Page 1

#06

SEPTEMBER 2018

Good Style Mag - Good Style Magazine è una pubblicazione trimestrale di G.S.M srls - Via San Sebastiano, 21/23- 57125 Livorno tel. 0586 883219. Registrato presso il Tribunale di Livorno il 19.05.2017 n. 6/2017 - Registro stampa n.1119/2017 VG


Via Condotti, 15 ROMA Via Montenapoleone, 10 MILANO www.vancleefarpels.com - +39 02 36000028


10.10am on Fifth Avenue. N 40° 43’ 53.1’’ W 73° 59’ 49.1’’.

Freak Collection Starting at EUR 48’000. Featured model: EUR 95’000.


gs MAG

#06 SEPTEMBER 2018 Direttore Responsabile Luca Bracali Vice Direttore Laura Scatena Owner Simone Gonnelli Caporedattore Chiara Melani Redazione Asia Bernardini Grafica Silvia Jean Web&Video Alessia Nigiotti Ginevra Paoli Fotografia Laura Scatena

Collaboratori Emanuele Melani, M.T Delfina Remi Fashion Editor Rosanna Trinchese Valeria J Marchetti Progetti Speciali Patrizia Bellon Valentina Riva Traduzioni Sarah Ramspott Agenzia di Comunicazione Frequenzagrafica Stampa ed Editore Bandecchi & Vivaldi Srl

In cover: Carolina Crescentini indossa abito Dior e gioielli Dior Joaillerie, sandali Casadei. Location Presidential Suite Hotel Principe di Savoia Milano. PH. Laura Scatena; Hairstyle @rophair

A creare il senso del bello e dell’armonia pesando con cura gli oggetti, ammirando gli arredi e le novità che rendono vissute le storie, è per me il dettaglio. In questo numero visitiamo arte, design, moda, food, tecnologia rappresentati da icone leader, raccontate e vissute con il format sempre più valorizzato di Good Style Magazine. Fortuna e privilegio per me di presentare una cover d’eccellenza con Carolina Crescentini. Due giorni nella bellissima cornice dell’Hotel Principe di Savoia a Milano per uno shooting fotografico armonioso e divertente, respirando le storie del cinema italiano, raccontate con uno “spirito calmo” ed una visione nel vivere i momenti con libertà e scoperta del proprio equilibrio. Conferme importanti per questo numero che ci rendono sempre più orgogliosi e motivati a confezionare eventi raffinati impreziositi dalla vostra presenza. Dedicato alla moda in occasione della Fashion Week di Milano ed il party esclusivo all’Hotel Principe di Savoia. La nautica con Cannes e Monte-Carlo. La Venice Hospitality Challenge con i fratelli Benussi. Sono gli incontri e confronti che rendono sempre più forte questo format. Con una giusta dose di stravaganza, sentimenti, contaminazioni capaci di raccontare il lusso e le storie con uno spirito eclettico e creativo. Da leggere d’un fiato.

Laura Scatena Creating a sense of beauty and harmony by carefully assessing items, admiring furnishings and innovations that make stories come alive – this for me is detail. In this issue, we take a look at art, design, fashion, taste, and technology presented by exemplary leaders, told and experienced by Good Style Mag, in a format that is increasingly enhanced and valued. It is a true privilege and fortune for me to present an exceptional cover with Carolina Crescentini. Two days in the beautiful setting of the Hotel Principe di Savoia in Milan made for a harmonious and entertaining photo shoot, hearing stories of Italian cinema, told with a “calm spirit” and a vision of living freely and discovering your own balance. This issue gives us great confirmation, making us increasingly prouder and more motivated to create sophisticated events, embellished with your presence. This issue is dedicated to fashion in honor of Milan’s Fashion Week and an exclusive party at the Hotel Principe di Savoia. Luxury boating with Cannes and Monte-Carlo. Venice Hospitality Challenge with the Benussi brothers. Our gatherings and discussions make this magazine more and more powerful. With the right dose of extravagance, emotion, and influence, we are able to illustrate luxury and tell stories with an eclectic and creative spirit. To be read in one sitting.

Laura Scatena Good Style Magazine è una pubblicazione trimestrale di G.S.M srls - Via San Sebastiano, 21/23- 57125 Livorno tel. +39 0586 883219. Registrato presso il Tribunale di Livorno il 19.05.2017 n. 6/2017 - Registro stampa n.1119/2017 VG ©G.S.M. srls. Tutti i diritti riservati. Manoscritti e foto originali, anche se non pubblicati, non si restituiscono. È vietata la riproduzione, seppur parziale, di testi e fotografie.

6

Good Style Magazine

September


5)&/0#-&$0--&$5*0/


10

24

10

60

Contents

74

Interview

60 Food

Carolina Crescentini

Incantatore di sapori

24

74

Jewels

Yacht

BeltĂ lusingatrice

CRN Latona 50

40

82

Il salotto del Cinema

Expands global network

Event

8

40

Good Style Magazine

september

Jet

82


september

Good Style Magazine

9


cc ICONIC INTERVIEW

Ph: Laura Scatena Styling: Valeria J Marchetti Hair: Roberto Rosini - Rop Hair MakeUp: Alberto Boggeri Coordinator&Text: Chiara Melani Backstage: Ginevra Paoli Photo Assistant: Arianna Bonucci Location: Hotel Principe di Savoia Milano Agency: Woolcan

CAROLINA CRESCENTINI

“ (…) ma co la voglia de stravorge er monno, anche solo co un sorriso”, non c’è niente di più bello, affermava l’indimenticabile Anna Magnani. Il cinema, la passione che le leggi negli occhi. Sofisticatamente determinata, Carolina Crescentini. Inizia così la nostra giornata di chiacchiere, tra uno scatto ed un altro, incorniciata dal suo sorriso contagioso. Come set, l’incantevole scenario della Presidential Suite dell’Hotel Principe di Savoia a Milano, una vera e propria icona del lusso nel panorama milanese. Le magnifiche camere dal design italiano e francese che compongono questa suite sono solo un preludio alla piscina privata con spa. Non a caso, da molti considerata la più straordinaria al mondo che, non solo ha ospitato alcune delle più grandi celebrità, ma anche le riprese di un film di Hollywood. Abito Dior e gioielli Dior Joaillerie. Sandali Casadei

The unforgettable Anna Magnani said that there is nothing more beautiful than a person “ (…) with the desire to rock the world, even with just a smile.” Her passion for the cinema is reflected in her eyes. She is sophisticatedly determined: Carolina Crescentini. Thus began our day of chatting between one shot and the next, framed by her contagious smile. The set was the enchanting Presidential Suite at Hotel Principe di Savoia in Milan, a true icon of the luxury scene there. The suite’s magnificent rooms feature Italian and French design, and are only a prelude to the private pool and spa. Not surprisingly, it is considered by


Abito e giacca in pelle Alberta Ferretti. Occhiali Oxydo. Orecchini collezione Nudo, Bangles collezione M’ama Non M’ama e Anello collezione Ritratto Pomellato

Diretta dai più importanti registi, la vedremo prossimamente per la seconda serie de “Bastardi di Pizzofalcone” con la regia di Alessandro d’Alatri. Non solo: tra gli altri progetti, racconta, c’è un documentario per Rai Tre, appena girato con Gianfranco Gianni in cui si narra la storia di Krizia.

many to be the most extraordinary in the world; not only has it hosted some of the greatest celebrities in history, but many Hollywood movies have been filmed here as well. We will see her soon in the second season of I Bastardi di Pizzofalcone directed by Alessandro D’Alatri. In addition, she says she has just shot a documentary with Gianfranco Gianni for Rai Tre that tells the story of Krizia, among other projects.

Chi è Carolina Crescentini oggi? Una donna libera e complessa, ma che non ha paura di cadere perché ha imparato a rialzarsi.

Who is Carolina Crescentini today? An independent and complex woman who is not afraid of falling because she has learned to pick herself up.

Quando ha capito che voleva fare cinema? Volevo vivere nel cinema, da sempre. Scrivere per il cinema pur di poter vedere tanti film e perdermi nella poesia. Poi a 19 anni ho incontrato la recitazione ed è stato un colpo di fulmine.

When did you realize you wanted to make movies? I always wanted to live in movies. I wanted to write for films just to be able to see tons of movies and get lost in the poetry. Then at 19, I discovered acting and it was love at first sight.


Total look Gucci. Orecchini collezione 4 Chakra e bracciale rigido collezione Giardini Segreti Pasquale Bruni. Anello collezione Anniversary Love e bracciale pavè e anello collezione Eternity Royal Recarlo

I festival cinematografici sono un’occasione per conoscere culture e cinematografie diverse. Per scoprire luoghi dall’altra parte del mondo e realizzare che in realtà parliamo tutti una lingua segreta comune, la lingua dello sguardo.


A sinistra: Abito con paillettes Dior e gioielli Dior Joaillerie In questa pagina: Abito beige con cristalli Attico. Gioielli collezione IMPERIALE Chopard


ICONIC INTERVIEW

A ottobre andranno in onda I Bastardi di Pizzofalcone, la seconda stagione tratta dai libri di Maurizio di Giovanni, per la regia di Alessandro D’Alatri. Poi ci sarà un documentario sulla vita della stilista Krizia, una donna incredibilmente affascinante e libera.

Si definisce “donna verticale”, che cosa intende? Non lo dico io lo dice Sylvia Plath, una meravigliosa scrittrice americana. Sono tanto solare quanto tormentata. I suoi talenti, oltre ad indossare le vite degli altri? Ascoltare ed entrare in empatia. Prendere aerei all’improvviso e preparare cene per 12 persone in 20 minuti. Ci parli del suo legame con la letteratura e la musica.. La letteratura mi apre prospettive, la musica mi permette di andarmene via pur rimanendo ferma nello stesso posto. Recentemente l’abbiamo vista madrina della rassegna Alice nella città per la promozione del cinema italiano ad Ausunciò in Paraguay, che esperienza porta con sé? I festival cinematografici sono un’occasione per conoscere culture e cinematografie diverse. Per scoprire luoghi dall’altra parte del mondo e realizzare che in realtà parliamo tutti una lingua segreta comune, la lingua dello sguardo.

You define yourself as a “vertical woman.” What do you mean? I don’t say so, the wonderful American writer Sylvia Plath says it. I am as cheerful as I am troubled. What are your talents, other than “wearing” the lives of others? Listening and empathizing.Taking a plane at the last minute and getting dinner ready for 12 people in 20 minutes. Tell us about your connection with literature and music. Literature opens up new perspectives for me, and music lets me get away even while staying still in the same place. You were recently a patroness for the festival Alice nella Città promoting Italian cinema in Asuncion, Paraguay. What was the experience like for you? Film festivals are an opportunity to learn about different cultures and cinematic arts. And to discover places on the other side of the world and realize that we actually all speak the same language: one with our eyes. You aren’t afraid to give your opinion on social and humanitarian issues… I am an Italian citizen who lives in society and

In alto: Total look Gucci. Gioielli collezione Giardini Segreti Pasquale Bruni In basso: Total look Hermès. Orecchini, bracciale e anello collezione Bouton d’or Van Cleef & Arpels


Abito nero e oro MiuMiu. Orecchini e anello collezione Fuseau Vhernier

Lei non ha “paura” di esprimere la propria opinione sulle tematiche sociali e umanitarie… Sono una cittadina italiana che vive nella società e che non ha dimenticato l’umanità. Io credo nelle persone e se vedo ingiustizie verso esseri umani come me, mi batto. Dovrebbero farlo tutti. L’indifferenza e il silenzio sono più pericolosi e pieni di complicate responsabilità delle azioni consapevoli. Dove la vedremo prossimamente? A ottobre andranno in onda I Bastardi di Pizzofalcone, la seconda stagione tratta dai libri di Maurizio di Giovanni, per la regia di Alessandro D’Alatri. Poi ci sarà un documentario sulla vita della stilista Krizia, una donna incredibilmente affascinante e libera.

hasn’t forgotten humanity. I believe in people and if I see injustice towards human beings like me, I fight. Everyone should. Indifference and silence are more dangerous and full of complicated responsibility than conscious actions are. Where will we see you next? The second season of I Bastardi di Pizzofalcone will air in October, based on the books by Maurizio di Giovanni and directed by Alessandro D’Alatri. Then there will be a documentary on the life of the designer Krizia, an incredibly charming and independent woman.

A destra: Abito Ermanno Scervino


ICONIC DESIGN WINE

CULTIVATION OF CHANDELIERS Asia Bernardini

La tradizione

del vetro di cristallo boemo, così Preciosa Lighting, dal 1724, armonizza luce e design in pregiati lampadari che adornano hotel, resort, ristoranti stellati, palazzi d’epoca, yacht e navi da crociera, da New York a Hong Kong, Singapore, Dubai, da Mosca a Londra.

C

rystal Valley, la regione della Boemia, patria di Preciosa Lighting, dove la ricchezza naturale della regione e soprattutto l’artigianalità, sono rimaste intatte per secoli. A partire dal 17° secolo, il cristallo di Boemia, cominciò ad essere fuso e modellato in opere d’arte e, ai giorni d’oggi, incoronata Terra Regina per la produzione di lampadari di cristallo. La tradizione e la tecnologia cooperano nel loro susseguirsi temporale. Le proprietà del cristallo perfezionate in lampadari secondo le antiche tecniche boeme, vengono tramandati nel corso dei secoli, trasformando e ricreando se stessi, al fine di riflettere le tendenze sine tempore. Colori vibranti, design, forme iridescenti, fanno di Preciosa una delle aziende leader a livello mondiale nel settore dei componenti in cristallo tagliato ad alta precisione. I più alti standard di artigianalità, il know-how tecnico ed il tratto distintivo dei suoi design, conducono Preciosa nell’Olimpo dei principali produttori mondiali di cristallo. Preciosa’s Chandelier Collection comprende quattro famiglie, ognuna speciale quale elemento d’arredo unico. Illumina gli stili contemporanei e presenta una nuova interpretazione di interior design. La delicatezza in cui ogni cristallo viene tagliato conduce a un pezzo di luce scintillante, ricco di dettagli, progettato con precisione per garantire la massima luminosità da ogni angolazione. Eleganza duratura e bellezza senza rivali, per una sorprendente silhouette stravagante, audace

20 Good Style Magazine

September

ENGLISH TEXT

Ever since 1724, Bohemian crystal glass traditions and Preciosa Lighting have enchanted by harmonizing light and design, creating precious chandeliers that decorate hotels, resorts, starred restaurants, antique palazzos, yachts, and cruise ships from New York to Hong Kong, Singapore, Dubai, Moscow, and London. Crystal Valley in Bohemia is home to Preciosa Lighting, where the region’s natural wealth and most of all these artisanal traditions have remained intact for centuries. The process of melting and modeling Bohemian crystal into works of art began in the 17th century, and nowadays this is the leading area for crystal chandelier production. Tradition and technology have followed one another over time. Chandeliers are made using ancient Bohemian techniques that have been handed down over the centuries, the properties of crystal are perfected, and pieces have been transformed and recreated to reflect current trends. Preciosa’s use of vibrant colors, design, and iridescent shapes make it one of the world’s leading companies in the sector of high precision cut crystal. The highest standards of craftsmanship, technical know-how, and its distinctive design have placed Preciosa at the top of the world’s leading crystal manufacturers. Preciosa’s Chandelier Collection includes four special families with unique furnishings. Each collection reflects our heritage, illuminates contemporary styles, and gives new interpretation to interior furnishings. Every crystal is delicately cut, becoming a piece of sparkly light, rich in detail, designed with precision to ensure maximum brightness from every angle. It promises enduring elegance and unrivaled


ICONICICONIC GOURMAND ICONICDESIGN WINE

C

Colori vibranti, design, forme iridescenti, fanno di Preciosa una delle aziende leader a livello mondiale nel settore dei componenti in cristallo tagliato ad alta precisione.

September

Good Style Magazine

21


ICONIC DESIGN HOTEL

e di classe. L’illuminazione e i lampadari di Preciosa adornano gli spazi più rappresentativi del mondo, e dal 2017, proprio nel cuore di Praga, è iniziato un nuovo capitolo della produzione del cristallo di Boemia.

Il nuovo flagship store di Preciosa è un omaggio a questa tradizione più che trecentennale, presentandone l’unicità e l’artigianalità alle nuove generazioni. beauty as a surprisingly extravagant, bold, and classy silhouette. Preciosa lighting and chandeliers decorate the most iconic places in the world, and a new chapter in Bohemian crystal production started in the heart of Prague in 2017. Preciosa’s new flagship store is a tribute to this tradition that is over three hundred years old, and presents this unique craft to new generations.

preciosalighting.com

22 Good Style Magazine

September


Villa & Palazzo AMINTA è un’elegante resort cinque stelle lusso di Stresa, direttamente affacciato sulle Isole Borromee ed unica struttura sul Lago Maggiore ad essere annoverata tra i “The Leading Hotels of the World”. 71 camere tra Deluxe e Suite, tutte dotate di ampio balcone o terrazza panoramica e bagni con vasca Jacuzzi, due ristoranti tra cui I Mori con cucina tipicamente italiana, degustazione vini e formaggi, lezioni di cucina, centro benessere e SPA con l’esclusiva Grotta Camelia, spiaggia privata con tre moli per l’attracco delle barche ed una ricca lista di attività esperienziali sono solo alcuni dei molteplici servizi ed opportunità che il resort mette a disposizione dei suoi graditi ospiti.

HOTEL VILLA E PALAZZO AMINTA VIA SEMPIONE NORD 123 28838 STRESA ITALIA booking@villa-aminta.it

www.villa-aminta.it

September

Good Style Magazine

23


ICONIC JEWELS

BELTA LUSINGATRICE C.M

“Venezia è come un sogno, è una città - non città, dove è bello perdersi per scoprire angoli dal fascino unico. Arrivare in laguna è come fare un viaggio in uno dei luoghi più speciali della nostra Italia. Abbiamo trovato palazzo Torres a pochi passi da Piazza San Marco, una ex banca, ed è diventato per intero parte del nostro mondo, non trasformando nulla, ma mantenendo ciò che la storia ha costruito. I muri, i mosaici e i soffitti di quel palazzo sono stati per noi la base per costruire il bello e il nuovo. Quello che vogliamo 24 Good Style Magazine

September


ICONIC JEWELS

C

trasmettere con la nostra nuova boutique è l’armonia tra la storia, da cui tutto nasce, e la contemporaneità, raccontata attraverso le lavorazioni degli artigiani veneziani”. Domenico Dolce e Stefano Gabbana

“Venice is like a dream; it’s a city that isn’t a city, where it’s nice to get lost and discover little corners with a unique charm. Getting to the lagoon is like taking a trip to one of the most special places in Italy. We found Palazzo Torres – a former bank – located just a few steps from St. Mark’s Square, and it totally became a part of our world, without changing anything, just keeping what history built. For us, the palazzo’s walls, mosaics, and ceilings were the basis for building beauty and innovation. With our new boutique, we want to convey harmony within history, from which everything is born, and the contemporary, told through the works of Venetian artisans.” Domenico Dolce and Stefano Gabbana

September

Good Style Magazine

25


ICONIC JEWELS

Calle Larga XXII Marzo, a pochi passi da Piazza San Marco e dal Teatro La Fenice, all’interno dell’ottocentesco Palazzo Torres, si apre nella sua maestosità la boutique Dolce & Gabbana, pensata per una città sinonimo di bellezza, storia e unicità. Progettata dall’architetto americano Eric Carlson, dello studio Carbondale, si contestualizza nel rispetto della storicità del palazzo, in un gioco affascinante di contrasti, tra la storia della Serenissima e la modernità della boutique. Interni rivestiti da boiserie originale, dipinta e decorata con la tecnica trompe-l’oeil, portata al suo antico splendore, pavimenti realizzati in intarsi multicolore di marmo antico, pareti ornate con bassorilievi in legno che ricordano scene tratte dalle attività artigianali e mercantili della Venezia di fine Ottocento. Al centro dell’area nobile, un lampadario in vetro di Murano color oro, mentre le finestre riportano lo stemma della famiglia Torres che edificò il palazzo. Da un corridoio lungo venti metri, tra pareti ricoperte di mosaico in foglia oro 24 carati e stucco veneziano marmorino, si sprigiona la parte della boutique interamente progettata da Carbondale: cinque stanze con una pavimentazione in mosaico composto da diverse cromature di marmi, in mosaico e marmi color rosso levanto per l’universo femminile e in mosaico di marmo verde menta come le pareti, per quello maschile.

26 Good Style Magazine

September

ENGLISH TEXT

Tempting Beauty On the famous luxury shopping street Calle Larga XXII Marzo, just a few steps from Saint Mark’s Square and La Fenice Opera House, a Dolce & Gabbana boutique has opened in the majestic 19th century Palazzo Torres. It was designed for a city synonymous with beauty, history, and uniqueness. Designed by American architect Eric Carlson of Carbondale Studio, it finds context in respecting the building’s history, contrasting the history of the Republic of Venice with the boutique’s modernity in a fascinating way.The interior is covered with original boiseries, painted and decorated with trompe-l’oeil technique, bringing back its former glory. Floors are paved in multi-colored inlays of ancient marble. Walls are adorned with wooden bas-reliefs depicting scenes from commercial and artisanal life in the late 19th century Venice. A golden Murano glass chandelier hangs in the middle of the noble area, while windows bear the crest of the Torres family who built the palazzo. A hallway runs twenty meters between walls featuring 24-carat gold mosaics and Marmorino Venetian plaster, leading to the part of the boutique designed entirely by Carbondale: five rooms with mosaic floor made of different shades of marble. The area for women is made with Red Levanto, while the men’s area has mint-green marble mosaic floors and walls.


ICONIC JEWELS

Un stanza dedicata alla collezione Fine Jewellery; qui il mosaico dei pavimenti è in marmo nero marquinia, le pareti in mosaico di vetro blu scuro sono decorate con stelle in foglia oro, adornate da un grande specchio in stile barocco. La scala in marmo verde antigua conduce alla zona nobile, al primo piano, divisa in tre stanze per le collezioni più speciali. Pareti e soffitti sono rivestiti da boiserie e i tre preziosi pavimenti sono in “Battuto di terrazzo alla veneziana”, i pregiati tessuti in seta colorata con decori a contrasto, appartengono al tessitore veneziano Bevilacqua, mentre i soffitti sono ornati con affreschi originali, sovrastati da tre lampadari a soffitto in vetro di Murano. Protagonisti, il marmo giallo Siena, presente nell’area Donna Sera, e i marmi blue boquira ed irish green, nell’area dedicata all’Uomo Formale. Il soffitto è in specchio matte nei toni del verde e del giallo e vi sono due lampadari in vetro di Murano, verde nella zona Uomo, e giallo in quella Donna. L’arredamento è costituito da elementi disegnati da Carbondale ad hoc per la boutique e da pezzi speciali e unici, in vetro, realizzati dall’antica famiglia Seguso di Murano: lampadari, tavoli, appenderie, e pomoli delle porte. Un viaggio trasognante tra storia, architettura, design che esaltano e ammaliano incantati spettatori.

Un viaggio trasognante tra storia, architettura, design che esaltano e ammaliano incantati spettatori. All Jewels, Fine Jewellery Collections by Dolce & Gabbana

There is also a room dedicated to the Fine Jewelry collection; here the floor mosaic is made of Black Marquinia Marble, and walls are decorated with dark blue glass mosaic walls, gold leaf stars, and a large baroque-style mirror. A Green Antigua staircase leads to the noble area on the first floor, divided into three rooms for the most exclusive collections. Walls and ceilings are covered in boiseries, and floors are made of precious Venetian “battuto di terrazzo.” Venetian weaver Bevilacqua made the fine colored silk fabrics with contrasting decorations, and ceilings are adorned with original frescoes and three looming Murano glass chandeliers. Yellow Siena Marble stands out in Women’s Evening Wear, as does the Azul Boquira and Irish Green Marble in the area dedicated to Men’s Formalwear. The ceiling is mirrored in shades of green and yellow, and there are Murano glass chandeliers – green in the Men’s area and yellow in Women’s. Furnishings consist of elements designed by Carbondale ad hoc for the boutique, and the historic Seguso di Murano family made exclusive glass pieces such as chandeliers, tables, hanging racks, and doorknobs specifically for the project. Experience a dreamy journey through history, architecture, and design that promises to enchant and charm all.

dolcegabbana.it September

Good Style Magazine

27


ICONIC ART

LA GRANDE STAGIONE PARIGINA M.T.

28

AD France Facade Est Bassin, Good Style Magazine Iwan Baan Fondation Louis Vuitton

September


ICONIC ART

U

Un progetto grandioso. Un galeone brillante con dodici vele di vetro come copertura per un totale di dodici mila metri quadrati di superficie immersa nel verde della periferia parigina.

La Fondazione Louis Vuitton di Parigi, concepita e creata dal genio di Frank O. Gehry, il famoso architetto del Guggenheim di Bilbao, è totalmente immersa nel meraviglioso parco Bois de Boulogne, uno dei più grandi e frequentati della capitale, situato lungo la Senna appena fuori Parigi. L’architetto canadese, da sempre impegnato nella sperimentazione di nuove forme e geometrie, fa qui un disinvolto e audace utilizzo di materiali quali legno, vetro e lamiere per la struttura nella sua interezza, celebrando la casa madre con le lettere LV brillantemente poste sulla facciata. Alla maestosità dell’edificio fanno da contraltare la posizione nel parco, le naturali linee morbide e stravaganti e i giochi di luci e riflessi che inondano le grandi sale del museo.

Egon Schiele Self-Portrait with Chinese Lantern Pl

ENGLISH TEXT

A Grand Season in Paris It is a grand project immersed in the greenery of the Parisian suburbs: a brilliant galleon covered by twelve glass sails, totaling 12,000 square meters. The Fondation Louis Vuitton of Paris was designed and created by genius Frank O. Gehry, the famous architect of the Guggenheim in Bilbao. It is totally immersed in the wonderful Bois de Boulogne park, one of the largest and most visited in the capital, located along the Seine just outside Paris. The Canadian architect has always experimented with new shapes and layouts, and here makes an open and bold use of materials such as wood, glass, and sheet metal for the entire structure, celebrating the parent company with the letters LV brilliantly placed on the façade. The building’s majesty is counterbalanced by its position in the park, its soft and extravagant natural lines, and the lighting and reflections that flood the museum’s large halls. The space hosts permanent

September

Good Style Magazine

29


ICONIC ART FASHION

Facade Nord nuit, Iwan Baan Fondation Louis Vuitton

Photo Grotto, Iwan Baan Fondation Louis Vuitton

Lo spazio ospita collezioni permanenti, mostre temporanee ed eventi culturali che riguardano l’arte contemporanea, in tutte le sue forme. In programma un fitto calendario di mostre per la stagione autunnale e invernale. Si inizia con un duo, uno scontro tra i “titani” Egon Schiele e Jean-Michel Basquiat, in mostra dal 2 ottobre fino al 14 febbraio. Dal 20 febbraio invece sarà la volta dei colori pastello, dei paesaggi accennati e dei caffè parigini: arriverà infatti la collezione voluta e costruita dal mecenate inglese Samuel Courtauld (1876-1947) con la mostra The Courtauld Collection. A Vision for Impressionism, realizzata anche grazie alla collaborazione della Courtauld Gallery.

30 Good Style Magazine

September

collections, temporary exhibitions, and cultural events concerning contemporary art in all its forms. The autumn and winter seasons have a full calendar of exhibitions scheduled. It starts with a duo – a clash between “titans” Egon Schiele and Jean-Michel Basquiat, on display from October 2 until February 14. Then from February 20 it’s time for pastels, landscapes, and Parisian cafés: a collection that Samuel Courtauld (1876-1947) desired and built will arrive with the exhibition The Courtauld Collection: A Vision for Impressionism, made possible with collaboration from the Courtauld Gallery.

fondationlouisvuitton.fr


Indulge in our unique style

ROOM & SUITES AROMA RESTAURANT BISTROT LUXURY APARTMENTS

For Info & Contact PALAZZO MANFREDI Via Labicana, 125 - 00184 Roma September 06 77591380 www.palazzomanfredi.com - info@palazzomanfredi.it

Good Style Magazine

31


ICONIC FASHION

Equilibrio di moda, lusso e design... 32 Good Style Magazine

September


WE MAKE SPECIAL THINGS UNIQUE Asia Bernardini

...AMANO, Handpaint in Italy. It is a perfect balance between fashion, luxury, and design: AMANO, Handpainted in Italy.

September

Good Style Magazine

33


ICONIC FASHION

Un’arte raffinata applicata ad accessori esclusivi, per il prestigio delle loro firme, distintivi della classe e dello stile di chi li indossa. Borse, valige, portafogli, bauli, scarpe, giubbotti di rinomati brand, si adornano di outfit originali, attraverso la personalizzazione con disegni nel rispetto della tradizione artistica italiana. Dal bozzetto alla creazione concreta sul prodotto, realizzati con colori acrilici e rigorosamente dipinti a mano, accessori di pelletteria di lusso. Il cliente è l’attore principale del progetto, il cui risultato finale, si sprigiona dal dialogo e il confronto, là dove i desideri conducono il fil rouge, stimolano la creatività e firmano l’opera.

34 Good Style Magazine

September

It is a sophisticated art on models of exclusive and prestigious brands of bags and suitcases, made even more special and distinctive because of the class and style of who carries them. Prestigious brands of bags, suitcases, wallets, trunks, shoes, and coats are personalized with designs respecting Italian artistic traditions, decorating and completing outfits to make them truly original. From the sketches to the product’s actual creation, made with acrylic colors and strictly hand-painted, these leather accessories embody luxury. The client is at the center of the project; constant dialogue produces the final result, where the client’s tastes and style guide the fil-rouge, inspire creativity, and sign the work.

info@amanolab.com


The O wner G abriele S alini

September

Good Style Magazine

35

g -rough.com

Q ues ta casa non è un alb ergo


ICONIC JEWELS HOTEL

DETTAGLI DI LUCE Asia Bernardini

Una nuance di colori dorati, intense sfumature blu scuro, zaffiro, bordeaux e smeraldo donano un fascino nuovo ad ogni look, per il giorno e per la sera, così la nuova collezione autunno/ inverno di Swarovski esprime la sua visione di femminilità con silhouette contemporanee: pendenti effetto layering e charm, audaci anelli cocktail, design delicati e orecchini finemente decorati.

Magnetic Pendant by Swarovski Good

36

Style Magazine

September

Nathalie Colin, Direttore Creativo Swarovski


ICONIC JEWELS

Un autunno di lucentezza con Swarovski Remix Collection, che moltiplica le possibili espressioni grazie all’aggiunta della nuova linea Swarovski Remix Charm con luccicanti lettere in pavé e colorate pietre portafortuna. La distintiva brillantezza Swarovski raccontata in esclusiva per Good Style Magazine dal Direttore Creativo Nathalie Colin. Possiamo descrivere lo stile dei suoi gioielli in tre parole chiave? Moderno, femminile, glamour ... ma anche un pò audace: elementi che rendono la collezione Swarovski assolutamente irresistibile. Quali sono i tuoi input creativi? Come Direttore Creativo, ogni attimo della quotidianità è fonte d’ispirazione, così come essere ricettivo per tutto ciò che accade intorno a noi e che avrà un impatto sui cambiamenti estetici e socio-culturali. Sono costantemente alla ricerca di nuove espressioni artistiche attraverso l’arte, design, cinema, letteratura, musica, ma anche politica, etica ed argomenti ecosostenibili, oltre all’innovazione tecnologica. Assecondo i miei designer ad avere la stessa apertura e curiosità per ciò che accade nel mondo: ricercare punti di vista o linguaggi visivi diversi, viaggiare e confrontarsi.

ENGLISH TEXT

Details of Light A nuance of golden colors, intense shades of dark blue, sapphire, burgundy, and emerald add new charm to both day and evening looks. And so the new Swarovski fall/winter collection expresses its vision of femininity with contemporary silhouettes: layered pendants and charms, bold cocktail rings, delicate designs, and finely decorated earrings. The Swarovski Remix Collection promises a sparkling autumn, with multiple expressions possible thanks to the addition of new Swarovski Remix Charm line with shimmering pavé letter beads and colored stone charms. Here exclusively for Good Style Magazine, Swarovski’s distinctive brilliance is told. Here exclusively for Good Style Magazine, Nathalie Colin tells of Swarovski’s distinctive brilliance. Can you describe the style of your jewelry in three key words? Modern, feminine, glamour … and a bit daring – these elements all together make the Swarovski collection absolutely irresistible. What are your creative inputs? As a Creative Director you have to live and even sleep with all your senses open and be receptive for everything that happens around you and that will have an impact on both aesthetic and socio-cultural shifts. I am constantly looking for new artistic expressions in art, design, films and of course literature and music that is a constant inspiration for me. But also politics, ethic and ecological topics, as well as technical innovation will have an impact on my new collections. I always push my designers to have the same openness and curiosity for what’s happening in the world. You don’t have to like what you see – but you have to be able to at least learn from another person’s viewpoint or visual language. That’s why travelling and learning from other’s people’s cultures is such a rich source for creation.

September

Crystal Lake Watch

and Duo RingMagazine by Swarovski Good Style

37


ICONIC JEWELS

Da dove deriva la tua ispirazione? Ogni stagione inizia con una pagina vuota, ma abbiamo questo meraviglioso materiale che è una fonte costante di idee per il design: il cristallo, ricco di luce e colore nella sua moltitudine di tagli e forme. Traggo anche ispirazione dalla ricca tradizione di Swarovski. La natura (fiori, animali, insetti ...), l’acqua o il cielo stellato sono tematiche ricorrenti dell’ultima collezione, con uno sguardo al fashion system, per proporre linee, trends e una varietà di stili rivolti alla nostra clientela in tutto il mondo. Parlaci della tua ultima collezione FW “Crystal Tales” e del suo processo creativo. Ogni collezione deve avere una firma forte e unica, con uno storytelling seducente. Il fondatore, Daniel Swarovski, aveva intuito fin dall’inizio come attirare l’attenzione, intrecciando storie sul nostro cristallo. Pertanto, la ricca expertise dell’azienda e l’eccezionale padronanza nella sfaccettatura del cristallo, si uniscono per creare uno splendido storytelling che ammalia e seduce i nostri clienti. In questa stagione ho voluto lasciare alle spalle il mondo digitale e veloce per tornare ad un mondo tradizionale e raccontare favole incantate e donare sogni, per offrire una via d’uscita dalla vita di tutti i giorni. È una vera e propria celebrazione della natura, un tema molto radicato nell’identità di Swarovski.

Angelic Earrings by Swarovski

38 Good Style Magazine

Where does your inspiration come from? Every season starts with a blank page, but we have this wonderful material that is crystal that is a constant source for design inspiration. Crystal is filled with light and color, and we have so many cuts and shapes of stones, and different techniques to work with, that every collection can look different. Then I also research Swarovski’s rich heritage and DNA to make sure that we always respect what the brand stands for. Nature (flowers, animals, insects… is always a recurring inspiration, or elements like water or the starry sky. Then of course we need to look what is happening in the fashion world to make sure that we propose ion-trend silhouettes and a variety of styling tips so that we appeal to all our different types of consumers all around the world. Tell us about your latest FW “Crystal Tales” collection. What is the creative process behind jewelry design? Every collection must have a strong unique signature and a seductive storytelling that will capture our consumers. The founder Daniel Swarovski already knew from the start how to capture attention by telling fascinating stories about our crystal. Since then, the rich company history, our DNA and exceptional mastery of faceting are still used to create beautiful storytelling that both excite and seduce our consumers. This season I wanted to leave the digital and fast paced world behind, and go back to the more traditional way of telling stories. More of fables and fairytales than overdosing on Instagram selfies. It is also a strong celebration of nature ( and diversity of nature which is so much at risk), a theme

CHARMS della Swarovski Remix Collection

September


ICONIC JEWELS

Così con la collezione CRYSTAL TALES, creata personalmente insieme ai nostri talentuosi designer, ci immergiamo in una foresta magica dove incontriamo simpatici animali e graziosi insetti, tra splendidi fiori di gioielli vintage. Chi è la donna Swarovski a cui ti riferisci? È la donna moderna e femminile di oggi. Forte, ma non aggressiva. Seducente, ma anche audace, che vuole esprimere il suo stile e la sua personalità in modo unico. Puoi rivelare notizie sulla prossima collezione? Come sempre, la collezione ha una gamma molto ampia di forme e stili. Ma penso che tutti saranno sorpresi di vedere come l’artigianato Swarovski abbia raggiunto un nuovo livello di raffinatezza, con dettagli accurati e tecniche innovative che rendono ogni creazione preziosa: perle di cristallo, perline, nuove trame di metallo... Per la prossima stagione autunno/inverno, ci addentriamo in una foresta fatata di cristallo, un luogo fantastico, ricco di gioielli brillanti e glamour, espressione del DNA Swarovski. Gli amici del bosco come scoiattoli, volpi, gufi, insetti, ragni e farfalle, oltre a fiori e foglie, conferiscono una forte personalità alla collezione. Fil rouge di tutte le collezioni: la scintilla fantastica ed inimitabile del cristallo Swarovski!

very rooted in Swarovski DNA. So with this CRYSTAL TALES collection that I designed together with our talented trend spotters and designers, we walk into an enchanted forest where we meet cute animals and pretty insects, we find beautiful foliage and flowers, and vintage style jewels inspired by the remains in an abandoned manor. Who is the Swarovski woman you are referring to? She is the modern and feminine woman of today. Strong, empowered, equal, but not aggressive. She is seductive and a bit daring – and wants to express her style and unique personality. Can you reveal any news about the upcoming collection? As always, the collection has a very wide range of silhouettes and styles. But I think that everyone will be surprised to see how the Swarovski craftsmanship has gone to a new level of refinement, with exquisite details and mixes of unique techniques that make every piece stunning: with crystal pearls, beading, new metal textures… This season there is definitely a touch of humor or surprise embedded in many of the designs: like the fox ear rings, the owl ring, the spider brooch or the beetle necklaces. But one thing is still there as in all collections before: the fantastic and unique sparkle of Swarovski crystal!

swarovski.com

March Cuff by Swarovski

Swarovski Remix Collection

September

Good Style Magazine

39


ICONIC EVENT

IL SALOTTO DEL CINEMA V.R.

La laguna

si prepara per la 75esima edizione della Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica e i riflettori si accendono sul San Clemente Palace Kempinski: il cinque stelle che ospita per il secondo anno consecutivo il prestigioso progetto de ‘Il Salotto del Cinema’ che nasce con l’agenzia  Un-Tag e l’esperienza pluriennale nel settore del marketing e degli eventi di Simona Veronesi e Valentina Riva.

40 Good Style Magazine

September


U

n vero e proprio salotto intellettuale, in versione moderna e contemporanea, per presentare talenti del mondo del cinema e dell’arte di fronte ad un target altissimo, estremamente attento ad una ricerca che esce dalle fila del mainstream. Con l’appoggio ed il sostegno di Rai Cinema, pietra miliare nella filiera dell’industria cinematografica, ha contribuito alla realizzazione di centinaia di pellicole ed è considerata come la colonna portante di una vera innovazione nel panorama del cinema italiano ed internazionale. L’obiettivo del “Salotto del Cinema” è quello di creare un’aggregazione, una community immaginata come un club internazionale dove protagonisti top di gamma, provenienti dall’élite del mondo del cinema, dell’arte, dei social, dell’imprenditoria poi ancora publicist, manager, investitori e produttori, potranno immergersi nell’intrigante atmosfera del Salotto, incontrarsi, e creare attività progettuali e di comunicazione che si svilupperanno nel tempo. Per la prossima edizione della Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica, Un-Tag sceglie di rappresentare i party dei film che debutteranno sul mercato americano e non solo, con quelle che sono già considerate le future star internazionali. Tra i personaggi e gli eventi ospitati la scorsa stagione nel calendario di Un-Tag: la cena ufficiale di Human Flow docufilm dell’artista Ai Weiwei, personaggio influente all’interno del panorama dell’arte contemporanea mondiale, “Ella & John – the Leisure Seeker” , diretto da Paolo Virzì con il premio oscar Hellen Mirren e Donald Sutherland, un cocktail dedicato all’icona Jane Fonda, la cena ufficiale di “Woodshock” con Kirsten Dunst e Pillou Asbaek diretto dalle sorelle Moulleavy, registe del film e designers, considerate dai media americani come le nuove Tom Ford del futuro cinematografico e la presenza di numerosi altri talent tra cui Amanda Seyfired, Ethan Hawke.

ENGLISH TEXT

Italy’s lagoon is preparing for the 75th edition of the Venice International Film Festival and the spotlight is on San Clemente Palace Kempinski - the fivestar hotel that for the second consecutive year is hosting “Il Salotto del Cinema.” This prestigious project was created by the Un-Tag agency, Simona Veronesi and Valentina Riva, thanks to their many years of experience in marketing and events. It is a truly modern and contemporary version of an intellectual salotto or lounge, presenting talents from the world of cinema and art in front of a very lofty target audience, extremely attentive to mainstream research. It has backing and support from Rai Cinema, a landmark in the film industry, who has contributed to the production of hundreds of films and is considered to be the backbone of true innovation in the Italian and international film scene. The goal of “Salotto del Cinema” is to create a group - a community really – that becomes an international club where the protagonists are top of the range: the elite from the world of cinema, art, social networks, entrepreneurs, publicists, managers, investors, and producers. This group can meet and be immersed in the intriguing atmosphere of the salotto, and create design and communication activities that will develop in time. For the upcoming 75th edition of the International Film Festival, Un-Tag has chosen to represent the parties of films debuting on both the American market and beyond, with those who are already considered future international stars. Celebrities and events that Un-Tag hosted last season include: the official dinner for Human Flow docufilm by artist Ai Weiwei - an influential figure in the

September

Good Style Magazine

41


ICONIC EVENT

Emir Uyar e Diane Kruger

Un-Tag coglie l’occasione non solo di celebrare film ed artisti, ma anche di sensibilizzare l’opinione pubblica con eventi charity: nella scorsa edizione ha sostenuto Diane Kruger, madrina di European Women Film Makers, l’associazione impegnata nella valorizzazione del ruolo delle registe e della loro scommessa in un universo apparentemente maschile, il cui intento è quello di creare una comunità coesa di donne attive nelle professioni cinematografiche. Un-Tag, ed il suo Salotto del Cinema, ancora una volta, sarà la vera innovazione della mostra del cinema di Venezia dove, Valentina Riva e Simona Veronesi con passione, forza e professionalità, segneranno il passaggio verso una comunicazione del mondo del cinema internazionale non più convenzionale, ma fatta di relazioni e temi unici.

PIlou Asbaek , al centro Kirsten Dunst e le sorelle Registe Kate & Laura Mulleavy

42 Good Style Magazine

September

world of contemporary art; “Ella & John – the Leisure Seeker” directed by Paolo Virzì with Academy Award winner Hellen Mirren and Donald Sutherland; a cocktail party in honor of icon Jane Fonda; the official dinner for “Woodshock” with Kirsten Dunst and Pillou Asbaek directed by the Moulleavy sisters, filmmakers and fashion designers, considered by the American media as the new Tom Fords of film’s future; and the presence of numerous other celebrities such as Amanda Seyfired and Ethan Hawke. In every edition, Un-Tag takes the opportunity to not only celebrate films and artists, but to also raise awareness with charity events: at the last edition they supported Diane Kruger, godmother of European Women Filmmakers, an association involved in enhancing the role of directors and their challenges in a seemingly masculine world, with the goal of creating a united community of women active in filmmaking. Un-Tag and its Salotto del Cinema will once again be the true innovation of the Venice Film Festival; full of passion, strength, and professionalism, Valentina Riva and Simona Veronesi will mark the transition from conventional communication in the world of international cinema towards one that is made of unique issues and relationships.


P U N T I

V E N D I T A

- * 7 0 3 / 0  t  1 6 / 5"  " - "  t  ' 0 3 5 &  % & *  . " 3 . *  t  . " 4 4 " w w w . c u c c u i n i . i t

|

i n f o @ c u c September c u i n Good i . Style i t Magazine 43


ICONIC HOTEL

44 Good Style Magazine

September


ICONIC HOTEL

PALAZZO CINI, LUXURY ROOMS Chiara Melani

Ho qui in Pisa una certa strada deliziosa, che io chiamo Via delle rimembranze: là vo a passeggiare quando voglio sognare ad occhi aperti.

Giacomo Leopardi

A

due passi dal Corso Italia, tra le rinomate opere architettoniche pisane, sorge Palazzo Cini, un edificio liberty di fine ‘800 ristrutturato nel 2017 ed inaugurato la scorsa primavera alla presenza delle più importanti autorità della città. “Una boutique hotel, dove ho personalmente curato ogni dettaglio, dai materiali ricercati al design raffinato per accogliere i nostri clienti in uno spazio unico”, racconta il giovane proprietario, l’architetto Ivan Cini.

D

Dopo esperienze internazionali in studi d’architettura di Berlino e Milano, torna nel cuore della natia toscana e realizza al n. 12 di Via Manzoni, Palazzo Cini. Un gioiello raro in una delle più rinomate città d’arte italiane, a conduzione familiare, insieme alla sorella Daniela e Imen, con in comune una passione incommensurabile per il bello e ben fatto ed una fonte di energia inesauribile. “Questo immobile era la casa di un medico. La nostra famiglia l’ha acquistato proprio con l’intenzione di ricavarci un b&b in luxury style. Avevo pensato inizialmente di orientarmi sulla campagna pisana, la zona della mia famiglia, Lari, ma lì il turismo è concentrato solo nel periodo estivo. A Pisa, invece, si lavora tutto l’anno e poi credo che la città e la relativa offerta di mercato avessero bisogno di una risposta di questo tipo”, prosegue l’archistar.

ENGLISH TEXT

Here in Pisa I have a certain charming street that I call Via delle rimembranze: I go there for a walk when I want to daydream. Giacomo Leopardi

Palazzo Cini stands tall just a few steps from Corso Italia, among the most renowned architectural works of Pisa. It is an Art Nouveau building from the end of the 19th century, renovated in 2017 and inaugurated last spring with the most important city authorities present. “It is a boutique hotel, where I have personally taken care of every detail from refined materials to sophisticated design, welcoming our clientele in a unique space,” says the young owner, architect Ivan Cini. After international experience in architectural firms in Berlin and Milan, he has returned to the heart of his native Tuscany, creating Palazzo Cini at Via Manzoni number 12. It is a rare gem in one of the most renowned Italian art cities, family run together with his sister Daniela and Imen, who have the common immeasurable passion for all things beautiful and well made, and also an endless amount of energy. “This building was the home of a doctor. Our family bought it with the intention of turning it into a luxury style B&B. I initially thought I would get my bearings out in the Pisan countryside, in an area where my

September

Good Style Magazine

45


ICONIC HOTEL

Ivan Cini, general manager Palazzo Cini

Cinque suite, spaziose tra i 35 e i 40 metri quadrati, arredate ognuna con un proprio stile identificativo, “Ogni camera è stata ideata per intercedere ogni tipo di esigenza, dalla suite dotata di una amplissima vasca ad idromassaggio, per poi proseguire al piano superiore attraverso una raffinata scala in legno, alle due camere di cui una caratterizzata da una lastra di marmo di Carrara come testata del letto incorniciata da luci a led per un’atmosfera incantata. Il bagno è invece in stile retrò, dove la protagonista è la vasca ed suoi “piedini di aquila”. Sempre al primo piano,

O

family is from – Lari. But tourism there is really focused on the summer. In Pisa, on the other hand, you work all year round. I also believe that the city and its market supply really needed something like this,” the architectural star continues. There are five suites each between 35 and 40 square meters and identified with a unique style and furnishings. “Each room has been designed to meet any and every need, starting with a suite featuring a very large whirlpool bathtub, and continuing upstairs by way of a sophisticated wooden staircase to two rooms – one of which has a Carrara marble slab as headboard, framed by LED lights creating an enchanting atmosphere. The bathroom

“Ogni camera è stata ideata per intercedere ogni tipo di esigenza, dalla suite dotata di una amplissima vasca ad idromassaggio, per poi proseguire al piano superiore attraverso una raffinata scala in legno, alle due camere di cui una caratterizzata da lastra di marmo di Carrara come testata del letto incorniciata da luci a led per un’atmosfera incantata”.

l’atra camera è caratterizzata da un gioco di vetri, senza soluzione di continuità tra la zona letto ed il bathroom boho chic. Le ultime due camere poste al piano superiore, sottotetto, ricreano uno stile cottage di montagna, con le loro travi a vista”, prosegue, “Palazzo Cini è uno snodo focale della città, a tredici minuti a piedi da Piazza dei Miracoli e a 1,2 chilometri dal Duomo, offriamo camere climatizzate, dotate di una TV satellitare a schermo piatto e di un bagno privato. Le sistemazioni presentano una macchina da caffè, un bollitore,

46 Good Style Magazine

September

has a retro feel with an eagle clawfoot tub as the star. The other room on the first floor is characterized by its use of glass, creating a seamless transition from the bedroom to boho chic bathroom. The last two rooms on the upper floor attic recreate a mountain cottage feel, featuring exposed beams,” he continues. “Palazzo Cini is located in the city’s hub, just 13 minutes walking distance from Piazza dei Miracoli and 1.2 kilometers from the Cathedral. We offer air-conditioned rooms with flat-screen satellite TVs and private bathrooms. Additional amenities include a coffee machine, kettle, desk, and some units also feature a terrace. Breakfast is


ICONIC HOTEL

una scrivania e, in alcuni casi, una terrazza. Al mattino, presso il bar consociato vicino, è possibile consumare la colazione”. Una lounge adornata come una galleria d’arte dove si sprigiona lo stile del proprietario e le proprie origini nei deliziosi prodotti culinari locali, in uno spazio comune per letture o pausa caffè e thè. All’esterno: un ampio giardino sul retro con gazebo, dove è possibile abbandonarsi ad una tranquillità inaspettata, ma anche location di cocktail party esclusivi, come il prossimo realizzato in collaborazione con Good Style Magazine a chiosa di un’estate trionfale. Eleganti armonie per un’accoglienza cinque stelle, in un continuo fluire tra elementi del passato che ben si attagliano al design raffinato e moderno, racchiuso nella cordialità del personale, autentica espressione dell’ospitalità italiana in Toscana.

available in the mornings at a nearby associated bar.” The lounge is a common area for reading or coffee and tea breaks, and is decorated like an art gallery where the owner’s style and origins emerge with delicious local culinary products. Outside in the back, a large garden with gazebo is the perfect place to indulge in unexpected peace and quiet, but can also be the location for exclusive cocktail parties, like the upcoming one in collaboration with Good Style Magazine to end a sold-out summer. Elements of the past are well suited with modern and sophisticated design; elegant harmonies make for a five star reception, including the friendliness of the staff, an authentic expression of Italian hospitality in Tuscany.

palazzocinipisa.com

September

Good Style Magazine

47


ICONIC HOTEL

URBAN LUXURY DETAILS M.T.

48 Good Style Magazine

September


ICONIC HOTEL

Castello SGR

conferma la propria leadership negli investimenti del settore del turismo alberghiero luxury investendo in un nuovo progetto immobiliare a Courmayeur.

I

l complesso Hotel Majestic (in disuso da oltre 17 anni) e avviando un’opera di riqualificazione urbana. Il progetto di Castello SGR si compone di un Hotel cinque stelle denominato Le Massif con 87 camere e del complesso residenziale denominato Le Petit Massif che conta 22 unità abitative di alto pregio, 3 unità commerciali e 3 piani interrarti con box e posti auto. Oggi in fase di realizzazione, sarà completato a metà 2019. Le Massif e Le Petit Massif sorgono a pochi passi dal centro storico dell’affascinante località alpina, in Strada Regionale a Courmayeur. Le Petit Massif è un elegante e moderno edificio di sei piani che ospita le ventidue residenze, tutte dotate di ampie balconate con vista sul Monte Bianco. Un percorso pedonale illuminato conduce dalle unità abitative a Le Massif, l’Hotel a 5 stelle, impreziosito da una SPA che, con il suo stile e carattere, conferisce ulteriore prestigio agli appartamenti. Nei piani interrati, posti auto e cantine al servizio degli ospiti e residenti.

L

Le Massif e Le Petit Massif sorgono a pochi passi dal centro storico dell’affascinante località alpina, in Strada Regionale a Courmayeur.

ENGLISH TEXT

Castello SGR confirms its leadership in the luxury hotel tourism sector by investing in a new real estate project in Courmayeur, the Hotel Majestic complex (out of use over 17 years), and starting an urban redevelopment project. Castello SGR’s project consists of a five-star hotel called Le Massif with 87 rooms, and a residential complex called Le Petit Massif featuring 22 valuable housing units, 3 commercial units, and 3 floors of underground parking and garages. Now under construction, it will be completed in mid2019. Le Massif and Le Petit Massif are located just a few steps from the historic center of a charming alpine village, on the Strada Regionale in Courmayeur. Le Petit Massif is an elegant and modern six-story building that has twenty-two units, all featuring large

September

Good Style Magazine

49


ICONIC HOTEL

“L’operazione immobiliare che abbiamo realizzato a Courmayeur - dichiara Giampiero Schiavo, Amministratore Delegato di Castello SGR - oltre a rappresentare una grande opportunità per il fondo da noi gestito, conferma la centralità dell’interesse che i nostri fondi hanno per il turismo, che rappresenta uno dei fattori di crescita e sviluppo dell’economia del nostro Paese. L’investimento realizzato, di oltre 70 milioni di euro, porterà alla creazione di 100 posti di lavoro e le professionalità utilizzate per lo sviluppo del progetto sono quasi totalmente locali”. balconies overlooking Mont Blanc. An illuminated path for pedestrians leads from the housing units to Le Massif, the five-star hotel with a spa whose style and class add further prestige to the apartments. The underground parking spaces and garages serve both guests and residents. Giampiero Schiavo, CEO of Castello SGR states, “the real estate development we have carried out in Courmayeur not only represents a great opportunity for the capital that we manage, but also confirms our interest and investment in tourism, which is an element of growth and development in our country’s economy. The investment of over 70 million euro will lead to the creation of 100 jobs, and the skills used for the project’s development are almost all local.”

castellosgr.com

50 Good Style Magazine

September


FOTO: KATHRIN GRALLA, DER ROTE DRACHE

& CHUKKER CLUB

GRANDSTAND snowpolo-stmoritz.com +41(0)79 953 51 31 info@snowpolo-stmoritz.com

25-26-27 JANUARY 2019

on the frozen lake of St. Moritz

September

#snowpolo

snowpolo-stmoritz.com

Good Style Magazine

51

snowpolostmoritz


ICONIC HOTEL WINE

COM’ ERA, COM’ È, COME POTREBBE ESSERE Delfina Remi

52 Good Style Magazine

September


ICONICICONIC GOURMAND ICONICHOTEL WINE

“Com’ era, Com’ è, Come potrebbe essere” sarà il tema della decima edizione del Villa d’Este Wine Symposium, incontro irrinunciabile per la filiera vitivinicola organizzata in collaborazione con François Mauss, co-fondatore dell’evento.

A

All’interno della splendida cornice autunnale di Villa d’Este, l’evento celebrerà una doppia ricorrenza, dieci anni dalla sua prima edizione e i 450 anni dalla costruzione dell’Hotel, attraverso un viaggio alla scoperta di quella che per molti, è considerata la patria del vino: la Georgia. Un racconto che prende le sue forme dall’origine della produzione vinicola ed il suo sviluppo fino al giorno d’oggi, attraverso tre seminari, il primo condotto da David Lordkipanidze, famoso antropologo e archeologo georgiano, che esplorerà il passato della Georgia; a seguire uno sguardo al presente con Jean Robert Pitte, studioso francese, attraverso un’analisi culturale, sociale, commerciale e agricola del mondo vitivinicolo attuale; in conclusione verrà data particolare attenzione al futuro di questo settore.

ENGLISH TEXT

How it was, How it is, How it could be “How it was, How it is, How it could be” is the theme for the tenth edition of the Villa d’Este Wine Symposium, an important event for the wine industry, organized in collaboration with cofounder François Mauss.With Villa d’Este’s beautiful autumnal setting as the backdrop, the event will celebrate a double anniversary: ten years since its first edition and 450 years since the hotel was built. The event embarks on a journey to a place considered by many to be wine’s homeland: Georgia. A story forms from the origin of wine production and its development through today with three seminars, the first exploring Georgia’s past presented by David Lordkipanidze, renowned Georgian anthropologist and archeologist.

September

Good Style Magazine

53


ICONIC HOTEL

Un programma ricco di workshops, sessioni di degustazione libere nella Sala Impero; interludi musicali; lezioni di cucina; Degustazioni di Prestigio, Degustazione al buio con il rinomato Cabernet Sauvignon, mentre, per la prima volta in assoluto vedrà la partecipazione a questo evento del Dom Perignon, una degustazione di grande prestigio condotta dal maestro di cantina, Richard Geoffroy con una straordinaria selezione, costituita dalle sue annate più antiche. Infine, un’indimenticabile dimostrazione comparativa. Romanée Saint-Vivant e Romanée Conti fianco a fianco nelle annate: 2009, 1999, 1990, 1980 ed il raro 1971. Iniziando con un Vosne-Romanée Premier Cru 2008 e concludendo con un Montrachet del 2003.

The second seminar takes a look at the present with Jean Robert Pitte, French scholar, through a cultural, social, commercial, and agricultural analysis. The final seminar focuses on what’s in the future for this sector. The program is full of workshops, free tasting sessions in the Sala Impero, musical interludes, cooking lessons, prestige tastings, and a blind wine tasting with renowned Cabernet Sauvignon. For the first time ever, Dom Perignon will participate in this event with a prestige tasting held by cellar master Richard Geoffroy, offering an extraordinary selection including his oldest vintages. Finally, there is an unforgettable comparative demonstration with Romanée SaintVivant and Romanée Conti side by side in vintages: 2009, 1999, 1990, 1980 and the rare 1971. It starts with the Vosne-Romanée Premier Cru 2008 and finishes with the Montrachet 2003.

A chiosa di questa unica edizione del Villa d’Este Wine Symposium LVMH, proprietario di numerosi vigneti come Krug, Moët & Chandon e Château d’Yquem, presenterà il suo nuovissimo progetto in Cina, i vigneti di Ao Yun.

To end this unique edition of Villa d’Este Wine Symposium LVMH, the owner of many wineries including Krug, Moët & Chandon and Château d’Yquem will present his new project in China, Ao Yun vineyards.

54 Good Style Magazine

September

villadeste.com


September

Good Style Magazine

55


ICONIC WINE

LE ESSENZE DE LE MORTELLE Emanuele Melani

N

el cuore della Maremma Toscana, a poca distanza da Castiglion della Pescaia, si estende tra le magnificenze naturalistiche della zona, Fattoria Le Mortelle della Famiglia Antinori. Presente in queste terre fin dal lontano 1863, l’area della tenuta, la quale prende il nome da un arbusto tipico delle coste maremmane, la Mortella, si estende per 270 ettari complessivi, 170 dei quali dedicati alla coltivazione di vigneti per la produzione di vini di alta qualità; a ciò, si accompagna la coltivazione di alberi da frutta (pesche, susine, pere, mirtilli e albicocche) su un terreno di 5 ettari, una sughereta composta da oltre 10.000 piante, due laghi e la bellissima Oasi della Diaccia Botrona. Il terreno, composto in prevalenza da argilla e scheletro, e il clima asciutto tipico della costa tirrenica, fanno di questo terroir un luogo ideale per la coltivazione del Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e del Carménère oltre che per le varietà a bacca bianca quali il Vermentino, l’Ansonica ed il Viogner. Una volta giunta a maturazione, l’uva viene destinata alla Cantina della tenuta, posta in essere secondo un’intelligente logica di armonizzazione con l’ambiente naturale circostante; essa è una costruzione ipogea, quasi interrata completamente, e progettata per una lavorazione verticale dell’uva, attraverso un pubblico percorso in cui le persone possono ammirare i passaggi della fermentazione, dell’affinamento e dell’imbottigliamento del vino prodotto.

ENGLISH TEXT

The Essence of Le Mortelle In the heart of the Tuscan Maremma, not far from Castiglion della Pescaia, the Antinori family estate Fattoria Le Mortelle lies nestled among the area’s natural wonders. The estate’s name comes from a myrtle bush that’s typical of the Maremma coast: la Mortella. The property has been around every since 1863, and covers 270 hectares overall, 170 of which are vineyards for the production of high quality wine. There are also over 5 hectares of fruit orchards (peaches, plums, pears, blueberries, and apricots), over 10,000 cork oak trees, two lakes, and beautiful Oasi Diaccia Botrona. The mainly clay and course soil, combined with the dry climate typical of the Tyrrhenian coast, make this the perfect place to cultivate Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc and del Carménère, as well as white grape varieties such as Vermentino, Ansonica, and Viogner. Once ripened, grapes head to the estate’s cellar which was logically set up to harmonize with the surrounding natural environment: it is built almost completely underground, designed to process the grapes vertically, and includes a path open to the public so people can admire the steps from fermentation to refining and bottling the wine.

56 Good Style Magazine

September


ICONIC GOURMAND ICONIC WINE

La cupola, ricoperta da roccia vulcanica e dalla macchia mediterranea, protegge i tre piani dove si realizza il ciclo del vino, il processo di produzione avviene in toto all’interno del percorso verticale, per mezzo di un processo “a cascata” dall’alto verso il basso, in modo da sfruttare al massimo l’efficienza delle migliori tecnologie di produzione vinicola a disposizione. Questa peculiarità tecnica si inserisce in una politica di lavorazione e produzione ecosostenibile e rispettosa dell’ambiente, promossa dalla Famiglia Antinori all’interno de Le Mortelle. Nei vigneti vengono utilizzate tecniche di agricoltura di precisione, lotta fitosanitaria mirata e sovesci, mentre, grazie alla sua particolare architettura e ai suoi componenti naturali, la cantina permette un risparmio energetico (grazie ad una illuminazione delle aperture lamellare), una fitodepurazione delle acque residue, e il riutilizzo dei bio-scarti e dell’anidride carbonica prodotti durante la produzione vinicola. Questa acuta politica, insieme a tecniche di produzione all’avanguardia, danno vita a vini pregiati, di alta qualità gustativa e dagli aromi unici e inconfondibili.

The dome is covered by volcanic rock and Mediterranean maquis, and covers three floors where the wine cycles take place. Production is carried out vertically with a “cascade” process from top to bottom, maximizing the efficiency of the best wine manufacturing technologies available. This unique technique is environmentally friendly and promoted by the Antinori family at Le Mortelle. Precision farming techniques, including targeted plant-health control, are used in the vineyards. The cellar’s unique architecture and natural components save energy thanks to lamellar structures for light, residual water purification treatments, and re-use of bio-waste and carbon dioxide produced during wine production. These insightful policies, combined with cutting edge production techniques, create the highest quality fine wines with unique and unmistakable flavors and aromas. Expressing the qualities of an extraordinarily beautiful land Le Mortelle produces wines that are all very different, yet united by a desire to express the land’s harmony and unique nature in various ways. Poggio alle Nane is a complex and elegantly tannic Maremma Toscana DOC.

Nei vigneti vengono utilizzate tecniche di agricoltura di precisione, lotta fitosanitaria mirata e sovesci, mentre, grazie alla sua particolare architettura e ai suoi componenti naturali, la cantina permette un risparmio energetico (grazie ad una illuminazione delle aperture lamellare), una fitodepurazione delle acque residue, e il riutilizzo dei bio-scarti e dell’anidride carbonica prodotti durante la produzione vinicola. September

Good Style Magazine

57


A Le Mortelle vengono prodotti vini profondamente diversi, accomunati dalla volontà di esprimere l’unicità e l’armonia del territorio secondo differenti prospettive. Poggio alle Nane, un Maremma Toscana DOC dalla grande complessità aromatica e una trama tannica elegante, è il risultato dell’unione delle migliori uve di Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Carménère provenienti da Poggio delle Nane, l’area più vocata della tenuta. Botrosecco, Maremma Toscana DOC, è un vino intrigante caratterizzato da aromi di confettura di more selvatiche e caramello uniti a sensazioni di eucalipto e menta, mentre il gusto di soffici tannini anticipano un dolce finale al sentore di cioccolato e ciliegia candita. Infine Vivia, anch’esso Maremma Toscana DOC, vibrante e minerale ma al tempo stesso fresco, con un retrogusto di scorza di cedro, ottenuto dall’unione del Vermentino con l’Ansonica ed il Viognier. Inconfondibile il suo intenso profumo, con note di frutta matura a polpa bianca, ananas, mango e fiori di limoni.

58 Good Style Magazine

September

It comes from combining the best grapes of Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, and Carménère from the most exceptional area of the estate appropriately called Poggio delle Nane. Botrosecco is another intriguing Maremma Toscana DOC wine characterized by aromas of wild blackberry and caramel combined with hints of eucalyptus and mint, while light tannins lead to a soft finish with hints of chocolate and candied cherries. Finally, another Maremma Toscana DOC called Vivia is a mineral wine that is both vibrant and fresh with aftertastes of citron peel, obtained by combining Vermentino with Ansonica and Viognier. Its intense aroma is unmistakable, with hints of ripe white pulp fruits, pineapple, mango, and lemon flowers.

antinori.it


Incomparable beauty

ROOM & SUITES MONZÙ RESTAURANT TRAGARA SPA POOL

For Info & Contact PUNTA TRAGARA Via Tragara, 57 - 80073 Capri (NA) 081 8370844 September www.hoteltragara.com - info@hoteltragara.it

Good Style Magazine

59


ICONIC GOURMAND

INCANTATORE DI SAPORI Chiara Melani

Aqua Crua, in poco più di un anno riceve il premio Miglior Cucina Creativa dell’Alpe Adria dalla Guida Magnar Ben, si aggiudica lo Sparkling Menu di Villa Franciacorta e gli viene riconosciuta, a fine 2015, la sua prima stella Michelin. “Mai essere banali”, così si racconta Chef Baldessari, nell’intervista che segue.

G

iuliano Baldessari: Artista, mago e illusionista. Quale si avvicina più alla realtà? In realtà io non mi considero né un artista né un mago e neppure un illusionista. Mi sento più che altro un provocatore, nel senso che amo superare i miei limiti, sovvertendo i canoni di cucina imposti dall’attitudine personale, fino ad arrivare quasi a trasformarmi in un altro io. Non mi piace la banalità per questo sono sempre alla ricerca di nuove emozioni. Qual è stato il suo percorso formativo? Vengo da Roncegno Terme, un tempo centro termale importante per la provincia trentina, ricco di alberghi e ristoranti. Dopo le scuole medie ho fatto un anno di meccanica all’Enaip, ma non mi piaceva. Sono andato a fare la stagione Da Mario, alla stazione di Marter. Qui ho scoperto la passione per la cucina e mi sono iscritto alla scuola alberghiera di Levico, dove ho frequentato il corso triennale “Macrosettore Alberghiero”. Mi sono fatto notare da Giorgio Nardelli che all’epoca era allenatore della nazionale cuochi che mi ha messo alla prova, e mi ha mandato tre anni in Germania per poi prendermi a lavorare con lui a Bolzano. Terminati gli studi ho fatto un pò di esperienza fra locali e navi da crociera, ma la prima grande esperienza è stata come Chef de partie da Aimo e Nadia a Milano, dove sono rimasto due anni. Poi mi sono trasferito in Francia per fare ENGLISH TEXT

The Taste Whisperer In just over a year, Aqua Crua has received the Alpe Adria Award for Best Creative Cuisine from Magnar Ben Guide, the Sparkling Menu from Villa Franciacorta, and its first Michelin star (at the end of 2015). “Never be commonplace,” Chef Baldessari explains in the following interview with us. Giuliano Baldessari - you are an artist, magician, and illusionist. Which is closest to reality? To be honest, I don’t consider myself any of those. More than anything I feel like an instigator, in the sense that I love overcoming my limits, changing the standards of cuisine that are imposed by personal tendencies, until I almost transform myself into a different me. I don’t like banality, so because of this I’m always looking for new emotions. What training have you had? I come from Roncegno Terme, once an important health spa for the province of Trento, full of hotels and restaurants. After middle school, I did

60 Good Style Magazine

September


ALL PHOTOS: PH.CARLO BARONI

ICONIC GOURMAND

Chef, Giuliano Baldessari

due stagioni da Marc Veyrat come demi Chef de partie prima all’Auberge de L’Eridan ad Annecy e successivamente a La Ferme de mon Père, di Mègeve. Lì ho incontrato Massimiliano Alajmo, di cui sono stato sous-chef per 10 anni alle Calandre. A febbraio del 2014 ho aperto Aqua Crua, il mio ristorante a Barbarano Vicentino. Lei ha avuto dei grandi maestri: quali le influenze nelle sue pietanze? Le tre figure centrali nella mia formazione sono state sicuramente Marc Veyrat, Aido Moroni e Massimiliano Alaimo. Dal punto di vista umano sono stati tutti e tre fondamentali e mi hanno dato veramente tanto. Dal punto di vista della cucina da Marc Veyrat ho imparato a non aver paura di osare e da Aimo Moroni la passione per le materie prime e per la continua ricerca. Da Massimiliano ho imparato il concetto di gioco, di una cucina che va oltre grazie al pensiero. Essenzialità anche nella gestione degli spazi? Ci racconti della sua cucina… La mia cucina è una cucina di condivisione. Da qui la scelta di aprire la cucina all’ospite di turno. La cucina dove si muove la brigata è direttamente in sala. Quando ho aperto il mio ristorante ho voluto creare un ambiente libero, senza barriere, così nel caso ci fossero stati pochi commensali si sarebbero sentiti meno soli! Ma la mia è anche una cucina semplice, fatta di pochi ingredienti, dove sottrarre è meglio che aggiungere. Possiamo definire la sua una filosofia di visioni e lungimiranza? Né l’uno né l’altro: è semplicemente il percorso della mia vita, quello che nasce dalle mie esperienze personali. Riuscire

a year of mechanical training at Enaip [an Italian trade school], but I didn’t like it. I went to do seasonal work at Da Mario, at the Marter station. Here, I discovered a passion for cooking, and I enrolled at a hotel management school in Levico, where I attended a three-year course for “Hospitality Macrosector.” Giorgio Nardelli noticed me, at the time he coached chefs for the nationals and he put me to the test, and he sent me to Germany for three years before bringing me to work with him in Bolzano. After completing my studies, I gained some experience with different establishments and cruise ships, but my first great experience was as a chef de partie at Aimo e Nadia in Milan, where I stayed for two years. Then I moved to France to work two seasons for Marc Veyrat as demi chef de partie, first at Auberge de L’Eridan in Annecy and then at La Ferme de mon Père, in Mègeve. There I met Massimiliano Alajmo, who I started working for as sous-chef at the Calandre for the next 10 years. In February 2014, I opened Aqua Crua, my restaurant in Barbarano Vicentino. You have had great teachers: who has influenced your dishes? The three main figures in my training were definitely Marc Veyrat, Aido Moroni, and Massimiliano Alajmo. From a personal point of view, all three were fundamental and they all gave me so much. From a cooking perspective, Marc Veyrat taught me not to be afraid to take risks, and Aimo Moroni taught me continual pursuit and the passion for quality ingredients. From Massimiliano, I learned the concept of play, and that the mind can take cuisine beyond. Essentiality is seen even in management of spaces? Tells us about your kitchen… My kitchen is one of sharing. Hence the choice to open my kitchen to visiting guests. The brigade moves in the kitchen that is directly in the dining hall. When I opened my restaurant, I wanted to create a free environment, without barriers, so that if there were only a few diners they wouldn’t feel so alone! But my cuisine is also simple, consisting of few ingredients, where subtracting is better than adding.

September

Good Style Magazine

61


a fotografare la cosa nel momento in cui succede e tradurla in gusto. Come dicevo prima odio la banalità. Mi piace lavorare sulla curiosità, mia e di chi assaggia i miei piatti. Posso apparire visionario proprio perchè questa mia curiosità mi porta ad essere sempre proiettato in avanti, alla continua ricerca di un gusto diverso, più maturo. Amo molto i sapori della maturità, cioè l’acido e l’amaro. Aqua Crua. Perché a Barbarano Vicentino? Un ristorante che ami definire trasparente… È stato un po’ un caso. Ho trovato qualcuno che ha creduto in me e nel mio progetto e ho deciso che Barbarano Vicentino sarebbe stato il posto giusto per aprire Aqua Crua. Volevo vedere se la gente sarebbe venuta a cercarmi! Sono fermamente convinto che la collocazione geografica influisca fino a un certo punto sul successo di un ristorante. Aqua Crua è un ristorante che ho creato a mia immagine e somiglianza, quindi posso dire che mi assomigli molto. Io, nel bene e nel male, sono una persona molto trasparente, che dice sempre quello che pensa. Anche Aqua Crua è così: trasparente e autentico.

Can we define your philosophy as one of vision and foresight? It isn’t either: it is simply my life’s journey, one that comes from my personal experience. It is being able to photograph something the moment it happens, and translate it into taste. As I said before, I hate banality. I like working through curiosity - both my own and the curiosity of the diners. I can appear to be visionary precisely because my curiosity projects me forward, always looking for a different, riper taste. I love the flavors of ripeness – that is, acidic and bitter. And I also really like creating dishes that make whoever eats them reflect and think. Aqua Crua – why in Barbarano Vicentino? This restaurant is defined as transparent… It was a bit by chance. I found someone who believed in me and my project, and I decided that Barbarano Vicentino would be the right place to open Aqua Crua. I wanted to see if people would come looking for me! I firmly believe that the geographical location affects a restaurant’s success only up to a certain point. Aqua Crua is a restaurant that I created in my image and likeness, so I can say that it resembles me. For better or worse, I am very straightforward person, I always say what I think. And Aqua Crua is also like this: transparent and authentic.

Un Top Chef che esagera, giudice in un talent. Ci racconti del suo debutto in televisione. Nasco come cuoco e spero di morire come tale. La televisione mi ha dato la possibilità di far conoscere il mio modo di intendere la cucina, e questa è una grande cosa, ma il mio focus è sul gusto. Dal punto di vista personale l’esperienza mi è servita, perchè dal confronto si cresce sempre e io ho ricevuto tanto dall’incontro con gli altri giudici, con i concorrenti e con l’intera produzione.

You are a Top Chef who exaggerates, a talent show judge. Tell us about your television debut. I was born a cook and I hope to die as such. Television has given me the opportunity to make my way of interpreting cuisine known, and this is a great thing, but my focus is on taste. From a personal point of view, the experience has served me, because competition always makes you grow and I have gotten so much from meeting with the other judges, competitors, and the entire production staff.

E poi mi piace molto fare dei piatti che possano fare riflettere chi li mangia.

aquacrua.it

62 Good Style Magazine

September


www.pafashion.eu

Anita Pasztor

A u t u m n /w i n t e r 2 0 1 8 - 2 0 1 9 c o l l e c t i o n

A l l t h e s h o p : A t T h e P i e r r e H o t e l L u x B o u t i q u e N e w Yo r k C i t y , 2 E 6 1 s t S t , N e w Yo r k , N Y 1 0 0 6 5 . At C a r l o Ra m e l l o ’s s h o p i n M o n te C a r l o, 27 Ave n u e d e l a Costa , 9 8 0 0 0 M o n a co. A t S t a r d u s t M o n t e C a r l o , P a v i l l o n s d e s B o u l i n g r i n s , P l a c e d u C a s i n o , 9 8 0September 0 0 M o n a c o . Good Style Magazine

63


ICONIC HOTEL

64 Good Style Magazine

September


ALL PHOTOS: ITALY SOTHEBY’S INTERNATIONAL REALTY

MONUMENTALE DIMORA Asia Bernardini

R

oma, Milano, Torino, Napoli. Ancora, splendide ville in amene località, come Capri, Favignana o il Lago di Como. Italy Sotheby’s International Realty è tra le più importanti società di intermediazione immobiliare di lusso. Fondata nel 1976, si avvale della collaborazione di 22.000 agenti in oltre 950 uffici in 70 paesi del mondo (dalla Cina agli Stati Uniti, Russia, Europa, Giappone), offrendo servizi professionali di vendita Residenziale, High street retail, Hotels e Retreats (affitti brevi). “Tutti i servizi che offriamo sono a supporto del cliente”, raccontano i managing partners di Italy Sotheby’s Clemente e Lodovico Pignatti Morano, “rispondono alla richiesta di un mercato specifico che ha standard altissimi e desidera pianificare un soggiorno ideale oppure un’esperienza esclusiva e indimenticabile e soprattutto Made in Italy”. Da Cortina a Positano, il dipartimento Retreats si occupa della ricerca di dimore di alta gamma disponibili sul mercato degli affitti stagionali o brevi, selezionando gli immobili più belli in base a un’offerta che comprende personale stellato o servizi luxury dedicati. Mentre per il dipartimento vendita, un’ampia scelta di dimore storiche, ville, casolari, castelli, che celano il fascino dei personaggi che le hanno vissute, Paolina Bonaparte, sorella di Napoleone, Amedeo VI di Savoia detto il “Conte Verde”, solo per citarne alcuni. Ed a picco sul mare, nel suggestivo scorcio di San Pietro ai

ENGLISH TEXT

Monumental Residence Rome, Milan, Turin, Naples. Splendid villas in charming locations such as Capri, Favignana, or Lake Como. Italy Sotheby’s International Realty is one of the most important luxury real estate agencies in the world. Founded in 1976, it collaborates with 22,000 agents in over 950 offices from 70 countries throughout the world (from China to the United States, Russia, Europe, and Japan), offering professional services for residential sales, high street retail, hotels and retreats (short-term rentals). “All of our services provide support for our clients,” explain Italy Sotheby’s Managing Partners Clemente and Lodovico Pignatti Morano. “Our services respond to specific market requests with very high standards, for clients who want to plan an ideal stay or an exclusive and unforgettable experience, above all something truly Made in Italy.” The Retreats department takes care of the search for high-end homes available on the seasonal or short-term rental market from Cortina to Positano, selecting the most beautiful properties based on offers that include starred staff or dedicated luxury services. The sales department offer a wide selection of historic residences, villas, cottages, and castles that encompass the charm of the famous figures who lived in them, such as Napoleon’s sister Paolina Bonaparte, Amadeus VI nicknamed the Green Count of Savoy. Or a monumental residence once home to Oscar Wilde that stands on the edge of the sea, with

September

Good Style Magazine

65


Due Frati a Posillipo si erge la monumentale dimora, che fu residenza di Oscar Wilde. La maestosità degli spazi, alternate ad ampie altezze che riflettono il blu circostante del golfo partenopeo, con all’orizzonte la sagoma delle rinomate isole, così si presenta l’appartamento, posto al secondo piano di un palazzo d’epoca, dominante il mare circostante, emblema di unicità. Dal disimpegno d’ingresso si accede tramite una scalinata al primo salone, dove otto vetrate di cui cinque ad arco, si dipingono del magico skyline di Napoli, il profilo del Vesuvio e la collina di Posillipo, nella sua inconfondibile rappresentazione naturale. Dal salone si raggiunge la cucina, per poi accedere all’incantevole terrazzo al livello adagiato

66 Good Style Magazine

September

a breathtaking glimpse of San Pietro ai Due Frati in Posillipo. This truly unique apartment is located on the second floor of a historic palazzo, and is dominated by the surrounding sea; majestic spaces and high ceilings reflect the Neapolitan gulf’s shades of blue, and silhouettes of the famous islands can be seen on the horizon. The entryway gives way to a staircase and then the first hall, where eight windows – five of them arched – depict Naples and its magical skyline, an unmistakable natural representation of Vesuvius’ profile and Posillipo. The living room connects to the kitchen and then leads to an enchanting terrace right over the sea, always radiant and illuminated by the sun’s rays. An antique arched door with handmade glass opens into the dining room, overlooking the long external balcony that becomes one with the coastal shades. The


ICONIC HOTEL

Parto.

Non dimenticherò né la via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo. (Stendhal)

I’m leaving. I’ll never forget via Toledo nor the other neighborhoods in Naples; in my opinion it is, without comparison, the most beautiful city in the universe. (Stendhal)

sul mare, sempre illuminato dai raggi solari. Un’antica porta ad arco con vetri lavorati a mano conduce nella sala da pranzo, affacciata sulla lunga balconata che circonda tutta la zona di rappresentanza. Tradizionale pavimento in cotto con maioliche dipinte a mano, assieme ai tre ampi archi del salone che conducono alla balconata esterna, diventano un tutt’uno con le nuance cromatiche della costiera. La zona notte è composta da tre camere da letto e tre bagni, mentre la master room ha al suo interno un’anticamera adibita a salottino con travi d’epoca a vista.

balcony wraps around the living area with three large arches and antique terracotta floors featuring hand-painted majolica. The sleeping quarters consist of three bedrooms and three bathrooms, and the master bedroom has an antechamber with exposed beams that can be used as a sitting room.

Last but not least, there is a roof terrace of about 400 square meters that offers a full view of the city.

A chiosa, un terrazzo di copertura di circa 400 metri quadrati dal quale si gode una visione di tutta la città.

italy-sothebysrealty.com September

Good Style Magazine

67


ICONIC FRAGRANCE

68 Good Style Magazine

September


ICONIC FRAGRANCE

ESSENZA ESSENZA del MARE del MARE Asia Bernardini

Qualcosa

di più di una fragranza, una vera e propria essenza, quella del mare. Tra i profumi inebrianti delle piante dell’isola e la brezza del vento che issa le vele, si sprigionano le soavi note di Acqua dell’Elba: il messaggio nella bottiglia, donatoci dal mare, restituire quell’emozione ricreandola in un profumo.

O

ggi, a distanza di 18 anni, Acqua dell’Elba conta 28 monomarca (19 all’Isola d’Elba e 9 nelle vie più prestigiose delle città di Roma, Firenze, Siena, Lucca, Venezia, Como e Palermo) e una rete di distribuzione di 580 profumerie dislocate su tutto il territorio nazionale. Un’impresa familiare, Fabio, Chiara e Marco, con un sogno in comune: far rivivere all’Elba, grazie all’eccellenza dei migliori maestri profumieri, la magia della bottega rinascimentale toscana. La maestria dell’eccellenza racchiusa in soavi momenti sensoriali. “Estranei alle sirene delle mode passeggere e dei lussi effimeri continuiamo il nostro viaggio per portare bellezza nella vita delle persone. Ispirandoci ai valori di sempre, improntati alla semplicità, alla qualità, alla creatività e all’orgoglio artigiano”. Ultima creazione, la Linea Yachting, un bouquet unico per vivere a pieno tutta la bellezza del mare, composto da manufatti storici Acqua dell’Elba e nuovi prodotti creati per gli amanti del mare e della nautica.

ENGLISH TEXT

Essence of the Sea The smell of the sea is something more than just a fragrance - it is a true essence. The pleasing notes of Acqua dell’Elba are found amidst intoxicating aromas of the island’s plants and a soft breeze that fills the sails. A clear goddess: a message in a bottle given to us by the sea, bringing back that island feeling by recreating it in a perfume. Today, after 18 years, Acqua dell’Elba has 28 single brand retail stores (19 on Elba Island and 9 on the most prestigious streets of Rome, Florence, Siena, Lucca, Venice, Como, and Palermo) and a distribution network of high-quality perfumeries spread throughout Italy. It is a family business founded by Fabio, Chiara, and Marco with a dream in common: to bring the magic of Tuscan Renaissance workshops back to life on Elba Island, with the excellence and help of the best master perfumers.The mastery of excellence becomes transformed into moments that are pleasing to the senses.

September

Good Style Magazine

69


ICONIC FRAGRANCE

70 Good Style Magazine

September


U

Un’ eleganza armoniosa, che è possibile ritrovare anche a bordo con la delicatezza dei tessuti, la morbidezza delle creme corpo, la piacevolezza dei saponi, la magia delle candele e la poesia dei profumi d’ambiente.

Per un’esperienza indimenticabile, frutto della ricerca e dell’innovazione costanti di un’azienda che da sempre si pone come l’autentica interprete delle sensazioni e delle evocazioni del mare. La linea si aggiunge ad un’offerta variegata, rappresentata dalle sei storiche linee di parfum (Classica, Arcipelago, Blu, Bimbi, Sport, Essenza di un’Isola), dai prodotti corpo (creme corpo, gel doccia shampoo, saponi, deodoranti, salviette), dagli accessori (beauty, teli, parei, bermuda) e dai prodotti per la profumazione d’ambiente (profumatori d’ambiente, profumi d’ambiente, candele profumate, gessi profumati).

“Salpando l’ancora in quella luminosa mattina di maggio, di certo non ci aspettavamo che la fresca brezza dell’Isola d’Elba ci avrebbe accompagnato in un viaggio così straordinario”.

“Strangers to the temptations of passing fashions and fleeting luxuries, we continue our journey to bring beauty into people’s lives. We are inspired by enduring values, marked by simplicity, quality, creativity, and artisanal pride.” “Yachting” is the latest line – it is a unique bouquet created to let you fully experience the sea’s beauty in its entirety, composed of memorable Acqua dell’Elba products as well as new products created for lovers of the sea and all things nautical. It creates a harmonious elegance on board with delicate textiles, delightfully soft body creams, pleasant soaps, magical candles, and a unique poetry created by fragrances that envelop you. It offers an unforgettable experience, the result of constant research and innovation from a company that has always been an authentic interpreter of the sea and the feelings it evokes. This new line joins an already rich collection of 6 historic perfume lines (Classica, Arcipelago, Blu, Bimbi, Sport, Essenza di un’Isola) as well as body products (body creams, shower gel, soaps, deodorants, wipes), accessories (beauty, towels, sarongs, the Bermuda folding bike), and home fragrances (home fragrances and diffusers, scented candles, scented plasters).

“Setting sail on that bright May morning, we certainly did not expect that the fresh breeze from Elba Island would have taken us on such an extraordinary journey.” acquadellelba.it September

Good Style Magazine

71


ICONIC YACHT

CANNES YACHTING FESTIVAL RETURNS Chiara Melani

In programma dall’11 al 16 settembre 2018, il Cannes Yachting Festival prevede già più di 50.000 visitatori dal mondo, pronti ad ammirare le 600 barche in mostra.

achts 72 Good Style Magazine

September

D

Dall’altro lato della Croisette, a soli sette minuti dal porto di Port Vieux, Port Pierre Canto accoglierà gli yacht di seconda mano dai 22 ai 65 metri nell’area di intermediazione.


ICONIC YACHT

I

l Cannes Yachting Festival è stato il primo ad aver luogo nel calendario internazionale della nautica dal 1977, capofila della stagione con il maggior numero di nuovi lanci di modelli e design innovativi. Più di 100 barche faranno la loro prima mondiale allo show, lungo la celebre Croisette. Riconosciuto come uno dei più importanti eventi nautici internazionali e il più grande spettacolo in Europa, il Cannes Yachting Festival è noto per il suo eclettismo e la ricchezza di imbarcazioni presentate in una vasta gamma di dimensioni. Dopo il successo del lancio della Luxury Gallery, ancora una volta, i marchi di lusso, si susseguiranno durante la manifestazione: orologi, gioielli, moda e accessori, design, arte, prodotti e servizi high-tech. Dall’altro lato della Croisette, a soli sette minuti dal porto di Vieux Port, Port Canto accoglierà gli yacht di seconda mano dai 22 ai 65 metri, nell’area di intermediazione. Stesso appuntamento per il Concours d’Elégance, uno show unico di rare imbarcazioni d’epoca e moderne nel cuore della Cote d’Azur. Questo evento, in programma sabato 15 settembre alle 16.00, è un fiore all’occhiello, emblema di lusso dello show, con libero accesso ai visitatori. Ancora una volta, il brand supercar Maserati, ha riconfermato la sua presenza come partner ufficiale del Festival. Tutti i titolari di carte VIP e Riviera potranno godere di un servizio di auto di cortesia da Nizza al Festival, comodamente sulla prestigiosa “Casa del Tridente”.

Nel cuore del Cannes Yachting Festival, nella lounge Maserati, i visitatori possono esplorare gli ultimi modelli in mostra.

ENGLISH TEXT

The Cannes Yachting Festival - scheduled from September 11 to 16, 2018 - is already expecting more than 50,000 visitors from around the world, coming to admire the 600 boats on display.The Cannes Yachting Festival was the first to take place in the international nautical world back in 1977, and is now the season leader with the largest number of new model launches and innovative designs. More than 100 boats will make their world premiere at the show held along the famous Boulevard de la Croisette. Recognized as one of the most important nautical events in the world, as well as the largest on water show in Europe, the Cannes Yachting Festival is known for the eclecticism and wealth of the wide range and dimensions of boats presented. Following the successful launch of the Luxury Gallery, luxury brands of watches, jewelry, fashion and accessories, design, art, products, and high-tech services will once again be present at the show. Just seven minutes from Vieux Port on the other side of the Croisette, Port Canto will host second hand yachts from 22 to 65 meters in the brokerage area. The Concours d’Elégance competition is a unique show of rare vintage and modern boats up to 12m in the heart of the French Riviera. This unique event is the show’s luxury flagship, and is scheduled for Saturday, September 15 at 4 pm. The Concours d’Elégance is free access to the visitors and to the participants. Luxury car brand Maserati has confirmed its presence as official partner of the Cannes Yachting Festival this year. All VIP and Riviera cardholders are offered a car service from Nice to the Festival, courtesy of Maserati. And in the Maserati lounge in the center of the Festival, visitors can admire and explore its latest models on display.

cannesyachtingfestival.com September

Good Style Magazine

73


ICONIC YACHT

Latona exterior view

CRN LATONA 50

V

Delfina Remi

Varata a febbraio e consegnata a maggio, M/Y Latona 50 metri sarà presentata come première internazionale al Salone nautico del Principato di Monaco il prossimo 26-29 settembre, esaltazione dell’artigianalità e dell’eccellenza del Cantiere italiano. Ideato dalla collaborazione tra l’Ufficio Tecnico e l’Ufficio Interiors&Design di CRN con lo studio Zuccon International Project, trae la sua fonte d’ispirazione dalla storica “SuperConero” degli anni Sessanta, evolvendo in uno yacht dislocante in acciaio e alluminio dallo stile classico delle linee esterne e dai dettagli ricercati degli interiors. Cinque ponti, 50 metri di lunghezza, 9,2 metri di baglio e un gross tonnage inferiore a 500 GT, si traducono in un raro equilibrio tra le linee filanti degli esterni, la prua slanciata, gli ampi volumi degli interni e il raffinato color azzurro dello scafo. Con uno stile Liberty e i dettagli artigianali, scelti uno a uno dal suo Armatore, regalano continuità a tutti i ponti tra linee fluide e sinuose. ENGLISH TEXT

Launched in February and delivered in May, the 50-meter M/Y Latona will be on display as a worldwide premiére at the boat show in the Principality of Monaco from September 26 to 29. It is a celebration of the Italian shipyard’s excellence and craftsmanship. Created in collaboration between CRN’s Engineering Department and Interiors & Design Department together with Zuccon International Project, inspiration for this vessel was drawn from the historic “SuperConero” from the 1960s. It evolved into a steel and aluminium displacement yacht, featuring a classical style in the outer lines and refined details in the interiors. At 50 meters in length with five bridges, a beam of 9.2 meters, and a gross tonnage below 500 GT, the M/Y Latona

74 Good Style Magazine

September


CRN Latona 50m

Living area

September

Good Style Magazine

75


Vipcabin

A bordo, l’Armatore e i suoi ospiti possono godere del massimo comfort, grazie alle soluzioni progettuali implementate da CRN: il balcony utilizzabile in crociera e la terrazza della suite armatoriale consentono di vivere momenti di assoluta privacy in perfetta sinergia con il mare circostante. A poppa l’esclusiva tender bay, un’ampia zona living open air, integrata al beach club, permette di trascorrere piacevolmente il tempo nell’area lounge, nella zona solarium oppure nell’hammam, così come immergersi nella piscina indoor, che si trasforma in garage allagabile quando entra il tender. Uno yacht dalla forte personalità, realizzato seguendo interamente la visione dell’Armatore, in un’essenziale connubio fra la funzionalità degli spazi esterni ed interni e il design distintivo degli interiors. displays a rare balance between the exterior’s slender lines, the streamlined bow, spacious interior volumes and the hull’s refined light-blue. The Art Nouveau style and handcrafted details, selected one by one by the owner, give continuity to the decks distinguished by flowing and sinuous lines. On board, the owner and guests can enjoy the utmost comfort thanks to design solutions by CRN: a balcony that can be used even when cruising, and the master suite’s terrace allow for total privacy in perfect synergy with the surrounding sea. Aft, there is the exclusive tender bay – a large open air living area integrated in the beach club – allowing for time pleasantly spent in the lounge area, solarium or hammam, as well as an indoor pool, which converts into a float-in garage where tenders enter. It is a yacht with a strong personality, built completely according to the owner’s vision, skillfully combining exterior and interior functionality together with unique interior design.

crn-yacht.com

76 Good Style Magazine

Panoramic salon

September


Ca’ Sagredo Hotel vincitore della Venice Hospitality Challenge 2017 con i Fratelli Benussi. Maxi Yacht: Spirit of Porto Piccolo

September

www.casagredohotel.com

Good Style Magazine

info@casagredohotel.com

77


ICONIC RESORT

MIRAGGI ONIRICI Asia Bernardini

F

Fughe da sogno, personalizzabili e flessibili ai Four Seasons Hotels and Resorts ad Anguilla, Orlando e Bahamas, per i viaggiatori NetJets. “Condividiamo con NetJets la profonda conoscenza del consumatore di alto livello, tanto da garantire un prodotto unico nel mercato”, afferma J. Allen Smith, Presidente e CEO di Four Seasons Hotels and Resorts. “Le nuove proposte di viaggio che abbiamo creato offrono agli ospiti la stessa flessibilità e libertà di un viaggio a bordo di un jet privato NetJets, cui si aggiunge il leggendario servizio di Four Seasons. Grazie a questa collaborazione siamo in grado di proporre sempre nuove esperienze nel mondo Four Seasons, create su misura in base ai desideri di ogni singolo viaggiatore”. Anguilla, Orlando e Bahamas, esotiche mete in cui i proprietari NetJets potranno atterrare e vivere una straordinaria esperienza nei Resort Four Seasons: trasporto aereo con accesso da 5.000 diversi aeroporti di 170 Paesi nel mondo, unito al pernottamento di lusso negli Hotel e Resort Four Seasons. “La nostra collaborazione con Four Seasons ci permette di offrire un’eccezionale esperienza di viaggio privato unita a un’ospitalità senza pari. Questi nuovi itinerari sono solo l’ultimo esempio del nostro costante impegno nel garantire proposte altamente tailor-made”, dichiara Patrick Gallagher, EVP Sales and Marketing di NetJets.

Dall’ accesso alla flotta privata di NetJets, la più grande al mondo, all’ accoglienza Four Seasons, che aggiunge alla sua offerta un servizio concierge dedicato, in grado di personalizzare ogni itinerario, trasformandolo in una esperienza onirica. ENGLISH TEXT

Dreamlike Mirages Experience a dream escape that is both customizable and flexible at Four Seasons Hotels and Resorts in Anguilla, Orlando, and the Bahamas – for NetJets travelers. “Together with NetJets, we’ve combined our intimate knowledge of the luxury consumer to offer a product that is truly unmatched in the market,” says J. Allen Smith, President and CEO, Four Seasons Hotels and Resorts. “Our new single-property packages offer guests the same ease and flexibility of a NetJets private aviation experience alongside signature Four Seasons service and quality. These new NetJets experiences deliver a custom-made Four Seasons escape designed and inspired by the preferences of our luxury travelers.” NetJets owners can land and experience something truly extraordinary at Four Seasons Resorts in exotic destinations such as Anguilla, Orlando, and the Bahamas. Air transport with access from 5,000 airports in 170 countries around the world is combined with luxury accommodations from Four Seasons. “Our collaboration with Four Seasons delivers an exceptional private aviation experience with the best in luxury hospitality. These new package concepts are the latest example of our ongoing commitment to innovation in customized luxury travel,” says Patrick Gallagher, NetJets EVP of Sales and Marketing. It offers access to the NetJets private fleet – the largest in the world – and Four Seasons hospitality, which even adds a dedicated concierge service to customize every itinerary

78 Good Style Magazine

September


ICONIC GOURMAND

September

Good Style Magazine

79


ICONIC RESORT

Non solo attivitĂ a terra, ma anche in volo, gli ospiti NetJets e Four Seasons possono scegliere gli orari preferiti dei voli, che sono flessibili in base alle disponibilitĂ , per lasciare spazio a qualsiasi cambiamento last minute; ideali per fughe di coppia, in famiglia o tra amici, i voli NetJets possono ospitare fino a 14 viaggiatori, in base alla tipologia del velivolo. into a one-of-a-kind experience. In addition to personalizing the experience on the ground, this is also available for flights: guests of NetJets and Four Seasons can choose preferred flight schedules which are flexible based on availability, leaving room for any last-minute modifications.Ideal for intimate escapes, family vacations, or getaways with friends, NetJets flights can accommodate up to 14 passengers traveling together, depending on the type of aircraft.

The three new Four Seasons and NetJets travel packages are valid through July 31, 2019. All offers are subject to availability at the time of reservation, and are not valid in conjunction with other offers. per prenotazioni: fourseasons.com/netjets netjets.com.

80 Good Style Magazine

September

Tra le nuove

proposte di viaggio Four Seasons e NetJets sono valide fino al 31 luglio 2019, soggette a disponibilitĂ al momento della prenotazione e non sono cumulabili.


Fashion Editor Rosanna Trinchese - hair stylist Roberto Rosini@rophair - fashion assistant Denise Denegri make up Accademia Liliana Paduano - beachwear ChiaraMosca - hat La stramberia- eyewear Claro - jewels Miriam Nori

TENUTA BELLAVISTA INSUESE - Oasi Spondone Via Delle Vedute - Loc. Guasticce 57017 Collesalvetti (Livorno) September Good Style Magazine 81 info@tenutabellavistainsuese.it - tel. +39 393 1457100


ICONIC JET

82 Good Style Magazine

September


ICONIC JET

EXPANDS GLOBAL NETWORK Delfina Remi

Leader globale nell’aviazione, Jetex è conosciuta per offrire soluzioni di viaggio flessibili e di prim’ordine ai clienti di tutto il mondo. FBO eccezionali, rifornimento di aeromobili, assistenza a terra e pianificazione globale dei viaggi, rivolta ad una clientela d’élite, tra proprietari e operatori di business, jet per viaggi aziendali, commerciali e personali. Esclusività è la parola d’ordine. Recentemente è stata annunciata la firma del Memorandum of Understanding (MOU) con la società di gestione aeroportuale di AERIA, quale unico operatore FBO esclusivo e manager dell’FBO di nuova costruzione ad Abidjan, la capitale economica della Costa d’Avorio. “Abbiamo scelto Abidjan perché è una potenza economica per l’Africa occidentale. È una città urbanizzata e industriale”, afferma il Presidente Jetex (Europa) Salem Youssef. “Siamo entusiasti di offrire un servizio VIP e diventare il primo a farlo nella regione. Non vediamo l’ora di accogliere i passeggeri nel nostro nuovo FBO”. Ancora, Jetex aprirà un nuovo FBO adiacente al terminal principale dell’aeroporto di Dublino. “L’Irlanda si sta preparando ad un’impennata del traffico aereo nei prossimi anni”, ha dichiarato Adel Mardini, CEO e Presidente di Jetex. “Siamo entusiasti di espandere la nostra rete FBO ed includere Dublino”. E non solo, di seguito l’intervista rilasciata a Good Style Magazine da Adel Mardini, CEO e Presidente di Jetex, per entrare nel dettaglio nell’universo dell’aviazione privata. Può illustrare in breve la filosofia e la missione della sua azienda? Su quale modello di business? Jetex è più di una compagnia privata di supporto aereo. Siamo anche un marchio di viaggi di lusso. La nostra missione è rivoluzionare il viaggio dei jet privati seguendo ogni sua fase, dal terminal al volo, fino alla destinazione, in modo sempre più veloce, più facile e più piacevole. Ci piace affermare che “completiamo” il viaggio. Quali sono i vantaggi dell’utilizzo di un jet? In che cosa Jetex si differenzia rispetto alle altre compagnie? L’uso di jet privati ha così tanti vantaggi. I jet possono essere condotti in destinazioni che gli aerei commerciali non possono raggiungere. Le persone che viaggiano in aereo evitano i terminal affollati e le linee di sicurezza dei terminali commerciali. Quindi l’esperienza è molto più rilassata e piacevole. Spesso non richiedono pianificazione preventive, ed è un bene per le persone a cui piace semplicemente decidere di fare le valigie e partire, viaggiare secondo un programma personalizzato. Jetex va oltre la fornitura di un servizio. Eleva l’esperienza di viaggio al di là di ogni aspettativa. ENGLISH TEXT

A global leader in aviation, Jetex is recognized for delivering flexible, top-notch trip support solutions to customers worldwide. Jetex provides exceptional FBOs, aircraft fueling, ground handling, and global trip planning. It caters to an elite clientele including owners and operators of business jets for corporate, commercial, and personal air travel. The password is exclusivity. Jetex recently announced that a Memorandum of Understanding (MOU) was signed with AERIA airport management company to be the exclusive FBO operator and manager of newly built FBO in Abidjan, the economic capital of the Ivory Coast. “We chose Abidjan because it is an economic powerhouse for West Africa. It’s a very urbanized and industrial city,” said Jetex President (Europe) Salem Youssef. “We are excited to offer VIP service and become the first to do so in the region. We’re looking forward to welcoming passengers at our new FBO very soon.” In addition, Jetex will also be opening a new FBO adjacent to the main terminal at Dublin Airport in Ireland. “Ireland is preparing for a surge in air traffic in the coming years,” said Adel Mardini, Jetex CEO and President. “We’re excited to expand our FBO network to include Dublin.” Adel Mardini also gave an exclusive interview to Good Style Magazine, going into details about the universe of private aviation. Can you briefly illustrate the philosophy and mission of your company? On which business model? Jetex is more than a private flight support company. We’re also a luxury travel brand. Our mission is to revolutionize private jet travel by making every step of the journey—from the terminal to the flight and through the destination—faster, easier, and more pleasurable. We like to say, we complete the journey.

September

Good Style Magazine

83


ICONIC JET

Qual è il vostro target di riferimento? Chi è il vostro cliente tipo? Il nostro target di riferimento sono compagnie charter, società di gestione dei jet e tutti coloro che amano viaggiare bene. Quanto è importante la ricerca e lo sviluppo per questo settore? È importante sapere quale tecnologia è disponibile per migliorare l’esperienza di viaggio. Jetex è la prima compagnia aerea nella regione a impegnarsi in infrastrutture per supportare gli aerei elettrici, perché pensiamo che gli aerei a propulsione elettrica avranno un posto nel futuro dell’aviazione. What are the advantages of using a jet? How does Jetex differ from other companies? The use of private jets has so many advantages. Jets can get you to destinations where commercial aircraft don’t go. People who travel by jet avoid the crowded terminals and security lines of commercial terminals. So the experience is much more relaxed and enjoyable. It often requires less planning than does flying commercial so it’s good for people who like to just pack and go. You get to travel on your own schedule. Jetex goes beyond providing a service. We want to elevate the experience. Make travelling even better than you thought it could be. What is your target audience? Who is your typical customer? Our target audience is charter companies, jet management companies and anyone who cares about travelling well.

Adel Mardini, CEO e Presidente Jetex

A

How important is research and development for this sector? It’s important to know what technology is available to improve the travel experience. Jetex is the first aviation company in the region to commit to infrastructure to support electric aircraft, because we see electric propelled aircraft having a place in the future of aviation.

jetex.com

“Abbiamo scelto Abidjan perché è una potenza economica per l’Africa occidentale. È una città urbanizzata e industriale”, afferma il Presidente Jetex (Europa) Salem Youssef.

84 Good Style Magazine

September


September

Good Style Magazine

85


ICONIC POLO

EXCLUSIVE ACCESS Asia Bernardini

In uno scenario incantevole nel cuore della penisola di Saint-Tropez, si svela lo charme e l’eleganza delle sontuose strutture e scuderie dello storico Polo Club di Saint-Tropez-Haras de Gassin.

Un luogo unico per vivere in un ambiente naturale, lontano dalla frenesia della quotidianità, dove da ogni prospettiva, non smetterà mai di sorprenderti.

86 Good Style Magazine

September


ICONIC POLO

ENGLISH TEXT

In the heart of the enchanting Saint-Tropez peninsula, true charm and elegance is unveiled at the luxurious structures and stables of the historic Polo Club Saint-Tropez-Haras de Gassin.

Un’istituzione internazionale per l’eccezionale qualità dei giocatori, squadre, proprietari, cavalli così come i membri del club sportivo. Quattro campi in erba naturale per una competizione di alto livello, ma non solo polo: uno sguardo al benessere. Crioterapia, palestra all’avanguardia, coaching (yoga, spinning, pilates ...), piscina riscaldata, paddle, tennis, al fine di creare uno spazio per un’esperienza totale dedicata allo sport, al benessere e al relax per tutto l’anno.

The international establishment is known for its exceptional quality of players, teams, owners, horses, and sports club members. There are four natural grass fields for high-goal competition, but the club offers so much more than just polo: it is a glimpse into total wellness. The club also features cryotherapy, a state of the art gym, classes (yoga, spinning, pilates), a heated pool, paddle tennis, tennis, and other activities making it a place to experience total dedication to sport, wellness, and relaxation all year round.

September

Good Style Magazine

87


ICONIC POLO

Le nuove infrastrutture si amalgamo con la natura circostante per un relax ineguagliabile… una punta di diamante incastonata in 247 acri di verde tra le insenature del Golfo di Saint-Tropez. Alternato momenti di competitività dell’antico Sport dei Re con prelibatezze di sapori argentini e peruviani presso il Ristornate Polo 1999.

Un luogo unico per vivere in un ambiente naturale, lontano dalla frenesia della quotidianità, dove da ogni prospettiva, non smetterà mai di sorprenderti.

The new infrastructure blends well into natural surroundings, offering unparalleled relaxation. This crown jewel is embedded in 247 acres of greenery among the coves of the Gulf of Saint-Tropez. Unwind from the competitiveness of the Sport of Kings by tasting Argentinean and Peruvian delicacies at Restaurant Polo 1999. It is truly a unique place to experience complete relaxation surrounded by nature, far away from the hustle and bustle of everyday life. Every aspect will never cease to amaze you.

polo-st-tropez.com

88 Good Style Magazine

September


Auleum, The beauty of oil A precious, almost untouchable idea, to be contemplated like an original gem, rather than being tasted

www.auleum.com September

Good Style Magazine

89


ICONIC GOLF

WE BELIEVE IN GOLF M.T.

T

Tra gli altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna, precisamente nella conca di Costa a 1200 metri di altitudine, sorge il campo da golf a 18 buche del Golf Club Folgaria. Il tracciato si sviluppa su 5.457 metri di lunghezza con un par 72, così diviso quattro par 3, dieci par 4 e quattro par 5. La struttura è dotata, inoltre, di un Driving Range, un Pitching Green, un Putting Green e una Club House. Al Golf Club si organizzano frequentemente delle gare durante i weekend e lezioni individuali di golf tenute dai maestri esperti della scuola. Il Golf Club Folgaria è anche il primo e l’unico campo da Footgolf presente in Trentino Alto Adige. Questo sport di precisione, che consiste nel mandare un pallone da calcio in una buca dal diametro di circa 50 centimetri nel minor numero di colpi possibili, sta diventando sempre più popolare tra i golfisti. Il percorso è fiancheggiato da una passeggiata che porta al biotopo di Ecchen ed è molto vario, dotato da una personale peculiarità in quanto si snoda in un ambiente il cui panorama cambia più volte alternandosi tra prati, foreste e biotopo. Il tracciato, ritenuto tecnicamente non difficile, è assai movimentato e corre sugli stessi pendii che d’inverno divertono gli sciatori alle prime armi che frequentano il campo scuola.

La Club House è ricavata all’interno del Maso Spilzi, tipica costruzione rurale trentina del ‘700 a suo tempo abitata da popolazioni di origine cimbra.

ENGLISH TEXT

Golf Club Folgaria, an 18-hole golf course, is nestled at 1,200 meters among the highlands of Folgaria, Lavarone, and Luserna, in the Costa Valley. The layout is spread over 5,457 meters in length with a par 72, divided into four par 3, ten par 4, and four par 5. The structure is also equipped with a driving range, pitching green, putting green, and clubhouse. Golf Club Folgaria frequently organizes competitions at the weekends and offers individual golf lessons from the school’s expert instructors. Golf Club Folgaria is also the first and only footgolf course in Trentino Alto Adige. Footgolf is a precision sport in which players kick a soccer ball, or football, into a 50 cm hole in as few shots as possible, and is becoming more and more popular with golfers. The course is next to a path leading to the Ecchen biotope: it is incredibly diverse and special as it winds through an environment that often changes between meadows, forests, and biotope. The course is considered not difficult technically, but it is quite lively and runs over the same slopes where novice skiers have fun learning in the winter.

The clubhouse is located inside Maso Spilzi, an 18th-century rural building typical of Trentino, once inhabited by the Cimbri people. golfclubfolgaria.it

90 Good Style Magazine

September


IL SALOTTO DI MILANO

SHOPPING HOUSE

2, Via della Spiga, Milan 3rd floor, intercom 8 - 20121 Italy September Good Style Magazine 91 Phone: +39 02 76317715 | www.salottomilanese.com | info@salottomilanese.com


ICONIC FLY

MILANO PRIME Chiara Melani

N

el cuore della città meneghina, Linate Prime è il primo aeroporto di Business&General Aviation in Italia e il 5° in Europa in termini di movimenti di aeromobili. L’aeroporto vanta strutture di livello mondiale per operare e supportare le attività di volo, insieme a una vasta gamma di servizi premium per equipaggi e persone. Snodo internazionale, crocevia di business, raccontato nell’intervista che segue da Chiara Dorigotti, General Manager Milano Prime. Milano Prime gestisce tutte le infrastrutture generali dell’aviazione. Come nasce? Milano Prime nasce nel 2015 in seguito all’acquisizione da parte di SEA SpA (la società che gestisce gli scali milanesi) delle società ATA, avvenuta nel dicembre 2013. A seguire, un’operazione di rebranding e di restyling dell’aeroporto di business aviation Linate Prime e di completa rivisitazione del business model. Milano Prime è il brand che oggi identifica gli aeroporti di Business&General Aviation di Linate Prime e Malpensa Prime. Quali sono i servizi che offre? Milano Prime gestisce tutte le infrastrutture aeroportuali a Linate Prime e a Malpensa Prime, compresi i terminal, undici hangar per complessivi 29.000 metri quadri, le lounge passeggeri e equipaggio e il BMW Business Centre. Con oltre 21.000 movimenti nel 2017, Linate Prime è il primo scalo di Business&General Aviation a Milano. Insieme a Malpensa, Milano è la quinta destinazione europea di Business&General Aviation in Europa. Quali i punti di forza e competitività di Milano Prime rispetto agli altri scali? La mission di Milano Prime è quella di offrire servizi di alto livello ai propri clienti, business o privati, ai passeggeri e agli equipaggi, in linea con le best practice internazionali. Per venire incontro alle esigenze dei nostri clienti e ampliare l’offerta dei servizi, continuiamo a fare investimenti e, dove non forniamo il servizio direttamente, ci avvaliamo di partner qualificati.

Chiara Dorigotti, General Manager Milano Prime

L

Linate Prime, con il suo posizionamento unico in Europa a meno di 7 chilometri dal centro della città, rappresenta la base per sviluppare anche Malpensa Prime, che completa l’accessibilità per i passeggeri e gli operatori di Business&General Aviation alla città di Milano, collegandoli con il cuore della Lombardia e dell’Europa.

92 Good Style Magazine

September

ENGLISH TEXT

In the heart of Milan, Linate Prime is the first Business&General Aviation airport in Italy and the 5th in Europe in terms of aicrafts movements. The airport boasts world-class facilities to operate and support flight activities, along with a wide range of premium services for passengers and crew. It is an international hub and a crossroad for business, as described in the following interview with Chiara Dorigotti, General Manager at Milano Prime. Milano Prime manages all of the General Aviation infrastructures. How did it begin? Milano Prime was founded in 2015 following the acquisition of the ATA company by SEA SpA (the company that manages Milan’s airports), which took place in December 2013. Immediately after the acquisition, the rebranding and the restyling of Linate Prime and a complete review of the business model started. Today, Milano Prime is the brand that identifies Linate Prime and Malpensa Prime Business&General Aviation airports. What services are offered? Milano Prime manages all the airport infrastructures at Linate Prime and Malpensa Prime, including terminals, eleven hangars totaling 29,000 square meters, passengers and crew lounges and the BMW Business


Malpensa prime, render airside

Il 2018, per Linate Prime, si è aperto all’insegna del consolidamento di partnership già esistenti e di apertura verso nuove, importanti collaborazioni, come quella che ha visto Leonardo Elicotteri, player globale nei settori ad alta tecnologia e tra i maggiori operatori mondiali nei settori dell’Aerospazio, Difesa e Sicurezza, aprire una base manutentiva nello scalo di Linate Prime in un hangar dedicato ad offrire manutenzione di linea per gli elicotteri AgustaWestland AW109 e AW139 per la clientela privata e commerciale. Il 2018 vedrà anche la progettazione del prossimo nuovo hangar, l’undicesimo, a Linate Prime. Dati di traffico dell’ultimo periodo? Il comparto della Business Aviation nel 2017 ha confermato tassi di crescita importanti in termini di movimenti, segnando un +3,7% a livello europeo e un +9,3% in Italia, che si posiziona come 4° mercato in Europa a livello di volumi di traffico. Nello specifico, Linate Prime ha registrato un aumento di traffico pari al 3% circa, confermando la propria leadership tra gli scali di business aviation del nostro Paese. Anche i primi mesi del 2018 confermano il trend di crescita per Milano Prime (+3% a giugno). Quali sono i mercati inbound e outbound più attivi? Milano Prime accoglie passeggeri da tutto il mondo. Le principali destinazioni, sia inbound sia outbound, sono le capitali europee ma con sempre più importanti volumi anche dal Nord America e dal Middle e Far East, grazie all’attrattiva della Lombardia e di Milano, che si conferma una delle principali mete turistiche e di business europee. Quali saranno i vantaggi che deriveranno dall’apertura del nuovo scalo business a Malpensa? Possiamo eleggerla a vera e propria “porta” del Made in Italy sul mondo? Linate Prime, con il suo posizionamento unico in Europa a meno di 7 chilometri dal centro della città, rappresenta la base per sviluppare anche Malpensa Prime, che completa l’accessibilità per i passeggeri e gli operatori di Business&General Aviation alla città di Milano, collegandoli con il cuore della Lombardia e dell’Europa. Questo ci consentirà di sviluppare il mercato al pieno del suo potenziale, offrendo un servizio di eccellenza.

Center. Linate Prime is the first Business&General Aviation airport in Milan, with over 21,000 movements in 2017. Together with Malpensa, Milan is the fifth European destination for business and general aviation in Europe. What are Milano Prime’s strengths and competitive edge in comparison to other airports? Milano Prime’s mission is to offer high-level services to its customers, business or private, to passengers and crew members, in line with the best international practices. To meet the needs of our customers and expand our services, we continue to make investments, and where we don’t directly provide the service, we use qualified partners. In 2018, Linate Prime has started consolidating existing partnerships and creating new, important collaborations, such as the one with Leonardo Helicopters, a global player in the high-tech sector and one of the leading international operators in aerospace, defense, and security. This collaboration opened a maintenance base at the Linate Prime airport in a hangar dedicated to offering line maintenance for Agusta Westland AW109 and AW139 helicopters, for both private and business customers. In 2018, an upcoming new hangar will also be designed, the eleventh at Linate Prime. Can you give us traffic data for the last period? The business aviation sector confirmed significant growth rates in 2017 in terms of movements, marking a 3.7% increase at the European level and 9.3% growth in Italy, which is positioned as 4th in the European market in terms of traffic volume. Specifically, Linate Prime recorded an increase in traffic of approximately 3%, confirming its leadership among Italian business aviation airports. The first months of 2018 have confirmed the growth trend for Milano Prime (+3% in June). What are the most active inbound and outbound markets? Milano Prime welcomes passengers from all over the world. The main destinations, both inbound and outbound, are European capitals. But North America and the Middle and Far East are also increasing in volume, thanks to the attraction of Lombardy and Milan which are popular destinations for tourists and European business. What advantages will come from opening a new business airport at Malpensa? Can we declare it as a true “door” to the world for Made in Italy business? With its unique position in Europe at less than 7 kilometers from the city center, Linate Prime is the base for the development of Malpensa Prime as well, which completes accessibility for passengers and operators of Business&General Aviation to the city of Milan, linking them with the

September

Good Style Magazine

93


Lounge

Che cosa sono gli empty leg? Gli “empty leg” sono letteralmente le tratte dei voli vuote: si stima che circa il 30% dei voli realizzi la tratta di ritorno senza passeggeri, perché prenotati per una sola direzione. Alcune compagnie di aerotaxi offrono, quindi, la possibilità di viaggiare a prezzi scontati. In Italia, ad esempio, prenotare un volo “empty leg” permette a chi può viaggiare last minute di risparmiare fino al 50-70% del costo del volo. Lo sviluppo del mercato delle empty leg è stato reso possibile anche dalla nascita di piattaforme - o vere e proprie app - che hanno reso questo mercato ancora più fruibile. Cosa rappresenta oggi l’aeroporto Business Aviation? Come si è evoluto? Progetti futuri? Per lo sviluppo infrastrutturale di Linate Prime e di Malpensa Prime è in programma un piano d’investimenti fino al 2022 di circa 20 milioni di euro, che prevede, tra l’altro, due nuovi hangar a Linate Prime e il nuovo scalo Malpensa Prime. Lo scalo sarà composto da una nuova struttura di circa 1.400 metri quadri, dedicata all’accoglienza di passeggeri ed equipaggi, un piazzale di circa 50.000 metri quadri e un hangar di 5.000 metri quadri, già operativo, per il ricovero di aeromobili di aviazione generale di ultima generazione. La struttura esterna del nuovo terminal di Malpensa Prime è concepita come un poliedro visibile e riconoscibile da qualunque punto di osservazione, sia da terra sia dall’aereo. L’interno sarà caratterizzato da finiture preziose per spazi comuni e lounge riservate, dove i passeggeri e gli equipaggi in arrivo e in partenza potranno godere di un’atmosfera rilassata, grazie a ricercati arredi e luci di design. Controlli e filtri di sicurezza dedicati completeranno il servizio.

94 Good Style Magazine

September

heart of Lombardy and Europe. This will allow us to develop the market to its full potential, offering a service of excellence. What are empty leg flights? “Empty leg flights” are literally the routes of empty flights: it is estimated that about 30% of flights make the return flight without passengers, because they book one way. Therefore, some airtaxi companies offer the possibility to travel at discounted fares. In Italy, for example, booking an empty leg flight allows those who can travel last minute to save up to 50-70% of flight costs. The development of the empty leg flights market has also been made possible thanks to the emergence of platforms – or apps – that have made this market even more available. What does the Business Aviation airport represent today? How did it evolve? What are your future projects? An investment plan of 20 million euros is planned through 2022 for the infrastructural development of Linate Prime and Malpensa Prime, and it includes two new hangars at Linate Prime and the new Malpensa Prime airport, among other things. The airport will consist of a new structure of about 1,400 square meters that will receive both passengers and crew, a 50,000 square meter apron, and an already operational 5,000 square meter hangar as a home for the latest generation General Aviation aircrafts. The exterior of Malpensa Prime’s new terminal has been designed as a polyhedron that is visible and recognizable from all directions, both on the ground and in the air. Inside, it will feature elegant finishes for common areas and exclusive lounges, where passengers and crew members both arriving and departing can enjoy a relaxed atmosphere, thanks to sophisticated furnishings and designer lighting. Dedicated security controls and filters will complete the service.

milanoprime.it


TA.BI: EMOTIONAL INTERACTION Get lost through an unbelievable experience when your product is placed on Ta.Bi.

September

tabi.spxlab.com

Good Style Magazine

95


96 Good Style Magazine

September


ICONIC AUTOMOTIVE

UNA PASSIONE INCONTENIBILE Chiara Melani

Uno

è il nipote del celebre Ferruccio Lamborghini, l’altro è il Presidente del prestigioso Lamborghini Club Italia. Reduci del suggestivo Evento BullDays, organizzato dall’agenzia di comunicazione, Venetia Communication, che ha visto un week-end all’insegna delle super car sfrecciare tra il Veneto e le strade del Collio, Fabio Lamborghini ed Andrea Nicoletto, svelano segreti della loro passione comune: la Lambo.

C

Chi è Fabio Lamborghini? Fabio Lamborghini è un maturo ragazzo che ha lavorato per 34 anni in una delle cinque aziende create dallo zio Ferruccio, la Lamborghini Bruciatori&Caldaie per l’ esattezza. Per circa venti anni ha seguito il museo storico di famiglia, raccontando personalmente la bellissima storia Lamborghini. Terminato questo incarico nel maggio 2016, ho avuto il piacere di essere invitato a eventi nazionali e internazionali. Quando possibile accolgo la richiesta di gruppi di persone in visita al museo della fabbrica che desiderano conoscermi, far loro da Cicerone, così come organizzo Test - Drive per guidare una Lamborghini o visitare la produzione delle supercar del “Toro”. Cosa ha rappresentato il marchio “Lamborghini” nell’immaginario collettivo? Lamborghini con le sue capacità imprenditoriali e il suo genio ha costruito prodotti di eccellenza in vari settori, apprezzatissimi dalla clientela, ma in particolare ha emozionato il mondo creando macchine da sogno, le sue storiche e mitiche Miura e Countach ancora oggi incantano.

ENGLISH TEXT

Unbridled Passion One is the nephew of well-known Ferruccio Lamborghini, while the other is President of the prestigious Lamborghini Club Italia: Fabio Lamborghini and Andrea Nicoletta. They have just returned from the spellbinding event Bull Days, organized by Venetia Communication, which was a weekend dedicated to the super car darting through the streets of Collio. Here Fabio Lamborghini and Andrea Nicoletta reveal the secrets of a shared passion: the Lambo. Who is Fabio Lamborghini? Fabio Lamborghini is a grown lad who has worked for 34 years in one of five companies created by his uncle Ferruccio: Lamborghini Bruciatori & Caldaie to be exact. For about twenty years, he personally cared for the family’s historic museum sharing Lamborghini’s beautiful history. Once finished with this task in May 2016, I had the pleasure of being invited to national and international events. Whenever possible, I grant friendly requests to meet me or show groups of people around the factory’s museum, as well as organize Lamborghini test drives or visits of the “Bull” supercar production.

Quali sono i ricordi di suo zio Ferruccio che lei si porta dietro? I ricordi sono tanti, principalmente ho vissuto mio zio Ferruccio nel contesto industriale oltre a quello privato. Ricordo una persona gioviale, di grande personalità, mi affascinavano i suoi racconti e mi stupivano i suoi giochi di prestigio che faceva talvolta in occasione di pranzi o cene.

What does the brand Lamborghini represent to the public? With its entrepreneurial skills and genius, Lamborghini has built excellent products in various sectors that clients greatly appreciate. But in particular, it has thrilled the world by creating dream cars, such as the historic and mythical Miura and Countach, still considered enchanting even nowadays.

Frank Sinatra era un grande amico di Ferruccio, acquistò la prima Miura arancione e la sua citazione fece il giro del mondo, ce la vuole raccontare? Sinatra era un vero intenditore di auto ed entusiasta della sua Miura P 400. In una cena di gala, fine anni ‘60, nel miglior

What memories of your uncle Ferruccio do you recall most fondly? There are many memories. Mainly, I remember my uncle Ferruccio in the context of the industry as well as in our family. I remember a jolly person, with a great personality; I was fascinated by his stories and I was amazed by magic tricks that he sometimes did during lunches or dinners.

September

Good Style Magazine

97


Q

ICONIC HOTEL

Quando possibile accolgo la richiesta amichevole di gruppi di persone in visita al museo della fabbrica che desiderano conoscermi e per far loro da Cicerone, così come organizzo Test - Drive per guidare una Lamborghini o visitare la produzione delle supercar del “Toro”.

Fabio Lamborghini

ristorante di New York davanti a circa 600 persone ricche e alcune di fama, ci fece un’ immensa pubblicità gratuita, disse: “Se vuoi essere qualcuno compra la Ferrari, se sei già qualcuno compra la Lamborghini”. Mitico Frank, grazie! L’Umbria è legata al nome Lamborghini, perché? Sì, l’ Umbria è legata a Lamborghini perché Ferruccio rimase favorevolmente colpito da questo territorio decidendo di farci un’azienda vitivinicola con agriturismo nel ‘68, prossima al lago Trasimeno. Tanti vini di qualità sono stati prodotti e continuano ad esserlo sotto il brand Lamborghini. Il vino top di Ferruccio fù il “Sangue di Miura” con il quale prese il premio come miglior vino rosso italiano, fantastico! Esistono imprenditori, in Italia, con una passione così forte da creare altrettanti marchi consolidati nel mondo? Assolutamente sì, sono sempre meno soprattutto per causa di una natalità calante da anni, ma l’Italia da sempre è culla di estro, genialità e impresa. La sua è passione, ma soprattutto dedizione, quale portavoce del brand Lamborghini, la invitano ovunque… il suo prossimo evento? Celebreremo i 50 anni della Espada & Islero, due eccellenti granturismo prodotte da mio zio nel ‘68. Sempre a settembre seguirà il “Trofeo di Comacchio” dove oltre alle Lamborghini saranno presenti auto storiche di altri marchi. Cosa ne pensa di aziende giovani e dinamiche come Venetia Communication? Penso molto positivo, il nostro Paese ha bisogno di professionalità, di persone che hanno tanta voglia di crescere e migliorarsi con sacrificio e passione, mi auguro che tanti seguano il loro esempio.

98 Good Style Magazine

September

Frank Sinatra was Ferruccio’s great friend. He bought the first orange Miura and his quote became famous throughout the world. Will you tell us about it? Sinatra was a true car connoisseur, and he was passionate about his Miura P 400. At a gala dinner towards the end of the ‘60s, in the best restaurant in New York in front of about 600 rich and famous people, he gave us the best free publicity. He said this: “You buy a Ferrari when you want to be somebody. You buy a Lamborghini when you are somebody.” Legendary Frank, thanks. Umbria is tied to the Lamborghini name – why? Yes, Umbria is linked to Lamborghini because Ferruccio was impressed by this area, and decided to start a winery and agriturismo in ’68, close to Lake Trasimeno. Many quality wines have been made here with the Lamborghini label. Ferruccio won a prize for best Italian red wine for his top wine Sangue di Miura (or Blood of Miura), fantastic!!! Are there still entrepreneurs in Italy with such great passion, able to create such a solid international brand? Absolutely yes, there are less and less mostly because of the declining birthrate, but Italy has always been the cradle of inspiration, genius, and business. As spokesperson of the Lamborghini brand, your passion and above all dedication get you invited everywhere…what is your next event? We will celebrate the 50th anniversary of Espada & Islero, two excellent Gran Turismos made by my uncle in ’68. There will also be the Comacchio Trophy in September, where there will be classic cars from other brands in addition to the Lamborghini. What do you think about young and dynamic companies like Venetia Communication? I think it’s a good thing. Our country needs professionalism, people who have passion and are willing to sacrifice to grow and improve. I hope that many will follow their example.


ICONIC AUTOMOTIVE

“IL BULL DAYS E STATO L’EVENTO PERFETTO. Stiamo già sviluppando la Monte Carlo Edition 2020, che presenteremo all’evento del 19 settembre di Good Style Magazine presso l’Hotel Principe di Savoia”. Stefano Cigana, CEO e Founder Venetia Communication.

September

Good Style Magazine

99


ogni evento propone. Le città d’arte hanno visto le auto del Toro parcheggiare a fianco del Colosseo piuttosto che in centro storico a Firenze a rivaleggiare così i fasti della storia italiana che il mondo ci invidia. Con Venetia Communication abbiamo realizzato un evento in sintonia con il mondo dell’arte e allo stesso tempo all’insegna del buon vino della zona del Collio. Riuscire a far conoscere un evento ad una platea mondiale a pensarci bene.... è stata una conquista eccezionale! Quest’anno ricorre il 25° anniversario del Club, quali saranno i vostri progetti futuri? La tenacia e la passione fanno la differenza a dispetto delle varie situazioni contingenti. Dopo il BullDays, il Club sarà presente ad una manifestazione internazionale che si svolgerà a Castell’Aranyo, “The Best of Italy”, dove in un percorso di 26 chilometri di strada chiusa, il meglio della produzione italiana di supercar farà bella mostra ad un pubblico competente ed appassionato.

Q

Andrea Nicoletto, Presidente Lamborghini Club Italia

Qual è stata l’evoluzione del Club dall’anno della fondazione ad oggi? Nel lontano 1993, un gruppo di amici, fra cui il grande pilota di Rally Sandro Munari, hanno gettato le basi che nel corso di 25 anni di attività, hanno creato una consistente famiglia di grandi appassionati del marchio del Toro che, con orgoglio portano le loro Lamborghini nei più prestigiosi angoli d’Italia e anche all’estero, all’ammirazione dei cultori delle auto estreme. Come ci si sente a rappresentare nel mondo un brand che ha segnato la storia? È con grande orgoglio che da 14 anni ho l’onore e la responsabilità di tenere viva la memoria storica e l’evoluzione di un marchio che da oltre 50 anni ha lasciato un segno indelebile nel mondo delle super car. Quanti soci conta ad oggi il Club e quali sono i privilegi di chi entra a far parte? Essere soci del Lamborghini Club Italia deve per prima cosa essere motivo di esclusività ed orgoglio. Solo i possessori di una Lamborghini possono farne parte. Oggi il Club conta una settantina di soci, i quali hanno il privilegio di poter accedere in siti di difficile accesso in condizioni normali, nonché ottenere particolari gadget assolutamente non in commercio ma, dedicati ai soli soci come ad esempio sarà quest’anno in occasione del 25° anniversario di vita del Club. Ci racconti la spettacolarità che si vive ad un raduno Lamborghini, come l’ultimo realizzato dall’agenzia Venetia Communication, “Bull Days”. L’esperienza di vivere in prima persona un meeting del Club Italia ha la peculiarità di essere indispensabile. A distanza di anni la memoria cade nel ricordo dei particolari momenti vissuti sia a bordo della Lambo sia a fianco nel sentire i commenti di chi ammira questi oggetti così speciali. Ad ogni nostro meeting viene realizzato un video che come in un film ricorda i momenti sia d’impegno sia di svago che

100 Good Style Magazine

September

How has the club evolved from when it was formed to today? Back in 1993, a group of friends including the great rally driver Sandro Munari laid the foundations for the club. Over the course of 25 years, it has become a considerable family of great Lamborghini enthusiasts, who proudly bring their Lamborghinis to the most prestigious parts of Italy and abroad, to be admired by extreme car lovers. How does it feel to represent worldwide a brand that has made history? It is with great pride that I have had the honor and responsibility for 14 years to preserve historical memories and evolution of a brand that for over 50 years has left an indelible mark on the world of super cars. How many members are there in the club today, and what are their privileges? Being a member of the Lamborghini Club Italia must be first of all a source of pride and exclusivity. Only Lamborghini owners can be a part of it. Today the club has about seventy members, who have the privilege to access usually difficult to enter places. They can also get their hands on special gadgets that are not on the market, but made for members only, like for the club’s 25th anniversary this year. Can you tell us about the spectacle you experience at a Lamborghini gathering, like the most recent event “Bull Days” by Venetia Communication? Experiencing a Club Italia meeting in person can be characterized as being indispensable. Years later, the memory focuses on special moments spent both in the driver’s seat of a Lambo as well as in the passenger’s seat, hearing comments by people who admire these very special objects. At each of our meetings, we create a video that covers both the dedication and leisure that each event offers. Cities of art have had Lamborghinis park next to the Coliseum or in the historical center of Florence, rivaling the glories of Italian history for which we are envied worldwide. With Venetia Communication, we created an event in tune with the world of art and at the same time together with good wine from the Collio area. Being able to make an event known to the world is an extraordinary achievement, and it was done this special weekend. This year marks the club’s 25th anniversary, so what does the future hold? Tenacity and passion make the difference in spite of various temporary situations. After Bull Days, the club will be present at an international event in Castell’Aranyo for “The Best of Italy.” Here, in 26 kilometers of closed roads, enthusiasts and specialists will see the best of Italian supercars showing off.

lamborghiniclubitalia.it


PH. LAURA SCATENA

GIT SRL VIA FUCINI, 3 • 56012 FORNACETTE (PI)

w w w.g i ts r l .c o m | i n fo @ g i ts r l .c o m September

Good Style Magazine

101


ICONIC TECNOLOGY

Fujifilm, una storia di ricerca, innovazione, sviluppo e trasformazione, fin dal 1934, anno della sua fondazione.

CHALLENGING TIME Luca Bracali

Dalla iniziale attività legata alla produzione delle pellicole fotografiche, progressivamente ha diversificato i propri business, diventando un colosso internazionale, leader in numerose attività. Un percorso costellato di successi, come il primato della fotocamera usa e getta, la Fujicolor QuickSnap introdotta nel 1986, il lancio della serie S, fino al sistema denominato “Fujifilm 3D Real Image System”, ossia il primo sistema in assoluto al mondo in grado di scattare e produrre in tempo reale una foto tridimensionale. Nel 2011 arriva la compatta di classe elevata X100, seguita, sul finire dello stesso anno, dalla sorella minore X10. Nel 2012 Fujifilm presenta l’innovativa mirrorless ad ottiche intercambiabili X-PRO1, ammaliando il mercato. Una scalata inarrestabile, dalle ottiche Fujinon, utilizzate per le riprese di “Star Wars: Episodio III alle immagini immortalate ad alta definizione dei lanci spaziali. ENGLISH TEXT

The history of Fujifilm is rich in research, innovation, development, and transformation, every since its founding in 1934. Initially involved with manufacturing photographic film, it gradually diversified the business, becoming an international giant and leader in numerous fields. Its journey was studded with success, like the record-breaking disposable camera - the Fujicolor QuickSnap introduced in 1986, the launch of the S series, and the Fujifilm 3D Real Image System otherwise known as the world’s first ever system able to shoot and produce a three-dimensional photo in real time. In 2011, the X100 high-class compact arrived, followed by the X10 at the end of the same year. In 2012, Fujifilm presented the innovative mirrorless X-PRO1 with interchangeable lenses, captivating the market. Its climb was unstoppable, from Fujinon lenses used for filming Star Wars: Episode III to the immortalized high-definition images of space launches.

102 Good Style Magazine

September


“Mi piace dire che sono un manager prestato a questo mondo al quale sono giunto attraverso una serie di coincidenze… La mia carriera parte da lontano quando ho iniziato a lavorare come sub-agente nella gloriosa Termozeta (…) Da lì sono passato in Philips Consumer Electronics, un’azienda che aveva un catalogo prodotti sterminato che richiedeva un impegno notevole anche solo per illustrarlo ai clienti. A seguire, per nove anni, in Sharp, un altro colosso dell’elettronica che mi ha permesso di gestire direttamente i rapporti con la grande distribuzione organizzata. Il passo successivo è stato l’ingresso nella divisione digitale dell’allora neonata Fujifilm Italia - era il 2003 - come responsabile del canale multimedia; fino al 2009, quando c’è stata una grande riorganizzazione a partire dalla casa madre. Sono state create delle Business Division e sono diventato il responsabile del settore imaging, quindi delle nostre amate fotocamere e ottiche”, cosi ci racconta Guglielmo Allogisi, GM Fuji nell’intervista che segue. Come è cambiato e in che direzione si è mosso il mercato della fotografia con l’arrivo del digitale e delle varie tecnologie ad esso applicate? Dopo l’avvento del digitale, il mercato è stato completamente rivoluzionato, per l’ennesima volta. Lo smartphone, nello specifico, ha stravolto il mondo della fotografia… Nel 2008/2009, dalle punta e scatta alle professionali, contavamo circa tre milioni e mezzo di pezzi. L’avvento dello smartphone e la possibilità di condividere ogni istante direttamente sui social, ha attirato quella parte dei consumatori che non ritenevano più, la macchina fotografica, uno strumento necessario. In cinque anni, infatti, siamo passati a 6.700 pezzi. Ma ti posso garantire che è stato un toccasana, perchè adesso ci rivolgiamo solamente al reale appassionato. Ci siamo evoluti, conseguentemente, in un mercato di nicchia costituito da un pubblico esigente, consapevole e che premia la qualità. E’ stata una rivoluzione copernicana, siamo passati dalla quantità alla qualità e, personalmente, è stato un successo ineguagliabile. Nonostante la telefonia mobile sfrutti la parte delle foto per spingere la vendita degli smartphone, chi è un’amante della fotografia non può distaccarsi dalle fotocamere. Due mondi che viaggeranno paralleli, ma che non riusciranno mai a congiungersi, grazie soprattutto alla nostro expertise. Personalmente definisco da anni le reflex oggetti da nostalgici, per quale motivo Fujifilm ha sposato la tecnologia mirrorless? Quali sono i vantaggi rispetto alle ormai vetuste dslr? Le mirrorless sono in forte espansione, pesano ¼ di una digitale slr ed hanno le stesse caratteristiche delle reflex, una risoluzione perfetta. La mirrorless medio formato sono le più versatili disponibile oggi sul mercato. Una forza ergonomia e ingombri ridotti in un corpo macchina leggero e pronto ad assecondare ogni richiesta. Il modello mirrorless di punta per la fotografia in medio formato, la fotocamera Fujifilm GFX 50s, è stata presentata a Photokina 2016, e fin da subito, ha riscontrato un grande successo tra fotografi professionisti e appassionati.

“I like to say that I am a manager lent to this world and that I’ve gotten here through a series of coincidences. My career started long ago when I started working as a sub-agent in the glorious Termozeta (…) From there, I moved to Philips Consumer Electronics, a company that had such a vast product catalog that it required major effort to even just show it to clients. Following that, I was at Sharp for nine years, another electronics giant that allowed me to directly manage relations with large-scale retailers. The next step was entry into the digital division of then-fledgling Fujifilm Italy – it was 2003 – as head of the multimedia channel until 2009, when it was completely reorganized starting with the head company. Business divisions were created, and I became head of the imaging sector, therefore of our beloved cameras and optical devices,” Guglielmo Allogisi, GM Fuji says this and more in the following interview. How has the photography market changed and in what direction has it moved with the arrival of digital technology? After the advent of digital, the market was completely revolutionized for the umpteenth time. In particular, the smartphone totally turned the world of photography upside down. In 2008/2009, from point and shoot amateurs to professionals, we counted about three and a half million units. The invention of the smartphone and the ability to share every moment directly on social networks has attracted a group of consumers who no longer think cameras necessary. In fact, in five years we have gone down to 6,700 units. But I can guarantee that it was the best thing, because now we address only the true enthusiasts. As a result, we have evolved into a niche market made up of an aware, exacting public that rewards quality. It has been a Copernican revolution, we have gone from quantity to quality, and personally, it has been an incomparable success. Even though the mobile phone uses photos to push the sale of smartphones, true photography lovers can never separate themselves from cameras. Two worlds that will travel parallel, but will never combine, thanks above all to our expertise. Personally, I have defined SLR as nostalgic objects for years. Why did Fujifilm embrace mirrorless technology? What are the advantages over the old DSLR? Mirrorless are booming, they weigh a quarter that of a digital SLR, and they have the same characteristics of an SLR, perfect resolution. The medium-format mirrorless are the most versatile available on the market today. It is user-friendly, with reduced dimensions and a light body, able to meet every need. The top mirrorless model for medium format photography – the Fujifilm GFX 50s – was presented at Photokina 2016, and it immediately became successful with professional photographers and enthusiasts. This is the starting point for us, the goal is to make it usable as a common APS-C, parallel with the X series, now more than six years on the market. The main difference with our competitors is that we present a solution: cuttingedge camera bodies that satisfy every need, from the advanced amateur photographer to the professional, with an optical stock capable of covering 8mm to 400mm. I know very well that this is a very common question, one that everyone would like an honest answer to. Why didn’t Fujifilm get in the race with other competitors and pull a rabbit out of the hat by introducing mirrorless full-frame? For technical and strategic reasons we skipped the full-frame and that’s part of a project that includes medium format sensors with focus development and a smaller body. I stand by the two tracks, APS-C on one side and medium format on the other. 2009 was a crucial year when we decided the future of the company: we could have entered the world of reflex, but we would have jumped on the bandwagon a bit too late…

September

Good Style Magazine

103

PH.LUCA BRACALI

ICONIC TECNOLOGY


ICONIC TECNOLOGY

Questo per noi è il punto di partenza, l’obiettivo è renderla utilizzabile come una comune aps-c, in parallelo con la serie X, ormai da più di sei anni nel mercato. La differenza fondamentale con i nostri competitors, è che Noi presentiamo una soluzione: corpi macchina all’avanguardia per soddisfare ogni esigenza, dal fotoamatore evoluto al professionista, con un parco ottiche in grado di coprire dagli 8 mm ai 400 mm. So benissimo che è la domanda più ricorrente, quella a cui tutti vorrebbero una risposta sincera e attendibile. Per quale ragione Fujifilm non si è messa in corsa con gli altri competitors e ha tirato fuori dal cappello una mirrorless fullframe? Per scelta tecnica e strategica abbiamo “saltato” il full-frame e ciò rientra in un progetto che comprende i sensore medio formato con sviluppo messa a fuoco e miniaturizzazione del corpo. Confermo i due binari, il l’aps-c da una parte e il medio formato dall’altra. Il 2009 è stato un anno cruciale, in cui si decideva il futuro dell’azienda: entrare nel mondo delle reflex, ma saremmo saltati su un treno già in corsa.. od optare per un’altra scelta, ovvero crearsi una propria via, così abbiamo ideato la x100, poi l’aps-c con ottica intercambiabile, generando un sistema nostro. Un’azione rivolta alla sfida, challenging, così anche oggi rispetto al full-frame, dove ci sono competitors importanti con una competenza ben precisa, abbiamo battuto una nuova strada… il nostro dna di challenging che torna… e delinea alternative. Qualche anno fa, confrontandomi con Mr Makoto Oish, Capo Sviluppo Progetti, gli ho chiesto perchè non facciamo una full-frame? E lui mi ha risposto: ma se io ti dessi un sensore più grande…Mi ha spiazzato, poi ho capito… era solo il punto di partenza del progetto…e che per noi il 2019 sarà l’anno dell’attacco. Quale step evolutivo rappresenta la nuovissima H1 per Fujifilm? L’ultimo gioiello Fujifilm X-H1 si presenta con un sensore aps-c Trans CMOS di terza generazione da 24,3 megapixel senza il filtro passa-basso, affiancato dal collaudato e prestante processore d’immagine X-Processor PRO. Le vere novità si vedono nell’aspetto video, nella costruzione del corpo che ora ha un design migliorato per un’impugnatura più stabile e molto più resistente. Si tratta di un miglioramento storico per quanto concerne la serie X delle mirrorless Fuji: la fotocamera ideale anche per i video. Creare una macchina che coprisse il settore delle foto sportive integrata con una tecnologia di videoripresa professionale, adatta per i videomaker, cosi è nata la H1…se dovessi dare un voto, 8 sul video e 9/10 sulla fotografia.

E noi aspettiamo il 26 settembre, con il Photokina di Colonia, dove sarà rivelato il futuro prossimo di Fujifilm. 104 Good Style Magazine

September

Guglielmo Allogisi, GM Fuji e il suo team

Guglielmo Allogisi, GM Fuji

or opt for another choice, rather create our own way, so we created the x100, then the APS-C with interchangeable lens, generating our own system. It was a move aimed at a challenge, so even today compared to the full-frame we have made our own path, even when there are great competitors with precise skills. Our DNA for facing challenges comes back…and outlines alternatives. A few years ago, I confronted Mr. Makoto Oish, Project Development Manager, and I asked him why not do a full-frame? And he answered, ‘but if I gave you a larger sensor?’ I was taken aback, then I understood… it was just the project’s starting point, and 2019 would be the year of attack for us. What developmental step does the new H1 represent for Fujifilm? The latest jewel, Fujifilm X-H1, uses a third-generation APS-C size X-Trans CMOS sensor (24.30 million pixels, without low-pass filter) together with high-speed image processing engine X-Processor Pro. The real innovation is seen in the videos, and in the body structure which now has an improved design for a much more stable and resistant grip. This is a historic improvement for Fuji mirrorless X series: a camera that is perfect for videos too. Creating a camera that covers the sports photography sector integrated with professional videographer technology, suitable for filmmakers, this was how H1 was born. If I had to score it, I would give it an 8 on video quality and 9/10 on photographs.

And we are eagerly awaiting September 26, with Photokina in Cologne, where the future of Fujifilm will be revealed.

fujifilm.it lucabracali.it


PH.LUCA BRACALI PH.LUCA BRACALI

September

Good Style Magazine

105


Addresses ICONIC HOTEL HOTEL PRINCIPE DI SAVOIA PIAZZA DELLA REPUBBLICA, 17 MILANO GRAND HOTEL DEI DOGI DI VENEZIA FONDAMENTA MADONNA DELL’ORTO, 3500,VENEZIA PALAZZO NAIADI PIAZZA DELLA REPUBBLICA, 47 ROMA VILLA LA MASSA VIA DELLA MASSA, 24, 50012 CANDELI TOMBOLO TALASSO RESORT VIA DEL CORALLO, 3, 57022 MARINA DI CASTAGNETO CARDUCCI HOTEL CA’ SAGREDO CAMPO SANTA SOFIA 4198/99 - CA’ D’ORO VENEZIA SAN CLEMENTE KEMPINSKI ISOLA DI SAN CLEMENTE 1 VENEZIA PALAZZO MANFREDI VIA LABICANA, 125 ROMA HOTEL PUNTA TRAGARA VIA TRAGARA, 57 CAPRI NAPOLI BULGARI HOTEL&RESORTS VIA PRIVATA FRATELLI GABBA, 7B, 20121 MILANO DONNAFUGATA GOLF RESORT&SPA CONTRADA PIOMBO, 97100 RAGUSA RG CAPRI SUITE VIA FINESTRALE, 9 ANACAPRI G-ROUGH PIAZZA DI PASQUINO, 69 ROMA VILLA GIULIA VIA SALARIA, 125 ROMA PALAZZO CINI 12,VIA ALESSANDRO MANZONI, 56125 PISA GRAND HOTEL PARKER’S CORSO VITTORIO EMANUELE 135 NAPOLI MASSERIA SAN DOMENICO STRADA PROVINCIALE 90, 72015 SAVELLETRI, FASANO MASSERIA TORRE COCCARO CONTRADA COCCARO, 8, 72015 SAVELLETRI DI FASANO BR GRAND HOTEL ET DE MILAN VIA ALESSANDRO MANZONI, 29, MILANO ABANORITZ THERMAE & WELLNESS HOTEL VIA MONTEORTONE, 19 – ABANO TERME (PD) SAN DOMENICO PALACE HOTEL PIAZZA S. DOMENICO DE GUZMAN, 5, TAORMINA VILLA & PALAZZO AMINTA VIA SEMPIONE NORD, 123 - STRESA LE MASSIF STRADA REGIONALE A COURMAYEUR BAITA CHECROUIT STRADA REGIONALE A COURMAYEUR FOUR SEASONS HOTELS

ICONIC FOOD | WINE TENUTA GUADO AL TASSO 57022 BOLGHERI LI JOIA VIA PANFILO CASTALDI, 18, MILANO LE MORTELLE LOCALITÀ AMPIO, CASTIGLIONE DELLA PESCAIA ALICE RISTORANTE PIAZZA 25 APRILE, 10 MILANO RISTORANTE GENNARO AMITRANO VIA L’ABATE, 3 - CAPRI PRECISAMENTE A CALAFURIA VIA DEL LITTORALE, 248, LIVORNO MEGA3 PIAZZA DELLA VITTORIA 3/2 CERIALE DA ALCIDE VIA AURELIA SUD, 41, 57021 BANDITELLE, CAMPIGLIA MARITTIMA LI TANO PASSAMI L’OLIO VIA EUGENIO VILLORESI, 16 MILANO AQUA CRUA PIAZZA CALCALUSSO, 11, BARBARANO VICENTINO

ICONIC GOLF GOLF CLUB L’ALBENZA VIA LONGONI, 12, 24030 ALMENNO SAN BARTOLOMEO BG GOLF CLUB VILLA D’ESTE VIA CANTÙ, 13, MONTORFANO (CO) ARGENTARIO GOLF CLUB VIA ACQUEDOTTO LEOPOLDINO PORTO ERCOLE GR VERSILIA GOLF RESORT VIA DELLA SIPE 100 PIETRASANTA LU GOLF CASTEL GANDOLFO VIA SANTO SPIRITO, 13 CASTEL GANDOLFO RM GOLF CLUB MONTICELLO VIA ALESSANDRO VOLTA, 63 CASSINA RIZZARDI CO CIRCOLO GOLF TORINO LA MANDRIA VIA AGNELLI, 40 FIANO TO GOLF&COUNTRY CLUB LE PAVONIERE VIA TRAVERSA DEL CROCIFISSO 59100 PRATO ROYAL PARK GOLF I ROVERI ROTTA CERBIATTA, 24 FIANO TO SAN DOMENICO GOLF CLUB CONTRADA MASCIOLA FASANO BR GOLF CLUB PUNTALDIA LOCALITA' PUNTA SABBATINO, 1 SAN TEODORO OT IS MOLAS GOLF CLUB LOC. IS MOLAS PULA CA A.S.D. GARDAGOLF COUNTRY CLUB Via Angelo Omodeo 2 Soiano del Lago BS CASTELLO DI TOLCINASCO GOLF E RESORT Cascina Tolcinasco, 421A P. Emanuele MI MASSERIA TORRE MAIZZA Contrada Coccaro, 72015 Fasano BR ASSOCIAZIONE GOLF CORTINA Loc. Fraina, 14/15 Cortina d’Ampezzo GOLF CLUB BERGAMO “L’ALBENZA” VIA LONGONI, 12, 24030 ALMENNO SAN BARTOLOMEO GOLF BRIANZA COUNTRY CLUB LOCALITÀ CASCINA CAZZÙ, 4, USMATE VELATE LA PINETINA GOLF CLUB VIA AL GOLF, 4, LOCALITÀ PINETINA, APPIANO GENTILE

ICONIC POLO POLO ST MORITZ Via Maistra 24 San Maurizio ACQUEDOTTO ROMANO POLO CLUB VIA ACQUA FELICE, 37, 00040 MONTECOMPATRI RM MILANO POLO CLUB Via Monte Rosa, 60 Mesero MI POLO CLUB VILLA SESTA Piazza del Popolo 1 Castelnuovo Berardenga (Siena) PUNTA ALA Località il Porto Punta Ala GR ROMA POLO CLUB Via dei Campi Sportivi, 43 Roma ASSOCIAZIONE FIORENTINA POLO Via Sirtori 14 Firenze CORTINA SUMMER PARTY POLO ST TROPEZ 1999 Route du Bourrian, 83580 Gassin, Francia

ICONIC MARINE MARINA DI VARAZZE VIA MAESTRI D'ASCIA, 24 VARAZZE SV MARINA DI SCARLINO Localita Puntone Scarlino Grosseto MARINA DI GENOVA VIA PIONIERI E AVIATORI D'ITALIA, 203 GENOVA MARINA DI OLBIA VIA PIOVENE, 8, 07026 OLBIA MARINA DI PORTO CERVO LOCALITA PORTO CERVO MARINA DI LOANO LUNGOMARE NAZARIO SAURO, 12/1 LOANO SV MARINA MONTENEGRO OBALA BB, TIVAT 85320, MONTENEGRO

ICONIC TRAVEL | EVENT MILANO LINATE PRIME Viale dell’Aviazione, 65 20138 Milan MILANO MALPENSA PRIME HONDA AIRCRAFT COMPANY GREENSBORO, CAROLINA DEL NORD, STATI UNITI

ICONIC FASHION VAN CLEEF & ARPELS WALMAR HOUSE - 296 REGENT STREET - W1B 3AP LONDON ULYSSE NARDIN RUE DU JARDIN 3, 2400 LE LOCLE PRECIOSA LIGHTING Nový Svět 915, 471 14 KameNicKý ŠeNov, czech Republic MONTECARLO FASHION WEEK CHAMBRE MONEGASQUE DE LA MODE CLIVE CHRISTIAN 57 QUAI DES GRANDS AUGUSTINS PARIS DOLCE&GABBANA VIA BROGGI, 23 MILANO SWAROVSKI VIA GIORGIO GIULINI 3 MILANO WOOLCAN VIA DI S. PANTALEO, 59, 00186 ROMA IL SALOTTO DEL CINEMA DI VENEZIA UN-TAG ANITA PASZTOR AMANO ACQUA DELL’ELBA VIA ALDO MORO, 69 - MARCIANA MARINA GIT VIA FUCINI, 3, 56012 FORNACETTE PI

ICONIC BUSINESS LOUNGE | AUTOMOTIVE LINATE PRIME MALPENSA PRIME EBACE PALEXPO, LE GRAND-SACONNEX, SUISSE; GINEVRA BASELWORLD MCH MESSE SCHWEIZ (BASEL) AG CH – 4005 BASE BULLDAYS LAMBORGHINI CLUB ITALIA JETEX GIAS DUBAI FUJIFILM NETJETS

Partners

milanoprime.it/sea-prime casagredohotel.com

polo-st-tropez.com

golfclubfolgaria.it

cannesyachtingfestival.com

snowpolo-stmoritz.com

precisamenteacalafuria.it

chambremonegasquemode.com

ICONIC ART | ARCHITECTURE FONDATION LOUIS VUITTON 8 AVENUE DU MAHATMA GANDHI, BOIS DE BOULOGNE, PARIS SPX LAB PIAZZETTA S. ANDORLINI, 1-5A, GENOVA ALIDEM VIA CUSANI 18 MILANO GALLERY ALL 915 MATEO ST #208, LOS ANGELES, CA 90021, STATI UNITI GALLERY ALL BUILDING A9-1, 751 D•PARK, NO.4 OF JIUXIANQIAO ROAD BEIJING XOCO 325 W BROADWAY, NEW YORK, NY 10013, STATI UNITI LE PETIT MASSIF STRADA REGIONALE A COURMAYEUR SOTHEBY’S INTERNATIONAL REALTY

ICONIC YACHT BENETTI VIA EDDA FAGNI, 1 57100 LIVORNO YCCS VIA DELLA MARINA 07021, PORTO CERVO YACHT CLUB ROMA Via Vittorio Veneto, 24 Roma CANNES YACHTING FESTIVAL Vieux Port di Cannes e Port Pierre Canto Cannes YACHT CLUB PUNTA ALA Localita il Porto Punta Ala GR YACHT CLUB REALE CANOTTIERI SAVOIA Banchina S. Lucia, 13 B.go Marinari NA YACHT CLUB ITALIANO GENOVA Porticciolo Duca degli Abruzzi Genova YACHT CLUB PORTO ROTONDO Molo di Levante Olbia LUSBEN Via Michele Coppino, 431, 55049 Viareggio VENICE HOSPITALITY CHALLENGE CRN YACHT

requenzagrafica.it

auleum.com

spxlab.com lucabracali.it

lusben.com/it

chgroup.eu

SCARICA LA NOSTRA APP

bandecchievivaldi.com

106 Good Style Magazine

September


11-16 SETTEMBRE 2018 CANNES - VIEUX PORT & PORT CANTO

MAGGI OR E SALONE N AU TIC O EU ROP EO IN ACQUA Il lusso si dà appuntamento con lo yachting Visitate lo Yachting Festival in maniera privilegiata con il nostro programma VIP : Trasferimento in elicottero, visita agli yacht, accesso al club VIP… vipcannes@reedexpo.fr

Partner ufficiale

june

Good Style Magazine

107


Profile for Good Style Mag

Good style mag #06  

Good style mag #06  

Advertisement