Page 1

Sport p.18

4 6 10 11 15 34 37 38

p.29

Salute p.23

FEBBRAIO 2017

Periodico d’informazione locale - Anno XXIV n. 24

Cultura p.17

on-line: 

di Adria agenzia di adria Tel. 0426 901385

l’intervista

Fusaro, presidente del Consiglio “con umiltà” retroscena

Le dimissioni inaspettate del “tecnico” Portieri

strade colabrodo, eterno problema. “lavori costanti” Anche ad Adria non si contano le segnalazioni di chi lamenta le pessime condizioni servizio a pag 7 di alcuni tratti stradali e non di rado si verificano richieste di risarcimento

il proGetto

In bicicletta sulle acque del Canalbianco la proposta

“Potenziare l’illuminazione contro i ladri” BottriGHe

Al via il tradizionale Carnevale appuntamenti

Concerti, mostre ed eventi di casa nostra a tavola

La cucina biologica, integrale e vegetariana Oroscopo

Febbraio, stelle positive quasi per tutti

Godiamoci la festa EDICOLA & TELEFONIA

GREEN APPLE s.a.s. c/o C.C. IL PORTO P.le Rovigno, 1/41 • ADRIA (Ro) tel. 0426 480088 greenapplesas@gmail.com

Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

C

’è un tempo dell’anno in cui è giusto lasciare gli ormeggi e concedersi qualcosa che altrimenti non faremmo mai. Quando la vita era dura, come dicono i nostri nonni, questo periodo dell’anno era il Carnevale. Ed eccoci qua, dunque, pronti a rendere omaggio alla tradizione che ci vuole veneti golosi di fritelle, favette, crostoli o galani, che dir si voglia, burloni e disposti a fare e ricevere scherzi. Ma soprattutto pronti ad andare al Carnevale! segue a pag 3

Rimani sempre aggiornato con le news in tempo reale direttamente sul tuo smartphone

cell. 338 726 3673 • smserramenti@hotmail.it showroom via Cristoforo Colombo, 98 • Sottomarina (Ve) via Maestri del lavoro, 8 • Cavarzere (Ve)

facebook.com/lapiazzaweb

clicca mi piace!


Piscina Comunale di Adria

via Lampertheim, 1 · 45011 Adria (Ro) tel. 0426 42425 - 0426 23760 www.adrianuoto.it · adria@adrianuoto.it

OVER 65

SCONTO 50%

sulla quota intera per tutte le attività

PISCINA E PALESTRA A SOLO € 49.90 Puoi… abbinando un corso

di nuoto/acquagym in promozione a € 39.90 + il “solo10” in palestra dal lunedì al venerdì fino alle 13.00 comincia la giornata con la bracciata giusta…

Nuoto Libero martedì e venerdì dalle 7.00 alle 8.30

NEWS

CORSI MONOSETTIMANALI PER ADULTI E BAMBINI…

novità stagione 2016/2017 ACQUA CROSSFIT martedì ore 20,00 mercoledì ore 13,10 sabato ore 15,00 10 Minuti fuori dall’acqua con esercizi di riscaldamento a corpo libero con l’utilizzo di un tappettino personale 20 Minuti in vasca piccola 15 Minuti in vasca grande

CHIEDI INFORMAZIONI IN SEGRETERIA

Pacchetto BELLEZZA e BENESSERE € 30 percorso termale + pulizia viso Pacchetto LOVE € 45 2 percorsi termali + 2 massaggi rilassanti Massaggio STONE + SAUNA € 30 EPILAZIONE Gamba Intera + SOP € 17 TERMALE + SAPONE NERO con OLIO di ARGAN € 18 Offerte PERCORSO TERMALE 1 percorso termale € 13 2 percorsi termali € 20

CENTRO BENESSERE ESTETICO

Info ed Appuntamenti 345 7048850 inizia il Nuovo Anno in SALUTE e BENESSERE ! Promozione valida dal 10 Gennaio al 28 Febbraio 2017


3

Facciamo il punto

www.lapiazzaweb.it

Godiamoci la festa Germana Urbani >direttore@givemotions.it<

“Non rassegniamoci alla decadenza del territorio” U

n appello a “recuperare il valore autentico e originario della politica” e a non rassegnarsi “a una decadenza sociale ed x economica del nostro territorio e della comunità che vi abita”. Sono parole del vescovo Pierantonio Pavanello, pronunciate nel corso dell’assemblea annuale con gli amministratori locali di alcuni giorni fa. Il numero uno della Diocesi guarda a un territorio fragile quale quello polesano e invita a reagire, a rispondere al suo grido d’aiuto. “Promuovere lo sviluppo di un territorio fragile (non solo dal punto di vista ambientale, ma anche economico e sociale come il nostro) può sembrare una “missione impossibile”: è in queste sfide però che si manifesta la stoffa delle persone e delle comunità”. E indica alcuni punti da cui partire: “Il primo motore dello sviluppo è di carattere culturale, ma più ancora morale e spirituale - evidenzia -, perché sono le persone con le loro decisioni e la loro volontà che possono creare le condizioni per un cambiamento della società”. Una seconda indicazione riguarda la politica, “intesa nel suo senso più alto, come l’arte di realizzare il bene della “polis”. La politica è il luogo della sintesi ed è insostituibile: senza decisioni politiche lungimiranti e finalizzate al bene comune non vi è possibilità di progresso e di sviluppo”. Quindi il vescovo ha sottolineato come “la dimensione economica non possa prescindere da altre dimensioni della vita sociale: l’importanza della cultura, ad esempio, che per una comunità è un capitale altrettanto importante del capitale finanziario. Aggiungo anche il capitale costituito dall’ambiente naturale, che va tutelato e promosso per non disperdere una ricchezza che ci è affidata perché la consegniamo alle prossime generazioni”. Un ultimo pensiero mons. Pavanello lo ha dedicato ai giovani, al loro futuro, al senso di abbandono che vivono e alla possibilità di trasformare “ questo potenziale Giorgia Gay di protesta in proposta e collaborazione”.

di Adria

è un marchio registrato di proprietà Srl di

L’appello del vescovo agli amministratori

È un periodico formato da 14 edizioni locali mensilmente recapitato a oltre 250.000 famiglie del Veneto. Questa edizione raggiunge le zone di Adria, Pettorazza e Papozze per un numero complessivo di 8.177 copie. Iscrizione testata al Tribunale di Venezia n. 1142 del 12.04.1994; numero iscrizione ROC 22120

Direzione, Amministrazione e Concessionaria di Pubblicità Locale: via Lisbona, 10 · 35127 Padova tel. 049 8704884 · fax 049 6988054 >redazione@givemotions.it< >www.lapiazzaweb.it<

Quasi in ogni paese vengono organizzate feste in piazza con carri allegorici più o meno grandi ed elaborati ma che, comunque, raccontano l’impegno di tanti cittadini che raccolgono la sfida del tempo e che, di sera, nel fine settimana, quando possono si ritrovano in qualche capannone per trasformare un rimorchio in un carro allegorico. Certo è che nell’era dei mondi virtuali in 3D, dove qualsiasi cosa sembra più vera della vita vera, tutto questo sforzo per un carretto di cartapesta pare davvero sprecato. Vien da chiedersi che senso abbiano oramai questi carnevali di paese. Se un tempo i carri sapevano stupire i bambini di ogni età e divertire gli adulti, oggi non è più così. Le nuove generazioni sono abituate a ben altro, il mondo che li cattura è tutto contenuto sullo schermo dello smartphone, una scatola che si apre ovunque e in ogni momento per portarli altrove. La rete, i social li catapultano con un clic nel mondo che non c’è e che, come accade nella favola a Peter Pan, è, tante volte, più affascinante e divertente del mondo che c’è. La tecnologia cattura e incanta…La carta pesta? Certo se assistiamo al carnevale di Viareggio o a qualche altro evento di quella portata possiamo dire che lo spettacolo vale ancora la pena ma per quanto durerà? Che sia il gusto del ricordo e della tradizione che mantiene in vita i nostri carnevali di paese? O la tenacia di quanti pensano che una giornata all’aria aperta, piena di colori e coriandoli valga ancora la pena di essere vissuta fino in fondo con tutti “i santi crismi”: carri, sfilata di mascherine, bancarella di dolciumi e karaoke? Forse è questo, ed è bene che sia così. A dimostrarlo sta il fatto che i nostri carnevali a volte non si fanno più, saltano qualche anno e poi tornano più belli di prima. E quando i carri tornano in piazza la gente partecipa e si diverte, segno che quando la festa salta si crea un vuoto, una mancanza. E’ un peccato, si dice. Allora infiliamo la maschera e andiamo, che la festa inizi. Sosteniamo, almeno partecipando numerosi, Pro Loco e comitati che tanto si impegnano senza guadagnare nulla se non la soddisfazione di vedere le piazze piene di bambini sorridenti. Il ricordo del carnevale in piazza, l’odore dei coriandoli polverosi, delle frittelle da carretto, il colore acceso dei costumi…tutto questo sarà prezioso e indelebile per loro perché solo la vita vera si incide davvero nella memoria di un essere umano. Altro che giochi virtuali!

Redazione: Direttore responsabile (ad interim) Germana Urbani >direttore@givemotions.it< Ornella Jovane >o.jovane@lapiazzaweb.it<

Periodico fondato nel 1994 da Giuseppe Bergantin Centro Stampa: Rotopress International via Breccia · Loreto (An) Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Chiuso in redazione il 13 febbraio 2017


4

Adria

www.lapiazzaweb.it

al vertice del consiglio, “con umiltà” Esponente del Carroccio adriese, 31 anni, Fusaro è presidente del Consiglio comunale. “Gestire una seduta significa garantire a ognuno di esprimere il proprio pensiero e rappresentare i cittadini”

P

roseguiamo con la carrellata di giovani che in questa legislatura occupano ruoli di primo piano. Oggi è il turno del Presidente del consiglio comunale, il 31enne Davide Fusaro, eletto tra le fila della Lega Nord. Di professione perito industriale, consigliere comunale nella precedente legislatura e da tanti anni attivo nella politica cittadina, il giovane esponente del Carroccio adriese dallo scorso luglio è stato investito del’onere e dell’onore di presiedere le assemblee cittadine del Comune di Adria. Presidente Fusaro, di solito questa carica di prestigio non è mai associata alla figura di un giovane. “In effetti è un po’ strano che una persona di trent’anni ricopra tale ruolo. Io mi impegno sempre al massimo per garantire trasparenza e libertà di espressione a tutti i consiglieri, dei quali ho grande stima”.

Quali sono le prerogative di un Presidente del Consiglio Comunale? “Il mio lavoro consiste nel promuovere ed eseguire le attività del consiglio, facendo rispettare il regolamento alle varie figure istituzionali che lo compongono. Convoco e pongo gli argomenti di discussione all’interno degli ordini del giorno, stabilendone il termine e l’ordine delle votazioni; proclamo e accerto i loro risultati. In sostanza si tratta di un lavoro di gestione e di garanzia, che non si conclude con la seduta consiliare: mi occupo anche di trattare con gli uffici atti deliberativi e gli altri uffici dell’ente, oltre che di convocare le conferenze dei capigruppo”. Di sicuro il momento clou della sua attività si raggiunge durante la seduta del civico consesso. E non deve essere facile coordinarne i lavori. “Applicare i regolamenti e gesti-

Davide Fusaro

re il dibattito, viste le personalità importanti che lo animano, è abbastanza difficile, ma fino ad ora ci sono riuscito. Ogni consigliere ha il suo modo di esprimersi, c’è chi è più pacato e chi deve essere tenuto un po’ a bada: il rispetto non è mai mancato, ma vedendo il presidente così giovane talvolta capita che qualcuno vada oltre e non si limiti al semplice richia-

mo. Indipendentemente da tutto ciò, gestire una seduta significa per me garantire a ogni collega consigliere di poter esprimere il proprio pensiero e rappresentare al meglio tutti i cittadini. Spero che tutti i consiglieri si possano sentire garantiti dalla mia figura”. Un ruolo abbastanza ambito tra l’altro, anche negli ultimi

tempi (si mormorava che un eventuale rimpasto di giunta potesse coinvolgere anche la poltrona di Fusaro, ndr). “Lo è senz’altro. Ma da parte mia cerco solo di svolgere al meglio il compito che il sindaco mi ha assegnato. E di farlo con la massima umiltà, educazione e rispetto”. Stefano Chiarelli

sanità, ibc: “Dovremo ripagare noi i debiti”

G

Estetica Evoluta Viso e Corpo Via Ruzzina, 7 int. Gall. Braghin 2º piano 45011 Adria (Ro) Tel. 0426 21209 Cell. e WhatsApp 388 5729972 labottegaestetica info.labottegaestetica@gmail.com www.labottegaestetica.com

iunge dai banchi dell’opposizione un preoccupato richiamo all’attenzione sulla sanità nel Delta. “Siamo stati ufficialmente annessi a Rovigo - dichiara Impegno per il bene comune di Adria -. I risparmi promessi e sbandierati in campagna elettorale non sono arrivati, il bilancio è unico, quindi la nostra Ulss che aveva un bilancio in positivo, ottenuto di fatto con risparmi ai servizi dei cittadini, dovrà riappianare i milioni di euro di debito dell’ex Ulss 18”. Principale accusa mossa dalla civica adriese sia alla politica sia al mondo sindacale, il non aver combattuto a sufficienza contro il disegno già contenuto nel Piano sociosanitario regionale del 2012. Perciò, Impegno per il bene comune punta il dito contro quelli che ritiene i “principali responsabili politici”: la Lega e il sindaco Massimo Barbujani. “Il Delta - si legge nella nota - sconta tantissime criticità: mancanza di infrastrutture, altissima età media, disoccupazione e povertà. Il tutto si traduce in una necessità alta di investimenti in termini sia economici sia di servizi e lavoratori che devono rimanere nel territorio”. Una scelta politica “che deve divenire un mantra se vogliamo dare un presente futuro non solo ai servizi socio sanitari ma anche al territorio già ampiamente svuotato di servizi”. Ibc promette dunque di continuare a monitorare i livelli dei servizi e si affida al direttore Compostella, auspicando che i numeri letti da quest’ultimo durante il recente consiglio comunale siano soltanto una traccia da cui partire “per creare un percorso che valorizzi i servizi socio sanitari nel territorio come promesso”.


ECOCLIMA GAS www.autogasnord.it

DA NOI POTETE TROVARE PELLETS ORIGINALI provenienti da:

U.S.A. EN PLUS A1

CANADA EN PLUS A1

CROAZIA EN PLUS A1

LA QUALITÀ AL GIUSTO PREZZO con la prestigiosa serie delle Stufe e Termostufe

Prodotti di elevata efficienza a prezzi da VERO AFFARE Ambra PREZZO LISTINO

€ 1.750

Fuocolà PREZZO LISTINO

€ 2.560

Petit Thermo Thermo Charme Plus PREZZO LISTINO

€ 3.160

PREZZO LISTINO

€ 4.490

ECOCLIMA GAS www.autogasnord.it

S CO N TATO :

S CO N TATO :

S CO N TATO :

S CO N TATO :

€ 1.100 IVAto € 1.600 IVAto € 1.990 IVAto € 3.140 IVAto

Via Canalette, 3 45012 Ariano nel Polesine (Ro) Tel. 0426 378402 ecoclimagas@autogasnord.it Ecoclimagas


6

Adria

www.lapiazzaweb.it

Retroscena Dimissioni a sorpresa per l’assessore “tecnico”

colpito e affondato andrea portieri il “top player“ della giunta Bobo Q

uella pubblicata nello scorso numero de “La Piazza” è stata l’ultima intervista rilasciata dall’assessore Andrea Portieri, il quale ha rimesso l’incarico improvvisamente lo scorso 17 gennaio, 24 ore prima della stampa del nostro giornale. L’avventura nella giunta Barbujani del cosiddetto ‘top player’ tecnico – per via della sua pluridecennale e riconosciuta esperienza amministrativa, non legata ad alcun partito – sul quale il sindaco aveva profondamente puntato affidandogli nello scorso luglio i referati relativi a urbanistica, patrimonio e bandi e finanziamenti, è quindi durata solo sei mesi, chiudendosi per motivazioni di carattere “personale e familiare”. Diverse sono le indiscrezioni che hanno accompagnato le sue dimissioni. In primo luogo la presunta incompatibilità tra il suo ruolo di assessore nel Comu- hanno caratterizzato per tutto il ne di Adria e quello di dirigente mese di gennaio la maggiorannel Comune di Porto Tolle, rico- za di centrodestra vincitrice delle elezioni dello scorso giugno, perto da tempo. Secondo il decreto legislativo sacrificato sull’altare degli interessi da parte degli 39 del 2013, infatti, alleati di Barbujani, una persona che Ha lasciato che in questo modo già riveste l’incariper motivi potranno ambire al co di dirigente non posto in giunta appuò allo stesso temfamiliari pena liberatosi. po ricoprire anche o sacrificato Qualunque siano quello di assessore le reali motivazioin un Comune che dagli alleati ni, resta il fatto che supera i 15mila abidi Barbujani? il sindaco si è detto tanti. “dispiaciuto per la Resta da capire perché di questa evidenza i diret- sua perdita, che non ci voleva, ti interessati se ne siano accorti visto che Portieri stava compiendopo ben sei mesi dalla sua no- do un ottimo lavoro di miglioramento della macchina amminimina. Per questo motivo si vocifera strativa adriese”, e di sperare di un’altra ipotesi. L’unico asses- poter usufruire ancora dei suoi sore esterno della giunta Bobo consigli, “magari in un’altra forsarebbe la prima – e per ora l’u- ma”. Stefano Chiarelli nica – vittima degli scossoni che

e il “caso portieri” agita anche porto tolle. il sindaco respinge le accuse: “procedure corrette”

I

l “caso Portieri” arriva anche a Porto Tolle, comune dove l’ormai ex assessore adriese ricopre la qualifica di dirigente. E proprio per questo ruolo e per l’incompatibilità con l’assessorato adriese la minoranza del comune deltino (Roberto Pizzoli, Silvana Mantovani, Raffaele Crepaldi, Giacomo Bovolenta, Veronica De Stefani, Beatrice Cattin, Katiuscia Grandi) ha attaccato l’amministrazione Bellan. Ma il primo cittadino di Porto Tolle non ci sta: “Il percorso seguito per l’individuazione dell’ing. Andrea Portieri, quale responsabile del servizio lavori pubblici e manutenzioni, è stato assolutamente corretto e trasparente” fa sapere con una nota stampa. “È stato pubblicato un bando pubblico di selezione, aperto a tutti i soggetti in possesso di determinati

requisiti di studio e di esperienza professionale. La procedura selettiva è stata approvata con atti pubblici. L’esame dei curricula e il colloquio hanno dato come esito l’individuazione dell’ing. Portieri quale soggetto più idoneo a ricoprire il ruolo di responsabile del settore. Tale procedura è stata formalizzata con il decreto di nomina del sindaco in data 22/7/2016”. “Pertanto - replica Bellan -, respingo le accuse e ribadisco la mia massima fiducia e stima a un professionista come l’ ing. Portieri che sta lavorando in modo serio corretto e molto proficuo per il nostro territorio . Ricordo, inoltre, che esiste un regolamento anticorruzione e che il responsabile, il segretario comunale, ha confermato la correttezza Giorgia Gay del procedimento”.


7

Adria

www.lapiazzaweb.it

Buche sulle strade? “lavori costanti” Il problema delle manutenzioni attanaglia la città. Ma il vicesindaco Simoni rassicura: “Ad Adria interventi costanti e puntuali: in media dopo una segnalazione ci muoviamo entro massimo qualche giorno” Buche sulle strade adriesi e il vicesindaco Simoni

B

uche nelle strade, spaccature nei marciapiedi, cattive manutenzioni che spesso portano a vere e proprie voragini: è ricco il carnet di problematiche che riguardano i manti stradali e pedonali delle città italiane. Una questione annosa per tutti i sindaci e amministratori di ogni comune, alle prese con continue critiche da parte dei cittadini e frequenti richieste di risarcimento danni a causa di incidenti provocati da dolorose cadute. Adria non fa eccezione: sui vari gruppi Facebook non si contano le segnalazioni di coloro che lamentano le pessime condizioni di alcuni tratti stradali e non di rado si verificano richieste di risarcimento (non ultima lo scorso novembre, di ben 26mila euro). Ma il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Federico Simoni non ci sta: “Tralascio i commenti relativi ai risarcimenti, che spesso nascondono semplici tentativi fatti solo per ‘provare’ a ottenere

“Sistemeremo il marciapiede davanti alla scuola Manzoni, piazza Oberdan e ingrandiremo la rotonda di via Leonardo da Vinci”

soldi furbescamente. Rispetto ad altri comuni, qui ad Adria le manutenzioni sono costanti e gli interventi puntuali: in media dopo una segnalazione, che invito i cittadini a fare a vigili o uffici e non su Facebook, ci muoviamo entro massimo qualche giorno”. Il vicesindaco pone l’accento sui molti cantieri che vengono

aperti per arginare il problema buche. “Dopo gli interventi fatti in Corso Vittorio Emanuele, abbiamo appena finito di sistemare la zona sud del Corso e il cosiddetto ‘salto’ in via Mazzini nei pressi di piazza Bocchi. Senza dimenticare gli interventi eseguiti nelle frazioni, basti pensare a Piazza della Libertà a Bottrighe”.

“E senza considerare – prosegue – la particolare conformazione in porfido del terreno, che caratterizza gran parte del centro storico e necessita di continui interventi, da effettuare nonostante i fondi a disposizione siano sempre minori: a bilancio possiamo mettere solo 150mila euro, a fronte di 500mila di oltre dieci anni fa”. “Il programma di lavori in programma per quest’anno e per i prossimi è corposo – sottolinea Simoni –. Sistemeremo a breve il marciapiede davanti alla scuola Manzoni, tutta piazza Oberdan e partiremo con l’ingrandimento della rotonda di via Leonardo da Vinci, che verrà dotata di una doppia corsia. Mentre una grande sfida per il futuro – conclude – sarà la sistemazione della strada arginale che porta a Mazzorno”. Stefano Chiarelli

Soladria è stata scelta come partner del gruppo d’acquisto solare GAS 2016-2017 Padova

Scopri i vantaggi riservati agli aderenti al GAS : • Fotovoltaico • Solare Ter mico • Pompe di Calore • Climatizzazione

Per informazioni e approfondimenti contatta lo Sportello Energia presso Legambiente Padova P.zza Caduti della Resistenza 6 Padova (Pd) aperto martedì 9.00-12.30/14.30-17.30 e venerdì 9.00-12.30 · Tel. 049 8561212 Cell. dedicato 348 9877714 sportello.energia@legambientepadova.it www.legambientepadova.it/GAS

L’offer ta è dedicata a tutti i residenti in Provincia di Padova


8

Adria

www.lapiazzaweb.it

i 5 stelle: “Decoro urbano, sì alla cittadinanza attiva via web” I pentastellati propongono al Comune di usare, come già fanno altri enti locali, lo strumento decorourbano.org per raccogliere le segnalazioni

lare situazioni di degrado in diversi ambiti: rifiuti (rifiuti a terra, discariche abusive, cassonetti colmi, televisori, lavatrici), vandalismo/incuria (panchine rotte/ graffiti), dissesto stradale (buche, marciapiedi rotti, strisce pedonali logore), zone verdi (aree verdi incolte, abbandonate), segnaletica (segnaletica stradale danneggiata, non sufficiente o mancante, affissioni abusive (manifesti e cartelloni su muri e/o superfici con divieto di affissione).

I

n una realtà sempre più social, notevoli sono i vantaggi che le reti digitali offrono ai singoli e alle comunità. Da sempre attento all’innovazione digitale, il Movimento 5 Stelle adriese propone soluzioni smart anche nel Comune di Adria. E, mentre la giunta comunale incarica dirigenti e agli uffici competenti di predisporre un piano che vada in questa direzione - con un occhio di riguardo ai costi - consiglia un nuovo canale di comunicazione con i cittadini, a costo zero. “Sul territorio comunale – spiegano i 5 Stelle - persistono situazioni di scarso decoro urbano caratterizzate dalla presenza di strade in condizioni dissestate, aree verdi lasciate all’incuria, danni causati da atti di vandalismo, segnaletica stradale latente o priva di manutenzione e affissioni abusive. Sono inoltre presenti aree urbane utilizzate come discariche a cielo aperto, ove talvolta si nota la presenza di rifiuti speciali”. Da parte loro, i cittadini, manifestano tali disagi tramite i social network, quindi senza una ufficiale segnalazione al Comune. Per questo i Pentastellati propongono l’utilizzo della piattaforma www.decorourbano.org, che consente al cittadino di inviare segnalazioni online al Comune, che le riceve e, tramite applicativo, le gestisce. Una formula, quella di Decoro Urbano, che si sta rivelando uno strumento efficace (già molti comuni in italiani fra i quali Badia Polesine hanno aderito all’iniziativa) e - aspetto non trascurabile al giorno d’oggi - gratuito. La piattaforma consente di creare una mappa interattiva, dove i cittadini possono fare segnalazioni tramite il sito web, con pc o smatphone. Attraverso la stessa piattaforma, la pubblica amministrazione è in grado di gestire le segnalazioni tramite un pannello di controllo. Tramite Decoro Urbano, al momento, è possibile segna-

Una segnalazione adriese su decorourbano.org

cos’è Decoro urbano

Upgrade your business WEB & SOCIAL

BRAND & MARKETING

GESTIONE D’IMPRESA

CREDITO & FINANZA I servizi di Forum Impresa sono strutturati per dare visibilità alla vostra azienda e al tempo stesso garantirne un’organizzazione quotidiana ottimale!

Padova - Tel. 049.87.04.884 info@forumimpresa.com - www.forumimpresa.com Powered by

Decoro Urbano è una piattaforma che consente a chiunque di creare il proprio profilo dal sito web o attraverso l’applicazione smartphone e di indicare eventuali situazioni di degrado. Le segnalazioni possono essere inviate dal sito attraverso la procedura guidata o via smartphone, dove è sufficiente lanciare l’app e scattare una foto, così che il dispositivo vi associ automaticamente le coordinate GPS e visualizzi la segnalazione sulla mappa. A partire da quell’istante, gli utenti possono commentarla, condividerla online o sottoscriverla accrescendone la visibilità. Attraverso la stessa piattaforma, la Pubblica Amministrazione è in grado di gestire le segnalazioni tramite un pannello di controllo.


CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

FONDAZIONE

CAVANIS

ACCREDITATO DALLA REGIONE VENETO AI SENSI DELLA L.R. 19/2002 - DEC 90- 91- 92- 93 del 02-08-2016

CORSI TRIENNALI IN OBBLIGO SCOLASTICO PER L’ACQUISIZIONE DI UNA QUALIFICA PROFESSIONALE RICONOSCIUTA IN EUROPA

PERCORSO FORMATIVO

Le attività formative in obbligo scolastico che il CFP Fondazione Cavanis propone attualmente, attraverso un percorso di formazione di durata triennale per il raggiungimento di una qualifica sono quattro.

INDIRIZZO PROFESSIONALE

OPERATORE ELETTRICO

IMPORTANTE LABORATORIO SALDATURA

IMPORTANTE LABORATORIO DOMOTICA

OPERATORE DEL BENESSERE:

ACCONCIATORE

OPERATORE MECCANICO IMPORTANTE LABORATORIO CAD-CAM

OPERATORE DEL BENESSERE:

FONDAZIONE CAVANIS Campo Marconi 112 · 30015 Chioggia (Ve) Tel. 041 40 09 22 · Fax 041 55 09 812 info@cavanischioggia.it · www.cavanischioggia.it

ESTETISTA


10

Adria

www.lapiazzaweb.it

Il progetto Pista ciclabile

in bicicletta sulle acque del canalbianco Sarà un percorso ciclabile di 1.250 metri, costruito in prevalenza su sede stradale ma anche su una piccola parte galleggiante

P

edalare “sulle” acque, in mezzo al Canalbianco: un’attività che nel prossimo futuro potrebbe diventare tutt’altro che avveniristica nella nostra città. La giunta Barbujani infatti ha approvato un progetto di fattibilità tecnico-amministrativo per la creazione di una pista ciclabile con un tratto galleggiante, che dovrebbe collegare via Malfatti e via Aldo Moro, dove ha sede il polo scolastico. Ovvero un percorso ciclabile di 1.250 metri, costruito in prevalenza su sede stradale ma anche su una piccola parte galleggian-

te, affiancata al ponte Beniamino Gigli. Che, in questo modo, potrebbe essere attraversato per mezzo di una passaggio particolare ed esclusivo, in grado di abbellire non poco la tradizionale pedalata e l’eventuale sosta. Il progetto prevede una struttura di metallo galleggiante lunga 50 metri e larga 2,5, realizzata con un piano di calpestio in dighe antisdrucciolo e protezione laterale costruita in montanti d’acciaio. La sicurezza della pista galleggiante verrà garantita anche con l’installazione di una scaletta, di

un salvagente e di un pulsante a chiamata di soccorso: mentre per il transito di persone diversamente abili sarà prevista l’attuazione di rampe con pendenza idonea, funzionali a un comodo raggiungimento. Ovviamente il tratto galleggiante verrebbe chiuso in caso di regime di piena. L’intera ciclabile si svilupperà lungo via Malfatti, giungendo attraverso il passaggio “acquatico” sull’altra sponda del corso d’ac-

“sweety mask carnival party 3” Martedì grasso, 28 febbraio, festa di Carnevale con l’associazione

L

adriese

L’ex segretario provinciale Zanellato

AttiveTerre

pd, Zanellato sfiduciato

’ associazione AttiveTerre propone anche quest’anno una festa per il Carnevale. “Sweety Mask Carnival Party 3”, una festa Golosa di Carnevale in Maschera” si svolgerà presso l’Hotel Stella d’Italia di Adria, martedì grasso 28 febbraio 2017, con inizio alle ore 20,00. “L’obiettivo - spiega il presidente dell’associazione Alessandro Andreello - è di stimolare l’aggregazione tra le persone in un clima di serenità, nella riscoperta e valorizzazione della storia locale e nella riscoperta dei piatti tipici di un tempo, realizzati con prodotti rigorosamente genuini e del territorio”. Si tratta quindi di una cena tematizzata con ballo e premiazione delle migliori maschere e del più numeroso gruppo mascherato. Per informazioni e prenotazioni contattare l’associazione Attive Terre al numero cell. 335-7032984 oppure all’Hotel Stella D’Italia al numero 0426-902457.

È bufera all’interno del Pd polesano in seguito alla sfiducia a Julik Zanellato. Fra le cause del “golpe” un certo mal di pancia dovuto a una presunta mancanza di democra-

zia interna, che avrebbe influito negativamente sui risultati elettorali. A peggiorare la situazione, la caduta del sindaco di Porto Viro Thomas Giacon. Ma l’ex segretario non molla: “Non mi faccio intimorire da un golpe di palazzo perpetrato dalla vecchia guardia e da qualche carrierista senza scrupoli, con metodi illegittimi e arroganti”.

qua, andando a ricongiungersi alla già esistente pista di via Aldo Moro. Il suo costo complessivo, ancora non definitivo, dovrebbe essere pari a 200mila euro. Sebbene prima che possa vedere luce dovrà passare ancora diverso tempo, parliamo di un’opera innovativa, fruibile a tutti e in grado potenzialmente di rendere Adria più attrattiva, per residenti e turisti. Stefano Chiarelli

Per Zanellato, il problema sarebbe un’incapacità della vecchia guardia di “misurarsi in un serio confronto politico sulla crescita del Polesine”, unita alla paura di un congresso provinciale ravvicinato. Chiare dunque, per l’ex segretario, le intenzioni per il futuro, all’insegna di un cambiamento radicale sia per il Polesine sia per il Partito, con il sostegno da una squadra che definisce “coesa, seria ed autorevole”. Intanto la Commissione per il congresso regionale, all’unanimità, ha deliberato la permanenza di Zanellato nella commissione, decretando inoltre la sua presenza all’Assemblea regionale del Pd Veneto. Non è stato quindi avvalorato il deliberato con cui l’Assemblea provinciale, in seguito alla sfiducia, aveva indicato Franco Modena in sostituzione di Zanellato a rappresentare la federazione polesana nell’ambito della commissione stessa. “Questo fatto – commenta Zanellato - dimostra che fortunatamente in un partito come il PD, quando si argomenta con competenza e determinazione il proprio punto di vista, è ancora possibile avere fiducia nel rispetto delle regole e della democrazia”.


11

Adria

www.lapiazzaweb.it

Sicurezza La richiesta di Spinello

“aumentare l’illuminazione per frenare i ladri” Potenziare l’illuminazione pubblica per contrastare le incursioni dei ladri. A chiedere l’intervento comunale è Sandro Gino Spinello, capogruppo del Pd adriese. “I pali della luce pubblica potrebbero essere strumenti utili contro i furti e le scorribande notturne delle bande di teppisti che stanno imperversando in città - spiega Spinello -. Nelle zone ‘violate’, in via Chieppara, in Bortolina, nel Piazzale Dalla Chiesa e da ultimo nel parcheggio interno del Palazzetto dello Sport in via Aldo Moro, c’è un’ illuminazione insufficiente, mentre un’illumina-

volte molto ingenti ,a quei nostri concittadini vittime di furti e atti vandalici”. Ecco perché Spinello si rivolge direttamente all’assessore alla Sicurezza Giorgia Furlanetto “incitandola a superare le inerzie di chi l’ha preceduta e di

muoversi nel concreto con azioni semplici ma efficaci come quelle che abbiamo appena suggerito”. Infine, l’esponente Pd riferisce notizie di interventi manutentivi sul sistema di video sorveglianza comunale e chiede a Furlanetto

“se questo ha portato a superare il fatto che finora il 60-70% delle telecamere sono risultate inservibili per le attività investigative delle forze dell’ordine”. Giorgia Gay

entra nel team! Se hai voglia di crescere professionalmente, con un lavoro stimolante, diventa Consulente pubblicitario. Una professione indipendente, un nuovo lavoro con ottime possibilità di guadagno.

Adria comune solidale: donati 4 chili di vestiti pro capite Ci sono comuni ricicloni, comuni virtuosi, comuni culturali, comuni tecnologici. Adria si distingue per essere un comune solidale. A confermarlo l’attestato consegnato al sindaco Massimo Barbujani dall’organizzazione Humana, tramite la quale Adria ha donato nel 2015 ben quattro chili di vestiario pro capite alle persone bisognose, conquistando il primo posto in generosità nel Polesine e collocandosi fra i Comuni in pole position nel Veneto, con i suoi 800 chili di vestiario in un anno. L’attestato di merito è stato consegnato a fine gennaio dalla referente relazioni esterne Humana della sede di

Offriamo rimborso spese e alte provvigioni, formazione e training, un gruppo di lavoro serio e motivante, mezzi accreditati e di sicuro ritorno.

chiamaci! invia il tuo curriculum a: info@givemotions.it Sandro Spinello

zione adeguata rappresenterebbe una buona dissuasione per i malintenzionati”. Spinello riferisce che in città “nelle ore notturne l’intensità dell’illuminazione pubblica viene molto affievolita, per necessità di contenimento della spesa, dicono, e questa direttiva comunale viene applicata anche in queste aree oggetto di furti e danneggiamenti. Il vero risparmio della comunità, per noi, sarebbe quello di evitare spese, a

l’informazione locale a casa tua

una finestra aperta sul mondo dell’informazione

Un’offerta pubblicitaria unica nel Nord-Est I nostri mezzi di comunicazione, insieme o singolarmente, permettono di scegliere i destinatari da raggiungere, di mirare le campagne pubblicitarie ad un target ben definito e di differenziare il messaggio.

e : impossibile passare inosservati! via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it

Rovigo Sara Rossi al sindaco Barbujani, alla presenza del vicesindaco Federico Simoni, dell’assessore alle Politiche sociali e alle Pari opportunità Patrizia Osti e della consigliera delegata per la cultura Mara Bellettato. “Humana Italia è lieta di attribuire l’Ecosolidarity award al Comune di Adria – riporta l’attestato –, quale premio per la provincia di Rovigo per la quantità di abiti raccolti nel 2015 per aver raccolto 4 chili pro capite di indumenti, sostenendo i progetti in Italia e nel Sud del mondo”.


12

Bottrighe .

www.lapiazzaweb.it

l’indimenticabile zuccherificio Sono già trascorsi venticinque anni dalla chiusura dello storico stabilimento. Ora, della bieticoltura nel Polesine non è rimasta più traccia e sono soltanto tre gli zuccherifici attivi in tutta Italia Bottrighe. Lo zuccherificio quando era in funzione

S

ono già trascorsi venticinque anni dalla chiusura dello zuccherificio di Bottrighe, esattamente il 29 ottobre 1991, ma sembra ieri. Dalle foto postate sul gruppo Facebook de “I Butrigan iè in ogni canton”, che ricorda il triste anniversario, una serie di commenti nostalgici si sono alternati. Da sola questa fabbrica, tra agosto e ottobre, diventava infatti una città dentro il paese, creando un movimento indescrivibile di mezzi e persone. Senza contare le luci, i fumi, i rumori e gli odori della lavorazione. E senza contare le lunghe file di trattori in attesa di scaricare le barbabietole e le donne in bicicletta con la “sporta” delle cibarie da portare ai loro mariti durante i turni. Volti, sorrisi, parole e movimenti che rimangono indelebili nella mente di chi ha vissuto a fianco e a contatto con lo storica

Tra agosto e settembre diventava una città nel paese, creando un movimento indescrivibile di mezzi e persone

fabbrica dello zucchero, che diede lavoro a migliaia di persone del territorio, per 77 ininterrotti anni. Lo zuccherificio, costruito da una società Belga nel 1912, su terreno dato in donazione da una signora del luogo con lo scopo che la nuova fabbrica nascesse qui, anziché nei comuni limitro-

I nostri Vini Friulani

La nostra forza è la continua ricerca della qualità e della soddisfazione del cliente

L’Antica Botte

di Cesaretto Denis & Biasioli Andrea

via Adria Nova, 10 45011 Adria (Ro) tel. 348 4169690 denis.cesaretto@libero.it

vini rossi: • Cabernet Sauvignon • Cabernet Franc • Merlot • Malbech • Marzemino • Refosco dal peduncolo rosso • Cabernet Rosé • Rosso Verona • Valpolicella vini bianchi: • Tocai • Verduzzo Friulano • Pinot Grigio • Chardonnay • Bianco Verona (zona Soave e zona Custoza)

I nostri Vini di Valdobbiadene • Glera frizzante extra dry • Rabosello frizzante • Raboso frizzante

Fino al 15 Marzo PRENOTAZIONE VINI DA IMBOTTIGLIAMENTO

• Moscato Fiori d’Arancio • Prosecco • Verduzzo • Lambrusco • Pignoletto • Pinot Nero • Bonarda • Barbera

fi, iniziò la sua prima campagna saccarifera nell’agosto 1914. Negli anni Settanta questo impianto batteva il primato italiano, in produzione e qualità. Lo zuccherificio, tra i gioielli dell’impero Montesi, causa la crisi societaria, passò in seguito nelle mani di Eridania-Ferruzzi che dopo pochi anni ne decretò

la chiusura. Dopo Bottrighe, seguì la stessa sorte lo zuccherificio di Porto Viro, l’ultimo dei tredici zuccherifici Polesani. La fine della bieticoltura in Italia avviene dagli anni Novanta in poi, con il benestare dell’allora ministro dell’Agricoltura Alemanno, che accolse le direttive europee. Oggi in Italia si contano purtroppo solo tre zuccherifici, a Pontelongo nel padovano, a Minerbio nel bolognese e nel pavese, a San Quirico Trecasali. In quest’ultimo però lo scorso anno non è stata effettuata la campagna saccarifera che dovrebbe riprendere quest’estate. A Bottrighe rimane quindi il commovente ricordo dello zuccherificio, diventato un binomio inscindibile tra la stessa e l’intero paese. Roberto Marangoni >rmprometeo@libero.it<

“eco del Fiume“: casazza lascia, subentra roccato

C

ausa trasferimento nel bellunese per motivi di lavoro, dopo 23 anni, Chiara Casazza ha lasciato la direzione del coro femminile “Eco del Fiume” di Bottrighe. Lo storico complesso corale, nato nel 1978, ha festeggiato e ringraziato la sua direttrice. Il commiato si è svolto in un clima di grande amicizia ma anche di tanta commozione. Casazza era una risorsa per Bottrighe anche per la collaborazione con il coro polifonico San Francesco che spesso la vedeva in qualità di organista. Laureata in lingue straniere, Chiara Casazza, dopo anni di esperienza con ruoli di responsabilità negli alberghi dell’Isola di Albarella, è passata alla direzione di altre strutture ricettive ad Arabba. Il coro “Eco del Fiume”, che sta continuando con successo la sua attività, ha passato la direzione, pro tempore, al maestro Cristiano Roccato, noto musicista e da anni direttore del coro “Soldanella” di Adria. Molte sono le idee e i progetti in cantiere, tra cui una rassegna con altri cori che si terrà prossimamente a Bottrighe, occasione quindi per presentare alla cittadinanza il neo direttore artistico. Ro. Ma.


Differenti per Qualità Angolo del Pulito MORFOLOGIA DEL PIEDE Il piacere di curare i tuoi piedi inizia dalla base. Scarpe su misura confezionate artigianalmente a mano. Per ottenere un’architettura del piede occorre esperienza. Curare i tuoi piedi è compito nostro con materiale non sintetico.

Nuova Apertura ad Adria !!!

Venerdì 17 Febbraio 2017 in Riviera Roma 3 ad Adria Un nuovo servizio di pulisecco e stireria con servizio igienizzante: sanifichiamo i tuoi indumenti e le tue cose personali. La sartoria garantisce un lavoro di prima qualità con sarta qualificata e prova in loco. Ogni lavoro da Voi richiesto sarà curato con la massima serietà professionale.

In una sala separata con attrezzature moderne e tanta esperienza verranno, a richiesta, confezionate scarpe su misura con pellami di prima qualità. Riparazioni di ogni genere: scarpe, borse, cambio cerniere … Tappeti e piumoni: ritiro e consegna a domicilio gratuita.

ANGOLO DEL PULITO • Riviera Roma3 3 • Adria (Ro) • Cell. 347 0806602


15

Bottrighe .

www.lapiazzaweb.it

Ai nastri di partenza il Carnevale

La ricorrenza Gestita dalla stessa famiglia dal 1897

lunga vita all’antica osteria “costante” E

sono arrivati anche i 120 anni per l’antica osteria “Pivaro” di Bottrighe. Il locale in via Vittorio Veneto, nel quartiere “Cào d’sota”, è sorto infatti nel 1897. A gestirlo, ininterrottamente, è la stessa famiglia, i Pivaro, un record che si tramanda di generazione in generazione. Nei primi tre anni, alla fine dell’Ottocento, il locale di proprietà di Filomena Pavanello, moglie del barcaiolo Carlo Pivaro, era stato aperto in un edificio posto a distanza di un isolato dall’attuale. Con la scomparsa di Carlo e

sciuto per osteria “da Costante”, i più anziani lo chiamano ancora “da Filomena” e qualcun altro anche “da Teresa”. Come le vecchie osterie che si rispettano, nel pomeriggio non mancano mai gli “spuncioti caldi” che Mariagrazia prepara accompagnati da qualche “ombra” di vino buono. Nel retro dell’edificio ci sono ancora i resti, in buone condizioni, di una muraglia dell’800, non c’è invece il vecchio pozzo per la raccolta dell’acqua, sostituito dalla “pompa” e nelle vicinanze la stalla, dove non

Uno storico esercizio in cui si intrecciano le storie di tanti personaggi, succedutisi dalla fine dell’Ottocento: ne sono testimoni le antiche mura, in buone condizioni nel retrobottega

A

L’antica osteria in una foto dei primi anni del ‘900

mancava il carro per le merci trainato dal cavallo. Interessante idea sarebbe quella di poter riaccendere le cucine, proponendo i piatti tipici di allora. Chissà se un giorno

ci penserà Paola, figlia di Mariagrazia, oggi apprezzata cuoca in un istituto. Roberto Marangoni >rmprometeo@libero.it<

con il patrocinio di

COMUNE DI CAVARZERE

PRO LOCO CAVARZERE

i nastri di partenza l’antico carnevale di Bottrighe. La storica kermesse ha lunghe radici, risalenti al 1860. Oggi questo carnevale, il più grande nel Delta, è una grande festa con tante iniziative che coinvolgono ogni età. L’appuntamento è per Domenica 5 marzo, nel centro storico. A partire dalle ore 15, si darà il via alla festosa manifestazione organizzata dal Gruppo Sportivo con la sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati. Sul liston di palazzo civico, musica e spettacolo per tutta la durata della festa. L’apertura sarà affidata a Re Carnevale, il tradizionale carro del Gruppo Sportivo, indì la sfilata della banda musicale. Oltre ai carri di Bottrighe, altri giungeranno da altri centri del Veneto. Altra imponente animazione sarà proposta dal Gruppo Anonimo Bottrighe, sodalizio esistente in paese da quarantaquattro anni. Oltre al carro allegorico, una cinquantina di figuranti proporranno balli e coreografie guidati da Ilaria Crepaldi e Stefania Romanin. Al termine della sfilata, il presidente del Gruppo Sportivo, dottor Antonio Boni, premierà

presentano con il denaro ricavato dall’assicurazione delle sue tre barche, fu acquistato l’edificio di otto stanze che ospita ancora oggi l’antico esercizio. Nel locale, tipica osteria, si vendevano anche coloniali, sali e tabacchi, ed era denominato “La stradina”. Nel 1923 subentra Teresa, figlia nubile dei coniugi Pivaro. Con la sua scomparsa, ed è il 1946, la gestione viene affidata al fratello Costante sposato con Vittorina Schibuola, la stessa che ne assumerà la titolarità nel 1967, con la morte del marito. Vittorina scompare nel 1988, ma già dal 1984, l’azienda di famiglia passa alla figlia Mariagrazia, che ancora oggi, con l’aiuto del fratello Galliano e del marito Gentile Girotti, la gestisce. Si intrecciano quindi fatti e personaggi nella storia di questo esercizio, nel quale si poteva anche mangiare. In particolare, ci ricorda Mariagrazia, nel periodo della gestione della zia Teresa, rinomata cuoca. Nel 1951, con l’alluvione del Po, i coniugi Pivaro rimasero sempre sul posto perché l’acqua arrivava a 50 centimetri di altezza rispetto alla zona bassa di via Dante dove l’acqua toccava i 2,70 metri, mentre i figli Galliano, Filomena e Mariagrazia per un periodo si trasferirono a Crociarone. Oggi il locale è cono-

La Bellezza è Donna Mercoledì 8 Marzo 2017 - ore 21.00 -

TEATRO COMUNALE “T.Serafin” Cavarzere (VE)

Sfilata di moda Balletto Premio donna in vista allestimento a cura di

i partecipanti con un pregevole ricordo. Quindi l’estrazione di una ricca lotteria. Non mancheranno luna park e gonfiabili in piazza Cinzio Cassetta, mentre in piazza Libertà il trenino Dotto e le bancarelle. Alle 18,30 lo spettacolo pirotecnico della premiata ditta Maltarello presso il parco 1° Maggio di via Maddalena, indi il rogo a Re Carnevale. In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a domenica 12 marzo. Ro.Ma.

Le tre S-cioptà a cura di Roberto Marangoni

> Dio el manda le suche MEDIA PARTNERS

dov cà manca i porsèi > Chi nass màto

Bontà Venete

nol guariss mai, MATTEO PAPARELLA Videomaker - Fotografo

> Bisogna vìvre e lassar vìvre


16

Elezioni .

www.lapiazzaweb.it

porto viro e taglio di po alle urne A Taglio di Po sembra plausibile una ricandidatura di Siviero, in quanto sindaco uscente. A Porto Viro, invece, si stanno scaldando i motori: guardando i dati del 2014, Giacon e il Pd strapparono la vittoria con un 37,65%

P

orto Viro e Taglio di Po sono gli unici due comuni del Delta del Po che andranno al voto nel 2017: la data prevista dal Ministero dell’Interno sarà fissata tra il 15 aprile e il 15 giugno. Insieme a loro, in provincia di Rovigo sono chiamati alle urne gli elettori di Badia Polesine, Fratta Polesine, Giacciano con Baruchella, Lusia. Alle ultime amministrative, entrambi i comuni deltini hanno visto la vittoria del centrosinistra grazie a spaccature in seno al centrodestra, che le aveva governate precedentemente. A Porto Viro a porre fine anzitempo alla giunta guidata da Thomas Giacon è stata la sfiducia messa in atto dalla maggioranza del consiglio comunale a settembre scorso, mentre per il tagliolese Francesco Siviero si avvicina la scadenza naturale del suo mandato iniziato nel 2012, quando votò il 67% del corpo elettorale, e Siviero con il suo 41.87% prevalse di poco sull’ex sindaco Marco Ferro

(39.93%) che per la spaccatura nel suo partito divise i voti con Monica Moro (13.81%), lasciando la Lega di Isabella Ghinello al 4.40%. Per il prossimo appuntamento con le urne non sono ancora trapelate indiscrezionida piazza IV Novembre anche se sembra plausibile una ricandidatura di Siviero, in quanto sindaco uscente. A Porto Viro invece, si stanno scaldando i motori: guardando i dati del 2014, nella città deltina votò il 75% degli aventi diritto, e Giacon e il Pd strapparono la vittoria con un 37,65%, staccando un centrodestra che governava da 15 anni ma diviso tra Doriano Mancin (23.62%) e Maura Veronese (17.48%); a seguire Alessia Tessarin e il grillino Sante Crepaldi con poco più del 10% ciascuno. Quest’ultimo ha fatto sapere che alla prossima tornata il M5S sarà della partita e senza alleanze, con Crepaldi certo in lista e il nome del candidato sindaco ancora al vaglio nelle riunioni del gruppo cit-

Una veduta di Porto Viro e Taglio di Po

tadino. Anche Giacon correrà e sta sondando il terreno: lo si è visto recentemente a una cena organizzata dai tosiani di Fare! con la senatrice Munerato, ma di certo c’è solo l’appoggio delle fedelissime Silvia Gennari, Tania Azzalin e Rita Ferrari. Nel centrodestra invece la cautela regna ancora sovrana, ma cominciano gli incontri: dopo

energia to n e iam nica l g i t o ot imb de carb ri d i n a

la cena di Maura Veronese anche Doriano Mancin ha chiamato a raccolta i sostenitori, ma non ci sono ancora nomi ufficiali sulla piazza. Intanto, ad un aperitivo, alcuni big del centrodestra sono stati visti assieme, forse alla ricerca di un accordo: Amidei di FI, Ceccarello di FdI e l’indipendentiFabio Pregnolato sta Cantarutti.

pulita

NON SOLO GAS …

• GPL per uso civile, artigianale e industriale defiscalizzato reti cittadine • GAS TECNICI: Acetilene, Ossigeno, Argon, Anidride Carbonica • MISCELE PER SALDATURA, Azoto, Elio e Idrogeno • A PORTO VIRO siamo presenti con un nuovo impianto di imbottigliamento di CO2 (Anidride Carbonica) per qualsiasi tipo di bombola

VI ASPETTIAMO !!! Porto Viro (Ro) • via Mantovana, 120/a • tel. 0426 322 050 Legnago (Vr) • s.s. 10, km 338 • tel. 0442 640 777 • gasadige@gasadige.it

Numero verde

800 35 54 55


17

Cultura

www.lapiazzaweb.it

tutti in biblioteca, tanti eventi Dall’ottantesimo anniversario della morte di Gramsci al bimillenario dalla scomparsa di Ovidio, passando per filosofia, economia e finanza. Immancabile il ricordo della Grande Guerra e la valorizzazione dell’archivio

S

ono numerosi gli eventi in cantiere proposti dalla Biblioteca comunale di Adria per il 2017. Accanto ad eventi particolari come l’ottantesimo anniversario della morte di Gramsci (1937-2017) con relatore Antonio Giolo o il bimillenario della morte di Ovidio con relatrice Gabriella Bocchi Vendemiati o la presentazione del libro di Maria Chiara Marzolla “Monachesimo e diaconato femminile, il caso della diaconessa Olimpia”, tema assai interessante e attuale, ci sono i tradizionali Lunedì della Biblioteca nella prima e seconda parte dell’anno. Il primo ciclo si caratterizza per un’ampia riflessione, in prospettiva filosofica, su temi di carattere religioso, teologico e biblico svolti da autorevoli docenti dell’Università di Padova e della Lateranense di Roma: si rifletterà su Teoria e Teologia della storia e su alcuni impegnativi testi della Bibbia dell’Antico Testamento (Genesi e Giobbe-

Qoelet) e del Nuovo Testamento (Atti degli Apostoli – Discorso dell’Areopago di Paolo e prologo del Vangelo di Giovanni). Generosamente disponibili a guidare le riflessioni sono Umberto Curi, Maria Grazia Crepaldi e Francesca Simeoni dell’Università di Padova, Gianluigi Pasquale - OFM della romana Lateranense e Antonio Giolo, docente di Filosofia. L’adriese Valdino Tombolato dell’Università di Padova sarà guida nella presentazione del libro di Gianluigi Pasquale Teoria e Teologia della storia. Gli incontri si svolgeranno al Teatro Ferrini, in collaborazione con l’Archivio e la Biblioteca Capitolare della Cattedrale. Si passa poi al ciclo dei Lunedì dell’autunno incentrati su materie finanziarie ed economiche, che vedranno impegnati autorevoli docenti dell’Università di Padova (Vincenzo Rebba) e dell’Università di Trento (Edoardo Gaffeo) oltre ad alcuni esperti del mondo ban-

nino cattozzo, musicista adriese studiato negli usa Un professore di musicologia dell’Illinois sta facendo ricerche sul compositore

I

l musicista adriese Nino Cattozzo diventa oggetto di studio dall’altra parte dell’oceano. È stata attivata infatti una straordinaria collaborazione con uno studioso americano che sta svolgendo ricerche sul musicista nato ad Adria nel 1886 e morto a Roma nel 1961). Il prof. Jesse Rosenberg, docente di musicologia alla Northwestern University di Evanston – Illinois - USA, si è rivolto alla biblioteca comunale per avere notizie sul saggio di Primo Guarnieri intitolato “Nino Cattozzo: musicista, compositore”, breve opuscolo che il prof. Rosemberg non è riuscito a reperire in altre biblioteche italiane né tanto meno in America. La biblioteca comunale ha trasmesso la riproduzione richiesta al docente americano, che non sperava di poter consultare il “rarissimo” saggio di Guarnieri “ricco di informazioni e anche commovente al massimo grado”. Tanto è l’interesse del prof. Rosenberg per questo lavoro che il docente sarebbe stato disposto, in mancanza di invio del testo, a organizzarsi per una visita ad Adria nel prossimo giugno. “Ora mi sembra quasi un miracolo il poter leggerlo sullo schermo di un computer - scrive il prof ringraziando la biblioteca - proprio il giorno dopo aver mandato la richiesta!”

Nella foto, gli utenti della biblioteca

cario (Fabio Ortolan, Vice Presidente della Cassa di Risparmio del Veneto, e Giovanni Vianello, Presidente di BancAdria). Il piano 2017 prevede inoltre alcuni altri incontri: per il centenario della Grande Guerra (Leonardo Raito - Università di Padova) e per l’approfondimento della conoscenza e presentazione dell’Archivio antico (Antonio Lodo) e del nuovo

Archivio storico appena riordinato (Luigi Contegiacomo, direttore Archivio di Stato di Rovigo), oltre ad alcune iniziative volte a diffondere ulteriormente la conoscenza degli adriesi Marino Marin e Luigi Groto. I cittadini di Adria e del Polesine, particolarmente le scuole, avranno modo di fruire delle opportunità culturali offerte dalla Biblioteca, dal

servizio dell’ufficio Cultura del Comune coordinato dalla professoressa Mara Bellettato e dalle numerose attività proposte da enti e associazioni cittadine. Il sindaco, nell’approvare il Piano 2017, ha voluto esprimere ai relatori e al personale della Biblioteca la più profonda gratitudine dell’amministrazione. Melania Ruggini


18

Sport

www.lapiazzaweb.it

Autodromo Giornata di prevenzione

Guida sicura: la strada non è una pista Sabato 11 marzo una giornata dedicata ai giovani per sensibilizzarli sulla sicurezza mentre si è alla guida

A

dria al centro dell’attenzione per il rally. La strada non è una pista e viceversa. Questo per favorire ancor di più la sicurezza stradale. Troppi i giovani che si affidano alla strada per contendersi il primato di non si sa bene cosa. È per questo che nella giornata di sabato 11 marzo ci sarà un corso di guida sicuro aperto a tutti ma soprattutto ai giovani. Contesto ovviamente l’autodromo Adria raceway international. Il messaggio che si vuole lanciare è abbastanza chiaro anche dallo slogan che hanno voluto

lanciare gli organizzatori “Non confondere la strada con la pista”. L’iniziativa è stata presentata da Roberto Siviero dell’Historic car club di Adria, Stefano Galuppi del Hwc club Alfa Romeo di Rovigo, Paolo Bechis del Circolo ruote classiche rodigino e Giacomo Turri del Cams Rovigo. Assieme ai fantastici quattro anche Mario Altoè, direttore dell’autodromo. Come si svolgerà la giornata? Semplice, i partecipanti utilizzeranno i propri veicoli e saranno seguiti da uno staff di istruttori

In alto l’audtodromo di Adria

la Proloco presenta la 16a Edizione del

Carnevale di

Cavarzere Tradizionale 20 1 7 Sfilata di Carri Allegorici e Gruppi Mascherati

Domenica 19 Marzo dalle ore 14.30

alle ore 17.30 circa estrazione della LOTTERIA

che daranno delle dritte sulle operazioni da fare in base all’auto che si ha a disposizione. Mani sul volante, dove guardare, aderenza alla strada. Sono solo tre dei consigli che verranno dati nella giornata. Il programma prevede 8.30 arrivo e accredito, alle 9 presentazione degli istruttori e lezione di teoria. Dalle 10.30 prima lezione di guida. Alle 12 il pranzo e dalle 14.30 la seconda sessione di le-

zione di guida. Alle 17.30 la cerimonia di chiusura con gli attestati. La prova consiste in slalom, frenate su asciutto e bagnato, accelerazione e frenata, simulazione di guida e reazione della vettura in base alle condizioni atmosferiche. Per informazioni basta chiamare lo 0426941411, oppure inviare una mail a eventi@adriaraceway.com. Riccardo Pavanello

adriese, con mattiazzi boccata d’ossigeno

N

on c’è dubbio che l’avvento di Gianluca Mattiazzi sulla panchina dell’Adriese abbia dato una buona boccata d’ossigeno all’ambiente granata. Nell’ultimo turno disputato dalla squadra della città etrusca è finito senza reti in Toscana contro il San Donato Tavarnelle. Lo 0-0 nel quinto turno di ritorno del campionato di serie D è stato sicuramente positivo in virtù anche dei risultati ottenuti nel nuovo anno. Basti pensare alla vittoria per 1-0 contro il Fiorenzola con la rete di Matei. Prima erano arrivati anche altri 4 punti con l’1-1 contro la Rignanese e il successo alla prima giornata del 2017 contro la Ribelle per 3-1 fuori casa. Che sia la svolta? Peccato per l’uscita dalla coppa Italia di serie D perché nei quarti di finale la squadra granata ha dovuto arrendersi al Darfo Boario per 2-1. Alla fine comunque l’obiettivo della stagione è uno soltanto: la salvezza in serie D. Rispetto a quanto fatto nel girone d’andata con Oscar Cavallari è chiaro che c’è stata un’inversione di tendenza. I risultati stanno dando ragione a Mattiazzi perché ha risollevato una squadra ultima in classifica e con solo 12 punti in 17 giornate al terzultimo posto con 8 punti conquistati in sole 5 partite giocate. Febbraio e marzo sono mesi decisivi per togliersi dal pantano dei play out. Nei prossimi impegni si deciderà il futuro. Contro il Mezzolara in casa si possono fare punti, con il Castelfranco in trasferta pure perché è uno scontro diretto per la salvezza. Correggese e Ravenna sono due avversarie di altra categoria e portare a casa qualcosa da questi scontri sarà tutto di guadagnato. (ri.pa.)


PORTO VIRO (RO)

CONCESSIONARIO DI ZONA

C.so Risorgimento, 152 - Porto Viro (Ro) - Tel. 0426 322877 gioielli.valenza1@virgilio.it - seguici su www.gioiellivalenzashop.it chiuso la domenica e il lunedĂŹ tutto il giorno


LA BARRICATA di Siviero Jenni

Ristorante Rifugio

specialità pesce di mare chiuso il martedì

Il Ristorante Rifugio la barricata è un locale storico, gestito dalla famiglia Siviero dal 1969. Da sempre offre ottimo pesce nel rispetto della cucina traadizionale. Situato in una bellissima zona turistica è comunque aperto tutto l’anno. Uno dei nostri particolari servizi: Menù per Cerimonie.

Porto Tolle (Rovigo) · Loc. Bonelli · Via del Mare, 76 · Tel. e Fax 0426 89112 sivierojenni73@outlook.it · www.ristoranterifugiobarricata.it


Informazione a pagamento a cura degli esperti del settore

Per partecipare alla rubrica chiamare il numero 049 8704884

DIRITTO privato

l diritto all’oblio è il diritto a non restare esposti a tempo indeterminato ai danni che la pubblicazione via web di una notizia a valenza negativa possa arrecare all’onore ed alla reputazione di un soggetto (ad es. condanne penali o fatti di cronaca nera). Esso legittima la parte interessata ad ottenere dal motore di ricerca web la rimozione dei link lesivi. Trattasi di materia assai complessa ed articolata, su cui ferve un acceso dibattito mediatico che vede contrapposti il diritto di cronaca e di libertà di espressione al diritto alla privacy ed alla riservatezza. La ratio del diritto all’oblio si fonda sul concetto che quando un fatto di cronaca è stato reso noto, l’interesse pubblico si affievolisce nel tempo e risulta via via di preminente tutela il diritto alla riservatezza del soggetto, che altrimenti potrebbe subire danni ad oltranza per l’indebita pubblicità derivantegli. In sostanza si può chiedere a Google e agli altri motori di ricerca la de-indicizzazione, cioè l’eliminazione dai risultati di una ricerca del proprio nome in riferimento a quegli articoli per i quali si vuol far valere il diritto all’oblio, cosicché l’articolo interessato rimarrà sul server in cui è stato originariamente caricato, ma non verrà pubblicato. Poiché le testate giornalistiche non soggiacciono

21

www.lapiazzaweb.it/category/diritti/

studio commercialista

Il diritto all’oblio I

Diritti

laPiazza Sport · Chioggia

www.lapiazzaweb.it

Immobili locati, cedolare secca Avv. Laura Giolo

all’obbligo di cancellazione, si dovrà usare il motore interno dei giornali o la versione internazionale dei motori di ricerca. Il 25 maggio 2016 è entrato in vigore il nuovo regolamento della Comunità Europea sulla protezione dei dati personali (n° 679/2016 del 27.04.16). Siffatta normativa sostituirà in Italia il c.d. “Codice Privacy”, già in vigore dal 2004. Il legislatore comunitario ha, tuttavia, previsto che i Paesi Membri dispongano di un biennio per adattare gli ordinamenti nazionali alla nuova disciplina. Il diritto ad essere dimenticati sull’web era già stato riconosciuto dalla Corte di Giustizia UE in ambito giurisprudenziale (vd. sent. 13.05.14 n° 131/12) e successivamente è stato recepito dalle Corti interne. Il Tribunale di Roma, con sent. 3.12.15 n° 23771, nel qualificarlo quale una “peculiare espressione del diritto alla riservatezza”, ne ha statuito l’esistenza, a condizione che il fatto non sia recente e che rivesta scarso interesse pubblico. La stessa Corte di Cassazione, con sent. n° 1611 del 2013, si era espressa positivamente riconoscendone l’esistenza.

Studio Legale Avvocato Laura Giolo - Via G. Mazzini, 12 - 45100 Rovigo Tel. 0425 21221 - Fax 0425 28796 - info@studiolegalegiolo.com

Stefano Masiero e Riccardo Roveroni - studio ragionieri commercialisti

O

gni immobile concesso in affitto deve essere tassato in dichiarazione redditi sulla base del canone di locazione pattuito, indipendentemente dall’effettivo incasso dell’affitto, con un abbattimento di una percentuale forfetaria del 5% a titolo di contributo per le spese di ordinaria manutenzione. Ad esempio a fronte di un affitto previsto di euro 10.000, verranno dichiarati e quindi tassati euro 9.500. Solo con la dichiarazione di sfratto esecutivo, il proprietario potrà indicare in dichiarazione redditi il canone di affitto effettivamente incassato al netto degli eventuali canoni non incassati e già dichiarati negli anni precedenti. IMMOBILI ABITATIVI Per le sole abitazioni e relative pertinenze il proprietario può optare per la particolare tassazione “cedolare secca”, la quale prevede una tassazione a due aliquote: 21% - 10% in sostituzione dell’IRPEF, delle addizionali, nonché imposta di registro e bollo sulla registrazione del contratto e successivi rinnovi. Con questa opzione il canone annuo di locazione viene tassato al 21% (senza l’abbattimento forfetario del 5%), evitando che l’importo dell’affitto venga sommato agli altri eventuali redditi scontando un’aliquota marginale più elevata.

Per usufruire di tale agevolazione, deve essere inviata all’inquilino prima della stipula del contratto di locazione, esclusivamente con lettera raccomandata, la comunicazione di volersi avvalere di tale agevolazione con l’automatica rinuncia all’eventuale annuale rivalutazione ISTAT. In mancanza della raccomandata, l’opzione si considera valida a tutti gli effetti se contenuta espressamente nel contratto di locazione. Per i Comuni capoluoghi di provincia, per quelli ad alta densità abitativa e Comuni limitrofi è possibile stipulare contratti di locazione a canoni concordati sulla base di precise disposizioni comunali. L’adozione di questa misura permette la riduzione del canone da tassare del 30% oltre al 5% forfetario, o in caso di opzione per la cedolare secca, di applicare l’aliquota del 10% anziché del 21%. Per i fabbricati locati a canone concordato, è prevista altresì una riduzione del 25% dell’imponibile su cui calcolare IMU e TASI. Anche se apparentemente l’adozione della “cedolare secca” può apparire più conveniente, è necessario effettuare per ogni singola situazione un calcolo di convenienza, soprattutto in presenza di considerevoli importi di oneri deducibili o detraibili tra i quali le spese di ristrutturazione e/o risparmio energetico.

Stefano Masiero e Riccardo Roveroni - Studio Ragionieri Commercialisti Via delle Industrie, 18/a 30038 Spinea (VE) - Tel. 0415440706 -0415440019 - Mail: info@roveroni.it - info@studiomasiero.it

Hai un mutuo ipotecario con la tua banca?

Rivolgiti a noi per una consulenza gratuita Ormai la maggior parte di noi ha contratto un mutuo per l’acquisto della casa che prevede un parametro di riferimento da aggiungere all’ormai noto spread che si chiama EURIBOR. Proprio l’’Euribor nei calcoli per la determinazione del tasso finale da applicare al mutuo, è risultato manipolato Una frode in piena regola di cui solo in questi giorni si ha piena conoscenza di alcuni dettagli. La Commissione Ue in una copia «non confidenziale», cioè depurata delle informazioni relative a eventuali segreti industriali, ha evidenziato la sentenza con cui l’Antitrust europeo ha multato nel 2013 per 1,7 miliardi Société Générale, Barclays, Deutsche Bank e Royal Bank of Scotland per la manipolazione del tasso Euribor tra il 2005 e il 2008.

Un provvedimento che potrebbe far restituire somme importanti in termini di interesse a coloro che hanno sottoscritto mutui, leasing e derivati. La procedura di calcolo del tasso è semplice. Ogni giorno l’agenzia Thomson Reuters interpella 44 grandi banche europee per sapere a quali tassi si siano prestate reciprocamente il denaro, le quaranta banche del panel (per l’Italia partecipano le maggiori quattro: Intesa, Unicredit, Mps, Ubi). Dalle rilevazioni vengono estromessi il 15% più alto e il 15% più basso, mentre l’Euribor è il frutto di una media tra le altre rilevazioni. Non tutte le banche partecipano ogni giorno e il tasso si calcola una volta raggiunto un quorum minimo di risposte. La Commissione Ue ha accertato che «alcune volte,

almeno uno dei trader coinvolti in queste discussioni si rivolgeva all’incaricato dell’invio dei dati Euribor della propria banca per chiedere un invio di dati che seguisse una certa direzione o un livello specifico». L’Antitrust, allora guidato da Joaquín Almunia e oggi da Margrethe Vestager, stabilì inoltre che «almeno uno dei trader coinvolti in queste discussioni asseriva che avrebbe riferito o riferiva la risposta dell’incaricato prima del momento dell’invio giornaliero dei dati». Infine «alcune volte alcuni trader impiegati discutevano il risultato della finalizzazione del tasso Euribor, anche compresi i dati specifici inviati dalle banche, dopo che i tassi Euribor di una giornata fossero stati decisi e pubblicati».

Infortunistica Consulting · via Luigi Einaudi, 99 · 45100 Rovigo tel. 0425 1902188 · fax 0425 070157 · mobile 324.8891686 info@infortunisticaconsulting.com · www.infortunisticaconsulting.com


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Informazione a pagamento a cura degli esperti del settore

Salute

Salute / Si Viaggiare

Per partecipare alla rubrica chiamare il numero 049 8704884

1

www.lapiazzaweb.it/category/salute/

Editoriale

Giornata nazionale di prevenzione dello spreco. Sprecati 145 Kg di cibo all’anno per famiglia

D

“Solo un Sistema Sanitario pubblico può davvero curare il cancro” Malattie respiratorie: ne soffrono 600mila veneti

Giornata Mondiale contro il cancro infantile

a pag 24

a pag 25

omenica 5 febbraio 2017 si è celebrata la 4^ giornata nazionale di prevenzione degli sprechi alimentari, ma solo pochi italiani sanno che esiste una nuova normativa antispreco (Legge 166/2016) i cui contenuti sono ancora poco conosciuti. Infatti il 90% degli italiani dichiara di non conoscerli o di averne solo scarse informazioni. Si spreca molto, nelle case degli italiani sono stimati sprechi alimentari per 145 Kg all’anno per famiglia,circa il 75%, il resto viene sprecato nei ristoranti, nella produzione e nella distribuzione, per una cifra complessiva pari a 16 miliardi di euro, ovvero l’1% del PIL. Ma come si comportano gli italiani di fronte allo spreco? Da un’indagine statistica su una rilevazione da un campione di 1800 famiglie sono emersi quali elementi condizionanti l’età,la sensibilità ambientale, il tempo a disposizione, i figli e la responsabilità sociale, con i seguenti risultati: Virtuosi: 22% sono quelli più sensibili al tema per ragioni di moralità e di ambiente e che in valore assoluto sprecano la metà rispetto alla media nazionale. Attenti: 28% sono attenti allo spreco ma con una convinzione minore,fra questi sono maggiori le coppie con figli e lo spreco anche se involontario si alza di più: circa un 25% in meno della media nazionale. Attenti per necessità: 7% sono persone con redditi limitati e costretti a far di necessità virtù, non prestano comunque attenzione ai danni ambientali e il loro spreco è superiore ai 2 gruppi precedenti: il 20% in meno della media nazionale.

Depressione, una malattia poco curata

a pag 26

Farmacia Nadalini s.n.c. DR . SSE

C ARLA

E

S ILVIA N ADALINI

SPECIALIZZATA IN OMEOPATIA E TERAPIE NATURALI DA PIÙ DI 40 ANNI AL VOSTRO SERVIZIO

• • • •

Analisi di prima istanza • Misurazione pressione arteriosa Dermocosmesi • Nutraceutica e prodotti dietetici speciali Servizio su appuntamento di Psicologa in Farmacia Presidi • Omeopatia • Ortesi • Fiori di Bach

Riviera Matteotti, 12 - Adria (Ro) - Tel. 0426 21459 - info@nadalini.it - www.nadalini.it

Fiori di Bach

international code n. UKP2006-0405N Practitioner


24

laPiazza

Salute

www.lapiazzaweb.it

L’editoriale

Giornata nazionale di prevenzione dello spreco. Sprecati 145 Kg di cibo all’anno per famiglia

Più di 600mila veneti soffrono di malattie alle vie respiratorie

Incoerenti: 27% sono quelli che si dicono attenti ai problemi ambientali, percepiscono il danno e l’immoralità dello spreco,pur tuttavia sprecano e non poco: 25% in più Spreconi: 12% per costoro è la società che deve pensarci,non si riconoscono responsabilità personali dirette, l’ambiente è relativamente importante e lo spreco non presuppone conseguenze più generali. Sprecano così una volta e mezzo in più della media. Incuranti: 4% costoro non hanno alcun interesse sulla tematica e buttano il cibo con facilità. Sprecano il 66% in più rispetto alla media nazionale. Dal mese di marzo 2017 parte il progetto Reduce del Ministero dell’Ambiente che monitorerà il comportamento di 400 famiglie campione attraverso i “DIARI DI FAMIGLIA” per documentare in modo scientifico lo spreco reale nelle case degli italiani, ma tutti i cittadini potranno partecipare al progetto “WASTE NOTES,UN DIARIO PER AMICO” scaricando dal sito della campagna Spreco Zero i format su cui annotare la lista della spesa e il cibo buttato di giorno in giorno.

S

ono 90 mila ogni anno i morti capoluogo scaligero, l’asma interessa in Italia per patologie legate 18 mila persone e il Bpco 14 mila. Ma all’inquinamento. Il dato emerge dal è tutto il Veneto ad essere interessato ventesimo Congresso nazionale sulle da questo flagello: qui le malattie malattie respiratorie dal titolo “Asma respiratorie rappresentano la terza Bronchiale e Bpco: nuovi obiettivi, nuovi causa di morte e si prevede che la rimedi, nuove strategie” che si è svolto prevalenza di tali patologie sia destinata il mese scorso a Verona alla presenza ad aumentare. Di questa correlazione di 350 specialisti. Gli esperti non con gravi malattie è convinto da anni avrebbero dubbi nell’individuare il fumo anche un illustre pneumologo veronese, L’inquinamento e l’inquinamento atmosferico come Roberto Dal Negro, responsabile del principali responsabili delle malattie Centro Nazionale Studi Respiratori di da polveri sottili respiratorie persistenti che affliggono Verona, secondo il quale “di smog si e il fumo i principali quindici italiani su 100. muore, questo è certo. La correlazione tra imputati “Per combattere il fumo abbiamo presenza di tumori e presenza di polveri potuto contare sulla legge Sirchia. sottili è certa. Non solo, è cresciuta nel Dopo 23 tentativi di formulare una normativa antifumo a partire corso degli anni. E a pagarne le maggiori conseguenze sono da inizio Novecento - dice il Responsabile del Centro nazionale i soggetti più deboli: anziani, categoria in cui arriva al 60%, e Studi di farmacoeconomia e farmacoepidemiologia respiratoria, bambini, dove siamo addirittura all’80%”. La lotta alle malattie Roberto Dal Negro – finalmente l’ultimo è andato in porto grazie respiratorie si attua con l’adozione di misure preventive a medio al fatto che è stato individuato un responsabile: il proprietario e lungo termine e limiti idonei, specie delle polveri sottili (Pm10 e del locale, costretto a far rispettare il divieto per non incorrere in Pm 2,5), a salvaguardia della salute dell’intera popolazione. sanzioni”. Pochi passi avanti, invece, sul fronte dell’inquinamento atmosferico: “l’imprenditoria, a onor del vero, ha fatto molto per ridurre il fenomeno – sottolinea Dal Nero – sul piano degli enti, invece il trasporto pubblico è balbettante e, quanto a emissioni Nel febbraio scorso, la Procura di Venezia è domestiche, dove ci sono i controlli, è facile eluderli”. intervenuta dopo l’allarme lanciato da un gruppo di I veneti che soffrono di malattie alle vie respiratorie hanno pediatri veneti, ha ascoltato le loro preoccupazioni, superato quota 600 mila. riservandosi l’ipotesi di aprire un fascicolo così da Sarebbero 270 mila quelli malati di Bpco (broncopneumopatia accertare la presenza di reati ambientali. I pediatri cronica ostruttiva) e di asma bronchiale e 340 mila gli affetti da veneti hanno evidenziato la potenza distruttiva delle asma grave. Secondo ESCAPE (European Study of Cohortes for polveri sottili sui sistemi immunitari dei bambini Air Pollution Effects), uno studio europeo che dal 2010 al 2014 che provoca casi molto gravi e cronici di malattie al ha esaminato 21 città europee, Verona è risultata al secondo sistema respiratorio. posto per l’aria irrespirabile e le polveri sottili. In particolare nel

l’allarme Dei peDiatri

Intanto dal Veneto è partita l’iniziativa family bag, estesa poi in tutto il territorio italiano e inserita in una legge, che consente di inserire in recipienti il cibo non consumato nei ristoranti per portarlo a casa. onostante la family bag sia considerata una opzione valida nella prevenzione degli sprechi dall’80% degli italiani, restano ancora elevati l’imbarazzo e la vergogna, oltre al timore di una certa resistenza da parte dei ristoratori, che potranno tuttavia esser facilmente superabili con una sorta di istituzionalizzazione della family bag a tutti i livelli. Come è stato detto lo spreco migliore è quello che non si fa e solo una campagna capillare di educazione alimentare e ambientale potrà arrivare ad attuare,come obiettivo, il dimezzamento degli sprechi in Italia e in Europa entro il 2025. L’opera di prevenzione diviene così determinante e, poiché si sprecano più facilmente gli alimenti freschi, che sono i più deperibili ma anche quelli che fanno meglio alla salute, insegnare a far bene la spesa e a conservare in modo corretto gli alimenti evita di buttare via del cibo ogni giorno e contribuisce a stare più in salute. La miglior prevenzione consiste quindi nell’evitare, per quanto possibile, di riempire le dispense di cibo ricco di conservanti che ne limitano la scadenza e nell’approvvigionarsi invece di cibi freschi, possibilmente a Km zero, in quantità proporzionali al loro consumo e alla loro conservazione, con gran beneficio per la nostra salute e per il nostro portafoglio, ma anche per l’ambiente ed il senso civico.

Salute è anche WEB

Salute

>> I consigli dei nostri Medici di Zona su www.lapiazzaweb.it >> Seguici !!!

via Lisbona, 10 · 35127 Padova · tel. 049 8704884 · info@givemotions.it · www.givemotions.it


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

Salute

25

Il cancro infantile si sconfigge insieme L’assenza di una copertura sanitaria universale porta a diagnosi tardive, abbandono delle cure e difficoltà nel procurarsi medicinali

A

metà febbraio si ricordano tutti i bambini e gli adolescenti malati di tumore e anche tutti i medici e i ricercatori impegnati a salvare loro la vita. In Italia circa 1.380 bambini e 780 adolescenti si ammalano di tumore ogni anno, pari a 164 casi per milione di bambini e 269 casi per milione di adolescenti. E se il trend con cui si ammalano i più piccoli resta ancora stabile, per teenager e giovani adulti continua a salire (circa del 2 per cento all’anno). A livello mondiale l’organizzazione Soleterre ha presentato un dossier costruito sull’esperienza in 6 Paesi in 3 continenti, Italia compresa, che traccia un quadro delle diseguaglianze nella cura del tumore pediatrico e spiega come per vincere la sfida globale contro il cancro sia necessario investire sulla sanità pubblica. L’OMS, infatti, stima che nel 2030 saranno diagnosticati 21,4 milioni di tumori, quasi il doppio rispetto al 2008. Una crescita esponenziale che vede i Paesi a basso e medio reddito in prima linea contro la piaga del secolo: qui, dove i tassi di sopravvivenza sono più bassi, si avranno il 60/70% dei tumori globali. L’ineguaglianza sociale alla base della malattia si mostra particolarmente evidente nel cancro

la scHeDa La giornata internazionale contro il cancro infantile è stata ideata da Childhood Cancer International, rete mondiale di 181 associazioni locali e nazionali, guidate da genitori, provenienti da 90 Paesi e 5 continenti: sei sono i messaggi chiave della campagna 2017. E lo slogan della Giornata coincide anche con il fine ultimo dell’iniziativa: “Migliore accesso alle cure per bimbi e adolescenti malati di cancro in tutto il mondo”, in modo tale da garantire ai più piccoli il diritto di essere seguiti con le migliori terapie disponibili.

#Lottoanchio2017 Una campagna per aiutare i bimbi che lottano

pediatrico. L’80% dei tumori infantili si presenta già oggi nei Paesi più poveri. Essi sono l’1% dei casi totali di cancro nei Paesi ad alto/medio reddito, ma ben il 4% in quelli a basso reddito. La differenza nei tassi di sopravvivenza segna un’ulteriore diseguaglianza. In occidente sopravvive il 75-85% dei bambini a cui viene diagnosticato un cancro, nei Paesi a medio e basso reddito tra il 50 e il 20%. Per bambini e adolescenti con il cancro, l’assenza di una copertura sanitaria universale porta a diagnosi tardive, abbandono delle cure e difficoltà nel procurarsi medicinali o seguire il follow-up. Anche in Italia, nonostante la presenza di un sistema sanitario pubblico, la mancanza di risorse in sanità e la tossicità finanziaria del cancro, compromettono i risultati delle terapie e mettono a rischio le risorse finanziarie delle famiglie. “Sconfiggere il cancro è una delle più grandi sfide per la salute dell’intero genere umano – dice Damiano Rizzi, presidente di Soleterre - Nel nostro lavoro abbiamo toccato con mano come la possibilità di ammalarsi di cancro e di curarsi dipenda da diversi fattori sociali, ambientali, economici e politici. Dal nostro osservatorio è più che mai chiaro come solo sistemi sanitari pubblici, finanziati con la fiscalità generale e gestiti da una pluralità di soggetti, con il diretto coinvolgimento dei cittadini, siano la sola risposta credibile per arginare le morti dei prossimi anni. L’ineguaglianza nella cura del cancro appare evidente nei Paesi in via di sviluppo, ma se il nostro sistema sanitario pubblico non verrà nutrito delle risorse umane ed economiche necessarie, anche in Italia guarire dal cancro diventerà una questione di ricchi e poveri”. Francesca Bruni

Il progetto: volontari tra i letti dei bambini malati di cancro

I

famosi pugni verdi del personaggio della Marvel più amato dei fumetti, ossia l’Incredibile Hulk, diventano il simbolo della campagna di sensibilizzazione #Lottoanchio2017 promossa dall’Ageop Ricerca Onlus – Associazione Genitori Ematologia Oncologia Pediatrica – che da oltre trent’anni si impegna per accogliere e assistere i piccoli pazienti oncologici e le loro famiglie – in occasione della XV Giornata mondiale contro il cancro infantile che ricorre il 15 febbraio. Per la campagna sono stati scelti i pugni di Hulk poiché rappresentano l’emblema della forza che ciascuno può donare a un bambino che sta lottando duramente contro il cancro. Come ha spiegato la presidente dell’Ageop Ricerca Onlus, Roberta Zampa: “Non serve essere supereroi per prendere parte alla lotta contro il cancro infantile. Ognuno di noi, nella sua quotidianità, può fare qualcosa di importante”. La campagna, che è presente sulla piattaforma di crowdfunding Ideaginger, nasce con l’intento di raccogliere 30 mila euro per assicurare un anno di cura a tre bimbi malati di tumore e offrire a loro e alle loro famiglie ospitalità gratuita nelle case Ageop. Tanti sono gli artisti italiani che hanno deciso di sposare questa causa solidale attraverso i loro spettacoli. Per informazioni e acquistare i biglietti degli spettacoli: www.coupononlus.it

“S

i pensa che il volontariato sia qualcosa solo per i pensionati e non per i giovani perché non sono affidabili. La realtà è che non sono preparati”. Così Patrizia Serblin, psicologa dell’Istituto Serblin per l’Infanzia e l’Adolescenza di Vicenza, che nel 2014 ha avviato, in collaborazione con la Fondazione Città della Speranza, un percorso di formazione per gli aspiranti volontari con l’obiettivo di sensibilizzare e accompagnare i giovani dai 18 ai 30 anni al vero significato del fare volontariato. Che non è improvvisazione!

Il progetto, che ha ricevuto dalla Regione Veneto un finanziamento di 50mila euro, ha visto il coinvolgimento di 30 giovani, perlopiù donne, delle province di Padova e Vicenza, selezionati mediante colloquio. Il percorso li ha portati a comprendere come operare in tre specifici contesti: nei reparti di Pediatria e Oncoematologia Pediatrica degli ospedali di Padova e Vicenza; nelle iniziative di raccolta fondi; nell’accompagnamento delle scolaresche nella cosiddetta “Torre della ricerca”. “Attraverso questa esperienza abbiamo

capito il valore della formazione perché a volte ci sono momenti non facili da gestire emotivamente. Il volontariato non va assolutamente improvvisato”, hanno commentato alcuni partecipanti. Il tema del volontariato è stato affrontato anche sotto il profilo della trasparenza: visto l’alto numero di associazioni esistenti, è quanto mai necessario che anche chi dona sappia orientarsi e capisca come vengono gestiti i soldi. Proprio su sollecitazione di Città della Speranza, il Veneto ha fatto un importante passo avanti.


laPiazza

26

Salute

www.lapiazzaweb.it

Depressione cronica, non bastano i farmaci La depressione cronica è diffusa e difficile da trattare. Uno studio tedesco evidenzia che una psicoterapia strutturata raggiunge risultati migliori della psicoterapia di supporto aspecifica

U

na psicoterapia personalizzata nella depressione cronica è superiore - anche se di poco – alla terapia aspecifica sia nel migliorare i sintomi che la qualità della vita. “La depressione cronica – ha detto Elisabeth Schramm dell’Università di Friburgo, principale autrice dello studio a riguardo – è una malattia molto diffusa e invalidante, spesso associata a comorbidità e a traumi precoci ed è considerata difficile da trattare”. I ricercatori hanno valutato l’efficacia dell’approccio cognitivo comportamentale (CBASP), una forma di terapia specificamente progettata per il trattamento della depressione, diversa della aspecifica psicoterapia di sostegno. Lo studio multicentrico randomizzato, i cui risultati sono stati pubblicati su JAMA Psichiatry, ha incluso pazienti con depressione cronica ad insorgenza precoce che non assumevano farmaci antidepressivi: 137 hanno ricevuto CBASP e 131 psicoterapia di sostegno. L’età media dei partecipanti era di 45 anni, il 70%

rappresentato da donne. I partecipanti hanno ricevuto 24 sessioni di trapia per oltre 20 settimane nella fase acuta della depressione, seguita da 8 sessioni di mantenimento per le seguenti 28 settimane. I pazienti sottoposti a CBASP hanno avuto maggiore probabilità di rispondere al trattamento o esperienze di remissione dopo 20 settimane. Inoltre, hanno anche mostrato vantaggi significativi nella maggior parte dei risultati secondari tra cui i sintomi depressivi auto-riferiti e la qualità della vita connessa alla salute mentale. “Il principale risultato di questo studio è che i pazienti con esordio precoce di depressione cronica, considerata difficile da trattare, hanno migliorato in modo significativo i sintomi depressivi e la qualità

della vita con entrambi gli approcci di trattamento – ha dichiarato Schramm – ma una psicoterapia specifica e altamente strutturata si è dimostrata più efficace della terapia di supporto aspecifica, l’aggiunta di una psicoterapia prolungata nella fase acuta sembra essere molto promettente in questa popolazione di pazienti”. Ulteriori ricerche dovranno chiarire se la combinazione o l’aumento della CBASP con strategie farmacologiche aumenterebbero i risultati del trattamento. Inoltre, altre opzioni di trattamento psicologico, come ad esempio gli interventi modulari basati sulla personalizzazione delle caratteristiche e le comorbidità del paziente, potrebbero essere utili. (Reuters Health)

Mangia le verdure, ti fanno bene al cuore!

In Italia 4 milioni di depressi, solo 1 su 3 si cura

I

U

Alimentazione

bambini, spesso, non ne vogliono sapere, specie se le verdure sono verdi e a foglia larga. E difatti, quando si parla di verdure, il primo colore a cui si pensa è il verde come quello di spinaci, erbette, catalogna. Eppure gli ortaggi di questo colore offrono molti vantaggi. Ce lo ricorda una recente metaanalisi pubblicata sul Journal of the Royal Society of Medicine Cardiovascular Disease in cui, dopo aver valutato criticamente otto studi, si è osservato che un elevato consumo di verdure a foglie verdi era associato a una riduzione del rischio nome deriva proprio dalla parola cardiovascolare del 16%. E foglia - oltre che beta-carotene già in precedenza, da altri studi, Basso apporto luteina, due carotenoidi il cui era emerso un possibile ruolo calorico, molte ecoinvolgimento nella protezione protettivo delle verdure a foglia fibre e sostanze cardiovascolare potrebbe essere verde nei confronti della vista e legato all’azione antiossidante. C’è delle capacità cognitive in tarda nutritive però un aspetto più nuovo sul quale età, oltre che del diabete e di fondamentali ci si sofferma nella recente metaalcuni tumori. analisi, che vede il coinvolgimento Del resto, queste verdure, e in particolare quelle di colore verde scuro, abbinano dell’ossido nitrico, un composto che, grazie alla ad un basso apporto calorico una abbondanza di sua azione vasodilatatrice e all’attività inibitoria sostanze nutritive e protettive quali fibra, potassio, sull’aggregazione piastrinica, ha un ruolo importante magnesio, ferro, vitamine E, C e K, folati - il cui per la salute cardiovascolare.

na patologia che colpisce sempre più persone nel mondo, soprattutto le donne, perfino i bambini. E’ la depressione, una vera e propria “crisi globale”, come è stata definita da Claudio Mencacci, presidente della Società italiana di Psichiatria intervenuto al Congresso nazionale della Società Italiana di farmacia ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle aziende sanitarie a Milano. “Si tratta - spiega il professor Mencacci - di una patologia che ha assunto una dimensione epidemica: 350 milioni nel mondo, oltre 30 milioni nell’Europa a 28 Stati, e oltre 4 milioni nel nostro Paese”. E si tratta, comunque, di stime prudenti. Inoltre le statistiche generali dicono che un paziente su tre si cura. Questo, spiega Mencacci, “perché pesano ancora i sentimenti sanitario, quindi più operatori, più medici, più farmaci di vergogna, di stigma, di isolamento della persona da acquistare sul mercato. Ma la nostra analisi ha stessa che soffre di depressione, e del contesto mostrato che l’impatto più grosso della depressione non solo dell’individuo, che tende a costruirsi un sotto il profilo economico non è tanto quello del costo isolamento sociale, ma anche delle persone, familiari, sanitario, quanto sulla società e sui costi per la società. amici che a loro volta risentono di La persona depressa e che non si “Non ci si cura questo atteggiamento di isolamento. cura è portata a fare più assenze La nostra azione come società dal lavoro. In genere si tratta di perchè ci si scientifica è di avvicinare le persone giovani, la depressione non vergogna ancora persone alle cure, lanciando un messaggio: è la malattia dell’anziano”. Quindi si tutte le depressioni sono curabili, di questa parla uomini e donne, teoricamente, molte sono guaribili”. nel pieno della loro produttività ma malattia, ma C’è chi pensa però che se si poco produttive. Quindi, conclude è sbagliato” curassero tutti il sistema non sarebbe Cicchetti, “se da un lato curare più sostenibile. E’ assolutamente un maggior numero di persone convinto del contrario Americo Cicchetti, direttore vuol dire spendere più soldi per i farmaci o per gli di Altems, l’Alta scuola di economia e management ospedali, dall’altro vuol dire creare nuove risorse dei sistemi sanitari. Proprio secondo uno studio perché aumenta la produttività sul lavoro. Oltre che fatto da Altems, “è chiaro che trattare più persone il valore intrinseco che ha il tirare fuori una persona significa mettere in campo più risorse per il sistema dalla depressione”.


Villa Momi’s

ristorante·pizzeria

Villa Momi’s è il luogo ideale per matrimoni, cresime ed ogni altro tipo di ricorrenza. Per gli sposi e i loro invitati è riservata un’ospitalità particolare, con aree e intrattenimenti privati.

B E A U T I F U L D AY Villa Momi’s permette anche cene e pranzi di lavoro, con la massima tranquillità e distensione per i propri colloqui d’affari. Alla sera i locali sono destinati anche a chi desidera un po’ di intimità, con un’armonia

che

solo il lume di candela riesce a creare

Due sale separate in due piani. Giardino estivo. Oltre 300 posti a sedere. Locale rustico in chiave moderna unico nel suo genere, immerso nel verde.

Cavarzere (VE) Loc.Santa Maria 3B Tel. 0426 53538 chiuso il lunedì siamo presenti su

www.villamomis.it


s.a.s.

TAGLIO DI PO (Ro) - Via Roma, 63 - Tel. 0426 661523 - Fax 0426 349357 info@marangonistudio.it

30 ANNI

DAL 1986 AL VOSTRO SERVIZIO PER: • Elaborazione Dati Contabili e Aziendali • Contenzioso Fiscale • Consulenza Fiscale e Finanziaria • Compilazione Mod. 730 e Unico • Dichiarazione IMU • Dichiarazione ISEE

AFFIDATI A ESPERIENZA E PROFESSIONALITÀ


laPiazza

www.lapiazzaweb.it

M Prosecco y Tapas al salone della gastronomia stellata di Madrid

etti insieme le bollicine veneto-friulane e tapas di pesce per un aperitivo e non passerai più alla cena! A proporre il felice connubio a Enofusiòn, evento internazionale riservato al vino, organizzato nel cuore di Madrid, lo chef stellato Quim Casellas, del Restaurant Hotel Casamar di Girona, prima stella Michelin conquistata nel 2011. “Il Prosecco a me ricorda il Mediterraneo e ho pensato di abbinarlo a delle Tapas di pesce che richiamano questa comune identità – ha più volte affermato lo chef Quim Casellas durante la MasterClass – così per ciascun diverso Prosecco ho proposto un piatto di mare che esaltasse questo profilo nei vini in degustazione: La Jara, Astoria, Villa Sandi, Az. Agr. Soligo, Vivo Cantine”. Enofusiòn, organizzato nel cuore di Madrid come costola di Madridfusiòn, salone della gastronomia stellata, la cui notorietà sta oltrepassando i confini della Spagna, ha visto la partecipazione di cento espositori e pubblico selezionato per evento internazionale riservato al vino. Nel Palacio Municipal de Congresos de Madrid

29

la manifestazione, conclusa in questi giorni, ha registrato un afflusso medio di 120 visitatori l’ora, composto per l’85-90% da addetti ai lavori, il restante 10-15% da consumatori finali. Presente per la prima volta anche il Consorzio Prosecco Doc con una MasterClass sul tema “Prosecco Doc y Tapas” alla scoperta di piacevoli e innovativi abbinamenti tra le bollicine veneto-friulane e le tapas, specialità spagnola che accompagna tipicamente l’aperitivo. In questo caso si è trattato di stuzzichini davvero ‘chic’ firmati, appunto, Quim Casellas. La MasterClass, tenuta per conto del Consorzio Prosecco Doc da Tobia Capuzzo, dallo chef Casellas, dall’export manager di Villa Sandi, ha registrato un pronto sold out e un’entusiastica partecipazione gratificata anche dagli indovinati assaggi gourmet. Ad Enofusiòn il Consorzio ha pure partecipato -in prima fila- nella Wine Gallery, la sezione dedicata alla degustazione ‘libera’ ovvero accessibile a tutti i partecipanti ed è stato subito boom: di richieste d’informazione sulle caratteristiche della Denominazione e di assaggi.


www.lapiazzaweb.it

laPiazza

31

N e lla

f oto d i c op e rtina e in q ue lla a la to d ue sp le nd id e im m a g ini d i Sid i Bou Sa id , la P ortof ino d i Tunisia . In a lto, d a sinistra : il Fe stiv a l d e l Sa h a ra d i Douz , il v illa g g io d i C h e nini, l’ a nf ite a tro rom a no d i El Je m , l’ oa si d i Toz e ur e una sp ia g g ia d a sog no. P iù sotto: una d e lle c a se sc a v a te ne lla roc c ia a M a tm a ta , uno sc orc io d e lla Tunisi v e c c h ia , la m inistra d e l Turism o Se lm a Elloum i e m ilita ri lung o il v a llo d i sic ure z z a c ostruito a l c onf ine c on la L ib ia

Tunisia a braccia aperte

Il paese dopo gli attentati terroristici del Bardo e di Sousse del 2015 ha fatto grandi sforzi per migliorare la sicurezza e invogliare i turisti a ritornare. Nelle spiagge, nei siti d’arte e nelle oasi ora si respira fiducia

di Renato Malaman

L

a Tunisia vuole risvegliarsi in fretta dall’incubo, tornare a sognare e a far sognare. Lo sanno tutti: dopo gli attentati del Bardo e di Sousse del 2015 le presenze turistiche nel paese nordafricano hanno subito un tracollo, provocando una grave crisi con effetti evidenti sull’economia nazionale. “Il paese oggi è più sicuro” ha detto poche settimane fa la bella ministra del Turismo Selma Elloumi all’apertura Festival dei popoli del Sahara di Tozeur, informando che dopo gli attentati dell’Isis di due anni fa il governo di Tunisi ha messo in atto un piano senza precedenti per garantire più sicurezza e invogliare i turisti a ritornare. Un piano realizzato anche attraverso collaborazioni di alto profilo a livello internazionale. Tra le misure più evidenti adottate figura la costruzione di un vallo blindato di oltre 200 chilometri, profondo 6 metri e largo 3, lungo il confine con la Libia. Inoltre, tutti gli alberghi sono stati dotati di metal detector come quelli obbligatori negli aeroporti. Intensificati anche i controlli nelle moschee, per stroncare sul nascere deviazioni terroristiche. La Tunisia, dunque, non si nasconde dietro a un dito: il governo

moderato di Yussef al Shahed sa bene che per parlare di ripresa del turismo è necessario far sapere al mondo, specie a quello Occidentale, che il paese oggi è più al riparo da certi rischi di ordine pubblico. Gli sforzi per ottenere questo risultato sono tuttora in atto e timidi segnali di ripresa dell’attività turistica già si avvertono. I primi a ritornare nelle spiagge e nei siti archeologici della Tunisia sono stati i turisti del Nord Europa. Gli italiani, a dire il vero, fanno ancora un po’ fatica a vincere la paura. Un viaggio in Tunisia oggi è un’esperienza forte, perché ovunque si respira questa atmosfera sospesa, un misto di ansia e di entusiasmo, di preoccupazione ma anche di fiducia. I controlli in effetti ci sono, ovunque. E sono attenti, discreti, onnipresenti. Tanto che ci si scrolla di dosso in fretta quel senso di inquietudine. All’uscita dall’aeroporto di Tunisi filari di eleganti palme sembrano simbolicamente dare il benvenuto al visitatore, schiudergli le porte per cogliere le infinite bellezze del paese. Prima che l’incanto si interrompesse di brutto nelle sale del Museo del Bardo, erano oltre un centinaio di migliaia i turisti italiani che sceglievano

I tanti pensionati italiani che risiedono a Tunisi e nelle località di mare testimoniano che non c’è pericolo e che sono tante le bellezze da riscoprire. Dall’anfiteatro romano di El Jem alle case sotterranee di Matmata, all’elegante Sidi Bou Said

ogni anno le spiagge bianche di Hammamet, Sousse o di Djerba. Alcuni di loro hanno scelto di trasferirsi in Tunisia godendosi il privilegio di una pensione che arriva dall’Italia quasi esentasse. Anziani che sono rimasti anche dopo gli attentati del 2015 perché, a sentir loro, non è mai prevalsa la sensazione di sentirsi in pericolo. Oggi a Tunisi, sia nella sua parte moderna e molto “occidentale” che nella tradizionale Medina, come pure nei raffinati caffè della bianca (e azzurra) Sidi Bou Said, come anche nelle ammalianti oasi nel deserto (Tozeur, Nefta, Tamerza e Douz), si respira un’aria di speranza. Come di attesa che qualcosa di positivo accada. Che all’orizzonte del Canale di Sicilia ricompaiano, ad esempio, le navi da crociera della grandi compagnie italiane o che negli aeroporti si riveda l’invasione festosa del popolo delle spiagge. Il paese, va detto, ha molto da offrire. Sono quarantamila i siti turistici e i più belli sono i meno conosciuti. In Tunisia tutti i popoli dell’antichità hanno lasciato tracce evidenti: i fenici, i cartaginesi, i romani, gli arabi, i berberi, i nomadi arrivati dal deserto. A El Jem c’è un anfiteatro romano che lascia a

bocca aperta, il terzo più grande dopo il Colosseo e l’Arena di Pola. A Matmata ci sono ancora villaggi di case sotterranee scavate a cilindro. A Chenini e a Tataouine sono rimasti intatti altri villaggi di case sovrapposte, dall’architettura tradizionale, costruiti in pietra. A Kairouan si coglie ancora l’anima araba e religiosa di questo paese. Insomma, la Tunisia è un caleidoscopio di bellezze che per il momento è come nascosto dietro a un sipario. Il momento della riapertura del palcoscenico turistico sembra però molto vicino. Se lo augurano i tanti amanti di questo paese, viaggiatori “fai da te” e turisti dell’ “all inclusive”, ma se lo augurano soprattutto i tunisini, popolo che, al di là dei facili e ingiustificati luoghi comuni di questi ultimi due anni, è estremamente aperto all’ospitalità e incline al sorriso. Perché ama la pace, da sempre. Perché il rapporto di amicizia con gli altri popoli al di qua del Mediterraneo è avvalorato da decenni di intensa collaborazione economica e di vivace interscambio culturale. Che nessuna forma di violenza terroristica potrà mai mettere in discussione.


www.lapiazzaweb.it

laPiazza

33

Eataly lancia il Tiramisù Day Il dessert veneto gustato in tutto il mondo

I

l 21 marzo sarà la giornata dedicata al dessert italiano forse più amato e conosciuto nei quattro angoli del mondo: il Tiramisù. A fissare la data è stato Eataly, il colosso della distribuz i o ne e no gas t ro no m i ca d i Oscar Farinetti. Così, per la prima volta, gli Eataly  Store di tutto il mondo offriranno ai propri visitatori la possibilità di gustare ed acquistare il celebre dessert, presentato  secondo la ricetta riportata nel libro di Gigi e Clara Padovani, Tiramisù – Storia, curiosità, interpretazioni del dolce italiano più amato (Giunti). L’analisi dei due coniugi, infatti, fa luce sulla storia del Tiramisù, collocandone la nascita in Friuli ma menzionando anche altre realtà che ne hanno contribuito alla fama, tra cui Le Beccherie, lo storico locale di Piazza Ancillotto, in centro a Treviso. La decisione di Farinetti fa subito notizia, in particolare nella città veneta: fonti storiche

infatti dimostrano che la prima codificazione del Tiramisù risale al 1962, quando fu inserito tra i dessert à la carte proprio del ristorante Le Beccherie. “Un’iniziativa bellissima quella di Farinetti – commenta Paolo Lai, attuale patron de Le

Beccherie – che porta in primo piano il grande lavoro fatto da Gigi e Clara Padovani per far luce su un tema, quello della nascita del Tiramisù, che ancora oggi affascina critici e curiosi. In tutto questo però va ricordato che Le Beccherie ha giocato

un ruolo importantissimo. La ricetta del nostro Tiramisù è l’unica ad essere stata depositata presso l’Accademia Italiana della Cucina e la forte presenza dei trevigiani nel mondo ha portato un contributo fondamentale alla diffusione di questo dessert

in tutto il mondo. Il mio augurio è che questa iniziativa permetta di far conoscere tutta la storia del Tiramisù, coinvolgendo tutti coloro che, in qualche modo, ne hanno costruito un pezzetto”.

Ci trovi a: ADRIA c/o

via m. Sig. Filippo Pozzato n. 20/d tel. 0426 42496


34

gli

Appuntamenti

www.lapiazzaweb.it

Mario Biondi: 10 anni di successi

Mosta Super Robot World

Il 30 marzo al Gran Teatro Geox di Padova

Padova, 21 maggio, Centro Culturale Altinate

I

A

n occasione del festival sarà inaugurata, la mostra Super Robot World, in esposizione al Centro Culturale Altinate fino al 21 maggio, a cura di Fabrizio Modina. Attraverso disegni originali, animation cel, manifesti, giocattoli e memorabilia, si ripercorre l’impatto epocale di un’idea che ha conquistato il mondo

partire da marzo Mario Biondi sarà in concerto nei teatri di tutta Italia con l’imperdibile Best Of Soul - Tour, la tournée che segue l’uscita della raccolta “Best Of Soul”, con cui l’artista festeggia i dieci anni dal celebre disco d’esordio “Handful of Soul”! Il 30 marzo al Gran Teatro Geox di Padova..

J-Ax e Fedez, concerto evento all’Arena di Verona Il 6 maggio live per presentare “Comunisti col Rolex”

J

-Ax e Fedez sono pronti per le 19 date nei palasport d’Italia ma non si fermano qui e annunciano ufficialmente la data del loro concerto-evento all’Arena di Verona: il 6 maggio. Uno show unico che ospiterà anche amici e colleghi del mondo della musica. Per la prima volta, i due saliranno sul palco insieme per presentare live il loro ultimo progetto discografico “Comunisti col Rolex” oltre ai loro più grandi successi. Il concept scenografico, progettato da Lemonandpepper e Cromantica, rappresenterà la piramide sociale che i due artisti raccontano nel disco. Radio Partner è la prima. Il 6 maggio all’Arena di Verona.

Padova palcoscenico di Be Commics! Centro storico, 17,18 e 19 marzo

I

l 17, 18 e 19 marzo, il centro storico di Padova diventa il palcoscenico di Be Comics!, il primo festival internazionale del Nordest dedicato ai fenomeni della cultura pop: manga, libri, cosplay, mostre, giochi, games, presentazioni invaderanno vie, piazze e luoghi cittadini per la gioia degli appassionati. Il festival, promosso dal comune di Padova, Assessorato alla Cultura e da Arcadia Arte, ha l’ambizione di imporsi tra i più qualificati a livello nazionale. Diversi gli ingredienti di Be Comics!: innanzitutto comics e manga: fumetti, graphic novel, sci-fi, e ancora workshop e presentazioni che faranno del centro culturale San Gaetano il palazzo degli espositori dell’editoria, fra colonne, lucernari e installazioni d’arte. Non mancheranno i giochi, da tavolo, di ruolo e videogames, con padiglioni sparsi in tutta la città.

Fiorella Mannoia, Combattente in tour

Green Week, Festival dell’economia verde

Il 20 maggio al Gran Teatro Geox di Padova

Dal 28 febbraio al 5 marzo

D

V

opo il successo della sua partecipazione a San Remo e della prima parte della tournée, che lo scorso dicembre ha fatto registrare un sold out dopo l’altro, sono in prevendita, nel circuito Ticket One e nei punti vendita autorizzati, i biglietti per la seconda parte di “COMBATTENTE IL TOUR” che vedrà ancora Fiorella live sui palchi dei più prestigiosi teatri italiani nella prossima primavera. Il 20 maggio al Gran Teatro Geox di Padova.

ivere sostenibile, abitare sostenibile: è questo il tema di fondo della sesta edizione della Green Week, la settimana della Green Economy che da martedì 28 febbraio a domenica 5 marzo attraversa l’intero territorio delle Venezie, da Udine a Trento.  Una settimana dedicata alla scoperta di ben 18 “fabbriche della sostenibilità”, aziende che hanno scelto, anche come leva competitiva, di adottare processi o realizzare prodotti ecosostenibili. Si affronteranno così i temi dell’economia circolare, del riuso, della lotta agli sprechi, del risparmio energetico e delle nuove forme di energia, delle nuove tecniche costruttive, della responsabilità sociale e ambientale d’impresa. Da venerdì 3 a domenica 5 marzo Trento sarà la capitale della Green Week, con la seconda edizione, dopo il successo dello scorso anno, del Festival della Green Economy. Il programma completo della Green Week è disponibile online sul sito www.greenweekfestival.it.

Incontri: Veneto, Italia, Mondo

Cavarzere, Carnevale con i carri allegorici

Gli appuntamento proseguiranno fino al 23 maggio

Centro storico, 17,18 e 19 marzo

U

nche quest’anno il Carnevale si avvicina e Cavarzere si veste a festa con la sua ordinaria sfilata di Carti Aleggorici che annualmente richiama spettatori e partecipanti dentro e fuori il paese. IlCarnevale di Cavarzere ormai arrivato all 16esima edizione rientra nella routine della collettività che ogni anno aspetta la riccorenza. Anche quest’anno la parata si svolgerà in prossimità della festività del santo patrono, precisamente il 19 marzo. L’evento, organizzato come sempre dalla Pro loco, avrà la collaborazione e il patrocinio del Comune. La presidente, Lina Figoni, tiene a sottolineare l’aiuto inestimabile nella realizzazione dell’evento , da parte delle forze produttive del paese quali artigiani e commercianti. “Grazie al loro contributo, noi di Pro Loco, abbiamo consegnato loro un blocchetto di biglietti della lotteria di Carnevale del valore complessivo del contributo contenente buoni spendibili e consumabili nelle attività del comune, in modo da incentivare il commercio interno e la valorizzazione delle tante attività”. Il programma per domenica 19 marzo vede l’inizio della manifestazione alle 14.30 con la sfilata di carri allegorici provenienti da tutto il Veneto, successivamente verrà premiata la maschera più bella, il Carro Allegorico più bello, il gruppo mascherato e la scuola. Al termine verso le 17.30 si svolgerà l’estrazione della lotteria Non resta che aspettarsi un Carnevale magico, ricco di sorprese e divertimento.

na serie di incontri per riflettere sulla lingua italiana e sulla situazione linguistica del Veneto. È l’iniziativa dell’associazione Dante Alighieri di Rovigo che organizza la rassegna: “Veneto, Italia, Mondo: riflessioni sul repertorio linguistico tra passato, presente e futuro”. Gli appuntamenti iniziati a febbraio proseguiranno fino al 23 maggio a palazzo Roncale. Un ciclo di seminari pensato e valutato attentamente, come spiega Mirella Rigobello, presidente della Dante, grazie al contributo di Matteo Santipolo dell’Università di Padova. “Cinque incontri con nomi di rilievo che ci aiuteranno a pensare al nostro patrimonio linguistico”. Martedì 21 marzo 2017 l’incontro “Cantando in ‘talian’: valorizzazione del patrimonio immateriale linguistico e culturale dell’emigrazione veneta in Brasile attraverso la musica e i giochi” con Giorgia Miazzo (interprete/traduttrice); venerdì 7 aprile con Antonella Benucci (Università per Stranieri di Siena) “Lingue e culture del cinema italiano”. Mercoledì 10 maggio Matteo Santipolo (Università di Padova) parlerà di “Il rapporto tra italiano e dialetto nel Veneto d’oggi: tra storia, emozioni e politica linguistica”. Martedì 23 maggio 2017 appuntamento con Carla Marcato (Università di Udine) “Nomi di luogo del Veneto”.

A

crostoli passati al forno e cotti al forno fritelle alla crema, alla crema chantilly, zabaione e cioccolato

Cell. 393 9433694 Tel. e Fax 0426 357022 - Fax 0426 505025 panzampirolo@libero.it - www.panificiozampirolo.it


www.lapiazzaweb.it

Stil Bimbi di Fabbris M. Stella

Tel. e Fax 0426 320373

35

Seguci su Facebook

PORTO VIRO Loc. Donada (Rovigo) · Via Roma 20

PORTO VIRO Loc. Donada (Rovigo) · Via Roma 35

0-24 mesi · tutto per il corredino premaman · donna

abbigliamento 3-18 anni · casual, cerimonie, cresime comunioni

GRANDI NOVITÀ!

una Primavera tutta da scoprire con i nuovi OUTFIT

E per i vostri ragazzi PYREX … www.stilbimbi.it Donna

TANTISSIME NOVITÀ PER LE VOSTRE CERIMONIE!!! Taglie oltre la NOVITÀ DONNA CONFORMATA

Bimbi

novità:

46


36

il

Crucilibro

www.lapiazzaweb.it

Guardare le stelle di notte, comprendere la vita Le infinite vite della narrativa seminano la sensazione che anche la nostra esistenza possa essere non finita Kent Haruf

Edna O’Brien

Charlotte Link

Sharon Guskin

Addie, vedova

Fidelma, romantica e sognatrice

Simon, bellimbusto rimasto solo

Janie, una mamma single

Alter Ego

Louis, il suo vicino di casa

Vladimir, bieco impostore

Nathalie, ventenne disperata

Noah, un bimbo di 4 anni

Location

Holt, Colorado

Coonoila, cittadina irlandese

La Costa Azzurra

Luoghi sospesi

I piccoli gesti quotidiani

Abitanti del paese

Ragazze-prede

Jerome Anderson, psichiatra

Intrigo

I due protagonisti sono vedovi da anni e si conoscono da decenni. Una sera Addie fa visita a Louis per fargli una proposta scandalosa ma diretta: vuoi passare le notti da me? I due vivono ormai soli, spesso senza parlare con nessuno

Una notte d’inverno uno straniero raggiunge un villaggio sulla costa irlandese. Dice di essere un poeta e un guaritore, di avere erbe e pozioni per curare qualsiasi cosa. La cittadina tutta se ne innamora ma lui seduce Fidelma, la moglie sognatrice di un negoziante

Simon si ritrova solo, a dieci giorni da Natale: in vacanza sulle spiagge della Provenza, d’inverno, abbandonato da ex moglie, figli e nuova partner mancata. Qui si imbatte in una ragazzina braccata da poliziotti, mal nutrita e sporca e decide di aiutarla

Janie è una mamma single. Ha avuto Noah dopo una notte d’amore con un uomo sconosciuto. Il bimbo adesso ha quattro anni, è felice e dotato di una mente che è una vera e propria fabbrica di storie realistiche e coerenti

Finale

I figli sono lontani e gli amici molto distanti. I due anziani iniziano a frequentarsi di notte per chiacchierare e guardare le stelle. Inizia così una delicatissima storia di amore, coraggio e orgoglio

Vladimir è in realtà un ricercato pericoloso che dopo aver gravemente compromesso Fidelma la abbandona tragicamente allo scandalo. Lei ripara a Londra, sola, e poi all’Aia per seguire il processo a carico di Vladimir, il mostro

La storia di Nathalie è drammatica e comincia anni prima lontano da lì dove si trova ora e assomiglia a quella di altre ragazze-preda che sognavano un futuro ricco e felice, molto diverso dal destino che sono costrette a subire

Le stranezze di Noah vengono segnalate dalla scuola e Janie non può più evitargli la perizia psichiatrica. Sarà l’incontro col dottore l’evento che sconvolgerà per sempre la loro vita

Cosa dire del libro

Un romanzo magnifico, delicato e struggente. Una stupenda lettera d’addio dell’autore, morto di recente, ai suoi numerosissimi lettori

Un libro bellissimo, ardito e tagliente. L’ennesimo capolavoro di una delle più influenti e cosmopolite scrittrici del nostro tempo

Avvincente e sorprendente come sempre il nuovo thriller di Charlotte Link, la scrittrice tedesca che ha venduto in tutto il mondo milioni di romanzi

E’ una storia sbilanciata tra due mondi, tra la vita e la vita oltre la morte, che parla di reincarnazione ma non solo

Eroe/Eroina

Co-protagonisti

Leggere

Kent Haruf Le nostre anime di notte NNE, pp. 200 € 17.00

Edna O’Brien Tante piccole sedie rosse Einaudi, pp. 304 € 18.00

Charlotte Link La scelta decisiva Corbaccio, pp. 244 € 18.60

Sharon Guskin L’altro figlio Neri Pozza, pp. 352 € 18.00 A cura di Germana Urbani

SOLIDALI SI NASCE. E POI TI LAUREI, TI SPOSI... Per fermare la sclerosi multipla ogni occasione è buona.

Matrimonio, nozze d’oro e d’argento, battesimo, prima comunione, laurea, momenti speciali che possono essere resi unici e indimenticabili AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla con un gesto di solidarietà. www.aism.it - bomboniere@aism.it - Tel. 010 27131


www.lapiazzaweb.it

a

Tavola

37

Proposte per una cucina biologica, integrale, vegetariana, in sintonia con la natura Insalata di cappuccio al cumino Ingredienti: 600 g di cavolo cappuccio - 80 g di olive nere snocciolate - 2 C di semi di cumino - 4 C di limone - 2 C di olio - sale q. b.

Sformatini di grano saraceno

Fritelle di frutta

Ingredienti: 250 g di grano saraceno - 1 cipolla - 1 spicchio d’aglio - ½ broccoletto - un pizzico di: timo, maggiorana, origano - olio e sale q.b. (Attrezzatura: 4 stampini).

Ingredienti: 500 g di farina 150 g di zucchero - ½ bicchiere d’olio - 5 uova - 1 bicchiere di latte di riso - 1 pizzico di sale - 1 c di vanillina - 1 bustina di lievito - 500 g di frutta: ananas, mele, uvetta - olio per friggere.

Carmen Bellin Educatore Alimentare dell’Associazione Culturale La Biolca di Padova: tiene corsi e conferenze su alimentazione e cucina, collabora al mensile Biolcalenda, ha pubblicato Metti una sera a cena libro di ricette e consigli utili per una cucina in armonia con i ritmi della natura. LA BIOLCA · www.labiolca.it info@labiolca.it · tel. 049 9101155

Preparazione: lavare il cavolo, eliminare il torsolo e affettarlo a striscioline sottili. Tritare le olive e unirle al cavolo, aggiungere il succo di limone, l’olio, il sale e i semi di cumino. Lasciarlo macerare 10 minuti prima di servire.

Preparazione: cuocere il grano saraceno come da ricetta base con le cimette dei broccoletti, amalgamarlo con la cipolla tritata, il succo d’aglio, un pizzico di timo, l’origano, la maggiorana. Nel frattempo spennellare d’olio gli stampini, riempirli con il composto, compattarli bene, scaldarli a bagnomaria prima di servirli. Rovesciarli su ogni piatto e guarnire a piacere con una foglia di lattuga, dei filetti di carote o delle erbe aromatiche.

Nota Preparazione: tagliare la frutta a fettine sottilissime ed asciugarle bene. In una terrina preparare una pastella non troppo densa sbattendo le uova con lo zucchero, il sale, l’olio, il latte, la vanillina e la farina. Aggiungere da ultimo il lievito. Amalgamare bene, lasciare riposare il composto in luogo fresco per almeno un’ora. Passare quindi a friggere

La quantità degli ingredienti si riferisce a un menù tipo per 4 persone. Abbreviazioni usate: C = cucchiaio · c = cucchiaino g = grammo · kg = chilogrammo L = litro · dl = decilitro olio (quando non è specificato altro) = olio extra vergine di oliva q.b. = quanto basta. Informazione pubblicitaria

Associazione Quei e Quee del Caro

L

’Associazione Quei e Quee del Caro sceglie questo nome un po’ singolare, per riuscire a raggruppare assieme la parte maschile (che si occupa della costruzione del carro allegorico) e la parte femminile (che si occupa delle coreografie e dei balletti) e per dare inoltre una linea guida all’interno di questo progetto. Il nostro gruppo, è stato fondato ufficialmente a novembre 2016, dopo aver depositato lo statuto ed aver eletto il consiglio direttivo votato dai soci. Per circa 5 anni i componenti hanno lavorato alla realizzazione dei carri allegorici per conto delle suore di Ca’ Venier “Scuola dell’Infanzia Santa Caterina” per poter portare fondi alla scuola stessa (inizialmente infatti il gruppo è nato proprio all’interno di questa scuola). I temi dei carri sono stati: 2012 Greese - 2013 Cenerentola - 2014 Ape Maia - 2015 Peter Pan - 2016 Alice nel paese delle meraviglie. Il carro di quest’anno avrà invece come tema I SUPEREROI. A differenza degli anni scorsi, da quest’anno, con la creazione dell’associazione, non saranno più vincolati alle sole suore di Ca’ Venier (che

continueremo lo stesso ad aiutare), ma essendo un’associazione no profit, devolveranno in beneficenza il ricavato delle sfilate anche ad altre realtà bisognose. Inoltre collaboreremo a stretto contatto con altre associazioni locali a cui potremmo offrire il nostro aiuto, per qualsiasi manifestazione si voglia organizzare nel il nostro paese - ci dice Luca Veronese - portavoce dell’associazione. Assieme ad un altra associazione, Vivi Cavarzere, stiamo gettando le basi per portare in città, come in alcuni paesi limitrofi, la sfilata dei Carri Allegorici Notturna, l’8 luglio. Quella tradizionale si terrà invece il 19 Marzo a Cavarzere. Oltre a questa sfilata estiva, Quei e Quel del Caro è già stata contattata per partecipare alla realizzazione di altri eventi che si stanno programmando per il periodo estivo qui a Cavarzere. -Rimaniamo quindi sempre a disposizione per le associazioni che hanno bisogno di un aiuto- continua Luca,- e dopo che saremo riusciti a portare il carnevale d’estate per le vie del centro, organizzeremo sicuramente altri eventi ....le idee non mancano!

Seguiteci in tutto il Veneto nella nostra stagione! per aggiornamenti, modifiche e informazioni seguite la pagina Facebook “Quei e Quel del caro” Cell: per info 3408121168 - Luca Veronese

Seguiteci in tutto il Veneto nella nostra stagione! 26 febbraio: Bagnoli 5 marzo: Bottrighe 11 marzo: Codevigo in notturna  19 marzo: Cavarzere 26 marzo: Piove di Sacco 2 aprile: Conselve 23 aprile: Arzergrande 

29 aprile: Casalserugo 30 aprile: Loreo Maggio: Albignasego in notturna 25 giugno?: Rosolina mare in notturna 8 luglio: Cavarzere in notturna  30 luglio: Sottomarina in notturna


Oroscopo

38

l’

Ariete E’ il momento giusto per conoscere nuovi amici o coltivare i tuoi interessi personali. Concedetevi un viaggio

Toro Qualche difficoltà relazionale, in ambito sociale o familiare o con chi incontrate tutti i giorni. Attenzione, siate chiari

Febbraio Stelle positive quasi per tutti in questo secondo mese dell’anno. Regalano lucidità e capacità di pianificare, affrontare e risolvere

www.lapiazzaweb.it

Bilancia Sarete pieni di progetti ma a giorni anche demotivati e stanchi; vivaci e sorridenti ma anche polemici

Scorpione Qualche equivoco o tensione in famiglia, con gli amici o con le persone che vi circondano in altri ambiti

Gemelli

Sagittario

Arriveranno buone notizie, ti divertirai e farai una vita sociale vivace e dinamica. Nuova vita ai progetti personali

Finalmente un bel mese per voi! Una rinnovata vivacità attirerà gente nuova, che allargherà i vostri orizzonti

Cancro

Capricorno

Armatevi di pazienza perché, purtroppo, potreste incontrare un’atmosfera instabile e parecchio nervosa

Vi attraverseranno tensioni emotive destabilizzanti. Non fate scelte impulsive che potrebbero rivelarsi sbagliate

Leone

Acquario

Determinati e irruenti, attenti a quello che dite per evitare discussioni con le persone con cui lavorate o vi relazionate

Un mese eccellente: ci sarà posto per tutto, anche per qualche bella sorpresa che vi stamperà il sorriso sulle labbra

Vergine

Pesci

Passati i brutti momenti ora è tempo di ripresa ma rimanete con la guardi alzata, verso fine mese sono previste turbolenze

Molte situazioni che vi preoccupavano, si stanno risolvendo. Le stelle a febbraio vi vedono più rilassati


AGENZIA di ADRIA

IL MODO PIU’ VELOCE PER VENDERE O ACQUISTARE CASA LE NOSTRE PROPOSTE IMMOBILIARI

VENDESI In zona residenziale e tranquilla, Appartamento al piano 2° in contesto di sole 6 unità, composto da ingresso, cucina/soggiorno open space, 2 letti, bagno, terrazzo, garage e cantina. Classe energetica non definita. Euro 145.000 con mobilio RIF.A2379

VENDESI In zona Tomba, Casa accostata da entrambi i lati, disposta su due livelli, di ampia metratura, con cortile interno di proprietà completamente piastrellato. Classe energetica non definita. Euro 170.000 RIF. A2388

VENDESI Nelle immediate vicinanze del Duomo Appartamento al piano 2°, in ottime condizioni, garage di mq.25 e posto auto esclusivo. Classe energetica non definita. Euro 135.000 tratt. RIF.A2332

VENDESI A pochi minuti dal Duomo, Porzione di bifamiliare con ingresso, cucinotto, sala pranzo, salone, 3 letti, terrazzo, bagno., taverna, garage, orto ed ampio giardino ben curato. Classe energetica non definita. Euro 210.000 RIF.A2413

VENDESI VENDESI In zona Amolaretta ULTIMA PORZIONE di bifamiliare, disposta In zona Carbonara, Appartamento al piano 3° su fabbricato servito su due livelli con soggiorno/cucina, 3 letti con terrazzo, 2 bagni, da ascensore, composto da ingresso, cucina con terrazzo, soggiorgarage e giardino esclusivo. Ottime finiture, con possibilità di no, 2 camere da letto, ripostiglio, bagno con terrazzino e garage. personalizzarla. Info in agenzia Rif. A1443 Classe energetica non definita. Euro 125.000 RIF.A2421 VENDESI In zona residenziale e tranquilla, a pochi minuti dal Duomo, Villetta a schiera finale disposta su due livelli, con ingresso, soggiorno, cucina, 3 letti, 2 bagni, ripostiglio, garaVENDESI ge e giardino esclusivo. In zona Carbonara, Appartamento al piano 1°, in ottime condiClasse energetica non zioni, con ampio terrazzo, cantina e garage. Classe energetica definita. Euro 185.000 non definita. Euro 125.000 RIF.A2348

VENDESI

se energetica non definita. Euro 50.000 RIF.A2333

VENDESI In zona residenziale, Casa singola su due livelli, con ingresso, pranzo con cucinino, soggiorno, 2 letti, 2 bagni, disbrigo, cantina, centrale termica, ripostiglio, garage e giardino di proprietà. Classe energetica non definita. Euro 185.000 tratt. RIF.A2422

VENDESI Zona Cattedrale, Appartamento al piano 1° con soggiorno/ angolo cottura - open space, 2 letti, bagno, piccolo bagnetto, soffitta e garage. Classe energetica non definita. Euro 120.000 compresa la cucina. RIF.A1049

VENDESI In zona Coop, Schiera centrale di recente costruzione, in ottime condizioni, con garage, posto auto coperto e giardino esclusivo ben curato di circa mq.50. Classe energetica “E”. Euro 180.000 tratt. RIF.A2371

In zona Cattedrale Appartamento in buone condizioni, con ingresso, cucina, soggiorno, 3 letti, bagno e ripostiglio. Clas-

VENDESI A pochi passi dal centro storico, Porzione di bifamiliare disposta su due livelli, composta da ingresso, cucina, salotto, pranzo, studio, 3 camere da letto, bagno, veranda e giardino di proprieta’. Classe energetica non definita. Euro 160.000 RIF.A2450

VENDESI

Euro 150.000 RIF.A2357

VENDESI In zona centrale, Appartamento al piano 2° completamente ristrutturato, composto da entrata, cucina, soggiorno, 1 camera da letto matrimoniale, cantina e bagno. Classe energetica non definita. Euro 70.000 RIF.A1773

Schiera centrale disposta su tre livelli, con garage, taverna e giardino di proprietà su due lati. Classe energetica non definita.

RIF.A2283

VENDESI In località Amolaretta, n.3 bifamiliari di prossima costruzione, con progetto di edilizia sostenibile ad altissima prestazione energetica. Il progetto comprende anche la creazione di spazi comuni: parco giochi per bambini, orti, zona frutteto, locale ricreativo. Classe energetica A+++ Prezzo veramente interessante: Euro 169.000 RIF.A2402

PERIFERIA E COMUNI LIMITROFI

VENDESI CORBOLA. Appartamento al piano 2°, in ottime condizioni, composto da soggiorno, cucina, 3 camere da letto, bagno, terrazzo, garage e posto auto. Classe energetica non definita. Euro 80.000 RIF.A2444

CORBOLA. Appartamento al piano 1° composto da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto matrimoniali, terrazzo, 2 bagni e garage doppio di mq.45 . Classe energetica non definita. Euro 92.000 tratt. RIF.A2339

VENDESI VILLANOVA MARCHESANA. Casa accostata da entrambi i lati, composta da ingresso, cucina, soggiorno, 2 camere da letto, bagno ed ampio scoperto di proprietà. Classe energetica non definita. PREZZO AFFARE: Euro 29.000 RIF.A2019

VENDESI BELLOMBRA. Villa singola dotata di impianto aria condizionata e di allarme, con garage, lavanderia ed ampio giardino ben curato e completamente recintato. Classe energetica non definita. Euro 160.000 RIF. A2148

AFFITASI In zona ospedale, appartamento al piano secondo, completamente ristrutturato, con ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 letti, 2 terrazzi e due posti auto. Classe energetica non definita. Euro 470 mensili. RIF. A2265

AFFITASI In zona centrale Appartamento bilocale al piano primo, in buone condizioni, composto da soggiorno con angolo cottura, 1 camera da letto e bagno. Classe energetica non definita. Euro 420 mensili RIF.A0588

AFFITASI Appartamento bilocale al piano 1°, completamente arredato, composto da soggiorno con angolo cottura, 1 camera da letto, bagno e posto auto. Classe energetica non definita. Euro 400 mensili RIF.A0796

AFFITTASI In pieno centro Bilocale al piano 3°, completamente arredato, composto da soggiorno con angolo cottura, 1 camera da letto e bagno. Classe energetica non definita. Euro 380 mensili. RIF.A0077

ADRIA AFFITTI

AGENZIA DI ADRIA Tel. 0426 901385 e-mail: adria@gabetti.it Sito web: www.gabettiadria.it

Adria feb2017 n24  

Adria feb2017 n24

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you