Just Magazine Bergamo n. 10

Page 1

13-12-2018

13:49

Pagina 1

JUST MEN, MOTORS & LIFESTYLE • COVER STORY • PEREGO MOTORRAD “OVER THE TOP!”

Men Robin Shelbourn Mario Carrara BERGAMO

MEN, MOTORS & LIFESTYLE

Special JUST

“EICMA 2018” “Milano AutoClassica 2018”

Green Revolution Green Revolution • Iperauto Bergamo Faro Store Auto • Gruppo Carmeli smart Center Bergamo • Farioli

Motors Scuderia Blu Iperauto Bergamo Lodauto • Supercar FordStore Bluberg Radaelli • Baccanelli Innocenti Mini Turbo De Tomaso

Lifestyle Red Carpet Equipe Solutions

Periodico semestrale - Anno IV - N° 10

Copia omaggio

COVER JUST Nr. 10:JUST NR. 01

Cover Story • Perego Motorrad • BMW R 1250 GS

“Over the top!”

Periodico semestrale - Anno IV - N° 10

www.just-magazine.it




JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 2


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 3


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 4


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 5


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 6


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 7


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 8


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 9


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 10


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 11


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 12


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 13


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 14


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 15


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 16


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 17


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 18


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 19


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:08

Pagina 20


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:09

Pagina 21

Editoriale di Giovanni Volpe

La rivoluzione è iniziata, anche per noi!

MEN, MOTORS & LIFESTYLE

ensate che parlare di “rivoluzione” sia eccessivo? E in quale altro modo potrebbe essere definita l’ascesa sempre più inesorabile di vetture, motociclette e bikes all’interno delle quali batte un “cuore” pulito, sia esso ibrido o completamente elettrico?

P

Come definire l’affannosa corsa alla pressoché totale e ingiusta demonizzazione del diesel, carburante al quale sempre più frequentemente ed erroneamente si imputa il fatto di inquinare in maniera eccessiva? Che dire, poi, dei diversi studi secondo i quali, per quanto sia senza dubbio vero che l’utente medio alla guida di un mezzo elettrico inquini in maniera irrisoria l’ambiente circostante, in realtà quelle stesse batterie durante il loro ciclo vitale medio – dalla produzione allo smaltimento – inquinino più di un di un veicolo alimentato da carburanti tradizionali? Come interpretare la decisione da parte di importanti costruttori, in alcuni casi già concreta, di non produrre più vetture a gasolio, proponendo alla potenziale clientela di scegliere necessariamente solo tra benzina e ibrido? Persino all’EICMA quest’anno sono spuntate come funghi motociclette completamente elettriche e capaci di buone autonomie; su tutte quella forse più paradossale, una Harley Davidson: ve lo immaginate un americano DOC come Bruce Springsteen, un simbolo a stelle e strisce, che cerca di intonare l’inno USA davanti a milioni di persone ma, improvvisamente, si scopre del tutto afono? E, per concludere, come definire la straordinaria esplosione della produzione di biciclette di ogni genere, misura e prezzo, dotate di un motore elettrico capace di assistere la pedalata del ciclista, permettendogli così di affrontare tracciati che le sole gambe magari non potrebbero più reggere? Quella che sta per scoppiare e che in qualche modo è da tempo già in corso, è una vera e propria rivoluzione della mobilità, ma affinché possa avere un senso, avere successo, dovrà presupporre anche, se non soprattutto, un radicale cambiamento a livello culturale. Un cambiamento epocale a mio modo di vedere, del tutto senza precedenti che, già dal 2019 e per diversi anni a venire, cambierà gradualmente e per sempre il mercato e la nostra quotidianità. Non so in che modo tale rivoluzione potrà inizialmente incidere in un Paese fragile e, diciamolo, per certi versi culturalmente, tecnologicamente e infrastrutturalmente indietro come il nostro. A questa enorme rincorsa all’elettrico corrisponderà dunque anche una massiccia diffusione delle indispensabili colonnine per la ricarica? E se sì, assisteremo anche in questo caso a uno spietato sciacallaggio con una corsa al rialzo dei prezzi – anche di quelli di energia elettrica e di ricarica – da parte di quello stesso Stato che, qualche tempo fa, trasformò per la gente comune il passaggio dalla lira all’euro in una sciagura, invece che in una grande opportunità da prendere al volo? Io per primo fatico a trovare una risposta definitiva ma la rivoluzione è iniziata, è inarrestabile e il 2019 sarà in tal senso un anno molto importante nel mondo dell’auto e non solo… Dopo il fenomeno Tesla, i più importanti costruttori europei, in linea con i colossi orientali decisamente più sul pezzo, sembrano infatti pronti a rilanciare la sfida, a correre instancabilmente per riconquistare quanto prima quel predominio intellettuale, prima ancora che tecnologico, che avevano sempre avuto. Staremo a vedere… Io, attraverso le pagine di JUST, e non solo, sarò qui a raccontarvela questa rivoluzione… Lo farò innanzitutto cambiando la nostra rivista che, già a partire da questa stessa edizione – con l’introduzione della nuova sezione “Green Revolution” – cambierà radicalmente, vedrete! Ebbene sì, la rivoluzione è iniziata, anche per noi!

21

Editoriale


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

16:20

Pagina 22

Men 26 | Special JUST EICMA 2018

Sommario 54 | Robin Shelbourn “Dopo l’incubo... l’incanto!” “The enchantment after the nightmare!”

“EICMA 2018: proiettati nel futuro!”

42 | COVER STORY Perego Motorrad BMW R 1250 GS “Over the top!”

36 | Special JUST Milano AutoClassica 2018

62 | Mario Carrara “Vi presento Il Vice”

“Milano AutoClassica: un accessibile viaggio nel tempo”

22

Sommario


o

JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:10

Pagina 23

Green Revolution 68 | Green Revolution “La risposta europea a Tesla”

72 | Provata da... Maurizio Claudio Ortolani Jaguar I-Pace Iperauto Bergamo

80 | Tesla Model X P100D Faro Store Auto “K.I.T.T. ... non sei nessuno!”

88 | Nissan Leaf Gruppo Carmeli “Una Nissan che farà tendenza...”

“Una vera Jaguar... venuta dal futuro”

23

Sommario

94 | smart forfour electric drive - smart Center Bergamo “Silenzio... ora ci si diverte!”

98 | KTM Freeride E Farioli “Silenzio... si gira!”


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:11

Pagina 24

Motors 104 | Maserati Levante Scuderia Blu “Ora il SUV del Tridente punge davvero!”

126 | Nuova Peugeot 508 GT Line - Supercar “Il Leone torna a ruggire!”

112 | Volvo V60 D4 Iperauto Bergamo

140 | SsangYong Tivoli Radaelli “Tivoli, la SsangYong più amata dai bergamaschi!”

148 | Baccanelli “2019... l’anno della svolta!”

“Station? Noi ci crediamo!”

120 | Nuova Mercedes Classe C Coupé Lodauto “Seconda giovinezza”

134 | Nuova Ford Focus FordStore Bluberg “Non era mai stata tanto a Focus!”

24

Sommario

154 | Brutte & Cattive Innocenti Mini Turbo De Tomaso “MI 13357T”


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

16:35

Pagina 25

Lifestyle 160 | JUST RED CARPET Iperauto Bergamo

170 | JUST RED CARPET Il Vice “Il Vice: la novità che c’è già!”

“Una serata piacevolmente... sostenibile!”

174 | Equipe Solutions

164 | JUST RED CARPET Faro Tower

“Solo soluzioni di qualità”

“Faro Tower: anche Bergamo avrà il suo ‘bosco verticale’”

25

Sommario


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:11

Pagina 26

Special JUST EICMA 2018 “EICMA 2018: proiettati nel futuro!” di Giovanni Volpe • ph Davide Crescenzi

’edizione 2018 di EICMA, la più importante fiera del mondo dedicata alle due ruote ha, come di consueto, rappresentato il palcoscenico ideale per la presentazione di diverse interessanti novità, ma, fra i padiglioni, si è respirato anche un poco di quell’aria di novità, di futuro e di sostenibilità che sta ormai sempre più cambiando il mondo globale della mobilità. Non stupisce, dunque, che tra vere e proprie opere d’arte come la Ducati Panigale V4 R – moto che con il kit racing raggiunge la potenza di ben 234 cv e permette allunghi fino a 16mila meravigliosi giri al minuto – o la BMW S1000 RR, o ancora, come il concept da sogno MV SUPERVELOCE 800 o le più terrene Brutale 1000 Serie ORO e rediviva Suzuki Katana, a fare scalpore e carpire attenzione e curiosità del pubblico sia stata la prima HD elettrica della storia. Ebbene sì, tra un Ténéré e una KTM 790 ADVENTURE, è sbucata lei, la Harley-Davidson Liverwire, una belva silenziosa dal look inconfondibilmente H-D che, al posto dell’intramontabile bicilindrico, sfoggia invece enormi batterie. Anche il mondo delle due ruote sta cambiando, paradossalmente senza far rumore, e con esso, tra bolidi elettrici e miriadi di e-bike, cambia e cambierà anche EICMA; una cosa, fortunatamente, siamo certi rimarrà intatta, la magia di una rassegna oggi più che mai proiettata nel futuro!

L

26

EICMA 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:11

Pagina 27

27

EICMA 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:11

Pagina 28

28

EICMA 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:11

Pagina 29

29

EICMA 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:11

Pagina 30

30

EICMA 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:11

Pagina 31

31

EICMA 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:12

Pagina 32

32

EICMA 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:12

Pagina 33

33

EICMA 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:12

Pagina 34

34

EICMA 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:12

Pagina 35

35

EICMA 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:12

Pagina 36

Special JUST Milano AutoClassica 2018 “Milano AutoClassica: un accessibile viaggio nel tempo” di Ivan Scelsa

n’ampia mostra mercato per valorizzare la memoria storica delle Case automobilistiche, molte delle quali presenti con l’heritage dei loro modelli più rappresentativi accanto alle proposte più attuali. L’attenta selezione di vetture classiche, in linea con l’eleganza e l’esclusività che contraddistinguono la manifestazione milanese, spazia dai ruggenti anni Venti ai primi anni del nuovo millennio, con una forte presenza di modelli degli anni Sessanta, Settanta ed Ottanta. Milano AutoClassica riunisce un numero sempre crescente di collezionisti ed appassionati di motori che, nonostante la manifestazione venga programmata pochi giorni dopo quella di Padova, non smette di attirare a sé lo sguardo attento di chi si avvicina alle vetture classiche per la prima volta tanto quanto di chi è alla ricerca del sogno proibito e del giusto ricambio per la sua old timer. In fondo, poi, bastano anche solo 5mila euro per intraprendere un viaggio nel tempo. La felice contaminazione tra passato, presente e futuro attrae i cultori dell’automobile di ogni età e tempo, tutti accomunati dalla medesima passione: dall’asta Milano Racing & Sports Cars ai tanti professionisti di settore cui rivolgersi presenti con una selezione di vetture. Nell’anno della celebrazione per i 70 anni di Porsche, nell’area Lounge, è stata offerta agli appassionati una selezione di dieci vetture iconiche, auto che hanno scritto la storia del marchio come le versioni Carrera del modello 356, nate per le competizioni ed i modelli 911 RS dalla vocazione corsaiola. E ancora: le tre regine, i modelli che interpretano la massima espressione sportiva della Casa di Stoccarda: Porsche 906, Porsche 550 RS Spyder e Porsche 356 A Carrera GS/GT Speedster, vetture solitamente inaccessibili a chi non frequenta i circuiti di Laguna Seca in California o di Le Mans in Francia. Poi Bentley, McLaren, Lotus, Alpine, il Museo Alfa Romeo ed il Museo Ferrari, quest’ultimo in un apprezzabilissimo ed elegantissimo spazio strutturato per immergersi a pieno nel mito del Cavallino. Qualcuno avrà parlato anche di edizione sotto tono. Sarà, ma quante belle auto!

U

36

Milano AutoClassica 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:12

Pagina 37

37

Milano AutoClassica 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:12

Pagina 38

38

Milano AutoClassica 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:12

Pagina 39

39

Milano AutoClassica 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:12

Pagina 40

40

Milano AutoClassica 2018


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:12

Pagina 41


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:12

Pagina 42

42

Cover Story


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 43

Cover Story - Perego Motorrad BMW R 1250 GS “Over the top!” di Giovanni Volpe • ph Giandomenico Papello • tester e modella per un giorno Babila Capovilla

uai fermarsi a quei circa 50cc in più di motore per raccontare la nuova BMW R 1250 GS, la prima protagonista a due ruote di un’edizione invernale di JUST. C’è infatti molto di più sotto la pelle di questa edizione 2019 del best-seller di BMW che, pur senza darlo quasi a intendere a livello estetico, presenta in realtà una bella lista di migliorie meccaniche e inedite raffinatezze ciclistiche atte a renderla se possibile ancor più efficace, pratica e godibile in ogni condizione. Ma torniamo un istante al design del nuovo GS, l’elemento di fatto più conservativo di questo MY ’19; eccezion fatta per alcuni piccoli dettagli delle carene, per la comparsa della sigla HP a identificare quella che fino a poche settimane fa era la Rally, e per le inedite colorazioni disponibili, il GS non cambia e rimane orgogliosamente fedele alla sua sempre più vincente immagine, tra l’altro adottando, ora di serie, lo scenografico quadro strumenti TFT e i fari con tecnologia Full LED. A cambiare decisamente di più sono invece meccanica e comparto tecnico del nuovo GS. Come inequivocabilmente anticipato dalla sua sigla identificativa, i cc dell’intramontabile Boxer BMW sono ora circa 1250 con una potenza che raggiunge quota 136cv a 7750 giri/min. mentre la coppia sale a 143 Nm a 6250 giri/min.

G

43

Cover Story


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 44

Numeri importanti ottenuti introducendo per la prima volta un moderno e super efficiente sistema di fasatura variabile delle valvole denominato ShiftCam. Si tratta di un sistema moderno che, se da un lato permette al nuovo GS di rispettare le restrittive norme antinquinamento Euro5 producendo di fatto la metĂ di anidride carbonica di un propulsore Euro4, allo stesso tempo vanta un funzionamento “intelligenteâ€?: apertura e chiusura delle valvole si regolano infatti automaticamente, assecondando simultaneamente il livello di apertura del gas da parte del pilota, quindi capendone in tempo lo stile di guida adottato.

44

Cover Story


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 45

45

Cover Story


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 46

46

Cover Story


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 47

Altra pregevole novità è costituita dal DBC, il controllo dinamico della frenata, ovvero la possibilità, una volta in sosta, di azionare una sorta di freno di stazionamento semplicemente premendo a fondo la leva del freno anteriore. E, ancora, l’HSC ovvero un vero e proprio sistema elettronico anti-arretramento, davvero prezioso soprattutto nei più estremi casi di partenza in salita. Su strada, lungo i tortuosi e umidi tracciati che abbiamo scelto per questa prova in collaborazione con la concessionaria BMW Perego Motorrad, il GS 2019 si è dimostrato incredibilmente agile, pronto, super elastico, veloce e sicuro in ogni condizione.

47

Cover Story


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 48

Parola di Babila Capovilla, la nostra tester d’eccezione che, pur per la prima volta in sella a un GS per di più lungo strade che non conosceva, ha impiegato molto poco a prendere confidenza con questa HP che ha poi guidato alla grande, come si confà a un pilota con la “P” maiuscola come lei.

48

Cover Story


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 49

49

Cover Story


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 50

50

Cover Story


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 51

Babila Capovilla “Adoro le mie moto… e Babila è il mio nome!” Tester esclusiva di JUST, in sella alla nuova BMW R 1250 GS, è Babila Capovilla, oggi imitatissima ma inarrivabile biker e blogger, una dura e pura delle due ruote che ama definirsi irrequieta, instancabile e ideatrice ma, soprattutto, mamma di Achille e compagna di Albi. Dalla forte passione per le moto è nato RAUR, acronimo di Ride As You Are. Uno stile di vita che esprime in maniera precisa il suo carattere guerriero e selvaggio ma certamente femminile! Tutto ebbe inizio nel 2013 quando, per gioco, dopo anni passati a scorrazzare in sella a ogni genere di mezzo a due ruote con Albi, Babila decise di fotografarsi e di iniziare così a raccontare storie di moto in un modo diverso, del tutto fuori dal comune. Non contenta, com’è giusto che si senta ogni donna con la “D” maiuscola, Babila iniziò anche ad allenarsi duramente e incessantemente, per diventare una pilotessa di Flat Track. Naturalmente ci riuscì! E, proprio nel corso del 2018, ha partecipato ad alcune tappe di Overthetop, di Coppa Italia e del Campionato Italiano, peraltro con grandi soddisfazioni personali. Nella quotidianità, Babila, oltre a essere una “super donna comune”, dedica moltissimo tempo al mondo dei motori, sempre però rispettando le esigenze della sua famiglia, cercando dunque di vivere questa sua smisurata passione nel modo più inclusivo possibile. Ecco perché Babila, Achille e Albi sono unici, sono la “RAURfamily”!

PEREGO MOTORRAD Tel. 035 203241 - www.perego.bmw-motorrad.it

51

Cover Story


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 52

Via Cesare Correnti, 23 - Bergamo Tel. 035 42.03.011 - www.iperauto.it


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 53

Men Robin Shelbourn

Mario Carrara

53


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 54

54

Men


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

14:19

Pagina 55

Men - Robin Shelbourn Regine di ieri - Ferrari Mondial “Dopo l’incubo... l’incanto!” “The enchantment after the nightmare!” di Giovanni Volpe • ph Giorgio Sorti • traduzione Luisa Ardigò

estaurare vecchie automobili può essere impegnativo, ma restaurare una vecchia Ferrari è un’altra cosa. Il progetto è stato un incubo dall'inizio fino alla fine, ma quando è finito, WOW qualcosa di bello ha ripreso vita. Tutto è iniziato nel 2015 quando ho comprato, da chi poteva essere un rivenditore rispettato a Firenze, qualcosa che sembrava una mezza decente autovettura con guida a destra, registrata nel Regno Unito come Ferrari Mondial Quattrovalvole, ma quanto mi sono sbagliato! La mia idea era di portare l’autovettura in Gran Bretagna per divertirmi durante l’estate, poi venderla e fare qualche sterlina. L’auto è stata presa in carico da Giallo Corsa e portata nella loro autofficina vicino a Bergamo dove ho scoperto la vera essenza del mio incubo. Sotto l'esterno lucido c’era un’auto rimodellata con carta e stucco (una pasta tipo cataloy) o una sostanza che sigillava la carrozzeria. L’auto sarebbe dovuta pesare 50 kg in più rispetto ad una nuova. È rimasto scioccato quando ha scoperto che qualcuno aveva potuto fare una cosa del genere ad una Ferrari? No, noi l’abbiamo rattoppata e messa in un’autorimessa in Inghilterra. Quando ha deciso di fare un ripristino completo con dadi e bulloni alla vettura? Non lo feci. Per cominciare, l'idea era di riparare la parte inferiore della carrozzeria, ordinare il vano motore e rinfrescare l'interno. Cosa è cambiato? Più ci addentravamo nell’auto e più problemi trovavamo, e così via. Quindi che cosa è cambiato? Qualsiasi cosa si dica sulla Mondial, dopo tutto è una Ferrari e sarebbe stato imperdonabile non riportare in vita un Cavallo Rampante. Ha desiderato di non aver mai iniziato questo progetto? Sì, tutte le volte che si possono immaginare, abbiamo trovato problemi su problemi. Ho avuto incubi, una volta mentre ero in officina, ho minacciato di bruciarla, fortunatamente in Italia avevo un buon amico, un assennato italiano (un vero gallese) chiamato Giuseppe Algieri che mi ha fatto andare avanti amando spendere i miei soldi. Siete ancora amici? Sì. Quando sono terminati gli incubi ed è iniziato l’entusiasmo? Quando ho visto la qualità e la bravura della carrozzeria dei fratelli Algeri (F.lli Algeri in provincia di Bergamo). Un giorno quando sono andato a trovarli, ho visto come avevano riparato una delle porte, tutto il metallo arrugginito e marcio era stato tolto e ricostruito con un nuovo metallo, la riparazione è stata di prima classe e nessun sigillante, solo un nuovo metallo pronto per la verniciatura.

R

55

estoring old cars can be challenging, restoring an old Ferrari is something else. The project was a nightmare from start to finish, but when finished WOW a thing of beauty was reincarnated. It all started back in 2015 when i bought what looked like a half decent right hand drive, UK registered Ferrari Mondial Quattrovalvole from what looked like a respected dealer in Firenza, how wrong i was. My idea was to bring the car back to the UK have some fun with it through the summer then sell it and make a few quid. The car was collected by Giallo Corsa and taken to their facility close to Bergamo which is where i discovered the true extent of my nightmare. Under the shiny exterior hid a car remodelled with paper and stucko (Italian for cataloy paste) or in the trade body filler. The car must have weighed 50 kilos more than when new. Was you shocked to discover someone could have done this to a Ferrari? No, we have back street bodge it and scarper garages in England as well. When did you decide to do a complete nut and bolt restoration on the car? I didn’t it just evolved. To start with the idea was to repair the bottom half of the body work, tidy the engine bay and freshen up the inside. So what changed? The more we got into the car the more problems we found, it just went on and on. So what changed? Whatever you say about a Mondial it is after all a Ferrari and the thought of not bringing this prancing horse back to life would have been inexcusable. Did you ever wish you had never started this project? Yes more times than you can imagine, we kept finding problem after problem, i was having nightmares about it, one time whilst at the body shop i threatened to burn it, fortunately i had a very good friend in Italy, a sane Italian (well welsh really) called Giuseppe Algieri that kept me going, and loved spending my money. Is he still a friend? Yes. When did the nightmares start to end and excitement begin? When i saw the quality and craftsmanship at the carrozzaria (bodyshop) of the Algeri brothers (F.lli Algeri Province di Bergamo). One day when visiting them i saw how they had repaired one of the doors, all the rotten and rusted metal had been cut away and rebuilt with new metal, the repair was first class and no filler, just new bare metal ready for painting.

R

Men


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 56

Come li ha trovati? Li conosceva prima? No, mi sono stati suggeriti da Gianni e Marzia i proprietari di Giallo Corsa la rimessa che si occupava di questo progetto. Come li ha trovati? Il mio amico, il gallese Giuseppe Algieri. Lui li conosceva? Sì anche lui ha una Ferrari e loro se ne sono presi cura. Quindi tutto ciò si è potenziato con un passaparola, un amico conosce un amico? Sì lo stesso modo in cui noi facciamo le cose in Inghilterra. Quindi si è potuto rilassare, gli incubi stavano finendo, ma fino ad ora non ha spiegato la parte meccanica del lavoro. Quando ho visitato l’autofficina, stavo all’albergo Res 57 a Orio al Serio. Non avevano un ristorante, ma la famiglia di Giuseppe sì, Lo Scalo dei Sapori a Orio. Abbiamo cenato insieme una sera, abbiamo bevuto troppo ed il resto è storia. La decisione è stata presa per far ritornare questa vettura un cavallo rampante, cosa che sarebbe stata per sempre. Andò tutto secondo i piani? No. Quale è stato il problema? Non era il problema o i problemi che ci aspettavamo da un lavoro così grande, ma il tempo, ci voleva più tempo di quanto immaginassimo. Che cosa intende? L’avanzamento era lento. Questa era la prima riparazione che avessi fatto. Stavo lavorando con persone che conoscevo da poco. Il lavoro sulla struttura occupava molto tempo, e loro mi dicevano che Roma non era stata costruita in un solo giorno, ed abbiamo avuto molte discussioni per come si fanno le cose in Inghilterra e come si fanno in Italia. Per quanto io dicessi o strillassi, non faceva nessuna differenza, loro andavano per la loro strada. Così ha accettato? Non avevo scelta, ero io contro troppe persone. In ogni modo è passato, quando ho visto la scocca riparata (senza nessun sigillante) pronta per essere riverniciata con le specifiche della Ferrari. È stato contento del lavoro di verniciatura? Sì è stato un lavoro di prima classe, le foto parlano da sole.

56

How did you find you find them, did you know of them before? No, they were recommended by Gianni and Marzia owners of Giallo Corsa the garage looking after this project. How did you find them? My good friend the Welshman Giuseppe Agieri. Did he know them? Yes, he too has a Ferrari and they look after it for him. So all this evolved out of a friend knowing a friend? Yes the same way we do things in England. So you are now becoming more relaxed about things, the nightmares have ended, you haven’t explained yet about the mechanical side of things. When visiting the workshop i stayed at the Res hotel 57 in Orio al Serio, they don’t have a restaurant but Giuseppe’s family do, Lo Scalo dei Sapori in Orio. We all had dinner there one night, had a bit too much wine and the rest is history. The decision was made to turn this car into a beautiful Prancing Horse, something that would be a one off. Did it all go according to plan? No. What was the problem? It wasn’t a case of a problem or problems they were expected on such a big job, it was more the time it was taking. What do you mean? Progress was slow. This was the first restoration i had done i was working with people i was only just getting to know. The body work took a long time, they kept telling me Rome wasn’t built in a day, we had many discussions about how we did things in England against how things were done in Italy, whatever i said or how much i shouted it made no difference they did it their way. So you accepted it? I had no choice, it was me against too many. Anyway that all past when i saw the body shell all repaired [no filler] sandblasted and ready for a full bare metal respray to Ferrari specifications. Was you pleased with the paint job? Yes it was first class, the pictures speak for themselves.

Men


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:13

Pagina 57

57

Men


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:14

Pagina 58

58

Men


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:14

Pagina 59

Quindi quale è stata la mossa seguente? Mentre la scocca era rimossa Gianni (Giallo Corsa) ha cominciato il lavoro meccanico. Il motore e la scatola del cambio sono stati scrostati e ricostruiti con parti nuove, tutta la tappezzeria era arrivata, le parti nuove erano arrivate e tutto era pronto per essere ricostruito o così almeno pensavo. Che cosa intende? La vettura è dovuta andare a Modena per la nuova tappezzeria, per misurare la fodera in Alcantara e poi tornare indietro in officina per fissare il tetto parasole. L’incubo era ricominciato. Quanto tempo hanno impiegato questa volta? Non tanto, siamo andati al ristorante, abbiamo bevuto ancora del vino e tutto era a posto per il giorno successivo. Quindi quando la vettura è potuta finalmente tornare al Giallo Corsa che cosa è successo? Gianni (il perfezionista) e la sua squadra hanno iniziato il lavoro, il tempo di prendere un caffè di Marzia e l’auto ha cominciato a prendere forma. Era tutto? No, quando ho visto prendere forma, ho cominciato ad aggiungere e cambiare cose. Che cosa ha cambiato? Ho voluto mettere il mio marchio, ruote differenti, servosterzo, fibra in carbonio su alcune parti, un sistema di scarico modificato e così via. Come ha tranquillizzato Giallo Corsa? Avevamo bisogno di più vino. Allora ora che è tutto finito, è felice? Assolutamente si, è un'opera d'arte, un capolavoro, una vecchia Mondial alla quale nessuno dava una seconda occhiata, è stata trasformata in un’auto speciale, un’auto nuova per una collezione. Crede che la gente darà un’occhiata come fa lei? Prima di essere riportata in Inghilterra l’ho presa per fare un test su strada ed ero imbarazzato per quanta gente la fissasse e facesse domande: che cosa è ? È fantastica. Farebbe restaurare un’altra auto a Giallo Corsa? Sì senza dubbi, credo in loro al cento per cento, sono onesti e hanno fatto un lavoro professionale, è stato un piacere lavorare con loro ed il caffè di Marzia è buono.

59

So what was the next move? While the shell was away Gianni (Giallo Corsa) had been getting on with the mechanical side of things. The engine and gearbox had been totally stripped down and rebuilt with new parts, all new upholstery had arrived, most of the new parts had arrived so it was ready for rebuilding, at least that’s what i thought. What do you mean? The car had to go to Modena to have the new carpets made, measured up for the alcantara head lining and then back to the body shop for the sun roof to be fitted, the nightmare’s start again. How long did they last this time? Not long, we went to the restaurant again drank some more wine and it was all ok the next day. So when the car finally got back to Giallo Corsa what next? Gianni (the perfectionist) and his team started work, Marzia kept the coffee coming and the car started to take shape. Was that it? No, once i saw it starting to take shape i started to add things, change things, extras we could say. What did you change? I wanted to put my stamp on it, different wheels, power steering, carbon fibre on certain parts, modified exhaust system and so on and so on. How did that go down with Giallo Corsa? We needed some more wine. So now it’s all finished, are you happy with it? Absolutely it is a work of art, a masterpiece, it has turned an old Mondial that nobody gives a second glace into a very special one off car, a new car fit for a collection. Do you believe people will give it a glance as you put it? Before it was transported back to England i took it for a road test, i was embarrassed at the amount of people staring at it, and the questions, what is it, that looks fantastic. Would you restore another car with Giallo Corsa? Yes without question, i trust them one hundred percent to turn out an honest and professional job it was a pleasure to work with them, and Marzia’s coffee is good.

Men


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:14

Pagina 60

60

Men


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:14

Pagina 61

GIALLO CORSA Tel. 035 346867 - www.giallocorsa.it

61

Men


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:14

Pagina 62

62

Men


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

16:18

Pagina 63

Men - Mario Carrara “Vi presento Il Vice” di Giovanni Volpe • ph Giandomenico Papello

mpossibile non notare la piccola e simpaticissima Toyota iQ elegantemente brandizzata, parcheggiata davanti a quello che per anni tutti noi abbiamo chiamato ViceeVersa ma che oggi, con il solo Mario Carrara al timone, si chiama semplicemente Il Vice. Il noto locale di Curno, dopo quindici anni, cambia nome e, senza ovviamente rinnegare le proprie origini, si evolve come ci ha spiegato il suo storico volto e anima, Mario Carrara. Mario, innanzitutto, perché semplicemente “Il Vice”? Perché in fondo un po’ tutti hanno sempre chiamato così il nostro locale e poi perché è senza dubbio più immediato; dopo quindici bellissimi anni trascorsi dietro il bancone del ViceeVersa con mio fratello Giovanni, abbiamo di comune accordo deciso di confrontarci individualmente e diversamente con questa professione. Immagino si tratti per te di un cambiamento non di poco conto… In effetti è proprio così Il Vice, oltre che una piccola grande sfida a livello professionale, rappresenta in qualche modo la mia vita e, ormai superati i quaranta, era importante trovare nuovi stimoli tutti miei, dare per certi versi una svolta; ecco come nasce Il Vice. Cosa cambia e qual è la nuova identità del Vice? In questo locale abbiamo sempre puntato sulla qualità; qualità intesa senza dubbio come livello dei prodotti offerti ma, nondimeno, qualità del servizio e quanto più possibile anche dei rapporti umani che naturalmente si instaurano tra staff e clienti.

I

63

Men


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:14

Pagina 64

Ecco, con Il Vice, l’impegno che ho da subito inteso profondere, va proprio nella direzione di un’ulteriore e costante crescita del livello qualitativo del mio locale. Raccontaci il tuo nuovo Vice… A livello estetico e di immagine, Il Vice è cambiato nelle tinte interne, abbiamo donato un nuovo look al bancone attraverso un inedito rivestimento in metallo lavorato e, ovviamente cambiato insegne e divise dello staff che, oggi, è composto da ben dieci collaboratori. Novità importante per un locale frequentato come Il Vice è senza dubbio la scelta di un nuovo caffè; in questo senso ho puntato se possibile ancor di più sulla qualità optando per Caffè Izzo, un vero caffè napoletano che ora prepariamo con una macchina a leva tutta manuale: il risultato è ottimo, credetemi, ma adesso per fare un buon caffè, bisogna metterci del proprio! So che da qualche tempo sei molto attivo anche nei social… Proprio così! Sto in effetti lavorando e spingendo molto con i social; realizzo qui al Vice almeno un video al giorno che poi faccio girare in Facebook e Instagram; a volte può essere un semplice “buongiorno”, molto spesso, invece, promuovo nuovi prodotti, annuncio serate ed eventi speciali che

organizziamo qui al Vice, e invito gli appassionati di calcio a fare un salto da noi, per vedere in compagnia la partita della squadra del cuore su Sky o Dazn. Forse è prematuro chiedertelo già ora, ma che cosa ha in serbo Il Vice per questo 2019 ormai alle porte? Sto lavorando in maniera serrata alla nuova carta dei vini che sarà pronta a breve e nella quale figureranno anche alcuni pregiati champagne; inoltre promuoverò ancor di più il piano superiore del Vice, oltre 200 mq ben attrezzati, ideali dunque per organizzare feste private con open bar e ristorazione, ma anche colazioni e pranzi di lavoro con tanto di proiettore professionale, ideali per aziende che, al proprio interno, non siano strutturate in tal senso. Infine, come rispondono Mario Carrara e il suo nuovo Vice, alla agguerritissima concorrenza di una zona battuta come quella di Curno? Semplicemente essendo me stesso e continuando a esserlo! Per me, il mio staff e la nostra clientela contano molto i rapporti umani; non baratterò mai questo aspetto con qualche cliente in più, voglio che Il Vice continui a essere una sorta di “seconda casa”, un luogo personale, accogliente, nel quale tutti possano trascorrere una pausa in pieno relax, gustando prodotti di qualità, e semplicemente restando se stessi!

IL VICE - BAR, CAFFÈ, GELATERIA Tel. 035 4376452 - www.ilvice.it

64

Men


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:14

Pagina 65

65

Men


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:14

Pagina 66


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:15

Pagina 67

Green Revolution Green Revolution

Tesla Model X P100D Faro Store Auto

smart forfour electric drive - smart Center Bergamo

Provata da... Maurizio Claudio Ortolani Jaguar I-Pace Iperauto Bergamo

Nissan Leaf Gruppo Carmeli

KTM Freeride E Farioli

67


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:15

Pagina 68

Green Revolution “La risposta europea a Tesla” di Giovanni Volpe

opo il guanto di sfida lanciato ormai da qualche tempo dall’americana Tesla e la risposta recente di Jaguar con la commercializzazione della sua prima vettura full-electric, la i-Pace, anche altri importanti costruttori europei hanno reagito e, tra la fine del 2018 e nell’arco di tutto il 2019, saranno diversi i modelli a impatto zero che arriveranno sulle nostre strade. Ecco alcune delle più importanti novità.

D Audi e-tron

a prima Audi completamente elettrica si chiama e-tron ed è un imponente SUV lungo 4,9 metri e largo 1,93. Il corpo vettura, elegante e molto dinamico, nasconde due motori elettrici posizionati ciascuno su un asse; forte di batterie da 95 kWh la casa dichiara una potenza di 408 cv e una coppia di 664 Nm che si traducono in prestazioni di alto livello: 200 Km/h di velocità massima e solo 5.7 secondi per raggiungere i 100 Km/h da fermo. Ottima anche la motricità grazie alla trazione integrale mentre alla cruciale voce “autonomia”, Audi dichiara 400 Km nel nuovo ciclo WLTP e, con colonnine da 150 kWh, ben l’80% di autonomia in soli 30 minuti. Oltre a finiture interne di alto livello la e-tron propone un inedito sistema di frenata elettro-idraulico e avveniristici specchietti digitali.

L

68

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:15

Pagina 69

a EQC, primo modello della nuova gamma EQ - marchio di Mercedes il cui significato è Electric Intelligence – è un SUV di taglia media dotato di quello che i designer hanno denominato “electro-look”, cioè un insieme di soluzioni stilistiche e cromatiche grazie alle quali sarà facile identificare tutti i nuovi modelli ibridi – EQ Power – e a impatto zero - EQ Boost - della Casa tedesca, il cui esordio graduale è previsto proprio a partire dal 2019. La EQC sfoggia linee molto filanti nonostante sia lunga 4,76 metri e larga ben 1,88; il frontale è dominato da proiettori LED Multibeam oscurati mentre la fiancata si caratterizza per l’adozione di ruote in lega da 19, 20 e 21 pollici, accomunate da un’efficace funzione aerodinamica. Originali e decisamente ben rifiniti gli interni che presentano una plancia hi-tech dominata da due display da ben 10.25 pollici La EQC è mossa da un propulsore elettrico che eroga 408 cv con una coppia di 765 Nm; le prestazioni dichiarate sono decisamente sportive, soprattutto in accelerazione, visto che la vettura è accreditata di uno 0/100 in soli 5.1 secondi; 180 Km/h la velocità massima autolimitata. In fatto di autonomia il costruttore dichiara che il blocco di batterie da 80 kWh garantiscano una percorrenza massima di 450 Km e che, sfruttando colonnine di ricarica da 110 kWh, si possa contare sull’80% dell’autonomia dopo soli 40 minuti.

L

Mercedes EQC

69

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:15

Pagina 70

Polestar 1

uello che fino a poco tempo fa era identificato come il marchio sportivo ufficiale di Volvo, Polestar, identifica oggi nuovi modelli sempre più ad alte prestazioni caratterizzati però da alimentazione ibrida. Primo modello di questa nuova generazione di vetture, è la Polestar 1, ibrida sportiva le cui prime consegne sono previste per le primavera del 2019. La vettura, che nasce sulla base meccanica delle Volvo Serie 60 e 90 ma con oltre il 50% dei componenti realizzati ad hoc, è una coupé lunga 4,50 metri alimentata da tre propulsori. Il primo, posizionato anteriormente, è un 4 cilindri turbo benzina sopra il quale è stato installato un piccolo motore elettrico che funge unicamente da generatore per le batterie in fase di decelerazione. In prossimità delle ruote posteriori, sono invece stati montati due motori elettrici dotati di batterie della potenza totale di 34 kWh e grazie ai quali la vettura può percorrere, stando ai dati della Casa, 150 Km in modalità completamente elettrica. La potenza totale erogata dai tre propulsori è di ben 600 cv mentre a impressionare è il valore riguardante la coppia motrice, pari ad addirittura 1000 Nm. I vertici di Polestar garantiscono che la “1” sia capace di prestazioni mozzafiato.

Q

70

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:15

Pagina 71


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:15

Pagina 72

72

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:15

Pagina 73

Provata da... Maurizio Claudio Ortolani Jaguar I-Pace “Una vera Jaguar... venuta dal futuro” di Giovanni Volpe • ph Giandomenico Papello • tester Maurizio Claudio Ortolani

on l’esordio di “Green Revolution”, la nuova sezione di JUST interamente dedicata alla mobilità sostenibile, inizia un ciclo di prove su strada di questa specifica tipologia di veicoli, effettuate da nostri lettori, imprenditori, appassionati di motori a tutto tondo e potenziali clienti dei nostri inserzionisti. Maurizio Caludio Ortolani, grande appassionato di motori e titolare con la sua famiglia di Out Antincendio Srl, azienda di Mozzo fondata nel 1980 e oggi leader nel settore dell’antincendio e dell’antinfortunistica, è il primo gentleman driver a cimentarsi per JUST, in collaborazione con la concessionaria

C

IPERAUTO BERGAMO 73

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:15

Pagina 74

Jaguar Iperauto Bergamo, al volante di una vettura full-electric di prestigio, la I-Pace, prima Jaguar elettrica della storia. Innanzitutto, come giudica il design esterno della nuova Jaguar I-Pace? Abituati come eravamo, fino a poco tempo fa, a vetture elettriche della prima generazione contraddistinte da linee spesso goffe o comunque prive di grande personalità a favore di un buon Cx, rimango stupito davanti alla forte identità della I-Pace, dal suo design inconfondibilmente Jaguar ma, allo stesso tempo, futuribile. Come ha trovato l'abitacolo in fatto di design, comfort, finiture e feeling hi-tech? Beh, a bordo della I-Pace il feeling Jaguar è se possibile ancor più marcato; se pur in chiave evidentemente hi-tech, i richiami alla migliore tradizione Jaguar non mancano, così come la ricercatezza dei dettagli e l’ampio impiego di materiali pregiati. Elementi, questi, sempre tanto apprezzati dai più tradizionalisti estimatori del marchio, ma che si fondono però a meraviglia con i contenuti tecnologici di alto livello della I-Pace. In particolare, credo che la plancia di questa vettura, rappresenti un piccolo-grande capolavoro. Come si è trovato alla guida di quella che è, di fatto, la prima Jaguar del tutto elettrica della storia? Semplicemente benissimo! Il mio approccio tutt’altro che prevenuto è stato premiato da un piacere di guida notevole e da una miriade di sensazioni scaturite, curva dopo curva, accelerata dopo accelerata, al volante di una vettura che ho trovato innanzitutto molto sicura, solida e confortevole.

74

Sicura e sempre ben controllabile anche sul bagnato e nonostante lo spunto davvero stupefacente di cui questa Jaguar è capace; solida nel senso che, pur con molti chili di batterie e una massa totale non da peso piuma, anche in curva si ha la piena padronanza del mezzo. Infine confortevole, e tanto, perché se è vero che il motore non produce praticamente alcun decibel, è altrettanto vero che nemmeno il rotolamento delle ruote da ben 22” pollici invade mai in maniera eccessiva l’abitacolo, a conferma della validità globale di questo progetto. E le prestazioni? Ecco, al capitolo prestazioni voglio soffermarmi un po’… Sono da sempre un amante di vetture ad alte prestazioni se pur non estreme; non sono dunque fissato con velocità folli o doti di handling da pista, ma amo mezzi reattivi, capaci per esempio di toglierti d’impaccio nel traffico, o di rispondere al meglio nei primi metri da fermo e nelle ripartenze da basse velocità. Ebbene, in tutte queste condizioni, la Jaguar I-Pace si è dimostrata una vettura semplicemente fantastica; indipendentemente dalla modalità di guida selezionata, la vettura si muove infatti senza apparente sforzo, senza inerzie, senza alcun ritardo e, all’occorrenza, le prestazioni diventano davvero entusiasmanti. Insomma, i circa 400 cv erogati dal propulsore elettrico, se lo si desidera, ci sono e si sentono tutti. Altrimenti si può procedere in gran souplesse, nel pieno comfort, coccolati da sedili da Jaguar vera e con la consapevolezza, non banale, di poter fare realmente oltre 300 km col “pieno di energia”, senza inquinare.

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:16

Pagina 75

75

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:16

Pagina 76

Il pregio principale di questa Jaguar I-Pace? Il fatto di essere una vera Jaguar, in tutto e per tutto, di non aver cioè sacrificato la propria identità in nome dell’elettrico. E il difetto? Non sono certo si tratti di un difetto ma di certo, sul bagnato, mi sarebbe piaciuta una maggiore comunicatività dello sterzo. Infine, come giudica questa iniziativa di JUST in collaborazione con la concessionaria Jaguar Iperauto Bergamo? Trovo si tratti di un’ottima idea attraverso la quale avvicinare davvero il pubblico all’elettrico, qundi far toccare con mano e testare una nuova generazione di veicoli che, salvo controrivoluzioni, saranno alla base della nostra mobilità di oggi e di un futuro ormai imminente. Per quanto riguarda più nello specifico la concessionaria Iperauto Bergamo, ho trovato la massima disponibilità da parte di un consulente che mi ha spiegato le diverse possibilità di acquisto e noleggio della I-Pace.

76

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:16

Pagina 77

77

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:16

Pagina 78

IPERAUTO BERGAMO IPERAUTO BERGAMO Tel. 035 2924211 - www.iperautobg.it

78

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:16

Pagina 79


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:16

Pagina 80

80

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:16

Pagina 81

Tesla Model X P100D “K.I.T.T. ... non sei nessuno!” di Giovanni Volpe • ph Giandomenico Papello

ensavate di aver visto tutto con K.I.T.T., auto con un’anima protagonista della fortunata serie televisiva anni ’80 Supercar? Beh, in realtà non avevate visto ancora nulla al cospetto di questa spettacolare Model X, la più mastodontica e originale Tesla attraverso la quale il costruttore statunitense interpreta il concetto di SUV/Crossover tanto in voga in questo periodo. L’esemplare messoci a disposizione da Faro Store Auto di Albino, nostro fornitore ufficiale di supercar, è una P100D ovvero il top di gamma sia in fatto di allestimenti che a livello meccanico e prestazionale. Mettersi al volante di questo bolide sotto mentite spoglie, dopo aver visto la portiera aprirsi da sola appena mi vi sono avvicinato con la chiave in tasca, fa in qualche modo tornare bambini; ci si sente quasi piccoli, circondati da soluzioni stilistiche avveniristiche inserite in un ambiente dominato da una plancia che sembra più il cockpit di una nave spaziale. Riconosco il largo impiego di componentistica di origine Mercedes il che significa, a priori, che il livello qualitativo sia elevato anche nei dettagli; dettagli che si perdono però innanzi all’esclusività dei materiali impiegati per rivestire ogni angolo dell’abitacolo, del tutto ricoperti di pelle e alcantara di qualità. La plancia “ruota” attorno a un grande “tablet” inserito al centro e attraverso il quale è possibile gestire una miriade di parametri di infotainment, climatizzazione, modalità di guida, connettività e dinamica. Tutto può comunque essere riportato all’interno del quadro virtuale situato davanti agli occhi del guidatore che, in questo modo, potrà concentrarsi al meglio sulla guida. Ultima chicca, anche se mi piacerebbe parlarvi per ore di questa stupefacente Model X, è costituita dallo scenografico parabrezza in cristallo che prosegue fino al tetto della vettura donandole un’immagine estremamente esclusiva oltre che una straordinaria luminosità.

P

81

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:16

Pagina 82

La P100D della mia prova è la versione più prestazionale della Model X; può contare su un propulsore elettrico capace di erogare circa 450 kW – per intenderci la bellezza di 611 cv! – che garantisce una coppia pari al mostruoso valore di 971 Nm. Non fosse, dunque, per la trazione integrale di cui è opportunamente dotata la vettura, ci sarebbe il rischio che questa Tesla staccasse letteralmente l’asfalto sotto di sé, in accelerazione. La mastodontica sette posti americana, nonostante sia lunga più di 5 metri e larga ben 2 metri, con una massa in ordine di marcia di circa 2500 Kg, si guida molto facilmente; il poderoso propulsore elettrico sa essere estremamente docile e, optando per le opzioni dinamiche più risparmiose e morigerate, questa Tesla dimostra di saper essere un vero e proprio gigante buono. Tutto cambia, e tanto, quando rammento di essere alla guida di una P100D. Ok, lunga, larga e pesante, ma pur sempre la massima espressione di Tesla, una supercar!

82

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:16

Pagina 83

83

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:16

Pagina 84

84

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:16

Pagina 85

Pochi istanti, quanti sono necessari a selezionare la modalità di guida “ludicrous”, la più estrema… Ecco, ora la musica, si fa per dire, cambia del tutto. Della dolcezza che mi aveva sin qui accompagnato alla guida della Model X non vi è più alcuna traccia anzi, adesso, solo sfiorando il pedale dell’acceleratore, sento che la vettura sia pronta a fare un balzo in avanti, a dimostrarmi di cosa sia realmente capace… Proviamo! La P100D schizza in avanti come una pantera che ha appena individuato la sua preda… Nessuna esitazione, nessun ritardo: il colpo è secco, forte, il capo sbatte contro il poggiatesta e vi rimane incollato fino a quando mi rendo conto sia bene alzare il piede… Saranno passati si e no 7 secondi e il contachilometri parla chiaro, abbiamo superato i 160 Km/h! In questa modalità di guida la Tesla Model X eroga una potenza pari a circa 770 cv; ecco perché, alla faccia delle sue due tonnellate e mezzo di massa, credo eccome che i 3.1 secondi dichiarati per bruciare lo 0/100, siano a dir poco realistici… Fortunatamente anche i freni sono da supercar e basta poco per fermarsi in tutta sicurezza. La Tesla Model X P100D è una delle auto più follemente e inaspettatamente entusiasmanti che abbia mai provato. Pesa come uno yacht ma ha anche lo spazio a bordo per 7 di quello stesso yacht; sembra una navicella spaziale, con tanto di portiere posteriori che si aprono come fossero ali, e ha prestazioni rettilinee degne di un caccia militare su quattro ruote. E poi ha un’autonomia dichiarata di ben 542 Km, tutti da percorrere e godersi senza inquinare. Cosa volete di più?

85

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:16

Pagina 86

FARO STORE AUTO Tel. 035 755103 - www.farostoresrl.com

86

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

16:44

Pagina 87


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:17

Pagina 88

88

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:17

Pagina 89

Nissan Leaf “Una Nissan che farà tendenza...” di Giovanni Volpe • ph Giandomenico Papello • modella per un giorno Kim Dö • Outfit by Profilo Bergamo Alta

a nuova Nissan Leaf, edizione del tutto inedita di una tra le prime e più vendute vetture full-electric del mondo, è oggi tutta nuova nelle forme e ulteriormente evoluta nei contenuti. La vettura, migliorata sotto ogni aspetto, è innanzitutto oggettivamente più bella e in linea con i canoni stilistici di noi occidentali; sfoggia un design moderno, allo stesso tempo premium ed hi-tech, oltre che filante, dunque funzionale alla massima resa aerodinamica. La presa di ricarica è ancora posizionata frontalmente, celata da un piccolo coperchio, all’interno di un frontale ora caratterizzato da un aspetto più personale e moderno per via di un’inedita mascherina a “Y” e di bei fari full LED. Slanciata anche la fiancata che ha nel montante posteriore la sua parte più originale, mentre il posteriore, dal sapore tipicamente nipponico e molto moderno, non nasconde una certa sportività per via di un efficace gioco cromatico tra colore della carrozzeria e tinta nero lucida di portellone e spoilerino. La Leaf spicca ora anche per un abitacolo decisamente gradevole, moderno e luminoso. L’ampia plancia, oltre a essere ben realizzata e rifinita, presenta ancora il caratteristico joystick per la selezione della marcia avanti/indietro, è un display da 7” dedicato all’infotainment che comprende ora anche Apple Car Play e Android Auto. Meritano infine un cenno i sedili rivestisti in pelle e alcantara e ampiamente regolabili oltre che riscaldabili: sono davvero comodi. Ma veniamo al pezzo forte della Leaf, la meccanica. Il motore, lo stesso del precedente modello, eroga ora una potenza decisamente superiore; si passa infatti dai 109 cv di prima agli attuali 150 grazie al nuovo inverter raffreddato a liquido.

L

89

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:17

Pagina 90

Tutto ciò si traduce in prestazioni elevate - solo 7.9 secondi sullo 0/100 - e in un grande piacere di guida, anche grazie a solidità e precisione dello sterzo, e a un comparto telaio/sospensioni che permette grande aderenza e rapidità di percorrenza in curva. Ora, molti di voi si staranno chiedendo: che autonomia ha veramente la nuova Leaf? La nuova batteria da 40 kWh spinge Nissan a dichiarare un’autonomia di 378 Km, un valore di tutto rispetto dunque ma, come di consueto, legato allo stile di guida adottato oltre che al tipo di tracciato prescelto. Lungo il percorso scelto per la prova di JUST abbiamo prima sfruttato la meccanica per saggiare le prestazioni pure della vettura, poi abbiamo utilizzato la modalità ECO per equilibrare il dispendio di kW e per verificare la capacità di recupero di energia della Leaf. Così facendo l’autonomia reale si è attestata sui 290/300 Km, davvero un ottimo risultato. Durante la mattinata del nostro shooting, la Nissan Leaf messaci a disposizione dalla concessionaria ufficiale Gruppo Carmeli, ha incuriosito molto chi ha assistito al nostro shooting tanto che in molti ci hanno chiesto di raccontar loro la vettura. Tutto ciò ci ha fatto molto piacere e, oltre a confermare la buona riuscita di questa moderna Nissan, conferma la sempre maggiore sensibilità e attenzione dei bergamaschi in materia di mobilità sistenibile.

90

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:17

Pagina 91

91

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:17

Pagina 92

NISSAN GRUPPO CARMELI Tel. 035 0591300 - www.gruppocarmeli.com

92

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:17

Pagina 93


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:17

Pagina 94

94

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:17

Pagina 95

smart forfour electric drive “Silenzio… ora ci si diverte!” di Giovanni Volpe • ph Giandomenico Papello

a prima smart a quattro porte del tutto elettrica, la forfour electric drive, è una vettura che mi incuriosisce molto. Voglio infatti toccare con mano i passi avanti che il costruttore tedesco avrà certamente compiuto da quando, diversi anni fa, face esordire la sua prima e già valida fortwo elettrica. Esteticamente, la smart forfour è una vettura già di per sé simpatica e ricca di personalità ma, senza dubbio, questo esemplare messomi a disposizione dalla concessionaria ufficiale Lodauto, aggiunge qualcosa anche in fatto di grinta. Merito della verniciatura bianca dei bei cerchi in lega di foggia sportiva e della tinta bicolore bianco/verde che non passa inosservata. Sia il frontale, dominato da fari a tecnologia LED e da una calandra con al centro il logo smart, che il posteriore, nel quale spicca l’assenza di terminali di scarico, riportano per esteso la scritta “electric drive” che, sui montanti posteriori, compare invece attraverso la sigla stilizzata “ED”. L’abitacolo, pur senza proporre materiali lussuosi, presenta ovunque finiture appaganti alla vista e robuste. Il design della plancia riprende in tutto e per tutto quello delle versioni a benzina ma a cambiare sostanzialmente è la strumentazione che su questa “ED” presenta indicatori specifici per il controllo di tutti i parametri inerenti la propulsione elettrica. Su strada la forfour ED è a dir poco spassosa. Si muove in completo silenzio – anche il rotolamento delle ruote è pressoché inavvertibile – garantendo accelerazioni e riprese degne di vetture sportive di rango, e lo fa ovviamente producendo emissioni nocive pari a zero! La presenza delle batterie in posizione protetta sotto i sedili anteriori e l’aumento di peso pari a circa 140 Kg, fa sì che il comportamento della “ED” sia ancora più convincente in curva, anche forzando l’andatura.

L

95

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:17

Pagina 96

La piacevole esuberanza del propulsore elettrico è dunque sempre sotto controllo e, anche l’impianto frenante, qui particolarmente sollecitato per via di un vero e proprio freno-motore, si è dimostrato sempre all’altezza. Vi starete tutti chiedendo che autonomia reale abbia la smart forfour electric drive. Bene, partiamo dai dati dichiarati, che recitano 155 Km; non male in assoluto, ma sarà un dato veritiero? Come sempre, quando si ha a che fare con vetture elettriche, molto dipende dal piede con cui si decide guidare la vettura; ciò che posso dire con certezza è che, adottando una guida normale – dunque non lenta – e attivando tutti i sistemi di recupero di energia presenti, il dato dichiarato è senza dubbio da considerarsi attendibile. Ma siete sicuri di resistere alla tentazione di “dare gas” con questa piccola elettrica dalle prestazioni davvero stupefacenti? Io ci sono riuscito solo in parte e, adottando una guida spesso allegra, l’autonomia è scesa a circa 115 Km. Non male se pensate che i tempi di ricarica delle batterie al litio di cui è dotata la “ED” vanno dai 45 minuti – per recuperare l'80% dell'energia sfruttando prese ad alta potenza – alle 9,5 ore per un rifornimento completo da una presa domestica. C’è poi la soluzione wallbox ovvero un adattatore che si può far installare a casa, e che permette di recuperare oltre tre quarti dell'energia in sole 3,5 ore. Un cenno, infine, alla garanzia studiata ad hoc che prevede la sostituzione degli accumulatori se la loro capacità scende sotto il 70% entro 8 anni o 100mila chilometri. La smart forfour electric drive ha un prezzo base di poco superiore ai 24mila euro, non inquina, ed è divertentissima da guidare; può raggiungere una velocità autolimitata di 130 Km/h ma credetemi, vi stupirà già da 0 a 50 all’ora!

96

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:17

Pagina 97

LODAUTO Tel. 035 4232611 - www.lodauto.it

97

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:17

Pagina 98

KTM Freeride E “Silenzio... si gira!” di Nicolò Codognola

mmaginate di poter girare tranquillamente in centro città in moto anche nelle giornate di blocco del traffico o nelle ZTL dove normalmente è vietato l’accesso. E poi, visto che Bergamo è la patria del fuoristrada, immaginate pure di percorrere, sempre in sella, boschi e sentieri di montagna senza disturbare nessuno, escursionisti o animali che siano. Un sogno, vero? No: è realtà. Perché con la nuova KTM Freeride E (dove E sta per elettrica), la passione per le due ruote abbraccia la coscienza ecologica. Il futuro, inevitabilmente, vedrà sempre più veicoli elettrici, nelle città e anche fuori. Questa non è la prima moto a propulsione elettrica, ma certamente è la più matura e ben realizzata. L’unica che non fa rimpiangere il motore endotermico: a Mattighofen, in Austria, ci hanno lavorato parecchio, e finalmente è ora disponibile. Siamo di fronte ad una rivoluzione epocale e questa “Kappa” si mette in prima fila. Lo fa con il meglio della tecnologia oggi disponibile: il motore è di tipo brushless (senza spazzole) a magneti permanenti, capace di erogare 11 kW (il che permette di guidare la Freeride E anche a 16 anni), con picco a 16 kW. Sopra di esso è installata la batteria (facilmente asportabile e sostituibile) agli ioni di litio, che garantisce percorrenze di circa 50 km. Per la ricarica basta attaccarla ad una qualunque presa della corrente di casa. Comodo ed economico: un “pieno” viene a costare meno di 1 euro. Mica male! Appena sali in sella, un occhio va spesso al display di diagnostica dietro la piastra di sterzo, che indica il livello di carica della batteria e la mappa selezionata. Niente leve a pedale: non c’è cambio e i freni sono entrambi a manubrio. Ma bastano cinque minuti a farci l’abitudine; poi è solo divertimento, perché la maneggevolezza è esagerata e l’erogazione è… fulminea. Senti subito di poter fare il cretino, perché tutto è veramente facile e dosare l’acceleratore diventa un gioco, con l’immediatezza di accendere una lampadina: diversamente da un motore a scoppio, che deve prendere giri, qui apri tutto e la potenza arriva senza incertezze. La ciclistica, poi, è da moto “vera”, ed è identica a quella delle Freeride 250R e 350: telaio misto acciaio/alluminio, sospensioni pienamente regolabili, freni ad attacco

I

98

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:18

Pagina 99

99

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:18

Pagina 100

100

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:18

Pagina 101

radiale leggeri e potenti. Se vi sembra una moto “small size”, aspettate di salirci in sella: snella e leggera, ma non così piccola da sembrare un giocattolo. Anche se con lei ci si diverte come bambini… Farioli, primo concessionario in Italia ad averla, ha la Freeride disponibile in tre declinazioni: cross, enduro e motard (quest’ultima in arrivo in tarda primavera: quella della nostra prova è una enduro “motardizzata” con ruote da 17”).

FARIOLI SRL Via Celadina 199 - 24125 Bergamo - Tel. +39 035 294249 - info@ktmfarioli.it - www.ktmfarioli.com

101

Green Revolution


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:18

Pagina 102


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:18

Pagina 103

Motors Maserati Levante Scuderia Blu

Nuova Peugeot 508 GT Line - Supercar

Volvo V60 D4 Iperauto Bergamo

Nuova Mercedes Classe C CoupĂŠ Lodauto

SsangYong Tivoli Radaelli

Baccanelli

Nuova Ford Focus FordStore Bluberg

103

Brutte & Cattive Innocenti Mini Turbo De Tomaso


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:18

Pagina 104

104

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 105

Maserati Levante “Ora il SUV del Tridente punge davvero!” di Giovanni Volpe • ph Emanuele Clivati

nverno 2018… Potevamo forse proporvi una supercar che non fosse un SUV? Ovviamente no! Ecco perché abbiamo preso la palla al balzo quando la Concessionaria Maserati Scuderia Blu di Bergamo ci ha messo a disposizione per un test su strada il Model Year 2019 del SUV del Tridente, il Levante. Il restyling del Maserati Levante 2019 riguarda in maniera marginale il riuscito design della vettura che propone invece un più sensibile upgrade a livello meccanico e per quanto concerne finiture e dotazioni interne.

I

105

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 106

106

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 107

Esteticamente il Levante MY ’19 della nostra prova, in allestimento GranSport, sfoggia finiture di colore nero per la mascherina del radiatore, per le modanature lungo il lunotto posteriore e nel nuovo estrattore posteriore; neri e di nuovo design anche i grandi cerchi in lega. L’abitacolo della vettura in prova era impreziosito da inediti rivestimenti in pelle Pieno Fiore, altra novità del MY ’19, mentre nella sontuosa plancia fa ora bella mostra di sé un nuovo sistema di infotainment, il Maserati Touch Control Plus, con display multi-touch da 8,4 pollici ad alta risoluzione, e doppio selettore rotante sulla console centrale; anche la grafica dello schermo è stata migliorata e contribuisce a rendere più intuitivo e rapido l’accesso alle principali funzioni del sistema. Nuovo anche il climatizzatore la cui regolazione del flusso d’aria anteriore – ovviamente bi-zona – è stata modificata e resa maggiormente personalizzabile. Su strada, su una vettura di questa massa e con tali ingombri, l’adozione del nuovo sistema di controllo integrato del veicolo IVC, rappresenta una scelta di pregio oltre che molto premiante; il sistema, in sostanza, che non solo corregge ma addirittura è in grado di prevenire l’eventuale imminente instabilità della vettura, provvede a correggerla simultaneamente.

107

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 108

108

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 109

Ho apprezzato molto il funzionamento di questo dispositivo che, senza mai mostrarsi invasivo, regala un quid di sicurezza in più senza in alcun modo limitare le performance del Levante. I 250 cv del turbodiesel del mio test, si sentono tutti, idem la robusta coppia; se a queste doti del Levante aggiungiamo poi il nuovo cambio che ora adotta una leva a corsa corta riprogettata e dotata di uno schema di cambiata più intuitivo, capirete bene che l’obiettivo piacere di guida sia stato centrato in pieno. Mi sono davvero divertito alla guida del nuovo Levante, dotato di un bel sound nonostante fosse mosso da un’unità a gasolio; non oso perciò immaginare quali emozioni si possano provare al volante della più gustosa novità di questo MY ’19; sto parlando della GTS che monta uno poderoso motore V8 3.9 biturbo, progettato in collaborazione con la Ferrari e costruito a Maranello. La potenza tocca quota 550cv! Non ne avete ancora abbastanza? Allora scegliete il top assoluto, il Levante Trofeo, stesso propulsore ma potenza portata a 590cv!

109

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 110

SCUDERIA BLU Tel. 035 320358 - www.iperauto.it

110

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 111


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 112

112

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 113

Volvo V60 D4 “Station? Noi ci crediamo!” di Giovanni Volpe • ph Giorgio Sorti

e station sono da sempre la specialità della casa in Volvo e non deve perciò stupire che, nonostante la domanda sia sempre più rivolta verso SUV e crossover, il costruttore svedese rinnovi anche con la neonata V60 la propria grande tradizione in questo segmento. Lo fa con una vettura premium cucita su misura per il nostro mercato sia dal punto di vista stilistico che in fatto di contenuti. L’aspetto della nuova V60 richiama evidentemente quello della sorella maggiore V90 con la quale condivide i principali stilemi; il risultato, in questo caso, è però se possibile ancora più equilibrato e dinamico anche per merito di dimensioni – lunghezza di 4,76 m e larghezza di 1,85 m – non esagerate. Non mancano nel frontale gli ormai insostituibili proiettori a LED a forma di martello di Thor, affiancati ora da inediti “baffi” sempre a LED, posizionati alle estremità dello scudo paraurti; lateralmente il cuneo disegnato dalla terza luce laterale movimenta una fiancata piuttosto muscolosa che termina in un posteriore dominato da grandi fari ad “L” e da terminali cromati di dimensioni generose. Nonostante sia sensibilmente più compatta della V90, questa V60 può vantare un abitacolo davvero ambio e ben abitabile per passeggeri di qualsiasi statura oltre a un vano bagagli che già in configurazione standard misura ben 529 litri; forte di queste doti la nuova giardinetta svedese si candida davvero come valida alternativa a SUV di dimensioni medio-grandi e come ideale vettura da lavoro e da famiglia.

L

IPERAUTO BERGAMO 113

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 114

Il design interno e le finiture ripropongono in buona sostanza il meglio dell’alto di gamma Volvo degli ultimi anni. L’infotainment è dunque concentrato, insieme a climatizzazione, telefono, media e gestione dinamica della vettura, all’interno di una sorta di tablet da 9” che si impara rapidamente a sfruttare al meglio. Davvero molto comodi e ben progettati i sedili che bastano, già da fermo, a far pensare che questa sia una grande stradista. Ed è proprio su strada che la nuova Volvo V60 dimostra di tenere ampiamente fede alle mie tante aspettative. Lo fa con un comportamento sempre molto sicuro, merito senza dubbio dell’infinita lista di sistemi di assistenza alla guida presenti, ma anche di un telaio e di una distribuzione dei pesi che permettono a questa vettura di non scomporsi praticamente mai. Il motore della D4 che ho provato, forte dei sui 190 cv di potenza, rappresenta la variante a gasolio più potente e gratificante ma, allo stesso tempo, permette di mantenere i consumi su livelli sempre più che accettabili; io, con una guida brillante lungo la Valle Rossa, non sono mai sceso sotto i 16 Km/l, il che significa che con un po’ di attenzione e su strade meno tortuose, i 18, 19 Km/l non dovrebbero essere un miraggio.

114

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 115

115

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 116

116

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 117

Con questa vettura, e dopo il prestigioso titolo di Auto dell’anno vinto dalla “piccola” XC40, Volvo entra a pieno titolo e da protagonista nel segmento premium del mercato dell’auto. Ce la farà la nuova V60 a ridare slancio a un genere di vettura che, fino a qualche anno fa, soprattutto nel nostro Paese, era senza dubbio il più amato? Staremo a vedere ma ancora una volta gli svedesi hanno dimostrato di credere ancora nelle station e di saperle fare molto bene.

117

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 118

IPERAUTO BERGAMO IPERAUTO BERGAMO Tel. 035 2924211 - www.iperautobg.it

118

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 119

Bergamo: elegante attico di 185 mq, comodamente servito da ascensore. Zona giorno open space con servizio e terrazza coperta di 110 mq con piscina e idromassaggio; zona notte con tre camere, due bagni, e un terrazzo di 48 mq. Le ďŹ niture da alto capitolato prevedono riscaldamento a pavimento, raffrescamento, climatizzazione e ricambio meccanico dell’aria. Autorimessa tripla. Classe A Gold (indice in attesa di certiďŹ cazione).


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 120

120

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 121

Nuova Mercedes Classe C Coupé “Seconda giovinezza” di Giovanni Volpe • ph Giorgio Sorti

leganza e raffinatezza senza rivoluzioni a livello stilistico ma molta sostanza ed efficienza in più. Riassumerei così il restyling che ha recentemente interessato l’intera gamma C di Mercedes, vettura di successo ora ancor più ricca d’appeal grazie a mirati interventi che le hanno regalato una seconda giovinezza. Lo stile, inconfondibilmente Mercedes, fa dunque ancor più bella mostra di sé grazie a inediti fascioni anteriori e posteriori, a una nuova mascherina anteriore e a nuovi proiettori a LED che, in versione Multibeam, vantano un funzionamento autonomo che garantisce un’ideale illuminazione del tracciato e allo stesso tempo azzera il rischio di abbagliare i veicoli che incrociamo. A livello tecnologico, spicca l’introduzione dello spettacolare cruscotto digitale da ben 12.3” e uno schermo del sistema di infotainment la cui superficie può raggiungere 10.25”. Di serie, oltre al sistema di accesso keyless, sono anche le nuove regolazioni dell’assetto e dei numerosi e modernissimi sistemi d’assistenza alla guida presenti. Anche sul fronte meccanico non mancano le novità. Novità introdotte nel segno di una maggiore efficienza di propulsori ora più potenti, più prestazionali ma, allo stesso tempo, più parchi.

E

121

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 122

A cambiare, oltre ai diversi benzina ora affiancati da un inedito 1.5 l da ben 184 cv, è il propulsore più richiesto sul nostro mercato, il 2.2 l a gasolio; la cilindrata del 4 cilindri tedesco scende a 2.0 l ma la potenza aumenta di ben 24 cv raggiungendo quota 194 cv e garantendo percorrenze medie prossime ai 20 km/l. Guidare la C Coupé mossa da questo nuovo duelitri turbodiesel da 194 cv,

122

lungo le belle strade della nostra Valle Imagna, è stato un vero spasso. Salendo in direzione della Roncola, la C Coupé ha messo in mostra un comportamento molto sicuro, un rinnovato piacere di guida, e performance di sostanza, quasi sportive; la coppia c’è, è molto corposa, sempre disponibile, e permette di affrontare in piena souplesse ogni salita, così come la più tortuosa delle curve.

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 123

123

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 124

124

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:19

Pagina 125

In discesa, poi, spicca la notevole efficacia dell’impianto frenante – non allunga mai nemmeno staccando ripetutamente quasi dentro i tornanti – alla quale fa da eco l’ottima rigidità del telaio. Design elegantemente muscoloso, super connettività, prestazioni da prima della classe: la nuova Classe C sarà un osso duro per tutte le concorrenti!

LODAUTO Tel. 035 882426 - www.lodauto.it

125

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:20

Pagina 126

126

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:20

Pagina 127

Nuova Peugeot 508 GT Line “Il Leone torna a ruggire!” di Giovanni Volpe • ph Emanuele Clivati

l made in France dell’auto ha da tempo ridato smalto alla proverbiale originalità che per decenni aveva contraddistinto le proprie vetture. Peugeot non è stata da meno e la nuova 508, che ho provato in collaborazione con la concessionaria ufficiale Supercar di Bergamo, rappresenta un ottimo esempio di questa grande ripresa fatta di originalità, raffinatezza e qualità globale premium. Esteticamente la nuova Peugeot 508, “berlina madre” dell’attuale produzione, sfoggia una linea molto filante ed elegante che la fa somigliare a un moderno coupé sportivo; l’assenza dei telai dei finestrini e il particolare taglio di proiettori full Led anteriori e fari posteriori, aggiungono ulteriore originalità e feeling hi-tech a una vettura che, come vedremo, è decisamente ricca di contenuti anche sotto pelle. Anche l’abitacolo della 508 sfoggia una spiccata personalità alla quale vanno a sommarsi finiture di alto livello; un’ottima realizzazione alla quale concorre in maniera decisiva anche l’impiego di materiali di qualità elevata.

I

127

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:20

Pagina 128

128

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:20

Pagina 129

In particolare, ho apprezzato le plastiche morbide utilizzate per gran parte di plancia e pannelli delle portiere, e i pellami naturali dei sedili; questi ultimi, davvero comodissimi e ampiamente regolabili elettricamente nella versione GT Line della mia prova, hanno tra l’altro ricevuto l’annuale riconoscimento internazionale di migliori sedili per vetture di serie. Scenografica, infine, la plancia rivolta verso il guidatore che, forte di un ampio display touch, e di un quadro strumenti virtuale completamente personalizzabile, dà accesso alle regolazioni di una miriade di parametri e settaggi della vettura. La nuova 508 è una vettura comoda per quattro adulti e, aspetto non trascurabile, vanta un bagagliaio ben accessibile grazie all’ampio portellone, e di generose dimensioni come testimoniato dai 487 litri disponibili in configurazione base. Ma vediamo come va questa affascinante berlina francese… La vettura in prova è mossa da un due litri turbodiesel con potenza di circa 180 cv e una coppia massima di ben 400 Nm tutti disponibili già a 2000 giri/min; a questo propulsore è abbinata una trasmissione automatica EAT8 a otto rapporti che garantisce passaggi di marcia quasi impercettibili e piuttosto rapidi, con il risultato di favorire accelerazioni consistenti – 8.3 secondi sullo 0/100 – ma sempre senza strappi.

129

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:20

Pagina 130

Alla guida ho apprezzato molto il lavoro delle sospensioni che, nelle diverse modalità di guida selezionabili, non mancano mai di garantire comfort di marcia e piacere di guida da stradista di razza; ottime anche insonorizzazione – non sembra di essere alla guida di una vettura a gasolio nemmeno quando nel traffico interviene lo start&stop – risposta dello sterzo e freni, questi ultimi molto potenti e ben modulabili anche su superfici umide e scivolose. Alla grande sicurezza di marcia, contribuiscono infine i numerosi e avanzatissimi sistemi di assistenza alla guida tra i quali, nel traffico delle tangenziali bergamasche, mi ha davvero positivamente colpito il cruise control adattivo, sistema dal funzionamento impeccabile. In un periodo nel quale sono SUV e crossover le regine del mercato, con le station che stanno a guardare, Peugeot propone una berlina davvero convincente, elegante, sportiva, ricca di personalità e dai contenuti senza dubbio premium: il Leone torna a ruggire!

130

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:20

Pagina 131

131

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:20

Pagina 132

SUPERCAR Tel. 035 314350 - https://concessionario.peugeot.it/supercar

132

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 1-133.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:20

Pagina 133


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:23

Pagina 134

Nuova Ford Focus “Non era mai stata tanto a Focus!” di Giovanni Volpe • ph Giorgio Sorti

ro molto curioso di provare su strada la nuova Focus, vettura da sempre molto apprezzata nel nostro Paese e nella quale Ford ha concentrato il meglio della propria tecnologia al fine di raggiungere un ideale, e per certi versi inedito, connubio tra sicurezza e piacere di guida. Missione compiuta? Mi sento di rispondere con un sì convinto nonostante non abbia peraltro guidato una versione spinta della nuova Focus, ma una comoda stradista a gasolio come la 1.5 Ecoblue in allestimento Titanium, equipaggiata con la nuova trasmissione automatica a otto rapporti. Difficile divertirsi penserete voi… E invece, salire a Selvino partendo da Zogno, è stato più coinvolgente del previsto.

E

134

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:23

Pagina 135

135

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:23

Pagina 136

Merito del DNA senza dubbio sportiveggiante della nuova Focus che può contare su un telaio rigido quanto basta per non flettere nemmeno nei tornanti più stretti affrontati, per così dire, allegramente. Il generoso propulsore 1,5 l turbodiesel mette sul piatto una potenza standard per vetture di questa categoria, 120cv, ma ciò che si apprezza è la possibilità di sfruttarli tutti, fino all’ultimo. Ciò grazie anche alla nuova trasmissione Ford che conta su un convertitore di coppia a otto rapporti inusualmente e piacevolmente rapido; ebbene sì, nonostante non si tratti di un doppia frizione, rapidità e dolcezza nei passaggi di marcia, non mancano e, grazie anche ai paddle al volante, la guida risulta molto più appagante di quanto fosse lecito aspettarsi. Elevatissimo il livello di sicurezza attiva raggiunto da questa nuova generazione della Focus all’interno della quale, come anticipavo poco fa, Ford ha concentrato il meglio dei sistemi di assistenza alla guida oggi presenti. Particolarmente apprezzabile, oltre al cruise control adattivo con fermata e ripartenza automatica, mi ha colpito l’ottimo funzionamento e la grande efficacia del limitatore di velocità che “legge” i cartelli stradali, e il sistema di mantenimento in corsia che funziona anche in assenza di strisce sull’asfalto. Ma guardandola da vicino e toccandola con mano, com’è davvero questa nuova Focus? Beh, senza che si possa parlare di rottura con il passato, va detto che la nuova compatta

136

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:23

Pagina 137

137

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:23

Pagina 138

138

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:23

Pagina 139

di Ford abbia una personalità più marcata di quella delle generazioni che l’hanno preceduta; da qualsiasi punto di vista la si osservi, la nuova Focus trasmette un’inedita consapevolezza stilistica di sé. Dell’abitacolo, oltre all’ulteriore apprezzabile e tangibile miglioramento delle finiture globali, ho apprezzato particolarmente la maggior pulizia ed ergonomia della nuova plancia dominata dallo schermo da 8” del sistema multimediale ricchissimo di funzioni sfruttabili in maniera molto intuitiva. Infine, due elementi che di questa Focus mi sono particolarmente piaciuiti. Anche strapazzando un po’ la vettura, i consumi sono sempre rimasti su livelli davvero apprezzabili, mai sotto i 15 km/l per intenderci, con il computer di bordo che, appena ho ricominciato a fare il bravo, ne mostrava quasi 20… E poi l’impianto audio B&O cha raccomando assolutamente, unitamente alla già valida insonorizzazione della vettura, regala un feeling da vettura di gamma superiore.

FORDSTORE BLUBERG Tel. 035 4203011 - www.fordbluberg.it

139

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:23

Pagina 140

140

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:23

Pagina 141

SsangYong Tivoli “Tivoli, la SsangYong più amata dai bergamaschi!” di Giovanni Volpe • ph Giandomenico Papello

on è una novità che i coreani abbiano da tempo imparato a costruire vetture non solo dall’ottimo rapporto qualità/prezzo ma, sempre più spesso, tecnologicamente all’avanguardia e dotate di immagine e appeal capaci di fare breccia anche tra le più esigenti clientele occidentali. Da questo inarrestabile processo di crescita non è rimasto escluso il marchio SsangYong che, oltre a una sempre più capillare presenza di concessionarie ufficiali in territorio italiano, sta rapidamente vivendo un importante cambio generazionale all’interno della propria gamma, iniziato con la nuova Rexton. La concessionaria ufficiale SsangYong per Bergamo e provincia, Radaelli, ci ha messo a disposizione il modello SsangYong che i bergamaschi hanno ad oggi mostrato di apprezzare particolarmente, la Tivoli, una vettura dal design personale, ricca di tecnologia avanzata e dall’abitacolo accattivante. In tanti, durante il nostro test, sono stati colpiti dalla livrea bicolore della Tivoli, molto in voga di questi tempi, e ci hanno chiesto di sapere di più di questa vettura che, al primo sguardo, ha trasmesso personalità, simpatia, e sensazione di robustezza. Doti che io per primo, testando su strada questa originale coreana, ho avuto modo di scoprire. Ma partiamo dal design della Tivoli. La silohuette non passa certo inosservata per merito di un frontale personale all’interno del quale, oltre al logo del costruttore, spiccano proiettori e fendinebbia a LED; originale

N

Radaelli 141

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 142

142

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 143

anche la porzione laterale che, in prossimità del passaruota posteriore, diventa piacevolmente muscolosa e sfocia in un posteriore massiccio con i fari posteriori a garantire il giusto dinamismo. L’abitacolo della Tivoli è realizzato sfruttando un bel mix di materiali plastici e tessuti robusti oltre che di buona qualità, con un’apprezzabile e ampio impiego di superfici morbide al tatto per la plancia e i pannelli delle portiere. Il design è accattivante, la disposizione dei comandi è ergonomicamente corretta e, come da prassi all’interno di vetture di ultima generazione, anche nella Tivoli è lo schermo dell’impianto di infotainment a dominare “la scena”; lo schermo da 7” integra funzioni di navigazione fornite da Tom Tom con aggiornamenti gratuiti delle mappe per ben cinque anni. Una volta raggiunta agevolmente un’ideale posizione di guida, siamo partiti alla volta di Bergamo Alta; la Tivoli del nostro test, mossa da un moderno millesei aspirato da 128cv, è molto silenziosa e si guida in completo relax anche con la trasmissione manuale a sei rapporti. Il comfort c’è ed è accresciuto dalla posizione di guida leggermente rialzata che, oltre a migliorare la visibilità anteriore, permette di godere ancor di più della già grande luminosità dell’abitacolo. Nonostante questo propulsore non sia votato allo sport, tirando fino alla soglia dei 5000 giri/min, mostra un bel carattere e i consumi rimangono sempre più che accettabili. Apprezzabile la possibilità di scegliere comunque anche un millesei turbodiesel da 115cv, o il medesimo benzina 1,6 l della nostra prova alimentato però a GPL; altra apprezzabile e non comune possibilità di scelta, riguarda poi la trazione: tutte le Tivoli, indipendentemente da motorizzazione e alimentazione, possono essere acquistate a due o quattro ruote motrici. La Tivoli, che SsangYong definisce SUV compatto, toccata con mano e guidata lungo diverse tipologie di tracciato, mi ha senza dubbio stupito per compattezza, accoglienza e sicurezza dinamica, garantita in ogni condizione dai più moderni sistemi di assistenza alla guida presenti di serie. Ma ciò che mi ha maggiormente fatto piacere riscontrare è l’appeal generale di questa vettura che non nasconde le proprie velleità modaiole proponendo abbinamenti cromatici vivaci, originalità sia dentro che fuori, e quella qualità tutta coreana che si traduce in 5 anni o 100.000 Km di garanzia inclusi nel prezzo.

143

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 144

Radaelli RADAELLI Tel. 035 355736 - www.radaelliauto.it

144

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

14:49

Pagina 145

Radaelli e SsangYong non sono comunque “solo” Tivoli. La gamma del costruttore coreano è bene articolata e propone vetture adatte alle più disparate esigenze. Sorella maggiore della Tivoli è la XLV che ne rappresenta in qualche modo la versione station; alle già valide qualità della vettura dalla quale deriva, XLV migliora ulteriormente in fatto di capacità di carico e si propone, dunque, come moderna e originale crossover pronta a tutto.

145

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

14:49

Pagina 146

Poi c’è Korando, un SUV compatto che punta su un equilibrato mix tra eleganza e praticità. Il design della vettura ispira, infatti, compattezza e dinamismo ma è alla voce versatilità che Korando mostra davvero i muscoli offrendo un abitacolo, moderno e ben rifinito, facile da configurare e da adattare a ogni esigenza di lavoro e tempo libero.

146

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

14:49

Pagina 147

Infine ci sono le grandi di casa, Rexton e la nuovissima Rexton Sports. Si tratta di due vetture sviluppate sullo stesso pianale e che condividono meccanica e molto, molto di più; a differire in maniera evidente è praticamente “solo” il design esterno in quanto la Rexton è un classico SUV, mentre la Sports ne è praticamente le versione pick-up. Ad accomunarle, oltre alle generose dimensioni esterne e all’elevato livello delle finiture e delle dotazioni, sono le straordinarie qualità fuoristradistiche che ne fanno due mezzi davvero a proprio agio lungo qualsiasi genere di percorso. Che buon sangue non menta, in SsangYong, lo dimostrano infine alcune peculiarità che fanno di queste vetture una scelta azzeccata ben oltre l’ottimo rapporto qualità/prezzo per il quale sono già ben note. Tutte le SsangYong sono, infatti, disponibili con trazione 4x4, con alimentazione a GPL e, dulcis in fundo, sono garantite per ben 5 anni.

Radaelli RADAELLI Tel. 035 355736 - www.radaelliauto.it

147

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 148

Baccanelli “2019... l’anno della svolta!” di Giovanni Volpe • ph Giorgio Sorti

opo oltre settant’anni di storia, il 2019 sarà un anno di svolta per la concessionaria Baccanelli di Romano di Lombardia; sarà infatti inaugurata una più ampia e moderna sede che proietterà nel futuro questa importante realtà dell’automotive di casa nostra. Ne abbiamo parlato con Fabio Baccanelli in compagnia del quale abbiamo anche ripercorso le tappe salienti di oltre settant’anni di storia di una famiglia, la sua, fatta di laboriosità e lungimiranza.

D

148

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 149

149

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 150

Le va di darci qualche anticipazione riguardo la nuova sede che inaugurerete il prossimo anno? Certo. Per la nostra famiglia si tratta senza dubbio di un passaggio chiave, resosi necessario soprattutto perché lo spazio della nostra storica sede non è più oggettivamente sufficiente. Ecco il perché della recente e importante acquisizione della storica e strategica sede della ex concessionaria Fiat Quadri… Proprio così! La nuova sede, che anche a livello stilistico sarà in linea con i più recenti stilemi di Alfa Romeo, sorgerà esattamente sulle ceneri della storica sede della ex concessionaria Fiat, sede che, come vede, per il momento stiamo utilizzando come vetrina per le nostre vetture km0, per le aziendali e per i nostri usati. Anche la nuova struttura presenterà, comunque, un ampio piazzale per lo “stock locator”, oltre ovviamente a un’area vendita per vetture nuove e usate, e a spazi coperti di generose dimensioni. Una volta ultimati i lavori di realizzazione della nuova sede, che prevediamo potrà essere completamente operativa entro la fine del 2019, la storica sede di Baccanelli situata nel centro di Romano di Lombardia, sarà trasformata in una grande e super attrezzata officina, mentre tutta la vendita e l’amministrazione saranno ospitate nella nuova struttura. Che aspetto avrà la nuova concessionaria? Avrà innanzitutto una grande vetrina all’interno della quale, oltre a quelle del Biscione, saranno protagoniste auto di altri marchi dei quali, proprio in queste settimane, stiamo trattando l’acquisizione.

150

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 151

151

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 152

152

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 153

Che effetto vi farà salutare la storica sede nel centro del paese? Di certo non sarà facile! Nonostante il grande entusiasmo per l’opera che stiamo realizzando, è innegabile che ognuno di noi lascerà un pezzetto del proprio cuore tra queste pareti. Per quanto sia normale che il nome Baccanelli sia oggi accostato al marchio Alfa Romeo, deve sapere che mio nonno iniziò a lavorare in quel luogo oltre settanta anni fa dopo aver riparato carri armati durante la guerra. Quella che inizialmente era un’officina, a cavallo tra gli anni ‘50 e ‘60 diventò una concessionaria Piaggio nella quale mio nonno era stato nel frattempo affiancato da mio padre per l’assistenza, e da mio zio alle vendite: erano gli anni del boom della mitica Vespa, la prima “utilitaria” degli italiani. Quando è entrata nel mondo Alfa Romeo la famiglia Baccanelli? Dopo una parentesi come concessionari Volkswagen, fu il 1973 l’anno del passaggio ad Alfa; da quel momento iniziò un costante processo di crescita che ci portò ad acquistare nel 1983 l’attuale sede di Chiari, mentre a partire dagli anni ‘90, la terza generazione della nostra famiglia della quale facciamo parte io, mio fratello, mia sorella e i miei cugini, è entrata in azienda specializzandosi via via sempre più nell’ambito delle vendite, tanto da potenziare il settore dell’usato e quello delle aziendali del Gruppo FCA. In un settore competitivo come quello dei motori e, in particolar modo delle concessionarie, a far la differenza sono comprensibilmente e giustamente anche le persone... Ha ragione; viviamo in una società sempre più tecnologica e veloce ma nella quale, almeno nel nostro Paese, l’auto è ancora un oggetto la cui scelta coinvolge ancora non poco la sfera emozionale. Ecco perché per noi e per tutto il nostro staff, la qualità dei rapporti umani oltre quella dei servizi che offriamo, è di prioritaria importanza; lo raccontano affetto e fidelizzazione dei nostri clienti, lo raccontano i nostri oltre settant’anni di storia.

BACCANELLI Tel. 0363 902680 - www.baccanelli.it

153

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 154

154

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 155

Brutte & Cattive Innocenti Mini Turbo De Tomaso “MI 13357T” di Giovanni Volpe

o so, questa targa non significa nulla per voi… Ma, per un “malato di anni ‘80” come me, quella vecchia targa milanese rappresenta il sottile fil rouge che lega, indissolubilmente e in nemmeno due minuti di pellicola, la magia di quei tempi. Il primo cinepanettone di Vanzina datato 1983, Vacanze di Natale, la sua mitica e irripetibile colonna sonora – anche se ora so che molti di voi faranno gli snob di fronte a capolavori come I like Chopin o Amore Disperato, che poi siete i primi a ballare e canticchiare di nascosto! – Jerry Calà col montone beige, le Timberland col carrarmato e i jeans con i risvoltini da vero paninaro. E la prima auto che sia comparsa in questo fortunato filone cinematografico: una Innocenti Mini Turbo De Tomaso rossa, brutta e cattiva di questa edizione ovviamente natalizia di JUST, che proprio nel 1983 nacque dalla prestigiosa matita di Marcello Gandini, a quei tempi responsabile del design di Bertone e papà di alcune delle più belle auto di sempre. La Mini De Tomaso, nacque in realtà ben prima del 1983, nel 1976 anno in cui avvenne il passaggio di proprietà della Innocenti al gruppo De Tomaso-GEPI; proprio per celebrare questa operazione, fu dunque proposta una versione 1275 cc 4 cilindri

L

155

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 156

156

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 157

con potenza di ben 77cv che, meccanica pompata a parte, mostrava una caratterizzazione sportiva marcata. Caratterizzazione che, nel 1979, ritroviamo in chiave ancor più esclusiva nella "De Tomaso Special", vettura realizzata nella sola colorazione nera, con filetti oro alle fiancate, interni specifici in stoffa monocolore e volante sportivo in pelle; nel 1980 arrivarono anche il bordeaux e il rosso pastello, e la dotazione di accessori fu ulteriormente arricchita con alzacristalli elettrici anteriori e cerchi ruota in lega specifici da 12 pollici. Eppure, se messe a confronto con le principali rivali dei tempi, Mini, quella vera, e Autobianchi A112 Abarth, beh, le piccole De Tomaso, con o senza turbo, davvero ne uscivano con le ossa rotte… Alzi la mano chi, per esempio, al frontale grintoso della 70hp firmata Autobianchi, abbia preferito i due fanaloni quadrati inseriti in una calandra super plasticosa che ospitava anche due fendinebbia con gemma gialla, evidentemente presi in prestito da una francesina dei tempi… Vista di lato, la Mini Turbo De Tomaso, mostrava senza dubbio lo sforzo profuso per farla somigliare a una specie di Maserati Biturbo tascabile ma, a essere onesti, quello della piccola Innocenti pareva di più un giocattolo per adulti che una sportiva vera… E sì che i dettagli d’autore non le mancavano; la mega presa d’aria nera inserita sul cofano, targhette “turbo” a profusione, cerchi in lega da 13” bicolore “stile Miura”, e quei fascioni scuri in plastica grezza ancora oggi in voga. L’abitacolo era anch’esso “pappone” al punto giusto, da Maserati vecchia maniera per intenderci; radica – che non ho mai capito se fosse vera o meno! – sulla plancia iper squadrata, una strumentazione immersa nemmeno a dirlo proprio in quella tonalità di azzurro, una marea di strumenti e strumentini inutili e quasi invisibili – anche se oggettivamente racing, manomentro del turbo incluso – e un volante, quello sì davvero bello, in pelle. Dimenticavo i sedili e la leva del cambio a cinque marce. Beh, i primi di sportivo non avevano davvero nulla, zero profilatura, poggiatesta che, anche se alzato al massimo, ti arrivava ancora dritto nella schiena, e rivestimenti in un pregiato ma fuori luogo mix di tessuto e vellutone da divano fine anni ’70! La leva del cambio, invece, aveva un pomello integrato la cui impugnatura alla lunga poteva provocare dolorose fiacche nel palmo della sfortunata mano destra… Ma, almeno, era cattiva questa non esattamente bellissima piccola di Lambrate? Le premesse c’erano tutte, a partire da quel megalomane catarifrangente tra i fari posteriori che ci teneva a sottolineare, giusto un po’, che sotto il cofano soffiasse forte un TURBO! E in effetti il turbo c’era… Non da calcio in culo come quelli dei tempi che tanto piacevano e non smettono di piacere a noi, sia chiaro… Il 3 cilindri in linea 993 cc di origine Daihatsu, moderno e leggero, grazie al turbo raggiungeva una potenza di 72cv; pochi direte voi, ma va tenuto presente che questo motorino doveva portarsi a spasso circa 780 kg col pieno di carburante. La Innocenti Mini Turbo De Tomaso raggiungeva così una velocità massima prossima ai 160 chilometri orari e, soprattutto, scattava da zero a cento in 10 secondi netti; davvero non male calcolando che il cambio a cinque rapporti era lento, e la pedaliera disassata di brutto verso il centro di certo non facilitava. Il rombo, da tre cilindri in linea, ce l’ho ancora in mente: questa Mini quasi tutta italiana, a suo modo, sapeva urlare e lo faceva davvero bene! Tra il 1983 e il 1990 furono prodotti solo seimila esemplari di Innocenti Mini Turbo De Tomaso; non fu in effetti un successo come confermato dalla quasi offensiva quotazione di 5mila euro per un esemplare intonso… Chissà che fine avrà fatto quella mitica “MI 13357T”… Per quanto mi riguarda era e resterà sempre un piccolo, brutto e cattivissimo mito!

157

Motors


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 158


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 159

Lifestyle JUST Red Carpet Iperauto Bergamo

JUST Red Carpet Il Vice

JUST Red Carpet Faro Tower

Equipe Solutions

159


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:24

Pagina 160

JUST Red carpet “Una serata piacevolmente… sostenibile!” di Giovanni Volpe • ph Giandomenico Papello

o scorso 11 ottobre Iperauto Bergamo, in collaborazione con Green Energy, ha organizzato una serata di presentazione e test drive della nuova Jaguar I-Pace, primo SUV ad alte prestazioni completamente elettrico della storia di Jaguar. Oltre ad ammirare l’affascinante I-Pace, gli ospiti hanno potuto scoprire tutti i più innovativi sistemi per la ricarica di veicoli elettrici messi a punto da Green Energy, azienda bergamasca specializzata anche in forniture di luce e gas. Ciliegina sulla torta, la presenza di Huno, negozio specializzato nella vendita e nell’assistenza di e-bike delle migliori marche che, per l’occasione, ha lasciato che gli ospiti mettessero alla prova le bici elettriche Moustache.

L

160

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

14:59

Pagina 161

161

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:25

Pagina 162

162

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:25

Pagina 163


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:25

Pagina 164

JUST Red carpet “Faro Tower: anche Bergamo avrà il suo ‘bosco verticale’” di Giovanni Volpe • ph Giandomenico Papello

o scorso 26 ottobre JUST ha partecipato all’evento di presentazione di un nuovo ambizioso e prestigioso progetto immobiliare chiamato Faro Tower. Fortemente voluto dalla famiglia Nicoli, titolare dell’omonimo noto Gruppo, Faro Tower sarà il primo “bosco verticale” della nostra provincia, frutto di un progetto interamente realizzato da una squadra di imprenditori bergamaschi. Il prestigioso edificio, progettato dall’architetto Bassani, nascerà a Nembro in Via Stazione, sarà pronto entro la fine del 2019 e avrà ben otto piani; all’interno di ognuno di essi, il designer Beppe Marchetti di LAGO Store Bergamo, realizzerà appartamenti caratterizzati da finiture di pregio, molto verde, e soluzioni d’avanguardia rigorosamente eco-sostenibili. E, proprio in un appartamento “modello” LAGO Tower si è tenuto l’attesissimo Opening Party al quale hanno anche partecipato istituzioni e addetti ai lavori, soddisfatti per questa importante iniziativa imprenditoriale di Nicoli Group; in concomitanza dei lavori di realizzazione della Faro Tower, il Comune riqualificherà Via Roma realizzando nuove piste ciclabili e posando numerosi nuovi alberi.

L

164

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:25

Pagina 165

165

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:25

Pagina 166

166

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:25

Pagina 167

167

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:25

Pagina 168

168

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:25

Pagina 169


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

16:33

Pagina 170

JUST Red carpet “Il Vice: la novità che c’è già!” di Giovanni Volpe • ph Giandomenico Papello

o scorso 22 novembre Il Vice ha ufficialmente aperto i battenti. L’evento di inaugurazione, al quale hanno partecipato centinaia di persone; tra loro, tanti storici amici del ViceeVersa, ma anche molti curiosi attratti dal grande tam tam social che da settimane annunciava questa nuova partenza per il noto locale di Curno. Il risultato è stata una bella e festosa serata, organizzata in ogni dettaglio dal patron Mario Carrara che, per l’occasione, ha puntato su un’animazione di livello affidata all’amico Antonio Bilotta, presentatore e speaker radiofonico. D’eccezione il bartender intervenuto alla serata, il giovane ma già pluripremiato Carmine Liguori, campione italiano “flair” 2016, 2017 e 2018; con le sue evoluzioni ha incantato gli ospiti della serata, conquistati poi dalla bontà dei suoi cocktail. La serata è stata un’ideale occasione di ritrovo per i tanti, tantissimi amici di Mario e del suo locale; tra loro era presente lo staff dei “vicini di casa” di Italian Optic e parte dello staff del Bobadilla. Un evento dunque davvero ben riuscito durante il quale Mario ci ha anticipato che anche il 2019 sarà un anno ricco di novità.

L

170

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:25

Pagina 171

171

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:25

Pagina 172

172

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:26

Pagina 173

173

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:26

Pagina 174

Equipe Solutions

w

“Solo soluzioni di qualità”

B

ERGAMO zona via Corridoni: recente appartamento di 190 mq all’ultimo piano, comodamente servito da ascensore e con un’ottima esposizione al sole. Ingresso, soggiorno, cucina abitabile, tre camere, due bagni, zona living al piano mansarda con lavanderia e due terrazzi vivibili. Cantina e box doppio. Classe C (68,9 kWh/m2a).

R

ANICA: in zona collinare immersa nel parco dei colli, villa totalmente indipendente. La soluzione si sviluppa su più livelli. Al piano terra ampio soggiorno dall’ottima vista panoramica, cucina separata e abitabile e bagno di servizio. Salendo troviamo una zona studio, quattro camere da letto e due bagni. Completano l’immobile l’ampia taverna seminterrata, con zona lavanderia, la cantina ed il box doppio. Classe G (200,00 kWh/m2a).

www.equipe-solutions.it

174

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:26

Pagina 175

www.equipe-solutions.it

T

ORRE BOLDONE: appartamento di 200 mq sito in un palazzo storico del 1500, completamente recuperato e ristrutturato. La soluzione è ubicata in una zona centrale del paese, nei pressi di scuole, poste e negozi commerciali. Finiture di pregio con camino caratteristico. Doppia autorimessa. Classe E (131,28 kWh/m2a).

Tel. 035 66.45.19

T

ORRE BOLDONE: in strada a fondo chiuso, ampio quadrilocale composto da soggiorno, che affaccia su spazioso terrazzo vivibile, angolo cottura, tre camere da letto e due bagni finestrati. La soluzione si trova in una tranquilla zona immersa nel verde e gode di un’ottima vista panoramica. Completano la proprietà il box e la cantina. Classe F (169,00 kWh/m2a).

t

175

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:26

Pagina 176

w Tel. 035 66.45.19

G

ORLE: villa singola con ampia zona giorno e giardino di 700 mq. Completano la soluzione 3 ampi box collegati. Classe G (250,65 kWh/m2a).

G

ORLE: ville d’autore in via Turati. Quadrilocale posto a piano terra di recente mini-palazzina, con ampio giardino privato. Internamente soggiorno con cucina abitabile, tre camere e doppi servizi. La soluzione è direttamente collegata alla taverna di 90 mq ca con camino e alla lavanderia. Ottime le finiture interne. Completano la proprietà la cantina e l’autorimessa doppia in larghezza. Classe D (114,00 kWh/m2a).

www.equipe-solutions.it

176

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:26

Pagina 177

www.equipe-solutions.it

B

ERGAMO: porzione di bifamiliare, immersa nel verde del parco dei colli, in zona dominante e ben esposta, con 3000 mq di giardino. Classe G (200,00 kWh/m2a).

Tel. 035 66.45.19

B

ERGAMO via Verdi: in palazzina di nuova costruzione, appartamento finemente rifinito. La soluzione è internamente composta da ampio salone con cucina open-space, che affaccia su ampio balcone vivibile, tre camere di cui una matrimoniale, con cabina armadio e bagno padronale, un ulteriore bagno e lavanderia. Completa la proprietà il box doppio. Classe A (25,23 kWh/m2a).

t

177

Lifestyle


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:26

Pagina 178

Backstage

178

Backstage


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:26

Pagina 179

179

Backstage


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

16:27

Pagina 180

Backstage

180

Backstage


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:26

Pagina 181

Torre Boldone: in zona collinare vicina al centro, villa singola di recente costruzione, circondata da 2000 mq di giardino. Ottime ďŹ niture interne. Classe D (120,00 kWh/m2a).


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:26

Pagina 182


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

13:26

Pagina 183

Bergamo - Via Borgo Palazzo, 140 - Tel. 035 299984 - www.porcelanosa.it


JUST 24x32 Nr. 10 da 134-184.qxp:JUST NR. 01

13-12-2018

16:22

Pagina 184

® MEN, MOTORS & LIFESTYLE

JUST

Just - Ringraziamenti Chiara Cattaneo • Cinzia Acerbis • Giacomo Agostini • Roberto Sestini • Barbara Corti Gigi Rota • Roberto Nicoli • Marzio Carrara Paola Cattaneo • Francesca Vitali • Emilio Erba Chiara Pennati • Fabio Baccanelli • Michele Della Cagnoletta • Laura Bertulessi • Simone Doneda Cristina Doneda • Paolo Ghinzani • Luca Bertolini Paolo Carmeli • Davide Baruffi • Michela Mantecca • Joel Brunel • Andrea Bassoli • Andrea Rossi • Pietro Batta • Abele Algeri • Mara Soave Guido Colombo • Corrado Pietrobono • Laura Parolini • Cinzia Paleni • Silvana Giardina • Giorgio Casari • Roberta Sala • Claudia Locatelli Carmine Blundo • Francesca Grena Angela Landi

Periodico semestrale - N° 10

Direttore Responsabile Giovanni Volpe direzione.just@gmail.com

Graphic & Art Director Silvia Benaglia redazione.just@gmail.com

Photo Emanuele Clivati • Giandomenico Papello Giorgio Sorti • Davide Crescenzi Luca Tocchio • Marco Giustinoni

Just Web & Social Webpowerplus Amministrazione Studio Landi - Bergamo

Modella per un giorno Kim Dö

Editore Guarda chi guida S.r.l.s. - Bergamo

Test auto e moto Giovanni Volpe • Babila Capovilla Antonio Giudici

Stampa CPZ S.p.a. Distribuzione Caielli Gianluigi - Cell. 347 89.32.063

Contributors Ivan Scelsa • Alex Castelli • Luisa Ardigò Luisa Scivales • Roberto Dolci Valentina Mussinelli • Tiziana Lozza Claudia Cornaggia • Luciana Terencio Giacomo Agostini • Francesca Vitali Chiara Pennati • Jenny Nicoli • Gabriele Tonolini Giacomo Perego • Michele Nicolosi Claudio Pancirolli

Iscrizione n. 21/14 del 17/11/2014 - Registro Stampa del Tribunale di Bergamo. Testi e materiale fotografico contenuti in questa pubblicazione, sono di proprietà esclusiva di Guarda chi Guida S.r.l.s. È pertanto vietata ogni riproduzione, anche solo parziale, non autorizzata dall’editore.

INFO e PUBBLICITÀ pubblicita.just@gmail.com 347 53.78.130

www.just-magazine.it rivista JUST 184



13-12-2018

13:49

Pagina 1

JUST MEN, MOTORS & LIFESTYLE • COVER STORY • PEREGO MOTORRAD “OVER THE TOP!”

Men Robin Shelbourn Mario Carrara BERGAMO

MEN, MOTORS & LIFESTYLE

Special JUST

“EICMA 2018” “Milano AutoClassica 2018”

Green Revolution Green Revolution • Iperauto Bergamo Faro Store Auto • Gruppo Carmeli smart Center Bergamo • Farioli

Motors Scuderia Blu Iperauto Bergamo Lodauto • Supercar FordStore Bluberg Radaelli • Baccanelli Innocenti Mini Turbo De Tomaso

Lifestyle Red Carpet Equipe Solutions

Periodico semestrale - Anno IV - N° 10

Copia omaggio

COVER JUST Nr. 10:JUST NR. 01

Cover Story • Perego Motorrad • BMW R 1250 GS

“Over the top!”

Periodico semestrale - Anno IV - N° 10

www.just-magazine.it