Issuu on Google+

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Anno III N. 130 - Euro 1,00 �����������������������

Politica

Ambiente

I cittadini attaccano gli amministratori locali “Chi sono? Cosa fanno? Dove vivono?”

DOMENICA 10 GIUGNO 2012 ���������������������

Attualità

Successo per il concorso studentesco “Conoscere San Crispino da Viterbo”

L’intervista all’onorevole Mario Brozzi sul problema amianto e possibili proposte

Servizio

di Benedetta Ferrari

di Bruna Di Berardino

a pagina 4

a pagina 5

a pagina 4

Si mette in dubbio il lavoro dei magistrati e intanto politicanti che non meritano Viterbo continuano a rovinare i cittadini

Politica e giustizia, la città è nel caos La verità è sempre una sola. Finalmente dopo tanti mesi b u i a Vi t e r b o a n c h e m o l t i colleghi hanno deciso di allinearsi a noi e raccontare tutto quello che realmente non funziona. Adesso per loro è facile perché “sotto botta” c’è il centrodestra o quello che ne rimane tra squali e faine che si lottano carcasse di pesce o di gallina. Si parla del caso Manca e nonostante che la voce ufficiale della Procura abbia messo la parola fine a tante fantasiose ricostruzioni giornalistiche e di improvvisati scrittori si continua a ciurlare nel manico mettendo in dubbio il lavoro dei magistrati. Nessuno scrive che da oltre un mese si aspetta una s e n t e n z a s c r i t t a d i n o n c a rc e r a z i o n e p e r q u a t t r o p e rsone “pizzicate” a far man bassa dei soldi pubblici. Tu t t i s e m b r a n o a v e r d i m e n t i c a t o c h e a Vi t e r b o i l m a e s t r o Vi g n a t i è s o l o u n o scolaretto vicino a personaggi come Giuseppe Aloisio o Mauro Paoloni che, nonostante sia riconosciuto d a l l a P r o c u r a d i Vi t e r b o come un corrotto scrive fondi di prima pagina sul C o r r i e r e d i Vi t e r b o . Come mai nessuno ha scritto indignato all’ordine dei giornalisti per impedire che questi personaggi non a n c o r a c o n d a n n a t i m a l a rgamente riconosciuti come dei veri delinquenti cercando di impedirgli di scrivere ed indottrinare le persone?

Servizio a pagina 3

TUSCANIA

Cronaca

Arrestato pusher con 7 etti Ancora vandali di hashish e 10 grammi di coca a San Pietro U

di Valeria Sebastiani

n pregiudicato viterbese di 36 anni è stato arrestato dai carabinieri in �agranza di reato per detenzione ai �ni di spaccio di cocaina e hashish. In particolare, i carabinieri del Comando provinciale di Viterbo, a seguito di attività info investigativa e di servizi di pedinamento, nella tarda serata di ieri, 8 giugno, hanno rintracciato il 36enne e lo hanno sottoposto a perquisizione personale e domiciliare.

a pagina 10

MONTEFIASCONE

Prevenzione incendi ecco l’ordinanza di Michele Mari a pagina 7

Servizio a pagina XX

CIVITA CASTELLANA

CASO MANCA - Per il legale dei familiari non deve finire così L’avvocato Repici non ci sta. Subito dopo la chiusura dell’inchiesta che nega si possa trattare di un omicidio di ma�a e afferma che Attilio Manca è morto per essersi iniettato da solo una dose di eroina che, assieme ad un cocktail di alcol e tranquillanti, hanno provocato il fatale edema polmonare, il legale dei familiari dell’urologo dichiara di voler impugnare le conclusioni del procuratore capo Alberto Pazienti e del pm Renzo Petroselli. “Non appena mi sarà noti�cata la richiesta di archiviazione del Pm per i cinque indagati siciliani - le parole dell’avvocato Fabio Repici - impugneremo per l’ennesima volta le conclusioni della Procura della Repubblica di Viterbo. Ribadisco che le indagini sono state lacunose e super�ciali”.

Servizio a pagina 9

RONCIGLIONE

Lettera al sindaco sul problema idrico Servizio a pagina 9

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

C

Calcio Caninese, chiamatela sua “Eccellenza” Servizio a pagina 13

Presto un parco “pensato” dai bambini

Speciale Parte l’avventura dell’Italia agli Europei

Basket Giovani Tempo di bilanci per le squadre della Ilco S. Azzurra

Servizio a pagina 14

Servizio a pagina 15

Redazione Via Piave, 8 - 01100 Viterbo - Centralino 0761.1890827 - Fax 0761.1890811 E-Mail: redazione@opinioneviterbo.it


2

cronaca

Viterbo & AltoLazio

Domenica 10 Giugno 2012

L’avvocato dei familiari dell’urologo morto nel 2004 dichiara di voler impugnare le conclusioni della Procura

Caso Manca, “Non deve finire così” L

’avvocato Repici non ci sta. Subito dopo la chiusura dell’inchiesta che nega si possa trattare di un omicidio di ma�a e afferma che Attilio Manca è morto per essersi iniettato da solo una dose di eroina che, assieme ad un cocktail di alcol e tranquillanti, hanno provocato il fatale edema polmonare, il legale dei familiari dell’urologo dichiara di voler impugnare le conclusioni del procuratore capo Alberto Pazienti e del pm Renzo Petroselli. “Non appena mi sarà noti�cata la richiesta di archiviazione del Pm per i cinque indagati siciliani - le parole dell’avvocato Fabio Repici - impugneremo per l’ennesima volta le conclusioni della Procura della Repubblica di Viterbo. Ribadisco che le indagini sono state lacunose e super�ciali”. L’esatto opposto di quanto affermato in conferenza stampa dal procuratore capo Alberto Pazienti: “Nessun indizio, per quanto labile, suffraga l’ipotesi dell’omicidio di ma�a ipotizzata dai familiari. Le indagini sono state complete e minuziose. Non c’è alcun elemento che sia stato trascurato o sottovalutato”. E così alla �ne dei sei indagati soltanto per uno, la romana Monica Mileti, è arrivata la richiesta di rinvio a giudizio, mentre per gli altri è stata disposta l’archiviazione. La Mileti sarebbe colei che avrebbe rifornito Manca dell’eroina. Anche su questo punto l’avvocato Repici contesta: “Se si andrà a processo lo devono a

me, che ho presentato l’esposto da cui è scaturita l’inchiesta. Perché allora, in precedenza, avevano chiesto tre volte l’archiviazione della sua posizione? E’ questa l’indagine accurata e scrupolosa che hanno svolto? Eppure sottolinea una delle poche chiare dell’inchiesta è che Attilio aveva incontrato la Mileti il 10 novembre, due giorni prima di morire. E’ bene ricordare conclude che la Mileti è stata sempre indagata. Ma il suo possibile rinvio a giudizio per cessione di droga e omicidio colposo a seguito di cessione di droga potrebbe esserci a distanza di 8 anni dai fatti”. Diverse le questioni rimaste senza un’adeguata risposta per il legale, a cominciare dalle impronte sulla siringa: “Impronte non comparabili perché troppo limitate. Ma se si fosse iniettato da solo l’eorina e i medicinali sulle due siringhe le impronte sarebbero rimaste. Se non ci sono è perché qualcuno le ha fatte sparire”. E poi la faccenda delle contusioni: “Prima la polizia che ha scoperto il cadavere (l’11 novembre del 2004 nell’appartamen-

Due le macchine coinvolte, sul posto 118 e vigili del fuoco

Incidente sulla Teverina, due feriti gravi rave incidente ieri traumi. G mattina sulla TeveriGrave anche la situana all’altezza dell’incro- zione di una donna che è

to di via della Grotticella, ndr) nel verbale parla di ecchimosi alle mani e ai piedi, ora il procuratore capo ed il pm dicono che dall’autopsia non risultano segni di contusioni. Chi si è sbagliato?”. Inoltre secondo l’avvocato Repici chi ha eseguito l’autopsia, la dottoressa Ranelletta, non avrebbe potuto perché incompatibile visto che è la moglie di uno dei testimoni ascoltati dalla Procura, il dottor Rizzotto primario del Reparto di Urologia di Belcolle. Insomma tanti dubbi si affollano ancora nella mente del legale così come dei familiari di Attilio. Dubbi che non sono stati sciolti dalle conclusioni della Procura. Anzi, semmai sono stati acuiti.

cio per l’Acquarossa. Due le automibili coinvolte, scontratesi proprio all’imbocco dello svincolo. Quattro invece sono le persone rimaste ferite Il più grave è un uomo che è stato trasportato d’urgenza a Roma, al Policlinico Gemelli, per fratture varie e diversi

stata ricoverata a Belcolle con un altro codice rosso. Sempre nel nosocomio cittadino sono stati portati anche gli altri due feriti più lievi. L’incidente è avvenuto intorno alle 8,45 di questa mattina. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e i vigili del fuoco.

A seguito di attività info-investigativa

Hashish e piante di marijuana fermato 50enne di Bassano Romano Ic o CnmeaarnaddbiaitniBi eadrs ias al dneMol laaRr eoSsmtcaiaaznil oloo-, zci niool snoue ocporpneosssasone snusenos sfpooenrcdmaose otatlgearvriaeDe Fusco, a seguito di attività info-investigativa tesa a reprimere il fenomeno di spaccio di sostanze stupefacenti in quel territorio, dopo vari pedinamenti e appostamenti, hanno arrestato in flagranza di reato un 50enne del luogo, trovato a bordo di un autoc a r r o i n p o s s e s s o d i g r. 2 0 di hashish che cercava di nascondere in una tasca dei pantaloni. La successiva perquisi-

d i r i n v e n i r e n r. 7 p i a n t e d i cannabis indica, nascoste dietro una piccola rimessa per attrezzi, occultate maldestramente con un telone di plastica. Inoltre durante la perquisizione del suo appartamento, nel comodino della sua camera da letto venivano rinvenuti altri piccoli pezzi di droga, già pronta per essere venduta, e i materiali necessari per tagliare e confezionare le dosi.

I Carabinieri di Ronciglione arrestano due 40enni Pregiudicato di 36 anni in manette trovati in possesso di 50 chili di discendenti di rame per spaccio di cocaina e hashish

A

Ronciglione, i Carabinieri dell’aliquota Radiomobile del Norm hanno denunciato in stato di libertà due 41enni accusati di furto. I due uomini sono stati trovati lungo la Strada Provinciale Cassia Cimina all’altezza della località di “XXX Miglia”, a bordo di un’autovettura in possesso di 50 chilogrammi di canali e discendenti in rame e di arnesi vari atti allo scasso. Il rame, chiaramente provento di furto, è stato sequestrato, e sono attive le ricerche per appurare dove è stato asportato. Negli ultimi tempi anche in provincia si sono veri�cati numerosi furti di questo tipo, colpite abitazioni private ma anche edi�ci pubblici, segno di un’attività delinquenziale di basso pro�lo ma foriere di disagi per i cittadini.

U

n pregiudicato viterbese di 36 anni è stato arrestato dai carabinieri in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di cocaina e hashish. In particolare, i carabinieri del Comando provinciale di Viterbo, a seguito di attività info investigativa e di servizi di pedinamento, nella tarda serata di ieri, 8 giugno, hanno rintracciato il 36enne e lo hanno sottoposto a perquisizione personale e domiciliare. Sono st ati rinvenuti dagli uomini dell’Arma circa 700 grammi di hashish e 10 grammi di cocaina, nonché materiale atto alla pesatura, al taglio ed al confezionamento dello stupefacente. Il tutto è stato posto sotto sequestro. La droga sequestrata doveva essere immessa, pesumibilmente sul mercato

della Tuscia. Sono in corso indagini, infatti, per risalire al canale di rifornimento dello stupefacente rinvenuto. L’uomo, che è stato arrestato e messo a disposizione dell’Autorità competente, si trova ora al regime degli arresti domiciliari in attesa del processo a suo carico.


Domenica 10 Giugno 2012

Viterbo & AltoLazio

cronaca

3

Ingiustizie, disservizi e superficialità sono lo specchio della politica rappresentata da personaggi che non meritano questa città

Solo il voto potrà liberare Viterbo dai politicanti di PAOLO GIANLORENZO

La verità è sempre una sola. Finalmente dopo tanti mesi bui a Viterbo anche molti colleghi hanno deciso di allinearsi a noi e raccontare tutto quello che realmente non funziona. Adesso per loro è facile perché “sotto botta” c’è il centrodestra o quello che ne rimane tra squali e faine che si lottano carcasse di pesce o di gallina. Si parla del caso Manca e nonostante che la voce ufficiale della Procura abbia messo la parola fine a tante fantasiose ricostruzioni giornalistiche e di improvvisati scrittori si continua a ciurlare nel manico mettendo in dubbio il lavoro dei magistrati. Nessuno scrive che da oltre un mese si aspetta una sentenza scritta di non carcerazione per quattro persone “pizzicate” a far man bassa dei soldi pubblici. Tutti sembrano aver dimenticato che a Viterbo il maestro Vignati è solo uno scolaretto vicino a personaggi come Giuseppe Aloisio o Mauro Paoloni che, nonostante sia riconosciuto dalla Procura di Viterbo come un corrotto scrive fondi di prima pagina sul Corriere di Viterbo. Come mai nessuno ha scritto indignato all’ordine dei giornalisti per impedire che questi personaggi non ancora condannati ma largamente riconosciuti come dei veri delinquenti cercando di impedirgli di scrivere ed indottrinare le persone? La strada da percorrere è ancora tanta l’importante è

che qualcuno abbia iniziato a percorrerla. Stefano Vignati secondo un cantante lirico semisconosiuto di Viterbo può chiamarsi maestro pur non avendone i titoli perché con la bacchetta e negli affari ci sa fare. Non importa se poi la musica sia scadente, se gli allievi non potranno mai avere una guida vera. L’importante è Vignati che porta a spasso i giornalisti compiacenti come Carlo Galeotti e collaboratice. L’importante è che i soldi siano stati spesi bene visto che sono stati assegnati. Un male questo che è lo specchio della politica rappresentata a Viterbo da gente come Francesco Battistoni che pur di prendersi un po’ di potere è disposto a rompere piuttosto che costruire. Pensate al consigliere regionale che ha costretto la Governatrice della Regione a doversi umiliare nel venire ascoltata in Procura per essere ascoltata sul nulla. Oppure che giudica gli altri e non quelli che si porta appresso come Baglioni, il consigliere comunale d’opposizione di Vitorchiano. Il 26 aprile di quest’anno, il signor Baglioni è stato iscritto nel registro degli indagati dal sostituto procuratore Franco Pacifici. E’ accusato di aver violato l’articolo 162 bis del codice penale. Stalking per dirla in modo più semplice e chiaro. E’ accusato di stalking

In fiamme l’auto del consigliere di Lega Federalista Umberto Fusco nei confronti del consigliere comunale di Viterbo Andrea Marcosano. Marcosano non è stata, purtroppo, l’unica vittima di questo strano personaggio che Battistoni non manca mai di sostenere anche con pelose solidarietà. Ebbene, la politica deve reagire, la politica composta da politici veri e non dai politicanti che in questi tempi invece di trovare soluzioni alla tremenda crisi economica l’unica cosa che continuano a contare da settimane sono le loro tessere. Bisogna regire a questa politica e questi politici. Bisogna trovare il coraggio di mandarli a casa e questa opportunità arriverà presto. Mandarli a casa è molto più semplice di quanto possa sembrare. Loro cavalcano la protesta del non voto perché così con una manciata di voti potranno ottenere tutto senza sforzi. Per mandarli a casa

bisogna votare, compatti, non i soliti partiti di riferimento, i soliti noti che a livello nazionale sono pieni di ladroni. Bisogna andare a votare in modo massiccio tutti quei partiti di destra, sinistra o centro che ad oggi non hanno mai superato il 4 per cento. Bisogna votare i piccoli per farli diventare grandi e cacciare i grandi facendoli diventare piccoli. L’equazione è molto semplice. Votare. Votare gente vera, che abbia lavorato, che conosca il significato della parola sacrificio e non gente come Battistoni che l’unico lavoro serio che ha fatto nella propria vita è stato quello di scaldare poltrone di ogni ordine e grado. Rivoluzione sociale. Rivoluzione democratica esercitata attraverso il voto. Votare per non dimenticare tutto il male che hanno fatto e stanno facendo a tutti i cittadini viterbesi prima e nazionali poi.

B

rutta esperienza per il consigliere comunale della Lega Federalista Umberto Fusco. Di rientro da Roma dopo aver fatto spesa ai mercati generali il mezzo di trasporto sul quale viaggiava è improvvisamente andato in fiamme. Un botto, fumo e fiamme. Il tempo di parcheggiare ai bordi della strada. A causa delle fiamme la

centralina non permetteva di aprire le portiere e quindi il consigliere si vedeva costretto a sfondare il finestrino per uscire dall’abitacolo e non rimanere ustionato. Il mezzo in pochi minuti è andato completamente distrutto. L’arrivo dei vigili del fuoco è servito solo a mettere in sicurezza quello che di quel mezzo era stato risparmiato dalle fiamme.


politica

4

Viterbo & AltoLazio

Domenica 10 Giugno 2012

I cittadini Roselli e Pacini lamentano la totale assenza di contatto con chi dovrebbe rappresentare il popolo

AAA CERCASI AMMINISTRATORI COMUNALI

I

l sentimento dell’antipolitica non è nato per caso. Né i cittadini amano criticare o attaccare i politici che dovrebbero rappresentarli. Magari preferirebbero avere dei rappresentanti semplicemente più attenti alle esigenze del popolo. Relativamente al livello di “appeal” degli amministratori locali pubblichiamo il comunicato di due cittadini “indignati”, Daniele Roselli e Luca Pacini. “Chi sono? Cosa fanno? Ma soprattutto dove vivono? I nostri padri, a fronte di un’impresa reputata ardua, usavano dire: “E’ dif�cile come cercare un ago in un pagliaio”. Oggi, però, conviene coniare un nuovo modo di dire: “E’ dif�cile quasi quanto incrociare un amministratore comunale per le vie di Viterbo”. Meglio dif�dare di chi oltre che dell’ago e del pagliaio ci ha insegnato che la politica si fa per strada e prima di tutto viene il contatto con il cittadino. Il sarcasmo non vuole sminuire

un dato di fatto incontestabile, o dribblare una querela (�guriamoci è stato suf�ciente uno striscione da burloni, per far infuriare chi di ritorno da una bella vacanza americana). Il sarcasmo è �glio dell’unico regalo fattoci da questa amministrazione, la �loso�a zen. L’assenza di amministratori sul territorio è un dato di fatto, ma sarebbe suf�ciente sfogliare un qualsiasi quotidiano locale, sia esso cartaceo o on line, per prendere coscienza del degrado che imperversa ovunque. La domanda sorge quindi spontanea: “Ci sono o ci fanno?” (come si dice dalle nostre parti). Come è possibile che SOLO a chi di dovere non pervengano gli orrori che i cittadini non mancano di denunciare quotidianamente? Nella speranza che la tenacia paghi, riportiamo solo un altro esempio di questa inerzia, inerzia che mai come oggi contraddistingue l’attuale amministrazione comunale, dai quarantenni ai senior. Solo due anni fa, tramite i famosi �nanziamenti

europei Por Fesr 2007/2013, è stato realizzato uno stralcio della Via Francigena. Tale tratto che unisce le Terme dei Papi alle porte della città è costato qualche centinaia di migliaia di euro. Forse anche poco considerando che la porta in questione è Porta Faul, il “cancello d’ingresso dorato della Nuova Viterbo”. Proprio come la tana del Bianconiglio per Alice, i futuri turisti di Viterbo potranno attraversare Porta Faul ed entrare nel paese delle meraviglie. Qui giunti, non potranno esimersi dall’ammirare e, soprattutto, invidiare l’ottimo lavoro svolto dal nostro caro sindaco Giulio Marini. Solo poco più di 13.000.000 di euro per vivere un sogno! Allora speriamo che, se veramente questi soldi esistono sul serio, arrivino presto perché siamo stanchi di vivere quest’incubo. Incubo che ci mostra tutto il contrario di quello che i mercanti di fumo ci vendono da anni, anni di pura inerzia e di interessi personali. Tornando al “famoso miglio rosso” della

Via Francigena, si torna dentro l’incubo. Ci è capitato di percorre a piedi l’intero tragitto e ci sono erbacce, canne, immondizia e altri generi simili che ne impediscono la fruizione ad un cittadino normodotato, che succederebbe se si cimentasse un portatore di handicap? Tralasciando, inoltre, la pericolosità degli attraversamenti obbligatori su una strada ad alto scorrimento. Noi, però, non vogliamo avanzare polemiche sterili. Tali soldi potevano essere spesi per necessità maggiori, ma probabilmente per i vincoli imposti dalla comunità europea non sarebbe stato così semplice. La domanda che ci assilla, più del brutto spettacolo dovuto all’incuria, è cosa avranno da dire i supervisori dei �nanziamenti. Un giorno qualcuno nominato da Bruxelles dovrà rendicontare le opere eseguite. Se ciò fosse già successo avremmo la certezza della falsità del progetto plus, ma quando succederà avremo ancora un progetto plus? E il sindaco plus?

E il sogno, stimato a p p e n a superiore a 13.000.000 di euro? Se oggi un cittadino chiedesse agli addetti del Comune p e r c h é erbacce ed altro infestano mura civiche, marciapiedi e chi più ne ha più ne metta, si sentirebbe rispondere: “te le devi pulire da solo, poiché il Cev non ha operatori disponibili e l’azienda che ha vinto l’appalto per la gestione del verde pubblico non ha l’obbligo di estirpare quelle erbacce (ndr: nonostante l’appalto a dir poco generoso per quattro rotonde)”. Questa non è un’illazione ma la risposta ottenuta da chi la domanda l’ha posta. Purtroppo il comune cittadino si è dovuto abituare a

queste risposte inutili, ma che direbbe il supervisore europeo? Si congratulerebbe e stenderebbe un rapporto positivo sulla operatività del Comune di Viterbo? Che dire? Non sempre l’evoluzione porta progresso! Una volta in prossimità delle elezioni almeno si dava una pulita per far vedere che l’amministrazione lavorava per i cittadini, ora hanno imparato che le false promesse sono assai più economiche. Che dire? Almeno il detto: “Si stava meglio quando si stava peggio” è ancora attuale”.

Il problema dello smaltimento, la pericolosità dell’amianto e le proposte della politica per salvaguardare i cittadini

“Grandi opere e riqualificazione ambientale”, il convegno di Frascati di BRUNA DI BERARDINO

S

i è svolto a Frascati (Rm) il Convegno dal titolo “Grandi opere e riqualificazione ambientale” . L’intervento dell’On. Mario Brozzi è stato uno dei momenti che più ha catturato l’attenzione dei presenti, pertanto è stato naturale intervistarlo per dare un seguito a questa importante iniziativa. Onorevole quale significato vuole avere la partecipazione a

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Sede operativa 01100 VITERBO VIA PIAVE 8

TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) 0863.997451 - 06.55261737 Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

questo convegno sull’amianto? “Il problema dello smaltimento è dei più attuali, ma il livello di rischio è ancora sotto percepito. Tuttavia, di recente, una sentenza del tribunale di Torino - destinata a fare scuola - ha decisamente rappresentato una chiave di volta circa la percezione sociale e, soprattutto, la caratura, in termini giuridici, della pericolosità di questo materiale per la salute dell’uomo e delle conseguenze riferite alla responsabilità dell’esposizione a tale minerale. Una presa di coscienza fondamentale per approcciare il problema e risolverlo. Da capogruppo della ‘Lista Polverini’ - ovvero, la seconda forza di maggioranza della Regione Lazio - condivido e appoggio il lavoro di sensibilizzazione sull’argomento portato avanti con cognizione di causa dal collega Luigi Abate. La sua proposta di legge per lo smaltimento attraverso l’interramento nelle cave è il classico esempio di come la competenza tecnica possa esplicarsi in buona politica. Ne sono convinto nella triplice veste di cittadino, medico e rappresentante istituzionale. D’altra parte, ciascuno di noi dovrebbe sempre chiedersi quale società e quale eredità intende lasciare ai propri figli. Soldi, patrimoni? Direi

L’Onorevole Mario Brozzi che è troppo poco! Credo che la salvaguardia dell’ambiente e della salute dell’uomo debbano essere in cima alla lista del nostro impegno. Come avviene la contaminazione da amianto? “Ilterminegrecoamiantosignifica letteralmente inattaccabile. Le fibre di amianto (o asbesto) ingannano le cellule: si fanno scambiare per oggetti sferici che possono venire inglobati, entrano nelle cellule con la punta. L’orientamento inganna la cellula, che percepisce la punta arrotondata come parte

di una sfera, piuttosto che di un lungo cilindro. Quando la cellula si attiva per avvolgerle con la sua membrana, si accorge dell’inganno e capisce di non poter ‘ingoiare’ quell’oggetto cilindrico e viene ‘pugnalata’ dalle fibre di amianto appuntite. Come ultimo atto, la cellula chiama aiuto, scatenando una risposta immunitaria che causa una infiammazione ripetuta, che, però, non può salvarla. Ecco perché l’amianto è così dannoso per l’uomo. E’ come se tentassimo di mangiare qualcosa che è più grande del nostro corpo. Quanto è pericoloso l’amianto e in che modo ci si difende? “Non esiste alcun livello minimo di soglia al di sotto della quale vi sia sicurezza: la massima concentrazione accettabile di fibre deve essere pari a zero. Le terapie efficaci scarseggiano e gli strumenti per la diagnosi precoce pure: i casi di tumore sono in costante aumento e andrà pure peggio: ogni 5 minuti in tutto il mondo una persona muore a causa della contaminazione provocata da questo minerale; in Italia, le morti accertate dal Ministero della Salute per esposizione all’amianto sono circa 1000 all’anno. L’amianto è un agente cancerogeno cosiddetto

‘certo’. L’esposizione all’amianto può provocare tre differenti e gravi patologie polmonari: l’Asbestosi Polmonare, il Mesotelioma Pleurico (non curabile e con una sopravvivenza, a cinque anni dalla diagnosi, del 2%), il Carcinoma del Polmone (con un aumento del rischio, per i fumatori, di 5 volte). Provoca anche i tumori di laringe, ovaio, peritoneo, pericardio, tunica vaginale del testicolo, colon-retto e stomaco. Si pensi che circa il 5% dei nuovi casi riguarda mogli o figli entrati in contato con questo minerale tramite gli indumenti degli operai. Su 10 malati, 7 lo sono per motivi professionali, 3 per altre cause, non sempre note. Se pensate che il Mesotelioma può svilupparsi anche 40 anni dopo l’esposizione alle fibre di amianto, si comprende bene che l’unico modo per difendersi è eliminare qualsiasi fonte di contatto e contaminazione. Non esiste alcun mezzo capace di impedire l’evoluzione progressiva e peggiorativa della malattia; pertanto, in considerazione della sua gravità, si impongono rigorose misure di prevenzione ambientale per impedire la dispersione della polvere di amianto nell’atmosfera dei luoghi di vita e di lavoro. La prevenzione primaria consiste non

nella diagnosi precoce della malattia, ma nell’evitare l’esposizione alle sostanze cancerogene. Quali soluzioni bisogna dunque adottare? “Prevenzione, comportamenti corretti, rispetto degli equilibri dell’ecosistema, salvaguardia della natura e della salute dell’uomo: si tratta di agire da adulti, guardando, però, il mondo con gli occhi di un bambino. Cominciamo a ragionare in termini di consapevolezza individuale e collettiva. L’ambiente non è il semplice contenitore in cui viviamo, ma la vita stessa e il risultato delle nostre azioni. Qualche giorno fa, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, Ban Ki-Moon, segretario generale delle Nazioni Unite, ha affermato che ‘con politiche intelligenti e investimenti giusti, i paesi possono proteggere il loro ambiente, far crescere le loro economie, creare posti di lavoro e accelerare il progresso sociale’. Condivido in pieno. Siamo pronti ad accettare questa s�da a livello territoriale, regionale, nazionale, mondiale? Credo che la risposta possa essere commisurata al bene che vogliamo a chi rappresenta la nostra proiezione nel futuro: i �gli”.

Il consigliere Federici de La Destra risponderà in cinque giorni alle segnalazioni dei cittadini

Un assessorato dedicato alle “Piccole Grandi Cose” L

a sezione Viterbo Città de La Destra ricorda che il Consigliere Comunale Maurizio Federici, attraverso la sua Delega alle Piccole Grandi Cose, è sempre a disposizione della cittadinanza tutta per la segnalazione di piccole cose che diventano a volte insormontabili per chi le subisce: una buca sotto casa, piccoli problemi di igiene urbana, atti di vandalismo che deturpano la Città, l’urgenza di poter usufruire dei servizi cimiteriali durante la chiusura... Cose che spesso passano inosservate e che inducono il

Cittadino a sentirsi trascurato nella sua quotidianità. Ogni segnalazione, in un tempo massimo di cinque giorni, riceve una risposta positiva o negativa, a fronte di un interessamento immediato presso l’Assessorato competente. Maurizio Federici è sempre raggiungibile al 328.8135954, la mail cui indirizzare le segnalazioni è m.fede51@yahoo.it Un’interessante iniziativa quella de La Destra viterbese che ancora una volta dimostra di essere vicina alla gente, nei fatti e non solo nelle parole.


Domenica 10 Giugno 2012

Viterbo & AltoLazio

attualità

5

900 alunni coinvolti, 300 premiati. Grande successo per la Iª edizione del concorso scolastico volto alla conoscenza della vita del Santo

La vita di San Crispino vista dai più piccoli I vincitori

di BENEDETTA FERRARI

G

rande partecipazione per la prima edizione del concorso scolastico “Conoscere San Crispino da Viterbo. Vita, opere, cammino spirituale”, ideato dall’associazione San Crispino da Viterbo. Oltre novecento gli alunni delle scuole primarie “Canevari”e “Concetti” coinvolti nell’iniziativa, resa possibile grazie all’aiuto delle docenti di religione che hanno supportato i bambini nella realizzazione di disegni e storie sulla vita del Santo viterbese. Ieri il concorso è giunto al termine, con la proclamazione delle classi vincitrici che si sono aggiudicate un personal computer. Assistiti dalla polizia municipale e da volontari oltre trecento bambini si sono recati al parco dei frati cappuccini per l’attesa premiazione. Tutti in maniera composta hanno fatto visita al corpo del santo all’interno della chiesa, dove è stato consegnato loro un piccolo ricordo. Poi insieme sul prato a vedere i propri lavori e fare festa. L’evento realizzato con il sostegno economico della Banca di credito Cooperativo Roma ha voluto avvicinare i più piccoli alla scoperta della vita e delle opere di San Crispino attraverso l’elaborazione di testi, disegni,

Q

uesti i vincitori del 1° Concorso Scolastico “Conoscere San Crispino da Viterbo. Vita, opere e cammino spirituale”. Scuola Luigi Concetti: 1°A insegnanti Gioia, Croce, Codino; 1°B insegnanti Gioia, Croce, Codino; 2°A insegnanti Croce, Sacconi; 2°B insegnanti Giorni, Sensi;

poesie e canzoni. “Abbiamo fortemente voluto questa iniziativa perché desideriamo contribuire alla diffusione del pensiero di San Crispino, alla fondamentale dose di umiltà che è sempre indispensabile per il rispetto del prossimo e di ogni forma di espressione del Creatore che giornalmente ci circonda”. Queste le parole di Domenico Chiavarino presidente dell’associazione San Crispino da Viterbo ,che vede nel proprio statuto la realizzazione di eventi come quello di oggi. A presentare e premiare le classi presenti, l’avvocato Alessandro Vettori vice

presidente dell’associazione che, a margine dell’evento ha ringraziato tutti volontari coinvolti nei preparativi dall’associazione, alla polizia municipale agli sponsor che hanno creduto in questa iniziativa: tra questi l’ipermercato Leclerc, lo stabilimento Riva Verde di Ronciglione, carrozzeria Boselli, il vivaio La Camelia, l’Infisso2, Tuscia eliografica, Ciemme carni,manutenzione e impianti da giardino fratelli Paiolo, Gruppo Graziani s.r.l., GoldGroup, BruniAssicura, Marf, Cogesim e, da ultimi ma non meno importanti, i frati Cappuccini rappresentati da Padre Appio,

“rappresentazione tangibile della figura e dello spirito di San Crispino che oggi ci riunisce qui” e i bambini presenti “speranza di un futuro migliore, senza i quali questo evento non avrebbe significato”. Per finire penne al pomodoro per tutti: bambini, genitori e insegnanti hanno così concluso in allegria il faticoso anno scolastico. Gli elaborati realizzati degli alunni verranno esposti nel chiosco del convento in onore dei festeggiamenti di San Crispino che si svolgeranno dal 14 al 18 giugno e potranno essere votati dai visitatori. Nelle immagini alcuni momenti del concorso “Conoscere San Crispino da Viterbo. Vita, opere e cammino spirituale” con gli studenti e gli insegnanti che hanno partecipato. In basso a destra la locandina dell’iniziativa

2°C insegnanti Croce, Buttinelli; 3°A insegnanti Olimpio, Oriolesi, Mattei; 3°B insegnanti Olimpio, Oriolesi, Mattei; 4°A insegnanti Fantappié, pasquini, Spanata, Mattioli; 5°C insegnanti Spanata, Ciucci; Scuola Silvio Canevari: 1°E insegnanti Zadro, Micarelli.


������

�������������� �������������������

������������������������

����������� ���������������������� ���������������������� ������������������������� ��������������������������������������������������������������������������������������� �������������������������������������������������������������������������������������� ���������������������������������������������������������������������������������������������� ����������������������� ���������������������������������������������������� ������������������������������������������������ �����������������������������������������������������������

���������������������� ��������������������� ��������������������� ��������������


Domenica 10 Giugno 2012

Viterbo & AltoLazio

montefiascone

7

Redatto dal sindaco Cimarello un atto amministrativo che vieta l’accensione di fuochi dal 15 giugno al 30 settembre

Emessa un’ordinanza antincendio di MICHELE MARI

È

stata emessa un’ordinanza, la numero 15, del 5 giugno, per la prevenzione degli incendi per l’intero territorio della città. L’ha redatta il sindaco Luciano Cimarello, in quanto autorità comunale di Protezione Civile, per prevenire e combattere gli incendi boschivi. Infatti nell’atto amministrativo si ordina tassativamente “il divieto di accensione di fuochi durante il periodo compreso dal 15 giugno al 30 settembre e di qualsiasi azione che possa creare pericolo di incendio su tutto il territorio Comunale”. Inoltre si ordina “il rispetto della normativa specifica vigente, che riguarda tutti i divieti, le eccezioni e le prescrizioni tecniche, volte a limitare il fenomeno degli incendi, come stabilito dagli articoli: 91 (divieto di accensione del fuoco), 92 (condizioni per l’uso del fuoco) e 93 (misure per la

prevenzione degli incendi nelle aree boscate), del regolamento Regionale del Lazio 18 aprile 2005 numero 7”. Nell’ordinanza si obbliga anche “tutti i proprietari, affittuari o conduttori a qualsiasi titolo di terreni agricoli, parchi, giardini ecc. ecc. anche incolti, nel periodo 16 giugno-30 settembre, a procedere alla ripulitura di detti fondi, dalle erbe e dagli arbusti infestanti, specie a confine con aree boscate, strade di qualsiasi ordine, abitazioni, giardini e strutture pubbliche”. In merito agli organi che vigileranno la norma aggiunge: “La vigilanza sull’osservanza della presente ordinanza è affidata alla Polizia Locale ed al Corpo forestale dello Stato”. Infine nell’ordinanza si tratta delle eventuali pene pecuniarie per i trasgressori: “fermo restando l’applicazione delle sanzioni penali e/o quelle amministrative connesse alle infrazioni commesse in aree boscate o in terreni

Eseguiti lavori di ristrutturazione presso la Rocca dei Papi

Abbiamo eseguito, in queste settimane, molti interventi nel giardino della Rocca dei Papi e nello stesso castello”. Con queste parole esordisce l’assessore Giorgio Cacalloro in merito agli interventi che hanno interessato il parco; continua: “Nei saloni della Rocca, in particolare nella sala Innocenzo III, abbiamo ristrutturato la pavimentazione che era molto mal ridotta”. “Nei giardini - aggiunge l’assessore abbiamo potato i vari alberi e sistemato le siepi con un adeguato taglio”. confinanti con esse o con strade pubbliche, già fissate dalla normativa specifica, si dispone la sanzione amministrativa da Euro 75 a Euro 500 (sanzione più favorevole

“L’ultimo intervento in programma -continuaè la risistemazione dei sanpietrini all’entrata dei giardini della Rocca a ridosso della chiesa di S.Maria della Neve. Infine stiamo predisponendo i lavori per una nuova sistemazione dell’illuminazione per renderla sempre più efficiente”. Cacalloro conclude: “la rocca è aperta tutti i giorni compreso il sabato e la domenica. A breve verrà aperto per l’intera settimana anche il Museo del Sangallo il Giovane”.

al trasgressore Euro 150,00), per la inosservanza del divieto di accensione fuochi su tutto il restante territorio comunale, e per la mancata ripulitura dei terreni”.

Sabato 16 giugno “Orazione civile per la Resistenza” il saggio della scuola A tu per tu con Daniele Biacchessi di ballo Infinity Dance U S

abato 16 giugno, alle ore 21, presso il palazzetto dello sport la scuola di ballo In�nity Dance diretta dalla maestra Ester Bartoli concluderà la sua stagione di corsi con un saggio che sarà di certo di notevole livello. La manifestazione è stata riconosciuta dal Coni come evento incluso nel programma “Primavera dello Sport” ed è stata patrocinata dal Comune di Monte�ascone. Quest’anno gli allievi e le allieve della scuola di ballo metteranno in scena Peter Pan e la sua “isola che non c’è”, la famosissima leggenda scritta nel 1902 da James Matthew Barrie che ha dato

vita a numerosi �lm, opere teatrali, cartoni animati, canzoni ed anche ad un musical di grande successo. Le coreogra�e sono state sviluppate coinvolgendo le varie discipline studiate all’interno della scuola, come le danze latino americane e standard, la sincro dance, la baby dance, la danza classica, la danza moderna e la propedeutica alla danza. I presenti, con l’aiuto di scenografie favolose e musiche originali si caleranno in un luogo magico, popolato da sirene, indiani, fate, pirati ed altre creature incantate. L’ingresso sarà gratuito e a coloro che interverranno sarà offerto un dono di benvenuto. Sarà come al solito una serata indimenticabile. I saggi della scuola Infinity Dance hanno sempre riscosso un grande successo e sono ormai un appuntamento fisso, ormai giunto al settimo anno, che dà lustro alla città di Montefiascone coinvolgendo un elevato numero di giovani del paese e del resto della provincia.

n incontro con Daniele Biacchessi per presentare il suo importante lavoro “Orazione civile per la Resistenza”. È questa la nuova iniziativa dell’attiva sezione Anpi “Delio Ricci” di Montefiascone che si terrà venerdì 15 giugno 2012, alle ore 21,00, presso la Sala conferenze papa Innocenzo III alla Rocca dei Papi sopra piazzale Urbano V. A coordinare i lavori sarà Giulia De Santis (Direttivo sezione Anpi Delio Ricci). Daniele Biacchessi nella sua opera racconta la resistenza attraverso la musica, le immagini e la poesia. L’autore, dopo un lavoro durato dieci anni, analizza i luoghi dove sono stati uccisi i partigiani e dove si conserva ancora oggi la loro memoria attraverso lapidi e monumenti, musei ed istituti storici. Un lavoro certosino e decisamente completo. Si passa infatti da Milano alle Fosse Ardeatine, a Sant’Anna di Stazzema,a Benedicta, a Fondotoce, a La Storta, a Montesole, a Marzabotto, Fivizzano e molte altre zone e luoghi minori. Da ricordare che Daniele Biacchessi è giornalista e scrittore, è vice-caporedattore di Radio 24 - Il Sole 24 ore ed ha pubblicato ventitré tra libri, prefazioni e interventi su ambiente, terrorismo, omicidi politici, mafie e storia contemporanea italiana. Collabora con i più im-

portanti musicisti e cantautori della scena rock italiana connotata dal forte impegno civile. Scrive di lui Gian Paolo Serino de “La Repubblica”: “Daniele Biacchessi racconta misteri, omicidi e stragi in un’Italia che sembra ormai vivere in una perenne ri(e)mozione forzata. Con la voce e la potenza di uno scrittore che è l’unico erede della narrativa civile di Pier Paolo Pasolini”. Una presentazione particolare che susciterà interessi nel campo culturale locale.

Mic. Mar.

I giardini della Rocca dei Papi

Il giornalista e scrittore Daniele Biacchessi


Domenica 10 Giugno 2012

Viterbo & AltoLazio

civita castellana e sud

9

Gli studenti della scuola “Manzi” hanno dato suggerimenti all’architetto che realizzerà la struttura

Parco pubblico, ai bambini la scelta dei giochi S

orgerà nell’area compresa tra la scuola d’infanzia “La Penna” e la scuola primaria “Manzi” il nuovo parco voluto dall’amministrazione comunale di Civita Castellana. Nella mattinata di gio-

vedì 7 giugno il sindaco ha incontrato gli alunni della scuola primaria “Manzi”, per renderlo ancora più a misura di bambino, facendo scegliere a loro i giochi. Ai bambini è stato mostrato il progetto dall’ar-

chitetto Giorgio Grimaldi, incaricato di realizzarlo, e sono stati mostrati anche i giochi tra i quali potevano scegliere quelli più di loro gradimento, un’iniziativa che ha trovato una risposta entusiasta da parte dei bambini. “E’ una modalità di coinvolgimento diretto dei cittadini più piccoli, che hanno il pieno diritto di scegliere ciò che li riguarda nella loro città, laddove questo è possibile ha spiegato il sindaco Angelelli - Sono venuti suggerimenti molto interessanti dai bambini e le loro istanze sono state recepite. Verranno realizzate all’interno del parco

anche delle aree attrezzate da loro proposte durante l’incontro. La partecipazione dei bambini e dei giovani alla vita cittadina è molto importante e cogliamo ogni occasione per renderla possibile”. Per il parco pubblico a La Penna sono stati ottenuti già i finanziamenti, pertanto non appena s a r à pronto il progetto esecutivo, potrà e s s e r e realizzato. G l i alunni della scuola “Manzi” sono stati inoltre incaricati dal sindaco di scrivere il regolamento per l’accesso al nuovo parco, compito in cui saranno aiutati dagli insegnanti.

“I piccoli hanno il pieno diritto di scegliere ciò che li riguarda”

VETRALLA - Presenti all’inaugurazione anche consigliere regionale Battistoni ed il sindaco di Blera Ciarlanti

Partita la XIX edizione di “Fiori alla finestra e cene in cantina” É iniziata venerdì sera con la solita massiccia partecipazione di pubblico la manifestazione “Fiori alla finestra e cene in cantina”. “Un bello spettacolo per attrarre turisti e visitatori nella nostra provincia”. Questo il commento del Presidente della IV Commissione regionale agricoltura, Francesco Battistoni, che ha partecipato all’inaugurazione della XIX edizione di “Fiori alla finestra e cene in cantina”, organizzata dalla Pro Loco di Vetralla e in programma dall’8 al 17 giugno. “Fiori per valorizzare l’antico borgo,

vino e specialità locali per allettare il palato dei tanti visitatori che per l’occasione raggiungono il nostro paese”. Ha sottolineato il Sindaco Aquilani che, insieme all’assessore Bacocco e alla Presidente della Pro Loco Ida Brama di Marco, ha accompagnato il Presidente Battistoni n e l l a visita alle cantine. “Un momento di convivialità suggestivo e pittoresco ha aggiunto Battistoni che racconta d e l l e nostre tradizioni culturali, folkloristiche, artigianali ed enogastronomiche”. Anche quest’anno l’iniziativa

“Un bello spettacolo per attrarre turisti e visitatori nella nostra provincia”

prevede un ricco programma tra cortei storici, caroselli, musica, laboratori e degustazioni. “Questo appuntamento mette insieme molte risorse del nostro territorio - ha concluso Battistoni -

valorizzandone le produzioni tipiche ed artigianali, giocando sui colori dei �ori e sul profumo dei frutti della nostra terra”. All’inaugurazione era presente anche il Sindaco di Blera Francesco Ciarlanti.

Presto un film sull’Uomo Cavallo Il regista Stanghellini al lavoro

I

l ritorno a Vetralla del Trofeo “Uomo Cavallo” dopo cinque anni di assenza non è passato inosservato. Oltre al successo della gara con un gran numero di partecipanti provenienti anche da fuori regione si è registrato infatti un rinnovato interesse per il personaggio alla cui memoria il trofeo è dedicato, ovvero Domenico Baghini. Autore di leggendarie imprese podistiche Baghini è passato alla storia con il curioso soprannome sia per le sue doti atletiche fuori dal comune che lo portarono a sfidare - e battere - treni e cavalli sia per l’amicizia con un cavallo con cui amava farsi fotografare. Numerose iniziative hanno coinvolto anche le scuole con lavori e progetti incentrati su questa mitica figura di vetrallese mai dimenticato. Ma non finisce qui.

Grazie all’interessamento e all’entusiasmo dell’assessore allo Sport Elio Ferri, orgoglioso di aver riportato a Vetralla una gara tanto seguita, pare infatti che il regista televisivo Sergio Stanghellini sia rimasto particolarmente colpito dalla storia di Domenico Baghini, tanto da volerne fare un film. Ovviamente questo ha spinto l’assessore Ferri a fornire al regista il maggior numero di informazioni possibili sull’Uomo Cavallo grazie ai documenti archiviati nella biblioteca comunale. Il regista è stato anche messo in contatto con un nipote di Baghini tuttora vivente e residente a Monterotondo. É ancora presto per avere dettagli sul film che è in fase di gestazione, ma intanto sono stati già allertati i maggiori conoscitori di dialetto vetrallese che, a quanto pare, non mancherà nei dialoghi.

Chiesta chiarezza e trasparenza su una questione “insabbiata” dalla precedente amministrazione

Il Comitato Acqua Potabile scrive al sindaco di Ronciglione Il Comitato Acqua Potabile scrive al sindaco Giovagnoli una lettera sulla questione idrica. “Egregio Sindaco,da tempo con spirito costruttivo, per il bene dei ronciglionesi, chiediamo alle amministrazioni e istituzioni il rispetto del diritto dei cittadini all’informazione corretta e all’acqua potabile. L’amministrazione del Sindaco Sangiorgi non ci ha ascoltato, anzi si è profusa nell’opera di insabbiamento e nel negare l’evidenza della gravità della situazione. Con questo spirito vogliamo continuare a svolgere il ruolo che al comitato acqua potabile compete, di stimolo e di informazione. Giudichiamo positivo che sulle fontane pubbliche siano apparsi cartelli con la scritta “Non potabile”. In molte fontane pubbliche, però, i cartelli sono spariti, per l’acqua piovana o forse per iniziativa di alcuni che appoggiandosi sulle fontanelle “inavvertitamente” li hanno strappati. Non crediamo che dopo un giorno o due l’acqua sia di nuovo divenuta potabile, pertanto sarebbe

bene af�ggere stabilmente il divieto, �n quando esiste la non potabilità. Dall’esame della sua ordinanza del 14 maggio 2012 n.21, abbiamo evidenziato alcune inquietanti situazioni e chiedemmo fossero fatte delle correzioni. L’ordinanza purtroppo ricalca, quasi in toto, le precedenti ordinanze della giunta Sangiorgi, che erano falsate da un peccato originale, quello di non far comprendere o nascondere ai cittadini la realtà. Nell’ordinanza n. 21, si parla ancora di suddivisione in zone del paese. In merito, abbiamo richiesto più volte al precedente Sindaco, con lettere inviate anche al Tribunale e alla Procura della Repubblica,la documentazione della avvenuta suddivisione in zone, che non può essere avvenuta soltanto sulla carta, ma attraverso lavori precisi, dato che la ASL dichiara di aver ricevuto dal Comune detta suddivisione. Le rinnoviamo pertanto la richiesta in copia della documentazione (progetti, impegni di spesa, ecc.) dei lavori svolti per suddividere l’acquedotto

e della dichiarazione fornita alla ASL. Inoltre l’ordinanza ingenera ancora confusione e dubbi. Infatti cita soltanto il numero dell’ordinanza n.25 del 13 luglio 2012, ma non descrive le limitazioni e i divieti in essa prescritti. Questa non è la chiarezza che ci saremmo aspettati dalla sua amministrazione. Non tutti i cittadini decidono di effettuare la ricerca sul sito web e leggere la precedente ordinanza n.25 del 13 luglio 2010. L’ordinanza n.25 del 13 luglio 2010, è bene dirlo chiaramente, prescrive e vieta l’uso dell’acqua proveniente dal lago di Vico, quindi in tutte le linee dell’acquedotto, perché miscelata a quella dei pozzi, salvando soltanto quella del Monte Fogliano ( Cavette e S.Maria). Le chiediamo, pertanto, di retti�care l’ordinanza n. 21 del 14 maggio 2012 rendendola chiara e comprensibile, dicendo ai cittadini la nuda e cruda verità sull’acqua. Ci aspettiamo, in�ne, che la sua amministrazione renda trasparente e �nalmente partecipata la casa comunale”.


tuscania e litorale

10

Viterbo & AltoLazio

Domenica 10 Giugno 2012

TUSCANIA - Mentre la Cooperativa Curunas si appresta ad inaugurare l’area archeologica i vandali tornano in azione

A San Pietro chi lavora e chi...distrugge di VALERIA SEBASTIANI

I

l Colle di San Pietro non trova pace: i vandali sono tornati in azione. Abbiamo più volte denunciato, nel corso di questi ultimi anni, numerosi e ripetuti atti vandalici ai danni del patrimonio artistico e archeologico che ha sede sul Colle. L’ultima, poco tempo fa, per segnalare il degrado e l’abbandono del’intera area. Poi �nalmente buone notizie: in occasione della visita in città dell’ambasciatrice di Spagna presso la Santa Sede, il Comune aveva fatto riparare il muro del parapetto del belvedere che �ancheggia la chiesa, completamente distrutto a martellate. San Pietro era tornato a fare la sua bella �gura. Già pochi giorni dopo il ripristino dei luoghi, tuttavia, i vandali (o il vandalo) erano tornati in azione colpendo ancora proprio il muro. Poi è accaduto quello che in molti avevano temuto. E’ stato divelto uno dei sarcofagi etruschi che lo adornano. Negli anni erano stati notati numerose volte i segni dei tentativi di riuscire nell’impresa e alla �ne, a quanto pare, i malfattori ci sono riusciti. Poco tempo fa un altro sarcofago, quello adagiato sul “murone” di Piazza del Comune, aveva avuto la stessa sorte. Oggi tocca al sarcofago di San Pietro. Chi è che se la prende con il patrimonio tuscanese? E’ chiaro ormai che questa vera e propria

Sopra, nella foto, (foto: Luciana Franci) si può vedere il muro vuoto del suo sarcofago con le fasce di sostegno divelte; a destra la locandina dell’inaugurazione dell’area archeologica, opera della Cooperativa Curunas mania distruttiva è frutto dell’ accanimento mirato di una o più persone che opera/no mossa/i da motivi personali. Fonti diverse, che non si sono mai espresse in maniera uf�ciale, hanno dichiarato, già in passato, che il nome dell’autore( o degli autori) degli insani gesti sarebbe noto alle autorità locali ormai da tempo. Il problema è coglierli in �agrante. Si torna a parlare di videosorveglianza e cresce l’indignazione e la rabbia dei cittadini verso tanta scelleratezza che oltre a colpire direttamente al cuore la città, causa

MONTALTO - “Misura 124”, martedì a San Sisto un convegno sull’agricoltura M

artedì 12 giugno alle 18:00 presso il complesso monumentale di San Sisto si svolgerà il convegno sull’agricoltura dal titolo “Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie”. L’evento, voluto dal Comune di Montalto di Castro in collaborazione con La Regione Lazio ed il Dipartimento DAFNE dell’Università della Tuscia di Viterbo, tratterà la “misura 124 del P.S.R. Lazio” –quinquennio 2007/2013-. Questa misura ha l’obiettivo di incentivare la collaborazione tra produttori primari, imprese di trasformazione, operatori commerciali, strutture operanti nell’ambito della ricerca e

sperimentazione, per individuare e sviluppare percorsi innovativi da attuare lungo le filiere produttive al fine di favorire il trasferimento delle conoscenze. L’intento è quello di sviluppare iniziative volte ad incrementare il valore delle produzioni, ad aumentare la redditività dei prodotti e dei servizi ed a creare nuovi sbocchi di mercato ricorrendo ad innovazioni di processo e di prodotto. I relatori del convegno saranno l’Assessore Regionale alle Politiche Agricole Angela Birindelli, il Sindaco di Montalto Sergio Caci, il Professor Bruno Ronchi dell’università della Tuscia ed il Dott. Stefano Sbaffi –dirigente della Regione Lazio.

sprechi di denaro pubblico per i ripetuti interventi di restauro. Tutto questo mentre, sempre a San Pietro, è in corso l’operazione di ripristino dell’antica area archeologica romana. La Cooperativa Curunas ha infatti ripulito il sito,proprietà della famiglia Bruni, “scavato” nel 1974 e mai aperto al pubblico che è entrato a far parte delle proprietà gestite in convenzione con il Comune su licenza della Soprintendenza e si appresta all’inaugurazione dello stesso. Tutto pronto per il prossimo 16 giugno, alle ore 18,30. Una festa, con tanto

di rinfresco ed ingresso gratuito per tutti, celebrerà l’ulteriore sforzo della città per riappropriarsi di un luogo di notevole interesse che sarà aperto a pubblico di cittadini e turisti tutti i giorni della settimana, compreso il lunedì. Mancava solo l’area archeologica gestita dalla Curunas a rendere perfetta la fruibilità dei siti archeologici sul colle. Mentre in tanti lavorano per valorizzare il patrimonio altri, indisturbati, continuano a distruggere nell’ombra. Azioni deprecabili che Tuscania non può più permettersi di tollerare.

TARQUINIA - “L’Imu? Un’ingiustizia del Governo”. Il consiglio Comunale approva il piano per le aliquote dell’Imposta Municipale Unica “

L’IMU è un’ingiustizia del Governo”. Questa la lapidaria sentenza di Mauro Mazzola, sindaco di Tarquinia che fin dalle prime notizie della nuova imposta insieme alla sua amministrazione ha lavorato per mitigarla e tutelare tutte le categorie sociali. Venerdì nel corso del consiglio comunale è stato approvato il piano delle aliquote dell’Imposta Municipale Unica. “La nuova imposta è “municipale” solo nel nome, perché non porterà risorse aggiuntive nel bilancio del Comune. - ha dichiarato il sindaco - Anzi le Amministrazioni incasseranno molto meno del gettito dell’ICI. Il Governo Monti, con l’ultima manovra finanziaria, lascia i Comuni in una situazione di estrema difficoltà, rendendo ancora più precari i bilanci locali e con essi la possibilità di continuare a erogare servizi essenziali: dagli asili nido alle scuole materne, dalle mense scolastiche ai trasporti pubblici, ai servizi per anziani. Due quindi le strade da seguire per far fronte a un’imposta sbagliata: mitigare l’IMU e renderla meno iniqua per tutelare tutte le fasce sociali o, per esempio, azzerare l’imposta sui terreni agricoli e mandare in dissesto finanziario l’Amministrazione. Noi abbiamo scelto la prima e il facile populismo lo abbiamo lasciato agli altri”. La vera battaglia sull’IMU è far rientrare il territorio di Tarquinia tra le zone svantaggiate. “Siamo l’unica cittadina del viterbese, insieme a Montalto di Castro, che ne è esclusa. Ciò incide pesantemente sull’agricoltura tarquiniese che deve affrontare costi maggiori rispetto a quelle degli altri paesi limitrofi. - ha aggiunto - È questo il problema. Come promesso a Coldiretti e Cia ho incontrato già due volte il prefetto Antonella Scolamiero per affrontare la questione. Fino a oggi però le organizzazioni sindacali non hanno mai lavorato per risolverlo. Occorre unire le forze su questo aspetto e non lanciarsi in polemiche”. Queste le aliquote dell’IMU che saranno applicate: lo 0,4% per l’abitazione principale e per le relative pertinenze; lo 0,1% per i fabbricati rurali a uso strumentale e lo 0,76% per i terreni agri-

coli; lo 0,76% per le unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali A10, B, D, C; 1,06% per le aree fabbricabili; 0,96% per tutti gli immobili diversi da quelli elencati. Sulla prima casa sarà possibile detrarre 200 euro, cui si aggiungono 50 euro per ogni figlio (26 anni). Inoltre il consiglio comunale ha approvato la delibera per antipicare al 10 giugno l’apertura e posticipare al 30 settembre la chiusura dei mercati stagionali al Lido e ha modificato l’articolo 12 del regolamento dell’assemblea, che fissa a 8 il numero legale per la validità dell’assemblea. Istituite le commissioni consiliari: turismo, spettacolo, sport e pubblica istruzione; bilancio, programmazione economica, politiche fiscali, patrimonio e demanio; servizi sociali, politiche del lavoro e giovanili, problematiche relative alla casa e pari opportunità; agricoltura, attività produttive e commerciali; politiche ambientali, aree archeologiche e cultura; programmazione delle opere pubbliche; urbanistica; consulta e volontariato. Approvata la mozione che esprime preoccupazione sulla proposta di legge regionale n. 226 del 2011 sul “sistema integrato degli interventi, dei servizi e delle prestazioni sociali per la persona e la famiglia nel Lazio”.


Domenica 10 Giugno 2012

Viterbo & AltoLazio

almanacco

Oggi al Cinema

11

SORIANO NEL CIMINO

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Cinema Florida Piazza G. Marconi, 12

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Fortunato 21 Marzo - 20 Aprile Ariete

Una giornata senza storia e’ quella che vorreste, ma le stelle non sono d’accordo. Certo non sono giornate molto tranquille, ma sforzatevi di ritagliare qualche spazio tutto per voi, soprattutto se la stanchezza ha raggiunto il livello di guardia. In amore, potrebbe esserci qualcosa, o qualcuno, che non corrisponde piu’ alle vostre attuali esigenze. Cambiamenti in vista!

22 Giugno - 22 Luglio Cancro

Buon giorno. In una riunione di parenti vi verra’ presentata una persona che catturera’ la vostra attenzione e che potrebbe diventare molto importante. Per i piu’ giovani, ci sono ottime possibilita’ che un amore nato per gioco diventi qualcosa di piu’ impegnativo. In ogni caso, per l’intera giornata, sfoggerete i lati migliori del vostro carattere, in compagnia del partner e tra la gente.

23 Settembre - 23 Ottobre Bilancia

21 Aprile - 20 Maggio Toro

Il passaggio della Luna in Pesci promette di animare la vita sociale. Frequenterete volentieri gli amici e probabilmente avvertirete il bisogno di riallacciare i rapporti con persone che non frequentate da tempo. Sereno e disteso il clima in campo sentimentale. Se saprete gestirvi con coraggio e determinazione avrete risultati positivi sul lavoro e nelle relazioni sociali.

23 Luglio - 22 Agosto Leone

Avrete un buon fiuto per il denaro e qualcuno vincera’ o incassera’ a sorpresa una bella somma di denaro. Oltre a questo, potrete chiarire a voi stessi cio’ che veramente volete affettivamente e quindi, se se ne presentera’ l’occasione, di affrontare un discorso delicato con il partner. Buon momento per occuparvi del vostro aspetto fisico e per curare di piu’ la vostra immagine.

24 Ottobre - 21 Novembre Scorpione

Provate a soddisfare il bisogno di relazionarvi con gli altri frequentando gente nuova e stimolante, capace di farvi dimenticare le noie quotidiane. Con i familiari, cercate di sdrammatizzare certi atteggiamenti di ostilita’ e di ripicca. E in amore? Come al solito, rischiate di partire in quarta per una storia che alla fine potrebbe rivelarsi deludente, ben lontana dal vostro ideale.

S t a t e recuperando energia e posizioni su molti fronti. Siete al centro dell’attenzione e potete dare prova di saperci veramente fare! E’ vero che i ritmi sono sostenuti e alcune questioni non sono ancora chiare, ma riuscite a superare abilmente ogni difficolta’. Realizzare un progetto ambizioso, ottenere quello che piu’ desiderate dalla persona amata, non e’ impossibile.

22 Dicembre - 21 Gennaio Capricorno

22 Gennaio - 19 Febbraio Acquario

Sarete curiosi, aperti a tutte le novita’: avrete solo l’imbarazzo della scelta per selezionare le varie proposte e a scartare le meno stimolanti. Siete soli? Coltivate una bella amicizia che comincia a prendere posto nella vostra vita e che offre momenti di profonda sintonia emotiva. Accettate un invito per una gita o per una serata molto divertente. Nel tempo libero, riposatevi.

FARMACIE (reperibilità)

Oggi tutto dovrebbe andare come sperato. A patto di essere molto attenti, di esigere preventivi precisi e di non farvi prendere la mano da progetti faraonici o amori impossibili, avete il segnale di via libera! Se nonostante le precauzioni, in corso d’opera dovesse saltar fuori qualche piccola complicazione, con calma e sangue freddo troverete la giusta soluzione.

Lorax. Il Guardiano Della Foresta Orario: 16,00 - 18,00 - 21,30

21 Maggio - 21 Giugno Gemelli

Alcuni astri in posizione ostile, fra cui Marte e Nettuno, annunciano una giornata difficile, spigolosa per la maggior parte di voi. Dovrete impegnarvi non poco, il che vi dara’ qualche motivo per lamentarvi. Qualche disarmonia nella vita sentimentale potrebbe causarvi irritazione e disorientamento: evitate di cadere in polemica, sarebbe stressante. Rallentate i ritmi.

23 Agosto - 22 Settembre Vergine

Sabato sera in discoteca o in pizzeria? Cinema, teatro o concerto? Di solito dovete scegliere tra queste e mille altre alternative. Invece oggi, con la Luna in opposizione, sarete fortemente tentati di starvene a casa. La socievolezza e’ scarsa e la voglia di riposarvi si fara’ sentire. Prendetevela, dunque, con calma ed evitate di strafare, specie se praticate attivamente uno sport.

22 Novembre - 21 Dicembre Sagittario

Nonostante l’insidioso transito della Luna, tutto procedera’ secondo i vostri piani. Le vostre iniziative probabilmente non potranno contare sull’appoggio di altre persone, ma riuscirete comunque a ottenere cio’ che desiderate. Preparatevi a faticare, pero’: non vi sara’ regalato nulla. L’interesse per la mondanita’ subira’ un calo; forse vi sentirete piu’ attratti dai vostri hobby.

20 Febbraio - 20 Marzo Pesci

Le geometrie planetarie oggi sono piu’ che promettenti: potete contare su un umore brillante, su una bella lucidita’ e su un’invidiabile chiarezza d’idee. Il vostro fiuto vi rendera’ invincibili su quasi tutti i fronti! Dal punto di vista sentimentale avete carte tali che, se le giocate con sapienza, il partner cadra’ ai vostri piedi. Niente di meglio per affrontare un discorso delicato!

TARQUINIA

VITERBO

Cinema Genio Via Del Teatro Genio, 16 C H I U S U RA

E ST IVA

Cinema Trento Piazza Del Santuario, 51/A RIPOSO Cinema Trieste Viale Trieste, 30 CHIUSO

BAGNOREGIO

Cinema Alberto Sordi Via G. Matteotti, 2 C H I U S U RA

E ST IVA

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana

RIPOSO

CIVITA CASTELLANA

Cinema Florida Via Del Forte, 26 C H I U S U RA

E ST IVA

MONTEFIASCONE

Cinema Gallery - Multisala Via Cardinal Salotti, s.n.c. Attack The Block. Invasione Aliena Orario: 22,00 Il Pescatore di Sogni Orario: 22,00 Multisala Flavia Via Della Croce, 1 RIPOSO

ORTE

Cinema Alberini Via Del Plebiscito, 10 Men In Black 3 Orario: 15,30 - 17,45 - 21,45

Cinema Etrusco - Multisala Via Della Caserma, 32 La Carica Dei 101 Orario: 18,00 - 20,00 Hungher Fassbender Orario: 22,00 Non Avere Paura Del Buio Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Act Of Valor Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Cosmopolis Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia, 277 - Cura di V. Lorax. Il Guardiano Della Foresta Orario: 16,00-18,00-20,00-22,00

VITORCHIANO Cine Tuscia Village - Multisala Multisala Località Pallone, Vitorchiano Men In Black 3 - 3D Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Marilyn Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Sab. e Dom.: 20,15 - 22,30 La Carica Dei 101 Sabato: 18,00 Domenica: 15,45 - 18,00 Lorax. Il Guardiano Della Foresta Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 La Bella e La Bestia Mercoledì: 18,00 - 20,15 - 22,30 Giovedì: 20,15 - 22,30 Project X. Una Festa Che Spacca Feriali: 20,15 -22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Killer Elite Feriali: 20,15 -22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Dark Shadows Feriali: 20,15 -22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45-18,00-20,15- 22,30 Inviate le Vostre Programmazioni a: redazione@opinioneviterbo.it Fax 0761.1890811

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 10 GIUGNO

ACQUAPENDENTE Corso Taurelli Salimbeni, 1 (Diurna e Notturna)

FABRICA DI ROMA Via Roma, 79 (Diurna e Notturna)

MONTEFIASCONE - ZEPPONAMI

Via Cassia, 95 (Diurna e Notturna)

TUSCANIA Via Tarquinia, 53 (Diurna e Notturna)

ARLENA DI CASTRO Via Vittorio Emanuele, 128 (Diurna e Notturna)

FARNESE Via Principe Amedeo, 126 (Diurna e Notturna)

NEPI Via Roma, 19 (Diurna e Notturna)

VALLERANO Piazza Xerry De Caro, 14 (Diurna e Notturna)

BAGNOREGIO Piazza Trento e Trieste, 10 (Diurna e Notturna)

GALLESE Via Tronsarelli, 41 (Diurna e Notturna)

ORTE Piazza Del Popolo, 15 (Diurna e Notturna)

VETRALLA Via San Michele, s.n.c. (Diurna e Notturna)

CALCATA Piazza Risorgimento, 1 (Diurna e Notturna)

GRAFFIGNANO - SIPICCIANO Piazza Umberto I, 28 (Diurna e Notturna)

RONCIGLIONE Corso Umberto, 33 (Diurna e Notturna)

VILLA SAN GIOVANNI IN T. Piazza Savoia, s.n.c. (Diurna e Notturna)

CAPRANICA SCALO Via Della Stazione, s.n.c. (Diurna e Notturna)

GROTTE DI CASTRO Via Vittorio Veneto, 4 (Diurna e Notturna)

SORIANO NEL CIMINO Via Ernesto Monaci, 96 (Diurna e Notturna)

VITERBO Via Cairoli, 14 (Diurna)

CAPRAROLA Via F. Nicolai, 141 (Diurna e Notturna)

MARTA Via Tuscania, 4/A (Diurna e Notturna)

SUTRI Piazza Del Comune, 34 (Diurna e Notturna)

VITERBO Via Carlo Cattaneo, 30 (Notturna)

CIVITA CASTELLANA Via Vincenzo Ferretti, 95 (Diurna e Notturna)

MONTALTO DI CASTRO Via Aurelia, 30 (Diurna e Notturna)

TARQUINIA Corso Vittorio Emanuele, 37 (Diurna e Notturna)

VITORCHIANO Via Manzoni, s.n.c. (Diurna e Notturna)

Domenica 10 Giugno

Lunedì 11 Giugno

La pressione è in calo sul Centro-Nord della Penisola a causa dell’avvicinamento di un sistema perturbato che sulle Centrali tirreniche determina un richiamo di correnti più umide dalla seconda parte della giornata specie sulla Toscana centro-settentrionale, con nubi in aumento da Ovest e pioggie sparse tra sera e notte, possibile anche sui settori umbri. Sole prevalente altrove, ma con tendenza ad aumento della nuvolosità dalla sera. Temperature in lieve calo nei valori massimi, specie sui settori toscani. Venti moderati di Libeccio con rinforzi al largo delle coste e su alta Toscana, fino a tesi da OSO in quota. Mari mossi, molto mosso o agitato l’alto Tirreno a largo.

La per turbazione transita sulle regioni centrali por tando qualche pioggia specie tra Umbria ed interne laziali, anche se in mattinata qualche rovescio può ancora interessare i settori toscani. A seguire migliora sulla Toscana, mentre qualche rovescio ed una cer ta nuvolosità continua ad insistere sul Lazio con possibili rovesci sulla dorsale laziale fino a fine giornata. Temperature stazionarie o in lieve calo nei valori massimi, specie tra Umbria e Lazio. Venti moderati di Libeccio, con rinforzi a largo dei delle coste, specie toscane, fino a tesi da OSO in quota. Mari da mossi a molto mossi, fino ad agitato l’alto Tirreno a largo.


SPORT

� � �

12

Domenica 10 Giugno 2012

CALCIO GIOVANI

Tris magico dell’Accordia, finalista al Dribbling I boys di Oriolo hanno battuto 3-0 il Pianoscarano. Domani la sfida tra Romaria e Sorianese

E

’ l’Accordia Oriolo Romano la prima finalista della XI edizione del Dribbling Sotto Le Stelle. Il verdetto è arrivato venerdì sera al campo sportivo di Villanova dopo la prima semifinale tra la formazione dell’Accordia e del Pianoscarano. I terribili boys di Oriolo si sono imposti con il punteggio di 3-0 meritando il lasciapassare alla finale ma va detto che il Pianoscarano non deve rimproverarsi assolutamente nulla dopo aver giocato un ottimo torneo. Peccato per i rionali che hanno dovuto giocare la loro semifinale senza un portiere di ruolo, avendo indisponibili i loro estremi difensori. Accordia Oriolo quindi in finale tra il tripudio dei suoi tifosi che alla pari dei sostenitori del Pianoscarano hanno gremito le tribune del campo di Villanova creando un clima festoso, ricco di bandiere e colori. L’altra semifinale E domani sera avremo alle 20 l’altra semifinale tra le formazioni dell’Asd Romaria e della Nuova

PATTINAGGIO - Altro fine settimana ricco di manifestazioni

Elena Capitanelli e Lorenzo Turchetti mandano in orbita la Libertas Pilastro

D

L’Accordia Oriolo ha centrato la finalissima Sorianese in un match che si preannuncia avvincente con le squadre che hanno raggiunto meritamente questo traguardo e che adesso cercano la gemma della vittoria per centrare l’ambita finale. Per l’Asd Romaria si tratta della prima partecipazione in

assoluto al torneo mentre la Nuova Sorianese è una delle “veterane”. Giovedì 15 Giugno Sarà il giorno dell’apoteosi finale con la serata in cui si svolgerà la finalissima della manifestazione e che assegnerà il trofeo di

questa bella edizione del Dribbling Sotto Le Stelle 2012. E l’organizzazione sta lavorando alacremente per far si che si tratti di una serata indimenticabile, allietata come sempre dalla presenza della Fanfara dei Bersaglieri e con la ricca cerimonia di premiazione.

ai campionati regionali formula UISP di pattinaggio artistico svolti nello scorso week-end presso il centro sportivo Sacro Cuore, altri due atleti della Libertas Pilastro si sono quali�cati per il Campionato Nazionale Formula UISP, sono Elena Capitanelli (nella foto) e Lorenzo Turchetti, la prima ha conquisto uno splendido terzo posto nella formula 1/C e il secondo con la bella vittoria nella formula 1/B. Martedì 5 si è disputato, sempre sulla pista di casa, la prima edizione del Trofeo delle Rose, la gara sociale era riservata ai gruppi formativi e amatoriali, con atleti dai 4 ai 16 anni che hanno mostrato a genitori, parenti e amici il grado di preparazione a cui sono giunti in questa stagione sportiva (anche se qualcuno ha iniziato a pattinare da pochissimo tempo), a seguire musica e divertimento con l’animatore Giangi Club e una conviviale offerta dalla società. Prossimi appuntamenti:

in questo week-end giovanissimi ed esordienti del singolo saranno al Divino Amore a Roma per disputare il campionato regionale della Federazione, mentre le ragazze del solo dance saranno a Calderara di Reno per il 5° Trofeo Nazionale UISP. Per informazioni, comunicati, notizie, curiosità e foto www.libertaspilastro.it o Facebook Libertas Pilastro Pattinaggio.

CALCIO - Giovani in evidenza nel IV° Memorial “Bruno Cenciarini”: la città di Blera coccola le stelline

Cenciarini, Memorial con talenti e promesse P Flavio, il bambino prodigio

Gianluca Luzzi, giudice d’eccezione del torneo

ubblichiamo gli aggiornamenti sul IV° Memorial “Bruno Cenciarini”. L’Atletico Tarquinia si è imposto sull’Oratorio Villanova con il netto risultato di 6-1. Nell’altra sfida, successo per l’ASD Blera che ha superato l’Accordia con lo score finale di 4-2. Partita bellissima e tirata fino all’ultimo respiro con un Marro scatenato che sigla una tripletta: il bomber blerano è sempre il più attivo nelle file della squadra di casa e i suoi goal sono di rara bellezza. Tra i giocatori segnalati che si stanno mettendo in maggiore evidenza nell’ambito di questa competizione, c’è da citare il giovane Alessandro Franceschi: è un esterno che, pur militando nei Giovanissimi

‘99 del Grosseto, è tornato a casa per dare man forte alla sua vecchia squadra, un po’ come Ulisse che vede Itaca all’orizzonte. Ci hanno parlato di un 2000 di nome Flavio (tralasciando purtroppo il cognome) che ha impressionato il pubblico con numeri funambolici. Qualcuno ha azzardato un paragone con Lionel Messi: sentiremo ancora parlare di Flavio “Mister X”. Da non dimenticare anche il bomber degli Amatori Calcio Blera, ovvero Gianluca Luzzi, che essendo il presidente della giuria ha presenziato le partite ed osservato i giocatori da i quali è rimasto molto sorpreso ed impressionato. Non ci resta che attendere i nuovi sviluppi di questa competizione.

Alessandro Franceschi, ala del Grosseto classe ‘99


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

13

SPORT

Domenica 10 Giugno 2012

TORNEO CALCIO A CINQUE - Dodici le formazioni iscritte, il via fissato per le ore 21,30

Prende il via il IV Memorial“Claudio Minella”

Q

uesta sera prenderà uf�cialmente il via il quarto memorial “Claudio Minella”. Il torneo di calcio a cinque si terrà come di consueto a Vasanello con un ricco montepremi per il team che si aggiudicherà la manifestazione. Gli impianti sportivi del centro sportivo Loc. S. Giuseppe faranno da cornice alle dodici formazioni iscritte che si daranno battaglia �no al 6 Luglio data in cui si terranno le �nali per determiare il podio. Queste le squadre iscritte:

1) Atletico Terni 2) Bar Chalet Zurich 3) Cocci Sfanti Movida Bar 4) Ecosmo & Toro Canepinese 5) I Fedeli 6) La Ripa 7) Perugini Ceramiche 8) Q.D.C. Ristorante il Bivio 9) Sigma Team 10)Templari 11) Tin Tin Catering 12) Tizio Bar Trattoria Saviglia A dare il via alla kermesse saranno Bar Chalet Zurich vs Sigma Team con il �schio d’ini-

zio �ssato per le ore 21,30. A seguire Templari vs I Fedeli alle ore 22,30. Nella serata di Lunedì apriranno La Ripa vs Atletico Terni con l’incontro successivo tra Q.D.C. Ristorante il Bivio vs Tin Tin Catering. Martedì si chiuderà la prima giornata con Perugini Ceramiche vs Tizio Bar Trattoria Saviglia e Cocci Sfanti Movida Bar vs Ecosmo & Toro Canepinese. Si prevede un nutrito pubblico a sostegno delle formazioni impegnate nel torneo che, oltre alle consuete coppe

per le migliore tre piazzate, metterà in palio ben 4.000 per la squadra vincente. Un torneo di alto livello, ben lontano dai classici appuntamenti con una pizzetta in palio dove il più delle volte occorre anche aggiungere il resto per coprire l’importo del conto in caso di un bicchiere di birra fresca in più. Le fasi �nali inzieranno Venerdì 29 Giugno con i quarti di �nale con la prima classi�cata del girone A vs la quarta del girone B e la seconda del girone B vs la terza del girone A. Lunedì 2 Luglio la prima

Nessun favorito, che vinca il migliore classi�cata del girone B contro la quarta del girone A e la seconda del girone A contro la terza del girone B. Mercoledì 4 Luglio si terranno le semi�nali con le s�de posticipate a partire dalle ore

22. Come precedentemente annunciato le �nali si terranno Venerdì 6 Luglio con il terzo e quarto posto alle ore 22 e la �nalissima per il primo e secondo alle ore 23.

PROMOZIONE Feola e Paoloni decidono il match con due prodezze

C

aninese da sballo, da urlo, da esportasione. La formazione di Sperduti non si lascia intimidire dalla pressione e, complice una prestazione collettiva straordinaria, affossa il Fontana Liri realizzando un gol per tempo. I marcatori non potevano essere che Feola e Paoloni con due perle di rara bellezza. Il primo acuto giunge al 30’ della prima frazione con una straordianria saetta del sopracitato Feola che dal limite dell’area di rigore trova l’angolo più alto dello specchio non lasciando scampo al portiere. A chiudere partita, incontro e ripescaggio un lob di Paoloni al 35’ della ripresa con il portiere in uscita. Detta così sembrereb-

Caninese da sballo, chiamatela Eccellenza

I ragazzi di Sperduti si esaltano non lasciando scampo al Fontana Liri be una passeggiata ma la realtà sarebbe stata ben diversa se tra i pali non ci fosse stato il Batman di Canino ossia Castra autore di quattro interventi prodigiosi. Un perfetto equilibrio tra fase offensiva e difensiva che trova il suo naturale esempio nel tecnico Riccardo Sperduti.

Nessun compiacimento ma il reale e giusto merito ad una società che ha fatto del gruppo la propria forza, trovando le motivazioni per uscire dai periodi di crisi. Altro che partite vendute per non centrare il traguardo dell’Eccellenza, la Caninese ci ha sempre creduto e se non fosse stato per qualche infortunio di troppo nel

periodo clou della stagione le porte si sarebbero spalancate con lauto anticipo. I numeri parlano chiaro, fuori il Grifone Monteverde fuori casa e con un solo risultato a disposizione. Fuori il Real Morandi con una partita cuore ed anima. Ora il trionfo. E che trionfo!

Fontana Liri favorita, Caninese avanti con le unghie ed i denti, così si mormorava prima del fischio d’inizio. Il piatto è servito, ovviamente vuoto lasciando ai detrattori quella spiacevole sensazione di stupore ed incredulità. Simone Feola chef che ha servito la prima portata

descrive il clima di entusiasmo in campo e sugli spalti: “Una soddisfazione enorme. Davanti a noi ci sono oltre duecento tifosi in festa. Abbiamo dato tutto ed il campo ci ha ripagato. Adesso ci godremo questo trionfo coscenti di non essere inferiori a nesunno. Il bello deve ancora venire.”

iL

L

L aaaa

PILLOLE DI SPORT - Il punto sul torneo di calcetto del “Città dei Pugnaloni”

La grande giornata dei Giovani della III Età Apprezzato l’evento organizzato dal Coni di Viterbo e tenutosi a Riva dei Tarquini

D

omenica scorsa si è svolta la IX° edizione della “giornata nazionale dello sport 2012” una intera giornata dedicata allo sport su tutto il territorio nazionale , al �ne di diffondere la pratica sportiva ed i suoi valori istituita dal Coni Nazionale , sulla base di una direttiva 2003 della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il Coni di Viterbo ha realizzato un’importante rassegna sportiva in cui sono state coinvolte le amministrazioni comunali nel-

l’organizzazione di eventi e manifestazioni aperte a tutti: tornei gare esibizioni partite, alle quali hanno partecipato gratuitamente tutti i cittadini all’insegna dello sport sano e sicuro nei Comuni di Monte�ascone, Tarquinia e Capodimonte conquistando coppe medaglie e tanti gadget. A Tarquinia direttamente sul mare esibizioni dei “Giovani della III età CONI VT” presso la pineta di Spinicci a Riva dei Tarquini. Una domenica speciale per chi ama lo sport, ma anche

un’occasione per stare assieme e riscoprire ancora una volta i valori che dovrebbero essere alla base dell’attività sportiva, a qualsiasi livello la si pratichi: l’amicizia, la tolleranza, la solidarietà, la disciplina e la responsabilità. La giornata nazionale dello sport ha il grande pregio e merito infatti di portare su piazze e vie cittadine molte delle discipline sportive praticate nella provincia coinvolgendo federazioni sportive e società con lo scopo di promuovere lo sport tra i giovani e non più giovani dando loro la possibilità di praticare le va-

rie discipline senza l’assillo del risultato ad ogni costo ma con tanta voglia di divertirsi in una grande palestra a cielo aperto. C/5: LA SELECAO IN FINALE AL CITTA’ DEI PUGNALONI Il Gruppo pugnalonistico Selecao (Sacco, Putano Bisti, Vitali, Colonnelli, Illiano D’Amico, Broccatelli, Servoli, Paggetti) supera per 4-1 quello Gsa (Dionisi, Piazzai, Guerrini, Ficaiello, Carletti, Sera�nelli, Francis, Caprasecca) e approda alla �nalissima del Torneo di calcio a 5 in programma presso il Palasport di Acquapendente. La rete di Vitali al 20° del primo tempo viene a premiare una manovra di gioco incessante e veloce che trova virtuosi protagonisti nel team vincitore Putano Bisti, Paggetti, Illiano, Colonnelli,

Lo staff del Coni di Viterbo D’Amico. Per il Gsa in evidenza Francis (sfortunato palo per lui al 22°) ed un Guerrini che si esalta sia nella fase propositiva che in quella di interdizione. Nel secondo per la Selecao doppietta di Vitali e rete di Colonnelli. Mentre paratutto Sacco sciorina il suo vasto repertorio. La rete a nove minuti dalla �ne di Francis valorizza

ulteriormente una manovra bianconera a cui la dea bendata è anche avversa: al 32° arriva infatti uno sfortunato incrocio per Piazzai. Questa sera (ndr Domenica 10 ) con calcio d’inizio alle ore 21.30 la Selecao affronterà il Gna per disputarsi la �nalissima che mette in palio l’ambito trofeo.


� �

sport

Viterbo & AltoLazio

SPORT

14

Domenica 10 Giugno 2012

GRUPPO A - Vittoria in grande stile per i russi (4-1) che giocano bene e segnano

La Russia stende la Repubblica Ceca

L

a sensazione che la Russia fosse una squadra da tenere d’occhio era venuta a galla dopo l’amichevole contro l’Italia: passi che gli Azzurri quella sera avevano il freno a mano tirato, ma gli uomini di Advocaat avevano già mostrato una condizione �sica e mentale da grande palcoscenico. Pronti via, e la Russia ti vince 4-1 contro una Repubblica Ceca che ha pagato a caro prezzo una difesa a dir poco inadeguata. Al 15’ Kerzhakov colpisce il palo, ma sulla ribattuta il più

lesto di tutti è il giovane Dzagoev: il talentino del CSKA la mette dentro senza indugi. Sono i russi a fare la partita, ed al 24’ Arshavin confeziona un bell’assist a Shirokov, che senza esitare supera Cech con un tiro preciso: è il 2-0. La squadra di Bilek riesce a limitare i danni, e nella ripresa riparte con un altro spirito. Al posto dell’ala Rezek entra l’esperto Hubschman per dare più solidità al centrocampo: il risultato è che al 52’ Pilar, su assist di Plasil, riesce ad accorciare le distanze. Non è un fuoco di paglia,

i cechi continuano il forcing per trovare il gol del pareggio. Malafeev è bravo a bloccare una conclusione di Rosicky e a salvare il risultato; su ribaltamento di fronte, al 79’, Pavlyuchenko (subentrato a Kerzhakov poco prima) taglia la difesa ceca con un bella verticalizzazione che permette a Dzagoev di prendere la mira e segnare la propria personale doppietta davanti al pubblico del Miejski di Poznan. Quarto gol in nazionale per un giocatore che già sembra poter assurgere a rivelazione del torneo.

Non è �nita qui: all’82’ Pavlyuchenko inscena una danza di dribbling davanti all’inebetita difesa ceca, in�lando Cech con una secca conclusione che vale il 4-1. In analisi, poco da dire: il quartetto difensivo formato dai centrali Hubnik-Sivok ed i terzini Kadlec-Selassie fa acqua da tutte le parti ed annulla ciò che di buono ha, in potenziale, una squadra che lì davanti schiera Rosicky e Baros, nonché un Pilar molto interessante. Partire così male viene mitigato dal fatto che non c’è nessuna big nel giro-

Alan Dzagoev, una doppietta da incorniciare ne, ma bisognerà decisamente voltare pagina per sperare nella quali�cazione. Discorso inverso per la Russia: solida in difesa ed ispiratissima in attacco, la squadra biancoblu potrebbe

fare strada in questi Europei. Indubbiamente gli uomini chiave sono in forma, ed una Russia così non si vedeva dai tempi del “colonnello” Lobanovsky. G.L.

GRUPPO C In campo anche l’Irlanda del Trap contro la Croazia di GABRIELE LUDOVICI

L

a Nazionale di calcio, calcisiticamente parlando, è reduce da tre scon�tte consecutive in altrettanti amichevoli; al di fuori del rettangolo di gioco il movimento sportivo più importante in Italia sta giocando la partita più dif�cile, quella con in palio il recupero della credibilità. Impossibile paragonare il 2006 al 2012: a parità di scandalo e di voglia di rivalsa, quell’Italia era più forte, forgiata nell’esperienza, nella forma e nella tecnica di alcuni dei giocatori più forti del mondo. Alle ore 18, l’Italia scenderà in campo alla PGE Arena di Danzica contro quella che senza discussioni è la squadra nazionale più forte, anche senza Puyol e Villa. La Spagna è dura e pura, umile e talentuosa, vincente ma non noiosa: una macchina da sport che sta raccogliendo successi anche in altre discipline. Forse non esiste un “modello ispanico”: per fare un ciclo ci

Prandelli non ha esitato a definire i calciatori-scommettitori degli “sfigatelli”

Cassano e Balotelli: motivazioni altissime per zittire gli scettici

Mo’ basta: che vinca il calcio pulito

Oggi alle 18 l’esordio contro la Spagna dopo la bufera del calcioscommesse voglio condizioni che si possono favorire, come puntare sui vivai e sugli atleti locali, ma non imporre. Magari, navigare lontani da certe acque torbide può risultare determinante per la mentalità con cui si affronta lo sport. In Italia (e non solo), il calcio è semplicemente uno strumento per far soldi: è inutile puntare il dito solo sui calciatori corrotti quando anche gli stessi tifosi concepiscono

ormai lo sport come una sala giochi. Basta entrare in un sito sportivo o accendere la tv per seguire una partita: il bombardamento di spot delle compagnie di scommesse è talmente massiccio da risultare fastidioso e ridicolo. Le scommesse sono delle droghe legalizzate per strapparle al monopolio del mercato nero, non dimentichiamolo. Un volume di affari che in Italia �orisce senza la minima

�essione ed i cui interessi hanno soppiantato qualsiasi discorso sulla sportività e l’etica. Da troppo tempo e senza rimedio. Tornando al calcio giocato, la difesa a tre di Prandelli con Bonucci, De Rossi e Chiellini sarà un esperimento ad alto rischio, ma potrebbe funzionare. Sugli esterni agiranno Maggio e Balzaretti (forse più adatto il primo del secondo nel ruolo di “pendolino”) mentre a

centrcampo si punta sul sicuro con Pirlo, Marchisio e Thiago Motta. In attacco, Balotelli e Cassano sono una garanzia a doppio taglio: o successo o fallimento, non ci saranno mezze misure. Le Furie Rosse di Del Bosque manterrano la classica ossatura che ha portato a risultati magni�ci: assente il capitano blaugrana, in difesa davanti a Casillas dovrebbe giocare il catalano Jordi Alba nel

ruolo di terzino sinistro, con Piqué e Sergio Ramos centrali. Terzino destro il castigliano Arbeloa, che milita nel Real Madrid. Il quartetto di centrocampo sarà composto da Busquets, Xabi Alonso, Xavi ed Iniesta, con Fernando Torres e David Silva in attacco. Un dream team che farà dell’esperienza, della compattezza e dell’organizzazione perfetta l’arma principale. Che vinca il migliore.

iL

L

L df

GRUPPO A - Una sfida combattuta nel match inaugurale di Euro 2012

Due gol e due espulsi: pari tra Polonia e Grecia

Salpingidis esulta dopo il gol dell’1-1

C

ome sempre, giocare in casa una competizione internazionale ha i suoi pro e contro. La Polonia lo sa bene: da un lato c’è la grande pressione mediatica che spinge verso aspettative elevate (in alcuni casi anche troppo), dall’altro ci sono il fattore campo e la sensazione che gli arbitri possano chiudere un occhio se non due (Corea del Sud 2002 docet). Ma in �n dei conti, l’1-1 tra Polonia e Grecia rispecchia in gran parte ciò che si è visto in campo a Varsavia nella prima

partita di Euro 2012. I padroni di casa, spinti dall’entusiasmo locale, sono partiti forte minacciando più volte la difesa ellenica. Al 17’, su un cross pennellato da Blaszczykowski, il centravanti Lewandowsky in�lava di testa la porta della Grecia, complice anche un’uscita tutt’altro che impeccabile del numero uno ellenico Chalkias. L’asse tra i due compagni di squadra nel Borussia Dortmund è l’arma principale nell’arsenale della squadra allenata da Smuda.

La svolta della partita è arrivata con l’ingresso di Salpingidis Il primo tempo segna una svolta nella partita: a salire (in senso negativo) in cattedra è l’arbitro spagnolo Velasco Carballo, che espelle per doppia ammonizione il greco Sokratis per due interventi che, almeno per chi ha visto le immagini in tv, non erano da cartellino giallo. Nella ripresa, i campioni del 2004 decidono di abbandonare l’abituale atteggiamento difensivo: spazio all’esperienza di Salpingidis al posto del giovane Ninis, scelta che si rivela ben presto azzeccata. Al 51’ infatti, l’attaccante del PAOK

trova il guizzo giusto nell’area di rigore polacca e segna il gol del pareggio: Salpingidis in fondo è uno che in carriera l’ha buttata dentro 148 volte, non male per essere sostanzialmente un’ala. Galvanizzati dal pari, i greci si buttano in attacco per completare la rimonta, e vanno vicinissimi all’impresa mentre per la Polonia è notte fonda. Al 68’ il portiere polacco Szczesny viene espulso per un chiaro fallo da ultimo uomo in area di rigore su Salpingidis: Smuda decide di togliere il centrocampista Rybus per far spazio al portiere di riserva. Il suo nome è Przemyslaw Tyton, gioca nel PSV ed è un discreto para rigori: non si smentisce, andando a neutralizzare il penalty calciato da Karagounis. Negli spogliatoi, Szczesny si lascia andare ad una grande esultanza davanti ad un monitor, sentimento condiviso da

La parata di Tyton sul rigore di Karagounis tutto lo Stadion Narodowy. Nel �nale, da segnalare una rete annullata a Salpingidis per posizione di off-side: �nisce così 1-1, risultato che lascia aperte ad entrambe la speranza di passare il turno, ma forse, nonostante il rigore fallito dall’ex interista Karagounis, premia la caparbietà degli ellenici nel reagire all’inferiorità

numerica. Migliore in campo senza dubbio Dimitrios Salpingidis, che con la sua vivacità ha messo in apprensione una difesa polacca da rivedere. Bravo anche il CT ellenico Santos ad imbeccare il cambio giusto al momento giusto. G.L.


� �

sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Domenica 10 Giugno 2012

15

SPORT VARI

Basket giovanile, l’ottimo bilancio della Ilco Stella Azzurrax A tu per tu con il responsabile tecnico Lillo Ferri. Ciclismo: oggi la Gran Fondo a Passo Corese

N

ews e approfondimenti del nostro sport con prima pagina riservata al bilancio finale del settore giovanile della Ilco Stella Azzurra Basket. BASKEL GIOVANILE LA ILCO STELLA AZZURRA SALUTA LA STAGIONE Siamo a fine stagione in casa Ilco Stella Azzurra e dopo aver archiviato positivamente la prima esperienza in DNC, è tempo di analizzare l’annata del florido settore giovanile stellino, a partire dal minibasket fino alle varie categorie Under. E’ Lillo Ferri, responsabile tecnico del settore, a tracciare un breve bilancio di questa annata 2011/2012. “ Anche questa volta siamo sicuramente in linea con quanto programmato - afferma -, eravamo sicuri che il salto della prima squadra in DNC avrebbe portato poi maggiore visibilità al vivaio, aumentando il nostro già cospicuo numero di tesserati. Ora più che mai la nostra società è una delle maggiori espressioni sportive in una

Baldi a Capranica. Analizzando tutte le formazioni, possiamo cominciare dagli Under 19 Elite di Andrea Baleani che quest’anno finiscono il loro percorso fatto da sempre di buone partecipazioni a campionati Elite ora e Open in passato. L’impossibilità di utilizzare ancora i ‘92 Rogani, Nisini e Tola sicuramente ha influito nella forza della squadra, che ha avuto un andamento altalenante specie in trasferta, ma sicuramente il percorso fatto consegna alla ILCO dei futuri giocatori per la DNC e altri pronti per categorie minori insieme ai sottoetà ‘94 e ‘95 di nuovo presenti in Elite la prossima stagione. Gli Under 17, impegnati quest’anno nella categoria ‘96 N.E., venerdi finiranno il loro lungo campionato in casa del Vigna Pia e attualmente hanno già uno score di tutto rispetto con 17 gare vinte e 6 perse, sintomo di una crescita costante generale. Considerando il prossimo innesto del play statunitense Martinez, neo arrivato dal New Jersey, anche questa squadra è pronta per un campionato Elite. Per quanto riguarda gli Under 15, è

C/5: al Villaggio di Punta del Lago dal 16 luglio l’ottava edizione del Memorial Lazzaroni do l’accesso in finale grazie anche all’apporto dei ‘98 di Capranica, i quali, oltre a vincere come detto lo sperimentale, hanno rinforzato la squadra viterbese. Sicura anche per i ‘98 la partecipazione all’Elite under 15 della prossima stagione, con l’innesto in pianta stabile di 3-4 rinforzi da Capranica e prospettive molto interessanti. Un accenno anche ai ‘99 presenti nel campionato Under 13 e alla loro prima esperienza fuori provincia, positiva a priori al di là dei risultati numerici: per loro c’è tanta esperienza ancora da fare. In ultimo – conclude –, va riconosciuto il giusto merito alla dirigenza della Stella Azzurra, composta da persone competenti e animate da una grande passione, tutte con in testa l’obiettivo comune che vede

La formazione della Ilco Stella Azzurra under 13 città che attualmente non sfugge ai venti di crisi che si riflettono poi anche negli investimenti nello sport. Con la Ilco di Piero Camilli dobbiamo dire che ci siamo assicurati un partner di grandissimo spessore che ci garantisce, oltre al consolidamento di quanto fatto finora nei nostri 25 anni di storia, anche un ottimo punto di partenza per le nostre future ambizioni. Ambizioni che, è chiaro, riguardano sia la prima squadra sia un settore giovanile sempre più ramificato nel territorio e oramai punto di riferimento per un ragazzo che vuole fare basket di un certo livello o per un genitore che affida a noi il proprio bambino, consapevole della professionalità ultra ventennale espressa dal nostro settore minibasket composto da insegnanti di educazione fisica con tanto di titoli FIP e con tanta pallacanestro giocata alle spalle”. “Se per il minibasket le cose vanno a gonfie vele - continua Ferri -, anche per i più grandi il bilancio è più che buono, considerata la partecipazione della Stella a tutti i campionati Under, addirittura con due formazioni ‘98 una in Elité e una fresca vincitrice nella fascia sperimentale con coach

certamente più che soddisfacente il lavoro svolto del coach stellino Carlo Calfapietra, che ha avuto il merito di ricompattare un gruppo rinforzato con alcuni innesti provenienti dal Santa Rosa, società che colgo l’occasione per ringraziare, e che si è ben compattato sia all’Adriatica Cup sia nel rispettivo campionato, sfiorando le qualificazioni alle final four di categoria ed eliminato solo per la differenza canestri. Gruppo quindi in forte crescita e con ampi margini di miglioramento”. Lillo Ferri passa poi in rassegna le altre squadre del vivaio biancostellato. “Buon risultato anche per gli under 14 di coach Tullio Sacripanti - spiega -, alla loro prima partecipazione in un campionato Elite. In prima fascia hanno sofferto molto contro formazioni come Tiber, Algarve e Lottomatica, ma poi sono arrivati bene fino in fondo. Qui fondamentale è stato l’apporto di un grande uomo di basket come Tullio Sacripanti, che non si è perso d’animo e ha tenuto compatto un gruppo peraltro composto da numerosi elementi di sicuro prospetto. In questo modo le rivincite sono venute nella seconda fase, con sole due sconfitte e sei vittorie, sfioran-

al centro del progetto lo sviluppo del basket viterbese”. CICLISMO AMATORIALE A PASSO CORESE LAVIGILIA DI UNA GRANFONDO DELLE CERASE-MOSER IN GRANDE STILE Cresce l’attesa per la settima edizione della Granfondo delle Cerase-Moser in programma a Passo Corese di Fara in Sabina (Rieti) domani, domenica 10 giugno con partenza alle 8,30. La manifestazione è organizzata dall’Asd Pedala Piano con il patrocinio della Regione Lazio, della Provincia di Roma e di Rieti, del Comune di Fara in Sabina con la collaborazione della Cicli Montanini-Alice Ceramica Frw, Acido Lattico, AS Roma Ciclismo e sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana. La macchina organizzativa messa in campo dall’Asd Pedala Piano è ancora al lavoro per proporre una manifestazione di alto livello come vuole sottolineare il suo presidente Enzo Mei: “Vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione grazie a un numero sempre più crescente di

Il gruppo del minibasket cicloamatori per scoprire tutta la bellezza della nostra terra sabina”. “Non ci sono dubbi che la nostra macchina organizzativa stia ancora funzionando a pieno regime per allestire una grande giornata di sport. In bocca al lupo a tutti i partecipanti” è stato il commento di Paolo Imperatori, coordinatore del comitato organizzatore. Gli elogi a tutto l’apparato organizzativo sono arrivati anche dal sindaco di Fara in Sabina, Davide Basilicata che seguirà da vicino la partenza e l’arrivo della manifestazione: “Ospitiamo per il secondo anno di fila con piacere e con grande orgoglio questa manifestazione di ciclismo amatoriale a carattere nazionale con oltre 1200 presenze. È un’opportunità per la nostra bellissima terra di essere visitata e scoperta in lungo e in largo dai cicloamatori unendo lo sport, la fatica e la possibilità di ammirare le bellezze del nostro paesaggio. Fara Sabina è un borgo storico legato all’agricoltura e all’olio dop, migliore per qualità e fattezza, che ha portato nell’arco di 2600 anni di storia grandi risultati e tantissimo successo”. “Siamo felici ed onorati di ospitare una rassegna così importante – ha commentato il consigliere delegato allo Sport Simone Fratini del comune di Fara in Sabina – la quale potrà fregiarsi del doppio merito di promuovere l’attività fisica e la sana competitività di uno sport come il ciclismo ed avrà

modo di far conoscere il nostro splendido territorio alle migliaia di persone che parteciperanno alla manifestazione sia in veste di atleti che in quella di tifosi ed appassionati delle due ruote. Per questo motivo ci si è organizzati, in collaborazione con un’agenzia di viaggi locale (Molly Tour), per fornire ai nostri ospiti pacchetti pernottamento-gita con strutture ricettive locali convenzionate con la gara ed autobus turistici che toccheranno le suggestive bellezze sabine”. Nella giornata di ieri e di oggi saranno messe a disposizione le navette agli accompagnatori per far visitare Farfa, Fara in Sabina e Canneto dove ha sede l’ulivo più grande del mondo (maestoso, imponente con oltre 1.500 anni di vita oggi produce 8 quintali di olive l’anno), il grande orgoglio dei Sabini che lo custodiscono tutt’ora con cura e amore. E’ importante sottolineare che nell’ambito della Granfondo delle Cerase-Moser da quest’anno gli organizzatori e i partecipanti daranno un segno tangibile alla lotta contro le malattie oncologiche tramite l’iniziativa di beneficienza promossa dall’Associazione Onlus ALCLI Giorgio e Silvia. La Granfondo delle Cerase-Moser è inserita nei circuiti di appartenenza Giro d’Italia Amatori FCI, Italici, Trofeo Lazio Cycling Tour-Centro d’Italia e Combinata Hicari (Con La Garibaldina del 29 aprile scorso). Nella giornata di oggi dalle 15,00 alle 20,00 le

L’under 14 elite della Ilco Stella Azzurra

operazioni di consegna numeri, chip e ritiro pacco gara a Passo Corese in via dei Bretoni (incrocio Via De Gasperi altezza Bar dello Sport): stesse modalità anche per domenica mattina dalle 6,30 alle 7,45. Nella mattinata di domani, attorno le 9,00, sarà previsto un collegamento in diretta delle fasi iniziali della corsa sulle frequenze di Radio Manà Sport (FM 90.9 oppure in streaming sul sito www.radiomanasport.it) all’interno della rubrica Sunday Manà Sport (condotta da Carlo Gugliotta). CALCIO A CINQUE IL MEMORIAL “LAZZARONI” L’Associazione Dr. Ruggero Marino Lazzaroni, come da tradizione organizza il Memorial Lazzaroni, che quest’anno si svolgerà presso il Centro Sportivo Villaggio Punta del lago dal 16 Luglio. Il torneo di calcio a 5 giunto all’8^ edizione è aperto a tutti e nelle prossime settimane pubblicheremo informazioni e modalità di partecipazione. Per maggiori informazioni contattare il responsabile del torneo: Renato Lombroni 333.4157186 oppure inviare una e-mail associazione rmlazzaroni@gmail.com; tel/fax 0761.650023. Venerdi 29 Giugno 2012 ore 18 presso il ristorante Fioro’ presentazione ufficiale 8^ Torneo di calcio a 5 “Dr. Ruggero Marino Lazzaroni”. Inizio torneo: 16.07.2012



L'Opinione di Viterbo - 10.06.2012