Issuu on Google+

ANNO XIV - N. 230

1.00*

LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011 talia ità d’I n U ° 150

* IL QUOTIDIANO DEL MOLISE + IL MESSAGGERO euro 1,00

FONDATO DA GIULIO ROCCO

REGIONE MOLISE - NON ACQUISTABILI SEPARATAMENTE ZONA VASTO - SAN SALVO SOLO IL QUOTIDIANO euro 0,50

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

IL QUOTIDIANO DEL MOLISE: IL PRIMO GIORNALE TUTTO MOLISANO

Peculato, denunciato un funzionario pubblico L’uomo avrebbe utilizzato i beni del suo ufficio per scopi personali; è quanto accertato dai Carabinieri che hanno denunciato un funzionario pubblico.

Campobasso

San Martino in Pensilis

Valle del Volturno

Incidente in moto Due adolescenti in ospedale

Perseguita un’amica Scattano le manette per un 21enne

SERVIZIO A PAGINA 7

SERVIZIO A PAGINA 24

SERVIZIO A PAGINA 19

Su tutto il territorio nazionale sono previsti 88mila licenziamenti. A ottobre parte la cassa integrazione per il 16 valvole

La Fiat riapre, gli interinali restano a casa Il futuro dello stabilimento termolese è a rischio a causa della crisi del settore auto TERMOLI. Oggi la Fiat ha riaperto i battenti dopo le ferie estive. Ma non senza preoccupazioni e incertezze. Dovute anche alle molte perdite in borsa del gruppo e dal fatto che sia stato superato dalla Wolkswagen in America Latina. In Fiat sono previsti, a causa della crisi, circa 88.000 posti di lavoro in meno su tutto il territorio nazionale. Questo spaventa anche lo stabilimento termolese seppur sembri quello meno coinvolto dai drastici cambiamenti globali. Inoltre, a causa di un calo della produzione, per il settore motori 8 e 16 valvole della Fiat di Termoli sono previste due settimane di cassa integrazione da metà settembre agli inizi di ottobre.

Spettacoli

SERVIZIO A PAGINA 20

Traffico intenso sulla Bifernina e nel tratto molisano della A/14 Temperature ancora bollenti e vasti incendi interessano la regione

Controesodo sotto il solleone Una domenica di fine agosto contrassegnata da traffico intenso e da numerosi incendi. Vigili del fuoco al lavoro per ore. SERVIZI ALL’INTERNO

Ultim’ora. Auto travolge scooter, ferito un ragazzo CAMPOMARINO. Violento scontro ieri sera, intorno alle 21 e 30, a Nuova Cliternia. Dalle prime ricostruzioni, sembra che lo scooter, guidato probabilmente da un rumeno, procedesse a fari spenti e sia stato travolto dalla macchina. Il ragazzo è stato soccorso dal 118 e trasportato all’ospedale. Al momento in cui siamo andati in stampa, erano ancora in corso gli accertamenti dei medici.

Maura Manocchio incoronata Miss Molise SERVIZIO A PAGINA 23

Lo sport

Cenciarelli esalta i Lupi Fondi battuto di misura Serie D L’Olympia Agnonese manda al tappeto il Trivento: poker e spettacolo granata

SERVIZI ALL’INTERNO

CAMPOBASSO. Al 25’ della ripresa il gol del gioiellino Cenciarelli regala al Campobasso la prima vittoria stagionale in Coppa Italia contro il Fondi, arrivato a Selva Piana pieno di giovani. Entusiasti i circa settecento tifosi presenti sugli spalti. SERVIZIO A PAGINA 25

Qui Isernia I pentri sorridono ai rigori SERVIZIO A PAGINA 29

1


2

Lunedì 22 agosto 2011

Tasse locali, è boom: aumento del 138% Lo rileva uno studio della Cgia di Mestre che ha preso in considerazione il periodo compreso tra il 1995 e il 2010 CAMPOBASSO. Il danno oltre la beffa. Per gli enti locali è un periodo ‘nerissimo’, stretti in una morsa tra tagli alle risorse e rischio soppressione. Il 24, il 26 e il 29 agosto saranno tre date fondamentali per la protesta contro la manovra che a breve passerà all’esame di Senato prima e Camera poi. Mentre lo scontro istituzionale tiene banco, fa scalpore l’ultimo studio della Cgia di Mestre che ha fatto i conti nella ‘casse’ degli enti locali. Dal 1995 al 2010 le imposte locali sono aumentate del 138%. E questo vuol dire, come rileva l’Associazione artigiani e piccole imprese, che dal 1995 al 2010 le entrate le entrate delle amministrazioni lo-

cali sono passate da 40 miliardi a poco meno di 97 miliardi di euro. Tuttavia, le entrate dello Stato sono state incrementate del 6%. Se nel 1995 il gettito era di 326,69 miliardi, nel 2010 ha raggiunto i 348,92 miliardi di euro, mentre il Pil, nello stesso periodo di tempo, è cresciuto nel nostro Paese del 19,1%. I motivi del fenomeno? A detta del segretario della Cgia Giuseppe Bortolussi, due fattori fondamentali sono il decentramento dei servizi, come la sanità, iniziato negli anni Novanta. “L’introduzione dell’Ici, dell’Irap e delle addizionali co-

munali e regionali Irpef – spiega ancora - hanno fatto impennare il gettito della tassazione locale che è servito a coprire le nuove funzioni e le nuove competenze che sono state trasferite alle autonomie locali”. Con la manovra del governo, però, le cose potrebbero cambiare, o meglio far precipitare la situzione e di frenare decisamente il federalismo fiscale visto che gli enti locali si ritroverebbero nelle casse pochi spiccioli. “Nei prossimi anni aggiunge Bortolussi - alle autonomie locali non resteranno che due strade da percorrere: o tagliare i servizi erogati o aumentare le entrate locali”. Ad ogni modo, a pagarne lo scotto saranno, secondo la Cgia, cittadini e imprese.

Tiene banco il taglio degli amministratori regionali: anche per Il Sole 24Ore le Regioni hanno autonomia su assessori e consiglieri. Intanto Di Lisa invita i parlamentari a dimezzarsi le indennità

Riduzione delle poltrone, dibattito aperto CAMPOBASSO. Continuano ancora le perplessità sulla possibile riduzione delle poltrone a Palazzo Moffa. Se il senatore Ulisse Di Giacomo, intervenendo ieri ha affermato che non sarà possibile ridurre il numero dei consiglieri e degli assessori regionali già a partire dalla prossima legislatura, a dar manforte ed ingarbugliare ancora di più la situazione ci sono anche le parole del Sole 24 ore. Gianni Trovati, autore dell’articolo pubblicato ieri sul quotidiano economico, scrive che “in generale, comunque, i soldi veri sono in Regione, dove però tutti i 376 posti da cancellare sono a rischio, a prescindere dal grado di autonomia dello Statuto. In nessun caso, infatti, lo Stato può intervenire direttamente sulla politica regionale, per cui anche nelle Regioni ordinarie la sforbiciata è lasciata alla buona volontà degli interessati”. In poche parole, spetterebbe alle Regioni, e quindi anche alla Giunta molisana, decidere se e quando ridurre il numero delle poltrone a Palazzo Moffa. Il tutto, infatti, fa riferimento alla modifica del titolo quinto della Costituzione, che fornisce più autonomia legislativa agli enti locali, in particolare alle Regioni. Così la ‘patata bollente’ passerebbe nelle mani degli enti locali, che dovrebbero decidere, da soli, se tagliare o meno i propri consiglieri e assessori. A questo punto spetterebbe al ‘buon senso’ delle Regioni se attuare, o meno, questa misura della manovra, che inficiata dall’autonomia regionale, non comporterebbe nessun rientro economico. Ed interviene sull’argo-

mento anche Domenico Di Lisa, ex consigliere regiona-

‘E’ necessario eliminare le consulenze superflue”

Domenico Di Lisa

le, ex dirigente dei Ds e poi ex dirigente del Pd. “Oggi tutti parlano della necessità di ridurre i costi della politica – dichiara polemico Di Lisa -, eliminare gli sprechi ed i privilegi, ma dov’erano quando nel 2002 ho presentato una proposta di legge per distinguere tra lo status di assessore regionale esterno e quello di consigliere regionale? Quando nel 2003 ho presentato la proposta di legge per eliminare il fondo per i ‘portaborse’ e nel 2004 quella per dimezzare le indennità dei consiglieri ed eliminare il vitalizio. Quando nel 2003 intervenendo sullo statuto regionale chiedevo ‘un processo di semplificazione e sfoltimento istituzionale perché per una re-

gione che conta poco più di 300mila abitanti non si giustifica un apparato istituzionale, composto da Regione, due Province, 136 Comuni, 4 Asl, 10 comunità montane, svariate unioni di comuni, consorzi di bonifica, consorzi industriali, Iacp, Arsiam, Molise Acque, Apt, Ept, ecc..’ proponendo tra l’altro la riduzione del numero dei consiglieri regionali e chiedendo al Consiglio che futuro può avere questa regione se non cambieranno radicalmente le cose? Oggi siamo addirittura alla chiusura dei comuni – continua Di Lisa – con meno di mille

Palazzo Moffa

abitanti. Una misura che non consentirà alcun reale risparmio ma consente al ministro Calderoli di dichiarare con enfasi di aver soppresso 56mila poltrone politiche. Non ho aspettato la manovra per rinunciare, insieme a tutti gli amministratori del Comune di Roccavivara, alla indennità. La – conclude an-

cora l’ex consigliere regionale – si elimini per legge, se fino a quando è necessario, ma i ministri, i parlamentari, i consiglieri regionali diano prioritariamente l’esempio dimezzando la propria, eliminando tutte le consulenze superflue, riducendo gli emolumenti dei grandi dirigenti”. V.d.T.

Tasse, i molisani preferiscono le rate Oltre un milione di euro quelli concessi da Equitalia

FONDATO NEL 1998 DIRETTORE RESPONSABILE:

CAMPOBASSO. Superano quota un milione GIULIO ROCCO e trecentomila le rateazioni concesse da Equitalia per un importo che sfiora i 16,9 miliardi di EDITORE: euro. I dati al 30 luglio confermano la tendenza ITALMEDIA s.r.l. in crescita dei cittadini che scelgono la strada SEDE LEGALE: della rateizzazione e vogliono mettersi in rego- VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 86100 CAMPOBASSO la con il fisco. Grazie alla possibilità di pagare a SEDE OPERATIVA rate, messa a disposizione da Equitalia a partire VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 dal 2008, le famiglie e le imprese in situazione 86100 CAMPOBASSO di temporanea difficoltà economica possono diSITO INTERNET: lazionare gli importi delle cartelle, anche fino a www.quotidianomolise.it sei anni. Periodo che, come disposto dal decre- EMAIL:redazionecb@quotidianomolise.it to Milleproroghe, può essere prolungato di ulPubblicità teriori sei anni nel caso di un peggioramento ITALMEDIA s.r.l. Tel. 0874.484623 dello stato economico. L’istituto delle rateizzaVia S.Giovanni in Golfo zioni, fondamentale per ottimizzare il rapporto Campobasso con i contribuenti, si traduce in un aiuto concreEMAIL: commerciale@quotidianomolise.it to a cittadini e imprese. CENTRO STAMPA La regione in cui il maggior numero di cittadini ha fatto ricorso alle rate è il Lazio: ne sono ROTOSTAMPA - LIONI (AVELLINO) state concesse più di 177 mila per un importo Registrazione Tribunale di Campobasso N. 157/87 che supera i 3 miliardi di euro.


Lunedì 22 agosto 2011

Il cardinal Bagnasco: “Si dimentica che la Chiesa offre servizi di solidarietà ai più deboli”

La rivolta contro la Santa Sede scuote il dibattito su Facebook E’ guerra contro i ‘privilegi’ ecclesiastici CAMPOBASSO. Gli “indignati”, di questi tempi, è facile trovarli ovunque. Ci sono quelli spagnoli, che hanno fatto capolino anche nelle prime giornate della Gmg di Madrid. E sulla stessa onda, si sono fatti sentire, in questi giorni, anche quelli italiani. Questi ultimi attraverso il web, su Facebook, decine e decine di migliaia di fans hanno aderito all’appello lanciato dalla pagina del social network “Vaticano pagaci tu la manovra finanziaria”. Una rivolta verbale, a volte spropositata, confusa, che non è certamente nuova, ma che torna di attualità, alla vigilia della discussione parlamentare sulla manovra approvata recentemente dal governo, che costringe a pane e acqua la gente, più di quanto non lo sia già, e rischia di incidere fortemente sull’identità storico-sociale di una vastità di territori. Il Molise non è immune. Allora il popolo della rete, sulla scia di quanto pronunciato a Madrid dal cardinale Angelo Bagnasco, il quale ha lanciato una vera e propria cro-

Manovra, il Vaticano paghi Reazioni anche dal Molise ciata contro l’evasione fiscale, è uscito subito allo scoperto e chiedendo l’abolizione dei privilegi di cui gode il Vaticano. La qual cosa, a conti fatti, potrebbe fare introitare nelle casse statali circa sei miliardi di euro. E gli internauti danno pure delle indicazioni precise, come prime proposte per fare pagare le tasse alla chiesa, “iniziamo con l’8 per mille e le esenzioni fiscali sui Ici, l’imposta comunale sugli immobili, e Ires, l’imposta sui redditi che gli enti ecclesiastici commerciali producono”. Ma in tutto questo movimento di protesta lo stesso presidente della Conferenza episcopale italiana, Bagnasco, legge una gran confusione tra “Chiesa, fede, Papa, Dio.

Senza tenere conto che - aggiunge il capo dei vescovi italiani - si vuole dimenticare che la chiesa non fa che offrire servizi di solidarietà pari a pochi altri enti”. E per fortuna che, tra quelli che puntano l’indice sulla destinazione d’uso di molti beni patrimoniali del Vaticano dati in fitto per scopo di lucro a bar, ristoranti, alberghi, sale bingo, tabaccherie, “agli antipodi delle finalità etiche e morali”, c’è qualcuno che alleggerisce i toni, come il politico-filosofo del centrosinistra, Pippo Civati, il quale dichiara: “Io non tocco l’otto per mille e non mi addentro in Concordato e Patti Lateranensi. Io dico solo, senza alcuna strumentalità, che se il momento è tragico

Regionali, Rifondazione guarda a nuove alleanze Oggi l’assemblea pubblica per tracciare la rotta CAMPOBASSO. Un altro menù sul tavolo del centrosinistra. Potrebbe presentarlo Rifondazione Comunista e altri pezzi della sinistra, attualmente insoddisfatti della proposta costituita dai cinque candidati alle primarie. Per questo motivo, oggi pomeriggio, al Dopolavoro ferroviario di Campobasso, dalle 18, si svolgerà un’assemblea pubblica organizzata proprio dal partito guidato da Antonello Manocchio. “Costruiamo l’alternativa alle destre”: è questo lo slogan dell’iniziativa. Rifondazione, che a metà luglio ha annunciato di “abbandonare il percorso” delle Primarie, si guarda intorno per cercare di

trovare un’intesa con alcuni esponenti della sinistra molisana. I bene informati sostengono si sta provando a costituire una lista in appoggio ad uno candidati in corsa per le primarie. a questo segmento della sinistra, ad esempio, guarda con interesse quella parte del Pd che sostiene Michele Petraroia. Ma c’è chi va oltre e sostiene che potrebbero presentare addirittura un candidato alternativo al resto del centrosinistra alle Regionali di ottobre. Potrebbe essere della ‘partita’ anche Partecipazione Democratica, il movimento fondato dal senatore Giuseppe Astore: se sarà trovato l’accordo con Rifondazione Co-

munista, ci troveremo di fronte ad una sorta di ‘remake’ di quanto visto alle Provinciali. A maggio, infatti, i due partiti decisero di candidare un volto nuovo, Simone Coscia. Per ora dagli ambienti di Partecipazione democratica non ci si sbilancia. “All’assemblea di domani (oggi, ndr) - sottolinea Giuseppe Astore - manderemo un osservatore”. Che avrà il compito di tastare il terreno e vedere se ci sono le condizioni per un’alleanza. Condizioni che saranno valutate successivamente nella riunione del movimento in programma nei prossimi giorni, quando saranno tirate anche le somme in rapporto alle Primarie. red.pol

lo è per tutti, anche la Chiesa dovrebbe rendersene conto. E’ come per la casta della politica”. Violenza verba-

le, per ora. Senza risparmio di colpi, da sinistra come dalla destra. Ma c’è il rischio che i malumori degli “indi-

La festa del Pd

del Pd a Ripalimosani, una manifestazione che ha coinvolto politicamente e convivialmente il Comune ai con-

fini di Campobasso. Legalità sostanziale e formale si sono intrecciate al rapporto con la politica, quella della ‘casta’, e con l’immoralità di chi, non amministrando nel modo corretto, continua a sperperare il denaro pubblico. “La legalità è un patrimonio sottratto all’umanità, che spesso viene

gnati” di casa nostra si tramutino presto in manifestazioni di piazza. Y.F.

Si è conclusa la Giornata mondiale della gioventù

Record di presenze a Madrid Il maltempo rovina la veglia di Ylenia Fiorenza Che Dio è dispensatore di gioia lo hanno grandemente testimoniato i due milioni di giovani nell’area di Cuatro Vientos in Spagna. Nel momento clou della XXVI Giornata Mondiale della Gioventù, anche i giovani molisani hanno contribuito alla festosa adorazione sotto la pioggia, stando accanto al Papa Benedetto XVI, il quale, costantemente acclamato da loro, non ha ceduto alle intemperie abbattutesi su Madrid durante la veglia di domenica notte. E’ rimasto, infatti, lì sotto il vento e l’acqua come tutti il Papa, bagnato e felice di esserci, in silenzio, nonostante il disagio di non poter proseguire il suo discorso. Lungo queste giornate infuocate alla Gmg madrilena è stato chiesto più volte anche ai ragazzi molisani presenti “perché sono cristiani”. E la loro risposta sorprende, entusiasma, non fa che sottolineare aspetti positivi e ricchi di contenuto spirituale. “Siamo cristiani perché crediamo che siamo parte di un progetto di Amore, che Qualcuno ci ama senza imporci nulla, e che se apparteniamo a Dio, partecipiamo la vita vera. E poi non ci sentiamo soli, perché Cristo ha provveduto a darci una Chiesa che si preoccupa delle nostre vite, che ci aiuta a vincere le paure, e che cerca in tutti i modi di venirci incontro per far sì che diventiamo persone autentiche, dal cuore libero, coscientizzate, che ragionano in base ai valori e rispondono al mondo con il

bene che viene solo dalla fede”. Non a caso quest’anno il Papa ha voluto consacrare i giovani di tutto il mondo al Sacro Cuore di Gesù con queste parole: “Con preghiera ardente li consacro al tuo Cuore perché, radicati e fondati in te siano sempre tuoi, nella vita e nella morte”. In una società che appare dominata dal relativismo e dal qualunquismo, don Adriano Cifelli, direttore dell’ufficio delle comunicazioni sociali dell’arcidiocesi di Campobasso, appena tornato da Madrid, sostiene invece che il mondo è alla ricerca di Dio e rilascia questa sua dichiarazione. “La fede ha bisogno anche di momenti così, ecco perché nessuna critica può sottrarre alla Gmg la sua carica profetica per il mondo”. Un’eco che conferma che la Chiesa è se stessa quando aiuta i giovani a conoscere Cristo, e che ha ancora senso parlare di santità “profetizzando l’amore di Dio con il sorriso della gioventù del mondo”. La Gmg è stata segnata da molte esperienze, ma quel che ha commosso il mondo intero è stata la moltitudine, o come ama ormai definirsi “la gioventù del Papa” che ha celebrato con 750 vescovi e circa 14mila sacerdoti, alla presenza di più di 50 mila consacrati e consacrate, dando poi appuntamento alla Gmg che si terrà a Rio de Janeiro nel 2013. Saranno capitoli di Papa Benedetto XVI vita memorabile quelli che, nei prossimi giorni, racconteranno, al loro ritorno in terra molisana, i giovani che hanno gridato ai Cuatro Vientos che sono “gli amici di Gesù” .

Al via ieri sera la Festa Democratrica a Ripalimosani Il Pd a confronto sulla politica e sulla legalità Leo Leone: un tema spesso affrontato con superficialità

di Valentina di Toro “Politica e legalità”. Questo il dibattito che ieri sera ha dato il via alla seconda Festa

3

affrontato nei dibattiti con troppe ciaccole”. Così Leo Leone, membro dell’associazione Libera, ha introdotto il suo intervento. “La legalità è sulla bocca di tutti, e su quella delle persone che forse non ne comprendono il suo significato: il rispetto per le norme e del diritto, di cui noi italiani

dobbiamo andare fieri, provenendo dalla cultura romana. La legge – ha continuato Leone - ha come scopo ultimo e finale il ‘bene comune’ di tutti. Oggi noi viviamo una grande colpa che si ricava dal non rispetto del primo articolo della più bella Costituzione esistente al mondo: quella italia-

na. Dire che la sovranità appartiene al popolo, secondo norme e vincoli stabiliti, vuol dire che i delegati di questo popolo devono rappresentare la sua volontà”. Infine Leo Leone ha lanciato un avvertimento: “la camorra, la mafia, le organizzazioni criminali stanno invadendo il nostro territorio. E noi cittadini abbiamo la responsabilità di denunciare, e denunciare tutti quei politici che, forse, hanno rapporti con queste persone”.


Lunedì 22 agosto 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it

Max Gazzè la star Provvidenti ‘balla’ di mercoledì sera con la band di Roy Paci A Bojano concerto del cantautore italiano Musica e raccolta di beneficenza della ‘Slow Food’

Questa sera a Provvidenti torna il suo più famoso cittadino onorario. Roy Paci in collaborazione con Slow Food regalerà al piccolo borgo basso-molisano un indimenticabile appuntamento dedicato alla musica e ai prodotti della terra molisana. “Provvidenti Borgo Enogastrofonico” è l’evento voluto fortemente dall’artista siciliano che si svolgerà all’insegna del gusto e della buona musica. In programma l’aperitivo musicale con ospi-

ti a sorpresa, l’incontro con lo chef Bobo per degustare la sua cucina regionale e con altri rinomati cuochi molisani, la proiezione del film “Terra Madre” di Ermanno Olmi e per concludere i concerti dei Noflaizon e di Roy Paci & Aretuska. Passeggiando tra i vicoli del borgo antico si potranno degustare decine di specialità gastronomiche locali negli stand allestiti dai produttori molisani. L’evento, prodotto da Roy Paci in colla-

borazione con Slow Food e con il patrocinio del Comune di Provvidenti, sarà affiancato dall’iniziativa nazionale di raccolta fondi promossa da Slow Food “1000 orti in Africa”, che garantisce la formazione a contadini e giovani, favorisce la conoscenza dei prodotti locali e della biodiversità, il rispetto dell’ambiente, l’uso sostenibile del suolo e dell’acqua, trasferendo i saperi degli anziani alle nuove generazioni. D.I.

Max Gazzè è pronto a lasciare il segno a Bojano, quando mercoledì sera si esibirà in un concerto da seguire fino alla fine. Il cantautore e bassista italiano, e di recente anche attore, scelto da Rocco Papaleo fra i protagonisti del film “Basilicata Coast to Coast”, suonerà dal palco tutti i nuovi brani dell’album di inediti “Quindi?, pubblicato il 4 maggio 2010, tra cui spunta la canzone presentata a Sanremo dell’anno

scorso e che è stata scelta come colonna sonora dello stesso film da lui interpretato, “Mentre dormi”. Ma nel corso della serata metterà in campo anche tutti i successi che lo hanno reso famoso – Il solito sesso, Vento d’estate, L’uomo più furbo, La favola di Adamo ed Eva – e non risparmierà al pubblico anche alcuni pezzi del suo repertorio discografico meno conosciuti. Max Gazzè, romano di nascita, con origine

siciliane, nasce con la musica nel sangue. A soli 6 anni inizia a suonare pianoforte, a 14 il basso elettrico, finendo per esibirsi con piccole band per il locali del Belgio, dove ha passato la sua infanzia. Torna a Roma nel 1991, dove inizia a collaborare con diversi artisti della musica italiana. Nel 1996 esce il suo primo album, Contro un’onda del mare, dando inizio alla sua carriera nel panorama italiano.

Tutti gli appuntamenti dell’estate molisana Dal 10 al 22 agosto SANT’ELIA A PIANISI (Cb) Manifestazioni: 10 agosto, karaoke con Piero in collaborazione con il Pin’up. 11 agosto, orchestra spettacolo con organetto e fisarmonica. 12 agosto, serata di beneficenza per il Ciad con spettacolo ‘Buonanotte Pulcinella’. 13 agosto, caccia al tesoro. 14 agosto, il mercatino delle pulci. 15 agosto, Il Giradischi e musica folk-popolare. 16 agosto, ‘Musicando’ con musiche e canzoni tradizionali con dialetti paesani. 17 e 18 agosto, 4a edizione Notte Rock “London Calling”, presso Ex-Novo località San Pietro. 19 agosto, saggio di ginnastica ritmica. 22 agosto, concerto. Dal 20 agosto al 2 settembre TERMOLI (Cb) “Cromosafari”, mostra a cura di Nino Barone e Renato Marini, presso Officina Solare Gallery in viaMarconi, 2. Dalle 21:00 alle 23:00. Dal 20 al 28 agosto MACCHIA D’ISERNIA (Is) Ricorre il trentennale della prestigiosa rassegna d’arte contemporanea “Macch’Art”.L’evento si svolgerà dal 20 al 28 agosto 2011 presso le sale dell’Edificio Scolastico di Macchia d’Isernia con inaugurazione il giorno 20 agosto 2011 alle ore 18.00. 22 agosto BOJANO (Cb) - “Multi etnic”, musica salentina in piazza Roma alle 21:00. 22 agosto PROVVIDENTI (Cb) - Concerto live di Roy Paci e Aretuska&Noflaizon alle 22:00. 22 agosto GUARDIALFIERA (Cb) - Borgo Bosco Lago in Festa - L’Estate dei Piccoli, sensazioni, amicizie curiosità, aggregazione e giochi. Circolo Salvamento ore 17:00. 23 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Esibizione del gruppo folk “Clemente Colucci” di Guardiaregia. 23 agosto GAMBATESA (Cb) - Comitato Festa San Bartolomeo Apostolo. Ore 20.30 sagra di pasta e fagioli con peperoni e formaggio fritto; ore 21.00 inizio ballo in piazza. 23 agosto TERMOLI (Cb) - Lino Barbieri in “Scusate se insisto”, show comico-musicale di Lello Marangio . Regia di Gaetano Liguori. Un purosangue della risata, imitatore–trasformista–cantante–ballerino: la missione è una: divertire utilizzando le armi classiche delle canzoni, dei monologhi, dei personaggi del nostro tempo costruendo uno spettacolo che dà modo a Lino Barbieri di intrattenere il pubblico ed esprimere tutte le sue capacità artistiche con le sue perfette caratterizzazioni di personaggi noti e di fantasia, con i suoi monologhi e con le canzoni

che lui reinterpreta da vero vocalist. Il tutto sorretto ore 11,15 SS.Messe in onore dei Santi; ore 12,00 e potenziato dalla musica dal vivo di 5 elementi e di Processione; ore 21,30 Orchestra Liscio. un affiatatissimo gruppo di ballo. 28 agosto – Festa dei Santi Mariano e Giacomo23 agosto MONTEMITRO (Cb) - Sagra delle anti- ore 8 giro bandistico per le vie del paese; ore 9,15 che tradizioni croate e balcaniche. e ore 11,15 SS.Messe in onore dei Santi; ore 12,00 23 agosto SANTA CROCE DI MAGLIANO (Cb) - Processione; ore 16,30 Giochi Popolari; ore 21,30 Concerto dei “Billy Pickers” alle ore 22.00. Serata Musicale con l’orchestra Spettacolo “Fratelli 23 e 24 agosto GAMBATESA (Cb) - Festa di San d’Italia con la partecipazione straordinaria di ValenBartolomeo apostolo. Programma:23 agosto ore tina Persia (cabarettista de “La sai l’ultima” ); ore 20:30 Sagra di San Bartolomeo. Pasta e Fagioli, 22,30 estrazione lotteria Festa Patronali 2011. DuFormaggio in padella con prosciutto, Peperoni al rante le serate funzionerà uno stand gastronomico forno, Patatine Fritte, Panini, Birra, Vino ed altre con prodotti locali il servizio bandistico sarà garanBevande; ore 21:00 Sciolti si balla con l'orchestra tito dal Concerto “Volturnense” di Colli a Volturno. di liscio "Walter e i ragazzi del cuore"; 24 agosto Dal 26 al 28 agosto CAMPOBASSO - (26 agosto) ore 21:00 Spettacolo in piazza della divertentissi- Ore 19.30 S.Messa; ore 21.00 Orchestra spettacoma street band CONTURBAND. lo “Michael e i Super 6”. 24 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - “Karaoke in (27 agosto) Ore 08.00 apertura XXI° premio Naziopiazza” e degustazioni dei tipici “T’Rciniegl” collesi. nale di pittura Estemporanea; ore 09.00 apertura 24 agosto GAMBATESA (Cb) - Comitato festa San XIX^ rassegna “Il Murales”; ore 16.30 benedizione Bartolomeo Apostolo. Ore 21.00 spettacolo in piaz- e partenza XXVII° Trofeo “La Pineta”; ore 19.30 za della divertente street band S.Messa; ore 21.00 spetConturband. tacolo musicale “NoflaizoRoy Paci 24 RIPALIMOSANI (Cb) - The ne”. (28 agosto) Ore Big Show Atto finale al Teatro 07.00 seconda giornata comunale, ore 21:00. XXVI° Premio Nazionale 24 agosto SANTA CROCE DI di pittura Estemporanea; MAGLIANO (Cb) - Ore 20.00 ore 09.00 seconda giorAntonio Picariello presenta: Annata XIX^ rassegna “Il tonio Rainone: “Il doppio monMurales”; ore 09.30 XII° do dell’occhio e deltorneo di scacchi “Semil’orecchio.Senso e verità nella lampo”; dalle 09.00 alle filosofia della percezione”. 12.00 SS.Messe; ore 24 agosto BOJANO (Cb) 17.00 apertura mostra di Estate Bojanese - Concerto pittura; ore 18.30 proces“Max Gazzè in Tour”, in piazza sione per le principali vie Roma alle 21:00. della Parocchia e al rien25 agosto VINCHIATURO (Cb) tro, S.Messa e Panegiri- Serata al... tartufo, con musica popolare presso co; ore 21.30 spettacolo musicale Il Mio Canto LiDueDì. bero “Lighea” in concerto; ore 23.45 estrazione lot25 agosto TORO (Cb) - Sagra della pannocchia, teria di beneficenza. ore 21.00. 26 agosto TORO (Cb) - Stand gastronomico ore 25 agosto BOJANO (Cb) - Fuochi pirotecnici. 21.00. Dal 26 al 28 agosto RIONERO SANNITICO (Cb) - 26 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - DirettamenFesta patronale- Programma: 26 agosto ore 18,00 te da Italia’s Got Talent “Regina - Queen Tribute Vespri solenni Cantati ai Santi Patroni, con la par- Band” in concerto. tecipazione delle Autorità Civili e Militari. 26 agosto CAMPOBASSO - Festività di San Gio27 agosto - Festa dei Santi Antonio ed Emidio -ore vannello. Programma: 19:30 Santa Messa; 20:30 8 giro Bandistico per le vie del paese; ore 9,15 e Orchestra spettacolo “Michael e I Super 6” con esi-

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

4


Lunedì 22 agosto 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it

bizione artisti e gruppi popolari. 26 agosto BOJANO (Cb) - Orchestra musicale e cabaret “Enzo e Sal” in piazza Roma alle 21:00. 26 agosto RIPALIMOSANI (Cb) - Serata danzante a cura di “Anna Dance”, presso Villaggio Melograno alle ore 21:00. 27 agosto MONTAGANO (Cb) - "5^ Festa del pomodoro". Mercato con esposizione e vendita di pomodori dei produttori locali e degustazione di piatti tipici. 27 agosto FROSOLONE (Is) - Strength Approach, Hatred, Bunker 66, Strange Fear, Trodden Shame e The Skull Throne in concerto, creato da “Valley Under Siege”. 27 agosto TUFARA (Cb) - Spettacolo musicale edi cabaret alle 21:00 in compagnia dei “Farias”, il duo che ha partecipato a X-Factor e direttamente da Zelig lo show di “La ricotta”. A seguire spettacolo di acqua e fuoco con le fontane danzanti. 27 agosto MONTENERO DI BISACCIA (Cb) - Si esibirà il comico Paolo Rossi in concerto con il patrocinio della Provincia di Campobasso. In Piazza della Libertà alle 21:30. 27 agosto RIPALIMOSANI (Cb) -Il laboratorio culturale “Lucignolo” presenta “Calici sotto le Stelle”. La manifestazione giunta alla sesta edizione si terrà nel suggestivo borgo antico del paese a partire dalle ore 21:00. Musica, piatti locali e buon vino per la serata che fa rivivere il magnifico centro storico. 27 agosto CAMPOBASSO Festività di San Giovannello. Programma: ore 8:00 Apertura XXII Premio nazionale di pittura estemporanea; ore 9:00 apertura XX Rassegna de “Il Murales”-libera partecipazione; ore 16:30 Benedizione e partenza XXVII Trofeo podistico “La Pineta”; ore 20:00 Santa Messa; ore 21:00 Spettacolo muiscale con i “Noflaizon”. 27 agosto FORNELLI (Is) - ZeroAssoluto in concerto. 27 e 28 agosto CANTALUPO NEL SANNIO (Is) Taverna - Sagra della trippa, baccala e peperoni. Le serate saranno allietate da spettacoli musicali. Dal 27 al 29 agosto SAN GIOVANNI IN GALDO (Cb) - Festa del Patrono San Givanni Battista. Il 27 alle 21 Anima Popolare Rokkenfolk. Il 28 alle 9 sfilata per le vie del paese con lo storico concerto bandistico di ‘Città di San Giorgio Ionico’ diretto dal maestro gran ufficiale Giacinto Criscuolo, alle 21 concerto in piazza. Il 29 alle 11 Santa Messa con solenne processione presieduta da Padre Lino Iacobucci, alle 20 concerto bandistico ‘Città di Francavilla Fontana’ diretto dal maestro Emir Krantja, alle 22 estrazione della lotteria e alle 24 spettacolo pirotecnico della ditta Fratelli Pannella di Ponte. Nelle tre serate prevista la sagra delle pezzelélle e della caponata con arrosticini, pancetta arrosto e birra sannita. 28 agosto FROSOLOLE (Is) - XVII edizione della Corsa degli Asini e Sagra della Bistecca fiorentina in località Colle dell’Orso. Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con la simpatica gara degli asinelli che sarà preceduta da una succulenta sagr della bistecca fiorentina. La sagra inizierà dalle ore 12.00 mentre la corsa degli asini si terrà a partire dalle ore 17.00. 28 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - “I sapori di una volata”, degustazione di trippa, soffritti, cotica e fagioli... La serata sarà allietata dallo spettacolo musicale con il gruppo “Rossana al Paino Bar”. 28 agosto CAMPOBASSO - Festività di San Gio-

vannello. Programma: ore 7:00 SeconNoflaizon da giornataXXII Premio nazionale di pittura estemporanea; ore 9:00 seconda giornata XX Rassegna de “Il Murales”; ore 9:30 XII Torneo semilampo di scacchi; ore 9:00 e 12:00 Sante Messe; ore 17:00 apertura Mostra di pittura; ore 18:45 Processione per le principali vie della parrocchia e al rientro Santa Messa e Panegirico; ore 21:30 Spettacolo musicale “Lighea” in concerto; ore 24:00 estrazione Lotteria di beneficenza. 28 agosto PIETRACATELLA (Cb) - Torneo femminile di calcio a cinque. 28 agosto RIPALIMOSANI (Cb) - Festa Maccabi Ripalimosani in piazza San Michele citazione della Protezione civile in collaborazione alle 21:00. con P.A. Avs Molise Emergenza. Corpo Nazionale 29 agosto PIETRACATELLA (Cb) - Festeggiamenti del soccorso Alpino e Speleologico Molise, Assoin onore di San Giovanni Battista. Concerto di piz- ciazione Nazionale Autieri d’Italia - Sezione di Pezica e taranta con i “Curakan- scopennataro. ta”. Sagra dei maccheroni al Dal 7 al 9 settembre CAPRACOTTA (Is) - Festivisugo e salsiccia alla brace. tà della Madonna del Loreto. Fino al 31 agosto BARANEL- Celebrazioni religiose accompagnate dalla tradizioLO (Cb) - Mostra fotografica ne “Sfilata dei cavalli”. Stand gastronomici. “Baranello e Campobasso tra 10 settembre GURDIALFIERA (Cb) - Festività della Ottocento e Novecento”, pres- Madonna del Carmine. Alle 20:00 Rievocazione so la Biblioteca comunale. sacra del prodigio accaduto nel 1917 ai soldati guar1 settembre GUARDIALFIERA diesi nell’alto Adriatico.Decorazione dell’abito con (Cb) - Borgo Bosco Lago in Fe- bandierine, stelle, palloncini colorati. Miniatura di sta - Didattica ed esperienze barchette e aeroplani sospesi fra i balconi. Caratteestive (Università La Sapienza); ristica processione serale con la Tela di Arnaldo de I vasti confini della ricerca so- Lisio. Max Gazzè ciale (giornata di studio sulla co- 10 e 11 settembre RICCIA (Cb) - Festa dell’Uva, la munità di Guardialfiera condot- manifestazione giunge alla sua 80° edizione. ta da un gruppo di studenti universitari guidati dal La manifestazione celebra la raccolta dell'uva e la professor Renato Cavallaro). A Palazzo Loreto dal- vendemmia con una pittoresca sfilata di carri adle 9:30. dobbati con tralci e grappoli d'uva Dopo il lavoro di Dal 2 al 4 settembre JELSI (Cb) - (2 settembre) preparazione e di allestimento dei carri tutto è pronto Ore 20.00 benedizione della contrada; ore 22.00 affinché il rito si rinnovi: ed ecco che si muovono esibizione del gruppo locale “Le Metafore”, specia- per le antiche strade questi pagani "Trionfi", le cui lità della serata: alette di pollo fritte. (3 settembre) strutture portanti sono realizzate in materiale natuOre 15.00 tiro al bersaglio con archi, pistole e fucili rale e sui quali prendono posto uomini e donne, ad aria compressa di “guerra simulata”; ore 18.00 vestiti con i costrumi tradizionali, che mimano scerievocazione storica di duello medievale con spa- ne di vita contadina richiamando le varie fasi dei de; ore 22.00 esibizione dell’Associazione Cultura- lavori agricoli o ripopondento scene di vita quotile “Le Maitunat” canti popolari e “maitunat” di Gam- diana. I carri sfilano per le strade del paese e i suoi batesa. Durante la serata si potrà degustare la 5° occupanti, tra canti e balli che coinvolgono anche sagra “Du Funnateglie” preparato di pomodori, pe- gli spettatori, distribuiscono vino e grappoli d'uva. peroni, uova, salsiccia. (4 settembre) Ore 09.00 La festa si conclude in piazza con il ballo collettivo. iscrizioni per Gimkana Country; ore 10.30 inizio Durante la manifestazione si avrà la possibilità di gara; ore 16.00 premiazioni; ore 19.00 cantabimbo degustare prodotti tipici locali. dir. Artistica Ciocca Michelina. 11 settembre GUARDIALFIERA (Cb) - FesteggiaDal 1 al 26 settembre ISERNIA - In corso Marcelli, menti di San Michele Arcangelo. Celebrazioni liturnel Complesso monumentale di Santa Maria delle giche nella XXIV Domenica del Tempo Ordinario. Monache, la personale di istallazioni ‘Codice Lapi- Ore 20:00 Sala Mons. Conedera Sesta Rassegna dario’ della pittrice Luciana Picchiello. nazionale di Cantautori Cristiani “Voci della SpeDal 2 al 4 settembre RIPALIMOSANI (Cb) - Con- ranza”, ospite Padre Leonardo M. Civitavecchia corso internazionale di mandolino Premio “R. Ga- “L’amore in musica che libera e perdona”. lece” - 8^ edizione, presso Palazzo Marchesale alle Fino al 15 settembre TERMOLI (Cb) - 56° Premio ore 16:00. Termoli Mostra nazionale d’arte contemporanea, 4 settembre CIVITACAMPOMARANO (Cb) - Eser- presso Galleria civica (orario: 10:00 - 12:00 e 20:00 - 24:00).Inagurazione spazi espositivi d’arte contemporanea, a cura dell’Associazione alla cultura in collaborazione con la FondaPaolo Rossi zione Molise Cultura, in via F.lli Brigida vicolo mercato. 24 settembre GUARDIALFIERA (Cb) Convegno “Il Secondo Risorgimento” con la testimonianza di Michelino Montagano, scampato dai campi di sterminio nazisti. Conduce Antonella Presutti. La giornata si svolgerà nella sala Gerardi Conedera dalle 9:30. 2 ottobre GUARDIALFIERA (Cb) - 23° Giornata Mondiale della Poesia - In parallelo alla manifestazione di Parigi ed a quella itinerante nel mondo si svolgerà il dibattito sul tema “Dio Poesia - Atto e Arte del Pensiero”.

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

5


DOMENICA 21 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 229

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

I dipendenti della ditta Larivera sono pronti a scioperare per i propri diritti

“Basta con i sacrifici, a pagare sono sempre i lavoratori” di Daniela Iannantuono “Basta con la politica dei sacrifici, i lavoratori hanno già dato”. I dipendenti della ditta di trasporti Larivera sono disposti a tutto per rivendicare i propri diritti ignorati da tempo. Aspetteranno ancora un

paio di giorni per comunicare i dovuti preavvisi prima di iniziare una protesta che si protrarrà fin quando non avranno una risposta esaustiva dall’azienda in ritardo sul pagamento degli stipendi dell’ultimo mese. “Viviamo una situazione problematica che va avanti da oltre otto anni- ha detto Antonio Brunale, rappresentante sindacale della Filt CgilL’azienda non vuole rispettare ciò che è contenuto nel contratto collettivo nazionale e periodicamente e sistematicamente disattende di pagarci. Attualmente avanziamo la mensilità di luglio e la quattordicesima. Velardi Inoltre sessantasette di-

pendenti sono stati messi in cassa integrazione.” Tra le priorità evidenziate dai lavoratori c’è innanzitutto quello della sicurezza dei passeggeri e degli autisti stessi, messa a rischio dalla iniqua distribuzione dei turni di lavoro. “I turni non sono a norma. L’azienda non rispetta i termini di orario di riposo- ha proseguito Brunale- Un altro problema è che Larivera non ci vuole riconoscere il trasferimento per i tempi che intercorrono dall’arrivo al teminal al ritorno in azienda. Questo tempo che intercorre non ci viene considerato come lavoro, mentre il contratto collettivo nazionale lo contempla come lavoro a tutti gli effetti. Quindi praticamente Larivera ci toglie nel complesso circa 30 minuti di lavoro retribuito, e ciò ac-

Schianto in via Roma Feriti due ragazzi E’ di due adolescenti L’ospedale Cardarelli ricoverati all’ospedale Cardarelli il bilancio di un incidente registrato in pieno centro a Campobasso. I fatti all’alba di domenica, su via Roma – a pochi metri da Palazzo Magno. I due giovani, un 18enne e l’amico di 17 anni, era in sella ad una strada, riportando diverse moto quando, per cause al ferite. Necessario, infatti, vaglio degli inquirenti, si l’intervento di un’ambulansono scontrati con un’auto. za del 118 subito sul posto: Piuttosto violento l’impat- per entrambi è stato necesto tra i due mezzi, tant’è che sario il trasferimento al i due amici sono sbalzati in Pronto soccorso del Carda-

relli. Più grave il ragazzo di 18 anni, che ha riportato un trauma cranico ma per fortuna dovrebbe rimettersi; solo escoriazioni invece per l’amico. Ancora poco chiara la dinamica dell’incidente, al vaglio delle forze dell’ordine che hanno effettuato tutti i rilievi del caso. E’ probabile che i due ragazzi stessore tornando a casa dopo un sabato sera trascorso con gli amici.

Il più grave ha 18 anni Ha riportato un trauma cranico

cade da sempre. Una situazione che si protrae da tempo senza alcun intervento degli organi preposti che si ripercuote anche sulla sicurezza dei passeggeri perché i conducenti di autobus non riesco più a svolgere con serenità il proprio lavoro”. Sulla questione del pagamento della prossima mensilità l’assessore regiona-

le ai trasporti Luigi Velardi rassicura i lavoratori: “ci sono stati dei ritardi per ragioni tecniche ma non di liquidità. Tutte le altre ditte hanno anticipato con fondi propri. Larivera non sta pagando perché non ha ancora riscosso ed evidentemente non era nelle condizioni di anticipare questi 20 giorni di stipendio. Ci sono

state delle difficoltà dovute a ragioni tecniche di tracciabilità ma i mandati sono stati inviati al tesoriere già dalla settimana scorsa. Il tesoriere ha bisogno di cinque, sei giorni di tempo per la lavorazione dei mandati di pagamento. Mi sono informato proprio sabato e quindi tra oggi e domani Larivera potrà pagare”.

I dipendenti de Larivera in sit-in al Terminal degli autobus

I fatti in piena notte in piazza Prefettura

Rissa tra comitive, l’ennesimo sabato sera ‘violento’ Il litigio scatenato da futili motivi Ennesimo sabato sera violento. Una rissa è scoppiata in piazza Prefetura. Protagoniste due comitive di ragazzi che si sono affrontate a muso duro sotto gli occhi dei passanti increduli. Come al solito alla base del litigio sembra non esserci una vera motivazione, ad accendere gli animi ci avrà pensato qualche bicchiere di troppo. Insulti, minacce, poi si è passati alla mani. Capito che la situazione stava per degene-

rare, qualcuno avrà pensato bene di chiedere l’intervento delle forze dell’ordi-

ne. Ma, all’arrivo in piazza Prefettura dei protagonisti della rissa neppure l’ombra. Archivio

“Dislessia: una nuova cultura” Esperti ed istituzioni a convegno per promuovere il cambiamento Si terrà il 10 settembre il convegno “Dislessia: una nuova cultura – Sinergie delle istituzioni per promuovere il cambiamento”, promosso dal Consiglio regionale del Molise e dall’Assessorato alle Politiche Sanitarie. L’incontro avrà luogo nella sala conferenze della Protezione Civile e vedrà la partecipazione di alcuni dei massi-

mi esperti nazionali e regionali sul tema. Il convegno si rivolge ai bambini che soffrono di uno dei pù comuni disturbi di apprendimento e alla loro famiglie, nonché agli insegnanti delle scuole primarie. Si discuterà anche della legge regionale numero 1/2010 e della legge nazionale numero 170/2010 relative al trattamento della dislessia e della

loro applicazione per rispondere al meglio alle aspettative di famiglie e scuole. Interverranno il presidente della Regione Iorio, il vice presidente della Giunta regionale Pietracupa, il presidente del Consiglio regionale Picciano e il consigliere regionale Tamburro, presidente del Comitato tecnico scientifico regionale per i Dsa.

7


8

Lunedì 22 agosto 2011

In totale erano sei. In passato ai cittadini venne dato il compito di custodire quella più vicina alla propria abitazione

Porta Fredda, il primo ingresso alla città E’ la più antica, dall’alto della rocca guardava verso Santa Maria de Foras di Paolo Giordano L’inaugurazione della fontana turrita all’ingresso di Campobasso, ed il conseguente continuo riferimento al gonfalone di città, stimolano una precisazione sulle gloriose sei torri in esso effigiate. Esse simboleggiano

le sei porte della città. Le più grandi, nel mezzo dello stendardo, sono le due porte maggiori: San Leonardo e Sant’Antonio. Le altre quattro, nell’accezione comune, sarebbero Porta San Paolo, Porta Mancina (Santa Cristina), Porta

Santa Maria (della Croce) e Porta San Nicola. In realtà quest’ultima è un’abusiva, poiché la sesta è porta del Monte, ovvero Porta Fredda. La più antica di tutte sorta sull’accesso sannita e che dall’alto della rocca guardava verso Santa Maria de Foras. Da antichi documenti notarili si scopre che nel 1682 gli amministratori della città avevano incaricato alcuni campobassani di custodire quella più vicina alla loro casa. Nell’atto si legge che Claudio Rendina custodiva porta Mancina, Salvatore Macera porta San Paolo, Salvatore di Marco porta San Leonardo, Carlo di Puca porta Santa Maria, Andrea Belvedere porta della Chiaia (Sant’Antonio Abate) ed infine Nicola Forte porta del Monte. Nessuna menzione di porta San Nicola, che fu

aperta agli inizi del 1700 ed in un rogito notarile del 1728 viene definita “Nuova”. Il primo timbro cittadino del Capoluogo con le sei torri, e la scritta “Campob a s s o 1641”, è stato descritto in un docuIl primo timbro cittadino con le sei torri mento del notaio Giovanni Antonio D’Avvocati va all’adozione dello stemnel 1714. ma. Un altro antico sigillo è daSarebbe stato facile a quetato 1726-1727, probabil- sto punto “impossessarsi mente proprio quando veni- della scoperta” attribuendova inaugurata porta Nuova, sene la paternità. In realtà la quale è pertanto successi- questa inconfutabile inter-

Presso la Sala Axa della Palladino company alla zona industriale

Walter Genua e la Metafisica

pretazione è figlia di un appassionato studioso scomparso oramai da circa 16 anni: Uberto D’Andrea. Egli, pur essendo nato a Villetta Barrea, amò profondamente il Molise e Campobasso in particolare. Ricercatore instancabile, fu autore di interessantissimi libri, quasi tutti pubblicati in proprio. La peculiarità dei suoi lavori è l’aver raccolto tantissimo materiale d’archivio, offrendo ai lettori documenti “originali” della vita e della storia dei secoli passati. Purtroppo quell’amore non è stato ricambiato, tant’è che oggi i più giovani ignorano completamente chi egli sia.

Walter Genua durante la presentazione della personale

La mostra resterà aperta sino al ventinove agosto Questa è la storia di un pittore maturo. Che per tradizione ha lavorato sempre in silenzio, senza cercare i riflettori della celebrità. Ma non per questo la critica si è potuta esimere da riconoscergli innegabili qualità artistiche. A dirla tutta Walter Genua, nato a San Giuliano del Sannio ma campobassano d’adozione, si è sempre professato scultore. Ma non per questo ha tralasciato i pennelli e l’inchiostro di china, da cui sono venuti fuori apprezzabili risultati,

anche comequalifiato ritrattista. Nella magnifica Sala “Axa” della Tipografia Lampo, diventata sede preferita per artisti smaliziati e

per giovani che hanno voglia di misurarsi con i critici e il pubblico, nella zona industriale, Walter Genua ha scelto la seconda metà di agosto per proporsi in

Una panoramica della mostra

una personale “Oltre la realtà” che ci consegna 30 pezzi, esposti con gusto e cura, del suo periodo Metafisico. Ci sono, inoltre, anche al-

cuni quadri-collage di “alchimia”, mentre il pezzo forte è rappresentato da Amor sacro e amor profano, da cui l’artista ha tratto l’invito con una grafica semplice quanto accattivante. Genua protagonista della pittura e della scultura, maestro del colore, attraversa decenni di storia dell’arte con l’energia di un ostinato, ponendosi al fianco di personaggi di un’epoca radiosa per la cultura artistica della nostra regione. Una regione che ha un capoluo-

go ancora privo di una pinacoteca e di una prestigiosa sala espositiva. Al punto da obbligare un privato (Palladino company) a sostituirsi alle istituzioni, con una sala in cui Walter Genua esporrà sino al 29 agosto, dal lunedì al venerdi, (9,00-13 / 15-19). (ge.ve.)


LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 230

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

Pronte venti borse di studio. Un’iniziativa che porta la firma di Comune, Regione e partner comunitari

Studiare in Spagna, pubblicato il bando Il progetto ‘Step’ è rivolto ai giovani laureati dell’area matesina Ancora pochi giorni per presentare la domanda di partecipazione al bando rivolto a tutti i giovani laureati promosso dall’Università degli Studi del Molise. L’iniziativa è stata fortemente diffusa dall’amministrazione comunale bojanese e dal sindaco Antonio Silvestri in primis affinchè anche i giovani matesini venissero a conoscenza della possibilità di poter svolgere dei tirocini formativo- professionali in Spagna. Si tratta del progetto “S.T.E.P.- support training in European Partnership”, nell’ambito del Programma LLP _ Programma settoriale Leonardo da Vinci Mobilità- che seleziona 20 laureati, cui assegnare altrettante borse di studio. Tale progetto è supportato da numerosi partner regionali e comu-

“La strutturazione sociale dei tempi passati dava il suo spazio al gioco sia per gli adulti che per i bambini. Caratteristica principale di parecchi giochi, sia per gli adulti sia per i bambini, era l’interesse che nell’adulto si concretizzava in un guadagno anche piccolo, nei bambini era caratterizzato dall’interesse per la formazione e consisteva nel creare situazioni o oggetti ch potessero avviare il piccolo al lavoro di adulto. Non erano pochi i bimbi ai quali si regalava la piccola zappa, o l’agnello da allevare. A tutte le bambine si davano le bambole per educarle a essere madri. Sia per gli adulti che per i bambini vi erano però anche giochi veri e propri anche se i giochi per adulti erano riservati ai maschi, ma non vi erano giochi previsti per le femmine adulte”. Su queste direttive si apre uno dei paragrafi del volume Le Radici…Nella Tradizione scritto dallo studioso bojanese che nel riprendere e tramandare le tante tradizioni bojanesi ripercorre anche la storia dei giochi che un tempo riempivano il tempo libero di adulti e bambini. Il volume fa parte di una collana composta di 3 volumi intitolata Bojano…Le Radici. Tra le tante narrazioni riprendiamo quella relativa ai giochi estivi per suggerire magari qualche parallelismo con quello che utilizzano ora i più piccoli nei momento di svago estivi, e perché no suggerire ai genitori di rac-

I tirocini si svolgeranno nelle aziende de ed organismi con sede in Spagna e saranno finalizzati alla formazione/lavoro nei seguenti settori: ingegneria , scienza del benessere, servizi sociali e sviluppo umano, giurisprudenza, Il sindaco economia, agraria. Gli Silvestri obiettivi prioritari del nitari quali l’assessorato alle progetto S.T.E.P., in piena arPolitiche Sociali, per la Fami- monia col dettato europeo e glia e Giovanili, Lavoro, For- con gli obiettivi del programmazione Professionale e Co- ma Leonardo Da Vinci sono operazione e tanti altri.I tiro- sostenere i partecipanti nello cini si svolgeranno in azien- svolgimento di attività volte

all’acquisizione e all’utilizzo di conoscenze, competenze e qualifiche per facilitarne lo sviluppo personale, l’occupabilità e la partecipazione personale al mercato del lavoro europeo; altro obiettivo è incrementare il grado di professionalità ed occupabilità dei giovani con un ‘esperienza professionale transnazionale a corredo della formazione teorica impartita in un contesto accade-

La facoltà di Economia a Campobasso

mico. Tali finalità saranno perseguite mediante la realizzazione di tirocini della durata di 16 settimane in imprese ed enti con sede in Spagna. Vari sono i requisiti richiesti, visionabili sul sito www.unimol.it. La domanda di partecipazione dovrà perve-

nire secondo un modello prestabilito all’Università degli Studi del Molise, entro e non oltre le 12.00 del 26 agosto 2011. Si terrà una selezione per l’assegnazione delle borse di studio che avverrà per titoli e secondo quanto emergerà dal relativo colloquio.

Da ‘Ru Carrarmate’ allo ‘Sbattemure’, che aveva come posta bottoni o cocci di piatto

Bojano... Le Radici, nel volume anche un excursus sui giochi estivi contarli ai loro figli. “In estate c’erano i giochi che si facevano stando fermi magari all’ombra con giochi che prevedevano movimenti lenti. Tra più caratteristici- racconta Campanella- Ru Carrarmate con un rocchetto di filo di cotone vuoto si costruiva un giocattolo che acquistava, previa una carica, la possibilità di movimento e si muoveva, come un carro armato anche su superfici accidentate. Molto diffuso anche il gioco detto “Sbattemure” che aveva come posta bottoni o cocci di piatto. Battendo il bottone vicino al muro bisognava avvicinarsi al pezzo dell’avversario. Se la distanza era inferiore alla misura si prendeva il pezzo dell’avversario. Il gioco si faceva o con cocci di piatto di dimensioni di un tre o quattro cm quadrati,il coccio era buono solo se per un pezzo riportava un ornamento del piatto. Se era tutto bianco era falso. Quando si giocava con i bottoni c’era una valutazione dei bottoni. Se il bottone era di osso valeva uno, se era di ferro valeva due, se era d’acciaio valeva tre. Sempre d’estate le ragazze in età preadolescenziale giocavano con le bambole o con altri giochi che riguar-

davano la casa e che le stesse si creavano. Molto praticato,ma poco conosciuto il gioco de Le Vrecce,” E’ un gioco molto bello del quale si stanno perdendo le

tracce, perciò lo descriveremo: il gioco si faceva con 5 sassolini a forma rotondeggiante che si raccoglievano fra le pietre comuni, di dimensioni di circa due centi-

metri di diametro. Le vrecce era un gioco che cambiava figure continuamente, perciò pieno di fascino e molto praticato dalle adolescenti. Il gioco si faceva con una sola mano e consisteva nel lanciare in aria uno dei cinque sassi ed eseguire, con la stessa mano le varie se-

quenze. “Era piuttosto rarocontinua lo studioso bojanese- che un maschio giocasse a vrecce. Vi erano poi tanti altri giochi che le ragazze si inventavano sulla cura delle bambole o sulla gestione di una casa; dalla preparazione del cibo, alla pulizia, al bucato. Dopo la seconda guerra mondiale alcuni giochi si cominciarono a praticare assieme, maschi e femmine: erano il gioco della campana, il gioco delle vrecce e qualche gioco femminile sulla casa dove i maschietti erano ammessi con funzioni di maschi della famiglia.” DaDo

Ruba farmaci per 100 euro Rintracciata e denunciata per furto Si era recata in farmacia, per fare la spesa a “spese” dello stesso esercizio pubblico. Ed il colpo era quasi riuscito. La donna, infatti, dopo essersi impossessata di alcuni prodotti para farmaceutici, era uscita senza presentarli alla cassa per il pagamento. Purtroppo per lei, però, non si è accorta che la sua “performance” era stata notata da qualcuno all’interno della farmacia, che ha provveduto a richiedere l’intervento dei Carabinieri. Immediatamente, infatti, i militari di una “gazzella” del Nucleo Operativo e Radiomobile di Bojano, giunti sul posto e dopo aver raccolto le prime informazioni sulla descri-

zione della donna, si sono posti alla sua ricerca. Così, qualche minuto dopo, riuscivano a rintracciarla e fermarla in una strada poco distante dalla farmacia. In occasione del controllo, la donna fermata, una 40enne residente in una cittadina calabrese, esibiva ai militari i prodotti para farmaceutici asportati dall’esercizio commerciale, per un valore di 100 euro circa. Per lei la mattinata si è conclusa in caserma dove i Carabinieri, al termine degli accertamenti di rito, l’hanno deferita alla Procura della Repubblica di Campobasso per furto aggravato. La refurtiva recuperata, ovviamente, è stata subito restituita al legittimo proprietario.

9


LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

Archivio

ANNO XIV - N. 230

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Il fronte più esteso verso il santuario della Madonna della Vittoria

Vasto incendio a Gambatesa Vigili al lavoro per ore Anche quella di ieri è stata una giornata calda sul fronte degli incendi, con un vasto incendio nell’agro gamba tesano, ai confini di quello riccese. Focolai si sono sviluppati nella zona del Fortore, in agro di Gam-

batesa, non distante dalle abitazioni e da vaste estensioni di uliveti e vigneti. Il fronte più esteso verso il Santuario della Madonna della Vittoria, che sorge nella zona periferica di Gambatesa. Sul posto la Prote-

zione civile, i Carabinieri, la Forestale e i Vigili del fuoco, che hanno lavorato ininterrottamente per quattro ore, evitando il peggio alle abitazioni e al Santuario stesso. Dopo la prima squadra dei Vigili del fuoco

si è ricorsi ad un auto. Utilizzato anche un elicottero per spegnere le fiamme, che si sono diffuse rapidamente, sospinte dai venti di scirocco. Fortunamente si sono verificati solo danni alla vegetazione, non a persone.

S. Elia a Pianisi. Il parroco lascia il paese dopo essere stato alla guida della parrocchia di Sant’Elia

Padre Giglia trasferito, sconcerto tra i fedeli I santeliani hanno manifestato al cappuccino stima e affetto per l’impegno profuso Ha creato sconcerto tra la comunità sante liana la decisone del trasferimento del nuovo parroco Padre Edoardo Giglia, che da pochi mesi era alla guida della parrocchia di S. Elia Profeta, a cui Padre Timoteo aveva ceduto il testimone, dopo neanche tre anni. In una lettera aperta si è voluto esprimere il sentimento della popolazione sante liana, da sempre molto legata alle figure dei frati cappuccini. “Carissimo Padre Edoardo, è veramente triste doversi salutare dopo un così breve periodo. Soprattutto perché siamo stati bene con te e ci siamo affezionati al giovane parroco siciliano. Sappi, e parlo a nome di tanti, che ci dispiace imE’ calato il sipario sulla dodicesima edizione di Sax in the world , festival internazionale del sassofono che come ogni anno regala momenti di alta cultura e sperimentazione nella nostra regione. Anche quest’anno il festival si è contraddistinto per iniziative artistiche di intensa contaminazione, come le masterclasses svolte all’interno del Bosco Mazzocca di Riccia in una cornice naturale a dir poco affascinante e le live performances in un sito alquanto insolito come l’azienda zootecnica Schito. Tutto ciò anche per sensibilizzare non solo gli spettatori (che hanno applaudito a scena aperta gli allievi più meritevoli del Corso Superiore nel concerto finale), ma anche e soprattutto le autorità competenti sulla grave situazione finanziaria in cui versa l’azienda produttrice di latte, nel tentativo di salvare il futuro lavo-

10

mensamente del tuo trasferimento a Morcone. Questa vuole essere un’ulteriore conferma dell’affetto e della stima nei confronti della tua persona per la serietà dimostrata, l’impegno profuso e la discrezione con cui ti sei relazionato, operando senza imparzialità o interessi reconditi. Ma con l’esclusivo intento di avvicinare la comunità alla chiesa, anche quella parte più dimenticata. In questi mesi a S. Elia si è respirata aria fresca, il profumo dei fiori di lavanda ha inondato le strade …. le burrasche placate. Ma, purtroppo, da lontano, sono riaffiorate all’improvviso onde anomale che hanno danneggiato il paesaggio.

Non ho potuto ascoltare la tua omelia stamattina ma so che con le tue sincere parole, risuonate nella mente di tutti come un mesto saluto, hai commosso i presenti. Come giustamente hai detto, noi santeliani ti abbiamo aperto le porte di casa … ma soprattutto del cuore. Le nostre richieste per trattenerti ancora qui sono arrivate anche ai piani alti ma purtroppo sono rimaste inascoltate. Ancora una volta non abbiamo capito perché, così come è accaduto con l’amato Padre Rinaldo Totaro, il noto fraticello scalzo, e Padre Timoteo D’ Addario, che aveva conferito un assetto organico alla parrocchia di S.Elia Profeta con la nascita di giovani gruppi,

questa comunità sante liana così frequentemente viene privata di valide guide spirituali, dopo essersi prudentemente impegnata in nuovi percorsi, esperienze rivelatisi efficaci e fruttuose. Mi chiedo se le lacrime e l’amarezza di tanti fedeli serviranno oggi a far comprendere a chi di dovere che certe decisioni, pur se prese e imposte da chi ne ha legittima autorità, non possono essere condivisibili perchè pesano e incidono negativamente e ingiustamente sulla comunità che non appena riprende il cammino è costretta a deviare lo sguardo verso altre ignote direzioni. Come possono diventare arbusti questi germogli …. se si continuano a recidere?

Aveva raccolto il testimone lasciato da padre Timoteo

Particolarmente apprezzate le masterclass nel bosco Mazzocca

Cala il sipario sull’ultima edizione di Sax in the World rativo ormai sempre più compromesso di diverse famiglie. Dunque non solo valoriz-

zazione dei centri storici, l’obiettivo perseguito da Sax in the world fin dalla sua nascita nel lontano

2000, ma anche temi sociali e accostamento della grande musica con i meravigliosi teatri naturali di cui disponiamo in Molise. Nell’evento finale è stata protagonista la musica dei popoli, dall’Argentina ai Balcani, dalla Spagna alla Grecia, dal Portogallo all’Africa, passando naturalmente anche per l’Italia e concludendo con le note di un classico del jazz statunitense come Take Five di Paul Desmond. Il pubblico accorso in massa all’interno dello splendido chiostro medievale del convento ha saputo apprezzare il grande affiatamento del quartetto di sassofoni capitanato dal M° Francesco Ciocca, coadiuvato dal pianista Gianluca

De Lena, entrambi direttori artistici della manifestazione, divenuta un irrinunciabile appuntamento nell’ampia offerta culturale estiva molisana.A conclu-

sione di Sax in the world i due musicisti molisani, Ciocca e De Lena, si augurano di poter far crescere ulteriormente il festival, anche alla luce dei recenti contatti intrapresi con il Tuscia Opera Festival di Viterbo dove l’Ensemble Tacet, protagonista dell’edizione molisana, ha riscosso unanimi consensi di critica e di pubblico.


LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 230

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Malumori in seno all’Unione dei Comuni “Alto Biferno”

I sindaci chiedono la testa del presidente Iannotti CASALCIPRANO. Malumori in seno all’Unione dei Comuni “Alto Biferno” che associa Baranello, Busso, Casalciprano e Oratino. Sindaci e consiglieri criticano il comportamento e l’operato del presidente Orlando Iannotti, primo cittadino di Oratino, da quattro anni alla guida dell’Ente che riunisce quattro comuni. Al centro della discordia le mancate dimissioni del presidente, così come concordato con gli altri amministratori e come previsto dallo stesso statuto dell’Unione, che consentano una rotazione tra vertici. L’avvicendamento tra sindaci è previsto ogni due anni, ma da quattro Iannotti siede sulla poltrona più importante senza intenzione di alzarsi. “Il sindaco di Oratino continua imperterrito da quattro anni ad amministrare l’Alto Biferno nonostante tre sindaci e undici consiglieri su un totale di dodici chiedano, da circa tre mesi, a gran voce la convocazione del consiglio per la formare la nuova giunta. E lo fa ignorando anche le indicazioni

sottoscritte con l’assessore regionale agli Enti Locali Salvatore Muccilli. Peraltro l’esecutivo in essere è attualmente composto dal presidente e dall’assessore di Oratino con due assessori dimissionari e uno decaduto- lamentano in una nota Eliseo Castelli, Raffaele D’Onofrio e Marco Maio, sindaci di Casalciprano, Busso e Baranello- Alle continue convocazioni di consiglio seguono rinvii improvvisi ed ingiustificati di modo che, ad oggi, il consi-

glio ancora non riesce a sedersi intorno a un tavolo per procedere alla designazione della nuova giunta. L’ultima, ennesima, convocazione fissata al 22 agosto è stata rinviata a fine mese. Il 31 agosto è il termine ultimo per approvare il bilancio di previsione- I tre primi cittadini alzano poi i toni quando tentano di spiegare il perché di tanto attaccamento alla poltrona e al suo ruolo da parte di Iannotti- Se fare il presidente dell’Unione deve servire a crearsi l’orto per una

Casalciprano

candidatura alle prossime regionali, allora è opportuno che si sappia che Iannotti non gode né della stima né tanto meno della fiducia dei componenti del consiglio dell’Unione Alto Biferno in quando ha amministrato questo Ente con poca trasparenza pubblicando all’albo pretorio solo le delibere che riteneva opportune. L’unione dei comuni Alto Biferno è un Ente economicamente sano, con un buone risorse da impegnare per gestire servizi associati. Si potrebbe avviare la raccolta differenziata, il servizio di videosorveglianza. Invece l’Unione è prigioniera del presidente Iannotti che disattendendo a quanto previsto nello statuto evita di cedere il passo ad altri”. Aspramente criticata dai tre sindaci anche l’ultima discutibile delibera di giunta, la n.22 del 20 giugno scorso. Nella deliberazione si delega presidente e responsabile dell’ufficio finanziario ad impegnare eventuali disponibilità economiche in economia al fine di concedere agevolazioni contri-

Montefalcone nel Sannio. Ad organizzare l’associazione ArianuovA

Terza edizione di alter’N’eco con tema ambiente e territorio: tutela e sviluppo MONTEFALCONE NEL SANNIO. Si è tenuta ieri, presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, la terza edizione di alter’N’eco. L’edizione 2011che prende il titolo di: Ambiente e territorio: tutela e sviluppo? E si concentrata sulla questione ambientale e sulla valorizzazione dei piccoli centri del territorio. Sono intervenuti rappresentanti delle istituMontefalcone nel Sannio

zioni locali ed esperti che hanno dialogato con la cittadinanza affinché la tutela dell’ambiente e del territorio vengano prese in considerazione con la dovuta serietà e diventino un impegno e un dovere di tutti. Dopo il dibattito si tenuto il concerto del gruppo indiepop Grazie Mario, dalla Sabina. Alter’N’eco è un progetto nato nell’estate del

2009 e pensato come momento partecipativo di riflessione sui temi delle energie rinnovabili, dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile in relazione alle carat-

teristiche del territorio. La sua realizzazione è promossa dall’associazione culturale ArianuovA e patrocinata dal Comune di Montefalcone nel Sannio.

Tutti i numeri vincenti della lotteria del Farro a Fossalto FOSSALTO. L’Associazione “Gioventù Cattolica Madonna del Colle”, nel ringraziare quanti hanno lavorato per rendere possibili le due splendide serate di festa in contrada Campofreddo, rende noti i numeri dei biglietti vincenti della lotteria legata alla 19esima Sagra del Farro. Di seguito i tagliandi fortunati: 1° PREMIO auto DR1 3688 2° PREMIO pc portatile 0764 3° PREMIO mini quad 7504 4° PREMIO tv 3434 5° PREMIO decespugliatore 1463 6° PREMIO telefonino 6268 7° PREMIO agnello 2770 8° PREMIO buono cena 1001 9° PREMIO pianta 4636 10° PREMIO farro 3383 L’associazione fossaltese avvisa che i numeri vincenti saranno diffusi presso tutti coloro che hanno contribuito a vendere i biglietti, ai quali va un doveroso ringraziamento.

Il Municipio

butive a sostegno di iniziative da svolgersi nel territorio dei quattro comuni associati dal primo agosto al 31 dicembre 2011 inerenti attivi-

tà di promozione turistica e culturale. “A questo abuso di potere diciamo in coro No” affermano agguerriti i tre dissidenti.

Il candidato in corsa per le primarie del centrosinistra

Petraroia parla in piazza Fontana Il candidato alle Primarie del centro sinistra Michele Petraroia ha tenuto un incontro pubblico ieri mattina, in piazza Fontana. Petraroia ha iniziato a parlare di quello che deve tornare a fare il centro sinistra per poi attaccare la gestione politica del centro destra nel Molise e nel Paese. “ Il centro sinistra deve fare quello che ha sempre fatto, partire dal basso, e coinvolgere la gente. Occorre scendere in piazza e nei luoghi di lavoro per confrontarsi con i cittadini, raccogliere i loro malumori e le loro proposte. Se non si fa questo, allora si adotta la stessa strategia della destra, dove c’è un capo che decide per tutti”. Nei giorni scorsi a Trivento si è costituito un comitato che appoggia Petraroia, “ il comitato composto – si riportava nella nota - oltre da esponenti politici locali di Sinistra ecologia e Libertà, e del PD è vivo dalla presenza di rappresentanti della società civile ed amministratori locali e nasce dalla constatazione che nella scelta dei candidati è essenziale la partecipazione democratica dei cittadini elettori. Il comitato vuole essere espressione di quel centrosinistra – fanno sapere i componenti - che vede in Michele Petraroia il candidato scelto per rappresentare idee e progetti all’interno della competizione delle primarie. A Petraroia riconosciamo il merito di essere stato al fianco dei cittadini nella lotta contro l’eolico selvaggio, contro l’installazione di una centrale nucleare nel Molise, nella difesa del territorio e dei Beni comuni. La sua candidatura è aperta alla collaborazione di tutti e garantisce una chiara diversità ideale e programmatica dal Pdl e dal centrodestra. La nostra Regione sarà il banco di prova nazionale di questo nuovo orgoglio civico per dimostrare che non tutti sono uguali”.

Trivento

11


ANNO XIV - N. 230

LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: quotidianoiserna@gmail.com

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Spariranno venticinque milioni di euro di redditi netti: si aggrava la crisi economica del territorio

Senza Provincia, Isernia a rischio crack Con la perdita dell’ente è stato stimato che in città non lavoreranno più mille persone La brutta sorpresa per sindaci, presidenti di province e consiglieri regionali arrivano con il solleone di agosto. Passano da 31 a 20 dei membri del Consiglio regionale, da otto a quattro gli assessori di Palazzo Moffa, per continuare con l’eliminazione di diecine e diecine di comuni e delle due Province. Quella di Isernia destinata certamente a sparire, una “botta” devastante per la già fragile economia dell’Alto Molise, che perderà non meno di mille posti di lavoro, pari a 2 milioni al mese di redditi netti, 25 milioni di euro l’anno che sparirà dalle casse dell’Isernino, dissolti sotto i colpi di una riforma che, per ora, punisce solo i pesci piccoli e lascia intatti i grandi privilegi dei parlamentari e dei ministeri. Sparirà, salvo improbabili ripensamenti, una trentina di comuni dell’Isernino. Il Presidente della Regione Michele Iorio è chiaro nel suo giudizio: “La questione degli accorpamenti era stata affrontata già nella precedente finanziaria, con la proposta dell’ unione di comuni. Ma ora c’è bisogno di un approfondimento, visto che l’eliminazione di un Comune e della sua identità, solo con un provvedimento, non rispetta il valore storico e culturale del territorio. Purtroppo, in questo caso aumenterebbe la desertificazione del territorio nazionale”. E ad Isernia la ventilata soppressione della Provincia non piace a nessuno:” Se c’è il taglio

delle Province, non è giusto che sia solo di una parte. Per snellire la macchina dello Stato bisogna introdurre l’abolizione totale, ridurre il numero dei parlamentari, diminuire l’indennità di deputati e senatori e, di conseguenza, i loro vitalizi d’oro. Ma anche i finanziamenti ai partiti. Poi bi-

La Provincia di Isernia

sogna far pagare il contributo di solidarietà a quelli che hanno riportato i soldi in Italia grazie allo scudo fiscale, e serve intervenire sull’evasione fiscale in modo reale e radicale. Non solo i piccoli Comuni, anche le Regioni devono essere accorpate, come nel caso di Abruzzo e Molise, che molti vedrebbero bene di nuovo insieme, come fino al 1963. Il senator Ulisse Di Giacomo è invece contrario alla grande regione: “Quello che preoccupa di più è il tentativo maldestro non solo di sopprimere Province e Co-

Un’altra parte destinata ai Comuni e a enti pubblici

I dipendenti potrebbero essere trasferiti in Regione Che cosa succederà ai dipendenti della Provincia di Isernia, destinata a scomparire in base a quanto previsto dalla manovra? A questa domanda ha cercato di dare una risposta il quotidiano La Stampa che ha interpellato un’esperto, ossia , il segretario della Cgil Funzione pubblica, Michele Gentile. L’Articolo 15, comma 3 del decreto legge varato lo stesso 12 agosto prevedere che le funzioni e il personale delle Province soppresse vengono acquisiti dalle Regioni. Le Regioni potranno a loro volta destinarli ai Comuni, o alle province confinanti, oppure se li tengono per sé. In base a quanto riferito da Gentile su La Stampa, probabilmente, il personale delle Province potrebbe rima-

Un ufficio pubblico (foto archvio)

nere sul territorio seppur alle dipendenze del nuovo ente che accorperà quello soppresso, come avverrà nel caso della Provincia di Isernia. Il personale in esubero, invece, potrebbe essere trasferito ad altre amministrazioni sempre però all’interno della stessa regione.

Un momento della Sfilata

PROVINCIA DI ISERNIA

E’ stato pubblicato bando di gara per l’affidamento, a mezzo procedura aperta, dei lavori di manutenzione ordinaria Dorsale Appenninica Isernia-Atina-Sora. lavori di manutenzione ordinaria 1° lotto funzionale Fragnete-Colli a Volturno fino alla SS. 158. Importo a base d’asta comprensivo degli oneri per la sicurezza EURO 1.619.453,30. Categoria prevalente OG3, scorporabile subappaltatrice OS12-A. Bando integrale, disciplinareda gara, modello di istanza di partecipazonee schema di offerta sono disponibili sul sito internet www.provincia.isernia.it Scadenza fissataper la ricezione delle offerte ore 12.00 del 21.09 2011 Data pubblicazione sulla Guri:17.08.2011 Informazioni possono essererichieste al n 0865/441223-5 Il dirigente F/to Ing. Lino MASTRONARDI

12

muni, bensì di far scomparire la Regione Molise. Un deputato dell’IDV, guarda caso abruzzese, ha proposto di ricostituire l’unica Regione Abruzzo e Molise con l’indizione di un referendum. Un passo indietro nella storia di più di mezzo secolo, quando le due Regioni si chiamavano “Abruzzi”, e il Molise era ridotto ad una sorta di Provincia povera e marginale, senza alcun potere contrattuale e priva di identità: il capoluogo era in Abruzzo, le decisioni venivano prese in Abruzzo, l’economia si svolgeva in Abruzzo.Voglio sperare che questa strana idea resti una “ boutade da ombrellone”, e che nessuno in Molise vi dia seguito: sarebbe davvero, per noi, un “suicidio istituziona-

L’evento si è svolto a Monteroduni Successo per la seconda edizione di “Bellezza e moda al castello” Ad un anno esatto di distanza, si è svolta presso il castello Pignatelli alla presenza del sindaco di Monteroduni, dell’Assessore Regionale Marinelli, del consigliere Regionale Camillo

DiPasquale, del Presidente della Camera di Commercio di Isernia, di Tony Incollingola 2° edizione di “Bellezza & Moda al Castello”. La kermess è iniziata con la “Castellana” – Barbara Scar-

duzio- che ha ripercorso tutta la storia del castello Pignatelli di Monteroduni. Una grande sfilata di moda con i marchi più noti dell’abbigliamento sportivo, intimo e casual. A sfilare sulla passerella, sotto le luci colorate tanti giovani tra modelle e modelli del posto e dei paesi limitrofi. Un palco ben curato con una scenografia di alto livello e sotto la regia dell’organizzatrice Mariella Cimorelli affiancata da Mariassunta Bove. Ci sono stati tutti gli ingredienti per una serata d’eccezione, alla manifestazione ha partecipato entusiasta un pubblico numeroso.Uno spettacolo basato non solo sulla moda e le sfilate, ma anche sull’intrattenimento, la cultura, la storia, il turismo.

le”. Intanto gli aspiranti consiglieri regionali sono allibiti. Se la riforma scatterà già a novembre, saranno solo 20 gli eletti. Una grossa gatta da pe-

lare per tutti, una delusione profonda per tanti che già si vedevano tra i prestigiosi banchi del parlamentino molisano. Agostino Rocco

PUNTI DI VISTA

Mauro: siamo seri Con questi tagli non si risparmia niente “Bisogna guardare al futuro con fiducia ed al presente con serietà. Il Molise, come Regione è fuori discussione né la sua esistenza è toccata dalle norme contenute nella recente manovra economica varata dal governo nazionale che prevede un processo di aggregazione e soppressione delle Province con meno di 300mila abitanti e la sostanziale soppressione dei Comuni con meno di 1000 abitanti. Per cancellare la Regione è necessaria una legge costituzionale a modifica dell’articolo 131 della Costituzione che, onestamente, vedo difficile. La manovra, invece, tocca le nostre due Province e tanti piccoli comuni. La novità ulteriore è la possibilità astratta che le funzioni delle Province soppresse possano esse esercitate dalle Regioni. Ciò, in effetti, consentirebbe in Molise comunque di mantenere la localizzazione delle strutture amministrative e gli abiti di riferimento esistenti. In definitiva, ad essere penalizzate sono solo le rappresentanze politiche. Ma era ed è veramente necessario questo taglio chirurgico? A conti fatti il risparmio è misero e pressoché irrilevante. Non era più semplice stabilire la semplice gratuità delle cariche elettive così come lo era qualche decennio orsono? E ciò tanto più che l’esercizio congiunto delle funzioni per i comuni minori era già stata introdotta lo scorso anno dall’articolo 14 del DL 78/2010. Insomma, per quanto mi sforzi, non riesco proprio a capire le ragioni di una soppressione che non comporta sostanziali benefici per nessuno e tantomeno per le realtà locali. Avrei compreso un intervento di riforma complessiva delle autonomie locali, organico e funzionale. Un taglio fine a se stesso non serve a nulla ed è socialmente improduttivo. Per questo mi sento come cittadino offeso e come consigliere regionale del Pdl mortificato. Mortificato perché, inclusa la eventuale riduzione del numero dei consiglieri regionali, la classe dirigente nazionale - e vi includo i Sindacati, la Marcegaglia, Montezemolo e chi altro si vuole ancora oltre i santoni della sinistra - ha scaricato sugli amministratori locali, sui piccoli politici, la responsabilità delle proprie inefficienze, quelle di una classe politica nazionale, a questo punto autoreferente, che ha distrutto le idealità e non riesce ad interpretare, immaginare e costruire la società del domani. Ai colleghi di maggioranza che guardano al MoliSannio o all’Abruzzo dico che onestamente non mi va di diventare periferia di un’area campana demograficamene piu forte né di ridiventare periferia dell’Aquila né di rinnegare i nostri predecessori che vollero ed ottennero, nel 1969, il Molise regione. Al Presidente Iorio ed alla nostra rappresentanza parlamentare chiedo di interpretare concretamente i sentimenti che agitano in questi giorni i corregionali e di farsi promotori convinti delle azioni necessarie ad impedire lo scempio. La gente, il popolo, devono potersi identificarsi nei propri capi! Chiedo a loro di elevare e difendere la dignità di quei tanti e tanti piccoli uomini che attraverso il quotidiano impegno politico e civile hanno contribuito e contribuiscono, con tutti i limiti che si vuole, allo sviluppo della società locale. La politica, anche grazie al recente federalismo fiscale, è diventata sempre più regionale e meno nazionale. Lo si faccia capire a Roma. Così come si faccia capire una volta per sempre al centrosinistra molisano ed agli uomini che l’agitano che la destra molisana è una cosa seria, capace, responsabile e soprattutto solidamente affidabile. Si tratta solo di adottare qualche correttivo. Sono fiducioso ed agli altri dico di essere anche seri”. Raffaele Mauro


Lunedì 22 agosto 2011

13

Anziani e bambini le fasce più a rischio: ecco i consigli per affrontare al meglio le giornate da bollino rosso

Afa, anche a Isernia arriva il caldo Almeno fino a mercoledì nel capoluogo e nell’hinterland le temperature saranno elevate

La colonnina di mercurio supererà i 30 gradi

Afa e temperature elevate, fino a mercoledì Isarnia e i centri dell’hinterland dovranno vedersela con il grande caldo. Ad eccezione della giornata di sabato, per cui erano previste delle nuvolosità, secondo le previsioni meteo la settimana che sta per iniziare sarà interessata da caldo intenso. In particolare, secondo il sito Internet www.ilmeteo.it, mercoledì si raggiungerà una temperatura massima ad Isernia di 35 gradi, mentre nelle altre giornate si sfioreranno i 34. La Protezione Civile, intanto, ha già diramato alle amministrazioni comunali il vademecum da divulgare affinché i cittadini, e principalmente le fasce più a rischio come anziani e bambini, affrontino in sicurezza le giornate più afose. In cima alla lista, naturalmente, sta la raccomandazione di evitare se possibile di uscire nelle ore più calde, ovvero dalle 11 alle 18, seguito dal consiglio di bere al-

meno 2 litri d’acqua al giorno e consumare pasti leggeri ricchi di verdura e frutta. Da evitare invece gli alcolici ed

il caffè. Un occhio di riguardo va usato verso i farmaci, che potrebbero risentire delle temperature troppo elevate. Prima di assumerli, quindi, è necessario verificare che siano ben conservati (in un luogo frescoe easciutto la cui temperatura non superi i 30 gradi, e in caso di dubbio è sempre meglio chiedere consiglio al farmacista di fiducia). L’esercizio fisico, specie se intenso, va rinviato in periodo di temperature più fresche. Nelle ore centrali della giornata è pre-

feribile schermare le finestre con tende, persiane o tapparelle, ma non è indicato tenere il condizionatore al minimo dal momento che anche gli Le temperature della città di Isernia per questa settimana (www.ilmeteo.it) sbalzi repentini di temperatura sono loso. Per quel che riguarda nessun caso si devono lasciapericolosi (la temperatura ot- l’abbigliamento, sono scon- re animali o persone da sole timale si aggira intorno ai 26 sigliati vestiti aderenti o sin- nell’auto chiusa in sosta sotgradi). Per questo motivo, tetici. All’aperto è opportu- to il sole.In caso di malessere è bene contattare immediasebbene sia consigliabile ab- no utilizzare un cappello. Se ci si deve spostare in tamente il medico curante bassare la temperatura corporea con docce e bagni rinfre- automobile è bene scherma- oppure, se nelle ore notturscanti, è decisamente da evi- re i finestrini con delle ten- ne, la guardia medica. Se si tare fare una doccia o un ba- dine parasole. Se l’auto è sta- riscontrano sintomatologie gno fresco dopo essere stati ta al sole, prima di partire bi- particolarmente gravi allora in luoghi particolarmente sogna aprire gli sportelli per è necessario contattare diretcaldi: potrebbe essere perico- far rinfrescare l’abitacolo. In tamente il 118.

L’appuntamento, previsto per sabato 27, chiuderà gli eventi estivi del mese di agosto

Zero assoluto in concerto a Fornelli Il giovane duo pop romano porterà in scena i numerosi successi di una carriera decennale FORNELLI. Attesa in paese per il concerto degli Zero Assoluto, previsto per la serata di sabato 27 agosto. Il duo pop Italiano formato da Thomas De Gasperi e Matteo Maffucci ha conquistato negli ultimi sei anni un sempre maggiore pubblico. Dal loro esordio nel 1999 al successo, nel 2005 con la canzone Semplicemente, il passo è stato breve. E da allora sono riusciti a proporre una musica giovane e frizzante che non ha mancato di fare breccia nei gusti degli ascoltatori italiani, soprattutto di quelli più

Gli Zero Assoluto

giovani. Tanto che un loro brano del 2009 tratto dal terzo album, Per dimenticare,

è stato scelto per la colonna sonora del film tratto dal romanzo di Federico Moccia

Scusa ma ti voglio sposare, uscito nelle sale nel 2010. A dare loro notorietà una parentesi radiofonica come conduttori del programma Suite 102.5 su Rtl 102.5 nel 2004. Dopo il successo del 2005, che è valso loro il disco di Platino, hanno partecipato all’edizione 2006 del Festival di Sanremo con il brano Svegliarsi la mattina, che conquista il secondo posto nella categoria di riferimento, quella dei Gruppi. Vanno in finalissima con altri 7 artisti su 30 che avevano presentato le loro canzoni sul palco dell’Ariston.

Conquistano altri tre dischi di platino e decidono di ripetere l’esperienza sanremese anche nel 2007, con la canzone Appena prima di partire, nona in classifica. Successo che vale loro l’ennesimo disco di platino. Il concerto degli Zero Assoluto chiude gli appuntamenti di agosto del centro della Valle del Volturno, che anche quest’anno si è distinto per la qualità delle proposte contenute nel cartellone estivo, particolarmente ricco. Con un occhio di riguardo, come ormai d’abitudine, alla buona musica.

Bagnoli del Trigno, grande successo per la manifestazione Frammenti d’antico

Una foto del corteo storico della precedente edizione

BAGNOLI DEL TRIGNO. Grande successo per la 17esima edizione di Frammenti d’antico, rievocazione storica in costume della vita nel borgo in epoca Settecentesca. Tra i momenti più apprezzati ci sono il corteo in costume e l’incendio del castello. Quest’anno, in veste di Duca e Duchessa di Bagnoli, sono stati chiamati Walter Nudo e Miss Molise Ilary Bucci. Frammenti d’antico si è confermata ancora una volta come una delle manifestazioni più suggestive di tutto il Molise. L’evento è stato organizzato, come di consueto, dalla Compagnia di cultura popolare “La Perla del Molise”. Il corteo è partito alle

18 dal castello Sanfelice e ha sfilato per le vie principali del paese fino a raggiunger Piazza Olmo, dove il duca ha dato il via alla festa in onore di Santa Caterina. Vie e vicoli si sono animati di spettacoli, stand gastronomici con piatti tipici, musica, danze e fuochi che hanno coinvolgto i partecipanti in un ambiente da favola. Sono stati almeno 150 gli artisti che hanno allietato la serata; tra essi l’orchestra di saxofoni del Conservatorio L. Perosi di Campobasso, il quintetto a plettro molisano, i falconieri del rosone e la compagnia del drago nero. La fantasia ha visto il clou quando, intorno alle ore 24, c’è stato il “volo

della fata Trignina”. Si racconta, infatti, che sin dai tempi antichi, passata la mezzanotte, dal castello che sovrasta la roccia posta al centro del paese, si librasse una fata, per cui, chi l’avesse avvistata ed espresso un desiderio, lo avrebbe di sicuro realizzato. Più tardi, lo sposo ha portato la serenata alla sua “zita”; dopo le tre classiche canzoni, la bella si è affacciata al balcone e finalmente ha abbracciato il suo amore, quindi è arrivato il duca per reclamare il diritto della prima notte. Il popolo, stanco dell’ennesima angheria, si è ribellato ammazzando il duca e dando fuoco all’antico maniero.

Un particolare dell’incendio al castello


14

Lunedì 22 agosto 2011

Ma seguendo i consigli dei Carabinieri è possibile evitare brutte sorprese al rientro a casa

Vacanze, ecco come scacciare i ladri Nelle ultime settimane di ferie le abitazioni possono essere un bersaglio facile I ladri spesso approfittano delle vacanze estive per mettere a segno i furti nelle abitazioni. Tra i consigli più utili per tenere lontano i malviventi ci sono quelli diramati sul sito dei Carabinieri. “Un ruolo fondamentale – si legge sul sito dell’Arma - assume altresì la reciproca collaborazione tra i vicini di casa in modo che vi sia sempre qualcuno in grado di tener d’occhio le vostre abitazioni. In qualunque caso ricordate che i numeri di pronto intervento sono: 112 (Carabinieri), 113 (Polizia di Stato) e 117 (Guardia di Finanza). Ricordate di chiudere il portone d’accesso al palazzo. Non aprite il portone o il cancello automatico se non sapete chi ha suonato. Installate dei dispositivi antifurto, collegati possibilmente con i numeri di emergenza. Nella sezione modulistica troverete le indicazioni per collegare il vostro antifurto al 112. Non informate nessuno del tipo di apparecchiature di cui vi siete dotati né della disponibilità di eventuali casseforti. Conservate i documenti personali nella cassaforte o in un altro luogo sicuro. Fatevi installare, ad esempio, una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza. Aumentate, se possibile, le difese passive e di sicurezza. Anche l’installazione di videocitofoni e/o telecamere a circuito chiuso è un accorgimento utile. Accertatevi che la chiave non sia facilmente duplicabile. Ogni volta che uscite di casa, ricordate disattivare l’allarme. Se avete bisogno della duplicazione di una chiave, provvedete personalmente o incaricate una persona di fiducia. Evitate di attaccare al portachiavitarghette con nome ed indiriz-

zo che possano, in caso di smarrimento, far individuare immediatamente l’appartamento. Mettete solo il cognome sia sul citofono sia sulla cassetta della posta per evitare di indicare il numero effettivo di inquilini (il nome identifica l’individuo, il cognome la famiglia). Se abitate in un piano basso o in una casa indipendente, mettete delle grate alle finestre oppure dei vetri antisfondamento. Illuminate con particolare attenzione l’ingresso e le zone buie. Se all’esterno c’è un interruttore della luce, proteggetelo con una grata o con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente. Se vivete in una casa isolata, adottate un cane.Conservate i documenti personali nella cassaforte o in un altro luogo sicuro. Cercate di cono-

scere i vostri vicini, scambiatevi i numeri di telefono per poterli contattare in caso di prima necessità. Non mettete al corrente tutte le persone di vostra conoscenza dei vostri spostamenti (soprattutto

in caso di assenze prolungate). Se abitate da soli, non fatelo sapere a chiunque. In caso di assenza prolungata, avvisate solo le persone di fiducia e concordate con uno di loro che faccia dei control-

li periodici. Nei casi di breve assenza, o se siete soli in casa, lasciate accesa una luce o la radio in modo da mostrare all’esterno che la casa è abitata. In commercio esistono dei dispositivi a timer che possono essere programmati per l’accensione e lo spegnimento a tempi stabiliti. Sulla segreteria telefonica, registrate il messaggio sempre al plurale. La forma più adeguata non è “siamo assenti”, ma “in questo momento non possiamo rispondere”. In caso di assenza, adottate il dispositivo per ascoltare la segreteria a distanza. Non lasciate mai la chiave sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili e vicini all’ingresso. Non fate lasciare biglietti di messaggio attaccati alla porta che stanno ad indicare che in casa non c’è nessuno. Considerate che i pri-

mi posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono gli armadi, i cassetti, i vestiti, l’interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti. Se avete degli oggetti di valore, fotografateli e riempite la scheda con i dati considerati utili in caso di furto (ildocumento dell’opera d’arte). Conservate con cura le fotocopie dei documenti di identità e gli originali di tutti gli atti importanti (rogiti, contratti, ricevute fiscali, etc.). Nel caso in cui vi accorgete che laserratura è stata manomessa o che la porta è socchiusa, non entrate in casa e chiamate immediatamente il 112, il 113o il 117. Comunque, se appena entrati vi rendete conto che la vostra casa è stata violata, non toccate nulla, per non inquinare le prove, e telefonate subito al Pronto Intervento”.

Verrà aggiustato il primo tratto dell’Isernia-Atina-Sora

Fragnete-Colli, pubblicato il bando per la manutenzione

Un momento dell’incontro tenutosi ad Atina

Pubblicato sul sito della Provincia di Isernia, il bando per i lavori di manutenzione del primo tratto dell’Isernia-Atina-Sora, ossia quello esistente che va da

Frangete a Colli a Volturno fino alla Strada Statale 158. L’importo complessivo dei lavori ammonta a 1 milione 619mila 453 euro. Nelle prossime settimane,

inoltre, dovrebbe tenersi anche un altro convegno sul completamento dell’arteria tra le Regioni Molise e Lazio e le province di Isernia e Frosinone. Il costo dell’opera si dovrebbe aggirare all’incirca sui cinquescento milioni di euro. I fondi per la realizzazione della strada arriveranno dallo Stato che nelle scorse settimane ha stanziato i fondi necessari a favore delle regioni interessate. Il progetto, vecchio quasi di tremt’anni, dovrà essere rivisto e aggiornato alle moderne tecniche e dovrà tene-

re conto anche dei vincoli ambientali e paesaggistici. Questo collegamento, in ogni caso, rappresenterà un’importante anello di congiun-

zione tra il Molise e il Lazio che permetterà alla provincia di Isernia di uscire dall’isolamento e di sviluppare nuove prospettive commerciali.


ANNO XIV - N. 230

LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011

VIA G. BERTA n. 76 - TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973

REDAZIONE 86170 ISERNIA

Per i comuni di oltre 5mila abitanti, si legge nella delibera, diventa più difficile eseguire le opere pubbliche

Stabilità, Agnone chiede aiuto alla Regione Il consiglio fa voti all’ente affinché ridefinisca i parametri del vincolo finanziario AGNONE. Rispetto del patto di stabilità, il Comune fa voti alla regione Molise affinché intervenga per ridefinire i parametri del vincolo. È quanto emerso nel corso dell’ultimo consiglio comunale e il cui verbale di deliberazione è stato recentemente pubblicato sul sito Internet del Comune. Gli undici consiglieri presenti hanno votato all’unanimità l’iniziativa. “Il nuovo patto di stabilità interno per il triennio 20112013 –si legge nella delibera di consiglio – è volto ad assicurare il concorso degli enti territoriali alla realizzazione degli obiettivi di finanza pubblica nel rispetto dei principi di coordinamento della finanza pubblica”. In base a tale normativa, si rimarca nel documento del Comune di Agnone, “i comuni con popolazione superiore ai 5.000

Palazzo San Francesco

abitanti- si legge nella delibera – vedono di fatto ridotta ulteriormente la possibilità di procedere alla esecuzione delle opere pubbliche necessarie ed a volte indispensabi-

li per poter assicurare alle popolazioni amministrate l’erogazione dei servizi gestiti”. Tuttavia, viene precisato nel testo della delibera, “che la legge di stabilità potenzia

il ruolo delle che possono optare tra le seguenti possibilità: autorizzare gli enti locali aventi sede nel proprio territorio a peggiorare il loro saldo programmatico attraverso un aumento dei pagamenti in conto capitale a fronte del contestuale miglioramento di pari importo dell’obiettivo programmatico della regione stessa in termini di cassa o di competenza; rimodulare gli obiettivi posti dal legislatore nazionale per gli enti locali del proprio territorio in relazione alle diverse situazioni finanziarie esistenti, fermo restando l’obiettivo complessivamente determinato per gli stessi enti locali”. Considerato che “anche il Comune di Agnone – si legge nel documento consiliare - con popolazione superiore ai 5000 abitanti è ente soggetto al patto di stabilità in-

Veduta di Agnone

terno” e “ritenuto di dover aderire all’iniziativa congiunta dei Comuni molisani interessati nei confronti della Presidenza della Giunta Regionale del Molise”, il con-

siglio “delibera di far voti presso la Presidenza della Giunta Regionale affinché voglia promuovere l’assunzione di idonei provvedimenti”.

Sono stati oltre 300 gli iscritti alla 15esima edizione del trofeo di caratura nazionale

Valle del sole, Labbate in pole position L’ex delegato sindaco di Villacanale ha partecipato alla gara percorrendo 12 chilometri Giovanni Labbate

di Vittorio Labanca AGNONE. Inossidabile Giovanni Labbate. Non ha rinunciato alla “sua” Valle del Sole”. L’altra sera il “giovanotto” appena andato in pensione ha dato per l’ennesima volta dimostrazione che la gara era per tutti. Labbate ha coperto con disinvoltura i 12 chilometri e seicento metri, mettendosi poi a disposi-

zione dell’organizzazione per la premiazione ed il Pasta Party che ha caratterizzato il post gara fino a tarda notte. “Ancora una volta si è disputato un evento eccezionale per Agnone –ha detto ancora affannato Labbate- e soprattutto per Villacanale dove come sempre è stato posto il via ed il traguardo d’arrivo. Il grande centro ed il piccolo centro con pari dignità hanno vissuto una giornata di vero sport e divertimento”. Giunta al quindicesimo anno il Trofeo Valle del Sole, oramai gara nazionale, ha visto oltre trecento inscrit-

Un momento della precedente edizione

ti per l’edizione 2011. “Vengo da Pescare –ci ha detto un’atleta- e quest’anno è la quarta o quinta volta che par-

tecipo. Mi affascina soprattutto il percorso ed anche la simpatia e l’affetto della gente. Qui ce n’è per tutti. So-

prattutto per i non professionisti come me”. “Non me ne perdo una –assicura uno stempiato fondista lazialeanche perché amo correre e quello che brucio nella gara odierna li riaccumulo nel pasta party e nel gustare le bontà enogastronomiche di Villacanale”. Ma se la competizione è stata per buona parte vissuta da estemporanei di questo sport, dall’altra c’è stata quella vera e competitiva. Primo all’arrivo con il tempo di 42 minuti, trenta secondi e cinquantasette centesimi Ivan Di Maio che per la prima volta in carriera ha vin-

to il trofeo battendo di un soffio l’ex azzurro Alberico Di Cecco. Per le donne ad arrivare sul nastro tricolore di piazza San Giocondino, la marchigiana Marcella Mancini con il tempo di 47 minuti e 47 secondi. Grande soddisfazione per tutti. Mentre già si pensa all’edizione del 2012. Perché Villacanale sul Trofeo Valle del Sole impernia non solo l’evento sportivo, ma anche una preparazione che coinvolge tutti i canalesi sotto l’egida dell’amicizia. Soprattutto coloro che rientrano per l’estate nella loro terra natia.

Chiauci, apre la mostra fotografica di Maurizio Galimberti CHIAUCI. Inaugura in piazza Umberto primo la mostra personale di Maurizio Galimberti, Scatti d’autore . L’esposizione propone il percorso dai primi foto-mosaici alle opere più recenti, passando attraverso il racconto della sua vita e del modo di lavorare. Tutto questo sarà inoltre contenuto nel film Maurizio Galimberti. L’artista, nato a Como nel 1956, ha partecipato fin da

ragazzo a numerosi concorsi fotografici, vincendoli. All’inizio usava la classica pellicola analogica lavorando molto con una fotocamera ad obbiettivo rotante widelux in bianco e nero e in diapo/cibachrome, poi nel 1983 ha iniziato la sua passione-ossessione per la Polaroid. L’ha scelta per il semplice motivo che non sopportava l’attesa dello sviluppo per vedere il risultato del suo scatto e an-

che per una eterna paura del buio della camera oscura. Nei primi anni novanta ha abbandonato l’attività edilizia di famiglia e ha deciso di dedicarsi solo alla fotografia. Nel 1991 ha iniziato la collaborazione con Polaroid Italia della quale è diventato il testimonial ufficiale. Il risultato di questa collaborazione è il volume Polaroid pro art pubblicato nel 1995, divenuto oggetto di culto per gli appassiona-

ti di pellicola polaroid di tipo integrale. Dal 1997 i suoi mosaici fotografici sono entrati nel mondo del collezionismo. Nello sviluppo di questa sua peculiare tecnica hanno avuto grande influenza il futurismo di Boccioni e il movimento cinetico esasperato di Duchamp.

L’attore hollywoodiano Benicio Del Toro interpretato da Maurizio Galimberti

15


ANNO XIV - N. 230

LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

“Il reparto di ortopedia opera in un contesto di precarietà generale”. Pazienti costretti a tornare indietro

Ospedale, Sorbo bacchetta l’Asrem Il consigliere torna sulla situazione che sta vivendo il Santissimo Rosario

Antonio Sorbo

di Marco Fusco E’ sempre il tema del giorno. Ora più che mai dopo la denuncia lanciata nei giorni scorsi dal primario di ortopedia Enzo Bianchi, costretto a mandare indietro i pazienti per mancanza di personale. Ci va giù duro il consigliere di opposizione, capogruppo

di Città Nuova Antonio Sorbo che attacca frontalmente i vertici della Asrem e i responsabili della sanità pubblica in Molise. Sorbo fa le pulci ai vertici Asrem e passa a rassegna gli ultimi anni con dati alla mano. “Il “Ss. Rosario” al 31 dicembre 2008- scrive Sorbo- aveva 22 posti letto di Chirurgia, 39 posti letto di Medicina, 26 posti letto di Ortopedia e Traumatologia, 3 posti letto di Rianimazione, 30 posti letto di Riabilitazione per un totale di 120 posti letto. Nell’atto aziendale, emanato il 1 luglio 2010 dai vertici dell’Asrem, erano previsti 4 posti letto di Chirurgia, 18 posti letto di Ortopedia e Traumatologia, 4 posti letto di Medicina, 30 posti letto di Riabilitazione, 2 posti letto di Terapia intensiva e 2 posti letto di Astanteria per un to-

tale di 60 posti letto, alcuni dei quali non ordinari. Era stata già soppressa – unica tra quelle esistenti - l’Unità operativa complessa di Pronto Soccorso del “Ss. Rosario”. Oggi è un punto di primo soccorso che gestisce solo i cosiddetti “codici bianchi” e “codici verdi”. Le urgenze e le situazioni complicate vengono dirottate altrove e spesso i pazienti che vengono prelevati dall’ambulanza del 118 si ritrovano fuori regione: in Campania, in Puglia, in Abruzzo. Soppresse anche : Radiologia, Rianimazione, Laboratorio Analisi, Chirurgia, Dialisi e, di fatto, anche Medicina. I 4 posti di chirurgia previsti dall’atto aziendale non sono mai stati attivati. Come i due posti tecnici di terapia intensiva, che non esistono. I tagli non hanno risparmia-

to nemmeno la Dialisi, UOS a valenza dipartimentale. Manca il personale e non ci sono nemmeno i letti antidecubito.” Antonio Sorbo dunque fa la fotografia reale dell’attuale situazione presso il nosocomio cittadino, al centro di aspre polemiche in questi giorni. Ancora Sorbo parla di un ospedale che sta cadendo a pezzi e che si appresta a diventare “una specie di casa di riposo per anziani per 40 posti letto”. I vertici della sanità molisana, di fatto, hanno già provveduto ad avviare le procedure per la suddetta trasformazione, con tanto di incarichi a progettisti e responsabili della sicurezza. “Realizzare la RSA al “Ss. Rosario”- scrive ancora Sorbo- costerà 800 mila euro di cui 500 mila per lavori da mettere a base d’asta, 50 mila per l’Iva sui lavori,

Il Comune vuole andare incontro a tutte le associazioni interessate

Impianti sportivi, l’assessore Iannacone convoca le società L’Assessore allo sport del Comune di Venafro Benedetto Iannacone vuole vederci chiaro nella gestione egli impianti sportivi cittadini . Proprio così. Aumentano le associazioni e le società che fanno sport a livello agonistico e gli spazi dell’impiantistica sportiva non bastano mai. Per evitare equivoci l’Assessore Iannacone ha convocato tutti i responsabili delle società che hanno in gestione il palazzetto dello Sport di via Pedemontana e la palestra della scuola

media di via Maiella per le ore 18 di questo pomeriggio presso la sede comunale. A quanto pare l’Assessore avrebbe inviato una lettera anche al gestore dello stadio comunale “Marchese del Prete”. Palazzetto dello Sport e stadio comunale dovranno anche acquisire tutte le certificazioni di rito in fatto di sicurezza e di collaudo non solo dei rettangoli di gioco, ma anche di tutte le pertinenze. Sul capitolo sicurezza non si scherza più. Ad esempio il campo

sportivo ancora non ha il collaudo della federazione; stesso discorso per la tribuna stampa. Per il palazzetto a quanto pare il finanziamento per il nuovo parket è andato praticamente in fumo, visto che il comune non è riuscito a rendicontare le spese perché anticipate dalla società di basket. Una “botta” da 80 mila euro. Una riunione che si è resa necessaria in previsione dell’avvio dei vari campionati delle squadre che rappresentano la città di Venafro a ogni livello, dal cal-

cio a 5 al basket, dalla pallavolo al calcio. Varie le problematiche che saranno affrontate nella riunione e che attengono anche alle spese generali perché, è bene ricordarlo, il Comune non dovrebbe avere oneri di sorta una volta affidati a terzi gli impianti di propria proprietà. Secondo una stima dell’ufficio finanziario dell’Ente a carico delle casse comunali ci sarebbero, annualmente tra spese di gas, luce e riscaldamento oltre venti mila euro. Per molti sarebbe un’anomalia. E chi gestisce gli impianti per nome e per conto del comune, non dovrebbe lucrare su quei beni affidati in comodato d’uso con tanto di convenzione. Insomma l’assessore Iannacone vuole mettere un po’ d’ordine nella materia. M.F. Benedetto Iannacone

18

25 mila per corpi illuminanti e tv, altri 25 mila per imprevisti, 65 mila per arredi e software gestionale, 35 mila per attrezzature ed apparecchiature elettromedicali (vasche e sollevatori per bagno assistito, piastre scaldavivande, frigo, carrozzelle e ausili individuali per disabili), 15 mila per corrimani, 50 mila per segnaletica e sistemazione esterna, 24 mila per oneri tecnici per il coordinatore della sicurezza in fase di progettazione, 10 mila per l’accantonamento per il fondo incentivante. Con il provvedimento del 15 luglio 2011 il direttore generale dell’Asrem ha approvato il progetto esecutivo. Sempre il 15 luglio 2011, con provvedimento n. 1014, il direttore generale ha approvato anche il progetto per il trasferimento nei locali dell’ospedale degli uffici del distretto sanitario. L’incarico per il trasferimento degli uffici distrettuali è stato affidato il 19 ottobre 2010 (provvedimento n. 1238) all’ingegnere. Carlo

Tatti (che ha trasmesso il progetto in data 7 giugno 2011), responsabile del settore lavori pubblici del Comune di Venafro e uno dei più stretti collaboratori del sindaco Nicandro Cotugno, per un importo di 19 mila euro, oltre Iva e oneri fiscali. L’Asrem intende vendere l’immobile che ospita attualmente gli uffici del distretto e perciò deve liberarli.” . Tutto questo, rincara Sorbo, senza tenere in debita considerazione la sentenza Tar che ha concesso la sospensiva al Comitato “Pro Ss. Rosario”. Infine, la provocazione finale dell’esponente del partito di Niki Vendola:” Nel prossimo consiglio comunale presenteremo una mozione nella quale intendiamo impegnare la giunta a dare una destinazione ben precisa alla Palazzina Liberty quando forse sarà, dopo dieci anni di promesse, finalmente ristrutturata: ospitare una mostra fotografica e documentaria permanente dal titolo “C’era una volta l’ospedale di Venafro...”.

Per via dei ritrovamenti storici

Palestra e Aula Magna al Classico, la Soprintendenza ‘rallenta’ i lavori Palestra e aula magna, i lavori rallentati dalla Soprintendenza. E così il cantiere avviato agli inizi di gennaio, presso il liceo classico in via del Carmine, rischia di trasformarsi nell’ennesimo cantiere eterno. Come è noto, durante le operazioni di scavo, vennero alla luce resti di interesse storico che hanno interessato i Beni culturali. Sospensione dei lavori, picchettamento di tutta l’area e interventi di salvaguardia per quanto trovato nel sottosuolo. Ora in tanti si chiedono se la palestra e l’aula magna saranno realizzate nei tempi stabiliti. C’è addirittura chi parla di revoca del finanziamento. . L’opera che si vuole realizzare a Venafro è di vitale importanza non solo per gli studenti liceali, ma anche per il centro storico precisamente per la zona della Cattedrale che vedrebbe proprio con queste opere, bonificare una stradina interdetta da oltre venti anni a causa di un muro divelto. La ditta Cierre di Castelpetroso si era affrettata ad avviare i lavori anche sulla spinta di associazioni e amministratori locali. Le opere, per un valore complessivo di 1milione e 350mila euro, rappresentano il secondo grande investimento della Provincia di Isernia su Venafro, dopo la costruzione della piscina. Palestra e aula magna rappresentano un valore aggiunto non solo per la scuola, che potrà vantare due strutture all’avanguardia, migliorando e ampliando la propria offerta didattica, ma per la Città che avrà degli spazi in grado di ospitare eventi sportivi, culturali e di spettacolo. Ma tutto questo ora rischia di essere vanificato dalla lentezza della Soprintendenza. E a Venafro cominciano a essere preoccupati in tanti. M.F.


ANNO XIV - N. 230

LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Secondo l’indagine condotta dai Carabinieri, l’uomo avrebbe utilizzato i beni dell’ufficio per scopi personali

Peculato, denunciato funzionario Un impiegato della pubblica amministrazione nel mirino dell’autorità giudiziaria CASTEL SAN VINCENZO. A seguito di una lunga e scrupolosa indagine i carabinieri della stazione di Castel San Vincenzo, coordinati dal Maresciallo Antonio Corvaglia hanno denunciato un funzionario della pubblica amministrazione con l’accusa di aver utilizzatoi beni del suo ufficio a scopi personali. Il tutto è partito da alcune segnalazioni nei confronti dell’uomo che, stando all’accusa avrebbe utilizzatoper i suoi spostamenti privati i mezzi del proprio ufficio. Il rappresentante della pubblica amministrazione avrebbe fatto, stamdo sempre all’accusa, della cosa pubblica una cosa privata, disponendone a suo vantaggio Le segnalazioni al comando di Via Colle, però sono

Le indagini sono partite in seguito ad alcuni esposti

Nella foto la stazione dei Carabinieri di Castel San Vincenzo

arrivate lo stesso e gli uomini del maresciallo Corvaglia hanno messo in piedi una indagine scrupolosa fatta di una attenta e lunga osservazione delle abitudini dell’uo-

mo al fine di verificare se quanto segnalato corrispondesse a verità, se non si trattasse invece di episodi sporadici. Dall’indagine sarebbe

emerso che l’uomo, avrebbe fatto ricorso in più occasioni all’utilizzo dei mezzi dell’ufficio senza che ve ne fossero motivi di effettiva necessità. Tutto questo, qualora venisse dimostrato, oltre a non essere corretto nei confronti dell’amministrazione è in netto contrasto con i dettami del decreto Brunetta che

Nella foto il ministro Renato Brunetta

ha ridimensionato drasticamente quello che un funzionario può fare con i beni del proprio ufficio, a partire dall’utilizzo della macchina fino alle fotocopie.

Il funzionario per ora è stato segnalato all’autorità giudiziaria con l’accusa di paeculato. Spetterà ora alla magistratura stabilire le sue eventuali responsabilità

Rocchetta al Volturno. L’artista romano si esibirà questa sera in piazza

Attesa perAmedeo Minghi Ricco programma religioso e civile per la festa della Madonna delle Grotte

Nella foto Amedeo Minghi

ROCCHETTA AL VOLTURNO. Grande attesa in

paese per i festeggiamenti dedicati alla Madonna delle

Grotte. L’appuntamento annuale con la festa che richiama nel cantro di Rocchetta tantissime persona, sono stati organizzati anche per quest’anno dal comitato festa e dalla parrocchia guidata da don Pietro Fuoco. Il ricco programma religioso ha preso il via, sabato 20 agosto, quando presso il santuario della Madonna di Canneto verrà celebrata una santa messa per i pellegrini provenienti da Rocchetta a Volturno. Ieri poi, alle ore 19,presso Rocchetta Alta, l’arrivo dei pellegrini provenienti dal

Il Parco raccoglie la sua storia in un archivio aperto a tutti

Nei giorni scorsi, l’Ente Parco e la Soprintendenza Ar-

chivistica per l’Abruzzo hanno avviato un’importante operazione di recupero e valorizzazione dell’archivio storico ( 1910-1970) del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Per lo svolgimento del progetto tutta la documentazione storica è stata depositata in appositi locali allestiti a Villetta Barrea. I lavori di riordino e di inventariazione sono

stati affidati ad un archivista professionista incaricata dalla Soprintendenza regionale. Le fasi della realizzazione consistono nella analisi accurata della documentazione della schedatura informatizzata di ciascuna unità archivistica e nella redazione di un inventario sia in formato multimediale che cartaceo. La durata del progetto è di 12 mesi.

santuario della Madonna di Canneto di Settefrati in provincia di Frosinone e partenza della processione alla volta della chiesa parrocchiale Assunzione di Maria Vergine. Oggi, lunedì una santa messa sarà celebrata dal parroco Don Pietro Fuoco, alle ore 12 presso il bellissimo Santuario della Madonna delle Grotte, da li, la processione diretta nella chiesa parrocchiale al centro del paese. Le celebrazioni religiose si concluderanno domani con la santa messa in onore di San Domenico Abate e la La documentazione conservata presso l’archivio dell’Ente Parco comprende gli atti della vita amministrativa del Parco a partire dal momento della sua fondazione fino a oggi. L’archivio storico stesso conserva un’ampia testimonianza non soltanto delle vicende interne del Parco e delle tre regioni ma custodisce una parte importante di storia della protezione della natura in Italia. In questo modo sarà possibile conoscere le varie fasi che hanno portato alla realizzazione di uno dei più suggestivi parchi d’Italia

processione per le vie del paese. Ricco però anche il cartellone degli eventi perché oltre alla serata di ieri allietata dal gruppo “Gianni Band”, il clou è rappresentato dal concerto questa sera di Amedeo Minghi. Il popolarissimo cantante e compositore romano autore di innumerevoli successi. Il popolare artista eseguirà per i tanti fan che affolleranno piazza San Domenico a Rocchetta alcuni tra i suoi brani più belli: da “1950” per arrivare al bellissimo brano dedicato al Santo Padre Gio-

vanni Paolo II “un uomo venuto da molto lontano”. La serata si concluderà con lo spettacolo pirotecnico. La manifestazione si concluderà domani quando dopo l’esibizione del gruppo “Deca” si procederà all’estrazione dei biglietti della lotteria. Le festività dedicate alla Madonna delle Grotte sono meta di tante persone perchè questa occasione permette ai tanti turisti presenti nella valle di assistere alla messa celebrata nella bellissima chiesa rupestre dedicata alla Madonna che non sempre è visitabile

ANNIVERSARIO

Antonio e Lina festeggiano trentun’anni insieme Per il vostro 31esimo anniversario di matrimonio: Oggi è un giorno speciale, ed è in questo giorno che vogliamo dirvi quanto vi vogliamo bene. Vedervi sorridere, e sapere ancora che siete i nostri più grandi riferimenti è fantastico e, anche se non lo dimostriamo mai, il nostro amore per voi è grande, ed è con questo piccolo gesto che vi auguriamo un buon Anniversario. Auguri da Eva e Flo. Felicitazioni dall redazione de “Il Quotidiano del Molise”

19


ANNO XIV - N. 230

LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0875/84242

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Previsti entro la fine dell’anno 88mila licenziamenti. Preoccupazione anche per lo stabilimento termolese

La Fiat riapre tra incertezze e tagli Mascolo:“Lo scenario non è dei migliori ma non bisogna perdersi d’animo” di Tania Tardiola Oggi la Fiat Powertrain di Termoli ha riaperto i battenti dopo le ferie estive. Ma lo scenario non è cerMascolo

to migliore rispetto a prima. Anzi, le preoccupazioni e un certo pessimismo sembrano aumentare. Soprattutto considerando che le azioni Fiat hanno perso tanto in borsa ed è “la prima volta che il gruppo Fiat viene superato, in America Latina, in questo caso dalla Wolkswagen”, ha detto il segretario della Fim-Cisl Molise, Riccardo Mascolo, da noi raggiunto al telefono. “Sono previsti complessi-

vamente in Italia circa 88.000 posti di lavoro in meno nel settore industriale a causa della crisi mondiale. Naturalmente siamo preoccupati anche per i lavoratori dello stabilimento termolese, anche se sembra, ancora una volta, quello meno colpito dai drastici cambiamenti e dalle difficoltà. Questo però non deve farci sentire completamente al sicuro, né cadere in futili allarmismi. Bisogna mantenere uno sguardo realistico sulla realtà.

Il fatto che nello stabilimento Fiat di Termoli si stiano effettuando molte operazioni di ammodernamento fa pensare che sia sotto una particolare attenzione della casa madre. Ma le commesse potrebbero sparire da un momento all’altro anche per noi.

Non dimentichiamo che la Fiat produceva le M40 come commesse dalla Russia e che poi improvvisamente sono state bloccate”continua Mascolo- “proprio a causa dei cambiamenti nel mercato mondiale”. Intanto, oggi, dopo tre settimane di ferie, la Fiat termolese ha riaperto i battenti. Sono rientrati i lavoratori impegnati nella produzione dei motori a 8 e 16 valvole. Mentre, tra una settimana, torneranno gli addetti ai cambi che sono andati in vacanza 7 giorni dopo.

Non rientrano invece gli interinali. E sono state già programmate due settimane di cassa integrazione per il settore motori 8 e 16 valvole a causa di un calo della produzione. La prima settimana di cassa integrazione partirà da metà settembre, la seconda sarà invece compresa tra la fine di settembre e gli inizi di ottobre. “Un altro problema per i lavoratori Fiat è che è venuto meno anche il premio produzione. Ma la Fim-Cisl a livello nazionale sta lavorando sulla proposta che prevede l’attribuzione del premio di produzione agli stabilimenti piu’ produttivi”, ha concluso Mascolo.

Solo ieri ben tre episodi

Sull’A14 il traffico ha subito rallentamenti ma non ci sono stati incidenti

Basso Molise ‘martoriato’ dagli incendi Vigili del fuoco in azione

Strade affollatissime anche ieri per il controesodo estivo

Continuano gli incendi nel territorio bassomolisano. Sembra non avere fine la seri di incendi dovuta per lo piu’ alle alte temperature raggiunte in questi giorni. Sono nella giornata di ieri sono stati ben tre gli episodi verificatisi sin dalla prima mattinata e hanno pccupato le forze dedicate, comprese quelle boschive fino al tardo pomeriggio. Il primo e il secondo sono avvenuti in zone vicine. Il primo nei dintorni di Campomarino mentre il secondo tra Nuova Cliternia e Serracapriola. Il piu’ vasto è stato però il terzo, dato che c’è stato bisogno dell’intervento dell’elicottero della Guardia Civile oltre ai già citati Vigili del Fuoco e la Guardia Forestale. La squadra dei pompieri di Santa Croce ha avuto un bel daffare nello spegnere l’incendio propagatosi tra Rotello e appunto Santa Croce di magliano. L’intervento è terminato ben dopo il pomeriggio inoltrato. Un plauso va a questi ragazzi che specialmente nella stagione estiva rischiano ogni giorno la propria vita per svolgere il loro dovere senza venire spesso osannati come è giusto che sia.

Continua il controesodo per il rientro dei turisti dalle vacanze. Strade e autostrade affollatissime in tutta Italia, soprattutto dal sud in direzione nord. Inoltre, i viaggiatori hanno percorso chilometri e chilometri sotto temperature altissime, comprese tra i 30 e i 40°. Diversi i disagi verificatisi in varie arterie italiane, tra malori dovuti al caldo eccessivo ed incidenti stradali. Per quanto riguarda le nostre zone, particolari problemi ci sono stati nella giornata di sabato. Il traffico sulla A14, molto intenso, ha subito dei rallentamenti dovuti ad alcuni in-

cidenti stradali. Nel piu’ grave era stata coinvolta un’intera famiglia, con tre figli piccoli, a bordo di una Fiat Multipla. L’auto si era ribaltata e sia la donna che due delle figlie piccole erano state trasportate all’ospedale San Timoteo di Termoli. Per la donna era

stata necessaria un’operazione all’addome a causa del forte impatto. Ora le sue condizioni di salute sono migliorate. Nella stessa giornata anche due centauri erano stati coinvolti in un brutto sinistro, all’altezza dello svincolo per Termoli, impattando contro un’auto

ferma a causa dei rallentamenti. Giornata piu’ tranquilla per quanto riguarda gli incidenti quella di ieri. Non si sono verificati sinistri, nonostante il traffico sia stato molto intenso e abbia subito dei rallentamenti. Dalle ore 10 alla prima serata, l’A14 nel tratto vicino le nostre zone, è stata affollata. Le ore di punta per la circolazione e i rallentamenti sono state quelle della tarda mattinata e del primo pomeriggio. Anche ieri le temperature sono state altissime. Nonostante tutto, i molti turisti sono riusciti a tornare a casa senza grossi disagi. T.T.

Allarme incidenti, è una bufala Misericordia, 118 e Carabinieri in azione alla ricerca di un incidente stradale a San Giacomo. Ma era solo un falso allarme. Erano circa le 22 di sabato quando una persona, senza lasciare i propri dati, ha contattato la Misericordia e il 118 dicendo “C’è un grave incidente sulla strada che collega Termoli a San Giacomo”. I soccorsi e i Carabinieri sono tempestivamente intervenuti, anche se con qualche sospetto che si stesse trattando di uno scherzo. Hanno cercato in lungo e in largo , ma non c’era alcun incidente. Era appunto solo un scherzo. E non è la prima volta che capita. Anzi accade con un certa frequenza. Ma questo comporta solo un grave danno alla comunità, un dispiegamento di forze dell’ordine e di soccorritori che se impegnati in operazioni inutili rischiano di non poter intervenire in situazioni emergenziali che potrebbero verificarsi contemporaneamente. Il vero allarme parte proprio da loro che invitano i cittadini ad evitare di fare scherzi del genere. T.T.

20


Lunedì 22 agosto 2011

21

Sabato si è tenuto un convegno per valutare l’iniziativa a tutela delle minoranze croato-molisane

Acquaviva propone il Parco letterario Presente Rita Colaci che ha assicurato l’appoggio della Provincia Di Tania Tardiola ACQUAVIVA COLLECROCE. ‘La minoranza storica croato-molisana: verso l’istituzione del parco linguistico letterario’ è il tema del convegno pubblico che si è svolto sabato ad Acquaviva Collecroce. Ma è anche lo spunto di riflessione da cui dovrebbe prendere il via il progetto per la realizzazione di un parco linguistico letterario al fine di tutelare la minoranza linguistica croato-molisana, attraverso il viaggio nei luoghi fisici e non degli scrittori croatomolisani. Prendendo spunto dai parchi letterari esistenti

sul territorio nazionale e soprattutto considerando che ormai la minoranza linguistica in questione, già poco conosciuta tra i giovani di questa generazione, potrebbe scomparire del tutto nelle prossime, l’amministrazione comunale nella persona del sindaco Enrico Fagnani ha lanciato una proposta interessante. La realizzazione di un parco letterario linguistico. Per discuterne pubblicamente, anche con il supporto di alcuni esperti e politici, è stato organizzato il convegno che si è svolto sabato. Oltre al sindaco di Acquaviva, nonché rappresen-

Acquaviva Collecroce

tante dell’Ambasciata croata in Italia, Enrico Fagnani, erano presenti come relatori il dottor Cloridano Bellocchio, il professor Filippo Salvatore della Concordia

University di Montreal, la dottoressa Antonia Blasina e l’assessore provinciale alle Attività Produttive e allo Sviluppo Locale, Rita Colaci. Il professor Salvatore, fi-

glio di emigranti, tra le altre cose ha raccontato l’esperienza degli emigranti. La dottoressa Blasina, invece, che vive in Istria, ha raccontato come lì siano presenti delle scuole italiane riconosciute dal governo locale in cui gli immigrati italiani in Istria studiano italianistica, conservando così la propria lingua d’origine, a differenza di come avviene ad esempio nei tre comuni molisani di minoranza croato-molisana. Da qui lo spunto per far sì che anche in Molise le minoranze vengano tutelate e preservate. “Inoltre, i tre comuni molisani sono gli

unici in Italia ad essere di minoranza croato-molisana. Questa è una ricchezza per tutto il territorio nazionale”, ha detto invece il dottor Bellocchio. In conclusione, l’assessore provinciale Rita Colaci ha espresso l’appoggio della Provincia per la realizzazione del parco linguistico letterario, aggiungendo che a breve terrà degli incontri per discuterne con i sindaci dei tre comuni di Acquaviva Collecroce, Montemitro e San Felice del Molise. Bisognerà quindi stilare il progetto e valutare se ci saranno i finanziamenti necessari.

Si sono esibiti in uno spettacolo musicale a San Martino in Pensilis

La band ‘Tiromancino’ infiamma il grande pubblico presente Il pubblico presente

SAN MARTINO IN PENSILIS. I Tiromancino hanno ‘infuocato’ il vastissimo pubblico che sabato sera ha riempito San Martino in Pensilis per godersi il concerto di uno dei gruppi che hanno fatto la storia della musica italiana.

Un’esibizione eccezionale a tu per tu con la platea costituita da persone di tutte le età. Davanti al palco i piu’ giovani, moltissimi, scatenati in salti, urla gioiose e applausi. Piu’ in là, tantissime persone, tra coppie, famiglie e anziani che

hanno accompagnato il leader Federico Zampaglione e la sua band canticchiando e applaudendo. I Tiromancino, che hanno incluso la tappa di San Martino nel loro tour ‘L’essenziale’, hanno suonato per circa due ore, proponendo i loro sto-

rici brani, come ‘Amore impossibile’, ‘L’autostrada’, ‘L’alba di domani’, ‘Per me è importante’, ‘ Mamma ho quasi quarant’anni’, ‘Due destini’, ‘La descrizione di un attimo’, mandando in delirio il pubblico. Dietro di loro, sul palco, i video hanno accompagnato le musiche. Federico Zampaglione ha creato un meraviglioso contatto con la platea. Parlandoci, scherzandoci. Poi, ad un certo punto, ha preso il suo cellulare e ha filmato i suoi fans, dicendo: “Domani vi metto in rete. Siete un pubblico fantastico. Grazie, grazie, grazie!”. Il pubblico è stato infatti davvero molto vasto e completamente coinvolto dai brani della band. Dopo il concerto, il paese è rimasto in festa, con strade e locali strapieni. T.T.

Un momento dell’esibizione

Il leader della Band Federico Zampaglione

Mercatini del cibo biologico Di Luzio:“Promuovere i prodotti molisani” Promuovere il biologico, partono gli appuntamenti con i mercatini. “Il nostro è un tentativo di mettere in evidenza il biologico locale”. Queste le parole del re-

Stand di prodotti biologici

Un’occasione per mettere in risalto le specialità locali

sponsabile dell’Aiab Molise Paolo Di Luzio, intervistato dal Quotidiano nel giorno di apertura dei mercatini biologici Aiab. Due stand in piazzetta ‘del pesce’

per cercare di attirare la gente e iniziarli ‘al mondo del biologico’. “Noi dell’Aiab vogliamo promuovere il cibo biologico, anzi il nostro cibo biologico molisano – ha commentato con una risatina Di Luzio – perchè siamo convinti della sua bontà e della sua assoluta freschezza”.

L’obiettivo dichiarato è che da questi tra appuntamenti prefissati si giunga ad un appuntamento fisso mensile. Da parte di chi scrive un augurio che tutto ciò accada poichè è giusto che i buoni prodotti della nostra regione siano sponsorizzati e promossi in tal modo. C.A.


22

Lunedì 22 agosto 2011

Il ricavato verrà devoluto ai giovani artisti autori delle opere fatte a mano

I mobili peruviani piacciono La mostra fa il ‘pieno’ ‘Fatti a mano sulle Ande’, esposizione di mobili e arredi di giovani artisti peruviani. E’ stato ieri l’ultimo giorno della mostra di mobilio fatto a mano. Una mostra organizzata senza scopo di lucro, i cui proventi verranno devoluti ai giovani artigiani peruviani che grazie all’associazione ‘Familia degli Artesanos di Don Bosco’ imparano un mestiere con cui poter sostentare le loro famiglie povere. Era il lontano 1979 quando padre Hugo de Censi decise di dare una possibilità ai giovani peruviani residenti in aalcuni sperdute comunità

della Ande. Da allora le scuole di falegnameria si sono moltiplicate dando sostentamento a tantissime fa-

miglie e permettendo a questi ragazzi di poter restare nel loro luoghi di nascita praticando un lavoro onesto.

L’esposizione che si è tenuta nel Borgo Vecchio, nella sede della Caritas ha visto davvero tantissime persone come ci raccontano alcuni membri dell’associazione Terza Pagina, promotrice dell’evento. Purtroppo però non sono stati molti i mobili venduti, al contrario della piccola oggettistica che ha letteralmente fatto furore. Molte anche le persone tornate dopo averla visitata l’anno scorso e entusiaste di ritrovarla di nuovo. Un successo per le persone che investono in questa manifestazione, facendo addirittura un doppio lavoro per poter

versare soldi in piu’ in beneficenza. Sono stati molti anche i giovani termolesi che sentendo dell’esistenza di questa associazione si sono recati alla mostra per chiedere in che modo poter partecipare attivamente o addirittura fare il missionario nelle Ande. Unica nota storta, raccontataci dall’associazione, l’assoluta mancanza di interessa dell’amministrazione comunale nonostante la concessione del patrocinio.

“La cosa ci ha fatto proprio rimanere male – ha affermato un membro di Terza Pagina – Piu’ volte l’assessore al sociale è passato davanti le nostre porte ma mai si è fermato per fare almeno una piccola visita”. L’auspicio è che l’amministrazione faccia ammenda e che soprattutto, l’associazione, nonostante il grosso dispendio di denaro, organizzi nuovamente questa mostra che tanto bene può fare ad alcune persone. C.A.

La motonave per le Tremiti

Guglionesi. Il sacerdote renderà omaggio anche a san Paolo e Madre Teresa

Onda ‘anomala’su Rio Vivo Residenti chiedono cambio di rotta della Isola di Capraia

Concerto di canti liturgici in onore di san Francesco, ecco Don Elio Benedetto

Onda ‘anomala’ fa infuriare gli abitanti di Rio Vivo. Nonostante ci abitino vicino e abbiano spesso a che fare con lei, gli abitanti di Rio Vivo continuano a litigare con questo elemento. Stiamo parlando dell’acqua. Dopo i ripetuti problemi degli allagamenti dovuti alle forti piogge invernali, questa volta sul banco degli imputati ci sono le onde. Onde provocate dalla motonave ‘Isola di Capraia’ nel proprio tragitto che va dal porto di termoli alle isole Tremiti. Pare infatti che i motori provochino una corrente tanto forte da creare delle onde molto forti che, acquistando velocità, arrivano vicino agli scogli con una potenza inaudita. Il problema in questione è proprio che sono molte le persone che passano le loro giornate in quelle zone facendosi appunto il bagno davanti gli scogli e rischiando grosso ogni volta. Queste onde infatti arrivano con tale veemenza che sono molte le persone rimaste ferite o contuse per aver sbattuto con violenza sugli scogli, nonostante sia assolutamente vietato tuffarsi e fare il bagno in quel punto. Proprio per questo gli abitanti di Rio Vivo chiedono a gran voce che la motonave cambi il proprio tragitto evitando di passare troppo vicino alle zone in questione. Staremo a vedere se almeno questa volta gli abitanti verranno ascoltati e riusciranno a farsi il bagno senza ogni volta rischiare di finire ‘sbattuti’ sulla scogliera.

GUGLIONESI. Concertotestimonianza religiosa di Don Elio Benedetto. Il parroco effettuerà una sorta di tour in diverse tappe che vanno da Guglionesi (il 23 agosto), a Vasto (il 18 settembre), ad Andria (il 25 settembre), fino ad Assisi (il 2 ottobre). In occasione della presenza delle reliquie di San Francesco a Guglionesi dal 21 al 25 agosto e in preparazione del grande evento regionale molisano della consegna dell’olio che brucerà sulla tomba del Santo Patrono d’Italia, don Elio Benedetto sacerdote cantautore di musica cristiana, presenta a Guglionesi, un concerto, che intende collegare le tre grandi figure, vissute in epoche diverse, che hanno realizzato svolte importanti nella storia del Cristianesimo: San Paolo, San Francesco e la Beata Te-

resa di Calcutta. Il 2 ottobre ad Assisi don Elio canterà in onore di San Francesco, al Teatro Metastasio, davanti alle massime autorità civili e religiose sia molisani che locali. Le canzoni di don Elio in stile pop-rock vogliono testimoniare come la musica può avvicinare a Dio attraverso il racconto di Santi di fama mondiale.Paolo per l’ineguagliabile capacità di comunicazione, che gli permise di annunciare la salvezza di Cristo nonostante le distanze, i pericoli, le diversità culturali, le persecuzioni; Francesco per la pace e la gioia profonda dell’anima, illuminata dalla consapevolezza di avere Dio per Padre e Cristo per fratello. Due mondi diversi, lontani cronologicamente e geograficamente, che tuttavia si accordano perfettamente, perché

uniti dalla stessa divorante passione: Dio. Ne consegue che entrambi amarono con altrettanta forza ciò che Dio ama più di tutto, l’uomo. Sia l’uno che l’altro diedero prova di coraggio estremo, confidando sempre, senza cedimenti, nell’amore di Dio . Cosa accomuna Paolo e Francesco alla “piccola” grande Madre Teresa di Calcutta? Tutti hanno tratto la loro forza dalla Fede, dalla contemplazione meditativa di Dio, seguita dal dedicare la loro esistenza al bene del prossimo e, per “prossimo” hanno inteso proprio tutti: Madre Teresa, coadiuvata dalle sue consorelle, non domandava ai suoi “pazienti”, cioè ai tanti malati che curava amorevolmente, quale fosse il loro “credo”, ma si dedicava a tutti amorevolmente solo perché erano creature di Dio.

Il concerto-testimonianza di don Elio, per la prima volta a Guglionesi il 23 agosto, a Vasto il 18 settembre, ad Andria il 25 settembre poi in Assisi il il 2 ottobre, vuole essere un omaggio, con Paolo e Madre Teresa, a Francesco, a nome dei tanti sacerdoti, religiosi e anime consacrate, che offrono ogni giorno la vita per il nostro Molise, ispirati all’esempio di questi modelli di vita, che possono portare vero progresso civile e morale per il nostro popolo. Don Elio Benedetto


LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 230

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/484625

REDAZIONE 86039 TERMOLI

La 18enne di Campobasso è stata eletta reginetta di bellezza nella finale disputata in piazza Duomo a Larino

Maura Manocchio è Miss Molise Le 19 ragazze si sono cimentate in varie prove, dal ballo alla recitazione

Maura Manocchio

Maura Manocchio, 18 anni, è Miss Molise 2011. La studentessa di Campobasso, bellezza dai colori caldi e dal fisico atletico, si è aggiudicata l’ambito titolo che la porterà, insieme ad altre miss, a Montecatini Terme il prossimo settembre a rappresentare il Molise alle finali nazionali del concorso di Miss Italia. Al-

tre quattro ragazze hanno raggiunto un ottimo risultato, dopo la Manocchio: Simona Colella di Termoli, arrivata seconda, Livia Di Cienzo, terza, Martina Colarusso, quarta, e Martina Perrucci quinta. Questo è stato dunque il verdetto della giuria, dopo la lunga serata larinese iniziata sabato alle 22 e con-

clusasi alle due circa di domenica mattina. Nuovamente la città frentana, per la sesta volta consecutiva, è stata teatro della finale del concorso, mettendo a disposizione uno dei suoi palcoscenici più belli, la suggestiva ed affascinante piazza Duomo, proprio accanto alla facciata della Cattedrale. Sul palco, di fronte a migliaia di spettatori, le ragazze, tutte giovanissime, si sono cimentate in diverse prove, per conquistare il voto della giuria, che ha dovuto valutare le concorrenti sotto diversi aspetti. Non soltanto per la bellezza dei volti e dei corpi, ma anche per la disinvoltura nel muoversi, parlare, sfilare, nonchè per la capacità di ballare, cantare e recitare. Numerosi anche gli ospiti che hanno arricchito il carnet della lunga serata, condotta dall’abile presentatore Pietro Rama. Ad esibirsi i ballerini della Dance Studio di Venafro e la cantante Francesca Trivisonno. Tra le presenze più gradite quella di Aldo Esposito, fisioterapista titolare

della Nazionale di calcio. Tra gli esponenti della giuria, molte ex miss molisane, a partire dalla larinese Valentina Rosa fino alla miss uscente Ilary Bucci. Presenti, naturalmente, le autorità politiche locali e regionali, il vicesindaco Quici e l’assessore alla Cultura Massimo Starita, i consiglieri regionali Bonomolo, Di Falco e Pallante, il presidente della Provincia De Matteis e alcuni sindaci dei paesi limitrofi. L’amministrazione comunale ha

voluto omaggiare il patron della manifestazione regionale, Francesco Tomasso,

di una targa, che è stata consegnata nel corso della kermesse.

23


LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 230

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/730606

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Denunciato pure un uomo alla guida con un tasso di alcool superiore di quattro volte al consentito

Atti persecutori, giovane ai domiciliari Non ha rispettato il divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati da una ragazza Diversi gli interventi effettuati nel fine settimana dai Carabinieri della Compagnia di Larino guidata dal maggiore Antonio Andriulli. Dopo i controlli e le verifiche del caso i militari delle Stazioni di San Martino in Pensilis e Colletorto hanno arrestato un giovane di 21 anni già noto alle forze dell’ordine, in esecuzione di un’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari dell Tribunale di Larino. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri “il giovane, già destinatario della misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa dal reato di atti persecutori, si è visto sostituire la misura con quella più grave degli arresti domiciliari”.

Il Tribunale di Larino

Per queste ragioni il 21enne, dopo l’arresto, è stato tradotto dai Carabinieri presso la propria abitazione a San Martino in Pensilis, per rimanervi in stato di detenzione. L’altro intervento si riferisce alla zona di Rotello Ro-

tello, invece, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Larino nell’ambito di uno specifico servizio di controllo alla circolazione stradale per il periodo estivo, hanno sorpreso un 47enne pure già noto alle forze dell’ordine, “mentre si trovava

alla guida di un’autovettura con un tasso di alcool nel sangue superiore di quattro volte a quello consentito dalla vigente normativa. Immediato è scattato il sequestro del veicolo ed il ritiro della patente di guida. Altrettanto immediata è stata la denuncia in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, per guida in stato di ebbrezza, nonché la segnalazione alla Prefettura di Campobasso per i provvedimenti di competenza. Intanto, continuano i controlli dei Carabinieri sul territorio, in particolare nella zona al confine con la Provincia di Foggia per contrastare ogni tipologia di reato e anche per verificare, tra le altre cose, lo spaccio e consumo di sostanze stupefacenti sul territorio e, in tal caso, di .

Numerosi controlli sul territorio da parte della Compagnia di Larino con le stazioni di Colletorto e San Martino

Incendio divora sterpaglie a Rotello Vigili di Santa Croce in azione

Sono diversi gli interventi effettuati nel corso del periodo estivo dai Vigili del Fuoco di Santa Croce che si confermano un punto di riferimento sul territorio

24

Un grosso incendio si è propagato ieri pomeriggio nella zona a ridosso del Comune di Rotello. Le fiamme hanno divorato sterpaglie e anche un’area destinata a bosco. Tempestivo l’intervento delle squadre dei Vigili del Fuoco arrivati da Santa Croce di Magliano che sono riusciti ad arginare il fronte del rogo. Si tratta solo dell’ultimo intervento in ordine di tempo che negli ultimi giorni ha coinvolto il Distaccamento di Santa Croce, attivato dopo il terremoto come centro di raccordo e presidio. Una struttura che grazie al personale esperto e qualificato si conferma come un punto di riferimento sull’intero territorio in termini di risposta temporale e di coordinamento su un’area molto vasta dove sono presenti boschi, campi e una fitta vegetazione.


ANNO XIV - N. 230

LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011

REDAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL 0874/484623 - FAX 0874/484625

Bene la fase di attacco, da rinforzare centrocampo e difesa. In 600 per la ‘prima’

Cenciarelli trascina i Lupi Una punizione del fantasista ‘92 regala la vittoria all’esordio di Coppa Mister Provenza

CAMPOBASSO. Il Campobasso nel segno del gioiellino Diego Cenciarelli. E’ la punizione del fantasista diciannovenne che regala la prima vittoria della stagione, per giunta all’esordio di Coppa. Diverse cose buone da riscontrare, tra le quali la discreta sintonia del trio d’at-

tacco, il dinamismo del centrale difensivo Marino e la reattività del portiere Iuliano. Da rafforzare il centrocampo, apparso troppo acerbo, e serve un altro difensore (in arrivo). C’è da considerare la caratura di un Fondi pieno zeppo di ragazzi. Comunque, bene così per cominciare.

Campobasso

Fondi

1

Giuliano Scudieri Esposito Fatticcioni Marino Cirillo (62° Forgione) Giannattasio (75° Masullo) Piano (82° Fazio) Balistreri Cenciarelli D’Anna Provenza

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 All

0

Gasparri Chiarini Bennardo Palumbo Finocchiaro (82° Rossini) Gigli Alleruzzo (88° Castiello) Cucciniello Ricciardo Vaccaro Bernasconi Parisella

ARBITRO: Formato di Benevento MARCATORI: 70’ Cenciarelli NOTE: ammoniti Piano e Masullo (C), Palumbo e Alleruzzo (F). Spettatori paganti 600 per un incasso di 5mila e 900 euro

COPPA ITALIA LEGA PRO - GIRONE H 1^ GIORNATA Aversa Normanna-Isola Liri Fondi-Aprilia 2^ GIORNATA Aprilia-Aversa Normanna Campobasso-Fondi Riposa: Isola Liri

0-1 2-0

Cenciarelli

Impatto migliore per il Fondi rispetto a un Campobasso contratto: l’emozione da debutto si fa evidentemente sentire. Il primo timido tentativo (timido) è di D’Anna, blocca Gasparri senza problemi. La risposta del pubblico? Discreta: circa ottocento sugli spalti, ma come ampiamente annunciato gli ultras ‘snobbano’ i Lupi. L’incitamento, dunque, è ascoltabile solo dai sei ‘temerari’ provenienti dal Lazio e da qualche generoso ‘battimani’. Al quarto d’ora pericolo costruito sull’asse-PianoGiannattasio, botta sparata poco sopra la traversa da buona posizione. Pericolo in area rossoblu (18’) creato dal tiro-cross di Bernasconi, Iuliano di piedi. E il bis laziale giunge al 25’, quando l’incornata di Bernasconi sfiora la trasversale di Iuliano fermo a guardare. Da registrare l’assenza di Quadri, per il quale bisogna attendere il

transfert dalla Bulgaria, dove il centrocampista ha militato lo scorso anno. Prima del riposo, grande giocata di Cenciarelli che fa a fette la difesa ospite, riceve Esposito e cross rasoterra sul quale si fionda Giannattasio, salva sulla linea il portiere Gasparri. Telegramma del primo tempo: bene Cenciarelli, l’uomo di fantasia. Tosto Marino al centro della difesa, prezioso come al solito Balistreri. Emblematico il commento del presidente Capone: “Mancano tre giocatori”. Ripresa. Terzo minuto, per poco Fatticcioni non fa la frittata: passaggio arretrato da incubo, Ricciardo si avventa sulla palla è solo davanti a Iuliano, doppia finta e palla incredibilmente a lato. Alla camomilla la punizione di D’Anna (52’). Prova a scuotere l’ambiente Bernasconi, conclusione alta (58’). Due minuti dopo il tiro di Vaccaro si spegne a un passo dal palo. Vibranti proteste molisane per una presunta trattenuta ai danni di Balistreri (64’). Il Fondi è più intraprendente: punizione interessante di Bernasconi, devia in angolo Iuliano. Intanto, dalla nord parte qualche coro di incitamento, e il presidente risponde con un applauso soddisfatto. Ed ecco la perla di Cenciarelli, al 25’ esatto della ripresa, direttamente su punizione con un collo pieno che passa in mezzo alla

4-3 1-0

3^ GIORNATA - 24 agosto Aversa Normanna-Campobasso Isola Liri-Aprilia Riposa: Fondi 4^ GIORNATA - 28 agosto Campobasso-Isola Liri Fondi-Aversa Normanna Riposa: Aprilia 5^ GIORNATA - 31 agosto Aprilia-Campobasso Isola Liri-Fondi Riposa: Aversa Normanna Classifica: Aprilia, Fondi e Isola Liri 3, Campobasso 3, Aversa Normanna 0.

Marino in azione

barriera e punisce Gasparri. Esplode la nord. La reazione laziale non si fa aspettare, Finocchiaro deve migliorare la mira. Un Campobasso che si ravviva, i tre d’attacco (Balistreri, Cenciarelli e D’Anna) una spanna sopra agli altri. I rossoblu laziali ci provano fino alla fine, soprattut-

to con Vaccaro e Alleruzzo. A tre dalla fine Forgione scocca una staffilata velenosa, a lato. Un buon successo, che fa morale e soprattutto dà l’opportunità di lavorare con entusiasmo. Presto per fare valutazioni, ma a occhio serve ancora qualche rinforzo. E due sono in arrivo. F.d.S.

Meglio il campionato della Coppa di Gennaro Ventresca Magia, tristezza, ironia, brutalità, candore in una storia iniziata ieri sera, col caldo della sera, nell’umido di Selva Piana. Che volete che sia la Coppa? E’ roba che serve a fare fiato, a imbastire i reparti, a capire dove si potrà arrivare con quel grappolo di giovanotti che sono appena arrivati dalle nostre parti, dopo aver sudato e sognato gloria e gol nel ritiro al confine tra Campania e Basilicata. *** Siamo solo al primo ciak. Sul set della nuova stagione, la quinta sotto l’egida della “premiata ditta”, ci sono state cose buone e anche inquietanti sbaffi. Ma comunque fosse andato il primo giro di manovella non avrebbe né messo a riposo i cuori, né creato particolari turbamenti. Si sa che nelle nostre categorie le squadre si allestiscono in corso, o in itinere, se vogliamo usare il linguaggio colto. *** Una storia fulminante e geniale da scrivere durante il corso di 40 partite di campionato. Rispetto a un anno fa le sfide sono aumentate di oltre il 30 per cento. Concedendo ai ritardatari di sistemarsi strada facendo, puntando sull’arrivo di alcuni giocatori di pregio, capaci di cambiare la fisionomia. Meglio se fossero giovani: costano di meno e possono produrre plus valenze. *** Il ritmo dell’azione del campionato, a differenza della coppa che si gioca con temperature alte e tra l’indifferenza generale, può contagiare la piazza. Che ha bisogno di una scintilla per far esplodere la polveriera. Campobasso per tradizione è una città che sfugge a qualsiasi regola. In genere la sua gente preferisce delegare, rimanendo alla finestra. Quasi a voler dire: “Andate avanti voi, che a me viene da ridere”. *** Se per caso le cose dovessero andar bene non è difficile supporre l’assalto alla diligenza. Nel senso che in tanti, i più, chiederebbero un posto sul carro del vincitore. Direte: ma succede così anche dalle altre parti. Certo, ma non in tutte le parti. A Napoli, ad esempio, il San Paolo si è riempito anche in Serie C1. A Firenze, in C2, i tifosi viola hanno fatto sentire la loro presenza in casa e fuori casa, per tutto il campionato. Senza tirar fuori ogni due per tre la storia degli scudetti e della finale della Coppa dei Campioni. *** Il ritmo incalzante delle vittoria contagia la prosa del cronista, spaziando in territori sociali e culturali e dominando il caos che per anni lo ha obbligato a scrivere “senza notizie”, attraverso l’arte della semplicità e dell’immediatezza. Quest’anno vorrei innamorarmi per davvero di un pugno di giovani che vestono la blusa della squadra che mi sta tanto a cuore. gennaroventresca@gmail.com

25


26

Lunedì 22 agosto 2011

La formazione di Massimo Agovino salva l’onore con le realizzazioni di Aquaro e Di Vito

Furia Agnone, Trivento travolto I granata rifilano 4 ‘sberle’ ai gialloblu: gara chiusa già nel primo tempo di Eric Moscufo TRIVENTO. Morcone + Agnone = delusione. Il Trivento arriva al primo, grande appuntamento stagionale con addosso ancora i segni di una preparazione sconvolta dall’ormai famoso virus contratto nel ritiro beneventano, l’Olympia Agnonese ci si presenta al contrario già in forma-campionato e così la squadra ora guidata dall’ex Agovino subisce un perentorio 4-2 casalingo da quella di Urbano che era pure privo di Keytà, Mosibe e Litterio. E’ un passaggio di turno trionfale, insomma, per i colori granata, che vendicano lo 0-2 subito l’anno scorso al Civitelle sempre nella prima di Coppa Italia eliminando a suon di gol gli odiati cugini. Condizione approssimativa, approccio morbido alla gara e meccanismi ancora ben lungi dall’essere rodati gli aspetti sui quali dovrà lavorare Agovino in vista del 4 settembre, data del debutto casalingo in campionato contro la Sambenedettese individuato dall’allenatore come vero punto di partenza della stagione, forma già buona al pari dell’amalgama, invece, le note confortanti per Corrado Urbano, che può così concentrarsi maggiormente sulla fase migliorativa della sua creatura. C’era come prevedibile molta attesa per il primo super derby dell’an-

Atletico Trivento

Celi Giarrusso Ligorio Tammaro (1’ st Di Vito) Varchetta Minadeo Bisegna Monti (Monaco di Monaco) Aquaro Siciliano Palumbo (1’ st Di Biase) Agovino

Gol 4-1, Orlando tira...

no, anche per via delle vicende di mercato che avevano portato Agovino e qualche giocatore dalla sponda agnonese a quella triventina, e dunque buono è stato l’afflusso di pubblico allo stadio di via Acquasantianni nonostante la calura di una torrida domenica d’agosto, nutrito il gruppo di supporters al seguito di un’Olympia Agnonese che si è calata subito meglio nella partita e l’ha condotta praticamente per quasi tutta la sua durata, fatto salvo un break tra fine primo tempo ed inizio ripresa coinciso con l’immancabile rete dell’ex di Roberto Aquaro che, dopo aver sprecato prima dell’intervallo un bel cross di Ligorio, ha dimezzato lo svantaggio di due gol - Scampamorte e Bernardi, ovviamente ex pure lui, i marcatori - riportando sotto il Trivento. Poco prima Pe-

2

Olympia Agnonese 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 All

4

Pezone Pifano Pellegrino D’Ambrosio Scampamorte Simone Gagliano (32’ st Pannunzio) Bernardi (43’ st Scarano) Fruggiero Partipilo (21’ st Orlando) Ricamato Urbano

ARBITRO: De Luca di Ercolano MARCATORI: 12’ pt Scampamorte, 21’ pt Bernardi, 14’ st Aquaro, 17’ st Ricamato, 34’ st Orlando, 45’ st Di Vito. Il gol del 3-1 di Ricamato

Aquaro festeggiato dopo il gol

zone aveva fatto capire di poter tranquillamente recitare una parte negli spot di Sky sui miracoli dello sport, il balzo con cui ha sventato una conclusione ravvicinata di Monti ha avuto infatti del

prodigioso. A rimettere saldamente la partita nelle mani degli ospiti, comunque, ci ha pensato il solito Vincenzo Ricamato – categorie superiori sono il suo target – che si è portato in dote da Venafro il magnifico vizietto del gol con uno dei suoi tipici tagli in area, un marchio di fabbrica in cui crede ciecamente anche Urbano che già nel momento in cui D’Ambrosio - signore dell’anello di centrocampo - ha servito a Fruggiero la palla che questi ha poi smistato verso il centro ha “chiamato” l’inserimento del suo centrocam-

pista che ha quindi eseguito alla perfezione la direttiva, anche se il posizionamento della difesa gialloblù lasciava molto a desiderare. Il 3-1 ha ovviamente avvilito ulteriormente il Trivento, l’Agnone ne ha quindi approfittato per segnare con Orlando entrato da poco anche la rete del pesante 4-1, allievato solo in parte dal bel gol finale di Di Vito che ha fissato il punteggio sul 4-2, ma forse più dello score finale a far male ai tifosi tri-

ventini sono gli olè con cui il pubblico di fede granata sottolineava ogni passaggio degli uomini di Urbano nei minuti finali della gara, boccone che in un derby così sentito non è certo facile da mandare giù. E’ una sconfitta che va collocata in un determinato contesto, in definitiva, quella del Trivento, tempo per migliorare ce n’è, tuttavia non vanno assolutamente sottovalutati i campanelli di allarme che la partita di ieri ha fatto risuonare.

Il gol dell'1-0 di Scampamorte

Gol 1-2, il pallone colpito in tuffo di testa da Aquaro (a terra a dx) è finito in rete

Ricamato esulta dopo il gol


Lunedì 22 agosto 2011

27

Nel Trivento si salvano solo Siciliano e Di Vito. Male gli ex campobassani Minadeo e Monti

D’Ambrosio incanta la platea Il centrocampista granata sugli scudi al pari di Bernardi e Ricamato di Marco Fusco TRIVENTO Celi. 6. Spesso e volentieri si vede arrivare davanti i vari Fruggiero, Partipilo, Bernardi, Gagliano. Rimedia spesso agli svarioni dei compagni di reparto, sui quattro gol poche responsabilità. Giarrusso: 5. Disastroso nel primo tempo, fa pochi danni nella ripresa ma rimane la prestazione sconcertante. Giustamente beccato dai suoi tifosi. Da rivedere…. Ligorio:5,5. Qualcosa di buono lo ha anche assicurato nell’arco dei novanta minuti, ma lascia a desiderare nelle chiusure.

quando ha strozzato l’urlo di gioia a Aquaro nel primo tempo deviandogli da campione la stoccata ravvicinata, e nella ripresa a Monti: stessa scena stesso risultato. Bene la prima... Pifano: 7. Chiude bene ogni varco dalle sue parti e si propone anche nel gioco di rimessa con una certa continuità. Sbaglia veramente poco in fase difensiva. Pellegrino. 7. Classe 93, caricato di responsabilità a mister Urbano, ha risposto da par suo con una condotta di gara accorta, disciplinata. D’Ambrosio 8. Signore del centrocampo granata. E già, proprio così. Tutto passa per i suoi piedi, tutti hanno in lui il riferimento in mezzo al campo. Occupa tutto il campo come se fosse agli esordi della sua carriera. I suoi piedi riescono a disegnare precise traiettorie a beMinadeo neficio del collettivo. Scheggia il palo su punizione, governa la situazione anche nei momenti topici della gara. Che giocatore…. Scampamorte: 7,5 Sale con l’ascensore per rendere oro colato l’assist su calcio d’angolo di Bernardi. Che gol! Dietro è insuperabile. Cresce Scampamorte, cresce…. Simone: 7 Preciso, tranquillo, gioca in scioltezza e non va mai in affanno. QualOLIMPIA Urbano: “Abbiamo approcciato bene, abbiamo retto bene il campo, siamo riusciti a che altro roAGNONESE muovere bene la palla, abbiamo creato superiorità numerica sugli esterni e tutte queste daggio e poi Pezone. 7,5. Ha Matteo Monti cose hanno fatto sì che insieme alla qualità dei singoli e all’organizzazione siamo riusarà in forma spostato di molto i lisciti a creare diverse occasioni da gol realizzandone 4 e potevamo farne anche qualcucampionato. miti dell’imparabilità n’altro” Gagliano: 7. Ha fatto un gran lavoro alla tre quarti e lungo in almeno due occasioni, l’out di sinistra in fase offensiva. Ha divorato una occasione Monti: “Qualcosa abbiamo sicugol nel primo tempo. Dal 70’ Pannunzio 6. E’ entrato senza ramente sbagliato, abbiamo sbagliapaura. Bravo to tutti e tutti siamo responsabili di Bernardi 8. Un primo tempo da “posseduto”. Ha mandato questa sconfitta, però non ci deve in tilt la difesa di casa con le sue accelerazioni e il suo cambio abbattere, non ci deve far pensare di passo che è veramente una cosa bella a vedersi e non solo che non siamo in grado di affrontaesteticamente. Un gol e tanti assist dispensati per tutti. Giunto re il campionato, dobbiamo solo sfinito nei minuti finali del match, ha fatto spazio a Scarano( rimboccarci le maniche e ripartire voto 6) che in pochi minuti ha fatto capire che ha stoffa. dagli errori e anche dalle cose poFruggiero: 8. Che l’avrebbe mai detto. Un giocatore così sitive che penso che ci siano state. chi non lo vorrebbe avere. Ha fatto di tutto. E che ha fatto. Gli E’ una sconfitta che fa male, però il è stato negato un rigore grande come una casa( atterramento in calcio è anche questo e le cose brutpiena area trasformato dal mediocre direttore di gara in una te a volte ti aiutano a migliorare” punizione dal limite), avrebbe ampiamente meritato il gol. Che passaggio per Ricamato. Manna dal cielo per Urbano e SabelScampamorte: “Noi giochiamo li…. sempre per vincere, in attacco siaPartipilo. 8. Sembra giocare su un biliardo. Fa innamorare mo abbastanza forti, abbiamo gendel calcio perché esterna la faccia migliore del gioco più bello te di qualità, quindi le occasioni del mondo. Accarezza sempre il pallone, tecnica da vendere. quando vengono cerchiamo di Dal 60 Orlando 7. Chissà se ha sognato una scena simile:sfruttarle al cento per cento, il mientro, mi sistemo la mia abbondante chioma e segno dando un ster ci chiede questo, e oggi abbiadispiacere al mio ex maestro Agovino. Ma sapete che è andata mo fatto quattro su quattro, è andaproprio così? ta bene. Se poi capita che segno Ricamato: 8. Pirotecnico questo ragazzo. Con D’Ambrosio anch’io, tanto meglio! Il mister lasi capisce a gesti. E il gol, che taglio! Numeri che gli appartenvora molto sulle palle inattive, per L'esultanza di Scampamorte gono da sempre. E la serie D, lo diciamo senza tema di smenfortuna le caratteristiche per sfrutdopo il gol tita, a un giocatore così gli sta veramente stretta. Rende tutto tarle le ho” più semplice ai suoi colleghi di reparto. Tammaro. 5. Doveva garantire qualcosa in più davanti alla difesa ma i risultati sono stati scadenti. Sacrosanta la sostituzione. Dal 46 Di Vito 6 . Entra e ci mette l’anima, proprio così. Realizza un gol da …cinema.. Che altro aggiungere sulla sua esibizione ? Varchetta: 5. Lento, molto lento. Spesso costretto alle maniere forti per fermare lo scatenato Fruggiero. Non ha convinto. Minadeo.5. Ci si aspettava una direzione di reparto all’altezza della situazione. Invece è apparso anche lui inguardabile in alcuni frangenti della gara. Bisegna 5,5. Non ha sicuramente fatto quello che gli chiedeva di fare Agovino. A vlte appariva spaesato. Monti. 5,5. Sagoma impressionante, ma non ha dato molto per la causa della sua squadra. Fin troppo sorpreso dalla veemenza dei suoi avversari nella sua zona di competenza. Dal 69 Monaco Di Monaco s.v. Aquaro: 5,5 Un gol, ma ha buttato alle ortiche almeno altre due buone opportunità. Per lunghi tratti della gara, spettatore sena biglietOrlando esulta to. sotto i tifosi Siciliano: 6 Ci teneva a fare bella figura contro i suoi ex compagni di squadra. L’unico che ha combattuto su tutti i palloni fino alla fine. Palumbo: 5. Non è stato mai pericoloso dalle parti di Pezone. Non ha mai attaccato gli spazi ed è stato Agovino: “Se dovessi dire che sono contento, direi una bugia, però se dicessi che giustamente sostituisono dispiaciuto al massimo ne direi un’altra. So che avevamo delle problematiche, ho to nella ripresa. Dal visto tante cose positive, altre inguardabili tipo i gol che abbiamo preso, c’era un’Agno- 46 Di Biase 5,5. ne che andava al doppio, quindi bisogna lavorare. Io però devo capire come fare meno Classe 1993, almeno danni possibili, c’è qualche giocatore che è in grande difficoltà, per il 4 settembre biso- ha dimostrato di non gna capire gli undici da mandare in campo, chi è più in forma in questo momento, farsi annientare da avversari di qualità. perché c’è tanta gente che purtroppo non si è allenata e bisgona porre rimedio”

HANNO DETTO


28

Lunedì 22 agosto 2011

Emozioni e tanti gol nel derby tutto molisano: il sodalizio agnonese si gode il primo successo significativo

Mister Urbano

Urbano e Agovino, due stili diversi Il tecnico di San Giuseppe Vesuviano composto e frenetico allo stesso tempo Per lui solo fischi da parte dei trecento tifosi granata accorsi in trasferta di Marco Fusco Il derby è stato un evento nell’evento, per ovvie ragioni. Protagonisti Agovino da una parte e Urbano dall’altra. Due modi i versi di seguire la partita. Miste Urbano accompagna passo dopo passo le gesta dei suoi ragazzi e ci rimette sempre la voce. Mister Agovino sembra più composto ma lo stesso segue con frenesia i suoi ragazzi. All’inizio targa ricordo del

presidente Masciotra per i tre anni di Agovino ad Agnone. L’Ex tecnico granata ringrazia e va a salutare i tifosi sotto la curva granata. Ma riceve bordate di fischi. Fa parte del calcio e in questo caso inutili sono le polemiche. Urbano, invece è entrato nell’immaginario collettivo agnonese bruciando quasi le tappe perché ha saputo conquistare il cuore dei tifosi con la sua proverbiale e disarmante umiltà. Il suo motto è

lavorare, lavorare, lavorare. I suoi giocatori sanno che devono mostrarsi sempre pronti al sacrificio. E con mister Urbano non contano i giocatori che mancano ma contano i giocatori che scendono in campo. E giocano. La dimostrazione anche nel meritato successo di Trivento appena consegnato alle pagine più belle della storia gloriosa del sodalizio granata. E se il buon giorno si vede dal mattino…

Mister Agovino


Lunedì 22 agosto 2011

29

Nel primo tempo pugliesi in vantaggio con Mignogna. Molti tifosi sugli spalti

L’Isernia passa di... rigore I biancocelesti rimontano contro il Brindisi grazie al gol di Digno Il pubblico del “Lancellotta”

Isernia

1

Brindisi

1

8- 7 dopo i calci di rigore Marconato Boschetti Ricci Digno Maglione Giuliano Parisi (67’ Rea) Cifani Onorato (62’ Di Pastena) Alessandrì Pettrone Di Prisco

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 All

Rosti Ciano Rea Buono Taurino Kettlun Greco De Roma Galletti (47’ Prisco) Mignogna D’Amblè (80’ Scarcella) Boccolini

ARBITRO: Sig. Aristide Capraro di Cassino MARCATORI: 32’ Mignogna, 74’ Digno Note: ammoniti Giuliano, Rea e Parisi.

di Rosanna Esposito ISERNIA. Pubblico delle grandi occasioni al Lancellotta per la prima di Coppa Italia tra Isernia Football Club e Città Di Brindisi. La gara in notturna è stata accolta positivamente dai tifosi che sono accorsi numerosi ad assistere al match che decreta l’inizio ufficiale della stagione in serie D. La formazione biancoceleste scende in campo con assenze importanti dovute a squalifiche e infortuni. Mancano, infatti, Panico e Vallefuoco, squalificati, Maruggi alle prese con l’influenza, Covelli, infortunato. Il primo parziale trascorre non regalando particolari emozioni. L’Isernia scende ben messa con il solito 4-3-2-1, ma il Brindisi non è certo da meno. Di Prisco sceglie di mandare in campo Marconato, affidandosi

così all’esperienza, in difesa da destra verso sinistra ci sono Boschetti, Giuliano, Maglione e Ricci, Digno e Onorato a centrocampo, le fasce sono affidate agli juniores Pettrone e Parisi, in attacco Alessandrì alle spalle di Cifani. Boccolini sfodera i suoi pezzi pregiati dal primo minuto, qualcuno se lo tiene per la ripresa. I primi ad avvicinarsi alla porta sono proprio i padroni di casa al 5’minuto con Onorato che ci prova dalla distanza, ma non c’è nulla da fare. Al 19’è la volta del Brindisi, con Galletti, su passaggio di D’Amblè inquadra la porta, ma il gol è annullato per fuorigioco. Al 21’ risponde l’Isernia, su iniziativa di Alessandrì , per Onorato che serve Maglione, ma il difensore sciupa l’occasione mandando a lato. Al 26’ è ancora Brin-

disi, con infiltrazione da sinistra va alla conclusione D’Amblè, ma il risultato resta ancora invariato. L’Isernia tenta una risposta trasci-

nata dal proprio pubblico, ma è ancora la volta del Brindisi, che al 32’ sblocca il risultato con Mignogna che buca Marconato e va ad Mister Di Prisco

esultare davanti ad un esiguo numero di tifosi. Solo un minuto di recupero e si va tutti negli spogliatoi sul risultato di 0-1. Nella ripresa l’Isernia ce la mette tutta per riprendere il risultato e a un quarto d’ora dalla fine ci riesce grazie al gol messo a seL’autore del gol gno da Didell’1 a 1 Digno gno, abile a trafiggere Rosti. Sul risultato di 1 a 1, glione, Alessandrì, Digno e si va direttamente ai calci Giuliano. Sugli spalti è fedi rigore. Dagli undici me- sta: ora il secondo turno tri, non sbagliano gli iser- contro l’Olympia Agnonenini Cifani, Di Pastena, Ma- se.

Vastogirardi, il presidente Di Lucente soddisfatto

Il presidente Di Lucente

Il patron gialloblu: “Tutto procede per il meglio, i ragazzi stanno lavorando sodo in vista degli impegni ufficiali” Sul mercato: “Con l’arrivo di Buonanno sono terminate le nostre operazioni”

Dopo venti giorni di preparazione estiva, il presidente del Vastogirardi Andrea Di Lucente ha fatto il punto della situazione in casa gialloblu. Pochi i volti nuovi presenti in squadra (tra questi spicca Sandro Buonanno, fortemente voluto dal tecnico Barbabella) e tanti riconfermati della passata stagione, ecce-

zion fatta per tre o quattro partenze obbligate nei vari reparti. Presidente, quali sono le impressioni dopo una lunga fase di preparazione? Il Vastogirardi mostra segnali di crescita? “Tutto procede bene, i ragazzi hanno mostrato fin da subito un forte grado di impegno per svolgere una pre-

parazione serena nei vari allenamenti. Contiamo di fare ulteriori passi in avanti in questi giorni che ci separano dall’avvio ufficiale della stagione, anche se, come noto, i nostri obiettivi saranno inevitabilmente spostati sul campionato”. Ci sarà spazio per qualche innesto ulteriore proveniente dal mercato? “No, mi sento di escludere questa possibilità. Avevamo pianificato un piano ben preciso per quanto riguarda

il mercato in entrata, e posso dire di aver raggiunto il grado di competitività di squadra richiesto dall’allenatore. Sandro Buonanno è stato l’ultimo acquisto di questa sessione estiva, ora attendiamo responsi dal campo”. Buonanno figura tra i nuovi arrivati, un calciatore che vanta un curriculum di tutto rispetto. Come è stato il processo di inserimento? “Ragazzo volenteroso che si è messo subito a disposi-

zione, al pari di quelli che sono arrivati a vestire la casacca del Vastogirardi. Non siamo intervenuti in maniera corposa, ma abbiamo preferito confermare lo zoccolo duro dello scorso anno, senza farci mancare innesti mirati. Il nuovo mister ha portato il giusto entusiamo e sono sicuro che faremo bene”. Giovedì l’ultimo test prima della Coppa Italia… “Affronteremo il San Pietro Avellana per continuare

nell’opera di miglioramenti portata avanti in queste settimane. Abbiamo scelto di affrontare formazioni di categoria inferiore al contrario di quanto fatto nelle passate stagioni, proprio per permettere di lavorare serenamente senza dover guardare al risultato. La preparazione è stata molto dura, ora recupereremo man mano la brillantezza necessaria per affrontare gli impegni ufficiali”. ville


30

Lunedì 22 agosto 2011

L’evento è stato organizzato dal Club di Campobasso

La passione della Vespa unisce diverse generazioni

Foto di F. d’Aston

di Giuseppe Di Palo CAMPOBASSO. Una passione pungente che scivola su due ruote. Si è svolto, infatti, ieri mattina un raduno/passeggiata su Vespa organizzato dal Club di Campobasso in cui sono stati toccati alcuni dei principali centri della Valle del Tammaro. Diversi gli appassionati presenti all’iniziativa anche se molti si trovavano impegnati nella passeggiata sul Gargano, manifestazione promossa sempre dal Vespa Club campobassano. Un amore in grado di

coinvolgere chiunque, grandi e piccini, regalando ricordi magici a chi ha vissuto momenti importanti in sella alla tanto nota motoretta ed espressioni di fascino e di incanto a tutti coloro che hanno assistito al maestoso ed elegante corteo. Tra i partecipanti anche il 74enne Antonio Giovannelli, il più anziano pilota della giornata venuto da Castel Bottaccio (ad oltre 40 km da Campobasso) alla guida della Vespa più antica del raduno, datata 1963. “E’ una passione che mi

porto dietro da anni – ha dichiarato il signor Antonio – da quando più di cinquant’anni fa acquistai la mia prima Vespa per 150 mila lire”. I bolidi a due ruote che hanno fatto la storia del nostro Paese sono partiti da Campobasso alla volta di Giovanni Pacifico Vinchiaturo dove il vespista Donato Giovanni Pacifico – è quelD’Aversa ha ospitato nel lo di portare in strada la suo locale tutti gli amici che passione che nutriamo per condividono questa grande le Vespe, dando voce a quepassione. sta esperienza di coesione Lo “sciame” si è poi di- e, magari, trasmettendola a retto a Cercepiccola dove tante altre persone, specie erano in corso i festeggia- alle giovani generazioni. I menti del Sacro Cuore, raduni, spesso organizzati evento che va a porre fine in collaborazione con gli alalle manifestazioni estive tri club italiani, sono un’ocdel paesino “cuore della casione per tenere unito il Valle del Tammaro”. Un gruppo, composto da circa connubio che ha avvalora- 140 soci, e per sfoggiare le to una tradizione locale con proprie bellezze a due ruouno dei miti te, dando visibidella storia ita- lità a quello che liana. è stato un imporLa passeggia- tante veicolo ta si è poi con- nella storia naclusa al bivio di zionale”. Cercemaggiore La Vespa unidove un lauto sce. Un invito, banchetto, of- questo, a rifletteferto da Pa- re anche sull’imsquale Di Stasi, portanza del peattendeva tutti i riodo storico del “ Ve r s p a - r i - quale, quest’anders”. no, festeggiamo “Il nostro il cento cinquanobiettivo – le tenario. parole del PreProssimo apsidente del Ve- puntamento in spa Club di compagnia del Campobasso, ricco “sciame”

Da oggi il via al XIV torneo di pallavolo misto a Venafro Prende il via nel pomeriggio nella Villa Comunale di Venafro il XIV° Torneo di Pallavolo misto, per ragazze e ragazzi di tutte le età che abbiano tanta voglia di stare assieme, fare sport e divertirsi. A promuoverlo sarà ancora una volta il Venafro Volley, società da anni impegnata nella promozione della pallavolo in città. “Invitiamo tutti i ragazzi e le ragazze di ogni età -afferma Mario Valente, dirigente del Venafro Volley- ad aderire al Torneo nella Villa Comunale perché sarà per tutti occasione d’incontrarsi, conoscersi e praticare la pallavolo. Trattasi di una festa sportiva che ogni anno coinvolge anche geni-

tori ed intere famiglie, che accorrono per assistere alle prove di figli e nipoti”. Qualche cifra del Torneo 2010 : 28 squadre partecipanti sia molisane che non, 110 gare disputate, 70 partite e 70 ore di gioco. “Puntiamo ad un’ennesima folta adesione -aggiunge Valente- per conferire al Torneo la dovuta importanza sia sociale che sportivo”. Si gareggerà dalle ore 16,00 del pomeriggio e sino a sera inoltrata. La

conclusione è prevista per il 30 agosto. T.A.

del primo ed unico Vespa Club di Campobasso, sarà il raduno di domenica 28 agosto lungo il Corso principale del capoluogo molisano per poi partire alla volta di Torella. Inoltre, il Club sta organizzando un viaggio in pullman ad Imola per assistere ad un expò internazionale allestito sull’omonima pista. Una passione trasversale dunque, che non solo “pun-

ge” ma “travolge” tante persone unendo molteplici generazioni.

In programma il raduno del 28 agosto ed un viaggio ad Imola

Il vespa Club di Campobasso

Riapre l’internet point gratuito del Venafro Calcio a 5 Si rinnova l’impegno sociale e formativo del Venafro Calcio a 5, società sportiva della famiglia Scarabeo. che, oltre lo sport cerca di essere attenta alle esigenze del territorio, per dare risposte precise e utili alla collettività. In coincidenza con l’inizio della preparazione atletica della prima squadra, riapre lunedì 22 Agosto l’Internet-point nella centralissima sede di Piazza Vittorio Emanuele II, a Venafro. L’iniziativa è stata lanciata lo scorso anno per potenziare l’offerta di spazi pubblici con la connessione ad Internet in banda larga, e favorire, così, l’utilizzo delle nuove tecnologie della comunicazione nella cittadina molisana. L’Internet-point è dotato di cinque postazioni ed ognuno potrà usufruire in forma gratuita dell’accesso alla Rete. Gli orari di apertura rimangono quelli dello scorso anno, e cioè dal lunedì al venerdì, dalle ore 16.00 alle 20.00. Responsabili della sede e dei servizi ad essi connessi sono due valide e professionali ragazze venafrane, Giovanna Capasso e Laura Varriale, che con il sorriso e la corte-

sia accoglieranno quanti vorranno usufruire di questo servizio. E’ il Direttore Generale del Venafro Calcio a 5, Ernesto Cardarelli, che fa un bilancio di quanto fatto finora dalla sua società sportiva e delle prospettive future, soprattutto in relazione alla realizzazione del PalaScarabeo: “Come sodalizio sportivo siamo convinti che il nostro compito non si limita solo ed esclusivamente a quello sportivo ed agonistico, ma crediamo che sia importante favorire in maniera pragmatica ed operativa lo sviluppo economico del nostro territorio e la formazione dei giovani. Se con il progetto del PalaScarabeo si è dato risposta a quelle che sono le carenze infrastrutturali della nostra zona, con una struttura sportiva che, per le sue caratteristiche, potrà essere utile a tutta la Regione, questa iniziativa dell’Internetpoint, lanciata lo scorso, è un ottimo strumento per poter permettere la diffusione dell’utilizzo delle nuove tecnologie, fattore chiave per affermarsi in un mondo sempre più competitivo”.


ANNO XIV - N. 230

LUNEDI’ 22 AGOSTO 2011

RELAZIONI SOCIALI A CAMPOBASSO novità, Crystal, bellezza da urlo, corpo da copertina, 6^ misura, dolce, coccolona, amante lunghi prelimiari. Fantasiosa, giocherellona, maliziosa, completissima. Ambiente climatizzato e riservato. Tel. 327.7168368 MILLI A CAMPOBASSO. Prima volta, bellissima, V^ misura, passionale, seducente, molto calma e sensuale. Ambiente riservato. Tel. 331.8552282 CAMPOBASSO Serena bellissima bruna, ragazza caldissima giovane 4^ naturale. Fisico esuberante molto passionale. 1,68 di pura sensualità. Ti aspetta per esaudire i tuoi desideri. AmAUTO E MOTO VENDESI Alfa Romeo 146 T. Spark 1.4 16 valvole fine ‘99rosso bordeaux metalizzato doppio airbag- unipro- ottime condizioni tagliandata. Euro 2.750,00 trattabili Tel. 335394378 VENDESI Lancia Y 1.2 8 v serie Dodo, anno 2007, alcantara blu-beige, doppio airbag, ottime condizioni. 84.000 Km originali. Euro 2.950 trattabili. Antonio Tel. 335.394378 VENDESI Daewoo Matiz City anno 2000 Clima, ottime condizioni, unico proprietario, blu, 128.000 Km originali Euro 1.750 tratt. Tel. 335.394378 VENDO moto husquarna 125 sms, luglio 2008, Km 7.400. Rosso/bianco, buono stato tagliandata. Euro 3.000. Tel 393.1707285 VENDESI Fiat Punto 1.2 Lx anno 2003, 3 porte blu metallizzato. Climatizzato City 138.000 Km. Ottime condizioni euro 2,750.00 Trattabili. Tel. 335.394378 VENDESI Fiat Panda 1100, vecchio modello, 4x4, con impianto Gpl, 100.000 km. Euro 3.000 tratt. Tel. 333.7404477 VENDESI Alfa 33s 1989 -buono stato- km 110000 da mettere in moto ferma da 4 anni. Euro 800. TEL.3475320038 VENDESI Alfa 146 1.4 t.spark rosso metallizzato, ottime condizioni, fine 99 144000 KM tagliandata da poco. Euro 2.750. TEL. 335.394978 VENDESI Toyota Corolla Verso 2.0 turbo diesel anno 2004 perfette condizioni tagliandata Toyota Euro 5.450 trattabili TEL. 335.3943378 VENDO Punto 1200, km 130.000, buono stato generale, nno 2000. Euro 2.200. Tel. 339.5843460 VENDO Renault Megane 1.300 benzina, 5 porte, motore in buone condizioni. Euro 2.500 tratt. Tel. 338.9425981 VENDO cerchi in lega Momo per Alfetta Tel. 333.1775265

biente riservato. No anonimi. Tel 327.9327812 A CAMPOBASSO appena arrivata, 7^ misura, seducente, sensualissima, affascinante, stupenda bambola deliziosa, giovane amante del preliminare, dolcissima, disponibile, bravissima. Ambiente riservato e climatizzato. Tel. 366.2079176 CAMPOBASSO Martina novità, cavallona spagnola, 1,70 4^ naturale occhi verdi capelli biondi lunghissimi. Lato B mozzafiato. Fisico bellissimo da modella, 26 anni tutto pepe. Ragazza passionale e giocherellona ti aspetta in ambiente riservato. Vieni a provarmi no

Tutto

anonimi. Tel. 320.6981255 AAA CAMPOBASSO 42enne italiana, bella e morbida, 5^ di seno naturale, 48 di taglia, pelle di seta, fantastici preliminari. Studio proprio riservatissimo. Assolutamente no numeri anonimi. Tel. 349.2554580 Novità a CAMPOBASSO, italiana, biondissima, 5^ naturale, fisico mozzafiato, lunghissimi preliminari. Chiamami. Tel. 333.4666635 BEL RAGAZZO disposto a spostarsi in tutto il Molise, disponibile come gigolò/accompagnatore per donne sole di qualsiasi età o coppie solo per lei.

No assoluto anonimi - perditempo. Tel. 329.4647554 ISERNIA NORD, novità Jennifer e Lorena, esuberanti bellezze latine mai viste, 20 anni, tutte curve, 5^ naturale, bellissimo fondoschiena, disponibilissime, senza fretta, bravissime insieme e anche separate. Ambiente riservato e accogliente. Tutti i giorni, anche la domenica fino a tardi. Tel. 329.7264588 CAMPOBASSO novità, splendida mora, piccanti preliminari, disponibilissima a tutto, molto paziente e giocherellona. Tel. 327.9383412

Mercato olise M

Annunci economici gratuiti VENDO X BMW 5 cerchi in lega vecchio tipo, per Maserati 4 cerchi in lega vecchio tipo. Tel. 333.1775265 VENDO Volkswagen Golf 1900 td-sw Euro 500 o cambio con auto benzina sw. Tel. 333.1775265 VENDO Opel Astra 2000 td 150000 Km. tagliandata optional cd-radio-gancio traino-navigatore, etc. Anno 90. Euro 2.000. Tel. 333.1775265 VENDO moto Yamaha Fazer 600 anno 2003 ottime condizioni. Info Tel. 334.3537406 VENDO moto Honda Hornet 600. Usata pochissimo. Anno 2007 prezzo 3.750,00 euro tratt. Tel. 368.545014 VENDO Peugeot 206, 3 porte, grigio metallizzato, freni e frizione nuovi, anno 2001. Euro 2.200. Per qualsiasi prova e informazione. Tel. 339.2725819 VENDO Camper Laika Ecovip 1 2007 nuovo, Ducato 160 km. 21.000, 5 posti, super accessoriato, prezzo 40.000,00 euro tratt. Metri 7, no perditempo! Tel. 333.6007768 VENDO camper Arca Ducato 1.9 TD anno 1990, 5 posti, doppia dinet più mansarda spaziosa. Gavò posteriore, gancio traino omologato. Porrta bici 3 p. a Bojano. Euro

7.500 tratt. Tel. 328.9665099 VENDO 4 gomme termiche Dunlop 195/65/ R15 (2000Km percorsi) con 4 cerchi (5 fori per Audi, Golf, ecc.) Euro 260,00. Tel. (18-21) 342.0012327 VENDO Monovolume 7 posti 4x4 Mitsubishi Space Wagon benzina, anno 1999, full optional, grigio metallizzato, bellissima, da vedere. Euro 4.500,00 tratt. (Chiedere di Pietro) Tel. 328.9665099 VENDO Opel Tigra Twin Top Cabrio, colore antigua con tettuccio avorio ed alettone avorio più impianto gpl sequenziale a euro 7.000 trattabili del 2005. Tel. 0875.630686 VENDO Fiat Grande Punto Dinamic anno 2008, 1.200, full optional, km 9.000, 5 porte, grigio mettallizato. Euro 7.700 Tel. 328.0447557 VENDESI Quad linhai 260 2x4, anno 2008, km. 2.500, con bauletto e portapacchi, includo casco, condizioni eccellenti. Euro 2.300 tratt. Tel. 329.4958090 VENDESI Opel Tigra Twin Top cabio del 2005 con Gpl sequenziale e alettone originale Opel. Colore auto=antigua. Bellissima. A euro 9.000 tratt. Tel. 327.1310751 VENDO BMW Z3 cc 1800, anno 07/2000 Km 30.000 sempre in garage, perfetta. Vincenzo Tel. 339.2761632 VENDO macchina Renault Emiroh Capriole rossa del 15.10.2007. Cilindrata 1598. Tel. 0865.952067 (dalle ore 18,30) VENDO Fiat Uno 1.100cc anno 1984 km 90.000 ottimo stato, sempre in garage. Prezzo da concordare. Tel. 329.4148663 VENDO Opel Tigra twin top con gpl sequenziale di colore auto antigua con alettone originale color avorio. Anno 2005. Prezzo 9.000 euro tratt. Vero affare. Tel. 327.1310751 VENDO Scooter Piaggio Vespa 50, anno 99, 5.000 km, usato poschissimo con bauletto. Euro 600 (Termoli). Tel. 348.5257124 VENDO Auto scoda octavia (berlina) anno 2002 Kw,66, gasolio cilindrata 1900 Euro 2.500. Tel. 0874.841595 VENDESI Xsara 1.4 anno fine 2000 unico proprietario metallizzata, ottimo stato, mai incidenti. Euro 3.500 trattabili. Tel. 339.2077177 VENDO 4 pneumatici su cerchi in

lega 4 buchi 190-60-14 da audi 80, buono stato. 150 euro, oppure 4 pneumatici su cerchi in lega 4 buchi 185-60-14 da hyunday lantra 100 euro. Tel. 3342275441 - 087490679 VENDO Suzuki Vitara, impianto Gpl, anno ‘90. Euro 4.000. Tel. 0874.871613 VENDO Yamaha Virago VX-535 anno 2000, Km 20.000 colore nero perla con piccole modifiche. Euro 3.000,00 tratt. Tel. 339.3767183 VENDO Renault Megane “Coach”, 1,4 benzina 16v, full optional. Eruo 2.100. Tel. 331.8001053 VENDO Fiat Stilo Dinamic JTD 1.900cc anno 2002, metallizzata, full optional, km 68.000. Eruo 6.500 trattabili. Tel. 338.3145318 BELLISSIMA bicicletta tipo Graziella, anno 1970, con motore alimetato a miscela. Vero affare. Tel. 339.6157329 IMMOBILIARE VENDO / PERMUTO Rodi G.O -FG- appartameno mq 60 circa. 2 bagni, ingresso, cucina e 2 camere, con pari zona Pescara o Termoli per motivi di studio. Tel. 328.2651136 RIPALIMOSANI centro fittasi appartamento mobiliato. 300 EURO camera, cameretta, saloncino, cucina e bagno. No perditempo. TEL 329.9029055 - 328.4291940AFFITTASI aa Campobasso a studenti/esse appartamento nuovo adiacente università Agraria, tre camere e due bagni. Tel. 349.6990110 CEDESI attività commerciale abbigliamento in corso Vittorio Emanuele Campobasso. Tel. 340.1059227 AFFITTASI locale mq. 100, uso deposito-garage, località Coste d’Oratino. Tel. 349.1587787 AFFITTASI a Campobasso V.Mazzini camera in appartamento già occupata da 3 studentesse. Termoautonomo. Euro 170. Tel. 329.6241824 FITTASI a famiglia referenziata caratteristico appartamento centro storico ferrazzano su tre livelli recentemente ristrutturato con materiale e rifiniture di pregio tavernetta, pranzo con camino, cucina, 2 camere, mansarda, 3 bagni, cantina. Da vedere. Tel. 338.7045454 VENDO a Campobasso in via Crispi, 8 appartamento primo piano, libero, mq 140, vani 5 più servizi e posto auto. Tel. 02.61291273 VENDO appartamento a Bojano, in via Insorti d’Ungheria n. 32, composto da 2 camere, salone, cucina, bagno e fondaci, 2 balconi. Munito di impianto termico a metano + caminetto. Euro 45.000 tratt. Tel. 320.0851921 TAORMINA - GIARDINI NAXOS (ME) affittasi mesi estivi, monovano arredato per 4 persone, angolo cottura, aria condizionata,televisore, telefono, vicinissimo al mare e a 10 minuti da Taormina. Residence “Les Roches Noires” Tel. 331.2887502 VENDO appartamento a Campomarino, mq. 120 netti, 3 camere, salone, cucina, 2 bagni, 2 ripostigli, ingresso. Costruzione antisismica, vista sul mare. Tel. 333.7140287 VENDO palazzetto di tre piani, sito in Montorio nei Frentani Campobasso). Autentica occasione. No agenzie. Tel. 06.8416320 AFFITTASI a studentesse appartamento in via Ins. d’Ungheria a Campobasso: 4 stanze arredate. Tel. 333.7516561 VENDO fabbricato Castelpetroso vicinanze santuario composto locale commerciale

predisposto ristorante e due appartamenti camere con bagno arredati uso bed and breakfast. Tel. 0875.84765 FITTASI 2 camere singole in appartamento nuovo arredato in via Ungaretti - Campobasso Euro 180,00 mensili Tel. 329.1452993 FITTASI per 4 persone giugno/luglio/agosto/settembre San Salvo Marina 100 mt. dal mare Tel. ore serali 339.8256172 FITTO locale commerciale su strada statale Venafrana, bivio Macchia d’Isernia, mq 50. Tel. 349.4699314 VENDO terreno mq 5.500 circa lungo la Fossaltina (vicino zona sportiva). Euro 22.000 tratt. Tel. 0874.63243 VENDO casa a 45.000,00 euro a Monteroduni (Isernia). Sei stanze e bagnetto. Tel. 3421758003 VENDESI camera balconata ristrutturata, cucina, bagno, cantina e terreno a San Pietro in Valle (Frosolone). Euro 20.000,00 tratt. Tel. 0874.899893 VENDESI terreno agricolo + casetta nuova costruzione, 3.500 mq + 40 (rimessa agricola). Fronte strada, uliveto + alberi da frutta in Gildone (Cb). Euro 35.000 tratt. Tel. 335.394378 VENDO terreno agricolo in agro di Civitacampomarano. Vicino strada, ideale per agricoltura biologica. Incontaminato a circa 450 mt. s.l.m. Tel. 340.6244093 FITTASI in Campobasso centro tipico locale di ferramenta, ottimo investimento. Tel. 339.7422372 / 0874.61078 VENDO appartamento a Campobasso, primo piano in via G. Vico, composto da 4 camere: cucina, bagno, cantina e ampio terrazzo. Posto esterno condominiale per auto. Tel. 333.3632887 VENDO appartamento in Vinchiaturo mq. 137 divisibile in due appartamenti, più garage, più mq. 137 circa di quota parte con terrazzo. Euro 180.000,00 tratt. Tel. 348.7403800 FITTASI a Termoli miniappartamento arredato, elegante, riscaldamento autonomo e lavatrice. Max 3 letti, giugno-luglio-agosto, non residenti, a 1 km dal mare. Tel. 349.5240899 VENDO, in agro di oratino C/DA Lammerti numero due terreni. Tel. 347,5929317 AFFITTASI, appartamento uso ufficio in zona centralissima a Campobasso. Sei vani più accessori ristrutturato e pronto per l’uso. Euro 900,00 mensili Tel. 333,5223554 VENDO, avviata attività commerciale al centro di Bojano. Giocattoli e prima infanzia. Prezzo interessante. Tel. 346.409713 AFFARONE, vendesi villa bifamiliare, 240 mq., tre livelli - giardino - garage - doppio ingresso, ideale per famiglia con genitori o altri conviventi. Ottime finiture, parco gerani Ferrazzano. Tel. 333.6368714 VENDO a Bonefro abitazione centrale con negozio e soppalco, quattro camere, cucinino e bagno, più altri locali e terreni agricoli. Prezzo affare. Tel. 0865.77424 VENDO terreno edificabile mq. 4700 zona espansione in Macchia d’Isernia, in centro abitato. Vero affare. Tel. 349.4699314 VENDO casa di vani 10 su due livelli, pt. piccolo garage, 3 cantine tot. mq. 90 - 1° p. 4 camere, 1 bagno, cucina grande tot. mq. 105 + terreno mq. 200. Tutto a euro 55.000,00 tratt. A Bojano.

Tel. 328.9665099 VENDESI capannone prefabbricato di mq.700 più mq.70 di soppalco per ufficio più mq.2300 di terreno. Zona industriale Padulo Conte Guardiaregia (CB). Tel. 0874.797196 - 320.4421260 AFFITTO locale di mq. 55 sito a Bojano in via Salco D’Acquisto, uso ufficio, di nuova costruzione, piano terra. Euro 300,00. Tel. 320.1781072 VENDESI a Termoli in via Molinello, appartamento mq. 150 - P.T. lato strada 3° piano con terrazzo mq. 70 in pasco. Prezzo interessante. Tel. 0875.705072 VENDESI a Campobasso appartamento, centro storico, di mq. 50. Euro 49.000,00 Tel. 360.364024 VENDO a Mirabello Sannitico abitazione in zona centrale composta da: sala da pranzo, soggiorno e cucinino al piano rialzato. Due camere da letto, bagno e balcone al primo piano. Due locali al piano seminterrato. Tel. 0874.30166 FITTO a Campobasso appartamento uso ufficio, studio. Zona centro, 2° piano, di mq. 150, con ascensore, in palazzo signorile. Euro 650. Tel. 333.5792518 VENDESI a Toro antico palazzo nobiliare su sei livelli - 38 stanze - 1200 mq. totali, antichi saloni uno dei quali affrescato. Da ristrutturare. Residenza di prestigio. Tel. 348.7556710 VARIE RAGAZZO 29 enne, cerca lavoro come: cassiere, deposito, custode, bibliotecario, agenzia viaggi, segreteria medica, ecc. Partime o saltuari su Iserni. Tel. 339.2561253 RAGAZZO SERIO e affidabile, in possesso di patente B, cerca lavoro come autista e/o cameriere Tel. 334.9335364 RAGAZZO SERIO cerca lavoro di qualsisi tipo, senza problemi di orario anche come dog/cat sitter Tel. 334.5935420 DIRETTORE D’ALBERGO offresi anche per eventuali nuove aperture. Momentaneamente a Roma ma pronto a trasferirsi nel Molise Tel. 338.2767484 RAGAZZO SERIO ED AFFIDABILE amante degli animali cerca lavoro come dog/ cat sitter, sia per brevi che per lunghi periodi. Per info miky-cb@live.it Pranoterapeuta! cerca, per collaborazione assieme, studio di medico, terme, centro benessere, studio di fisioterapista ecc. Pronto a prove. No curiosi e perditempo. Tel. 0874.785319 - 338.5032497 VENDESI splendidi cuccioli di dobermann, discendenti di campioni mondiali e delle più importanti genealogie: prezzo 750 euro + cucciolotto maschio marrone focato di un anno e mezzo euro 400. Tel. 338.4046542 VENDO rotone per irrigazione marca IRRIMEC, lunghezza 160 metri, diametro 63mm. Usato pochissimo. Prezzo 1.900 Euro. L’oggetto è visibile a Viterbo Tel. 338.4046542 VENDO per protesi al ginocchio, pedana vibrante Mancini, ancora imballata pagata euro 500,00. Vendo euro 250,00. Non perditempo. Tel. 338.9209696 VENDO quadro di Pietro Mastrangelo euro 500,00. Tel. 339.5843460 VENDO cucciolone Breton, 18 mesi, già avviato, molto promettente, iscritto. Euro 600,00. Tel. 339.5843460 VENDESI vino rosso collinare, produzione prorpia, anno 2010. Euro 1 a litro. Vitigno vecchio. San Lorenzo Maggiore (Bn). Tel. 338.8454147 VENDO fax Olivetti usato sei mesi per aver comprato stampante che mi fa anche da fax. Vendo a metà prezzo, euro 42,50. Tel. 338807809 ACQUISTO banconote, monete, cartoline, santini, vecchi documenti e oggetti antichi. Michele. Tel. 329.4337065 VENDO minipala New Holland 16 qli completamente revisionata e verniciata. Gommata nuova con targa e libretto. Euro 7.000. Tel. 360.364024 DIPLOMATA con esperienza come cameriera, commessa e altro, cercaimpiego. Valuto ogni offerta, anche pulizie, assistenza anziani, ecc. Volontà e disponibilità. Tel. 366.4256351


Campobasso

Violenta rissa in piazza Prefettura CAMPOBASSO. Due comitive si sono affrontate a muso duro. Futili motivi alla base del litigio. SERVIZIO A PAGINA 7

Manovra

‘Il Vaticano paghi’ I molisani insorgono SERVIZIO A PAGINA 3

Patto di Stabilità

Agnone invoca l’intervento della Regione AGNONE. Per il comuni di oltre cinquemila abitanti, infatti, diventa più difficile eseguire le opere pubbliche. Intervenga la Regione. SERVIZIO A PAGINA 15

Acquaviva Collecroce

La minoranza croato-molisana verso l’istituzione del Parco letterario SERVIZIO A PAGINA 21

Campobasso

Dipendenti Larivera pronti allo sciopero SERVIZIO A PAGINA 7


il quotidiano del molise del 22 agosto 2011