Azimut n. 1/2022

Page 1

NORMATIVA

Consumo di suolo e contenimento energetico La posizione di Ance Marche sul Superbonus

NORMATIVA

La posizione della Cna Ancona sul Superbonus

NORMATIVA

A rischio il comparto edile, servono misure urgenti per compensare i maggiori costi e adeguare i prezziari. La posizione di Confartigianato sul Superbonus



Periodico regionale a cura del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Ancona Corso Garibaldi 91/a - 60123 Ancona (AN) info@geometrian.it - www.geometrian.it Anno XLVI - N. 1/2022

Azimut

Sommario

PUBBLICAZIONE TRIMESTRALE Reg. Trib. Ancona 8 Luglio 1975 Comitato di Redazione Presscom Piazza Ciabotti, 8 - 60035 Jesi (AN) Tel. 0731.215278 - Fax 0731.213352 info@presscom.it

Rendere strutturale il Superbonus

5 Normativa

DIRETTORE RESPONSABILE Diego Sbaffi

Consumo di suolo e contenimento energetico

COORDINAMENTO EDITORIALE Davide Amicucci d.amicucci@presscom.it

10 Normativa

REDAZIONE Diego Sbaffi Giampiero Fabbri Vinicio Montanari Luca Orletti Marco Brugiapaglia

La posizione della Cna Ancona sul Superbonus

HANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO: Diego Sbaffi, Stefano Violoni, Giampiero Cardinali, Emanuele Martelli, Alberto Romagnoli, Landino Ciccarelli, Fabio Badiali, Devis Ciuccio CONSULENTI PER LA COMUNICAZIONE Gianni Moreschi g.moreschi@presscom.it IMPAGINAZIONE Studio FLORIO - Via Aldo Moro, 38 62010 Sambucheto di Montecassiano (MC) CREDITI FOTOGRAFICI Archivio AZIMUT PUBBLICITÁ CONCESSIONARIA AZIMUT Presscom - Piazza Ciabotti, 8 60035 Jesi (AN) Tel. 0731.215278 - Fax 0731.213352 Gianni Moreschi g.moreschi@presscom.it

Azimut viene inviato gratuitamente agli iscritti agli Albi Professionali del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Ancona, agli uffici decentrati del Genio Civile, agli uffici tecnici dei Comuni e delle Province, a tutti gli enti pubblici e a tutti coloro che hanno rapporti con la categoria. La collaborazione è aperta a tutti i singoli professionisti e agli organi rappresentativi di categoria. Manoscritti, dattiloscritti, elaborati, disegni, fotografie, anche se non pubblicati, non vengono restituiti. Ogni autore risponde direttamente delle proprie affermazioni che non impegnano nè la redazione nè il Collegio. Gli scritti possono essere pubblicati anche siglati o anonimi, per desiderio degli autori i cui nomi restano comunque reperibili presso la redazione.

Inserzionisti: Subissati................................ Geomax.................................. Diemme................................. Geo Network.......................... MicroGeo...............................

2 Editoriale 3 Normativa

a

2 di Cop. pag. 15 pag.20 pag.23 pag.42

12 Normativa

A rischio il comparto edile, servono misure urgenti per compensare i maggiori costi e adeguare i prezziari

16 Normativa

Superbonus 110% volano per l'economia

21 Normativa

Superbonus fiscali in edilizia

24 Istituzioni

Nascerà un museo dedicato al medico Carlo Urbani

28 Collegi

In crescita il lavoro dei Geometri campani con il Superbonus

31 Istituzioni

Una visione globale per la ricostruzione post sisma

36 Immobiliare

Nel 2021 +34% delle compravendite in ambito residenziale

38 Edilizia

Indagine semestrale sul settore delle costruzioni MARZO 2022

1


Azimut Editoriale Il primo numero del 2022 è un numero largamente dedicato alla tematica del Superbonus 110% e di altri bonus. Abbiamo voluto sentire molte voci di tutta la filiera dell'edilizia. Iniziamo con la posizione del nostro Collegio con l'articolo del Presidente Diego Sbaffi. Proseguiamo con i pareri di Ance Marche con il Presidente Violoni, della Cna Ancona con il Presidente Cna Costruzioni Giampieri e della Confartigianato con il responsabile Edilizia Confartigianato Imprese Ancona - Pesaro e Urbino, Emanuele Martelli. Segue il parere del Presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ancona Alberto Romagnoli. Di seguito l'articolo di Landino Ciccarelli, del Comune di Jesi. L'intervista con il sindaco vede il Sindaco di Castelplanio, Fabio Badiali. Poi l'intervista al Presidente del Collegio dei Geometri della Provincia di Napoli e quella al Deputato Tullio Patassini. Chiudiamo il numero con due articoli di scenario: il primo sulla ricerca Nomisma sull'immobiliare e il secondo con l'indagine semestrale sul settore delle costruzioni di Ance Marche. Buona Lettura.

È online il nuovo sito del Collegio

www.geometriancona.it

2

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Normativa

Rendere strutturale il Superbonus La posizione del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Ancona

DIEGO SBAFFI Presidente Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Ancona

Scrivere sul Superbonus è una cosa estremamente

per rendere complicati i percorsi.

difficile perché è una materia in continua evoluzio-

Ci sono settori che sono estremamente preoccupa-

ne con tutte le aspettative e le criticità che l’ac-

ti, una cosa è certa oggi chi è in sicura difficoltà

compagna dall’emanazione del provvedimento,

sono coloro che hanno correttamente program-

che, a tutt’oggi, è una legge ancora da definire.

mato e pianificato e hanno fatto affidamento su regole del gioco che sembravano essere chiare e

Regole certe e basta cambi di rotta, burocrazia

definite e su quelle professionisti seri e imprese

zero, il Superbonus rischia di essere affossato e

oneste hanno pianificato la loro attività ed oggi

l’entusiasmo iniziale vacilla, molti cantieri sono

con oltre sedici modifiche durante il suo percor-

fermi, pratiche bloccate, nuovi progetti al palo,

so legislativo, e non è finita ancora, cambiamenti

questo il grido di dolore e l’appello alla politica

normativi spesso non chiari creano problemi a

emerso dall’ultimo incontro organizzato dal Co-

tutto il sistema.

mitato Geometri delle Marche svoltosi nel mese

Alla burocrazia che ogni giorno cambia le carte

di Aprile a Macerata, una sorta di stati generali

in tavola si è aggiunto il caro materiali impressio-

dell’edilizia che ha visto insieme tecnici di ogni

nante, la mancanza di manodopera, mancanza dii

ordine professionale, amministratori, università,

materie prime, e dai dati emerge che solo un pro-

commercialisti, e poi ANCE, UNAI, e responsabili

getto su tre è partito. Chiaramente occorre essere

Agenzia Entrate, ASUR, VV.FF. e quindi Onorevoli e

fiduciosi che la politica possa far ripartire questo

il Commissario Straordinario per la Ricostruzione,

meccanismo, in particolare tutto quanto legato al

tutti attori di un sistema molto complesso.

mondo bancario delle cessioni del credito. Questa in particolare è un’altra delle cose che non sta fun-

Il superbonus ad oggi appare come un’occasione

zionando: il decreto antifrodi che ha limitato la

mancata nel senso che uno strumento che avrebbe

cessione del credito ha ingessato il sistema, per-

fortemente rilanciato economia poiché incide in

ché molte banche hanno già raggiunto il plafond

un comparto, quello d’edilizia che ha un enorme

massimo di concessione e non potendolo più dare

importanza e che ha comunque procurato un vola-

ad altri soggetti, hanno messo in grossa difficoltà

no enorme di interesse sulle parole Green, recupe-

professionisti e imprese che oggi non possono ri-

ro, riqualificazione.

entrare in attività che hanno già iniziato a fare,

Provvedimento che potrebbe essere positivo, sal-

o progettazioni eseguite e cantierabili da tempo.

vifico, necessario, ma pare che ci si stia attivando

Occorre un’azione politica forte mentre il governo MARZO 2022

3


1 2022

Azimut

Normativa

La proposta concreta potrebbe essere quella di una legge per rendere strutturale il Superbonus, quindi una legge ordinaria, non straordinaria, con aliquote magari più basse del 110%, ma che duri nel tempo, e dia la possibilità ai cittadini di intervenire concretamente nel miglioramento sismico degli edifici e nell’efficientamento energetico. A tal proposito in merito alle rinnovabili, in un seminario svolto ad Osimo è emerso che l’iter autorizzativo per realizzare impianti di una certa ridimostra sempre più spesso che ha una chiara intenzione di bloccare, rallentare e complicare quello che è lo strumento del Superbonus che avrebbe tranquillamente fatto ripartire l’economia dell’intero paese. Chiaramente la via d’uscita è quanto premesso circa le regole chiare in modo da poter programmare; questo chiaramente lo deve capire il governo poiché il Parlamento sembra che lo abbia capito, almeno dalle interlocuzioni con gli esponenti politici che hanno partecipato al convegno. Oggi abbiamo bisogno di una politica accorta e attenta a cui noi professionisti ci rivolgiamo, una politica che sappia recepire i messaggio lanciati, che non venga a fare le passerelle politiche o a raccogliere consensi elettorali, ma che deve risolvere il problema che attanaglia tutta la filiera dell’edilizia. La strada è lunga e c’è bisogno di impegno concreto di tutti, purtroppo mentre sto scrivendo queste riflessioni leggo quanto espresso dal nostro Premier Mario Draghi al Parlamento Europeo, in sintesi una bocciatura e contrarietà al provvedimento che crea allarme e sfiducia negli addetti ai lavori, professionisti in primis. L’altra cosa che occorre assolutamente cambiare è la norma sulle asseverazioni che colpevolizza fortemente il professionista rendendolo il massimo responsabile di tutta la filiera di un eventuale dolo, dato che si va sul penale, ma una eventuale frode ha tanti colpevoli e non solo il professionista.

4

MARZO 2022

levanza richiede circa undici passaggi, quando la media europea per costruire un impianto è di circa un anno e in Italia si viaggia tra i sei e i sette anni e solo il 50 % dei progetti che vengono presentati vede la realizzazione; l’altro 50% si perde tra le varie carte. Occorre quindi cambiare passo, è la voce unica che emerge da tutti gli attori in campo per fare in modo che tutto l’impegno e tutti gli investimenti di tutti gli attori della filiera dell’edilizia siano produttivi per intero paese. L’edilizia è un settore in grado di trainare l’economia dell’intero paese in un momento di grande difficoltà, perché dalla crisi non si esce con le restrizioni o con i bonus ma si esce soltanto con il rilancio dell’economia che può avvenire creando lavoro affidabile serio e duraturo, quindi occorre garantire che questa legge diventi strutturale e consenta di mettere in sicurezza il patrimonio immobiliare di tutto il paese e di avere una riqualificazione energetica che ci consenta di guardare al futuro con altre prospettive.


Azimut

1 2022

Normativa

Consumo di suolo e contenimento energetico La posizione di Ance Marche sul Superbonus

STEFANO VIOLONI Presidente ANCE Marche

Un costo complessivo compreso tra gli 81 e i 99

CONTENIMENTO ENERGETICO

miliardi di euro, in pratica la metà del Piano nazio-

La ricerca tecnologica, la digitalizzazione e soprat-

nale di ripresa e resilienza, quello che l’Italia po-

tutto il recupero del patrimonio edilizio esistente

trebbe essere costretta a sostenere a causa della

giocheranno un ruolo fondamentale per il raggiun-

perdita dei servizi ecosistemici dovuta al consumo

gimento dei target prefissati. Gli edifici, infatti,

di suolo tra il 2012 e il 2030. Questa è l’allarman-

sono responsabili di oltre un terzo delle emissioni

te situazione che emerge dall’edizione 2021 del

di Co2 nel “vecchio continente” e del 40% del con-

Rapporto italiano sul Consumo di Suolo, dinamiche

sumo energetico dei ventisette Paesi membri.

territoriali e servizi ecosistemici presentato dal Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente. Già a partire dal lontano 2006, l’Europa guardava ad un futuro centrato sulla tutela del suolo alla quale si è affiancato, nel 2011, il contenimento energetico. Entro il prossimo anno, l’UE si doterà di una normativa comunitaria specifica che garantirà ai terreni lo stesso tipo di tutela giuridica di cui godono le altre risorse fondamentali per gli ecosistemi come l’acqua, l’aria e il mare. La strategia punta a raggiungere l’azzeramento netto del consumo di suolo entro la metà del secolo. La parola d’ordine è “rigenerare” promuovendo il riutilizzo delle superfici già occupate e, quando ciò non è possibile, compensando l’impatto adottando soluzioni come i green buildings per

IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI

ridurre al minimo la perdita di servizi ecosistemici.

Opere pubbliche

Gli obiettivi sono elevati anche per il conteni-

Nella fase di ripartenza post-pandemica, il settore

mento energetico: il Green Deal punta a ridurre

delle costruzioni e la sua filiera sono stati posti al

le emissioni nette di gas a effetto serra del 55%

centro del rilancio dell’economia di quasi tutti i

entro il 2030 e fare dell’Europa il primo conti-

grandi piani dei Paesi dell’UE, che focalizzano gran

nente a impatto climatico zero entro il 2050.

parte delle risorse sul recupero del patrimonio esiMARZO 2022

5


1 2022

Azimut

Normativa tente e sull’edificazione di infrastrutture digitali e

ritroviamo sopraffatti dagli eventi e in condizioni

di trasporto.

di grave emergenza.

Per affrontare la profonda crisi economica indotta

Il drastico mutamento del contesto sociopolitico

dal Covid-19, infatti, la Commissione Europea ha

ed economico globale sta generando un forte ral-

messo in campo il più ingente pacchetto di stimolo

lentamento della ripresa economica generale ed in

fiscale mai finanziato, il Programma Next Gene-

particolare del nostro settore. La realtà dei fatti ci

ration EU (NG-EU) che mette a disposizione delle

parla di un mondo che è col fiato corto per quanto

economie europee 672,5 miliardi di risorse, di cui

riguarda la disponibilità di diversi materiali strate-

312,5 miliardi in sovvenzioni e 360 in prestiti.

gici per l’industria delle costruzioni, ed è costretto

Uno degli obiettivi del PNRR, declinazione nostrana

a fare i conti con un generale e strutturato aumen-

del piano europeo, è il rilancio degli investimenti

to dei prezzi di ogni tipo di materia prima.

della Pubblica Amministrazione scesi in valore di

L’enorme rincaro della componente energetica per

oltre il 30% tra il 2007 e 2020.

il comparto costruzioni si è tradotto in un importo della bolletta cresciuto del 33,1% tra il 2019 e il 2021, e le prospettive per l’anno in corso sono di nuovi vistosi rialzi, considerando che i prezzi del primo trimestre mostrano un balzo del 112% rispetto allo stesso periodo del 2019. Con l’escalation del conflitto in Ucraina, nei primi giorni dello scorso mese, le acciaierie nazionali ed europee hanno comunicato ai propri clienti la

Figura 1 – Fonte ISTAT

chiusura delle offerte.

Al fine di garantire una significativa inversione di

La forte crescita del costo dell'energia e il deci-

tendenza, il Piano destina circa il 62% delle risorse

so rincaro del rottame sui mercati internazionali

addizionali al finanziamento delle opere pubbliche

(in Turchia dallo scoppio della guerra le quotazio-

e il programma del quinquennio 2021-2026 preve-

ni sono salite di oltre 120 $ la tonnellata) hanno

de una velocità di esecuzione per le opere pari a

determinato anche per la distribuzione un atteg-

circa 100 mln di euro di lavori al giorno.

giamento cauto, con vendite ridotte al minimo in

Ma dopo anni di crisi che hanno decimato le im-

attesa del consolidarsi dei nuovi prezzi alla produ-

prese edili, le dimensioni e la rapidità della cre-

zione.

scita hanno reso difficile la risposta dell’offerta

Questo fenomeno è talmente grave da mettere in

alla domanda e hanno portato come correlato un

pericolo non solo la partenza delle nuove opere,

forte incremento dei prezzi. Questo fenomeno –

ma soprattutto il proseguimento dei cantieri in

determinato dall’aumento esponenziale della do-

corso di esecuzione, con evidenti ripercussioni sul-

manda mondiale di materie prime e dalla rottura

la collettività che non potrà beneficiare di opere

temporale delle catene logistiche distributive, ma

concluse nei tempi stabiliti.

anche da un processo speculativo – se in principio

6

appariva transitorio è, invece, perdurato anche

Mercato privato e agevolazioni fiscali

nel medio periodo. E se fino a poco tempo fa il

Il mercato privato, trainato dagli incentivi fisca-

“caro materiali” rappresentava una marcata criti-

li, rappresenta una delle poche riserve di ossigeno

cità, con lo scoppio della guerra russo-ucraina, ci

per il settore delle costruzioni.

MARZO 2022


Azimut

Secondo i dati ENEA, il Superbonus sta avendo un successo notevole: 139.029 cantieri aperti ed investimenti che hanno raggiunto quota 24,3 mld di euro al 31 marzo 2022 (48,7 % per i condomini, il 33,5% per le unifamiliari e il restante 17,7% per le unità funzionalmente indipendenti). Nelle Marche i numeri sono decisamente più contenuti: 3.029 asseverazioni presentate per un ammontare di 598,2 mln di euro (62% per i condomini, il 23% per le unifamiliari e il 15% per le unità funzionalmente indipendenti). I report restituiscono una realtà molto distante rispetto alle regioni te dalla Ricostruzione post sisma 2016. capofila, certamente più dinamiche e non interessate dalla Ricostruzione post sisma 2016.

Normativa

Il committente privato, infatti, è riuscito fino-

Superbonus 110% Sueperbonus 110%

ra a fronteggiare le maggiori spese sopravvenute 30000

nell’ultimo periodo. Ma l’assenza sui mercati del-

25000

le principali materie prime e il caro energia – che mln €

hanno determinato il fermo di moltissime aziende

20000 15000 10000

produttrici di calcestruzzo, bitume, mattoni e ac-

5000

ciaio – rischiano, a brevissimo, di compromettere

0

anche questa fetta di mercato. Secondo il Cresme, nel 2021 gli investimenti in

ago-21

set-21

ott-21

nov-21

dic-21

gen-22

feb-22

mar-22

ITALIA

ago-21 5685,1

set-21 7495,4

ott-21 9741,5

nov-21 11936

dic-21 16204,3

gen-22 18332,7

feb-22 21144,5

mar-22 24227,6

MARCHE

161,5

213,3

268,4

326,6

431

467,3

523,3

598,2

MARCHE

costruzioni sarebbero cresciuti del 17,6% rispetto

ITALIA

Figura 2 – Elaborazione ANCE Marche su dati ENEA

all’anno precedente grazie soprattutto alla com-

Sueperbonus 110% 8000

ponente di rinnovo residenziale (+25,2%).

7000

I dati del XXXI Rapporto congiunturale e previsio-

6000

nale, prevedono per il 2022 per gli investimenti in mln €

5000

edilizia una crescita del 6,6%.

4000 3000 2000 1000 0

ago-21

set-21

ott-21

nov-21

dic-21

gen-22

feb-22

mar-22

LOMBARDIA

ago-21 857,9

set-21 1127

ott-21 1451,8

nov-21 1820,8

dic-21 2622,8

gen-22 2976,5

feb-22 3489,8

mar-22 4016,7

LAZIO

560,2

746,5

941,7

1145,9

1457,8

1692,6

1958,8

2244,7

MARCHE

161,5

213,3

268,4

326,6

431

467,3

523,3

MARCHE

LAZIO

598,2Pagina | 3

LOMBARDIA

Figura 3 – Elaborazione ANCE Marche su dati ENEA

Sueperbonus 110%

Per gli investimenti in recupero abitativo, si re-

700

gistra un segno ampiamente superiore rispetto a

600 500

della rapida ripresa della domanda stimolata dagli eccezionali incentivi che hanno reso gli interventi sugli edifici esistenti un’occasione irripetibile.

mln €

quanto formulato negli anni precedenti per effetto

400 300 200 100 0

Secondo i dati ENEA, il Superbonus sta avendo un successo notevole: 139.029 cantieri aperti ed investimenti che hanno raggiunto quota 24,3 mld di

MARCHE

ago-21

set-21

ott-21

nov-21

dic-21

gen-22

feb-22

mar-22

ago-21 161,5

set-21 213,3

ott-21 268,4

nov-21 326,6

dic-21 431

gen-22 467,3

feb-22 523,3

mar-22 598,2

MARCHE Figura 4 - Elaborazione ANCE Marche su dati ENEA

euro al 31 marzo 2022 (48,7 % per i condomini, il 33,5% per le unifamiliari e il restante 17,7% per le

Pagina | 4

unità funzionalmente indipendenti). Nelle Marche i numeri sono decisamente più contenuti: 3.029 asseverazioni presentate per un ammontare di 598,2 mln di euro (62% per i condomini, il 23% per le unifamiliari e il 15% per le unità funzionalmente indipendenti). I report restituiscono una realtà molto distante rispetto alle regioni capofila, certamente più dinamiche e non interessa-

* al netto di costi per il trasferimento di proprietà Figura 5 - Elaborazione dati ANCE

In generale, dalla pubblicazione del D.L. 34/2020, nonostante le difficoltà all’avvio, dovute ancheMARZO alle misure restrittive di contrasto alla pandemia, possiamo dire che il Superbonus è finalmente decollato nel corso del 2021.

2022

7

1 2022


1 2022

Azimut

Normativa

congruità, dunque, si è aggiunto il controllo sui prezzi per le differenti categorie d’opera: u lo Stato per più di 4 mld di euro. meccanismo di accertamento per tutti i bonus fiscali (che prima si applicava esclusiva nonostante le difficoltà all’avvio, dovute anche Le frodi, captato acirca delle risorse interventi svolti senza l’ausilio deihanno professionisti) fronteildi13% tempistiche sempre più strin In generale, dalla pubblicazione del D.L. 34/2020,

alle misure restrittive di contrasto alla pandemia,

pubbliche destinate agli interventi di riqualifica-

Ma la quantità farraginose e i molteplici organiesistente di controllo (AdE ENEA) non so del patrimonio edilizio fino al ed 2025 possiamo dire che il Superbonus è finalmente de- di leggizione collato nel corso del 2021.

a fermare la criminalitàa organizzata, specializzata ad orientarsi nel dedalo normativo, che danno dei cittadini e delle imprese oneste e lo Stato per più di 4 mld di euro.

Tuttavia, all’inizio di quest’anno abbiamo assistito

qualificate.

importante sottolineare che le destinate operazioni Le frodi, hanno captatoÈ circa il 13% delle risorse pubbliche agliillecite interventi di riqua La prima stesura del disegno di legge 2505/S – edilizio si sono concentrate sulleaagevolazioni cosiddette del patrimonio esistente fino al 2025 danno dei cittadini e delle imprese Sostegni ter che limitava ad un soloqualificate. passaggio la “minori” e principalmente sul Bonus facciate (per all’ennesimo cambio di regole.

cessione del credito maturato negli interventi

il 46%), strumento che, fino all’emanazione nel

È importante sottolineare che le operazioni illecite si sono concentrate sulle agevolazioni coperti dagli incentivi fiscali, ha inevitabilmente novembre scorso del Decreto ani frodi, non pos“minori” e principalmente sul Bonus facciate (per il 46%), strumento che, fino all’eman sedeva pressoché alcun tipo di regolamentazione. rallentato – fino a bloccarle – le operazioni di acnovembre scorso del Decreto ani frodi, non possedeva pressoché alcun tipo di regolame quisto, soprattutto da parte degli operatori finanziari prossimi al raggiungimento della loro capacità di “assorbimento” in compensazione dei crediti stessi. A seguito del correttivo introdotto al testo

AGEVOLAZIONI PER GLI INTERVENTI EDILIZI E FRODI FISCALI BONUS FACCIATE

46%

ECO-BONUS

34%

della norma gli istituti di credito si sono detti pron-

BONUS LOCAZIONI/BOTTEGHE

9%

ti a riprendere l’operatività per le richieste avan-

SISMA-BONUS SUPERBONUS

8% 3%

zate in precedenza e a valutarne nuove solamente a partire dal prossimo maggio.

ANCE si è serie costituita parte civile le truffe sui civile bonus contro per bloccare le imprese ANCE si ècontro costituita parte le truffe sui fasulle. Questi tentennamenti hanno comportato difficoltà alle imprese, già ampiamente esposte

bonus per bloccare le imprese fasulle.

rappresentano una forte criticità per il settore.

contrastare il messaggio di un mondo delle costru-

eccedenti restano a carico dei proprietari. Alle

quali il 90% senza dipendenti. Per avviare un’a-

Vogliamo levare forti ed in coro le nostre voci per contrastare il messaggio di un m Vogliamo forti che ed in coro le nostreilvoci persettore. finanziariamente, e gli ulteriori ritardi generati, costruzioni popolato da imprese levare fraudolente, scredita e svaluta nostro

Nelarginare solo semestre 2021 in Italia sono nate 64 nuove imprese edili al gi zioni popolato da imprese fraudolente, che scrediAltra misura, varata con l’intento di le giugno-dicembre quali il 90% senza dipendenti. Per avviare un’azienda che opera nel settore, ad oggi, non s ta e svaluta il nostro settore. speculazioni, contenuta nel Decreto Costi Massimi, richieste competenze specifiche, malgrado negli ultimi anni l’attività edilizia sia diventa Nel solo semestre giugno-dicembre 2021 in Italia prevede l’inserimento di tetti di spesa per tipolopiù complessa e specializzata per via delle innumerevoli innovazioni tecnologiche dei gia d’intervento, per effetto dei quali, gli importi sono nate 64 nuove imprese edili al giorno, delle delle tecniche costruttive.

zienda che opera nel analogamente settore, ad oggi, non avviene sono ad esem limitazioni imposte dalla verifica deiPer massimali e e dispersione limitare frodi delle risorse, a quanto

Ricostruzione sarebbe necessario specifiche, introdurre unmalgrado sistema di qualific infattiItalia, richieste competenze dalla congruità, dunque, si è aggiunto il controlloSisma Centro

la capacità imprese di operare lavori che beneficiano dei bonus edilizi (tra ultimi anni nei l’attività edilizia sia diventata sui prezzi per le differenti categorieattesti d’opera: un dellenegli in questo casoidi interventi privati che beneficiano di contributi sempre più ma complessa e specializzata perpubblici). via delle ulteriore meccanismo di accertamento per tutti

innumerevoli innovazioni tecnologiche dei mateLa questione ha risvolti che interessano anche la sicurezza nei cantieri, con le ne te agli interventi svolti senza l’ausilio dei profesriali delle tecniche costruttive. a cottimo, da apprendisti e improvvisate composte da eautonomi assunti irregolarmente sionisti) a fronte di tempistiche sempre piùda strinPer limitare frodi e dispersione delle perfino operai a progetto, che non rispettano le regole e le risorse, prassi in analomateria di sicurez genti. gamente a quanto avviene ad esempio per la Ricomigliore delle ipotesi, attuano misure di protezione dei lavoratori inefficaci. bonus fiscali (che prima si applicava esclusivamen-

8

Ma la quantità di leggi farraginose e i molteplici

struzione Sisma Centro Italia, sarebbe necessario

organi di controllo (AdE ed ENEA) non sono bastati

introdurre un sistema di qualificazione che atte-

a fermare la criminalità organizzata, specializzata

sti la capacità delle imprese di operare nei lavori

ad orientarsi nel dedalo normativo, che ha truffato

che beneficiano dei bonus edilizi (trattasi anche

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Normativa

in questo caso di interventi privati ma che benefi-

Inoltre, data l’eccezionalità della situazione, ap-

ciano di contributi pubblici).

pare indispensabile prevedere una sospensione dei

La questione ha risvolti che interessano anche la

termini e la proroga delle scadenze pari a 6 mesi

sicurezza nei cantieri, con le neo imprese improv-

per tutti gli interventi connessi agli incentivi fiscali.

visate composte da autonomi assunti irregolarmente a cottimo, da apprendisti e tirocinanti, perfino da operai a progetto, che non rispettano le regole e le prassi in materia di sicurezza o, nella migliore delle ipotesi, attuano misure di protezione dei lavoratori inefficaci. Condividiamo pienamente l’intento di contrastare le frodi fiscali ma vogliamo ribadire l’importanza di un impianto normativo chiaro e stabile, al fine di poter operare con serenità nel mercato della riqualificazione edilizia ed urbana, che grazie anche agli incentivi si avviava finalmente alla ripresa. Pertanto, riteniamo fondamentale agire razionalizzando l’impianto normativo e ponendo un freno alle modifiche “in corso d’opera” al fine di evitare ulteriori ritardi o addirittura blocchi. Altra questione che riveste un ruolo importante per le nostre associazioni, è riscattare l’immagine delle ditte che operano nell'edilizia. MARZO 2022

9


1 2022

Azimut

Normativa

La posizione della Cna Ancona sul Superbonus Riceviamo e pubblichiamo questa lettera del Presidente Cna Costruzioni Ancona rivolta ai propri associati

GIAMPIERO CARDINALI Presidente CNA Costruzioni Ancona

10

Cari colleghi,

il volano economico per eccellenza, l’edilizia.

ho deciso di scrivervi questa lettera per condivi-

Nella realtà i continui cambi, specifiche ed inter-

dere riflessioni e problematiche relative al pe-

pretazioni di norme hanno fatto avviare tardi la

riodo che il nostro settore si trova ad affrontare,

“fase operativa” dei cantieri, al 2021 e già all’ini-

l’edilizia ma anche tutti comparti della filiera che

zio dell’estate abbiamo assistito ai primi aumenti

vi operano.

dei materiali.

Dopo oltre un decennio di crisi del settore e l’im-

Da qui è stato un crescendo, tra prezzari seppur

provvisa crisi pandemica le misure di riqualifica-

aggiornati che non riescono a restituire la realtà

zione come il Superbonus 110% e gli altri bonus mi-

del costo e carenze materiali con tempistiche

nori hanno rappresentato, assieme alla possibilità

di consegna vertiginose. Non voglio nascondere

di cessione dei crediti, un’occasione di rilancio del

la mia denuncia di un fattore speculativo. Sono

settore.

sempre giustificati gli aumenti?

Nelle Marche, al 31 marzo 2022, sono stati presen-

Attualmente l’effetto dei bonus, con gli ultimi

tati e asseverati 3.029 progetti per il superbonus

massimali stabiliti dal Mise, si sta arrestando.

per complessivi 598.209.882 milioni di euro am-

Accenno solamente ai provvedimenti antifrodi che

messi a detrazione. I lavori riguardano 1.275 edifi-

hanno paralizzato le cessione dei crediti oltre all’i-

ci unifamiliari, 987 edifici funzionalmente indipen-

nasprimento procedurale e dei tempi da parte de-

denti e 767 condomini.

gli istituti di credito mettendo in seria difficoltà la

Non tralasciamo, inoltre, la sostenibilità ambien-

liquidità di imprese che lavorano. Questo significa

tale ed economica di cui è portatrice la misura.

che per colpire le frodi si va a colpire l’economia

Il superbonus 110% nasce con molte ambizioni: ri-

reale, quella di tanti piccole imprese dell’edilizia,

qualificazione energetica e uso delle energie alter-

degli impianti, dei serramenti, che hanno lavorato

native per consumare meno energie fossili e pro-

per riqualificare le case degli italiani.

durre meno emissioni (e bollette meno pesanti);

A questo aggiungiamo oggi lo scenario del conflit-

riqualificazione sismica per l’incolumità della po-

to che oltre la preoccupazione umana ci fa da

polazione e prevenire cedimenti strutturali; recu-

subito scontrare con aumenti dei costi energetici

pero dell’esistente senza consumo di ulteriore suo-

che si ripercuotono su ogni elemento produttivo e

lo e decoro architettonico; valorizzare anche dal

sui trasporti connessi.

punto di vista economico il patrimonio abitativo

Tra rincari e carenza di approvvigionamenti si sta

degli italiani; dare impulso all’economia attivando

rischiando la consegna di cantieri, noi imprese ci

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Normativa

troviamo a completare lavori “in perdita”.

situazione ed un “agire unito” della categoria

Per non parlare poi degli appalti, la situazione sta

possa essere elemento di forza nelle contrattazio-

mettendo in serio pericolo il completamento di

ni istituzionali.

opere pubbliche, in difficoltà gli Enti ad appaltare

Abbiamo già fornito indicazioni quali proroghe a

i lavori ed infine si prospettano anche contenziosi

lungo termine e certezza delle norme per l’uti-

per rinunce per antieconomicità dei lavori e penali

lizzo dei bonus, semplificazione ed accelerazione

di ritardi dovuti alle carenze di materiali (pensia-

della presa in carico delle pratiche di cessione dei

mo al bitume per i lavori stradali).

crediti, meccanismi automatici di revisione dei

Le misure prese dal governo per i rincari negli ap-

prezzi, semplificare ed agevolare la ricostruzione.

palti e gli anticipi non sono sufficienti alla situa-

Ma spesso al di la di tanti proclami e dichiarazioni

zione.

da parte di esponenti politici, tutti, e di Governo

Ed è in questo contesto che ci approntiamo ad

manteniamo la percezione di uno scollamento tra

affrontare la grande partita dei fondi del PNRR.

la vita reale ed economica del Paese e di chi que-

Un’occasione unica per progettare e realizzare le

sto Paese dovrebbe guidare.

nostre comunità declinate al futuro

La CNA a partire dal livello nazionale, con la qua-

E la ricostruzione del cratere sismico che finalmen-

le ci manteniamo in stretto contatto, segue tutte

te si apprestava a partire.

le nostre problematiche e se ne fa portavoce nel

Queste le riflessioni che mi pongo, le problema-

confronto con il governo e le forze politiche ed

tiche che assieme a Voi affronto e che ho sentito

istituzionali.

di condividere anche con questa lettera. Non ho

Io come imprenditore dirigente del comparto co-

ricette, né proposte risolutive o di impatto media-

struzioni, e la CNA tutta, è a vostra disposizione

tico. ma sono certo che la consapevolezza della

per un confronto, per esprimere necessità o fare. MARZO 2022

11


1 2022

Normativa

A rischio il comparto edile, servono misure urgenti urgenti per compensare i maggiori costi e adeguare adeguare i prezziari

Azimut

La posizione di Confartigianato sul Superbonus EMANUELE MARTELLI Responsabile Edilizia Confartigianato Imprese Ancona - Pesaro e Urbino

12

Il rincaro dei materiali, aumentati in alcuni casi del

finora non considerate e di uso comune per le im-

100% in appena 6 mesi, la difficoltà molto spesso di

prese della filiera, dall’altra aggiornare i prezziari

reperirli, la mancanza di personale specializzato,

ai valori di mercato: mandare a gara opere sot-

stanno mettendo a rischio nelle Marche centinaia

tocosto, vuol dire compromettere la possibilità di

di cantieri in corso e rendono impossibile program-

partecipare alle imprese più qualificate e rendere

mare quelli futuri.

impossibile garantire il rispetto dei cronoprogram-

A lanciare un nuovo allarme è Confartigianato Im-

mi già stabiliti.

prese Ancona – Pesaro e Urbino che non manca di

“Senza questi correttivi all’art. 29 del D.l Soste-

sottolineare anche come siano insufficienti i passi

gni ter sarà molto più….nessuna impresa seria sarà

avanti fatti dal Governo con il Decreto legge So-

in grado di partecipare alle gare, con il rischio di

stegni ter.

rallentare, se non di bloccare, opere fondamentali

“L’obbligo per le stazioni appaltanti di prevedere

per la crescita e lo sviluppo del Paese”, ribadisce

nei documenti di gara per l'affidamento di lavori,

Martelli.

servizi e forniture, le clausole di revisione dei prez-

Nelle Marche, al 1° marzo, erano stati presentati

zi a tutte le gare bandite o avviate dal 27.01.2022

e asseverati 2.728 progetti con il superbonus 110%

fino al 31.12.2023 non basta a garantire la soprav-

per oltre 523 milioni di euro ammessi a detrazio-

vivenza alle imprese del comparto di edile. Occor-

ne. In questo conto rientrano anche gli edifici che

re modificare l’articolo 29 del decreto adeguando

ricadono nelle zone del cratere del sisma. Facile

in modo vincolante i prezzi delle materie prime ai

capire quali saranno le conseguenze per la tenuta

nuovi valori di mercato, sia per le opere in corso

economica e sociale del sistema Marche se non sa-

che per quelle ancora da mettere a bando. È ne-

ranno adottate immediatamente le misure chieste

cessario un meccanismo compensatorio obbligato-

da Confartigianato.

rio, aggiornamenti in linea con i prezzi di mercato

A comporre una tempesta perfetta che mette a ri-

e un’efficace clausola automatica di revisione dei

schio il comparto edile e la ripresa che nel 2021

prezziari”, sostiene Emanuele Martelli, responsa-

era stata trainata proprio dalle costruzioni, non

bile Edilizia di Confartigianato Imprese Ancona –

solo l’aumento dei prezzi e la scarsità di materiali,

Pesaro e Urbino.

i costi energetici alle stelle, ma anche norme che

Quello che chiedono gli operatori del settore sono

cambiano in corsa le regole vigenti e che hanno

misure definitive e strutturali. È improrogabile, da

valore retroattivo con la motivazione di arginare il

una parte, anche integrare il paniere con le voci

rischio di frodi, ma che hanno spinto Poste, Istituti

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Normativa termini del Superbonus 110 per le villette unifamiliari, ma per molti cantieri di questa casistica i lavori sono in alto mare per l’impossibilità di pagare i materiali a causa dei crediti bloccati e della pochissima liquidità in cassa”, ribadisce Emanuele Martelli. “La situazione è grave anche per il fatto che non si trovano i materiali ed i lavori se non sono già fermi, procedono a rilento, per cui sarà impossibile rispettare la scadenza tassativa del 30

Bancari ed altri intermediari autorizzati alla ces-

giugno 2022. Serve una proroga”.

sione del credito derivante da bonus e sconto in

Un altro aspetto che pesa negativamente sul com-

fattura, a bloccare alla fine dello scorso anno l’ac-

parto è quello relativo ai costi massimi agevolabili

cettazione dei crediti. In questo preciso istante

per il Superbonus e per gli altri bonus edilizi, ai fini

notiamo una ripartenza a singhiozzo con molte

dell’asseverazione della congruità delle spese da

imprese di costruzioni nel caos in quanto ancora

parte di tecnici abilitati, resa obbligatoria anche

in attesa di somme relative a lavori già svolti e

per i lavori diversi dal Superbonus 110%.

costrette ad anticipare di tasca propria i costi per

Nella Gazzetta Ufficiale n. 63, è stato pubblicato

ponteggi, materiali e personale.

l’atteso decreto MiTE n. 75 del 14 febbraio. I nuovi

È lo stesso Presidente di Confartigianato Imprese,

massimali, riepilogati nell’allegato “A” del prov-

l’imprenditore emiliano del settore edile, Marco

vedimento, come prevede l’art. 5 del Decreto, en-

Granelli, a denunciare le ripercussioni negative

treranno in vigore il 15 aprile 2022, il trentesimo

per le imprese, ripercussioni derivanti dalla re-

giorno successivo alla data della sua pubblicazione

centissima decisione di Poste Italiane di abbassa-

in G.U.

re il plafond di crediti cedibili ad un massimo di

I nuovi costi potranno, quindi, essere utilizzati per

€150.000, a fronte dei precedenti €500.000, e di

gli interventi per cui la CILAS, o il titolo edilizio,

accettare soltanto le prime cessioni di crediti. Tut-

saranno presentati dal 16 aprile 2022 («interventi

to questo, senza alcuna preventiva comunicazio-

per i quali la richiesta del titolo edilizio, ove ne-

ne che consentisse alle aziende di riprogrammare

cessario, sia stata presentata successivamente alla

la propria attività finanziaria, magari verso altri

data di entrata in vigore del presente decreto»).

intermediari abilitati. Ad oggi gli imprenditori si vedono rifiutate, senza alcuna motivazione, pratiche già avviate e si ritrovano senza una liquidità sufficiente per portare avanti le proprie attività. A fronte di questo, il Presidente Granelli ha chiesto un confronto urgente con l’Amministratore delegato di Poste Italiane. “Basta con modifiche continue delle regole in corsa. Ogni modifica blocca il comparto per almeno 5 mesi. Questo porta le imprese a non poter rispettare le scadenze. Il 30 giugno 2022 cessano i

MARZO 2022

13


1 2022

Azimut

Normativa

14

Il decreto precisa che, per le tipologie di interven-

ciazioni datoriali del comparto e le sigle sindacali

to non ricomprese nell’allegato “A”, l’asseverazio-

dei lavoratori più rappresentative in Italia, con lo

ne certifica il rispetto dei costi massimi specifici

scopo di evitare il più possibile il ricorso al lavoro

calcolati utilizzando i prezziari predisposti dalle

nero e di migliorare la sicurezza dei lavoratori. Il

Regioni e dalle Province autonome o i listini del-

contesto ora, però, è completamente cambiato”,

le Camere di Commercio, Industria, Artigianato e

evidenzia Emanuele Martelli. “È necessario dunque

Agricoltura competenti sul territorio ove è loca-

rivedere quegli accordi. In particolare deve essere

lizzato l’edificio o i prezziari pubblicati dalla casa

eliminato il divieto di utilizzare gli straordinari re-

editrice DEI.

golarmente pagati ai dipendenti per dimostrare il

Con le nuove normative, però, qualora le verifiche

costo sostenuto in ciascun cantiere edile, rispetto

effettuate dagli asseveratori evidenzino che i costi

al valore economico totale dei lavori svolti”.

specifici omnicomprensivi sostenuti per tipologia di

In questo momento le imprese sarebbero ben di-

intervento sono maggiori di quelli massimi ammis-

sposte ad assumere più personale, ma nuove ma-

sibili definiti dal presente decreto, la detrazione è

estranze in edilizia da 6 mesi a questa parte risul-

applicata entro i predetti limiti massimi. Se questa

tano introvabili.

situazione, da una parte, può essere vista in modo

“Come si può allora dimostrare di avere una con-

favorevole, evitando così che i furbi la facciano

gruità in percentuale tra costo sostenuto per il

da padrone, dall’altra apre un nuovo grande pro-

personale impiegato in un cantiere e ricavo otte-

blema: che i prezzi massimi previsti nell’allegato

nuto, quando tutte le ore di straordinario richieste

“A” del decreto del MiTE non siano allineati con gli

ai dipendenti per rispettare le tempistiche dei la-

aumenti “reali” continui dei materiali.

vori contrattualmente sottoscritte con la commit-

Infine c’è un’altra problematica con la quale il

tenza e regolarmente pagate, non possono essere

comparto edile deve fare i conti, quella relativa

utilizzate?”

alla verifica del DURC di congruità (nelle Marche,

“L’augurio”, prosegue Martelli “è che tale situa-

applicabile sia ai cantieri del cratere del sisma che

zione, che appare distorta ed anacronistica, venga

a quelli edili tradizionali legati o no ai vari Bonus).

presto risolta dalle trattative che stanno per es-

“Il sistema di verifica dei costi medi sostenuti per il

sere riprese dalle parti della bilateralità artigiana

personale nei cantieri edili da parte delle imprese

che hanno sempre dimostrato buon senso e capa-

di costruzioni, è frutto di concertazioni avvenute

cità di analizzare con attenzione le situazioni con-

nel corso degli ultimi anni, tra le principali Asso-

tingenti del comparto edile”.

MARZO 2022


X-PAD Ultimate

Tutto in un unico software X-PAD Ultimate è un software modulare, facile da usare per lavori topografici e del cantiere, come rilievi, tracciamenti, catasto, controlli BIM, strade, mappe, batimetria e GIS.

integrazione dei tuoi dati con tutte le tipologie di mappe, supporti per la realtà aumentata e molto altro. XPad Ultimate ti assicura la produttività e ti permette di avere una perfetta integrazione con tutti gli strumenti.

Il software è disponibile sulla piattaforma Android e porta le migliori tecnologie direttamente in campo nella tua mano: una completa visualizzazione 3D ed un sistema CAD per visualizzare e modificare i disegni,

Disponibile in due versioni, una dedicata a chi lavora nel campo della topografia ed una dedicata alle imprese di costruzioni, offrendo ad entrambi delle caratteristiche dedicate.

geomax-positioning.it

©2018 Hexagon AB and/or its subsidiaries and affiliates. All rights reserved.

Per trovare un distributore nella vostra zona, visitate il nostro sito web: geomax-positioning.it MARZO 2022

15


1 2022

Normativa

Azimut

Superbonus 110% volano per l'economia L’utilizzo del provvedimento necessario per rispondere alle esigenza di crescita del Paese. Occorre superare però alcune criticità come quelle legate alla cedibilità del credito

ALBERTO ROMAGNOLI Nel luglio 1991 si diploma all’Istituto Tecnico per Geometri “F. Corinaldesi” di Senigallia, nel marzo 1998 si laurea all’Università Politecnica delle Marche in Ingegneria Civile. Dal Novembre 1998 è iscritto all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ancona. Presidente dell'Ordine degli Ingegneri dal luglio 2017. Nel settembre 2018 viene eletto da tutte le professioni ordinistiche delle Marche quale Consigliere della Camera di Commercio delle Marche.

16

Il superbonus 110 per cento è un provvedimento

state le proposte da noi avanzate nel corso del

di alto profilo, coraggioso, in grado di rispondere

tempo finalizzate al loro miglioramento. Un esem-

adeguatamente all’interesse generale del Paese.

pio: partendo dai dati elaborati dal nostro Centro

La determinazione con la quale stavolta si è proce-

Studi, abbiamo anche segnalato il fatto che se la

duto a definire questo strumento, sia tanto come

riqualificazione energetica degli edifici procedeva

Ordini e categorie sia dal punto di vista politico,

a buon ritmo attraverso l’Eco Bonus, il Sisma Bo-

merita un plauso perché è stato necessario supera-

nus faticava a mostrare la propria efficacia. Per

re alcune difficoltà tecniche e mettere sul piatto

questo abbiamo segnalato la necessità di collegare

una notevole quantità di risorse. Gli inizi sono stati

in qualche modo i due provvedimenti, in modo che

stentati ma gli sviluppi che questo strumento ha

anche la sicurezza degli edifici rispetto al rischio

poi conosciuto sono diventati molto significativi.

sismico procedesse di pari passo. Un passaggio

Questo per quanto riguarda gli aspetti economici

necessario affinché lo stesso sisma bonus potesse

ma anche per quelli legati alla sicurezza e all’am-

espandere le proprie potenzialità e la propria in-

biente. Sono i fatti che stanno dimostrando come

trinseca efficacia e non rimanesse indietro rispetto

il Superbonus 110% sia efficace per superare la fase

all’altro importante provvedimento, l’ecobonus

di difficoltà che viveva ormai da tempo tutta la fi-

che marciava su ritmi più decisi e sostenuti.

liera dell’edilizia, aggravata poi dalle conseguenze

Non sono stati, tuttavia, solo questi gli interven-

della pandemia. Non solo. Questi incentivi si stan-

ti operati: altri sono stati determinanti affinché il

no configurando come l’elemento di punta delle

Superbonus 110% vedesse la luce per come lo cono-

iniziative intraprese per il rilancio economico del

sciamo ora. Cito, tra gli altri, le critiche avanzate

Paese. Tuttavia, come dicevo, non si tratta soltan-

dal mondo dell’ingegneria in sede di approvazione

to di mere questioni economiche. Quando i bonus,

della legge finanziaria del 2019, a partire dall’eli-

intensi nel loro complesso, avranno manifestato

minazione della cessione del credito e dello sconto

tutti i loro effetti, ci ritroveremo con buona parte

in fattura. Dobbiamo anche ammettere che la pan-

del patrimonio edilizio riqualificato in termini di

demia ha accelerato in maniera sensibile il proces-

efficientamento energetico e, appunto, di sicurezza.

so che ha portato dai bonus classici al Superbonus

Occorre infatti ricordare che il Superbonus 110%

110%, rendendo così più consapevoli quei decisori

non nasce dal nulla, ma è figlio dei provvedimen-

dotati di una certa lungimiranza, che proprio il su-

ti che l’hanno preceduto, ossia Eco Bonus e Sisma

perbonus 110% aumentava la possibilità di favorire

Bonus. Su entrambi gli strumenti numerose sono

la ripresa economica. Le relative proposte hanno

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Normativa

trovato spazio del Decreto Rilancio del luglio 2020.

di Pil persi durante la pandemia, ma a mettere il

Nella prima fase l’applicazione degli incentivi è

Paese nelle condizioni di continuare a crescere nel

risultata difficile, macchinosa. Intanto, nel luglio

prossimo futuro con tassi paragonabili alla media

scorso, si è arrivati al Decreto Semplificazioni bis che

europea. Se si vuole perseguire questo obiettivo

rappresenta tutt’ora un concreto passo in avanti,

non si può prescindere dal Superbonus 110%. Per

soprattutto grazie all’introduzione della CILA-S che

questo gli ingegneri hanno chiesto di rendere pra-

rende possibile l’applicazione del Superbonus 110%

ticamente strutturale il provvedimento, prorogan-

evitando di entrare nel merito della conformità ur-

dolo comunque almeno fino al 2026. Il Superbonus

banistica. Certo, ulteriori miglioramenti sarebbero

110%, al pari di tutti gli altri bonus fiscali, dati alla

auspicabili. Ad esempio, introducendo la formula

mano, rappresenta al momento il vero volano del-

del ravvedimento rispetto a piccoli errori formali

la ripresa economica dell’Italia. Si tratta pur sem-

che, oltre a generare provvedimenti sanzionato-

pre di una grande opportunità professionale e, più

ri, rischiano di vanificare l’applicazione dell’in-

in generale, per tutta la filiera delle costruzioni.

centivo. Ma comunque il miglioramento c’è stato.

Eppure, nonostante questo, il provvedimento con-

Il Superbonus 110% costa molto allo Stato, è vero,

tinua ad essere sottoposto ad alcune modifiche e

ma può generare un ritorno economico superiore

restrizioni, come la recente stretta sulla cessione

al doppio dell’investimento. Il ritorno economico

del credito, che rischiano di minarne l’efficacia.

per la collettività è così alto da trasformare, non a

Certo, non mancano criticità che occorre risolve-

parole ma nei fatti, questo strumento nel massimo

re al più presto, come la questione relativa alle

volano di crescita economica. Molti sostengono che

frodi, ma indubbiamente si tratta di uno stru-

le iniziative che ha intrapreso il Governo in questi

mento che può dare un contributo notevole alla

mesi dovranno servire non solo a recuperare i punti

ridefinizione degli scenari strettamente connessi

MARZO 2022

17


1 2022

Azimut

Normativa

18

alla riqualificazione del patrimonio edilizio del Pa-

temente l’efficacia dei provvedimenti.

ese. Nonostante questo alcuni scenari non possono

La limitazione della cessione del credito rappre-

che indurre preoccupazione rispetto ad un pieno

senta un ulteriore ostacolo che toglie forza agli

e costante utilizzo del Superbonus 110 per cento.

incentivi. Comprendiamo perfettamente l’esigen-

Il testo del “Decreto Sostegni Ter”, approvato dal

za del Governo di evitare frodi e speculazioni.

Consiglio dei Ministri, prevede così un’ulteriore

Tuttavia, riteniamo che gli strumenti informatici

stretta per quanto riguarda Superbonus, Ecobo-

e l’utilizzo delle banche dati e delle informazioni

nus, Bonus ristrutturazioni, Sisma Bonus e Bonus

a disposizione, in tempo reale, dell’Agenzia delle

facciate. Oltre all’introduzione di un visto di con-

Entrate siano perfettamente in grado di poter ve-

formità e di congruità delle spese, finalizzato ad

rificare tempestivamente tutti i possibili passaggi

evitare speculazioni, il decreto prevede una forte

successivi delle cessioni, anche tra società control-

limitazione alla cedibilità del credito. In sostanza,

late, evitando così che si commettano abusi, costi-

i beneficiari della detrazione potranno cedere il

tuendo un forte deterrente.

credito ad altri soggetti (ad esempio banche) ma

In particolare, è senz’altro possibile incrociare

questi non potranno cederlo a loro volta. Allo stes-

questi dati con quelli relativi ai soggetti cedenti o

so modo, i fornitori che decidono di praticare lo

cessionari dei crediti, che in caso di truffe sono so-

sconto in fattura potranno cederlo ad altri soggetti

cietà di recentissima costituzione, con capitali irri-

ma a questi ultimi sarà impedito di cederlo ulte-

sori, senza bilanci depositati e senza dipendenti. In

riormente.

sostanza, basterebbe potenziare i controlli, senza

Non è la prima volta che i professionisti tecnici as-

aumentare i carichi burocratici, ma semplicemen-

sistono a questi tentativi di limitare o scoraggiare

te incrociando i dati in possesso dell’Agenzia delle

l’utilizzo di strumenti di assoluta efficacia come si

Entrate, della Camera di Commercio, degli elenchi

sono rivelati il Superbonus 110% e gli altri bonus

degli Ordini e associazioni di categoria, dell’Anac e

fiscali. Queste modifiche continue generano incer-

così via, in modo da poter immediatamente atten-

tezza e confusione tra gli operatori del settore e

zionare, con opportuni alert, i casi ad alto rischio.

tra i cittadini beneficiari e rischiano di ridurre for-

Per questo motivo, chiediamo con decisione al Go-

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Normativa

verno di fare un passo indietro su questo punto,

umide. Inoltre, scarsa attenzione viene posta da

lasciando le possibilità attuali di cessione del cre-

tutti, nessuno escluso, alla messa in sicurezza degli

dito. E di potenziare i controlli utilizzando tutte le

edifici almeno delle aree a maggiore rischio simico

opportunità oggi consentite, perché è sacrosanto

del Paese. Nelle prime due zone a maggiore rischio

che si puniscano i colpevoli degli abusi, ma non cer-

sismico sono presenti oltre 4 milioni di abitazioni

tamente i tanti operatori economici, imprese, cit-

sulle quali, finora, si è intervenuto poco. Si tratta

tadini, professionisti, amministratori di condominio

di centri di piccole dimensioni in cui insistono per

che si stanno impegnando seriamente e corretta-

lo più proprio quelle unità immobiliari unifamiliari

mente per migliorare la qualità e la sicurezza delle

su cui non si potrà utilizzare la detrazione al 110%

nostre costruzioni.

se non nei casi di proprietari con livelli di reddito

Ripeto: gli incentivi fiscali come il Superbonus 110%

piuttosto contenuti. Abbiamo, dunque, un patrimo-

si stanno rivelando il principale volano della forte

nio edilizio da risanare e da rimettere a valore e

crescita del Pil cui stiamo assistendo. Limitarli e

solo i Superbonus 110% rappresentano una sorta di

ostacolarli avrà come unico effetto quello di mina-

“finestra temporale” importante per realizzare un

re seriamente il rilancio economico del Paese. Con-

piano di intervento di ristrutturazione e messa in

tinuare a ritenere che la lotta ai comportamenti

sicurezza, che darà valore all’intero sistema Paese.

distorsivi debba essere fatta attraverso l’incremen-

Siamo arrivati ad un bivio. Occorre decidere, infat-

to delle norme e della annesse procedure burocra-

ti, se si vuole che i Superbonus siano uno strumento

tiche, con conseguente limitazione delle potenzia-

per realizzare in modo efficace quel piano estensi-

lità delle leggi, anziché attraverso semplificazioni

vo di interventi sul patrimonio edilizio per raggiun-

e controlli adeguati, non è proprio di un Paese che

gere i livelli di risparmio energetico che l’Italia si

vuole vincere la sfida dell’innovazione dello Stato.

è impegnata a realizzare nei confronti dell’Unione

Una seconda criticità da superare investe la nuo-

Europea o se intendiamo intervenire a “macchia di

va norma che di fatto non consentirebbe più alle

leopardo”, in modo estemporaneo e disorganico.

unità immobiliari unifamiliari (incluse le così det-

Il Governo centrale ha dato un segnale importante,

te villette) di accedere al Superbonus 110% a par-

stabilendo un orizzonte che, pur con la progressiva

tire dal 2022 salvo per i proprietari con Isee che

riduzione delle percentuali di detrazione, arriverà

non superi i 25.000 euro annui. C’è da chiedersi

al 2025. Riteniamo altresì che la recente Guerra

con quale criterio il Governo preveda di escludere

della Russia in Ucraina e le gravi conseguenze eco-

dall’intervento straordinario con Superbonus 110%

nomiche che stanno colpendo l’Europa ed il nostro

proprio le abitazioni unifamiliari, cioè una par-

Paese debbano comportare certamente una dilata-

te rilevante del patrimonio edilizio, in molti casi,

zione dei termini finali di applicazione.

vetusto ma di pregio in quanto incluso nei centri

Gli ingegneri intendono chiedere al Governo ed al

storici di molti borghi oggi a forte attrazione turi-

Parlamento di tenere aperta la linea del dialogo al

stica. Vale inoltre ricordare che più del 60% dei 3

fine di operare urgentemente alcuni aggiustamenti

miliardi di metri quadri di immobili residenziali in

alle norme per far sì che i Superbonus 110% possano

Italia sono stati costruiti prima del 1977 (con nor-

realmente dispiegare appieno i propri effetti, nel

me poco o per nulla evolute in termini di risparmio

rispetto degli equilibri che occorre mantenere nei

energetico e prevenzione sismica), oltre 4 milio-

conti pubblici.

ni di persone vivono in case danneggiate e più di 6 milioni di persone risiedono in case gravemente MARZO 2022

19


20

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Normativa

Superbonus fiscali in edilizia La risposta dei Comuni al Superbonus

LANDINO CICCARELLI Landino Ciccarelli, geometra, è responsabile dal 2002 dello Sportello Unico per l’Edilizia del Comune di Jesi. Quale consulente in materia edilizia, ha collaborato con gli uffici tecnici di diversi comuni della Vallesina e svolge attività di formazione per enti pubblici.

Gli incentivi fiscali non sono di certo una novità in

vedimenti autorizzativi si passa attraverso la pro-

materia edilizia ma questa volta si è voluto esa-

cedura dell’accesso agli atti, perché l’attuale

gerare con un superincentivo (superbonus) che ha

proprietario quasi mai è quello che ha costruito

super impegnato i soggetti coinvolti, a cominciare

l’edificio e quindi non dispone di questi documen-

dai professionisti e dalla pubblica amministrazio-

ti o non ha la certezza che quelli di cui dispone

ne, cioè il Comune.

rappresentino la completezza del corredo autoriz-

Il cd. Superbonus ha condizionato e conformato la

zativo.

normativa edilizia “piegandola” verso la materia

Gli uffici comunali sono stati sommersi da queste ri-

fiscale, con alcune condizioni per accedere agli

chieste, che quasi sempre fanno riferimento all’ar-

incentivi che hanno fortemente impattato sull’at-

chivio cartaceo delle pratiche edilizie in quanto la

tività amministrativa. In particolare la condizione

digitalizzazione risale solo a qualche anno fa. La

dello stato legittimo dell’edificio ha determinato

pubblica amministrazione storicamente fa fatica

una gran quantità di accesso agli atti con la neces-

ad adeguarsi velocemente ai cambiamenti dei ser-

sità, in moltissimi casi, di ricorrere a sanatorie e

vizi da erogare e anche questa volta non ha fatto

regolarizzazione delle difformità edilizie.

eccezione: Occorre però prendere atto che i Co-

In sostanza per accedere al superbonus è neces-

muni hanno messo in campo soluzioni variegate in

sario certificare lo stato legittimo dell’edificio

ragione della loro diversa organizzazione e strut-

rispetto ad un titolo abilitativo edilizio. Ma per

tura, ma sempre volte a risolvere concretamente

certificare questo bisogna sapere se l’edificio ha

il problema.

avuto un titolo abilitativo e nel caso occorre mate-

Il legislatore ha giustamente legato l’incentivo fi-

rialmente trovarlo per fare il confronto. Può sem-

scale alla regolarità dell’edificio, come poteva non

brare banale ma non lo è, vediamo perché.

dire questo? E’ ovvio e quasi banale. Ma occorre

Il superbonus riguarda sostanzialmente interventi

calarsi nella giungla di regi decreti, leggi, decreti

di recupero di un edificio e normalmente si recupe-

legislativi e del presidente della repubblica, leggi

ra qualcosa di vecchia costruzione; più si va indie-

regionali, strumenti urbanistici comunali, rego-

tro nel tempo e più si ha difficoltà a trovare il tito-

lamenti edilizi e, da ultimo ma non meno impor-

lo edilizio, talvolta questo non c’è proprio perché

tanti, le prassi che i vari Comuni hanno adottato

la costruzione risale ad un’epoca nella quale non

nel corso degli anni per la gestione dell’attività

era necessaria la licenza edilizia (1942 o 1967).

edilizia.

Per arrivare a capire se e quali sono questi prov-

In sostanza, quasi mai lo stato attuale di un edifiMARZO 2022

21


1 2022

Azimut

Normativa

cio, costruito magari negli anni ’70, corrisponde

Se da un lato il profilo organizzativo dei Co-

perfettamente alla relativa licenza edilizia. Ma

muni

ha

questo non perché l’interessato abbia commes-

cità

circa

so un abuso edilizio ma semplicemente perché

tecnici e quelli fiscali, come ad esempio la clas-

quelle difformità sono state tollerate, non rite-

sificazione di un intervento (ristrutturazione o

nendole importanti ai fini della conformità o per-

nuova costruzione?) con le contrastanti interpre-

ché all’epoca “non era prassi” fare le varianti.

tazioni normative fornite dai vari organi statali.

Ma non tutti i mali vengono per nuocere come reci-

In ogni caso l’impatto del superbonus edilizio lasce-

ta un famoso detto popolare; lo stato legittimo di

rà segni indelebili sui procedimenti e sulle prassi in

un edificio dovrebbe essere scontato per affrontare

materia edilizia; vediamo quelli positivi che ci fan-

qualsiasi procedimento in materia edilizia, ma in

no guardare al futuro con spirito costruttivo, come

passato questo tema non sempre è stato affrontato

la spinta alla innovazione digitale dei processi e la

con la severità che oggi viene giustamente richie-

regolarizzazione dello stato legittimo degli edifici.

sta. Questo ha spinto l’apparato amministrativo

Questi aiuteranno a superare gli aspetti negativi.

che sta dietro agli interventi edilizi a trovare solu-

Volendo vedere il bicchiere mezzo pieno, la vicen-

zioni di buon senso: il legislatore ha introdotto nel-

da del superbonus ha spinto tutti verso una più

la normativa nazionale il tema delle tolleranze, i

corretta gestione dei procedimenti edilizi facen-

Comuni hanno preso coscienza dell’importanza dei

do chiarezza sul passato e di fatto formando una

processi di digitalizzazione degli archivi (talvolta

sorta di fascicolo dell’edificio mediante la ricer-

avviandoli proprio in questa circostanza), i profes-

ca dei relativi provvedimenti autorizzativi ai fini

sionisti hanno metabolizzato la necessità di ante-

della certificazione dello stato legittimo; l’im-

porre la verifica dello stato legittimo di un edificio

portante è consolidare questo metodo in futuro.

rispetto alla fase progettuale di un intervento.

22

MARZO 2022

retto la

l’impatto,

commistione

restano fra

gli

critiaspetti


IL SOFTWARE IDEALE PER OGNI TUA PRATICA DI AGEVOLAZIONE FISCALE IN EDILIZIA

R E P U S

EXPERT Superbonus

BONUS 110% VER S

ION

E2

022

per gestire perfettamente le tue pratiche Superbonus ed altri interventi agevolati in edilizia. In maniera semplice e veloce potrai: ● Identificare in modo guidato le tipologie di intervento trainanti e trainati ed i relativi massimali di spesa ● Calcolare le spese ammissibili e le detrazioni massime per ciascuna tipologia di intervento ● Gestire altre tipologie di interventi agevolati (ristrutturazioni edilizie, bonus facciate, ecobonus, ecc.) ciascuna con la propria percentuale di deducibilità ● Compilare la CILA Superbonus ● Suddividere le varie spese e le detrazioni in modo dettagliato per ciascun intervento ● Redigere quadri economici di progetto e S.A.L. e ripartire i relativi importi e detrazioni per singolo intervento ed unità immobiliare ● Redigere la check list - conforme a quella dell’ordine nazionale dei commercialisti - per il rilascio del “visto di conformità” della pratica ● Redigere le asseverazioni ENEA per i singoli S.A.L. comprensivi dei dati economici e dati energetici il tutto in maniera corretta e pienamente affidabile.

● NOVITA’ - verifica della congruità dei prezzi sulla base del Decreto MITE del 14/02/2022 (allegato “A”)

5 benefici ineguagliabili che avrai utilizzando EXPERT Superbonus Software aggiornato costantemente secondo le ultime disposizioni di legge Assistenza tecnica gratuita ed esperta 4 webinar gratuiti di approfondimento in materia di Superbonus ed altri bonus ordinari, per chiarire eventuali dubbi Video tutorial esplicativi Massima flessibilità e semplicità d’utilizzo Approfitta del prezzo promozionale sul nostro sito www.geonetwork.it S O D D I S FAT TO O R I M B O R S ATO entro 30 giorni dalla data d’acquisto

Geo Network s.r.l.

Geo

Via del Corso, 2 - 19038 Sarzana (SP) Tel. 0187 622198 - Fax 0187 627172 info@geonetwork.it - www.geonetwork.it R

network

SOFTWARE

OUT-2021-13943

MARZO 2022

23


1 2022

Azimut

Istituzioni

Nascerà un museo dedicato al medico Carlo Urbani Intervista al Sindaco di Castelplanio, Fabio Badiali FABIO BADIALI Nome: Fabio Cognome: Badiali, Età: 66 anni, Professione: Ritirato dal lavoro, Partito/coalizione con cui è stato eletto: lista civica: “UNITI PER CASTELPLANIO - Storia e Futuro” di orientamento politico di Centro-Sinistra e Fabio Badiali è dirigente e tesserato del PD.

24

Sul piano urbanistico e di assetto del territorio

se presentare la necessità, qualora il territorio ne

quali sono le linee politiche e di indirizzo per la

sentisse l’esigenza. Comunque la priorità dell’Am-

gestione degli attuali strumenti di pianificazione?

ministrazione Comunale resta quella del recupero

Lo strumento urbanistico attualmente utilizzato

del patrimonio edilizio esistente ovvero “costruire

dal Comune di Castelplanio è il PRG approvato

sul costruito”.

nell’anno 2000 e opportunamente aggiornato con

Nel vostro territorio comunale esistono degli

una Variante nel 2006. Fino ai primi anni 2000 l’e-

edifici storici che necessitano di restauro oppu-

dilizia – sia abitativa che artigianale ed industriale

re degli immobili moderni che possono essere

- era abbastanza movimentata ed il PRG prevede-

modificati per un uso diverso da quello per cui

va già diverse aree sia residenziali che produttive.

furono realizzati? Se si, come state procedendo?

Dopo il 2008 sia per la crisi economica che per altre

Il Centro Storico di Castelplanio è nato intorno al

cause, l’edilizia ha subito un crollo drastico. Negli

1300. All’interno del Centro Storico esistono diver-

ultimi anni sembra che ci siano piccoli segnali di

si fabbricati di proprietà privata, ancora abitati,

ripresa e l’attuale PRG è ancora idoneo a rispon-

mentre altri immobili di proprietà pubblica sono

dere alle esigenze dei richiedenti. L’attenzione è,

stati convertiti ad uso abitativo ed in collabora-

comunque, particolarmente rivolta alla riqualifi-

zione con l’IACP sono stati destinati ad edilizia po-

cazione del patrimonio edilizio esistente sia del

polare ed attualmente sono tutti occupati. Anche

Centro Storico che dei Centri abitati in generale,

nelle zone limitrofe al Centro Storico, in partico-

del capoluogo e delle frazioni soprattutto quelle di

lare la vecchia Scuola Elementare, inizialmente

Macine/Borgo Loreto e Piagge, mentre la Frazione

utilizzata da alcune associazioni per scopi sociali,

Pozzetto ha una vocazione espansiva con diverse

attualmente (una parte) è stata destinata ai lavori

lottizzazione convenzionate in corso.

per la realizzazione di un Museo su Carlo Urbani (il

Per permettere ed agevolare il recupero del pa-

medico Castelplanese infettivologo, che identificò

trimonio edilizio esistente, a fine anno 2021 sono

la SARS, poi deceduto a causa della stessa).

state aggiornate le aliquote relative al Contribu-

Come state procedendo con il progetto che ri-

to di Costruzione che prevede agevolazioni rivolte

guarda la vecchia scuola? Ce ne può parlare an-

proprio ai fabbricati non occupati da almeno 3 anni

che in relazione al progetto che avete con il Co-

con sconti che vanno dal 30 al 70 %.

mune di Poggio San Marcello?

Si procederà – in ogni caso – ad eventuali ed ul-

Insieme al Comune di Poggio San Marcello e gra-

teriori Varianti al PRG se e quando se ne doves-

zie alla collaborazione dei tecnici comunali, ol-

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Istituzioni

Castelplanio (AN)

tre che dell’Ing. Giacomo Giacomini e della Soc.

si occupa di urbanistica ed edilizia?

NET4PARTNERS è stato redatto un progetto di ri-

Attualmente l’Ufficio Tecnico del Comune di Ca-

qualificazione del vecchio edificio nato come Scuo-

stelplanio dovrebbe prevedere 3 figure in pianta

la Elementare ed attualmente riconvertito (in par-

organica (un Dirigente – laureato - SUE-SUAP, un

te) a Museo su Carlo Urbani di cui sono in corso i

geometra alle manutenzioni ed un geometra all’ur-

lavori che saranno ultimati nel giro di pochi mesi.

banistica) ma di ruolo sono rimaste due unità: Il

Il progetto per cui sono stati chiesti fondi del PNRR

Responsabile SUE-SUAP (arch. Lorenzo CURSI) ed un

destinati ai Borghi Storici, prevede una serie di ini-

Tecnico all’Urbanistica/Informatica (Geom. Enrico

ziative sempre collegate alla figura del Dott. Carlo

COPPA). Il tecnico delle manutenzioni, uscito per

Urbani come un Centro Interculturale e corsi riser-

mobilità da alcuni anni, non è stato mai rimpiaz-

vati ai Medici dei Paesi in via di Sviluppo ed alla

zato per questioni legate al blocco delle assunzioni

cura della persona sia dal punto di vista medico e

e per questioni finanziarie. Un aiuto proviene dai

farmaceutico che dell’alimentazione (in collabora-

colleghi dai Tecnici dei comuni di Castelbellino e

zione con l’Università di Camerino MC), una stazio-

Maiolati Spontini che ringrazio sia loro che i Sindaci

ne di ricarica per e-bike, una moderna caffetteria

e le Amministrazioni Comunali che hanno permesso

con “Pop Up Restaurant” (in collaborazione con

questa collaborazione.

l’IPSEOA “G. Varnelli” di Cingoli e Soc. ARCA).

Nel frattempo è in corso, con la Provincia di An-

Contestualmente, nel Comune di Poggio San Mar-

cona, un concorso pubblico per l’assunzione di un

cello, sono previsti altri lavori di riqualificazione di

Tecnico da destinare all’Ufficio Tecnico Comunale

edifici attualmente non utilizzati e sempre legati

anche in considerazione dell’aumento di lavoro, so-

allo stesso progetto per accoglienza.

prattutto per i bonus fiscali (110%) e per la ripresa

Com’è strutturato il vostro ufficio comunale che

edilizia di cui si parlava sopra. MARZO 2022

25


1 2022

Istituzioni

Azimut distante dal cratere del terremoto, alcuni edifici

Carlo Urbani, ospedale pediatrico Hanoi

hanno subito danni dal terremoto del 2016. Ci sono diversi casi di immobili non più agibili e famiglie che sono rimaste senza un tetto stabile, a cui l’Amministrazione Comunale – con i contributi regionali – ha attivato i C.A.S. (Contributi per Autonoma Sistemazione). Tutti gli edifici segnalati sono stati attentamente valutati ed alcuni hanno già avviato i lavori per la messa in sicurezza ed il miglioramento sismico. Altri dovranno partire a breve.

Come sono i rapporti con i professionisti del settore? Con tutti i professionisti c’è sempre stato un rapporto di collaborazione sia per quanto riguarda l’Ufficio Urbanistica, sempre collaborativo con i tecnici professionisti, sia per quanto riguarda la collaborazione con tecnici professionisti esterni per progettazione e manutenzione del patrimonio pubblico. L’Ufficio Urbanistica, da oltre 20 anni, è in continuo e costante contatto con tutti i tecnici che gravitano nel comune di Castelplanio, non solo mediante informazioni sul sito istituzionale, ma con contatti diretti mediante una mailing-list dove i tecnici possono avere direttamente aggiornamenti, stampati, moduli e quanto altro occorra per evitare di dover andare fisicamente ogni volta presso gli uffici comunali. Dal 2020, inoltre, è stata attivata la presentazione delle pratiche edilizie (totalmente) on-line che permette la presentazione di qualsiasi pratica in ogni ora del giorno ed in ogni giorno della settimana. L’ufficio manutenzioni, inoltre, si avvale molto spesso di tecnici professionisti esterni per la progettazione e la manutenzione del patrimonio pubblico, con i quali c’è sempre stata una specie di rotazione e, soprattutto, una attenta valutazione e valorizzazione delle competenze professionali. Avete subito danni dal terremoto del 2016 ad edifici privati e del vostro comune? Anche se il Comune di Castelplanio è abbastanza

26

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Istituzioni

Fosso Cascatella

Qual è il pensiero della sua amministrazione sul

za COVID19. Secondo lei come cambia il ruolo del

tema delle unioni, delle fusioni e delle incorpo-

Sindaco, e delle istituzioni locali in genere, dopo

razioni di comuni?

questa pandemia?

Le Unioni hanno dato un bel sostegno ai piccoli co-

In questi ultimi due anni, dove questa pandemia

muni, anche perché lo Stato metteva dei soldi per

ha comunque, cambiato in qualche modo anche la

incentivare queste Unioni e noi, nella Vallesina, ab-

vita delle istituzioni locali, nel complesso – grazie

biamo creato una delle prime unioni delle Marche

alla tecnologia – abbiamo potuto imparare a lavo-

con otto Comuni già dal 2003. Poi, con il passare de-

rare diversamente dalla presenza fisica sul posto.

gli anni i vari governi hanno ridotto i contributi alle

Si è molto sviluppato lo Smart-Working, le riunioni

Unioni a favore delle fusioni che - personalmente

vengono fatte On-Line attraverso le diverse piatta-

- come linea politica, condivido. La nostra Unione

forme che il WEB offre, sempre più servizi sono ora

della Media Vallesina non avendo più a disposizione

fruibili on-line ed in futuro aumenteranno sempre.

risorse nazionali, è stato ritenuto opportuno chiu-

Anche le riunioni istituzionali, Giunta e Consiglio,

derla e continuare a svolgere servizi che riteniamo

grazie all’uso della tecnologia vengono fatte, oltre

utili ed importanti, in forma convenzionata tra i

che in presenza, anche con l’ausilio della videocon-

nostri comuni. A rotazione ci sarà un comune Capo-

ferenza. Questa pandemia, quindi, se da un lato

fila che gestirà i servizi e questo ci permette un ri-

ha creato numerosi disagi, da un'altra ha dato una

sparmio economico. Comunque le Amministrazioni

spinta all’uso di nuove tecnologie o – comunque –

locali e la Politica, quindi noi Sindaci in prima per-

tecnologie che esistevano ma non venivano utiliz-

sona, abbiamo il dovere di ragionare anche su una

zate.

fusione di due o più comuni, mantenendo sempre

Comunque, anche se l’emergenza è terminata dal

l’entità territoriale esistente. Su questa linea sono

31 marzo, il Covid non è assolutamente finito, anzi

personalmente disposto a dialogare e confrontarmi

è nostro compito mantenere sempre attenta l’at-

con i colleghi per raggiungere questo obbiettivo.

tenzione soprattutto indossando i dispositivi di si-

Stiamo entrando nella quarta fase dell’emergen-

curezza (mascherine e quant’altro). MARZO 2022

27


1 2022

Azimut

Collegi

In crescita il lavoro dei Geometri campani con il Superbonus Intervista al Geom. Maurizio Carlino, Presidente Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Napoli DEVIS CIUCCIO Ciuccio Devis è un geometra della Spezia che da oltre vent’anni svolge formazione professionale su molte discipline tecnico-informatiche cercando di coniugare l’importanza della teoria con il valore della pratica.

ripongono in me. Che momento vivono i Geometri? Anche in Campania gli ultimi anni hanno evidenziato un rilancio della categoria e l’aumento della mole di lavoro a cui far fronte? Sì, negli ultimi due anni vi è stata una crescita nel nostro settore lavorativo dovuta principalmente al Superbonus, che ha dato una boccata d’ossigeno ai professionisti; attualmente anche molti giovani colleghi appartenenti al mio Collegio sono impegnati professionalmente e questo, da Presidente, mi riempie di gioia perché fino a poco tempo fa abbiamo vissuto un lungo periodo di crisi, non solo per i geometri ma per tutto il comparto edile. Ricordo che per oltre un decennio girando per le strade della mia città quasi non si vedevano ponteggi, in una realtà post terremoto abituata invece alla presenza di numerosi cantieri. Oggi invece,

28

Geom. Maurizio Carlino, Presidente Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Napoli

grazie ai diversi bonus fiscali, l’attività di recupero

Presidente, è stato recentemente rieletto per la

presente, dando lustro alla categoria dei geome-

seconda volta alla guida di un Collegio grande, sia

tri ed anche a tutte le altre attività correlate, in

dal punto di vista territoriale che per il numero

quanto come ben sappiamo i benefici ricadono su

di professionisti ad esso iscritti, come qdfo9uello

molti comparti produttivi locali legati all’edilizia.

della Provincia di Napoli, che sensazioni prova?

I bonus fiscali hanno permesso di aprire molti

Una bella sensazione perché essere eletto per la

nuovi cantieri ma a volte la sicurezza del cantie-

seconda volta significa aver svolto positivamente

re si rivela insufficiente: che cosa si sente di dire

il primo mandato ed i colleghi hanno ritenuto di

ai colleghi che operano in tale settore:

darmi la loro fiducia per la seconda volta, questo

Da sempre stimolo i miei colleghi a far molta at-

mi onora perché dimostra la stima che gli iscritti

tenzione alla sicurezza del cantiere, che deve

MARZO 2022

e di manutenzione degli edifici è tornata ad essere


Azimut

1 2022

Collegi

essere sempre un aspetto prioritario per il tecnico.

momento perché rappresenta l’inizio per loro di

Come Collegio siamo sempre pronti a dare consigli

nuove avventure ed esperienze, devono però ricor-

e supporto anche nella formazione attraverso corsi

dare che l’esperienza nel nostro ambito lavorati-

e seminari propedeutici per sensibilizzare su tale

vo è molto importante, motivo per cui consiglio

tema, perché l’attenzione deve essere sempre alta

sempre loro di confrontarsi con le incombenze del

sulla programmazione dei diversi lavori svolti nel

cantiere, in quanto solo in questo modo potranno

cantiere, per non rischiare di sottovalutare aspetti

sviluppare le altre attitudini.

che possono rivelarsi tragici. Geo Network avvierà anche quest’anno due interessanti corsi formativi per i ragazzi, sia per chi deve prepararsi all’esame di Stato e sia per quelli che devono affrontare i primi anni della propria attività lavorativa. Da Presidente di un prestigioso Collegio dei Geometri ed in base alla sua lunga esperienza, quali consigli darebbe ai ragazzi che avviano oggi il proprio progetto di vita lavorativa basata sull’essere un Geometra? Essere un Geometra oggi significa dimostrare di essere un valido professionista, quando consegno i timbri ai ragazzi che hanno superato l’esame di Abilitazione professionale è per me un bellissimo MARZO 2022

29


1 2022

Collegi

Il Geometra di cantiere può essere paragonato ad

tare ad oggi una modalità di lavoro percorribile.

un medico del pronto soccorso che potrà acquisire

Le diverse abilità condivise in squadra aiutano a

nozioni e conoscenze che lo arricchiranno per il

finalizzare e perfezionare l’incarico che ci è stato

futuro della propria vita lavorativa. Il Collegio, sia

assegnato, per questo cooperare insieme è la via

tramite l’apporto dei propri consiglieri sia valutan-

per avere successo nella propria professione.

do proposte come quella di Geo Network, è sempre

Geo Network e il Collegio Geometri di Napo-

attento ad integrare la preparazione iniziale e di

li svolgono spesso insieme attività formative di

avvio dei ragazzi, in quanto non sempre l’Istitu-

qualità, ritiene anche Lei fondamentale consi-

to scolastico riesce a garantire una completa ed

gliare ad un Suo iscritto di dedicare/investire

esaustiva formazione in tal senso. Alcune materie

parte del proprio tempo nella propria forma-

come la topografia e il diritto, ad esempio, neces-

zione professionale per affrontare e cogliere le

sitano di essere approfondite, cerchiamo quindi di

nuove opportunità lavorative (PNRR, normative

colmare tali lacune organizzando corsi ed eventi

sui Bonus fiscali sempre in aggiornamento, nuo-

formativi.

ve regolamentazioni sugli appalti pubblici)?

Il lavoro in team nel 2022 è sempre più una real-

Oggi è indispensabile usufruire di una formazione

tà: specializzarsi solo su alcune mansioni e non

professionale continua, il mondo professionale ha

occuparsi di tutto, è forse un suggerimento cor-

ritmi veloci, violenti, con continue variazioni ed

retto?

aggiornamenti. Geo Network è senz’altro una vali-

Senz’altro. Lavorare in team è l’occasione per

da piattaforma formativa da poter utilizzare ed è

poter portare a compimento tutti i progetti, il

per questo che il Collegio dei Geometri di Napoli

geometra “vecchio stampo”, ovvero colui che ri-

ha collaborato e collaborerà sempre di più con Geo

maneva in ufficio senza relazionarsi con gli altri

Network per l’alta qualità della formazione che in-

professionisti cercando di portare individualmente

sieme sarà possibile offrire agli iscritti.

a termine il proprio lavoro, non può più rappresen-

30

Azimut

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Istituzioni

Una visione globale per la ricostruzione post sisma Intervista svolta presso la Camera dei Deputati il 23 Marzo 2022 con l’Onorevole Tullio Patassini – Membro della V Commissione (Bilancio, Tesoro e Programmazione) DEVIS CIUCCIO Ciuccio Devis è un geometra della Spezia che da oltre vent’anni svolge formazione professionale su molte discipline tecnico-informatiche cercando di coniugare l’importanza della teoria con il valore della pratica.

feriti ed indicati materiali da utilizzare e tipologie costruttive non ottimali per il territorio Marchigiano. In questi tre anni, abbiamo dovuto quindi rimodulare l’intera normativa per raggiungere un buon risultato come quello odierno: finalmente la ricostruzione è stata avviata, sono state superate problematiche legate alla doppia difformità, agli ingombri dei muri e degli edifici, alla differenza tra lo stato catastale e lo stato dei luoghi; quest'ultima divergenza in particolare, nasce semplicemente dalla storicità degli stessi e non da altre situazioni, è dovuta al fatto che ciò che una volta veniva disegnato sulla carta, se confrontato oggi Onorevole Patassini, Lei in questi anni è sempre

con un rilievo svolto con strumentazione tecnica,

stato molto attento al suo territorio d’origine,

diviene motivo di possibili differenze contingenti.

Macerata e le Marche in generale, promuoven-

A seguito di questo importante lavoro ci siamo pre-

do, tra le varie iniziative, proposte di legge per

occupati di prevedere anche delle norme speciali

dare sostegno e fornire agevolazioni a persone

(le cosiddette ordinanze speciali del Commissario

e territori che negli ultimi anni hanno dovuto af-

alla ricostruzione) che permettono di intervenire

frontare prima il terremoto e poi la pandemia da

in maniera unitaria nei borghi, nei piccoli centri

Covid: può illustrarci queste azioni?

storici, operando sull’intero complesso con una vi-

Già dal nostro insediamento nel 2018 siamo subito

sione globale e non per singolo immobile; ci siamo

intervenuti in maniera forte e decisa sulla rivisita-

anche preoccupati dell’edilizia scolastica, perché

zione della normativa tecnica del terremoto (D.L.

le scuole sono il motore di ogni comunità ed a mag-

189 del 2016), in quanto tale decreto era stato isti-

gior ragione nei territori montani, che naturalmen-

tuito in un altro periodo storico, ossia in occasione

te soffrono lo spopolamento, questo ha permesso

dell'evento sismico che colpì l’Emilia-Romagna nel

alle famiglie di non abbandonare quei luoghi dando

2012, pertanto parte della normativa precedente

un futuro a quelle zone.

mal si addiceva ad un territorio completamente

Oggi affrontiamo la fase successiva di quei territo-

diverso da quello Emiliano. Venivano infatti pre-

ri, la ripartenza economica. MARZO 2022

31


1 2022

Azimut

Istituzioni Oltre alla ridefinizione della normativa urbanisti-

no. È stato fondamentale rimanere vicini al siste-

ca vi è stata anche una ridefinizione ed il riavvio

ma imprenditoriale con incentivi fiscali come ad

dei cantieri infrastrutturali, sono state proposte

esempio il credito d’imposta per l'acquisto di beni

agevolazioni fiscali per la ripresa sociale ed eco-

strumentali, misura che permette di aiutare non

nomica dei Comuni colpiti dagli eventi sismici,

le realtà improduttive, ma le attività economiche

quali interventi sono stati attuati?

che vogliono investire sui nostri territori, rendendo

Dobbiamo fare in modo di invertire il trend di spo-

possibile di conseguenza a cascata l’incremento di

polamento, di ridefinire le differenze competitive

posti di lavoro.

della montagna rispetto al mare perché è molto

Nell’immediatezza del sisma un’altra misura era

più difficile fare impresa nei territori alto collina-

stata promulgata, ed in seguito migliorata ed in-

ri-montani, con un gap logistico che deve essere

crementata: la Zona Franca Urbana Centro Italia,

colmato, per questo siamo intervenuti sulle grandi

che permetteva a tutti coloro che avessero inse-

infrastrutture.

diato attività imprenditoriali in tali zone, di beneficiare di un'esenzione fiscale e contributiva per un dato periodo di tempo. Tale misura è stata fondamentale per fare ripartire la micro e piccola imprenditorialità. Ogni iniziativa economica si compone di strategie industriali ed incentivi fiscali ed economici, per rendere tale disegno ancora più forte ho depositato una proposta di legge per creare una zona a fiscalità agevolata nelle aree del cratere del centro d’Italia, definendo quindi linee d’intervento

Abbiamo ultimato la “Quadrilatero” ovvero i due

specifiche e delineando forme di sostegno alle

assi intervallivi che collegano le Marche con l’Um-

imprese in maniera dettagliata. Per un territorio

bria, sono stati finalmente avviati i lavori della Pe-

appenninico compreso tra quattro Regioni, diventa

demontana, che collegherà i centri interni dell’Ap-

fondamentale la strategia unitaria del territorio e

penino, ed a livello ferroviario siamo intervenuti

tale proposta di legge è rivolta anche a questo. La

con decisione sul raddoppio della linea Orte-Falco-

recente pandemia ha insegnato che anche lo smart

nara e più a sud sulla via di comunicazione Salaria,

working o la delocalizzazione possono risultare

permettendo così di ottimizzare una viabilità che

importanti ed attrattivi per un territorio montano

va a vantaggio di una realtà pluriregionale e pluri-

vicinissimo ad importanti vie di comunicazione, vi-

territoriale.

cinissimo alle coste, vicinissimo a Roma. Tale pro-

Crediamo che ciò sia fondamentale per permette-

posta di legge vuole richiamare sul territorio realtà

re lo sviluppo di quei territori.

economiche ad alta intensità di lavoro o ad alta

Per quanto riguarda gli incentivi ed il sostegno alle

professionalità che, oltre ad usufruire degli sgravi

imprese, a seguito degli interventi di delocalizza-

fiscali, contribuirebbero anche a fornire al territo-

zione che sono stati attuati ed in considerazione

rio personale qualificato, know how, utile in modo

degli eventi sismici verificatisi, oggi le aziende

da attrarre giovani coppie e le giovani generazioni

hanno bisogno di essere sostenute per poter cre-

di millennials.

scere e riprendere il trend di sviluppo che aveva-

32

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Istituzioni

Ad aggravare le problematiche del territorio ag-

rimboschimenti, dal taglio selettivo alla vendita in

giungiamo anche, in questi mesi, la crisi ener-

loco del legno, ovvero creando e valorizzando un

getica che il nostro Paese sta attraversando con

brand a chilometro zero “made in Marche”, evitan-

severe conseguenze economiche su imprese e

do i rischi che un territorio diventi abbandonato.

famiglie, vede contraddizioni nell’ideologia am-

Un altro esempio, a tal proposito, è la valorizza-

bientalista che si vuole perseguire e quali secon-

zione dell’attività turistica creando opportunità di

do Lei potrebbero essere i giusti correttivi?

sviluppo, compatibilmente con l’ecosistema che ci

L’Italia storicamente è stata vittima di politiche

circonda, portando le condizioni affinché il turi-

ambientaliste, non di politiche ambientali. Il no-

sta possa trascorrere le proprie vacanze nel nostro

stro territorio è storicamente antropizzato e la

territorio collinare-montano. Un'ulteriore propo-

presenza dell’uomo risulta fondamentale per l’e-

sta è quella di trasformare gli attuali impianti da

cosistema montano e marino, perché non vi è mi-

sci presenti nelle Marche in impianti fruibili tutto

glior custode del proprio territorio di chi lo vive e

l'anno, magari anche per altre attività legate alla

lo abita, in particolar modo nel centro Italia. Ogni

mountain bike, e-bike, escursionismo, con investi-

politica ambientale, non ambientalista, deve esse-

menti nelle infrastrutture, che porterebbero cer-

re compatibile con il luogo dove è svolta, creando

tamente ad un grande beneficio per il territorio,

le condizioni di sviluppo proprie di quel territorio.

creando nuovi posti di lavoro, a beneficio anche

Un esempio concreto è l’abbandono in Italia della

delle giovani coppie.

filiera del legno. Le Marche sono famose per avere

Per l’inverno stiamo lavorando per far nascere il

un importantissimo distretto dell'arredamento, ma

SIBILLINI SUPERSKY, uno sky pass unico per tutto

la filiera del legno è quasi inesistente, nonostante

il comprensorio appenninico marchigiano coinvol-

negli ultimi anni la superficie boschiva nazionale

gendo attivamente i comuni e gli attuali operatori

sia aumentata del 10%. Quale migliore opportunità

sciistici, una nuova visione d’insieme per offrire al

per far rinascere un territorio che avviare una sana

turista una proposta articolata valorizzando i ter-

politica legata alla filiera del legno, partendo dai

ritori appenninici. MARZO 2022

33


1 2022

Azimut

Istituzioni

34

In Italia le politiche energetiche hanno subito le

so le Regioni del Sud Italia, affinché i suoi effetti

stesse logiche delle politiche ambientaliste: l'op-

producano un riequilibrio territoriale; in tal modo

posizione alle trivellazioni, al TAP, a nuovi impian-

si aiutano i territori che sono più indietro, senza

ti, alle biomasse, al biogas, ai rigassificatori, al

che ciò sia d’impedimento a chi ha esigenze d’in-

nucleare ha portato come risultato una crisi ener-

vestimento. Grazie al sistema di monitoraggio già

getica nazionale tra le più gravi della nostra storia

avviato avremo contezza se le Regioni meridionali

recente. L’Italia dipende per il 95 % dal gas stra-

utilizzeranno tali fondi per colmare il gap infra-

niero e fino a poco tempo fa la Russia era un nostro

strutturale ed economico ad oggi presente rispetto

importante partner, fornendoci il 40% del gas che

alle Regioni del Centro-Nord, attuando gli specifi-

utilizziamo annualmente. Oggi per ridurre i costi

ci bandi. Se ciò non dovesse accadere, ovvero in

energetici a famiglie ed imprese abbiamo la possi-

mancanza di mirati progetti all’uopo concepiti, i

bilità concreta di intensificare le attività di estra-

fondi non dovranno essere persi e dopo un certo

zione del gas nazionale, ormai ridotto ai minimi

periodo di tempo altri territori, già pronti nell’at-

termini, superando un blocco ideologico insensato.

tuare bandi e progetti specifici, dovranno averne

Capitolo fondi PNRR e fondo complementare

disponibilità in forma sussidiaria.

PNRR, pensa vi sia stata una corretta ripartizio-

Molte imprese impegnate nella ricostruzione,

ne delle risorse nel Paese?

anche beneficiando della recente rinascita del-

Sia il fondo PNRR che il fondo complementare PNRR

le attività di costruzione legate alla diffusione

sono grandi opportunità per l’Italia, che dobbia-

ed attuazione dei diversi bonus edilizi, hanno

mo cogliere appieno. Per le aree colpite dal sisma

visto negli ultimi mesi compromessi i margini di

del Centro Italia sono stati previsti con il fondo

profitto a causa di ingenti aumenti delle materie

complementare risorse per 1,78 miliardi di euro.

prime e dei materiali, c’è soluzione secondo Lei

Crediamo che in una fase iniziale sia ragionevole

a breve per queste problematiche?

pensare che il PNRR sia un po' più sbilanciato ver-

Siamo nel mezzo di una tempesta perfetta.

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Istituzioni

A seguito della pandemia sono crollati i consumi ed

un lungo periodo. In particolare poi, per i territo-

il costo delle materie prime, ma a questo periodo

ri colpiti dal sisma del 2016, il cosiddetto super-

è seguita una veloce ripartenza di slancio del siste-

bonus rafforzato che permette di aumentare del

ma economico mondiale con un incremento a due

50% i limiti delle spese ammesse, se si rinuncia al

cifre del P.I.L. anno su anno; ciò ha comportato

contributo pubblico per la ricostruzione, permette

evidenti tensioni sui prezzi di materie prime, dei

una grande semplificazione, un grande snellimento

prodotti e quindi anche sui prezzi dell’energia. A

burocratico per il quale noi ci siamo fortemente

questo in Italia si sono sommati gli aumenti pro-

battuti raggiungendo l’obiettivo di allungare, per

vocati da una misura importante e particolarmen-

tale casistica, la scadenza dell’incentivo fiscale

te espansiva, ovvero quella del Superbonus 110%.

al 2025. Questo è un esempio dei correttivi che

Tale misura crediamo che vada accompagnata

vorremmo apportare a livello generale con la fina-

verso la normalità, da un lato abbassando la per-

lità di non lasciare indietro nessuno supportando

centuale di detrazione dall'altro rendendola utiliz-

al tempo stesso famiglie e imprese, non interrom-

zabile per un periodo di tempo più lungo, dando

pendo l’importante ricaduta, in termini di risor-

così maggiore certezza a famiglie ed imprese che

se e di riqualificazione del patrimonio immobilia-

potranno in tal modo programmare per tempo i

re, che queste misure producono sul territorio.

lavori da eseguire permettendo così di rispondere all’eccesso di domanda e di materiale senza un conseguente spropositato aumento dei prezzi. Tutti gli incentivi fiscali, non solo il superbonus, sono stati fondamentali per il rilancio dell’edilizia negli ultimi dieci anni, ritengo che occorra una riorganizzazione di tutti i bonus, in modo da offrire la possibilità a tutti di poterne disporre per MARZO 2022

35


1 2022

Azimut

Edilizia

Nel 2021 +34% delle compravendite in ambito residenziale, ma è forte il rischio di ridimensionamento a causa della guerra in corso È quanto emerge dall’Osservatorio sul Mercato Immobiliare di Nomisma, che compie 35 anni di attività

36

Bologna 23 marzo 2022 - “Il rischio che l’apprensione

dinaria capacità reattiva, il secondo shock in meno

degli operatori si trasferisca sugli indicatori di fiducia

di un biennio, non accompagnato da un adeguato

di famiglie e imprese è concreto, anche se la capaci-

dispiegamento di risorse finanziarie aggiuntive e da

tà di reazione dimostrata nell’ultimo biennio non fa

una politica monetaria marcatamente accomodante,

escludere possa trattarsi di effetti destinati a risolver-

potrebbe determinare un nuovo ridimensionamen-

si in breve tempo”- è quanto si legge nell’Osservato-

to”. Ecco, quindi un surplus di alert: “l’ottimistico

rio sul Mercato Immobiliare – Marzo 2022 di Nomisma

quadro che scaturisce dalla lettura delle tenden-

presentato oggi, che analizza l’andamento del setto-

ze più recenti rischia di restituire un’immagine

re immobiliare in 13 mercati intermedi (Ancona, Ber-

troppo vivace alla luce delle ultime evoluzioni”.

gamo, Brescia, Livorno, Messina, Modena, Novara,

Le evidenze offerte dai modelli previsionali “re-

Parma, Perugia, Salerno Taranto, Trieste e Verona).

stituiscono una prima parziale risposta del tri-

Il riferimento è ovviamente alle conseguenze delle

buto imposto al settore dalla follia bellica. Il ti-

sanzioni adottate dai maggiori Paesi occidentali nei

more, tuttavia, è che, a conti fatti, il prezzo da

confronti della Russia dopo l’invasione dell’Ucraina.

pagare possa risultare di gran lunga superiore”.

Secondo la Società bolognese “l’entità del ri-

Ne sono la riprova il +34% vs 2020 delle compra-

dimensionamento atteso è ancora difficile da

vendite registrato lo scorso anno in ambito resi-

quantificare, ma il palpabile attendismo di que-

denziale e la risalita dei prezzi anche nelle città

ste settimane prevedibilmente si tradurrà in una

intermedie (+1,2% su base annua per le abitazioni

perdita in termini di crescita del PIL non limi-

usate, +1,7% per quelle nuove). Di questo benefi-

tata a qualche decimo di punto percentuale”.

cio hanno goduto in primis le localizzazioni perife-

Ne viene quindi, passando al mercato immobiliare,

riche e di provincia, in ragione di uno spostamento

che “il mantenimento degli straordinari livelli tran-

di interesse di una quota significativa di domanda.

sattivi raggiunti al termine del 2021, che fino a qual-

Nel complesso, migliore continua a risultare, per

che settimana fa sembrava lo scenario più verosimi-

contro, la performance del settore immobiliare

le, appare oggi una prospettiva ottimistica”. È in ogni

corporate. Archiviata la débâcle del 2020, quan-

caso prematuro, per il think tank felsineo, azzardare

do il segmento aveva subìto le pesanti conseguen-

ipotesi di dimensionamento delle conseguenze immo-

ze causate dall’attendismo indotto dal Covid-19,

biliari; quello che è certo con il conflitto è il tempo-

si è rivitalizzato l’interesse degli investitori stra-

raneo deterioramento del clima generale di fiducia.

nieriper il nostro Paese, con un volume di inve-

Nomisma avverte come “nonostante il settore resi-

stimenti cresciuto di circa il 2,4% rispetto al 2020,

denziale abbia recentemente dimostrato una straor-

attestatosi poco al di sotto dei 10 miliardi di euro.

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Edilizia

Il rialzo del settore corporate è stato guidato dai seg-

damento della ripresa che si era avviata a partire

menti logistico e alberghiero. Per la logistica ha influ-

dall’estate 2020; i mercati secondari che meglio stan-

ito il cambiamento imposto dalle quarantene forzose

no performando sono quelli di Trieste e Modena, con

di stili di vita e abitudini di consumo, che hanno con-

valori dell’indice di performance[1] (che sintetizza

sentito di raggiungere valori di investimento prossimi

l’andamento di cinque componenti che esprimono la

ai 3 miliardi di euro (+90% nel biennio 2019-2021) e

dinamicità del mercato) prossimi a 0,8.

un netto calo dei rendimenti – per effetto del tracol-

Passando ai mercati delle unità immobiliari d’impresa,

lo della rischiosità percepita - passati da oltre il 7% a

quelli che più hanno risentito degli effetti della pan-

poco più del 4%.

demia sono Ancona, Modena e Trieste, con un indice di

Tornando al settore residenziale, una delle eredità

performance ancora collocato in territorio negativo.

lasciate dal Covid è la preferenza per l’acquisto, an-

La variazione annuale dei prezzi delle abitazioni usate

che se Nomisma prevede che si possa assistere ad un

(che in Italia rappresentano il 75% del mercato del-

progressivo riallineamento che porterà ad un aumen-

le compravendite residenziali) si è attestata all’1,2%,

to di interesse per la locazione. I singoli mercati, da

con un campo di variazione che va dal +3,2% di Mode-

questo punto di vista, presentano differenze alquanto

na al -1,1% di Salerno.

evidenti; rispetto alla quota di domanda di locazione

Il segmento dei negozi mostra ancora una tendenza

ad inizio del corrente anno: si passa dal 27% di Trieste

riflessiva con eccezioni limitate a Ancona e Bergamo,

al 54% di Parma.

mentre Trieste è la realtà che segna la flessione più

Analizzando il profilo di chi è orientato all’affitto di

marcata (-2,1% su base annua). A livello medio, le va-

un’abitazione, emerge come siano in aumento locata-

riazioni dei prezzi risultano pari al -0,1% nel segmento

ri single, coppie giovani, studenti e lavoratori in mo-

terziario e a -0,8% in quello commerciale.

bilità, mentre risultano stabili i locatari monogenitore

I tempi di assorbimento degli immobili in vendita sono

(con o senza figli) e le famiglie che si trasferiscono da

di circa 5,6 mesi per le abitazioni, mentre per uffici e

un altro comune.

negozi superano i 10 mesi.

Nomisma osserva che con l’introduzione del Superbo-

Lo sconto praticato sul prezzo richiesto nella media

nus e Sismabonus 110% si è registrato un aumento del-

dei 13 mercati di provincia si è attestato all’11,8% per

la domanda di acquisto di abitazioni da ristrutturare

le abitazioni, al 15,8% per gli uffici e al 15,4% per i

per uso proprio, mentre non sono molto distanti tra

negozi.

loro i giudizi di aumento e di stabilità in merito alla

Al 31 dicembre 2021 sono state effettuate poco meno

domanda di acquisto per investimento, così come le

di 798.000 transazioni, il 94% delle quali per abitazio-

valutazioni relative alle ricadute sui prezzi.

ni. Si tratta di dati non dissimili a quelli del periodo

Passando alle dotazioni richieste dalla domanda - e

2006/2007, nel pieno della fase ascendente del ciclo

che risultano essere carenti nel parco abitativo offerto

precedente.

in vendita - Nomisma rimarca l’esigenza di un balco-

Ponendo a confronto i mercati maggiori e quelli inter-

ne/terrazzo, seguita dall’area condominiale privata,

medi, emerge come il canone medio di locazione di

dall’ascensore, da un’elevata classe energetica e infi-

abitazioni praticato sul libero mercato sia tornato a

ne dal posto auto/garage. Scarseggia inoltre la dispo-

crescere in entrambi i contesti territoriali, riprenden-

nibilità di immobili di taglio dimensionale compreso

do così il trend di lenta risalita dei valori iniziato nel

nella fascia 50-90 mq, mentre risulta carente l’offerta

2018. Sempre analizzando i riferimenti di mercato, il

di abitazioni in vendita nei semicentri urbani.

rendimento lordo da locazione nel segmento abitativo

Come già evidenziato, il 2021 ha segnato il consoli-

risulta pari al 5,4% annuo. MARZO 2022

37


1 2022

Immobiliare

Azimut

Indagine semestrale sul settore delle costruzioni L’Indagine semestrale sul settore delle Costruzioni è realizzata dal Centro Studi “Giuseppe Guzzini” di Confindustria Marche in collaborazione con Ance Marche e con Intesa Sanpaolo. La presente pubblicazione contiene i risultati della rilevazione, su un campione di imprese edili marchigiane, relativa al II semestre 2021

38

IL QUADRO NAZIONALE

La ripresa dei livelli produttivi nel settore ha positi-

Secondo l’ANCE, nel 2021 il settore delle costruzioni

vamente influenzato i livelli di occupazione. Secondo

ha sperimentato una significativa ripresa, stimata in

il monitoraggio della Commissione Nazionale per le

un incremento del 16,4% in termini reali dei livelli di

Casse Edili, nei primi 11 mesi del 2021 il numero di

attività, derivante da aumenti generalizzati in tut-

ore lavorate è cresciuto del 26,7% rispetto allo stes-

ti i comparti e, in particolare, nella manutenzione

so periodo del 2020, mentre i lavoratori iscritti sono

straordinaria abitativa e nelle opere pubbliche. Una

aumentati dell’11,8% nello stesso periodo. Il miglio-

crescita importante che consente di recuperare i li-

ramento nel mercato del lavoro è confermato anche

velli precedenti la pandemia: il confronto con il 2019

dai dati Istat sulle forze di lavoro che evidenziano,

evidenzia, infatti, una variazione del +9,1%. Rimane,

nei primi 9 mesi del 2021, un aumento degli occupa-

tuttavia, ancora elevato il gap produttivo con l’inizio

ti nelle costruzioni (dipendenti e indipendenti) del

della crisi settoriale (-28,8% rispetto al 2007). Gli in-

7,2% nel confronto con lo stesso periodo del 2020.

vestimenti in recupero abitativo, che rappresentano

Nel secondo semestre 2021, le ore complessive di

il 37,5% del totale settoriale, registrano una crescita

Cassa Integrazione Guadagni autorizzate sono dimi-

del 25%, grazie alla rapida ripresa della domanda sti-

nuite del 66,6% rispetto allo stesso periodo del 2020,

molata dagli eccezionali incentivi per la ristruttura-

passando da 53 a 18 milioni di ore circa. Nell’intero

zione e riqualificazione del patrimonio abitativo. In

anno, la contrazione delle ore di CIG autorizzate ha

aumento del 15% il comparto delle costruzioni non

raggiunto il 61,6%. I dati di Banca d’Italia relativi ai

residenziali pubbliche e del 12% la nuova edilizia re-

prestiti alle imprese di costruzioni a novembre 2021

sidenziale. Gli investimenti privati in costruzioni non

mostrano un andamento debole (+0,2% rispetto allo

residenziali segnano un aumento del +9,5%, favoriti

stesso trimestre 2020), a causa della scarsa domanda

dal favorevole contesto economico che incide sensi-

di nuovi finanziamenti, dovuta, pur in una favorevole

bilmente sui livelli produttivi di questo comparto, più

fase ciclica, alle ampie disponibilità liquide accumu-

legato agli andamenti dei diversi settori di attività

late nel corso della crisi pandemica. Per il 2022, se-

economica. I dati Istat evidenziano una crescita degli

condo l’Ance, emergono alcune importanti criticità

investimenti in costruzioni del 22,4% nella media del

che rischiano di compromettere la ripresa del setto-

2021 rispetto al 2020, sintesi di un incremento del

re: tra queste, gli eccezionali incrementi dei prezzi

26,1% degli investimenti in abitazioni e del 18,7% di

dei principali materiali da costruzione, che potreb-

quelli in fabbricati non residenziali e altre opere. Ri-

bero comprimere gli investimenti previsti per l‘anno

spetto al livello registrato nel 2019, la produzione ha

in corso sia nel settore privato, sia con riferimento

registrato un aumento del 14,2%.

alle gare pubbliche. La previsione per il 2022 è di un

MARZO 2022


Azimut

Immobiliare

INDAGINE SUL SETTORE DELLE COSTRUZIONI – II SEMESTRE 2021

incrementi dei prezzi dei principali materiali da costruzione, che potrebbero

eccezione dell’edilizia non abitativa. Le dichiarazioni degli operatori intervistati confermano il complessivo miglioramento del clima congiunturale, osservato in particolare negli ultimi mesi dell’anno. Rimane elevata la quota di operatori intervistati interessati dalla crescita dei livelli produttivi, seppure in lieve calo rispetto alla precedente rilevazione (80% contro 85% della rilevazione del primo semestre), mentre resta contenuta la quota di aziende interessate dalla flessione dell'attività (5% contro 3% della precedente rilevazione). Nella tavola seguente sono riportati i tassi di variazione percentuale della principali comparti settore: produzione nei principali del comparti del settore:

lieve aumento degli investimenti in incostruzioni comprimere gli investimenti previsti per l‘anno corso sia nel settore nei

1 2022

privato, sia con riferimento alle gare pubbliche. La previsione per il 2022 è

del +0,5% elevati valori raggiunti nel agli di unrispetto lieve aumentoagli degli investimenti in costruzioni del +0,5% rispetto 2021.

elevati valori raggiunti nel 2021.

Tab.1 - Settore delle Costruzioni nelle Marche - Valore della produzione realizzata Tassi di variazione percentuale sullo stesso semestre dell'anno precedente

PRODUZIONE

Fig. 1 – Investimenti* in Costruzioni per comparto in Italia

Variazioni percentuali in quantità rispetto all'anno precedente

I semestre 2021

II semestre 2021

Edilizia abitativa Pubblica Privata - c/proprio - c/terzi - convenzionata Edilizia non abitativa Lavori pubblici Altro

35,9 4,9 33,0 11,6 39,7 24,8 14,7 23,8 6,1

32,6 32,5 32,7 -2,2 38,0 5,3 -4,3 17,1 11,8

Totale

24,7

15,6

Fonte: Confindustria Marche

Riguardo all’edilizia abitativa, il secondo semestre 2021 mostra un incremento di circa il 32,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno Una parte consistente degli operatori intervistati (49%) ha Riguardoprecedente. all’edilizia abitativa, il secondo semestre dichiarato di aver aumentato la produzione. Il recupero dell’edilizia abitativa ha interessato tutti i comparti, seppure con intensità differenti. In aumento

2021 mostra un incremento di circa il 32,6% rispet-

to allo stesso periodo dell’anno precedente. Una 6 parte consistente degli operatori intervistati (49%)

(*) Investimenti in costruzioni al netto dei costi per trasferimento di proprietà (°) Stime Ance Fonte: Elaborazioni Ance su dati ISTAT

ha dichiarato di aver aumentato la produzione. Il recupero dell’edilizia abitativa ha interessato tutti i comparti, seppure con intensità differenti. In

IL QUADRO REGIONALE

aumento sia la componente pubblica (32,5%), sia

Secondo semestre 2021 in ulteriore recupero per le

la componente privata (32,7%). Relativamente a INDAGINE SUL SETTORE DELLE COSTRUZIONI – II SEMESTRE 2021

costruzioni regionali rispetto al secondo semestre

quest’ultima, la componente in conto proprio ha

2020, nonostante il mantenimento delle misure di

registrato un calo del 2,2%, mentre la componente

contenimento della pandemia. Secondo i risultati

Relativamente a quest’ultima, la componente in conto proprio convenzionata (5,3%) e conto terzi (38,0%) hannoha registrato

dell'Indagine semestrale condotta dal Centro Studi 5

(38,0%) registrato un miglioramento. significativo miglioramento. registrato un hanno signifi cativo

di Confindustria Marche su un campione di aziende associate, la produzione nel semestre luglio-

sia la componente pubblica (32,5%), sia la componente privata (32,7%). un calo del 2,2%, mentre la componente convenzionata (5,3%) e conto terzi

Fig. 2 – Investimenti in Costruzioni per comparto nelle Marche Variazioni percentuali in quantità rispetto all'anno precedente

dicembre 2021 è risultata in aumento del 15,6% in termini reali rispetto al secondo semestre 2020 (Tab 1). Tutti i principali comparti hanno registrato sensibili incrementi, a eccezione dell’edilizia non abitativa. Le dichiarazioni degli operatori intervistati confermano il complessivo miglioramento del clima congiunturale, osservato in particolare negli ultimi mesi dell’anno. Rimane elevata la quota di operatori intervistati interessati dalla crescita dei livelli produttivi, seppure in lieve calo rispetto alla precedente rilevazione (80% contro 85% della rilevazione del primo semestre), mentre resta contenuta la quota di aziende interessate dalla fles-

Fonte: Confindustria Marche

In flessione l’edilizia non abitativa nel secondo semestre del 2021 (In flessione l’edilizia non abitativa nel secondo 4,3%), a causa del protrarsi dell’incertezza sulle prospettive di medio termine che interessa numerosi settori dell’industria regionale. semestre del 2021 (- 4,3%), a causa del protrarsi In aumento i lavori pubblici (17,1%) rispetto al secondo semestre 2020:

sione dell'attività (5% contro 3% della precedente

in linea con il dato quantitativo, le indicazioni delle imprese confermano il dell’incertezza sulle prospettive dicorso medio termimiglioramento del clima congiunturale nel del secondo semestre 2021.

rilevazione). Nella tavola seguente sono riportati

ne che produttivi interessa numerosi settori (80% contro 84% della precedentedell’industria rilevazione), mentre è stabile

i tassi di variazione percentuale della produzione

regio-gionale. In aumento della precedente rilevazione).i lavori pubblici (17,1%)

Rimane elevata la quota di operatori con variazioni positive dei livelli

la frazione di operatori con attività produttiva in flessione (11% contro 9%

MARZO 2022

39


1 2022

un aumento del monte ore lavorate rispetto al primo semestre 2020 (+46,1%). Nel secondo semestre 2021, le ore di CIG autorizzate sono risultate 251.656, in diminuzione del 79,5% rispetto allo stesso periodo del 2020. La flessione ha riguardato sia la componente ordinaria, passata da 1,1 milioni di ore a 216 mila ore; sia quella straordinaria, passata da 87 a 34 mila ore; sia quella in deroga, passata da 14 mila ore del secondo semestre 2020 a 1.900 ore circa del secondo semestre 2021.

Azimut

Immobiliare rispetto al secondo semestre 2020: in linea con il dato quantitativo, le indicazioni delle imprese con-

Fig. 4 - Cassa Integrazione Guadagni – Interventi ordinari, straordinari e in deroga – Marche

fermano il miglioramento del clima congiunturale nel corso del secondo semestre 2021. Rimane elevata la quota di operatori con variazioni positive dei livelli produttivi (80% contro 84% della precedente rilevazione), mentre è stabile la frazione di operatori con attività produttiva in flessione (11% INDAGINE SUL SETTORE DELLE COSTRUZIONI – II SEMESTRE 2021

contro 9% della precedente rilevazione). Fonte: elaborazioni Centro Studi Confindustria Marche su dati INPS

Fig. 3 - Imprese attive nel settore delle Costruzioni nelle Marche

LE OPINIONI DEGLI OPERATORI DEL SETTORE Il recupero osservato nel secondo semestre 2021 riflette il miglioramento del quadro economico 9 associato al contenimento della fase emergen-

ziale della pandemia. Le opinioni degli operatori intervistati confermano questo quadro: rispetto al primo semestre 2020, sale ancora la quota di imprese (61,1% contro 57,3%) che ritiene significatiFonte: InfoCamere-Movimprese

vo il livello della domanda, mentre rimane stabile (11% contro 12% della precedente rilevazione) la

OCCUPAZIONE

quota di operatori che ha sperimentato condizioni

Il favorevole andamento congiunturale del secon-

di domanda debole. Sul versante del lavoro, resta

do semestre 2021 si è accompagnato a un migliora-

elevata la quota di imprese con difficoltà nel repe-

mento dei livelli occupazionali, che sono comples-

rimento di manodopera (83,3% delle aziende inter-

sivamente aumentati del 7,4%. Secondo le stime di

vistate contro 82,7% della precedente rilevazione),

Confindustria Marche, l'occupazione è aumentata

mentre si attesta al 15,7% (10% nel precedente

dell’8,1% per gli operai e del 3,3% per gli impiega-

semestre) la quota di imprese che ha registrato

ti. Alla dinamica osservata nel mercato del lavoro

condizioni normali. Sul fronte del credito, scende

è corrisposto un aumento del monte ore lavora-

ancora la quota di intervistati per i quali l’accesso

te rispetto al primo semestre 2020 (+46,1%). Nel

al credito è risultato difficile (26,7 contro 31,8%

secondo semestre 2021, le ore di CIG autorizzate

del primo semestre 2021). Analoga dinamica per le

sono risultate 251.656, in diminuzione del 79,5%

condizioni di costo: resta al 22,2%, infatti, la quota

rispetto allo stesso periodo del 2020. La flessione

di operatori che ritiene elevato il costo del dena-

ha riguardato sia la componente ordinaria, passata

ro. Infine, l’indagine evidenzia il permanere di un

da 1,1 milioni di ore a 216 mila ore; sia quella stra-

livello ancora elevato dei ritardi nei tempi medi di

ordinaria, passata da 87 a 34 mila ore; sia quella in

pagamento (83 giorni), appena inferiore a quello

deroga, passata da 14 mila ore del secondo seme-

rilevato nella precedente rilevazione (96 giorni).

stre 2020 a 1.900 ore circa del secondo semestre

Elevati anche i tempi di rilascio dei permessi di

2021.

costruire (167 giorni contro 121 della rilevazione

8

del primo semestre 2021). Riguardo alle tendenze dell'attività produttiva, scende al 49% (58% nella

40

MARZO 2022


Azimut

1 2022

Immobiliare

precedente rilevazione) la quota di operatori che

ritoriale, resta elevata la concentrazione delle at-

prevede aumenti dell’attività produttiva, mentre

tività all’interno del territorio regionale (85% delle

resta contenuta (6% contro il 7% della preceden-

imprese, contro l’89% del semestre precedente).

INDAGINE SUL SETTORE DELLE COSTRUZIONI – II SEMESTRE 2021

te rilevazione) la quota di operatori che prevedono attività in calo. Nel complesso, la domanda ha mantenuto una intonazione positiva anche in chiusura d’anno, grazie alla buona performance registrata dalla componente privata degli investimenti e dai lavori pubblici. Sottotono, invece, specie se comparato con il dato nazionale, l’andamento delle attività legate all’edilizia non abitativa, anche a causa del permanere dell’incertezza che interessa molti comparti dell’economia regionale. Buona la dinamica dei lavori pubblici, con attività in crescita e su livelli più sostenuti di quelli rilevati a livello nazionale. Infine, ritardi nella ripresa delle

Tab. 2 - Le opinioni degli operatori – Secondo semestre 2021 Valori percentuali sul totale degli intervistati Domanda Reperimento manodopera Ricorso al credito Costo del denaro

Debole Facile Facile Basso

5,9 1,0 3,6 11,1

Normale Normale Normale Normale

41,2 15,7 70,8 66,7

Sostenuta Difficile Difficile Elevato

52,9 83,3 26,7 22,2

Tab. 3 - Riepilogo risultati dell'Indagine I sem 2021

II sem 2021

89 11

85 15

Modalità di esecuzione:  diretta  in associazione  in subappalto

44 5 51

48 10 42

Tendenze dell'attività produttiva:  in aumento  stazionaria  in diminuzione

58 35 7

49 45 6

Ritardi nei tempi di pagamento (gg.medi) Tempi di rilascio concessioni (gg.medi)

96 121

83 167

Localizzazione lavori:  nella regione  fuori regione

Fig. 5 – Condizioni della domanda (a) e tendenze dell’attività produttiva (b) nelle Costruzioni - Marche (a)

(b)

attività sono ancora evidenti nelle zone colpite dal terremoto, con posticipi talvolta anche significativi nelle aperture dei cantieri. Sul fronte dell’organizzazione dei lavori, sale ancora la quota di lavori svolti in forma diretta (48% contro 44% della precedente rilevazione), mentre si contrae la quota svolta in subappalto (42% contro 51%). A livello ter-

11

MARZO 2022

41


42

MARZO 2022


Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.