Issuu on Google+

ANNO XIV - N. 219

1.00*

MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011 talia ità d’I n U ° 150

* IL QUOTIDIANO DEL MOLISE + IL MESSAGGERO euro 1,00

FONDATO DA GIULIO ROCCO

REGIONE MOLISE - NON ACQUISTABILI SEPARATAMENTE ZONA VASTO - SAN SALVO SOLO IL QUOTIDIANO euro 0,50

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Regionali 2011

IL QUOTIDIANO DEL MOLISE: IL PRIMO GIORNALE TUTTO MOLISANO

Primarie

Paglione-Sorbo Intesa contro Di Laura Frattura ISERNIA. Nasce l’asse anti-Frattura. Il coordinatore regionale di Sinistra ecologia e libertà, Candido Paglione, e il consigliere provinciale Antonio Sorbo hanno raggiunto un’intesa per sostenere Petraroia alle Primarie. SERVIZIO A PAGINA 14

Luca Iorio-Miccichè Patto d’acciaio per lo sviluppo del Sud CAMPOBASSO. Progetto Molise si lancia a livello nazionale dopo la fusione con Forza del Sud , il movimento del sottosegretario Miccichè che stasera arriverà in Molise e domani inaugurerà la scuola Scalpellini a Oratino. SERVIZIO A PAGINA 3

Ricerche frenetiche sul litorale di Campomarino, un giovane beneventano è scomparso nel nulla

Un annegato e un disperso, giornata nera Seconda vittima del mare, 53enne bresciano muore nelle acque di Petacciato Campomarino

Termoli

Campobasso

Catturato uno dei due rapinatori della filiale Unicredit

Yacht in fiamme salvato dal Regina di Cuori

Iacp, nuovi appartamenti per 32 famiglie

CAMPOMARINO. E’ un 25enne di Foggia ed è stato arrestato dai carabinieri. SERVIZIO A PAGINA 20

E’ un 53enne bresciano la secondo vittima del mare in Molise. E’ annegato nelle acque di Petacciato ieri pomeriggio. Mentre fino alle 23 di ieri sera non si avevano ancora notizie di un 32enne di Benevento di cui avevano denunciato la scomparsa gli amici già nelle prime ore del pomeriggio. SERVIZIO A PAGINA 20

Campobasso

Travestiti da preti truffano negoziante di articoli religiosi CAMPOBASSO. Un isernino e un cittadino residente a L’Aquila sono stati denunciati dai carabinieri. Travestiti da preti hanno acquistato articoli religiosi in un negozio di Campobasso per 1.500 euro e poi sono spariti senza passare per la cassa. SERVIZIO A PAGINA 7

CAMPOBASSO. Consegnati ufficialmente ieri mattina 32 nuovi alloggi ad altrettante famiglie di Campobasso. Il taglio delnastro è avvenuto in presenza del governatore Iorio, del commissario dello Iacp Lepore e dell’assessore ai Lavori pubblici Luigi Velardi.

L’equipaggio della Regina di Cuori si è reso di un gesto eroico soccorrendo uno yacht in fiamme in Sicilia.

SERVIZIO A PAGINA 2

Scuola

Campobasso

Il Miur: sì a 432 assunzioni

Contratto di quartiere per 40 alloggi popolari

SERVIZIO A PAGINA 2

CAMPOBASSO. Parte il bando per la gara d’appalto che servirà ad assegnare i lavori alla ditta che dovrà completare 40 alloggi popolari a San Giovanni. SERVIZIO A PAGINA 8

SERVIZIO A PAGINA 20

Lo sport

Marco Pulitano sale al vertice del Cb 1919: è l’anti-Capone? CAMPOBASSO. Clamoroso: l’ex main sponsor del Nuovo Campobasso, Marco Pulitano, sarà il presidente del Campobasso 1919. Oggi la presentazione ufficiale. SERVIZIO A PAGINA 25

Iannetta Stop di 6 mesi Al ‘Civitelle’ vice campione per Furlan test di lusso europeo Tre anni per l’Agnone: di Reining a Parlato c’è il Gubbio SERVIZIO A PAGINA 28

SERVIZIO A PAGINA 25

SERVIZIO A PAGINA 26

1


2

Mercoledì 10 agosto 2011

Campobasso. Ieri il taglio del nastro della struttura di via Quircio. Lepore: una risposta alle esigenze abitative

Iacp, consegnati nuovi alloggi per 32 famiglie CAMPOBASSO. “Quando un Commissario dello IACP consegna gli alloggi ha un motivo di orgoglio in più”. Pierluigi Lepore, Commissario dell’Istituto Autonomo Case Popolari, ieri mattina ha consegnato ufficialmente 32 nuovi alloggi ad altrettante famiglie del capoluogo. “Quando devo tagliare un nastro ed inaugurare un nuovo alloggio mi inorgoglisco perché è l’occasione per dare una risposta concreta alle esigenze abitative soprattutto in un capoluogo dove le difficoltà abitative non sono poche. Da domani mattina dunque diamo un tetto ad altre 32 famiglie”, ha detto ringraziando la Regione “che ha dato i finanziamenti necessari per poter costruire questi alloggi” e la struttura dello IACP “che ha lavorato in maniera sinergica e veloce per garantire la consegna”. Gli alloggi della struttura, in via Quircio, rappresentano l’ultima trance di un programma già realizzato che comprendeva l’assegnazione di 222 appartamenti di edilizia residenziale pubblica di nuova costruzione. Un progetto approvato nel 1994 che ha ottenuto il finanziamento del CER, il Comitato di edilizia residenziale, nel biennio 19911992. L’impegno di spesa è stato di due milioni e 150 mila euro. Otto piani, 67 metri quadrati ad appartamento

con cantina e posto macchina, acqua calda e sistema di riscaldamento integrati da un impianto fotovoltaico con pannelli solari installati sul tetto. Due gli appartamenti dedicati a persone disabili. Presenti alla cerimonia anche il Presidente della Regione Michele Iorio che

ha espresso soddisfazione per “l’apertura di un nuovo stabile che rappresenta un evento non solo per i cittadini ma anche per chi amministra e realizza degli obiettivi. Continueremo nel nostro lavoro per poter investire ancora nell’edilizia economica e popolare e favorire

nuove abitazioni”, ha detto il Governatore parlando di politiche della casa che sono “al centro della nostra attenzione”. Iorio ha annunciato altre iniziative “in campo, con la collaborazione del Comune di Campobasso, con le quali speriamo di poter raggiungere un risultato che

Il taglio del nastro con Lepore, Iorio e Velardi

qualifichi anche la nostra politica, offrire una casa a tutti”. Dopo il taglio del nastro il Commissario Lepore ha annunciato l’appalto nelle prossime settimane di 10 al-

loggi di 52 metri quadrati in via Piave a Campobasso per chi ha uno sfratto esecutivo e di altri 12 alloggi a Termoli e la consegna nei prossimi giorni della casa dello studente.

Picciano: hanno scelto un compito rischioso per la vita degli altri. Iorio: un dovere onorarli

Gli sminatori, eroi del dopoguerra

Foto di gruppo dei familiari degli sminatori

CAMPOBASSO. Per la prima volta il Molise ha commemorato gli otto sminatori impegnati nel secondo dopoguerra. Giuseppe Fazio, Mario Fiammelli, Pasquale Mastropietro, Nicola Milone, Pietro Nugnes, Luigi Pistacchio, Giuseppe Sorgente e Mario Tammaro: sono loro gli eroici operai che hanno bonificato le aree cosparse di ordigni bellici. Ai loro familiari è stata donata ieri una medaglia ricordo nella cerimonia che si è svolta a Palazzo Moffa e a cui hanno partecipato i presidenti Iorio e Picciano e i vice presi-

denti Pietracupa, Incollingo e D’Alete. Il Molise è la prima regione a dotarsi di una legge (la numero 28 del 2008) per ricordare chi si è impegnato in momenti particolari della vita civile e sociale. “Il Molise – ha dichiarato il presidente Picciano - doveva un tributo a questi padri che non hanno avuto paura di rischiare pur

Da sinistra, Pietracupa, Iorio, Picciano, D’Alete, Incollingo e Marinelli

consapevoli di svolgere un compito non ordinario e difficile. Oggi ne siamo orgogliosi; ciascuno di loro ha contribuito a scrivere un capitolo drammatico ma incancellabile della storia molisana”. Del resto, gli sminatori “hanno scelto un compito rischioso eppure fondamentale per la sicurezza e la vita degli altri”. A ricordare la valorosa opera

degli sminatori è stato anche il governatore Michele Iorio: “Il Molise ha partecipato in modo determinante agli eventi bellici della Seconda Guerra Mondiale con un grosso tributo di caduti, di dolore e di distruzione. Gli accadimenti che seguirono le operazioni belliche furono altrettanto difficili ma videro egualmente il coinvolgimento di soldati e di ci-

Incollingo premia Nicola Felice

La consigliera scrive a Iorio

Lembo: la migliore strategia è l’alternanza uomo - donna nel listino del centrodestra Come consigliera di pari opportunità, Giuditta Lembo, accoglie con un plauso la possibilità della possibile presenza di una donna nel listino del centrodestra. E la consigliera lo fa con una lettera indirizzata direttamente al presidente Michele Iorio, il cui succo è un augurio esplicito affinché nell’amministrazione regionale ci sia Giuditta Lembo una maggiore partecipazione femminile. Non una sola donna, ma “l’alternanza uomo-donna” come migliore strategia “sia nel listino che nelle liste proporzionali”. “Numeri e quantità devono camminare di pari passo – esorta ancora la consigliera di pari opportunità -, quindi presenza e scelta di donne che provengano non solo necessariamente dalla politica ma anche dal mondo dell’associazionismo, dell’impresa, o di donne comunque impegnate in ruoli strategici. Gentile presidente, in cuor Suo, credo non possa non condividere tale pensiero, lei mi insegna che è solo questione di volontà politica e di potere dei presidenti. Un suo segnale in questa direzione – conclude Giuditta Lembo -, convincerebbe noi donne della decisa e ferma volontà di apertura del sistema politico regionale alla componente femminile”. V.d.T.

Sono ospiti dalla Casa alloggio per minori Dal Nord Africa al Molise solidale, Palazzo Moffa ‘abbraccia’ i ragazzi ospitati a Campolieto di Stefania Potente Quello di Campolieto potrebbe essere un modello da esportare su scala nazionale: è nel paese guidato da Rodolfo Mariano che vivono da due mesi undici ragazzi nord africani, accolti e integrati nel migliori dei modi. Sono ospiti della ‘Casa alloggi per minori’ e ieri mattina hanno ‘varcato la soglia’ di Palazzo Moffa per conoscere il funzionamento dell’assemblea legislativa. Ad accoglierli il presidente del Consiglio regionale Michele Picciano che ha ringraziato il sindaco di Campolieto “per la dedizione che sta avendo nei vostri confronti. Lui è il vostro primo tutore (i giovani hanno un’età compre-

sa tra i 15 e i 17 anni, ndr) e sta rendendo un grande servizio alla nostra comunità”. Infatti, ha detto ancora Picciano, Il presidente Picciano, il sindaco Mariano “riteniamo gli e i ragazzi del Nord Africa immigrati una grande risorsa, un arric- rica latina per costruirsi una chimento dal punto di vista vita migliore.Un intento conculturale e ci consente di fa- diviso dagli undici ragazzi miliarizzare con diverse tradi- sfuggiti dalla povertà e dalle zioni”. E poi “il Molise è una guerre che stanno interessanregione di grande solidarietà”. do i Paesi del Nord Africa. A Non potrebbe essere altrimen- Campolieto hanno trovato una ti visto che sessant’anni fa tan- nuova famiglia. “State viventi molisani, con la valigia di do l’accoglienza in modo tancartone, sono partiti per il Ca- gibile”, ha sottolineato il sinnada, gli Stati Uniti e l’Ame- daco Mariano. “Mi auguro che

vili con grossi ed importanti sacrifici. È dunque dovere dei molisani di oggi che possono godere della libertà, della democrazia e di un certo benessere, che sono provenienti dal sacrificio dei molisani di ieri, ricordare quegli eventi ed onorare la memoria ed i sacrifici che furono compiuti”. S.P.

Il Miur ufficializza 432 nuove assunzioni CAMPOBASSO. Il Miur ha presentato e ufficializzato ieri il nuovo piano di assunzioni a tempo indeterminato per personale docente, educativo e Ata. Per l’anno scolastico alle porte saranno così disponibili, in Molise, ben 432 nuove nomine che si ripartiranno in 199 unità di personale docente ed educativo (di cui 55 da effettuare con retrodatazione giuridica delle graduatorie ad esaurimento vigenti per l’anno scolastico 2010/ 2011) e 233 unità di personale Ata. Il segretario regionale della Flc Cgil, Sergio Sorella, ribadisce però che “i posti disponibili, per i docenti e gli Ata, erano lo scorso anno superiori alle 650 unità. Ma si tratta di un primo risultato che dovrà vedere la prosecuzione della mobilitazione per eliminare i tagli agli organici che hanno impoverito la scuola pubblica molisana”. Stando a semplici calcoli infatti in Molise ci sarebbero 218 posti di lavoro in meno rispetto all’anno scolastico trascorso, ma sicuramente questo rappresenta un primo obiettivo raggiunto dopo le continue mobilitazioni da parte della confederazione sindacale. che da parte vostra ci sia sempre la disponibilità al dialogo e al rispetto reciproco”.


Mercoledì 10 agosto 2011

3

Il leader di Progetto Molise: con Vitagliano non c’è stato nessun contatto. Muccilli nostro candidato su Campobasso

Patto d’acciaio tra Miccichè e Luca Iorio Il sottosegretario arriverà stasera in Molise per ufficializzare l’accordo di Michele Salvatore CAMPOBASSO. La fusione tra Progetto Molise e Forza del Sud, il movimento del sottosegretario al Consiglio dei ministri Miccichè che arriverà questa sera in Molise

(domani conferenza stampa alle 16.00 al Centrum Palace di Campobasso), sarà determinante per gli equilibri politici del centrodestra in vista delle elezioni regionali di ottobre. Per analisti e addetti ai lavori

Pdl, Palazzo S. Giorgio: nessuna fuga con i ‘sudisti’ CAMPOBASSO. Rimane saldo il Pdl al Comune di Campobasso. I consiglieri eletti nel Popolo delle Libertà Michele Colitti e Angelo Finella non sono passati al neo movimento Progetto Molise – Forza del Sud. Lo hanno precisato gli stessi consiglieri dopo il rincorrersi di voci che annunciavano un loro imminente ingresso nel neomovimento dei sudisti. Anche Salvatore Colagiovanni, capogruppo del Pdl a Palazzo San Giorgio, ha rassicurato affermando che gli equilibri al Comune sono solidi e non c’è nessuna fuga verso altri partiti.

l’alleanza produrrà sullo scacchiere politico un rafforzamento della coalizione che, con l’abbraccio dei ‘sudisti’, vedrà Progetto Molise proiettato anche a livello nazionale. Ne abbiamo parlato con Luca Iorio, leader di Progetto Molise. Quali sono gli obiettivi di Progetto Molise dopo il patto siglato con il movimento di Miccichè? “Il nostro obiettivo è quello di raggiungere il 10% e di eleggere due consiglieri regionali, uno su Campobasso e uno su Isernia. Vogliamo essere determinanti alla vittoria del centrodestra in Molise e per questo stiamo cercando di comporre una squadra di persone di qualità che vogliono

sposare la causa del nostro partito. E non ci fermeremo alle elezioni di ottobre ma andremo avanti per il futuro”. Si è parlato di passaggi illustri nel neo movimento e da indiscrezioni sembra che anche l’assessore Gianfranco Vitagliano sia intenzionato a fare il grande passo. Lei che pensa? “Riguardo ad un possibile passaggio di Vitagliano in Progetto Molise – Forza del Sud le dico che abbiamo appreso la notizia dai giornali e ho chiesto al nostro coordinatore regionale se c’erano stati contatti o riunioni. Lombardi è stato chiaro e mi ha riferito che attualmente non c’è stato alcun tipo di contatto con Vitagliano. Siamo all’interno

della coalizione di centrodestra per contribuire alla sua vittoria e non abbiamo preclusioni nei confronti di nessuno ma in questo momento non ci sono passaggi illustri”. Si parla di un ritorno in Progetto Molise anche dell’assessore Salvatore Muccilli. “Per Muccilli il discorso è un po’ diverso visto che aveva iniziato un percorso proprio con Progetto Molise per poi passare con l’Mpa. Muccilli comunque ha lavorato con noi per le Provinciali e ci sono buone probabilità affinchè possa essere nostro candidato sulla provincia di Campobasso”.

Luca Iorio

Dopo l’ennesimo rinvio, dovrà esprimersi sulla delibera nelle prossime ore

FinMolise, pressing sulla I^ commissione Antonino Molinaro

di Stefania Potente CAMPOBASSO. Nulla di fatto in Consiglio regionale sull’affaire FinMolise. Nonostante le prove di dialogo, non si è riuscita a trovare un’intesa per l’intera giornata. Ecco perché il governatore Michele Iorio ha ‘richiamato’ ieri l’assemblea e l’ha invitata a discutere urgentemente la delibera su FinMolise, trasfor-

mata in società in house. “Credo che l’aspetto non sia politico, ma formale”, ha sottolineato nel suo intervento. “Chiedo pertanto all’assemblea di discutere quanto prima la problematica che blocca 50 milioni di euro del fondo anticrisi che la Finmolise sta gestendo per conto della Regione. Sono dell’avviso che la competenza della trasformazione della Finmolise fosse della Giunta, il Tar è stato di avviso contrario ed ecco che abbiamo portato al vaglio del Consiglio la delibera prima che il TAR entri nel merito della decisione”. Un invito raccolto immediatamente dal presidente di Palazzo Moffa Michele Piccia-

Il consigliere del Pd apre ai movimenti di Valentina di Toro Continua la campagna elettorale del candidato alle Primarie Michele Petraroia, questa volta a Montagano, dove ieri sera il consigliere regionale ha tenuto un comizio elettorale. “Lavoro per vincere direttamente ad ottobre”, questa la dichiarazione del consigliere regionale che, in questi giorni, sta cercando di radunare i consensi di quelli che alle Primarie hanno ribadito il loro no (Partecipazione democratica, Rifondazione comunista ndr). E l’ultimo atto di Petraroia è stato quello di inviare una nota ai movimenti della base del centrosinistra, capeggiati da Leo Leone, Franco Novelli e Umberto Berardo con cui si è dichiarato “pronto ad accettare le loro dodici proposte programmatiche”. Austerità, quella di Berlinguer, con tagli ai vitalizi e agli sprechi, garanzie di reddito per i lavoratori in cassa integrazione, associazionismo dei comuni, marca adriatica e partenariato mediterraneo sono i punti forti su cui Petraroia sta giocando il suo ‘tutto per tutto’. “La mia campagna elettorale è sulla falsa riga di quella condotta da Pisapia a Milano – afferma ancora il consigliere regionale. Attorno a me nascono, e mi sostengono, Comitati, che mi stanno aiutando a costruire un programma, per arricchire e implementare le proposte. La mia linea resta, comunque, quella di compartecipare, ovvero trovare un intesa che possa riunire tutto il centrosinistra per vincere alle elezioni regionali”.

no che ha dato 24 ore di tempo al presidente e ai componenti della Prima Commissione di esprimere un parere sulla delibera che ha già provocato qualche malumore. Non a caso, un paio di giorni fa, proprio in Prima commissione è venuto meno il numero legale per l’assenza di consiglieri di maggioranza e opposizione. Se il parere non sarà espresso, come prevedono gli articoli 34 e 35 dello Statuto, il presidente Picciano iscriverà l’argomento all’ordine del giorno nella seduta convocata per venerdì alle 11. La ‘palla’ passa ora alla Prima Commissione, il cui presidente Antonino Molinaro cercherà in queste ore di sen-

sibilizzare i componenti: “ci sono posizioni divergenti e spero che si possa arrivare ad un chiarimento e ad un approfondimento sulla delibera”. L’esponente del Pdl, inoltre, ha sottolineato l’importanza

dell’atto: “In questo momento di crisi, in cui anche il governo nazionale vara misure contro la crisi, non possiamo ostacolare l’utilizzo di mezzi finanziari utili alle imprese per affrontare le difficoltà. I

“Dopo la bocciatura da parte del Tar che ha annullato la delibera della Giunta regionale, il presidente Iorio chiede al Consiglio regionale, al quale la giustizia amministrativa ha demandato il compito di decidere in merito, di fare propria l’idea di staccare un ramo d’azienda della finanziaria molisana per crearne un altro in grado di gestire i fondi delle imprese locali”. Lo ha detto il consigliere

I dubbi di Scarabeo

Sosteniamo la candidatura di Michele Petraroia alle primarie del centro sinistra per rafforzare la coalizione alle elezioni di ottobre perché riteniamo che è l’unica persona più credibile che possa cambiare il sistema. Così i giovani democratici del centro sinistra, della FGCI Molise e del SEL Molise, Giuseppe Macoretta e Michele Testa hanno spiegato la loro posizione politica. Conferenza stampa ieri mattina sotto la casa natale di Giuseppe Barbato, nel centro

Fgci e Sel: Petraroia, l’unico che può cambiare il sistema

regionale Massimiliano Scarabeo intervenendo sulla questione all’ordine del giorno del Consiglio regionale. “Personalmente, sulla decisione assunta dalla Giunta, non sono d’accordo. Se il decreto Bersani, per razionalizzare i costi della spesa pubblica e evitare distorsioni sul

50 milioni di euro (fermi alla FinMolise,ndr), messi a disposizione delle aziende, consentirebbero loro di avere una giusta assistenza e attenzione”. La ‘partita’, dunque, resta aperta.

mercato stabilisce che gli enti pubblici devono dismettere le partecipazioni in società di investimento miste e perchè, tra gli altri comporta anche un rischio finanziario per l’Ente e non vedo perchè la Regione vuole fare un’ operazione che prova ad aggirare l’ostacolo”.

‘Non ci serve un Marchionne per gestire la Regione’ storico di Campobasso, “per rendere omaggio al giovane partigiano che è morto all’età di 27 anni mentre combatteva il regime nazifascista in Piemonte. Partiamo dalla Resistenza e dalla Costituzione che all’articolo 1 recita ‘la Repubblica è fondata sul lavoro’”, hanno detto. “Da questa Resistenza vogliamo rinascere e vogliamo che il Molise torni a volare mettendo al centro l’Università e gli studenti”, hanno detto presentando il loro programma. Al centro del sistema dunque i giovani. “Si deve iniziare a garantire la borsa di studio al 100% degli idonei e non come ora al 60%. Il Moli-

se è una delle poche regioni d’Italia a non garantirla”. Ed ancora l’ambiente ed il lavoro. “Parliamo di difesa del territorio e di sviluppo sostenibile. Vogliamo che non si verifichino più casi come quello legato alla vicenda del Cosib. Vogliamo politiche lungimiranti e trasparenti di crescita economica. Vogliamo mettere al centro i diritti dei lavoratori, soprattutto dei più giovani. Si potrebbe iniziare dal Molise a sopperire alle mancanze di normativa nazionale in termini di garanzie sul lavoro precario e sugli stagisti. Prevedere quindi un salario minimo garantito e iniziative di welfare che garantiscano diritti inalienabili”. Presente al-

l’incontro il candidato Michele Petraroia che ha parlato di Costituzione. “Dobbiamo ripartire dalla Costituzione e anche la gravissima crisi di questi giorni sui mercati finanziari internazionali ci spinge a rimettere al centro un’idea politica che riparte dalla giustizia sociale e dall’uguaglianza. L’idea che la politica possa essere equiparata ad un’impresa e gestita da un manager è un grave errore. Ripartiamo dunque dalla politica e lasciamo perdere la tecnica. Non ci serve un Marchionne per gestire la Regione Molise ma chi ha cuore e mente per guardare al futuro pensando ai più deboli, ai lavoratori ed ai giovani”.


Martedì 9 agosto 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it

A Morcone sfilano le ‘signore’ italiane per l’edizione 2012

‘Miss Mamma’, quattro molisane passano le selezioni Risale a poco più di un mese la Finale 2011 di “Miss

Mamma Italiana” che si è svolta a Cesenatico, dove ha

trionfato la bella 40enne cagliaritana Norma Usai. Già cominciate le selezioni per la nuova edizione (in Campania), curata dalla Te.Ma Spettacoli e organizzata dalla Proloco di Morcone e dall’Agenzia Spettacoli Zeus di Tonino Pezzente di Bojano. Si è svolta in Piazza Manente a Morcone

la prima selezione del centrosud Italia di “Miss Mamma Italiana”, il primo Concorso nazionale di bellezza, ideato da Paolo Teti, riservato alle mamme dai 25 ai 45 anni e giunto quest’anno alla sua 19esima edizione. Venticinque mamme provenienti da Campania, Molise, Lazio, Puglia e Calabria, hanno sfilato ed hanno sostenuto una prova di abilità come cantare, ballare, raccontare favole, cimentarsi in esercizi ginnici ed in prove creative e di magia. “Miss

Da sinistra: le Miss molisane Maria Pizzanelli, Anna Giornetta, Donatella Paparanzino e Sabrina Iuliano con al centro Miss Nonna 2011, Giuseppina Ruggiero di Ferrazzano

Mamma Italiana” è Francesca Colasanti, 30 anni, di Velletri. Tra le molisane si sono distinte Maria Pizzanelli, 40 anni, impiegata di Campobasso, con la fascia di “Miss Mamma Italiana solare – Welltour”, Anna Giornetta, 43 anni, cassiera di Termoli,

con la fascia di “Miss Mamma Italiana Simpatia”, Sabrina Iuliano, 32 anni, cassiera di San Giacomo degli Schiavoni, con la fascia di “Miss Mamma Italiana Fashion”, e Donatella Paparanzino, 50 anni, casalinga di Termoli, con la fascia di “Miss Mamma Italiana Gold”.

Tutti gli appuntamenti dell’estate molisana Dal 4 al 13 agosto CAMPOLIETO (Cb) - Festival “Note d’estate a Campolieto”. Dal 4 al 11 agosto LARINO (Cb) - 1^ edizione torneo di calcio a cinque “Santa Chiara” a cura di Asd Sc Larino. Dal 5 al 12 agosto RIPALIMOSANO (Cb) - Palio delle Quercigliole o Madonna della Neve. Processione della statua della Madonna che sarà riportata nella propria cappella l’11 di agosto. Il giorno successivo si prepara il palio che consiste di una gara equestre. Dal 8 al 10 agosto TERMOLI (Cb) - Termoli Slow. Giunta alla seconda edizione, da venerdì 8 a domenica 10 agosto torna “Termoli Slow – con passo lento tra i sapori della terra e del mare”, la manifestazione ideata dalla condotta Slow Food di Termoli dedicata alla cultura gastronomica molisana e alla scoperta delle meraviglie della costa. Dal 9 al 12 agosto CAMPODIPIETRA (Cb) - Festeggiamenti in onore di San Michele Arcangelo. Tre giorni di festa con intrattenimenti musicali, degustazioni gastronomiche e tanto divertimento. 9 agosto:gioco a quiz ‘Il cervellone’; 10 agosto: sagra taccozze e fagioli con cigoli di maiale e vino rosso e esibizione di ‘Cantine riunite band’; 11 agosto: pizzca e taranta con gli ‘Audiofolk’, i ‘Tamburellisti di Torrepaduli’; 12 agosto: complesso bandistico Città di Francavilla Fontana diretto dal maestro Ermir Krantja. Dal 9 al 20 agosto BARANELLO (Cb) - Ore 17.30 apertura della mostra in occasione dell’inaugurazione della nuova sala della Biblioteca Comunale. Dal 9 al 10 agosto POZZILLI (Is) - Festa di San Lorenzo Martire e Sant’Antonio da Padova. 10 agosto BUSSO (Cb) - Festeggiamenti in onore di S. Lorenzo Martire -Pino Campagna. Dal 10 al 11 agosto CAROVILLI (Is) - Nuvole,chitarre e note - festival Danilo Ciolli. La manifestazione musicale, nata per ricordare Danilo Ciolli (uno dei quattro ragazzi molisani scomparsi nel sisma abruzzese del 2009) e organizzata dall’Associazione Danilo Ciolli Onlus, giunge alla sua terza edizione. Ospiti delle due serate saranno (10 agosto) Post-it; Marco Notari e i Madame; i Fonokit; i Bud Spencer Blues Explosion; (11 agosto) Roberto Angelini e il Collettivo Angelo Mai; Niccolò Fabi. 10 agosto CIVITACAMPOMARANO (Cb) - Manifestazione “I luoghi del gusto” organizzato da l’Associazione Italiana Sommeliers Molise, delegazione Campobasso e Organizzazione Nazionale Assaggiatori di formaggio. Ore 18.00 il Sindaco e la Giunta Comunale, conferiscono il riconoscimento di “Cittadinanza Affettiva” ai nostri emigranti all’estero con la partecipazione dell’Associazione “Con il Molise nel Cuore”; ore 20.00 “Cena Medioevale” a cura del ristorante Miseria e Nobiltà; ore 22.00 “Recital Chitarra e Voce” sulla canzone napoletana d’autore Maurizio Santilli “Memorie di un menestrello napoletano”. 10 agosto GAMBATESA (Cb) - Show acrobatico di quod, a seguire alfredo 4. 10 agosto MONTERODUNI (Is) - La manifestazione:”

Come ze magnava’na vota”. 10 agosto PESCOLANCIANO (Is) - Stranezze gastronomiche e spiedini di pecora. Evento a cura dell’associazione culturale “Il girasole”. In serata concerto di musica popolare. 10 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Ore 19.00 Teatro sannitico: “Antigone”; ore 21.30 Quartetto di fisarmoniche presso Largo Ciro Menotti. 10 agosto RIPALIMOSANI (Cb) - Il laboratorio culturale Lucignolo organizza il primo mini campus estivo “In campus con il Cuore” aperto dai 6 ai 14 anni. Dalle ore 18.00 “La partita del Cuore” manifestazione benefica giunta alla 5° edizione ed in serata in piazza S.Michele dalle 21.00 concerto dei Magicaboola Brass Band e degustazione di cavatelli ripesi e arrosticini. 10 agosto SAN GIULIANO DEL SANNIO (Cb) - Evento folkloristico: IX Rassegna “Incontri” festival internazionale del folklore ore 21.00 in Piazza Libertà. Dal 10 al 22 agosto SANT’ELIA A PIANISI (Cb) - Manifestazioni: 10 agosto, karaoke con Piero in collaborazione con il Pin’up. 11 agosto, orchestra spettacolo con organetto e fisarmonica. 12 agosto, serata di beneficenza per il Ciad con spettacolo ‘Buonanotte Pulcinella’. 13 agosto, caccia al tesoro. 14 agosto, il mercatino delle pulci. 15 agosto, Il Giradischi e musica folk-popolare. 16 agosto, ‘Musicando’ con musiche e canzoni tradizionali con dialetti paesani. 17 e 18 agosto, 4a edizione Notte Rock “London Calling”, presso Ex-Novo località San Pietro. 19 agosto, saggio di ginnastica ritmica. 22 agosto, concerto. 10 agosto VINCHIATURO (Cb) - Ore 21.00 “Lui e Lei” torneo di bocce presso c.so del popolo; ore 21.00 serata “Nastro azzurro” con taccozze, fagioli e cozze. Esibizione del gruppo musicale Jd Hogg. 10 agosto TERMOLI (Cb) - Teatro Verde, ore 21.00, cabaret “I Fichi d’India”. 11 agosto BARANELLO (Cb) - Ore 19.00 veglia di preghiera, ore 21.00 concerto del gruppo musicale “Mixer”. 11 agosto CAMPOBASSO - Teatro popolare “Elemosinando”. Dal 11 al 12 agosto CARPINONE (Is) - Festival Internazionale del folklore, programma: apertura festival e Notte della Taranta con i “Sud Folk” (11 agosto); Festival Internazionale del folklore con gruppi provenienti da Hawaii Cile, Lituania, Kenya, Spagna, Ungheria, Venezuela, Georgia e Italia (12 agosto). Dal 11 al 12 agosto CERCEMAGGIORE (Cb) - Nel pomeriggio torneo di tre sette e la divertente gara della rotoballa. A seguire serata in allegria con il liscio del gruppo “Do-ReMi-Fai.....Ballare” e le sue magiche ballerine. Il giorno successivo finale di tre sette e gara di tiro alla fune. Serata danzante con il gruppo musicale “Idea 2000”. 11 agosto BONEFRO (Cb) - Inagurazione dedicata al famoso pittore bonefano Domenico Baranelli. Ore 11.00 -Auditorum- Convento Santa Maria delle Grazie. Rappresen-

tazione teatrale: Ore 21.30 presso Fontana della Terra rappresentazione teatrale: “La Gabbianella e il Gatto”, drammatizzazione tratta dal libro Luis Sepùlveda. 11 agosto CERCEPICCOLA (Cb) - Ore 21.00 in Piazza Lombardi festa dell’emigrante e del tricolore con cena e musica dal vivo, offerta dall’Amministrazione comunale. 11 agosto ISERNIA - The jazz history: Daniele Cordisco Trio e Matt Renzi Trio. 11 agosto MONTELONGO (Cb) - Contrada via Roma “Past e cim d rap”. 11 agosto MONTORIO NEI FRENTANI (Cb) - Festa di San Rocco. Ore 11.00 Santa Messa e processione; ore 21.00 grande orchestra di Fiati “G.Ligonzo”. 11 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Ore 16.00 Piazza Vittorio Veneto. Sannità teatro Sannitico festival “Antigione di Sofocle”; ore 21.30 largo Ciro Menotti. 11 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Ore 19.00 presso Piazza Marconi, “Un incontro nel borgo del gusto”, Ripabottoni-Olanda nelle tradizioni gastronomiche, (preparazione di piatti tipici ripesi e olandesi). Degustazione guidata e banco degustazioni dei vini molisani in collaborazione con Associazione Italiana Sommelier. La serata sarà allietata dalla musica. 11 agosto PIETRACUPA (Cb) - Ore 20.30 2° edizione Sagra della Bruschetta”; ore 21.00 esposizione del club Trigno fuoristrada 4x4 la serata sarà allietata dal complesso musicale “Ballando sotto le stelle”. 11 agosto SAN GIULIANO DEL SANNIO (Cb) - Ore 17.00 “Giornata Bambini” - Animazione by “Baby Village”, gonfiabili e animazione, località Terrapiana. 11 agosto SAN GIULIANO DI PUGLIA (Cb) - Ore 20.00 stands gastronomici; ore 21.30 Antonella Ruggiero e L’Arcano Patavino in concerto. “Stralunato Recital” con Mark Harris e Roberto Colombo, Corso Vittorio Emanuele III. 11 agosto TAVENNA (Cb) - Ore 21.00 “Beato tra le Donne”, seconda edizione in via Circonvallazione Nord. 12 agosto AGNONE (Is) - Notte bianca. 12 agosto BARANELLO (Cb) - Ore 18.00 il trasporto del corredo a cura del gruppo folkloristico 2Le Bangale”, ore 19.00 veglia di preghiera, ore 19.30 Festa della pizza Scema XII edizione, ore 21.30 spettacolo di musica leggera e cabaret con “Enzo Salvi”. 12 agosto BONEFRO (Cb) - Ore 20.30 2° edizione “Sapori veri” e sagra degli arrosticini. Serata gastronomica accompagnato dal concerto musicale Flamen Shiff. 12 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Apertura stands gastronomico e pesca, manifestazione “Borgo in Flore”. All’interno della manifestazione ci sarà un breve presentazione degli eventi da parte del Presidente della Pro-loco Angelica Morelli e la serata sarà allietata dalla De Andrè Tribute band. 12 agosto FERRAZZANO (Cb) - “Spizzicando per il Borgo”, passeggiata enogastronomica e foklorica tra gli incantevoli vicoli del Borgo storico di Ferrazzano. Degustazioni

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

4


Martedì 9 agosto 2011 Via San Giovanni in Golfo - 86100 Campobasso - Tel. 0874 484623 - Fax 0874 484625 - estate.quotidianomolise@alice.it

di prodotti locali e Tintilia, accompagnate da musica tradizionale di mandolini ed organetti. 12 agosto GAMBATESA (Is) - Ligabue tribute band in concerto. 12 agosto ISERNIA - Star della Musica: Richard Galliano Quartet. 12 agosto MONTECILFONE (Cb) - Concerto di Antonio Forcione Quartet, alle 21:30 in via Fiume. 12 agosto MONTORIO NEI FRENTANI (Cb) - Incontro tra interisti. Ore 21.00 cena e intrattenimento musicale. 12 agosto PESCOLANCIANO (Is) - 17^ Sagra della Polenta, ore 19:00 degustazioni di polenta tagliata con il filo, piatto tipico dei pastori della transumanza. In serata spettacolo musicale e serata danzante, a cura dell’associazione “Il Girasole”. 12 agosto PIETRACUPA (Cb) - Ore 17.00 torneo di briscola femminile in C.so Garibaldi; ore 21.00 concerto di mandolini “Circolo Musicale Pietro Mascagni”; ore 22.15 cover band di Gigi D’Alessio e cover band di Gigi Finizio. 12 agosto SAN GIULIANO DI PUGLIA (Cb) - Ore 20.00 sagra dei fusilli; ore 22.00 serata karaoke “One man band”. 12 agosto VASTOGIRARDI (Is) - Festeggiamenti in onore di S.Nicola di Bari con la partecipazione dell’intera giornata del gran concerto bandistico città di Bracigliano provincia di Salerno, diretto dal maestro, direttore e concertatore professor Mario Ciervo. 12 agosto VINCHIATURO (Cb) - Sagra della zampogna presso c.so del popolo. 13 agosto BARANELLO (Cb) - Ore 08.30 La banda per le vie del Paese “Città di Bracigliano”; ore 09.00 celebrazione Eucaristica; ore 10.00 rassegna di marce in Piazza “Città di Bracigliano”; ore 12.00 Il mattiniere; ore 18.30 rassegna di marce in Piazza “Città di Bracigliano”; ore 19.00 celebrazione Eucaristica- processione per le vie del paese- spettacolo pirotecnico.; ore 21.30 concerto bandistico in Piazza “Città di Bracigliano”. 13 agosto BONEFRO (Cb) - “Efrofestival: Il Borgo che si racconta cantando”, seminari di danza pizzica. Dalle ore 16.00 Convento Santa MAria delle Grazie, apertura del percorso enogastronomico “Bonefro sotto le stelle” 2° edizione, ore 19.00 Borgo antico “Terra Vecchia”. 13 agosto CAMPOBASSO - Ore 22.00 “Arx” concerto di muisca Funky- Blues. 13 agosto CASTROPIGNANO (Cb) - Visite guidate al Castello D’Evoli e Borgo, ore 10.30. Piazzale Chiesa Madre:”Mercato di prodotti locali e biologici”. 13 agosto CIVITACAMPOMARANO (Cb) - Ore 18.00 XVII sagra dei cavatelli, intrattenimento musicxale: “Quelli che il Karaoke.. Antonio e Felice”. 13 agosto CERCEPICCOLA (Cb) - Ore 21.30 Piazza Lombardi, musical mariano a cura delle suore del Santuario di Castelpetroso. 13 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - “I sapori di una volta”, sagra degli gnocchi e salsiccia e spettacolo musicale in piazza. 13 agosto FROSOLONE (Is) - Sounds of Molise: Giuseppe Spedino Moffa e Compari. b- Gli Stadio in concerto in Piazza Veneziale. A seguire un grande spettacolo di fuochi pirotecnici e estrazioni lotteria 1° premio 5.000 euro. 13 agosto LIMOSANO (Cb) - Ore 18.30 Santa Messa; ore 20.00 concerto del coro polifonico “San Ludovico” c/o la Chiesa di S. Francesco, a seguire assegnazione borsa di studio “Paolo Minicucci”; ore 21.00 “La cena è servita”, tutti in piazza per assaporare gustosi piatti preparati dallo staff dello stand gastronomico; ore 21.45 “Luntan’ da mamma” commedia teatrale in dialetto limonese, a seguire “Belio” asta di prodotti gastronomici. 13 agosto MONTORIO NEI FRENTANI (Cb) - XVI sagra delle “Tolle”. Ore 17.00 inizio degustazione; ore 21.30 BandAdriatica in concerto. 13 agosto MONTELONGO (Cb) - Contrda Croce “Ciufl ca savcic e carn u furn”. 13 agosto MONTORIO NEI FRENTANI (Cb) - Concerto della Band Adriatica, alle 21:30 in via Roma. 13 agosto PESCOLANCIANO (Is) - Pezzata pescolancianese. 13 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Ore 20.00 C.so Sannitico “Serata al corso”, cucina sotto le stelle. 13 agosto PIETRACUPA (Cb) - Ore 11.30 2° raduno Regionale di macchine agricole; ore 20.30 3° sagra D’ L’ Pannocchia, serata sarà allietata dal noto gruppo pugliese Rione Junno “Taranta Beat Live”. 13 agosto SAN GIULIANO DI PUGLIA (Cb) - “Molisecinema”. Ore 21.00 proiezione cortometraggi; ore 22.00 presentazione e proiezione del film-documentario “La terra negli occhi” di Gaia Adducchio. 13 agosto VINCHIATURO (Cb) - Ore 19.00 “Giochiamo insieme” presso villa comunale.

13 agosto TORELLA DEL SANNIO (Cb) - Ore 21.00 sfilata di abiti da sposa, sposo e cerimonia presso Atelier gi Moda. 14 agosto AGNONE (Is) - Percussioni ketoniche “Campana e sonus” in collaborazione con “Pontificia Fonderia Marinelli” di agnone, alle ore 21.30. 14 agosto CERCEPICCOLA (Cb) - Ore 21.00 Piazza Lombardi cena con degustazione di piatti tipici allietata da tanta buona musica degli anni 60-70, a cura dell’Associazione “Siam Fier e Baldi”. 14 agosto FROSOLONE (Is) - Star della Musica: Al Di Meola e peo Anfossi. 14 agosto GAMBATESA (Cb) - Collage in concerto. 14 agosto MATRICE (Cb) - Ore 21.00 “45° sagra del prosciutto” a S. Maria della Strada a cura del Consiglio Parrocchiale. 14 agosto MONTORIO NEI FRENTANI (Cb) - XVI sagra delle “Tolle” inizio degustazione alle ore 11.00. 14 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Ore 19.00 presso il teatro Sannitico “Cassandra e il re”. 14 agosto SAN MARTINO IN PENSILIS (Cb) - Marlene Kuntz in concerto. 14 agosto SAN MARTINO IN PENSILIS (Cb) - Marlene Kuntz in concerto. 14 agosto SAN GIULIANO DEL SANNIO (Cb) - Ore 20.30 “II° edizione sagra cavatell e custatell”. Intrattenimento musicale con i “Balla con noi”, viale Caduti di Marcinelle. 15 agosto CAMPOBASSO - Santa Maria De Foras - Gigione in concerto. 15 agosto CAMPOBASSO - Jò Donatello e Menayt in concerto, ore 21.30. 15 agosto GAMBATESA (Cb) - Cover di Rino Gaetano “Ciao Rino”. 15 agosto LIMOSANO (Cb) - Ore 11.30 solennità dell’Assunta. 15 agosto MATRICE (Cb) - Festività in onore della Madonna dell’Assunta a S.Maria della Strada,ore 09.00 continuazione della “45° sagra del prosciutto”, ore 21.00 spettacolo musicale. 15 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Festa “Santa Maria Assunta”. Ore 11.30 Chiesa Santa Maria Assunta, Santa Messa; ore 17.15 Santa Messa e processione nella Chiesa Santa Maria Assunta; ore 21.30 spettacolo musicale “Rino’s Garden” in piazza Vittorio Veneto. 15 agosto TRIVENTO (Cb) - Giò Valeriani. Dal 14 al 15 agosto MATRICE (Cb) - 45esima sagra del prosciutto a Santa Maria della Strada, spettacolo musicale, ore 21.00. Il giorno successivo alle ore 11.30 S.Messa nel Santuario con processione; ore 21.00 spettacolo musicale “Audiostop”. Dal 14 al 15 GILDONE (Cb) - Sagra dei peperoni. In contrada Santa Maria a Quadrano. 16 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Animazione per bambini con castelli gonfiabili, calcio balilla umano. 16 agosto GAMBATESA (Cb) - Festa dell’emigrante con la Mirko Casadei Beach band. 16 agosto MATRICE (Cb) - Ore 19.00 S.Messa con processione; ore 21.00 spettacolo musicale “Odissea”. Apertura stands gastronomici. 16 agosto MONTELONGO (Cb) - Ore 18.00 XXVI Palio delle Contrade. 16 agosto PIETRABBONDANTE (Is) - Ore 19.00 teatro Sannitico “Medea” da Euripide a Pasolini. 16 agosto PIETRACUPA (Cb) - Ore 15.00 giochi gonfiabili per bambini; ore 19.00 show acrobatico freestyle “Crazy Quad Team”; ore 21.00 Anguria Party con balli di gruppo e karaoke. 17 agosto CAMPOBASSO - In Piazza Palombo ore 22.00 “Blue Velvet” concerto di musica Funky - Blues. 17 agosto DURONIA (Cb) - Festa del Santuario dell’Assunta, contrada Santa Maria. 17 agosto GAMBATESA (Cb) - Drink to the sound of music “Sangria Party” con dj Tommason, a seguire I° edizione del Gambafolk and alternativerock music festival con i gruppi: La suonata balorda, 3ttnika, Jonny Blitz, Delirium 170 e Miaban. 17 agosto MATRICE (Cb) - Giornata missionaria “Pro Tanzania”; ore 21.00 esibizione scuola di ballo “World Dance Molise”. Apertura stands gastronomici. 17 agosto MONTELONGO (Cb) - Festa padronale in onore di San Rocco protettore. Dal 17 al 18 MONTAGANO (Cb) - Ore 17.00 apertura corsa d’arte “Rampa dei leoni”; ore 17.30 giochi per i bambini, in serata giochi popolari. (18 agosto) alle ore 20.30 esibizione della contessa Pina Muccino e, proiezione del film “Qualunquemente”. (19 agosto) serata danzante. 17 agosto ROCCASPROMONTE (Cb) - Festività dei Santi Protettori Vito, Modesto e Credenza. Ore 21.30 spettacolo in piazza con Vicenzo Olivieri e la Moma Bend.

17 agosto SANT’AGAPITO (Is) - Giò Valeriani. 17 e 18 agosto TERMOLI (Cb) - Spettacolo comico di ENRICO BRIGNANO “Sono romano ma non è colpa mia” al Teatro Verde, ore 21:00. Dal 17 al 20 TAVENNA (Cb) - Torneo di calcetto e pallavolo, campetto Polivalente. 18 agosto CAMPOBASSO - In Piazza Palombo alle ore 22.00 concerto di muisca rock-blues “Cafe Wha”. 18 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Matt Renzi Jazz Quartet in concerto. 18 agosto FOSSALTO (Cb) - VII edizione della manifestazione “Usi e costumi del centro storico”. 18 agosto GAMBATESA (Cb) - Summer disco party with dj ricky99. 18 agosto ROCCASPROMONTE (Cb) - Ore 20.30 tradizionale sagra di “salsiccia e ova fritt”. 19 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - “I sapori di una volta”, sagra dei “Cazzariegl e fagiuol” con frittata paesana e spettacolo musicale con “I simpatici Italiani”. 19 agosto FOSSALTO (Cb) - 19^ sagra del farro. 20 agosto Carovilli (Is) - Ore 21.00, in località San Domenico “Tutti in pista con Ennio” serata di liscio, balli di gruppo e revival anni 70-80 durante la serata funzionerà uno stand gastronomico con prodotti tipici locali. 20 agosto FOSSALTO (Cb) - Festa in onore della Madonna del Colle, stand gastronomici e spattacolo musicale. 19 agosto LIMOSANO (Cb) - Ore 18.30 solennità del Santo Patrono - San Ludovico. 19 agosto PIETRACUPA (Cb) - Festività di S. Giorgio. Ore 08.30 Banda di Sperone “AV”; ore 11.30 S.Messa nella Chiesa Madre e processione; ore 21.00 serata danzante “Greem Show”; ore 23.00 estrazione lotteria Asd Pietracupa calcio a 5. 20 agosto CERCEPICCOLA (Cb) - Ore 21.00 Piazza Lombardi serata danzante con cena conviviale. 20 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Rappresentazione del Musical “The Blues Brothers Story”. 20 agosto MATRICE (Cb) - Cantabimbi 2011. 20 agosto MONTEVERDE DI BOJANO (Cb) - La Corrida con la partecipazione di straordinari ospiti, presenta: Lucio Perrella. 20 agosto PIETRACUPA (Cb) - Ore 08.30 Banda di Montesarcchio “BN” Pietramusik; ore 20.30 3° sagra della birra molisana “Sannita” con band emergenti “J.D. Hogg”, “The Striplings”, “Vattelape-Ska”. 20 agosto SAN GIULIANO DI PUGLIA (Cb) - “Prima che tutto accadesse...” presentazione del libro e l’incontro con l’autore Maurizio Picariello, ore 19.00. 21 agosto Carovilli (Is) - In località San Domenico, 33° edizione de “La Tresca”, rievocazione dell’antica trebbiatura del grano e dei cavalli; ore 10.30 inizio trebbiatura che terminerà nel pomeriggio con l’asta del grano e della paglia; ore 12.00 apertura stand gastronomico con prodotti tipici locali, la giornata sarà allietata da canti, balli sull’aia e dal gruppo folkloristico argentino “Gioia d’Italia”. 21 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Cinema per bambini. 21 agosto CERCEPICCOLA (Cb) - Ore 21.00 Pizza Lombardi, serata musicale. 21 agosto FOSSALTO (Cb) - In piazza ore 20.30 “Zompa, raglia e fischia... e tut Fossalt scegn in pista”. 21 agosto MONTEVERDE DI BOJANO (Cb) - Raf in concerto. 21 agosto SAN GIOVANNI IN GALDO (Cb) - III edizione San Giovanni in sound. Sagra du “Funnerrielle”. 22 agosto LIMOSANO (Cb) - Ore 17.30 Madonna delle Stelle - SAntuario diocesano. 23 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - Esibizione del gruppo folk “Clemente Colucci” di Guardiaregia. 23 agosto GAMBATESA (Cb) - Comitato Festa San BArtolomeo Apostolo. Ore 20.30 sagra di pasta e fagioli con peperoni e formaggio fritto; ore 21.00 inizio ballo in piazza. 24 agosto COLLI A VOLTURNO (Is) - “Karaoke in piazza” e degustazioni dei tipici “T’Rciniegl” collesi. 24 agosto GAMBATESA (Cb) - Comitato festa San Bartolomeo Apostolo. Ore 21.00 spettacolo in piazza della divertente street band Conturband. 25 agosto VINCHIATURO (Cb) - Serata al... tartufo, con musica popolare presso DueDì. Fino al 26 settembre ISERNIA - In corso Marcelli, nel Complesso monumentale di Santa Maria delle Monache, la personale di istallazioni ‘Codice Lapidario’ della pittrice Luciana Picchiello. Fino al 15 settembre TERMOLI (Cb) - 56° Premio Termoli Mostra nazionale d’arte contemporanea, presso Galleria civica (orario: 10:00 - 12:00 e 20:00 - 24:00). Inagurazione spazi espositivi d’arte contemporanea, a cura dell’Associazione alla cultura in collaborazione con la Fondazione Molise Cultura, in via F.lli Brigida vicolo mercato.

COMUNICATI - SEGNALAZIONI - INFO: ESTATE.QUOTIDIANOMOLISE@ALICE.IT

5


MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 219

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

San Biase. Una è stata dimessa dall’ospedale, l’amica dovrà aspettare

Vive per miracolo le ragazze precipitate dal muretto Malconce, ma salve. Le due ragazzine che domenica scorsa sono incappate in una brutta disavventura possono dire di averla scampata. Sono precipitate nella scarpata al di sotto del muretto che delimita la villetta comunale che a San Biase chiamano Callaporto.

Una delle due ragazzine (entrambi 15enni) è stata dimessa dall’ospedale dove era stata trattenuta per accertamenti. Qualche graffio, contusione e tanto spavento, mentre la sua amica pare debba prolungare il ‘soggiorno’ perché nella caduta ha riportato ferite più serie,

anche se non tali da metterne in pericolo la vita. E’ accaduto domenica scorsa intorno alle 21, a quell’ora il paese brulica di gente. Le due amiche (arrivate a San Biase dall’Inghilterra tre giorni prima) s’intrattenevano a Callaporto come in tanti fanno d’estate. Una di loro

si è sporta troppo dal muretto, per nel tentativo di recuperare un orecchino, ed è scivolata nella scarpata in mezzo all’erba e rovi spinosi, fino a cadere sull’asfalto della strada sottostante. L’amica voleva aiutarla, ma l’avventatezza del gesto l’ha portata a cadere a sua volta.

Il muretto di Largo Schiappoli dove sono cadute le ragazze

I militari della stazione di Campobasso sono riusciti a fermare e denunciare i due falsi religiosi

L’abito non fa il monaco... ed è truffa Si fingono preti e fanno acquisti per 1.500 euro, poi la fuga lungo le vie della città Gli ingredienti sono sempre gli stessi con l’aggiunta di un pizzico di fantasia e l’abilità nella ricerca di facili prede per mettere in piedi una truffa. Come ha dimostrato la vicenda del commerciante campobassano al quale due insospettabili ‘fratelli’ si sono rivolti per mettere in atto il disegno criminale. Ai due, in questo caso, è andata male perché la vittima di turno – l’addetto alla vendita di un negozio che commercia articoli religiosi - ha capito tutto in tempo, evitando che il peggio si compisse. Ma per un caso sventato ce ne sono dieci che vengono purtroppo messi a segno, come testimoniano le denunce presentate alle forze dell’ordine. Il campionario delle truffe si fa sempre più vasto. Anche perché i tradizionali confini del crimine si sono naturalmente estesi con l’avvento di internet e degli strumenti informatici. I casi più frequenti, però, restano quelli delle cosiddette truffe porta a porta. Stavolta, però, i carabinieri

Gomitata ‘involontaria’ al carabiniere, torna libero Il Riesame a revocato la misura cautelare

Archivio

della Stazione di Campobasso sono riusciti a individuare e denunciare le due persone (un 37enne della provincia dell’Aquila e un 29enne di Isernia) che si erano spacciati per preti intenzionati ad acquistare alcuni articoli. Totale alla cassa 1.500 euro che però non sono stati pagati perché al momento di metter mano al portafogli i due si sono dileguati in un battibaleno. Rapida e tempestiva è stata anche la telefonata al 112 da parte del commerciante. Immediatamente i carabinieri si sono messi sulle tracce dei due falsi preti e nel giro di

Tantissimi auguri Oscar! Oggi hai un anno in più e noi ti vogliamo bene sempre di più... Buon compleanno al grande ometto Oscar che oggi compie sei anni! Con amore mamma, papà e il fratellino Ricky.

poche ore sono riusciti ad identificarli e denunciarli a piede libero. Dovranno rispondere di truffa e usurpazione di titoli davanti ai giudici del tribunale di Campobasso. Risulta credibile anche la versione secondo la quale gli articoli religiosi oggetto della truffa dovevano essere a loro volta riutilizzati per essere venduti porta a porta, come dire: la truffa è solo iniziata. Non di rado si presentano a casa presunti religiosi che vendono oggetti sacri con lo scopo di devolvere il provento ai poveri. red.cro.

Si era frapposto fra alcuni carabinieri e una 30enne extracomunitaria dalla quale i militari volevano ottenere le generalità perché in palese stato di ebbrezza, un 38enne di Sepino è finito in manette il mese scorso con l’accusa di concorso in resistenza a pubblico ufficiale ed è stato sottoposto a misura cautelare. Il Tribunale del Riesame ha parzialmente modificato l’ordinanza del giudice, che prevedeva l’obbligo di firma e il divieto di uscire di casa dalle ore 20 alle ore 6 del giorno successivo, permettendo ora all’uomo di essere fuori dimora anche nelle ore notturne, in attesa di essere giudicato il prossimo novembre (in fase di direttissima i legali Antonio Caputo e Cristina Pallotta hanno

CERCASI SASSOFONISTA PER COMPLESSO DI LISCIO A CAMPOBASSO. TELEFONARE AL NUMERO 366-7047056

chiesto i termini a difesa). Un colpo fortuito, ha sostenuto ieri l’avvocato Caputo ai giudici, che il 38enne nel voler collaborare con i carabinieri per fermare la donna,

senza che la situazione degenerasse in quanto la conosceva, avrebbe involontariamente sferrato a uno dei militari. Soddisfatta la difesa per questa buona vittoria.

Noleggiatori molisani nel mirino di Alemanno

FONDATO NEL 1998

Anche una decina di molisani titolari di licenze di autonoleggio sono finiti nella rete dei controlli della Polizia Municipale di Roma cui ha voluto assistere personalmente il sindaco Alemanno. Il blitz è scattato ieri mattina all’alba in piazza della Repubblica, nei pressi della stazione Termini e ha fatto emergere una inaspettata sacca di illegalità. Sono stati firmati una ventina di verbali per altrettante infrazioni e 10 fermi amministrativi. L’obiettivo era tutelare i noleggiatori locali che vengono ‘danneggiati’ economicamente da colleghi con licenza di altre regioni.

DIRETTORE RESPONSABILE: GIULIO ROCCO EDITORE: ITALMEDIA s.r.l. SEDE LEGALE: VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 86100 CAMPOBASSO SEDE OPERATIVA

VIA S.GIOVANNI IN GOLFO, 205 86100 CAMPOBASSO SITO INTERNET: www.quotidianomolise.it EMAIL:redazionecb@quotidianomolise.it

Pubblicità ITALMEDIA s.r.l. Tel. 0874.484623 Via S.Giovanni in Golfo Campobasso EMAIL: commerciale@quotidianomolise.it

CENTRO STAMPA ROTOSTAMPA - LIONI (AVELLINO) Registrazione Tribunale di Campobasso N. 157/87

7


8

Mercoledì 10 agosto 2011

L’Agenzia delle Entrate e il Ministero dell’economia e delle finanze e il Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri hanno realizzato una campagna integrata di comunicazione istituzionale per sensibilizzare i cittadini sulla necessità e l’importanza di pagare le imposte che andrà in onda a partire dal mese di agosto e proseguirà per tutto il mese di settembre. Un messaggio che punta a un obiettivo importante per tutti noi: ridurre l’evasione fiscale anche grazie ai comportamenti attivi dei cittadini e renderli consapevoli che senza entrate fiscali, non è possibile fornire servizi pubblici. In sintesi chi evade le tasse vive alle spese degli altri e danneggia tutti. La cam-

Chi vive a spese degli altri finisce per danneggiare tutti Lotta all’evasione fiscale, campagna dell’Agenzia delle Entrate pagna, sviluppata dall’agenzia pubblicitaria Saatchi & Saatchi, è articolata in due spot televisivi e due comunicati radio, che verranno declinati in affissioni nelle principali stazioni ferroviarie e negli aeroporti di Milano e Roma, nonché in pagine pubblicitarie sui maggiori quotidiani e settimanali. L’iniziativa partirà da oggi, 9 agosto, utilizzando gli spazi gratuiti televisivi e radiofonici della Rai. Il primo spot, un’animazione intitolata “Se”, che me-

L’Agenzia delle Entrate

scola il 3D e la motion graphic 2D, ricorda come le tasse servano a produrre

servizi pubblici, e solo pagandole tutti potremmo avere migliori e maggiori

servizi, dagli ospedali alle scuole, dalle strade ai parchi, ai trasporti. Lo slogan è: “Se tutti pagano le tasse, le tasse ripagano tutti. Con i servizi”. Il secondo video, affronta il tema dell’evasione in maniera diretta, presentando gli evasori per quello che sono: parassiti che vivono alle spalle della società, succhiando risorse e accesso ai servizi pubblici a tutta la collettività, senza sostenerne l’onere. Una tecnica di sfruttamento che viene dunque accostata alle

modalità di sopravvivenza adottata in natura dai parassiti. “Chi vive a spese degli altri – recita lo spot – danneggia tutti. Battere l’evasione è tuo interesse.” Lotta ai furbetti in alta frequenza – Gli stessi temi, con piccole variazioni, tornano anche nei due spot radiofonici. Qui i parassiti sono, da un lato, oggetto di un’approfondita interrogazione scolastica sui nomi scientifici dei profittatori, dall’altro “animali” da museo, antichi reperti rinchiusi in vetrina e osservati con un misto di disprezzo e distacco dai cittadini perbene di domani. Un messaggio che suona non solo come un augurio, ma anche come un impegno: battere l’evasione fiscale in nome dell’interesse di tutti.

E’ di due milioni di euro circa la cifra investita per il completamento di 40 alloggi popolari a San Giovanni

Contratto di Quartiere, via al bando Da Roma arrivano le buste per la gara d’appalto: il 7 settembre la scadenza Partono le gare d’appalto per portare a compimento il Contratto di Quartiere. I lavori per completare la costruzione di quaranta alloggi – venti appartamenti in via Marche e venti villette resi-

denziali lungo via San Giovanni – partiranno dopo il 7 settembre, data in cui scadrà il bando di gara e ci sarà l’aggiudicazione dell’impresa appaltatrice. Ad annunciare l’arrivo delle buste da Roma Gli alloggi in via Marche

è il sindaco Luigi Di Bartolomeo, che nello scorso mese di marzo in conferenza stampa aveva reso noto l’ok del Ministero dell’Infrastruttura allo sblocco di 2 milioni e 300mila euro di fondi. “Un lavoro fatto nella mia persona con il ministro Matteoli, – afferma il primo cittadino – un passo alla volta riusciamo a portare a termine i nostri obiettivi”. Una grande soddisfazione per Di Bartolomeo, che con la sua squadra di governo riesce a completare un lavoro iniziato oltre dieci anni fa. Lo Iacp è stato investito dell’incarico di Ente attuatore. Gli appartamenti

di via Marche saranno destinate perlopiù agli anziani, ma anche alle giovani coppie. Le villette accoglieranno soprattutto le famiglie in difficoltà. Un grande passo per la città nel campo del sociale e della riqualificazione del quartiere San Giovanni, possibile grazie alla contrattazione vincente con Roma.

Fondi concessi dal Ministero

Venerdì appuntamento con la buona cucina nostrana

A Ferrazzano... spizzicando per il borgo Una passeggiata enogastronomica articolata su sette tappe Una passeggiata per conoscere il borgo di Ferrazzano, riscoprendo i sapori e i suoni della tradizione. L’amministrazione comunale chiama i molisani a migliaia per l’appuntamento in programma venerdì a partire dalle ore 18.30, denominato “Spizzicando… per il Borgo. Passeggiata enogastronomia e folklorica”. Sette percorsi segnati in maniera studiata, al termine dei quali saranno posizionati altrettanti stand gastronomici. Oltre all’aperitivo di benvenuto, le persone potranno deliziarsi con pantacce al pomodorino e ricotta, rustici e fiatoni artigianali, affettati e formaggi locali, pizza e minestra, cicoli, peparulessa e pizza gialla, pastarelle e il tipico vino di Ferrazzano, il Moscato (del professor Fabio Pilla). Ogni degustazione sarà inoltre accompagnata

dalla Tintilia locale della “Cantina di Remo”. Basterà lasciare 10 euro al bancone della cassa-cambi posizionata in piazza e ricevere in cambio 7 monete particolari che permetteranno ai buongustai di accedere agli stand (per i bambini fino a 6 anni la partecipazione è gratis). I prodotti sono tutti locali. I percorsi saranno inoltre animati dalle note dei mandolini, delle chitarre e dei tamburelli suonati dai bravissimi artisti “di casa”. In piazza Castello la Pro Loco posizionerà uno stand dove illustrerà la storia di Ferrazzano con foto e video. Sempre nell’area di fronte al Municipio alle 22 è previsto lo spettacolo del Gruppo Folklorico “Lu Passarielle”. “Un modo particolare e coinvolgente – afferma il sindaco Fratianni – per farci conoscere in tutte le nostre peculiarità”.

Il comune di Campobasso

E’ stata depositata la sentenza del Tar relativa al Collegio dei revisori dei Conti del comune di Campobasso in cui Donato Toma, escluso dal collegio in favore di Vittorio Del Cioppo, ha avuto ragione. Toma dunque entrerà nel collegio nelle prossime settimane. Il gruppo consigliare del Pd

Oncologia, convenzione tra l’Asrem e gli ‘Ospedali riuniti di Foggia’ L’Azienda sanitaria Il Cardarelli regionale del Molise ha stipulato una convenzione con l’Azienda ospedaliero-universitaria “Ospedali riuniti Foggia” finalizzata ad attivare una serie di interventi in campo oncologico. Il documento prevede l’espletamento di consulenza specialistica presso l’ospedale ‘Cardarelli’ di Campobasso da parte di personale dell’area delle dirigenza medica in servizio nell’Unita’ operativa complessa (Uoc) della struttura pugliese da effettuarsi due volte a settimana. La durata della convenzione e’ di un anno.

Si è espresso il Tar

Comune, Toma nel Collegio dei revisori dei Conti al Comune di Campobasso, prima del ricorso, votò in Consiglio a favore dell’entrata di Toma nel collegio dei Revisori dei Conti portando avanti una battaglia per ripristinare il Collegio nel suo regolare funzionamento. La candidatura di Del Cioppo era inficiata dal fatto che all’epoca della votazione era

anche nel Consiglio di amministrazione della Sea, la società che si occupa dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani. La sentenza definitiva del Tar Molise ha dato quindi il via libera all’ingresso di Toma nel Collegio dei revisori dei Conti. Soddisfazione è stata espressa dal gruppo consiliare del Pd.


Mercoledì 10 agosto 2011

9

Il sindaco: rivalutare le zone più interne e paesaggistiche di Campobasso

L’area della Foce torna agli antichi splendori Il taglio del nastro della storica area della Foce

di Ylenia Fiorenza “Sento di amare davvero la mia città, ecco perché assieme a tutta la mia squadra, come giunta comunale, sto tentando con tutti i mezzi possibili e con le poche risorse finanziarie che abbiamo a disposizione, di rivalutare le zone più interne e paesaggistiche di Campobasso”. E’ la dichiarazione entu-

siasta del sindaco di Campobasso, Luigi Di Bartolomeo, rilasciata durante la manifestazione di consegna ufficiale dell’area storica della Foce avvenuta ieri in tarda mattinata. “Turismo e cultura per una bonifica ambientale nella città”. E’ questa la politica che sta assumendo sempre con più impegno e solerzia il neo-presidente

della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, il quale ha ribattuto, a seguito del taglio del nastro, che “promuovere il territorio significa riconsegnare ai cittadini non solo i parchi nascosti della grande bellezza paesaggistica, ma l’opportunità di recuperare a livello naturalistico, turistico ed economico spazi antichi e servizi utili per lo sviluppo della città che va resa in grado di corrispondere alle esigenze e alle speranze dei suoi cittadini”. Nel corso dell’evento, a cui hanno preso parte altri esponenti della giunta comunale e di quella provinciale, che ha visto il passaggio di consegna di questa frazione emblematica di Campobasso, è stato evidenziato che presto l’amministrazione comunale provvederà a rendere pubblico un bando di gara, per consentire a qualche impresa di investire sulla zona della Foce, per renderla luogo frequentato e vissuto come ai vecchi tempi.

Neanche stavolta è passato inosservato il feeling tra il sindaco Di Bartolomeo e il presidente De Matteis. Un tema di sottofondo che riporta i segni di una interessante intesa e di una stretta collaborazione. Con queste prospettive di ampio respiro, la politica presente su Campobasso sta adottando una logica di promozione non indifferente, che getta sicuramente solide fondamenta di bene comune per futuri ponti di sinergia istituzionale. Riservando, comunque, una cura tutta particolare per i giovani che guardano oggi al futuro con grande incertezza, a causa della precarietà, ma che aspettano dalla politica solide e convincenti risposte.

De Matteis: turismo e cultura, per una bonifica ambientale nella città

Il passaggio di consegna dal presidente De Matteis al sindaco Di Bartolomeo

L’organizzazione dei commercianti di via Marconi. Successo per la performance dei Bufù di Casacalenda

Musica e degustazioni per una serata al centro storico Il centro storico è vivo. Via Marconi torna a brillare in una serata tutta spe-

ciale. A fare da padroni i cittadini del capoluogo che hanno preso d’assalto il

‘paese vecchio’, piazzetta Palombo, per deliziarsi tra musica e sapori del palato.

Chiaro il segnale che i commercianti della zona hanno voluto lanciare, organiz-

zandosi a tavolino per la riuscita di un’appuntamento allietato dalle note dei Bufù di Casacalenda. L’obiettivo era richiamare quanta più gente possibile, risultato conseguito. Per invitare a nozze i cittadini i ristoratori hanno deciso, inoltre, di offrire una cena low cost, a soli cinque euro. Come poter dire di no!


MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 219

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Onore al Santo Patrono, San Donato e inaugrazione del monumento intitolato all’Unità d’Italia

Festeggiamenti doppi a Cercepiccola Presenti le autorità politiche, civili, militari e religiose della Valle del Tammaro di Giuseppe Di Palo CERCEPICCOLA. “Una duplice occasione per festeggiare il proprio Patrono, San Donato, ma anche i 150 anni di unità politica ed istituzionale dell’Italia”. Con queste parole si è aperta la manifestazione del 7 agosto voluta fortemente dall’Amministrazione Comunale di Cercepiccola durante la quale, oltre al tradizionale culto per il Patrono (con la processione della statua per tutte le strade del paese), è stato inaugurato un monumento all’Unità d’Italia nell’omonima “neo ribattezzata” piazza. Un coro composto dai bambini del paesino “cuore della Valle del Tammaro”, accompagnato dall’orchestra Mascagni, ha fatto gli onori di casa cantando dapprima l’Inno di Mameli e poi la canzone “tre colori” di Tricarico. A scoprire il monumento, ideato dall’artista locale Monia Felice e realizzato da Michele, Alfredo e Gianvincenzo Petraroia, il presidente del Consiglio

De Camillis e Simiele

Regionale, Michele Picciano, il Deputato Sabrina De Camillis ed il sindaco di Cercepiccola, Michele Simiele. Subito dopo il calar del lenzuolo tricolore, è seguita la benedizione dello stesso monumento da parte del Parrocco di Cercepiccola e San Giuliano del Sannio, Don Giovanni Tramontano. Presenti anche diversi esponenti delle autorità politiche, militari, civili e religiose della Valle del Tammaro e, più in generale, di tutto il Molise.“Questa manifestazione – le parole di Picciano

– rappresenta, non solo per questa splendida comunità ma per tutto il Molise, un importante e qualificante momento per festeggiare i 150 anni dell’Italia. In modo particolare, inaugurare un monumento ed una piazza dedicati al Paese testimonia l’avere senso dello Stato, senso di appartenenza alle Istituzioni in un momento che simboleggia sia la storia della nostra nazione che questo periodo di riforme che interessa anche la Regione Molise. Noi crediamo nelle auto-

nomie locali, in una logica forte di federalismo”. “Abbiamo vissuto un anno ricco di iniziative volte ad enfatizzare il senso di unità nazionale – spiega Michele Simiele – volute in armonia dalla Giunta Comunale, sia maggioranza che opposizione. Oggi abbiamo il piacere di ospitare nella nostra comunità buona parte dell’arco istituzionale della Repubblica italiana: un parlamentare che rappresenta lo Stato Centrale, il Presidente del Consiglio Regionale, due assessori del Governo Regionale, il Presidente della Provincia di Campobasso, i rappresentanti dei Comuni limitrofi e, soprattutto, sono presenti i cittadini.”“Un momento importante – interviene Rosario De Matteis – celebrato in un giorno altrettanto importante per la comunità ma anche per la Regione e la Provincia. Infatti, un ruolo fondamentale ha ricoperto il nostro territorio per l’Unità d’Italia con la battaglia del Macero-

Il presidente De Matteis con Michele Picciano

ne . La speranza è che tale sentimento di unità possa continuare trasmettendo ai nostri giovani storia e valori che hanno caratterizzato il nostro essere italiani”. “Un’iniziativa – dichiara De Camillis – che si colloca all’interno di una serie di manifestazioni che puntano a far vivere meglio lo spirito dei festeggiamenti di questo importante cento cinquantenario ed a far comprendere il significato di una semplice bandiera composta da tre colori. Un vessillo che deve

insegnarci ad amare la nostra patria ed a sentirci onorati di appartenere a questa terra. Inoltre, la donna rappresentata nel monumento oggi scoperto a Cercepiccola deve farci riflettere sul ruolo che tante invisibili donne hanno avuto nel costruire questa nazione”. L’evento si è concluso con una rappresentazione dei bambini i quali hanno illustrato cos’è per loro l’unità d’Italia cui è seguito un affascinante concerto ad opera dell’orchestra Mascagni.

L’associazione organizza il più bel raduno d’auto d’epoca della regione

Il Presidente Giorgio Napolitano si congratula con Il Sorpasso Un successo ormai consolidato quello che ogni anno vede protagonista l’Associazione Gruppo Auto Classiche “Il Sorpasso” di Bojano che anche domenica scorsa ha riempito tutta la piazza con auto d’epoca di gran classe attirando tanti curiosi ed appas-

sionati. Erano più di cento le auto che hanno sfilato per il centro del paese a testimonianza delle tante persone che hanno partecipato al raduno accorrendo anche da fuori regione per l’imperdibile appuntamento giunto ormai alla IX edizione. L’evento è durato

ben 3 giorni è si è concluso in piazza con la lettura del messaggio, che il Presidente della Repubblica Onorevole Giorgio Napolitano ha fatto pervenire agli organizzatori della manifestazione. L’edizione di quest’anno, è stata dedicata alla celebrazione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, attraverso un convegno che ha avuto per tema: la motorizzazione di massa… quanto ha

contribuito l’automobile all’Unità d’Italia. Nella mattinata di domenica , in piazza Roma tra le tante auto ornate da un fiocco tricolore, si è svolto il convegno aperto dal presidente de Il Sorpasso, Federico Petrino, che dopo una breve prolusione ha letto il messaggio, fatto pervenire per l’occasione dal Presidentorizzazione di massa e sul rilevante e decisivo contributo che lo

Al via la IX rassegna folklorica Internazionale Incontri SAN GIULIANO DEL SANNIO. Si terrà stasera la IX edizione di “Incontri”, la Rassegna Folklorica Internazionale organizzata dall’associazione Compagnia d’Arte Popolare o.n.l.u.s.. nata nel lontano 1992 ad opera di alcuni giovani cultori del luogo, amanti delle tradizioni, degli usi e dei costumi della propria terra e volenterosi di tramandare

10

alla propria e futura generazione i ricordi di una civiltà passata, ricca di sentimenti più vari, più semplici, più genuini. Nonostante la giovane età dei componenti ha raggiunto presto importanti traguardi. Con tenacia, costante impegno e continua ricerca sul campo, la Compagnia d’Arte Popolare o.n.l.u.s. ha por-

tato la tradizione molisana e sangiulianese in particolare in molte regioni italiane e in Europa.Lo scopo dell’associazione è ben preciso: “rinsaldare l’amicizia e la pace tra i popoli”, ed è proprio questo il motivo che spinge la Compagnia d’Arte Popolare o.n.l.u.s. ogni anno ad organizzare la rassegna folklorica “Incontri”, che si tiene a San Giuliano

del Sannio nel mese di agosto e che riporta grandi soddisfazioni a livello artistico e sociale.In occasione dell’edizione del 2011, la nona, saranno ospitati - per la prima volta - ben cinque gruppi folklorici di livello internazionale quali Cile, Kenya, Spagna, Lituania, HawaiiI. L’appuntamento è per le 21.00 in Piazza Libertà.

stesso ha comportato per il progresso e lo sviluppo del nostro Paese, segnando positivamente gli anni della crescita economica e favorendo gli scambi e le trasformazioni sociali e culturali. Con tali sentimenti invio a Lei, agli associati, agli autorevoli relatori e a quanti parteciperanno un cordiale saluto”. Successivamente è intervenuto il professor Massimiliano Marzillo, docente di Storia Contemporanea presso l’Università degli Studi del Molise che, attraverso un excursus a partire dai primi anni dell’unità d’Italia fino ad arrivare agli anni 5060, ha evidenziato quanto lo sviluppo della rete stradale nazionale e il diffondersi sempre più della motorizzazione di

massa abbia contribuito ad unire l’Italia e gli Italiani. Nel corso del convegno è intervenuta anche l’ Assessore regionale Angiolina Fusco Perrella , che in qualità di rappresentante della giunta regionale ha ringraziato gli organizzatori per la magnifica manifestazione, sottolineando come la stessa si sia arricchita di un valore in più proprio perché dedicata alla celebrazione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia e come questo tradizionale appuntamento lega la cultura il turismo e le persone che vogliono bene al Molise.te della Repubblica che recita come segue: “Merita apprezzamento l’iniziativa che favorisce una significativa riflessione sul fenomeno della mo


MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 219

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Il quattro ottobre toccherà al Molise farsi portavoce del sentimento e delle preghiere del popolo italiano

Viaggio ad Assisi, i comuni si organizzano Sarà consegnato l’olio per la lampada che arde nella cripta di San Francesco I comuni molisani si organizzano per il viaggio ad Assisi. Il 4 ottobre 2011, i molisani offriranno l’olio per la

lampada che arde nella cripta di San Francesco e toccherà proprio al Molise rappresentare ad Assisi i senti-

La premiazione domani alle 18,30

Sguardi ed angoli di Riccia In dirittura d’arrivo il concorso fotografico E’ in dirittura di arrivo la prima edizione del Concorso fotografico “Sguardi ed angoli di Riccia” organizzato dall’Associazione turistica Pro Loco Riccia. La premiazione ci sarà il 12 agosto alle ore 18,30 nell’ambito della manifestazione Expo Riccia, che si terrà dal 10 al 12 agosto nell’incantevole cornice naturalistica del Bosco Mazzocca. La qualità e la professionalità dei partecipanti ha spinta l’organizzazione ad assegnare altri tre premi: “Creatività”, “Colpo d’occhio”, “Miglior ritratto”. Già dal giorno 10 sarà comunque possibile visitare la Mostra allestita con tutte le immagini fotografiche inviate per il Concorso. Sono stati oltre venti i partecipanti con circa quaranta foto, tra le quali sono state selezionate le tre vincitrici. Al primo premio andrà la somma di 350 euro, mentre per il secondo ed il terzo posto, saranno di 100 e di 50 euro le somme assegnate. La giuria presieduta dal noto fotografo Paolo Cardone ha ritenuto, in considerazione della buona qualità delle foto pervenute e della professionalità dimostrata da tutti i partecipanti nel rappresentare e ritrarre il paese e i suoi abitanti. Panorama di Riccia

menti e le preghiere degli italiani. Il pellegrinaggio è un’occasione importante per esaltare i valori della fratellanza e dell’uguaglianza unita alla celebrazione di San Francesco, Santo protettore dell’Italia, figura rivoluzionaria della Chiesa cristiana e ambasciatore di pace. In occasione di questa ricorrenza, il Comune di Pietracatella in collaborazione con la Pro Loco Pietramurata sta organizzando e

definendo la visita ad Assisi, in modo da dare la possibilità a tutti i pietracatellesi di poter partecipare ad un evento religioso così importante e di grande affluenza. Tutti coloro che sono interessati, fa sapere l’amministrazione, potranno dare la loro adesione rivolgendosi al comune o alla Pro loco, entro e non oltre il 31 agosto. Il programma indicativo prevede una trasferta di due giorni: si parte da Pie-

tracatella il 3 ottobre alle ore 6,30 con pernottamento a Bastia Umbria in albergo tre stelle( mezza Pensione: pranzo escluso, colazione e cena incluse). Il 4, dopo la cerimonia, si ripartirà da Assisi per rientrare in serata a Pietracatella. Il costo totale è di 80 • ,comprensivo del viaggio andata e ritorno, il pernottamento in albergo per la serata del 3 e il soggiorno ad Assisi. L’anticipo di 30 •

dovrà essere versato all’atto di iscrizione. Chi è già sicuro di voler andare, è bene che dia immediatamente la sua adesione, per chi invece è ancora indeciso è utile che prenda in tempi brevi una decisione per evitare di rimanere a casa, in vista del pienone che in quei giorni ovviamente, ci sarà. Il comune e i membri della pro loco si terranno a disposizione per qualsiasi altra informazione.

Obiettivi: abbattere i costi e sveltire le pratiche in favore dei cittadini

Pietracatella-Limosano, patto per la gestione dei servizi demografici Il comune di Pietracatella coopererà con il comune di Limosano per la gestione in forma associata dei servizi demografici e degli affari generali, nell’ottica di miglioramento e risparmio in termini di spesa per entrambe le parti, permesso dalla recente normativa che afferma che i comuni possono attivare delle convezioni e delle collaborazioni riguardanti i servizi fondamentali, sempre più estese. Una sintonia positiva che permetterà ad entrambi i comuni di gestire i tanti bisogni dei cittadini a cui devono cercar di far fronte tutti i giorni avendo a disposizione risorse limitate dato il periodo di crisi finanziaria che tutta l’Italia sta vivendo. Il Comune di Pietracatella costituisce, essendo più grande, il Comune capofila e provvederà quindi a liquidare gli assegni e le indennità dovute, rendicontando mensilmente la spesa al Comune di Limosano, che provvederà al

rimborso entro il mese successivo. Il responsabile individuato dai due comuni, garantirà lo svolgimento del servizio demografico per un 1/3 presso il Comune di Limosano e per gli altri 2/3 presso il Comune di Pietracatella. Egli ha il compito di organizzare e dirigere l’attività dell’ufficio e di adottare tutti gli atti gestionali inerenti ai servizi demografici ed affari generali. Il dipendente ha la sua sede presso il Comune di Pietracatella ed è in questa sede che dovranno essere allo stesso comunicati tutti gli

Veduta di Pietracatella

atti che lo riguardano. Proprio per questo ogni atto o provvedimento che riguardi

Ospiti irlandesi in tour a Jelsi per ammirare le bellezze del paese Dopo il premio “La Traglia - etnie e comunità” nel loro giro in visita ad Altalia e Campobasso, Jelsi è stata percorsa in lungo e in largo dalle ospiti irlandesi: il museo dell’Orso, la cripta dell’Annunziata, i vicoli, il museo del grano, il carro gitano di Pierluigi Giorgio e addirittura … Totonno e battista alle mitiche masserie Ciaccia!

il dipendente dovrà essere trasmesso tempestivamente dal Sindaco del comune di Pietracatella al Sindaco del comune di Limosano. Queste collaborazioni costituiscono la base per il futuro sviluppo delle forme di associazione e cooperazione al fine di utilizzare reciprocamente le risorse disponibili di personale e strumenti di lavoro per svolgere in modo coordinato funzioni e servizi istituzionali.

11


MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011

DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

ANNO XIV - N. 219

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL. 0874/484623 - FAX 0874/484625

Civitacampomarano. ‘La situazione merita la massima attenzione’

Comando Forestale a rischio L’intervento di Muccilli L’assessore regionale all’Ambiente del Molise, Salvatore Muccilli, su invito de sindaco del Comune di Civitacampomarano, Paolo Manuele, prenderà parte, nella giornata di oggi, alla seduta del Consiglio comunale che dibatterà sulla soppressione del Comando stazione del Corpo di polizia forestale sito nel Comune. Si tratta di una precisa presa di posizione su un problema che riguarda nel Molise altre

tre stazioni e, precisamente, quella di Guglionesi in provincia di Campobasso e due stazioni in provincia di Isernia: Pescopennataro e San Pietro Avellana. “La soppressione dei quattro Comandi Stazioni del corpo di polizia forestale del Molise a seguito del provvedimento del Ministero delle Politiche Agricole – afferma l’Assessore - merita la massima attenzione e ogni forma di intervento per scongiurarla. La politica di ridu-

zione dei costi, necessaria ed irrinunciabile, deve essere però attenta ed oculata, pronta ad operare solo dopo aver valutato tutte le conseguenze che possono derivare da un provvedimento così sostanziale. La presenza capillare sul territorio del Corpo forestale è una necessità per il Molise in considerazione delle sue caratteristiche orografiche. Grosse estensioni di territorio boschivo in spazi difficili da raggiungere ma da tenere

sotto controllo per la grande ricchezza che rappresentano per la regione, sotto l’aspetto paesaggistico, ambientale e di tutela delle specie animali. Il territorio è la nostra ricchezza, la base necessaria per poter puntare ad una politica di sviluppo turistico fondata sulla salubrità dell’ambiente e sulla bontà di tutti i prodotti che derivano dalla natura. Il corpo forestale è garante e custode di questo patrimonio. A fronte di un risparmio

L’Assessore Salvatore Muccilli

irrisorio dei costi rischiamo di depauperare la ricchezza del nostro territorio. Conscio della gravità di questo provvedimento mi farò par-

te attiva, in sede nazionale e regionale, per sollecitare tutti gli interventi che possano servire a scongiurare questa evenienza”.

Dalle 17 alle 20 è possibile recarsi in associazione per richiedere informazioni

Sant’Angelo Limosano, l’Atm diventa Info Point a servizio del turista

Giulio Sansone

S.ANGELO LIMOSANO. Per il secondo anno consecutivo l’Associazione Turistica Molisana apre le porte della sua sede a S.Angelo Limosano e si trasforma in info point. Dopo il lusinghiero successo dell’iniziativa avviata in via sperimentale la scorsa estate, torna ad aprire in agosto il punto di informazioni turistiche. In via Vico Piemonte n.5 persona-

le qualificato è pronto ad accogliere residenti, turisti e visitatori per offrire una serie di servizi che aiutano a trascorrere una serena vacanza. Dal lunedì otto al 22 agosto, periodo clou per il rientro dei tanti emigrati che affollano i tranquilli borghi molisani, dalle ore 17 alle 20, si potrà visitare la sede dell’associazione per ottenere informazioni turisti-

che, conoscere gli appuntamenti dell’estate molisana, prenotare escursioni guidate, noleggiare bici, avere materiale turistico promozionale. Il tutto mentre nell’info point, grazie ad un maxi schermo, scorreranno le più suggestive immagini delle bellezze della regione. In un angolo dedicato all’enogastronomia in mostra un’esposizione di prodotti tipici locali. “Proseguono gli sforzi dell’Associazione per la promozione del territorio e delle sue peculiarità. Metteremo anche quest’anno a disposizione dei turisti i nostri esperti per indirizzarne le scelte di possibili mete da raggiungere, guidarli alla scoperta del territorio,

accompagnarli nelle escursioni, incuriosirli nelle visite. Seppur per un periodo di tempo ridotto ma mirato, offriremo un’ampia gamma di servizi per venire incon-

ROCCAVIVARA. Il cantautore e cabarettista campano Federico Salvatore sarà in scena nel teatro di Canneto, in agro di Roccavivara, giovedì 11 agosto con il suo musical “Se io fossi San Gennaro”. Nello spettacolo Salvatore annovera tutto ciò che secondo lui ha rovinato la sua bella capitale partenopea

elencando le colpe degli stessi napoletani, facendosi così apprezzare anche per il ruolo di cantautore di denuncia dalla vena comico-amara. Negli anni infatti il cantante abbandona il genere brillante per impegnarsi con canzoni più serie. La canzone è una ballata, accompagnata solo dalla chitarra, che parla a 360 gradi di Napoli,

tro alle esigenze di quanti hanno scelto di trascorrere in Molise la propria vacanza, affinché ripartano soddisfatti, con un piacevole ricordo e la voglia di tornare.

L’impegno dell’Atm, incessantemente in prima linea nel valorizzare la nostra terra, è costante e puntuale. Come continua è la propensione a fare di più nell’interesse esclusivo di un territorio ricco di ispirazione, che profuma di storia e merita di essere maggiormente promosso” ha spiegato Giulio Sansone, il presidente dell’Associazione Turistica Molisana. Per informazioni è possibile contattare l’info point, aperto al pubblico tutti i giorni a S.Angelo Limosano in via Vico Piemonte n. 5, dall’8 al 22 agosto prossimi, dalle ore La sede ATM 17 alle 20, al numero 0874.768005.

Pietre, rose e altri versi Rinviato il recital Se io fossi San Gennaro, domani a Canneto in scena Federico Salvatore FOSSALTO. Doveva essere portato in scena al teatro Alfieri di Fossalto il recital “Pietre, rose e altri versi”. Ma per imprevisti personali di Sergio Marchetta lo spettacolo è stato rinviato a data da destinarsi. Si terrà comunque nel mese di agosto. Quando sul palcoscenico fossaltese il giovane scrittore, poeta e sceneggiatore campobassano si esibirà in uno spettacolo originale che si snoderà tra declamazione di poesie, musiche, monologhi e racconti. Nel maggio 2011 Marchetta ha pubblicato il suo primo volume “Pietre e Rose”, una raccolta inedita di poesie. Lo ha fatto con un nobile fine. Acquistando il libro sarà infatti possibile sostenere la ricerca scientifica. Con il ricavato delle vendite, l’autore aiuterà l’associazione molisana della Lega Italiana Fibrosi Cistica, una grave malattia genetica molto diffusa anche in Italia.

12

dei suoi pregi e dei suoi difetti, dei luoghi comuni da sfatare e di quelli in fondo veri. Delle bellezze partenopee e dei grandi cervelli che hanno illuminato questa città. “Se io fossi San Gennaro” è ormai una sorta di inno per Napoli, quasi un intercalare ogni qualvolta si parla della città e di chi la popola, una bella sferzata a quella

parte della cultura partenopea di maniera e benpensante. Una delle canzoni più conosciute ed apprezzate di Federico Salvatore che sarà possibile seguire giovedì 11 agosto nel teatro di Canneto alle ore 21. Lo spettacolo è a cura della Provincia di Campobasso che lo ha allestito d’intesa con il Comune di Roccavivara.


ANNO XIV - N. 219

MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: quotidianoiserna@gmail.com

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Infortunio sul lavoro a Carovilli. Il cantiere posto sotto sequestro

Cade dall’impalcatura Ferito operaio di 23 anni CAROVILLI. È ricoverato al Cardarelli di Campobasso un operaio di 23 anni, originario di Pescolanciano, che l’altro pomeriggio è rimasto vittima di un infortunio sul lavoro. Mentre era impegnato in un cantiere edile di Carovilli (in località Fontecurelli) è caduto dall’impalcatura, procurandosi

alcune fratture. In quel momento stava sistemando delle assi di legno al piano superiore di una casa in costruzione. Probabilmente si tratta di una caduta accidentale, fatto sta che il giovane operaio è rimasto ferito. Non è comunque in pericolo di vita. I colleghi di lavoro hanno allertato i soccorsi. Il

23enne è stato prima trasportato al Veneziale di Isernia. Dopo una serie di accertamenti, il paziente è stato trasferito al Cardarelli di Campobasso, dove si trova tuttora ricoverato. Ieri mattina a Carovilli si è recato il personale dell’Ispettorato del lavoro, per fare tutte le verifiche inerenti il rispetto del-

le norme che dovrebbero garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro. Sul posto anche gli agenti della Polizia scientifica di Isernia, che hanno effettuato alcuni rilievi. Il cantiere, come da prassi, è stato posto sotto sequestro. Per il dissequestro bisognerà attendere che l’iter avviato dall’Ispettorato del

Il giovane ricoverato al Cardarelli di Campobasso

lavoro giunga a conclusione. Come detto, la caduta sarebbe stata accidentale. Ma

gli organi competenti vogliono capire se l’incidente si poteva evitare oppure no.

Terrorizzava le vittime dicendo di essere il responsabile dell’Osservatorio sulla condotta morale dei sacerdoti

“Paga o ti denuncio al Vaticano” Ecco perché i sacerdoti adescati cedevano alle minacce di Caggiano Dopo il tentativo di estorsione da parte di Trementino, interveniva Caggiano, prete ortodosso, che per impaurire le presunte vittime, si spacciava come componente di un fantomatico “Osservatorio” sugli abusi commessi dai sacerdoti. I suoi “sermoni”, spediti su Facebook, avevano il compito di intimorire ulteriormente i sacerdoti ricattati, in modo da convincerli a pagare subito e senza fare troppe storie. Fanno riferimento anche a questo sedicente Osservatorio, gli inquirenti, nel proporre le ordinanze di custodia cautelare in carcere per i due giovani poi arrestati a Bagnoli del Trigno con l’accusa di estorsione aggravata e continua ai danni di parroci con tendenze omosessuali. Il gruppo moralizzatore fondato dal prete ortodosso su Facebook aveva un nome che è tutto un programma: “Grido di verità”. Caggiano, dall’alto del suo Osservato-

Da sinistra: gli avvocati Rossi e Mastronardi

Ieri nuovo interrogatorio Per Trementino chiesta l’assistenza di uno psicologo rio condannava duramente i sacerdoti ricattati e li minacciava di segnalare i loro casi alle alte sfere della Chiesa. Lui sapeva tutto, diceva alle vittime, perché il ricattatore lo aveva avvisato, mandandogli prove a suo dire inequivocabili. E queste prove sarebbero per l’appunto i video regi-

strati con un cellulare (e sequestrati dai carabinieri) che mostrano tre parroci (uno è ancora da identificare) in atteggiamenti compromettenti. A tentarli era Trementino, secondo l’accusa. Proprio i messaggi inviati dall’Osservatorio hanno in buona sostanza dato il via all’inchiesta. Fu infatti un parroco che

risiede in Campania a ricevere i messaggi allusivi dal fondatore del gruppo “Grido di verità”. Ma il prelato, anziché cedere alla richiesta estorsiva, cercò, riuscendoci, di risalire al domicilio dei due indagati. Decise così di rivolgersi ai carabinieri di Bagnoli del Trigno, dando di fatto il via alle indagini. Ieri mattina, intanto, al tribunale di Isernia si è tenuto un nuovo interrogatorio di garanzia. Un atto dovuto, dopo che l’inchiesta è stata trasferita dal Tribunale di Lagonegro, che ha dichiarato la propria incompatibilità, al Tribunale di Isernia perchè il reato più grave, l’avvenuta estorsione, si è consumata in Molise. I due indagati sono stati ascoltati dal Gip Elena Quaranta che si è riservata di decidere nei prossimi cinque giorni sull’istanza di scarcerazione, o in subordine i domiciliari, con il divieto di accesso ai mezzi informatici. Caggiano e Trementino hanno risposto a

Forestale sulle tracce del piromane Pineta in fiamme a Rionero Indagini a una svolta Proseguono le indagini del Corpo Forestale dello Stato per risalire alla cause dell’incendio che si è verificato a Rionero Sannitico. Da una prima verifica, è emersa, in maniera inequivocabile, la natura dolosa dell’incendio che poteva determinare un disastro ambientale di notevoli proporzioni. Sono in corso, da parte dei nuclei investigativi antincendi boschivi, specializzati nella re-

pertazione, opportune indagini per definire le cause e le dinamiche degli eventi calamitosi oltre alla ricerca di eventuali responsabilità poste in essere da cittadini per cosi dire “incauti”. A tal proposito, si rinnova l’invito ai cittadini, a segnalare al numero di emergenza ambientale 1515 eventuali attività che possono originare incendi ed arrecare danni al patrimonio ambientale.

tutte le domande del Gip. Gli avvocati di Trementino, Alessandra Rossi e Franco Mastronardi, hanno chiesto

l’assistenza psicologica per il loro cliente: è incensurato e l’esperienza in carcere lo sta mettendo dura prova.

La Procura ha chiuso l’inchiesta

Volevano screditare Albano Rischiano il processo i componenti della cricca P3 Si è chiusa l’inchiesta sulla cosiddetta P3, i cui presunti componenti che tra le varie cose millantavano di avere la possibilità di decidere chi doveva ricoprire il ruolo di procuratore capo a Isernia. I componenti dell’associazione, si sarebbero adoperati, secondo la Procura di Roma, tra l’altro per influenzare i componenti del Csm “per indirizzare la scelta dei candiPaolo Albano dati e incarichi direttivi (presidente della Corte di appello di Milano e Salerno, procuratore della repubblica di Isernia e Nocera Inferiore)”. Quel l’incarico è stato poi affidato a Paolo Albano, ma la conclusione dell’indagine della procura capitolina dimosra quanto detto a suo tempo dal procuratore capo isernino: lui con questa storia non c’entra. Sono altri ad avere fatto il suo nome e quello di altri colleghi. Non a caso Albano non è stato indagato, né ascoltato. In pratica è stato tirato i ballo da alcuni indagati, che volevano dimostrare a qualcuno di avere poteri decisionali che in realtà non avevano. Rischiano invece di andare a processo il coordinatore del Pdl, Denis Verdini e il senatore Marcello Dell’Utri. Secondo gli inquirenti sarebbero collegati a un sodalizio “volto a condizionare gli organi costituzionali”, sostengono il procuratore aggiunto di Roma Giancarlo Capaldo e l’aggiunto, Rodolfo Sabelli, che ieri hanno notificato alle parti l’atto di chiusura indagine. In tutto sono indagate 20 persone, tra cui l’imprenditore Flavio Carboni, Arcangelo Martino, ex assessore comunale di Napoli, e l’ex giudice tributario Pasquale Lombardi. Rischiano il processo anche il governatore della Sardegna, Ugo Cappellacci, l’ex sottosegretario all’economia, Nicola Casentino e il parlamentare del Pdl, Massimo Parisi, coordinatore della Toscana. Oltre che per le nomine dei magistrati, i componenti dell’associazione, secondo la Procura di Roma si sarebbero adoperati per “influenzare la decisione della Consulta nel giudizio sul cosiddetto lodo Alfano”.

13


14

Mercoledì 10 agosto 2011

Primarie. Il giornalista potrebbe essere il capolista alle Regionali. L’ex esponente del Pd verso il listino

Paglione-Sorbo, asse anti Frattura IlsegretariodiSelavrebberaggiuntounaccordoconilconsigliereperappoggiare Petraroia Michele Petraroia, è lui il candidato alle Primarie sponsorizzato e sostenuto dalla sinistra isernina e da Sel, in particolare. Per domani è previsto un incontro a cui parteciperanno i vertici regionali e provinciali del partito. Il tentativo è quello di contrapporre Petraroia a Frattura come vero ed autentico esponente della sinistra. Stati generali di Sinistra e Libertà, oltre che del movimento “I Care” a Isernia, per lanciare e sostenere la candidatura di Michele Petraroia alle primarie del 4 settembre. Ci saranno tutti i massimi esponenti del partito di Nichi Vendola, dal neocoordinatore regionale Candido Paglione, al capogruppo alla Provincia Antonio Sorbo. E l’incontro potrebbe anche trasformarsi nell’occa-

Antonio Sorbo

Candido Paglione

sione per un riavvicinamento, non solo formale, proprio tra Paglione e Sorbo, dopo le incertezze e i contrasti nati dopo l’adesione di Paglione a Sel e la sua successiva e

rapidissima scalata al vertice regionale del partito di Nichi Vendola. Sorbo, che sembrava non aver condiviso fino in fondo l’operazione Paglione, portata avanti

dall’ex segretario Natalini, interverrà all’incontro di Isernia, probabilmente, perchè già c’è stato un riavvicinamento e un chiarimento tra i due esponenti di punta della sinistra isernina. Paglione e Sorbo insieme potrebbero diventare un potente volano per imporre la figura di Michele Petraroia alla sinistra in provincia di Isernia. Una figura storica dell’opposizione a Michele Iorio che potrebbe fare da contraltare alla discussa scelta dei vertici del Pd di appoggiare Paolo Di Laura Frattura, ex esponente della destra. Insomma, l’impressione che si ricava dai movimenti pre elettorali è che, se verrà ritrovata un’intesa tra Sorbo e Paglione, allora veramente si farà dura per Di Laura Frattura, in provincia di Isernia. Probabilmente,

Paolo Di Laura Frattura

Michele Petraroia

ma questa è solo un’indiscrezione, è la scelta sul listino che potrebbe aver messo d’accordo Sorbo e Paglione. Magari uno va a fare il capolista del proporzionale nel

collegio di Isernia, l’altro andrebbe tra i magnifici cinque del cosiddetto gratta e vinci scelto da Petraroia vincitore delle primarie in nome della sinistra autentica.

Per festeggiare l’Unità d’Italia

Il patron Antonio Bianchi punta a conquistare anche internet

Molise all’Opera, in scena le musiche risorgimentali in piazza Carducci

Ittierre, riapre il sito web

Questa sera, in piazza Carducci, con inizio alle ore 21, di scena la lirica con lo spettacolo “La musica che unisce”, che prevede l’esecuzione di brani scelti per celebrare il 150° anniversario dell’unità nazionale. Si tratta del concerto inserito nel programma del festival “Il Molise all’Opera”, che proporrà musiche di Rossini, Bellini, Verdi, Puccini e Mascagni. Sul palco saliranno cinquantatré or- Il soprano Fernanda Costa chestrali e circa sessanta coristi, oltre a quattro cantanti solisti che saranno il soprano Fernanda Costa, il mezzosoprano Ambra Vespasiani, il tenore Enrico Nenci, il baritono Donato Di Gioia.

Il portale dell’azienda tessile è stato completamente rinnovato È on line da qualche giorno il nuovo sito internet dell’Ittierre. Il portale negli ultimi mesi non era stato più aggiornato per via del passaggio dall’amministrazione straordinaria al nuovo proprietario, ossia il gruppo Albisetti. Sistemate le pratiche relative al passaggio societario e quelle relative alla definizione dei marchi in licenza, che sono al momento Pierre Balmain, Galliano, Ermanno, C’N’C’ Costume National, GF Ferre’ e Fiorucci, assieme al marchio di proprietà Acht, il patron Antonio

Il nuovo sito dell’Ittierre

Bianchi ha provveduto a dare un nuovo look anche al sito. Il portale si presenta in

una versione molto accattivante e rappresenterà l’immagine dell’azienda sul

web. All’interno, oltre alla storia dell’azienda, vengono spiegate le fasi della produzione e l’organizzazione dell’azienda, ci sono gli show room, le filiali, la descrizione dei singoli prodotti oggerti. Per ogni sezione ci sono, inoltre, illustrazioni e foto. Non si esclude, poi, che nei prossimi mesi possa essere creata anche un’apposita sezione dedicata all’eshop, ossia all’acquisto di capi di abbigliamento direttamente dal nuovo portale. La sfida della nuova Ittierre è, dunque, ripartita anche su internet.

L’Inter club e l’Isernia calcio a 5 donano fondi all’Afasev

Antonio Di Franco

L’Inter Club Isernia Nerazzurra e l’Aesernia calcio a 5 contribuiranno alla realizzazione del progetto “istituto dopo di noi” progettato e realizzato dalla associazione

Afasev di Isernia che ha in cura ragazzi affetti da diversi tipi di disabilità. L’Inter Club isernia Nerazzurra, che con il termine della stagione scorsa ha cessato la sua attività e il cui direttivo è composto da gran parte dei membri del direttivo dell’Aesernia calcio a 5, ha deciso di destinare il fondo cassa rimasto dopo la cessazione dell’attività all’associazione di volontariato isernina, per contribuire all’acquisto degli arredi del nuovo costruendo istituto che avrà come scopo quello di accompagnare i ragazzi affetti da gravi disabilità nel cammino della vita quando non potranno più essere assistiti dai ge-

nitori: “Abbiamo deciso unitamente agli altri membri del direttivo - dice il presidente del club Angelo Antenucci di destinare il nostro fondo cassa all’associazione Afasev, avendo deciso di cessare l’attività del nostro club. Pensiamo che sia importante dare una mano concreta a chi ha più bisogno di noi e in questo caso i ragazzi dell’Afasev sono dei soggetti meritevoli di avere tutto il nostro apporto”. Al fianco dell’Inter Club Isernia Nerazzurra ci sarà anche l’Aesernia calcio a 5 che a sua volta garantirà un suo contributo in denaro per le stesse finalità oltre ad una muta di divise che saranno regalate ai

ragazzi del centro: “Abbiamo colto l’occasione per affiancarci all’iniziativa dell’Inter Club con il quale condividiamo l’assetto dirigenzialedice il Presidente dell’Aesernia Antonio Di Franco – e garantiremo anche noi un piccolo contributo in denaro per l’iniziativa “istituto dopo di noi” oltre ad una muta di nostre divise da gioco che regaleremo ai ragazzi e ad una raccolta fondi che proporremo ai nostri spettatori in occasione delle partite più importanti di campionato. A nostro avviso l’attività delle nostre associazioni ha l’obbligo di guardare anche al sociale e, anche se la nostra è solo una piccola goccia nel

La sede dell’Afasev di Isernia

mare della solidarietà, pensiamo sia fondamentale non dimenticarci mai di chi non

può divertirsi e scendere in campo come facciamo noi ogni sabato”.


Mercoledì 10 agosto 2011

15

In paese si esibiranno 10 gruppi in rappresentanza di otto nazioni. Ricco il programma delle due serate

Carpinone capitale del folklore Parte domani il rinomato festival internazionale delle danze etniche-popolari

Colore e tradizione in una delle passate edizioni del Festival Internazionale del Folklore

CARPINONE. Un tripudio di colori e musiche sta per travolgere Carpinone. A partire da domani tornerà, infatti, l’atteso appuntamento con il Festival Internazionale del Folklore. Sono passati tanti anni da quando, nel 1992, il gruppo folkloristico locale Ru Maccature ideò la fortunata kermesse di musica tradizionale e da allora l’evento, che dal 2005 è diventato una manifestazione annuale, ha richiamato in paese un numero sempre maggiore di spettatori. Il festival è cresciuto divenendo così, il più rilevante della regione e uno tra i più importanti in ambito nazionale. Un successo che sta tutto nella capacità che ha la manifestazione di far rivivere su un unico palco atmosfere e suggestioni provenienti dai vari paesi del Mondo. Fino ad oggi sono state circa le nazioni che hanno portato a Carpinone le proprie tradizioni musicali, e sono stati oltre 4.000 i giovani che si sono esibiti davanti al pub-

blico del centro in provincia di Isernia. Anche quest’anno, per le serate dell’11 e 12 agosto, Carpinone si appresta a diventare crocevia di culture diverse con ben otto nazioni rappresentate e dieci gruppi sulla scena. Si alterneranno sul palcoscenico le rappresentative provenienti da Hawaii, Cile, Lituania, Georgia, Kenya, Ungheria, Spagna e naturalmente dall’ Italia. A rappresentare il Bel Paese sono stati chiamati “I Carrettieri” di Cerda (Palermo), la “Compagnia di Arte Popolare” di san Giuliano del Sannio (Campobasso) e ovviamente il gruppo “Ru Maccature” cui spetterà anche il compito di fare gli onori di casa. Si parte domani con la Notte della Taranta, affidata alla musica dei pugliesi Sud Folk che intratterrà il pubblico con le note della Pizzica. Prima dello spettacolo ci sarà un laboratorio di Pizzica a cura della maestra Deborh Malerba che fornirà le tecniche base da mettere poi in prati-

ca nel corso della Notte della Taranta. Un’occasione, questa, per fare conoscenza con i gruppi giunti in paese.

Il 12 agosto si inizierà invece alle 18 con il saluto ufficiale del sindaco e del presidente del gruppo Ru Maccature alle rappresentative presenti. Subito dopo si terrà la sfilata in costume lungo le vie di Carpinone, l’esibizione di un coro e la scuola di ballo. Il tutto culminerà nello spettacolo delle 20.30: dopo l’esecuzione degli inni nazionali si svolgeranno le esibizioni dei 10 gruppi introdotti da Pietro Rama e Barbara Avicolli. Uno spettacolo imperdibile che vedrà impegnati circa 300 giovani in abiti tradizionali. Una Kermesse imponente organizzata con cura grazie alla grande esperienza maturata dal gruppo Ru Maccature e resa ancora più gradevole grazie all’ospitalità offerta dalla popolazione. Quest’anno il paese ac-

La locandina dell’evento

coglierà per sette giorni quattro rappresentative: Sicilia, Hawai, Cile e Lituania,

che avranno modo di mescolare le proprie culture con quella locale.

Domani il riconoscimento per gli obiettivi raggiunti in 40 anni di attività

Premio a Ru Maccature, il sindaco affida loro le chiavi della città CARPINONE. Quarant’anni di attività sono un traguardo importante. Soprattutto quando l’impegno profuso porta a risultati così rilevanti come quelli ottenuti dal gruppo Ru Maccature con il Festival Internazionale del Folklore. Ed è per questo che al gruppo verrà tributato un riconoscimento particolare. Nel corso della giornata di domani il sindaco Pasquale Sarao consegnerà simbolicamente a Ru Maccture le chiavi della città. Si tratta di un gesto sim-

Il gruppo Ru Maccture

bolico che sta ad indicare l’importanza che la manife-

stazione mosicale ha assunto per Carpinone. Nel corso

degli anni essa è infatti diventata un elemento trainante per il paese, sia sotto il profilo della promozione del territorio, sia sotto l’aspetto economico. Senza tralasciare, poi, il profilo sociale dal momento che il festival è da sempre un’occasione di conoscenza delle culture degli altri paesi del Mondo e di integrazione. Tra gli obiettivi del Festaival, infatti, c’è quello di conoscere persone e culture nuove, oltre che consolidare i rapporti già esistenti creatisi nel corso degli anni.


ANNO XIV - N. 219

MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011

VIA G. BERTA n. 76 - TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973

REDAZIONE 86170 ISERNIA

L’agnonese, residente al Nord, era raccolto in preghiera con un gruppo di fedeli quando è caduto in una sorta di trance

“Ho parlato con la Madonna” L’evento miracoloso si sarebbe verificato ieri pomeriggio sull’eremo di San Rocco di Vittorio Labanca AGNONE. E’ di Agnone ma vive in una cittadina del nord. E’ sposato ed ha figli. Ma il suo forte credo, assicura che lo porta a parlare con la Madonna. La prima volta a Medjugorje qualche tempo fa. L’ultima ieri nel tardo pomeriggio sull’eremo di Sant’Onofrio a qualche chilometro dal centro cittadino. Dopo aver ascoltato messa nella Bazia che porta il nome del Santo, dove si erano riuniti oltre un centinaio di fedeli, insieme a due sacerdoti, la folta rappresentanza dei fedeli, per oltre due ore ha scalato l’irta salita che porta su un pianoro dov’è stata eretta un’alta Croce e da poco tempo anche costruita una nicchia con la statua della Madonna. Nessun cellulare, nessuna telecamera o macchina fotografica. Questo l’ordine categorico. Un panorama mozzafiato su tutto l’Alto Molise. Aria salubre. Silenzio e preghiera. D’improvviso, almeno da quanto raccontato da alcuni testimoni, l’uomo ha allargato le braccia verso l’orizzonte ed ha cominciato a parlare quasi con voce sommessa. I presenti erano tutti in ginocchio, mentre le figliole dell’uomo prendevano appunti e scrivevano le frasi pronunciate dall’agnonese che era quasi in trance. “Bisogna pregare il Santo Rosario soprattutto a livello familiare e e riunirsi ogni anno in questo luogo con una sorta di Via Crucis”. Questo quanto avrebbe pronunciato e ripetuto, fra le altre cose, l’uomo nel suo dialogo con la Madonna. Molti sono restati scettici. Tantissimi altri credono fermamente nella visione avuta ieri sera. “Alla fine spossato e sudato l’agnone-

Panorama di Agnone visto da san marco

se è stato fatto sedere ai piedi della Croce e rifocillato con un bicchiere d’acqua –

continua il racconto del testimone- Io sono molto fedele e credente –conclude- non

16

Un’immagine della Vergine Maria

vero miracolo per una riunione di preghiera che sicura-

mente verrà ripetuta l’8 agosto dell’anno prossimo.

Partecipazione di massa alla raccolta dell’Olio per la Lampada di San Francesco

Poggio, conclusa la visita pastorale L’evento ha avuto molto successo ed è stato seguito da gran parte della popolazione POGGIO SANNITA. E’ terminata domenica scorsa la visita pastorale di Mons. Domenico Scotti nel paese altomolisano. Il Vescovo è stato salutato dal nuovo Vice Presidente del Consiglio Affari Economici, il geom. Alfonso Falcione, ex sindaco negli anni 65-69 di Poggio Sannita, che tanto si è speso per l’elettrificazione della campana di San Rocco, inaugurata sabato scorso, che fu rifusa nel 1948 dall’allora Arciprete Don Domenico Mastronardi in ricordo della seconda guerra mondiale, 1940-

– discetta il primo cittadino Angelo Iapaolo – tanto, che rispetto alle altre stagioni, la qualità dell’offerta è rimasta invariata e soprattutto abbiamo continuato nell’azione di messa in rete delle produzioni tipiche e di valorizzazione di ciò che il territorio fa autonomamente”. Il programma prende il via giovedì 11 agosto dando spazio a un’ampia pagina di storia,,

sostituiva quella trafugata dai tedeschi nel 1943, con

l’impegno e la collaborazione di tutto il popolo poggese, scosso da quella triste vicenda. Nel discorso, di saluto, fra le altre cose, è stato chiesto un maggiore impegno del Parroco come pacificatore e più pastorale e lontano dalla politica. Si chiesta maggiore attenzione al paese, perchè il sacerdote è troppo impegnato in altri settori che esulano dal suo incarico principale. Dopo l’incontro, proficuo e costruttivo avuto da Mons. Scotti con il Comitato Civico Pro Caccavone, è stata un vero successo

di Macchiagodena è dedicata a Nunzio Di Paolo, eroe fiero di essere definito brigante, eroe nostrano che condusse le proprie battaglie nella zona del Matese. Proprio partendo dall’evocativa figura di Nunzio Di Paolo che Enzo Nocera introdurrà la speciale tavola rotonda di Massimo Vitale – giornalista RAI e autore del libro “Briganti, reazionari e piemontesi nel Molise pre e post unitario, dal 1792 al 1870” – e Arturo Messere – avvocato penalista – con il suo intervento “In difesa di Nunzio Di

Paolo”. A rendere più frizzante il dibattito, l’intermezzo musicale dal titolo “Nei canti dei briganti” di Francesca Cacciatore e Gae Maria Palumbo. Prima del concerto di Madelin Alonso con l’orchestra cubana dei Septeto Naborì e la partecipazione straordinaria della romena Olga Balan, previsto per le 21.30 in piazza Ottavio de Salvio, ci sarà una degustazione di prodotti tipici. Il giorno successivo ci sarà lo spettacolo “La notte dei Briganti: musiche, danze popolari e cucina dei briganti”.

Panorama di Poggio Sannita

1945, che porta su un lato l’immagine di San Rocco, e

Macchiagodena, parte il festival Terre in Moto MACCHIAGODENA. Sarà la sesta edizione di terre in moto ad aprire il cartellone estivo. Dieci intensi giorni all’insegna della cultura tradizionale e popolare. “L’esigua disponibilità di risorse non ci ha consentito un cartellone più fitto di eventi, va fatto, però, un plauso a tutte quelle associazioni che si sono mosse autonomamente per offrirci il meglio

credo si sia trattato di una sorta di suggestione di massa anche perché ne eravamo davvero tanti”. L’unico a poter dire di più e raccontare queste visioni e gli incontri con la Madonna è proprio l’agnonese trapiantato al nord. Ma d’incontrarlo non se ne parla proprio. L’esperienza resta, per ora, solo per pochi. La riunione effettuata ieri è stata frutto solo di un pacato tam tam effettuato fra parenti e conoscenti prossimi ai quali si sono aggregati pochi curiosi. “La cosa più strana –hanno affermato in molti- che per raggiungere il luogo ci sono un paio di chilometri di salita su un viottolo sterrato non percorribile da tutti. Ed invece ieri anziani ed anche chi aveva problemi a deambulare ha raggiunto senza fatica il luogo”. Probabilmente questo è stato il

quella relativa al “brigantaggio”. A trattare l’argomentosarà il Festival “Terre in Moto” a cura del Centro di Cultura Popolare del Molise, che proprio a Macchiagodena ha la sua sede. Terre in Moto cerca di indagare il fenomeno con un tuffo nella storia e nelle tradizioni popolari attraverso tavole rotonde, seminari, stage di danze popolari e musica. La tappa

la raccolta dell’Olio per la lampada di San Francesco: la cittadina, produttrice di questo indispensabile alimento per le nostre tavole, si è mobilitata in modo egregio, consentendo di raccogliere oltre 110 litri da parte delle famiglie con il contributo della cooperativa La Sorgente e San Cataldo, nella sola giornata di venerdì. “Si è trattato di un vero successo a livello popolare, che fa onore a tutta la popolazione residente, che ha partecipato compatta all’evento, molto sentito - come sottolineato da Mons. Scotti nella celebrazione eucaristica di ringraziamento- in cui, ricordando la figura di San Francesco, lo ha riproposto all’attenzione della Comunità per la testimonianza della carità, dell’amore verso il Signore e la povertà di vita”. La visita pastorale si è conclusa con un pranzo comunitario a cui ha preso parte il Consiglio Comunale e l’intero staff della Parrocchia con il Vescovo presso l’Asilo Parrocchiale, preparato ed offerto dagli interessati, con l’importante collaborazione del cuoco Renato Antinucci, membro del Consiglio Affari Economici. V.L.


ANNO XIV - N. 219

MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

“Nessun occhio di riguardo dalla Giunta regionale’. Con 12mila abitanti è la quarta città del Molise

Pisu, Sorbo attacca il sindaco Cotugno Il consigliere d’opposizione: ‘Spettava a Venafro il piano integrato di sviluppo urbano’

Antonio Sorbo

di Marco Fusco Spettava di diritto al comune di Venafro un Pisu, perché sono stati individuati enti capofila quei centri con oltre 10 mila abitanti. Con i suoi quasi 12 mila residenti la quarta città del Molise è stata, per così dire, inserita di diritto, per questa programmazione nell’ambito dei fon-

di strutturali 2007/ 2013, insieme a Campobasso, Termoli e Isernia. Questo è il ragionamento del consigliere di opposizione Antonio Sorbo che ha risposto alle recenti dichiarazioni del sindaco Nicandro Cotugno su questo capitolo. Secondo Sorbo “ il dono Iorio e soprattutto l’assessore Vitagliano lo hanno fatto ad alcuni comuni bassomolisani che non raggiungono i diecimila abitanti, inventandosi il quinto PISU, quello del Molise costiero”. Quindi nessun regalo per Venafro! Lo sblocco dei fondi Fas non è sufficiente per Sorbo, per non attaccare il sindaco di Venafro. “I Pisu-

scrive ancora Sorbo- rientrano in una procedura che coinvolge, oltre a Venafro, altri quattro comuni capofila. Quindi per la nostra Città non c’è stata alcuna eccezione. Nessuna attenzione particolare, al contrario di quanto il sindaco di Venafro va sostenendo addirittura dal 2006, da quando cioè ha annunciato la firma di un accordo che la Regione Molise avrebbe stipulato soltanto con il Comune di Venafro per la realizzazione di opere pubbliche per 20 milioni di euro, poi diventati dieci e poi scomparsi del tutto. E’ forse il caso, inoltre, di rinfrescare la memoria a chi dimentica come si è arrivati alla progettazione del PISU di Venafro. Tutti ricordano i ritardi accumulati tanto che, se la candidatura è stata presentata, ciò è merito esclusi-

vamente dell’agenzia Sfide della Provincia, coinvolta all’ultimo minuto per evitare al Comune una figuraccia. La proposta progettuale, infine, nei suoi contenuti, è stata il frutto soprattutto dell’iniziativa di soggetti “esterni” all’Amministrazione, a partire dal Parco dell’Olivo. E tra le proposte presentate per il Pisu ce n’era anche una nostra, come “Città Nuova”, sulle energie rinnovabili. Il Comune, invece, ha fortemente voluto la cosiddetta “Cittadella dello Sport” che, a differenza di quanto sostiene il sindaco, non mi sembra una “emergenza” per la nostra comunità. A chiacchiere da tre anni si continuano ad aggiungere chiacchiere. I Pisu non c’entrano niente con quanto promesso in campagna elettorale dall’attuale amministrazione anche per-

ché all’epoca non esistevano e nemmeno si sapeva che sarebbero esistiti. L’attuale amministrazione aveva garantito ai cittadini ben altro, in primis la salvaguardia dell’ospedale e l’istituzione della Zona franca senza dimenticare la raccolta differenziata, la rivitalizzazione del centro storico e il nuovo piano regolatore. Sono promesse non mantenute e che oggi si aggiungono ad altre reali emergenze che nel frattempo sono piombate sulla città e di fronte alle quali l’Amministrazione non sa che pesci pigliare: l’inquinamento ambientale (diossina) con il conseguente pericolo per la salute pubblica, la situazione disastrosa dell’edilizia scolastica con la totale mancanza di idee e di progetti sulla sor-

te dell’edificio della scuola media “Pilla” a due anni e mezzo dalla sua chiusura, la crisi del tessuto produttivo con la chiusura di importanti aziende, abbandonate al loro destino nonostante i proclami fatti in consiglio comunale (come accaduto per la Geomeccanica). Forse questa Amministrazione riuscirà a mantenere almeno una delle promesse: ristrutturare la Palazzina Liberty, a cui tanto tiene il sindaco. Speriamo, a questo punto, che possa essere utilizzata per fare lezione dagli alunni che non hanno una vera scuola o come museo permanente che ospiti una mostra con questo titolo: “C’era una volta l’ospedale di Venafro...” Fin qui Antonio Sorbo.

‘Si tratta di polemiche sterili’ Così si combatte la calura estiva e si trascorre un giornata di relax

Niente spiagge, i venafrani ‘ripiegano’ sulle rive del fiume Oggi, si sale in auto, moto o torpedone e facilmente si raggiungono le più accattivanti località marittime per un rigenerante tuffo nel mare nostrum, ritemprando fisico e spirito. In passato, stante la carenza delle possibilità e dei mezzi di trasporto, qual’era l’alternativa, o meglio la soluzione per combattere la calura estiva ? “Ci divertivamo e ci rinfrescavamo - afferma un gruppo di simpatici pensionati seduti sulle panchine di Corso Campano a Venafro- nelle acque fluviali del nostro territorio, in particolare nel San Bartolomeo e nel Volturno. Erano bagni e tuffi in acque gelatissime, che dopo il primo impatto rigeneravano e rinfrescavano tantissimo”. Dove avvenivano più frequentemente i vostri bagni estivi ? “Non possedendo una bicicletta, che era l’unico mezzo di locomozione della nostra gioventù, ci tuffavamo nelle acque del San Bartolomeo, fiume che nasce nel sottosuolo venafrano. Ricordo con tanta nostalgia i tuffi nel “quadrato”, specchio d’acqua di 10 mq. e profondo due/tre metri situato appena dopo il la-

18

vatoio comunale. Era la piscina dei giovani degli anni ’40 e ’50, e i più spavaldi e bravi nel nuotare addirittura vi arrivavano dopo aver percorso a nuoto il sottopasso che dal lavatoio porta l’acqua al “quadrato”. Ci riunivamo dal primo mattino a decine e decine e lì restavamo a giocare, tuffarci e nuotare per ore ed ore”. Dove ancora si facevano i bagni estivi una volta ? “Chi poteva raggiungeva il Volturno a Pozzilli, per bagni più completi. Si andava in genere alla Solfurea di Pozzilli, dove si effettuavano anche rigeneranti imVenafro

mersioni nelle acque solfuree della zona. Quelle stesse acque le bevevamo anche, perché facevano bene ad organi interni. Ma erano soprattutto le immersioni nelle acque dolci del Volturno o in quelle solfuree della zona a divertirci tantissimo. Ricordo i bagni solfurei con tanto piacere. Quelle acque procuravano inizialmente tanto prurito, ma al termine del bagno l’epidermide aveva perso ogni impurità, cosa che durava intere giornate”. Come si raggiungeva il Volturno e la Solfurea di Pozzilli ? “O in bicicletta, o con qual-

che sporadico motorino o addirittura sui carretti trainati da muli o cavalli. Ho ancora ben vivo nella mente e negli occhi l’immagine di intere famiglie di contadini ed ortolani che la domenica mattina, ma ben presto, salivano sul carretto di famiglia in dieci/quindici persone per raggiungere la Solfurea intorno alle 9 e lì restare sino all’imbrunire, tra bagni, tuffi e pranzi consumati a terra, dopo aver disteso la classica tovaglia a quadri di casa”. Quanto duravano tali bellissimi svaghi estivi ? “Solo il volgere di una giornata, concludono gli anziani. Non esistevano ferie e quant’altro. Si aspettava la domenica o la giornata di festa popolare per un bagno fluviale o solfureo, dopodiché si rientrava prima del calare della sera perché all’indomani, e di buon mattino, si doveva essere al lavoro, sui campi o nella bottega artigianale. Le risorse cioè era zero o al lumicino, vigeva l’arte dell’arrangiarsi, ma ci viveva benissimo, ci si divertiva e i rapporti interpersonali erano magnifici. Oggi, invece, le cose sono ben diverse …”. T.A.

La replica: quando i soldi non arrivano ci attaccano, al contrario sono dovuti Non si fa attendere la risposta del sindaco di Venafro Nicandro Cotugno alle ultime accuse rivoltegli da Antonio Sorbo sulla vicenda relativa ai Pisu. “Sarei tentato a non rispondere alle polemiche. Voglio solo ricordare che quando non arrivano i soldi ci attaccano e quando arrivano dicono erano dovuti. Vorrei rinfrescare un po’ la memoria a qualche distratto- continua Cotugno- che i Pisu sono stati pen- Nicandro sati dal presidente Iorio promuove- Cotugno re la tutela a la valorizzazione del patrimonio urbano, naturalistico e culturale, finalizzate alla promozione dell’imprenditorialità e dell’occupazione.” Cotugno dunque puntualizza un po’ sui contenuti dei Pisu, anche per far cogliere a tutti la portata innovativa di questi strumenti nell’utilizzo delle risorse pubbliche. “ Il comune di Venafro capofila di questo strumento innovativo di programmazione dal basso fortemente voluto dal presidente Michele Iorio per coniugare sviluppo e gestione oculata delle risorse pubbliche, ha messo insieme una strategia territoriale che comprende, vorrei ricordarlo, anche altri comuni. E i Pisu se sfruttati a dovere, saranno una anello portante della nuova programmazione regionale in sintonia con le previsioni dell’Unione Europea. E’ lo strumento cioè che si interfaccia con la regione Molise, per i fondi Por 2007/2013. Gli addetti ai lavori sanno bene che se oggi un Ente non sfrutta questi strumenti, rischia di rimanere fuori da ogni possibilità di ottenere finanziamenti. E se parliamo di 20 milioni di euro, come fondi Pisu per Venafro, lo facciamo ricollegandoci a quanto annunciato in campagna elettorale. L’Amministrazione comunale che mi onoro di presiedere- conclude Cotugno- non ha tradito i cittadini, perché stiamo raggiungendo risultati importanti in ogni settore, nonostante la crisi. Così pure il presidente Iorio non ha tradito la città di Venafro, sempre pronto ad assecondare le nostre richieste a beneficio di tutta la comunità. Penso che in questo momento così delicato per le sorti del nostro Paese, fare polemica a tutti i costi è da irresponsabili anche in sede locale” M.F.


ANNO XIV - N. 219

MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011

TEL. 0865/415513 - FAX 0865/403973 e-mail: redazioneisernia@quotidianomolise.it

REDAZIONE VIA G. BERTA n. 76 - 86170 ISERNIA

Montaquila. Gli impianti sportivi affidati dall’amminstrazione ad alcuni giovani del paese

Niente spogliatoi, mamme in rivolta I genitori chiedono al sindaco di sistemare i servizi per tutelare la salute dei figli MONTAQUILA. Qualche settimana fa il consiglio comunale aveva deliberato di affidare le gestione del campo sportivo in località Masserie La Corte. La gestione degli impianti è infatti stata affidata ad un gruppo di giovani locali che si occupano oltre che di tenere il campo in ordine anche dell’accoglienza dei ragazzi che quotidianamente vi si recano per giocare a calcio. La polemica questa volta viene dalle mamme che si sono allarmate per lo strato in cui i figli tornano a casa dopo le partite. Gli spogliatoi degli impianti sono infatti chiusi e per questo non possono essere utilizzati dai ragazzi per cambiarsi dopo aver praticato sport. Per cui tornano presso le loro abitazioni tutti sporchi e sudati il più delle volte utilizzando il motoROCCHETTA A VOLTURNO. Stasera dalle ore 21, Franco Valente racconta le pitture della chiesetta rupestre di S. Maria delle Grotte. E’ il quinto anno che Franco Valente racconta l’arte e la storia delle chiese di S. Vincenzo al Volturno. Questa volta si sposta sul sagrato della chiesa di S. Maria delle Grotte a Rocchetta a Volturno, alle ore 21nella magica notte di S. Lorenzo. S. Maria delle Grotte è una chiesa rupestre dalle antiche origini. Nata nel contesto della rinascita carolingia dell’alta valle del Volturno come dipendenza diretta dell’Abbazia di S. Vincenzo, ha avuto poi una storia molto particolare dal punto di vista artistico. E’ nel periodo angioino che tutto l’interno si ar-

Nella foto una veduta panoramica del comune di Montaquila

rino. “Tutto questo – dicono le mamme – può essere dannoso per la salute dei ragazzi poiché sono costretti a prendere vento su scooter e motorini che utilizzano per far ritorno a casa, in questo modo rischiano di ammalarsi. Non solo, a preoccupare

le mamme è anche la mancanza di condizioni igieniche decenti e di armadietti in cui i ragazzi possono appoggiare i loro borsoni con gli effetti personali. “I borsoni vengono abbandonati a terra in una area al di fuori del campo di gioco, ma in que-

sto modo si riempiono di polvere”. I ragazzi che frequentano il campo sono felici di questa possibilità che il comune, attraverso l’amministrazione Rossi gli ha offerto ma, di comune accordo con i genitori chiedono che vengano presto aperti gli spogliatoi in modo da garantire la presenza dei servizi e di tutto quanto è necessario in avere in un impianto sportivo in piena regola. “Siamo felici che il sindaco abbia pensato a dare in gestione il campo dicono - offrendo in questo modo ai giovani locali sia la possibilità di lavorare si quella, ai più sportivi di poter utilizzare il campo ma riteniamo sia opportuno un ulteriore piccolo sforzo per mettere in sicurezza gli spogliatoi e di dare in più questo importante servizio all’intera collettività”.

Rocchetta a Volturno. L’appuntamento è per stasera

La chiesa svelata Valente spiega i misteri della Madonna delle Grotte ricchisce di un ciclo di affreschi che oggi costituisce nel panorama artistico regionale e meridionale un punto di riferimento di grande rilievo. Decine di raffigurazioni di santi e una serie di racconti evangelici sono oggi ben visibili dopo una serie di ottimi restauri che hanno restituito alle pitture l’aspetto e la possibilità di ricostruire tutte le motivazioni che ne hanno determinato il loro esistere. Una chiesa dall’architettura molto semplice, con la parte più antica che coincide con la conformazione naturale di una grotta

Uno dei bellissimi affreschi che si trovano nella chiesa della Madonna delle Grazie

dalla quale poi il complesso ha preso il nome. Pareti na-

turali riccamente decorate con quadri pittorici in gran

Consiglio ad Acquaviva d’Isernia

Scuola elementare Il vice sindaco interroga il primo cittadino ACQUAVIVA D’ISERNIA. Ancora rovente il clima in paese. Arriva oggi la notizia di una nuova convocazione dell’assise civica. L’assemblea è prevista per il prossimo 23 agosto alle ore 20.30, nella consueta sala municipale. Questa volta per a scaldare il clima politico nel piccolo centro della provincia di Isernia è uno dei punti previsti in trattazione in consiglio. Si tratta infatti di una interrogazione presentata al sindaco parte conservati e restaurati. Tra le rappresentazioni più belle una Presentazione al Tempio e una teoria di apostoli in grandezza naturale precedono la grande parete della iconostasi dove prevale la figura di un gigantesco S. Cristoforo alto circa 5 metri, contornato di santi martiri e di santi francescani e benedettini. Franco Valente entrerà nei particolari illustrando sul grande schermo i particolari delle pitture per raccontare anche il contesto in cui queste pitture furono realizzate. Un mondo molto spesso poco conosciuto che permetterà ancora una volta di scoprire uno degli angoli più belli del nostro territorio non solo per qualità artistica e contenuti storici, ma anche per i valori ambientali e paesaggistici. Flori.Ca

dal consigliere Petrocelli Melichino, vice del primo cittadino, sulla situazione dei lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza dell’immobile adibito a scuola elementare. In paese, al di la dell’importanza dell’ interrogazione stessa, a lasciare perplessa la cittadinanza è proprio il promotore dell’interpellanza. In molti infatti dicono che “il vicesindaco in quanto tale non dovrebbe fare interrogazioni ma in virtù del mandato polare e della delega sindacale è preposto in via protempore a risolvere le problematiche che incontra. Poi al limite se intravede irregolarità su una determinata problematica ne trae le dovute conseguenze politico – legali”. Altri invece si domandano se il vicesindaco sia a conoscenza di una qualche cosa su quella questione, e se è così, “invece di risolvere il problema, perché interroga il sindaco, il quale è costretto a dargli delle risposte che il vicesindaco sicuramente conosce”.

da Rocchetta, Castel San Vincenzo, Scapoli e Cerro. Oggi, giorno conclusivo, i gruppi si confronteranno nuovamente sul campo di gara con il percorso misto, questa volta riservato ai bambini, la lotta

sull’acqua, la corsa con la tina e il tiro a sorpresa. Alla fine dei giochi la premiazione della squadra vincente e l’estrazione del paese ospitante delle Volturniadi del 2012. F.C.

Volturniadi, Pizzone vince la prima gara Grande successo anche per questa edizione SCAPOLI. Grande serata quella di a Scapoli dove si è tenuta la prima manche delle Volturniadi. Gara tanto divertimento hanno animato la calda serata scapolese che ha visto afforntarsi le cinque compagini contraddistinte dal altrettanti colori è tinta dei cinque colori l’arancione per Rocchetta, paese oltre ad aver ospitato la prima edizione della manifestazione si è an-

che piazzata sul gradino più altro del podio, giallo per Castel San Vincenzo, blu per Pizzone, rosso per Scapoli e verde per Cerro a Volturno. Promotore dell’evento arrivato alla seconda edizione e patrocinato dai cinque comuni interessati, il Comitato Volturniadi, con a capo Marco Pontarelli e composto da due componenti per ogni paese. Grande divertimento e

centinaia di presenze, anche di semplici curiosi attratti dall’iniziativa sportiva che è davvero riuscita a richiamare l’attenzione di tantissime persone che si sono scatenate un caloroso coro a sostegno delle varie compagini. Le squadre si sono dimostrate subito agguerrite. Grande anche il lavoro del collegio giudicante formato da 5 giudici di gara, uno per ogni comu-

ne partecipante. I concorrenti sono 61 per squadra, quindi si superano le300 persone. Divertenti le gare della prima serata: il percorso misto, “acchiappa la pescia”, l’abilità al surf e nel gioco pensato per festeggiare il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, Unisci l’Italia. Alla fine della serata la classifica provvisoria del primo giorno vedeva Pizzone capolista, seguita

19


ANNO XIV - N. 219

MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0875/84242

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Una giornata nera per il litorale costiero molisano

Archivio

Turista annega a Petacciato Un disperso a Campomarino di Giuseppe Di Palo PETACCIATO. Tragedia lungo le rive dell’arenile di Petacciato. Guido Soldi, 53 anni di Leno in provincia di Brescia, in vacanza con la moglie sul litorale molisano, è annegato ieri pomeriggio in acque moli-

sane, precisamente nella zona che segna il confine tra Termoli e Petacciato. Il corpo, già privo di vita, è stato visto galleggiare immobile in balia del mare leggermente mosso. Tra lo sconcerto dei bagnanti e l’incredulità e la disperazione della moglie

della vittima, è scattato immediatamente l’allarme ai Carabinieri ed al 118 che, repentinamente, si sono recati sul luogo dell’accaduto. Purtroppo i soccorsi sono giunti in spiaggia solo per constatare che il decesso era ormai sopraggiunto. Causa della morte, avve-

nuta intorno alle ore 16,30, sembrerebbe essere stato un malore accusato dall’uomo che si è tuffato in maredopo aver pranzato. Ipotesi plausibile, secondo i Carabinieri, in quanto il livello dell’acqua al momento della tragedia era piuttosto basso (un metro circa).

Sempre ieri ore di tensione a Campomarino dove fino alla tarda serata non si avevano più notizie di un 32enne di Benevento arrivato in giornata nella località balneare assieme ad alcuni amici. Sono stati pro-

prio loro ad allertare carabinieri e Capitaneria di Porto, questi ultimi con le unità dei sommozzatori. Allontanamento volontario o ennesima tragedia in mare, le due ipotesi sono comunque inquietanti.

In trappola anche un ladro che ha derubato di portafogli, cellulare e occhiali un bagnante

Arrestato il bandito dell’Unicredit I carabinieri di Termoli e Campomarino sono già sulle tracce del suo complice Un fine settimana “iperattivo” per l’Arma dei Carabinieri. Infatti, i gendarmi della Compagnia di Termoli, precisamente i militari della Stazione di Campomarino e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Termoli, guidati dal Capitano Maceroni, hanno portato a termine con successo diverse operazioni. In primis, i Carabinieri hanno stretto le manette ai polsi di un pluripregiudicato 25enne della provincia di Foggia ritenuto responsabile della rapina eseguita nell’aprile 2010 in danno della filiale di Campomarino dell’Unicredit Banca. All’epoca dei fatti, due individui fecero irruzione all’interno dell’istituto bancario e, dopo aver malmenato i casseri in servizio, hanno “incassato” un bottino di 10,000 sterline, dileguandosi poi a bordi di un’auto. Le indagini, subito avviate dai carabinieri di Termoli e Campomarino, hanno permesso di raccogliere inconfutabili elementi di colpevolezza a carico del 25enne pugliese

tanto da consentire di ottenere dal Gip del Tribunale di Larino l’emissione di un’ordinanza applicativa di misura cautelare notificata allo stesso pregiudicato, dai gendarmi, proprio nello scorso weekend. L’arrestato è ora agli arresti domiciliari. Non si esclude la

possibilità di ulteriori indagini che rivelino anche l’identità del complice. Altro pugliese nella rete dei Carabinieri. Infatti, sempre nell’arco del fine settimana un 28enne foggiano, approfittando di un momento di distrazione di un bagnate, intento a rilassarsi sul

litorale termolese, ha sottratto un portafoglio (contenente 20 euro), occhiali e cellulare. Non contento, il “topo da spiaggia” ha pensato bene di dileguarsi a bordo di una Fiat Panda sottratta nei pressi del lungomare nord. Il ladruncolo è stato immediatamente in-

tercettato e, dopo un breve inseguimento in auto fino all’imbocco della Statale 16, bloccato da una pattuglia dei Carabinieri. Il giovane è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato e continuato e condotto al carcere di Larino. Gdp

In avaria una nave della Marina

Uno yacht si stava incendiando quando il motopeschereccio ha accolto l’sos

La Regina di cuori salva un intero equipaggio sulla costa messinese Paura nello Stretto di Messina dove lo yacht “Good Speed” è andato letteralmente in fumo. Infatti, sull’elegante nave è divampato un incendio (forse a causa di un corto circuito) in prossimità delle Isole Marhall, a circa un miglio dalla costa jonica messinese. Lanciato l’sos dai dodici membri dell’equipaggio (americani, inglesi e messicani), l’allarme di soccorso è

stato accolto da un peschereccio della locale marineria termolese (la “Regina di Cuori”) che si trovava in acque sicule

per la pesca dei gamberi. L’imbarcazione molisana, di proprietà della famiglia Recchi Roberto e, da oltre un

anno, abilitata alla pesca d’altura nel Mediterraneo, ha captato il May day proveniente dallo yacht e, prontamente, si è messo in contatto con la sala operativa della Guardia Costiera che ha inviato le imbarcazioni di soccorso. Nel frattempo, le fiamme hanno avvolto l’imbarcazione tiristica tant’è che il motopeschereccio termolese si è improvvisato “nave da soccorso” portando in salvo gli ospiti e l’equipaggio traghettandoli fino al Porto di Riposto. Gdp

Sicurezza in spiaggia, nuovo appuntamento con la croce Rossa CAMPOMARINO. Proseguono gli appuntamenti della Croce Rossa Italiana sulla costa molisana per un’estate all’insegna della sicurezza per genitori e bambini. I volontari dell’ente di soccorso, infatti, per tutto il mese d’agosto saranno impegnati sulle spiagge di Campomarino Lido con lezioni interattive sulle manovre di disostruzione delle vie aeree pediatriche a lattanti e bambini. Dopo i tre appuntamenti termolesi del mese di luglio domani e giovedì, dalle ore 10,30, i volontari del-

20

Attracca al porto

la Croce Rossa saranno, come già detto, sul lungomare di Campomarino. Tale attività ha come obiettivo quello di insegnare a colore che vorranno partecipare alle lezioni le manovre da mettere in atto in caso di ostruzione e conseguente soffocamento da corpo estraneo nelle vie aeree dei piu’ piccoli. In questi casi è necessario un rapido intervento prima dell’arrivo dei soccorsi. Poche semplici regole, dunque, che permettanno di trascorrere l’estate in piena sicurezza. Gdp

Nave della marina con motore in avaria attracca al porto di Termoli. Il nome è ‘Aretusa’ ed è una nave idro-oceanografica. Precisamente un catamarano. Questa la descrizione della nave che nel pomeriggio di ieri ha attraccato nel porto di Termoli. Nonostante le bellezze della cittadina bassomolisana, il motivo dell’attracco non è stato piacevole. Pare infatti che uno dei potenti motori del catamarano abbai avuto qualche problema di propulsione e quindi si sia deciso di no rischiare e fermarsi al posto piu’ vicino per effettuare dei controlli e, se necessario delle riparazioni. La nave si trovava nel mare Adriatico poiché e’ stata concepita per condurre attività idro-oceanografiche che si concretizzano nella realizzazione di rilievi portuali, costieri e d’altura attraverso operazioni di scandagliamento e topografia delle coste.


Mercoledì 10 agosto 2011 Cocomazzi e l’avv. Vincenzo Scarano

21

La replica è arrivata prima della conferenza indetta da Di Brino

Cocomazzi risponde alle accuse lanciate dall’opposizione Prima ancora della Conferenza del Sindaco, è arrivata la replica di Cocomazzi. L’assessore ha indetto subito una conferenza stampa, dopo quella indetta dalla minoranza, centrata sulle dichiarazioni che lo riguardavano direttamente. Il contenuto di esse era tale da non permettergli di “restare inerme nel doverne nel dovere con sconcerto rilevare la malvagia insolenza (…) dal momento che le stesse dichiarazioni hanno nettamente e complessivamente travalicato il limite del legittimo scambio politico-dialettico andandosi a configurare quale attacco diretto alla mia persona, alla mia dignità ed alla mia onorabilità”. Il riferimento, chiarissimo, è all’ accusa di essersi prestato a “meccanismi illeciti di favo-

reggiamento, se non addirittura di concussione o corruzione finalizzati a rendere benefici altrui se non propri, dietro l’utilizzo di un potere derivante dal ruolo istituzionale ricoperto”. Cocomazzi ha voluto sottolineare che l’incarico dell’ingegnere su cui si sono infuocate le polemiche, è stato assunto “privatisticamente” -ad aprile 2010- quando l’assessore ancora non aveva ricevuto alcun mandato istituzionale all’interno di nessuna giunta -pervenuto a maggio-. A parte questo, non c’è “nessuna connessione di sorta, nessuna intermediazione, nessun interessamento di sorta è mai partito dal sottoscritto al fine di favorire l’ingaggio professionale di mio cognato”. L’amarezza si sposta sul piano politico, in cui “la

serena seppur pregnante e forte dialettica politica abbia travalicato i confini del pettegolezzo o dell’ignobile e vile attacco ingiustificato i confini del pettegolezzo” per trasformarsi in attacchi “alla persona, all’onorabilità, alla dignità”. La causa, secondo l’assessore, di questo comportamento è da addebitarsi ad un decadimento della vita politica che, priva di argomenti, si è indirizzata verso un disegno che “attenta al cuore dei miei valori e della mia moralità”. Valori “che provengono dalla mia fede, da una profonda passione per il bene comune, dal conforto ed il sostegno che mi deriva dalla mia famiglia e che è e resta la forza propulsiva di ogni mio agire anche in politica”. L’intento di quest’atteggiamento sarebbe “creare nell’opinione pubblica smarrimento e perplesità sul mio agire e sul mio operare”, una

“denigrazione e abbatimento di una figura ed un percorso pubblico che sta stretto a molti, soprattutto se valutato in una prospettiva elettorale”. In conclusione, il clima, ha affermato Cocomazzi, potrebbe tornare disteso se si trovasse un chiarimento, che permettesse di ritrovare la stima reciproca.

‘Noi, artisti di questa terra’, Fredy Luciani riceve il premio italiano per l’arte Nell’ambito della manifestazione di interesse nazionale “Noi artisti di questa terra”, ideata e condotta ieri sera a Montorio nei Frentani dall’impareggiabile Antonio Molino, l’artista di chiara fama Fredy Luciani ha ricevuto il Premio italiano per l’arte con la seguente motivazione: ‘con la sua genialita’,

Primarie, nasce il comitato intercomunale per Petraroia “Comitato popolare di centrosinistra a sostegno della candidatura alle primarie di Michele Petraroia”, questo il nome del soggetto politico costituitosi lo scorso 3 agosto. Composto di “cittadini, amministratori locali, associazioni civiche e rappresentanti del Pd, Sel e Pdci”, si legge nella nota diffusa per annunciarne la nascita, “nasce dalla constatazione che nella scelta dei candidati è essenziale la partecipazione popolare, tenendo presenti i segnali di energia democratica

dei propri elettori”. Il comitato racchiude diversi comuni e precisamente Montenero di Bisaccia, Mafalda, Petacciato e Palata. “Vuole essere espressione di quel centro sinistra che vede in Michele Petraroia il candidato scelto per rappresentare idee e progetti all’interno della competizione per le primarie”, continua il comunicato. Al consigliere regionale uscente del Pd è riconosciuto “il merito di essere stato al fianco dei cittadini nella lotta contro l’eolico off-shore,

contro l’installazione della centrale nucleare a Termoli, nella difesa del territorio, della terra e dell’acqua. Sue sono state le battaglie per la messa in bilancio del registro dei tumori, la segnalazione alle autorità competenti del problema idrico relativo al tasso di trialometani, che colpisce la nostra costa dal dicembre 2010”. Nel documento è infine specificato che “la sua candidatura, è aperta alla collaborazione con l’Idv e garantisce una chiara diversità ideale e programmatica dal

Scarano, Cocomazzi, Nicola Sciarretta e Angelo Farina

Pdl e dal centrodestra. Michele Petraroia unisce a sinistra e raccoglie quel sentimento che arriva dall’Europa e dal mondo (…)”. L’aspirante candidato alla presidenza della Regione è anche “custode di quel sentimento, dettato dalla crisi di rappresentanza dei partiti, che in Italia ha determinato le vittorie di De Magistris e Pisapia alle recenti elezioni amministrative”. Da qui l’auspicio, per i componenti il neo comitato di sostegno, che in occasione delle regionali di ottobre si

il Maestro Fredy Luciani, ha innovato e ricodificato la creativita’ della pittura italiana, attraverso uno stile inedito e vincente, perfetta simbiosi tra astratto e figurativo. Conferendo alle sue opere logica e sentimento, poesia e mediatezza, ha restituito al tratto materico il segno individuale e collettivo della fantasia come dono dell’estetica e dovere dell’immaginazione. Fredy Luciani ha confermato il colore nel suo ruolo primigenio e primario di luminosa sentinella della coscienza, ricollocandolo nel suo alveo naturale e nella possa ripartire “da noi, dal basso, da una politica condivisa e partecipata”. Nel frattempo però, almeno uno dei partiti citati è diviso al suo interno. È infatti noto che una parte dei tesserati del Partito democratico appoggia l’altro candidato alle primarie, ossia il montenerese Nicola D’Ascanio. Sia pur lontano, almeno all’apparenza, dai consensi che gli tributavano i monteneresi un po’ di anni fa, ha pur sempre un suo seguito. R.d’A.

Amianto in copertura di stabili della Regione, la minoranza chiede chiarimenti a Di Brino

Il Paziente, commedia circense alla Scalinata del Folklore

I consiglieri di minoranza al comune di Termoli, Marinucci, Paradisi, Monaco, Russo, Di Blasio , Caruso e Giuditta, chiedono al Sindaco Antonio Di Brino, informazioni e chiarimenti per quanto riguarda gli interventi di bonifica di diverse strutture appartenenti alla Regione Molise. Tali stabili, una stalla di emergenza avente superficie di 650 mq, posto auto di superficie 80 mq, stalla e pensiline annesse per un totale di 2250 mq ed una sala mensa di 320 mq, presentano in copertura minerali di amianto di tipo serpentino bianco, come certificato dall’ Apra Molise in data 31- 10- 2005. Considerato che l’amianto può degradarsi in virtù dell’esposizione dello stesso all’azione degli agenti atmosferici, i consiglieri di minoranza ritengono necessario procedere alla rimozione delle coperture dei manufatti succitati, con smaltimento degli stessi nel rispetto della normativa vigente in materia o al trattamento di incapsulamento con sostanze ricoprenti o penetranti, realizzando in quest’ultima ipotesi, un trattamento di elezione per i materiali poco friabili, così come definito dal D.M. 06/ 09/1994, evitando in questo modo, la produzione di materiali contaminati da smaltire, garantendo al tempo stesso, con un idoneo programma di controllo e manutenzione, l’uso degli ambienti interessati. Gli stessi consiglieri chiedono inoltre al Sindaco Di Brino, quali azioni (anche legali se necessarie) pensa di intraprendere per risolvere “immediatamente” la situazione, vista la questione ambientale.

La compagnia ‘Madame Rebinè’ sarà a Termoli il 16 e 17 agosto per proporre al pubblico di turisti e vacanzieri lo spettacolo circense “Il Paziente”. Alle ore 21.15 la Scalinata del Folklore sarà animata dalla commedia ambientata in un ospedale e che racconta gli ultimi attimi della vita di un vecchio, ciò che ci si lascia dietro, delle amicizie, degli amori e delle grosse risate che sono più contagiose della peggiore malattia. Dopo anni di studi tra la Francia e l’Italia Alessio Pollutri di Termoli, Andrea Brunetto e Massimo Pederzoli di Reggio Emilia, hanno strutturato uno spettacolo che unisce la classica farsa all’italiana con i linguag-

Una scena dello spettacolo

gi più contemporanei del circo francese. Il ridere “agrodolce” è la caratteristica principale del gruppo ed ogni suo intervento diventa un momento per stare insie-

me per divertirsi e per riflettere sfruttando l’enorme potere del teatro. Lo spettacolo è totalmente autofinanziato, e sostenuto dall’offerta del pubblico.

Fredy Luciani

solare dimensione in fieri, percorrendo ogni volta la tela come anima e corpo dell’arte e della cultura universale”. Presenti all’iniziativa anche Antonio Molino e Fabrizio Moro.

Domani la presentazione del libro di Lurescia CAMPOMARINO. Il tempo e l’armonia. E’ il titolo del lavoro letterario di Romeo Lurescia che sarà presentato, domani a Campomarino, dall’associazione Artistico Culturale romana “la Conca”. Quindici giorni di permanenza in cui lo staff (composto da Antonio d’Ambrosio, Doretta Coloccia e Norma Malacrida) darà il via ad un viaggio poetico in prosa, in una terra aspra ed amara, in un Molise tutto da amare. “In questo libro di Lurescia – annota Antonio d’Ambrosio – c’è ricchezza e misera, potere e soggezione, dolore e gioia, sgomento e speranza. C’è il travaglio dei giovani perduti nel solco della droga ed il biaismo all’avarizia ed al camaleontismo; c’è la critica severa e non malevole a politici ed a politicanti”. Il libro è, dunque, una collezione di pensieri che mirano ad eliminare l’incertezza e le paure. Lurescia, poi, oltre a scrittore è anche un pittore creativo, figurativo. Esporrà le proprie realizzazioni fino al 30 agosto sempre a Campomarino. Nature morte, cavalli, paesaggi, interni e fiori... elementi che, abbinati alla magia della poesia, possono regalare gradi ed intense emozioni. Gdp


22

Mercoledì 10 agosto 2011

Ora sta lavorando al terzo disco che, dopo quelli dedicati a Carità e Speranza, sarà rivolto alla Fede

Don Elio, cinque anni da cantautore Il parroco di Palata stila un bilancio dal suo primo cd di musica cristiana PALATA. “Ho sempre inseguito un sogno: aiutare la musica cristiana a uscire dalle sagrestie e incontrare il grande pubblico, far innamorare i giovani di Dio attraverso il canto”. Era l’agosto del 2006 quando don Elio Benedetto iniziava la sua esperienza di cantautore. Due cd registrati con musicisti di primo livello, svariati concerti e qualche immancabile perplessità per questo modo singolare di divulgare il messaggio religioso. Eppure a sentire il parroco di Palata i risultati sono più che lusinghieri, specie in fatto di religiosità.

Ecco il suo commento a distanza di cinque anni esatti dall’avvio di questa nuova esperienza. “Il bilancio è più che positivo – esordisce don Elio . Penso alle duemila persone del mio primo concerto di presentazione del cd “Cammino semplice” a Palata, con Rai 3 e Rai 2, che hanno trasmesso un’intervista. Attestati e riconoscimenti che hanno interessato giornali non solo locali, ma nazionali e internazionali come l’Osservatore romano, che mai prima di allora si era interessato a una recensione di cantautori cristiani. Poi

A Mafalda nuovo appuntamento con la Festa argentina Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la Festa argentina a Mafalda. Come ogni anno, l’Amministrazione comunale del centro del medio-Trigno promuove e patrocina questo grande momento di festa, organizzato in modo eccellente dalla Pro Loco “Trespaldum” a favore di tutta la Comunità, di tutti i partecipanti, dei turisti e degli emigrati. Il giorno 12 agosto, dopo la visita istituzionale in Argentina, nello scorso mese di febbraio, che ha visto la partecipazione di amministratori e cittadini mafaldesi, ricambiata alla fine del mese di giugno da una rappresentanza della Collettività mafaldese in Argentina, si vivono momenti di gioia e di festa, come a sottolineare ancora una volta i profondi legami che ormai esistono tra la Mafalda molisana e la Mafalda Argentina, senza dimenticare i tanti emigrati in altri paesi del mondo. La festa è l’apice della socializzazione tra membri di una stessa Comunità, ogni famiglia ritrova la propria identità più intima nei momenti di festa. Cosa sarebbe una Comunità senza occasioni di festa? Si fa festa per gli amici, per i familiari che si rivedono dopo tanto tempo, si fa festa per esprimere l’affetto, la solidarietà e tutto quello che le parole non possono esprimere. Questo è il senso profondo della Festa Argentina nel Comune di Mafalda, secondo le intenzioni di tutti quei cittadini a cui stanno a cuore il bene del proprio paese e l’amore per le proprie radici.

l’attenzione di giornali cattolici come Famiglia cristiana e altri a tiratura nazionale. Televisioni come Trsp, Telepadrepio, Telepace che hanno trasmesso su Sky i miei concerti”. Immaginava all’inizio che sarebbe andata così? “Assolutamente, cinque anni fa non immaginavo di diventare un cantautore di musica cristiana con un successo inaspettato e un’accoglienza che mi ha lasciato interdetto e stupito. Il 30 luglio scorso a Montenero, davanti ad una piazza che io non avevo mai vista così piena, ricevere applausi per canzoni che sembravano bandite dal pubblico e relegate solo in chiesa, con riconoscimenti e attestati di stima da parte di tanti che mi hanno telefonato o incontrato, non può lasciarmi indifferente e mi spinge continuare a tentare questa forma di evangelizzazione, che fino a qualche anno fa sembrava impossibile. Nel mese

di agosto ho tante richieste: a Pannarano (Bn) l’1, l’8 a Termoli, il 9 a Monacilioni, l’11 a Foggia, il 13 a Vasto (Trsp in diretta Sky) e il 23 a Guglionesi”. E si è mai preoccupato di trascurare la parrocchia a causa degli impegni musicali, concerti, registrazioni ecc.? “Mai. Il mio primo compito è sacerdotale, è essere parroco di Palata e con tutta coscienza, devo riconoscere che con l’aiuto di tanti laici, in questi anni, sono aumentate le iniziative nella mia comunità parrocchiale e chi mi conosce sa che seguo con molta pignoleria tutte le attività pastorali, cercando di far aumentare il numero dei collaboratori, soprattutto in qualità, non trascurando mai la formazione, avvalendomi anche di tanti sacerdoti che vengono ad aiutarmi. Non ho mai lasciato scoperto un solo giorno la parrocchia, trovando sempre dei validi sostituti nelle serate dei miei

concerti. Don Elio Poi, una meta che andando in giro per le parrocchie mi ha convinto a impegnarmi maggiormente, è cercare di amalgamare tutti i gruppi parrocchiali per creare tra noi e per Palata momenti di comunione e amicizia”. Ci sarà un terzo disco? Quali i progetti futuri in campo musicale? “Sto preparando un terzo cd che deve completare una bella trilogia. Nel primo dedicato alla beata Teresa di Calcutta ho presentato la Carità attraverso la figura della madre dei poveri. Nel secondo attraverso le figure di Paolo e Pietro, mie composizioni

Miss Italia torna a Montenero per la fascia Sportiva Molise MONTENERO DI BISACCIA. Torna per il terzo anno consecutivo il concorso regionale di miss Italia nel centro bassomolisano. E’ atteso per stasera l’appuntamento, che ancora una volta si terrà nella centralissima piazza Giovanni XIII. Qui la selezionata giuria dovrà scegliere chi tra le venticinque ragazze, provenienti da ogni parte della regione, dovrà indossare la fascia di “Miss sportiva Molise”. Questo il titolo che sarà assegnato nell’appuntamento montenerese del celebre concorso di bel-

lezza, che si appresta a confermare il successo delle precedenti edizioni, come sempre grazie all’impegno dell’amministrazione comunale e dell’associazione “Amici della musica”. A presentare la sera-

ta sarà ancora una volta a Pietro Rama e non ci saranno solo le bellezze molisane a sfilare. Non mancheranno infatti momenti di divertimento con il cabaret di Domenico Lannutti, direttamente da Zelig Lab,

Le ragazze di Miss Italia

personali e la personalità di Dante Alighieri ho cercato di trasmettere attraverso la musica la Speranza. Ora sto lavorando per venire incontro alla instancabile ricerca di ogni uomo del senso della vita, della ricerca di Dio, con un terzo cd dedicato alla Fede. Il punto di riferimento è la celebre frase di S. Agostino: ‘Il nostro cuore, Signore, è inquieto, finché non riposa in Te”. R.d’A. l’appuntamento musicale con Antonello Carozza e la danza con Frank Polvere. A curare le musiche sarà il dj Andrea Barletta, mentre il look delle aspiranti miss sarà affidato alle mani esperte di Angela La Roia (Studio A di Termoli). Dopo la serata montenerese, la carovana di Miss Italia proseguirà il suo viaggio nei luoghi più suggestivi della regione. Pertanto il successivo appuntamento è fissato per il 13 agosto a Termoli, in contrada Difesa Grande, per poi toccare altre località: Agnone, Frosolone e Larino. R.d’A.


MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 219

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/484625

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Tra le novità del 2011 la presenza della cover band ‘The Aquare Dance’, gruppo country-western

Cala il sipario sul raduno deiTatankaTeam La passione per la natura e l’amore per i cavalli unisce i cavalieri dell’associazione di Lucia Rita Carfagno Grandi novità per il VI Raduno del Gruppo Equestre dei Tatanka Team, avvenuto nelle giornate del 6 e 7 agosto nell’area antistante il Seminario Diocesano di Larino. Lo slogan “Avete mai sentito parlare di noi?” ha simpaticamente rappresentato, per questo 2011, un modo “inedito” per esprimere la grande passione per la natura ed i cavalli, saldamente condivisa da tutti i cavalieri dell’associazione dei Tatanka Team. Tra le novità di quest’anno è da sottolineare, oltre alla consueta, e sempre emozionante, passeggiata a cavallo di adulti e bambini, la presenza della coverband “The Square Dance”, grup-

Larino

Casacalenda

Grande successo per la Pedalata Ecologica po noto del genere musicale country-western da oltre vent’anni. Inoltre, il pubblico presente alla manifestazione ha avuto modo di cimentarsi in alcuni passi di danza, insegnati dalla maestra di ballo country, la bella e brava LetyWin. Domenica 7 agosto, poi, durante la passeggiata a cavallo, tutti i partecipanti si

sono diretti al sito archeologico di Gerione e, dopo una breve sosta, si sono spostati verso il parco della Lipu. La manifestazione si è conclusa con i ringraziamenti e la consegna di targhe ricordo. In particolare, il neo presidente del Gruppo Equestre dei Tatanka Team, Luigi Petrarca, ha voluto ringraziare

tutti gli associati che, con il loro sostegno, hanno contribuito alla realizzazione dell’evento, la Curia Vescovile di Termoli eLarino per avere permesso l’utilizzo dell’area antistante il Seminario, l’Assessorato allo Sport della Regione Molise, la Presidenza del Consiglio Regionale e tutti coloro che hanno preso parte all’evento.

Appuntamento a questa sera (alle 20) in piazza Vittorio Emanuele

Archiviata con un ottimo successo di partecipazione la diciassettesima edizione della Pedalata Ecologica (foto), l’Associazione Pro Loco di Casacalenda del presidente Carmine Di Rienzo ha pronto l’ennesimo appuntamento di questa ricchissima estate 2011. Oggi in occasione della notte di San Lorenzo il sodalizio casacalendese ha organizzato la Sagra del mai sotto le stelle. In località Montagnola, ovvero la parte alta del paese ci sarà la festa che verrà unita alla magica notte delle stelle cadenti. Continua a spron battuto il cartellone di appuntamenti che la Pro Loco, insieme all’amministrazione comunale di Casacalenda, ha organizzato per quest’estate. E proprio in questo senso, un successo molto importante è riuscito ad ottenere la sagra dei cavatelli che si è tenuta ieri (8 agosto) nel piazzale di via Scipione di Blasio. La gente sta rispondendo alla grande alle manifestazioni di svago. Un risultato che deve essere sottolineato e che premia gli sforzi dell’amministrazione comunale e della Pro Loco.

Musica e balli per ‘San Lorenzo la Notte delle stelle’

Musica e balli per “San Lorenzo, la Notte delle Stel-

Dal 15 al 19 Uffici Estra chiusi Rimarranno chiusi dal 15 al 19 agosto gli uffici di Estra di Teramo, Nereto, Atri, (provincia di Teramo), San Demetrio ne’ Vestini (provincia de L’Aquila), Folignano, Offida (provincia di Ascoli Piceno), San Martino in Pensilis, Ururi, Larino e Montecilfone (provincia di Campobasso). Sempre attivo dalle 8,30 alle 19 il numero verde 800 532 932.

le”. La manifestazione è a cura della nuova associazione culturale Asso Pro.Mo Cult. L’as Asso Pro.Mo. Cult con il Patrocinio del Comune di Larino e la Pro Loco città di Larino invita la cittadinanza a partecipare alla manifestazione “San Lorenzo - la notte delle stelle” che si terrà questa sera, mercoledì 10 agosto, a partire dalle ore 20 in piazza Vittorio Emanuele. Asso Pro.Mo Cult è una nuova Associazione Culturale nata con obiettivi molteplici nel settore della promozione culturale. Una delle peculiarità dell’attività associativa, che questa serà sarà presentata al

pubblico, è la musica in ogni suo aspetto: dal booking de-

gli artisti all’organizzazione di grandi concerti. Non mancheranno operazioni di rilancio territoriale e di attività

legate ad aspetti tipici del territorio di appartenenza. Il programma della serata prevede: alle ore 20 i “Balli di gruppo” a cura della scuola di ballo Living Dance; alle ore 22.30 si esibirà la tribu-

te band dei Nomani “Tracce di Nomadi”; dall’una in poi è previsto l’After Party con Dj Set. Saranno disponibili un’are per il ristoro e lo stand informativo dell’Hospice di Larino.

23


MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011

ANNO XIV - N. 219

VIA ANDREA DA CAPUA, 6 - TEL. 0875/707896 - FAX 0874/730606

REDAZIONE 86039 TERMOLI

Il 14 agosto l’evento che consente a tanti cittadini che rientrano in paese di seguire tutte le usanze locali

Santa Croce, un anno ‘scorre’ nella festa delle tradizioni SANTA CROCE DI MAGLIANO. Una manifestazione che riscopre l’identità storica e culturale del paese e permette a tanti cittadini che ci tornano in estate di assistere ai momenti più significativi dei riti popolari. A Santa Croce di Magliano il 14 agosto si svolgerà la festa delle tradizioni organizzata dal Comune di Santa Croce di Magliano, dalla Pro Loco Quattro Torri, dalla sezione dell’Avis “ A. Tatta”, dall’Associazione Musicando, dalla Protezione Civile “ Pionieri” e dall’Ecomuseo Itinerari Frentani. “Cominciando già dalla mattina – afferma entusiasta Marcello Pastorini, responsabile dell’Ecomuseo - in un giorno verranno presentate ai visitatori tutte le manifestazioni tradizionali che vengono svolte in un anno a

Organizzato dalle associazioni insieme all’Ecomuseo Itinerari Frentani I carri in onore di Sant’Antonio da Padova

Santa Croce di Magliano: U luteme sabbate d’Aprile e la Benedizione degli animali, la sfilata dei carri e l’asta di Sant’Antonio da Padova, i riti e i canti relativi a Sant’Antuone, alla Pasquetta, al Marauasce con il canto devozionale del Maichentò. Inoltre verranno rievocati gli antichi riti che precede-

vano il matrimonio: “ A carte di panne”, “ A Serenate”“ Ze spacche a Croce”. In serata , in Piazza Marconi, si esibiranno “ I Cantori della Memoria” di Larino e l’Associazione Musicando di Santa Croce di Magliano, verrà dato spazio ai brani di musica popolare, proverbi , racconti, filastroc-

che della nostra terra e alle poesie di Raffaele Capriglione e Pietro Mastrangelo. In Piazza Marconi sarà possibile un percorso nell’enogastronomia con degustazione di prodotti locali tra cui la squisita e unica Treccia di Santa Croce di Magliano emblema dell’appartenenza dei santacrocesi alla cultura agro-pastorale.

Organizzata al palazzo Iacobacci dalla nuova Pro loco “Tre Colli”

Laboratorio liberatorio con Renato Curci COLLETORTO. Prosegue la rassegna teatrale “Frammenti di teatro” proposta dal Comune di Colletorto e in questi giorni si intensificano le attività. Nelle giornate dall’8 al 10 agosto l’approfondimento con un “Laboratorio Liberatorio” curato dal bravissimo attore barese Renato Curci, al quale parteciperanno tantissimi ragazzi. Il lavoro svolto e realizzato si concretizzerà in uno spettacolo dei ragazzi dal titolo “Storie vere”. Nella serata dell’11 agosto lo stesso attore presenterà un suo lavoro bellissimo “Ridi Ridi”. Renato Curci è un attore poliedrico, che incanta per la sua bravura. Ai margini per scelta, il suo teatro rappresenta più in generale una visione complessiva della vita. Mai piegatosi alle regole di un mercato che molto spesso propone stereotipi e cliché fissi, l’attore ha sempre cercato piena libertà e autonomia nel suo concetto di lavoro e di studio. Un attore tecnicamente eccellente ma soprattutto dotato di grande umanità e di grande vitalità. Nelle giornate in cui sarà protagonista certamente riuscirà a trasmettere amore e passione per l’arte del teatro e per la vita. Nota di rilievo e plauso per questa rassegna che certamente ha prodotto risultati entusiasmanti e punti di riferimento culturali non solo per il Comune di Colletorto, al quale vanno i meriti per aver puntato su una rassegna di qualità, ma per l’intera area basso molisana che ha tributato riconoscimenti e apprezzamenti per l’iniziativa.

Rotello, la storia dei tempi che furono nella mostra Frammenti del Passato ROTELLO. Nel corso del programma estivo rotellese, la Nuova Pro-loco Tre Colli, con il patrocinio del Comune di Rotello, ha inaugurato la Mostra “Frammenti del Passato”. L’evento ha riproposto gli antichi mestieri, grazie alla meticolosa ricerca di oggetti appartenenti ai vecchi artigiani e in particolare a attività legate alla tradizione contadina: l’attività dei campi, l’abbigliamento, gli antichi utensili della cucina alcuni di molte centinaia di anni fa, ormai solo nella memoria di pochi rimasti. L’allestimento della

mostra - spiegano gli organizzatori - è il risultato di una laboriosa ricerca di utensili e oggetti del passato resa più

facile dall’aiuto di alcuni collezionisti locali disposti a fornire gratuitamente le loro collezioni di questo tipo. Al-

l’interno grande spazio è stato dato alla fotografia in tutte le sue forme. Grande affluenza di visitatori per i giorni del 6 e 7 Agosto quasi tutti turisti e villeggianti nativi del posto, tornati in occasione della Festa del Santo Patrono San Donato. La mostra allestita all’interno del Centro Culturale “Palazzo Iacobacci” rimarrà aperta per tutto il periodo delle vacanze. Un’iniziativa condivisa e riuscita che premia gli innumerevoli sforzi portati avanti dagli organizzatori.

Madonna del Carmine a Casacalenda Il concerto di Nathalie chiude la festa

Alcuni spazi espositivi della mostra “Frammenti del Passato” che ha raccolto a Rotello numerose presenze Gli organizzatori sono molto soddisfatti e ringraziano tutti i visitatori

24

CASACALENDA. Il duo acustico di Nathalie (vincitrice del talent show di Rai 2 X-Factor) ha chiuso la Festa in onore di Maria Ss del Carmine a Casacalenda. L’evento musicale (organizzato in collaborazione con il film festival MoliseCinema) ha regalato l’ultima emozione di questa festa che ha vissuto due importanti momenti religiosi: quello della precessione con il quadro della Madonna del Carmine fino a Piano San Giovanni (dove è stato allestito il tradizionale altarino e nella serata di sabato è stata fatta la suggestiva veglia con tanto di canto mariano) e la processione della domenica con la statua della Vergine per le strade cittadine. “Tutto – sottolinea l’assessore comunale alla Cultura, Marco Masciantonio – è stato curato nei minimi dettagli dal Comitato feste che anche questa volta è riuscito a dare il giusto lustro alla festa”.


ANNO XIV - N. 219

MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011

REDAZIONE: 86100 CAMPOBASSO

VIA SAN GIOVANNI IN GOLFO - TEL 0874/484623 - FAX 0874/484625

Dalla Lettera 32 a Facebook Gli operai al lavoro per innalzare le inferriate

Operazione ‘4000 posti’ Lavori in corso per ridurre la capienza dello stadio In ritiro si punta sulla velocità per partire subito forte CAMPOBASSO. Cantiere Selva Piana. La doppia missione è ridurre la capienza dello stadio e ridare un aspetto decoroso al terreno di gioco. Da un paio di giorni gli operai dell’impresa Palombo sono al lavoro per innalzare delle inferriate negli anelli inferiori delle tribune e della curva nord: non più tubi Innocenti, dunque, ma il risultato sarà lo stesso. Infatti, si potrà accedere soltanto nelle parti superiori dell’impianto sportivo, per ridurre la capienza dello stesso a quattromila posti, come imposto dalla Lega.

Facendo un passo indietro, il Comune del capoluogo, che ha commissionato i lavori, ha assicurato diverse settimane fa che avrebbe provveduto a portare lo stadio a 4mila unità, visto che per il momento non ci sono i soldi per una capienza superiore (a 7500 posti, come richiesto dal presidente Capone). Per quel che riguarda il manto erboso, pian piano il verde sta riprendendo il posto che gli compete, anche se occorrono ancora dei giorni per terminare il tutto. Le ultime dal ritiro. Prosegue la preparazione a San

Il rinnovato manto erboso di Selva Piana

Le inferriate in tribuna

Gregorio Magno. Lo staff tecnico sta puntando molto sulla velocità e gli scatti: l’obiettivo è partire in maniera lanciata e quindi conquistare più punti possibile nelle prime giornate di campionato. L’organico, come detto, dovrebbe essere sfoltito prima di poterlo rafforzare con un paio di arrivi (l’esterno d’attacco Triarico è sempre nella lista della spesa). Da considerare che aggregato

ai rossoblu c’è anche il brasiliano Cruz, che Capone vuole trattenere. Per quanto riguarda il settore giovanile, la Berretti allenata da Michele Di Giacomo resterà sicuramente nel capoluogo, visto che la proprietà ha scongiurato il pericolo di uscire dai confini regionali. Sembra che siano stati trovati anche degli sponsor specifici proprio per il settore giovanile del Campobasso. F.d.S.

Le condanne per il calcioscommesse Ex. Alessandrì è del Casarano

Re Giorgio Corona passa al Messina. Millan a Cerignola Giorgio Corona (‘74) è un giocatore del Messina (serie D). Re Giorgio lo scorso anno ha trascinato in serie B la Juve Stabia, ora si avvicina a casa (è di Palermo, ndr) e proverà a riportare nel calcio professionistico i giallorossi. Facendo un tuffo tra gli ex Campobasso, c’è da dire che l’attaccante Emanuele Alessandrì (’75), che nel capoluogo molisano non fece bene due stagioni fa ma ha messo a segno 22 gol lo scorso anno, è passato tra le fila della Virtus Casarano. Andando ancora più indietro nel tempo, il centrocampista argentino Damian Omar Millan (’80) è stato ingaggiato dal Cerignola, ambiziosa formazione di Eccellenza pugliese.

Furlan, 6 mesi di stop Tre anni a Parlato La Commissione disciplinare conferma: squalifica di sei mesi per Claudio Furlan, l’ex portiere del Campobasso coinvolto nel calcioscommesse. Le squalifiche, naturalmente, riguardano diversi tesserati: da Cristiano Doni (tre anni e mezzo) a Manfredini (tre anni). Cinque anni, invece, per i vari Buffone, Erodiani, Bellavista, Gervasoni, Sommese e il portiere Paoloni. Per quanto riguarda le società, l’Alessandria è stata addirittura re-

trocessa all’ultimo posto per quel che riguarda il campionato scorso. Sei punti di penalizzazione all’Atalanta (serie A) e all’Ascoli (B), nove al Benevento, quattro al Piacenza (C1). Inoltre, sei punti alla Cremonese, due alla Reggiana, un punto a Viareggio, Spezia e Taranto. L’altro ex Campobasso (una sola apparizione in Coppa Italia nella stagione 2005/2006) Gianfranco Parlato, invece, è stato condannato a tre anni.

di Gennaro Ventresca Noi che non vogliamo essere rami secchi. Noi che vogliamo fare la parte dignitosa, senza sbrodolarci nel fango del girone. Noi che siamo stufi di stare sempre nelle ultime file. Noi che una volta siamo stati i primi vorremmo, magari con il tempo, tornare a occupare le piazze che contano. Noi che avevamo la forza del pubblico siamo rimasti soli. Noi che avevamo foderato il cuscino di rosso e di blu adesso dormiamo i sonni dell’indifferenza. *** Già si è messo a suonare il campanello del pericolo. Un sirena che fa tremare i più deboli. Certo, quattro retrocessioni e mezza non sono poche. Ma guarda un po’ a che cosa bisogna pensare durante la bella stagione, con il sole che finalmente ha deciso di prevalere sulle nuvole e il caldo ha scalciato quel venticello galeotto che ha fatto abbassare per settimane la nostra temperatura ambientale. *** Da un eccesso all’altro. Guarda un po’ che ti combina la Lega. Solo un anno fa sfilò dal nostro girone ogni forma d’interesse. Iscrivendo società con la fideiussione farlocca, qualche altra senza né arte né parte e non riuscì a mettere insieme neppure 18 squadre. Così dopo poche domeniche il Catanzaro alzò la bandiera della resa e a campionato quasi finito si scoprì che il Pomezia, tra le migliori sul campo, aveva compiuto presunti illeciti amministrativi. Così, almeno per le zone basse, il torneo ha fatto in fretta a perdere di interesse. *** Ho appena ritrovato, in un baule della soffitta, la mia vecchia e cara Lettera 32 della Olivetti. Una macchina da scrivere che mi ha accompagnato nel mio lavoro giornaliero sino a una decina d’anni fa. Quando andai al Quotidiano capii di essere fuori dagli schemi. Mi indicarono un computer e mi dissero: arrangiati. Non ci avevo mai messo mano a un computer. Lo guardavo come un intruso. Vuoi mettere quel ticchettio nervoso della mia macchina, il rullo che si inceppa, le mille cancellature su una sola cartella, le mani che a forza di toccare il tamburo si sporcano. Una specie di trionfo dell’artigianato. Che si confà alla mia convinzione di essere ancora oggi un artigiano della scrittura. *** In pochi giorni ho dovuto cedere e mi sono abituato alla nuova dottrina. Ma sapeste quanti file ho perduto, dimenticandomi di salvarli. Da qualche giorno, pensate un po’ voi, mi sono ritrovato con la meglio gioventù. Capelli bianchi e carta d’identità pesante, ma capa fresca come un giovanotto. E così eccomi addirittura presente su Facebook. Che roba ragazzi. Sono stato sommerso da centinaia di richieste di amicizie che mi hanno creato una gran confusione. Non sapevo neppure come comportarmi con quelle pagine telematiche. Per fortuna che mi è venuto in soccorso Mimmo Di Iorio, il quale dopo avermi istruito per la gestione della casella di posta elettronica mi ha dato indicazioni svelte ed essenziali per potermi mescolare alla famiglia di Facebook. Allegria. *** Penso: non è mai troppo tardi. Ma, per carità, non mettetemi fretta. Me la sto prendendo con calma. Nessuno pensi che me la stia tirando. Se ancora non ho concesso l’amicizia a chi me l’ha chiesta è solo perché non ho fatto in tempo a sfogliare tutte le pagine. Ma presto lo farò e allora via con il rock. *** A proposito: la mia Lettera 32, dopo averla ritrovata, l’ho messa sul terrazzo per farle prendere aria. E proprio ieri l’ho usata per scrivere un bel pezzo che ho conservato in una cartellina. Quel foglio pieno di cancellature mi ha fatto tornare indietro di molti anni, provocandomi infiniti rimpianti. Ma poi sono tornato al tavolo, per pigiare i tasti del mio notebook, anzi no, li ho martellati come si usava fare una volta con la macchina da scrivere. E ho fatto saltare la tastiera. Allegria. gennaroventresca@gmail.com

25


26

Mercoledì 10 agosto 2011

Sulle ambizioni della squadra: “Vogliamo arrivare subito alla salvezza diretta”

Keità presenta la sfida col Gubbio Il maliano: “Una grande cosa per Agnone e per il Molise” di Marco Fusco E’ il giorno dell’evento. Proprio così. Questo pomeriggio al “Civitelle” l’Olimpia Agnonese ospita la neopromossa in serie B, Gubbio allenata da Fabio Pecchia, volto notissimo in Molise per aver partecipato a Venafro a tutte le partite del cuore. Una manifestazione preparata dalla dirigenza locale senza lasciare nulla al caso. E’ un evento per tutto il Molise. Fischio d’inizio alle ore 16,30. Di questo e altro parliamo con Bubu Keita che si sta preparando a dovere per la nuova stagione. Suda le proverbiali sette camicie il maliano per arrivare al nastro di partenza del prossimo campionato di serie D, ben messo fisicamente. Lo staff tecnico è molto soddisfatto della condizione dell’ex capitano del Venafro. E’ arrivato ad Agnone “stirato” e pronto per raggiungere la forma migliore a stretto giro

di posta. Allora Keita, oggi c’è il Gubbio, una partita non solo di rappresentanza per così dire, ma un evento importante per Agnone e il Molise. Non è così? “Una grande cosa per Agnone e il Molise, ospitare una squadra di serie B. Un modo anche per fare il punto della situazione per tutto il movimento calcistico regionale. La società si è impegnata molto per questa partita e noi la onoreremo alla grande” Bubu, stai lavorando con grande tenuta e sacrificio. Come tutto il resto del gruppo. Ma questo Agnone, secondo te, dove può arrivare? “Stiamo lavorando tutti seguendo le indicazioni dello staff tecnico. Abbiamo una tabella di marcia e la rispettiamo in maniera puntigliosa. Quali ambizioni? Vogliamo arrivare subito alla salvezza diretta, tutto

quello che verrà dopo sarà di guadagnato. Prima l’obiettivo principale che rimane la salvezza. La squadra è formata da giocatori di ottimo livello, c’è esperienza, qualità, tecnica. “La dirigenza ha fatto un buon lavoro nel mettere insieme un gruppo veramente interessante “Per me tutto questo non è una sorpresa, perché la società dell’Agnone ogni anno ha fatto le cose seriamente e dimostrando di seguire una programmazione a breve, medio e lungo termine. Mi sono trovato subito bene perché le cose vengono fatte con competenza e senza mai prestare il fianco all’approssimazione.” Vincenzo Ricamato, il tuo grande amico, come si sta comportando nella tranquilla oasi agnonese? “Vincenzo è un ragazzo serio, io ci ho sempre tenuto a questo ragazzo perché ha qualità e intelligenza tat-

tica. Parla poco come è nel suo costume ma si è ambientato benissimo ad Agnone. Sarà per noi un giocatore fondamentale. Sono poi contento per lui perché si gioca una nuova chance in serie D. Lo merita.” Bubu, i giovani, gli under, cosa ci dici sul gruppetto classe 1991, 1992, 1993, 1994 “Il direttore Sportivo e tutta la dirigenza anche su questo capitolo ha fatto le cose alla grande, scegliendo ragazzi di qualità e pronti alla sfida. Un gruppo ben amalgamato voglioso di fare bene e di migliorarsi. “ Keita è un grande personaggio per il calcio molisano. Ovunque hai messo piede, sei riuscito a legare con la gente, con i tifosi. Ecco, cosa ti senti di dire al popolo granata in questo momento “I tifosi sono l’anima vera di una squadra. E’ così ad

Keita con il ds Sabelli e il massaggiatore Alabiso

Agnone. A loro chiedo di starci vicino, sempre quando si vince e quando si perde. Ho visto i tifosi dell’Agnone molto calorosi e attaccati a noi. Per noi è un bene. Dobbiamo sempre rispettarli. Vogliamo dare a loro quest’anno un sacco di soddisfazioni. E’ molto bello vedere come qui si vive il calcio. Con entusiasmo, grande disponibilità di tutti

a risolvere ogni genere di problema intorno alla squadra. Stiamo lavorando in un contesto di massima serenità. ”Si ferma qui Bubu Keita diventato anche da queste parti l’idolo dei tifosi. Si fa voler bene da tutti, con il suo modo di fare franco, il suo esempio in campo e fuori. Qui tutti stravedono per lui e più di tutti il Direttore Sportivo Maurizio Sabelli.

Fischio d’inizio alle 16:30. Agovino testa la squadra dopo i fatti di Morcone

A Rivisondoli arriva la Virtus Matesina Il diesse del Trivento Davide Teti: “Quest’anno vogliamo divertirci”

Davide Teti

di Eric Moscufo Torna in campo il Trivento. La squadra di Massimo Agovino affronterà oggi pomeriggio a Rivisondoli la Virtus Matesina Santangiolese, nuovo test amichevole di avvicinamento all’inizio della stagione ufficiale che precede quello più atteso del 13 prossimo con la Primavera del Lecce, non tanto per il blasone dell’avversario, quanto per il grado di difficoltà di un confronto con una rappresentativa in orbita serie A, e questo naturalmente senza nulla voler togliere alla Virtus. Fischio d’inizio fissato per le 16:30, occasione per

sottoporre all’esame del campo lo stato di salute della truppa reduce dai ben noti problemi virali avuti a Morcone. Di questi, di mercato e di altro ancora ha intanto parlato il direttore sportivo Davide Teti, in prima linea nella campagna di rafforzamento estiva che ha portato in gialloblù elementi in grado di ingolosire la tifoseria trignina che intravede come molto probabile un campionato ricco di soddisfazioni. Direttore, anche quest’anno presenterete ai nastri di partenza un signor Trivento… “Sì, abbiamo cercato di allestire una formazione secondo me dignitosa per questo campionato e abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati, che erano magari anche quelli di dare un cambio rispetto alle gestioni passate riducendo il budget e ringiovanendo un po’”. Ha parlato di obiettivi raggiunti: Minadeo e Monti appartengono a questa

categoria o sono occasioni offerte dal mercato che non vi siete lasciati sfuggire? “Per quanto riguarda Minadeo è un nome che circolava già dall’inizio del mercato, quando ci siamo sentiti le prime volte. E’ normale che sia stato uno degli ultimi ad arrivare perché lui giustamente aspettava qualche risposta da Campobasso o comunque dalla serie C, però poi nel momento in cui ci siamo seduti a tavolino anche con il presidente sono bastati veramente nemmeno un paio di minuti per trovare l’accordo. Monti diciamo invece che ci è capitato un po’ tra le mani, la sua volontà di rimanere a Campobasso e in Molise è stata determinante, l’abbiamo preso al volo e penso che ci siamo assicurati uno dei migliori giocatori

Fabio Di Vito

per la serie D” Capitolo under: siete a posto così o farete ancora qualcosa? “Gli under sono sempre diciamo il punto interrogativo della situazione. Noi ci siamo buttati su determinati elementi che provengono anche da società importanti Antonio Minadeo

tipo Lecce o Pescara e puntiamo tantissimo sui nostri, come sempre, questa è una prerogativa della società, e quindi penso che Palumbo, Urna, Sabella, Russo si ritaglieranno i loro spazi e saranno fondamentali per il campionato. Siamo comunque vigili, cerchiamo di vederne giorno per giorno qualcuno perché poi può capitare sempre l’occasione” Mercato non ancora chiuso, quindi? “Sì, per quanto riguarda i grandi abbiamo definitivamente chiuso con la conferma di Di Vito che ha portato a undici il numero più che sufficiente di over, c’è stato un po’ di tira e molla, anche lui è arrivato a ritiro iniziato, però era intenzione sia nostra che sua la conferma al Trivento e dunque siamo contenti di aver trovato l’accordo. Con gli under invece ogni

giorno può capitare qualche ragazzo che può essere utile alla causa, anche perché di under più se ne hanno, meglio è” I fatti di Morcone hanno lasciato strascichi? “In questo momento stanno recuperando un po’ tutti quanti. E’ normale che è una situazione che a noi ha penalizzato tantissimo perché comunque ha interrotto il nostro lavoro o ci ha fatto lavorare male, soprattutto nel ritiro che è la fase più importante per mettere benzina dentro. Adesso stiamo valutando con i vari accertamenti le responsabilità di questa intossicazione, ma la società vuole ringraziare ugualmente l’hotel La Formica i cui gestori si sono adoperati dal primo giorno per individuare e risolvere il problema, che non è sicuramente dipeso da loro”. Quali sono gli obiettivi realmente perseguibili quest’anno? “L’obiettivo è quello di divertirci e fare meglio dell’anno scorso, poi ovviamente si vedrà a campionato in corso, non possiamo fissarci adesso dei traguardi prestabiliti. Aspettiamo la composizione del girone, ma se sarà quello che si dice in giro si tratterà di un girone sicuramente difficile, quindi dobbiamo cercare di fare il nostro meglio”


Mercoledì 10 agosto 2011

27

Ieri la firma dell’attaccante Mario Fossalovara e del centrocampista Wagner Amabile

Per il Campobasso 1919 si aprono nuovo orizzonti Oggi la presentazione: Marco Pulitano nuovo presidente del sodalizio rossoblu Marco Pulitano

di Alfonso Sticca Sito in costruzione. E’ la dicitura in grassetto del sito web del Nuovo Campobasso Calcio. Le notizie che arrivano dal ritiro di San Gregorio Magno sono scarne, e la stampa cerca di occupare lo spazio riservato ai Lupi con qualsiasi informazione: fa notizia anche il nuovo pallone che la Lega Pro promuove per la prossima stagione. Stranezza del calcio moderno. Se la ‘prima’ squadra del Capoluogo non dà segni di vita, le altre, nella limitatezza della categoria, cercano di promuovere la nuova stagione. I Lupi Molinaro da lunedì hanno iniziato la preparazione, smaniosa di comporre la rosa definitiva. Il Campobasso 1919 ha fissato la data dell’allenamento precampionato il 16 agosto, data oramai storica per la compagine campobassana, a prescindere dagli obiettivi, ma nell’ultimo mese il sodalizio campobassano è avvolto da un velo sospetto, che non ha convinto l’addetto ai lavori. In realtà la società della pre-

sidentessa Annarita Caracozzi, rinnoviamo gli auguri per il lieto evento, di questi giorni aveva già dato in pasto nomi e progetti per la nuova stagione, anche se in corso d’opera c’era qualche ingresso che non mutava in modo sostanziale l’andamento dell’attività. L’assenza di ‘rumori’, a non più di 20 giorni dall’inizio dell’attività, ci ha resi curiosi e siamo andati a scavare a fondo, centellinando le notizie, cercando di ricostruire il mosaico della squadra rossoblu. La società era in fibrillazione, alcuni movimenti faceva presagire a qualcosa di nuovo, il tutto condito da riunioni fiume e un susseguirsi di voci che ha portato ad un cambiamento al vertice della società, con l’ingresso dell’imprenditore Marco Pulitano della Premier Power e la notizia viene confermata. L’imprenditore campobassano assumerà la presidenza sposando il progetto ‘Lupi del Molise’. La notizia in un baleno ha fatto il giro della città, favorendo l’ingresso di altri soggetti,

producendo una linfa vitale e quel salto di qualità che da tempo il sodalizio aveva in animo. Inutile nasconderlo, l’ingresso di Pulitano ed altri personaggi della città che nei giorni a seguire ne avremo conferma i nomi, il Campobasso 1919 si propone con tutte le carte in regola per disputare un campionato da vertice, visto che lo stesso imprenditore dell’energia rinnovabile, lo scorso anno aveva sponsorizzato il Nuovo Campobasso di Ferruccio Capone. La nuova strategia dirigenziale è la conquista di quella fetta della tifoseria rossoblù che non si riconosce nella squadra del Nuovo Campobasso Calcio per nulla indigena. Andrà a buon fine? Solo il tempo ci dirà cosa succederà. Ma la dirigenza del Campobasso 1919 sta gettando le basi per rilanciarsi in uno scenario nuovo del calcio regionale. In parole povere: punta a fare il salto di qualità. L’imprenditoria locale di un certo spessore sta sposando il nuovo progetto del Campobasso

Mister Lozzi

1919, tutto fatto in casa. Il team tecnico di rimando ora è costretto a rilanciare con alcuni acquisti importanti che possa dare alla squadra quel salto di qualità per ambire alla conquista di un posto di privilegio in campionato. Intorno al sodalizio rossoblu girano una ridda di nomi, noti e sconosciuti al calcio molisano, che hanno la possibilità di indossare la famosa casacca rossoblu. Il nuovo motto della nuova dirigenza: è tempo di progettare un futuro all’altezza delle aspettative degli imprenditori che hanno sposato il programma. Come direbbe Tommasino Maione, un grande tifoso rossoblu scomparso: “E’ tempo di mettere da parte i progetti a metà. E’ tempo di pensare a ritornare

grandi con i molisani”. Il popolo sportivo campobassano lo merita, come lo merita anche la classe dirigenziale che è stata sempre presente negli anni, nel bene e nel male. Il team tecnico, guidato da Lozzi, ha preso in parola le direttive della nuova dirigenza e ha cominciato a fare la conta dei ‘reduci’ della passata stagione e ha annotato sul taccuino i nomi nuovi. Alcuni di questi hanno già

Wagner Amabile

Mario Fossalovara

messo nero su bianco, come è stato annunciato dalla dirigenza. I ritorni di Zurlo e Viglione non sono un caso, come le conferme dello stesso Guerra, Di Chiro, Pignataro, Fossalovara, Cinquino, Ciarlariello e altri calciatori che non stiamo ad elencare. In questi giorni che precederà l’appuntamento del primo giorno di lavoro, la rosa sarà arricchita da altri ragazzi maturi e under di qualità che hanno già avuto esperienza nella categoria o in quella superiore. La trattativa con l’attaccante Gigi Artiaco si è arenata, e lo staff tecnico si è orientato su altri nomi di spessore, tra questi spicca il nome del centrocampista Amabile Wagner, nome noto al calcio molisano per aver militato nel Termoli e nel Montenero rispettivamente nei campionati: 1994/1995; 2004/2005 e nel 2005/2006. Calciatore che è abituato a vincere i campionati come è successo nell’ultimo triennio con il Forza e Coraggio Benevento. La dirigenza tiene in gran segreto la lista che sarà svelata nei prossimi giorni, per il momento le attenzioni sono rivolte alla costruzione della nuova struttura dirigenziale, punto di riferimento della nuova squadra che da notizie fin qui raccolte, avrà un ruolo importante nello scenario del massimo torneo regionale.


28

Mercoledì 10 agosto 2011

Di Prisco: bisogna puntare l’attenzione su ciò che non va. Gli errori servono a migliorare

L’Isernia attende il Vasto Marina

Silvio Di Prisco

di Rosanna Esposito ISERNIA. Un altro test amichevole per il team di Monfreda è in programma domani al Lancellota, il calcio di inizio è previsto alle ore 17.00. Dopo Pomigliano e Sesto Campano, infatti, arriva il Vasto Marina, club neo promosso nel campionato di Eccellenza abruzzese. Intanto i lavori sono ripresi a pieno ritmo, dopo il giorno di pausa, in vista dei primi impegni ufficiali. Non ci sono ancora novità sulla firma di Alessandro Alessandrì che dovrebbe arrivare a giorni. Per il momento, tuttavia, l’attenzione è riversata sulle amichevoli, e se questi sono i presupposti i tifosi possono ben sperare. “Abbiamo pareggiato con il Pomogliano, che era più avanti di noi con la prepara-

Calcio d’inizio domani alle 17 al Lancellotta

zione, poi abbiamo vinto con il Sesto Campano, che è sempre una squadra di carattere, ma questi test sono importanti soprattutto per vedere se ci sono difetti”, sentenzia mister Di Prisco alla ter-

za stagione in biancoceleste. “Non guardo al risultato, né agli avversari”- continua“ma a ciò che si può fare meglio. Bisogna rendersi conto ora dei difetti per poi migliorarci nel tempo. Le cose buone, le qualità di questi giocatori si conoscono, bisogna puntare l’attenzione su ciò che non va, vedere cosa va perfezionato. Gli errori servono proprio a que-

sto. Comincia a definirsi quella che potrebbe essere la formazione titolare? “Con tanti ragazzi in prova non posso ancora vedere l’ossatura della squadra. Ho provato diversi giocatori. Abbiamo tanti buoni elementi ora dobbiamo metterli insieme e formare quella famiglia di cui parlo sempre. Un’attenzione maggiore, poi, va riservata ai giovani, la garanzia che ci danno gli over non può sopperire a quello che manca con loro. Per quanto riguarda gli juniores, anche a livello caratteriale, qualcuno è pronto,

qualcuno non ancora, tocca a me tirare fuori il meglio da ognuno di loro. Nella gara contro il Sesto Campano mi ha fatto una buona impressione Barillari, un ragazzo da noi in prova, poi ti posso dire che Mingione mi dà sempre delle garanzie. È uno che quando gioca ci mette il cuore. Stiamo lavorando tutti, sappiamo che ci sono giocatori determinanti, ed altri che subentreranno quando questi avranno dei cali”. Cosa ci si aspetta da questa prima stagione in seri D? “Quest’anno è iniziato con discorso diverso rispetto alla

scorsa stagione, ma abbiamo il giusto entusiasmo, voglia di dimostrare e di far bene. Inoltre abbiamo cambiato il 70 percento della squadra, questo significa ricominciare quasi da zero. Affronteremo il campionato per quello che siamo, una neopromossa che deve fare un cammino. La serie D manca ad Isernia da tanto tempo, ci dobbiamo abituare alla categoria, ci metteremo in fila con le squadre che hanno già esperienza e non regaleremo niente a nessuno. Bisogna abituarsi, migliorare insieme così avremo buone soddisfazioni”.

Domani, alle 16, la conferenza stampa al Coni

Domani pomeriggio alle ore 16.00 presso la sala convegni del Coni Molise, in via Carducci a Campobasso, si svolgerà una conferenza stampa che vedrà come protagonista assoluto il giovane Andrea Iannetta che la scorsa settimana, nella città austriaca di Wienier Neustadt, ha conquistato il titolo di vice campione europeo di Reining. Il portacolori dell’Italia e della Fise Molise ha ottenuto la medaglia d’argento nella categoria Young Rider con un run off, vale a

Torneo di calcio Jelsi, prosegue il X Off Limits Prosegue il X torneo di calcio a 5 “Off Limits” Valle del Cerro, in corso a Jelsi. Il calendario della manifestazione, organizzata da Stefano Vena e Federico Parrella, è giunto alle fasi semifinali. Questi i risultati dei quarti: Oronzo Cana - Riccia 53; Gsm - tabaccheria Martelli 6-5; Gran Bazar - centro Monforte autoline 6-1; Roxy bar - bayrish pub 86. Ieri alle 21 si sono affrontate Roxy bar contro Oronzo Cana e alle 22 Gran bazar contro Gsm. Domani prevista la finale per stabilire il vincitore del torneo.

Andrea Iannetta si laurea vice campione europeo di Reining dire uno spareggio, con il Belgio. Alla conferenza stampa saranno presenti oltre ai massimi vertici della Fise Molise, con in testa il presidente Daniele Gagliardi, e le massime istituzioni dello sport locale ci sarà anche l’allenatore di Andrea, Raffaele Colacicco, che da sempre cura la preparazione sia del giovane cavaliere campobassano sia del suo

cavallo Little Sugar Speedy. Un risultato eccezionale per il Molise e per il comparto dell’equitazione regionale. Il Reining Il Reining, che tradotto significa “lavorare di redini”, trae le sue origini dal lavoro con il bestiame svolto nei ranch dai cowboys che utilizzavano i cavalli per radunare, muovere e contenere le mandrie nelle vaste praterie; i cavalli dovevano essere agili, atletici, docili e veloci e dovevano rispondere repentinamente ai comandi dettati dall’uso delle redini da parte dei loro cavalieri. Con il passare degli anni i cowboys, orgogliosi dei loro cavalli ben addestrati e pronti al lavoro, iniziarono a cimentarsi in competizioni; i cavalieri, dotati di grande destrezza, eseguivano una serie di manovre, compresi slaiding stop e giravolte (spin) che suscitavano il fervore del pubblico presente al quale era demandata la nomina del binomio migliore. Queste esibizioni costituirono le fondamenta dello sport omonimo. Il Reining è oggi una disciplina equestre che ha una posizione di rilievo nell’ambito dell’equitazione internazionale: nelle arene di tutto il mondo si svolgono gare di Reining e centinaia di cavalli e cavalieri, di ogni livello tecnico, hanno modo di esibirsi e dare dimostra-

zione della propria abilità. Durante le competizioni giudici qualificati sono preposti alla determinazione del punteggio ed emettono il loro verdetto basandosi su regole rigorose, con le quali valutano l’esecuzione dei percorsi o pattern che sono 10 più 1 dedicato ai bambini. I pattern non sono altro che percorsi in cui vengono ripetute le medesime manovre, ma in successioni diverse. Le manovre fondamentali sono: a)cerchi a diverse velocità b) Spin (rotazione di 360° facendo perno sulle

Andrea Iannetta

zampe posteriori c) Cambi di galoppo d) Stop e rollback. Praticare il Reining non significa solo andare a cavallo o guidare un cavallo, ma come riporta la prima riga dell’NRHA Handbook “To rein a horse is not only to

guide him, but also to control every his movement.”

Cercemaggiore, arrivano Sabbatino e Mascia Mister Giuseppe D’Uva

CERCEMAGGIORE. L’Associazione Polisportiva Dilettantistica Cercemaggiore ripescata ufficialmente in prima categoria. E’ questa una delle novità pervenute dalla società calcistica cercese che, giorno dopo giorno, si prepara costantemente al fine di essere in forma smagliante in vista del prossimo ed imminente campionato. Tra le altre novità (questa volta in calcio mercato) vengono confermati ufficialmente i nuovi acquisti Antonio Sabbatino (attaccante classe 1990 proveniente dallo Jelsi) ed il mediano cercepiccolese Valerio Mascia. Probabili acquisti ricadono sulle persone di Fragolini del San Salvo e di Roberto Rosa, classe 1993, militante nella categoria Under di Cercemaggiore. “Per completare l’ossatura della squadra – le parole del tecnico Giuseppe D’Uva – mancherebbe solo un attaccante. Ciònonostante, l’Apd è pronto per farsi valere in questa nuova stagione come nella scorsa sperando, però, di tenere un ritmo costante e di portare a casa la vittoria finale”. Gdp


Mercoledì 10 agosto 2011

29

Serie A2. Ottava avventura consecutiva per l’Isernia Volley

Fenice, oggi il via alla stagione Raduno al PalaFraraccio e poi tutti a sudare agli ordini di Giannini

di Camillo Pizzi ISERNIA. Parte oggi l’ottava avventura in serie A/2 maschile per la Fenice Volley. Giocatori e tecnici, molti dei quali già da alcuni giorni in Molise, saranno accolti dai vertici della società nel PalaFraraccio questo pomeriggio intorno alle ore 17.00; dopo le pre-

sentazioni di rito e lo spazio lasciato a disposizione della stampa, Fiore e compagni cominceranno la preparazione agli ordini dello staff tecnico quasi completamente nuovo, composto dal coach Romano Giannini, dal suo assistente Francesco Sacchinelli, dal preparatore atletico Andrea

Caradonna, oltre che dallo scout man Luca La Posta (più di venti anni di militanza nel club isernino) e dal fisioterapista Fabrizio Torraco (alla sua seconda stagione). Sicura anche la presenza di una nutrita rappresentanza della tifoseria pentra, con in testa gli appartenenti alla “Fossa del Drago”, i supporter più appassionati che vorranno far sentire da subito il loro affetto ad una squadra che nell’ultima campagna-acquisti si è fortemente rinnovata. In via di definizione anche le amichevoli che permetteranno alla Fenice di arrivare nella giusta forma fisica e tecnico-tattica alla prima giornata di campionato in programma il prossimo 25 set-

tembre ad Avellino contro la matricola Atripalda. Il direttore generale Fraraccio ha già preso accordi proprio con i campani, oltre che con il Sora e il Molfetta per una serie di incontri, mentre sono stati avviati contatti con il Castellana (la “corazzata” che stando agli addetti ai lavori dovrebbe dominare il campionato di A/2) e la M.Roma (squadra di punta di A/1 allenata da Andrea Giani che schiera Giulio Sabbi, bomber della Geotec nella passata stagione). Alla vigilia della stagione, traspare molto ottimismo nelle parole della società biancoazzurra. “Personalmente sono molto soddisfatto di come abbiamo operato nel volley-nercato. A darci credito, tra l’altro, i risultati conseguiti sinora. Siamo riusciti, del resto, ancora una volta a formare un gruppo d’eccezione, rispettando anche il budget a disposizione. Questa è una caratteristica che mi piace sottolineare del nostro modo di agire. E cioè – af-

In prima categoria vincitore l’italo-francese Nicandro Valerio

Al Varvarusa Golf Club di Filignano si è svolta la gara Mediolanum Cup In una splendida domenica di sole, ventilata da una leggera brezza, si è svolta presso il Varvarusa Golf Club di Filignano la gara Banca Mediolanum Cup, appuntamento principale della stagione golfistica molisana. I circa trenta partecipanti, di cui alcuni provenienti dall’Inghilterra e dalla Francia, si sono contesi l’ambito trofeo messo a disposizione dal noto brand, mean sponsor del Varvarusa Golf Club grazie

ad un solido accordo intercorso tra i vertici del club e Paola Ialongo, Private Banking del gruppo bancario. Questi i risultati. In 1° categoria vincitore è stato l’italo/francese Nicandro Valerio con 30 punti, proveniente da Parigi, mentre la seconda piazza è stata occupata dal v. Presidente del Club locale Sandro de Paola con 28 punti. In 2° categoria ha prevalso Franco Giannini con ben 37 punti,

il quale ha distanziato il 2° classificato Antonio Passarelli, fermo a 30 punti. Vincitore del premio lordo è stato Fabrizio Formichelli, giovanissima promessa, unitamente ai giovani Aldo Meola, Antonio Petrocelli e Gemma De Gennarro, del golf molisano, capace di realizzare 17 punti lordi, mentre il premio 1° senior è andato alla scozzese Margareth Daly. Inoltre sono stati premiati Raffaella Vizoco, vincitrice del premio 1° lady, Anselmo Carlini, vincitore del premio 1° class. cliente Mediolanum, nonchè Maurizio Grillo per il premio Nearest to the pin. La premiazione si

è svolta presso il ristorante “Il Quadrifoglio” di Venafro in un clima di assoluta e piacevole cordialità, dopo il dinner party offerto dal generoso sponsor meneghino. A presenziare alla premiazione è stato il v. Presidente del Club avv. Sandro de Paola, il quale ha pubblicamente ringraziato Paola Ialongo della Banca Mediolanum per il generoso supporto dimostrato, dando appuntamento ai numerosi soci intervenuti alla cena al 2012 per gli ulteriori eventi golfistici targati Mediolanum. I vincitori del premio lordo e netto delle due categorie saranno ospiti della Mediolanum il 16 settembre presso il Golf Club Arzaga, posto sulle dolci pendici del lago di Garda, ove parteciperanno, unitamente a tutti i vincitori delle altre gare Mediolanum disputate in tutta Italia, alla finale

La seconda piazza occupata da de Paola

ferma il presidente Mimmo Cicchetti – non fare mai il passo più lungo della gamba. Dal punto di vista tecnicofisico, poi, devo dire che siamo al vertice nella nostra esperienza in A/2 per quanto riguarda la statura media dei giocatori”. “La nostra dovrà essere una squadra guerriera – gli fa eco il L'esultanza di Spampinato direttore generale Nico Fraraccio – fortemente mo- ristiche dei giocatori che la tivata, fisicamente strari- compongono, farà della pante, che, viste le caratte- fase break il suo credo”.

Di Franco con la casacca 11

Ecco i numeri di maglia dei biancoazzurri: Fiore conserva l’1, il 7 a Cardona ISERNIA. Un po’ per affetto, un po’ per scaramanzia. La scelta del numero di maglia con la quale gli atleti giocheranno per una intera stagione è un rito che assume una importanza non indifferente. Nella Fenice, i riconfermati Fiore e Spampinato hanno conservato quelli dello scorso anno, e cioè rispettivamente il numero 1 e il 10; De Caria ha preso il 9 lasciato da Sabbi. I nuovi ed esperti Di Franco e Cardona si sono ancora affidati all’11 e al 7 che li hanno accompagnati nel corso della loro lunga e prolifica carriera, mentre il giovanissimo Della Corte dimostra di non essere scaramantico, avendo scelto il 17. Di seguito l’elenco completo: 1 Alessio Fiore, 3 SimoPekka Olli, 4 Antti Poikela, 5 Nicola Sesto, 7 Maikel Cardona, 8 Maximo Torcello, 9 Michele De Caria, 10 Emanuele Spampinato, 11 Massimiliano Di Franco, 13 Francesco De Luca, 15 Lucas Simone, 16 Daniele Mengozzi, 17 Giuseppe Della Corte. Cam.Piz. Nazionale Banca Mediolanum, con l’intento di difen-

dere al meglio i colori molisani”.


30

Mercoledì 10 agosto 2011

Serie B dilettanti. Si tratta di un giocatore di oltre 2 metri

La ASD Mens Sana Campobasso nella prossima stagione agonistica della Divisione Nazionale B – girone C si avvarrà delle prestazioni sportive di Filippo Taglia-

Mens Sana, altro centro Arriva Filippo Tagliabue bue. Nato a Carate Brianza (Monza-Brianza) il 4.11.1988, Tagliabue è un centro di 204 cm in grado di

giocare anche da ala grande. Cresciuto nella tradizione cestistica di Cantu prima e di Casal Pusterlengo poi, fa il suo esordio in A dilettanti

Serie C regionale. Si punterà molto sui giovani locali

L’Olimpia Campobasso è pronta Dopo una salvezza meritata ottenuta ai playout lo scorso giugno nel campionato di C regionale, scalda nuovamente i motori l’Olimpia Campobasso in vista dell’imminente stagione agonistica 2011-2012. La squadra del capoluogo di regione, nuovamente affidata alle sapienti mani di coach Mimmo Sabatelli, continuerà sulla strada intrapresa lo scorso anno. Si punterà sui giovani prodotti locali a cui verranno affiancati elementi di esperienza che avranno il compito di fare da chioccia ai ragazzi del posto e di dare quella giusta qualità che non guasta mai in circostanze come questa. A tale proposito, l’Olimpia Campobasso è felice di annunciare l’acquisto del giocatore serbo-croato Marko Ognjenovic, classe 1983, l’anno scorso miglior giocatore del campionato regionale marchigiano con la maglia

del Porto Recanati. Lungo di oltre 2 metri, Ognjenovic è un elemento assolutamente sprecato per la categoria, viste le sue doti eccellenti di realizzatore e rimbalzista. Inoltre è dotato di due mani vellutate che gli consentono di avere una visione di gioco non indifferente, aspetto raro per un giocatore della sua altezza e della sua corposa struttura fisica. Insomma per la serie C regionale, l’ex ascolano si presenta come un vero e proprio crack che dovrebbe garantire quella solidità e forza sotto canestro che l’anno scorso non sempre è stata presente nel team molisano. La sua presenza è, dunque, il primo tassello di assoluta qualità per il complesso campobassano che parte in questa stagione con il dichiarato obiettivo di migliorare e crescere ancora di più.

a soli diciassette anni proprio in maglia Assigeco. Dopo due stagioni si sposta a Castelfiorentino scendendo appena di un gradino (B dil). Nel campionato successivo (2009/2010) ritorna in A dil. con il Molfetta dove calca spesso il parquet e ha modo di aumentare il suo bagaglio di esperienza. Nella scorsa stagione è di nuovo in Lombardia con la Paul Mitchell Pavia, sempre in A dil.. Filippo arriva in Molise sufficientemente maturo per la titolarità di un ruolo di cui conosce bene tutti i contorni. Questo il giudizio di coach Di Pasquale che lo ha visionato attentamente “E’ un giocatore molto mobile capace di sfruttare bene gli spazi sia interni che esterni. E’ molto collaborativo soprattutto in difesa. Mi aspetto molto da lui”. Questo l’esordio di Filippo da neo biancoverde, dal quale si intuisce chiaramen-

te la determinazione e il carattere del giocatore: “Ho scelto Campobasso e la mia scelta è legata alla voglia di avere una buona fetta di responsabilità in campo per raggiungere i risultati che l’ambiente si aspetta. Ho tanto entusiasmo ed affronto questo nuovo progetto con la voglia di riuscirci.” Infine, la società comunica che la preparazione pre campionato avrà inizio il prossimo 18 agosto e che attende ancora fiduciosa una rapida soluzione dell’affaire PalaSelvaPiana. Soluzione necessaria ed urgente per

Filippo Tagliabue

dare una degna cornice ad un campionato per il quale il sodalizio della Presidente Franzese continua a non lesinare sforzi economici consentendo a Campobasso e alla Regione Molise di essere ancora presente nello sport ad alti livelli.

“Il valore del beach volley come elemento sociale di grande valenza positiva”

In archivio la Libertas Cup di Termoli Si è conclusa presso il Complesso Balneare Panfilo di Termoli la kermesse di beach volley denominata Libertas Cup 2011, dal tema“Il valore del Beach Volley come elemento sociale di grande valenza positiva”. Nel Tabellone Maschile la coppia campione del 2010 Francesco Viglione (Volley Lucera)/Pietro Cipriani (New Volley Son’s) è stata sconfitta dopo un’intesa gara solo al tiebreak dal tandem Arber Troka (Altamura Volley) / Diego Celebre (BTS San Salvo). Quest’ultimo eletto miglior giocatore del torneo maschile sia per le capacità tecniche che per il fair-play dimostrato durante tutto il torneo, ed in particolare nel match contro la coppia Palli (Termoli Pallavolo) / Paesano (Pallavolo Telese), quando non ha approfittato dell’infortunio al ginocchio dell’atleta della Pallavolo Telese. Un vero e proprio tributo per il campione di sportività alla fine delle gare. La finale maschile, intensa in ogni azione di gioco, ha visto il vantaggio della coppia Viglione/Cipriani nel primo set (21-14), la rimonta nel secondo set della coppia Troka/ Celebre che è riuscita a portare la coppia pugliese al tiebreak aggiudicandosi la seconda frazione con il punteggio di 21 a 19, e l’affondo decisivo nel terzo set vinto per 15 a 9. In quest’ultimo sono stati fondamentali i recuperi ai limiti della fisica del campione Diego Celebre e le schiacciate del compagno di origine albanese Arber Troka. Il torneo maschile ha visto numerose gare che sono state definite delle vere e proprie finali anticipate, come la prima semifinale tra Cipriani/Viglione e Delle Vergini/LegLe vincitrici gieri (19-21;21-

13;15-10), e la seconda semifinale tra i campioni del 2011 Celebre/Troka e la coppia Sasso/Triventi (21-17;21-11). Una spettacolare finalina tra le squadre che hanno giocato il maggior numero di gare, perché hanno affrontato il tabellone perdenti, ha visto salire sul gradino più basso del podio la coppia Sante Delle Vergini/Nicolò Leggieri, che ha avuto la meglio sulla coppia Antonio Sasso / Emiliano Triventi. Nel Tabellone Femminile la coppia formata da Stefania De Felice (Millesport Scerni Volley) e Daniela Boffa (FVC Effesport Isernia) è riuscita a battere la coppia campione del 2010 Alessia Cicchitti / Silvia Campofredano (entrambe del Termoli Pallavolo). Così come nel tabellone maschile, si è vista una grande rimonta ed una finale nella finale al tie-break. Infatti, la coppia Campofredano/Cicchitti ha dominato il primo set 21 a 13, ma ha ceduto alla concretezza del binomio De Felice/Boffa nel secondo set 21 a 17. Sul punteggio di un set pari e con il pubblico della grandi occasioni al Lido Panfilo, è rientrata in campo una Stefania De Felice superlativa che ha suggerito, da buon capitano, schemi e posizioni alla più giovane Daniela Boffa. La sfida nella sfida è partita subito con un 7 a 0 per la coppia De Felice/ Boffa, l’orgoglio di Silvia Campofredano (miglior gioca-

trice femminile) aveva quasi riequilibrato la gara, ma nel finale l’esperienza di Stefania De Felice ha azzerato ogni speranza chiudendo il tie-break con il punteggio di 15 a 9. Nelle semifinali la coppia vincente De Felice/Boffa ha eliminato la coppia Rosati/Perfetto con i parziali di 2117 e 21-8, e la coppia Campofredano/Cicchitti ha eliminato la coppia Zara/Leonelli con il punteggio di 21-9 e 2114. Nella finale per la medaglia di bronzo la Il podio maschile coppia Zara/Leonelli ha superato la coppia Rosati/Perfetto con due set a zero ma con una battaglia su ogni palla, 21-18 e 21-19 i parziali. La manifestazione è stata organizzata dall’Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI Centro Nazionale Sportivo Libertas con i propri organismi territoriali (Libertas Campobasso e Libertas BVC Termoli), con la supervisione della FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) Settore Beach Volley, ed in particolare con la presenza del Coordinatore Beach Volley Molise Alfredo Mottola, nella veste di supervisore e del Presidente CR Molise Nicola Sacco. L’evento è stato patrocinato dalla Regione Molise (Assessorato allo Sport), dal Comune di Termoli (Assessorato allo Sport) e dal CONI Comitato Provinciale di Campobasso. L’evento di rilevanza nel panorama del beach volley promozionale e con numerosi giovani atleti al via nel tabellone open, ha visto anche lo svolgimento di un torneo giovanile Under 20 collaterale alla Libertas Cup, la vittoria è andata alla coppia formata da Santangelo Andrea (Sisley Treviso) e De Tora Achille (Isernia Volley). Estremamente soddisfatto il presidente della Libertas Molise Maria Di Vincenzo e tutto lo staff che ha organizzato la kermesse. L’appuntamento è per l’edizione 2012 della Libertas Cup.


Carovilli

Incidente sul cantiere Ferito 23enne CAROVILLI. Un operaio di 23 anni è precipitato dall’impalcatura. Ilcanriere è stato posto sotto sequestro. SERVIZIO A PAGINA 13

Palazzo Moffa

Delibera Fin Molise Molinaro ‘spinge’ SERVIZIO A PAGINA 3

Campobasso

L’area della Foce torna ai cittadini CAMPOBASSO. Terminato il restyling, ieri la cerimonia del taglio del nastro. Presenti De Matteis e Di Bartolomeo. SERVIZIO A PAGINA 9

Regione

Il Molise tende la mano ai profughi del Nord Africa SERVIZIO A PAGINA 2

Campobasso

Alloggi popolari Lo Iacp ‘fa accomodare’ 32 famiglie SERVIZIO A PAGINA 2


Il quotidiano del Molise del 10 agosto 2011