EnjoyFoodMagazine n°19

Page 1

Food Magazine

N 19 – febbraio


FEBBRAIO N.° 19

ENJOY FOOD MAGAZINE

CONTRIBUTORS Barbara Boni Caterina Anello Carla De Iuliis Claudia Di Francesco Cristina Cozzi Concettina Valeri Dina Gintsburg Francesca Marcuccio Francesca Cecchini Karen Odell

Maria de Candia Maria Rosaria De Luca Milena De Palma Mirella Pagliaro Miria Onesta Natalia Picciocchi Noemi Del Papa Raffaella Ianniello Valentina Riccitelli Vincenzo Serino

LA REDAZIONE Lucia Antenori Lucia Lettieri Elena Prugnoli

PER I LETTORI Se ti piace cucinare e fotografare i tuoi piatti, inserisci le foto su instagram con l'hashtag

#enjoyfoodmagazine. Le ricette con le foto più belle verranno pubblicate sulla rivista, oppure mandaci una tua mail a:

enjoyfoodmagazine@gmail.com

FOTO DI COPERTINA Francesca Marcuccio

enjoyfoodmagazine.blogspot.it


Carissimi lettori

Il numero che andiamo a presentarvi è dedicato alle ricette leggere, sane, semplici e ugualmente deliziose e gustose. Essendo ancora un periodo a cavallo tra inverno e primavera abbiamo voluto proporvi ricette con ingredienti sia invernali ancora di stagione e ricette con ingredienti primaverili che presto arriveranno nei banchi dei mercati. Troverete una sezione interamente dedicata alle vellutate e una alle minestre, confort food che scaldano le ancora fredde giornate e ci donano vitamine e sali minerali importanti per rafforzare il nostro sistema immunitario. Segue una carrellata di ricette tra insalate, primi piatti, secondi e antipasti leggeri semplici e buonissimi per rimetterci in forma. Per concludere una sezione dedicata ai dolci light. Anche i dolci, se prepararti nel modo giusto, sono leggeri e servono a dare la giusta carica per affrontare sia le difficoltà della giornata che della vita mettendoci di buon umore. Insomma, non vi resta che sfogliare la rivista e provare le nostre ricette golose.

La redazione


CARNE / JULY 2019

FEBBRAIO N. 19

SPECIALE RICETTE LEGGERE LE VELLUTATE Tante ricette con verdure di stagione per vellutate colorate ricche di sapore e vitamine

ZUPPE E MINESTRE Semplici nella preparazione, preparate con verdure e legumi per fornire la giusta carica con leggerezza.

INSALATE PER TUTTI I GUSTI Insalatone, da servire come piatti unici o primi piatti ricche e colorate

RICETTE LIGHT CON GUSTO Primi piatti, secondi e antipasti leggeri, semplici e ottimi per mantenersi in forma

DOLCI LIGHT Dolci preparati in modo da essere più leggeri, per coccolarsi senza appesantirsi e rimanere in forma

CONTATTI https://enjoyfoodmagazine.blogspot.com

@EnjoyFoodMagazine

@EnjoyFoodMagazine

contenuti


ENJOYFOODMAGAZINE N.19

VELLUTATE

FEBBRAIO 2021


Cristina Cozzi

VELLUTATA DI ZUCCA E CAROTE Dal blog Le creazioni dolci e salate di Cris

Ingredienti per 4 porzioni 700 g di zucca 5 carote 1 cipolla (2 se piccole) 2 patate (medie) Acqua q.b. Sale q.b. Pepe q.b. Olio extra vergine d’oliva q.b. Strumenti 1 tagliere 1 coltello 1 pentola a pressione 1 frullatore a immersione

Pulire le carote e le patate, pelarle e tagliarle a pezzetti, sminuzzare la cipolla e tagliare a dadini la zucca. Una volta tagliate e pulite riporre tutte le verdure nella pentola a pressione, coprire con acqua, chiudere il coperchio, alzare la valvola, e cuocere a fiamma vivace. Al suono del fischio abbassare la fiamma, e subito dopo abbassare la valvola di sicurezza, quindi cuocere per 15 minuti. Se si usa una pentola tradizionale, disporre le verdure coperte d’acqua nella pentola e cuocere fin quando le verdure non saranno cotte, i tempi saranno più lunghi, verificare la cottura infilzando le verdure con i rebbi di una forchetta. Una volta cotte le verdure, frullare tutto con un minipimer e salare. Per esaltarne il sapore aggiungere del pepe. Portare in tavola la vellutata di zucca e carote ancora calda, accompagnata da crostini e condita con un filo di olio extravergine di oliva.


ELENA PRUGNOLI

Vellutata di sedano rapa Dal blog In cucina con Zia Ralù Ingredienti 500 g di sedano rapa 60 g di cipolla 40 g di patate 500 ml di brodo vegetale 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva Timo q.b.

Sbucciare la patata e il sedano rapa, lavare entrambe e ridurre tutto a piccoli pezzi. Tagliare la cipolla a fettine e metterla in un tegame di coccio o di acciaio inox con fondo spesso. Aggiungere un cucchiaio di olio evo e far cuocere per qualche minuto, poi aggiungere nel tegame anche i pezzi di sedano rapa e la patata. Versare il brodo vegetale insieme alle verdure e far cuocere a fuoco lento per 40 minuti. Quando il sedano rapa e le patate saranno cotte frullare il tutto servendovi di un minipimer o versando il tutto in un frullatore. Aggiustare di sale se ce ne fosse bisogno. Versare la vellutata in una ciotola e completare con un rametto di timo e un filo d'olio. La vellutata può essere accompagnata da crostini di pane.


CRISTINA COZZI

Ingredienti 1 cavolo viola 1 patata 1 scalogno 1 l di brodo vegetale Olio extra vergine d’oliva q.b. Sale q.b. Pepe nero q.b. Iniziare con il pulire il cavolo viola, tagliare le cime, mettendone da parte una cimetta piccola per la decorazione finale. Pelare la patata e tagliarla a pezzetti, sminuzzare finemente lo scalogno. In una pentola alta, soffriggere lo scalogno in 2 cucchiai di olio extravergine di oliva. Quando lo scalogno sarà appassito, unire la patata e soffriggere per 5 minuti, a questo punto unire il cavolo, cuocere per un altro paio di minuti tutto insieme e poi coprire interamente con il brodo vegetale caldo, salare e pepare. Portare a cottura le verdure, ci vorranno circa 30 minuti, se necessario aggiungere altro brodo durante la cottura. Nel frattempo, tagliare a pezzetti la cimetta di cavolo messa da parte, in una padella versare un filo d’olio, unirvi i pezzettini e rosolare leggermente per un paio di minuti, togliere dalla padella e mettere su carta assorbente per eliminare l’olio. Una volta pronte le verdure, frullarle con un minipimer, fino ad ottenere una crema liscia. Versare la vellutata nei piatti e decorarne la superficie con le cimette rosolate.

Vellutata di cavolfiore viola Dal blog Le creazioni dolci e salate di Cris


Elena Prugnoli

Vellutata viola con zucca e curcuma Dal blog In cucina con Zia Ralù Ingredienti per 2 persone 300 g di cavolfiore viola (cime) 2 carote viola 1 patata media 40 g di cipolla bianca 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva Sale Per la crema di zucca 130 g di zucca (in alternativa pari quantità di carote) 40 g di olio extra vergine d'oliva 1 g di curcuma in polvere Per i crostini alla curcuma 2 fette di pane bianco 4 cucchiai di olio extra vergine d'oliva 2 pizzichi di sale 1 pizzico di curcuma

Tagliare la polpa della zucca a tocchetti, cuocerla fino a che sarà morbida, poi frullare insieme all’olio e alla curcuma. La crema di zucca è pronta. Prendere il cavolfiore viola e ricavarne solo le cime, pelare le carote e la patata e tagliare entrambe a fettine; lavare la cipolla e tagliarne qualche fettina fino a raggiungere il peso previsto in ricetta. Mettere in una pentola, olio e cipolla e fare ammorbidire per qualche minuto la cipolla poi aggiungere le verdure lavate e circa 600 ml di acqua o brodo vegetale. Coprire la pentola e far cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti o comunque fino a che le verdure saranno tutte morbide. Intanto preparare i crostini. Prendere due fette di pane bianco e stenderle leggermente con un mattarello poi mettere l’olio il sale e la curcuma in una ciotolina e mescolare bene. Spennellare le fette con l’olio aromatizzato e tagliare le fette di pane a quadretti, o date forme diverse al pane utilizzando dei coppa pasta. Infornare i vostri crostini in forno già caldo a 180 °C fino a che saranno belli dorati ma non bruciati. Quando le verdure saranno cotte frullarle tutte insieme ed aggiungere circa metà della crema di zucca, lasciandone un po’ per la decorazione. Una volta distribuita la vellutata nei piatti decorarla con la rimanente crema di zucca e con i crostini alla curcuma e se è rimasto con qualche goccia dell’olio condito con sale e curcuma.


Claudia Di Francesco

VELLUTATA DI BROCCOLO ROMANO Dal blog CloFoodBlogger

Per la vellutata 1 broccolo romanesco ½ scalogno 1 patata Olio extra vergine d’oliva q.b. Sale q.b. Pepe q.b. Per la salsa di pane 2 fette di pane integrale 1 rametto di rosmarino ½ scalogno 10 g di uvetta 10 g di pinoli Vino bianco q.b. Olio extra vergine d’oliva q.b. Sale q.b. Pepe q.b.

Per la salsa di pane: Tagliare il pane a cubetti e tostarlo in padella. A parte rosolare lo scalogno con olio evo e rosmarino. Aggiungere poi il pane allo scalogno, sfumare con poco vino bianco e bagnare con un mestolo di brodo o di acqua. Lasciar cuocere, aggiustare di sale e pepe, quindi frullare il tutto aggiungendo l’uvetta e i pinoli. Passare la salsa ottenuta con un passino. Per la vellutata di broccolo: Sbollentare il broccolo e la patata a pezzetti, poi aggiungerli in una casseruola dove avrete fatto stufare lo scalogno con olio evo. Lasciare da parte qualche cimetta di broccolo per la decorazione. Continuare la cottura qualche minuto, poi frullare il tutto. Aggiustare di sale e pepe. Impiattare con la vellutata di broccolo sul fondo del piatto, qualche goccia di salsa di pane sopra e decorare con le cimette di broccolo. A piacere, aggiungere dei ravanelli a fettine sottili e qualche germoglio. NOMADI | 24


Elena Prugnoli

Vellutata di zucca e ceci alla tahina Dal blog In cucina con Zia Ralù

Per la vellutata 300 g di polpa di zucca pulita 200 g di ceci precotti 1 patata media 20 g di cipolla bianca 1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva 500 ml di acqua o brodo vegetale Sale Aghi di rosmarino q.b. Per la crema di carote viola 1 o 2 carote viola 5 g di tahina 10 g di olio extra vergine d'oliva Per i crostini di pane alla tahina 2 fette di pane bianco 2 cucchiaini di tahina 1 pizzico di sale 1 pizzico di pepe

Pelare la carota viola e tagliarla a fettine sottili, lessarla in poca acqua salata fino a che sarà morbida. Quando sarà cotta frullare la carota con olio e tahina e mettere da parte la crema ottenuta. Preparare la vellutata prendendo la zucca e tagliando la polpa a tocchetti. Pelare la patata e tagliarla a fettine; lavare la cipolla e tagliarne qualche fettina fino a raggiungere il peso previsto in ricetta. Mettere in una pentola, che dovrà contenere tutte le verdure, olio e cipolla zucca e patata e circa 500 ml di acqua o brodo vegetale. Coprire la pentola e fare cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti o comunque fino a che le verdure saranno tutte morbide. A metà cottura aggiungere quasi la totalità dei

ceci precotti nella pentola lasciandone pochi per la decorazione della vellutata. Intanto che cuociono le verdure preparare i crostini. Prendere due fette di pane bianco e stenderle con un mattarello poi mettere la tahina, il sale e il pepe in una ciotolina e mescolare bene. Spennellare le fette con la tahina e tagliarle a quadretti, Infornare i crostini in forno già caldo a 180°C fino a che saranno belli dorati, poi lasciarli raffreddare. Quando le verdure saranno cotte frullarle tutte insieme e versare la vellutata in 2 piatti. Mettere la crema di carote viola in una sacca da pasticcere e formare dei cerchi concentrici sulla vellutata. Con uno stecchino dare movimento ai cerchi. Completare la vellutata con i crostini di pane, i ceci rimasti e qualche ago di rosmarino.


DINA GINTSBURG

Vellutata ai carciofi e patate Dal blog Cibo che passione Ingredienti per 2 persone 6 carciofi 4 patate 1 scalogno 500 ml brodo vegetale Sale q.b. Olio q.b. Pepe q.b. 1 limone Lavare e sbucciare le patate e tagliarle a cubetti. Lavare anche i carciofi ed eliminare le foglie esterne, quelle più dure e la punta. Mettere 5 minuti i carciofi interi in una ciotola d'acqua con del limone. Prendere un pentolino, riempirlo per metà di brodo vegetale metterci le patate, ii carciofi e lo scalogno pulito. Cuocere per circa 20-25 minuti. Appena le verdure saranno cotte, trasferirle in un robot e frullarle tutte. Versare nuovamente la crema nel pentolino, salare e pepare a seconda dei vostri gusti. Prendere un piatto fondo versarci la vellutata, servire con dei crostini.


L uci a L et t i er i

Vellutata di broccoli Dal canale YouTube Tra cucina e pc 2.0

Ingredienti per 2 persone 250 g di broccoli 150 g di patate 1 cipolla piccola 1 l di acqua 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva Sale q.b. Per decorare a piacere 40 g di formaggio spalmabile Scaglie di parmigiano q.b. Crostini q.b.

In una pentola versare l'olio e rosolare la cipolla a fettine sottili. Aggiungere i broccoli e cuocere per qualche minuto. Aggiungere anche le patate tagliate a cubetti. Lasciar cuocere per circa 5 minuti e concludere aggiungendo l'acqua calda (che dovrà coprire a filo le verdure). Salare e cuocere coperto per circa 25/30 min. finchè le verdure non si disfano. A questo punto non resta che passare le verdure col minipimer fino ad ottenerne una crema vellutata. Trasferire la vellutata in un piatto fondo e decorare a piacere con scaglie di parmigiano, crostini e gocce di formaggio spalmabile (riscaldato per l'occasione).


MIRIA ONESTA

Crema di verdure con fiori e semi di sesamo Dal blog Due amiche in cucina

Ingredienti per 2 persone 25 g di borragine 50 g di tarassaco 50 g di asparagi 80 g di agretti 80 g di fave 20 g di cipolla 2 foglie di erba aglina 1 rametto di prezzemolo 2 foglie di basilico 1 rametto di maggiorana Sale q.b. Per decorare Olio extra vergine di oliva 1 cucchiaio di semi di sesamo Fiori eduli (tarassaco, pratoline, borragine) 1 rametto di maggiorana Pulire e lavare le verdure e le erbe aromatiche, poi tagliarle in modo grossolano. Tritare la cipolla e metterla in un tegame, unire le verdure, le erbe aromatiche e 2 cucchiai di acqua e un pizzico di sale. Far cuocere a fuoco lieve per circa 7-8 minuti, se necessario, aggiungere poca acqua calda. Frullare le verdure con un mixer ad immersione. Versare la crema nei piatti, decorare con i fiori, foglioline di maggiorana e i semi di sesamo. Far cadere alcune gocce di olio sulla crema e servire.


ENJOYFOODMAGAZINE N.19

LE ZUPPE E MINESTRE

FEBBRAIO 2021


Ingredienti per 5 persone 1 cucchiaino di olio 1 piccola cipolla gialla tagliata a piccoli pezzi 1 porro a rondelle 2 gambi di sedano a pezzetti 4 carote a dadini 2 spicchi d'aglio tritati 1 cucchiaio di zenzero in polvere 2 cucchiaini di cumino 1 cucchiaino di coriandolo 800 ml di brodo vegetale 1 tazza di ceci in scatola 300 g di zucca a cubetti 450 ml di latte di cocco 1 scorza grattugiata e il succo di Lime Sale q.b.

Barbara Boni

ZUPPA ORIENTALE Da instagram.com/ilovecookingathome/

Versare l'olio in una pentola e aggiungere cipolle, sedano, carote e il porro. Soffriggere per circa 5 minuti rendendo le cipolle traslucide. Aggiungere aglio, zenzero, cumino e coriandolo e soffriggere per circa 2 minuti. Versare il brodo, la zucca a cubetti e i ceci. Portare a bollore gradualmente e cuocere fino a quando le carote e la zucca non saranno al dente. Unire il latte di cocco, il succo e la scorza di lime e salare riportando lentamente a bollore. Raggiunto il bollore togliere dal fuoco e servire la zuppa calda.


ELENA PRUGNOLI

Minestra primaverile light Dal blog In cucina con Zia Ralù

Ingredienti: 1 piccola carota 1/2 gambo di sedano 1/2 cipolla 30 g di piselli già sgranati 40 g di fave già sgranate 50 g di bieta arcobaleno 50 g di fagiolini 2 pomodorini 500 ml di acqua Sale q.b. 30 g di pasta integrale (facoltativa)

Pulire la bieta e tagliarla a pezzetti poi lavarla bene e metterla in un colapasta. Sgranare i piselli e le fave. Tritare la cipolla e disporla in un tegame, preferibilmente di coccio. Aggiungere la bieta, i piselli e le fave. Pulire i fagiolini, lavarli e tagliarli a pezzetti. Pelare le carote e tagliarle a cubetti. Pulire e lavare il sedano e tagliatelo a fettine sottili. Aggiungere tutte le verdure nel tegame e completare con 500 ml di acqua e poco sale grosso. Fare cuocere le verdure tutte insieme per 20 minuti, poi aggiungere la pasta ( se si vuole) e far cuocere altri 5 minuti. Versare il minestrone in una ciotola e completare con l’olio extra vergine d'oliva a crudo. Ed ecco qua che una minestra sana e genuina pronta per essere gustata.


Natalia Piciocchi

Scarola in brodo Dal blog Fusilli al tegamino

Ingredienti per 4 persone 2 grossi cespi di scarola 3 carote 1 grossa patata 1 cipolla 1 costa di sedano 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva 4 litri di acqua Sale q.b.

Preparare il brodo vegetale in questo modo: versare in una capace casseruola l'acqua e addizionare le carote e le patate pelate, la costa di sedano e la cipolla. Portare a bollore, poi salare e aggiungere l'olio. Lavare accuratamente la scarola in acqua fredda, tagliuzzarla in pezzi più piccoli, poi tuffare i pezzi nella casseruola con il brodo. Lasciare cuocere la scarola per circa 18 minuti. Servire la scarola in brodo accompagnata con fette di pane casereccio tostate o dadini di formaggio parmigiano.


MIRELLA PAGLIARO

Ceci con finocchietto selvatico alla calabrese Dal blog In cucina con Mire

Ingredienti 300 g di ceci secchi Finocchietto selvatico a piacere Olio extra vergine di oliva q.b. Sale q.b.

La sera prima mettere in ammollo i ceci in una ciotola coprendoli d’acqua fredda e un cucchiaio di bicarbonato, l’indomani lavarli bene, metterli in una pentola capace coprirli d’acqua fredda e farli bollire. Quando sono oltre metà cottura, aggiungere il finocchietto lavato e tagliato a pezzi (del finocchietto si deve usare solo la parte più tenera, per intenderci il germoglio finale e una foglia, il resto della pianta, anche se sembra tenero non lo è, restano duri durante la cottura, questo fatelo sempre, non solo per questa ricetta). Quando si è arrivati quasi a fine cottura aggiustare di sale. Condire con olio extravergine calabrese a piacere.


Ingredienti 2 mazzetti di borragine 1 mazzetto di torzelle 1 mazzetto di cicoria 1 cipolla dorata 4 patate 6 pomodorini datterini 500 ml di brodo vegetale Olio extra vergine d’oliva Sale Pepe nero (facoltativo)

Pulire le verdure eliminando la parte più dura dei gambi e lavare molto bene per eliminare residui di terreno, mettere da parte. Pelare le patate e tagliarle a tocchetti. In una pentola bella ampia e alta, iniziare con il soffriggere la cipolla finemente sminuzzata nell’olio, quando sarà dorata aggiungere i pomodorini tagliati a metà leggermente schiacciati, unire le patate e 2 mestoli abbondanti di brodo caldo, coprire e cuocere per 20 minuti. A questo punto aggiungere le verdure, coprire con altro brodo, salare e pepare, cuocere con coperchio fin quando le verdure non si saranno ammorbidite. La minestra di Borragine e patate è pronta per essere gustata, servire subito.

Cristina Cozzi

Minestra di borragine Dal blog Le creazioni dolci e salate di Cris


MIRELLA PAGLIARO

Zuppa di fagioli, zucca e patate Dal blog In cucina con Mire

Ingredienti 200 g di fagioli borlotti 1 pezzo di zucca gialla arancio 2 patate 1 foglia d’alloro 1 carota piccola 1 costa di sedano 1/2 cipolla Olio extra vergine d'oliva q.b. Sale q.b.

Mettere in ammollo i fagioli per circa 12 ore, in genere la sera prima cosi stanno in ammollo tutta la notte. Al mattino sciacquarli bene e metterli in una pentola capace coperti d’acqua, cuocere fino a che iniziano a spappolarsi, salare poco prima di fine cottura. Togliere la buccia e i filamenti alla zucca, tagliarla a tocchetti. Sbucciare le patate e tagliarle a cubetti. Tritare la cipolla, la carota e la costa di sedano fare appassire assieme all’olio. Aggiungervi la zucca e le patate, la foglia d’alloro, aggiustare di sale e fare cuocere con il coperchio e a fuoco lento, mescolando ogni tanto con un cucchiaio di legno, se necessita aggiungere un bicchiere d’acqua. Quando la zucca e le patate sono cotte mescolarle con i fagioli, cuocere ancora qualche minuto affinché i sapori si uniscono e si amalgamano. Servire con un filo di olio extravergine e con crostoni di pane.


FRANCESCA MARCUCCIO

Zuppa orzo e carciofi Dal blog Graficare in cucina

Ingredienti 80 g di orzo perlato 1/2 cipolla 3 carciofi grandi 1 spicchio di aglio Vino bianco q.b. 1 carota 1/2 gambo di sedano 1 limone 2 cucchiai di passata di pomodoro 1 cucchiaio di prezzemolo tritato Sale, pepe, olio extra vergine di oliva q.b.

Eliminare le foglie esterne più dure dei carciofi e la parte coriacea dei gambi, tagliare le punte fino quasi ad arrivare a lasciare la parte più chiara del carciofo. Non gettare tutto il gambo, ma salvarne circa 4-5 cm che saranno sbucciati con un coltello e ridotti a fettine. Dividere ogni carciofo a metà, asportare l’eventuale peluria interna e tagliarli a fettine sottili. In una ciotola spremere il limone, riempirla di acqua fredda e mettere in ammollo le fettine di carciofo. In un tegame versare 2 cucchiai di olio, aggiungere la cipolla, la carota e il gambo di sedano tritati, l’aglio sbucciato e intero e lasciare imbiondire, quindi aggiungere le fettine di carciofo e i gambi precedentemente sciacquati bene sotto l’acqua. Sfumare con un goccio di vino bianco e farlo evaporare. Unire l’orzo (prima sciacquarlo bene sotto l’acqua corrente), la passata di pomodoro e versare 1400 ml di acqua, regolare di sale e pepe e lasciare cuocere per circa 40 minuti. Ovviamente prestare attenzione al tempo, durante la cottura, se necessario, aggiungere altra acqua, poca per volta. Impiattare e servire.



Zuppa di lattuga e fagioli LUCIA ANTENORI

Dal blog Salute e bellezza in cucina

Ingredientii per 2 persone 1 cespo grande di lattuga 200 g di fagioli cannellini già cotti 1 cipolla 3 cucchiai di olio extra vergine d'oliva Sale q.b.

Togliere le foglie più dure e sciupate alla lattuga. Lavare in abbondante acqua fresca e tagliarla grossolanamente con le mani. In una casseruola mettere l’olio e la cipolla tagliata finemente. Fare insaporire l’olio ed aggiungere la lattuga. Far cuocere per qualche minuto a fiamma bassa, il tempo che la lattuga si ammorbidisca. Aggiungere i fagioli con la loro acqua di cottura. Salare e portare a cottura la zuppa.


ENJOYFOODMAGAZINE N.19

INSALATE

FEBBRAIO 2021


Barbara Boni

INSALATA DI SALMONE OLIVE E KUMQUAT Da instagram.com/ilovecookingathome/

Ingredienti 300 g di salmone affumicato all'aneto, o altro pesce affumicato 80 g di insalatina mista 10 kumquat (mandarini cinesi) oppure arancia a fettine 1 finocchio Olive nere denocciolate Per la Citronette 90 ml di olio extra vergine d'oliva 3 cucchiai di succo di limone Sale e pepe

Preparare la Citronette mescolando in una ciotola il sale, una macinata di pepe e il succo di limone. Quando il liquido è emulsionato, unire l'olio a filo, sbattendo con una frusta e mettere da parte. Pulire i finocchi, lavarli e affettarli finemente con una mandolina. Lavare e asciugare l'insalata. Lavare i kümquat, asciugarli e tagliarli a fettine, eliminando i semi. Tagliare a pezzetti il salmone. Nel piatto di portata sistemare l'insalata e adagiarvi sopra il finocchio. Distribuire intorno le olive, unire il salmone affumicato e le fettine di kumquat, condire con la citronette e profumare con una macinata di pepe.



Noemi Del Papa

INSALATA SALMONE E MELE Dal blog E mi metto ai fornelli

Ingredienti per l'insalata 1 filetto di salmone 1 cespo di insalata iceberg 2 mele 1 carota 30 ml di olio extra vergine d'oliva 1 pizzico di sale Ingredienti per cuocere il salmone 15 ml di olio 1 spicchio di aglio 80 ml di acqua

Per prima cosa pulire il salmone sotto l' acqua corrente e asciugare con carta assorbente da cucina. In una padella versare l'olio, aggiungere lo spicchio di aglio e lasciar soffriggere a fiamma bassa per un minuto, aggiungere il salmone, far rosolare entrambi i lati e sfumare con l' acqua. Lasciar cuocere per circa cinque minuti. Lasciare raffreddare. Pulire dalle foglie esterne l'insalata, tagliare a metà e fare a listarelle, lavare sotto acqua corrente. Mondare la carota, fare a rondelle e versare in una insalatiera. Sbucciare le mele, tagliare a spicchi e aggiungere all' insalata, sfilacciare il salmone e unire al tutto con olio e sale.


VALENTINA RICCITELLI

Insalata di arance e finocchi Dal blog Raggio di sole in Valigia

Ingredienti 2 arance sode e mature 1 finocchio 10 olive nere sotto sale 1 manciata di noci intere Olio extra vergine d'oliva q.b. Sale q.b.

Lavare accuratamente il finocchio, eliminare la parte esterna e il gambo duro e affettarlo sottilmente in una ciotola capiente. Dividere le arance in due parti, con un cucchiaio separare la polpa dalla buccia, cercando di non rovinare quest’ultima. Eliminare con un coltello la parte bianca dell’arancia. Tagliare la polpa a pezzi, rimuovendo la membrana bianca presente tra gli spicchi, e unirla ai finocchi. Sgusciare le noci, tagliarle in pezzi ed aggiungerle all'insalata. Infine, aggiungere le olive, un paio di giri d'olio e il sale. Riempire i gusci d’arancia, decorare con dei ciuffi di barba di finocchio e servire.


FRANCESCA MARCUCCIO

INSALATA FRESCA di CECI Dal blog Graficare in cucina

Ingredienti 350 g di ceci lessi 40 g di rucola 2 di carote 1 gambo di sedano bianco 7 pomodori piccadilly 1/2 cipolla rossa 1 cucchiaio di semi di girasole 1 cucchiaio di semi di zucca Sale q.b. Pepe q.b. Olio extra vergine d’oliva q.b.

Lavare rucola e pomodorini e lasciare sgrondare bene l’acqua. Tagliare i pomodorini in pezzi piccoli e trasferirli in una grossa ciotola insieme alla rucola. Spuntare le carote e raschiarle, tagliarle a julienne molto sottili e trasferirle nella ciotola con il resto degli ingredienti. Eliminare eventuali filamenti dal gambo di sedano, lavarlo e tagliarlo a rondelle e aggiungerlo nella ciotola. Unire anche i ceci sgocciolati, i semi, la cipolla lavata e affettata sottilmente, un filo di olio extravergine di oliva, salare, pepare e mescolare bene con due cucchiai. Coprire e fare rinfrescare in frigorifero per un’ora prima di servire.


ELENA PRUGNOLI

INSALATA DI POLPO E VERDURE Dal blog In cucina con Zia Ralù

Ingredienti 500 g di polpo intero 1 cuore di sedano 150 g di pomodorini 40 g di ravanelli 4 olive nere snocciolate Succo di 1 limone 15 g di olio extra vergine d'oliva Sale q.b. Pepe

Pulire il polpo togliendo la parte con gli occhi, spingere via il becco che sta al centro dei tentacoli, e lavare bene. Portare ad ebollizione l’acqua e le verdure previste per la cottura poi per fare arricciare i tentacoli immergere solo la parte finale di essi nell’acqua bollente per due o tre volte. Far bollire per 20 minuti il polpo poi lasciare raffreddare nell’acqua di cottura. Quando il polpo è tiepido, tagliarlo a pezzetti, e metterlo in una ciotola. Lavare le verdure poi tagliare tutto a fettine tranne i pomodorini da tagliare in quattro parti. Condire tutto insieme al polpo, con olio evo, il succo di 1 limone e aggiustare di sale, poi completare con una macinata di pepe nero.



FRANCESCA MARCUCCIO

Insalata di finocchi e arance Dal blog Graficare in cucina

Ingredienti 1 finocchio 2 arance 10 olive nere 10 mandorle 1/2 mela Sale q.b. Pepe q.b. Olio extra vergine d’oliva q.b.

Preparare l’orangette, raccogliendo il succo di un’arancia in una ciotolina e aggiungendo sale, pepe e olio, emulsionare bene e mettere da parte. Lavare bene il finocchio, eliminare i gambi e le foglie esterne più rovinate e quindi affettarlo sottilmente. Eliminare la buccia all’altra arancia usando un coltello e tagliando via anche la parte bianca degli spicchi, praticamente pelarla al vivo e poi incidere ogni spicchio evitando la pellicina, si otterranno delle belle fette di arancia. Lavare bene la mela e affettarla sottilmente a spicchi e poi tagliarla a metà come per gli spicchi di arancia. Mettere i finocchi, le arance, le mele in una insalatiera e poi aggiungere le mandorle e le olive, versare sopra l’orangette, mescolare delicatamente e servire subito.


Ingredienti 1 cespo di radicchio rosso 2 Pere Williams 10 noci 1 melograno Scaglie di Grana o Parmigiano q.b. Sale e olio extra vergine di oliva q.b.

Contorno di radicchio e pere con noci e Grana FRANCESCA MARCUCCIO

Dal blog Graficare in cucina


ENJOYFOODMAGAZINE N 19

RICETTE LIGHT CON GUSTO

FEBBRAIO 2021


LUCIA ANTENORI

Verza stufata Dal blog Salute e bellezza in cucina

Ingredienti per 2 persone 500 g di verza 1 spicchio di aglio Qualche pomodorino Qualche cappero 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva Sale q.b. 1 foglia di alloro Scegliere un bel cavolo verza fresco, tagliare il torsolo e togliere le foglie esterne più dure e sciupate. Tagliare a metà la verza e tagliarla a strisce larghe, lavarla per bene e lasciarla nell’acqua. Intanto versare l’olio in una casseruola, aggiungere l’aglio e far insaporire l'olio, aggiungere la verza tagliata senza sgocciolarla completamente. Coprire con un coperchio e fare appassire la verdura a fiamma bassa. Quando la verza i inizierà a ridursi aggiungere qualche pomodorino a cui avremo tolto i semi, la foglia di alloro , qualche cappero e salare. Continuare la cottura per circa 30 minuti o finché raggiungerà il grado di cottura che più vi piace.


Raffaella Ianniello

Funghi con olive e pomodori secchi in padella Da Instagram Spadellatavola

Ingredienti per 4 persone 1 kg di funghi Pleurotus 4 cucchiai di olio extra vergine d'oliva 50 g di pomodori secchi 50 g di olive nere greche condite Sale Prezzemolo Pepe nero Dragoncello Peperoncino Mezzo bicchiere di vino

Staccare delicatamente i funghi, tagliare i gambi e lavarli sotto l'acqua corrente con molta accortezza per non spezzettarli. Far sgocciolare in uno scolapasta e poi tamponarli con carta cucina per eliminare l’acqua in eccesso ma non occorre che siano del tutto asciutti. Tagliarli della stessa dimensione per avere una cottura uniforme. Prendere una padella dal fondo largo e versarvi l'olio d’oliva. Aggiungere uno spicchio d’aglio intero o tritato (a seconda dei propri gusti) ed un pezzetto di peperoncino (per chi gradisce). Non appena l’aglio comincia a soffriggere, aggiungere i funghi pleurotus, i pomodori secchi a filetti e le olive, aggiungere il sale e le spezie. Saltare i funghi in padella per un paio di minuti e poi sfumarli con un pochino di vino bianco. Aggiungere del prezzemolo tritato e continuare la cottura a fiamma media per ancora qualche minuto. Una volta pronti, aggiungere ancora del prezzemolo fresco ed una spolverata di pepe e di dragoncello.


Valentina Riccitelli

SPIEDINI DI FARIFRITTATA AGLI ASPARAGI Dal blog Raggio di sole in Valigia Ingredienti 200 g di farina di ceci 400 g di acqua 250 g di asparagi freschi 1 cucchiaino di curcuma 1 ciuffo di prezzemolo Sale q.b. Olio extra vergine d'oliva q.b. Spiedini in legno q.b. Versare la farina di ceci in una ciotola capiente, aggiungere pian piano l'acqua e mescolare delicatamente in modo da non formare grumi. Ottenuta una pastella liscia ed omogenea, aggiungere il sale, la curcuma, 2 cucchiai di olio e il prezzemolo tagliato finemente. Coprire la ciotola e lasciare riposare il composto per 2-8 ore in frigo.

Più il riposo sarà lungo e più la preparazione risulterà digeribile. Pulire e cuocere al vapore gli asparagi per qualche minuto. Quando saranno freddi, tagliarli a pezzetti tenendo da parte le punte per la decorazione degli spiedini. Trascorso il tempo di riposo della pastella, aggiungere gli asparagi a pezzetti nella ciotola e mescolare delicatamente. Ricoprire una teglia 30x20 con carta forno o ungerla abbondantemente, versare il composto preparato e con una spatola distribuirlo in modo uniforme. Cuocere per 20 minuti a 200°C con forno statico. Far intiepidire, tagliare la farifrittata a quadrotti e formare gli spiedini sovrapponendo tre pezzi di farifrittata e una punta di asparago.


Valentina Riccitelli

Falafel di ceci e carote Dal blog Raggio di sole in Valigia Ingredienti 200 g di ceci secchi 100 g di carote pulite 1/2 scalogno 1/2 cucchiaio di coriandolo 1/2 cucchiaio di cumino 2 cucchiai di semi di sesamo Sale q.b. Olio extra vergine d'oliva q.b. Mettere in ammollo i ceci per 24 ore, ricordandosi di cambiare l'acqua almeno tre o quattro volte. Trascorso il tempo di ammollo, versare i ceci ben lavati e sgocciolati in un mixer capiente. Aggiungere le spezie, il sesamo, lo scalogno, due cucchiai di olio, il sale e lavorare ad intermittenza fino ad ottenere un composto compatto. Far riposare il composto in frigo per almeno un'ora, ma anche di più se possibile. Grattugiare finemente le carote e aggiungerle al composto. Formare dei burger, schiacciando tra le mani una piccola quantità di composto, e disporli su una teglia da forno ricoperta di carta forno. Spennellare con un po’ d'olio ogni burger e cuocere per circa 20 minuti a 180°C in forno statico, girare a metà cottura. Servire caldi, accompagnati da una salsa fresca allo yogurt.



MILENA DE PALMA

Sivoni con le fave Dal blog Breakfast da donaflor

Ingredienti 1 kg di sivoni o cicorielle selvatiche 300 g di fave bianche secche 2 cipolle rosse Olio extra vergine d'oliva 1 spicchio di aglio Sale q.b.

Mettere a bagno per una notte le fave. Poi scolarle e metterle a cuocere in un tegame coperto di acqua a fiamma bassissima. Aggiungere uno spicchio di aglio e un filo di olio extravergine di oliva. Portare a cottura, girando di tanto in tanto con il cucchiaio di legno, senza alzare mai la fiamma, diventerà una bella crema di fave, alla fine salare. Nel frattempo pulire e lavare bene i sivoni, metterli a lessare in acqua salata. Scolare e tenere da parte. Fare un soffritto di cipolla rossa affettata in abbondante olio extravergine di oliva. Quando tutto è pronto, mettere nei piatti i sivoni, sopra versare il purè di fave e condire con il soffritto di cipolla rossa.

NOMADI | 24


Dina Gintsburg

Rotolo di tacchino con verdure Dal blog Cibo che passione

Ingredienti 1 kg di petto di tacchino 1 carota 1 costa di sedano 1 cipolla 100 g di speck Sale q.b. Olio di oliva q.b. Pepe Pomodori Peperoni Mais

Come prima cosa preparare la salsa: pulire le verdure e tagliarle a cubetti. Versare un goccio di olio in una padella e soffriggere per un paio di minuti. Inserire le verdure in un mixer e se necessario aggiungere altro olio e frullare, aggiustare al bisogno di sale e pepe. Ora passare alla carne. Quando comprate il petto di tacchino chiedete al macellaio di farvelo aprire, come se fosse una grande fettina. Appoggiare il petto di tacchino su di un tagliere, spalmare su tutta la superficie le verdure frullate ed aggiungere le fette di speck. Arrotolare in modo stretto su se stesso. Prendere una padella dai bordi alti, versarci un goccio di olio e appoggiarci il rotolo. Cuocere a fuoco basso per circa mezz'ora sfumando di tanto in tanto con del vino e rigirare. Dopo questo tempo alzare la fiamma e far rosolare. Passata 1 ora spegnere il fuoco e far raffreddare. Ora potete tagliarlo a fettine, vedrete che rimarranno intatte.


MILENA

DE

PALMA

Pesce Raia in umido Dal blog Breakfast da donaflor

Ingredienti 1 kg di raia (razza) 1/2 kg di pomodorini ciliegino 1 spicchio di aglio tritato 1 ciuffo di prezzemolo Olio extra vergine d'oliva q.b.

Pulire e lavare sotto acqua corrente il pesce e mettere a scolare. In un tegame mettere tutto insieme, olio, aglio, pomodorini tagliati a pezzi e far cuocere per una decina di minuti, poi aggiungere i pezzi di pesce raia. Far cuocere per 15/20 minuti circa a fiamma media. A fine cottura disporre i pezzi di raia nei piatti e cospargere di prezzemolo fresco tritato.


Ingredienti 500 g di abbacchio 4 carciofi mammola 1/2 bicchiere di vino bianco Sale affumicato q.b. Timo q.b. 2 carote 2 spicchi di aglio Sedano q.b. 1 cipolla

Abbacchio ai carciofi VINCENZO SERINO

DAL BLOG RICETTE ROMANE Marinare la carne tagliata a pezzi nell'olio e vino aromatizzato con le spezie e lasciarlo per una notte in frigo. Il giorno successivo tagliare a cubetti il sedano, la carota e le cipolle. Pulire i carciofi e tagliarli in 4 spicchi uguali. Eliminare, se presente, la barba. Mettere un filo d’olio in una padella e aggiungere le verdure precedentemente tagliate. Far cuocere a fuoco basso. Appena la cipolla inizierà ad imbiondirsi aggiungere la carne e si fa rosolare avendo cura di trattare tutti i lati. Sfumare con il mezzo bicchiere di vino bianco e poi mettere il sale affumicato. Quando il vino sarà evaporato aggiungere acqua quasi a coprire. Lasciare cuocere a fuoco basso per almeno un’ora ed un quarto. Dopo un’ora aggiungere i carciofi e portateli a cottura.


MILENA

DE

PALMA

Spaghetti con Rana pescatrice Dal blog Breakfast da donaflor

Ingredienti 700 g di rana pescatrice (n. 3 pesci medi) 300 g di spaghetti 400 g di ciliegini 1 spicchio di aglio Prezzemolo tritato Olio extra vergine d'oliva Peperoncino q.b. Sale q.b.

Pulire il pesce tagliando con le forbici prima la bocca, eliminare le interiora e la pelle che viene via. Lavare bene, mettere a scolare e poi sfilettare e fare a piccoli pezzi uno solo dei pesci. Preparare il sughetto, in un tegame soffriggere lo spicchio di aglio nell'olio evo, poi aggiungere sia i pesci interi che i pezzi di quello sfilettato, far rosolare per 5-10 minuti circa, aggiungere i pomodorini lavati e tagliati a pezzi, un po' di peperoncino, sale e portare il tutto a cottura. Mettere a lessare gli spaghetti in acqua salata, scolarli al dente, togliere dal tegame i pesci interi, aggiungere il prezzemolo tritato e far saltare gli spaghetti nel tegame del sughetto. Impiattare e aggiungere altro prezzemolo tritato a crudo.


FRANCESCA MARCUCCIO

FRISELLE CON VERDURE CRUDE E ALICI Dal blog Graficare in cucina

Ingredienti 4 Friselle 2 Zucchine 1 pomodoro maturo ma sodo 40 g di rucola 1 limone 8 filetti di alici 12 olive taggiasche Sale, pepe, olio extra vergine di oliva q.b. Origano

Per prima cosa spuntare e lavare le zucchine. Ricavare con l’apposito attrezzo delle julienne, tagliando solo la parte verde dell’ortaggio. In una ciotola versare 20 g di olio extravergine di oliva, il succo del limone e condire con un po’ di sale e pepe. Emulsionare con una forchetta e condire le julienne di zucchine, mescolando. Lavare il pomodoro e tagliarlo a cubetti poi condire con sale, origano e olio. Mescolare delicatamente. Lavare la rucola e centrifugarla, tagliarla a pezzi con una forbice. Ora che tutti gli ingredienti principali sono pronti comporre le friselle. Bagnarle sotto l’acqua per qualche istante, farle sgrondare e appoggiarle su un piatto. Irrorare con un filo di olio. Adagiare sopra ad ognuna un po’ di rucola, qualche cubetto di pomodoro e le zucchine. Completare ogni frisella con due alici e tre olive. Lasciare riposare nel frigorifero un’ora prima di servire.


DINA GINTSBURG

Straccetti di pollo all’arancia Dal blog Cibo che passione

Ingredienti 600 g petto di pollo Succo di 2 arance Sale q.b. Olio di oliva q.b. Farina 00 q.b

Iniziare preparando il petto di pollo: prendere un pezzo intero, di solito si trovano quelli già confezionati, eliminare le parti in mezzo superflue e tagliarlo a strisce. Prendere una padella anti aderente e versarci un goccio di olio passare i cubetti di petto di pollo nella farina e metterli nella padella. Aggiungere il succo di un'arancia, un pizzico di sale e a fuoco basso cuocere per circa 10 minuti, rigirandoli di tanto in tanto. Se vedete che si attacca basta aggiungere qualche cucchiaio di acqua. Prima di servire assaggiate e se necessario aggiungete altro succo di arancia. Gli straccetti cremosi di pollo all'arancia, sono pronti per essere serviti.


FRANCESCA MARCUCCIO

Bruschettone con avocado e scamorza Dal blog Graficare in cucina

Ingredienti 1 avocado 1 cipollotto fresco 1 spicchio di aglio 4 pomodori secchi sott'olio 1 cucchiaio di prezzemolo tritato 1 limone biologico 1 scamorza affumicata 30 g di nocciole o mandorle Sale, pepe, olio extra vergine di oliva.

Lavare il limone e grattugiarlo (metà) sui pomodori secchi, unire le nocciole (o mandorle) tritate grossolanamente, mescolare e mettere da parte. Pelare l’avocado, privarlo del nocciolo e frullarlo fino ad ottenere una crema liscia. Aggiungere il cipollotto tritato, un cucchiaio di succo di limone, un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Regolare di sale e pepe e mescolare bene. Bagnare le bruschette (o friselle) sotto l’acqua per qualche istante, farle sgrondare e appoggiarle su un piatto. Irrorare con un filo di olio. Spalmare le bruschettone con metà del composto di pomodori secchi. Distribuire la crema di avocado. Aggiungere i restanti pomodori secchi distribuendoli sulle 4 fette. Aggiungere qualche fettina di scamorza affumicata tagliata molto sottile.


MARIA

ROSARIA

DE

LUCA

Carciofi alla cacciatora Dal blog Cucina casareccia

Ingredienti 4 carciofi 1 spicchio d'aglio 300 g di pomodori pelati 20 ml di olio extra vergine d'oliva 1 limone 6 g di prezzemolo Sale q.b. Pepe q.b. Brodo se occorre q.b.

Eliminare le foglie esterne dei carciofi, spuntarli e dividerli in 4 spicchi. Dopo aver eliminato l'eventuale peluria o barba dal carciofo, metterli a bagno con acqua e il succo del limone con il limone stesso. Lasciarli in ammollo per almeno 10 minuti; Nel frattempo in una padella versare l'olio e far dorare lo spicchio d'aglio, inserire poi gli spicchi di carciofo lavati sotto acqua corrente e lasciarli stufare con il coperchio per 5/6 minuti. Aggiungere poi i pomodori con i loro liquido di conservazione, aggiungere il sale e il pepe. Far cuocere per circa 20 minuti, aggiungendo un po' di brodo se dovesse essere necessario. Pochi minuti prima della fine della cottura spolverizzare con il prezzemolo tritato. Servire i carciofi alla cacciatora ancora caldi.



Maria de Candia

Carciofi sottovetro Dal blog Rafano e Cannella

Ingredienti per due vasetti da 500 g 1 kg di carciofi (già puliti) 2 cucchiaini di sale fino 400 ml di aceto di vino bianco 600 ml di acqua Farina q.b. Prima di cominciare la preparazione dei carciofi sottovetro, lavare accuratamente i vasetti e lasciarli asciugare capovolti su un canovaccio. Preparare la miscela di acqua e aceto e tenerla da parte. Eliminare le foglie esterne dei carciofi, le fibre esterne del gambo e tagliare le punte. Quindi tagliarli in quattro e, mano mano, metterli in una ciotola colma di acqua in cui si sarà disciolto una manciata di farina. Bisogna avere cura di tenere i carciofi completamente immersi nell’acqua in modo che non si ossidino all’aria. Terminata questa operazione, sgocciolare i carciofi e sistemarli nei vasetti in cui avrete precedentemente depositato sul fondo un cucchiaino di sale fino. Coprire i carciofi con la miscela di acqua e aceto e chiudere i vasetti con le loro capsule, avvitandoli bene. A questo punto procedere con la sterilizzazione. Adagiare sul fondo di una pentola capiente e dai bordi alti un canovaccio piegato; su questo disporre i vasetti con i carciofi. Se si utilizzano più vasetti intervallarli con altri canovacci in modo che non urtino tra loro durante la cottura. Quindi coprire i vasetti con acqua e mettere la pentola sul fuoco. Dal momento in cui l’acqua bolle, devono cuocere per 5 minuti. Trascorso questo tempo, togliere la pentola dal fuoco e lasciarla raffreddare completamente prima di tirar fuori i vasetti. Controllare che si sia formato il sottovuoto tastando le capsule e mettere i vasetti in dispensa. Al momento dell’utilizzo, sgocciolare i carciofi dall’acqua in cui sono immersi e condirli come preferite. Nel caso in cui non si utilizza l’intero contenuto del vasetto, non buttare via l’acqua in modo da poterlo conservare in frigo per diversi giorni.



Maria de Candia

Cestini di sfoglia con asparagi e gamberi Dal blog Rafano e Cannella

Ingredienti per 12 cestini 350 g di pasta sfoglia 200 g di asparagi sott'olio o freschi 400 g di gamberetti (già sgusciati) 1 spicchio di aglio 1 cucchiaio di prezzemolo (tritato) 100 g di maionese Per realizzare i cestini di sfoglia con aspargi e gamberi, preferite i gamberi freschi e piuttosto piccoli. Dalla pasta sfoglia ritagliare 12 dischetti di pasta, spessa un paio di millimetri, che vanno sistemate nelle apposite cavità della teglia per muffins (in mancanza, vanno bene anche i pirottini da forno usa e getta). Mettere dentro dei legumi secchi in modo che, cuocendo, la pasta non si gonfi molto e infornare a 200°C per circa 20 minuti in modalità statica. I cestini saranno pronti quando avranno assunto un bel colore dorato scuro. Nel frattempo sgusciare i gamberetti e lessarli in acqua salata; quindi scolarli e tenerli da parte. Se non si hanno asparagi sott'olio già pronti, si possono usare quelli freschi preparati in questo modo. Privare gli asparagi della parte più dura e lavarli accuratamente. Porre acqua e aceto (200 ml acqua e 200 ml aceto) in una pentola e, quando alzerà il bollore, tuffare gli asparagi. Lasciare cuocere per circa 8-10 minuti e verificare la cottura con i rebbi di una forchetta. Dovranno rimanere un po’ al dente. Quindi scolarli con la schiumarola e posarli su un panno asciutto e pulito, distanziandoli tra loro. Quando gli asparagi saranno ben freddi, tagliarli a pezzi, raccoglierli in una ciotolina e condirli con aglio e prezzemolo, tritati finemente e olio. Se gli asparagi si preparano al momento, farlo un’oretta prima, in modo che si insaporiscano. Tagliare a pezzetti i gamberetti (lasciarne 12 interi perchè serviranno come decorazione) e unirli agli asparagi. Prendere i cestini di pasta sfoglia e farcirli con un cucchiaino scarso di maionese sul fondo, con il misto di asparagi e gamberi. Guarnire con i gamberetti interi e decorare con una foglia di prezzemolo.



LUCIA ANTENORI

Pane di segale e farina 1 Dal blog Quella lucina nella cucina Ingredienti per 3 filoncini per un totale di circa 800 g di pane 200 g di segale integrale 350 g di farina di grano tenero 1 400 g di acqua temperatura ambiente 15 g di lievito fresco 1 cucchiaino di sale Prima di tutto setacciare le due farine, metterle in una ciotola, versare gradualmente 350 g di acqua e mescolate con un cucchiaio. Far riposare l’impasto per circa 30 minuti coprendo la ciotola con la pellicola trasparente. Trascorso il tempo mettere l’impasto in un robot e aggiungere il lievito sciolto nella restante acqua. Lavorare ancora un po’ ed aggiungere il sale. Continuare a lavorare l’impasto ancora per pochi minuti. Oleare per bene una ciotola. Versare nella ciotola l’impasto che risulterà molto morbido. Per renderlo più sostenuto fare le pieghe di secondo tipo, cioè stendere leggermente un lembo di pasta e portarlo al centro. Continuare prendendo l’angolo che si è formato, stenderlo leggermente e riportarlo al centro. Continuare in questo modo fino a chiudere il giro. Fare questa operazione anche più volte finché l’impasto prenderà corpo. Capovolgerlo e coprire la ciotola con una pellicola e lasciarlo lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio. I tempi di lievitazione possono variare in base alla temperatura dell’ambiente in cui si lavora. Ma in un’ora massimo due l’impasto lieviterà.

Quando l’impasto sarà raddoppiato infarinare bene il piano di lavoro e versare l’impasto per il pane che risulterà molto morbido. Ora procedere di nuovo con le pieghe di secondo tipo come in precedenza. Capovolgere l’impasto e tagliarlo con un tagliapasta in tre parti uguali, dare ad ogni panetto una forma rettangolare. Lasciare riposare i tre pani così formati coperti con un telo e far continuare la lievitazione. Preriscaldare il forno a 250°C posizionando la pietra refrattaria sul ripiano più basso. Appena il forno arriva a temperatura ed il pane è ben lievitato con una pala posizionatelo sulla refrattaria e abbassate la temperatura a 220° C. Prima di infornare si può incidere il pane o con tre tagli obliqui o longitudinalmente. Per avere dei tagli netti conviene utilizzare una lametta. Infornare e far cuocere il pane per 10 minuti circa a 220° C, poi abbassare la temperatura a 180° C e continuare la cottura per altri 30 minuti o finché il pane risulterà cotto. I tempi di cottura possono variare, quindi verificate che il pane sia cotto. Per capirlo basterà bussare sulla base, se si sentirà un suono sordo si può sfornare.



MIRIA ONESTA

Panini ai cereali e semi Dal blog Due amiche in cucina

Ingredienti per 12 panini 15 g di lievito di birra fresco 100 g di farina integrale 90 g di farina avena 90 g di farina di farro 40 g di farina di orzo 1 uovo 1 cucchiaino di malto d'orzo 7,5 g di sale 120 g di latte 50 g di olio extra vergine d'oliva q.b. Per decorare Semi misti (sesamo, girasole, lino, zucca) 1 tuorlo 1 cucchiaio di latte

Sciogliere il lievito nel latte tiepido, versare le farine in una ciotola, aggiungere latte con il lievito, iniziare a mescolare poi unire il malto, l'uovo, l'olio e il sale. Rovesciare l'impasto su un piano da lavoro e impastare per circa 10 minuti. Mettere l'impasto in una ciotola e coprire con la pellicola e far lievitare finché non avrà raddoppiato il volume. Quando l'impasto avrà raddoppiato il volume, foderare una teglia con la carta forno. Dividere l'impasto in 12 parti, dare una bella forma rotonda e sistemare sulla teglia, distanziandoli 4-5 cm. Far lievitare fino al raddoppio. Preriscaldare il forno a 190 gradi. Battere leggermente il tuorlo con il latte, spennellare la superficie dei panini e cospargere con i semi. Infornare per circa 12-15 minuti Sfornare e far raffreddare su una griglia..



CATERINA ANELLO

Panini integrali con semi Dal blog Cake & Fancy

Rinfrescare il lievito madre la mattina, lasciare a temperatura ambiente per circa 4/5 ore Dentro una planetaria con frusta a gancio, mettere la pasta madre a pezzi, un po’ di acqua tiepida e una parte di farina integrale con il miele. Azionare la planetaria e fare amalgamare gli ingredienti. Aggiungere l’acqua a filo e la restante farina a piccoli passi, portare l’impasto ad incordatura e infine aggiungere il sale. Ora fare lievitare l’impasto coperto con la carta pellicola fino al raddoppio. Si può lasciare anche tutta la notte coperto dentro il forno spento. La mattina riprendere l’impasto e lavorarlo con le mani sopra una spianatoia. Lasciare riposare per 20 minuti, una volta trascorso il tempo creare dei panetti da circa 200 g e fare la pirlatura: Arrotolare e far girare fra le mani o sul piano di lavoro il panetto, cercare di dare una forma regolare e sferica. Adagiare sopra una leccarda foderata con carta forno, distanziare uno dall’altro, creare sopra, un incisione a forma di croce e coprire con un panno. Lasciarli riposare ancora per un’oretta, nel frattempo accendere il forno statico e fare scaldare a 200°C. Per finire spennellare la superficie dei panetti con l’acqua e cospargere con i semi misti. Infornare per 15 minuti a 200°C poi abbassare la temperatura a 180° e cuocere per altri 20 minuti. La cottura varia da forno a forno, una volta pronti lasciarli raffreddare dentro il forno con lo sportello aperto per 10 minuti e poi sopra una gratella.

Ingredienti 700 g di farina integrale 100 g di lievito madre (in alternativa 5 g di lievito di birra) 500 ml di acqua tiepida (dipende dal grado di assorbimento della farina) 1 cucchiaino di sale (Circa 9/10 g) Semi misti q.b. 1 cucchiaino di miele


Dal blog Due amiche in cucina


Miria Onesta

Farinata con le cipolle

Miria Onesta

Spezzatino di Ingredienti 100 g di farina di ceci 250 ml di acqua 1 cipolla rossa di Cannara 1 cipolla dorata di Cannara Olio extra vergine d'oliva Sale q.b. Pepe q.b. Timo q.b.

Preparazione Setacciare la farina di ceci in una ciotola, unire l’acqua a filo mescolando, per non formare grumi. Aggiungere un cucchiaio di olio, il sale e lasciar riposare per circa 4 ore. Trascorso il tempo di riposo preriscaldare il forno a 200 °C. Ungere abbondantemente una teglia bassa da 24 cm di diametro. Sbucciare le cipolle e tagliarle a fettine molto sottili, condirle con sale e pepe. Versare la pastella di ceci nella teglia. Unire le cipolle alternandole. Versare un filo di olio, il timo, una spolverata di pepe e infornare per circa 30 – 35 minuti. Sfornare, decorare con timo fresco e servire.

maiale con le fave

Ingredienti 350 g di arista tagliata a cubetti 200 g di fave fresche sgranate 1/2 spicchio di aglio 2 fili di erba cipollina 1/2 bicchiere di vino 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva Sale q.b. Pepe q.b. 1 rametto di finocchietto selvatico

Preparazione In un tegame versare l’olio, l’aglio e l’erba cipollina, far soffriggere per un paio di minuti, poi unire i bocconcini di arista. Far sigillare la carne a fuoco vivace, aggiungere il sale e abbassate la fiamma, lasciar cuocere per 10-15 minuti. Sfumare con il vino e lasciare evaporare. Unire le fave, il finocchietto, il pepe e far cuocere finché le fave non saranno tenere. Allontanare dal fuoco e servire.


Dal blog Due amiche in cucina


Patate con carciofi e fave LUCIA ANTENORI

Dal blog Quella lucina nella cucina

Ingredienti per 4 persone 4 carciofi di medie dimensioni 400 g di patate 2 cipolle 400 g di fave fresche sgusciate 100 g di pancetta Brodo di manzo q. b. Olio extra vergine d’oliva q.b. Sale q. b. Pepe q. b. Pulire, lavare e tagliare le patate e lasciarle in una ciotola piena di acqua. Prendere i carciofi e pulirli togliendo i gambi, le foglie più esterne dure e tagliare la punta. Deve restare la parte più tenera. Tagliare a fette spesse i carciofi e lavarli per bene. Pulire e lavare le cipolle, tagliarle grossolanamente e metterle in una padella con l’olio e la pancetta. appena la cipolla si sarà imbiondita spegnere il gas. In una ciotola capiente mettere le patate e i carciofi sgocciolati, le fave fresche precedentemente lavate, l’olio extravergine d’oliva, la cipolla soffritta con la pancetta e con un cucchiaio girare il tutto in modo tale da mescolare per bene tutti gli ingredienti, salare e pepare. Mettere il tutto in una pentola di coccio, io ho utilizzato una teglia e lateralmente versare dell’acqua (o il brodo di carme). L’acqua non deve coprire le patate ma deve arrivare all’incirca a metà dell’altezza della teglia. La quantità dell’acqua dipende anche dal risultato che si vuole ottenere se più brodoso o meno. Se durante la cottura il brodo si asciuga troppo si può aggiungere altra acqua. Infornare a 190 °C , forno statico per circa 40/50 minuti. I tempi di cottura possono variare da forno a forno.


Troccoli integrali LUCIA ANTENORI

DAL BLOG QUELLA LUCINA NELLA CUCINA


Ingredienti per 4 persone 150 g semola di grano duro rimacinata 150 g di segale integrale Acqua tiepida q.b. 1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva Pizzico di sale

Mettere su una base di lavoro le farine a fontana, al centro versare dell’acqua e l’olio, iniziare a mescolare con una forchetta e poi continuare con le mani aggiungendo gradualmente l' acqua necessaria per ottenere un impasto morbido ma sodo. Avvolgere l'impasto nella pellicola e farlo riposare almeno 15 minuti. Trascorso il tempo, lavorare un altro po’ l’impasto, tagliarlo a tocchetti e stendere delle strisce spess, spolverarle con della semola rimacinata e utilizzare il mattarello scanalato adatto.


MARIA

ROSARIA

DE

LUCA

Come preparare le bietole in pentola a pressione Dal blog Cucina casareccia

In 20 minuti tra pulire, lavare e cuocere si riesce ad ottenere un ottimo contorno utilizzando la pentola a pressione. Prendere le foglie più tenere e lasciarle a foglia intera. Lavare per bene le bietole più volte per eliminare tutto il terreno che si deposita alla base. Inserire le bietole nella pentola a pressione e versare metà dell'acqua necessaria a raggiungere il livello massimo indicato sulla pentola. Se si preferisce si può inserire il sale. Chiudere la pentola a pressione e cuocere a fiamma alta fino al fischio classico della pentola. A questo punto abbassare la fiamma e lasciar cuocere per 8 minuti. Si sentirà dopo un po' l'odore tipico delle bietole, quindi saranno pronte. Spegnere la fiamma, aspettare qualche secondo e lasciare fuoriuscire tutto il vapore sollevando la valvola, e solo allora aprire la pentola a pressione. Colare le bietole pronte e servirle condite con olio e limone per un contorno veloce e leggero. Si possono anche saltare in padella con olio sale e pepe per utilizzarle nella preparazione di altri piatti.


MARIA

ROSARIA

DE

Succo di carciofo

LUCA

Dal blog Cucina casareccia

Ingredienti per circa 350 ml di succo 60 g di foglie esterne dei carciofi 400 ml di acqua Succo di mezzo limone

Lavare e asciugare le foglie di carciofo. Inserirle in un frullatore. È sconsigliato utilizzare una centrifuga o estrattore in questo caso, quindi una volta inserite nel frullatore avviarlo e aggiungere l'acqua. Filtrare il succo con un colino. Gli scarti andranno strizzati bene per far uscire altro succo; io le ho strizzate con le mani è stato più semplice. A questo punto aggiungere nel liquido ricavato, il succo di mezzo limone e mescolare. Da consumare entro 3/4 ore e a digiuno; conservare in frigo.


FRANCESCA MARCUCCIO

Polpette di ricotta al pomodoro Dal blog Graficare in cucina Ingredienti 330 g di ricotta vaccina 2 uova 50 g di formaggio grattugiato 3 cucchiai di pangrattato 1 cucchiaio di prezzemolo tritato 1 spicchio di aglio 400 g di polpa di pomodoro 3 foglie di basilico Sale, pepe, olio extra vergine di oliva q.b.

In una casseruola versare un filo di olio e metà dello spicchio di aglio sbucciato e lasciare insaporire per qualche istante. Unire la polpa di pomodoro, regolare di sale, aggiungere le foglie di basilico tagliuzzate e lasciare cuocere a fuoco lento. In una terrina mettere la ricotta, aggiungere le uova, il formaggio grattugiato, il prezzemolo tritato, il pangrattato e il mezzo spicchio di aglio rimasto tritato, regolare di sale e pepe e mescolare bene rendendo il composto omogeneo. Inumidirsi le mani e formare le polpette, adagiarle nel sugo di pomodoro e proseguire con la cottura per altri 20 minuti mettendo un coperchio sulla casseruola. Servire le polpette di ricotta al pomodoro intiepidite.


ENJOYFOODMAGAZINE N 19

DOLCI LIGHT

FEBBRAIO 2021


Torta allo yogurt KAREN ODELL

Dal blog Zucchero lievito e farina

Ingredienti 150 g di farina Tritordeum 150 g di farina 1 100 g di zucchero di cocco 120 g di olio di mais 150 g di yogurt bianco naturale 3 uova 1 bustina di lievito chimico in polvere 80 g di uvetta 30 g di pinoli 20 g di mandorle a lamelle

Montare lo zucchero di cocco e i tuorli (tenendo da parte gli albumi). Aggiungere quindi l'olio a filo e lo yogurt. A questo punto incorporare anche le farine miscelate insieme e il lievito per dolci. Quindi gli albumi montati a neve delicatamente mescolando dall’alto verso il basso. Per ultimo aggiungere anche le uvette e i pinoli ( meglio infarinarle prima). Cospargere la superficie con mandorle a lamelle. Cuocere il dolce a 180 °C per circa 40 minuti. Sformare solo quando è ben freddo.


CONCETTINA VALERI

Tiramisù light allo yogurt Dal blog Cucina chiacchierina Ingredienti per 3 monoporzioni 300 g di yogurt greco magro 100 g di ricotta vaccina 9 savoiardi 2 tazzine di caffè lungo 10 fragole Cannella q.b.

Aromatizzare il caffè con un po’ di polvere di cannella. Mescolare lo yogurt greco e la ricotta fino ad avere una crema vellutata. Tagliare le fragole a pezzetti. Cominciare ad assemblare ogni monoporzione di tiramisù nel seguente modo: per ogni bicchiere mettere un cucchiaino di crema, un savoiardo imbevuto nel caffè e spezzato in due metà (affiancarle); fare ancora uno strato con crema, fragole in pezzi e due strati di savoiardi imbevuti nel caffè e spezzati in due parti uguali; terminare con abbondante crema e tante fragole.


ANELLO CATERINA

Ciambella grano saraceno e pompelmo Dal blog Cake & Fancy

Ingredienti 300 g di farina di grano saraceno 3 uova 45 g di dolcificante stevia in polvere 60 ml di olio di semi di girasole 110 ml di succo di pompelmo fresco 1 scorza d’arancia grattugiata 1 pizzico di sale 1 bustina di cremor tartaro Zucchero a velo di canna q.b.

Separare i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi con la frusta elettrica, unire il cremor tartaro e lavorare per circa 10/15 minuti, fino ad ottenere una montata a neve ben ferma. Dentro una terrina bella capiente mettere i tuorli, la farina di grano saraceno, il pizzico del sale, il dolcificante stevia, l’olio di semi di girasole, la scorza di arancia grattugiata e il succo di pompelmo fresco. Mescolare il composto e unire all’impasto gli albumi montati a neve, facendo movimenti leggeri dal basso verso l’alto, per non farli smontare. Preparare uno stampo di circa 22 cm, passare all’interno dello stampo un tovagliolo di carta imbevuto con olio di girasole e spolverare con farina di grano saraceno. Versare l’impasto e cuocere in forno preriscaldato a 170 °C per circa 40 minuti, fare la prova stecchino prima di sfornare. Se la ciambella dovesse essere poco cotta dentro, ma troppo colorata in superficie basterà coprire con un foglio di alluminio e continuare la cottura per altri 5/10. Sfornare e cospargere con zucchero a velo di canna.



Apple butter FRANCESCA CECCHINI

Dal

blog

Delifoodclub

L’Apple Butter si differenzia dalla salsa di mele (o apple sauce) essenzialmente perché più denso grazie alla cottura prolungata. Per questo può essere utilizzato semplicemente su una fetta di pane, per sostituire lo zucchero nelle preparazioni dolci o anche in sostituzione delle uova.

Ingredienti per 2 vasetti 750 g di mele già pulite Il succo di mezzo limone e la scorza 50 ml di acqua Aroma di vaniglia naturale 1 cucchiaio di zucchero di canna grezzo

Sbucciare, pulire e tagliare le mele a spicchi o a cubetti. Metterle in una pentola a fondo spesso o in una slow cooker. Aggiungere anche il succo di limone, la scorza intera, l’acqua ed eventualmente anche il cucchiaio di zucchero di canna (ma verrà buonissimo anche senza). Se si usa una slow cooker cuocere le mele per 5 ore con impostazione High. Se invece non avete una slow cooker, vi basterà portare le mele a ebollizione e cuocere per circa 1 ora e mezza mescolando di tanto in tanto per evitare che si attacchino al fondo. Eliminare la scorza e frullare il tutto con il minipimer. Lasciare cuocere fin quando non si otterrà la densità desiderata. Una volta pronto versare il burro di mele nei vasetti sterilizzati e riporli a testa in giù in modo da creare il sottovuoto.


Francesca Cecchini

Biscotti ai fiocchi d'avena Dal

blog

Delifoodclub

Ingredienti 3 cucchiai di burro di mele 50 g di farina di avena 100 g di fiocchi d’avena 30 g di cocco rapè 1 pizzico di sale 1 cucchiaino di cannella 50 g di olio di cocco 65 g di latte di avena (o altro latte vegetale) 40 g di granella di nocciole o altra frutta secca 60 g di semi misti 40 g di zucchero (bianco o di canna) 1/2 bustina di lievito (o cremor tartaro + una puntina di bicarbonato).

Accendere il forno in modalità statica a 180 °C. In una ciotola capiente, versare la farina di avena, il lievito, i fiocchi, il cocco rapè, la cannella e il sale. Mescolare con cura. In un’altra ciotola mescolare con una frusta il burro di mele con la bevanda vegetale. Sciogliere l’olio di cocco in un pentolino e aggiungerlo al composto di burro di mele e bevanda vegetale, aggiungere anche lo zucchero e amalgamare nuovamente gli ingredienti con la frusta fino a eliminare tutti i grumi. A questo punto, versare i liquidi nella ciotola dei solidi e mescolare fino ad uniformare il composto. Aggiungere nella ciotola anche il mix di semi e la granella di nocciole (o di altra frutta secca – va bene anche spezzettata grossolanamente col coltello). Si otterrà un composto umido e malleabile. Formare delle palline con le mani e disporle su una teglia ricoperta di carta forno. Infornare in forno preriscaldato a 180 °C per 15 minuti.


Yogurt vegetale con granola e lamponi MIRIA ONESTA

Dal blog 2 amiche in cucina


Ingredienti per 4 porzioni Per la granola 15 g di fiocchi d’avena senza glutine 5 g di amaranto soffiato 5 g di miglio soffiato 25 g di mandorle tritate 10 g di semi di sesamo 10 g di semi di lino 40 g di farina di riso 20 g di cocco disidratato 50 g di sciroppo di agave 20 g di olio di girasole Per completare 500 g di yogurt vegetale alla mandorla Lamponi Albicocche Fiori eduli a piacere

Per prima cosa preparare la granola. Preriscaldare il forno a 180 °C, foderare una teglia da 22 cm di diametro con la carta forno. Mettere in una ciotola tutti gli ingredienti e amalgamare. Versare l’impasto nella teglia, pressare leggermente e infornare per circa 15 minuti. Sfornare, far raffreddare e spezzare grossolanamente con le mani, formando delle grosse briciole. Mettere un po’ di briciole sul fondo dei bicchierini, unire lo yogurt, i lamponi e le albicocche a cubetti, aggiungere ancora yogurt. Decorare con granola, lamponi e i fiori eduli e servire.


Dina Gintsburg

TORTA ALLA RICOTTA E ALL'ARANCIA Dal blog Cibo che passione

Ingredienti 250 g di ricotta 3 uova 80 g di zucchero semolato 50 g di fecola di patate 1 arancia biologica

Foderare uno stampo da 20 cm di diametro con carta forno. Spremere l'arancia dopo aver grattugiato tutta la sua scorza, facendo attenzione a non grattugiarne la parte bianca perché amara. Montare, con un frullino elettrico, i tuorli con lo zucchero, finché non diventa un composto chiaro e spumoso. Aggiungere la ricotta setacciata, la fecola, la scorza e il succo dell' arancia e montare ancora per amalgamare bene tutti gli ingredienti. A parte montare a neve gli albumi ed aggiungerli al resto degli ingredienti e mescolare. Versare il composto nella teglia e infornare in forno statico a 180 °C per circa 30 minuti. Appena pronta farla raffreddare, prima di servire spolverare con zucchero a velo e se desiderate, decorare con dei ribes o fragole. La Torta alla ricotta e arancia senza glutine è pronta per essere servita.


KAREN ODELL

Torta di mele Dal blog Zucchero lievito e farina

Ingredienti 150 g di farina 2 150 g di farina di mandorle 3 Uova 120 g di olio di semi di mais 120 g di agave granulare 1 bustina di lievito chimico in polvere 60 g di panna fresca liquida 2 mele 20 g di mandorle in lamelle

Iniziare montando in planetaria o con le fruste le uova intere con l’agave granulare. Quando saranno gonfie e leggere, aggiungere, sempre montando, anche l’olio. A questo punto miscelare a mano, usando una spatola morbida e con movimenti dall’alto verso il basso, aggiungere la farina 2 (con il lievito) e quella di mandorle, alternandole con la panna. Per ultima cosa aggiungere le mele tagliate a pezzi non molto grossi. E’ meglio infarinare le mele. Imburrare e infarinare uno stampo rotondo da 26 cm e versarvi dentro l’impasto, cospargere con lamelle di mandorle e cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per circa 40 minuti. Sformare solo quando è completamente freddo. NOMADI | 24


Elena Prugnoli

TORTA AGLI AGRUMI SENZA ZUCCHERI AGGIUNTI Dal blog In cucina con Zia Ralù

Ingredienti 200 g di farina 00 50 g di fecola di patate 3 uova 125 g di yogurt 170 g di marmellata di agrumi a basso contenuto di zuccheri 70 ml di olio 1 bustina di lievito per dolci Marmellata per completare q.b.

Accendere subito il forno a 180 °C statico preferibilmente dopo aver unto una tortiera a cerniera di 20 cm di diametro. Versare la confettura in una ciotola e mescolarla insieme allo yogurt. In un’altra ciotola sbattere le uova fino ad ottenere una massa gonfia e chiara, aggiungere poi l’olio a filo ed infine la miscela marmellata/yogurt. Aggiungere la farina, la fecola e il lievito setacciati e amalgamare bene fino ad ottenere un impasto liscio omogeneo e senza grumi. Versare l’impasto nella tortiera oliata poi distribuire sulla superfice dei cucchiai di confettura. . Infornare e fare cuocere per circa 40-50 minuti. Prima di sfornare la torta si raccomanda comunque di fare sempre la prova stecchino per avere la certezza della completa cottura del dolce. Se la torta scurisce troppo coprirla con un foglio di alluminio.


Karen Odell

Plumcake alle carote Dal blog Zucchero lievito e farina

Ingredienti per 4 porzioni 200 g di farina 1 100 g di farina di mandorle 300 g di carote 3 uova 100 g di olio di riso (o altro olio dal sapore neutro) 150 g di zucchero di canna (oppure 100 g di zucchero di cocco) 14 g di lievito chimico in polvere 1/2 bacca di vaniglia Mandorle in lamelle q.b.

Per prima cosa tritare le carote crude riducendole in purea: prima grattugiare le carote e poi passarle in un mixer per renderle più fini possibile. Tenere quindi da parte. Montare le uova con lo zucchero di canna o di cocco e i semi di vaniglia raschiati dalla bacca. Quando sono ben montate, aggiungere a filo l’olio e quindi completare con la farina setacciata insieme al lievito e la farina di mandorle. Per ultimo incorporare le carote. Trasferire l’impasto in uno stampo da plumcake imburrato e infarinato. Distribuire sulla superficie le lamelle di mandorle e cuocere in forno caldo a 190°C per circa 30 minuti. Aspettare che il dolce sia completamente freddo prima di sformarlo.



Caterina Anello

Tiramisù con crema alle mele Dal blog Cake & Fancy

Ingredienti 2 mele Golden (medie) 4 cucchiaini di zucchero di canna 1 cucchiaino di cannella in polvere 50 ml di acqua 100 g di ricotta vaccina 100 g di formaggio fresco spalmabile light 10 g di zucchero a velo (circa due cucchiai) Biscotti pavesini q.b. Gocce di cioccolato fondente q.b. Granella di mandorle q.b.

Iniziare a lavare le mele, sbucciare e tagliare a cubetti. Versare i pezzetti di mela dentro un tegame, unire 50 ml di acqua, 4 cucchiai di zucchero di canna e la cannella in polvere. Cuocere il tutto a fuoco basso, mescolare di tanto in tanto, fino a quando le mele non saranno intenerite e avranno perso l’acqua. Una volta pronte, frullare con un frullatore ad immersione. Fare un composto cremoso, simile alla marmellata e lasciarlo raffreddare. Dentro una ciotola versare il formaggio spalmabile light, la ricotta ben scolata e lo zucchero a velo. Lavorare gli ingredienti con una frusta a mano, fino ad ottenere una consistenza vellutata. Dopodiché unire la purea di mele fredda e continuare a lavorare. Quando si avrà una consistenza soffice e ferma, lasciare riposare in frigo per circa un’oretta. Trascorso il tempo assemblare il tiramisù. Adagiare i biscotti dentro il barattolo, ricoprire con uno strato di crema alle mele e cospargere le gocce di cioccolato. Sovrapporre di nuovo i biscotti e uno strato di crema, fino a terminare. Infine decorare con granella di mandorle e gocce di cioccolato. Chiudere i vasetti di vetro con il loro tappo e fare riposare in frigo per 1 ora. Lasciare a temperatura ambiente per 15 minuti prima di servire.


CARLA DE IULIIS

Frolle leggere con mele e cannella Dal blog Carla la contessina

Per la frolla (dose per 10 pezzi) 2 uova 100 g di farina per dolci 100 g di farina di avena 50 g di miele di arancio La scorza grattugiata di 1/2 limone 40 ml di olio evo 1 cucchiaino di lievito per dolci 1 piccolo coppa pasta tondo Per la farcia 150 g di mela tagliata a tocchetti piccoli 1 cucchiaino di cannella in polvere 20 g di burro 2 cucchiaini di zucchero canna

Montare le uova con il miele e l’olio evo aiutandosi con una frusta o con lo sbattitore elettrico. Aggiungere le farine setacciate e il lievito in polvere. Mescolare così da ottenere un panetto morbido. Stendere con un matterello una base di 2/3 mm e tagliare con un coppapasta tanti tondi. Farcirli con un cucchiaino di composto di mela e cannella, fatti leggermente appassire in un pentolino sul fuoco (con zucchero e burro) per circa 6/7 minuti. Coprire ogni dischetto con un altro dischetto e premere leggermente ai bordi. Disporre su una teglia con carta da forno e infornare (a forno caldo) per 10/15 minuti a 190°C. Lasciare raffreddare. Cospargere di zucchero a velo e servire.


LUCIA ANTENORI

Biscotti da inzuppo integrali Dal blog Quella lucina nella cucina Ingredienti 400 g di farina di grano tenero 1 100 g di farina di segale integrale 200 g di zucchero più quello da mettere sui biscotti 4 uova medie 100 g di olio extra vergine d'oliva Succo e buccia grattugiata di un limone piccolo biologico Mezza bustina di lievito per dolci (8 g) Mezza bustina di ammoniaca per dolci (10 g)

Mettere in una ciotola la farina e l’olio, mescolare i due ingredienti e sfarinarli tra le mani in modo tale che l’olio venga assorbito completamente dalla farina. In un’altra ciotola montare le uova con lo zucchero, versarle gradualmente alla farina precedentemente mescolata all’olio. Aggiungere la buccia del limone, continuare a mescolare, inserire gradualmente tutti gli altri ingredienti: l’ammoniaca e il lievito sciolto nel succo di limone. L’impasto deve risultare molto morbido, spennellarlo con dell’olio, coprirlo per non fare asciugare la superficie e farlo riposare per otto ore circa in frigo, più l’impasto riposa più i biscotti saranno buoni. Dopo il tempo di riposo, formare dei cilindri della grandezza di un pollice di spessore e lunghi all’incirca 10 cm se si vogliono grandi altrimenti meno. Nel formare i biscotti, le mani vanno unte di olio per poter manipolare più facilmente l’impasto. Passare i biscotti nello zucchero semolato e adagiarli su una leccarda ricoperta con carta forno. I biscotti vanno messi ben distanziati perché in cottura cresceranno tanto. Infornare a 180° per circa 15 minuti o fino a doratura.


FRANCESCA MARCUCCIO

Torta di mele Rosmarie Dal blog Graficare in cucina


Ingredienti 3 uova 180 g di zucchero 1 limone biologico (succo e buccia grattugiata) 5 g di cannella in polvere 3 mele 1 pizzico di sale 100 ml di olio di semi 300 g di farina 0 1 bustina di lievito in polvere per dolci 50 ml di succo di frutta (o latte o acqua) 30 g di granella di mandorle tostate 30 g di pinoli tostati Confettura di albicocche q.b.

Lavare e sbucciare le mele, eliminare i torsoli e tagliarle prima a spicchi e poi a fettine sottili. Dopo avere grattugiato la buccia del limone (tenetela da parte) spremerne il succo e versarlo sulle mele, aggiungere la cannella e mescolare bene. Lasciare riposare la frutta. Rompere le uova in una terrina, unire lo zucchero e montare con uno sbattitore fino ad ottenere un composto bello gonfio. Setacciare insieme la farina con il lievito e aggiungere al composto di uova insieme ad un pizzico di sale e la buccia grattugiata del limone. Lavorare ancora per qualche istante il composto. A questo punto unire le mele, il succo di frutta e la frutta secca tostata (tenetene da parte un paio di cucchiai per la superficie) e mescolare a mano con accuratezza. Distribuire la frutta secca messa da parte e infornare in forno ventilato già caldo a 160 °C per 50 minuti. 5 minuti prima della fine della cottura tirare fuori la torta e spennellarla con la confettura di albicocche quindi rimetterla nel forno fino a fine cottura. Spegnere il forno e aprire lo sportello a metà e lasciare intiepidire dentro la torta per 10 minuti, poi sfornarla e farla finire di raffreddare prima di sformarla sul piatto da portata.


PER I LETTORI Se ti piace cucinare e fotografare i tuoi piatti, inserisci le foto su instagram con l'hashtag #enjoyfoodmagazine. Le ricette con le foto più belle verranno pubblicate sulla rivista. Oppure contattaci scrivendo a enjoiyfoodmagazine@gmail.com

SEGUICI SU

Questa rivista non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornata senza alcuna periodicità. Non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001. E' vietata la riproduzione anche parziale della stessa. Il materiale pubblicato è proprietà dei rispettivi autori. La rivista è pubblicata in formato PDF sul sito www.issuu.com e può essere scaricata liberamente.


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.