Issuu on Google+

p

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

Viterbo & AltoLazio

Anno II N.191 - Venerdì 12 Agosto 2011 - Euro 1,00

CRONACA

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

ATTUALITA’

ATTUALITA’

Sensazionale scoperta al Tumulo della Regina

Il trasporto di Santa Rosa finisce su Focus

Onore a Cuzzoli, Cortellessa e Rubuano. Caduti per lo Stato

dalla Redazione a pagina 2

di Roberto Pomi a pagina 5

di Daniele Camilli a pagina 6

Intervista a Bisoni detenuto agli arresti domiciliari nel suo sontuoso castello

Proceno grida il nome dell’Orco

I familiari, disturbati dalla presenza dei cronisti chiamano stizziti i Carabinieri

Una lugubre triste storia in questi giorni è stata resa pubblica. A seguito di un evento scabroso, di una presunta violenza su minori, la semplice comunità procenese è insorta in un grido di accusa contro colui che si sarebbe macchiato di un reato così infamante. Così il benestante proprietario del Castello di Proceno, grande imprenditore, con un occhio sempre rivolto allo sviluppo della cittadina senza mai dimenticare l’impegno nel sociale, si trova coinvolto in una torbida indagine che mina la sua rispettabilità. Si difende al telefono Bisoni, ma in paese tutti, o quasi, hanno già emesso la loro sentenza di colpevolezza.

EDITORIALE

Dalla “Callara” la resurrezione delle terme di Roberto Pomi Il Parco del Bullicame si rifà il look. Proseguono i lavori per la sistemazione di una delle aree più suggestive dell’intero territorio della Tuscia. Ennesimo passo in avanti verso la costruzione della città termale che, allo stato attuale, sembra essere diventata uno dei punti centrali dell’agenda politica di Giulio Marini. L’area intorno alla storica “Callara” è destinata a diventare uno dei fiori all’occhiello della città dei Papi. Sarà questo il perno di tutto il sistema delle piscine termali pubbliche. In cartellone anche la risistemazione delle altre piscine, in genere molto frequentate dai viterbesi ma anche da romani e umbri. Il cantiere del Bullicame è stato attivato grazie a un cospicuo finanziamento stanziato dalla Fondazione Carivit, a riprova che le amministrazione pubbliche quando hanno un progetto credibile possono trovare anche nel privato fondi consistenti e importanti per realizzarlo. Non resta che attendere la resurrezione anche delle Terme Ex Inps.

dagli inviati a pagina 3 (fotoservizio Zadropress)

CRONACA - Un invalido multato: “Scorretto sul piano morale”

Capodimonte, qui anche i disabili pagano il parcheggio ATTUALITA’

Marini: “Chiudiamo il centro” Dal sondaggio che Tusciaweb ha svolto sui viterbesi alle dichiarazioni rilasciate dal sindaco di Viterbo Giulio Marini, il centro storico della città dei Papi torna protagonista. Il tema al centro del tavolo è la chiusura. Palazzo dei Priori ci sta lavorando. dalla Redazione a pagina 7

CALCIO - La Lnd potrebbe ufficializzare il cammino di Viterbese e Flaminia

Oggi sono attesi i calendari di D Dovrebbe essere oggi il giorno tanto atteso per l’uscita dei calendari di serie D. Tra le novità, vi è quella di poter vedere di nuovo insieme, nello stesso girone, Flaminia e Viterbese. Un derby che potrebbe prolungarsi per tutto il campionato, visto che entrambe le formazioni si candidano a posizioni di vertice. Nell’edizione di domani potreste già trovare il cammino completo delle squadre con i commenti degli addetti ai lavori. di Gianluca Natoli a pagina 24

La legge prevede che ogni Comune possa decidere se fare pagare o meno ai disabili la sosta sulle strisce blu. “La scelta è libera ma il problema si pone - almeno a detta di un disabile multato proprio ieri - sul piano morale per il semplice fatto che chi fa pagare dovrebbe almeno avvisare gli utenti delle strisce blu con un cartello”. Una situazione delicata. di Roberto Pomi a pagina 2

ORTE

Traffico a Caldare consegnata la petizione dalla Redazione a pagina 18

MONTEFIASCONE

Un bus navetta la proposta di Salviani di Michele Mari a pagina 12

VETRALLA

Clima teso e tensioni in consiglio di Emanuele Faraglia a pagina 17

MONTALTO

Giudizio ad ottobre su Piazzale dei Pescatori di Giovanni Corona a pagina 11


cronaca viterbese interni

2

Viterbo & & Viterbo Venerdì1 12 Agosto2010 2011 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Un malcapitato multato: “Dovrebbero almeno mettere una tabella per indicarlo”

Strisce blu, a Capodimonte i disabili pagano

Scoperta una camera secondaria ancora sigillata con una lastra di pietra

di ROBERTO POMI

A

Capodimonte anche i disabili pagano sulle strisce blu. Niente di illegittimo, per carità. Le norme in vigore infatti rendono possibile ai Comuni di scegliere se applicare le tariffe di sosta o meno a chi espone il permesso per i disabili. Viterbo, per esempio, ma anche molti altri hanno deciso di consentire ai portatori di handicap di usufruire della sosta gratuita anche nelle aree a pagamento. Capodimonte no ma non ci sono neanche gli avvisi. Anche questo può essere considerato legittimo da un punto di vista legale ma sul piano morale? A sollevare la questione un disabile viterbese che nella giornata di ieri è stato multato proprio per aver lasciato la sua auto in una zona a strisce blu, con tanto di disco invalidi. “E’ una cosa vergognosa sul piano etico. Possono farlo ma è scorretto. Non sollevo il problema per le 36 euro della multa ma per il principio. Visto che a Viterbo non si paga ritenevo che la nor-

Sensazionale scoperta al Tumulo della Regina di Tarquinia G

li archeologi impegnati nella quarta campagna di scavi del Tumulo della Regina, nel cuore della necropoli etrusca di Tarquinia, hanno scoperto l’esistenza di una camera secondaria ancora sigillata da una grande lastra di pietra. Nei prossimi giorni si procederà all’apertura e all’indagine accurata dell’ambiente, che presenta ancora tracce del raro intonaco originario. Il Tumulo della Regina è un’imponente struttura architettonica del diametro di circa ma potesse valere anche nel paese lacustre. Anche perché nessun cartello dà indicazione diversa. Sarebbe il caso che i Comuni che non decidono di abbracciare questa interpretazione della norma lo rendano palese attraverso pubblica segnaletica”.

40 metri, pertinente a un personaggio di spicco all’interno della comunità tarquiniese del VII secolo a.C., di rango aristocratico e di ruolo probabilmente regale, vicino alla �gura dei re etruschi, de�niti dalle fonti antiche “lucumoni”. Questo sepolcro si è rivelato come la più grande struttura a tumulo di Tarquinia �nora nota. La campagna di scavi in corso ha portato una nuova, inattesa scoperta: la presenza di una camera laterale al sepolcro principale, che verrà appunto

Il consigliere Felice Casini coinvolto in un brutto incidente stradale I

l consigliere provinciale Felici Casini è rimasto coinvolto in un brutto incidente stradale nella giornata di mercoledì sul raccordo anulare di Roma. Il giovane politico viterbese stava viaggiando con un altro ragazzo,

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLÒ ACCAME Editore Altolazio News srl PresIdente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI FULVIO MEDICI Grafici MARIO RAMUNDO Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

Denunciate psicologa e assistente sociale di EMANUELE FARAGLIA

P

ubblichiamo questa denunciaquerela di due genitori di Viterbo che si sono costituiti parte civile. “Ci stiamo appellando al giudice che ha ricevuto sul suo tavolo la nostra denuncia in modo che inizi le adeguate indagini per la gravità del caso, siamo costretti a dare notizie a questo giornale perché �no a oggi le “dottoresse” stanno ancora operando con continue menzogne per toglierci del tutto nostro �glio e abbiamo poco tempo. L’anno scorso c’è stato sottratto nostro �glio (di pochi anni) con l’aiuto delle forze dell’ordine della Questura del capoluogo. Su ordine del giudice dei minori di Roma, con le seguenti motivazioni: di inconsapevolezza delle esigenze del bambino e l’inadeguatezza ad occuparcene per la malattia patologica di cui è affetto. Nostro �glio è assolutamente sano come un pesce come potrà confermare anche il nostro pediatra, e anche le visite che la psicologa ci ha richiesto prima di togliercelo e che abbiamo eseguito correttamente e che infatti non risulta nessuna malattia. Ma nelle Visite effettuate vi sono state scritte che la madre ne sarebbe affetta e anche la nonna cosa assolutamente falsa, e ne risponderanno anche i colleghi della ASL della psicologa infantile che hanno dichiarato una malattia

senza averne alcuna certi�cazione che lo dimostri. Sono svariati mesi che abbiamo presentato la denuncia e abbiamo anche avuto il nominativo del giudice che dovrebbe indagare, ma �no ad oggi non si è avuta alcuna notizia. Probabilmente la lentezza burocratica e il lavoro che si ammassa nei tribunali potrebbe far rischiare l’archiviazione della nostra denuncia con la conseguenza che avremo ritorsioni dalle “dottoresse” con conseguenze che porteranno all’adozione di nostro �glio. Non riusciamo a capire anche perché dopo che ci siamo recati al colloquio con il presidente del collegio dei giudici dei minori di Roma dichiarando che ci deve essere un equivoco , nostro �glio è sano e abbiamo eseguito tutti gli accertamenti che ci avevano prescritto “le dottoresse” senza alcun opposizione, e non viene riscontrato nessuna malattia in atto, nostro �glio è rimasto in af�damento. Alla �ne del colloquio il giudice ci dice che nostro �glio è malato e che dobbiamo eseguire le sue indicazioni. Noi siamo rimasti sorpresi e increduli di fronte a tale affermazione, comunque senza contraddire ulteriormente abbiamo detto che siamo disposti a tutto purché nostro �glio ritorni a casa. Il giudice Presidente dei minori ha ignorato anche l’evidenza e l’inesistenza

negli atti della certi�cazione della malattia presunta, ha anche detto che non è la sola a decidere ma ci sono altri tre colleghi del collegio. Le menzogne sulla malattia presunta non è stata usata solamente su nostro �glio, ma anche dieci anni fa per togliere altri due bambini in tenera età ed usata per non fare più vedere o contattare gli stessi perché (come da loro su dichiarazione e per conoscenza spedita al Tribunale dei minori) con la frase a detta dai medici potrebbe far conclamare la malattia stessa e il loro equilibrio psicologico affettivo. Noi crediamo possibile che non siano sicuri di questa (ipotetica malattia) e che sia una cattiva e diabolica manovra allo scopo di non far più vedere i �gli alla madre. Loro dicono che

hanno fatto eseguire le visite dei �gli a Siena (presso la clinica Le Scotte) e che la malattia sia stazionaria. Noi abbiamo consigliato la consultazione di altri dermatologi, ma ci hanno risposto che non è necessario visto che i dottori della stessa clinica sono degli esperti. La madre non ha mai visionato tali certi�cazioni. Lei stessa si sottopose nei primi del 2004 a delle visite nella stessa clinica e non le analisi non misero in luce alcuna malattia. Il dottore che fece la visita avrebbe dovuto – non sappiamo se l’abbia fatto - relazionare ai servizi sociali che ne avevano fatto richiesta, perchè trattasi (come affermano le stesse) di una malattia genetica ereditaria. Preghiamo il procuratore di far luce anche su questo caso perché è la conseguenza che ha determinato anche il coinvolgimento dell’unico nostro �glio che ha vissuto sempre con noi a differenza dei altri due

“Fagioni è morto di malore” N

ella giornata di ieri tutta la stampa cittadina ha dato notizia di un uomo morto sul trattore a Vallerano. Si tratta di Angelo Fagioni, di 75 anni, dato per morto a seguito di un incidente sul lavoro avvenuto su un terreno agricolo di sua proprietà al con�ne tra il comune di Vallerano e Canepina. Abbiamo ricevuto in redazione la telefonata di un testimone oculare che ha tenuto a spiegare come

l’uomo non sia stato vittima di un incidente sul lavoro ma di un malore, probabilmente un infarto. “Angelo è morto per ragioni naturali. Non è vero quanto è stato scritto sui giornali. Ero lì quando è accaduto tutto. Si è sentito male, è riuscito anche a spegnere il trattore. Poi si è accasciato e il mezzo ha urtato contro una pianta di nocciole. Ci tengo a dire che era una persona straordinaria ed è giusto raccontare la verità”.

aperta nei prossimi giorni. Gli scavi sono sostenuti dall’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, dal Gruppo Kostelia-Maninter Europa, dalla New Holland Construction e dell’Associazione Civita. L’area archeologica è stata valorizzata con il progetto “Via dei Principi” promosso dalla Regione Lazio e dal Comune di Tarquinia, con il concorso del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Federico Mancinelli, sulla corsia di sorpasso. La loro macchina è stata speronata da un’altra vettura da sinistra andando a impattare contro il newjersey di separazione delle corsie. I due giovani hanno avuto un grandissimo spavento ma fortunatamente se la sono cavata con una prognosi di 8 giorni, nel caso di Casini, e 20 giorni per Mancinelli. I due ragazzi stanno trascorrendo questi giorni al riposo delle loro abitazioni. Da parte delle redazione de L’Opinione l’augurio di una pronta guarigione. �gli che non hanno mai potuto avere due genitori, che anche se abbiamo fatto tutto il possibile per averli con noi. Non vogliamo che anche nostro �glio faccia la stessa �ne, e che le “dottoresse” tolgano i �gli con menzogne e calunnie usando un potere monocratico e avere anche l’appoggio e la complicità di colleghi delle ASL e sempre la piena e completa �ducia dei tribunale dei minori. La �glia in adozione ha inoltre scritto una lettera in cui esprime la volontà di tornare a casa dalla madre: “Cara mamma ti voglio molto bene e tu sarai sempre nel mio cuore. Costi quel (che) costi. Lei è la migliore di tutto il mondo. Da la tua cara �gliola …”. Che una bimba di pochi anni arrivi a scrivere ‘costi quel che costi’ dovrebbe essere signi�cativo. Possibile che nei confronti di questa madre lo stato debba mostrare solo il volto duro della legge? E adesso, come se non bastasse, la giustizia si ‘abbatte’ su questa donna con una nuova iniziativa che riguarda stavolta il più piccolo dei tre �gli. Ed ancora una volta troppi sono i punti oscuri, i dubbi e le incongruenze di una situazione che invece per la sua gravità dovrebbe essere chiara e lineare. Si arriva per�no a certi�care una malattia rara e gravissima come la neuro�bromatosi che invece, secondo le visite effettuate a settembre 2009 e poi a febbraio e marzo del 2010, non risulta affatto. Perché queste menzogne? Solo per avere una ‘scusa’ per poter togliere il �glio alla patria potestà? Domande che meritano una risposta.


primo piano

& Venerdì 12 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

3

Ieri, nell’interrogatorio di garanzia, Giovanni Bisoni ha dichiarato l’estraneità ai fatti contestati dal Gip

Un “orco” tra le mura del castello? di Paolo GIANLORENZO

U

n piccolo borgo composto da poche centinaia di famiglie che vivono a cavallo tra il Lazio e la Toscana. L’economia, dopo quella legata all’agricoltura, è incentrata quasi tutta sul turismo. Un maniero medievale domina dall’alto questi cittadini laboriosi intenti in questi giorni ad organizzare la tradizionale sagra di mezza estate. Non si parla di cibo, non si parla di bevande, l’unico argomento è il “mostro”, “l’orco” che avrebbe appro�ttato di anime innocenti e pure. Di lui si dice sia ricco, borioso, proprietario di quasi tutto il borgo e in paese non è visto di buon occhio. Non solo lui, poco simpatici risultano anche la moglie e il �glio. Lui è Giovanni Bisoni, settantadue anni portati egregiamente. Un passato da commercialista in terra toscana, un patrimonio ingente da investire e un paese dove concentrare le sue risorse. Attivo con iniziative socio culturali e

ambientalista convinto, è �nito in manette con l’infamante accusa di essere un pedo�lo. La presunzione di innocenza vale anche per lui è sarà un tribunale, quello di Viterbo, a stabilire se gli elementi probatori raccolti dagli inquirenti siano suf�cienti ad ottenere una pesante condanna. Da quanto è emerso e sta emergendo in queste ore ci troviamo di fronte al classico individuo insospettabile. Mesi e mesi di indagini ed anche di avvertimenti ma a lui, viene oggi contestato dagli inquirenti, che il “vizietto” non se l’è mai tolto. Adesso la Giustizia ha preso in mano la situazione e solo a lei spetta il compito di emettere una sentenza, una condanna. L’uomo ha ricevuto questo provvedimento ulteriore perché continuava a cercare le minorenni in tutti i modi, soprattutto telefonicamente, contravvenendo ad una prima misura restrittiva della Procura di Viterbo che gli aveva impedito ogni sorta di contatto. Ieri mattina, intorno alle 10 e 30, è salito al secondo piano della Procura di Viterbo dove è stato sottoposto all’interrogatorio di

sera, tra una bruschetta e una braciola di maiale, il piccolo borgo non è sembrato diviso tra innocentisti e colpevolisti. Un coro unanime quello che lo accusa e la totale solidarietà verso le vittime.

Per loro, quel Giovanni dalla calata toscana, deve rimanere rinchiuso a vita e non tra le mura del suo castello. Perché nei castelli ci si chiudono le principesse, non gli orchi cattivi.

Giovanni Bisoni dentro il suo castello garanzia davanti al Gip Franca Marinelli. Poi, una volta fatto ritorno a casa, si è chiuso in qualche segreta trovando il tempo di rilasciare un’intervista telefonica. A questo punto era impossibile non recarsi davanti al portone della sua dimora. Del suo castello. Niente da fare. Moglie e �glio erano attente

vedette e sentendosi in qualche modo minacciati hanno chiesto l’intervento dei carabinieri prontamente giunti sul posto. Inutile quindi ogni tentativo. La moglie, Cecilia Cecchini, si è limitata a dire: “Potete scrivere ciò che volete, in paese possono pensare quello che vogliono, noi con�diamo nella giustizia e nei processi”. Sta di fatto che ieri

Momenti di tensione tra familiari e cronista

Raggiunto telefonicamente l’uomo non si è sottratto alle scottanti domande sulla vicenda

Bisoni: “Sono una persona perbene” I

l paese è piccolo e la gente mormora... e in queste calde giornate estive, al fresco delle panchine dei giardinetti, sulla soglia di casa, intorno ad un tavolo durante la tradizionale sagra estiva, in un paesino dell’alta tuscia, poco più di mille anime non fanno che parlare della triste vicenda che vede coinvolto un membro della loro comunità. Giovanni Bisoni, accusato di pedo�lia, detenuto agli arresti domiciliari. Nel borgo si parla della sua vita, della sua storia, dei suoi successi, del suo modo austero di porsi con il prossimo, di quell’alone di mistero che avvolge lui e la sua famiglia da sempre. Di questo si chiacchiera a Proceno da quando Giovanni è accusato di questo terribile reato. Dalla mattina �no a che il giorno volge al termine e l’aria si rinfresca, e i cronisti, di fronte al silenzio della famiglia, sono costretti a lasciare la piccola cittadina medioevale. Si sono trattenuti così a lungo perché essendo riusciti a raggiungere Giovanni Bisoni telefonicamente, speravano di potersi far rilasciare una ulteriore dichiarazione da lui o da un membro della sua famiglia. Così non è stato e quindi il racconto si limiterà a cosa ha risposto a chi lo aveva cercato al telefono e gli aveva chiesto

Giovanni Bisoni durante un convegno pubblico spiegazioni in merito alla sua posizione che, oggettivamente, è diventata notevolmente compromettente, per lui e per chi con lui è in affari. Giovanni inizialmente si fa negare al telefono, ma poi, un po’ riluttante viene a dar conto delle accuse che gli sono state mosse dagli inquirenti: “Ho 72 anni e se a ritroso scavate nella mia vita non troverete una virgola fuori posto”, dice con l’accento toscano ed una voce apparentemente calma. L’unica cosa che tradisce l’ansia è il suo parlare veloce, come se ripetesse troppo in fretta una battuta di una recita imparata a memoria e un’infelice uscita ironica: “Se volete saperne di più chiamate mia nuora!” Il tono sprezzante porta

direttamente alla domanda successiva: Perché lei pensa che sua nuora... ? “Sì, questa è sicuramente la ritorsione di una persona che da sempre mi vuole male, io

sono un uomo onesto e amo la mia famiglia sopra ogni cosa. Con�do nella giustizia che farà il suo corso e dimostrerà che sono la persona a posto che so di essere”. Questo dice Giovanni a chi lo ha chiamato e noi, avremmo voluto dare più spazio alle sue parole, avremmo voluto dargli modo di rispondere alle accuse sussurrate tra i vicoli del paese, ma non ci è stato possibile andare oltre, perché la moglie Cecilia e il �glio Carlo si sono barricati dietro un educato, categorico “no comment” ribadendo la loro �ducia nella magistratura. Ci sembra che una cosa molto simile l’avesse già detta Totò Riina, anzi pensandoci bene, la dicono quasi tutti i presunti colpevoli. ViTa75

I familiari di Bisoni schiacciati dalla terribile vicenda

..

Straordinaria storia del maniero che domina il borgo di Proceno

Quel castello che nessuno vuol più vedere... D

al sito del Castello di Proceno si legge: “Viaggiando lungo la valle del �ume Paglia si raggiunge il Castello di Proceno, primo borgo del Lazio che ha marcato per secoli il con�ne tra Stato Ponti�cio e Granducato di Toscana. Situato al centro della Tuscia, in una posizione dominante sulla via Cassia, strada principale di comunicazione per tutti i traf�ci commerciali, culturali e religiosi per oltre 2000 anni, oggi Proceno è nel cuore di un incrocio di strade che lo collega ai più importanti centri storici dell’Italia centrale. Sotto al Castello di Radicofani di Ghino di Tacco, ed il Castello di Torre Al�na è adagiata la valle del �ume Paglia con il Monte Amiata sullo sfondo. Proceno si erge su un picco di roccia vulcanica

ed è circondato da boschi e verdi vallate dove l’agricoltura è ancora un’importante ragione di vita. Proceno deve le sue origini al popolo Etrusco che ci ha lasciato numerose vestigia nelle zone circostanti. Un’antica leggenda narra di come Porsenna fosse stato ferito da un cinghiale nel corso di una caccia nei boschi intorno a Proceno che da lui prese nome ed origini. Lo stemma di Proceno racchiude perfettamente la sua storia: la testa di un cinghiale, le chiavi di San Pietro che ricordano la sua lunga appartenenza allo Stato Ponti�cio e la mezza luna che ricorda la partecipazione alla battaglia di Lepanto. Un altro elemento affascinante e ricco di storia è la via Francigena, un percorso che af�anca la strada

consolare Cassia, solcata nel corso dei secoli da antiche popolazioni, milizie, Papi, artisti e mercanti che ne hanno apprezzato ambiente e clima. La vicinanza alla città di Roma e l’appartenenza allo Stato Ponti�cio hanno dato origine alla costruzione di castelli, fortezze e borghi, così come palazzi, ville e giardini di elevato rilievo artistico e architettonico, nella maggior parte dei casi giunto integro �no ai giorni nostri. Il Castello di Proceno è appunto una di queste strutture edi�cata nell’ XI secolo, che si presenta ancora con le sue caratteristiche originarie. Il Castello di Proceno, storico edi�cio nel cuore della Tuscia più autentica è, dai primi del 1700, le-

gato alla famiglia Cecchini, oggi Bisoni Cecchini. Molte generazioni si sono succedute rispettando sempre con passione sia le sue radici che la sua straordinaria storia. Oggi questa conoscenza e passione, tramandata in famiglia, costituisce un patrimonio di ricordi, atmosfere, luoghi, persone davvero unico ed irripetibile, che ci ispira e ci guida costantemente nelle nostre scelte. Da qui un impegno forte e sentito non solo per il Castello in sé ma, in senso più ampio, anche per tutto il bellissimo territorio che ci circonda, le sue genti, tradizioni e luoghi: una forma di partecipazione attiva e sensibile alla conservazione, intesa nella più rispettosa e moderna accezione”.


2 4

politica viterbese interni

Viterbo & & Viterbo VenerdĂŹ1 12 Agosto2010 2011 Ottobre AltoLazio AltoLazio VenerdĂŹ


& Venerdì 12 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

attualità viterbese

5

La nota rivista mensile dedica uno spazio alla tradizione del ‘Campanile che cammina’

La Macchina di Santa Rosa finisce su Focus di ROBERTO POMI

Il Campanile che cammina” finisce sotto gli ombrelloni degli italiani grazie a ‘Focus - Domande e Risposte’. Il numero 29 (mensile di luglio 2011) della nota rivista mensile, pensata per stimolare e soddisfare la voglia di curiosità contiene all’interno tre brevi servizi a firma del giornalista e scrittore Giorgio Nadali. Uno di questi nasce proprio dalla domanda: “Che cos’è la Macchina di Santa Rosa?”. Nadali spiega ai lettori di Focus le caratteristiche di quella che è per la città dei Papi la più importante festività. Sull’articolo anche un accenno al Pontefice Ales-

sandro IV. Fu infatti questo importante personaggio storico a dare il via a quello che poi sarebbe diventato il trasporto del tre settembre. Le cronache dell’epoca raccontano che Alessandro IV dispose il trasporto del corpo della Vergine Rosa dalla chiesa della Crocetta (via Mazzini) al monastero di San Damiano (l’attuale chiesa di Santa Rosa). Secondo quanto riportato, il Pontefice prese la decisione della traslazione del corpo dopo essere stato raggiunto nel sogno da Santa Rosa. I viterbesi promisero di costruire una Macchina, ogni anno più bella, per ricordare quella prima cerimonia. Nell’articolo uscito su Focus sono riportati anche alcuni passaggi caratteristici della sera del tre settembre. Molto interessante il passaggio sulle frasi caratteristiche del trasporto. Tutti gli italiani che hanno avuto modo di leggersi questa pagina di Focus oggi sanno cosa significa “accapezzate il ciuffo”. Una frase-comando che a tutti i viterbesi doc fa venire i brividi d’emozione. Senza dubbio per Viterbo si tratta di una bella promozione, magari tra i lettori c’è qualcuno che deciderà di assistere in diretta al posizionamento dei Facchini di Rosa sotto ‘FioredelCielo’

Il frutto di un progetto finalizzato a migliorare il servizio

In arrivo 17 nuovi sportelli delle Poste

P

e, perché no, ne approfitterà per trascorrere qualche giono a Viterbo. Ai viterbesi non resta che prendere una copia di Focus e leggere questo pugno di righe, dove si racconta ai più curiosi

d’Italia la nostra più grande tradizione. Anche così, con questa “chicca”, la città entra nel famoso “clima pre-Santa Rosa”. Sotto col ciuffo, appuntamento al tre.

oste Italiane ha approvato il piano che prevede l’installazione nella provincia di Viterbo di altri 17 sportelli automatici ATM Postamat all’esterno di altrettanti uf�ci postali, che si aggiungono ai 40 sportelli già presenti. Il progetto è �nalizzato a rendere sempre più fruibili i servizi offerti e migliorare i tempi di attesa della clientela. L’ATM Postamat, disponibile tutti i giorni della settimana, in funzione 24 ore su 24, può essere infatti utilizzato non solo per operazioni di prelievo di contanti e interrogazioni su saldo e lista movimenti ma anche per ricaricare telefoni cellulari, pagare le principali utenze e oltre 2.000 bollettini di conto corrente, ricaricare la carta Postepay. Tutte operazioni che, in assenza di ATM, devono necessariamente essere eseguite all’interno dell’uf�cio postale. Le località interessate dal piano sono state individuate in base ai monitoraggi registrati (numero conti BancoPosta e carte Postepay attive) e alla tipologia

di operazioni effettuate. A partire dal prossimo settembre verranno eseguiti i sopralluoghi del personale specializzato per veri�care la fattibilità delle singole installazioni. Le località eventualmente escluse per motivi tecnici, saranno sostituite da altrettante aree della stessa provincia di Viterbo. Gli sportelli automatici ATM Postamat sono dotati di due dispositivi elettronici all’avanguardia per migliorare il livello di sicurezza: il “Macchiatore di banconote” e l’”Antiskimming”. Il primo preclude la possibilità di utilizzo del denaro eventualmente sottratto da malviventi, mentre il secondo garantisce una maggiore sicurezza al cliente, evitando la clonazione delle carte utilizzate per le operazioni. Oltre che dai titolari di carta Postamat-Maestro e Postepay, gli ATM Postamat possono essere utilizzati anche dai titolari di carte di credito aderenti ai circuiti internazionali Visa, Visa Electron, Mastercard, Maestro, JCB, Diners o American Express.


attualità viterbese interni

2 6

Viterbo & & Viterbo Venerdì1 12 Agosto2010 2011 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

L’11 agosto del 1980 tre Carabinieri viterbesi cadevano vittime del terrorismo di Prima Linea

Trentuno anni fa: Cuzzoli, Cortellessa e Rubuano di DANIELE CAMILLI

A

nni di piombo, anni di morte. Anni ’70. E l’anno in cui finì il decennio, Pietro Cuzzoli, Ippolito Cortellessa e Antonio Rubuano caddero uccisi, vittime del terrorismo. Per mano di Prima Linea, l’11 agosto di trentuno anni fa. Tre carabinieri. Il primo un Brigadiere di Caprarola, il secondo un Appuntato di Viterbo. Entrambi Medaglia d’Oro al Valor Militare e alla memoria. Tutti e due a Ponte di Cetti, a pochi chilometri di distanza dal capoluogo viterbese. Lo stesso giorno moriva il Maresciallo Maggiore di Montefiascone Antonio Rubuano mentre era all’inseguimento di una macchina alla cui guida pare vi fossero i terroristi che poco prima avevano ucciso Cuzzoli e Cortellessa. Anche lui Medaglia d’Oro al Valore Civile, ma per aver salvato molte persone durante il terremoto del Belice. I Militari assassinati sono stati ricordati nel corso di una commemorazione sul luogo dell’omicidio dove è stata depositata una corona di fiori. Tutto avvenne in seguito a una rapina in una banca di Viterbo alla quale presero parte sei militanti di Prima Linea. Alcuni di loro presero un autobus per Roma, successivamente

fermato a Ponte di Cetti da una pattuglia dei Carabinieri: i terroristi aprirono il fuoco e Cuzzoli e Cortellessa caddero sotto i loro colpi. Nonostante ciò riuscirono a ferire il terrorista Michele Viscardi, uno dei capi di PL e tra i primi pentiti dell’organizzazione. Il 1980 è anche l’anno del DC9 Itavia precipitato a Ustica e della strage alla Stazione di Bologna. Vittime che accompagnano un decennio di lotte all’insegna dei diritti, della dignità e della costante costruzione di un mondo migliore. Un’intera generazione travolta anch’essa dal piombo della lotta armata che ha contribuito a lasciare in eredità alla nostra generazione una democrazia azzoppata che non fu più la stessa, incapace infine d’essere qualcos’altro. Fra il 1969 e il 1982, sono state circa 500 le vittime del terrorismo. Tra loro, oltre 100 appartenevano alle Forze dell’ordine: carabinieri, poliziotti, agenti di polizia penitenziaria, militari. Uomini in divisa chiamati a combattere quella che alcuni hanno definito “guerra civile a bassa intensità”. Anni durante i quali si contano 133 organizzazioni armate, presenti soprattutto al Nord e nel Lazio, con un migliaio di persone coinvolte. Il 60% di loro aveva un’età media tra i 21 e i 30

Foto Zadro Press

anni. Gli attentati rivendicati furono 2.712 (805 nel 1979, 294 nel 1980), mentre quelli senza sigla, attribuibili comunque politicamente, 6.153 (1.045 nel 1979, 430 nel 1980). Accanto a questi si annoverano inoltre diversi tentativi di colpo di stato. Sempre per quanto riguarda

Anni di Piombo

le vittime del terrorismo, le percentuali più alte si registrano nel 1978 (21,9%) – l’anno della strage di Via Fani e dell’uccisione di Aldo Moro ad opera delle Brigate Rosse – e nel 1980 (18,7%). Ecco cosa scrive Giovanni Pellegrino, Presidente fino al 2001 della “Commissione

parlamentare d’inchiesta sul terrorismo in Italia” (siamo l’unica nazione al mondo ad averne avuta una): “La Commissione stragi deve avere il coraggio di dire agli italiani in forma ufficiale che le cose sono andate così: eravamo un Paese dove si è combattuta per molti anni

Il maresciallo Antonio Rubuano

una guerra, a bassa intensità, ma una guerra c’era”. Infine Gianni Alemanno, Sindaco di Roma: “Abbiamo vissuto in una guerra civile strisciante, in un clima di vero e proprio avvelenamento politico (…). Negli anni Settanta non ci furono buoni e cattivi, fu una tragedia per tutti”.


& Venerdì 12 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

attualità viterbese

7

Un articolo uscito sulla stampa cittadina ha suscitato polemiche tra i viterbesi

Area ristoro e svago al Sacrario, pareri contrastanti

“Sta per nascere una Viterbo nuova tra parcheggi, biciclette e ascensori”

di ROBERTO POMI

D

a qualche settimana il centro di Viterbo è diventata location di un mercatino e zona ristoro all’aperto. Nei giorni scorsi, sulla stampa cittadina, è uscito un articolo piuttosto critico soprattutto sul profilo estetico del tutto. Nella giornata di ieri diverse persone ci hanno contattato per “spezzare una lancia” a favore dell’iniziativa. Insomma, almeno a una parte dei viterbesi, sebbene non sia bellissimo il mercatino del centro, con tutti i suoi ingredienti confusi e colorati, piace. Di fatto tra largo Benedetto Croce e la fontanella ai piedi di viale Marconi è nata una vera e propria cittadella. Non sarà bellissima da un punto di vista estetico ma la

Chiusura del centro Marini è concorde G formula funziona. Anche il nostro fotoreporter, Alberto Zadro, è stato “placcato” da alcuni cittadini in piazza del Comune. Li vedete nella foto sot-

to mentre si intrattengono nell’apologia del chiosco di cocomeri. “Un vero e proprio paradiso per trascorrere le serate estive”, ci raccontano.

iulio Marini interviene, in risposta al sondaggio promosso da Tusciaweb, sulla questione “chiusura del centro storico”. Anche il primo cittadino è favorevole a questa trasformazione della città e nell’intervista rilasciata a Peppe Ferlicca racconta le azioni messe in essere da Palazzo dei Priori per arrivare al punto. “E’ un progetto - così Marini - su cui lavoriamo da qualche anno ma che comunque prevede dei passi graduali. Il Comune vuole valorizzare il centro storico e aumentare la qualità della vita di chi ci abita e di chi lo frequenta. Non stiamo, infatti, parlando di una chiusura barbara delle porte della città. Va delimitata ad alcuni settori ed è per questo che prenderemo provvedimenti, tenendo conto delle esigenze di tutti e cercando di convincere, in parte, anche chi è contrario a questa decisione”. Diversi gli interventi �nalizzati alla chiusura del centro. “Parteciperemo a un bando regionale destinato alla riquali�cazione di Valle Faul – ha spiegato il sindaco -. Il progetto è pronto e lo consegneremo entro il 10 ottobre.

Nel caso dovesse andare in porto, il �nanziamento previsto va dai cinque ai sedici milioni di euro. Soldi, messi a disposizione della Comunità europea, che impiegheremo per migliorare la valle, l’ex mattatoio e per realizzare gli ormai famosi ascensori, che dalla valle porteranno al centro. Lavori che dovrebbero concludersi entro il 2015. Cercheremo di ricavare più posti auto, proprio per permettere la chiusura del centro storico. Una soluzione che è possibile, se si tiene conto che al Sacrario ci sono 400 parcheggi e che tra l’interno e l’esterno di Valle Faul se ne

ricavano oltre 1400. Ci sono ipotesi e progetti di parcheggi sotterranei e multipiano anche a via Sant’Antonio, via San Biele e via delle Pietrare. Creando queste strutture, i 4mila posti auto all’interno del centro storico potranno essere completamente riservati ai residenti. Stiamo valutando l’ipotesi del bike sharing, cioè dell’af�tto di biciclette elettriche che permettono di spostarsi con facilità, anche sulle salite più dif�cili. Aspettiamo risposte dal ministero dell’Ambiente, restando sempre in contatto con l’associazione nazionale dei costruttori per l’elaborazione di un progetto pilota”.


2 8

attualitĂ  viterbese interni

Viterbo & & Viterbo Domenica 7 Agosto2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio VenerdĂŹ


& Domenica 7 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

attualitĂ  viterbese

9


litorale viterbese interni

2 10

Viterbo & & Viterbo Venerdì1 12 Agosto2010 2011 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

TARQUINIA - Alcuni commercianti sono stati truffati da tre belle ragazze tra i 20 e i 25 anni

Occhi di gatto in città A

TARQUINIA - Sbloccata la situazione per gli operatori della nettezza urbana

pprofittano della propria bellezza per raggirare ignari commercianti. Sembra ricordare il mitico cartoon “Occhi di gatto” gli episodi capitati ieri mattina a Tarquinia dove tre belle ragazze tra i 20 ed i 25 anni hanno truffato i proprietari di alcuni negozi di cosmetici ed abbigliamento intimo ed estivo. Mentre nel famoso manga tre sorelle mentre di giorno gestivano un bar, di notte si trasformavano in ladre di opere d’arte. Qui, molto più prosaicamente, siamo di fronte a una truffa con soldi falsi. Le ragazze infatti, dopo aver comprato trucchi, rossetti, creme abbronzanti, perizomi e reggiseni pagavano

Operai, oggi gli stipendi “

con banconote false da cento euro. Banconote peraltro di ottima fattura che solo esperti o gli appositi apparecchi elettronici avrebbero potuto smascherare. Ovviamente, non appena resisi conto di essere stati truffati, i commercianti si sono recati al commissariato per denunciare il fatto, anche se ormai delle ragazze, che nel frattempo avevano visto bene di far visita ad altri negozianti, non v’era più traccia. Al momento sono in corso dunque delle indagi-

ni con le forze dell’ordine intente a dare la caccia a tre belle ragazze che difficilmente potrebbero passare inosservate. Ovviamente la speranza è che in questo caso l’esito sia diverso rispetto a quanto accade solitamente nel noto anime giapponese dove le ladre approfittano del fatto che una di loro è fidanzata con il commissario incaricato di dar loro la caccia. In questo caso, ne siamo certi, le ladre in questione non possono servirsi di un vantaggio del genere...

I lavoratori del servizio della nettezza urbana saranno pagati domani (oggi) 12 agosto”. È questa la svolta ottenuta dal sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola nella riunione che si è svolta ieri, con l’assessore delegato Sandro Celli, gli operai e i rappresentanti della società Lanzi, che hanno assicurato la retribuzione immediata della mensilità non corrisposta. “Insieme all’assessore Celli abbiamo ritenuto opportuno convocare un nuovo incontro con le parti interessate, in seguito a quello tenuto con il vice prefetto vicario di Viterbo Francesco Tarricone, che

ringrazio per l’impegno e la disponibilità dimostrati – afferma il primo cittadino – I lavoratori saranno remunerati domani”. Il Comune ha sempre garantito il regolare pagamento del servizio. Il problema ha invece riguardato le aziende Aimeri Ambiente e Lanzi, che costituiscono l’ATI (Associazione Temporanea d’Impresa). “L’Amministrazione è sempre stata vicina ai dipendenti, seguendo con molta attenzione la vicenda – sottolinea l’assessore Celli – Era necessario trovare una soluzione in tempi rapidi, per tutelare i diritti degli operai. Ciò è stato fatto”.

TARQUINIA - Lo spettacolo di Ferragosto sarà dedicato all’importante ricorrenza TARQUINIA - Per la rassegna Teatro sotto le stelle

Fuochi d’artificio per i 150 anni d’Italia Il 14 agosto La Locandiera T

rascinante, coinvolgente e mozzafiato: non ci sono aggettivi migliori per descrivere lo spettacolo dei fuochi di artificio di Ferragosto, che il Comune di Tarquinia dedicherà alla festa dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Dalle ore 23.30, sull’arenile di fronte a piazzale delle Naiadi al Lido, splendide scenografie di luci e colori, con un finale a tinte verdi, bianche e rosse, coloreranno il cielo della notte più attesa dell’estate. L’evento sarà curato dall’azienda Pirotecnica Morsani, prima società italiana a realizzare concerti per fuochi pirotecnici, con prestigiosi ricono-

D

scimenti internazionali. Per venti minuti il lungomare sarà illuminato a

giorno per una serata da ricordare. “ L’ A m m i n i s t r a z i o n e

ha ritenuto opportuno dedicare lo spettacolo pirotecnico di Ferragosto ai 150 anni dell’unità d’Italia. – afferma il sindaco Mauro Mazzola – I fuochi d’artificio sono uno dei momenti più attesi della stagione, con migliaia di persone che affolleranno il Lido per assistere a un evento di grande suggestione”. Il 15 agosto si celebra la festa dell’Assunzione della Vergine Maria. Il termine Ferragosto ha origine dalla locuzione latina Feriae Augusti, festività instituita dall’imperatore Augusto in cui si sospendevano tutte le attività lavorative.

opo il successo del George Dandin, il Marito Scornato, commedia di Moliere, “Teatro sotto le stelle”, rassegna promossa dall’assessorato allo Spettacolo del Comune di Tarquinia in collaborazione con Roma Spettacoli srl, proporrà il 14 agosto La Locandiera, la più nota commedia di Carlo Goldoni. Sul palco del chiostro San Marco, alle ore 21.30, Franco Castellano e Nathalie Caldonazzo saranno i protagonisti di una storia divertente e briosa ambientata in una locanda veneziana della metà del 1700, dove Mirandolina, giovane, bella e scaltra, gestisce la sua attività con l’aiuto di un �dato cameriere, Fabrizio, segretamente innamorato di lei. La donna è corteggiata da tutti i clienti, in particolare, dal Marche-

se di Forlipopoli, un nobile decaduto, e dal Conte d’Alba�orita, un mercante arricchito. A spezzare la quotidianità l’arrivo del Cavaliere di Ripafratta, altezzoso e misogino, l’unico che non sembra cedere al fascino della locandiera. Ma anche il suo cuore capitolerà. Nelle vesti di Mirandolina una bravissima Caldonazzo - che darà vita a una donna libera e indipendente - circondata da attori di grande valore come Castellano, nei panni del Cavaliere di Ripafratta, Toni Fornari e Marco Paparella, per l’adattamento e la regia di Caterina Costantini. Il costo dei biglietti è di 15 euro e sono acquistabili all’Uf�cio Informazioni Turistiche, che si trova alla Barriera San Giusto (0766/849282, email: info@tarquiniaturismo.it).


& Venerdì 12 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

11

MONTALTO - Dopo l’udienza del 10 agosto il Comune presenterà nuove prove. Carai: “il bene resterà a disposizione dei cittadini”

Piazzale del Pescatore, ad ottobre il giudizio di GIOVANNI CORONA

D

opo le tante discussioni sui giornali, per il paese ed in consiglio comunale, la questione della proprietà sul piazzale del Pescatore è arrivata finalmente sui banchi del tribunale. Il 10 agosto infatti, presso il tribunale di Civitavecchia si è svolta la tanto attesa udienza per un’azione di reintegro in possesso, da parte dell’amministrazione

MONTALTO - La Guardia Costiera intensifica i controlli

comunale, proprio del piazzale del Pescatore alla marina di Montalto di Castro. Il giudice ed i legali delle controparti dopo un’esamine della documentazione fornita hanno provveduto ad integrare con le informazioni dei testimoni: sono stati ascoltati infatti il Sindaco della cittadina castrense Salvatore Carai(nella foto), il comandante della polizia locale Adalgiso Ricci, un vigile urbano, il responsabile

Abusivi, piovono denunce N

dell’ufficio tecnico e quello dei lavori pubblici. Al termine dell’udienza il giudice e la controparte erano d’accordo per un giudizio immediato, ma i legali del comune hanno preferito rinviare il giudizio al sette ottobre prossimo, con lo scopo di integrare quanto emerso con nuove prove. Per il Primo Cittadino Carai “il giudizio poteva essere espresso subito perché il fatto è chiaro.

Come ho già detto durante l’ultimo consiglio –continua il Sindaco- il piazzale in questione è pubblico da 50 anni e sono sicuro che lo rimarrà, o tramite accordo tra le parti o mediante esproprio. Il piazzale –conclude Salvatore Carai- era e deve rimanere a disposizione dei cittadini di Montalto perché nessuno ne ha mai reclamato, fatta eccezione per quest’ultimo periodo, la proprietà”.

TARQUINIA - Al Porto Clementino va in scena la commedia del Teatro Popolare

‘I soldi non fanno la felicità’... o quasi V

enerdì 12 agosto, appuntamento con il teatro al PORTO CLEMENTINO FESTIVAL 2011, patrocinato dalla Regione Lazio ed accolto dalla Provincia di Viterbo e dal Comune di Tarquinia. Alle ore 21.30 spettacolo del Teatro Popolare di Tarquinia in “I SOLDI NON FANNO LA FELICITA’”, di e con Annibale Izzo. Trama della commedia: Una situazione economica poco felice porta all’esasperazione la famiglia di don Tonino, dando vita ad un intreccio di situazioni e di litigi tra il capo famiglia, la moglie Concetta e le nuore Teresa e Rosetta. In questo divertente trambusto emerge prepotente la �gura di Pasquale, grande amico di Tonino

e appassionato del totocalcio, che incita il capo famiglia a giocare i pochi spiccioli rimasti; poi subentra anche lo zio, anche lui grande scommettitore che prende in giro Tonino per i suoi fallimenti al gioco. Nel caos generale e con lo sfratto di casa già esecutivo, la �glia Maria, ancora nubile, si innamora del giovane idraulico Giovannino, di famiglia benestante e quindi in grado di risolvere parzialmente i problemi della casa. La notizia eclatante però arriva dalla signora Fefè, zitella e pettegola del palazzo, che con la complicità di Concetta regala la soluzione �nale per tutti i problemi della famiglia. IL TEATRO POPOLARE DI

TARQUINIA - La nostra storia inizia nel lontano 1995, quando al rituale “attori in scena!” del nostro regista il Chiostro San Marco in Tarquinia (VT) sprofonda nel buio e contestualmente le luci della ribalta (si fa per dire: avevamo un po’ di lampade rimediate qua e là) illuminano un palco su cui il “Teatro Popolare di Tarquinia” muoveva i suoi primi passi. Era il 1° di agosto. Quella sera molti avranno pensato a una esperienza estemporanea, una delle tante, che si sarebbe esaurita e conclusa al calar del sipario. Invece, quella commedia, Il Tardocco, di Umberto Serio ne costituiva il prologo, perché la Compagnia ha avuto modo

di farsi conoscere ed apprezzare con un repertorio sempre più ampio, in Toscana come in Umbria e naturalmente nel Lazio. Ha partecipato a rassegne e concorsi riscuotendo sempre unanimi apprezzamenti per il valore intrinseco dei testi rappresentati ancor più valorizzati dalla personalità artistica dei suoi attori che in un contesto scenogra�co ” minimalista ” ( ” teatro povero “) come noi amiamo de�nire il nostro teatro , emerge in tutto il suo spessore. Questo Sito è amatoriale, come amatoriale è il Teatro che cerca di presentare, nella convinzione che il vero spettacolo sia nel cuore di chi lo ama. Quanto al nostro talento, il pubblico sarà il miglior giudice.

ello scorso week-end la Guardia Costiera ha avuto il suo bel da fare. Sono state denunciatye numerose persone per la vendita abusiva di oggetti e per aver lasciato correre liberamente in spiaggia i propri cani senza le dovute precauzioni igieniche. Ora che il weekend è nuovamente arrivato c’è da aspettarsi nuovi controlli a tappeto. Finalmente la lotta all’abusivismo si fa sentire. Sono sempre di più, soprattutto extracomunitari, le persone che fanno della spiaggia il luogo preferito per vendere le loro merci. Si va da oggetti di ogni tipo, contraffatti e non a massaggi, tatuaggi e quant’altro. Un commercio redditizio. Numerosi i potenziali clienti per nulla allarmati dai rischi dei massaggi sotto il sole o di tatuaggi che possono rivelarsi pericolosi per lo sviluppo di allergie. Non curanti per�no

delle più elementari condizioni igieniche e sanitarie. In spiaggia sembra che tutto sia lecito, anche acquistare merci contraffatte. Inutile puntualizzare sulle proteste dei commercianti che spesso si sentono abbandonati dalle istituzioni. Il ‘raid’ della Guardia Costiera durante lo scorso week-end lascia ben sperare per il futuro.


montefiascone interni

2 12

Viterbo & & Viterbo Venerdì1 12 Agosto2010 2011 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

La proposta arriva dal negoziante Massimo Salviani dopo le numerose polemiche sulla chiusura del centro storico

Un bus navetta per eliminare il traffico di MICHELE MARI

Liberiamo �nalmente il centro dalle auto istituendo un bus navetta, non solo per i clienti ma anche per noi commercianti, che colleghi Campo Boario con il centro della città”. È questa l’idea dell’operatore nonché negoziante di Corso Cavour, Massimo Salviani, ormai da anni esperto venditore di articoli di abbigliamento. Salviani, interviene dopo le molte polemiche che sono scaturite dalla chiusura del traf�co di Corso Cavour e piazza Vittorio Emanuele che ha visto anche una divisione degli stessi commercianti, alcuni contrari alla chiusura ed altri favorevoli, e che ha scatenato interventi a catena, pro o contro, degli amministratori. “Per liberare il centro dalle automobili continua Salviani- basterebbe istituire dei bus navetta che colleghino il Campo Boario, o Campo della Fiera, con il centro stesso. I bus navetta dovrebbero essere messi a disposizione soprattutto per noi commercianti. Infatti se noi commercianti, così come i tanti impiegati del comune e

della banche, si potesse avere la possibilità di parcheggiare al Campo della Fiera e poi servirsi dei bus navetta la situazione diventerebbe ottimale e i molti posti auto sarebbero riservati ai clienti. Così facendo istituendo navette dalle 8 del mattino e poi negli orari di apertura dei negozi e degli uf�ci, le centinaia di auto disseminate per il paese sarebbero posteggiate al Campo della Fiera e non creerebbero nessun intralcio alla circolazione ed anche la situazione dei parcheggi sarebbe trasformata. Molti di noi commercianti lasciamo le nostre auto proprio al Corso impedendo così il parcheggio ai nostri clienti”. Salviani continua: “Infatti è impensabile vedere via Belvedere, piazzale Urbano V pieno di auto dei dipendenti del comune. Oltre ad non essere un bello spettacolo per i turisti si risolverebbero molti problemi. Così facendo le vie, da cui si godono panorami stupendi, sarebbero �nalmente lasciate libere al passaggio ed al massimo alla sosta dei clienti e dei turisti”. Per quanto riguarda la chiusura al traf�co del Corso: “La chiusura

del traf�co a piazza Vittorio Emanuele è molto bella per il periodo dell’estate ma per l’inverno va completamente rivista soprattutto perché il clima di Monte�ascone non è assolutamente favorevole per fare passeggiate”. Salviani fa anche delle proposte: “Si potrebbe pensare anche ad istituire a piazzale Mauri un parcheggio a pagamento per i clienti. Sarebbe un’ulteriore possibilità di parcheggio e nello stesso tempo di guadagno per il Comune. Inoltre così facendo i clienti parcheggerebbero a ridosso della via principale”. Continua: “Un’ulteriore quantità di parcheggi potrebbe essere ricavata da piazzale Roma. Togliendo il marciapiede della piazza si ricaverebbero ben 30 posti auto. Inoltre, come era negli anni 90. la piazza diventerebbe anche idonea ad ospitare palchi ben più grandi di quelli installati �no a oggi e divenire quindi una base importante per gli spettacoli”. Per quanto riguarda via Alighieri aggiunge: “L’instaurazione di un senso unico in via Dante Alighieri è ormai divenuta una necessità per tutti: dai cittadini ai commer-

cianti. L’unico nodo da scegliere è vedere per quale senso ma non penso sia questa la dif�coltà”. Inoltre parlando delle �oriere installate alcuni mesi fa da alcuni commercianti di Corso Cavour per

creare un passaggio pedonale tra le auto in transito Salviani conclude: “È una buona iniziativa ma invece dei �ori io avrei messo delle piante di ulivo o di vite, che sono caratteristiche della città, come

ha fatto il mio amico, nonché operatore commerciale Marzetti in via della Croce”. Proposte concrete ma valgono come consigli per l’amministrazione e soprattutto facile da attuare.

Pagati oltre 400 mila euro corrispondenti all’80% delle quote di competenza L’assessore Cacalloro si pronuncia sulla questione batteriosi

Il Comune liquida le Rsa Sul kiwi tocca alla Regione intervenire I

l Comune di Monte�ascone, ha determinato, con uno speci�co atto amministrativo, di liquidare e pagare l’importo di 401mila euro, alle Rsa, corrispondente alla quota di sua competenza dell’80% della Quota relativa alle rette di ricovero in R.S.A. annualità 2008, a carico della Regione Lazio alle varie strutture convenzionate. In particolare si leggono anche i vari importi che verranno versati: a Villa Serena s.r.l. di Monte�ascone euro 110.566,54; alla struttura Padre Luigi Monti di Monte�ascone euro 225.361,83; alla r.s.a. Viterbo s.r.l. di Viterbo euro 8.325,13; a Villa Benedetta di Viterbo euro 9.186,65; a Villa Immacolata di San Martino al Cimino euro 29.810,80; a Villa Rosa diViterbo euro 8.323,83; alla Residenza Cimina di Ronciglione Euro 9.337,88; alla I.d.i. srl di Castiglion Fiorentino (Ar) euro 9.907,35. Il periodo delle

L

quote è relativo al periodo 01.05.2007 al 30.04.2008. Nella determina: “Vista la nota Prot. n. 1686 del 29.01.2009 con cui è stata trasmessa alla Regione Lazio la rendicontazione relativa all’annualità 2008 per il periodo dal 01.01.2008 al 30.04.2008 e per il periodo dal 01.05.al 31.12.2008,

per un importo complessivo riferito alla Quota Comune (fondo sociale) di Euro 519.372,13, de�nitivamente rideterminato a seguito delle modi�che di alcune situazioni reddituali individuali in Euro 513.525,05, così per una quota dell’80% a carico della Regione Lazio di Euro 410.820,01. M.M.)

’assessore all’agricoltura Giorgio Cacalloro interviene sulla questione del batterio dei kiwi segnalata, nell’ultimo consiglio comunale, dal consigliere d’opposizione Massimo Paolini. “Come riferito nella sala comunale al consigliere Paolini -esordisce l’assessore- la questione è di sola ed esclusiva competenza regionale. Infatti i richiedenti di contributi per i danni dovranno fare domanda ai patronati che poi la gireranno direttamente alla Regione Lazio. Il Comune in questo senso non può entrarci e non può fare nulla nel senso pratico. Inoltre mi sono subito attivato per cercare di avere informazioni dalla segreteria del presidente della commissione agricoltura della Regione Lazio”.

“Voglio aggiungere -continua Cacalloro- che a Monte�ascone il problema del batterio dei kiwi è molto limitato dato che sono stati colpiti soprattutto i kiwi

gialli e non quelli verde più comuni. Il kiwi giallo è una nuova coltura e non è molto presente in zona”. (M.M.)

MF80 propone il tradizionale menù del venerdì

Al Cantinone specialità di pesce S

pecialità di pesce a “Il Cantinone”. Per questa sera il circolo MF80 ha predisposto un menu esclusivamente a base di pesce come è ormai consuetudine per i venerdì. Ecco il menu offerto: cannellini alla polpa di granchio, scialatielli alla crema di scampi, moscardini in umido, calamari ripieni in bianco, funghi trifolati e peschette alle creme. In�ne nell’ultima serata di sabato saranno serviti “bombardieri” in salsa verde, tajatelle alla puttanesca, stinco di maiale al forno, trippa alla romana, misticanza e zuppa inglese. Come ogni sera inoltre

patatine fritte a volontà, vino Est!Est!!Est!!! e acqua minerale. Per ulteriori informazioni e per prenotazioni è possibile contattare i seguenti numeri telefoni-

ci: 349-3963514 “Cantinone”, 0761-832060 “uf�cio turistico comunale” e 0761-826266 “Alimentari Bacchiarri Ines”. (M.M.)


& GiovedĂŹ 11 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

montefiascone

13


14

comprensorio Speciale 53^FIERA DEL VINO

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 11 Agosto 2011

a cura di Studio1

���������������������� ��������������� A d Agosto si tiene la Fiera del Vino con l’esposizione dei prodotti di tutti i comuni limitrofi e del famoso vino D.O.C. di Montefiascone: l’Est! Est!! Est!!!.

In occasione della Fiera del Vino (pregiato prodotto locale) numerose cantine nel centro storico offrono degustazioni del pregiato nettare. Manifestazioni e spettacoli fanno di contorno durante tutto il periodo. Particolare è la sfilata del Corteo Storico nella quale oltre 250 figuranti sfilano con costumi del 1100 a rievocare l’arrivo a Montefiascone del barone Defuk.

La fiera, oltre all’esposizione di vini, prevede un imponente corteo in costume. Alla luce delle fiaccole, oltre 100 figuranti attraversano il centro storico fino alla basilica di San Flaviano, dove è conservata la pietra tombale del leggendario abate. Per tutta la durata della festa sono previsti spettacoli musicali e folcloristici, esposizioni gastronomiche e una mostra di antiquariato. Inoltre, nelle sere del fine settimana le cantine della città aprono le porte a turisti e visitatori per accompagnarli in un viaggio enogastronomico alla scoperta dei sapori di Montefiascone.


Speciale 53^FIERA DEL VINO

����������� U

n giorno d’estate dell’anno del Signore 1111. EST; mentre tracciava con la calce bianca sulle porte della città quelle lettere, il Servo Martino aveva ancora in bocca il sapore del frizzante moscatello che il villano gli aveva offerto nel fresco della sua cantina. Pensava al suo padrone, il vescovo Johannes Defuk che tra poco lo avrebbe raggiunto dopo avergli dato l’incarico di indicare con un EST la città dove avesse trovato vino buono. Erano partiti dalla baviera con una scorta di buona birra, ma il vino è un’altra cosa, pensava Martino, e quello di Montefiascone era eccezionale! Non bastava un EST e nemmeno due ad indicarne la bontà e così tracciò altri due EST accanto a quello già scritto. Sedette all’ombra del leccio che sovrastava la porta della città quando avvertì un lontano rullìo di tamburi che annunciava l’arrivo dell’Imperatore Enrico V, diretto a Roma per essere incoronato dal Papa Pasquale II. Al suo seguito nobili, ecclesiastici, cavalieri accompagnati dalle loro dame e dai loro servitori. Era stato un viaggio lungo e faticoso ma la città eterna era ormai vicina e quel vino così buono era senz’altro il miglior viatico per la giornata solenne del-

l’incoronazione. Vide avanzare il suo padrone sulla mula bianca e gli andò incontro facendogli un complice cenno di intesa; il corteo si arrestò sull’ampio ed ombroso giardino davanti alla porta principale della città e, mentre i servitori montavano le tende per la notte, Defuk vide la scritta di Martino ed un gran sorriso illuminò il suo volto incorniciato da una ispida barba rossastra; insieme al fedele servitore visitò le innumerevoli cantine che si aprivano sulla via principale della città; bevve il vino che gli veniva offerto e ad ogni sosta e ad ogni bevuta pensava

che la scritta di martino non poteva essere più appropriata. La notte dormì saporitamente e l’indomani, quando il corteo imperiale riprese il cammino pensò bene di non lasciare quel luogo di delizie; avrebbe aspettato il ritorno del suo imperatore per tornare insieme in Baviera; ma quando, dopo qualche mese il corteo imperiale, tornando da Roma, fece sosta a Montefiascone, Defuk aveva definitivamente rinunciato alla fredda Baviera ed alla sua birra per il dolce clima della Tuscia e per il prelibato vino di Montefiascone. Furono due anni indimenticabili, costellati da bevute interminabili, troppo interminabili!!! Una mattina di Ottobre, mentre una lunga fila di asini con i suoi basti i bigonci ricolmi di uva appena raccolta, risaliva l’irto pendio di Valle Perlata, Defuk si addormentò per sempre lasciando le sue sostanze agli abitanti di quella città che l’aveva ospitato tanto generosamente. Riposa nella splendida Basilica di San Flaviano, sulla via Francigena, omaggiato ancora oggi dalla gratitudine della città che anche alla sua storia? leggenda? deve la sua fama..

a cura di Studio1


comprensorio

16

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 12 Agosto 2011

ACQUAPENDENTE - Al via la manifestazione più attesa della stagione estiva che proseguirà fino a domenica 21 agosto

Parte il Viaggio nella Civiltà Contadina D

a giovedì 18 a domenica 21 agosto Acquapendente ospiterà la manifestazione più attesa della stagione estiva: il “Viaggio nella Civiltà Contadina ed Artigiana”. Giunta alla quattordicesima edizione. Il nuovo assessore comunale al turismo, Alessandra Terrosi, è impegnata da tempo per questa manifestazione che vedrà la collaborazione organizzativa con la Riserva Naturale di Monte Rufeno, la Provincia di Viterbo, la Regione Lazio, il Centro Commerciale Naturale, Il Barbarossa, varie associazioni, ristoratori locali, commercianti ed i gruppi dei Pugnaloni. Nell’ambito di un programma uf�ciale che verrà presentato la prossima settimana con depliants facilmente consultabili, e con alcuni “punti fermi di eccellenza” già affermati nelle scorse edizioni. All’interno di un centro storico che sarà animato da mercatini dell’artigianato, riproduzioni di momenti della vita contadina, esposizione di attrezzi agricoli, da mostre e convegni, dal trenino per i più piccoli e da spettacoli musicali. Non mancheranno come protagonisti i ristoratori che ogni sera, a partire dalle ore 19.00,

ACQUAPENDENTE - Un evento all’ottava edizione

Ad agosto fioriscono le iniziative del Museo C faranno assaporare i vari menu preparati con i prodotti tipici del territorio ricercando per alcuni piatti, le antiche ricette. Presso la Biblioteca Comunale sarà possibile visitare la n mostra “Ricordi in rosa: Acquapendente negli anni del miracolo economico (1955-1966) curata con la consueta capacità dal bibliotecario Marcello Rossi e da uno staff di collaboratori tra i quali emergono per intuizioni ed idee Giovanni Riccini e Giuseppe Brenci. Presso il Museo della Città nella giornata di giovedì prossimo alle ore 17.30

si svolgerà la Conferenza “Bon pane, bon vino e mala gente” : osterie, bettole e locande ad Acquapendente e nella Tuscia prima dell’Unità d’Italia”. Sempre nello stesso “contenitore culturale”, sabato 20 alle ore 17.00 Conferenza “Donna Olimpia Maidalchini Pamphilij e la distruzione di Castro: due tesi a confronto”. Al consueto appuntamento con l’edizione 2011 dei ‘Maestri del Fare’, farà da corollario il programma del Museo Naturalistico del Fiore che durante questa quattro giorni presenterà “Il Museo

per creare : le piante nella tradizione” in orario 16.0018.00” ed i numerosi pacchetti offerta di cui tutti già potranno venire a conoscenza durante le quotidiane “navigazioni in internet” ww.museodel�ore.it e info@museodel�ore.it. Tutto quanto riguarda comunicazione ed informazione evento verterà attorno all’Uf�cio Turistico del Comune di Acquapendente (Responsabile Sergio Pieri “Mek”- 0763-7309206) che potrà aggiornare i visitatori sulle cosiddette “chicche dell’ultimo momento”.

on l’evento “Il Museo per creare: le in�orate del Lazio” in programma �no a domenica 14, il Museo Naturalistico del Fiore e la Cooperativa Ape Regina si apprestano ad “intarsiare un nuovo tassello di qualità nel puzzle” “Ad Agosto un �orire di iniziative”, giunto all’ottava Edizione. Tre giornate all’insegna del relax consentiranno a tutti colori che sono affascinati dalla natura di approfondire il laboratorio creativo “Le in�orate del Lazio”. Una sorta di percorso anche multimediale per permettere a tutti di scoprire la paziente arte di scegliere e preparare i petali dei �ori che riescono a fornire sfumature e colori necessari ai decoratori.

Che li trasformano in capolavori naturali. Contattare il numero verde 800.411834 �no a domenica prossima, vorrà anche dire prenotarsi per una iniziativa che mette a disposizione anche un servizio navetta gratuito dalle strutture ricettive al Museo stesso.

FARNESE - Un convegno sul tema organizzato all’Oratorio Madonna delle Grazie

Focus sulle difficoltà della pastorizia “

Le dif�coltà della produzione ovina in un mercato atipico”. Sarà questo il tema del Convegno che si terrà a Farnese, in provincia di Viterbo, sabato 27 agosto, presso l’Oratorio Madonna delle Grazie. Lo scopo dell’incontro sarà quello di discutere in generale di agricoltura e di pastorizia e in modo particolare di affrontare una delle questioni attualmente più scottanti per i pastori e cioè il prezzo del latte di pecora, a livelli oggi insostenibili tanto da indurre molti allevatori a pensare

GROTTE DI CASTRO - Un evento organizzato dall’associazione Fabula

seriamente di abbandonare l’attività, se non interverranno strategie diverse da quelle attualmente praticate. Il Convegno si avvarrà di una relazione introduttiva af�data al Prof. Bruno Ronchi, Preside della Facoltà di Agraria dell’Università della Tuscia e degli interventi di Alessandro Salvatori, Presidente CIA Regione Lazio, Aldo Mattia, Direttore Regionale della Coldiretti Lazio e di Paolo Biasucci, Responsabile regionale del settore ovicaprino di Confagricoltura. Hanno altresì, assicurato il

loro presenza Angela Birindelli, Assessore alle Politiche Agricole della Regione Lazio, e Francesco Battistoni, Presidente della Commissione Agricoltura della Regione Lazio. Porteranno il loro saluto il Presidente della Provincia di Viterbo, Marcello Meroi, il Presidente della Camera di Commercio di Viterbo, Ferindo Palombella, e il Sindaco di Farnese, Alessandro Santi. Il Convegno si terrà nell’ambito della IV “Sagra della Pastorizia” che si svolgerà dal 25 al 28 agosto e che �n dalla sua prima edizione,

oltre all’aspetto folcloristico, ha cercato, grazie anche alla determinazione degli organizzatori, di valorizzare la pastorizia non solo come attività in sé, ma anche come risorsa del territorio, come avviene in altri paesi europei (Spagna innanzitutto), tanto da diventare offerta turistica. Pochi, infatti si rendono conto dell’immenso patrimonio di saperi, sapori e culture che possono offrire le zone tradizionalmente legate alla pastorizia e del rischio che politiche perverse possono in un sol colpo cancellare.

FARNESE - Una raccolta di scatti sugli anni del miracolo economico

‘Il mitilo noto’, la cozza è protagonista In mostra i ‘Ricordi in rosa’ S

erata Goliardica a Grotte di Castro, con protagonista la cozza. Il famoso mitilo, infatti è alla base di una kermesse organizzata dall’associazione FABULA o.n.l.u.s. che da tempo si occupa nel viterbese di arte e cultura, in particolar modo cerca, come anche in questo caso, di coniugare la satira alla bene�cenza portando il mix di spettacolo, a divenire un connubio vincente. L’evento, che si svolgerà presso l’azienda agricola Pacchiarotti Antonella in via Roma 14, già dal titolo, esprime tutta la sua ilarità: IL MITILO NOTO. La manifestazione che avrà inizio dalle ore 21:30, prevede la degustazione a scopo bene�co del famoso mitilo (normalmente si sente dire mitile, ma sarebbe solo una dicitura errata, anche se usata a malincuore, per enunciare la

cozza). Le prelibatezze, comunque, preparate con passione e sapienza da uno degli sponsor: La locanda di Roberto, compagine “grottana” come anche art&style, Caffetteria Veneto e Ferramenta Vigorito, (che hanno reso possibile lo svolgersi del tutto) sono protagoniste del leitmotive dell’avvenimento, citando uno stralcio di testo recitato: “DA COZZA NASCE COZZA” . Infatti ad accompagnare il divertimento, ivi sarà una performance che avrà come protagonista Pietro Benedetti, il bravissimo attore, proporrà testi goliardici di vari autori, tutti esclusivamente attinenti al mitile. A conclusione, un asta bene�ca di un quadro dal titolo “Il Giovane e il Mare”, l’autore è Michelangelo…(per scoprire chi o quale, bisognerà per forza

di cose esser presenti)…L’intero ricavato della serata, sarà devoluto per cercare di dare un signi�cativo aiuto all’emergenza siccità che devasta il Corno d’Africa: tre paesi infatti, in Africa Orientale sono oggi colpiti dalla peggiore siccità registrata negli ultimi 60 anni. L’ Etiopia, la Somalia, il Kenya si trovano, purtroppo, a fronteggiare una crisi che riguarda 12.4 milioni di persone. Sabato 13 Agosto è quindi il giorno in cui passare una serata di spensieratezza ed aiuto. L’associazione FABULA o.n.l.u.s. volenterosamente invita, tutti ad una serata, mai sperimentata prima, ma di sicuro impatto informale. Nel satirico modo di vedere il tutto, potremmo concretizzare un motto che sarcasticamente enuncia: UNA COZZA PER LA VITA!

M

ercoledì 17 agosto, alle ore 18.00 presso la Biblioteca Comunale di Acquapendente, si terrà l’inaugurazione della mostra fotogra�ca “Ricordi in rosa – Acquapendente negli anni del miracolo economico (1955-66)”. Si tratta della quarta mostra della serie “...in colore”, dopo il seppia per le foto del primo novecento, il nero per il ventennio fascista, il rosso per il periodo sanguinoso della guerra e le bandiere che ad Acquapendente sventolarono nelle imponenti manifestazioni del dopoguerra. “Arrivati al 1955 – dichiara Marcello Rossi, Direttore della Biblioteca e curatore del catalogo della mostra – permangono certo alcuni caratteri del passato ma l’ansia di rinnovamento domina su tutto, se

le foto sono ancora in bianco e nero, i pensieri sono a colori e non più i colori sbiaditi dell’Italia povera che girava e rigirava il vecchio cappotto ma quelli vivi dei prodotti di

plastica, delle automobili, della pubblicità. Questi ricordi, che ormai sono anche i nostri, sono di tutti i colori ma abbiamo in�ne deciso per il rosa, perché allora, al contrario di oggi, il futuro appariva roseo e soprattutto perché nelle foto

e nelle attività lavorative sono ormai presenti molte donne, alcune di loro guidano la moto e la macchina, escono di casa e vanno a lavorare in città: insomma si colgono le avvisaglie della stagione del femminismo che ad Acquapendente non raggiungerà mai gli eccessi delle città ma cambierà profondamente mentalità e rapporti uomo-donna, come sarà ben più evidente nelle generazioni successive, quando anche le donne porteranno i pantaloni e anche i padri cambieranno i pannolini al bebè e guideranno passeggini e carrozzine”. All’inaugurazione saranno presenti il Sindaco di Acquapendente Alberto Bambini e l’Assessore alla Cultura Alessandra Terrosi; la mostra resterà aperta �no al 30 settembre.


& Venerdì 12 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio

17

VETRALLA - Toni accesi in aula consiliare. E’ scontro su Talete e soprattutto sulla questione scuole dove si registrano ulteriori ritardi

In Consiglio è muro contro muro di EMANUELE FARAGLIA

C

’è un clima sereno poco prima dell’inizio della seduta consiliare: il sindaco scherza sul malfunzionamento del microfono: “Mi aveva detto che ci pensava Gidari, invece mi sa che m’ha sabotato...”. Sarà l’unico momento di relax. Subito dopo infatti la minoranza chiede per bocca dello stesso Gidari l’inversione dei punti all’ordine del giorno, visto che i tre argomenti sui quali era stato richiesto il consilgio comunale aperto (bollette, tariffa Tarsu e scuole) sono finiti in fondo alla fila. La proposta viene bocciata dalla maggioranza e così i consiglieri d’opposizione lasciano l’aula per protesta. Il muro contro muro prosegue anche dopo visto che la giunta rigetta pure la richiesta presentata dalla minoranza di fornire la documentazione relativa alle commissioni due giorni prima delle commissioni stesse e non uno come avviene attualmente. Dopodiché si passa alla discussione dei punti all’ordine del giorno: innanzitutto vengono approvata delle indagini diagnostiche relativamente alla fondazione delle scuole materne, stessa sorte tocca alla conferma della delibera del 2007 sulla richiesta alla Comunità Europea dei fondi necessari alla costruzione di una variante alla Cassia per poter bypassare il centro abitato evitando così i noti problemi di inquinamento acustico ed atmosferico. “Questo è solo un atto preliminare - ha specificato l’assessore all’Urbanistica Maurizio Sensi - per la difesa della salute pubblica e lo sviluppo sostenibile del nostro Comune. E’ un peccato che per un problema formale l’opposizione non partecipi alla discussione di un problema sostanziale. Votato all’unanimità anche questo punto

i consiglieri di minoranza rientrano al loro posto e si inizia a dibattere sulla questione bollette e potabilità dell’acqua. Il primo a parlare è il consigliere di Passione Civile Franco Coppari che chiede al sindaco quali provvedimenti intenda prendere nei confronti della presenza d’arsenico nell’acqua stante l’incongruità delle misure intraprese da Talete: “Le fontanelle funzionano a scartamento ridotto, le domande che i cittadini rivolgono a Talete non trovano risposte accettabili, infine vorrei sapere se il Comune vuole prendere parte attiva come ha fatto ad esempio il sindaco di Tarquinia Mazzola (che ha denunciato Talete) oppure no. Il Comune non può defilarsi”. Postiglioni di “Progetto Vetralla” ha invece chiesto cosa sia stato deciso durante la conferenza dei sindaci, mentre Gidari ha posto l’attenzione sulla possibilità di ridurre la tariffa vista la non potabilità dell’acqua e sul problema del pagamento della depurazione delle acque nere da parte di circa 4mila cittadini che però non ricevono tale servizio. Al primo quesito ha risposto il sindaco che ha ricordato come la situazione sia costantemente monitorata e che la salute della popolazione non è

a rischio: “Inoltre Mazzola ha una posizione diversa semplicemente perché Tarquinia non è in Talete nonostante gli obblighi di legge”. Subito dopo l’assessore al Patrimonio Bacocco ha aggiunto che Tarquinia ha una tariffa più alta perché si trova in Ato, inoltre alla conferenza dei sindaci questi si sono opposti all’aumento della tariffa. Entro il 15 settembre la Regione dovrà finanziare i tre milioni di euro per i dearsenificatori, mentre entro il 30 tutti i Comuni dovranno entrare in Talete pena il commissariamento. Lo stesso Bacocco ha poi chiarito che per evitare fenomeni come l’evasione e l’elusione verrà effettuato un ulteriore monitoraggio dei contatori. Infine è stato chiarito che chi non riceve il servizio di depurazione delle acque reflue non dovrà pagare la somma relativa a tale voce. Sull’aumento della tariffa Tarsu l’assessore Bacocco ha ribadito che il Comune ha seguito la strada del ricorso al Tar come la Provincia e gli altri Comuni: in particolare il ricorso degli avvocati Brugnoletti si fonda sul fatto che le modifiche della tariffa spettano alla giunta regionale e non al direttore di un dipartimento, ed inoltre si ravvisano carenza d’istruttoria e violazione di vari

articoli tra cui il numero 47 della Costituzione. Il dibattito ha subito un ulteriore innalzamento dei toni, in ogni caso, sulla questione ritenuta più scottante, ovvero la situazione della scuola elementare di Vetralla. Per motivi di spazio sintetizzeremo le diverse posizioni per poi tornare a parlarne nei prossimi giorni su queste stesse colonne. Sulla questione è intervenuto per primo Alessandro Stefanoni, il presidente del comitato “Insieme per la scuola” che riunisce numerosi genitori: “Non entro nel merito del dibattito politico. Noi non vogliamo l’orario pomeridiano, preferiamo la soluzione interna al territorio comunale. A questo proposito alcuni genitori passerebbero sopra anche su alcune regole di sicurezza come scale troppo ripide o cose del genere. Invitiamo l’opposizione ad avere un ruolo costruttivo affinché venga trovata una soluzione nel più breve lasso di tempo possibile”. Dopo aver notato l’assenza del sindaco - che aveva un appuntamento con alcuni rappresentanti dell’Astral - la minoranza ha quindi proposto di redigere un documento con la scelta di una soluzione prioritaria tra le tre a disposizione (doppio turno, soluzione interna, soluzione Canonica-Monte Romano), cosa alla quale la maggioranza si è opposta non essendo possibile al momento garantire la disponibilità di 13 aule sul territorio comunale.“Al momento sono undici le aule agibili - ha spiegato l’assessore De Rinaldis martedì vi comunicheremo ulteriori novità visto che sono al vaglio altre soluzioni”. Al dibattito ha preso parte anche Federica De Benedetti in rappresentanza del direttore didaticco che ha ricordato come la scelta dei luoghi ove svolgere lezione spetti all’amministrazione e non al circolo didattico.

VETRALLA - Singolare protesta al termine del consiglio

E l’opposizione occupa l’aula

Noi sottoscritti Consiglieri comunali abbiamo deciso di occupare paci�camente la Sala consiliare del comune di Vetralla per la prima volta e, ci auguriamo, l’ultima. Il motivo alla base di questa iniziativa di protesta è dare un segnale forte all’amministrazione Aquilani riguardo il funzionamento democratico dell’Istituzione comunale, il rispetto dei regolamenti e del TUEL, rispetto �no ad ora regolarmente disatteso; questo ci ha impedito di espletare il nostro ruolo di Consiglieri comunali in modo compiuto. L’ultimo episodio in ordine cronologico riguarda l’inversione dell’O.d.G. del consiglio odierno, che è stato redatto disattendendo quanto era stato concordato durante la conferenza dei capigruppo; inoltre ci sembra di ravvisare nella gestione del

Consiglio comunale da parte del Presidente un venir meno al suo ruolo di garante super partes. A questo si aggiunge la costante mancanza degli atti necessari ad un corretto svolgimento delle Commissioni consiliari; l’ultimo caso è quello della discussione sulla variante della Cassia, la cui documentazione non era agli atti nemmeno durante il Consiglio odierno. Ci auguriamo che questa protesta sia utile af�nché la maggioranza abbia in futuro quel rispetto delle regole che �nora non ha avuto”. Gruppo Progetto Vetralla (Giovanni Gidari e Carlo Postiglioni) Gruppo Passione Civile (Franco Coppari e Sandro Costantini) Gruppo Vetralla Bene Comune (Giulio Ferrara)

TUSCANIA- Al centro visite della Riserva per scoprire i singolari mammiferi TUSCANIA - Questa sera il ‘Magnificat’ di Alda Merini con l’attrice Tiziana Bagatella

‘Bat-Night’, la notte dei pipistrelli A Torre di Lavello recital di Poesia Q Q uesta sera il centro visite della Riserva Naturale di Tuscania, in via Nazario Sauro, si trasformerà in un presidio per la tutela dei...pipistrelli. Proprio così, si chiama ‘Tuscania Bat-Night, l’evento organizzato dalla Riserva Regionale per far conoscere animali tanto sconosciuti quanto fondamentali per l’equilibrio ecosistemico. Sono mammiferi antichissimi: allattano i loro piccoli e la loro cute è ricoperta di pelo; anziché camminare e correre, volano, grazie a una speciale modi�cazione di mano e braccio trasformati in ala. Hanno occhi piccoli e vista limitata, il loro udito invece è molto sviluppato. Mentre volano emettono

degli ultrasuoni che, rimbalzando contro gli oggetti che incontrano, provocano un’eco permettendo loro così di individuare gli ostacoli. Molte specie di pipistrello (soprattutto del gruppo dei microchirotteri) si nutrono di insetti, ma ne esistono altre (i megachirotteri) che mangiano polline, nettare, frutta; altre ancora, roditori, pesci, rane ed, in�ne, si conoscono tre specie di pipistrelli limitate al Centro e al Sud America, che, dopo aver provocato piccole ferite ad animali domestici, ne leccano il sangue che fuoriesce. Da qui l’associazione con le tante leggende legate ai vampiri che hanno contribuito a tessere un alone di mistero attorno alla loro �gura. I pipistrelli italiani predano insetti, eliminando, così, tanti insetti nocivi all’uomo. Un singolo pipistrello, ad esempio, può in una

sola notte mangiare �no a 3000 zanzare. Sono sempre più numerosi i cittadini che invece di ricorrere a zampironi ed altri ritrovati chimici preferiscono ricorrere, nella lotta alle zanzare, alle più naturali batr-box: casette dove i pipistrelli possono trovare alloggio di giorno e dalle quali partire per dar caccia agli scomodi insetti la notte. La serata inizierà alle ore 20,30 con il saluto delle autorità, a seguire la conferenza‘L’affascinante mondo dei pipistrelli. Perchè proteggerli.’ Alle ore 22,00 il Dott. Voncenzo Ferri del Centro Studi Arcadia accompagnerà gli ospiti alla ricerca dei singolari mammiferi con l’aiuto del bat- detector. Insomma una serata che si preannuncia unica, sia per l’argomento trattato sia perchè inaugura di fatto le attività del Centro Visite delle Riserva Naturale Regionale di Tuscania. (V.S.)

uesta sera a Tuscania va in scena all’an�teatro del Parco Torre di Lavello “Magni�cat” di Alda Merini, con e a cura dell’attrice Tiziana Bagatella (nella foto). Tiziana Bagatella ha lavorato in teatro come protagonista in lavori di Fo, Zanetti, Micol, Bolognini, Squarzina, Fabbri, De Simone. Ha collaborato con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nell’allestimento di “Lady Macbeth nel distretto di Mcensk” di Sostakovic, con la direzione di M. Rostropovic. Nel cinema ha lavorato con Zef�relli, Giraldi, Di Francisca, Cesena. Di recente ha girato per RaiUno lo sceneggiato “C’era una volta la città dei matti” sulla �gura dello psichiatra Franco Basaglia, con Fabrizio Gifuni e Vittoria Puccini, per la regia di Marco Turco. Attualmente è impegnata nel “Commissario Rex” e nel �lm su Pier Paolo Pasolini, “La verità nascosta”. Alda Merini, una delle voci più potenti e proli�che della poesia contemporanea, ha fuso vita e arte in un’unica forma inscindibile. “Magni�cat. Un incontro con Maria”, uscito nel 2002, evoca la Vergine

Madre indagandone soprattutto l’aspetto più umano e femminile; nel settembre dello stesso anno, è valso all’autrice il Premio Dessì per la Poesia. Il recital di poesia si avvale dell’accompagnamento musicale di Giovanna Di Corpo (�auti dritti e traversi) e Luigi Polsini (viola da gamba, viella, liuto medievale) che interpreteranno cantiche medievali, carol inglesi, il laudario di Cortona, sonate di Bach ed Haendel. L’appuntamento si svolge nell’ambito della rassegna “CI MANDA PETRARCA E…ANCHE ORSON WEL-

LES”, che prosegue �no al 15 agosto. Parallelamente alla rassegna, alcuni importanti artisti che vivono e operano a Tuscania, quest’anno presenti alla Biennale di Venezia nel Padiglione Italia, aprono i loro Atelier per un aperitivo alle ore 19: Bonaria Manca prevista per questa sera (“Non sapevo di avere dentro tutti questi colori!”, via della Cartiera), Antonio B. Fraddosio il 14 agosto (“Sentire la materia”, via Verdi 21) e Alessandro Kokocinski il 15 agosto (“Un percorso di simboli”, via del Pozzo Bianco 9).


comprensorio

18

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 12 Agosto 2011

ORTE - Il Pd ha promosso una raccolta firme a tutela della vivibilità in località Caldare

Consegnata la petizione popolare R

iceviamo e pubblichiamo dal Pd di Orte: “Il 10 agosto abbiamo consegnato al Signor Sindaco e per conoscenza agli Assessori e Consiglieri Comunali le 160 �rme raccolte a sostegno della petizione popolare con la quale i cittadini invitano l’Amministrazione Comunale a perorare presso la Provincia la veri�ca di fattibilità e successiva realizzazione di un tratto stradale che eviti al traf�co urbano (in specie da e per Caldare) il transito della nuova rotatoria in costruzione presso il casello autostradale di Orte. La petizione è scaturita su iniziative dal PD locale, nell’ambito dell’incontro pubblico (PD ASCOLTA) del 15 luglio effettuato presso la località di Caldare, durante il quale è emerso tale problematica, particolarmente avvertita come testimoniato dalla quantità di �rme raccolte. Segue testo integrale della petizione. Petizione popolare per la veri�ca di fattibitilita’ e successiva realizzazione di un tratto stradale che eviti ai cittadini in uscita/entrata da/

per Caldare il transito della rotatoria prevista presso il casello autostradale di Orte I sottoscrittori cittadini, su iniziativa del Partito Democratico Circolo di Orte, Premesso che › Il progetto esecutivo per la realizzazione della rotatoria presso il casello autostradale di Orte, di cui i relativi lavori risultano essere già avviati, obbliga di fatto tutti coloro in uscita/in entrata dalla località Caldare a percorrere la rotatoria suindicata, non essendo previsto altro percorso alternativo che ne eviti il transito; › la �nalità prioritaria della rotatoria è quella di ottimizzare l’ingente traf�co generato dal casello autostradale, e che l’immissione del traf�co urbano di Orte, in assenza di un percorso alternativo, rischierebbe di ridurre l’ef�cacia dell’intervento e del relativo investimento; › una situazione simile penalizzerebbe oltremodo i cittadini di Orte, rendendo più gravoso il percorso tra Caldare e il resto del Comune di Orte e viceversa, conside-

rando i presumibili tempi di percorrenza della rotatoria dato l’elevato �usso di veicoli esistente, soprattutto nei momenti di maggior traf�co; › in caso di impiego di mezzi diversi dalla autovettura, modalità peraltro frequente tra gli abitanti locali (ad esempio trattori, ape, motorini), la percorrenza della rotatoria risulterebbe dif�coltosa in ragione anche della presenza rilevante di mezzi pesanti; › l’Amministrazione Comunale di Orte, nel quadro delle competenze previste in materia di viabilità che vedono coinvolti anche altri attori istituzionali (vedi in questo caso la Provincia) e in virtù della presumibile conoscenza diretta delle problematiche locali, dovrebbe svolgere una funzione di supporto agli Organi competenti, al �ne di fornire gli elementi utili per assicurare alla intera comunità le migliori condizioni di vivibilità e di Qualità della Vita in generale derivanti dagli interventi posti in essere; quanto sopra premesso e considerato, si richiede

al Signor Sindaco del Comune di Orte, Dino Primieri, alla Giunta ed al Consiglio Comunale, secondo le rispettive competenze, di perorare la questione presso gli Organi competenti della Provincia, in modo da veri�care la fattibilità e la successiva realizzazione di un breve tratto stradale che consenta ai cittadini in uscita/

entrata da/per Caldare di evitare il transito della rotatoria. Tale soluzione consentirebbe un miglioramento della vivibilità degli abitanti dell’intero Comune di Orte, sia di Caldare che delle altre località, vivibilità che viceversa risulterebbe di gran lunga peggiorata in assenza della soluzione proposta per effetto delle dif�coltà

indicate in sede di premessa. A margine, si segnala che il Partito Democratico Circolo di Orte, oltre a consegnare al Signor Sindaco le �rme apposte, rivolgerà - tramite i propri consiglieri comunali - una interrogazione al Consiglio Comunale avente come oggetto l’argomento della presente petizione.

NEPI - Un appuntamento all’interno della Stagione Borgiana CIVITA CASTELLANA- Ora sono definitivi

Torna l’attesa ‘Serata a 5 Stelle’ Dazi ceramiche La Rocca dei Borgia farà da magni�ca cornice ad un evento molto atteso che puntualmente torna alla “Stagione Borgiana”: la “Serata a 5 Stelle – La Notte di San Lorenzo - IV edizione”. Stasera alle 21.30 l’appuntamento è nel suggestivo castello, un tempo dimora della bella Lucrezia Borgia, alla quale nel 1499 venne af�dato il Ducato di Nepi dal papa Alessandro VI, Rodrigo Borgia. Tutti con gli occhi puntati verso il cielo, alla ricerca delle stelle cadenti con professionisti del settore. Infatti l’evento è organizzato nell’ambito della “Stagione Borgiana” in collaborazione con l’associazione Romana Astro�li, l’Associazione Antiquaviva e il ristorante Casa

il plauso di Bianchini

Tuscia. L’ingresso è libero. La programmazione della grande kermesse culturale nepesina riprenderà il 18 agosto con la rassegna di teatro brillante amatoriale “I Sipari di Lucrezia”. Sul palcoscenico salirà la compagnia teatrale “FAVL” di Viterbo che porterà in scena la commedia di Eduardo de Filippo “Chi è cchiù felice ‘e me”. La regia è di Pina Luongo. Dopo il concerto di martedì scorso con il gruppo degli “S’Mell” e Miss Soul, la musica farà tappa in via Garibaldi venerdì 19 agosto con le zingarate della “Piccola Orchestra Mysticanza”. Il 20 agosto in piazza del Comune si svolgerà lo spettacolo di �amenco “De Vez en cuando”. Per informazioni: www.stagioneborgiana.it.

CIVITA CASTELLANA - Installati alcuni fari che illuminano la forra antistante

‘Nuova luce’ su via del Rivellino A

ncora più suggestiva si fa la passeggiata di via del Rivellino, a ridosso del Forte Sangallo di Civita Castellana. Da pochi giorni infatti l’amministrazione comunale ha fatto installare alcuni fari

che illuminano la forra antistante, consentendo lasuggestiva visione panoramica notturna. Le luci sono state apposte contestualmente alla realizzazione dell’impianto di videosorveglianza dei giardini

Baden Powell e rimangono accese fino alla mezzanotte. “Invito i cittadini ad andare a scoprire il suggestivo panorama notturno di via del Rivellino - ha spiegato l’assessore al Centro Storico del Comune di Civita Castellana, Giancarlo Contessa - Con una spesa davvero irrisoria siamo riusciti a realizzare questo intervento per illuminare la forra con tre fari. Quello che è un vero e proprio spettacolo della natura, estremamente suggestivo, è visibile tutte le sere dal momento dell’accensione dell’illuminazione pubblica di via del Rivellino fino alla mezzanotte.

La scelta di contenere l’orario di illuminazione della forra è stata fatta, oltre che per il risparmio energetico, soprattutto per non alterare l’equilibrio della flora e della fauna notturna della forra stessa. Questo è un altro dei piccoli interventi a costo contenutissimo ma con effetti paesaggistici notevoli che sono nella filosofia dell’assessorato per valorizzare il centro storico”. Intanto sono anche visibili le prime due opere in ceramica degli artisti locali realizzate in occasione dell’anno della ceramica: sono state installate in corso Buozzi e in piazza Matteotti.

Esprimo soddisfazione per la proposta di regolamento presentata dalla Commissione europea per trasformare i dazi anti-dumping da provvisori a de�nitivi sulle importazioni di piastrelle di ceramica provenienti dalla Cina”. Così l’assessore al Lavoro della Provincia di Viterbo, Paolo Bianchini, commenta il documento, promosso dal commissario per l’Industria e l’Imprenditoria Antonio Tajani, attualmente in lavorazione a Bruxelles – in vista della sua approvazione de�nitiva nel prossimo autunno -, con cui l’Europa salvaguarda la produzione ceramica delle nostre imprese, mettendole al riparo dai pericoli in agguato sul mercato globalizzato. “In questo modo il prezzo delle piastrelle prodotte in Italia non subirà gli effetti dei ribassi dovuti al sottocosto in arrivo dalla Cina – ribadisce l’assessore -. I provvedimenti presi dall’Europa mirano, infatti, a sleale in un momento in cui la crisi tocca picchi elevatissimi. Anche il distretto ceramico di Civita Castellana, che presenta sì moltissime criticità, trarrà giovamento dall’introduzione del nuovo regolamento: del resto non è un mistero che quelle imprese che, invece di abbandonarsi al facile richiamo dell’Estremo Oriente, hanno scelto di puntare sull’innovazione e sulla formazione di un team dirigenziale forte, oggi si trovino ad affrontare la dif�cile congiuntura economica con più serenità. Ringrazio il consigliere regionale Francesco Battistoni

per l’attenzione a questo tema – aggiunge l’assessore – e colgo l’occasione offerta dal nuovo regolamento europeo per tornare a chiedere alla Regione Lazio di rivedere l’accordo di programma quadro 181 per la concessione di �nanziamenti agevolati al distretto industriale di Civita Castellana, indipendentemente dal riconoscimento dello stato di crisi. Contestualmente, insieme all’eurodeputato Marco Scurria posso assicurare che stiamo lavorando per far sì che le aziende civitoniche possano accedere al fondo europeo antiglobalizzazione. In questo contesto – conclude -, l’approvazione del regolamento antidumping non può che rappresentare una positiva novità per un settore produttivo che è un vero e proprio pilastro dell’economia della Tuscia”.


& Venerdì 12 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

19

Tuscia Operafestival testimonial di un progetto nuovo e originale

I dialoghi di ‘Percussion Mood’

Percussion Mood” è un progetto musicale nuovo ed originale. Tuscia Operafestival ne e’ il testimonial per l’estate 2011. Inedita è laformazione: un pianista, Antonino Zappulla e un percussionista, Rodolfo Demontis raccontano, in musica, circostanze ed emozioni della realtà e della fantasia. Le performance del duo sono un viaggio nei mondi sonori degli strumenti a percussione. Le percussioni sinfoniche, come la marimba, il vibrafono, i timpani e quelle moderne, come il set di batteria inscenano un continuo dialogo con il pianoforte. Strumento percussivo anch’esso, ma dalle infnite possibilità timbriche, il pianoforte sostiene il movimento ritmico delle percussioni e lo avvolge con armonie e colori sempre cangianti. Il repertorio è costituito da brani originali, composti dai due musicisti espressamente per questa formazione e da brani di altri compositori arrangiati per il duo. La musica classica, il Jazz, la popular music, sono i generi di volta in volta esplorati. Una commistione di stili ispirata dall’etero-

genea formazione musicale dei due musicisti. Anche se di recente costituzione, il duo ha già all’attivo molti concerti.

Antonio Zappulla e Rodolfo Demontis

Si è conclusa con successo la partecipazione del Tuscia Film Festival a ‘Incontri Gentili’ Sabato, al Teatro San Francesco di Bolsena

Grande affluenza alle serate dedicate ai giovanissimi La magia del violino C

on la proiezione di “Rio” di Carlos Saldanha si sono conclusi venerdì sera, cinque agosto, nel cortile di Palazzo Gentili gli appuntamenti con TFF Kids, sezione del Tuscia Film Fest dedicata al cinema d’animazione per bambini e famiglie. La rassegna, inserita nel programma di “Incontri Gentili”, è stata organizzata dalla Provincia di Viterbo e dal Tuscia Film Fest, in collaborazione con il Centro commerciale naturale “Viviamo il centro storico”. L’obiettivo principale – raggiunto in pieno – era quello di proporre un articolato connubio tra cinema, cultura, divertimento e shopping. Prima di “Rio” sono stati proiettati

“Rango” il 23 luglio e il 29 luglio “Hop” e tutte e tre le serate hanno fatto registrare una grande af�uenza di pubblico. Da segnalare che nelle serate delle proiezioni i negozi di via Saf� sono rimasti aperti nelle ore serali, mentre Mc Donald’s ha curato la distribuzione di gadget. “Sono molto soddisfatto dell’esito positivissimo dell’iniziativa realizzata in collaborazione con TFF Kids - dichiara l’assessore alla Cultura della Provincia di Viterbo, Giuseppe Fraticelli (nella foto) -. L’evento, infatti, in ognuna delle tre serate a ‘Incontri Gentili’, ha fatto registrare una grandissima partecipazione di famiglie e

di Maria Solozobova S

di bambini, che hanno tutti molto apprezzato l’idea dell’Ente di creare spazi dedicati interamente ai più piccoli all’interno della rassegna estiva nel cortile del palazzo. Questa nostra precisa volontà di attenzione verso il pubblico dei più giovani è stata quindi perfettamente recepita dai nostri conterranei e premiata con un’af�uenza record che ci inorgoglisce. Ringrazio gli

organizzatori e lo staff del Tuscia Film Fest, che, con la consueta capacità e con la solita professionalità, hanno saputo regalare a tanti bambini e alle loro famiglie tre serate davvero divertenti e spensierate”. Tutti gli spettacoli della rassegna “Incontri Gentili” sono realizzati in collaborazione con Enel e Banca di Viterbo – Credito Cooperativo.

abato 13 agosto alle ore 21, nel Teatro San Francesco di Bolsena, continua il Festival Barocco: protagonista della seratala violinista russa Maria Solozobova,una dei musicistipiù promettenti della nuova generazione. Grazie al suono caldo del suo violino italiano, un Nicolò Galiano del 1750, le esibizioni di questa giovane violinista sono caratterizzate non solo dalla sua presenza scenica ma soprattutto dai suoi eleganti virtuosismi. Il suo repertorio personale riesce a spaziare dalla musica barocca a quella classica, passando per quella romantica fino ad arrivare alla musica contemporanea. La Solozobova, in compagnia della Camerata Barocca “C. Monteverdi” di Viterbo e diretta da Lawrence Golan, si esibirà domani sera nel concerto “Magia violinistica del tardo Barocco”. Moscovita di nascita, Maria Solozobovafrequenta fin dai primi anni la prestigiosa “Scuola Gnessin” di Mosca per bambini dotati. Successivamente, si diploma con lode al famosissimo ed importantissimo”Conserv atorio Tchaikovsky” della stessa città. I suoi studi di specializzazione continuano poi all’Università di Musica di Zurigo e all’Accademia di Musica di Basilea. Vincitrice

di numerosi premi musicali internazionali, Maria Solozobovaè stata invitata come solista e musicista da camera in diversi festival di fama internazionale e ha lavorato con molte importanti orchestre tra le quali l’ “Orchestra Sinfonica di Basilea”, la “Zurigo Chamber Orchestra”, la “Taipei Philharmonic Orchestra”, l’ “Orchestra Sinfonica di Tschaikowsky Mosca”, l’ “Orchestra Sinfonica di Stato Russa”, solo per citarne alcune. Il concerto di domani sera prevede in programma musiche di Vivaldi e Bach: l’estro armonico è formato dalla raccolta di dodici concerti opera 3 di Antonio Vivaldi i quali ebbero uno strepitoso successo in tutta Europa, tanto da segnare il passaggio dal concerto grosso al concerto solistico. Tra i brani di Johann Sebastian Bach proposti spicca il settimo movimento della “Suite Orchestrale no. 2 in si minore”, caratterizzato da un passo molto veloce, d’esecuzione piuttosto complicata, considerato un classico per il virtuosismo. La scaletta di brani proposti daranno spazio alle pregevoli qualità melodiche di questa emergente artista per una serata davvero indimenticabile nella cornice del Teatro San Francesco.


2 14

comprensorio interni

Viterbo & & Viterbo Mercoledì 3 Agosto2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

VxxxxxxxxxLO - La banxxxxxxxxxxxxxtisti

xxxxxxxxxxxxxxxx di SIMxxxxxxxxxxxxTINI

VxxxxxxxxxxO - Unaxxxxxxxxx

‘xxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxx

xxxxxxxxxxxxxxA - Si è conxxxxxxxxxxrsone

xxxxxxxxxxxxxxx Vxxxxxxxxxx - Organxxxxxxxxle

xxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxx

SxxxxxxxxxxxxO- Visxxxxxxxxxxxis

xxxxxxxxxxxxx

Foto A.Di Palermo


& Venerdì 12 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

cultura e spettacoli

21

La Chiesa di Santa Maria in Castello ha ospitato mercoledì sera il primo dei quattro concerti

È partita l’11ª edizione di Etruria Musica Festival di ROBERTA FRASCARELLI

L

a manifestazione è promossa dal Comune di Tarquinia, con l’importante sostegno economico della Fondazione Cariciv e la collaborazione dell’Università Agraria. Nella suggestiva cornice del monumento medievale più importante di Tarquinia si è esibito mercoledì sera il tenore Gian Luca Terranova in “Recital”, con la partecipazione del soprano Sabrina Picci e di Massimiliano Franchina al pianoforte. Terranova in gran forma ha conquistato il pubblico numeroso giunto da tutto il comprensorio, anche parecchi civitavecchiesi sul posto, che quest’anno non hanno potuto godere del suo ormai tradizionale concerto alle Terme Taurine. “Ci è sembrata questa

una location molto interessante – ha detto l’Avvocato Vincenzo Cacciaglia - nella quale far esibire Terranova. Come Fondazione abbiamo sostenuto con molto interesse, per il secondo anno, Etruria Musica Festival anche per ribadire il nostro spenderci per il territorio, da Montalto a Manziana siamo sempre presenti quando ci sono progetti validi”. Un susseguirsi di arie famose tra cui quelle di Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini hanno reso indimenticabile la serata agli amanti del belcanto. L’artista, a maggio 2012, sarà impegnato nel ruolo di “Alfredo” nella Traviata di Giuseppe Verdi in Mondovisione, alla prima edizione del Sidney Open Air organizzato dalla Opera House Australia. Inoltre lo vedremo protagonista del �lm tv “Ca-

Festival, che prosegue con altri tre concerti. Il 20 agosto sarà protagonista il giovane violinista Stefano Mhanna insieme al pianista Alberto Galletti. Il 25 agosto protagonista la “Tarquinia Open Orchestra”, con i solisti Andrea Brunori al pianoforte, Luca Purchiaroni al clavicembalo, e la partecipazione di Donato Salvatore Cambò al �auto e di Corrado Stocchi al violino. Gran �nale il 27 agosto con il concerto jazz di Rita Marcotulli, una delle pianiste italiane più richieste a livello mondiale. ruso”, diretto da Stefano Reali e prodotto da Claudia Mori, che andrà in onda tra alcuni mesi sulle reti Rai. Tra le ultime grandi esibizioni quella dello scorso luglio al Premio Caruso Sorrento dove ha interpretato “E lucevan le stelle “ dalla

Tosca di Giacomo Puccini e la canzone napoletana, cavallo di battaglia del grande Tenore Enrico Caruso, “Torna a Sorrento”. Gian Luca Terranova, artista di grande spessore, ha inaugurato questa nuova edizione di Etruria Musica

Al Summer Village di Tarquinia stasera l’atteso concerto delle Orme A

ttesissimi e questa sera in scena, tutti sul palco per far rivivere emozioni dal sapore vintage, i componenti del gruppo Le Orme. Uno dei miti che ha fatto la storia della musica italiana, Le Orme saranno in concerto a Tarquinia per la gioia dei numerosi fan, nostalgici, che li raggiungono in tutte le tappe del loro tour. Il progressive italiano li vedeva spesso a confronto con la Premiata Forneria Marconi e il Banco del Mutuo Soccorso. Reduci dalle più importanti rassegne del rock progressivo italiano delizieranno la nostra estate al Summer Village, in Piaz-

za delle Naiadi, a Tarquinia Lido. La Via della Seta, il nuovo lavoro, rappresenta a tutti gli effetti un nuovo punto di partenza per Le Orme: non tanto per ciò che concerne il sound vero e proprio, ancora una volta legato al progressive rock degli anni 70, quanto per una formazione quasi completamente rinnovata, che fa registrare la defezione dello storico frontman Aldo Tagliapietra (decise di abbandonare la band nel corso del 2009), sostituito in questa occasione da un vecchio leone del calibro di Jimmy Spitaleri, già leggendaria voce dei Metamorfosi.

A completare la line-up, a �anco dei veterani Michi Dei Rossi (batteria) e Michele Bon (tastiere), troviamo inoltre tre musicisti di tutto rispetto quali Fabio Trentini (basso, chitarra acustica), William Dotto (chitarre) e Federico Gava (pianoforte e tastiere). Riascolteremo, durante il concerto, organizzato da Assotur93 e patrocinato dal Comune di Tarquinia, “Gioco di bimba”, “Amici di ieri”, “Collage”, “L’uomo di pezza”, “Felona e Sorona” e tutti i brani che più li hanno resi famosi al pubblico internazionale. Appuntamento questa sera al Summer Village alle ore 21.30. (rob fra)


� �

sport

SPORT

22

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 11 Agosto 2011


SPORT

� � �

23

Venerdì 12 Agosto 2011

G

rande spettacolo per la terza tappa del Beach Volley Summer tour 2011 a Tarquinia. Sulle sabbie bollenti dei Tibidabo Beach Club si sono date battaglia 17 squadre dando vita ad un’emozionante due giorni di torneo il 6-7 agosto. Vincitori del torneo la coppia Giovanni Guidozzi – Gino Malavasi che hanno prevalso contro Francesco Viscanti – Simone Aronica (21-

BEACH VOLLEY - 17 coppie maschili in gara al Tibidabo Beach Club di Tarquinia

Al duo Guidozzi-Malavasi il Summer Tour 17 – 21-15). Complimenti ai vincitori che hanno fatto pesare la loro esperienza decennale sui campi da gioco contro una coppia molto giovane (entrambi ‘93) ma molto brava e preparata. Terzi classi�cati la coppia Riccini-Bonifazi che

dopo una buona semi�nale persa di misura (22-20, 21-16) contro la coppia vincitrice del torneo, prevale nella �nale 3°-4° posto contro i giovani De Angelis-Mancini . Nota di merito al miglior giocatore del torneo, Simone Aronica

che si è distinto con grandi giocate nonostante la scon�tta nella �nalissima. Appuntamento quindi alla prossima tappa prevista per il 2021 Agosto, sempre al Tibidabo Beach.

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

CONI

Attività Motoria 2011/2012 ecco il progetto Tantissime le adesioni, scadenza del termine di presentazione fissata per il 9 settembre

E

ccoci nuovamente all’avvio del progetto di attività motoria anno 2011-2012, promosso dal Coni di Viterbo, dalla Provincia di Viterbo, assessorato all’Istruzione e dal Miur, Ufficio Scolastico Provinciale di Viterbo. Come sempre, in comunione d’intenti e di forze nel concretizzare iniziative di grande portata e nel realizzare eventi e manifestazioni di grande successo, le istituzioni del territorio si sono rese disponibili alla reiterazione di questo importante e significativo progetto finalizzato alla promozione e diffusione delle attività sportive nelle scuole. Così il Coni di Viterbo, “reduce” dall’indiscusso ed enorme successo degli Educamp, (l’importante progetto fissato dal Coni Nazionale e dal Miur per i centri residenziali estivi sportivi multidisciplinari) che si sono tenuti con grande partecipazione e soddisfazione, a Riva dei Tarquini, presso il Villaggio Europing, è già all’opera per organizzare e mettere a punto tutte le attività per la prossima stagione. Tra le tante è al via il Progetto di Attività Motoria

nella Scuola Primaria. Anche per quest’anno, infatti, molte sono le adesioni, il cui termine di presentazione scade venerdì 9 settembre prossimo, che stanno pervenendo al Comitato Provinciale Coni di Viterbo da parte dei numerosi comuni interessati ad organizzare questa formativo progetto che mira a fornire ed offrire, durante il percorso didattico, agli alunni delle scuole primarie una cultura della pratica sportiva come esempio di vita attraverso conoscenze motorie di base

per prevenire malattie, disagi e devianze giovanili in forte crescita. Il progetto, di grande valenza educativa ma anche sociale, è stato fortemente voluto, realizzato ed attuato, al fianco delle Istituzioni, dal Presidente del Coni di Viterbo Livio Treta, che sta ricevendo giusto riscontro di partecipazione per l’impegno profuso. Partito nel 2001 come progetto pilota, è continuato come Progetto di Attività Motoria nella Scuola Elementari, sulle linee guida del Progetto nazionale di

Giocosport, anno dopo anno; nella stagione scolastica 2005-2006 parteciparono 25 comuni, 33 direzioni didattiche, 2458 bambini per un totale di 4500 ore di lezione. Portato avanti con un nuovo format nella sua edizione 2006-2007 impegnò 36 Comuni, 44 direzioni didattiche, 192 classi e circa 4000 ragazzi. Fino ad arrivare, con un netto trend positivo, all’edizione del 2007-2008 i cui numeri sono 43 Comuni con 54 scuole, oltre 200 classi e circa 5000 ragazzi partecipanti e poi via fino alla scorsa edizione con una continua crescita di partecipanti impegnati dal mese di novembre al mese di maggio coprendo l’intero anno scolastico e concludendosi con le tre manifestazioni finali, momento conclusivo e corale dell’intero percorso progettuale. Principio fondamentale e criterio promotore dell’iniziativa è stata anche l’ampia e crescente risposta positiva, nel corso degli anni precedenti, a livello territoriale e soprattutto la basilare ed essenziale collaborazione con le istituzioni, gli enti locali ed il mondo della scuola.

MOTOCROSS - I risultati dell’evento svolto a Montefiascone

Il potente rombo di Michele Sensi di PIETRO BRIGLIOZZI

L

a gara di moto cross che si è svolta sul colle falisco presso le strutture sportive dell’antico e prestigioso seminario diocesano intitolato al Card. Barbarigo, organizzata dal Moto Club Terremoto congiuntamente al Moto Club Imbry One di Monte�ascone, ha riscosso un notevole successo. Alla gara hanno partecipato persone di ogni età ed ha richiamato un folto pubblico. La gara si è svolta nel contesto delle festività della Patrona S. Margherita ma soltanto mercoledì ha avuto la sua conclusione, quando, intorno alle ventuno, si è avuta la premiazione dei vincitori sul palco di piazzale Roma ove si tengono le varie manifestazioni della tradizionale Fiera del Vino. Vincitore assoluto Michele Sensi (nella foto), al secondo posto Michel Cesarini, al terzo

Andrea Gabrielli, poi, di seguito, �no al decimo posto, Massimo Ceccio, Giovanni Cesarini, Luciano Ranucci, Federico Pecoroni, Mauro Burla, Yuri Perelli, Marco Sensi. Altri partecipanti , con buoni piazzamenti; Luciano Fersini, Luca Cimarello, Luca

Cipriani, Luca Castellani, Vita Cristiano Pesci, Alessio e Tiziano Vittori, Roberto Ciarlantini, Marcello Burla, il più piccolo, appena decenne Maicol Ceccio. Una manifestazione di grande interesse sportivo sia sotto il pro�lo strettamente agonistico

con il quale si è svolta, sia sotto il pro�lo tecnico per le positive caratteristiche individuali messe in luce da diversi atleti che fanno ben sperare in futuro positivo per la crescita di questa disciplina sportiva sul colle falisco.

BASKET A2 FEMMINILE - Dal 17 agosto al via il raduno

Coach Bondi carico con la sua Ceprini

M

ancano cinque giorni al via uf�ciale della stagione Ceprini Costruzioni. Un appuntamento importante che darà il via ad un altro campionato in serie A2. La squadra, agli ordini di coach Angelo Bondi (nella foto) si è fortemente rinnovata e il gruppo che si presenterà mercoledi 17 agosto alle 11 al Palazzetto di Porano, dovrà imparare per prima cosa a conoscersi. Così dopo i saluti e la consegna della divisa da allenamento, tutto il gruppo prenderà possesso della Foresteria del Convento “S. Crispino” in Loc. Cappuccini dove le atlete si tratterranno �no alla �ne del mese di agosto. Nel pomeriggio del 17 sono

in programma le visite mediche che si terranno presso la Medicina Sportiva del Presidio Ospedaliero di Orvieto. Intanto fervono i lavori sulla preparazione in campo con la piani�cazione delle amichevoli e dei tornei a cui partecipare. E’ possibile che la società organizzi un torneo per il 10/11 settembre al Palazzetto dello Sport di Porano. Sarà l’occasione per presentarsi al pubblico orvietano. Il team orvietano è stato poi invitato a La Spezia per il 17/18 settembre in un torneo in cui incontrerà le due società spezzine ed il Biella ed il 24/25, sempre settembre, ad Udine sempre per un torneo.


� �

sport

SPORT

24

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 12 Agosto 2011

CALCIO SERIE D

Viterbese, la stagione si avvicina Ancora lavoro differenziato per Sabatino, Sbaccanti, Barra e Nocerino Quadro riassuntivo delle prime sentenze scommessopoli, il Ravenna riparte dalla D di GIANLUCA NATOLI

E

cco tutte le news sulla Viterbese che domani mattina scenderà in campo al ‘Rocchi’ per un test contro l’Orvietana. QUI VITERBESE Anche ieri la squadra di mister Raffaele Sergio si è allenata in doppia seduta. Ormai sembra ben chiaro lo schema di lavoro scelto per questi giorni dallo staff tecnico gialloblù. Al mattino lavoro atletico, curato dai preparatori Potenza e Francioni. In serata, invece, spazio alla parte tattica con partitelle in famiglia molto utili per provare nuovi soluzioni di gioco. Prosegue anche il periodo di prova per Giuseppe Garofalo, un terzino classe ‘92 omonimo del portiere gialloblù. Sempre fermi Sabatino, Sbaccanti e Barra. Nocerino, invece, ha lavorato a parte senza palla. Domani mattina arriverà al ‘Rocchi’ l’Orvietana, squadra guidata da Volpi. La squadra riceverà poi due giorni di riposo, sfruttando la festività del ferragosto. Oggi, invece, dovrebbe essere il giorno tanto atteso dell’uscita dei calendari dei rispettivi gironi di serie D. La Viterbese, ovviamente, spera di poter essere inserita nel girone umbro-toscano-laziale, che, sulla carta, appare sicuramente meno insidioso di quello sardo-campano. Da non sottovalutare comunque alcune formazioni umbre quali Todi, Spoleto ed altre ancora.

Foto Andrea Di Palermo

cesso di primo grado sul Calcioscommesse, ha emesso le sanzioni a carico di società e tesserati coinvolti. Riportiamo di seguito tutte i protagonisti coinvolti in questa triste storia.

SERIE A Atalanta: 6 punti di penalizzazione. SERIE B Ascoli: 6 punti di penalizzazione.

CALCIO SCOMMESSE La Commissione disciplinare nazionale, a conclusione del pro-

LEGA PRO E ‘LA STANGATA’ Alessandria: retrocessione all’ultimo posto in classi�ca nel campionato di competenza (campionato 2010-2011); Benevento: penalizzazione di 9 punti, da scontare nel campionato 2011-12; Cremonese: penalizzazzione di 6 punti, da scontare nel campionato 2011-12; Piacenza: penalizzazione di 4 punti, da scontare nel campionato 2011-12; Viareggio: penalizzazione di 1 punto, da scontare nel campionato 2011-12; Ravenna: retrocesso in Serie D; Reggiana: penalizzazione di 2 punti, da scontare nel campionato 2011-2012; Spezia: penalizzazione di 1 punto, da scontare nel campionato 2011-12; Taranto: penalizzazione di 1 punto, da scontare nel campionato 2011-2012; A prendere il posto dell’Alessandria, retrocesa in Seconda Divisione, sarà molto probabilmente il Monza.

ECCELLENZA - Domani amichevole col Canepina

I TESSERATI Signori, Bellavista, Buffone, Erodiani, Gervasoni, Paoloni e Sommese sono stati squali�cati per 5 anni, con preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della Figc. Il capitano dell’Atalanta Cristiano Doni è stato squali�cato per 3 anni e mezzo, mentre il suo compagno di squadra Thomas Manfredini ne ha ricevuti 3 di anni di stop. Adesso si aprirà la fase dei ricorsi. Non tutti i sanzionati li presenteranno.

I

ECCELLENZA - Oggi pomeriggio il Monterosi andrà a far visita alla Foglianese per un altro test

Il Corneto ‘spazza via’ Vento

L

e nostre formazioni di Eccellenza sono sempre instancabilmente al lavoro. Oggi e domani nuovi test in agenda. QUI CORNETO Prosegue, come da copione, la preparazione del Corneto Tarquinia. Annullatta la doppia seduta di ieri, la squadra si è allenata alla �ne soltanto nel pomeriggio. Anche oggi i ragazzi di Neno Gu� saranno all’opera sul campo per un solo allenamento. “Stiamo rispettando la tabella di marcia -ha dichiarato mister Gu�- anche se non posso ancora avere a disposizione tutti gli elementi della rosa. Mio �glio Simone e Alessandro Rosati sono ancora fermi per acciacchi �sici. Vincenzo Giorgi, invece, è tornato dalle vacanze e si è aggregato ai compagni nelle ultime ore”. Chi ha lasciato Tarquinia è il giovane attaccante Vincenzo Vento (‘89) che non avrebbe trovato spazio: “Avevamo troppi attaccanti e qualcuno doveva partire.

Vento è tecnicamente dotato, ma davanti a lui c’è Giorgi che per età ed esperienza parte sicuramente avvantaggiato”. Proseguono i lavori sul campo, con celerità persino superiore alle aspettative: “Il sintetico dovrebbe essere pronto entro la �ne del mese -prosegue Gu�- questo è almeno l’augurio di tutti. Adesso ci stiamo allenando su un campo di calciotto, non è sicuramente il massimo. Speriamo che alla �ne ciò non ci penalizzi”. Domani la squadra andrà a Cervetri, ore 18, per un test molto importante che potrebbe consegnare al tecnico del Corneto molte indicazioni su cui dover ancora insistere. Il programma della prossima settimana prevede il ritorno in campo dei rossoblù martedì, dopo ferragosto. La squadra continuerà ancora ad allenarsi una volta al giorno, con l’unica eccezione di mercoledì, quando invece potrebbe essere �ssata una seduta doppia.

QUI MONTEROSI Fatica doppia per il Monterosi, rispetto al Corneto. Mister Lauretti sta infatti facendo allenare i suoi ragazzi sia al mattino che nel pomeriggio. Una scelta, quella dei due allenamenti, che potrebbe alla �ne risultare vincente, dando i frutti sperati. Oggi i biancorossi si alleneranno solo al mattino sul campo di Rignano. Nel pomeriggio

(ore 18), invece, il gruppo si trasferirà a Vetralla per disputare una gara amichevole contro la Foglianese del tecnico Giovannini. Dopo la vittoria di due giorni fa contro il Pianoscarano, il Monterosi va a caccia del bis che signi�cherebbe continuità di risultati e primi progressi sul piano �sico e tattico. (Gia Nat)

Vincenzo Vento

Montefiascone, per Bellacima serve un cambio di mentalità

l Monte�ascone conosce i suoi limiti e non ha paura di rapportarsi con essi. Del resto la forza di una squadra è proprio questa: individuare i propri punti deboli e lavorarci sopra intelligentemente. L’abilità di mister Antolovic, aldilà delle scelte tecniche che farà, consisterà nel trasmettere ai suoi ragazzi una mentalità che non può più essere, per forza di cose, la stessa dell’anno scorso. Per tanti anni, infatti, i gialloverdi hanno lottato per vincere il campionato o comunque per stare in posizioni di vertice. Oggi, l’obiettivo cambia. La nuova categoria impone maggiore attenzione verso ogni singolo dettaglio dentro e fuori dal campo. Ma soprattutto la squadra dovrà imparare a soffrire, capire quando tirare ed allentare la corda. I campionati ed i risultati, nel calcio, si ottengono anche con la ‘testa’. E Lucca Bellacima (nella foto), attaccante del Monte�ascone che si accinge a disputare il suo quarto campionato di �la vestendo questi colori, invita tutti alla massima prudenza, ricalcando i recenti ammonimenti del portiere, suo compagno, Maurizio Nencione: “Dobbiamo calarci nella realtà dell’Eccellenza, a noi sconosciuta �no ad oggi. Dovremo imparare a lottare ed a stringere i denti quando ce ne sarà bisogno. Essendo una neopromossa non possiamo permetterci tanti errori. Mentre in Promozione si giocava meno al calcio, qui le cose iniziano a farsi ‘serie’. Incontreremo avversari pronti a sfruttare ogni nostra piccola disattenzione”. Bellacima conosce bene il suo allenatore: “Antolovic mi ha allenato per tanti anni. So che prepara sempre i suoi calciatori con carichi pesanti. Questo, per quanto impegnativo per noi atleti, ha sempre ripagato alla

�ne della stagione”. Cosa vi ha chiesto la società: “Per il momento non ci ha imposto un obiettivo preciso, anche se sappiamo da soli quale esso sia. Quello che devo evidenziare è l’assoluta tranquillità in cui i dirigenti ci lasciano lavorare. Non ci mettono mai troppa pressione e ciò ci permette di rimanere sereni”. Un giudizio sul mercato: “Direi che è stato fatto un buon lavoro. Sono arrivati rinforzi niente male. Gimelli, Veneruso e Grimaldi è gente che conosce bene l’Eccellenza, un motivo in più per affrontare meno impreparati la categoria. Per quanto riguarda i giovani, questi non li conosco ancora bene. La prima impressione su di loro comunque è buona. Alcuni mi sembrano davvero interessanti. Il regolamento ci imporrà di giocare con quattro under e proprio per questo motivo sarà importare individuare quelli più adatti e già pronti”. I tuoi obiettivi personali: “Sono a disposizione del mister. Non so quanto giocherò. Posso dire, però, che il campionato è lungo, dunque a rotazione troveremo un pò tutti spazio. Il mio compito sarà quello di farmi trovare pronto quando sarò chiamato in causa. L’anno scorso ho segnato solo 4 gol, ma ho giocato molto poco a causa di guai �sici. Spero di avere più fortuna quest’anno”. Fra una quindicina di giorni inizierà uf�cialmente la stagione del Monte�ascone, che il 31/8 sarà impegnata nel primo turno di Coppa Italia. Domani intanto i gialloverdì disputeranno un’amichevole col Canepina. A partire da martedì, poi, mister Antolovic chiederà ai suoi un ulteriore sforzo con doppie sedute quotidiane. (Gia Nat)


� �

sport

SPORT

& Venerdì 12 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

25

CALCIO PROMOZIONE

Le buone sensazioni del Pianoscarano Sul sito www.pianoscaranocalcio.com gli umori dopo il test contro il Monterosi

A

ttraverso il sito www.p ianoscaranocalcio.com torniamo sugli umori del club rionale dopo la vibrante e interessante gara amichevole di mercoledì persa contro il Monterosi per 3-2. Tutti lo chiamano per tradizione “calcio d’agosto”, ma la G.S.D.Pianoscarano 1949 del duo Simonetto – Damiani, sicuramente se aveva bisogno di conferme positive nell’amichevole contro la buona formazione di Mister Lauretti che milita nel Torneo di Eccellenza Laziale, può ritenersi soddisfatta. La scon�tta per 3 – 2 maturata tutta nella prima frazione, ha evidenziato che nonostante le molte assenze di giocatori di qualità dai quali si aspetta un Torneo al altissimi livelli, può contate su dei giovani interessanti e pronti per la categoria. La gara è servita anche per ammirare il ritorno con relativa grande prestazionlgiklke, di Andrea Fa in campionati che gli competono, belle le parole del giovane attaccante di Vetralla al termine della partita : “Avevo voglia di tornare a giocare in Promozione e rimettermi in gioco, ho scelto Pianoscarano, perché condivido pienamente il progetto di una società sana come quella Rossoblu e soprattutto perché già

CALENDARIO DELLE AMICHEVOLI data

Da sinistra Simonetto, Carnevale e Damiani, in basso Andrea Fa lo scorso anno avevo promesso che se dovevo rimettermi in gioco lo avrei fatto insieme a persone che mi hanno dimostrato di essermi vicino e apprezzare le mie doti”. Continua ancora il fantasista “Ho parlato con i nostri mister in questa settimana nonostante qualche problema lavorativo, ho confermato la grande voglia di giocare e di mettermi al servizio della squadra. Voglio togliermi tante soddisfazioni”. E se il buongiorno si vede dal mattino, anche le due reti realizzate da nuovo acquisto Cristian Russo e la brillante gara di Gianluca Polidori , danno dimostrazione che il mercato è stato gestito in modo esaltante. Lo stesso Massimo Baggiani riconosce qualche merito al suo operato : “Credo di aver fornito ai due tecnici , una delle migliori squadre del Girone. La loro volontà di avere diverse alternative in tutti i ruoli è stata esaudita, ora spetta a loro essere in condizione di esprimere il potenziale di una formazione che non può certo dire di voler fare un

campionato solo per partecipare. Mi aspetto, vista la bravura e il loro entusiasmo per la prima avventura in una panchina che conta, di regalarci un torneo ricco di soddisfazioni e di bel gioco, possiamo permettercelo”. Riguardo la gara, un primo tempo scoppiettante, cinque gol e diverse occasioni da rete, dove se Russo è stato il protagonista nel tabellino dei marcatori per i ragazzi del Grifo dalla parte del Monterosi un certo “matador Luca Pirillo” ha confermato che nel suo DNA non è importante se le partite sono amichevoli o di campionato, lui conosce solo un modo per avvallare la presenza in campo, il gol, ieri per la precisione ne ha realizzati due tra l’altro il primo un vero gioiello balistico. E’ naturale ricordare che questo è calcio d’agosto, ma quello che hanno mostrato le due squadre è stato un test per entrambe positivo. Nonostante il caldo, nonostante i carichi di lavoro, e le diverse assenze, entrambe possono dire la loro nei rispettivi tornei. Il

presidente Cialli e il buon Gianluca Grossardi, davvero felice per la prestazione dei suoi, possono dormire sogni tranquilli, e i loro tifosi e simpatizzanti, chissà per una volta potrebbero regalarsi una stagione importante.

CIMINA RONCIGLIONE - PESCARA

2-9

VITERBESE - FORMELLO

3-2

VITERBESE - RAPPR. DISOCCUPATI LAZIO

0-0

MONTEROSI - FLAMINIA

2-3

VITERBESE - REGGINA

1-2

MONTEROSI - BRACCIANO

1-2

FLAMINIA - SELEZIONE DISOCCUPATI

3-2

GUIDONIA - FLAMINIA

3-2

MONTEROSI - PIANOSCARANO

3-2

12/08

17,00

13/08

10,30

VITERBESE - ORVIETANA

13/08

11,00

FOGLIANESE - FOGLIANESE JUNIORES

13/08

17,00

FLAMINIA - COLLEFERRO

13/08

17,00

CANEPINA - MONTEFIASCONE

13/08

18,00

CERVETRI - CORNETO

13/08

18,00

ISCHIA DI CASTRO - MANCIANO

13/08

FOGLIANESE - MONTEROSI

CANEPINA - MONTEFIASCONE MONTEROSI - CANTALUPO

18/08

17,00

VIGOR ACQUAPENDENTE - ORVIETANA

18/08

17,30

FOGLIANESE - GROSSETO PRIMAVERA

18/08

18,00

FLAMINIA - PIANOSCARANO

20/08

16,00

ISCHIA DI CASTRO - VITERBESE

20/08

17,00

ANGUILLARA - MONTEFIASCONE

20/08

17,00

CASALOTTI - MONTEROSI

20/08

17,00

CANEPINA - CANTALUPO

20/08

17,00

PIANOSCARANO - ORVIETANA

20/08

17,30

MANCIANO - VITERBESE JUNIORES

21/08

10,30

BRACCIANO - CORNETO

21/08

11,00

FOGLIANESE - 2001 TUSCIA

24/08

17,00

ANGUILLARA - LADISPOLI

25/08

17,00

VITERBESE - MONTEROSI

25/08

17,00

VIGOR ACQUAPENDENTE - FEDERICO MOSCONI

26/08

17,00

TRIANG. TOLFA-CIVITAVECCHIA-MONTEFIASCONE

27/08

16,00

TRIANGOLARE RISI A CANINO

27/08

16,30

S. LORENZO NUOVO - CASTEL LAZZARA

27/08

17,00

PIANOSCARANO - DORIA S. MARTINO

27/08

17,30

MANCIANO - LATERA

28/08

11,00

CASTRENSE - GROSSETO ALLIEVI NAZIONALI

28/08

18,00

FOGLIANESE - 2001 TUSCIA

28/08

11,00

CANEPINA - VITERBESE

28/08

17,00

DORIA S. MARTINO - PIANOSCARANO

28/08

17,00

FONTE BEL VERDE - VIGOR ACQUAPENDENTE

31/08

18,00

PIANOSCARANO - PETRIANA UNDER 21

31/08

18,00

S. LORENZO NUOVO - LATERA

01/09

17,00

VIGOR ACQUAPENDENTE - PIANESE

Tutte le altre al via tra il 24 agosto e il 29 agosto come nel caso di Vasanello, Tuscania, F. Nepi del ritrovato mister Vincenzo Gasperini e della Cimina Ronciglione che si trova con un reparto offensivo decisamente sguarnito e con la società che si sta guardando attorno per vedere se troverà un qualcosa di utile alla causa.

02/09

18,00

VALLERANESE - BARCO MURIALDINA

02/09

18,30

IL GROSSO Ricordando che il Barco ha deciso di iniziare a lavorare dal 25 agosto (come spieghiamo in un altro servizio nell’edizione odierna) il grosso della Seconda Categoria inizierà a lavorare tra tra il 22 agosto e il 5 settembre con diversi club costretti ad anticipare i loro programmi per gli impegni di Coppa Lazio di Prima Categoria fissati per il 18 e 25 settembre.

IL TABELLINO DELLA GARA MONTEROSI 3 PIANOSCARANO 2 Monterosi: Morelli, Zollo (1’st Fraschetti), Iannucillo (1’st Tribolati), Borghi (35’ Bonomi), Piergentili, Merelli, Mariuta (1’st Sgamuffa), Donninelli (1’st Bufalini, 30’st Delli Figorelli), Pirillo (35’st Proietti), Maesta’, Franchitti (1’st Basili). All.Lauretti. GSD Pianoscarano 1949: Marcomigni, Delle Monache, Cenci (1’st Malagigi), De Santis, Polidori G., D’Amico (1’st Baggiani), Frosolini (25’ Peparello), Faiola, Russo (1’st Peris), Fa, Guerrini (20’st Fusco). All.Simonetto-Damiani. Reti: 16’pt Pirillo (M), 23’pt Russo (P), 30’pt Merelli (M), 36’pt Russo, 45’pt Pirillo (M).

03/09

TUSCANIA - 2001 TUSCIA VASANELLO - CIMINA RONCIGLIONE

04/09

11,00

CASTRENSE - S. LORENZO NUOVO

07/09

18,00

S. LORENZO NUOVO - PIANESE

07/09

18,30

2001 TUSCIA - QUERCIAIOLA

10/09

16,30

10/09

S. LORENZO NUOVO - MONTALTO CALCIO FOGLIANESE JUNIORES - NUOVA BAGNAIA

11/09

11,00

CASTRENSE - REAL GRADOLESE

11/09

10.30

BARCO MURIALDINA - BARCO M. JUNIORES

14/09

18,00

RIGNANOSORATTE - FABRICA CALCIO

14/09

19,00

DORIA S. MARTINO - BARCO MURIALDINA

15/09

18,00

CASTRENSE - GROSSETO PRIMAVERA

15/08

18,00

VALLERANESE - NUOVA BAGNAIA

17/09

18,00

FABRICA DI ROMA - VALLERANESE

18/09

VIGNANELLO - NUOVA BAGNAIA

21/09

CIMINA RONCIGLIONE - NUOVA BAGNAIA

22/09

18,00

CANEPINA - FABRICA CALCIO

22/09

18,00

VIGOR ACQUAPENDENTE - VALLERANESE

24/09

NUOVA SORIANESE - NUOVA BAGNAIA

24/09

NUOVA BAGNAIA - NUOVA BAGNAIA JUNIORES

24/09

risultato 0 -9

17,00

Tra il 18 agosto e il 5 settembre al via tutti i team

U

partita VIGNANELLO - PESCARA

17/08

QUELLI CHE SCALPITANO - Le preparazioni dei team di Prima e Seconda Categoria

ltimi giorni di riposo per le 39 formazioni provinciali che parteciperanno ai campionati di calcio di Prima e Seconda Categoria. Passato il ferragosto ormai in arrivo si iniziano a menare le danze per l’attività che verrà. Tutto pronto a Grotte di Castro dove la ritrovata “Castrense” di patron Vincenzo Camilli, di mister Mauro Raspoli e del neo arrivato bomber Simone Trifelli (nella foto) dal prossimo 18 agosto incomincerà a lavorare, correre e sudare. Hanno deciso di partire dal 22 agosto altre compagini di Prima Categoria quali il Doria San Martino del determinatissimo presidente Marcelliano Borgi, il Monte Romano del duo Ionta-Pavan, la Nuova Sorianese dell’arrembante mister Romano Floccari, il Blera del ben tornato Fabio Scatena.

ora

18,00

FABRICA CALCIO FORTITUDO NEPI

GLI ORARI POSSONO VARIARE


� �

sport

SPORT

26

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 11 Agosto 2011

CALCIO 2ª CATEGORIA

Il Barco è pronto, obiettivo salvezza Tutta la rosa della compagine affidata al tecnico Marco Milani La preparazione avrà inizio dal 25 agosto. Primo test a Vallerano

C/5 PER I BOYS

A Vasanello scatta il torneo dei Rioni

D

SPORT VIA ETERE - Programmazione dal 4 settembre

e�nito l’organico del Barco Murialdina 2011/2012 che parteciperà al prossimo campionato di Seconda Categoria e che è stato af�dato al giovane e determinato tecnico Riccardo Milani che nell’ambito della società ha anche assunto l’incarico di responsabile degli allenatori di tutte le compagini. La preparazione della squadra avrà inizio il 25 agosto in sede. Ecco tutta la rosa.

Ricordiamo i prossimi impegni nel 2011/2012 di Radio Verde C

Portieri - Francesco Proietti (dalla Murialdina) e Renato Seralessandri (confermato)

N

ell’Ambito dei festeggiamenti di San Rocco e S. Maria Assunta 2011 la Classe Festeggiamenti del 1972 di Vasanello organizza il 5° Torneo dei Rioni di Calcetto Under 14 nei giorni di domani e del 14 Agosto 2011 presso l’Arena Polivalente di Vasanello. Le iscrizioni sono aperte a tutti i bambini nati tra gli anni 1997/2001 compresi. Grande attesa quindi per i tanti bambini che daranno sfoggio della loro bravura e della grande voglia di divertirsi.

Difensori - Riccardo Carosi (dalla Querciaiola); Alessandro Erasmi (dalla Nuova Bagnaia); Riccardo Fortunato (confermato); Pietro Goddi (svincolato); Valerio Grazini (confermato); Giovanni Guerrini (dalla juniores); Luca Lamagna (dalla Nuova Bagnaia); Francesco Marrapodi (confermato); Mauro Sera�ni (dalla juniores); Marco Trevi (confermato). Centrocampisti - Mirko Andreoli (dalla juniores); Matteo Bossi (svincolato); Luca D’Orazio (confermato); Riccardo Gemini (dal Casalserugo Bovolenta, Pordenone); Fabrizio Gregori (dal Doria San Martino); Riccardo Milani (confermato); Giuseppe Mingione (dalla Virtus Pi-

Francesco Proietti, in alto a destra mister Marco Milani lastro); Gian Domenico Musco (dalla Virtus Pilastro); Jacopo Prestininzi (dalla juniores). Attaccanti - Randy Brito (dalla juniores); Riccardo Cicoria (confermato); Christian Giorgi (confermato); Federico Marchetti (dal Grotte Santo Stefano); Maurizio Ruchini (svincolato) ed Edoardo Ruggiero (dalla juniores). LO STAFF Con mister Milani collaboreranno Daniele D’Andrea e Roberto Fortini e il preparatore dei portieri Sergio Caccavello.

OBIETTIVO E’ una rosa che nell’ambito della preparazione dovrà gioco forza venire un pochino scremata. Obiettivo del Barco è quello di una salvezza tranquilla, cercando di valorizzare al meglio in particolari i giovani che provengono dalla juniores. Amichevoli - Fissati anche alcuni test, il 2 settembre alle 18 a Vallerano, l’11 settembre alle 10,30 in casa con la juniores del Barco e il 14 settembre alle 19 a San Martino cotro il Doria. (agv)

on l’imminente inizio della nuova stagione sportiva torna il grande appuntamento con il grande calcio di Radio verde (91.3 – 103.9 F.M.) con la popolare e seguitissima trasmissione Verde Sport, nel corso della quale in collegamento con tutti i campi di gioco della serie D verranno trasmesse in diretta tutti gli incontri della Viterbese. La trasmissione sarà condotta in studio da Luca Tofani con la collaborazione di Nicola Guarnaccia (nella foto) che curerà commenti, interviste ed una ampia panoramica del calcio dilettantistico e giovanile provinciale mentre le radiocronache dai campi sono af�data all’inviato Claudio Petricca che al termine dell’incontro raccoglierà i commenti a caldo dei protagonisti. In occasione delle varie puntate domenicali verranno effettuati aggiornamenti in tempo reale da tutti i campi di serie D e

di altri avvenimenti agonistici di interesse locale e nazionale con autorevoli interventi di numerosi e quali�cati ospiti della stampa e del mondo sportivo. Gli sportivi potranno seguire l’incontro in streaming anche sul sito www.radioverde.it L’appuntamento è per il prossimo 4 settembre con il calcio d’inizio della nuova avventura gialloblù per la conquista della Lega prò.

PORTACOLORI - Contro i campioni del mondo della Spagna è rientrato nel gruppo di Prandelli

Leonardo Bonucci raggiunge le dodici presenze in azzurro U

na manciata di minuti per esserci e per dimostrare di essere sempre pronto per restare nel prestigioso giro della Nazionale Italiana. E il nostro Leonardo Bonucci ha raggiunto le dodici presenze in azzurro dopo l’ingresso in campo per quasi 15 minuti nel match vinto mercoledì sera contro la Spagna per 2-1.

Prosegue quindi la bellissima carriera del nostro ambasciatore in una fantastica avventura iniziata lo scorso 3 marzo del 2010 con l’esordio nella gara di Monaco contro il Camerun e che è stata anche condita dalla realizzazione di 2 reti. Nel prospetto qui accanto tutto il viaggio di Leonardo in azzurro. agv


� �

sport

SPORT

& Venerdì 12 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

27

CALCIO A 5

Ai Zagheri il 15° Memorial Raffaele Giorni Ai rigori successo sul Casablanca. Il Toto’s Pub trionfa nel girone B

S

uccesso del team dei “Zagheri” nella 15esima edizione del Memorial “Raffaele Giorni” che nella �nalissima del prestigioso torneo disputato sui campi di Arcangelo Meschini a Santa Barbara ha battuto ai calci di rigore dopo una splendida �nale la compagine del Casablanca. Il match si era concluso sul 4-4 dopo le reti di Camillo

Lamanda (2), Edoardo Manni (2), Matteo Maio (2), Marco Della Rosa e Fabio Baroncini. I Zagheri avevano eliminato in semi�nale il Borgo Velino privo del forte Stefano Maiorana mentre il Casablanca si era imposto sul Calcio Tuscia. Ecco le formazioni scese in campo. I Zagheri: A. Di Marcantoni, A. Reinkardt, A. Gentili, E. Manni, R. Morucci, C. Lamanda, G.Menghini, F. Ciorbo, G.

Scapigliati. Casablanca: F. Morgantini, M. Materazzini, M. Casagrande, F. Baroncini, M. Maio, L. Smacchia, M. Della Rosa. Ed ecco quelli che stati i riconoscimenti. Miglior giocatore Matteo Maio; miglior portiere Andrea Di Marcantonio. Capocannoniere: Edoardo Manni. Arbitro della �nale Maurizio De Bartolo. IL GIRONE B Nel campionato del Raffaele Giorni B successo del Toto’s Pub che ha battuto in �nale l’Orange Caffè dopo i tempi supplementari per 5-4 con le reti di Manuel Pecci (3), L. Delle Monache e di E. Troili. Per l’Orange reti di Fabirizio Filippi (3) e Leonardo Mencio. In semi�nale il Toto’s aveva eliminato Stanley Bep e l’Orange Caffè il Cr/7. Ecco le formazioni delle due �nali. Toto’s Pub: Alessandro Pecci, Manuel Pecci, Gl Guerra, D. Melone, A. Caci, L. Delle Monache. E. Troili. Orange Caffè: A. Pastorelli, L. Mencio, A. Matarazzo. F. Filippi, Pl Fedeli, P. Ranaldi. G. Lattanzi e G.P. Valenziano. Riconoscimenti Qui premi speciali sono andati a Manuel Pecci, miglior

giocatore del torneo, ad Alessandro Pecci e A. Pastorelli. Capocannoniere del torneo Federico Rempicci. NELLE FOTO Nelle immagini in pagina tutti i momenti della splendida serata �nale della manifestazione che come tutti gli anni ha riscosso un grande successo nel ricordo del compianto e indimenticato Raffaele Giorni.


almanacco

& Venerdì 12 Agosto 2011 Viterbo AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

Una giornata più bella rispetto a ieri e l’altroieri quando una certa pesan-

21 Aprile - 20 Maggio TORO Forse è il caso di guardare in faccia la realtà riguardo ad alcune situazioni che stanno

tezza d’animo vi ha lasciati in balìa di pensieri non proprio allegri..ora che vi siete interrogati abbastanza cercate finalmente di giungere a qualche conclusione riguardo alle linee guida che volete seguire per il vostro futuro..potrete raggiungere grossi risultati quindi..DATEVI DA FARE

mostrando la loro debolezza, e in qualche caso addirittura la loro inesistenza..parlo specialmente delle questioni affettive che non vi soddisfano più..so che è doloroso ma quando è necessario bisogna tagliare..per poi ripartire..per un futuro tutto nuovo..che aspetta solo di essere vissuto con AMORE GIOIA E ALLEGRIA

stro orizzonte..e il vostro presente è di preparazione ad un importante momento di grandi decisioni che porteranno ad enormi soddisfazioni..non vi dimenticate che ilo 2012 non è poi così lontano e per voi non significa la fine del mondo..anzi…SARA’ L’INIZIO DI TUTTO!!

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO Se qualcuno cerca di farvi innervosire oggi fate spallucce..non vale la pena di

23 Luglio - 22 Agosto LEONE Oggi il vostro fuoco si scontra con l’aria della Luna in Acquario e con la terra secca di Gio-

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE Come fare per rovinarsi la vita quando tutto va finalmente per il verso giusto?.. po-

arrabbiarsi così..anche perché dovete sapere miei cari amici del Cancro che tutti quanti cominciano ad essere nun po’ invidiosi del vostro successo..magari non avete ancora raggiunto tutti i vostri tanto ambiti traguardi, ma dal vostro sguardo già traspare una bella “V”..CHE STA PER “VITTORIA”!!

ve in Toro.. molto probabilmente il velario del Colosseo potrebbe improvvisamente prendere fuoco costringendovi a rimandare a tra qualche tempo il vostro meraviglioso e selvaggio spettacolo..non importa..riposatevi..la vostra assenza si sentirà parecchio..e renderà PIU’ VIVO IL DESIDERIO

trebbe essere un manuale scritto da voi cari amici della Vergine..e potrebbe addirittura diventare un best-seller visto che oggi i pianeti vi vogliono talmente bene che nemmeno il vostro sarcasmo al vetriolo potrà scalfire le mille probabilità di successo che diventeranno presto delle NUOVE E MERAVIGLIOSE REALTA’

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA Amici ed amiche della Bilancia se qualche amico vi chiama per passare un po’

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

Finalmente una magnifica giornata..ma davvero sapete?.. nessuna nuvola al vo-

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

di tempo con voi non rispondete sempre no..non date retta a questo Marte antipatico che dal segno del Cancro vi spinge ad essere depressi oltremodo rimanendo a casa ad elucubrare. Non avete bisogno tanto di riposo, quanto di divertimento..dovete stare in compagnia..tutti vi aspettano tutti vi vogliono..ABBRACCIATE IL MONDO

Vi sognate sdraiati con creme su spiagge dorate dal sole d’oriente?e fate bene cari miei..io spero davvero che sulla spiaggia non sia solo la vostra mente a starci ama anche il vostro corpo che ha tanto bisogno di riposo e di ossigeno..dedicate del tempo a voi stessi, auscultate il battito del vostro cuore ed ascoltate bene cosa vi dice..e coccolatelo..E COCCOLATEVI

A n c o r a un’esplosione e non è né fuoco amico e né tantomeno nemico..è solo fuoco..un grande ed immenso fuoco che vi brucia di passione e ardore e che vuole ridurvi in cenere per poi rinascere più potenti e vincitori che mai..è questo il vostro amomento..la fortuna vi apre il cuore.. sappiatela cogliere al volo….andate, partite, conquistate e soprattutto..AMATE!!

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO Anche la vostra pazienza ha un limite, lo so..ma come nelle più belle favole, quando

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO E se in questo periodo di conflitti sentiste improvvisamente il desiderio di essere felici e di rilassarvi

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI Basta, basta e ancora basta!! Mi fate veramente invidia e ne fate a tutti..siete

tutto sembra perduto ecco che arriva l’ancora di salvataggio che vi tira fuori dai guai..tante nuove opportunità si apriranno intorno a voi..si tratterà solo di cogliere quella giusta per iniziare un nuovo cammino che vi porti verso la realizzazione di vostri più grandi desideri..mi raccomando.. SCEGLIETE BENE

per un momento senza pensare a nulla che non siano creme solari abbronzanti ad alta protezione per la vostra meravigliosa pelle ed essenze di fresco bergamotto?..assecondat evi cari amici dell’Acquario..il fuoco del Leone vi sta bruciando troppo e avete bisogno di freschezza e leggerezza…e la Luna nel vostro segno ve ne darà in abbondanza..BENE!!

troppo belli, troppo bravi, troppo famosi, troppo fortunati, troppo amati e soprattutto troppo fortunati!..dov’è il trucco?..possibile che vi vada davvero tutto così bene?..GRRR!!! che rabbia..cari pesciolini..pensate a guizzare felici nel mare della meravigliosa vita..ALLA FACCIA DI TUTTI!!

BUONGIORNO

Un felicissimo buongiorno e un buon gelato a tutti i lettori dalla signora Caterina Moscatelli da 50 amante del gelato da Chiodo a Viterbo FOTOZADROPRESS

31

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conserva reperti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Carte Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più importanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al trasporto della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reperti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787 Fabrica di Roma A Falerii Novi, mura etrusco romane del III sec. a.c. e la porta Giove si possono visitare sempre. L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Falerii del sec.XII da marzo a Novembre i sabati e le domeniche dalle ore 9 alle 13. In altri giorni per gruppi e scolaresche contattare il 0761/ 569101 ufficio cultura.

PREVISIONI METEOROLOGICHE Venerdì 12 Agosto 2011

Sabato 13 Agosto 2011

ore 00 cielo sereno e vento da nord/ovest a 12 km/h. Temperatura di 20 °C ore 03 cielo sereno e vento da nord a 14 km/h. Temperatura di 18,4 °C ore 06 cielo sereno e vento da nord a 16 km/h. Temperatura di 17,1 °C ore 09 cielo sereno e vento da nord a 18 km/h. Temperatura di 19,9 °C ore 12 cielo sereno e vento da nord a 20 km/h. Temperatura di 24,7 °C ore 15 cielo sereno e vento da nord a 17 km/h. Temperatura di 27,3 °C ore 18 c ielo sereno e vento da nord a 16 km/h. Temperatura di 25,9 °C ore 21 cielo sereno e vento da nord a 16 km/h. Temperatura di 21,6 °C

ore 00 cielo sereno e vento da nord/ovest a 8 km/h. Temperatura di 17,8 °C ore 03 cielo sereno e vento da nord a 5 km/h. Temperatura di 15,9 °C ore 06 cielo sereno e vento da nord a 4 km/h. Temperatura di 15,1 °C ore 09 cielo sereno e vento da nord/est a 4 km/h. Temperatura di 21,8 °C ore 12 cielo sereno e vento da nord/ovest a 3 km/h. Temperatura di 26,9 °C ore 15 cielo sereno e vento da ovest a 9 km/h. Temperatura di 28,2 °C ore 18 cielo sereno e vento da ovest a 12 km/h. Temperatura di 26,2 °C ore 21 cielo sereno e vento da ovest a 8 km/h. Temperatura di 20,6 °C

FARMACIE

OGGI 12 AGOSTO CAPPUCCINI (DIURNO E NOTTURNO) VIA VICENZA, 40A (VT) TEL: 0761-342630 DOMANI 13 AGOSTO GALIANO (DIURNO E NOTTURNO) VIA GARIBALDI, 1 (VT) TEL: 0761-304183



L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 12 agosto 2011