Page 1

COVER STORY ANTONIO BANDERAS FASHION F/W 2017-18 LET THE MUSIC PLAY CULTURE JAN FABRE | LUCY FLANNIGAN ITINERARIES EXTRA-ORDINARY VIEWS | PERIPLUS OF THE ISLAND WINTER IN CAPRI | ICONIC DISHES


T

H

E

A

R

T

O

F

F

Big Bang Meca-10 Magic Gold. Case crafted using a scratch-resistant 18K gold alloy invented and developed by Hublot: Magic Gold. In-house manual movement, with a 10-day power reserve and an innovative architecture inspired by Meccano-type design. Limited edition of 200 pieces.

U

S

I

O

N


B O U T I Q U E hublot.com

C A P R I

Via Vittorio Emanuele 46


80

134

96

20

SUMMER in this issue

COVER STORY

34

90

A special welcome

Antonio Banderas

I love the Neopolitan spirit! Adoro lo spirito napoletano! by Giovanni Bogani SAVE AS 40

Island Events

42

Coast Events

44 Books

Giancarlo Guarracino

Un benvenuto speciale by Chicco Coda MOVIE, THEATRE & MUSIC 144 Music festivals Summer’s elegy Elegia d’estate by Teresa Favi FASHION

PEOPLE

26

51 It object

Susanna Petrone

3, 2, 1… live 3, 2, 1… in onda by Chicco Coda 28

Maria Vittoria Paolillo

Innate style Stile innato 30

Antonio Paloma

New perspectives Nuove prospettive 32

Cinzia Beretta

96

Shooting

Let the music play by Marta Innocenti Ciulli

108 Jewels Make Love Innamorati di loro by Sabrina Bozzoni MUST HAVE 111 Shoes

To weave or not to weave

113 Man

Tessere o non tessere

114 Trend


124

140

116

20

SUMMER in this issue

ART, DESIGN & CULTURE 134

The book

Painted in blue Dipinta nel blu by Mila Montagni 138

John Kapstein

They called him John

124

Views

Capri in the winter Capri d’inverno by Teresa Favi 130

Bagni di Tiberio

Caprese enchantment

Lo chiamavano John by Chicco Coda

Incanto caprese

140

Jan Fabre

Reflections

Riflessioni by Francesca Lombardi

ITINERARIES 80

Landscapes

FOOD & WINE

148

Restaurants

The island of taste L’isola del gusto

Extra-ordinary views Panorami straordinari di Capri by Chicco Coda 116

Sailing

SHOT ON SITE 71, 74, 77, 78

The Capri Periplus

DIVINE GUIDE

Il periplo caprese

156

Restaurants


T

H

E

D

I

V

I

N

E

C

O

A

S

T

QUARTERLY FASHION, ART, EVENT AND LIFESTYLE MAGAZINE publisher

FM publishing srl Gianluca Fontani, Luca Gori, Ori Kafri, Alex Vittorio Lana, Matteo Parigi Bini M

A

D

E

I

N

T

U

S

C

A

N

Y

M

A

D

E

I

N

V

E

N

E

T

O

editor in chief

Matteo Parigi Bini fashion director

Marta Innocenti Ciulli managing editor

Teresa Favi, Francesca Lombardi editor

Sabrina Bozzoni, Virginia Mammoli capri correspondent

Gianluca Coda contributors

Giovanni Bogani, Riccardo Esposito, Mila Montagni, Ausilia Veneruso photographers

Davide Esposito, Flaviana Frascogna, Sergio Goglia, Massimo Listri, Luca Moggi, Sara Montalbano, New Press Photo, Jeff Vespa (cover) art editors

Martina Alessi, Chiara Bini translations

Tessa Conticelli, NTL traduzioni, The Florentine advertising and marketing director

Alex Vittorio Lana advertising

Alessandra Nardelli, Gianni Consorti, Monica Offidani, Daniela Zazzeri editorial office

via Piero della Francesca, 2 - 59100 Prato - Italy ph +39.0574.730203 fax +39.0574.730204 - redazione@gruppoeditoriale.com branch

N. Bayshore Dr. #1101 - FL 33137 - Miami 2000 - Usa ph +1.305.213-9397 fax +1.305.573-3020 società editrice

Gruppo Editoriale

Alex Vittorio Lana & Matteo Parigi Bini via Piero della Francesca, 2 - 59100 Prato - Italy Gruppo Editoriale ph +39.0574.730203 fax +39.0574.730204 www.gruppoeditoriale.com Registrazione Tribunale di Prato - n° 9/2006 del 15.12.2006 Spedizione in abbonamento postale 45% art. 2, lettera b – legge 662/96 – Filiale di Firenze - Contiene IP stampa

Baroni & Gori - Prato (Symbol Freelife Gloss Premium White Paper) Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

copyright © Gruppo Editoriale srl


CONTRIBUTORS

Giovanni Bogani. giornalista, scrive di cinema dai festival di Cannes, Berlino e Venezia. Ha pubblicato saggi sulla sceneggiatura – Ciak si scrive, Cult editore – e numerosi romanzi, tra cui L. e Amore a ore, sempre per Cult. Giovanni Bogani Journalist, writes about cinema and Cannes, Berlin and Venice Film Festival. He wrote essays on script-writing – Ciak si scrive, Cult Edition – and many novels, including L. and Amore a ore, published by Cult.

ph. Ummarino

Marta Innocenti Ciulli. 40 anni di moda, di cui 20 passati come direttore di testate con un unico soggetto: moda e tendenze. Un lavoro-passione che le ha corrisposto profondamente. Ama i suoi figli, la casa e il lavoro, la fotografia, il cinema. Marta Innocenti Ciulli, 40 four years in the fashion business, of which twenty spent as editor in chief of magazines specialized in fashion and trends. A job and a passion just right for her. She loves her children, home, job, photography and movies. Gianluca Coda. Amante e profondo conoscitore dell’Isola di Capri. Avvocato e pubblicista, esperto di auto e di motori, è autore e conduttore di programmi radiofonici sull’emittenti della Rai, Isoradio e Radio1. Gianluca Coda. Aficionado and deep connoisseur of Capri Island. Advocate and expert in public law, specialized in machine and motor vehicles, is author and anchorman on radio programs for stations such as Rai, Isoradio and Radio 1. Luigi Cremona. Ingegnere con due grandi passioni: i viaggi e la gastronomia. Ha collaborato per anni alla Guida dell’Espresso. Dal 1996 è il Consulente del Touring Club d’Italia. E’ il responsabile del settore enogastronomia ospitalità del gruppo Editoriale Swan, riviste Monsieur e Spirito di Vino. Ha vinto numerisi premi giornalistici. Luigi Cremona. An engineer with two great passions: travelling and gastronomy. He has collaborated for years with the Espresso Guide. Since 1996, he has been a consultant to the Italian Touring Club. He is in charge of the food-and-wine and hospitality sector of Gruppo Editoriale Swan, Monsieur and Spirito di Vino magazines. He won many journalist awards.

ANELLO TOURBILLON

CAPRI, VIA CAMERELLE 8/A vhernier.it

Riccardo Esposito. E’ nato a Capri e ha fondato e cura, con la moglie Ausilia Veneruso, le Edizioni La Conchiglia, che comprendono più di duecento titoli di cui molti dedicati alla storia e alla letteratura isolana. Conoscitore della storia di Capri, è autore tra l’altro del volume Delle Isole, dell’Isola-Manuale teorico-pratico da servire al navigante. Riccardo Esposito. Born in Capri. He has founded and runs, with his wife Ausilia Veneruso, the La Conchiglia Editions which counts more than two-hundred titles which among many are dedicated to history and literature of the island. Expert in the history of Capri, is author of Delle Isole, dell”Isola–theoretic-practical guide for the use of navigators. Ausilia Veneruso. È nata a Capri e ha realizzato, dal 1982, quattro librerie che gestisce tra Capri, Anacapri e Roma. Ha creato, insieme al marito Riccardo Esposito, le Edizioni La Conchiglia e l’omonima Associazione Culturale che organizza, ogni anno, incontri letterari e manifestazioni culturali. Ausilia Veneruso, was born in Capri and has created, from 1982, four book stores which she runs between Capri, Anacapri and Rome. She has realized, together with her husband Riccardo Esposito, the La Conchiglia Editions and the homonymous Cultural Association which organizes, each year, book presentations and cultural manifestations.


via Ignazio Cerio 6 - Capri - ph 081 8376296 - info@laboratoriocapri.it - www.laboratoriocapri.it photo by Pasquale Abbattista


Via Camerelle 85 Island of Capri. Italy. 235 Suite C, Worth Avenue, Palm Beach. Florida. www.socapri.com


A NEW ARTISTIC COLLABORATION WITH OMAR GALLIANI

Blu Oltremare

CONTEMPORARY ART GALLERIES IN CAPRI LIQUID | CAPRI Via V. Emanuele, 56 ph. +39 081 01 91 478 capri@liquidartsystem.com LIQUID | ANACAPRI Piazza Vittoria, 1 ph. +39 081 837 19 02 anacapri@liquidartsystem.com

liquidartsystem.com


Mantrablu


divine people

3, 2, 1…ONlDiAve 3, 2, 1… IN

text Chicco Coda

ph. Sergio Goglia

What led you to the entertainment business? I’ve always had a passion for films and the theater, but for journalism as well. While I was studying journalism at university I also took up acting. Then by chance a journalist friend working for LA7 asked me to try my hand at reporting from soccer fields for their sports program. So I began working for LA7. I then moved on to Mediaset, where I was co-host of the show Guida al Campionato, aired on Italia Uno. Has your life changed? Yes and in a positive way, but I’ve tried not to lose sight of my principals and the importance of my family ties. Have you always been a sports fan? Yes, I love sports and I’ve been a soccer fan since I was a little girl, given my father and my brothers were crazy about it. What are you involved in at the moment? I’ve been hosting charity events lately. It’s highly-rewarding from a human standpoint, especially when the events are devoted to children. Future projects? My future projects include this interest I have in food concepts. We’ll see. Which places on the island are you most fond of? There are many. I adore walking and often take long strolls to historical sites, such as Villa Lysis and Villa Jovis.

Susanna Petrone is a journalist publicist and television presenter. She has worked for LA7 and Mediaset. Born in Naples and in love with the island, she spends her summer vacations on Capri 26 Capri | The Divine Coast

Come si è avvicinata al mondo dello spettacolo? Ho sempre avuto la passione per il cinema e il teatro, ma anche per il giornalismo. Studiavo all’università per diventare giornalista e contemporaneamente studiavo recitazione. Poi per caso un mio amico giornalista della rete tv LA7 , mi chiese di fare una prova come giornalista a bordo campo per un programma di calcio, e cosi ho iniziato a lavorare per LA7. Poi da li il passo a Mediaset per la co-conduzione di Guida al campionato su Italia Uno. È cambiata la sua vita? Certo la mia vita è cambiata in positivo, ma ho cercato di non perdere mai di vista i miei valori e il legame con la mia famiglia Era già appassionata di sport? Si, amo lo sport e il calcio lo seguivo sin da bambina avendo un padre e un fratello super tifosi. Quali impegni ha in questo momento? Nell’ultimo periodo sto conducendo diversi eventi di beneficenza. Mi gratifica molto dal punto di vista umano, soprattutto quando si parla di bambini. Progetti per il futuro? Nei miei progetti futuri c’è ora anche un interesse nel food concept! Vedremo... Quali sono i luoghi dell’isola cui si sente più legata? Ho tanti posti che amo di Capri. Adoro camminare e spesso la mattina faccio delle lunghe passeggiate fino ai luoghi storici come villa Lysis e villa Jovis.


divine people

InnateAsTOtyle STILE INN

text Federico Carluccci

When did your career begin in the world of gems? I grew up among jewelry and precious stones, guided by my father who works in this field. My family has been in the business for 180 years, which means I was introduced to this world as a child. How did MVP come about? Following my studies in gemology I traveled and looked for inspiration. My objective was to design a very personal product, youthful and trendy. I created MVP in 2012. I then began working on a lengthy project and communication strategies which led to being chosen as jewelry designer by Trussardi. What do you try to convey through your Instagram profile? It’s my diary. I show what I do on a daily basis. I enjoy interacting with my followers, reading what they think of what I do and if they like my work. How does one become an influencer and what does that mean to you? There isn’t a school and there are no rules. You need to be consistent and arouse interest in what you do by showing it in a very natural way. People get lots of ideas from my work, and are curious about my lifestyle and my personal style. They seem to appreciate my tastes in clothing and my natural look. What must you never forget to pack for a weekend on Capri Island? White sartorial-style cover-ups, flat sandals and a monogrammed straw bag.

Maria Vittoria Paolillo, gemologist and creator of the MVP brand, is a jewelry designer for Trussardi. Highly popular on Instagram, she is an influencer Gemmologa, creatrice del brand MVP, è jewels designer per Trussardi. Seguitissima su Instagram, influenza col suo stile e con il suo look 28 Capri | The Divine Coast

Quando inizia la sua storia nel mondo dei preziosi? Sono cresciuta tra gioielli e pietre preziose, guidata da mio padre che si occupa di questo. La mia famiglia opera nel settore della gioielleria da 180 anni e questo ha fatto in modo che entrassi in questo mondo fin da bambina. Come nasce MVP? Dopo gli studi in gemmologia ho viaggiato e cercato ispirazioni con l’obiettivo di dar vita ad un prodotto che sentissi mio, giovanile e di tendenza. Nel 2012 ho creato MVP. Ne è seguito un lungo lavoro di progettazione e comunicazione che mi ha portata ad essere scelta anche come jewels designer per Trussardi. Cosa cerca di trasmettere attraverso il suo profilo Instagram? È il diario della mia vita, in cui racconto quello che faccio quotidianamente. Mi diverte relazionarmi con le mie followers, sentire cosa pensano di ciò che faccio e se apprezzano il mio lavoro. Come si diventa influencer e cosa significa per lei? Non c’è una scuola e non ci sono regole. Bisogna avere costanza e creare interesse per ciò che si fa, raccontarlo con spontaneità. Il mio lavoro dà molti spunti e il mio stile di vita e personale creano curiosità. Le persone sembrano apprezzare il mio gusto nel vestire e il mio look naturale. Cosa non può mancare in valigia per un weekend a Capri? Kaftani bianchi sartoriali, sandali bassi e borsa di paglia personalizzati con le iniziali.


divine people

es v i t c e p s r e p w Ne SPETTIVE O NUOVE PR

text Chicco Coda

ph. Flaviana Frascogna

How would you describe yourself? It’s not easy to describe my background. I have experimented and continually changed throughout my life. I guess I could describe myself as being ever transforming and unconventional. Over the past ten years your projects have taken you from Naples to Ibiza and around the world. What is your next destination? I will be here on Capri Island with my business partner Corrado Vittoria throughout the summer to launch St’Art Garden Bar at Hotel La Residenza. If I look ahead, I see Cuba and a new challenge. What do you expect from Capri? I prefer not to generate any expectations. I want to create a zippy venue to stimulate the island. How do you combine cocktails and art? Our project does not make a distinction between the two. A cocktail too can become a work of art. PalomArt and Happening Cocktail Bar are on the same wavelength. What innovative aspect is the winning ingredient of your projects? Authenticity along with passion, pursuance and a dash of folly. One of your next projects concerns the Bellini in Naples. What will your objective be there? To offer my know-how to an innovative theater so as to enhance its role and take it to the level of a modern theater, where there is no distinction between performances and exhibitions.

Antonio Paloma, art entrepreneur from Ibiza to Capri. He is founder of the international network PalomArt. He is now on Capri Island with his new project St’Art Garden Bar. Imprenditore d’arte da Ibiza a Capri. È fondatore del network internazionale PalomArt. Da quest’anno è a Capri con la sua nuova iniziativa St’Art Garden Bar 30 Capri | The Divine Coast

Come ti definiresti? È difficile definire  il mio percorso. Nella mia vita ho sperimentato e cambiato costantemente. Direi: in continua trasformazione e fuori dalle dinamiche convenzionali. Il tuo percorso in 10 anni ti ha portato da Napoli a Ibiza e in giro per il mondo. Dove stai andando?  Il mio presente è qui a Capri dove resterò durante tutta la stagione estiva insieme al mio socio Corrado Vittoria per il lancio di St’Art Garden Bar presso il giardino dell’Hotel La Residenza. Guardando avanti vedo Cuba, ancora un’isola, per una nuova sfida. Cosa ti aspetti da Capri? Preferisco non creare aspettative. L’intenzione è quella di creare uno spazio di evasione, un luogo di incontro e interazione. Qual’è il punto d’incontro tra cocktail e arte? La nostra proposta sarà senza distinzione tra i due campi, anche un cocktail può diventare una creazione artistica, PalomArt ed Happening Cocktail Bar sono sulla stessa lunghezza d’onda.  Qual è l’ingrediente vincente delle tue iniziative? L’autenticità, insieme alla passione, la dedizione e un pizzico di follia. I tuoi prossimi impegni includono il Bellini di Napoli. Qual è l’obiettivo di questo progetto? Apportare il mio know how all’interno di un teatro innovativo, ampliando il suo raggio di azione e la sua proposta, cercando di avvicinarlo sempre di più all’accezione di teatro moderno, in cui non esiste distinzione tra spettacolo, musica, esposizione e performance.


divine people

eave w o t t o n r o e To weaOvNON TESSERE TESSERE

text Federico Carlucci

How is an Arte in Maglia creation born? Most of my designs are conceived overnight from ideas that suddenly take shape. What are the secrets of your work? My secrets? Many, but I can’t reveal them, otherwise they would no longer be secrets! When did your career begin? It’s a long family story. My maternal grandmother taught my mother the rules of this work. My mother then handed them down to me. How do you combine tradition and innovation? I grew up breathing the smell of yarns and listening to the sounds of the knitting machines. Those machines are still the means by which experienced hands transform my ideas in what I like to call small masterpieces. If one of your creations were a corner of Capri, which would it be? It would no doubt be the Faro at sunset, with its multifaceted colors. They are what our collections are inspire by. What is your connection with the island? I am bound to Capri by a profound fondness, which developed during my childhood, when I would spend a part of my vacation with family friends from Naples. I discovered the island through them and got to know the islanders.

Cinzia Beretta, owner of Arte in Maglia, a small workshop where her family has been creating exclusive knitwear, including tailor-made knits, for over 60 years, personally supervising craftsmanship and finishing touches 32 Capri | The Divine Coast

Come nasce una creazione di Arte in maglia? Le mie creazioni nascono quasi sempre da pensieri notturni, idee che prendono forma all’improvviso. Quali sono i segreti del suo lavoro? I miei segreti? Sono tanti, ma non posso svelarli. Se lo facessi non sarebbero più tali! Quando inizia la sua storia tra i filati? È una lunga storia di famiglia. Mia nonna materna ha insegnato a mia madre i canoni di questo lavoro. Lei ha poi passato in un secondo momento il testimone a me. Come riesce a coniugare tradizione e innovazione? Sono nata respirando i profumi delle lane e ascoltando i suoni delle macchine artigianali. Ancora oggi quelle macchine sono il mezzo con cui mani sapienti trasformano le mie idee in quelli che amo definire dei piccoli capolavori. Se una sua creazione fosse un angolo di Capri quale sarebbe? Senza ombra di dubbio sarebbe il Faro, al tramonto, coi suoi molteplici colori sfaccettati. Sono questi che ispirano le nostre collezioni. Qual è il suo legame con l’isola? Sono legata a Capri da un profondo affetto che nasce negli anni della mia fanciullezza, quando trascorrevo parte delle vacanze estive da amici di Napoli dei miei genitori. È con loro che ho scoperto l’isola e ho imparato a conoscere i capresi.


divine people

me o c l e w l a i c e p As E O SPECIAL NUT UN BENVE

text Chicco Coda

ph. Davide Esposito

Who was your model? Surely my uncle, Pietro Cerrotta. He is one of the oldest hoteliers on Capri Island and his experience developed over the years spent meeting and getting to know writers, artists and actors of his times. What have you learned from him? His simple and informal hospitality became a trademark of our business. My brother Domenico and I try to offer our guests the same kind of friendly hospitality. Along with the San Felice, Pietro Cerrotta also ran his restaurant at Torre Saracena and the Weber with great passion. Those were the fabulous 1950s and celebrities such as Clark Gable, King Faruk of Egypt, Tza Tza Gabor, Aristotele Onassis and Maria Callas used to spend their vacations on the island and were patrons of the restaurant. What else do you remember? Gloria Magnus, former dancer from England, who was in love with the island and uncle Pietro, known as ‘Uocchie Argiento’ because of his silver-blue eyes. The simple and refined ambiance was her idea. She was our uncle’s companion and shared his fame in those times. What do you do to honor this business? My brother and I now manage what he created and proudly draw inspiration from a man who means a great deal to us. We have been introducing innovative aspects and continue to work on making the San Felice the small gem of an unforgettable island.

Giancarlo Guarracino, hotelier with his brother Domenico, manages the businesses established by his uncle, Pietro Cerrotta, the Hotel San Felice and the Torre Saracena beach facility 34 Capri | The Divine Coast

Qual è stato il suo esempio di vita? Sicuramente mio zio Pietro Cerrotta. È stato tra gli albergatori più anziani di Capri e la sua esperienza va ricercata in un passato pieno d’incontri e conoscenze con scrittori, artisti e attori dell’epoca. Cosa vi ha insegnato? Fece dell’accoglienza semplice e informale gli elementi essenziali del nostro lavoro. Come lui io e mio fratello Domenico cerchiamo di dedicare agli ospiti simpatia e cordialità. Insieme al San Felice, Pietro Cerrotta seguiva con passione il suo ristorante a Torre Saracena e Weber. Erano i magnifici anni ’50 e personaggi del calibro di Clark Gable, Re Faruk d’Egitto, Tza Tza Gabor, Aristotele Onassis, Maria Callas frequentavano l’isola e il ristorante abitualmente. Cosa altro ricorda? L’ambiente semplice e raffinato fu anche merito di Gloria Magnus, ex ballerina di origini inglesi che, innamorata dell’Isola Azzurra e di zio Pietro, detto ‘Uocchie Argiento’, per il colore blu argento dei suoi occhi, lo accompagnò e divise con lui la notorietà dell’epoca. Cosa fa per rendere merito a questo lavoro? Io e mio fratello oggi guidiamo le attività da lui create, e con orgoglio ci ispiriamo a un uomo che per noi rappresenta molto. Abbiamo iniziato un’escalation d’innovazioni, investiamo continuamente per continuare a far essere il San Felice un piccolo gioiello di un’isola indimenticabile.


SALE Even more savings on outlet prices

From 1 July* Daily Shuttle bus from Naples and Sorrento mcarthurglen.it/marcianise Starting dates may vary according to regional legislation

*


save as island events

The magic of Capri

JULY Concerti al Tramonto (Concerts at Sunset) in the stunning Villa San Michele at Anacapri. In July: on 21, the baritone Fredrik Zetterström, the soprano Alexandra Büchel and at the pianoforte the Maestro Love Derwinger; and on 28 the Maestro Love Derwinger at the piano with music by Bach and Schubert. On 25 July, on the Piazzetta, Elena Somarè and Francesco Poeti in the concert La Voce e il Fischio. On 27, at the Certosa of San Giacomo, Tutti pazzi per la lirica, with the magnificent voice of Maria Luigia Borsi and the Duo Baldo; and on 30 Le valse d’Amelie, a journey into the music

of Yann Tiersen. On the terrace of August, at the Andrea Ingenito the Hotel Caesar Augustus, from Contemporary Art gallery, the 29 July to 2 August, the Festival vitality of the Japanese manga by dal Barocco al Jazz 2017. Takashi Murakami. Hosted at the AUGUST Certosa di San Giacomo, it will Concerti al Tramonto continues be the tenth year for the Premio in August: Carlo Guaitoli at the Anacapri Bruno Lauzi - Canzone pianoforte (on 4); the contralto d’Autore e Jazz Inn Capri. Anna Larsson and tenor Göran SEPTEMBER Eliasson with the pianist Fran- The Maratona Capri-Napoli di cisca Skoogh (on 11) and the Nuoto Gran Fondo will take – a tenor Giuseppe Auletta with his stage of the world championship brother Giovanni and Ginevra – will be taking place on 3 SepPetrucci (on 18). On 10 August, tember. From 9 September to at the port, for the night of San 9 December, the third Capri the Lorenzo, the customary concert Island of Art, the open-air exhibiwith the fireworks show. The ex- tion for which Italian and foreign hibition Sguardi, devoted to Attil- artists from the contemporary art io Lembo and hosted at Empori- scene. On the last Sunday of the um, will close on 10 August. In- month, the Settembrata Anacacontro d’Agosto will prese will once again be coming into its be held and feature 40th year on 13 Au- A summer an opening fashion gust at the church filled with show as well as art of Santa Sofia in and food-and-wine music, Anacapri. Until 31 events.

LUGLIO Nello splendido scenario di Villa San Michele di Anacapri torna Concerti al Tramonto. A luglio: il 21, il baritono Fredrik Zetterström, il soprano Alexandra Büchel e al pianoforte M° Love Derwinger e il 28, il M° Love Derwinger al piano su musiche di Bach e Schubert. Il 25 luglio, nella famosa Piazzetta, Elena Somarè e Francesco Poeti nel concerto La Voce e il Fischio. Alla Certosa di San Giacomo, il 27, Tutti pazzi per la lirica con la grande voce di Maria Luigia Borsi e il Duo Baldo e il 30 Le valse d’Amelie, un viaggio nelle musiche di Yann Tiersen. Sulla terrazza dell’Hotel Caesar Augustus, dal 29 luglio al 2 agosto, il Festival dal Barocco al Jazz 2017. AGOSTO Sempre per Concerti al Tramonto, ad agosto: Carlo Guaitoli al pianoforte su musiche di F. Cho-

me alle sue opere, pin e F. Liszt (il 4), cultural lavori di giovani il contralto Anna events esponenti del pop Larsson, e il tenore giapponese che s’iGöran Eliasson con on the spirano espressala pianista Franci- beautiful sca Skoogh (l’11) e blue island mente al maestro. A fine agosto, la deciil tenore Giuseppe Auletta accompagnato al piano ma edizione del Premio Anacapri dal fratello Giovanni e al flauto Bruno Lauzi - Canzone d’Autore da Ginevra Petrucci (il 18). Il e Jazz Inn Capri alla Certosa di 10 agosto, per la notte di San San Giacomo. Lorenzo, al porto il consueto SETTEMBRE concerto con spettacolo pirotec- Il 3 settembre, si svolge la manico. Si conclude il 10 agosto la ratona Capri-Napoli di nuoto gran mostra dedicata a Attilio Lem- fondo, tappa del campionato bo, Sguardi nel centro culturale mondiale. Dal 9 settembre al Emporium. Il 13 agosto torna 9 dicembre, la terza edizioIncontro d’agosto, nella chiesa di ne di Capri the Island of Art la Santa Sofia, Anacapri, giunto rassegna open air, che anche alla quarantesima edizione. Fino quest’anno invita artisti italiaal 31 agosto, presso la galleria ni ed internazionali della scena Andrea Ingenito Contempora- contemporanea a dialogare con ry Art, l’esuberanza dei manga i luoghi-simbolo dell’isola. L’ulgiapponesi firmati da Takashi tima domenica del mese, torna Murakami, definito da Time il la Settembrata Anacaprese, con la più influente rappresentante sfilata di apertura, eventi artistici della cultura nipponica. Insie- e enogastronomici.

LA MAGIA DI CAPRI text Virginia Mammoli

Villa San Michele

Certosa of San Giacomo

Galleria AICA

Emporium

Fredrik Zetterström

40 Capri | The Divine Coast

art and


save as napoli and coast events

Food for the soul CIBO PER L’ANIMA text Teresa Favi

Reggia di Caserta’s Aperia

Caravaggio, I Musici

Ezio Bosso

‘Amori divini’ exhibition

Jan Fabre at Museo Madre

42 Capri | The Divine Coast

The exhibition Jan Fabre. Naturalia is running until October 22 at the Museo di Capodimonte, where two works by the Belgian artist are on display. Museo MADRE’s terrace is hosting his sculpture The Man Who Measures the Clouds until December 19. Until October 16, also at the MADRE, there are two exhibitions going on: English for Foreigners, with works by Stephen Prina, the fruit of his time in Naples, and Siamo Arrivati, dedicated to the expressive world of Wade Guyton. Two anthologies at the National Archeological Museum, Naples: until October 16, Amori divini, a look at Greek mythology from the Classical Era Fino al 22 ottobre, è in corso al Museo di Capodimonte la mostra Jan Fabre. Naturalia e Mirabilia dove sono esposte due opere dell’artista belga. Mentre sulla terrazza del Museo Madre è esposta la sua scultura L’uomo che misurava le nuvole, visibile fino al 19 dicembre. Fino al 16 ottobre, ancora il Madre ospita due mostre: English for Foreigners opere di Stephen Prina frutto dalla sua permanenza a Napoli, e Siamo arrivati rassegna sull’universo espressivo di Wade Guyton. Due antologiche al Museo Archeologico Nazionale di Napoli: fino al 16 ottobre, Amori divini percorso nella mitologia greca dall’età classica all’Ottocento attraverso 80 opere, e il viaggio nelle civiltà precolombiane con la mostra Il mondo che non c’era. dagli Olmechi ai Maya, dagli Aztechi agli Inca, fino al 30 ot-

to the 19th century as told by 80 At Palazzo Zevallos, until July works, and a journey into Pre-Co- 23, Caravaggio’s The Musicians lombian civilizations with the ex- will be on display, on loan from hibition The World That Wasn’t the Metropolitan Museum of Art There, until October 30. Until in New York. November 27, the Large Palaestra AUGUST in Pompeii is home to the exhibi- The most anticipated moment tion Pompeii and the Greeks, with of the Ravello Festival, the Con600 artefacts narrating the link cert at Sunrise, is on August 11, between the Vesuvius city and the at 4.45am, directed by Oleg Caetani. Greek Mediterranean. . SEPTEMBER JULY On July 18, in the Courtyard of From September 15 to 17, at the the Royal Palace of Caserta, Ezio Arena Flegrea in Naples, RossBosso returns to Classical music, ini’s Barber of Seville will take the accompanied by the San Car- stage, and from September 25 to lo Orchestra. On July 22, in the 25, at the Teatro San Carlo, FideAperia of the Royal Palace of Ca- lio by Beethoven, in the form of a serta, a unique version of the Car- concert, directed by Zubin Mehmina Burana will be performed. ta. Other must-see events dedicated Also on July 22, at to music and dance the Arena Flegrea (including the top in Naples, the pop The best dates from late-July phenomenon of of Naples to August at the Ravthe moment Alvaro ello Festival) can be and the Soler will take the found on pages 144Amalfi stage. 147. tobre. Fino al 27 Coast, A Palazzo Zenovembre, nella from art vallos, fino al 23 Palestra Granluglio, è esposta de degli Scavi di to music, l’opera I Musici di Pompei  è allestita opera Caravaggio provela mostra Pompei e to ballet niente dal Metroi Greci, 600 reperpolitan Museum ti raccontano l’incontro tra la of Art di New York. città vesuviana e il Mediterra- AGOSTO neo Greco. Per tutta l’estate il Il momento più atteso del RaTeatro greco nei Giardini del- vello Festival, il Concerto all’alla Mortella di Ischia ospita il ba, è l’11 agosto alle ore 4.45, giovedì sera concerti di musica diretto da Oleg Caetani. sinfonica tenuti da orchestre SETTEMBRE giovanili. Dal 15 al 17 settembre, all’Arena Flegrea di Napoli, va in LUGLIO Il 18 luglio, al Cortile della scena Il Barbiere di Siviglia di Reggia di Caserta, Ezio Bosso Rossini e dal 23 al 25 settemtorna alla classica accompa- bre, al Teatro San Carlo, il gnato dall’Orchestra del San Fidelio di Beethoven, in forma Carlo. Il 22 luglio all’  Aperia di concerto, diretto da Zubin della Reggia di Caserta va in Mehta. Altri appuntamenti dediscena una versione particolare cati alla musica e alla danza (tra dei Carmina Burana. Sempre il cui tutte le date da non perdere 22, all’Arena Flegrea di Napoli tra fine luglio e agosto al Ravello arriva in concerto il fenomeno Festival) alle pagine 144 -147 di pop del momento Alvaro Soler. questo numero.


save as book

Premio Strega, an award a guarantee. This is why the Libreria La Conchiglia has decided to recommend the five finalists of the 2017 Strega book awards. Sought-after by publishing houses – Einaudi eventually won – Paolo Cognetti’s Le Otto Montagne was a literature sensation right from the beginning. The protagonists of this novel are inextricably bound to the mountain. They leave then come back without ever really leaving it. Because the mountain, with its bare, harsh and wild beauty, leaves a mark on your soul. And even when you leave it, all it takes is a sound or a scent and you are sucked right back to it,

tagonist of La Compagnia delle Anime Finte (Neri Pozza), written by Wanda Marasco, who once more illustrates Naples in a novel written in a powerful and poetic language. It is the narration of the abuses suffered and inflicted which Rosa relives before the lifeless body of her mother. It is the choral staging of many other stories, of the ‘fake souls’ who dwell in the narrow streets and, like actors in the same play, enter the story when summoned by the memory of the protagonist. The novel by Alberto Rollo,

away from the deafening city. Also in La più amata, by Teresa Ciabatti (Mondadori), the main character, namesake of the writer, is searching for something. She wants to understand what abruptly interrupted her happy childhood and generated the unaccomplished woman she feels she is. Daughter of the professor, Doctor Lorenzo Ciabatti. A powerful man who sometimes appears as a philanthropist and at other times as a schemer. She, his beloved daughter, grows up and feels totally unprepared to deal with life. Vincenzina’s childhood was instead not so serene. She is the mother of Rosa, the pro-

Un’Educazione Milanese (Manni), is an autobiographical reconnaissance, the story of the city which inspired it, from the 1950s, with the development of the districts of its outskirts, until our days, with shrinking of the industrial areas, the urban projects of a Grande Milano, the transformations of the city’s skyline and the triumph of fashion and celebrities. Lastly, Matteo Nucci’s È Giusto Obbedire alla Notte (Ponte alle Grazie). An adventure of pain and rebirth in the mythological and modern heart of an unknown Rome. The awaited return of a writer who has been described as one of the most talented of his generation.

44 Capri | The Divine Coast

Premio Strega, un premio, una garanzia. Per questo la Libreria La Conchiglia ha deciso di consigliarvi per questa estate la cinquina dei finalisti dell’edizione 2017. Conteso da diverse case editrici - ha poi avuto la meglio Einaudi - Le otto montagne di Paolo Cognetti (vincitore del premio), è diventato fin da subito un caso letterario. I protagonisti di questo romanzo sono indissolubilmente legati alla montagna. Vanno e ritornano, senza mai lasciarla veramente. Perché la

The Fantastic Five I FANTASTICI CINQUE text Ausilia Verenuso

montagna, nella sua scarna bellezza, dura e selvaggia, segna l’anima e anche quando la si lascia basta un suono, un profumo e si è risucchiati da lei, lontano dalla assordante città. Anche ne La più amata di Teresa Ciabatti (Mondadori) la protagonista, omonima della scrittrice, è alla ricerca di qualcosa: vuole capire cosa ha interrotto bruscamente la sua infanzia felice generando la donna incompiuta che sente di essere. Figlia del Professore, il dottor Lorenzo Ciabatti. Un uomo potente, che a momenti sembra un benefattore e a momenti un calcolatore. Lei, la sua figlia amatissima, una volta cresciuta si sente

totalmente impreparata alla vita. Non è stata serena invece l’infanzia di Vincenzina, la madre di Rosa, protagonista di La compagnia delle anime finte (Neri Pozza) scritto da Wanda Marasco, che torna a raccontare Napoli in un romanzo dalla lingua potente e poetica. La narrazione dei soprusi subìti e inferti che Rosa rivive davanti al corpo senza più vita della madre. La messinscena corale di molte altre storie, di “anime finte” che popolano i vicoli e, come attori di un medesimo dramma, entrano sulla ribalta della memoria. Manni è invece la casa editrice che ha pubblicato il romanzo di Alberto Rol-

lo, Un’educazione milanese. Una ricognizione autobiografica, il racconto della città che l’ha ispirata, a partire dagli anni ’50 con la nascita dei quartieri periferici, fino ad oggi con il prosciugamento della città industriale, i progetti urbanistici per una Grande Milano, le trasformazioni dello skyline, il trionfo della moda e degli archistar. Infine È giusto obbedire alla notte di Matteo Nucci (Ponte alle Grazie). Un’avventura di dolore e rinascita nel cuore mitologico e moderno di una Roma sconosciuta. L’atteso ritorno di quello che è stato definito come uno dei più talentuosi scrittori della sua generazione.


Shooting Yacht Capri Magazine 2017 - ADV Caprivisual


Shooting Yacht Capri Magazine 2017 - ADV Caprivisual

VIA FUORLOVADO, 5 - 80073 CAPRI (NA) - TEL. 0818379412 WWW.AUTORICAPRESI.IT - INFO@AUTORICAPRESI.IT #FollowUsOnInstagram


piazzetta Cerio - CAPRI www.ecocapri.com info@ecocapri.com


it object

tale y r i a f a n i e k Li FAVOLE LE COME NEL zoni oz B na ri ab text S

Once upon a time there was a collection in which artisan excellence blended with modern geometric patterns. Bags and accessories inspired by the magic of the Ferragamo tradition. It is Sara Battaglia for Salvatore Ferragamo, on Via Vittorio Emanuele, in Capri. C’era una volta una collezione in cui l’eccellenza artigianale si combina alla modernità di pattern geometrici. Borse ispirate alla meraviglia della tradizione Ferragamo. È Sara Battaglia for Salvatore Ferragamo, in via Vittorio Emanuele, a Capri. Capri | The Divine Coast 51


it object

moon e h t r o f y d a e R E PER LA LUNA PRONT

zoni

oz text Sabrina B

Astronautical and interstellar visions for a large and never banal winter. The key word is backpack. A backpack filled with dreams and wishes that fly high up to the stars. By Karl Lagerfeld for Chanel, a must-have. At 61 Via Vittorio Emanuele, in Capri. Astronautiche visioni interstellari per un inverno capiente e mai banale. Parola d’ordine zaino. Uno zaino pieno di sogni e desideri che volano su, in alto fino al firmamento. Ăˆ la firma di Karl Lagerfeld per Chanel, da avere. In via Vittorio Emanuele, 61 a Capri. Capri | The Divine Coast 53


via roma,73/a - Capri - ph. +39 081 8374854 - www.caprinteriors.it - info@caprinteriors.it


it object

LoRvIEe Ds’AtMoOrRiEes STO

vi text Teresa Fa

The Blue Lizard of the book written and illustrated by Edwin Cerio and dedicated to his daughter Letizia comes back to life on the silk scarf made and sold by Eco Capri. Unique of its kind, in Piazzetta Cerio, 11. In Capri, of course. La Lucertola Blu del libro scritto e illustrato da Edwin Cerio e dedicato alla figlia Letizia, rivive sulla seta del foulard prodotto e in vendita da Eco Capri. Unico e senza eguali, in piazzetta Cerio, 11. A Capri, naturalmente. Capri | The Divine Coast 55


it object

e sea As deeOpCOaMsE tILhMARE PROFOND

zoni

oz text Sabrina B

Designed to conquer the sea’s depths. It is the Rolex Oyster Perpetual Sea-Dweller, waterproof to a depth of 1,220 meters, crafted from stainless 904L steel, equipped with caliber 3235... At La Campanina, Via Vittorio Emanuele, 18 in Capri. Progettato da Rolex per la conquista delle profondità marine. È il Rolex Oyster Perpetual Sea-Dweller, impermeabile fino a 1.220 metri, in acciaio inossidabile 904L, movimento 3235... Da La Campanina, via Vittorio Emanuele, 18 a Capri. Capri | The Divine Coast 57


it object

a penny h it w d e t r a t s It all NY DA UN PEN QUE TUTTO NAC ni zo

oz text Sabrina B

It was a cult following among American college students in the fifties: a small opening at the center of the vamp strap happened to be the perfect size and shape for a small, round object like a penny. Here it is again, timelessly elegant, in the ultra-chic version by Hermès. Fu accessorio dei college americani degli anni ’50 e proprio la sua mascherina frontale diede lo spunto per impreziosire la mise ufficiale delle prep school con un dettaglio: un penny. Eccolo, intramontabile, nella versione ultra-chic di Hermès. Capri | The Divine Coast 59


Il

RosĂŠ

ha trovato il suo profumo.

www.aldobrandesca.it


it object

en Little wDOoNm NE PICCOLE

e Esposito

vi photo David text Teresa Fa

The taste of a timeless style that winks at the minimalist design of today, artisan skill and the guarantee of authentic fabrics, like the pure linen of this two-coloured pinafore. From Autori Capresi, in Via Fuorlovado, 5, Capri. Il sapore di uno stile senza tempo che strizza l’occhio alle linee pulite del momento, l’abilità artigiana, la garanzia di tessuti doc, come il puro lino di questo abito-grembiule bicolore. Da Autori Capresi, in via Fuorlovado, 5 a Capri. Capri | The Divine Coast 61


it object

kind n a m n o g in t a Medit ’UOMO NI SULL MEDITAZIO vi text Teresa Fa

A flash of subdued seduction, the suspended fragment of a human elsewhere, the plastic vision of beauty’s degree zero. Meditation 17 is the stainless steel chain sculpture by Korean artist Seo Young-Deok. At the Liquid Art System gallery at 56 Via Vittorio Emanuele, Capri. Un flash di seduzione pacata, il frammento di un altrove umano, la plastica visione della bellezza al grado zero. Meditation 17 è la scultura in catene d’acciaio firmata dall’artista coreano Seo Young-Deok. Alla galleria Liquid Art System in via Vittorio Emanuele, 56, a Capri. Capri | The Divine Coast 63


Incomparable beauty Via Tragara, 57 Capri - Tel. +39 081 8370844 hoteltragara.com - info@hoteltragara.it


it object

ellOing SwFeUeMtO-DsIm BUON PRO

A perfume inspired by jasmine that evokes, like a spell, the magic of an island unique to the world. Gelsomini di Capri (Jasmine of Capri) is a fragrance that captures the senses with its delicacy. Available at all Carthusia boutiques on the island. Un profumo che s’ispira ai gelsomini e che riporta, come per incanto, alle magie di un’isola unica al mondo. Gelsomini di Capri è una fragranza che, con la sua delicatezza, cattura l’olfatto. Cercatelo in tutte le boutique Carthusia dell’isola. Capri | The Divine Coast 65


RISTORANTE MAMMĂ Via Madre Serafina, 11 Capri | tel. +39 081 8377472 info@ristorantemamma.com | www.ristorantemamma.com


it object

Fine INbEuDbI PbRlEeGsIO BOLLIC

vi text Teresa Fa

It is one of Italy’s worldwide-renowned hubs of excellence. We are talking about Franciacorta, Italy’s first Classic Method sparkling wines to be granted the Docg status. They win you over at the first mouth-filling, elegant, savoury and persistent sip. È una delle più grandi realtà d’eccellenza italiane nel mondo. Parliamo del Franciacorta, autentiche bollicine di pregio, il primo metodo classico in Italia in Italia ad aver ottenuto la Docg. Incanta con il suo sapore avvolgente, elegante, sapido e persistente. Capri | The Divine Coast 67


LA CANZONE DEL MARE Beach club, Restaurant, Diva Suites, Event location Via Marina Piccola, 93 - 80073 Capri (NA) Tel. +39 081 8370104


NOw AND EvER www.lacanzonedelmare.com


shotonsite

Alex V. Lana, Gianni De Martino, Matteo Parigi Bini

Wally Del Castello, Benedetta Berardi, Sabine Ambrosetti, Beatrice Berardi

Carlotta Lana, Sara Parigi Bini

Mousse Jaquier, Dario Castiglio

Alessia Cerbone, Pierpaolo Bianco

Caterina Balivo, Guido Maria Brera

Chicco Coda, Francesca Settanni, Michele Esposito, Federico Alvarez de Toledo

Rossella Catapano, Stefania Brandimarte

Roberta Federico, Cristina Rizzo

Giuliana Gagliardi, Peppino di Capri

70 Capri | The Divine Coast

Alex V. Lana, Alessandro Preziosi

The elegant evening in the stunning setting of Grand Hotel Quisisana for the new issue of Capri the Divine Coast

Roberto Russo, Daniela Di Losa, Grazia Vozza, Peppe Di Donna

Fiona Swarovski

Luciana and Maurizio Lieto


Fine dining – Aperto dalle 19.30 alle 23.00 Open from 7.30 pm to 11.00 pm

complimentary shuttle service upon request Servizio navetta gratuito su richiesta


All day Dining – Aperto dale 12.00 alle 19.30 open from noon to 7.30 pm

J.K. place capri

Via Prov. Marina Grande, 225 - 80073 Capri (Na) ITALY Tel. +39 081 83 84 001 - info@jkcapri.com - www.jkcapri.com


dal 1822 l’albergo più antico di capri

“Ci sono due modi di conoscere il mondo: uno è girarlo, l’altro è vivere la terrazza dell’Hotel La Palma e aspettare che il mondo passi”. (Principe Francesco Caravita di Sirignano dal Libro degli Ospiti dell’Hotel La Palma)

Hotel La Palma Capri Via V. Emanuele 39 | 80073 Capri (Na) | Tel. +39 081 837 01 33 www.lapalma-capri.com


shotonsite

Federica Guarino, Arabella Lorusso Petruzzi, Leila Augusto, Valeria Krogh, Claudia Ruffo

Franzo Grande, Giuliana Faiella , Chicco Coda , Federica Guarino

Alberta Antinolfi, Claudia Ruffo

Peppino Di Capri

Oreste Colella

Federica Caso, Franziska Zwerger

Memmo Grilli, Alberta Antinolfi

Giuliana Faiella, Peppino Di Capri, Arabella Lorusso Petruzzi

‘Dinner under the Stars’, on the terrace with sea view at Villa Marina Capri Hotel, with music by the Capri DJ, Gerardo Cinquegrana. Special guest Peppino Di Capri

Peppino Di Capri, Wolf Chitis

Gina Tedeschi, Emanuela Frisio, Manuel Faleschini, Marco Vlassopulo

Valeria Krogh, Alana Sgambati

Sal Da Vinci Capri | The Divine Coast 75


shotonsite

Alex V. Lana, Niccolò Ricci, Matteo Parigi Bini

Erika Ghilardi, Maria Luisa de Montemajor

Massimiliano Giornetti, Alex V. Lana

Cristina Giachi

Cesare Cunaccia, Natalie Kriz

Fabrizio Plessi, Massimo Listri

Michele Bonan

At the Bacarelli Gallery, Firenze made in Tuscany presents ‘Fashion in Florence Anthology’ by Archivio Foto Locchi. Partners: Consorzio Franciacorta and Dr. Vranjes

Monica Sarti

Riccardo and Cristina Bacarelli

Marinella and Helga Fani, Silvia Panicucci

Matteo Parigi Bini, Ori Kafri

Alessandro Giusti Capri | The Divine Coast 77


shotonsite

Giulio Cesarini, Giovanna Romanzi

Valentina Barbadoro, Laura Pastesini, Veronica Sgaravatti

Anna Rita di Gregorio, Andrea Garigliano, Simona Giannini

Matteo Parigi Bini, Elisa Sciuto

Mirko Cantagallo, Beatrice Provantini

Marco Micheli, Andrea Butti, Maria Garlan

Gaetano and Elif Sallorenzo

78 Capri | The Divine Coast

Claudia Giraldi, Paolo Pavone

The exclusive cocktail party for the new issue of Roma the Eternal City, in sophisticated Palazzo Dama. Food selection by Pacifico, wines by Tormaresca

Saverio Ferragina, Virginia Zurlo, Marco Rossi, Kampfer Eva

Antonio Girardi, Alex V. Lana

Laura Ciarallo, Paola Paciotti, Beatrice Provantini


nel verde dei fogliami fulgon le arance d’oro? Johann Wolfgang von Goethe nel verde dei fogliami fulgon le arance d’oro? Johann Wolfgang von Goethe

Ristorante Paolino Capri - Via Palazzo a Mare, 11 ph +39 0818376102 - info@paolinocapri.com

Ristorante Paolino Capri - Via Palazzo a Mare, 11 ph +39 0818376102 - info@paolinocapri.com


The coast from Villa Jovis 80 Capri | The Divine Coast


Extra-ordinary views PANORAMI STRAORDINARI DI CAPRI text Chicco Coda photo Davide Esposito

Capri | The Divine Coast 81


Two panoramic views from the Piazzetta 82 Capri | The Divine Coast


divine itineraries

From left: the Faraglioni seen from the Gardens of Augustus, the view from Villa Jovis, the cliffs overhanging the sea from the Gardens of Augustus ‘Capri, queen of rocks’ so begins Pablo Neruda in La Chioma di “Capri, regina di rocce” così esordiva Pablo Neruda ne La Chioma Capri, exalting the island and its wonders. di Capri, esaltando l’isola e le sue meraviglie. L’isola ha moltissiThe island has many attractions, all worth seeing, natural me attrazioni, tutte da vedere, bellezze naturali come i Faraglioni, beauties such as the Faraglioni, the Grotta Azzurra or the Arco la Grotta Azzurra o l’Arco Naturale, le Ville storiche, il centro citNaturale, the ancient villas and the city centre with its maze of tadino col suo dedalo di vicoli. Servirebbe soggiornarci a lungo o streets. tornarci più di una volta. Ma l’isola ha una caratteristica ulteriore To discover them all, you have to stay for a long time or return che la rende particolare, unica e indimenticabile, sono gli spetmore than once. But the island has an extra feature that makes tacolari panorami che si posso godere in vari punti, tutti unici e it unique, unique and unforgettable - the spectacular views incantevoli. Qui Capri diventa regina del golfo, punto privilegiato that can be admired at various spots, all of which are equally e baricentro da cui godere di molteplici visuali che abbracciano enchanting. la terra ferma da Ischia a Li Galli, dal Vesuvio a Punta Licosa. Here Capri becomes the veritable queen of the gulf, a priv- Vogliamo indicarvi i luoghi dove godere questi splendidi panoileged spot and the place to be for breathtaking views that rami, ognuno di loro vi sorprenderà e vi resterà nella memoria embrace the land from Ischia to Li Galli, Mount Vesuvius to per sempre. Punta Licosa. PIAZZETTA We wanted to share a few of the spots where you Iniziamo con un primo unico indimenticabile pacan enjoy these beautiful views, each more surThe Piazzetta norama che si gode subito appena arrivati in piazprising and moving than the last. is the ideal zetta, a cui si accede appena si scende dalla storica PIAZZETTA che collega Marina Grande con il centro viewing point funicolare We begin with the first unforgettable view, storico di Capri. La migliore posizione per godere to take in the il panorama di Marina Grande e del Golfo di Napoli which awaits you the moment you arrive at the piazzetta, located directly in front of the historic Marina Grande appena giunti sull’Isola. funicular that links Marina Grande with the Old qui si vede il versante sud-est del Monte Solaro, and the Gulf Da Town of Capri. It’s the best spot to enjoy views la Scala Fenicia che di notte è illuminata, le zone of Naples di Lo Palazzo e Acquaviva, il Porto, una porzione of the Marina Grande and the Gulf of Naples as you arrive on the island. as soon di Ischia, rossissima al tramonto, Procida, i Campi From here, you can see the south-east slope of Napoli e il Vesuvio. Appena arrivati sull’ias you arrive Flegrei, Monte Solaro, the Scala Fenicia, illuminated sola già potrete godere di una vista spettacolare. on the island GIARDINI DI AUGUSTO at night, the areas of Lo Palazzo and Acquaviva, the Port, a portion of Ischia, red in the sunset, Procida, the Una delle migliori posizioni per godersi il panorama di Marina Campi Flegrei, Naples and Vesuvius. Just arrived and already Piccola è la terrazza dei Giardini di Augusto. La posizione è fanimmersed in spectacular views! tastica si domina tutto il fianco di Marina Piccola che va dai FaGIARDINI DI AUGUSTO raglioni sino a Cala Ventroso, da qui si vede la Certosa di San One of the best places to enjoy views of Marina Piccola is the Giacomo e si domina la famosa passeggiata di Via Krupp che Giardini di Augusto terrace. Its location is fantastic, encom- raggiunge le spiagge di Marina Piccola. Alzando lo sguardo alla passing one entire side of Marina Piccola from the Faragli- propria destra si potrà vedere la collina del Castiglione da dove oni to Cala Ventroso. From here you can see the Certosa di troneggia l’omonimo castello che domina Marina Piccola. Il CaSan Giacomo and the famous Via Krupp trail that reaches the stiglione fu costruito tra il X e XI secolo per fornire agli abitanti beaches of Marina Piccola. Look up and to your right and you di Capri alta un luogo protetto e difficilmente raggiungibile dove can see Castiglione hill, topped by the homonymous castle that rifugiarsi in caso di pericoli. dominates Marina Piccola. BELVEDERE DI TRAGARA Castiglione castle was built between the 10th and 11th century Questo luogo va visitato due volte, di giorno, possibilmente non to provide the inhabitants of Capri with a refuge during times nelle ore più calde e la notte, meglio se di luna piena. La passegof dangers. giata di notte, magari dopo una buona cena è l’ideale. Capri | The Divine Coast 83


View of the Faraglioni from the Tragara’s terrace

Dalla terrazza del Belvedere si gode la vista della meraviglioBELVEDERE DI TRAGARA This place should be visited twice, during the day, avoiding the sa Marina Piccola e dei Faraglioni di Capri. Tra tutti gli angoli hottest hours, and at night, even better if it’s a full moon. A dell’isola questo è il posto romantico per eccellenza. night-time stroll, perhaps after a good dinner, is hard to beat. VILLA JOVIS From the Belvedere terrace, views encompass the marvellous La vista dell’imperatore Tiberio, il ‘Salto di Tiberio’. La bellezza Marina Piccola and Faraglioni di Capri. Of all the nooks on di questa vista che abbraccia il Golfo di Napoli e da Punta Campanella fa sconfinare lo sguardo sino all’estremo sud dello stivale the island, this is the most romantic. è incantevole ed emozionante. Da questa ripidissima rupe l’impeVILLA JOVIS The view of the Emperor Tiberius, the ‘Salto di Tiberio’. The ratore Tiberio, narrano le leggende e riportano alcune cronache, giustiziava coloro che riteneva meritevoli della trabeauty of this view, embracing the Gulf of Naples gica fine gettandoli nel mare di Capri. La Villa, imand Punta Campanella, stretches unceasingly mersa nel Parco Naturale di Astarita, si trova sulla to the extreme south of Italy’s boot in a lovely sommità della collina che porta il nome del celebre fashion. From this steep cliff, Emperor Tiberius, imperatore. La passeggiata per raggiungerla non è as the legends and stories tell, sentenced those With its breve ma l’esperienza che attende all’arrivo ripaga who fell out of his favour to a tragic end into the sea of Capri. The Villa, nestled in the Astarita Naelegance, del tempo speso. FENICIA ture Reserve, is located on the top of the hill that Tragara’s SCALA La famosissima scala in pietra che collega Marina shares the Emperor’s name. The walk to reach it terrace Grande ad Anacapri, oltre ad essere una suggestiva is quite long, but the experience that awaits your arrival is more than worth it. is the most passeggiata storica, ricompensa con un panorama del Golfo di Napoli e di Capri stessa. SCALA FENICIA romantic spot meraviglioso Potrete raggiungere questa vista panoramica dell’IThe famous stone staircase that connects Marina Grande to Anacapri, in addition to being an impressive his- sola di Capri in due modi. A piedi, salendo da Marina Grande toric walk, rewards you with a wonderful view of the Gulf of con un tempo di percorrenza di circa un’ora e venti minuti. Il Naples and Capri itself. You can reach this lookout in two ways. percorso è un po’ tortuoso e ripido ma ricco di panorami e di On foot, going up from Marina Grande, for a journey time of curiosità. Si parte dalla zona di Palazzo a Mare seguendo le maioabout one hour and 20 minutes. The trail is somewhat winding liche di indicazione. Lungo il percorso di incontra la Cappella di and steep, but full of great views and sights. You start at the Sant’Antonio da Padova, il Santo protettore di Anacapri e molte Palazzo a Mare and follow the signs. Along the way, stop to croci scolpite nella pietra viva. Queste curiose incisioni vennero 84 Capri | The Divine Coast


View of Via Krupp from the Gardens of Augustus Capri | The Divine Coast 85


From the Gulf of Naples to Punta Campanella, as far as the eye can see down Italy’s southern coast: this is the view from Villa Jovis 86 Capri | The Divine Coast


Capri | The Divine Coast 87


aa view of the Gulf of Naples, all the way to the Sorrento coast, from the top of Monte Solaro The

see the Cappella di Sant’Antonio da Padova, the Patron Saint fatte fare dai prelati locali per proteggere i passanti dal distacco of Anacapri and the many crosses carved in the stone. These improvviso di rocce che, nel passato prima della messa in sicucurious engravings were made by the local prelates to protect rezza della montagna, erano un pericolo reale. Altro modo per the passers-by from falling rocks that, in the past before the raggiungere la vista, consigliato per i meno sportivi, è partendo a mountain was secured, were a real danger. piedi da Piazza Vittoria al centro di Anacapri, per poi proseguire Another way to reach the lookout is recommended for the less in direzione di Via Capodimonte, in seguito via Axel Munthe, che active and involves a walk from Piazza Vittoria to the centre conduce direttamente alla Scala Fenicia e al suo meraviglioso paof Anacapri, then head for Via Capodimonte, then via Axel norama. Qui troverete un antico portale in muratura, un tempo Munthe, which leads directly to the Scala Fenicia and its mar- antico confine tra Anacapri e Capri. vellous view. Here you will find an old stone arch, MONTE SOLARO an ancient border between Anacapri and Capri. Il panorama che si può godere dal Monte SolaMONTE SOLARO esplode nella sua maestosità già nel viaggio di From Monte ro The view that can be seen from Monte Solaro arrivo. Per raggiungere la sommità del Monte, da Solaro, dove si gode anche della visuale dell’isola da una explodes in its majesty even before you arrive. To reach the summit, where you can enjoy a view of you can prospettiva unica, bisogna prendere la Seggiovia the island from a unique perspective, you have practically che conduce alla sua sommità. Da qui si ammira to take a chairlift. From here, you can admire the Golfo di Napoli perdendo la vista sino a reach out l’intero entire Gulf of Naples all the way to Salerno. The Salerno. L’arcipelago de Li Galli si può raggiungeand touch re con una mano e il profilo della costiera appare archipelago of Li Galli is within arm’s reach and the contours of the coast appear clearly in their the Sirenusas nitido nella sua interezza. entirety. CARENA archipelago PUNTA PUNTA CARENA La migliore posizione per poter godere del panoThe best place to enjoy views from the Faro di Anacapri can be rama dal Faro di Anacapri si raggiunge a piedi seguendo la pasreached on foot following the trail that connects the lighthouse seggiata che collega il Faro con il piazzale. Da qui, pochi metri with the piazza. From here, a few metres on the left, are stone sulla sinistra e si sale per un selciato di pietra che permette di steps that lead to the terrace and a spectacular panoramic view. raggiunge il terrazzamento da dove si gode una spettacolare visita The great Ischia is laid before your eyes in all its beauty and panoramica. La grande Ischia si distende in tutta la sua bellezza e the different colours of the day make for incredible postcards. i diversi colori del giorno regalano cartoline indelebili. 88 Capri | The Divine Coast


1

2

4

3

1. Ischia seen from the Punta Carena Lighthouse in Anacapri 2. 4. Two views of Monte Solaro 3. Panoramic view of Tragara’s terrace 5. View of the Phoenician StepsÂ

5


Antonio Banderas (born 10 August 1960 in MĂ alaga, Spain), is the popular actor, director, singer, and producer 90 Capri | The Divine Coast


cover story

I love the Neopolitan spirit! ADORO LO SPIRITO NAPOLETANO! text Giovanni Bogani photo Jeff Vespa

Guest at the Ischia Global Fest, Antonio Banderas, speaks about his second life, Italy and future projects Ospite dell’Ischia Global Fest, Antonio Baderas, parla della sua seconda vita, dell’Italia e dei progetti futuri Antonio Banderas loves Capri and Ischia. He loves Southern Italy, the Faraglioni, one of the wonders of the sea. He came to Italy two years ago as guest of the Ischia Global Music and Film Fest, directed by Pascal Vicedomini, for the premiere of his latest film Black Butterfly, a psychological thriller shot in Italy. The film, directed by Brian Goodman and starring Jonathan Rhys-Meyers – the star of Match Point by Woody Allen- was produced by an Italian company, AMBI. Released in movie theaters across Italy on July 13, the film is based on the French TV-movie Papillon Noir. The Spanish movie star has been very busy in Italy lately: while waiting for the release of The Musico of Silence, the film made out of Andrea Bocelli’s autobiography, Banderas will be soon performing on the set of Lamborghini, produced by the Italian AMBI and directed by Michael Radford, the director of The Postman, the film starring Massimo Troisi which gathered five Academy Award nominations. In Lamborghini, Banderas plays the luxury car manufacturer. In the meantime, he is back in Ischia again. “After having received the Legend Award two years ago on this island, I was longing to come back to feel the special atmosphere of the Gulf of Naples, enjoy its food and the warm welcome of its people”, says Banderas. “On that occasion, I visited Capri, of course, and I was even able to go swimming, sunbathe and take a few selfies with the Faraglioni in the background! You have no idea how amazing this set of rocks nestled in the blue sea is to someone coming from the outside”. He told us about his career, his hard times, his “revenge”. “I like this Neapolitan spirit of yours, your way of doing things, of having boisterous fun and playing music”, he

Antonio Banderas ama Capri e Ischia. Ama il sud d’Italia, i Faraglioni, meraviglie incastonate in mezzo al mare. Due anni fa, è stato ospite del festival Ischia Global Music and Film fest, diretto da Pascal Vicedomini, per presentare l’anteprima del suo nuovo film Black Butterfly, thriller psicologico girato in Italia. Il film, diretto da Brian Goodman con Jonathan RhysMeyers – il protagonista di Match Point di Woody Allen – è prodotto da una società italiana, la AMBI. Nelle sale italiane è approdato il 13 luglio. È basato sul tv-movie francese Papillon Noir. Ma è un periodo tutto italiano per il divo spagnolo: in attesa dell’uscita di The Musico of Silence, dall’autobiografia di Andrea Bocelli, Banderas sarà presto sul set di Lamborghini, prodotto sempre dalla italiana AMBI, con la regia di Michael Radford, regista del Postino, film candidato a 5 Oscar con Massimo Troisi. In Lamborghini, Banderas interpreterà il costruttore di automobili di lusso. Intanto, però, eccolo a Ischia. “Dopo il Legend Award ritirato due anni fa su quest’isola, avevo voglia di tornare a sentire l’atmosfera speciale del golfo di Napoli, gustare i suoi cibi, ritrovare l’accoglienza speciale della sua gente”, dice Banderas. “In quell’occasione naturalmente ho visitato Capri, e sono riuscito anche a fare il bagno, a prendere il sole e a fare un po’ di selfie con lo sfondo dei Faraglioni! Non potete capire quanto siano eccezionali, per chi viene da fuori, quelle due rocce incastonate nel blu del mare”. Ci ha raccontato la sua carriera, i suoi momenti difficili, le sue rivincite. “Mi piace questo vostro spirito napoletano, la voglia di fare cose, di far confusione, di fare musica”, dice. E la sera, dopo aver ricevuto il premio, si è messo a rappare con Alessandro Siani, l’attore, e con Clementino, il rapper. Capri | The Divine Coast 91


The actor attended the Ischia Global Fest 2017, with the national premier of the thriller ‘Black Butterfly’


cover story

1

3

2

5

1.3. Knight of Cups 2. Bordertown, with Jennifer Lopez 4. Black butterfly with Jonathan Rhys Meyers 5. 6. On the set of ‘La piel que habito’ directed by Almodovar 7. The 33

6

says. And in the evening, after he received the award, he got on stage and rapped with Alessandro Siani, the actor, and Clementino, the rapper. Fearless, like a boy. How do you feel at this time of your life? I feel that I have entered the second phase of my life. And I want to squeeze everything out of it. Because there is only one certainty in life: death (recently, Banderas- who is 56 years old- suffered a heart attack and had to have three stents put in). What has changed, for you, in the past few months? If one good thing came out of my heart attack, it’s that I quit smoking, just like that. And I also decided that I will keep working, but at a different pace. I want to allow myself the space and time to do something I’ve always wanted to do: work behind the camera, write my stories and adapt them into films. In the United States, Lamborghini is a legendary name, perhaps even more glamorous than Ferrari. What attracts you to the role of Ferruccio Lamborghini? I like the fact that he was a self-made man, who became successful thanks to his determination, courage and proactivity. He created a myth all by himself. In Italy, back then, he brought speed, elegance, beauty and design into a world of peasants, tractors and farming. What is Black Butterfly about? I play the role of an alcoholic writer suffering from the writer’s block and abandoned by his wife, who offers a drifter a place to stay. A young and wiry man, who will inevitably bring chaos into my life, while outside a small town starts grappling with a series of murders….

4

7 Senza paura, come un ragazzo. Come si sente a questo punto della sua vita? Sento di essere nella seconda fase della mia vita. E sento di volerla spremere tutta. Perché c’è solo una certezza per tutti, ed è che si muore (recentemente, Banderas – che ha 56 anni – ha avuto un attacco di cuore che lo ha costretto all’installazione di tre stent). Che cosa è cambiato, per lei, in questi ultimi mesi? Dopo l’attacco di cuore, se qualcosa di buono ne è venuto fuori, è che ho smesso di fumare. Di colpo: è finita. E ho deciso anche che continuerò a lavorare, ma con altri ritmi. Darmi spazio per qualcosa che voglio fare da sempre: mettermi dietro la cinepresa, scrivere le mie storie e realizzarle. Negli Stati Uniti, il nome Lamborghini appartiene alla leggenda, è persino più glam di Ferrari. Che cosa la affascina di Ferruccio Lamborghini? Mi piace che sia un personaggio venuto su quasi dal niente, grazie alla sua ostinazione, al coraggio, alla intraprendenza. Da solo riesce a creare un mito. In Italia, in un mondo contadino, di trattori e di terra, nasceva una leggenda della velocità, dell’eleganza, della bellezza, del design. Di che cosa parla Black Butterfly? Interpreto uno scrittore in disarmo, senza più idee, alcolizzato, lasciato dalla moglie, che raccoglie un ragazzo sul ciglio della strada. Un ragazzo magro che porterà inesorabilmente il caos nella mia vita, mentre l’ombra di un serial killer turba la quiete di una cittadina…


THE MOST FASHIONABLE CLUB OF CAPRI

Via Vittorio Emanuele 45 - Capri


On the set of ‘Black Butterfly’

You have shot a very long advertising campaign in Italy, and Ha girato in Italia una campagna pubblicitaria molto lunga, a film. What binds you to Italy? e un film. Che cosa la lega all’Italia? It’s the country I feel closest to, because of its culture and way È il paese che sento più vicino al mio, per cultura e sentimento of life. And, it’s true, I’ve become increasingly Italian lately. del vivere. E negli ultimi tempi, è vero, sono diventato sempre Your Italian advertising campaign is more of a television se- più italiano. ries. How would you describe this experience? La sua campagna pubblicitaria italiana è diventata quasi una It was a beautiful experience, which I chose to have because serie televisiva. Per lei che tipo di esperienza è? I trust the company and its creatives who work hard, and be- È un’esperienza molto bella, che ho scelto di fare solo perché cause they allowed me to collaborate in the development of the ho fiducia in quell’azienda, nei creativi che lavorano sodo, e character, this “Mill Man” who is a bit like me. In perché mi hanno permesso di collaborare allo the streets of Naples, people call me “Anto” and sviluppo del personaggio, questo ‘Uomo del muask me how my “hen” is doing, but it’s part of the che mi assomiglia un po’. Certo, nelle strade “Italy is the lino’ game and I understand that. di Napoli mi hanno detto “Anto’, come sta ‘a galcountry that lina?”, ma fa parte del gioco, e va bene così. Looking back at your career, what is your greatseems the Guardando alla sua carriera, qual è la sua più est satisfaction? When I landed in Hollywood, everyone told me: closest to my grande soddisfazione? “You better learn to be a bad guy, because that’s che quando sono arrivato a Hollywood home country, Iltuttifatto the only role you’re ever going to play”. Black mi dicevano: impara a fare i ‘cattivi’, i bad for its culture guys, perché ti faranno fare solo quelli. I neri e people and Latinos can only play the bad guys in a movie. Five years later, I was wearing a cloak, a and the feeling gli ispanici possono fare solo i cattivi, nei film. hat and a sword, and I was the good guy, whereas anni dopo, avevo un mantello, un cappelof living” Cinque the bad one was white, pale and blue-eyed. lo e una spada, ed ero il buono, mentre il cattivo Are there any Italian film directors you would enjoy working era bianco, pallido e con gli occhi azzurri. with? Ci sono registi italiani con cui vorrebbe lavorare? Sorrentino and Tornatore are the first who come to my mind. Sorrentino e Tornatore sono i primi che mi vengono in mente. But I’m sure I could come up with some more. To me, Italy is Ma sono sicuro che me ne verrebbero in mente altri. L’Italia cinema, the cinema of Mastroianni and Sofia Loren, Visconti per me è il cinema, il cinema di Mastroianni e di Sofia Loren, and Fellini. And the soul of its people, which I feel very close di Visconti e di Fellini. Ed è l’anima della gente, che sento vito mine. cinissima alla mia. Capri | The Divine Coast 95


LET THE MUSIC PLAY

Fall/Winter 2017-18. Fashion brings a mix of classics and new visions. A visual feast with a few coup-de-théâtre moments. Marta Innocenti Ciulli - Photo Alessandro Bencini - Make up and hair Rossana Luzzi

I FEND WITH T COA AND FUR S D VENT R. PLEATE A COLL IRT K SILK S SHIRT AT E W S I FEND BOOTS LE ANK I FEND


CI GUC E-STYLE LIK LADY ITH W SUIT R POVE WRA ND LITTLE A SKIRT WITH ET JACK CKETS PO FLAP BOOTS LE ANK I C GUC


E& DOLC NA BA B A WITH G CKET LIFT JA LAPELS. ED PEAK D BLOUSE LE RUFF TES T CULO & E DOLC NA A BA GAB AVIAROM IS U L T A


EGA BOTT TA E VEN SUIT BCBG TITCHED S WITH AND ET K C JA IRT D SK FLARE ES SHO GA E BOTT TA VENE


O CHIN MOS BOXER SH E LA C E FLE ITH S T ET W JACK TS JACKE KE POC JECT A O Y/PR AVIAROM IS I U L C AT UC A ERS G SLIPP AVIAROM IS U AT L


TINO ALEN T RED V ER JACKE B E M C O N B FLOU WITH WAIST E H T AT D RIBBE AND L CUFFS. O WO QUARTER E THRE H SKIRT T LENG BOOTS E L K AN LENTINO A RED V


T COS VER SKIR PO WRA ULLOVER P AND A WIDE R A H IT COLL W RNED ADA U T P U PR DALS SAN


MIU MIU S-STYLE , IE FORT N DRESS D FO CHIF R-TRIMME E LEATH KET C JA R U F E, KLAC C E N MIU RNI IU M A A ES M SHO AVIAROM IS AT LU


E CLER MON WITH SID ET K C JA G ENIN FAST UVET D D AN CK. E BA AT TH IRT SK FULL


CO MAR CENZO IN V E ITH D EST W S, FUR V T FRINGE H BRIG ENCIL P LUREX S DRES


NI MAR CKET N JA DOW OUCHP WITH LD OVER , O LIKE F OULDERS H S H T E A H E T H ED S PADD T IR SK


A PRAD WITH ET JACK LAPELS E LARG IG FUR B AND R. SKIRT A L L O NCE C FLOU . WITH BOTTOM E AT TH LS PRADA DA SAN


fashion jewels

Make Love

O ATI DI LOR INNAMORoz zoni by Sabrina B

According to Mary Stuart by Schiller “the ring ties the knot and rings make a chain”. The ring, a small piece of jewelry with a big heart. The token of one’s love and fidelity, the ring is the symbol of commitment and unconventional freedom at the same time. It can really be said that: “to each her own”! Maria Stuarda di Schiller scriveva che “l’anello annoda i matrimoni e gli anelli fanno una catena”. Anello, un piccolo monile con un grande cuore. Pegno d’amore e di fedeltà, rappresenta l’unione ma anche la voglia di un’indipendenza libera e lontana dai dogmi. È proprio il caso di dire: “a ciascuna il suo”!

1

2

3

4

5

1. Dodo 2. Bulgari 3. Gucci 4. Chopard 5. Pomellato 6. Vhernier 108 Capri | The Divine Coast


fashion what’s jewels cool

6 Capri | The Divine Coast 109 Firenze | Tuscany


capri vision COMPUTER-ASSISTED EYE TEST WITH ZEISS MEASURING MACHINES

EYEGLASSES DELIVERED IN 1 HOUR EYE SPECIALIST’S SURGERY DR. ANNA NESTI CAPRI VISION OPTICAL SHOP THE BEST STORE OF:

KUBORAUM, SHAMBALLA, FRED, CARTIER, MYKITA, ILLESTEVE, GOLD & WOOD, TAG HEVER, HOFFMAN HORN, IC! BERLIN, STARK, OLIVER PEOPLES

VIA VITTORIO EMENUALE 17 CAPRI PH. +39 081 8375244 AMALFI - POSITANO PRESSO OTTICA DI CAPUA SIMONE - VIA LORENZO D’AMALFI 40, AMALFI PH. +39 081 873534


must have shoes

2 1

To be worn strictly paired with the most elegant outfit you can find in your closet. To create contemporary elegance all you need is a pair of shoes 6 7

3

5 8

44 6

SportCouture

LO SPORT IN PASSERELLA

by Sabrina Bozzoni 1. Balenciaga -via Camerelle, 65 - Capri 2. CĂŠline - celine.com 3. Chanel - via Vittorio Emanuele, 61 - Capri 4. Gucci - via Camerelle, 25 - Capri 5. Salvatore Ferragamo - via Vittorio Emanuele, 21/29 - Capri 6. Prada - via Vittorio Emanuele, 58 -Capri 7. Marni - marni.com 8. Louis Vuitton - via Camerelle, 16a - Capri Capri | The Divine Coast 111


Arte in maglia il capri....ccio del cashmere

Arte in maglia è un laboratorio artigianale dove la famiglia Beretta da più di 60 anni crea modelli escluivi, anche su misura, curandone la lavorazione e la rifinitura, rigorosamente eseguite a mano. Da sempre vengono lavorati filati pregiati italiani, in particolare il puro cashmere e la pura seta Loro Piana.

CAPRI via Fuorlovado, 6/8 - NA

BERGAMO via Longo, 8 - 24124 - BG via Sant’Alessandro, 36 - 24124 - BG

SELVINO corso Milano, 11 - BG


must have trend

2 1

The most visible one, the sparkling and fun one under Capri’s summer sun, because the main thing is to choose the “essentials”. Here they are! 6 7

3

5 8

44 6

The essential thing L’ESSENZIALE

by Sabrina Bozzoni 1. 4. Miu Miu - via Vittorio Emanuele, 58 - Capri 2. Hèrmes - via Camerelle, 43 - Capri 3. La Perla - laperla.com 5. So Capri - via Camerelle, 85- Capri 6. Gucci - via Camerelle, 25 - Capri 6. Jo Malone London - jomalone.eu 7. Dolce & Gabbana - via Camerelle, 39/41 - Capri 8. Prada - via Vittorio Emanuele, 58 - Capri Capri | The Divine Coast 113


must have man

2 1

3

Men’s imagination fills up with ideas and inspiration. Fashion puts you at the center of your very personal style 6

5

7

8

44 6

Unfiltered SENZA FILTRI

by Sabrina Bozzoni 1. Isaia - via Fuorlovado, 12 - Capri 2. Prada - via Vittorio Emanuele, 58 - Capri 3. Arfango - arfangofirenze.com 4. Louis Vuitton x Supreme - louisvuitton.com 5. Patek Philippe - at Trucchi - Corso Vittorio Emauele, 47 - Capri 6. Hèrmes - via Camerelle, 43 - Capri 7. Hublot - at Trucchi - Corso Vittorio Emauele, 47 - Capri 8. Arte in Maglia - via Fuorlovado, 6/8 - Capri 114 Capri | The Divine Coast


DORMIRE È IL PIACERE PIÙ IMPORTANTE.

DORMIRE È IL PIACERE PIÙ IMPORTANTE.


The coast to the north of the Island 116 Capri | The Divine Coast


The Capri Periplus IL PERIPLO CAPRESE text Chicco Coda photo Davide Esposito

Capri | The Divine Coast 117


divine itineraries

From left: Punta Massullo, the Arco Naturale, and the Grotta Bianca on the East coast EAST EST We begin in the east. Following the sun’s path, we admire the Partiamo da est, seguendo il giro del sole, ammiriamo l’inconunrivalled beauty of the Faraglioni, whose shapes are partially trastata bellezza dei Faraglioni, le cui sagome sono parzialmente interrupted by the scoglio del Monacone, which protects the an- interrotte dallo scoglio del Monacone, che protegge dal mare e cient Roman port of Tragara from the sea and wind. Legend has dai venti l’antico porto romano di Tragara. Una leggenda vuole it that Maschida, Emperor Augustus’ architect, is buried on the che sul Monacone sia sepolto Masgaba, l’architetto di Augusto, Monacone. Augustus named it Apragòpoli, or place of sweet rest. che chiamò il luogo Apragòpoli, cioè luogo del dolce riposo. A To the right of this great rock, whose name is derived from the destra di questo grande scoglio, il cui nome forse deriva dal fatto fact that it was once home to the very rare monk seal, stretches che un tempo vi si trovava la rarissima foca monaca, si protende Punta Massullo, dominated by the famous villa built by Cur- Punta Massullo, dominata dalla famosa villa costruita da Curzio zio Malaparte, which clings to the rock. We trace the path that Malaparte, che appare aggrappata alla roccia. Intravediamo il senleads through the trees to the villa, and in 20 minutes, we arrive tiero che tra gli alberi conduce alla villa e che in venti minuti at the Tragara lookout via Pizzolungo. Beyond Villa Malaparte, porta al belvedere di Tragara attraverso Pizzolungo. Oltre Villa we can admire, on the wild coast that crashes into the sea, bro- Malaparte possiamo ammirare, sulla selvaggia costa che precipita ken by other beautiful caves, the Arco Naturale and grotta di a mare, e che è rotta da altre suggestive grotte, l’Arco NaturaMatermania, halfway along the rock wall. Moving le e la grotta di Matermania, a metà della parete our gaze along again, we cross the grotta BianThe ideal boat rocciosa. Spostando ancora lo sguardo superiamo ca and Punta del Capo, and come to another fatour of the la grotta Bianca e Punta del Capo e giungiamo in mous corner of Capri, the Punta del Capo, the altro angolo celebre di Capri, il Salto di Tiberio, island begins un famous hanging wall that rushes to the sea from la famosa parete a strapiombo che precipita verso il in the east, mare dalle terrazze di villa Jovis, con un salto di 335 the terraces of Villa Jovis with a 335-metre leap, off which, it is said, the cruel emperor made his travels along metri, e dalla quale si dice che il crudele imperatore enemies and dissidents jump. From this angle, Vilprecipitare i nemici e i dissidenti. Vista da the northern facesse la Jovis does not seem so inaccessible, but you’ll questa prospettiva Villa Jovis non sembra poi tanto or southern inaccessibile, ma si cambia subito idea dopo aver quickly reconsider this after having walked no less than 40 minutes uphill following the streets of the coast and ends percorso, in non meno di 40 minuti a piedi, le straOld Town that connect it to the square. Another in salita del centro storico che la collegano alla in the west dine paradox is Villa Lysis, Count Fersen’s impressive piazzetta. Altro paradosso è Villa Lysis, imponente around sunset dimora del conte Fersen. Ubicata in linea d’aria a home. Located just a few metres from the gardens of Villa Jovis, it also seems to be within reach from this angle, pochi metri dai giardini di Villa Jovis, sembra anch’essa a portata but it’s actually a 10-minute walk along steep climbs and steep- di mano dalla nostra prospettiva, ma in realtà dista da quest’ultier descents. Again, it’s 40 minutes from the square. During the ma una decina di minuti a piedi, attraverso ripide salite e discese day, the sun radiates the island’s backbone, progressively heating repentine, mentre dalla piazzetta si impiegano sempre 40 minuti. the two marinas, Grande and Piccola, exposed north and south Salendo durante le ore del giorno, il sole irradia la dorsale isolana, respectively. riscaldando progressivamente le due marine dell’isola, la Grande NORTH e la Piccola, esposte rispettivamente verso nord e verso sud. The northern slope is dominated by the great hill of Monte NORD Solaro, but if we were on it, we wouldn’t be able to see it, as the Il versante nord è dominato dalla grande mole del Monte Solachairlift leading to its summit overlooks the opposite, the south- ro, ma se fossimo lì non potremmo vederci, in quanto la seggiovia ern slope, from Faraglioni to Marina Piccola. The coast is still che conduce alla sua sommità mostra il panorama opposto, il verpretty and dotted with beautiful villas on the sea. A short boat sante sud, dai Faraglioni a Marina Piccola. La costa è ancora dolce ride takes us to the Bagni di Tiberio, a delightful corner on the e costellata di splendide ville sul mare. Una breve navigazione ci remains of Palazzo a Mare, built by the Emperor Augustus. From porta ai bagni di Tiberio, un angolo delizioso situato sui resti di here, the coast becomes impenetrable with the mountain falling Palazzo a Mare, fatto costruire dall’imperatore Augusto. Da qui 118 Capri | The Divine Coast


Flanking the island’s eastern coastline Capri | The Divine Coast 119


cover story

The west side of Capri into a deep blue sea. We look at the buildings only from above and see the road connecting the two municipalities, but after a while, there are no more buildings. Further on, we discover the small fleet of boats that stand in front of the Grotta Azzurra. We continue our walk and head towards punta Carena at the southwestern end of the island. On the way, we can admire a series of fortresses clinging to the rock, legacies of bloody English and French occupations. SOUTH This is the most sought-after and popular side of Capri, both by sea and by land. Here are the most memorable photo ops, postcards perfect views recognisable throughout the world. The Faraglioni can be seen from their most famous profile, delimiting the south-eastern slope. On the left, the southwest slope is guarded by the Punta Carena Lighthouse in its proud Pompeian red. The coast here is wild and broken by numerous caves. That of the Cannone Krupp, thus named for the sound of its undertow, which resembles a cannon shot, the Grotta dei Santi and the Grotta della Rossa, nicknamed for the lively colour of its lichens. Just before the Punta Ventroso, we admire the beautiful Grotta Verde, also known as the Turco. Looking up, we can see the Monte Solaro lookout tower. On this side is Marina Piccola, the most famous beach on the island, protected by the Scoglio delle Sirene. An impressive wall parallel to the sea dominates the small beach: Castiglione hill, topped by an ancient castle and which opens into an immense cave. You can reach the marina either on foot or by car

la costa diventa massiccia e impenetrabile, con la montagna che precipita su un mare azzurro e profondo. Scrutiamo costruzioni solo in alto, intravediamo la strada che collega i due comuni, ma per un bel po’ non ci sono costruzioni. Più avanti scopriamo la piccola flotta di barchette che staziona davanti alla Grotta Azzurra. Continuiamo la nostra passeggiata e ci dirigiamo verso punta Carena, l’estremità sud-occidentale dell’isola. Nel percorso potremo ammirare una serie di fortini aggrappati alla roccia, retaggio del sanguinoso periodo bellico delle occupazioni inglese e francese. SUD È questo il versante più ambito e frequentato di Capri, sia via mare che via terra. Qui sono scattate le foto ricordo più numerose, sullo sfondo di una cartolina naturale ritratta ovunque nel mondo. I Faraglioni si esprimono nel loro profilo più famoso, delimitando il versante sud-est. Sulla sinistra il versante sud-ovest è sorvegliato dal faro di Punta Carena, nel suo fiero rosso pompeiano. La costa è molto selvaggia e rotta da numerose grotte: quella del Cannone Krupp, cosiddetta dal rumore della risacca che sembra un colpo di cannone, la Grotta dei Santi e quella Rossa, cosiddetta per il vivace colore che le danno i licheni. Poco prima della Punta Ventroso, ammiriamo la bellissima Grotta Verde, chiamata anche del Turco. Alzando gli occhi scorgiamo il belvedere del Monte Solaro. In questo versante trova spazio la baia in cui è situata Marina Piccola, la più celebre spiaggia dell’isola, chiusa dallo Scoglio delle Sirene. Un’impressionante parete a picco sul mare domina la piccola spiaggia: la collina del Castiglione, dominata dall’antico Castello e aperto

The southern side of Capri is the most popular area and is visited both by sea and land

120 Capri | The Divine Coast


cover story

The northern coast of Capri, over which looks the Blue Grotto (above) Capri | The Divine Coast 121


La costa Sud di Capri


cover story

Marina Piccola adagiata sul lato sud della costa di Capri and it’s the only spot on Capri where you can see both the northern slope, Vesuvius and the whole gulf of Naples, the Faraglioni and the southern slope. WEST This slope greets the sun at the end of the day. It is the only corner of the island from which you can admire the sunset. At dusk, its rocks are a bright red, a striking and unique sight. Watching the sun as it disappears over the horizon is a privilege that is not underappreciated on Capri, especially from the sea on this magnificent and no doubt wilder side of the island. Looking up, we see dense vegetation, obscuring the promontory of the Migliera, which has always been a reference point for the fishermen who left the island’s waters to head towards the waters between Capri and Ischia in search of blackspot seabream. Punta Carena with its large lighthouse represents the most built-up and popular area on the ​​ entire slope. The remainder is made up of rock frames, sculptured headlands and deep bays like turquoise fjords. Your gaze crosses the three strongholds that once defended Capri: Orrico, Pino and Mesola. The Barbarossa Oasis is on top of the mountain, above Villa San Michele, where the ruins of a castle are preserved. These were the scenes of battles and resistance between the inhabitants and the Saracen invaders over the centuries. The waters wet the Cala del Rio, Cala di Mezzo and Cala del Tombosiello. No beaches, no bathing establishments, only the intense blue of Capri, and plenty of boats that in respectful silence thank the sun for that which it has given them during this wonderful day.

da un’immensa grotta. Li si giunge sia a piedi che in auto ed è l’unica proprietà di Capri a vedere sia il versante nord, il Vesuvio e tutto il golfo di Napoli che i Faraglioni e il versante sud. OVEST Questo versante saluta il sole a fine giornata. È l’unico angolo dell’isola dove poter ammirare il tramonto. Le sue rocce vengono colorate all’imbrunire di un rosso acceso, lo spettacolo è suggestivo e unico, sia salutando il sole che scompare all’orizzonte, privilegio come detto non tanto scontato per Capri, sia osservando da mare questo lato magnifico e senz’altro più selvaggio dell’isola. Alzando gli occhi ci assale una fitta vegetazione, da cui spunta il promontorio della Migliera, da sempre punto di riferimento in lontananza per i pescatori che lasciavano le acque isolane per spingersi verso le secche situate tra Capri e Ischia in cerca di pezzogne. Punta Carena con il suo grande faro rappresenta la zona più costruita e frequentata dell’intero versante. Tutto il resto è rappresentato da cornici di roccia, scultorei promontori e baie profonde come fiordi dalle acque turchesi. Lo sguardo incrocia i tre fortini che un tempo servivano alla difesa di Capri: Orrico, Pino e Mesola. L’Oasi Barbarossa è sulla cima della montagna, sopra Villa San Michele, dove sono conservate le rovine di un castello. Queste furono scenario di lotte e di resistenze tra gli abitanti e gli incursori saraceni fin dall’antichità. Le acque bagnano Cala del Rio, Cala di Mezzo e Cala del Tombosiello. Nessuna spiaggia, nessuna struttura, solo l’azzurro intenso di Capri, e tante barche che in rispettoso silenzio ringraziano il sole per ciò che ha loro regalato durante questa splendida giornata.

Il versante Ovest è l’unico dell’isola dove poter ammirare il tramonto

Capri | The Divine Coast 123


island view

Capri in the winter CAPRI D’INVERNO

text Teresa Favi photo Davide Esposito

“Dream of a sh adow” The solo exhi bition by youn g photographer Davide Espos ito , on show at C entro Cerio ‘Sogno di un’o pesonale del mbra’ giovane fotogr afo Davide Esposito,in m ostra al Centr o Cerio

“ I landed there in winter. With the sapphire robe lying at its feet, the island rose naked in its vapor of cathedral of the sea”. With these lines from the poem Caballera de Capri, Pablo Neruda recalled his arrival in Capri in the winter of 1952. Even now, in the cold January nights, blurred oneiric visions rise from the solitary island, inviting to confront one’s soul. Photographer Davide Esposito captures the island through the lens of his camera at the time of the year when Capri best expresses its “majestic and mysterious essence”. The series of black and white shots, shown at the Centro Caprense Ignazio Cerio in Esposito’s first solo exhibition titled Capri, dream of a shadow, gained him the first place win in the Fine Art section of the MIFA (Moscow International Foto Awards) competition in 2015. A whispered story, devoid of hedonism, stripped down to its essence gives us an insight into the “other” Capri through visions, evocations and ectoplasms. A dream of Capri, with blurred contours and the light rending the darkness as if it were showing us a way out of absolute truths. And so, in these meditation pictures that make silence resound, the island becomes a place of magic and mystery, which compels us to introspection, to deal with the solitude that dominates nature and the landscape. “Vi Sbarcai in inverno. La veste di zaffiro l’isola custodiva ai suoi piedi, e nuda sorgeva nel suo vapore di cattedrale marina”, con questi versi della Chioma di Capri, Pablo Neruda rievocava il suo arrivo a Capri nell’inverno del 1952. Ancora oggi, nelle fredde notti di gennaio dall’isola solitaria emergono oniriche visioni sfumate che invitano a fare i conti con l’anima. E il fotografo Davide Esposito punta l’obiettivo sulla sua isola in questo periodo quando Capri esprime al massimo grado la sua essenza “maestosa e misteriosa”. La serie di scatti in bianco e nero esposti da poco al Centro Caprense Ignazio Cerio nella sua prima personale dal titolo Capri, sogno di un’ombra, gli sono valsi il primo posto nella sezione Fine art del concorso indetto dal MIFA (Moscow International Foto Awards) nel 2015. Un racconto sussurrato, privo di edonismo, ridotto al grado zero lascia intuire l’altra Capri attraverso visioni, evocazioni, ectoplasmi. Una Capri più vicina al sogno, dove i contorni appaiono sfumati e la luce squarcia il buio quasi a indicare una via di scampo da verità assolute. Così, l’isola diventa in queste immagini da meditazione che suonano il silenzio, un luogo di incanto e di mistero, che obbliga all’introspezione, a fare i conti con una solitudine che sovrasta la natura stessa e il paesaggio. 124 Capri | The Divine Coast


The Faraglioni Capri | The Divine Coast 125


A detail of Capri’s architecture 126 Capri | The Divine Coast


Capri | The Divine Coast 127


cover story

Above: shrubbery around the Damecuta in Anacapri Below: A seagull photographed in the Piazzetta 128 Capri | The Divine Coast


cover story

The Faraglioni Capri | The Divine Coast 129


Above: a small motor boat ferries the first tourists to the Bagni di Tiberio Below: the wedding lunch of Vittorio De Martino and Margherita in 1945 on the restaurant’s terrace, then still uncovered 130 Capri | The Divine Coast


divine history

Caprese enchantment INCANTO CAPRESE text Chicco Coda

Bagni di Tiberio, the Emperor’s Beach, is today a family-run seaside resort Bagni di Tiberio, la spiaggia dell’imperatore, oggi esclusivo stabilimento balneare a conduzione familiare Two thousand years ago, the Villa Augustea rose from the sea. In this corner of paradise, at the foot an area known as the Palazzo a Mare, are the Bagni di Tiberio, a bathing establishment that dates back to 1924, making it one of the oldest state concessions on the island. Palazzo a Mare is an archaeological site made up of the still well preserved ruins of a splendid palatium of imperial origin, probably built by Augustus and later modified by Tiberius. The palace also had a semicircular nymph and was most likely the emperor’s summer residence. According to some sources, the last Roman Emperor, Romulus Augusto, was exiled here. The complex was looted in the 18th and 19th centuries. Amedeo Maiuri carried out excavations of the villa from 1932. The story of the Bagni di Tiberio began with the construction of a small access road to the sea and the opening of a kitchen to prepare small and simple dishes. Germans and Americans were the first to visit the Bagni di Tiberio and it was only after the end of World War II that the Neapolitans and inhabitants of the island also began to arrive. They included Francesco Caravita di Sirignano, a Neapolitan nobleman known colloquially as Pupetto, who also lived here. His children swam in this beautiful bay every day. His daughter Nila chose this corner of Capri to celebrate her wedding and her grandson Ricardo made the same choice just a few years ago. Here time seems to have stopped. You breathe the air of Capri of old and the informal atmosphere makes intrepid travellers feel right at home. For three generations, the De Martino family has stood out for its warmth and professionalism. Peppino assists guests as they disembark, and sails the beautiful Santa Lucia, a traditional vessel that is nearing 30 years of service, transporting guests from the private dock at the Marina Grande. It’s a five-minute sail down the coast admiring the beautiful Roman walls of the Palace. Costanza

Duemila anni fa qui sorgeva la villa Augustea sul mare. In questo angolo di paradiso ai piedi della zona conosciuta come Palazzo a mare oggi vi sono i Bagni di Tiberio, la cui licenza balneare risale al 1924, una delle primissime concessioni demaniali dell’isola. Palazzo a Mare è un sito archeologico costituito dai resti ancora ben conservati di uno splendido palatium di origine imperiale, costruito probabilmente da Augusto ed in seguito modificato da Tiberio. Il palazzo era dotato anche di un ninfeo semicircolare e sembra fosse residenza estiva dell’imperatore. Secondo alcune fonti vi sarebbe stato esiliato l’ultimo Imperatore Romano, Romolo Augusto. Gli edifici del complesso sono stati saccheggiati nel XVIII e XIX secolo. Gli scavi della villa furono realizzati da Amedeo Maiuri a partire dal 1932. La storia dei Bagni di Tiberio inizia con la costruzione di una piccola stradina di accesso al mare e con l’allestimento di una cucina per preparare piccole e semplici pietanze. I Bagni di Tiberio erano frequentati al tempo da tedeschi e americani, solo dopo la fine della seconda guerra mondiale iniziarono a venire i napoletani e gli habitué dell’isola tra cui Francesco Caravita di Sirignano, per tutti Pupetto, che qui era di casa. I suoi figli frequentavano quotidianamente questa bellissima baia. La figlia Nila scelse questo angolo di Capri per festeggiare il suo matrimonio e suo nipote Ricardo qualche anno fa ha fatto la stessa scelta. Qui il tempo sembra essersi fermato, si respira l’aria della Capri di un tempo, l’atmosfera informale fa sentire gli avventori subito a casa. La famiglia De Martino, a partire da Vittorio e Margherita, si distingue per l’accoglienza e la professionalità da tre generazioni. Peppino assiste all’imbarco e traghetta con la bellissima Santa Lucia, tipica lancia prossima ai 30 anni di servizio, gli ospiti dal pontile privato di Marina Grande allo stabilimento. Cinque minuti di navigazione sotto costa ammirando le Capri | The Divine Coast 131


divine itineraries

Vittorio and Margherita De Martino, the first generation of the family that opened the establishment

leads the kitchen, producing the masterpieces of a Capri tra- bellissime mura romane del Palazzo. Costanza dirige la cucina, dition that has been passed down through the generations. da cui escono i capolavori della tradizione caprese tramandaCarmine, with the help of his wife Daniela, oversees the ta da generazioni. Carmine, con l’ausilio della moglie Daniela, bathing establishment. A team of nearly 40 people, faithful presidia lo stabilimento. to the style that has made Capri famous around the world, Un team di quasi quaranta persone, fedeli allo stile che ha reso are on hand every day to accommodate singles, couples and Capri famosa nel mondo, ogni giorno qui regala felicità a tante families. famiglie. In fact, the bath establishment is particularly popular with Infatti lo stabilimento è particolarmente adatto alle famiglie families and children are always welcome and pampered. con i bambini, sempre ben accetti e coccolati. Qui sono cresciuEntire generations of children have grown up te intere generazioni di ragazzi, tuttavia la parte here. That said, a section of the bathing esA corner of finale dello stabilimento è dedicata a chi vuole tablishment is dedicated to those who want e privacy, per godere fino al tramonparadise, tranquillità tranquillity and privacy to enjoy the sunset of to delle splendide acque cristalline dell’Imperaat the foot tore. the crystal-clear waters where emperors once bathed. an area Carmine De Martino ci tiene a sottolineare che Carmine De Martino emphasizes that the atknown as qui il rapporto è familiare, una piccola macchimosphere is familial, a small operation, but one ma molto ben organizzata, per trasmettere the Palazzo a na, that is very well-organized to offer to guests the agli ospiti lo spirito genuino di Capri. E in effetti Mare, today quando si è qui sembra di essere ospiti di vecchi genuine spirit of Capri. And indeed, you feel as though you are the guest of old friends. are the Bagni amici. A beautiful boat from 1942 has been faithfully bellissima lancetta del 1942 è stata fedeldi Tiberio Una restored and is used as a tender to take people mente ristrutturata e viene impiegata come tento the bigger boats moored in the bay that choose the Bagni der, per prendere le persone a bordo delle tante barche ormegdi Tiberio as their lunch or dinner destination. giate nella baia, che scelgono i Bagni di Tiberio per pranzare o In fact, the restaurant is open every day for lunch, but in cenare sul mare. summer, it’s often open once or twice a week in the evening Infatti il ristorante è aperto tutti giorni a pranzo, ma in piena too. Seating is on the stunning rooftop terrace overlooking estate anche una o due volte a settimana di sera. Accomodati the sea, in a unique setting that offers a taste of the typical sulla splendida terrazza a filo sul mare, in uno scenario unico flavours of classic Caprese cooking. si possono gustare i sapori tipici della classica cucina caprese. 132 Capri | The Divine Coast


The establishment in the second half of the 1940s


Lucy Flannigan’s works are today spread around the world, owned by the descendants of those rare men and women that were her friends


divine book

Painted in blue DIPINTA NEL BLU text Mila Montagni

The story of the painter Lucy Flannigan told in a compelling book edited by La Conchiglia La storia della pittrice Lucy Flannigan raccontata in un libro avvincente edito da La Conchiglia A long, red braid and a large straw hat that casts shade on a determined jaw, a box of paints and a foldable chair, a bundle of sheets and an easel. This was the figure of Lucy Flannigan, “enigma painter” dressed in every shade of green, in the eyes of the Capri locals for over three decades. Silent, almost contemptuous, a perpetual guest (and non-paying, given she was an artist) of August Weber (the deceased artist) and his descendants at the Strandpension on the Marina Piccola. The American painter with Irish origins, who severed every tie and relationship with her homeland and chose this part of the world as her home, painted all the colours of the island, at sunset and sunrise, but also at midday and in the evening, a sort of unknown Mediterranean Monet. Today, her works are spread around the world, owned by the descendants of those rare men and women that were her friends and whom she considered worthy of welcoming her paintings into their lives, despite the imperfections she saw in them. She wrote to her friend Gennaro Favai, whom she nicknamed Diavolo for the malignant features of his face: “One day I will send you two drawings if I’m ever able to make two that are less ugly than the others.” Text, pretext and context: the story by Claretta Cerio dedicated to Lucy Flannigan, defined by her as “a mystery of Capri,” is precisely this; August Weber’s descendent recounts, indeed, the enigmatic and silent story of the painter who, after settling on the Island, left it only to search for a cure for the tumour that eventually hit her, dying in Rome. But in the pages dedicated to Lucy Flannigan, there are, in reality, many different events that intersect: beginning with the living paintings that depict Capri’s 20th-century society – made up of the English, Germans and Americans; the original and delicately complex history of the Weber family and their boarding house managed by intelligent women of few words; the evolution of the architecture and ecosystem of Capri over the last century, following the wave of history and of the foreign residents that chose the Island as their new home: Axel Munthe, to mention one of the most famous, or the

Una lunga treccia bionda e un largo cappello di paglia che ombreggiava una mandibola decisa, una cassetta di colori e una piccola sedia pieghevole, un fastello di cartelle e un cavalletto. La figura di Lucy Flannigan, “sfinge pittrice” vestita di tutti i toni del verde, fu questo per oltre tre decenni agli occhi degli abitanti di Capri. Silenziosa, quasi sprezzante, ospite perenne (e non pagante, in virtù del suo essere artista) di August Weber (artista suo malgrado mancato) e dei suoi discendenti nella Strandpension di Marina Piccola. La pittrice statunitense di origine irlandese, che tagliò ogni rapporto e relazione con la terra d’origine e scelse questa parte di mondo come sua patria, ritrasse tutti i colori dell’Isola, all’alba e al tramonto, ma anche nel mezzogiorno e nella sera, sorta di sconosciuta Monet del Mediterraneo. Le sue opere sono oggi sparse per il mondo, nelle mani dei discendenti di quei rari uomini e donne che furono suoi amici e che lei considerò degni di accogliere nelle loro vite i suoi quadri, nonostante le imperfezioni che lei vi riconosceva. È lei che scrive all’amico Gennaro Favai, dalla pittrice soprannominato Diavolo, per il volto dai tratti mefistofelici: “Un giorno Vi manderò due disegni se mai riesco a farne due meno brutti degli altri miei.” Testo, pretesto e contesto: la narrazione di Claretta Cerio dedicato a Lucy Flannigan, da lei definita “un mistero di Capri” è proprio questo; la discendente di August Weber racconta infatti l’enigmatica e silenziosa storia della pittrice che - approdata sull’Isola - la lasciò soltanto per cercare una cura al tumore che ormai l’aveva colpita e che invece la fece morire a Roma. Ma nelle pagine dedicate a Lucy Flannigan in realtà sono diverse e tante le vicende che s’intrecciano: a cominciare dai quadri viventi che ritraggono la società caprese d’inizio Novecento - fatta di inglesi, tedeschi e statunitensi; la storia originale e dolcemente complessa della famiglia Weber e della sua pensione gestita da donne intelligenti e di poche parole; l’evoluzione dell’architettura e dell’ecosistema caprese nell’ultimo secolo, seguendo l’onda della storia e dei residenti stranieri che la sceglievano come nuova patria: Axel Munthe, per ricordarne uno Capri | The Divine Coast 135


A series of black and white photographs accompanies the events as they’re recounted, allowing the reader to immerse themselves in the nature and rhythms of that time 136 Capri | The Divine Coast


One of the painter’s artworks series of reproductions wich complete the volume

industrialist Friedrich Alfred Krupp, who committed suicide on the dei più celebri, o l’industriale qui suicida Friedrich Alfred Krupp. island. La sfinge pittrice. Lucy Flannigan, un mistero di Capri, number La sfinge pittrice. Lucy Flannigan, un mistero di Capri, il numero 20 20 in the Astrea series by La Conchiglia di Capri, is a book that della collana Astrea edito da La Conchiglia di Capri, è un libro fascinates and captivates the reader, thanks to the clear writing and che affascina il lettore e lo avvince, grazie a una scrittura precisa e a series of sepia photographs that accompany the events as they’re a una serie di fotografie color seppia contemporanee alle vicende recounted, allowing the reader to immerse themselves in the nature narrate, che consentono di immergersi nella natura e nei ritmi del and rhythms of time measured by the sun. Completing the volume tempo misurato col sole. A completare il volume una serie preziosa is a priceless series of reproductions of the painter’s artworks, which di riproduzione di opere della pittrice che aiutano a comprenderne help offer a fuller picture of the style and the enduring passion that lo stile e la duratura passione d’arte che sostenne Lucy Flannigan sustained Lucy Flannigan all the way until she fell ill, fino a quando la malattia dovuta alle sostanze velecaused by the poisonous substances contained in the Claretta nose contenute nei colori la portò alla morte in età paints, bringing about her early death in only a few, avanzata e nel giro di pochi mesi. Cerio, the non short months. L’atelier che Weber ricavò in un fabbricato prossimo special alla Strandpension divenne un ritrovo per artisti di The workshop that Weber acquired in a building next to the Strandpension became a haven for artists of evauthor of ogni ambito e settore e consentiva a Lucy Flannigan ery genre and allowed Lucy Flannigan to immerse the book di tuffarsi direttamente in mare, oltre che uno spaherself directly into the sea, as well as a reserved riservato e nel quale seppe ritrarre Capri al suo has lived in zio space, where she could portray Capri at its best, in meglio, nelle “reti color ruggine, sparse sulla spiagperson gia ad asciugare”, perché “s’impossessò dell’Isola the “rust-coloured netting, scattered about the beach to dry,” because “she took possession of the Island, the narrated dipingendola giorno per giorno, si aprì ed espose se painting it day after day; it opened up to her and exinteramente, di quadro in quadro: con ogni events stessa, posed itself, entirely, from painting to painting: with pennellata diede colore alle emozioni, fece esplodeevery brush stroke, she gave colour to emotions, she made the chro- re sulla tela la gamma cromatica dei sentimenti e celebrò tutta la matic range of feelings explode on the canvas and she honoured the tavolozza delle passioni per mezzo della sua creatività”. Ma sopratwhole palette of passions with her creativity”. But above all, she did tutto lo fece tratteggiando “i bei colori, e più di tutti il blu - l’infinito it tracing “the beautiful colours, most of all blue – the infinite blue of blu della malinconia”, come conclude la sua accurata storia Claretta melancholy,” as Claretta Cerio concludes her meticulous story, which Cerio, che racconta la storia di Lucy Flannigan, della sua articolata tells the story of Lucy Flannigan, her diverse Bavarian-Caprian fami- famiglia bavarese-capriota e della sua amatissima Isola ancorata al ly and her beloved Island anchored to the soft sea of Campania. mare dolce della Campania. Capri | The Divine Coast 137


John Kapstein shown in some important moments in his life. An American aviation expert, after the Second World War, he worked to bring America and Russia together during the Cold War. A figure much loved by Capri and its locals 138 Capri | The Divine Coast


divine people

They called him John LO CHIAMAVANO JOHN text Chicco Coda

In August, Capri honours a man who loved the island and who deeply loved him in return Capri celebra in agosto un uomo che ha amato l’Isola e da lei è stato profondamente riamato This is the story of a man out of the ordinary, who, in distant 1943, during the Second World War, witnessed our country become a theatre of fierce bombings. John Harold Jerome Kapstein, born in 1918, was a young 25-year-old pilot, captain of a B26, a tactical bomber, during the Anglo-American landing in Salerno. The assembly point for all the airplanes supporting the landing was right on the Faraglioni. In December 1943, after Naples was liberated, the 25-year-old John Kapstein set foot on Capri for the first time. He never imagined that more than 60 years later, he would have divided his time, alongside the beautiful Baroness Luciana M. Lieto, between Megeve and that Capri that the young pilot touched down on. It has been a few months since John Kapstein, known to everyone on the island as Mr. John, left us at 98 years old, with a head full of secrets and after a lifetime of hard work. For the last 20 years, he passed his long summers in Capri, between the piazzetta, the Quisisana, and his beloved Canzone del Mare, where the sea stacks captivated him and brought him back to the past, bringing him to tears on more than one occasion. After his heroic actions during World War II, Kapstein worked to bring America and Russia together during the Cold War and over the years, he was awarded multiple decorations, including the Distinguished Flying Cross, reserved to members of the United States Armed Forces that have stood out in duty, the French Croix de guerre and the Order of Friendship from Russia, the highest recognition awarded by the Russian government to a foreign citizen. On August 2, on what would have been his 99th birthday, Capri will honour Mr. John. Not a commemoration, but a party, just like he would have wanted, with his life-long friends, including the Russian Ambassador to France, Alexander Orlov, the writer and producer Genrikh Borovik and Dmitri Yakushkin, spokesperson of Yeltsin during his presidency.

Questa è la storia di un uomo fuori dal comune, che nel lontano 1943, durante il secondo conflitto mondiale, ha visto il nostro paese teatro di cruenti bombardamenti. John Harold Jerome Kapstein, classe 1918, era un giovane pilota di 25 anni, comandante di un B26, bombardiere d’attacco tattico, durante lo sbarco Anglo-Americano a Salerno. Il punto di raduno per tutti gli aerei che supportavano lo sbarco era proprio sui Faraglioni. Nel Dicembre 1943, dopo la liberazione di Napoli, il 25enne John Kapstein toccò Capri per la prima volta. Non immaginava che più di 60 anni dopo avrebbe diviso il suo tempo, al fianco della bella Baronessa Luciana M. Lieto, tra Megeve e quella Capri che sorvolava venticinquenne. Da pochi mesi, a 98 anni, John Kapstein, per tutti sull’isola Mr. John, ci ha lasciati, con la testa piena di segreti, dopo il duro lavoro di una vita. Ha passato durante gli ultimi 20 anni, le sue lunghe estati a Capri, tra la piazzetta, il Quisisana, e la sua amata Canzone del Mare, dove i faraglioni lo rapivano e riportavano nel passato, strappandogli, più di una volta, lacrime di commozione. Dopo gli eroici gesti durante la seconda guerra mondiale, Kapstein ha moltiplicato le azioni per riavvicinare l’America alla Russia durante la guerra fredda e negli anni ha conseguito molteplici decorazioni tra cui la Distinguished Flying Cross riservata a tutti i membri delle Forze Armate degli Stati Uniti che si sono distinti in un’operazione, la francese Croce di Guerra, la Order of Frindship Russa, il più grande riconoscimento del governo Russo a un cittadino straniero. Il 2 agosto, giorno in cui avrebbe compiuto 99 anni, Capri festeggerà Mr. John. Non una commemorazione, ma una festa, come lui avrebbe voluto dove non mancheranno i suoi amici di sempre, tra cui l’ambasciatore russo in Francia Alexander Orlov, lo scrittore e produttore Genrikh Borovik, e Dmitri Yakushkin portavoce di Yeltsin durante la sua presidenza. Capri | The Divine Coast 139


art exhibition

Reflections RIFLESSIONE text Francesca Lombardi

d science, between art an n tio la re e th On ror kind: Jan s... of the mir and its neuron exhibitions les with three Fabre is in Nap tra arte - scienza, e sui Sul rapporto chio: neuroni... spec m e ostre Napoli con tr Jan Fabre è a It’s a triple event with Jan Fabre in Naples, almost creating a beautiful contrast between the sensual Baroque of the city and the “surgical” vision of the artist. You can admire the artist’s works until next December at Museo Madre, with the temporary display of Jan Fabre’s iconic sculpture The man measuring the clouds – American version (18 years older), an ode to man’s ability to continue dreaming, to transcend time and space through imagination. At Capodimonte – as part of the cycle Incontri sensibili, curated by Sylvain Bellenger and Laura Trisorio – are two works by Jan Fabre made entirely of beetle shells, a sacred animal in Ancient Egypt and a symbol of immortality. Lastly, Fabre will be at the Galleria Trisorio until October 28 with the solo show My Only Nation is Imagination, curated by Melania Rossi. An exhibition that touches upon the fascinating relationship between art and science, and includes a video titled Do we feel with our brain and think with our heart?: a film-performance in which Fabre speaks with neuroscientist Giacomo Rizzolatti, the discover of mirror neurons, fundamental for explaining empathy between individuals. In addition to the video, there are also sculptures and drawings. Jan Fabre and the curator of the exhibition, Melania Rossi, spoke to us about the fascinating connection between the themes discussed in the exhibition at the Trisorio. The brain, “the sexiest part of the human body”: an interesting point of view… MR: This is how Jan Fabre described the mysterious organ, even able to think by itself. We don’t know Triplice appuntamento con Jan Fabre a Napoli, quasi a creare un bellissimo contrasto il barocco sensuale della città e la visione ‘chirurgica’ dell’artista. Potrete ammirare le opere dell’artista fino al prossimo dicembre al Museo Madre con l’allestimento temporaneo della scultura iconica di Jan Fabre The man measuring the clouds - American version (18 years older), un inno alla capacità di continuare a sognare, di trascendere il tempo e lo spazio attraverso l’immaginazione. A Capodimonte - nell’ambito del ciclo Incontri sensibili curato da Sylvain Bellenger e Laura Trisorio - due lavori di Jan Fabre realizzati interamente con gusci di scarabei, animale sacro dell’antico Egitto e simbolo di immortalità. Infine Fabre sarà alla Galleria Trisorio fino al 28 ottobre con la personale My Only Nation is Imagination a cura di Melania Rossi. Una mostra sul tema affascinante del rapporto tra arte e scienza, di cui fa parte anche un video dal titolo Do we feel with our brain and think with our heart?: un film-performance in cui Fabre si pone in dialogo con il neuroscienziato Giacomo Rizzolatti autore della scoperta dei neuroni-specchio, fondamentale per spiegare l’empatia tra gli individui. In mostra oltre al video, anche sculture e disegno. Jan Fabre e la curatrice della mostra Melania Rossi ci spiegano l’affascinante intreccio di temi affrontati nella mostra da Trisorio Il cervello, “la parte piu sexy del corpo umano”: interessante punto di vista... MR: Jan Fabre descrive così questo organo misterioso, in grado addirittura di pensare sè stesso. Del cervello non conosciamo moltissime cose. Come creiamo l’intelligenza? Come si genera la memoria? Le pro140 Capri | The Divine Coast


A portrait of Jan Fabre. In Naples, he presented his theatre production Belgian rules / Belgium rules. From July 18 to 21, the show will be in Vienna, then again in Rome on September 30 and October 1 at the Teatro Argentina (ph. Angelo Cricchi/ lostandfoundstudio) Capri | The Divine Coast 141


Above: Jan Fabre, The man measuring the clouds, 2017, Museo Madre , Courtesy of Museo Madre and Studio Trisorio Below: The sweet and satisfied brain of the lab-monkey, 2014, Galleria Trisorio 142 Capri | The Divine Coast


art exhibition

much about the brain. How do we create intelligence? How is memory generated? The immaterial productions of the mind influence our life, becoming concrete, producing tangible effects, but how this all works is still a mystery. In a certain sense, like all mysterious things, the brain is particularly fascinating and even, according to the artist, sensual in its form, color and material to the point that he faithfully reproduces it in many sculptures and drawings. Mirror neurons and comprehension and pleasure: do we like those we resemble? MR: Rizzolatti’s theory about mirror neurons addresses several expressions between animals and between humans. The one Jan Fabre focused on in his research is the application of the theory in art and the practices that concern it. This Italian neuroscientist’s discovery showed that, in reality, imitation is a major expression of intelligence. This hypothesis, this interpretation of Rizzolatti’s theory, inspired Fabre to write the theatrical monologue The King of Plagiarism, which I used extensively when analysing the Belgian artist’s research on the human brain. There is a line in the monologue that goes: “People are better than angels because they have earned the goodness they possess with that complex but fragile organ between their ears on a long and hard journey...”. Jan, what do you love about Naples? JF: For me, Naples is a beautiful, vibrant city full of energy. I came here for the first time in the 1980s. At the time, I had many friends in Mario Martone’s theatre company, Falso Movimento. Every time I came back, I would go to visit the Cappella Sansevero: the Veiled Christ inspired some of my marble sculptures. And even the anatomical machines conserved in the Chapel influenced my sculptures of brains You also presented a theatre production in the city: what have you brought to the stage? JF: I was invited by the Napoli Teatro Festival to present my new theatrical production Belgian rules / Belgium rules. The show is a critical declaration of love for my country and its stereotypes: french fries the over 200 different beers, which are still produced in monasteries... There are also the continuous dominions and the terrible history of colonialism in the Congo: all those contradictions that make my little country the most absurd and surreal in Europe. We had a minute-long standing ovation. duzioni immateriali della mente influenzano la nostra vita, diventando concrete, producendo effetti tangibili, ma come tutto questo funzioni è ancora un mistero. In un certo senso, come tutti i soggetti misteriosi, anche il cervello ha un fascino particolare, secondo l’artista addirittura sensuale per forma, colore e sostanza, tanto da riprodurlo fedelmente in diverse sculture e disegni. Neuroni specchio e il profondo nesso comprensione- piacere: ci piace chi ci somiglia? MR: La teoria dei neuroni specchio di Rizzolatti affronta diverse manifestazioni tra gli animali e tra gli umani. Quello su cui si è concentrato Jan Fabre nella sua ricerca è l’applicazione di tale teoria all’arte e alle pratiche che la riguardano. La scoperta di questo neuroscienziato italiano ha portato alla dimostrazione che, in realtà, l’imitazione è una grande forma di intelligenza. Questa ipotesi, questa interpretazione della teoria di Rizzolatti ha portato Fabre a scrivere il testo del monologo teatrale Il re del plagio, a cui ho attinto molto per analizzare tutta la ricerca dell’artista belga sul cervello umano. C’è una frase del monologo in cui si dice: “Le persone sono meglio degli angeli, perché la bontà che possiedono se la sono meritata durante un lungo e difficile percorso con l’organo complesso ma vulnerabile che hanno tra le orecchie” Jan, cosa ama di Napoli? JF: Per me Napoli è una bella città vibrante e piena di energia. Sono venuto qui per la prima volta all’inizio degli anni ‘80, all’epoca avevo molti amici nella compagnia teatrale di Mario Martone, Falso Movimento. Ogni volta che torno vado a visitare la Cappella del principe alchimista, il Cristo velato ha ispirato alcune mie sculture in marmo. E anche le macchine anatomiche, conservate sotto la Cappella Sansevero, hanno avuto un’influenza per le mie sculture dei cervelli con le vene rosse e blu. In città è stato presente anche con un’opera teatrale: cosa ha messo in scena, come è stata accolto? JF: Sono stato invitato dal Napoli Teatro Festival a presentare la mia nuova produzione teatrale, Belgian rules / Belgium rules. Questo spettacolo è una dichiarazione d’amore critica al mio paese e ai suoi stereotipi: le patatine (che sono un po’ come gli spaghetti o la pizza in Italia), le oltre 200 differenti birre, che ancora si producono nei monasteri, il fantastico carnevale che abbiamo, e così via. Poi le continue dominazioni e la terribile storia del colonialismo in Congo, tutte quelle contraddizioni che rendono il mio piccolo paese il più assurdo e surreale in Europa. Abbiamo avuto una standing ovation di un minuto.

Capri | The Divine Coast 143


Above: The Philarmonia Orchestra Below: Zubin Mehta and the Teatro San Carlo Orchestra 144 Capri | The Divine Coast


music festivals

Summer’s elegy ELEGIA D’ESTATE

text Teresa Favi

From jazz to opera, symphony to contemporary dance to early and folk music. The top events Dal jazz alla lirica, dalla sinfonica alla danza contemporanea, fino alla musica antica e folk. Le date da non perdere Big names and fantastic debuts at the 65th Ravello Festival, with surprises and thrilling events in store until August 30. Among the top dance events is the marathon on July 19, at the panoramic Villa Rufolo overlook, bringing together Maria Chouinard and Ohad Naharin with the Batsheva Dance Company. The biting version of the Right of Spring by the Canadian choreographer, the

Stanko, not similar, but complementary: Stanko’s contemplative style, Rava’s humour, the abrasive sound of the first and the more florid sound of the second, are only a few of the elements that make them ideal partners. Another highly interesting performer is the Metropolitan of Volokolamsk, Ilarion Alfeev, one of the most important figures in the Orthodox church,

Big names and fantastic debuts at the 65th Ravello Festival

new director of the Venice Biennale, precedes the master of Israeli dance, inventor of the famous Gaga movement, now known around the world as the Naharin movement. The New York Times called Ohad Naharin “one of the greatest choreographers, at the helm of one of the best dance companies in the world,” and according to Mikhail Barishnikov, he is a “combination of beauty, energy, skill”. An excellent program that confirms the artistic direction, begun last year, of offering exclusive productions for Ravello’s audience. July 23 is dedicated to a great jazz duo, the trumpet players Enrico Rava and Tomasz

who, on July 30, will direct the Orchestra Filarmonica Salernitana Giuseppe Verdi. August 4 is a special date, with an unplugged concert by Antonello Venditti. Then, among the cutting-edge moments in the Classical music scene, on August 5, the Finnish maestro Esa Pekka Salonen will direct the British Philharmonia Orchestra, one of the most renowned orchestras in the world. Esa-Pekka Salonen’s constant search for innovation has pushed him to continuously reconsider classical music in the 21st century. One of the most anticipated and evocative moments of the entire event, captivating audi-

Grandi nomi e debutti eccellenti al 65esimo Ravello Festival che riserva sorprese e date emozionanti fino al 30 agosto. Tra gli appuntamenti di danza da non perdere la maratona del 19 luglio, al Belvedere di Villa Rufolo, che mette insieme Maria Chouinard e Ohad  Naharin con la sua Batsheva Dance Company. La corrosiva versione della Sagra della Primavera della coreografa canadese, neo

ba di Enrico Rava e quella del polacco Tomasz Stanko non simili, ma complementari: il gusto contemplativo di Stanko, l’umorismo di Rava, il suono abrasivo del primo e più rotondo del secondo, sono solo alcuni elementi che li rendono partner ideali. Altra interessantissima presenza è quella del metropolita di Volokolamsk, Ilarion Alfeev, tra le più importanti figure della chiesa or-

direttrice della Biennale di Venezia, anticipa il gigante della danza israeliana, inventore del famoso metodo Gaga, ormai conosciuto in tutto il mondo come il metodo Naharin. Ohad Naharin è definito dal New York Times “uno dei più grandi coreografi, alla guida di una tra le migliori compagnie al mondo” e secondo Mikhail Barishnikov “combinazione di bellezza, energia, abilità”. Un programma di assoluta eccellenza che conferma l’indirizzo artistico, già avviato lo scorso anno, di proporre produzioni esclusive per il pubblico di Ravello. Il 23 luglio, è il momento di un grande duo jazz, la trom-

todossa, che il 30 luglio dirige l’Orchestra Filarmonica Salernitana Giuseppe Verdi. Il 4 agosto appuntamento speciale con un concerto unplugged di Antonello Venditti. Poi tra le punte di diamante della scena musicale classica, il maestro finlandese Esa Pekka Salonen, il 5 agosto alla direzione della britannica Philharmonia Orchestra   una delle più grandi orchestre del mondo. La costante ricerca di innovazione di Esa-Pekka Salonen lo spinge ad una riconsiderazione continua della musica classica nel XXI secolo.  Uno dei momenti più attesi e suggestivi di tutta la manifestazione, che ormai da anni si Capri | The Divine Coast 145


music festivals

ences for years, is the Concert at Sunrise, on August 11 at 4.45am, directed by Oleg Caetani. Greek by birth, but raised Russian, the talented rebel Teodor Currentzis will come from Siberia with his orchestra and choir MusicAeterna on August 30, bringing a focus on memorable works from Purcell to Stravinsky, Nystedt to Ligeti, and ending with Mozart’s Requiem. In Naples, musical events are enriched by the appeal of special, out of the ordinary locations. Until July 29, in the Sacristy of the Church of San Severo al Pendino, in the ancient heart of the city, a series of concerts organized by the City of Naples brings listeners on a true musical jour-

place on Sundays until September, on the terrace of the Hermann Nitsch Museum in the centre of Naples, in Vico Lungo Pontecorvo. On July 23, don’t miss Gatos Do Mar, a journey into jazz, folk, bossa nova and fado, with the trio Annalisa Madonna (ex-singer for Vox Populi and Kantango), Gianluca Rovinello on the electric harp and Pasquale Benincasa on drums. On September 20, La Terza Classe brings its music to the streets, with traditional and modern American folk songs combined with the typically Neapolitan razzmatazz and expressivity. Dance is the focus at the Teatro San Carlo, from July 22 to 26, when the San Carlo Dance

ripete lasciando come di consueto gli spettatori estasiati, è il Concerto all’alba, l’11 agosto alle ore 4.45, diretto da Oleg Caetani. Greco di nascita e russo di formazione, ribelle per talento Teodor Currentzis, il 30 agosto, arriva dalla Siberia con la sua orchestra e coro MusicAeterna portando un escursu di pagine memorabili da Purcell a Stravinsky, da Nystedt a Ligeti, per terminare con il Requiem di Mozart. A Napoli, gli appuntamenti con la musica si arricchiscono dall’appeal di location speciali e fuori circuito. Nella Sacrestia della Chiesa di San Severo al Pendino, siamo nel cuore antico della città, fino al 29 luglio, una serie di concerti organizzati

(alle 19.00) che si svolge di domenica fino a settembre sulla terrazza del Museo Hermann Nitsch nel centro di Napoli, in Vico Lungo Pontecorvo. Il 23 luglio, Gatos Do Mar un percorso tra jazz e folk, bossanova e fado con il trio formato da Annalisa Madonna (ex voce dei Vox Populi e dei Kantango), l’arpa eclettica di Gianluca Rovinello e le percussioni di Pasquale Benincasa. Il 10 settembre, La Terza Classe porta la sua musica da strada tra canzoni tradizionali e moderne del folk americano abbinate alla teatralità e all’espressività tipicamente napoletana. La grande danza è protagonista al Teatro San Carlo, dal 22 al 26 luglio, quando il Corpo di

dal Comune di Napoli sono un vero e proprio viaggio musicale nella tradizione napoletana dal XVI secolo ai cantautori del Novecento, dalle villanelle del Cinquecento alla musica del Novecento, passando per quella barocca e per l’arte della posteggia. Tutti i concerti si svolgono il venerdì e il alle 11.30, alle 16.30 e alle 17.30. Nell’ambito di questo interessante progetto, il 22 luglio è protagonista la musica da plettro interpretata dall’Accademia Mandolinisitica Napoletana, il 28 e 29 luglio il Settecento Napoletano con l’ensemble Le Musiche da Camera. Sunset Live@Nitsch è una rassegna di musica al tramonto

ballo del San Carlo va in scena con la Soirée Roland Petit, (musiche di Gabriel Fauré, Gustav Mahler, Erik Satie, The Pink Floyd, balletti di Roland Petit rimontati da Luigi Bonino) poi dal 12 al 17 settembre, con il celebre balletto di Zorba il Greco. Per gli amanti della lirica, dal 15 al 17 settembre, all’Arena Flegrea, va in scena Il Barbiere di Siviglia di Rossini, una produzione del San Carlo, con la regina di Riccardo Canessa, le scene di Lele Luzzati, e sul podio Giuseppe Montesano, e dal 23 al 25 settembre al Teatro San Carlo il Fidelio di Beethoven, in forma di concerto, diretto da Zubin Mehta.

From classic music to pop, from dance to jazz and traditional music ney into Neapolitan tradition, from the 16th century to the singer-songwriters of the 20th century, from the villanelle of the 1500s to 20th-century music and everything in between, like Baroque music and the art of the posteggia. All the concerts will take place on Fridays, at 11.30am, 4.30pm and 5.30pm. Against the backdrop of this interesting project, plectrum music will take enter stage on July 22, with the Accademia Mandolinisitica Napoletana, and on July 28 and 29, 17th-century Naples will be presented, with the ensemble Le Musiche da Camera. Sunset Live@Nitsch is a music program at sunset (starting at 7pm) that will take 146 Capri | The Divine Coast

Company will perform Soirée Roland Petit (music by Gabriel Fauré, Gustav Mahler, Erik Satie and The Pink Floyd, choreography by Roland Petit and restaged by Luigi Bonino) and the celebrated ballet Zorba the Greek from September 12 to 17. For opera lovers, from September 15 to 17, at the Arena Flegrea, the Barber of Seville by Rossini will be on stage, a San Carlo production, directed by Riccardo Canessa, scenography by Lele Luzzati and Giuseppe Montesano leading the orchestra, and from September 23 to 25, at the Teatro San Carlo, Fidelio by Beethoven will be performed, in the form of a concert, directed by Zubin Mehta.


From above clockwise: ‘Zorba il Greco’ ballet, Teatro San Carlo, Arena Flegrea, ‘Concerto all’alba’ at Ravello, Batsheva Dance Company

5 Capri | The Divine Coast 147


divine gourmet

The island of taste L’ISOLA DEL GUSTO

text Chicco Coda photo Davide Esposito Five iconic dishes not to be missed in Capri. Tradition, perfect execution, excellent ingredients Cinque piatti icona da non perdere a Capri. Tradizione, esecuzioni perfette, materie prime eccellenti

The island of style, elegance, sea and relaxing on boats. Capri is all of these, but it’s also the island of taste. The island cuisine is based around the simplicity of its ingredients and combinations. Typical flavours of a secular tradition, which preserve the techniques and knowledge of popular wisdom. We do not want to offer you our selection, but the musts, the dishes you can’t miss out on, the top five. Il Riccio Sought after by Tonino Cacace, it’s perched on a cliff a few metres from the Grotta Azzurra and was opened in 2009 following the restoration of the island’s historic Add’ ‘O Riccio restaurant. The true and genuine cuisine of the Mediterranean is tied up in the history of Il Riccio. Awarded a Michelin star, it is famous for its spaghetti ai ricci. Thinly sliced pane cafone is used to make tiny croutons, toasted in the pan with garlic and thyme over a medium heat - just one of the ingredients in this sublime dish. The miracle takes place in a frying pan with extra virgin olive oil roasted over a medium heat and slices of garlic combined with chunky pieces of chilli. The master adds just the right amount of pasta water along with sea urchin, but the secret is in the final balance between the sea urchin flesh and chopped parsley. The result is incredible, a perfect dish finished with the pan juices, raw sea urchin and bread croutons. Aurora The story of Aurora began many years ago with an encounter between the beautiful Lucia and her husband Gennaro. Today, it is one of the world’s best-known island restaurants, and their children, Mia and Raffaele, continue their parents’ incredible work, assisted by Chef Franco Aversa. 148 Capri | The Divine Coast

L’isola dello stile, dell’eleganza, del mare, delle lunghe giornate in barca. Capri è tutto questo, ma è anche l’isola del gusto. La cucina isolana si basa sulla semplicità degli ingredienti e degli abbinamenti. Sapori tipici di una tradizione secolare, che conserva nella saggezza popolare le tecniche e le conoscenze. Non vogliamo proporvi una nostra selezione, ma dei must, creazioni che non si possono non provare, i cinque piatti iconici dell’isola. Il Riccio Fortemente voluto da Tonino Cacace, è arroccato sulla scogliera a pochi metri dalla Grotta Azzurra ed è nato nel 2009 dalla ristrutturazione dello storico ristorante isolano Add’ ‘O Riccio. La cucina verace e genuina del Mediterraneo segna una linea di continuità con la storia de Il Riccio. Premiato con una stella dalla guida Michelin, è famoso per gli spaghetti ai ricci. Il pane cafone tagliato sottile a formare una piccola dadolata, tostato in padella con aglio e timo a fiamma moderata, è solo uno degli ingredienti di questo piatto sublime. Il miracolo avviene in una padella con l’olio extravergine rosolato a fiamma moderata, con le lamelle d’aglio senz’anima unite al peperoncino a pezzetti appena dorato. La giusta dose di acqua di cottura della pasta è opera da maestri, non da meno l’amalgamare la pasta alla base dei ricci, ma il segreto è nell’equilibrio finale tra la polpa dei ricci di mare e il prezzemolo tritato. Il risultato è strepitoso, un nido preciso completato con la salsa restante nella padella, la poca polpa di ricci a crudo e i crostini di pane. Aurora La storia di Aurora inizia molti anni addietro con l’incontro tra la bellissima Lucia e suo marito Gennaro. Oggi è tra i ristoranti dell’isola più conosciuti nel mondo e i loro figli, Mia e Raffaele, rendono merito al lavoro svolto dai genitori,


Spaghetti ai ricci at Il Riccio Capri | The Divine Coast 149


divine itineraries

Paolino’s Bomba 150 Capri | The Divine Coast


divine itineraries

Uovo alla monachina at I Faraglioni Capri | The Divine Coast 151


divine itineraries

Linguina Mediterranea at Villa Verde 152 Capri | The Divine Coast


From left: Gian Giuliano Tortoriello from I Faraglioni, Mia D’Alessio owner of Aurora, Roberto Bonetti manager of Il Riccio

The pizza all’acqua was born from an idea Papà Gennaro coadiuvati dallo Chef Franco Aversa. La pizza all’acqua nahad in the 1950s. Reserved for intellectuals and the noble- sce da un’intuizione di papà Gennaro negli anni cinquanta. men who visited the island in those years, today it’s popular Riservata a ospiti intellettuali e nobili che frequentavano l’iwith VIPs and anyone who is fortunate enough to get a seat. sola in quegli anni, oggi è scelta da vip e da chiunque abbia This very thin pizza with mozzarella, chilli and an added se- la fortuna di sedersi da Aurora. Questa pizza molto sottile cret protected by the family enchants from the first bite and con mozzarella, peperoncino e un pizzico di segreto mai sveis the first choice whenever anyone sits down at Aurora. Over lato dalla famiglia, strega dal primo boccone e così come rithe years, many chefs had tried without success to imitate it. sulta essere la prima scelta quando ci si siede da Aurora, allo stesso tempo è ambita da molti chef, che tentaThus, as of last year, the pizza all’acqua became no senza successo di imitarla. È per questo che a registered trademark. Its secret ingredient is Top Secret, even to the illustrious guests of the dallo scorso anno la pizza all’acqua si fregia di restaurant who have asked for the recipe, inun marchio registrato. Sull’ingrediente segrecluding Steven Spielberg, Bruce Springsteen, to vige il Top Secret, anche quando a chiedere Giorgio Armani and Diego Della Valle. la ricetta sono gli ospiti illustri del ristorante, Villa Verde come Steven Spielberg, Bruce Springsteen, A few metres from the historic square of Giorgio Armani e Diego Della Valle. Typical Villa Verde Capri and just a few steps from the Taverna flavours of A pochi metri dalla storica piazzetta di Capri Anema e Core is the large open terrace of the Villa Verde restaurant. Once an old gara secular e a pochi passi dalla Taverna Anema e Core è den, it’s been transformed by the Lembo tradition celata la grande terrazza all’aperto del ristoranBrothers and the hospitality of their staff, te Villa Verde. In questo che un tempo era un who are always at the service of travellers. The dishes are vecchio giardino, la simpatia dei Fratelli Lembo e la cordiadesigned by Gianni Lembo and prepared by the kitchen lità del loro staff sono sempre al servizio degli avventori. I staff. You must try the linguina Mediterranea pasta, pre- piatti sono progettati da Gianni Lembo, ed elaborati dallo pared with capers, onion, garlic, basil, parsley, green and staff della cucina. Non si può rinunciare alla linguina Meblack olives, mint, chilli, lemon peel, tuna, salt, pepper, diterranea, preparata con capperi, cipolla, aglio, basilico, extra virgin olive oil and pecorino cheese. prezzemolo, olive verdi e nere, menta, peperoncino, buccia Capri | The Divine Coast 153


aa left: Giovanni Lembo from Villa Verde, Lino De Martino owner of Paolino From

I Faraglioni di limone, tonno, sale, pepe, olio extra vergine di oliva e peDinner under the traditional pergola at Ristorante Fara- corino. glioni, overlooking Via Camerelle, is the essence of Capri. I Faraglioni The restaurant is an institution on the island, as here, Cenare sotto le tradizionali pagliarelle del ristorante Faraeveryone stops by, sooner or later. glioni, spiando il passeggio di via Camerelle, è l’essenza della Classic, traditional, unmoved by modern trends, where capresità. Il ristorante è un’istituzione dell’isola e qui, prima we can taste the classic Neapolitan and Caprese appetiz- o poi, si fermano tutti. Cucina classica, tradizionale, senza er, the Uovo alla monachina. Chef Giuseppe Spera and tentazioni creative dove possiamo assaporare il classico anGiuseppe Bottone transform a hard-boiled tipasto della cucina napoletana e in particolare egg, kneaded with cheese and béchamel caprese, l’Uovo alla monachina. Gli Chef Giusauce into an experience that’s not to be seppe Spera e Giuseppe Bottone trasformano missed. un uovo sodo, impastato con formaggio e bePaolino sciamella in un’esperienza da non perdere. The restaurant table at Paolino is a triumph Paolino of island cooking, a cuisine that has been tavola del ristorante da Paolino è un trionfo Techniques La handed down from father to son, and can di cucina isolana, una cucina che è stata traand mandata di padre in figlio e che riesce a stupire impress even the most demanding palate. knowledge i palati più esigenti. Il Fritto Paolino è conosciuThe Fritto Paolino is known overseas by virtue of the mythical Bomba. Born alongside of popular to anche oltreoceano per merito della mitica the restaurant, it is the secret recipe of the wisdom Bomba. Nata con il ristorante è frutto di una first Chef in the 1980s, Francesco Afeltra di ricetta segreta del primo Chef degli anni ’80 Scala. Since then, Paolino’s Bomba has been considered Francesco Afeltra di Scala. Tramandata da allora, la Bomba unique, like the restaurant itself. It’s a water, flour, salt di Paolino è unica, come il ristorante. Un impasto di acqua, and yeast dough. Stuffed with mozzarella and ham. farina, sale e lievito. Ripieno con mozzarella e prosciutto Accompanied by a Chiummenzana sauce, a typical Ca- cotto. Accompagnato dal sugo di chiummenzana, tipico caprese sauce made with fresh cherry tomatoes and basil. A prese, a base di pomodorini freschi e basilico. Da gustare must-try under the lemon pergola in the garden. sotto il pergolato di limoni del giardino. 154 Capri | The Divine Coast


Aurora’s Pizza all’acqua


IDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURAN

by Head Concierge Lorenzo Vernacchio and Concierge Romana D’Angiola, Capri Palace Hotel & Spa and Head Concierge Gennaro Apicella, Belmond Hotel Caruso

CAPRI

AL CAPRI’ Via Roma, 38 - ph. +39 081.8377108 Just a few meters from the Piazzetta in Capri, with view on the port of Marina Grande. Its cuisine, based on the flavors of the island’s tradition, is characterized by simplicity and respect for the cooking tradition of Campania. A pochi metri dalla Piazzetta di Capri con vista sul porto di Marina Grande. La cucina si basa sui sapori della tradizione, fatta di semplicità e rispetto della cultura culinaria della regione Campania. AL GERANIO Viale Matteotti, 8 ph. +39 081.8370616 Immersed in the lush greenery of Parco Augusto, diners can enjoy a breathtaking view and excellent Mediterranean and international cuisine. Some of its best-loved dishes include Paccheri allo Scoglio seafood pasta and Calamarata tube-pasta topped with sea truffles, parmesan and basil. Immerso nel verde del Parco Augusto, vista mozzafiato propone un’ottima cucina mediterranea ed internazionale. Tra i cult, paccheri allo scoglio, la Calamarata con tartufi di mare, parmigiano e basilico, ravioli alla caprese. AL GROTTINO Via Longano, 27 ph. +39 081.8370584 Historical Restaurant near the famous Piazzetta with an amazing window that shows fresh vegetables and fish. A tradition of hospitality and courtesy that hand on in the time since 1937. Excellent the fresh pasta with courgette flowers and shrimps. Ristorante storico di Capri nei pressi della famosa Piazzetta con una suggestiva vetrina che espone verdure di stagione e pesci. Una tradizione di cordialità ed ospitalità che si tramandano nel tempo dal 1937. Ottimi gli scialatielli con fiori di zucchine e gamberetti. AURORA Via Fuorlovado, 18 ph. +39 081.8370181 Two steps from the heart of the shopping centre and the famous Piazzetta, excellent cooking in a characteristic restaurant. Water Pizza as an entrée and filet of “pezzogna” (a type of sea bream) in potato with stuffed chicory, are a speciality. Aurora is one of the favorites of Carpi’s habitués. A due passi dal cuore dello shopping e dalla famosa Piazzetta, ottima cucina in ristorante d’atmosfera, come la Pizza all’acqua come entré e il filetto di pezzogna in crosta di patate con scarola farcita. E’ uno dei preferiti dagli abitué dell’isola e non. DA GIORGIO Via Roma, 34 - ph. +39 081.8370898 156 Capri | The Divine Coast

Born in 1948, “Da Giorgio” Restaurant is renowned for its typical Capri cuisine. Located only few steps from the “square”, it boasts a spectacular view over the Gulf of Naples. Among the specialties: linguine with scorpionfish , scialatielli with prawns, fresh homemade pasta, local fish, meats selected. Wine list with over 600 labels. Nato nel 1948, il Ristorante Da Giorgio è rinomato per la cucina tipica caprese. La sala panoramica, a pochi passi dalla “piazzetta”, offre una vista spettacolare su tutto il golfo di Napoli. Tra le specialità: linguine allo scorfano, scialatielli agli scampi, pasta fresca fatta in casa, pesce. Carta dei vini con oltre 600 etichette. DA PAOLINO Via Palazzo a Mare, 11 ph. +39 081.8376102 Located in Marina Grande, this restaurant is famous for the large terrace shaded by lemon trees. It is a very popular restaurant especially for the magnificent buffets of appetizers and desserts. Actors, politicians, musicians, footballers; over the years, all have succumbed to the joys of da Paolino’s ravioli capresi. Open only for dinner. Situato a Marina Grande, il ristorante è famoso per la sua spaziosa terrazza contornata da alberi di limone. Un ristorante molto popolare soprattutto per i magnifici buffet di antipasti e dessert. Attori, politici, musicisti, calciatori, nel corso degli anni, tutti hanno ceduto ai ravioli capresi di Paolino. Solo a cena. E’DIVINO Vico Sella Orta,1 ph. +39 081.8378364 E’Divino is a real gem. You will not find it on the guides, and it has no claim to go. Not far from the famous Piazzetta, in this “house” you can dine on the bed, on a trunk, in the kitchen, in the midst of the garden. Simple dishes and good wine in a homely setting. Un vero piccolo gioiello. Non lo troverete nelle guide, e non ha alcuna pretesa di entrarne a far parte. Vicino alla famosa Piazzetta, in questa “casa” puoi cenare su un letto, su una panca, su un baule, in cucina, in mezzo al giardino. Piatti semplici e buon vino. FARAGLIONI Via Camerelle,75 ph. +39 081.8370320 Faraglioni’s cuisine is proudly traditional. The Menu offers all of the island’s best loved dishes as well as a selection of classic Italian and international specialties. Tables are set along both sides of the final stretch of Via Camerelle, or who prefer to

eat indoors, should book a table in the restaurant’s elegant dining room, the walls. La cucina dei Faraglioni è orgogliosamente tradizionale. Il menù offre i migliori piatti dell’isola e una selezione di specialità italiane e internazionali. I tavoli all’aperto del ristorante costeggiano i due lati del tranquillo tratto finale di via Camerelle. JKITCHEN Via Prov. Marina Grande, 225 ph. +39 081.8384001 The restaurant of the splendid JK Place. Creative and surprising proposals with the fil rouge of Mediterranean dishes, clever elaborations by the chef Eduardo Estatico. Il ristorante dello splendido J.K. Place. Proposte creative e sorprendenti legate dal fil rouge della cucina mediterranea, sapientemente elaborate dallo chef Eduardo Estatico. LA CAPANNINA Via Le Botteghe, 12 ph. +39 081.8370732 One of the most prestigious and characteristic restaurants in the centre of Capri, opened in 1931 and run by the De Angelis family. Typical Capri cooking. Speciality: stuffed squid. Tra i ristoranti più prestigiosi e caratteristici nel centro di Capri dal 1931. Cucina tipica caprese curata in ogni singolo dettaglio dalla famiglia De Angelis . La specialità tipica sono i calamaretti ripieni. LA COLOMBAIA Via Camerelle, 2 ph. +39 081.8370788 The restaurant by the pool at the Grand Hotel Quisisana. Typical cuisine of Capri and regional level, from fresh fish to grilled meats, not to mention the real Neapolitan pizza. Open for lunch until late afternoon. Il ristorante ai bordi della piscina del Grand Hotel Quisisana. Cucina tipica di Capri e regionale, dal pesce freschissimo, alle carni alla brace, senza dimenticare la vera pizza napoletana. Aperto a pranzo fino a pomeriggio inoltrato. LA FONTELINA Via Faraglioni ph. +39 081.8370845 One of the most beautiful and exclusive bathing establishments and a magical place. Each day, chef Mario prepares a number of tempting off-menu treats, and fresh pasta served with flavorsome fish sauces and vegetables. Providing the perfect accompaniment to your meal, there is an excellent selection of wines. Uno degli stabilimenti balneari più belli ed esclusivi ed un luogo magico. Ogni giorno lo chef Mario offre varie alternative fuori dal

menu, proponendo pasta fresca condita con sapori di mare abbinati sapientemente con verdure. Tutto innaffiato da una bottiglia di vino scelta tra le migliori etichette selezionate. LE CAMERELLE Via Camerelle, 81/a ph. +39 081.8378677 To taste the typical flavors of the Island, like raw fish and other seafood and land fare specialties, immersed in an atmosphere of charm and magic in the heart of the shopping area of Capri. Assaporate il gusto tipico dell’isola, dai crudi di pesce a tante altre prelibatezze di mare e di terra, immersi in un contesto pieno di fascino e magia nel cuoe dello shopping caprese. LE GROTTELLE Via Arco Naturale ph. +39 081.8375719 Located in the immediate vicinity of the natural arch: part of this rustic eatery, including the kitchen, nestles in cave-like hollows carved out of the rock face, whilst meals are served on a beautiful sunny terrace with spectacular views. Nelle immediate vicinanze dell’Arco Naturale, parte di questo locale si trova all’interno di alcune grotte scavate nella roccia, mentre all’esterno i clienti vengono serviti su una bellissima terrazza panoramica. LO SFIZIO Via Tiberio, 7/e ph. +39 081.8374128 Annalisa ad Costanza offer a menu based on local specialties and fish dishes. A wood-burning oven and chicken on the spit make it the ideal place for an informal dinner with friends or a quick stop before taking a downtown stroll. Annalisa e Costanza offrono un menu basato su specialità locali e piatti di pesce. Forno a legna e girarrosto per polli allo spiedo lo rendono un‘ottima alternativa per una serata in compagnia, o per una sosta prima di continuare la passeggiata per il centro storico. MAMMA’ Via Madre Serafina, 6 ph. +39 081.8377472 One Michelin star. Created by famous Chef Gennaro Esposito, who has managed to approach the trends of modern cooking while following the basic rules of Mediterranean cooking tradition and without forgetting the greatest dishes of Capri’s tradition. Today the cuisine Is under the guidance of Chef Salvatore la Ragione. Una stella Michelin. Aperto dal famoso Chef Gennaro Esposito, che ha saputo far sue le tendenze


tradition and tradition within innovation’ philosophy. All’interno del boutique hotel cinque stelle Capri Tiberio Palace, il Ristorante Terrazza Tiberio, guidato dall’Executive Chef Francesco De Simone, propone una Cucina degli Ingredienti basata sulla filosofia ‘innovazione nella tradizione, tradizione nell’innovazione’. VILLA MARGHERITA Via Campo di Teste, 4 ph. +39 081 8377532 Fresh interpretations of local dishes made with fresh seafood served in a lovely garden with a sea view. Local basic ingredients, some grown directly in the restaurant’s garden, and homemade pasta. Fresche interpretazioni dei tipici piatti costieri a base di pesce freschissimo, servite in un incantevole giardino vista mare. Materie prime locali, alcune coltivate direttamente nell’orto del ristorante, e pasta fatta in casa. VILLA VERDE Vico Sella Orta, 6 ph. +39 081.8377024 The flavours and perfume of the Mediterranean are the essential ingredients of the gastronomic delights created at Villa Verde. Con un menù che spazia dalle specialità di mare ai gustosi piatti della tradizione locale, le proposte gastronomiche di Villa Verde esaltano i sapori ed i profumi della cucina mediterranea. ZIQÙ Via P. Marina Grande, 191 ph. +39 081.8376630 Is the proposal of Villa Marina Capri Hotel&Spa. The restaurant exalts the pureness of tastes among experimentation and discovering of the routes: in order for every dish to become a creation to tempt one’s eyes and seduce one’s palate. Ziqù has a romantic portico for candle lit dinners. E’ la proposta del Villa Marina Capri Hotel&Spa. Il ristorante esalta la purezza dei sapori viaggiando tra sperimentazione e riscoperta delle radici: ogni piatto diventa scultura per lusingare gli occhi e sedurre il palato. Ziqù dispone di un romantico portico per cene a lume di candela.

ANACAPRI

BISTROT RAGU’ Via Capodimonte, 14 ph. +39 081.9780111 For those who like a more informal restaurant, the new Ragù Bistrot of the Capri Palace Hotel & Spa is the ideal choice. The restaurant is situated on the magnificent panoramic terrace of the Bar degli Artisti. Per coloro che prediligono un ristorante più informale, il nuovo Bi-

IDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURAN

della gastronomia contemporanea tenendo come linee guida le regole della cucina mediterranea, senza dimenticare i piatti della grande tradizione caprese. Oggi alla guida della cucina lo Chef Salvatore la Ragione. MICHEL’ANGELO Via Sella Orta, 10 ph. +39 081.8377220 Set in a warm and welcoming atmosphere, Michel’Angelo is a combination of a refined restaurant and a minimalist-style bar offering local cuisine in a modern version. In un ambiente caldo ed accogliente Michel’Angelo integra un raffinato ristorante con un sofisticato bar dal design minimale, interpretando in chiave moderna la lunga tradizione gastronomica. MONZÙ Via Tragara, 57 ph. +39 081.8370844 “Monzù” dialect mangle of the French “Monsieur” they were the names of the great chefs that worked in the courts of important aristocratic Neapolitan families between the XIII and the XIX century. The chef Luigi Lionetti, proposes innovative interpretations of the traditional historic dishes. I Monzù - storpiatura dialettale del francese “Monsieur”- erano i nomi dei grandi cuochi che lavoravano presso le corti delle famiglie aristocratiche napoletane tra il XIII ed il XIX secolo. Lo chef Luigi Lionetti propone raffinate reinterpretazione di piatti tradizionali. TORRE SARACENA Via Marina Piccola ph. +39 081.8370646 Nestled in a small inlet in the Marina Piccola bay, the restaurant of the bathing establishment having the same name is one of the favorites of Carpi’s habitués. While enjoying the view from the terrace overlooking the Faraglioni, one can taste excellent fish prepared by chef Domenico Guarracino. Protetto da una piccola insenatura nella baia di Marina Piccola, il ristorante dell’omonimo stabilimento balneare è uno dei preferiti dagli abitué dell’isola e non. Sulla terrazza di fronte ai Faraglioni è possibile assaporare le specialità di mare dello chef Domenico Guarracino. RISTORANTE TERRAZZA TIBERIO Via Croce, 11/15 ph. +39 081.9787111 Inside the five-star boutique hotel Capri Tiberio Palace, the Ristorante Terrazza Tiberio, headed by Executive Chef Francesco De Simone, offers a Cucina degli Ingredienti (cuisine of ingredients) based on the ‘innovation within


IDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURAN

strot Ragù del Capri Palace Hotel & Spa è la scelta ideale. E’ situato sulla splendida terrazza panoramica del Bar degli Artisti. DA GELSOMINA Via Migliara, 72 ph. +39 081.8371499 Situated in one of the most fascinating areas of the island, nestled amongst the vineyards of Anacapri, gazing out towards the sea. From every angle of the restaurant and terrace, you can admire the splendid panorama of the Gulf of Naples. The cuisine offers typical local dishes made with ingredients from its own gardens a nd wine produced from the property’s own vines. Situato in una delle più affascinanti zone dell’isola, tra i vigneti di Anacapri, rivolto verso il mare. Si può ammirare lo splendido panorama del Golfo di Napoli. La cucina offre tipici piatti locali fatti con ingredienti coltivati nei loro giardini e vino prodotto dalle loro proprie viti. DA GIORGIO AL CUCCIOLO Via La Fabbrica, 52 ph. +39 081 8371917 Set in a magical green frame along the road to the Blue Grotto, with a breath-taking view that embraces the whole Bay of Naples, particularly impressive at sunset. The cuisine tradition of the Desiderio family continues with simple sea food dishes of typical regional ingredients, all accompanied by a wide variety of wines. In una magica oasi nel verde lungo la strada per la Grotta Azzurra, con una vista mozzafiato che abbraccia tutto il golfo di Napoli, particolarmente suggestiva al tramonto. Qui si continua la tradizione della famiglia Desiderio puntando su una cucina semplice basata sul pesce e gli ingredienti tipici accompagnata da un’ampia varietà di vini. IL RICCIO Via Gradola, 4-6 ph. +39 081.8371380 It’s the Capri Palace Hotel & Spa’s Restaurant and Beach Club, resulting from the renovation of the famous Add’‘O Riccio. The light and healthy cooking based on local fish dishes is still the same. No frills and just true flavour, a Michelin-starred restaurant. E’ il Ristorante e Beach Club del Capri Palace Hotel & Spa, nato dalla ristrutturazione dello storico Add’‘O Riccio. L’anima semplice e marinara del luogo non è stata alterata e la cucina è quella verace del mare nostrum. Pochi fronzoli e sapori autentici, una stella Michelin. L’OLIVO Via Capodimonte, 14 158 Capri | The Divine Coast

ph. +39 081.9780111 The only Restaurant on the isle by the Capri Palace Hotel and Spa which boasts two Michelin stars. The young brilliant chef Andrea Migliaccio and his team elaborate the Mediterranean elements on the territory in a very innovative and light way. Il ristorante L’Olivo dell’Hotel Capri Palace & SPA è l’unico sull’isola di Capri a vantare due Stelle Michelin. L’arte del giovane chef Andrea Migliaccio e del suo team consiste nella ricerca di una cucina che interpreti in chiave moderna i sapori della tradizione del territorio. LA DOLCE VITE Via Capodimonte, 14 ph. +39 081.9780111 Intimate and welcoming atmosphere, converted from an ancient tavern, the Capri Palace Hotel & Spa wine cellar offers an impressive wine list, with over 1.000 labels and 10.000 bottles. Throughout the season, the cellar becomes a venue for wine tasting dedicated to prestigious names of the national enology: winemakers, producers, great chefs and artisans of taste. Ambiente intimo ed accogliente, un tempo sede di un’antica taverna, la Cantina del Capri Palace Hotel & Spa presenta una vastissima selezione di vini, con oltre 1.000 etichette e 10.000 bottiglie. E’ qui che si svolgono, durante la stagione stiva, incontri “ravvicinati” dedicati a prestigiosi nomi dell’enologia nazionale: degustazioni in cantina, confronti tra vignaioli, produttori, grandi chef e artigiani del gusto. LA RONDINELLA Via G. Orlandi, 295 ph. +39 081.8371223 Located at the very center of Anacapri, it’s a traditional local restaurant managed with passion by Pane Family for several decades. Try the “ Linguine alla Ciammurra” with fresh anchovies. Situato proprio al centro di Anacapri, è un ristorante locale tradizionale gestito con passione dalla Famiglia Pane per numerose decadi. LE ARCATE Viale De Tommaso, 24 ph. +39 081.837 3325 Downtown, just few minutes walking from the Capri Palace Hotel, this family-run restaurant offers a welcoming atmosphere, varied menu with simple and traditional ingredients. Tasty pizza and a good selection of wines. Delicious pasta home made. Al centro, giusto a 5 minuti dal Capri Palace Hotel, questo ristorante a gestione familiare offre un’atmosfera accogliente, un menu vario con ingredienti semplici e tra-

dizionali. Gustosa pizza e buona selezione di vini. Deliziosa pasta fatta in casa. LIDO DEL FARO Punta Carena (Loc. Faro) ph. +39 081.8371798 On the splendid south side, on the Punta Carena sea, a comfortable and atmospheric restaurant, ideal for special, not-to-be-forgotten occasions. Sullo splendido versante meridionale, sul mare di Punta Carena, ambiente confortevole e ricco di atmosfera per occasioni particolari e indimenticabili. MATERITA Via G. Orlandi, 140 ph. +39 081.8373375 Very popular Pizzeria with excellent Mediterranean cooking. A delightful terrace, full of flowers, overlooking the church of S. Sofia . Excellent “scialatielli” with courgette flowers and clams. Pizzeria sempre affollata e ottima cucina mediterranea con una graziosa terrazza fiorita che si affaccia sul sagrato della Chiesa si S. Sofia. Ottimi gli scialatielli con fiori di zucchine e vongole. LA TERRAZZA DI LUCULLO Via G.Orlandi, 4 ph. +39 081.8373395 It is the feather in the cap of the Caesar Augustus Hotel. In the hands of the skilled chef Eduardo Vuolo, protagonists are the Mediterranean and the tastes of Campania. E’ il fiore all’occhiello della ristorazione del Caesar Augustus Hotel. Affidato alle sapienti mani dello chef Eduardo Vuolo, regnano protagonisti il Mediterraneo e i sapori della Campania.

AMALFI

LA CARAVELLA Via Matteo Camera, 12 ph. +39 089.871029 The cuisine of the “La Caravella” is based on Eastern and Western, Sea and Land products, it rediscovers the old recipes of Amalfi, representing them in a more fantastic version, exalting the senses and the tastes of the territory. La cucina de La Caravella è basata su prodotti di terra e di mare, orientali e occidentali. Riscopre le vecchie ricette di Amalfi, riproponendole in una versione più fantasiosa, esaltando i sensi e i gusti del territorio. DA GEMMA Via Frà G. Sasso, 10 ph. +39 089.871345 In the centre of Amalfi, few steps from the Duomo, this restaurant is an excellent option to taste the best of the local and international recipes in a smart casual atmosphere. Very good

wine selection. Nel centro di Amalfi, a pochi passi dal Duomo, questo ristorante è un’opzione eccellente per assaporare le migliori ricette locali e internazionali in un’atmosfera casual. Ottima selezione di vini. LIDO AZZURRO L.mare dei Cavalieri, 5 ph. +39 089.871384 This restaurant, located on the sea-side of Amalfi, is a perfect place to taste and discover typical local recipes that are becoming harder to find in other restaurants on the Amalfi Coast. Lido Azzurro has enjoyed its success thanks to the generous hospitality of the family that owns it. Questo ristorante, situato sul lungomare di Amalfi, è un luogo perfetto per gustare e scoprire le tipiche ricette locali, sempre più difficili da trovare sulla costa di Amalfi. Lido Azzurro ha raggiunto il suo successo grazie alla generosa ospitalità della famiglia che lo gestisce.

ATRANI

A PARANZA Via Trav. Dragone, 1 ph. +39 089.871840 Closed on thursday. Open daily from 15th june untill 15th september. Located in the small centre, a tiny and warm place where to taste only the freshest sea-food dishes according to the original local recipes. Chiuso il giovedì. Aperto tutti i giorni dal 15 giugno al 15 settembre. Situato nel piccolo centro, un piccolissimo posto accogliente dove assaggiare solo i più freschi piatti a base di pesce secondo le originali ricette locali.

CETARA

ACQUA PAZZA C.so Garibaldi, 38 ph. +39 089.261606 Sitauated in one of the most typical fishing villages of the Campanian coast, this is the ideal place for people who love simple cousine of good strong sea flavours. Situato in uno dei più tipici villaggi di pescatori della costa campana, questo è il luogo ideale per persone che amano una cucina semplice dal forte sapore di mare. SAN PIETRO Piazza S. Francesco, 2 ph. +39 089.261091 Local restaurant where to taste the real strong coastal recipes and specialities as “linguine alla colatura di alici”, fresh tuna and seafood served in an elegant and classic atmosphere. Ristorante locale dove assaggiare le ricette della costa e le sue specialità come le linguine alla colatura


L’hotel è situato a pochi passi dalla famosa piazzetta di capri e a pochi metri dalla piazzetta Quisisana e da via Camerelle, passaggio obbligato per gli amanti dello shopping e delle piacevoli passeggiate. A pochi minuti si trova la Certosa di San Giacomo e i deliziosi “Giardini di Augusto che sovrastano la famosa Via Krupp che, intarsiata nella roccia, collega alle spiagge di Torre Saracena e Marina Piccola. L’Hotel Sanfelice gode di grande tranquillità per coloro che hanno scelto un soggiorno di completo ”relax”. La zona pedonale assicura una quiete a tutto l’ambiente. Tra i vari servizi di cui dispone l’Hotel Sanfelice per i suoi clienti vi è una splendida piscina, con ampio solarium e idromassaggio circondata da un giardino con piante, limoni e fiori colorati. L’hotel dispone di copertura Wi-Fi gratuita in tutta la struttura, compresi gli spazi esterni (sala colazione, hall, piscina e snack bar piscina). Accesso alla piscina consemtito anche agl ospiti di altri hotel su richiesta.

Via Li Campi 13, 80073 Capri (Na) - Italia - Tel: +39 081 8376122 - Fax: +39 081 8378264 www.hotelsanfelice.com - info@hotelsanfelice.com


UNA RAFFINATA STORIA DI ELEGANZA E TRADIZIONE

Ristorante La Magnolia Stella Michelin

HOTEL BYRON V.le A. Morin, 46 + 55042 Forte dei Marmi (LU) - Toscana - Italia - Tel. +39 0584 787052 - Fax + 39 0584 787152 - info@hotelbyron.net

www.hotelbyron.net


ISCHIA

BRACCONIERE Via Falanga, 1 (Serrara Fontana) ph. +39 081.999436 Rabbit is a speciality here, situated in the mountains, very rustic and very popular, above all in the summer when the island is hot and crowded. Specialità coniglio di produzione propria. Situato in montagna, molto rustico e molto ben frequentato, soprattutto in estate, quando l’isola è piena o fa molto caldo. DAL PESCATORE P.tta Marina, ph. +39 081.904262 Very worldly, a favorite with VIP and island abitué. Mondano, frequentato da vip e frequentatori abituali dell’isola.

MAIORI

CAPO D’ORSO Via D. Taiani - ph. +39 089.877022 Located up on a rock, this place is famous for the beautiful view and the tasteful homemade pasta dishes as ravioli with various fillings, scialatielli, laccetti and fried fish courses and mixed grills. Situato su una scogliera, questo luogo è famoso per la splendida vista e la gustosa pasta fatta a mano, come i ravioli con diversi tipi di ripieno, gli Scialatielli, i laccetti e portate di pesce fritto e grigliate miste. TORRE DEI NORMANNI Via D. Taiani, 4 ph. +39 089.877100 Owned by the Proto Family, in a breathtaking position overlooking the gulf of Salerno, this kitchen is famous for the local specialities prepared only with daily fresh fish and hand-made pasta. The private property dock offers the possibility to arrive at the restaurant by boat. Gestito dalla famiglia Proto, in una posizione mozzafiato che si affaccia sul golfo di Salerno, questo ristorante è famoso per le specialità locali preparate esclusivamente con pesce fresco del giorno e pasta fatta a mano. Il pontile di proprietà privata offre la possibilità di arrivare direttamente con la barca.

MINORI

IL GIARDINIELLO Corso Vittorio Emanuele, 17 ph. +39 089.877050 Restaurant and pizzeria located in the city’s center of taste, here you can enjoy excellent local cuisine consisting mainly of seafood. Pleasant summer dining in the lemon grove. Ristorante e pizzeria situato nel centro della città del gusto, dove si

può gustare l’ ottima cucina locale, che comprende principalmente i frutti di mare. Piacevole cena estiva nel giardino di limoni.

NERANO

AL CANTUCCIO Via Marina del Cantone ph. +39 081.8081288 Typical family run trattoria is a good solution to taste the Mediterranean recipes; home-made pasta and bread. Tipica trattoria a conduzione familiare, una buona soluzione per assaporare le ricette mediterranee: pasta e pane fatti a mano. CONCA DEL SOGNO Via San Marciano, 9 ph. +39 081.8081036 On the way to Nerano, in a beautiful private bay, this casual restaurant offers an excellent menu of the best sea-food specialities accompained by great local wine labels. Sulla strada per Nerano, in una bellissima spiaggia privata, questo ristorante casual offre un eccellente menù a base di specialità di pesce accompagnate da grandi etichette di vini locali. MARIA GRAZIA Via Marina del Cantone ph. +39 081.80811011 In a tiny pebble beach, this family-run trattoria serve simple, genuine and tastefull fish dishes. A must of the coast, gli spaghetti alle zucchine, was invented by the owner. In una piccolissima spiaggia, questa trattoria a conduzione familiare serve semplici piatti a base di pesce, gustosi e genuini. Gli spaghetti alle zucchine, un must della costiera, furono inventati dalla proprietaria. LO SCOGLIO Piazza delle Sirene 15 ph. +39 081.8081026 Seafood specialities served on the splendid palafitta in the bay of Marina del Cantone. It is also possible to try raw sea urchins. Specialità di mare servite su una splendida palafitta nella baia di Marina del Cantone. Si possono trovare i ricci di mare crudi. QUATTRO PASSI Via Vespucci, 13/n Massalubrense ph. +39 081.8082800 Fresh sea-food dishes prepared every day according to the work of the fishermen of Marina del Cantone. This Michelin-starred restaurant is the ideal place for an unforgettable gastronomic experience : sumptuous local recipes, large selection of local cheeses and more than 1200 wine labels. Piatti a base di pesce fresco sono preparati ogni giorno grazie al lavoro dei pescatori della Marina del Cantone. Segnalato dalla gui-

-

-

-

COFACA - TEL. 081 83 70 179

-

-LA LOGISTICA A CAPRICOOP. PORTUALI CAPRESI - TEL. 081 8370896

-

-

Capri| The Divine Coast161 177 Firenze | Tuscany

IDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURAN

di alici, tonno fresco e piatti a base di pesce serviti in un’atmosfera classica e elegante. Importante scelta di olii di oliva e vini regionali.


IDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURANT GUIDE RESTAURAN

da Micheli: ricette locali, ampia selezione di formaggi locali e più di 1200 etichette di vini. TAVERNA DEL CAPITANO Piazza delle sirene, 10/11 ph. +39 081.8081028 One of the most important Michelin- starred restaurants of the area, overlooking the sea, this kitchen is the ideal place to enjoy the top of the fresh-fish dishes with the best service. Uno dei più importanti ristoranti della zona, segnalato dalla guida Michelin, affacciato sul mare, questo ristorante è il luogo ideale per gustare i migliori piatti a base di pesce fresco, con il miglior servizio. Ottima cantina.

PAESTUM

DA NONNA SCEPPA Via Laura - ph. +39 0828.851064 Close to on of the most important Campanian archelogical sites, this place offers hearty Cilento dishes, with an emphasis on prime local ingredients. Vicino ad uno dei più importanti siti archeologici campani, questo luogo offre abbondanti piatti del Cilento, con un’enfasi sugli ingredienti locali. LE TRABE Via Capo di Fiume 1 (Capaccio) ph. +39 0828.724165 Enchanting complex of the nineteenth century located in a protected naturalistic oasis where to taste a kitchen of the territory that changes weekly, realized with ambition and great cure. In the evening time also tasteful pizzas are available. Incantevole complesso del diciannovesimo secolo, situato in un’oasi naturalistica protetta dove si può assaggiare la cucina del territorio, con piatti diversi ogni settimana, realizzati con ambizione e grande cura. La sera è disponibile anche una gustosissima pizza.

POSITANO

BUCA DI BACCO Via Rampa Teglia, 4 ph. +39 089.875699 Located on the central beach of Positano this place is a perfect combination of charming decor, excellent choice of food and wines and spectacular views. Sulla spiaggia centrale di Positano, questo luogo è una perfetta combinazione di decorazioni incantevoli, scelta eccellente di cibo e vini vedute spettacolari. LA CAMBUSA Piazza Vespucci, 4 ph. +39 089.875432 Down to the beach, this reat-

aurant is famous for fish. Baby squid with anchovies, “insalata di polpo” ad homemade mozzarella are highlights. Situato sulla spiaggia, questo ristorante è famoso per le varietà di pesce. Piccoli calamari con le acciughe, insalata di polpo e mozzarella fatta in casa sono i pezzi forti. LA SPONDA Via Cristoforo Colombo, 30 ph. +39 089.875066 The hotel’s main restaurant, Le Sirenuse, awarded one Michelin star, is lit up at dinnertime by four hundred candles, creating an unforgettable atmosphere. The cuisine uses fresh local ingredients and is inspired by traditional Mediterranean recipes. Il ristorante principale dell’hotel Le Sirenuse, premiato con una stella Michelin, è illuminato a cena da quattrocento candele che creano un’atmosfera indimenticabile. La cucina è basata su ingredienti locali freschi e ispirata alla tradizione mediterranea. MAX Via dei Mulini, 22 ph. +39 089.875056 In the centre of Positano it can be found inside an art gallery with old painting of eigtheen century and old fornitures to support an excellent food and with over six hundred different type of wine that give you the best panoramic of the italian wine. Nel centro di Positano, una galleria d’arte con antichi, dipinti del diciottesimo secolo e con un arredamento antico supporta un cibo eccellente con oltre seicento diversi tipi di vino che offrono la miglior rassegna del vino italiano.

PRAIANO

IL PIRATA Via Terramare ph. +39 089.874377 With a spectacular view towards the coast, this place is right on the water and offers the typical dishes of the local tradition. Con una vista spettacolare sulla costa, questo posto nel mare offre piatti tipici della tradizione locale. Da non perdere il risotto ai frutti di mare.

PROCIDA

CRESCENZO Via Marina Chiaiolella, 33 ph. +39 081.8967255 Simple cooking with dishes prepared there and then with fresh fish and recipes dating back to the old school of Signora Vincenza and now often representing the unity of land and sea.

Cimbrone offre ai propri clienti deliziosi piatti preparati con i prodotti genuini dell’orto. ROSSELLINIS Via San Giovanni del Toro ph. +39 089.818181 Named after the famous Hollywood director who stayed at Palazzo Avino in the 1950s, Rossellinis is the gourmet restaurant in that same hotel. In the kitchen is Chef Michele De Leo. Excellent wine list (one Michelin star). Chiamato così per il famoso regista che soggiornò al Palazzo Avino negli anni ’50, il Rossellini’s è il ristorante gourmet dello stesso hotel. In cucina lo Chef Michele De Leo. Ottima la carat dei vini (una stella Michelin). VILLA MARIA Via Santa Chiara, 2 ph. +39 089.857255 Well-recommended by the RAVELLO best gastronomical guides; CARUSO/BELVEDERE Piazza San Giovanni del Toro, 2 meals are served in elegant halls or in the suggestive garph +39 089.8588801 The restaurant is renowed den, shaded by stately lime for a range of dining facilities trees, where the glances are to suit every occasion Tradi- marvellously. tional Neapolitan cuisine and Raccomandato dalla miglioregional Italian dishes are, of ri guide gastronomiche; i piatti course, the speciality. sono serviti in sale eleganti e nel Il ristorante è rinomato per una suggestivo giardino, ombreggiato serie di servizi per soddisfare ogni occasione. La cucina tradi- da maestosi tigli. zionale napoletana e piatti tipici regionali sono, ovviamente, la SANT’ AGATA SUI DUE GOLFI specialità. CUMPA’ COSIMO DON ALFONSO Via Roma, 44 Corso Sant’Agata, 11/13 ph. +39 089.857156 ph +39 081.8780026 This family-run restaurant a The pure whiteness of the few steps from the cathedral halls, which makes the antique square offers a cordial welfurniture stand out, the Muracome in two simple but attracno glass chandeliers, and the tive dining rooms. Ristorante a conduzione familia- hand-painted majolicas. Haure, a pochi passi dalla cattedrale, te cuisine, culture, land, sea, offre un cordiale benvenuto in and delicious produce. due semplici ma attraenti sale da Sale e salette bianchissime dove pranzo. risaltano arredi d’epoca, lampaGARDEN dari in vetro di Murano e maioVia Boccaccio, 4 liche. Alta cucina, cultura, terra, ph. +39 089.857226 mare, e prodotti deli ziosi. Up on the cliff with breathtaking panorama, this restaurant offers the best of regional cui- SCALA sine in a friendly atmosphere. DA LORENZO Sulla scogliera, con panorama Via Fra’ G. Sasso, 4 mozzafiato, questo ristorante of- ph. +39 089.858290 fre la miglior cucina regionale in Despite the location not very un’atmosfera amichevole. close to the sea, this restaurant IL FLAUTO DI PAN is well known for excellent Via Santa Chiara, 26 choices of fish food. Family ph. +39 089.857459 run restaurant The restaurnat of the Hotel Villa Cimbrone offers its cli- Nonostante non sia proprio vients delicious dishes prepared cino al mare, questo ristorante with genuine products of the è conosciuto per un’eccellente scelta di piatti a base di pesce. A vegetable garden. Il ristorante dell’Hotel Villa conduzione familiare.

Cucina semplice e con preparazioni al momento che si basa esclusivamente sul pesce, con ricette che partono dalla vecchia scuola della Signora Vincenza fino a arrivare a abbinamenti terra mare, ottenuti da un’attenta analisi effettuata dai cuochi. GORGONIA Via Marina Corricella, 50 ph. 081.8101060 Situated in the Corricella,the oldest marina of Procida, characteristic and suggestive, like a jewel, it is reflected in the sea. The restaurant overlooks the seventeenth century port and offers super fresh seafood specialities. Situato nella Corricella, la marina più antica di Procida, caratteristica e suggestiva, sembra un piccolo presepe che si specchia nel mare. Il ristorante affaccia sul porticciolo seicentesco e offre freschissime specialità di mare.


www.carthusia.com


Capri. The divine coast n.20