Issuu on Google+

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

Attualità

Tra sei mesi due dearsenificatori a Bagnaia e San Martino Servizio a pagina 5

EDITORIALE

Addio 2011 finalmente... E’ iniziato il conto alla rovescia per dare l’addio al 2011. Un anno di m.... consentitecelo. Annus Horribilis per la Borsa che ha fatto segnare un -25%. Non parliamo poi dell’ambiente, il gas serra è salito a livelli record, lo scioglimento dei ghiacciai dell’artico è arrivato quasi ai livelli del 2007 mentre la temperatura ha toccato i livelli più alti mai registrati. In Europa ed in Africa si è raggiunto un numero record di catastro� naturali mentre negli Stati Uniti sono state registrate temperature massime e minime da record. Sempre nel 2011 la popolazione mondiale ha raggiunto i 7 miliardi di persone, c’è stato il peggior disastro nucleare di sempre e si è raggiunto un record di investimenti nelle energie rinnovabili. In Italia è più facile perdere il posto di lavoro che trovare una fontanella d’acqua potabile in giro. Le ciliegine �nali ce le ha consegnate il premier Monti che con la complicità vigliacca dei politici ha imposto ulteriori sacri�ci al popolo e nulla ha tolto a chi di quel popolo si appro�tta. Speriamo che il 2012 ci regali un novello Robin Hood che rubi tutto ai ricchi (tanti, a cominciare da Monti) e doni ai poveri che sono il 95% degli italiani. Qualcuno dice che secondo i Maya il 2012 è l’ultimo anno di vita sulla terra per tutti, l’Apocalisse, allora cerchiamo di viverlo al massimo come se ogni giorno fosse l’ultimo. Le tasse? Qualcuno le pagherà prima o poi no? (piggi)

VENERDI 30 DICEMBRE 2011 ���������������������

Anno II N. 308 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Speciale Fine Anno da pagina 13 a pagina 22

Politica

Milioni striglia l’Udc: “Dov’era quando si decideva sul Cev?” Servizio a pagina 4

La Regione Lazio si vota i vitalizi e lascia morire di fame cento infermieri

“Grazie Polverini” Hanno gridato più forte che potevano i cento infermieri che ieri hanno manifestato davanti alla cittadella della salute di Viterbo armati di cartelloni e striscioni. Sono senza lavoro da diversi mesi a causa dei tagli dei fondi per la sanità messi in atto dalla Regione Lazio. Il loro contratto non è stato rinnovato e le loro famiglie rischiano di andare sul lastrico. “Grazie Renata” è stato uno degli slogans più volte ripetuto dai manifestanti. La Polverini è al centro di una polemica infinità. I sindacati sostengono che con i tagli alla sanità vengono persi tanti diritti: non solo quelli degli infermieri e del personale paramedico ma anche dei cittadini che si vedono ridurre il livello e la qualità del servizio. di Mario Migneco a pagina 3

Due minorenni aggrediscono un poliziotto a Tarquinia Servizio a pagina 3

Servizio a pagina 12

Basket La Defensor prepara la sfida con l’Orvieto

Capodanno in Piazza La crisi non si sente di Alessandro Sacripanti a pagina 6

CIVITA CASTELLANA

Ex Zanganella altra interrogazione Servizio a pagina 8

MONTEFIASCONE

Super vacanza e aspettativa di tre mesi per il giudice Marini Balestra

L’ultimo saluto a Francesco Morleschi

Servizio a pagina 3

di Michele Mari a pagina 9

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

Calcio D Viterbese ko in amichevole con l’Agnonese

TARQUINIA

Calcio L’ allievo Toure della Viterbese in Rappresentativa

Servizio a pagina 19

Redazione via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - Centralino 0761.346807 - Fax 0761.1705337 Email: redazione@opinioneviterbo.it

Servizio a pagina 19


Venerdì 30 Dicembre 2011

cronaca

Viterbo & AltoLazio

Sit-in di protesta degli infermieri di Belcolle rimasti senza lavoro

Cento famiglie sul lastrico di MARIO MIGNECO

H

anno gridato più forte che potevano i cento infermieri che ieri hanno manifestato davanti alla cittadella della salute di Viterbo armati di cartelloni e striscioni. Sono senza lavoro da diversi mesi a causa dei tagli ai fondi per la sanità messi in atto dalla Regione Lazio. Il loro contratto non è stato rinnovato e le loro famiglie rischiano di andare sul lastrico. “Grazie Renata” è stato uno degli slogans più volte ripetuto dai manifestanti. La Polverini è al centro di una polemica infinita. I sindacati sostengono che con i tagli alla sanità vengono persi tanti diritti: non solo quelli degli infermieri e del personale paramedico, che oggi rimangono senza lavoro, ma anche dei cittadini che si vedono ridurre il livello e la qualità del servizio. Il loro appello è rivolto alla politica e alla dirigenza della Asl. Il direttore generale Pipino era assente. Tuttavia ad ascoltare le rimostranze dei disoccupati c’era il direttore amministrativo e i sindacalisti della Fials e della Confael, che ha organizzato il sit in. Uno spiraglio, nella disperata ricerca

di una soluzione per non lasciare queste famiglie senza sostentamento, potrebbe aprirsi nei prossimi giorni se le speranze della Fials si avvereranno. Lo spiega lo stessoVittorio Ricci segretario della Fials: “In attesa che la situazione evolva, potrebbero essere utilizzati all’interno di Mammagialla. Altrove sono stati banditi concorsi. In Puglia, ad esempio, la Regione che si trova nelle stesse condizioni del Lazio, con un piano di rientro dal debito, ha adottato analoghi provvedimenti. Anche

a Civitavecchia è stato pubblicato l’avviso di un bando sempre per attutire simili effetti negativi sull’occupazione”. C’è da dire che una simile soluzione si presenta alquanto difficoltosa perchè nel carcere di Viterbo prestano servizio altri infermieri con contratto regolare che dopo il lavoro in ospedale fanno il turno nel penitenziario. “I risparmi sul personale – prosegue Ricci – si ripercuotono sugli utenti. La direzione Asl ha sollecitato la Regione, ma la situazione

in cui ci troviamo in ambito sanitario è assurda”. Anche il sindaco Giulio Marini è stato chiamato in causa: “Oltre ai conti - chiosa Roberto Talotta (Udc) - pensi pure alla situazione deficitaria della sanità di Viterbo e provincia. Siamo preoccupati per il livello assistenziale e per il futuro di questi professionisti. Il primo cittadino se ne dovrebbe fare carico”. Indubbiamente una situazione che non può rimanere tale e che la politica deve risolvere al più presto.

Notizie in breve - Notizie in breve - Notizie in breve Un poliziotto è stato aggredito selvaggiamente da due 17enni nella notte tra mercoledì e giovedì a Tarquinia. Una volante era stata allertata per sedare una rissa scoppiata tra un gruppo di giovani, molto probabilmente a causa dell’abuso di alcol. Alcuni ragazzi, all’arrivo dei poliziotti sono scappati, ma due di loro, non avendo fatto in tempo, hanno aggredito l’agente sferrandogli un calcio nei testicoli, colpendolo anche mente era a terra. L’uomo potrà guarire in trenta giorni. I due giovani sono stati denunciati per rissa, lesioni, resistenza e oltraggio a pubblico uf�ciale. ***

Ieri mattina sulla Cassia si è ribaltato un autotreno. L’incidente è avvenuto intorno alle 12.45 al km 109 della strada statale per cause ancora in corso d’accertamento. Il camion trasportava segatura. Nessun altro autoveicolo è rimasto coinvolto nel sinistro. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco che hanno gestito la viabilità. *** Una statua di circa 50 centimetri di lunghezza, che ricorda molto da vicino la S�nge di Giza (Egitto) è stata ritrovata nell’area archeologica di Vulci, a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo. Nelle immediate

vicinanze sono stati individuati dei vasi etruschi dipinti, alcuni dei quali intatti. La statua, raf�gurante un felino con le ali e il volto da donna, è stata individuata nel ‘dromos’ (corridoio d’ingresso) della tomba etrusca scoperta a Vulci dagli archeologi della Soprintendenza all’Etruria Meridionale e dagli operai della Mastarna Srl, la società che gestisce il sito. La tomba, ad avviso degli archeologi, sarebbe stata violata in tempi molto remoti, ma recentemente non ha subito nuovi ingressi. Un particolare, quest’ultimo, che fa ritenere alla Soprintendenza che all’interno ci possano essere ancora reperti di notevole valore.

3

Il giudice Marini Balestra va tre mesi in aspettativa per una vacanza da record

U

na vacanza da record per il giudice di pace di Viterbo Stefano Marini Balestra (nella foto piccola). Si è imbarcato mercoledì scorso su “La Deliziosa”, una delle navi del gruppo Costa Crociere, partita dal porto di Savona per il giro del mondo: erano 17 anni che la compagnia non riproponeva questo incredibile itinerario turistico, che prevede 37 tappe e 250 escursioni nell’arco di 100 giorni. In poco più di tre mesi, la Deliziosa circumnavigherà il globo, con a bordo 2300 viaggiatori provenienti da tutto il mondo. Oltre la metà degli ospiti sono italiani e tedeschi, ma molti anche i francesi e gli spagnoli. Nelle varie tappe, la Deliziosa toccherà le Americhe, l’Australia, e l’Estremo Oriente, per poi tornare verso l’Europa: nella tratta denominata “Cristoforo Colombo”, della durata di 28 giorni, da Savona la nave raggiungerà la Francia e la Spagna per poi attraversare l’Atlantico alla volta di Madera, Antille, Colombia, Costa Rica, Canale di Panama, Messico

e California; dalle Americhe, l’itinerario “James Cook” porterà poi gli ospiti alle isole Hawaii, Samoa, Fiji, Nuova Zelanda, Australia, sino a Singapore; la terza e ultima tratta, dedicata a “Marco Polo”, toccherà invece Malesia, Thailandia, Sri Lanka, India, Emirati Arabi, Oman e Mar Rosso. Il “nostro” giudice di pace è stato intervistato anche da “La Stampa” di Torino. Al cronista, con un sorriso a trentadue denti ha dichiarato: “Stefano Marini, 66 anni di Viterbo, è un ex avvocato che fa ancora il giudice di pace e per questo viaggio ha chiesto un’aspettativa di 3 mesi: «Ho deciso un anno e mezzo fa. Una sera ho letto la pubblicità del Giro del mondo e il giorno dopo ho prenotato un viaggio che sognavo da sempre». Costo della cabina: dai 10 e i 30 mila euro. Cifre che i clienti hanno ritenuto accettabili, visto il tutto esaurito fatto registrare un paio di mesi prima della partenza. E la Compagnia ha iniziato a pubblicizzare il prossimo Giro del mondo che salperà il 6 gennaio 2013 ancora da Savona.


politica

4

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 30 Dicembre 2011

Sulle polemiche in consiglio comunale cittadino interviene il consigliere di maggioranza Marco Milioni

“L’Udc quando si decideva sul Cev dove era?” “N

el 2007 l’Udc era parte della maggioranza comunale e ricopriva ruoli di primo piano nella gestione delle società partecipate a cui era af�data la prestazione di molteplici servizi pubblici”. Questo quanto scrive il consigliere comunale del Pdl Marco Milioni. “In quell’anno - prosegue Milioni - il Cev presentò un bilancio con un de�cit di 2 milioni e 800 mila euro. Comprenderà bene, quindi, ogni cittadino, da dove provengano le “molteplici ripercussioni sfavorevoli che si sono scaricate” sulla Città, senza che l’Udc intervenga per fornire ulteriori spiegazioni secondo il proprio personalissimo punto di vista di una vicenda in cui ha avuto il ruolo da protagonista. Quei conti pesantemente in rosso presentati dal Cev hanno infatti costretto la giunta Marini, al suo insediamento avvenuto nel 2008, a chiudere la partecipata e a cercare modi “meno gravosi” per continuare a prestare quei servizi ai cittadini, tra cui la nettezza urbana. Lo abbiamo fatto da subito, ma è stato un passaggio che ha richiesto notevole tempo: individuare soluzioni più ef�cienti, avviare le procedure amministrative e far ripartire i servizi secondo modalità più adeguate alla nostra capacità di spesa. Fase, quest’ultima, che si sta completando proprio in questo

La Federconsumatori pone dei quesiti a Meroi

Talete, ormai siamo nel caos

“A

momento del mandato elettorale. Abbiamo dovuto riscrivere le regole di un servizio pubblico che aveva dato risultati negativi in un contesto gestionale che ha trovato nel gruppo dell’Udc i suoi principali sostenitori e arte�ci. Per quanto riguarda l’altra partecipata comunale, la Francigena si adeguerà semplicemente alla normativa nazionale, secondo una politica amministrativa che vuole essere corretta, rigorosa e trasparente. In ogni caso la salvaguardia dei livelli occupazionali sarà sempre il nostro faro, come, del resto, lo è stato �nora con ottimi risultati. Rispondendo alla polemica sugli autovelox sottolineo, invece, il carattere esclusivamente deterrente delle apparecchiature mobili, tese

a scoraggiare l’alta velocità a tutela dei pedoni, e non a rinforzare le casse comunali. Sul capitolo arsenico mi viene da pensare che gli amici dell’Udc siano intervenuti sulla stampa da qualche località di vacanza. Comunque lontani da Viterbo altrimenti saprebbero che proprio oggi l’amministrazione comunale avrebbe consegnato le aree per i dearseni�catori alla Regione Lazio. Anche in merito alla pubblica illuminazione è stato ampiamente dibattuto in consiglio comunale per fare �nta di non sapere che il nuovo appalto andrà a modernizzare e ristrutturare tutta la rete cittadina, con abbattimento dei costi di gestione del servizio, risparmio energetico e rispetto dell’ambiente”.

bbiamo appreso dagli organi di stampa della sospensiva del Tar sull’aumento delle tariffe idriche, e sempre dagli stessi apprendiamo che il Presidente Meroi in qualità di Presidente dell’Ato Viterbo 1 intende opporsi a questa sospensiva. Questo quanto dichiara in una nota inviata in redazione dal presidente della Federconsumatori Pietro Vacca. Questo ci lascia un po’ perplessi sul modo della gestione dell’intera vicenda che riguarda il servizio idrico da parte della politica tutta. Ma al presidente qualche domanda la vogliamo porre: 1)Ognuno può presentare i ricorsi che vuole ma in caso di non legittimità chi paga le spese legali e gli onorari degli avvocati? Ancora i cittadini sulle bollette, oppure Lei Presidente in qualità di responsabile è disposto ad accollarsi queste spese? Sarebbe un bell’atto da parte della politica se Lei lo facesse. 2) Se nella sospensiva del Tar vengono trovate motivazioni

di non legittimità sull’aumento delle tariffe, queste motivazioni valgono anche per i comuni che hanno aderito alla Talete e non solo per i comuni che non hanno aderito, in quanto ciò sarebbe incostituzionale, perché tra cittadini non possono esserci discriminazioni. 3) Problema Arsenico. A �ne 2012 scade il termine imposto dalla Comunità Europea per il rispetto dei parametri. A che punto sono i lavori per mettere a norma gli impianti? A noi consta che nulla è stato fatto, se non installare le famose fontanelle, con aggravio di costi per il consumatore. Nel non fornire il servizio come previsto dalla carta dei servizi la Talete non adempie ai propri obblighi e il cittadino approvvigionandosi dalle fontanelle ha un maggiore esborso annuo quanti�cabile in circa 100 euro, perche anche se paga 0,05 centesimi al litro il costo al metro cubo ammonta a 50 euro contro i 0,70 centesimi al metro cubo che avrebbe pagato in bolletta. Sappiamo che non tutte le responsabilità sono sue,

ma gran parte ricadono sono riconducibili alla Regione Lazio in persona della Presidente Polverini, la quale dovrebbe mantenere le promesse fatte ai Viterbesi. Caro Presidente le sembra normale tutto ciò? Con la speranza di trovarlo dalla parte dei cittadini consumatori la salutiamo e auguriamo un buon 2012”.

DISAGI - Il Circolo Alleanza per l’Italia sprona l’amministrazione ad intervenire

Petizione popolare dei dipendenti Inpdap contro i licenziamenti e privatizzazioni D “I opo le manifestazioni e le occupazioni di molte sedi territoriali dell’INPDAP, da Torino a Chieti, passando per diverse sedi della capitale, non ultima la stessa Presidenza Inpdap, anche a Viterbo continuano le iniziative a difesa dei lavoratori Inpdap e del sistema previdenziale pubblico - dichiara Paola Celletti della USB P.I. Viterbo - per oggi abbiamo indetto un’assemblea dei lavoratori, presso la sede di Viterbo, durante la quale si svolgerà anche un volantinaggio all’utenza per informare i cittadini che l’operazione con cui il Governo Monti sta cancellando Inpdap ed Enpals non produrrà alcun risparmio come vorrebbe far credere, mentre provoca in prima battuta la perdita di 700 posti di lavoro fra i dipendenti considerati in esubero, ed in prospettiva lo smantellamento del sistema previdenziale pubblico in favore della cosiddetta previdenza complementare privata, che Bonanni, segretario generale della Cisl, vuole rendere obbligatoria. Sul piatto c’è la gestione di una società che movimenta circa 9 miliardi e gestisce 20 fondi Immobiliari. L’Inpdap e l’Enpals sono infatti titolari di quote azionarie di FIMIT, primo fondo immobiliare chiuso ad apporto pubblico, divenuto IdeaFimit sgr dopo la fusione con First Atlantic, il cui capitale sociale è oggi controllato per il 61,3% da De Agostini, per il 18,33% da INPDAP, l’11,34%

da ENPALS e il 5,97% da Enasarco”. Con la soppressione di Inpdap ed Enpals ed il trasferimento di IdeaFimit sgr all’INPS, si autorizza di fatto quest’ultimo all’ingresso in Borsa, cosa non concessa prima all’istituto nazionale di previdenza. Insomma l’Inps si quoterà in borsa con i contributi versati dai lavoratori”. La privatizzazione del sistema previdenziale pubblico inoltre - prosegue Celletti -, non avrà che pesantissime ripercussioni sui cittadini come, tra l’altro si è già potuto constatare per tutte le privatizzazioni già avvenute in altri settori, riduzione e dei servizi e aumento dei costi per la collettività. La gestione del credito, oggi gestito dall’Istituto e domani in mano a banche e ad Assicurazioni, sarà il primo prezzo da pagare e a seguire il saccheggio delle liquidazioni dei lavoratori da parte dei fondi privati e dei loro immensi cda. Gli impegni assunti dal Ministro Fornero, durante la manifestazione USB dello scorso 15 dicembre, per la salvaguardia dei 700 lavoratori Inpdap, non hanno ancora trovato traduzione. Le rassicurazioni espresse dal Presidente Mastrapasqua, il quale ha annunciato il riassorbimento di tutti i lavoratori all’interno dell’Inps, non dispongono al momento di strumenti concreti, mentre invece la legge che cancella l’Inpdap avrà effetto immediato.

L’Api di Orte amplifica la voce dei cittadini l circolo Api di Orte si è proposto dalla sua nascita, e continua a proporsi, come interlocutore per la cittadinanza, mettendo a disposizione la propria email (circoloapiorte @gmail.it) per proposte, suggerimenti e segnalazioni, al �ne di ampli�care la voce dei cittadini nei confronti dell’amministrazione locale, con l’ambizione di veicolare e realizzare le aspettative della popolazione. In attesa di un confronto costruttivo con l’amministrazione vogliamo fare una breve sintesi di alcune problematiche segnalateci �no ad oggi. Situazione del traf�co ad Orte tra lo scalo e il bivio ‘Filiacci’: occorre a volte impiegare molto tempo e carburante per percorrere

Concerto di fine anno A

l pianoforte il Maestro Matteo Biscetti e Ludwika Montemari, al violino la giovane Flavia Fazzi, voce Chiara Fersini. Questi i quattro giovani musicisti viterbesi che quest’oggi alle 18 si esibiranno in concerto all’interno della basilica di Santa Maria della Quercia. Il repertorio che proporranno per l’occasione spazierà dal classico-barocco con J.S.Bach e W.A.Mozart al romantico F.Chopin, all’impressionista C.Debussy �no ai moderni J.Lennon, L.Cohen. L’ingresso è libero. Durante il concerto saranno raccolte offerte che andranno a sostenere la campagna 2011-2012 dell’associazione Viterbo con Amore.

le brevi distanze che li separano con conseguente pericolo per il traf�co intenso, aggravio di tempo, aggravio economico e forte inquinamento da gas di scarico delle autovetture in �la. La zona della villetta è perennemente intasata di auto e mezzi pesanti: qualcuno propone l’inibizione per i camion che potrebbero sfruttare come raccordo la superstrada. La vivibilità del centro storico negli anni ha subito un progressivo deterioramento, infatti non si è a conoscenza di progetti volti allo sviluppo e alla riquali�cazione (il nostro circolo ne sta elaborando uno che verrà sottoposto all’attenzione a breve). La zona del campo sportivo è in stato di incuria e abbandono nonostante sia frequentata quotidianamente da centinaia di persone tra giovani e anziani. Petignano: molti cittadini rilevano un senso di isolamento dovuto: alla mancanza di un collegamento pedonabile/ciclabile con il resto del territorio comunale; alla mancanza di un ef�cace servizio di trasporto pubblico; alla scarsa illuminazione

che in alcune zone crea pericolo per i pedoni. Su Orte Scalo si rileva un rischio reale di tipo idro-geologico per la collina e conseguenti allegamenti per la parte bassa. Numerose le richieste giunte per una soluzione dei problemi relativi agli impianti sportivi, per il ripristino delle strutture esistenti e per la fruizione della nuova palestra. Molti giovani con�dano in un ritorno delle nostre compagini sportive ai livelli che le avevano caratterizzate un tempo: dalla squadra di calcio a quelle di pallavolo maschile e femminile, dal nuoto all’atletica. Per affrontare le problematiche sopra esposte, la cui soluzione riteniamo talvolta dif�cile e complessa, il nostro circolo si pone a disposizione dell’amministrazione comunale e di tutti i cittadini per un confronto sereno e propositivo volto al miglioramento della qualità della vita nel nostro splendido paese che merita più attenzione e cura, portando alla luce il nostro patrimonio artistico, archeologico e paesaggistico che da secoli illumina le vie verso l’Umbria e l’Alto Lazio”.

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Mario Migneco Vice-Capo Redattore Emanuele Faraglia Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30


attualità

& Venerdì 30 Dicembre 2011 Viterbo AltoLazio

5

Saranno installati in località Montecchio, a Bagnaia ed in località Campo Sportivo a San Martino

Ecco i primi dearsenificatori del Lazio I

primi due dearsenificatori del Lazio verranno installati in località Montecchio (Bagnaia) e in loc. Campo Sportivo (San Martino al Cimino). La notizia è di questa mattina e fa seguito all’odierno incontro svoltosi presso il settore Lavori Pubblici degli uffici comunali di via Garbini. A rappresentare l’amministrazione comunale è intervenuto l’assessore Claudio Ubertini che ha fornito i principali dettagli sui due interventi per la potabilizzazione delle acque, nelle zone che superano i limiti di concentrazione di arsenico consentiti per legge. “Si tratta dei primi impianti a livello regionale – ha spiegato l’assessore Ubertini -. Questa

mattina nel corso della riunione sono state ufficialmente consegnate le due aree che andranno ad ospitare i dearsenificatori. Si prevede che gli interventi, inclusi i tempi necessari per le indagini geotecniche, avranno una durata di circa sei mesi. All’interno di tali aree potrà accedere il p e rs o nale della s o cietà Ta lete p e r l e relative attività di controllo e gestione degli impianti idrici. Un grande risultato – conclude l’assessore di Palazzo dei Priori – conseguito grazie alla collaborazione e all’interessamento della

Gli interventi, incluse le indagini geotecniche, avranno una durata di circa sei mesi

Regione Lazio, fin da subito sensibile a tale problematica. Così come è stato prezioso il delicato lavoro svolto in questi mesi da Giovanni Arena, assessore comunale all’Ambiente fino allo scorso novembre”. Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco di Viterbo Giulio Marini che, condividendo le parole di Ubertini, ha aggiunto: “Il mio ringraziamento è rivolto all’assessore regionale all’Ambiente Mattei per aver rispettato gli impegni presi nei mesi scorsi, non appena sorta la questione del superamento di concentrazione di arsenico nelle acque destinate al consumo umano in alcune zone del territorio comunale. L’istallazione dei dearsenificatori, possibile grazie allo stanziamento di fondi regionali, va a risolvere la problematica direttamente alla fonte e in modo definitivo”.

C’è tempo per partecipare all’undicesima edizione della Calza più lunga del mondo

A.A.A. aspiranti befane cercasi S

i cercano aspiranti befane per l’undicesima edizione della Calza più lunga del mondo in programma il prossimo 5 gennaio. L’iniziativa, promossa dal Centro sociale Pilastro insieme ad ADMO, AVIS e 500 Tuscia Club di Viterbo, realizzata in stretta collaborazione con il Comune di Viterbo – assessorato alla Cultura e al Turismo e Assessorato alle Politiche Sociali, patrocinata da Provincia di Viterbo e della Regione Lazio, e sostenuta da Confartigianato Imprese di Viterbo e dall’istituto di credito Carispaq (Cassa di Risparmio della provincia de L’Aquila – agenzia di Viterbo), anche quest’anno è alla ricerca delle principali protagoniste.

I ringraziamenti dell’associazione Bambino Cardiopatico

La calza sarà preceduta dalla Banda Musicale Polymartium di Bomarzo, dal “Gruppo Sbandieratori Città di Viterbo”, nonché da bambine e bambini vestiti da befane e spazzacamini. Per aderire all’iniziativa basta recarsi presso il Centro sociale Pilastro, in via Cristofori 8 e dare le proprie generalità. L’appuntamento con la presentazione uf�ciale della manifestazione è già �ssato per le ore 11 del 3 gennaio 2012 a Palazzo dei Priori. In quell’occasione si raccoglieranno le ultime adesioni per diventare “befana”. Per ulteriori informazioni, contattare il numero 0761 324148, dal lunedì al sabato, dalle ore 15,30 alle 18,30.

R

iceviamo e pubblichiamo. “L’Associazione Bambino Cardiopatico ringrazia vivamente la proloco di Grotte Santo Stefano, il suo presidente Marco Lilli e la banda di Ferento per aver generosamente devoluto in bene�cenza alla nostra associazione il ricavato della pesca a premi, organizzata in occasione dei festeggiamenti del paese per il 26 Dicembre.”Alla consegna era presente in rappresentanza dell’Associazione il Dott. Sandro Marenzoni, che di persona ha voluto ringraziare il nobile gesto, dichiarando che questo contribuirà, insieme ad altre importanti

iniziative, a raggiungere gli obiettivi pre�ssati negli statuti dell’Associazione, e cioè il sostegno ai bambini cardiopatici, l’acquisto di nuovi e moderni macchinari per la prevenzione e la diagnosi precoce delle problematiche del bambino e ad altre forme di intervento in favore di tutti i bambini con problemi cardiaci. Il dott. Marenzoni ha inoltre auspicato altre iniziative del genere che possano consentire il raggiungimento di alcuni obiettivi , il più velocemente possibile, rimanendo a disposizione di chiunque voglia coinvolgere l’Associazione nella raccolta fondi per questa nobile causa.

Nel prossimo mese di febbraio partirà l’aggiornamento su tre temi ‘caldi’ per il settore

Carrozzerie, pronto il programma dei corsi di formazione C

na ha mantenuto l’impegno preso nell’assemblea provinciale della categoria tenutasi un paio di settimane fa. E’ pronto il programma dei corsi per le carrozzerie messo a punto con l’Area Formazione di Cna Sostenibile. A partire dal mese di febbraio, tutti in aula, dunque, per l’aggiornamento su tre tematiche “calde” per il settore: “gestione del sinistro” (12 ore), “gestione del Sistri” (8 ore), “diagnosi elettronica di base e dei sistemi ibridi avanzati” (per questo corso di 20 ore, si conta sulla collaborazione di Texa Edu). “Invitiamo le impre-

se a prenotare subito la partecipazione, af�nché le attività possano essere organizzate al meglio”, dice Luca Fanelli, responsabile provinciale di Cna Servizi alla Comunità. Alle 120 imprese di carrozzeria della Tuscia, è stato intanto inviato lo studio, a cura dell’associazione, sull’incremento medio percentuale rilevato nel 2011 relativamente ad alcune voci fondamentali. “Gli aumenti non sono stati davvero lievi -osserva Fanelli-. Il costo del lavoro è cresciuto del 4,7 per cento. I materiali di consumo hanno fatto registrare un + 6,5

per cento. Nello speci�co, per i prodotti vernicianti a base acqua abbiamo riscontrato un costo maggiorato rispetto al ciclo convenzionale di circa il 7 per cento, mentre l’aumento per gli smalti metallizzati micalizzati, rispetto al metallizzato convenzionale, è stato del 7 per cento. E per il ‘triplo strato’ si segnala un + 7,5 per cento. Gli oneri di gestione delle spese per lo smaltimento dei ri�uti risultano altresì lievitati per un valore medio pari al 2,2 per cento, applicabile sull’imponibile della fattura, �no a un massimo di 42 euro. Sono cresciute

dell’1,5 per cento, in�ne, le spese imputabili agli strumenti elettronici di diagnosi”. “La lettura di questi dati ripropone il tema del rapporto tra le imprese e le compagnie di assicurazione. Queste ultime sono tenute a rispettare la professionalità delle nostre carrozzerie e a riconoscere all’operatore tariffe orarie eque”, sottolinea il responsabile di Cna Servizi alla Comunità. Per ricevere informazioni sulle iniziative riguardanti la categoria, si può contattare l’associazione, a Viterbo, in via I Maggio 3. Telefono 0761.2291, numero verde 800-437744.


litorale

6

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 30 Dicembre 2011

TARQUINIA - Domani sera concerto organizzato da Comune e Tarquinia Viva per festeggiare il 2012

Capodanno in Piazza Matteotti di ALESSANDRO SACRIPANTI

C

’è grande attesa domani sera per il concerto dell’ultimo dell’anno che si svolgerà in piazza Matteotti, nell’evento organizzato dall’Associazione Tarquinia Viva con il patrocino del Comune di Tarquinia. Tutto avrà inizio alle ore 22.30 nella suggestiva piazza di fronte al palazzo comunale, la sede storica delle feste per l’ultimo dell’anno, che anche per questo �ne 2011 vedrà arrivare insieme alla città il nuovo anno 2012. infatti quella di domani vuole essere ancora una volta la festa di tutti, e proprio per questo, dopo cena (naturalmente), siamo

tutti invitati a partecipare agli spettacoli in programma in attesa del capodanno. L’organizzazione è dell’Associazione commercianti Tarquinia Viva, diretta dal presidente Maurizio Leoncelli,(nella foto in basso a destra) che in sinergia con l’assessore Giancarlo Capitani(nella foto a sinistra) delegato agli spettacoli, hanno presentato il programma. E’ stata gia de�nita notte da urlo quella dell’ultimo dell’anno a Tarquinia, ma vediamo come si articola il programma della serata. Si partirà alle ore 22.30 con la cantante, ballerina e dj ‘Assy’, nota protagonista di tante serate nei migliori locali e discoteche della capitale. In un crescendo di emozioni si proseguirà con un ‘Suonds Revival’ dove saranno proposti brani che ricorderanno i nostalgici anni ‘60, per passare alla disco degli anni ‘70, al il sound degli anni ‘80, per �nire con i ritmi della musica disco e latino-americana, dove si arriverà al brindisi per salutare l’arrivo del nuovo. Ci sarà anche il sindaco Mauro Mazzola, i componenti della giunta e i consiglieri comunali, che nella magni�ca cornice piazza Matteotti sul palcoscenico ideale per grandi eventi a dare il via al 2012. Sull’onda del successo delle precedenti edizioni, nella centralissima piazza del centro storico sarà allestito un grande palco completo di service audio e luci per gli spettacoli. Subito dopo la mezzanotte lo scettro della notte passerà alla band tarquiniese ‘Doppio Malto’ che, con un repertorio fatto di ‘Swing, Blues, rock & Roll e di scanzonata ironia, farà ballare e

“Costi ridotti ma tanti eventi nella notte più lunga dell’anno”

MONTALTO - Ieri lo show in Viale Garibaldi

Il “Circo Squilibrato” I

eri pomeriggio alle 15:00 sul Viale Garibaldi –che porta al centro storico della cittadina castrense- si è svolto lo show artistico del “Circo Squilibrato”. Un mix di divertimento per tutti i bambini dai 2 ai 90 anni, con giocoleria, equlibrismo comico, Bmx acrobatica ed una magni�ca street band. La Compagnia Circo Squilibrato si è esibita in tre diverse performaces: “Il Circo Equilibrato”, spettacolo di equilibrismo e comicità -verticalismo, scala di equilibrio, funanbolismo con anche un monociclo alto ben 1 metro e

ottanta-, il “Friky”, spettacolo di circo di strada con giocoleria con palline, clave e fuoco, giocoleria acrobatica e lo “ Saltimbiker”, performance di giocoleria comica e Bmx acrobatica. La Dixie & Swing Street Band ha magistralmente accompagnato con la sua musica le due ore di spettacolo ed animazione di strada. Giovanni Corona

divertire il pubblico presente. Nelle parole dell’assessore Giancarlo Capitani la soddisfazione per la realizzazione dell’evento -”Il capodanno in piazza è stato fortemente voluto, e anche se abbiamo svolto tutto con costi ridotti in virtù del momento di crisi generale che si sta vivendo. Però – aggiunge Capitani – abbiamo voluto garantire lo stesso alla città di poter brindare in piazza tutti insieme ed essere un evento rivolto a un pubblico giovane, ma aperto anche alle famiglie, che vorranno trascorrere a Tarquinia la notte più lunga e divertente dell’anno. Per

questo – sottolinea l’assessore – devo ringraziare l’Associazione Tarquinia Viva e quanti dietro le quinte stanno lavorando per la riuscita dell’evento”. Anche nelle parole del presidente Maurizio Leoncelli la soddisfazione per la programmazione della festa di capodanno –”Questa iniziativa è frutto di una grande sinergia che vuole proseguire sulla scia dei successi avuti negli anni scorsi. Le prerogative per un grande successo ci sono tutte, invitiamo quindi tutta la cittadinanza a partecipare e a venire in piazza a fare festa e brindare per il nuovo anno 2012”.

TARQUINIA - Presepe Vivente, il sindaco Mazzola ringrazia l’assessore Celli e il direttore Rotatori

O

ltre 4 mila presenza alla prima del ‘Presepe Vivente – Città di Tarquinia 2011’, è un dato che non poteva passare inosservato. Su questo anche il sindaco della città Mauro Mazzola che nel giorno di Santo Stefano ha inaugurato la manifestazione, ha voluto commentare e soprattutto sottolineare il lavoro svolto dietro le quinte dagli organizzatori, ed in particolare ha ringraziato l’assessore comunale delegato al turismo Sandro Celli e il direttore artistico dell’evento Sirio Rotatori. “Buona la prima – ha esordito il primo cittadino - l’eccezionale lavoro svolto in questi mesi ha pro-

dotto i giusti risultati, per le migliaia di persone che hanno partecipato e per la qualità della rappresentazione”.Ma il sindaco Mauro Mazzola, oltre ad esprimere soddisfazione per il grande successo dell’esordio del ‘Presepe Vivente – Città di Tarquinia 2011’, mette in evidenza anche altri aspetti della manifestazione. “Tutto ha funzionato alla perfezione, la macchina organizzativa ha risposto positivamente. Si è rivelata corretta – aggiunge Mazzola - anche la scelta del nuovo percorso, predisposta in modo da permettere anche l’ulteriore valorizzazione di vie e piazze del centro storico meno cono-

sciute e per favorire il de�usso delle persone. In tutto questo – continua il primo cittadino - vorrei sottolineare i meriti dell’assessore al Turismo Sandro Celli e del direttore artistico Sirio Rotatori, che tra tutti sono state le vere colonne portanti dell’evento”. Intanto la macchina organizzativa del ‘Presepe Vivente’ non si è fermata anzi, sta lavorando più che mai in attesa dei due nuovi appuntamenti in programma dove saranno di scena gli oltre 350 �guranti. Quelli del 01 e 06 gennaio 2012, che avranno inizio alle ore 17.00, il biglietto d’ingresso alla manifestazione, dal costo di 3

euro, si potrà acquistare presso i due punti vendita situati davanti al palazzo comunale in piazza Giacomo Matteotti. L’ingresso è posto all’arco del Comune verso via Antica per addentrarsi direttamente nel vivo della manifestazione. A.S.


comprensorio sud

8

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 30 Dicembre 2011

CIVITA CASTELLANA - La Destra presenta l’ennesima interrogazione sul complesso edilizio

Ex-Zanganella, cade un’altra tegola C

rolla l’ennesima tegola del complesso edilizio Ex-Zanganella a Civita Castellana. E’ stata presentata, infatti, una nuova interrogazione da parte dei consiglieri comunali de La Destra Carlo Angeletti e Roberta Rossetti“, che “hanno richiesto, con l’interrogazione del 21.11.2011in sintesi, se le Dichiarazioni di Inizio Attività e i lavori da esse scaturiti fossero legittimi, nel complesso edilizio conosciuto come “ex Zanganella”, interessato da cinque concessioni in sanatoria per mutamento di destinazione d’uso da artigianale a commerciale. Nella risposta, avente prot. 24298 del 14.12.2011, l’assessore architetto Cerri in sostanza dichiara che a lui non gli risultano abusi edilizi in merito a queste pratiche edilizie, e conclude scrivendo: “Al sottoscritto l’Uf�cio Tecnico Comunale non ha comunicato il riscontro di violazioni urbanistico edilizie né di atti relativi a procedure in corso circa la regolarità delle opere segnalate con l’interrogazione.” Ci riteniamo assolutamente insoddisfatti di questa risposta per i seguenti motivi: 1) La zona dove è ubicato il complesso edilizio “ex Zanganella” è interessata dal vincolo ricadente nella fascia di rispetto delle coste marine,

lacuali e dei corsi d’acqua. L’art. 3 comma 1 lett. b) della L.R. n. 12/2004 prescrive che nelle aree protette nazionali. regionali e provinciali non può essere sanata alcuna opera. Tale vincolo è stato apposto a seguito della D.G.R. n. 211 del 22.02.2002 e trasferito nel nuovo PTPR (Piano Territoriale Paesaggistico Regionale) sulla base del quadro conoscitivo adottato con atti n. 556 del 25.07.2007 e n. 1025 del 21.12.2007. Successivamente a seguito della D.G.R. n. 620 del 29.12.2010 la Regione Lazio ha certi�cato che il fosso “Cadò” non rientra nei corsi d’acqua aventi irrilevanza paesistica, perciò ha certi�cato che il fosso “Cadò” ha una lunghezza maggiore di m.l. 1.500, ribadendo l’esistenza del vincolo nell’area “ex Zanganella” - Fontana Matuccia. 2) L’Art. 22 (L) - Interventi subordinati a denuncia di inizio attività (articolo così sostituito dal d.lgs. n. 301 del 2002) del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 comma 6 prevede: 6. La realizzazione degli interventi di cui ai commi 1, 2 e 3 che riguardino immobili sottoposti a tutela storicoartistica o paesaggistica-ambientale, è subordinata al preventivo rilascio del parere

o dell’autorizzazione richiesti dalle relative previsioni normative. Nell’ambito delle norme di tutela rientrano, in particolare, le disposizioni di cui al decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 490 (ora decreto legislativo n. 42 del 2004 - n.d.r.). Non ci risulta, anche se la sanatoria per cambiamento di destinazione d’uso sembrerebbe comunque illegittima, in base al punto 1), che siano state richieste nemmeno le autorizzazioni paesaggistiche per il rilascio delle concessioni in sanatoria. 3) Non ci risulta che siano

state richieste le autorizzazioni paesaggistiche di legge per la Com. Inizio Lav. prot. n. 9982 del 09.05.2011 e la Com. Inizio Lav. prot. n. 15342 del 23.07.2010. 4) Ci risulta che rispetto alle pratiche edilizie di cui al punto 3) si siano effettuati lavori non previsti, che peraltro hanno alterato anche i prospetti esterni del complesso edilizio, come impianti tecnologici e scale in acciaio. 5) In base a quanto trasmessoci dal segretario dott.ssa Salimbene siamo venuti a conoscenza che il

VETRALLA - Grande successo per l’edizione numero venticinque del Presepe Vivente I

l 26 dicembre si è svolta con successo la XXV edizione del Presepe Vivente nonostante le cattive condizioni meteorologiche. Al calare del sole, oltre cento �guranti appartenenti alla comunità del paese hanno dato vita al magico presepe vivente di Vetralla nel cuore della Tuscia. Viuzze strette, illuminate da �accole, fumo, pertugi e oscurità, senso del mistero e antichità, per scoprire, tra i dedali delle piccole case di borgo S.Giuseppe una luce, un calore, una capanna, ecco: la Natività. Il Bambino, Maria, Giuseppe interpretati da Franco Capotondi e Maria Grazia Paolocci con il suo piccolo Leonardo Canensi, l’immagine della Sacra Famiglia e nello stesso tempo della continuità

del presepe dato che 19 anni fa mamma Maria Grazia a sua volta impersonava il Bambinello. Il Presepe è, per i visitatori, un vero e proprio “cammino”, una sorta di pellegrinaggio, che si snoda tra le vie del “vecchio incasato”, animato da fabbri, calzolai, fornaie, contadini, �latrici, massaie, pastori, tessitrici, vasai, osti, bastonai, “arrotini” e molinari. Una laboriosa vita di paese, vissuta nelle “grotte”, prestate per l’occasione gentilmente dai proprietari, e riaperte, dopo secoli di oblio. Vecchie cantine, site al piano

terra delle case del centro storico, un tempo stalle e botteghe, poi chiuse e divenute rimesse e garage, ripostigli oscuri, si riaccendono di vita, con �accole e lumini, trasformandosi nelle povere abitazioni del 1800. Soddisfazione per gli organizzatori, la Pro Loco e “Gli amici del Presepe Vivente” che puntualmente ogni anno con fatica e sacri�cio rinnovano la tradizione di questo insolito Presepe, un evento cardine per attirare nella cittadina vetrallese la popolazione da Roma, dalla provincia e i vacanzieri delle festività natalizie. L’impegno dello staff, un piccolo nucleo di persone rispetto alla mole dell’evento, coadiuvato dal regista Agostino Cecchini ha garantito la realizzazione delle varie scene e degli impianti elettrici, contribuendo in modo fondamentale al successo dell’evento. “L’af�uenza di pubblico - dichiara la presidente della Pro loco Ida Maria Brama Di Marco - attratto a Vetralla anche dall’eco

suscitato dalla nostra partecipazione su Rai 1, è la conferma che se ogni anno cambiamo il tema del Presepe apportando modi�che anche al percorso, abbiamo la possibilità di far rivivere in modo diverso questo momento speciale. Ringrazio il Comune, la Croce Rossa, la parrocchia di S.Andrea apostolo, gli abitanti di S.Giuseppe e soprattutto i �guranti, quest’ultimi in un modo spassionato, i quali hanno permesso il successo di questo evento che si ripeterà venerdì 30 dicembre alle ore 21.30, un’edizione speciale in notturna, per salutare l’anno che sta per andarsene. Alla �ne della rappresentazione in piazza S.Giuseppe “salsicciata” e brindisi per tutti.

comandante dei Vigili dott.ssa Montanari le ha comunicato che sussiste un’informativa di polizia giudiziaria sulla vicenda dell’”ex Zanganella”. 6) Dall’esame della planimetria del piano primo (tav. 2) allegata alla Com. Inizio Lav. prot. n. 9982 del 09.05.2011 si evince chiaramente che i lavori prevedevano non già la creazione di locali commerciali, ma uf�ci e locali direzionali, basta esaminare la suddivisione stessa dei locali, dalla previsione di bagni comuni, alla realizzazione di sei locali aventi destinati ad archivio.

Tutto ciò in contrasto con la destinazione d’uso commerciale ottenuta attraverso le concessioni edilizie in sanatoria 7) Ci risulta da notizie di stampa che nonostante non abbiano la destinazione a direzionale parte dei locali siano già stati occupati da un’associazione di medici e ciò senza che i locali avessero la destinazione direzionale. (l’occupazione da parte dei medici peraltro conferma l’illegittimità dei lavori previsti dalle Comunicazioni di Inizio Lavori, in cui si dichiaravano opere per creare locali commerciali.). Inoltre dalle planimetrie che ci sono state fornite non risultano i lavori all’interno dei locali per adibirli a studi medici, con quale titolo sono stati fatti questi lavori? Alla luce di quanto sopra esposto si chiede se in base al punto 1) e comunque rispetto a quanto previsto dalla legge 326/ 2003 e della L.R. 12/2004, le concessioni in sanatoria rilasciate e aventi i seguenti estremi: - prot. 101 del 24.06.2010 -prot. 102 del 24.06.2010 -prot. 103 del 24.06.2010 -prot. 104 del 24.06.2010 -prot. 105 del 24.06.2010 siano legittime e se rispetto a quanto segnalato ai punti 2), 3), 4) 5), 6), 7) e comunque rispetto a tutte le normative vigenti si riscontrino illegittimità urbanistico – edilizie.


Venerdì 30 Dicembre 2011 Viterbo &

AltoLazio

comprensorio nord

9

MONTEFIASCONE - Ieri pomeriggio nella basilica di San Flaviano i funerali di “Checchino”

L’ultimo saluto a Francesco Morleschi di MICHELE MARI

I

eri pomeriggio nella basilica di San Flaviano si è svolto il funerale di Francesco Morleschi da tutti conosciuto come “Checchino”. È morto all’età di 87 anni nella sua casa di famiglia proprio di fronte alla chiesa. Francesco è stato un grande della politica locale e provinciale. Da sempre democristiano, sin da giovane, ha ricoperto un ruolo determinante di coerenza politica e di coerenza umana. A Montefiascone, per decenni, è stato consigliere comunale ricoprendo anche il ruolo di assessore e quello prestigioso di vicesindaco. In Provincia è

stato eletto più volte consigliere ed è stato nominato anche assessore all’agricoltura ed alla caccia (che tanto amava) ed alla pesca. Era uno dei componenti del grande gruppo di democristiani che hanno retto la città per decenni insieme a Vincenzo Bologna, Vincenzo Danti, Regimildo Delle Monache. Dopo la fine della D.C. si era iscritto dapprima all’ U.d.C. e successivamente al PDL. Ora Checchino se ne è andato improvvisamente in una fredda notte di fine anno; era malato tuttavia da anni, ma niente faceva presagire una morte quasi istantanea. Lascia la moglie, il figlio Raffaele detto

Si è spento a 87 anni un grande personaggio della politica locale

MONTEFIASCONE- Oggi si discute la proroga al trasporto urbano

N

uovo consiglio comunale �ssato per oggi alle ore 15. Infatti il segretario comunale Luciano Carelli con un avviso ha comunicato: “Si avverte che è stata indetta in seduta d’urgenza aperta del consiglio comunale per le ore 15 del giorno 30 dicembre”. Nell’atto di convocazione del consiglio, a �rma del consigliere più anziano, Ferdinando Fumagalli poiché il presidente del consiglio Mario Trapè è ancora convalescente dopo un’ operazione; l’ordine del giorno è composto da un unico punto: proroga servizio trasporto urbano. Nell’atto di convocazione a �rma del vicesindaco si legge: “Informa la S.V. che il consiglio comunale è convocato in sessione d’urgenza, prima convocazione pubblica per venerdì 30 dicembre alle ore 15 presso la sala consiliare per trattare il seguente ordine del giorno: proroga servizio trasporto urbano. Le pratiche sono visionabili presso la segreteria durante l’orario d’uf�cio”. La minoranza non ha gradito minimamente questa nuova convocazione; vedremo gli sviluppi. M.M.

Lelle, che ha seguito le sue orme in politica, è stato assessore ed attualmente consigliere comunale, ed i nipoti. Lascia soprattutto un grande vuoto. I funerali si sono svolti ieri pomeriggio nella basilica di San Flaviano a pochi metri dalla sua abitazione. Per l’addio era presente una folla commossa. Ha celebrato padre Terenzio che nell’omelia ha evidenziato in maniera impeccabile che la morte rappresenta una nuova nascita. La basilica di S. Flaviano era gremita dai familiari, da tanti amici e anche da molti politici di ieri di oggi e da tante persone comuni, tutti per ricordare Checchino. Intorno al figlio un’infinità di politici: il sindaco Luciano Cimarello, il vice Fernando Fumagalli, l’assessore Giorgio Cacalloro, i consiglieri comunali Anna Rita

Foscarini accompagnata dal marito dottor Cricco, Luca Bellacanzone, Massimo Paolini, Massimo Ceccarelli. Poi gli ex-sindaci Paolo Cagnucci, Maurizio Minciotti, Renato Belardi e naturalmente Fumagalli. Per la Provincia l’assessore Paolo Equitani. Ancora Francesco Bigiotti, Giuseppe Fraticelli e Candido Socciarelli. Presenti anche ex assessori comunali come Maurizio Paradiso, Mario Savelli, Franco Ranaldi e ancora Angelo Busà, Pietro Bologna, David Petretti, Roberto Catasca, Lorenzo Minciotti. Sono intervenuti anche rappresentanti della Provincia di Viterbo con il gonfalone. Tutti commossi per presentare l’estremo saluto ad un grande della politica che ha lasciato un ricordo estremamente positivo nella comunità della città di Montefiascone.

TUSCANIA - Uno strano individuo si aggira per la città, è allarme tra la popolazione

Il giallo dell’uomo “mascherato” C

hi è lo strano personaggio che si aggira per Tuscania completamente vestito di nero con il volto coperto da una maschera e un rosario tra le mani? L’uomo, ma potrebbe anche essere una donna, è stato avvistato in più di un’occasione dai cittadini di Tuscania. L’ultima alcuni giorni fa al cimitero, quando due donne se lo sono ritrovato davanti all’improvviso. Inutile dire che l’apparizione misteriosa ha fatto prendere un bello spavento alle due signore e vogliamo anche vedere! C’è chi giura che la misteriosa presenza fosse al cimitero anche il giorno di Santo Stefano. Qualcuno poi lo avrebbe notato anche la sera del Venerdì Santo, durante la processione. Quindi c’è da sospettare che si tratti di qualcuno che vive nella città e che ogni tanto, non si sa perché, si diverte a spaventare i suoi concittadini vestendo la lugubre mise che ha “impressionato” chi lo ha incontrato. Quel che è certo è che non si tratta di una bufala. L’uomo “nero” c’è davvero. Il fatto che porti con se un rosario e che non abbia infastidito nessuno fa pensare che non sia pericoloso ma senza dubbio ci troviamo di fronte ad una persona con seri disturbi mentali. Nel frattempo al cimitero magari andateci accompagnati anche di giorno perché il soggetto in questione sembra preferire le ore diurne per le sue “mascherate”. Valeria Sebastiani

Vestito di nero, con una maschera sul volto è stato avvistato nel cimitero cittadino

FARNESE - Uno spettacolo teatrale per raccogliere fondi MONTEFIASCONE - Botta e risposta tra il sindaco Cimarello e il consigliere d’opposizione Paolini

“Un sorriso per Noemi” L’ospedale “infiamma” il Consiglio Comunale A

nche Farnese ha deciso di contribuire alla vera e propria maratona di solidarietà che da qualche mese sta impegnando l’intero territorio provinciale in favore della piccola Noemi, bisognosa di cure, che in forma sperimentale, vengono escluisivamente effettuate a Huston negli USA. L’associazione Socio Culturale Farnese e Tuscia, in collaborazione con l’O.P.S., con il patrocinio del Comune, organizza per sabato 7 gennaio alle ore 21,00, presso l’Oratorio, lo spettacolo teatrale della compagnia di Marta: ‘La Famija difettosa’. L’intero ricavato andrà a

otta e risposta tra il consigliere di B minoranza Massimo Paolini ed il sindaco Luciano Cimarello anche in merito

contribuire alla raccolta dei fondi, arrivati a circa 280 mila euro, per permettere a Noemi di recarsi negli Stati Uniti e usufruire delle terapie. Il costo totale, che ci si augura possa essere coperto al più presto, si aggira intorno alle 380mila euro. Fulvio Medici

all’ importante questione dell’ospedale. “Dobbiamo continuare a fare proposte per il potenziamento dell’ospedale”. È questo l’appello del consigliere di minoranza Massimo Paolini: “Come letto –ha esordito - su un quotidiano si spera del recupero del primo soccorso. Ma è una speranza �oca. Il primo soccorso è stato eliminato per dare attuazione al progetto sperimentale �no al 31 dicembre. Scade tra breve e secondo logica dovrebbe ritornare così il primo soccorso. Ma non è detto tuttavia che il primo soccorso venga approvato nell’atto aziendale dalla Regione”. Paolini ha evidenziato anche di altri problemi persistenti nel nosocomio: “Esistono gravi problematiche. La prima riguarda lo smantellamento del laboratorio analisi. È importante averlo soprattutto per chi è ricoverato. Si deve fare il possibile per mantenerlo. Inoltre l’ascensore non funziona e l’altro ascensore, esclusivo per i malati, nel corso di un turno di notte si è bloccato e siamo stati costretti a portare

il malato in barella a piedi nel reparto. È impossibile pensare che nel 2011 gli ascensori non funzionino. È impensabile inoltre avere un apparecchiatura di radiologia quasi inutilizzata; infatti una macchina è rotta e l’altra funzionate sta dando evidenti segni di cedimento. Cosi, allo stato attuale, è quasi bloccata anche la radiologia”. “ Con la buona volontà –ha continuato Paolini- e pressioni si può fare qualcosa. Inoltre ci sono spazi vuoti per centinaia di metri quadrati. Può ritornare ematologia mentre in merito alla riabilitazione non vi à traccia se non l’af�ssione di un cartello. Avanziamo altre proposte di potenziamento”. In�ne il consigliere di minoranza ha parlato degli ultimi inconvenienti: “Anche le luci del piazzale sono rimaste spente in alcune nottate. In�ne un’ambulanza proveniente dal San Filippo Neri non ha trovato l’ospedale perché non esiste l’insegna sulla strada e l’autista è stato costretto a chiedere informazioni su come e dove trovare l’ospedale. Dobbiamo fare il possibile per salvarlo. “. A queste affermazioni di rimando il sindaco Luciano Cimarello: “Qualche giorno fa ho

avuto un contatto con la dirigenza della Asl. Riguardo al laboratorio analisi è stata chiusa la refertazione ma è stato mantenuto il servizio di prelievo;la refertazione verrà effettuata a Viterbo e mi è stato garantito che la stessa refertazione delle analisi avverrà con una �rma digitale in via telematica e in tempo reale. E quindi in termini di disguidi e lentezza non cambierà nulla. Inoltre –ha continuato Cimarello- in tre giorni siamo riusciti a far sostituire un medico. In questo breve lasso di tempo abbiamo assegnato l’incarico nel reparto di medicina. Per quanto riguarda il primo soccorso ho preteso dalla dirigenza della Asl che si veri�chino con una attenta analisi i costi e l’utenza perché sono convinto che non vi è stato nessun risparmio”. In�ne il sindaco ha concluso: “Ho preso accordi, come chiesto dal consigliere Morleschi per far essere presente nel prossimo consiglio comunale la dirigenza della azienda entro il mese di gennaio. Lo faremo per valutare la reale situazione, con tutte le tematiche, degli ospedali di Belcolle e di Monte�ascone”. M.M.


cultura & spettacolo

10

Viterbo & Venerdì 30 Dicembre 2011 AltoLazio

Domenica presso l’Auditorium di Santa Maria in Gradi il consueto concerto di Capodanno diretto dal Maestro Vignati

Il 2012 inizia con la musica d’autore D

omenica 1 Gennaio alle ore 18.00 presso l’Auditorium di Santa Maria in Gradi la Città di Viterbo darà il benvenuto al 2012 con l’ormai tradizionale concerto di Capodanno, diretto per il quarto anno consecutivo dal Maestro Stefano Vignati e organizzato dal Tuscia Operafestival in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Viterbo. Il programma di quest’anno proporrà l’esecuzione, tra gli altri, di brani dal sapore festoso e accattivante come le Danze Slave di Antonin Dvoràk, l’Ouverture da “Il Ratto dal Serraglio” di W A. Mozart e dal “Don Pasquale” di Gaetano Donizetti, per �nire con alcuni splendidi valzer di Johann Strauss jr. Il Maestro Vignati guiderà in questa edizione i giovani professori d’orchestra del Corso di Alta Formazione “Prove d’Orchestra” promosso dalla Regione Lazio e dal Fondo Sociale Europeo e realizzato dalla Speha Fresia soc. Coop., dall’ Associazione Culturale Viterbo Artemusica ed dalla Università della Tuscia. L’Orchestra costituita anche da altri professionisti, per un totale di 45 elementi, sarà in prova �no alla �ne della settimana col maestro Vignati - … “per mettere a punto una esecuzione impeccabile ed avvolgere in un turbine di positive sensazioni il pubblico affezionato a questa forte emozione d’inizio anno!” - come egli stesso ha di-

Nelle foto alcuni momenti delle prove chiarato. Questo importante Corso di Formazione, che è cominciato a Viterbo nel Novembre scorso e che terminerà alla �ne del 2012, rappresenta per moltissimi giovani musicisti, parecchi dei quali provenienti dal viterbese, diplomati e diplomandi nei Conservatori di Stato, un’opportunità più unica che rara di crearsi un bagaglio formativo e culturale di assoluta consistenza che li aiuti ad immettersi nel mondo del lavoro professionale ed a realizzare in tal modo i propri sogni e le proprie aspettative. Tuscia Operafestival prosegue

così in maniera tangibile nel suo progetto di promozione dei giovani Artisti nel campo musicale che quest’anno, oltre a coinvolgerli nella sesta edizione della kermesse estiva, offrirà loro la possibilità di un debutto statunitense il 26 Maggio prossimo. Italia, Tuscia, Viterbo, Cultura, Musica e Giovani: una ricetta di sicuro gradimento per il pubblico di Los Angeles e un motivo d’orgoglio in più per il nostro territorio. Biglietti in vendita, �no ad esaurimento, presso l’Uf�cio Turistico di Via Ascenzi, 4 (Tel. 0761 325992).

ORVIETO - Tanti eventi nel programma odierno tra musica, cultura e degustazioni di vini

Umbria Jazz Winter entra nel vivo

P

rosegue senza soluzione di continuità la XIX edizione di Umbria Jazz Winter, ormai appuntamento imperdibile per appassionati e semplici curiosi. Tanti eventi culturali, musicali ed altro ancora per un cartellone ricco ed affascinante. Il tutto immerso nell’atmosfera unica di una delle città più belle del centro Italia. Location d’eccezione anche quest’anno il magni�co Duomo, progettato da Lorenzo Maitani e realizzato tra il trecento e il cinquecento, che ospita nel pomeriggio di Capodanno la Messa della Pace

impreziosita e caratterizzata dalla presenza della musica gospel. Espressione e sintesi di culture e religiosità diverse che grazie alla musica si incontrano rendendo indimenticabile tale esperienza. I concerti si svolgono al Teatro Mancinelli, inaugurato nel 1886, che offre la sintesi dei principali caratteri dell’architettura orvietana, al Palazzo del Popolo, realizzato in pietra basaltica e tufo, descritto la prima volta nel duecento, al Palazzo dei Sette, eretto a cavallo del trecento, caratterizzato da volte e archi possenti e af�ancato dalla

pregevole Torre del Papa, a Palazzo Soliano, al cui piano terra si trova il Museo Emilio Greco, con sculture e creazioni gra�che donate alla città dallo stesso. Suggestivi anche la Sala del Carmine, una ex chiesa del 1300 facente parte del più vasto complesso del Carmine che comprendeva anche un convento e il Ristorante San Francesco, situato in un edi�cio che ospitò un convento francescano del 1200, location del gran cenone di �ne anno la notte del 31 dicembre a suon di jazz e sede ideale dei Jazz Lunch e Dinner. E questo è il programma odierno. Alle 11 presso il Palazzo dei Sette, Sala degli Archi, la presentazione ad ingresso libero del libro fotogra�co “L’Italia del Jazz” di Adriano Mazzoletti, prodotto dal Saint Louis College Music di Roma. Alle 11,30 nel Centro Storico, Street Parade l’evento Funk Off. Alle 12 nel Museo Emilio Greco

l’esibizione dello Stan Tracey Trio feat. Andrew Cleyndert e Clark Tracey. Alle 13 presso il Ristorante al Sanfrancesco Jazz Lunch con Ezra Charles & Texas Blues Band. Alle 15 nella Sala Expo di Palazzo del Popolo Wine Tasting offerto dal Consorzio Vini di Orvieto e con

Concerto Sinfonico Vocale a Trevignano Romano D

omenica 1 gennaio 2012 alle ore 17,30 presso l’Auditorium della Banca di Credito Cooperativo si terrà la quinta edizione del Concerto Sinfonico Vocale di Capodanno a Trevignano Romano. In programma alcuni tra i più celebri valzer, arie d’opera e canzoni nell’interpretazione del Baritono e Direttore artistico Roberto Lovèra e dell’Orchestra Belcanto Music Ensemble, verrà eseguito l’Inno d’Italia nella versione completa del testo scritto da

Goffredo Mameli e musicato da Michele Novaro. Il Concerto - aperto alla cittadinanza e ad ingresso libero – è organizzato dall’Associazione Culturale Parnaso con il patrocinio della Regione Lazio, dell’Ente Parco Naturale Regionale di Bracciano e Martignano e del Comune di Trevignano Romano, con il contributo della Banca di Credito Cooperativo di Formello e Trevignano Romano. Maggiori informazioni sul sito www.robertolovera.it

Renato Sellani Trio. Alle 16 sempre a Palazzo del Popolo ma nella Sala dei 400 ecco la musica dei Gonzalo Rubalcaba Trio. E nella Sala del Carmine il concerto multimediale “A Love Supreme - Trane Tribute” con Piero Tonolo, Marc Abrams, Mauro Beggio ed Enzo Pietropaoli dello “Yatra” Quartet.

Nella Sala Expo di Palazzo del Popolo alle 17 esibizione del Franco Cerri Quartet con Alberto Gurrisi, Daniele Mencarelli e Andrea Mellani, poi alle 19 sarà la volta del Greta’s Bakery. Alle 18 nel Centro Storico, Street Parade, altro appuntamento con Funk Off, alle 18,30 aperitivo a Palazzo del Gusto con il Duo Stefano & Giuseppe Mincone. Alle 19 nella Sala dei 400 tributo ad Astor Piazzolla di Juan Pablo Jofre Romarion con il Solisti di Perugia. Alle 21 presso il Teatro Mancinelli in scena il duo Michel Camilo e Danilo Rea con il Chano Dominguez Flamenco Sketches. Alle 21 presso il Ristorante da San Francesco Jazz Dinner con i The Good Fellas - Gangsters of Swing. In�ne “Roung Midnight” a Palazzo del Popolo nella Sala dei 400 con il Paolo Fresu Quintet con Roberto Cipelli, Tino Tracanna, Attilio Zanchi ed Ettore Fioravanti e a Palazzo dei Sette Non Stop Music.


SPORT

� � �

Venerdì 30 Dicembre 2011

19

CALCIO

La Lnd sbarca su face book grazie a Tim Da oggi un milione e 300.000 tifosi avranno una pagina social aperta I

l brand ti telefonia mobile di Telecom Italia a �anco della LND per lo sviluppo della sua pagina Facebook. Dopo la Serie A TIM, anche la Lega Nazionale Dilettanti sbarca su Facebook grazie a TIM, il brand di telefonia mobile di Telecom Italia. Da oggi, 30 dicembre, un milione e 300 mila tesserati, appassionati e tifosi avranno a disposizione una pagina social aperta, di larga condivisione, dove trovare tante informazioni relative alle 70 mila squadre protagoniste dei 700 mila incontri a stagione della LND. La pagina ospiterà news, informazioni sulle migliori squadre del mese per categoria, ritratti dedicati ai nuovi talenti, storie legate alla passione per il

BASKET DONNE - Il 7 gennaio la ripresa con la Defensor Orvieto

calcio, foto e interviste ai protagonisti. Sarà uno spazio dedicato allo scambio di idee regolato da una policy comportamentale improntata al fair play e al rispetto reciproco, in modo che lo sport più amato dagli italiani possa essere sempre fonte di ispirazione, dialogo e confronto, ma soprattutto luogo di valori positivi e condivisi. Gli stessi principi che animano l’attività della Lega Nazionale Dilettanti, che rappresenta la base del calcio italiano. Telecom Italia è da sempre vicina con il suo brand TIM al mondo dello sport e in particolare al gioco del calcio, che è parte integrante della cultura e della tradizione del Paese. TIM è sponsor uf�ciale della Lega Serie A.

Allenamenti di fine anno per la Defensor Viterbo

T

anti allenamenti e solo due giorni di riposo assoluto; questa la ricetta con cui la Defensor sta affrontando la sosta natalizia, prologo al match casalingo del 7 gennaio contro la Ceprini Orvieto che segnerà l’ultimo atto del girone di andata per la serie A2 femminile. Le ragazze gialloblù si stanno sottoponendo ad un intenso tour de force in palestra, con due sedute giornaliere che proseguiranno �no a questo venerdì 30 dicembre, quando verrà ordinato il rompete le righe; lo staff tecnico, con in testa coach Carlo Scaramuccia, ha infatti concesso due giorni di riposo assoluto, dando poi appuntamento a lunedì 2 gennaio per la ripresa della preparazione. Il gruppo sta lavorando al completo con l’unica eccezione di Silvia Scoscia, colpita nei giorni scorsi da un grave lutto familiare con la perdita del nonno; tutta la squadra e la società hanno espresso le proprie condoglianze alla giocatrice che si

riaggregherà alle compagne la prossima settimana. Non sono state programmate amichevoli in questo periodo di stop del campionato, così la squadra proseguirà con due allenamenti giornalieri �no al 6 gennaio, quando dovrebbe essere concessa la mattinata libera �ssando per il pomeriggio la classica seduta di ri�nitura. La situazione di classi�ca dif�cile impone di affrontare subito con la massima concentrazione i primi impegni del 2012 che, tra la �ne del girone di andata e l’inizio di quello di ritorno, vedranno la Defensor disputare due match casalinghi consecutivi. Sicuramente c’è grande attesa per la s�da contro Orvieto che sarà caratterizzata anche da tantissime ex, soprattutto nelle �la delle viterbesi, ma anche la gara successiva contro Pomezia sarà importante per cercare di recuperare �ducia e punti nella rincorsa verso la salvezza.

CALCIO - Ottimo bilancio sin qui per il team di mister Pasquini CALCIO GIOVANI - Convocato dal Commissario Giannichedda

La Vigor allievi si esalta per il primato Il nostro Toure in Rappresentativa N

uovi giocatori ma medesima “espressione di gioco tattico-tecnica” magistrale. E, quello che non guasta mai, primo posto in classifica seppur in coabitazione. “Elisir di lunga vita” sembra aver ingurgitato la Categoria Allievi Vigor Acquapendente. Con il Tecnico Marco Pasquini ed il collaboratore Giordano Serafinelli impegnati nel preparare atleti che a medio termine avranno modo di fare il “salto” in prima squadra. Dopo il trionfo della stagione 2011, i numeri e le statistiche annunciano che ci sarà da impegnarsi maggiormente per ripetersi. Visto che il ranking dei contendenti (seppur sempre ristretto) è migliorato in qualità. La vittoria per 3-2 sull’Ischia di Castro (reti di Luca Benedettucci,

Luca Pelosi, Gianmarco Muzzi), fa volare in testa un team che ha ottenuto 23 punti in 10 partite (frutto di 7 vittorie, 2 pareggi ed una sconfitta mettendo a segno 39 reti e subendone solo 7, per una differenza reti di +32. Ma nel primo turno 2012 gli aquesiani riposeranno. Con il rischio

di essere scavalcati dalla Nuova Sorianese Calcio (unica squadra uscita imbattuta da Acquapendente) e raggiunti dal Montefiascone (unica squadra ad infliggere al team la prima sconfitta stagionale). Sul diktat “non abbassare la guardia seppur divertendosi durante queste feste”, gli aquesiani avranno modo di prepararsi senza stress. Ed affrontare la non proibitiva gara casalinga con l’Oratorio Grandori Calcio con la consapevolezza della propria forza. Ma anche di quella delle agguerritissime contendenti. Un campionato quindi che sta confermando i valori di una formazione che ha tra l’altro come obiettivo quello di far crescere i suoi ragazzi e farli diventare serbatoio naturale della prima squadra.

F

issato al campo Francesca Gianni il raduno della Rappresentativa Allievi. Ecco i convocati Nell’ambito dall’attivita’ necessaria per la formazione della squadra Allievi Regionali del Comitato Regionale, che dovra’ partecipare al Torneo delle Regioni, sono stati convocati il giorno martedì 03 gennaio 2012 alle ore 14.30 presso il campo sportivo Francesca Gianni in via Casale di San Basilio,292 (San Basilio) Tel. 06 / 41205658, i seguenti atleti: Davide Puleio dell’Albalonga; Marco Grisolia del Città di Marino; Emanuele Franza e Mattia Scippa del Fidene; Francesco Zoppis e Gabriele Sementilli del Futbol Club; Simone Pinori e Alessandro Matera della Lupa Frascati; Alessandro Zei e Marco

Federico Di Fiore della Vigor Perconti e Daoda Toure della Viterbese. Ed è un bel ricnoscimento per questo ragazzo che sta crescendo molto bene nell’ottima formazione allievi elite di mister Massimo Bertini che sta disputando un grande campionato.

Crocchianti della Nuova Tor Tre Teste; Nicholas Bensaja e Alessio Monfelsi dell’Ostia Mare; Marco Rossi e Cristiano Fratarcangeli del Palestrina Itop; Riccardo Morasca e Luca Bendia del Savio; Vittorio Attili e Federico Pacciardi del Tor di Quinto; Alessandro Biagiotti e Patrick Perelli dell’Urbetevere;

LO STAFF E ricordiamo quello che è lo staff della Rappresentativa Allievi regionali che è formato dal Commissario Tecnico Giuliano Giannichedda (nella foto), dal dirigente responsabile Vincenzo Calzolari; dal dirigente accompagnatore Dario Scalchi, dall’allenatore Fabrizio Spogani, dal medico, dottor Stefano Degli Abbati, dal fisioterapista Gioacchino Tesoro e dall’addetto ai materiali Walter Vecchio.


� �

sport

SPORT

12

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 30 Dicembre 2011

LA PARTITA

Viterbese ko al Rocchi con l’Agnonese Soddisfatto mister Conticchio: “Ci interessavano i movimenti sul campo tra i vari reparti” di LEONARDO CUTIGNI

S

e è vero che l’appetito vien mangiando, la Viterbese rimanderà l’appuntamento all’anno nuovo. L’amichevole con l’Agnonese infatti è terminata con un 2-3 per gli ospiti, al termine di una gara che, a dire il vero, è risultata più utile per sperimentare che per concretizzare. Buon esordio per il trio Majella, Vegnaduzzo, Morini. In rete per i gialloblù Majella e Testa nella prima frazione che si è chiusa con un positivo 2-1 per la Viterbese. Nella ripresa largo ai giovani. Così le due formazioni in campo: Viterbese: Scarsella, Vanacore, Cherubini, Fapperdue, Lispi, Testa, Franzese, Piccolo, Vegnaduzzo, Morini, Majella. A disposizione: Cima, Noverino, Pucino, Mereu, Di Marco, Cagarella, Barra Allenatore: Alessando Conticchio O.Agnonese: Fabbi, Simone, Litterio, D’Ambrosio, D’Agostino, Pellegrino, Di Lallo, Ricamato, Sivilla, Keità, Pastore. A disposizione: Rterlizzi, Patriarca, Genovese, Di Lollo, Pifano, Orlando, Rotondo. Allenatore: Corrado Urbano Mister Alessandro Conticchio non fa drammi anzi tende a sottolineare quanto di buono fatto �n tanto che le gambe hanno

retto: “Il risultato va inquadrato nell’ottica dell’allenamento. Avevamo tanto lavoro nelle gambe ed avevamo svolto una seduta anche nella mattinata. Tutto ciò è emerso nella seconda frazione, dove tra l’altro ho dato spazio a tutti ed ho mischiato le carte in tavola riguardo alla parte tattica.” Majella si è mosso bene, comincia a dare i frutti il lavoro di questi giorni: “Per Nunzio i numeri parlano chiaro. È un giocatore che ha grandi qualità ed oggi ha messo in mostra buone cose.” Anche il trio offensivo ha dato buone sensazioni: “Per essere la prima volta si mossi bene. Hanno eseguito i movimenti richiesti e fatto un egregio lavoro senza palla. Posso ritenermi soddisfatto per il momento.” Dietro tuttavia si soffre: “Aumentando la fase offensiva si concede qualcosa in più agli avversari. È una coperta che tirandola da un lato si scopre quello opposto. Comunque non era la solidità in difesa che mi premeva testare in questo contesto. Oggi (ieri n.d.r.) sono soddisfatto per l’atteggiamento ed i movimenti. Con l’anno nuovo lavoreremo per colmare le eventuali lacune in vista della ripresa.” Si respira quindi un’aria di parziale ottimismo. I nuovi si stanno inserendo gradualmente,

Foto Andrea Di Palermo

gli attaccanti trovano la via del gol con facilità. Rimane da aggiustare qualcosa in difesa dove nelle ultime uscite sono state incassate cinque reti, ricordando tuttavia che nel derby con la Flaminia i gialloblù hanno

giocato un’intera frazione in 10 e ieri contro l’Agnonese si trattava di un’amichevole per giunta al seguito di una settimana passata al ritmo di doppie sedute d’allenamento. C’è da lavorare, ma la direzione intrapresa dalla società

e da mister Conticchio sembra essere proprio quella giusta. Per l’Agnonese da sottolineare l’ottima prova di Andrea Sivilla, autore di una doppietta e di Vincenzo Ricamato, anche lui in gol.

MERCATO Intanto buone nuove per due ex gialloblu con Marco Martin, classe 1987 esterno di difesa che è passato al Pescara e Martino Borghesi, difensore centrale che è stato ingaggiato dal Bari.


Speciale FINE ANNO

a cura di Gruppo Editoriale Studio1

Dalla “A” alla “Z”, un anno di politica e non solo Al termine di questo 2011 immaginiamo di fare, attraverso l’alfabeto, tra il serio e il faceto, un riassunto-bilancio della politica dell’anno che volge al termine. Con un occhio particolare alle “cose” viterbesi, ma anche guardando oltre i confini provinciali e magari cercando di migliorare, almeno qualcosa, nel prossimo 2012. A come ARIDATECE BERLUSCONI – L’espressione viene attribuita al presidente della Provincia Marcello Meroi quando ha saputo che nella manovra “Salva Italia” era prevista una forte cura dimagrante per la diramazione politica delle Province, a partire dal dimensionamento delle giunte. Meroi è una brava persona, oltretutto, essendo interista, è al riparo da ogni dubbio di malafede e soprattutto abituato a soffrire. Ma nessuno gli chiede di estendere la sofferenza, non solo calcistica, al resto del mondo. B come BIRINDELLI – Zitta zitta, quatta quatta, la quota rosa della giunta regionale del Lazio si è proposta alla platea della Tuscia. Uscita a sorpresa dal cilindro di Giulio Marini la “rossa” di Bolsena ha iniziato subito a marciare e ben presto ha reciso il cordone ombelicale con Francesco Battistoni, suo predecessore all’assessorato delle Politiche agricole. L’una da soldato a generale, l’altro da papa a cardinale. Come dire: le donne si stanno affermando anche nelle Forze armate e Tajani non è onnipotente. C come CAMILLI – Imprenditore di successo prestato alla politica, come si diceva una volta, è abituato a decidere da solo e anche a prendersi le responsabilità delle proprie decisioni. In campo calcistico Piero Camilli ha compiuto meraviglie a Grotte di Castro e a Grosseto; se potesse farebbe altrettanto anche alla Viterbese. Società a cui, con una punta di malizia, lascia sempre la porta aperta ma dove non ha nessuna intenzione di approdare, salvo potersela prendere a “parametro zero”. Un solo dubbio: perché si è dimesso quasi con disgusto dalla presidenza del Consiglio provinciale e poi ha accettato di nuovo l’incarico praticamente alle stesse condizioni di partenza? Le dinamiche della politica sono contagiose? D come DONNE – Quote rosa a parte, nella Tuscia non c’è quasi traccia di una significativa presenza politica da parte delle donne, almeno come classe dirigente dei partiti. I motivi? Vatteli a pesca, il dibattito è aperto. Non è il massimo, ma andrebbe bene anche la commozione in “stile” ministra Fornero. E come EGIDI – Ci vuole del coraggio e Andrea Egidi ce l’ha. Non è facile, soprattutto per un giovane, tenere insieme un Pd dove convivono anime diverse, a volte radicalmente diverse. Meno male, per lui, che la vera casa delle libertà, cioè dove ognuno fa quel cavolo che gli pare, è proprio il Pd. Ciò gli facilita di molto il compito, che peraltro assolve con perizia. Come gli facilita il compito anche il fatto di non essere maggioranza né in Provincia né nel Comune capoluogo: una posizione vincente quando Mazzoli conquistò Via Saffi. Peccato che Monti gli tarperà le ali. Forse. F come FATEVI UN ALTRO SOGNO – Riprende quota l’Areoporto a Viterbo proprio nel momento di massima crisi. Meglio così non sarebe stato facile interrompere il sogno di

Giovanni Bartoletti, imperterrito e granitico assessore all’Aeroporto. Compito ingrato, lo sappiamo, ma anche chi ha dovuto spiegare all’ultimo giapponese che la guerra era finita lo ha fatto, immaginiamo, con il cuore in gola. G come GIANMARIA SANTUCCI – L’enfant prodige della politica viterbese sta per spiccare il volo. I rumors dicono che sarà il prossimo candidato sindaco al Comune di Viterbo e che anche il Pd ha dato via libera. Di lui si sono dette le stesse cose in due tornate di elezioni provinciali. L’interessato è autorizzato a fare gli scongiuri ma spesso la politica si riempie la bocca della parola giovani e poi non è neanche capace di responsabilizzare un “ex ragazzo” . Verrebbe da dire: se non ora quando? E considerando il periodo di vacche magre e le casse comunali sull’orlo del default non è neanche un grande augurio per nessuno. H come HAI VISTO CHE PRIMA O POI... - Giovanni Arena è approdato ai vertici dell’Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale del Lazio. Come dire, hai visto che prima o poi qualcosa arriva? Arena può considerarsi un “onesto lavoratore della politica”. Uno insomma che non straparla e che ogni giorno timbra il cartellino per sistemare una buca, asfaltare una strada, rimuovere o aggiungere un cassonetto dei rifiuti. Comunque la si pensi, ce ne fossero. I come INIZIATIVA - Nel panorama politico provinciale è una voce non pervenuta. Tutto è immobile e frenato da vecchie logiche. L come LAVORO – Da questo punto di vista l’Italia piange, ma la Tuscia si dispera. Il territorio paga la mancanza storica di strutture e infrastrutture e la “soggezione” nei confronti della vicina Roma che ingloba la maggior parte delle risorse. E’ per questo che occorrerebbe una classe politica, tutta, che sappia imporsi maggiormente per creare le condizioni affinché chi ancora vuole investire, soldi o ingegno, trovi un territorio con servizi all’altezza degli anni 2000. M come MARINI – L’alfabeto della politica 2011 non poteva non avere la M di Marini. Sindaco del capoluogo e parlamentare, è un rullo compressore. Ha avversari all’esterno e all’interno del suo partito, ma nonostante ciò, come si è visto anche dall’ultimo tesseramento del Pdl, mantiene il centro della scena. Un po’ populista, un po’ amico di pianerottolo, sparge parole e sorrisi a tutti e ha incarnato un modello relazionale tra il berlusconiano e il veterocomunista. Ma dietro di lui non si intravede ancora un ricambio né, pare di capire, lo cerchi con particolare ansia. E così anche i cosiddetti “quarantenni” rischiano di invecchiare insieme a lui. N come NOVITA’ – Altra voce non pervenuta nel cielo della politica viterbese. Guarda alla voce I come Iniziativa. O come ONANISMO – Intensa attività della politica tutta intenta a spiegare al popolo le mirabilie di delibere, atti ,prov-

vedimenti e riforme, salvo poi far trovare i cittadini sempre peggio. P come PADRINI POLITICI – La politica viterbese non sfugge alla norma e al metodo che, se Dio vuole, si è anche accentuato rispetto alla cosiddetta Prima Repubblica. Ognuno fa riferimento a qualcuno, a cominciare dai big provinciali. Senza parlare di tutto quel sottobosco che travasa continuamente da una “componente” all’altra per creare cariche e incarichi a proprio uso e consumo. Del resto siamo ormai diventati un Paese di nominati e le alleanze si stringono sui valori. Sì i valori, ma quelli economici! Q come QUALITA’ DELLA VITA – Le recenti statistiche indicano un calo della qualità della vita nella Tuscia. Alzi la mano chi aveva qualche dubbio. R come RIMPASTO – E’ stata tra le parole più usate in questo 2011. Tra Palazzo Gentili e Palazzo dei Priori hanno fatto a gara a chi la usasse di più. Naturalmente non è stato fatto nulla o quasi e, per una volta, è stata una scelta azzeccata. Considerando che i rimpasti, quando si sono fatti, hanno prodotto solo la stessa “pasta”, almeno si è evitata un’inutile “liturgia”. S come SANITA’ - Si salvi chi può. T come TALETE – L’acqua pubblica dovrebbe essere, almeno questo hanno detto i cittadini nell’ultimo referendum, un benevalore di base. La gestione viterbese di questo bene-valore era ed è affidata alla Talete. Società che ha sempre avuto una vita tempestosa, non sta propriamente in buone acque e che, oltre ad avere aumentato le bollette sta rischiando fallimento e posti di lavoro. Guardando la vicenda di Talete verrebbe da dire: c’è qualcosa nella Tuscia, ma potremmo dire in Italia, che è stata gestita come Cristo comanda? Sibilate la risposta e tenetevela per voi; non rovinatevi il Natale. U come UN TAVOLO – Crisi? Problemi? Feste? Programmi? Vertenze? Dilemmi? Tric&trac? Aranciate, birre e coche? Un “tavolo” non si nega a nessuno. Peccato che a sedersi siano sempre i soliti. E ringraziate se ogni tanto vi danno gli avanzi. V come VOLONTARIATO – E’ il grande motore della società, anche nella Tuscia. I politici fanno a gara a metterci il cappello ma non importa, spesso la grandezza d’animo è speculare alle umane miserie. Ma a proposito di volontariato, se andasse in porto la riforma Monti, gli enti di livello secondario dovrebbero avere incarichi onorifici e non più retribuiti. In pratica diventerebbero tutti volontari. Adesso si scannano, dopo si faticherà a trovarne uno. Scommettiamo? Z come ZETA – Siamo arrivati alla zeta, alla fine. La fine di qualcosa è sempre l’inizio di qualcos’altro. Questo è il nostro augurio di Natale e per il un nuovo anno. Un augurio di speranza, nonostante tutte le lettere precedenti, e, soprattutto, nella certezza che le risorse umane sono così straordinarie che non si può non risalire anche quando si è toccato il fondo.


CNAcittadini

Studio>Grafico>Peri

CNA, moderna forza sociale, da sempre al fianco degli artigiani e dei piccoli e medi imprenditori, estende a tutti i cittadini le relazioni, le opportunità e i servizi del proprio sistema.

Servizi del CAF CNA (Ici, Isee, Red, detrazioni). Compilazione del modello 730 · Unico. Assistenza nella presentazione delle domande per l’ottenimento dell’indennità di disoccupazione. Rilascio delle visure catastali, in collegamento telematico con l’Agenzia del Territorio. Gestione delle pratiche relative alle successioni. Valutazione dei vantaggi e/o delle implicazioni delle donazioni di attività. Qualità, sicurezza, competenza: il sistema CNA al tuo servizio in tutte le sedi della provincia di Viterbo.

Sede provinciale a Viterbo, in via I Maggio 3 Telefono 0761. 2291 · Fax 0761. 227271 · E-mail: segreteria@cnaupav.it · www.cnaviterbo.it

CNA. Il valore delle persone.


Speciale FINE ANNO

a cura di Gruppo Editoriale Studio1

Omicidi e incendi sospetti

Dal giovane padre che si uccide dopo aver sterminato la sua famiglia, all’infermiere capo che abusa di pazienti sedate. Dai due procedimenti giudiziari più eclatanti degli ultimi anni, passando per l’inchiesta Lions che decapita un vero e proprio sodalizio criminale di usurai, fino ad una serie di incendi ai danni di importanti attività commerciali, che costringono le istituzioni a tenere alta la guardia contro il radicarsi di fenomeni criminosi sul territorio viterbese. Questa, in estrema sintesi, la cronaca dell’anno che sta volgendo al termine. di Alessia Serangeli 8 Marzo - Viterbo Violenza in corsia , paziente stuprata da infermiere Giovanni Piergentili, infermiere capo degli ambulatori dell’ospedale Andosilla di Civita Castellana, finisce in carcere con l’accusa di aver abusato sessualmente di una paziente anestetizzata. E’ l’8 marzo, proprio il giorno in cui si celebra la festa delle donne. L’operazione viene condotta dagli uomini della Squadra mobile che, qualche settimana più tardi, riescono a rompere la cortina di silenzio che circonda la faccenda: nuove vittime escono allo scoperto e la posizione giudiziaria di Piergentili si aggrava. L’uomo, sposato padre di due figli e residente a Sant’Oreste, sarà giudicato con rito abbreviato e condannato a cinque anni e quattro mesi di reclusione dal gip Franca Marinelli il 27 ottobre. 10 Marzo – Acquapendente Uccide moglie e figlio e si toglie la vita Uccide la moglie Tamara Sperandini e il figlioletto Francesco di quattro anni appena con un martello. Li colpisce più e più volte fino a fracassare loro il cranio. Poi, con un coltello da cucina, si taglia le vene, si china sopra i corpi ormai senza vita di Tamara e Francesco e si infligge il corpo mortale alla gola. Una mattanza familiare che lascia sgomenti gli stessi inquirenti per l’efferatezza con cui viene compiuta. Sulle prime, nessuno pare spiegarsi cosa abbia spinto Imo Seri (40 anni) titolare di un bar-pizzeria nei pressi di piazza della Costituente, a sterminare la sua famiglia. Poi, come sempre accade in casi analoghi, iniziano ad irrompere sulla scena criminis gli scheletri nascosti nell’armadio. E si scopre di quella relazione extraconiugale che Seri aveva da tempo con una cugina della moglie. Relazione di cui tutti, compresa Tamara, ad Acquapendente erano a conoscenza. E si scopre anche che l’uomo, dopo aver avuto un rapporto occasionale con un’altra donna, era terrorizzato dall’idea di aver contratto il virus Hcv (una grave forma di epatite) e di

averlo trasmesso alla moglie e al loro bambino, nonostante le rassicurazioni del medico cui si era rivolto. Un fardello troppo pesante che scatena la furia omicida del ristoratore. 31 Marzo – Viterbo Delitto Rizzello, si apre il processo Dopo il “giallo di Gradoli”, quello sull’omicidio della giovane mamma Marcella Rizzello uccisa a coltellate il 3 febbraio 2010 davanti alla sua bambina di quattordici mesi, è sicuramente il procedimento giudiziario più seguito dalle cronache viterbesi negli ultimi anni. Sul banco degli imputati ci sono il napoletano Giorgio De Vito e la sua ex convivente polacca Mariola Henrijka Michta. Diciotto anni di reclusione, tre di libertà vigilata più l’interdizione dai pubblici uffici sarà la sentenza di condanna emessa l’11 aprile per la Michta, “colpevole di concorso in omicidio”. Sei mesi più tardi il colpo di scena: “la polacca non era sul luogo del delitto ma al Cto Alesini di Roma per una visita medica”. Così gli avvocati di parte civile dopo aver depositato agli atti il referto ospedaliero. Mentre il suo legale è intenzionato a presentare ricorso in Appello, prosegue il processo a carico di De Vito. L’uomo, dichiarato “capace di intendere e di volere” dai consulenti che lo hanno sottoposto a perizia psichiatrica, ha deposto il 9 dicembre. Per quasi quattro ore ininterrotte ha fornito la sua versione dei fatti, dichiarandosi innocente e completamente estraneo ai fatti. 13 Maggio – Viterbo Giallo di Gradoli, carcere a vita per gli amanti diabolici. Dopo un anno esatto dall’inizio del processo e oltre tre ore di camera di consiglio, la Corte d’assise di Viterbo emette il verdetto e condanna gli imputati Paolo Esposito ed Ala Ceoban all’ergastolo per il duplice omicidio di Tatiana Ceoban e della figlia Elena. Il collegio difensivo sta preparando il ricorso in Appello.

10 Settembre – Bolsena Operazione Lions, scacco a banda di usurai E’ da un episodio di estorsione che i carabinieri riescono a decapitare un sodalizio criminale composto da personaggi spregiudicati e senza scrupoli. Spaccio, furti, usura, minaccia, detenzione illegale di armi da fuoco e ricettazione di opere d’arte sono i reati contestati alle undici persone che all’alba del 10 settembre vengono ammanettate e tradotte nel penitenziario viterbese. Il blitz dell’Arma dei carabinieri, che vede impegnati più di ottanta militari e unità cinofile, interessa i comuni viterbesi di Bolsena, Soriano nel Cimino, Gradoli e Vetralla; ma anche le province di Pavia Terni, Grossetto, La Spezia e Massa Carrara. Attualmente l’inchiesta, denominata Lions, è ancora in corso. 29 Novembre –Viterbo Incendio rade al suolo Mondo Convenienza Sei incendi in cinque mesi ai danni di attività commerciali sono troppi per essere casuali, nonostante i rispettivi titolari garantiscano di non aver mai ricevuto minacce né richieste di pizzo. Ad aprire la (sospetta) sequenza, il 18 maggio, il rogo che distrugge il supermercato Sigma di via Monte Nevoso; a seguire, l’8 ottobre, un altro incendio nel negozio di vendite online Ebay in via SS Maria Liberatrice; tre giorni più tardi all’ex cinema Metropolitan, giusto in procinto di essere trasformato in centro commerciale. Ancora: l’11 novembre le fiamme divorano e distruggono lo stabilimento tipografico della Union Printing. Il 29 novembre l’ultimo (per il momento) colossale incendio che rade al suolo il capannone di Mondo Convenienza. Mentre il presidente della Commissione sicurezza e lotta alla criminalità della Regione Lazio, Filiberto Zaratti, ha informato il sostituto procuratore nazionale antimafia, Diana De Martino, chiedendo “massima attenzione per il territorio viterbese”, la Procura ha aperto un fascicolo contro ignoti.


Speciale FINE ANNO

a cura di Gruppo Editoriale Studio1

Il pesce di Bolsena sfida salmone e capitone Coregone, anguilla, persico e luccio sono un’alternativa genuina, gu stosa ed economica ai “rivali” d’importazione dal prezzo esorbitane Calcio dilettantistico fa spesso rima con passione, sacrificio, voglia di partecipare e sano spirito agonistico. Funziona così a tutte le latitudini e anche nella Tuscia lo sport più popolare d’Italia ha un grande seguito di appassionati e di squadre che partecipano ai singoli campionati. Dall’Eccellenza alla Terza categoria fino alle gare del settore giovanile dove è anche possibile scoprire talenti che sgambettano sui campi (terra battuta, erba naturale o sintetico fa poca differenza), il movimento calcistico provinciale ha numeri importanti e un seguito, una passione che travalicano le classi sociali. In Eccellenza sono tre le squadre della Tuscia che partecipano al massimo campionato regionale: Montefiascone, Monterosi e Corneto Tarquinia (lo scorso anno c’era la Foglianese, poi retrocessa agli spareggi play out); in Promozione ci sono Vigor Acquapendente, Caninese, i rionali del Pianoscarano, Ischia di Castro e Canepina, queste ultime due arrivate dalla Prima categoria, in cui un girone è composto da sole squadre viterbesi (e in questa stagione la blasonata Castrense sta ammazzando la concorrenza avendo vinto tutte le partire disputate), mentre nel girone D milita il Nepi. In Seconda categoria sono due i raggruppamenti che vedono squadre della Tuscia affrontarsi e il San Lorenzo Nuovo non è da meno della Castrense (anche per i lacustri gol e vittorie vanno a braccetto: 30 punti, il massimo possibile in dieci gare). In questa stagione la Terza categoria è composta da due girone di sole formazioni viterbesi: due gruppi da quindici che si stanno dando battaglia per ottenere la gloria della vittoria della prestigiosa Coppa della provincia di Viterbo. Poi c’è tutto il movimento giovanile: un vero e proprio esercito di ragazzi (circa 2mila, se poi si aggiungono le categorie maggiori si arriva a tremila) che ogni fine

Tornano i saldi invernali: si parte il 5 gennaio Ogni famiglia spenderà 403 euro per abbigliamento e accessori

settimana calpesta i terreni della provincia. Le categorie interessate sono la Juniores (fascia di età tra i 16 e i 18 anni, con un girone da

sedici squadre), gli Allievi (14-16 anni, con 23 team impegnati), Giovanissimi (13-14 anni, due gironi rispettivamente da dieci e un-

dici squadre) e tutto il settore di base dalla scuola calcio fino agli Esordienti: questa è la categorie in cui si impara a giocare divertendosi, facendo esperienze di gruppo; è la categoria in cui si cresce stando insieme agli altri per diventare i calciatori del domani. Ma è utile ricordare un concetto fondamentale che spesso viene dimenticato, la cui non osservanza è oggetto di incresciose situazioni: di campioni veri e propri ne escono davvero ben pochi da questo enorme setaccio. Chiunque all’interno della propria famiglia o della cerchia di amici vorrebbe avere il Messi o il Ronaldo della situazione, ma per arrivare a quei livelli ci vuole tanto sacrificio e molta perseveranza. Ai livelli di base l’unico scopo è crescere fisicamente e come persone: se su cento ragazzi si riescono a formare altrettanti uomini l’obiettivo è più che raggiunto.

Partiranno il 5 gennaio 2012 i saldi invernali, con cui i commercianti cercheranno di risollevare una stagione fatta di alti e bassi. Secondo le stime dell’Ufficio Studi di Confcommercio ogni famiglia spenderà 403 euro per l’acquisto di capi d’abbigliamento ed accessori, per un valore complessivo di 6,1 miliardi di euro, pari al 18% del fatturato annuo del settore. ‘’La crisi economica e una stagione autunnale caratterizzata da un clima mite - sottolinea Renato Borghi, Presidente di Federazione Moda Italia e Vice Presidente di Confcommercio - non hanno di certo favorito le vendite di capi d’abbigliamento della collezione autunno/inverno. E anche a dicembre abbiamo dovuto fare i conti con un Natale all’insegna del risparmio e di molta prudenza negli acquisti. Inoltre, i margini delle imprese hanno subito un’ulteriore riduzione perché per sostenere consumi già deboli i commercianti, laddove possibile, hanno assorbito l’aumento dell’Iva dal 20% al 21% deciso quest’estate. Ora con l’avvio dei saldi confidiamo in una boccata d’ossigeno per le vendite’’. E sulla data unica di partenza dei saldi è perentorio il giudizio di Borghi: ‘’la fruttuosa collaborazione tra Federazione Moda Italia e le Regioni ha portato all’adozione su quasi tutto il territorio nazionale della data del 5 gennaio per l’inizio dei saldi, evitando, da un lato, spiacevoli diatribe e competizioni interregionali e, dall’altro, disordine, incertezze e un’anacronistica anarchia territoriale’’.


Speciale FINE ANNO

a cura di Gruppo Editoriale Studio1

Viterbese e Flaminia tra rimpianti e speranze Dopo un avvio di stagione difficile, le due formazioni della Tuscia hanno imboccato la via della ripresa, ma la salvezza è ancora lontana

Tra promesse di vittoria (non mantenute) e il solito walzer di panchine ch saltano è trascorso un altro anno di calcio per Viterbese e Flaminia Civita Castellana. Un anno pieno di recriminazioni su quello che poteva essere e non è stato. Va in archivio il 2011 e l’anno ch se ne va porta con se una serie di accadimenti che è necessario ripercorrere al fine di non commettere più nella nuova annata gli errori e conservare ciò che di buono è stato fatto. Le due compagini portacolori della Tuscia inizialmente giocavano in due gironi separati della serie D (la categoria è rimasta la stessa): raggruppamento G per i gialloblù (insieme a campane e sarde), civitonici in quello E (con le umbre e le toscane). La prima gara dell’anno arriva il 5 gennaio: inizia contemporaneamente il girone di ritorno e Viterbese e Flaminia escono sconfitte da Zagarolo e da Ponte San Giovanni. Se il buon giorno si vede dal mattino, le premesse non sono ottime. Ed infatti la Viterbese cambia allenatore e sulla panchina del Rocchi al posto di Puccica si siede Raffaele Sergio. Non senza qualche rimpianto la squadra giunge sesta al termine del torneo a ridosso della zona play off utile per disputare gli spareggi che consentono l’accesso al professionismo. La Flaminia termina il campionato collezionando quarantotto punti frutto di dodici vittorie e altrettanti pareggi: conclude il campionato alla guida dei civitonici il tecnico Roberto Rossi che sostituisce il dimissionario Torrisi dall’undicesima giornata. L’estate è il tempo per ripensare a quanto fatto per partire nel n uovo campionato con diverso slancio: in casa gialloblù nella cabina di comando resta Sergio e la squadra viene allestita insieme al consulente di mercato Simone Canovi: in tutto ci sono 27 giocatori, tanti e forse troppi. La Flaminia si affida a Bruno Pierangeli come allenatore e alla profonda conoscenza di calcio da parte di Vittorio Giovanale. La due squadre non convincono da subito: a Sergio subentra Alessandro Conticchio; Pierangeli viene sostituito da Puccica. L’inizio di campionato è disastroso per entrambe. La Viterbese paga una preparazione atletica deficitaria e incontra i primi problemi che poi porterà con se fino a dicembre; la Flaminia stazionerà per larghi tratti del girone d’andata in ultima posizione, mentre Puccica sta preparando la difficile risalita. Il suo è un lavoro lento e certosino che sta consentendo alla squadra di recuperare orgoglio e fiducia. Con Conticchio invece il club ha un sussulto d’orgoglio fino alla gara con il Pierantonio, vinta in casa per 3-2: la squadra si infila in un tunnel dal quale sembra non uscire mai.

Il 16 ottobre e la Viterbese veleggia nella pancia della classifica. Da qui comincia una lenta e inesorabile discesa: la squadra perde fiducia nei propri mezzi e non

risponde più ai comandi. Siamo al 6 novembre e la Viterbese dopo tre sconfitte consecutive è penultima in graduatoria. Il punto più basso del 2011 e quando si

tocca il fondo del barile è possibile solo risalire. In società iniziano le grandi manovre e con una decisione che a qualcuno fa storcere il naso (da più parti si chiedeva la testa di Conticchio) vengono messi fuori rosa otto giocatori perché “hanno tradito le attese della società”: si tratta di Federici, Corral, Sbaccanti, Scoppetta, Cascella, Di Mauro, Giliberti e il portiere Garofalo. In questa lista figura anche Cristiano, ma il centrocampista dopo un colloquio con i dirigenti viene reintegrato. Restano solo in diciotto a disposizione di Conticchio. Maurizio Manfra è il nuovo direttore sportivo, il mercato impazza e con esso le voci di possibili arrivi: i volti nuovi sono Vegnaduzzo, Storani, Lispi, Piccolo, Santi, Di Marco e Pucino a cui si aggiunge il pezzo da novanta Nunzio Majella (capocannoniere del girone).

La riscossa del basket viterbese targata Ilco e Belli Le donne della Defensor ancora faticano, il rugby brilla con l’Isa Prime VT, nel baseball i Rams VT scaldano i motori dopo i playoff della scorsa stagione Un anno solare non è fatto solo di calcio: lo sport viterbese ha vissuto nei 365 giorni che volgono al termine storie importanti con diversi protagonisti che si sono alternati in queste lunghe settimane. Il basket made in Tuscia è quello che sta facendo vedere le cose migliori, senza dimenticare baseball, rugby e volley. La tradizione cestistica viterbese ha vissuto grandi annate a cavallo degli anni 2000 per poi eclissarsi per qualche tempo. Ora come l’araba fenice risorge dalle proprie ceneri e lo fa in grande stile: c’è la Defensor che milita in serie A2 femminile (sfiorata la promozione nella massima categoria ai play off ad opera di La Spezia): fino ad ora qualche battuta d’arresto di troppo per le ragazze di Carlo Scaramuccia. C’è la Stella Azzurra (targata Ilco di Piero Camilli) che veleggia nelle prime posizioni in divisione nazionale C (ex C1) e

c’è la Fortitudo sponsorizzata dalla Belli CGT che è la vera sorpresa: non ha mai perso lasciando le briciole agli avversari; la prima posizione è utile soprattutto in vista degli spareggi di fine stagione poiché consente di giocare la “bella” in casa. In serie D e nelle categorie inferiori stanno facendo bene il Santa Rosa, l’Ovm Allianz e i Soriano Virus. Altra disciplina che ha tradi-

zione nella provincia viterbese è il baseball con i Rams che al termine di una ottima stagione si sono arresi ai New Black Panthers: l’appuntamento con la promozione è rimandato alla prossima stagione (nel baseball si gioca da aprile a settembre). Infine il rugby e il volley: la palla ovale vede nell’Isa Prima la padrona nel proprio girone che ancora non ha mai

subito sconfitte; ci sono gli Old che hanno disputato un buon campionato ed hanno un bel settore giovanile con i Rugby Lions Alto Lazio che ha stretto un’alleanza con Amatori Civita Castellana, Rugby Montevirginio e Rugby Viterbo. Infine c’è la pallavolo con le squadre di Orte e Tuscania impegnate in B2 maschile.


Venerdì 30 Dicembre 2011

almanacco

Viterbo & AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

23

Oggi al Cinema

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

21 Aprile - 20 Maggio TORO

Grazie a Dio è venerdì..ma non è un venerdì come tutti gli altri cari amici dell’Ariete..è il venerdì che precede la vostra totale rinascita..sapete cosa vuol dire avere la Luna nel segno l’ultima notte dell’anno?..vuol dire ciò che accadrà a voi domani sera..vuol dire che sarà per davvero un 2012 MEMORABILE.

Voi è da tanto che siete in festa cari amici del Toro..e se ne è accorta molto bene anche la vostra dolce metà che non fa altro che seguirvi con lo sguardo indagatore..perché terribilmente gelosa..sì cari amici proprio voi che siete sempre così fedeli state suscitando dei moti di gelosia pazzeschi..ma quanto vi piace per una volta stare dall’altra parte della barricata vero?..BUON DIVERTIMENTO.

E su cucitevi la bocca fino a domani sera perché con questa Luna in Pesci c’è poco da scherzare..siete irritabili polemici e taglienti..come solo voi sapete essere..e allora invece di fare tante chiacchiere e di arrabbiarvi con tutti cercate di risolvere le piccole questioni pratiche, anch’esse ingarbugliate..e su che domani sarà un’altra Luna per un’altra vita..STATE BUONI..SE POTETE.

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

Bella questa Luna che dal segno dei Pesci profonde in voi gentilezza d’animo e allegria in quantità..e sarà un bene essere allegri e infaticabili anche perché esattamente come è successo per Natale anche per domani sera cucinare toccherà a voi..così potrete iniziare l’anno nuovo serviti e riveriti..VI PARE POCO?

.E su che siete tra i segni favoriti del prossimo anno!!..che vi importa se questo 2011 per certi versi difficile vi sta ancora tediando con qualche bisticcio in amore?..ma poi che vi lamentate?..non lo sapete che l’amore non è bello se non è litigarello?!!!su che domani sera con una nuova splendida Luna in ariete farete pace..per iniziare UN’ANNO D’AMORE.

Mamma mia come siete nervosi cari amici della Vergine..vada per le donne del segno che tanto sono sempre un po’ bizzose ma comunque adorabili..ma per voi uomini davvero la vedo dura se continuate ad essere così musoni e antipatici eh?..ma poi dico io ma non sapete che almeno fino a Giugno siete il segno favorito dell’anno?..e che vi stanno per arrivare un sacco di soldi?..ANIMO!!!

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

Sì è vero siete un po’ stanchi amici della Bilancia e la colpa è del Sole in Capricorno che vi toglie un po’ di energia.. però è pur vero che il vostro amore vi sostiene in tutto e per tutto e vi leva parecchie castagne dal fuoco. non pensate a niente..anzi..fate la cosa che tutti fanno e che anche voi dovete fare… FESTEGGIATE!!

B E L L I ! . . BELLI E IMPOSSIBILI.. CON GLI OCCHI NERI E QUEL SAPOR MEDIORIENTALE!... ma Gianna Nannini questa canzone l’aveva scritta per voi?..beh si vede che aveva già in mente la vostra faccia di oggi..la vostra faccia tosta da irresistibili Casanova..che incanta anche alla fine dell’anno.. GODETEVI LA VITA!!!

Su su spicciatevi, datevi da fare.. preparate tutto per domani sera che dovete festeggiare..e anche alla grande!..non sapete che sarà una giornata completamente diversa da quella di oggi?..avrete infatti una splendida Luna che proprio domani sera andrà in Ariete illuminando la vostra meravigliosa notte di san Silvestro!..AUGURI!

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

E su che ci siamo cari amici del Capr icorno!!!..chiss eneimporta se magari ancora domani sera ci sarà qualche piccolo pensiero riguardo al lavoro..no no ve lo dico io e datemi retta..buttatevi alle spalle qualsiasi pensiero senza pensarci troppo..e piu che altro buttatevi alle spalle questo 2011 e aprite le braccia al prossimo anno… CHE SARA’ STUPENDO!!

FARMACIE (reperibilità)

Su carissimi acquari!!! Date il via alle danze!.. come? Cosa dite?..on capisco , la musica è già assordante..beh sì lo so che non vi dà fastidio, anzi vi piace da morite tutta quest’allegria intorno a voi..ma non avete capito che viene da dentro di voi?..siete voi che irradiate il mondo cir costante..MERAVIGLIOSI!!!

VITERBO

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

G o d e t ev i q u e s t i m o m e n t i amici dei pesci..e poi su ormai lo sapete..a capodanno si mangia carne..voi il rischio lo avete corso alla vigilia..ormai tutto è passato..anzi con questa Luna che balla in casa vostra vi vedo belli allegrotti..forse già brilli..mah!..meno male che a guidarvi avete Nettuno!

Cine Tuscia Village Multisala Località Pallone, Vitorchiano

Cinema Genio Via del Teatro Genio 16 Vacanze di Natale a Cortina Orario: 18,30 - 20,30 - 22,30 Cinema Trento Piazza del Santuario 51/A Il gatto con gli stivali 3D Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Cinema Trieste Viale Trieste 30 Finalmente la felicità Orario: 20,30 - 22,30

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia 277, Cura Il gatto con gli stivali 3D Orario: 16,00 - 17,30 Vacanze di Natale a Cortina Orario: 17,30 - 19,40 - 22,00

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana Vacanze di Natale a Cortina Orario: 21,30

TARQUINIA Cinema Etrusco Multisala Via della caserma 32 Il gatto con gli stivali 3D Orario: 16.00 -18,00 - 20,00 - 22,00 Finalmente la felicità Orario: 16.00 -18,00 - 20,00 - 22,00 Vacanze di Natale a Cortina Orario: 16.00 -18,00 - 20,00 - 22,00 Sherlock Holmes: Gioco di ombre Orario: 17,00 - 19,30 - 21,30

Sherlock Holmes. Gioco di ombre Tutti i giorni. 17,00 - 19,45 - 22,30 Il Gatto con gli stivali 3D Tutti i giorni: 18,00 - 20,15 - 22,30 Vacanze di Natale a Cortina Orario Fer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest. 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Il �glio di Babbo Natale Orario Feriali: 18,00 Orario Festivo: 15,45 - 18,00 Capodanno a New York Tutti i giorni: 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 Le idi di marzo Fer. e Prefest.:15,45 - 18,00 - 22,30 Fest.: 15,45-18,00-20,15-22,30

BAGNOREGIO Cinema Alberto Sordi Via Giacomo Matteotti 2 Finalmente la felicità Orario: 21,30

SORIANO NEL CIMINO Cinema Florida Piazza Marconi 12 Finalmente la felicità Orario: 21,30

MONTEFIASCONE Multisala Gallery Via Cardinal Salotti Vacaze di Natale a Cortina Orario: 21,30 Il gatto con gli stivali Orario: 21,30 Multisala Flavia Via della Croce, 1 Finalmente la felicità Orario: 21,30 Sherlock Holmes: Gioco di ombre Orario: 21,30

ORTE Cinema Alberini Via del Plebiscito 10 Sherlock Holmes: Gioco di ombre Orario: 21,45 (Sabato Rip.) Domenica: 15,30-17,45-21,45

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 30 DICEMBRE

ACQUAPENDETE Corso Taurelli Salimbeni, 1 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

FARNESE Via Principe Amedeo, 126 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

NEPI Via Roma, 19 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

VALLERANO Piazza Diaz, 14 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

ARLENA DI CASTRO Via Vittorio Emanuele, 128 (08,30-12,30 e 16,30-19,30)

GALLESE Via Tronsarelli, 41 (09,30-13,00 e 16,30-19,30)

ORTE Piazza Del Popolo, 15 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

VETRALLA-TRE CROCI Piazza Europa, 53 (09,00-13,00 e 16,35-19,30)

BAGNOREGIO Piazza Trento e Trieste, 8 (08,30-13,00 e 16,00-19,00)

GRAFFIGNANO-SIPICCIANO Piazza Umberto I, 28 (09,00-13,00 e 16,30-19,30)

RONCIGLIONE Corso Umberto, 33 (08,30-12,55 e 16,00-19,30)

VILLA SAN GIOVANNI IN T. Piazza Savoia, s.n.c. (09,00-12,30 e 16,30-19,30)

CALCATA Piazza Risorgimento, 1 (09,30-13,00 e 16,00-19,00)

GROTTE DI CASTRO Via Vittorio Veneto, 4 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

SORIANO NEL CIMINO Via Ernesto Monaci, 96 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

VITERBO Via Della Palazzina, 195/197 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

CAPRANICA SCALO Via Della Stazione, s.n.c. (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

MARTA Via Tuscania, 4/A (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

SUTRI Piazza Del Comune, 34 (09,30-13,00 e 16,00-19,30)

VITERBO-GROTTE S. STEF. Via Della Stazione, 5 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

CAPRAROLA Viale F. Nicolai, 141 (09,00-13,00 e 16,00-20,00)

MONTALTO-PESCIA ROMANA Via Delle Mimose, 12/15 (09,00-12,30 e 16,00-19,00)

TARQUINIA Via Igea, 20 (08,30-13,00 e 16,00-19,24)

VITORCHIANO Via Manzoni, s.n.c. (09,00-12,40 e 16,00-19,00)

CIVITA CASTELLANA Via S. Felicissima, 17 (08,30-13,00 e 15,55-19,30)

MONTEFIASCONE Corso Cavour, 21 (08,30-12,55 e 16,00-19,30)

TUSCANIA Via Tarquinia, 53 (08,35-13,00 e 16,30-20,00)

Venerdì 30 Dicembre

Sabato 31 Dicembre

In seno alle correnti di maestrale un impulso debolmente instabile consente l a va r i a b i l i t à f i n o a l p o m e r i g g i o c o n r ove s c i a carattere isolato che interessano Umbria e r e l a t i va d o r s a l e. Rasserenamento deciso i n s e r a t a d a To s c a n a s e g u i t o d a n u ov i s t r a t i n u vo l o s i . Te m p e r a t u r e i n l i eve c a l o n e i m a s s i m i , ve n t i d e b o l i o m o d e r a t i d a N O i n r i n fo r zo s e r a l e, da NNO al largo delle coste ed in quota, mare p o c o m o s s o o m o s s o, mosso in tendenza molto mosso al largo dell’alto T i r r e n o e l a z i a l e.

Le correnti di maestrale dettano il tempo che si mostra in prevalenza soleggiato salvo addensamenti al mattino sulla dorsale laziale, al pomeriggio nubi sparse innocue in transito sulla Toscana e poi su Umbria e Lazio, ma la nottata sarà stellata quasi ovunque. Temperature stabili o in lieve calo nei minimi. Venti moderati da NO al largo delle coste laziali in attenuazione e rotazione a SSE su tutta la linea costiera, moderati da NO in quota in attenuazione. Mare mosso o poco mosso sottocosta, da molto mosso a mosso al largo.



L'Opinone di Viterbo - 30.12.2011