nonostante i 3 primi non ha potuto scartare la prova in cui è stato assente e così non ha potuto recuperare rimanendo quarto assoluto; Marco presente anche a Trieste rappresenta motivo di gioia e ammirazione per tanti piccoli timonieri che nel vederlo e conoscerlo rimangono ovviamente colpiti! La classifica generale del Trofeo 2018 vede poi quinto assoluto juniores Matteo Mulone del CN Ilva; seconda femmina è rimasta Rebecca Geiger (CD Muggia), seguita da Emma Mattivi (Fraglia Vela Riva). Tra i cadetti, ha vinto con 12 punti di vantaggio Nicolò Cassitta (YC Olbia), seguito da Niccolò Pulito (Tognazzi Marine Village) e Gianmarco Livoti (CN Augusta); quarto Mikel Amendola (LNI Ostia) e quinto Jacopo Mattioli (CN Senigallia). Prima femmina Eliana Siniscalchi (LNI Crotone), settima assoluta; seconda Martina Mulone (CN Ilva) e terza Flavia Maltagliati (CV 3V). Una classifica che dimostra l’eterogeineità delle località di provenienza a dimostrazione della diffusione capillare dell’Optimist in Italia e del suo livello tecnico, realtà non più concentrata

in pochi circoli o Zone; un risultato ottenuto grazie all’impegno di istruttori e circoli FIV, che insieme ai raduni nazionali organizzati da Optimist Italia hanno permesso un continuo innalzamento del livello tecnico. A Trieste nelle lunghe ore di attesa non sono mancate occasioni per rinforzare i valori e la filosofia del movimento Optimist in Italia, che si basa su socialità, condivisione, divertimento, che insieme ad un sano agonismo, crea una formula che ottiene sempre più apprezzamenti, considerati i numeri che sono in costante crescita. A Trieste ad esempio, nonostante la scuola iniziata, sono stati ben 466 gli iscritti, che dalla Sicilia, Sardegna, Calabria, al nord Italia, hanno voluto testimoniare la propria passione venendo a Trieste per festeggiare la Barcolana 50. Il primo giorno prima del briefing tecnico del Comitato di Regata e di Giuria c’è stato anche il caloroso saluto ai tantissimi partecipanti e ai loro allenatori e familiari del

Presidente della Società Velica di Barcola e Grignano Mitja Gialuz, del comandante della Guardia Costiera Italiana Ammiraglio Giovanni Pettorino e di Gianluca Mauro, AD Pallacanestro Trieste Alma: tutti hanno espresso parole di apprezzamento per i giovani presenti, affinchè possano crescere grazie allo sport e alla vela nella correttezza e nella sportività. Alla fine il grande assente è stato proprio Eolo: una volta di più i partecipanti hanno imparato ad adeguarsi agli scherzi del tempo e del vento, che fanno parte del gioco e contribuiscono a sviluppare una pazienza, tipica del velista. Se la sera dell’ultimo giorno non è stato possibile fare la premiazione, certamente tutta l’attenzione è stata rivolta all’estrazione dei ricchi premi, tra cui anche 10 vele Olimpic e una barca Optimist; un momento sempre emozionante soprattutto per i più piccoli cadetti, esplosi di gioia alla lettura del proprio numero velico estratto.


24 | OPTIMIST


OPTIMIST | 25

Di “piccolo” Barcolana Young ha solo l’età dei timonieri, compresa tra gli 8 e i 15 anni. Per il resto, è un grande evento, ricco di entusiasmo, di competizione e di voglia di divertirsi. Ai giovani velisti della Classe Optimist spetta un grande compito: quello di aprire i dieci giorni di regate della Barcolana, scendere in acqua nel Bacino San Giusto e garantire al pubblico il colpo d’occhio di centinaia di “giovani vele” di fronte a Piazza Unità d’Italia. Sei le regate in programma, su un percorso nel Golfo di Trieste, dove si sfidano da sempre i migliori velisti della vela giovanile. A terra, al Molo IV, un “villaggio” per garantire massima ospitalità ai velisti e per dare al pubblico la possibilità di vivere in diretta una regata in dimensione “young”.

Giornate di bonaccia per questa edizione 2018, quinta e ultima tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport.I 466 giovanissimi della Classe Optimist, nel primo weekend di ottobre, sono rimasti in mare in attesa di un vento che purtroppo non è arrivato. Non è mancato comunque il divertimento: con il Molo IV assediato dai ragazzini under 15, impegnati tra giochi marinari e attività dedicate alla sicurezza in mare. “Un grande ringraziamento - ha dichiarato il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz alla attesa premiazione - va a tutti i Circoli, agli allenatori e alle famiglie che hanno voluto esserci, portando i propri giovani atleti a Trieste, cuore della vela in questa seconda setti-

mana di ottobre, per la 50.a Barcolana: abbiamo raggiunto il record di iscritti in questo piccolo, grande evento, e siamo felici che anche senza aria siano state due belle giornate di mare, di giochi attorno alle boe, occasione per i bambini di vivere lo spirito della Barcolana e vedere gli scafi protagonisti in Barcolana 50. Il popolo della vela è tutto qui, a Trieste, già oggi”. Per tutti i 466 iscritti, una volta rientrati a terra e caricati carrelli e pulmini è arrivato l’atteso momento dell’estrazione dei numerosi premi, come l’Optimist messo in palio dall’AICO assieme a 10 vele Olimpie Sails e tanti altri ricchi premi tecnici, momento clou di ogni tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport, oltre che, come da tradizione, della Barcolana Young.



• Crotone • Senigallia • Marina di Carrara • Ravenna • Arzachena

1ª tappa 9/10 marzo 2ª tappa 6/7 aprile 3ª tappa 8/9 giugno 4ª tappa 26/28 luglio 5ª tappa 20/22 settembre


28 | OPTIMIST

Halloween Cup

CV Torbole - Torbole sul Garda, 1-3 novembre 2018

[ ELENA GIOLAI ] Edizione dell’Halloween Cup organizzata dal Circolo Vela Torbole dei record, con quasi 460 iscritti nonostante il grave maltempo dei giorni precedenti su tutto il nord Italia. Complici di una così numerosa partecipazione anche i timonieri stranieri arrivate da 13 nazioni, che sempre volentieri regatano sul Garda Trentino, sicuri in una trasferta proficua da più punti di vista. Sette prove per gli juniores e tre per i cadetti il bilancio finale, su tre giorni di regata, con il tempo instabile o perturbato e vento da

nord sempre pronto a soffiare anche molto forte, intensità che spesso per i più giovani cadetti è stata troppa. Tutto sommato è stato un programma ricco e soprattutto in condizioni di vento divertenti, con l’acqua del lago di Garda trasformata in color turchese, dopo che nei giorni precedenti alla manifestazione erano state riversate tonnellate d’acqua dal fiume Adige per salvare Verona dall’Alluvione. Fortunatamente il vento forte e il lavoro delle amministrazioni comunali che hanno rimosso i detriti portati dalla galleria Adige Garda aperta eccezionalmente, hanno permesso di regatare

regolarmente, anche se dovendo fare attenzione ad isolati tronchi che ogni tanto navigavano per il lago. La categoria juniores è stata più eterogenea nella top ten a livello di nazionalità ed ha visto nelle primissime posizioni diverse ragazze, mentre nei cadetti gli italiani hanno fatto man bassa di medaglie. Dopo aver preso acqua, vento e un po’ di freddo per due giorni, la giornata finale dell’Halloween Cup ha visto tornare anche un bel sole per gran parte della giornata, offrendo colori fantastici oltre che un vento da nord perfetto


OPTIMIST | 29

per regatare: nè troppo forte, nè troppo debole così da accontentare grandi e piccini in regata. Nell’ultima giornata gli juniores hanno regatato con la flotta divisa in base ai risultati delle prime quattro regate e quindi i migliori si sono ritrovati a gareggiare insieme nella flotta “gold”. È così che il lettone Atilla Martin ha interrotto la sua serie di vittorie (4), trovando avversari

più forti rispetto alle precedenti batterie, ma ha mantenuto sempre posizioni eccellenti (6-1-2), aggiudicandosi così con merito la vittoria finale con un vantaggio di 9 punti sullo svizzero Grandjean (oggi 2-2-4). Terzo posto al tedesco Ilgenstein, seguito al quarto dalla prima femmina, la tedesca Ernst. In questa categoria secondo e terzo posto per le porta-

colori della Fraglia Vela Riva Emma Mattivi e Agata Scalmazzi, che hanno contribuito alla vittoria finale del Trofeo per società. Perfetta parità tra i più piccoli cadetti, in cui i fragliotti Mosè Bellomi e Manuel De Asmundis hanno piazzato tre vittorie sulle tre regate disputate nelle rispettive batterie. Ex equo sul gradino più alto del podio, Mosè e Manuel hanno


30 | OPTIMIST

lasciato al terzo posto il portacolori della Fraglia Vela Malcesine Lorenzo Ghirotti (2-3-3) e al quarto il giovane atleta del Circolo Vela Torbole Federico Bonalana (3-2-5). Doppietta del Centro Nautico Bardolino nella categoria femminile cadetti: con un 5-8-4 Clara Lorenzi ha concluso al decimo posto assoluto e ha vinto davanti alla compagna di squadra Carola Bragantini; terza Victoria Demurtas, della

vicina Fraglia Vela Riva. Fraglia Vela Riva che si è aggiudicata anche quest’anno il Trofeo con i migliori 4 juniores: una festa condivisa dai tantissimi regatanti. Un plauso al Comitato organizzatore e di regata FIV, che ha gestito ottimamente i tre giorni di regata, nonostante il tempo e il vento un po’ imprevedibile, che con i giovanissimi timonieri

richiede sempre un’attenzione massima. Tutto è andato per il meglio e i partecipanti hanno trascorso tre giornate di sport e bella vela, dimostrando una volta di più la vivacità della classe Optimist, che continua a registrare un aumento di iscritti in moltissime regate, tra cui questa Halloween Cup, ultimo evento velico internazionale organizzato sul Garda Trentino per questa lunghissima stagione.


OPTIMIST | 31


32 | OPTIMIST

Mistral Cup Internazionale

Andora, 3-4 novembre 2018

Grande successo dell’edizione 2018 della ormai classica Mistral Cup Internazionale Optimist. Il Circolo Nautico Andora si conferma grande organizzatore di questo evento sportivo che coinvolge piccoli atleti provenienti da tutto il nord Italia, dalla Svizzera e dal vicino Principato di Monaco. Oltre cento Optimist si sono dati “battaglia” sul prestigioso campo di regata di Andora. Due giorni impegnativi con Tramontana con intensità variabile di 15/22 nodi, hanno consentito al comitato di regata di disputare sei prove per gli juniores e quattro per la categoria cadetti. Sabato, posizionando il campo di regata in centro al golfo di Andora, hanno prevalso gli atleti più dotati fisicamente. La domenica, per

contro, il comitato, visto l’incremento di intensità, ha preferito sviluppare il campo a sud di Capo Mele. Buona prestazione dei liguri che piazzano Luca Riccobene Sforza del Club Nautico Varazze al primo posto. La squadra vincitrice della vela messa in palio dal Circolo Nautico Andora in collaborazione con la veleria Olimpic Sails, è stata vinta dallo Yacht Club Ascona. Grande successo anche per la logistica a terra che ha offerto pasta party e nutella party con premi a sorteggio per i partecipanti e un ringraziamento particolare al “Circolo fotografico Andora” che ha collaborato con l’organizzazione per creare delle raccolte di foto che sono state regalate ai circoli partecipanti.

Il circolo nautico Andora presenta le nuove squadre pre-agonistiche. Dieci ragazzi, tutti tra gli otto e i dodici anni, seguiti dagli Istruttori Matteo Morelli, Gabriele Falciglia e dagli aiuto istruttori Santiago Mallamaci e Riccardo Briozzo, avranno l’opportunità di trascorrere i loro fine settimana all’insegna del divertimento in barca a vela. La squadra Optimist si allenerà tutto l’inverno presso il circolo nautico andorese con l’obiettivo generale di prendere confidenza con le condizioni meteo-marine e le prime simulazioni di regata. Anche la ormai consolidata e pluripremiata squadra laser, ZERO SAILING TEAM, seguita dagli istruttori Giorgio e Nicolò Elena, acquisisce tre nuovi atleti della categoria 4.7, che verranno affiancati, durante gli allenamenti, anche dagli aiuto istruttori Andrea Nastasi, Elisa Madesani e Alessio Paris. Il presidente Pierangelo Morelli si dichiara veramente soddisfatto per Il lavoro svolto dallo staff tecnico durante l’estate che ha portato nuova linfa al circolo e che fa ben sperare per il futuro. “Andora è la location ideale per i giovani che vogliono fare sport tutto l’anno. Le temperature del nostro mare consentono un allenamento ottimale anche in inverno. Spesso infatti ospitiamo squadre del nord d’Italia e della Svizzera che vengono ad allenarsi con i nostri ragazzi”. Prossimo appuntamento in programma al porto di Andora, il 3-4 novembre, con la Mistral Cup Internazionale 2018, regata riservata alla classe Optimist.


2 negozi: ! a l e v a l r e p tutto no, anche aperti tutto l’an

la Domenica!

shop online:

www.bestwind.it

ATTREZZATURA E ABBIGLIAMENTO TECNICO DELLE MIGLIORI MARCHE

VELA • WINDSURF & SUP • ABBIGLIAMENTO CASUAL

Malcesine: via Gardesana, 294 • 0457400075 | Riva: Via Padova, 5 (centro commerciale blue garden) • 0464755070


34 | OPTIMIST

31 Opti Team Cup st

Potsdamer YC - Lake Wannsee Berlin, 25-28 ottobre 2018

[ MARCELLO MERINGOLO ] Dopo qualche anno, abbiamo deciso, in vista della stagione 2019 di mettere questa regata nel calendario di attività del 2018. Fatta una valutazione della stagione, abbiamo scelto 5 ragazzi per la partecipazione a questa regata, valutando in particolare l’attitudine alla regata a Squadre, dimostrata durante la stagione. Alla fine sono partito io con Alex e Lorenzo via terra, mentre Michele con Marco, Davide e Alessandro in aereo da Roma. Per l’alloggio i ragazzi sono stati ospitati in famiglia, come consuetudine di questa manifestazione che si è aperta con il coach meeting. Chiaro ed essenziale, poche informazioni con le quali avremmo avuto da utilizzare per i giorni successivi. Per la prima volta, la regata era di tre giorni e prevedeva un Round Robin completo, una Gold Fleet con 8 team (con le vittorie che valevano 1,5) e le finali dirette 1-2 e 3-4.

La prima giornata, i ragazzi partono subito bene, entrando sempre più in sintonia tra loro, vincendo tutti gli 11 match disputati. Una giornata lunga la prima che si è chiusa al tramonto. Al rientro il tempo di salutarsi e poi a casa a rilassarsi. Dopo cena, una breve telefonata, per fare il punto della giornata che nel complesso era stata molto positiva. La seconda giornata, il vento era più forte ma comunque instabile, quindi bisognava comunque fare molta attenzione per non avere sorprese. Dopo aver fatto gli ultimi tre match del Round Robin, tutti vinto dai ragazzi, siamo passati a iniziare la Gold Fleet. Tutto questo dopo una pausa a terra che ci ha tolto un po’ di lucidità e attenzione, infatti riusciamo fuori e qualche errore di troppo viene commesso, portando a casa 3 punti (contro le due squadre tedesche e quella danese), e regalando in maniera ingenua un match al Team americano. Il CDR decide di non chiudere la Gold Fleet e mandare tutti a

casa per avere ancora regate da fare per tutti nell’ultima giornata. Dopo una calda doccia, c’è stato un bel confronto con la squadra per analizzare la giornata e soprattutto il match perso. La terza e ultima giornata, il vento aveva una direzione opposta alla solita, con un freddo ancora più pungente e fastidioso. Usciamo in acqua determinati e convinti dei nostri mezzi. I ragazzi partono subito bene vincendo tutti i match della Gold Fleet rimanenti con Polonia 2, USA 2 e Polonia 1, accedendo proprio con quest’ultimi alla finalissima per il 1-2 posto. Rientriamo a terra ancora una volta prima delle finali e cerchiamo di tenere alta l’attenzione per evitare cali di concentrazione. Dopo il break pranzo usciamo e partiamo per il primo match. Il team polacco parte con due barche a sinistra che tirano l’angolo, mentre gli altri due tengono la destra, marcati da Marco, Davide e Picci, mentre Alex teneva la zona sinistra da solo contro due. Passiamo


OPTIMIST | 35


36 | OPTIMIST

in boa 1, con i polacchi 1-2-6-8, ma i nostri in pieno controllo sulle due barche polacche. Alex spinge i primi due verso l’arrivo, mentre gli tre azzurri tengono gli altri due ed andiamo a tagliare e vincere il primo match 3-4-5-6, con pieno merito. I polacchi non si arrendono, nel secondo match, lanciano uno dei loro in fuga mentre noi in quattro controlliamo gli altri tre. Dopo boa 4, il polacco “in fuga” torna indietro, mentre i nostri avevano girato 2-3-4-5. I nostri sono

bravi a controllare e a penalizzare gli avversari, andando a tagliare 1-2-3-4 all’arrivo. Grande soddisfazione per i ragazzi che oltre agli avversari hanno dovuto affrontare un freddo molto fastidioso. Al rientro, tutti in piedi per l’inno nazionale e la premiazione. Riportiamo a casa questo Trofeo dopo 5 anni, con pieno merito, facendo certamente una bella differenza con le altre squadre. Una nota di merito al Comitato Organizzatore,

sempre disponibile per mettere a loro agio, atleti e accompagnatori. Un grazie a Michele Ricci per il supporto che ha dato in questa trasferta a tutta la squadra. Sono due anni che abbiamo iniziato insieme un lavoro mirato a far crescere i ragazzi sul team Race e sulla regola 42, e siamo certamente cresciuti molto e Michele in questo ha dato un contributo molto importante. La preparazione per il 2019 è appena iniziata, e non poteva iniziare meglio!


OPTIMIST | 37


38 | OPTIMIST

Raduni GAN 2018 1° Raduno Nazionale GAN Cadetti

Fraglia Vela Riva - Riva del Garda, 20-23 settembre 2018


OPTIMIST | 39

[ MARCELLO MERINGOLO ] È partito da Riva del Garda, ospitati dalla Fraglia Vela Riva, il primo allenamento di questo Gruppo giovanile selezionato durante la stagione. La prima giornata siamo partiti al mattino con un buon vento da nord, che ci ha permesso di svolgere tutto il programma previsto. La sessione di allenamento è stata mirata a migliorare il controllo dell’imbarcazione in partenza lavorando sullo spazio. Tutto questo dopo un buon riscaldamento con il vento che arrivava fino a 12 nodi. Dopo un piccolo break a terra, siamo usciti con un vento da sud sui 15 nodi è una temperatura estiva per continuare una parte di lavoro sulla conduzione e poi fare delle regate finali. Buono l’impegno generale sia in acqua che a terra dove poi sono stati guardati i video del giorno e alcuni del mondiale di Cipro. La seconda giornata abbiamo ritardato di una mezz’ora l’uscita in attesa che il vento da nord prendesse consistenza, facendo poi un’uscita unica, avendo fatto l’inversione del vento in maniera molto rapida, perdendo meno tempo possibile, anche perché in queste giornate lo

stesso cala sempre prima. All’inizio dell’allenamento sono stati invertiti gli allenatori ai gruppi del giorno precedente, continuando il lavoro fatto il giorno prima sul controllo barca e sul lavoro dello spazio. Poi siamo passati prima della pausa pranzo a fare due regate di flotta, e dopo la stessa altre due prove prima di tornare a lavorare sulla conduzione, decisamente migliorata in generale rispetto alla giornata precedente. La sera prima di cena, abbiamo visionato i filmati della giornata e fatto una lezione specifica sulle partenze. La terza e ultima giornata ci ha accolto con una strana nuvolaglia bassa con un vento da sud leggero che col passare delle ore andava aumentando, un classico che indica un cambio meteo. Appena usciti abbiamo fatto una lunga bolina e i ragazzi sono stati divisi in due gruppi (i primi dieci con me e i secondi dieci con Maurizio). Dopo aver lavorato un’ora circa su conduzione e manovre ci siamo nuovamente riuniti per una regata di flotta. A seguire, abbiamo fatto qualche regata con il team della Fraglia Vela Riva per poi chiudere il raduno nei tempi prefissati.

Conclusioni ••Lo staff tecnico è soddisfatto del lavoro svolto e dell’impegno messo dai ragazzi. ••il meteo è stato favorevole e il quantitativo di ore sommato alla qualità del lavoro ha messo alla prova questo gruppo, mettendo in risalto pregi e difetti dello stesso. ••avere la possibilità di vedere alcuni video del mondiale 2018, è stato certamente un valore aggiunto non da poco. ••dal punto di vista delle regolazioni ci sarà da porre più attenzione al prossimo appuntamento, così come ci sarà lavorare sulla conoscenza del regolamento. Ringraziamenti ••a Maurizio Scrazzolo, convocato dalla Classe, per questo raduno che dato un ottimo apporto al lavoro sia in acqua che a terra. ••a Paolo Mariotti e Margherita Ricci che sono intervenuti volontariamente per seguire i propri ragazzi ed hanno dato una mano effettiva allo staff ufficiale. ••alla Fraglia Vela Riva, per l’ospitalità di barche e gommoni durante tutto il raduno e allo staff del circolo per il supporto dato.


40 | OPTIMIST

2° Raduno Nazionale GAN Cadetti

Club Nautico Augusta, 18-21 ottobre 2018

[ MARCELLO MERINGOLO ] L’attività formativa della classe, prosegue senza sosta, e in questa occasione ha fatto base in Sicilia, ad Augusta, dove si è tenuto il secondo Raduno del GAN Cadetti. Questi raduni avvicinano alla filosofia e lo standard del GAN principale, una fascia d’età più bassa, cercando di incentrare gli interventi anche in aula su molti argomenti a volte molto basilari.

Le condizioni meteo sono state molto particolari, avendo avuto nelle prime due giornate un’onda lunga di risacca molto forte, contraria al vento, nella media leggero. Questo ha comportato soprattutto nella prima giornata qualche difficoltà sul capire come condurre la barca, sfruttando e lavorando in maniera diversa dal solito, l’onda stessa. In aula abbiamo dovuto, al rientro del primo giorno fare un refresh generale a tutti sul vento apparente, non certo un punto di forza in generale.

La prima giornata abbiamo diviso i ragazzi in due gruppi di lavoro, per più di un’ora, abbiamo lavorato appunto sulla conduzione con queste condizioni particolari per poi passare a un lavoro tutto insieme sulle partenze e delle penalità sul lasco. Al termine alcune regate di flotta con il vento che Pian piano aumentava. A chiudere qualche match a Squadre, come sempre molto apprezzati dai ragazzi. Al rientro ampio debriefing con la lezione che dicevo in precedenza, alcuni video del giorno


OPTIMIST | 41

e di altri raduni, poi cena e tutti a dormire per ricaricare le batterie. La seconda giornata, sempre con una temperatura molto gradevole, dopo il briefing del mattino siamo usciti subito in acqua, ma il vento ha fatto un po’ i capricci, ed ha messo in difficoltà i ragazzi oltre che per l’intensità anche per dei salti “mortiferi”. Comunque dopo una prima parte a gruppi con gli allenatori invertiti rispetto al giorno prima, ancora lavoro sulla conduzione denotando in generale qualche passo avanti rispetto al giorno prima. Dopo la pausa pranzo siamo passati alle regate di flotta e poi per chiudere alla parte dedicata al Team Race, dove abbiamo completato un tabellone all’italiana intero prima di rientrare. A terra ancora lezione, sul regolamento in particolare, molto animata dalle domande dei ragazzi. Dopo cena, subito a dormire perché la stanchezza si è fatta sentire. Purtroppo nella terza giornata, il vento è arrivato troppo tardi e abbiamo ripiegato comunque su un lavoro in aula molto interessante, usando una simulazione sul computer per dei casi di regolamento gestito da Michele. Dopo la pausa pranzo ed aver riconsegnato le barche prestate, siamo passati ad una lezione in aula sulla strategia e sulle partenze nelle regate a Squadre. Il raduno si è chiuso per le ore 15 come da programma. Appuntamento a Marina di Carrara tra poche settimane, per concludere questo progetto GAN Cadetti. Ringraziamenti ••Al Club Nautico Augusta, in particolare al Presidente dello stesso e a Marco Niciforo. Al Comitato VII Zona e al Consigliere Federale Ignazio Pipitone per gli aspetti logistici e il materiale dato a disposizione dei ragazzi e dei tecnici. ••A Michele Ricci che come al solito è riuscito con le sue lezioni a lasciare un ottimo spunto di riflessione sul regolamento in particolare. ••A Marco Lentini ed Enrico Stefanelli, per l’aiuto dato sia in acqua, che a terra.


42 | OPTIMIST

3° Raduno Nazionale GAN Cadetti

CN Marina di Carrara, 8-11 novembre 2018

[ MARCELLO MERINGOLO ] Dopo i primi due appuntamenti a Riva del Garda e Augusta, i giovani del GAN Cadetti si sono dati appuntamento a Marina di Carrara per l’ultimo allenamento. La prima giornata siamo usciti appena possibile, ma il classico vento da nord è morto velocemente perché come da previsione doveva entrare da SE, e l’onda lunga che c’era dava tutti i segnali del caso. Valutato

che l’attesa sarebbe stata lunga con Simone abbiamo deciso di rientrare e far iniziare una seduta di allenamento fisico con il Prof. Andrea Madaffari. Sono stati proposti dopo un giro della pineta di riscaldamento, degli esercizi di abilità che i ragazzi hanno Pian piano migliorato col passare delle ripetizioni. Dopo la pausa pranzo, via in acqua con il vento da SE finalmente arrivato. Come spesso accade qui, l’onda era molto fastidiosa e la

corrente insidiosa, perché era di direzione opposta al vento. La prima parte dell’allenamento è stato dedicato alla conduzione e alle manovre con il vento che pian piano calava di intensità, rimanendo l’onda comunque molto “tecnica”. Ci sono voluti diversi minuti perché tutti entrassero a regime con la condizione che avevamo, ma era ampiamente previsto. Sulle partenze, la poca propensione a lavorare con la corrente per alcuni ragazzi, è stato


OPTIMIST | 43

un bello scoglio da superare. Dopo qualche ripetitore è una linea diversa siamo riusciti a far portare a termine una regata di flotta con Niccolò Cassitta che nonostante qualche errore di valutazione in poppa sulla corrente, dopo aver girato primo boa 1 e 2, ed aver perso il primato alla boa 3, riusciva proprio sull’arrivo a recuperare Clara Lorenzi e vincere la prova. Il vento continuava a calare e dopo aver fatto un’altra partenza con bolina e lasco, abbiamo deciso di rientrare per poi tornare in palestra per completare il lavoro iniziato a metà giornata, e chiudere la stessa con un debriefing con video e alcune osservazioni, soprattutto su conduzione e tattica. La seconda giornata si è aperta molto presto, alle 7.30 con la parte atletica gestita da Andrea, per poi passare direttamente dopo la colazione all’uscita in acqua. Il vento da nord è calato più o meno verso le 10.30, lasciando spazio a un discreto vento da SE, più intenso rispetto alla giornata precedente con onda più lunga e la solita corrente. Il lavoro a gruppi, sulla conduzione e manovre è stato più lungo, con gli allenatori invertiti sui gruppi del giorno precedente. Dopo le 14, causa qualche corpo nuvoloso il vento calava leggermente aumentando l’onda incrociata e questo ha certamente messo più alla prova i ragazzi dal punto di vista dell’attenzione. Molte partenze, diversi ripeti-

tori, anche per le regate finali, che ha visto in Federico Sparagna e Clara Lorenzi i migliori di giornata con qualche bello spunto anche da parte di Lorenzo Ghirotti (buone soprattutto le partenze), Alessio Cindolo, Mikel Amendola e Aurora Ambroz. Per gli altri qualche alto e basso di troppo ma nel complesso, tutti più in palla rispetto alla giornata precedente. Al rientro, tutti in palestra per l’allenamento con Andrea, dedicato ai circuiti che ha interessato molto i ragazzi. Per chiudere la giornata, il debriefing con la discussione di una protesta e la visione dei filmati della giornata. La terza e ultima giornata prevedeva un meteo pessimo, e invece a parte qualche minima goccia di pioggia, appena usciti il vento da SE arrivava puntuale per farci lavorare le ore che volevamo e completare il tutto. Abbiamo dedicato particolare attenzione alle partenze, sempre con un filo di corrente contraria al vento e un’onda sempre fastidiosa che veniva più a destra del vento. Condizioni difficili ma estremamente allenanti oltre che tecnicamente, anche a livello di tenuta dell’attenzione. Chiudiamo con alcune regate di flotta che ha visto in Geiger e Picotti (i due più giovani del gruppo) nelle parti alte degli ordini di arrivo, con Cindolo, Adorni, Palazzi Rossi e Mangione più concreti e deteminati. Si torna a terra, e prima di partire, ultimo

debrifing in aula, con alcune considerazioni di Andrea sul lavoro svolto in palestra in questi giorni e alcuni suggerimenti per continuare a casa, una parte di Simone che ha esaminato a livello tattico la giornata e la mia chiusura su alcuni spunti di riflessione su quanto visto fuori e sul progetto dei tre raduni. Conclusioni ••È stato un raduno, che per le condizioni meteo incontrate, ha messo a dura prova l’attenzione dei ragazzi per la complessità dell’onda e soprattutto della corrente contraria al vento. ••i ragazzi si sono impegnati molto e i tempi morti durante le giornate sono stati minimi ••a livello fisico c’è in generale molto da lavorare ma crediamo con l’intervento di Andrea di aver dato delle buone indicazioni per il futuro ••il bilancio complessivo del Progetto è molto positivo e i feedback che ci sono arrivati confortano la bontà dell’iniziativa. Ringraziamenti ••Al Club Nautico Marina di Carrara che ha ospitato e supportato tecnicamente il raduno. Un grazie particolare a Matteo Zanza. ••a Simone Gesi, Matja Spinazzola e Andrea Madaffari per l’ottimo lavoro svolto


44 | OPTIMIST

1° Raduno Nazionale GAN Juniores

Fraglia Vela Riva - Riva del Garda, 27-30 settembre 2018

[ MARCELLO MERINGOLO ] È partito da Riva del Garda, il percorso formativo del progetto Gan 2019. Per la prima volta, da quando è nato il GAN, abbiamo nel team, il campione del mondo e il campione europeo contemporaneamente. La stagione 2018, è stata una delle migliori di sempre, che è costata molto impegno ai ragazzi, ai coach e ai club degli stessi, oltre che allo staff organizzativo della classe. Il raduno si è aperto con un briefing, in tarda serata, per programmare la prima giornata di

attività. Al mattino seguente, dopo aver armato velocemente le barche siamo usciti in acqua, con i ragazzi divisi in due gruppi di lavoro. Il vento da Nord, ha soffiato molto forte con punte sopra i 25 nodi, in certi momenti. Dopo la fase a gruppi, due regate di flotta, prima della pausa in acqua che ha eliminato perdite di tempo, iniziando a lavorare subito anche con vento da sud. Dopo la pausa abbiamo iniziato a fare team race, con i 4 ragazzi che dovranno partecipare alla regata di Berlino a fine ottobre (mancava Davide che ha raggiunto il gruppo nel pome-

riggio per smaltire un po’ di febbre). Come sparring, il “team Berlino”, aveva i primi 4 ragazzi classificati dalle regate individuali che venivano fatte in parallelo ai match di allenamento. Il team Berlino, si è dimostrato da subito molto affiatato e match dopo match ha comunque migliorato le proprie prestazioni. Per chiudere la giornata, altre due regate di flotta e poi tutti a terra. La sera, come previsto, abbiamo festeggiato la stagione 2018, all’Hotel Roma al Lido di Arco, che ci ha gentilmente ospitato. Oltre alla presenza del Consigliere FIV Domenico


OPTIMIST | 45

Foschini e del Presidente della XIV Zona Rodolfo Bergamaschi, è venuto anche Robert Scheidt con la sua famiglia. Lo stesso Robert, ha consegnato le medaglie d’oro ai ragazzi del Team Europeo per la vittoria nella classifica per nazioni, che era stata sbagliata in Olanda. Oltre alla premiazione, grande disponibilità di Robert che ha parlato con tutti noi e ha portato un valore aggiunto grandissimo a questa serata. La seconda giornata, è partita con gli stessi orari della giornata precedente. Il vento da nord era teso, ma meno intenso del giorno prima, annunciando un cambio col vento da sud più rapido. Così è stato, e dopo la prima parte dedicata alla conduzione, divisi in due gruppi, siamo passati a lavorare sul team

race con la stessa formula della giornata precedente. Dopo la pausa pranzo, abbiamo diviso ancora i ragazzi in gruppi, per poi fare le ultime regate del giorno. I ragazzi hanno messo molto impegno sia a livello mentale che fisico, mantenendo un ottimo ritmo per tutta la durata dell’allenamento. Al rientro, dopo una sana doccia, ritrovo in aula per la prima parte del debriefing, dedicata ai video, e a delle lezioni su conduzione e regolazioni delle vele. Dopo cena, Michele Ricci, ha fatto una lezione sul regolamento interagendo coi ragazzi che dovevano votare con i cartellini colorati indicando chi doveva essere penalizzato nei casi proposti. L’ultima giornata, siamo partiti presto al mattino, con il vento da sud che era già entrato

durante la notte. In queste giornate oltre al vento, c’è sempre molta onda. Per questo, dopo aver chiesto ai ragazzi il massimo controllo sulle regolazioni, siamo usciti in acqua, lavorando per la prima parte a gruppi, per poi riunirli tutti e fare prima una bolina lunga con obbligo di rimanere tra la costa e la scia del gommone. Al termine, due regate in compagnia dei ragazzi della FV Riva, e per chiudere una piccola bolina con una poppa lunga a seguire, praticamente dall’Hotel Pier fino ad arrivare al porto della Fraglia. Dopo il rientro, e il pranzo, una piccola riunione per fare il punto della situazione, ringraziando tutti i presenti (ragazzi e allenatori) che hanno preso parte a questo primo raduno del progetto.


46 | OPTIMIST

Conclusioni ••Siamo molto soddisfatti dell’impegno e del lavoro svolto. I ragazzi hanno dimostrato affiatamento e hanno mostrato dei progressi nei tre giorni di lavoro. ••A livello di regolamento, soprattutto per quanto riguarda il team race, ci sarà da rivedere un po’ il tutto nei prossimi appuntamenti. ••A livello di regolazioni vele, ci sarà da sviluppare meglio l’argomento nel prossimo raduno. ••Per quanto riguarda Marco Gradoni, che ha deciso dopo la vittoria degli ultimi due Campionati Mondiali, di proseguire l’attività in Optimist nel 2019, ha mostrato una motivazione altissima e la voglia di lavorare delle giornate migliori. Questo è molto importante

per lui, per il nostro staff tecnico, ma anche per i compagni di viaggio di questo GAN. Veramente molto contento di tutto questo. ••I grandi risultati ottenuti nel 2018, devono essere una spinta, per lavorare con tanta intensità e volontà da parte di tutti per arrivare preparati alla prossima stagione. ••Il team scelto per la regata di Berlino, che si terrà a fine mese, si è mostrata in buona forma ed è certamente la migliore che possiamo schierare anche in base a quanto dimostrato durante la stagione anche nella disciplina del team race. Ringraziamenti ••Alla Fraglia Vela Riva e al Residence Centro Vela per il supporto logistico dato al raduno,

con spazi a terra e in acqua, per quanto riguarda il club e l’aula messa a disposizione dal Residence. ••All’Hotel Roma, per aver ospitato la festa per i risultati della stagione 2018. Un grazie per la loro presenza, oltre al CAV. Foletti, ad alcuni amici e parenti, al Consigliere FIV Foschini, al Presidente XIV Zona Bergamaschi, e alla famiglia Scheidt. ••A Michele e Simone Ricci, che hanno collaborato come al solito con grande professionalità e passione per il perfetto svolgimento del raduno. ••Al Cantiere Nautivela, al Cantiere Faccenda e alla Veleria Olimpic per aver supportato con barche, attrezzature e vele questo raduno e il progetto GAN in generale.


OPTIMIST | 47

1° Raduno Interzonale Nord

Yacht Club Italiano - Genova, 15-18 novembre 2018

[ SIMONE GESI ] I bambini convocati per il raduno di Genova erano tutti nati tra il 2007 e il 2009 provenienti dalla I XII XIII XIV XV zona FIV. Le condizioni meteo incontrate sempre con sole, temperatura in calo nell’arco dei 3 giorni e vento teso da terra sempre molto rafficato e talvolta troppo forte per l’età dei ragazzi. Il programma del raduno si è svolto con ritmi abbastanza serrati visto anche la comoda sistemazione presso la scuola di mare “Beppe Croce” dello Yacht Club Italiano che ospitava il raduno, in modo da sfruttare ogni ritaglio di tempo utile. Giovedì pomeriggio: accoglienza dei ragazzi presso la struttura e sistemazione nelle foresterie, briefing prima della cena. Venerdi: colazione alle.8 poi tutti in piazzale ad armare le barche e le vele, briefing in aula

poco prima di uscire in acqua alle 10,30. Le condizioni meteo col vento da N teso e rafficato hanno messo alla frusta non pochi giovani timonieri che comunque hanno portato a termine l’allenamento senza mollare. Allenamento composto dapprima su un lavoro fatto a gruppi mirato a migliorare le manovre e la tecnica di conduzione poi tutti insieme su tattica di regata, partenze, partenze e regate intorno a boe fino al momento del rientro per le 15,30. Dalle 17 alle 19 il de-briefing ha evidenziato le regolazioni di vela e centrature utili alla conduzione con vento teso e visione filmati. Cena alle 19,30 per poi coricarsi presto e recuperare energie mentali e fisiche per il giorno successivo. Sabato 17: la meteo prevedeva meno vento ma poi in realtà si è dimostrato da NE e di intensità maggiore che però non ci ha impedito

di svolgere l’attività in acqua dalle 10,30 fino alle 15. Alle 16,30 è stato proposto ai ragazzi un’ora di attività fisica con studio dell’equilibrio, posizioni fondamentali della ginnastica e un piccolo circuito farcito di esercizi soprattutto per le capacità coordinative senza tralasciare le condizionali in modo indiretto. Al termine della ginnastica il “riposo” fisico ha previsto aula fino alle 19 con visione filmati e approfondimenti su manovre e tecnica di conduzione. La consueta cena servita presto alle 19,30 ha consentito di andare a letto molto presto. Domenica 18: in acqua alle 10,30 fino alle 13. A terra nel piazzale il vento era molto forte e rafficato e sembrava presagire l’impossibilità dell’uscita che invece, una volta fuori dal porto, si è dimostrata alla portata di quasi tutti. Al rientro il pasto caldo servito alla scuola di mare ha ritemprato i piccoli e noi istruttori e


48 | OPTIMIST

con il debriefing sono stati congedati i ragazzi. Conclusioni: le condizioni meteo e di freddo hanno condizionato un po’ il rendimento di alcuni e hanno invece evidenziato la tempra e la tecnica di altri se pur tra i più leggeri. È stato messo a fuoco dallo staff istruttori il punto sulle regolazioni della vela (stroppi, segno stazza, vang, base, picco) e loro utilizzo nelle diverse condizioni meteo-marine, sull’uso della deriva, sulla regolazione del piede d’albero, sulla conduzione della barca in condizioni

di vento molto rafficato. Qualche timoniere ha dimostrato tenacia e forza di volontà da vendere nonostante l’età e il peso talvolta veramente molto leggero. Ringraziamenti ••a Pietro Micillo (istruttore “padrone di casa”) che ha condiviso insieme a me questo raduno; ••ad Alessandro Maffei (delegato AICO della 1ª zona e collega) che ci ha aiutato in

acqua il venerdì e che ci ha proposto un semplice ma efficace test sull’attenzione da far fare ai ragazzi e che abbiamo colto al volo; ••a Massimo e a tutto lo staff della scuola di mare; ••allo Yacht Club Italiano per l’ospitalità di questi giorni mettendo a disposizione la scuola di mare “Beppe Croce” e il “Grampus” (storica sua barca scuola d’altura) per ospitare i ragazzi a dormire.


OPTIMIST | 49

Cari genitori, con la trasferta di Berlino, si è chiusa la stagione di regate gestite dalla classe. Alla fine di questa stagione e questo percorso entusiasmante che ci ha portato tante soddisfazioni, è doveroso da parte mia fare un ringraziamento particolare a voi tutti, genitori dei ragazzi che hanno fatto parte delle trasferte internazionali 2018. Lavorare bene è difficile, in queste trasferte ci sono sempre molti impegni e difficilmente posso fermarmi a parlare anche pochi minuti. Stavolta ho deciso di dedicare un articolo di questo blog proprio a voi, che presenti, ma sempre al vostro posto avete reso queste trasferte vincenti e indimenticabili. Una stagione così, la si fa, solo se tutte le componenti di un gruppo funzionano. Venezia, Scheveningen, Limassol, Ledro e poi Berlino. Tutti bei ricordi, con dei ragazzi che hanno messo

tanto impegno e hanno ampiamente onorato le maglie che hanno indossato. È stato basilare, il vostro appoggio ai nostri staff tecnici presenti, che hanno cercato sempre di dare e fare il meglio anche in condizioni logistiche non sempre facili. Avete contribuito economicamente a queste trasferte, e compreso l’esigenza di fare un determinato piano di preparazione per arrivare al meglio ai campionati e anche per questo un grosso ringraziamento. Questa stagione è come un bel castello formato da tanti piccoli mattoncini, tutti insieme con Norberto, Letizia, i vostri club e gli allenatori dei vostri figli, siamo riusciti tutti assieme a farlo diventare bellissimo. Un grazie, da chi parla poco, ma apprezza tanto tutti voi! Marcello


50 | OPTIMIST

I M P O R TA N T E D A L E G G E R E

9

NOVITÀ PER IL 2019 Nuove tessere associative Un anno così impegnativo ci ha dato grandi soddisfazioni e anche la carica giusta per introdurre finalmente alcune novità che erano in cantiere da tempo. Innanzitutto, le nuove tessere associative AICO non saranno più cartacee, ma plastificate tipo bancomat. Oltre ai dati identificativi dell’associato/a, sulla tessera sarà aggiunto un QR Code attraverso il quale ogni circolo associato potrà controllare autonomamente se la documentazione relativa al tesserato è in regola. Questo ridurrà notevolmente i tempi delle verifiche iscrizioni alle regate, individuando coloro che hanno qualche documento non aggiornato (assicurazione, visita medica, ecc.). A inizio anno verrà mandata una mail con le istruzioni per l’uso a tutti i circoli associati e a tutti gli interessati.

Iscrizioni, classifiche, tracking Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport 2019 Per quanto riguarda le 5 tappe del Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport 2019, da quest’anno le iscrizioni passeranno attraverso il sito web della classe www.optimist-it.com. Sarà importante rispettare i termini di iscrizione riportati su ogni bando, dato che non sarà più possibile iscriversi a ridosso della regata. Tutto questo è stato deciso per evitare le code infinite alle iscrizioni e i conseguenti ritardi e lungaggini nella divisione a batterie dovute principalmente a iscrizioni dell’ultimo minuto, errori di compilazione e altro. Novità anche per quanto riguarda le classifiche, che saranno portate a termine usando il programma Sailing.today. Inoltre, dati i numeri elevati di partecipanti, per una maggior sicurezza e maggior visibilità da terra e da chi non è presente sul posto, le imbarcazioni saranno dotate di dispositivo tracking fornito da Metasail in tutte e cinque le tappe.


OPTIMIST | 51

Progetti in giro per l’Italia

Scuola di vela Gulliver [ ROBERTO BLANDINO ] Chi ama il mare forse ha sentito parlare di un’isola incredibilmente bella, a forma di farfalla, che si trova a poche miglia a ovest di Trapani. Chi ama la vela molto probabilmente ricorderà lo spettacolo dell’America’s Cup che nel 2005 ha solcato proprio quelle acque, di fronte all’anfiteatro mozzafiato delle Egadi, di cui Favignana è la regina. Chi ha avuto la fortuna di visitare Favignana, ha senz’altro visto almeno di sfuggita quel gioiellino di borgo marinaro che sorge a sud dell’isola, aggrappato a un porticciolo che poi si distende e diventa Punta Lunga. E Punta Lunga è anche il nome che i pescatori danno a quel drappello di case. Chi si è fermato a passeggiare tra le deliziose case di Punta Lunga, avrà forse notato alcune buganvillee dai colori prepotenti che si contendono con l’azzurro impavido dell’estate siciliana l’occhio e l’anima dell’osservatore, mentre l’odore intenso del mare si appropria del suo olfatto. È proprio in questo angolo di paradiso che i più attenti hanno notato un gruppetto di barche in secca che sembrano sonnecchiare insieme ad una nonna, un’antica barca da pesca in legno, con una nipotina vivace e irriverente in braccio, una tavola da surf su cui qualcuno ha dipinto con colori vivaci “Scuola di Vela Gulliver”. In questo minuscolo angolo di mondo alcune persone straordinarie hanno fatto un miracolo: hanno preso i bambini dell’isola, li hanno

tolti dai lunghi pomeriggi di strada e cartoni animati, e hanno insegnato loro a osservare la bellezza di cui è ammantata la loro isola, nonché le nobili regole dell’andar per mare sfruttando i venti e le correnti, e nomi strani come Ostro e Libeccio, e le andature, e l’opera viva che è quella sott’acqua, e l’opera morta che è quella per aria. Così, restituendo al mondo quell’intricato e misterioso insieme di parole, regole e in-

contenibile smania di volare sull’acqua che è l’andare a vela, tesoro donato a loro da un anziano veneto innamorato dell’isola e della sua gente, i giganti della scuola Gulliver da 20 anni ripetono questa magia. I miei figli hanno avuto il privilegio e l’onore di fare i primi bordi di bolina con gli artefici di questo miracolo, e, personalmente, in pochi posti al mondo ho sentito di essere a casa come nel porticato della Gulliver.


52 | OPTIMIST

Fatti e misfatti...

Le supermamme del mondiale

Festeggiando Claudia

Hotel Roma Torbole Via Lungo Sarca 14 • Lido di Arco (TN) • Tel. +390464505428 • fax:+3904611810134 www.hotelromatorbole.com • torboleroma@gmail.com


Supporter della squadra italiana classe Optimist ai Campionati Mondiali Optimist 2016, Villamoura-Portogallo

Titoli 2015

Campione Europeo Femm. 2015 (Julia Minana Delhom) Vice Campione del Mondo Femm. 2015 (Gaia Bergonzini) Campione Italiano assoluto 2015 (Gaia Bergonzini) Campione Italiano a Squadre (LNI Mandello) 1° Coppa Cadetti (Mattia Cesana) 1° Coppa Primavela (Marco Franceschini) Titoli ad oggi nel 2016 1° Palamos Nation Cup, Gaia Bergonzini - Nautivela nuovo modello 2016 1° Meeting del Garda Cadetti, Mattia Cesana - Nautivela nuovo modello 2016

Nautivela, via Gardone 8, Milano Tel: +39 029880212 - Fax: +39 02 98287959 E-mail: info@nautivela.com


OFFICIAL SUPPLIER OF