Page 1

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

SABATO 16 GIUGNO 2012 ���������������������

Anno III N. 135 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Attualità

Cronaca

Vinicio Marchioni vince il premio Pipolo Tuscia Cinema 2012

Attualità

Concluso il secondo seminario sulla formazione alla Scuola Sottufficiali dell’Esercito

Serie di incidenti nella Tuscia L’unico grave un motociclista

Servizio

Servizio

Servizio

a pagina 4

a pagina 4

a pagina 3

Il consigliere di minoranza del Comune di Vitorchiano non si smentisce e se la prende pue con i carabinieri

Baglioni non canta ma rompe a tutti Baglioni il cognome famoso dello storico cantautore romano che tante coppie ha fatto innamorare. Stesso cognome ma di tutt’altra pasta quello che porta il signor Massimiliano da Vitorchiano. Lui è uno che non ha paura di nulla. Fa la cacca sull’uscio del vicino e spesso invita a partecipare anche la moglie. Del resto i proverbi sono nati per essere rispettati: “Chi non caca in compagnia è un boia o una spia”. Ebbene, forte dell’appoggio del consigliere regionale Francesco Battistoni non guarda in faccia a nessuno, nemmeno alle forze dell’ordine. Ieri si è messo a fotografare la macchina dei carabinieri perché parcheggiata male. Peccato però che dalla webcam del CineTuscia Village si vede, anche se in modo sfocato, che lui non è da meno. Le denunce per stalking sono arrivate a 22 ma lui non teme rivali e punta dritto dritto al 23 che alla tombola è? Bucio de ...

Servizio a pagina 3

Un luogo destinato ai giovani

Finanziata la ristrutturazione Grande stage delle scuderie Sallupara sulla pallavolo di Michele Mari a pagina 11

VETRALLA

Pian di San Martino Sel attacca Aquilani Servizio a pagina 9

RONCIGLIONE

Maxi operazione della Polpost. Tra loro c’è anche un viterbese C’è almeno un viterbese tra gli indagati della maxi operazione internazionale contro la pedopornogravia condotta dalla polizia postale di Catania in collaborazione con la polizia tedesca e dell’Interpol. All’alba di oggi, nel corso dell’operazone ‘’Strike’’, coordinata dalla procura del capoluogo etneo, l’abitazione dell’uomo è stata perquisita e, secondo quanto si è appreso, sarebbe stata sequestrata un grossa quantità di materiale pedopornogra�co. Complessivamente sono stati eseguiti otto arresti e 109 denunce per divulgazione e detenzione di immagini di pornogra�a minorile, tra cui quella a carico dell’uomo residente a Viterbo. L’inchiesta è scaturita da due diverse indagini avviate nel 2010, quando fu individuato un sito web con sede in Germania che diffondeva immagini di pedopornogra�a e sono stati iden-

ti�cati gli utenti italiani che avevano acquisito foto di pornogra�a minorile. Il sito in meno di due mesi aveva avuto oltre 44 mila accessi nella sezione nominata ‘’Teen group’’, contenente centinaia di immagini di bambini coinvolti in atti sessuali. Per alcuni mesi la polizia italiana e quella tedesca hanno seguito le tracce telematiche di utenti che sulla rete eDonkey2000 divulgavano video dal contenuto pedopornogra�co. E’ stato utilizzato un sistema già conosciuto dalla polizia italiana che consente di monitorare le reti e individuare coloro che diffondono determinati �le. Le persone arrestate risiedono a Siracusa, Napoli, Firenze (tre), Massa Carrara, Modena e Bolzano. Tutti detenevano e, in alcuni casi, divulgavano ingenti quantità di video di pornogra�a minorile. In particolare, l’arrestato di Napoli tra il numeroso materiale pedopor-

nogra�co deteneva immagini autoprodotte raf�guranti adolescenti e minori ripresi nel bagno di casa con le parti intime scoperte, mentre ‘espletavano attività �siologiche’. Un altro degli arrestati ha tentato la fuga portandosi degli hard disk e un altro ancora deteneva oltre 436.000 �le di pornogra�a minorile. Le province dove risiedono gli indagati, oltre a Viterbo sono: Alessandria, Arezzo, Avellino, Bari, Belluno, Bolzano, Biella, Brescia, Brindisi, Carbonia Iglesias, Catania, Chieti, Cosenza, Crotone, Cuneo, Ferrara, Firenze, Foggia, Grosseto, Imperia, Lecce, Livorno, Mantova, Massa Carrara, Milano, Modena, Napoli, Parma, Pavia, Pisa, Pordenone, Prato, Reggio Emilia, Roma, Siracusa, Torino, Trieste, Trapani, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza.

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

C

Calcio giovani All’Accordia Oriolo il trofeo del “Dribbling” Servizio a pagina 15

MONTEFIASCONE

Estate Sport Partono le iniziative del Summer

Danza Il magnifico saggio della Pol. Real Azzurra

Servizio a pagina 12

Redazione Via Piave, 8 - 01100 Viterbo - Centralino 0761.1890827 - Fax 0761.1890811 E-Mail: redazione@opinioneviterbo.it

Servizio a pagina 13

La minoranza chiede misure per la crisi Servizio a pagina 9

CIVITA CASTELLANA

Tra un mese il via al porta a porta Servizio a pagina 9


Sabato 16 Giugno 2012

cronaca

Viterbo & AltoLazio

3

VITORCHIANO - Fotografa a più riprese la macchina dei carabinieri e li sfotte sul suo sito

Baglioni lo stalker se la prende con tutti

M

assimiliano Baglioni è davvero un personaggio unico. Non perché sia uno dei fedelissimi di Francesco Battistoni ma per gli atteggiamenti che tiene ovunque si trovi a passare. Memorabili le riprese �lmate effettuate dalla polizia di Tarquinia mentre fa dei bisogni corporali, insieme alla moglie, sull’uscio di una coppia di anziani coniugi. Le incursioni fatte dentro la villa del consigliere comunale di Viterbo Andrea Marcosano e le circa 22 persone che lo hanno denunciato per molestie reiterate. Adesso se la prende pure con i carabinieri di Vitorchiano. Probabilmente questa è stata una sua reazione perché smentito dai militari quando affermava che il paesino a ridosso di Viterbo si fosse trasformato nel Bronx. Solo sette furti in un anno ma per lui sono decine ogni notte. Ecco allora che ieri, intorno alle 14, dopo essersi fermato con la macchina vicino al bar del CineVillage ha fotograto una macchina dei carabinieri che si era fermata sulle strisce pedonali commentandole con la dida: “pausa caffé”. Per carità, magari la macchina non era parcheggiata bene ma lui

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Sede operativa 01100 VITERBO VIA PIAVE 8

TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) 0863.997451 - 06.55261737 Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

era l’ultima persona che potesse fare dell’ironia. Nella foto un po’ sfocata che pubblichiamo sotto la sua del sito “lavocedeivitorchianesi” c’è una Volvo station wagon di sua proprietà parcheggiata nello stesso identico punto. Subito dietro si scorge un altra vettura che sembrerebbe quella del collega di opposizione D’Orazi. Come, il moralizzatore Baglioni si fa beffe dei carabinieri quando lui fa la stessa identica cosa? C’è qualcosa che non quadra. A Vitorchiano sanno tutti delle manie di Baglioni di �lmare con il suo telefonino persone che parlano in piazza o stanno dentro la macchina. Le provocazioni sono all’ordine del giorno e, gira gira, qualcuno alla �ne perderà la testa e lo prenderà a ceffoni. “Non cerca altro” ci dicono chi lo conosce bene. “Le sue provocazioni sono sempre più pressanti e spera sempre che qualcuno possa aggredirlo per poi trasformarsi da carne�ce a vittima”. L’ultima sua iscrizione sul registro degli indagati risale al 26 aprile scorso quando sul tavolo del sostituto procuratore Franco Paci�ci è arrivata l’ennesima denuncia con l’accusa di stalking.

Anche le scuderie di Sallupara saranno riconsegnate alla città L

e ex Scuderie di Sallupara sono state acquistate uf�cialmente dal Comune di Viterbo e da oggi partirà il progetto di ricostruzione e riquali�cazione dell’antica struttura, realizzata da Bramante, pesantemente danneggiata dai bombardamenti del gennaio del 1944, durante la Seconda Guerra Mondiale. A presentare la sottoscrizione dell’atto d’acquisto sono stati stamani il sindaco di Viterbo Giulio Marini, il presidente bella Banca Carivit, Aldo Perugi, e il presidente della Fondazione Carivit, Mario Brutti. I due enti, infatti, sono parte attiva nella ricostruzione del sito, dal momento che il primo ha stanziato un milione di euro, mentre il secondo si è occupato del progetto di recupero. “Grazie al premio di 250mila euro che la Regione Lazio ha dato al Comune per la virtuosità del patto di stabilità è stato possibile procedere all’acquisto delle ex scuderie di proprietà demaniale - ha spiegato Marini

- e con l’apporto della Fondazione e della Banca Carivit si è potuto �nanziare il pogetto di riquali�cazione e costruzione del complesso. Già nei giorni scorsi abbiamo fatto un primo sopralluogo per veri�care la stabilità della struttura e prossimamente richiederemoo l’intervento degli arti�ceri per accertare che non ci siano residuati bellici, visto il pesante bombardamento che ha subito. Sono già state contattate in

modo informale, inoltre, tutte le soprintendenze che saranno coinvolte nel lavoro, in modo da procedere a spasso spedito e nel rispetto di tutte le norme’’. “Per me procedere alla riquali�cazione delle nostre aree è un privilegio - ha aggiunto il primo cittadino - e sono molto soddisfatto del fatto che Viterbo possa tornare a breve a poter usufruire di un patrimonio così prezioso’’.

Dello stesso avviso anche il presidente della Banca Carivit Perugi, che però non nasconde il fatto che un milione di euro non siano suf�cienti per completare il lavoro: ‘’L’impegno sarà grande e saranno necessari ulteriori fondi, vista l’imponenza dell’opera - ha commentato -, anche perché sarà richiesto l’intervento di un artigianato evoluto’’. “Auspico che una volta completato, l’ex carcere sia destinato ai giovani e spero anche sia l’Università della Tuscia a gestirne la fruizione - ha aggiunto Perugi - ma per fare questo il cammino è ancora lungo e serve il consenso e lo stimolo da parte dei cittadini, non solo critiche. Abbiamo sempre creduto in questo progetto, ne parlai anche con l’allora amministratore delegato di Intesa Sanpaolo Corrado Passera, ora ministro dello sviluppo economico e delle infrastrutture, che si mostrò subito entusiasta, auspicando di essere presente a Viterbo nel giorno dell’inaugurazione’’.

Dal 18 al 24 giugno torna la grande festa medioevale con tantissime novità

Ai nastri di partenza la dodicesima edizione di Ludika I

ndossare le vesti di una dama, di un cavaliere, di un ricco mercante o di una principessa, sedendo alla tavola imbandita dal re per la sua festa e divenire il protagonista di un’intrigata vita di corte per cercare di svelarne i misteri. Parliamo di “Invito a corte con delitto”, una delle tante novità della dodicesima edizione di Ludika 1243, evento completamente gratuito in programma dal 18 al 24 giugno 2012 dalle ore 18 alle 24, organizzato dall’associazione culturale “La Tana degli Orchi”, in collaborazione con Elish, La Roccaforte, Satyrnet, Teatro Ygramul, con il contributo economico di Regione Lazio, Provincia e Comune di Viterbo. Per sette giorni Viterbo mette indietro le lancette dell’orologio e torna a rievocare il passato medievale con teatranti di strada, battaglie campali, banchetti, antichi mestieri, mercatini e tanto altro ancora nel suo cuore storico, il quartiere S. Pellegrino. Un appuntamento unico nel suo genere, cresciuto costantemente nel tempo grazie alla passione dei suoi organizzatori: Claudio Bartolucci e Serenella Bovi.“Ludika è un evento che ha avuto una crescita costante nel tempo e che lascia, a detta di chi vi partecipa, sempre un bel

ricordo”, ha sottolineato la Bovi nel corso della conferenza stampa, tenutasi oggi nella sala consiliare del Comune di Viterbo, alla presenza del vice sindaco Enrico Maria Contardo e del consigliere Luigi Buzzi. “Quest’anno ci sono molte novità in cartellone. Tra queste, oltre alla citata cena con delitto, c’è il 1° Raduno camper “la Carovana Medievale”. Come un tempo il carro, oggi è il camper simbolo del viaggiare per scoprire, conoscere, avventurarsi. Per questo l’idea del raduno e dell’accoglienza presso l’Agricampeggio Paliano, dove gli ospiti potranno trovare spazio e servizi appropriati e da dove raggiungere in pochi minuti Viterbo. La festa di Ludika attende tutti gli equipaggi con offerte dedicate”. Viterbo è una città tutta da scoprire, anche nei luoghi più misteriosi. “Per questo abbiamo pensato di offrire agli ospiti di Ludika l’apertura in notturna di Viterbo sotterranea” sottolinea ancora la Bovi, “ossia visite “narrate” negli antichi cunicoli che portarono nel 1243 gli abitanti della città �no all’accampamento di Federico II, dando loro modo di appiccare il fuoco e gettare scompiglio”. E ancora, in cartellone “Lo sport

nel Medioevo”, dimostrative di alcuni sport medievali raccontati da un singolare banditore e “I segreti di Viterbo”, divertenti passeggiate alla scoperta del quartiere San Pellegrino con gli incontri e i racconti dei personaggi del 1200. Passato e futuro si incontrano a Ludika: quest’anno si svolge il 1°Concorso fotogra�co estemporaneo rivolto agli appassionati delle immagini. “Gli scatti più belli che verranno realizzati nell’ambito della manifestazione – ha spiegato il giornalista Gianni Tassi, promotore del concorso - riceveranno un riconoscimento al termine di Ludika.

Due le giurie che valuteranno gli scatti, una popolare che esprimerà il proprio consento attraverso il social network Facebook, e una composta da esperti e addetti ai lavori. Ludika è una manifestazione che si presta perfettamente ad un simile concorso. Più volte mi è capitato negli anni passati di realizzare divertenti e suggestive foto con personaggi ed episodi legati alla manifestazione”. Tutti i giorni a Ludika si rivivono le atmosfere di vita duecentesca: ancora più ricca la quarta edizione del Festival del Teatro di Strada medievale,

CRONACA - Grave un motociclista

Serie di incidenti stradali nella Tuscia D

opo lo scontro fra un’auto ed una moto sulla Palanzana, altri due incidenti stradali si sono veri�cati ieri pomeriggio nella Tuscia. Il primo, in ordine temporale, è accaduto nel comprensorio di Sutri, dove un uomo sulla cinquantina che viaggiava in sella alla sua moto è rovinato a terra per cause in corso di accertamento. Per il centauro si è reso necessario il trasporto in eliambulanza al policlinico Gemelli di Roma, dove è stato ricoverato con codice rosso. Il secondo sinistro si è veri�cato al bivio tra Nepi e Sutri e ha riguardato due autovetture, che si sono scontrate frontalmente. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Civita Castellana, che hanno eseguito i rilievi di rito utili a ricostruire la dinamica, e i soccorsi sanitari del 118. Tre le persone rimaste ferite in maniera non grave.


attualità

4

Viterbo & AltoLazio

Sabato 16 Giugno 2012

Sabato 7 luglio l’attore di “20 sigarette” e “Scialla!” verrà premiato presso il complesso di San Carlo a Viterbo

Il Pipolo Tuscia Cinema a Vinicio Marchioni È

Vinicio Marchioni il vincitore del premio Pipolo Tuscia Cinema 2012. Il riconoscimento sarà consegnato sabato 7 luglio alle ore 21.15 nell’arena del Complesso di San Carlo a Viterbo, sede della nona edizione del Tuscia Film Fest in programma dal 29 giugno al 14 luglio 2012. Istituito nel 2008 per ricordare la figura di Giuseppe Moccia - nato a Viterbo nel 1933 e scomparso a Roma nel 2006 - il Premio Pipolo Tuscia Cinema viene assegnato annualmente a una personalità emergente del panorama cinematografico italiano indicata dalla famiglia Moccia e dalla direzione del Tuscia Film Fest. Vinicio Marchioni succede nell’albo d’oro del riconoscimento a Isabella Ragonese (2008), Valentina Lodovini (2009), Valerio Mieli (2010) e Paolo Ruffini (2011). Nato a Roma nel 1975, Vinicio Marchioni - dopo essersi iscritto alla Fa-

coltà di Lettere, indirizzo Spettacolo, dell’Università La Sapienza - si dedica completamente al teatro. Si diploma così nel 2010 presso la Libera Accademia dello Spettacolo di Roma, anche se il suo debutto sui palcoscenici inizia molti anni prima, nel 1995. Brillante e sensibile attore, viene scoperto dal grande pubblico per la sua interpretazione de Il Freddo nella fortunata serie televisiva diretta da Stefano Sollima Romanzo criminale (2008-2010). Nel 2008, l’emittente La7 gli offre la possibilità di uscire dai suoi contorni di attore e di diventare un conduttore presentando il programma Città criminali, una serie di docu-fiction riguardanti i più famosi fatti di sangue della cronaca nera italiana dagli anni Sessanta ai giorni nostri. L’esordio sul grande schermo avviene nel 2009 con Feisbum, film di otto episodi dedicati al social network Facebook. Ma è solo l’anno seguente, con la trasposizione autobio-

grafica del libro Venti sigarette a Nassiriya di Aureliano Amadei, incentrato sull’attentato avvenuto nel 2003 in Iraq, che Vinicio Marchioni conquista anche la critica cinematografica. 20 sigarette con Carolina Crescentini e Giorgio Colangeli, gli offre una candidatura ai David di Donatello come miglior attore protagonista, ma anche il premio Gugliemo Biraghi, il premio Pasinetti e una menzione speciale nella sezione Controcampo Italiano. Marchioni indossa con assoluta convinzione i panni del disoccupato Aureliano che sogna il cinema e che decide di lavorare come assistente regista in un film da girare in Iraq. Intense interpretazioni si susseguono sul grande schermo: 18 anni dopo (2010), Scialla!, Sulla strada di casa e Cavalli (2011); l’interpretazione di quest’ultimi due film gli vale la candidatura ai Nastri d’Argento 2012 come migliore attore protagonista. Oltre a teatro e cinema l’attore è impegnato in nu-

Vinicio Marchioni in una scena del film “20 sigarette” merosi videoclip tra i quali Gli spietati dei Baustelle. Il programma completo del Tuscia Film Fest 2012

sarà presentato ufficialmente giovedì 21 giugno alle ore 11.30 nella sede della Fondazione Carivit a

Viterbo. Per tutte le informazioni sulle iniziative del TFF: www.tusciafilmfest.com.

VITORCHIANO - Si svolgerà all’interno del centro medievale

Chiuso il seminario sulla formazione alla Scuola Sottufficiali dell’Esercito

U

I

Il 23 giugno la V edizione della “Notte Rosa” n sabato in rosa: è quello in programma a Vitorchiano il prossimo 23 giugno, quando, all’interno del centro storico medievale, sarà di scena la quinta edizione della Notte Rosa. Il borgo si trasformerà ancora una volta in un salotto rosa, una vera e propria vetrina di rivitalizzazione del patrimonio storico, artistico, enogastronomico, tradizionale e culturale locale. Anche quest’anno a caratterizzare l’evento un mosaico di attività: arti figurative in mostra nelle suggestive cornici della Torre del Comune e del Palazzetto della Cultura e lungo la via Arringa; artisti di strada

itineranti ed acrobati; musica in vari generi, da ascoltare e per ballare, per le viuzze e piazzette del paese; percorsi culinari alla riscoperta di antichi sapori nella cornice di caratteristiche taverne, aperte dalle 19; cibo da strada. Una notte per tutti, che offre spunti per tutti i gusti e le età e stimola i sensi offrendo eventi dove è possibile fare, assaporare o più semplicemente guardare ed ascoltare. Uno spazio privilegiato sarà anche dedicato ai più piccoli. La Notte Rosa è anche per loro con attività ludiche che prevedono percorsi gioco-cultura. Tutto quello

che il visitatore deve fare è raggiungere il centro storico di Vitorchiano, lasciarsi cullare dalle note del salotto musicale in Piazza Umberto I, assaporando un aperitivo, per poi lasciarsi travolgere dalle luci rosa e diventare parte integrante dell’evento con giocolieri e funamboli, musicisti e artisti, pieno di suoni, arte ed antichi sapori. La Notte Rosa è organizzata dal Comune di Vitorchiano e dalla Pro Loco con il patrocinio della Regione Lazio. Per informazioni e consultazione del programma completo dell’iniziativa: www.comun e.vitorchiano.vt.it

n occasione della chiusura dei lavori del secondo seminario sulla formazione, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale Claudio Graziano, ha visitato giovedì scorso la Scuola Sottuf�ciali dell’Esercito di Viterbo. Accolto dal Comandante per la Formazione, Generale Giuseppe Emilio Gay, e da un plotone di allievi Marescialli in armi, che ha reso gli onori, il Generale Graziano ha preso parte alla sessione conclusiva del seminario portando il proprio saluto ai partecipanti e ai rappresentanti di tutte le aree di vertice dell’Esercito. Nel suo intervento il

Capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha sottolineato l’importanza della formazione in una organizzazione complessa quale quella militare.

A Montalto Marina un albergo di nuovissima costruzione a soli 50 metri dalla spiaggia

È nato il Residence Hotel Margherita, oggi l’inaugurazione U

na nuova struttura ricettiva in grado di soddisfare le esigenze dei clienti e la necessità di rispettare l’ambiente. Si tratta del Residence Hotel Margherita verrà inaugurato oggi sabato 16 Giugno. Il Residence Hotel Margherita si trova sul lungo mare di Montalto Marina a 50 mt dalla spiaggia, dal caratteristico colore scuro famosa per le doti terapeutiche, e a 50 mt dalla vasta pineta nota per la sua frescura ed i suoi percorsi sportivi. La struttura, di nuovissima costruzione, dato che i lavori sono terminati a maggio 2012, si trova a soli 100 km da Roma e 30 km dall’Argentario in una delle più importanti località turistiche tra la Maremma Toscana e la Tuscia Viterbese. Il complesso dotato di ascensore, si sviluppa su 5 livelli, di cui un

interrato dedicato al rimessaggio delle autovetture; al piano terra è situata la reception disponibile 18 ore al giorno per accogliere e per far fronte ad ogni esigenza dei clienti. Complessivamente la struttura dispone di 27 appartamenti �nemente arredati in stile moderno e completi di ogni comfort, alcuni dei quali accessibili per le persone diversamente abili. L’immobile è stato concepito in maniera innovativa con uso di materiali che lo rendono ef�ciente nel risparmio energetico, infatti è classi�cato in classe A+. La struttura è servita da impianto fotovoltaico per la produzione di energia

elettrica e di un impianto solare/termico che per il riscaldamento dell’acqua. L’impianto di insonorizzazione è molto curato a partire dalle finestre esterne che permettono un abbattimento acustico tra i più elevati, così come per le porte, i bagni, i tramezzi, ed i pavimenti. Nonostante la classificazione a due stelle (obbligatoria per il Residence Hotel senza una sala ristorazione interna) la struttura è di alto livello paragonabile ad un quattro stelle per la qualità degli arredi, l’estetica del complesso, le caratteristiche costruttive, il rispetto ambientale e tutti i servizi e confort offerti.

La struttura dispone di 27 appartamenti arredati in stile moderno e dotati di ogni comfort


Speciale SAGRA DELLE

FETTUCCINE Grotte Santo Stefano

Grotte Santo Stefano festeggia con le fettuccine Dal 15 al 17 torna la manifestazione organizzata dalla Pro Loco VITERBO - Farina, uova, sale e acqua. Questi gli ingredienti della protagonista della sagra più importante che si svolge, ormai da dodici anni, nella frazione viterbese di Grotte Santo Stefano. Qui le fettuccine sono fatte a mano e riguardo ai condimenti si può scegliere tra ragù, funghi porcini, cinghiale , il tutto accompagnato con gustosi arrosti misti e vino locale. Quest’anno l’appuntamento si rinnova il 15, 16 e 17 giugno e sarà possibile degustare la tipica pasta fatta a mano nei numerosi stand che saranno allestiti per la manifestazione nel piazzale della Pro Loco e via Asmara. Piatto forte della tradizione: il tris di fettucine si compone di un piatto a base di ragù grottano, un piatto con ragù di cinghiale e un piatto di ragù con funghi e salsiccia. Tutti ingredienti locali e magistralmente preparati dalle sapienti mani delle cuoche. Non mancherà la carne alla brace, l’insalata e alcuni piatti tradizionali del paese come i fagioli con le cotiche e la trippa. Il tutto accompagnato dai vini locali e da tanta buona musica. Intrattenimento, con musica dal vivo tutte le sere, serate danzanti per gli amanti del ballo, e per i più giovani discoteca sotto le stelle il sabato sera per una festa popolare gradevole e allegra. Circa 5 o 6 giorni prima dell’inizio della manifestazione il gruppo delle massaie volontarie inizia la lavorazione, esclusivamente a mano, del tradizionale impasto composto da

uova fresche, farina bianca e acqua. Successivamente la pasta viene ‘spianata’ a mano con l’apposito mattarello di legno. L’impasto viene quindi fatto asciugare e leggermente essiccare ed infine tagliato nella caratteristica forma a striscioline strette e lunghe.

La sera precedente dal sagra delle fettuccine le donne del paese iniziano la lenta preparazione del sugo, basato sull’antica ricetta paesana. I condimenti sono chiamati tris: ragù di carne, funghi porcini e cinghiale. Durante la serata, dopo l’allestimento

dei vari stand, le fettuccine vengono fatte cuocere in grandi caldaie, la pasta viene poi condita e servita ai visitatori. Oltre alla famosa pasta, durante le serate, vengono servite salsicce, vari tipi di carne alla brace carne e altri prodotti tipici locali.


Speciale SAGRA DELLE

FETTUCCINE Grotte Santo Stefano

Pro Loco Santo Stefano, eventi dal 1998 L’associazione, senza fini di lucro, conta circa 60 soci L’associazione Pro loco Santo Stefano, oltre alla sagra delle fettuccine, durante l’anno promuove varie attività tra le quali il Natale e il carnevale di Grotte Santo Stefano. Lo scorso anno l’ Associazione Turistica Pro-Loco “Santo Stefano” e la Banda Musicale “Ferentum” hanno realizzato un concerto di Natale “Solidale”, infatti, il ricavato della serata è andata all’Associazione ‘’Bambini cardiopatici di Viterbo’’. Tra le tradizio-

ni popolari di Grotte Santo Stefano è interessante la maschera del carvenale chiamata ‘Bucefere’ che richiama i riti che accompagnavano la celebrazione dei Lupercalia romani. Il Bucefere, vestito completamente di nero e incappucciato, sfilava il martedì grasso del carnevale, lungo le vie del paese somministrando frustate a coloro che incontrava nel suo percorso. Una volta arrivati in piazza saliva

sulla scalinata di una casa e leggeva il proprio ‘Testamento’ che era composto ad arte per mettere alla berlina i pae-

sani rendendo pubblici fatti e misfatti avvenuti durante l’anno. Il fantoccio poi veniva dato

alle fiamme per rappresentare la fine del carnevale. L’Associazione Pro Loco Santo Stefano, associazione senza

fini di lucro, è stata costituita nel giugno del 1998 dalla volontà di alcuni cittadini e oggi si compone di circa 60 soci.


Speciale SAGRA DELLE

FETTUCCINE Grotte Santo Stefano

L’ecomuseo di Grotte Santo Stefano

Promozione e valorizzazione del territorio della Tuscia Rifacendosi al concetto di Ecomuseo, promuove e valorizza l’esteso territorio della Tuscia come un unico museo diffuso, caratterizzato da paesaggi bellissimi, ricchi di testimonianze storiche ed archeologiche di grande interesse. L’origine vulcanica del territorio, formato prevalentemente da speroni di tufo e peperino che sovrastano ampie vallate ricche di corsi d’acqua, ha favorito l’insediamento umano fin dalla preistoria. Non è difficile infatti trovare testimonianze di insediamenti ipogei scavati nel tufo dove l’uomo ha trovato riparo per sé e per i propri animali. Gli Etruschi hanno lasciato testimonianza della loro presenza nella Tuscia, attraverso le loro tombe affrescate, ricche di vasi, gioelli in oro e monili di grande valore storico

e artistico. Dell’età romana, sono presenti strade, ville, teatri, afiteatri e acqedotti ben conservati che ci danno l’idea della grandezza e della potenza della Roma antica. Nel Medioevo, il territorio della Tuscia, si è arricchito di numerosi borghi che oggi costituiscono la

maggior parte dei comuni della provincia viterbese, e sono ricchi di tradizioni artistiche, agricole, artigianali, gastronomiche, culturali e religiose. Il Rinascimento nella Tuscia è stato segnato dalla presenza di famiglie molto ricche e potenti, le quali hanno saputo

esprimere Cardinali e Papi, come i Farnese e gli Orsini che ci hanno lasciato palazzi e ville di grande vlore. I secoli successivi al rianascimento sono stati caretterizzati dalla presenza dei grandi latifondisti che sfruttarono la povera gente, costretta ad una vita con-

tadina fatta di fatiche di stenti, e dalla povera gente in alcuni casi nacque il fenomeno brigantaggio con personaggi come Domenico Tiburzi detto ‘Domenichino’ o Luigi Rufoloni detto ‘Rufolone’ dei quali rimangono storie e leggende.


Speciale SAGRA DELLE

FETTUCCINE Grotte Santo Stefano

Le attività dell’ecomuseo della Tuscia Riscoperta e valorizzazione delle feste tradizionali

Studio dell’identità del territorio con pubblicazioni in merito. Collaborazione con altre associazioni, con le scuole, con le pro-loco e con i comuni della Tuscia. Promozione del territorio con visite guidate nei siti archeologici, storici e ambientali. Riscoperta e valorizzazione delle feste tradizionali. Servizio di informazioni turisctiche, organizzazione di gite nel territorio in collaborazio-

ne con agenzie turistiche. Riscoperta e promozione delle tradizioni popolari legate al territorio, ricerca e trasferimanto delle conoscenze alle nuove generazioni. L’Ecomuseo della Tuscia, promuove e propone la visita nei luoghi che non sempre sono segnati nelle guide e spesso organizza escursioni in zone poco conosciute ma di grande interesse, che lascia ai visitatori gradevoli

sensazioni. I sentieri dell’Ecomuseo sono: Il sentiero verso la cascata dell’Infernaccio, che si snoda in un percorso naturalistico di particolare interesse, nel fondo di una delle forre più profonde del Lazio, dove il salto del torrente Rigo, genera una cascata di rara bellezza. I sentieri di Corviano, Piantorena, Monte Casoli, Monte Bisenzio, dove è possibile visitare antichissimi inse-

diamenti ipogei scavati nel tufo. I sentieri delgi etruschi all’interno della Selva di Malano, dove è possibile vedere alcuni monoliti in peperino utilizzati come altari per riti religiosi o propiziatori, tre questi il più interessante è la piramide etrusca, situata vicino nell’area cimiteriale di Santa Cecilia, nel territorio di Bomarzo. I sentieri medievali, con visite ai resti di firtificazioni e castelli

sparsi nel territorio, alcuni visibili all’interno dei borghi e altri nascosti da fitta vegetazine, lungo percorsi naturalistici nel territorio. I alcune occasioni, l’Ecomuseo organizza anche eventi culturali o banchetti con tematiche medievali, presso la corte del castello di Montecalvello. I sentieri dell’antica Roma, vengono organizzati presso le rovine dell’antica città di Ferento ‘Civitas splendidissima’,

presso il parco archeologico di Vulci e presso le tante aree archeologiche risalenti al periodo, dove sono presenti i resti ti antiche terme ed altro. I sentieri rianscimentali, sono organizzati con visite ai palazzi ai parchi e ai giardini presenti nella Tuscia, tra i quali ‘Palazzo Farnese’ a Caprarola, ‘Palazzo Papale’ a Viterbo, ‘Villa Lante’ a Bagnaia, il ‘Parco dei Mostri’ a Bomarzo e tanto altro.


Sabato 16 Giugno 2012

comprensorio sud

Viterbo & AltoLazio

9

VETRALLA - Sel attacca l’amministrazione Aquilani per le condizioni di una delle aree extraurbane più popolate

Pian di San Martino, quartiere dimenticato S

el Vetralla torna ad attaccare l’amministrazione Aquilani sulla viabilità delle aree periferiche del paese. “Più di un anno fa, a pagina 12 del programma elettorale della lista “Per Vetralla - Sandrino Aquilani Sindaco” campeggiava un punto titolato “Frazioni e Località”, nel quale si prometteva attenzione, interventi, investimenti e addirittura l’istituzione di un fantomatico quanto grottesco “Registro dei Problemi”, il tutto nell’ottica di porre rimedio ai molteplici disservizi che attanagliano le aree più periferiche del paese. Disservizi che riguardano la mancanza di reti fognarie e impianti di depurazione, di numeri civici, di manutenzione stradale, di trasporto pubblico, di illuminazione e, in particolar modo, di sicurezza. Non quella sicurezza

ripristinabile (leggendo il suddetto programma) con l’installazione di videocamere di sorveglianza ma, di quella sicurezza che manca nello svolgere le normali attività quotidiane. Emblematica la lettera che una nostra concittadina residente in località Pian di San Martino ci scrive (dopo aver, invano, scritto direttamente al primo cittadino): “… la cosa che mi preme farvi sapere è come noi ragazzi e adulti che ci rechiamo a piedi alla fermata dei pullman Cotral rischiamo ogni volta di essere investiti da auto, camion, pullman e veicoli vari che ci sfrecciano accanto sfiorandoci. Essendo i lati della strada infatti sterrati e ricoperti di piante, alberi, ed erbacce, siamo costretti a camminare sulla striscia bianca che delimita la carreggiata, tremando ogni volta che ci sfiora un camion a tutta velocità e causando anche

un pericolo per la viabilità su una strada estremamente trafficata.” Ebbene si questa è la routine in un’area extraurbana tra le più popolate del comune; gruppi di persone di ogni età che per accedere al pubblico servizio (Cotral) ogni mattina compiono numeri

da brivido, adulti e ragazzi che il tempo e l’esperienza hanno reso abili e veloci come manguste ad evitare i colpi bassi di paraurti e specchietti. Difficile predicare una città migliore quando in quartieri (perché ad oggi di questo si tratta) come Pian di San Martino il trasporto

pubblico urbano non arriva, i marciapiedi ed i semafori pedonali non esistono, le pensiline per gli autobus sono specie sconosciuta e gli abitanti si trovano costretti ad usare l’auto per ogni cosa, intasando un incrocio di altrettanto rara pericolosità. Difficile immaginare un’urbanizzazione equa e sostenibile quando ogni lottizzazione extraurbana diventa un mero esercizio di cementificazione totale, dove ogni metro quadrato di terreno viene sfruttato all’inverosimile, senza alcuna logica sociale, economica e culturale. Alla faccia dei piani integrati di sviluppo e della “Commissione per lo studio delle varianti da apportare al piano regolatore” (pag. 7 del programma). Difficile anche addossare la colpa agli Enti quando per anni problematiche come queste sono state al centro di epici scaricabarile tra Comune, Provincia,

CIVITA CASTELLANA - Mercoledì sarà illustrato il nuovo servizio per una parte del centro

Uniti per Ronciglione chiede un Consiglio per affrontare la crisi

Tra un mese il via alla differenziata porta a porta U

n mese ancora e poi la raccolta differenziata porta a porta sarà realtà per una parte del centro di Civita Castellana. A partire da luglio, infatti, la cosiddetta Zona 1 sarà servita dalla differenziata domiciliare e vedrà sparire i consueti

cassonetti. Per dare tutte le informazioni e fare il punto sul nuovo servizio con i cittadini interessati l’amministrazione comunale e la Sate hanno organizzato un incontro pubblico presso il punto informativo di via Palmiro Togliatti, presso la ex sede del CSE. L’appuntamento per tutti coloro che abitano nelle vie comprese tra via Terni, via Petrarca, via Giovanni XXIII e via Mazzini è per mercoledì 20 giugno alle ore 18,00, quando il sindaco, l’assessore Innocenzi e Michele Imperiale della Sate illustreranno il nuovo servizio di raccolta. “Invito i cittadini a partecipare all’incontro di mercoledì 20 giugno ha spiegato il sindaco, Gianluca Angelelli

- per entrare in contatto con il mondo del porta a porta, che tra poco sarà realtà nella zona 1 e, nei prossimi mesi, in altre zone. Nel frattempo ricordo che per consegnare i propri ri�uti ingombranti ci si può recare all’ecocentro o usufruire del servizio gratuito di raccolta a domicilio. Ora che ci accingiamo ad effettuare il porta a porta servono una responsabilità e correttezza ancora maggiori nel conferimento dei ri�uti da parte di tutti”. I cittadini interessati dal passaggio al porta a porta sono quelli che abitano nelle seguenti vie: piazza Di Vittorio, piazza della Liberazione, via Grandi, via Allende, via Marcantoni, via Mazzini, via I Maggio, via 7 Fratelli Cervi, via F. Rosselli, via del cataletto, via De Gasperi, via Martiri di Cefalonia, via Anna Frank, via Minio, via s. Felicissima, via San Gratiliano, via Togliatti, via Leopardi, via Foscolo, via Rio Fratta, via Rio Cruè, via quattro Giornate di Napoli, via Petrarca, via Terni (in parte), via Marinetti, via Carducci, via Fontana Matuccia, via Di Celle, via Tasso, via Giovanni XXIII, via don Bodini, via Tenderini e viale Marinai d’Italia.

Domani a Nepi Cecilia Eusepi sarà beatificata di ELISABETTA GIOVANFORTE

F

inalmente, domani alle ore 18.00, in Piazza della Bottata, Cecilia Eusepi sarà beatificata. Cecilia nacque il 17 febbraio 1910 a Monte Romano, paese coinvolto direttamente nella cerimonia, morì il primo ottobre del 1928 a Nepi nel monastero delle Monache Cistercensi. La sua fu una vita di malattia e sacrifici verso gli altri, famoso il miracolo in cui salvò un camionista di Monte Romano. “Domenica ospiteremo

4.000 pellegrini in Piazza della Bottata e 2.000 in Piazza del Comune dove allestiremo un maxischermo, il servizio d’ordine sarà a cura della Prefettura e della Questura di Viterbo” ha dichiarato il Sindaco di Nepi Franco Vita, “i pellegrini hanno già trovato ospitalità negli alberghi e nei resort dell’hinterland”. Ben 42 paesi della Diocesi sono coinvolti e seicento persone provenienti dall’Ordine di Maria nonchè tutti gli abitanti di Monteromano. “Il traffico al centro di

Nepi sarà bloccato dalle ore 15.00 alle ore 21.00 di domenica. L’evento, finanziato da Comune di Nepi, Provincia di Viterbo e Regione Lazio è costato ben 90.000 euro. “Sono emozionato e con me l’intera cittadinanza che si è resa attiva nella preparazione e nell’accoglienza dei pellegrini provenienti da tutta la Penisola e non solo”, ha concluso Vita che assieme ai suoi concittadini e a tanti fedeli si appresta a rendere il dovuto omaggio alla Beata Cecilia Eusepi.

Anas, Cotral e compagnia. E’ vero che molti servizi e la risoluzione delle relative criticità non competono direttamente all’amministrazione, ma è altrettanto vero che essa deve porsi, prima di ogni altra cosa, come garante della risoluzione delle problematiche che gravano sul cittadino. Crediamo sia giunto il momento di destinare quel poco che le casse comunali hanno a disposizione per produrre interventi mirati e risolutivi, che siano investimenti nel tempo e nell’interesse comune, dando un doveroso taglio a stipendi di amministratori unici, manifestazioni canore limitate a soddisfazioni personali e quant’altro. Tutte cose queste che, stando a quanto ci riferiscono e ci scrivono i nostri concittadini, non interessano più, semmai abbiano interessato qualcuno”.

I

l gruppo di minoranza Uniti per Ronciglione ha richiesto la convocazione di un Consiglio comunale per discutere di punti importantissimi per la vita sociale del paese. I Consiglieri Paradisi, Marzoli e Duranti chiedono

al neo Sindaco Giovagnoli, in considerazione della crisi economica in cui versa il paese e l’intera Nazione, che si aiutino le famiglie in cui non esistono redditi oppure dove il capofamiglia abbia perso il posto di lavoro con misure straordinarie ed attraverso la riduzione delle tasse comunali. Nel settore edilizio, per la riqualificazione del comparto, misure per l’incentivazione delle ristrutturazioni e dei rifacimenti ex novo. Sulle commissioni consiliari, ancora da nominare, un sollecito al neo Sindaco, lo stesso sollecito per l’attivazione delle procedure perl’affidamento in concessione della gestione del servizio di distribuzione del gas metano nel territorio comunale per la quale è concessionaria fino a tutto il 2012 l’Italgas. Paradisi, Marzoli e Duranti auspicano che si tenga conto del libero mercato. E. G.


Sabato 16 Giugno 2012

Viterbo & AltoLazio

montefiascone-nord

11

A Montefiascone un mese di intensa attività con la preparazione delle nazionali femminili juniores di Italia, Cina e dell’Università americana

Stage internazionale di Pallavolo di Michele MARI

Dal 18 giugno a 16 luglio, quasi per un intero lungo mese, la nostra città di Monte�ascone sarà al centro dell’attenzione per la pallavolo non solo a livello regionale e nazionale ma addirittura anche internazionale”. Così il dinamico e attivissimo il vice sindaco nonché assessore allo sport prof. Ferdinando Fumagalli. “Infatti -spiega- si inizierà domenica 17 giugno con l’avvio di un prestigioso stage organizzato dall’A.s.d. VolleyRo che terminerà sabato 23 giugno. Lo stage vede �nora la partecipazione di circa 50 atleti di età compresa fra i 9 ed i 15 anni che risiederanno presso la casa francescana Raggio di Sole e svolgeranno la loro attività presso la Palestra scolastica ‘P. Volpini’ nella scuola Manzoni e il Palazzo dello sport comunale di via Contadini. Lo stage è aperto anche ad atleti locali che potranno partecipare al percorso tecnico con quote (iscrizioni) ridotte escluso il pernottamento. Questo raduno sarà tenuto dai tecnici federali regionali coadiuvati anche da alcuni tecnici dalla A.s.d Libertas Monte�ascone”. Fumagalli parla anche di un altro evento molto particolare: “Successivamente il 29-30-31 luglio, il presidente del comitato regionale Lazio Fipav dottor Andrea Burlando, coadiuvato dal professor Roberto Centini, ha scelto Monte�ascone per l’attività di preparazione del Centro Quali�cazione Regione Lazio di pallavolo. Questo raduno consentirà di visionare i migliori giocatori giovanili che successivamente

prenderanno parte al torneo delle Regioni. La preparazione si terrà presso il Palazzetto e la Palestra della scuola media Manzoni. Il clou della pallavolo nella nostra città sarà dal 5 al 16 luglio 2012. Infatti il segretario generale della Federazione Italiana pallavolo dottor Alberto Rabiti, ha confermato al sindaco Luciano Cimarello e al sottoscritto la presenza nella nostra città delle nazionali juniores femminili: italiana, cinese e dell’università americana per uno stage di preparazione”. La squadra italiana arriverà il 5

BOLSENA - Protezione Civile encomiabile

e partirà il 16 luglio; la squadra cinese arriverà l’8 e ripartirà il 14 luglio e la nazionale universitaria americana arriverà il 12 e ripartirà il 14 luglio. “Gli allenamenti -continua l’assessore allo sport- si terranno presso il Palazzetto dello sport, sia la mattina che il pomeriggio e per alcune sedute di pesi presso la palestra GCube messa a disposizione della professoressa Maria Rosaria Lo Giudice e dal professor Giancarlo Cherubini. Oltre a disputare gli allenamenti, le tre nazionali daranno vita ad una serie di partite amichevoli che presumibilmente si disputeranno dal 9 al 15 luglio presso il Palazzetto. L’ingresso agli allenamenti ed alle partite sarà gratuito. Il calendario de�nitivo sta per essere varato dal

team manager Elena Centi e dai vari allenatori delle rispettive nazionali in collaborazione con l’assessorato alla sport del comune di Monte�ascone”. “Sono convinto -aggiunge Ferdinando Fumagalli- che dopo il titolo europeo ed italiano di boxe disputato il 25 maggio, che ha proiettato Monte�ascone nel mondo, anche la presenza nella nostra città delle nazionali juniores femminile italiana, cinese e americana, contribuirà a far conoscere a livello internazionale il nostro territorio, le sue bellezze, i suoi prodotti tipici e soprattutto l’accoglienza e l’ospitalità dei nostri cittadini, doti queste che ci hanno sempre contraddistinto”. “Mi auguro -conclude il vice sindaco- che la partecipazione alle varie partite sia massiccia e che in particolare i giovani possano partecipare in maniera consistente in modo da lasciare un ottimo ricordo non solo a tutti gli atleti ed i loro tecnici ma anche alla Federazione Nazionale di pallavolo. Mi auguro che questa presenza possa essere di stimolo per i vertici della Fipav e delle nazionali a scegliere Monte�ascone per altre iniziative future. Credo che sarà una vetrina per tutti i praticanti della pallavolo ed i loro tecnici per poter studiare i vari metodi non solo di gioco ma anche gli schemi tattici e tecnici adottati dalle tre diverse nazionali”. Di certo è un veicolo promozionale notevole in considerazione che altre attività turistiche che abbracciano diversi settori ed attività vengono svolte in tono minore; l’impegno di Fumagalli è continuo e costante e riesce a far scaturire possibilità non indifferenti alla ricerca di un rilancio della città di Monte�ascone.

MONTEFIASCONE - Teatro alla Rocca dei Papi

“La Prova” del l a compagni a Gi o rgi o Zerbi n i Il Sindaco ringrazia i volontari

S

ono 30 persone. Venti per svolgere attività di terra; le altre 10 unità sono, invece, operativi, sul lago. Un impegno, il loro, dettato dall’alto e meritorio senso di solidarietà nei confronti dei propri concittadini, e non solo. E’ la Protezione civile di Bolsena che, quotidianamente, con impegno e abnegazione, lavora a favore della comunità tutta. “Un grazie a tutti i ragazzi della Protezione civile – afferma il sindaco Paolo Dottarelli - per la grande collaborazione e il supporto di questi giorni: nella fattispecie per la celebrazione del Corpus Domini, per la festività del 13 giugno in onore di S. Antonio e per il controllo che dedicano alle isole ecologiche per il progetto della raccolta differenziata”. Un mese di giugno intenso per

i tantissimi volontari della Protezione civile bolsenese che, a seconda delle necessità, sono sempre pronti a fornire il massimo supporto. “La nostra città può bene�ciare di questo gruppo cresciuto nel tempo e che si distingue – spiega Dottarelli - per essere af�dabile, volenteroso, e operativo. Non scordiamoci l’ottimo lavoro svolto dai ragazzi durante la nevicata straordinaria dello scorso inverno”. Un plauso a tutti i ragazzi e al responsabile Mauro Giannisi, sempre attento e puntuale. In questi giorni sono state consegnate le divise estive; un primo passo è stato fatto. “Investiremo – conclude il sindaco – anche in attrezzature per mettere in condizioni il gruppo di operare con il massimo dell’ autonomia; certo il momento è dif�cile sul piano economico, ma faremo del tutto per sposare questa causa. Un invito ai tanti bolsenesi volenterosi, e che amano la nostra meravigliosa cittadina, a collaborare e a iscriversi al gruppo”.

D

omani , alle ore 21,30, presso la Rocca dei Papi la compagnia teatrale Giorgio Zerbini porterà in scena un nuovo interessante lavoro: “La Prova”. L’opera teatrale è tratta da un racconto di Marco Praga. La riduzione teatrale è a cura di Stefano Nazzaro e Daniela Achilli. Ecco gli attori che si esibiranno: Luciano Zuccaccia (Giambattista macchinista), Elia Santini (capocomico), Elena Cappannella (giovane autrice), Luciano Paradiso (Coriolani), Albina Rossi (Prima attrice), Sonia Guarnaccia (Prima amorosa), Ramona Giraldi (Madre dell’amorosa), Vincenzina Giraldo (Seconda madre), Giorgio Rosetto (Birondi), Annarita Ferretti (Dordini), Carlo Pezzato (Giovane attore). La regia è di Luca Morucci.

La storia che sarà messa in scena è ambientata in un teatro degli anni ‘40 e si narra delle vicende di una compagnia in un teatro stabile di secondo ordine. Lo spettacolo inizierà così con una normale giornata di prove in cui si mette in scena un nuovo lavoro di una autrice sconosciuta e giovane. Il Capocomico, �gura fondamentale nel teatro di inizio secolo, coordina le prove insieme all’autrice ma devono necessariamente fare i conti con tutti i difetti e i pregi di chi anima il teatro. Poi arrivano gli attori e iniziano le prove; ma una serie di problematiche, acciacchi, malattie improvvise interrompono sistematicamente le prove; l’autrice è ormai disperata ma il capocomico non ha tempo deve fare in fretta. Inoltre arriva un telegramma con un annuncio importantissimo, tutto si ribalta, nuovi copioni e nuove prove. La compagnia Zerbini avrà di certo un nuovo successo dopo le superbe prestazioni degli ultimi anni che l’ ha vista ottenere consensi non solo a Monte�ascone ma anche in molti paesi limitro�. M.M.

LATERA - Sabato 30 giugno in piazza S. Preta

Raduno ‘Moto-Rock Fest’

L

’estate è ormai alle porte e le persone si apprestano a lasciare le afose ed affollate città, per cercare ristoro e relax nei luoghi di villeggiatura, siano questi lacustri, marittimi o montani. Così, per i solenghi paesini, nati all’ombra di grandi boschi, lontani dal tam-tam metropolitano, si manifesta l’occasione di farsi apprezzare e conoscere. E quale miglior modo se non quello di proporre iniziative all’aria aperta, innovative ed interessanti?! Beh, per piazzarsi in pole-position nella competizione di propaganda culturale, sarà bene inforcare una bella moto, che dite? Il piccolo paesino di Latera lo sa bene ed è proprio per questo che ad aprire la propria stagione di eventi estivi, ha deciso di piazzare un bel motoraduno o meglio un Moto-Rock Fest!

Allora fate benzina e lucidate la marmitta della vostra bestia da strada, perché Sabato 30 Giugno, alle ore 12, siete tutti attesi a Latera, in Piazza S. Preta. Ma tranquilli non si parte subito per un viaggio “on the road” alla Kerouac, prima c’è il pranzo alle ore 13 in Piazza 4 Novembre, per rifocillarsi ben bene. Alle ore 15, invece, una rilassante visita guidata per apprezzare le bellezze paesaggistiche e culturali del paese. E �nalmente alle ore 17, sazi nel corpo e nella mente, si parte per un Tour del Lago di Bolsena, solo per centauri ovviamente! Alle 19 si fa ritorno alla base e dopo una bella cenetta rinvigorente, pronti a scatenarsi al ritmo dei Pink Floyd, con la cover band “The Dark Side”! Il prezzo per l’iscrizione al raduno è di soli 15 euro, se invece volete godervi anche la cenetta preconcerto, dovrete pagarne dieci in più, ma �datevi, ne vale la pena! Beh, che altro dire? Preparatevi a far rombare i motori e vibrare le corde vocali! Romanticamente abbracciati in sella alla vostra moto, sotto la parte invisibile della luna, che abbia inizio la migliore delle vostre estati! Simone Furzi

A Bagnoregio il fine settimana dedicato ai festeggiamenti in onore di Sant’Antonio

U

n ricco cartellone, �tto di appuntamenti, è stato allestito dagli organizzatori in occasione della festa di S. Antonio da Padova, in programma in questo �ne settimana a Bagnoregio. Dopo il prologo religioso rappresentato dalla seguitissima processione, s�lata ieri sera con in testa la statua del Santo, oggi pomeriggio, alle 15,30, si inizia con una gara ciclistica per amatori, che si svolge lungo un impegnativo percorso stradale. A seguire, alle 18, sono in programma dei giochi popolari, mentre alle 20,30 balli e canti in piazza, con il gruppo “La macchina del Kapo”. Domani (domenica 17), invece, dopo le funzioni religiose dedicate al Santo, si comincia alle 14, con una gara di briscola. In successione, poi, un triangolare di calcetto, alle 16,30, e nuovi giochi popolari, alle 18. Alle 19, poi, l’appuntamento clou del pomeriggio, con una s�lata di moda organizzata da Anna Sandrini Boutique, nel corso della

quale è prevista la presentazione delle collezioni primavera estate proposte dalla giovane titolare e dalla vulcanica madre Mirella. Alle 20, in�ne, estrazione di una lotteria, seguita dal concerto dell’orchestra “Bini e Stefanetti”. Uno spettacolo pirotecnico, in programma alle 23, chiude i festeggiamenti 2012 in onore di S. Antonio da Padova.


SPORT

� � �

12

Sabato 16 Giugno 2012

SPORT

L’estete viterbese è pronta a dare il via al Summer Sport Si apre e si chiude con una caccia al tesoro. Numerose le iniziative e le manifestazioni in programma MOTOCICLISMO - L’evento avrà luogo il 30 Giugno. Ritrovo a Piazza S. Preta

Latera scalda l’estate con il moto raduno “Moto-Rock Fest” L

L’immagine emblema della nuova Summer Sport

S

ono già arrivate tantissime iscrizioni per gli eventi che compongono il programma del Summer Sport, l’iniziativa che dal 29 giugno al 14 luglio animerà le serate presso l’Arena C.S.A.In. in piazza Unità d’Italia a Viterbo. Molte richieste per il torneo di basket tre contro tre, i cui primi incontri si disputeranno il 2 luglio in uno spazio che già dal 29 giugno sarà occupato dai cestisti che daranno vita a s�de nel tiro da tre punti e nella classica campana. Sempre dal 2 luglio partiranno i tornei di calcio balilla, sia nel singolare che

in doppio: i match della prima categoria si disputeranno sui nuovi tavoli da singolare a tre stecche che saranno presentati dalla Federazione Italiana Biliardino, Calcio e Calcetto Balilla. La giornata del 3 luglio segnerà l’esordio all’Arena C.S.A.In. del burraco, protagonista anche nelle serate dell’8, del 10 e del 13 luglio, e vedrà impegnati i ciclisti che si cimenteranno nella gara amatoriale denominata ‘Pedalata notturna per le vie di Viterbo’, con partenza e arrivo presso l’Arena C.S.A.In. e un percorso che si snoderà lungo le strade cit-

tadine. Gli organizzatori hanno inserito la gara podistica “Corri e…cammina di sera per le porte e le fontane di Viterbo” nella giornata di mercoledì 11 luglio. Venerdì 29 giugno ci sarà la possibilità di divertirsi e andare alla ricerca di premi interessanti nella caccia al tesoro riservata a squadre di quattro elementi, di cui uno dovrà avere meno di 18 anni. Un’altra caccia al tesoro, questa volta senza limitazioni, costituirà il gran �nale della manifestazione organizzata dallo C.S.A.In. provinciale che vivrà la sua serata conclusiva sabato 14

luglio. Il ricavato di tutte le serate sarà devoluto in bene�cienza ad organizzazioni Onlus. I recapiti da contattare sono gli stessi validi anche per l’iscrizione ai tornei ossia info@csainviterbo.org oppure il 393/0994349. Per le serate presso l’Arena C.S.A.In., dove gli eventi partiranno intorno alle 18 e proseguiranno �no a notte, c’è bisogno di volontari che af�anchino i responsabili dedicandosi alla vigilanza sui vari tornei e ad operazioni di segreteria. Chiunque fosse interessato può mettersi in contatto con lo C.S.A.In. utilizzando gli stessi riferimenti.

’estate è ormai alle porte e le persone si apprestano a lasciare le afose ed affollate città, per cercare ristoro e relax nei luoghi di villeggiatura, siano questi lacustri, marittimi o montani. Così, per i solenghi paesini, nati all’ombra di grandi boschi, lontani dal tam-tam metropolitano, si manifesta l’occasione di farsi apprezzare e conoscere. E quale miglior modo se non quello di proporre iniziative all’aria aperta, innovative ed interessanti?! Beh, per piazzarsi in pole-position nella competizione di propaganda culturale, sarà bene inforcare una bella moto, che dite? Il piccolo paesino di Latera lo sa bene ed è proprio per questo che ad aprire la propria stagione di eventi estivi, ha deciso di piazzare un bel motoraduno o meglio un Moto-Rock Fest! Allora fate benzina e lucidate la marmitta della vostra bestia da strada, perché Sabato 30 Giugno, alle ore 12, siete tutti attesi a Latera, in Piazza S. Preta. Ma tranquilli non si parte subito

per un viaggio “on the road” alla Kerouac, prima c’è il pranzo alle ore 13 in Piazza 4 Novembre, per rifocillarsi ben bene. Alle ore 15, invece, una rilassante visita guidata per apprezzare le bellezze paesaggistiche e culturali del paese. E �nalmente alle ore 17, sazi nel corpo e nella mente, si parte per un Tour del Lago di Bolsena, solo per centauri ovviamente! Alle 19 si fa ritorno alla base e dopo una bella cenetta rinvigorente, pronti a scatenarsi al ritmo dei Pink Floyd, con la cover band “The Dark Side”! Il prezzo per l’iscrizione al raduno è di soli 15 euro, se invece volete godervi anche la cenetta preconcerto, dovrete pagarne dieci in più, ma �datevi, ne vale la pena! Beh, che altro dire? Preparatevi a far rombare i motori e vibrare le corde vocali! Romanticamente abbracciati in sella alla vostra moto, sotto la parte invisibile della luna, che abbia inizio la migliore delle vostre estati! Simone Furzi

PALLAVOLO- Il patron dell’Interporto Orte annuncia l’ingaggio del prof. Aniello Mosca

Alcide Madonna svela i progetti per il futuro I

In alto la locandina del motoraduno

Il tutor dell’Interporto Orte Aniello Mosca

niziano in casa Interporto Orte le manovre per quanto riguarda la prossima stagione agonistica. Vediamo, attraverso un intervista al patron Aldo Madonna, quali sono o saranno le prime novità. Pronti per ripartire? “Nonostante le dif�coltà ci saremo ancora una volta e questo per noi sarà il 12° anno consecutivo in un campionato Nazionale. Un fatto storico nella nostra Regione, se si esclude Latina, che milita in A1. Negli anni abbiamo assistito a realtà Laziali che di fatto hanno meritato il campionato Nazionale ma, appena disputato, sono andate scomparendo”. Importante per proseguire questa storia, sarà il nuovo palazzetto? “Finalmente a Orte c’e’ un impianto nuovo realizzato dall’amministazione comunale. Pur non essendo ancora completato può far in modo di sviluppare percorsi interessanti, consentendo ai tecnici di poter lavorare anche sulla quali-

ta’ della struttura, all’interno della quale è prevista una sala pesi, una sala video ed una sede logistica”. Quali sono le mosse della società per la prossima stagione? “In questa fase la dirigenza si è adoperata per sviluppare il settore giovanile e per mettere a disposizione di tutti i tecnici un tutor ossia il prof. Mosca Aniello che oltre ad essere docente Isef si occupa di pallavolo da molto tempo. Non sono poche le società blasonate in Italia che hanno avuto l’onore della sua presenza.” Quali saranno i suoi compiti? “Sicuramente seguirà e preparerà, anche con continui corsi d’aggiornamento tutti i tecnici. Inoltre Mosca ha sposato il progetto dell’Interporto Orte ed intende sviluppare una vera scuola di pallavolo nella nostra cittadina. Avra’ a disposizione 10 tecnici federali su cui contare e con cui collaborare.” Una scuola di pallavolo è un progetto ambizioso:

Nella foto il presidente Aldo Madonna “Un progetto ambizioso che vogliamo realizzare. E’ evidente che la posizione strategica di Orte e le importanti e comode infrastrutture (ferrovia, autostrada e superstrada) che la collegano a Viterbo, Roma e l’Umbria ricoprono un ruolo importante per la riuscita di tutto ciò.” Passando alla prima squadra? “Tra qualche giorno inizie-

remo a lavorare più intensamente sulla Prima squadra che avra’ sempre un progetto solido e soprattutto di continuita’ collaborativa con il Presidente della societa’ di Civita Castellana Conti Maurizio. Entro la �ne di Giugno saranno valutati gli atleti per de�nire il gruppo che partecipera’ al prossimo campionato”.


sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Sabato 16 giugno 2012

13

DANZA

Pol. Real Azzurra, grandi saggi di fine anno Danza classica e moderna per chiudere con successo una grande stagione

G

rande successo per il saggio di fine anno di danza classica e moderna della Scuola di Danza della Polisportiva Real Azzurra di Grotte di Castro diretta da Clarissa Proietti. Dalle piccole bambine (4-6 anni) che hanno interpretato “Alice nel paese delle Meraviglie”, alle più grandine che hanno deliziato la platea con il walzer “Il Gattopardo”. Lo spettacolo, condotto da Mauro Cesaretti è continuato tra l’ammirazione del folto pubblico (genitori, amici, parenti e appassionati) con la bellissima interpretazione di “cantando sotto la pioggia” e “cabaret”, ballato dalle bambine e ragazze di 8-9 anni fino a 12-13 e ha visto il gran finale con gli “amaranto”, ex allievi della scuola che hanno danzato “Mission Impossibile 2” e il “Diavolo veste Prada”. Il tutto in un tripudio di applausi e tra i consensi delle brave istruttrici che hanno apprezzato i miglioramenti evidenziati dalle loro allieve. Con tutti l’appuntamento è alla ripresa dell’attività per proseguire il lavoro intrapreso sempre con grande entusiasmo e partecipazione. Nelle immagini di Claudio Barcherini alcuni bellissimi momenti della grande festa con l’immancabile foto di gruppo in alto al centro a ricordare questa entusiasmante stagione agonistica che in queste feste finali ha centrato nel segno.


� �

sport

SPORT

14

Viterbo & AltoLazio

Sabato 16 Giugno 2012

CALCIO - Inoltre si disputa oggi la finale del Torneo Interforze: calcio d’inizio al Rocch alle 17.30

Spano è il nuovo mister del San Lorenzo

N

otizie in pillole relative al calcio viterbese: tra tornei avvincenti e calciomercato, anche in vista dell’estate il mondo del pallone non attenua gli sforzi degli addetti ai lavori. Torneo Interforze 2012 Oggi alle 17.30 la finale Si disputerà oggi pomeriggio alle ore 17.30 la finale del Torneo Interforze 2012. Presso lo stadio Rocchi di Viterbo, la Polizia di Stato ed i Vigili del Fuoco si contenderanno il trofeo

dedicato ai calciatori “in divisa”. I poliziotti sono la squadra che ha convinto di più, forti della presenza di Capotosto, che con 8 reti guida la classifica marcatori di questa competizione. La Polizia di Stato ha concluso in testa il girone, con tre vittorie e due pareggi. Nelle semifinali si sono poi imposti per 5-2 sul Pianeta Giustizia Viterbo. I Vigili del Fuoco hanno invece concluso al terzo posto la fase preliminare, riuscendo poi ad accedere

alla finale superando per 20 l’Aereonautica Militare. Non ci resta che attendere il risultato di questa partita che si prospetta comunque equilibrata. Queste due squadre si sono contese il titolo finale negli ultimi sei anni, con quattro vittorie dei poliziotti e due dei vigili.

zia a progettare la prossima stagione ripartendo dalla beffa finale patita a Valentano. Ironia della sorte, sarà proprio l’ex tecnico dei valentanesi Marco Spano a guidare i sanlorenzani nell’anno calcistico 2012/ 13: Spano aveva iniziato la passata stagione al Felceti prima del divorzio con la società che poi riuscì a superare in extremis proprio il San Lorenzo. Questa notizia arriva dopo due importanti colpi di mercato: dal Latera sono

San Lorenzo Nuovo Novità per la prossima stagione Il San Lorenzo Nuovo, in attesa di conoscere l’esito di eventuali ripescaggi, ini-

Nuova avventura per mister Spano stati acquistati Pantarelli e Stella per rafforzare una rosa già di alto livello, come aveva dimostrato prima della debacle finale. Inoltre, la pianificazione del nuovo San Lorenzo è stata affidata ad un nuovo direttore sportivo, Fabio

Ciccioni. La società si conferma attiva sul mercato ed ha annunciato l’intenzione di puntellare ulteriormente l’organico con gli acquisti di due centrocampisti ed un difensore. G.L.

CALCIO A 5 La formazione di Pascucci ne fa 7. La Spaccata 1.

P

ASCUCCI IMPIANTIMODA STORE ARGENTI E LA SPACCATA IN SEMIFINALE Fuori Gelateria Igloo e Ortopedia Comite PASCUCCI IMPIANTI – MODA STORE ARGENTI :7 Cavaraggi Vittorio 7, Geremia Giovanale 6, Manini Marco 7,5, Lucivero Marco, Adolini Alessio 7,5, Alimelli Luciano 7, Andreoli Claudio 7,5, Colinelli Luca, Pietrasanti Mattia 7, Ranieri Marco 6,5, Mazzola Davide 7, Coretti Valerio. Allenatore : Pascucci Alessio GELATERIA IGLOO : 3 Quatrini Alessandro 6, Esposito Matteo 5, Bianchini Remo 6, Di Stefano Alessio 5,5, Carletti Pietro 6,5, Santoboni Marco, Petriaggi Andrea, Baldinelli Cristian 5,5, Modanesi Marcello, Citti Alex, Patriarca Mirco. Allenatore : Carosi Walter

Nella foto i Pascucci Impianti-Moda Store Argenti

Nella foto i ragazzi de La Spaccata

Decise le semifinaliste del torneo

Avanzano la Pascucci Impianti-Moda Store Argenti e la La Spaccata Vince e Convince la Pascucci Impianti-Moda Store Argenti di Nepi che contro la Gelateria Igloo di Ronciglione che oggi paga le tante assenze, vince per 7-3 e vola in Semi�nale grazie alle Reti di Manini Maco (2) (FOTO) il migliore in Campo tra i suoi, Alimelli Luciano (1), il Laziale Andreoli Claudio (1), Adolini Alessio (1), Pietrasanti Mattia (1) e Caravaggi Vittorio (1).

Per la Gelateria Igloo Reti di Carletti Pietro (2) e Bianchini Remo (1). Ora la Pascucci ImpiantiModa Store Argenti se la vedrà in Semi�nale contro la Vincente tra S.G.M Legno Autocarrozzeria Bozzo. LA SPACCATA : 1 Cingolani Marco 7,5, Viola Mirko, Ceccarelli Leonardo, Aramini Emilio 8, Pacelli Giuseppe, Capparella Leonardo 7,5, Romano

Alessandro 7, Angeletti Federico 7, Tomassetti Emanuele 8, De Luca Roberto, Casali Daniele, Onofri Luigi. ORTOPEDIA COMITE : 0 Rossetti Riccardo 6,5, Montanini Auro 6, Darida Francesco, Comite Fabio, Mohsine Ouardani, Fiaschi Doriano 6, Oua�q Aziz 6,5, Ripani Alessio 6, Nervalli Massimo, Tesfaie Ciapi 6, Crocetti Gianluca 6, Manzali

Denilson Carvalho 7. Allenatore : Fiaschi Doriano Vola in Semifinale anche La Spaccata di Fabrica di Roma che dopo una Bella Partita combattuta contro l’Ortopedia Comite grazie ad una spedita rete di Tomassetti Emanule (FOTO) sul finire del primo tempo. Nel Secondo Tempo L’Ortopedia Comite attacca per tutti i 25

minuti a disposizione ma La Difesa comandata dal Capitano Aramini Emilio e Grazie anche alle parate del portiere Cingoloni chiudono ogni speranza al paraggio per L’Ortopedia Comite che esce a testa piu’ che alta da questo Memorial. Ora La Spaccata se la vedrà in Semifinale contro la Vincente tra Bar Meragna - Boutique della Frutta.

iL

L

L df g5

PANORAMA EURO 2012 - Le speranze sono nell’ultimo match contro l’Eire

Ma quale biscotto, quest’Italia è una pizza

Il CT Prandelli si dichiara ancora ottimista

R

ispetto alla s�da contro la Spagna, l’Italia sfodera una prestazione diametralmente opposta ottenendo uno scialbo 1-1 contro una coriacea ed atleticamente valida Croazia. Nel primo tempo gli Azzurri tengono bene il campo, s�orando il vantaggio con Marchisio prima della bella punizione di Pirlo che ha superato Pletikosa poco prima dell’intervallo. E poco prima della �ne della partita dell’Italia, visto che nella ripresa entrano in campo le ombre

degli undici giocatori che un quarto d’ora prima stavano tenendo testa ad una Croazia battagliera. Dopo l’half-time, il forcing croato viene premiato al 72’ da Mandzukic, che “dimenticato” da Chiellini raccoglie un traversone di Strinic ed in�la Buffon con un tiro imparabile. Per il resto, l’Italia cincischia e non si rende più pericolosa, neanche con gli ingressi di Di Natale e Giovinco. Grasso che cola che la Croazia si sia quasi accontentata, ad un certo punto.

Il pari contro la Croazia evidenzia i limiti di gioco degli Azzurri Cos’è successo all’Italia? L’inevitabile dazio da pagare quando si insiste su un giocatore completamente fuori dalla manovra. Puntare il dito su Balotelli sarebbe sbagliato, fatto sta che in due partite ha avuto pochi palloni giocabili ed ha ciondolato per il campo come un tuareg smarrito nel deserto. Il gioco dell’Italia è troppo “pirlocentrico”: il centrocampista bianconero è un faro imprescindibile (un assist ed un gol in due partite) ma tolte le sue iniziative, contro la Croazia c’è stato un vuoto cosmico che ricorda le prestazioni del-

l’Olanda e della Francia nelle prime battute di questo torneo. Con la differenza che ci mancano quei van Persie e Nasri che anche in condizioni disperate riescono a trovare il coniglio sul fondo del cilindro. E ora? Già si parla di possibile “biscotto” tra iberici e croati, Danimarca e Svezia 2004 docet, e ci sarebbe poco da protestare: d’altronde lo stesso Buffon ha dichiarato che se due squadre concordano un risultato che sta bene ad entrambe non c’è niente di male, bisogna fare pippa ed adeguarsi a questo singolare codice d’onore della sportività al contrario. L’Italia deve battere l’Eire del Trap e sperare che la Spagna, a cui basterebbe un pari per arrivare prima, decida di battere comunque la Croazia. Sul secondo punto, c’è da stare abbastanza tranquilli: sarebbe abbastanza complottistico so-

Bonucci contrastato da Jelavic stenere che Casillas e soci siano disposti a farsi segnare un paio di reti da Mandzukic per far contenta la Croazia. Piuttosto, scendono in campo con le infradito ed invece di quattro gol ne segnano tre. Invece scendere in campo contro l’Irlanda non signi�cherà automaticamente battere gli irlandesi, squadra che ha

subito pesanti critiche dopo il doppio k.o. consecutivo e che cercherà di salvare l’onore almeno nell’ultima partita. Insomma, se l’Italia vince ha buone possibilità di passare, dif�cile valutare quanto meritatamente, il turno. Ma occorre cambiare registro e tirare fuori il massimo. Gabriele Ludovici


sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Sabato 16 giugno 2012

15

CALCIO GIOVANI

Accordia Oriolo, campione del “Dribbling”

Si è aggiudicata l’undicesima edizionre battendo per 1-0 la Nuova Sorianese

A

poteosi Accordia Oriolo al Dribbling Sotto Le Stelle, undicesima edizione. Il verdetto è arrivato giovedì sera al campo sportivo di Villanova con il successo per 1-0 contro la Nuova Sorianese, match deciso dalla rete del bravo Leonardi nel corso del primo tempo. Serata splendida, con il pubblico delle grandi occasioni e con la Fanfara dei Bersaglieri che ha allietato la manifestazione. Una undicesima edizione dedicata a Umberto Cangani, scomparso nei mesi scorsi e che per oltre 40 anni è stato sempre un punto di riferimento in tutte le iniziative del Lazio Club della nostra provincia. Lazio Club che ha sponsorizzato la manifestazione organizzata impeccabilmente dall’Asd Oratorio Villanova con Giancarlo Mancini impeccabile padrone di casa. Festa grande per tutti e al termine della finalissima la ricca cerimonia di premiazione con la consegna di targhe, medaglie e trofei a tutti i protagonisti di questa straordinaria undicesima edizione del Dribbling Sotto Le Stelle. Nell’edizione di domani altra pagina fotografica su un Dribbling che di stagione in stagione sta continuando a crescere riscuotendo sempre maggiori consensi. Un ringraziamento doveroso a tutti gli sponsor che hanno reso possibile anche il rinfresco finale. Alla finalissima sono intervenute numerose autorità.


L'Opinione di Viterbo - 16.06.2012  

L'Opinione di Viterbo - 16.06.2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you