Issuu on Google+

AltoLazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

p

Viterbo & Lazio Nord Anno II N. 62 - Martedì 15 Marzo 2011

Direttore Editoriale ARTURO DIACONALE

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

L’avvocato della parte civile Sini scrive una incredibile lettera che impone riflessioni

Sul giallo di Gradoli regna il caos

A tenere banco non sono più le udienze sul giallo di Gradoli. Le deposizioni di Paolo Esposito o Ala Ceoban i presunti killer spietati di Tatiana e la piccola Elena. Adesso, la cosa più rilevante è il pensiero, fuori le righe, lo sfogo incomprensibile, dell’avvocato della parte civile Luigi Sini. Avendo sostenuto un esame degli imputati piuttosto �acco, non avendo mai messo in seria dif�coltà i presunti colpevoli, si è giocato, secondo noi molto male, la carta dell’opinione pubblica. Ha dato del bugiardo a Paolo Esposito, ha cercato di smontare quanto da questi detto in sede d’esame e lo ha fatto nel peggiore dei modi. Non è certo Sini che può dire dove sia la verità e soprattutto non lo può esprimere sui giornali prima ancora che sia stato emesso un verdetto di colpevolezza, condizionando non solo l’opinione pubblica ma cercando di confondere anche la Corte d’Assise. Perché Luigi Sini non ha fatto il leone in aula accusando Esposito di essere un bugiardo, un millantatore, di fatto un assassino e lo fa adesso per lettera?

CRONACA

Stangata finale alla Corse a Vuoto da parte del Governo servizio a pagina 4

CRONACA

Furto nella notte al Cup dell’ospedale di Acquapendente servizio a pagina 2

POLITICA

Rimpasto di giunta ancora una volta è ‘fumata nera’ servizio a pagina 5

SPORT

L’urlo liberatorio di capitan Scoppetta nel 2 a 0 sull’Arzachena servizio a pagina 14

servizio a pagina 3

CRONACA - La testimonianza del calciatore Nobu

Terrore nel Sol Levante Il terremoto e il conseguente Tsunami in Giappone hanno scosso gli animi di tutto il mondo. Ora il pericolo passa di mano: dalla natura al nucleare. La centrale danneggiata aumenta le paure già radicate negli animi, ma il pensiero va sempre a quella stupenda popolazione così duramente colpita dalla natura. Mentre la Provincia di Viterbo promuove azioni di solidarietà per il

Giappone, abbiamo raccolto la testimonianza di Nobu Hayashi, il giovane calciatore che da anni vive a Viterbo. Nobu ci ha parlato della sua paura non appena avvisato della tremenda notizia, e del sollievo una volta che è riuscito a mettersi in contatto con i genitori, che vivono a Hitachi, a 5 chilometri dalle coste. servizio a pagina 2

In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE DELLE LIBERTA’ a 1 euro

VALENTANO

Rinviato il consiglio comunale chiesto da Lombardi servizio a pagina 8

VASANELLO

Stefano Squarcia si aggiudica le primarie servizio a pagina 10

BOMARZO

Sporcizia e degrado dilagano nel centro storico del paese servizio a pagina 10

MONTEFIASCONE

Unica lista civica per il Pdl alle prossime elezioni servizio a pagina 9

CIVITAVECCHIA

Aiuti a tutto campo alla “gemella” Ishinomaki servizio a pagina 12


2

cronaca

p

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 15 Marzo 2011

Il noto calciatore residente da anni nella nostra città è riuscito a mettersi in contatto con i suoi genitori

La grande paura di Nobu per il suo Giappone di ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

S

i continua a restare allibiti davanti alle scene alle quali assistiamo per il terremoto e lo tusnami che hanno colpito il Giappone. Immagini durissime che dimostrano l’impotenza dell’uomo davanti alle manifestazioni della natura. Una tragedia che ha toccato da molto vicino un nostro concittadino, Nobu Hayashi, dalla �ne del 1990 residente nel capoluogo dove è arrivato giovanissimo e assai conosciuto negli ambienti sportivi di Viterbo e provincia per i suoi trascorsi in numerose squadre di calcio e calcio a cinque. Nobu che notizie hai avuto dal Giappone: “Ho vissuto giorni di paura. La tragedia è avvenuta venerdì scorso e soltanto domenica sono riuscito a mettermi in contatto telefonicamente con i miei genitori”. Dove abitano i tuoi famigliari? “Nella mia città ad Hitachi che dista circa 140 chimometri da Tokjo e si trova a circa 5 chilometri dal mare”. Ci sono state conseguenze per il terribile sisma? “Fortunatamente ad Hitachi no. Il terremoto è stato avvertito in forma lieve e mio padre mi diceva che i danni nella nostra città sono super�ciali”. Le tue sensazioni ed emozioni? “Egoisticamente sono contento che nella mia città non sia accaduto nulla di grave ma è chiaro che un disastro del genere mi ha rattriastato molto. Ci sono migliaia e migliaia di morti e sono i miei connazionali. Il dolore è forte”. Poi la preoccupazione per il possibile disastro nucleare: “Seguo costantemente i telegiornali, mi auguro che tutto si possa risolvere”. Quando sei andato in Giappone per l’ultima volta? “E’ stato due anni fa, quest’estate cercherò di tornare”. Come vedi il futuro della tua Nazione? “Sapremo risollevarci, su questo non ho

La proposta di Bianchini dopo lo tsunami

dubbi. Il Giappone e i giapponesi sapranno reagire a questa catastrofe”. Perfettamente inseritosi nella nostra città Nobu è vicino alla laurea e oltre a studiare e giocare al calcio lavora nel ramo dell’enologia e tra l’altro da un annetto a questa parte rappresenta anche un punto di riferimento per molti giapponesi che vengono in Italia per giocare a pallone. Ormai è un “giapponese” che so è italianizzato ma in questi giorni il suo cuore ha battuto e batte forte. Nel dolore la serenità di sapere che i suoi parenti stanno bene e che l’azienda in cui lavora il padre ha ripreso subito la produzione.

La Provincia corre in aiuto dei popoli terremotati I

I ladri hanno agito indisturbati nella notte portando via 4mila euro

Furto al Cup di Acquapendente di FULVIO MEDICI

questa tendenza di continui furti sarebbe il caso di intensi�care i controlli e soprattutto di non lasciare a disposizione di questi delinquenti somme di denaro con l’apparente facile raggiungimento dei loro scopi criminosi.

I

eri mattina gli impiegati del Cup dell’ospedale di Acquapendente, entrando negli uf�ci hanno trovato un’inaspettata sorpresa: la porta che si affaccia nella parallela via Cantorrivo era aperta con evidenti segni di effrazione e, soprattutto, la cassaforte completamente svuotata. All’interno della stessa era custodito l’incasso di sabato per un totale di circa 4mila euro. Subito sono stati avvisati i carabinieri della locale stazione che sono intervenuti per i rilevamenti del caso, per analizzare la dinamica del furto e per rilevare le impronte digitali. I ladri, non si sa se nella nottata di sabato o di domenica, hanno agito indisturbati, infatti dalla via antistante gli uf�ci, scavalcando un muro, �n troppo agevolmente, è possibile raggiungere la porta nel retro e visto i quattro muri che circondano il piccolo spazio esterno di un altezza di circa due metri, lavorare indisturbati e lontano da occhi indiscreti per aprire probabilmente con un piede di porco la

semplice porta a vetri, entrare e riuscire dalla stessa. Il fatto curioso sembrerebbe che, oltre all’assenza di un allarme, che di certo avrebbe potuto scoraggiare i ladri, non sembrerebbe che i malviventi si siano dovuti impegnare oltremisura per aprire la cassaforte, che non evidenzia alcuna forzatura, ma appare normalmente aperta con la chiave che con tutta probabilità era custodita all’interno degli uf�ci. Si attendono i risultati dei rilevamenti dei carabinieri. Dopo le macchinette dei parcheggi a pagamento adesso è la volta della cassaforte del Cup, vista

L’epilogo di una tragica storia S presenti, creare un momento di profonda ri�essione e preghiera. Le parole di Don Tito hanno suscitato in tutti un attimo di commovente e profonda ricerca della verità dentro ognuno. Le Scritture interamente riguardanti i passi del Vecchio e del Nuovo Testamento con la presenza del demonio tentatore, forse esclusivamente per aiutarci a dare un perché al gesto inconsapevole di Imo, vittima solo della mano di satana. I corpi della mamma e del �glio venivano poi trasportati e tumulati nel cimitero di San Lorenzo Nuovo, dove altrettante persone hanno partecipato a una seconda benedizione presso la chiesa di San Lorenzo, mentre Imo

sia pronto ad affrontare e a superare questo momento dif�cilissimo. L’assessorato alle Politiche sociali della Provincia di Viterbo si mette a disposizione della collettività come �gura di coordinamento della raccolta di aiuti che i cittadini della Tuscia vorranno far arrivare al Giappone. Io e gli uf�ci competenti dell’assessorato ci stiamo attivando per capire cosa è necessario fare e quali sono i canali più credibili e collaudati per l’invio di aiuti economici a quelle zone martoriate. Per informazioni è possibile contattare la segreteria dell’assessorato al numero 0761-313212. Sono certo che la generosità dei nostri conterranei potrà fare molto per alleviare il dolore di un popolo che soffre ma che con grande dignità e compostezza sta affrontando una tragedia immane.

Dopo averla vista scendere dall’auto di un amico non ci ha visto più

Si sono svolti domenica i funerali di Imo, Tamara e Francesco

i sono svolti domenica, alle 15 presso la cattedrale della basilica del Santo Sepolcro ad Acquapendente i funerali di Imo Seri, della moglie Tamara Sperandini e del piccolo Francesco. In un’atmosfera surreale, sotto l’incessante pioggia, quasi la stessa avesse potuto lavare gli animi dei presenti e cancellare l’ultimo epilogo di questa immane tragedia, molti cittadini di Acquapendente e San Lorenzo Nuovo hanno aspettato l’arrivo dei carri funebri fuori dal duomo. Un’omelia del parroco Don Enrico, insieme a Don Tito e a Don Marco che, non di certo a caso, ha voluto più che dare una spiegazione ai

l terremoto e il successivo tzunami che hanno devastato il Giappone venerdì scorso hanno gettato nello sgomento il mondo intero. Anche la comunità della Tuscia è rimasta profondamente colpita dalla tragedia che ha �agellato quel Paese: a memoria d’uomo, infatti, si stenta a trovare un precedente tanto disastroso. Terri�cante, poi, è la coincidenza della catastrofe naturale con l’altro incombente pericolo di disastro ecologico, a causa dei danneggiamenti subiti dalle centrali nucleari presenti sul territorio colpito da sisma e tzunami. Le immagini, le notizie e le testimonianze che ci arrivano dal Giappone dipingono un quadro apocalittico, ma allo stesso tempo mostrano con quanta forza e con quanta determinazione il popolo giapponese, seppur nel profondo dolore di una nazione ferita,

veniva trasportato nel cimitero aquesiano. Adesso le luci si abbasseranno e di questa tristissima vicenda rimarrà solo tanta amarezza: il non aver capito in tempo, il non essersi resi conto di ciò che stava accadendo, il non aver salvato un’anima fragile dall’oblio, una brava mamma e una donna forte e caparbia dalla furia omicida e quei due occhi azzurro cielo del piccolo Francesco. Ai cari, va il nostro più sentito abbraccio, augurandoci che il doveroso diritto di cronaca non abbia ferito i loro animi già tanto segnati dalla vicenda, che purtroppo come capita in questi casi non riuscirà a non condizionare il futuro di intere famiglie. (fm)

Picchia la moglie in mezzo alla piazza D

agli ultimi fatti di cronaca, sembrerebbe proprio che la violenza sulle donne stia subendo un picco mostruoso. L’ultimo fatto è avvenuto a Fabrica di Roma, dove un uomo ha aggredito a calci e pugni la moglie. La donna era appena scesa dall’auto di un conoscente, dal quale si era fatta accompagnare a Fabrica di Roma per andare a lavorare in una pizzeria del luogo. L’episodi di ingiusti�cata violenza sulle donne si è veri�cato domenica in via Ligabue, in prossimità della piazzetta intitolata ai donatori del sangue. Non erano foto Zadropress

trascorse le 15, quando si è veri�cata la violenta aggressione, per giunta sotto una pioggia battente. Qualche passante che casualmente ha assistito alla turpe scena ha subito avvertito il 112, che ha inviato due pattuglie immediatamente sul posto. I militari hanno identi�cato i due coniugi, entrambi di Civita Castellana, lei, S.C.B., 29enne, madre di una piccola bambina e lui, G.G., di circa 30 anni. La malcapitata, alla quale l’aggressore aveva distrutto il cellulare, è stata soccorsa e ricoverata all’ospedale Andosilla di Civita Castellana, dal personale del 118 chiamato dai carabinieri, viste le con-

dizioni della poveretta. Ancora sconosciuto il referto medico, ma sembra che l’uomo l’abbia colpita al volto procurandogli la rottura del setto nasale e qualche complicazione alla regione auricolare. Si aspetta che il medico stili il referto e i giorni di guarigione. Se le condizioni della donna non appariranno di lieve entità, per l’aggressore la posizione potrebbe farsi dif�cile. Tornano a ripetersi, quindi, storie di violenza sulle donne, dopo giorni giorni e di notizie che sembrano tutte uguali. Alla base, come spesso accade, la gelosia e la voglia di non lasciar morire una storia. (em)

Controlli dei carabinieri

Guidano ubriachi Otto denunce

A

ncora controlli dei carabinieri alla circolazione stradale. Controlli che nei giorni scorsi hanno ottenuto otto denuncie per guida in stato d’ebbrezza. I posti di blocco sono stati effettuati nel �ne settimana, fuori da alcune discoteche della zona di Viterbo e, come sempre, hanno visto decine di automobilisti sottoporsi all’alcoltest. Le persone sorprese alla guida con tassi alcolemici al di sopra della soglia sono tutte italiane e di sesso maschile, con età compresa tra 34 e 18 anni, e si erano posti alla guida dopo aver trascorso la notte in discoteca o la serata in ristoranti e bar della zona.


Martedì 15 Marzo 2011

Viterbo & Lazio Nord

cronaca

p

3

GIALLO DI GRADOLI - Invece di fare le contestazioni agli imputati la parte civile cerca consensi sui giornali

L’accusa con le spalle al muro di Paolo GIANLORENZO

L

a lettera (che trovate in basso nel riquadro) che l’avvocato Luigi Sini, parte civile di Elena Nekjfor, madre di Tatiana e nonna di Elena Ceoban, le due donne scomparse a Gradoli, ha dell’incredibile.Non potevamo credere ai nostri occhi. Non solo, il contenuto di quel lungo scritto, ci spinge a fare un’analisi ancora più cruda su come la parte civile ha portato e porterà avanti in futuro il processo a carico dei due presunti spietati killer Paolo Esposito e Ala Ceoban. Tutto ruota intorno, ovviamente, ad alcuni articoli di stampa che hanno evidenziato come, lo stesso avvocato Luigi Sini, abbia strumentalizzato, oltremodo, alcuni sms scritti tra i due amanti Paolo e Ala. Prima di sezionare quella lettera che riteniamo dal punto di vista professionale un gravissimo errore e un segno innegabile di debolezza, occorre precisare una cosa: tutto il contenuto dello scritto inviato alla stampa, il buon Luigi Sini e la moglie Claudia Polacchi potevano contestarlo nel lungo, lunghissimo esame che hanno condotto contro Paolo e Ala. Il non aver fatto alcun tipo di contestazione in sede d’esame, rende ancora più grave la lettera di Sini ai giornali dove giudica “favolette” le dichiarazioni di Esposito e verità inconfutabili quelle ad esempio della zia di Ala e della mamma Nekifor sulle cui vite è meglio stendere un velo pietoso. Iniziamo subito l’analisi della lettera “sfogo” di Sini. LO SPYPHONE Nella lettera si sostiene che Paolo, esperto informatico, si sarebbe dovuto accorgere di un program-

ma spia nel suo computer, che memorizzava gli sms. Altrimenti chi potrebbe averli scaricati sul suo computer se non lui stesso? Di fatto, questi messaggi, erano sconosciuti a tutti, anche agli investigatori dell’Arma che, �no a tre udienze fa, non avevano ancora decriptato il contenuto dei cd. Sini però, in udienza, ha dichiarato, e le registrazioni lo confermano, che Tatiana gli consegnò un discreto numero di dvd e cd, nel 2007, periodo in cui si stava separando da Paolo e lottava per l’af�damento di Erika. L’avvocato, le consigliò, di buttare tutto o quasi nel cassonetto dell’immondizia, sottovalutando la rilevanza dei contenuti. Tra tutto il materiale, furono conservati solo due dvd e un cd. In uno di questi c’era il �lmino hard tra Paolo e Ala, e gli altri che non si aprivano e quindi ritenuti inutili, botta di culo, guarda caso, contenevano le trascrizioni di undicimila sms. SINI POTEVA SALVARE TATIANA ED ELENA? Stupore, incredulità, nel leggere nella lettera questo passaggio: “Mai mi ha detto che aveva spiato Paolo o lo aveva fatto fare ad altri (come qualcuno vorrà farci credere) e assicuro che se nel 2007 fossimo stati a conoscenza dell’esistenza di quei messaggi, forse la storia sarebbe stata diversa”. Dunque, l’avvocato Sini, vive nel rimorso per non aver salvato la vita alle due donne perché, leggendo quegli sms, poteva, come in una sfera di cristallo, immaginare il terribile scenario di due anni dopo

(Sic!). A differenza di quanto scritto nella lettera consegnata alla stampa, Sini non ha mai fatto cenno nelle domande rivolte a Paolo, a paure vere o presunte di Tatiana nei confronti del compagno. Che cosa diceva Tatiana all’avvocato Sini quando andava da lui per paura di perdere Erika? E’ realistico supporre che Tatiana non abbia utilizzato un investigatore privato per raccogliere prove a carico del suo uomo? LE DENUNCE Altra cosa emersa al processo, che l’avvocato Luigi Sini L’accusa non ha gradito l’ultima arringa dell’avvocato Enrico Valentini si è ben guardato dal ricordare durante il suo esame, è che Paolo Esposito ha denunciato avuto mandato né da Tatiana né da Elena Nekifor più volte Tatiana Ceoban ai carabinieri. si è autonominato difensore della parte civile, non Una di queste volte lo ha fatto per un furto di si è preoccupato di assistere per corrispondenza materiale e, guarda caso, Tatiana ha ottenuto la anche per il vero padre di Elena Ceoban? Noi, a remissione di querela quando raggiunse l’accordo differenza di Luigi Sini crediamo in Dio e �nché con Paolo in Tribunale per l’af�damento di Erika. non ci sarà una prova contraria, certezza maMOLDAVIA tematica e materiale, Tatiana ed Elena Ceoban Come mai, nessuno, né investigatori né tan- sono vive e speriamo anche che stiano bene. tomeno gli avvocati dell’accusa o della difesa si L’atteggiamento dell’avvocato di parte civile, è preso la briga di andare nel paese natale della che cerca consensi sui giornali a sostegno della famiglia Ceoban e raccogliere informazioni utili propria posizione, già rassegnato alla loro morte, sul loro passato? pur non avendo uno straccio di prova, dimostra Come mai nessuno si è preoccupato, neanche la fragilità dell’impianto accusatorio incentrato sui l’avvocato Luigi Sini così ben introdotto presso fuori onda di “Chi l’ha Visto” o su dei messaggi l’Ambasciata Moldava, di avvisare il padre natu- che chiunque può aver manipolato a proprio rale della scomparsa della �glia Elena? piacimento. A �anco notizie tratte dal sito dello Come mai lo stesso Sini, che pur non avendo spyphone.

“Software Spyphone” E’ un potente software che ti permette di controllare tutte le operazioni effettuate da un telefono predefinito, attraverso un telefono controllante. Questo software è il più completo sistema di sorveglianza telefonica esistente sul mercato oggi, un sistema di controllo telefonico a 360°. Infatti, con il “Software Spyphone”potrai: intercettare ed ascoltare le conversazioni telefoniche in entrata e in uscita. Attivare l’ascolto ambientale (Funzione Microspia GSM). Ricevere in copia tutti gli SMS inviati dal telefono target o ricevuti dallo stesso. Ricevere una notifica via SMS in caso di sostituzione della SIM card del telefono controllato. Localizzare la posizione del cellulare target con il “Software Spyphone”. Caratteristiche tecniche Ma come funziona esattamente il nostro software? Analizziamo le principali caratteristiche del“Software Spyphone”. COPIA DEGLI SMS Quando il telefono target con il nostro software manda o riceve un sms,un duplicato dello stesso arriverà al numero controllante. Ovviamente il telefono non registrerà il messaggio inviato segretamente. NOTIFICAVIA SMS DI NUOVA SIM Quando una nuova SIM viene inserita sul telefono controllato, una notifica verrà subito spedita al telefono controllante contenente il numero nuovo della SIM. Nota Bene: il “Software Spyphone” è invisibile nel cellulare. NESSUNO POTRÀ RILEVARE IL SOFTWARE ISTALLATO. Tutte le funzioni del“Software Spyphone”sono attivabili dal telefono controllante tramite dei comandi SMS invisibili. I comandi invisibili sono dei codici segreti,forniti in un semplice manuale insieme al software,chepermettonodigestire,attivareodisattivare tutte le funzionalità del programma. Puoi attivare una singola applicazione o tutte in una volta sola, tramite un semplice sms. Nota che riceverai anche una conferma di invio sms segreto, dopo che avrai inviato lo stesso con i comandi invisibili.

L’incredibile lettera di Sini, legale di Tania e la risposta di Valentini e Rosati - Riceviamo e pubblichiamo – Dopo l’udienza del processo Gradoli di sabato 12 marzo, anche in seguito a quanto riportato da qualche giornale, sento la necessità di fare alcune considerazioni e precisazioni. La difesa (solo sabato, ma poteva indagare la circostanza sia con i testi sentiti durante il dibattimento che con il perito informatico della procura che ha esaminato il cd) ha dichiarato che nel computer di Paolo, e non nel suo cellulare, era installato il programma spyphone, suggerendo la tesi che possa averlo fatto o fatto fare Tania. Ma mi domando come avrebbe potuto farlo e sopratutto se Paolo, esperto informatico come si è de�nito lui stesso sabato in udienza, non se ne sarebbe poi accorto. Mi sorge anche il dubbio che forse Paolo, che spiava le telefonate di Tania, le faceva poi tradurre ad Ala e piazzava le telecamere in casa per spiare Tania (entrambe le circostanze le ha ammesse lui stesso nel suo interrogatorio), sappia forse qualcosa di più delle belle favolette che ci ha raccontato in udienza. Per quanto riguarda il famoso cellulare di Iryna Kulyk (amica di Ala e non di Tania), non è mai emerso che lo abbia avuto in uso Tatiana ma sia Ala che Paolo hanno affermato che Iryna lo diede ad Ala e questa poi lo diede a Paolo, che non lo passò mai a nessun altro. La Sim, poi, venne volturata a Tania come R.U. (reale utilizzatore) e non come R.U.D. (reale utilizzatore documentato). Questo risulta dai tabulati e lo ha spiegato il capitano

Ciervo in udienza. La differenza è notevole in quanto nel primo caso il cambio di intestazione può avvenire telefonicamente fornendo solo i dati del nuovo utilizzatore e può farlo chiunque conosca o conoscesse il codice �scale di Tania, mentre nel secondo caso devono essere forniti i documenti, e così non è stato fatto. Aggiungo che quando Tania mi consegnò i dvd e i cd (in quest’ultimo vi erano oltre agli sms, anche immagini mms e video di Ala che Paolo, sabato, ha dichiarato di aver effettivamente ricevuto dall’amante), si aprivano solo le immagini e sia io che Tania ignoravamo che nel �le che non si apriva vi fossero oltre 11mila messaggi. Mai mi ha detto che aveva spiato Paolo o lo aveva fatto fare ad altri (come qualcuno vorrà farci credere) e assicuro che se nel 2007 fossimo stati a conoscenza dell’esistenza di quei messaggi, forse la storia sarebbe stata diversa. Lo ignoravo anche quando li ho consegnati alla Procura e li ho letti solo molto tempo dopo che il consulente tecnico d’uf�cio della procura li aveva riversati su un nuovo dvd allegato alla sua perizia, a processo già iniziato. Anche la procura ne ignorava il contenuto �no a quando il perito ha esaminato il cd (e probabilmente sono stati letti anche molto tempo dopo). Se Tania, io e quindi la procura li avessimo conosciuti già dagli inizi della vicenda, quegli sms sarebbero stati utilizzati immediatamente nelle indagini. Sicuramente il pm li avrebbe usati anche davanti al

Tribunale del Riesame, dato che in quell’occasione c’era un concreto rischio di revoca della custodia cautelare in carcere. Nei giornali, giustamente, si è dato molto spazio alle emozioni di Paolo. Tania non è più tra di noi e le sue emozioni e i suoi sentimenti (di rabbia, dolore, paura) li aveva con�dati a me. Per questo ritengo doveroso, quando si tenta di infangarne la memoria senza possibilità di replica, far conoscere quali siano stati i fatti. Poi le opinioni, purché siano fondate sui fatti, spettano agli altri. Sabato, invece, in udienza, mi sembra che abbiamo sentito solo le opinioni di Paolo - che ovviamente può dire tutto quello che crede, �no a mentire - che però non trovano e non hanno trovato riscontro in nessun fatto. Ha affermato (solo sabato, ma se io ero in carcere da quasi due anni lo avrei urlato ai quattro venti) che Tania aveva addirittura tre o quattro passaporti. Peccato che l’ambasciata moldava ha certi�cato, e il documento è stato prodotto alla Corte già da quasi un mese, che sia Tania che Elena erano in possesso di un solo passaporto. La storia del passaporto russo, poi, è solo nella mente di Paolo e di chi vuole credergli. Basta fare un controllo. Io all’ambasciata moldava l’ho fatto e ho prodotto i certi�cati che mi hanno rilasciato. Avevano due anni di tempo per svolgere le loro investigazioni difensive. Ma poi vogliamo credere veramente che Tania avesse un passaporto russo? In Russia rilascino passaporti a cittadini stranieri così facilmente?

Tania non aveva avuto una �glia con un russo che le consentisse di acquistare la cittadinanza russa. E poi, anche fosse che aveva un passaporto russo, essendo arrivata in Italia nel 1999-2000, forse, quel fantomatico passaporto sarebbe già scaduto! Molti hanno detto, da quando hanno arrestato Paolo a oggi, che non ci sono prove ma solo indizi della sua colpevolezza. Sarà la Corte a decidere e non spetta a nessun altro. Certo è, però, che su quanto ci ha raccontato Paolo sabato in udienza non ci sono nemmeno indizi. So di essermi dilungato ma, anche per la madre di Tatiana - che sabato si è allontanata prestissimo arrabbiata e nauseata dall’in�nità di menzogne che Paolo raccontava - ritenevo doveroso fare queste precisazioni. Luigi Sini Avvocato di parte civile di Elena Nekifor, madre di Tatiana e Ala Questa la risposta degli avvocati Enrico Valentini e Mario Rosati: Caro Luigi, Abbiamo percepito nelle Tue parole un certo nervosismo ed un cambio di atteggiamento . Abbiamo notato infatti che anche Tu hai risposto alle vicende processuali tramite stampa cosa che �no ad oggi avevi rimproverato essere una prerogativa della difesa di Paolo Esposito. Sapevi pure che Ti avremmo risposto anche perché le accuse velatamente a noi rivolte di non aver fatto le indagini difensive erano sostanzialmente una

provocazione che sollecita una risposta. Se vuoi questo Ti accontentiamo poi però non venirci a rimproverare per atteggiamenti che non Ti piacciono. Infatti non abbiamo rilasciato a nessun organo di stampa interviste ne esternazioni su quanto ha detto Esposito e ciò che è apparso sui giornali è stato il frutto dell’audizione che gli stessi giornalisti hanno percepito, anche se a Te non piace. Per il fatto del presunto spionaggio da parte di Tatiana a Paolo non credi che sarebbe stato folle salvare i messaggi su di un CD nel quale si ammetteva una relazione con la cognata ? Poi un telefono può contenere centinaia di messaggi giornalieri ? Ci sembra proprio di vedere Esposito intento a bloccare i suoi dialoghi con Ala per andare a salvare questi sms per metterli in un dischetto che poteva essere usato contro di lui nel periodo pieno della lite! Poi perché risulta solo poche volte il numero di Ala ma sempre quello di Paolo ? Ti consigliamo caldamente di leggere quelle istruzioni sullo SpyPhone per veri�care come è proprio quel sistema che fa in modo che tutti i messaggi arrivino con il numero del telefono intercettato. La Sim portava il nome di Tatiana Ceoban quale reale utilizzatore – questo è innegabile - e indicare il Capitano Ciervo, Uf�ciale dei Carabinieri responsabile delle indagini ( che è bene spiegare ha detto che le foto dell’11.6 non erano di quel giorno e che non ha

saputo dare una spiegazione sul ritrovamento della cartellina gialla) quale chiari�catore della questione provoca quantomeno il sorriso da parte nostra. Inoltre che interesse avrebbe avuto Paolo ad intestarlo a Tatiana se non quello assurdo di farsi scoprire?! Ti stimiamo troppo come Avvocato per credere che Tu possa aver consegnato un supporto informatico af�datoti da una Tua assistita senza conoscerne il contenuto e stimiamo in egual misura la Procura per pensare che il 9 Giugno , pur avendo in mano il CD non ne abbia sentito l’esigenza di conoscere il suo contenuto. O ci sbagliamo? Quanto alle “favolette “, come le hai de�nite , raccontate dall’Esposito per infangare la memoria di Tatiana ci preme sottolineare due cose: • la prima che non ci siamo mai permessi di apostrofare con lo stesso aggettivo i racconti della Tua assistita (intendo la Nekifor) - e ne avremmo avuto motivo• la seconda che la memoria di qualcuno si infanga solo quando c’è la certezza che la stessa sia morta cosa che ci sembra non sia stata ancora provata . Un ultima annotazione va fatta sui rapporti con l’ambasciata Moldava . Ti sei mai chiesto il perché alla Nekifor gli organi consolari danno tutta la documentazione che necessita e noi non riusciamo nemmeno a sapere chi può venire in udienza per spiegare alcune cose?


4

cronaca

p

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 15 Marzo 2011

Anche i rappresentanti del Governo criticano duramente la manifestazione di Ronciglione

Corse a Vuoto, arriva la “botta” finale di LUCA APPIA

S

radici, non signi�ca che esse debbano essere portate avanti per sempre: i tempi sono cambiati e si è affermata una nuova coscienza di amore e rispetto per gli animali ed i loro diritti. Occorre - continua la Brambilla - un’attenta ricognizione dei vari palii e delle feste popolari che si svolgono nel nostro Paese e coinvolgono gli animali, per veri�care quali comportino maltrattamenti e arrechino danno all’immagine nazionale all’estero, con conseguenze negative anche per il nostro turismo e l’appeal del Made in Italy. Un danno di cui purtroppo non possiamo che prendere atto. Nel caso di Ronciglione, per esempio, il �lmato con l’incidente e l’agonia della cavalla, messo in rete, sta facendo il giro del mondo e, in tutto il suo orrore, ha l’effetto di una vera e propria requisitoria contro la barbarie di certi costumi”. Non si sono risparmiati di certo i due rappresentanti del Governo, le cui parole vanno ad unirsi alle tante lettere già pubblicate negli scorsi giorni. Apprezzamento per le parole della Brambilla e del sottosegretario Martini, è stato espresso anche dall’Ente nazionale protezione animali (Enpa), che ha aggiunto “auspi-

ul palio di Ronciglione le polemiche continuano senza sosta, mentre la città ha smesso di rispondere e controbattere. Dopo le associazioni e i privati cittadini, ora a dare la botta �nale alle Corse a Vuoto sono due rappresentanti del Governo: il sottosegretario alla Salute, On. Francesca Martini, e il Ministro del Turismo, Michela Brambilla. A questo punto il destino del palio di Ronciglione sembra essere de�nitivamente segnato. “Il palio di Ronciglione - ha sottolineato il sottosegretario Martini - è stato svolto contravvenendo a quelli che sono i requisiti minimi di sicurezza e a quanto disposto nell’ordinanza che ho emanato nel luglio 2009 allo scopo di tutelare l’incolumità pubblica e la salute e il benessere degli equidi. Il provvedimento non mira a cancellare i palii - precisa l’onorevole - e le tradizioni popolari, ma al contrario ne riconosce il valore culturale e storico rendendole compatibili con i parametri di rispetto degli animali e le leggi vigenti, in grado di quindi di garantire la sicurezza e l’incolumità degli animali e delle persone

coinvolte in queste manifestazioni. E’ mia ferma intenzione andare a fondo sulla vicenda Ronciglione, individuando le responsabilità al �ne di evitare che simili illegalità siano perpetrate ancora in futuro. A tale scopo domani si terrà un incontro presso il Ministero della Salute con l’Avvocatura dello Stato”. Parole dure da parte del sottosegretario, che già fanno presagire il destino che aspetta il Palio di Ronciglione: la chiusura. Siamo già convinti che al sentire certe parole, gli abitanti di Ronciglione salteranno sulle sedie gridando allo scandalo...ma è anche ora di capire che, tolti i residenti del paese e neanche tutti, la

L’ usurato non si arrende

La superficialità dell’Assessorato alla Cultura è allarmante

La Caponnetto si interessa di Gaetano Cici

N

on si arrende Gaetano Cici, l’imprenditore viterbese che ha denunciato più volte e a tutti i livelli - fino alla Presidenza della Repubblica - di essere una vittima dell’usura. L’ex mobiliere di Tuscania, prima al servizio di Romano Petretti e poi messosi in proprio, continua la sua battaglia per quella che chiama “la verità”. Cici è arrivato fino al centro del sistema di usura da lui denunciato: San Marino. Ha annunciato che ci tornerà a giovani per raccontare al capo della gendarmeria la propria versione dei fatti. Intanto dichiara grande soddisfazione per la pubblicazione sul sito dell’associazione contro le mafie Caponnetto di un articolo sul suo caso. “E’ importante questo gesto, perché significa che anche loro hanno dei segnali che confermano quanto da me denunciato e purtroppo poco ascoltato dalla Procura di Viterbo”. “Un caso complesso che riguarda un imprenditore di Viterbo e sul quale chiediamo alle Magistrature italiana e di San Marino di fare piena luce”, rimarcano dalla nota associazione, riproponendo parti di un articolo pubblicato su un giornale della piccola Repubblica: ‘San Marino World’. Per Gaetano Cici sono iarrivate anche buone notizie relative al suo accesso a speciali fondi per le vittime dell’usura. (rp)

maggior parte del mondo non vede di buon occhio una manifestazione dove, per godersi una giornata di festa, a rimetterci siano dei poveri animali. A rincarare la dose, poi, è il Ministro Brambilla, che nella trasmissione Domenica 5 ha sferzato un attacco diretto al sindaco Sangiorgi. “Cancellare per sempre i palii e le tradizioni popolari che comportano il maltrattamento di animali. L’episodio - ha spiegato il ministro - è l’ennesima dimostrazione della necessità di cancellare per sempre iniziative che comportino il maltrattamento degli animali. Il fatto che certe anacronistiche tradizioni abbiano antiche

“Crocefisso” il dipinto di Le Witt di ROBERTO POMI

C

ontinuano a con�ccare chiodi sul dipinto dell’artista internazione Sol Le Witt custodito sotto l’intonaco della chiesa degli Almadiani. Un’opera d’arte dal valore stimato intorno ai 200mila euro lasciata nella più totale incuria. Nello scorso ottobre l’esistenza di un così importante lavoro artistico è stata riportata all’attenzione dell’opinione pubblica dal festival Quartieri dell’Arte. Fu Giammaria Cervo a sottolineare l’emergenza culturale che Viterbo sta vivendo puntando il dito sotto l’intonaco degli Almadiani. In effetti il Comune di Viterbo prese la sciagurata decisione, negli anni Novanta, di ritinteggiare la chiesa, luogo di un’importante esposizione d’arte contemporanea di livello interna-

zionale. Molti artisti realizzarono opere di rilievo, donandole alla città, ma l’assessorato alla Cultura non capì minimamente la portata della cosa e preferì coprire tutto sotto una bella mano di bianco. Una bestemmia contro la cultura e un’azione grave contro l’interesse collettivo. Dalla denuncia di Cervo ha iniziato a muoversi qualcosa, �no all’interessamento della Soprintendenza per i Beni Culturali del Lazio. In questi mesi è stato effettuato uno studio, curato dal restauratore Emanuele Ioppolo, per valutare la recuperabilità del dipinto. Ioppolo ha espresso il suo parere positivo ma è ancora tutto bloccato. Durante l’ultimo �ne settimana all’interno degli Almadiani si è svolta una mostra sull’artigianato e proprio sull’intonaco che copre il dipinto, e quindi sull’affresco stes-

so, sono stati con�ccati dei chiodi per sorreggere un telo. Molti cittadini ci hanno fatto presente il fatto, mettendo in evidenza il proprio sdegno. Sarebbe il caso che l’assessorato alla Cultura si svegli dal letargo e intervenga con una copertura protettiva sull’opera. Si può fare con una spesa di cento euro.

ne del diritto di difesa con conseguente frustrazione della tutela giudiziaria del cittadino, che tale disegno favorisce i poteri forti e calpesta i diritti dei deboli e dei cittadini comuni, che la media-conciliazione obbligatoria limita il diritto del cittadino all’accesso alla giustizia con scelte inadeguate che impongono costi non giustificati anche per chi vuole accedere direttamente al giudizio”. L’organismo unitario dell’avvocatura punta il dito, soprattutto, contro il decreto Milleproroghe che impegna il Governo a far slittare la media conciliazione per tutte le materie in attesa di modifiche. Il consiglio del-

l’ordine degli avvocati di Viterbo rimane d’accordo sui contenuti dell’agitazione, e in un comunicato inviato ai legali del territorio, firmato dal presidente Luigi Sini, fa proprie le ragioni della protesta e invita a partecipare alla manifestazione organizzata per domani a Roma, dove l’ordine viterbese sarà rappresentato dall’avvocato Antonio Manganiello. Non hanno aderito alla protesta, invece, gli avvocati della Camera Penale. Il presidente Roberto Massatani ha dichiarato che loro non sono stati neanche coinvolti e avvertiti per tempo, ma che lascia comunque ai singoli iscritti la libertà di aderire o meno allo sciopero.

cando che, una volta per tutte, venga posta �ne a questa sequela inutile, rischiosa e completamente anti-culturale. Contro il drammatico esito del Palio di Ronciglione l’Enpa ha presentato denuncia per maltrattamento e uccisione di animali”. Oltre le parole, però, ci sono anche le denunce. Prima quelle delle associazioni animaliste e ora sta per arrivare anche quella del Codacons. L’associazione

dei consumatori ha scritto alla procura, chiedendo di individuare i responsabili della morte di Tiffany, per capire se ci siano i presupposti per agire legalmente contro di loro. Intanto sembra che la magistratura abbia già iniziato a muoversi, inviando i carabinieri dei Nas sul posto per i controlli. A quanto pare i militari avrebbero già rilevato alcune inadempienze nel percorso delle Corse a Vuoto.

Carabinieri

Tribunale

A Vignanello Aveva cocaina presi due minori Ma il fatto aspiranti ladri non è reato

P

resi i responsabili del tentato furto all’’istituto scolastico di Vignanello. A mettere la mani sui due malviventi sono stati i carabinieri della stazione locale, sotto la guida del maresciallo Bruscino. I militari dopo il tentato furto alla scuola, infatti, hanno iniziato una serie di indagini mirate a risalire ai responsabili. Entrambi gli apprendisti ladri sarebbero minori e di origine romena, residenti nella zona. Uno, inoltre, ha meno di 14 anni e non è quindi imputabile. I militari sono risaliti ai due ragazzi attraverso i rilievi eseguiti la sera del 24 febbraio sul luogo del misfatto, dove i responsabili avevano cercato senza riuscirci di accedere all’aula dove erano custoditi i computer, con l’intenzione verosimilmente di trafugarli, le dichiarazioni di alcuni testimoni e gli accertamenti tecnici richiesti a seguito dei riscontri ottenuti. Il fatto poi è stato anche ammesso dal più piccolo dei due, una volta convocato, accompagnato dai genitori, in caserma per confutare la versione dei fatti. Per loro l’accusa è di tentato furto aggravato in concorso. (la)

di EMANUELE FARAGLIA

E

’ andata bene ad M.C. un amministratore condominiale che il 18 febbraio scorso fu trovato in possesso di cinque grammi di cocaina nel proprio appartamento. La perquisizione era scattata in base alla denuncia fatta da una ragazza che disse di aver ricevuto proprio da lui dieci grammi di cocaina a Farnese. Subito dopo la donna si liberò dello stupefacente, ma i carabinieri decisero di vederci chiaro ed intrapresero delle indagini che portarono al ritrovamento del quantitativo di droga, oltre a 1900 euro ritrovati in una scatoletta. Ieri in tribunale gli avvocati difensori Marco Valerio Mazzatosta e Marco Russo sono riusciti a dimostrare che i soldi non erano frutto di attività illecita bensì relativi all’attività di amministratore e che i cinque grammi di sostanza stupefacente ritrovati servivano per uso personale. Dunque il giudice Centaro ha assolto l’imputato perché non c’era prova della cessione dei dieci grammi alla ragazza e perché il possesso di cinque grammi in casa non costituisce reato.

Dalle porsche al boss della ‘ndrangheta

Lele Mora finisce nei guai dopo la visita alla Città dei Papi Sei giorni di sciopero per gli avvocati viterbesi

D

al 16 al 22 marzo l’organismo unitario della giustizia (Oua) ha indetto un’astensione dalla udienze civili, penali, amministrative e tributarie e da ogni attività giudiziaria. Tutto questo per protestare contro “la obbligatorietà della media-conciliazione e la rottamazione della giustizia”. Alla protesta nazionale ha aderito anche l’ordine degli avvocati di Viterbo, fatta esclusione per la Camera Penale. Da domani fino al martedì successivo, quindi, rimane incerto lo svolgimento dei processi in sede penale. “E’ in atto un progetto legislativo - si legge in una nota dell’Oua - di sostanziale soppressio-

S

embra essere �nito nei guai Lele Mora dopo la sua visita a Viterbo. Il noto personaggio, infatti, la scorsa settimana si trovava nella Città dei Papi per accompagnare una sua amica, la prosperosa soubrette Francesca Cipriani, a scegliere una porsche in un concessionario di Viterbo. A pochi giorni dalla visita a Viterbo, però, arrivano i guai per lui e per Costantino Vitigliano, ex tronista e suo protetto. I due, infatti, sono stati accusati di aver avuto vari contatti con un boss della ‘ndrangheta Paolo Martino, arrestato ieri durante un blitz. Nei prossimi giorni, con tutta probabilità, i due saranno chiamati dai magistrati per spiegare il perchè di quelle chiamate.


Martedì 15 Marzo 2011

politica

Viterbo & Lazio Nord

p

5

Avanzata l’ipotesi di un decimo assessore. Chieste le dimissioni di Fracassini dalla Provincia per fare largo alla senatrice

Rimpasto, spunta il nodo Allegrini di ROBERTO POMI

F

umata nera a Palazzo dei Priori. Il gioco del rimpasto incontra un ennesimo rinvio. Tutto spostato a sabato. Sarà una settimana pesantissima, considerati i malumori che tormentano la pancia della sala d’Ercole. Ieri ennesima riunione tra “maggiorenti” per trovare una via d’uscita. Primo problema: Giovanni Arena. Non andrà all’Arpa Lazio ed è praticamente impossibile “castigare” ancora un Massimo Fattorini stanco di ricoprire il ruolo di agnello sacrificale. Soluzione? Giunta a dieci uomini. Ma i guai per Marini non finiscono qui. Sull’affare rimpasto si è messa di traverso la senatrice Laura Allegrini. L’onorevole ha chiesto le dimissioni di Antonio Fracassini da Palazzo Gentili, condizione che le permetterebbe, in qualità di prima dei non eletti in Provincia, di fare il suo ingresso nella maggioranza di Marcello Meroi. In cambio l’Allegrini sarebbe pronta a cessare la “guerriglia” messa in atto, grazie ai suoi fedelissimi, all’interno del Pdl nell’elaborazione delle liste per le prossime amministrative.

‘Il cumclave’ - di Luca Appia e Roberto Pomi Una proposta ingombrante e allo stesso tempo interessante, destinata con molte probabilità a passare liscia. Al momento però non si è trovato l’accordo. Rimanendo su Fracassini indiscrezioni lo vogliono alla guida dell’assessorato alle Partecipate. Assessorato piuttosto scomodo per diverse questioni spinose non risolte dall’attuale reggente Paolo Muroni, in primis il gravoso

affare ex Autoservice. Pare che invece ci sia sintonia sugli assessori in carica da defenestrare e sui nomi dei successori. Ubertini, su questo nessuno ha da ridire, andrà a prendere la poltrona lasciata libera da Marcello Meroi. Per Contardo si aspirerebbe a un assessorato di maggiore peso rispetto a quello prospettato in un primo momento: la Cultura. Resta comunque certa

Contenzioso Francigena-ex Autoservice Il Comune sta lavorando a una trattativa

T

ra Francigena-Comune e lavoratori ex Autoservice si sta cercando di trovare la quadra per un accordo. Il contenzioso aperto dai

Altolazio News srl Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO piggi@opinioneviterbo.it Redazione Centrale di Viterbo GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI Grafici MARIO RAMUNDO In attesa di registrazione ROC Editore Altolazio News srl Pres.te Manfredi Genova A.D. Ferdinando Guglielmotti Sede di Viterbo 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.341539 redazione@opinioneviterbo.it donn@opinioneviterbo.it Tipografia L’OPINIONE S.P.A.VIA DEL CORSO 117 ROMA

Centri Stampa edizioni teletrasmesse EDITORIAL M.P.A S.R.L. SENAGO (MI) POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRETA (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 21,30

lavoratori nei confronti della municipalizzata e del Comune stesso potrebbe chiudersi con un accordo tra le parti che bloccherebbe una causa che per la municipalizzata e il socio unico, Palazzo dei Priori, potrebbe trasformarsi in un vero e proprio salasso. I lavoratori hanno nel cassetto un decreto ingiuntivo che, in mancanza di accordo, potrebbe autorizzarli entro �ne giugno a un maxipignoramento di circa 300mila euro. Una mina per le casse comunali che di certo non navigano nell’oro. Senza contare i soldi che Francigena e Comune

hanno già dovuto sborsare per le spese legali �n qui sostenute. La bozza di accordo, stando a quanto trapelato, sta per arrivare nell’apposita commissione partecipate presieduta da Antonio Fracassini. E’ interesse di ambo le parti trovare una via d’uscita equa senza arrivare a uno scontro frontale che potrebbe avere ripercussioni veramente gravi per la parte perdente. Il contenuto dell’accordo, elaborato da Francigena e Comune, è al momento top secret. Tra non molto però la questione diventerà di dominio pubblico.

la messa fuorigioco di Vito Maria Guerriero. Il tecnico, chiamato per sostituire il dimissionario Fabrizio Purchiaroni, ha finito il suo tempo politico. Parola fine in vista anche sull’esperienza di Giovanni Bartoletti. Con lui fuori giunta anche l’ultimo pezzo di ‘Viterbo Vola’ scompare dallo scenario politico di Palazzo dei Priori. Al suo posto l’ex compagno di squadra Umberto Fusco. A lui pare toccherà in sorte il Termalismo. Fattorini cerca un assessorato pesante ma non c’è unità d’intenti sulla sua prossima collocazione. Unico dato al momento certo è che, dopo tanta attesa, potrà fregiarsi del titolo e del ruolo di assessore. Paolo Muroni pare destinato ai Lavori Pubblici con conseguen-

te spostamento di Giovanni Arena. La partita però non è ancora chiusa e veramente tutto può succedere. La giornata di ieri era stata data come l’epilogo di tutta l’annosa questione e invece non c’è stata sintonia tra i “cardinali” del Pdl. Adesso c’è tempo una settimana per ragionare sulle proposte avanzate e sulle opportunità da mettere in campo per i diversi schieramenti. Da sottolineare che se Laura Allegrini riuscisse nella manovra di ingresso in via Saffi si andrebbero a mutare gli equilibri e le dinamiche politiche anche in casa Meroi. La tensione è ancora alta e il rimpasto appare sempre più indigesto, soprattutto per i cittadini che vorrebbero un Comune dinamico.

“Disastro Cev, chi pagherà” Ricci “bacchetta” la maggioranza

I

democrat, per bocca di Alvaro Ricci, tirano fuori dall’armadio di Giulio Marini un bello schelotro. “Che �ne ha fatto l’azione di responsabilità che il sindaco doveva intraprendere nei confronti di chi ha contribuito al depauperamento della società CEV , provocando danni erariali, che per ora sono stati quanti�cati, con sentenza della Corte dei Conti in circa 3 milioni di euro?”, è la domanda del consigliere comunale di opposizione. “Il Servizio Ispettivo del Ministero dell’Economia e delle �nanze continua Ricci - con una nota inviata al Comune il 19 gennaio ultimo scorso unitamente alla conferma di un giudizio fortemente negativo, già manifestato nel referto ispettivo, circa i ri�essi �nanziari delle operazioni di esternalizzazione operate nel corso del decennio appena trascorso. determinando pesanti oneri per le casse comunali ed altri se ne prevedono (vedi, ad esempio, accertamento dell’Agenzia delle entrate). Il Ministero delle Finanze torna quindi alla carica cercando di suonare la sveglia al Comune.

Il progetto è importante. Sarebbe bene “battere” cassa a Scurria

E quest’ultimo cosa fa? Come al solito perde tempo, saltando da un parere legale all’altro, spendendo per questo diverse decine di migliaia di euro con il chiaro intento di prendere tempo, sperando nella Divina Provvidenza o forse nella più laica prescrizione dei reati. Credo possa essere utile a tutti una brevissima cronistoria dei fatti. Nel 2009 viene af�dato incarico ad un legale, per valutare se sussistono i presupposti per l’avvio dell’azione di responsabilità nei confronti degli organi di amministrazione e di controllo del CEV. L’avvocato rimette il primo parere nel mese di ottobre 2009 con le seguenti conclusioni: la documentazione fornita dal comune è parziale, ma comunque potenzialmente idonea a sostenere l’azione di responsabilità nei confronti degli amministratori del CEV. Per proseguire nell’azione di responsabilità occorre: a) documentare e provare i fatti che debbono essere addebitati agli amministratori, con riferimento a speci�che contestazioni; b) valutare con attenzione la posizione del Comune, con riferi-

mento agli obblighi connessi al così detto controllo analogo; c) valutare gli atti e i provvedimenti assunti dal Comune, al �ne di escludere eventuali ingerenze dell’organo politico nelle scelte degli amministratori del CEV. Il professionista in fondo alla sua relazione ricorda che essendo il Comune socio unico del CEV non può che portare alla conclusione che sia proprio lo stesso Comune a esercitare direzione e coordinamento sulla società. Ma la giunta ovviamente da questo orecchio non ci sente e si guarda bene dal rispondere ai quesiti posti dall’avvocato e di porre il tema delle eventuali responsabilità a carico del Comune. Lo stesso legale, con successiva relazione del febbraio del 2010, non poteva far altro che concludere affermando che sussistono i presupposti per l’avvio dell’azione di responsabilità nei confronti degli amministratori del CEV s.p.a. La Giunta Comunale con deliberazione del 25 giugno 2010 decideva di esercitare l’azione di responsabilità ma soltanto nei confronti degli amministratori. [...] Alla �ne chi pagherà?”.

per la Tuscia. E’ lui l’uomo su cui puntare per fare arrivare nella città dei Papi denaro frusciante necessario per dare vita e sostanza al progetto di ricerca su Ales-

sandro IV. Scurria non può rifiutarsi di spendersi in prima persona, anche per lui sarebbe tradimento della viterbesità. Sotto col ciuffo. (Ro. Po.)

Alessandro IV, parte l’avventura U

n primo miracolo Alessandro IV lo ha già fatto. La ricerca della sua sepoltura ha attivato gli interessi per l’apertura di un progetto scientifico-archeologico di portata internazionale. Ossigeno per una città come Viterbo, rintorcinata nelle sue “budella” forse proprio dalla scomparsa del pontefice a oggi. Se pensiamo che l’ultimo edificio di pregio è Palazzo Papale, fatto edificare appunto da Alessandro IV, la nostra affermazione non è, a ben pensare, del tutto fuori luogo. La notizia da dare oggi è la mostra su Papa Alessandro IV e sul progetto di ricerca

connesso. Apre i battenti lunedì prossimo, 21 marzo. A presentare il tutto il team composto da Alberto Pichardo Gallardo - responsabile del progetto -, Elisabetta De Minicis - docente di Archeologia Medioevale in forza all’Unitus - e Luciano Osbat - docente Unitus e responsabile del Centro Diocesano di documentazione. Ieri è stata indetta un’apposita conferenza stampa all’interno di Palazzo dei Priori. Altra notizia è che all’inaugurazione sarà presente il vescovo di Viterbo Lino Fumagalli, la sua prima partecipazione a un evento pubblico non religioso. L’idea del progetto è definita, nitida, ora

occorrono i soldi. Impossibile per Comune e Provincia non investire sul progetto, sarebbe un tradimento della viterbesità. Stesso discorso per le banche territoriali: hanno un’occasione d’oro per dimostrare la propria territorialità ed entrare nella storia. Sapranno rendersene conto i membri dei cda? C’è però un’altra porta a cui questo progetto deve bussare: Bruxelles. Non dobbiamo dimenticare che Marco Scurria è capogruppo del PPE in Commissione Cultura al Parlamento Europeo. I viterbesi lo hanno votato in massa e l’eurodeputato ha dimostrato, fino a oggi, grande presenza e interesse


politica

p

6

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 15 Marzo 2011

Elezioni comunali a Vasanello tra ‘pedinamenti’, ‘carrambate’, ‘assedi’ e ‘barbe finte’

Chi ha paura dell’ ‘Alternativa’ ? di DANIELE CAMILLI

aci, il nemico t’ascolta! Soprattutto in tempo d’elezioni. In particolar modo quelle comunali, quando gli animi sono più accessi. E perdere o vincere non è solo questione politica, ma anche chiacchiera e sberleffo da bar. Roba che può durare tutta una vita. “Te lo ricordi tizio? Alle elezioni del 1972 prese solo 50 voti!”…e giù risate con tanto d’indimenticabili e longeve prese per il c… Quindi, meglio attivare le dovute precauzioni e cercare di capire nomi, cognomi, parentele e reti familiari dei possibili candidati. Prima che sia troppo tardi. Prima che l’urna riservi l’amara sorpresa. Meglio pertanto indagare, soprattutto se in ballo c’è una lista “anomala” di baldi giovani al di fuori di ogni classico schema elettorale. Che forse non vince – e chi può dirlo? – ma magari tira via quei 500 voti che fanno invece perdere qualcun altro in odor di giunta. È il caso di Vasanello, piccolo comune a sud est della provincia viterbese. Poche ma agguerrite anime. E alcune di esse pare che si daranno pace solo dopo il 16 maggio. Solo ad urne chiuse. A destare inconsuete curiosità elettorali è la neonata “Lista Civica Alternativa per Vasanello” della candidata a Sindaco Dominga Martines. Quest’ultima è anche avvocato. Tant’è

che a Vasanello, dove ha uno studio legale, ci lavora pure. Sembra però che ogni venerdì – giorno in cui riceve i suoi clienti – il palazzo dove ha sede l’uf�cio venga quasi immancabilmente circondato da “barbe �nte” intente ad un vero e proprio lavoro di “intelligence” fatto di “appostamenti”, “pedinamenti” e avventurose “incursioni”. Saranno i troppi �lm visti sulla Berlino degli anni ’60 o la Belfast dei ’70 oppure il nome esotico della candidata che la potrebbe ricondurre a congiure cubane d’altri tempi, fatto sta che in paese si narra di ore d’attesa in macchina per passare “al setaccio” tutti coloro che varcano il portone dello studio. Ormai – e qui s�oriamo la leggenda – senza più badare se si tratti di clienti, papabili al soglio consiliare o semplici condomini dello stabile con tanto di spesa in mano e cane al guinzaglio. Si vocifera altresì di approcci con il parroco del paese nel tentativo di carpirgli “i segreti” della Lista. “E quali saranno mai?” Qualcuno si chiede. Forse quelli della confessione domenicale? Si parla in�ne di “agenti in borghese” alla ricerca di informazioni e febbrili tentativi di dissuasione con tanto di “carrambate” nelle famiglie di chi viene individuato come possibile candidato. “Ciò che ci preoccupa è lavorare con entusiasmo, impegno e serietà – ci dicono dalla Lista Civica, inter-

Giulio Marini

Papa Alessandro IV

T

‘SOS rinnovabili’ Il Pd lancia l’allarme “

Vignetta di Paolo Pero pellati sull’argomento – se in futuro dovessimo accorgerci che qualcuno c’aspetta al freddo e al gelo lo inviteremmo sicuramente a salire. Una tazza di latte non si nega a nessuno. Noi la politica la facciamo in piazza. E in modo trasparente”. Chi ha paura dunque della “Alternativa”? Non è che tante volte l’elefante teme il topolino?

‘Agricoltura’ S

’è svolto ieri a Palazzo Gentili il convegno “La ricerca scientifica per l’agricoltura nella provincia di Viterbo”. L’iniziativa si inserisce nel quadro delle attività istituzionali dell’associazione che promuove idee e progetti per la modernizzazione e la competitività del sistema economico e sociale nella Tuscia e nel Lazio, in particolare nel settore della pubblica amministrazione locale, delle nuove tecnologie, dei servizi e dell’impresa in genere, dello sviluppo culturale e territoriale. Hanno partecipato all’iniziativa presentata da Goffredo Sottile, Presidente d’onore del Centro Studi Espansione Antica Tuscia, il Presidente Meroi, il Prefetto Scolamiero, il Presidente della Camera di Commercio Palombella, il rettore dell’Università della Tuscia Mancini, la senatrice Allegrini, il Sindaco Marini, l’assessore regionale Birindelli, il consigliere regionale Battistoni e il vice presidente del Parlamento Europeo Angelilli.

SOS rinnovabili”. A lanciare l’allarme sono il Pd e l’associazione degli Ecologisti Democratici che hanno dato vita ad un percorso di iniziative e mobilitazioni chiedendo la modifica del decreto legislativo del Governo sull’uso delle fonti energetiche alternative al nucleare. Una battaglia che coinvolgerà anche la Tuscia, come hanno dichiarato ieri durante la conferenza stampa svoltasi in Via Cardarelli, Ugo Sposetti, Andrea Egidi e Giulia Arcangeli. Preoccupazioni condivise pure dalle associazioni di settore (tra cui Anev, Aper, Assosolare ecc.) e da moltissime imprese. Basti pensare che nelle ore immediatamente precedenti l’approvazione del decreto (3 marzo), il Governo ha ricevuto 14mila mail di protesta. Il decreto del ministro Romani secondo il Partito Democratico taglia gli incentivi e allontana l’Italia dal resto d’Europa. Pronta anche una mozione parlamentare che verrà presentata alla Camera domani. Sarebbero due i punti critici del provvedimento governativo. Fotovoltaico: “viene meno il ‘terzo conto energia’ – spiega il segretario provinciale Andrea Egidi – cioè l’idea che l’impianto preveda un premio per vent’anni”. Eolico: “si assiste all’azzeramento dei certificati verdi a partire dal 2013”. A questi si aggiungerebbe poi “l’incertezza sul fotovoltaico in materia di agricoltura”. “Quando discutiamo di fotovoltaico – sottolinea Egidi – parliamo di centinaia di imprese, 15mila posti di lavoro e un indotto che ne conta più di 100mila, un volume di affari che oscilla tra i 6 e gli 8 miliardi di euro e investimenti previsti di circa 3,5 miliardi. Va inoltre considerato l’impatto sulla riduzione di CO2: ogni anno, 740mila tonnellate in meno ogni gigawatt prodotto. In sintesi, un settore caratterizzato da fortissima innovazione tecnologica e l’unico a crescere in questa difficile fase di crisi economica”. A denunciare “una totale mancanza di strategia in

materia” da parte del Governo è invece il deputato Sposetti. “Nel 2008 il centrodestra riscopre il nucleare e procede per strappi. Da una parte il Governo è favorevole, ma nessuna Regione, nemmeno quelle amministrate dal centrodestra si dichiara disponibile a ricevere impianti. Al tempo stesso, procede con incentivi per le energie alternative, dando certezze fino al 2013. Le imprese sono andate avanti con gli investimenti, ma venti giorni fa gli incentivi sono stati bloccati. Così, all’improvviso e senza considerare che si tratta di imprese che non se lo possono permettere”. Nel frattempo ci si è messa pure la catastrofe giapponese. “Chi ha installato un pannello sul tetto o in un terreno, sapeva su quali incentivi poteva contare – ha aggiunto Giulia Arcangeli – adesso le cifre sono state rimesse in discussione. Fermo restando che il territorio va tutelato e quindi per il fotovoltaico ad esempio serve una normativa chiara e precisa, non è questa la strada giusta”. Due le strategie di lotta che i democratici metteranno in campo. “Da una parte – fa sapere Egidi – l’iniziativa parlamentare e la mobilitazione popolare. Dall’altra, la richiesta di costituire un tavolo di concertazione con tutti gli operatori per arrivare al più presto a definire un sistema di incentivi”. (Dan.Ca.)

Cimitero Viterbo, Insogna: “Farà guadagnare solo il privato” “ Il Comune ha risparmiato 130.000 euro in virtù di un ribasso d’asta del 81%. Davvero un bel colpo, ma non viene fatto alcun cenno sulle entrate che detti servizi portavano, portano e potrebbero portare nelle casse comunali se gestiti direttamente o tramite società partecipate, dal momento che la legge non obbliga i comuni a concederli in gestione ai privati”. Ad intervenire sulla privatizzazione dei servizi cimiteriali viterbesi è il consigliere comunale Sergio Insogna (nella foto). E lo fa con una lettera, a partire dalle dichiarazioni rilasciate al nostro giornale dal Sindaco Giulio Marini. “Ritengo che sia stata una sua scelta amministrativa e politica ben precisa, concedere (forse sarebbe meglio dire regalare!) ad un soggetto privato un notevole guadagno nel

settore dei servizi cimiteriali. Non mi sembra una scelta oculata, lungimirante e di tutela degli interessi economici della Città, che per risparmiare 130.000 euro di canone si rinuncia a centinaia di migliaia di euro di entrate sicure e che avrebbero fatto cassa per il Comune”. “Le cose sono due – spiega Insogna – o i servizi saranno molto scadenti, poiché adeguati al canone corrisposto dal Comune in base al ribasso, oppure il ribasso fa presupporre che forti guadagni siano realizzabili nel pacchetto confezionato dai nostri attenti amministratori, tali da compensare, motivare e giusti�care il ribasso stesso. La ditta vincitrice, che lei de�nisce solida e quali�cata, capace e competente del settore, sicuramente non è animata da propositi di mecenatismo economico od au-

tolesionismo aziendale. Proprio perché è competente del settore, certamente è una ditta che opera ed investe (come è giusto che sia) con il �ne di realizzare un utile. Per cui se ha ritenuto opportuno rinunciare a 130.000 euro sicuri per ottenere l’appalto, sicuramente è a conoscenza che le entrate saranno di gran lunga superiore a quanto rinuncia”. (Dan.Ca.)


Martedì 15 Marzo 2011

Viterbo & Lazio Nord

attualità

p

7

La gente è ancora con lui. Per la comunità religiosa è stato rimosso ingiustamente dalla carica di Vescovo

L’abbraccio di Bolsena a padre Giovanni Scanavino di FULVIO MEDICI

Padre Giovanni ha fatto quello che ogni vescovo dovrebbe sempre fare: ha amato la gente. Girava per le strade. Parlava con tutti. Ascoltava i problemi di tutti. Entrava nelle case. E forse ha rotto uno status quo. Padre Giovanni è stato come una ventata d’aria fresca a cui probabilmente non tutti, anche a Roma, erano preparati. Qual è il suo principale difetto? L’eccesso di bontà”. E’ questo il pensiero di uno dei fedeli, Susanna Tamaro, la quale abita nella diocesi dia Orvieto-Todi il cui vescovo, il piemontese monsignor Giovanni Scanavino, sabato 5 marzo è stato dimesso dal Vaticano e riconsegnato ai suoi abiti di monaco agostiniano. Ma alle dimissioni arrivate da Roma il popolo ha reagito, schierandosi con forza inaspettata in difesa del suo vescovo, pronto a scendere per le strade e a disertare la prima messa della domenica celebrata nel duomo di Orvieto. Senza padre Giovanni all’altare, si dice ci fossero soltanto venti fedeli, mentre solitamente, lo stesso è gremito in tutte le sue tre grandi navate. Due domeniche fa il duomo era stracolmo. Il venerdì tutta la città ha organizzato una �accolata alla quale hanno partecipato anche i fedeli di Bolsena, tra i quali il sindaco Dottarelli. Il vescovo ha accolto i fedeli sul sagrato del duomo senza commentare. Il giorno successivo si è presentato alla folla vestito da frate, il suo nuovo abito. Ha detto: “Adesso basta. Non protestate più. Sant’Agostino a un certo punto della sua vita, atterrito dai suoi peccati e dalla sua miseria, voleva lasciare il proprio incarico di vescovo e ritirarsi in solitudine. Obbedì alla chiesa e rimase al proprio posto. A me viene chiesto l’opposto. Vorrei restare ma mi chiedono di ritirarmi. Non voglio essere da meno di Agostino. Voglio obbedire”. Dif�cile dire se i fedeli ascolteranno il suo “deponete le armi”. Il sindaco di Orvieto,

Toni Concina, ex manager eletto da una lista civica sorretta dal centrodestra, dice che “a fatica sta cercando di convincere la gente a non scendere a Orvieto Scalo”. Per fare cosa? “Per occupare l’Autostrada del Sole �nché il Papa e il Vaticano non tornino sulla decisione presa.” “La quaresima è un tempo di ripensamento, di rinnovamento interiore: oggi viene da noi vissuta nella nostra diocesi anche come tempo di punizione”, è l’assessore Basili di Bolsena ad esprimere con sincero rammarico le sue perplessità con una decisione che ancora una volta, anche dalla Chiesa, viene presa dall’alto. Una decisione a detta di molti che ha solo tenuto conto di pettegolezzi e dicerie. Padre Giovanni, domenica ha voluto incontrare i fedeli di Bolsena, che hanno manifestato, oltre la loro solidarietà nei confronti dell’amato Vescovo anche la ferma convinzione che di certo non accetteranno senza se e senza ma, la decisione del Vaticano e sono pronti a una serie di

Il vescovo rimosso Scanavino iniziative che inducano lo stesso a tornare sulle decisioni prese. Tutto ha avuto inizio, come ha anche affermato lo stesso monsignore, quando decide di aiutare un diacono il cui passato era caratterizzato da alcuni gravi accadimenti. A Collevalenza, c’è un santuario dove una suora, madre

Speranza, ha fondato una comunità che lavora per recuperare e guarire preti con problemi psichici di vario tipo. Sulla porta d’ingresso il suo benvenuto: “Il peccatore, �glie mie, diminuito il violento impeto della passione e ritornato alla ragione, sentirà il rimorso, primo testimone della verità”. Dice Scanavino: “Un

giorno decido, dopo diversi colloqui con psicologi competenti, di inserire nella vita della diocesi un sacerdote che era stato da madre Speranza per quattro anni e che precedentemente era stato anche rinchiuso in carcere. Lo faccio con tutte le accortezze del caso. Lo metto in una piccola comunità di preti. Intimo loro di stare attenti, di sorvegliarlo e di valutare se effettivamente sia recuperato. Per un anno si comporta bene. Credevo di avercela fatta. Finché un vescovo emerito di una diocesi vicina non ha saputo che avevo reintegrato questo prete”. Iniziano così le varie pressioni e i vari provvedimenti che a distanza di poco tempo dalla programmata data dell’ordinanza a sacerdote dell’8 dicembre, fanno giungere, una comunicazione del Vaticano. La stessa diceva che Luca Seidita, questo è il nome del giovane diacono, era stato ridotto allo stato laicale. Luca non regge al ri�uto e il 20 novembre si suicida gettandosi dalla rupe dietro la chiesa di San Giovenale

Evviva la squadra di Crisalide Onlus Una realtà al servizio del Pilastro I

di ROBERTO POMI

Il gruppo di Crisalide Onlus

Il gruppo di Crisalide Onlus

nformatica, sport, recupero pomeridiano e sostegno per i compiti a casa, questo il patrimonio messo a disposizione di chi ne ha bisogno dall’associazione Crisalide Onlus. In combine con l’associazione Arcobaleno, il Volley Viterbo e con il sostegno di tutta una serie di realtà tra cui l’Avis di Vitorchiano, la Onlus Crisalide sta attivamente gestendo uno spazio per ragazzi all’interno dell’Istituto Comprensivo ‘De Amicis’ nel plesso Alessandro Volta. Una “macchina” umana fatta di passione ed entusiasmo, a trazione prevalentemente femminile. L’idea nasce nel Natale di due anni fa, tutto sarebbe dovuto iniziare il primo settembre del 2010 ma le classiche pastoie burocratiche hanno fatto slit-

ad Orvieto. Da questo momento in poi il “Vescovo della gente”, viene additato come il difensore dei preti indegni, �no alla richiesta delle sue dimissioni. Non sappiamo se la bontà estrema del Vescovo possa avergli fatto commettere delle leggerezze, ma sappiamo che solo di estrema bontà, possiamo parlare, solo ingiustizie, riusciamo a de�nire i provvedimenti del Vaticano e solo di eccessivo e inopportuno modus operandi, molto lontano dai quei doverosi eopportuni provvedimenti che in casi di dimostrata pedo�lia, lo stesso Vaticano, anche ai tempi di Papa Giovanni Paolo II ha colpevolmente, tardato a mettere in atto. Di Padre Giovanni intanto apprezziamo nuovamente l’uomo, il Vescovo e soprattutto il Pastore, rivolgendosi alla sua gente ha parlato dei progetti che aveva per la sua diocesi e ha detto: “fate voi”. La sua ultima lettera s’intitola così: “Si può ricominciare. Nulla è impossibile a Dio”. tare tutto �no a sabato scorso, giorno dell’inaugurazione.mI locali, veramente fatiscenti, sono stati risistemati e tirati a lucido, dai volontari dell’associazione, durante le vacanze di Natale. Si tratta di un grande e importante servizio per il quartiere del Pilastro. Nelle prossime settimane, grazie alla mediazione di Sante Fabbri del Calcio Tuscia saranno organizzate delle trasferte, per assistere alle partite di calcio della Lazio, all’Olimpico. Tutto questo per permettere ai ragazzi che frequentano lo spazio di Crisalide di vivere belle esperienze. L’iniziativa è importante per la stessa scuola che vede l’intervento della Onlus come un’azione importante di riquali�cazione di cui possono bene�ciare tutti i ragazzi. All’incontro di sabato è intervenuto anche il primario di Pediatria Massimo Palumbo.


provincia

p

8

VETRALLA

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 15 Marzo 2011

ORIOLO ROMANO

Prosegue l’abbandono di rifiuti fuori dall’Eco Centro Caropreso: “Nessuna polemica” R N di DANIELE CAMILLI

on c’è pace all’Eco Centro de la Botte. E ogni �ne settimana che si rispetti ecco arrivare frigoriferi, pneumatici, televisori e quant’altro. Lasciati negli appositi contenitori durante gli orari di apertura della struttura destinata a smaltirli? Nient’affatto. C’è sempre qualcuno che non lo capisce e appro�ttando della notte li lascia abbandonati all’esterno. Una situazione che va avanti da mesi senza che nessuno possa farci niente se non presidiando il territorio 24 ore su

24. Questo week-end – le foto che pubblichiamo risalgono a domenica – abbiamo trovato un frigorifero, una tv, gomme per automobili e qualche altra cianfrusaglia. La cosa è stata segnalata più volte all’amministrazione comunale. Diversi gli articoli usciti sull’argomento. Altrettanti gli appelli delle associazioni presenti sul territorio. Così come le proteste degli operatori che ogni lunedì – se va bene – sono costretti a raccattare quanto lasciato negli spazi esterni e al di fuori delle regole. Come probabilmente il fatto di andarli a prenderli, trascinandoli a fatica dentro

l’Eco Centro, non dovrebbe rientrare nelle competenze degli operai che vi lavorano.

iceviamo e pubblichiamo una nota del circolo de ‘La Destra’ di Oriolo Romano nella quale Gabriele Caropreso(nella foto), segretario locale del partito, chierisce alcuni punti di un articolo a data 10 marzo. “Tengo a precisare che l’interpretazione in merito alle mie dichiarazioni nei confronti del Comitato provinciale del Pdl nella persona del coordinatore Giulio Marini, non voleva essere nella maniera più assoluta di natura polemica, ma bensì costruttiva ed eventualmente di chiarimento sulle deleghe del Pdl di

Oriolo Romano, in maniera tale da continuare un percorso che veda il centrodestra provinciale e Oriolese protagonista e vincente nel prossimo avvenire”.

talento, ed ora è proprio quel nuovo talento che partirà a ritroso, sugli stessi passi che Ludmilla ha compiuto otto anni fa, �no in Cina. Un talento che si distingue proprio nell’aver saputo unire due tradizioni artistiche, due culture, quella dell’oriente e dell’occidente, così diverse l’una dall’altra. Un talento che nasce dal desiderio di ritrarre le bellezza del mondo così comè, con colori vivissimi, anche nella loro sobrietà. Si perché nei quadri di Ludmilla prevalgono i toni scuri, a volte anche il nero più intenso, toni scuri che pure riescono a trasmettere una piena sensazione di luce. “Amo i pittori

�amminghi” ci con�da l’artista e nei paesaggi ritratti dai suoi pennelli è chiaro l’amore per la scuola quattrocentesca, per Van Dyck e Van EycK. La partecipazione all’esposizione di Pechino non rappresenta certmanete un punto di arrivo. Grande riconoscimento, è per Ludmilla un punto di partenza che sicuramente la giovane, madre di una bimba di 10 anni con la quale ha intrapreso il lungo viaggio �no in Italia ed ha deciso di iniziare il duro cammino di vita in un paese nuovo, completamente diverso dal suo, saprà sfruttare al meglio con la forza, il coraggio e la determinazione che la contraddistingue.

TUSCANIA

Ludmilla Filippova pittrice nativa del Kyrgyzstan, tuscanese d’adozione, espone a Pechino

Dall’oriente all’Italia, il destino di un artista di VALERIA SEBASTIANI

L

udmilla Filippova(nella foto) è nata in Kyrgyzstan 32 anni fa. Paese dell’ex Unione Sovietica, oggi repubblica indipendente. Paese dell’Asia Centrale. Un crogiuolo di culture che si possono indovinare nei tratti somatici particolarissimi della giovane pittrice così come nella sua arte. Artista a tutto tondo, Ludmilla inizia giovanissima ad avvicinarsi alla musica, la sua prima passione. Segue corsi e scuole musicali �no a diplomarsi al conservatorio. Studia arte e si appassiona da subito a quella italiana. Ed è proprio in Italia che Ludmilla viene in visita terminato il conservatorio, innamorandosi subito del Bel Paese tanto da decidere di ritornarvi l’anno dopo e di rimanervi, a Tuscania. E’ qui, in Italia, nella piccola cittadina altolaziale che la giovane donna inizia a frequantare una scuola di

pittura, quella dell’associazione culturale Next, per perfezionare il suo stile pittorico. Nasce un nuovo talento. Il tratto inconfondibile di Ludmilla si fa subito notare nelle tante mostre collettive e personali a cui la giovane

VALENTANO

partecipa sia con la Next che con l’associazione Fiori di Tufo che con la Real Dreams, per la quale ha esposto alla manifestazione Emozioni Visive. Dopo il successo di pubblico riscontrato nelle diverse mostre, Ludmilla decide

di creare un proprio sito internet www.�lippova.net“perchè i quadri -ci spiega-così come ogni altra arte nascono per essere condivisi e mostrati agli altri, altrimenti non hanno senso”. Proprio grazie al web l’arte di Ludmilla viene notata da Rosanna Cotugno, curatrice dell’esposizione della Federazione Italiana Artisti alla 14^ edizione del ‘Beijing International Art Exposition 2011’ che si terrà a Pechino nell’elegante complesso del World Trade Center dal 18 al 22 agosto. Un sogno che si realizza. Un quadro di Ludmilla prenderà parte all’esposizione. Un opera (nella foto a sin.)scelta dalla stessa pittrice che ha trovato il consenso degli organizzatori della manifestazione. Uno strano scherzo del destino. La giovane è partita otto anni fa dal suo paese natio, nel cuore dell’Asia, al con�ne proprio con la Cina per arrivare in Italia. E’ partita da pianista, ha scoperto a Tuscania di avere anche un altro

CAPODIMONTE

Rinviato il consiglio comunale di oggi A S. Antonio sono ancora tutti al buio ‘ C Rinviato a data da destinarsi’ il destino dell’amministrazione di Raffaella Saraconi. Il coinsiglio comunale richiesto dal vicesindaco dimissionario Antonio Lombardi e �ssato per oggi è saltato. Rinviato dall’ammistrazione. La maggioranza non ha più i numeri per amministrare, lo hanno sancito Tar e Consiglio di Stato con due sentenze ciascuno, nelle quali ribadivano l’illeggittimità delle deliberazioni a maggioranza semplice che hanno invece interessato sia l’approvazione del PRG che del bilancio. Proprio i pareri sfavorevoli delle magistrature avevano spinto lo scorso mese Lombardi a consegnare le deleghe e rinunciare alla carica di vicesindaco. Lo stesso si era dichiarato

disposto a rimenere in maggioranza se il sindaco avesse convocato un consiglio, su sua richiesta, entro i 20 giorni previsti dalla legge per approvare nuovamente, questa volta con la maggioranza assoluta, quindi con l’appoggio necessario dell’opposizione, sia PRG che bilancio. Riportando l’amministrazione nella legalità. Ieri l’ennesimo colpo di scena che potrebbe avere conseguenza anche peggiori di quelle che avrebbero potuto avverarsi nella seduta rinviata. A più voci si sosteneva che nel consiglio di oggi sarebbe accaduto l’inevitabile: la caduta dell’amministrazione. Ad un mese di distanza dall’inizio della campagna elettorale il futuro della cittadina è più che mai incerto.(Vale. Seb.)

ontinua la protesta dei residenti in località S.Antonio che dal 2004, tranne per un brevissimo periodo, vivono senza pubblica illuminazione. Quello di S. Antonio è l’ennesimo quartiere che paga le conseguenze della lottizzazione privata e che conta esempi in molte cittadine della provincia. “Siamo ancora al buio-spiega un residente della zona-, nonostante le raccolte �rme presentate in Comune; e-mail inviate al Sindaco; promesse ricevute in campagna elettorale; il pericolo oggettivo della situazione; l’impegno di un solo assessore che si e’ sempre dimostrato disponibile ad aiutarci, ma che da una settimana pare non possa far piu’ nulla perche’ si parla di bollette non pagate all’Enel. Quanto deve durare ancora

questa lottizzazione privata,domanda lo stesso- af�nche’ si possano vedere ultimate le obbligatorie opere di urbanizzazione, tali da consentire di essere presi in carico dal Comune stesso? Perche’ vista la cosi’ dif�coltosa risoluzione della vicenda tra lottizzanti e Amministrazione, non si procede con un parziale collaudo ( gia’ adottato in altri comuni d’Italia ) almeno dell’ef�centissimo impianto di illuminazione presente ancor prima del 2004 e magari si proceda ad urbanizzare e collaudare in seguiti strade piene di buche e tombini fuori livello stradale?” Il volenteroso residente si è messo in contatto con un comune in provincia di Perugia, decisamente molto all’avanguardia, che gli ha inviato una delibera con la quale impone a norma di legge ai responsabili di una lottizzazione privata, precise

scadenze e relativi provvedimenti disciplinari nei confronti di coloro che non ultimano le opere di urbanizzazione. Delibera messa a diposizione dell’amministrazione di Capodimonte “.. solo magari per prendere spunto.-chiarisce il residente che facendosi portavoce di quanti condividono la sua stessa sorte incalza l’amministrazione: -Cosa aspetta l’ amministrazione comunale a prendere in carico loc. Sant’Antonio, ci sono ancora proroghe da dare ? Licenze edilizie da consegnare ?-e conclude insinuando un dubbio-Con�do che il motivo del ritardo ormai quasi decennale della presa in carico di Loc. Sant’antonio da parte del comune di Capodimonte, non sia da ricercarsi nella mancanza di fondi per la gestione della stessa, perche’ altrimenti si aprirebbero altri scenari ed altre fantastiche storie da raccontare”.(V.S.)


Martedì 15 Marzo 2011

provincia

Viterbo & Lazio Nord

MONTEFIASCONE

p

9

MONTEFIASCONE

Una folla per l’omelia di Monsignor Fumagalli a S. Margherita

A Busà e Schiavone il compito di trovare i candidati

Il saluto della città al nuovo Vescovo

Elezioni, lista unica per il Pdl

di MICHELE MARI

Monte�ascone è stata sempre una città fedele ai Papi al punto tale da meritarsi il titolo di fedelissima della chiesa”. Una delle frasi più signi�cative dell’omelia del nuovo vescovo Lino Fumagalli durante la concelebrazione eucaristica svoltasi nella basilica di Santa Margherita. Il vescovo in visita per la prima volta a Monte�ascone dopo che aveva preso possesso della diocesi di Viterbo l’ultima domenica di febbraio. Parte della cerimonia è purtroppo saltata causa il maltempo; era prevista l’accoglienza alle ore 16,30 nella piazza principale Vittorio Emanuele da parte delle autorità civili, militari e religiose, e di tutti i cittadini. Poi in corteo dovevano salire nella basilica. Mons. Fumagalli si è recato direttamente nella concattedrale dove ad attenderlo c’era il cardinale Giovanni Battista

Re, ex-prefetto emerito della Congregazione dei vescovi con il suo segretario, mons. Fabio Fabene, il dottor Francesco Tarricone commissario prefettizio, mons. Daniele vescovo di una regione del Congo, l’assessore provinciale Andrea Danti, il decano don Agostino Ballarotto, don Emanuele Germani e tutti i parroci della città e dei paesi limitro�. Presenti le delegazioni di numerose associazioni locali tra le quali spiccavano la Solidarietà Falisca, la confraternita di S.Maria del Giglio, il Corteo Storico con diversi rappresentanti e sbandieratori in costume medievale, il baseball, il time bike, i cavalieri di Santa Margherita e tanti altri. L’auto del vescovo è stata scortata dai carabinieri e dai vigili urbani. La banda cittadina ha riempito con le note la straordinaria e possente cupola della concattedrale. Appena entrato mons. Fumagalli si è diretto verso l’altare

L

dove troneggia la meravigliosa terracotta robbiana, attribuita a Francesco Buglioni, che rappresenta la vergine con il bambino e dove è rimasto in preghiera. Splendida la sua omelia durante la concelebrazione. Ha sottolineato l’importanza di Monte�ascone nella storia del Patrimonio di S. Pietro sempre fedele al papato tanto da meritare il titolo di fedelissima; da Urbano V è stata elevata a città con la bolla Cum Illius. “Ha visto operare -ha detto il Fumagalli- �gure grandiose come il cardinal Marcantonio Barbarigo che vi ha eretto un seminario, una vera e propria università, e santa Lucia Filippini”. Ha poi evidenziato, a più riprese, la grande religiosità del luogo. Poi ha posto la domanda: siamo così religiosi anche oggi?

Ha parlato a lungo della fede e delle vocazioni. Ha evidenziando:” Ben 73 sacerdoti sono usciti dalla diocesi di Monte�ascone a coronamento e dimostrazione della grande fede della città. Ora non vi sono più vocazioni. Dobbiamo pregare per questo”. Un’omelia decisamente di notevole spessore. Parole di straordinaria ef�cacia toccanti il cuore dei fedeli. Poi è proseguita la concelebrazione davanti a centinaia e centinaia di fedeli che gremivano la maestosa basilica. Quello che ha colpito i fedeli è stata la grande umanità e semplicità del nuovo vescovo Lino Fumagalli che ritornerà nella concattedrale di S.Margherita domenica 12 giugno, festa di Pentecoste, in occasione della cresima di venti ragazzi.

a politica locale è in pieno fermento. Finalmente si giunge anche a delle pratiche soluzioni. La più importante, e la cosa sembrava quasi impossibile, è che tutti gli ex consiglieri comunali Pdl si sono �nalmente ricomposti per allestire una lista unica e altamente competitiva. In merito i rappresentanti del Pdl hanno emesso una nota che così recita: “Gli ex consiglieri comunali del Pdl insieme al rappresentante di Tuscia Vola Pietro Bologna, all’indipendente Umberto della Casa e ad alcuni sostenitori e tesserati Pdl si sono riuniti in assemblea per aggiornare la situazione politica locale. Da questo incontro è scaturita ed emersa la volontà e l’intenzione di arrivare più uniti che mai alle prossime elezioni comunali superando tutti gli ostacoli veri�catisi. A rappresentare il Pdl erano presenti gli ex consiglieri Luca Bellacanzone, Angelo Cesare Busà, Gabriele Capotosto, Raffaele Morleschi, Carla Pepponi e David Proietti Petretti. Dall’incontro è maturata la piena determinazione di presentarsi compatti ed uniti in una lista

civica che probabilmente sarà allargata ad altri politici”. La cosa molto importante in vista delle prossime elezioni comunali è: “Per proseguire le trattative con futuri alleati -aggiunge la nota- sono stati incaricati come referenti esclusivi Angelo Cesare Busà e Michele Schiavone. Sarà loro il compito, decisamente non facile, di proseguire e tessere le maglie delle alleanze per far sì che la lista possa essere altamente competitiva per le elezioni del 15 e 16 maggio prossimo che porterà al voto i cittadini di Monte�ascone. Tutti i componenti del Pdl hanno così dimostrato maturità e senso di disponibilità per ottenere risultati positivi”. (M.M.)

MONTEFIASCONE - Il negozio di abbigliamento di Massimo Salviani è già un’istituzione MONTALTO - Un pubblico entusiasta alla conferenza di Dario Cova

Inaugurata la nuova sede di ‘Trend’ “Il Risorgimento e le donne” N

el pomeriggio di sabato ha aperto i battenti la nuova sede del negozio Trend di Massimo Salviani. Ormai il titolare da anni, insieme alla moglie Claudia , nello svolgere questa attività, che è divenuta con il trascorrere del tempo una delle più quali�cate e caratteristiche della cittadina in materia di abbigliamento. I capi che da anni Salviani tratta riguardano tutte le fasce di età: dai bambini �no ad arrivare all’uomo e alla donna. La nuova struttura è collocata in fondo a via Cannelle, a ridosso della statale Umbro

Casentinese mentre precedentemente era situata a Corso Cavour. Notevole risonanza ha avuto l’inaugurazione che si è protratta per l’intero pomeriggio; ha visto la partecipazione attiva di un nutrito numero di clienti. Notevole la presenza di uomini politici locali, sia di destra che di sinistra. A coronare l’evento monsignor Fabio Fabene che ha benedetto l’intera struttura. Con questo nuovo negozio l’intera economia del paese avrà sicuramente un notevole incremento sia in termini di qualità che di risonanza in tutta la provincia. (M.M.)

BOLSENA- Alla ditta appaltatrice verrà affidata anche la gestione degli stalli di sosta a pagamento

Al via la costruzione dei parcheggi di FULVIO MEDICI

S

ono stati consegnati i permessi alla ditta vincitrice dell’appalto per la costruzione dei nuovi parcheggi a Bolsena. Gli stessi riguardano la realizzazione/esecuzione del parcheggio scoperto a raso sul lungolago di Bolsena, in particolare di ca. 5000 mq. di super�cie, comprensiva di illuminazione, recinzione, convogliamento delle acque bianche, sistemazione a verde e segnaletica orizzontale. L’importo totale del progetto stimato per la realizzazione dell’opera, ammonta a €. 289.458,79, di cui €233.406,67 per lavori comprensivi degli oneri per la sicurezza, progettato dall’architetto Fabio Leonardi. Alla stessa ditta verrà anche af�data la gestione dei parcheggi comunali a pagamento.Avrà 100 giorni di tempo per ultimare i lavori, garantendo così per la prossima stagione la funzionalità degli stessi, contribuendo anche dal punto di

vista estetico alla particolare cornice dello splendido lago. Per tutte le aree a parcheggio sarà onere del Comune provvedere alla pulizia e alla raccolta dei ri�uti, fatta eccezione per i parcheggi siti in prossimità del lago per i quali il concessionario si è assunto, sempre in sede di offerta, l’onere di provvedere a sua cura e spese alla pulizia dei ri�uti recuperabili con frequenza giornaliera, nei periodi che vanno dal mese di aprile al mese di settembre, mediante pinza da operatore ecologico (bottiglie di plastica, lattine, carta…) . Gravano sull’amministrazione concedente le spese relative alle forniture elettriche ed idriche. L’amministrazione comunale, mantenendo gli impegni presi in campagna elettorale esprime la propria soddisfazione per la rapidità prevista dalla convenzione per l’ultimazione dei lavori, vigilando, come doveroso, af�nché gli stessi vengano effettuati nel miglior modo possibile.

di PIETRO BRIGLIOZZI

Quando si parla di Risorgimento ci si riferisce, almeno nella mentalità comune, sempre a dei personaggi maschili, invece non è così, ci sono anche �gure femminili e più di quante si possa immaginare”. Così ha esordito il prof. Dario Cova nella seconda conferenza sulla storia del Risorgimento Italiano. Seconda conferenza di una lunga serie, organizzata dall’Associazione Acropoli, che si è tenuta presso la biblioteca comunale di Monte�ascone. Presente un numerosissimo pubblico, tra cui diversi giovani ed alcune persone venute anche dai paesi limitro�. Un clima di estrema attenzione e profondo interesse per questo entusiasmante pezzo di storia dal quale è nata la nostra nazione, l’ Italia. In questo periodo grazie proprio alle numerose conferenze sul Risorgimento, Monte�ascone sta divenendo un punto di riferimento culturale per tutto l’Alto Lazio. L’intera conferenza del prof. Cova è stata accompagnata da una serie di diapositive con sottosfondo musicale che ha illustrato e reso più accattivante il discorso del preparatissimo relatore. “Dif�cilmente, parlando dei costruttori del risorgimento, s’include il profondo e costruttivo ruolo che hanno avuto le donne italiane nella sua realizzazione” ha più volte affermato l’insigne professore. Donne di diversa estrazione sociale, senza escludere anche donne di palazzo, donne appartenenti e componenti le famiglie di quelle monarchie che il Risorgimento Italiano ha prima messo in crisi ed abbattuto poi. Accanto ai grandi statisti, ai valorosi condottieri dei moti rivolu-

zionari prima, delle guerre d’indipendenza poi e della prima guerra mondiale, che si può considerare l’epilogo �nale risorgimentale, vi sono state sempre grandi donne. Non solo a livello di partecipazione secondaria, ma che hanno combattuto vicino ai loro uomini. Donne che prima hanno cucito le bandiere, poi le hanno sventolate dai balconi delle principali città: Palermo, Milano, Torino. Donne che hanno fatto da messaggere, donne che hanno raccolto feriti e seppellito morti. Non va dimenticato che proprio durante la seconda guerra d’indipendenza ebbe origine il volontariato delle donne, riconosciuto poi, nel congresso di Ginevra, come Croce Rossa e come corpo militare delle Crocerossine. Numerosi i nomi enumerati ad esmpio dal Prof. Cova: da Costanza Trotti a Teresa Casati, da Matilde Visconti ad Anna Schiaf�no, da Antonietta Pace a Clara Spinelli, da Clara Maffei a Cristina Trivulsio, da Maria Robilant a Maria Mazzini Drago, da Giuditta Sidalia a Rosa Raimondi, da Anita Garibaldi a

Marianna De Crescenzo, senza dimenticare Giuseppina Raimondi in Garibaldi. Ha riscosso grande interesse il racconto di un aneddoto garibaldino. Furono un gruppo di donne ad accogliere l’ingresso nella piazza principale di Palermo dell’Eroe dei Due Mondi durante la Spedizione dei Mille e fu a loro che Garibaldi rivolse il suo patriottico discorso. La conferenza si è conclusa con una vera e propria ovazione rivolta al relatore. Ma chi è il prof. Dario Cova? Laureato in Medicina e in Chimica Industriale, lavora con passione ed altissima professionalità nell’ospedale di Milano quale responsabile di Oncologia Geriatrica e per questo ha ricevuto, oltre ad altri prestigiosi riconoscimenti, una medaglia d’oro al valore civile, al merito sanità, dall’ ex Presidente della Repubblica, Carlo Azelio Ciampi. E’, inoltre, un insigne storico di fama Europea, basti pensare che nella sua agenda si contano, già prenotate, ben trentasei conferenze sul Risorgimento Italiano.


provincia

p

10

Viterbo & Lazio Nord

BOMARZO

SORIANO

Menicacci un nuovo successo

Un lettore denuncia sporcizia, degrado e abbandono ovunque

Il paese? Ormai è un borgo-fantasma R

iceviamo e pubblichiamo: “In un clima d’animo sempre più di s�ducia verso l’amministrazione comunale di Bomarzo, aumenta il disagio che si sente nella popolazione del piccolo e grazioso, ancora per poco, borgo della provincia della Tuscia. Da anni conviviamo con gli stessi problemi e, negli ultimi tempi, la situazione sta peggiorando in maniera drastica. Scarsa illuminazione pubblica, assenza di pulizia ordinaria e manutenzione delle strade cittadine, soprattutto di quelle rurali per le quali non viene rispettata alcuna regola citata nelle ordinanze comunali, ed inoltre, stato di com-

Martedì 15 Marzo 2011

pleto abbandono di alcuni dei monumenti presenti nel paese, per i quali sono stati investiti migliaia di euro. A questo proposito basta citare l’ascensore del centro storico: una costruzione fatiscente, ancora inagibile nonostante i lavori si siano conclusi da oltre anno, attualmente dimora di erbacce, cornacchie e piccioni. Insomma viviamo in un paese fantasma, un borgo abbandonato all’incuria, al degrado, alla sporcizia. Vergognose le condizioni dei giardini pubblici del paese, un tempo spazio riservato principalmente ai bambini e al loro tempo libero, oggi meta esclusiva di cani. Ogni giorno gli ami-

ci a quattro zampe “affollano” i giardinetti di Loc. Vigna della Corte, liberi di scorrazzare e lasciare escrementi ovunque. Tutto ciò accade sotto gli occhi indifferenti dei padroni, incapaci di leggere e di interpretare un cartello di divieto di accesso per gli animali. Incivili loro, ma, ancor di più, l’amministrazione comunale che tollera tale comportamento. Il problema è che non ci sono regole: Bomarzo è il paese dei balocchi, ove ognuno è libero di fare ciò che vuole, all’insegna dell’inciviltà, del malcostume, liberi di agire senza che nessuno faccia opportuni controlli e segnalazioni. Gli agenti della Polizia

E

municipale sono assenti dal paese ormai da troppo tempo. Queste ‘perle rare’ spuntano fuori dal nulla solo in occasione della festa patronale, quando la loro presenza ‘sembra’ essere indispensabile. Inoltre, nei giardinetti pubblici bomarzesi, in stato di completo abbandono, pochi i giochi presenti e poi, tutto intorni, vetri ovunque, con una notevole pericolosità per tutti coloro che li frequentano. Ancor peggiore la situazione dei giardinetti pubblici di Loc. Portorio/Madonna della Valle. E sempre in quest’ultima

zona, come non citare il degrado del Monumento Fontana: ancora non si è capito cosa rappresenti e soprattutto che funzione abbia visto che non vi è acqua pulita che scorre e la poca presente nelle vasche è fetida e maleodorante Una situazione a dir poco vergognosa che rappresenta un pessimo biglietto da visita sia per le numerose famiglie che vi abitano, sia per i turisti. Il coro delle proteste, insomma, sembra essere unanime, peccato che a Bomarzo se ne accorgano sempre in ritardo.” Lettera �rmata

VASANELLO

Alle primarie il trionfo di Stefano Squarcia di SIMONA TENENTINI

L

e elezioni primarie hanno determinato il nome del contendente del centrosinistra alle prossime elezioni amministrative. A battersela con Antonio Porri, candidato del centrodestra e Dominga Martines, della lista ‘Alternativa per Vasanello’ sarà Stefano Squarcia. Lo hanno scelto oltre il 50% dei votanti, una percentuale di tutto rispetto. Su un totale di 519 persone, infatti, i voti sono stati così ripartiti: Stefano Squarcia 278, Romano Salvatori 156, Giuseppe Creta 83, una scheda nulla e una bianca.

Stefano, ti attendevi una vittoria così netta nel confronto con gli altri due candidati? Sinceramente è stata una sorpresa anche per me. Mi sarei aspettato infatti, un testa a testa, invece ho vinto con uno scarto di 120 voti. Un risultato quindi più che soddisfacente che, sicuramente, va a premiare il mio impegno personale, il confronto quotidiano con le persone e perché no, anche l’elemento di novità. A questo proposito colgo l’occasione per ringraziare tutti quelli che sono venuti a votare, nonostante le avverse condizioni metereologiche. Questa è un’ulteriore testimonianza della voglia di

cambiamento che si respira a Vasanello. Ora come ti rapporterai con Salvatori e Creta? Continueremo a lavorare insieme, come abbiamo sempre fatto, per costruire un programma condiviso �nalizzato al bene del paese. Del resto siamo amici da una vita e, anche se per questo breve periodo delle primarie siamo stati contrapposti uno all’altro, ora torneremo ad impegnarci �anco a �anco per l’unico �ne comune: vincere anche alle amministrative. E con la lista ‘Alternativa per Vasanello’? Si fanno sempre più insistenti i rumors circa un ac-

cordo secondo il quale, in caso di vostra vittoria, alla Martines sarebbe assegnato un assessorato esterno … Ci tengo assolutamente a smentire simili voci che circolano in paese. Il centrosinistra si confronterà con loro sul piano dei programmi, come del resto già è stato fatto con l’Udc, tutto qua. Da qui a supporre altri scenari ce ne corre. Del resto sono venuto a conoscenza anche di altre indiscrezioni: che qualcuno farebbe pressioni sui candidati della terza lista per farli de�lare dalla coalizione. Spero che vengano smentite anche queste che, sinceramente, trovo anche più gravi.

VASANELLO - Iniziato il lavoro di svuotamento con una pompa idrovora

’ stato un nuovo successo la quinta manifestazione pubblica proposta dal movimento Soriano Novo presso il cinema Florida. All’ordine del giorno, nell’assemblea aperta ai cittadini, il tema: “Occupazione, sviluppo e federalismo comunale” , un argomento di contingente attualità anche in vista del momento storico che stiamo vivendo. Come dichiara il portavoce del movemnto, Fabio Menicacci: “La fase di profonda recessione economica che stiamo vivendo, deve essere affrontata con la prospettiva di cogliere quelle opportunità che contemporaneamente essa porta con se. Fin da quando esiste l’uomo, ogni momento di crisi o di sofferenza tende a far emergere quelle che sono le migliori qualità e capacità di ciascuno di noi. Occorre, cioè, fare in modo di rendere sinergiche scelte che riguardano la rinascita del territorio con quelle che si rivolgono direttamente ai cittadini, in termini di servizi o partecipazione, proprio con l’obiettivo di ottenere da questa voluta simbiosi un formidabile strumento di sviluppo, che signi�ca anche un incremento dell’occupazione.” Fabio Menicacci conclude, in un rapido resoconto dell’ultima assemblea: “questi incontri non sono campagna elettorale ma occasioni �nalizzate a capire cosa vogliono i cittadini e a costruire con loro un programma partecipato e condiviso. Il bello di tutto ciò è che, rispetto al primo incontro, non vengono quasi più i vecchi politicanti ma solo persone interessate alle tematiche ed al paese.”(Sim.Ten.)

FABRICA DI ROMA

I Rangers al lavoro nella Fontana di Sotto La consulta femminile è realtà

F

inalmente un pò di ‘sollievo’ per la Fontana di Sotto. Qualche tempo fa denunciavamo, da queste colonne, il degrado e la sporcizia ammassata in uno dei luoghi simbolo della storia del paese, trasformata, ormai da anni, in un immenso acquitrino maleodorante di colore verdognolo.

Domenica scorsa però, una bella ripulita è stata data dal gruppo dei Rangers di Vasanello, che si sono recati sul posto per un’esercitazione di routine, e, con la pompa idrovora in dotazione hanno iniziato ad aspirare l’acqua presente, dell’altezza di circa un metro. “Purtroppo - come spiega il responsabile Luigi

Petrucci - non abbiamo potuto portare a termine il nostro lavoro per due motivi: la pioggia insistente e il pompaggio insuf�ciente della nostra idrovora, che riesce ad aspirare �no a 10 quintali d’acqua al minuto. C’è da aggiungere che, molto probabilmente, è presente un’ostruzione nel canale di scarico, il che non permette lo svuotamento completo della fontana. Fatto sta che in una mattinata abbiamo provveduto ad eliminare un’immensa quantità di ri�uti di ogni genere: copertoni, tavole e per�no un’intera bicicletta. Tra un paio di settimane ci proponiamo di portare a termine il lavoro iniziato - conclude Petrucci. Il gruppo dei Rangers di Tivoli, infatti, metterà a disposizione una pompa molto più potente e forse potremmo riportare la Fontana agli antichi splendori.” (Sim.Ten) (Fotoservizio Di Palermo)

L

’associazione “Fab(b)rica delle donne” ha raggiunto lo scopo pre�ssato: vedere approvato il regolamento e poter presentare le proprie candidate nella consulta comunale femminile. Infatti, con un avviso pubblico il sindaco Palmegiani e l’assessore alle pari opportunità Daniele Anetrini, di fatto aprono una sorta di elezione di donne a Fabrica di Roma, primo paese della provincia a dotarsi di una consulta femminile pienamente operante. La consulta per le pari opportunità tra uomo e donna venne approvata nell’aprile 2010, e, nel successivo mese di dicembre, venne approvato il regolamento. Per essere elette alla Consulta le donne dovranno possedere esperienze speci�che nel settore, oppure

avere esperienze professionali, appartenere ad associazioni in difesa dei diritti dell’infanzia, o praticità di problemi sociali. Potranno essere segnalate una rappresentante effettiva e una supplente che dimostrino di aver appartenuto ad associazioni riconosciute e iscritte al Comune, come richiede lo statuto, iscritte nei vari sindacati di categoria, iscritte nelle cooperative ecc. ecc. Con l’attuazione della legge speci�ca sulle pari opportunità, di fatto, anche nelle amministrazioni comunali le donne, in qualità di rappresentanti delle varie categorie, intellettuali, professionali, e di lavoro dovranno essere consultate ogni qualvolta il consiglio dovrà cimentarsi con una deliberazione importante per l’intera comunità. (E.M.)


Martedì 15 Marzo 2011

litorale

Viterbo & Lazio Nord

TARQUINIA

11

TARQUINIA

Unità, tutto pronto per le celebrazioni di ALESSANDRO SACRIPANTI

I

p

n città è tutto pronto per i prossimi festeggiamenti dell’anniversario dei 150° anni dell’Unità d’Italia che saranno svolti il 17 marzo con varie iniziative istituzionali. Infatti l’amministrazione comunale ha già predisposto il programma

della grande festa, per ricordare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, che vedrà percorrerei luoghi della città che richiamano alla memoria fatti e protagonisti della storia italiana. I lavori delle celebrazioni partiranno alle ore 10.45 in piazza Giacomo Matteotti, con la deposizione di una corona di alloro al busto di Domenico Emanuelli ‘deputato e primo cittadino di Tarquinia dal 1944 al 1945’ con l’intervento del consigliere comunale Alberto Blasi. Il corteo proseguirà poi alla volta di palazzo Vipereschi nella sede dell’Università Agraria, che nel 1875 ospitò Giuseppe Garibaldi, dove sarà posata una corona d’alloro e nel contesto il presidente dell’ente Alessandro Antonelli terrà un discorso alla cittadinanza. I festeggiamenti proseguiranno in piazza Giuseppe Mazzini, dove alle ore 11.15 circa sarà deposta una corona d’alloro al monumento a lui intitolato e sarà l’intervento del vicesindaco Giovanni Olivo Sera�ni a presenziare per le istituzioni locali. Le commemorazioni si concluderanno in piazzale Europa dove sarà collocata una corona d’alloro

In corteo contro la discarica A

al monumento dei Caduti e si terrà l’alzabandiera, e nel contesto seguiranno il discorso del sindaco Mauro Mazzola e l’esecuzione dell’inno di Mameli da parte del coro degli studenti della scuola media ‘Ettore Sacconi’, accompagnato dalla banda ‘Giacomo Setaccioli’. Parole di soddisfazione da parte del consigliere comunale delegato alle celebrazioni Alberto Blasi –”Questa data vuole essere un momento di condivisione sul signi�cato e sul valore attuale dell’Italia unita, quale patrimonio comune culturale, sociale, economico e storico. Invito la cittadinanza a partecipare numerosa ed esorto in particolar modo i giovani a essere presenti, perché – conclude Blasi - possano ri�ettere sul processo di uni�cazione e di costruzione dell’identità italiana, guardando al futuro del paese”.

MONTALTO - Sul territorio fioriscono le onlus con molteplici finalità: dallo sport alla cultura

nche l’Università Agraria di Tarquinia aderirà ufficialmente alla manifestazione che si svolgerà venerdì 18 marzo contro la discarica di Allumiere. A riferirlo è una nota del presidente dell’ente di via Garibaldi Alessandro Antonelli che aggiunge –”Nonostante i positivi elementi degli ultimi giorni, è fondamentale dare un segnale forte come territorio, affinché sia chiaro che non intendiamo sobbarcarci le deficienze di altre zone del Lazio. La zona prescelta, nelle immediate vicinanze del territorio di Tarquinia, non è l’unico spunto per non rimanere indifferenti. L’idea che una comunità a noi così vicina – continua Antonelli - senta l’esigenza di difendersi e manifestare davanti ad una aggressione che arriva dall’alto calpestando le vocazioni e le aspettative di un intera collettività ci impone

uno spirito solidale che prescinde dalle appartenenze politiche. La discarica di una città come Roma non è un problema che può essere scaricato su comuni troppo piccoli per potersi difendere da soli, per questo – prosegue il presidente Antonelli - non possiamo non ascoltare le richieste di aiuto che hanno portato ad indire una manifestazione pubblica che dovrà essere partecipata e pacifica, per dare un segnale di civiltà vera, risposta migliore davanti a chi pensa di poter compiere soprusi verso intere comunità. Saremo presenti con la nostra rappresentanza istituzionale e con il gonfalone dell’ente – conclude Alessandro Antonelli - a tutelare i nostri cittadini, le donne e gli uomini di Allumiere, non prima di aver coinvolto il nostro consiglio su una materia che ripetiamo deve volare oltre le distinzioni ideologiche”. (A.S.)

TARQUINIA

La primavera dell’associazionismo A tutta musica S È di MARIO MIGNECO

primavera per le associazioni che operano nel territorio di Montalto di Castro. Mai come durante questi ultimi anni il fermento associativo è stato così frizzante. Soltanto l’anno scorso sono nate diverse nuove associazioni. C’è chi si occupa di politica e chi di sport, chi di cultura e chi di società. Insomma anche nella cittadina castrense, quella che in sociologia si chiama società civile, sta fiorendo, si sta radicando nel territorio.

Uno degli ultimi appuntamenti organizzati a Montalto in occasione della festa della Donna ha avuto successo. Si tratta della raccolta firme messa in piedi dall’associazione Etruria Radicale, per sostenere la battaglia contro le mutilazioni genitali femminili – Mgf -, pratica tribale diffusa in una ventina di stati africani, cui sono sottoposte migliaia di giovani donne. Nella giornata dell’otto marzo sono state raccolte più di duecento firme per l’iniziativa “Non c’è Pace senza Giustizia”, una petizione mondiale per la messa

al bando universale delle mutilazioni genitali femminili che verrà presentata all’assemblea delle Nazioni Unite. Il successo in piazza con l’immensa mole di firme raccolte, è stato replicato anche sul sito internet dell’associazione. Sono stati molti infatti quelli hanno lasciato la propria firma digitale per sostenere la petizione. Il positivo riscontro ottenuto a Montalto di Castro fa ben sperare l’associazione Etruria radicale che nelle prossime settimane porterà i suoi gazebi anche a Civitavecchia.

TARQUINIA - Maneschi e Olmi all’attacco del primo cittadino

‘Meno male che la minoranza c’è’ R iceviamo e pubblichiamo dai consiglieri comunali di centrodestra marcello Maneschi e Silvano Olmi. “Il Sindaco Mazzola, nella sua scomposta e piccata risposta, conferma la validità delle nostre osservazioni sull’incredibile mancanza delle gradinate nel progetto preliminare della piscina comunale. Mentre l’amministrazione comunale dormiva, abbiamo visionato gli elaborati grafici e formulato delle proposte concrete e migliorative che Mazzola sarà costretto a far inserire nel progetto defini-

tivo. Grazie a noi, i cittadini tarquiniesi potranno dormire sonni tranquilli, senza rischiare di veder sperperati 2.400.000 (due milioni quattrocentomila) euro per costruire un impianto natatorio privo di gradinate per accogliere il pubblico e mancante dei pannelli solari per rendere autosufficiente l’impianto sotto il punto di vista energetico. Nei cinque anni in cui abbiamo bene amministrato con il Sindaco Giulivi, non avevamo a disposizione i quindici milioni di euro dell’Enel che il sindaco mauro

Mazzola, appena si è seduto sulla poltrona di primo cittadino, si è affrettato ad accettare, illudendo quella parte di elettori che lo avevano creduto un fermo oppositore alla riconversione a carbone della centrale di Civitavecchia. Infine, per quanto riguarda i cantieri, nei cinque anni della nostra amministrazione il compianto assessore Sergio Benedetti ne aprì e ne portò a conclusione tanti su tutto il territorio. Mazzola non sta facendo cose mirabolanti, sta gestendo l’ordinaria amministrazione.”

ono state avviate nei giorni scorsi le procedure per l’iscrizione Concorso Musicale Interregionale ‘città di Tarquinia’ riservato agli studenti delle scuole secondarie di I° grado ad Indirizzo Musicale delle regioni Lazio, Toscana e Umbria. L’obiettivo primario dell’iniziativa organizzata dall’Istituto Comprensivo Statale ‘E. Sacconi’ di Tarquinia, è la diffusione della conoscenza e della pratica musicale strumentale, concepita come forma di arricchimento culturale, nonché occasione di incontro e di confronto di conoscenze ed esperienze tra ragazzi provenienti da realtà scolastiche diverse, ma uniti dalla stessa passione

verso la musica. L’evento si svolgerà il 16/ 17 e 22 maggio 2011 all’interno della suggestiva Chiesa di Santa Maria in Castello con il patrocinio del Comune di Tarquinia, Provincia di Viterbo, Regione Lazio, Università Agraria . Il termine per le iscrizioni è il 15 aprile 2011. Alle Scuole con formazioni di ‘orchestra’ classi�catesi nei primi tre posti, saranno assegnati i premi in denaro per acquisto materiale didattico, alle formazioni ‘Musica di insieme’ saranno consegnate targhe, diplomi e medaglie, alle formazioni ‘Duo e quattro mani’ diplomi e medaglie, in�ne ai solisti ed ex Allievi verrà data una Targa e un diploma. (A.S.)


12

civitavecchia

p

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 15 Marzo 2011

Il nostro Comune a seguito del terribile sisma in Giappone

Aiuti alla “gemella” Ishinomaki di PIETRO COZZOLINO

I

l Sindaco, Gianni Moscherini, interviene in merito al sisma che nei giorni scorsi ha colpito il Giappone, con riferimento, in particolare, alla città di Ishinomaki, da tempo gemellata con Civitavecchia. “Il nostro Comune sta monitorando il tutto in maniera costante, avendo contatti diretti con l’Ambasciata nipponica - è l’esordio del numero uno di Palazzo del Pincio - Ci stiamo muovendo a tutto campo, innanzitutto per capire quali possano essere i settori di concreto intervento altresì da parte di tutti gli altri del Comprensorio. Purtroppo ciò che sappiamo è molto poco. Le stesse Autorità giapponesi - spiega - non hanno ad oggi un quadro certo della situazione e dichiarano di avere inoltre grandi dif�coltà di comunicazione. Nel frattempo, tuttavia, richiederemo al più presto l’attivazione di un Conto corrente bancario presso il locale Istituto della Cassa di Risparmio,

sul quale tutti i cittadini potranno dare il proprio contributo, grande o piccolo che sia, per l’operazione di solidarietà e soccorso, le cui caratteristiche saranno concordate nei minimi dettagli con la stessa Ambasciata Giapponese. Parallelamente - prosegue - stiamo prendendo contatto con le maggiori Organizzazioni di Soccorso Internazionale, per comprendere quali siano, sul posto, le reali esigenze. E’ evidente - rimarca poi - che assumere iniziative non condivise potrebbe signi�care soltanto essere d’intralcio a coloro che, in queste ore, stanno già partendo. Per questo motivo - conclude - sia tramite il Vice Sindaco, Enrico Zappacosta che attraverso l’opera della mia Segreteria e della Dott.ssa, Eleonora Monti, siamo lavorando costantemente per far sì che il 40° anniversario del gemellaggio sopra richiamato non sia caratterizzato soltanto dalla terribile tragedia che ha colpito i nostri gemellati, ma soprattutto dalla nostra capacità di dimostrarci amici nel momento del bisogno”.

“Marco Galli sarà sempre nel nostro cuore” La Snc sulla nuova denominazione dello Stadio del Nuoto

Marco Galli è, e sempre sarà nel cuore dei civitavecchiesi. A quelle forze politiche che hanno criticato la scelta di chiamare “PalaEnel” lo Stadio del Nuoto, rispondiamo, senza polemica né astio, che mai il medesimo sarà cancellato dalla memoria di questa città. Anzi, offrire ad essa un Palazzetto è il modo migliore per onorare il nostro grande concittadino”. Questo, l’esordio della nota congiunta dei Presidenti della Snc, Ivano Iacomelli (nella foto) e Roberto D’Ottavio. “Per Civitavecchia, lo stesso è una concreta possibilità di crescita e crediamo che ciò sia un modo reale per valorizzare uno sportivo. La scelta di uno sponsor come Enel, quindi, risponde all’esigenza di dare ai cittadini, e a

Comprensibili momenti di caos nella viabilità cittadina

Corso Marconi Si apre una voragine

C

omprensibili momenti di “caos” nella viabilità cittadina, ieri mattina, susseguentemente all’improvviso aprirsi, ai danni del manto stradale di Corso Marconi (all’altezza di Piazzetta Santa Maria) di una sorta di piccola “voragine”. “Mezzi di Etruria Servizi sopraggiungenti per la quotidiana raccolta dei ri�uti, un via vai di automobili e quant’altro. Ad un certo punto, non ci si è capito più niente” - racconta una signora. Un accadimento, quello poc’anzi detto, che ha visto cedere una consistente quantità di sedime, lungo la parte di carreggiata accogliernte il transito dei veicoli in direzione Tarquinia, quasi al centro del Corso suddetto.

Sul posto, gli addetti comunali che hanno provveduto ad opportunamente a transennare il tutto e ad allocare la relativa segnaletica. Ad occhio, sembrerebbe ivi abbisognare un opera manutentiva di non poco conto. Quanto detto, altresì in considerazione delle condizioni non certo confortanti in cui versano diversi altri punti del tratto stradale in oggetto. (p c)

Anche il Popolo della Città a sostegno di Pasqualino Monti

Una candidatura “fuori dagli schemi”

quelli giovani in particolare, un vero spazio. Dalla Spa abbiamo avuto un sostegno determinante; e non è un caso. Basti ricor-

dare, uno su tutti, quello garantito dalla medesima a Federica Pellegrini. Onorare Marco Galli, il cui nome non verrà certo cancellato

I consiglieri di minoranza protestano “sulla carta”

Bracciano tra abusi e cementificazione L e infuocate risposte dell’opposizione riguardo agli abusi edilizi e ai relativi servizi giornalistici di Sky, TG1 e RaiNews, e ai provvedimenti presi in materia dall’Amministrazione Sala, si sono “�nalmente” fatte sentire. Negli ultimi giorni stanno circolando in forma di volantini, nei principali luoghi di raccolta di Bracciano, alcune rimostranze scritte �rmate dai consiglieri di minoranza del Comune in merito alla condotta tenuta da Sala e dalla giunta sulla questione urbanistica esplosa (mediaticamente) da qualche mese. Nella missiva indirizzata ai “concittadini” il Consigliere Pezzillo lamenta in primis un atteggiamento di parte dell’Amministrazione che si tradurrebbe nella tendenza recidiva a fare della “democrazia” una semplice

“etichetta”. Iacono va poi al sodo, denunciando gli strumenti informativi che l’Amministrazione ha adottato per fare chiarezza sulle intricate vicende legate ad oltre un decennio di costruzioni sul territorio comunale, tra piani regolatori vecchi e nuovi, abusi reali e presunti, concessioni, perizie, nulla osta edilizi ecc. Ma il Consigliere ha forse dimenticato che l’assemblea indetta dal Comune e dal Pd il 6 febbraio scorso proprio per discutere di simili urgenti faccende, aveva esattamente lo scopo di dibattere pubblicamente di fronte e insieme ai cittadini, compresa ovviamente la minoranza del consiglio, che non si è degnata di prendervi parte, eccetto l’Arch. Patrizia Riccioni, che è intervenuta prendendo parola sulla gestione urbanistica della passata Amministrazione Negri. Dunque il contraddittorio c’è

ma appunto valorizzato dai mille eventi che il suddetto ospiterà significherà innanzitutto far bene. E noi lo stiamo facendo”. (CoPi) stato, sebbene mancasse materia prima dalla stessa opposizione che ora piange una de�cienza di visibilità. Nella sua lettera Iacono prosegue considerando come le modi�che apportate dall’Amministrazione Sala al PRG in realtà paradossalmente riducano le aree destinate al verde, tradendo gli intenti di contenimento della cementi�cazione. Dichiarandosi in�ne dalla parte delle legge e non vittima del “gioco” delle sinistre, Iacono chiosa lo scritto affermando che la “cementi�cazione” può diventare valore positivo se intesa come mezzo per lo sviluppo commerciale, senza spendere una parola sul fatto che Bracciano è ormai satura. A rincarare l’attacco di Iacono l’altra lettera, �rmata da tutti i consiglieri di minoranza, in cui si sottolinea nello speci�co come il Comune abbia usato il proprio periodico d’informazione per sostenere solo la maggioranza e screditare il lavoro dell’opposizione. C’è da chiedersi perché non abbiano fatto presente questo “abuso” già il 6 febbraio. (Sarah Panatta)

R

iprende, qualora si fosse mai fermato, il “tam tam” sui futuri vertici dell’Autorità Portuale. “Come Associazione giovane fatta da giovani, vogliamo anche noi appoggiare e sostenere la candidatura a Presidente di Pasqualino Monti - intervengono da “il Popolo della Città” - Ciò, in quanto trattasi di un professionista stimato e di un cittadino di Civitavecchia. Una candidatura, quella detta, finalmente fuori dagli schemi e dagli steccati della politica, dove spesso, ma forse anche qualcosa di più, a fare la differenza è la tessera di partito o l’appartenenza a una determinata corrente. Monti infatti, nonostante sia il più giovane dei possi-

bili candidati, ha maturato, proprio in seno all’Ente in questione, una competenza ed una professionalità tale da farlo diventare oggi uno dei Dirigenti del Porto più apprezzati, in città e non solo. In tutti questi anni di attività - continuano - ha sempre tenuto un legame molto stretto con il territorio, dando un importante contributo, da tecnico, altresì in qualità di Assessore al Bilancio del Comune e, non a caso, parliamo di un professionista che raccoglie il consenso di persone “distanti” fra loro ed appartenenti ad opposti schieramenti. Con tali caratteristiche - concludono il medesimo può senz’altro rappresentare al meglio gli interessi locali”. (P C)


SPORT

� � �

ATLETICA - Lanci tricolori

PALLAVOLO - Serie B2

Vizzoni e Salis ‘domano’ il vento

Orte, vittoria con rimonta

di Glauco ANTONIACCI

di Alessandro URSINI

servizio a pagina 20

servizio a pagina 19

Edizione del 15 Marzo 2011

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

BASKET A2 DONNE

La Defensor dice quasi addio ai playoff Il ko casalingo con Napoli costa carissimo nella caccia all’ottavo posto. Sotto accusa la direzione arbitrale di GLAUCO ANTONIACCI

C

i sono partite in cui un cattivo arbitraggio non incide sul risulta-

to �nale. Poi ci sono partite in cui un cattivo arbitraggio, diciamo pure inguardabile, indirizza il risultato in una direzione o nell’altra. In quest’ultima categoria di partite si può inserire anche quella andata in scena sabato tra Defensor e Saces Napoli, vinta dalle ospiti per 67-57 con una bella dose di aiuto da parte dei due direttori di gara. Per la Defensor era un match da vincere assolutamente nella corsa verso i playoff, per la Saces un’occasione preziosa per allontanare lo spettro della rimonta di Ancona e allontanarsi dalla zona playout. Viterbo l’aveva iniziata bene, ma i �schi scienti�ci per togliere dalla partita una giocatrice in particolare (Rejchova) hanno avuto l’effetto sperato. Senza la pivot ceca, che aveva aperto le ostilità dominando sia in attacco che in difesa, la Defensor ha preso a vacillare, �nendo sotto anche di dieci lunghezze. Le gialloblù, con coraggio e grinta, sono tornate al -3 ma sono arrivati un paio di �schi, ancora una volta scienti�ci, per

assegnare quattro liberi consecutivi e possesso a Napoli che è nuovamente scappato. Il terzo periodo è stato dominato dalla voglia di rimontare delle gialloblù che, incuranti del quarto fallo prontamente sanzionato a Rejchova, hanno impattato a quota 43, trasformando il quarto parziale in un maxi supplementare. Lo zampino degli arbitri, è arrivato dopo meno di un minuto sotto forma di un grottesco tecnico per simulazione a Bonafede, ma a quel punto gli animi erano già surriscaldati e la partita si è decisa più sotto l’aspetto nervoso che non su quello tecnico o tattico. Napoli è arrivata più fresca alle battute decisive, la Defensor, priva di Narcisi e Romagnoli, ha �nito la benzina un po’ prima delle avversarie, pagando anche la fatica di dover inseguire praticamente sempre le avversarie. Si è così materializzata una scon�tta che, complice la prevista vittoria di Siena contro Firenze, costa alla Defensor l’ottavo posto in classi�ca alle gialloblù; la corsa per i playoff diventa così in salita per le ragazze di coach Scaramuccia che sono attese da un calendario durissimo, con tre trasferte (Termocarispe La Spezia, College Italia e Ceprini Orvieto) e un

BASKET D MASCHILE - Doppio successo al PalaMalè

Sovil schiacciasassi S. Rosa, non mollare I biancorossi restano a -4 dalla vetta Coach Carlo Scaramuccia solo turno casalingo, peraltro contro una squadra di vertice come Alcamo. La squadra ci proverà �no in fondo ma la pole position, adesso, è delle senesi che hanno anche il vantaggio del doppio confronto in caso di arrivo a pari merito. Sarà comunque un �nale serrato, in cui si spera di non dover assistere più ad arbitraggi scadenti e indisponenti come quello dei signori Dionisi e Pierantozzi. Questo il tabellino del match: Defensor: Kouznetsova 10 (4/9,0/2), Baiocco 8 (3/5), Coraducci 5 (2/3,0/3), Narcisi ne, Boi

2 (1/3,0/1), Bonafede 9 (1/9,1/2), Richter 6 (3/5,0/2), Rejchova 14 (7/11), Marini 3 (0/1,0/1), De Sanctis ne. All. Scaramuccia Napoli: Bove 19 (5/8,2/4), Orazzo 11 (4/5,1/1), Giordano 5, Scibelli (0/1,0/3), Cupido 5 (0/5,1/3), Gallo ne, Bocchetti 8 (2/4,1/9), Gemini ne, Correra (0/1 da due), Pavel 19 (6/7,0/1). All. Bel�ore Arbitri: Dionisi e Pierantozzi Note: Tiri liberi Defensor 12/17, Napoli 18/24. Rimbalzi Defensor 32 (Kouznetsova 7), Napoli 36 (Pavel 10). Parziali 10’ (12-19), 20’ (25-34), 30’ (44-45). Uscita per 5 falli Rejchova (Defensor).

D

ue vittorie dal sapore molto diverso, quasi agrodolce per il Santa Rosa, molto più zuccheroso per la Sovil. La domenica viterbese di serie D ha regalato due successi casalinghi importanti e meritati, ma il Santa Rosa ha colto la sua affermazione contro la Virtus Cisterna, piegata 65-53, sapendo già che gli Ostia Sharks si erano imposti la sera prima nella trasferta con lo Smit Roma. La distanza dalla capolista resta così di quattro lunghezze, quando mancano solo cinque turni alla �ne; pochi turni, ma da affrontare con la necessaria concentrazione perchè gli ostacoli sulla strada dei tirrenici sono temibili e c’è ancora uno scontro diretto, tra due settimane a Viterbo, che può fare il gioco dei biancorossi,

BASKET SERIE C - La Belli CGT si arrende alla capolista Petriana dopo aver condotto per gran parte dell’incontro

Harley Davidson sempre più vicina al terzo posto V

ince la Harley Davidson, perde la Belli CGT. La settimana proponeva alle due formazioni di serie C maschile altrettanti scontri di alta classi�ca, con la differenza che i biancoblù giocavano in casa, contro un quintetto che li seguiva di due punti in classi�ca, mentre i neroarancio andavano a far visita alla capolista del girone. Impegni diversi, che hanno generato risultati diversi. Promossa la Harley Davidson, grazie ad una vittoria al batticuore contro Alatri, rimandata la Belli CGT che, a questo punto, dovrà lottare per la quarta posizione dal momento che Formia è salita a +4 a soli quattro turni dalla �ne. STELLA AZZURRA AVANTI COL BRIVIDO Lo scoglio Alatri era forse il più temibile da qui alla �ne della stagione regolare, eccezion fatta per la capolista Marino che però verrà affrontata solo all’ultima

sorpasso degli ospiti a far venire i brividi ai tifosi di casa. La volata ha premiato i biancoblù, con Zena, Giganti e Pasqualini protagonisti di un successo per 71-68 che ipoteca la terza posizione nel girone, complice anche il ko di Monterotondo contro il Frusino.

La formazione dell’Harley Davidson Viterbo giornata e potrebbe non avere più bisogno di punti. Una scon�tta avrebbe costretto i biancoblù a soffrire per non scivolare indietro in classi�ca, condannandosi ad un primo turno playoff con il fattore campo contrario. La squadra di Orchi è partita bene, trascinata dalla vena rea-

lizzativa di Lanfaloni, ma gli ospiti, dopo un primo quarto di sbandamento in difesa, si sono rifatti sotto, confermandosi squadra temibilegrazie ai punti dei due Fiorini e di Bragalone. Da metà secondo quarto in poi, la gara è diventata serratissima, con distacchi minimi e qualche

FINALE AMARO PER LA BELLI CGT Andare a vincere sul campo della capolista Petriana avrebbe rappresentato quel colpo ad effetto che in tanti si attendono da una squadra ricca di talento come la Belli CGT. La famosa impresa esterna che può legittimare le ambizioni della società neroarancio non è però arrivata, anche se la squadra ha condotto le danze per oltre tre quarti di gara. alla �ne, come sempre nello sport, rimane il risultato che ha favorito i romani per 68-63, anche se il nuovo assetto che coach Cipriani sta costruendo settimana dopo settimana

appare sempre più solido. Un ottimo Carbone, ispirato in regia da Farnetani, aveva dato alla Belli CGT un margine anche in doppia cifra nel corso del secondo periodo, ma la Petriana ha dimostrato abbondantemente di non essere più una sorpresa e di avere risorse tali da poter ribaltare in qualunque momento una gara. Nel giorno dell’esordio di Coltellacci, arma in più a disposizione di coach Mininni, la differenza l’ha fatta ancora una volta Chicco Forti, assente nel match di andata, che è stato il miglior realizzatore dei suoi con 17 punti ed il ‘killer’ della gara con le triple che hanno fruttato il sorpasso nel �nale. Una scon�tta che non è una bocciatura, ma che rimanda i sogni di gloria dei neroarancio. Restano quattro gare, compreso lo scontro diretto con Vigna Pia, e l’obiettivo deve essere quello di acciuffare almeno il quarto posto per avere il vantaggio del fattore campo nel primo turno dei playoff. (GA)

vittoriosi anche all’andata. Gli Sharks devono affrontare anche Colle�orito (in casa), Valcanneto (fuori) e Basket Pontino (in casa), rivali temibili e inseguitrici del Santa Rosa nella zona playoff. Qualcuna di loro potrebbe fare un bel regalo ai biancorossi, a patto che i ragazzi di coach Tedeschi sappiano centrare il bottino pieno nei match rimasti. Sorride, e ne ha motivo, la Sovil di Mauro Montorsi; in quattro giorni ha vinto due gare, piegando prima lo Smit nel recupero e poi Itri nella gara di domenica sera. Una prova di forza notevole, con i due under di serie C Peroni e Cammillucci (nella foto) sugli scudi ma con tutta la squadra che ha saputo giocare ad alto livello. Più volte si è detto che, quando è al completo (o quasi visto che mancavano Isidori, Cevolo e Aquilanti), la formazione neroarancio vale molto più dei suoi 12 punti in classi�ca, un teorema dimostrato anche stavolta. Ben 31 punti nel primo periodo, 48 a metà gara, 70 alla �ne del terzo quarto, con ottime percentuali dalla lunga distanza, gioco in campo aperto e assist di un Fabio Carioti decisamente ispirato. Ora la Sovil è a +2 sul Palocco (che però deve recuperare una gara) e, qualora dovesse vincere anche lo scontro diretto di ritorno, avrebbe evitato l’ultima posizione nella griglia playout. Magra consolazione, forse, ma è pur sempre un risultato signi�cativo. (GA)


� �

sport

SPORT

p

14

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 15 Marzo 2011

CALCIO SERIE D GIRONE G

L’urlo liberatorio del capitano Salvatore Scopetta ha festeggiato con l’Arzachena la sua prima rete in gialloblù di EMANUELE FARAGLIA

D

opo oltre un anno e mezzo di carriera in gialloblù Salvatore Scoppetta ha siglato la sua prima rete con la maglia della Viterbese. Una rete importante, segnata in un momento della stagione che non si può certo definire felice o semplice: “Ci voleva - dichiara il capitano - sono molto contento perché il gol è arrivato in una giornata particolare, durante una gara che dovevamo vince-

SERIE D GIRONE G APRILIA

51

MONTEROTONDO

51

BACOLI

47

ZAGAROLO

44

VIRIBUS UNITIS

44

PORTOTORRES

41

VITERBESE

39

ANZIOLAVINIO

37

FIDENE

36

ARZACHENA

36

BUDONI

36

SELARGIUS

33

ASTREA

31

GUIDONIA

28

SANLURI

27

CYNTHIA

25

TAVOLARA

23

CASTIADAS

22

re per forza. L’Arzachena aveva i nostri stessi punti e dovevamo dare un segnale chiaro. Abbiamo giocato bene e li abbiamo messi sotto”. Era la prima di mister Sergio dopo le dimissioni di Puccica, motivo in più per festeggiare i tre punti... “E’ stata una settimana delicata, ci volevano i tre punti per poter lavorare meglio nei prossimi giorni. Per quanto riguarda l’allontamento di Puccica noi ci siamo presi le nostre responsabilità. Di sicuro non tutte le colpe possono ricadere sul tecnico, ma a questo punto della stagione, con il mercato fermo, era inevitabile che pagasse lui per tutti. Sono stato il primo ad ammettere le nostre responsabilità”. Ora che tipo di campionato attende la Viterbese? I playoff sembrano un miraggio.

SERIE D GIRONE ‘G’ - 10ª DI RITORNO APRILIA - ASTREA (and. 4-0)

1-1

BACOLI - SANLURI (and. 1-5)

2-3

CYNTHIA - MONTEROTONDO (and. 0-1)

3-2

FIDENE - CASTIADAS (and. 2-1)

0-2

GUIDONIA - ANZIOLAVINIO (and. 1-1)

0-0

PORTOTORRES - SELARGIUS (and. 0-0)

0-0

TAVOLARA - BUDONI (and. 1-2)

0-1

VITERBESE - ARZACHENA (and. 1-1)

2-0

ZAGAROLO - VIRIBUS UNITIS (and. 1-2)

3-0

SERIE D GIRONE ‘G’ - 11ª DI RITORNO (20/03) APRILIA - BACOLI (and. 0-3) BUDONI - CYNTHIA (and. 0-3) SELARGIUS - FIDENE (and. 1-2) CASTIADAS - GUIDONIA (and. 2-1) VIRIBUS UNITIS - MONTEROTONDO (and. 0-1) SANLURI - PORTOTORRES (and. 2-2)

Il capitano della Viterbese Salvatore Scoppetta

ANZIOLAVINIO - TAVOLARA (and. 1-1) ASTREA - VITERBESE (and. 2-2)

“E’ doveroso fare del nostro meglio da qui alla fine. Gli stimoli ognuno li deve cercare dentro di sé. D’altra parte se uno vuole essere riconfermato è adesso che deve dimostrare il suo valore. Andiamo avanti pensando domenica dopo domenica. La salvezza non è ancora nostra e dobbiamo raggiungerla prima di pensare ad altro”. Com’è stato l’approccio con mister Sergio? “Non c’è stato molto per lavorare. Abbiamo ac-

ARZACHENA - ZAGAROLO (and. 2-4)

celerato perché mancano poche giornate alla fine. Il mister ha portato un nuovo sistema di gioco e la squadra è a sua piena disposizione. Cercheremo di migliorare il nostro rendimento, anche se il tempo non è dalla nostra parte”. Il primo gol è stato messo a segno da Testa, altro giocatore che non ha dato quanto ci si aspettava da lui...

SERIE D GIRONE E - Parla il terzino l’autore del gol civitonico Valerio Gentili

“Play off? Mai dire mai...” di GIANLUCA NATOLI

SERIE D GIRONE E - 10ª DI RITORNO CASTEL RIGONE - TODI (and. 0-1)

0-2

DERUTA - SESTESE (and. 1-0)

1-2

FORTIS JUVENTUS - ORVIETANA (and. 1-2)

2-3

MONTERIGGIONI - CITTA’ DI CASTELLO (and. 1-3)

1-1

MONTEVARCHI - PIANESE (and. 2-1)

1-2

PERUGIA - ATLETICO AREZZO (and. 1-0)

1-1

SANSEPOLCRO - FLAMINIA (and. 0-0)

1-1

SCANDICCI - SPORTING TERNI (and. 2-2)

0-0

VOLUNTAS SPOLETO - PONTEVECCHIO (and. 2-0)

0-0

SERIE D GIRONE E - 11ª DI RITORNO (20/03) PIANESE - CASTEL RIGONE (and. 0-5) ORVIETANA - DERUTA (and. 0-0) ATLETICO AREZZO - FORTIS JUVENTUS (and. 1-1) SPORTING TERNI - MONTERIGGIONI (and. 1-0) CITTA’ DI CASTELLO - MONTEVARCHI (and. 1-1) PONTEVECCHIO - PERUGIA (and. 1-2) SESTESE - SANSEPOLCRO (and. 0-3) FLAMINIA - SCANDICCI (and. 0-2) TODI - VOLUNTAS SPOLETO (and. 1-0)

D

opo la buona prestazione contro il Sansepolcro, che ha fatto muovere la classifica con un punticino, torna a splendere il sereno in casa del Flaminia. Nonostante i tre punti vittoria continuino a mancare da più di un mese per i civitonici, il morale rimane buono. A confermarlo sono anche le dichiarazioni del giovane terzino Gentili, classe’91, che ieri ha realizzato la sua prima rete di stagione. “Abbiamo fatto una buona prestazione, e giocato per vincere - ha commentato Gentili tornando sulla gara di ieri - volevamo i 3 punti, ma dopo il nostro vantaggio abbiamo subito il pressing degli avversari, che alla fine ci hanno punito”. A poche partite dalla fine della stagione ancora

Valerio Gentili (‘91) tutto sembra possibile, infatti secondo il difensore della Flaminia nulla ancora è scritto: “Nonostante il periodo negativo che abbiamo passato ultimamente- solo 2 punti raccolti nelle ultime quattro gare-, credo che possiamo ancora dire la nostra in questo finale di campionato. Lo spogliatoio è coeso, e anche l’allenatore ci carica molto. Noi non avevamo un obiettivo preciso ad

inizio anno, ma è chiaro che dopo la partenza sprint credevamo di poter ambire ad alte posizioni. Ora siamo un po’ indietro per i play off, ma nel calcio non si può mai dire”. Infine sul prossimo incontro in cui il Flaminia ospiterà lo Scandicci, Gentili commenta: “Loro sono un’ottima squadra, con un buon gioco. Nonostante ci sono sotto cinque punti in classifica, dovremo essere

“Sono felice per lui, anche perché non stava attraversando un periodo facile, ma del resto come molti altri di noi. Succede, ora però sono sicuro che il gol gli darà qualche stimolo in più sia sotto il profilo fisico che mentale. Per me Marco resta un ottimo giocatore ed un’ottima persona. Anche lui comunque avrà altre occasioni per dimostrare il suo valore”.

SERIE D GIRONE E PERUGIA

62

TODI

55

CASTEL RIGONE

49

SANSEPOLCRO #

46

PIANESE

44

CITTA’ DI CASTELLO #

42

PONTEVECCHIO

39

VOLUNTAS SPOLETO

38

FLAMINIA CIVITA C.

37

SPORTING TERNI

37

SCANDICCI

32

ATLETICO AREZZO

30

ORVIETANA

30

MONTEVARCHI

28

FORTIS JUVENTUS

24

DERUTA

23

SESTESE

22

MONTERIGGIONI

21

# UNA GARA IN MENO concentrati sul campo, e lottare per tornare a vincere, e chiudere al meglio questo campionato”. E per tenere alta la concentrazione basterà ricordare lo 0-2 subito all’andata...


� �

sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 15 Marzo 2011

p

15

CALCIO ECCELLENZA

Monterosi, chapeau! Foglianese tre punti d’oro D

ue vittorie di spessore ed un capitombolo dif�cile da dimenticare. Questi gli esiti delle s�de di domenica per le nostre portacolori nel girone A. PISONIANO 1 MONTEROSI 3 Successo da capogiri quel-

ECCELLENZA PALESTRINA

60

CIVITAVECCHIA

59

PISONIANO

58

ALBALONGA

55

RIETI

52

N. TOR TRE TESTE

44

OSTIA MARE

42

REAL POMEZIA #

41

FONTENUOVESE

39

MONTEROSI

37

GIADA MACCARESE

34

CORNETO

32

FIUMICINO

28

FOGLIANESE

23

CECCHINA AL.PA. #

21

FREGENE

19

PESCATORI OSTIA

18

TORRENOVA

12

# UNA GARA IN MENO

lo del Monterosi che sbanca la roccaforte del Pisoniano e aiuta il Palestrina a raggiungere il primato. Se le ultime prestazioni non avrebbero mai spinto nemmeno i più ottimisti a puntare sul successo del Monterosi, il loro allenatore Pierpaolo Lauretti non sembra essere affatto sorpreso dei tre punti guadagnati: “Mi aspettavo questo successo - ha commentato il mister - perché credo fortemente nel buon lavoro svolto dal mio gruppo. Il calcio è fatto di episodi, e ieri questi sono stati a nostro favore”. E sulle recenti delusioni derivate dalle due scon�tte di Palestrina e Corneto, arrivate prima del pareggio contro la Foglianese, Lauretti spiega: “Il risultato �nale di un match dipende da molti fattori, ed alcuni di questi sono quelli arbitrali. Ultimamente siamo stati penalizzati, come del resto è ovvio che accada quando incontri squadre più blasonate del tuo stesso girone. Ieri però l’arbitro è stato eccellente, dimostrandosi ineccepibile. Se nelle scorse gare avessimo incontrato un direttore di gara di questo livello, sicuramente avremmo raccolto qualche punto in più. Ad ogni modo i torti arbitrali non devono diventare per noi un alibi di nessun tipo”. L’obiettivo �nale del Monterosi è quello di arrivare più

contendenti al vertice. Il Pisoniano l’ho visto molto nervoso contro di noi, tanto da �nire la gara in 9 giocatori. Alla lunga il saper gestire anche mentalmente situazioni dif�cili può fare la differenza”. (gn)

Mister Lauretti (Monterosi) in alto possibile, e per farlo serviranno altri tre punti proprio a partire dalla prossima gara in casa contro il Cecchina: “Ci attende una s�da dura. Nonostante la classi�ca ci vede superiori, loro verranno qui per fare la partita, chiuderci gli spazi, e tatticamente potremmo innervosirci qualora faticassimo a trovare la porta. In quel caso dovremo essere bravi a non spazientirci, lottando �no al triplice �schio, perché solo attraverso il sacri�cio e credendoci �no alla �ne potremo farcela”. In�ne sulla favorita alla vittoria del campionato, l’allenatore Lauretti si è espresso così: “Credo che il Palestrina abbia qualcosa in più delle altre

FOGLIANESE 3 FIUMICINO 2 “E’ stata una vittoria fondamentale, ora puntiamo alla salvezza diretta”. L’entusiasmo di Mattia Grimaldi subito dopo la bella vittoria sulla diretta rivale Fiumicino è comprensibile. I ragazzi di mister Pascucci hanno rosicchiato tre punti proprio al Fiumicino durante una partita che nella ripresa si poteva metter male: “Ha diluviato e noi che non siamo una squadra �sica abbiamo un po’ sofferto. Nella ripresa non

Mattia Grimaldi (Foglianese) si è giocato a calcio, ma abbiamo stretto i denti e anche in inferiorità numerica siamo riusciti a portare a casa il risultato. Abbiamo tirato fuori tutto quello che avevamo dentro. Ed ora che mancano tante gare alla �ne puntiamo alla salvezza diretta. Peccato non aver preso i tre punti a Monterosi dove abbiamo giocato un’altra grande gara. Fisicamente stiamo bene e domenica andremo ad Albano per cercare di sorprendere l’Albalonga. Proprio il Monterosi ha dimostrato che nessuno è imbattibile. Se non puntassimo alla vittoria sarebbe meglio starsene a casa”.

ECCELLENZA 10ª DI RITORNO CORNETO TARQUINIA - ALBALONGA (and. 0-0)

2-5

FOGLIANESE - FIUMICINO (and. 0-1)

3-2

CECCHINA - REAL POMEZIA (and. 1-4)

rinviata

FREGENE - CIVITAVECCHIA (and. 2-4)

2-3

OSTIA MARE - NUOVA TOR TRE TESTE (and. 1-2)

2-1

PALESTRINA - PESCATORI OSTIA (and. 2-0)

3-1

PISONIANO - MONTEROSI (and. 2-0)

1-3

RIETI - GIADA MACCARESE (and. 0-0)

4-0

TORRENOVA - FONTENUOVESE (and. 1-5)

0-3

CALCIO PROMOZIONE - Il centrocampista elogia i suoi e si gode il primato

Macaluso spinge il Ladispoli: “Vittoria fondamentale”

“Dobbiamo stare attenti a noi stessi. Ed il Montefiascone a questo punto deve vincere sempre” di EMANUELE FARAGLIA

R

itrovarsi lassù per così tanto tempo può dare le vertigini. Ma se sei uno abituato

PROMOZ. LAZIALE LADISPOLI

60

MONTEFIASCONE

55

S. MARINELLA

49

ANGUILLARA

48

FOCENE

45

CANINESE

43

VIGOR ACQUAPENDENTE #

42

TOLFA #

42

LA STORTA

37

REAL MONTEVERDE

34

TANAS CASALOTTI

34

ATLETICO VESCOVIO

31

PIANOSCARANO

31

CITTA’ DI CERVETERI

30

CORCHIANO GALLESE

25

FORTITUDO NEPI

20

TREVIGNANO

20

VIRTUS CIMINI

13

# UNA GARA IN MENO

a lottare per vincere sai che è vietato rilassarsi. Ed allora continui a lottare. Come se non avessi fatto ancora nulla. Roberto Macaluso saluta i tre punti conquistati con l’Atletico Vescovio con il giusto entusiasmo e spiega perché a sette giornate dal termine il suo Ladispoli continua a volare: “E’ stato fondamentale conquistare questi tre punti. Sapevamo che il Montefiascone aveva una gara difficile e vincere per noi è stato importantissimo. Inizialmente la gara non è stata semplice perché loro ci pressavano alti. Poi col passare dei minuti abbiamo preso in mano le redini del gioco e siamo passati in vantaggio con un rigore secondo me netto. Poco dopo abbiamo sfiorato il raddoppio con Provinciali ed alla fine abbiamo portato a casa la vittoria”. A quali difficoltà potrete andare incontro da qui alla fine? “Dobbiamo stare attenti solo a noi stessi. Non possiamo permetterci di innervosirci, neppure quando il risultato non arriva come capitato con il Pianoscara-

Roberto Macaluso (Ladispoli) no. Probabilmente adesso la situazione si mette peggio per il Montefiascone che non può più permettersi passi falsi”. Ed il Ladispoli come sta fisicamente? Nessun segno di stanchezza? “Beh, stiamo abbastanza bene, anche se è naturale che un po’ di stanchezza a questo punto della stagione si faccia sentire. Bisogna considerare che abbiamo fatto anche i quarti di Coppa Italia. Però nelle ultime gare abbiamo corso sempre �no al 90esimo e questo la dice lunga sul nostro stato di forma”.

Uno sguardo a chi si deve salvare: chi rischia di più?

“Sinceramente non ci faccio molto caso. Di sicuro il Pianoscarano uscirà dalla zona playout, sono quelli più attrezzati là in basso. Anche il Tanas Casalotti non dovrebbe avere problemi. Non vedo bene invece la Fortitudo Nepi che dopo aver perso col Santa Marinella dovrà andare a giocare nelle prossime giornate a Monte�ascone e se non riescono più a vincere non vedo come possano riuscire a salvarsi”. Ma il Ladispoli ha altro per la testa. In questo momento davanti a sé c’è la strada che porta al titolo. Dietro un Monte�ascone più distanziato e forse meno temuto.

PROMOZIONE LAZIALE 10ª DI RITORNO ANGUILLARA - CANINESE (and. 1-3)

2-1

ATLETICO VESCOVIO - LADISPOLI (and. 1-5)

0-1

CITTA’ DI CERVETERI - TREVIGNANO (and. 0-2)

1-1

FOCENE - LA STORTA (and. 0-1)

4-0

PIANOSCARANO - CORCHIANO GALLESE (and. 0-3)

0-0

S. MARINELLA - FORTITUDO NEPI (and. 4-0)

1-0

TANAS CASALOTTI - MONTEFIASCONE (and. 0-1)

0-0

TOLFA - VIGOR ACQUAPENDENTE (and. 0-0)

sospesa

VIRTUS CIMINI - REAL MONTEVERDE (and. 1-3)

3-2

Promozione Umbra

Piciucchi stende la Real Virtus e l’Ortana piomba in zona play-off

U

no splendido gol di Piciucchi al primo minuto della ripresa manda in paradiso l’Ortana. Contro la Real Virtus, seconda forza del campionato, i biancorossi, su un terreno reso pantano dalla pioggia scrosciante caduta su Orte, giocano una gara gagliarda e tosta e grazie al 1-0 �nale continuano la risalita in classi�ca. Una classi�ca che ad oggi vede l’Ortana ad un solo punto dai play-off promozione e con un vantaggio di 6 lunghezze sulla zona play-out. Proprio così, superata la crisi nera di Gennaio ed in barba ai problemi societari, la truppa di mister Bernabei continua a regalare bel gioco e ottimi risultati. Basta ricordare che nelle ultime 6 gare capitan Paoluzzi e compagni hanno conquistato 16 punti su 18 realizzando 14 reti e subendone solo 2. Numeri abbastanza chiari che evidenziano l’ottimo lavoro svolto dal tecnico romano che �n dall’inizio ha dato alla sua formazione una chiara �loso�a di gioco e di lavoro. Una �loso�a che ha portato i giocatori e la squadra a migliorare di settimana in settimana e a crescere sotto tutti i pro�li. Passando alla gara, la s�da non è stata bellissima anche se le due compagini non si sono per nulla risparmiate. Più pericolosa sicuramente la compagine locale che oltre al gol si è resa pericolosa in almeno tre occasioni contro l’unica costruita dagli ospiti a �ne prima frazione. Il gol come detto ad inizio ripresa. Palomba serviva Sciommeri che veniva incontro e scaricava per Paoluzzi che con un lob morbido lanciava profondo per l’inserimento di Piciucchi che controllava in corsa e in acrobazia fulmina l’incolpevole Meschini. SPOGLIATOI - Grande euforia nelle �le biancorosse, queste le parole del match-winner Leonardo Piciucchi: “Una vittoria meritata arrivata al termine di una gara giocata in modo intelligente. Siamo stati bravi a modi�care il nostro modo di giocare adattandolo al campo dif�cile e a gestire bene la partita dopo il gol del vantaggio. Adesso le cose si fanno interessanti, siamo ad un solo punto dai play-off e non abbiamo nessuna intenzione di mollare la presa. Vogliamo provare a compiere quest’impresa e soprattutto vogliamo continuare a giocare e divertirsi come stiamo facendo in questo momento”. (A.U.)


� �

sport

SPORT

p

16

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 15 Marzo 2011

CALCIO 1ª CATEGORIA

IL PUNTO - Ottava di ritorno senza sorprese. Tra le prime sei frena soltanto il Capranica bloccato sul pari a Vasanello

Battistrada, razza padrona

Prove di forza di Ischia, Canepina, Grotte di Castro, Latera e Monte Romano che domani è di scena a Veroli in Coppa Lazio dove si gioca la finale di ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

D

i sorprese neanche mezza nell’ottava di ritorno del campionato di Prima Categoria in cui le big non perdono tempo. Tra di loro “frena” soltanto il Capranica ma è chiaro che il pareggio esterno sul campo del Vasanello è un risultato da non disprezzare e ancor di più visto che i locali in zona Cesarini hanno fallito un penalty. TRA CONFERME E RISCATTI Quindi dal plotoncino di testa ottimi indizi che erano stati ben individuati in sede di vigilia. La capolista Ischia di Castro ha vinto in surplace il confronto interno contro il fanalino di coda Atletico Tarquinia. Le restano in scia il Canepina di Paolo Proietti che ha visto le streghe quando il Tuscania Bolsena era passato in vantaggio con Carrington ma poi con il sempre validissimo Maculani (altro che contestazioni) e Alessio Miralli ha rimontato il match ed ha infranto quello che sembrava essere un vero e proprio tabù. Ottima risposta anche dal Grotte di Castro che ha reagito alla grande all’uppercut subito la domenica precedente sul suo campo contro l’Ischia e con il trio delle meraviglie Pacenza, Randazzo e Nobile e la �rma del sempre utile Tonnicchi, rinforzo dicembrino ha vìiolato con irrisoria facilità il campo del Vignanello. Continua a tenere accesa la sua “utopia”, come è stata de�nita dal suo staff tecnico il Monte Romano che tra i due fuochi di campionato e Coppa Lazio cerca di non mandare a male nulla ed ha fatto valere la legge del campo amico ri�lando due reti ad una Valleranese sempre a corrente alternata ed ora scivolata al quart’ultimo posto. E registriamo il ritorno al successo del Latera che ha fatto suo il derby per 2-0 contro il Valentano e quindi riscossa da parte degli uomini di mister Aquilio con le reti di Pompei e di un ritrovato Francesco D’Egidio che dopo il grance infortunio nel febbraio del 2009 ha recuperato in pieno e la cosa ci rende tutti più felici considerando il suo valore e la sua serietà. LA VOLATA PER I PRIMI DUE POSTI E QUALIFICAZIONE PER LA COPPA LAZIO 2011/2012 Ed ecco le s�de che attendono le pretendenti al titolo �nale da qui al 15 maggio, consideriamo in in corsa le attuali prime sei della classi�ca.

Ischia di Castro 50 punti - Domenica altra gara interna con il Vignanello, poi il 27 marzo trasferta a Vasanello, il 3 aprile gara casalinga contro la Nuova Sorianese, il 10 aprile trasferta con il Pilastro e dopo la lunga sosta il 1° maggio match interno con il Canepina, l’8 maggio trasferta a Monte Romano e il 15 maggio super scontro in casa contro il Latera.

Montalto, poi il 27 marzo match interno con il Capranica, il 3 aprile trasferta a Grotte di Castro e il 10 aprile s�da casalinga con l’Ischia di Castro. Il 1° maggio trasferta a Vignanello, l’8 maggio gara casalinga con il Vasanello e chiusura sul campo della Nuova Sorianese. A. Tarquinia 11 punti - Il match interno con il Valentano, poi la trasferta di Vignanello, il 3 aprile la s�da a domicilio con la Valleranese e il 10 aprile trasferta a Vasanello. Nelle ultime tre gare il match interno contro il Tuscania Bolsena, ancora in casa con la N. Sorianese e trasferta il 15 maggio a Lubriano.

Canepina 49 punti - Si parte con la trasferta a Lubriano, il 27 marzo il match casalingo con il Montalto. Poi nelle ultime 5 giornate la trasferta di Capranica, il 10 aprile il big match interno contro il Grotte di Castro e negli ultimi 3 match di maggio la trasferta di Ischia, la gara interna con il Vignanello e la trasferta di Vasanello. Grotte di Castro 46 punti - S�da casalinga contro il Vasanello e trasferta sul campo della Nuova Sorianese. Nelle ultime 5 giornate il 3 aprile gara interna contro la Virtus Pilastro, il 10 aprile trasferta a Canepina, il 1° maggio ospiterà il Monte Romano, l’8 maggio si recherà a Latera e il 15 maggio giocherà in casa contro il Valentano. Monte Romano 41 punti - Il 20 marzo trasferta contro il Tuscania Bolsena, il 27 marzo match interno contro il Lubriano e a seguire trasferta a Montalto, confronto casalingo con il Capranica, trasferta a Grotte di Castro, ultima in casa con l’Ischia di Castro e chiusura sul campo del Vignanello. Ed è un calendario niente affatto male. Latera 40 punti - Il 20 marzo trasferta a Vallerano e nelle ultime sei giornate abbiamo la gara interna con il Tuscania Bolsena, la trasferta di Lubriano, il match casalingo contro il Montalto, il 1° maggio la trasferta di Capranica, l’8 maggio il match casalingo con il Grotte di Castro e poi la chiusura ad Ischia per un �nale di stagione tostissimo. Capranica 40 punti - Gara gara casalinga con la Nuova Sorianese, trasferta contro la Virtus Pilastro, il big match a domicilio con il Canepina, la trasferta di Monte Romano, la gara interna con il Latera e nelle ultime due s�de trasferta a Valentano e gara interna con la Valleranese. NUOVA SORIANESE E LUBRIANO PASSO IN AVANTI DI VITALE IMPORTANZA In basso dove la paura fa novanta colpi pesanti per la Nuova

1ª CATEGORIA 8ª RITORNO

Francesco D’Egidio (Latera)

In chiave salvezza successi di vitale importanza per N. Sorianese e Lubriano Tra i bomber torna a nuoversi il leader Pompei del Latera dove registriamo la fine di un incubo per il bravo D’Egidio Sorianese che si è imposta di misura su un Montalto Calcio in evidente �essione e che sta palesando una dif�coltà notevole nell’andare in gol visto che nelle ultime cinque gare non è riuscito a segnare lo straccio di un gol. I cimini invece rigenerati dalla cura Floccari e dal mercato invernale raggiungono quota 28 dove possono dormire sonni tranquilli. Alle loro spalle con 26 punti sale il Lubriano di Baggiani che non “spreca” il match point sul terreno della Virtus Pilastro e con il ritrovato tandem d’attacco composto dal duo Capocecera e Pantarelli (3 reti) conquista un successo che tranquillizza tutto l’ambiente. Destino che appare quasi segnato per le ultime tre che rimangono A. Tarquinia, Virtus Pilastro e Valentano con quest’ultima che ha un ritardo di 6 punti dalla Valleranese. CORSA ALLA SALVEZZA E andiamo a inquadrare quelli che sono gli impegni delle ultime

sette giornate per le ultime quattro. Valleranese 24 punti - Domenica gara interna con il Latera, il 27 marzo trasferta a Valentano; il 3 aprile match esterno con l’Atletico Tarquinia e il 10 aprile gara interna contro il Tuscania Bolsena. Nelle ultime tre giornate trasferta a Lubriano il 1° maggio, poi l’8 maggio gara interna contro il Montalto e chiusura sul campo del Capranica. Valentano 18 punti - Questi gli ultimi sette match per il team di mister Onofri. Domenica trasferta con l’Atletico Tarquinia, poi la gara casalinga con il Valentano, il 3 aprile match interno con il Tuscania Bolsena e il 10 aprile in casa con il Lubriano. Dopo la sosta, il 1° maggio trasferta a Montalto, poi gara interna contro il Capranica e chiusura il 15 maggio a Grotte di Castro. Virtus Pilastro 12 punti - Per i rionali domenica trasferta a

1ª CATEGORIA 9ª RITORNO (20/03)

orari

CANEPINA - TUSCANIA BOLSENA (and. 0-0)

2-1

A. TARQUINIA - VALENTANO (and. 2-2)

11,00

ISCHIA DI CASTRO - ATLETICO TARQUINIA (and. 1-2)

2-0

CAPRANICA - NUOVA SORIANESE (and. 1-1)

11,00

LATERA - VALENTANO (and. 3-3)

2-0

GROTTE DI CASTRO - VASANELLO (and. 2-1)

11,00

MONTE ROMANO - VALLERANESE (and. 1-2)

2-0

ISCHIA DI CASTRO - VIGNANELLO (and. 1-0)

11,00

NUOVA SORIANESE - MONTALTO (and. 1-2)

1-0

LUBRIANO - CANEPINA (and. 0-3 a tavolino. Sul campo 0-0)

11,00

VASANELLO - CAPRANICA (and. 0-1)

0-0

MONTALTO CALCIO - V. PILASTRO (and. 2-0)

11,00

VIGNANELLO - GROTTE DI CASTRO (and. 0-1)

1-4

TUSCANIA BOLSENA - MONTE ROMANO (and. 0-0)

11,00

VIRTUS PILASTRO - LUBRIANO (and. 1-1)

2-4

VALLERANESE - LATERA (and. 1-3)

11,00

TUTTI I MARCATORI Torna a muoversi il leader Pompei del Latera sempre seguito da Pacenza del Grotte di Castro. Tra i big da segalare il ritorno al gol di Capocecera e Pantarelli del Lubriano, Cristiano Marini del Monte Romano, Carrington del Tuscania Bolsena e Randazzo del Grotte di Castro. 14 reti: Pompei (Latera) 13 reti: Pacenza (Grotte di Castro); 12 reti: De Cillis (2 con il Vignanello, 8 con l’Ischia di Castro); 11reti: Danieli (2 rig) Canepina; Sfasciotti (2 rig. Ischia di Castro); Capocecera (Lubriano); 10 reti: C. Pecci (Capranica); Pantarelli (Lubriano); 8 reti: Fileni (3 rigori) Vasanello; A. Taratufolo (Canepina); Carrington (2 rigori, Tuscania Bolsena); Randazzo (Grotte di Castro); C. Marini (1 con il Capranica e 7 con il M. Romano); 7 reti - Gaska (2 rigori) Latera; A. Taratufolo (Canepina) M. Mariani (Vasanello); Nobile (Grotte di Castro) 6 reti - M. Mariani (Vasanello); Pokoropek (Valleranese); 5 reti - Incalcaterra (Canepina); Cicconi (2 rig.) Valentano; Pellegrini (Nuova Sorianese); Santini (2 rig.) (Valleranese) 4 reti - L. Trebisondi (Monteromano); M. Salvitti (Capranica); Ligi (Montalto Calcio); Cosenza (Ischia di Castro); Di Luca (Monte Romano); Fratini (Valleranese); Biagini (Valentano); Maculani (1 rig. Canepina); Perugini (N. Sorianese) 3 reti: Rossini (Capranica), Cosenza e L.Brizi (Ischia di Castro), Bonucci (Latera), Citti (Valleranese), Cerquoni, Mastrogiovanni (Tuscania Bolsena), Pau (2 Monte Romano, 1 Tuscania Bolsena), Boninsegna e Fapperdue (Valentano); Cardoni (Montalto); Gianola (2 rig.), Grieco, Borghesi, Petruccetti (Nuova Sorianese); Peparello (1 rig) e Stella del Lubriano; Cappuccini (Virtus Pilastro);

1ª CATEGORIA ISCHIA DI CASTRO

50

CANEPINA

49

GROTTE DI CASTRO

46

MONTE ROMANO

41

LATERA

40

CAPRANICA

40

TUSCANIA BOLSENA

33

MONTALTO CALCIO

30

VASANELLO

30

NUOVA SORIANESE

28

LUBRIANO

26

VIGNANELLO

26

VALLERANESE

24

VALENTANO

18

V. PILASTRO

12

A. TARQUINIA

11

2 reti- Arditi, Musetti e M. Mariani (Valleranese), Catini e Brodolini (Atletico Tarquinia), M.Pecci, Febbraro (Capranica), De Gortes (Tuscania Bolsena), Amin Smith, Braccini, W.Calistri, Clarioni e Cruciani (Vignanello), Governatori, Livi, (Ischia di Castro); Bocci (Latera): Baccello (Lubriano); Ciavattini (1 rig.) (Montalto); Varesano e Pelecca (1 rig.) (Grotte di Castro), Mingione (Virtus Pilastro); Falzarano (Vasanello), Taf� e Sonno(Valentano); Damiani e Nicolini (Monte Romano) 1 rete: Carli, R.Brizi, De Grossi, Bozzini, Biondelli (Ischia di Castro); Fraticello e Giani (Lubriano), Alberti, Salvatori, Matricardi, Lupidi, Menicucci, Grieco, Bianchi, Maccioni, Pallotti (Montalto); Piccioni, Mastrangeli, Cristiani, Petese, Ercolini (Valleranese), Precetti (1 rig.), Barduani, Di Giuseppe, Lamanda, (Vignanello), Tagli, Feoli, Valente, Ghigi (Monte Romano), Caiazza, Seralessandri, Annesi, Proietti, Beccaccioli, Mancini, Miralli, Smacchia, A.Romano (Canepina), Moncelsi, Barcaroli, Ercolani, Cechelin, D.Guarisco (Atletico Tarquinia), Mancini, Vetrallini, Bartolacci (Tuscania Bolsena), Leandri, Terzoli, Tonnicchi, Puri (Grotte di Castro), S.Salvitti, (Capranica), Cesaretti, Nebbioso, Bocci, D’Egidio, Freddiani (Latera), Sullini (Valentano), Cecchini, Caiazza, D, Rondini, Pacchiarotti, Vassallo, Materazzini (Virtus Pilastro), Federici, Gasponi, Obinna Udeze (1 rig.), Adami, Esposito, Di Gennaro, (Nuova Sorianese), Creta, Poleggi, Fazioli, Costantini, L.Mecocci (Vasanello). COPPA LAZIO Domani pomeriggio torna la Coppa Lazio per il Monteromano che alle 15 affronta la trasferta con il Città di Veroli dopo che 15 giorni fa il match di andata giocato a Monte Romano terminò con il punteggio di 11. In palio la posta pesantissima della finale.


sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 15 Marzo 2011

� �

p

CALCIO 2ª CATEGORIA

2ª CATEGORIA B

Tra le big frena il Sutri. Ronciglione la meta è vicina Nel gruppo A il Doria corsaro a Pescia, mantiene due punti sulla Virtus Bolsena. N. Bagnaia ok nel derby con la Querciaiola In chiave salvezza tre punti d’oro per il Tre Croci. Gioca bene ma perde ancora il Vetralla 1928

I

n archivio la 23esima giornata del campionato di Seconda Categoria in cui le squadre di alta classi�ca in entrambe i raggruppamenti non concedono tregua con la sola eccezione del Calcio Sutri che a sua parziale giusti�cazione ha affrontato la trasferta con il Real Collevecchio in condizioni di emergenza. GIRONE A Vincono tutte le prime quattro e quindi distanze invariate. Il Doria San Martino si conferma cinico ed essenziale e con il guizzo di Federico Petretti stampa tre punti pesantissimi dal “Maremmino” di Pescia Romana dove tra l’altro si erano fermate sul pari la Virtus Calcio Bolsena e perdendo il San Lorenzo Nuovo. Replica della Virtus Bolsena alla quale porta fortuna la scelta di giocare sul campo di Bagnoregio e per la compagine di Centaro è arrivato un sofferto ma meritato successo contro il Farnese che era in grande spolvero. Da rimarcare la doppietta del sempieterno bomber Morice che sta diventando un surrogato alla perfezione di un Botarelli che sembra aver perso lo smalto del girone di andata. Ritorno al successo per il Viterbo Pool che con la tripletta di Scribano e le reti di Cion� e Scapigliati ha superato la resistenza di un Vitorchiano e continua così ad avere cinque punti nell’obiettivo terzo posto �nale sul San Lorenzo Nuovo che ha avuto vita facile sul campo del fanalino di coda Barco Murialdina dove è passato con un eloquente 5-1. DUELLO PER IL PODIO E ricordiamo quella che sarà la volata �nale negli ultimi sette turni per le prime quattro in classi�ca. Doria San Martino 60 punti Domenica prossima il Doria ospita il Tre Croci, trasferta con la Querciaiola, in casa con il Civitella, il 10

17

Il duello a distanza per i team dei mister Corradini e Centaro Tra i bomber del gruppo A continua l’avanza di Tupu Vasile del San Lorenzo Domani si giocano i due recuperi mancanti. Occhio al Tugurio C. Anguil ara

Il Tre Croci aprile trasferta con il Viterbo Pool. Poi il 1° maggio la s�da interna con il Bolsena, alla penultima trasferta a Farnese, chiusura in casa con il Vitorchiano. V. C. Bolsena 58 punti - La volata �nale parte per la Virtus Calcio Bolsena con la trasferta di Vitorchiano, in casa con la Virtus Marta, trasferta a Bagnaia, il 1° maggio la trasferta con il Doria, poi in casa con il San Lorenzo Nuovo, ultima gara sul campo dell’Etrusca. Viterbo Pool 49 punti - Si inizia con la gara sul terreno della Virtus Marta, match interno con la Nuova Bagnaia, in esterna a Celleno e prima della sosta in casa con il Doria. Il 1° maggio la gara a San Lorenzo Nuovo, il confronto interno contro l’Etrusca e ultima in casa del Barco. San Lorenzo N. 44 punti - Domenica match interno con il Pescia, trasferta con il Tre Croci, in casa con la Querciaiola. Dopo la sosta gara interna con il Viterbo Pool. Trasferta derby a Bolsena e congedo dal pubblico amico nel match interno con il Farnese.

ACUTI ETRUSCA, BAGNAIA, TRE CROCI E CIVITELLA Nelle altre quattro gare di domenica scorsa fanno valere il fattore campo l’Etrusca che dopo una mini crisi ritorna al successo battendo per 2-1 il Graf�gnano, stesso dicorso per il Civitella che con un gol dell’esperto Lauro ottiene tre punti pesantissimi contro la Virtus Marta che da par suo rimane al penultimo posto della classi�ca. Gioia per Simone Varletta e compagni con la Nuova Bagnaia che fa suo il sempre sentito e appassionante derby contro la Querciaiola (Santa Maria, vìolato per 2-0 con le reti di Filippi e lo stesso Varletta) e conferma il suo buon momento il Tre Croci di mister Zaccaro che si impone per 1-0 sul Celleno e in chiave salvezza sono tre punti di platino. Recupero - Domani alle 15 si recupera l’unica gara mancante tra N. Bagnaia e Celleno, della prima giornata del girone di ritorno.

MARCATORI

GIRONE A Queste le prime posizioni nella

classi�ca dei marcatori dove continua ad avanzare la coppia del San Lorenzo Nuovo Tupu Vasile e Tiberi. 19 reti - Alessandro Iaconissi (Doria S.Martino, 3 rigori) 18 reti - Tupu Vasile (1 rigore, San Lorenzo Nuovo) 17 reti: Botarelli (Virtus Calcio Bolsena) 13 reti: Noudem (Virtus Calcio Bolsena); Tiberi (2 rig.) (San Lorenzo Nuovo) 12 reti: Matamba (1 rig. Farnese); 11 reti: P. Ranaldi (1 rig.) Nuova Bagnaia 10 reti: D’Onofrio (2 rig. Querciaiola); S.Varletta (1 rig.) (Nuova Bagnaia) GIRONE B Qui è trionfo che si avvicina per la Cimina Ronciglione che ha fatto valere la sua forza anche sul campo della Vejanese che sino a domenica (nsieme solo a quello proprio del Ronciglione) era l’unico imbattuto del girone B. Vittoria netta per 3-0 a �rma Foglietta, Tiberti e Temperini e la conferma che non ce n’è per nessuno con grossi meriti per il

2ª CATEGORIA GIRONE B 8ª RITORNO

2ª CATEGORIA GIRONE A 8ª RITORNO BARCO MURIALDINA - SAN LORENZO NUOVO (and. 0-2)

1-5

CIVITELLA D’AGLIANO - VIRTUS MARTA (and. 3-2)

1-0

ETRUSCA - GRAFFIGNANO (and. 0-1)

2-1

N. PESCIA ROMANA - DORIA SAN MARTINO (and. 0-4)

0-1

QUERCIAIOLA - NUOVA BAGNAIA (and. 1-1)

0-2

TRE CROCI - CELLENO (and. 1-1)

1-0

VIRTUS BOLSENA - FARNESE (and. 2-0) VITERBO POOL - VITORCHIANO (and. 1-0)

BASSANO ROMANO - STIMIGLIANO (and. 2-2) CIVITA CASTELLANA - A. MORLUPO (and. 4-5)

oggi

2-0 0-3

REAL COLLEVECCHIO - C. SUTRI (and. 1-2)

3-0

SORATTE - BLERA (and. 1-3)

0-2

2001 TUSCIA - MAGLIANESE (and. 0-1)

1-1

3-1

VEJANESE - C. RONCIGLIONE (and. 0-2)

0-3

5-2

VETRALLA - T. ANGUILLARA (and. 0-4)

2-3

RIPOSATO: MANZIANA

2ª CATEG. GIR. A 9ª RITORNO (20/03)

orari

2ª CATEG. GIR. B 9ª RITORNO (20/03)

orari

CELLENO - QUERCIAIOLA (and. 2-2)

15,00

A. MORLUPO - VETRALLA (and. 1-0)

11,00

DORIA SAN MARTINO - TRE CROCI (and. 1-0)

15,00

CALCIO SUTRI - SORATTE (sabato 19 marzo) and. 2-0

15,00

ETRUSCA - BARCO MURIALDINA (and. 0-1)

11,00

GRAFFIGNANO - FARNESE (and. 1-1)

15,00

C. RONCIGLIONE - REAL COLLEVECCHIO (and. 0-0)

11,00

NUOVA BAGNAIA - CIVITELLA D’AGLIANO (and. 1-0)

11,00

MAGLIANESE - C.CASTELLANA (sabato 19 marzo) and.2-0

15,00

SAN LORENZO NUOVO - PESCIA ROMANA (and. 2-3)

15,00

MANZIANA - BASSANO ROMANO (and. 1-0)

11,00

VIRTUS MARTA - VITERBO POOL (and. 1-3)

15,00

STIMIGLIANO - 2001 TUSCIA (and. 3-2)

11,00

VITORCHIANO - VIRTUS C. BOLSENA (and. 0-3)

11,00

T.C. ANGUILLARA - VEJANESE (and. 1-1)

11,00

RIPOSA: BLERA

C. RONCIGLIONE

56

T. C. ANGUILLARA #

48

BLERA

47

CALCIO SUTRI

45

A. MORLUPO * #

36

VEJANESE *

35

REAL COLLEVECCHIO *

30

MAGLIANESE *

27

BASSANO ROMANO

26

2001 TUSCIA

24

SORATTE *

23

STIMIGLIANO *

19

VETRALLA 1928 *

17

MANZIANA *

11

C. CASTELLANA

5

* HANNO RIPOSATO # DOMANI IL RECUPERO

GIRONE A DORIA S. MARTINO

60

VIRTUS BOLSENA

58

VITERBO POOL

49

SAN LORENZO NUOVO

44

NUOVA BAGNAIA #

33

team di mister Gavazzi.

ETRUSCA

31

LE ULTIME SEI FATICHE DELLA REGINA Ecco le s�de che mancano alla capolista prima di conludere trionfalmente il suo campionato: domenica gara interna con il Real Collevecchio; il 27 marzo trasferta a Soratte; il 3 aprile in casa con il Blera; il 10 aprile trasferta con il Calcio Sutri; il 1° maggio turno di riposo; l’8 maggio in casa con il Tugurio Anguillara e il 15 maggio trasferta con il Morlupo.

FARNESE

30

CELLENO #

28

QUERCIAIOLA

27

CIVITELLA D’AGLIANO

25

GRAFFIGNANO

23

VITORCHIANO

23

TRE CROCI

23

N. PESCIA ROMANA

21

VIRTUS MARTA

16

BARCO MURIALDINA

15

CORSA AL 2° POSTO E’ ormai circoscritta a Tugurio Calcio Anguillara (48 punti e una gara in meno); Blera (47 punti) e Calcio Sutri (45 punti). Out dai giochi tutte le altre. Domenica il Tugurio ha vinto per 3-2 nella non facile trasferta sul campo di un Vetralla 1928 con l’acqua alla gola e che non riesce più ad assaporare la gioia dei tre punti, nonostante nell’ ultimo confronto si sia bene espresso. Blera in palla e corsaro per 2-0 a Soratte con le reti di Coletta e Ubaldini dopo un buon confronto, perde terreno il Calcio Sutri che anche per le troppe assenze si stoppa bruscamente nella trasferta con il Real Collevecchio. Ed ecco da qui alla �ne la corsa per queste tre compagini. T.C. Anguillara (48 punti) - Domani il recupero interno con il Morlupo, domenica 20 marzo il match interno con la Vejanese, il 27 marzo trasferta con il Real Collevecchio, il 3 aprile in casa con il Soratte, il 10 aprile trasferta a Blera. Il 1° maggio in casa con il Sutri, il 10 maggio trasferta a Ronciglione e ultimo turno riposo. Blera (47 punti) - Domenica prossima riposo. Il 27 marzo in casa con il Sutri, il 3 aprile trasferta a Ronciglione, il 10 aprile in casa con l’Aguillara. Il 1° maggio la gara di Morlupo, il giorno 8 maggio in casa con la Maglianese e chiusura a Stimigliano. C. Sutri (45 punti) - Il match interno di sabato con il Soratte, il 27 marzo trasferta a Blera, il 3 aprile il turno di riposo. Il 10 aprile in casa con il Ronciglione, il 1° maggio trasferta con il Tugurio Anguillara; l’8 maggio in casa contro il Morlpuo e poi trasferta all’ultima giornata con la Maglanese.

# DOMANI IL RECUPERO

LE ALTRE Negli altri confronti giocati per la settima del girone di ritorno bene il Bassano Romano con il 2-0 sullo Stimigliano, reti di Morbidelli e Fravolini e sempre più in alto. Pareggio tra 2001 Tuscia e Maglianese per 1-1 e come vi abbiamo raccontato nell’edizione di domenica ko il condannato Civita che cede in casa per 3-0 contro il Morlupo. Restano agli ultimi tre posti partendo dal basso Civita Castellana con 5 punti; Manziana 11 e Vetralla 1928 17, Ha riposato il Manziana. Recupero - Domani alle 15 importante recupero tra Tugurio Calcio Anguillara e A,. Morlupo. GIRONE B I BOMBER Qui per quanto concerne i bomber delle formazioni provinciali, questa la situazione. 18 reti: Biguzzi (Cimina Ronciglione); 13 reti: Tiberti (Cimina Ronciglione); Coletta (Blera) 10 reti: Gentili (Cim. Ronciglione) 9 reti: Schinelli P. (Vejanese); 8 reti: G. Latini (1 rig.) (2001 Tuscia); A. Arriga (C. Ronciglione); Mantovani (Blera) 7 reti: Barduani (Civita Castellana); Sterpa (1 rig. Vejanese); A. Rossi (Blera) agv


� �

ALLIEVI (elite)

ALLIEVI (regionali)

sport

SPORT

p

18

ALLIEVI (fascia B ecc)

Viterbo & Lazio Nord

GIOVANISSIMI (elite)

GIOVANISSIMI (reg)

Martedì 15 Marzo 2011

GIOVANISSIMI (fascia B ecc)

N. TOR TRE TESTE

55

FREGENE

58

ROMA

65

SAVIO

60

SAN PAOLO OST

58

LAZIO

58

FUTBOL CLUB

45

MONTESPACCATO

55

LAZIO

58

URBETEVERE

57

AURELIO

57

ROMA

57

URBETEVERE

43

VIS AURELIA

43

TOR DI QUINTO

51

LADISPOLI

52

C. FOGLIANESE

52

N. TOR TRE TESTE

55

MONTEROTONDO

42

ALMAS

39

SAVIO

48

TOR DI QUINTO

50

ETRUSCA

42

SAVIO

43

VITERBESE

38

VIGILI URBANI

38

NUOVA T.TRE TESTE

41

VITERBESE

46

CIVITAVECCHIA

40

LODIGIANI

38

OSTIA MARE

35

LA STORTA

38

ATLETICO ROMA

38

OSTIA MARE

36

PIANOSCARANO

38

URBETEVERE

37

SPES MONTESACRO

35

MASSIMINA

32

URBETEVERE

34

DELLE VITTORIE

36

FREGENE

38

VIGOR PERCONTI

33

LADISPOLI

35

PIANOSCARANO

31

VIGOR PERCONTI

34

SPES ARTIGLIO

33

MONTEFIASCONE

36

FROSINONE

32

OTTAVIA

29

FOCENE

30

OSTIA MARE

34

TOTTI SOCCER S

32

PESCATORI OSTIA

31

FUTBOL CLUB

32

24

C. FOGLIANESE

29

TOTTI SOCCER S

23

TOR DEI CENCI

26

REAL MONTEROSI

29

APRILIA

28

24

SAN GORDIANO

28

.VITERBESE

19

ROMULEA

26

CORNETO TARQUINIA

26

TOR DI QUINTO

26

23

MACCARESE

24

SAN PAOLO OSTIENSE

18

OTTAVIA

26

PIAN DUE TORRI

25

VITERBESE

22

AURELIO

23

ETRUSCA

23

APRILIA

16

RIETI

15

C. CASTELLANA C.G .

16

AURELIO

19

TOTTI SOCCER S.

23

SAN PAOLO OSTIENSE

22

DELLE VITTORIE

13

VIS AURELIA

14

BARCO MURIALDINA

15

PRO ROMA

19

DELLE VITTORIE

23

CIVITA CASTELLANA

21

MONTEROTONDO

12

FOCENE

7

MACCARESE

12

ANZIO LAVINIO

16

CIVITAVECCHIA

14

PALOCCO

2

PRO ROMA

12

OLIMPIA

6

SAN GORDIANO

1

PRO CALCIO

2

RIETI PESCATORI OSTIA VILLALBA

Pianoscarano allievi ma che poker all’Almas Roma! Nei giovanissimi regionali San Paolo e Aurelio frenano e la Foglianese torna a sperare a meno 6 dal primato

R

esoconto delle nostre formazioni nei vari campionati giovanili regionali dopo le s�de del �ne settimana e tutte le classi�che aggiornate. JUNIORES ELITE Quindicesimo ko stagionale per il Pianoscarano la cui testa è ai play out post campionato. I rossoblu hanno ceduto per 4-1 sul terreno del Canale Monterano, rete della bandiera messa a segno da Aspromonte in un confronto che si è deciso nel corso della ripresa dopo il momentaneo 1-1. Prossimo Turno - Sabato prossimo per il Pianoscarano dif�cile gara casalinga contro la forte Nuova Tor Tre Teste.

Juniores fascia B con un finale thrilling nel duello Corneto-Civitavecchia. Bene ii giovanissimi elite della Viterbese, 3-0 al Totti Soccer con Venanzi, Bordo e Provenzano Foglianese che cede sul terreno del Pescatori Ostia. Momento invece per il Monte�ascone che perde in casa per 2-0 contro il Palocco. Ed ecco lo score e la cronaca del match.

JUNIORES FASCIA B Quk come via abbiamo raccontato nell’edizione di domenica campionato di fatto riaperto con il successo per 3-1 del Civitavecchia sulla capolista Corneto in gol con Codoni. Ora sono solo 3 i punti di vantaggio dei tirrenici di Bonelli. Il Monterosi conferma il suo momento di forma eccezionale e batte per 3-0 il Tolfa con le reti di Rizzo, Nicoletti e Maxsim continuando a salire in classi�ca generale. Ko di misura per 1-0 di una rimaneggiata

MONTEFIASCONE 0 PALOCCO 2 Monte�ascone: Mattei; Barcarolo, Proietti; Vignanelli, Burla, Cepparotti; Baggiani, Tassoni, Mancini, Lattanzi, Alessandrucci. All. F. Cerci. A disp. Mocini, Arriga, Lilli, Rosetto, Ianiro, Donati, Parrino. Palocco: Volpato; Paci�co, Paolucci; Valeri, Proietti, Bandini; Zino, Tarantino, Mangardino, Palmieri, Pelletteri. All. M. Darretta. A disp. Melchiorre, De Santis, Gianferro, Ligios, Zecca, Carmina, Piergiovanni. Arbitro: Filabozzi di Roma 1. Marcatori: pt 15° Pelletteri, st 10° Mangiardino (P).

JUNIORES (elite)

JUNIORES (fascia B)

FUTBOL CLUB

61

CORNETO TARQUINIA

58

OSTIA MARE

61

CIVITAVECCHIA

55

NUOVA TOR T. TESTE

58

PESCATORI OSTIA

49

VIGOR PERCONTI

47

PALOCCO

49

FIUMICINO

47

C. FOGLIANESE

41

VILLANOVA

36

SANTA MARINELLA

39

TANAS CASALOTTI

30

MONTESPACCATO

36

OTTAVIA

30

MONTEROSI

33

MACCARESE

29

TOLFA

28

OLIMPIA

29

VIS AURELIA

26

LADISPOLI

28

MONTEFIASCONE

23

CANALE MONTERANO

28

CASAL BERNOCCHI

23

FREGENE

27

FORTE AURELIO

22

SETTEBAGNI

23

PIAN DUE TORRI

20

PIANOSCARANO

16

LA QUERCIA 88

11

LA SABINA

8

REAL MONTEVERDE

4

Un gara dif�cile sia per la bravura degli avversari che, non per nulla, occupano il terzo posto in classi�ca ma anche per la molta sfortuna che non li abbandonati per un solo istante. I locali sono scesi in campo determinati e ben messi in campo dando vita ad una gara bella e vivace portandosi in area avversaria più volte e mancando la rete, almeno in tre occasioni, con tiri �niti fuori, a �l di palo, a portiere battuto. Gli avversari di mister Darretta, hanno giocando di rimessa cercando di sorprendere i locali protesi in avanti con due occasioni in cui si sono trovati in area falisca sono andati a rete, intorno al quindicesimo con Mangiarino raddoppiando poco dopo, intorno al ventesimo, con Pelletteri. La prima frazione di giuoco è così terminati con i locali sotto di due reti. Nella seconda frazione di giuoco, i locali, inspiegabilmente, sono calati sul piano atletico, hanno accusato molta stanchezza, insicuri e timorosi di prendere altre reti si sono tirati indietro, lasciando il centro campo sguarnito. Non sono stati capaci di incidere seriamente sul gioco e con dif�coltà sono riusciti ad impensierire l’estremo difensore Volpato con azioni di un certo peso mentre, di contro, gli ospiti si sono limitati a controllare il gioco rendendosi padroni del centro campo. (Pietro Brigliozzi) Prossimo Turno - Sabato 19 marzo avremo i match tra Corneto e Montespaccato, il derby Foglianese-Monterosi e il Monte�ascone si recherà sul campo della Vis Aurelia. ALLIEVI ELITE Semaforo rosso per la Viterbese ‘94 che perde 1-0 in quel di Ladispoli ed è una frenata grave nella rincorsa dei gialloblu al podio per la quali�cazione alle �nali regionali. Prossimo Turno - Domenica quella che potrebbe essere l’ultima chiamata nella gara interna da vincere a tutti i costi conttro l’Urbetevere.

ALLIEVI REGIONALI Tre punti pesantissimi per il Pianoscarano di mister Celestini che si impone per 4-0 contro la quotata Almas al termine di un incontro perfetto con la doppietta di Arcamone e le reti di Lucarini e Ricci. Nel derby �nisce 1-1 tra Etrusca e C. Foglianese con il gol dei padroni di casa di Moscatelli e il pareggio di Spolverini per gli ospiti. Buon punto per il Civita Castellana che impatta per 1-1 sul campo de La Storta e tiene vive le sue speranze di salvezza. Prossimo Turno - Domenica 20 marzo avremo il Pianoscarano sul campo della Vis Aurelia, derby tra Civita Castellana Calcio Giovanile ed Etrusca e la Foglianese ospiterà il Montespaccato. ALLIEVI FASCIA B ECCELLENZA E REGIONALI Ko la Viterbese di mister Valentini che perde per 2-0 sul terreno dell’Ostia Mare e rimane al limite dall’area salvezza con un + 3 da gestire al meglio sull’Aprilia. Prossimo Turno - Sabato prossimo fondamentale gara interna da vincere contro il Monterotondo. Negli allievi fascia B regionali successo super prezioso per il Pianoscarano che alimenta le sue speranze di salvezza battendo per 1-0 con la rete di Minella il Montespaccato. Ricordiamo che qui ci sono tre retrocessione dirette. Classi�ca - Questa la graduatoria dopo 19 giornate: Ottavia 46; Ladispoli 45; Aurelio 41; Vis Aurelia 40; Atletico Acilia e La Storta 32; Civitavecchia 31; Focene 26; Pescatori Ostia 24; Fregene 22; Città di Cerveteri 13; Pianoscarano e Montespaccato 12; Petriana 0. Prossimo Turno - Sabato prossimo alle 16,30 trasferta sul campo dell’Aurelio. ALLIEVI FASCIA B (di Roma) Altro ko per la Foglianese che ha perso per 2-1 sul campo dell’Aranova e vede allontanarsi le speranze di successo �nale. Pareggio per 0-0 dell’Etrusca a Sabazia e pesante ko del Tre Croci scon�tto 4-1 contro il Cerveteri Soccer. Ha riposato il Barco Murialdina. Classi�ca - In vetta il San Gordiano con 45 punti; Foglianese 36; Ladispoli 33; Aranova 32;

Pianoscarano Allievi Regionali Massimina 31; Etrusca 27; Sabazia e Barco Murialdina 24; Santa Marinella 23; Il Grifone 18; Cerveteri Soccer 16; Tre Croci 11 e Real Boccea 3. GIOVANISSIMI ELITE Benissimo la Viterbese di mister Conticchio che supera per 3-0 il Totti Soccer School con le reti di Venanzi, Bordo e Provenzano e conferma il quinto posto in classi�ca restando non lontanissima dall’area play off. Prossimo Turno - Domenica prossima trasferta abbordabile contro il Tor dei Cenci. GIOVANISSIMI REGIONALI Qui frenano le capoliste e la Foglianese di mister Bevilacqua continua il suo inseguimento, Impresa dif�cile ma numneri alla mano ancora possibile. L’Etrusca con le reti di Tagliani e Manoni ha fermato sul 2-2 il San Paolo Ostiense che resta al comando con un punto sull’Aurelio bloccato in casa sullo 0-0 dal Fregene. Ok la Foglianese che ha vinto per 3-1 contro il Pescatori Ostia con le reti di Foglietta, Verduchi e Palombi. Nel derby giocato venerdì c’era stato il bel successo per 2-0 del Pianoscarano sul campo del Monte�ascone (reti di Belella e Giulietti). Ko il Corneto che cede per 1-0 nella trasferta di Civitavecchia. Il Real Monterosi conferma il suo buon momento e con un gol del solito Rizzo batte 1-0 il Pian Due Torri. Nella corsa per raggiungere i play out successi pesanti per il Barco corsaro per 20 a Maccarese con le reti di Zito e

Giraldo e del Civita Castellana che batte 2-1 il fanalino di coda San Gordiano con le reti di Vessella e Patrizi. Prossimo Turno - Domenica prossima derby PianoscaranoFoglianese e Corneto TarquiniaCivita Castellana. Il Barco ospiterà il Fregene, trasferte con Maccarese e Pian Due Torri per Real Monterosi e Monte�ascone e l’Etrusca giocherà sul terreno del San Gordiano. Big match tra San Paolo Ostiense e Aurelio. GIOVANISSIMI FASCIA B ECCELLENZA E REGIONALI Gioca un buon confronto ma rimedia un altro ko la Viterbese ‘97 che perde in casa per 1-0 contro il Savio. Buon per i gialloblu che le dirette concorrenti nella corsa alla salvezza hanno perso. Qui ci sono quattro retrocessioni dirette. Prossimo Turno - Sabato prossimo dura trasferta contro la Nuova Tor Tre Teste. Nei fascia B regionali netto ko del Pianoscarano battuto in casa per 5-0 dal Montespaccato e turno amaro anche per l’Etrusca scon�tta per 5-0 sul campo della vice regina Fregene. Classi�ca - Ecco la nuova graduatoria aggiornata: Ladispoli 52; Fregene 49; Montespaccato e Ostia Mare 42: Olimpia 37; Etrusca 35; Vis Aurelia e Pianoscarano 22; Civitavecchia e Casalotti 19; Atletico Acilia 18; Città di Cerveteri 15; Petriana 11 e Urbe Roma 1 Prossimo Turno - Impegni interni per il Pianoscarano contro l’Ostia Mare e per l’Etrusca con il Civitavecchia.


� �

sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 15 Marzo 2011

p

ATLETICA

19

TENNIS

Il maltempo non rovina la festa Pioggia e vento nella seconda giornata dei Campionati Italiani di Lanci Successi di prestigio per Vizzoni, Salis, Bordignon, Apolloni e Bani di GLAUCO ANTONIACCI

D

ue giornate di gare, di grandi campioni e di spettacolo, nonostante il maltempo che ha condizionato pesantemente soprattutto la seconda giornata: i Campionati Italiani Invernali di lanci, svoltisi lo scorso �ne settimana a Viterbo, hanno dovuto fare i conti con le bizze del tempo che, con pioggia e vento forte, ha reso scivolose le pedane e disturbato anche le traiettorie degli attrezzi, in particolare del disco. Sabato, giornata dedicata al giavellotto, ci sono state le affermazioni di Zahra Bani nel settore femminile (miglior lancio a 58,59) e di Leonardo Gottardo nel maschile (bellissimo duello con Norbert Bonvecchio deciso da un lancio a 75,83). Il vicecampione europeo del martello, nonchè medaglia

d’argento olimpica, Nicola Vizzoni, ha chiuso subito il discorso al primo lancio nella gara di domenica; pur con una misura mediocre per i suoi standard, un 73,26 condizionato dalla scivolosità della pedana, l’atleta delle Fiamme Gialle ha conquistato il 22° titolo tricolore della sua carriera, staccando di quasi sei metri Lorenzo Rocchi mentre Marco Lingua, che avrebbe dovuto duellare per il titolo tricolore, non è riuscito ad ottenere nemmeno un lancio valido. Nella prova femminile è arrivato il quarto titolo tricolore per Silvia Salis delle Fiamme Azzurre, cui è andato l’oro con un lancio a 67,45. Molto vicina Elisa Palmieri (65,72), più staccata Laura Gibilisco con 61,02. Nel disco netta affermazione di Laura Bordignon che ha preceduto Valentina Aniballi e Giorgia Godino mentre, tra gli uomini, il lancio migliore

BMW TC Viterbo buona la prima Nell’esordio ottimo 6-0 contro il Nomentano Domenica prossima sfida al TC Gli Ulivi di Roma

P

è stato quello effettuato da Federico Apolloni (Atl. Firenze Marathon) che ha scagliato il disco a 57,16 superando il �nanziere e campione uscente Giovanni Faloci, in quella che è stata la gara più serrata con sei atleti racchiusi in poco più di tre metri. I due vincitori della gara del Disco, Bordignon e Apolloni, hanno ricevuto il trofeo intitolato alla memoria di Silvano Simeon, indimenticabile discobolo azzurro e stimato tecnico federale prematuramente scomparso tre mesi fa. Buona riuscita ha avuto anche il convegno tecnico su “Problematiche intorno alla tecnica dei lanci” con gli interventi di Nicola Silvaggi e Francesco Angius, rispettivamente capo settore nazionale e tecnico federale dei lanci. Apprezzata l’organizzazione curata dell’Atletica Alto Lazio Colavene e dal comitato provinciale FIDAL Viterbo, in col-

laborazione con il Comitato Regionale FIDAL ed il Centro studi & Ricerche della FIDAL, supportati da Regione Lazio, Provincia e Comune di Viterbo, CONI Viterbo, MIUR CSA di Viterbo, Scuola Sottuf�ciali Esercito, Comune di Civita Castellana.

arte forte la BMW Autopremium Tennis Club Viterbo nel campionato di Serie C maschile. Domenica scorsa, infatti, i portacolori gialloblù si sono imposti sul Tc Nomentano di Roma. In una giornata piovosa, dove è stato possibile giocare solo grazie ai nuovi campi coperti in greenset di cui è dotato il circolo di strada Tuscanese, i ragazzi viterbesi hanno cominciato come meglio non potevano un campionato che si spera li vedrà protagonisti di primo piano. I primi a scendere in campo sono stati Alfonso Cardarelli e Luca Fondi, ma mentre Luca non trovava nessuna dif�coltà nel piccolo ma pur bravo Mosciatti lasciandogli solo pochi games e chiudendo l’incontro con il punteggio di 6/2 6/4 a suo favore, Alfonso per avere la meglio su De Lucia doveva iniziare una lunga maratona conclusasi solo dopo tre ore.

Dopo aver perso il primo set 6/3 in maniera piuttosto deludente Cardarelli si è trovato sotto anche nel secondo parziale per 6/5, ma a un passo dalla scon�tta è riuscito a risalire la china e ha portare a casa prima il secondo set con il punteggio di 7/6 e poi a dominare nel terzo per 6/2, portando così un altro punto alla propria squadra. A seguire venivano schierati Andrea Aloisi e il nuovo acquisto Emiliano Privato. Il primo provato da una fastidiosa borsite al dito della mano che lo ha costretto a non dare il meglio di sé, ha faticato più del dovuto con l’altro fratello Mosciatti, ma alla �ne ha avuto la meglio e ha fatto volgere il match a suo favore vincendo con il punteggio di 7/5 6/2. Privato anche se non particolarmente abituato alla super�cie veloce dei nuovi campi del circolo viterbese in poco meno di un’ora ha portato a casa il punto del 4 a 0 con un netto 6/1 6/2. A vittoria acquisita per i doppi scendevano in campo le coppie Cardarelli-Fondi e Censini-Privato che battevano rispettivamente Mosciatti Matteo-De Lucia per 7/5 6/3 e Mosciatti Marco-Panicucci per 6/2 6/2. Risultato �nale Viterbo batte Nomentano 6 a 0. Prossimo impegno per la formazione viterbese sarà domenica 20 marzo sui campi del Tennis Club Gli Ulivi di Roma, dell’ex Daniele Moretti. Anche questo è un match assolutamente alla portata dei ragazzi gialloblù ma come sempre sarà il campo a decretare il migliore.

C/5 D FEMMINILE - Tutto immutato dopo le sfide della quinta giornata di ritorno, Cinquina per la Filippi (Caninese) RUGBY SERIE B

Goleade C. Monterano e F. Civitavecchia. Al Grotte il derby con il Celleno C5 D FEMMINILE F. CIVITAVECCHIA

58

CANALE MONTERANO

58

VIRTUS PILASTRO

45

GROTTE S. STEFANO

45

MONTEFIASCONE

42

BASSANESE

36

CELLENO

33

CANINESE

32

ACCORDIA ORIOLO #

27

CUS VITERBO

23

BLERA

22

F. CIVITA CASTELLANA

17

GRAFFIGNANO

16

VIGNANELLO

8

MONTEROSI

4

V.C. BOLSENA #

0

# RECUPERO 17 MARZO

N

essuna sorpresa nel campionato di calcio a 5 femminile con i netti successi di tutte le formazioni di vertice. Ecco come è andata nella quinta di ritorno. C. Monterano-Cus Viterbo 10- 1 - Goleada di una delle due capoliste contro le cussine con le reti di Sabrina Botta (3), Veronica Di Stefano (2), Stefania Taranta (2), Marzia Aizpuru, Simona Filippin e Paola Ruggeri. Per il Cus gol della bandiera di Sabrina Brugiotti. F. Civitavecchia - Vignanello 14 - 1 - Altra goleada per la seconda regina del campionato che “asfalta” il Vignanello con le reti di Lucia Droghini (4), Viola Tornato (4), Francesca Baldasseroni (3), Marinella Longo, Tiziana Moscatelli e Marika Sterpa. Grotte S. Stefano-Celleno 2-0 - Conferma il suo terzo posto il

Graf�gnano-Blera 3 - 7 - Successo esterno del team blerano �rmato dalle reti di Vienna Cancellu (4), Lucia Bussotti, Giovanna Fabbri e Marina Lancioni.

Grotte che gioca un buon match e supera nel derby un Celleno in �essione con le reti di Veronica Al�eri e Liliana Mercedes Zarate. Accordia-V. Pilastro 2-10 E terzo posto a braccetto con il Grotte confermato anche per la Virtus Pilastro di mister Di Laura che vince facile per 10-2 sul terreno dell’Accordia con i sigilli di Nicoletta Pancianeschi (4), Elisabeth Lagrimino (2), Marzia Cappelloni, Cristina Ceccariglia, Alessandra Mandato e Romina Pacitti. V. C. Bolsena-Monte�ascone 2-6 - Nel derby del lago tutto semplice per il Monte�ascone che vince facile a Bolsena sul campo del fanalino di coda dove realizzano una tripletta Gloria Rebichini e una rete a testa Michela Proietti, Giorgia Prosperini e Maria Vetrallini.

Monterosi-F. Civita Castellana 0- 5 - Vince bene la squadra ospite con le reti di Antonella Roma (3), Chiara Brugnoni e Martina Moschettini. Poker di Lucia Droghini Bassanese-Caninese 7-7 - Divertente pareggio tra Bassanese e Caninese al termine di un incontro ricco di gol e di emozioni. Per le padrone di casa reti di Myriam Leonardi (3), Alessandra Bucci, Chiara Morichelli, Giorgia Tenchini e Vanessa Trifolelli. Per la Caninese solita, grandissima prestazione di Ilaria Filippi (cinquina) e doppietta per Tiziana Mazza.

Da Recuperare - Giovedì si recupera il match tra Accordia Oriolo e Virtus C. Bolsena. Prossimo Turno - Ecco le s�de della sesta di ritorno nel prossimo �ne settimana: Cus Viterbo-Accordia; VignanelloBassanese; Flaminia-C. Monterano; Celleno-F. Civitavecchia; Caninese-Graf�gnano; Monte�ascone-Grotte S. Stefano; BleraMonterosi e Virtus PilastroVirtus Calcio Bolsena. agv

Nel recupero è Romagna-show P

ronostico rispettato nel recupero di serie B. Il Romagna ha travolto 55-10 i Lions Amaranto Livorno, isolandosi in vetta e lasciando i toscani al penultimo posto, davanti solo alla Prime Sigma Viterbo.

RUGBY SERIE B ROMAGNA

75

CAPITOLINA ROMA

66

COLORNO

47

CUS PERUGIA

43

VASARI AREZZO

40

CUS ROMA

38

TIRRENO

35

PRATO SESTO

28

PESARO

27

IMOLA

26

LIONS AMARANTO

20

PRIME SIGMA VT

16


sport

Viterbo & Lazio Nord

SPORT

p

20

Martedì 15 Marzo 2011

� �

VOLLEY B2 MASCHILE

Cuore e grinta, il derby è dell’Orte Civita Contro un buon Civitavecchia i biancorossi di coach Di Marco soffrono ma riescono ad imporsi al tie-break VOLLEY B2 FEMMINILE - Rossonere sempre in testa

di ALESSANDRO URSINI

La Comal è inarrestabile C Anche Olbia si arrende L a Comal Civitavecchia Volley prosegue la sua marcia in vetta alla classi�ca, consolidando il primato. Davanti al pubblico amico del Palasport di Tolfa, le rossonere hanno superato l’Olbia per 3 a 1 (25-21, 25-10, 21-25, 25-20), cogliendo tre punti importantissimi per continuare a volare. C’era grande attesa tra le �la civitavecchiesi per la s�da contro le isolane, terza forza del girone F. Le ragazze guidate da Milo Di Remigio, dopo la bella prova di Ostia, si sono ripetute tirando fuori tutta la loro forza proprio nei momenti più importanti del match. Una partita decisamente in discesa, anche se, dopo aver fatto propri i primi due set, la Comal subiva nel terzo la reazione d’orgoglio delle sarde.

Nel segno dell’equilibrio anche il quarto in cui le rossonere sono però riuscite a sfruttare bene qualche errore in ricezione delle avversarie per portare a casa un successo importantissimo. Con quella di sabato la Comal ha ottenuto la 15esima vittoria consecutiva in campionato. “Un’altra prestazione positiva – commenta il tecnico Di Remigio – sotto l’aspetto del gioco e anche del carattere: avevo chiesto grande attenzione perché l’Olbia si è dimostrato squadra capace che merita l’attuale posto in classi�ca. Volevamo la vittoria, ci siamo riusciti ma viviamo alla giornata. Certo siamo primi, ma mancano ancora sette gare e saranno sette �nali da vivere al massimo della determinazione”. (S.F.)

arattere, grinta e tanto cuore. Con questi ingredienti il Volley Club Orte Civita conquista il derby ai danni del Civitavecchia. Al “PalaSmargiassi” di Civita Castellana è andato in scena un match combattutissimo, ricco di emozioni e di ribaltamenti. Alla �ne a spuntarla come detto sono stati i ragazzi di coach Di Marco che seppur con alcuni elementi non proprio al top, vedi Nulli Pero e Guzzago in campo nonostante reduci da due infortuni piuttosto fastidiosi e con una condizione �sica non certo delle migliori, sono riusciti a rimontare una partenza non certo delle migliori e a portare a casa due punti utili a migliorare ancora la classi�ca. IL MATCH - L’inizio della s�da era favorevole ai padroni di casa che grazie ad un gioco lineare si imponevano 25-22 lasciando pensare ad una gara semplice. Sbagliato. Il secondo e il terzo set infatti erano completamente diversi, gli ortani infatti calavano �sicamente, sbagliavano molto e lasciavano le redini del match ai nerazzurri che si imponevano 25-

21 e 25-17. Sotto 2-1 nella compagine del patron Madonna però scattava una scintilla d’orgoglio e così, seppur con qualche sofferenza, Di Muzio e soci tornavano a giocare in modo accettabile, conquistando il quarto set 25-18 andando poi ad imporsi de�nitivamente al tie-break per 15-11. POST PARTITA- Nel dopo gara, moderata soddisfazione nei viterbesi, queste le parole di Michele Nulli Pero: “Per come è andato l’incontro e per come abbiamo giocato, credo che siano più 2 punti guadagnati che 1 perso. Non abbiamo fatto benissimo, il Civitavecchia, sfruttando i nostri alti e bassi e giocando in modo deciso e caparbio ci ha messo in notevole dif�coltà, per fortuna alla distanza sono uscite le nostre migliori qualità tecniche e così è arrivata la vittoria. Ora dobbiamo mantenere alta la concentrazione, le prossime tre gare sono tutte alla nostra portata e conquistare 9 punti sarebbe perfetto per continuare la risalita in classi�ca e per metterci nelle condizioni di andare, nelle ultime 4 giornate di campionato, a rompere le uova nel paniere a qualche avversaria”.

VOLLEY SERIE D - Bilancio negativo nel week-end

F. Nepi, un passo avanti Scivolano Tarquinia e Civita C ome per le ‘sorelle maggiori’ di serie C, anche per il poker di team provinciali di serie D è stato un week-end da dimenticare in fretta. Bilancio indentico, una vittoria e tre scon�tte, ed anche in questo caso con risultati che potrebbero costare caro a chi li ha subiti. GIRONE A FEMMINILE Ci sarebbe da mangiarsi le mani, e siamo sicuri che qualcuno lo starà facendo. Il Civita Volley sembrava attendere solo un passo falso della capolista Gb Vico per rilanciare la sua candidatura al primo posto del girone, poi però, nel giorno in cui questo passo falso è arrivato (1-3 in casa contro Formello), le ragazze civitoniche hanno fatto altrettanto, cedendo nettamente in casa alla Diunamai Fiano Romano per 3-0

per la salvezza. I viterbesi avevano iniziato ben il match (25-18) ma poi non sono riusciti a ripetersi sugli stessi livelli, cedendo in rapida sequenza i tre parziali successivi. In classi�ca il team

di Cardinali è stato raggiunto proprio dal Casal Bertone al terz’ultimo posto e, per rimanere, in serie C, dovrà lottare duramente sino alla �ne. GIRONE A FEMMINILE Secca battuta d’arresto per le ragazze del VBC Città dei Papi, battute 3-0 a Zagarolo; scon�tta che può starci, contro uno dei top team del girone, anche se la squadra di coach Iacovacci aveva �nora sempre lottato contro tutte le avversarie mentre a Zagarolo ha dovuto incassare anche un pesantissimo 25-8 nel primo set. Niente di grave, comunque, in chiave salvezza, complici alcuni risultati favorevoli alle gialloblù che rimangono a +7 sulla zona retrocessione.

in una s�da che ha segnato il de�nitivo addio al primo posto. Pericoloso anche il riavvicinamento delle formazioni che lottano per i playoff, ora minacciose nei confronti del sestetto di Nando Rita che dovrà difendere la seconda posizione dall’assalto di un nutrito gruppo di pretendenti. GIRONE A MASCHILE E’ stata la Fortitudo Nepi a salvare il bilancio della pallavolo viterbese di serie D in questo week-end. Il team di coach Giuseppe Poscolieri ha portato a casa una sofferta vittoria 3-2 contro l’Acli Saet, difendendo la propria posizione in zona playoff e tenendo a debita distanza le rivali. Ceduto il primo set 27-25, i nepesini si sono aggiudicati i successivi due per 25-21 e 25-23 ma hanno dovuto nuovamente cedere il passo nel quarto, �nito 25-18 per gli ospiti. Decisivo allora il tie-break, che ha premiato la Fortitudo 15-12, consentendo alla squadra di Poscolieri anche di recuperare un punto al Talete, scon�tto clamorosamente in casa per 3-2 dal Casal de Pazzi. Non è stata una buona giornata invece per la Dea Clima Tarquinia, mai in partita contro il Tor Sapienza; per il sestetto di coach Lamberti è arrivato uno stop netto nelle proporzioni (3-0 con parziali 2514, 25-14 e 25-18) e grave nella sostanza, visto che i tirrenici sono stati scavalcati dall’Isoltermica Civitavecchia e raggiunti proprio dal Tor Sapienza. Per la quinta piazza utile in chiave playoff ora c’è da inseguire, e non sarà certo un’impresa così facile. Scon�tta per la Nic Design Civita Castellana che non ha raccolto nemmeno un set nella trasferta di Fiumicino; il giovanissimo team di Pedica ha lottato alla pari soprattutto nel secondo e terzo parziale, chiusi entrambi 25-23, ma non ha visto i suoi sforzi coronati da successo e resta ancora sul fondo della classi�ca senza punti all’attivo. (GA)

C FEMMINILE A

D MASCHILE A

D FEMMINILE A

VOLLEY SERIE C - Sconfitte molto pesanti di Tecnocopy e CB Immobiliare. Niente da fare per il VBC a Zagarolo

L’unico sorriso arriva dalla Sorgenia Tuscania di GLAUCO ANTONIACCI iornata negativa per le formazioni provinciali che hanno totalizzato una sola vittoria su quattro match disputati. Delle tre scon�tte, inoltre, almeno due sono pesantissime nella caccia agli obiettivi stagionali di chi le ha subite. GIRONE A MASCHILE L’unica vittoria è arrivata grazie alla capolista Sorgenia Tuscania che però ci ha messo un set per prendere le misure al Sales. Forse qualche strascico psicologico del ko incassato la settimana precedente nel derby era rimasto nei ragazzi di coach

Timpanaro che però, dopo aver ceduto il primo set 26-24, si sono svegliati ed hanno cambiato marcia nei tre set successivi, chiudendoli con distacchi molto netti. Tutto bene, dunque, e distacco invariato rispetto a tutte le inseguitrici, tranne la Tecnocopy Civita Castellana. Il sestetto di Massimo Costanzi era impegnato nello scontro diretto con Marino e, sul parquet dove era caduta anche Tuscania, ha lasciato tre punti e le residue speranze di battagliare per la prima posizione. La gara è terminata 3-1 per i padroni di casa che, portatisi in vantaggio per due set a zero (25-21 e 2725), hanno subito la reazione dei civitonici nel terzo (25-14) ma non si sono disuniti, aggiudican-

dosi il quarto set per 25-19 e con esso il match. Guai seri per il CB Immobiliare Tuscia, battuto 3-1 sul proprio campo dal Casal Bertone in uno scontro diretto molto importante

B2 MASCHILE F

B2 FEMMINILE F

C MASCHILE A

G

Un time out del Tuscania

IGLESIAS

46

COMAL CIVITAVECCHIA

51

POL. TUSCANIA

50

ANGUILLARA

50

APSIA

46

GB VICO

47

POMEZIA

42

MONTEROTONDO

46

ROMA 7

48

UN. ZAGAROLO

45

LADISPOLI

42

CIVITA VOLLEY

40

CASAL BERTONE

41

OSTIA

39

VIRTUS ROMA

47

TERRACINA

41

TALETE

41

NUOVO SALARIO

37

QUARTUCCIU

37

OLBIA

38

MARINO

47

I.C.S.

40

FORTITUDO NEPI

37

FIANO ROMANO

35

LIBERTAS GENZANO

36

QUARTU

32

TECN. CIVITA C.

42

CASAL DE’ PAZZI

38

CIVITAVECCHIA

36

BRACCIANO

34

ZAGAROLO

34

ROMA 7

32

MARE DI ROMA

28

SPES MENTANA

31

TARQUINIA

34

FORMELLO

33

VOLLEY ORTE CIVITA

32

CISTERNA

30

FENICE

25

VBC VITERBO

26

TOR SAPIENZA

34

FORTITUDO

33

ARZACHENA

27

DIVINO AMORE

27

ANGUILLARA

24

PRO CASTELNUOVO

25

ACLI SAET

32

SAN GIORGIO

32

FRASCATI

26

CAGLIARI

26

BRACCIANO

21

SCUOLA SPORT

23

VOLLEYPRATI

26

POGGIO MIRTETO #

28

DELEDDA QUARTU

21

LABICO

24

MONTEPORZIO

19

ROMA PALLAVOLO

22

NUOVO SALARIO

26

GS PALOMBARA

24

TIVOLI GUIDONIA

20

NAUTILUS ROMA

21

CB IMM. TUSCIA

17

MARINO

19

CASAL DE’ PAZZI

22

CASAL DE’ PAZZI

22

CIVITAVECCHIA

17

FRASCATI

18

CASAL BERTONE

17

TIBURTINI ROMA

18

BREDA VOLLEY

15

VOLLEY 4 STRADE

22

CASAL DE’ PAZZI

15

ARES ROMA

8

SALES

13

ALL VOLLEY

14

FIUMICINO

8

PRO JUVENTUTE

8

ARVALIA

5

IGLESIAS

7

SORA

1

LIBERTAS GENZANO

7

N.DESIGN TUSCIA

0

SEMPIONE #

1

# UNA GARA IN MENO


Martedì 15 Marzo 2011

cultura

Viterbo & Lazio Nord

p

21

Chiusura in grande stile per il teatro Bianconi

Sabato la prima della rappresentazione “ABBAgliati” del Gruppo Giad di ELISABETTA SORIANO

U

gestisce un piccolo albergo in pessime condizioni; sua �glia, la giovane Sophie, è in procinto di sposarsi ma prima ha un sogno, un desiderio da realizzare e cioè riuscire ad incontrare suo padre prima del matrimonio e convincerlo ad accompagnarla all’altare. L’unico problema è che la ragazza non ha assolutamente idea di chi sia, e così per scoprirlo comincerà ad investigare; le sarà di aiuto il diario segreto della madre che ristringerà la ricerca a tre uomini, tre amori di gioventù di Donna, tre nomi scritti lì su quelle pagine segrete: Harry, Sam e Bill. Quale sarà suo padre? I tre uomini hanno differenti personalità e sono agli antipodi tra loro. Li inviterà di nascosto dalla madre al suo matrimonio, e tutti e tre accetteranno il suo invito. Lì con lei sull’isola avrà poco tempo per scoprire chi siano, inizierà così il gioco...fatto di battute, sorprese, coreogra�e accattivanti e coinvolgenti, scenogra�e colorate ed effetti particolari, il tutto magistralmente accompagnato dalle straordinarie canzoni degli ABBA, tradotte per lo spettacolo in italiano da Patrizia Pascale. Il risultato è una performance unica, piena di emozioni, colori, musica e allegria! Il pubblico ha già risposto positivamente alle prime due serate, previste per il 19 e 20 marzo, tanto che i biglietti sono andati tutti esauriti. Altre repliche sono in programma per ogni �ne settimana, �no al 17 aprile. Per info e prenotazioni telefonare al numero 0761.613695.

L’evento all’Unione nel giorno dei festeggiamenti per il 150esimo

Un concerto per l’Unità dell’Italia di FORTUNATO LICANDRO

D

opo il grande successo per il Concerto di Natale, l’associazione artistico culturale XXI Secolo, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Viterbo e con il patrocinio della Provincia di Viterbo e della Fondazione Carivit, in occasione dei festeggiamenti per il 150° anniversario, presenta il Concerto per l’Unità d’Italia. L’evento avrà luogo al Teatro Unione di Viterbo il 17 marzo 2011 alle ore 17,00. Il concerto sarà tenuto dall’Orchestra Sinfonica EtruriÆnsemble, diretta dal M° Fabrizio Bastianini ed eseguirà Arie e Cori tratti dalle Opere di Giuseppe Verdi, Gaetano Donizetti e Gioacchino Rossini, oltre al Concerto n.1 per pianoforte e orchestra di Fryderyc Chopin, autore scelto quale simbolo del supporto esterno di uomini, pensiero e cultura ottenuto dall’Italia nel travagliato e lungo processo della sua uni�cazione. Le esecuzioni al pianoforte saranno af�date al M° Fabri-

zio Viti e sarà gradito ospite, quale solista, il baritono Salvatore Porroni. Protagonisti anche il coro “Il Contrappunto” (ensemble dal ricco curriculum che si è sempre esibito con notevole consenso di pubblico e critica, distinguendosi per la preparazione scrupolosa, la purezza del suono e l’espressività) e la corale S. Giovanni di

Bagnaia (35 elementi che dal 1988 si sono esibiti in molte manifestazioni artistiche sul territorio nazionale ed europeo) , per l’occasione uniti insieme. Il ricavato della manifestazione sarà devoluto all’associazione Giovani Diabetici della Provincia di Viterbo. Per informazioni e prevendite: xxisecoloviterbo@libero.it.

spettacoli

televisione

di ELISABETTA SORIANO

di FORTUNATO LICANDRO

di FORTUNATO LICANDRO

E’ in programmazione giovedi presso il CineTuscia Village di Vitorchiano, con spettacoli alle 18 e alle 21,30, il film di Mario Martone “Noi credevamo”, proiettato nell’ambito della consueta rassegna settimanale del Giovedi Cinema. La pellicola è interpretata da Luigi Lo Cascio, Valerio Binasco, Francesca Inaudi e Andrea Bosca e racconta la storia di tre ragazzi del Sud, Domanico, Angelo e Salvatore, che durante i moti del 1828 si affiliano alla Giovane Italia. Il film è articolato in quattro episodi che vedono i giovani protagonisti di alcune delle vicende del processo che ha portato all’Unità d’Italia. I vari eventi che affronteranno i tre amici, quali l’arrivo nel circolo di Cristina Belgioiso a Parigi, il fallimento dell’attentato a Carlo Alberto e l’insuccesso dei moti savoiardi del 1834, li porteranno in seguito a dividersi. Angelo e Domenico, di origini nobili sceglieranno un percorso diverso da Salvatore, di estrazione invece più popolana, tanto da essere accusato dallo stesso Angelo di essere un traditore. Con lo sguardo di Domenico osserveremo gli esiti del processo del Risorgimento; la pellicola è proprio uno speccato su questo, ispirato in parte al romanzo omonimo di Anna Banti. Data la serietà dell’argomento trattato il film risulta essere un pò pesante, e non di facile comprensione se non si ha già un’idea completa dei fatti dell’epoca.

Giovedì 17 febbraio, alle ore 21 al Teatro Boni di Acquapendente, continua la serie di incontri cinematografici presentati dal “Cineclub Rosebud” con la proiezione della commedia nera, scritta da Neil Simon e diretta da Robert Moore, “Invito a cena con delitto”. Questo intenso film del ’76 riunisce alcuni tra i migliori attori dell’epoca: David Niven, Peter Sellers, Alec Guinness , Peter Falk, Maggie Smith e, nella sua unica vera interpretazione cinematografica, lo scrittore Truman Capote. La storia racconta la nottata trascorsa da cinque infallibili detective in un tetro e oscuro castello di proprietà di un milionario eccentrico e misterioso. Durante la serata verrà commesso un efferato omicidio che gli investigatori, tra maggiordomi ciechi, cameriere sorde e cinque diverse culture con cinque diversi metodi di indagine, dovranno risolvere decidendo così chi tra loro sia il migliore. L’ingresso è di 2 euro più 10 euro di tessera iniziale. Venerdì 18 e sabato 19 marzo alle ore 21 e domenica 20 marzo alle ore 18, alle Scuderie di Palazzo Farnese di Caprarola, visti i buoni risultati di pubblico la compagnia teatrale Quelli del martedì” ripropone lo spettacolo “Col naso all’insù”. Roma, inverno; nella “Galleria d’Arte Italia” si sta preparando la presentazione dell’ultima opera del grande pittore Dominique Ferrero, alla quale interverranno autorità del mondo dell’arte e della politica. Sembra che sia tutto a posto ma, improvvisamente… il bagno si guasta. Intanto in strada un misterioso barbone sta suonando con grande virtuosismo il suo oboe.

Se rimaniamo in casa ecco la tivvù

cinema

Film, spettacoli e risate in provincia

La nostra storia messa in pellicola

ltimo appuntamento, da sabato 19 marzo, per la stagione 2010/ 2011 del Teatro Bianconi di Carbognano. Lo spettacolo che concluderà l’intensa attività di quest’anno è af�dato alla rappresentazione degli “ABBAgliati”, l’ultima produzionedel Gruppo GIAD, diretto da Giuseppe Magagnini, liberamente tratto dal �lm “Mamma Mia” e dal musical che ha avuto un incredibile successo nei teatri di tutto il mondo. Sabato a Carbognano si

festeggerà la festa del papà a suon di balli e divertimento, lo spettacolo infatti è ispirato alle indimenticabili canzoni del celebre gruppo svedese degli ABBA, che in passato ha fatto impazzire e ballare tantissime generazioni di teenager, e non solo, in tutto il mondo. “ABBAgliati” è una vera e propria festa, danze, musiche e tanto divertimento che travolgeranno il pubblico rendendolo anch’esso protagonista. La rappresentazione musical/danzante è ambientata in una sperduta isoletta greca e racconta la storia di Donna, una madre che

I programmi televisivi di oggi iniziano alle 21 e 5 su Rai 3 con il programma di approfondimento, condotto da Giovanni Floris, “Ballarò”. Alla stessa ora, su Rai 2 il reality show condotto da Simona Ventura “L’isola dei famosi 8”. Su Rai 1, alle 21 e 10 la fiction tv “Cugino & Cugino” con Nino Frassica e Giulio Scarpati. Alla stessa ora, su Rete 4 “Io sto con gli ippopotami” con Bud Spencer e Terence Hill. Sempre alle 21 e 10, su Canale 5 il kolossal diretto da Baz Luhrmann “Australia” con Nicole Kidman e Hugh Jackman. Stesso orario per l’ultima puntata del programma condotto da Raz Degan “Mistero” su Italia 1 e per il nuovo reality show della ex iena Sabrina Nobile “Il Contratto – Gente di Talento”, in onda su La 7. Su Sky Cinema 1, alle 21 e 10 “Il profeta” film drammatico vincitore del Gran Premio della Giuria a Cannes. Su Sky Cinema Hits, alla stessa ora “Push” action con la star emergente Dakota Fanning. Su Sky Cinema Family, alle 21 “Oggi sposi… niente sesso” commedia romantica e frizzante con Ashton Kutcher e Brittany Murphy. Su Sky Cinema Passion, stesso orario per “Temple Grandin – Una donna straordinaria” film tratto da una storia vera e vincitrice di 7 Emmy Award con Claire Danes, vincitrice del Golden Globe. Su Sky Cinema Comedy, sempre alle 21 “Il padre di mio figlio” allegra commedia made in USA sulla ‘sindrome di Peter Pan’. Su Sky Cinema Max, alla stessa ora “Virtuality” fanta-action con i premi Oscar Denzel Washington e Russell Crowe. Su Sky Cinema Classics, alle 21 e 5 “La corsa più pazza d’America” sfrenata commedia per le strade americane con Burt Reynolds, Roger Moore e Farrah Fawcett.


appuntamenti

p

22

Cinema Azzurro

Cinema Lux

Teatro Genio

Viterbo & Lazio Nord

Cinema Trieste

Rango

Il Manuale d’Amore 3

Tutti al mare

The fighter

Viterbo Via C. Cattaneo, 44 Tel. 0761.220019 16,00-18,10-20,20-22,30

Viterbo Viale Trento, 1 Tel. 0761.340848 18,10-20,20-22,30

Viterbo Via Teatro Genio, 16 Tel. 0761.343041 18,30-20,30-22,30

Viterbo Viale Trieste, 30 Tel. 0761.307083 21,30

Cinema Trento

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Il cigno nero

Tutti al mare

Rango

Piranha 3D

La Quercia (Vt) P.zza Santuario, 51 Tel. 0761.307759 18,00-20,00-22,00

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,30-20,30-22,30

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Martedì 15 Marzo 2011

Cinema Etrusco

Il rito

La vita facile

Il cigno nero

Piranha 3D

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 18,00-20,00-22,00

Cinema Etrusco

Cinema Etrusco

Cinema Etrusco

Flavia Multisala

Tutti al mare

Il rito

La vita facile

127 ore

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 18,00-20,00-22,0

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 18,00-20,00-22,0

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 18,00-20,00-22,00

Montefiascone Via della croce, 1 Tel. 0761.826611 21,30

Flavia Multisala

Cinema Gallery

Cinema Gallery

Cinema Tevere

Piranha

Shelter

Il cigno nero

Il cigno nero

Montefiascone Via della croce, 1 Tel. 0761.826611 21,30

Montefiascone Via Cardinal Salotti Tel. 0761.824342 21,30

Montefiascone Via Cardinal Salotti Tel. 0761.824342 21,30

Castiglione in Teverina via Orvietana, 37 Tel. 0761.948915 21,30

Cinema Alberini

Cinema Florida

Il Manuale d’amore 3 (da domani)

Manuale d’amore 3

Piranha

La vita facile (da domani)

Orte Via del Plebiscito, 6 Tel. 0761.403585 21,45

Civita Castellana Via del Forte, 26 Tel. 0761.598165 21,30

Cura di Vetralla Via Cassia, 277 Tel. 0761.483340 22,00

Valentano Via Monte Grappa, 16 Tel. 0761.453138 21,30

Martedì 15 marzo

“Il Contrappunto” e della corale S. Giovanni di Bagnaia. Inizio concerto ore 17

Biblioteca Fumi (Piazza Febei 1), Orvieto “Le vie del teatro nel Medioevo”: Incontro con Andrea Brugnera (nella foto) sul tema Città, teatro e cattedrale. Inizio ore 15e 45. Mercoledì 16 marzo Palazzo Gentili (via Saffi 49) Viterbo “Dal Risorgimento alla Repubblica”: incontro sul tema i Sindaci che hanno fatto l’Italia. A seguire proiezione del documentario Petroselli di Ferrara e Gregoretti. Inizio ore 17.30 Giovedì 17 marzo Teatro dell’Unione, Viterbo “Concerto per l’Unità d’Italia”: concerto in occasione dei festeg-

Cinema Excelsior

Chiostro degli Agostiniani (Piazza della Trinità 8), Viterbo “I canti della nostra storia”: concerto per i 150 anni dell’Unità d’Italia con la Corale S. Maria dell’Edera diretta da Lucia Giorni. Inizio ore 17. Ingresso gratuito

giamenti per il 150° anniversario. Il concerto sarà tenuto dall’Orchestra Sinfonica EtruriÆnsemble, diretta dal M° Fabrizio Bastianini. Esecuzioni al pianoforte del M° Fabrizio Viti, baritono solista Salvatore Porroni. Con la partecipazione del coro

Cine Tuscia Village, Vitorchiano “Giovedì Cinema”: proiezione del film “Noi credevamo” di Mario Martone con Luigi Lo Cascio, Francesca Inaudi, Guido Caprino. Inizio spettacolo ore 18 e ore 21 e 30. Ingresso 5 euro. Teatro Boni, Acquapendente “Cineclub Rosebud”: proiezione del film “Invito a cena con delitto” di Robert Moore. Inizio spettacolo

Cinema Colombo

ore 21. Ingresso 12 euro più tessera iniziale di 10 euro. Sala Sant’Angelo, Barbarano Romano “150 anni Unità d’Italia”: proiezione del film Senso di Luchino Visconti. Inizio spettacolo ore 21. Ingresso gratuito Venerdì 18 marzo Upte (Via del Giglio 3), Viterbo “Pomeriggi inglesi”: A Bloomsbury di Virginia Woolf. Club di lettura a cura di Federica Marchetti con proiezione di un film a tema. Inizio ore 16 Scuderie Palazzo Farnese, Caprarola “Col naso all’insù”: commedia in tre atti della compagnia Quelli del Martedì. Inizio spettacolo ore 21.

Sabato 19 marzo Sala Tetraedro (Via Chigi 12), Viterbo “Il regalo delle stelle d’Irlanda”: spettacolo per bambini della compagnia La Metaphora. Inizio spettacolo ore 16 e 18.Ingresso su prenotazione 368 3750512 – 333 3183300. Centro Culturale Polivalente (loc. Chia), Soriano nel Cimino “La contemporaneità del pensiero di Pier Paolo Pasolini”: inaugurazione mostra fotografica Il Vangelo secondo Mimì di Domenico Notarangelo, proiezione documentario Il silenzio è complicità di Laura Betti e dibattito con Adalberto Baldoni, Gianni Borgna, Walter Veltroni, Gino Roncaglia. Inizio ore 16 e 30.


Martedì 15 Marzo 2011

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

almanacco

Viterbo & Lazio Nord

p

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

ovrei D par larvi solo della giornata di oggi ma non posso evi-

tare di dirvi che il Urano è entrato definitivamente nel vostro segno e ci rimarrà per ben 7 lunghi anni.. Cosa vuol dire?.. che la vostra vita sarà totalmente sconvolta!! Ovviamente in positivo.. tutto cambierà…non ci credete?.. Ce lo sapremo ridire.. ALLA GRANDE 22 Giugno - 22 Luglio CANCRO causa di un Urano che vi si appioppa in posizione non facile potreste

A

accusare un po’ di stress.. Quando avvengono questi transiti generalmente ci sono degli eventi epocali.. Cercate di capire bene e per davvero quello che ancora ha valore nella vostra vita. altrimenti. se volete troncare qualcosa non esitate.. anzi.. assecondate i cambiamenti.. VI PORTERA’ BENE 23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

ualche Q acciacco di troppo e qualche preoccupazione in più

stanno rendendo la vostra vita un po’ difficile ultimamente.. i Signori dello Zodiaco vi stanno mettendo alla prova con un Saturno un po’ difficile al quale ora si aggiunge un complicato Urano, pianeta dei cambiamenti imprevisti! Tirate fuori la grinta, l’ottimismo e girate gli eventi a vostro favore. .NE SIETE CAPACISSIMI 22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

L T ! ! A State calmi!.. non

è questo il momento di prendere il toro per le corna..Oggi e domani la luna non sarà favorevolissima, contate fino a dieci prima di parlare e di prendere decisioni definitive, anche per ciò che riguarda il lavoro..piutto sto studiat nuove strategie per arrivare al successo..CALMA!

l’oppor tunità di rilassarvi un po’ e di

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI che botto che state per fare cari Gemelli!!. Quante sono le situazioni

pensare alle strategie da usare per conquistare chi vi piace.. Venere non è ancora positiva ed è probabile che stiate subendo un allontanamento forzato a causa magari di incombenti problemi di lavoro.. soprassedete.. non arrabbiatevi…E SIATE PIU’ ROMANTICI

che hanno mostrato un po’ di stanca in questi ultimi due anni?..l’amore?..il lavoro?..quello che è stato è stato ora davanti a voi c’è un’altra vita..Urano il pianeta delle trasformazioni improvvise vi regalerà una ventata di novità per ben sette anni.. saprete apprezzare?. .DIREI PROPRIO DI SI’’.. ERA ORA!!!

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

21 Aprile - 20 Maggio TORO

na bella U luna in Cancro vi dà

E

i n a l F mente!! Urano il gran-

v e t e A presente il Sole come lo disegnano i bambini alle scuole ele-

mentari?.. Quello con i raggi enormi completamente dorati e con la faccia sorridente?.. Beh sappiate che cominciate ad assomigliargli grazie a Urano che in magnifica posizione renderà voi tutto possibile.. anche il giro del mondo in trenta minuti.. RENDO L’IDEA?? BEATI VOI!! 24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

na bellissima U Luna in Can-

de signore dell’imprevisto se ne va dalla posizione astiosa che aveva assunto con voi negli ultimi sette anni lasciando il posto ad una serie di eventi al limite dell’incredibile che in men che non si dica vi condurranno all’olimpo!..la vostra vita sarà avventurosa come un film!..CIAK…SI GIRA! 22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

vvai!! E F i nalmente

cro vi regala la possibilità di recuperare un acerta dolcezza di carattere che ultimamente vi stava un po’ mancando..negli ultimi giorni infatti a causa di una Venere un po’ birichina avete pensato più al lavoro che all’amore.. oggi cercate di recuperare e DATE CENTO, ANZI MILLE BACI AL VOSTRO PARTNER!!

si comincia a cambiare amici del Sagittario.. Urano se ne va dalla malefica posizione dalla quale vi ha disturbato per sette lunghi anni e decide di regalarvi delle magnifiche opportunità che potranno cambiare radicalmente la vostra vita…SORRIDETE AMATE COMBATTETE... FINALMENTE E’ VITA!!

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

na luna U ancora bella dal

segno del Cancro oggi e domani vi porterà ad essere più gentili e magnanimi nei confronti del prossimo, facendovi abbandonare il vostro abituale sarcasmo! Cercate piuttosto di concretizzare un vostro segno d’amore..quello che inseguite magari da tanto tempo..E’ IL MOMENTO GIUSTO

23

rano vi U abbandona dopo

sette lunghi anni di epocali cambiamenti.. chi si è sposato chi ha fatto carriera e chi è diventao papà o mamma..tutti voi avete avuto il vostro bel daffare..e chi ha avuto solo cose brutte che fa?..ebbene sì..cari Pesciolini da oggi in poi, altro giro..altra corsa..o un ‘altra nuotata verso un mare molto ma molto più bello!!!AUGURi

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conserva reperti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Carte Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più importanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al trasporto della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reperti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787 Fabrica di Roma A Falerii Novi, mura etrusco romane del III sec. a.c. e la porta Giove si possono visitare sempre. L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Falerii del sec.XII da marzo a Novembre i sabati e le domeniche dalle ore 9 alle 13. In altri giorni per gruppi e scolaresche contattare il 0761/ 569101 ufficio cultura.

PREVISIONI METEOROLOGICHE Martedì 15 Marzo 2011

Mercoledì 16 Marzo 2011

ore 00 cielo molto nuvoloso o coperto con deboli precipitazioni e vento da nord/est a 9 km/h. Temperatura di 9,5 °C ore 03 cielo molto nuvoloso o coperto con deboli precipitazioni e vento da nord/est a 11 km/h. Temperatura di 9,2 °C ore 06 cielo molto nuvoloso con possibili deboli precipitazioni e vento da est a 11 km/h. Temperatura di 8,9 °C ore 09 cielo molto nuvoloso e vento da est a 12 km/h. Temperatura di 12,7 °C ore 12 cielo molto nuvoloso con possibili deboli precipitazioni e vento da sud/est a 15 km/h. Temperatura di 13,9 °C ore 15 cielo parz. nuvoloso e vento da sud/est a 15 km/h. Temperatura di 15 °C ore 18 cielo poco nuvoloso e vento da sud/est a 11 km/h. Temperatura di 13,2 °C ore 21 cielo poco nuvoloso e vento da est a 10 km/h. Temperatura di 11,3 °C

ore 00 cielo molto nuvoloso con precipitazioni e vento da nord/est a 11 km/h. Temperatura di 9,6 °C ore 03 cielo coperto con precipitazioni e vento da est a 16 km/h. Temperatura di 9,3 °C ore 06 cielo coperto con moderate precipitazioni e vento da est a 20 km/h. Temperatura di 9,1 °C ore 09 cielo coperto con forti precipitazioni e vento da est a 18 km/h. Temperatura di 9,2 °C ore 12 cielo coperto con precipitazioni e vento da sud a 9 km/h. Temperatura di 10,3 °C ore 15 cielo coperto con precipitazioni e vento da sud a 11 km/h. Temperatura di 11,2 °C ore 18 cielo molto nuvoloso con possibili deboli precipitazioni e vento da sud a 14 km/h. Temperatura di 10,2 °C ore 21 cielo molto nuvoloso o coperto con deboli precipitazioni e vento da sud a 12 km/ h. Temperatura di 9,3 °C

FARMACIE

OGGI 15 MARZO GIACCI (DIURNO E NOTTURNO) VIALE TRIESTE, 36A (VITERBO) TEL: 0761-341083 DOMANI 16 MARZO MONTALBOLDI (DIURNO E NOTTURNO) PIAZZA VERDI, 1A (VITERBO) TEL: 0761-341902



L'OPinione di Viterbo e Lazio nord - 15 marzo 2011