Issuu on Google+

Sport p.20

p.29

Salute p.23

del Delta

on-line: 

centro arredamento via Madonna Marina, 407 Sottomarina (Venezia) tel. 041 491600 - fax 041 491829 www.mobilveneto.it info@mobilveneto.it

da a oltre 40 anni sempre al tuo fianco per arredare i tuoi sogni. È per questo che l’esposizione è in continuo rinnovamento con i mobili più innovativi del mercato. Vieni a trovarci il 19 Marzo perché organizza una grande festa dalle ore 15.30 alle 19.30 all’interno dell’esposizione con un famoso cuoco che vi dimostrerà come preparare deliziosi manicaretti con un piano cottura ad induzione e inoltre ci sarà una sfilata di moda e tante altre curiosità.

Entrata libera e ricco buffet gratuito

via Madonna Marina, 407 - Sottomarina (Ve) - tel. 041 491600 - fax 041 491829 www.mobilveneto.it - info@mobilveneto.it

Periodico d’informazione locale - Anno XXIV n. 16

FEBBRAIO 2017

Cultura p.19


Da i mobili dei marchi più prestigiosi del mercato a piccoli prezzi. Fino al 30 aprile, se acquisti una cucina potrai avere il top in quarzo al prezzo del laminato, un set di elettrodomestici a prezzi mai visti e tante altre offerte.

I NOSTRI SERVIZI GRATUITI

• Consulente d’Arredo a tua disposizione • Montaggio dei mobili con personale altamente qualificato • Trasporto con i nostri mezzi entro 50 km (per un minimo di spesa 1500€) • Servizio navetta per arrivi da Pellestrina INOLTRE possiamo effettuare il trasloco dei tuoi mobili ad un prezzo molto vantaggioaso gestito direttamente con il nostro personale


Sport p.20

4 1011 1211 1215 1516 16 33 34

p.29

Salute p.23

FEBBRAIO 2017

on-line:  EDICOLA & TELEFONIA

del Delta GREEN APPLE s.a.s.

c/o C.C. IL PORTO P.le Rovigno, 1/41 ADRIA (Ro) • tel. 0426 480088 greenapplesas@gmail.com

soliDarietÀ SOLIDARIETÀ

Da Porto Viro al Centro Italia per aiutare Porto tolle rosolina

Il Comunecustodi Lunatics, punta delle memorie sul dei turismo Pink Floyd

porto tolle, scintille in consiglio: “giunta incapace” Dura accusa dei consiglieri di minoranza Roberto Pizzoli, Raffaele Crepaldi e Silvana Mantovani servizio a pag 8 nel commentare il lavoro dell’amministrazione di Claudio Bellan

rosolina ariano nel polesine

Lunatics, custodi Dalla delle memorie “fabbrichetta” dei Pink Floyd a industria al top associazione ARIANO NEL POLESINE foglie ViVe

Dalla Germogli solidali portano buon “fabbrichetta” frutto a industria al top porto Viro e taglio associazione foglieDi vive po

Germogliinizia Elezioni, solidali la corsa ebuon portano si scaldano i motori frutto PORTO VIRO E TAGLIO DI PO

Elezioni, inizia la corsa e si scaldano i motori protagonisti

Giovani veneti eccellenze nel mondo Oroscopo

Febbraio, stelle positive quasi per tutti

Godiamoci la festa Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

C Ci trovi a: ADRIA c/o

via m. Sig. Filippo Pozzato n. 20/d tel. 0426 42496

’è un tempo dell’anno in cui è giusto lasciare gli ormeggi e concedersi qualcosa che altrimenti non faremmo mai. Quando la vita era dura, come dicono i nostri nonni, questo periodo dell’anno era il Carnevale. Ed eccoci qua, dunque, pronti a rendere omaggio alla tradizione che ci vuole veneti golosi di fritelle, favette, crostoli o galani, che dir si voglia, burloni e disposti a fare e ricevere scherzi. Ma soprattutto pronti ad andare al Carnevale! segue a pag 3

Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone

dal

6

198

Elaborazione dati contabili e aziendali Contenzioso fiscale Consulenza fiscale e finanziaria

Periodico d’informazione locale - Anno XXIV n. 16

Cultura p.19

Studio Marangoni s.a.s.

di Marangoni Giuseppina & C.

45019 Taglio di Po (Ro) · Via Roma, 63 Tel. 0426 661523 · Fax 0426 349357 Cell. · 335 7667328 · info@marangonistudio.it

facebook.com/lapiazzaweb

clicca mi piace!


3

Facciamo il punto

www.lapiazzaweb.it

Godiamoci la festa Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

Rispunta l’aviaria e arriva in Polesine I

nfluenza aviaria in Polesine: un focolaio nelle scorse settimane è x stato individuato in un allevamento di 36mila galline a Porto Viro e ne ha richiesto l’abbattimento, mentre un secondo intervento di prevenzione è stato attuato a Porto Tolle. A Porto Viro sono stati distrutti, in seguito a un’ordinanza della Regione Veneto, gli animali già morti e anche le uova prodotte, abbattuti i restanti animali presenti nella struttura. La Regione ha disposto “una serie di misure restrittive per contenere l’eventuale diffusione del virus, così come accaduto per i focolai verificatisi a Mira e Piove di Sacco”. Quello polesano, infatti, non è l’unico caso riscontrato in Veneto da inizio anno. Ma il problema è ancora più grande e riguarda un’epidemia che sta coinvolgendo l’intera Europa: 23 i paesi interessati, 949 i focolai e quasi 5 milioni gli animali coinvolti. L’ordinanza regionale ha istituito un zona “di protezione” in alcune aree dei comuni di Porto Viro, Ariano nel Polesine, Taglio di Po e Porto Tolle, in base alla quale il pollame è stato “confinato” per non farlo entrare in contatto con altri animali ed è stata effettuata una disinfezione dei mezzi di trasporto. È stata inoltre individuata una seconda area di sorveglianza, che si estende anche a Corbola, Loreo e Rosolina, con “divieto di movimentazione e trasporto di pollame, pollastre, pulcini di un giorno e uova”. Nei primi giorni di febbraio l’allarme si è poi esteso a un allevamento di Porto Tolle, con il sindaco Claudio Bellan che ha disposto il sequestro dell’allevamento e di tutti gli animali (oltre 30mila galline). Il sindaco ha comunque sottolineato che si tratta di una misura precauzionale e cautelativa in quanto l’azienda sarebbe stata “a contatto con focolaio primari di influenza aviaria”.

Focolaio a Porto Viro: abbattute 36mila galline

Quasi in ogni paese vengono organizzate feste in piazza con carri allegorici più o meno grandi ed elaborati ma che, comunque, raccontano l’impegno di tanti cittadini che raccolgono la sfida del tempo e che, di sera, nel fine settimana, quando possono si ritrovano in qualche capannone per trasformare un rimorchio in un carro allegorico. Certo è che nell’era dei mondi virtuali in 3D, dove qualsiasi cosa sembra più vera della vita vera, tutto questo sforzo per un carretto di cartapesta pare davvero sprecato. Vien da chiedersi che senso abbiano oramai questi carnevali di paese. Se un tempo i carri sapevano stupire i bambini di ogni età e divertire gli adulti, oggi non è più così. Le nuove generazioni sono abituate a ben altro, il mondo che li cattura è tutto contenuto sullo schermo dello smartphone, una scatola che si apre ovunque e in ogni momento per portarli altrove. La rete, i social li catapultano con un clic nel mondo che non c’è e che, come accade nella favola a Peter Pan, è, tante volte, più affascinante e divertente del mondo che c’è. La tecnologia cattura e incanta…La carta pesta? Certo se assistiamo al carnevale di Viareggio o a qualche altro evento di quella portata possiamo dire che lo spettacolo vale ancora la pena ma per quanto durerà? Che sia il gusto del ricordo e della tradizione che mantiene in vita i nostri carnevali di paese? O la tenacia di quanti pensano che una giornata all’aria aperta, piena di colori e coriandoli valga ancora la pena di essere vissuta fino in fondo con tutti “i santi crismi”: carri, sfilata di mascherine, bancarella di dolciumi e karaoke? Forse è questo, ed è bene che sia così. A dimostrarlo sta il fatto che i nostri carnevali a volte non si fanno più, saltano qualche anno e poi tornano più belli di prima. E quando i carri tornano in piazza la gente partecipa e si diverte, segno che quando la festa salta si crea un vuoto, una mancanza. E’ un peccato, si dice. Allora infiliamo la maschera e andiamo, che la festa inizi. Sosteniamo, almeno partecipando numerosi, Pro Loco e comitati che tanto si impegnano senza guadagnare nulla se non la soddisfazione di vedere le piazze piene di bambini sorridenti. Il ricordo del carnevale in piazza, l’odore dei coriandoli polverosi, delle frittelle da carretto, il colore acceso dei costumi…tutto questo sarà prezioso e indelebile per loro perché solo la vita vera si incide davvero nella memoria di un essere umano. Altro che giochi virtuali!

NOVITÀ

PROFESSIONAL Consulenza e studio COLOR di immagine per capelli e trucco MOLECOLAR Ambiente accogliente BY FAMA con un’area benessere e relax

Giorgia Gay

del Delta

è un marchio registrato di proprietà Srl di

È un periodico formato da 14 edizioni locali mensilmente recapitato a oltre 250.000 famiglie del Veneto. Questa edizione raggiunge le zone di Rosolina, Porto Viro, Taglio di Po, Ariano Polesine e Porto Tolle per un numero complessivo di 15.460 copie. Iscrizione testata al Tribunale di Venezia n. 1142 del 12.04.1994; numero iscrizione ROC 22120

Direzione, Amministrazione e Concessionaria di Pubblicità Locale: via Lisbona, 10 · 35127 Padova tel. 049 8704884 · fax 049 6988054 >redazione@givemotions.it< >www.lapiazzaweb.it<

Redazione: Direttore responsabile (ad interim) Germana Urbani >direttore@givemotions.it< Ornella Jovane >o.jovane@lapiazzaweb.it<

Periodico fondato nel 1994 da Giuseppe Bergantin Centro Stampa: Rotopress International via Breccia · Loreto (An) Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Chiuso in redazione il 13 febbraio 2017


4

Porto Viro

www.lapiazzaweb.it

Sisma Protezione civile

Da porto Viro al centro italia per aiutare L

a Protezione Civile di Porto Viro ha preso parte, assieme ad altri gruppi comunali della provincia di Rovigo, ad una settimana di sostegno al comune di Montemonaco, colpito dai sismi dello scorso anno. Il piccolo paese, 630 abitanti a 1.100 metri sul livello del mare in provincia di Ascoli Piceno, ospita un campo base della Protezione Civile in cui si alternano alla guida i gruppi provenienti dal Veneto. La squadra polesana era composta dai portoviresi Paolo Galli (capo campo e coordinatore di Porto Viro) e Lisa Fogli, oltre che da Dario Rocchi (Papozze), Giuseppe Pizzighello, Maurizio Mazzon, Alberto Camaci (Loreo), Andrea Campadelli (Gavello), Adriano Furin, Luigi Rodella (Co-

sta) e Artemio Pieretto, ognuno con una propria mansione. Galli non è nuovo a questo tipo di esperienze avendo prestato il suo supporto in altri campi di zone terremotate, come L’Aquila e l’Emilia Romagna, e così racconta: “Sono arrivato la sera dell’Epifania in mezzo a una tormenta di neve, e il problema più grosso da affrontare fin da subito è stata la bassa temperatura (fino a -18°), che ghiacciando il carburante non faceva partire gli automezzi. Abbiamo portato il nostro aiuto a Casa Gioiosa, struttura di 60 posti adibita a colonia per ragazzi, ora prestata a centro di raccolta dei soccorsi in cui soggiornano carabinieri, vigili del fuoco e Croce Rossa impegnati tutti i giorni in missioni di puntellamento: per

Il gruppo della Protezione civile portovirese

sono giunti con una turbina spazzaneve per pulire le vie di fuga e tanti giochi per i bambini

loro preparavamo i pasti e tenevamo in ordine il complesso. I civili rimasti sono pochissimi, solo quelli con animali, e la maggior parte della popolazione è stata dislocata sulla costa. Siamo partiti con la nostra Jeep e con una turbinetta spazzaneve, che ci è tornata utile nel pulire dalle copiose nevicate le vie di fuga, soprattutto quelle che portavano al container adibito ad asilo dei bimbi. Mentre eravamo là abbiamo ricevuto la visita di altri componenti dei nostri gruppi, che hanno porta-

to giocattoli e fondi raccolti dai bambini della scuola primaria Mons. Sante Tiozzo di Donada durante la Chiarastella nei negozi del centro: il contributo è stato consegnato direttamente nelle mani del sindaco di Montemonaco, Onorato Corbelli”. È stata una settimana molto intensa per i dieci polesani impegnati in zone in cui la popolazione ha perso tutto, e per di più appesantita da inverni rigidi e nevosi come quelli dell’Appennino. Fabio Pregnolato

immortalata la rarissima aquila imperiale

L Preventivi e sopralluoghi gratuiti • Progettazione • Manutenzione

• Giardini, Parchi

• Realizzazione • Irrigazione

• Terrazzi

• Pareti verdi

• Potature ad alto fusto • Addobbi floreali

• Noleggio piante per cerimonie ed eventi

Perito Agrario MORENO BARENDI · cell. 348 6046422 info@vivaibarendi.com - www.vivaibarendi.com

’aquila imperiale, magnifico esemplare di uccello migratore, è stato avvistato a Porto Viro e immortalato dal fotografo amatoriale Enrico Fregnan: “Sentivo, e ho letto nei social, della presenza nel nostro Delta di aquile, soprattutto quella di mare e l’imperiale: così una mattina decisi di farmi un giretto verso Porto Levante percorrendo le valli, zona dove gli appassionati come me qualche scatto lo portano sempre a casa. Passando per Scanarello lungo il Po di Maistra a un certo punto in lontananza ho scorto su un ramo un meraviglioso soggetto, che definirei fotografabile; lentamente mi sono avvicinato con l’auto e ho avuto la sorpresa di riconoscere un imponente individuo di aquila imperiale. Ero così emozionato che i primi click sono usciti mossi, così ho preso fiato e fortunatamente avendo il vento favorevole sono riuscito a fare altri scatti prima che si accorgesse di me e volasse via; è stata una gioia indescrivibile per un semplice appassionato come me. Non saprei spiegare perché questo rapace si sia spinto fin dalle nostre parti, considerando il fatto che ne sono stati censiti appena una ventina di esemplari in tutta Europa”. Il Delta si conferma così un paradiso per i birdwatchers, e forse la zona italiana se non europea con la più ricca biodiversità per quanto riguarda l’avifauna, tanto da giustificare il recente inserimento nelle aree MAB dell’Unesco. Molte altre specie rare sono state osservate ultimamente nel Delta; tra queste un altro tipo di aquila, quella di mare, avvistata nell’Oasi di Ca’ Mello a ridosso della Sacca di Scardovari. Questa specie è considerata in declino e molto vulnerabile, ma si sta osservando una ripresa nelle nazioni vicine all’Italia, come l’Austria, la Croazia e la Slovenia, facendo ben sperare che le coste dell’Alto Adriatico possano in futuro accrescerne il numero e migliorarne lo stato di conservazione. (fa.pr.)


LA BARRICATA di Siviero Jenni

Ristorante Rifugio

specialità pesce di mare chiuso il martedì

Il Ristorante Rifugio la barricata è un locale storico, gestito dalla famiglia Siviero dal 1969. Da sempre offre ottimo pesce nel rispetto della cucina traadizionale. Situato in una bellissima zona turistica è comunque aperto tutto l’anno. Uno dei nostri particolari servizi: Menù per Cerimonie.

Porto Tolle (Rovigo) · Loc. Bonelli · Via del Mare, 76 · Tel. e Fax 0426 89112 sivierojenni73@outlook.it · www.ristoranterifugiobarricata.it


6

Porto Viro

www.lapiazzaweb.it

Eccellenze Giovani che costruiscono futuro

pietro marinelli vola in texas ed entra in un team di ricercatori Q

uello di Pietro Marinelli non è di certo il caso di chi si trasferisce all’estero in cerca di fortuna e senza reali prospettive, quanto piuttosto la conferma di un meritato percorso di studi, intrapreso con serietà e impegno. Il giovane portovirese, classe ’91, al momento prepara i bagagli per una preziosa opportunità formativa e lavorativa: da febbraio sino ai primi mesi estivi sarà infatti impegnato nel celebre centro di ricerca statunitense Mary Kay O’Connor Process Safety Center per poter redigere la propria tesi magistrale. Laureato in ingegneria per l’ambiente e il territorio presso l’università Alma Mater di Bologna, Marinelli è stato così accettato a far parte di un team di ricercatori nella prestigiosa università texana A&M University. Nell’ateneo bolognese, il giovane portovirese è laureando alla biennale e clude Marinelli – perché vorrei frequenta il corso di studi magi- di certo poter ritornare a casa arstrale in ingegneria chimica e di ricchito e formato ma non posso processo. escludere di volere continuare “La tesi che dovrò produrre sul- questa esperienza fuori dall’Itala base della ricerca e del lavoro lia”. Nell’ateneo bolognese Mache mi aspetta in Texas – spiega rinelli riveste anche dal 2013 il Pietro Marinelli – è ruolo di rappresenincentrata sull’affitante degli studenti studierà dabilità e la sicuin diversi consigli, l’affidabilità rezza negli impianti tra cui il consiglio dell’industria e di e la sicurezza della scuola di inprocesso: in pratigegneria e architetnegli impianti tura, la giunta ed il ca dovrò prestare analisi di rischio, dell’industria consiglio di dipartivalutare e quindi mento Dicam ed il e di processo strutturare sisteconsiglio di corso di mi di prevenziostudi in ingegneria ne o contenimento degli eventi chimica. Dopo la maturità scienche potrebbero accadere, dalle tifica conseguita al liceo Bocchi esplosioni fino alla fuoriuscita di di Adria, Marinelli si è anche disostanze tossiche, cancerogene o plomato presso il conservatorio corrosive”. statale “A. Buzzolla”. “Sono emozionato per questa esperienza oltreoceano e ansioMassimiliano Beltrame so di capirne l’evoluzione – con-

la sfiducia a zanellato spacca pd: Boscarato e tessarin solidali, ma il circolo li sconfessa

L

a recente sfiducia al segretario provinciale Pd Julik Zanellato apre un nuovo fronte caldo nel circolo di Porto Viro. A innescare le polemiche una nota del segretario Luca Boscarato e dell’ex assessore Marialaura Tessarin che, a nome di tutto il circolo, hanno espresso solidarietà a Zanellato parlando di “episodio triste e patetico se si pensa agli artifizi e forzature che alcune figure dell’assemblea hanno dovuto architettare per raggiungere il loro infimo obiettivo”. Una mossa definita un “blitz provinciale mosso da invidia” da Tessarin, che aggiunge: “Non è così che si fa politica, lo scontro deve essere dialettico”. E Boscarato: “Siamo fiduciosi in una riconferma di Julik e altret-

tanto fiduciosi per le sorti del nostro circolo locale, che è già pronto a confrontarsi democraticamente a un congresso che ben venga se si svolgerà a marzo”. Ma proprio il circolo prende le distanze, con una nota molto dura contro Boscarato e Tessarin: “Non rappresentano il pensiero dell’intero circolo e tanto meno dell’intera base degli iscritti. Siamo ancora una volta spettatori di considerazioni personali e autonome. Il circolo non ha mai iniziato e tantomeno chiuso una discussione seria in merito alla caduta dell’amministrazione comunale e né tantomeno sulla caduta dell’ex segretario provinciale. Siamo alle chiacchiere. Nessuna posizione politica seria”. (g.g.)

POSA IN OPERA GRONDAIE • PLUVIALI COPERTURE IN LAMIERA PREVERNICIATA

DILGRONDAIE s.n.c.

RAME • ACCIAIO INOX E ALLUMINIO

MANUTENZIONE TETTI E COIBENTAZIONI VARIE di Vernizzi Cristian & C. · Via U. Foscolo, 8 · 45014 Porto Viro (Ro) · tel. 346 7589589 · edilgrondaiesnc@libero.it


7

Porto Viro

www.lapiazzaweb.it

Solidarietà Auser

Donati due pulmini per gli anziani Tre imprenditori portoviresi hanno comprato i due mezzi per il trasporto per pratiche sanitarie

U

na semplice e significativa cerimonia si è tenuta nei giorni scorsi alla sede Auser di Porto Viro. L’occasione è stata la donazione all’associazione da parte di tre imprenditori portoviresi di due pulmini, utili al trasporto degli anziani per pratiche sanitarie, ma anche ad altri servizi come la consegna dei pasti a domicilio. I tre benefattori e le loro aziende sono Primo Nuvoletto di Commerciale Ferramenta, Secondo Faccia dell’Azienda Agricola Mea e Amleto Frizziero di Finpesca; tutti e tre presenti nel cortile del

circolo anziani per il taglio del nastro e la benedizione da parte del salesiano don GiannantonioTrenti, parroco di Scalon. Il religioso ha benedetto i due mezzi e chi li userà e ha ricordato alcune parole di Papa Francesco riguardanti le persone anziane o che si trovano in difficoltà, proprio la fascia di popolazione per le quali il circolo si adopera ormai da molti anni, tanto da essere diventato un punto di riferimento per l’intera città. Nelle parole del presidente dell’Auser, Rossano Motta, tutta la soddisfazione per i due nuovi

Alcuni momenti della cerimonia di consegna

arrivi: “La donazione di 28mila euro per acquistare questi due automezzi permetterà ai nostri volontari di proporre nuovi progetti di assistenza e di portare avanti al meglio le attività già avviate dall’Auser”. Dopo il taglio del nastro, un momento di convivialità all’interno delle strutture del centro ha visto la consegna di tre targhe di riconoscimento ai tre impresari, che hanno preferito non fare discorsi.

energia to n e iam nica l g i t o ot imb de carb ri d i n a

Parole di stima spese invece dal senatore Bartolomeo Amidei, presente all’evento: “Grazie a queste persone, al presidente Motta e alla sua organizzazione, da oggi molti potranno fruire di un servizio migliore. Dove il volontariato ancora una volta dà segno di grande altruismo, le risorse messe a disposizione dal buon cuore di questi donatori porterannovantaggi per il bene di tutti”. Fabio Pregnolato

pulita

NON SOLO GAS …

• GPL per uso civile, artigianale e industriale defiscalizzato reti cittadine • GAS TECNICI: Acetilene, Ossigeno, Argon, Anidride Carbonica • MISCELE PER SALDATURA, Azoto, Elio e Idrogeno • A PORTO VIRO siamo presenti con un nuovo impianto di imbottigliamento di CO2 (Anidride Carbonica) per qualsiasi tipo di bombola

VI ASPETTIAMO !!! Porto Viro (Ro) • via Mantovana, 120/a • tel. 0426 322 050 Legnago (Vr) • s.s. 10, km 338 • tel. 0442 640 777 • gasadige@gasadige.it

Numero verde

800 35 54 55


8

Porto Tolle

www.lapiazzaweb.it

Consiglio comunale La critica a tutto tondo

la minoranza attacca Bellan: “incapacità amministrativa” Troppo asfalto, mancanza di visione, superficialità e poca trasparenza. Queste sarebbero le colpe della giunta, secondo Pizzoli, Crepaldi e Mantovani.

le commissioni consiliari al bilancio, sociale, cultura, nonostante le promesse fatte. Ancora più grave è la mancanza del regolamento per attribuire i contributi comunali alle persone bisognose che ne fanno richiesta”. Nel settore pesca

è stata evidente - aggiungono i tre consiglieri – la superficialità e l’incompetenza nel gestire il rinnovo dei diritti esclusivi di pesca”. Una questione, secondo i consiglieri, che si è risolta solo grazie a “una manifestazione organizzata dai pe-

scatori”. Sulla questione del parco poi, la giunta Bellan non ha ancora provveduto a dare una risposta alla richiesta dell’opposizione per organizzare un Consiglio comunale sull’argomento che parli del futuro Guendalina Ferro di Enel.

L

con il patrocinio di

COMUNE DI CAVARZERE

“Sembra dai titoli dei giornali che il 2017 sarà l’anno destinato allo sviluppo turistico e al centro polifunzionale che Bellan continua a chiamare casa di riposo (definizione arcaica come il suo modo di essere sindaco). E non c’è cosa che faccia più ridere” esordiscono i consiglieri di minoranza Roberto Pizzoli, Raffaele Crepaldi e Silvana Mantovani nel commentare il lavoro dell’amministrazione di Claudio Bellan. “Asfalto per tutti – proseguono i tre -. Eh sì, Bellan, con i soldi che ogni sindaco deve usare per opere

PRO LOCO CAVARZERE

presentano

La Bellezza è Donna Mercoledì 8 Marzo 2017 - ore 21.00 -

TEATRO COMUNALE “T.Serafin” Cavarzere (VE)

Sfilata di moda Balletto Premio donna in vista

Verificare se di minoranza si tratta

pubbliche, verrà ricordato come il sindaco del catrame. Quando manca una visione del proprio territorio - incalzano i consiglieri - la cosa più semplice da fare è spendere i soldi per asfaltare le strade, così tutti sono contenti. Oltre a questo, c’è che l’imbarazzo della scelta per evidenziare l’incapacità amministrativa di questo sindaco e della sua presunta maggioranza di non governo. In primis la mancanza di trasparenza dovuta al fatto che non sono ancora state istituite

allestimento a cura di

MEDIA PARTNERS

Bontà Venete

MATTEO PAPARELLA Videomaker - Fotografo

“caso Portieri”, il sindaco Bellan replica alle accuse: “nomina corretta” e dimissioni di Andrea Portieri dall’incarico di assessore ad Adria (ufficialmente per motivi familiari, ufficiosamente per incompatibilità con il ruolo di dirigente nel Comune di Porto Tolle) portano scossoni anche nell’amministrazione deltina. La minoranza compatta - Roberto Pizzoli, Silvana Mantovani, Raffaele Crepaldi, Giacomo Bovolenta, Veronica De Stefani, Beatrice Cattin, Katiuscia Grandi - non ha perso l’occasione di accusare l’amministrazione Bellan. Ma il primo cittadino non ci sta: “In merito alla legittimità della procedura selettiva, il percorso seguito per l’individuazione dell’ing. Portieri quale responsabile del servizio lavori pubblici e manutenzioni, è stato assolutamente corretto e trasparente” fa sapere con una nota. “È stato pubblicato un bando pubblico di selezione, aperto a tutti i soggetti in possesso di determinati requisiti di studio e di esperienza - aggiunge -. La procedura selettiva è stata approvata con atti pubblici. L’esame dei curricula e il colloquio individuale hanno dato come esito l’individuazione dell’ing. Portieri quale soggetto più idoneo”. “Pertanto - replica Bellan -, respingo le accuse e ribadisco la mia massima fiducia e stima a un professionista che sta lavorando in modo serio corretto e molto proficuo per il nostro territorio . Ricordo, inoltre, che esiste un regolamento anticorruzione e che il responsabile di tale regolamento è il segretario comunale, il quale oltre che curare la predisposizione di tutti gli atti amministrativi, ha confermato al sottoscritto e all’ing. Portieri la correttezza del procedimento”. Giorgia Gay


CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

FONDAZIONE

CAVANIS

ACCREDITATO DALLA REGIONE VENETO AI SENSI DELLA L.R. 19/2002 - DEC 90- 91- 92- 93 del 02-08-2016

CORSI TRIENNALI IN OBBLIGO SCOLASTICO PER L’ACQUISIZIONE DI UNA QUALIFICA PROFESSIONALE RICONOSCIUTA IN EUROPA

PERCORSO FORMATIVO

Le attività formative in obbligo scolastico che il CFP Fondazione Cavanis propone attualmente, attraverso un percorso di formazione di durata triennale per il raggiungimento di una qualifica sono quattro.

INDIRIZZO PROFESSIONALE

OPERATORE ELETTRICO

IMPORTANTE LABORATORIO SALDATURA

IMPORTANTE LABORATORIO DOMOTICA

OPERATORE DEL BENESSERE:

ACCONCIATORE

OPERATORE MECCANICO IMPORTANTE LABORATORIO CAD-CAM

OPERATORE DEL BENESSERE:

FONDAZIONE CAVANIS Campo Marconi 112 · 30015 Chioggia (Ve) Tel. 041 40 09 22 · Fax 041 55 09 812 info@cavanischioggia.it · www.cavanischioggia.it

ESTETISTA


10

Porto Tolle

www.lapiazzaweb.it

porto tolle punta sul turismo Approvato il Piano degli interventi in consiglio comunale. Delle 21 proposte andate a buon fine, 13 riguardano lo sviluppo turistico: dal Villaggio a Santa Giulia, all’ampliamento del villaggio Barricata

N

ell’ultimo consiglio comunale è stato adottato il piano degli interventi. “Un percorso iniziato nel 2013 che ha registrato l’arrivo delle nuove proposte urbanistiche da parte dei privati e delle imprese fino a novembre del 2016 – spiega il vicesindaco del Comune di Porto Tolle Mirco Mancin -. Delle 62 proposte urbanistiche pervenute, 21 sono andate a buon fine. Di queste, 13 sono legate allo sviluppo turistico-ricettivo. Un intervento riguarda la realizzazione di un villaggio turistico a Santa Giulia da parte della società immobiliare Padana di Ravenna. Il progetto sulla carta infatti, prevede la realizzazione di una zona residenziale con annessa area portuale, rimessaggio, una zona camping, pontili per imbarcazioni da diporto (350-400 posti) una zona sportiva di 2mila mq con campo da tennis, calcetto, basket, piscine, area fitness, un campo da golf per 50 ettari a 18 buche e un’aviosuperficie con attrezzature.

Il municipio e una veduta di Porto Tolle

Altro intervento prevede l’ampliamento del villaggio Barricata con la creazione di un maneggio, un campo sportivo e una struttura turistico residenziale. La perequazione consisterà nel rifacimento di tutta via Seren. Altro sostanzioso intervento prevede l’accordo pubblico-privato tra l’amministrazione comunale e la ditta Riello e riguarda la trasformazione dei due casoni di valle, situati a Boccasette e Pila, in strutture ricettive turistiche. Interventi turistici anche a Ca’ Tiepolo: “In un’area incolta nelle vicinanze di Ponte Molo è prevista la realizzazione di una zona con sosta attrezzata attorniata da un’area verde che permetterà la sosta camper” spiega il vicesindaco. Altre idee di sviluppo turistico prevedono a Boccasette un rimessaggio di barche e a Ca’ Dolfin quello che sarà il primo Ittiturismo del Comune. “Il proprietario di Villa Martina infatti ha chiesto di poter realizzare delle stanze accanto all’esistente ristorante. E poco più

distante, un’altra imprenditrice ha chiesto di realizzare un’attività ricettiva. E a Polesine Camerini è prevista una nuova zona camper con annesso un agriturismo - spiega Mancin -. A rendere esecutive le varianti, l’approvazione definitiva da parte del Consiglio comu-

Il bookcrossinng, l’iniziativa che si basa sul libero scambio gratuito fra lettori che pur non conoscendosi rilasciano libri in luoghi pubblici, arriva anche a Porto Tolle. Il sodalizio portovirese che ha lanciato l’iniziativa nel Delta, in collaborazione con Magnacarta, ha creato delle postazioni anche a Porto Tolle. Un utente, per partecipare, si iscrive sul sito bookcrossinng.com, dal quale riceverà il codice da mettere sul libro e le informazioni utili sulle varie postazioni dove lasciare il libro e scambiarlo.

stop al gioco d’azzardo

opere pubbliche, approvato il piano triennale Approvati in consiglio comunale oltre 3 milioni di euro per il piano triennale delle opere pubbliche. Tra gli interventi sono previsti 600 mila euro per la viabilità e l’arredo urbano in via Kennedy; 100 mila euro per un campo da calcio a 7 a Boccasette; 200 mila euro per il primo stralcio lavori per la riqualificazione e l’ampliamento di via Genova a Donzella; 500 mila euro per la costruzione della mensa per la scuola Primaria del tempo pieno; 100mila euro per i lavori di un’ala dell’ex scuola Scarpari che diventerà la nuova sede del Museo della civiltà contadina.

Guendalina Ferro

Da sinistra, il vicesindaco Mirco Mancin e l’assessore ai Servizi cimiteri Valerio Gibin

libri scambiati tra estranei

Destinati 17mila euro di risorse comunali per contrastare l’azione legale mossa dai gestori della sala Vlt, contro il limite delle 7 ore di funzionamento dei locali che ospitano apparecchiature slot, imposto dall’ordinanza sindacale emanata ad agosto 2016. Un provvedimento deciso dalla giunta Bellan, in seguito ai dati preoccupanti sulla ludopatia rilevati dal Sert dell’Ulss. Secondo i quali, l’aumento nell’ultimo anno dei casi di persone affette da ludopatia è del +34% nel nostro territorio, e il 45,3% dei giocatori è costituito da studenti.

nale tra 90 giorni. Trenta dei quali sono previsti per le eventuali osservazioni da presentare in Comune. Successivamente i privati potranno mostrare i progetti esecutivi per proseguire nella realizzazione degli interventi richiesti.

cimiteri, garanzie dal comune “Le spese d’invio delle fatture sulle luci votive dei cimiteri alle 4mila utenze non erano volute dal Comune”

A dichiararlo l’assessore ai Servizi cimiteriali Valerio Gibin che ritorna sulla questione riferita nel precedente numero della Piazza. Una spina sul fianco per la giunta del sindaco Bellan, fin dal momento del suo insediamento. “La gestione dei sette camposanti con la Gestline è terminata il 31 dicembre scorso dopo otto anni di servizi cimiteriali - puntualiz-

za l’assessore -. Ora, dopo aver incaricato due tecnici che hanno fatto il punto della situazione delle varie criticità per ogni cimitero, stiamo redigendo un progetto che darà risposte alla nostra comunità, sulle varie problematiche attualmente esistenti. Un lavoro, quello fatto finora - prosegue Gibin - che ci permetterà di redigere e quindi pubblicare il bando per la nuova aggiudicazione dei servizi cimiteriali e per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria”. Una riqualificazione per la quale il Comune ha stanziato per il prossimo piano triennale delle opere pubbliche 800 mila euro. “Nel frattempo - prosegue Gibin - abbiamo incaricato alcune ditte che in proroga assicureranno alla nostra cittadinanza i vari servizi cimiteriali”. Altro impegno della giunta guidata dal sindaco Bellan quello di stornare gli aumenti in bolletta relativi alle spese di invio delle fatture, richiesti alla fine del 2016, dal gestore bolognese ai circa 4 mila utenti. Un aumento che variava dai circa 3 euro ai 5 euro per bolletta. Gu. Fe.


11

Rosolina

www.lapiazzaweb.it

Lotteria di solidarietà per i terremotati

Lunatics Libri e musica

le memorie dei pink floyd custodite da un rosolinese “P

ink Floyd a Pompei” è il titolo dell’ultimo libro che ha catalizzato l’attenzione dei fans del celebre gruppo rock britannico. Tra gli autori del volume, edito da Giunti, anche il polesano d’adozione Stefano Tarquini, fondatore dei “Lunatics – The Pink Floyd Collectors Club” ed esperto in materia di vinili dei Pink Floyd. Laziale di provenienza ma cittadino rosolinese da diversi anni, Tarquini ha ultimato questa preziosa ricerca assieme

stefano tarquini, fondatore dei “Lunatics the Pink Floyd collectors club“, figura tra gli autori dell’ultimo libro sulla storia della band ad Adrian Maben, regista del film “Pink Floyd Live At Pompeii”. “Il film, girato nel 1971, ha affascinato generazioni per oltre 40 anni ed è ancora straordinariamente vivace nell’immaginario dei fans – racconta Tarquini – tanto più perché all’epoca è arrivato in un momento cruciale nel corso dei due anni in cui i Pink Floyd, una band underground, è diventata una star internazionale del rock”. Questa è la terza saga dei Lunatics, collezionisti a tempo pieno e scrittori per divertimento, a due anni dal precedente lavoro “Il Fiume Infinito. Tutte le Canzoni dei Pink Floyd” (2012), ovvero tutto quello che si poteva sapere su tutte le canzoni dei Floyd, e a 4 anni dal bestseller “Pink Floyd. Storie e Segreti” (2014), più orientato all’esoterismo rock. La nuova opera libraria affronta con una profonda indagine storiografica e documentale, l’intera storia del film capolavoro di Adria Maben, l’anti-Woodstock, la definizione così cara al regista stesso. “Sono stati mesi e mesi a contatto con i principali attori, dalla script-girl Marie Noelle Zurstrassen a Reiner Moritz, uno dei produttori, da Alberto Vilni, figlio del gesto-

re dell’albergo Grande Albergo Rosario di Pompei, a Jacques Boumendil, uno dei cameramen del film e autore di alcuni scatti famosi, da Josè Pinheiro ad Alfredo Contaldo – continua Tarquini – senza dimenticare il regista Adrian Maben, il vero deus ex machina della pellicola”. Le attività del gruppo dei Lunatics, conosciuto a livello internazionale si possono conoscere anche attraverso il sito thelunatics. Massimiliano Beltrame it.

U

I Lunatics

n’iniziativa benefica nel segno della solidarietà e della condivisione dei bisogni: “Insieme per ricostruire” è lo slogan che i rosolinesi hanno scelto per poter concretamente rispondere alle regioni colpite dal terremoto. Il prossimo primo maggio, nella piazza Martiri della Libertà, sarà organizzata così una vera e propria festa paesana in collaborazione con il comune emiliano di San Possidonio, il cui ricavato sarà devoluto proprio ai terremotati. Per l’occasione sarà organizzata anche una lotteria che mette in palio come unico premio una Fiat 500 e anche il costo del biglietto, 2 euro, contribuirà a questo scopo benefico. Capofila dell’iniziativa il parroco Don Lino Mazzocco della chiesa di Sant’Antonio di Padova e della chiesa Santa Maria Vergine del Rosario di Volto, in collaborazione con diversi volontari e con il pronto patrocinio del sindaco e dell’amministrazione comunale. “Questa preziosa iniziativa è la quarta tappa del condiviso progetto di solidarietà che ha visto uniti i nostri cittadini nell’aiutare chi è in difficoltà – racconta il sindaco Franco Vitale – e mi auguro che tutti possano partecipare a questo

evento così significativo, in questi tempi così drammatici per i nostri connazionali”. La due serate rosolinesi del 25 settembre e del 23 ottobre avevano raccolto già oltre 4 mila euro che saranno destinati ad un comune colpito dal terremoto congiuntamente a quanto sarà raccolto in occasione di questo atteso evento del primo maggio. Una delegazione rosolinese aveva anche partecipato ad una cena di beneficienza a San Possidonio lo scorso 16 ottobre, gestendo uno stand gastronomico. “Sono grato del rapporto ormai fraterno con gli amici di San Possidonio – spiega Vitale – ed è commuovente che, dopo essere stati aiutati anni fa ora siano loro a voler contribuire insieme a noi nel sostenere chi oggi è in difficoltà: questo è un segno di speranza e di solidarietà sincera per tutti”. Ma.Be.


12

Ariano nel. Polesine

www.lapiazzaweb.it

Dalla “fabbrichetta” a industria al top Tenacia, tanto lavoro, coraggio, un pizzico di fortuna: così Martino De Agostini ha creato l’azienda che oggi vende i suoi prodotti ittici quasi in tutto il mondo A sinistra, i coniugi De Agostini, a destra gli stabilimenti

I

l comune di Ariano Polesine con i suoi 4mila e poco più abitanti è fucina di personalità del calibro di Martino De Agostini, l’imprenditore di un’azienda di trasformazione ittica che ad oggi vende i suoi prodotti in quasi tutto il mondo e alla rete della grande distribuzione organizzativa. Arianese doc, classe 1938, secondo di 7 figli maschi, Martino De Agostini, cominciò a lavorare il pesce prima ancora di terminare le scuole dell’obbligo. Un percorso di studi che completò andando ai corsi d’istruzione serali. Nel contempo, imparò con passione e dedizione la marinatura del pesce al punto da specializzarsi. Fino al momento in cui decise di aprire la sua azienda. ”Ricordo che lavoravo i carciofi della Puglia in una ditta del meridione quando nacquero i miei figli Monica e Michele - racconta l’imprenditore -. A quel punto, dopo tante esperienze lavorative, presi la decisione, insieme a mia moglie Nadia, di volare. Così, aprimmo

Arianese doc, nel 1987 iniziò la costruzione dell’attuale complesso, tra mille rischi e tribolazioni

la “fabbrichina” e cominciammo a produrre i primi fusti di antipasto e a filettare le prime alici. Era il 1983 e la fabbrichina era situata a 500 metri dall’attuale stabilimento di Rivà. “In quel periodo, per assicurare un’entrata in famiglia - racconta De Agostini - svolgevo servizio come guardia giurata di notte e di giorno lavoravo nella fabbri-

la Proloco presenta la 16a Edizione del

china, insieme a mia moglie e una decina di operai. Pochi anni dopo, nel 1987, iniziammo la costruzione dell’attuale Mancin Nadia tra rischi, tribolazioni con clienti, banche, fornitori ed enti, sempre poco disposti a regalarti nulla - prosegue De Agostini -.Un risultato, i 34 anni dell’azienda, che sono il frutto di un equilibrio tra la passione, la te-

Sfilata di Carri Allegorici e Gruppi Mascherati

Domenica 19 Marzo dalle ore 14.30

alle ore 17.30 circa estrazione della LOTTERIA

Guendalina Ferro

mano nella mano: così si promuove la lettura

Carnevale di

Cavarzere Tradizionale 20 1 7

nacia, tanto lavoro, il coraggio è un po’ di fortuna. Dove l’attenzione per la qualità dei prodotti, insieme alla sicurezza alimentare hanno sempre rappresentato e rappresentano la mission della nostra ditta a conduzione familiare”. Non solo, la considerazione dell’imprenditore verso i propri dipendenti, in tutti questi anni - secondo quanto si dice tra i cittadini - vale più di una puntata di undercocoverboss. Oggi, a 79 anni, Martino De Agostini si ritiene fortunato nell’aver lasciato le redini dell’azienda ai figli Marco e Michele, al genero Fabio e alla nuora Sabrina, che oltre a dirigere la srl di Rivà, da pochi anni hanno acquistato un’azienda di Bosco Mesola specializzata nella lavorazione di molluschi. E riferendosi alla moglie Nadia Mancin, afferma con un sorriso: “A fianco di un grande uomo, c’è sempre una grande donna”

L’obiettivo è di stimolare un atteggiamento positivo verso i libri attraverso la creatività

“M

ano nella mano” è il titolo del progetto che si sta realizzando nella scuola primaria di Rivà Edmondo de Amicis. “L’iniziativa, finanziata dal Comune di Ariano Polesine - afferma il sindaco Carmen Mauri - è stata attivata anche quest’anno per assicurare la presenza di una figura educativa professionale per 18 ore settimanali, oltre alle ore dei docenti in servizio all’Istituto comprensivo di Ariano Polesine”. Il progetto, costituito da attività didattiche relative ai linguaggi espressivi, logico-matematici, drammatizzazione, informatica ed educazione fisica, ha come obiettivi la promozione di un atteggiamento positivo nei confronti della lettura, così da favorire il passaggio da una lettura passiva a una lettura attiva e motivata attraverso la creatività, le gestualità corporee e mediante l’uso artistico dei colori, oltre ad imparare a esprimere le proprie emozioni, come si legge nella nota. “Particolare attenzione viene dedicata anche all’insegnamento ai bambini delle pluriclassi, per capire l’importanza del rispetto della natura attraverso laboratori di sperimentazione artistico-pittorica e anche attraverso strumenti multimediali” spiega Claudia Mantovani, l’educazione referente del progetto. (gu.fe.)


MESSAGGIO PUBBLICITARIO

COMMERCIALE FERRAMENTA, DAL 1962 UN PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL TERRITORIO Commerciale Ferramenta è un’importante realtà imprenditoriale portovirese dedita al commercio di ferramenta dal 1962, quando fu fondata da Olinda Bottaro in via Argine Po dell’allora Contarina. Fin dagli albori la gestione è sempre stata famigliare: infatti a partire dagli anni ’80 il figlio, Primo Nuvoletto, dopo aver collaborato con il padre Marcello nella carpenteria metallica subentra alla madre, abbandonando l’attività prettamente artigiana per entrare nel mondo del commercio di prodotti siderurgici in ferro e acciaio inossidabile, ampliando la gamma dei prodotti venduti nell’attività fin qui esclusiva di ferramenta, e mantenendo il nome storico di Commerciale Ferramenta che diventa una Snc. Negli anni novanta poi l’attività prosegue con l’entrata in azienda dei figli di Primo, Gianfranco e Veronica. Nel corso del tempo l’attività di CF si è ben radicata in città e in un raggio di 60 km nelle province limitrofe, tanto da rendersi necessari nuovi spazi. Nel 2003 nasce la nuova sede di S.S. Romea 37/b che con successivi ampliamenti passerà dai 5000 mq iniziali ai 30000 odierni, di cui 12.000 coperti. L’azienda è forte di 7 impiegati e 13 operai tra magazzinieri e autisti dei 4 camion di cui si è dotata per le consegne a domicilio. Per migliorare il servizio

alla clientela, è aumentata negli anni la gamma dei prodotti stoccati a magazzino ed è stato potenziato il settore dei semilavorati con l’acquisizione di nuovi macchinari come un laser fibra di ultima generazione 6000x2500 e presse piegatrici 6000x400ton con alto valore aggiunto di tecnologia e di certificazione della qualità. Secondo Primo Nuvoletto il segreto di tanto successo, nonostante l’imprenditoria polesana non goda uno dei suoi momenti migliori “è una profonda coesione tra la mia famiglia ed il personale. Commerciale Ferramenta, con una squadra capace di valorizzare le singole peculiarità, tanto sul piano amministrativo che commerciale offre alla clientela un servizio di

prim’ordine e tale profusione di energie viene largamente ricompensata. I risultati sono indubbiamente sotto gli occhi di tutti”. A chi va a trovarlo nel suo ufficio, tra le mille telefonate e appuntamenti, l’inarrestabile Primo racconta anche delle sue passioni sportive e sociali, che ha passato pari pari nelle sue molteplici attività di beneficenza e di investimento sul territorio polesano: si va dalla passione per la motonautica trasmessa a Veronica (campionessa italiana nel 1995) a quella per il calcio giocato trasmesso a Gianfranco. Moltissime sono le attività sportive sponsorizzate da CF: calcio (tra cui il Porto Viro e le giovanili di Porto Tolle), volley, karate, ciclismo, rally, motociclismo, che

Commerciale Ferramente Snc - S.S. Romea 309, N° 37/B km 68,450 - Porto Viro (Ro) Tel. 0426 320330 - Fax 0426 320657 - e-mail: comfer@comercialeferramenta.it

il patron segue in prima persona ogniqualvolta gli innumerevoli impegni glielo permettono. Le associazioni hanno negli anni saputo dimostrare l’affetto per questo partner d’eccezione, consegnando coppe, medaglie e targhe vinte nelle gare, frutto di sacrificio e impegno, e tenute dal vulcanico imprenditore in bella vista negli uffici di Commerciale Ferramenta. Numerose sono le donazioni alle ONLUS e tra questi spicca il fondo necessario all’intera realizzazione a Magbembeh (Sierra Leone) di una scuola, di aie, di un magazzino e di un mulino, e nel villaggio di Mataineh di una scuola ed un pozzo, in collaborazione con il progetto dell’Associazione Padova Ospitale Senza Confini.

www.commercialeferramenta.it

Ci trovi a: ADRIA c/o

via m. Sig. Filippo Pozzato n. 20/d tel. 0426 42496


15

Taglio. di Po

www.lapiazzaweb.it

Una colonnina per auto elettriche

Creare lavoro Associazione Foglie Vive

germogli solidali portano buon frutto L

a solidarietà passa attraverso i frutti della terra, da coltivare e far vivere giorno per giorno: è il proposito a cui si dedica l’associazione Foglie Vive, che da un anno a questa parte è impegnata a offrire un’opportunità lavorativa a chi è in difficoltà, coltivando un pezzo di terreno agricolo in zona Vallina (quest’anno ampliato a 8000 mq) dato in comodato d’uso da una famiglia tagliolese. Le persone bisognose vengono segnalate dalla Caritas e dall’uf-

noi significa solidarietà, amicizia e reinserimento sociale delle persone disagiate. Foglie Vive ha istituito il Fondo Dona Lavoro per erogare le borse lavoro ai soggetti che si mettono all’opera nella conduzione di un orto; siamo in attesa del riconoscimento da parte della Regione dopo la domanda presentata al Centro Servizi Volontariato di Rovigo”. Foglie Vive non si limita all’attività orticola e alle donazioni ai centri Caritas locali, ma vivacizza

A

Il terreno agricolo gestito dall’associazione

anche la vita in paese, organizzando eventi e manifestazioni in altri ambiti: il prossimo appuntamento sarà una raccolta

fondi con una serata musicale in Sala Europa il 12 marzo. Fabio Pregnolato

seminare e raccogliere verdure in comodato d’uso, in cambio di voucher e degli ortaggi coltivati. Funziona così il progetto promosso

Upgrade your business

dall’associazione ficio servizi sociali, e curando la semina e la raccolta di pomodori, peperoni, zucchine e quant’altro vengono retribuite con i voucher e con gli ortaggi da loro stesse coltivati. L’originale idea, partita da un gruppo di amici, sta riscuotendo sempre più successo in paese e nuovi spunti e collaborazioni con altre associazioni di volontariato non mancano al dinamico sodalizio composto da una trentina di associati. Il presidente Daniele Passarella spiega: “Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti nel corso di quest’anno e la nostra speranza è quella di farci conoscere in giro, in modo che ideali simili ai nostri possano germogliare nei paesi vicini. Nei nostri progetti futuri c’è l’apertura di un orto didattico per i ragazzi della scuola media, così da far toccare con mano le soddisfazioni che vengono dalla coltivazione delle verdure agli alunni, magari assieme ai loro nonni; stiamo altresì cercando di dotarci di una serra per il nostro orto biodinamico”. Gli fa eco il segretario Andrea Pozzato: “Partire dalla terra per

nche Taglio di Po pensa al futuro con uno sguardo rivolto al rispetto dell’ambiente. Il comune bassopolesano è infatti entrato nella graduatoria regionale per finanziare l’installazione di una colonnina di servizio per l’alimentazione delle auto elettriche. La Regione Veneto intende utilizzare, con appositi bandi, dei fondi stanziati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, e Taglio di Po è entrata in graduatoria dopo che gli uffici comunali hanno presentato i dovuti progetti. Alberto Fioravanti, vicesindaco e assessore all’ambiente spiega: “In un futuro sempre più minacciato da inquinamento, effetto serra, piogge acide ed aumento del particolato, credo sia giusto anche per noi fare la nostra piccola parte. Il progetto prevede l’installazione in prossimità della statale Romea, di una colonnina da 22kW che può ricaricare una macchina in un’ora, e della relativa cartellonistica per segnalare questa utenza pubblica”. L’Italia si sta adeguando alle

WEB & SOCIAL

BRAND & MARKETING

GESTIONE D’IMPRESA

CREDITO & FINANZA I servizi di Forum Impresa sono strutturati per dare visibilità alla vostra azienda e al tempo stesso garantirne un’organizzazione quotidiana ottimale!

Padova - Tel. 049.87.04.884 info@forumimpresa.com - www.forumimpresa.com Powered by

novità previste dalle direttive Ue per la realizzazione di infrastrutture dedicate ai combustibili alternativi, che obbliga gli Stati membri a dotarsi di un quadro strategico nazionale per lo sviluppo del mercato dei combustibili alternativi, così che in futuro le ricariche si potranno fare dal benzinaio in meno di un’ora. La mappa con le postazioni di ricarica su tutto il territorio nazionale è facilmente consultabile in rete, e se arriverà l’ok dalla Regione, anche su Taglio di Po si potrà vedere il segnaposto con lo specifico simbolo della spina elettrica. Fa. Pr.


16

Elezioni .

www.lapiazzaweb.it

porto Viro e taglio di po alle urne A Taglio di Po sembra plausibile una ricandidatura di Siviero, in quanto sindaco uscente. A Porto Viro, invece, si stanno scaldando i motori: guardando i dati del 2014, Giacon e il Pd strapparono la vittoria con un 37,65%

P

orto Viro e Taglio di Po sono gli unici due comuni del Delta del Po che andranno al voto nel 2017: la data prevista dal Ministero dell’Interno sarà fissata tra il 15 aprile e il 15 giugno. Insieme a loro, in provincia di Rovigo sono chiamati alle urne gli elettori di Badia Polesine, Fratta Polesine, Giacciano con Baruchella, Lusia. Alle ultime amministrative, entrambi i comuni deltini hanno visto la vittoria del centrosinistra grazie a spaccature in seno al centrodestra, che le aveva governate precedentemente. A Porto Viro a porre fine anzitempo alla giunta guidata da Thomas Giacon è stata la sfiducia messa in atto dalla maggioranza del consiglio comunale a settembre scorso, mentre per il tagliolese Francesco Siviero si avvicina la scadenza naturale del suo mandato iniziato nel 2012, quando votò il 67% del corpo elettorale, e Siviero con il suo 41.87% prevalse di poco sull’ex sindaco Marco Ferro

(39.93%) che per la spaccatura nel suo partito divise i voti con Monica Moro (13.81%), lasciando la Lega di Isabella Ghinello al 4.40%. Per il prossimo appuntamento con le urne non sono ancora trapelate indiscrezionida piazza IV Novembre anche se sembra plausibile una ricandidatura di Siviero, in quanto sindaco uscente. A Porto Viro invece, si stanno scaldando i motori: guardando i dati del 2014, nella città deltina votò il 75% degli aventi diritto, e Giacon e il Pd strapparono la vittoria con un 37,65%, staccando un centrodestra che governava da 15 anni ma diviso tra Doriano Mancin (23.62%) e Maura Veronese (17.48%); a seguire Alessia Tessarin e il grillino Sante Crepaldi con poco più del 10% ciascuno. Quest’ultimo ha fatto sapere che alla prossima tornata il M5S sarà della partita e senza alleanze, con Crepaldi certo in lista e il nome del candidato sindaco ancora al vaglio nelle riunioni del gruppo cit-

Una veduta di Porto Viro e Taglio di Po

tadino. Anche Giacon correrà e sta sondando il terreno: lo si è visto recentemente a una cena organizzata dai tosiani di Fare! con la senatrice Munerato, ma di certo c’è solo l’appoggio delle fedelissime Silvia Gennari, Tania Azzalin e Rita Ferrari. Nel centrodestra invece la cautela regna ancora sovrana, ma cominciano gli incontri: dopo

la cena di Maura Veronese anche Doriano Mancin ha chiamato a raccolta i sostenitori, ma non ci sono ancora nomi ufficiali sulla piazza. Intanto, ad un aperitivo, alcuni big del centrodestra sono stati visti assieme, forse alla ricerca di un accordo: Amidei di FI, Ceccarello di FdI e l’indipendentiFabio Pregnolato sta Cantarutti.

crostoli passati al forno e cotti al forno fritelle alla crema, alla crema chantilly, zabaione e cioccolato Cell. 393 9433694 Tel. e Fax 0426 357022 - Fax 0426 505025 panzampirolo@libero.it - www.panificiozampirolo.it


ECOCLIMA GAS www.autogasnord.it

DA NOI POTETE TROVARE PELLETS ORIGINALI provenienti da:

U.S.A. EN PLUS A1

CANADA EN PLUS A1

CROAZIA EN PLUS A1

LA QUALITÀ AL GIUSTO PREZZO con la prestigiosa serie delle Stufe e Termostufe

Prodotti di elevata efficienza a prezzi da VERO AFFARE Ambra PREZZO LISTINO

€ 1.750

Fuocolà PREZZO LISTINO

€ 2.560

Petit Thermo Thermo Charme Plus PREZZO LISTINO

€ 3.160

PREZZO LISTINO

€ 4.490

ECOCLIMA GAS www.autogasnord.it

S CO N TATO :

S CO N TATO :

S CO N TATO :

S CO N TATO :

€ 1.100 IVAto € 1.600 IVAto € 1.990 IVAto € 3.140 IVAto

Via Canalette, 3 45012 Ariano nel Polesine (Ro) Tel. 0426 378402 ecoclimagas@autogasnord.it Ecoclimagas


Villa Momi’s

ristorante·pizzeria

Villa Momi’s è il luogo ideale per matrimoni, cresime ed ogni altro tipo di ricorrenza. Per gli sposi e i loro invitati è riservata un’ospitalità particolare, con aree e intrattenimenti privati.

B E A U T I F U L D AY Villa Momi’s permette anche cene e pranzi di lavoro, con la massima tranquillità e distensione per i propri colloqui d’affari. Alla sera i locali sono destinati anche a chi desidera un po’ di intimità, con un’armonia

che

solo il lume di candela riesce a creare

Due sale separate in due piani. Giardino estivo. Oltre 300 posti a sedere. Locale rustico in chiave moderna unico nel suo genere, immerso nel verde.

Cavarzere (VE) Loc.Santa Maria 3B Tel. 0426 53538 chiuso il lunedì siamo presenti su

www.villamomis.it


19

Cultura

www.lapiazzaweb.it

Pari opportunità A Rosolina

“conoscersi”: un successo gli incontri L’assessore Falconi: “Il progetto non si rivolge prettamente al genere femminile, ma a tutti”

S

uccesso per il ciclo di incontri “Conoscersi”, voluto dall’assessore alle Politiche di genere del Comune di Rosolina, Daniela Falconi. “Il progetto ruota intorno alle pari opportunità e tuttavia non si rivolge prettamente al genere femminile, ma a tutti”. ha spiegato Falconi. Il filo conduttore è sicuramente l’introspezione femminile ma si è voluto toccare e coinvolgere anche gli uomini. “Questo - prosegue l’assessore - è il secondo ciclo di incontri che promuove il mio assessorato dopo “Mens sana in corpore

sano”. Abbiamo messo insieme un gruppo di grandi relatori che sono certa non vi deluderà”. Il primo incontro, giovedì 19 gennaio, è stato “L’intimità virtuale”, in cui la psicologa Manzin ha trattato il tema della comunicazione virtuale, tra costi e benefici delle nuove relazioni online. Il secondo è stato incentrato sull’alimentazione, “Mangiare con gli occhi, la scelta degli alimenti e aspetti psicologici del comportamento alimentare”. Per la terza serata è tornata al banco dei relatori la dottoressa Manzin, questa volta a parla-

negli ultimi incontri in programma a fine mese si parlerà di violenza contro le donne e, nell’ultimo appuntamento, del “mal di testa”

re di “Intimità violata”, ovvero della violazione delle promesse nelle relazioni affettive. Sabato 4 febbraio è andato in scena lo spettacolo teatrale “I monologhi della vagina”. Uno spettacolo che dà voce a donne di varie età ed estrazione sociale, a partire dalle oltre 200 conversazioni sul sesso, sulle relazioni e sulla violenza raccolte dalla scrittrice. Per la quinta serata, prevista per giovedì 23 febbraio, a parlare del tema “Violenza contro le donne:

i passi per fermarla” sarà l’avvocato Valentina Noce, esperta di diritto di famiglia, minori e pari opportunità. Per il sesto e ultimo incontro in programma al tavolo dei relatori salirà l’unico uomo tra gli esperti chiamati a parlare al pubblico. Giovedì 2 marzo, il dottor Enrico Fregnan parlerà del tema “Il mal di testa”. Tutti gli incontri si svolgono nell’Auditorium di Rosolina, alle ore 21. L’ingresso è libero. Melania Ruggini

porto tolle, la biblioteca festeggia i suoi lettori un patrimonio di 23.294 libri e 2.590 iscritti. tra questi 102 sono stati gli utenti registrati nel 2016

L

a biblioteca di Porto Tolle ha festeggiato i suoi lettori. È stata una festa all’insegna della cultura quella organizzata dall’assessorato alla Cultura alla Sala della musica: dagli esperimenti dello scienziato pazzo, al gruppo musicale Pleiadi, a un pensiero dolce per i più piccoli. Una festa per premiare le famiglie che utilizzano il servizio prestito libri alla biblioteca comunale, che conta un patrimonio di 23.294 libri e 2.590 iscritti. Tra questi 102 sono stati gli utenti registrati nel 2016. Un anno durante il quale sono stati prestati 13.708 volumi. A premiare gli utenti più meritevoli, il sindaco Claudio Bellan, l’assessore Leonarda Ielasi, il presidente del Consiglio Achille Fecchio e il docente Luciano Scarpante. Gli adulti sono stati omaggiati con dei volumi sulla storia del territorio, i più piccoli, invece, con libri che rispecchiano il profilo lettura tracciato durante l’anno e giochi didattici. Tra i premiati, le scuole della Primaria e dell’Infanzia di Scardovari. Gu. Fe.

Aism, AssociAzione iTALiAnA scLerosi MuLTipLA, e i notAi ti invitAno A pArtecipAre AgLi inconTri grATuiTi per ricevere risposTe ALLe Tue doMAnde.

Con il patrocinio e la collaborazione del

PER INFORMAZIONI suglI INCONtRI:

800.09.44.64 - www.aism.it


20

Sport

www.lapiazzaweb.it

Kata Atleti portoviresi

I due campioni di Porto Viro durante la premiazione

Un altro oro per fregnan e moregola I

l medagliere dei due campioni portoviresi Andrea Fregnan e Stefano Moregola si arricchisce di un altro oro, conquistato nella prima prova del GrandPrix di Kata “Città Di Giaveno”, che si è svolto domenica 22 gennaio nella cittadina piemontese, con 70 coppie provenienti da otto nazioni, e valido come prima prova del GrandPrix di Kata Judo 2017. Il kata è la forma base del judo, codificata attraverso una serie di movimenti preordinati che rappresentano varie tecniche e tattiche di combattimento evidenziandone i principi e le opportunità di esecuzione (spazio, tempo e velocità) e richiedela massima precisione nella sua esecuzione. La competizione piemontese è stata curata dal DojoAkiyama Torino in collaborazione con il

Comitato Regionale Piemonte; gli incontri si sono svolti su tre aree di gara ed era supervisionata dal Maestro ShojiSugiyama, 8° dan e componente della commissione Kata Competition EJU. Presenti, ovviamente come teste di serie, anche i due portacolori dell’A.S.D. Eurobody di Porto Viro, pluricampioni supertitolati a livello mondiale ed europeo, allenati dal Maestro Fabrizio Gazzignato, che hanno gareggiano nel Katame No Kata (il Kata della lotta a terra), il più numeroso dei cinque con 14 coppie in gara divise in due pool. Fregnan e Moregola si sono esibiti per ultimi nel pool A e si sono aggiudicati la finale con 430 punti; nelle altre sette coppie del pool B hanno prevalso gli umbri Stefano Proietti e Alessandro Varazi, gli

I nostri Vini Friulani

La nostra forza è la continua ricerca della qualità e della soddisfazione del cliente

L’Antica Botte

di Cesaretto Denis & Biasioli Andrea

via Adria Nova, 10 45011 Adria (Ro) tel. 348 4169690 denis.cesaretto@libero.it

vini rossi: • Cabernet Sauvignon • Cabernet Franc • Merlot • Malbech • Marzemino • Refosco dal peduncolo rosso • Cabernet Rosé • Rosso Verona • Valpolicella vini bianchi: • Tocai • Verduzzo Friulano • Pinot Grigio • Chardonnay • Bianco Verona (zona Soave e zona Custoza)

I nostri Vini di Valdobbiadene • Glera frizzante extra dry • Rabosello frizzante • Raboso frizzante

Fino al 15 Marzo PRENOTAZIONE VINI DA IMBOTTIGLIAMENTO

• Moscato Fiori d’Arancio • Prosecco • Verduzzo • Lambrusco • Pignoletto • Pinot Nero • Bonarda • Barbera

avversari di sempre dei due polesani. E nella sempre stracombattuta “finalissima” i due portoviresi hanno prevalso sugli umbri che pur avendo totalizzato lo stesso punteggio hanno dovuto accontentarsi, per la somma dei falli, del secondo gradino del podio. “Questa medaglia viene al momento giusto, per dare di nuovo fiducia ai nostri campioni, usciti nel mese di settembre da un campionato del mondo sottotono rispetto alle

loro capacità (solo quarti) in una sconfitta che però ha dato nuovi stimoli per migliorare e dimostrare come sempre il loro valore” ha spiegato il Maestro Gazzignato, che li segue in tutte le competizioni, tanto che tutti gli altri atleti nazionali hanno imparato a riconoscerli come un vero e proprio terzetto più che una coppia, con Gazzignato a bordo tatami che cerca di trattenersi dall’indossare il kimono pure lui e salire a dare sostegno ai suoi due ragazzi. Il 4 marzo Andrea e Stefano, assieme al loro maestro, nel contesto dei “Giorni dello Sport nelle scuole”, terranno un incontro con i bambini delle classi elementari in sala Eracle, prima del prossimo impegno agonistico la settimana successiva, che li vedrà affrontare la seconda tappa del Gran Prixdi Kata al Trofeo Villanova di Pordenone. Classifica finale: Katame No Kata - 1. Andrea Fregnan– Stefano Moregola (Punti 431), 2. Stefano Proietti - Alessandro Varazi (431), 3. Valter Sella - Sergio Rizzi (419), 4. Massimo Cester - Davide Mauri (418), 5. Francesco Bruno - Pietro Corcioni (414), 6. Luciano Sgarzi Lorenzetto Longo (404) Fabio Pregnolato

autodromo adria. guida sicura: la strada non è una pista

A

dria al centro dell’attenzione per il rally. La strada non è una pista e viceversa. Questo per favorire ancor di più la sicurezza stradale. Troppi i giovani che si affidano alla strada per contendersi il primato di non si sa bene cosa. È per questo che nella giornata di sabato 11 marzo ci sarà un corso di guida sicuro aperto a tutti ma soprattutto ai giovani. Contesto ovviamente l’autodromo Adria raceway international. Il messaggio che si vuole lanciare è abbastanza chiaro anche dallo slogan che hanno voluto lanciare gli organizzatori “Non confondere la strada con la pista”. L’iniziativa è stata presentata da Roberto Siviero dell’Historic car club di Adria, Stefano Galuppi del Hwc club Alfa Romeo di Rovigo, Paolo Bechis del Circolo ruote classiche rodigino e Giacomo Turri del Cams Rovigo. Assieme ai fantastici quattro anche Mario Altoè, direttore dell’autodromo. Come si svolgerà la giornata? Semplice, i partecipanti utilizzeranno i propri veicoli e saranno seguiti da uno staff di istruttori che daranno delle dritte sulle operazioni da fare in base all’auto che si ha a disposizione. Mani sul volante, dove guardare, aderenza alla strada. Sono solo tre dei consigli che verranno dati nella giornata. Il programma prevede 8.30 arrivo e accredito, alle 9 presentazione degli istruttori e lezione di teoria. Dalle 10.30 prima lezione di guida. Alle 12 il pranzo e dalle 14.30 la seconda sessione di lezione di guida. Alle 17.30 la cerimonia di chiusura con gli attestati. La prova consiste in slalom, frenate su asciutto e bagnato, accelerazione e frenata, simulazione di guida e reazione della vettura in base alle condizioni atmosferiche. Per informazioni basta chiamare lo 0426941411, oppure inviare una mail a eventi@adriaraceway.com. (ri.pa.)


s.a.s.

TAGLIO DI PO (Ro) - Via Roma, 63 - Tel. 0426 661523 - Fax 0426 349357 info@marangonistudio.it

30 ANNI

DAL 1986 AL VOSTRO SERVIZIO PER: • Elaborazione Dati Contabili e Aziendali • Contenzioso Fiscale • Consulenza Fiscale e Finanziaria • Compilazione Mod. 730 e Unico • Dichiarazione IMU • Dichiarazione ISEE

AFFIDATI A ESPERIENZA E PROFESSIONALITÀ


Stil Bimbi di Fabbris M. Stella

Tel. e Fax 0426 320373

Seguci su Facebook

PORTO VIRO Loc. Donada (Rovigo) · Via Roma 20

PORTO VIRO Loc. Donada (Rovigo) · Via Roma 35

0-24 mesi · tutto per il corredino premaman · donna

abbigliamento 3-18 anni · casual, cerimonie, cresime comunioni

GRANDI NOVITÀ!

una Primavera tutta da scoprire con i nuovi OUTFIT

E per i vostri ragazzi PYREX … www.stilbimbi.it Donna

TANTISSIME NOVITÀ PER LE VOSTRE CERIMONIE!!! Taglie oltre la NOVITÀ DONNA CONFORMATA

Bimbi

novità:

46


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Salute

Salute / Si Viaggiare

Per partecipare alla rubrica chiamare il numero 049 8704884

Informazione a pagamento a cura degli esperti del settore

1

www.lapiazzaweb.it/category/salute/

editoriale

Giornata nazionale di prevenzione dello spreco. Sprecati 145 Kg di cibo all’anno per famiglia

D

“Solo un Sistema Sanitario pubblico può davvero curare il cancro” Malattie respiratorie: ne soffrono 600mila veneti

a pag 24

Giornata Mondiale contro il cancro infantile

Farmacia Ferrari Piazza Marconi, 34 Donada di Porto Viro (Ro) Te l . 0 4 2 6 6 3 1 3 8 4

a pag 25

omenica 5 febbraio 2017 si è celebrata la 4^ giornata nazionale di prevenzione degli sprechi alimentari, ma solo pochi italiani sanno che esiste una nuova normativa antispreco (Legge 166/2016) i cui contenuti sono ancora poco conosciuti. Infatti il 90% degli italiani dichiara di non conoscerli o di averne solo scarse informazioni. Si spreca molto, nelle case degli italiani sono stimati sprechi alimentari per 145 Kg all’anno per famiglia,circa il 75%, il resto viene sprecato nei ristoranti, nella produzione e nella distribuzione, per una cifra complessiva pari a 16 miliardi di euro, ovvero l’1% del PIL. Ma come si comportano gli italiani di fronte allo spreco? Da un’indagine statistica su una rilevazione da un campione di 1800 famiglie sono emersi quali elementi condizionanti l’età,la sensibilità ambientale, il tempo a disposizione, i figli e la responsabilità sociale, con i seguenti risultati: Virtuosi: 22% sono quelli più sensibili al tema per ragioni di moralità e di ambiente e che in valore assoluto sprecano la metà rispetto alla media nazionale. Attenti: 28% sono attenti allo spreco ma con una convinzione minore,fra questi sono maggiori le coppie con figli e lo spreco anche se involontario si alza di più: circa un 25% in meno della media nazionale. Attenti per necessità: 7% sono persone con redditi limitati e costretti a far di necessità virtù, non prestano comunque attenzione ai danni ambientali e il loro spreco è superiore ai 2 gruppi precedenti: il 20% in meno della media nazionale.

Il trattamento delle Malocclusioni in età evolutiva a pag 26

servizi: • autoanalisi della glicemia • colesterolo • analisi della pressione • analisi del capello • test intolleranze alimentari • omeopatia


la laPiazza iazza

24

alute Salute

www.lapiazzaweb.it

Consulenza scientificasi sconfigge insieme Il cancro infantile L’editoriale

L’assenza di una copertura sanitaria universale porta a diagnosi tardive, abbandono delle cure e difficoltà nel procurarsi medicinali

Giornata nazionale di prevenzione dello spreco. pediatrico. L’80% dei tumori infantili si presenta già oggi nei Paesi più poveri. Essi sono l’1% dei casi totali Sprecati 145 diKg cibo cancrodi nei Paesi ad alto/medio reddito, ma ben il 4% in quelli a basso reddito. La differenza nei tassi all’anno perdifamiglia sopravvivenza segna un’ulteriore diseguaglianza.

studio dentistico

Zr Dental del dott. Alberto Ziliotto Porto Viro (Ro), via Rossini 15 - Tel. 0426 321699 - www.odontoiatraziliotto.it

In occidente sopravvive il 75-85% dei bambini a cui viene diagnosticato un cancro, nei Paesi a medio e bassosi reddito il 50 eaiil 20%. Incoerenti: 27% sono quelli che dicono tra attenti Per bambini e adolescenti con il cancro, l’assenza problemi ambientali, percepiscono il danno e l’immoralità di una copertura sanitaria dello spreco,pur tuttavia sprecano e non poco: 25% in più universale porta a diagnosi metà febbraio si ricordano tutti i bambini e abbandono delle cure e difficoltà nel Spreconi: 12% per costoro tardive, è la società che deve gli adolescenti malati di tumore e anche tutti i procurarsi medicinali o seguire il follow-up. Anche in pensarci,non si riconoscono responsabilità personali medici e i ricercatori impegnati a salvare loro la vita. Italia, nonostante la presenza di un sistema sanitario dirette, l’ambiente è relativamente importante e lo spreco In Italia circa 1.380 bambini e 780 adolescenti pubblico, la mancanza di risorse in sanità e la tossicità non presuppone conseguenze più generali. Sprecano così si ammalano di tumore ogni anno, pari a 164 casi finanziaria del cancro, compromettono i risultati delle una volta e mezzo in più della media. per milione di bambini e 269 casi per milione di terapie e mettono a rischio le risorse finanziarie Incuranti: 4% costoro non hanno alcun interesse sulla tematica e buttano il cibodelle adolescenti. E se il trend con cui si ammalano i più famiglie. “Sconfiggere il cancro è una delle più grandi con facilità. Sprecano il 66% in più rispetto alla media nazionale. piccoli resta ancora stabile, per teenager e giovani sfide per la salute dell’intero genere umano – Dal mese di marzo 2017 parte il progetto Reduce del Ministero dell’Ambientedice adulti continua a salire (circa del 2 per cento all’anno). Rizzi, presidente di Soleterrei “DIARI - Nel DI nostro che monitorerà il comportamentoDamiano di 400 famiglie campione attraverso ono 90 mila ogni anno i morti inSoleterre Italia per ha patologie legate A livello mondiale l’organizzazione lavoro abbiamo toccato conreale manonelle comecase la possibilità FAMIGLIA” per documentare in modo scientifico lo spreco degli all’inquinamento. Il dato sull’esperienza emerge dal ventesimo presentato un dossier costruito in 6 Congresso di ammalarsi di cancro e di curarsi dipenda da diversi italiani, ma tutti i cittadini potranno partecipare al progetto “WASTE NOTES,UN nazionale sulle malattie respiratorie dal titolo Paesi in 3 continenti, Italia compresa, che traccia“Asma un Bronchiale fattori sociali, ambientali, economici e politici. DIARIO PER AMICO” scaricando dal sito della campagna Spreco Zero i format su Dal e Bpco: obiettivi, nuovi strategie” che si è quadro dellenuovi diseguaglianze nellarimedi, cura nuove del tumore è piùinche mai chiaro come solo cui annotare la lista della spesa enostro il ciboosservatorio buttato di giorno giorno. svolto eil spiega mese scorso a Verona alla di 350 specialisti. pediatrico come per vincere la presenza sfida globale sistemi sanitari pubblici, finanziati con la fiscalità Gli ilono esperti avrebbero dubbi nell’individuare 90 non milanecessario ogni anno i morti capoluogo scaligero, l’asma interessa contro cancro sia investire sulla sanità il fumo e La giornata internazionale generale e gestiti da una pluralità di soggetti, con contro il cancro infantile è stata ideata da Childhood l’inquinamento atmosferico come principali responsabili delle in Italia per patologie legate 18 mila persone e il Bpco 14 mila. Ma pubblica. L’OMS, infatti, stima che nel 2030 saranno il diretto coinvolgimento dei cittadini, siano la sola mondiale associazioni malattie respiratorie che affliggono quindici italiani Cancer International, rete all’inquinamento. Il persistenti dato emerge dal il doppio è tutto il Venetodiad181 essere interessato locali e nazionali, guidate diagnosticati 21,4 milioni di tumori, quasi risposta credibile per arginare le morti dei prossimi da genitori, provenienti 90 Paesi e 5 qui continenti: sei sono i messaggi chiave su 100. ventesimo nazionale sulle che vede da da questo flagello: le malattie rispetto al 2008.Congresso Una crescita esponenziale anni. L’ineguaglianza nella cura del cancro appare “Per combattere fumo abbiamo potuto contare sulla leggedella campagna 2017. E malattie respiratorie dal titolo “Asma respiratorie terza anche con il fine ultimo lo slogan rappresentano della Giornatalacoincide i Paesi a basso e medio ilreddito in prima linea contro evidente nei Paesi in via di sviluppo, ma se il nostro Sirchia. Dopo 23qui, tentativi formulare una normativa antifumo Bronchiale e Bpco: nuovi di alle mortecure e siper prevede la dell’iniziativa: “Migliore causa accesso bimbiche e adolescenti malati di cancro in la piaga del secolo: doveobiettivi, iditassi dinuovi sopravvivenza sistema sanitario pubblico non verrà nutrito delle a più partire da inizio Novecento il dei Responsabile nuove che si- dice è svolto prevalenza di tali patologie sia destinata sonorimedi, bassi, sistrategie” avranno il 60/70% tumori del Centro risorse umane ed economiche necessarie, anche in tutto il mondo”, in modo tale da garantire ai più piccoli il diritto di essere seguiti con Studi adiVerona farmacoeconomia ilnazionale mese scorso alla presenzae farmacoepidemiologia ad aumentare. Di questa correlazione globali. Italia guarire dal cancro diventerà una questione di le migliori terapie disponibili. respiratoria, Roberto Negro l’ultimo è andato di 350 specialisti. Glialla esperti non malattia con gravi malattie è convinto da anni L’ineguaglianza socialeDal base– finalmente della ricchi e poveri”. in porto grazie al nell’individuare fatto che èevidente statoilindividuato un responsabile: il avrebbero dubbi fumo anche un illustre pneumologo veronese, Francesca Bruni si mostra particolarmente nel cancro L’inquinamento del locale, costretto a far rispettare il divieto per non eproprietario l’inquinamento atmosferico come Roberto Dal Negro, responsabile del questo è certo. La incorrere sanzioni”. Pochi passimalattie avanti, principali inresponsabili delle Centro Nazionale Studicorrelazione Respiratori tra di da polveri sottili presenza di tumori e presenza polveri invece, sul fronte dell’inquinamento L’inquinamento respiratorie persistenti che affliggono Verona, secondo il quale “di dismog si e il fumo i principali sottili certa. èNon solo, è cresciuta nel atmosferico: a onor quindici italiani“l’imprenditoria, su 100. muore,èquesto certo. La correlazione tra da polveri sottili Intanto dal Veneto è partita l’iniziativa family bag, estesa poi in tutto il territorio corso deglidianni. E aepagarne del“Per vero,combattere ha fatto molto per ridurre imputati il fumo abbiamoil presenza tumori presenzaledimaggiori polveri italiano e inserita in una legge, che consente di inserire in recipienti il cibo non e il fumo i principali conseguenze soggetti più deboli: fenomeno – sottolinea NeroSirchia. – sul potuto contare sulla Dal legge sottili è certa.sono Non isolo, è cresciuta nel consumato nei ristoranti per portarlo a casa. onostante la family bag sia considerata anziani, categoria in conseguenze cui arriva al 60%, piano 23degli enti,di invece il una trasporto Dopo tentativi formulare normativa antifumo a imputati partire corso degli anni. E a pagarne le maggiori sono una opzione valida nella prevenzione degli sprechi dall’80% degli italiani, restano e bambini, dove siamo addirittura pubblico è balbettante quanto a del Centro nazionale i soggetti più deboli: anziani, categoria in cui arriva al 60%, e da inizio Novecento - dicee,il Responsabile ancora elevati l’imbarazzo e la vergogna, oltre al timore di una certa resistenza all’80%”. La lotta alle malattie respiratorie si attua con l’adozione emissioni domestiche, doveecifarmacoepidemiologia sono i controlli, è facilerespiratoria, eluderli”. Studi di farmacoeconomia bambini, dove siamo addirittura all’80%”. La lotta alle malattie da parte dei ristoratori, che potranno tuttavia esser facilmente superabili con una di misure preventive a medio e lungo termine e limiti idonei, I veneti che soffrono di malattie alle vie respiratorie hanno Roberto Dal Negro – finalmente l’ultimo è andato in porto grazie respiratorie si attua con l’adozione di misure preventive a medio sorta di istituzionalizzazione della family bag a tutti i livelli. polveri sottili (Pm10 e Pmdelle 2,5),polveri a salvaguardia dellae superato quota 600 mila. al fatto che è stato individuato un responsabile: il proprietario specie e lungodelle termine e limiti idonei, specie sottili (Pm10 Come è stato detto lo spreco migliore è quello che non si fa e solo una campagna dell’intera popolazione. 270 mila quelli malati ildidivieto Bpco (broncopneumopatia delSarebbero locale, costretto a far rispettare per non incorrere in salute Pm 2,5), a salvaguardia della salute dell’intera popolazione. capillare di educazione alimentare e ambientale potrà arrivare ad attuare,come cronica ostruttiva) e diavanti, asma invece, bronchiale e 340dell’inquinamento mila gli affetti da sanzioni”. Pochi passi sul fronte obiettivo, il dimezzamento degli sprechi in Italia e in Europa entro il 2025. asma grave. “l’imprenditoria, Secondo ESCAPEa (European Study Cohortes for atmosferico: onor del vero, ha of fatto molto per L’opera di prevenzione diviene così determinante e, poiché si sprecano più Air Pollution Effects), uno studioDal europeo 2010 al 2014 ridurre il fenomeno – sottolinea Nero –che suldal piano degli enti, facilmente gli alimenti freschi, che sono i più deperibili ma anche quelli che fanno ha esaminato 21 città europee, Verona èe,risultata secondo invece il trasporto pubblico è balbettante quanto aalemissioni Nel febbraio scorso, la Procura di Venezia è meglio alla salute, insegnare a far bene la spesa e a conservare in modo corretto posto per l’aria irrespirabile e le polveri sottili. In particolare nel domestiche, dove ci sono i controlli, è facile eluderli”. intervenuta dopo l’allarme lanciato da un gruppo di gli alimenti evita di buttare via del cibo ogni giorno e contribuisce a stare più in capoluogo scaligero, l’asma interessa 18 mila persone e il Bpco I veneti che soffrono di malattie alle vie respiratorie hanno pediatri veneti, ha ascoltato le loro preoccupazioni, salute. La miglior prevenzione consiste quindi nell’evitare, per quanto possibile, 14 mila. quota Ma è 600 tuttomila. il Veneto ad essere interessato da questo superato riservandosi l’ipotesi di aprire un fascicolo così da di riempire le dispense di cibo ricco di conservanti che ne limitano la scadenza e flagello: qui 270 le malattie rappresentano la terza Sarebbero mila quellirespiratorie malati di Bpco (broncopneumopatia accertare la presenza di reati ambientali. I pediatri nell’approvvigionarsi invece di cibi freschi, possibilmente a Km zero, in quantità causa diostruttiva) morte e sie prevede che la prevalenza di tali cronica di asma bronchiale e 340 mila gli patologie affetti da veneti hanno evidenziato la potenza distruttiva delle proporzionali al loro consumo e alla loro conservazione, con gran beneficio per la sia destinata ad aumentare. Di(European questa correlazione con gravi asma grave. Secondo ESCAPE Study of Cohortes for polveri sottili sui sistemi immunitari dei bambini nostra salute e per il nostro portafoglio, ma anche per l’ambiente ed il senso civico. malattie è convinto da anni un che illustre pneumologo Air Pollution Effects), uno studioanche europeo dal 2010 al 2014 che provoca casi molto gravi e cronici di malattie al famosi pugni verdi del personaggio della Marvel più amato dei fumetti, ossia veronese, Roberto Dal Negro, responsabile CentroalNazionale ha esaminato 21 città europee, Verona è del risultata secondo sistema respiratorio. l’Incredibile Hulk, diventano il simbolo della campagna di sensibilizzazione Studi Respiratori di Verona, secondo il quale si muore, posto per l’aria irrespirabile e le polveri sottili.“diInsmog particolare nel #Lottoanchio2017 promossa dall’Ageop Ricerca Onlus – Associazione Genitori Ematologia Oncologia Pediatrica – che da oltre trent’anni si impegna per accogliere e assistere i piccoli pazienti oncologici e le loro famiglie – in occasione della XV Giornata mondiale contro il cancro infantile che ricorre il 15 febbraio. Per la campagna sono stati scelti i pugni di Hulk poiché rappresentano l’emblema della forza che ciascuno può donare a un bambino che sta lottando i pensa che il volontariato sia qualcosa Il progetto, che ha ricevuto dalla Regione capito il valore della formazione perché duramente contro il cancro. solo per i pensionati e non per i Veneto un finanziamento di 50mila euro, a volte ci sono momenti non facili da Come ha spiegato la presidente dell’Ageop Ricerca Onlus, Roberta Zampa: giovani perché non sono affidabili. La realtà ha visto il coinvolgimento di 30 giovani, gestire emotivamente. Il volontariato non “Non serve essere supereroi per prendere parte alla lotta contro il cancro infantile. è che non sono preparati”. Così Patrizia perlopiù donne, delle province di Padova va assolutamente improvvisato”, hanno Ognuno di noi, nella sua quotidianità, può fare qualcosa di importante”. Serblin, psicologa dell’Istituto Serblin per e Vicenza, selezionati mediante colloquio. commentato alcuni partecipanti. La campagna, che è presente sulla piattaforma di crowdfunding Ideaginger, l’Infanzia e l’Adolescenza di Vicenza, che Il percorso li ha portati a comprendere Il tema del volontariato è stato affrontato nasce con l’intento di raccogliere 30 mila euro per assicurare un anno di cura a tre nel 2014 ha avviato, in collaborazione con come operare in tre specifici contesti: anche sotto il profilo della trasparenza: visto bimbi malati di tumore e offrire a loro e alle loro famiglie ospitalità gratuita nelle la Fondazione Città della Speranza, un nei reparti di Pediatria e Oncoematologia l’alto numero di associazioni esistenti, è case Ageop. percorso di formazione per gli aspiranti Pediatrica degli ospedali di Padova e quanto mai necessario che anche chi dona Tanti sono gli artisti italiani che hanno deciso di sposare questa causa solidale volontari con l’obiettivo di sensibilizzare e Vicenza; nelle iniziative di raccolta fondi; sappia orientarsi e capisca come vengono attraverso i loro spettacoli. Per informazioni e acquistare i biglietti degli spettacoli: accompagnare i giovani dai 18 ai 30 anni nell’accompagnamento delle scolaresche gestiti i soldi. Proprio su sollecitazione di www.coupononlus.it al vero significato del fare volontariato. Che nella cosiddetta “Torre della ricerca”. Città della Speranza, il Veneto ha fatto un

A

S

Più di 600mila veneti soffrono di malattie alle vie respiratorie Più di 600mila veneti soffrono di malattie alle vie respiratorie

la scHeDa

S

#Lottoanchio2017 Una campagna per aiutare i bimbi che lottano

Il progetto: volontari tra i letti dei bambini malati di cancro

L’allarme Dei l’allarme dei peDiatri pediatri

I

“S con noi? Contattaci! Vuoi collaborare

Salute

>> Condividi la tua esperienza ed i tuoi consigli sul nostro >> Inserto Salute

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it

non è improvvisazione!

“Attraverso questa esperienza abbiamo

importante passo avanti.


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Salute

25

Il cancro infantile si sconfigge insieme L’assenza di una copertura sanitaria universale porta a diagnosi tardive, abbandono delle cure e difficoltà nel procurarsi medicinali

A

metà febbraio si ricordano tutti i bambini e gli adolescenti malati di tumore e anche tutti i medici e i ricercatori impegnati a salvare loro la vita. In Italia circa 1.380 bambini e 780 adolescenti si ammalano di tumore ogni anno, pari a 164 casi per milione di bambini e 269 casi per milione di adolescenti. E se il trend con cui si ammalano i più piccoli resta ancora stabile, per teenager e giovani adulti continua a salire (circa del 2 per cento all’anno). A livello mondiale l’organizzazione Soleterre ha presentato un dossier costruito sull’esperienza in 6 Paesi in 3 continenti, Italia compresa, che traccia un quadro delle diseguaglianze nella cura del tumore pediatrico e spiega come per vincere la sfida globale contro il cancro sia necessario investire sulla sanità pubblica. L’OMS, infatti, stima che nel 2030 saranno diagnosticati 21,4 milioni di tumori, quasi il doppio rispetto al 2008. Una crescita esponenziale che vede i Paesi a basso e medio reddito in prima linea contro la piaga del secolo: qui, dove i tassi di sopravvivenza sono più bassi, si avranno il 60/70% dei tumori globali. L’ineguaglianza sociale alla base della malattia si mostra particolarmente evidente nel cancro

la scHeDa La giornata internazionale contro il cancro infantile è stata ideata da Childhood Cancer International, rete mondiale di 181 associazioni locali e nazionali, guidate da genitori, provenienti da 90 Paesi e 5 continenti: sei sono i messaggi chiave della campagna 2017. E lo slogan della Giornata coincide anche con il fine ultimo dell’iniziativa: “Migliore accesso alle cure per bimbi e adolescenti malati di cancro in tutto il mondo”, in modo tale da garantire ai più piccoli il diritto di essere seguiti con le migliori terapie disponibili.

#Lottoanchio2017 Una campagna per aiutare i bimbi che lottano

pediatrico. L’80% dei tumori infantili si presenta già oggi nei Paesi più poveri. Essi sono l’1% dei casi totali di cancro nei Paesi ad alto/medio reddito, ma ben il 4% in quelli a basso reddito. La differenza nei tassi di sopravvivenza segna un’ulteriore diseguaglianza. In occidente sopravvive il 75-85% dei bambini a cui viene diagnosticato un cancro, nei Paesi a medio e basso reddito tra il 50 e il 20%. Per bambini e adolescenti con il cancro, l’assenza di una copertura sanitaria universale porta a diagnosi tardive, abbandono delle cure e difficoltà nel procurarsi medicinali o seguire il follow-up. Anche in Italia, nonostante la presenza di un sistema sanitario pubblico, la mancanza di risorse in sanità e la tossicità finanziaria del cancro, compromettono i risultati delle terapie e mettono a rischio le risorse finanziarie delle famiglie. “Sconfiggere il cancro è una delle più grandi sfide per la salute dell’intero genere umano – dice Damiano Rizzi, presidente di Soleterre - Nel nostro lavoro abbiamo toccato con mano come la possibilità di ammalarsi di cancro e di curarsi dipenda da diversi fattori sociali, ambientali, economici e politici. Dal nostro osservatorio è più che mai chiaro come solo sistemi sanitari pubblici, finanziati con la fiscalità generale e gestiti da una pluralità di soggetti, con il diretto coinvolgimento dei cittadini, siano la sola risposta credibile per arginare le morti dei prossimi anni. L’ineguaglianza nella cura del cancro appare evidente nei Paesi in via di sviluppo, ma se il nostro sistema sanitario pubblico non verrà nutrito delle risorse umane ed economiche necessarie, anche in Italia guarire dal cancro diventerà una questione di ricchi e poveri”. Francesca Bruni

Il progetto: volontari tra i letti dei bambini malati di cancro • • • • •

• •

I

famosi pugni verdi del personaggio della Marvel più amato dei fumetti, ossia l’Incredibile Hulk, diventano il simbolo della campagna di sensibilizzazione #Lottoanchio2017 promossa dall’Ageop Ricerca Onlus – Associazione Genitori Ematologia Oncologia Pediatrica – che da oltre trent’anni si impegna per accogliere e assistere i piccoli pazienti oncologici e le loro famiglie – in occasione della XV Giornata mondiale contro il cancro infantile che ricorre il 15 febbraio. Per la campagna sono stati scelti i pugni di Hulk poiché rappresentano l’emblema della forza che ciascuno può donare a un bambino che sta lottando duramente contro il cancro. Come ha spiegato la presidente dell’Ageop Ricerca Onlus, Roberta Zampa: “Non serve essere supereroi per prendere parte alla lotta contro il cancro infantile. Ognuno di noi, nella sua quotidianità, può fare qualcosa di importante”. La campagna, che è presente sulla piattaforma di crowdfunding Ideaginger, nasce con l’intento di raccogliere 30 mila euro per assicurare un anno di cura a tre bimbi malati di tumore e offrire a loro e alle loro famiglie ospitalità gratuita nelle case Ageop. Tanti sono gli artisti italiani che hanno deciso di sposare questa causa solidale attraverso i loro spettacoli. Per informazioni e acquistare i biglietti degli spettacoli: www.coupononlus.it

“S

i pensa che il volontariato sia qualcosa solo per i pensionati e non per i giovani perché non sono affidabili. La realtà è che non sono preparati”. Così Patrizia Serblin, psicologa dell’Istituto Serblin per l’Infanzia e l’Adolescenza di Vicenza, che nel 2014 ha avviato, in collaborazione con la Fondazione Città della Speranza, un percorso di formazione per gli aspiranti volontari con l’obiettivo di sensibilizzare e accompagnare i giovani dai 18 ai 30 anni al vero significato del fare volontariato. Che non è improvvisazione!

Il progetto, che ha ricevuto dalla Regione Veneto un finanziamento di 50mila euro, ha visto il coinvolgimento di 30 giovani, perlopiù donne, delle province di Padova e Vicenza, selezionati mediante colloquio. Il percorso li ha portati a comprendere come operare in tre specifici contesti: nei reparti di Pediatria e Oncoematologia Pediatrica degli ospedali di Padova e Vicenza; nelle iniziative di raccolta fondi; nell’accompagnamento delle scolaresche nella cosiddetta “Torre della ricerca”. “Attraverso questa esperienza abbiamo

capito il valore della formazione perché a volte ci sono momenti non facili da gestire emotivamente. Il volontariato non va assolutamente improvvisato”, hanno commentato alcuni partecipanti. Il tema del volontariato è stato affrontato anche sotto il profilo della trasparenza: visto l’alto numero di associazioni esistenti, è quanto mai necessario che anche chi dona sappia orientarsi e capisca come vengono gestiti i soldi. Proprio su sollecitazione di Città della Speranza, il Veneto ha fatto un importante passo avanti.


laPiazza

26

Salute

www.lapiazzaweb.it

Depressione cronica, non bastano i farmaci La depressione cronica è diffusa e difficile da trattare. Uno studio tedesco evidenzia che una psicoterapia strutturata raggiunge risultati migliori della psicoterapia di supporto aspecifica

U

na psicoterapia personalizzata nella depressione cronica è superiore - anche se di poco – alla terapia aspecifica sia nel migliorare i sintomi che la qualità della vita. “La depressione cronica – ha detto Elisabeth Schramm dell’Università di Friburgo, principale autrice dello studio a riguardo – è una malattia molto diffusa e invalidante, spesso associata a comorbidità e a traumi precoci ed è considerata difficile da trattare”. I ricercatori hanno valutato l’efficacia dell’approccio cognitivo comportamentale (CBASP), una forma di terapia specificamente progettata per il trattamento della depressione, diversa della aspecifica psicoterapia di sostegno.  Lo studio multicentrico randomizzato, i cui risultati sono stati pubblicati su JAMA Psichiatry, ha incluso pazienti con depressione cronica ad insorgenza precoce che non assumevano farmaci antidepressivi: 137 hanno ricevuto CBASP e 131 psicoterapia di sostegno. L’età media dei partecipanti era di 45 anni, il 70%

rappresentato da donne. I partecipanti hanno ricevuto 24 sessioni di trapia per oltre 20 settimane nella fase acuta della depressione, seguita da 8 sessioni di mantenimento per le seguenti 28 settimane. I pazienti sottoposti a CBASP hanno avuto maggiore probabilità di rispondere al trattamento o esperienze di remissione dopo 20 settimane. Inoltre, hanno anche mostrato vantaggi significativi nella maggior parte dei risultati secondari tra cui i sintomi depressivi auto-riferiti e la qualità della vita connessa alla salute mentale. “Il principale risultato di questo studio è che i pazienti con esordio precoce di depressione cronica, considerata difficile da trattare, hanno migliorato in modo significativo i sintomi depressivi e la qualità

Il trattamento U delle Malocclusioni I in età evolutiva Alimentazione

Mangia le verdure, ti fanno bene al cuore!

della vita con entrambi gli approcci di trattamento – ha dichiarato Schramm – ma una psicoterapia specifica e altamente strutturata si è dimostrata più efficace della terapia di supporto aspecifica, l’aggiunta di una psicoterapia prolungata nella fase acuta sembra essere molto promettente in questa popolazione di pazienti”. Ulteriori ricerche dovranno chiarire se la combinazione o l’aumento della CBASP con strategie farmacologiche aumenterebbero i risultati del trattamento. Inoltre, altre opzioni di trattamento psicologico, come ad esempio gli interventi modulari basati sulla personalizzazione delle caratteristiche e le comorbidità del paziente, potrebbero essere utili. (Reuters Health)

In Italia 4 milioni di depressi, solo 1 su 3 si cura

na patologia che colpisce sempre più persone nel bambini, spesso, non ne mondo, soprattutto le donne, perfino i bambini. vogliono sapere, specie se le E’ la depressione, una vera e propria “crisi globale”, verdure sono verdi e a foglia come è stata definita da Claudio Mencacci, presidente larga. della Società italiana di Psichiatria intervenuto al E difatti, quando si parla di Congresso nazionale della Società Italiana di farmacia verdure, il primo colore a cui ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle aziende si pensa è il verde come quello sanitarie a Milano. catalogna. adi spinaci, terapia erbette, ortodontica intercettiva, sufficiente il monitoraggio della crescita nel “Si tratta - spiega il professor Mencacci - di una Eppure gli ortaggipazienti di questo dedicata ai piccoli in crescita, tempo. patologia che ha assunto una dimensione epidemica: colore molti divantaggi. nasce conoffrono lo scopo correggere le Le principali condizioni che richiedono 350 milioni nel mondo, oltre 30 milioni nell’Europa a Ce lo ricorda una meta- in età disarmonie di naturarecente scheletrica l’intervento in età precoce sono 28 Stati, e oltre 4 milioni nel nostro Paese”. E si tratta, analisiche, pubblicata sul Journal precoce se non trattate nelleof corrette malocclusioni quali i crossbite anteriori e/o comunque, di stime prudenti. Inoltre le statistiche the Royal possono Society ofaggravarsi Medicine con la tempistiche, posteriori (mono o bilaterali), un’overjet generali dicono che un paziente su tre si cura. Questo, Cardiovascular in cui, crescita e il passareDisease del tempo, divenendo eccessivamente aumentato, la perdita spiega Mencacci, “perché pesano ancora i sentimenti sanitario, quindi più operatori, più medici, più farmaci dopodifficilmente aver valutatorisolvibili criticamente spesso con la sola precoce di elementi decidui, l’eruzione di vergogna, di stigma, di isolamento della persona da acquistare sul mercato. Ma la nostra analisi ha otto studi, è osservato che ortodonzia in etàsi adulta. degli elementi dentali in posizione ectopica stessa che soffre di depressione, e del contesto mostrato che l’impatto più grosso della depressione un elevato di verdure Tale fase di consumo trattamento (fuori sede) ed infine non solo dell’individuo, che tende a costruirsi un sotto il profilo economico non è tanto quello del costo a foglie verdi era associato s’indirizza a pazienti di età importanti affollamenti. isolamento sociale, ma anche delle persone, familiari, sanitario, quanto sulla società e sui costi per la società. Non tutti i casi a una trariduzione compresa i 5 ed idel 10 rischio La presenza di amici che a loro volta risentono di La persona depressa e che non si nome deriva cardiovascolare del 16%. E richiedono “Non ci si cura anni; il suo scopo è dunque eventuali abitudini viziateproprio dalla parola questo atteggiamento di isolamento. cura è portata a fare più assenze - oltre che beta-carotene già diineliminare precedenza, da altri studi,il trattamento Basso apporto quello abitudini quali l’usofoglia del succhiotto, La nostra azione come società dal lavoro. In genere si tratta di perchè ci si e luteina, due era emerso un possibile ruolo in etàcalorico, precoce, molte viziate, armonizzare la l’interposizione del carotenoidi il cui scientifica è di avvicinare le persone giovani, la depressione non vergogna ancora persone protettivo delle verdure crescita scheletrica e dei a foglia tuttavia è labbro tracoinvolgimento le arcate e il nella protezione alle cure, lanciando un messaggio: è la malattia dell’anziano”. Quindi si fibre e sostanze cardiovascolare verdemolli, nei confronti della vista e tessuti alla ricerca succhiamento del dito potrebbe essere tutte le depressioni sono curabili, di questa parla uomini e donne, teoricamente, consigliato far legato all’azione antiossidante. C’è delle capacità cognitive in tarda nutritive del massimo beneficio e e/o oggetti richiedono molte sono guaribili”. nel pieno della loro produttività ma malattia, ma eseguire una visita però un aspetto più nuovo sultempo quale viene dedicato oltre armonia che delper diabete e di dellaetà, miglior il particolare attenzione e, Molto alla visita e C’è chi pensa però che se si poco produttive. Quindi, conclude Ambulatorio dentistico fondamentali ortodontica si sofferma recente meta- con i pazienti alcuni tumori. è sbagliato” Zr Dental vostro bimbo. proprio percitale motivo, lenellaalla discussione e i lorotutti genitori, curassero il sistema non sarebbe Cicchetti, “se da un lato curare analisi,funzionali che vede il incoinvolgimento verdure, e in NonDel resto, tutti queste i casi caratteristiche modo tale che gli obiettivi trattamentoE’ assolutamente più disostenibile. maggior numero di persone del un dott. Alberto Ziliotto dell’ossido nitrico, un composto grazieper allaraggiungerliconvinto particolare quelle di colore verde scuro, abbinano richiedono il trattamento in età precoce, (respirazione, deglutizione, etc.) verranno che, ed i mezzi siano trasmessi in del contrario Americo Cicchetti, direttore vuol dire spendere soldi per i farmaci o per gli Portopiù Viro (Ro), azione vasodilatatrice e all’attività inibitoria ad un basso apporto caloricouna unavisita abbondanza di consua tuttavia è consigliato far eseguire valutate il massimo riguardo. modo chiaro e preciso, rispondendo ogniscuola di economia e management ospedali, dall’altro di Altems, ad l’Alta vuol dire via Rossini 15 creare nuove risorse ha un ruolo importante sostanze ilnutritive protettive quali fibra, potassio, ortodontica: percorsoe diagnostico porterà Il nostrosull’aggregazione staff è preparatopiastrinica, ad accogliere eventuale dubbio, domanda deio curiosità. sistemi sanitari. Proprio secondo uno studio perché aumenta la 0426 produttività sul lavoro. Oltre che - Tel. 321699 per la salute cardiovascolare. ferro, vitamine E, C e K, se folati il- piccolo il cui paziente, allamagnesio, corretta decisione, determinando rendendolo così sereno, Per maggiori informazioni fatto vidaaspettiamo Altems, “è chiaro che trattare più persone il valore intrinseco che ha il tirare fuori una persona www.odontoiatraziliotto.it vi è necessità di trattamento o se sarà collaborante e partecipe. Sopra il dott. Ziliotto, un’immaginedalla dello staff presso il nostro studio. significa mettere in campo piùAlberto risorse pera ilfianco sistema depressione”.

L


PORTO VIRO (RO)

CONCESSIONARIO DI ZONA

C.so Risorgimento, 152 - Porto Viro (Ro) - Tel. 0426 322877 gioielli.valenza1@virgilio.it - seguici su www.gioiellivalenzashop.it chiuso la domenica e il lunedĂŹ tutto il giorno


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

M Prosecco y Tapas al salone della gastronomia stellata di Madrid

etti insieme le bollicine veneto-friulane e tapas di pesce per un aperitivo e non passerai più alla cena! A proporre il felice connubio a Enofusiòn, evento internazionale riservato al vino, organizzato nel cuore di Madrid, lo chef stellato Quim Casellas, del Restaurant Hotel Casamar di Girona, prima stella Michelin conquistata nel 2011. “Il Prosecco a me ricorda il Mediterraneo e ho pensato di abbinarlo a delle Tapas di pesce che richiamano questa comune identità – ha più volte affermato lo chef Quim Casellas durante la MasterClass – così per ciascun diverso Prosecco ho proposto un piatto di mare che esaltasse questo profilo nei vini in degustazione: La Jara, Astoria, Villa Sandi, Az. Agr. Soligo, Vivo Cantine”. Enofusiòn, organizzato nel cuore di Madrid come costola di Madridfusiòn, salone della gastronomia stellata, la cui notorietà sta oltrepassando i confini della Spagna, ha visto la partecipazione di cento espositori e pubblico selezionato per evento internazionale riservato al vino. Nel Palacio Municipal de Congresos de Madrid

29

la manifestazione, conclusa in questi giorni, ha registrato un afflusso medio di 120 visitatori l’ora, composto per l’85-90% da addetti ai lavori, il restante 10-15% da consumatori finali. Presente per la prima volta anche il Consorzio Prosecco Doc con una MasterClass sul tema “Prosecco Doc y Tapas” alla scoperta di piacevoli e innovativi abbinamenti tra le bollicine veneto-friulane e le tapas, specialità spagnola che accompagna tipicamente l’aperitivo. In questo caso si è trattato di stuzzichini davvero ‘chic’ firmati, appunto, Quim Casellas. La MasterClass, tenuta per conto del Consorzio Prosecco Doc da Tobia Capuzzo, dallo chef Casellas, dall’export manager di Villa Sandi, ha registrato un pronto sold out e un’entusiastica partecipazione gratificata anche dagli indovinati assaggi gourmet. Ad Enofusiòn il Consorzio ha pure partecipato -in prima fila- nella Wine Gallery, la sezione dedicata alla degustazione ‘libera’ ovvero accessibile a tutti i partecipanti ed è stato subito boom: di richieste d’informazione sulle caratteristiche della Denominazione e di assaggi.


www.lapiazzaweb.it

laPiazza

31

N e lla

f oto d i c op e rtina e in q ue lla a la to d ue sp le nd id e im m a g ini d i Sid i Bou Sa id , la P ortof ino d i Tunisia . In a lto, d a sinistra : il Fe stiv a l d e l Sa h a ra d i Douz , il v illa g g io d i C h e nini, l’ a nf ite a tro rom a no d i El Je m , l’ oa si d i Toz e ur e una sp ia g g ia d a sog no. P iù sotto: una d e lle c a se sc a v a te ne lla roc c ia a M a tm a ta , uno sc orc io d e lla Tunisi v e c c h ia , la m inistra d e l Turism o Se lm a Elloum i e m ilita ri lung o il v a llo d i sic ure z z a c ostruito a l c onf ine c on la L ib ia

Tunisia a braccia aperte

Il paese dopo gli attentati terroristici del Bardo e di Sousse del 2015 ha fatto grandi sforzi per migliorare la sicurezza e invogliare i turisti a ritornare. Nelle spiagge, nei siti d’arte e nelle oasi ora si respira fiducia

di Renato Malaman

L

a Tunisia vuole risvegliarsi in fretta dall’incubo, tornare a sognare e a far sognare. Lo sanno tutti: dopo gli attentati del Bardo e di Sousse del 2015 le presenze turistiche nel paese nordafricano hanno subito un tracollo, provocando una grave crisi con effetti evidenti sull’economia nazionale. “Il paese oggi è più sicuro” ha detto poche settimane fa la bella ministra del Turismo Selma Elloumi all’apertura Festival dei popoli del Sahara di Tozeur, informando che dopo gli attentati dell’Isis di due anni fa il governo di Tunisi ha messo in atto un piano senza precedenti per garantire più sicurezza e invogliare i turisti a ritornare. Un piano realizzato anche attraverso collaborazioni di alto profilo a livello internazionale. Tra le misure più evidenti adottate figura la costruzione di un vallo blindato di oltre 200 chilometri, profondo 6 metri e largo 3, lungo il confine con la Libia. Inoltre, tutti gli alberghi sono stati dotati di metal detector come quelli obbligatori negli aeroporti. Intensificati anche i controlli nelle moschee, per stroncare sul nascere deviazioni terroristiche. La Tunisia, dunque, non si nasconde dietro a un dito: il governo

moderato di Yussef al Shahed sa bene che per parlare di ripresa del turismo è necessario far sapere al mondo, specie a quello Occidentale, che il paese oggi è più al riparo da certi rischi di ordine pubblico. Gli sforzi per ottenere questo risultato sono tuttora in atto e timidi segnali di ripresa dell’attività turistica già si avvertono. I primi a ritornare nelle spiagge e nei siti archeologici della Tunisia sono stati i turisti del Nord Europa. Gli italiani, a dire il vero, fanno ancora un po’ fatica a vincere la paura. Un viaggio in Tunisia oggi è un’esperienza forte, perché ovunque si respira questa atmosfera sospesa, un misto di ansia e di entusiasmo, di preoccupazione ma anche di fiducia. I controlli in effetti ci sono, ovunque. E sono attenti, discreti, onnipresenti. Tanto che ci si scrolla di dosso in fretta quel senso di inquietudine. All’uscita dall’aeroporto di Tunisi filari di eleganti palme sembrano simbolicamente dare il benvenuto al visitatore, schiudergli le porte per cogliere le infinite bellezze del paese. Prima che l’incanto si interrompesse di brutto nelle sale del Museo del Bardo, erano oltre un centinaio di migliaia i turisti italiani che sceglievano

I tanti pensionati italiani che risiedono a Tunisi e nelle località di mare testimoniano che non c’è pericolo e che sono tante le bellezze da riscoprire. Dall’anfiteatro romano di El Jem alle case sotterranee di Matmata, all’elegante Sidi Bou Said

ogni anno le spiagge bianche di Hammamet, Sousse o di Djerba. Alcuni di loro hanno scelto di trasferirsi in Tunisia godendosi il privilegio di una pensione che arriva dall’Italia quasi esentasse. Anziani che sono rimasti anche dopo gli attentati del 2015 perché, a sentir loro, non è mai prevalsa la sensazione di sentirsi in pericolo. Oggi a Tunisi, sia nella sua parte moderna e molto “occidentale” che nella tradizionale Medina, come pure nei raffinati caffè della bianca (e azzurra) Sidi Bou Said, come anche nelle ammalianti oasi nel deserto (Tozeur, Nefta, Tamerza e Douz), si respira un’aria di speranza. Come di attesa che qualcosa di positivo accada. Che all’orizzonte del Canale di Sicilia ricompaiano, ad esempio, le navi da crociera della grandi compagnie italiane o che negli aeroporti si riveda l’invasione festosa del popolo delle spiagge. Il paese, va detto, ha molto da offrire. Sono quarantamila i siti turistici e i più belli sono i meno conosciuti. In Tunisia tutti i popoli dell’antichità hanno lasciato tracce evidenti: i fenici, i cartaginesi, i romani, gli arabi, i berberi, i nomadi arrivati dal deserto. A El Jem c’è un anfiteatro romano che lascia a

bocca aperta, il terzo più grande dopo il Colosseo e l’Arena di Pola. A Matmata ci sono ancora villaggi di case sotterranee scavate a cilindro. A Chenini e a Tataouine sono rimasti intatti altri villaggi di case sovrapposte, dall’architettura tradizionale, costruiti in pietra. A Kairouan si coglie ancora l’anima araba e religiosa di questo paese. Insomma, la Tunisia è un caleidoscopio di bellezze che per il momento è come nascosto dietro a un sipario. Il momento della riapertura del palcoscenico turistico sembra però molto vicino. Se lo augurano i tanti amanti di questo paese, viaggiatori “fai da te” e turisti dell’ “all inclusive”, ma se lo augurano soprattutto i tunisini, popolo che, al di là dei facili e ingiustificati luoghi comuni di questi ultimi due anni, è estremamente aperto all’ospitalità e incline al sorriso. Perché ama la pace, da sempre. Perché il rapporto di amicizia con gli altri popoli al di qua del Mediterraneo è avvalorato da decenni di intensa collaborazione economica e di vivace interscambio culturale. Che nessuna forma di violenza terroristica potrà mai mettere in discussione.


Differenti per Qualità Angolo del Pulito MORFOLOGIA DEL PIEDE Il piacere di curare i tuoi piedi inizia dalla base. Scarpe su misura confezionate artigianalmente a mano. Per ottenere un’architettura del piede occorre esperienza. Curare i tuoi piedi è compito nostro con materiale non sintetico.

Nuova Apertura ad Adria !!!

Venerdì 17 Febbraio 2017 in Riviera Roma 3 ad Adria Un nuovo servizio di pulisecco e stireria con servizio igienizzante: sanifichiamo i tuoi indumenti e le tue cose personali. La sartoria garantisce un lavoro di prima qualità con sarta qualificata e prova in loco. Ogni lavoro da Voi richiesto sarà curato con la massima serietà professionale.

In una sala separata con attrezzature moderne e tanta esperienza verranno, a richiesta, confezionate scarpe su misura con pellami di prima qualità. Riparazioni di ogni genere: scarpe, borse, cambio cerniere … Tappeti e piumoni: ritiro e consegna a domicilio gratuita.

ANGOLO DEL PULITO • Riviera Roma3 3 • Adria (Ro) • Cell. 347 0806602


Protagonisti

www.lapiazzaweb.it

33

Musica, Lisa da Chioggia conquista la rete Esordisce a soli 16 anni con una canzone, “Tu”, che racconta la sua età e i valori che i giovani hanno un po’ perso di vista. Entro aprile uscirà il suo video clip ufficiale. In programma anche uno show live

U

na giovane sognatrice che, con la sua grande determinazione, è riuscita a gettare le basi per costruirsi una grande carriera. Lisa Fabris ha 16 anni e lo scorso 20 gennaio ha pubblicato il suo primo brano inedito, intitolato “Tu”. Un talento nostrano che, grazie alla forza delle idee e alla spinta dei valori, si sta facendo conoscere nella rete e apprezzare dai suoi concittadini. La giovanissima artista attualmente vive a Chioggia e studia lingue straniere. Sin da piccola, la sua grande passione non è mai cambiata: per lei la stella polare è sempre stata il canto. Con “Tu” si è piazzata nei primi posti nella classifica delle vendite on line. Si tratta di una canzone scritta da Lino Lavista, prodotta e arrangiata da Antonio Frodella della “Free Recording Studio”, un’etichetta indipendente chioggiotta che, come spiegano i responsabili, “ha sempre sostenuto artisti emergenti con ottimi risultati”. Si tratta del primo contratto discografico per Lisa. Lei si descrive come una persona solare, che non si tira indietro nell’instaurare rapporti di amicizia o a esternare il suo pensiero e ama le persone sincere e umili. Lisa, oltre allo studio del canto, è molto impegnata in ambito scolastico, dà un valore importante alla cultura e alla costruzione del proprio futuro su basi solide. Lei, quando canta, si sente davvero se stessa perché, nelle note e nelle parole del brano, riesce ad espri-

mere in tre minuti tutto ciò che sta vivendo in questa sua spensierata adolescenza, riuscendo a trasmettere valori “ormai persi e sottovalutati dalla nuova generazione dei teenagers”. Entro il mese di aprile uscirà il suo video clip ufficiale, dove sarà evidenziato in maniera più esplicita “il significato di questo messaggio, che vuole far arrivare ai suoi coetanei”. “Non mi aspetto niente dal futuro — ha spiegato Lisa — cerco solo, con determinazione, di portare avanti il mio sogno e tutti i miei progetti”. La giovane artista ha confidato, infine, che l’incontro con il produttore è stato determinante per ciò che riguarda il suo progetto e la sua indole, e non si aspettava, spiega, di incontrare una persona che la seguisse “in tutto e per tutto, senza la necessità di soffocarne il carattere e la personalità”. “Lisa è una ragazza vera, pura, meritevole, determinata — spiega Antonio Frodella, il produttore — che ha dimostrato, in poco tempo, di avere le carte in regola per raggiungere i suoi obiettivi; sta lavorando sodo e non è facile sostenere certi ritmi. Adesso ci stiamo organizzando per mettere in piedi uno show live, per portare nelle città la musica e la voce di Lisa, ma è ancora troppo presto per dichiarare quando. Preferirei che prima finisse gli studi: la cultura e la conoscenza sono le uniche armi che ci restano per sopravvivere in questa società”. Andrea Varagnolo >andrea.vara@hotmail.it<

Lisa Fabris

Una nuova band: “Sabry on the rocks”

A

Rovigo è nata una nuova band. Il nome è “Sabry on the rocks” e, oltre a raccogliere musicisti di esperienza, che hanno dato tanto alla scena rodigina e non solo, propone un video d’esordio che è una vera e propria celebrazione artistica del capoluogo polesano. Il nuovo progetto musicale - spiega la nota stampa di presentazione della band - nasce dall’incontro di tre tra i più interessanti musicisti della scena rock/pop rodigina: Sabrina Scarpati, Luca Boniolo e Andrea Mazzetto. I Sabry on the rocks sono un trio elettroacustico che propone cover angloamericane reinterpretate con uno stile completamente nuovo. Le migliori hit degli ultimi 20 anni vengono destrutturate e ricostruite con arrangiamenti di chitarra acustica accompagnata dal potente groove del basso elettrico ma con

un cantato di estrazione Soul e Jazz. Per celebrare la nascita del nuovo progetto, esce in questi giorni il loro primo video musicale. Si tratta della cover di “Lovesong”, splendida canzone del 1989 dei Cure. Il video è nato da un’idea dei Sabry on The Rocks ed è stato diretto e montato da Luca Boniolo. Girato interamente a Rovigo, le numerose location sono state selezionate accuratamente per fornire allo spettatore un affresco contemporaneo della città, vera protagonista del video e alla quale il testo della canzone è idealmente dedicato. Parchi, strade, negozi, palestre e scuole di danza si avvicendano in un carosello di luoghi, persone e personaggi dando vita ad una città da moltipercepita come noiosa e dimenticata ma che invece ha ancora molto da offrire.

Melania Ruggini


Oroscopo

34

www.lapiazzaweb.it

l’

Ariete E’ il momento giusto per conoscere nuovi amici o coltivare i tuoi interessi personali. Concedetevi un viaggio

Toro Qualche difficoltà relazionale, in ambito sociale o familiare o con chi incontrate tutti i giorni. Attenzione, siate chiari

Gemelli Arriveranno buone notizie, ti divertirai e farai una vita sociale vivace e dinamica. Nuova vita ai progetti personali

Febbraio Stelle positive quasi per tutti in questo secondo mese dell’anno. Regalano lucidità e capacità di pianificare, affrontare e risolvere oltre zie oti n 0 0 0 . 18 na: o z a u t della IVIO PIÙ L’ARCHIO DEL AMP TO! VENE

Bilancia Sarete pieni di progetti ma a giorni anche demotivati e stanchi; vivaci e sorridenti ma anche polemici

Scorpione Qualche equivoco o tensione in famiglia, con gli amici o con le persone che vi circondano in altri ambiti

Sagittario Finalmente un bel mese per voi! Una rinnovata vivacità attirerà gente nuova, che allargherà i vostri orizzonti

Cancro

Capricorno

Armatevi di pazienza perché, purtroppo, potreste incontrare un’atmosfera instabile e parecchio nervosa

Vi attraverseranno tensioni emotive destabilizzanti. Non fate scelte impulsive che potrebbero rivelarsi sbagliate

Leone Determinati e irruenti, attenti a quello che dite per evitare discussioni con le persone con cui lavorate o vi relazionate

Vergine Passati i brutti momenti ora è tempo di ripresa ma rimanete con la guardi alzata, verso fine mese sono previste turbolenze

+80% di nuovi utenti ogni mese sceglie di rimanere informato con noi!

L’informazione locale sempre con te! Seguici su

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it

Acquario Un mese eccellente: ci sarà posto per tutto, anche per qualche bella sorpresa che vi stamperà il sorriso sulle labbra

Pesci Molte situazioni che vi preoccupavano, si stanno risolvendo. Le stelle a febbraio vi vedono più rilassati


SPURGO POZZI NERI

Video Ispezioni

-

Pulisce Elimina Trasporta Disinfesta Ripristina Sanifica Smaltisce Video Ispezioni Sabbiatura Recupera Ricicla

Ripristino Fognature

Qualità ed Affidabilità

Pulizia Graffiti

Via Acacia, 14 - 30015 CHIOGGIA (VE) Telefono & Fax: +39 041 492314 Mobile: +39 348 3906973 - 339 6511243 E-mail: scuttari.luciano@libero.it Partita IVA: 03784990271

Sanificazione Locali

www.scuttariperlambiente.it info@scuttariperlambiente.it

Pulizia Grondaie

DOPO PRIMA Lavaggio Mura

Lavaggio Tetti

- IDROSABBIATURA - Sabbiatura a Secco

La tecnologia della sabbiatura ad umido o a secco in sostanza prevede l’utilizzo di acqua o aria come componente o come veicolo per portare le particelle di abrasivo contro la superficie da trattare, eliminando così la formazione di polvere durante l’impatto.

Sabbiatura Carene Barche

Ne esistono sostanzialmente di tre tipi. Questi sistemi se utilizzati su superfici in ferro danno subito l’inizio al processo di ossidazione, è quindi consigliato applicare sulla superficie bagnata un prodotto passivante o fosfatante per inibire sul nascere l’ossidazione.


Vieni da

5

anni di

perché da noi avrai un consulente d’arredo a tua completa disposizione, gratuitamente, per consigliarti al meglio su come arredare la tua casa … La nostra esperienza al tuo servizio.

GARANZIA

viene incontro alle tue esigenze e ti propone SCEGLI LA TUA RATA: pagamenti personalizzati e a INTERESSI 0%. Così potrai pagare il tuo arredamento con piccole e comode rate. Approfitta della detrazione fiscale del 50% su un importo massimo di € 10.000,00.

Finanziamento 12 rate come da offerta Deutsche Bank Easy. Esempio: € 1.000 in 12 rate mensili da € 83,34 - TAN 0% TAEG 10,46%. Importo prima rata pari a € 104,34 (importo rata € 83,34 + oneri fiscali € 16,00 + € 2,00 spese di rendicontazione + € 3,00 spese incasso rata). Costo totale del credito € 54,08*. Importo totale dovuto dal consumatore € 1054,08. *Costi compresi nel TAEG relativo all’esempio: spese di incasso rata € 36 (€ 3,00 mensili con pagamento RID/Bollettino Postale) imposta di bollo € 16,00: Spese invio comunicazioni e/o rendicontazioni periodiche € 6,00 (€ 2,00 la prima comunicazione, € 1,00 le successive per un massimo complessivo di € 8,00 per tutta la durata del finanziamento). Intermediario del credito che opera, non in via esclusiva, a titolo accessorio. Il tasso è da intendersi fisso per tutta la durata del finanziamento. Finanziamento finalizzato all’acquisto di mobili/arredamenti. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Promozione valida fino al 31 aprile 2016. Al fine di gestire le tue spese in modo responsabile, ti ricordiamo, prima di sottoscrivere il contratto, di prendere visione di tutte le condizioni economiche e contrattuali, facendo riferimento al documento denominato Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori disponibile presso i punti vendita convenzionati - in forma non esclusiva - con Deutsche Bank S. p. A. – Deutsche Bank Easy, per la distribuzione di finanziamenti. Presso il punto vendita potrà inoltre essere richiesta copia del testo contrattuale prima della sottoscrizione del medesimo. Salvo approvazione di Deutsche Bank S. p. A – Deutsche Bank Easy.


TI ASPETTIAMO IL 19 MARZO PER FESTEGGIARE ASSIEME A NOI !!!

il tuo mobiliere di famiglia da oltre 40 anni. Da noi trovi qualitĂ  e servizio al giusto prezzo. Vieni a toccare con mano. Non temiamo confronti.

via Madonna Marina, 407 - Sottomarina (Ve) - tel. 041 491600 - fax 041 491829 www.mobilveneto.it - info@mobilveneto.it


Delta feb2017 n16