Page 1

enjoyfoodmagazine.blogspot.it

N. 5 – Luglio 2018

Food Magazine


FOOD MAGAZINE

LA REDAZIONE Lucia Antenori Debora Cingano Lucia Lettieri

Le ricette del mese

FOTO DI COPERTINA Elisa Marina Orani

Primi veloci Secondi di carne Secondi di pesce Verdure di stagione Salse fredde Insalate Frutta Gelati, granite, dolci

Rubriche Sapori di bellezza: La menta

Consigli per le mamme Allattamento al seno

PER I LETTORI Se ti piace cucinare e fotografare i tuoi piatti, inserisci le foto su instagram con l'hashtag #enjoyfoodmagazine. Le ricette con le foto più belle verranno pubblicate sulla rivista. PER LA PUBBLICITÀ Se vuoi pubblicizzare i tuoi prodotti, la tua azienda o un evento, inviaci una mail scrivendo come oggetto "pubblicità" e presentando la tua proposta. enjoyfoodmagazine@gmail.com

enjoyfoodmagazine.blogspot.it


Benvenuta estate! Carissimi amici, eccoci con il numero di Enjoy Food Magazine dedicato all'estate, la stagione piÚ amata. Sole, vacanze e tanta, tanta frutta e verdura con cui sbizzarrirci in cucina. Ma caldo e vacanze significano anche pausa da preparazioni complesse che richiedono lunghe cotture e uso di forni e fornelli. Perciò dedicheremo un'ampia sezione della nostra rivista per suggerirvi meravigliose ricette facili, veloci, fresche perchÊ anche il nostro corpo vuole vitamine e sali minerali per affrontare con energia la calura estiva. Quindi largo a insalate, piatti unici, gelati, sorbetti e... buona estate a tutti e arrivederci a settembre. Enjoy! La Redazione


Foto e ricetta di Nadia Ceccarelli

Trofie fresche

con pesto patate e ricotta

Ingredienti per due persone 300 g trofie fresche un mazzetto di basilico mezzo spicchio di aglio 30 g di pinoli una patata media 150 g di ricotta freschissima di pecora olio extravergine grana grattugiato.

Preparare il pesto mettendo nel frullatore le foglie di basilico lavate e asciugate, mezzo spicchio di aglio, i pinoli, il grana, l'olio e una presa di sale, frullare ad intermittenza fino a rendere il pesto di consistenza cremosa. Lessare le trofie in acqua bollente salata insieme alla patata affettata sottilmente, scolare il tutto in una zuppiera e condire con il pesto. Aggiungere infine la ricotta sbriciolata e girare delicatamente senza che il formaggio fresco si fonda del tutto col pesto, impiattare e ultimare la preparazione con un giro di olio extravergine.


incucinaconmire

Pasta fiori di zucca e uova barzotte Ingredienti per 2 persone Fiori di zucca a piacere 160 gr di pasta 2 cucchiai di olio extravergine 1/2 spicchio d’aglio Parmigiano q.b. 2 uova Sale q.b.

Mettere l’olio in una padella farvi appassire i fiori di zucca con il ½ spicchio d’aglio, salare quanto basta e portare a cottura. In un pentolino mettere l’acqua per le uova barzotte, aggiungere un cucchiaio d’aceto. Quando l’acqua inizia a bollire mettere le uova e farle bollire per 5 minuti. Poi passarle sotto l’acqua fredda per 10 minuti e sgusciarle delicatamente, metterle da parte. Cuocere la pasta al dente, passarla in padella assieme ai fiori, farla mantecare qualche minuto. Servire nei piatti con una spolverata di parmigiano a piacere e sistemarci sopra l’uovo barzotto.


Foto e ricetta di Nadia Ceccarelli


Spaghettini di soia

con verdure croccanti

Ingredienti per 2 persone una confezione di spaghetti di soia da 100 g un piccolo cipollotto due piccole zucchine una carota una manciata di piselli 150 g di petto di pollo un pizzico di zenzero in polvere salsa di soia sale olio extravergine di oliva

Marinare per qualche minuto il petto di pollo tagliato a striscioline sottili con la salsa di soia e un pizzico di zenzero. Affettare sottilmente il cipollotto e tagliare a dadini regolari zucchine e carote. Saltare nel wok o in una padella antiaderente cipollotto e verdure con un filo di olio e il sale facendo attenzione perchÊ anche la salsa di soia è piuttosto saporita, unire le striscioline di pollo e ultimare la cottura in modo che le verdure restino croccanti e il pollo morbido. Lessare in acqua appena salata gli spaghettini di soia per un paio di minuti, poi scolarli nel wok con le verdure e il pollo per farli insaporire. Aggiungere a piacimento qualche goccia di salsa di soia e servire. Al posto del pollo stanno benissimo anche i gamberetti o, per una versione tutta vegana, anche solo le verdure saltate.

Potete trovare le ricette di Nadia sul suo profilo Instagram: Nadiaceccarelli.photo


zeroglutine


Insalata di pasta fredda zeroglutine

Ingredienti 300 g di pasta senza glutine 1 grappolo di pomodorini 30 g di olive verdi in salamoia 4 wurstel 80 g di provolone sale e origano q.b. 3 cucchiai d'olio extravergine d'oliva

Portare a cottura la pasta in acqua bollente salata. Scolare la pasta, trasferirla in una ciotola grande per insalate, e condire con un filo d’olio. Lavare e tagliare in 4 parti i pomodorini e unirli alla pasta. Aggiungere i wurstel tagliati a rondelle, il basilico, l’origano, il tonno sgocciolato, un pizzico di sale, le olive, il formaggio a dadini e infine insaporire ancora con un filo d’olio. Coprire con la pellicola e riporre in frigo fino al momento di servirla.

zeroglutine


Claudia Di Francesco - Clo Foodblogger

Gnocchi di Patate con Mazzancolle Ingredienti per 2 persone 3 patate rosse 1 uovo 150 g di farina (circa) 100 g di pomodori Pachino 200 g di mazzancolle 1 spicchio d’aglio 100 g di rucola olio evo

pinoli q.b. sale e pepe 1 burratina Lessare le patate con la buccia, spellarle, schiacciarle e farle raffreddare. Una volta fredde formare una fontana e inserire al centro l’uovo per iniziare ad impastare, aggiungendo la farina poco alla volta aumentando la


dose finché l’impasto risulterà morbido ma non colloso. Formare dei cilindri di circa 1 cm di diametro e tagliare in obliquo per ottenere gli gnocchi. Per il pesto di rucola frullare semplicemente la rucola con olio, sale e se serve un mestolo di acqua. Soffriggere uno spicchio d’aglio con un po’ d’olio, tagliare i pomodorini in quattro, poi metterli in padella assieme alle mazzancolle già pulite. Togliere l’aglio, aggiungere una macinata di pepe ed un pizzico di sale.

Un piatto unico coloratissimo che conquisterà tutti i vostri sensi. Cuocere per circa tre minuti e intanto lessare in acqua bollente gli gnocchi, indicativamente anche essi 3 minuti, finché non iniziano a venire a galla. Condire gli gnocchi con il sugo di pomodori e mazzancolle, poi impiattarli sulla crema di rucola e aggiungere in ultimo la burratina sfilacciata.

Trovi le ricette di Claudia Di Francesco sui social


myfoodiedays.com


Insalata di pasta con salmone, avocado e ricotta al limone

Ingredienti per 4 persone 360 g di farfalle 1 trancio salmone fresco da circa 250 grammi 200 g salmone affumicato 150 g ricotta vaccina 100 g di ricotta 2 avocado maturi 1 limone biologico 1 mazzetto di aneto q.b. olio extra vergine sale e pepe

myfoodiedays.com


Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla un po’ al dente. Disporla su una teglia ricoperta di carta forno e condirla con qualche cucchiaio d’olio extra vergine d’oliva per non farla attaccare. Coprirla con un telo e farla raffreddare.

Mettere il salmone affumicato a marinare con qualche goccia di limone, un po' di scorza di limone e aneto a piacimento, coprire con pellicola e tenere da parte.

Ridurre il salmone fresco a dadini di circa 1,5 centimetri e saltarli in padella con poco olio, sale e pepe. Fare raffreddare.


o Condire la ricotta con un pizzico di sale, pepe e la scorza grattugiata del limone.

Tagliare l’avocado a dadini grandi piÚ o meno come il salmone fresco e irrorarli con poco succo di limone in modo che non si anneriscano.

Mettere la pasta in una grande ciotola e condirla con la ricotta, poi aggiungete il salmone cotto a dadini, quello affumicato ridotto a striscioline e l’avocado, mescolate bene e servite impiattandolo

Per una presentazione piĂš particolare potete servirlo in vasetti di vetro


myfoodiedays.com


Pomodori ripieni di riso Venere

con gamberetti

Ingredienti 300 grammi riso Venere 200 grammi gamberetti sgusciati surgelati 2 grosse zucchine 10 pomodori da insalata 1 mazzetto di prezzemolo 1 spicchio d’aglio 2 cucchiai circa bottarga in polvere q.b. olio extra vergine d’oliva e sale fino

myfoodiedays.com

Per prima cosa lessare il riso in acqua bollente e salata per il tempo indicato sulla confezione. Scolare bene, condire con un filo di olio per evitare che i chicchi si incollino e lasciare raffreddare completamente coperto da un telo. Preparare un trito di aglio e prezzemolo e metterlo a soffriggere con 2 cucchiai di olio. Nel frattempo grattugiare le zucchine con una grattugia a fori larghi ed unirle al trito. Cuocere su fiamma viva sinché l'acqua delle zucchine sarà evaporata, aggiungere i gamberetti, salare e lasciare insaporire qualche minuto. Spegnere e fare raffreddare. Rimuovere le calotte superiori dei pomodori, senza staccare il picciolo, e tenere da parte. Se necessario rimuovere una fettina di buccia dalla parte inferiore così staranno in fermi sul piatto da portata. Eliminare i semi e l'acqua di vegetazione aiutandosi con un cucchiaino e salare l'interno. Mettere i pomodori capovolti su una gratella per far scolare l'acqua in eccesso. Unire al riso il condimento di zucchine e gamberetti e mescolare bene. Mischiare 5 cucchiai di olio extravergine d'oliva con 2 cucchiaini di bottarga in polvere, un poco di prezzemolo tritato finemente e condire il riso. Riempire i pomodori, coprire con le calotte messe da parte e servire.


patataefantasia.it


Tonnarelli al salmone e patate patataefantasia.it

Ingredienti 360 g di Tonnarelli, 150 g salmone affumicato, 250 g di patate, 40 g di burro, 100 ml panna da cucina, 50 g di pan grattato, Succo di un limone, q.b. sale, q.b. erba cipollina.

Pelare, lavare e tagliare a dadini della stessa dimensione le patate e farle cuocere in acqua con un po' di sale. Cuocere le patate al dente e scolarle. Prendere una padella, aggiungere un filo d'olio extra vergine d'oliva e farle saltare a fiamma viva. Abbassare il fuoco a fiamma dolce per 15 minuti coperto con un coperchio avendo cura di mescolare ogni tanto. Tagliare il salmone a pezzetti. Cucinare i Tonnarelli in acqua bollente. Salare a piacere. Portare a cottura la pasta e unirla alle patate. Aggiungere il salmone nella padella scottare il tutto per due minuti e irrorare con un’emulsione di panna e succo di un limone. Aggiungere l'erba cipollina a piacere e servire in tavola.


Cous cous con salmone zucchine e cocco

lngredienti per 2 persone 100 g di cous cous 200 g di acqua calda 150 g di salmone affumicato 2 zucchine qualche ravanello 1 lime cocco fresco grattugiato q.b. prezzemolo q.b. sale pepe bianco 2 cucchiaini di olio evo

Mettere in ammollo il cous cous con acqua calda in una ciotola e coprire. Lasciar assorbire tutta l’acqua. Sgranare bene il cous cous con una forchetta e tenere da parte. Tagliare a julienne le zucchine e il ravanello. Condire con olio, sale, succo e scorza grattugiata del lime, e prezzemolo tritato. Sfilacciare il salmone e unirlo al cous cous. Aggiungere le verdure e mescolare bene. Distribuire il cous cous in due piatti. Decorare con il cocco grattugiato e il pepe bianco macinato fresco.

ilricettariotimoelavanda.it


Pomodori ripieni di riso Ingredienti per 4 persone 200 g di riso 4 pomodori rossi grandi e maturi 150 g di fiordilatte una cipolla piccola basilico olio extravergine d’oliva sale pepe Lavare e asciugare i pomodori. Tagliare la calottina con l’aiuto di un coltello e svuotarli con un cucchiaino molto delicatamente per non romperli. Mettere da parte la calottina. Cospargere con un po’ di sale l’interno del pomodoro e porlo capovolto, su una griglia in modo da far perdere l’acqua e dar più sapore al pomodoro. Nel frattempo sminuzzare la polpa del pomodoro, tagliare a dadini il fior di latte, lavare e asciugare il basilico e tritare la cipolla finemente. Una volta tutto pronto, versare in una padella qualche cucchiaio di olio e unire la cipolla tritata; quando sarà bionda unire la polpa di pomodoro tritata. Aggiungere sale e pepe e lasciar cuocere per 5-6 minuti. Versare a questo punto un bicchiere d’acqua e il riso; mescolare bene. Lasciare cuocere il riso fino a che non avrà assorbito tutta l’acqua, mescolando spesso. Aggiungere poi il fiordilatte e il basilico sminuzzato e mescolare. Togliere dal fuoco e inserire il riso nei pomodori svuotati. Poggiare poi i pomodori ripieni di riso, su una teglia da forno e richiuderli con la calottina tenuta da parte. Irrorare i pomodori con un filo d’olio e infornare a 180° per 40 minuti.

Cucinacasareccia.it


saluteebellezzaincucina.it

Pesto rosso Ingredienti per due vasetti da 250 g 75 g di basilico 150 g di pomodori secchi 150 g di mandorle non spellate 120 ml di olio extravergine di oliva 1 spicchio di aglio 75 g di parmigiano grattugiato

Lavare ed asciugare con delicatezza il basilico, metterlo in un frullatore insieme alle mandorle precedentemente tostate e l’aglio tagliato a pezzi. Azionare il robot per qualche secondo ad intermittenza per evitare che il composto si riscaldi. Aggiungere una parte dell’olio e continuare a frullare ad intermittenza. Aggiungere i pomodori secchi precedentemente sminuzzati e il formaggio a pezzetti. Continuare a frullare per qualche secondo versando a filo l’olio rimanente. Si dovrà ottenere una crema. Invasare in barattoli sterilizzati , coprire con un po’ di olio e conservare in frigo.


Salse estive di Aya cuciniamo.mammeonline.net


AYA-GUACAMOLE

AYA-HUMMUS

Sbucciare un avocado maturo e tagliarlo a cubetti, frullarlo col minipimer con il succo di mezzo limone, uno yogurt greco magro, peperoncino a piacere, sale e pepe, finché non diventa una bella salsa liscia e vellutata.

Fullare una scatola di ceci (o meglio una tazza di ceci cotti) con il succo di mezzo limone e uno yogurt greco. Condire in una ciotola con sale e pepe e olio extra di oliva. Guarnire con rondelle di peperoncino fresco. Accompagna divinamente pinzimoni, verdure, pomodori, carni bianche e rosse.

Ottima come accompagnamento al pinzimonio di verdure, con i nachos, con la carne alla grigila e piadine, buonissima per fare delle barchette con foglie di indivia bianca (belga) e salmone affumicato per antipasto. AYA-SALSA MEXICANA Mettere nel mixer due bei pomodori maturi e freddi di frigo a cubi, una cipolla di tropea, coriandolo fresco, succo di un limone. Far fare due passate veloci in modo da ridurre a dadini molto piccoli. Mettere in una ciotola scolando un pò del liquido di vegetazione dei pomodori, condire con sale e pepe e servire bella fresca con carne alla griglia, salsiccia, bruschette. AYA-TZAZIKI Sbucciare un cetriolo medio, affettarlo finemente con la mandolina o con una grattugia a fori grandi, metterlo in un colino con un pò di sale sopra e lasciare scolare cinque minuti. Strizzare la polpa e mescolarla in una ciotola con yogurt greco, menta fresca tritata grossa, basilico, aglio tritato, sale pepe nero e olio extra di oliva. Servire con polpette alla griglia (tipo kebab arabo), piadine, schiacciatine, pinzimonio, insalate.

AYA-SALSA AL QUESO MEXICANA Frullare mezzo peperone, un peperoncino fresco e due scalogni a crudo. Far rosolare con due cucchiai di olio di oliva e mezzo bicchiere d’acqua, a fuoco lento, finché la dadolata di peperone non risulta tenera e profumata. Aggungere mezza scatola di panna da cucina, anche vegetale se preferite, mescolare; a questo punto si possono aggiungere tutti gli avanzi di formaggi (es. parmigiano, pecorino, toma, emmenthal etc), circa 50-80 g, tagliati a piccoli dadini, mescolando sempre a fuoco basso finché non si sciolgono per bene. Quando i formaggi sono sciolti togliere dal fuoco, far intiepidire e frullare la salsa col minipimer finché non è omogenea. Se risulta troppo solida aggiungere un pò di latte o panna e frullare ancora. Servire con basilico tritato sopra. Stupenda coi nachos, tortillas varie, verdure crude, carni rosse e pollo.


AYA-SALSA INDONESIANA DI ARACHIDI Frullare nel mixer 100-150 g di arachidi sgusciate e salate. Mettere a soffriggere due scalogni e uno spicchio di aglio tritati con due cucchiai di olio. Aggiungere le arachidi, peperoncino a piacere, mescolare bene e far dorare. Versare nella pentola una lattina di latte di cocco (si trova nei negozi di alimentari etnici, attenzione che non sia zuccherato), mescolare e far addensare la salsa per cinque minuti. Aggiungere sale, pepe e coriandolo fresco in abbondanza. Quando è pronta, frullarla bene col minipimer. Servire calda per accompagnare spiedini di petto di pollo, riso bianco, verdure.

AYA SALSA-NIPPONICA Salsa di soia, aceto di riso, in parti uguali, mescolare in una bella ciotolina decorativa. Spolverare con una manciatina di coriandolo fresco e mescolare. Semplice e deliziosa sul pesce a vapore o alla brace (branzino, orata & co.).


Ricetta Lucia Lettieri Foto Lucia Antenori


Salsa allo yogurt

tracucinaepc

Ingredienti 1 vasetto di yogurt greco bianco 1 cucchiaino di senape 1 cucchiaio di olio Extra Vergine d' Oliva il succo di un limone sale q.b. spezie a piacere (erba cipollina, basilico,curcuma, curry… etc etc….)

Versare lo yogurt in una ciotola, quindi uno alla volta unire tutti gli ingredienti e amalgamare ad ogni aggiunta. Per ottenere un condimento più corposo, si consiglia di passare qualche secondo col minipimer. La consistenza sarà simile ad una maionese, ovviamente molto più light!

Un tocco in più Per un gusto più deciso, si può aggiungere un tonno ben sgocciolato abbinato al prezzemolo e ad una cipolla tagliata finemente. Questa variante è ottima per condire un' insalata di patate


Friselle di farro e semi di chia quellalucinanellacucina.it


Friselle o freselle! Ingredienti per circa 600 g di impasto 400 g di farina di farro 240 g di acqua 2 g di lievito disidratato Un cucchiaino raso di zucchero Un cucchiaino di sale 10 g di olio extravergine d'oliva

In estate non possono mancare, risolvono tanti pranzi e cene! In una ciotola o robot da cucina mettere un po' dell'acqua, il lievito e lo zucchero, mescolare. Aggiungere la farina ben setacciata ed iniziare a lavorare aggiungendo gradualmente tutta l'acqua. Aggiungere per ultimo il sale e l'olio. Lavorare fino ad ottenere un impasto morbido ma molto elastico. Aggiungere i semi di chia e lavorare il tutto ancora finché i semi si saranno ben distribuiti nell'impasto. Oliare una ciotola capiente e mettere l'impasto, coprirlo e metterlo in un luogo tiepido fino al raddoppio (ci vorrà circa un'ora). Su un piano infarinato versare l'impasto senza farlo sgonfiare, questa operazione permetterà di avere una seconda lievitazione più veloce ed un prodotto migliore (ci vorranno circa 20 minuti). Tagliare l'impasto in pezzetti lunghi, allungarli un po' e formare delle ciambelline. Lasciarle lievitare ed infornarle sul ripiano più basso, a 220° per 10 minuti, forno statico. Farle raffreddare leggermente e tagliare le ciambelle di pane in due per ottenere la classica forma delle friselle. Infornarle quasta volta a 160° per 20 minuti e poi altri 5 circa a 220° o finchè appariranno ben dorate.

quellalucinanellacucina.it


saluteebellezzaincucina.it

Insalata di anguria Ingredienti per 2 persone 200 g di polpa di anguria 100 g di rucola 2 gambi di sedano sale q. b. 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva Succo di limone

In una ciotola mettere l’anguria tagliata con l’apposito attrezzo per formare tante palline, togliere i semi visibili; lavare, mondare e tagliare a rondelle i gambi di sedano; aggiungere la rucola lavata. Condire con l’olio, il succo di limone e salare.

L’abbinamento con la frutta rende questa insalata bella da guardare grazie al rosso dell’anguria e al verde delle verdure; dal sapore molto particolare per il contrasto dolce e salato.


Frittata di piselli al forno lericettedifrancesca.it

Ingredienti 250 g di piselli giĂ cotti 4 uova intere 3 albumi 200 g di mozzarella sale q.b.

Sgranare i piselli, sciacquarli in acqua fredda e cuocerli in abbondante acqua già calda fino a quando non risulteranno teneri. Scolare e mettere da parte. In una terrina mettere le uova intere e gli albumi con un pizzico di sale, sbattere leggermente. Aggiungere la mozzarella tagliata a tocchetti e mescolare. Sistemare i piselli dentro una pirofila da forno foderata con carta forno, versare sopra i piselli il composto di uova e mozzarella. Livellare leggermente. Cuocere la frittata in forno caldo a 160°C per circa 20 minuti o comunque fino a quando no risulterà leggermente gonfia e dorata in superficie. Estrarre dal forno, lasciare leggermente intiepidire, tagliare e servire.


Pizzette di melanzane in padella

Ingredienti

1 melanzana 1 grappolo pomodorini ciliegino 1 ciuffo basilico 1 mozzarella 3 cucchiai pangrattato (senza glutine) 1 cucchiaio formaggio grattugiato Sale Origano Olio extravergine d’oliva

Lavare e tagliare a fette non troppo sottile la melanzana. Spennellare le fette di melanzana con l’olio e ricoprirle di pangrattato. In una padella antiaderente cuocere da entrambi i lati le melanzane con 1 filo d’olio extravergine d’oliva, a fiamma bassa. Nel frattempo tagliare a dadini i pomodorini e la mozzarella, condirli insieme con sale, origano e un cucchiaino d’olio. Dopo circa 8 minuti, il tempo necessario per ammorbidire le melanzane, salare e condire sopra con i pomodorini e la mozzarella. Completare con foglioline di basilico e un filo d’olio. Coprire con il coperchio e lasciar cuocere qualche minuto, fino a quando la mozzarella non si scioglie. Le pizzette di melanzane in padella sono pronte per essere servite.

zeroglutine


Zucchine alla Scapece Ingredienti 1 kg di zucchine 3 cucchiai di aceto di vino bianco 3 cucchiai di acqua 12 foglie di menta 1 spicchio d’aglio Sale Olio extravergine di oliva

Lavare ed affettare le zucchine a rondelle eliminando le due estremità. Friggerle, dopo averle ben asciugate con della carta da cucina, in olio di oliva bollente fino a farle dorare girandole da entrambi i lati. Scolarle dall’olio con una schiumarola ed adagiarle su carta da cucina assorbente. Metterle in una ciotola salandole leggermente e aggiungendo le foglie di menta lavate ed asciugate. In un pentolino scaldare il poco olio con la stessa quantità di acqua e lo spicchio d’aglio tagliato a pezzettini. Cuocere pochissimi minuti e poi versarlo sulle zucchine. Aggiungere un filo di olio extravergine e mescolare. Coprire e lasciar marinare le zucchine alla scapece per qualche ora prima di servirle.

lacucinadiema.com


Tartufini di caprino millegusti

papillamonella


Ingredienti 160 g caprino light 1 cucchiaio semi di lino 1 cucchiaio semi di girasole 1 cucchiaio semi di chia 1 cucchiaio semi di papavero 1 cucchiaio cumino 1 cucchiaio erba cipollina 1 piccola cipolla di Tropea 1 cucchiaio pepe rosa 1 cucchiaio sesamo nero 1 cucchiaio paprica dolce

papillamonella

Riporre i rotolini di caprino in freezer per 10 minuti, trascorso il tempo, dividerli in tocchetti di circa 1 cm l’uno utilizzando un coltellino affilato (per un taglio ottimale si consiglia di immergere il coltello in acqua calda tra un taglio e l’altro). Disporre i pezzetti su carta alluminio e porli nuovamente in freezer. Preparare quindi gli ingredienti per le panature. Disporre tante ciotoline quanti saranno gli ingredienti utilizzati e riempirle man mano che saranno pronti. Pestare in un mortaio i semi di lino, pulire l’attrezzo e pestare anche i grani di pepe rosa. In una piccola pentola antiaderente tostare i semi di sesamo nero, quindi i semi di girasole, che andranno pestati poi con il mortaio riducendoli a farina. Ripetere il procedimento tostando anche i granelli di chia e i semi di papavero. Tagliare l’erba cipollina aiutandosi con un paio di forbici. Spellare e tritare finemente la cipolla di Tropea. Estrarre i pezzetti di caprino dal freezer: da freddi sarà facile dargli una forma perfettamente sferica passandoli delicatamente tra i palmi delle mani. Preparare un foglio di carta forno, adagiarci la prima pallina e ricoprirla con la panatura scelta, facendola poi roteare per panare bene ogni lato. Procedi nello stesso modo per tutti gli ingredienti. Servi i tartufini subito oppure conservali in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.


Issue 27 | 234

zeroglutine


Straccetti di vitello con rucola e pomodorini Ingredienti 180 g Fesa di vitello a fettine 1 grappolo di pomodorini mezzo limone 2 cucchiai olio extravergine d'oliva sale e pepe q.b. mezzo bicchiere di vino bianco secco rucola

Tagliare a striscioline le fettine di carne e a spicchi i pomodori precedentemente lavati. In una terrina condire la carne con il sale, pepe e il succo di limone. In una padella far soffriggere l’aglio con un filo d’olio. Eliminare l’aglio e aggiungere gli straccetti di vitello. Mescolare e far rosolare per qualche secondo. Sfumare con il vino e non appena evapora aggiungere i pomodorini. Lasciar insaporire e aggiungere un mestolo di acqua calda e non appena si assorbe aggiungere la rucola e mescolare. Servire gli straccetti di vitello e a piacere condire la carne con del formaggio grana a scaglie.

Issue 27 | 234

zeroglutine


lericettedifranceca.it


Insalata di pollo light

lericettedifrancesca.it

Ingredienti 300 g di petto di pollo intero Un gambo di sedano 60 g di prezzemolo, 2 filetti di acciuga, 1 tuorlo d’uovo sodo, 1 cucchiaino di capperi, 50 g di pan grattato, 90 g di yogurt bianco naturale magro, un pizzico di sale, acqua qb.

Mettere in una ciotola il prezzemolo precedentemente lavato e asciugato, capperi, acciughe, il tuorlo d’uovo sodo e con il minipimer tritare. Aggiungere lo yogurt bianco, il pan grattato e un pizzico di sale ed amalgamare. Se si desidera una salsa più fluida, aggiungere qualche cucchiaio di acqua. Cuocere il petto di pollo in acqua salata non abbondate, con sale e un gambo di sedano. Una volta cotto, lasciare raffreddare. Sfilettare il pollo cercando di ricavare dei pezzetti piccoli e mettere dentro un’ insalatiera. Versare il contenuto della salsa verde e mescolare per bene fino a quando non sarà tutto ben amalgamato. Conservare in frigo fino a quando non dovrà essere servita.


Peperoni ripieni di melanzane

papillamonella


Ingredienti 3 peperoni medi 1 melanzana viola grande 6 pomodorini tondi 2 spicchi di aglio 1 scalogno 2 cucchiaini menta secca 250 g albume 2 cucchiai olio di riso (sostituibile con olio di oliva) 1 cucchiaino curcuma q.b. sale grosso / sale fino / pepe nero 1 cucchiaio lievito alimentare in scaglie 1 cucchiaino pangrattato q.b. basilico fresco Lavare la melanzana, dividerla a piccoli dadini e sistemarla in un colapasta. Cospargere con poco sale grosso, coprire e lasciar spurgare l’acqua vegetativa per almeno 30 minuti, poi risciacquare. Scaldare un cucchiaio di olio in una pentola antiaderente, aggiungere l’aglio in camicia leggermente schiacciato, lo scalogno e un cucchiaio di acqua e lasciar appassire coperto finché lo scalogno sarà trasparente. Unire i dadini di melanzana, saltarli a fuoco alto per 2 minuti poi abbassare la fiamma. Proseguire la cottura per 10 minuti aggiungendo sale, pepe e un cucchiaino di menta secca. Alzare nuovamente la fiamma per far asciugare l’acqua di cottura, eliminare l’aglio e mettere da parte. Nel frattempo dividere i peperoni a metà, togliere i semi e i filamenti interni, ungerli internamente ed esternamente con un cucchiaio di olio e cuocerli per 10 minuti in forno caldo a 220°C. Montare gli albumi a neve ferma aggiungendo curcuma, sale e pepe. Aggiungere le melanzane, il cucchiaino di menta rimasto e il lievito in scaglie. Mescolare bene e riempire i peperoni con il composto preparato. Guarnire con i pomodorini tagliati a metà. Spolverare la superficie con pangrattato e poco olio e infornare in forno statico già caldo a 200°C per 20 minuti. Servire i peperoni tiepidi profumando il piatto con foglie di basilico fresco.

papillamonella


zuccherolievitoefarina


Insalata di mare con cozze e vongole Ingredienti Vongole (da sgusciare) 300 g Cozze (da sgusciare) 300 g Seppie 400 g Calamari 300 g Mazzancolle 250 g Aglio (oppure aglio fresco) 1 spicchio zucchina 1 Carote 1 Sedano 2 coste Olio extravergine d’oliva 3 cucchiai Limoni mezzo Prezzemolo q.b. Sale q.b. Pepe q.b.

Pulire separatamente i calamari, la seppia, le mazzancolle. Far aprire sul fuoco le vongole e le cozze. Tenerle da parte e tenere anche il liquido che fuoriesce dai gusci. Mettere a bollire in acqua separatamente i vari pesci. Alla fine raccogliere il pesce, tagliarlo in piccoli pezzi e mescolarlo insieme in una terrina. Aggiungere a questo punto l’aglio tritato, il prezzemolo, una buona spruzzata di succo di limone, l’olio, il sale e il pepe. Per ultimo completare con il liquido di governo di cozze e vongole. Lasciare riposare almeno una decina di minuti prima di servire.

zuccherolievitoefarina


Insalata di mare e patate

loscrignodelbuongusto

Ingredienti per 4 persone 500 g di polipi 300 g di code di gamberi 400 g di seppie aglio 5 cucchiai di olio extravergine di oliva prezzemolo Per le patate 300 g di patate 2 cucchiai di olio e.v.o sale prezzemolo aglio

Pulire i vari tipi di pesce, poi mettere a lessare i pesci in contenitori diversi perchĂŠ hanno tempi diversi di cottura. Una volta cotti devono risultare teneri ma non mollicci ovviamente. Scolare i pesci, farli sgocciolare per qualche minuto e poi tagliarli a pezzettini in un contenitore dove poi li coprirete con aceto per circa 40 minuti. Trascorso il tempo, sgocciolarli bene e condirli con abbondante olio extravergine di oliva, sale, aglio a pezzetti e prezzemolo. Mescolare bene e mettere in frigorifero. Nel frattempo che il pesce raffreddi sbucciare le patate, lavarle, tagliarle a tocchetti e lessarle per qualche minuto. Devono diventare morbide ma sostenute. Scolare bene, condire con olio e.v.o., sale, aglio e prezzemolo e mescolare bene. Aggiungere le patate al pesce giĂ condito e mescolare bene.


Rollè di Merluzzo su crema di peperoni arrostiti

Claudia Di Francesco - Clo Foodblogger

Ingredienti 1 filetto di merluzzo 2 fette di bacon 1 peperone giallo 1 pomodoro ciliegino sale, olio, pepe q.b. qualche foglia di rucola

Ungere il peperone intero ed infornarlo a 230°C finché non è ben arrostito e morbido; sempre in forno mettere il pomodoro tagliato a metà. Quando il peperone sarà pronto tirarlo fuori dal forno e metterlo in un contenitore chiuso in modo tale da rendere la pelle più facile da eliminare. Una volta pulito e spellato, frullarlo con sale ed olio. Condire con sale e pepe il merluzzo, arrotolarlo su se stesso e poi avvolgerlo con due fette di bacon; fermare tutto con due stuzzicadenti e cuocere in padella antiaderente a fuoco medio per circa 10 minuti finché il bacon non sarà dorato ed il pesce cotto. Assemblare il piatto con la crema di peperone sul fondo, mettere il rollè ed il pomodoro, aggiungere la rucola e ultimare con un filo d’olio.


Insalata di polpo, ananas e lime ilricettariotimoelavanda.it

Per la cottura del polpo polpo da 1.5 kg 1 carota 1 cuore di sedano 1/2 cipolla Per l’insalata 1/2 ananas 1 cuore di sedano 1 cipolla fresca 4 ravanelli 1 zucchina prezzemolo olio sale, pepe, lime

Preparare un brodo con carota sedano e cipolla. Quando l’acqua è in ebollizione, aggiungere il polpo. Lasciar cuocere 60 minuti. Far raffreddare nell' acqua di cottura. Quando il polpo sarà freddo pulirlo dalla pelle con uno strofinaccio oppure con dei fogli di carta assorbente. Tagliare a pezzetti l’ananas e il polpo mentre la zucchina e i ravanelli a julienne. In una ciotola unire il sedano e la cipolla tagliati dadini, il prezzemolo tritato, il polpo, l’ananas e le altre verdure. Condire il tutto con olio, sale, pepe e succo e scorza di lime. Servire fresco.


Tartare di Macedonia myfoodiedays.com

Ingredienti per 6 persone 1 ananas 3 kiwi 4 pesche noce 10 fragole circa ½ papaia 1 mango 1 banana 1 grosso limone 1 bicchierino di rum o Grand Marnier o maraschino 1 cucchiaio zucchero semolato 150 grammi panna fresca 2 cucchiai zucchero a velo.

Sbucciare tutta la frutta, tagliarla a cubetti di circa 5 mm e irrorarla con il succo di limone. (Tenere da parte 1 pesca intera per la decorazione). Far sciogliere in un pentolino su fiamma bassa un cucchiaio di zucchero con un bicchierino di acqua e uno di liquore. Far raffreddare lo sciroppo ottenuto e unirlo alla frutta tagliata. Lasciar insaporire per mezz'ora in frigorifero. Rivestire 6 cocotte del diametro di 6 cm e alte circa 5 cm con pellicola per alimenti e riempirle con la frutta a dadini ben scolata dal succo, pressare bene e conservare il frigorifero per almeno due ore.

Poco prima di servire la tartare, montare la panna con lo zucchero a velo, capovolgere ogni cocotte su un piccolo piattino da dessert e sformare le tartare con delicatezza. Decorare le sommità con una quenelle di panna montata e con 3 fettine sottili di pesca .

Perché la tartare resti compatta è importante che la frutta sia bella soda. Potete sostituire le quenelle di panna montata con delle palline di gelato alla vaniglia ma ricordatevi di sistemarle al lato delle tartare altrimenti il peso del gelato rovinerà la composizione.


Crema di riso e pesche Quellalucinnellacucina.it

Ingredienti per 2 porzioni 50 g riso originario 3 dl latte 1/2 scorza grattugiata di limone biologico 75 g zucchero 30 g di uvetta sultanina cannella in polvere q. b. essenza di vaniglia q. b. 1 pesca gialla matura

Mettere nella pentola a pressione il latte, il riso sciacquato, la scorza di limone, lo zucchero, l’uvetta e la vaniglia. Chiudere la pentola a pressione e impostare il tempo di cottura di otto minuti dal sibilo della valvola. Terminato il tempo di cottura, spegnere il gas, aprire la valvola della pentola a pressione e far fuoriuscire tutto il vapore. Quando il vapore sarà uscito completamente, aprire la pentola. Assicuratevi che il riso sia cotto, altrimenti allungate la cottura di altri due minuti. Se, invece, il riso è cotto ma resta troppo liquido, fate raffreddare il riso nella pentola, il liquido verrà completamente assorbito. Distribuire il riso in due ciotole e farlo raffreddare completamente. Conservare in frigo, prima di servirlo, guarnirlo con le pesche tagliate a dadini.


Food &Beauty

La Menta

SaporidiBellezza


La menta saluteebellezzaincucina.it

La menta è una delle erbe aromatiche più usata sia in cucina che in cosmesi e in medicina. È una pianta utilizzata da secoli dalla medicina popolare per le sue notevoli proprietà curative.

"Mastica quotidianamente una foglia di menta per avere sempre un alito fresco" Favorisce la digestione grazie alla sua capacità di attivare sia le ghiandole salivari che sono nella bocca sia le ghiandole che secernono gli enzimi digestivi. La menta, inoltre, ha qualità germicide, grazie al suo olio essenziale aumenta la salute orale inibendo la crescita batterica dannosa all'interno della bocca, pulendo lingua e denti. Tra le proprietà della menta spicca quella di essere un antisettico ed antiprurito. La sua sensazione di freschezza allevia quella fastidiosa voglia di grattarsi in caso di puntura di insetti, in questo caso riduce anche il gonfiore. Non a caso, infatti, l'olio di menta è spesso un componente base di prodotti repellenti per insetti. La menta con il suo forte aroma è molto efficace per alleviare la congestione di naso, gola, bronchi e polmoni, dando sollievo dai disturbi respiratori. Oltre a calmare i disturbi di gola, naso e altri canali respiratori, allevia anche l'irritazione della gola dovuta ad una tosse cronica. Se ci pensiamo questo è il motivo per cui molti balsami hanno la menta come ingrediente principale. La menta, inoltre, stimolando gli enzimi digestivi aiutano ad assorbire i nutrienti dal cibo e allo stesso tempo consumano il grasso trasformandolo in energia da utilizzare piuttosto che grasso da accumulare.


latanadellecoidea

Budino alla menta Ingredienti 150 ml di latte di mandorla 250 g di mele gialle 1 bustina di agar agar 1 cucchiaino di xilitolo o stevia 1 cucchiaio raso di menta in polvere o tritata (piĂš altra per guarnire, fresca)

Lavare e tagliare a tocchetti le mele. In un pentolino dal fondo spesso cuocere a fiamma bassa le mele con la menta e lo xilitolo per 15 minuti. Frullare le mele con il latte di mandorla e aggiungere l’agar agar. Rimettere sul fuoco e cuocere per due minuti. Mettere negli stampini il composto e lasciare raffreddare a temperatura ambiente, di seguito metterli in frigorifero a rassodare per almeno due ore. Prima di servire sformare i budini e decorarli con delle foglie di menta fresca. Servire a temperatura ambiente.


saluteebellezzaincucina.it

TĂŠ verde alla menta Ingredienti

In una casseruola mettere l'acqua e portarla ad ebollizione. In una teiera metallica mettere le foglie di tè verde e l'acqua far riposare due minuti circa.

2 tazze d'acqua 1 cucchiaino di tè verde in foglie oppure 1 bustina 10 foglie di menta Zucchero o miele per dolcificare

Aggiungere lo zucchero e le foglie di menta precedentemente lavate ed asciugate. Lasciare in infusione le foglie di menta per almeno due minuti. Mescolare il tutto per far sciogliere lo zucchero.


incucinaconsissi.blog

Biscotti alla Menta con Granella di Zucchero Ingredienti 450 g di farina 00 180 g di zucchero 150 g di burro 4 uova 1 bustina di lievito per dolci colorante alimentare verde q.b. sciroppo alla menta q.b. granella di zucchero per decorare

Versare la farina a fontana sulla spianatoia. Aggiungere lo zucchero, il burro a pezzetti, le uova, lo sciroppo, il colorante, la granella e infine il lievito. Cominciare ad impastare, formando i biscotti come piÚ vi piace. Disporli sulla placca del forno rivestita con della carta forno e cuocere in forno caldo a 200°C per 25 minuti.


cioccolatoeliquirizia.wordpress.com


Gelato menta

e cioccolato

Ingredienti 20 g circa di foglie di menta fresca 500 g latte vegetale non zuccherato (oppure latte di mandorla)* 150 g crema di cocco 120 g di miele di acacia 3 g farina semi di carrube * 100/150 g di cioccolato extra fondente al 70 %*

*per celiaci controllare sempre che gli ingredienti siano certificati senza glutine. Scaldare leggermente il latte e la crema di cocco e lasciare in infusione le foglie di menta almeno mezz'ora. Una volta che il latte si è raffreddato togliere gran parte delle foglie e lasciarne solo cinque o sei. Versare il miele nel latte. In una tazzina da caffè porre la farina di semi di carrube e mescolatela a qualche cucchiaino di latte in modo da farla sciogliere, aggiungerla al resto dei liquidi. Portare il tutto a 80° per qualche minuto (1 o 2 al massimo). Mixare subito con un frullatore ad immersione per amalgamare bene il tutto e tritare la menta. Riporre il composto in frigorifero per tutta la notte coperto con la pellicola a contatto del liquido per non far formare la patina superficiale. Il giorno successivo versare il composto nella gelatiera.

Versione senza gelatiera Versare il composto in un frullatore, frullare e riporre il composto in freezer per almeno mezz’ora. Frullare nuovamente. Ripetere più volte questo step, il composto risulterà liquido ma i vari passaggi servono per rompere i cristalli di ghiaccio e per ottenere un gelato cremoso. Riporre nuovamente in freezer per quaranta minuti. Estrarre e tritare. Ripetete l’operazione fino a quando non otterrete la consistenza cremosa e morbida dei gelati (ci vorranno almeno tre passaggi in freezer). Prima di effettuare l'ultimo passaggio di congelazione versare all'interno il cioccolato fondente ridotto a scagliette con il coltello. A questo punto riporre in una vaschetta con coperchio e congelare oppure consumare subito. Servire ricoprendo con altro cioccolato fondente tritato.


pinkidea.it


Torta marmorizzata Ingredienti per la torta 300 g di farina 300 g di zucchero 3 uova 250 ml di panna fresca 1 bustina di lievito per dolci 2 cucchiai di cacao amaro Ingredienti per la farcia 200 g di latte 20 g di amido di mais 80 g di panna fresca 6 cucchiai di sciroppo di menta

Accendere il forno a 170°C in modalità ventilata. Prima cosa da fare è il realizzare la torta così intanto che si raffredda, si avrà modo di dedicarsi alla farcia. Montare in una ciotola uova e zucchero, e successivamente aggiungere la panna e la farina, continuando a frullare. Solo alla fine aggiungere il lievito per dolci e frullare per omogeneizzare meglio il tutto. Dividere l’impasto in due ciotole e ad uno aggiungere il cacao amaro in polvere. Ungere e infarinare una tortiera di almeno 24 cm di diametro e versare i due impasti in modo da realizzare un aspetto marmorizzato. Infornare la torta per almeno 35-40 minuti, per valutare il grado di cottura, utilizzate la tecnica del controllo con lo stuzzica dente. Quando la torta sarà cotta, toglierla dal forno e lasciarla raffreddare. Nel frattempo che la torta si intiepidisca si può passare alla realizzazione della crema di latte e menta. In un pentolino scaldare 150 g di latte. I restanti 50 g unirli in una ciotolina con l’amido stemperando il tutto per non creare grumi nella crema. Scaldato il latte, unire il composto di latte e amido e mescolare con una frusta a mano, fino ad addensamento della crema. Una volta realizzata la crema di latte, versarla in una ciotola e coprirla con la pellicola per mantenerla morbida ed evitare la formazione della pellicina superficiale. Raffreddata la crema, prendere la panna, montarla e unirla alla crema insieme ai cucchiai di sciroppo di menta. Mescolare con una spatola dal basso verso l’alto per evitare di smontare la panna.


cookingbeauty.it

Welcome to Miami! Crema corpo cocco e menta Questa crema corpo è il risultato di numerose correzioni, aggiustamenti e adattamenti di una formulazione iniziale, per arrivare alla versione definitiva del prodotto che avevo in mente. La sua variante estiva prevede la menta come ingrediente protagonista. Ho aggiunto anche il cocco, un abbinamento che amo.

Profumo fresco e vellutato, sensazione di refrigerio sulla pelle e un aspetto estivo bi-color che fa allegria, per una emulsione ricca di sostanze funzionali e oli vegetali pregiati. L'applicazione è piacevole, scorrevole, senza scia bianca e a rapido assorbimento. La pelle resta perfettamente idratata fino a 24 ore, morbida, asciutta e luminosa grazie anche alla mica brillante. La crema corpo Welcome to Miami è indicata per pelle da normale a molto secca. La realizzazione presenta le difficoltà tecniche di una emulsione ed è sconsigliata ai principianti. Il tempo necessario è di 2 ore abbondanti.


Ingredienti Fase A1 Acqua demineralizzata - 20 g Carbopol Ultrez 21 - 0,5 g Fase A2 Acqua demineralizzata - 20 g Caffeina anidra - 1 g Acido lattico - 2/3 gocce Glicerina vegetale - 4 g Gomma xantana - 0,2 g Fase B Metilglucosio sesquistearato - 3 g Cetil palmitato - 2 g Cera d'api - 1 g Coco Caprylate - 1 g Squalane vegetale - 1 g Olio di jojoba - 2 g Olio di argan - 1 g Olio di cocco - 2 g Olio di oliva - 2 g Olio di avocado - 2,5 g Olio di macadamia - 3 g Caprylic/capric triglyceride - 2 g Tocoferolo - 1 g Burro di cacao - 2,5 g Burro di karitè - 1,5 g Fase C1 Olio di semi di zucca - 1,5 g Olio di noce - 1,5 g Olio di lino - 1,5 g Cristalli di mentolo - 1,2 g Dry flo - 1 g Proteine idrolizzate del grano - 1 g Pantenolo (provitamina B5) - 1 g Gel di sodio ialuronato 1% - 5 g Gel d'aloe vera - 8 g Estratto glicolico di centellla asiatica - 3 g Estratto glicolico di gingko biloba - 2 g Olio essenziale di menta - 10 gocce Olio essenziale di cipresso - 5 gocce Fragranza cosmetica cocco - 30 gocce (o q.b. secondo le tue preferenze) Fragranza cosmetica monoi - 7 gocce (o q.b. secondo le tue preferenze) Regolatori per pH a 5/5,5 (acido lattico,

cookingbeauty.it


soluzione di soda caustica 20%) Cosgard - 0,5 g (o altro conservante secondo scheda tecnica) Fase C2 Clorofilla in polvere (q.b. - per crema verde) Mica blanc brillant (q.b. - per crema bianca. La mia è di Aromazone ma puoi usarne una equivalente)

CREMA CORPO MENTA E COCCO

Welcome to Miami! Preparare il gel di carbomer: in un contenitore versare l'acqua di FASE A1 e spolverare a pioggia, sulla superficie, il carbopol. Lasciare idratare per una decina di minuti, poi frullare. Scaldare l'acqua di FASE A2 a bagnomaria, per qualche minuto. Spegnere il fuoco, aggiungere un paio di gocce di acido lattico e la caffeina anidra. Mescolare bene e attendere il completo scioglimento della caffeina. Preparare il gel di xantana: in un terzo contenitore versare glicerina e xantana e mescolare. Aggiungere - un po' per volta e sempre mescolando - la soluzione del punto 2. e attendere la formazione del gel di xantana. Poi frullare a lungo.. Unire i due gel (di carbopol e xantana) e frullare ancora per rendere omogeneo il composto. In un altro contenitore versare tutti gli ingredienti di FASE B tranne il burro di karitè. Scaldare entrambi i contenitori (quello con i gel e quello dei grassi) a bagnomaria, fino ad una temperatura di 70°.

Nel frattempo, versare gli oli di FASE C in un piccolo contenitore e aggiungere il mentolo: impiegherà diversi minuti per sciogliersi. A questo punto aggiungere anche il Dry flo e mescolare. Prima di togliere i contenitori delle FASI A e B dal bagnomaria, e dopo aver spento il fuoco, aggiungere il burro di karitè agli altri grassi e agitare leggermente per sciogliere. Emulsionare: versare i grassi nel contenitore con il mix di gel, un po' alla volta e sempre mescolando. Frullare a lungo (per una decina di minuti). Lasciare raffreddare l'emulsione in un bagnomaria freddo, mescolando di tanto in tanto. Aggiungere all'emulsione fredda, il contenuto del punto 7. e tutti gli altri ingredienti di FASE C, uno alla volta e mescolando ad ogni aggiunta. Misurare e regolare il pH. Prelevare circa metà della crema e versarla in un altro contenitore. In una metà aggiungere la clorofilla in polvere, un po' per volta, mescolando bene, fino ad ottenere il colore desiderato.


roxxoblog.blogspot.com

LOZIONE ANTIZANZARE Ingredienti 82,2 grammi acqua a basso residuo fisso 0,3 grammi di polvere di aloe liofilizzata 1 grammo di gomma carragenina 5 grammi di lecitina di soia in polvere 3 grammi di glicerina 4 grammi di olio di riso 3 grammi di olio caprylis 1 grammo di olio di neem 0,5 grammi di salvacosm9010 Oli essenziali: 10 gocce di citronella 10 gocce di geranio 4 gocce di eucalipto 4 gocce di menta

Pesare l'acqua e conservante e mescolare. Preparare la glicerina e spolverare sopra l'aloe in polvere e la carragenina, mescolare, aggiungere l'acqua un po' alla volta. Mettere in un becker la lecitina con il caprylis, negli oli leggerissimi o gli esteri si disperde meglio. Mescolare e aggiungere l'olio di neem e di riso. Verrà un pastone marroncino. Aggiungerlo all'acqua e frullare bene col minipimer. La consistenza sarà abbastanza liquida ma si addenserà al punto giusto il giorno dopo, quando la carragenina si sarà idratata meglio. Aggiungere infine gli oli essenziali e metterla in un contenitore di quelli con l'erogatore tipo quelli del sapone liquido. È una lozione abbastanza liquida, si assorbe subito, che non unge ma è leggermente nutriente quindi adatta anche come doposole quando la pelle è più calda.


PEONY • 2

spignattidea.com

Maschera/scrub per i piedi Ingredienti estratto glicerico di menta 10g acqua 15g caolino 50g polvere di pomice 10g olio essenziale di menta 20ggt alcool 5g mentolo 2g olio essenziale di eucaliptolo 10gtt olio essenziale di limone verde 5gtt

In un recipiente pulito versare l'acqua insieme all'estratto glicerico di menta. Nel mix di acqua piĂš estratto di menta unire il caolino e mescolare (va bene anche un cucchiaio) fino ad ottenere un impasto cremoso. In un piccolo recipiente a parte, inserire il mentolo e gli oli essenziali nell'alcool rimescolando, con un cucchiaio pulito, fino a sciogliere completamente i cristalli di mentolo, a questo punto versare il tutto nel composto di argilla+acqua+etratto glicerico.


unire la polvere di pomice e rimescolare fino a ben distribuirla in modo omogeneo nel composto. Conservare in un recipiente ben pulito e richiudere bene dopo ogni utilizzo.

Come si usa Si preleva un po’ di maschera e si spalma su tutto il piede, poi si avvolgono i piedi nella pellicola e si lascia in posa per circa 10-15 minuti. Prima di lavarsi i piedi con le mani umide massaggiare per permettere alla polvere di pomice di effettuare lo scrub. Lavare con abbondante acqua. Vi consiglio di immergere i piedi in una vaschetta di acqua tiepida per fare un pediluvio in modo da avere un miglior risultato. La sensazione finale è simile a quello che si proverebbe se avessimo le ali ai piedi.


Allattare al seno in spiaggia e in vacanza mammeonline.net

Martina Carabetta, consulente IBCLC Se c’è una caratteristica davvero favolosa e apprezzata dalle mamme che contraddistingue l’allattamento al seno, ovunque nel mondo, è la sua praticità. E come non goderne anche in vacanza o durante l’estate? Tra l’altro con meno strati di vestiti addosso, tirar fuori o dentro il seno è davvero questione di una frazione di secondo! Cosa può esserci di più pratico e semplice? E se andate al mare? Certo, dovunque andiate in vacanza, che sia mare, lago, montagna o città d’arte, allattare vi semplificherà notevolmente la partenza e la permanenza fuori casa: niente accessori da portare appresso, nessuna necessità di calcolare orari delle poppate o pianificare soste obbligate, niente da dosare, scaldare o raffreddare,

sterilizzare o lavare. Non c’è alcun pericolo che il latte si rovini per via del trasporto o del caldo (problema reale e significativo con i cibi e bevande quando fa tanto caldo, dato che la manipolazione e le alte temperature aiutano la proliferazione dei germi e il deterioramento del cibo), e non dovete preoccuparvi che non abbia la temperatura giusta. Piuttosto se fa tanto caldo, e il piccolo ha più sete, il latte si adegua perfettamente alle sue esigenze e non c’è pericolo che il bambino possa disidratarsi. Troverete tanti consigli sull'allattamento al seno nel blog Mammeonline.net


Tutti pazzi per il gelato!

Il gelato è un alimento dolce congelato, tipicamente mangiato come spuntino o dessert. Di solito è fatto con prodotti caseari, come latte e panna, spesso combinato con frutta o con le uova per creare gusti alla crema. È tipicamente addolcito con zucchero o sostituti dello zucchero. Noi qui vi proponiamo tante versioni , alcune senza lattosio, altre senza uova e per accontentare un po' tutti abbiamo inserito anche qualche idea per realizzare delle granite.


dolcementeinventando.com


Croccante all'amarena dolcementeinventando.com

Ingredienti per 8 mini stecchi Per il simil-gelato alla panna 200 ml di panna 20 g di zucchero a velo 30 g di albume pastorizzato 1 cucchiaino di estratto di vaniglia 1 cucchiaio di liquore amaretto Per il cuore di amarena 60 ml di sciroppo di amarena 2 cucchiai di acqua 25 g di glucosio in polvere Per la copertura 220 g di cioccolato fondente fuso 30 g di nocciole pelate e tostate 15 di amaretti 30 g di mandorle pelate e tostate

Un delizioso guscio croccante con un cuore di panna ed amarene

Montare la panna a neve ferma, nel frattempo in un'altra ciotola montare a neve fermissima l'albume e poi unire lo zucchero, mescolare bene e poi aggiungere la panna ed infine l'amaretto. In un pentolino a fuoco basso scaldare lo sciroppo e l'acqua e unire l glucosio, farlo sciogliere completamente, poi fare intiepidire. In un robot da cucina tritare gli amaretti, le mandorle e le nocciole fino ad ottenre una granella fine o piĂš grossolana. Preparare gli stampi con lo stecco e spennnelare il cioccolato 2 o 3 volte mettendo di volta in volta gli stampi in frigo a solidificare in maniera omogenea gli stampi per gelati. Lasciare da parte il cioccolato rimanente. Dopo aver creato un guscio omogeneo, riempire lo stampo con il gelato alla panna, praticando al centro un incavo. Mettere in freezer mezz'ora, mettere lo sciroppo di amarena nella cavitĂ praticata e ricoprire con un sottile strato di gelato alla panna. Rimettere in freezer per mezz'ora. Coprire infine con il cioccolato fuso le forme e ricoprire con la granella ottenuta. Lasciare in freezer 2-3 ore, trascorso questo tempo, estrarre i gelati con delicatezza dallo stampo e con un cannello caramellatore, passate leggermente la fiamma sul cioccolato della base per ammorbidirlo, ricoprite subito con la granella e servire.


Senza glutine e uova

kittyskitchen.it


Gelato al Melone e santoreggia

kittyskitchen.it Ingredienti 650 g di melone (mezzo) 1 limone piccolo 100 g di zucchero 250 g di panna 350 g di latte mezzo cucchiaino di santoreggia essiccata 2 rametti di santoreggia fresca

Pulire il melone eliminando i semi e la buccia. Tagliarlo a cubetti e metterlo nel frullatore. Aggiungere tutti gli altri ingredienti, il succo di limone, la panna, il latte e lo zucchero, tutto tranne la santoreggia. Frullare bene per ottenere un composto liquido. Trasferire il frullato nella gelatiera e lasciar lavorare per 20 minuti circa. Quando il gelato sarà ben mantecato, aggiungere la santoreggia essiccata, toglierlo dalla gelatiera e trasferire in congelatore un paio d’ore. Servire il gelato in coppette o nell’altra metà del melone e aggiungere santoreggia fresca per decorare.


Senza lattosio, uova e glutine

dolcementeinventando.com

Ghiaccioli ai mirtilli

e miele di acacia profumati alla violetta

Per 8 mini ghiaccioli 100 g di mirtilli neri 250 g di yogurt di soia 3 cucchiai di miele di acacia 4 gocce di essenza di violetta

Frullare nel mixer tutti gli ingredienti e versare il composto negli appositi stampini per ghiaccioli. Inserire quindi i bastoncini di legno. Mettere in freezer almeno 3-4 ore e poi servire


Gelato alla banana

Quellalucinanellacucina.it

Senza derivati animali

Ingredienti Per il gelato 500 g di banane 250 g di panna di soia Per il topping al cioccolato fondente 100 g di cioccolato fondente 50 g di acqua

Tagliare le banane a rondelle, metterle in una busta per alimenti e congelarle. Successivamente togliere le banane congelata dal freezer e aspettare almeno 5 minuti prima di metterle in un frullatore. Versare anche la panna e frullare a velocità sostenuta finchÊ si otterrà una consistenza cremosa. Sciogliere a bassa temperatura il cioccolato con l’acqua e farlo raffreddare. Servire il gelato con il topping al cioccolato.


Milkshake con gelato al pistacchio e burro di arachidi Ingredienti Gelato Al Pistacchio (4 palline prese con il dosatore) 200 g Burro Di Arachidi (al naturale) 2 cucchiai Bevanda Vegetale Alle Mandorle (non zuccherata) 1/2 bicchiere Arachidi (leggermente salate) 2 cucchiaini Panna (montata) 6 cucchiai Tritare grossolanamente le arachidi con un coltello o con un tritatutto e tenerle da parte. Mettere nel bicchiere del frullatore il gelato, il burro di arachidi e la bevanda vegetale alla mandorla: frullare per il tempo necessario ad ottenere un composto omogeneo (dipende dalla potenza del frullatore, ad esempio con 800 Watt di potenza sono necessari circa 45 secondi). Servire il milkshake in due bicchieri alti e completare ciascun bicchiere con la panna montata e le arachidi tritate. Consumare subito con una cannuccia e un cucchiaino‌uno spettacolo!

Un avvocato ai fornelli


Gelato al cioccolato Cucinacasareccia.it

Ingredienti per 4 porzioni 4 tuorli 180 g di zucchero 500 ml di latte intero 100 g di cioccolato fondente una stecca di vaniglia 1 cucchiaio di maizena

Se non hai la gelatiera, basterà versare il composto ottenuto in un contenitore basso e largo adatto al congelatore. A questo punto una volta ogni ora mescolare il composto che nel frattempo si sarà parzialmente solidificato. Procedere cosi per alcune volte finchè si otterrà la consistenza giusta.


Cucinacasareccia.it

Versare il latte in una pentola e scaldarlo con la stecca di vaniglia, portandolo lentamente ad ebollizione; spegnere il fuoco, coprire e lasciar riposare un po’. Sbattere a lungo i tuorli con lo zucchero fino a quando si presentano ben spumosi e aggiungere, a poco a poco e sempre mescolando, il latte caldo ( dal quale avremo eliminato la stecca di vaniglia). Sciogliere il cioccolato a bagnomaria o nel microonde e unirlo al composto di uova e latte. Mescolare bene e aggiungere anche la maizena. Trasferire il composto in un pentolino e lasciar cuocere a fuoco basso, continuando a mescolare, fino a quando la crema incomincerà ad addensarsi (non dovrà mai bollire). Non sarà mai densa come una crema, ma come una cioccolata calda un po’ più liquida.

Lasciare raffreddare la crema in una ciotola ricoperta dalla pellicola a filo della crema, in modo da evitare la formazione della classica pellicina. Quando sarà completamente freddo, inserire il composto nella gelatiera e procedere come da istruzioni. Prima di servire il gelato, tirarlo fuori dal freezer qualche minuto prima affinché abbia modo di ammorbidirsi leggermente. Può essere guarnito con cialde, gocce di cioccolato o topping al cioccolato.


Sorbetto di anguria cucinacasareccia.it

Ingredienti per 4 persone 250 g di polpa di anguria mezzo limone 250 g di zucchero

Nelle giornate calde questo sorbetto è l'ideale per dissetarsi! Mettere lo zucchero in una pentola, aggiungere mezzo litro di acqua e far bollire per un paio di minuti; togliere lo sciroppo dal fuoco e lasciare raffreddare Nel frattempo pulire accuratamente la polpa dell’anguria di tutti i semi, anche quelli piccoli e bianchi. Frullatela leggermente e passatela al setaccio. Aggiungete al liquido il succo del mezzo limone e unitevi lo sciroppo freddo; mescolate. versa in una vaschetta meglio se rettangolare e dal bordo basso e la si mette nel freezer. Una volta ogni ora, quando il composto si sia solidificato parzialmente, si rimescola con cura con una spatola e si pone nuovamente nel freezer. Questa è una operazione che va ripetuta per almeno altre 2 volte, dopodiché il gelato è pronto.

cucinacasareccia.it


Granita al limone In cucina con Mire

Ingredienti 500 ml di succo di limone 500 ml d’acqua 250 g di zucchero

Mettere a bollire l’acqua con lo zucchero, spegnere quando inizia a bollire, aspettare che si raffreddi. Nel frattempo mettere nel congelatore la scatola che dovrà contenere la granita, n questo modo la scatola si raffredda e si accorceranno i tempi di attesa affinché la granita sia pronta. Spremere i limoni e filtrare il succo, mescolarlo allo sciroppo di acqua e zucchero ormai freddo, metterlo nella ciotola che si trova in freezer, dopo circa mezzora con una frusta sbatterlo bene e ripetere questa manovra ogni ora circa per tre o quattro volte, facendo questa manovra vengono rotti i cristalli di ghiaccio e non si solidifichi in un blocco di ghiaccio. Dopo circa 6/8 ore la granita al limone è pronta e la si può servire, se ne avanza non c’è da preoccuparsi, basta toglierla dal freezer circa mezz’ora prima dell’ora che serve e dare qualche colpo con la frusta ed avrete un'ottima granita pronta.

In cucina con Mire


Un dessert fresco e goloso da tenere sempre pronto.

Gelato alla vaniglia con pesca flambè e caramellata TraCucinaePC

Ingredienti 2 tuorli 90 g zucchero 250 ml di latte 100 g panna da montare 1 stecca di vaniglia 30 ml limoncello

Inoltre servirà per ogni porzione 1/2 pesca 1 cucchiaio di zucchero mezzo bicchierino di grappa

Montare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere il latte e la panna e montare ancora amalgamando per bene il composto. Unire i semi di una bacca di vaniglia e la stecca stessa per avere un sapore più deciso. Trasferire in un pentolino antiaderente e portare ad un primo accenno di bollore a fiamma bassa mescolando continuamente con una frusta. Appena inizia a bollire spegnere e travasare il composto in un contenitore e lasciar raffreddare a temperatura ambiente. Lasciar raffreddare mescolando ogni tanto, quindi, appena freddo aggiungere il limoncello, mescolare ancora e trasferire in freezer.

Mescolare ogni mezz'ora per almeno un paio di ore. A questo punto il gelato è pronto. Al momento di servire tagliare una pesca a fettine sottili, sciogliere un cucchiaio di zucchero in un padellino antiaderente e caramellare le fettine di pesca. Quando le pesche saranno caramellate, aggiungere la grappa e, facendo molta attenzione, far prendere fuoco al padellino. Quando la fiamma si spegne e l'alcool sarà esaurito disporre le fettine nel piattino e attendere che si raffreddino. Aggiungere quindi il gelato ormai pronto e irrorare con lo sciroppo che si sarà formato nel padellino.


PAGE 10

I nostri ospiti Questo mese siamo state liete di ospitare bravissimi blogger che hanno arricchito la nostra rivista con articoli meravigliosi e non solo di cucina! Alessandra Uriselli www.dolcementeinventando.com/ Claudia di Francesco www.facebook.com/clofoodblogger/ Durante Liberata www.spignattidea.com Elisa Ceccuzzi kittyskitchen.it Elisa Marina Orani myfoodiedays.com Emanuela Cavo lacucinadiema.com Fabio Foli www.pinkidea.it/ Federica Gianelli http://blog.giallozafferano.it/papillamonella/ Francesca Raffa lericettedifrancesca.it Karen Odel blog.giallozafferano.it/zuccherolievitoefarina/ Martina Carabetta consulente IBCLC

Se vuoi vedere anche tu la tua ricetta pubblicata, su Instagram usa #enjoyfoodmagazine


PAGE 10

Mary di Gioia blog.giallozafferano.it/zeroglutine/ Moira Piccoli roxxoblog.blogspot.com Nadia Ceccarelli instagram.com/nadiaceccarelli.photo/ Roberta Mauro Roby latanadellecoidea Romina Serafini cookingbeauty.it Stella Lulli www.ilricettariotimoelavanda.it Sissi Amato incucinaconsissi.blog Welda Bertorelli cioccolatoeliquirizia.wordpress.com


FOOD MAGAZINE Luglio 2018 n° 5

REDAZIONE Lucia Antenori www.quellalucinanellacucina.it www.saluteebellezzaincucina.it Lucia Lettieri blog.giallozafferano.it/tracucinaepc Debora Cingano www.mammeonline.net cuciniamo.mammeonline.net

HANNO COLLABORATO Francesca Mele www.loscrignodelbuongusto.altervista.org Lia Caminiti blog.giallozafferano.it/avvaifornelli Maria Rosaria De Luca www.cucinacasareccia.it Marisa Trionfante www.patataefantasia.it Mire Pagliaro blog.giallozafferano.it/incucinaconmire

Questa rivista non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornata senza alcuna periodicità. Non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. E' vietata la riproduzione anche parziale della stessa. Il materiale pubblicato è proprietà dei rispettivi autori. La rivista è pubblicata in formato PDF sul sito www.issuu.com e può essere scaricata liberamente.

Enjoy food magazine n°5  

eccoci con il numero di Enjoy Food Magazine dedicato all'estate, la stagione più amata. Sole, vacanze e tanta, tanta frutta e verdura con...

Enjoy food magazine n°5  

eccoci con il numero di Enjoy Food Magazine dedicato all'estate, la stagione più amata. Sole, vacanze e tanta, tanta frutta e verdura con...

Advertisement