Page 1

AltoLazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

p

Viterbo & Lazio Nord Anno I N. 60 - Giovedì 30 Dicembre 2010

Direttore Editoriale ARTURO DIACONALE

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

L’EDITORIALE

Anche il nord della Tuscia si scopre secessionista di Roberto POMI

Toccatemi tutto ma non il mio Brail”, recita un noto spot televisivo. Protagonista una donna disposta a mostrare e usare le unghie per riprendersi il proprio orologio. E se il Brail si chiama diritto alla salute le unghie diventano molto più af�late, d’acciaio. E’ guerra mentale nel nord del viterbese. L’eutanasia richiesta dalla Regione Lazio per l’ospedale di Acquapendente e disposta, con atto aziendale, dal manager Pipino, salvo revisioni, non è passata in silenzio. Acquapendente insorge. Carte da morto appese nella notte raccontano la �ne di una storia lunga seicento anni. Neanche il Medioevo ha buttato giù l’ospedale aquesiano, anzi proprio il Medioevo l’ha edi�cato, e ora giù la saracinesca. Non saremo mica noi i veri barbari? Quel che è certo è che la battaglia mentale rischia di diventare una vera e propria guerra politica, con tanto di coloni pronti a rivendicare l’indipendenza da Roma. E’ così che l’alta Tuscia si risveglia secessionista, stanca di non contare nulla e di giocare il ruolo di eterna periferia. Il ragionamento provinciale non fa una piega: “Siamo cittadini, paghiamo le tasse, abbiamo un diritto alla salute garantito dalla Costituzione. Se tutto questo non ci viene riconosciuto non c’è problema, ce ne andiamo”. Un referendum per portare Acquapendente fuori dal Lazio, dritto dritto in Umbria e Toscana sarebbe un qualcosa di epocale. Un bello spaurracchio per incentivare una marcia indietro delle “truppe romane”.

CRONACA

Sanità, è lotta politica nell’Alta Tuscia di Roberto POMI

Un 23enne romeno aggredisce e picchia giovani connazionali

Botte di Natale, due in ospedale

Sarebbero state alcune avances alla fidanzata del 23enne romeno a scaterenare una rissa, avvenuta nella notte di Natale nella zona del tribunale, nella quale sono rimasti feriti un 22enne e un 20enne. Il giovane si sarebbe scagliato addosso ai connazionali con una

bottiglia, spaccandola sulla testa del 22enne. Poi si sarebbe accanito sull’altro romeno con calci e pugni, frutturandogli il setto nasale. Il giovane, già protagonista di episodi di violenza simili, è stato arrestato e portato nel carcere di Viterbo. servizio a pagina 6

servizio a pagina 3

POLITICA

CIVITAVECCHIA

SPORT - CALCIO

Assenteismo Arrivano quelli I pastori sardi Mandro ‘salva’ Tutti liberi del Terzo Polo tornano a casa la Foglianese Colpo di scena nell’inchiesta sui 16 impiegati dell’Ada. All’indomani della decisione del Riesame sulle misure cautelari, arriva l’istanza del pm Paola Conti. di Luca APPIA

servizio a pagina 7

I tagli imposti dalla Regione, le sforbiciate esecutive dell’atto di autonomia aziendale messo a punto dal manager Ausl Adolfo Pipino e un’intera popolazione insorta. E’ questo l’affare sanità all’altezza di Acquapendente. L’ospedale cittadino è di fatto declassato e gli aquesiani non ci stanno. Nella notte di martedì una decina di carte da morto hanno messo in evidenza il lutto di un’intera comunità. Pasquinata che non è rimasta isolata. Dopo il sarcasmo le “sassate”. Secche, puntuali, sotto forma di parole imbottite in una lettera inviata alla stampa. E’ battaglia mentale e anche politica: “Vogliamo un referendum per cambiare regione”, �rmato la gente dell’alta Tuscia.

Marcello Mariani ha sof�ato nel corno. E’ il segnale all’esercito del Terzo Polo per organizzarsi nella Tuscia in vista delle prossime amministrative. Udc, Fli, Api all’arrembaggio. E la Provincia? servizio a pagina 5

Dopo gli scontri dei giorni scorsi con le forze dell’ordine hanno fatto amaro rientro in Sardegna i manifestanti che avrebbero voluto raggiungere Roma per presentare la nascita di un nuovo movimento.

Si chiude con un pareggio dal doppio volto il girone di andata della formazione di mister Giovannini. I padroni di casa giocano alla pari della Fontenuovese, ma Grimaldi sbaglia un rigore e Maiorani...

di Pietro COZZOLINO

di Emanuele FARAGLIA

servizio a pagina 14

servizio a pagina 15

In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE DELLE LIBERTA’ a 1 euro


2

p

cronaca

Viterbo & Lazio Nord

MartedĂŹ 28 Dicembre 2010


Giovedì 30 Dicembre 2010

Viterbo & Lazio Nord

primo piano

p

3

Battaglia politica nell’Alta Tuscia. Un solo grido: “Sciopero del voto e fuga da Roma”

L’ospedale di Acquapendente è morto I cittadini pronti a cambiare regione di Roberto POMI

Primo Soccorso e si pongono le basi per rimandare tutto a Belcolle. Una condizione che gli aquesiani non possono accettare, considerando la propria distanza geografica da Viterbo e la disastrosa condizione dei collegamenti tra il nord della Tuscia e il capoluogo. Una sottile striscia d’asfalto, in gran parte disastrato, che taglia infiniti centri urbani con il rispettivo traffico. Per un aquesiano

E

’ guerra. Acquapendente non ci sta ad assistere muta al declassamento del proprio ospedale a Presidio Territoriale di Prossimità. Gli abitanti del Comune più a nord della Tuscia lanciano la sfida a chi, secondo il proprio punto di vista, se ne frega del loro, costituzionalmente garantito, diritto alla salute. Non c’è spazio di benevolenza per nessuno, fatto salvo il sindaco Alberto Bambini. Vero e proprio Vercingetorige del primo minuto ma impotente di fronte a simili decisioni piovute e imposte dall’alto della Pisana. E’ così che durante la notte di martedì sulla facciata dello stabile che ospita da più di seicento anni l’ospedale aquesiano sono comparsi dei manifesti mortuari (vedi foto a lato). Una decina di carte da morto per colpire direttamente alla bocca dello stomaco con l’arma dell’ironia e del sarcasmo. Ecco la dicitura riportata: “E’ mancato e mancherà al servizio dei cittadini l’ospedale di Acquapendente (1400-2011). Dopo 600 anni di attività, grazie all’amministrazione regionale, chiude provato da anni di lenta agonia, lasciando senza assistenza alcuna il nostro territorio. Ne danno il triste annuncio i cittadini che pagano le tasse”. Il tutto a firma ‘Il comitato Prospedale’.

A

bbiamo deciso di riportare integralmente quanto scrive il Comitato Prospedale Acquapendente in una lettera aperta indirizzata alle autorità, alla stampa e ai cittadini tutti. Il pensiero e le posizioni del Comitato possono essere seguite su www.prospedaleacquapendente.bl ogspot.com. Ecco il contenuto della lettera, che è importante leggere con attenzione parola dopo parola. Una specie di dichiarazione di guerra, in difesa dell’ospedale. Con tanto di data storica riportata in calce: Acquapendente 28-12-2010. “La Presidente della Regione Lazio Polverini ignora il Nostro Diritto alla Salute. Il Direttore della ASL Adolfo Pipino ignora il Nostro Diritto alla Salute. Quegli elettori e quei cittadini che pagano regolarmente le tasse, possono sperare solo nel ricorso al TAR per vedere rispettato il loro diritto Costituzionale. Ringraziamo il Sindaco Bambini per l’ennesimo tentativo di condivisione politica di fronte alla demolizione della sanità locale, ma vista l’esiguità del numero dei Sindaci e personaggi Politici intervenuti, riteniamo l’iniziativa del 28 Dicembre un ennesimo buco nell’acqua. Il Decreto Polverini pubblicato il 30 settembre 2010 procede spedito verso i decreti attuativi, a nulla è servito l’interessamento al problema dei cittadini e delle forze politiche locali, che hanno portato a discussione motivazioni valide e ben documentate. Nemmeno i Po-

prestare assistenza a un proprio malato in cura a Belcolle significa andare in rovina, significa ore di viaggio e file interminabili in macchina nonché un costo considerevole per gli spostamenti. E gli anziani? Il grosso del disagio è per loro. La battaglia di Aquapendente è una lotta prettamente umana e chi la sta conducendo dà quaotidianamente prova di scaltrezza.

Una storia iniziata ben 600 anni fa

Dopo i manifesti è stata la volta di una lettera girata alla stampa (per la lettura integrale andate box in basso n.d.r.). Un vero e proprio atto di guerra secco, senza l’intenzione di fare prigionieri. In sintesi i cittadini aquesiani annunciano la

propria astensione dal voto, sottraendosi alla legittimazione di qualsiasi tipo di potere politico, e invocano un referendum per staccarsi dal Lazio e cambiare Regione. Un’idea questa della fuga da Roma che a certe latitudini della Tuscia ogni tanto torna

a circolare. Di fatto l’ospedale di Acquapendente viene messo in liquidazione da quanto disposto nell’atto di autonomia aziendale 2011 messo a punto dal manager Ausl Adolfo Pipino. Il Pronto Soccorso viene declassato a

ella scorsa notte sono stati af�ssi per le vie della cittadina dei manifesti funebri, dove si annuncia che dopo 600 anni di vita, l’ospedale di Acquapendente è venuto a mancare, per volere dell’amministrazione regionale. Le prime notizie storiche, solo per dovere di cronaca, parlano di un ospedale ad Acquapendente, ben prima del 1400 e più precisamente risalente al 26 Novembre 1235 e si riferisce all’ospedale del ponte del Paglia, di cui non rimane alcuna traccia nemmeno nella toponomastica locale. Non vorremmo “scomodare” alcun Santo, tantomeno San Rocco, certo è che nel luglio 1367 era anch’Egli ad Acquapendente, dove ignorando i consigli della gente in fuga per la peste, chiese di prestare servizio nel locale ospedale mettendosi al servizio di tutti. Ad Acquapendente “L’HOSPI-

TALITAS” cioè, l’antica assistenza ospedaliera, contava su diversi istituti. La nascita dell’Ospedale Civile di Acquapendente, da cui deriva l’attuale struttura, avvenne intorno alla seconda metà del 1400, con la fusione degli ospedali di S. Giovanni (1406-1438) e di S. Maria (1387-1471), quest’ultimo così chiamato perché si trovava di fronte alla chiesa di S. Maria, più nota come S. Francesco, la cui amministrazione venne af�data all’ordine laico dell’ospedale di Santa Maria della Scala di Siena. Sicuramente alcune stanze dell’odierno ospedale occupano la vecchia sede di quello di S.Giovanni, fondato nel 1406. Le sue antiche origini vengono svelate sia dal portale ogivale, di sicura epoca medievale con la croce gerosolimitana posta sul suo architrave, sia da un affresco di Madonna con bambino, d’autore ignoto, di scuola umbro-senese dell’inizio del ‘500, posto all’ingresso. Nel 1897 iniziarono grandi lavori di restauro e fu rifatta anche la facciata su disegno di A. Piccioni. Sempre per dovere di cronaca, non sarebbe di certo felice della scelta dell’attuale Presidente della Regione, un certo Girolamo Fabrizi: il 16 gennaio del 1595, veniva inaugurato il Teatro anatomico dell’Università di Padova ,si dice che sia il più antico del mondo; che sia stato realizzato a spese di Girolamo Fabrici d’Acquapendente, all’epoca docente di chirurgia e di anatomia; che le dissezioni vi avvenissero in segreto, in qualche modo ostacolate da “disposizioni civili e religiose”. Non vorrebero sentirsi costretti anche gli aquesiani a “operare” in contrasto con le stesse “ottuse disposizioni civili”.

previsto in un precedente provvedimento, la sua Responsabile; rimarrà poco più di un centro prelievi dove quasi tutto sarà “spedito” e analizzato presso la struttura ospedaliera di Belcolle, creando possibili ritardi/disagi agli utenti. - Il Reparto di Chirurgia chiude de�nitivamente. - Il Servizio di Anestesia viene diviso tra Acquapendente e Monte�ascone e non si sa che tipo di copertura potrà garantire al futuro Primo Soccorso di Acquapendente. - Il Reparto di Medicina perde de�nitivamente il suo Responsabile, al momento gli vengono assegnati 8 posti letto (per acuti???); tale numero potrebbe anche aumentare in virtù dell’attività di Day Care che

comprende le attività Ambulatoriali e forse anche attività di Day Surgery (sempre che ci sia qualcuno disposto ad operare e a farsi operare “in mezzo al deserto”). - L’unico Reparto che conserva a pieno la sua organizzazione e funzionalità è quello di Radiologia. La popolazione, sola e ignorata dalle Istituzioni, potrà ricorrere al TAR o impugnare il pungolo e cacciare un’altra volta il Barbarossa! La popolazione Aquesiana esorta il Sindaco Bambini ad inoltrare una raccolta �rma per il Referendum a favore del cambio di Regione, e nel frattempo ci asterremo dagli impegni elettorali; ci auguriamo che altri Comuni seguano tale iniziativa, la nostra salute merita più attenzioni.

di Fulvio MEDICI

Ecco la lettera di fuoco N scritta dal ‘Comitato Prospedale’

litici del Centro Destra forti di un risultato elettorale, ottenuto anche per le inadeguatezze in ambito sanitario della scorsa amministrazione regionale, sono riusciti a fare qualcosa di positivo, anzi la situazione è notevolmente peggiorata. La prova di ciò è la pubblicazione, il 7 Dicembre 2010, del Supplemento n°207 del Bollettino Uf�ciale n°45 della Regione Lazio, atto ancor più negativo del precedente Decreto, che ha de�nitivamente sancito la chiusura del nostro Ospedale. Rimane poco da sperare anche su una forzatura politica, è ormai evidente a tutti come la Presidente Polverini con il silenzio/assenso del Consigliere

Battistoni e Gigli, dell’Assessore Birindelli e degli eletti in Provincia Meroi, Equitani e Camilli, ignori completamente le forze politiche di opposizione e qualsiasi altro appello fatto da Sindaci e dai cittadini, molti dei quali appartenenti al suo elettorato. Se prima avevamo un problema irrisolto oggi ne abbiamo tanti di più. Il Direttore Generale della ASL di Viterbo, che dovrebbe tutelare concretamente il Nostro Diritto alla Salute, si de�nisce un semplice esecutore del Decreto, e ha la pretesa di farci credere che questo provvedimento consista in una riorganizzazione e non nella chiusura della Struttura Ospedaliera.

L’Atto Aziendale attuativo al Decreto n80 del 30 Settembre e al Supplemento n°207 al Bollettino Uf�ciale n°45 del 7 Dicembre 2010 decreta che: - l’Ospedale di Acquapendente non si può più de�nire tale, perde la sua identità e viene declassato a Presidio Territoriale di Prossimità i cui servizi sono chiaramente sempre più dubbi e limitati. - Il Pronto Soccorso rimane tale �no all’imminente pensionamento dell’attuale Responsabile, dopo di ché sarà declassato in Primo Soccorso (non si conoscono ancora con precisione quali servizi riuscirà a offrire). - L’attuale Laboratorio Analisi perde de�nitivamente, come già


4

politica

p

Viterbo & Lazio Nord

Giovedì 30 Dicembre 2010

“Medici e infermieri si stanno già ricollocando” A lanciare l’allarme è il primo cittadino di Acquapendente di Daniele CAMILLI

G

uerra aperta sull’ospedale di Acquapendente. Non solo, ma come ci ha riferito il Sindaco Alberto Bambini, “di fronte alle incertezze dovute al Piano Polverini e all’Atto Aziendale, alcuni medici e infermieri stanno cercando di ricollocarsi in altre strutture”. Un con�itto, quello tra amministrazione aquesiana e Regione Lazio-Ausl, che rischia di estendersi. Tant’è vero che ieri sera, nella sede della Federazione provinciale del Pd, c’è stata una riunione durante la quale sarebbe stata presa la decisione di una mobilitazione generale a sostegno della struttura sanitaria a “rischio chiusura”. C’è poi il Comitato cittadino “Prospedale” che chiede ormai apertamente “una raccolta di �rme per il Referendum a favore del cambio di Regione” attaccando i consiglieri regionali e provinciali di centrodestra per il loro “silenzio/ assenso” e il Direttore Generale della Ausl, Adolfo Pipino, per “la pretesa di farci credere che questo provvedimento consista in una riorganizzazione e non nella chiusura della Struttura Ospedaliera”. Lo stesso Bambini (nella foto) ha convocato un vero e proprio summit con i comuni della Comunità Montana Alta Tuscia “per trovare una strategia condivisa. Per contrastare e chiedere la revisione dell’Atto aziendale e ridare un ruolo a un territorio che sta perdendo tutti i servizi”.

Le amministrazioni convocate sono state quelle di Grotte di Castro, San Lorenzo, Gradoli, Onano, Proceno, Valentano, Farnese, Bolsena e Canino. Un incontro, svoltosi martedì sera presso il Comune di Acquapendente, che ha visto emergere la necessità di proporre nuove osservazioni all’Atto Aziendale, chiedere un appuntamento alla Polverini e a Pipino e lanciare un appello a tutti i comuni dell’area af�nché si schierino a sostegno della struttura sanitaria. Sempre martedì il Comitato Prospedale ha af�sso una decina di carte da morto sui muri dello stabile di Via

Cesare Battisti con la scritta: “E’mancato e mancherà al servizio dei cittadini”. “Dopo 600 anni di attività, grazie all’amministrazione regionale”. Ricordiamo in�ne che dal primo gennaio 2011 entrerà in vigore l’ordinanza del Sindaco Bambini con cui si invitano i “cittadini del comune di Acquapendente di evitare di contrarre qualsiasi malattia e patologia che necessiti un intervento ospedaliero soprattutto d’urgenza”. Così come “di assumere comportamenti che non mettano a rischio la salute”. Pena, “il trasporto forzato presso l’ospedale di Belcolle”

Roma Nord, a rischio la tratta Civita-Viterbo

La ferrovia Roma Nord rischia di essere soppressa tra Civita Castellana e Viterbo, isolando una gran parte del territorio viterbese, già carente di infrastrutture”. A dare l’allarme sono Raimondo Chiricozzi, Ennio La Malfa, Gabriele Pillon e Giacomo Traini del Coordinamento Comitati Ferrovia. Pare infatti che i �nanziamenti regionali siano destinati solo alla tratta Roma-Sant’Oreste. “Quindi la provincia di Viterbo, nella migliore delle ipotesi rischia di non avere un euro di inve-

stimento per la Roma Nord, nella peggiore di avere la tratta ferroviaria chiusa”. I comitati lanciano invece la proposta di mettere in sinergia le tratte Capranica- Fabrica, Fabrica-Viterbo e Viterbo-Capranica chiedendo il sostegno dei sindacati per dar vita ad un vero e proprio “anello ferroviario”. “Inoltre – prosegue la nota di Chiricozzi, La Malfa, Pillon e Traini – con la realizzazione della fermata ‘Ospedale Belcolle’, gran parte dei centri del viterbese avrebbero un comodo servizio pubblico per l’ospedale”.

Civita Castellana, la Uil attacca il Sindaco Gianluca Angelelli

C

ivita Castellana, per il Sindaco Gianluca Angelelli (nella foto) i problemi arrivano anche dai sindacati. Con tanto di invito “a cambiare passo nei confronti dei dipendenti e delle organizzazioni che li rappresentano”. Perché così “non va bene”. Anzi, non si va proprio “da nessuna parte”. A scrivere sono Fabrizio Marziali e Stefano Di Meo della Uil-Fpl che lamentano la mancata risposta del Primo cittadino su tutta una serie di istanze presentate il 30 settembre scorso per “migliorare le condizioni lavorative del personale”. “Siamo arrivati alla �ne dell’anno e dobbiamo constatare, purtroppo, il silenzio, divenuto assordante, della sua amministrazione comunale: ad oggi neanche due righe anche che fossero di diniego”. In ballo “l’aumento del ‘Buono Pasto’ ormai fermo da anni a 5,29 Euro”, “alcuni aspetti normativi interni” e “la stabilizzazione di tutte quelle forme di precariato divenute ‘storiche’ all’in-

terno della macchina comunale”. Su tutto “silenzio, solo silenzio, tre mesi di silenzio”. “Ora non ci venga a dire – incalzano poi Marziali e Di Meo – che il Comune di Civita Castellana soffre dell’attuale crisi economica e delle relative condizioni di ‘cassa’ ereditate perché le ultime scelte fatte dalla Sua amministrazione in termini di personale dimostrano il contrario. Nello speci�co ci riferiamo all’ultimo comunicato stampa del 24/12/2010, che abbiamo �rmato congiuntamente ad altre sigle sindacali, dove in termini propri e

non concordati di scelte e di costi del personale l’amministrazione comunale è stata molto ‘solerte e repentina’”. Pronta la risposta di Angelelli. “Le scelte in termini di nuovo personale da assumere competono all’organo politico che le seleziona, giuste o sbagliate che si ritengano, in relazione a quelle che sono le esigenze della città tutta, non le richieste del sindacato”. Dopodichè il Sindaco non capisce a chi “ci si riferisca laddove si parla di forme di precariato, forse ai contratti part-time, che tuttavia precari non sono essendo, nel nostro comune, a tempo indeterminato”. Si chiede inoltre “perché i sindacati facciano �nta di non vedere che, proprio con il nostro ultimo intervento, un dipendente comunale part-time sia passato a tempo pieno!”. In�ne, i buoni pasto. “E’ stato dato mandato all’Uf�cio Ragioneria di adeguare l’importo con decorrenza 01.01.2011, come da accordi che sempre rispetto”. (dc)

oppure “sanzioni pecuniarie commisurate alla gravità della malattia”. Questo, “�no alla revoca e/o ritiro del decreto n.80 del 30.9.2010 del Commissario alla sanità del Lazio”. “E’ fondamentale – spiega il Primo cittadino – che tutto il territorio faccia squadra e capisca che da soli i problemi non si risolvono. All’ultima Conferenza dei Sindaci non c’era nessuno e i pochi presenti non hanno detto nulla sulla situazione di Acquapendente e sull’Atto Aziendale. Per quanto ci riguarda abbiamo avanzato richieste ragionevoli proponendo di ridurre i costi e mantenere servizi come il pronto soccorso e i posti letto in medicina. Contrariamente all’Atto che invece smantella ogni cosa”. Bambini conclude il suo ragionamento con una promessa. “Non resteremo con le mani in mano e �no all’ultimo non molleremo la presa. Batteremo anzi tutte le strade possibili. A partire dal referendum per cambiare Regione”.

Nuove regole per passi carrabili e cartellonistica pubblicitaria

I

l Consiglio provinciale ha approvato il nuovo regolamento provinciale per rilascio delle autorizzazioni per le occupazioni spazi e aree pubbliche e per l’installazione e la gestione dei mezzi pubblicitari. “In primo luogo – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Gianmaria Santucci – abbiamo provveduto alla riduzione del 5% della tariffa, inoltre abbiamo introdotto una norma che permette la suddivisione del canone tra proprietari e fruitori del passo. In più, abbiamo cercato di fare maggiore chiarezza sul-

l’applicazione della tassa alle frazioni appartenenti a un comune di oltre 10mila abitanti. In questo caso se il Comune ci certi�ca che la frazione è un centro abitato, ed ha meno di 10mila abitanti, i cittadini verranno esonerati dal pagamento. In�ne, i passi a raso, per i quali non è più previsto il pagamento di alcuna tassa”. Nuova disciplina anche per la cartellonistica pubblicitaria. È stata infatti decisa una riduzione delle tariffe e la riquali�cazione di tutta la cartellonistica pubblicitaria.


Giovedì 30 Dicembre 2010

Viterbo & Lazio Nord

politica

p

5

Amministrative, il Terzo Polo inizia la lunga marcia di Roberto POMI

L

a prima voce che dal Nuovo Polo arriva in terra etrusca è quella di Marcello Mariani, ex Pd e attuale coordinatore provinciale dell’Api di Francesco Rutelli. E’ proprio Mariani infatti, nel giorno della costituzione tra Api, Udc, Fli, Mpa e Ld di un tavolo comune per il coordinamento delle amministrative di primavera a lanciare un appello af�nché a Viterbo si costituisca un coordinamento in vista delle elezioni amministrative tra i partiti che danno vita al nuovo polo. Nell’incontro romano i rappresentanti di Api, Udc, Fli, Mpa e Ld hanno posto le basi per una linea e una proposta programmatica comune “af�nché giungano dal territorio le indicazioni su candidature idonee e unitarie”. “Dobbiamo fare anche a Viterbo un tavolo comune. Dobbiamo rimettere in movimento le idee e con esse le città e avviare un percorso virtuoso di innovazione. Il domani appartiene a chi ha il coraggio di conoscere il nuovo”, così Marcello Mariani. Al momento nella Tuscia è invece ancora tutto fermo e non è chiaro chi c’è all’interno di questo Terzo Polo. Per quanto riguarda l’Api, fatto salvo il nome di Mariani, non sono registrate ulteriori adesioni al movimento di Rutelli di una

qualche consistenza politica. Per quanto riguarda i �niani invece ci troviamo di fronte a un partito che attende il congresso nazionale per strutturarsi. Al momento i nomi di maggiore spicco sono quelli dell’ancora assessore al Comune di Viterbo Claudio Taglia, Simonetta Badini e l’ancora membro del cda della municipalizzata Francigena Francesco Giorgio. Mpa e Ld risultano non pervenuti a queste latitudini mentre un vero e proprio

rebus è costituito dall’Udc. Tutti gli uomini del partito sono veramente disposti a seguire il leader Casini sulla terza strada? Non ci sarà tra loro qualcuno tentato a rientrare nel tempio dei “berluscones”? Le amministrative che a primavera si disputeranno in ben 21 Comuni della Tuscia rappresentano una prova politica estremamente importante. Da qui al momento del voto non mancheranno le sorprese e i colpi di scena.

Palazzo Gentili, l’Udc è L’assessore all’Ambiente Equitani avverte un’anomalia pericolosa

I

l presidente Marcello Meroi dovrebbe iniziare a porsi il problema. L’Udc è nel Terzo Polo, insieme a Fli e al resto della banda ma è anche un pezzo sostanziale della maggioranza a Palazzo Gentili. Uno scenario che non è certo idilliaco. Cosa accadrà quando il partito che esprime tre assessori alla corte di Meroi: Andrea Danti, Franco Vita e Giammaria Santucci; entrerà in

campagna elettorale per le amministrative del 2011? Una campagna elettorale importante, con 21 Comuni chiamati a scegliere la propria guida. Tre assessori in Provincia faranno di certo buon gioco all’Udc per intercettare il consenso nel comuni e tutto questo a discapito degli altri due poli, uno dei quali esprime lo stesso presidente della Provincia Marcello Meroi. Un bel “casino”. Forse è il caso di iniziarci a pensare.

“Basta strumentalizzare la questione arsenico” I l problema dell’arsenico è stato al centro del consiglio provinciale di ieri mattina. Il capogruppo dell’Italia dei Valori Raffaele Saladino ha infatti presentato una mozione che impegnava la Provincia a effettuare un’accurata ricognizione della situazione nei vari comuni. Mozione che è stata respinta dalla maggioranza dopo che, inutilmente, si è tentata una mediazione per evitare il voto e dividere il consiglio su un argomento di interesse generale. “Purtroppo – ha risposto l’assessore all’Ambiente Paolo Equitani – intorno a questa vicenda si sta originando tanta confusione e non si hanno ben chiari nemmeno gli ambiti di competenza dei vari soggetti coinvolti. La Provincia a esempio sta svolgendo un ruolo di coordinamento con tutti i comuni in quanto componente dell’Ambito Territoriale Ottimale. Domani (oggi per chi legge n.d.r.) si riunirà in Regione il primo grande tavolo per l’emergenza dove, alla presenza anche della Protezione Civile, dell’Istituto Superiore di Sanità, dell’Arpa si cominceranno a programmare gli interventi necessari per fronteggiare la situazione. Una situazione che stiamo seguendo con la massima attenzione ma la cui risoluzione non è collegata a speci�che competenze di natura provinciale”. Equitani ha poi criticato l’utilizzo strumentale della questione arsenico in chiave politica: “La mozione presentata dall’Idv non aveva alcun senso. La rilevazione dei livelli di arsenico nell’acqua è una competenza dell’Ausl che ha predisposto i necessari controlli attraverso le proprie strutture. Gli interventi straordinari sulle reti idriche competono alla Regione che ha già incaricato l’Università “La Sapienza” della progettazione. Tutti insieme stiamo cercando di fronteggiare l’emergenza provocata dal divieto all’utilizzo dell’acqua potabile nei comuni che superano il parametro massimo �ssato dall’Europa e non possono più bene�ciare della deroga in vigore �no ad oggi che consentiva una soglia di tolleranza di 50 microgrammi. Per risolvere il problema in tempi rapidi e

non lasciare i cittadini senz’acqua potabile, con l’Ato stiamo studiando il sistema per installare apposite fontanelle ogni 2500 abitanti dotate di potabilizzatori”. Equitani ha poi concluso: “Tutti i dati che ci sono stati trasmessi dall’Ausl e che

fotografano la situazione nei vari comuni sono a disposizione di tutti, ad iniziare dai consiglieri provinciali. Il consigliere Saladino venga in Assessorato, bussi alla mia porta e riceverà tutte le informazioni richieste da parte dei nostri uf�ci”.

Ricci: “Non buttiamo i 500mila euro per il recupero dell’ex Eca”

N

on perdiamo l’occasione di aprire un centropolivente per ragazzi nell’ex Eca. Ci sono 500mila euro stanziati che rischiamo di mandare alla malora, sarebbe una follia”, così il consigliere comunale del Partito Democratico Alvaro Ricci. “Il padiglione doveva diventare un centro riabilitativo per la neuropsichiatria infantile, da allargare anche agli adulti disabili. Era un’idea di Giorgio Schirripa. Qui il

problema non sono i soldi, il problema sono le capacità di chi è chiamato a fare le cose e non le fa. Già viviamo in periodi di ristrettezze e se ci riduciamo anche a perdere quello che in realtà già abbiamo siamo alla frutta”, continua così il Ricci - pensiero. Intanto al momento sono stati messi a disposizione dal Comune 150mila euro per la sistemazione del piazzale della struttura. A breve dovrebbero essere appaltati i lavori.


6

cronaca

p

Viterbo & Lazio Nord

Giovedì 30 Dicembre 2010

Innervosito dalle avances rivolte alla ragazza si scaglia sui connazionali armato di bottiglia

Botte di Natale, due romeni finiscono all’ospedale di Luca APPIA

B

otte di Natale per un gruppo di tre romeni, che si sono azzuffati a causa delle avances un po’ troppo spinte che due di loro avrebbero rivolto alla ragazza di un connazionale. La rissa è andata in scena proprio la notte del 25 dicembre in via Camillo De Lellis, la zona del tribunale. Sulla via, proprio accanto all’università, si trova un circolo culturale, abitualmente frequentato da stranieri. Dalle ricostruzioni dei carabinieri, sembra che dopo la mezzanotte il circolo si sia riempito di giovani intenti a festeggiare il Natale, quando tutto d’un tratto la festa si è trasformata in una rissa. A quanto pare l’aggressore che ha scatenato il tafferuglio sarebbe un 23enne romeno residente a Viterbo, L.L.M., arrestato

per lesioni dai militari di Viterbo. La rissa è iniziata quando due suoi connazionali, uno 22enne e l’altro 20enne, hanno iniziato a fare pesanti avances alla fidanzata del 23enne, mandandolo su tutte le furie. Forse anche a causa del troppo alcol in circolo ingerito nel corso della festa natalizia, il romeno si è scagliato sul connazionale di 22 anni con una bottiglia, spaccandogliela lettarlmente in testa. Poi, messo fuori gioco il primo avversario, si è gettato sul secondo, il 20enne, colpendolo a calci e pungi. I presenti nel locale, impauriti dalla rissa in atto, sono usciti di corsa e hanno bloccato un’auto dei carabinieri che al momento stava passando da quelle parti. Arrivati sul posto i militari hanno bloccato il 23enne e chiamato il 118 per gli altri due romeni. I ragazzi sono

Oltre 20 casi di avvistamenti di Ufo sopra i cieli di Viterbo

G

li Ufo volano sopra le case del viterbese, oltre 20 avvistamenti di oggetti volanti non identificati in tutto il 2010 nel viterbese. Secondo il Cisu le segnalazioni provengono sia dal capoluogo di provincia che dal resto della Tuscia e riguardano, tipologicamente parlando, sia luci notturne che dischi diurni; sono stati segnalati anche alcuni avvistamenti di “entità” non riconosciute dai testimoni, che non hanno però notato la presenza o vicinanza di oggetti non identificati. Dei casi in oggetto, alcuni sono stati identificati, altri sono in via d’identificazione mentre una residua parte rimane al momento non identificata. Nell’ambito di quest’anno è stato segnalato anche un “crop circle”, un cerchio nel grano, rivelatosi poi un falso conclamato. Nel sottolineare che l’impegno in

maniera seria degli ufologi locali del Cisu, nel raccogliere, inchiestare, catalogare e studiare il fenomeno Ufo è costante e metodico, si rinnova come sempre l’appello a chiunque veda cose che non riesce a identificare, a contattare il sito che è: http://www.ufotuscia.it, dove si trova un apposito questionario da compilare, sia mandando una e-mail a: info@ufotuscia.it. Il fenomeno Ufo da sempre affascina e incuriosice milioni di persone, che attrezzati di tutto punto curiosano nei cieli alla ricerca dei famosi dischi volanti. Sin dall’inizio del XX secolo sono milioni le testimonianze di avvistamenti, o addirittura rapimenti, e il viterbese di certo non fa parte della lista. Negli anni scorsi, infatti, nelle zone del litorale si svolse anche uno dei più importanti convegni di ufologia della penisola italiana.

stati portati all’ospedale Belcolle dove al 22enne sono state riscontrate lievi ferite, guaribili in sette giorni. Ben più grave la prognosi del 20enne preso a calci e pungi, che ha riportato dalla colluttazione la rottura del setto nasale e sottoposto a intervento chirurgico, cavandosela con una progosi di 25 giorni. L’aggressore, dapprima condotto nelle camere di sicurezza del comando provinciale, a due passi dal luogo della rissa, è stato poi arrestato e condotto al carcere di Mammagialla. L.L.M. in passato si era già reso responsabile di simili espisodi di violenza. Il ragazzo nei giorni successivi alla rissa è comparso di fronte al giudice Turco, e al sostituto procuratore Fabrizio Tucci, che lo ha scarcerato e rimandato il giudizio al prossimo 10 febbraio.

Forza Nuova contro l’arsenico

E

mergenza Arsenico: presentato dal rappresentante provinciale di Forza Nuova, Danila Annesi, il già promesso esposto in procura per individuare i responsabili dell’eccessiva quantità di arsenico nelle acque dei paesi del viterbesi. Danila Annesi ha presentato martedì l’esposto alla procura di Viterbo, dopo che pochi giorni pima ne aveva annunciato l’intenzione. La rappresentante provinciale di Forza Nuova vuole così scoprire il velo d’ombra che si cela sotto la grande quantità di arsenico nelle acque della Tuscia. Sono 19, infatti, i comuni del viterbese che non rientrano nei limiti di 10 microgrammi/litri imposti dalla Commissione Europea, e che dovranno sostenere grandi spese per rientrare nei limiti di legge ed evitare sanzioni. Nel frattempo, ha fatto sapere la Annesi, che un avvocato di Roma, Antonio Jezzi, facente parte di un’associazione di consumatori, si è proposto autonomamente per seguire l’intero iter legislativo per arrivare alla verità e smascherare i colpevoli. Dopo l’esposto di Danila Annesi anche il resto di Forza Nuova è pronto a scendere in campo contro l’arsenico. Il suo leader, Roberto Fiore, ha infatti già annunciato di voler presentare un esposto, con le stesse �nalità di quello della Annesi, alle procure di Roma e Latina, in modo che possa essere fatta chiarezza in tutto il Lazio, che al momento risulta essere la regione con il maggior numero di comuni coinvolti nell’emergenza arsenico: 91. (la)

Arrestato ai Parioli latitante viterbese condannato a 3 anni per vari furti

N

uovo successo per i militari del nucleo operativo del reparto radiomobile di Viterbo, che insieme ai colleghi di Bassano Romano e ad una pattuglia della compagnia di Roma, hanno messo le mani su ricercato di Viterbo. L’azione dei carabinieri si è svolta al quartiere romano dei Parioli, dove i militari hanno rintracciato e arrestato un 33enne di Viterbo. L’uomo era ricercato in seguito a un ordine di esecuzione emesso dal tribunale di Roma, poiché responsabile di numerosi delitti contro il patrimonio e condannato a scontare una pena di 3 anni di reclusione in carcere. L’uomo che da tempo era ricercato è stato scovato grazie a una minuziosa attività d’indagine messa in essere dai carabinieri di Viterbo. Alla fine l’uomo è stato trovato in un noto bar dei Parioli, mentre si incontrava con la madre in occasione delle festività natalizie che trascorreva in latitanza. Dopo le formalità di rito il ricercato è stato portato al carcere di Viterbo a disposizione dell’autorità giudiziaria. (la)

In Breve

Altolazio News srl

Da cacciatore Migliora l’operaio diventa preda ferito al braccio

C

acciatore vittima di un incidente nel corso di una battuta si becca una rosa di pallini. E’ successo a Civita Castellana, dove un cacciatore del posto, intento a portare avanti una battuta solitaria, è stato investito da una serie di pallini sparati da un fucile da caccia. L’uomo, per sua fortuna, è rimasto ferito in maniera non grave e se la caverà con una grande paura e qualche ferita. Trasportato all’ospedale Andosilla, di Civita Castellana, i medici hanno dovuto rimuovere dal suo corpo diversi pallini di piombo, ma non hanno preoccupazioni sullo stato di salute del malcapitato cacciatore. Al momento non è ancora chiaro chi, e tantomeno perché, abbia esploso il colpo che ha ferito l’uomo nei boschi civitonici, ma i carabinieri stanno effettuando tutte le indagini del caso per scoprirlo. (la)

M

igliorano le condizioni di salute di C.R., l’operaio di 35 anni di Farnese, ferito sul luogo di lavoro. L’uomo che lavoro in un frantoio del posto, in località Sperna, era rimasto incastrato con il braccio destro all’interno della macchina omogeneizzatrice dell’olio che stava pulendo. Salvato dai carabinieri e dai medici del 118, fu trasportato in eliambulanza al Policlinico Gemelli. Lì un team di chirurghi ha eseguito un delicato intervento sul braccio, che aveva riportato una frattura e alcune ferite ai legamenti. L’uomo non si trova comunque in pericolo di vita. Sicuramente una brutta giornata per l’operaio di Farnese, che d’ora in avanti ci penserà qualche minuto prima di mettere le mani in luoghi dai quali è meglio tenersi lontani. (la)

Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO piggi@opinioneviterbo.it Redazione Centrale di Viterbo GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI MICAELA ROTELLI Grafici MARIO RAMUNDO In attesa di registrazione ROC Editore Altolazio News srl Pres.te Manfredino Genova A.D. Ferdinando Guglielmotti Sede di Viterbo 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.341539 redazione@opinioneviterbo.it donn@opinioneviterbo.it Tipografia L’OPINIONE S.P.A.VIA DEL CORSO 117 ROMA

Centri Stampa edizioni teletrasmesse EDITORIAL M.P.A S.R.L. SENAGO (MI) POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRETA (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 21,30


Giovedì 30 Dicembre 2010

cronaca

Viterbo & Lazio Nord

p

7

All’indomani della decisione del Riesame arriva l’istanza del pm titolare delle indagini

Assenteismo, liberi i 16 indagati di Luca APPIA

C

olpo di scena ieri mattina nell’inchiesta sui 16 dipendenti pubblici dell’Ada che saltavano i tornelli per uscire dall’uf�cio: a un giorno dalla decisione del Tribunale del Riesame, che doveva decidere se rimettere in libertà o confermare le misure cautelari per gli impiegati, arriva l’istanza di revoca dello stesso Pm che ha in mano le indagini. E’ stata presentata, infatti, dal pubblico ministero Paola Conti l’istanza di revoca delle misure cautelari nei confronti dei 16 impiegati pubblici sulla scrivania del gip Franca Marinelli, che �nora aveva respinto tutte le richieste di scarcerazione formali e informali presentate dai legali degli imputati durante gli interrogatori di garanzia. Secondo il sostituto procuratore sarebbero venuti a mancare i preseupposti per un inquinamento delle prove da parte degli accusati, ma soprattutto mancherebbero le basi per una reiterazione del reato, dato che gli indagati sono stati colti in �agrante dalle telecamere di sicurezza

dell’edi�cio mentre scavalcavano i tornelli dell’Ada, e dif�cilmente ora come ora lo farebbero di nuovo. Al momento i 16 dipendenti sono tornati completamente in libertà. La loro vicenda giudiziaria, infatti, era iniziata lo scorso 15 dicembre, a conclusione dell’operazione “Jump” della questura di Viterbo. Le indagini, invece, erano iniziate molto tempo prima a seguito di una segnalazione anonima. Da lì partirono le indagini della polizia, che in breve tempò sequestrò una grande mole di documenti, �no ad arrivare a visionare le telecamere a circuito chiuso dell’Ada, l’uf�cio decentrato dell’assessorato all’agricoltura della Regione Lazio. Le telecamere incastravano de�nitivamente i 16 dipendenti, pizzicati mentre scavalcavano i tornelli per uscire indisturbati e risultare ancora a lavoro, o mentre timbravano i cartellini di altri colleghi assenti per farli risultare presenti. Una volta acquisite le prove sono scattate le manette per i 16 impiegati, ma con misure cautelari diverse a seconda del reato commesso. A otto di loro sono

stati assegnati gli arresti domiciliari, mentre agli altri è stato imposto l’obbligo di �rma tre volte a settimana in questura. Misure, queste, che al momento sono state tutte revocate, grazie all’istanza del pm Conti. Oggi, comunque, avrebbe dovuto esprimersi anche il Tribunale del Riesame a seguito delle istanze di scarcerazione presentate dai legali degli imputati. Richieste che secondo gli avvocati sarebbero state sicuramente accettate dai giudici perché, secondo loro, tutta l’indagine soffre di un clamoroso vizio di forma: la mancata richiesta di autorizzazione al gip per visionare le registrazioni delle telecamere dello stabile. La decisione del Riesame, infatti, sarebbe stata un banco di prova per la solidità della tesi accusatoria, che così viene a mancare. Se le ipotesi degli avvocati dovessero risultare corrette, allora i 16 indagati probabilmente riuscirebbero a sfuggire alla condanna, dato che la prova che incastra de�nitivamente i dipendenti risiede proprio all’interno di quella registrazioni, che potrebbero essere escluse dalle prove in sede di giudizio.

Essere pensionato e non saperlo La strana storia del signor Santella per una giornata con i dipendeti pensionati del Municipio...la data impressa sul foglio, infatti, è quella del giorno prima, quando tutti gli ex colleghi si erano radunati a Palazzo dei Priori. Fortuna per lui, il signor Santella è una persona estremamente spiritosa che non se l’è presa troppo a male per la faccenda; fosse stato un altro di sicuro ci sarebbe rimasto di sicuro un po’ male. (la)

E

ssere pensionati e non saperlo, ovvero la strana storia di Claudio

Santella. Santella per 40 anni ha lavorato in Comune di Viterbo, nell’uf�cio commissioni circondariali, quello che si occupa di veri�care che le liste elettorali e le schede portate nelle varie zone della città siano in regola e conformi alle leggi. Poco tempo fa è andato in pensione e, a vederlo, ne sembra molto felice. Insieme a lui quest’anno sono andate in pensione anche altre 15 persone, colleghi di una vita, che hanno trascorso le ultime decadi in compagnia di Santella negli uf�ci del Municipio del capoluogo. La storia particolare, però, accade sul concludersi di questo anno, in cui il Comune decide di richiamare tutti i suoi ex dipendenti per consegnargli una targa ricordo del periodo passato a lavorare dietro le scrivanie del Comune. A tutti i pensionati arriva a casa una lettera con la quale il Comune li invita a

Ritrovate le minorenni scomparse a Nepi Erano a casa di un loro amico civitonico

U

na giornata di preoccupazione e angoscia per due famiglie romene di Nepi, che il martedì hanno denunciato la scomparsa di due minorenni. Le due ragazze, una di 13 e l’altra di 15 anni, erano uscite nel pomeriggio di martedì, dicendo ai genitori che sarebbero state fuori appena qualche ora. Dopo diverse ore i famigliari hanno iniziato a preoccuparsi non vedendole rincasare. Anche all’ora di cena nessuna notizia dalle due ragazzine. Terribilmente preoccupati per le sorti delle due ragazze, i genitori sono corsi alla stazione dei carabinieri di Nepi per denunciarne la scomparsa, senza però sporgere una formale denuncia. I militari sono subito entrati in azione e hano ricostruito il percorso delle due minorenni. Per tut-

ta la serata e parte della mattinata di ieri hanno ascoltato persone che potevano aver visto le due ragazze, perlustrato i luoghi maggiormente frequentati dalle due giovani e cercato in lungo e in largo le due. Ieri mattina, in�ne, i carabinieri hanno imboccato la pista giusta e ritrovato le due ragazze. Si trovavano a

Civita Castellana, a casa di un loro amico, dove con tutta probabilità hanno passato la notte senza, però, avvertire i genitori. Le due minorenni ora dovranno spiegare il perché della loro bravata ai militari di Nepi, ma soprattutto ai genitori che hanno passato una giornata d’incubo credendole scomparse o peggio. (la)

Trovato dai carabinieri svenuto nella sua auto si sveglia e si scaglia con violenza contro i militari prendere parte alla giornata di ricordo e preannuncia la consegna della targa. La missiva arriva a tutti...tranne che a Claudio, che rimane all’oscuro di tutto, tanto che qualche giorno dopo per le strade di Viterbo incontra un suo ex collega, anch’esso pensionato, che gli dice: “Allora Claudio, ci vediamo alla consegna delle targhe in Comune?”. Santella rimane per un attimo spiazzato, non capendo di quali targhe stia parlando l’amico. Subito dopo capisce l’arcano e si tranquillizza scherzandoci su e dicendo “Vabbè, non mi vorranno più vedere dopo il pensionamento”. I giorni passano e arriva quello della consegna delle targhe. A casa del Santella ancora non si è vista l’ombra della lettera d’invito, tanto che lui ci ha rinucniato e prosegue tranquillo le sue giornate. Il giorno dopo la sorpresa: nella sua cassetta delle lettere c’è una busta. All’interno un foglio bianco, con stampato il simbolo del Comune di Viterbo, che invita il signor Santella a recarsi in Comune

N

onostante il periodo carico di festività e tranqillità derivante dal Natale, continua senza sosta il lavoro di controllo e prevenzione dei reati da parte delle forze dell’ordine provinciali. A Ronciglione i carabinieri nella giornata di ieri hanno messo le manette ai polsi di due persone, in due diverse occasioni. I militari del nucleo operativo e radiomobile, guidati dal maresciallo Pozzovio, in questo periodo erano venuti a conoscenza del fatto che nella zona si stava formando un nuovo giro di spaccio di sostanze stupefacenti. Per porvi fine, i carabinieri hanno iniziato un’attività di indagine mirata al pedinamento e al controllo di alcuni giovani noti consumatori del luogo, arrivando in breve tempo alla fonte della droga. A finire nella rete dei militari è stato un giovane della Capitale, 32enne, sopreso

mentre cedeva 10 grammi di hashish a un consumatore. Dopo il fermo i carabinieri hanno raggiunto l’abitazione dell’uomo, a Roma, dove dopo una perquisizione domestica sono saltati fuori altri 20 grammi di hashish e mezzo grammo di cocaina, oltre a materiale vario per il taglio e il confezionamento della droga. Al termine delle indagini l’uomo è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti. Ancora più curiosa la storia successo ad altri due uomini dell’Arma in servizio sempre a Ronciglione che, mentre effettuavano un servizio di controllo stradale, sono stati allertati da alcune persone del posto, che avevano notato un’auto parcheggiata in località XXX Miglia con un uomo a bordo. I carabinieri si sono diretti sul posto e hanno subito trovato l’auto ferma lungo la strada. All’interno hanno notato un

uomo disteso, poi identificato come un 49enne di origini campane ma residente a Viterbo. Aperto il veicolo l’uomo sembrava completamente privo di sensi, così i militari hanno provato a svegliarlo. Dopo vari tentativi falliti, i carabinieri hanno chiamato il 118, pensando che l’uomo fosse stato colto da un improvviso malore. Poco dopo sul posto sono arrivati i medici, pronti a fornire le prime cure all’uomo, che nel frattempo, però, si era svegliato nella sua auto. Il 49enne appena aperti gli occhi ha visto i medici del 118 e i carabinieri fuori dalla sua auto e, senza alcun motivo appartente, è velocemente uscito dalla macchina e si è scagliato contro i militari. Una rabbia immotivata e improvvisa che ha colto di sopresa i carabinieri, investiti tutto d’un tratto da un fiume di calci e pugni. Dopo poco i militari sono riusciti a bloc-

care l’uomo e ammanettarlo. Gli uomini dell’Arma hanno riportato ferite guaribili in 6 giorni, mentre il 49enne è stato arrestato per violenza, resistenza e lesioni pubblico ufficiale, quindi condotto nella casa circondariale di Viterbo. (la)


8

p

provincia

Viterbo & Lazio Nord

VenerdĂŹ 28 Dicembre 2010


Giovedì 30 Dicembre 2010

Viterbo & Lazio Nord

attualità

p

9

Tutto quello che c’è da sapere sulle prossime festività Dal Capodanno in piazza alla calza della Befana più lunga del mondo

I

n occasione dei prossimi giorni festivi, sono state emesse apposite ordinanze per consentire un sereno svolgimento delle manifestazioni di vario tipo che interesseranno le giornate in questione. CAPODANNO – Come noto, in attesa della mezzanotte, si svolgerà un intrattenimento in Piazza del Plebiscito. Pertanto, dalle 22 del 31 dicembre alle 2 del 1 gennaio prossimi la Polizia Locale provvederà all’interdizione della circolazione veicolare e all’adozione delle altre misure di circolazione stradale che si renderanno necessarie, consentendo, per quanto possibile, la circolazione dei veicoli dei residenti, di quelli a servizio di persone invalide, dei mezzi di pronto intervento e degli autorizzati a vario titolo. I FUOCHI D’ARTIFICIO Alle 24 del 31 dicembre al parcheggio sterrato di Valle Faul, il comune ha organizzato uno spettacolo pirotecnico. Perciò, dalle 15 del 31 dicembre all’1 del 1 gennaio e comunque �no a cessata necessità, in Piazzale Divisione Folgore e in Via Faul, ambo i lati, sarà interdetto il parcheggio ed istituito il divieto di soste con rimozione coattiva. Dalle 15 del 31 dicembre all’1 del 1 gennaio inoltre in via El Alamein ambo i lati, sarà istituito il divieto di sosta con rimozione coattiva . Dalle 18 del 31 dicembre all’1 del 1 gennaio in via El Alamein e via Faul, viene istituito il divieto di circolazione veicolare. In�ne , dalle 23 del 31 dicembre alle 1 del 1 gennaio. In via El Alamein, Via Faul, Via S.Giovanni Decollato ( tratto pedonale ) e in piazzale Divisione Folgore verrà istituito il divieto di circolazione pedonale ( eccetto gli autorizzati) SPETTACOLI PRESSO IL TEATRO UNIONE Nel mese di

Gennaio si terranno presso il teatro Unione una serie di spettacoli che necessiteranno per esigenze di ordine pubblico di una parte del parcheggio di Piazza Verdi e precisamente la prima �la di fronte al Teatro. Pertanto viene revocato il parcheggio ed istituito il il divieto di sosta con rimozione coattiva nelle seguenti date: 1 gennaio 2011 dalle 15 �no a termine spettacolo; 8 gennaio 2011 dalle 19 �no a termine spettacolo; 23 gennaio 2011 dalle 15 �no a termine spettacolo; 30 gennaio 2011 dalle 15 �no a termine spettacolo. LA CALZA DELLA BEFANA PIU’ LUNGA DEL MONDO - In occasione della decima edizione del trasporto della calza della Befana più lunga del mondo , il 5 gennaio prossimo saranno adottati i seguenti provvedimenti:

Dalle 13 �no a termine manifestazione, il piazza S.Sisto, sarà istituito il divieto di sosta con rimozione coattiva, eccetto autorizzati. Dalle 13 a cessata necessità, in Via Garibaldi Piazza Fontana Grande, Via Cavour , Via Ascenzi, Piazza dei Caduti, Via Cairoli, Piazza S.Faustino, Via Signorelli, Viale B.Buozzi, Via A.Volta, Via Minciotti. Viene revocato il parcheggio e istituito il divieto di sosta con rimozione coattiva, accetto autorizzati. Dalle 14,30 a termine manifestazione, in piazza del Plebiscito viene autorizzata la sosta agli automezzi partecipanti alla manifestazione; dalle 14 a cessata necessità, è interdetto il traf�co veicolare in entra da Porta Romana BEFANA 115 – IL 6 gennaio prossimo torna la Befana 115, tradizionale manifestazione organiz-

zata dal comune in collaborazione con il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco che sarà preceduta dalla Fanfara dei Bersaglieri. Quindi, giovedì 6 gennaio prossimo dalle 14 �no a termine manifestazione, in Piazza del Plebiscito sarà interrotto il traf�co veicolare e consentito il transito e la sosta ai mezzi degli organizzatori della manifestazione. Inoltre, nello stesso giorno dalle 16, 45 �no a cessata necessità in occasione della s�lata della banda musicale dei bersaglieri ( piazza martiri d’ungheria, piazza dei caduti, via ascenzi, piazza del plebiscito ) gli agenti interverranno, regolando manualmente il traf�co veicolare e disponendo le opportune deviazioni, applicando altresì ulteriori misure di disciplina della circolazione e della sosta veicolare che dovessero rendersi necessarie.

Cento presepi in mostra nel chiostro de La Quercia

P

atiti del presepe? Non perdere la classica esposizione all’interno del chiostro di Santa Maria della Quercia.’100 presepi nel chiostro’, questo il nome della rassegna che ogni anno costituisce una sorta di punto ferme nelle tradizionali manifestazioni della Tuscia. La mostra resterà aperta fino al 6 gennaio. Orario feriale: 15,30-18,30 e festivo: 9,3012,30; 15,30-18,30. Per il decennale della mostra don

E

Angelo Massi ha curato la pubblicazione di un catalogo antologico. Contiene molte fotografie di presepi esposti dal 2001 al 2010, alcune liriche natalizie di poeti dialettali viterbesi, notizie storiche sul chiostro. Il catalogo, al quale la Tipografia Quatrini, ha dato una signorile veste editoriale, può essere chiesto al personale di servizio durante la mostra. Un qualcosa che vale la pena di visitare.

Elettrofaul, la carica giusta per sprovincializzare la Tuscia

C

resce il fenomeno Elettrofaul, l’unica tendenza veramente nuova che da qualche anno a questa parte sta attraversando la Città dei Papi. Per la “creatura” underground importata in terra etrusca da Sario Ricci sta funzionando molto bene la combine con un altro mostro sacro del divertimento cittadino: Per�dia Hight Quality Club. Dopo il successo di Elettro Christmas, che ha dato alla notte di Natale tutta la magia possibile e immaginabile, Elttrofaul torna a dare vita alla sala Lip Stick anche per la sera di Capodanno. Sarà un 31 dicembre senza alcun tipo di limite o barriera. Ritmi ipnotici hanno portato avanti la notte dei per�di all’interno della Lipstick della Perla Nera. Il Per�dia sembrava veramente una nave in attraversata della notte più bella dell’anno. Il regalo non doveva venire da Babbo Natale, il regalo era

Bilanci di fine anno per i Consulenti del Lavoro

esserci. Nonostante il cambio di line-up dovuto a dinamiche interne al gruppo, l’evento elettronico di Natale ha avuto il successo annunciato: la sala Lipstick (dove di norma la crew di Elettrofaul si esibisce) è letteralmente esplosa. Con l’occasione del party natalizio è stato presentato il nuovo resident Valerio! , da sempre vicino all’organizzazione e amico del patron Sario Ricci. Valerio! è uno dei dj viterbesi che ha avuto più successo nella storia del clubbing locale; il suo nome è da accostare senza dubbio al Rashomon Club di Roma, locale chiave del movimento underground capitolino e di chiara ispirazione berlinese. Accanto a Valerio! si sono esibiti anche Massimo Clike, viterbese di nascita catalano d’adozione, e Marco Oroni aka Marc_O (giovane dj locale). Dal 2008 Elettrofaul si è confermata come l’unica vera

situazione di nicchia nel viterbese, primi a portare dj di calibro nazionale e internzionale, il party di Natale conferma la fama già acquisita del tempo per chi stanco della solita musica vuole assaporare qualcosa di diverso, di respiro internazionale. Ora la s�da del 31 e

da gennaio parte una nuova s�da. Prossimamente a Viterbo tirerà aria da Circo Loco. Tanti i ragazzi che si stanno avvicinando all’underground spinta da Ricci & Co e in crescita anche gli spazi che aprono a queste nuove tendenze, utili a sprovincializzare la Tuscia.

’ tempo di ri�essioni per i Consulenti del Lavoro. L’ordine provinciale del Presidente Bruno Barghini traccia un bilancio per l’anno che sta andando in archivio e prova a delineare quali saranno le prospettive per il 2011. “Il primo appuntamento di rilievo dell’anno – ricorda Barghini – sono state le elezioni di aprile per il rinnovo del consiglio direttivo. Elezioni che hanno visto confermare in gran parte le cariche già esistenti”. Riconfermato quindi il Presidente Bruno Barghini, il segretario Massimo Corinti ed il tesoriere Mirko Rattini il consiglio di Via Genova ha di fatto continuato il lavoro già impostato in precedenza con uno sguardo attento alla formazione continua degli iscritti. “Quello della formazione – riprende Bruno Barghini – è un nostro pallino da sempre e rappresenta uno strumento inscindibile ormai per una adeguata e continua preparazione. Che viene utilizzato sfruttando tutti quegli argomenti di particolare interesse per affrontare con più serenità la pratica professionale”. Importante anche l’apporto dei relatori nei vari convegni organizzati dall’ordine. “Quello dei relatori è un tasto particolarmente importante: in questi momenti formativi oltre a professionisti di levata caratura e di riconosciuta fama professionale, i quali contribuiscono all’approfondimento delle particolari tematiche, anche a colleghi competenti del Centro Studi dell’Ordine il cui responsabile è il segretario Massimo Corinti, tutti insieme hanno saputo dare quel contributo rilevante alla buona riuscita degli eventi. Questi incontri oltre ad essere ben apprezzati dagli iscritti godono di un signi�cativo riconoscimento anche dagli iscritti degli altri CPO limitro� della provincia di Viterbo. Valore aggiunto a segno di qua-

li�cata formazione risulta essere la presenza dei dirigenti delle varie istituzioni locali (Inps, Inail, Direzione Provinciale del Lavoro, Provincia di Viterbo e Sindacati). Questo fa si che i rapporti con i vari uf�ci locali siano di cordiale scambio e reciproca collaborazione, senza però discendere mai da ciò che siamo ma soprattutto da ciò che rappresentiamo per i nostri clienti, ossia quel punto di riferimento e di interlocuzione al �ne di tutelare i loro diritti. La cordialità e lo scambio, sempre dettati da una spiccata professionalità, ci consente di imboccare quel percorso di coordinamento, interazione e integrazione delle rispettive esigenze al �ne di far comprendere meglio le nostre motivazioni fondate sulla corretta interpretazione della normativa. Inoltre per valorizzare e coadiuvare l’opera dei Colleghi sono state istituite commissioni speci�che suddivise nei campi di attività del Consiglio, che sono diventate esse stesse momento di aggregazione e confronto. L’attuale Consiglio provinciale intende dare vita ad un percorso di crescita professionale teso a far si che il Consulente del Lavoro sia in grado di affrontare le s�de future. Penso inoltre che il 2010 per la nostra categoria sia stato un anno particolarmente fortunato. In primo luogo, per l’aumento degli iscritti al nostro Ordine provinciale (circa 50 unità nel 2010) dove la maggior parte dei nuovi protagonisti sono di sesso femminile. In secondo luogo, in quanto con l’entrata in vigore della legge 183 del 2010 (Collegato lavoro) il nostro sogno di completare l’attività di certi�cazione dei contratti con la conciliazione e arbitrato sono funzioni molto importanti per la ns. categoria professionale che vuole fare della de�azione in materia di contenzioso del lavoro la propria missione insieme a quella di promuovere il lavoro e l’etica del lavoro”. Ultima approccio per quanto riguarda i prossimi i targets. “Per l’anno 2011 – conclude il Presidente dell’ordine Barghini - il nostro Consiglio provinciale sarà operativo oltre per la certi�cazione dei contratti anche sulla conciliazione e l’arbitrato. Sarà un anno con tante responsabilità in più, ma la principale tra esse sarà quella di dimostrare come i Consulenti del Lavoro, si impegneranno per favorire la de�azione del contenzioso che negli ultimi anni ha raggiunto livelli record”.


provincia

p

10

Viterbo & Lazio Nord

Giovedì 30 Dicembre 2010

TUSCANIA

Il Natale ci regala una bella storia di solidarietà Grazie alla donazione di Gino Bernardini e all’interesse di Luigi Pica, le feste hanno portato il sorriso ad una famiglia messicana di VALERIA SEBASTIANI

U

na bella storia, di quelle che piace ascoltare a Natale. Una storia vera, di solidarietà, che ha per protagonisti, tra gli altri, due tuscanesi, Luigi Pica, amministraotre del sito internet www.toscanella.it ed il famoso pittore Gino Bernardini. Da tempo Bernardini, a cui l’improvviso sucesso della sterepitosa carriera artistica ha portato notevoli bene�ci, sentiva il bisogno di aiutare chi è meno fortunato di noi , un desiderio che si è potuto avverare grazie alla mediazione di Luigi Pica che attualmente si trova in Messico, che ha cercato una famiglia realmente bisognosa di aiuto e l’ha trovata a Villahermosa(Tabasco) dove in una casa sulle sponde del �ume Carrizal, spesso soggetta ad inondazioni, vivono una giovane donna Nelly, con due �gli: Jessica, affetta da sindrome di Down e Luis che ad appena 15 anni lavora per aiutare la madre e la sorella a tirare avanti. Nelly, abbandonata dal marito con i due �gli, ha poco tempo da dedicare al lavoro che svolge vendendo pane, qualche dolce e altre povere cose, perchè totalmente assorbita dalle necessità di Jessica alla quale deve provvedere da sola in quanto in Messico non esistono politiche assistenziali per la sindrome di Down che è anzi oggetto

di discriminazione tanto che la bambina non viene accolta bene nemmeno a scuola con la motivazione che “disturba” il regolare svolgimento delle lezioni. “Credo di aver ricevuto un dono, quello della pittura – dice Gino Bernardini - e il minimo che possa fare è aiutare chi ha bisogno, come questa famiglia a cui la vita ha riservato un destino ostile. Grazie a Luigi Pica che ha fatto un ottimo lavoro, potrò seguire la famiglia ed essere presente nei momenti di bisogno.”La donazione è avvenuta il 24 dicembre, giusto in tempo perchè il Natale portasse sui volti di Nelly, Jessica e Luis un sorriso. Tutta l’operazione ha richiesto tatto e pazienza perchè Nelly all’inizio si è mostrata dif�dente ed incredula verso un aiuto disinteressato venuto da lontano,

da chi non conosceva ne lei ne la sua famiglia. La sua domanda era “che cosa dovrò dare in cambio?”. Quello che la spaventava era che magari isuoi �gli potessero diventare oggetto di interesse da parte di persone con intenti disonesti, magari dei traf�canti di organi. Una piaga nei paesi in dif�coltà. Grazie all’intervento di Pica e alle rassicurazioni di alcune persone del posto in cui la donna ha riposto �ducia tutta la vicenda si è risolta per il meglio. I messicani sono gente orgogliosa e all’orgoglio va aggiunto il fatto che quando si è abituati a lottare per sopravvivere e per aprire porte chiuse ogni giorno dif�cilmente si ha ancora speranza nel prossimo. Il gesto di Bernardini oltre che quello economico, ha anche un valore morale importantissimo per Luis e Jessica che potranno �nalmente guardare al futuro con meno scetticismo. Il pittore ha devoluto alla famiglia messicana il ricavato della vendita di un suo dipinto e nel futuro si interesserà ancora a loro. “Una storia a lieto �ne, che ci auguriamo possa essere d’esempio e di incoraggiamento a tanti altri, - commenta Luigi Pica(nella foto con Nelly, Luis e Jessica)-perché di famiglie bisognose ce ne sono tantissime, un bel gesto quello di Gino.”

ACQUAPENDENTE

L’associazione ‘I Tusci’ invita a 365 giorni in compagnia di cinema, musica e foto

Un calendario-evento chiamato ‘Passaggio 19’ L

’Associazione aquesiana “I Tusci” presenta a poche ore dallo scoccare di fine anno il proprio personale calendario 2011. Dal titolo “Passaggio 19”. “Il calendario”, sottolinea Viola Buzzi, “avrà il titolo di una mia canzone di prossima uscita: un casello ferroviario avvolto nelle nebbie, due misteriose anziane ed un’adolescente che sogna e sogna. Il prossimo anno, questa storia incrocia quella dell’Italia intera e dei suoi 150 anni. E diventa evento multimediale: musica, cinema, fotografia e tante storie da scoprire poco alla volta (si aggiungono un capotreno di razza, un treno di linea-pendolari, un binario sacro). Proponiamo a tutti il calendario. Come primo pas-

so, affinchè accompagni i dodici, speriamo brillanti come la sua carta, mesi del 2011. L’augurio è che l’Italia buona e da ricordare, non sia quella degli uomini che ci hanno preceduto, ma la nostra. Quella che facciamo tutti i giorni, tutte le generazioni viventi, con le nostre storie fertili grazie alle grandi (e piccole) storie. Con il nostro modo di tramandare e di mostrare. Il calendario è online sui nostri siti e si

può ordinare inviando un e-mail a ituscimail@tin.it con in oggetto CALENDARIO. I primi 100 potranno riceverlo a casa per il solo contributo di spese postali di 5 Euro. Nell’augurare a tutti un anno di cuore e un Italia bella da conoscere, Vi invito a stare con noi”.


Giovedì 30 Dicembre 2010

provincia

Viterbo & Lazio Nord

p

11

MONTEFIASCONE

Villa Serena, il presidente Ubaldi tira le somme del 2010 I l 2010 è stato un anno interessante sia per i 180 ospiti della casa di riposo (circa 100) e Rsa (80 posti letto nei 4 moduli della residenza sanitaria assistenziale) di Villa Serena, sia per l’ad Massimo Forti, socio della Geress Scarl, che insieme al dottor Manfredi Genova la gestisce, e, soprattutto, per il presidente Angelo Ubaldi che ha ricevuto la riconferma del suo mandato presidenziale dal commissario Tarricone, �no al prossimo anno 2011. “Ancora una volta la Casa di Riposo e Rsa di Villa Serena si è distinta per qualità ed impegno garantendo agli ospiti un servizio adeguato e professionale”. Il presidente Ubaldi ha colto lo spunto per: “Un sentito ringraziamento a tutto lo staff: all’ad Massimo Forti, ai consiglieri del cda, alla direzione, al personale, agli assistenti socio-sanitari e animatori, ai volontari che con il loro lavoro, pazienza ed inventiva, hanno

reso possibile il raggiungimento di per gestire in maniera ef�ciente i tale obiettivo”. La Casa di Riposo servizi socio-sanitari (o sanitari) Villa Serena è una Struttura Residel colle falisco (ndr: ospedale) denziale per anziani autosuf�ciensenza abdicare alla visione soti e non autosuf�cienti (Rsa) lidaristica che deve comunque ll nostro obbiettivo primario garantire. In altri termini, la è prenderci cura dell’ospite nel scommessa è quella di coniugare rispetto della sua dignità e salute, armonicamente “le ragioni dell’ umanizzazione dei rapporti, il etica, socio-assistenziali e dell’ tutto nell’ottica del contenimento economia”. La società “Villa della spesa. L’anziano e la sua faSerena s.r.l.” è composta al 51% miglia, sono protagonisti di Villa dal Comune di Monte�ascone Serena. La Casa di Riposo perse(socio di maggioranza che nogue obbiettivi di utilità sociale, mina il presidente) e al 49% accoglienza, cura ed assistenza e Il presidente Ubaldi con il vescovo Chiarinelli dalla società Geress S.c.r.l (che riabilitazione, evitando agli anziani nomina l’ad) che è responsamista pubblico-privata costituita dal ospiti la sola fatalistica accettazione bile della gestione dell’ intero della loro condizione. Villa Serena, casa Comune stesso e da un imprenditore complesso. Attualmente la struttura di riposo ex ONPI (Opera Nazionale privato (Geress Scarl) selezionato con offre un servizio di assistenza “intePensionati Italiani) è stata diretta- una gara pubblica. La gestione mista grata” agli anziani per un totale di 180 mente amministrata dal Comune di costituisce una delle nuove prospettive posti letto di cui 80 di RSA (ResidenMonte�ascone �no al dicembre 2003, di sviluppo dei sistemi di welfare, che za Sanitaria Assistenziale) accreditata attualmente è gestita da una società potrebbe rappresentare una modalità con la Regione Lazio e 100 di Casa di

Riposo a gestione totalmente privata”. “Attualmente il progetto che anima Villa Serena” ha concluso il presidente Ubaldi “con la gestione mista pubblico-privata, la struttura ha potuto essere �nalmente valorizzata in molteplici aspetti socio-sanitaririabilitativi e una “rete” integrata partecipata da soggetti territoriali: ASL , Regione, Provincia e Comune. L’intervento del privato (Geress Scarl) ha in questi anni riguardato lo sviluppo di un modello di controllo della gestione ed elevati standard qualitativi con l’economicità, l’ef�cienza, l’ef�cacia e l’appropriatezza del servizio offerto”. Villa Serena offre un’alta qualità di vita e di assistenza, animazione e riabilitazione, attraverso un concetto di cura della persona rivolta alla ricerca di nuovi stimoli ed interessi, nel pieno rispetto delle singole personalità.(i.g)

MONTEFIASCONE

Fuga di cervelli o cervelli in fuga? di GIUSEPPE BRACCHI

S

ono in molti a parlare dei giovani. Ne parlano le case discogra�che, quando devono lanciare un nuovo prodotto musicale, cercando così di indovinarne gusti e preferenze. Ne parlano le case di moda, anch’esse quando hanno in mente nuovi assaggi di conformismo di massa e lauti guadagni in vista; ne parlano le indagini sociologiche quando devono astrarre da comportamenti nuovi modelli da catalogare ed offrire alla voracità delle statistiche; ne parlano i politici quando devono promettere mari e monti, soprattutto sul

versante del lavoro, dimenticandosene però al più presto, quando credono di dominare il mondo seduti su di un qualunque scranno, da Montecitorio al più remoto consiglio comunale di Paese, tanto come recita la morale spicciola del maitre a penser dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, a deludere la gente si fa sempre in tempo. Ma loro, vale a dire i giovani, cosa ne pensano? Spesso per mancanza di autentico spazio, ma ancor più spesso perché delusi da modelli culturali ormai decadenti o di basso pro�lo. I jeans �rmati da mostrare all’interno del gruppo, la canzoncina urlata da soli o

in compagnia, la sigaretta fumata in tutta fretta o il bicchiere di birra consumato tra una barzelletta e l’altra esauriscono tutta l’esperienza in un sol battito d’ala, non chiedendo particolare impegno e responsabilità e, soprattutto, ottengono la facile approvazione del gruppo. Tutto il resto è noia, ha detto già qualcuno. Eppure, mons. Lorenzo Chiarinelli, già Vescovo di Viterbo, in una recente intervista af�data alle pagine dell’Osservatore Romano, poco prima della visita in terra di Tuscia di Papa Benedetto XVI, aveva lucidamente analizzato questa sorta di “frattura valoriale tra le generazioni (...) E

qui gioca un ruolo fondamentale l’esercizio della carità e la coerenza della testimonianza.”. E allora come educare un giovane allo studio costante, serio e assiduo, se poi arriverà l’adulto - si fa per dire - ad indirizzarti verso il politicante di turno, e quindi all’uso della politica per trovare il posticino? Più che fuga dei cervelli, qui è proprio il cervello che è in fuga. Come impegnarsi ed impegnare le migliori forze giovanili ad una vita di difesa

dei più deboli, degli ultimi, dell’accoglienza della vita in tutti i suoi stadi e forme, del diverso, dello straniero, del più povero e sfortunato, se poi i messaggi che corrono sul �lo degli spot televisivi sono l’esatto contrario di una vita vissuta per gli altri, ma invece un’egocentrica palestra di muscoli e di vanità delle vanità? Come combattere ed arginare il fenomeno della diffusione della droga come immorale forma di autodistruzione

della vita umana, se poi gli stessi politici non fanno mistero di farne uso �n dentro le aule del Parlamento? Come educare all’impegno della non violenza soprattutto verso le donne, quando proprio la migliore gioventù è corrotta da immagini e messaggi, che vanno nella direzione esattamente contraria, vale a dire nella direzione di una merici�cazione del corpo femminile e del sesso nei modi più spudorati? Già, testimonianza e coerenza.

BOLSENA

Applauditissimo lo spettacolo al teatro S.Francesco di uno dei gruppi gospel più quotati nel panorama italiano

Grande successo per la performance delle Vocal Sisters G

rande successo al Teatro San Francesco di Bolsena, che ha ospitato uno dei gruppi musicali gospel più quotati nel panorama italiano, le Vocal Sisters. Il gruppo, fondato e diretto da Carla Baldini, è formato da sei cantanti che con le sole voci e pochi primitivi strumenti di percussione, esplorano un territorio musicale di frontiera: dai canti africani al gospel, dai classici della “black music” �no ai giorni nostri con il “Progetto Maremma”, composizioni originali che uniscono immagini sonore ispirate alla musica dei popoli a testi di poeti maremmani. La performance delle artiste toscane non ha tradito le aspettative, dando origine ad

una manifestazione di grande successo. Da un lato infatti l’abilità canora delle cantanti si è rivelata di altissimo livello, grazie alla presenza nel gruppo di voci molto particolari, tipiche del gospel più autentico. Dall’altro va sottolineata la grande ed entusiasta partecipazione del pubblico che gremiva la platea del teatro, che ha partecipato attivamente all’esibizione. Le cantanti hanno infatti proposto un repertorio molto vasto, che è andato dai classici del gospel americano, ai canti natalizi, inserendo nel programma anche brani inediti, scritti appositamente per il gruppo, che con le sole voci e l’ausilio delle percussioni ha riprodotto i canti e i suoni della maremma toscana, creando un’atmosfera

indimenticabile. La presenza delle Vocal Sisters sul palco del Teatro San Francesco è stata fortemente voluta dall’Associazione Teatrale Bolsenese che ne cura la programmazione e l’iniziativa si è rivelata di grande spessore culturale ed artistico, meritando così il plauso del pubblico presente e delle autorità che hanno partecipato all’evento. La performance delle Vocal Sisters è stata inserita nel ricco calendario natalizio bolsenese, che prevede ancora molte iniziative �no al concludersi delle festività. Si continua infatti lunedì 27 dicembre alle ore 21.00 presso il Piccolo Teatro Cavour, con il Concerto pianistico del Maestro Riccardo Cambri, mentre martedì 28, il Teatro San Francesco

ospiterà il concerto diretto dal Maestro Dino Graziani e la sua Orchestra Giovanile di Orvieto. Il programma proseguirà poi il 2 gennaio 2011, con la manifestazione musicale “ Bolsena suona…in teatro”, con l’esibizione dei ragazzi del Centro Musicale Bolsena, il cui incasso sarà devoluto all’Associazione Misericordia di Bolsena. Il calendario delle festività natalizie 2010/2011 si concluderà il 6 gennaio con la Festa dell’Epifania, che prevede musica e giochi sulla Piazza Matteotti, con befane e doni per i bambini, mentre il Teatro San Francesco ospiterà concerto gratuito de “I Fiori Neri”, noto gruppo musicale che proporrà una cover dei brani dei Nomadi. I.G.


12

provincia

p

Viterbo & Lazio Nord

Giovedì 30 Dicembre 2010

Vitorchiano - “Un sindaco amato perchè vicino alla gente”

R

iceviamo e pubblichiamo da Daniela Bizzarri. “Il 20 novembre scorso, durante la presentazione del mio testo : Giovani e Disagio, le copie erano disponibili per tutti, e chi voleva poteva dare un contributo che sarebbe stato destinato alle famiglie disagiate di Vitorchiano, dal momento che ero stata ospite per l’occassione del Sindaco di Vitorchiano Gemini Ciancolini (nella foto). In occasione delle feste natalizie, con il Sindaco, abbiamo pensato di accontentare più persone. Ho infatti preparato cesti natalizi con generi alimenta-

ri da consegnare alle citate famiglie. Il 24/12/2010 insieme all’Assessore Bagnato, a Vitorchiano abbiamo provveduto a donare alle famiglie, che l’assistente sociale ci aveva segnalato, il nostro omaggio. La cerimonia si è svolta per alcuni proprio nell’uf�cio del Sindaco, mentre altri sono stati consegnati personalmente nelle proprie abitazioni. E’ stata una cerimonia per me, veramente toccante, tanti sono stati i ringraziamenti delle persone e anche qualche attimo di commozione. Mentre mi trovavo nel Comune, ho anche constatato

alcune piccole delicatezze che il Sindaco Ciancolini ha con i propri abitanti, cosa che non mi era mai capitata. In occasione delle feste Natalizie, il Sindaco manda in ogni casa un stella di Natale con gli auguri personali, e regala ai bambini delle sue scuole dei piccoli panettonici. La stessa attenzione la dedica alle donne il giorno dell’8 marzo, regalando alle donne del suo comune una mimosa. Al giorno d’oggi, credo che iniziative di questo genere siano veramente da apprezzare e questo mi fa anche capire, il motivo per

cui il Sindaco Ciancolini, sia tanto amato dagli abitanti di Vitorchiano. E’ vero, sono piccoli gesti, ma tanto signi�cativi, che fanno capire lo spirito di solidarietà, di vicinanza e di affetto di un Sindaco, pur in un periodo non molto felice, riesce a trasmettere alla sua gente. Un grande ringraziamento, va in ogni caso anche a tutto lo staff del Comune di Vitorchiano, che mi ha aiutato nell’iniziativa. Buon Anno Sindaco Ciancolini, con la speranza che il 2011 possa darle la possibilità di continuare a dare come a fatto �no ad ora!”

CIVITA CASTELLANA

VASANELLO

La città è soffocata da troppi centri commerciali di MASSIMO CIRIONI

P

oco prima delle feste natalizie si è svolto l’ultimo consiglio comunale del 2010. Il Sindaco ha aperto la seduta informando che erano stati prelevati dal fondo di riserva € 28.875 per far fronte a spese per il personale. Il primo punto all’o.d.g. è stata l’interrogazione sull’inquinamento del �ume Treja e sulle analisi delle acque che escono dal depuratore in località “Brecciara”, presentata dal gruppo del PdL. Il sindaco ha rassicurato che le analisi di queste acque sono largamente entro i limiti imposti dalle vigenti normative, anche se il depuratore funziona al di sotto delle sue potenzialità, in quanto smaltisce solo un quinto dei liquami di quando sarà a regime. Per quanto riguarda lo stato di salute del �ume Treja, i consiglieri di opposizione hanno proposto un coordinamento tra i comuni del suo bacino per valutare congiuntamente interventi di

controllo e di gestione del corso d’acqua. Successivamente viene approvata una modi�ca al regolamento per l’applicazione della tassa sui ri�uti. Sostanzialmente con questa modi�ca, per incentivare le attività produttive nel centro storico, si agevoleranno coloro che apriranno un’attività al suo interno, con una moratoria di due anni di questa tassa e si alleggerirà di circa 30 euro l’importo della tarsu per coloro che con a disposizione un orto o un giardino richiederanno al comune il kit per il compostaggio. Gli altri punti all’o.d.g. sono stati tutti approvati. L’ultimo punto però, ovvero la “Proposta di sdemanializzazione ultimo tratto “strada vicinale dei Monticelli” ricadente all’interno del P.I.P.” ha infuocato il dibattito, lasciando trapelare tra le righe, che qualcuno non ci vedeva chiaro nell’operazione di approvazione della variante al piano integrato di intervento dell’area dimessa ex artigianato ceramico in Via della Repubblica – Via Mons. Tende-

Procedura di mobilità o regalo di Natale? di SIMONA TENENTINI

Q

uando si dice la “trasparenza” della pubblica ammini-

rini. Tutto è avvenuto dopo che il consigliere Soldateschi del PdL, coinvolto nella progettazione è uscito dall’aula. Sostanzialmente con la variante, a detta dell’assessore Cerri si realizzavano 20 box auto interrati, in più rispetto al progetto già approvato, con una maggiore super�cie da destinare al comune di mq 49,00. L’assessore però non ha fornito i dati dettagliati dell’intervento, su precisa richiesta del consigliere Angeletti, soprattutto rispetto ai mq commerciali previsti. Il consigliere Domenico Parroccini è stato quello che senza se e senza ma ha votato contro, perché ha ritenuto irrisoria la contropartita guadagnata dal comune rispetto al maggiore utile intascato dalla proprietà con la variante. I consiglieri della Destra, Carrisi e Angeletti, hanno evidenziato un proliferare indiscriminato di cen-

tri commerciali a Civita Castellana, considerato anche che secondo loro al complesso Zanganella (per capirci l’aggregato edilizio, in tufo a faccia vista, alla �ne di via Petrarca, meglio conosciuto a Civita con il nome di forte Apache), presto gli sarà cambiata destinazione d’uso, da artigianale a commerciale. Insomma, hanno denunciato un altro duro colpo per il centro storico, che peraltro, poco prima era stato al centro di tanti buoni propositi da parte della maggioranza. Nessun commento e nessuna smentita è stata fatta dalla maggioranza a quanto asserito dai consiglieri del partito dell’onorevole Storace. Alla �ne la votazione si è conclusa con l’approvazione della variante, con i quattro voti contrari dei consiglieri della Destra e di Parroccini.

strazione. Lo scorso 10 dicembre, sul sito del Comune di Vasanello, è stato pubblicato un bando con il quale si annunciava l’avvio di una procedura di mobilità volontaria per la copertura di un posto di agente di polizia locale. I termini per la presentazione della domanda? Dieci giorni. Al 20 dicembre era infatti prevista la scadenza del bando in questione. Una rapidità mai vista, soprattutto relativamente ai concorsi pubblici e che desta, naturalmente più di qualche perplessità. La tempistica è, in effetti, solo l’ultimo dei misteri che riguardano questo procedimento di mobilità. Un altro dubbio riguarda il giorno �ssato per la presentazione del nulla osta necessario al trasferimento: il 27 dicembre. Ora, come è possibile pensare che un documento venga rilasciato in un lasso di tempo

Civita Castellana - Volpato va ad arricchire il museo della ceramica

I

l museo della ceramica Casimiro Marcantoni di Civita Castellana si arricchisce dell’opera di Volpato. E’ esposto da qualche giorno, infatti, un gruppo scultoreo in ceramica realizzato nella “Fabbrica di Treja” tra il 1810 e il 1830. Il pezzo, acquistato dall’Amministrazione comunale di Civita Castellana, ritrae momenti di vita dell’antica Roma con due matrone romane e i loro �gli e proviene dalla Manifattura Volpato di Civita Castellana, una delle più antiche

fabbriche che sorsero nella zona ad opera del famoso incisore Giovanni Volpato e dei suoi discendenti. La collezione del museo si arricchisce dunque di un ulteriore pezzo della storia ceramica del territorio, stavolta mostrando l’importanza della ceramica artistica all’interno del panorama industriale cittadino. Volpato, considerato uno dei maggiori incisori del diciottesimo secolo fondò una fabbrica di porcellane e terraglie a Civita Castellana sul �nire del 1700.

Da lui questa passò ai suoi discendenti: al �glio Giuseppe, al nipote Angelo e in�ne a Mariano. Giovanni Trevisan ,detto Volpato, aveva intercettato il �orido mercato dell’arte per gli stranieri che giungevano a Roma per il Grand Tour, desiderosi di riportare a casa un pezzo della storia antica di Roma. Così iniziò a produrre copie in ceramica delle statue e dei gruppi marmorei più importanti e famosi. Abile uomo d’affari, Volpato assume la veste di ceramista per poter fornire ai clienti,

insieme alle riproduzioni a stampa, copie di capolavori in piccole dimensioni modellate in biscuit, destinate a essere disposte sui caminetti delle biblioteche e sulle mense. Ceramiche che univano alla grande eleganza il pregio, tutt’altro che trascurabile in tempi che andavano diventando bui, di costare assai meno degli oggetti simili usciti dalle botteghe dei bronzisti. Il Museo della Ceramica Casimiro Marcantoni, in via Gramsci, è aperto dalle 9 alle 17.

così breve, soprattutto in un periodo di festività natalizie? Altra cosa strana: il bando è stato pubblicato solo sul sito del Comune e di esso non vi è traccia nè nel Bollettino uf�ciale della Regione Lazio, come prevede l’apposita normativa, nè tantomeno nella Gazzetta Uf�ciale. L’altra domanda quindi che sorge spontanea è: come poteva un vigile originario della Tuscia e magari in servizio a Canicattì, sperare di avvicinarsi alla terra natia? Consultando il sito di Vasanello? No, nemmeno in questo caso, poichè il link sul quale l’avviso è stato pubblicato non è quello Bandi e Concorsi, come sarebbe ovvio, ma quello riguardante la Polizia Locale, dunque di consultazione non certo immediata. Alla luce di tutte queste considerazioni, si giunge direttamente ad un’unica conclusione: che il bando di concorso in questione non sia stato magari un regaletto di Natale per qualcuno? Ai posteri l’ardua sentenza e ai contemporanei.....la scarsa trasparenza!


Giovedì 30 Dicembre 2010

litorale

Viterbo & Lazio Nord

p

13

TARQUINIA

Multiservizi, una gestione con luci e tante ombre Tutti i retroscena della vicenda che ha portato all’estromissione di Guarisco di DILETTA ALESSANDRELLI

L

’avvicendamento in capo al Cda della Tarquinia Multiservizi desta curiosità e allo stesso tempo preoccupazione, la nomina della Dott.ssa Cinzia Marzoli a vertice dell’ azienda comunale di Tarquinia dopo l’estromissione del Presidente Giovanni Guarisco sembrerebbe in con�itto, infatti, con il regolamento d’attuazione dell’ Art. 23 Bis del Decreto Legge 25 giugno 2008 n.112 in materia di Servizi pubblici locali di rilevanza economica che all’ Art. 8 delegittima il mandato conferitole da Sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola in virtù del suo precedente incarico di Revisore dei conti e quindi di organo di controllo della stessa Società.A destare preoccupazione inoltre sono tutte le vicende pregresse all’estromissione di Giovanni Guarisco dalla presidenza, gesto che ha dato l’idea di essere un atto di imperio. La T. M. dal 2008, nonostante la buona amministrazione del Presidente Guarisco che ha riportato in attivo una

Il sindaco Mazzola azienda che maturava quasi un milione di euro annui di perdita, ha subito da parte del Comune di Tarquinia, Socio Unico, un progressivo smantellamento iniziato con la decisione da parte del Sindaco di togliere dalle competenze della T.M. il servizio di igiene ambientale, la TIA, gestito ora dalla ditta Lansi. Successivamente, sempre i dirigenti comunali, hanno deciso per la vendita dei mezzi per il trattamento dei ri�uti, ciò sta a signi�care che nell’ eventualità in cui questa o un’altra amministrazione si troverà a

constatare la convenienza di internalizzare nuovamente il servizio, ciò non sarà possibile se non a prezzo di milioni di euro da spendere per il riacquisto di beni strumentali. Poi si è proceduto ad esternalizzare la TOSAP (pubblicità ed af�ssioni), il Canile ed i Parcheggi da dismettere entro dicembre, verrà poi esternalizzata la gestione delle mense allo scadere del contratto nel settembre del 2011. Rimane solo la gestione delle 2 farmacie comunali e per gestire due farmacie una struttura come la T.M. sembra piuttosto onerosa per le tasche dei cittadini.Va aggiunto che dopo le dimissioni di Nazareno Dili, il 17 dicembre del 2007 lo stesso Sindaco Mazzola nominò un Cda tecnico con il compito di riferire sullo stato delle cose nei conti della Società, i Tecnici elaborarono un piano di riequilibrio economico e �nanziario, poi de�nito di sviluppo strategico, in cui raccomandavano di dare alla T.M. un pro�lo di carattere imprenditoriale che potesse rilanciarla ed individuando la necessità di af�darle la gestione di altri servizi.Alla luce di

ciò si può parlare di un tradimento degli impegni assunti dal Sindaco quando nominò, Giovanni Guarisco alla Presidenza della T.M incaricandolo di portare avanti questo piano.Le reiterate e subitanee richieste di Guarisco e del Cda per una ricapitalizzazione dell’ azienda allo scopo di diminuire o di estinguere gli interessi verso i creditori, sono state sempre disattese dal sindaco così da maturare 290 mila euro di interessi che andranno a gravare, come sempre, sulle tasche dei Tarquiniesi. Questo danno a carico della società è quindi imputabile al Socio Unico e non al presidente e al Cda appena liquidati.Per giusti�care lo smantellamento della T.M., Mazzola ha più volte fatto appello alla Legge 122/10 di conversione del Dl n 78/10, che vieta la costituzione di queste società in comuni con abitanti inferiori a 30.000 e

che dice che le società già esistenti dovranno essere messe in liquidazione entro il 31 dicembre 2011.Questa legge al comma 32 riporta però un inciso di salvaguardia, stabilendo che con Decreto Miniseriale devono essere determinate le modalità attuative di tali disposizioni e che potranno essere previste ulteriori ipotesi di esclusione dal relativo ambito di applicazione. Ciò sottintende una possibilità per i Comuni di prendere del tempo per veri�care se saranno costretti a liquidare o cedere le loro partecipazioni societarie in base al virtuosismo dei conti delle società stesse. Quella di Mazzola sembra, alla luce di questi fatti, una guerra personale contro Giovanni Guarisco e una arrogante noncuranza per il bene della comunità Tarquiniese chiamata a pagare i capricci del suo Primo Cittadino.

MONTALTO - Un consiglio movimentato TARQUINIA - Ad illustrare l’evento l’assessore Giancarlo Capitani

L’opposizione lascia l’aula Anche Rita Forte al capodanno in piazza È

stato sospeso per trenta minuti l’ultimo consiglio comunale dell’anno. La minoranza, con un mirabile colpo di teatro, ha abbandonato gli scranni. Tutto è successo nei momenti �nali dell’assise, quando si doveva votare il provvedimento di concessione a Montalto Ambiente dell’appalto per la gestione dell’acquedotto pubblico. La giunta ha infatti deciso di non entrare in Talete e di gestire la risorsa idrica in proprio. Caci, Liberatore, e Talenti, forse per solidarietà al presidente di Talete Marco Fedele, ex consigliere montaltese assurto alla giuda della società che gestisce gli acquedotti del viterbese, hanno lasciato l’aula, facendo così mancare il numero legale per l’approvazione dell’atto.La mossa dell’opposizione ha suscitato le ire del sindaco, che è stato costretto a sospendere momentaneamente la seduta. In quei trenta minuti è stato tutto un chiama chiama. I telefoni roventi hanno permesso di far arrivare i consiglieri Fabi e Uccelletti, in modo tale da ripristinare il numero legale per l’approvazione dell’atto.Come al solito l’opposizione non ha deluso il pubblico dei partecipanti. Le risposte alle interrogazioni dell’opposizione hanno occupato una buona oretta. Purtroppo sembra sempre essere tempo sprecato, poiché gli

di ALESSANDRO SACRIPANTI

È

argomenti presentati dalla minoranza sono purtroppo frutto di scarsa conoscenza dei sia dei regolamenti degli enti locali, che delle leggi dello Stato. Date queste condizioni l’unico effetto prodotto dalla questua dell’opposizione è unicamente il prendere atto della sua incompetenza, che viene reiterata in ogni consiglio comunale. Per �nire l’ingresso nella compagine di maggioranza di Andrea Sera�ni. Dopo le dimissioni dell’ex assessore all’urbanistica Gianni Petronio, che ha preso la guida della locale sezione del Partito Democratico, Sera�ni è stato chiamato a ricoprire l’incarico di consigliere comunale.

in arrivo la festa per il ‘Capodanno in Piazza’, che inizierà già dalla sera del 31 dicembre è in piazza Giacomo Matteotti. A darne notizia è l’assessore agli spettacoli Giancarlo Capitani che riferisce –”A Tarquinia la notte dell’ultimo dell’anno si festeggerà in strada. Sull’onda del successo della prima edizione”. Infatti a promuovere l’evento anche quest’anno è l’assessorato agli Spettacoli che riproporrà per la sera del 31 dicembre il ‘Capodanno in Piazza’. Luogo dell’evento sarà la centralissima piazza Giacomo Matteotti, dove verrà allestito un grande palco coperto. Quest’anno l’ospite d’eccezione sarà la cantante Rita Forte(nella foto), una delle interpreti più raffinate della canzone italiana oltre che noto personaggio televisivo. L’artista sarà accompagnata da una band di sette elementi, e a partire dalle ore 22.30 si esibirà proponendo il suo vasto repertorio dalle canzoni degli anni ‘sessanta’ e ‘settanta’ a quelle napoletane e romanesche e ai grandi classici della musica italiana. “Il tutto all’insegna del ballo e dell’allegria

– aggiunge Capitani - a mezzanotte, poi, si brinderà al nuovo anno alla presenza del sindaco Mauro Mazzola e della giunta comunale. Dopo l’orchestra di Stefano Palatresi dello scorso anno – prosegue l’assessore Capitani - si è deciso di puntare su Rita Forte, una cantante in grado di soddisfare tutti i gusti e capace di coinvolgere per tre ore un pubblico esigente come quello del capodanno in piazza. Sono quindi certo – sottolinea l’assessore Giancarlo Capitani – che sarà una serata di grande divertimento e il modo migliore per salutare

l’arrivo del 2011. In più, sarà l’occasione, per chi vorrà venire a trascorrere il capodanno a Tarquinia, di conoscere questa splendida città d’arte. L’evento ha anche ricevuto una grande promozione e visibilità durante il programma di Raitre ‘Alle falde del Kilimangiaro’, nel quale era ospite la stessa Rita Forte. ‘Capodanno in Piazza’ sarà quindi un’iniziativa rivolta a un pubblico giovane ma aperta anche alle famiglie e ai turisti – conclude Giancarlo Capitani - che sceglieranno di trascorrere a Tarquinia la notte più lunga e divertente dell’anno”.

LETTERA APERTA Riceviamo e pubblichiamo alcuni passaggi della lettera aperta di Giovanni Guarisco al sindaco Mauro Mazzola. “Ti scrivo queste poche righe senza odio ne rancore..Sono dispiaciuto, ma non sorpreso, della cafoneria e caduta di stile adoperate nel tentativo maldestro, da parte tua, di mettere la mia persona in cattiva luce... Eppure sono la stessa persona che nel lontano 2007, prima ti ha candidato a Sindaco della città, e poi ha contribuito in modo determinante con 1.060 voti alla tua elezione... E’ utile ricordarti che il sottoscritto ha subito una sola volta la revoca di assessore.. per una nobile causa che ancora oggi mi sentirei di sostenere: l’af�damento dell’ex mattatoio all’Associazione “La Lestra” che opera senza alcun scopo di lucro, in luogo della tutela di pressanti e diversi interessi suffragati a quel tempo dall’appartenenza politica dei medesimi ad area PDS. A riguardo delle insinuazioni infamanti che hai esternato per “assunzioni e transazioni” operate durante la mia gestione della Tm srl, vorrei sperare che non ti riferisci all’assunzione a tempo determinato, per due ore alla mensa, per un importo di circa 200 euro al mese, con mansione d’inserviente, a favore di una persona che porta il mio stesso nome, che oltretutto è risultata prima in graduatoria di merito nella regolare pubblica selezione in quanto invalida sul lavoro... Le transazioni nei confronti dei creditori..sono state sempre condotte con la massima trasparenza ed hanno comportato un vantaggio economico per l’Azienda Tm srl di oltre 200.000 euro..Ti consiglio di farti aiutare a comprendere ciò che ho voluto dire sulla nomina ad amministratore delegato della Tm della dr.ssa Marzoli.. : non ho affatto eccepito la professionalità della dottoressa in questione ma la collaborazione della medesima con la vecchia gestione DILI che ha determinato un debito di circa 4 milioni di euro che i cittadini di Tarquinia .. ti chiedo di intercedere presso i tecnici , nonché nei riguardi della dr. Marzoli perché possano rispondere in merito ai 290.000 euro circa di interessi e spese legali maturati ai danni dell’Azienda Tm srl per non aver capitalizzato o liquidato in tempo utile la stessa... Fiducioso comunque di poterci ritrovare all’interno del PD, con rinnovato impegno, a collaborare per la individuazione di un candidato a Sindaco che possa essere di garanzia per le risorse di Tarquinia, ti porgo un augurio di buon anno.”


14

civitavecchia

p

Viterbo & Lazio Nord

Giovedì 30 Dicembre 2010

1ª Edizione del concorso letterario Il sindaco Moscherini a riguardo dei neo assunti nel Corpo locale

Le ‘Poesie dal Mare’ regalano emozioni

O

ttima riuscita per la 1^ edizione del Premio “Poesie dal mare” organizzato, nell’ambito delle celebrazioni per l’anno internazionale del marittimo, presso il Centro culturale delle Capitanerie di Porto, sito all’interno del Forte Michelangelo. Un Concorso letterario a caratura internazionale, curato da coloro che hanno scelto una professione che quotidianamente si confronta con lo stesso e che ribadisce come tale elemento sia “preziosa fonte di vita, mezzo di comunicazione tra le genti, base primaria economica, musa ispiratrice nonchè elemento catalizzatore di pensieri capace di suscitare quelle emozioni che nella poesia trovano la massima espressione”. Bandito sulle pagine del “Notiziario della Guardia Costiera”, periodico uf�ciale del Corpo, il medesimo ha suscitato l’interesse di tantissimi appassionati come altresì dimostrato

dalle oltre 600 opere pervenute dall’Italia e dall’estero. Opere tutte signi�cative ed artisticamente valide; tanto da essere raccolte in un apposito libro. Prima classi�cata, “Alta Marea” della romana Antonella Catini Lucente (nella foto); seconda “Finis Terrae” del leccese Andrea Calabrese e terza, “Sail on” di Pina Michela Cria, artista proveniente da Treviso. (pc)

“Vigili urbani nelle strade e non negli uffici” C

ome preannunciato dal nostro quotidiano, martedì scorso i nuovi Agenti di Polizia Municipale (nella foto), vincitori del Concorso recentemente esperito dall’Amministrazione comunale, hanno apposto la propria �rma al contratto di lavoro. Nell’occasione, il Sindaco, Gianni Moscherini, insieme al Comandante ed al Vice Comandante, Carlo Sisti e Remo Fontana, ha incontrato gli stessi presso Palazzo del Pincio per augurar loro buon lavoro ed illustrare i programmi in merito al settore in oggetto. “Abbiamo voluto percorrere la strada del Concorso - ha esordito per interrompere la catena di contratti a tempo determinato e successive stabilizzazioni, che può dare adito a sospetti di clientelismo. Così facendo,

abbiamo provveduto ad un primo adeguamento in pianta stabile dell’organico af�nché si possa intensi�care il servizio di vigilanza nelle strade, e non negli uf�ci. Il Vigile di Quartiere - ha poi spiegato - si istituisce infatti quando c’è personale suf�ciente a far sì che in una speci�ca zona possano rimanere sempre gli stessi agenti, creanti quindi

Inaugurata la nuova Casa di accoglienza

Due le denunce per resistenza a Pubblico Ufficiale

‘Enel Cuore’ e ‘Il Ponte’ un cammino condiviso L

Amaro rientro a casa per i pastori sardi di PIETRO COZZOLINO

H

a fatto amaramente ritorno, alle 06.00 di ieri ad Olbia, la delegazione dei pastori sardi bloccata, martedì scorso, all’interno del nostro Scalo portuale. Giuntavi puntando verso Roma per rapprentar protesta davanti al competente Ministero, la stessa era stata infatti preceduta da informative altresì riportanti dell’intenzione di bloccare l’A1 all’altezza dello svincolo ‘Bufalotta’. Un’iniziativa, quella di cui in apertura, peraltro non autorizzata ed includente un trasferimento a bordo di 5 pullman, tosto intercettati dai contingenti della Forza Pubblica. Da qui, la reazione di alcuni dei manifestanti che hanno tentato di forzare il blocco,

con il risultato di una sfilza di denunce, tra cui due per resistenza a Pubblico Ufficiale, e del sequestro dei mezzi in questione. Allontatisi senza procurare ulteriori problemi di ordine pubblico, i medesimi, controllati a vista, hanno deciso di raggiungere comunque la Capitale, ma in treno, sì da inoltre ottenere l’attenzione dei nostri colleghi capitolini. “Quello che si è celebrato è stato un processo alle intenzioni - ha dichiarato un loro portavoce - che ha

limitato la nostra libertà di pensiero e di movimento. Volevamo semplicemente annunciare la nascita di un Coordinamento di pastori del Mediterraneo. Nell’occasione, invece, sono stati calpestati i diritti dei produttori. Siamo indignati, non avevamo idee bellicose, speriamo che ora la società civile apra a tal riguardo un dibattito”. Un appello, almeno quest’ultimo, non certo caduto nel vuoto e subito raccolto dai Consiglieri provinciali, Gino De Paolis e Gianluca Peciola (Sel): “Esprimiamo piena solidarietà - hanno esordito in una nota - E’ inammissibile che ancora una volta si scelga la strada della repressione, chiudendo le porte al dialogo con i lavoratori, così come fatto con studenti, ricercatori e precari. Gli agricoltori e gli allevatori da anni subiscono fortissimi disagi, oltremodo aggravati da una crisi economic che sta attraversando l’intero Paese, e moltissime sono

con la cittadinanza un rapporto diretto”. Il Primo cittadino ha altresì riaffermato l’intenzione amministrativa di arrivare a formare il personale suddetto tramite dei Corsi di difesa personale atti ad aumentare il livello di sicurezza. “In tal senso, ho già dato mandato ai vertici ed al Direttore Generale del Comune, Simone

Giganti, di concludere nei prossimi mesi un processo di riorganizzazione del servizio che possa inoltre prevedere la realizzazione di una palestra per gli addestramenti all’interno della sede dell’Unità di Crisi permanente della Protezione Civile. Ulteriore deterrente, sarà appunto la dotazione di strumenti di autodifesa”. “Accolgo con piena soddisfazione il nuovo personale, perché il detto adeguamento d’organico consentirà un miglioramento dei servizi al cittadino” - il commento, a chiosa, del Comandante Sisti. I neo assunti stanno difatti perfezionando un Corso teorico e pratico sul Codice della Strada e, terminata anche la relativa fase di af�ancamento, entreranno nella normale turnazione del Corpo medesimo. . (PC)

le Aziende ormai in stato di fallimento. Questo Governo - hanno concluso - stà sempre più dimostrando la sua incapacità ad affrontare le nuove questioni sociali”. “Si tratta di un fatto sconcertante - è intervenuto, a sua volta, il Segretario locle del Pd, Patrizio De Felici - E’ dunque necessario che le forze democratiche della nostra città riflettano seriamente su quanto è accaduto e si mobilitino per tutelare il diritto di manifestare”.

a nuova Casa della Comunità ‘il Ponte’ è una bella realtà. L’opera completa, sita in quel di San Gordiano, occupa ben 2.800 metri quadri, distribuiti su due piani con annesso giardino. La struttura solidale poc’anzi detta consente di accogliere in forma residenziale circa 60 persone; una parte ospita infatti minori ed adolescenti con problemi di dipendenza inseriti nel percorso di recupero terapeutico educativo; l’altra, è invece destinata alle giovani mamme in dif�coltà con �gli minori al seguito (programma ‘Coccinella’). Quanto detto, altresì grazie alla recente, lodevole donazione operata da ‘Enel Cuore’ e dai lavoratori della locale Centrale di Torre Valdaliga Nord attraverso il progetto ‘Quasar’, �nalizzata alla copertura dei costi per la realizzazione del fondamentale impianto elettrico. “Grazie a quanti hanno creduto in tale opera; siano

essi privati che pubblici - ha dichiarato il Presidente della succitata Onlus, Don Egidio Smacchia, in occasione dell’inaugurazione - Anche se l’interno è terminato, però, dobbiamo ancora sostenere delle spese essenziali per soddisfare altre necessità. Facciamo pertanto appello af�nché la solidarietà continui, inoltre datosi che nessun passo avremmo fatto senza l’aiuto ed il sostegno di chi sta camminando insieme a noi”. (pi.co)


SPORT

Tennis - Hopman Cup

Pallavolo - Serie C

� �

Un’esibizione di grande fascino

Le provinciali pensano positivo

di Glauco ANTONIACCI

di Glauco ANTONIACCI

servizio a pagina 19

servizi a pagina 20

Edizione del 30 Dicembre 2010

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

CALCIO ECCELLENZA

Un pareggio stretto per la Foglianese

Mandro risponde a Italiano in una gara dove la differenza di classifica non s’è vista

U

n altro pareggio giocando un buon calcio contro una squadra meglio posizionata in classi�ca. Dopo il derby la Foglianese conquista un punto anche con la Fontenuovese lasciando sul campo pesante del San Paolo qualche rimpianto ma anche la consapevolezza di essere una squadra diversa da quella di inizio stagione. Ecco come è andata ieri pomeriggio alle pendici del Monte Fogliano. FOGLIANESE 1 FONTENUOVESE 1 Foglianese: Maiorani 5,5, Fanka 7, Angeletti 6,5, Malè 6,5, Tessicini 7, Minelli 7, Pro�li 6, Chiaranda 6 (45’ st Anselmi), Cerica 5,5 (1’ st Mandro 6,5), Grimaldi 6, Morucci 6 (10’ st Quintiliani 7,5). A disp: Anzera, Maiorana, Seralessandri, Coconi. All: Giovannini 6,5. Fontenuovese: Grieco 7, Bottigoni 6,5, Italiano 7, Servi 6,5, Giuseppucci 6,5 (29’ st

Sugli spalti del San Paolo Fantera, Danieli e l’ex arbitro Coppetelli Bonanni sv), Palmerini 6, Di Raimo 5,5 (14’ st Santoni 6), Giannetti 6, Petrangeli 6 (42’ st Mori sv), Fuoco 6, Iannilli 6. A disp: Massimi, Voci, Carloni, Fontinovi. All: Rosa 6. Arbitro: Ricci di Tivoli 6 (Colizzi e Guglielmi di Albano Laziale 5,5). Marcatori: 5’ st Italiano (Fon), 19’ st Mandro (Fog). Ammoniti: Tessicini, Quintiliani, Bottigoni, Servi, Giuseppucci, Iannilli. Note: campo pesante, cielo grigio. Al 19’ st Grimaldi (F) ha sbagliato un calcio di rigore. Spettatori 200 circa. Calci d’angolo: 8-1.

Gara dif�cile per Chiaranda (‘93)

ECCELLENZA 1ª DI RITORNO (09/01/2011) orari CECCHINA - PALESTRINA (and. 0-0)

11,00

CIVITAVECCHIA - FOGLIANESE (and. 3-0)

11,00

GIADA MACCARESE - FONTENUOVESE (and. 4-2)

11,00

MONTEROSI - FIUMICINO (and. 3-0)

11,00

N. TOR TRE TESTE - PESCATORI OSTIA (and. 3-1)

11,00

OSTIA MARE - TORRENOVA (and. 2-0)

11,00

PISONIANO - CORNETO TARQUINIA (and. 2-2)

14,30

REAL POMEZIA - ALBALONGA (and. 1-0)

11,00

RIETI - FREGENE (and. 2-0)

14,30

CLASSIFICA

Non è bastato un buon Tessicini Partono forte i padroni di casa che già dopo due minuti si presentano dalle parti di Grieco con Pro�li che però si allunga il pallone proprio sul più bello con un paio di compagni al centro dell’area in inutile attesa. Subito dopo è Grimaldi a controllare un pallone servito da Cerica e mandare fuori dal limite dell’area. All’undicesimo il difensore centrale Tessicini, tra i migliori in campo, svetta di testa sugli sviluppi di un corner e trova la risposta del giovane Grieco, classe ‘90 di belle speranze. Per attendere una reazione da parte degli ospiti si deve attendere il 38esimo quando l’esperto Fuoco prova un sinistro che però si perde abbondantemente sopra la traversa. Cinque minuti dopo è Giannetti a provare a soprendere Maiorani con un pallonetto dalla distanza ben bloccato dall’estremo difensore bianconero. Prima dell’intervallo da sottolineare l’ottimo intervento di Palmerini che interrompe una pericolosa azione dei padroni di casa. Nella ripresa il bel gesto del difensore ospite viene emulato da Malè il quale brucia sul tempo un Petrangeli tornato sulla terra dopo le �ammate reatine. Subito dopo, però, Italiano fa partire un gran sinistro che fulmina sul primo palo Maiorani butattosi nell’occasione con un leggero ma decisivo ritardo. Da applausi comunque il coniglio pescato dal cilindro dal terzino della Fontenuovese. Non passa molto prima che i ragazzi di mister Giovannini reagiscano: all’ottavo Mandro prova la ro-

vesciata con palla che termina però sulla rete metallica del San Paolo. Poco dopo Tessicini spedisce sopra la traversa l’ennesimo cross dalla bandierina di Fanka e �nalmente al 19esimo arriva il meritato pareggio: Quintiliani, entrato al posto dell’inconsistente Morucci, se ne va in bello stile e viene atterrato dall’ex Juniores della Flaminia Bottigoni. Il rigore, apparso ineccepibile, viene battuto da Grimaldi il cui tiro rasoterra viene tuttavia neutralizzato dall’ottimo intervento Grieco. Sulla ribattuta si �onda Mandro, che non si sarà allenato con regolarità in settimana ma è semplicemente sprecato per la categoria che insacca. La Foglianese torna a crederci e tenta il colpaccio prima con Minelli il cui destro lambisce il palo sia con Quintiliani che viene nuovamente atterrato in area da un difensore avversario senza però riuscire a convincere il direttore di gara che stavolta gli mostra il giallo. In tribuna, dove c’è pure l’ex arbitro internazionale Sergio Coppetelli, resta però qualche dubbio. Nel �nale Mandro prova un paio di affondi ma senza precisione ed il match si chiude sull’1 a 1. I COMMENTI Il primo a parlare subito fuori gli spogliatoi è il tecnico ospite Rosa, ex giocatore della Roma: “Paghiamo i nostri errori, per questo c’è un po’ di rammarico. Guardando la classi�ca pensavamo di poter ottenere qualcosa in più, ma la verità è che senza quel rigore per

PISONIANO

41

RIETI

35

ALBALONGA

33

N. TOR TRE TESTE

33

CIVITAVECCHIA

31

PALESTRINA

30

GIADA MACCARESE

28

OSTIA MARE

27

REAL POMEZIA

25

FONTENUOVESE

25

MONTEROSI

24

CORNETO

18

FIUMICINO

17

CECCHINA AL.PA.

16

FOGLIANESE

13

FREGENE

11

PESCATORI OSTIA

8

TORRENOVA

8

me non proprio netto potevamo raccogliere di più. La prestazione dei ragazzi comunque non è stata il massimo, ma siamo sotto Natale e queste gare sono sempre un’incognita”. Soddisfatto, anche se �no ad un certo punto, mister Cristiano Giovannini: “La vittoria ancora non è arrivata, ma a questi ragazzi va fatto un grosso complimento. Ovviamente sapevamo che essendo il primo anno ci sarebbero state dif�coltà �siologiche. Ora vediamo come si mettono le cose. Come riesco a gestire anche Juniores e Allievi oltre alla prima squadra? Sono del posto e potete immaginare quanta carica ci metto in questo compito. Affrontavamo un avversario importante e ci siamo comportati bene, ma se stiamo lì è chiaro che servono i punti. Al rientro dalle feste avremo banchi di prova importanti come Civitavecchia e Pisoniano...”.

TOTO-ALLENATORI E chissà se al Fattori sarà ancora Cristiano il tecnico della Foglianese, quel che è certo è che ad assistere alla gara sugli spalti del San Paolo di allenatori esperti ce n’erano un bel po’. Marco Frasca l’abbiamo visto in occasione della s�da con il Corneto, mentre ieri c’erano sia l’ex Flaminia Carlo Fantera, sia l’ex Marta Claudio Danieli. A vedere il match c’era pure l’ex dirigente della Viterbese Giancarlo Marini che ha sentenziato: “L’Eccellenza è un campionato serio, secondo me serve un allenatore di esperienza per evitare guai”. Un assist invitante per il direttore generale Tonino Frateiacci che però ha speso parole per qualcun altro: “Avete visto Aquilani? Ci ha lasciato soli...”. Insomma la sensazione è che per risolvere il rebus allenatore bisognerà attendere l’anno nuovo.

Mister Carlo Fantera

Mister Claudio Danieli


� �

sport

CALCIO SERIE D

Il presidente gialloblù prima mette i puntini sulle i sul ‘caso Marzoli’ poi manda una frecciata a Perrone e ricorda Fapperdue e Zagarella

L

’ultima squadra allenata da mister Luciano Siddi è stata la Juniores Nazionale della Viterbese 2008/2009. La stagione terminò con un un discreto piazzamento, ma quello che spinse mister Siddi ed i ragazzi a ‘premiare’ il presidente Fiaschetti con la coppa che vedete qui a destra fu il fatto che per la prima volta dopo tanti anni il settore giovanile gialloblù tornava ad essere gestito a Viterbo. “Piuttosto che scrivere che il nostro nuovo direttore generale è Lorenzo Marzoli - ha infatti ricordato in toni piuttosto accesi il numero uno di via della Palazzina - e che il sottoscritto si fa i

Mezzotero (‘91), uno dei migliori elementi a disposizione di mister Puccica. Ora però è infortunato come Cadeddu e Bordacconi (...)

Giovedì 30 Dicembre 2010

L’OPINIONE DI...

Così parlò Fiaschetti di EMANUELE FARAGLIA

Viterbo & Lazio Nord

SPORT

p

16

propri interessi invece di tutelare questi ragazzi avreste fatto meglio a ricordare quanti disastri hanno provocato le precedenti gestioni della Viterbese” è l’acceso ed accorato appello di un Giuseppe Fiaschetti �nalmente tornato dai voli transoceanici. Al quale evidentemente non hanno fatto molto effetto i nostri auguri di buon Natale... “Quando sono arrivato c’era il nulla. Anzi il vivaio era gestito a Roma”. Infatti Carlo Perrone, attuale tecnico degli Allievi Nazionali della Lazio ed allora responsabile del vivaio gialloblù, si alterò non poco per la volontà di riportare il settore giovanile a Viterbo... “Già, ma si dà il caso che il signor Perrone continui a venire a riscuotere i soldi che la società Viterbese gli deve. Stiamo cercando di creare qualcosa di importante ed invece voi siete prevenuti nei nostri confronti. Fapperdue e Zagarella sono andati a farsi le ossa in Promozione non certo perché ci sono dei premi di valorizzazione in ballo, ma perché sono andati in prestito. E quando sono tornati in prima squadra esattamente come avevamo promesso non mi pare che abbiate scritto una sola riga”. Ha ragione presidente, ma non è facile mantenere una comunicazione ef�cace quando da una parte siamo a caccia di notizie e dall’altra c’è il silenzio stampa...

Riuscirà la Viterbese a fare il salto nei Pro? Ecco il pensiero di Maio L

Viterbese Juniores 2008-2009 con patron Fiaschetti “Bastava alzare il telefono e chiedermi se Marzoli era o no il nostro nuovo direttore generale. Avresti evitato di scrivere ca..ate”. Senza alcun dubbio in futuro ci comporteremo così, perché non è intenzione di chi scrive ledere l’immagine della Viterbese o, peggio, scrivere cose non vere... Comunque, per chiudere il discorso sui prestiti di Fapperdue e Zagarella avevamo chiesto lumi a mister Puccica che ci aveva spiegato come anche un ragazzo come Mezzotero (gran bel giocatore classe ‘91) ha tutto il diritto di inseguire un suo sogno...

“Mister Puccica si occupa delle questioni tecniche, non di quelle societarie. La scelta di mandare dei giocatori in prestito spetta alla dirigenza e non al tecnico”. Beh, la speranza è che certe decisioni vengano prese di comune accordo con il �ne di concretizzare un progetto unitario. In ogni caso, tornando alla domanda che ha aperto la telefonata: presidente, ha visto che caos con i Giovanissimi di fascia B? E’ arrivata una multa di 1000 Euro per le intemperanze dello staff, prenderà provvedimenti? “Non so, non ho letto nulla, mi informerò al più presto”.

o abbiamo incontrato il 23 dicembre in occasione della festa di un giovane avvocato viterbese e le sue impressioni sulle possibilità della Viterbese di conquistare un posto nel calcio che conta erano davvero ottimistiche. Passato qualche giorno lo abbiamo nuovamente contattato ed il buon Daniele Maio, ex centrocampista e difensore centrale del mitico Paradiso, Bassano in Teverina, Pianoscarano e cresciuto nelle giovanili gialloblù, ci ha rilasciato questa simpatica intervista: “Beh, credo che al 70% la squadra di mister Puccica possa riuscire a centrare i playoff, poi c’è un 15% di possibilità di conquista del titolo ed un 15% di fallimento...”. Quali gare hai visto e che impressione ti ha fatto la squadra? “Purtroppo ne ho viste solo due, quella contro lo Zagarolo vinta per 1-0 e quella contro il Bacoli Sibilla in cui riuscimmo a vincere per 3-1. Che dire? In entrambe le partite la squadra mi ha fatto una discreta impressione, anzi diciamo pure una buona impressione. Ma non voglio dare giudizi tecnici, non ne sarei all’altezza”. Ehh, esagerato, mica parliamo di Milan o Juve... “Già, ma la Viterbese è sempre la Viterbese, bisognerebbe

Capitan Scoppetta parlarne sempre con il dovuto rispetto”. Concordiamo. Allora grazie per l’intervista... “Un’ultima cosa. Da viterbese dico che sarebbe proprio bello vedere giocare qualche ragazzo del posto in prima squadra. Ci sono così tanti giovani interessanti, anche nelle formazioni giovanili, che non hanno nulla da invidiare ai ragazzi provenienti da fuori provincia o fuori regione”. Concordiamo anche in questo. Chissà se concordano anche i dirigenti dell’amata Viterbese... (e f)

PAGELLONE PROMOZIONE - Prosegue il viaggio con le valutazioni dopo il girone d’andata. Effetto ‘bambagia’ al Pianoscarano

Futuro Vigor, fiducia Nepi, i lego del Corchiano, la cenerentola V.Cimini P

roseguiamo il nostro viaggio con le votazioni delle provinciali nel campionato di Promozione Laziale.

Colonnelli (Vigor)

La Virtus Cimini 2010-2011

L’attaccante ‘93 Pieri (CorchianoG)

VIGOR ACQUAPENDENTE (voto 6,5) E’ mancato il salto di qualità alla compagine di mister Quintarelli che negli appuntamenti importanti per accelerare il suo passo ha quasi sempre trovato il semaforo rosso. Ed ha chiuso il 2010 facendo registrare una �essione con un solo punto raccolto nelle ultime tre uscite. Di positivo la crescita di tanti giovani del vivaio. FORTITUDO NEPI (voto 5,5) C’è stata forse troppa frenesia in partenza nell’af�dare il team al giovane ma non troppo esperto mister Luca Palazzini subito proiettato in uno scenario un pochino complicato considerando il ruolo di matricola della Fortitudo Nepi che si è af�dato in seguito al carisma, alla preparazione e alla saggezza del buon Carloni la cui presenza ha dato subito dei segnali importanti. La corsa alla salvezza resta durissima ma i biancoverdi possono farcela.

Deludente stagione �n qui per i rionali PIANOSCARANO (voto 5) E’ la Fiorentina del campionato di Promozione. Che dopo ottime stagioni si è ritrovata ancorata in una sorta di bambagia che l’ha intorpedita e rattristata. L’impressione è che questo gruppo abbia �nito un ciclo, si sia un po’ accomodato su allori trascorsi che fanno parte del passato. Ora è stato chiamato un sergente di ferro a cercare di raddrizzare la baracca. Il bottino di Ferretti è stato di 4 punti in 4 incontri. Pochi per risalire la corrente. Serve un elettroshock

CORCHIANO GALLESE (voto 4,5) Valutazione bassa più che per la classifica per le scelte societarie di montare e smontare un organico con una base che è diventata come un porto di mare tra arrivi, partenze, di nuovo arrivi e altre partenze. Mister Porcelli continua a scommettere sulla salvezza diretta che potrebbe anche arrivare ma secondo noi il calcio non è come un plastico fatto di lego che si monta, si rismonta e si monta di nuovo.

VIRTUS CIMINI (voto 4) Da una fusione tra due club era lecito attendersi molto di più ed invece la premiata ditta del duo presidenziale Ricci-Farsetti viaggia con 2 punti dopo 17 incontri che la dicono lunga sugli errori commessi. Di positivo e che nonostante tutto sinora c’è stata sempre molto disgnità e compostezza nel subire asfaltature non da poco. E di questi tempi visto gli animi che girano per il mondo non è cosa da poco. (agv)


sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Giovedì 30 Dicembre 2010

� �

p

CALCIO PROMOZIONE UMBRA

17

AI TEMPI DI GAUCCI

Dopo tanti anni Lavori in corso nell’ Ortana ecco l’amarcord Mister Bernabei sta svolgendo un intenso richiamo di preparazione Nel giorno della Befana il recupero del match contro il San Venanzo di Carolina Morace di ALESSANDRO URSINI

CLASSIFICA

P

roseguono al Gildo Filesi di Orte gli allenamenti dell’Ortana di mister Luigi Bernabei che in questi giorni si sta preparando al meglio in vista della s�da che Giovedì 6 Gennaio vedrà i biancorossi contrapposti al San Venanzo nel recupero del match sospeso per impraticabilità di campo lo scorso 28 Novembre. Una s�da sicuramente non semplice ma da cui Palomba e compagni vogliono trovare la spinta per rilanciarsi dopo gli ultimi risultati non troppo positivi che hanno visto i viterbesi conquistare solo due punti in quattro giornate. Per centrare questo obiettivo, mister Bernabei ha preparato un programma di lavoro ben preciso che la truppa biancorossa sta svolgendo in questi giorni e che, capodanno escluso, svolgerà �no alla vigilia della gara. Ascoltiamo proprio il tecnico romano su questo argomento: “Sono convinto che svolgere un buon richiamo della preparazione in questo periodo sia fondamentale per ottenere poi buoni risultati nel girone di ritorno. Devo ammettere con grande piacere che la squadra ha subito capito l’importanza di questo tipo di lavoro in questa fase della stagione e ha risposto in modo

33

BASTARDO

29

SAN VENANZO ##

29

GRIFO ATTIGLIANO #

27

CAMPITELLO #

25

CLITUNNO #

24

SUBASIO

22

FEDERICO MOSCONI ##

20

ORTANA #

19

GM 10 #

18

BEVAGNA #

18

PANTALLA #

18

MASSA MARTANA

18

PETRIGNANO

11

AMERINA

11

JULIA SPELLO #

5

# PARTITE IN MENO

Luigi Bernabei, allenatore dell’Ortana importante essendo presente costantemente e impegnandosi sempre al massimo. Nei primi giorni abbiamo svolto lavoro di carico e di forza per poi passare alla fase di scarico e alla velocità. Ad anno nuovo poi torneremo nuovamente a mettere forza nelle gambe. Il tutto con l’obiettivo di farsi trovare pronti già nel giorno dell’Epifania quando affronteremo il temibile San Venanzo. Una partita che se vinta potrebbe dare sicuramente un peso no-

REAL VIRTUS

tevole al nostro girone d’andata comunque già buono”. RECUPERI Cogliendo l’occasione per la pausa natalizia, si sono svolti o si svolgeranno nei prossimi giorni alcuni recuperi delle gare non disputate a suo tempo per il maltempo. In campo sono già scesi la Grifo Attigliano, corsara a Pantalla grazie alle reti di Lucà, Ceccarelli e dell’ex Ortana Ceglia e sempre più lanciata all’inseguimento

della capolista Real Virtus, il GM 10, vittorioso 2-1 in casa contro il Federico Mosconi grazie alla doppietta dell’ex bomber biancorosso Manuel Proietti ed in�ne il Bevagna in trasferta ha bloccato sul 11 proprio i prossimi avversari dei viterbesi. Giovedì 6 invece con inizio alle 14:30, oltre alla citata s�da tra Ortana e San Venanzo, scenderanno sul rettangolo di gioco anche Julia Spello Clitunno e Federico Mosconi Campitello.

PILLOLE DALLA 1ª - Il 6 gennaio cinque recuperi ALLIEVI - Recupero nel girone B

A volte ritornano. Carolina Morace, fresca fresca da commissario tecnico del Canada femminile del titolo di campione del Nord America e a giugno inseguirà con la sua Nazionale il titolo mondiale in Germania. In queste ore di trionfo di lei sono tornati ad occuparsi i giornali sportivi nazionali. E Carolina Morace è stata intervistata dal Corriere del Sport. Ed inevitabile è tornata la domandina che l’ha riportata alla �ne degli anni novanta alla Viterbese dei tempi di Luciano Gaucci quando la notizia del suo incarico di mister alla Viterbese di C1 fece il giro del mondo. Quanto ha inciso nel suo famoso curriculum quella esperienza? “Tanto credo. Non era mai successo a una donna di allenare una squadra maschile professionistica”. Finì dopo due partite. La verità a distanza di 11 anni quale è. Troppo caos mediatico? “No. Luciano Gaucci dopo una scon�tta in casa del Crotone che quell’anno avrebbe �nito per vincere il campionato minacciò di mandare via il mio preparatore atletico. Io non tolleravo ingerenze e così diedi le dimissioni. A proposito, oltre alle due partite di campionato con una vittoria e una scon�tta c’era stato il girone

Carolina Morace di Coppa Italia superato, davanti all’Ascoli e allo stesso Crotone”. Rimpianti? “Si. Ho fatto bene a tutelare il mio staff ma non avrei dovuto dimettermi. Gaucci dopo la rottura mi fece chiamare per parlarmi, io fui troppo istintiva e ri�utai ogni trattativa. L’ho pgato dopo il mio comportamento, sono uscita da quel giro”. Ha avuto modo di conoscere Giancarlo Tulliani, il giovanotto che ha messo in imbarazzo il presidente della Camera, il cognato Gianfranco Fini. All’epoca da vice presidente, dicono che spadroneggiasse alla Viterbese: “Ricordo che aveva la Porsche. Con me non ha mai avuto comportamenti maleducati. Del resto era un ragazzo di 23 anni e non aveva voce in capitolo. Era Gaucci a comandare tutto”.

NEL RICORDO - Tristi anniversari

Momento ok del Montalto Il Montefiascone batte Maurizio e Claudio L’infortunio a Mastrorosato un’ indomita Etrusca sempre con noi P I illole dal mondo della Prima Categoria.

BENE IL MONTALTO Nei giorni scorsi è venuto a trovarci in redazione per lo scambio di auguri delle festività natalizie e di �ne anno il presidente del Montalto Calcio Pietro Guglielmotti. Auguri che ricambiamo con estremo piacere. E il presidente ha sottolineato con soddisfazione il bel momento della sua compagine: “Siamo in risalita e superato il periodo iniziale di ambientamento al campionato i risultati sono dalla nostra parte. Adesso con l’anno nuovo vogliamo insistere. Un plauso al tecnico, ai dirigenti e ai ragazzi per l’impegno con il quale stanno lavorando”.

MASTROROSATO OUT La diagnosi dell’infortunio subito da Simone Mastorosato portierone del Latera lo scorso 19 dicembre è di 40 giorni di stop. Grave perdita quindi per mister Aquilio e per la società gialloblu considerando il valore assoluto dell’estremo difensore. Latera che ci ha inviato gli auguri per le festività

eri pomeriggio al Fontanelle 2 di Monte�ascone sotto la direzione del tecnico Vincenzo Boccia si è disputato il recupero del girone B degli Allievi provinciali.

ALLIEVI PROV. B

Pietro Guglielmotti che contraccambiamo con immenso piacere. I PROSSIMI RECUPERI Il campionato di Prima Categoria tornerà il 9 gennaio. Il 6 gennaio in occasione dell’Epifania avremo ben cinque recuperi. Ore 11 - Per la nona di andata si giocheranno le s�de Canepina-Lubriano; Latera-Valleranese; Monte RomanoTuscania Bolsena e ValentanoAtletico Tarquinia. Alle 14,30 per l’ottava di andata avremo il match Grotte di Castro-Vignanello.

V. ACQUAPENDENTE

30

N. SORIANESE

25

CORNETO

22

MONTEFIASCONE

22

TUSCANIA BOLSENA

18

LUBRIANO #

14

ETRUSCA

12

CANINESE

12

GROTTE S. STEFANO

11

P. R.A. GROTTE DI CASTRO #

8

MONTALTO

7

VULSINIA BOLSENA

5

ATLETICO TARQUINIA

5

BASSANO IN TEVERINA

0

# UNA GARA IN MENO

MONTEFIASCONE 3 ETRUSCA 2 Successo dei gialloverdi di mister Pasquini che si sono imposti con la doppietta di Esperti e il gol di Stoskovic nei confronti degli allievi del team di Capodimonte che dopo il momentaneo svantaggio di 2-0 erano pervenuti al pareggio per poi soccombere nel �nale. Il primo tempo si era concluso a reti inviolate. Con questi tre punti il Monte�ascone sale al terzo posto a quota 22 dove raggiunge il Corneto Tarquinia, alle spalle della Nuova Sorianese e della capolista Vigor Acquapendente. ALTRO RECUPERO Qui abbiamo un altro recupero da effettuare ed è quello tra Bagnoregio e Polisportiva Real Azzurra che si s�deranno al Pompei di Bagnoregio il prossimo 9 gennaio alle 10,30. Il campionato tornerà nel �ne settimana tra il 15 e 16 gennaio.

Maurizio Tombolini

I

l tempo scorre, un altro anno sta per concludersi ma certe �gure a noi cari non saranno mai dimenticate. E ricorrono proprio in questi giorni gli anniversari di due cari amici che non sono più tra noi ma il cui ricordo resta e resterà indelebile. Il pensiero va all’amico Maurizio Tombolini, deceduto prematuramente per un male incurabile alla vigilia del Natale 2009 e che è stato ricordato dai suoi famigliari, amici e dai compagni di squadra dell’Aurora Viterbo lo scorso gio-

Claudio Minella vedì 23 dicembre presso la Chiesa di San Leonardo al Murialdo. E in queste ore il pensiero va anche a Claudio Minella di Vasanello scomparso due anni fa durante le festività natalizie per le ferite riportate in un tragico incidente stradale. Ai suoi famigliari, agli amici che ogni estate organizzano lo splendido Memorial di calcio a cinque “Claudio Minella”. Ai familiari di Maurizio e Cluadio possa giungere un forte abbraccio da parte di tutta la redazione dell’Opinione.


� �

sport

SPORT

p

18

Viterbo & Lazio Nord

Giovedì 30 Dicembre 2010

CALCIO A 5 SERIE D

Recuperi ok per Ada e Flaminia C. Castellana T

utto il punto sui campionati di calcio a 5 maschile e femminile di serie D provinciale tra i recuperi di questi giorni e in attesa della ripresa dell’attività con i confronti dell’undicesima giornata. C/5 D MASCHILE PROVINCIALE Periodo di recuperi nel campionato maschile di calcio a 5 di serie D provinciale. Martedì sera - Si è giocato il confronto tra Sporting Center Colle Diana e Ada e affermazione del team dell’Associazione delle Associazioni corsaro con il punteggio di 8-5 sul campo dei rivali e formazione ospita che veleggia nelle zone altissime della graduatoria.

ma alle ore 20 tra il Ronciglione e il Castel Sant’Elia. Ripresa - Poi il campionato tornerà nel fine settimana tra il 7 e 8 gennaio con l’undicesima giornata del girone di andata. Questo il programma salvo variazioni. Venerdì 7 gennaio - Alle 20,30 avremo il match tra Virtus Pilastro e Ronciglione 2003. Alle 21 si giocheranno le sfide tra Associazione delle Associazioni (Ada)-Active Network; Ca-

stel Sant’Elia-Sporting Vignanello; Virtus Ceramica Flaminia-Sporting Center Colle Diana; Virtus Monterosi-Caprarola. Sabato 8 gennaio - Avremo i restanti tre confronti. Alle 15,30 Cicram-Calcio Rossoblu e Civita Castellana-Nepi Sport Event e alle 16,15 l’Atletico Viterbo ospiterà il Santa Marinella. C/5 D FEMMINILE PROVINCIALE Il punto sul campionato femminile di calcio a cinque di serie D provinciale. Giocata - Lo scorso 23 dicembre si è giocato il recupero tra Virtus Calcio Bolsena e Flaminia Civita Castellana e affermazione della squadra ospite contro il fanalino di coda per 6-2 con triplette

Ieri sera - Era in programma un altro recupero tra Sporting Vignanello e Virtus Monterosi del quale vi daremo notizia nella nostra edizione di domani. Il 4 gennaio - Si giocherà l’ultimo recupero in program-

Nei prossimi giorni si completa il programma delle gare rinviate. Le classifiche aggiornate e la ripresa con le sfide dell’undicesima giornata

Viviana De Santis

per la formazione ospite di Viviana De Santis e Martina Moschettini. Recuperi - Questi gli altri confronti da recuperare. Oggi alle 16 si giocherà il match tra Graf�gnano e Grotte Santo Stefano. Martedì 4 gennaio alle 21 avremo il match tra Canale Monterano e Celleno e mercoledì 5 gennaio alle 21 si giocherà la s�da tra Bassanese e Femminile Civitavecchia. Il giorno 11 gennaio alle 20 verrà recuperato il confronto tra Monterosi e Monte�ascone. Alla ripresa - Il campionato tornerà con il suo regolare cammino tra il 7, 8 e 9 gennaio con le s�de dell’undicesima giornata che avranno il seguente programma. Venerdì 7 gennaio - Alle 21 Bassanese-Virtus Calcio Bolse-

La formazione dell’Active Network Cus Viterbo

C5 D MASCHILE SANTA MARINELLA

C5 D FEMMINILE

28

CANALE MONTERANO #

27 27

25

F. CIVITAVECCHIA #

ADA

24

VIRTUS PILASTRO

27

CASTEL S.ELIA #

21

ACCORDIA ORIOLO

21

VIRTUS MONTEROSI #

18

BASSANESE #

18

CICRAM

18

GROTTE S. STEFANO #

18

CAPRAROLA

16

MONTEFIASCONE #

18

NEPI SPORT EVENT

15

CELLENO #

18

VIRTUS PILASTRO

15

CANINESE

15 13

ACTIVE NETWORK CUS

V. C. FLAMINIA

13

CUS VITERBO

RONCIGLIONE 2003 #

10

FLAMINIA C. CASTELLANA

7

CALCIO ROSSOBLU

7

BLERA

6

ATLETICO FOOTBALL CLUB

6

GRAFFIGNANO #

6

S. VIGNANELLO #

5

VIGNANELLO

4

CIVITA CASTELLANA

4

MONTEROSI #

1

S. C. COLLE DIANA

3

V.C. BOLSENA

0

# UNA GARA IN MENO

# UNA GARA IN MENO

na e alle 20,30 Vignanello-Virtus Pilastro

20 Femminile CivitavecchiaGraf�gnano.

Sabato 8 gennaio - Alle 15,30 Grotte Santo StefanoVirtus Monterosi; alle 17 Celleno-Accordia e Monte�ascone-Canale Monterano. Alle

Domenica 9 gennaio - Alle 15,30 Blera-Flaminia Civita Castellana e Caninese-Cus Viterbo. agv

CALCIO TOSCANO - Il punto nei vari gironi dove militano i giocatori e tecnici della Tuscia

Il 6 gennaio si giocheranno le giornate saltate il 19 dicembre La sera del 28 dicembre siamo stati graditi ospiti della società del Manciano

L

unga sosta per il calcio toscano visto che le gare del 19 dicembre scorso sono state tutte annullate per la neve. Ed allora il Comitato Regionale ha optato per recuperare la giornata di tutti i campionati saltata appro�ttando della giornata festiva dell’Epifania il prossimo 6 gennaio.

PROMOZIONE B - Per la Fonte Bel Verde di mister Fortuni la ripresa in occasione dell’ultima di andata avverrà con il confronto interno contro la Rondinella dell’ex giocatore professionista bomber Riganò, giovedì prossimo alle 14,30 a San Casciano dei Bagni. Poi domenica 9 gennaio il confronto ancora casalingo della prima di ritorno contro la formazione di Firenze

PROMOZIONE B

PROMOZIONE C

O.C. PESCAIOLA

30

VALDARBIA

31

VICCHIO

29

STAGGIA

28

PIAN DI SCO

27

GRACCIANO

27

U. POLIZIANA

24

MONTESCUDAIO

26

SIGNA 1914

24

PECCIOLESE #

25

FIRENZE OVEST

24

S. BIENTINA

22

SAN GIUSTINESE

23

V.C. POGGIBONSI

21

S.F. RONDINELLA

20

MONTALCINO

19

A. LATERINA

20

MONTELUPO

19

BUCINESE

18

DONORATICO

17

FONTEBELVERDE

18

ARMANDO PICCHI

17

FLORIA GAFIR

17

A. VOLTERRA

16

GRASSINA

11

CASCINA

12

I.C. INCISA

11

MONTAIONE

12

TERRANUOVESE

8

P. GUASTICCE #

10

BETTOLLE

6

A. PITIGLIANO

1

# UNA GARA IN MENO

La formazione del Manciano

della Floria Ga�r. Due confronti a domicilio che possono dare ulteriore spessore all’operazione risalita di Fanelli e compagni che dopo un inizio in affanno, anche per via delle tantissime defezioni si è ripresa alla grande nella partite �nale del 2010. PROMOZIONE C Come raccontano gli amici di www.vivigrossetosport, la stragrande maggioranza di tifosi, esperti ed addetti ai lavori vede l’Aurora Pitigliano oramai retrocessa senza speranze in prima categoria, ma la squadra e il suo allenatore Cristian Legittimo ancora non hanno mollato. I gialloblù hanno lavorato duramente in questo periodo natalizio per fare un richiamo di preparazione per farsi trovare subito pronti al rientro in campo. La squadra che si è rafforzata con gli arrivi di Natalini, Santacroce, La Rosa e Servidei vuol comunque tenere in

alto il nome della città del Tufo e soprattutto porre delle basi solide per il prossimo campionato qualunque sia. Il 6 gennaio ultima di andata sul campo del Volterra e poi domenica 9 gennaio la prima s�da del girone di ritorno ancora in trasferta contro il Sextum Bientina. PRIMA CATEGORIA - Martedì sera siamo stati graditi ospiti della società del Manciano per la cena di auguri di �ne anno. Da parte del club del presidente Terenzi grande cordialità e amicizia nei nostri confronti e dell’emittenza toscana di Tele Tirreno con il grande giornalista Paolo Mastracca in grande forma. Manciano che dopo un girone di andata con troppe dif�coltà guarda con �ducia alle prossime 16 giornate. Capitan Poscia e compagni vogliono quanto meno lottare per entrare nella griglia dei play off. L’avvento in panchina di

mister Bulleri ha portato lo scorso 12 dicembre alla grande vittoria sul campo del Fonteblanda che era reduce da otto successi consecutivi. Il giorno dell’Epifana il Manciano giocherà in casa contro il San Donato l’ultima gara del girone di andata. Poi il 9 gennaio prima di ritorno ancora in casa contro il San Quirico d’Orcia. Per l’Orbetello di Alessandro Biondelli la ripresa del 6

gennaio è con la trasferta sul campo dell’Amiata. Prima di ritorno domenica 9 gennaio sul campo amico contro il San Donato.

1ª CATEGORIA (F)

2ª CATEGORIA (G)

SECONDA CATEGORIA - Ieri nel girone G si è giocato il recupero tra Radicofani e Argentario (2-3). Il 6 gennaio avremo Sorano-N. Radicofani; Castellazzara-Ribolla e Aegilium-Santa Fiora. (agv)

FONTEBLANDA

29

ARGENTARIO

37

CASTIGLIONESE

29

N. RADICOFANI

32

FOLLONICA

24

PAGANICO

30

PIENZA

24

SORANO

26

PONTE D’ARBIA

21

CASTEL DEL PIANO

25

ALBERESE

21

RIBOLLA

24

ORBETELLO

20

MAGLIANESE

21

LA SORBA

19

SAURO RISPESCIA

21

BRACCAGNI

19

AEGILIUM

21

MANCIANO

18

S. ANDREA

19

SAN DONATO

17

ARCILLE

15

CASOTTO MARINA

17

CASTELLAZZARA

15

AMIATA

15

SANTA FIORA

12

BATIROSE

15

MARSILIANA

11

SAN QUIRICO

10

ARCIDOSSO

4

P. SOVICILLE

8

MASSETANA

0


sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Giovedì 30 Dicembre 2010

TENNIS/1

p

19

BASKET

Hopman Cup, uno spettacolo da non perdere Stagione record per il sito della ‘palla a spicchi’ U F

n’atleta del Tc Viterbo in campo, a difendere i colori dell’Italia. Un giornalista viterbese, Alessandro Stoppani, a commentare i match per il canale monotematico dedicato al tennis. Tutta da seguire la 23esima edizione della Hopman Cup, il tradizionale torneoesibizione a squadre miste che scatterà l’1 Gennaio e proseguirà �no all’8 sui campi in cemento della Burswood Dome di Perth, in Australia. Dopo un anno di assenza, l’Italia torna a far parte del lotto delle protagoniste con la regina del Roland Garros e numero 7 del ranking Wta Francesca Schiavone ed il numero uno azzurro Potito Starace (numero 47 Atp). La squadra italiana sarà la quarta testa di serie dietro alla Serbia (Ana Ivanovic e Novak Djokovic), alla Gran Bretagna (Laura Robson ed Andy Murray) e al Belgio (Justine Henin e Ruben Bemelmans). L’Italia è stata inserita nel gruppo 2 insieme alla Gran

Francesca Schiavone

Alessandro Stoppani

Bretagna, prima avversaria lunedì 3 alle 9,30 locali, alla Francia e agli Stati Uniti. Nell’altro girone, oltre a Serbia e Belgio, anche Australia e Kazakhstan. Il torneo è intitolato al grande tennista e coach australiano Harry Hopman (1906-1985), da molti ritenuto il miglior allenatore che l’Australia abbia mai avuto: come capitano non giocatore ha guidato il suo Paese dal 1938 al 1969, conducendo tanti giovani

emergenti alla conquista di 15 Coppe Davis in 21 Challenge rounds. La formula della Hopman Cup prevede otto squadre suddivise in due gruppi (formula del round robin): ogni team è composto da un giocatore e da una giocatrice e in ogni s�da si gioca un singolare maschile, uno femminile ed un doppio misto. La �nale, in programma sabato 8 gennaio, vedrà di fronte le prime dei due gironi. (ga)

ine dicembre, tempo di bilanci. Il 2010 è stato un anno da record per Basketintuscia.it, il portale della pallacanestro a Viterbo e provincia. Negli ultimi dodici mesi, il sito ha totalizzato circa 95 mila visite, più di quanto abbia fatto in ciascun anno solare precedente. Dalla sua nascita, nell’ottobre 2004, Basketintuscia.it ha collezionato oltre 306 mila visite (se si contano le pagine viste, il computo supera quota 360 mila) e mantiene una media giornaliera di circa 300 visite. Numeri sicuramente non indifferenti, se si considera sia la natura amatoriale del portale sia la sua forte settorialità, in quanto segue un solo sport e per di più in una piccola realtà sportiva come quella viterbese. Ma al di là delle cifre, ciò che caratterizza Basketintuscia.it è il suo essere sempre più il punto di riferimento per tutti gli appassionati di pallacanestro e per gli addetti ai lavori. Giocatori, allenatori, dirigenti, giornalisti, organi federali, tifosi non mancano di leggere ogni giorno le notizie pubblicate. Inoltre, le società hanno compreso ormai il vantaggio di avere visibilità attraverso Basketintuscia.it e inviano pressoché quotidianamente comunicati stampa e materiale da diffondere. Fiore all’occhiello del portale sono le fotogra�e professionali di Giancarlo De Zanet, che la redazione ringrazia per il preziosissimo apporto fornito grazie

TENNIS/2

BASKET D

Viterbesi senza mezze misure Il S.Rosa è primo, la Sovil ultima

Sempre più intenso il programma delle qualificazioni

‘Limone’ amarissimo per Del Lungo e Attanasio di GLAUCO ANTONIACCI

M

attinata negativa, quella di ieri, per i tennisti del Tc Viterbo impegnati nelle quali�cazioni del Lemon Bowl. Sono arrivate scon�tte in parte prevedibili, considerando il livello degli avversari, che tuttavia non cancellano quanto di buono avevano fatto gli atleti del circolo gialloblù nei giorni scorsi. È il caso, ad esempio, di Giovanni Del Lungo che, nel tabellone under 12 riservato ai non classi�cati, aveva scon�tto per 6-3 6-0 Luigi Martinelli del circolo Colle Labi-

alla sua competenza e alla sua assidua presenza alle partite e agli eventi. “La crescita è costante - afferma Francesco Mecucci, responsabile del sito - non solo di Basketintuscia.it ma di tutto il movimento cestistico di Viterbo e provincia. Noi vogliamo essere e saremo sempre vicini a chi promuove la pallacanestro viterbese e tutto questo solo per amore di questo sport, infatti si tratta di un’attività completamente amatoriale. Ringraziamo e auguriamo un felice anno nuovo a tutti coloro che ci seguono con continuità e passione”. Poi una constatazione, non amara ma realistica: “Nonostante ci occupiamo soltanto di basket e come passatempo - conclude Mecucci - Basketintuscia.it è diventato uno dei principali portali sportivi dell’intera provincia. Questo non è un merito, perché a ben guardare non ce ne sono altri, a parte i siti istituzionali e quelli delle società. A Viterbo manca purtroppo un quotidiano sportivo on line, a differenza, ad esempio, di Orvieto, Terni, Rieti, Grosseto, Civitavecchia. Peccato, perché lo sport, se affrontato e seguito come si deve, è in grado di regalare soddisfazioni e suscitare interesse. Ma è chiaro che un futuro, ipotetico quotidiano sportivo viterbese on line deve essere realizzato con un serio e programmato investimento editoriale”.

rinto, guadagnando un posto nel tabellone di quali�cazione per giocatori classi�cati 4.4 o 4.5; nel primo match, contro Giuseppe Paiaro, Del Lungo è stato però costretto a cedere 7-5 6-7 6-2 dopo una s�da molto combattuta, che l’ha visto uscire dal campo a testa altissima. Anche Lorenzo Attanasio, altro portacolori del Tc Viterbo, si era conquistato uno spazio nel tabellone dei 4.4 e 4.5 ri�lando un secco 6-1 6-0 al grossetano Thomas Fancellu, ma la sua corsa si è interrotta contro Andrea Novelli (Match Point 2000) che lo ha superato 6-0 6-1 sbarrandogli la strada verso il tabellone principale.

Esordio negativo per Manuel Di Massimo che, tra gli under 14, ha subito ceduto al cospetto di Tommaso Pascolini (Villa Candida) con il punteggio �nale di 6-2 6-1. Buone notizie, invece, da Tania Natali che ha passato il turno nell’under 12 femminile ai danni di Ludovica Zauli (Grosseto Tc) e da Milena Natali che ha scon�tto 6-4 6-4 Irene Vitali (Pomezia ASD) fra le under 14. Milena Natali è

P

poi tornata in campo nel tardo pomeriggio di ieri contro la grossetana Livia Scali. In contemporanea era programmato anche il match di Violante De Angelis (Davis 76 Civita Castellana) contro Gaia Bandini (Tc Sinalunga) mentre, sempre nel pomeriggio di ieri, ha giocato nuovamente Leonardo Urbani, al suo terzo impegno nelle quali�cazioni, contro Andrew Coleman del circolo Grande Slam.

ausa natalizia da prima della classe per il Santa Rosa nel girone A della serie D maschile. La formazione di coach Lorenzo Tedeschi ha appro�ttato della caduta del Master Roma nella trasferta dell’ultimo turno contro lo Smit per agganciare i capitolini in vetta e comporre un trio che comprende anche gli Ostia Sharks; un risultato eccellente per i biancorossi che, grazie ad una striscia aperta di sette successi di �la, sono passati in un mese dalle zone medio-basse alla prima posizione, anche se la classi�ca è estremamente compatta e bastano un paio di giornate per capovolgere nuovamente la situazione. Non è un caso che, �no a poche settimane fa, in vetta c’erano Colle�orito ed Anzio che adesso, al contrario, devono inseguire. Chi invece deve inseguire la salvezza, e non certo un posto al sole, è la Sovil che, in due settimane, è passata dalla carica di aver abbandonato l’ultimo posto alla disperazione di ritrovarsi nuova-

ARTI MARZIALI

Tuscia Judo protagonista nelle gare conclusive del 2010 R isultati di prestigio per la Asd Tuscia judo sono arrivati anche al PalaFijlkam di Ostia Lido, dove si sono svolti il “3° Gran premio cinture nere 1° Dan” per atleti delle classi Juniores, Seniores e Master M2 maschili e femminili per cinture blu e marrone e il “9° Torneo della Capitale” riservata agli atleti delle classi Juniores, Seniores maschili e femminili graduati cintura nera 1° Dan (valido come Gran Premio 2° Dan). Un campo di partecipanti di alto livello ha contribuito a mettere a dura prova i ragazzi dell’Istruttore tecnico Roberto

Lini, bravi a farsi trovare pronti e ad ottenere piazzamenti di assoluto prestigio. Nel Gran premio gli atleti dall’Asd Tuscia judo hanno guadagnato un buon settimo posto sia nella classe Juniores (73 kg) con Mirko Mattioli che nella categoria 90 Kg con Fabrizio Capati. Nella stessa giornata, nel più quali�cato “Torneo della Capitale”, Daniele Costantini, cintura nera 1° Dan, classe Juniores �no a 81 Kg, è riuscito a centrare un più che onorevole sesto posto su venti atleti iscritti, confermando ancora una volta le sue qualità. La ASD Tuscia Judo è sta-

ta poi impegnata anche nella 23esima Coppa di Natale, riservata agli atleti delle classi Ragazzi, Fanciulli e Bambini maschili e femminili. Tutte categorie che hanno sempre visto la società viterbese primeggiare nelle varie manifestazioni e la gara di Ostia non ha certo fatto eccezione. Da segnalare soprattutto il primo posto conquistato da Marco Scialanca, i quattro secondi posti di cui sono stati protagoniste Federica Palladino, Lucrezia Laurenti, Beatrice Laurenti e Chiara Gentili, e il terzo gradino del podio andato ad Alberto Boni, Massimiliano Mezzera e Gabriele Starnini. (ga)

BASKET D SANTA ROSA VT

22

MASTER ROMA

22

OSTIA SHARKS

22

COLLEFIORITO

20

ANZIO

20

BASKET PONTINO

18

VALCANNETO

18

SMIT TRASTEVERE

16

POLARIS

16

BOVILLE

16

PASS ROMA

14

VIRTUS CISTERNA

10

ITRI

8

LADISPOLI

8

CITTA’ FUTURA P.

6

SOVIL VITERBO

4

mente in fondo, da sola, costretta ad inseguire il Palocco che la precede di due punti e che è reduce da due vittorie consecutive contro Itri e Ladispoli. La sosta natalizia ha portato un nuovo allenatore, Mauro Montorsi al posto di Carlo Bitetto, ma dovrà portare soprattutto un cambio di mentalità per scongiurare il rischio di un’amara retrocessione diretta, sgradito ‘regalo’ per chi conclude la stagione regolare all’ultimo posto. Il girone di ritorno si aprirà per i neroarancio con la gara casalinga contro la Virtus Cisterna che, nel primo match della stagione, ri�lò un clamoroso -59 (104-45) alla Sovil ma che non è poi così lontana in classi�ca; sarà il primo scoglio da superare per dimostrare di voler sperare ancora in una rimonta ampiamente alla portata. Per il Santa Rosa, con il ‘peso’ del ruolo di prima della classe da difendere, ci sarà la trasferta contro un Valcanneto rinforzato da D’Emilio e cliente molto ostico sul suo campo. Proprio un inizio di 2011 con i �occhi. (ga)


� �

sport

Viterbo & Lazio Nord

SPORT

p

20

VOLLEY/1

Giovedì 30 Dicembre 2010

VOLLEY/2

La festa di Natale VBC, serve un bello scatto aiuta e sostiene Alla ripresa del campionato tre scontri diretti per le gialloblù Coach Iacovacci indica la strada da seguire per migliorare il Villaggio del Fanciullo G

rande successo per la terza edizione della festa di Natale organizzata dal Civitavecchia Volley. Nella cornice del “Villaggio del Fanciullo” di Civitavecchia la società rossonera ha festeggiato l’arrivo delle festività natalizie con i suoi tesserati e simpatizzanti. Serata animata grazie a Giuseppe del “Beach Team” e che ha visto diversi giochi tra cui l’ormai celebre tombolata, con la novità della gare delle torte. “Ci tengo a ringraziare tutti i partecipanti – commenta la presidentessa Viviana Marozza – ma in particolare il comitato delle mamme che ha ancora una volta lavorato fattivamente per la riuscita della manifestazione. Un appuntamento, quello della festa di Natale che rappresenta

C FEMMINILE ANGUILLARA

26

TERRACINA

26

UN. ZAGAROLO

24

I.C.S.

20

CASAL DE’ PAZZI

19

PRO CASTELNUOVO

15

SPES MENTANA

14

MARINO

13

SCUOLA SPORT

13

VBC VITERBO

11

TIBURTINI ROMA

10

ALL VOLLEY

8

ROMA PALLAVOLO

7

LIBERTAS GENZANO

4

di GLAUCO ANTONIACCI

C

inque vittorie, undici punti, una parabola ancora lontana dal toccare il suo punto più alto ma anche un cammino che, a quanto pare, sta andando nella direzione giusta. Il VBC Città dei papi di coach Jacopo Iacovacci ha archiviato la prima fase del campionato con qualche rimpianto per aver per-

so scontri alla portata ma anche con la consapevolezza di potersela giocare con tutti. Il calendario, poi, potrebbe dare una mano: nelle ultime tre gare del girone di andata, le gialloblù affronteranno, nell’ordine, Roma Pallavolo e Tiburtini Roma Centro fuori casa e Libertas Genzano in casa. Tre match che possono dare una svolta alla classi�ca delle viterbesi che, proprio per questo, stanno lavorando intensamente per essere pronte sin dalla ripresa

del campionato: “Prima o poi il lavoro che stiamo facendo darà i suoi frutti - commenta Iacovacci - la squadra è giovane, ho sempre detto e lo ribadisco che gli alti e bassi sono �siologici per questo gruppo, ma la speranza è che la crescita continui e che riusciamo a stabilizzare questi sbalzi all’interno della stessa partita. Uno dei problemi di un gruppo giovane è che, se arrivano troppe scon�tte, poi è dif�cile continuare ad avere le motivazioni necessarie, per

sicuramente un momento per stare tutti insieme e soprattutto portare avanti iniziative di solidarietà: quest’anno la somma raccolta è stata devoluta appunto al Villaggio del Fanciullo”. Questi gli sponsor che hanno contribuito alla perfetta riuscita della manifestazione: Civitacarta snc, Comal, Dico, Gra�mak, Isoltermica sas di Angelo Pierrettori, La Città dell’Auto, La Dea Bendata di Moscatelli Tiziana, Logica Turismo srl, Maga Magò, MBevents di Marzia Bonelli, Montalto Montaggi, Mcp, Pani�cio Arte Bianca di Papi Alessandro, Pizzeria Oltremare, Supermercati Graziano’s, Supermercati Tigre Amico, Unicoop Tirreno - Sezione Soci Civitavecchia, Vapoforno Scafuro, Vapoforno Fratelli Papi. (sf)

questo stiamo lavorando per le tre partite che ci aspettano all’inizio del nuovo anno, convinti che si possa fare di più”. Stasera alle 20,30 la squadra gialloblù disputerà un’amichevole al PalaVolley contro il Civita che milita in serie D, test che si ripeterà, a campi invertiti,la prossima settimana. Grande attesa anche per la 24 ore di volley del prossimo 5 Gennaio, un evento che, si spera, sarà di buon augurio per la stagione del VBC.

VOLLEY/3 - Dopo la sosta due match da vincere VOLLEY/4 - Gennaio sarà decisivo per le ambizioni del sestetto di Timpanaro

Cardinali scuote la CB Tuscia “Bisogna cambiare mentalità”

Dobbiamo cambiare mentalità, il gruppo ha grosse potenzialità ma deve migliorare molto”. Coach Stefano Cardinali è molto chiaro quando gli si chiede un giudizio sulla prima parte di campionato della CB Immobiliare Tuscia di capitan Cereti (nella foto). “Al di là dei risultati altalenanti - prosegue - stiamo pagando l’inesperienza di diversi elementi, un difetto che si vede nelle scelte spesso errate. Sappiamo giocare grandi set, come contro Roma 7 o nell’amichevole contro Civita Castellana, ma altre volte ci perdiamo. Questa pausa poteva essere un’occasione per lavorare duro e migliorare ma non tutti l’hanno capito, gli allenamenti sono a ranghi ridotti e la qualità del lavoro ne risente. D’altronde non sono professionisti ed anche la società non può obbligare nessuno a rinunciare alle vacanze”. “Sapevamo che la serie C sarebbe stata una scommessa grande - chiude Cardinali - ma qualche elemento ci sta dando grosse soddisfazioni. Subito dopo la sosta affronteremo in casa Monteporzio e Sora, sono due match che dobbiamo provare a vincere e che potrebbero darci una bella spinta in classi�ca e tanto morale”. (ga)

Tuscania si gode l’aria rarefatta della vetta S

C MASCHILE POL. TUSCANIA

29

ROMA 7

27

VIRTUS ROMA

27

MARINO

27

TECN. CIVITA C.

21

MARE DI ROMA

17

MONTEPORZIO

11

CASAL BERTONE

10

FENICE

10

ANGUILLARA

9

BRACCIANO

9

CB IMM. TUSCIA

7

SALES

5

SORA

1

e vinci dieci partite su dieci, lasciando per strada solo un punto, è davvero dif�cile non ricevere un giudizio ampiamente positivo. Tuscania è arrivata alla pausa natalizia mettendo in �la tutte le rivali più accreditate, a partire dagli squadroni romani, proseguendo con Marino e con i ‘cugini’ di Civita Castellana, schiacciando ogni avversaria con autorevolezza e grinta. La sapiente mano di coach Ruben Timpanaro ha plasmato un gruppo rinnovato che non ha mai tradito, facendo crescere l’entusiasmo dei tifosi, sempre più numerosi: “Abbiamo un gruppo di giovani che con Timpanaro rendono al massimo - commenta il dirigente Roberto Capoccioni (nella foto) - e abbiamo fatto rientrare alla base alcuni ragazzi di Tuscania come Murri o Claudio Antonucci che hanno rinsaldato il legame con il nostro paese. Stiamo compiendo una bella cavalcata, iniziata quasi per scherzo e con una squadra certamente interessante sulla carta, ma che poi doveva rendere bene anche in campo. E’ un gruppo abbastanza omogeneo dal punto di vista anagra�co, con giocatori che sono prima di tutto amici come nel caso dell’alzatore Bellone e dell’opposto

VOLLEY/5 - Dopo l’expolit con la Virtus Roma

La Tecnocopy ora è più sicura di avere un posto fra le grandi

I

Raffa che sono arrivati insieme a giocare a Tuscania. Puntavamo ai playoff ma ora che siamo in testa ci farebbe piacere rimanerci, a patto che non ci venga il mal di testa come ha detto il nostro presidente Pieri”. L’attenzione però è rivolta anche al vivaio: “Avevamo paura di non riuscire a creare una under 21 abbastanza forte da difendere il titolo regionale - prosegue Capoccioni - invece, grazie anche all’accordo con Nepi, siamo in testa nel nostro girone e la squadra sta andando bene”. Gennaio sarà un mese determinante: la prima squadra, dopo il match casalingo con Bracciano, chiuderà l’andata s�dando Roma 7 e Virtus Roma mentre l’under 21 ospiterà la Virtus Roma con cui è appaiata in vetta al girone. Test duri per una realtà che vuole restare ai vertici. (ga)

l secco 3-0 esterno ri�lato alla (ex) capolista Virtus Roma ha impreziosito un girone di andata che, �no a quel momento, aveva visto la Tecnocopy Civita Castellana costantemente nelle zone alte della classi�ca ma sempre scon�tta negli scontri con le altre big. Serviva forse il colpo, la vittoria pesante, per confermare che i civitonici sono anche loro una delle grandi del girone. Il colpo è arrivato, ma coach Massimo Costanzi (nella foto) ha sempre creduto nelle potenzialità della sua squadra: “A mio avviso - conferma - il campionato vive su cinque squadre più forti delle altre. Quando si incontrano può arrivare qualunque risultato, anche se i precedenti scontri diretti noi li avevamo persi. Credo che fra qualche settimana potremo avere un quadro più chiaro della situazione, visto che le nostre avversarie dovranno scontrarsi spesso tra loro negli ultimi tre turni del girone di andata, e al giro di boa sono sicuro che saremo molto

più vicini. Da qualche settimana stavamo giocando meglio, contro la Virtus è stata la nostra migliore gara della stagione, anche loro ci hanno un po’ aiutato sbagliando qualcosa ma di sicuro è stata una vittoria che ci ha dato più �ducia nelle nostre qualità, che già conoscevamo. Ora affronteremo due squadre discrete ma non eccezionali, prima di un’altra settimana di stop. Abbiamo impostato un lavoro su queste sei settimane e ci proponiamo di non sbagliare per recuperare i punti che le altre formazioni di vertice si toglieranno con gli scontri diretti”. (ga)


Giovedì 30 Dicembre 2010

cultura

Viterbo & Lazio Nord

Torna l’edizione invernale della più bella manifestazione musicale del centro Italia

p

21

L’inghilterra barocca in concerto

Diciottesimo anno di vita Un po’ di Londra per Umbria Jazz Winter arriva a Tuscania di FORTUNATO LICANDRO

E

nata di oggi si apre alle ore 12 con il quintetto guidato da Dee Alexander, una delle più apprezzate voci della scena di Chicago: a suo agio con tutti i generi, dal gospel al blues, dall’R&B al soul, riesce a dare un tocco particolare a tutte le sue interpretazioni. Sempre alla stessa ora, al Palazzo del Popolo nella Sala dei 400, “Gospel at its best”. Alle ore 13, presso il ristorante Al San Francesco, “Chick Rodgers”, accompagnata dalla “Founda(c)

tion R&B Band”, propone un repertorio ancorato alle radici del soul e del funky. Padrino artistico d’eccezione, Quincy Jones, per il giovane pianista di origini cubane “Alfredo Rodriguez” che si esibirà in trio, oltre che in un unico piano solo alle ore 16 nella Sala dei 400 del Palazzo del Popolo. Alla Sala del Carmine dalle 16 e 30 alle 18, concerto multimediale con “One hand Jack una musica da Dio”, con Enzo Pietropa-

cinema

spettacolo

Nei teatri è una festa senza fine

Torna al cinema il regista di Amliè

Continuano gli spettacoli celebrativi del Natale in tutta la provincia. In particolare segnaliamo nel comune di Tarquinia l’inaugurazione della mostra “I giochi dei nonni – Les jeux d’antan” che si svolgerà stasera alle ore 18 presso la Biblioteca Comunale. Sempre a Tarquinia ci sarà il concerto del duo Giammarughi – Zeppetella, all’interno dell’“In Spirito Jazz Festival”, alle ore 19 nel Palazzo Comunale. Nel comune di Tuscanica si terrà stasera, alle ore 21, il concerto dell’ensamble London Baroque presso la Chiesa di Santa Maria delle Rose; lo spettacolo fa parte della kermesse denominata “Inverno Barocco”. Oggi invece ad Orvieto dalle 11,30 in poi singolare evento, presso la Residenza Dinamica Caravajal, con concerti live, culture mix, performance teatrali, aperitivi, pranzi e cena – concerto; è prevista la presenza di due ospiti d’eccezione quali Emanuela Villagrossi e Giovanni Meier. Sempre ad Orvieto, all’interno della manifestazione “Umbria Jazz Festival”, si esibiranno artisti di fama internazionale nei luoghi della città più belli e suggestivi, presso il centro storico. E’ previsto per domani nel comune di Capranica la Santa Messa con il coro gospel NewYork State Mass Choir, presso la Chiesa di San Giovanni alle ore 18; al termine ci sarà uno spettacolo di fuochi d’artificio. Nel Comune di Tarquinia domani sera alle 22,30 ci sarà una festa in Piazza Matteotti, con musica dal vivo che accompagnerà l’arrivo del Nuovo Anno. Capodanno in piazza anche ad Orte domani sera con una gran festa e la musica degli O.G.M. live; nel pomeriggio dalle 15 in poi sarà possibile effettuare delle visite guidate nei musei e nella città sotterranea. Festa con veglione anche a Valentano dove si celebrerà l’arrivo nel Nuovo Anno con gli Evergreen all’interno della Palestra Comunale. Tutto è pronto per festeggiare l’Anno Nuovo ormai alle porte!

originale ensemble John Toll, cofondatore quest’ultimo insieme a loro alla nascita ufficiale dei London Baroque; gli altri sono stati presi solo successivamente. Il gruppo ha effettuato molte registrazioni, in particolare per due etichette europee molto note quali armonia Mundi e Bis e vanta numerose partecipazioni in trasmissioni televisive e radiofoniche internazionali. Essi sono regolarmente ospiti nei festival di Salisburgo, Bath, Bearne, Innsbruck, Utrecht, York e Stoccarda. Il gruppo è amato e molto apprezzato oggi come vent’anni fa, la loro notorietà e fama è rimasta invariata e anzi semmai negli anni è notevolmente cresciuta. La loro musica nel 1980 è stata descritta dal Financial Times come “delizia per l’orecchio…. morbida,flessibile partita che ha toccato le vette di virtuosismo e la profondità delle emozioni”. Passioni, intensità e grandi emozioni attenderanno quindi stasera il pubblico di Tuscanica. Elisabetta Soriano

televisione

di ELISABETTA SORIANO

di FORTUNATO LICANDRO Bazil è un cinefilo che fa l’impiegato in un video noleggio. La sua vita è stata rovinata dalle armi da guerra: quando ancora era in tenera età, una mina gli porta via il padre nel mezzo del deserto del Marocco e, una volta diventato adulto, una pallottola vagante gli si conficca nella testa lasciandolo in fin di vita. Dopo aver trascorso un lungo periodo in ospedale, durante il quale viene dato per morto, Bazil si risveglia in piena forma per scoprire che la sua casa è stata data in affitto, le sue cose sono state rubate e il suo lavoro è stato affidato a un’altra persona. Rimasto solo e senza un soldo, Bazil inizia a vivere come un clochard per strada. Dopo qualche notte trascorsa lungo la Senna e qualche giorno passato a fare l’artista di strada, viene invitato da un barbone a entrare a far parte di una famiglia di clochard creativi che vivono in un mondo di materiali riciclati. Grazie a questo incontro farà la conoscenza con Slammer, un condannato graziato che gli presenta la sua banda di eccentrici commercianti da discarica tra cui Calcolatore, un esperto di matematica e statistica, Buster, detentore del record come palla di cannone umana, Tiny Pete, un artistico artigiano di automi, ed Elastic Girl, un’impertinente contorsionista. Un giorno Bazil riconosce il logo dei fabbricanti di armi che hanno causato tutte le sue sofferenze e, aiutato dalla fedele combriccola di strambi compagni, decide di prepararsi per la vendetta. Jean-Pierre Jeunet torna sul grande schermo dopo il successo del “Il favoloso mondo di Amélie”. Tra cartoni animati in carne ed ossa, atmosfere da fiaba e comicità “slapstick” il regista francese firma quella che, senza ombra di dubbio, può essere definita la commedia più bella dell’anno.

oli al contrabbasso e Julian Mazzariello al pianoforte. Alle ore 18 nella Sala Expo del Palazzo del Popolo, il trio composto da “Rosario Giuliani” al sax, “Joe Locke” al vibrafono e “Dado Moroni” al pianoforte, propone un repertorio che sfugge a una semplice classificazione, attingendo a pieni mani dal linguaggio del jazz. Alle ore 21, appuntamento al Teatro Mancinelli per l’evento clou della serata: “Chick Corea & Stefano Bollani Duet”.

di ELISABETTA SORIANO

Se rimaniamo in casa ecco la tivvù

dizione speciale quest’anno per UMBRIA JAZZ WINTER. Infatti, la versione invernale del Festival diventa maggiorenne. Un traguardo importante per questa manifestazione, nata nel 1993, che si è ritagliata un posto molto particolare nel panorama dello spettacolo italiano, non solo del jazz. Il Festival, che si è aperto il 29 dicembre e proseguirà fino al 2 gennaio 2011, si svolge secondo una formula consolidata e centrata sul connubio tra turismo e spettacolo di qualità, con il valore aggiunto dell’ospitalità di una delle più belle città dell’Umbria. A legare tutti questi tratti distintivi resta il cartellone proposto dal direttore artistico Carlo Pagnotta. I concerti serali si svolgono al Teatro Mancinelli, al Palazzo del Popolo, al Palazzo dei Sette, a Palazzo Soliano, al cui piano terra si trova il Museo Emilio Greco, con sculture e creazioni grafiche donate alla città dallo stesso. Anche quest’anno resta location d’eccezione il Duomo d’Orvieto, progettato da Lorenzo Maitani e realizzato tra il Trecento e il Cinquecento, che farà da cornice nel pomeriggio di Capodanno alla Messa della Pace caratterizzata dalla presenza della musica gospel. Il programma della gior-

Appuntamento stasera a Tuscania con l’ultimo dei quattro concerti organizzati all’interno della manifestazione “Inverno Barocco”, l’edizione 2010 del Festival Barocco. Dopo Montefiascone con il concerto di Jordi Sarvall, Viterbo con l’esibizione di Affetti Barocchi e Grotte di Castro con lo spettacolo dell’Ensemble Classica, questa sera è la volta di Tuscanica con il concerto gran finale del London Baroque alle ore 21 nella Chiesa Santa Maria delle Rose. Quella del Festival Barocco è una tradizione ormai consolidata nella provincia di Viterbo e quest’anno, nonostante le iniziali difficoltà economiche sorte per organizzarlo, si è riusciti ad assicurare all’evento musica di qualità e location di grande prestigio che hanno sempre contraddistinto la kermesse. Ad assicurare il successo del gran finale di questa sera la scelta di un gruppo di talentuosi e noti artisti quali i London Baroque sono. Essi sono uno dei più ammirati ensemble che si occupa di musica da camera barocca; si sono costituiti a Londra nel 1978 e vantano una formazione di quattro giocatori: due violinisti, un violoncellista e un tastierista, ai quali a volte si aggiungono altri musicisti e cantanti. Primo violinista del gruppo è Ingrid Seifert, violoncellista Charles Medlam e tastiera

Serata casalinga densa di appuntamenti quella che ci attende sul piccolo schermo. Su Rai 1 alle 21,05 verrà trasmessa la seconda delle tre puntate di “Speciale Superquark”: il conduttore Piero Angela si occuperà della storia di Antonio Meucci, geniale inventore del telefono e titolare di ben ventidue brevetti. Rai2 alle 21,05 propone un varietà inedito con Claudio Lippi, una novità in una sola puntata intitolata “Italia Amore Mio”: un viaggio alla scoperta dell’Italia attraverso una gara a quiz per scoprire le conoscenze degli italiani sul nostro paese; arbitri del programma saranno Amedeus per il Nord e Giancarlo Magalli per il Sud. Su Rai3 alle 21,05 verrà trasmesso il film western di Sergio Leone del 1971 “Giù la testa”, interpretato da James Coburn e Rod Steiger. Canale5 alle 21,10 propone la prima delle sei puntate della fiction “Al di là del lago”, che stasera avrà come titolo “L’uomo con la camicia scozzese”; la serie è il seguito dell’omonimo film andato in onda nell’aprile del 2009 e ha come protagonisti Kaspar Capparoni, Roberto Farnesi Gioia Spaziani e Fabio Testi. Appuntamento su Italia1 con la terza puntata della trasmissione di attualità “Focus Uno” condotta da Giulio Golia. Su Rete4 alle 21,10 appuntamento con la trasmissione “Viaggio in Vaticano”: tour alla scoperta dello Stato più piccolo del mondo, dei suoi misteri, della sua organizzazione, della sua storia e delle sue bellezze artistiche. A seguire alle 23,45 verrà programmato il film drammatico “Il giardino segreto” con Kate Maberly e Heydon Prose. Sui canali satellitari segnaliamo il film di Quentin Tarantino “Bastardi senza gloria” con Brad Pitt alle 21 su Premium Cinema e il film fantastico “Catwoman” con Halle Berry, Sharon Stone e Benjamin Bratt su Steel sempre alle 21. Buona visione!


22

appuntamenti

p

Giovedì 30 dicembre Concerto TARQUINIA In Spirito Jazz Festival Concerto del Ciammarughi-Zeppetella (nella foto) duo. Palazzo Comunale, Tarquinia, ore 19 TUSCANIA Inverno Barocco Concerto dell’Ensemble London Baroque. Chiesa S. Maria delle Rose, Tuscania, ore 21 Mostra TARQUINIA Inaugurazione mostra I giochi dei nonni – Les jeux d’antan. Biblioteca Comunale, Tarquinia, ore 18 Venerdì 31 dicembre Concerto CAPRANICA Santa Messa con il coro gospel New York State Mass Choir. Chiesa di San Giovanni, Capranica, ore 18 Evento

Cinema Azzurro

Viterbo & Lazio Nord

TARQUINIA Festa in piazza con musica dal vivo. Piazza Matteotti, Tarquinia, ore 22.30 ORTE Capodanno in piazza con musica degli O.G.M. live. Piazza della Libertà, Orte, dalle ore 15 VALENTANO Veglione di Capodanno con gli Evergreen. Palestra Comunale, Valentano, ore 22 Sabato 1 gennaio Concerto SUTRI Concerto della Banda Musicale Reginaldo Caffarelli di Sutri. Chiesa di San Francesco, Sutri, ore 18 Presepe SUTRI Presepe vivente nella zona archeologica di Sutri. Passeggiata Archeologica, Sutri, ore 17.30 Fino al 6 gennaio 2011

Cinema Lux

CORCHIANO 41° Presepe vivente con colonna sonora di Nicola Piovani, voci narranti di Gigi Proietti, Lello Arena, Nino Castelnuovo, Norma Martelli. Degustazione gratuita di prodotti tipici. Forre di Corchiano, Corchiano ore 17 in-

gresso 5 euro. 1, 2 e 6 gennaio 2011. Domenica 2 gennaio Concerto VALENTANO Concerto di Capodanno della Banda di Valentano diretta da Franco Silvestri. Chiesa S. Giovanni, Valentano ore 17

Teatro Genio

Giovedì 30 Dicembre 2010

BOLSENA Bolsena suona... in teatro. Rassegna musicale di beneficenza a favore dell’associazione Misericordia. Teatro San Francesco, Bolsena, ore 17 SUTRI Concerto di chitarra e voce del duo Filadelfi o Cordiali e Daniela Settequattrini. Cattedrale di S. Maria Assunta, Sutri, ore 19 Presepe VEJANO 10° edizione del Presepe vivente con 250 figuranti in costumi tipici della Palestina. Vejano, ore 17 TARQUINIA Presepe vivente con 300 figuranti. Centro storico, Tarquinia, ore 17.30 GROTTE DI CASTRO Presepe vivente sotto la rupe del paese con 90 figuranti. Grotte di Castro, ore 17.30

Cinema Trieste

Natale in Sudafrica

La Bellezza del Somaro

La Banda dei Babbi Natale

Un altro mondo

Viterbo Via C. Cattaneo, 44 Tel. 0761.220019 (15,45-17,30-19,15-20,30-22,30)

Viterbo Viale Trento, 1 Tel. 0761.340848 (16,00-18,00-20,20-22,30)

Viterbo Via Teatro Genio, 16 Tel. 0761.343041 (16,30-18,30-20,30-22,30)

Viterbo Viale Trieste, 30 Tel. 0761.307083 (18,30-20,30-22,30)

Cinema Trento

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Megamind in 3D

Natale in Sudafrica

Le Cronache di Narnia in 3D

Megamind in 3D

La Quercia (Vt) P.zza Santuario, 51 Tel. 0761.307759 (16,00-18,00-20,0-22,00)

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 (17,30-20,00-22,30)

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 (17,30-20,00-22,30)

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 (18,00-20,15-22,30)

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cinema Etrusco

La Banda dei Babbi Natale

The Tourist

La Bellezza del Somaro

Natale in Sudafrica

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 (18,00-20,15-22,30)

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 (18,30-20,30-22,30)

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 (20,30-22,30)

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 (16,00-18,00-20,00-22,00)

Cinema Etrusco

Cinema Etrusco

Cinema Etrusco

Flavia Multisala

La Banda dei Babbi Natale

The Tourist

Megamind in 3D

Natale in Sudafrica

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 (18,00-20,00-22,00)

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 (16,00-18,00-20,00-22,00)

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 (16,00-18,00-20,00-22,00)

Montefiascone Via della croce, 1 Tel. 0761.826611 (15,30-17,30-19,45-22,00)

Flavia Multisala

Cinema Gallery

Cinema Gallery

Megamind in 3D

La Banda dei Babbi Natale

Le Cronache di Narnia in 3D

Natale in Sudafrica

Montefiascone Via della croce, 1 Tel. 0761.826611 (21,30)

Montefiascone Via Cardinal Salotti Tel. 0761.824342 (21.30)

Montefiascone Via Cardinal Salotti Tel. 0761.824342 (21,30)

Bolsena Via Guglielmo Marconi Tel. 0761.799186 (15,30-17,30-19,50-22,00)

Cinema Alberini

Cinema Moderno

Cinema Florida

Cinema Excelsior

Cinema Colombo

La Banda dei Babbi Natale

Natale in Sudafrica

Natale in Sudafrica

Natale in Sudafrica

Orte Via del Plebiscito, 6 Tel. 0761.403585 (21,45)

Civita Castellana Via del Forte, 26 Tel. 0761.598165 (17,40-19,50-22,00)

Cura di Vetralla Via Cassia, 277 Tel. 0761.483340 (16,00-18,00-20,00-22,00)

Valentano Via Monte Grappa, 16 Tel. 0761.453138 (21,30)


Giovedì 30 Dicembre 2010

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

almanacco

Viterbo & Lazio Nord

p

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

A

ncora u n po’ stanchi a causa del passaggio del sole e di Marte in Capricorno, vi sentirete dei pesci fuor d’acqua quando si tratterà di organizzare gli ultimi dettagli per domani sera. Delegate pure…i vostri amici sanno che quando siete di malumore create solo pasticci. Ci penseranno loro a farvi star bene. DIVERTITEVI. 22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

V

oi siete un po’ stanchi cari amici del cancro. se tirate le �la di questo 2010 il risultato è tanta tanta stanchezza. Cercate invece di essere un po’ ottimisti. Questa Luna in scorpione vi guarda meravigliosa e insieme a Venere vi suggerisce di vivere l’amore a tempo pieno. BELLI E ROMANTICI 23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

N

e g l i ultimi due giorni, complice una bella luna nel vostro segno vi siete un po’ rilassati. Anche oggi e domani andrà bene. Si prevede un capodanno da passare con il vostro grande amore. Siete contenti vero?. Lui sì, VI ADORA! 22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

C

ontinua la vostra fase di revisione di ciò che non va nella vostra vita, ma grazie ai pianeti nel vostro segno, il tutto sarà molto meno doloroso, dando spazio a novità che vi coinvolgeranno specialmente a partire dal prossimo 26 gennaio. AVANTI TUTTA

BUONGIORNO AI LETTORI

Il buongiorno e Buon 2011 a tutti i lettori da Raffaella del Bar Tizio di Orte

21 Aprile - 20 Maggio TORO

È

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

C

molto probabile che voi in questo momento siate un po’ delusi per come stanno andando gli affari di cuore in questi ultimi tempi.. e visto che a Natale avete mangiato a quattro canasse.. Domani sera penserete ad altro.. sarete degli irresistibili RUBACUORI

uriosi come siete avrete sicuramente ascoltato qua e la le previsioni per il vostro nuovo anno e avrete capito che sarà decisamente uno dei vostri anni migliori. Dopo sette lunghi anni Urano vi lascerà in pace..ma per adesso ancora vi guarda cupo dal segno dei Pesci..Su, resistete..MANCA POCO

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

D

o p o tutto questo tempo in cui siete stati i Re della foresta non vi va di passare un capodanno un po’ appannato. Ascoltatemi. Nonostante questa severa Luna che vi guarda male dello Scorpione sarete ugualmente i più corteggiati ed acclamati. Mercurio in Sagittario farà di voi i Re del tavolo verde. TENTATE LA FORTUNA 24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

I

C

o n questi pianeti in Capricorno che vi invitano a sfrenarvi in impossibili danze chi vi ferma più? Avete letto qua e la che sarete il segno favorito del 2011 e cominciate a volteggiare volteggiare e volteggiare…attenti a non far cadere qualcuno, però.. Giove ancora vi guarda male e dovreste ripagare i danni. E ABBIATE PAZIENZA NO? 22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

G

pianeti in Capricorno vi danno una bella spinta a portare avanti i vostri progetti, ma voi giustamente pensate a tutt’altro. E lo credo bene..con questa Luna che vi guarda splendida e una Venere che vi porta amanti a volontà… DIVERTITEVI E BUON CAPODANNO

ià ve l ’ h o detto..il 2011 deve ancora iniziare, anzi, per essere precisi, per voi inizierà il 26 gennaio prossimo, giorno in cui giove enterà in Ariete per restarci sei mesi, periodo in cui vi elargirà fortuna a piene mani. Per ora..ATTENDETE PAZIENTI

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

N

on ci posso fare davvero nulla se le stelle hanno deciso di rovinarvi queste vacanze cari amici dell’Acquario, una Luna in Scorpione congiunta a Venere potrebbe far saltare qualche vostro appuntamento rendendovi aspri come mnon mai. Non esagerate. E’ TUTTO PASSEGGERO

F

23

inirete il vostro meraviglioso anno in bellezza cari amici dei Pesci.. La Venere in Scorpione vi renderà più belli che mai e la Luna aumenterà il vostro già scintillante charme. Cosa volete di più?�nalmente il grande amore’.. CI SIAMO QUASI!!!

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conser va reper ti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Car te Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più impor tanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al traspor to della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reper ti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787

PREVISIONI METEOROLOGICHE Giovedì 30 Dicembre 2010

Venerdì 31 Dicembre 2010

ore 06 cielo sereno e vento da e s t a 5 k m / h . Te m p e r a t u r a d i 0,3 °C ore 09 cielo sereno e vento da e s t a 5 k m / h . Te m p e r a t u r a d i 4 , 6 °C ore 12 cielo sereno e vento da e s t a 5 k m / h . Te m p e r a t u r a d i 8 , 6 °C ore 15 cielo sereno e vento da e s t a 4 k m / h . Te m p e r a t u r a d i 7 °C ore 18 cielo sereno e vento da e s t a 3 k m / h . Te m p e r a t u r a d i 3 , 2 °C ore 21 cielo sereno e vento da e s t a 5 k m / h . Te m p e r a t u r a d i 1 , 5 °C

ore 06 cielo coperto con deboli precipitazioni di pioggia mista a neve e vento da nord/est a 10 km/h. Temperatura di 2,4 °C ore 09 cielo coperto con precipitazioni di pioggia mista a neve e vento da nord/est a 11 km/h. Temperatura di 3,1 °C ore 12 cielo coperto con deboli precipitazioni e vento da nord/est a 9 km/h. Temperatura di 5,1 °C ore 15 cielo molto nuvoloso o coperto con possibili deboli precipitazioni e vento da nord/est a 9 km/h. Temperatura di 6 °C ore 18 cielo quasi sereno o poco nuvoloso e vento da nord/est a 8 km/h. Temperatura di 3,6 °C ore 21 cielo poco nuvoloso e vento da nord/est a 9 km/h. Temperatura di 2,6 °C

FARMACIE

OGGI 30 DICEMBRE CARLINI (DIURNO E NOTTURNO) CORSO ITALIA, 37 (VT) VENERDI’ 31 DICEMBRE CAPPUCCINI (DIURNO E NOTTURNO) VIA VICENZA, 40A (VT) SABATO 1 GENNAIO GIACCI (DIURNO) VIALE TRIESTE, 36A (VT) FORTINI (NOTTURNO) CORSO ITALIA, 37 (VT)


L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 30 dicembre 2010  

edizione del 30 dicembre 2010

Advertisement