Page 1

www toscanadove.it

Magazine

Numero unico - Distribuzione gratuita

Valdarno


home&contract home&contract home&contract home&contract

alcune nostre realizzazioni alcune nostre realizzazioni alcune nostre realizzazioni alcune nostre realizzazioni

La Gioconda, Musee du Louvre (Parigi). Michele&Co Patisserie (Castiglione del Lago, PG). SeiDivino Landscape Restaurant (Castiglione del Lago, PG). Villa privata (Montalcino, SI). La Gioconda, Musee du Louvre (Parigi). Michele&Co Patisserie (Castiglione del Lago, PG). Borgo Brufa Spa Resort (Torgiano, PG).LeoPizzo Gioielleria (Roma). SeiDivino Landscape Restaurant (Castiglione del Lago, PG). Villa privata (Montalcino, SI). Agriturismo (Spoleto, PG). Auditorium San(Castiglione Francesco del (Norcia, PG) La Gioconda, Musee du Louvre Michele&Co Patisserie PG). Borgo Brufa (Parigi). Spa Resort (Torgiano, PG).LeoPizzo GioielleriaLago, (Roma). La Gioconda, Musee du LouvreRestaurant (Parigi). Michele&Co Patisserie (Castiglione del Lago, PG). SeiDivino Landscape (Castiglione del Lago, PG). Villa privata (Montalcino, SI). Agriturismo (Spoleto, PG). Auditorium San Francesco (Norcia, PG) SeiDivino Landscape Restaurant (Castiglione Lago, PG). Villa privata (Montalcino, SI).(Roma). Borgo Brufa Spadel Resort (Torgiano, PG).LeoPizzo Gioielleria Borgo Brufa Spa Resort (Torgiano, Gioielleria (Roma). Agriturismo (Spoleto, PG).PG).LeoPizzo Auditorium San Francesco (Norcia, PG) Agriturismo (Spoleto, PG). Auditorium San Francesco (Norcia, PG) i nostri partners

i nostri partners i nostri partners i nostri partners

Panicarola_PG T+39Panicarola_PG 075 9589185 www.casavecchia-arredamento.it T+39 075 9589185 Panicarola_PG Panicarola_PG FB Casavecchia www.casavecchia-arredamento.it T+39Arredamento 075 9589185 T+39 075 Arredamento 9589185 FB Casavecchia www.casavecchia-arredamento.it www.casavecchia-arredamento.it FB Casavecchia Arredamento FB Casavecchia Arredamento


www toscanadove.it

Foresta di Vallombrosa, il torrente Vicano

Figline e Incisa Valdarno - Reggello - Rignano sull’Arno Pian di Scò - Castelfranco di Sopra

Foto: G. M. Pivi

www.toscanadove.it info@toscanadove.it Tel. 328.2591891 1


L’Arno nei pressi di Bruscheto

Archivio Storico Circolo fotografico Arno

www toscanadove.it

Il fascino della valle dell’Arno The charm of the arno valley

A

pochi km da Firenze, Arezzo e Siena il Valdarnoshire si sta imponendo come una terra turistica, dove scoprire luoghi, sapori, paesaggi e personaggi forse meno da cartolina che in altri territori, ma sicuramente più veri.Terra di origine di geni del Rinascimento come Masaccio, Marsilio Ficino e di poeti come Petrarca, il Valdarno Fiorentino (Figline, Reggello, Incisa e Rignano sull’Arno) è un territorio diviso fra i monti di conifere come quelli della Foresta di Vallombrosa e le vallate segnate dalla presenza, non sempre tranquilla, del fiume Arno. Pievi e borghi medievali, stranezze architettoniche come il Castello di Sammezzano, eccellenze della tavola come lo stufato alla Sangiovannese, ma anche piccole imprese e commercianti che tengono vivi paesi e frazioni, fungendo sì da motore economico, ma anche da polo sociale. Alcuni artigiani rivoluzionari hanno segnato la storia del Made in Italy, basti pensare alla fornace di Reggello, ma la tradizione del sapere delle mani qui è ancora vitale, negli artisti internazionali di Loppiano, come negli artigiani del mobile tradizionale toscano a Tosi. Senza dimenticare, che fra Incisa e Reggello si segnala uno dei più importanti poli della moda internazionale: The Mall e Fashion Valley attirano migliaia di turisti da ogni parte del mondo.

N

ot far from Florence, Arezzo and Siena, the Valdarnoshire is taking over as a renowned vacation spot, where to always get the best holiday experience, savouring places, landscapes, food and characters. Not the typical Tuscany experience, but definitely the most authentic. Mother land of renaissance’s leading figures such as Masaccio, Marsillo Ficino and great poets like Petrarca, the Valdarno Fiorentino area and its surrounding valleys are marked by the presence of Arno river. Medieval little towns, architectonic highlights such as Samezzano Castle and the finest Italian culinary experience, as much as little artisan shops are the pulsating heart of the area. Some revolutionary artisans have put landmarks in the “Made in Italy” history: especially in the traditional wood-carving in Tosi and the international artisans of Loppiano. Last but not least, between Incisa and Regello there is one of the most important international fashion centre: The Mall and Fashion Valley gather millions of tourists from all over the world in this area every year.


www toscanadove.it

6

14

12 74

72

In questo numero / In this number Palazzo Pretorio la roccaforte del potere civico Il Teatro Garibaldi, la cultura a nuova vita risorta Manifestazioni ed eventi a Figline e Incisa Valdarno Pieve di Gaville Museo della Civiltà Contadina Piazza Marsilio Ficino, il cuore del centrostorico Accoglienza e turismo, il nostro Eldorado La Cappella della Madonna della Mota La Torre della Bandinella IL Museo d’Arte Sacra Il Burchio, torrente o barca? San Pietro a Pitiana

6 12 14 18 20 24 30 32 34 36 42

Il Museo Masaccio a Cascia e la genesi di un genio L’oro verde di Reggello Il Pollo Nero del Valdarno L’antica fornace di Reggello Castello di Sammezzano La medicina dei “semplici”’ Piante officinali e fitoterapia nelle comunità monastiche L’Abbazia di Vallombrosa A Tosi si investe sulle risorse locali Gli Arboreti Sperimentali di Vallombrosa Saltino, la regina estiva della Belle Epoque Viaggio a Donnini Pieve di Santa Maria a Scò Castefranco di Sopra

46 50 55 56 60 70 72 74 78 82 84 88 93


OSPITALITA’ DA SOGNARE “UN LUOGO MAGICO”

S

Hospitality of the highest quality, “Dreaming away”

ituato nel cuore della regione del Chianti, a breve distanza dalle principali città toscane (Firenze, Arezzo, Siena…), l’Hotel Villa La Palagina è una villa restaurata del XVI secolo, che apparteneva alla nobile famiglia fiorentina dei Ricasoli. Tutte le camere sono uniche, decorate con affreschi ed arredate in stile toscano per offrire un soggiorno piacevole, con tutti i comfort (aria condizionata, mini-bar e TV satellitare). Vi invitiamo a scoprire questa struttura unica per rilassarvi, come

L

ocated just outside Florence in the heart of Chianti, the Hotel Villa La Palagina is a restored sixteenth-century villa that belonged to the noble Florentine family Ricasoli. All of the rooms are unique, and each is decorated with beautiful frescoes, offering a comfortable stay, with amenities including air-conditioning, mini-bar and satellite television. Relax, dream away and enjoy a handcrafted cocktail while you gaze over our two infinity pools towards the rolling hillsides of Chianti. Our restaurant offers deVILLA LA PALAGINA

in un sogno lontano, ammirando il fantastico panorama che la circonda. A disposizione dei nostri ospiti abbiamo due ampie piscine, con servizio bar. La cucina propone deliziosi piatti preparati con ingredienti locali e accompagnati da straordinari vini della regione, serviti nella terrazza panoramica del ristorante. La villa è circondata da 110 ettari di uliveti, vigneti e boschi, dai quali vengono prodotti i nostri vini Chianti e l’olio extravergine di oliva Laudemio. Nelle immediate vicinanze è possibile effettuare escursioni, andare a cavallo,

giocare a golf, visitare cantine, degustare formaggi e miele, esplorare i mercatini dell’antiquariato o fare shopping in uno dei punti vendita di designer diversi, come Ferragamo, Armani e Gucci. Il nostro staff professionale e cordiale di Villa La Palagina è sempre pronto a darvi le migliori informazioni sulla zona. Siamo lieti di organizzare vari tipi di attività come corsi di cucina, degustazioni di vini, noleggio auto e tour privati ​​per soddisfare le esigenze dei nostri clienti. Vi aspettiamo per condividere questo sogno di tranquillità assoluta ed autentica bellezza!

licious dishes prepared with local ingredients and accompanied by extraordinary wines of the region. Dine in our intimate indoor restaurant, or on the terrace garden offering magnificent views. The villa is surrounded by 110 hectares of olive groves, vineyards and forest reserve and we produce our own wines and extra virgin olive oil on the property. In the immediate neighborhood you can hike, go horseback riding, play golf, visit wineries, taste handmade cheeses and honey, explore the antique markets or shop at one of the various fashion and

design outlets including Ferragamo, Armani and Gucci. Our professional and friendly staff of Villa La Palagina is always ready to supply information on the area and nearby cities. We are happy to organize various activities such as cooking courses, wine tastings, rental cars and private tours to fulfill your wishes. While located in the Province of Florence, Villa la Palagina also provides easy access to the famous Tuscan cities Arezzo, Cortona and Siena. Please come and visit us and fall in love with our villa and surroundings!

Via Grevigiana, 4 Tel. 055.9502029 - 9502182 - Fax 055.952001 - FIGLINE E INCISA VALDARNO (FI) www.palagina.it - info@palagina.it


www toscanadove.it

5


www toscanadove.it

PALAZZO PRETORIO LA ROCCAFORTE DEL POTERE CIVICO Pretorio Palace, stronghold of the civic power

I

n piazza B. Bianchi, si erge il Palazzo Pretorio, costruzione trecentesca poi rimaneggiata e ripristinata in stile neomedievale tra il 1924 e il 1931 dall’architetto Ezio Cerpi. La facciata del Palazzo reca vari stemmi di podestà succedutisi nel corso dei secoli e le iscrizioni con i loro nomi. All’interno, è conservato un quadro di Egisto Sarri raffigurante il Duca Alessandro de’ Medici che rapisce una monaca da un convento. In origine sulla sommità della torre merlata vi era una campana del 1384 - oggi posta nell’androne del Palazzo - che chiamava all’adunanza i cittadini; su di essa un’iscrizione ricorda la sconfitta della parte ghibellina: “Ad perpetuam destructionem et mortem totius partis ghibelline” (“Per l’eterna distruzione e morte di tutte le parti ghibelline”). Nel XIX secolo il Palazzo fu completamente trasformato per diventare un carcere. Ai piedi della Torre vi è una cappella dedicata ai caduti di tutte le guerre, al cui interno fa bella mostra di se una terracotta invetriata raffigurante la Madonna col Bambino tra i Santi Sebastiano e Antonio Abate, attribuita a Benedetto Buglioni.

P

alazzo Pretorio is in Piazza B. Bianchi. It is a fourteenth century building which was renovated in neo-medieval style between 1924 and 1931 by Enzo Cerpi. The building is covered with various coats of arms of the town’s many mayors, with their names inscribed. In the tower was

preserved a fifteenth century bell - now in the entrance hall of the Palace - which was used to call local citizens for assemblies. At the base of the Tower there is a chapel which contains a terracotta work of art by Benedetto Buglioni which depicts Mary with Saint Sebastian and Saint Anthony with angels above holding a crown.

6


www toscanadove.it

7


www toscanadove.it

A I PORTICI TRIONFO DI ANTIPASTI E PIZZA NAPOLETANA DOC

Solo per i palati golosi e per buone forchette

E

nrico e Rossella sono i titolari della trattoria-pizzeria I Portici, situata nel centro storico di Figline. Il locale che hanno allestito è caldo, rustico e divertente, con ampie volte in mattoni e apparecchiature simpatiche e colorate. L’accoglienza e il calore sono quelli tipici mediterranei, come anche il loro menù che punta su prodotti di qualità, con la bufala autenticamente tale, ma anche sull’originalità delle proposte, per esempio è possibile assaggiare una selezione di prodotti tipici della Spagna, grazie alla convenzione con un produttore spagnolo. Il piatto forte è sicuramente il ‘trionfo di antipasti della casa’ con tartine in varie salse, insaccati locali e non, formaggi freschi e stagionati, coccoli, crostini di carne e di verdure, che deliziano i palati più golosi e sfamano gli stomaci più robusti. Anche fra i secondi la scelta non manca e si può optare per le carni, come la tagliata o la scaloppina, oppure decidere di assaggiare l’eccellente pizza preparata secondo lo stile napoletano, e quindi un po’ più alta, cotta nel forno a legna a vista e condita con vera mozzarella di bufala. Una delle migliori e delle più digeribili del Valdarno e non solo! Il rapporto qualità-prezzo è sicuramente equo, considerando anche la scelta delle materie prime utilizzate come ingredienti. Infine, da non sottovalutare il fatto che, seppure nel centro storico del paese, si può tranquillamente lasciare l’auto in uno dei parcheggi posti a due passi dal locale.

best entrees anD best napoli pizza at i portici

E

only for entHusiastic tastes

nrico e Rossella run the Pizzeria-Restaurant I Portici, located in Figline’s very city centre. The restaurant is old-fashioned and welcoming, with wide red-brick ceilings and funny colorful decorations. We pride ourselves with quality and innovation of our products and culinary style. We offer from DOC Bufala Mozzarella to a selection of fresh products from Spain, thank to a tested collaboration with a Spanish partner. Our best recipe is most definitely the

OSTERIA PIZZERIA PORTICI Via Fabbrini, 40 Tel. 055.9155775 FIGLINE e INCISA VALDARNO (FI)

“House entrees big platter” in which there are fresh typical canapés, local cold cuts, a selection of cheese and fresh vegetables, to meet everyone’s taste. We also offer a wide selection of grilled meat and excellent pizzas (Naples style!!) wood-oven baked with authentic Bufala Mozzarella on top. One of the best pizza you can find in Valdarno! Even though the restaurant is in the very city center you can leave your car in the complementary parking located just a few steps away from the Pizzeria.

8


www toscanadove.it

OSTERIA PIZZERIA

PORT I C I

9


www toscanadove.it

LA COSMETICA, UNA STORIA LUNGA QUANTO L’UMANITA’ Da Semiramide a Coco Chanel evoluzione della bellezza

L

a parola cosmetico deriva dal greco kosm-tikos che significa ‘che ha il potere di sistemare’ o anche ‘abile nel decorare’. La storia dei cosmetici corre parallela a quella dell’uomo, associata come è sin dalle sue origini alla pesca, alla caccia e, più tardi, alla medicina e alla farmacia. La prima prova archeologica dell’uso dei cosmetici è stata individuata nell’Antico Egitto attorno al 5000 a.C. Analizzando dei flaconi rinvenuti nelle tombe si è scoperto che tali popolazioni utilizzavamo composti chimici a base di piombo e olio d’oliva. Con le prime forme di civiltà, l’arte della cosmesi ha cominciato a svilupparsi, principalmente nell’area medio orientale del Mediterraneo. Semiramide, bellissima regina dell’Assiria, faceva il bagno nella birra per rendere fresca ed elastica la sua pelle. Ma è in antico Egitto che la cosmesi antica cominciò a fare scuola e divenne prodotto da esportazione. Sono giunti a noi ritratti femminili nei cui occhi è ben visibile il colore nero, che li cerchiava e ne

allungava la linea. Nella Roma Imperiale si faceva uso di cosmetici per abbellire il corpo o per correggerne difetti, inoltre, si cominciò a far uso delle creme depilatorie e delle maschere di bellezza notturne. Con la caduta dell’Impero Romano, l’arte della cosmesi si evolse con i commerci e con le nuove scoperte geografiche e scientifiche. In questo periodo cominciò la trasformazione della cosmetica da alchimia medioevale in chimica moderna. Creme di vaniglia o cacao, parrucche, profumi ricercatissimi sono soltanto alcuni degli esempi della cosmesi del diciottesimo secolo. Con l’inizio del XX secolo, apparvero nuove espressioni artistiche che influenzarono la moda e la cosmesi e personaggi come Coco Chanel, entrati di diritto nella storia della cosmesi moderna. La cosmesi subì allora un’ulteriore trasformazione e la crescente domanda di prodotti cosmetici condusse alla nascita di vere industrie di settore, un settore che non conosce crisi, come la ricerca continua della bellezza e del benessere del corpo.

10


PRENDERSI CURA DI SE’ IN UN’OASI DI COCCOLE

U

n ambiente confortevole e rilassante, dove prendersi cura di se stessi e lasciarsi coccolare da professioniste del settore. Questa l’idea di base del centro estetico Coccole, che offre classici trattamenti estetici, ma con un plus di personalizzazione. Prima, infatti, di qualsiasi scelta ogni cliente viene sottoposto ad un approfondito check-up per individuare i bisogni e le esigenze di ciascuno. E le offerte non mancano: si può scegliere fra i trattamenti viso, trattamenti corpo ed epi-

taKing care of yourself, at coccole, in oasis of comfort

A

relaxing and comfortable environment in which take care of yourself and let us take care of you with the highest proficiency and professionalism. At Coccole beauty salon we offer any kind of beauty treatment, always with a little extra, to meet your needs and customize your experience. We offer a wide range of services: facial, body treatments, waxing, manicure and pedicure. At Coccole we also offer laser waxing, with MEDIO STAR NEXT technology, an innovative laser machinery that will help you to get rid of hair in excess. Its added value is in its speed, efficiency and safety (it can work on any kind of skin without consequences). COCCOLE CENTRO BENESSERE Via San Lorenzo, 6 - FIGLINE VALDARNO (FI) Tel/fax 055.952432 - coccole.viverebene@alice.it

lazione con metodi all’avanguardia, ma anche manicure, pedicure e ricostruzione in gel o acrilico. Il centro estetico Coccole è, inoltre, Centro Laser autorizzato ed opera con la tecnologia MEDIO STAR NEXT; un innovativo laser che rappresenta oggi l’eccellenza nel trattamento al problema dei peli superflui. È un sistema rapido (tempi dimezzati rispetto alla luce pulsata), efficace e sicuro (possibilità di lavorare su tutte le zone del corpo e su fototipi scuri).


www toscanadove.it

IL TEATRO GARIBALDI, LA CULTURA A NUOVA VITA RISORTA

I

l Teatro è stato costruito a ridosso delle mura medievali di Figline Valdarno, nei pressi di Porta Fiorentina, per iniziativa dell’Accademia dei Risorti: un nome che è stato di buon auspicio per gli eventi futuri di questo teatro. Il progetto fu affidato all’architetto Angelo Pierallini e l’inaugurazione avvenne nella primavera del 1871 con l’Ernani di Verdi. Nel 1879 l’Accademia si trasformò da Accademia dei Risorti a Accademia dei Concordi, ma continuò a gestire con successo il Teatro fino al secondo dopoguerra, garantendo sempre una intensa attività lirica con allestimenti di livello nazionale. Dopo aver subito vari danni e rimaneggiamenti, sia prima che durante il secondo conflitto mondiale, il Teatro nel 1957 cessò la sua attività e fu ceduto dall’Accademia. Dopo anni di abbandono, divenuto nel 1979 proprietà dell’Amministrazione Comunale, è stato sottoposto ad un consistente piano di recupero della struttura a partire dal 1983. Grazie a questi lavori, l’attività teatrale è ripresa a pieno ritmo nel 1995 con un annuale programma di prosa e concerti.

12


www toscanadove.it

OTTOCENTO MOBILI D’ARTE BERNINI LA PASSIONE DEL LEGNO DAL 1930

The garibaldi theatre

T he Garibaldi Theatre - restored between 1983-1995 and anew operating from 1995 - was built between 1868 and 1879 by a local architect named Angelo Pierallini. It was decorated by Egisto Sarri, an artist who gave to Figline also a painting of Duke Alessandro de’ Medici which kidnaps a nun, preserved in Pretorio Palace. The ancient town walls can be seen behind the stage and to the right of the theatre is the monumental Misericordia Cemetery. This neo-classical cemetery consists of four domed chapels. Visitors can admire various terracotta statues and interesting late nineteenth/early twentieth century funerary monuments.

Realizzazioni su misura con antiche tecniche tramandate da tre generazioni Via Fiorentina 4, Figline e Incisa Valdarno Fi - Tel. 055.9544866 www.mobilidartebernini.com info@ottocentoantichita.it

13


www toscanadove.it

MANIFESTAZIONI ED EVENTI A FIGLINE E INCISA VALDARNO Autumnia e Feste del Perdono

14


www toscanadove.it

AUTUMNIA: (www.autumnia.it) la manifestazione più attesa dedicata all’agricoltura, all’ambiente e all’alimentazione con prodotti tipici, escursioni, esibizioni, giochi per bambini e prodotti tipici di varie regioni. Il 2° fine settimana di novembre. PRIMAVERIA: fiera dedicata ai prodotti tipici di varie regioni, orto e florovivaismo, arredi da giardino, macchine agricole e prodotti per vivere ogni tipo di spazio esterno. Nel mese di maggio. FESTE DEL PERDONO FIGLINE: Serie di eventi folkloristici in programma il primo fine settimana di settembre. Ogni anno l’evento il Palio di San Rocco a cavallo tra le quattro contrade storiche di Figline. Il Palio di San Rocco, si inserisce nella tradizione di giostre e tornei a cavallo in voga durante il Medioevo ed il Rinascimento. Il moderno Palio nasce nel 1973 come rievocazione storico-folcloristica alla quale partecipano le quattro contrade storiche di Porta Aretina, Porta Fiorentina, Porta San Francesco e Porta Senese, che si contendono il Palio disputando cinque diverse gare. La più spettacolare è la corsa sui cavalli, durante la quale i cavalieri in un massimo di cinque secondi devono percorrere 40 metri e centrare con la lancia un anello di 6 cm sospeso su una sagoma a 3 metri di altezza. FESTE DEL PERDONO INCISA: Serie di eventi folkloristici. Nell’edizione 2013 le Feste del Perdono hanno ospitato il Primo Campionato Europeo di Tiro con l’Arco storico. In programma il terzo fine settimana di settembre.

15

Events in Figline Valdarno Among several traditional celebrations in Figline Valdarno, we point out the ‘Palio di San Rocco’ (Saint Rocco Horserace) held yearly on the first week in September. The celebration consists of a Medieval historical procession through the center and a horse race involving the four local districts (‘contrade’): Porta Aretina, Porta Fiorentina, Porta San Francesco, Porta Senese.


www toscanadove.it

UN HAMBURGER DA LEGGENDA

I

n un ambiente di recente ristrutturazione, dinamico e giovanile, prende forma una braceria fatta a immagine e somiglianza del suo titolare Enrico, che ama sperimentare idee nuove sul concetto di mangiare. Il Leggendario a Figline Valdarno è un locale di tendenza, unico come il modo di mangiare dove viene proposto un favoloso hamburger di 250 gr. di carne chianina con contorno di patatine che costituisce un impareggiabile piatto “all’americana”, Il tutto accompagnato da schiumanti

boccali di birra bavarese, spillata da rubinetti col metodo e i tempi del mastro birraio. Nel locale si utilizza un sistema innovativo per sterilizzare i bicchieri, che permette alla birra di mantenere corpo, senza gas. Le vivande sono preparate a vista e le porzioni sono decisamente per buone forchette, tanto che il giovedì sera ci si sfida in un duello all’ultimo boccone con un maxi hamburger da un chilo: chi riesce a finire tutto il “piatto speciale” non lo paga.

16


LA CHIANINA E’ una delle antiche ed importanti razze bovine d’Italia e deve il proprio nome alla zona di allevamento: la Valdichiana. Tra le ipotesi della sua origine sembra avvalorata quella, fondata su ragioni storiche, che la vede come razza autoctona o quanto meno esistente da tempo immemorabile. E’ conosciuta ed apprezzata fin dall’antichità: gli Etruschi e i Romani usavano animali dal calido manto nei cortei trionfali e per i loro sacrifici agli Dei, bovini bianchi e grandi che molto probabilmente furono i progenitori degli attuali bovini della Valdichiana. L’uomo ha dimostrato da sempre una spiccata ammirazione per questa razza, per la sua bellezza e per la vivacità di temperamento. La presenza degli animali bovini in Valdichiana è legata anche alle operazioni di bonifica e risanamento della valle nei secoli XVIII e XIX. CARATTERISTICHE Razza di grande taglia (1,80 al garrese i tori) con mantello bianco porcellana (dopo l’anno d’età, perché i vitelli nascono di color fomentino).

LA QUALITA’ Gli aspetti qualitativi più interessanti della carne chianina sono l’elevato contenuto proteico, il basso contenuto di colesterolo, l’apporto calorico massimo, infine il suo basso indice di aterogenicità, che rileva il rapporto esistente tra acidi grassi saturi e insaturi e che è importante per la prevenzione delle malattie cardiovascolari: più basso è il suo valore, migliori sono le caratteristiche dietetiche della carne.

I

IL LEGGENDARIO STEAK HOUSE A legendary burger

n a recently refurbished, young and dynamic, environment, Il Leggendario in Figline Valdano is a trendy and unique place where to savour special dishes like the amazing 250gr Chianina burger with fries and a

selection of Bavarian draught beers poured to perfection. The menu is à la carte, portions are big and on Thursdays a special challenge takes place with a 1kg burger: whoever can finish the “special of the day”, the bill is on the house!

17

IL LEGGENDARIO VIA A. LOCCHI, 7 - TEL. 055.951922 - FIGLINE E INCISA VALDARNO (FI) info@leondorotoscana.it - facebook: il Leggendario Braceria


www toscanadove.it

PIEVE DI GAVILLE

MUSEO DELLA CIVILTA’ CONTADINA

S

e volete fare un viaggio nel passato, assaporare il gusto di un mondo ormai perduto e forse sconosciuto ai più, a circa 6 km da Figline, in direzione sud-ovest, c’è la pieve romanica di S. Romolo a Gaville, che sorge sulle rovine della più antica chiesa di S. Romolo a Cortule, toponimo che fa pensare ad una Curtis, cioè ad un possedimento fondiario altomedievale. La storia del luogo risale ai Romani, come attestano i reperti trovati durante i restauri. L’attuale pieve, costruita nel 1007 con una tipica struttura a tre navate con abside finale, ha il tetto sorretto da capriate lignee. L’ambiente è molto suggestivo e i capitelli delle colonne che sorreggono sei archi a tutto sesto hanno decorazioni varie tra cui spicca un ippogrifo, mostro mitologico con testa e ali di aquila e con corpo

in parte di leone e in parte di cavallo. Nella navata sinistra si può ammirare un’Annunciazione di scuola fiorentina di inizio Cinquecento. Nell’antica fattoria della pieve si trova il Museo della Civiltà Contadina, importante testimonianza della storia rurale del territorio. Gli ambienti accolgono antichi arredi e suppellettili del mondo contadino, organizzati seguendo due tematiche principali: il “lavoro” legato al ciclo produttivo della campagna e la “vita quotidiana” dei contadini, evocata attraverso la ricostruzione di suggestivi ambienti quali la cucina, la camera da letto, la cantina. Il museo conserva un frantoio in pietra di grandi dimensioni, del 1729, corredato di tutti i macchinari e gli attrezzi necessari per la produzione dell’olio. Curiosa la raccolta di santini e di erbe medicinali.

18


www toscanadove.it

Parish Church of Gavilleand the Rural Heritage Museum If you want to take a trip into the past, into the atmosphere of a lost world probably unknown to most, at about 6 km southwest of Figline there is the Romanesque Parish Church of Saint Romulus in Gaville, built on the ruins of the ancient church of San Romolo a Cortule, a toponym that refers to a Curtis, landed property in the early medieval period. Remains found during restoration go back to Roman times. Built in 1007 A.D., the current parish church is full of atmosphere with its typical structure in three naves, rear apses and trussed roof. The columns holding up six round arches have various capital motifs, like a hippogryph, mythological monster with a griffin’s head, wings and claws and a horse’s body. In the left-hand nave you can admire an early 16th century Annunciation by the Florentine school. The Rural Heritage Museum is housed in the old parish farm and shows the rural lifestyle of this territory. The complex exhibits old furnishings and implements of the peasant world, displayed in two main groups: labour linked to the productive cycle of the countryside and daily life of countryfolk, presented through the evocative reconstruction of ambiences like the kitchen, the bedroom and the wine cellar. There is a huge stone press, dated 1729, complete with all the machinery and tools to make olive oil, and a quaint collection of small holy pictures and medicinal herbs.

19


www toscanadove.it

PIAZZA MARSILIO FICINO il cuore del centro storico

Q

uesta piazza prende il nome dal filosofo umanista Marsilio Ficino, nato a Figline nel 1433. Ornata da portici, è una tipica piazza mercatale, ovvero concepita per il mercato. In uno dei lati della piazza si trova la collegiata di S. Maria, eretta a partire dal 1252. Dalla parte opposta è ospitato il loggiato dell’antico ospedale Serristori, fondato nel 1399. Collegiata di Santa Maria - La collegiata di Santa Maria venne edificata tra il 1252 e il 1257, anno della sua consacrazione. Nel 1493, papa Alessandro VI la elevò a collegiata, con un proprio capitolo formato da dodici canonici e un prevosto. L’interno della chiesa è a navata unica coperta con capriate lignee. All’interno è conservata la grande pala del Maestro di Figline, con la Madonna in trono col Bambino tra i santi Ludovico di Tolosa ed Elisabetta d’Ungheria (post 1317). Annessa alla chiesa vi è la cappella del

Santissimo Sacramento dove si trova una terracotta invetriata con San Giuseppe, di Andrea della Robbia (primi del Cinquecento). Antico Ospedale Serristori - Fondato nel 1399 da ser Ristoro di Iacopo Serristori, lo Spedale era destinato ad accogliere poveri e malati. Nel corso del Seicento, periodo di grandi emergenze sanitarie, lo Spedale subì numerose trasformazioni, compresa la realizzazione di un porticato su due ordini, aggettante sulla piazza. Le lunette centrali, sotto il portico, conservano affreschi eseguiti da Niccolò Lapi intorno al 1690, anno in cui l’artista realizzò anche alcune tele destinate alla chiesa, inglobata nel complesso dello Spedale. Lo Spedale a partire dal XVI secolo disponeva di una propria Spezieria (farmacia), che cessò la sua attività nel 1856, della quale si conservano ancora molti oggetti ed arredi, presso la Villa di San Cerbone.

20


www toscanadove.it

Piazza Marsilio Ficino,the

I

n the heart of the old town is a huge square (‘piazza’) named after the city’s famous Humanist, Marsilio Ficino (1433-1499). The piazza was designed half way through the thirteenth century as a market square and visitors can still enjoy a stroll around among historical monuments. Santa Maria Church - The Collegiata di Santa Maria was founded by Florentines in 1257 although today little of its original Gothic design remains. The most interesting work of art in the church is the ‘Master of Figline’. This painting depicts Mary on a throne surrounded by Saint Ludovico of Tolosa and Saint Elizabeth of Hungary. The composition of this painting reflects that of the Giotto equivalent painted for All Saints in Florence in 1310 which can be seen today in the Uffizi. There is also

heart center historical

the nineteenth century chapel of Santissimo Sacramento which holds a sixteenth century baptismal font and a Saint Joseph made from terracotta which is attributed to Andrea della Robbia. The old Serristori Spedale - On the opposite side of the square from the church is a long, seventeenth century building. This used to be the Serristori Spedale, a charitable institution. It was founded by Ser Ristoro Serristori who was head of the noble Serristori family. The Spedale was typical in its day as a place where the church and nobles provided a form of charity and assistance to the poor of the local area. In 1890 the institution changed location and moved to Villa di San Cerbone. Parts of the loggia were frescoed by Niccolo Lapi at the end of the seventeenth century.

21


www toscanadove.it

LA STORICA MACELLERIA PAMPALONI L’ARTE DELLA ‘NORCINERIA’ DEL VALDARNO

I

n Piazza Ficino la famiglia Pampaloni, da decenni, porta avanti la tradizione della buona ‘ciccia’ del Valdarno. L’attuale generazione è l’erede di secoli di arte nella lavorazione delle carni. L’allevamento di bovini di razze selezionate e di suini, è ampiamente diffuso nella Comunità Montana della Unione di Comuni del Valdarno e della Valdisieve e il territorio vanta un’antica tradizione nella disossatura delle carni, patrimonio dei macellai del luogo, che ben sanno quanto questa fase sia importante per una perfetta riuscita in cucina. Analoga maestria, richiede la preparazione degli insaccati, soprattutto nella capacità di scegliere la quantità ideale di sale e di elementi aromatici, quali erbe e spezie, prima di iniziare il processo di stagionatura dei vari pezzi di carne. Non di minore importanza, è il connubio che si deve creare tra i fattori naturali, quali clima e umidità, e le carni prescelte, al fine di formare un’unione intima delle componenti aromatiche e nutritive. Nella storica Macelleria Pampaloni, a differenza di altri esercizi commerciali con produzione massiccia e industriale, non si sono abbandonate le conoscenze tramandate per produrre generi alimentari genuini e appetitosi. Dal laboratorio escono autentiche prelibatezze, come salsicce senza conservanti e vari salumi e insaccati. Su tutti vogliamo consigliare la finocchiona, conosciuta anche come sbriciolona per la sua capacità di sciogliersi in bocca. La finocchiona stagiona per circa tre mesi, ma è consigliabile aspettare un altro paio di mesi per tirarne fuori il massimo della sapidità. La degustazione ideale è con il pane casereccio toscano, sciapo, e accompagnata da un buon Chianti rosso, non troppo raffinato.

22


www toscanadove.it

I

n Piazza Ficino, Pampaloni family keep running the family’s butchery, as they did for the last few decades, pursuing the tradition of finest meat production of Valdarno. They acquired secular experience in the “art” of meat production, from cattle breeding to the deboning process, widespread among the butchery tradition of “Comunità Montana delle Unioni di Comuni del Valdarno e della Valdisieve”. The same tradition and knowledge has been inherited for what it concern cold cuts’ preparation process, to pick the perfect equilibrium between different spices, to always get the best flavor.

MACELLERIA PAMPALONI LORENZO Piazza M. Ficino, 6 - Tel. 055.9544377 FIGLINE e INCISA VALDARNO (FI) lorepampaloni@gmail.com

At Pampaloni Butchery, we didn’t forget our roots and we give our best everyday to always make sure you get the best product. Our pride are our tasty sausages and our fine cold cuts. We especially recommend the “finocchiona”: a delicious fennel flavored salami that will melt in your mouth. Best served with a slice of fresh bread and a glass of full-bodied red Chianti!


www toscanadove.it

ACCOGLIENZA E TURISMO IL NOSTRO ELDORADO

D

a una recente tabella del Centro Studi del Touring Club (2013), sulla situazione del turismo in Italia, si traggono dati per un certo verso allarmanti e per altri versi indicatori di tendenze che devono fare riflettere. Nel 1950 l’Italia era leader indiscussa di un turismo molto più elitario e molto meno massivo: su poco più di 25 milioni di viaggiatori internazionali, poco meno di cinque venivano allora in vacanza da noi. Da allora, di decennio in decennio, la quota di mercato si è sempre più ridotta e questo nonostante l’apertura di nuove, immense frontiere per i flussi turistici, come l’area asiatica e quella russa. E dire che le potenzialità sono enormi: ogni paese, ogni borgo, ogni regione d’Italia è un giacimento di ricchezze enogastronomiche, tesori artistici, unicità artigianali. Il

più delle volte non valorizzato o, peggio ancora, lasciato in stato di abbandono. Fin qui le note negative. C’è da dire, anche, che oggi il turista è più esperto, sa muoversi con disinvoltura e il più delle volte sceglie in base al fattore economico e al valore dell’accoglienza e del plus dei servizi. Questi due aspetti sono importanti per le strutture ricettive minori, poste in zone limitrofe alle città d’arte catalizzatrici di flussi turistici mondiali, come per esempio quei paesi o quelli cittadine, che possono essere un’ottima base per escursioni (rimanendo in Toscana) a Firenze, nel Chianti, nel Casentino etc. Un comparto da sfruttare, questo dei circuiti minori per fare rete integrata con il territorio e permette all’industria turistica e alberghiera di essere il motore trainante della nostra economia.

24


Le Balze di Reggello


www toscanadove.it

DIAMO SOSTANZA ALLA LUCE Interior design, ergonomia e artigianato

Se pensate che l’illuminazione di interni sia un mero accessorio per case o uffici, alcuni studi fatti da esperti del Politecnico di Milano – insieme ad esperti del sonno appartenenti allo staff dell’Ospedale San Raffaele di Milano - vi dimostrano che siete sulla strada sbagliata. Il loro lavoro di ricerca ha infatti permesso di individuare le diverse reazioni umane al mutare della luce artificiale. Questa influenza sul benessere delle persone, unitamente al piacere estetico, alla funzionalità e alla sicurezza, sono il presente e il futuro del settore, nel quale designer e tecnici collaborano strettamente, coadiuvati ai nostri giorni da evoluti strumenti tecnologici. L’azienda Luce Più sta al passo con i tempi, ma senza assoggettarsi alle mode e ai trend del momento, spesso effimeri e passeggeri. La sua solidità ultraventennale - è stata fondata nel 1987 - è basata sì sulla ricerca in termini di progettazione dei prodotti, ma anche e soprattutto sulle capacità artigianali e su un’organizzazione interna capillare. Il risultato sono collezioni versatili, capaci di fondere elementi di contemporaneità alla classicità dei metalli. Nello show room di Via San Martino, 6 a Figline Valdarno troverete oltre alle collezioni proprie anche una vasta gamma di prodotti delle più importanti aziende italiane; inoltre una moltitudine di applique, plafoniere, lampadari, e faretti a led, che vi faranno risparmiare fino all’80% in bolletta. Venite a trovarci anche per una consulenza finalizzata alla sostituzione delle vecchie lampadine con le nuovissime led: vi forniremo la lampada più giusta per potenza, tonalità e forma. Vi aspettiamo assicurandovi la consueta competenza e professionalità che ci ha contraddistinto negli anni.

26


LIGHT&DESIGN

Illuminazione e Complementi d’Arredo

www toscanadove.it

If you think about spaces’ lightning as just an accessory, something unnecessary, you’ve never been so wrong. Latest studies, carried out by “Politecnico di Milano” together with the sleeping disorders unit of “Ospedale San Raffaele” in Milan, show how our body and our system reacts to different lighting expositions. These studies, together with the beauty of a fine lighting, are the starting point of the field, its present and its future. Luce Più keeps up with all the latest technology’s innovation, without getting caught in the moment’s trend, always delivering the best service with the highest quality. Founded in 1987, the quality of the services it offers comes from organization, competence and fine handcrafting skills. The result of our activity are unique eclectic pieces that contain a contemporary look without loosing the classical nature of metals. In our showroom, located in Figline Valdarno, Via San Martino n. 6, you will find our old and new collections, together with a wide range of products from major Italian companies operating in the field: ceiling lights, wall lights, chandeliers, led spotlights, that will also make you save up to 80% on light bills at the end of the month. Come and see our shop, you’ll get an expert advice oriented to meet your lightning needs. We’ll always greet you with competence and courtesy as we’ve been doing over the years.

Via S.Martino, 6 - Figline e Incisa Valdarno (FI) www.lucepiu.com - e.mail: info@lucepiu.com Tel. e Fax: (+39) 055.958371 - Mobile: 335.6131248

27


www toscanadove.it

Luce di Stelle per i Vostri Sogni

A

bbiamo incontrato la signora Marta Giani nel suo studio all’interno del Palazzo di Vetro a Figline, in Via degli Innocenti, 2. Un’occasione per scoprire alcuni segreti di una wedding planner, figura professionale molto affermata oltre Oceano e sempre più richiesta anche in Italia. D: Buongiorno Marta, ci racconta la sua formazione professionale? R: Ho studiato lingue straniere e iniziato il mio percorso nel settore import-export per poi lavorare nel marketing e nel turismo, così ho perfezionato la conoscenza della lingua inglese e francese, ma soprattutto ho imparato a confrontarmi con mentalità diverse e ad avere il corretto approccio per concretizzare un’idea in un progetto. D: Come è iniziata la sua attività come libera professionista nel settore degli eventi e quali sono le caratteristiche di una wedding planner? R: Volevo mettere a frutto le mie precedenti esperienze lavorative e al contempo fare del mio amore per la Toscana un’occasione di crescita professionale. Così è nata l’idea di Cassiopea Eventi. Per gestire un matrimonio, o più in generale un evento, sono necessarie alcune doti caratteriali e altre qualità che si acquisiscono con lo studio e sul campo. Bisogna saper ascoltare il cliente e capire quali sono le sue aspettative al fine di realizzare i suoi desideri, poi è necessaria una buona dose di creatività unita a precisione e sangue freddo. D: Quali sono i punti di forza di Cassiopea Eventi? R: Come dicevo prima, occorre essere molto attenti all’ascolto delle esigenze del cliente, con il quale inizialmente condividiamo la scelta del tema e del budget. Dopo questa fase, seguiamo ogni aspetto dell’organizzazione: dalla scelta della location e del catering proponendo soluzioni per tutte le esigenze, passando agli addobbi floreali, il servizio fotografico, gli allestimenti scenici, il noleggio auto o carrozza, e ogni altro dettaglio che possa contribuire a fare del fatidico giorno del sì una giornata perfetta da godersi senza stress e da ricordare per sempre.

28


www toscanadove.it

Starlight for your Dreams When you ask Cassiopea to help you in planning a wedding or any other sort of event,you will make sure of a great assistance by the first appointment. The main point will be to understand the mood of the event and the budget of money you like to spend. The Wedding Planner Marta, who speaks a fluent English, knows and loves Tuscany, will meet you and, according to your requests, she will submit to your attention her best proposals in order to realize an unforgettable Wedding in Tuscany. The work of Cassiopea will give you the opportunity to save money, because Marta has at her disposal a great team of selected and reliable local suppliers who can guarantee success and discounted prices. Marta will assist you in searching and buying italian products, she will follow you during all the organization steps up to the date, and will make you feel ready to enjoy your special day!

wedding planner | eventi | cerimonie | buying and sales assistance Via degli Innocenti 2 - FIGLINE e INCISA VALDARNO (FI) - Ph +39 339 1058067 info@cassiopeaeventi.com - www.cassiopeaeventi.com seguici su: 29


www toscanadove.it

30


www toscanadove.it

Cappella della Madonna della Mota Lungo via Vittorio Veneto, che da Piazza Serristori porta al Santuario di Ponterosso, si trova l’Oratorio della Madonna della Mota, una piccola cappella esagonale sormontata da una cupola con lanterna finestrata. Nell’interno, di forma circolare, è presente un altare sopra il quale vi sono i resti

di un affresco, probabilmente trecentesco, raffigurante la Madonna con il Bambino circondata da angeli. La cappella deve il proprio nome alle cattive Condizioni del terreno sul quale fu edificata, ovvero un terreno fangoso, melmoso. La località stessa, infatti, anticamente era chiamata“la Mota”.

31


LA TORRE DELLA BANDINELLA

N

el 1364, dopo uno scontro con l’esercito Pisano appoggiato da mercenari inglesi che causò gravi danni all’Incisa, la Repubblica Fiorentina, che nel frattempo aveva posto il borgo a capo di una Lega (Lega di Lancisa) per controllare amministrativamente il contado della zona, provvedette al completo restauro delle fortificazioni e ad erigere una nuova imponente torre a capo del ponte. La torre in questione, di forma quadrata e dotata di apparato a sporgere e coronamento merlato, è la ‘Bandinella’, oggi incorporata in una casa colonica, ancora in ottimo stato di conservazione. Nonostante sia stata trasformata in piccionaia la Bandinella svetta ancora oggi su gran parte del corso dell’Arno e sul paese. www.castellitoscani.com


www toscanadove.it

S

SEGNALI DI FUMO, NON SOLO TABACCHI

egnali di fumo è un centro servizi polivalente, pensato per accontentare i bisogni di una clientela affezionata, numerosa e sempre più esigente. Il negozio vanta un’esperienza decennale, un arco temporale nel quale non si è mai perso tempo stando fermi, anzi… I locali infatti sono stati sempre rinnovati, così da permettere una crescita continua dei servizi offerti. Oggi le superfici sono divise in varie zone operative, all’interno delle quali si può scegliere fra la più vasta gamma di articoli per fumatori, svariate marche di sigarette e sigari, si possono sbrigare pratiche amministrative, usufruire del collegamento internet wi-fi, fare

“S

egnali di fumo” is a multi-purpose center made to meet any customers’ needs, most demandings’ too. The shop boasts of more than 10 years of experience, many renovations and a wider range of services offered every day. Every inch of the shop is put to its best use, offering many useful services. You will find most cigarettes’ and cigars’ brands, the possibility to handle administrative matters, use our free wi-fi connection, fax, printer and copy service, money

33

delle scommesse sportive e utilizzare le macchine da gioco. La linea commerciale che guida Segnali di Fumo è quella di inventare e presentare ogni volta un prodotto nuovo e ricercato, che può comprendere anche dolciumi e piccole idee regalo. I servizi che potete trovare sono i seguenti: servizio fax e fotocopie, con stampa anche da chiavetta; servizio Money Transfer con WesterUnion e Ria; servizio Poste e Tabacchi, con possibilità di pagamento utenze e invio posta ordinaria, raccomandate e pacchi; Valori Bollati; WiFi free e internet point; ricariche telefoniche e schede internazionali; sala giochi con 6 punti slot di ultima generazione e privacy garantita. transfer service (with Money Transfer, Western Union and Ria), mail services, bills payment service, internet point, phone top-up cards and international phone cards. with us you can also place your sports bets, and play poker machines (privacy is guaranteed!). We also developed our own line of “Segnali di Fumo” products, that includes a bit of everything, from sweets to small gift ideas.

TABACCHERIA SEGNALI DI FUMO Via Roma 69A - FIGLINE E INCISA VALDARNO (FI) Tel: 055.8334.048 - danielenannelli@inwind.it - www.tabaccheria-segnalidifumo.it


www toscanadove.it

IL MUSEO D’ARTE SACRA

I

l Museo è ospitato nell’Oratorio del Crocifisso, le cui origini risalgono al Trecento, sebbene sia stato rimaneggiato nel Seicento. Deve il suo nome dal Crocifisso miracoloso che fu portato a Incisa nel Trecento da una processione di penitenti bianchi, che invocavano fratellanza e perdono quali rimedi contro le avversità. Ancora oggi a Incisa si celebra la festa del Perdono. Il Museo appartiene ad una rete di piccoli musei territoriali, istituiti per evitare la dispersione del patrimonio storico-culturale proveniente da chiese e luoghi di culto della comunità. Le opere provengono dallo stesso Oratorio del Crocifisso e da altre chiese del territorio comunale, come San Lorenzo a Cappiano, San Quirico a Montelfi, San Michele a Morniano, San Vito a Loppiano, San Niccolò ad Olmeto e Cetina.

In Alto, Pietro del Donzello (Firenze 1452-1509) Madonna col bambino e i Santi Giulitta, Quirico, Bartolomeo e il committente. In basso, Sebastiano Mainardi (San Gimignano 1466 - Firenze 1513 ) La Madonna col bambino fra i Santi Domenico, Lorenzo, Giovanni Battista e Lucia

Museum

T

of

Sacred Art

he Oratory of the Cross, which now hosts the Museum of Sacred Art, was founded in the 1300s, but the structure was amply modified in the seventeenth century. The oratory got its name from the miraculous Crucifix that was brought to Incisa in the fourteenth century by a group called the ‘White penitents’. This museum is part of a network of small territorial museums which was created to safeguard the historical heritage of churches throughout the territory. The works on show come from the Oratory of the Crucifix and other churches within the territory of Incisa in Val D’Arno.

34


www toscanadove.it

Voglia di tenerezze

A

Incisa, da 18 anni, il negozio Tenerezze propone abbigliamento e accessori per uomo, donna e bambino. In particolare, per il settore dei bambini - fino a 12 anni - l’offerta è davvero completa e soddisfa chi è alla ricerca di un regalino, magari per celebrare una nascita, oppure semplicemente chi vuole trovare un capo di abbigliamento per figli, nipoti etc a prezzi convenienti. Anche per la donna e per l’uomo, la titolare di Tenerezze, ha cercato di offrire alla propria clientela una scelta che conciliasse qualità e prezzo, dall’intimo all’accessorio.

35

In Incisa to 18 years, Tenerezze offers men, women and kids fashion clothes and accessories. Especially for kids up to 12 years old there’s a wider supply, that meet any need for any kind of occasion, from baby shower parties to simple presents to your kids, nephews, etc., always at a fair price. Men and women fashion section offers a complete choice too, giving you the best quality at a reasonable price, from underwear to accessories.

TENEREZZE Via XX Settembre, 26 - Tel. 055.8334020 - FIGLINE e INCISA VALDARNO (FI) Cell. 333.1214849 - sciorpespaola@alice.it


www toscanadove.it

IL BURCHIO,

TORRENTE O BARCA?

L

a frazione del Burchio fa parte del comune di Figline e Incisa Valdarno, dal quale dista circa 1 km. La vicinanza con l’importante Castello di Incisa, ha lasciato alcune testimonianze dei fasti passati: sicuramente la posizione strategica ne faceva un crocevia di passaggio di pellegrini e di mercanti, come testimoniano un’antica strada di origine romana e un edificio storico, usato un tempo come ricovero per i viandanti. Si legge nel Dizionario Geografico Fisico della Toscana di Emanuele Repetti (vol. 1, pag. 374): “BURCHIO… Casale sulla strada comunicativa che dal Val d’Arno superiore varca nella vallecola dell’Ema. Ebbe nome dal torrente Burchio, il quale… scende a vuotarsi in Arno sotto il mulino del ponte di Bruscheto…”. Questa testimonianza sul toponimo, rende quindi meno probabile il legame del nome della località con l’omonima imbarcazione di origine veneziana, uno dei mezzi di trasporto merci più utilizzata per secoli per il traffico fluviale e lagunare.

Burchio, creek or boat?

Burchio hamlet, is part of Figline e Incisa Valdarno territory. Its proximity to the iconic Incisa Castle marked the history of this suburb. A roman road used to pass by the place, which made it a cross road of pilgrims and merchants. In Emanuele Repetti’s “Tuscany’s Geographical Dictionary” it is said: “Burchio… hamlet in between upper Val d’Arno and Vallecola dell’Ema. Got its name from the Burchio creek which… goes down towards the Arno river, under Brascheto mill…” (Vol.1, Pag. 374). This contribution on the hamlet’s name makes it less probable that it has been named after the namesake venetian little boat, one of the most used to transport goods over centuries in Venice.

36


www toscanadove.it

LA BOTTEGA

U

Sosta del gusto al crocevia del Burchio

n caffè di prima mattina, una pausa pranzo leggera e appetitosa, una merenda pomeridiana dopo una gita fuori porta o, perché no, un aperitivo o una cena? “La Bottega” nella frazione il Burchio è il luogo giusto per una sosta del gusto in un ambiente curato ma familiare, lungo l’importante strada di comunicazione fra Firenze e il Valdarno, la Strada Provinciale 1 del San Donato, vicino agli spacci outlet The Mall, Dolce&Gabbana, Groove. Simone, Cristina e Barbara sapranno consigliarvi i migliori piatti della tradizione contadina toscana e i prodotti tipici più genuini: dai salumi di Scarpaccia ai maltagliati al ragù d’anatra, la pasta fresca, la pappa al pomodoro e tante altre specialità dell’autentica cucina locale. “La Bottega” è aperta tutti i giorni dalle 6.30 a mezzanotte e mezza e la domenica dalle 7 a mezzanotte a mezza, per colazioni, pranzi anche da asporto, merende, aperitivi e cene. Per differenziare la proposta e offrire una più ampia scelta alla propria clientela, i titolari hanno rilevato la “Pizzeria la Casereccia”, dove - restando fedeli alla linea della genuinità - si può assaggiare anche la celebre pizza di ‘Tamburo’ (vd. pag. 56).

37

A morning coffee, a tasty lunch break, a treat after work or even a dinner.. “La Bottega”, in Burchio hamlet it’s the right place where to rest and relax in a familiar but sophisticated environment, between Florence and Valdarno, very close by the fashion outlets area (The Mall, Dolce&Gabbana, Groove), on Strada Provinciale 1 del San Donato. Owned and runned by Simone, Cristina e Barbara who will always suggest you the best choice between our range of fresh-cuts, home made fresh pasta and everything on our menu that just includes fresh ingredients from the Tuscanian culinary tradition. “La Bottega” is open from 6.30 am to 0.30 am, from Monday to Friday and from 7 am to 0.30 am on Sundays. And, if you’re feeling like pizza, come and try our other restaurant “La Casareccia” (pag. 56). SPAGHETTERIA LA BOTTEGA LOCALITÀ BURCHIO, 13A - INCISA IN VALDARNO (FI) Tel. 055.8330880 - Cell. 335.6831844


www toscanadove.it

38


www toscanadove.it

0AB Professional1 Parrucchiere per vocazione

S

cegliere il salone di fiducia, dove prendersi cura della propria acconciatura e della bellezza dei capelli, non è mai una cosa banale per una donna, si sa. Questo è vero a maggior ragione nei piccoli centri abitati, dove spesso andare dalla parrucchiera diventa un momento sociale, un posto per ritrovarsi e scambiare due chiacchiere in confidenza fra uno shampoo, un taglio, una piega o un colore. Le clienti di AB Professional sono affezionate frequentatrici, che del negozio amano sia la familiarità, che la competenza della titolare e della sua collaboratrice. Per loro due, essere diventate le parrucchiere di fiducia delle signore del posto, vuol dire offrire sempre un servizio all’altezza delle aspettative, sia che si tratti di una normale piega, come di un’acconciatura per un’occasione speciale. Per guadagnarsi tale riconoscimento, bisogna mettere a frutto tanta esperienza sul campo ed essere spinte ogni giorno dall’entusiasmo per la passione del proprio mestiere.

Is never an easy task for a woman to pick her the perfect beauty salon, the one that meets her needs and take care of her hair and her look. That gets even harder in small towns, where going to the hairdresser often becomes a social occasion. Somewhere where to gather and have a chat, between a shampoo, an haircut or a blow-dry. AB Professional’s regular customers kept choosing us through the years, because in AB Professional they always find proficiency and competence, as well as comfort and familiarity, from all the members of the staff. For our team, to be the local women’s choice, it means always giving their best in anything they do, special occasions and everyday’s tasks. To achieve such an accomplishment they put passion and dedication in what they do, everyday.

39

A.B. PROFESSIONAL Via Petrarca, 94 Tel. 055.8336622 FIGLINE e INCISA VALDARNO (FI) abprofessional21@gmail.com


www toscanadove.it

PORTIAMO IN TAVOLA DA 100 ANNI SOLO OLIO DI QUALITÀ

40


L’

amore per la terra, il gusto di fare l’olio e, perché no?, quello di gustarlo appena spremuto, magari accompagnato con una buona fetta di pane casalingo, rigorosamente ‘sciapo’. Piaceri che è possibile assaporare presso il Frantoio Maraldi a Troghi. La famiglia Maraldi ha il suo cuore fra gli olivi da ben quattro generazioni e, seppure attenti alle innovazioni del settore, non ha mai rinunciato alle tecniche tradizionali degli oleari toscani. L’olio extravergine di produzione Maraldi proviene dalle olive di Troghi e del Valdarno, raccolte a mano, schiacciate dalle ruote in granito, la pasta di olive viene estesa sui fiscoli come nella più antica tradizione contadina, successivamente pressati ottenendo

così una spremuta naturale di olio. Un procedimento rigorosamente a freddo, senza utilizzo di acqua aggiuntiva. Il prodotto finale è un extravergine di oliva, che è possibile degustare nell’accogliente sala con camino e cucina a vista, dove Alessandro Maraldi, padrone di casa attento e cordiale, saprà illustrarvi i segreti e le caratteristiche organolettiche del suo prodotto, accompagnato dalla classica ‘fettunta’, ma anche con altre pietanze in grado di esaltare il gusto dell’olio. Il Frantoio effettua lavorazione anche per conto terzi e in piccole quantità, cosicché è possibile anche per produzioni ‘familiari’ seguire a vista la lavorazione: dallo scarico delle olive all’assaggio finale dell’olio novo.

MARALDI OIL MILL

T

Bringing quality olive oil in your houses for over 100 years

he love for our land, the pleasure of olive oil making, the pleasure of savouring it on a slice of homemade bread. Such treats are always available in the Maraldi oil mill in Troghi. The Maraldi family has its heart between the leafy shade of olive trees fields since the beginning of the century, and even though they’re always updated with the latest innovation in the production process, they never forget Tuscany’s olive oil making tradition. Maraldi’s extra virgin olive oil only comes from hand-picked olives in Troghi and Valdarno, where the olive paste is still laid on ‘fiscoli’ as in the oldest of

traditions, subsequently pressed resulting in a natural extraction of the oil up to the separator. A cold pressed process where no extra water is ever added. You can taste the extra virgin olive oil in the welcoming main room, where Alessandro Maraldi, owner and manager, is always happy to greet you and share his knowledge and experience, while trying their olive oil with bread and dips, that intensify the olive oil flavour. The mill can also produce for third parties and private consumers, a process that can be followed from the harvest to the bottling. FRANTOIO MARALDI VIA CHIARANTINO, 72B - TEL. 055.8307278 - TROGHI – RIGNANO SULLʼARNO (FI) Cell. 338.6963346 - www.frantoio-maraldi.it - info@frantoio-maraldi.it


www toscanadove.it

SAN PIETRO A PITIANA

L

a pieve è stata eretta nel XII secolo (le prime notizie risalgono al 1028) e fortemente rimaneggiata nel XIX secolo con la riduzione ad unica navata. La facciata, piuttosto sobria, è preceduta da un loggiato del XVI secolo sorretto da quattro colonne. Allo stesso periodo è da attribuire il rosone centrale, mentre al secolo precedente risalgono gli stemmi dei Cavalcanti e di Santa

Maria Nuova. Nella torre campanaria, fu rinchiuso il Beato Giovanni dalle Celle nel XIV secolo. La chiesa conserva un antico rilievo (XII sec.) raffigurante il santo titolare e due splendide annunciazioni attribuite rispettivamente al figlio del Ghirlandaio, Ridolfo, e a Francesco Curradi, pittore fiorentino del Seicento. Di rilevante interesse il tabernacolo realizzato in pietra serena risalente al XIV secolo.

Even if this church dates back to 1028 - as the first written records about it - it was deeply restored in nineteenth century. The outside arcade was built in the sixteenth century. Inside the church, is an important tabernacle in

‘pietra serena’ (a stone used for architectural frameworks in Florence and surroundings, in particular for columns and stairs) and two tables of Ridolfo, son of the master-painter Ghirlandaio.

42


www toscanadove.it

43


www toscanadove.it

44


www toscanadove.it

La Pieve di San Pietro a Cascia

45


www toscanadove.it

IL MUSEO MASACCIO A CASCIA E LA GENESI DI UN GENIO The Masaccio Museum of Sacred Art in Cascia, the birth of a genius

U

na perla d’arte nel territorio della Comunità Montana della Montagna Fiorentina, il Museo Masaccio di Arte Sacra conserva dipinti dell’arte fiorentina, argenti, oggetti ecclesiastici ed una collezione di paramenti sacri dai tessuti preziosi dal Quattrocento al Novecento. Il museo, al quale si accede dalla zona absidale della Pieve di San Pietro di Cascia - uno dei più armonici e suggestivi monumenti del romanico toscano - si sviluppa su due piani e contiene dipinti e oggetti preziosi appartenenti non solo a Cascia, ma anche ad altre chiese del territorio di Reggello. Degni di nota gli affreschi sei-settecenteschi de ‘la camera del pievano’ ed una pala di Angelo Ghidotti da Fiesole (1575). Particolarmente ricca risulta la sezione dei parati liturgici, che comprende esemplari dei secoli XV-XX: tra questi sono da segnalare una pianeta in lampasso

e velluto in seta e oro e una dalmatica di damasco a motivi di fiori di cardo di manifattura toscana del Cinquecento. Un’intera sala è dedicata al Trittico di San Giovenale di Masaccio, datato 23 aprile 1422 e proveniente dalla vicina chiesetta di S. Giovenale. Si tratta della prima opera attribuita a Masaccio, nonché del più antico saggio conosciuto in pittura di uso della prospettiva geometrica rinascimentale. L’opera è composta da tre scomparti. Quello centrale, di dimensioni maggiori, è decorato da una Madonna col Bambino in trono e due angeli inginocchiati ai suoi piedi. Negli scomparti laterali si trovano due santi ciascuno: a sinistra Bartolomeo e Biagio, a destra Giovenale e Antonio Abate. Indirizzo: Museo Masaccio d’Arte Sacra, Via Casaromolo, 2/a, Cascia di Reggello, tel. 055.868129

46


www toscanadove.it

T

he Masaccio Museum of Sacred Art in Cascia of Reggello is housed in the buildings next to the Pieve di San Pietro, one of the most harmonious and evocative monuments of the Tuscan Romanesque. There are paintings exhibited, as well as silverware, monstrances, thuribles, reliquaries, astylar crosses and other important ecclesiastical objects from the Fifteenth to the Nineteenth Century, coming from various churches in the area. Worthy of note are the frescoes of ‘priest’s room’ (Seventeenth-Eighteenth Century)and a shovel Ghidotti Angelo da Fiesole (1575). Particularly rich is the section of liturgical vestments, which includes copies of the XV-XX. The Museum conserves the most valuable work of the ‘Mon-

tagna Fiorentina’: a Triptych with Madonna and Child and Saints, the first known work by Masaccio. The triptych portrays the Madonna seated with the Child and two angels in the centre, San Bartolomeo and San Biagio on the left, and San Giovenale and Abbot Sant’Antonio on the right, in tempera. The inscription on the bottom of the triptych bears the date: “ANNO DOMINI MCCCCXXII TWENTY-THIRD APRIL”, thus constituting the oldest known of the works by Masaccio, who was born nearby in San Giovanni Valdarno just 21 years before. The presence of San Giovenale in the triptych confirms that the work was created specifically for the church of the same name near Cascia, where the work remained until 1961 when it was taken away to be restored.

47

Museo Masaccio dʼArte Sacra www.museomasaccio.it


www toscanadove.it

PROFESSIONISTE DEL CAPELLO A TUTTO TONDO

L

a professione di parrucchiere è oggigiorno un mestiere che non si può più improvvisare e che prevede dinamismo e competenza, per stare al passo con un mercato ricco di sfide, come quello della bellezza e della cura del corpo. Si parla, infatti, più propriamente di ‘acconciatore’ per indicare un professionista della bellezza a tutto tondo, riconosciuto da una legge del 2005 che impone una qualifica abilitante, previo un esame teorico-pratico preceduto da un percorso formativo. Nel salone Hair 51 la sfida di offrire servizi personalizzati per la cura del capello che è stata raccolta da Silvana e Caterina, madre e figlia, che abbinano l’esperienza del me-

stiere - sempre necessaria quando si lavora in un ambito comunque artigianale - con l’apertura alle nuove frontiere della cura di sé. Con gentilezza e cordialità, le due titolari vi accoglieranno in ambiente moderno, rifatto recentemente, per regalarvi un momento di relax nello stress di tutti giorni, o una pausa per farvi belli per un’occasione speciale o per una cerimonia. Le proposte includono servizi e trattamenti come allungamento, infoltimento, ricostruzioni con cheratina, lisciature permanenti e semi-permanenti, trattamenti ristrutturanti all’acido ialuronico. Il Salone Hair 51 è ovviamente unisex, perché la vanità non è una caratteristica solo femminile, anzi...

48


www toscanadove.it

N

owadays, to be an hairdresser requires a full-time kind of commitment. Is an activity that takes dynamism and competence, to keep up with a challenging market as the “beauty market”. A legislative innovation of year 2005 defines “hairstylist” the one who is a professional in the field, a qualification that requires a certified qualification to operate in the field, to be achieved after a formative process. At Hair 51 salon our everyday challenge is to provide you a customized service. Silvana e Caterina, mother and daughter, give their best everyday to always deliver you

the finest service, combining experience and knowledge in the field with openness towards latest technology’s innovations in the field. You will be greeted with kindness and cordiality and driven through a relaxing experience to help you get out from everyday’s stress, a little pause to treat yourself, for an occasion or just ‘cause you deserve it! Our range of services go from hair extensions to reconstruction, from hair recovery treatment to permanent and semi-permanent straightening treatment. At Hair 51 we take care of both women’s and men’s needs, ‘cause vanity is not just a feminine prerogative….

49

HAIR 51 Via B. Latini, 51 - Tel. 055.8695516 REGGELLO (FI)


www toscanadove.it

L’ORO VERDE DI REGGELLO

O

gni anno, nel fine settimana del 1° novembre, la Rassegna dell’Olio Extra Vergine di Oliva di Reggello mette a confronto le migliori produzioni del territorio, coltivato a olivi fin dal XIV secolo. Produzioni di eccellenza per un ottimo olio rinomato per la bassa acidità e caratteristiche organolettiche particolari, dovute all’altezza delle olivete (300 metri) ed alla peculiarità della terra, con bassissimo contenuto di calcare ed un elevato contenuto di quarzo.

THE GREEN GOLD OF REGGELLO

E

xtra virgin olive oil is the green gold of Reggello, when the olive groves have been present since the 14th Century. The “Extra-Virgin Olive Oil Festival” takes place in Reggello every year during the 1st November week end. The soil produces excellent oil that is renowned for its low acidity and distinctive organoleptic characteristics, which are due to the altitude of the olive groves (300 m) and to the unusual nature of the soil, because of its very low calcium and high quartz content.

Foto: P. Pelli

50


www toscanadove.it

51


www toscanadove.it

A REGGELLO, DAL 1585 L’ARTE DI FARE OLIO Scopriamo Piero Gonnelli tra i maggiori esponenti del mondo oleario

L’

arte degli oliandi, nata ai tempi delle corporazioni medievali, ha nella famiglia Gonnelli e nel Frantoio di Santa Tea, culla e cuore di decine di generazioni, un esempio unico in Italia e non solo nella produzione dell’olio. Sono passati oltre 400 anni da quando, il 13 febbraio 1585, i fratelli Francesco, Lorenzo e Giulio comprano per 300 soldi dai Frati del Convento del Carmine di Firenze il podere di Santa Tea. Già a quei tempi, l’annesso frantoio - costruito nel 1426 ed oggi preziosamente custodito nella parte museale - era apprezzato per il suo olio del tutto speciale. L’oro verde di Reggello, l’extravergine di oliva, è infatti un prodotto riconosciuto come eccellenza a livello nazionale, frutto di olive con qualità organolettiche nobili grazie al microclima dell’assolato altopiano di Reggello, a 400 metri sul livello del mare. Questa eccellenza trova la sua massima espressione nella produzione di Piero Gonnelli e del Frantoio Santa Tea. Il più antico frantoio italiano è anche il più attivo nella sperimentazione e il più moderno con una serie di primati

che attestano l’importanza di tradizione e innovazione: nel 1962 viene installato il primo impianto a centrifuga al mondo, in collaborazione con Alfa Laval, che comportò una svolta nella produzione olearia; nel 2007, primo frantoio in Europa, ottiene la certificazione Iso 22005 in materia di tracciabilità, garantendo la possibilità ai propri consumatori di poter tracciare la storia di ogni bottiglia e l’origine delle olive che la compongono. Una leadrship costruita sulla base della ricerca continua da parte della famiglia Gonnelli dei valori ispiratori per la conduzione aziendale: qualità del prodotto, salute del consumatore e rispetto per l’ambiente. Nel perseguire la migliore qualità, la stessa cura viene prestata all’uliveto aziendale, ampliato notevolmente negli anni per garantire il totale controllo di filiera: oggi conta su 64.000 piante di diverse cultivar (varietà dell’olivo), tutte certificate secondo le vigenti disposizione di Agricoltura Biologica, senza uso di pesticidi o fertilizzanti. Situate nel territorio toscano, tra la provincia di Firenze e Siena, sono dislocate in zone tutte collinari, dai 300 ai 700 m di altezza s.l.m.

52


www toscanadove.it

In Reggello, the art of olive oil making since 1585 We get to discover the art of olive oil making with Piero Gonnelli, a well known professional olive oil maker

S

ince the Middle Ages, the Gonnelli family, with their Santa Tea oil mill, carried out the art of olive oil making, with their own unique style in the olive oil production process. It’s been over 400 years since the Gonnelli brothers (Francesco, Lorenzo and Giulio) bought the Santa Tea old small farm for 300 coins from the Carmine convent in Florence on February 13th, 1585.By that time, the little oil mill - built in 1426 already was considered a treasure for the very special kind of oil that was there produced. Reggello’s “green gold”, its extravirgin olive oil, is a national and international excellence, widely recognised and awarded, made from high quality olives from Reggello’s surroundings. This excellence finds its highest expression in Piero Gonnelli’s olive oil production, through the Santa Tea oil mill. The most ancient Italian oil mill is also the most active in terms of experimentation and innovation in the production process, that guarantee either innovation and tradition at the same time.

In 1962 Santa Tea was the first oil mill in the world to have a spin cycle mechanism and in 2007 it was the first oil mill in Europe to get the ISO 22005 certification, allowing its costumers to have the chance to track down the production process of every single bottle of extravirgin olive oil they’d buy. The Gonnelli family keep running the family businness following their main values: quality and genuineness, always keeping an eye on environmental compliance. In pursuit for the best quality, the same attention is paid to the olive business which was expanded significantly over the years to ensure optimal control of the supply chain: today it has about 64,000 plants of different cultivars (an olive tree variety), all certified according to the current provision of Organic Farming without the use of pesticides or fertilizers. Set in the Tuscan territory, between the counties of Florence and Siena, they are located in hilled areas, from 300 to 700 m above sea level.

53

FRANTOIO DI SANTA TEA Gonnelli 1585 srl VIA ENRICO DE NICOLA, 41 - TEL. 055.868117 - LOC.SANTA TEA - REGGELLO (FI) info@gonnelli1585.it - www.gonnelli1585.it


www toscanadove.it

I SAPORI DI CASA E LA PIZZA DI ‘TAMBURO’

L

a “Pizzeria Ristorante La Casereccia”, a soli 200 metri dal casello dell’Autostrada A1, mette a frutto l’esperienza di Simone e Cristina, già titolari della “Bottega” al Burchio (vd. pag. 36), per offrire alla propria clientela un menù sempre improntato alla freschezza e alla genuinità degli ingredienti. A pranzo e a cena è possibile assaporare i piatti preparati con passione e maestria da Cristina, nel rispetto del carattere schietto e semplice della cucina tradizionale toscana. A farla da padroni sono i prodotti tipici del territorio: dagli arrosti ai salumi, dal pregia-

to olio alla pasta fatta in casa con sughi di carne, fino ad alcune succulente specialità di pesce fresco. Ma “La Casareccia” è anche il posto giusto per gli amanti della vera pizza italiana. All’impasto e al forno, infatti, dirige l’orchestra ‘Tamburo’, al secolo Carlo Tani. Pizzaiolo per eccellenza, conosciuto da Arezzo a Firenze, in oltre 30 anni di esperienza si è costruito un nome che è da solo garanzia di qualità e di gusto. Fra le specialità segnaliamo, oltre alle classiche, la pizza Fantasia con crema di spinaci, salamino piccante e porcini e la Stamburata con speck, funghi e pomodori freschi.

LA CASERECCIA RISTORANTE PIZZERIA VIA DEI CILIEGI 20 , LOC . “I CILIEGI” - REGGELLO Tel. 055.8330880 - info@pizzerialacasereccia.com - www. pizzerialacasereccia.com


www toscanadove.it

WITH TAMBURO’S PIZZA IT FEELS LIKE HOME

“Restaurant Pizzeria La Casareccia”, located just 200 metres off the A1 highway, is runned by Simone and Cristina, who have a wide experience in hospitality field as they also own and run “La Bottega” at Burchio (pag. 36), offering to all their clients a menu that is characterized by the freshness of its ingredients. The restaurant stays open for dinner as well as for lunch, and every single thing in the menu is cooked by Cristina who always makes sure to follow the original recipe for an authentic Tuscany flavour experience. Must-not-loose if you come visit us are: fresh cuts and roasts, our precious olive oil, home made fresh pasta and our range of fresh meats and fish. Last but not least, if you love pizza you can’t miss ours. Our pizza chef, “Tamburo” (aka Carlo Tani), well known all over Tuscany, in his 30 years experience developed the highest skills in “pizza-making-art”. His masterpieces, “Pizza Fantasia” (spinach cream, spiced salami and porcini mushrooms) or “Pizza Stamburata” (smoked prosciutto, mushrooms and fresh cherry tomatoes) are definitely a must if you come visit us.

55

IL POLLO NERO DEL VALDARNO

L

a storia dei polli del Valdarno è lunga secoli e segnata da annose controversie. Il primo standard per le caratteristiche della razza fu redatto nel 1905 dal Cav. Maggi. Putroppo, le polemiche fra allevatori ed esperti durarono più a lungo della razza stessa, che infatti nella sua stirpe originaria si estinse. L’attuale Valdarno è frutto di un meticoloso lavoro portato avanti da Fabrizio Focardi il quale, dopo approfondite ricerche, ha deciso che la strada migliore per il recupero fosse quella di ricorrere a polli con caratteristiche simili alla razza estinta. Contrariamente a quanto ancora si crede, la Valdarno è nera a tarsi ardesia e pelle bianca, mentre la mistificatrice è la Valdarnese - un ibrido nato intorno agli anni ‘50 - bianca a tarsi e pelle gialli. Il Valdarno è quindi un pollo autoctono, campagnolo, robusto e vigoroso, da sempre allevato in Toscana e particolarmente ricercato per l’ottima qualità della carne. Dal 2002 al 2005 è stato attuato presso l’Istituto Tecnico Agrario di Firenze, con il contributo del Consorzio del Marchio Storico Chianti Classico, il progetto “Gallo Nero” per il recupero e la valorizzazione di due razze storiche toscane, la Valdarno e la Livornese Nera.


56

Fuoco e passione i segreti del ‘cotto’

L’ANTICA FORNACE DI REGGELLO


www toscanadove.it

S

e chiedete in giro per il mondo qual è il prodotto simbolo dell’italianità, quasi tutti gli intervistati daranno la stessa risposta: “pizza”! Uno dei segreti per la vera pizza Made in Italy è sicuramente la cottura e questo segreto ha il suo cuore caldo in un’azienda storica della provincia fiorentina. Ad oggi, infatti, l’Azienda Valoriani - fiorita sul finire del XIX secolo con una prima produzione tipica delle fornaci dei mastri ‘vasai’ (orci, vasi, mattoni etc.) - è l’unica al mondo a produrre l’intera filiera del forno. Tutto quello che serve ad un pizzaiolo per un prodotto finale eccellente viene realizzato in azienda, senza bisogno di accessori dal mercato esterno: dai 2-3 tipi di suolo, ai voltini in cotto refrattario (primo fiore all’occhiello di famiglia) specifico per la cottura della pizza. Un forno che cuocia bene, consumi poco ed abbia una buona durata nel tempo, è uno degli ingredienti fondamentali per continuare a fare conoscere e apprezzare la buona pizza italiana nel mondo e la famiglia Valoriani contribuisce da decenni a questo obiettivo, collaborando con le principali associazioni e aziende del settore (AVPN, Gambero Rosso, Slow Food, Witaly etc.) e partecipando alle più importanti fiere italiane e internazionali.

57


DA SEMPRE IN PRIMA FILA PER QUALITÀ E PREGIO

G

iunta alla sesta generazione, la famiglia Valoriani porta nel DNA tradizione artigiana, ricerca della qualità e riconoscimento del pregio. Territorio e storia sono gli elementi che caratterizzano la Refrattari Valoriani Srl, il cui successo affonda le sue radici sul finire del XIX secolo, a Figline Valdarno. Qui il capostipite, Pietro, produce nella sua fornace orci, vasi e mattoni in cotto refrattario. Per dare maggiore impulso alla produzione Gino Valoriani, nonno degli attuali proprietari Massimo e Valeriano, decide di spostare la fornace a Reggello dove individuò un’ottima area argillosa. Dopo la guerra, i mattoni Valoriani si rivelano indispensabili per migliaia di forni nelle case che rinascono. Silvio Valoriani, figlio di Gino, ha quindi l’intuizione vincente: costruire i forni in proprio. Progetta e costruisce il primo forno a legna prefabbricato, definendo il disegno strutturale della volta, talmente perfetto in tutte le proporzioni, da essere ancora oggi invariata. Da allora l’azienda è cresciuta e oggi, gestita da Massimo Valoriani con 25 collaboratori, conta cira 300.000 forni consegnati tra quelli di uso familiare e quelli professionali, coprendo sia il mercato interno che quello internazionale: Italia, Europa, Stati Uniti, Australia e Oriente. Il core business è rappresentato dai molteplici modelli di forno prefabbricato per utilizzi professionali, come le decine di migliaia di pizzerie che si avvalgono del marchio Valoriani per preparare uno dei simboli nazionali nel mondo: la pizza cotta al forno. Il catalogo dei prodotti include anche forni prefabbricati ad uso domestico, stufe in maiolica, materiali refrattari e accessori per ogni linea.

VALORIANI, QUALITY AND VALUE SINCE 1890

T

erritory and tradition: these are the characterizing elements of Refrattari Valoriani Srl. The success of the Company is rooted at the end of the XIX century in Figline Valdarno. Here, the forefather of the Valoriani’s family, Pietro, produced jars, vases and bricks made of refractory ‘cotto’. To improve the production, Gino Valoriani, the grandfather of the current owners Massimo and Valoriani, decided to move the factory to a rich clayish area located in Reggello. Then comes the watershed; Silvio Valoriani, Gino’s son, had the eureka moment: “Why don’t we build our own ovens?”. He designed and built the first pre-built wood fired oven, defining the structural design of the vault, perfect in all of its proportions, to such an extent that even today it is unchanged. Today the company is run by Massimo Valoriani, with the help of 25 co-workers and more than 300.000 ovens (both domestic and professional) sold. Many are the marks of respect from trade associations, corporations and especially from the tens of thousands of pizza places that work every single day with our ovens: from Italy to Europe, the United States, Australia and Asian countries.

58


dellanesta.it

VALORIANI

FORNI VESUVIO I forni professionali della Serie Vesuvio sono garanzia. I materiali refrattari con i quali sono realizzati consentono una distribuzione uniforme del calore, permettendo una cottura veloce e croccante delle pizze.

Via Caselli alla Fornace, 213 • 50066 Reggello (FI) tel. 055 86 80 69 • fax 055 86 95 992 valoriani@valoriani.it • www.valoriani.it

59

Follow us:


www toscanadove.it

CASTELLO E PARCO DI

SAMMEZZANO Visionaria follia di un gentiluomo dell’ 800

I

l Castello di Sammezzano è un unicum nel panorama architettonico toscano e il più importante esempio di architettura orientalista in Italia. L’edificio principale è una costruzione eclettica in stile moresco, edificata nel 1605 per volere degli Ximenes D’Aragona. Ma è con Ferdinando Panciatichi Ximenes che fu riprogettato, tra il 1853 e il 1889, diventando così un gioiello dell’arte eclettica e rispecchiando la personalità eccentrica e raffinata del suo ideatore. Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona fu uomo di vastissima e variegata cultura, protagonista della vita sociale e politica di Firenze. La sua figura è legata soprattutto al Castello di Sammezzano al quale dedicò metà della sua vita. In circa quaranta anni (dal 1850 al 1890) il Marchese Panciatichi progettò, finanziò e fece realizzare (in senso fisico poiché tutti i mattoni, gli stucchi, le piastrelle furono realizzate ‘in loco’) il Parco e il Castello di Sammezzano. Nell’aprile del 2012, dopo anni

di abbandono, si è costituito il Comitato FPXA 18132013 (FPXA è l’acronimo di Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona), che ha tra le proprie finalità quella di promuovere e valorizzare il castello di Sammezzano. La bellezza del luogo è arricchita dal parco, tra i più vasti della Toscana, che lo circonda. Ferdinando Panciatichi Ximenes vi fece piantare una grande quantità di specie arboree esotiche, mentre l’arredamento architettonico fu realizzato con elementi anche essi in stile moresco. Solo una piccola parte delle piante ottocentesche è giunta ai giorni nostri, anche se il parco annovera ancora il più numeroso gruppo di sequoie giganti in Italia, con ben 57 esemplari adulti, tutti oltre i 35 metri. Il Castello e il Parco sono di proprietà privata e le eventuali visite sono concordate e organizzate su concessione della proprietà dal Comitato FPXA 1813-2013. Info: www.sammezzano.org; Pagina Facebook Sammezzano-comitato fpxa

60


www toscanadove.it

T

he extravagant residence Castello di Sammezzano sits on top of a hill in Leccio of Reggello. Originally it was built in the Moorish style in 1605 for Ximenes d’Aragona and then re-designed between 1853 and 1889. The castle has 365 rooms, one for every day of the year and each room has its own name and differs from the others. Sammezzano Castle is surrounded by a park of 450 acres, one of the largest in Tuscany. Only a small part of the nineteenth century’s tre-

es survived but there is a restoration project to preserve rare trees. The park hosts the largest group of giant sequoias in Italy. In April 2012, a committee was formed to promote and enhance Sammezzano: it is called FPXA 1813-2013 (acronym for Ferdinand Panciatichi Ximenes d’Aragona). Visits to the castle are available on extraordinary occasions. This Committee always tries to arrange visits in agreement with the owners. Info: www.sammezzano.org; Facebook page Sammezzano-comitato fpxa.

61


www toscanadove.it

INSEGNARE ALLA MENTE AD EDUCARE IL CORPO Teaching the mind to educate the body

D

efinirla palestra è un termine riduttivo e infatti sulla porta di ingresso si trova scritto ‘Studio di educazione fisica’. È qui che abbiamo incontrato Gabriele Cicogni, ideatore e gestore di “Tra corpo e mente” a Reggello. La chiacchierata è stata una piacevole occasione per riflettere su quanto ci sia ancora da scoprire sui benefici fisici e mentali della giusta attività motoria. D: Buongiorno Gabriele, come è iniziata la tua passione per lo sport e da quanto tempo si è trasformata da passione in professione? R: Ti correggo subito, personalmente sono un professionista che si occupa anche di sport, ma che esercita principalmente l’educazione fisica. Tra i due termini c’è una grande differenza: lo sport è agonismo e superamento dell’altro, è un gioco a premi in cui l’obiettivo è vincere: diciamo il vertice di una ipotetica piramide, l’educazione fisica è la scienza che studia l’esercizio fisico e i mutamenti che questo provoca sul nostro organismo: un’attitudine di base che si insegna a portare fuori dagli ambiti ristretti delle palestre, un “modus vivendi” che si può esercitare dall’età della consapevolezza alla morte: è la base della piramide! D: Quindi, si può dire che in questa palestra si mette in pratica alla lettera il motto latino ”mens sana in corpore sano”. Hai seguito particolari corsi per specializzarti?

R: Solitamente uso una metafora per definire la mia professione e dico che mi vedo come un sarto che cuce addosso alla persona il vestito, l’attività fisica di cui ha bisogno. Nella mia palestra non si fa attività motoria, che è qualcosa di indefinito, ma si studia l’esercizio fisico in quanto atto motorio voluto e precisato ed oggetto di studio dell’educazione fisica. Nella Università presso la quale mi sono formato, l’ISEF (Istituto Superiore di Educazione Fisica) ho incontrato alcuni insegnanti che ho seguito - e ancora seguo - nella loro filosofia, come il Dott. Pecchioli (ortopedico e docente di ginnastica medico-correttiva), i quali con il loro esempio mi hanno insegnato che l’arte della ginnastica non si può improvvisare. Continuo perciò ad aggiornarmi sulle nuove tecniche ed eventuali nuove discipline, ma sempre tenendo presente quanto ti ho appena detto. Le mode del settore fitness vanno e vengono, ma prima di tutto deve essere tenuto a mente il benessere dell’individuo. D: In pratica come diversifichi le proposte per i tuoi clienti? R: Individualizzando le metodiche di intervento e mediando tra le necessità e le esigenze che la persona ha: sia che si tratti di ginnastica medico-correttiva o di attività cardiovascolare o di esercizi con sovraccarico. Incontro la persona, facciamo una lezione di orientamento e poi decidiamo insieme il suo percorso: se una persona

62


www toscanadove.it

non ha particolari problemi, può fare pesistica o aerobica, altrimenti in caso di discopatia, artrosi, sindrome da conflitto, gonalgia, cifosi, scoliosi ecc. valuto quali esercizi possono agevolarla in un percorso di miglioramento dell’eventuale problema articolare, muscolare o posturale. In questo consiste la mia attività di educatore che insegna a compiere un atto motorio voluto e precisato che ha come organo bersaglio la mente: perché se la mente non si impossessa del corpo l’attività che svolgiamo in palestra è sterile. L’attività motoria và: è fine a se stessa.

L’esercizio fisico resta: è educazione e in quanto tale resta per sempre! D: Come vedi il presente e il futuro delle palestre in Italia? R: Quello che offrono le palestre comuni, quelle del fitness per intenderci, mi interessa il giusto, La situazione generale la definirei, senza giri di parole, tragica. Manca una buona educazione fisica nelle scuole dove ormai si fa in prevalenza sport, a volte neanche quello causa gli scarsi finanziamenti, delegando al CONI l’attivazione dei più svariati percorsi motori. A parte limitate eccezioni a

scuola si pretende di costruire la piramide dal vertice: questo porta la società ad avere un deficit formativo proprio nell’età dell’oro dello sviluppo fisico e cognitivo. A livello sociale si può parlare di attentato alla salute pubblica! Parlo per esperienza diretta e personale, perché il mio percorso professionale è iniziato come maestro nella scuola elementare. So che c’è molto da fare e che le politiche in questo settore non sono state favorevoli

ad una inversione di tendenza. In questo senso provo a sopperire a questo deficit sociale di formazione e a dare il mio piccolo contributo con attività extra scolastiche e lavorative per promuovere la cultura dell’educazione fisica e della formazione psicofisica a trecentosessanta gradi. Nel mio “studio” non solo i bambini, ma anche gli adulti e gli anziani possono trovare, non pacchetti preconfezionati, ma un prodotto studiato apposta per loro.

“ Tra corpo e mente” (In between body and mind) by Gabriele Cicogni

G

To teach your mind how to educate your body

abriele Cicogni, creator and manager of “Tra corpo e mente” in Reggello, is an expert when it comes to physical education, physical therapy and motor rehabilitation. The activity he promotes consists of a different new way to see physical activity, a different modus vivendi, that can be done from 5 to 99 years old, in and out of gyms. The “art of fitness” requires not only to constantly be updated with the latest techniques, but to be empathic with those

who are trying to pursue this path: any individual has his own structure, his limits and chances, so any single exercise must be sewn on the person to best meet his needs, whatever those can be. That’s why the “physical educator” is such an important role, he teaches you how to get where you want to get, passing first through your mind, then through your body. He educates you to movement. Because fitness trends change, and we always have to stay focused and put our wellness first.

63

TRA CORPO E MENTE Via Setteponti, 11d - Tel. 393.7818109 - REGGELLO (FI) www.studioeducazionefisica.it


THE

MALL

THE EXPERIENCE Tel (+39) 055 8657775 or info@themall.it

The Mall is situated in the idyllic Tuscan countryside located in an exquisite architectural space, a collection of the world’s most exclusive brands are presented in an artistically unique style. Visitors can freely mingle among stores dedicated to clothing and accessories specific for women, men and children, as well as fragrance, footwear and home products. The Mall is a luxury outlet centre tailored to offer the visitor immaculate products at the very best possible prices. A gallery of the world’s most exclusive designers: Alberta Ferretti, Alexander McQueen, Armani Jeans, Balenciaga, Bottega Veneta, Burberry, Dior, Emilio Pucci, Ermanno Scervino, Ermenegildo Zegna, Fay, Fendi, Giorgio Armani, Gucci, Hogan, Lanvin, Loro Piana, Moschino, Roberto Cavalli, Saint Laurent Paris, Salvatore Ferragamo, Sergio Rossi, Stella McCartney, Tod’s, Tom Ford and Valentino. Additional facilities are available within The Mall to make your visit pleasant and relaxing. These include our customer information centre which provides advice about services within The Mall, a tourist information point which guides visitors towards the easily accessible intrigues of the surrounding area and a tax refund office, for people living outside the EU who want to reclaim the Value Added Tax. ATM machines, public telephones, free parking for cars and coaches, and multilingual staff are available in order to provide the best assistance. The ‘Meet and Greet’ service is available for visiting groups. For more information or make a reservation, you can easily contact the Customer Information Centre.

The Mall is fully wheelchair accessible. In addition the elegant and modern DOT.COM restaurant and a trendy café are the best place for taking a break from the intrigue of shopping and delve into the delights of our extensive menu. The gourmet dishes are fashioned using local produce and they can be accompanied by a wide range of wine selection. Visitors can relax on the terrace and witness the stunning natural surroundings, whilst enjoying a crisp salad or warm filling Panini. A simple yet welcome end to a perfect day. Tuscany is very famous for its magnificent landscapes, its rich artistic heritage and for the vast cultural influence developed for centuries. In the heart of Italy, within close proximity to the major cities of Tuscany, a visit to The Mall will not be easily forgotten. HOW TO GET THERE CAR If you are visiting The Mall by car from Rome, Florence or Milan, take the A1 Motorway and the exit marked “Incisa-Reggello”. Follow the road on the right towards Pontassieve until reaching Leccio. Soon after passing Leccio, The Mall will be on the left.

64


Tel (+39) 055 8657775 Fax (+39) 055 8657801 Email info@themall.it

THE MALL – FLORENCE

MALL

SHUTTLE BUS There is a daily service from Florence to and from The Mall. Visitors can be picked up from centrally located hotels. Shuttle Bus reservations and more information can be gained by contacting the Information Centre.

FLORENCE – THE MALL

DIRECT BUS Buses run daily (from Monday to Sunday, including holidays) and directly from the Florence Busitalia bus company station - located in Via Santa Caterina da Siena 17, close to the central train station Santa Maria Novella - to and from The Mall. Single ticket 5.00 euro.

DEPARTURE

ARRIVAL

DEPARTURE

ARRIVAL

09:45

10:35

08:50

09:40

10:50

11:40

09:10

10:00

12:00

12:50

09:30

10:20

12:30

13:20

10:00

10:50

13:00

13:50

10:30

11:20

13:30

14:20

11:00

11:50

14:00

14:50

12:00

12:50

14:30

15:20

12:30

13:20

15:00

15:50

13:00

13:50

16:00

16:50

13:30

14:20

16:30

17:20

14:00

14:50

More information can be gained by contacting the Information Centre.

17:00

17:50

14:30

15:20

17:30

18:20

15:00

15:50

18:00

18:50

15:30

16:20

18:30

19:20

16:00

16:50

19:00

19:50

16:30

17:20

19:30

20:20

17:00

17:50

20:00

20:50

18:00

18:50

20:20

21:10

19:00

19:50

Tel (+39) 055 8657775 Fax (+39) 055 8657801 Email info@themall.it

TRAIN Take the train from Florence’s Santa Maria Novella station to Rignano Sull’Arno. At the arrival, continue journey by available taxi (5 minutes). OPENING HOURS & CONTACT OPENING HOURS Mon-Sun 10.00-19.00 Jun-Aug 10.00-20.00

THE MALL Via Europa 8, 50066 Leccio Reggello, Firenze Italia Tel (+39) 055 8657775 Fax (+39) 055 8657801 E-mail info@themall.it www.themall.it

65

THE

CLOSED 2014 January 1st, Easter Sunday, 25th and 26th December


Renzo Preziosi www toscanadove.it

Gioielleria

R P dal 1985

2 Colori: Cyan 100 Yellow 100

R

enzoPreziosi dal 1985... Ha iniziato la sua attività nel mondo dei gioielli creandoli su proprio disegno o anche su richiesta del cliente garantendo così l’originalità di un manufatto unico. In tutti questi anni ha maturato grande esperienza nel campo delle pietre preziose, dai diamanti, con vasta disponibilità nelle carature anche di grandi dimensioni, alle pietre di colore, quali zaffiri, rubini, smeraldi, senza mai tralasciare le pietre minori e quelle dure, effettuando nel proprio laboratorio ogni tipo di riparazione. Altro fiore all’occhiello dell’azienda è il mondo della orologeria con la produzione di una Linea propria uomo donna a marchio Renzo Preziosi, ispirata in parte al mondo dei motori, il cui design, le scelte dei materiali e

www.renzopreziosi.com - info@renzopreziosi.com

la competenza tecnica sono frutto di lunga esperienza in virtù di tradizione eleganza e raffinatezza. La professionalità della Renzo Preziosi nel mondo delle lancette offre alla propria clientela una vasta gamma di alta orologeria, commercializzando orologi rari e da collezione quali: Rolex - Iwc - Cartier - Omega Audemars Piguet - Zenith - Hublot - Tag Heuer - Jaeger Le Coultre -Breitling - Panerai - Ebel -Hamilton - Eberhard & Co - Mont Blanc - Franck Muller ecc. Dispongono inoltre, di laboratorio interno al proprio punto vendita per la riparazione, l’assistenza e la revisione di ogni tipo di orologio. La passione e la dedizione per il lavoro sono stati nel tempo ampliamente compensati dai successi e dai riconoscimenti ottenuti in Italia e all’Estero.

66


Renzo Preziosi,

H

e started his activity in jewels’ business creating unique pieces, following either his inspiration as much as customers requests. Over the years he was able to develop a deep knowledge in precious stones’ and diamonds’ fields, creating and fixing any kind of jewel. One of the main production of the workshop is the creation of its own unisex watches brand “RenzoPreziosi”, which takes inspiration from motor races’ world, characterized by elegance and refinement.

since

1985...

Renzo Preziosi’s professionalism in watches’ world, offers his customers a wide range of choice in fine watch making. His activity include trading rare and exclusive watches such as Rolex, Iwc, Cartier, Omega, Audemars Piguet, Zenith, Hublot, Tag Heuer, Jaeger Le Coultre, Breitling, Panerai, Ebel, Hamilton, Eberhard&Co, Montblanc, Frank Muller, etc. He also provides an assistance service, through his laboratory inside the showroom, for any kind of watches. His passion and dedication for his job have driven him to great successes and rewards in Italy and overseas.

67

RENZO PREZIOISI GIOIELLERIA - Atelier srl Via G. Monaco, 4, REGGELLO (FI) - Tel. 055.8664575


www toscanadove.it

68


www toscanadove.it

Foresta di Vallombrosa, un percorso fuori dal tempo Foto: G. M. Pivi

69


www toscanadove.it

LA MEDICINA DEI “SEMPLICI”’ Piante officinali e fitoterapia nelle comunità monastiche

I

l monastero è stato per secoli l’unico luogo deputato alla tradizione del sapere: negli scrittori si copiavano e si tramandavano preziosi codici classici ed insieme ad essi manuali scientifici, che poi trovavano applicazione pratica nella vita quotidiana della comunità. Ora et labora era la base della regola benedettina (datata 529), che poneva grande attenzione alla cura dei malati. La medicina monastica era quindi considerata un dovere e nel campo terapeutico venne data molto importanza all’utilizzo dei ‘semplici’, come erano definite le erbe medicinali (dal latino medievale medicamentum o medicina simplex). Moltissimi conventi si dotarono di un orto di piante medicinali

e di un’infermeria. Alcuni monasteri hanno conservato, adattandola ai tempi e alle moderne conoscenze, l’antica tradizione erboristica del proprio passato; altri hanno tramandato alcune ricette di rimedi divenuti ricercati nel corso dei secoli. L’Antica Farmacia dei Monaci Vallombrosani segue questa tradizione e presenta una ricca sezione di liquori naturali lavorati in modo artigianale (come il liquore di Vallombrosa tonico digestivo o l’Elisir dell’Eremita) e ancora creme e cosmetici a base di principi vegetali, dolci e marmellate biologiche, miele e derivati come propoli, pappa reale. È sede di seminari e corsi di fitoterapia tenuti da esperti.

70


www toscanadove.it

T

he monasteries have been for centuries the only places dedicated to the tradition of knowledge: in the writers were copied and handed down precious classical manuscripts and with them scientific manuals, which had practical application in everyday life of the community. The monastic medicine was then considered a duty and in the therapeutic field was given a lot of importance to the use of the ‘simples’, as they were defined the

medicinal herbs. Many convents were equipped with a garden of medicinal plants and an infirmary. The Old Pharmacy of Vallombrosani Monks follows this tradition and has a rich section of natural spirits and even cosmetics based on herbal ingredients, sweets and organic jams, honey, propolis, royal jelly etc. Info: Abbazia di Vallombrosa, Via San Benedetto, 2, Vallombrosa, tel: +39 055 862251, http://www.monaci.org/

71

Foto: G. M. Pivi


www toscanadove.it

L’ABBAZIA DI VALLOMBROSA

L’

Abbazia di Vallombrosa, centro di diffusione dell’ordine dei Vallombrosani, sorse per impulso di San Giovanni Gualberto, nobile fiorentino, che nel 1036 si ritirò con pochi seguaci in un luogo chiamato allora Acquabella. Nella sua lotta contro la simonia, San Giovanni Gualberto promosse la riforma del clero, convinto che la vita in comune e il ritorno a una povertà evangelica avrebbero condotto al rinnovamento della Chiesa. Dopo un primo oratorio costruito in legno - di cui fu consacrato solo l’altare, unico elemento in pietra (1058) - la comunità vallombrosana

poté passare a una chiesa in pietra negli anni 1224-1230, mentre anche il monastero prendeva corpo e volume. Dopo una fase di grandi lavori nel corso del secolo XV, cui si devono il chiostro grande, la sacrestia, la torre, il refettorio con la cucina, è nel Seicento, con ulteriori perfezionamenti nel primo Settecento, che l’Abbazia assume l’aspetto omogeneo e sontuoso che possiede ancora oggi. Il fondatore dell’Ordine Vallombrosano è oggi, non a caso, protettore dei Forestali: i boschi naturali e le coltivazioni artificiali di Vallombrosa sono infatti un tratto distintivo del territorio.

72


www toscanadove.it

V

Abbey

of

Vallombrosa

allombrosa is a Benedictine abbey, surrounded by forests of beech and firs, declared in the 1973 Reserve Biogenetica Naturale. It was founded in 1038 by Giovanni Gualberto, a Florentine noble, and became the mother house of the Vallumbrosan Order. It was extended around 1450, reaching its current aspect at the end of the 15th century. The monastery, suppressed during

Napoleonic era, it was reopened in 1817 by the Granduca Ferdinando. Today, the monastery is open for tourists and is selling local produce. Largely because of his poetic reference to the ‘autumnal leaves that strow the brooks, in Vallombrosa’ in Paradise Lost, John Milton is supposed to have visited the monastery and, according to a plaque erected during the Fascist era, actually stayed there.

73

Foto: G. M. Pivi


www toscanadove.it

Foto: G. M. Pivi

A TOSI SI INVESTE SULLE RISORSE LOCALI Ecosostenibilità con legno e acqua

I

l legame di Tosi con la Foresta di Vallombrosa è consolidato da secoli e testimoniato da documenti storici, che ricordano anche la stretta unione degli abitanti con la comunità monastica locale. Tale rapporto era sancito da pratiche codificate come la cosiddetta ‘Comunanza’, che prevedeva la gestione comune fra monaci e abitanti di circa 20 ettari di bosco di cerri, querci e altri legnami, racchiusi nelle terre comprese fra il fossatello di Campovecchio e il fossato Vicano (come da documento scritto del 26 dicembre 1532). I boscaioli di Tosi divennero così esperti nel taglio e nella lavorazione del legno, da dare vita ad una fiorente attività produttiva portata avanti ancora oggi dalle aziende del Consorzio degli Artigiani del Mobile Rustico e Artistico di Tosi-Vallombrosa (vedi pag.).

Recentemente Tosi è stata scelta come sede per un nuovo progetto, sempre ecocompatibile, stavolta legato all’acqua: il moderno impianto ittiogenico, unica struttura a gestione pubblica della Provincia di Firenze ed una delle poche nel panorama nazionale, che ripopola i corsi d’acqua del territorio fiorentino di trote autoctone dell’Appennino e di gamberi di fiume. Nel periodo invernale avviene l’incubazione delle uova. Una volta schiuse inizia il periodo di crescita per rendere gli animali pronti all’immissione nei corsi d’acqua. Il trasporto e la copertura dei circa 750 km di torrenti e fiumi, avviene in collaborazione con i pescatori ed i volontari che curano la dislocazione in vari punti, secondo un progetto di ripopolamento e immissione guidato da criteri scientifici.

74


www toscanadove.it

LA ‘BECCHERIA’ TORNIAI DI TOSI Il buono delle nostre terre sulle vostre tavole

L

a Toscana è terra di campanili e di corporazioni e questa sua peculiarità ha permesso in alcuni casi di avere eccellenze territoriali. Basti pensare che la divisione sociale, già dal Medioevo, in Arti&Mestieri in base al lavoro svolto, ha consentito a tutte le attività di avere una rappresentanza sul piano sociale e una professionalità sul piano pratico. Così accanto alle sette Arti Maggiori, i notabili e i mercanti, si avevano le cinque Arti Medie e le nove Arti Minori, che comprendevano artigiani e bottegai. Fra le Arti Medie si annoveravano anche i beccai, che commerciavano in carni suine, vaccine e ovine e pare proprio che da ‘becco’, ovvero il capro, derivi il nome della categoria e il termine ‘beccheria’, sinonimo di macelleria. Oggi la tradizione del norcino e del beccaio è una professione che richiede passione e maestria, in ugual misura. A Tosi, il ‘cicciaio’ di fiducia è rappresentato dalla Macelleria Torniai, dove si risponde all’esigenza del gusto della buona tavola - così radicato nelle campagne del contado fiorentino, da sempre dedite all’allevamento specializzato -

T

proponendo solo prodotti locali e preparati artigianalmente. Dal laboratorio interno della bottega, escono salsicce casalinghe, insaccati toscani, come salame e finocchiona, ma anche pezzi di carne già pronta (rotoli con diversi ripieni, straccetti con vari condimenti etc.), per agevolare il lavoro in cucina e permettere di conciliare le esigenze di un tempo ristretto, senza mai rinunciare al piacere del gusto.

Torniai’s “Beccheria” of Tosi From the farm to your kitchen

uscany is the land of castles and beautiful landscapes. During the medieval era the social status was based on one’s profession. There were seven “Arti Maggiori”(major arts), such as notables and merchants, five “Arti Medie”(middle arts), and nine “Arti Minori”(minor arts), such as artisans. In the field of Middle Arts there was the “Beccaio”: the one who would trade meats (beef, pork, goat). His name seems to descend from “becco”: a colloquial way to say

goat in the surroundings at that time. That’s why butcheries are often called “beccherie” in this area. Nowadays, to be a “beccaio” requires the same amount of passion and competence. In Tosi, the people’s choice when it comes to butcheries is Macelleria Torniai, where only fresh product are sold, in accordance with the Tuscan tradition. We make fresh sausages, typical Tuscan cold cuts and any kind of fresh meat to always give you the best at a fair price.

75

MACELLERIA TORNIAI Riccardo e Tommaso Via IV Novembre, 63 - Cell. 340.8658623 - TOSI - REGGELLO (FI) Via Di Vittorio, 34 - Cell. 335.8089362 - Loc. Pian della Melosa - REGGELLO (FI)


Anna e i suoi gioielli E

ccoli qua i gioielli di Anna Maria: non solo anelli, orecchini, bracciali e collane, ma anche e soprattutto i suoi figli Fabio e Francesco, le nuove leve del laboratorio orafo Anna Gioielli. Un esempio di come la sinergia lavorativa fra generazioni possa produrre esempi di attività produttive di qualità assoluta, dalle quali prendere spunto per far ripartire tutto il comparto economico. Francesco, perito gemmologo, è il selezionatore delle pietre preziose, colui al quale è affidato l’arduo compito di scegliere le materie prime, come pure quello - non meno importante - di commercializzare all’ingrosso e al dettaglio i gioielli e i diamanti con le dovute certificazioni internazionali. Fabio è invece il creativo di famiglia: dopo un lungo apprendistato a fianco di grandi maestri orafi, oggi esercita la sua capacità artigianale e la sua vena creativa nel realizzare gioielli tipici dell’antica tradizione orafa fiorentina. Un’arte che si di-

stingue per la minuziosa lavorazione e la raffinata bellezza di gioielli, ornati di pietre preziose o semipreziose, pezzi unici e raffinati nel presente e ottimi investimenti per il futuro. Il laboratorio di Anna Gioielli crea inoltre modelli originali di collane, anche esse frutto di una studiata ricerca nell’abbinamento di gemme preziose o pietre semipreziose. In un luogo dove qualità del servizio e cura del dettaglio sono i primi obiettivi, alla clientela viene offerta anche la possibilità di realizzare oggetti su disegno personalizzato nelle forme, ma anche nei materiali, garantendo l’esclusività dell’oggetto desiderato. Ogni prodotto così eseguito è accompagnato dal proprio certificato di garanzia, che ne attesta nei dettagli le caratteristiche. Durante il periodo estivo (15 giugno/15 settembre) l’atelier apre il punto vendita stagionale di Saltino-Vallombrosa, dove si possono trovare le anteprime delle nuove collezioni in oro in stile fiorentino, stile classico, collane e argenti.

SI EFFETTUANO SALDATURE E RIPARAZIONI AL LASER SU TUTTI I TIPI DI METALLO


H

Anna’s Jewels

ere they are, Anna Maria Tracchi’s jewels: not only rings,earings, bracelets and necklaces..but her own jewels too, her sons, Fabio and Francesco, that recently started working with her in herworkshop Anna Gioielli. A great example of how synergy between different generation can make high quality products that work as well as a starting point from where to begin for a brand new start. Francesco is a an expert in the gemology field, he’s in charge of choosing precious stones as much as other materials and noble metals, from which beautiful jewels are then created. Francesco also looks after company’s sales and marketing, getting in contact with small and bigger partners. Fabio is the creative member of the family: after wide studies and apprenticeships at goldsmith’s workshops, he now uses his professional knowledge and his arti-

stic streak to create jewels that follow the florentine gold-working art. This kind of art is characterized by the deep attention for details and the refined style of jewels made of the finest gold and precious stones. Unique pieces that last forever. At Anna Gioielli is also possible to have original customized necklaces handmade, getting a unique product, without having to renounce to quality, competence and esclusivity. Every single product is handmade and it comes with a warranty certification that guarantees quality either of materials as much as of productive processes. During summer season (15 July - 15 September) the shop moves to Saltino-Vallombrosa, where new season’s previews can be found: gold collection jewels, florentine style, classic line, necklaces and silver works.

ANNA GIOIELLI Via IV Novembre, 53 Tel. 055.864672 - TOSI - REGGELLO (FI) - Atelier di Saltino Vallombrosa Tel. 335.8192188 www.annagioielli.com - info@annagioielli.com


www toscanadove.it

GLI ARBORETI SPERIMENTALI DI VALLOMBROSA

G

li Arboreti Sperimentali di Vallombrosa, rappresentano la più importante collezione italiana di piante nata a scopi scientifici e sperimentali, ha attualmente una collezione di circa 1.800 esemplari per oltre 656 unità tra specie, entità sottospecifiche e cultivar di specie arboree e arbustive ed ha assunto negli anni una rilevante funzione diddatico-ricreativa. In Italia gli arboreti con specie esotiche non sono numerosi e sicuramente quelli di Vallombrosa sono i più importanti, anche a livello europeo, sia per motivi storici che per numero e varietà di individui ospitati, svolgendo anche un ruolo di eccezionale valore nella conservazione della biodiversità ex situ, oltre che per l’estensione della superficie occupata. La prima collezione di piante fu realizzata nel 1870 da Adolfo

Foto: G. M. Pivi

de Bérenger presso Paterno, primo direttore dell’Istituto Forestale, gli attuali Arboreti sono costituiti da cinque sezioni contigue realizzate in epoche diverse, una per ciascuno dei curatori che si sono succeduti dall’anno della sua fondazione: Arboreto Siemoni (1880), Arboreto Tozzi (1886), Arboreto Perona (1914), Arboreto Pavari (1923-1958), Arboreto Allegri (1976). È possibile visitare gli Arboreti di Vallombrosa su prenotazione o durante la stagione estiva il sabato e la domenica dal 1 luglio al 15 settembre con una visita alle ore 10.30 e una seconda alle15.00 info presso il Corpo Forestale dello Sato di Vallombrosa. Distaccato dai menzionati Arboreti e dedicato a R. Gellini è l’Arboreto di Masso del Diavolo (Perona 1894) costituito da specie più termofile (attualmente non aperto al pubblico).

78


www toscanadove.it

T

he arboretum of Vallombrosa, which ranks as Italy’s most important collection of plants cultivated for scientific and experimental purposes, currently holds approximately 5,000 specimens, subdivided into over 700 species of trees and shrubs. Founded in 1870 by Adolfo di Bérenger, the first director of the Forestry Institute,

today’s arboretum is divided into seven smaller ‘arboreta’, created in different periods, each named after the curators who have been in charge from the year of its foundation to the present day.It’s possible to visit the Arboreta of Vallombrosa according to three thematic routes highlighted on the map with different colors, which show different structural and botanical aspects.

79


www toscanadove.it

LA FARMACIA STAGIONALE DEL SALTINO UNA STORICA SUCCURSALE

H

a compiuto un secolo nel 2001 la Farmacia del Saltino, aperta il 15 giugno 1901 dal dott. Francesco Targioni per assicurare assistenza nella stagione estiva ai villeggianti, che affollavano questa località montana nei primi decenni del secolo scorso. Si trattava quindi di una farmacia a carattere stagionale, chiusa durante il periodo invernale e primaverile. Nel 1917 fu venduta al

dott. Pratellesi titolare della farmacia del Comune di Rignano. Alla sua morte fu sanata questa anomalia sul Comune di pertinenza e si decise che titolare fosse un farmacista con sede a Reggello. Dal 30 luglio del 1953, la Farmacia di Vallobrosa divenne così di proprietà del dott. Rossini, farmacista di Tosi. Oggi la dottoressa Anna Maria Pavarini è titolare della Farmacia centrale di Tosi e delle proiezioni di Donnini e Saltino.

FARMACIA DOTT.SSA ANNAMARIA PAVARINI Piazza Indipendenza, 1 Tosi - Via Marconi, 11 Donnini - Via 2 Giugno, Loc. Saltino-Vallombrosa - Tel. 055 864612


www toscanadove.it

I

Saltino Vallombrosa’s Pharmacy

n 2001 it celebrated its 100th birthday. Saltino’s Pharmacy, opened on 15th of July in 1901 from Dr. Francesco Targioni to ensure medical assistance through the summer to people that were coming for the holidays from all over the world on the first decades of the XXth century. It was just a seasonal pharmacy at the begin, closed during winter and spring. In 1917 it was sold to Dr.

Pratellesi, who already owned a pharmacy in the town of Rignano. When Dr. Pratellesi died the council decided that the owner should have been someone from Regello. From July of 1953 Vallombrosa’s Pharmacy was owned by Dr. Rossini, already pharmacist in Tosi. Nowadays, Dr. Anna Maria Pavarini runs the business, together with Tosi’s and Donnini’s branches.

81


www toscanadove.it toscana toscanadove dove.it

A

fine ‘800 il Saltino a Vallombrosa era considerata la Courmayeur di Toscana: meta prediletta di facoltosi e colti viaggiatori, veniva scelta come eccellente località climatica e luogo perfetto per riposarsi fra boschi e pievi. Il culmine della sua notorietà, anche internazionale, fu dovuto all’intuizione moderna del Conte Giuseppe Telfener, principale promotore della linea ferroviaria Sant’Ellero-Saltino. Il progetto presentato nel 1891, ebbe realizzazione nel settembre del 1892 quando entrò in servizio il trenino a cremagliera, che percorreva l’intero percorso in poco meno di un’ora con fermate intermedie in stazioni stilisticamente simili a quelle svizzere, con caratteristico tetto a spiovente. Il successo fu immediato ed esteso, ma non durò a lungo e, dopo il declino della Grande Guerra, la linea fu definitivamente soppressa nel 1924.

B

y the end of the 19th century Saltino Vallombrosa was considered Tuscany’s Courmayeur: favorite spot of most cultured and wealthy travelers for its climate and the relaxing atmosphere of its landscapes. It got to the peak of its national and international celebrity when Count Giuseppe Telfener had the idea of building a railway that would connect Sant’Elle-

ro and Saltino. The main project was presented in 1891 and the railway was completed by September 1892, when the typical little train started running between the two places (it would take less than one hour to cover the entire route), with a few stops in among the way. The success was great and immediate but had short duration and after the World War I the railway was suppressed in 1924.

82


OGNI CAPRICCIO UN PIACERE

cute e dei capelli e per la ricostruzione, utilizzando prodotti estetici delle migliori marche in commercio. Sabrina Vignali, titolare del negozio e le sue collaboratrici sono a disposizione per pettivarvi e acconciarvi per tutte le occasioni e per tutte le stagioni: da una cena romantica ad un appuntamento di lavoro, dall’acconciatura da cerimonia al taglio sbarazzino dell’estate. Perché se è vero che ogni riccio è un capriccio, da Hair Studio ogni capriccio è insieme un dovere e un piacere!

Three professionals are there to take care of your needs, of the beauty and health of your hair, at Hair Studio unisex salon, located in Tosi. Knowledge and competence are our everyday’s work pride and basis, never forgetting courtesy and kindness towards our customers. With us you will always find the familiarity of a smile. We offer a wide range of services to always take the best care of

your hair. Sabrina Vignali, owner of the salon, and her co-workers are always ready to meet your needs and bring out your best look for any occasion: a romantic dinner, a work appointment, a ceremony’s hairstyle or a funny haircut for the summer. So if it’s true that taking care of yourself is the ultimate treat, we will always help you do that always with competence and a hint of fun!

83

Parrucchieri unisex

Tre colleghe, tre professioniste si prendono cura della bellezza e della salute dei capelli, nel salone unisex Hair Studio di Tosi. Esperienza e formazione continua sono alla base del lavoro quotidiano delle tre titolari, senza dimenticare la cortesia che è tipica dei negozi situati in piccole realtà. Qui, la familiarità dei volti e il sorriso hanno un valore importante nella scelta da parte della clientela e nella fidelizzazione della stessa. I servizi offerti sono trattamenti per il benessere della

HAIR STUDIO

www toscanadove.it

HAIR STUDIO di Vignali Sabrina Via IV Novembre, 16 - Tel. 055.864501 Cell. 339.3946490 TOSI - REGGELLO (FI) ginevra102@alice.it


www toscanadove.it

VIAGGIO A DONNINI

U

Bar Alimentari Gustò

Forno Benini

na volta si arrivava con il treno a cremagliera con la ferrovia voluta e realizzata dal conte Giuseppe Telfener per superare le difficoltà dovute al forte dislivello del territorio. Donnini era una stazione intermedia e il treno nell’arco di circa un’ora percorreva il percorso da Sant’Ellero a Saltino-Vallombrosa, dove si godeva il clima salubre di montagna e una vista eccezionale sulla valle dell’Arno. Oggi la località con vocazione fortemente abitativa si raggiunge con facilità in automobile e in pochi minuti. Arrivati nella piazzetta centrale vi assale il profumo del pane del Forno Benini. Le schiacciate appena sfornate, i dolci di pasticceria da forno sono unici per il gusto e il sapore casalingo. Accanto il Bar Alimentari Gustò con tavoli e sedie all’aperto dove potete gustare un caffè e leggere il giornale. E’ il punto d’incontro a tutte le ore degli abitanti e turisti. All’interno un banco alimentare con prodotti locali selezionati. Se si è fatta sera ed è venerdì: apericena e musica dal vivo.

Foto: G. M. Pivi

84


www toscanadove.it

L’ITINERARIO DEGLI INTENDITORI E DEI GOLOSI

Ricercatezze alimentari, dolcezze artigianali, cesti regalo, frutta fresca, aromi e sapori unici

L

ungo il nostro itinerario in Via A. Costa a Pietrapiana incontriamo questo vero e proprio paradiso delle prelibatezze alimentari. Gli intenditori del buon gusto e dei prodotti di qualità, troveranno qui un luogo ideale. Fra gli scaffali le sorprese non finiscono, e così scorreranno davanti agli occhi prodotti speciali di ogni varietà, a partire naturalmente dai salumi e dai formaggi. Particolari i formaggi di Seggiano e la mozzarella di latte di bufala toscana “Muzzarè”. Interessante la linea S. Lucia di formaggio parmigiano, fuso, burro, yogurt, realizzati con latte di montagna. L’Olio Extra Vergine di Oliva o una bottiglia di vini tipici

Deli

del territorio li potete trovare qui, così come la pasta artigianale e genuina e tanti tipi di sottoli e di funghi secchi. La biscotteria è poi davvero irresistibile con mille tipi di prodotti con tutti i gusti e le forme. E poi non manca la frutta fresca di stagione con tutte le primizie. Naturalmente, l’elemento che costituisce “quel qualcosa in più”, è dato dalla cortesia e dalla cordialità che qui si respira: un aspetto questo che invita anche il cliente più esigente a tornare qui, dove si può trovare tutto il meglio per la vostra tavola e scambiare ancora, come una volta, due chiacchiere con Ginevra e Calogera. Servizio a domicilio, aperti la domenica mattina con pane fresco Forno Benini.

heaven

An Aladdin cave filled with an abundance of delicious foods canned in oil vegetables, in season fruit, many varieties of to serve not only special occasions but the everyday table biscuits and much more.
You can expect a friendly and superb with savoury cheeses & cured meats, hand made fresh pasta, customer service from Ginevra and Calogera.

85

MARKET GINEVRA VIA A. COSTA, 19 - TEL. 055.8695584 - PIETRAPIANA – REGGELLO (FI) pinpy3367@live.it


toscanadove.it toscanadove toscana dove.it

86


toscanadove.it toscanadove toscana dove.it

I

l sogno di un personaggio dai molteplici talenti, un vero uomo del Rinascimento, è oggi diventato realtà. Come definire, infatti, Sandro Benini? Fornaio di quarta generazione e tenore appassionato, circa dodici anni fa Sandro ha deciso di acquistare un vecchio fienile utilizzato per lo stoccaggio e come luogo di lavoro e trasformarlo in una splendida villa per offire una vacanza, che si tramuti per gli ospiti in un’esperienza davvero unica. Casa del Forno, Bed&Breakfast, rispecchia la sua anima incline all’arte e alla bellezza delle cose semplici: il risveglio con i prodotti freschi da forno, l’arredamento in stile tradizionale fiorentino, gli affreschi e i mobili d’epoca, le terrazze e la piscina che affaccia-

S

andro Benini was a fourth generation baker. He was also a highly gifted tenor. He loved art in general and he was an artist himself. Twelve years ago Sandro decided to buy an old barn used for storage and as a workplace, turning it into a wonderful villa for a truly unique holiday experience. Today, Casa del Forno is a unique combination of comfort and sophistication. It is exquisitely furnished in traditional Florentine style: the frescoes, antique furniture, superbly landscaped gardens, terraces and panoramic swimming pool all blend sublimely into the beauty of the surroundings. Here guests

no sullo splendido paesaggio toscano. Qui gli ospiti possono trovare tra statue , cipressi e fiori un posto al sole o all’ombra per leggere, chiacchierare, rilassarsi e godersi un bicchiere di Chianti locale. Avete velleità sopite in cucina? Potrete partecipare ai corsi di cucina guidati da chef esperti, imparando a preparare un tipico pasto toscano di quattro portate, abbinando ogni piatto con i vini adatti ed infine gestendo gli spazi di una cucina professionale. Per i cultori del nettare di Bacco, si propongono tour enologici fra le strade del vino e le cantine della Toscana. Inoltre, è attivo un servizio di prenotazioni per i biglietti di musei, teatri ed eventi a Firenze, ma anche a Verona, Arezzo ed in altre città d’arte italiane. can find among statues, cypresses and flowers a place in the sun or in the shade to read, talk, relax and enjoy a glass of Chianti wine. If you would like to put yourself to the test as a cook, you can try the cooking classes. Guided by friendly expert chefs, you will learn how to prepare a typical four-course Tuscan meal, and also you will learn how to match each dish with suitable wines. For all who love the nectar of Bacchus is possible to join the wine tasting tours among best wineries and cellars in the idyllic wine roads. Tickets for museums, theatres and concerts in Florence, Verona and Arezzo can be booked in advance.

87

CASA DEL FORNO Via Diaz 5, DONNINI (FI) - Vania: 347.0008102 - Marco: 347.3118588 www.casadelforno.com - info@casadelforno.com


www toscanadove.it

PIEVE DI SANTA MARIA A SCÒ

D

ocumentata già nel1008 è stata costruita in due momenti diversi visibili osservando il paramento murario che, nella parte anteriore, è realizzato con conci di pietra arenaria disposti in modo rigoroso, nella parte posteriore invece con pietre più piccole e in modo meno accurato. La decorazione dei capitelli, con figure antropomorfe, animali ed elementi vegetali, appartiene al medesimo contesto culturale della Pieve di Gropina. Conserva un affresco quattrocentesco frammentato raffigurante la Madonna con Bambino in trono, attribuita a Paolo Schiavo. La Pieve si trova lungo la Setteponti, antica strada, di probabile origine etrusca, lungo la cui direttrice sorsero nell’XI secolo una serie di pievi a controllo politico e religioso del territorio.

88


www toscanadove.it

Ilaria

cortesia e professionalità dedicate alle clienti

Ilaria (formata alla scuola professionale Polverini Academy di Firenze) si può ormai considerare una vera professionista nelle acconciature femminili. Per quest’anno si prevedono look eleganti all’insegna della naturalezza. Ilaria grazie ai corsi di aggiornamento e alla continua ricerca dei prodotti migliori sarà sempre pronta e precisa per soddisfare le vostre richieste. Il capello va sempre curato per evitare che si rovini, e lei vi proporrà consigli e prodotti specifici. Lavora e crea acconciature in piazza Europa a Piandiscò a pochi passi dalla Pieve. Le capacità professionali e i suggerimenti di prodotti affidabili vi faranno avere veramente delle acconciature perfette e sempre attuali.

Ilaria This beauty salon is stylish, spacious and bright and it’s located in Piazza Europa, Pian di Scò. Ilaria with her friendly yet professional approach will take care of your hair off ering a unique and personalised service.

“ILARIA” di Ilaria Giuliani PIAZZA EUROPA, 14 - CELL. 347.3644554 - PIAN DI SCÒ (AR) ilagiuliani74@gmail.com

89


PITTI VIAGGI La tradizione del viaggiare: entra anche tu nel giro di chi gira il mondo!

S

empre lo stesso team, la famiglia Baldecchi di Pitti Viaggi da più di 30 anni opera nel settore turistico, nel prestare consulenza per costruire insieme il viaggio alla scoperta dell’Italia. Viaggi di nozze, viaggi di lavoro, una convention o un evento speciale e inoltre dal semplice biglietto aereo al classico soggiorno estivo o invernale. Prenotazioni per viaggi individuali o di gruppo, prenotazioni alberghiere in Italia e all’estero. La doppia attività di noleggio autobus e di tour operator, fa di Pitti Viaggi la struttura completa per conoscere il mondo. Curano l’organizzazione in proprio di pacchetti turistici per gruppi e per scolaresche. Ma è possibile avere anche il servizio di solo noleggio pulman. Il ricco parco macchine va dagli autobus Gran Turismo a mezzi di pochi posti per piccoli gruppi. Se tutto ciò non basta c’è la particolarità che è un’azienda a conduzione familiare, che fa la differenza, nella cura dei particolari e nell’attenzione personalizzata ad ogni cliente.

travEl thE world with Pitti viaggi

T

he Baldecchi family offers over 30 years of expertise in the travel sector to customise any need: from honeymoon to school trips. Unlike many other travel agencies, Pitti Viaggi also offers car rental services with a top of the range car fleet including buses and mini vans. And because this is a family business you can be sure you will be well looked after. PITTI VIAGGI VIA ITALIA, 12 - TEL. 055.960496 - FAX 055.9631037 ALESSANDRO BALDECCHI 339.4762360 - PIAN DI SCOʼ (AR) www.pittiviaggi.it - info@pittiviaggi.it

Pieve di Santa Maria a Scò


EDILMARMI

L’ARTIGIANALITÀ E LA PROFESSIONALITÀ APPLICATA ALLE PIETRE DURE E MARMI PREGIATI.

E

cco il recapito prezioso per chi necessita di lavori edili per la casa con l’applicazione e uso di materiali pregiati e ricercati come le pietre di granito e marmi ornamentali. La serietà dell’impresa è garantita dalla ineccepibile professionalità di Carmine Iavarone che vanta una esperienza maturata negli anni sin da quando cominciò nel 1999 nel garage di casa a Figline fino a oggi nei grandi e luminosi locali nella zona artigianale di Pian di Scò a Faella Una grandissima esposizione e vendita con consulenza di rivestimenti per esterni con pietre ornamentali (marmo di Carrara e colorati, graniti e una vasta scelta di pietre). Offre materiali per fontane, piscine, caminetti, scale per interni ed esterni, arredi cimiteriali, porte, finestre e cucine. Dotato di mezzo proprio, si reca personalmente nelle cave della nostra Toscana e del Lazio per scegliere personalmente i materiali che espone nell’azienda. Ma la formula vincente è la flessibilità in quanto possono realizzare su progetto e su misura qualsiasi applicazione in pietre pregiate. L’esperienza del signor Carmine e dei suoi operai è messa a disposizione del cliente per cercare di soddiasfare qualsiasi tipo di esigenza , anche con l’ausilio di macchinari specializzati, che concorrono a rendere il prodotto finito ancora più preciso e di qualità.

EDILMARMI VIA M. BIAGI, 2 - TEL. 055.9158588 - FAX 055.9152818 - CELL. 329.3522789 FAELLA – PIAN DI SCOʼ (AR) - info.edilmarmi@gmail.com

CARMINE IAVARONE The old art of laboring marble is still alive in the Faella workshop. Here the white Carrara marble is shaped to create wonderful fire places, stairs, arches and tables that add richness and value to any property. An old tradition mastered by Carmine Iavarone with passion and dedication, the very same care that his customers will receive.


www toscanadove.it

CASTELFRANCO DI SOPRA ERA... UNA NUOVA TERRA, UNA TERRA FRANCA, UNA DELLE CITTA’ IDEALI DISEGNATE DA ARNOLFO DI CAMBIO

I

mmaginate un borgo storico fervente di vita dove arti, mestieri, cultura, e tutto ciò che serve è a portata di mano; dove il cibo è a Km 0 e di grande qualità, dove bellezza, tecnica e funzionalità convivono in armonia, dove si amano la convivialità e i ritmi contemplativi della campagna e della tradizione. Immaginate un borgo dove ognuno svolge l’attività alla quale da più valore e significato, l’attività che meglio corrisponde e onora il proprio talento. Immaginate un borgo dove la vita sociale è ricca e la rete di scambi culturali molto vasta. Chi non vorrebbe vivere in un posto così? Ma un posto così esiste? Si, esiste davvero, e lo sta creando Elisa Grandis (in arte Flora - orafa e gemmologa, artista e imprenditrice creativa con alle spalle molte esperienze convergenti su questa visione) con un progetto che si chiama TERRA FRANCA, con il quale ha deciso di scommettere sui saperi e sul saper fare degli italiani. Il paese di Castelfranco sta per diventare un grande centro formativo artigianale ed artistico il cui intento è creare per i giovani un futuro più appagante e ricco di possibilità. IL PROGETTO TERRA FRANCA ha come scopo l’individuazione e la realizzazione di nuovi modi di abitare il pianeta, nuovi modi di fare economia, nuove pratiche che escano dalla logica che confonde economia con finanza, benessere con accumulo. Il suo fulcro sono la cultura e la bellezza, considerati il motore della vita, indispensabili per far ripartire un volano economico reale e duraturo. VALORIZZIAMO INSIEME CIÒ CHE ABBIAMO... Abbiamo tesori architettonici, paesaggistici, agricoli, artistici,

TEAM OPERATIVO DEL PROGETTO TERRA FRANCA PIAZZA VITTORIO EMANUELE 21 - CASTELFRANCO PIAN DI SCÒ (AR) TEL. 055.9149389 - CELL. 331.1560764 info@terrafranca.org - www.terrafranca.org

artigianali, gastronomici. Abbiamo eccellenze insite nel patrimonio genetico dell’Italia . Abbiamo capacità di coniugare arte e scienza, poesia e tecnica. Recuperiamo tutto questo insieme alla nostra dignità e alla consapevolezza del nostro valore. Creiamo arte di vivere per noi e per i turisti che vogliono assaporare la cultura e la bellezza tipiche dell’Italia. “Ho scelto Castelfranco di Sopra (Arezzo) perchè è un luogo ideale in tutti i sensi: per le sue caratteristiche geomorfologiche, territoriali, urbanistiche ed architettoniche può prestarsi con successo a diventare il prototipo delle nuove realtà che fanno nascere economie locali vincenti”. Nel cuore dell’Italia, nel Valdarno, che è la parte più vera e preservata della Toscana, baricentrico rispetto a tre grandi città della Toscana (Firenze – Siena – Arezzo), facilmente raggiungibile, Castelfranco può diventare una fucina di arti e mestieri e una nicchia di agricoltura consapevole, restando in pieno contatto e scambio attivo con il mondo . “Qui hanno dipinto Masaccio e Leonardo Da Vinci e io mi immagino i locali in disuso trasformati in atelier artistici; le botteghe vuote pronte ad ospitare sarte e maestri liutai, speziali, calzolai, impagliatori; i capannoni abbandonati ristrutturati per rivivere come officine di arti e mestieri; gli appartamenti disabitati trasformati in accoglienza per stranieri desiderosi di imparare un mestiere o per turisti in cerca di buona gastronomia bio, di meraviglie paesaggistiche e di spettacoli teatrali di qualità. Attualmente abbiamo la possibilità di offrire corsi artigianali e culturali con professionisti qualificati, come, per

92


CASTELFRANCO DI SOPRA

F

ondata nel 1299 conserva numerose testimonianze storiche e architettoniche del suo ricco passato. Terra di confine tra le provincie di Arezzo e Firenze è situata lungo la strada provinciale della Setteponti. La piazza centrale fu disegnata da Arnolfo di Cambio, insieme alla torre e alle mura. Il Palazzo Comunale, costruito nei primi decenni del ‘300 e poi ampliato alla fine del ‘400, ha la facciata decorata con stemmi di Podestà e Priori locali. In una nicchia in alto si trova un affresco del ‘700 che raffigura San Filippo Neri.

esempio, il corso permanente di musica vocale medievale e rinascimentale: Canti di Re e Regine tra il X e il XIV Secolo. Crediamo fermamente in questo progetto perché, come Associazione (e nel prossimo futuro come Fondazione ), creiamo e ricerchiamo sinergia, consapevoli che attualmente le sporadiche iniziative delle piccole imprese non hanno più la forza di incidere sulla realtà locale per migliorarla, non riescono più a funzionare economicamente. E’ necessario che tutte le attività si sostengano a vicenda creando un sistema virtuoso, positivo per tutta la comunità, come avveniva intorno al 1000 D.C. dove per costruire una Cattedrale Gotica, tutti si prodigavano contribuendo al progetto con le proprie risorse: dal grande architetto che “vedeva” e poi disegnava la cattedrale, alle maestranze, ai mercanti che davano denaro, alle donne che cucinavano per chi lavorava. Così facendo, tutti mettevano a disposizione il meglio di se stessi e tutti erano ugualmente indispensabili, tutte le competenze e le risorse della comunità convergevano per creare un capolavoro di cui tutti avrebbero beneficiato. Dopo averlo immaginato, lo abbiamo desiderato e adesso lo stiamo trasformando in realtà.... Progetto Terra Franca. www.terrafranca.org

TERRA FRANCA PROJECT

where we give roots to our dreams

In Valdarno, the undiscovered heart of Tuscany, a village designed by the great architect Arnolfo da Cambio in 1299 and meant to become an ideal town, is ready to have a new birth. Castelfranco di Sopra ( Arezzo) , where Leonardo da Vinci and Masaccio painted their masterpieces, will become a concentrate of italian excellencies : art, culture, crafts, organic agricolture, gastronomy, architecture and landscape will join together to create a new virtuous economy.


www toscanadove.it

LA CLINICA DELLE LANCETTE DEL TEMPO TENDENZE E PROFESSIONALITÀ DA INDOSSARE una boutiQuE raFFinata E di grandi MarChE in un PiCColo CEntro urbano

I

servizi offerti dall’Orologeria Gioielleria Rabatti a Castelfranco di Sopra, sono quelli di un negozio specializzato - tipico delle grandi città - con il plus della cura della clientela e di una professionalità riconosciuta, come è possibile solo nei piccoli centri abitati. Andrea Bini è un vero esperto di orologi, compresi quelli con i meccanismi antichi, che ripara nel suo laboratorio, attrezzato con macchine e utensili di ultima generazione ai quali unisce la passione e la manualità degli artigiani. Per quanto riguarda la vendita di gioielli e orologi di marca, il negozio dispone di una saletta riservata nella quale i clienti possono visionare gli oggetti. Davvero ampia la scelta per soddisfare ogni fascia di età, gusto e portafogli: Citizen, Glycine e Perseo. Fra i gioielli Nomination, Pandora e Annamaria Cammilli.

94


dove.it

RABATTI – THE CLOCKS’ CLINIC Trend and excellence, pret-a-porter

A

precious boutique that brings the excellence of major brands to a little town. Rabatti Jewelery Store in Castelfranco di Sopra, offers to its customers the widest range of services, like the one you can get in a big city, still delivering the best care to every single customer, like the one you can only get in a little town. Andrea Bini, owner and manager, is an expert in the field. He repairs any kind of watches and clocks, in the back of his shops, matching the quality of last generation’s machinery with his passion for tradition in horology. Our offer can meet every customer’s need: from classic Citizen, Glicine e Perseo jewelry: Nomination, Pandora and Annamaria Cammilli.

95

RABATTI GIOIELLERIA OROLOGERIA di Andrea Bini VIALE A. DE GASPERI, 32 - TEL. 055.9149596 - CASTELFRANCO DI SOPRA (AR) www.rabatti.it - inforabatti.it


NUMERO UNICO DISTRIBUZIONE GRATUITA La diffusione è diretta ai cittadini e agli operatori economici dei Comuni del Valdarno, agli uffici di informazione e turistici del territorio locale e regionale. Si ringraziano gli operatori economici che con la loro partecipazione hanno consentito la realizzazione di questa pubblicazione. In copertina: Abbazia di Vallombrosa (Foto G.M. Pivi) Si ringraziano Le Amministrazioni Comunali per la disponibilità e collaborazione. La Pro Loco di Reggello. Foto Eurofoto - M. Zita - G.M. Pivi L. Morandi - S. Marsini Atelier 2 Marzo 53 P. Pelli - V. Nocentini Ufficio stampa del Comune Figline e Incisa Valdarno Archivio Storico Circolo Fotografico Arno. Siti internet di riferimento Testi Redazione Eurofoto - R. Bruni Siti internet dei Comuni presenti nella rivista www.borghitalia.it Traduzioni A. Di Chiara - A. Lussi. Progetto Grafico e impaginazione V. Nocentini. Stampa Tipografia Graffietti Marketing e coordinamento EUROFOTO Edizioni fotografiche Roma - Firenze Tel. 328.2591891 - 331.7033417 www.toscanadove.it info@toscanadove.it eurofoto.foto@virgilio.it riproduzione vietata anche parziale

Leopoldo Morando 340.0910259

Informazioni e prenotazioni Tel.328.2591891 www.toscanadove.it info@toscanadove.it


ANNA GIOIELLI Tosi - Via IV Novembre, 53 - REGGELLO (FI) Tel. e Fax 055864672 www.annagioielli.com - info@annagioielli.com


ISOLA COOPERATIVA SOCIALE Ottime soluzioni con attenzione al sociale Via Olmini, 10 - Tel. 075.837786 - PANICALE (PG)


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.