Enjoy Food Magazine n°18

Page 1

Food Magazine

N 18 – DICEMBRE


FOOD MAGAZINE

CONTRIBUTORS Annalaura Levantesi Barbara Boni Barbara Froio Camilla Assandri Caterina Anello Carla Emilia Cogo Carla De Iuliis Chiara Rozza Chiara Selenati Cristina Cozzi Daniela Mammano Dina Gintsburg Elena Broglia Elisa Di Rienzo Erica Zampieri Francesca Mele Francesca Marcuccio Francesca Cecchini

Giovanna Menci Grazia Giannuzzi Karen Odell Laura Soraci Maria de Candia Maria Rosaria De Luca Marina Riccitelli Mary Vischetti Manuela Valentini Milena De Palma Mirella Pagliaro Miria Onesta Natalia Picciocchi Natascia Mura Sabrina Pignataro Tina Tarabelli Vittoria Tassoni Welda Bertorelli

LA REDAZIONE Lucia Antenori Lucia Lettieri Elena Prugnoli

PER I LETTORI Se ti piace cucinare e fotografare i tuoi piatti, inserisci le foto su instagram con l'hashtag

#enjoyfoodmagazine. Le ricette con le foto piĂš belle verranno pubblicate sulla rivista, oppure mandaci una tua mail a:

enjoyfoodmagazine@gmail.com

FOTO DI COPERTINA Elena Prugnoli

enjoyfoodmagazine.blogspot.it

DICEMBRE N. 18

ENJOY


Carissimi lettori Il Natale è ormai alle porte, anche se questo anno 2020 sarà molto particolare in tutto il mondo. La voglia di festeggiare e preparare manicaretti per parenti ed amici non svanisce, anzi preparare in casa renderà più speciali ed intimi questi giorni di festa. Divertitevi con noi a preparare ricette speciali per le persone che più amate. Anche se a tavola saremo in pochi non dobbiamo rinunciare a rendere speciale questo momento. Eccoci allora con un numero dedicato a questa festività. Come al solito vi delizieremo con una carrellata di piatti dolci e salati. Ricette salate e dolci, semplici e gustose. Rispetto agli altri numeri abbiamo voluto dare spazio a dolci meno elaborati. Una rubrica sarà, invece, dedicata ai biscotti tradizionali, quelli che caratterizzano le regioni della nostra bella Italia.

La redazione


CARNE / JULY 2019

DICEMBRE N. 18

SPECIALE FESTIVITÀ NATALIZIE

SEMPLICEMENTE NATALE Tante ricette per imbandire la tavola e per rendere queste festività speciali.

I DOLCI DEL NATALE Semplici nella preparazione, carini e scenografici sono questi i dolci che vi presentiamo .

BISCOTTI A GO GO Rubrica dedicata a "L'Italia nel piatto". Una ricetta per ogni regione.

CONTATTI https://enjoyfoodmagazine.blogspot.com

@EnjoyFoodMagazine

@EnjoyFoodMagazine

contenuti


Semplicemente Natale

Antipasti Primi Secondi e contorni


Natascia Mura

Focaccia di NATale rucola e melagrana Dal blog Roba da Natti


Ingredienti per la focaccia 250 g di farina zero 30 g di amido di mais 200 g di acqua a temperatura ambiente 65 g di lievito madre 20 g olio evo 6 g di sale Per la farcitura Pesto di rucola q.b. Foglioline di rucola fresca q.b. Chicco di melagrana q.b. Ingredienti per il pesto di rucola che sarà ottenuto tritando e amalgamando semplicemente: Un mazzetto di rucola 5 noci Olio evo qb e un pizzico di sale

Pesare gli ingredienti e miscelare le farine , aggiungere l’acqua e impastare il tutto aiutandosi con una forchetta. Aggiungere il lievito madre spezzettandolo in piccole parti. Appena amalgamato il tutto lasciare a riposo 15 minuti. Poi aggiungere olio e sale, impastare delicatamente per qualche minuto finché si sente l’impasto liscio ed elastico. Ungere una teglia (va benissimo una teglia da 25 o 28 cm di diametro) e sistemarlo delicatamente sul fondo, facendo pressione con i polpastrelli ben unti d’olio, lentamente e delicatamente. Lasciare così in forno spento, a lievitare per 6 ore circa. Trascorse le 6 ore la focaccia sarà raddoppiata di volume, esercitare un po’ di pressione sulla superficie unta e infornare a forno caldo a 200°. Coprire la teglia con foglio di carta stagnola senza che questo tocchi la superficie della focaccia. Meglio usare una teglia col bordo alto. Cuocere per 15/20 minuti .Togliere la carta forno, spalmare delicatamente la superficie con uno strato di pesto, e cuocere per altri 15 minuti. Gli ultimi 5 minuti con il calore solo sulla parte inferiore del forno. Sfornare e condire con della rucola tritata fresca e decorare con i chicchi di melagrana per avere un effetto ” alberodi Natale”



Maria De Candia

TORTA TRAMEZZINO Dal blog Rafano e Cannella Ingredienti 5 fette di pane per tramezzini Burro salato q.b. 200 g di salmone affumicato 100 g di carotine sott’aceto (tagliate a julienne) 250 g di maionese 200 g di robiola 1 cucchiaio di erbe aromatiche (erba cipollina, rosmarino, timo, maggiorana) 1 cucchiaio di olio di oliva 1 pizzico di sale fino 1 pizzico di pepe Per decorare Cetriolini sottaceto q.b. Funghetti sott’olio q.b. Granella di pistacchi q.b. Per prima cosa realizzare le farciture spalmabili e tenerle da parte in frigo. Per l’insalatina capricciosa, sgocciolare le carote sott’aceto e mescolarle a 100 g di maionese. Coprire con pellicola trasparente e porre in frigo fino al momento dell’utilizzo. Condire la robiola con l’olio, un pizzico di sale, una macinata di pepe e le erbette tritate; lavorare con una frusta fino ad ottenere una crema. Tenere anche questa farcitura in frigo. Da una fetta di pane ricavare delle stelline ritagliate con l’apposita formina; quindi trasferirle su una teglia da forno e infornarle a 180°C in modalità statica per pochi minuti, giusto il tempo di assumere un colore dorato. Poco prima di servire, assemblare la torta tramezzino. Adagiare sul fondo di un piatto da portata (o un vassoio) una fetta di pane per tramezzini e distribuirvi sopra l’insalatina capricciosa. Coprire con una seconda fetta di pane spalmata con il burro salato. Su questo sistemare le fette di salmone. Coprire con la terza fetta di pane e su questa spalmare la crema di robiola alle erbe. Coprire con l’ultima fetta di pane. Coprire tutta la superficie della torta (anche i laterali) con la maionese, spalmandola con una spatola. Infine decorare con la granella di pistacchi, le fettine di cetriolini, i funghetti e le stelline croccanti.

al salmone



Francesca Marcuccio

Tartine natalizie Dal blog Graficare in Cucina

Ingredienti 200 g di formaggio spalmabile 80 g di tonno sott’olio 2 rametti di prezzemolo (tritato) 1 cucchiaino di capperi sotto sale Erba cipollina q.b. Qualche chicco di melograno Maionese q.b. Pancarrè q.b. Preparare la farcia Mettere il formaggio spalmabile, i capperi sciacquati e strizzati e il tonno in un frullatore e frullare fino ad ottenere una crema liscia. Aggiungere il prezzemolo tritato e mescolare con un cucchiaio. Preparare le tartine Appiattire le fette di pancarrè con il mattarello e ricavare le tartine con le vostre formine ovviamente a tema natalizio. Cercare di non prendere la crosticina bruna del pane, in questo modo le tartine saranno belle bianche. Preparare un numero pari di tartine perchè verranno poi accoppiate. Farcire metà tartine con la farcia al tonno e ricoprire con la corrispettiva forma di pancarrè. Spalmare un velo di maionese su ogni tartina e guarnire con erba cipollina tagliuzzata e un chicco di melograno.


Elena Prugnoli

STELLINE SPINACI E SALMONE Dal blog in cucina con Zia RalĂš

Ingredienti Per la pasta frolla agli spinaci 100 g di farina 0 50 g di burro 25 g di spinaci cotti Sale 1 pizzico Per la mousse al salmone 60 g di robiola 50 g di salmone affumicato Succo di limone una spruzzata Per completare Semi di papavero

Per prima cosa preparare la pasta frolla agli spinaci mescolando velocemente tutti gli ingredienti e far risposare in frigo 30 minuti. Dopo il riposo stendere la pasta frolla ad uno spessore di 2-3 mm e ricavarne delle forme natalizie. Cuocere le forme, disposte in una teglia foderata di carta da forno a 180°C per 20 minuti. Lasciare raffreddare e poi farcire. Preparare la mousse al salmone frullando gli ingredienti tutti insieme. Decorare le forme natalizie di pasta frolla con la mousse al salmone, magari servendosi di una sacca da pasticcere e bocchetta a stella. Completare con semi di papavero a piacere.


Dina Gintsburg

ALBERO DI GIRELLE TRAMEZZINI SALATO Dal blog Cibo Che Passione

Ingredienti 4 fette di pane per tramezzini 6 fette di salmone affumicato circa Formaggio spalmabile q.b. Pepe rosa (per decorare) Rosmarino (per decorare) Stelline di emmental (per decorare)

Prendere la prima fetta di pane, passare sopra con un mattarello per renderla ancor più sottile. Spalmare il formaggio spalmabile e ricoprire in modo uniforme con le fette di salmone affumicato. Tagliare dalla parte lunga a metà e arrotolare ogni pezzo. Eliminare le estremità che rimangono più scoperte e tagliare ogni rotolino in circa 4 girelle. Fare lo stesso procedimento con tutte le fette di pane. Prendere un piatto da portata e formare il vostro Albero di girelle tramezzini salato, decorare con il pepe rosa, del rosmarino e delle stelline di emmental.


Carla De Iuliis

CROCCHETTE DI BACCALÀ E

PATATE

Dal blog Carla la Contessina

Dosi per 25 palline di baccalà e patate 1 bustina di pure’ liofilizzato 300 ml di latte 200 ml di acqua 150 g di filetto di baccalà Un pezzetto di burro 1 uovo Prezzemolo Olio Pepe nero 1 piccolo scalogno 1 spruzzata di Vino bianco Olio per friggere In una padella versare un giro di olio evo e lo scalogno tritato finemente. Aggiungere il baccalà a pezzi, prezzemolo pepe e, appena trascorso un minuto, sfumare con il vino bianco. Far evaporare l’alcool e coperchiare: cuocere per 10 minuti circa a fuoco basso. In un pentolino procedere alla preparazione del purè (come da indicazioni nella confezione). Appena pronto il baccalà, spinarlo e frullarlo con il liquido di cottura con un minipimer. Aggiungere al purè di patate assieme all’uovo intero. Formare delle palline (della grandezza di una noce) e friggerle in abbondante olio bollente. Scolarle appena dorate su carta assorbente. Se si vuole, si possono accompagnare con un sughetto veloce di pomodoro e basilico. Servire calde.



Francesca Mele

Gamberetti in salsa rosa Dal blog Lo Scrigno del Buongusto

Ingredienti per 4 persone Per la salsa rosa 200 g di maionese 2 cucchiai di ketchup 1 cucchiaino di senape 1 cucchiaio di cognac Per i gamberi 1 kg di code di gamberetti sgusciati Aceto q.b. Sale q.b. 1 cucchiaio di olio e.v.o. Per guarnire Prezzemolo tritato

Per prima cosa preparare la salsa rosa unendo tutti gli ingredienti necessari e tenere da parte. In un tegame lessare i gamberetti: saranno pronti quando infilzandoli con uno stuzzicadenti risulteranno morbidi e leggermente al dente, vi renderete conto bene assaggiandone uno. Scolarli bene e metterli in una ciotola coperti di aceto per 5 minuti. Trascorso il tempo, scolarli per almeno 30 minuti, in modo da far uscire tutto l’aceto superfluo. Condire con l’olio e.v.o. e poco sale, poi aggiungere la salsa rosa preparata in precedenza e mescolare bene. Impiattare in una ciotolina da portata, oppure utilizzare dei conchiglioni monoporzione. Metterli un’oretta in frigo prima di servirli. Guarnire con poco prezzemolo a piacere.


Francesca Marcuccio

Lasagne funghi e salsiccia cremose Dal blog Graficare in Cucina

Ingredienti 250 g di pasta fresca all’uovo in sfoglie 600 g di funghi champignon trifolati 1 spicchio di aglio 5 salsicce 100 g di grana (grattugiato) 1 litro di besciamella 1/2 bicchiere di vino bianco 1 cucchiaio di prezzemolo (tritato) Spellare le salsicce, sgranarle e farle rosolare con un goccio di olio extravergine di oliva in un tegame antiaderente. Sbriciolare le salsicce con una forchetta durante la cottura. Quando saranno ben rosolate, sfumarle con il vino bianco. Proseguire la cottura per una ventina di minuti e poi spegnere. Aggiungere i funghi e mescolare. Aggiungere circa 600 ml di besciamella ai funghi e alla salsiccia e unire anche due cucchiai di Grana e mescolare bene. Stendere un velo di besciamella sul fondo di una pirofila. Adagiare la sfoglia all’uovo, coprire con un pochino di besciamella e farcia di funghi e salsiccia, cospargere con un po’ di Grana e coprire con altra pasta all’uovo. Proseguire così fino ad esaurimento degli ingredienti, l’ultimo strato sarà composto da pasta all’uovo coperta con besciamella e Grana.


Erica Zampieri

Tagliatella al cacao con ragĂš di corte Dal blog Sapori e Dissapori

Ingredienti per il ragĂš

Ingredienti per la pasta

500 g di macinato di carni di animali da cortile (pollo, faraona, anatra, oca) 1 carota 1 cipolla 1 costa di sedano 1 punta di cucchiaio di passata di pomodoro 1 litro di brodo vegetale 1/2 bicchiere di vino bianco secco a t. a. Olio evo Sale e pepe

170 g di farina 00 30 g di cacao amaro 2 uova Acqua q.b. Semola rimacinata per stendere la pasta q.b. 1 pizzico di sale


Procedimento per preparare il ragù Preparare il fondo con sedano, carota e cipolle a dadini. Mettere in una casseruola con dell’olio di oliva e una noce di burro, far soffriggere. Quando il soffritto è pronto aggiungere la carne e far saltare per qualche minuto. Aggiungere mezzo bicchiere di vino bianco secco e far evaporare. Una volta che il vino è evaporato aggiungere man mano il brodo vegetale caldo. Far sobbollire il tutto per almeno 1 ora. Regolare di sale e di pepe.

Procedimento per preparare la pasta Setacciare la farina e il cacao, fare la classica fontana e romperci dentro le uova, aggiungere un pizzico di sale e cominciare ad impastare aggiungendo qualche cucchiaio di acqua se necessario. Quando la pasta sarà sufficientemente amalgamata, impastare bene con le mani formando una palla. Mettere la pasta a riposare sotto una ciotola. Dopo circa 30-40 minuti, quando la pasta si è tirata bene, tagliarla a pezzi e cominciare a stenderla. E’ possibile utilizzare il matterello oppure utilizzare la nonna papera. Formare quindi delle strisce di pasta, passandole nella macchinetta sempre più sottili fino a raggiungere lo spessore di max 1 mm. Stendere le strisce così ottenute ben spolverate di farina per non farle attaccare sulla spianatoia. Lasciarle in riposo finchè saranno abbastanza asciutte da poterle tagliare senza che si appicicchino. Utilizzare un dito per capire se la pasta è pronta.

Completamento del piatto Nel frattempo mettere una pentola con abbondante acqua a scaldare, salare e cuocere la pasta per 2-3 minuti. Scolare bene e condire con abbondante ragù, una grattuggiata di parmigiano reggiano e… il gioco è fatto !

P A G I N A

5

|

G U S T O S O


Francesca Marcuccio

Crepes funghi e salsicce cremosissime Dal blog Graficare in Cucina

Per le crepes 500 ml di latte 3 uova 250 g di farina 40 g di burro Sale q.b Olio di semi di arachide q.b.

Per il ripieno 500 g di funghi champignon 1 spicchio di aglio 1 cucchiaio di prezzemolo (tritato) 1 l di besciamella 5 salsicce 60 g di grana (grattugiato) Mezzo bicchiere di vino bianco Sale, pepe, olio extravergine di oliva q.b.


Preparazione base delle crêpes In una terrina rompere le uova e sbatterle con una frusta. Aggiungere la farina e il latte, poco per volta, mescolando con la frusta e cercando di non formare grumi. Unire il burro e salare, mescolare con la frusta fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Lasciare riposare in frigorifero per 30 minuti. Scaldare un padellino antiaderente (ponetelo su una fiamma media poco più forte del minimo), in cui avrete versato un cucchiaino di olio, roteare il padellino in modo da ungerlo bene. Versare 3 cucchiai da tavola di impasto e sempre roteando il padellino cercare di distribuirlo uniformemente. Dopo una ventina di secondi, voltare con una paletta la Crêpes, lasciarla cucinare per altri 15-20 secondi e poi appoggiarla su un piatto. Proseguire in questo modo fino ad esaurimento dell’impasto, sovrapponendo le Crêpes una sull’altra nel piatto. Preparazione della farcitura Spellare le salsicce, sgranarle e farle rosolare con un goccio di olio extravergine di oliva in un tegame antiaderente. Sbriciolare le salsicce con una forchetta durante la cottura. Quando saranno ben rosolate, sfumarle con il vino bianco. Proseguire la cottura per una ventina di minuti e poi spegnere. Pulire i funghi, lavarli e trifolarli in un tegame con un goccio di olio e lo spicchio di aglio. Poco prima della fine della cottura aggiungere il prezzemolo tritato. A questo punto aggiungere un po’ di besciamella ai funghi tanto da ottenere una crema densa, ce ne vorranno circa 500 ml, ma regolarsi in quanto la farcia non deve essere troppo morbida altrimenti esce dalle crêpes. Unire anche mezza dose di Grana e una spolverata di pepe, mescolare bene. Preparazione delle crêpes Spalmare con un po’ di besciamella il fondo di una teglia. Farcire le crepes con abbondante farcia, arrotolarle e appoggiarle una vicina all’altra nella pirofila. Distribuire altra besciamella sulle crepes, cospargere con il grana rimasto e infornare in forno ventilato a 170°C per circa 25 minuti o fino a quando si sarà formata una crosticina dorata. Sfornare e lasciare intiepidire prima di servire, buon appetito!


Dina Gintsburg

RISOTTO CON MELE E SALMONE AFFUMICATO Dal blog Cibo Che Passione

Ingredienti 250 g di riso carnaroli 1/4 di porro 1 bicchiere di vino bianco 2 mele verdi 100 g di salmone affumicato Pepe rosa in grani q.b. Sale q.b. Olio di oliva q.b. Tritare il porro e farlo appassire in una casseruola con un filo d’olio. Aggiungerci le mele (lavate, sbucciate e tagliate a cubetti) e farle ammorbidire a fuoco basso per una decina di minuti, poi aggiungere il riso. Farlo tostare nel condimento e sfumare con il vino bianco. Ricoprire con dell’acqua calda e proseguire la cottura del risotto aggiungendo altra acqua quando necessario. A fine cottura aggiungere il salmone affumicato a pezzetti. Salare e mettere il pepe rosa quanto basta. Il risotto con mele e salmone affumicato è pronto per essere servito. N.B. potete sostituire il salmone affumicato con la salsiccia o della pancetta o preparare un semplice risotto alle mele.


Buttare gli spaghetti in abbondante acqua salata. Eliminare il carapace ai gamberi, togliere anche il filamento nero dell’intestino, lavarli e tagliarli a pezzetti. Fare soffriggere l’aglio con l’olio e il peperoncino, aggiungere i gamberi e far cuocere per 5 minuti. Unire l’avocado a cubetti, salare leggermente e far insaporire per un minuto. Trasferire gamberi e avocado in un piatto e tenere al caldo. Nella stessa padella fare sciogliere il pesto di pistacchio, aggiungere di nuovo i gamberi e gli spaghetti scolati al dente. Unire metà granella di pistacchi e far insaporire la pasta per un paio di minuti. Impiattare e decorare con la granella di pistacchi rimasta.

Ingredienti 350 g di spaghetti 16 gamberi 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva Peperoncino q.b. 1 spicchio di aglio Sale q.b. 1 avocado 4 cucchiai di pesto di pistacchio 2 cucchiai di pistacchi in granella

MIRIA ONESTA

Spaghetti al pesto di pistacchio

Dal blog Due amiche in cucina


Tina Tarabelli

Zuppa alla santè di Agnone

Dal blog Tarte Tatina

Ingredienti per 4 persone Brodo di gallina Mezza gallina ruspante 2 litri di acqua Sale Una cipolla piccola, una costa di sedano, una carota Crostini di pane 4 fette di pane tipo pugliese raffermo 2 uova piccole Polpettine di carne 150 g di carne macinata di vitello 1 uovo 2 cucchiai di parmigiano Sale Polpettine di caciocavallo 1 uovo piccolo 100 g di caciocavallo stagionato grattugiato 1 cucchiaio di farina 1 cucchiaio di parmigiano reggiano Sale Olio di semi di arachide 2 fette di caciocavallo alte circa un cm tagliate a cubetti

Preparare il brodo (meglio se il giorno prima) con le verdure. Salare verso la fine. Far raffreddare e togliere il grasso in eccesso. Preparare le polpettine di carne mescolando le uova, la carne, il formaggio, il sale. Formare delle piccole palline e cuocerle per una decina di minuti in un po’ di brodo bollente che poi andrà buttato. Scolarle e tenerle da parte. Riscaldare il forno a 160°/170° C. Sbattere le uova, bagnarci le fette di pane da ambo i lati e poggiarle su una lastra rivestita con un foglio di carta forno. Infornare per circa 20 minuti, girando le fette a metà del tempo. Dovranno risultare dorate. Tagliarle a cubettini. Per le polpettine di formaggio sbattere l’uovo. Unire i formaggi e la farina fino ad ottenere un impasto che quasi non si appiccica alle dita ma rimane morbido. Formare delle piccole palline (considerate che ricrescono nella cottura) e friggerle. A questo punto tutti gli ingredienti sono pronti. Nella zuppiera disporre a più strati, pane, caciocavallo, polpettine di carne e di formaggio fino ad esaurimento degli ingredienti. Ricoprire con il brodo bollente e lasciare riposare per qualche minuto. Portare in tavola servendo con il mestolo pescando con cura dal fondo.


Dina Gintsburg

RISOTTO AL PROFUMO D'ARANCIA Dal blog Cibo Che Passione

Ingredienti 250 g di riso carnaroli 1 arancia biologica Acqua q.b. Sale q.b. Pepe q.b. Olio di oliva q.b. Porro 1 pezzetto Vino bianco q.b.

Tritare il porro e farlo appassire in una casseruola con un filo d’olio. Aggiungere il riso. Farlo tostare nel condimento, poi sfumare con il vino bianco e con il succo d'arancia. Ricoprire con dell’acqua calda e proseguire la cottura del risotto aggiungendo altra acqua quando necessario. A fine cottura aggiungere al risotto la buccia grattugiata dell' arancia e continuare a farlo cuocere per altri dieci minuti, continuando sempre a mescolare e se necessario aggiungere altra acqua. Salare, pepare e mettere il prezzemolo quanto basta. Il risotto al profumo d'arancia è pronto per essere servito.

Potete rendere il risotto più cremoso aggiungendo del formaggio spalmabile o del gorgonzola, oppure aggiungere del prosciutto crudo o della pancetta.



Francesca Marcuccio

Cavolfiore fritto in pastella alla paprica Dal blog Graficare in Cucina

Ingredienti 500 g di cimette di cavolfiore 3 Uova 2 cucchiai di formaggio grattugiato 200 g di pangrattato 1 cucchiaio di prezzemolo tritato 1 cucchiaio di paprica Farina q.b. Sale, pepe, olio di semi di arachide q.b.

Lavare le cimette di cavolfiore e porle a cuocere a vapore. Ovviamente si può anche lessarle, ma ricordarsi di scolare la verdura al dente altrimenti si spappola e non si riuscirà a panarla per poi friggerla. Rompere le uova in una terrina, salare, pepare e aggiungere il formaggio grattugiato. Sbattere con una forchetta. Mettere il pangrattato in una ciotola, aggiungere il prezzemolo e la paprica e mescolare bene. Infarinare le cimette di cavolfiore ed eliminare la farina in eccesso. Scaldare l’olio di semi e friggere le cimette di cavolfiore dopo averle passate prima nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato. Fare dorare bene da tutte le parti girandole spesso e poi appoggiarle su carta assorbente da cucina. Servire subito e buon appetito!


Lucia Antenori

Baccalà e peperoni cruschi Dal blog Quella lucina nella cucina

Ingredienti per 4 persone 1 kg di filetto di baccalà già ammollato 8 peperoni secchi (cruschi) Abbondante olio extravergine d’oliva Versare abbondante acqua in una ampia casseruola, mettere il baccalà tagliato a grossi pezzi. Far cuocere il baccalà per 5 minuti dal bollore. Non prolungate troppo la cottura se volete un baccalà che resti chiaro e morbido. Trascorso il tempo indicato scolare il baccalà, togliere la pelle e le lische e ridurlo in scaglie. Pulire i peperoni secchi con uno strofinaccio pulito, tagliare il picciolo e togliere tutti i semi. In una capiente padella mettere abbondante olio extravergine d’oliva e farlo riscaldare, aggiungere i peperoni e spegnere il gas. Con una forchetta girare velocemente i peperoni. Si devono gonfiare. Attenzione a non farli bruciare. I peperoni saranno pronti quando appariranno gonfi, se necessario rimetterli sulla fiamma. Spostarli in un piatto separandoli dall’olio, raffreddandosi completamente diventeranno croccanti. Disporre nei piatti il baccalà ed irrorarlo con l’olio caldo in cui sono stati fritti i peperoni. Sbriciolare un pezzo di peperone sul baccalà mentre i restanti peperoni devono essere serviti interi.


Barbara Boni

Trancio di salmone al lardo con crema di zucca Da instagram I love cooking at home

Ingredienti per 4 persone 600 g di filetto di salmone 100 g di lardo di Colonnata a fettine 1mazzetto di basilico Olio extravergine d’oliva q.b. 400 g zucca senza buccia Timo Zenzero in polvere Sale Pepe nero in grani Insalatina e fiori eduli per decorazione

Cuocere in forno la zucca con il timo ed un filo di olio per 30/40 minuti a 180°C .Una volta pronta, frullarla con un goccio di olio e una punta di zenzero in polvere per ottenere una crema. Salare e pepare. Eliminare con una pinzetta le lische residue dal filetto di salmone; per individuarle passarci sopra una mano. Tagliare il filetto in 4 pezzi e appoggiare su ciascuno una bella foglia di basilico. Appoggiare ogni pezzo di filetto su 23 fettine di lardo e avvolgerlo.

Alla fine girare i fagottini in modo che il basilico sia sopra, sistemarli su una placca da forno e insaporirli con una macinata di pepe. Passare in forno a 65°C e cuocere per circa 30 minuti. Adagiare nel piatto un cucchiaio di crema di zucca e con il pennello da cucina tirare una riga su tutto il piatto. Adagiare un trancio di salmone su una delle estremità e decorare con i fiori e qualche fogliolina di insalatina ed una foglia di basilico. Servire caldo.


Ingredienti per 4 porzioni 4 patate grandi 250 g di panna acida di kefir Sale e pepe q.b. Erba cipollina q.b. Olio extravergine d’oliva q.b.

Lavare bene le patate in acqua fredda spazzolandole per togliere tutte le eventuali impurità. Avvolgere ogni patata in carta stagnola o carta forno. Mettere i fagottini di patate su una teglia e infornare nel forno preriscaldato a 200° C gradi per 50-60 minuti. Controllare la cottura con uno stecchino. Disporre le patate cotte nei piatti, incidere le patate con un coltello e versare la panna acida di kefir su ognuna completando con un po’ di pepe, un filo di olio e l’erba cipollina.

LUCIA ANTENORI

PATATE AL CARTOCCIO Dal blog Salute e Bellezza in cucina


Coniglio in umido ERICA ZAMPIERI

DAL BLOG SAPORI E DISSAPORI FOOD

Ingredienti per 6 persone 1 coniglio tagliato a pezzi 500 ml di brodo vegetale (sedano, carote, cipolle) ½ bicchiere di olio extra vergine di oliva ½ bicchiere di vino bianco 1 rametto di rosmarino 1 spicchio di aglio 2 foglie di alloro La buccia di mezzo limone non trattato Sale e pepe q.b. 500 ml di passata di pomodoro

Tagliare il coniglio a piccoli pezzi. Mettere i pezzi in una ciotola e aggiungere l’ olio, il vino e un trito di rosmarino, aglio, buccia di limone, sale e pepe. Lasciare macerare per una notte intera in frigo. Togliere dal frigo 2 ore prima di iniziare la cottura. In una pentola di coccio versare il liquido della marinata e i pezzi di coniglio, facendoli rosolare fino a quando il vino non sfumerà. Unire poi la passata, l’alloro e 300 ml di brodo, portare ad ebollizione e lasciare cuocere per almeno 2 ore (dipenderà dalla grossezza dei pezzi del coniglio) a fuoco molto lento, aggiungendo ancora del brodo caldo se il coniglio si dovesse asciugare troppo. Nelle tavole venete, si serve con della polenta gialla tenuta morbida.


Karen Odell

FILETTO DI MAIALE ALLE PRUGNE Dal blog Zucchero lievito e farina

Avvolgere i filetti con la pancetta e legare bene. Questa operazione può essere fatta anche dal proprio macellaio di fiducia. Disporre i filetti preparati in una pentola dove è stato messo anche l’olio. Far rosolare bene da tutti i lati i filetti e sfumarli con il vino bianco. Salare, pepare e aggiungere il rosmarino. A questo punto unire all’interno della pentola le prugne e un paio di bicchieri di acqua calda. Coprire e portare a bollore. Lasciare sobbollire dolcemente con il coperchio per 30-40 minuti. Al termine di questo tempo la carne sarà cotta, le prugne piuttosto spappolate ed il liquido di cottura quasi completamente consumato. Se così non fosse continuare la cottura a pentola scoperta per pochi minuti ancora. Attenzione ai tempi di cottura perché la carne di maiale diventa stopposa se troppo cotta. Generalmente per un filetto di maiale di 400-500g ci vogliono al massimo 40 minuti. Togliere quindi la carne dalla padella e tenerla al caldo. Togliere anche le prugne ancora intere. Nel frattempo aggiungere 50 g di acqua in pentola e deglassare il fondo. Sciogliere 1 cucchiaino di amido di mais in poca acqua fredda e aggiungerla poco ala volta al fondo in ebollizione. Mescolare per addensare il fondo. Quando appare della densità desiderata non aggiungere più amido di mais. Tagliare la carne in fette alte 1 cm circa e servire accompagnando la carne con il suo fondo e le prugne. Attenzione alla cottura del filetto di maiale. Non deve mai essere cotto eccessivamente perché risulterebbe stopposo.

Ingredienti 1 kg di filetto di maiale 150 g di pancetta 200 g di prugne disidratate (snocciolate) 50 g di vino bianco secco 30 g di olio extravergine d’oliva Sale e pepe q.b. 1 rametto di rosmarino 1 cucchiaino di amido di mais


I dolci del Natale

OLTRE 20 RICETTE TUTTE DA PROVARE



Elena Prugnoli

Biscotti glassati Dal Blog In cucina con Zia Ralù

Ingredienti per 20 biscotti 130 g di farina 30 g di mandorle 80 g di burro 110 g di zucchero 1 tuorlo Per la glassa bianca 375 g di zucchero a velo 60 g di acqua calda Per le bacche rosse 30 g di zucchero a velo 3 g di colorante rosso Per le foglie 60 g di zucchero a velo 8 g di acqua + colorante verde

Preparazione Per preparare questi biscotti innanzi tutto bisogna preparare le foglie verdi e le bacche rosse perché devono solidificare e ci vorrà almeno un giorno. Prendere due contenitori e metterci lo zucchero a velo poi aggiungere i coloranti seguendo le quantità previste in ricetta. Foderare una teglie o due con carta da forno. Mettere la glassa rossa in una siringa per decorazioni con bocchetta con foro sottilissimo e fare tante palline quante ne verranno lasciando cadere poca glassa alla volta sulla carta da forno. Mettere la glassa verde in un’altra siringa per decorazioni di dolci e formare tante piccole foglie che sembrino quelle del trifoglio. Lasciare asciugare foglie e palline in un luogo asciutto senza toccarle per almeno 1 giorno. Quando foglie e palline saranno solidificate allora potrete preparare i biscotti. Frullare le mandorle con metà dello zucchero previsto nella ricetta fino ad ottenere una farina. In una ciotola mescolare la farina, la farina di mandorle e lo zucchero, poi aggiungere il burro e il tuorlo. Impastare velocemente per amalgamare tutti gli ingredienti. Formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e poi lasciarlo riposare per almeno mezz’ ora in frigorifero. Dopo il riposo in frigo riprendere la pasta frolla, accendere il forno a 180 °C e foderare di carta da forno una teglia. Intanto che il forno si riscalda stendere la pasta allo spessore di 3 – 4 mm. Con l’apposito coppa pasta tagliare i biscotti rotondi. Disporre i biscotti sulla teglia e quando il forno avrà raggiunto la temperatura infornarli e farli cuocere per 10 al massimo 15 minuti. Controllare che i biscotti non scuriscano troppo. Estrarre i biscotti quando saranno cotti e lasciarli raffreddare bene prima di toglierli dalla teglia. Preparare la glassa, mettendo lo zucchero a velo in una ciotola con poca acqua leggermente riscaldata e mescolando bene. Successivamente glassare i biscotti natalizi e terminare la decorazione con le foglie e le palline colorate preparate in precedenza. .



Elena Prugnoli

Crostatine natalizie Dal Blog In cucina con Zia Ralù

Ingredienti per 7 crostatine: 170 g di farina 00 5 g di cacao amaro in polvere 50 g di burro 40 g di zucchero 1 uovo 4 g di lievito per dolci Per la crema al latte di mandorle 320 ml di latte di mandorle 25 g di fecola di patate 50 g di zucchero Per decorare 11 ciliegie candite Foglie di menta

Preparare queste crostatine è semplice e mediamente veloce. In una mattinata o un pomeriggio saranno pronte. Innanzi tutto preparare la pasta frolla che deve risposare in frigo prima di essere lavorata, poi preparare la crema ed infine assemblare le crostatine e cuocerle in forno a 180°C. Concludere decorando le crostatine.

Preparazione della pasta frolla e della crema alle mandorle Prendere la farina, il cacao, lo zucchero e il lievito e setacciarli in una ciotola, aggiungere il burro a pezzetti e mescolare rapidamente. Sbattere l’uovo e aggiungerlo all’impasto mescolando fino ad ottenere una palla di pasta omogenea. Avvolgere la pasta frolla con della pellicola trasparente e mettere a riposare in frigo per 30 minuti almeno. Intanto preparare la crema. Prendere il latte di mandorle e versarlo in un pentolino. Mettere la fecola di patate in una ciotola e stemperarla con poco latte di mandorle, intanto scaldare il latte nel pentolino e scioglierci lo zucchero. Aggiungere la fecola stemperata e portare a bollore. Quando il latte inizierà a bollire spegnere il fuoco e lasciar raffreddare coprendo il pentolino con un coperchio. Preparazione delle crostatine Quando la pasta frolla avrà riposato prendere degli stampi da crostatina di 9 cm di diametro ungerli e infarinarli. Accendere il forno a 180 °C. Stendere la pasta frolla allo spessore di circa ½ cm. Tagliare dei cerchi di pasta di 10 cm di diametro e rivestirci gli stampi da crostatina. Bucherellare la base delle crostatine, poi riempire le crostate con la crema. Infornare le crostatine e far cuocere per 20 – 25 minuti poi sfornare e far raffreddare le crostatine. Decorare le crostate con foglie di menta e le ciliegie candite divise a metà .



Tritare finemente le nocciole tostate e mettere da parte per dopo. Nella planetaria con frusta a gancio porre il burro a pezzetti con lo zucchero a velo, il sale, la farina e le nocciole tritate e tostate. Fare amalgamare tutti gli ingredienti, aggiungere le uova e il cucchiaino di vaniglia. Quando la pasta inizia a compattare e si stacca dalle pareti, fermare la planetaria e togliere l’impasto. Lavorare la frolla su una spianatoia infarinata, fino ad ottenere un panetto omogeneo e liscio. Impastare solo il tempo necessario per non farlo scaldare troppo, avvolgere nella pellicola e lasciare riposare in frigo per una mezz’ora. Trascorso il tempo di riposo riprendere la frolla alle nocciole e stendere su di una spianatoia infarinata. Fare una sfoglia di circa 5 mm e intagliare con le formine le sagome. Con un’altra formina più piccola, intagliare metà delle sagome preparate. Adagiare i biscottini sulla placca ricoperta di carta da forno e cuocerli in forno caldo a 170/180°C per circa 12 minuti, finché avranno assunto un colore appena dorato. Sfornare e aspettare qualche minuto prima di toglierli dalla teglia perché potrebbero rompersi. Quando saranno raffreddati, farcire con la crema nocciola e la crema bianca. Rifinire con il biscotto forato e decorare con tante stelline!

Caterina Anello

BISCOTTI NATALIZI FARCITI Dal blog Cake & Fancy

Ingredienti 300 g di farina 00 100 g di nocciole tostate e tritate fini 120 g di zucchero a velo 1 uovo 1 tuorlo 1 pizzico di sale 130 g di burro a pezzi 1 cucchiaino di estratto di vaniglia Per il ripieno 200 g di crema spalmabile di nocciole 200 g di crema spalmabile cioccolato bianco Stelline di zucchero q.b.



Caterina Anello

PANDORINI DI CHIFFON CAKE ALL’ARANCIA Dal blog Cake & Fancy

Separare i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi con le fruste elettriche a neve ben ferma con il cremor tartaro. Nel frattempo dentro una terrina bella grande setacciare la farina con il lievito, unire il sale e lo zucchero. Versare anche le arance spremute e la buccia grattugiata, l’olio di girasole, i tuorli e l’estratto di vaniglia. Mescolare il composto con una frusta a mano per far incorporare tutti gli ingredienti. Aggiungere gli albumi montati a neve con movimenti leggeri dal basso verso l’alto per non farli smontare. Versare l’impasto negli stampini da pandoro, lasciare sempre un margine altrimenti l’impasto fuoriesce dallo stampo. Infornare in forno preriscaldato a 170° per circa 20 minuti, fare la prova stecchino e attenersi sempre alle indicazioni del proprio forno prima di sfornare. Una volta pronti, lasciare raffreddare e togliere con molta delicatezza i pandorini dagli stampini. Prima di servire spolverare con zucchero a velo altrimenti glassare. Per la glassa Spezzettare il cioccolato fondente, metterlo dentro una ciotola apposita per il microonde. Passare pochi secondi al microonde per farlo sciogliere, altrimenti va bene anche a bagnomaria. Una volta sciolto, glassare i pandorini e decorare con i confettini colorati. Lasciare asciugare il cioccolato prima di servire.

Ingredienti per 8 pandorini 300 g di farina 00 230 g di zucchero 6 uova 220 ml di succo d’arancia La scorza di 1 arancia grattugiata 120 ml di olio di semi di girasole 1 bustina di cremor tartaro 1 bustina di lievito in polvere per dolci 2 cucchiai di estratto di vaniglia 1 pizzico di sale Zucchero a velo q.b. Glassa di cioccolato 300 g di cioccolato fondente Confettini colorati q.b.


Karen Odell

Saint Honorè all’italiana Dal blog Zucchero lievito e farina

Per il Pan di Spagna 300 g di uova 210 g di zucchero 180 g di farina 00 60 g di fecola di patate 1 bacca di vaniglia Per la crema pasticcera 600 g di latte intero 150 g di panna fresca liquida 225 g di tuorli 225 g di zucchero 27 g di amido di mais (maizena) 27 g di amido di riso 1 bacca di vaniglia Per la crema chantilly 800 g di crema pasticcera 400 g di panna fresca liquida 8 g di gelatina in fogli Per i bignè 185 g di acqua 165 g di burro 175 g di farina 00 25 g di latte 270 g di uova 1 pizzico di sale Per la mousse al cioccolato 65 g di crema pasticcera 100 g di cioccolato fondente al 55% 350 g di panna fresca liquida Per il caramello 300 g di zucchero 100 g di acqua 50 g di glucosio 1/2 cucchiaino Succo di limone Per la bagna 200 g di acqua 100 g di zucchero 50 ml di Rum Per la decorazione 200 g di panna fresca liquida 30 g di zucchero a velo


Preparare il Pan di Spagna e la crema pasticcera il giorno precedente e montare la torta il giorno seguente. Per il Pan di Spagna Montare le uova con lo zucchero in planetaria fino ad ottenere una massa gonfia, quindi togliere l’impasto dalla planetaria e aggiungere a mano la farina setacciata insieme alla fecola mescolando delicatamente con un movimento dal basso verso l’alto facendo attenzione a non smontare la massa. Versare in uno stampo rotondo da 24 cm imburrato e infarinato ma fare attenzione a non sbattere lo stampo perché si perderebbe l’aria precedentemente incorporata. Si livellerà da solo in cottura. Cuocere a 190°C: si può riconoscere che è pronto perché il pan di Spagna tende a restringersi sui bordi e presenta una lieve resistenza alla pressione. Lasciare che il pan di Spagna si raffreddi nel suo stampo e togliere solo quando è molto freddo. Tenere da parte. Per la crema pasticcera Montare molto bene i tuorli con lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia. Aggiungere quindi i due amidi. Nel frattempo scaldare il latte con la panna e la bacca di vaniglia vuota. Quando il latte arriva quasi a bollore, togliere la bacca di vaniglia e aggiungere al latte il composto di tuorli, zucchero e amidi. Aspettare senza mescolare che il latte riprenda il bollore e inizi a formare dei piccoli “geyser” attraverso il composto che galleggia in superficie. Solo allora mescolare con una frusta e spegnere il fuoco. La crema è pronta. Coprire con pellicola a contatto e raffreddare velocemente. Tenere da parte. Per la crema chantilly Ammollare la gelatina in acqua fredda. Scaldare un terzo della crema pasticcera al microonde e incorporare la gelatina strizzata e asciugata. Incorporarla al resto della crema fredda. Mescolare molto bene. Aggiungere la panna semimontata delicatamente, mescolando dal basso verso l’alto. Coprire e lasciare in frigo fino al momento dell’utilizzo. Per i bignè Mettere a bollire, in una pentola dal fondo spesso, acqua, burro, e sale. Il burro va messo nell’acqua a piccoli pezzi, per aiutare lo scioglimento. Appena l’acqua raggiunge il bollore, aggiungere la farina tutta in una volta: in questo modo non si avranno grumi. Non permettere all’acqua di bollire, eventualmente toglierla dal fuoco, perché in questo caso evaporando potrebbe sbilanciare la ricetta. Mescolare bene e lasciare asciugare l’impasto. Deve assomigliare a una polentina. Trasferire poi nella planetaria con il gancio a kappa e lasciare girare per un minuto. A questo punto inserire in planetaria prima il latte e poi dopo un minuto metà delle uova e lasciare incorporare. Aggiungere quindi le uova restanti, lasciandone indietro un poco. L’impasto deve avere la consistenza di una crema. Se l’impasto fosse troppo denso, aggiungere ancora l’ultima parte di uovo. Trasferire quindi l’impasto in una sac a poche e formare dei piccoli bignè sulla teglia da forno imburrata. Con il dito bagnato di acqua abbassare le punte dei bignè che in cottura potrebbero bruciare. Ricordare che i bignè cresceranno molto in forno. Cuocere in forno a 220°C per circa 15 minuti poi abbassare a 180°C per altri 15 minuti. Tenere da parte i bignè pronti. Per la mousse al cioccolato Scaldare la crema pasticcera a 35°C, unire il cioccolato fuso e mescolare con cura; alleggerire il tutto con la panna montata. Tenere da parte. Per il caramello Portare acqua, zucchero e glucosio a 158°C. Aggiungere quindi mezzo cucchiaino di succo di limone e portare il tutto a 162 °C. Usare subito per caramellare i bigné. Per la bagna Far bollire l’acqua con lo zucchero. Spegnere il fuoco, unire il liquore e lasciare raffreddare.


Per il montaggio Tagliare il pan di Spagna in tre fette alte circa 1 cm ciascuna. Per tagliare il pan di Spagna è bene farlo raffreddare in frigo per poterlo tagliare meglio. Tenere da parte le parti avanzate del Pan di Spagna. Bagnare il primo disco di Pan di Spagna con la bagna al rum preparata. Farcire con la crema chantilly. Continuare così anche con il secondo disco e il terzo. Mettere la torta per circa 1 ora in freezer. Togliere dal freezer e coprire tutta la torta con un leggero strato di crema chantilly. Tritare il Pan di Spagna avanzato per ottenere delle briciole. Con queste rivestire i bordi della torta. Preparare il caramello. Farcire con la chantilly i bignè e poi passare la superficie nel caramello appena preparato. Appoggiare i bignè a testa in giù sulla carta da forno. Mettere i bignè farciti e caramellati sulla superficie della torta intorno alla circonferenza esterna. Con la sac a poche munita di bocchetta “Saint Honorè” fare dei ciuffi alternati di crema chantilly e mousse al cioccolato nella parte centrale della torta. Montare la panna con lo zucchero a velo e quindi fare dei ciuffi tra un bignè e l’altro. La Saint Honorè all’italiana è pronta! Il dolce va tenuto in frigo e consumato entro due, al massimo tre giorni.


Lucia Lettieri

Struffoli Dal blog Tra Cucina e PC

Ingredienti 200 g di farina 00 30 g di zucchero 25 g di burro 1 uovo 1 cucchiaino di lievito 1 cucchiaio di limoncello (o rum a piacere) 25 g di latte 1 pizzico di sale 2 cucchiai di miele per decorare Confettini colorati Ciliegie candite

Versare la farina sulla spianatoia (o in una ciotola) e aggiungere tutti gli ingredienti impastando man mano fino ad ottenere una palla omogenea e liscia. Avvolgerla nella pellicola e metterla in frigo per almeno un ora. Dopo il riposo si noterà che il panetto ha cambiato consistenza. Ora la pasta sarà più elastica e perfetta per essere lavorata in tanti serpentelli da cui verranno ricavati dei tocchetti regolari di pasta: gli struffoli appunto. Man mano che si formano gli struffoli, adagiarli su un canovaccio spolverato di farina, rotolarli nella farina stessa fino a ricoprirli cosi che non si attacchino tra loro e proseguire fino a fine impasto. Per cuocere gli struffoli, la tradizione vorrebbe che fossero fritti in abbondante olio, in questo caso invece verranno "fritti" nella friggitrice ad aria. Togliere la pala mescolatrice, spennellare non più di un cucchiaio di olio nella pentola della friggitrice e impostare il termostato a 3 (resistenza inferiore accesa). Appena l’olio si sarà scaldato, versarvi gli struffoli (avendo cura di passarli in un setaccio per eliminare la farina in eccesso). Lasciar cuocere per 5 minuti, quindi riposizionare la pala mescolatrice e continuare la cottura per altri 6/7 minuti. Tenete presente che non dovranno dorare troppo, altrimenti risulteranno secchi. Nel frattempo mettere il miele all’ interno di una ciotola capiente adatta al microonde e scioglierlo per alcuni secondi. Appena gli struffoli saranno cotti, versarli direttamente nella ciotola col miele caldo e amalgamare per bene con l’aiuto di un cucchiaio e aggiungere i confettini e le ciliegie candite.


Grazia Giannuzzi

Pigne dolci Dal blog I manicaretti di Nonna Lella


Ingredienti 150 g di biscotti tipo digestive 30 g di cacao amaro in polvere 1 cucchiaio di zucchero 100 ml di latte 20 g di burro Cereali al cioccolato a forma di petalo q.b. Zucchero a velo q.b. Cocco disidratato q.b.

Sciogliere il burro a bagnomaria.Tritare i biscotti in un frullatore. Aggiungere il cacao e mescolare. Trasferire le polveri in una ciotola, unire il burro e il latte. Amalgamare tutti gli ingredienti. Si deve formare un panetto dalla consistenza morbida, altrimenti i petali non si potranno inserire. N.B. se risultasse duro versare ancora del latte. Dividere l’impasto in quattro. Formare dei coni con la base piĂš grande. Adagiare la base in un piatto piccolo per poterlo girare come un tornio. Inserire i cereali incominciando dalla base. Proseguire fino in cima, incastrando i petali in modo impreciso per rendere la pigna piĂš reale. Adagiarle in un piatto da portata e spolverizzare la superficie con lo zucchero a velo e il cocco rapè.


FRANCESCA CECCHINI

TORTA LINZER Dal blog delifoodclub Ingredienti 225 g di mandorle pelate o farina di mandorle 210 g di farina di grano saraceno 60 g di zucchero Muscovado 4 g di cremor tartaro ½ cucchiaino di bicarbonato 5 g di cannella ½ scorza di limone non trattato 70 g di olio di semi di arachide 115 g di latte di mandorla 1 vasetto di marmellata di ribes o altri frutti rossi Mandorle a lamelle per decorare

Versare le mandorle senza pelle in un mixer e frullarle fino a ottenerne una farina. In una ciotola capiente mescolare molto bene tutti gli ingredienti secchi: la farina di grano saraceno, quella di mandorle, lo zucchero, il cremor tartaro, il bicarbonato e, infine, la cannella. Aggiungere anche l’olio di semi e mescolare con le mani. Aggiungere subito dopo il latte. Impastare bene e quando l’impasto risulterà omogeneo, formare un panetto, appiattirlo e metterlo in frigo a riposare per almeno mezz'ora. Trascorso il tempo di riposo, accendere il forno a 180°C. Stendere ¾ di impasto tra due fogli di carta forno e rovesciarlo su uno stampo da crostata a cerchio apribile ben oliato e infarinato. Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta e versarci il contenuto di un barattolo di marmellata di ribes. Utilizzare la restante parte per decorare la crostata: potete realizzare la classica griglia oppure creare dei biscotti (ad esempio le stelle). Decorare il bordo con mandorle a fettine. Infornare in forno già caldo per 15 - 20 minuti.


Francesca Marcuccio

Tartufini al Rum Dal blog graficare in cucina

Ingredienti 200 g di pandoro 20 g di succo di arancia 3 cucchiaini di Rum 110 g di cioccolato fondente Codette al cioccolato q.b.

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Porre il pandoro in un frullatore e frullarlo finemente. Trasferirlo in una ciotola. Aggiungere il cioccolato fuso, il succo di arancia e il Rum e impastare bene. Formare con le mani delle palline grandi come noci. Rotolare i tartufini nelle codette di cioccolato. Porli su un piatto e lasciarle raffreddare in frigorifero. Uno tira l’altro.



Dina Gintsburg

Babka alle mele Dal blog cibo che passione Ingredienti 450 g di farina 00 4 uova 15 g di lievito di birra fresco 100 g di zucchero semolato 250 ml di acqua 80 g di burro senza lattosio per il ripieno 150 g di confettura di mele Lamelle di mandorla q.b. per spennellare 1 uovo

La cosa migliore è prepararla il giorno prima e lasciarla riposare una notte intera. Sciogliere il lievito con un goccio di acqua. Si può lavorare l’impasto sia a mano che con una planetaria. Mettere nella ciotola la farina, lo zucchero, il burro a fiocchi, le uova, il lievito sciolto e l’acqua e iniziare a lavorare l’impasto unendo ogni ingrediente. Trasferire il composto sul piano di lavoro e lavorarlo energicamente per un paio di minuti, deve diventare liscio ed elastico. Formare una palla e trasferirla nella ciotola, ricoprirla con uno strofinaccio e mettere a riposare per una notte. Il giorno dopo riprendere l'impasto e trasferirlo su un piano di lavoro infarinato. Con l’aiuto del mattarello stenderlo in modo da formare un rettangolo, più lungo che largo (circa 30 x 60 cm circa). Spalmare la confettura sulla base in modo uniforme. Avvolgere l’impasto su se stesso, partendo dal lato lungo, come un salame. Poi tagliarlo, sempre per lungo a metà, incrociare ed intrecciare le due parti fino alla fine dell’impasto ed adagiarlo in uno stampo grande per plumcake. Farlo lievitare per altre 2 ore in luogo buio. Spalmare l’uovo sbattuto e aggiungere le lamelle. Cuocere in forno statico preriscaldato a 180°C per 30 minuti, terminare la cottura con forno ventilato. La Babka alle mele è pronta per essere gustata a colazione o merenda. N.B. in alternativa alla confettura di mele, si possono pulire 4 mele, tagliarle a cubetti, cuocere per 20 minuti e aggiungere zucchero e cannella.


Dina Gintsburg

Brownies natalizi a cappello Dal blog cibo che passione

Ingredienti 200 g di cioccolato fondente 120 g di burro 100 g di zucchero semolato 80 g di farina 00 3 uova medie 60 g di mandorle 12 fragole Panna montata q.b.

Come prima cosa far ammorbidire il burro fuori dal frigorifero. In una pentola sciogliere a bagnomaria la cioccolata (si può utilizzare anche il microonde) ed aggiungerci il burro. A parte dividere i tuorli dagli albumi. Montare i tuorli con lo zucchero sino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, aggiungerci il cioccolato sciolto con il burro, la farina e mescolare. Infine aggiungere gli albumi montati a neve ferma, amalgamare dal basso verso l’alto facendo attenzione a non smontare il composto. Per ultime unire le mandorle tritate grossolanamente. Versare il composto in una teglia, foderata con della carta da forno. Infornare a 180°C, in forno statico preriscaldato, per 25 minuti. Lasciar raffreddare e tagliare a cubetti. Decorare la base con la panna montata, poi appoggiarci le fragole (prima lavatele ed eliminate l’estremità), infine decorare il ciuffo con la panna. I Brownies natalizi a cappello sono pronti per essere gustati.


Elena Prugnoli

Biscotti natalizi a pallina Dal blog In cucina con Zia Ralù Ingredienti per 22 biscotti 120 g di farina di riso 50 g di mandorle 25 g di burro 40 g di zucchero 10 g di cacao amaro in polvere 1 uovo medio Per la glassa colorata Bianco: 20 g di zucchero a velo + q.b. di Acqua Rosso:15 g di zucchero a velo + q.b. di colorante rosso liquido Verde: 10 g di zucchero a velo + q.b. di colorante verde liquido Giallo: 15 g di zucchero a velo + q.b. di colorante giallo liquido

Prendere le mandorle e frullarle insieme allo zucchero ottenendo una farina. Mettere la farina di mandorle e zucchero in una ciotola insieme alla farina di riso e al cacao amaro in polvere setacciati. Mescolare ed amalgamare con il burro freddo fino ad ottenere una specie di sabbia. Aggiungere l’uovo e amalgamare bene fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo. Formare una palla con la pasta frolla ottenuta e riporla in frigo dopo averla foderata di pellicola trasparente. Far riposare 30 minuti. Dopo il riposo prendere la pasta frolla e stenderla allo spessore di 6 mm. Foderare una teglia di carta da forno e accendere il forno a 180 °C. Con un coppa pasta rotondo ottenere tanti biscotti quanti ne verranno. Disporre i biscotti sulla teglia e con una cannuccia praticare un foro nella parte superiore di ogni biscotto, servirà a far passare il filo per attaccare le palline. Infornare i biscotti e farli cuocere per 10 – 12 minuti, poi estrarre la teglia e far raffreddare i biscotti. Intanto preparare le glasse colorate. In quattro ciotoline diverse mescolare lo zucchero a velo insieme ai coloranti alimentari facendo attenzione a non metterne troppi. La glassa deve essere abbastanza densa. Prendere quattro sacche da pasticcere usa e getta e riempirle con le glasse. Decorare i biscotti e lasciare asciugare la glassa prima di appenderli con dei nastrini all'albero di Natale.


Welda Bertorelli

Tronchi d’albero Dal blog cioccolato e liquirizia

Ingredienti per circa 30 pezzi 250 g di cioccolato al 70%* 190 g di latte vegetale* 400 g di avanzo di torta 500 g di marzapane confezionato* 1 cucchiaio di rum o amaretto di Saronno originale (senza glutine) 2 cucchiai di marmellata di lamponi* Zucchero a velo per il piano di lavoro q.b.* 200 g di cioccolato al 70% sciolto a bagnomaria *alimenti a rischio contaminazione per celiaci.

Per la ganache tritare il cioccolato e metterlo in una piccola ciotola. Versare il latte vegetale in una casseruola e fare sobbollire, in seguito versarlo sul cioccolato tritato e lasciare riposare per 5 minuti. Mescolare il composto di cioccolato fino a quando non è liscio e uniforme. Spezzettare la torta in grossi pezzi e porla nel robot da cucina o nel frullatore tritando fino a ridurla in briciole. Aggiungere lentamente la ganache al cioccolato fino a quando le briciole iniziano a riunirsi in una palla. Se non succede non preoccupatevi, si addenserà dopo. Aggiungere il liquore e la marmellata e successivamente mettere in frigorifero per almeno 40 minuti, meglio un ora. Cospargere la superficie di lavoro con lo zucchero a velo. Iniziare a stendere il marzapane in modo che non si attacchi alla superficie di lavoro. Deve essere abbastanza sottile perché altrimenti i dolcetti saranno stomachevoli essendo il marzapane molto molto dolce. Prendere il ripieno di cioccolato dal frigorifero, dividerlo in tre parti e creare con ciascuna parte un rotolo lungo e sottile e di 2-3 centimetri circa di spessore. Questi sono chiamati “tronchi”. Posizionare i tronchi uno alla volta sul marzapane e arrotolare il marzapane attorno al tronco, tagliare lungo il bordo lungo per adattarlo. Per fare attaccare bene il marzapane spennellare la superficie interna con dell' acqua. Una volta tagliato il lato lungo roteare sul piano di lavoro per appiattire la “chiusura”. Tagliare le due estremità e poi suddividere in tanti pezzetti lunghi circa 5, 6 centimetri al massimo. Devono essere corti e non sottili. Una volta finiti tutti i tronchi immergere le due estremità di ciascuno nel cioccolato fondente sciolto a bagnomaria per fare i bottoni (o tappi) finali. Appoggiare su una gratella per asciugare. Ovviamente se il cioccolato non è temperato a distanza di un giorno inizierà a diventare bianco per l'affiorare del burro di cacao.




BISCOTTI Francesca Cecchini

ALLO ZENZERO Dal blog Delifoodclub

Ingredienti 150 g di farina tipo 1 60 g di zucchero di canna 40 g di latte di mandorla (o altro latte vegetale) 30 g di olio di semi di arachide (o olio di semi preferito) 4 g di cremor tartaro 1 fialetta di aroma di vaniglia (o un cucchiaino di essenza di vaniglia) 1 cucchiaino di bicarbonato 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato 1 cucchiaino di cannella 1 pizzico di sale 1 cucchiaio di sciroppo d’acero Per decorare 140 g di zucchero a velo 1 cucchiaio di latte di mandorla o acqua Decorazioni di zucchero (facoltative) In una ciotola setacciare la farina con il cremor tartaro e il bicarbonato. Aggiungere anche lo zucchero, lo zenzero grattugiato, la cannella e il sale. Mescolare bene con un cucchiaio. Unire anche i liquidi: lo sciroppo d’acero, l’olio di semi, l’aroma di vaniglia e mescolare con un cucchiaio fino ad ottenere un composto “sbricioloso”. Infine, aggiungere anche il latte e amalgamare tutti gli ingredienti con le mani. Dovrete ottenere una sfera liscia. Appiattirla, avvolgerla nella pellicola e riporla in frigo per almeno 30 minuti. Una volta trascorso il tempo di riposo, preriscaldare il forno a 180°C. Estrarre l’impasto dal frigo e stenderlo con un mattarello. Se volete dei biscotti morbidi evitate di stendere troppo l’impasto (dovrà essere più alto di 5 mm). Utilizzare gli stampi che desiderate per ricavare dei biscotti natalizi. Infornate a 180°C per 9 -10 minuti e lasciare raffreddare completamente i biscotti su una gratella. Volendo, si può procedere alla decorazione. Mescolare lo zucchero a velo con il cucchiaio di acqua o latte vegetale (deve risultarne un composto molto denso). Versare lo zucchero liquido in una sac a poche punta fine e decorare come si preferrisce. Aggiungere anche le palline di zucchero ma subito, in modo che si attacchino al composto di acqua e zucchero.


Maria De Candia

Torta natalizia al cioccolato Dal blog Rafano e Cannella

Per la base 40 g di riso soffiato 100 g di cioccolato fondente Per decorare 7 coni per gelato 60 g di cioccolato fondente 150 g di granella di mandorle (o nocciole) Perline di zucchero (argentate) q.b.

Per la farcitura 200 g di ricotta 80 g di zucchero 100 g di mandorle pelate (tritate) 100 g di biscotti secchi 70 g di burro 30 g di cacao amaro in polvere 1 cucchiaio di rum

Sciogliere a bagnomaria il cioccolato e mescolarlo al riso soffiato. Quindi versare il composto in uno stampo da crostata rivestito con carta forno. Livellarlo con il dorso di un cucchiaio e coprire anche il bordo. Porre in frigo fino a quando il cioccolato si sarà solidificato. Sarebbe preferibile fare questa operazione il giorno prima. Preparare la decorazione in modo che possa asciugarsi completamente prima dell’utilizzo. Tagliare i coni in modo da averne di misure differenti e spennellarli con il cioccolato precedentemente fuso a bagnomaria; quindi, prima che il cioccolato si rapprenda, distribuire su tutta la superficie la granella di mandorle (o nocciole) e qualche perlina argentata. Poggiare i coni su un vassoio e lasciarli asciugare completamente a temperatura ambiente. Infine preparare la farcitura. Tritare finemente le mandorle pelate e i biscotti. Unire il burro fuso, il Rum e mescolare fino ad ottenere un composto simile alla sabbia bagnata. In una ciotola lavorare la ricotta con lo zucchero fino a ridurla in crema e amalgamarla al composto di biscotti e mandorle. Farcire la base (che nel frattempo sarà stata tolta dallo stampo) con la crema ottenuta. Infine, prima di servire, disporre sulla torta i coni preparati in precedenza.


Ingredienti 3 uova La scorza di un'arancia (grattugiata) La scorza di un limone (grattugiata) 1 bustina di vanillina 420 g di farina 00 1 cucchiaino di ammoniaca per dolci 1 pizzico di sale fino 200 g di mandorle

Riunire in una ciotola le uova, lo zucchero, gli aromi e mescolare bene. Quindi unire la farina, la vanillina e l’ammoniaca. In alternativa si può usare il lievito in polvere per dolci, ma aggiungendone un pizzico in più. Trasferire l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato e lavorarlo fino a quando sarà ben omogeneo. A questo punto incorporare le mandorle. Quando l’impasto sarà pronto, dividerlo in tre o quattro pezzi e da ognuno ricavare un filoncino spesso circa 3 cm. Disporre i filoncini di pasta su una teglia rivestita con carta forno e infornarli a 180°C per circa 18-20 minuti (o comunque fino a quando saranno appena dorati) in modalità statica. Trascorso questo tempo togliere la teglia dal forno e, con l’aiuto di un tarocco a lama o un coltello, ricavare dei tozzetti larghi più o meno un centimetro e mezzo, massimo due. Quindi rimettere i cantucci in forno e lasciarli dorare bene da ambo i lati. Occorreranno pochi minuti per lato. Lasciarli raffreddare su una gratella poi conservarli in una scatola di latta o un sacchetto per alimenti.

MARIA DE CANDIA

CANTUCCI Dal blog Rafano e cannella


MARIA DE CANDIA

PIZZA SETTE SFOGLIE Dal blog Rafano e cannella


Ingredienti Per la frolla 1 kg di farina 00 140 ml di olio di oliva 150 g di zucchero Vino bianco (circa 200 ml) 1 pizzico di sale fino Per il ripieno 500 g di mandorle (tostate e tritate) 100 g di pinoli 300 g di confettura di uva 200 g di uva passa 160 g di cioccolato fondente (in pezzi) 100 g di canditi 100 g di noci (già sgusciate) 1 cucchiaino di cannella in polvere 300 g di zucchero Olio di oliva q.b. Strega liquore q.b.

Prima di procedere con la preparazione della pizza sette sfoglie, mettere l’uvetta in ammollo per un decina di minuti; quindi strizzarla e asciugarla. Su un piano di lavoro disporre la farina setacciata; fare la fontana e versarvi al centro lo zucchero e l’olio. Cominciare ad impastare aggiungendo, poco per volta, il vino tiepido. Lavorare fino ad ottenere un composto liscio, morbido (non eccessivamente) e setoso. Far riposare il composto per circa 30 minuti coperto a campana. Nel frattempo tritare grossolanamente le mandorle e il cioccolato. Riprendere l’impasto e dividerlo in sette parti, una leggermente più grande e spessa delle altre in quanto dovrà sostenere tutto il peso del dolce. Oliare una teglia da forno e adagiarvi sul fondo la parte più grande dell’impasto stesa in una sfoglia sottile. Lasciarla strabordare verso l’esterno perchè ala fine servirà per richiudere il dolce. Quindi distribuire sulla prima sfoglia una parte degli ingredienti che compongono la farcitura. Spolverizzare con un po’ dello zucchero a disposizione, un filino di olio e qualche goccia di liquore “Strega” (alcuni lo sostituiscono con qualche goccia di limone). A questo punto adagiare sul ripieno il secondo strato di impasto, proseguire con la farcitura e continuare così fino ad esaurire quasi tutte le sfoglie (ne dovrà rimanere una) e il ripieno. Adagiare anche l’ultima sfoglia arricciandola un po’ e ripiegare verso l’interno la pasta che pende dai bordi. Quindi procedere con un’ultima spolverata di zucchero, un giro di olio e qualche goccia di liquore. Infornare a 170°C per circa 45 minuti in modalità statica regolandosi sempre col proprio forno. La pizza sette sfoglie sarà pronta quando avrà assunto un bel colore dorato scuro.


MARIA DE CANDIA

TORTA ALL'ARANCIA E MANDORLE Dal blog Rafano e cannella


Ingredienti 400 g di farina 00 240 g di zucchero 4 uova 2 arance 1 bustina di lievito per dolci 130 ml di olio di semi di girasole 50 g di mandorle (tostate) 250 g di marmellata di arance

Lavare accuratamente un’arancia, asciugarla con un panno morbido, frullarla con tutta la buccia e tenerla da parte. Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro. Aggiungere l’arancia frullata e lasciarla incorporare bene all’impasto. Quindi unire l’olio di semi a filo e la farina insieme al lievito per dolci. Lavorare il composto fino a quando non sarà divenuto liscio e setoso. A questo punto aggiungere 30 g di mandorle tostate e tritate finemente e lasciarle incorporare bene. Imburrare una tortiera con bordo apribile e spolverizzarla con pangrattato (è un ottimo staccante!); versarvi dentro il composto ottenuto e infornare a 180°C per 35-40 minuti. Fare sempre la prova stecchino. Lasciare raffreddare completamente la torta prima di sformarla. Nel frattempo preparare le fettine di arancia caramellate per decorare la torta. Lavare l’arancia, asciugarla e tagliarla a fettine spesse più o meno mezzo centimetro. Disporle su una teglia rivestita con carta da forno e cospargerle di zucchero (sarà sufficiente una cucchiaiata). Infornare a 170°C in modalità statica fino a quando risulteranno caramellate e piuttosto asciutte. Quando la torta sarà ben fredda, tagliarla a metà nel senso della larghezza e farcirla con uno strato di marmellata di arance. Ricomporla e spalmare sulla superficie la restante marmellata. Distribuire le restanti mandorle tostate e tritate grossolanamente e decorate con fettine di arancia caramellate.


LUCIA ANTENORI

MOSTACCIOLI RIPIENI Dal blog Quella lucina nella cucina Ingredienti 200 g di mandorle tostate 75 g di cacao amaro 75 g di cacao dolce 70 g di zucchero semolato 70 g di farina (di fecola di mais per la versione senza glutine) 1 cucchiaino di cannella 1 chiodo di garofano polverizzato 1 tazzina di caffè Vino bianco secco q.b. Mostarda di uva o altra marmellata 200 g di cioccolato fondente per la copertura Tostare le mandorle e frullarle grossolanamente con lo zucchero, versare il tutto in una ciotola. Aggiungere il cacao, la farina, la cannella e il chiodo di garifano pestato. Versare il caffè caldo e mescolare con un cucchiaio. Aggiungere un po’ di vino, quel poco che serve per ottenere un impasto morbido che si possa stendere con il mattarello. A questo punto tagliare con un coppapasta tondo tanti cerchi , ogni due cerchi serviranno per ottenere un biscotto. Mettere su un cerchio un cucchiaino di mostarda d'uva e chiudere con un altro cerchio di impasto. Sigillare per bene i bordi e proseguite con il restante impasto. infornarli per 10 minuti a forno caldo a 180° C . Farli raffreddare nella teglia e coprirli con il cioccolato fondente sciolto.


GRAZIA GIANNUZZI

Rotolo al cioccolato Dal blog I manicaretti di nonna lella

Ingredienti Per l’impasto 200 ml di latte 75 g di farina 00 50 g di fecola 3 uova ½ bustina di lievito per dolci 1 pizzico di sale 1 bustina di vanillina 100 g di zucchero Per crema al cioccolato 500 ml di latte 1 uovo 1 tuorlo 100 g di cioccolato fondente 125 g di zucchero 50 g di farina

Preparare la crema: Unire l'uovo intero e il tuorlo in una ciotola insieme allo zucchero, mischiarli con la frusta elettrica. Aggiungere la farina e mescolare con movimenti dal basso verso l'alto con l’aiuto di una spatola. Nel frattempo scaldare il latte. Versare il latte poco alla volta e girare, trasferire il composto in una pentola. Accendere la fiamma a minimo e adagiare sopra la pentola, aggiungere il cioccolato fondente e continuare a mescolare fino a quando sarà cremosa. Adagiare la carta forno sulla teglia di cm 30 x 30 cm , riempire la sac a poche di crema e fare dei riccioli con la crema al cioccolato. Mettere la teglia nel freezer per almeno 30 minuti. Preparare l’impasto: Mettere i tuorli in una ciotola insieme a 3 cucchiai di acqua bollente. Aggiungere 2/3 dello zucchero con la vanillina e il sale e amalgamare. In un’altra ciotola, montare a neve gli albumi con il resto dello zucchero, dopo unirli nel composto precedente e mischiare. Setacciare la farina, la fecola e il lievito e con una spatola miscelare il tutto sempre con movimenti dal basso all’alto. Versare l’impasto nella taglia, coprendo le decorazioni. Inforno a 180°C per 13 minuti, controllare l’impasto con uno stuzzicadenti. Una volta pronto, farlo raffreddare, stendere la crema e arrotolarlo con l’aiuto della carta da forno. Lasciarlo riposare in frigo per 30 minuti prima di servirlo.


Ginger Bread al cacao ERICA ZAMPIERI

DAL BLOG SAPORI E DISSAPORI

Il Natale quando arriva arriva…e anche quest’anno immancabili i simpatici omini di pan di zenzero. Quest’anno in una versione cioccolatosa. Usateli come decorazioni dei pacchettini di natale, come segnaposto per il pranzo natalizio, o semplicemente come momento dolce della giornata.


Per 36 biscotti 280 g di farina Manitoba 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio 1/2 cucchiaino di sale 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere 2 cucchiaini di cannella in polvere 200 g di burro a temperatura ambiente 150 g di zucchero 1 uovo a temperatura ambiente 2 cucchiai di cacao Ghiaccia 180 g di zucchero a velo 1 albume 3-4 gocce di limone

In una terrina setacciare la farina, il bicarbonato, il cacao, il sale e le spezie. Mettete da parte. In un’altra terrina lavorare il burro per qualche minuto, poi unire 150 g di zucchero e continuare a sbattere per circa un minuto, fino ad ottenere una crema soffice e spumosa. Unire l’uovo. Versare il composto così ottenuto dentro alla farina mescolando con un cucchiaio di legno per amalgamare bene. Coprire l’impasto con pellicola per alimenti e porree in frigorifero per almeno 2 ore. Preriscaldare il forno a 180°C Stendere la pasta sulla spianatoia e ricavare gli omini con uno stampino. Far cuocere per almeno 12-13 minuti. Preparare la ghiaccia, mescolando bene lo zucchero setacciato, l’albume e le gocce di limone. La consistenza deve essere soda. Decorare i biscotti quando saranno ben freddi.


Sablée natalizi Lucia Lettieri

Dal blog Tra Cucina e PC

Ingredienti 450 g di farina 120 g di zucchero a velo vanigliato 200 g di burro Vaniglia o estratto di vaniglia 1 pizzico di sale Qualche cucchiaio di latte 1 cucchiaio di cacao amaro in polvere Colorante in gel verde Colorante in gel rosso

Impastare tutti gli ingredienti (tranne il cacao e i coloranti) preferibilmente con un impastatrice, fino a ottenere un impasto sbricioloso. Niente paura, appena riversato sul piano di lavoro e verrà lavorato con le mani diventerà compatto come una frolla. Prima di versare l'impasto sul piano di lavoro, dividerlo in tanti pezzi quanti sono i colori che si vorranno ottenere. Nel mio caso ho diviso per 4, rimettere ogni parte nell'impastatrice e aggiungere il cacao o i coloranti scelti (sciolti ognuno in un cucchiaio di latte). Impastare ancora un paio di minuti finché si otterrà un impasto dal colore omogeneo.

A questo punto ricavare i biscottini con le formine scelte, oppure, si possono realizzare dei simpatici pacchetti regalo. Per questo tipo di biscottino inserire un panetto di pasta colorato in un sacchetto da freezer e con il mattarello stenderlo ad uno spessore di circa 5 mm. ottenendone un rettangolo preciso. Dividere l'impasto al cacao (o l'impasto neutro) in due parti uguali e inserire anche esse in altri due sacchetti di uguali dimensioni del precedente e stendere anche questo (verrà ovviamente più sottile, ma la dimensione del rettangolo deve essere uguale al primo). Mettere in frigo per una mezz'ora a rassodare. Trascorso il tempo, dividere in due parti uguali il panetto colorato e sovrapporli inframmezzati da una parte al cacao. Tagliare a strisce il rettangolo ottenuto dalle sovrapposizioni e riunire due strisce ottenute inframmezzandole con un' altra striscia al cacao. In questo modo guardando la sezione di questo nuovo rettangolo ottenuto, si vedrà la forma di un pacchetto regalo. Compattare per bene e rimettere in frigo avvolto da pellicola. Trascorsa un altra mezz'ora, estrarre i rettangoli e tagliarli ottenendo i pacchetti. Cuocere a 170°C per 10 - 12 min. I biscotti pacchetto regalo saranno pronti quando inizieranno appena ad imbrunire. ATTENZIONE: da caldi sono ancora morbidi… lasciarli raffreddare prima di toccarli.


Il pampepato VITTORIA TASSONI

DAL BLOG VITTORIA IN CUCINA

Ingredienti 250 g di miele 250 g di nocciole 250 g di mandorle 250 g di noci 250 g di uvetta 50 g di pinoli 250 g di cioccolato fondente Pepe, cannella

In una pentola abbastanza grande mettere il miele insieme alle bucce del limone, quando inizia a bollire lasciarle per 4 minuti, poi toglierle. Aggiungere le mandorle e lasciarle cuocere per 10 minuti poi le nocciole e lasciarle cuocere sempre 10 minuti, poi le noci. Si deve assorbire tutto il miele e quando è sciolto mettere poi l’uvetta e i pinoli e la farina , per ultimo il pepe la cannella e il cioccolato. Amalgamare bene e versare su un tagliere con la rimanente farina. Girare aiutandosi con un tarocco per far assorbire la farina . Ancora caldi fare i mucchietti con i palmi delle mani , bagnandole se occorre e battendo sul tavolo per compattare. Cuocere in forno a 180° per circa 15 minuti fino a che non diventano dorati in superficie. Se si allentano un po’ appena usciti dal forno stringerli con le mani umide.


Alberelli di frolla CRISTINA COZZI

DAL BLOG LE DOLCI CREAZIONI DI CRIS

Per la frolla 300 g di farina 00 150 g di burro 130 g di zucchero 3 Tuorli 2 cucchiai di latte Per la Ghiaccia reale 150 g di zucchero a velo 30 g di albumi Limone q.b.


Su una spianatoia disporre la farina, zucchero e cacao. Aggiungere i tuorli, ed iniziare ad impastare. Unire il burro freddo e lavorare velocemente, aggiungere i 2 cucchiai di latte che vi aiuteranno ad amalgamare il tutto. Quando il panetto sarà omogeneo, avvolgerlo nella pellicola trasparente e lasciarlo riposare in frigo per almeno 30 minuti. Trascorso il tempo di riposo, prendere la frolla e stenderla con il matterello sul piano di lavoro infarinato ottenendo una sfoglia alta circa 5 mm, con degli stampi a forma di albero di natale ricavare i biscotti e riporli su una teglia rivestita di carta forno, rimpastare velocemente i ritagli d’impasto avanzati e riporre in frigo per una decina di minuti prima di ristendere per proseguire con la creazione di altri alberelli. Il numero di biscotti dipenderà dalla dimensione degli stampi. Cuocere i biscotti in forno ventilato preriscaldato a 160° per circa 20 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare gli alberelli di frolla su una gratella prima di procedere con la decorazione. Ora iniziamo a preparare la ghiaccia reale, mettere gli albumi con qualche goccia di limone in una ciotola e montare, aggiungere lo zucchero a velo setacciato e lavorare fino ad ottenere una glassa omogenea. Inserirla in una sacca a poche, e ritagliate la punta per ottenere un foro piccolo per una decorazione perfetta. Se si è alle prime decorazioni, ricordare che per avere un decoro preciso non bisogna avere fretta, un tratto sottile vi permetterà di poter ripassare nei punti imprecisi per renderli perfetti. Creare sugli alberelli di frolla il classico festone natalizio creando delle strisce diagonali da punta a punta, arricchire con delle palline, potete anche aggiungere dei corallini colorati. Lasciare asciugare per almeno 50 minuti. Ora gli alberelli di frolla sono pronti per essere ammirati e gustati.


Ingredienti 500 g di farina 0 200 g di zucchero 250 g di mandorle 100 g di burro 2 uova 75 ml di latte 1 scorza di limone 1 scorza d’arancia 5 g di ammoniaca per dolci 2 bustine di vanillina 1 pizzico di cannella in polvere 1 bicchierino di maraschino 1 pizzico di sale Per spennellare 1 tuorlo 2 cucchiai di latte

Tostare le mandorle e tritarle grossolanamente. Fondere il burro a bagnomaria. Sciogliere l’ammoniaca in poco latte caldo In una ciotola mettere la farina, lo zucchero, le mandorle, la cannella, il sale, la vanillina, la scorza del limone e dell’arancia grattugiate. Aggiungere il maraschino, il burro tiepido, il latte con l’ammoniaca, mescolare con le mani facendo una sabbiatura, poi aggiungere le uova leggermente sbattute con una forchetta. Versare l’impasto sull’asse e impastare velocemente con le mani. se dovesse essere troppo duro e necessita aggiungere del latte, se troppo morbido aggiungere poca farina. Deve essere un panetto morbido e non troppo duro. Stendere l’impasto dello spessore di 1 cm circa, tagliare a strisce e poi a losanghe o a rettangoli, oppure staccare dei piccoli pezzi, formare delle palline e poi appiattirle, io preferisco il primo metodo. Posizionarli su una teglia rivestita di carta forno. Sbattere il tuorlo con i due cucchiai di latte e spennellare biscotti. Cuocere in forno preriscaldato a temperatura di 180° per circa 15/20 minuti, i nzuddi devono risultare belle dorate.

Nzuddi biscotti di Messina MIRELLA PAGLIARO

Dal blog In cucina con mire


Roccocò MIRELLA PAGLIARO

DAL BLOG IN CUCINA CON MIRE

Ingredienti 500 g di Farina 0 350 g di zucchero 350 g di mandorle 150 ml di acqua 50 g di miele millefiori 10 g di pisto 3 g di ammoniaca per dolci 1 scorza d’arancia 1 scorza di limone 25 g di arancia candita 25 g di cedro candito 1 cucchiaio di cacao amaro in polvere 1 pizzico di sale

Ingredienti per spennellare e decorare 1 tuorlo 1 cucchiaio di latte Mandorle q.b.

Per prima cosa abbrustolire le mandorle: metterle su una teglia e passarle in forno caldo a 180° per 7/8 minuti. Appena sono fredde metterle nel Mixer e tritarle grossolanamente. Tagliare a cubetti piccoli i canditi di arancia e cedro. Grattugiare l’arancia e il limone. Nella ciotola mescolare la farina con lo zucchero, il pisto, il sale, le mandorle tritate, la buccia del limone e arancia, il cacao. Fare una bella fontanella nella farina, aggiungere il miele sciolto in metà acqua tiepida, amalgamare, aggiungere i canditi e l’ammoniaca. Versando a filo il resto dell’acqua, regolarsi man mano se ci vuole tutta, oppure aggiungerne dell’altra. Lavorare l’impasto sulla spianatoia, finché non si ottiene un panetto liscio che sia morbido, non troppo duro ma neanche appiccicoso. Dal panetto staccare dei pezzi e stenderli a salsicciotti di circa 20 cm di lunghezza e grossi quanto un dito, formare le ciambelline unendo le due estremità. Disporre le ciambelline sulla teglia foderata da carta forno, schiacciare leggermente, spennellare con il tuorlo sbattuto con il cucchiaio di latte. Per guarnire si possono inserire delle mandorle intere. Infornare nel forno preriscaldato e cuocere a 180° per circa venti minuti.



Panforte Caterina Anello

Dal blog Cake & Fancy

Ingredienti 200 g nocciole intere 200 g mandorle (Non pelate) 120 g arancia candita 120 g zenzero candito (in alternativa cedro o altro) 150 g farina Manitoba 2 pizzichi zenzero in polvere 1/2 cucchiaino cannella in polvere 2 pizzichi di chiodi di garofano macinati 1/2 cucchiaino coriandolo in polvere 150 g zucchero a velo (per decorare q.b.) 150 g miele millefiori 1 bustina vanillina 1 foglio ostia 30 ml acqua

Mettere le nocciole e le mandorle nel forno a 180° per qualche minuto. Rivestite uno stampo apribile con la carta forno e adagiare sul fondo il foglio di ostia. Nel frattempo dentro una ciotola capiente mettere i canditi unire anche le spezie: la cannella, i chiodi di garofano, lo zenzero, il coriandolo. Aggiungere anche la vanillina, le mandorle, le nocciole tostate e la farina. In un pentolino fare sciogliere a fiamma bassa, lo zucchero a velo e il miele con l’acqua mescolando. Quando arriva a bollore, togliere dal fuoco e versare il liquido nella ciotola dei canditi e le spezie. Fate amalgamare tutti gli ingredienti per bene, versare il composto nello stampo apribile preparato in precedenza. Livellare il composto con le mani e fare cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 25/30 minuti. Controllare la cottura, Il panforte dovrĂ diventare leggermente dorato. Sfornare, aprire lo stampo a cerniera e lasciare raffreddare. Dopo aver completamente raffreddato, spolverate la superficie con tanto zucchero a velo.


MARIA ROSARIA DE LUCA

Pane di Natale ricetta Toscana Dal blog cucina casareccia

Ingredienti per due pagnotte da 500 g Per la pasta di pane 200 g di lievito madre (o 12 g lievito birra fresco) 700 g di farina 00 400 g di acqua 30 g di sale Per completare 150 g di miele 100 g di uva passa 50 g di noci tritate 100 g di canditi cannella in polvere scorza di limone grattugiata (facoltativa)

In una ciotola sciogliere il lievito madre (o il cubetto di lievito di birra con cucchiaino raso di zucchero) con l’acqua. Aggiungere poi, la farina con il sale. Impastare prima nella ciotola poi su di una spianatoia infarinata. Per impastare usare il polso , facendo incamerare più aria possibile all’impasto, cioè raccogliere l’impasto sempre verso il centro della palla, che si è formata, e girandola su se stessa ripetere l’operazione per almeno 6/7 minuti. Ora sistemare la palla d’impasto in una ciotola e ricoprirla con tappo ermetico o con pellicola. Lasciarla così lievitare per almeno 5 ore. Nel frattempo tritare le noci, tagliare a dadini i canditi e preparare l’uvetta. Riprendere l’impasto del pane e unirvi il miele con un po’ di cannella; impastare fino a quando non sarà ben incorporato. Aggiungere le noci tritate, l’uvetta e i canditi. Continuare a impastare per 10 minuti, così da far meglio amalgamare il tutto. Dividere in due parti uguali e poggiare su due teglie differenti, ricoperte da carta da forno. Far lievitare per almeno due ore. Mettere poi in forno preriscaldato a 180° per 30/40 minuti in forno statico. Una volta cotto lasciarlo raffreddare fuori dal forno.


Biscotti a go go Dalla rubrica "l'Italia nel piatto"

20 RICETTE DI BISCOTTI 1 PER OGNI REGIONE ITALIANA


I Lebkuchen sono i deliziosi e tipici biscotti dell'Alto Adige speziati al miele del periodo natalizio. Il mix di spezie, miele e farina di segale regalano a questi biscotti un profumo inconfondibile. tratto da: Cucinare nelle Dolomiti di Athesia


Manuela Valentini

Lebkuchen Dal blog profumi e colori

Per circa 40 biscotti 250 g di farina di frumento 125 g di farina di segale 10 g di bicarbonato 150 g di miele 100 g di zucchero 26 g di uovo 1 tuorlo d’uovo 100 g di burro Scorza grattugiata di limone Semi di un baccello di vaniglia 15 g di spezie per Lebkuchen oppure 2 g di cannella in polvere 1 g di chiodi di garofano in polvere 1/2 g di zenzero in polvere 1 g di scorza di limone Per spennellare latte Per la glassa zucchero a velo q.b. succo di limone

Mescolare la farina di frumento, la farina di segale e il bicarbonato. Scaldare leggermente il miele e lo zucchero. Aggiungere alla miscela di farine l’uovo intero, i tuorli, il burro ammorbidito, la scorza di limone, i semi del baccello di vaniglia, le spezie, il miele scaldato insieme allo zucchero e impastare tutto insieme. Riporre quindi in frigorifero coperto per almeno 3 ore. Impastare leggermente e stendere l’impasto a circa 8 mm di spessore, ritagliarlo con degli stampini per biscotti e trasferire su una teglia coperta da carta forno. Spennellare i biscotti con il latte. Cuocere in forno statico a 180°C per 10-12 minuti. Una volta cotti, lasciare raffreddare completamente i biscotti su una gratella. A piacere si possono decorare o ricoprire i biscotti con una glassa al limone. Aggiungere allo zucchero a velo delle gocce di limone fino a creare una glassa non troppo fluida. Quando i lebkuchen saranno decorati lasciarli asciugare a temperatura ambiente quindi trasferirli in una scatola di latta con una scorza d'arancia.


Tina Tarabelli

Mostaccioli molisani Dal blog Tarte Tatina

Ingredienti per 40 biscotti 500 g di farina 150 g di miele 150 g di zucchero 2 uova 250 g di mandorle tostate tritate molto finemente quasi a farina 2 cucchiai di cacao Mezzo bicchiere di olio di semi Mezza tazzina di caffè Mezzo bicchiere di mosto cotto (in alternativa sostituite con caffè) 8 g di ammoniaca La buccia grattugiata di un’arancia 1 cucchiaino di cannella 1/4 di cucchiaino di polvere di chiodi di garofano 300/400 g di cioccolato fondente da copertura 2 cucchiai di olio di semi

In una ciotola versare il miele leggermente intiepidito, le mandorle, l’olio, le uova, lo zucchero, il caffè ed il mosto cotto, la buccia grattugiata dell’arancia. Amalgamare gli ingredienti. Aggiungere l'ammoniaca e le spezie e mescolare ancora. Formare una palla e farla riposare in frigo coperta da pellicola, meglio se per qualche ora. Con il matterello stenderla ad uno spessore di quasi un centimetro. Ricavare dei rombi da cuocere in forno statico a 175°C per circa 15-20 minuti. Fare raffreddare i biscotti. Preparare la glassa di copertura sciogliendo il cioccolato, tritato finemente, in un pentolino a bagnomaria o al microonde con l’olio di semi. Immergere i biscotti nel cioccolato e farli asciugare prima di riporli in una scatola di latta.


Laura Soraci

Reginelle Siciliane Dal blog Profumo di Sicilia

Ingredienti per 40 biscotti Per la frolla 250 g di farina 80 g di zucchero 100 g di strutto 1 uovo Latte q.b. 1 cucchiaino di ammoniaca per dolci o lievito in polvere Un pizzico di sale marino iodato fine Per l’esterno Semi di sesamo q.b. Acqua q.b. Versare uova, strutto, zucchero nel boccale dell'impastatrice o in una scodella capiente, iniziare a lavorare il composto e successivamente aggiungere la farina, il sale, l’ammoniaca/lievito e la scorza di limone. Se il composto risulta troppo duro, aggiungere poco latte per volta fino ad ottenere la consistenza di una frolla. Lavorare l'impasto fino a formare una palla liscia ed omogenea, avvolgere nella pellicola per alimenti o in un sacchetto per surgelati e porla in frigorifero per circa 30 minuti o fino a quando lo strutto non avrà ripreso consistenza. Versare in una scodella i semi di sesamo e poca acqua per volta mescolare bene fino a bagnarli completamente. Prelevare piccole porzioni di impasto e su una spianatoia lavorare a formare dei serpentelli di circa 2 cm di diametro. Con un tagliapasta o con un coltello affilato ricavare dei cilindri di 3-4 cm di lunghezza. Passare ogni biscotto nei semi di sesamo ricoprendo completamente la superficie. Disporre tutte le reginelle su una teglia da forno rivestita di carta forno. Infornare a forno caldo alla temperatura di 200° C e cuocere per circa 15 minuti o fino a quando la superficie non si sarà dorata completamente.


Elisa Di Rienzo

Le frolle di santa Lucia Dal blog Il fior di cappero

Ingredienti 500 g di farina 0 250 g di burro (ideale tra 10° -13°C) 200 g di zucchero semolato 4 tuorli (con un po' di albume) Pizzico di sale Semi di vaniglia Zucchero a velo q. b.

Unire in una ciotola il burro, lo zucchero semolato, le uova (tuorli con un po' di albume, senza dividerli benissimo), il sale e i semi di vaniglia e amalgamare con l’aiuto di una spatola. Quando è ben amalgamato aggiungere tutta la farina. Continuare a mescolare con la spatola finché il burro non avrà assorbito gran parte della farina e terminare aiutandosi con le mani. Non appena si otterrà un impasto omogeneo mettere la pasta a riposare in frigorifero per almeno un'ora. Poi infarinare il piano di lavoro (o mettere la pasta tra due fogli di carta forno) prendere un pezzo di pasta frolla e stenderla con un mattarello ad uno spessore di circa 4 mm. Conservare in frigo l’impasto che non state utilizzando. Con degli stampini "natalizi" ritagliare i biscotti. Mettere altri 10 minuti in frigorifero prima di informare. Intanto procedere a ritagliare gli altri biscotti. Metterli su una placca da forno rivestita di carta forno e cuocere a 180°C per circa 10-12 minuti, fino a che non saranno dorati. Sfornarli, farli raffreddare e spolverizzare con abbondante zucchero a velo.


Marina Riccitelli

TOZZETTI VITERBESI Dal blog Meri in cucina

Ingredienti per 30 biscotti 300 g di farina 2 uova 70 g di olio extra vergine di oliva 200 g di zucchero 1 cucchiaino di lievito per dolci La scorza grattugiata di un limone bio 70 g di nocciole 70 g di cioccolato fondente

Lavare bene il limone e grattugiarne la scorza. Nella ciotola della planetaria o del mixer unire zucchero, scorza e uova. Mescolare e far gonfiare l'impasto. Aggiungere l'olio, poi il cucchiaino di lievito e impastare per bene. Unire le nocciole, alcune tritate grossolanamente altre intere. Unire il cioccolato spezzettato e mescolare. Solo alla fine setacciare la farina e amalgamarla al composto. Trasferire l'impasto sul piano di lavoro infarinato e dividerlo in tre panetti. Lavorarne ognuno formando tre filoncini belli larghi e posarli nella teglia ricoperta di carta forno. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 20 minuti. Sfornare e mentre sono ancora caldi tagliarli a losanghe e rimetterli in forno per 3-5 minuti per biscottarli leggermente. Sfornare e lasciar raffreddare.


Miria Onesta

Tozzetti umbri Dal blog 2 amiche in cucina

Ingredienti 400 g di farina 00 200 g di zucchero semolato 3 uova 80 g di burro 1/2 cucchiaino bicarbonato 10 g di liquore a piacere 100 g di nocciole 100 g di mandorle

Preriscaldare il forno a 180°C. Rivestire una teglia con la carta forno. Versare su un piano da lavoro la farina, lo zucchero e il bicarbonato. Unite al centro le uova, il burro, il liquore e iniziare ad amalgamare con una forchetta. Unite anche la frutta secca e impastare con le mani, finchÊ non si forma un impasto liscio e ben amalgamato. Dividere l'impasto in 3 parti, formare con ognuna un filoncino. Sistemare i filoncini sulla teglia e infornarli per 15 minuti. Sfornare e lasciar raffreddare leggermente, poi tagliare i filoncini a fette oblique. Rimettere i tozzetti nella teglia, con la parte tagliata rivolta verso l'alto. Infornare ancora per 5 minuti. Una volta sfornati lasciarli raffreddare su una griglia.


Milena De Palma

Intorchiate pugliesi Dal blog breakfast da donaflor

Ingredienti 250 g di farina 00 75 g di zucchero semolato 35 g di burro 75 ml di ottimo vino bianco 60 ml di olio evo Un pizzico di sale fino 5 g di ammoniaca o lievito per dolci Acqua q.b. se occorre Per guarnire 50 g di mandorle spellate e tostate Zucchero semolato q.b. In una ciotola unire olio, vino e un pizzico di sale, mescolare con una frusta o forchetta, aggiungere la farina poco per volta, quando l'impasto sarà lavorabile con le mani aggiungere il burro morbido, zucchero, un po' di acqua se l'impasto dovesse risultare piuttosto duro, infine l'ammoniaca. Amalgamare bene tutti gli ingredienti e lavorare l'impasto fino a quando diventa liscio e omogeneo. Far riposare 15 minuti circa. Staccare piccoli pezzi e formare dei rotolini lunghi circa 20 cm. piegare su se stessi e intrecciare per tre volte, su ogni incrocio inserire una mandorla. Passare tutte le intorchiate nello zucchero semolato e disporre su una teglia rivestita da carta da forno. Infornare a 180°C per circa 20-25 minuti.


Natalia Picciocchi

Biscotti all'amarena campani Dal blog Fusilli al tegamino

Dosi per una decina di biscotti grandi Per la frolla 500 g di farina 250 g di burro freddo a pezzi 2 tuorli + 1 uovo intero 200 g di zucchero semolato 8 g di lievito per dolci vanigliato Per il ripieno Un pan di Spagna da 400 g circa 300 g di marmellata di amarena Sciroppo di amarena q. b. 30 g di cacao amaro Per la finitura 30 g di albume 150 g di zucchero a velo Marmellata o sciroppo di amarena q. b.

Impastare velocemente il burro con la farina, fino a ottenere un composto simile al pangrattato. Rifare la fontana e aprire al centro l'uovo intero e i tuorli. Versare lo zucchero e il lievito. Impastare fino a ottenere un impasto morbido e omogeneo. Avvolgere in pellicola e lasciare riposare per almeno 1 ora. Il ripieno Sbriciolare il pan di Spagna, poi aggiungere il cacao, la marmellata e tanto sciroppo di amarena quanto basta per ottenere un impasto che sta insieme, morbido ma lavorabile. I biscotti Stendere la frolla in un rettangolo dallo spessore di circa 1/2 cm e finire i bordi tagliando via l'eccesso. Spolverizzare il piano di lavoro con lo zucchero a velo e lavorare il ripieno per formare un filone.

Disporre il filone al centro del rettangolo di frolla. Ripiegare prima un lato, poi l'altro fino a far combaciare i lati senza sovrapporsi. Chiudere bene avvolgendo il panetto in pellicola e lasciare riposare 30 minuti. Riprendere il filone e tagliare via i due estremi. Rifinire i biscotti Mescolare insieme l'albume con lo zucchero a velo. Pennellare il composto sul filone (il composto deve essere sodo, regolarsi con le quantità di zucchero e albume). Con un coltello incidere nella glassa l'impronta di due solchi paralleli e riempirli di marmellata o di sciroppo di amarene. Tagliare i biscotti allo spessore di 2 cm e disporli sulla teglia rivestita di carta forno. Cuocere i biscotti a 170°C per circa 25 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare bene prima di confezionare i biscotti pronti per essere regalati.


Friuli-Venezia Giulia Chiara Selenati

Ingredienti 120 g di zucchero semolato 3 uova medie 300 g di farina di grano tenero tipo 1 8 g di lievito per dolci 1 bustina di vanillina 130 g di fichi secchi 70 g di mandorle intere non spellate 50 g di noci 50 g di uvetta Rum ambrato 1 limone Zucchero a velo per servire.

Mettere l’uvetta in una ciotola e aggiungere il rum a livello. Tagliare i fichi in 4, tritare le noci grossolanamente. Montare le uova e lo zucchero con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Aggiungere la farina setacciata con il lievito, la vanillina e mescolare con un cucchiaio di legno. Incorporare quindi l’uvetta con il rum, i fichi, le noci e le mandorle. Infine aggiungere la scorza del limone grattugiata e il succo di mezzo limone. Mescolare bene, si deve ottenere un impasto denso. Se sembra troppo duro, aggiungere un goccio di latte. Suddividerlo in 2 stampi da plumcake ricoperti di carta forno. Livellare la superficie usando un cucchiaio bagnato. Cuocere nel forno caldo a 175°C per circa 30 minuti: la superficie dev’essere dorata. Lasciare raffreddare, poi tagliare delle fettine sottili e passarle nello zucchero a velo. Questi biscotti si conservano fino ad una settimana in una scatola con chiusura ermetica.

BISCOTTI CON FRUTTA SECCA Dal blog That's amore


Barbara Froio

Mostacciolo calabrese ripieno DAL BLOG IL MONDO DI RINA

Ingredienti 1 kg di miele di castagno 300 g di mandorle tostate 300 g di cioccolato fondente Farina 00 quanto ne prende l'impasto 1 uovo intero e un tuorlo 1/2 cucchiaino di bicarbonato

Sciogliere il miele a bagnomaria. In una ciotola versare della farina, le uova e lavorare con le mani; unire il bicarbonato e il miele. Aggiungere altra farina fino ad ottenere un impasto omogeneo simile alla pasta frolla. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, aggiungere 3 cucchiai di miele e le mandorle tostate. Stendere l'impasto con il mattarello su carta forno in una sfoglia rettangolare e mettere il ripieno nel mezzo. Arrotolarlo dal lato piÚ lungo e infornarlo in forno statico preriscaldato a 160°C per 20 minuti circa. Dovrà raggiungere un colore dorato. Una volta freddo ( meglio il giorno dopo ) tagliarlo a fette sottili.


Lucia Antenori

calzoncelli di Melfi Basilicata Dal blog Quella lucina nella cucina

Ingredienti per la sfoglia 300 g di farina 00 50 g di zucchero semolato 1 uovo 50 g di olio extravergine di oliva 100 ml di vino bianco dolce Un pizzico di sale Ingredienti per il ripieno 200 g di mandorle 125 g di zucchero semolato 100 g di cioccolato fondente Per fare i calzoncelli bisogna prima di tutto preparare la sfoglia all’uovo. Setacciare la farina su un piano di lavoro, fare la fontana al centro e aggiungere lo zucchero, l’uovo leggermente sbattuto con una forchetta, un pizzico di sale e l’olio. Iniziare a lavorare gli ingredienti aggiungendo gradualmente il vino tiepido. Lavorare gli ingredienti per ottenere un panetto morbido ma non appiccicoso. Avvolgere l’impasto nella pellicola e farlo riposare per circa un’ora. Tostare le mandorle e farle raffreddare, metterle in un frullatore con lo zucchero, il cioccolato fondente tritato finemente e frullare fino ad ottenere una pasta omogenea. Prendere l’impasto della sfoglia che avete lasciato riposare, stenderlo gradualmente con la sfogliatrice in una sfoglia sottilissima. Prendere parte del composto di mandorle e cioccolato e su un piano di lavoro formare un salsicciotto spesso circa 1 cm, poi tagliarlo in cilindretti lunghi circa 1,5 cm e
 sistemarli sulla sfoglia di pasta distanziandoli l’uno dall’altro. Avvolgere la sfoglia per ricoprirli formando tanti piccoli ravioli lunghi. Tagliare la sfoglia con una rotella dentellata taglia pasta. Disporre i piccoli ravioli su una leccarda ricoperta con carta forno ed infornare a forno caldo a 180°C , funzione statico cuocere i calzoncelli per circa 15 – 20 minuti o finché non risulteranno belli dorati.


Sabrina Pignataro

Torcetti di Saint Vincent Dal blog Delizie e Confidenze

Ingredienti 500 g di farina 8 g di lievito di birra fresco 20 g di zucchero semolato 140 g di burro vegetale o margarina (senza grassi idrogenati e senza olio di palma) 150 g di acqua tiepida 150 g di zucchero semolato per decorare 1 cucchiaio di liquore all’anice (facoltativo) 1 cucchiaino di estratto di vaniglia 1 pizzico di sale

In una ciotola sbriciolare il lievito di birra fresco, unire 1 cucchiaino di zucchero e sciogliere entrambi in 4 cucchiai di acqua tiepida. Nel frattempo, nella ciotola della planetaria versare la farina, lo zucchero e il sale distribuendolo sui lati esterni della farina. Aggiungere al centro il composto con il lievito sciolto, lavorare a media velocità con il gancio a foglia. Versare poco alla volta l’acqua, lasciando che il composto assorba completamente il liquido prima di versarne dell’altra. Aggiungere anche il liquore. Lavorare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Introdurre nell’impasto il burro vegetale in piccoli pezzi, poco alla volta, lasciando che l’impasto assorba completamente il burro prima di aggiungerne altro. Aumentare la velocità e lasciar impastare per 5 minuti; quindi trasferire il composto in un recipiente leggermente oliato, coperto e al caldo, al riparo da correnti d’aria. Lasciar lievitare 2 ore, fino al raddoppio. Una volta raddoppiato il volume, ribaltare il composto sul piano di lavoro leggermente infarinato, sgonfiarlo con le dita e ritagliare in pezzi dai quali ricavare dei filoncini di impasto. Tagliare ogni filoncino in parti più piccole di circa 10 cm di lunghezza e 1 cm di diametro. Chiudere le due estremità dei pezzi ritagliati formando una goccia. Per facilitare l’operazione, con un dito bagnato in acqua, inumidire un’estremità del filoncino e chiudere con l’altra estremità, premendo leggermente (l’acqua farà da collante). Passare ogni torcetto nel piatto con lo zucchero e disporli nella teglia rivestita da carta forno distanziandoli un po' tra loro. Cuocere in forno già caldo a 200°C per 15 minuti. Quando i biscotti risultano leggermente dorati, estrarre dal forno e lasciar raffreddare completamente.


Chiara Rozza

Bacioni di Lodi Dal blog Kucina di Kiara

ingredienti per circa 12-15 bacioni 350 g di nocciole 200 g di zucchero a velo 100 g di zucchero 40 g di cacao amaro 35 g di miele di tiglio 3 albumi Per la farcitura 100 g di panna 100 g di cioccolato fondente

Per prima cosa tostare le nocciole e macinarle insieme allo zucchero di semola. Attenzione ad azionare il mixer a intermittenza, in modo tale da evitare che le nocciole rilascino il loro olio. Montare gli albumi a neve con lo zucchero a velo poi, in maniera molto delicata, aggiungere le nocciole e il resto dello zucchero, il cacao e il miele. Mescolare con movimenti delicati dal basso verso l'alto e lasciare riposare qualche minuto. Mettere l’impasto nella sac-à-poche e formare dei dischi da 4-5 cm sulla leccarda ricoperta di carta da forno. In cottura cresceranno leggermente quindi fare attenzione e distanziarli. Lasciare asciugare l’impasto per almeno 3 ore e poi infornare in forno caldo a 200°C per 7 -10 minuti massimo. Staccare i dischi quando saranno ben freddi. Un buon risultato si ottiene se all’esterno i dischi sono croccanti e dentro molto morbidi. Per la farcitura, far scaldare la panna senza portarla a ebollizione e, una volta tolta dal fuoco, aggiungere il cioccolato tritato. Mescolare bene con una frusta fino allo scioglimento di quest'ultimo. Prendere due dischi e farcirli con la crema al cioccolato, schiacciarli e porli su un vassoio.


Krumiri CAMILLA ASSANDRI

di Casale Monferrato

Dal blog La cascata dei sapori Ingredienti 280 g di farina di meliga (mais) 200 g di farina di frumento 160 di zucchero 4 uova Vaniglia Tagliare il burro a pezzi e lasciarlo ammorbidire a temperatura ambiente. Setacciare le due farine su un piano di lavoro, mescolare allo zucchero e alla vaniglia e disporre a fontana. Nell'incavo aggiungere il burro e i tuorli. Impastare gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e consistente a cui dare una forma a palla, coprirla con la pellicola trasparente e lasciarla riposare per un'ora in un luogo fresco. Trasferire l'impasto in una sacca da pasticceria con la bocchetta dentellata e distribuire l'impasto sulla placca rivestita con carta forno, formando i biscotti leggermente curvi di 8 centimetri di lunghezza. Far cuocere in forno ben caldo a 200° C e sfornarli dopo 20 minuti circa, quando avranno assunto un bel colore dorato.


Giovanna Menci

Amaretti di Santa Croce Dal blog Acquacott e fantasia ingredienti per 38 biscotti 260 g di mandorle pelate* 200 g di zucchero semolato 1 tuorlo 2 albumi Scorza grattugiata di 1 limone *Si può usare qualche mandorla amara (armellina) al posto delle mandorle comuni, ma non piÚ di 10 g data la tossicità .

Tritare finemente le mandorle con un mixer, unendo man mano lo zucchero e la scorza grattugiata del limone. In alternativa alle mandorle usare la farina di mandorle. Unire il tuorlo, distribuendolo bene con i polpastrelli o meglio, con qualche colpo di mixer. Montare gli albumi a neve e incorporarli al composto. Ottenuto un panetto omogeneo, staccarne dei pezzetti di circa 14 g e dare loro la forma a cono. La base di solito viene fatta diventare un quadrato di 3x3 cm. Mettere un foglio di cialda bianca sulla leccarda del forno e disporvi sopra i biscotti. Cuocere in forno caldo a 160° C per 20 minuti. Quando saranno cotti, attendere che si raffreddino e passare un coltello intorno alla base di ogni amaretto.



Ingredienti per le ferratelle 3 uova intere 6 cucchiai di zucchero 6 cucchiai di olio di semi o d'oliva 1 cucchiaino di cannella in polvere 3 cucchiai di liquore Anice o Sambuca 300 g di farina di farro 1 cucchiaino di lievito per dolci Ingredienti per il ripieno 4 o 5 cucchiai di miele millefiori 200 g di noci tritate

Note Al posto della farina di farro si possono usare altri tipi di farina come la 0 o la 00. Invece delle noci, vanno benissimo anche le nocciole oppure un misto di nocciole e noci.

Per prima cosa preparare le ferratelle. Scaldare il ferro sul fornello medio e fiamma medio bassa, rigirando spesso per scaldare uniformemente. Nel frattempo, battere le uova con lo zucchero, l'olio e la cannella. Unire il liquore e poi la farina con il lievito. Si otterrà un impasto piuttosto sodo. Mescolare con un cucchiaio per agevolare l'operazione. Ungere entrambe le piastre del ferro per le ferratelle usando un pennellino e versare un cucchiaio d'impasto al centro. Chiudere le piastre e fare una leggera pressione. Cuocere per 2 o 3 minuti per lato o fino a quando la ferratella è dorata. Proseguire in questo modo fino ad esaurimento dell'impasto. Mentre le ferratelle raffreddano, preparare il ripieno. Mettere il miele in un pentolino e scaldarlo fino a quando diventa fluido. Ora unire le noci tritate e cuocere qualche minuto (4-5), mescolando sempre. Mettere un po' di ripieno ancora caldo su una ferratella, distribuirlo più o meno uniformemente e richiudere con un'altra ferratella. Continuare così fino ad esaurimento degli ingredienti.

MARY VISCHETTI

Coperchiole abruzzesi

con Miele e Noci

Dal blog un'americana tra gli orsi


Ingredienti per 28 tortelli Per l'impasto 250 g di farina 75 g di zucchero 25 g di burro 1/2 bustina di lievito per dolci 1 uovo 30 ml di liquore Sassolino Per il ripieno Crema pasticcera q.b. Pesto natalizio ( squisito ripieno fatto di marmellate, castagne, noci, pinoli, caffè in polvere, rum o sassolino) Setacciare la farina con il lievito, fare la fontana e inserire il burro a pomata, l'uovo, lo zucchero e il liquore. Impastare velocemente fino ad ottenere un impasto omogeneo, morbido ma non appiccicaticcio. Avvolgerlo in pellicola e mettere in frigo per un paio di ore. Preparare il ripieno, che potrà essere una crema pasticcera (dose 1/3 rispetto a quella del link) o il pesto natalizio che varia da famiglia a famiglia, come le vere ricette della tradizione, tramandate a voce per tanti anni. Il mio pesto è composto: 2 cucchiai di marmellata di prugne, 2 cucchiai di marmellata di amarene, 1 cucchiaio di cacao, 5 noci tritate, 1 cucchiaio di mostarda tritata, 2 amaretti bagnati nel Sassolino, mescolare molto bene in modo da ottenere una crema omogenea. Togliere dal frigo l'impasto e con l'aiuto di mattarello tirare una sfoglia di 2 mm, aiutandosi con la farina per evitare che si attacchi alla tavola in legno, tagliare dei cerchi, con un coppapasta o un bicchiere, mettere una noce di ripieno, richiudere e assicurare la chiusura con i rebbi della forchetta. Cuocere in forno a 180°C fiunzione ventilato per 15 minuti circa; è possibile frigggerli in abbondante olio di semi o strutto, fino a colorazione dorata. Cospargere di zucchero a velo, lasciare raffreddare e servire.

ELENA BROGLIA

Tortelli di Natale

di Reggio Emilia

Dal blog zibaldone culinario


Cobeletti CARLA EMILIA COGO

DAL BLOG ARBANELLA DI BASILICO

Ingredienti 300 g di farina 100 g di zucchero a velo 200 g di burro 1 tuorlo 1 limone non trattato Marmellata a piacere 1 pizzico di sale 1/2 cucchiaino di bicarbonato

Riunire nell’impastatrice la farina, il burro a pezzetti, il sale, il bicarbonato e la scorza grattata di ½ limone. Unire lo zucchero e subito dopo il tuorlo, quindi azionare l’apparecchio ottenendo un composto sabbioso. Rovesciarlo sulla spianatoia infarinata, lavorarlo velocemente e tirarlo con un matterello ad uno spessore di circa 3 mm. Foderare una dozzina di stampini per tartellette dopo averle imburrate e infarinate. Distribuire all’interno dei dolcetti un po’ di marmellata senza esagerare perché non esca durante la cottura. Coprire con la pasta avanzata, pizzicando i bordi per sigillarli. Infornare a 180°C per 20 minuti circa o finché non saranno dorati. Fare raffreddare prima di sformarli.


ZAMBELLAS DI DORGALI DANIELA MAMMANO

Sardegna

DAL BLOG DOLCI TENTAZIONI D'AUTORE Ingredienti 535 g di farina 00 170 g di zucchero semolato 3 uova intere grandi La scorza grattugiata di un limone La scorza grattugiata di un'arancia 170 g di strutto 1 bustina di lievito per dolci Una bustina di lievito in polvere per dolci 1 cucchiaio di Fil’e Ferru (acquavite) Confettura di more o marmellata di arance q.b.

In una capiente ciotola, mettere lo zucchero e aggiungere le uova, le scorze grattugiate degli agrumi e sbattere con una frusta a mano per almeno 5 minuti. Mettere nella planetaria la farina setacciata con il lievito, aggiungere il composto di uova e zucchero e iniziare ad impastare lentamente. Aggiungere lo strutto a temperatura ambiente e il Fil’e Ferru e continuare ad impastare. Togliere l’impasto dalla planetaria, infarinare una spianatoia e continuare ad impastare velocemente con le mani ottenendo un impasto liscio e omogeneo. Stendere il panetto in una sfoglia dello spessore di circa mezzo centimetro e copparlo con una formina a forma di fiore. Adagiare al centro di ogni fiore un cucchiaino di marmellata di arancia o confettura di more selvatiche. Con i ritagli di pasta rimasti, realizzare dei cordoncini da arrotolare sopra la marmellata. Spennellare solo il cordoncino con un tuorlo d’uovo e un goccino di latte ed infornare in forno preriscaldato a 170° per circa 20 minuti.


Biscotti all’anice marchigiani ANNALAURA LEVANTESI

DAL BLOG FORCHETTA E PENNELLO

Ingredienti 450 g farina 0 200 g zucchero 3 uova 150 g burro 30 g semi di anice Montare le uova con lo zucchero. Aggiungere il burro e la farina e continuare a mescolare bene. Quando si sarà ottenuto un impasto abbastanza sodo, aggiungere i semi di anice e amalgamare bene. Lavorare l'impasto sul piano leggermente infarinato e formare due filoncini. Cuocerli in forno a 180° per 25/30 minuti. Far raffreddare leggermente poi tagliare il filoncino a strisce larghe circa 1 cm. Ripassare in forno i biscotti facendoli stare 5 minuti per lato in modo da farli indurire leggermente.


PER I LETTORI Se ti piace cucinare e fotografare i tuoi piatti, inserisci le foto su instagram con l'hashtag #enjoyfoodmagazine. Le ricette con le foto più belle verranno pubblicate sulla rivista. Oppure contattaci scrivendo a enjoiyfoodmagazine@gmail.com

SEGUICI SU

Questa rivista non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornata senza alcuna periodicità. Non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001. E' vietata la riproduzione anche parziale della stessa. Il materiale pubblicato è proprietà dei rispettivi autori. La rivista è pubblicata in formato PDF sul sito www.issuu.com e può essere scaricata liberamente.


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.