Page 1

#08

MARCH 2019

Good Style Mag - Good Style Magazine è una pubblicazione trimestrale di G.S.M srls - Via San Sebastiano, 21/23- 57125 Livorno tel. 0586 883219. Registrato presso il Tribunale di Livorno il 19.05.2017 n. 6/2017 - Registro stampa n.1119/2017 VG


D. S I D E

F I R E N Z E l M I L A N O l N A P O L I l R O M A l V E N E Z I A l P O RTO C E RV O l F O RT E V I L L A G E F I U M I C I N O l M A L P E N S A l I N T U T T E L E B O U T I Q U E R O C C A 1 7 9 4 E I N S E L E Z I O N AT E GIOIELLERIE l 800565656 DA M IA NI. CO M


08.18am on a NYC rooftop. N 40° 45’ 31’’ W 73° 58’ 43’’.

Diver Collection Starting at EUR 7’900.


gs MAG

#08 mARCH 2019 Direttore Responsabile Luca Bracali Vice Direttore Laura Scatena Owner Simone Gonnelli Caporedattore Chiara Melani Redazione Asia Bernardini Grafica Silvia Jean Web&Video Alessia Nigiotti Ginevra Paoli Fotografia Laura Scatena Anna Mårtensson

Collaboratori Emanuele Melani, M.T Delfina Remi, Laura Calafati Fashion Editor Rosanna Trinchese Valeria J Marchetti Progetti Speciali Patrizia Bellon Valentina Riva Traduzioni Sarah Ramspott Agenzia di Comunicazione Frequenzagrafica Stampa ed Editore Bandecchi & Vivaldi Srl

In cover: Rocío Muñoz Morales indossa: Giacca ricamata e shorts Roberto Cavalli, calze Calzedonia, scarpe Damiano Marini. Location Palazzo Naiadi The Dedica Anthology, Roma. PH. Laura Scatena

Intuire l’eleganza come valore assoluto, capace di tradurre le eccellenze che si incontrano sfogliando Good Style Magazine, filo conduttore che determina gran parte delle nostre scelte editoriali. Le interviste a celebrities e personaggi sono arricchite da contenuti di elevata qualità giornalistica. Dalla moda alla bellezza, dagli oggetti di lusso fino al wellness e ai viaggi, completano il profilo di questa ottava uscita. GSM8 è uno scrigno di sorprese e di ispirazioni sulla bellezza a cui attingere in ogni momento della giornata. BELLEZZA, RILEVANZA, ECCELLENZA completano la formula editoriale di alto profilo raccontando tendenze e innovazioni nel campo del design, dell’architettura, dell’arte, del fashion con focus su orologi, motori, yacht, food,wine, pleasure e bon vivre. L’immagine, valore determinante del magazine, riconosciuta ormai in Italia e nel mondo, è il linguaggio che rende questo magazine di STILE. Una cover dedicata ad una attrice spagnola con il cuore italiano, Rocío Muñoz Morales, capace di interpretare con attenzione ed eleganza i canoni estetici di stilisti che narrano i valori della moda internazionale. Creiamo e trasformiamo... rendendo dinamici contenuti esclusivi e mai scontati. Buona lettura.

Laura Scatena Leafing through the pages of Good Style Magazine, a common thread is evident, one that determines a significant part of editorial choices: sensing elegance as an absolute value and being able to depict excellence. Interviews with celebrities and famous figures are enriched by high quality content. This eighth issue features everything from fashion to beauty, from luxury objects to wellness and travel. GSM8 is a treasure trove of surprises and a vision of beauty to draw on in any moment of the day. BEAUTY, RELEVANCE, EXCELLENCE complete the high-profile editorial formula, describing trends and innovations in the fields of design, architecture, art, and fashion with a focus on watches, vehicles, yachts, food, wine, pleasure, and bon viveur. This magazine, now recognized in Italy and throughout the world, places crucial value on the image which is the language that makes this magazine one of style. The cover is dedicated to a Spanish actress with an Italian heart, Rocío Muñoz Morales, a woman who is able to meticulously and elegantly interpret the standards of beauty by which stylists define the highest values in international fashion. We create and transform… making dynamic content exclusive and never commonplace. Enjoy reading.

Laura Scatena Good Style Magazine è una pubblicazione trimestrale di G.S.M srls - Via San Sebastiano, 21/23- 57125 Livorno tel. +39 0586 883219. Registrato presso il Tribunale di Livorno il 19.05.2017 n. 6/2017 - Registro stampa n.1119/2017 VG ©G.S.M. srls. Tutti i diritti riservati. Manoscritti e foto originali, anche se non pubblicati, non si restituiscono. È vietata la riproduzione, seppur parziale, di testi e fotografie.

6

Good Style Magazine

March


10

30

10

Interview

70

Contents

76

Il flybridge che fa epoca

30

76

Fashion

Automotive

Ricercate Evasioni

Viaggio nella perfezione

34

84

Rainbow Collection

Good Style Magazine

March

84

70 Yacht

RocĂ­o MuĂąoz Morales

Jewels

8

34

Gourmand

Isabella, the head and the heart

september

Good Style Magazine

9


ICONIC FASHION

ICONIC FASHION

Rocío Muñoz Morales

Natural beauty Attrice, conduttrice, ma soprattutto madre di una splendida famiglia creata con il compagno Raoul Bova. Una carica travolgente di eleganza e positività raccontata negli scatti ambientati nel maestoso Palazzo Naiadi a Roma, un palazzo ricco di storia per un soggiorno che offre le comodità del XXI secolo, un’accoglienza calorosa e personalizzata e i consigli più aggiornati per vivere al meglio la città. She is an actress, a TV presenter, but above all a mother to a wonderful family together with her partner Raoul Bova. Her passionate role of elegance and positivity is depicted in the photographs shot within Rome’s majestic Palazzo Naiadi, a building that has a rich history but offers all the luxuries of the 21st century, promising a warm and personalized welcome, as well as up-to-date tips helping you to enjoy the city to the fullest extent.

Photographer Laura Scatena Styling Mirko De Propris per @valeriajmarchetti Production coordination Chiara Melani Photography assistant Alessia Nigiotti Make-up Chiara Corsaletti using Filorga Hair Emanuele Romano @makingbeautymanagement Video Backstage Ginevra Paoli Special thanks to Manzo Piccirillo www.manzopiccirillo.com eMOTION Cars per Fiat 500 Spiaggina www.emotioncars.it Location Palazzo Naiadi The Dedica Anthology, Roma. dahotels.com/palazzo-naiadi-roma/it

10 Good Style Magazine

March

Giacca ricamata e shorts Roberto Cavalli Calze Calzedonia

March

Good Style Magazine

11


ICONIC FASHION

“ cose delle Una

più belle è che da quando sono nate mi sento anche io un pò più bambina, più giovane nell’anima diciamo.

Genitori per la seconda volta, quali sono stati i momenti più belli e più complicati? Diventare mamma per la seconda volta, mi ha regalato solo cose belle. Da quando sono diventata mamma la mia vita è cambiata, mi sento più viva più felice, una persona migliore. I bambini ti regalano in maniera inconsapevole tanta gioia, tanta energia positiva, tanto amore da dare al mondo e tantissimo altruismo. Improvvisamente la mia vita non ha più spazio per negatività, perché vederle e sentire il loro affetto, mi fanno sentire la donna più fortunata al mondo. Una delle cose più belle è che da quando sono nate mi sento anche io un pò più bambina, più giovane nell’anima diciamo. Ho riscoperto attraverso i loro occhi quanto amore si può dimostrare con i piccoli gesti. A volte basta un bacio, un buongiorno con il sorriso per essere infinitamente felici e grati alla vita. Il momento più complicato? Forse è un po’ banale ma per una dormigliona

12 Good Style Magazine

March

F

acente parte del The Dedica Anthology, brand luxury di nicchia con un punto di vista privilegiato, con un headquarter a Milano e con un portfolio di hotel in Italia e in Europa, The Dedica Anthology combina un forte sense of place e l’eredità del passato con un’attitudine curated, contemporary, centrata e focalizzata in modo intuitivo sull’esperienza dell’ospite. Nella Città Eterna, Dedica Anthology propone ai suoi ospiti Palazzo Naiadi, un hotel ricco di storia situato nella splendida cornice di Piazza della Repubblica, con vista sulla fontana delle Naiadi. Un susseguirsi di comfort e relax, dalla Lobby, vivace e spaziosa, fino alle sale meeting, perfette per ogni tipologia di evento. Per una esperienza gourmet davvero indimenticabile, ecco il ristorante Tazio con la terrazza porticata affacciata sulla piazza. Per riequilibrare mente e corpo, invece, si può approfittare di un angolo di armonia e benessere, la Fusion Spa dove trattamenti personalizzati, derivati da antichi rituali romani e asiatici, con sensuali olii essenziali, erbe curative e essenze minerali, permettono all’ospite di rigenerarsi e ritrovare forza e concentrazione. Un indimenticabile scenario che accompagna l’intervista esclusiva che Rocío Muñoz Morales ha rilasciato per Good Style Magazine.

It is part of the Dedica Anthology, a niche luxury brand with a privileged point of view, with headquarters in Milan and a range of hotels in Italy and Europe. The Dedica Anthology combines a strong sense of place and legacy of the past while promising an experience that is curated, contemporary, centered and intuitively focused on the guest. In the Eternal City, Dedica Anthology offers Palazzo Naiadi, a hotel full of history located in the splendid setting of Piazza della Repubblica, overlooking the Fountain of the Naiads. It is characterized by comfort and relaxation, from the lively and spacious lobby to the meeting rooms, perfect for any type of event. The Tazio restaurant promises a truly unforgettable gourmet experience with a porticoed terrace overlooking the Piazza. For balancing the mind and body, you can take full advantage of a little haven of harmony and wellness: Fusion Spa offers personalized treatments derived from ancient Roman and Asian rituals, using sensual essential oils, healing herbs and mineral essences so guests can regain strength, concentration, and a feeling of rejuvenation. It is an unforgettable backdrop for a special interview with Rocío Muñoz Morales exclusively for Good Style Magazine. As parents for the second time, what moments have been the most beautiful and the most complicated? Becoming a mother for the second time has only blessed me with beautiful things. Since becoming a mother, my life has changed; I feel more alive, happier, a better person. Children unknowingly give you so much joy, so much positive energy, so much love to give to the world, and quite a lot of altruism. Suddenly my life has no more room for negativity, because seeing them and getting their affection makes me feel like the luckiest woman in the world. One of the most beautiful things is that since they were born, I feel a little like a child, or should I say younger in my soul. Through their eyes, I have rediscovered how much love can be demonstrated with small gestures. Sometimes just a kiss, or a “good morning” with a smile, is enough to be infinitely happy and grateful for life. The most complicated moment? Maybe it’s a bit trivial but for a sleepyhead like me, I’ll never get used to the sleepless nights between bottles and diapers. How do you manage to divide yourself between your career and family? I don’t feel like working and raising a family is a division; on the contrary, it makes you a woman and a person who is complete at 360°. I always thought that to give the most love to my family, I needed to first feel happy with myself. And without a doubt, my work makes me complete and helps me feel fulfilled and full of emotions. I always bring my daughters (and even my dog Pinchito) with me on theatrical

Completo La Jolie Fille Occhiali Max Mara by Safilo Group Scarpe Lamperti Milano Gioielli Gogo Philip

March

Good Style Magazine

13


ICONIC FASHION

Abito nero piume La Jolie Fille, calze Calzedonia, sandalo Giuseppe Zanotti,Collier Masterpice Charleston in oro bianco con diamanti SALVINI

come me, alle notti in bianco tra biberon e pannolini non riesco ad abituarmi mai. Come riesce a dividersi tra carriera e famiglia? Non sento che sia un atto di divisione lavorare e portare avanti una famiglia, al contrario, ti rende una donna e una persona completa a 360 gradi. Ho sempre pensato che per dare il mio massimo amore alla mia famiglia, avevo bisogno di sentirmi per prima felice con me stessa. E senza dubbio il mio lavoro mi rende completa e mi aiuta a sentirmi una persona appagata e piena di emozioni. Porto sempre con me le mie figlie (e anche il mio cagnolino Pinchito), in tournée teatrale per tutta l’Italia e sui set dal nord al sud. Proprio per questo non sento

14 Good Style Magazine

March

tours all over Italy and on sets from north to south. And this is exactly why I don’t feel like I’m forsaking my family, the vital driving force in my life. In fact, being complete as a mother and as a partner, feeling fully happy at home, this helps me work better and give it all I’ve got, and want to continue to grow professionally. They are a source of so much inspiration for me.

di rinunciare alla mia famiglia, motore imprescindibile della mia vita. Infatti essere piena come mamma e come compagna, sentirmi totalmente felice a casa mia, mi aiuta anche a lavorare meglio, a farlo fino in fondo e a voler continuare a crescere come professionista. Sono fonte per me di tanta inspirazione.

What was your experience like as host of “Bailando con las estrellas”? It was a wonderful experience, one of those gifts that happens every so often at work. At the beginning I was very scared because it was a great challenge. But I decided to do it wholeheartedly, let myself go and just let the happiest and most self-confident part of me come through. This helped me a lot. But also the fact of having a wonderful working group alongside me, people with great experience and willing to take on a great group project. After the program, which I

Com’è stata l’esperienza di conduttrice a “Bailando con las estrellas”? È stata una esperienza meravigliosa, uno dei quei regali che capita ogni tanto nel proprio lavoro. All’ inizio avevo tanta paura perché era una grande sfida. Però ho deciso di farlo col cuore, di lasciarmi andare e di far uscire la parte più allegra e sicura di me. Questo mi aiutato moltissimo. Ma anche il fatto di

had a lot of fun doing, I discovered that hosting is up my alley, going live really energizes me and feeling put to the test brings out the best in me. In fact, at the moment I would gladly consider other TV hosting offers. I think that in this line of work you can’t limit yourself, but rather learn and absorb everything that comes along. Do you prefer theater or film? What a difficult question…It’s like asking me if I love one child or another more. It’s impossible to answer. They are both great loves, great passions of mine. Two different ways of speaking the same language, the language of emotions, of feelings. I deeply believe in falling in love with the characters I play, in the women I have to discover and become. And the path to doing it is the same for film and for theater. I need time to get to know the characters and let them emerge, to understand them, to love them; and this time, the

March

Good Style Magazine

15


Golfino FALCONERI, Collier Masterpice Charleston in oro bianco con diamanti, anello Maharaja in oro bianco con diamanti SALVINI

Preferisce il teatro al cinema? Che domanda difficile… È come se mi chiedessi se amo di più una figlia o l’altra. Impossibile risponderti. Sono entrambi grandi amori, grandi passioni. Due modi diversi di parlare la stessa lingua, la lingua delle emozioni, dei sentimenti. Credo profondamente nell’ innamoramento dei personaggi che interpreto, nelle donne nella quali mi devo trasformare e scoprire. E il percorso per farlo è lo stesso nel cinema che nel teatro. I personaggi hanno bisogno di tempo per uscire fuori e per conoscerli, per capirli, per amarli; e questo tempo, la preparazione del personaggio è la stessa sia in un mezzo sia nell’altro. Non posso però negare che il teatro crea una sensazione fortissima che ti porta a vivere le emozioni in diretta con il pubblico, a respirare insieme alle persone che ti stanno guardando e ascoltando in quel preciso momento.

Total look Blumarine Scarpe Casadei Gioielli Gogo Philip

16 Good Style Magazine

March

C

Credo profondamente nell’ innamoramento dei personaggi che interpreto, nelle donne nella quali mi devo trasformare e scoprire.

avere affianco un gruppo di lavoro stupendo, persone di grande esperienza e con voglia di fare un bel progetto in gruppo. Dopo il programma, nel quale mi sono divertita tantissimo, ho scoperto che la conduzione è nelle mie corde, la diretta mi stimola tanto e sentirmi messa alla prova fa uscire la parte migliore di me. Infatti in questo momento valuterei volentieri altre proposte di conduzione in Tv. Penso che in questo lavoro non bisogna limitarsi, ma imparare e assorbire tutto quello che ti arriva.

preparation for each character is the same in both mediums. But I can’t deny that theater creates a kind of very strong addition reaction, experiencing emotions live with the audience, breathing together with the people who are watching you and listening to you in that exact moment. When will we see you again on television? I will return to television soon as the female lead on the fifth season of “Un Passo Dal Cielo” on Rai1, a project that I am particularly attached to. It is my third season playing Eva Fernandez, a character I’ve played for five years now and that has given me a lot of satisfaction and affection from the audience. This year we will see a more mature

March

Good Style Magazine

17


Total look Stella McCartney, occhiali FENDI by Safilo Group, Fiat 500 Spiaggina by eMOTION Cars I www.emotioncars.it

Mentre alla televisione quando la rivedremo? In televisione, ritornerò presto come protagonista femminile della la quinta stagione di Un “Passo Dal Cielo” su Rai1, progetto al quale sono particolarmente legata. È la terza stagione che faccio nei panni di Eva Fernandez, è un personaggio che interpreto da ormai cinque anni e che mi ha regalato tante soddisfazioni e tanto affetto da parte del pubblico. Questo anno vedremmo una Eva più matura, più “donna”. Sicuramente vedremo la sua parte più fragile, più sensibile. Credo che per il pubblico che segue la serie ci saranno tante sorprese inaspettate. Sono stati bravissimi gli sceneggiatori a credere in un giro cosi grande in un personaggio che aveva già delle caratteristiche molto segnate e direi quasi un po’ sopra le righe. Progetti futuri? In questo momento sto lavorando ad alcuni progetti per il cinema per questo 2019. Sorpresa, sorpresa… Ma già corre per la mia mente qualche nuovo progetto teatrale per la fine del anno. Quando inizi, ormai non ti puoi fermare!

18 Good Style Magazine

March

Eva, more “woman.” We will surely see her most fragile and sensitive side too. think there will be many unexpected surprises for our fans. The writers have been amazing in believing in such a big role for a character that already had such marked characteristics and I would say almost a bit over the top. Upcoming projects? Right now I’m working on a few film projects for 2019. Surprise, surprise… but some new theater projects are already running through my mind for the end of the year. Once you start, you can’t stop!

Total look Salvatore Ferragamo Collier Constellations Masterpiece in oro oro rosa con diamanti Salvini Occhiali FENDI by Safilo Group

March

Good Style Magazine

19


ICONIC ARCHITECTURE

ICONIC ARCHITECTURE

the greatest in the world

I don’t think that architecture is only about shelter, is only about a very simple enclosure. It should be able to excite you, to calm you, to make you think. - Zaha Hadid -

Autore Asia Bernardini

U

n progetto titanico che porta la firma di Zaha Hadid, il cui team di architetti - Zaha Hadid Architects - ha collaborato con ADP Ingeniérie (ADPI), membri del gruppo Buro Happold, Mott Macdonald e EC Harris, per realizzare un Terminal di superficie complessiva pari a 700.000 metri quadrati che diventerà la base per le compagnie aree della China Southern Airlines e China Eastern Airlines, facilitando la connessione dei due colossi e migliorando il servizio per i passeggeri. Progettato per gestire 72 milioni di passeggeri, 2 milioni di tonnellate di merci e posta, 630.000 voli all’anno su 4 piste entro il 2025, il nuovo aeroporto di Pechino (Cina), sarà inaugurato nel 2019 ed avrà sei piste per l’aviazione civile ed una riservata ai velivoli militari.

ENGLISH TEXT

I don’t think that architecture is only about shelter, is only about a very simple enclosure. It should be able to excite you, to calm you, to make you think. - Zaha Hadid A colossal project bears the signature of Zaha Hadid - Zaha Hadid Architects - , whose team of architects collaborated with ADP Ingeniérie (ADPI), members of the Buro Happold group, Mott Macdonald and EC Hariis, creating a 700,000-square-meter terminal that will become the base for flight companies China Southern Airlines and China Eastern Airlines, facilitating the connection between two giants and improving service for passengers. Designed to accommodate 72 million passengers annually by 2025 (620,000 flights each year on 4 runways), as well as 2 million tons of cargo, the new airport in Beijing (China) will be inaugurated in 2019. It will have six runways for commercial aviation and one reserved for military aircraft. The futuristic design features vast, curved spaces extending over 700,000 square meters.

Render by Methanoia © Zaha Hadid Architects

20 Good Style Magazine

March

March March

Good Style Magazine

21


ICONIC ARCHITECTURE

ICONIC ARCHITECTURE

Un design avveniristico,

con spazi estesi e curviformi che si estendono su 700.000 m² con il centro

80.000 m2.

Render by Methanoia © Zaha Hadid Architects

Un design avveniristico, con spazi estesi e curviformi, con il centro di trasporto terrestre di 80.000 metri quadrati, estremamente orientato verso l’utente, tra giardini interni e aree separate dedicate ai voli internazionali e nazionali, in modo da ottimizzare spostamenti e tempistiche; distanze ridotte tra check-in e gate e tra i gate stessi (la distanza massima percorribile sarà di 600 metri). Il cuore dell’aeroporto sarà costituito da un’area focale: sei raggi curvilinei percorribili a piedi, per un andamento fluido che evoca l’armonia e l’equilibrio tipico dei paesaggi della Cina, con una palette cromatica ispirata ai linguaggi visivi della cultura orientale. Un progetto ambizioso realizzato con un basso impatto ambientale, grazie all’inserimento di sistemi per l’ombreggiatura naturale, una vetratura innovativa e di un impianto di luci sui tetti che ottimizzano le performance energetiche del terminal. Adiacente, una linea ferroviaria ad alta velocità collegherà l’aeroporto alla città, completando l’intreccio di comunicazione di un maestoso hub in grado di convogliare il network di linee di trasporto della capitale cinese.

22 Good Style Magazine

March

The heart of the airport is based around a focal point: six curvilinear rays are passenger walkways, creating a natural flow evoking the harmony and balance typical of Chinese landscapes, with a range of colors inspired by visual languages from cultures in the Orient. The ambitious project was designed with a low environmental impact, thanks to systems that optimize the terminal’s energy performance including natural shading, innovative glass paneling, and a roof-lighting system. An adjacent high-speed railway line connects the airport to the city, completing the communication network of a majestic hub able to channel the Chinese capital’s growing transport network.

zaha-hadid.com March

Good Style Magazine

23


ICONIC DESIGN

ICONIC DESIGN

Sulla vetta delle

Dolomiti Autore Emanuele Melani

©manuelkottersteger.com

Una volta Walter Bonatti disse che “chi più in alto sale, più lontano vede; chi più lontano vede, più a lungo sogna”. Il rapporto tra l’uomo e la montagna è sempre stato caratterizzato dalla paura, dal rispetto e dal fascino di scenari possenti e incredibili.

A

ndare in montagna, ammirare i paesaggi delle valli e l’imponenza delle cime, respirare odori dei boschi e la freschezza dell’aria fine ha significato, per l’uomo, non solo ricercare bellezza e pace, ma conoscere anche sé stesso. Vivere la montagna, fronteggiando le sue vie impervie e appropriandosi delle sue bellezze, vuol dire intraprendere un viaggio dentro di noi, scoprendo i nostri limiti, ma anche le nostre forze; un viaggio verso una maggiore coscienza di chi siamo, di chi potremmo essere, di chi saremo. Questo significato lo ha ben presente il Museo della fotografia della Montagna LUMEN, un’innovativa struttura museale sita nel cuore delle Dolomiti, a 2.275 metri di altitudine e ricavato dall’ex stazione a monte della funivia di Plans de Corones in Alto Adige. Perfetto incontro tra natura e tecnologia, il LUMEN si prefigge, attraverso la riscoperta della vecchia cultura fotografica della montagna e l’approfondimento sulle nuove visioni grafiche dei paesaggi. Espandendosi su oltre 1.800 metri quadri vengono allestite mostre incentrate sulla conoscenza della vita montana per mezzo della fotografia,

24 Good Style Magazine

March

ENGLISH TEXT

On the Summit of the Dolomites Walter Bonatti once said that “the higher you climb, the farther you see; the farther you see, the longer you dream.” The relationship between man and the mountain has always been characterized by fear, respect, and a fascination with magnificent, incredible scenery. For man, going to the mountains, facing the effort of hiking and climbing, admiring the valley landscapes and the grandeur of the peaks, breathing in crisp, thin air and fresh scents in the woods has meant not only seeking beauty and peace, but also finding oneself. Experiencing the mountains, facing its impervious paths and commandeering its beauty, means embarking on a journey within us, discovering our limits but also our strengths; a journey towards a greater awareness of who we are, who we could be, and who we will become. The Museum of Mountain Photography LUMEN is well aware of this. It is an innovative museum located in the heart of the Dolomites, at 2,275 meters above sea level in the former Plans de Corones aerial tram station in Alto Adige (South Tyrol). A perfect combination of nature and technology, LUMEN aims to rediscover a more authentic and genuine meaning of living

tema principale del progetto museale. La Direttrice Thina Adams, insieme ai sui collaboratori e al sostegno di partner internazionali tra cui National Geographic, Red Bull Illume e Durst, ha cercato di creare un percorso di conoscenza olistica della montagna, grazie a sale espositive e realizzazione scenografiche con cui il visitatore può letteralmente immergersi nelle immagini dei migliori fotografi di montagna del mondo. Oltre allo shutter, una grande vetrata a forma di otturatore che si apre e si chiude sul magnifico paesaggio delle dolomite altoatesine, è possibile visitare la mostra permanente “Messner meets Messner by Durst” dedicata al grande alpinista e tutore delle Alpi Reinhold Messner; mentre, sempre per quanto riguarda lo sport alpino, la Sala Adrenalina, tramite le sue installazioni multimediali, offre l’opportunità di ammirare le fotografie delle grandi imprese sportive in montagna. Nel Dia Horama continua l’approfondimento al mondo della fotografia di montagna, grazie all’esposizione delle opere grafiche dei più noti fotografi internazionali, mentre nella Sala degli Specchi e nella sezione Politica viene approfondito il concetto della

in the mountains, through a revival of vintage mountain photographic culture and a detailed study of landscapes with new graphic concepts. Spread over more than 1,800 square meters, exhibitions are organized focusing on the knowledge of mountain life through photography, the museum project’s main theme. Director Thina Adams, together with collaborators and support from international partners including National Geographic, Red Bull Illume and Durst, has tried to create a journey into holistic knowledge of the mountains, thanks to exhibition halls and scenography where the visitor can literally be immersed in images by the best mountain photographers in the world. In addition to The Shutter – a large window in the form of a shutter that opens and closes on the magnificent landscape of the South Tyrolean Dolomites - LUMEN also hosts a permanent exhibition “Messner meets Messner by Durst,” dedicated to the great mountain pioneer and ambassador for the protection of the Alps Reinhold Messner. The Adrenaline Room focuses on alpine sports featuring multimedia installations that give visitors a chance to admire photographs of great mountain sporting activities. In the Dia Horama, insight into the world of mountain photography continues with an exhibition of photo sequences from the most famous international photographers, while in the Mirror Room and Politics section the concept of the mountains as a cultural and power symbol

March

Good Style Magazine

25


ICONIC DESIGN

ICONIC DESIGN

AlpiNN® - Paolo Riolzi®

is explored. A visit to the Wall of Fame can’t be missed, where there is an exhibition dedicated to the history of mountain photography and its beginnings, and to the first alpine photographers including the Bisson brothers, Joseph Tairraz, Bernhard Johannes, Jules Beck, and Vittorio Sella. In addition, the Room of Miracles offers a chance to admire real, rare artifacts from the world of mountain photography, and the Physics section gives visitors an opportunity to get to know the technical and chemical aspects of photographic art. But it isn’t just viewing and admiring landscapes and the figures that represent it that allow us to really know a territory in depth; smells and tastes are an integral part of a place’s culture, and to truly experience the essence of the mountains, the museum LUMEN has collaborated with the Mo-food company and decided to open an entire space dedicated to local mountain cuisine: AlpiNN – Food Space & Restaurants. Under the direction of three Michelin-star chef Norbert Niederkofler, Resident Chef Marco Perez offers fresh and genuine dishes, with quality ingredients that come from local producers in the Dolomites. It goes beyond the idea of a simple eating area by innovating the concepts of standing, lounging, and dining. There, what Niederkofler defines as “Cook the Mountain” takes place – a discovery of mountain life and cultural traditions through tasting local products and local cuisine. Guests can enjoy genuine dishes overlooking the spectacular alpine landscape, embarking on a gastronomic journey to discover the meaning of living in harmony with nature and our surrounding environments. The LUMEN Museum, together with the AlpiNN restaurant, offer a unique opportunity to fully experience the beauty and majesty of the Italian Alps, a unique natural and cultural heritage in the world.

lumenmuseum.it

©PHOTO BY Paolo Riolzi

Montagna come simbolo culturale e di potere. Immancabile, invece, è la visita alla Wall of Fame, mostra dedicata alla storia e agli albori della fotografia di montagna ed ai primi fotografi alpinisti tra cui i fratelli Bisson, Joseph Tairraz, Bernhard Johannes, Jules Beck e Vittorio Sella. Inoltre, se nella Wunderkammer è possibile ammirare oggetti reali provenienti dal mondo della fotografia di montagna, nella sezione Fisica i visitatori intraprendono un percorso di conoscenza sugli aspetti tecnici e chimici dell’arte fotografica. Ma non è solo la visione e l’ammirazione dei paesaggi, odori e sapori sono parte integrante della cultura di una località, e per avere una esperienza veramente totale dell’essenza della montagna, il museo Lumen, in collaborazione con la società Mo-food, ha deciso di aprire ai propri visitatori un intero spazio dedicato alla cucina della montagna locale: AlpiNN – Food Space & Restaurants. Con la supervisione del tre stelle Michelin Norbert Niederkofler, la cucina condotta dallo Chef Marco Perez propone dei piatti freschi e genuini, con materie prime che derivano dal lavoro di produttori locali delle zone dolomitiche. In questo food space, che va oltre l’idea di locale, innovando i concetti dello standing, lounging e dining, prende corpo quello che lo stesso Niederkofler definisce Cook The Mountain, ovvero la scoperta della vita e della tradizione culturale della montana attraverso il sapore dei prodotti e della cucina locale davanti allo spettacolare paesaggio alpino, intraprendendo un viaggio gastronomico. Il Museo LUMEN, insieme al ristorante AlpiNN, offrono un’imperdibile opportunità di avere un’esperienza a 360° della bellezza e della maestosità delle alpi nostrane, patrimonio naturalistico e culturale unico al mondo.

26 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

27


ICONIC FASHION

L'

Portraits of

uscita del libro Dior by Gianfranco Ferré, pubblicato da Assouline riaccende i riflettori su un capitolo emblematico della storia dell’iconica Maison. Attraverso le fotografie di Laziz Hamani e le parole del giornalista Alexander Fury, il prezioso volume da collezione, trascrive il rigore e la genialità del couturier italiano. Un senso di glamour audace, intriso di materiali sontuosi e colori intensi, in proporzioni voluttuose ed esuberanti, quello di Gianfranco Ferré, designer di una femminilità al contempo sofisticata e contemporanea.

dresses Autore M.T.

ENGLISH TEXT

I rossi si alternano agli ori, la lana scura al taffetà in colori pastello. L’estetica brillante della Direzione Creativa Ferré per Dior ritrova la sua autorevolezza in un collector book che imprime su carta il fascino di abiti senza tempo.

28 Good Style Magazine

March

Red alternates with gold, dark wool interchanges with taffeta in pastel colors. The brilliant aesthetics of Ferré’s creative direction for Dior has found prestige in a collector’s book that transmits the charm of timeless dresses onto paper. The release of Dior by Gianfranco Ferré, published by Assouline, turns the spotlight on an emblematic chapter in the iconic maison’s history. Through photographs by Laziz Hamani and writings by journalist Alexander Fury, this precious collector’s volume transcribes the rigor and genius of an Italian couturier. Gianfranco Ferré was a designer of contemporary yet sophisticated femininity, and known for a sense of bold glamour, full of sumptuous materials and intense colors, in voluptuous and abundant proportions. From his first haute couture

Editor: Assouline Format: 30 x 37 cm, 320 pages Versions: english and french Release date: 15th December 2018 (Europe) | 15th January 2019 (US) assouline.com

March

Good Style Magazine

29


ALL PHOTOS Dior Edition Dior Anthologie Dior by GF

ICONIC FASHION

Dalla sua prima collezione di haute couture, presentata nel 1989 nel giardino dell’Hôtel Salomon de Rothschild, fino al 1996, Gianfranco Ferré ha attinto alla storia della Maison fondendola con lo spirito del tempo. Ha rianimato una tradizione ereditata dal couturier fondatore, dando un nome a ciascuno dei suoi disegni. Pagina dopo pagina, il libro-opera illustra con “ritratti di abiti” l’incredibile ricchezza di talento e l’universo creativo di un maestro couturier appassionato di architettura.

L'

“Le mie

creazioni sono il risultato di un’architettura tessile concepita per il corpo, che dà vita al corpo

collection, presented in 1989 in the garden of Hôtel Salomon de Rothschild, until 1996, Gianfranco Ferré drew on the maison’s history, merging it with the spirit of the time. He revived a tradition that was inherited from the founding couturier, giving a name to each of his designs. Page after page, the opus features “portraits of clothes” illustrating the incredible wealth of talent and creative universe of a master couturier keen on architecture. “My creations are the result of a textile architecture conceived for the body, which gives life to the body.”

A STUNNING TRANSFORMATION The ‘wow’ moment. The effortless elegance. The air of sophistication. The seamless service. Events to remember. Hotel Principe di Savoia. Perfection just happens.

MILAN +39 02 62 301 DORCHESTERCOLLECTION.COM #DCmoments PrincipeDiSavoia PrincipeSavoia PrincipeSavoia

dior.com

30 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

31


ICONIC fashion

U

Un esclusivo appuntamento mondano dei Fashion Awards Ceremony alzerà il sipario della Fashion Week, momento di apertura di un’imperdibile edizione ricca di appuntamenti e grandi ospiti.

M

Ricercate

EVASIONI Autore Delfina Remi

Torna l’appuntamento moda ricco di glamour e fascino, la Monte-Carlo Fashion Week (MCFW), un’occasione straordinaria per vivere l’atmosfera elegante del Principato, che si terrà il prossimo, 15-19 maggio.

32 Good Style Magazine

March

enzione d’onore per Alberta Ferretti che sfilerà con la collezione Cruise 2020 in data 18 maggio 2019 e riceverà il premio “Monte-Carlo Fashion Award – Made in Italy”. Emblema di eleganza e artigianalità, Alberta Ferretti giungerà a Monte Carlo per ammaliare con uno show di ricercatezza e raffinatezza. Tratto distintivo delle sue collezioni, come la SpringSummer 2019, delicata e naturale che racconta di un’estetica femminile contemporanea attraverso la complessità delle donne che si muovono tra i ritmi sostenuti della quotidianità. “In questa collezione ho voluto raccogliere una nuova attitudine femminile che spinge le donne a dichiarare una personalità decisa ma con il linguaggio dell’ingenuità, della delicatezza, della pacatezza e del sogno. Ho potuto costruire così un viaggio che descrive avventure fisiche con un viaggio interiore. Quello che porta alla riflessione e alla gioia di vivere e che spinge le donne sempre più verso una comprensione di sé e del mondo”, afferma Alberta Ferretti.

ENGLISH TEXT

Sophisticated Evasion Monte-Carlo Fashion Week (MCFW) - a fashion event full of glamor and allure – is back. This extraordinary opportunity to experience the Principality’s elegant atmosphere will be held May 15 to 19. The exclusive and elite Fashion Awards Ceremony will lift the curtain on Fashion Week, the opening to an edition that can’t be missed, full of special events and guests. An honorable mention goes to Alberta Ferretti who is going to present the Cruise 2020 collection on May 18, 2019 and will receive the Monte-Carlo Fashion Award – Made in Italy. An emblem of elegant craftsmanship, Alberta Ferretti will surely charm at Monte-Carlo with a show of sophistication and refinement. Like with SpringSummer 2019, a distinctive feature in her collections is the delicate, natural way she illustrates a contemporary feminine beauty through the complexity of women who move between the rhythms of everyday life. “In this collection, I wanted to assemble a new feminine


ICONIC FASHION

Una

nuova silhouette costruita con volumi fluttuanti e forme che lasciano libero il corpo, un’elaborazione concettualmente contemporanea della sensibilità femminile lo si ritrova nei capi lunghi costruiti come sahariane, ma con l’effetto parachute. Alberta Ferretti

Linee decise si insinuano negli abiti sottoveste in satin ricamati a crochet o con inserti di chiffon, nelle camicie ampie in chiffon ricamato a crochet o in San Gallo. Animata da un innato senso estetico, un innegabile talento per la moda e una grande intraprendenza e determinazione, Monte-Carlo e la Monte-Carlo Fashion Week sono pronti ad accogliere la stilista italiana emblema del Made in Italy nel mondo. capability that pushes women to assert a determined personality but with a style of innocence, delicacy, calmness, and dreams. This way, I was able to create a journey that describes physical adventures with an inner journey. It leads to reflection and the joy of living and pushes women towards a better understanding of themselves and the world,” says Alberta Ferretti. A new silhouette designed with fluctuating volumes and forms frees the body; an abstract contemporary elaboration of feminine sensitivity is found in long garments built as safari jackets but with a parachute effect. Sharp lines are lost in slip dresses in crochet embroidered satin or with chiffon inserts, and loose chiffon shirts with crochet embroidery or San Gallo lace. Enlivened by an innate sense of aesthetics, an undeniable talent for fashion and great resourcefulness and determination, Monte-Carlo and Monte-Carlo Fashion Week are ready to welcome the Italian designer, an emblem of Made in Italy throughout the world.

montecarlofashionweek.net albertaferretti.com

34 Good Style Magazine

AN EFFORTLESS ELEGANCE A grand entrance. The warmest welcome. A richness of texture. A lightness of spirit. A sense of style. Hotel Principe di Savoia.

Perfection just happens. March

MILAN +39 02 62 301 DORCHESTERCOLLECTION.COM #DCmoments PrincipeDiSavoia PrincipeSavoia PrincipeSavoia


ICONIC jewels

ICONIC jewels

This band features multicolour sapphires in the shade of the rainbow along the entire circumference and splendid baroque curlicues, inspired by the Bourbon era, which emphasise the delicacy of the composition and further exalt the luminosity of the gemstones. The same motif is engraved on the inside of the band.

This loop earrings features multicolour sapphires in the shade of the rainbow along the entire circumference and splendid baroque curlicues, inspired by the Bourbon era, which emphasise the delicacy of the composition and further exalt the luminosity of the gemstones. The same motif is engraved on the inside of the earrings.

Raffinati gioielli in oro giallo 18 KT: fedine impreziosite da lavorazioni borboniche circolari, bracciali morbidi e rigidi, orecchini a cerchio di diverse dimensioni e collane con perla a goccia nella parte finale della catenina.

RAINBOW COLLECTION

Autore C.M

Dove finisce l’arcobaleno, nella tua anima o all’orizzonte? (Pablo Neruda)

Where does the rainbow end, in your soul or on the horizon? (Pablo Neruda)

Un’ascesa cromatica che inonda la nuove creazioni d’incantevoli gioielli e orologi che entrano a far parte della famiglia Rainbow firmati Dolce&Gabbana. Cura dei dettagli, manifattura artigianale, l’amore per la bellezza e iridescenti armonie di colore, decantano l’emozionante capitolo delle Collezioni Fine Jewellery Dolce&Gabbana. Zaffiri, quarzi, topazi, diamanti, ametiste, giade, rodolite, tormaline, peridoti s’intrecciano in un effluvio di sensazioni volto alla ricerca di materiali preziosi. La varietà di toni e sfumature delle pietre incastonate in gioielli e orologi, cangiano dal rosso, viola, giallo, all’arancione, ciliegia, verde acqua, blu scuro, e porpora.

A chromatic surge floods enchanting jewelry and watches, new creations that have become part of the Rainbow family by Dolce&Gabbana. Attention to detail, craftsmanship, a love for beauty, and an iridescent harmony of colors all praise an exciting part of the Dolce&Gabbana Fine Jewellery Collection. Sapphires, quartzes, topazes, diamonds, amethysts, jades, rhodolites, tourmalines, and peridots intertwine in an outpouring of sensations in pursuit of precious materials. Stones set in jewelry and watches feature

Bracelet composed of a chain with twisted wire rings and ten different gems with different cuts and settings, in the shades of the rainbow connected in such a way as to create a ctarefully crafted curve. A baroque pearl has been added as the end of the adjustable chain, while an oval plate bearing the “DOLCE&GABBANA” logo has been placed by the fastening.

36 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

37


ICONIC jewels

ICONIC jewels

Ancora, il prezioso orologio gioiello, con cinturino che diventa un bracciale tempestato di pietre dalle forme e toni cromatici differenti. A completamento si aggiungono dodici nuovi DG7 Gems, in cui rare pietre preziose naturali, inserite nella cassa con un sistema di incastonatura brevettato da Dolce&Gabbana, sono abbinate a un cinturino in coccodrillo.

Arcobaleni di gemme

irradiano l’unicità del segno distintivo by Dolce&Gabbana. a variety of tones and shades, changing from red, violet and yellow to orange, cherry, aqua green, dark blue, and royal purple. Refined 18 kt yellow gold jewelry: engagement rings embellished with circular Bourbon-era details, soft and rigid bracelets, hoop earrings of various sizes, and necklaces with a teardrop pearl at the end of the chain. Even more, precious jewelry watches feature a strap that becomes a bracelet studded with stones of different shapes and colors. In addition, twelve new DG7 Gems have been added; here rare natural gems are inserted on the dial with a system patented by Dolce&Gabbana, paired with a crocodile strap. Rainbows of gems radiate the uniqueness of Dolce&Gabbana’s distinctive style.

dolcegabbana.it

38 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

39


ICONIC WATCH

Fascino senza

TEMPO Autore C.M

“Fondere il design italiano con l’eccellenza dei meccanismi svizzeri significa creare capolavori destinati a diventare leggende che dureranno nel tempo.”- Jean-Christophe Babin, CEO Bvlgari -

I

l 2019 si apre con la celebrazione dei 135 anni dell’illustre abilità artistica e artigianale degli orologi gioiello realizzati da Bvlgari sin dal 1918, ma anche con la conferma dell’incoronazione che la erge a capo di un profondo Rinascimento dell’orologeria svizzera grazie a innovazioni audaci che coniugano l’unicità del design Italiano alla complessità dell’artigianato meccanico e orologiaio svizzero. Un connubio che si esprime nelle nuove creazioni Diva Finissima Minute Repeater e Octo Grande Sonnerie, con il lancio della collezione Pre-Basilea 2019 a Ginevra. Gli orologi gioiello costituiscono la massima espressione di questo patrimonio unico, l’orologio Diva Finissima Minute Repeater, incastonato con diamanti intorno al quadrante in avventurina scura, rifinito con un pendente nell’iconica forma a ventaglio di Divas’ Dream che aziona la ripetizione minuti e ricoperto di pavé di diamanti, è il Ripetizione Minuti più sottile mai utilizzato in un movimento da donna. ENGLISH TEXT

Timeless Allure “Fusing Italian design with extraordinary Swiss engineering means creating masterpieces destined to become lasting legends.” - Jean-Christophe Babin, CEO Bvlgari 2019 marks the celebration of the 135th anniversary of Bvlgari, known for its artistry and craftsmanship in jewelry and watchmaking since 1918. It leads a profound Renaissance of Swiss Watchmaking thanks to bold innovations that combine unique Italian design and complex Swiss mechanical and watchmaking craftsmanship. This combination is perfectly expressed in the new creations Diva Finissima Minute Repeater and Octo Grande Sonnerie, with the launch of the Pre-Basel 2019 collection in Geneva. Jewelry watches are the ultimate expression of this unique heritage, and the Diva Finissima Minute Repeater watch is a true masterpiece. It is set with diamonds all around a dark aventurine dial, finished with an iconic Divas’ Dream fan-shaped pendant which activates the minute repeater and is covered in diamond pavé. It is the slimmest minute repeater ever used in a women’s watch movement. Two new Lvcea Skeleton watches bring together the most iconic design

40 Good Style Magazine

March

SERPENTI SPIGA 103060 Movimento al quarzo. Cassa curva di 35 mm in ceramica marrone con trattamento speciale metallizzato e lunetta in oro rosa 18 kt incastonata con diamanti. Corona in oro rosa 18 kt incastonata con elemento di ceramica a taglio cabochon. Quadrante marrone. Bracciale a spirale singola in ceramica marrone con trattamento speciale metallizzato ed elementi in oro rosa 18 kt. Euro 11.900.

March

Good Style Magazine

41


ICONIC WATCH

D

Due nuovi orologi Lvcea Skeleton esaltano i codici estetici più iconici della Maison: il primo è inserito all’interno di un bracciale tubogas e presenta una lunetta in oro rosa, una pietra rosa a taglio cabochon e diamanti.

codes from the Maison: the first watch features a Tubogas bracelet, a rose gold bezel, a carbon-cut pink stone and diamonds. The second watch has a white gold case set with sapphires and diamonds around the bezel. Serpenti offers a reinterpretation of Spiga, with pink gold, brown ceramic, and metal finishes. For men, Octo recalls the highest expression of Bvlgari’s innovation and know-how. With the hope of bringing the art of Haute Horlogerie back in fashion in the 21st century, the Octo Grande Sonnerie elevates the concept of style: futuristic lines define the case and dial, representing the pinnacle from centuries of watchmaking art. 827 components are all individually handmade and blend together in perfect synchronicity, offering functions such as grande et petite sonnerie, minute repeater, and tourbillon. Bvlgari’s unparalleled style enhances the power of Italian design, focusing on precious materials and shapes, like with the new completely carbon Octo Tourbillon Automatic: only 48 grams of pure aesthetic pleasure, it is the slimmest automatic carbon watch in the world.

bulgari.com/it

www.pafashion.eu

Il secondo vanta invece una cassa in oro bianco incastonata con zaffiri e diamanti intorno alla lunetta. Serpenti propone una reinterpretazione di Spiga, in un susseguirsi di oro rosa e ceramica marrone con rifiniture in metallo. Per l’uomo, Octo echeggia la massima espressione del know how e dell’innovazione firmata Bvlgari. Con l’auspicio di portare in auge l’arte dell’Alta Orologeria nel 21° secolo, l’Octo Grande Sonnerie, eleva il concetto di stile: linee avveniristiche della cassa e del quadrante, rappresentano l’apice di secoli di arte orologiaia, con 827 componenti realizzati a mano individualmente che si fondono in perfetta sincronicità, offrendo le funzioni di Grande e Piccola Suoneria, un Ripetitore Minuti e un Tourbillon. L’ineguagliabile stile Bvlgari esalta la potenza del design italiano per concentrarsi su forme e materiali preziosi, come il nuovo Octo Tourbillon Automatic completamente vestito in carbonio: con soli 48 grammi di puro piacere estetico, è l’orologio automatico in carbonio più sottile al mondo.

OCTO L’ORIGINALE SOLOTEMPO 103085 Movimento meccanico di manifattura con carica automatica e datario. Calibro BVL 191 – Solotempo con finiture Côtes de Genève, anglage e colimaconnage. Riserva di carica di 42 ore. Cassa di 41 mm in acciaio sabbiato con trattamento DLC (Diamond Like Carbon) e ottagono in oro rosa 18 kt. Corona in oro rosa 18 kt e fondello trasparente. Quadrante antracite con indici in oro rosa 18 kt applicati a mano. Cinturino integrato in caucciù con trattamento DLC (Diamond Like Carbon). Impermeabilità fino a 100 metri. Euro 8.400.

Anita Pasztor Spring/Summer 2019 collection

Shops: Carlo Ramello, Gallerie du Park Palace, 27 Avenue de la Costa, Monaco,

42 Good Style Magazine

March

S h ow ro o m a n d a te l i e r : 1 1 2 1 B u d a p est , H u n ga r y, N o r m a fa u tca 1 / B

March

Good Style Magazine

43


ICONIC FASHION

ICONIC FASHION

exclusive

position Autore Asia Bernardini

Con l’anno nuovo Moncler consolida la propria presenza nell’Asia-Pacific annunciando l’apertura di un flagship store nella regione, all’interno del complesso del Marina Bay Sands di Singapore. Uno spazio esclusivo all’interno del The Shoppes del Marina Bay Sands, il centro commerciale che ospita i più noti marchi del lusso di tutto il mondo.

With the new year, Moncler has strengthened its presence in Asia-Pacific by announcing the opening of a flagship store in the region, inside the Marina Bay Sands complex in Singapore. The exclusive space is inside The Shoppes of Marina Bay Sands, a shopping center that hosts the most famous luxury brands worldwide.

44 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

45


ICONIC FASHION

Con una facciata in marmo nero, l’ingresso richiama l’inconfondibile boudin del classico piumino Moncler, estendendosi su una superficie distribuita su due piani di 521 metri quadrati, divenendo uno dei più grandi flagship store Moncler della regione APAC. Gli interni nascono dalla collaborazione della Maison con Gwenael Nicolas, designer francese e fondatore dello studio di progettazione Curiosity. La palette cromatica cangia dai toni del legno scuro e del grigio, con un contrasto di pietra bianca, creando un suggestivo effetto ghiaccio – espressione della forza e dell’eleganza della natura e un palcoscenico senza tempo per le collezioni. La nuova boutique ospita tutte le collezioni e le linee di accessori Moncler, un maestoso concept in linea con il posizionamento esclusivo del brand.

46 Good Style Magazine

March

The black marble façade mimics the unmistakable boudin quilting of Moncler’s classic down puffer, and inside it extends over 521 square meters spread over two floors, making it one of the largest Moncler flagship stores in the APAC region. The interior space is the result of the Maison’s collaboration with Gwenael Nicolas, French designer and founder of Curiosity design studio. Featuring a color palette ranging from dark wood and grey alternated with white stones, it creates an evocative ice effect – expression of nature’s strength and elegance – and a timeless stage for all collections. The new boutique houses all Moncler collections and accessory lines, a majestic concept in line with the brand’s exclusive positioning.

moncler.com/it

info@casagredohotel.com www.casagredohotel.com

March

Good Style Magazine

47


flame

ETERNAL Photographer Anna MĂĽrtensson Designer George Hobeika Make-up Sharbel Hasbany Using Pat Mcgrath Hair Harout Berberian Model Kristina S @ Runway Mgmt Retouch Silvia Filgueiras

All clothes Georges Hobeika georgeshobeika.com


For the Make-Up using: Base: Guerlain l’or - Bobbi Vitamin C Face Base Foundation: Dior Forever 022 Concealer: Estée Lauder Loose powder: Laura Mercier Transluscent Contouring: Fenty Beauty Mocca Stick Eye Shadow Palettes Used: Pat McGrath Mothership 1, 2, 3 and 4 Eyebrows: BH Cosmetics Brow Palette Mascara: Lancôme Monsieur Big - Marc Jacobs Volume Mascara Lips: Mac Cosmetics Lipsticks - Inglott Matte Pencils Blush: Hoola from Benefit Cosmetics Highligher: Marc Jacobs Stick Diamond - BH Cosmetics Holographic Palette Setting Spray: Marc Jacobs Coconut Face fix


ICONIC HOTEL

ICONIC HOTEL

Palm Suites Manfredi

the Place to Be Autore Delfina Remi

“L’anima coloniale ed esotica traccia il vero mood di questa mia impresa, una ristrutturazione leggera su una impalcatura antica fatta di volte di soffitti lignei e mattoncini a faccia vista. Il pavimento in listoni di legno a spina continua fa da fondo ad una tinteggiatura di colore grigio nuvolato sulle pareti ottenuto da tinte naturali che vanno ad ossidarsi nel tempo. Le porte e le cornici sono laccate grigio perla lucido per dare una luce vibrante”, afferma l’Architetto Giorgia Dennerlein. ENGLISH TEXT

R

oma, la città eterna, la città delle fontanelle e dei sanpietrini, la città delle palme: da Piazza Cavour a Villa Celimontana, dalla scalinata di Piazza di Spagna al Colle Oppio fino ai piedi dei Fori Romani. Una presenza in terra capitolina risalente all’antichità, le cui prime apparizioni le si riscontrano dinanzi alla residenza dell’Imperatore Augusto, facendosi spazio tra le pietre del selciato, divenendo poi la pianta più alla moda a Roma e progressivamente in tutta Italia verso la fine dell’ottocento, fino all’era imperialista nel suo stile africano. Così, in un palazzo del ‘700, prospiciente i giardini dei Fori Imperiali, con affacci sulla Basilica di Massenzio e sul Colosseo ed a cinque minuti a piedi da Palazzo Manfredi Relais&Chateaux, la palma diventa il leit motif dell’interior design delle suites, Palm Suites Manfredi. Una perfetta combinazione di fascino e comfort.

Rome - the Eternal City, the city of fountains and cobblestones, and also the city of palms: from Piazza Cavour to Villa Celimontana, from the Spanish Steps and Oppian Hill to the foot of the Roman Forum. The presence of palms throughout the Capitoline land dates back to ancient times, and first appearances were found between the cobblestones in front of the residence of Emperor Augustus. The palm became the most fashionable plant in Rome, and progressively throughout Italy towards the end of the nineteenth century and up to the Imperialist era with its African style. So it is fitting that the palm becomes the leitmotif in the interior design of Palm Suites Manfredi, located within an 18th-century building facing the gardens of the Imperial Fora, overlooking the Basilica of Maxentius and the Colosseum, and just a five-minunte walk from Palazzo Manfredi Relais&Chateaux. Palm Suites Manfredi is the perfect combination of charm and comfort. “The exotic and colonial feel marks the true mood of my feat, light renovation on an ancient structure made of wooden ceilings and exposed bricks. The uninterrupted wooden plank floor acts as a background to walls with a gray marble tint obtained from natural colors that oxidize over time. The doors and frames are lacquered in glossy pearl gray giving off vibrant light,” says architect Giorgia Dennerlein.

Grand Palm Suite Forum View

54 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

55


ICONIC HOTEL FASHION

Suite spaziose ed eleganti vantano una qualità eccezionale, arricchite da arredi unici, accessori e viste mozzafiato, immersi in un fantastico mondo onirico di atmosfere seducenti. “L’arredo è volutamente molto colorato, con alternanze di tessuti naturali e cotoni stampati africani e fibre tessili di polipropilene intrecciato a mano, colore e fantasie esotiche fanno da padrone in tutti gli imbottiti come anche le testate letto; la paglia di Vienna nelle testate i tessuti stampati in tema palmizio e floreale, gli intrecci di polipropilene che caratterizzano gli arredi sono una ricorrenza che esaltano la connessione esistente tra gli affacci sui giardini dei fori e l’interno degli appartamenti quasi a creare un indoor/outdoor immediato e naturale”, prosegue l’Architetto. Una combinazione d’intenti che realizzano il the “place to be” Palm Suite, una gemma nascosta che offre relax per coppie e famiglie, dove …

“ palma La

è protagonista nei parati e nelle lampade, e rilega il mood del progetto in un simbolo di cui le suites ne prendono anche il nome. I bagni sono rivestiti in tatami intrecciato in fibra sintetica e una fascia di specchio fa da cornice”, conclude.

Family Suite Forum View

Spacious and elegant suites boast an exceptional quality, enriched by unique furnishings, accessories, and breathtaking views, immersed in a fantastic dreamlike world and seductive atmosphere. “The furnishings are intentionally very colorful, alternating natural fabrics and African printed cottons and hand-woven polypropylene fibers. Many colors and exotic patterns dominate upholstery and even bed headboards. Furnishings are characterized by headboards with Viennese straw, palm and floral printed fabrics, and interwoven polypropylene fibers - a recurrence that enhances the connection between the views over the Fora gardens and apartment interiors, almost creating an immediate and natural indoor-outdoor,” continues the architect. Focused design makes Palm Suites the “place to be”, a hidden gem offering relaxation for couples and families alike, where… “the palm is protagonist in the walls and lamps, and connects the project’s mood to a symbol found in the name of the suites as well. Bathrooms are covered in tatami with woven synthetic fiber and framed by a band of mirrors,” she concludes.

palmsuiterome.com

56 Good Style Magazine

Palm Suite Forum View

March

March

Good Style Magazine

57


ICONIC golf

ICONIC golf

Proximity to

NEW YORK Autore Delfina Remi

La prima volta giunti al Liberty National Golf Club, lo sguardo viene catturato ad est, dalle acque che scintillano al sole con sullo sfondo la maestosa Statua della Libertà, ad ovest, dalle bucoliche colline del Garden State che si spiegano sull’ iconico skyline di Manhattan e sul Verrazano Narrows Bridge.

redo che Liberty stesse solo aspettando di concretizzarsi”, afferma il co-fondatore del club Paul Fireman. “È un sito molto importante e prezioso. La geografia di questa parte del paese è così significativa”. Un’oasi di un campo da golf che esalta la terra su cui si trova, riflette la missione dei suoi fondatori e rispetta il suo ruolo in una regione storica. Nel 1992, il campione degli Stati Uniti Open di quell’anno a Pebble Beach - il World Golf Hall of Famer, Tom Kite - posò gli occhi sulla terra per la prima volta, “Davvero, sono interessato,” disse. Kite presto arruolò il suo amico e co-designer, Bob Cupp, e l’esordio di un vero e proprio dream team cominciò a prendere forma.

C

ENGLISH TEXT

When you first arrive at the Liberty National Golf Club, your eye travels to the east where waters sparkle in the sunlight with the majestic Statue of Liberty in the background, and then to the west at the bucolic hills of the Garden State which unfold onto the iconic Manhattan skyline and the Verrazano Narrows Bridge.“I believe Liberty was waiting to happen and wanting to happen,” says the club’s co-founder Paul Fireman. “It’s a very important and precious site. The geography of this part of the country is so significant.” It is an oasis of golf that enhances the land upon which it sits, reflects the mission of its founders and respects its role in a historic region. In 1992, that year’s United States Open champion at Pebble Beach – the World Golf Hall of Famer Tom Kite – laid eyes on the land for the first time, and said, “Darn right I’m interested.” Kite soon enlisted his friend and co-designer, Bob Cupp, and the onset of a veritable dream team began to take shape. Eighteen unique golf holes were grown, stretching over 7,400 yards. Belgian cart-path stones were laid down. Helipad and ferry services were included. A sparkling clubhouse rose above the 18th green, shimmering in perfect Manhattan style. In the years that have followed, Liberty National has found its way, thriving with a solid membership, and twice hosting the PGA Tour’s prestigious Barclays Tournament in 2009 and 2013.

58 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

59


ICONIC golf

ICONIC WINE YACHT

10-15 SEPTEMBER 2019 Furono coltivati diciotto ​​ campi da golf unici, che si estendevano per oltre 7.400 metri e deposte pietre belghe sul sentiero. Eliporto e servizio traghetti inclusi. Una club house scintillante si è eretta sopra il 18esimo green, nei suoi riflessi luccicanti in perfetto stile di Manhattan. Negli anni successivi, il Liberty National ha trovato la sua strada, prosperando con una solida membership, ospitando due volte il prestigioso Barclays Tournament del PGA Tour, nel 2009 e 2013. Le strutture per le esercitazioni sono certificate PGA TOUR, l’area di gioco breve è composta da due green dal design unico bordati da bunker e cambi di dislivello, che consentono ai giocatori di praticare una moltitudine di tiri corti e bunker. Il centro fitness consente ai membri e ai loro ospiti momenti di relax prima di una partita a golf, tra Spa, sale massaggi private, sauna e vasche idromassaggio. Benessere e piacere di sapori diretti dallo Chef esecutivo, Shaun Lewis: dalla Grille Room, alla Formal Dining Room, alla Library, sino alla terrazza esterna coperta, il Club offre un ambiente adatto a tutte le esperienze gastronomiche. Il prossimo appuntamento, The Northern Trust, First Stop of The FedEx Cup Playoffs, 8-11 agosto 2019, è il primo dei tre eventi in FedExCup Playoffs, culmine della competizione della lunga stagione della PGA TOUR. Circoscritto nell’area metropolitana di New York / New Jersey, THE NORTHERN TRUST è una celebrazione del food e del lifestyle, dove i migliori golfisti del PGA TOUR con un’esperienza di fan senza eguali, s’incotrano per realizzare celebri obiettivi di beneficenza, come lo scorso autunno, quando è stato registrato un record di $1.865 milioni per le associazioni di beneficenza locali del torneo 2018, portando il totale di tutti i tempi a quasi $50 milioni dall’inizio del 1967.

C A N N E S - V I E U X P O R T & P O R T C A N TO

Furono

coltivati diciotto ​​ campi da golf unici, che si estendevano per oltre

7.400 metri.

Practice facilities are PGA certified and tour appropriate. The short play area consists of two uniquely designed greens bordered by bunkers and elevation changes, allowing golfers to practice a multitude of short game and bunker shots. The fitness center gives members and their guests some time to relax before a round of golf, including visits to the Spa, featuring private massage rooms, sauna, and Jacuzzi tubs. Executive Chef Shaun Lewis delivers pleasing flavors and an overall sense of wellbeing: from the Grille Room, to the Formal Dining Room, the Library, and covered outdoor Terrace, the Club provides an ambiance for all dining needs. The next event - The Northern Trust, First Stop of the FedEx Cup Playoffs – will be held from August 8-11, 2019. It is the first of three events in the FedEx Cup Playoffs, the culmination of a season-long competition of the PGA TOUR. Set in the metropolitan area of New York/New Jersey, The Northern Trust is a celebration of food, fashion, and the best golfers from the PGA Tour, offering fans an unrivaled experience. During a breakfast charity event last autumn, The Northern Trust announced a record $1.865 million for local area charities in 2018, bringing the total to nearly $50 million since its start in 1967.

1ST EUROPEAN ON WATER BOAT SHOW & THE LARGEST EXHIBITION OF NEW SAIL BOATS IN THE WORLD

Motor boats are remaining in the

NEW

Sailing boats are heading for

VIEUX PORT

PORT CANTO

CANNES

CANNES

libertynationalgc.com northerntrust.com

60 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

61


ICONIC HOTEL

ICONIC HOTEL

Oblio

rinascimentale

Autore Asia Bernardini

Dinanzi le sponde dell’Arno, già nella terra del Chianti e ad un quarto d’ora dal cuore di Firenze, s’incastona un’oasi di pace bucolica, Villa La Massa, un gioiello architettonico dell’epoca medicea.

Ulivi, vigne, cipressi fanno da scenario, a soli due passi dalla città con lo shuttle dell’Albergo. Membro di The Leading Hotels of The World, Villa La Massa é un Hotel di grande lusso che si é unito al Gruppo Villa d’Este nel 1998. In un’atmosfera Rinascimentale, Villa La Massa invita a riscoprire l’arte di vivere della nobiltà fiorentina, sottilmente rivisitata dal comfort più raffinato: 41 camere per lo più Suite e Junior Suite nei quattro edifici dai toni giallo pallido e rosa-terra: la Villa Nobile, il Mulino (XV secolo), il Villino e la Casa Colonica. La semplicità dello stile toscano fresca ed elegante, sia nella scelta cromatica dei tessuti sia nei colori di ciascuna camera della Villa Nobile e del Mulino, varia a seconda delle caratteristiche proprie dei diversi contesti.

ENGLISH TEXT

Sweet Renaissance Oblivion An oasis of bucolic peace is nestled in front of the banks of the Arno River, in the land of Chianti and just fifteen minutes from the heart of Florence: Villa La Massa, an architectural jewel from the time of the Medici family. The landscape is covered with olive trees, vineyards, and cypress trees, and it is just a stone’s throw away from the city with the hotel shuttle. A member of The Leading Hotels of the World, Villa La Massa is an extremely luxurious hotel that joined the Villa d’Este Group in 1998. Evoking a Renaissance atmosphere, Villa La Massa invites you to discover the art of living like Florentine nobility,

Villa La Massa Arno view at sunset Grand Palm Suite Forum View

62 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

63


ICONIC HOTEL

ICONIC HOTEL

Letti a baldacchino, in ferro battuto con tessuti classici ma informali, boiseries, soffitti affrescati, antichi tavolati in cotto e legno, tappezzerie eleganti che prediligono tessiture in lino, bagni in marmo pregiato. Panorami armoniosi sul fiume e sui paesaggi toscani. Atmosfere sobrie e calorose, rivisitate dai comfort moderni. Nel Villino, di più recente costruzione, spazi lussuosi e romantici per una ritrovata intimità: la Suite Presidenziale con giardino privato sull’Arno; la Parco Suite dai toni tenui e caldi, oasi di pace con vista sul fiume e sulle colline. Momenti di oblio che invitano all’abbandono onirico. subtly revisited with sophisticated comfort: 41 rooms (mostly Suites and Junior Suites) are laid out in four pale yellow and pink-earth buildings: the Noble Villa (Villa Nobile), the Mill (Il Mulino) from the 15th century, the Villino, and Casa Colonica. Clean and elegant Tuscan simplicity is seen in various shades of textiles as well as in the colors of each room in the Noble Villa and Mulino, which varies according to the characteristics of different contexts. Features include wrought iron four-poster beds with classic but informal fabrics, boiseries, frescoed ceilings, antique terracotta and wood floors, elegant tapestries that highlight linen weavings, and refined marble bathrooms. The views over the river and Tuscan landscapes are breathtaking. The atmosphere is decidedly Renaissance, simple and warm, revisited by sophisticated comforts.The Villino was built more recently, and its spaces are luxurious and romantic, perfect for newfound intimacy: the Presidential Suite has a private garden on the Arno; the Park Suite has soft, warm tones, making it an oasis of peace overlooking the river and hills. Moments of sweet oblivion offer an invitation to dreamlike surrender. Pool view

villalamassa.com

Parco Suite

64 Good Style Magazine

Suite Colonica

March

March

Good Style Magazine

65


ICONIC FRAGRANCE

Bouquet di Capri ©Courtesy of Carthusia

Autore C.M

Una nuvola impalpabile, lo sprigionarsi di un bouquet che conduce nell’essenza del Mediterraneo, tra i chiaroscuri olfattivi dell’isola di Capri. Le essenze di Bergamotto, Limone e Mandarino Giallo, protagoniste di questo sentore fresco e persistente. I sensi sono all’erta, l’evoluzione della fragranza si propaga. La leggenda narra che nel 1380 il padre priore della Certosa di San Giacomo, alla notizia della venuta a Capri della sovrana Giovanna d’Angiò, preparò una raccolta dei fiori più belli dell’isola, al momento di buttarli il priore si accorse che l’acqua aveva acquistato una fragranza per lui misteriosa, cosicché si rivolse al religioso erudito in alchimia che individuò la provenienza di quel profumo nel “Garofilum silvestre caprese”. Quell’acqua fu il primo profumo di Capri. La storia, invece, racconta che nel 1948 il priore della certosa ritrovate le vecchie formule dei profumi, le svelò ad un chimico piemontese che così creò il più piccolo laboratorio del mondo denominandolo “Carthusia” cioè “Certosa”. ENGLISH TEXT

A Bouquet of Capri An intangible cloud, a bouquet that emits the essence of the Mediterranean, an olfactory chiaroscuro from the island of Capri. Essences of bergamot, lemon, and yellow mandarin are protagonists in this fresh and persistent aroma. The senses are alert, the fragrance evolves and spreads. Legend has it that in 1380 the prior at Certosa di San Giacomo (a Carthusian monastery) gathered the most beautiful flowers on the island upon hearing about Queen Joanna d’Angiò’s upcoming visit. When it was time to throw the flowers out, the prior noticed that the water they had been in had acquired such a mysterious fragrance that he turned to a religious scholar in alchemy who identified the origin of that fragrance as “garofilum silvestre caprese.” That water was Capri’s first perfume. History instead tells us that in 1948 a prior at the monastery found old formulas for the perfume and showed them to a chemist from Piedmont who then created the smallest laboratory in the world naming it “Carthusia” (that is, certosa). That same

66 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

67


Nello

stesso anno il pittore Mario Laboccetta riunisce nell’immagine Liberty della sirena floreale, che diviene subito emblema dell’azienda Carthusia, gli elementi cardine dell’eredità classica di Capri.

©Courtesy of Carthusia

La passione, immutata, per il saper fare artigianale. Quella che Carthusia racconta, attraverso ciascuna delle proprie fragranze, nelle linee per la persona e l’ambiente, è una storia unica al mondo, creatività e rigore, ricreando atmosfere precise e suggestive. Un percorso olfattivo che rimanda ai profumi dell’isola, sinonimo di un lifestyle inimitabile, con cui ogni fragranza Carthusia ha un legame indissolubile. Una ricerca continua perfezionatasi nel tempo, affinandosi e strutturandosi pur mantenendo intatto il rispetto, in ogni fase della produzione, dei metodi naturali previsti nei diversi stadi di lavorazione. Ancora oggi ogni fase del processo è eseguita a mano. Una moltitudine di fiori colorati, da cui discendono i profumi Carthusia, si sprigiona nell’etere: note esperidate tra le quali, Bergamotto, Limone, Arancio, Fiore d’Arancio, Petitgrain… e fiorite principalmente mediterranee, tra cui Mimosa, Gelsomino, Geranio, Ginestra, Fresia, Mughetto, spesso abbinate a note verdi e di piante aromatiche come Maggiorana, Timo, Lauro, Muschi, Legni e Resine a creare il sillage.

year, painter Mario Laboccetta put together key elements of Capri’s classic heritage into an Art Nouveau image of a floral mermaid which immediately became the emblem for the Carthusia company. This passion for an artisan’s know-how has remained unchanged. Through each of its fragrances, including personal and home lines, Carthusia tells us a unique story with creativity and precision, recreating particular and expressive atmospheres. This olfactory journey reminds us of the island’s aromas, synonymous with an incomparable lifestyle, creating an unbreakable bond with each Carthusia fragrance. Constant research has been perfected over time, refining and structuring every phase of production while respecting and keeping natural methods that are present in different processing stages. Even today every phase is performed by hand. A multitude of colored flowers make up Carthusia perfumes and are released into the heavens: notes of citrus such as bergamot, lemon, orange, orange blossom, petitgrain…and mainly Mediterranean flowers including mimosa, jasmine, geranium, Mediterranean broom, freesia, lily of the valley are often combined with notes of greenery and aromatic plants such as marjoram, thyme, laurel, musk, woods and resins create the sillage.

carthusia.it

68 Good Style Magazine

March

G AL L E R Y Show digital artworks in an unexpected space

M AK E - U P Enlarge specific portions of your face

D R E S S UP Have every side of your outfit under control

Exclusive Elegance: Mirò, the mirror beyond reflection w w w .m i r o i n teri o r .c o m made in Italy

March

Good Style Magazine

69


ICONIC YACHT

ICONIC YACHT

il flybridge che fa

epoca

Autore C. M

aestoso, scintillante, un’opera architettonica avveniristica, Riva 110’ Dolcevita è la nuova ammiraglia della flotta in vetroresina e ultimo modello dopo Riva 100’ Corsaro, della rinnovata gamma flybridge. Nato dalla collaborazione tra Officina Italiana Design, lo studio fondato da Mauro Micheli insieme a Sergio Beretta, Comitato Strategico di Prodotto e Dipartimento Engineering Ferretti Group, 110’ Dolcevita è un flybridge di smisurata bellezza costruito a La Spezia, dove ha sede lo stabilimento dedicato alla produzione dei modelli dai 67 ai 110 piedi.

M

É possibile riassumere le caratteristiche principali della sua filosofia progettuale? Risponde Mauro Micheli, Chief Designer Officina Italiana Design. Cerchiamo sempre di disegnare barche dalle linee classiche, ma con un tocco di modernità, pulite e contemporanee, ma nel solco della tradizione Riva, un brand riconosciuto in tutto il modo come simbolo di esclusività. Ogni linea, ogni curva, ogni dettaglio viene progettato con accuratezza e passione, con l’intento di creare un oggetto che viva nel tempo. A noi piace il design pulito, rigoroso, non desideriamo stupire con effetti speciali, che sono un facile specchietto per le allodole. Cerchiamo di creare oggetti che abbiano una vita più lunga possibile, che siano senza tempo; ciò anche per una forma di rispetto nei confronti dei nostri armatori. Lei cosa pensa della nautica moderna? C’è spazio per fare vera innovazione oppure no? Risponde Sergio Beretta, Ceo Officina Italiana Design. L’aspetto tecnologico è importante: è la conseguenza della ricerca. Ma spesso innovare è anche un’evoluzione delle linee a livello estetico che può anche non coinvolgere l’aspetto tecnologico. Un altro fattore importante per l’innovazione è considerare nuovi materiali; determinante è lavorare con un cantiere incline alla ricerca e pronto a investire in questo campo: il Gruppo Ferretti è sempre pronto ad affrontare nuove sfide e a nuove ricerche. Design e sperimentazione vanno di pari passo. ENGLISH TEXT

A Flybridge that Makes History It is majestic, shining, and a futuristic work of architecture: Riva 110’ Dolcevita is the new flagship in the fiberglass fleet and the latest model following Riva 100’ Corsaro from the revised flybridge range. A product of the collaboration between Officina Italiana Design, a studio founded by Mauro Micheli together with Sergio Beretta, and the Ferretti Group Product Strategy Committee and Engineering Department, 110’ Dolcevita is a vastly beautiful flybridge yacht built in La Spezia, where the shipyard dedicated to production of models between 67 to 110 feet is located.

We always try to design boats with classic lines but with a touch of modernity, clean and contemporary but in the tradition of Riva, a brand known throughout the world as a symbol of exclusivity. Every line, every curve, every detail is designed with great precision and passion, with the intent of creating a timeless object. We like clean, rigorous design, we don’t want to amaze with special effects which are an easy smokescreen. We try to create objects that last as long as possible, that are timeless; it is also a form of respect towards our shipowners.

Can you summarize the main characteristics of your design philosophy? Mauro Micheli, Chief Designer Officina Italiana Design.

What are your thoughts on modern yachts? Is there room for real innovation or not? Sergio Beretta, CEO Officina Italiana Design.

110 Dolcevita exteriors

70 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

71


ICONIC YACHT

ICONIC YACHT

Mauro Micheli e Sergio Beretta

110 Dolcevita exteriors

Cosa significa disegnare un Riva: tra responsabilità di una lunga tradizione e proiezione verso il futuro? Risponde Mauro Micheli, Chief Designer Officina Italiana Design. Disegnare un oggetto che diventa un simbolo di stile nel mondo, è una grande responsabilità. Gli obiettivi da focalizzare sono diversi: continuare la tradizione alimentandola con dettagli contemporanei, mantenere alta la qualità, ricercare il massimo dello stile e dell’eleganza e non spezzare mai quel filo empatico che lega il cliente alla sua barca. Quali sono le linee guida attraverso le quali sviluppa un nuovo progetto? Risponde Mauro Micheli, Chief Designer Officina Italiana Design. In genere quelle dettate dal marketing, quando una barca ha degli input che derivano da questo dipartimento. Quelle dell’istinto, quando non ci sono dei binari da seguire. Ma anche se è il marketing che pone dei vincoli, cerchiamo sempre di pulire la forma. Per noi una barca non deve essere mai volgare, deve avere linee morbide, essenziali ma non necessariamente minimaliste; deve essere “understatement” e avere un certo appeal. Personalmente traggo molto ispirazione dall’arte, sia classica sia contemporanea. La mia pulsione è la ricerca del bello e lo trovo spesso nelle sale dei musei e delle gallerie: l’ispirazione viene in maniera automatica. Non ci sono elementi o particolari che riprendo dai soggetti delle

72 Good Style Magazine

March

The technological aspect is important: it is the result of research. But often innovation is also an evolution of lines on an aesthetic level, that may not even involve the technological aspect. Another important factor for innovation is considering new materials. It is crucial to work with a shipyard prone to research and ready to invest in this field: the Ferretti Group is always ready to face new challenges and new research. Design and experimenting go hand in hand. What does it mean to design a Riva: both respecting responsibilities of long-standing traditions and projecting towards the future? Mauro Micheli, Chief Designer Officina Italiana Design. Designing an object that becomes a symbol of style throughout the world is a great responsibility. There are various objectives to focus on: continue tradition stoking it with contemporary details, maintain high quality, strive for the maximum of style and elegance, and never break that empathetic tie between the client and his boat.

What are the guidelines when developing a new project? Mauro Micheli, Chief Designer Officina Italiana Design. They are generally imposed by marketing, when a boat has input that come from this department. Or the guidelines are instinctive when there isn’t a path to follow. But even if marketing places constraints, we always try to keep the form clean. For us, a boat must never be commonplace. It must have lines that are soft, essential, but not necessarily minimalist; it must be an “understatement” and have a certain appeal. Personally, I draw a lot of inspiration from both classic and contemporary art. A search for beauty

opere. È l’arte in quanto tale che mi parla. Le proporzioni, gli equilibri, le prospettive, sono tutti temi che mi affascinano. L’arte trasmette emozioni fortissime; alla fine è da questo che nasce un’idea. Cosa significa realizzare una linea senza tempo come quella dei Riva? Risponde Sergio Beretta, Ceo Officina Italiana Design. Disegnare per Riva è una gran soddisfazione ma anche una enorme sfida, perché le aspettative che tutti hanno da questo marchio sono oggettivamente molto alte. Da sempre le barche Riva sono simbolo di bellezza senza tempo, sintesi di un design sofisticato ed elevate prestazioni. La caratteristica che contraddistingue il design Riva è il forte legame con la tradizione. Riva realizza le imbarcazioni con quella abilità, esperienza e capacità uniche che si tramandano da generazioni. Quali sono i possibili futuri scenari dell’interior yacht design? Risponde Mauro Micheli, Chief Designer Officina Italiana Design. Le barche tendono sempre più ad assomigliare a ville e a loft galleggianti, anche nelle dimensioni più piccole si cerca sempre di migliorare il comfort di bordo e far sentire l’armatore e i suoi ospiti a loro agio, proprio come a casa. Attualmente la parola d’ordine è togliere, non aggiungere. E in questo noi ci ritroviamo molto. È una tendenza in atto da

motivates me and I often find it in museums and galleries: inspiration comes automatically. There are no elements or details that I take from the subjects of the works. It is art itself that speaks to me. Proportion, balance, perspective, all are themes that fascinate me. Art transmits very strong emotions; in the end, this is where an idea comes from. What does it mean to create a timeless line like Riva? Sergio Beretta, CEO Officina Italiana Design. Designing for Riva is both a great satisfaction but also a huge challenge, because everyone has very high expectations from this brand. Riva boats have always been a symbol of timeless beauty, a fusion of sophisticated design and high performance. The characteristic that distinguishes Riva design is its strong link with tradition. Riva makes boats with unique ability, experience, and skills that have been handed down for generations. What are possible future scenarios for interior yacht design? Mauro Micheli, Chief Designer Officina Italiana Design. Boats tend to look more and more like floating villas and lofts; even with smaller sizes we always try to improve on-board comfort and make the owner and his guests feel at ease, just like at home. The buzzword currently is removing, not adding. And we find our bearings in this. It’s a trend that has been in place for a few years, even in boating, and has been very successful, and I think it will continue in the future. Another trend is bringing a lot of light into the interior; we use lots of glass, a material that lets natural light enter below deck. The spaces on board will be increasingly amplified, creating many pleasant areas to enjoy with friends and family, as well as new private

March

Good Style Magazine

73


ICONIC YACHT

110 Dolcevita interiors

110 Dolcevita exteriors

qualche anno anche nella nautica che ha molto successo e credo che continuerà anche nel futuro. Un’altra tendenza è di portare tanta luce negli interni; noi usiamo molto vetro, materiale che permette alla luce naturale di entrare sottocoperta. Gli spazi a bordo verranno sempre più amplificati per creare tante zone conviviali da godere con la famiglia e con gli amici, ma anche nuove aree private dove trovare la propria intimità. Per l’arredo, la tendenza è quella di portare a bordo pezzi di design dei maggiori brand internazionali. Noi non amiamo trasformare le barche in show room, quindi usiamo i pezzi giusti là dove riteniamo sia necessario. Per noi è fondamentale che le soluzioni di design ottimizzino la vita a bordo, oltre che soddisfare esigenze estetiche.

74 Good Style Magazine

March

areas. As for furnishings, the trend is bringing design pieces from major international brands on board. We don’t like turning boats into show rooms, so we use the right pieces where we think it’s necessary. For us, it is fundamental that design solutions optimize life on board, in addition to meeting aesthetic needs.

riva-yacht.com/it-it March

Good Style Magazine

75


ICONIC AUTOMOTIVE

ICONIC AUTOMOTIVE

VIAGGIO nella perfezione

2017 MC - CLICK

Autore Delfina Remi

“Il più esclusivo spettacolo automobilistico del mondo” così è stato definito il Top Marques Monaco dal celebre New York Times: un evento eccezionale in cui le più prestigiose case automobilistiche si riuniscono al Forum Grimaldi, nel cuore di Monaco, capitale indiscussa del lusso internazionale.

F

ondata nel 2004, è stata acquistata lo scorso anno dalla principale società di eventi monegaschi di Monaco CheckIn. Numerosi sono gli sponsor influenti partner dell’edizione di quest’anno, tra cui il gruppo immobiliare Marzocco, Dassault Aviation, i broker assicurativi Ascoma Jutheau Husson e Forbes Monaco. Lo spettacolo è supportato anche dagli sponsor locali La Società Bains de Mer, l’Ufficio del Turismo e dei Congressi di Monaco e la Mairie de Monaco. Sotto il patronato di H.S.H Sovrano Principe Alberto II di Monaco, lo spettacolo è diventato un evento unico per gli amanti delle supercar e ipercar dalle innovazioni rivoluzionarie. Durante la sedicesima edizione saranno presentate fino a 70 supercar e ipercar, alcune delle quali saranno svelate in pubblico per la prima volta da HSH Principe Alberto durante la cerimonia di apertura dello show.

ENGLISH TEXT

Journey in Perfection Top Marques Monaco is defined as “the most exclusive automobile show in the world” by the renowned New York Times: an exceptional event where the most prestigious car manufacturers come together at the Grimaldi Forum in the heart of Monaco, the undisputed international capital of luxury. Founded in 2004, Top Marques Monaco was bought last year by leading Monegasque events company Monaco CheckIn. Influential sponsors for this year’s edition include Groupe Marzocco real estate, Dassault Aviation, Ascoma Jutheau Husson insurance brokers and Forbes Monaco. The show is also supported by local sponsors La Societe Bains de Mer, The Monaco Tourist and Convention Bureau and the Mairie de Monaco. Under the patronage of H.S.H the Sovereign Prince Albert II of Monaco, the show has become a unique event for all enthusiasts of supercars and hypercars, and revolutionary innovations. This year’s 16th edition will showcase up to 70 supercars and hypercars, some of which will be unveiled in public for the very first time by H.S.H Prince Albert at the show’s opening ceremony. Exhibitors already confirmed for the 2019 edition include Ferrari, McLaren, Bugatti, Rolls Royce, Bentley, Porsche and Lamborghini. Independent manufacturers include Anibal Automotive from Canada, Ferox from Western Australia and Engler Automotive from Slovakia presenting the world’s fastest superquad the Engler F.F. The concept of Top Marques was to create a unique

76 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

77


ICONIC AUTOMOTIVE

ICONIC AUTOMOTIVE Gli espositori già confermati per l’edizione 2019 includono Ferrari, McLaren, Bugatti, Rolls Royce, Bentley, Porsche e Lamborghini. Ancora, Anibal Automotive dal Canada, Ferox dall’Australia Occidentale ed Engler Automotive dalla Slovacchia, che presenterà la superquad più veloce al mondo, Engler F.F. Il concetto di Top Marques è da sempre un evento unico, quale straordinaria vetrina sul mondo delle supercar del settore del lusso con tecnologie all’avanguardia, alte prestazioni, stili sofisticati e costante attenzione per le questioni ambientali. Infatti l’edizione 2019 esporrà gli ultimi modelli di NanoFlowcell, l’azienda svizzera ideatrice di un ingegnoso concetto per le auto elettriche, alimentate da una coppia di serbatoi da 200 litri che contengono liquidi ionici. Altre innovazioni elettriche includono anche la prima mondiale di una supercar con batteria a idrogeno. Esposizione di supercar e hypercars nell’Espace Diaghilev del Grimaldi Forum, saranno affiancate da una selezione di orologi e gioielli raffinati, oltre a un certo numero di super-yacht adagiati sulla Esplanade.

event providing an extraordinary window onto the world of the luxury supercar industry with state-of-the-art technologies, high performance, sophisticated styles and constant concern for the environment. In fact, the 2019 edition will display the latest models from NanoFlowcell, a Swiss company that invented an ingenious concept for its electric cars which are powered by a pair of 200-liter tanks holding ionic liquids. Other electric innovations include the world premiere of a hydrogen cell battery-powered supercar. In addition to a dazzling display of supercars and hypercars in the Grimaldi Forum’s Espace Diaghilev, there will also be a selection of the finest watches and jewelry, as well as a number of superboats on the Esplanade outside.

topmarques.it

topmarques.it

78 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

79


ICONIC event

ICONIC event

Moving With the Times Autore Asia Bernardini

"N

umerose novità e idee saranno presentate ed implementate. L’evento si concentra sulla Hall 1, Hall 3 and Hall 4, mentre i punti salienti da Les Atéliers, ovvero le migliori creazioni di orologiai indipendenti, saranno presentate nella Hall 1.0 South, che non è stata utilizzata l’anno scorso. La Hall 1.1 sarà la sede di “The Loop”. Una vasta selezione di ristorazione, che vanno dal takeaway a un esclusivo ristorante, saranno disponibili per espositori e visitatori. Un altro highlight è il nuovo “Show Plaza” nella Hall 1.2, che riunirà i migliori produttori di gioielli. “Una spettacolare passerella a 180° con numerosi schermi a LED consentirà di mostrare i gioielli in modi totalmente innovativo”, afferma Michel Loris-Melikoff relativamente alla prossima edizione Baselworld che si terrà dal 21 al 26 marzo, “Uno spazio che verrà utilizzato anche per una giornata stampa”. Numerosi i partner a corollario di questo prestigioso appuntamento, tra i quali meravigliosi hotel incastonati nella terra svizzera. Dal 2020, una vera e propria rivoluzione, il Salon International dell’ Alta orologeria a Ginevra (SIHH) e Baselworld a Basilea, i due principali eventi nel settore dell’orologeria, sincronizzeranno i loro calendari: il SIHH si terrà dal 26 al 29 aprile a Ginevra, seguito immediatamente da Baselworld dal 30 aprile al 5 maggio a Basilea. Fabienne Lupo, Presidente e Amministratore Delegato della Fondation de la Haute Horlogerie, organizzatrice del SIHH, ha dichiarato: “I nostri due eventi sono sempre stati diversi, ma complementari. Resynching con Baselworld confermerà ulteriormente la Svizzera come la principale destinazione dell’orologeria nel mondo. Diamo il benvenuto con tutto il cuore, poiché è nell’interesse di tutti”. Una partnership tra le due mostre più importanti del settore che rappresenta un importante passo avanti per il futuro.

80 Good Style Magazine

March

ENGLISH TEXT

“Numerous new formats and ideas will be presented and implemented. The event focuses on Hall 1, Hall 3 and Hall 4 in 2019. The highlights from Les Atéliers, i.e. the best creations by independent watchmakers, will be presented in Hall 1.0 South, which was not used last year. Hall 1.1 will be the venue for ‘The Loop’. A diverse selection of catering options, ranging from takeaway to an exclusive restaurant, will be available for exhibitors and visitors. Another highlight is the new ‘Show Plaza’ in Hall 1.2, which will bring together the best jewelry manufacturers. A spectacular 180° catwalk with numerous LED screens makes it possible to stage jewelry in totally innovative ways,” says Michel Loris-Melikoff regarding the next edition of Baselworld that will take place from March 21 to 26. “This area will also be used for a wholly revised press day”. Numerous hotels set in the Swiss land have been added as partners to this prestigious event. A true revolution will take place starting from 2020, when two major events in the watch industry - the Salon International de la Haute Horlogerie in Geneva (SIHH) and Baselworld in Basel – will synchronize their calendars: the SIHH will be held from April 26 to 29 in Geneva, followed immediately by Baselworld from April 30 to May 5 in Basel. Fabienne Lupo, President and Managing Director of the Fondation de la Haute Horlogerie, which organizes SIHH, stated: “Our two events have always been different, yet complementary. Resynching with Baselworld will further confirm Switzerland as the foremost destination for watchmaking in the world. This is something we welcome wholeheartedly, as it is in the interests of all.” This partnership between the two most prominent exhibitions in the industry represents a major breakthrough for the future.

baselworld.com March

Good Style Magazine

81


2018 EDITION SNAPSHOT

52

7,000+

17

EXHIBITORS

VISITORS

SPONSORS

IN 5 DAYS

LOCAL & INTERNATIONAL

WHY EXHIBIT Take advantage of a number of unique opportunities:

Position your brand as a leader in the boating and lifestyle sectors

Expand your business network at the country’s only accessible luxury yachting event

Benefit from maximized exposure and generate genuine leads

Reach out to local and regional class-A prospects attending the show

Boost your sales and sign major deals on the spot

Meet your existing clientele that are looking for boat upgrades and accessories

SECURE A PRIME LOCATION NOW! beirutboat.com T +961 5 959 111 EXT. 111 Email georges.bounahed@ifpexpo.com

gias.ae


ICONIC GOURMAND

ICONIC GOURMAND

Isabella

THE Head and the Heart

Ee decisa, ssenziale

Isabella Potì è il volto giovane della contemporaneità in cucina.

Autore M.T.

Promossa Head Chef dello stellato leccese Bros’, si distingue per un approccio sintesi di tecnica, creatività e passione. Acidità, freschezza, sapori territoriali sono le coordinate della sua sperimentazione già come Pastry Chef, oggi consacrata da nuove responsabilità, ma anche da nuove emozioni. Ecco un viaggio tra i profumi, i colori e le suggestioni della sua maestria. Attualmente vieni indicata come una delle donne più influenti del food in Italia e all’estero. Come hai raggiunto questo traguardo e cosa comporta in termini di opportunità e rinunce? Ho raggiunto questo traguardo a suon di duro lavoro, determinazione e una giusta dose di caparbietà. Di rinunce ne ho fatte tante e continuo a farne ancora: il nostro lavoro non ha orari normali e questo non mi consente di fare nulla di molto diverso dal lavoro stesso, però le opportunità non possono far altro che compensare i sacrifici quotidiani. Quando abbiamo scelto di tornare qui, lo abbiamo fatto con la consapevolezza di tutte le difficoltà che il territorio ci avrebbe presentato... ma gli sforzi fatti sanno sempre come ripagarci. L’amore per la cucina, e per la pasticceria in particolare, affonda le radici già nella tua infanzia. Nel tempo sono cresciute tecnica e maestria. La passione invece è rimasta inalterata? Cosa ti emoziona in questa professione?  Della cucina mi emoziona tutto: se così non fosse non potrei di certo fare questo mestiere. È un continuo porsi obiettivi, raggiungerne alcuni e porsene degli altri, confrontarsi e saper crescere... tutto questo non può che essere estremamente stimolante. Anche il gusto è andato affinandosi nel tempo? Ci sono materie prime che attirano più di altre il tuo interesse e che caratterizzano la tua cifra stilistica?  Il gusto per noi è come un muscolo, per cui più viene allenato, più si affina. Le cose acide sono ciò che più desta il mio interesse e sono anche ciò che più si avvicina e stimola quello che da Bros’ chiamiamo background gustativo, ossia la continua ricerca e lo studio di tutti gli ingredienti che la nostra terra, stagione dopo stagione, offre. La Polonia rappresenta in parte le tue radici. In che modo è tuttora parte del tuo viaggio?  Io sono italianissima, mentre mia mamma è polacca. Le mie origini straniere inevitabilmente mi hanno allenata alla diversità anche nei sapori, un po’ come avviene anche con le lingue... Si subiscono delle contaminazioni che possono tornare utili,

84 Good Style Magazine

March

Chef Isabella Potì

ENGLISH TEXT

Minimal and decisive, Isabella Potì is the young face of contemporary cuisine. Promoted Head Chef at starred restaurant Leccese Bros’, she stands out for her approach fusing technique, creativity, and passion. Even when she was Pastry Chef, her experiments have always been marked by flavors that are sharp, fresh, and local; that continues even today as she has new responsibilities and also new emotions. Journey here through the scents, colors, and splendor of her mastery. Currently you are referred to as one of the most influential women in food in Italy and abroad. How did you reach this goal and what does it mean in terms of opportunities and sacrifices? I reached this goal with hard work, determination, and the right amount of stubbornness. I’ve made many sacrifices and I’ll continue making more: our work doesn’t have normal hours and this doesn’t let me do anything apart from work itself, but the opportunities definitely make up for all the daily sacrifices. When we chose to come back here, we did it aware of all of the difficulties that the area would present…but the efforts made have always been rewarded. A love for cooking and for pastry in particular has its roots in your childhood. Technique and mastery have grown over time. Has your passion remained unchanged? What moves you in this profession? Everything excites me with cooking; if it weren’t so, I certainly couldn’t do this job. I constantly set goals, reaching some and then setting others, I challenge myself and know how to grow…all this can only be extremely exciting. Have the tastes been refined over time as well? Are there some ingredients that characterize your style and that attract your interest more than others? Taste is like a muscle for us, so the more it is trained, the more it is refined. Acidic ingredients arouse my interest the most and are also what come closest to what we at Bros’ call “taste background,” which is a continuous research and study of all the ingredients that our land has to offer, season after season. Poland plays a part in your roots. How is it a part of your journey today? I am as Italian as they come, while my mother is Polish. My foreign origins inevitably trained me to diversity even with flavors, a little how it happens with languages too… you experience influences that

March

Good Style Magazine

85


ICONIC YACHT

ICONIC YACHT mai un dessert con la frutta e uno a base di cioccolato, ma la vera regola è far sì che ci siano sempre delle buone basi classiche, o semplicemente solide, nella preparazione di ogni singolo dolce. Se la femminilità fosse un dolce? Penso ad un mio dessert: pera, caramello, bergamotto per via della freschezza e della giusta acidità tipiche della donna. La Stella Michelin era un obiettivo che stavate perseguendo da tempo o è stata una sorpresa? Cosa cambia dopo un riconoscimento così prestigioso? Da Bros’ inseguiamo la crescita e il migliorarsi giorno dopo giorno e se questa stessa crescita riesce a portarti fino alla stella Michelin, beh allora il gioco è fatto. Il nostro obiettivo, da sempre, è raggiungere un altissimo livello in ogni cosa che facciamo. Aver ottenuto la stella, oltre ad averci regalato euforia e soddisfazione, non ha cambiato null’altro. Floriano, pochi minuti dopo aver ricevuto la notizia, ha convocato in un meeting tutto il team dicendoci che da quel momento avremmo dovuto alzare ancora di più l’asticella continuando a lavorare duramente come fino a quel giorno avevamo fatto. soprattutto in cucina. La Polonia per me è un ricordo, rappresenta le estati passate a casa dei nonni e i miei primi approcci coi dessert... La Polonia è il ricordo che, a volte senza neppure volerlo, viene tramandato nei miei piatti anche se il lavoro che facciamo da Bros’, ripeto, è legato al nostro territorio... Quello dove effettivamente sono nata e cresciuta, quello a cui sono più legata. Le esperienze maturate all’estero in che modo hanno inciso sul tuo cuore italiano incline all’internazionalità?  Le esperienze internazionali sono importanti, affascinanti, stimolanti e formative oltre modo. Mi hanno consentito di avere una visione globale, complessa, moderna e totalmente aperta al confronto con altre realtà. Viaggiare, lavorare nelle cucine stellate più importanti d’Europa, aver avuto maestri e mentori di altissimo livello, consente al carattere di forgiarsi e all’identità di venir fuori nella sua massima espressione. Subentri come Head Chef del Bros’ a Floriano Pellegrino, tuo compagno anche nella vita. Raccontaci del vostro rapporto. Floriano, prima ancora di diventare il mio compagno nella vita, è stato il mio primo maestro. È al mio fianco fin dagli inizi e non posso non considerarlo guida e stimolo in tutto ciò che abbiamo fatto fino a oggi. Bros’ è un progetto a cui lui pensava da sempre e al quale ho deciso di partecipare attivamente fin dal primissimo giorno, nonostante le difficoltà e gli immensi sacrifici. Ne ho sposato appieno filosofia e modus operandi facendoli propri. Abbiamo aperto il 26 dicembre di 3 anni fa e fin da quel giorno è stata chiara la divisione dei nostri ruoli e delle nostre responsabilità: in cucina lui è il mio chef, a casa è Floriano... ha funzionato. Nella creazione di un dolce quali sono le variabili di cui tieni necessariamente conto? Come hai immaginato la carta del Bros’? Le variabili che tengo sempre in conto sono acidità, struttura e impiattamento, ogni cucchiaio deve essere infatti uguale all’altro. Nella mia carta ho fatto in modo che non mancasse

86 Good Style Magazine

March

can come in handy, especially in the kitchen. Poland is a memory for me, it represents summers spent at my grandparents’ house and my first approaches to dessert. Poland is the memory that is transmitted to my dishes, sometimes without even wanting to, even if the work we do at Bros’, I repeat, is tied to our land…so I am more tied to where I was actually born and raised. What have your experiences abroad engraved on your Italian heart, prone to internationality? International experiences are very important, fascinating, exciting, and formative beyond measure. They allowed me to form a global vision that is complex, modern and totally open to comparison with other realities. Traveling, working in the most important starred kitchens in Europe, having teachers and mentors at the highest levels – all allow your character to form and your identity to come out in its highest expression. You became Head Chef at Bros’ replacing Floriano Pellegrino, who is also your life partner. Tell us about your relationship. Even before becoming my partner, Floriano was my first teacher. He has been at my side since the beginning and I can’t fail to consider him as a guide and inspiration in everything we have done until now. Bros’ is a project that he had always thought about, and I decided to actively participate from the very first day, despite the difficulties and immense sacrifices. I fully embraced its philosophy and modus operandi making them my own. We opened three years ago on December 26, and since that day the division of our roles and responsibilities has been clear: in the kitchen he is my chef, at home he is Floriano…and it’s worked. When creating a dessert, what variables do you have to consider? How did you imagine the menu at Bros’? The variables that I always keep in mind are sharpness, structure, and layout; every spoonful must be the same as the others. On my menu I made sure to always include a dessert with fruit and one based on chocolate, but the real basic rule is to make sure there are always either good classic bases or simply solid ones in the preparation of each individual dessert. If femininity were a dessert? I think of my dessert: pear, caramel, bergamot because of the freshness and the right amount of acidity, typical of a woman.

La leggerezza che la tua giovane età fortunatamente comporta, è un valore aggiunto in questa corsa all’eccellenza? A volte si a volte no. Negli ultimi tempi, nonostante l’età che spesso, e giustamente, mi rende leggera in più aspetti, sono riuscita a raggiungere delle buone consapevolezze, su me stessa e su ciò che mi circonda... Ti abbiamo vista nella prima di edizione del format Il ristorante degli Chef insieme a Philippe Léveillé e Andrea Berton. Cosa rimane di quell’esperienza?  Aver conosciuto grandi professionisti come i miei colleghi giudici e aver imparato tanto sia dallo staff sia dai concorrenti.

Had you been aiming for the Michelin Star for a long time or was it a surprise? What changes after such a prestigious recognition? At Bros’ we pursue growth and improvement day after day, and if this growth can get you to a Michelin star, well then that’s it. Our goal has always been to reach a very high level in everything that we do. Other than bringing us great happiness and satisfaction, having obtained a star hasn’t changed anything. Just a few minutes after hearing the news, Florian summoned the whole team together in a meeting telling us that from that moment on, we would have to raise the bar even higher continuing to work as hard as we had done before then. Is the levity that your young age luckily encompasses an added value in this race for excellence? Sometimes yes, sometimes no. Despite my age which often - and rightly - makes me more lighthearted in many aspects, I’ve recently managed to become more aware of myself and what surrounds me… You were in the first edition of the new format Il ristorante degli Chef together with Philippe Léveillé and Andrea Berton. What remains from that experience? Having met great professionals like my fellow judges and having learned a lot both from the staff as well as the competitors.

brosrestaurant.it March

Good Style Magazine

87


ICONIC WINE

ICONIC WINE

La vigna è storia Autore Delfina Remi

Fra le regioni vitivinicole più generose al mondo troviamo le Langhe, nome d’origine celtica, che significa “lingue di terra” e si riferisce alle colline allungate, spesso molto ripide, disposte in modo da formare tante vallate profonde e strette. Non solo, passione e arte dell’elaborazione. Il primo fu Riccardo Ceretto, che negli anni ’30, cominciò a produrre vini tipici del territorio e, successivamente, i figli Bruno e Marcello ampliarono la strada intrapresa acquistando vigneti nelle celebri aree del Barolo e del Barbaresco. Oggi, punte di diamante unite alla grande intuizione di investire su di un bianco, l’Arneis Blangè e del Moscato con I Vignaioli di Santo Stefano. Un’imprescindibile dialogo tra tradizione e innovazione. Infatti, con la terza generazione - Alessandro, Federico, Lisa e Roberta - l’organizzazione, i processi aziendali, il marketing e l’immagine dell’azienda, sono divenuti altrettanto fondamentali quanto il prestigio delle produzioni. Condotti in agricoltura biologica, che evita lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, continuamente analizzate e monitorate secondo un modello di sviluppo sostenibile che possa durare nel tempo, nel pieno rispetto dell’uomo e della natura. La conduzione biologica, e in alcuni

88 Good Style Magazine

March

ENGLISH TEXT

The Vineyard is History The excellence of Langhe wines comes from a combination of the territory’s abundance and a mastery of skilled entrepreneurs, as well as what is the secret of success for the Ceretto family: residing in the unique land. The hills in the Langhe region – the altitude, the gentle slopes, the land and its characteristics – are what give value to the grapes and vineyards that grow in this fertile place. Among the most generous wine-producing regions in the world, its name has Celtic origins and means “tongues of land” referring to the elongated, often very steep hills, arranged in such a way that there are many deep and narrow valleys. Not only that – there is also passion and the art of elaboration. Riccardo Ceretto was the first to begin producing wines typical of the territory in the ‘30s, and then his sons Bruno and Marcello expanded, buying vineyards in the famous areas of Barolo and Barbaresco. Today their Barolo and Barbaresco wines are crown jewels, together with a great intuition for investing in a white wine, Arneis Blangé and Moscato with I Vignaioli di Santo Stefano. Dialogue between tradition and innovation is essential. In fact, the company’s organization, processes, marketing and image have become just as fundamental as product prestige now with the third generation – Alessandro, Federico, Lisa and

L’eccellenza dei vini langaroli è la combinazione della ricchezza di un territorio e della maestria di sapienti imprenditori, così come il segreto del successo per la famiglia Ceretto, risiede nella terra e nella sua unicità.

casi biodinamica è stata fortemente voluta e messa in atto da Alessandro Ceretto, che nel 2010 ha deciso di intraprendere questo cammino e che ha portato i vini ad ottenere con la vendemmia 2015, la Certificazione. Della famiglia Ceretto, fanno parte la Cantina Monsordo Bernardina in Alba, con l’acquisizione alla fine degli anni ’80 di un antico casolare alla porte di Alba, trasformato gradualmente nel quartier generale, centro nevralgico dell’azienda, celebre per il tocco creativo quando, nel 2009, nasce L’Acino, un’installazione permanente affacciata sulle belle vigne, che fa da corollario ad un moderno spazio per l’accoglienza e per la promozione del territorio. Cantina Bricco Asili in Barbaresco è la prima cantina realizzata da Bruno e Marcello Ceretto, nel 1973, dove vengono elaborate le uve di due climats eccezionali: il Bernadot di Treiso e l’Asili di Barbaresco. Cantina Bricco Rocche in Castiglione Falletto è stata costruita nel 1982 ed è nata per vinificare le uve provenienti dalle più belle vigne di proprietà all’interno della denominazione Barolo. L’ampliamento avvenuto nel 2000, con la realizzazione dell’avveniristico Cubo in vetro, esprime un ambiente dal design moderno ma perfettamente integrato al profilo delle

Roberta. Organic farming prevents excessive exploitation of natural resources, continuously analyzing and monitoring while following a model of sustainable development that can last over time, fully respecting man and nature. Alessandro Ceretto strongly desired and implemented organic - and in some cases biodynamic – management, deciding to embark in this direction in 2010. The wines were first certified with the 2015 harvest. The Cantina Monsordo Bernardina in Alba also belongs to the Ceretto family; they acquired an old farmhouse on the outskirts of Alba in the late ‘80s and gradually transformed it into its headquarters, the company’s focal point. With a touch of creativity, L’Acino was born in 2009; a permanent installation overlooks the beautiful vineyards, which acts as an addition to a modern space that welcomes and promotes the land. Cantina Bricco Asili in Barbaresco was the first winery created by Bruno and Marcello Ceretto in 1973, where grapes from two exceptional climates are processed: Bernadot from Treiso and Asili from Barbaresco. Cantina Bricco Rocche in Castiglione Falletto was built in 1982 for winemaking with grapes from their most beautiful vineyards within the Barolo denomination. It was expanded in 2000 with a futuristic glass cube, expressing modern design that is perfectly integrated with the profile of the hills. Bricco Rocche is the home for vinifying and aging some of the most prestigious crus in the region, in addition to its namesake: Brunate di La Morra, Prapò di Serralunga d’Alba and Cannubi San Lorenzo di Barolo. With a sort of metaphorical

March

Good Style Magazine

89


ICONIC wine

GENNARO AMITRANO R I S TO R A N T E

N O V IT À

PRILIAE! DA A DDOPP SI RA

Stay tuned colline. Bricco Rocche ospita la vinificazione e l’affinamento di alcuni dei Cru più prestigiosi della regione, oltre quello omonimo: Brunate di La Morra, Prapò di Serralunga d’Alba e Cannubi San Lorenzo di Barolo. Con una sorta di metaforico ritorno alle origini, Bruno e Marcello Ceretto, nel 1976, fondarono insieme a Giancarlo Scavino I Vignaioli di Santo Stefano, proprio nella terra natale del padre Riccardo. La cantina è proprietaria di 30 ettari e affittuaria della Tenuta San Maurizio, una superficie collinare prestigiosa di circa 15 ettari nel comune di Santo Stefano Belbo. I Vignaioli hanno voluto ripensare l’immagine della bottiglia; Bersanetti, uno dei più grandi designer italiani, ha realizzato per loro un contenitore lungo e stretto dalla particolare etichetta capace di evocare una mezza luna di pavesiana memoria.

I Vignaioli hanno voluto ripensare l’immagine della bottiglia; Bersanetti, uno dei più grandi designer italiani, ha realizzato per loro un contenitore lungo e stretto dalla particolare etichetta capace di evocare una mezza luna di pavesiana memoria. Il ristorante a Capri, a due passi dalla piazzetta più famosa del mondo return to their origins, Bruno and Marcello Ceretto founded I Vignaioli di Santo Stefano together with Giancarlo Scavino in 1976, in the birthplace of their father Riccardo. The winery owns 30 hectares of land and rents Tenuta San Maurizio, about 15 hectares of land in a prestigious hillside area in the municipality of Santo Stefano Belbo.

I Vignaioli wanted to revise the bottle’s image; Bersanetti - one of the greatest Italian designers - created a tall, slim container with a unique label featuring a half-moon reminiscent of Cesare Pavese.

arne e pesce del territorio campano, una cucina italiana ‘pulita’ e originale in un ambiente raffinato all’insegna della riservatezza e della tranquillità. Elegante ed esclusivo, ha venti posti a sedere ed è situato in una tra le location più famose del mondo. Il nuovo privé da otto

 V i a L’ A b a t e , 3 - C a p r i

ceretto.com/it

90 Good Style Magazine

C

March

posti esprime il carattere e le atmosfere più ricercate dell’isola azzurra. Lo stesso Chef Amitrano ha curato il locale in ogni dettaglio: dai piatti con le tonalità azzurre dello splendido mare di Capri, alle pareti, impreziosite dalle tele d’autore con i colori rosso e bianco.

 Gennaro Amitrano

w w w. g e n n a r o a m i t r a n o . i t

March

Good Style Magazine

91


ICONIC SUSTAINABILITY

ICONIC SUSTAINABILITY

Coral Lodge Mozambique

Il Resort

turismo responsabile

caratterizzato dalla più autentica ospitalità mozambicana è diventato, grazie alla collaborazione con Ecolibrì, azienda di Milano che si occupa di ingegnerizzazione di prodotto e di energia rinnovabile, progetto pilota a sostegno di un Turismo Responsabile.

Autore Asia Bernardini

I

ENGLISH TEXT

Immerso in una riserva naturale incontaminata, tra chilometriche spiagge deserte affacciate sull’oceano indiano, emerge Coral Lodge Resort, paradiso a 5 stelle lusso. Le sue dieci ville di 100 metri quadrati ciascuna, dotate di ogni confort e circondate da paesaggi  incantevoli, storia e cultura  per la vicinanza  con  “Ilha de Mozambique” - unico sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO in Mozambico  raggiungibile a  pochi minuti dal Resort, offrono un’evoluzione paesaggistica senza uguali, dalla laguna alla foresta di mangrovie dietro le dune di sabbia abitate dagli uccelli dell’Africa orientale, sino alle barriere coralline al largo della costa dal Coral Lodge, rifugio per molte specie di piccoli pesci, delfini e balene. 

92 Good Style Magazine

March

Coral Lodge Mozambique, Responsible Tourism Coral Lodge Resort, a 5-star luxury paradise, is nestled in a pristine nature reserve amidst miles of deserted beaches looking out over the Indian Ocean. It offers ten villas that are 100 square meters each, equipped with every comfort and surrounded by enchanting landscapes, history and culture thanks to its vicinity to “Ilha de Mozambique” – a unique UNESCO World Heritage Site in Mozambique just a few minutes from the resort. The site offers unparalleled landscapes, from a lagoon and a mangrove forest behind sand dunes inhabited by East African birds to the coral reefs off

March

Good Style Magazine

93


ICONIC SUSTAINABILITY

Molti sono i prodotti della gamma Ecolibrì ad energia solare istallati nella struttura, come le innovative turbine eoliche, che rendeno il Resort completamente autonomo energeticamente e creano così la prima vetrina di energia rinnovabile “off-grid” in Mozambico.

the coast of Coral Lodge, a refuge for numerous species of small fish, dolphins, and whales. The Resort is characterized by its authentic Mozambican hospitality and has become a pilot project to support Responsible Tourism. This is thanks to collaboration with Ecolibrì, a company in Milan that deals with engineering renewable energy and products. Many Ecolibrì products from the solar energy range are installed in the structure, and others like innovative wind turbines will be soon, making the Resort fully energetically autonomous and creating the first “off-grid” display of renewable energy in Mozambique.

corallodgemozambique.com ecolibri.it

94 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

95


ICONIC JET

ICONIC JET

OPUS AERONAUTICS Autore Delfina Remi

ondata nel 2011 nel Principato di Monaco, Opus Aeronautics, eccelle per la sua professionalità e integrità nel complesso settore dell’aviazione d’affari. Divenuta famosa in tutto il mondo ed insediatasi ormai nel mercato aeronautico altamente attivo della Russia, quale punto di partenza per ampliare ulteriormente il proprio sviluppo sui mercati più promettenti.

F

Da

ultimo è orgogliosa di annunciare la sua posizione unica sul mercato del BBJ Boeing con quattro esemplari spettacolari e rari nel loro genere. Il Boeing BBJ-1 S / N 37700, con una configurazione a 22 passeggeri, è l’unico BBJ-1 privato con la nuovissima generazione di Split Scimitar Winglets, che offre i vantaggi di una maggiore portata, un maggiore valore residuo e una gamma di oltre 6.000 nm con capacità di carico completo. ENGLISH TEXT

Established in 2011 in the Principality of Monaco, Opus Aeronautics stands out for its professionalism and integrity in the complex field of business aviation. It has become famous throughout the world and is now established in Russia’s highly active aircraft market, a starting point in continuing development on the most promising markets worldwide. Most recently, it is proud to announce its unique position on the Boeing BBJ market, with four spectacular and one-of-a-kind models for sale. The Boeing BBJ-1 S/N 37700 features a 22-passenger configuration and is the only private BBJ-1 with the newest generation of Split Scimitar Winglets, which offer the advantages of increased range, increased residual value, and a range of over 6,000 nm with full baggage capability. The 2012 Boeing

96 Good Style Magazine

March

Boeing BBJ-1 S/N 37700 Conference Dining Area

March

Good Style Magazine

97


ICONIC JET

Il Boeing BBJ-1 S / N 38633 del 2012 offre un’eccezionale configurazione a 29 passeggeri VIP, sette serbatoi e un tempo totale minimo. Il BBJ-1 S / N 40586 presenta una configurazione di riposo a 15 posti. Con una lounge creata per ospitare nove passeggeri, una sala VIP e una camera da letto VIP con un bagno privato, questo splendido BBJ Boeing realizza i sogni di ogni viaggiatore. Gli appassionati dei Boeing apprezzeranno il sontuoso design degli interni della BBJ-1 S / N 30751: quattro aree separate della cabina che consistono in un’area lounge con zona pranzo privata, ufficio privato, cabina, con un letto queen-size accompagnato da un sontuoso bagno privato ed una ricca cambusa.

Opus Aeronautics e Boeing Business Jets, con la loro comprovata esperienza, hanno attestato la rivendita di alcuni numeri seriali BBJ dal team Opus, così come quest’ultimo ha realizzato un numero totale di oltre 60 transazioni del segmento BBJ.

Boeing BBJ-1 S/N 40586

BBJ-1 S/N 38633 offers an exceptional 29-passenger VIP configuration, seven tanks, and low total time. The BBJ-1 S/N 40586 features a unique 15-passenger sleeping configuration. With a guest lounge for nine passengers, a VIP lounge, and a VIP bedroom with lavatory en suite, this splendid Boeing BBJ offers everything a traveler could wish for. Boeing aficionados will appreciate the luxurious interior design of the BBJ-1 S/N 30751: four separate cabin areas consisting of a lounge with dining and conference area, private office, private stateroom featuring a queen-sized bed and lavish private bathroom, and a full galley. Opus Aeronautics and Boeing Business Jets have a proven track record: currently Opus is the leading BBJ resale organization in the world. The Opus team has already resold some serial number BBJs various times; in fact, the Opus team has accomplished over 60 transactions of the BBJ segment and the success story continues.

opusaero.com

98 Good Style Magazine

March

March

Good Style Magazine

99


ICONIC event

ICONIC event

Icona del

CINEMA ITALIANO Autore C.M

La XIV edizione di Cortinametraggio, festival diretto da Maddalena Mayneri e dedicato al meglio della cinematografia breve italiana che si svolgerà a Cortina dal 18 al 24 marzo, sarà inaugurato da un ospite d’onore del cinema italiano, nonché giurata del festival, Barbara Bouchet. Nata in Cecoslovacchia, ma di origine tedesca, è cresciuta negli Stati Uniti dove ha esordito poco più che vent’enne diretta da Otto Preminger in Prima vittoria (In Harm’s Way) del 1965.

100 Good Style Magazine

March

esiderata da Tarantino e corteggiata da Scorsese, che l’ha voluta in Gangs of New York, tra i tanti registi con cui ha lavorato in Italia ricordiamo Pasquale Festa Campanile, Lucio Fulci, Luciano Salce, Mauro Bolognini, Sergio Martino, Silvio Amadio, solo per citarne alcuni. “Quest’anno abbiamo ricevuto 450 cortometraggi, non ne erano mai arrivati così tanti. I ventuno in concorso affrontano con humor, originalità, stile e immediatezza i grandi temi dell’attualità: precarietà sociali e relazionali, paura del futuro, emarginazione ed integrazione. Sebbene nella maggior parte dei casi si tratti di commedie, non vogliono essere corti d’evasione, vogliono guardare in faccia la realtà”, afferma Vincenzo Scuccimarra. La sezione Cortometraggi, diretta dallo stesso Scuccimarra, riguarda, come sempre corti narrativi italiani che spaziano tra i generi e le tematiche affrontate. 21 i Cortometraggi in concorso che si muovono tra commedie intelligenti che gettano lo sguardo sulla realtà

D

ENGLISH TEXT

Icon of Italian Cinema The 14th edition of Cortinametraggio, a festival directed by Maddalena Mayneri dedicated to the best of Italian short films, is taking place in Cortina from March 18 to 24 and is going to be inaugurated by Barbara Bouchet - the guest of honor from Italian cinema, as well as a festival juror. Born in Czechoslovakia but of German descent, she grew up in the United States where she made her debut in 1965 at just over twenty years old in the film In Harm’s Way (Prima Vittoria), directed by Otto Preminger. Wanted by Tarantino and courted by Scorsese for Gangs of New York, she has also worked with many directors in Italy including Pasquale Festa Campanile, Lucio Fulci, Luciano Salce, Mauro Bolognini, Sergio Martino, Silvio Amadio, just to name a few. The Cortometraggi section, directed by Vincenzo Scuccimarra, involves – like always – short Italian narratives that range between various genres and address many themes. Regarding the 2019 contest selection, Vincenzo Scuccimarra comments: “This year we have

March

Good Style Magazine

101


ICONIC EVENT

Per la selezione 2019 del concorso Vincenzo Scuccimarra commenta: “Quest’anno abbiamo ricevuto 450 cortometraggi, non ne erano mai arrivati così tanti. I ventuno in concorso affrontano con humor, originalità, stile e immediatezza i grandi temi dell’attualità: precarietà sociali e relazionali, paura del futuro, emarginazione ed integrazione. Sebbene nella maggior parte dei casi si tratti di commedie, non vogliono essere corti d’evasione, vogliono guardare in faccia la realtà”

quotidiana e i problemi che la caratterizzano e corti legati al tema dell’integrazione come espressione di una società che sempre più si fa multietnica. A valutare i cortometraggi sono stati chiamati in giuria i registi Riccardo Antonaroli e Matteo Nicoletta, vincitori lo scorso anno a Cortina con Cani di razza, Ricky Tognazzi, Tosca D’Aquino e Roberta Beta. Tra gli appuntamenti da non perdere a Cortinametraggio 2019 l’arrivo di Daniele Luchetti che terrà il workshop organizzato dal Festival in collaborazione con il CSC - Centro Sperimentale di Cinematografia, nell’ambito del progetto CSC Lab. Il Laboratorio Intensivo di Recitazione e Regia “Dirigere Gli Attori” si terrà il 21 e 22 marzo a Cortina d’Ampezzo ed è rivolto ad attori, attrici e registi che vogliano approfondire la propria preparazione nell’ambito del linguaggio cinematografico. Il seminario è aperto anche ad aspiranti registi che vogliano iniziare a conoscere quali sono le potenzialità del rapporto fra regista e interprete. L’iscrizione al laboratorio consente la possibilità di partecipare a tutte le attività della XIV edizione. Per l’occasione il nuovo film di Luchetti “Momenti di Trascurabile Felicità” sarà proiettato il 19 marzo nel corso della kermesse. Tra i Partners istituzionali di Cortinametraggio il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, SNGCI, Rai, MiBAC Direzione Generale per il Cinema. Il Festival ha il Patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia di Belluno, del Comune di Cortina d’Ampezzo, il supporto di Cortina Marketing Se.Am., con loro la Rete Eventi Cultura, l’Anec, la Fice, il CSC - Centro Sperimentale di Cinematografia. Main sponsor del festival Medusa Film, Vision Distribution, Universal Music Publishing Ricordi S.r.l., Dolomia, Farecantine, I Santi di Diso, Audi. Main Media Partner Radio Montecarlo, Vanity Fair, Ciak. Main sponsor hospitality Grand Hotel Savoia di Cortina D’Ampezzo, Hotel de La Poste. Gold sponsor Trieste Caffè, Levi’s, Riva.

102 Good Style Magazine

March

Barbara Bouchet

received 450 short films, we had never received so many before. The twenty-one participants in the competition deal with important themes in current affairs, tackling them with humor, originality, style, and spontaneity: social and relational uncertainty, fear of the future, marginalization, and integration. Although in most cases they are comedies, they are not evasion shorts, they want to face reality.” 21 short films in competition vary between intelligent comedies casting their gaze on everyday realities and problems, and short films linked to the theme of integration as an expression of a society that’s becoming more and more multiethnic. The short films will be judged by a jury which includes directors Riccardo Antonaroli and Matteo Nicoletta, who won last year in Cortina with Cani di razza, Ricky Tognazzi, Tosca D’Aquino and Roberta Beta. Among the events that can’t be missed at Cortinametraggio 2019 is the arrival of Daniele Luchetti who is holding a workshop organized by the Festival in collaboration with the CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia (Experimental Cinematography Center), as part of a CSC Lab project. The Intensive Actors and Directors Workshop “Directing the Actors” is on March 21 and 22 in Cortina d’Ampezzo, and is geared towards actors, actresses, and directors who want to enhance their knowledge in the field of cinematographic language. The seminar is even open to aspiring directors who want to start learning about the makings in a relationship between directors and actors. Registration for the workshop includes participation in all activities of the 14th edition of Cortinametraggio which is taking place from March 18 to 24, 2019 in Cortina d’Ampezzo. Luchetti’s new film Momenti di Trascurabile Felicità is going to be screened on March 19 at the festival. The 14th edition of Cortinametraggio’s official institutional Partners include the Italian National Film Journalists Union (SNGCI), Rai, MiBAC Direzione Generale per il Cinema. The Festival is sponsored by the Veneto Region, the Belluno Province, the Municipality of Cortina d’Ampezzo, with the support of Cortina Marketing Se.Am., with their Cultural Events Network, ANEC (National Cinema Practitioners Association), FICE (Italian Avant-Garde Cinema Federation) and the CSC-Experimental Cinematography Center. The Festival’s main sponsors include Medusa Film, Vision Distribution, Universal Music Publishing Ricordi S.r.l., Dolomia, Farecantine, I Santi di Diso, Audi. Main Media Partners are Radio Montecarlo, Vanity Fair, Ciak. Main hospitality sponsors are Grand Hotel Savoia in Cortina D’Ampezzo, Hotel de La Poste. Gold sponsors are Trieste Caffè, Levi’s, Riva.

cortinametraggio.it.

YOUR GLOBAL CONNECTION Business growth requires a global perspective. It starts with the latest technologies, trends and ideas, and comes full circle with a world of connections that are key in helping you manage multiple budgets, high-performing teams and large-scale purchases. Find everything you need to make the most informed decisions all in one place: the 2019 European Business Aviation Convention & Exhibition (EBACE2019). Join us at EBACE to build relationships and explore the entire marketplace of options. And leave with the best solutions for your business. Get connected and move forward faster. Visit the EBACE website to learn more and register today.

REGISTER TODAY

www.ebace.aero March

Good Style Magazine

103


ICONIC event

ICONIC event

HIGHT-altitude summit Autore Asia Bernardini

I

l primo “Global Investment at the Aviation Summit” si è concluso martedì 29 gennaio al Dubai InterContinental Festival City Hotel in presenza dell’industria aeronautica, 750 investitori, leader, funzionari governativi e finanziatori e parti interessate dell’aviazione di tutto il mondo. Il “Global Investment in Aviation Summit” è un’iniziativa dell’Autorità per l’Aviazione Civile Generale ed è stato lanciato sotto il tema “Collegare i mercati sviluppati ed emergenti attraverso interessanti opportunità di investimento nel settore dell’aviazione”. EG. Sultan Al Mansoori ha apprezzato la distinzione nel vertice che ha ospitato ministri, diversi funzionari e importanti compagnie internazionali dell’aviazione, sottolineando l’importanza del summit nel mettere in evidenza la vitalità dell’aviazione e del settore del trasporto aereo delle merci, nonché nel rafforzare la posizione degli Emirati Arabi Uniti come paese pioneristico nel settore dell’aviazione. H. E. Saif Mohammed Al Suwaidi, Direttore Generale dell’Autorità per l’Aviazione Civile Generale, ha ringraziato tutti i partecipanti, i funzionari governativi e i dignitari per la loro partecipazione e ha rinnovato la loro partecipazione al secondo turno al vertice nel round di chiusura del vertice ad Abu Dhabi del prossimo anno. “Gli Emirati Arabi Uniti godono di una posizione privilegiata per il mercato del Golfo e il partner di pianificazione per lo sviluppo della comunità aeronautica, attraverso la pianificazione per il futuro e le recenti esigenze dell’aviazione che si stanno espandendo rapidamente e gli sforzi in corso per creare

investitori e rete partner che sono disposti a esplorare nuovi mercati come la medicina aeronautica, la monetizzazione dei dati, l’intelligenza artificiale e altro ancora”, ha aggiunto Suwaidi. Il summit panel “Aviation Training Global Investment Opportunities” è stato uno dei momenti salienti del Summit guidato da Ahmad Al Jallaf Assistant Director-General - Air Navigation Services Sector (GCAA), una personalità chiave nel settore dell’aviazione degli Emirati Arabi Uniti e vincitore dell’aviazione 2018 Executive of the Year in Medio Oriente Aviation Business Awards, “La discussione tenuta nella sessione è un elemento vitale per attirare gli investimenti diretti esteri sulla formazione aeronautica, e verso l’adozione di soluzioni per raggiungere una crescita sostenibile e migliorare la responsabilità sociale per creare nuove opportunità nel settore, per esempio nei lavori specializzati come i controllori del traffico aereo”. Il panel ha discusso i metodi di formazione sull’aviazione e la loro importanza, oltre alle opportunità di investimento emergenti offerte dal settore dell’aviazione. La giornata conclusiva ha visto altre tre tavole rotonde volte a migliorare gli investimenti nel settore dell’aviazione. La prima sessione ha trattato Global Investment in Aviation and its Trends, alla presenza di Jamal Saif Al Jarwan, Segretario Generale del UAE International Investors Council, Tahnoon Saif, CEO di Mohammed bin Rashid Aerospace Hub, precedentemente noto come Dubai South Aviation District, Lee Lawrence, Chief Investment Officer presso Tarabot Investment & Development, Tiago Lopes, Senior Engineer presso European Investment

ENGLISH TEXT

The first “Global Investment in Aviation Summit” concluded Tuesday, January 29 at the Dubai InterContinental Festival City Hotel and in attendance were many from the aviation industry, 750 investors, leaders, government officials, financiers, and key aviation stakeholders from around the world. The “Global Investment in Aviation Summit” is an initiative of the General Civil Aviation Authority (GCAA) and was launched under the theme “Linking Developed and Emerging Markets through Attractive Aviation Investment Opportunities.” Engineer and Sultan Al Mansoori appreciated the distinguished attendance at the summit which included ministers, several officials, and important international aviation companies, underlining the importance of the summit to highlight the vitality of aviation and the air cargo sector, as well as enhancing the position of the United Arab Emirates as a pioneering country in the aviation sector. H.E. Saif Mohammed Al Suwaidi, Director General of the GCAA thanked all participants, government officials, and dignitaries for their support in the summit during the closing ceremony and called for participation in the second round in Abu Dhabi next year.“The United Arab Emirates enjoys a

104 Good Style Magazine

March

privileged position as it is considered an incubator for the Gulf market, and planning partner for development in the aviation community, through planning for the future and studying the recent aviation needs that are expanding rapidly as well as continued efforts to create investors and network partners who are willing to explore new markets such as aviation medicine, data monetization, Artificial Intelligence, and more,” Al Suwaidi added. The summit panel “Aviation Training Global Investment Opportunities” was one of the summit’s highlights led by Ahmad Al Jallaf, Assistant Director-General – Air Navigation Services Sector (GCAA), a key personality in the UAE aviation sector and the winner of the Aviation Executive of the Year 2018 in the Middle East Aviation Business Awards. Al Jallaf said, “The discussion held in the session is a vital element to attract foreign direct investment on aviation training, and towards adopting solutions in education to achieve sustainable growth and enhance social responsibility to create new opportunities in the sector, like with specialized jobs such as Air Traffic Controllers.” The panel discussed aviation training methods and their importance, as well as emerging investment opportunities offered

Bank (BEI), Peter Fuhrman, CEO di China First Capital, e Vasgen Edwards, Managing Director per Medio Oriente e Africa presso Boeing Capital Società. Una seconda tavola rotonda dal titolo “Urban Space the New Frontier, Future is Now, Where to Invest”, è stata moderata da Alexander Nase, Global Managing Director di FEV Consulting, Evgeni Borisov, CEO di Vimana Global, Gregor Grandl, Senior Partner di Porsche Consulting GmbH, Diana Seagull, VP per i programmi di mobilità presso Aurora Flight Science e Khaled Al Awadhi, Direttore del Dipartimento dei sistemi di trasporto delle Autostrade e strade di Dubai. L’ultimo intitolato “Dov’è l’oro nella catena del valore dell’aviazione?”, ha trattato lo sviluppo di nuovi settori e prospettive di destinazioni e investimento per ottenere una crescita sostenibile, è stato moderato da Katerina Sevcikova Urbanova, redattore capo della rivista Aerospace Magazine e guidata da Achuzie K. Ezenagu, CEO di Toucan Aviation, Max Kamenetsky, Senior Product Manager di Loon e Sibongile Sambo, proprietario di SRS Aviation. GIAS’19 è considerato un salto qualitativo nel settore dell’aviazione, con un investimento globale stimato di 1.800 miliardi di dollari da raggiungere entro il 2030. Con un tasso di crescita costante del 4,3% annuo e supportato dal continuo mercato globale di manutenzione degli aeromobili, attribuito ai successivi sviluppi del mercato e l’aumento della domanda di viaggi aerei in tutto il mondo, in particolare in India, Cina e Medio Oriente.

by the aviation sector. The final day featured three other panel discussions aimed at improving investments in aviation. The first session dealt with Global Investment in Aviation and its Trends, with the presence of Jamal Saif Al Jarwan, Secretary General of the UAE International Investors Council, Tahnoon Saif, CEO of Mohammed bin Rashid Aerospace Hub, formerly known as Dubai South Aviation District, Lee Lawrence, Chief Investment Officer at Tarabot Investment & Development, Tiago Lopes, Senior Engineer at the European Investment Bank (EIB), Peter Fuhrman, CEO of China First Capital, and Vasgen Edwards, Managing Director for the Middle East and Africa at Boeing Capital Corporation. The second panel discussion titled “Urban Space the New Frontier, Future is Now, Where to Invest” was moderated by Alexander Nase, Global Managing Director at FEV Consulting, Evgeni Borisov, CEO of Vimana Global, Gregor Grandl, Senior Partner at Porsche Consulting GmbH, Diana Seagull, VP of Mobility Programs at Aurora Flight Science, and Khaled Al Awadhi, Director of Transportation System Department of Dubai Roads and Transport Authority. The last panel titled “Where’s the Gold in Aviation Value Chain?” discussed the development of new sectors and destination perspectives, and where to invest in order to achieve sustainable growth. It was moderated by Katerina Sevcikova Urbanova, Chief Editor of Aerospace Magazine and was led by Achuzie K. Ezenagu, CEO of Toucan Aviation, Max Kamenetsky, Senior Product Manager at Loon, and Sibongile Sambo, owner of SRS Aviation. GIAS’19 is considered a qualitative leap in the aviation industry, with an estimated global investment reaching $1.8 trillion by 2030. With a steady growth rate of 4.3% per annum, and supported by the continued global aircraft maintenance market, this steady growth will be attributed to the successive developments in the market as well as increasing air travel demand around the world, especially in India, China, and the Middle East.

gias.ae

March

Good Style Magazine

105


Addresses ICONIC HOTEL

Hotel Principe di savoia Piazza della Repubblica, 17 Milano PALM SUITE MANFREDI Via del Colosseo, 20 - 00184 Roma Grand Hotel dei Dogi di Venezia Fondamenta Madonna dell’Orto, 3500,Venezia palazzo naiadi Piazza della Repubblica, 47 Roma VILLA LA MASSA Via della Massa, 24, 50012 Candeli TOMBOLO TALASSO RESORT Via del Corallo, 3, 57022 Marina di Castagneto Carducci Hotel ca’ sagredo Campo Santa Sofia 4198/99 - Ca’ D’Oro Venezia san clemente kempinski Isola di San Clemente 1 Venezia Palazzo Manfredi Via Labicana, 125 Roma Hotel Punta Tragara Via Tragara, 57 Capri Napoli Bulgari Hotel&ResortS Via Privata Fratelli Gabba, 7b, 20121 Milano Donnafugata golf resort&spa Contrada Piombo, 97100 Ragusa RG CAPRI SUITE Via Finestrale, 9 Anacapri G-rough Piazza di Pasquino, 69 Roma villa giulia Via Salaria, 125 Roma PALAZZO CINI 12,Via Alessandro Manzoni, 56125 Pisa grand hotel parker’s corso vittorio emanuele 135 napoli MASSERIA SAN DOMENICO Strada Provinciale 90, 72015 Savelletri, Fasano MASSERIA TORRE COCCARO Contrada Coccaro, 8, 72015 Savelletri di Fasano BR GRAND HOTEL et de MILAN Via Alessandro Manzoni, 29, Milano AbanoRitz Thermae & Wellness Hotel Via Monteortone, 19 – Abano Terme (PD) San Domenico Palace Hotel Piazza S. Domenico de Guzman, 5, Taormina Villa & Palazzo Aminta Via Sempione Nord, 123 - Stresa Le Massif Strada Regionale a Courmayeur Coral Lodge Mozambique Varanda 9, Mossuril, Nampula Varanda, Mozambico

ICONIC FOOD | WINE PERRIER-JOUET BROS’ via Acaja 2, Lecce JOIA Via Panfilo Castaldi, 18, Milano alice ristorante Piazza 25 Aprile, 10 Milano ristorante GENNARO AMITRANO Via L’Abate, 3 - Capri Precisamente a calafuria Via del Littorale, 248, Livorno MEGA3 Piazza della Vittoria 3/2 Ceriale DA ALCIDE Via Aurelia Sud, 41, 57021 Banditelle, Campiglia Marittima LI Tano passami l’olio Via Eugenio Villoresi, 16 Milano Ceretto Località S. Cassiano, 34, Alba GENNARO AMITRANO Via l’Abate, 3, 80076 Capri

ICONIC MARINE Marina di Varazze Via Maestri d'Ascia, 24 Varazze SV Marina di Scarlino Localita Puntone Scarlino Grosseto Marina di Genova Via Pionieri e Aviatori d'Italia, 203 Genova Marina di Olbia Via Piovene, 8, 07026 Olbia Marina di Porto Cervo Localita Porto Cervo Marina di Loano Lungomare Nazario Sauro, 12/1 Loano SV MARINA MONTENEGRO Obala bb, Tivat 85320, Montenegro

ICONIC TRAVEL | EVENT Milano Linate Prime Viale dell’Aviazione, 65 20138 Milan MILANO MALPENSA PRIME CORTINAMETRAGGIO Beijing New Airport Terminal Building

ICONIC FASHION

dolce&gabbana Via Broggi, 23 Milano DIOR bulgari Moncler Via Stendhal 47, Milano alberta ferretti SALVATORE FERRAGAMO Palazzo Feroni Via de Tornabuoni, 2 Firenze Van Cleef & Arpels Walmar House - 296 Regent Street - W1B 3AP London Ulysse Nardin Rue du Jardin 3, 2400 Le Locle GOBBI 1842 Corso Vittorio Emanuele II, 15 Milano MONTECARLO FASHION WEEK ANITA PASZTOR Chambre Monegasque de la Mode IL SALOTTO DI MILANO Via della Spiga, MIlano CARTHUSIA Via Camerelle, 10 Capri

ICONIC BUSINESS LOUNGE | AUTOMOTIVE MILANO PRIME TOP MARQUES MONACO Grimaldi Forum opus aeronautics Le Prince de Galles10, Avenue de Grande Bretagne Monaco ebace Palexpo, Le Grand-Saconnex, Suisse; Ginevra baselworld MCH Messe Schweiz (Basel) AG CH – 4005 Base BULLDAYS LAMBORGHINI CLUB ITALIA GIAS DUBAI BEIRUT BOAT SHOW ROMAsì Via del Gianicolo, 2 Roma

Partners milanoprime.it/sea-prime

ICONIC GOLF Liberty National Golf Club 100 Caven Point Rd, Jersey City, NJ 07305, Stati Uniti Golf Club L’Albenza Via Longoni, 12, 24030 Almenno San Bartolomeo BG GOLF CLUB VILLA D’ESTE Via Cantù, 13, Montorfano (CO) Argentario Golf Club Via Acquedotto Leopoldino Porto Ercole GR Versilia Golf Resort Via della Sipe 100 Pietrasanta LU Golf Castel Gandolfo Via Santo Spirito, 13 Castel Gandolfo RM GOLF CLUB MONTICELLO Via Alessandro Volta, 63 Cassina Rizzardi CO CIRCOLO GOLF TORINO LA MANDRIA Via Agnelli, 40 Fiano TO Golf&Country Club Le Pavoniere Via Traversa del Crocifisso 59100 Prato ROYAL PARK GOLF I ROVERI Rotta Cerbiatta, 24 Fiano TO SAN DOMENICO GOLF CLUB Contrada Masciola Fasano BR GOLF CLUB PUNTALDIA Localita' Punta Sabbatino, 1 San Teodoro OT IS MOLAS GOLF CLUB Loc. Is Molas Pula CA A.S.D. GARDAGOLF COUNTRY CLUB Via Angelo Omodeo 2 Soiano del Lago BS Castello di Tolcinasco Golf e Resort Cascina Tolcinasco, 421A P. Emanuele MI MASSERIA TORRE MAIZZA Contrada Coccaro, 72015 Fasano BR ASSOCIAZIONE GOLF CORTINA Loc. Fraina, 14/15 Cortina d’Ampezzo Golf Club Bergamo “L’Albenza” Via Longoni, 12, 24030 Almenno San Bartolomeo Golf Brianza Country Club Località Cascina Cazzù, 4, Usmate Velate La Pinetina Golf Club Via al Golf, 4, Località Pinetina, Appiano Gentile

ICONIC POLO AcqueDotto romano polo club Via Acqua Felice, 37, 00040 Montecompatri RM Milano Polo Club Via Monte Rosa, 60 Mesero MI Polo Club Villa Sesta Piazza del Popolo 1 Castelnuovo Berardenga (Siena) Punta Ala Località il Porto Punta Ala GR Roma Polo Club Via dei Campi Sportivi, 43 Roma Associazione fiorentina Polo Via Sirtori 14 Firenze CORTINA SUMMER PARTY POLO ST TROPEZ 1999 Route du Bourrian, 83580 Gassin, Francia

ICONIC ART | ARCHITECTURE LUMEN MUSEUM Via Funivia, 10, 39031 Riscone SPX Lab Piazzetta S. Andorlini, 1-5a, Genova ALIDEM via cusani 18 milano Gallery All 915 Mateo St #208, Los Angeles, CA 90021, Stati Uniti Gallery All Building A9-1, 751 D•Park, No.4 of Jiuxianqiao Road Beijing XOCO 325 W Broadway, New York, NY 10013, Stati Uniti Le Petit Massif Strada Regionale a Courmayeur Amos Rex Mannerheimintie 22-24, 00100 Helsinki, Finlandia

ICONIC YACHT

dahotels.com/palazzo-naiadi-roma/it baselworld.com casagredohotel.com

beirutboat.com

topmarquesmonaco.com

salottomilanese.it cannesyachtingfestival.com

snowpolo-stmoritz.com

chambremonegasquemode.com

ebace.aero/2019 spxlab.com lucabracali.it

FERRETTI Via Ansaldo, 7 Forlì YCCS Via della marina 07021, Porto Cervo Yacht club Roma Via Vittorio Veneto, 24 Roma Cannes YACHTING Festival Vieux Port di Cannes e Port Pierre Canto Cannes Yacht Club Punta Ala Localita il Porto Punta Ala GR Yacht Club Reale Canottieri Savoia Banchina S. Lucia, 13 B.go Marinari NA Yacht Club Italiano Genova Porticciolo Duca degli Abruzzi Genova Yacht Club Porto Rotondo Molo di Levante Olbia LUSBEN Via Michele Coppino, 431, 55049 Viareggio VENICE HOSPITALITY CHALLENGE

chgroup.eu frequenzagrafica.it

precisamenteacalafuria.it

SCARICA LA NOSTRA APP bandecchievivaldi.com

106 Good Style Magazine

March

THE LU XU RY A I R POR TS December

Good Style Magazine

107


106 Good Style Magazine

March

Profile for Good Style Mag

Good Style Mag #08  

Good Style Mag #08  

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded