Page 1

p.24

Sport

MAGGIO 2018

Periodico d’informazione locale - Anno XXV n. 74

Cultura

4 7 11 13 17 21 25 26

p.25

Salute

on-line: 

p.29

del Camposampierese Est

BORGORICCO

L’opposizione: “Cittadini poco coinvolti” CAMPOSAMPIERO

Nuovo parco in via San Francesco

In crescita economia e incidenti sul lavoro Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

E’ paradossale pensare che negli ultimi anni questa piaga fosse diminuita fortemente solo perché la crisi aveva rallentato e azzerato molte delle nostre imprese. Eppure gli ultimi dati paiono raccontare proprio questo: la ripresa economica va di pari passo con la crescita degli incidenti sul lavoro. “C’è un chiaro grido di aiuto – ricordano i sindacati – che ci arriva da migliaia di lavoratori impegnati in aziende in cui si svolgono attività lavorative pericolose. Non bastano più le norme (sistematicamente disattese), non bastano più le proteste sindacali (che rischiano di cadere nel nulla). Occorre una seria analisi degli eventi e controlli sistematici e approfonditi, che oggi non vengono svolti per l’inadeguatezza degli investimenti”. Non serve dunque pensare a nuove leggi, serve servizio a pag. 10 ascoltare i lavoratori quando segnalano qualcosa che non va nelle attrezzature o negli impianti, servono più controlli e solleciti fatti alle aziende, servono investimenti e aiuti alle imprese stesse perché possano affrontare le spese necessarie a garantire i lavoratori. “La sicurezza – sottolineano i sindacati – deve tornare ad essere il più importante investimento all’interno delle aziende perché la tutela della vita e della salute rappresentano un diritto fondamentale e inalienabile che va garantito a tutti i lavoratori, diretti e degli appalti, indipendentemente dalla tipologia lavorativa”. Ne è convinta anche Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, che intervenendo sull’argomento ha definito la situazione una vera e propria emergenza di cui il Parlamento neo eletto dovrà occuparsi al più presto. Sicuramente é il caso che tutti mettano a disposizione un serio impegno per arginare questo triste fenomeno, e che la Regione Veneto sia in prima fila sul fronte di questa giusta battaglia che coinvolge tutti noi.

Sanità: “Insieme possiamo avere più forza”

Maccarrone: “Sarebbe un grosso errore perdere professionalità e specializzazioni presenti in realtà come Camposampiero o Cittadella”

LOREGGIA

“Ridare fiducia alle istituzioni e loro rappresentanti” MASSANZAGO

Allarme frane lungo il Muson Vecchio PIOMBINO DESE

Pubblico e privato insieme per la disabilità TREBASELEGHE

Rifiuti: cambia il metodo di raccolta SPORT

Tre giorni di boxe no stop a Loreggia POLITICA

Sicurezza sul lavoro, è emergenza

Fioreria Girasole

di Guerra Clara

COMPOSIZIONI ARTISTICHE FLOREALI DI FIORI FRESCHI, SETA ALLESTIMENTO PER MATRIMONI E FUNEBRE CONSEGNE A DOMICILIO SERVIZIO FAXIFLORA Fratte di S. Giustina in Colle (Pd) • via Fontane Bianche, 28 tel e fax 049 5790750 • seguici su Fioreria Girasole Fratte

In crescita economia e incidenti sul lavoro Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

L

’ultimo incidente sul lavoro, accaduto alle Acciaierie venete di Padova, ha coinvolto quattro giovani operai, ustionati dal calore dell’acciaio fuso. L’accaduto ha risvegliato in tutti noi l’attenzione su un argomento sul quale non bisognerebbe mai abbassare la guardia: la sicurezza sui posti di lavoro. 29 le vittime da inizio anno ad oggi, un dato che, aggiunto a quello degli infortuni, fa del Veneto la prima regione italiana per incidenti sul segue a pag 3 lavoro.

Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone

facebook.com/lapiazzaweb

Clicca mi piace!


L’ENERGIA È UNA COSA SERIA. Antenore nasce per essere semplice, chiara, comprensibile. Poche proposte, facili da capire e veloci da attuare. Richiedete subito una verifica, un preventivo o anche solo un confronto. L’energia del leone è calma e affidabile. PARLIAMO DI ENERGIA. PARLIAMO DI ANTENORE. www.antenore.it

PUNTI ENERGIA ANTENORE RUBANO (PD) via della Provvidenza, 69 tel 049 630466 fax 049 635289

LIMENA (PD) via del Santo, 54 tel 049 768792 fax 049 8843294

PADOVA (PD) via del Vescovado, 10 tel 049 652535 fax 049 8360967

CAMPONOGARA (VE) piazza Marconi, 7 tel 041 0986018


www.antenore.it

GAS E LUCE PER CASA E IMPRESA

DOPPIA FIDUCIA, DOPPIO OMAGGIO. TUTTO CASA INSIEME GAS E LUCE

TUTTO IMPRESA INSIEME GAS E LUCE

Abbina gas e luce con Antenore: fornitore unico, vantaggio doppio. Antenore ti ripaga della fiducia con un omaggio immediato già nella prima bolletta: 100 Smc di gas e 60 kWh di luce gratuiti PARI A 35,00 € +IVA.

BONUS LEONIS OMAGGIO AMICI DEL LEONE Se sei soddisfatto dei servizi di Antenore Energia, perché non ci segnali un nuovo contatto? Farai contento un amico o un’amica e per te avrai subito in bolletta un accredito di 20 euro + iva.

PUNTI ENERGIA ANTENORE RUBANO (PD) via della Provvidenza, 69 tel 049 630466 – fax 049 635289

LIMENA (PD) via del Santo, 54 tel 049 768792 – fax 049 8843294

PADOVA (PD) via del Vescovado, 10 tel 049 652535 – fax 049 8360967

CAMPONOGARA (VE) Piazza Marconi, 7 tel 041 0986018


WWW.ROCCOTENDEDASOLE.IT WWW.ROCCOTENDEDASOLE.IT

NON ASPETTARE L’ESTATE LE TENDE DI MARCA SCONTATE LE TENDE DI MARCA SCONTATE TENDE DI MARCA PRENOTA ORA LE TUE DEL 35% MONTAGGIO COMPRESO DEL 35% COMPRESO 35% MONTAGGIO COMPRESO SCONTATE DELMONTAGGIO

e guide antivento Larg. e350 - H.antivento 250 / €550,00 guide Larg. 350 - H. 250 / €550,00

Tenda Pergola con motore Larg. 450 - con Sp. 400 Tenda Pergola motore Euro 2.800,00 Larg. 450 - Sp. 400 Euro 2.800,00

Tenda a Braccia Larg. 3480 - Sp. 210 Tenda a Braccia 590,00 Larg.Euro 3480 - Sp. 210 Euro 590,00

Tenda a Cassonetto Larg. 400 - Sp. 210 Tenda a Cassonetto Euro Larg. 400900,00 - Sp. 210 Euro 900,00

Tenda a Caduta guide in acciaio 400guide - H. 300 Tenda aLarg. Caduta in acciaio Euro 450,00 Larg. 400 - H. 300 Euro 450,00

Tenda Oscurante conTenda cassonetto e guide Zip Oscurante 300- eH.guide 250Zip conLarg. cassonetto Euro 650,00 Larg. 300H. 250 Euro 650,00

CAMBIO TELO SU OGNI TIPO DI TENDA CAMBIO TELO SU IMBATTIBILI OGNI TIPO DI TENDA A PREZZI

A PREZZI IMBATTIBILI

DETRAZIONE FISCALE DEL 65% 65% DETRAZIONE FISCALE DEL 50% RESPONSABILE PREVENTIVI 335.7717955 Via Obbia bassa 28/A - Trebaseleghe (PD) - Tel. 049.9385821 RESPONSABILE PREVENTIVI 335.7717955

WWW.ROCCOTENDEDASOLE.IT WWW.ROCCOTENDEDASOLE.IT

e-mail: - www.roccotendedasole.it Via roccoprotezionisolari@virgilio.it Obbia bassa 28/A - Trebaseleghe (PD) - Tel. 049.9385821 e-mail: roccoprotezionisolari@virgilio.it - www.roccotendedasole.it


3

Facciamo. il punto

www.lapiazzaweb.it

La favola di Marco e Gloria

In crescita economia e incidenti sul lavoro Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

L

La storia dei 2 giovani in un fumetto scritto dalla mamma di Marco

E’ paradossale pensare che negli ultimi anni questa piaga fosse diminuita fortemente solo perché la crisi aveva rallentato e azzerato molte delle nostre imprese. Eppure gli ultimi dati paiono raccontare proprio questo: la ripresa economica va di pari passo con la crescita degli incidenti sul lavoro. “C’è un chiaro grido di aiuto – ricordano i sindacati – che ci arriva da migliaia di lavoratori impegnati in aziende in cui si svolgono attività lavorative pericolose. Non bastano più le norme (sistematicamente disattese), non bastano più le proteste sindacali (che rischiano di cadere nel nulla). Occorre una seria analisi degli eventi e controlli sistematici e approfonditi, che oggi non vengono svolti per l’inadeguatezza degli investimenti”. Non serve dunque pensare a nuove leggi, serve ascoltare i lavoratori quando segnalano qualcosa che non va nelle attrezzature o negli impianti, servono più controlli e solleciti fatti alle aziende, servono investimenti e aiuti alle imprese stesse perché possano affrontare le spese necessarie a garantire i lavoratori. “La sicurezza – sottolineano i sindacati – deve tornare ad essere il più importante investimento all’interno delle aziende perché la tutela della vita e della salute rappresentano un diritto fondamentale e inalienabile che va garantito a tutti i lavoratori, diretti e degli appalti, indipendentemente dalla tipologia lavorativa”. Ne è convinta anche Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, che intervenendo sull’argomento ha definito la situazione una vera e propria emergenza di cui il Parlamento neo eletto dovrà occuparsi al più presto. Sicuramente é il caso che tutti mettano a disposizione un serio impegno per arginare questo triste fenomeno, e che la Regione Veneto sia in prima fila sul fronte di questa giusta battaglia che coinvolge tutti noi.

a storia di Marco Gottardi e Gloria Trevisan, i due giovani architetti morti (insieme ad altre 70 persone, ma il numero esatto non è stato ancora ufficialmente stabilito) nell’incendio della Grenfell Tower di Londra il 14 giugno dello scorso anno, ha toccato il cuore di molte persone. Non solo in Italia, ma anche in Inghilterra dove, nei giorni scorsi, la Bcc ha dedicato loro un documentario. Nella capitale londinese, in queste settimane, arriveranno oltre 700 copie della favola dedicata ai due ragazzi scritta dalla mamma di Marco Gottardi, Daniela Burigotto con le illustrazioni di un’amica di Marco, la disegnatrice Roberta Gattel. Una sorta di fumetto illustrato, dal titolo “Il Cavaliere e la sua Principessa” che, visto il grande interesse e le tantissime iniziative in Gran Bretagna per i due ragazzi, è stato POLITICA tradotto in inglese, col titolo “The knight and the princess” e sarà Sicurezza distribuita nelle scuole di della capitale. Le copie, come ha ricordato sul lavoro, Giannino, papà di Marco, sono state affidate all’Istituto italiano di è emergenza cultura di Londra, una parte sono già arrivate a una scuola dell’infanzia. Questo grazie all’interessamento del Consolato. La favola scritta da mamma Daniela ripercorre la vita di Marco, breve ma ricca di esperienze e gioie fino all’incontro con Gloria e al trasferimento a Londra: “Nella loro casa vivevano felici finché un drago cattivo, invidioso della loro felicità, se li portò via. Ma Marco e Gloria scapparono e si trasformarono nel Cavaliere e la Principessa in uno spazio d’a-Germana Urbani >direttore@givemotions.it< more infinito, tra libellule e farfalle dove vissero felici per sempre”. incidente sul lavoro, accaduto alle AcciaieA Londra, nel quartiere di Fulham, il 13 giugno prossimo si terrà’ultimo un funebri da euro 230,00 (iva compresa) rie venete di Padova, Servizi ha coinvolto quattro giovani concerto di musica classica e italiana voluto da un’associazione lonper la cremazione e gestione delle ceneri operai, ustionati dal calore dell’acciaio fuso. L’accaduto dinese sorta in memoria di Gloria. Vi parteciperanno anche i genitori ha risvegliato in tutti noi l’attenzione su un argomento della giovane architetto di Camposampiero, Loris ed Emanuela DiVia Giacomo Puccini 24 Camposampiero sul quale non bisognerebbe mai abbassare la guardia: la sarò, il fratello Giulio e l’avvocato Maria Cristina Sandrin. Ni. ma. sicurezza sui posti di lavoro. 29 le vittime da inizio anno ad oggi, un dato che, aggiunto a quello degli infortuni, lorenzo_casa_adv_160x90_casa_noe_la_piazza.indd 1 fa del Veneto la prima regione italiana per incidenti sul È un periodico formato da 15 edizioni locali lavoro. mensilmente recapitato a Direzione, Amministrazione e a pag 3 Redazione: segue

L’ultima carezza...

In crescita economia e incidenti sul lavoro

L

del Camposampierese Est

oltre 250.000 famiglie del Veneto. Questa edizione raggiunge le zone di Borgoricco, Camposampiero, Loreggia, Massanzago, Piombino Dese e Trebaseleghe per un numero complessivo di 16.500 copie. Iscrizione testata al Tribunale di Venezia n. 1142 del 12.04.1994; numero iscrizione ROC 22120

Concessionaria di Pubblicità Locale: via Lisbona, 10 · 35127 Padova tel. 049 8704884 · fax 049 6988054 >redazione@givemotions.it< >www.lapiazzaweb.it<

è un marchio registrato di proprietà Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone di

Srl

PD

Direttore responsabile (ad interim) Germana Urbani >direttore@givemotions.it< Ornella Jovane >o.jovane@lapiazzaweb.it<

facebook.com/lapiazzaweb

375 5030900 03/05/18 16:09

Periodico fondato nel 1994 da Giuseppe Bergantin Centro Stampa: Rotopress International via Breccia · Loreto (An) Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Clicca mi piace!

Chiuso in redazione il 11 maggio 2018


4

Borgoricco

www.lapiazzaweb.it

Franchin: “Cittadini poco coinvolti” La consigliera di opposizione di “Borgoricco Rinasce” racconta il suo impegno politico: al centro della sua attività il dialogo con le persone che non si riconoscono nell’amministrazione attuale “chiusa nel palazzo”

M

aria Chiara Franchin, residente a San Michele delle Badesse, Consigliere di opposizione nel gruppo “Borgoricco Rinasce”. Consigliere Franchin, ha iniziato a fare politica da giovanissima e si è conquistata un ruolo nella storia politica locale. Mamma, moglie, donna impegnata nel lavoro e nel sociale, come riesce a conciliare anche l’impegno politico? “Sono vent’anni che mi dedico alla politica attiva nel mio Comune. Comporta impegni, sacrifici, responsabilità ma è un’esperienza molto arricchente. Intendo infatti la politica come un servizio alla comunità e questo stesso sentimento mi ha spinto, in passato, ad accettare l’incarico di Assessore alle Politiche sociali. Incarico che ho svolto per diversi anni e che mi ha permesso di vivere un’esperienza formativa straordinaria, di imparare ad osservare la

realtà al di là dell’apparenza e di migliorarmi come persona”. E’ stata per molti anni amministratore comunale, oggi è all’opposizione. E’ più facile prendere decisioni o valutare le scelte prese da altri? “Sono due ruoli molto diversi anche se complementari. Un aspetto comune ad entrambi è il dialogo con le persone. Sia come amministratore che come consigliere di opposizione ho sempre prestato attenzione ai problemi e alle istanze dei cittadini. Istanze che, nel ruolo che rivesto ora, mi impegno a portare all’attenzione dell’Amministrazionee a fare in modo, per quanto mi è possibile, che vengano accolte. Questo, del resto, fa parte di un più generale impegno di controllo che noi consiglieri di opposizione abbiamo nei confronti dell’operato degli amministratori”. Il dialogo con i cittadini è un aspetto sul quale insistete

Nella foto, la consigliera Maria Chiara Franchin

molto come consiglieri di opposizione. “L’Amministrazione in carica appare distante dai cittadini,

troppo chiusa nel palazzo. Molte scelte sono calate dall’alto senza coinvolgere la popolazione. Nella votazione dell’ultimo

bilancio comunale l’Amministrazione ha dimostrato di non saper coinvolgere neanche la sua stessa squadra, dato che un consigliere di maggioranza ha votato contro. A memoria non ricordo un episodio simile negli ultimi anni. La mancanza di un coinvolgimento dei cittadini, è un aspetto che, come consiglieri di opposizione, non solo abbiamo più volte lamentato ma che cerchiamoanche di colmare mantenendo un contatto diretto con il territorio e le persone ed organizzando incontri su tematiche attuali e di interesse per i cittadini.Borgoricco ha un capitale sociale straordinario, fatto di persone, tantissimi giovani, che sono portatori di valori e identità sociali importanti e che meritano di essere valorizzati”. Monia Pasqualetto

Scuola media “Ungaretti”: al via i lavori

È di Chiara Rettore Incastonatrice Maestra d’Arte Orafa Oreficeria Argenteria · Laboratorio Orafo

Non vendere un vecchio gioiello in oro

RINNOVALO!

Rimettilo a nuovo, rendendolo più moderno ed originale con pietre, perle e lavorazioni artigianali

Consegna questo COUPON: avrai uno SCONTO PARTICOLARE

SPECIALE SPOSI!

Gioielli originali per la Sposa Ricco assortimento di fedi Modelli unici con possibile personalizzazione

35011 Campodarsego (Pd) · Via Caltana, 10 · Tel. 049 9201348

tutto pronto per l’avvio dei lavori di ampliamento e ristrutturazione della Scuola secondaria di primo grado “G. Ungaretti”. Un importante intervento di ammodernamento della struttura, del valore di circa due milioni di Euro, cofinanziati dalla Regione Veneto con un contributo di 1.751.578,88 euro, concesso nell’ambito del decreto “Buono Scuola”. Per consentire l’avvio del cantiere nell’edificio scolastico, alcune aree dell’Istituto sono e saranno dislocate in strutture diverse, tutte situate nelle vicinanze della scuola. Il primo spostamento ha riguardato l’ufficio segreteria, che già dalla fine del mese di aprile, è stato trasferito nello stabile di fronte al Municipio, al civico 9/C. Altri cambiamenti riguarderanno, nei prossimi mesi, l’aula informatica, che troverà accoglienza nella sala giunta del Comune, la mensa scolastica, che in accordo con la parrocchia del capoluogo, sarà spostata nei locali del patronato e l’ingresso degli studenti che avverrà dal lato sud, di fianco all’auditorium. Questi cambiamenti rimarranno fino alla fine dei lavori che dovrebbero concludersi in meno di un anno e che prevedono l’ampliamento dello spazio adibito a segreteria ed area didattica, la creazione di tre nuove aule, di tre laboratori e di un nuovo gruppo di servizi. Saranno inoltre eseguiti interventi di efficientamento dell’impianto termico e realizzata una serra bioclimatica per la raccolta di aria calda da utilizzare nel periodo invernale per condizionare i nuovi spazi. (Mo. Pa.)


I Professionisti al tuo Servizio! Puntualità nelle richieste e grande disponibilità: il segreto del successo di Gallo Impianti srl Da ventisei anni la ditta Gallo Impianti srl di Campodarsego è a disposizione di aziende e cittadini per offrire la propria esperienza e professionalità. Una storia, quella della ditta, che ha radici forti e solide grazie all’impegno ultracinquantennale di Natale Gallo, fondatore insieme ai figli Valter e Luca dell’azienda.

Ci occupiamo di tutte le opere relative alla realizzazione dell’impianto elettrico di una struttura industriale, residenziale o commerciale - sottolinea Valter - ma siamo sempre molto attenti alle esigenze dei clienti e questo ci ha portato, negli anni, a estendere il nostro servizio, offrendo anche la fornitura in opera di impianti antintrusione, antincendio, impianti domotici, impianti

trasmissione dati, impianti telefonici centralizzati, fotovoltaici e tvcc, grazie anche alla collaborazione con aziende specifiche del settore. Un’azienda che guarda alle persone, sia che si tratti di clienti sia di dipendenti. È per questo che nel 2017, in segno di riconoscenza, la società ha voluto aprire le sue porte a un nuovo socio: Giovanni Basso, il primo dipendente della ditta. Parole chiave per i soci di Gallo impianti sono flessibilità e agilità nell’esecuzione dei lavori ed è per questo che la ditta mantiene, volutamente, una dimensione regionale: Questo ci consente estrema rapidità negli interventi con notevole risparmio da parte del cliente. La struttura di Campodarsego comprende 800 mq magazzino coperto operativo e 200 mq di uffici ed esposizione, 6 camion attrezzati.


6

Borgoricco

www.lapiazzaweb.it

Giovani Vecchi e nuovi mestieri

La parabola creativa di Alessandro Peron: da chitarrista a liutaio V

entiquattro anni, un diploQuante ore dedica al giorno a ma al liceo artistico di Pa- questa attività? dova, un anno all’Accademia di “Da alcune ore a mezza giornaVenezia, un lavoro nell’azienda ta. Dipende dal tempo libero che di famiglia, il noto mobilificio ho a disposizione…”. “Peron Alfonso Arredamenti”, e Quanto tempo richiede la couna grande passione: la chitar- struzione di una chitarra? ra. Non solo come strumento “Potendoci lavorare a tempo da suonare ma come uno stru- pieno, un mese e mezzo circa mento da costruire, interamen- se si vuole ottenere un prodotto te e rigorosamente a mano, con di qualità. Dipende, comunque, legni selezionati e una cura dei molto dal tipo di intarsi o di verdettagli tecnici e decorativi da niciatura che si vuole realizzare”. gran maestro. Sono quattro anni Che tipo di legno utilizza? che Alessandro Peron, residen“Per le chitarre acustiche fondo te a Sant’Eufemia, si dedica con diversi tipi di palissandro. Ultiimpegno, studio e sacrificio alla mamente sto usando anche legni sua grande passione, la liuteria, provenienti dal Messico come lo un’arte difficile, quasi scompar- ziricote e il granadillo. Per la tasa, che Alessandro padroneggia vola armonica uso l’abete rosso ormai con sapienza della Val di Fieme destrezza dando me, per il manico il Utilizza vita a pezzi unici in mogano e per la tagrado di soddisfare stiera l’ebano”. anche legni anche i musicisti Materiali di premessicani più esigenti. gio che uniti ad una Alessandro, da tecnica minuziosa come dove nasce questa di ricerca del suolo ziricote grande passione no porta a produre il granadillo re dei pezzi unici. per la chitarra? “Suono la chitarQual è la principale ra fin dai tempi del differenza tra una liceo. Mi è sempre piaciuto come sua chitarra e una chitarra instrumento e ho sempre voluto e dustriale? ricercato qualcosa di più rispet“Tutte le calibrazioni dei singoto alle chitarre industriali che si li pezzi sono fatte a mano e quetrovano in commercio. Così ho sto porta ad una definizione deliniziato a studiare le proporzioni, la qualità del suono sicuramente i giusti spessori dei legni e altre diversa rispetto ad un prodotto nozioni tecniche che servono per industriale. È un lavoro che riottenere vibrazioni particolari”. chiede molto tempo, ascolto e Così si è specializzato… preparazione”. “Per circa un anno ho studiato, Ha già partecipato ad alcune con tante prove pratiche e ten- importanti fiere. Il prossimo aptativi, le tecniche per ottenere puntamento? prodotti di qualità. Poi, ho avuto “Il 20 maggio al FourPoints, la possibilità di fare una grandis- Sheraton di Padova. È in prosima esperienza con un liutaio gramma una grande mostra alla che mi ha insegnato molte cose quale parteciperanno liutai proutili sul tipo di legno, le vernici e venienti da tutto il Triveneto”. Monia Pasqualetto molto altro”.

Centri estivi aperti per due settimane in più: offerta 2018 potenziata

I

mportanti novità per i Centri Estivi 2018, uno spazio di gioco, attività e socializzazione per i ragazzi delle Scuole elementari e medie. La prima riguarda l’ampliamento della durata dei centri con l’aggiunta di due settimane ulteriori, una a fine agosto e una all’inizio di settembre. “La proposta di questi Centri di fine estate è stata pensata per venire incontro alle esigenze delle famiglie, in particolare dei genitori che lavorano – ha spiegato l’Assessore ai Servizi sociali Gabriella Boesso – E’ un bisogno che era emerso dai questionari che avevamo distribuito nelle scuole nei mesi scorsi e al quale abbiamo voluto dare, grazie alla disponibilità dell’Associazione Heredia, una risposta concreta”.

Queste ultime due settimane si svolgeranno all’interno del Centro civico e nell’area del Parco Urbano del Capoluogo, con giochi, laboratori ed attività di vario tipo. La seconda novità riguarda i tradizionali centri estivi, aperti dall’ultima settimana di giugno fino alla fine di luglio, che quest’anno, a causa dei lavori di ristrutturazione dell’Istituto comprensivo, si svolgeranno interamente nella Scuola primaria di Sant’Eufemia e nella Parrocchia di Sant’Eufemia che ha messo a disposizione il Centro parrocchiale dotato di mensa. Rimarrà comunque invariata la gestione, a cura della Sanp, con ampio spazio alle attività sportive, in inglese e a laboratori di creatività. (mo. pa.)

Ü


7

Camposampiero

www.lapiazzaweb.it

Nuovo parco in via San Francesco Inaugurata l’area verde di 10mila metri quadrati per giocare e rilassarsi, con la possibilità di usare una struttura polifunzionale dotata di impianto fotovoltaico, al servizio di attività sociali e ricreative

I

naugurato il nuovo parco pubblico in via San Francesco. 10.000 metri quadrati di spazio per giocare e rilassarsi, con la possibilità di utilizzare una struttura polifunzionale, dotata di impianto fotovoltaico, al servizio delle attività sociali e ricreative. È stato inaugurato sabato 28 aprile il nuovo Parco di via San Francesco, un’area verde dove prima sorgeva un vecchio depuratore ed un ecocentro. La festa di inaugurazione ha visto la partecipazione di tantissime persone, adulti e bambini, di rappresentanti delle associazioni e dei comitati cittadini, della Pro loco, della Scuola dell’Infanzia Umberto I°. Il progetto, tra i primi voluti dall’amministrazione di Katia Maccarrone, avrà risvolti significativi per la valorizzazione ambientale, sociale e turistica di quell’area, collocata tra le vie d’acqua e di terra del Muson

Vecchio e del Muson dei Sassi. La casetta attrezzata è già molto utilizzata dalla cittadinanza ed è gestita dal Comitato Muson Vecio sulla base di una convenzione. A breve è previsto il via dei lavori anche per la realizzazione, su una parte dell’area esterna, di un parco inclusivo. In questa nuova operazione, di fondamentale importanza sociale, avrà un ruolo decisivo l’associazione Giochiamo con Sofia (che sabato era presente insieme al comitato Muson Vecio con musica e giochi), mentre il Comune interverrà direttamente, anche grazie ad un contributo di 50.000, ottenuto dalla Fondazione Cariparo. L’investimento complessivo è stato di 303.000 euro, di cui 243.000 finanziati dalla Regione Veneto (quota pari all’80%), il rimanente da risorse comunali. “Questo parco è un’opera che risulta strategica anche per il turismo sostenibile – ha detto il

Nella foto, il taglio del nastro, alla presenza delle autorità

primo cittadino -, costituendo punto di partenza o stazione di sosta per i molti pedoni e ciclisti che frequentano le ciclopedonali

(cammino del Santo lungo, Percorso Muson dei Sassi, Ostiglia). La riqualificazione di una porzione di territorio, un tempo

degradata, ma in posizione strategica rispetto alle vie d’acqua e di terra presenti, può fungere da volano per la valorizzazione delle piste ciclabili già accessibili ai disabili, diventando inoltre un importante punto di riferimento, posto al crocevia fra il cammino di Sant’Antonio e l’itinerario lungo il Muson Vecchio”. Alla cerimonia d’inaugurazione erano presenti l’amministrazione comunale, l’assessore regionale Roberto Marcato, il presidente della Federazione Fabio Bui, il comandante della Polizia locale Walter Marcato, il comandante dei carabinieri Claudio Girolimetto, il presidente del Comitato Muson Vecio Enrico Scolaro, i referenti dell’Associazione Giochiamo con Sofia, Giuseppe e Silvia Zella. Lorena Levorato

OTTICA MICAGLIO … dal 1965 produttori di lenti e montature

• Esami della vista eseguiti da

personale laureato GRATUITI • Certificati di rifrazione lenti per patente e caccia GRATUITI • Amplifon Point controllo dell’udito e prove GRATUITI • Ortocheratologia notturna e contattologia avanzata • Tutte le nostre lenti sono prodotti sartoriali realizzati su misura per te

Dr. Paolo

Dr.ssa Elisabetta

Graziella

Umberto

CAMPOSAMPIERO · Piazza Castello, 1 · Tel. 049 579 07 89 otticamicagliosnc@gmail.com · www.otticamicagliocamposampiero.it


8

Camposampiero

www.lapiazzaweb.it

Tradizioni La fiera

Un grande successo per la Fiera della Zootecnia Oltre 30mila visitatori alla 42° edizione della manifestazione organizzata dall’Asper locale. Un’edizione della Fiera della Zootecnica di Rustega fortunata anche dal punto di vista meteorologico: la giornata calda e soleggiata ha attirato molti spettatori che hanno assistito agli spettacoli e alle attrazioni. In mostra cavalli, uccelli, trattori storici. Al taglio del nastro era presente, accanto al sindaco di Katia Maccarrone e al vicepresidente della Provincia Fabio Bui, l’assessore reginale all’agricoltura Giuseppe Pan. L’Asper (Associazione Promozione Eventi Rustega) mantiene e fa progredire la storicità, le caratteristiche e il buon nome della

Alcune immagini della Fiera (foto di Favio Bui)

Fiera di Rustega conservando il legame col mondo della zootecnia e rinnovando le attività che animano la manifestazione. “Grazie alla rappresentanza dei vari gruppi di volontariato che animano il paese, l’Asper continua il suo operato tramite la promozione di eventi culturali e di utilità sociale legati al territorio con lo scopo di far conoscere le caratteristiche storiche, culturali, artistiche ed economiche della nostra zona - spiegano gli orga-

nizzatori -. La Fiera è un evento unico nel suo genere legato al settore zootecnico e alle nostre tradizioni culturali – hanno detto gli organizzatori - Data la sua forte storicità e coadiuvata dalle as-

sociazioni regionali di settore, la Fiera di Rustega ha portato come protagonisti tutti gli animali grazie alla stretta collaborazione con le associazioni di categoria e, in particolare, con l’Arav - Associa-

zione Regionale Allevatori del Veneto. Non potremmo offrire un così vasto programma di eventi e attrazioni senza l’aiuto degli enti e delle associazioni che ci supportano. Si ringrazia in particola-

re il Comune di Camposampiero e la Regione Veneto per l’importante supporto all’organizzazione della Fiera assieme a tutte le associazioni di categoria”. Lorena Levorato

Degrado, ripulito il sottopasso della stazione

Sottopasso ripulito e imbiancato. Dopo la segnalazione del consigliere comunale di minoranza Giovanni Torresin, nelle scorse settimane il sottopasso della stazione di Camposampiero è stati sistemato e le pareti sono state ridipinte di bianco. “Ovviamente la mia posizione sulla questione è che un muro pubblico di un sottopassaggio, tenuto bianco pulito e duraturo nel tempo è già di per se un capolavoro! ha commentato il consigliere Torresin – Ora la stazione è il biglietto da visita e di benvenuto della nostra città per chi si reca da noi tutti i giorni per lavoro, per frequentare le scuole, per i servizi e cure dell’ospedale o per vistare le attrazioni del nostro territorio come i Santuari Antoniani. Per completare l’intervento servirebbero telecamere e cancelli per la chiusura di notte, e già sarebbe molto”. (Lo. Le)


GEPACAR SRL

Via Pioga, 31 • 35011 • Campodarsego (PD) IT T. +39 049 5564455 • C. +39 340 0719212 • F. +39 049 5565132 info@novatecno.it • www.novatecno.it

01_Uscita LA PIAZZA 04_2018.indd 1

16/04/18 10:20


10

Camposampiero

www.lapiazzaweb.it

“Insieme possiamo avere più forza” Scende nuovamente in campo il sindaco Katia Maccarrone sulla vicenda Pediatria: “Sarebbe un grosso errore perdere professionalità e specializzazioni presenti in realtà come Camposampiero o Cittadella”

“S

iamo Ospedale Unico Integrato su due sedi e su questo si è mossa la programmazione e l’attività della sanità dell’Alta in questi anni. Affermare, come è stato detto, che ogni realtà deve camminare con le proprie gambe nell’Ulss provinciale mi sembra un indebolimento reciproco, anche alla luce del decreto ministeriale 70 che definisce le caratteristiche minime che devono avere i servizi e i reparti ospedalieri”. Scende di nuovo in campo il sindaco di Camposampiero, Katia Maccarrone sul discorso delle Pediatrie e, più in generale, della sanità, rilanciando: “Insieme possiamo avere più forza. La Regione, che ci ha sempre definiti Ospedale unico a due gambe, oggi è impegnata a definire la nuova programmazione. L’attuale piano sociosanitario è in scadenza a fine 2018 e sicuramente è questo il dibattito che si apre oggi e sul quale mi auguro la Regione coin-

volgerà i territori e le realtà locali. In questa prima fase di applicazione della provincializzazione delle Ulss notiamo smarrimento in chi opera nei nostri ospedali. Sarebbe un grosso errore perdere professionalità e specializzazioni presenti in realtà come Camposampiero o Cittadella, a favore dei soli ospedali provinciali come Padova Treviso Vicenza ecc. Nel merito della Pediatria avevo già lanciato l’allarme un anno fa, perché la modifica delle schede operata dalla regione, con la previsione di due pediatrie autonome nell’ex Ulss 15, rischiava di mandare in crisi il sistema. Abbiamo due punti nascite importanti e va garantita la massima assistenza a tutti i bambini, con la soluzione organizzativa più opportuna. Non compete a me trovarla. Mi limito a constatare che nel tempo l’Ostetricia/Ginecologia di Cittadella e la Pediatria sono cresciute anche grazie a professionalità provenienti da

L’ospedale di Camposampiero

Camposampiero, penso al dottor Pegoraro e alla dott.ssa Policicchio, nello spirito dell’ospedale a due gambe. C’è da aggiungere che oggi c’è una grave carenza di pediatri in tutto il Veneto. Ancor più difficile è trovarne di specializzati nel trattamento della terapia intensiva. Il reparto di Camposampiero è oggi centro di riferimento regionale per la terapia intensiva del neonato critico, non si trova in un capoluogo

provinciale ma in un ospedale di rete ed è una ricchezza per tutto il territorio. Solo due anni fa è stato interamente rinnovato, dotato di 12 culle termiche e delle migliori tecnologie, l’investimento di circa un milione e mezzo è stato inaugurato alla presenza del presidente Zaia nell’aprile del 2016.È interesse di tutti operare in favore di una realtà come questa. Il direttore generale, al quale mi sono rivolta, è impegnato a sostenerla,

L’ospedale spegne 160 candeline il suo nome deriva da Pietro Cosma, self-made man che lo istituì nel 1858

L

’ ospedale di Camposampiero compie 160 anni. Il nome lo deve al commerciante e filantropo Pietro Cosma, che nel 1858 lo istituì con il titolo originario di “Civico Ospedale di Camposampiero”. “Un self-made man d’altri tempi, Pietro Cosma, che dopo la morte del figlio, unico erede, decise di lasciare gran parte dei suoi beni all’Ospedale da lui fondato, reintitolato a sua memoria solo nel 1946 – ha spiegato Domenico Scibetta, Direttore Generale dell’Ulss 6 Euganea - Partito dal nulla della sua umile origine e vertiginosamente arricchitosi nell’industria della seta, Pietro Cosma voleva avviare con il suo Ospedale un piccolo ‘welfare di paese’, in anni di fame e disperazione: i posti letto erano gratuiti per i più poveri, gli orfani e le altre ‘fasce derelitte della popolazione locale’, come riportato nel volume d’archivio ‘L’Ospedale di Camposampiero. Uomini, esperienze, progetti’. A 160 anni esatti di distanza, l’Ospedale fu Inaugurato il 27 aprile 1858, il “Pietro Cosma” rimane un punto di riferimento per l’Alta Padovana e tutta la sanità provinciale”. (Lo. Le.)

Lavori in corso nella Fossa Marai

Sicurezza idrica, gli interventi Lavori di ricalibratura della Fossa Marai e del Rio Orcone. Saranno realizzate anche tre aree umide per abbattere i nutrienti, azoto e fosforo, e raccogliere le acque in caso di piena, aumentando la sicurezza idraulica

del territorio. Sono iniziati alcune settimane fa i lavori di ricalibratura del sistema di collettori di bonifica al confine tra i Comuni di Camposampiero e Santa Giustina in Colle. L’obiettivo dell’intervento, realizzato dal Consorzio di Bonifica Acque Risorgive, che ha ottenuto un finanziamento regionale di oltre 1 milione di euro di cui 350 mila euro appaltati per lavori e 475 mila euro per

in particolare in questo momento in cui c’è la necessità di reperire risorse umane. Sono fiduciosa e ringrazio chi opera all’interno con sacrificio e dedizione, dal primario a tutti i suoi collaboratori, con il pensiero rivolto agli utenti di reparti come questo, giovani coppie che vivono situazioni critiche e trovano qui il percorso per veder crescere le loro piccole creature”. Nicoletta Masetto

espropri, è duplice: provvedere al disinquinamento abbattendo i nutrienti (azoto e fosforo) sversati in laguna e aumentare la capacità di invaso del corso d’acqua rendendo più sicuro il territorio durante gli eventi di piena. Per questo è prevista la realizzazione di tre aree di fitobiodepurazione che fungeranno anche da vasche di laminazione. “Al momento – spiega il direttore del Consorzio di bonifica, Carlo Bendoricchio – si sta procedendo con lo scavo della prima vasca, quella posta più a nord in prossimità di via dei Custoza, proprio tra i comuni di Camposampiero e Santa Giustina in Colle. Questa e le altre due aree, una volta sbancate per una profondità media di circa 2,20 metri dal piano campagna, verranno arginate per poter diventare delle aree umide all’interno delle quali avverrano i processi fitodepurativi che permetteranno di abbattere circa il 21% del carico totale di azoto e il 73% del carico totale di fosforo. Un beneficio ambientale che avrà ripercussioni positive anche per la laguna di Venezia”. L’intervento prevede quindi la piantumazione nelle aree umide di fragmiteti con esemplari di età minima di 2 anni e la messa dimora di specie arboree ed arbustive autoctone, come frassini o salici. (Lo. Le.)


11

Loreggia

www.lapiazzaweb.it

Bui: “Ridare fiducia alle istituzioni e ai loro rappresentanti” Il sindaco di Loreggia fa il punto sul primo anno del suo mandato, e commenta la situazione politica attuale

“U

n anno intenso e difficile, ma non perdiamo l’ottimismo. Le amministrazioni comunali operano e governano in un contesto complicato, ma esperienza, passione e idee nuove ci danno la spinta per guardare al futuro della nostra comunità con ragionevole ottimismo”. Così Fabio Bui parla del suo primo anno del suo secondo mandato, tra luci ed ombre: “Il Comune di Loreggia, pur con i suoi limiti, ha molto da insegnare a chi concepisce il servizio amministrativo come ‘lotta’ tra fazioni, come scontro per raccattare consensi per una parte, vendendo illusioni. Il servizio positivo è necessariamente a tempo determinato, con unico scopo quello del bene dei cittadini e della comunità”. “Ogni giorno, invece, televisione e media ci dipingono un’altra concezione di servizio politico, dove senso di appartenenza e scontro prevalgono - aggiunge -. Le recenti elezioni hanno indicato chiaramente chi, secondo il voto espresso dai cittadini, deve governare. Ora è necessario iniziare a operare subito e a realizzare ciò che è stato annunciato; diversamente rabbia e sfiducia hanno il sopravvento. E contro rabbia e sfiducia esiste un unico antidoto: ridare fiducia nelle istituzioni e nei loro rappresentanti. Non è un caso che oggi, le istituzioni che godono della maggiore fiducia siano quelle più radicate e più vicine ai cittadini, ovvero l’Arma dei Carabinieri ed i Sindaci. E allora mi chiedo: non è forse il caso di riportare la rappresentanza diretta dei cittadini nelle istituzioni nazionali, piuttosto che confinarli a ratificare decisioni assunte da pochi Nel nostro piccolo siamo chiamati a fare del nostro meglio”. Lorena Levorato

Fabio Bui

Corso per stranieri

È partito a inizio maggio il corso di italiano solo per donne straniere. “Per il momento sono già 7 le donne iscritte, ma il corso si articola su diversi livelli e quindi può ospitare ulteriori allieve – ha detto l’assessore al sociale Sonia Genesin – L’obiettivo è favorire l’apprendimento delle principali strutture linguistiche per favorire la comunicazione nei vari ambienti della quotidianità come le scuole, ospedali e uffici pubblici. Il corso si propone come intervento articolato con l’obiettivo dell’integrazione globale”. Le lezioni tengono conto sia della dimensione formativa, sia della dimensione sociale favorendo la conoscenza reciproca e la socializzazione tra donne. (Lo. Le)


12

Loreggia

www.lapiazzaweb.it

Rifiuti: cittadini virtuosi premiati con tariffe ricalibrate L’assessore Genesin: “Dall’1 gennaio di quest’anno è stato adeguato il numero di conferimenti così da riuscire a contenere i costi e realizzare una tariffa realmente in linea con la quantità di rifiuti prodotta sulla base del principio chi inquina, paga”.

C

ittadini virtuosi premiati con tariffe ricalibrate. È questa la novità per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti a Loreggia. “I dati relativi alla racconta differenziata del 2017 - spiega l’assessore Sonia Genesin - diffusi da Etra hanno evidenziato che la maggior parte delle famiglie del comune è particolarmente virtuosa nella differenziazione del secco: per questa ragione dall’1 gennaio di quest’anno è stato adeguato il numero di conferimenti così da riuscire a contenere i costi e realizzare una tariffa realmente in linea con la quantità di rifiuti prodotta sulla base del principio: chi inquina, paga”. I nuovi valori sono stati calcolati sulla base del numero dei componenti e il numero degli svuotamenti annui compresi nella nuova tariffa base sono questi: 10 in caso di un solo o due membri della famiglia; 12 con tre componenti; 14 con 4 membri; 16 dai 5 membri in su. Le modifiche sono state introdotte con l’obiettivo di contenere i costi e di realizzare una tariffa commisurata sempre di più alla reale quantità di rifiuti prodotta. Sempre dall’1 gennaio eventuali svuotamenti aggiuntivi costeranno 5 euro cadauno; laddove in una famiglia siano presenti anziani non autosufficienti, disabili e bambini fini a tre anni, sarà garantita, su richiesta, un servizio di raccolta settimanale senza costi aggiuntivi. Per chiedere il servizio in più basta compilare il modulo che si può scaricare dal sito internet di Etra (www.etraspa.it).

Lorena Levorato

A lato, l’assessore Genesin

La sagra di Loreggiola

Si è conclusa con un grande successo anche quest’anno la tradizionale sagra di Loreggiola, la Fiera dei Fiori Festa di Santa Croce, che si è svolta dal 20 aprile al 1 maggio. Stand enogastronomici, luna park in piazza e tanti eventi e manifestazioni: musiche e danze, spettacoli e animazioni per bambini, uscite in bicicletta, raduno di trattori, auto e moto d’epoca. E poi “Pappagalli show” e laboratorio di orti in cassetta. Tra le novità di questa 32esima edizione grande apprezzamento per la prima rassegna di minigiardini in cui è stato dato spazio alla creatività di grandi e piccini. Successone anche per la prima passerella cinofila a premi aperta a tutti i cani, di razza e meticci. Ciascun partecipante ha potuto presentare il suo amico a 4 zampe raccontandone storia e aneddoti. Un omaggio è stato consegnato a tutti i concorrenti. In esposizione per tutta la durata della festa le foto del concorso fotografico “La bellezza del vecchio”.


13

Massanzago

www.lapiazzaweb.it

Allarme frane lungo il Muson Vecchio Cedimenti su entrambi gli argini in prossimità del vecchio mulino Baglioni, in località Favariego e subito a nord oltre in ponticello in Comune di Massanzago. A lanciare l’allarme i residenti Nelle foto, il percorso del Muson Vecchio

S

os frane in una delle zone più belle e suggestive nella zona del graticolato romano. Siamo lungo il Muson Vecchio. I cedimenti riguardano entrambi gli argini in prossimità del vecchio mulino Baglioni, in località Favariego in comune di Borgoricco, e subito a nord, oltre il ponticello in Comune di Massanzago. Sull’argine lungo la parte destra, in territorio di Massanzago, si sono aperte delle voragini assai pericolose ad esempio per chi ci passa. A lanciare l’allarme i cittadini residenti, ma anche appassionati di trekking e pesca che frequentano il canale. La più profonda che si è aperta misura almeno un metro. I tecnici dei Comuni e del Consorzio Acque Risorgive hanno subito posizionato delle transenne per evitare l’accesso. Altrettanto estese, poi, le frane che interessano parecchi metri di argine a

le cause non sono riconducibili alle nutrie. allertato il Consorzio acque Risorgive, in corso ora verifiche e monitoraggi

pelo d’acqua. “Purtroppo si sono verificate parecchie frane – commenta Stefano Scattolin, sindaco di Massanzago -: non ritengo, però, che la causa siano le nutrie. Ad aprile abbiamo subito allertato il Consorzio Acque Risorgive, ci sono ora i tecnici consortili che stanno effettuando verifiche e

monitoraggi per capire quale sia la reale causa e come mettere in sicurezza ed evitare altre frane. Un primo intervento potrebbe essere l’installazione di alcune massicciate proprio per mettere in sicurezza l’argine. Il rischio maggiore? Le piogge che potrebbero davvero aggravare la situazione. Lo

stato degli argini sembrerebbe meno preoccupante nella parte di competenza del comune di Borgoricco dove il sindaco Giovanna Novello è in stretto contatto con gli enti di competenza: «La Protezione civile ha effettuato un controllo – afferma - riscontrando un punto critico sulla sponda di Borgoricco. Mi attiverò con le dovute segnalazioni”. I prima linea nei controlli il Consorzio Acque Risorgive: “Stiamo tenendo costantemente monitorata la situazione attraverso un sistema digitale di georeferenziazione. Gli interventi di ripristino sono programmati sulla base della pericolosità evidenziata. Per la frana verificatasi a monte del mulino interverremo quanto prima”.

Nicoletta Masetto

Un po’ di storia del corso d’acqua

I

l Muson Vecchio è un corso d’acqua, lungo 19,20 km, che nasce in comune di San Martino di Lupari. Da comune dell’Alta padovana scorre poi, in direzione sud est, attraversando prima il territorio di Loreggia fino a Camposampiero. In questo comune incrocia il Muson dei Sassi, (canale torrentizio artificiale realizzato nel Seicento per deviare, e acque del Muson nel Brenta. Il suo corso inizia a Castelfranco Veneto e procede, pressoché rettilineo, verso sud fino a sfociare nel Brenta tra Vigodarzere e Castagnara. L’incrocio tra Muson Vecchio e Muson dei Sassi avviene tramite un ponte-canale. Il Muson Vecchio prosegue poi verso est: passa tra i territori di Massanzago e Borgoricco, dove troviamo il molino Baglioni e poi in località Mazzacavallo, questa volta in comune di Santa Maria di Sala, ai confini con Massanzago, dove si può ammirare un altro molino. Da qui prosegue fino a Mirano (Venezia) , dove si incanala, con un salto di circa tre metri tra bacino di sopra e bacino di sotto, verso il Naviglio del Brenta per mezzo del Taglio Nuovo o Canale di Mirano. L’aggettivo Vecchio risale proprio agli inizi del Seicento: il canale è ciò che rimane del corso originale, completamente modificato in seguito alle opere idrauliche della Serenissima. Sino ad allora il letto del fiume raccoglieva acque da svariate sorgenti che nascevano nelle colline a nord di Asolo. Nel 1612 le acque del Muson Vecchio furono deviate dalle acque di Asolo fino a immettersi nel fiume Brenta tramite un fosso corrispondente all’attuale Muson dei Sassi. (Ni.Ma.)

di Pagliarin Annamaria

è tempo di Cambio Stagione! vieni a trovarci: per TE un simpatico OMAGGIO Tutti i giorni: 9.00-12.30 | 15.30-19.00 mercoledì e sabato solo al mattino Piazzetta N. Ganzina, 4 - Loreggia - Tel. 340 0927259 DETERSIVO ALLA SPINA


14

Massanzago .

www.lapiazzaweb.it

Scout, San Giorgio a Villa Baglioni Esploratori e guide di tanti reparti provenienti dal padovano e dal veneziano si sono ritrovati il 5 e 6 maggio a Massanzago per la festa di San Giorgio, il loro patrono. Filo conduttore del ritrovo il tema “Non solo gente” Nella foto, gli scout al San Giorgio nel giordino di Villa Baglioni

M

assanzago letteralmente invasa per due giorni da ragazzi e ragazzi dell’Agesci. Scout provenienti da numerosi comuni della zona, nel Padovano, ma anche dalla vicina provincia di Venezia si sono ritrovati sabato 5 maggio e domenica 6 maggio, i per uno degli appuntamenti più attesi dall’Associazione Guide e Scout cattolici italiani. La festa di San Giorgio il loro santo patrono. L’appuntamento era nel grande parco di villa Baglioni, che si trova a sud, verso il Muson Vecchio, immerso nel verde e con possibilità di piantare tende e dormire in sacco a pelo come hanno fatto ragazzi e ragazzi arrivati, per lo più anche in bicicletta. Tanti i gruppi giunti in sella alla due ruote: come quello di Scorzè

la figura di San giorgio, difensore di miseri e indifesi, invita gli scout a rifarsi alle virtù eroiche del Patrono

(Venezia) arrivato a Massanzago percorrendo anche alcuni itinerari cicloturistici. A portare il saluto della comunità di Massanzago, c’era il sindaco Stefano Scattolin con molti amministratori. Presenti esploratori e guide di vari reparti secondo la struttura organizzativa dell’Agesci.

Per l’edizione 2018 è stato scelto come tema conduttore lo slogan “Non solo gente”, tre parole non casuali per gli scout. Nello stesso giorno in cui si ricorda San Giorgio gli esploratori e le guide rinnovano, infatti, solennemente la Promessa scout, secondo l’invito di Baden-Powell, il fondatore dello scautismo, che

suggerisce di rammentarla, e consiglia ai capi educatori di tornare alle fonti, cioè di rileggere il libro “Scautismo per Ragazzi”, soprattutto nelle pagine dedicate alla Legge scout, per riscoprirne lo spirito. Richiamando la figura del santo cavaliere, invita ripetutamente gli scout a rifarsi alle virtù eroiche di tale modello che può ispirare il loro itinerario di formazione educativa. Ma perché proprio San Giorgio è il patrono degli scouts? San Giorgio, santo tra i più venerati, incarna gli ideali del cavaliere medioevale: difensore di miseri ed indifesi, viene eletto patrono della cavalleria crociata. Della sua vita, famoso è l’episodio in cui libera la Principessa dal dragone. Nicoletta Masetto

“Cuore saldo e gioiosa fiducia” l’invito del Santo la sua lotta con il drago diventa simbolo della battaglia del bene contro il male

S

NUMERO VERDE

800 598 006

an Giorgio è un grande modello per gli scout. Nel Medioevo la sua lotta contro il drago diventa il prototipo della lotta del bene contro il male e per questo il mondo della cavalleria vi vede incarnati i suoi ideali. Frequentemente, nell’iconografia San Giorgio è raffigurato come il cavaliere che in modo avventuroso ed eroico, uccide il drago dagli occhi di fuoco, stando a cavallo con una lancia fiammeggiante ed uno scudo finemente cesellato. San Giorgio è esempio di cavaliere ardente, entusiasta, fedele, forte, vittorioso. Agli scout Baden-Powell raccomanda non tanto la persona del Santo in sé, quanto i principi e le qualità che egli impersona e rappresenta. Lo propone come il modello a cui dovrebbe ispirarsi ogni scout o guida, anche di fedi diverse dalla cristiana. In particolare, intende incitare ogni scout e guida “a impegnarsi, con cuore saldo e gioiosa fiducia, come ha fatto San Giorgio, ad aiutare gli altri, a mettersi a loro disposizione, a servizio dei poveri e degli indifesi”. Ecco perché San Giorgio è un modello per ogni scout e guida, che nella Promessa si impegnano a vivere la propria vita a servizio di Dio e dei fratelli, attraverso buone azioni e il servizio nell’aiutare quanti sono in difficoltà. (Ni.Ma.)


casapubblicita.it

Immagina...

le nuove tendenze dellâ&#x20AC;&#x2122;arredamento nuovo showroom a Cadoneghe Cadoneghe s.s. del Santo n.69

per festeggiare sconto fino al

50%

www.mobilificirampazzo.it

su tutto


17

Piombino . Dese

www.lapiazzaweb.it

Sociale Iniziative

Pubblico e privato insieme per la disabilità Piombino Dese capitale padovana dell’integrazione. Continuano a Piombino le iniziative che portano l’handicap ad essere in primo piano con un ruolo da protagonista e integrante all’interno delle comunità locali. A Piombino Dese realtà pubbliche e private si sono strette insieme per proporre, a vari livelli e ciascuna secondo le proprie competenze, percorsi di attività per i meno fortunati. In prima linea la stessa l’amministrazione comunale. “Il nostro Comune è sempre stato molto attento e sensibile - spiega il sindaco Cesare Mason che, con la sua giunta, è impegnato sul fronte del sostegno, a vari livelli, ad associazioni e persone con disabilità -. Come amministrazione comunale abbiamo destinato una parte di avanzo di amministrazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche in particolare lungo la viabilità del centro abitato nel capoluogo”. È stato poi concesso il patrocinio al gruppo AiUTISMO per uno spettacolo, organizzato con il Lions, che ha registrato il sold out in sala Tommaso Moro: la Compagnia del cilindro ha portato in scena “Sarto per Signora”. Sono stati poi promossi concorsi per con le scuole, per la conoscenza e sensibilizzazione, in collaborazione conTyflosystem e Davide Cervellin. Piombino Dese è diventata, poi, capitale triveneta in una tre giorni di sport dal 4 al 6 maggio: negli impianti sportivi di atletica l’Aspea ha organizzato una manifestazione triveneta che ha portato circa 200 atleti, assistenti e famiglie, impegnati in gare di velocità, staffette, salto in lungo ecc. Presenti i pre-

sidente nazionale, regionale e provinciale Fip e Aspea. Sempre a Piombino, al palazzetto dello sport, si sono disputati i play off nazionali serie B Basket in carrozzina con squa-

dre da tutta Italia. Per concludere, il 20 maggio, nel campo sportivo don Bosco, brolo della villa del Palladio, si sono svolti i Giochi senza frontiere, anche in questa oc-

Il sindaco Cesare Mason

casione, per squadre da tutto il Veneto, con giochi e competizioni per disabili nel segno dell’amicizia e solidarietà. Nicoletta Masetto

SOLIDALI SI NASCE. E POI TI LAUREI, TI SPOSI... Per fermare la sclerosi multipla ogni occasione è buona.

Matrimonio, nozze d’oro e d’argento, battesimo, prima comunione, laurea, momenti speciali che possono essere resi unici e indimenticabili con un gesto di solidarietà. AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla www.aism.it - bomboniere@aism.it - Tel. 010 27131

in arrivo la Porko Rock festa della Birra aPm Tutto pronto per Porko Rock Festa della Birra APM (Associazione Piombinese Motori), dal 31 maggio al 3 giugno a Piombino Dese, appuntamento atteso da migliaia di fan che arrivano anche da fuori provincia. Si comincia il 31 maggio: prima serata dell’evento più atteso dell’alta Padovana, ottime birre,super panini, primi piatti e grigliate,il tutto contornato da musica rock di grande livello. Il primo giugno seconda serata del Porko Rock, serata evento e apertura concerti con i “Mr.Who”, si esibiranno gli originali Extrema,gruppo con un ventennale di puro

metal alle spalle. Il 2 giugno terza serata nel segno del Metal,apriranno i concerti gli UnhumanInsurrection, gruppo che ha all’attivo aperture di concerti dei Lacuna Coil a SanPietroburgo e Mosca,seguirà la tribute band europea dei Metallica,i Sad. Ultima serata il 3 giugno con i successi Pop Rock dei anni 80/90 degli H1N1,gruppo che sa far assaporare le atmosfere di quei periodi e far pure ballare. (Ni.Ma.)


18

Piombino Dese

www.lapiazzaweb.it

IC Piombino Dese L’iniziativa

“Social day”: esperimenti di cittadinanza attiva Nuovi cittadini, dal locale al globale... Ragazzi e ragazze si sono rimboccati le maniche: hanno pulito le aiuole a scuola e la pista ciclabile Ostiglia; Quindi, hanno realizzato un mercatino di prodotti manuali e di torte, mentre altri gruppi hanno lavorato in bar e negozi della zona. Per il sesto anno consecutivo Padova e provincia hanno partecipato alla Giornata Nazionale del “Social Day nuovi cittadini dal locale al globale”, progetto di cittadinanza attiva che a Padova e provincia viene gestito dalla associazione Fratelli dell’Uomo.

di una cultura di solidarietà e di volontariato. Il progetto è attivo in Veneto, Lombardia, Toscana e Trentino; a Padova e provincia viene gestito dall’Associazione Fratelli dell’Uomo con il sostegno

5th EDITION

ORGANIZZAZIONE EVENTO: CAMPING GLAMPING LODGING HOTEL

08 - 10 GIUGNO 2018 CAMPING DISCOVERY/ LA FIERA DEL CAMPEGGIO... NELLA CAPITALE EUROPEA DELL’OPEN AIR NEW LOCATION: CAVALLINO SPORT CENTER VIA FAUSTA - 30013, Cavallino - VENEZIA

Tra i Comuni che hanno aderito anche Piombino Dese con l’amministrazione comunale e ragazzi e ragazze dell’Istituto Comprensivo. “Social Day: nuovi cittadini dal locale al globale” è un progetto di cittadinanza attiva e partecipazione giovanile finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (Aics), rivolto a bambini/e, e ragazzi/e della fascia 6 -19 anni al fine di favorire la diffusione

NOVITà

2018

B2b Camper

CAMPING €7 INGRESSO DISCOVERY 2018 CAMPING €10 INGRESSO DISCOVERY 2018

PER INFO

+ INGRESSO UNION LIDO

UNION LIDO CAMPING GLAMPING LODGING HOTEL I - 30013 CAVALLINO - VENEZIA - ITALIA - VIA FAUSTA, 258 TEL. +39 0412575111 INFO@UNIONLIDO.COM - UNIONLIDO.COM

FOLLOW US

della Provincia di Padova e di numerosi Comuni. Quest’anno hanno aderito undici Istituti scolastici e gruppi informali di Padova e Provincia (Padova, Piazzola sul Brenta, Marsango, Mestrino, San Giorgio delle Pertiche, Solesino, Este, Piombino Dese, Cittadella) con 600 ragazzi che hanno realizzato svariate attività a beneficio della comunità grazie anche all’appoggio delle amministrazioni comunali, delle scuole stesse, della rete di associazioni e organizzazioni del terzo settore (associazioni di volontariato, di promozione sociale, sportive ecc.), dei commercianti e dei piccoli imprenditori; oppure avvalendosi del supporto di genitori, parenti, vicini e amici. Il ricavato del Social Day 2018 verrà destinato a progetti solidali. Nicoletta Masetto


piscine • palestra • calcetto

MIGLIORA E PERFEZIONA LA TUA TECNICA NATATORIA 1 SETTIMANA DI CORSI ACCELERATI PER BAMBINI 40,00 € per i clienti con assicurazione 45,00 € per clienti con assicurazione non attiva Orari: dalle 16.00 alle 16.45

Giugno 04-08 11-15 18-22 25-29

Luglio 02-06 09-13 16-20 23-27 30-3 (Agosto)

Agosto 06-10 20-24 27-31

CENTRI ESTIVI 2018 GIUGNO:

11-15 / 18-22 / 25-29

LUGLIO:

02-06 / 09-13 / 16-20 / 23-27 / 30/07-03/08

AGOSTO:

06-10 / 12-19 CHIUSO 20-24 / 27-31

SETTEMBRE: 03-07 COLOR RUN LUGLIO 6-20 - AGOSTO 03-31 NOTTE SOTTO LE STELLE GIUGNO 28 • LUGLIO 12-26 AGOSTO 09-23

Sei un nuovo utente?

10%

Su tutti gli abbonamenti*

SCONTO

Con questo coupon, se sei un nuovo utente, hai diritto ad uno sconto del 10% su tutti gli abbonamenti* piscina e palestra. Coupon Valido fino fine Agosto 2018 non cumulabile con le promozioni in essere. *Verifica gli abbonamenti disponibili in segreteria. Fino ad esaurimento posti. Escluso pilates. CAMPODARSEGO (PD) Via Olmo,12 - Tel. 049 5564677 - www.ssgabbiano.com


Diritti

laPiazza Sport · Chioggia

www.lapiazzaweb.it

Informazione a pagamento a cura degli esperti del settore

Per partecipare alla rubrica chiamare il numero 049 8704884

16

www.lapiazzaweb.it/category/diritti/

STUDIO DI CONSULENZA

Nuova rottamazione cartelle Agenzia Per combattere la crisi ed i suoi effetti ci vogliono : Entrate Riscossione (Ex Equitalia) 2018Per combattere la crisi ed i suoi effetti ci vogliono :

C.ONTROLLO C.ONTROLLO C.ONTROLLO C.ONTROLLO C.ONTROLLO C.ONTROLLO S.TRATEGIA S.TRATEGIA S.TRATEGIA S.TRATEGIA S.TRATEGIA S.TRATEGIA A.ZIONE A.ZIONE A.ZIONE A.ZIONE A.ZIONE A.ZIONE

Per combattere la crisi ed i suoi effetti ci vogliono : Per combattere la crisi ed i suoi effetti ci vogliono : Per combattere la crisi ed i suoi effetti ci vogliono :

C

os’è Emmservice? “Siamo uno Studio di consulenza, in cui principalmente viene trattata la gestione del debito. Debito rivolto verso istituti di credito, fornitori, dipendenti, tributi. Lo scopo è quello di programmare una continuità lavorativa, in caso di azienda, affinchè la stessa possa occuparsi dell’attività corrente, generando ricchezza di cui una parte verrà destinata ad estinzione dei debiti pregressi precedentemente accordati in maniera tale da non influire negativamente nel prosieguo dell’attività corrente. Analoga programmazione ma con parametri ovviamente diversi per situazioni cosiddette private, quindi rate di mutui troppo elevate (o non pagate), rate di finanziamenti troppo onerose rispetto al reddito percepito, affitto non sostenibile con relativo rischio di sfratto, liti ereditarie ecc...”. Cosa fa Emmservice? “ A seguito colloquio gratuito, con il consenso ricevuto dal cliente, consultiamo le banche dati in cui vengono inseriti gli impegni finanziari ed il relativo “stato degli impegni” (rate non pagate, crediti a sofferenza..) potendo relazionare le effettive condizioni risultanti dalla lettura di tale documentazione, prendendo conoscenza delle segnalazioni a carico del cliente/azienda che magari hanno negato richieste di accesso al credito, “scoprendo” in molti casi garanzie fideiussorie di cui non si è a conoscenza (o non ci ricordiamo), anche di vecchia origine. Emettiamo 3 soluzioni da seguire in base alle caratteristiche ed alla volontà del cliente, affiancando lo stesso ed eventuali suoi professionisti (avvocati, commercialisti) alla realizzazione del programma/progetto. Relazioniamo e gestiamo tutte quelle posizioni, recupero crediti comprese, sollevando il soggetto da situazioni difficili anche dal punto di vista emotivo: EMMSERVICE TI AFFIANCA NEL TUO SPECIFICO PERCORSO DI RISANAMENTO!”. Perché scegliere Emmservice? “Perché mediante la “consulenza del fare”, non si limita a suggerirti il percorso (come fa la maggior parte della categoria..) ma si relaziona direttamente con i creditori del nostro cliente, puntando ad accordi stragiudiziali, permettendo continuità lavorativa e risparmio di onorari e spese giudiziarie che graverebbero ulteriormente la situazione economica talvolta già compromessa”. Cosa consiglia Emmservice? “PREVENZIONE! PREVENZIONE! PREVENZIONE! Con la verifica della specifica situazione, (ognuna simile ma mai analoga) si riescono ad evitare degli stadi a volte irreversibili proprio per aver ritardato un semplice accordo, non aver spostato anche a breve una scadenza, tutte situazioni che potrebbero crearci segnalazioni di cattivo pagatore, irritare un rapporto con un cliente/fornitore (insoluta una ricevuta bancaria), arrivare addirittura ad un protesto di un titolo, compromettendo seriamente le scelte per il futuro privato/aziendale”.

Per combattere la crisi ed i suoi effetti ci vogliono :

Avete qualche “pericolo del momento” da segnalare? “Si, vorremmo segnalare che in funzione della nuova apertura della possibilità di “rottamare” le cartelle di riscossione, l’Ente preposto ha rallentato le azioni incisive (fermi amministrativi, ipoteche giudiziali, pignoramenti presso terzi…) a volte limitandosi al semplice invio del rendiconto del carico in essere, quasi per invitare il contribuente ad approfittare di tale soluzione. Con l’entrata in vigore della nuova normativa, abbiamo la possibilità di presentare domanda di ammissione entro il 15/05/2018 con risposta entro il 30/06/2018. L’accettazione prevede che il residuo da pagare possa essere suddiviso in un massimo di 5 rate oppure addirittura in un’unica soluzione (esente da interessi). Riscontriamo che, nonostante il vantaggio sia NON C’E’ PROBLEMA CHE NON POSSA ESSERE acclarato, la vera difficoltà è quella di poter fronteggiare gli importi NON C’E’ C’E’ PROBLEMA CHE NON POSSA ESSERE NON PROBLEMA CHESTUDIATO NON POSSA ESSERE IDENTIFICATO (CONTROLLO), E ATTRAVERSO che suddivisi in “sole” 5 rate possano risultare troppo onerose. IDENTIFICATO STUDIATO E ATTRAVERSO IDENTIFICATO (CONTROLLO), STUDIATO E!! ATTRAVERSO UNA VALIDA E(CONTROLLO), REALE STRATEGIA RISOLTO (AZIONE) Consigliamo di fare due valutazioni ovvero: CHE NON POSSA ESSERE UNAC’E’ VALIDA E REALE STRATEGIA RISOLTO !! (AZIONE) UNANON VALIDA EPROBLEMA REALE STRATEGIA RISOLTO !! (AZIONE) Calcolare gli importi che possiamo accantonare dal momento delIDENTIFICATO (CONTROLLO), STUDIATO E ATTRAVERSO NON C’E’ PROBLEMA NON POSSA ESSERE la presentazione della richiesta di rottamazione fino al momento del NON RIMANERE INDIFFERENTE CHE DI FRONTE AI PROBLEMI: ATTIVATI!!! UNA VALIDA E(CONTROLLO), REALE RISOLTO !! SEGNALA ADRIMANERE UNA PERSONA CHESTRATEGIA NON DI E’ SERENA LA POSSIBILITA’ DI(AZIONE) ESTERNARE LE NON INDIFFERENTE FRONTE AI PROBLEMI: ATTIVATI!!! pagamento della prima rata, essendo che possiamo sospendere i IDENTIFICATO STUDIATO E ATTRAVERSO SUE PREOCCUPAZIONI! NOI TI ASCOLTEREMO E TROVEREMO UNA SOLUZIONE SEGNALA AD UNA PERSONA CHE NON E’ SERENA LA POSSIBILITA’ DI ESTERNARE LE NON RIMANERE INDIFFERENTE DI FRONTE AI PROBLEMI: ATTIVATI!!! pagamenti delle rate in corso, utilizzandoli poi per la prima scadenza NON C’E’ASSIEME CHE NON POSSA ESSERE UNA VALIDA EPROBLEMA REALE STRATEGIA RISOLTO !! FELICE! (AZIONE) VINCENTE TE!! UNA SOCIETA’ TI RENDE SUEUNA PREOCCUPAZIONI! NOIANON TI ASCOLTEREMO E FELICE TROVEREMO UNA SOLUZIONE SEGNALA AD PERSONA CHE E’ SERENA LA POSSIBILITA’ DI ESTERNARE LE (es. rata 300/mese, presentazione domanda gennaio, prima rata VINCENTE ASSIEME A TE!! UNA SOCIETA’ FELICE TIERENDE FELICE! IDENTIFICATO (CONTROLLO), STUDIATO ATTRAVERSO NON RIMANERE INDIFFERENTE DI FRONTE PROBLEMI: ATTIVATI!!! SUE PREOCCUPAZIONI! NOI TI ASCOLTEREMO E AI TROVEREMO UNA SOLUZIONE luglio: 300 x 6 = 1800 accantonati in 6 mesi..); UNA VALIDA E REALE STRATEGIA !! (AZIONE) SEGNALAVINCENTE AD UNA PERSONA CHE NON E’SOCIETA’ SERENARISOLTO LA POSSIBILITA’ DIFELICE! ESTERNARE LE Sottoporre il beneficio in termini di risparmio (dotandoci della ASSIEME A TE!! UNA FELICE TI RENDE ● Hai RIMANERE ricevuto la comunicazione di revoca del tuo mutuo? NON INDIFFERENTE DI FRONTE AI PROBLEMI: UNA ATTIVATI!!! proiezione fornita dall’Ente) alla nostra Banca, la quale potrebbeSUE PREOCCUPAZIONI! NOI TI ASCOLTEREMO E TROVEREMO SOLUZIONE ● Hai procedura esecutiva con successiva messaLAall’asta della tua casa? SEGNALA ADuna UNA PERSONA CHE NON E’SOCIETA’ SERENA POSSIBILITA’ DIFELICE! ESTERNARE LE colmare con un finanziamento al 50%, ma in un periodo magari di VINCENTE ASSIEME A TE!! UNA FELICE TI RENDE ●●Hai pignoramento perché hai fidejussioni per conto terzi (coniugi, figli, Haiun ricevuto la comunicazione di firmato revoca del tuo mutuo? NOI TI ASCOLTEREMO TROVEREMO UNA SOLUZIONE 60 mesi, l’importo da pagare in quanto il rimanente 50% lo avremoSUE PREOCCUPAZIONI! NON RIMANERE INDIFFERENTE DI FRONTEEAI PROBLEMI: ATTIVATI!!! genitori, soci....)? ●VINCENTE Hai una procedura esecutiva con successiva messa all’asta della tua casa? ASSIEME A TE!! UNA SOCIETA’ FELICE TI RENDE a disposizione dall’accumulo formato dal non pagamento delle rate SEGNALA ADlaun UNA PERSONAperché CHE NON E’ SERENA LA POSSIBILITA’ DIFELICE! ESTERNARE LE ●●Hai tua casa/azienda colpita dafirmato procedure fallimentari? Hai pignoramento hai fidejussioni per conto terzi (coniugi, figli, (vedi esempio sopra). Questi sono solo alcuni esempi su comeSUE PREOCCUPAZIONI! ●genitori, Hai debiti in Equitalia? NOI TI ASCOLTEREMO E TROVEREMO UNA SOLUZIONE soci....)? prospettare la possibilità di accesso a tale opportunità ma saremo ●VINCENTE Hai la tua casa/azienda colpita procedure fallimentari? ASSIEME A TE!! da UNA SOCIETA’ FELICE TI RENDE FELICE! SEdebiti TI RICONOSCI IN UNO DI QUESTI CASI O TANTI ALTRI, NON ARRENDERTI: ● Hai in Equitalia? lieti di offrire soluzioni personalizzate specifiche!”. POTRESTI AVERE DELLE REALI POSSIBILITA’! .. COME?? Programmi Emmservice per il futuro?

NON ABBATTERTI, ABBATTI I PROBLEMI! NON ABBATTERTI, ABBATTI I PROBLEMI!

“Operiamo in questo mercato da oltre 25 anni, ora vorremmo, capillarizzare la nostra presenza nel territorio per offrire più possibilità alle persone di fare PREVENZIONE. Abbiamo in programma l’apertura di 10 nuovi recapiti distribuiti tra le province di Padova, Treviso, Vicenza e Venezia, anzi approfittiamo per invitare la candidatura di professionisti interessati! EMMSERVICE, i professionisti col CUORE!”.

Via Roma, 2 - 35017 Piombino Dese (PD) - Pi 04190750283 tel. 333 2605068 - fax 049 8251554 web: www.emmservice.it - email: info@emmservice.it

SE TI RICONOSCI IN UNO DI QUESTI CASI O TANTI ALTRI, NON ARRENDERTI: POTRESTIATTRAVERSO AVERE DELLE INTERVENTI REALI POSSIBILITA’! .. COME?? MIRATI

DI RIORGANIZZAZIONE DEL DEBITO

ATTRAVERSO INTERVENTI MIRATI DI RIORGANIZZAZIONE DEL DEBITO 1. COLLOQUIO GRATUITO La nostra struttura è prima di tutto un 1. COLLOQUIO GRATUITO PUNTO DI ASCOLTO per IMPRESE e PERSONE La nostra struttura è prima di tutto un All’interno dei nostri uffici troverete PUNTO DI ASCOLTO per IMPRESE e PERSONE PROFESSIONISTI per tutte le vostre esigenze All’interno dei nostri uffici troverete (consulenti, avvocati, commercialisti, assicuratori..) PROFESSIONISTI per tutte le vostre esigenze (consulenti, avvocati, commercialisti, assicuratori..)

2. VISURE Attraverso visure mirate verrà fatta una PANORAMICA 2. VISURE della vostravisure situazione debitoria in modo da poter sviluppare Attraverso mirate verrà fatta una PANORAMICA ladella strategia adatta alle vostreinesigenze vostrapiù situazione debitoria modo da poter sviluppare la strategia più adatta alle vostre esigenze

3. CONFRONTO E STRATEGIE CONFRONTO E STRATEGIE Sarà nostra premura3.illustrare la vostra situazione Sarà nostra premurasoluzione illustrare in la base vostraalle situazione e proporvi la migliore esigenze e proporvi la migliore soluzione in base alle esigenze

4. MESSA IN ATTO DELLA STRATEGIA SCELTA MESSA IN ATTO DELLA STRATEGIA SCELTA Ci4.attiveremo personalmente per rappresentarvi e liberarvi da Ci attiveremo personalmente per rappresentarvi e liberarvi da spiacevoli situazioni! spiacevoli situazioni!

CONTATTACI: CONTATTACI:

EMMSERVICE EMMSERVICE Via Piombino Dese Dese (PD) (PD) Via Roma Roma n. n. 22 –– 35017 35017 Piombino Tel Fax 049/8251554 049/8251554 Tel 333/2605068 –– Fax info@emmservice.it www.emmservice.it info@emmservice.it - www.emmservice.it


21

Trebaseleghe

www.lapiazzaweb.it

Rifiuti: cambia il metodo di raccolta Fino all’11 giugno, 13 Etra Point per ritirare i contenitori necessari in vista dell’adozione del nuovo metodo. Le date precise sono state comunicate con una lettera a tutte le famiglie

R

ivoluzione in vista per la nuova raccolta rifiuti nel territorio comunale. Il conto alla rovescia è già iniziato. A scandirlo, dall’8 maggio e fino all’11 giugno, data dalla quale entrerà in vigore il nuovo sistema, gli Etra Point, vale a dire tredici appuntamenti, a disposizione dei cittadini, per ritirare i contenitori necessari in vista dell’adozione delle nuove modalità. La distribuzione sarà organizzata nella sala consiliare, in Casa Pattaro, in via Treviso 7/9. Le date di distribuzione sono comprese tra l’8 e il 31 maggio, e nel dettaglio sono state comunicate con una lettera informativa già inviata a tutte le famiglie. Saranno distribuiti senza costi aggiuntivi i nuovi contenitori carrellati per secco residuo (dotato di microchip di ultima generazione) e carta e cartone e, insieme a questi, un adesivo del Vetro, che dovrà essere applicato dagli utenti sul vecchio contenitore del Secco. Per il rifiuto umido sarà fornito un bidoncino da 25 litri, eccetto per chi

effettua il compostaggio domestico. La modalità di conferimento diplastica e metalli resterà invariata. Per quanto riguarda il secco residuo, grazie ai dati raccolti nell’anno 2017 si è dimostrato che, da parte degli utenti di Trebaseleghe, il numero di conferimenti annui dell’apposito contenitore è inferiore a quanto attualmente previsto. Questo impegno nella raccolta differenziata ha consentito di ottimizzare il numero di svuotamenti minimi della tariffa rifiuti, che sarà quindi adeguato con decorrenza dal prossimo 1 luglio. Alle giornate di distribuzione dei contenitori verrà consegnata l’integrazione al nuovo calendario della raccolta in vigore dall’11 giugno con la suddivisione del territorio nelle due zone A e B anche per vetro, plastica e metalli, carta e cartone. Novità sarà la frequenza del Vetro che diventerà mensile, mentre resteranno invariati i giorni di raccolta dell’umido, del secco residuo, del verde e ramaglie. Le utenze domestiche già in possesso dei

contenitori carrellati per secco, carta e cartone, vetro e del bidoncino dell’umido da 25 litri forniti da Etra non dovranno ritirare alcun contenitore: potranno continuare a conferire sia il Secco residuo sia i rifiuti riciclabili nei contenitori già in uso. Dovranno, solamente scaricare dal sito del Comune o da quello di Etra o consultare sulla App, l’integrazione al calendario con i nuovi giorni di raccolta. Nicoletta Masetto


22

Trebaseleghe

www.lapiazzaweb.it

Incontri sulla sicurezza aziendale Gli appuntamenti sono promossi dall’amministrazione comunale. Il programma di iniziative nasce dalle numerose richieste di informazioni giunte al Comune dalle tante attività produttive presenti nel territorio

S

icurezza nelle aziende al centro di una serie di incontri, nella sala pubblica Arzini della biblioteca comunale, promossi dall’amministrazione comunale. Il programma di iniziative nasce dalle numerose richieste di informazioni che sono arrivate al Comune direttamente dalle tante attività produttive presenti nel territorio. Ad aprire gli incontri il sindaco Lorenzo Zanon. “Sono momenti di approfondimento su argomenti di grande attualità ed interesse per le aziende – afferma Cristina Franceschi, assessore alle Attività produttive -. Sono state loro, per prime, a chiederci di affrontare tali temi. Abbiamo pensato non a un solo incontro, bensì a un progetto articolato di formazione e aggiornamento, individuando le migliori strategie operative di tutela. Siamo in un periodo ricco di innovazioni legislative e c’è da interrogarsi con sincera obiettività su quale sia il percorso che le

aziende possono intraprendere per la propria sicurezza e stabilità”. Per questa ragione vanno utilizzati nuovi strumenti che sono stati e saranno illustrati, a seconda delle diverse aree e competenze con grande attenzione dal punto di vista legale, economico e operativo. “L’unica interpretazione possibile e concreta dal punto di vista aziendale - prosegue l’assessore Franceschi - è quella di acquisire le conoscenze per applicare immediatamente le innovazioni, dotando le aziende di reali ed efficaci strumenti gestionali, in grado di assicurare all’impresa la capacità di far fronte ai cambiamenti che ci vengono richiesti”. Agli incontri, oltre agli imprenditori, erano presenti i coordinatori per la sicurezza nei cantieri, dirigenti, e rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza. Tra le questioni affrontate la sicurezza sul lavoro come inve-

Nella foto, un incontro in corso nella sala pubblica Arzini della biblioteca comunale

stimento reale o, come alcuni affermano, spesso costo insostenibile costo per l’azienda (Giuliano Caccin – Tecnico della Prevenzione Usl 6 Euganea). E ancora, la responsabilità di datori di lavoro, dirigenti e preposti, e costi della non sicurezza: ci sono dei soggetti all’interno dell’azienda che sono titolari di precise posizioni di garanzia per

quanto concerne gli obblighi di sicurezza, le cui inadempienze sono sanzionate penalmente. È indispensabile che l’azienda evidenzi e realizzi una seria propria politica della sicurezza esaminando il ritorno degli investimenti in sicurezza e prevenzione e gli incentivi dell’Inail a fronte dei considerevoli costi della non sicurezza ( Luca Baggio

– Tecnico della Prevenzione Usl 6 Euganea); la gestione di ispezioni e verifiche degli enti di controllo; gli strumenti di tutela da parte delle aziende in caso di richiesta di rivalsa dell’Inail (argomento molto sentito) per infortunio/ malattia professionale (legale Diana Michelazzo, assicuratore Cesare Burei). Nicoletta Masetto

APER DA M T I D A L L I L V E N E TÀ G I U G E OR E 11 ERDÌ, SA NO SIAM B O CON O R A RAT O E D O IO CO MENI C NTIN UAT OA

PIZZERIA PIADINE • PANINI CALDI

041 55 40 550

V.le Padova, 1 • Sottomarina di Chioggia (Ve) • ANCHE SU PRENOTAZIONE www.pizzeriadaleo.it • Pizzeria Da Leo


23

Provincia

www.lapiazzaweb.it

Rampazzo Severino apre a Cadoneghe il “mobilificio del futuro” Esposizione scenografica e curata in ogni minimo dettaglio, con inediti e accoglienti angoli verdi e un mini museo che ripercorre i quasi cinquant’anni di storia dell’azienda. Lungo la Statale del Santo il quarto punto vendita che ospita anche le cucine firmate da Lube e Creo. Dal Salone del Mobile di Milano tutto il meglio per l’arredo casa

Nelle immagini due momenti dell’inaugurazione del nuovo mobilificio, un dettaglio dello spazio espositivo e una veduta dell’esterno. (foto Zanon)

A

ffonda le radici agli inizi degli anni Settanta la storia dei Mobilifici Rampazzo Severino, da decenni un nome di spicco in un settore che ha conosciuto grandi trasformazioni. E in quasi mezzo secolo di attività l’azienda della famiglia Rampazzo ha saputo affrontare e addirittura anticipare i cambiamenti, incontrando i gusti della clientela e spesso anticipando nuove tendenze sul fronte dell’arredamento. E’ la storia di un’azienda nata dall’impegno di una famiglia intera, che in questi giorni ha inaugurato il nuovo punto vendita di Cadoneghe. Dopo Piove di Sacco, Codevigo e Rovigo ecco il nuovo grande negozio, in uno stabile di proprietà completamente ristrutturato, lungo la Statale del Santo. Un bel traguardo che ripaga anni di lavoro e di impegno e che permette all’azienda di consolidare la propria presenza a nord di Padova, dove già operava con un precedente punto vendita. Al taglio del nastro della sede di Cadoneghe la famiglia Rampazzo ha festeggiato questo ulteriore risultato insieme ai propri collaboratori.

A presenziare l’inaugurazione il sindaco Michele Schiavo che a nome dell’amministrazione e della comunità ha dato il benvenuto all’azienda nella ricca compagine economica e produttiva che caratterizza Cadoneghe, vedendo nella scelta di aprire un nuovo punto vendita un’iniziativa lodevole che porterà benefici in tutta l’area. Il nuovo punto vendita in realtà è l’insieme di due grandi negozi: da una parte il mobilificio Rampazzo Severino, a fianco invece lo show room di Cucine Lube con Creo Cucine, dedicato per l’appunto alle

proposte di questi due grandi e prestigiosi marchi, senza dubbio all’avanguardia e caratterizzate dall’originalità delle proposte. Nell’azienda fondata da Severino Rampazzo lavorano da anni i figli Federico, Diana, Sandra e Francesco, già con la propria mansione e il proprio settore da seguire e sviluppare. “Per il nuovo punto vendita di Cadoneghe abbiamo lavorato senza sosta per un anno intero - racconta Federico Rampazzo - perché volevamo dare vita ad uno spazio innovativo, non una semplice esposizione ma una vera e propria esperienza

per i nostri clienti. Abbiamo voluto un ambiente molto scenografico e coinvolgente, ecco allora le luci sensoriali lungo il percorso, gli angoli con il verde e alcune auto e moto d’epoca, il piccolo museo che ripercorre attraverso foto d’epoca la storia della nostra azienda fin dalla sua fondazione a Piove di Sacco. Abbiamo voluto dare un’impronta molto scenografica, ricreando fedelmente i diversi ambienti della “casa dei sogni” dei nostri clienti, in modo da farli subito sentire a proprio agio nel visitare le esposizioni in

cui presentiamo anche le ultime novità dal Salone del Mobile di Milano. Qui a Cadoneghe lavorano due direttori e dieci tra venditori e addetti alla reception. La disponibilità di ben 1.700 metri quadrati di superficie ci ha permesso di curare molto nei dettagli lo spazio espositivo in modo da valorizzare al massimo i nostri prodotti, insieme alle cucine di Lube e Creo. Ora lasciamo che sia il cliente a giudicare - conclude Federico - noi continueremo a metterci tutto il nostro impegno e la nostra passione”.

Tagliati su misura per ogni cliente per la vostra >> Circuito Nord Est Pubblicità Padova Rovigo Venezia >> 15 Edizioni mensili 238.340 copie via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


24

Cultura

www.lapiazzaweb.it

Al Newton talenti meccatronici “La grande belle

L’Istituto di Camposampiero ha vinto nella sezione dedicata all’istruzione Il sottosegretario tecnica della Borletti quarta Buitoni Olimpiade presenta la “C dei Talenti Meccatronici, che punta a creare un link virtuoso tra formazione simbolo dell’aspro e impresa confronto per la realizzazion

L

’IIS Newton Pertini di Camposampiero ha vinto la quarta Olimpiade dei Talenti Meccatronici, la prima di Padova e Treviso insieme, organizzata dalle Sezioni Metalmeccanici di Confindustria Padova e Unindustria Treviso nella sede della Gasparini Industries di Istrana (Tv), azienda leader internazionale nella progettazione e produzione di macchine per la piegatura e il taglio della lamiera. Tre i riconoscimenti assegnati a conclusione di un’iniziativa che ha coinvolto ben 132 studenti provenienti da 12 Itis, 8 Ipsia e 3 Cfp delle due province, accompagnati da 26 docenti. L’IIS Newton Pertini di Camposampiero (Pd) con il team composto da Matteo Beltrame, Damiano Martellozzo, Riccardo Pasquetto e Marco Vecchiato, ha vinto nella sezione dedicata all’istruzione tecnica. Dunque, un importante e prestigioso riconoscimento ai ragazzi, alla loro

preparazione e all’intero istituto che da sempre si distingue per la qualità e la competenza della formazione data nell’arco dei cinque anni di studio. Nella categoria istruzione professionale ha vinto l’IS Galilei di Conegliano (Tv) con il team Nicola Barbon, Alessandro Borsatto, Alessandro De Rosso e Sebastiano Gava. Nella categoria formazione professionale affermazione del Cfp Engim Veneto sede di Treviso con la squadra composta da Francesco Amadio, Skender Ristemi, Tetbi Houssam e Luca Savian. Il contest riservato agli studenti degli Istituti tecnici e professionali e dei Centri di formazione professionale ad indirizzo meccanico meccatronico, elettrico elettronico e informatico, punta a creare un link virtuoso tra formazione e impresa e a scoprire i giovani talenti della meccatronica e dell’Industria 4.0, in una

L

regione come il Veneto dove l’indice di occupazione dei ragazzi a due anni dal diploma tecnico è del 60,9%, ma nel 2017 il 36% dei profili tecnici è stato di difficile reperimento, con punte del 39,3% per i tecnici specializzati. “Far tornare l’impresa e il lavoro al centro dei processi formativi è la vera sfida del nostro Paese su cui ci giochiamo il futuro dei giovani e del sistema produttivo

27 maggio 2018 a

15 edizione BICICLETTATA

gastronomica culturale nel territorio di CAMPODARSEGO (PD)

Antipasto - Aperitivo - Pastasciutta Grigliata, patatine e polenta Formaggio e frutta - Dolce - Caffè - Gelato accompagnati da giochi e animazione CITTÀ di CAMPODARSEGO COMITATO PRO LOCO UNPLI PADOVA

PRO LOCO di Campodarsego

CONSORZIO PRO LOCO del GRATICOLATO ROMANO

PRO LOCO DELLA CITTA’ DI CAMPODARSEGO

prolococampodarsego@libero.it www.prolococampodarsego.it cell. 338 7015027

’ingombrante mole del centro commerciale è ancora lì, congelata da un vincolo paesaggistico posto della Soprintendenza del Veneto al quale Deda Srl, la proprietaria dell’area in cui lo shopping center avrebbe dovuto nascere, ha già annunciato il ricorso al Tar. Sicura di vincere. Intanto però a Due Carrare un sospiro di sollievo è stato tirato, dopo mesi di battaglie in difesa del paesaggio “prezioso” delle pendici dei Colli Euganei, con incastonate pietre preziose come il castello del Catajo, quello di San Pelagio villa La mincana, la treguaViceè già –o ha detto Mario Ravagnan, un bel risultato. Soprattutto Paper presidente di Confindustria le associazioni ambientaliste e il dova e Presidente della Sezione numero, davvero–.considerevole, Metalmeccanici L’Olimpiade di “semplici” cittadini che hanno ha dato l’opportunità ai ragazzi dato battaglia ad uno deirealtà colossi di toccare con mano una di del commercio per la difesa del eccellenza, conoscerne i prodotti proprio paesaggio. Ecco questa le tecnologie più moderne”. è Nel forsecorso la vera novità rispetto ali della competizione passato,siil sono grande traguardo che si ragazzi dapprima cimenpuò già dire sia statoteorica tagliato sulle e che tati in una prova trasforma la “questione” un proprie materie di studio, da quin-

tema afferente agli uffici dell’urbanistica e della burocrazia in un vero tema culturale. Nostro. Del territorio, di cui Due Carrare è diventato in qualche modo il simbolo, tanto che lo scorso 8 maggio qui è stata presentata la Carta nazionale del Paesaggio. Una carta licenziata proprio alla fine di marzo dall’Osservatorio nazionale per la qualità del paesaggio e da alcuni Ministeri, tra cui quello del Turismo, redatta sulla base dell’ampio quadro delineato dal Rapporto Nella foto, i vincitori sullo stato delle politiche del contest del paesaggio e dei contributi presentati aglicon Stati delprova paesaggio, di la generali più attesa praticail cui scopo è quelloed di coniugare la con la proposta esecuzione tutela e la valorizzazione del padel disegno e della realizzazione esaggio con forme compatibili di di un prototipo originale. Infine sviluppo durevole,del equo e di�uso. la presentazione disegno o Gli assunti Ogni sembrerebbero cenprototipo. prova ha avuto trare proprio temi che per mesi l’obiettivo di isensibilizzare stusono stati al centrosull’importandell’affaire del denti e insegnanti Centro ma che in za delleCommerciale, competenze trasversali realtà colgono nuovo modo richieste dalleun imprese, oltre di a concepire il valore di ciò che ci cirquelle tecniche e professionali. Nicolettaeuropea Masetto conda. “La Convenzione

Biennale d’arte Fidapa “Pensieri e colorate forme dell’universo femminile”, questo il messaggio che accompagna la Biennale d’arte Fidapa, fino al 17 giugno a “La Rinascente” a Padova. La mostra propone un insieme di lavori recenti realizzati da alcune socie che si dedicano alle arti visive e alla poesia e hanno ottenuto nel corso degli anni importanti riconoscimenti.

Mirò a Palazzo Zabarella 85 opere da ammirare Joan Miró: Materialità e Metamorfosi, fino al 22 luglio a Palazzo Zabarella, raccoglie ottantacinque tra quadri, disegni, sculture, collages e arazzi provenienti dalla straordinaria collezione di opere del maestro catalano di proprietà dello Stato portoghese. Fulcro della mostra, che spazia lungo sei decenni di attività, è la naturalezza fisica dei supporti impiegati dall’artista. Nella sua esplorazione della materialità, in cui fu eguagliato forse solo da Paul Klee, Miró allargò in maniera decisiva i confini delle tecniche di produzione artistica del Ventesimo secolo.

Bruno Pedrosa all’Altinate A cinquant’anni dalla sua prima mostra in Brasile, Bruno Pedrosa giunge a Padova a raccontarci la sua arte, carica di tutto quello che ha raccolto e introiettato perlustrando il mondo. E lo fa con una poetica raffinata che non ha bisogno del figurativo, nel quale peraltro eccelle. La sua mostra personale “Intingendo il calamaio nel legno” è aperta fino al 27 maggio al Centro Culturale Altinate, ad ingresso libero. Antico e moderno, semplicemente e straordinariamente contradditorio.

del pae tosegre ni, che dente d per la stimola cumen come c contest Ossia è la vita polano tale ge attrave coordin velli di


Cultura .www.lapiazzaweb.it

25

Sport

ezza Tredagiorni difendere” di boxe no stop a Loreggia

Carta nazionale Si è svolto a del fine Paesaggio” aprile il Campionato a Due Carrare, Regionale comuneSenior, i vincitori del campionato hanno poi preso parte ne delalle centro finali commerciale nazionali di a due Cascia passi da edifici di pregio

T

re giorni di boxe no stop a volano di sviluppo sostenibile. “La Loreggia (Pd) in occasione Carta nazionale – ha concluso il del Campionato Regionale Sesottosegretario, Borletti Buitoni nior che si è svolto nel palazzet- si rivolge a tutti i cittadini e a to dello sport a fine aprile. “Tra quanti avranno future responsabilacrime, sudore, pianti, sorrisi, lità di governo ai diversi livelli isticonfronto e ovviamente tanta tuzionali, indicando una strategia boxe”, come commentano sulla nazionale per il paesaggio, affinIl Sottosegretario pagina Facebook gli organizzaché la sua qualità venga assunta Ilaria Borletti Buitoni tori, si sono sfidati nei fuori procome fondamento dello scenario con l’ex deputata gramma i portacolori della Boxe strategico per lo sviluppo del noGiulia Narduolo Campodarsego. stro Paese, e smetta di essere il vincitori del campionato esaggio – ha Ispiegato il sotva ingessato, ma va fatto evolvere risultato di programmazioni conhanno poiBuitopreso parte alle finaetario Ilaria Borletti in ragione di quelle scelte che non dotte in modo casuale e improvnazionali di Cascia (Pg). Tra e di fatto inliqualità di presine compromettano anche la fun- vido. Negli anni l’assenza di una loro Lorenzo Miglioranza della dall’Osservatorio nazionale zione identitaria”. Strumento fon- visione organica, basata su una Dynami, Yuri ha Ruscadamentale della Cuba qualità del paesaggio sarà l’educazione alla qualsiasi ragionevole riflessione Boxe, Antonio Librizzi delladel Veato la nascita di questo dobellezza paesaggio, per questo sulla vita delle persone, sulle reali ronaquest’ultimo Boxing Fighters, nto - definisce il temaEnrico è profondamente cultura- previsioni di crescita demografica Raqiuui della Fonso della del Boxe le, Cavarzere/ componente essenziale promuovernela la conoscenza e mezzo e senza alcuna Er valutazione dei Pug. Vita Veboxe come rona, Chioggia, CristianlaCorrezzola to di vita delle popolazioni. coscienza come valore storico, danni permanenti checontinua si sareb-invece quella di imparare Millas della Boxe Piovedella Speriche Fight, è il racconto di quella è Alberto estetico,Percivico per e sociale presso bero prodotti, haNaichel assegnato al nose. Miglior pugile del Campionaversiniche della New cittadini, Boxe 2010, delle comunità lo poistituzioni e operatori stro Paese, purtroppo, un sinistro il significato to di Veneto è Cristian Correzzola Oleksandr Boiko della Treviso o, per questo è fondameneconomici. Questi sono gli impe- primato in termini abusivismo, dell’umiltà, Fight. Ring, Francesco Sincirello estire le sue trasformazioni gni dati della dalla Carta nazionale deldelcementificazionedella delleSperi coste, deNata nel 2014, questa giovane Rhodigium Boxe, Giacomo erso un impianto normativo paesaggio,Zainsieme all’attuazione grado urbano e consumo di suolo sacrificio, del rispetto società è frutto netti ai della Boxe È finita di valorizzazione che deve, per forza nato ed e�cace diversi li-Bassano. delle politiche di cose, finire”.della passione e delle regoleee dell’altro Luana Deiana del lavoro di Manuel Zanni, ex Sabrina come i governo. l’avventura Il paesaggio Europea non deldipaesaggio occasione

Asd Roll Stars: un anno di successi

Alcuni momenti del campionato

pugile ed ora tecnico federale. In questi ultimi anni moltissime persone, nelle diverse categorie, si sono avvicinate a questo sport. “Il nostro obiettivo è quello di crescere sempre più grazie ai nostri progetti, ‘Mettiamo ko il bullismo’ e ‘Stop violenza sulle

Verso le Elezioni 2018

U

n anno di successi per l’Asd Roll Stars Loreggia, società sportiva di pattinaggio artistico su rotelle non in linea, fondata nel 1986. Attualmente sono iscritti 73 atleti, ragazze e ragazzi tra i 4 e i 18 anni che si esercitano regolarmente con 5 allenatrici professioniste. Dal gennaio 2017 la società conta su un nuovo direttivo. “Quest’anno abbiamo dato molto - fa sapere Paolo Sostenio, l’attuale presidente -. Iniziando con una vittoria di Nicole Sostenio ai Campionati Italiani ACSI di settembre a Riccione. A marzo il quartetto Endiadi, il nostro fiore all’occhiello, ha vinto nell’arco di tre settimane il 1° posto al Campionato Regionale FISR 2018 e il 1° Posto al Campionato Italiano FISR 2018 nella sua categoria. Queste vittorie ci riempiono di orgoglio e dimostrano una certa capacità competitiva, raggiunta attraverso i tanti sacrifici fatti dagli atleti. Questo perché il pattinaggio è uno sport che richiede dedizione e sacrificio, ma con l’impegno i risultati arrivano”. A concludere una stagione positiva il saggio finale programmato per il 24 giugno. Per l’occasione è previsto un grande evento con ospiti d’eccezione, in cui si saluteranno tutti i soci e il pubblico con uno spettacolo di circa tre ore. Il tema conduttore scelto per lo show è il giro del mondo: “Per fare un po’ di sana ironia sul fatto che l’Italia non parteciperà ai mondiali, insceneremo il giro del mondo con i pattini” spiega Sostenio. Ci saranno 18 gruppi , ed ogni “disco”, cioè ogni balletto nel gergo dei pattinatori, sarà dedicato ad una nazione. Per favorire l’integrazione tra le società del paese, sono state coinvolte nello spettacolo anche la banda e le majorette, molto apprezzate a Loreggia.

donne’, per trasmettere i valori che diventano, così, insegnamenti di vita dimostrando come questo sport possa risultare un valido mezzo per imparare il significato dell’umiltà, del sacrificio, del rispetto delle regole e dell’altro” il messaggio lanciato sulla pagina social.

elezioni

ricorda ai soggetti interessati la propria disponibilità ad ospitare per le prossime Elezioni messaggi politici elettorali e inserti pubblicitari allegati al giornale. (In ottemperanza alla legge 28 del 22 Febbraio 2000). PER INFORMAZIONI: tel. 049

8704884 · info@givemotions.it


26

#Politica

www.lapiazzaweb.it

Sicurezza sul lavoro I sindacati chiedono a Zaia azioni concrete

Dal primo gennaio ad oggi 29 incidenti mortali sul lavoro in Veneto S

ciopero generale per la sicurezza to che lavorava presso l’Aso di Vallese sul lavoro. E’ solo questa l’arma Oppeano di Verona. Stiamo monitoin mano ai sindacati che nel tempo rando i dati ed emerge con chiarezza hanno chiesto revisione di impianti e che gli infortuni e gli incidenti aututele che tardano a venire. mentano in due settori del compar“Quello che è accaduto alle Accia- to metalmeccanico: lavoratori delle ierie Venete di riviera Francia, nella acciaierie e lavoratori di aziende in zona industriale di Padova, non do- appalto. Qui sta la vera emergenza, veva succedere”. Così il segretario ge- occorre intervenite per far rispettare nerale della Uilm, Rocco Palombella, le regole e le leggi e per garantire il sull’ennesima tragedia che ha colpito rispetto dell’incolumità fisica. Molquattro operai metalmeccanici, di cui te aziende sono sorde rispetto a dedue diretti dipendenti dell’azienda nunce dei delegati sindacali e della e gli altri due collegati a ditte in apsicurezza. La formazione deve essere palto. L’azienda, rileva, “aveva assi- più qualificata, insieme agli investicurato una revisione degli impianti menti”. a Pasqua, ma qualcosa purtroppo ha Dal primo gennaio ad oggi in Veneceduto sul piano strutturale. In azien- to sono avvenuti 29 incidenti mortali de come queste i ritmi di lavoro sono sul lavoro censiti dall’Osservatorio insostenibili e molto spesso non ven- Indipendente di Bologna (che esclugono rispettate le distanze di sicurez- de gli incidenti in itinere ma assume za”. una platea più vasta Da tempo, sottolinea rispetto a quella dell’ i sindacati: Palombella, “stiamo Inail). In particolare i “molte aziende morti sul lavoro sono chiedendo maggiore responsabilità e magstati 6 a Venezia, 2 a sono sorde giori investimenti in Belluno, 1 a Padova, rispetto alle salute e sicurezza sul 1 a Rovigo, 3 a Vicenlavoro. Occorre sopratza, 8 a Verona e 8 a denunce dei tutto creare una cultura Treviso che eguagliadelegati della sicurezza sul lano la grande Milano. voro che investa tutti a sindacali e della Tale cifra va incre360 gradi”. mentata di un ultesicurezza” “È il terzo grave inciriore 30% di incidenti dente in una acciaieria in itinere che nella nel Veneto dall’inizio dell’anno - di- stragrande maggioranza dei casi avchiara Massimiliano Nobis, segreta- vengono al ritorno dal lavoro (quasi rio Fim Veneto - questo incidente si mai in andata) e sono spessissimo aggiunge ad altri due infortuni mor- imputabili a stanchezza a seguito del tali che hanno coinvolto un operaio lavoro. L’incremento delle morti sul della Acciaierie Beltrame lo scorso 22 lavoro in regione è indicato dall’Inail febbraio e il 31 gennaio, ad un opera- in un +18% nel primo trimestre 2018 io manutentore di una ditta in appal- rispetto allo stesso periodo del 2017.

Secondo un recente studio delle Cgil regionale un lavoratore veneto su 5 nel corso degli ultimi 5 anni è stato colpito da un incidente sul lavoro. Sono 375.135 gli infortuni denunciati all’Inail dal 2013 al 2017. Significa che nell’arco di 5 anni un lavoratore su 5 si fa male sul lavoro riportando lesioni di varia gravità, fino a menomazioni permanenti e, in 560 casi, addirittura la perdita della vita. Il dato (essendo riferito al totale degli assicurati Inail in cui rientrano anche categorie a basso rischio) incide in modo ancora più sensibile sui settori più esposti, a partire dall’edilizia e da alcuni comparti industriali (metalmeccanico in testa), oltre che dall’agricoltura. Ed è particolarmente accentuato negli appalti e nelle esternalizzazioni dove minori sono le tutele sul lavoro. La provincia con il maggior numero di incidenti è Verona (79.831 eventi) cui seguono Vicenza e Padova che però sopravanzano il capoluogo scaligero per numero di morti. Uno stillicidio che vede ogni anno il Veneto funestato da 75.000 infortuni e più di 110 morti sul lavoro, pari a una media di 2 morti ogni 5 giorni lavorativi e 335 infortuni per ogni giornata di lavoro. “La recrudescenza di infortuni e morti sul lavoro – ha ribadito Christian Ferrari, segretario regionale della Cgil – cui stiamo assistendo negli ultimi mesi in Veneto rappresenta una vera e propria emergenza sociale che non può più essere sottovalutata da nessuno, e che deve vedere una risposta immediata di contrasto sia da parte del sistema delle imprese, che da parte del mondo politico e istituzionale, a cominciare dalla Regione”.

L’opinione

Presidente Casellati: “Lavoro, priorità del Parlamento” “La notizia del grave incidente avvenuto alle Acciaierie Venete di Padova - scrive la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati mi addolora profondamente. Non è concepibile che il posto di lavoro diventi un luogo in cui si rischia la vita. La fatalità è per sua natura qualcosa di eccezionale, ma gli incidenti e le morti bianche sono ormai in costante aumento nel nostro Paese e si deve parlare di vera e propria emergenza. Mi auguro che questo dramma sociale sia tra i primi punti all’ordine del giorno dell’agenda del nuovo Parlamento e di tutte le istituzioni, per individuare correttivi e soluzioni legislative finalmente efficaci. La sicurezza e la vita dei lavoratori devono essere una priorità”.

CASE IN LEGNO - RISTRUTTURAZIONI - SOLAI E TETTI IN LEGNO

FALEGNAMERIA CARRARO s.n.c. di Carraro Luca & C. Via Trieste, 22 - S. Giustina in Colle (PD) Tel. 049 5790725 - Fax 049 7381162

falegnameriacarraro@tiscali.it www.carrarofalegnameria.it


Politica

www.lapiazzaweb.it

27

Disoccupati: la Regione rifinanzia i progetti per lavori di pubblica utilità L

a Regione Veneto rifinanzia con 4 milioni di euro progetti per offrire a disoccupati e persone svantaggiate una opportunità di lavoro. La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’assessore al lavoro, dà continuità all’esperienza avviata in via sperimentale nel 2009 con la leva del Fondo sociale europeo e che nell’ultimo triennio ha coinvolto oltre il 70 per cento dei comuni veneti e offerto una forma di inserimento lavorativo a 2500 disoccupati. Solo nel 2017 sono stati 228 comuni in Veneto ad aver avviato progetti per lavori di pubblica utilità, con un cofinanziamento regionale di 2.235.000 euro, che ha consentito di creare opportunità temporanee di lavoro per un migliaio di persone. Le esperienze di lavoro proposte si sono svolte nei servizi bibliotecari e museali, nel riordino archivi, nella valorizzazione, custodia e promozione dei beni culturali e

            

artistici, nella manutenzione del verde e nell’abbellimento urbano, nella vigilanza di impianti, attrezzature sportive, centri di aggregazione sociale e luoghi pubblici, nell’assistenza agli anziani, nel supporto scolastico, nel controllo del territorio e nella tutela dell’ambiente “Obiettivo del nuovo bando 2018-2020 che si rivolge a Comuni, società partecipate ed enti pubblici, in partenariato con gli enti di formazione accreditati –

conferma l’assessore al lavoro – è offrire un percorso di inserimento lavorativo e di cittadinanza attiva ad almeno 600 persone svantaggiate, disoccupati di lunga data. L’esperienza maturata in Veneto in un decennio di sperimentazione conferma che questo tipo di interventi, volti ad offrire una opportunità concreta di lavoro per sei mesi, integrata da iniziative di orientamento e di formazione, rappresenta un approccio valido, inclusivo e non

assistenzialistico per contrastare Veneto erogherà 5 mila euro per povertà e marginalità sociale e ogni lavoratore assunto, i partaffiancare così, in modo dignito- ner pubblici e privati del progetso e solidale, le persone più fragi- to integreranno per almeno il 35 li e a rischio”. per cento la quota pro-capite al “Abbiamo dimostrato in que- fine di garantire ai destinatari un sti nove anni – aggiunge l’asses- contratto di lavoro per sei mesi sore - che dare una opportuni- (minimo 20 ore la settimana) e tà di lavoro, trovare modalità di relativo stipendio, ma anche inserimento con un accompa- azioni di orientamento e accomgnamento forte, pagnamento, e un rimotiva le perso- l’obiettivo è offrire aiuto nella ricerca ne, le riqualifica attiva di un lavoro lavoro e reddito in prosecuzione sia in termini occupazionali che dell’impiego soa circa 600 morali. Lavorare ciale. persone è dare dignità ed Tutte le espeè l’esatto opposto rienze di lavoro in difficoltà dell’assistenza e proposte sarandel sostegno al reddito che sa- no organizzate come ‘training’ rebbe, a mio avviso, diseducativo all’inserimento lavorativo: la per i cittadini e uno spreco di ri- qualità dei progetti verrà misusorse pubbliche per le istituzioni rata, infatti, anche valutando le pubbliche”. esigenze e l’impatto sociale ed Il nuovo bando, di prossima economico nel territorio di rifepubblicazione, conferma la si- rimento e monitorando gli esiti nergia tra Regione, Comuni e sog- in termini di inserimento sociale getti pubblici e privati: la Regione e lavorativo.


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Informazione a pagamento a cura degli esperti del settore

Salute

Salute / Si Viaggiare

Per partecipare alla rubrica chiamare il numero 049 8704884

29 1

www.lapiazzaweb.it/category/salute/

Editoriale Hikikomori, la nuova piaga sociale giovanile

L

L’attenzione dei genitori favorisce la salute dei più giovani Misurina, centro d’eccellenza per l’asma pediatrica

a pag 31

Avis, la cultura della donazione

a pag 31

i chiamano hikikimori, termine giapponese da hiku (tirare indietro) e Komoru (ritirarsi). Sono il popolo silenzioso dei reclusi in casa, affetti da una sindrome sociale che si sta diffondendo in modo preoccupante. Mentre in Giappone sono oltre un milione, nella quasi totalità di sesso maschile, in Italia il loro numero è in rapida crescita, e si stima che attualmente possano raggiungere i centomila con il 30% dei casi di sesso femminile. Hanno un’ età per lo più compresa fra i 13 e i 30 anni, non studiano né lavorano, non escono dalla loro camera, in una sorta di autoreclusione, che li isola dalla vita sociale. Pranzano e cenano con un vassoio passato attraverso la porta socchiusa delle loro stanza, non hanno rapporti amicali, non comunicano con la famiglia,evitano qualsiasi contatto con assenza di relazioni significative. Il loro tempo, alterato fra sonno e veglia, trascorre in una realtà virtuale, fra videogame, trasmissioni televisive, fumetti ed internet, che con le chat e i social network rimangono l’unico aggancio con il mondo esterno.

Vitreolisi: trattamento per le “mosche volanti”

a pag 32

Buono di € 20,00

Via Verdi, 11 (vicino Hotel Ariston) · 35010 Campodarsego (PD) · Tel. Fax 049 5565425

Promo Solarium

spesa minima di € 60,00

il benessere lo trovi a La Perla Nera

per il mese di GIUGNO 2018

valido fino al 30 GIUGNO 2018 O F F E RTA N O N C U M U L A B I L E

SCONTO ETÀ O F F E RTA N O N C U M U L A B I L E


laPiazza

30

Salute

Consulenza scientifica oftalmologia Dott. Massimo Camellin Oftalmologo Via Dunant, 10 • Rovigo tel. 0425 411357 mail: segreteria@sekal.it web: www.lasek.it

Vaccini: più di 85 mila gli inadempienti

8

5.676 soggetti inadempienti. Questo fa riferimento alla tabella ministeriale il numero preciso dei bambini e contenuta nell’allegato 2 della circolare ragazzi, di età compresa tra gli 0 ed i 16 del 16/08/2017 che scandisce, per ogni anni che non hanno completato il ciclo fascia d’età, il numero di vaccinazioni di vaccinazioni previste dalla legge. Di e dosi sufficienti per considerare questi, 22.311 sono in età pre-scuola un soggetto adempiente, al netto di dell’obbligo, ovvero eventuali esenzioni. tra gli 0 ed i 6 anni. E’ quindi bene Molti minori tra I dati sono ricordare, che il stati forniti dalla gli 0 e i 16 anni sono profilo di soggetto Regione, nell’ottica inadempiente di tenere monitorata in regola con alcune non coincide con la situazione di quello di soggetto vaccinazioni ma adempienza alla non vaccinato legge nazionale o addirittura di non con tutte sull’obbligo vaccinale soggetto contrario n. 119 del 2017, la alle vaccinazioni, ma Regione del Veneto ha provveduto a spesso rappresenta un soggetto che non calcolare a livello regionale, e per singole è in regola o semplicemente in ritardo Aziende Ulss territoriali, il numero di col numero corretto di dosi o con tutte le inadempienti.  vaccinazioni previste. In Regione Veneto Per la definizione di inadempiente si sono complessivamente inadempienti

85.676 soggetti, tra bambini e ragazzi, di età compresa tra gli 0 ed i 16 anni. Di questi, 22.311 sono in età pre-scuola dell’obbligo, ovvero tra gli 0 ed i 6 anni. Ai fini di approfondire la tematica si è calcolata la quota di soggetti che hanno già fissato un appuntamento per una delle vaccinazioni obbligatorie, dato che tali soggetti hanno già espresso una volontà di continuare o iniziare l’iter vaccinale.  A livello regionale la quota di inadempienti con almeno un appuntamento già fissato dalla relativa Azienda Ulss è del 25,6% (21.964) tale quota sale nel sottogruppo 0-6 anni al 35,2% (7.853).    Per differenza risulta che sono 63.712 i soggetti inadempienti e senza alcun appuntamento fissato tra tutti gli elementi coinvolti, di questi, sono 14.458 in età 0-6.

www.lapiazzaweb.it

l’editoriale

Hikikomori, la nuova piaga sociale giovanile Anche dal punto di vista clinico non sempre è agevole inquadrare tali atteggiamenti. Spesso vengono classificati come depressi e trattati come tali, oppure considerati internet-dipendenti, ragion per cui viene negato loro l’utilizzo di ogni dispositivo elettronico, togliendo così l’unico mezzo di comunicazione, ancorchè virtuale, con il mondo esterno: una vera pena per un giovane hikikimori. Oppure “il loro disagio viene confuso con l’inettitudine e la mancanza di iniziativa delle nuove generazioni che ha trovato terreno fertile nel dibattito politico fornendo stereotipi come “bamboccioni”, definizione dell’ allora ministro Padoan Schioppa o “giovani italiani choosy” (schizzinosi) dell’ex ministro Elsa Fornero, o “ragazzi senza studio né lavoro”. Nella prefazione del libro “Hikikimori. Narrazione da una porta chiusa” di C. Ricci, le cause che più frequentemente sono alla base di tale fenomeno, secondo Mazzoni, sono di diversa natura, da quelle sociali, come l’incapacità di stringere relazioni, l’ insicurezza, la perdita del lavoro, vergogna, la mancanza di motivazioni, la crisi economica che ritarda l’ ingresso nel mondo del lavoro, la cultura dell’immagine esasperata dalla diffusione dei social network; a quelle scolastiche quali il bullismo, la competizione, il fallimento degli esami, i cattivi risultati, il rifiuto della scuola; da quelle familiari come pressioni per risultati sempre più performanti e paragoni con i compagni, difficoltà di relazioni, padre assente e madre iperprotettiva, il calo delle nascite con l’ aumento di figli unici,sottoposti di norma a maggiori pressioni ; a quelle individuali, ma molto distanziate, legate a problemi di natura psicologica. Il senso di inadeguatezza e la disistima che spesso si associano a fronte ad aspetti valoriali di una società che ha i suoi miti nell’apparenza e nel successo porta negli hikikimori ad una ansia sociale che si traduce in un ritiro sociale e auto esclusione. “E’ un male che affligge tutte le economie sviluppate - spiega Marco Crepaldi, fondatore di “Hikikimori Italia, la prima associazione nazionale di informazione e a supporto sul tema dell’ isolamento sociale volontario - Le aspettative di realizzazione sociale sono una spada di Damocle per tutte le nuove generazioni degli anni duemila: c’ è chi riesce a sopportare la pressione della competizione scolastica e lavorativa e chi, invece, molla tutto e decide di autoescludersi”. E’ nel periodo scolastico, più frequentemente negli anni delle medie e delle superiori, che si verifica quello che viene definito come il fattore scatenante, ovvero l’ evento che porta all’ allontanamento dai genitori e dagli amici. “Un avvenimento innocuo agli occhi delle altre persone, ma che contestualizzato in un quadro psicologico fragile e vulnerabile, assume un’ importanza rilevantespiega Crepaldi - E’ la prima fase dell’ Hikikimori: il ragazzo comincia a saltare i giorni di scuola utilizzando scuse di qualsiasi genere, abbandona tutte le attività sportive, inverte il ritmo sonno-veglia e si dedica a monotoni appuntamenti solitari come il consumo sregolato di serie TV e di videogame”. Accorgersi in tempo di questi disagi, comprendere le motivazioni dei nuovi eremiti domestici, dediti ad una realtà virtuale, incuranti delle gioie della loro età, degli amici, delle famiglie, è di fondamentale importanza per intervenire, in questo primo stadio, per dare un aiuto immediato e riportare questi ragazzi alla vita vera.

Salute è anche WEB

Salute

>> I consigli dei nostri Medici di Zona su www.lapiazzaweb.it >> Seguici !!!

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Salute

31

Misurina, centro d’eccellenza per l’asma pediatrica T

enere sotto controllo l’asma e migliorare la qualità di vita dei bambini che ne soffrono. Su questo lavorano gli specialisti di Mesurina che sempre di più si danno da fare per studiare i casi più problematici. Aiutare i bambini a respirare meglio è anche l’obiettivo dell’iniziativa ‘Respirare secondo natura’ che già lo scorso anno ha coinvolto una trentina di piccoli pazienti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma affetti da asma. L’asma, soprattutto tra i bambini, è in aumento in tutta Europa. Rappresenta ormai la causa principale di ricovero in pronto soccorso e la prima condizione cronica tra le cause di assenze a scuola. In Italia ne soffre un bambino su dieci e circa il 5% è affetto da una forma di asma ‘difficile’ o ‘grave’ persistente, le più resistenti alle normali terapie utilizzate. Respirare secondo natura coinvolge pazienti tra gli 8 e i 16 anni di età con asma ‘grave’ ed è un’iniziativa sostenuta dalla Fondazione Bambino Gesù Onlus. A Misurina il loro stato di salute è studiato in un ambiente privo di sostanze ‘allergizzanti’ come l’acaro degli ambienti domestici, i pollini e l’inquinamento dell’aria a cui si è esposti di solito nei grandi centri urbani. Durante il soggiorno i ragazzi, accompa-

gnati dai loro familiari, parteciperanno ad un programma che spiegherà come comprendere e gestire la malattia. I risultati emersi verranno confrontati con quelli regi-

Malattie rare: primo centro servizi all’ospedale ai Colli

strati 6 mesi prima e 6 mesi dopo il ricovero in alta quota. Il progetto rientra nell’ambito della convenzione triennale stipulata tra il Bambino Gesù e il centro d’eccellenza di

Misurina per la cura, diagnosi e riabilita- no Gesù” IRCCS di Roma e un laboratorio zione di questo tipo di malattie in età pe- di Medicina in quota quale il “Pio XII” rapdiatrica. presenta un’opportunità, sia quale terreno “Un soggiorno climatico di tipo tera- di ricerca scientifica, sia per l’integrazione peutico ed educazionale a Misurina – di- delle opzioni terapeutiche, in particolare chiara il dottor Renato sotto il profilo della conCutrera, responsabile L’asma, soprattutto tinuità assistenziale e di Broncopneumologia della riabilitazione”. del Bambino Gesù - non Il Centro in quota tra i bambini, è in viene scelto a caso. Qui “Pio XII” di Misurina è aumento in tutta l’unica struttura sociosi trovano risorse di professionalità e struin Italia e la Europa. Rappresenta sanitaria mentali eccellenti per più alta d’Europa per la la cura dell’asma in età cura, diagnosi e riabiliormai la causa pediatrica. tazione in alta quota dei Il tutto in un ambien- principale di ricovero disturbi del respiro in te libero da inquinanti età pediatrica e nell’ain pronto soccorso dolescenza. e sopra i 1.700 metri di altitudine: quindi con L’intero processo di una concentrazione di acaro della polvere presa in carico del bambino è certificato inesistente. In tale ambiente il ragazzo è qualitativamente dal Sistema Qualità UNI valutato ogni giorno da un’equipe interdi- EN ISO 9001-Bureau Veritas. Situato sulla sciplinare, con il coinvolgimento della fa- sponda sud del Lago di Misurina, a mezz’omiglia nella gestione della malattia e delle ra da Cortina d’Ampezzo nelle Dolomiti, è sue complicanze”. dotato di 100 posti letto accreditati per la “Per i disturbi del respiro del bambino e degenza di bambini e adolescenti fino al dell’adolescente – spiega il dottor Ermanno 18° anno di età e di 50 posti letto per acBaldo, nuovo Direttore clinico del “Pio XII” compagnatori e familiari. È una ONLUS e – lo sviluppo di una reale collaborazione tra tutti gli eventuali utili sono reinvestiti nelle Centri clinici di eccellenza come il “Bambi- attività della struttura.

Avis, la cultura della donazione è pratica di cittadinanza attiva “D

U

n nuovo sportello per il primo Centro servizi malattie rare in veneto è stato attivato nel complesso sanitario ‘Ai Colli’ dell’Ulss 6 Euganea. Il Centro è nato per iniziativa dell’Associazione p63 sindrome E.E.C. International Onlus, presieduta da Giulia Volpato, per offrire un punto di ascolto, di orientamento, di assistenza e di cura a quanti sono affetti da patologie genetiche poco diffuse, di difficile diagnosi e spesso ‘orfane’ di farmaci e cure. Si definiscono ‘malattie rare’ le patologie che colpiscono in media una persona nota su 2 mila. Si calcola che in Veneto le persone affette da patologie rare siano complessivamente 34 mila. Il centro sarà aperto al pubblico due giorni la settimana (il lunedì e il giovedì dalle 9 alle 14, gli altri giorni lavorerà su appuntamento, cell. 333 3063353)

e sarà gestito dagli operatori appositamente formati dall’Associazione p63 sindrome E.E.C. International. Si propone come punto di snodo della rete informativa, di consulenza e di presa in carico per le persone affette da malattie rare e le loro famiglie, ‘porta’ di accesso ai centri di eccellenza esistenti in Veneto e in Italia, nonché punto di riferimento per gli operatori delle diverse discipline sanitarie e sociali coinvolte, in sinergia con il Coordinamento regionale per le malattie rare in Veneto e l’Istituto superiore di sanità. Lo ‘sportello’ con relativo centro di riferimento (attivo online da nove mesi, centroservizimalattierare@gmail.com sito www.csmr-centroservizimalattierare.eu) sarà inaugurato domani, a mezzogiorno, nel padiglione 6 del complesso sanitario di via dei Colli 4.

onare il sangue è un vero gesto di amore. La cultura della donazione deve entrare nelle scuole, a cominciare da quelle primarie: perché è quando si è bambini e ragazzi che si comincia a capire che il sangue è vita e che una delle prime forme di solidarietà sociale è aiutare la vita donando il sangue”. E’ quanto ha sottolineato l’assessore regionale al Sociale, Manuela Lanzarin, intervenendo a Peschiera all’assemblea dell’Avis regionale Veneto. “Donare il sangue è la prima forma di cittadina attiva, un atto di responsabilità verso gli altri e anche verso se stessi, perché implica uno stile di vita sano e attento al benessere individuale e sociale”, ha aggiunto.. Con 131 mila soci, 6 Avis provinciali (Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza) e 324 Avis comunali o equiparate, è la grande associazione di volontariato del Veneto. Grazie all’Avis e alla generosità dei suoi donatori, vengono assicurate ogni anno alle strutture sanitarie della regione emazie, plasma e piastrine per fronteggiare tutte le necessità di trasfusione e per poter sostenere anche la domanda di regioni carenti. “L’invecchiamento della popolazione e la dinamica demografica in atto anche nel volontariato coinvolgono anche un’associazione storica e importante come l’Avis – ha riconosciuto l’assessore – Per questo l’istituzione regionale continuerà a promuovere l’appello delle associazioni  a irrobustire le file dei donatori, e ad affiancare le sezioni e i centri di raccolta nel garantire tutela, sicurezza, facilità e accessibilità

Il sangue è vita e una delle prime forme di solidarietà sociale è aiutare donandolo

alla pratica della donazione”. “Ringrazio, a nome di tutti i veneti, i donatori dell’Avis e quanti continuano a operare da volontari nell’associazione, anche se magari hanno superato la soglia di età o i requisiti previsti per i donatori attivi - ha concluso l’assessore – La Regione vi è debitrice per il grande lavoro di formazione sanitaria che svolgete, in affiancamento e a volte anche in supplenza al servizio sanitario”.


laPiazza

32

Salute

www.lapiazzaweb.it

Vitreolisi: trattamento per corpi mobili, miodesopsie, “mosche volanti” L

e “mosche volanti” sono una patologia molto frequente nella popolazione adulta ed il paziente che sperimenta questa sensazione vive spesso con angoscia questo fastidio. La spiegazione di questo fenomeno risiede nella struttura del corpo vitreo, gelatina trasparente che riempie l’occhio. In giovane età il vitreo, aderente alla retina, è perfettamente omogeneo ma nel corso del tempo, a causa dell’invecchiamento può alterarsi e perdere la sua trasparenza. Nel processo di contrazione si distacca e si possono generare aggregati di fibre più o meno isolati. Le mosche volanti, chiamate più propriamente MIODESPOSIE, fanno si che si formino delle ombre mobili sulla retina. Possono essere classificate genericamente in 3 gruppi: • filamenti vitreali fibrosi: riscontrati soprattutto nelle persone più giovani e appaiono nel soggetto affetto come punti multipli o sottili ragnatele; • miodesopsie sparse: a forma di “nube”, spesso causate da un naturale processo di invecchiamento; • miodesopsie a forma di anello detto di “Weiss”: un grosso corpo fibroso distante sia dal cristallino che dalla retina legato al

Vitreolisi Pre e Post

distacco del corpo vitreo dal nervo ottico. Poiché i corpi mobili seguono i movimenti oculari questi possono disturbare in qualunque situazione; inoltre, un soggetto affetto da miodesopsie può presentare la percezione di fotopsie (lampi di luce) dovute a trazioni sulla retina sia al buio sia ad occhi chiusi (è presente infatti una casistica importante di soggetti che presentano distacchi di retina in seguito alla percezione dei floaters). Fino a poco tempo fa non esistevano cure semplici per eliminare questi corpi mobili e si doveva ricorrere ad una vitrecto-

mia, procedura chirurgica di alto livello non scevra da rischi. Recentemente è stato perfezionato un tipo particolare di laser, YAG Laser, già usato da anni per sezionare membrane ed aderenze all’interno dell’occhio. Nell’ultima versione sono state realizzate delle modifiche che lo rendono adatto alla vaporizzazione delle miodeospsie. La “Vitreolisi Yag” è una procedura non invasiva, indolore di circa 20 minuti di durata che può eliminare il sintomo visivo mediante vaporizzazione dei corpi mobili. La procedura si completa in 3-4 sedute duran-

te le quali le opacità vengono vaporizzate L’oculista, oltre ad avere un’ottima maed il gas si riassorbe riducendo la dimen- nualità nell’utilizzo del laser, deve essere in sione della miodesopsia stessa. grado di selezionare in maniera consona il Presso il centro SEKAL è presente lo Yag paziente che può essere soggetto a questo Laser di ultima getipo di trattamento: nerazione ELLEX La “Vitreolisi Yag” è una i floaters devono ULTRA Q, l’unico al trovarsi ad almeno procedura non invasiva, 2 mm di distanza momento nato con lo scopo di poter indolore di circa 20 minuti dalla retina e dal focalizzare corpi cristallino e questi di durata che può mobili anche nella ultimi non devono parte posteriore eliminare il sintomo visivo essere associati a mediante vaporizzazione una patologia o a del vitreo, grazie ad un particolare un’infiammazione dei corpi mobili. specchio oscillanin fase attiva. te. Le complicanze Questo Laser ottimizza il percorso ottico di tale trattamento sono comunque rare, impiegando la metà della potenza riducen- si può associare un rialzo della pressione do di conseguenza i rischi dovuti all’impat- intraoculare o, molto raramente, una catato acustico delle micro vaporizzazioni. ratta.

Dott. Massimo Camellin Oftalmologo Via Dunant, 10 • Rovigo tel. 0425 411357 mail: segreteria@sekal.it web: www.lasek.it


CAAF CGIL: i tuoi servizi fiscali SU MISURA!

PRENOTA L’APPUNTAMENTO PER IL TUO

730

SICURO DEI TUOI BONUS E AGEVOLAZIONI FISCALI! CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE TEL.

049 7808208

www.caafpadova.it


ABBIGLIAMENTO · CONFEZIONI · CALZATURE

Abiti da Cerimonia Via Roma, 29 · Arzergrande (Pd) · Tel. 049 5800114 Piazza Amendola, 6 · Campagna Lupia (Ve) · Tel. 041 461321


www.lapiazzaweb.it

a

Tavola

Asparagi bianchi fritti

35

La storia

Ingredienti per 4 persone: 1 vaso di asparagi bianchi lessati al naturale DelSanto 100 gr circa di pangrattato 2 uova, 20 gr di latte 500 gr di circa di olio per frittura, Sale q.b.

Preparazione: Estraete gli asparagi bianchi dal vaso e lasciateli scolare. In una ciotola, rompete le uova, aggiungete il latte e un pizzico di sale. Sbattete con una forchetta fino ad amalgamare il tutto. Preparate grattugiato del pane raffermo. Passate gli asparagi prima nella miscela con l’uovo, poi nel pangrattato e nuovamente nell’uovo e pan grattato, per ottenere una doppia panatura Scaldate l’olio (fino a 180°C), immergete gli asparagi e friggeteli finché non saranno ben dorati. Girateli con pinza adatta, sgocciolateli e metteteli su un piatto foderato di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Servite gli asparagi fritti ancora caldi accompagnandoli con una salsa tipo maionese. A piacere potete unire al pangrattato delle spezie secche (tipo timo, pepe, origano, peperoncino).

UN’IDEA IN PIÙ Se avete solo 10 minuti…

Asparagi bianchi e “Ovi all’occio”(uova al tegamino) Ingredienti per 4 persone: 1 vaso di asparagi bianchi lessati al naturale DelSanto 4,5 uova medie, 15 gr di burro 4 cucchiai di formaggio grattuggiato Pepe nero q.b., Sale q.b.

Preparazione: Estraete gli asparagi bianchi dal vaso e lasciateli scolare. Disponetene 4-5 pezzi per piatto. In una padella antiaderente sciogliete il burro, adagiatevi le uova ( per ottenere un bel effetto finale procedete alla cottura di un uovo alla volta). Quando l’uovo è quasi cotto, spolverizzatelo con il formaggio e un pizzico di sale e pepe. Adagiatelo sopra gli asparagi e servite accompagnando con fette di pane abbrustolito. A piacere potete cospargere le uova con timo o erba cipollina.

La DelSanto inizia la propria attività nel 1971 a S. Giustina in Colle (a nord della provincia di Padova). E’ una piccola azienda artigiana gestita da Gianni De Cecchi e dal figlio Federico. La qualità e la freschezza degli alimenti hanno poco a che fare con il progresso tecnologico. Ciò che l’innovazione può fare, però è preservare quanto la natura ci dona. È la filosofia con la quale Gianni De Cecchi (nella foto) ha guidato finora la sua DelSanto, specializzata nella lavorazione e conservazione di ortaggi freschi, legumi, frutta e cereali. L’azienda padovana ha fatto della ricerca il vero valore aggiunto della sua produzione, in cui la conservazione gioca un ruolo fondamentale. “Siamo stati i primi a testare una tecnologia adatta a conservare i cibi in modo naturale per molto tempo. La sterilizzazione abbinata alle buste in poliaccoppiato di alluminio permette di conservare a temperatura ambiente alimenti sott’olio o al naturale senza l’uso di conservanti. Il materiale di queste buste migliora notevolmente la qualità e la shelf-life del prodotto, senza l’ausilio di conservanti, amidi, glutammati o additivi chimici. Sono pratiche, flessibili e resistenti agli urti, basti pensare che tutto ciò ha portato la nostra tradizione oltre i confini della terra con la termostabilizzazione dei prodotti per l’astronauta italiana Cristoforetti”.

antichi. Si riteneva infatti che l’asparago avesse proprietà purificanti per i reni e che l’odore dell’urina fosse appunto l’effetto della purificazione del corpo. La radice dell’asparago secondo i testi antichi doveva essere una cura per il mal di denti e l’olio estratto un repellente per le api. Secondo gli antichi l’asparago aveva anche proprietà positive per ripristinare la fertilità del maschio. Oggi è noto che l’asparago rispetto agli altri ortaggi è tra i più ricchi di Orario apertura dal lunedì al venerdì fibra ed ha quantità di grassi, proteine e zuccheri molto ridotte, Mattino: 9,00-12,00 mentre è particolarmente ricco di minerali essenziali come il calPomeriggio: 15,00-18,00 cio, il fosforo, il magnesio e il potassio. Da evidenziare anche l’alto LAVORAZIONE CONTO TERZI contenuto di antiossidanti e di vitamina A, nonché B6, C e acido via San Pio X, 18 – Santa Giustina in colle (PD) folico. L’asparago aiuta a rendere il sangue più fluido, è uno sti– Tel.049-5790598 – info@delsanto.it molante intestinale ed ha notevoli proprietà diuretiche, facilitando l’organismo ad espellere scorie metaboliche prodotte dall’organiGLI ASPARAGI La storia: Gli asparagi sono il primo germoglio di una pianta ori- smo, tramite l’urina. ginaria del continente asiatico, ma presente in Italia da moltissimo Lavorazione e conservazione degli Asparagi bianchi: La tempo visto che nei nostri boschi ne troviamo di varietà selvatiche conservazione nasce dall’idea di riuscire a preservare l’asparago e spontanee. Le piante di asparago spontanee sono verdi, sottili e in modo da poterlo gustare anche in altri momenti dell’anno. La natura prevede che ci sia una maturamolto saporite. Le varietà coltivate erano zione del prodotto concentrato in poco note già al tempo degli egiziani, dei gretempo: cosa accadrebbe a quegli aspaci e degli antichi romani. Ci sono infatti ragi che non riusciremmo a consumare citazioni storiche di Teofrasto, Catone, subito? Ecco che dal campo arrivano a Plinio e Apicio che ne descrissero accunoi per una lavorazione artigianale: la ratamente non solo il metodo di coltivacernita, la pelatura, il taglio e il riemzione, ma anche quello di preparazione. pimento dei vasi, sono tutte fasi fatte a In Europa, si diffondono dal XV secolo mano necessarie in quanto ogni aspaprima in Francia e poi, nel XVI secolo, rago presenta forma e diametro natugiungono all’apice della popolarità anralmente differenti. Per la preparazione che in Inghilterra; solo successivamente degli asparagi bianchi lessati, i vasi venfu introdotto in Nord America. gono riempiti d’acqua con un pizzico Si dividono per la loro colorazione: di sale e la cottura avviene nel vaso: - L’asparago bianco, che germogliando abbiamo perciò solo 3 ingredienti! interamente sotto terra (e quindi in assenIl prodotto così lavorato è pronto all’uza di luce) ha un sapore delicato. so: è sufficiente estrarre gli asparagi - L’asparago violetto, dal sapore molto lessati, metterli su un piatto, condirli fruttato, è in realtà un asparago bianco a piacere con un filo d’olio e aceto, o che riesce a fuoriuscire dal suo sito e, vesecondo le tradizioni locali, accompadendo la luce, quindi a sua volta attuanAlcuni momenti della lavorazione e sotto il prodotto finale gnati da uova sode. L’acqua in cui sono do la fotosintesi, acquista un colore lilla immersi gli asparagi può essere utilizzata, per esempio, nella preabbastanza uniforme. Ha un leggero gusto amaro. - L’asparago verde che germoglia alla luce del sole come quello parazione di risotti o brodo vegetale. Gli asparagi bianchi si previoletto, ha però un sapore marcato e il suo germoglio possiede un stano bene anche alla conservazione in agrodolce: questa ricetta gusto dolciastro. È il solo asparago che non ha bisogno di essere prevedere dei tempi di cottura minori in modo da ottenere degli asparagi croccanti, aromatizzati con aceto o lemongrass e olio expelato. Le Proprietà: Storicamente le proprietà salutisti- travergine di oliva. Ideali come antipasto accompagnati che degli asparagi sono descritte ed da salumi e formaggi a pasta dura. elogiate in diversi testi medici

APERTURA UFFICIO TERZISTI:

Produzione di conserve alimentari italiane con materia prima stagionale biologica e tradizionale, pronte all’uso a base di verdure, legumi, cereali, frutta: tutto senza additivi-conservanti-glutammato-coloranti.


Oroscopo

36

www.lapiazzaweb.it

l’

Ariete Vi attendono incontri frizzanti e piacevoli. Espandete la cerchia delle amicizie e concedetevi qualche viaggio extra

Toro Attenti agli imprevisti: un grande amore, inaspettato e sconvolgente, qualcosa in famiglia, la scelta di una persona

Maggio L’estate alle porte ci regala già molti effetti positivi: buonumore e desideri vengono rinvigoriti, nuovi incontri per tutti i gusti!

Bilancia Non mancheranno le complicazioni che vi impediranno di godere appieno del tempo libero. Usate la vostra grinta

Scorpione La vostra energia interiore si manifesterà con una grande decisione e vi darà forza, attenti all’aggressività

Gemelli

Sagittario

Vita sociale appagante, varia, ricca di occasioni, di divertimento forse perfino dei primi viaggi, ottimo!

Affronterete al meglio situazioni incerte o che richiedono una certa grinta. Nel complesso, un periodo positivo

Cancro

È on-line il nuovo lapiazzaweb.it Il nuovo portale di informazione locale, con oltre 15.000 notizie del tuo territorio, sempre aggiornate! Seguici su www.lapiazzaweb.it La Piazza Web e su

Capricorno

Cautela: non mancheranno gli ostacoli. Siate chiari e diretti con tutti e le cose andranno meglio verso fine mese

I giorni bui non mancheranno: mantenete sangue freddo e capacità decisionale e non lasciatevi spaventare

Leone

Acquario

Da metà mese sarete travolti da un’ondata di nervosismo che vi vedrà polemizzare con tutti. Pazienza!

Da metà maggio Marte sarà in Acquario e aumenterà reattività e grinta. Attenti: prenderete fuoco facilmente…

www.lapiazzaweb.it

La Piazza Web

Vergine Mese eccellente per i vostri progetti che saprete concretizzare in fretta. Siate sapienti, tenaci e realistici

Pesci w w w. g i v e m o t i o n s . i t

In arrivo situazioni più eccitanti, svolte desiderate e cambiamenti che vi faranno sentire finalmente soddisfatti


Camposampierese est mag2018 n74  

Camposampierese est mag2018 n74

Camposampierese est mag2018 n74  

Camposampierese est mag2018 n74

Advertisement