Page 1

N° 5 MAGGIO 2018

POSTE ITALIANE S.P.A. SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE 70% - NE/VR

MENSILE DI ATTUALITÀ, COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI DELLA CONFCOMMERCIO VERONA-IMPRESE PER L’ITALIA

ISTITUZIONI E IMPRESE IN RETE PER AUMENTARE LA SICUREZZA CON LE NUOVE TECNOLOGIE www.confcommercioverona.it

05/

Bar e ristoranti, la crisi non demorde Più chiusure che aperture anche nel veronese

18

Confcommercio Verona valorizza le eccellenze

1


ASSOCIATI E AVVANTAGGIATI                        

Con le convenzioni Confcommercio

Quadro esemplificativo di alcune convenzioni. Maggiori informazioni sul sito www.confcommercioverona.it COSTO STANDARD €

SCONTO

Fino o Medio

RISPARMIO ASSOCIATO €

ANTINCENDIO (Estintore a polvere da 6 Kg)

55A s.n.c.

52,00*

23%

12,00

RISPARMIO PRATICA RICHIESTA FINANZIAMENTO

CONFIDI VENETO

300,00

33,33%

100,00

TARIFFE AGEVOLATE sul consumo di energia elettrica

A.G.S.M. ENERGIA

1000,00*

5,5%

55,00

ASSICURAZIONE AUTO AZIENDALE E PRIVATA (estesa a familiari e collaboratori)

VITTORIA ASSICURAZIONI

570,00**

30%

171,00

ASSICURAZIONE CASA (es.Polizza All Risk, appartamento 130 mq)

VITTORIA ASSICURAZIONI

350,00**

30%

105,00

ASSICURAZIONE ATTIVITÀ COMMERCIALE (es. Polizza All Risk e responsabilità civile)

VITTORIA ASSICURAZIONI

1.800,00**

SIAE (radio - cd e 2 altoparlanti)

SIAE

277,60

16%

38,17

SCF Consorzio Fonografici (costo annuale 0-200 mq)

SCF

76,70

30%

22,00

Abbonamento Annuale quotidiano (7 su 7)

L’ARENA

475,00

48,42%

230,00

Abbonamento Annuale quotidiano (7 su 7)

GAZZETTA DELLO SPORT

563,83

27,43%

154,63

Abbonamento Annuale quotidiano (7 su 7)

CORRIERE DELLA SERA

599,53

31,78%

190,53

PRODOTTI SCRITTURA E UFFICIO,SCUOLA, CARTA, ARREDO, DECORO, CENTRO COPIE

OFFICE STORE GIUSTACCHINI

200,00

10%

20,00

Pos: Commissione Pagobancomat (0,35% per nuovi associati)

BANCA DI VERONA

1.500,00

50%

750,00

Pos commissioni pagobancomat 0,30/0,35 Pos commissioni carta di credito 0,60/0,75

UBI BANCA

1.000,00

50%

500,00

35%

TOTALE RISPARMIO ANNUALE UBI BANCA commissioni pagobancomat 0,30 distributori carburanti 0,35 altre attività Commissioni Carta di Credito 0,60 distributori carburanti 0,75 altre attività

revisione 22 novembre 2017

ABBONAMENTO

L’ARENA LA GAZZETTA DELLO SPORT CORRIERE DELLA SERA Il risparmio si intende su acquisto giornaliero

630,00

€ 2978,33

VITTORIA ASSICURAZIONI POLIZZA ALL RISK ATTIVITÀ COMMERCIALE Furto, incendio, merci, danni elettrici e vetri

*Gli esempi sono simulazioni. Per informazioni e preventivi personalizzati rivolgersi a 55A snc oppure Agsm **Gli esempi sono simulazioni. Per informazioni e preventivi personalizzati rivolgersi le agenzie Vittoria Assicurazioni del territorio ***La convenzione è valida esclusivamente per i nuovi Clienti con fatturato annuo non superiore a Euro 2.500.000. Non valida per i distributori di carburante

OPPORTUNITA’

DESCRIZIONE


05/18

Il Commercio Veronese Organo ufficiale della Confcommercio-Imprese per l’Italia della Provincia di Verona Anno XXXXVII - n. 5 Maggio 2018 Editore Confcommercio As.Co. Verona

>

IN COPERTINA

06

• Territorio (più) sicuro

Direttore responsabile redazione, videoimpaginazione Mirko Aldinucci

>

ATTUALITÀ

08

• Bar e ristoranti, la crisi resta

Redazione c/o Confcommercio Verona, Via Sommacampagna, 63/H 37137 Verona tel.045-8060811 fax 045-8060888 ilcommercioveronese@confcommercioverona.it www.confcommercioverona.it

09

• I 25 anni del Nodo d’Amore

09

• Piazza Erbe, sgombero posticipato

10

• «Deficit e blocco Iva le priorità»

>

CATEGORIE

Stampatore Gmg Press srl Via Ventura, 6 - 37135 Verona

15

• Scuola dell’agente immobiliare

16

• Libriadi, 10 anni di successi

17

• Ali spinge per il patto di filiera

17

• Carta carburante: niente proroga, Figisc e agenti delusi

19

• Assonologarda anti-abusivismo

>

RUBRICHE

Le foto di questo numero sono di: Mirko Aldinucci, archivio

04

• CRESCIAMO INSIEME di Paolo Arena

05

• FOCUS

Tutti i numeri de Il Commercio Veronese sono disponibili in pdf sul sito www.confcommercioverona.it

12

• L’ESPERTO RISPONDE

13

• NORME E ADEMPIMENTI

20

• SPORT

Direttore Paolo Arena

Autorizzazione Tribunale n.263 dell’11.09.1971 Spedizione in A.P. 45% art.2 comma 20/b legge 662/96 Filiale di Verona una copia: 0,10 euro abbonamento: 1 euro


CRESCIAMO INSIEME

n. 5 maggio 18

Valorizziamo le eccellenze veronesi dentro e fuori i confini nazionali di Paolo Arena Valorizzare le eccellenze veronesi dentro e fuori i confini della provincia e del Paese: è il percorso intrapreso da Confcommercio Verona, che supporta imprenditori e imprese associate di punta ed ha organizzato una conferenza stampa per approfondire il tema puntando i riflettori su alcuni specifici progetti già concretizzati. Nei giorni scorsi Gabriele Ferron, ambasciatore del riso nel mondo, è stato protagonista in Arabia Saudita di una importante iniziativa che ha dato lustro alla ristorazione veronese, con cene di rappresentanza e corsi di cucina dedicati e presto tornerà nel Paese arabo con materiale utile a promuovere il Made in Verona; Claudio Rama, responsabile della delegazione Confcommercio di Pastrengo, ha avviato un progetto per esaltare le peculiarità, i servizi e l’ospitalità del lago di Garda e delle colline gardesane insieme a numerose aziende del territorio attraverso la predisposizione di un sito internet, www.collinedelagrda.com e di una “piantina”, partendo dall’assunto che per promuovere bene bisogna valorizzare bene; Lorenzo Costa, presidente del Consorzio Ippostrade Europee con sede a Verona, ha coinvolto strutture turistiche e dell’ospitalità della provincia con un’offerta di attività e 4

mini-tour a cavallo abbinati all’enogastronomia con cui mette a disposizione dei turisti un metodo alternativo di conoscere il Veronese. Una valorizzazione a tutto tondo che si amplierà gradualmente coinvolgendo altri imprenditori, altri progetti e altre aree della provincia con l’obiettivo di

mettere a sistema, in sinergia con la nostra associazione, le numerose eccellenze che rappresentano da un lato un motivo di straordinario richiamo per un turismo in grado di svilupparsi 12 mesi l’anno, dall’altro un veicolo per consolidarci all’estero e conquistare nuovi mercati con il nostro agroalimentare, la nostra capacità imprenditoriale, il nostro stile di vita. Questo anche per sopperire ai tagli dei finanziamenti alla promozione del turismo e al ridimensionamento delle Camere di Commercio voluto dal Governo Renzi.


FOCUS

Un testimonial per l’assemblea In vista dell’assemblea generale della Confcommercio nazionale in programma giovedì 7 giugno, a Roma, presso l’Auditorium Conciliazione, sono stati girati dei video con “testimonial” che spiegano l’importanza di partecipare. I video vengono veicolati sui social network promuovendo l’importante momento associativo. A prendere la parola per Verona il giovane ristoratore Simone Vesentini che nel breve “girato” ha parlato dell’abolizione dei voucher. L’assemblea Confcommercio sarà l’occasione per presentare alle forza politiche, al nuovo Parlamento e al

Governo le istanze dei settori che si riconoscono nella Confederazione avanzando e ribadendo le proposte e aspettative per una legislatura che dovrà proseguire nel percorso delle riforme, consolidare la crescita e valorizzare il ruolo delle imprese del commercio, del turismo, dei servizi, dei trasporti e delle professioni. Sul prossimo numero ampio resoconto dell’assemblea.

“Primo”, la testimonianza di Levi conquista il Camploy Una interpretazione passionalmente glaciale quella di Jacob Olesen in “Primo”, il recital letterario andato in scena al Teatro Camploy mercoledì 7 febbraio, alle 21. Il testo è stato interpretato da Jacob Olesen, con la regia di Giovanni Calò, per una produzione di Enrico Carretta, in una collaborazione tra l’ateneo scaligero ed Eadem produzioni. Il testo è tratto da “Se questo è un uomo”, il racconto autobiografico dello scrittore torinese antifascista sfuggito alla furia nazista nel 1945. Il regista Giovanni Calò evita la drammatizzazione della sceneggiatura. La scenografia è nuda, magra, come i corpi dei prigionieri dei campi di annientamento. Le luci e la sala fredde. Di un freddo che accomuna, di un freddo che impone silenzio e rispetto, che risveglia vergogna. Il suono di una fisarmonica accompagna il viaggio di Primo e dei suoi fratelli ebrei verso l’alienazione dell’uomo: contrasta, la prima volta, sotto le parole concitate pronunciate sul treno rapido verso Auschwitz; accompagna, nelle marce care ai comandanti tedeschi, il suono severo degli ordini e il rumore secco dei loro tacchi pesanti; scandisce i passi della macchina grigia dei 10.000 prigioneri sani obbligati al lavoro, “la danza delle anime spente”. Tra i dialoghi, qualcuno è recitato in lingua originale e, talvolta, senza traduzione. Una traduzione che non manca allo spettatore. Olesen riesce a penetrare in ogni orecchio, in ogni anima. Sa freddare lo spettatore con lo sguardo inumano dei nazisti e riempire il vuoto dei pensieri che precedono la morte dei prigionieri con dialoghi di calda e semplice umanità. Primo non ripercorre soltanto un anno di storia, quello trascorso dalla cattura alla liberazione di Levi. Primo grida alle sue atrocità. E lo fa sussurrando.

5


IN COPERTINA

n. 5 maggio 18

Territorio (più) Sicuro In rete istituzioni e imprese, Confcommercio al centro del progetto Prefettura, Questura, Comando Provinciale dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale di Verona, amministrazioni comunali di Verona e Affi e Confcommercio Verona, insieme a Federfarma, per un “Territorio Sicuro”: questo il nome del progetto che, mettendo in rete istituzioni e aziende, prevede importanti azioni a vantaggio della prevenzione e del contrasto della criminalità coinvolgendo in primis le attività commerciali e i pubblici esercizi. “Territorio Sicuro” è stato presentato giovedì 31 maggio nell’Auditorium “Domus Mercatorum” della Camera di Commercio di Verona alla presenza delle massime cariche istituzionali e dei vertici di Confcommercio Verona e Federfarma. Il progetto, ha spiegato il presidente di Confcommercio Verona Paolo Arena, propone un innovativo sistema di video-allarme approvato dal Ministero degli Interni che prevede la possibilità di installare nei negozi e negli esercizi telecamere che potranno essere puntate sulla pubblica via e collegate con la Questura o il Comando dei Carabinieri per consentire, nel rispetto delle normative vigenti e della privacy, di intervenire più tempestivamente in caso di crimine, consolidando quindi il concetto di “smart city”. Confcommercio Verona, nell’ambito del protocollo d’intesa Video Allarme Antirapina sottoscritto con la Prefettura di Verona, che fa seguito all’accordo per la legalità e la sicurezza siglato a livello nazio6

nale da Confcommercio e ministero degli Interni, ha creato un team di esperti formato dal personale di “Secur Shop”, “Ivri” e “Girardi e Associati” i quali, muniti di tesserino di riconoscimento rilasciato da Confcommercio Verona, contatteranno gli imprenditori del territorio. Girardi e Associati si occuperà della parte inerente l’installazione ex novo dei sistemi di videosorveglianza e della parte di verifica degli impianti attualmente in uso; Secur Shop propone il sistema di videoallarme che permette di inviare durante l’orario di apertura del negozio le immagini direttamente sugli schermi delle centrali operative di Polizia e Carabinieri al fine di permettere a questi una maggiore precisione e puntualità nell’intervento di contrasto a fenomeni quali le rapine ed altri atti crimi-

nosi; Ivri, istituto di vigilanza, attraverso le sue centrali, propone la sorveglianza notturna e nelle ore di chiusura delle attività commerciali, nonché la possibilità di trattamento delle immagini per la ricerca di particolari eventi verificatisi nelle ore di registrazione. Le comunicazioni alle forze di polizia dell’attivazione dei sistemi di trasmissione immagini verso la centrale operativa verrà redatta da Confcommercio Verona. L’associazione organizzerà in città e provincia incontri sul tema con le categorie maggiormente interessate dal rischio, per illustrare alla presenza di incaricati delle Forze dell’Ordine, le procedure da attuare per limitare i rischi connessi alle rapine, procedendo anche ad illustrare i contenuti di “Territorio Sicuro”. Confcommercio Verona in una con-


IN COPERTINA

tinua collaborazione con le forze di polizia ha deciso inoltre per il 2018 di investire per dotare del sistema Mercurio tre volanti della Polizia di Stato. Il Questore di Verona Ivana Petricca con la collaborazione di esperti ha presentato l’innovativo sistema: fissato sulla plancia della Volante, costituito da un tablet con schermo multi-touch e da una telecamera esterna, Mercurio viene utilizzato per la video sorveglianza in mobilità e per il servizio di lettura automatica delle targhe. Il Sistema consente una geolocalizzazione costante tramite l’invio delle coordinate cartografiche alla Centrale Operativa, che è così informata in tempo reale sulla posizione delle proprie unità e può intervenire in maniere più rapida ed efficace in situazioni di emergenza compiendo direttamente accertamenti sulle persone fermate in strada, leggendo automaticamente le targhe, riconoscendone al momento i numeri e le lettere con comparazione con quelli presenti nell’archivio delle auto rubate. Nell’occasione è stata presentata anche l’App “You Pol”, che permette di interagire con la Polizia di Stato, consentendo l’invio di segnalazioni di episodi di bullismo o di spaccio di sostanze stupefacenti. Nello stesso convegno il comandante dell’Arma dei Carabinieri Ettore Bramato ha illustrato le modalità operative di collaborazione tra l’Arma e gli imprenditori che si muniranno del sistema di videoallarme. Il Comandante della Guar-

dia di Finanza Pietro Bianchi si è soffermato sul tema della prevenzione grazie all’utilizzo di sistemi di videocontrollo anche in relazione al fenomeno della diffusione delle sostanze stupefacenti. Il Comandante della Polizia Municipale Luigi Altamura ha illustrato la già corposa strumentazione che vede Verona tra le città più videosorvegliate d’Italia ed i sistemi automatici di allarme già installati sul territorio del Comune di Verona che risulta essere uno dei più avanzati del territori italiano. Ha portato inoltre la sua testimonianza il sindaco del Comune di Affi Roberto Bonometti la cui amministrazione ha installato un sistema di videocontrollo e di tracciamento d’auto nel territorio comunale che parte dalla rete autostradale. Arianna Capri, vicepresidente di

Federfarma Verona, ha detto che rendere sicure le attività e in particolare le farmacie si riflette sul cittadino garantendone la tutela; Federfarma Verona da anni è protagonista di iniziative in collaborazione con la Polizia Municipale convinta che la coesione e lo scambio di informazioni mirate sia fondamentale per la salvaguardia della società. In apertura dei lavori i saluti del Prefetto Salvatore Mulas, del sindaco di Verona Federico Sboarina, del presidente della Camera di Commercio Giuseppe Riello e di Anna Lisa Tiberio, in rappresentanza del dirigente dell’ufficio ambito territoriale VII Albino Barresi. “La sicurezza - ha detto Sboarina è da sempre una delle nostre priorità, lo dimostrano i continui controlli effettuati nei quartieri cittadini e il lavoro quotidianamente realizzato da parte della Polizia locale in sinergia con le altre Forze dell’Ordine. Anche se si tratta spesso più di una insicurezza percepita che di situazioni concrete di pericolo per la cittadinanza, la nostra attenzione deve restare alta. Nell’insicurezza non si vive bene; per questo, è importante che i nostri cittadini si sentano sempre adeguatamente protetti e garantiti dalle Istituzioni, con interventi e controlli costanti su tutto il territorio”. Tutti i partecipanti hanno messo in evidenza l’importanza di operare sempre più in rete per garantire una sempre maggiore sicurezza, e percezione di sicurezza, nel veronese. 7


ATTUALITÀ

n. 5 maggio 18

Bar e ristoranti, la crisi resta A Verona saldo negativo nel 2017. Emanuel Baldo spiega le cause “I dati parlano chiaro: la crisi non è finita”. È il commento di Emanuel Baldo, presidente del sindacato caffè-bar di Confcommercio Verona, ai dati di Infocamere-Fipe (Federazione pubblici esercizi - Confcommercio) divulgati nei giorni scorsi. Emerge che nella provincia veronese il 2017 si è chiuso con un saldo negativo per ristoranti e, soprattutto, bar: 118 iscrizioni e 202 cessazioni per i primi, con un saldo di -84; 113 e 224 per i secondi, per un -111 consuntivo. Complessivamente il saldo negativo si attesta sulle 195 unità con un trend peggiore - in particolare per i bar - della media regionale. Ogni chiusura, oltre ad essere una serranda abbassata, con una diminuzione di sicurezza percepita, rappresenta anche una perdita dal punto di vista economico, lavorativo, ma anche sociale, sottolinea il sindacato caffè bar di Confcommercio Verona. Le cause? “La burocrazia sempre più oppressiva ed asfissiante, i costi crescenti, specialmente delle forniture e del lavoro a fronte di prezzi praticamente fermi da almeno 5 anni, tanto per citare le principali”, sottolinea Baldo. “E poi c’è la questione del mercato “parallelo” senza regole, vale a dire la concorrenza sleale esercitata da club e circoli privati, dagli esercizi agrituristici, nonché dalla miriade di feste ed eventi vari”. Gli esercenti di Confcommercio Verona si augurano che le disposizioni emanate dalla Giunta re8

gionale del Veneto sull’argomento “sagre e feste”, vengano presto recepite da tutti i Comuni affinché venga predisposto un calendario unico delle feste “autorizzate”: “solo disponendo di un elenco ufficiale sarà possibile allertare gli Enti preposti ai controlli fiscali, igienico-sanitari, amministrativi e di sicurezza, in modo da garantire che, nello svolgimento di queste attività “temporanee”, vengano rispettate tutte le norme a tutela dei consumatori e venga ristabilita una sorta di equità con le aziende

di pubblico esercizio. La nostra categoria non è contraria “a prescindere” alle sagre e manifestazioni che hanno lo scopo di promuovere le imprese e i prodotti del territorio, ma ai tanti eventi che vengono organizzati esclusivamente per fare “cassetto”. Una proliferazione che peraltro potrebbe trovare un ostacolo dalle misure richieste per tutelare la pubblica incolumità e salvaguardare l’ordine e la sicurezza, anche in relazione al pericolo derivante dalla minaccia terroristica.


ATTUALITÀ

I 25 anni del Nodo d’Amore Il 19 giugno a Valeggio sul Mincio Paolo Arena tra i premiati La festa del Nodo d’Amore continua la sua storia di successo. Grazie alla passione e alla professionalità dell’Associazione dei Ristoratori di Valeggio sul Mincio è arrivata alla 25esima edizione. L’annuale appuntamento enogastronomico si terrà martedì 19 giugno: le prenotazioni confermano anche per il 2018 la grande attesa per l’evento, che vedrà ben 2.500 commensali seduti ad una tavola lunga oltre un chilometro nella spettacolare e suggestiva cornice del Ponte Visconteo di Valeggio sul Mincio. Ristorare, restaurare e valorizzare: questi sono i tre cardini su cui si fonda l’iniziativa che consolida la perfetta unione tra piaceri enoici e sapori culinari. Due eccellenze del territorio veronese, il vino e il tortellino, intrecciano il loro “Nodo d’amore” in una presentazione conviviale e in una location millenaria e straordinaria, il Ponte Visconteo. La Festa del Nodo D’amore intreccia legami fra simbolo e simbolico che rivelano gesti profondi le cui radici sono il trait d’union con il sapore dell’autenticità senza tempo. I premi di quest’anno Premio scultura in bronzo e bagno d’oro “La ninfa Silvia della leggenda del Nodo d’Amore” a: Paolo Arena (per il turismo e lo sviluppo di Verona e il suo territorio) e Damiano Tommasi (fair play e transparency in ambito calcistico) Targhe di riconoscimento per la valorizzazione di Verona nella loro professione consegnate a: Emilio Romano Bressanelli, in qua-

PIAZZA ERBE, SGOMBERO POSTICIPATO Confcommercio Verona condivide la decisione del Comune di posticipare in orario notturno le attività di sgombero dei banchi di piazza Erbe. “Da tempo sottolineavamo la necessità di una revisione delle operazioni di smantellamento delle attività commerciali dei piassarotti - dichiara il presidente di Confcommercio Verona Paolo Arena - ciò a garanzia della sicurezza pubblica ma anche dell’immagine della piazza, uno dei contesti più belli e vivaci della nostra città”. “La proroga dell’orario delle attività alle 20 – commenta Bepino Olivieri, Presidente della I Circoscrizione di Confcommercio Verona - gioca a favore di una più ampia rivitalizzazione di Piazza Erbe, piazza che storicamente ospita, ottenendo per questo anche un riconoscimento, attività di mercato”. “Ringraziamo quindi il Comune – prosegue Arena - in particolare l’Assessore Toffali e la sua squadra per la sperimentazione avviata. In autunno riusciremo a capire se il modello sarà adottabile in via definitiva”.

lità di Presidente dell’ARV, e Beatrice Pezzini per la straordinaria interpretazione e partecipazione a – The Voice of Italy. La Festa del Nodo d’Amore si concluderà con un sontuoso spettacolo pirotecnico accompagnato dalle note di grandi compositori internazionali, in perfetta sintonia con i colori e l’atmosfera dell’evento. Si rinnova così l’opportunità di presentare un momento di promozione del territorio di altissimo livello che coinvolge l’intera cittadinanza

di Valeggio sul Mincio ed è testimonianza di come la collaborazione tra pubblico e privato possa condurre a risultati di assoluta eccellenza all’insegna della convivialità e dell’ospitalità. L’inizio della manifestazione è previsto per le ore 19 e il termine per le ore 23.30, in seguito allo spettacolo pirotecnico. In caso di cattive condizioni meteo, entro le ore 16 dello stesso giorno, l’organizzazione si riserva il diritto di spostare la festa all’interno dei singoli ristoranti aderenti. 9


ATTUALITÀ

n. 5 maggio 18

«Deficit e blocco Iva le priorità» Confcommercio al nuovo Governo: mettere in sicurezza i conti IL GOVERNO

“Facciamo innanzitutto al presidente Conte e a tutto il Governo gli auguri di buon lavoro. Dopo una crisi politico-istituzionale che ha prodotto fibrillazione nei mercati e grande preoccupazione per imprese e famiglie confidiamo che il nuovo Esecutivo lavori prioritariamente su due binari: consolidare il processo di riduzione del debito pubblico e di controllo del deficit per avere più margini di flessibilità in Europa e proseguire il percorso delle riforme economiche e sociali, iniziando dal blocco degli aumenti Iva che sarebbero mortale per i consumi”: è quanto dichiara il Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, sull’insediamento del nuovo Governo avvenuto venerdì primo giugno. Il governo guidato dal Giuseppe Conte ha giurato nelle mani del 10

presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Sia il premier che i ministri hanno pronunciato la formula di rito, che recita: “Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della Nazione”. Ora l’esecutivo è nel pieno dei suoi poteri. I primi a pronunciare la formula di rito, dopo Conte, sono stati i due vicepremier, Matteo Salvini, ministro dell’Interno, e Luigi Di Maio, ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico. Nella compagine governativo anche un veronese: Lorenzo Fontana, responsabile del dicastero dedicato a famiglia e disabili. Erano 25 anni che Verona non aveva un Ministro della Repubblica, dai tempi di un altro Fontana Gianni, all’agricoltura.

-

- Presidente del Consiglio: Giuseppe Conte - Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: Giancarlo Giorgetti - Ministro dell’Economia: Giovanni Tria - Ministro degli Esteri: Enzo Moavero Milanesi - Ministro degli Interni: Matteo Salvini (vicepremier) - Ministro dello Sviluppo Economico e Lavoro: Luigi Di Maio (vicepremier) Ministro ai Rapporti con il Parlamento: Riccardo Fraccaro Ministro degli Affari Europei: Paolo Savona Ministro Difesa: Elisabetta Trenta Ministro della Giustizia: Alfonso Bonafede Ministro della Pubblica Amministrazione: Giulia Bongiorno Ministro Salute: Giulia Grillo Ministro degli Affari Regionali: Erika Stefani Ministro del Sud: Barbara Lezzi Ministro Ambiente: Sergio Costa Ministro ai Disabili e alla Famiglia: Lorenzo Fontana Ministro dell’Agricoltura e del Turismo: Gian Marco Centinaio Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture: Danilo Toninelli Minist. Istruzione: Marco Bussetti Ministro dei Beni Culturali: Alberto Bonisoli.


enze enze 2 del 2 del

ni, ini, in-

corcoressa essa enza enza

riore riore

In pensione In pensione In pensione In pensione più tardi dal 2019 più tardi dal 2019 In pensione più tardi dal 2019 più tardi dal 2019 più tardi dal 2019 più tardi dal 2019

NEWS più tardi dal 2019 NEWS NEWS NEWS NEWS D D D D D

A A partire partire dal dal prossimo prossimo anno anno l’età l’età per per ottenere ottenere la la pensione pensione di vecchia e anzianità aumenta di 5 mesi. A partire dal prossimoaumenta anno l’età l’età per ottenere la la pensione pensione A prossimo anno ottenere di vecchia etutti anzianità diper 5 mesi. Di seguitodal i requisiti elencati nella circolare A partire partire dal prossimo anno l’età per ottenere la Inps pensione di vecchia e anzianità aumenta di 5 mesi. di vecchia e anzianità aumenta di 5 mesi. di vecchia e anzianità aumenta di 5 A partire dal prossimo anno l’età ottenere la Inps pensione Di seguito ii requisiti elencati nella circolare di vecchia etutti anzianità aumenta diper 5 mesi. mesi. A partire dal prossimo anno l’età per ottenere la Inps pensione Di seguito tutti requisiti elencati nella circolare iventa sempre più difficile raggiungere il traguardoe penPensioni di anzianità Di seguito tutti i requisiti elencati circolare Inps di vecchia anzianità aumenta dinella 5con mesi. Di seguito tutti i requisiti elencati nella circolare Inps di vecchia e anzianità aumenta di 5 mesi. ATTEZIONE! Di seguito tutti i requisiti elencati nella circolare Inps

sionistico. Dal 2019, infatti, in seguito all’emanazione il sistema elencati delle c.d quote Di seguito tutti i requisiti nella circolare Inps Di seguito tutti elencati nella del Decreto direttoriale del 5 dicembre i requisiti Per il biennio 2019-2020, iventa sempre più difficile raggiungere il2017, traguardo pen- i requisiti Pensioni di anzianità coni circolare Inps iventa sempre più difficile raggiungere il traguardo penPensioni di anzianità con Pensioni di con iventa sempre difficile raggiungere il all’emanazione traguardo ATTEZIONE! Il calcolo della di accesso alle pensioni aumentano di ulteriori 5 mesipenper soggetti per i anzianità quali continuasionistico. Dal più 2019, infatti, in seguito il sistema delle c.d quote iventa sempre più difficile raggiungere il traguardo penPensioni di anzianità con ATTEZIONE! ATTEZIONE! sionistico. Dal 2019, infatti, in seguito all’emanazione il sistema delle c.d quote ATTEZIONE! iventa sempre più difficile raggiungere il traguardo penPensioni di anzianità con speranza di vita dal l’adeguamento agli incrementi della speranza di vita.i requisiti Tutte le no ail trovare applicazione lei sionistico. Dal 2019, infatti, in seguito all’emanazione il sistema delle c.d quote del Decreto direttoriale del 5 dicembre 2017, Per biennio 2019-2020, iventa sempre più difficile raggiungere il traguardo penPensioni di anzianità con ATTEZIONE! sionistico. Dal 2019, infatti, seguito 2017, all’emanazione il sistema delle c.d quote i biennio 2021-2022 ATTEZIONE! del Decreto Decreto direttoriale del 5 in dicembre i requisiti requisiti Per il biennio 2019-2020, ATTEZIONE! sionistico. Dal 2019, infatti, in seguito all’emanazione il sistema delle c.d quote caratteristiche principali sono state illustrate dall’Inps in una disposizioni in materia di resionistico. Dal 2019, infatti, in seguito all’emanazione il sistema delle c.d quote Il calcolo della di accesso alle pensioni aumentano di ulteriori 5 mesi per soggetti per i quali continuadel direttoriale del 5 dicembre 2017, i Per il biennio 2019-2020, i del Decreto Decreto direttoriale direttoriale del del 5 5 dicembre dicembre 2017, 2017, ii requisiti requisiti Per il il biennio biennio 2019-2020, 2019-2020, ii del Per Per effettodella dell’articolo Il calcolo di accesso alle agli aumentano diogni 5 mesi per soggetti per i quali continuadel Decreto direttoriale del 5 2017, ii requisiti Per biennio 2019-2020, speranza di vita dal recente circolare. Ecco cosa cambia per specifica prestaquisiti perper il diritto acontinuapensione l’adeguamento incrementi della speranza di vita. Tutte le no ail leii del Decreto direttoriale del 5 dicembre dicembre 2017, requisiti Per il trovare biennio 2019-2020, Il calcolo della Il calcolo della di accesso alle pensioni pensioni aumentano di ulteriori ulteriori 5 mesi mesi per soggetti per quali continuadi accesso alle pensioni aumentano di ulteriori 5 per soggetti ii applicazione quali 1, comma 146, della speranza di vita dal Il calcolo calcolo della Il della l’adeguamento agli incrementi della speranza di vita. Tutte le no a trovare applicazione le di accesso alle pensioni aumentano di ulteriori 5 mesi per soggetti per i quali continuadi accesso alle pensioni aumentano di ulteriori 5 mesi per biennio 2021-2022 soggetti per i quali continuasperanza di vita dal dal zione. con il sistema delle c.d. quote, caratteristiche principali sono state illustrate dall’Inps in una disposizioni in materia di rel’adeguamento agli incrementi della speranza speranza di vita. vita. Tutte le no a trovare applicazione le speranza di vita Il calcolo della l’adeguamento agli incrementi della di Tutte le no a trovare applicazione le di accesso alle pensioni aumentano di ulteriori 5 mesi per soggetti per i quali continualegge n. 205 del biennio 2021-2022 speranza di vita2017, dal la l’adeguamento agli incrementi della speranza di vita. Tutte le no a trovare applicazione le Per effetto dell’articolo caratteristiche principali sono state illustrate dall’Inps in una disposizioni in materia di rebiennio 2021-2022 speranza di vita dal devono possedere un’anziacaratteristiche principali sono state illustrate dall’Inps in una disposizioni inapplicazione materia di rerecente circolare. Ecco cosa cambia per ogni specifica prestaquisiti per il diritto a pensione biennio 2021-2022 l’adeguamento agli incrementi della speranza di vita. Tutte le no a trovare le variazione della speranza speranza di vita dal biennio 2021-2022 Per effetto dell’articolo caratteristiche principali sono state illustrate dall’Inps in una disposizioni in materia di rel’adeguamento agli incrementi della speranza di vita. Tutte le no a trovare applicazione le Per effetto dell’articolo caratteristiche principali sono state illustrate dall’Inps in una disposizioni in materia di re1, comma 146, della PENSIONE DI VECCHIAIA anagrafico tuttispecifica i soggetti iscritti recente circolare. Ecco(requisito cosa cambia cambia perper ogni specifica prestaquisiti per il il diritto diritto ac.d. pensione recente circolare. Ecco cosa per ogni prestaquisiti per pensione nità almeno: zione. con ilcontributiva sistema delledia quote, Per effetto dell’articolo di relativa aldella biennio biennio 2021-2022 1, comma 146, 1, vita comma 146, della biennio 2021-2022 recente Ecco cosa ogni specifica quisiti per il diritto a pensione legge n. 205 del 2017, la all’Ago, circolare. ai fondi principali sostitutivi esono allacambia gestione separata caratteristiche state illustrate dall’Inps in disposizioni in materia di caratteristiche principali sono state per illustrate dall’Inps prestain una una disposizioni indelle materia di rezione. con il anni sistema c.d. quote, 1, comma comma 146, della 35 di contributi e re62 2021-2022 è del calcolata devono possedere un’anzia1, 146, della legge n. 205 2017, in la zione. con il sistema delle c.d. quote, variazione della speranza Per effetto dell’articolo zione. con il sistema delle c.d. quote, devono possedere un’anzialegge n.pari 205 del 2017, la PENSIONE DI VECCHIAIA (requisito anagrafico per tuttispecifica i soggetti iscritti ANNO ETA’ PENSIONABILE misura alla anni diper età anagrafica, fermo recente circolare. Ecco cosa cambia per ogni prestaquisiti il diritto a pensione variazione della speranza nità contributiva di almeno: legge n. 205 del 2017, la di vita relativa al biennio devono possedere un’anziaPENSIONE DI VECCHIAIA (requisito anagrafico per tutti i soggetti iscritti 1, comma 146, della variazione della speranza PENSIONE DI VECCHIAIA (requisito anagrafico per tutti i soggetti iscritti nità di almeno: all’Ago, ai fondi sostitutivi e alla gestione separata 1, comma 146, della di vita relativa al biennio devono possedere un’anzianità contributiva dic.d. almeno: differenza tra la media PENSIONE DI VECCHIAIA (requisito anagrafico per tutti i soggetti iscritti Dal 1° gennaio 2019 di vita relativa al biennio restando il raggiungimento di zione. con ilcontributiva sistema delle quote, all’Ago, sostitutivi e separata variazione della --con 35 anni di contributi e 62 2021-2022 è calcolata in nità contributiva di almeno: di vita n. relativa alsperanza biennio all’Ago, ai ai fondi fondi sostitutivi e alla alla gestione gestione separata zione. sistema delle c.d. quote, 35 anni di contributi e 62 2021-2022 è calcolata legge 205 del 2017, la PENSIONE DI VECCHIAIA (requisito anagrafico per tutti i soggetti iscritti all’Ago, ai fondi sostitutivi e alla separata dei valori registrati nel in Al 31 dicembre 2020 67 gestione anni -anni 35ilcontributiva anni di contributi e 62 2021-2022 è calcolata in nità di almeno: ANNO ETA’ PENSIONABILE legge n. 205 del 2017, la quota 98, se lavoratori dipenmisura pari alla 35 anni di contributi e 62 2021-2022 è calcolata in di vita relativa al biennio di età anagrafica, fermo ANNO ETA’ PENSIONABILE devono possedere un’anziamisura pari alla anni di età anagrafica, fermo all’Ago, ai fondi sostitutivi e alla gestione separata variazione della speranza biennio 2017-2018 e il ANNO ETA’ PENSIONABILE misura pari alla ANNO ETA’ PENSIONABILE anni di età anagrafica, fermo devono possedere un’anziamisura pari alla differenza la media anni di età anagrafica, fermo -nità 35 contributiva anni di contributi e 62 denti pubblici e privati; Dal 1° 2019 2021-2022 è calcolata PENSIONE DI VECCHIAIA (requisito anagrafico per tutti i soggetti iscritti differenza tra tra la speranza media in restando il raggiungimento raggiungimento di Dal 1° gennaio gennaio 2019 variazione della restando il di di almeno:di valore registrato differenza tra la di relativa al media biennio Dal 1°dicembre gennaio 2019 dei valori registrati nel restando ilse raggiungimento PENSIONE DI VECCHIAIA (requisito anagrafico per tutti i soggetti deivita valori registrati nel Al 31 2020 67 gestione anni + adeguamento speranzaiscritti ANNO ETA’ PENSIONABILE -nità etàcontributiva anagrafica minima di 63 misura pari allaal biennio all’Ago, ai fondi sostitutivi e alla separata anni di età anagrafica, fermo quota 98, lavoratori dipendi almeno: nell’anno 2016 dei valori registrati nel di vita relativa Al 31 dicembre 2020 67 anni 35 anni di contributi e 62 2021-2022 è calcolata biennio 2017-2018 e il in quota 98, se lavoratori dipendi vita all’Ago, ai fondi 2019 sostitutivi e alla gestione separata differenza tra la media anni, fermo restando denti pubblici e privati;il ragDal 1° gennaio biennio 2017-2018 e restando il raggiungimento di Per il biennio 2023-2024 biennio 2017-2018 e il il in valore registrato ANNO ETA’ PENSIONABILE denti pubblici e privati; Dal 1° gennaio 2019 35 anni di contributi e 62 2021-2022 è calcolata misura pari alla anni di età anagrafica, fermo denti pubblici e privati; Al 31 31 dicembre 2020 67 anni anni + + adeguamento adeguamento speranza speranza Dal 1°dicembre gennaio 2019 età anagrafica minima di 63 Al 2020 67 valore registrato dei valori registrati nel giungimento di quota 99, se --quota età anagrafica minima di 63 la variazione della er31quei soggetti il cui primo accredito contributivo decorre nell’anno 2016 valore registrato 98, se lavoratori dipenAl dicembre 2020 67 anni + adeguamento speranza nell’anno 2016 età anagrafica minima di 63 di vita Al 31 dicembre 2020 67 anni + adeguamento speranza differenza tra la media nell’anno 2016 ANNO ETA’ PENSIONABILE di vita età anagrafica minima di 63 anni, fermo restando il ragDal gennaio 2019 1996, (pensioni misura pari alla restando raggiungimento di biennio 2017-2018 anni difermo etàilautonomi anagrafica, fermo Per il biennio 2023-2024 speranza di vita è e il lavoratori iscritti aldi vita anni, restando il ragnell’anno 2016 dal1° 1° gennaio contributive pure) l’adePer il 2023-2024 anni, fermo restando il ragdenti e privati; di vita Dal 1° gennaio 2019 Per il biennio biennio 2023-2024 giungimento di 99, se dei valori registrati nelpari anni, pubblici fermo restando il ragla variazione Aler31 dicembre 2020il cui primo 67 anni quei soggetti accredito contributivo decorre computata indella misura valore registrato Per il biennio 2023-2024 l’INPS. giungimento di quota quota dipen99, se differenza tra la media quota 98, se lavoratori guamento all’incremento della speranza che consente l’accesso la variazione della er31 quei soggetti il cui cui primo primo accredito contributivo decorre giungimento di quota 99, se Dal 1° gennaio 2019 la variazione della quei soggetti il accredito contributivo decorre Aler dicembre 2020 67 anni + adeguamento speranza restando il raggiungimento di -giungimento età anagrafica di 63 speranza di vita è la e il lavoratori autonomi iscritti aldal 1° gennaio 1996, (pensioni contributive pure) l’adealla differenza tra di minima quota 99, se biennio 2017-2018 la variazione della er quei soggetti il cui primo accredito contributivo decorre nell’anno 2016 speranza di vita è lavoratori autonomi iscritti alalla pensione di vecchiaia con un’anzianità contributiva minima dal gennaio (pensioni contributive pure) l’adedenti pubblici e privati; di vita Dal 1°1° gennaio 2019 dei valori registrati nelpari computata in misura Al 31 dicembre 20201996,della 67 anni l’INPS. guamento all’incremento speranza che consente l’accesso media deidi valori anni, fermo restando il ragsperanza vita èregistrati lavoratori iscritti alquota 98, autonomi se lavoratori dipenvalore registrato Per biennio 2023-2024 1996, (pensioni contributive pure) l’adecomputata in misura Pensionamento l’INPS. alla ildifferenza tra la pari guamento all’incremento della speranza che consente l’accesso effettiva digennaio cinque anni dal gennaio 2019, si perfeziona Aldal 31 1° dicembre 671°anni + adeguamento speranza età anagrafica minima di 63 alla pensione di2020 vecchiaia con un’anzianità contributiva minima nel biennio 2019-2020 biennio 2017-2018 il e computata in misura alla differenza tra la giungimento di quota 99, se l’INPS. alla differenza traregistrati la e pari nell’anno la variazione della guamento all’incremento della speranza consente l’accesso media dei 2016 valori erpensione quei soggetti il cui primo accreditoche contributivo decorre del personale alla di vecchiaia con un’anzianità contributiva minima alDal raggiungimento dei 71. denti pubblici e privati;il rag1° gennaio alla pensione di2019 vecchiaia con un’anzianità contributiva minima Pensionamento di1° vita effettiva di cinque anni dal gennaio 2019, si perfeziona la media dei valori media dei valori registrati alla differenza tra la anni, fermo restando nel biennio 2019-2020 e media dei valori registrati Pensionamento valore registrato speranza di vita è lavoratori autonomi iscritti alalla pensione di vecchiaia con un’anzianità contributiva minima effettiva di cinque anni dal 1° gennaio 2019, si perfeziona Per il biennio 2023-2024 appartenente al comparto dal 1996, (pensioni contributive pure) l’adePensionamento del effettiva digennaio cinque dal gennaio 2019, si perfeziona alAlraggiungimento dei 71. nel biennio 2019-2020 e registrati nel biennio 31 1° dicembre 2020anni 671°anni + adeguamento speranza media deidei valori registrati la media valori -del etàpersonale anagrafica minima di 63 nel biennio 2019-2020 e personale Pensionamento al raggiungimento dei 71. giungimento di quota 99, se computata in misura pari effettiva di cinque anni dal 1° gennaio 2019, si perfeziona la variazione della l’INPS. difesa, sicurezza e vigili er quei soggetti il cui primo accredito contributivo decorre appartenente al comparto la media dei valori nell’anno 2016 del personale guamento all’incremento della speranza che consente l’accesso 2017-2018. al raggiungimento dei 71. registrati nel biennio nel biennio 2019-2020 e la media dei valori di vita appartenente al comparto PENSIONE ANTICIPATA dei 71. del personale registrati nel biennio alla differenza tra la difesa, sicurezza e vigili al raggiungimento anni, fermo restando il ragdel fuoco speranza di vita è lavoratori autonomi iscritti al2017-2018. La medesima norma appartenente al comparto dal 1° gennaio 1996,con (pensioni contributive pure)minima l’adela media dei alla pensione di vecchiaia un’anzianità contributiva Per il biennio 2023-2024 registrati nel valori biennio difesa, sicurezza e vigili PENSIONE ANTICIPATA 2017-2018. appartenente al comparto del fuoco media deinel valori La medesima norma ANNO UOMINI DONNE stabilisce che, a registrati PENSIONE ANTICIPATA computata inbiennio misura pari registrati difesa, sicurezza e vigili l’INPS. Pensionamento 2017-2018. del fuoco guamento all’incremento della consente l’accesso effettiva disoggetti cinque anni dal 1° speranza gennaio 2019, si perfeziona giungimento di quota 99, se La medesima norma la variazione della er 1°quei il cuiUOMINI primo accreditoche contributivo decorre ANNO DONNE stabilisce che, a PENSIONE ANTICIPATA difesa, sicurezza e vigili nel biennio 2019-2020 decorrere dal 2021, gli e 2017-2018. 1) Pensione di vecchiaia Dal gennaio 2019 43 anni e tre mesi 42 anni e tre mesi del fuoco alla differenza tra la La medesima norma ANNO UOMINI DONNE stabilisce che, a del personale PENSIONE ANTICIPATA decorrere dal 2021, gli alDal raggiungimento dei 71.settimane) alla pensione di2020 vecchiaia con un’anzianità contributiva 1) Pensione di vecchiaia 1°dicembre gennaio 2019 43 anni e tre mesi 42 anni e treminima mesi adeguamenti biennali speranza didal vita lavoratori iscritti aldeldecorrere fuocoautonomi la media valori al 31 (2249 (2197 settimane) La medesima norma dal 1° gennaio (pensioni contributive pure) l’adedecorrere 2021, gli A dal gennaio ANNO UOMINI DONNE stabilisce che, a èregistrati 1) Pensione di vecchiaia Dal 1°dicembre gennaio 2019 1996, 43 anni e tre mesi 42 anni e tre mesi media deidei valori adeguamenti biennali al 31 2020 (2249 settimane) (2197 settimane) appartenente al1° comparto A decorrere dal 1° gennaio Pensionamento non possono in ogni ANNO UOMINI DONNE effettiva di cinque anni dal 1° gennaio 2019, si perfeziona stabilisce che, a adeguamenti biennali registrati nel biennio al 31 dicembre 2020 (2249 settimane) (2197 settimane) decorrere dal 2021, gli computata in misura pari nonbiennio possono in ogni 2019, i limiti di età previsti in A decorrere dal 1° gennaio 1) Pensione di vecchiaia 2019 Dal 1° gennaio 2021 43 anni e tre mesi 42 anni e tre mesi l’INPS. nel 2019-2020 e 2019, i limiti di età eprevisti in guamento all’incremento l’accesso 1° gennaio 2021 43 della anni esperanza tre mesi che consente 42 anni e tre mesi caso superare ii tre difesa, sicurezza vigili non in ogni decorrere dal 2021, gli del personale 2017-2018. 1) decorrere Pensione di vecchiaia Dal 1° gennaio 2019 43 anni e tre mesi 42 anni e tre mesi caso possono superare tre adeguamenti biennali alDal raggiungimento dei 71. 2019, i limiti di età previsti in al 31 dicembre 2020 (2249 settimane) (2197 settimane) relazione alla qualifica o grado Dal 1° gennaio 2021 43 anni e tre mesi 42 anni e tre mesi A dal 1° gennaio (2249 settimane) (2197 settimane) la media dei valori alla differenza tra la relazione alla qualifica o grado PENSIONE ANTICIPATA caso superare i tre mesi. adeguamenti biennali mesi. al 31 dicembredi2020 (2249 settimane) (2197 settimane) del fuoco non possononorma in ogni La medesima (2249 settimane) (2197 settimane) alla pensione vecchiaia con un’anzianità contributiva minima A decorrere daletà gennaio + adeguamento a.v + adeguamento a.v relazione alla qualifica o grado appartenente al1° comparto + adeguamento a.v + adeguamento a.v di appartenenza sono incre2019, i limiti di previsti in mesi. di appartenenza sono increDal 1° gennaio 2021 43 anni e tre mesi 42 anni e tre mesi registrati biennio non possono ogni media deinel valori + adeguamento a.v + adeguamento a.v caso superare iregistrati tre di appartenenza sono increANNO UOMINI DONNE stabilisce che, ain 2019, i limiti di età previsti in Dal 1° gennaio 2021 43 anni e tre mesi 42 anni e tre mesi Pensionamento mentati di 12 mesi rispetto al (2249 settimane) (2197 settimane) relazione alla qualifica o grado difesa, sicurezza e vigili effettiva di cinque anni(2249 dal 1° gennaio 2019, si settimane) perfeziona caso superare i tre 2017-2018. mesi. mentati di 12 mesi rispetto al decorrere dal 2021, gli e nel biennio 2019-2020 settimane) (2197 relazione alla qualifica o grado PENSIONE ANTICIPATA + adeguamento a.v + adeguamento a.v 1) Pensione di vecchiaia Dal 1° gennaio 2019 43 anni e tre mesi 42 anni e tre mesi limite ordinamentale. di appartenenza sono incremesi. er ii soggetti il cui primo accredito contributivo decorre dal del fuoco La medesima norma personale er soggetti il cui primo accredito contributivo decorre dal limite ordinamentale. alalraggiungimento dei 71. + adeguamento a.v + adeguamento a.v adeguamenti biennali Per qualsiasi probledi appartenenza sono increRestano in ogni caso fermi il 31 dicembre 2020 (2249 settimane) (2197 settimane) er i soggetti il cui primo accredito contributivo decorre dal la media dei valori Per qualsiasi probleA decorrere dal 1° gennaio Restano in ogni caso fermi il mentati di 12 mesi rispetto al 1° gennaio gennaio 1996, 1996, l’adeguamento l’adeguamento consente l’accesso alla alla Per qualsiasi Restano in ogni fermi il ANNO UOMINI DONNE stabilisce che, ainproble1° consente l’accesso matica attinente l’arnon possono ogni regime delle decorrenze 1° gennaio 1996,con l’adeguamento consente l’accesso alla appartenente alcaso comparto mentati di 12di mesi rispetto al matica attinente l’arregime delle decorrenze inpensione anticipata almeno venti anni42 dianni contribuzione limite 2019, ordinamentale. i limiti età previstiinin matica attinente l’arregistrati nel biennio regime delle decorrenze inDal gennaio 2021 43 almeno anni e tre venti mesicontributivo e tre mesidal pensione anticipata anni di contribuzione gomento decorrere daltrattato, 2021, er1° i soggetti il cui con primo accredito decorre trodotto dall’articolo 12, compensione anticipata con almeno venti anni di contribuzione 1) Pensione di vecchiaia Dal 1° gennaio 2019 43 anni e tre mesi 42 anni e tre mesi caso superare i probletre gli o limite ordinamentale. gomento trattato, o effettiva e con il requisito del c.d. importo soglia mensile e gomento trattato, o trodotto dall’articolo 12, comPer qualsiasi Restano in ogni caso fermi il trodotto dall’articolo 12, comdifesa, sicurezza e vigili (2249 settimane) (2197 settimane) er i soggetti il cui primo accredito contributivo decorre dal relazione alla qualifica o grado per altra questione di effettiva e con il requisito del c.d. importo soglia mensile e 2017-2018. mi 1 e 2, della legge n. 122 adeguamenti biennali gennaio 1996, l’adeguamento consente al1° 31 dicembre 2020 (2249 (2197l’accesso settimane) alla mesi. per altra questione di Per qualsiasi probleRestano indella ogni caso fermi il A decorrere dal 1° gennaio che, dal 1° ANTICIPATA gennaio 2019, si settimane) perfeziona al raggiungimento matica attinente l’armi 1 e 2, legge n. 122 natura previdenziale, PENSIONE regime delle decorrenze in+ adeguamento a.v + adeguamento a.v 1° gennaio 1996, l’adeguamento consente l’accesso alla di appartenenza sonomobile) incredel 2010 (c.d. finestra si perfeziona al raggiungimento che, dalanni. 1°anticipata gennaio 2019, pensione con almeno venti anni di contribuzione non possono in ogni del fuoco La medesima norma natura previdenziale, matica attinente l’ardei 64 regime delle decorrenze inil Patronato 50&PiùEgomento trattato, o del (c.d.di finestra mobile) 2019, i limiti età previsti in trodotto dall’articolo 12, comDal64 1° gennaio 2021 43 almeno anni e tre mesi anni e mensile tre mesi e pensione anticipata con venti anni42 di contribuzione e le2010 indicazioni fornite con il dei anni. il Patronato 50&PiùEmentati di 12 mesi rispetto al effettiva e con il requisito del c.d. importo soglia caso superare i tre il Patronato 50&PiùEgomento trattato, o Lavoratori precoci nasco offre in via trodotto dall’articolo 12, come le indicazioni fornite con il per altra questione di ANNO e con UOMINI DONNE stabilisce che, in a via del e le indicazioni fornite con il mi 1 e 2, della legge n. 122 (2249 settimane) (2197 settimane) messaggio n. 545 del 10 genLavoratori precoci relazione alla qualifica o grado effettiva il requisito del c.d. importo soglia mensile e nasco offre del Lavoratori precoci che, dal 1° per gennaio 2019, si perfeziona raggiungimento Il requisito la pensione anticipata per al i lavoratori precoci è nasco offre in la viacondel per altra questione di tutto gratuita limite ordinamentale. mesi. messaggio n. 545 del 10 gennatura previdenziale, mi 1 e 2, della legge n. 122 er i soggetti il cui primo accredito contributivo decorre dal messaggio n. 545 del 10 gennaio 2013. Il requisito per la pensione anticipata per i lavoratori precoci è tutto gratuita la gli condelPensione 2010 (c.d.difinestra + + decorrere dall’assistenza 2021, che, dal 1° per gennaio 2019, si perfeziona raggiungimento sulenza e 1) vecchiaia Dal64 1° gennaio 2019 43adeguamento anni e tre mesia.v 42adeguamento anni e tre mesia.v è di appartenenza sonomobile) incre-il pari a: Il requisito la pensione anticipata per al i lavoratori precoci tutto gratuita la connatura previdenziale, dei anni. naio 2013. Per qualsiasi probleil Patronato 50&PiùERestano in ogni caso fermi del 2010 (c.d. mobile) sulenza e l’assistenza 2) Pensione difinestra anzianità pari a:gennaio naio 2013. e le indicazioni fornite con il 1° 1996, consente l’accesso alla necessaria. dei 64 anni. - al per ildicembre 2019 e2020 2020: l’adeguamento 41 anni e 5 mesi per (2197 il 2019 e 2020; sulenza e l’assistenza il Patronato 50&PiùEadeguamenti biennali pari a: 2) Pensione di anzianità Lavoratori precoci 31 (2249 settimane) settimane) mentati di 12 mesi rispetto al nasco offre in via del matica attinente l’arnecessaria. A decorrere 1° regime delle decorrenze in-il e le indicazioni fornite A decorrere dal 1° gennaio - per per il 2019 e 2020: 41 anni e 55mesi per il 2019 e 2020; 2) Pensione anzianità messaggio n.didal 545 delgennaio 10con gen2021 2022: 41almeno anni mesi cui si aggiungerà precoci pensione anticipata con venti anni contribuzione necessaria. nasco offre in via del A decorrere dal 1° gennaio --Lavoratori per il il 2019 ee 41 anni ee 55 mesi per ildi2019 eprecoci 2020; è requisito per la2020: pensione anticipata per ia lavoratori tutto gratuita la connon possono in ogni gomento trattato, o 2019 l’accesso al pensiona-Il per il 2021 e 2022: 41 anni e mesi a cui si aggiungerà limite ordinamentale. messaggio n. 545 del 10 gentrodotto dall’articolo 12, comA decorrere daletà gennaio speranza dal 2021. naio 2013. 2019, i limiti di previsti in Il requisito lailalla pensione anticipata per ia lavoratori precoci è era: cui primo accredito contributivo decorre tutto gratuita la con2019 l’accesso al1°pensionaDal 1°iilsoggetti gennaio 2021 43 edi mesi 42 anni e mensile tre mesidal effettiva e per cone requisito del c.d. importo soglia e -l’adeguamento per 2021 2022: 41anni anni evita 5 mesi cui si aggiungerà sulenza e l’assistenza pari l’adeguamento alla speranza ditre vita dal 2021. per altra questione di naio 2013. caso superare i tre Per qualsiasi probleRestano in ogni caso fermi il mi 1 e 2, della legge n. 122 2019 l’accesso al pensiona2) Pensione di anzianità sulenza e l’assistenza pari necessaria. 1°a: gennaio l’adeguamento consente l’accesso alla l’adeguamento alla 2019, speranza die vita dal 2021. che, dal 1° gennaio si settimane) perfeziona al raggiungimento (2249 (2197 settimane) - per il 2019 e1996, 2020: 41 anni 5 mesi per il 2019 e 2020; relazione alla qualifica omobile) grado natura previdenziale, 2) Pensione anzianità matica attinente l’arnecessaria. mesi. regime decorrenze inA 1° gennaio deldecorrere 2010delle (c.d.didal finestra -- per per il anni. 2019 ee2020: 41 anni ee55 mesi per ildi2019 e 2020; il 2021 2022: 41 anni mesi a cui si aggiungerà pensione anticipata con almeno venti anni contribuzione dei 64 + adeguamento a.v + adeguamento a.v PENSIONE IN TOTALIZZAZIONE (DECRETO LEGISLATIVO N.42 DEL 2006) il Patronato 50&PiùEA decorrere dal 1° gennaio di appartenenza sono incregomento trattato, o PENSIONE IN TOTALIZZAZIONE (DECRETO LEGISLATIVO N.42 DEL 2006) 2019 l’accesso al pensiona-l’adeguamento per il 2021 e alla 2022: 41 anni e 5 mesi a cui si aggiungerà e le indicazioni fornite con il trodotto dall’articolo 12, comsperanza vitaimporto dal 2021. Lavoratori precoci effettiva e DI con ilalla requisito deldi c.d. soglia mensile e nasco offre in via del 2019 l’accesso al pensionaPENSIONE VECCHIAIA per altra questione di l’adeguamento speranza di vita dal 2021. messaggio n. 545 del 10 genmentati di 12 mesi rispetto al PENSIONE DI VECCHIAIA mi 1 e 2, della legge n. 122 Il ANNO requisito la pensione anticipata per al i lavoratori precoci è tutto la conche, dal 1° per gennaio 2019, si perfeziona raggiungimento ETA’ PENSIONABILE naturagratuita previdenziale, ANNO ETA’ PENSIONABILE naio2010 2013. del (c.d. finestra mobile) limite ordinamentale. sulenza e l’assistenza pari a: Dal 1° gennaio 2019 dei 64 anni. soggetti2019 il cui primo66 accredito contributivo decorre dal il Patronato 50&PiùEDaler 1°i gennaio 2)lePensione di anzianità 31 dicembre 2020 anni e indicazioni fornite con ilil necessaria. - alalper il 2019precoci e2020 2020: 41 anni e 5 mesi per il 2019 e 2020; 31 dicembre 66 anni Per qualsiasi probleRestano in ogni caso fermi Lavoratori

P P P P

P

P

P P P P P

P

P

P

1°1° gennaio 1996, l’adeguamento consente alla Dal 1° gennaio 2021 66 anni* -Il Dal per ilgennaio 2021 ela 2022: 41 66 anni e 5 mesi cui sil’accesso aggiungerà anni* requisito per 2021 pensione anticipata per i alavoratori precoci è pensione con venti di contribuzione *Requisitoanticipata da adeguare allaalmeno speranza di vitaanni ai sensi dell’art. 12 del l’adeguamento alla speranza di vita *Requisito da adeguare alla speranza di dal vita 2021. ai sensi dell’art. 12 del pari a: decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni

decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. effettiva e 30 con il requisito del ec.d. importo luglio 2010, 122. - dalla per legge il 2019 e 2020: 41n.anni 5 mesi per ilsoglia 2019 mensile e 2020; e che, gennaio 2019, perfeziona - perdal il 1° 2021 e 2022: 41 si anni e 5 mesialaraggiungimento cui si aggiungerà PENSIONE IN TOTALIZZAZIONE (DECRETO LEGISLATIVO N.42 DEL 2006) PENSIONE IN TOTALIZZAZIONE (DECRETO l’adeguamento alla speranza di vitaLEGISLATIVO dal 2021. N.42 DEL 2006) dei 64 anni. PENSIONE DI DI ANZIANITA’ ANZIANITA’ PENSIONE Lavoratori precoci ANNO ETA’ PENSIONABILE PENSIONABILE ANNO ETA’ IlDal requisito per 2019 la pensione anticipata per i lavoratori precoci è Dal 1° gennaio gennaio 2019 1° al 31 31 dicembre dicembre 2020 2020 41 anni anni al 41 pari a: Dal 1° 1° gennaio gennaio 2021 2021 41 anni* anni* Dal 41 - *Requisito per il 2019 e 2020: 41 anni e 5 dimesi per il 2019 e 2020; *Requisito da adeguare alla speranza vita ai ai sensi sensi dell’art. 12 del del da adeguare alla speranza di vita dell’art. 12 decreto-legge 31 31 maggio maggio 2010, 2010, n. n. 78, 78, convertito convertito con con modificazioni modificazioni decreto-legge - dalla perlegge il 2021 e 2022: 41 anni e 5 mesi a cui si aggiungerà dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. 30 luglio 2010, n. 122. l’adeguamento alla speranza di vita dal 2021.

nasco offre in via del

A decorrere messaggio n. dal 5451° delgennaio 10 genmatica attinente l’artutto gratuita la conregime delle decorrenze in2019 l’accesso al pensionanaio 2013. sulenza e l’assistenza gomento trattato, o mento anticipato, fermo restando il regime delle decorrenze trodotto dall’articolo 12, com2) Pensione di anzianità necessaria. altra questione di previsto 12, della legge n. 122 del mi 1 e 2,dall’articolo della n. comma 122 2, per A decorrere dallegge 1° gennaio 2010, avviene con i seguenti requisiti:natura previdenziale, 2019 l’accesso al pensionadel 2010 (c.d. finestra mobile) a) raggiungimento di un’anzianità contributiva di 41 anni, inil Patronato 50&PiùEe ledipendentemente indicazioni fornite con il dall’età; nasco offre in via del b) raggiungimento della contributiva cormessaggio n. 545 del 10 massima gen- anzianità tutto gratuita che la conrispondente all’aliquota dell’80%, a condizione essa naio 2013. sulenza e l’assistenza sia stata raggiunta entro il 31 dicembre 2011 e in presenza 2) di Pensione di anzianità un’età anagrafica di almeno 54necessaria. anni; A raggiungimento decorrere dal 1°di gennaio c) un’anzianità contributiva non inferiore a 35l’accesso anni e con anagrafica di almeno 58 anni. 2019 al un’età pensiona-

PENS

PENS

ANNO

Dal 1 al 31

Dal 1

*Req decre dalla

PENS


L’ESPERTO RISPONDE

Seconde case e calcolo della Tari, il Comune può decidere in via presuntiva?

Fatturazione elettronica, come funziona e quali sono le prossime tappe?

Ai fini del calcolo della Tari, mentre per l’abitazione principale fa fede lo stato di famiglia dei residenti, per le seconde case è l’ufficio del Comune a stabilire il numero degli occupanti dell’immobile. Alla mia seconda casa, di 60 metri quadrati, sono stati arbitrariamente addebitati quattro occupanti, anche se nello stato di famiglia risultiamo essere due. È legittima questa imposizione? Carlo M. - Verona

Fatturazione elettronica obbligatoria al via dal primo luglio 2018: riguarderà, in prima battuta, le cessioni di carburante e i subappalti della Pubblica amministrazione. La e-fattura entrerà in vigore per tutti i soggetti IVA a partire da gennaio 2019. Ma cos’è una fattura elettronica? Come funziona? Quali sono le regole? Chiara P.- Negrar

Il regolamento è legittimo. Per le abitazioni a disposizione o turistiche, per le quali non è possibile far riferimento al numero dei componenti della famiglia, come per le utenze domestiche residenti, è legittimo disporre una presunzione circa il numero di persone che mediamente occupano l’abitazione: anche se diverso dai componenti del nucleo familiare del possessore. La possibilità per il Comune di disporre in via regolamentare tale presunzione è stata vagliata più volte dalla Cassazione, come nella sentenza 8383/2013, con cui è stato precisato che l’individuazione dei componenti proporzionata alla superficie non è un criterio irrazionale e neppure discriminatorio. Questo perché “il criterio non va inteso nella sua assolutezza, ma in relazione alla implicita finalità di ancorare la quota variabile della tariffa al numero presunto di occupanti laddove questo non sia evincibile sulla base del criterio di residenza; e non è irragionevole, far ricorso al metodo proporzionale in rapporto alla superficie del bene”. 12

n. 5 maggio 18

La legge di Bilancio 2018 ha previsto l’obbligo di fatturazione elettronica per tutti i soggetti IVA, ad esclusione di quanti applicano il regime dei minimi o il forfetario. Dal 1° luglio 2018 l’e-fattura debutta per i subappaltatori della PA e gli operatori della filiera dei carburanti. Dal 1° gennaio 2019 la fatturazione elettronica obbligatoria sarà estesa a tutte le operazioni economiche tra aziende attraverso il Sistema di Interscambio - SdI, già in uso dal 2014 per le fatture elettroniche verso la PA. In merito agli scambi con operatori non stabiliti nel territorio dello Stato, trova applicazione la comunicazione dei dati indicati nelle fatture emesse e ricevute, da inviare all’Agenzia delle Entrate entro la fine del mese successivo a quello di emissione e/o ricezione delle fatture. Le fatture elettroniche emesse nei confronti dei consumatori finali sono rese disponibili a questi ultimi dai servizi telematici dell’Agenzia delle entrate. A decorrere dal 1° settembre 2018, con riferimento alle cessioni, a soggetti domiciliati o residenti fuori

della UE, di beni del valore complessivo, al lordo dell’IVA, superiore a 155 euro, destinati all’uso personale o familiare, da trasportare nei bagagli personali fuori del territorio doganale dell’Unione europea (c.d. tax free shopping), l’emissione delle relative fatture va effettuata dal cedente in modalità elettronica. La fatturazione elettronica è un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare il supporto cartaceo e i relativi costi di stampa, spedizione e conservazione. Le fatture elettroniche devono essere prodotte, trasmesse, archiviate e conservate in formato XML (eXtensible Markup Language). Come funziona Le fatture elettroniche potranno essere generate con strumenti resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia (una procedura web, una app e un software da installare su pc) o con software di mercato. Le e-fatture viaggeranno in maniera sicura tramite il Sistema di Interscambio (SdI) e potranno essere trasmesse, anche tramite intermediari, via PEC oppure utilizzando le stesse procedure web e app; in alternativa, previo accreditamento al SdI, potranno essere inviate tramite un “web service” o per mezzo di un sistema di trasmissione dati tra terminali remoti (FTP). In caso di superamento dei controlli, il soggetto che ha inviato il file della fattura elettronica riceverà entro 5 giorni una “ricevuta di consegna” e la fattura si considererà emessa.


NORME & ADEMPIMENTI

Detassazione dei premi di produttività nel settore della distribuzione, come funziona A seguito di quanto previsto dal rinnovo del Contratto Provinciale di Lavoro per i dipendenti da aziende del Terziario della Distribuzione e dei Servizi della provincia di Verona del 1 febbraio 2018 Confcommercio Verona, Filcams CGIL Fisascat CISL e UilTuCS UIL hanno raggiunto un accordo quadro territoriale sulla detassazione dei premi di produttività, della partecipazione agli utili e per i servizi di welfare. L’accordo, che si riferisce all’applicazione della tassazione agevolata delle somme erogate ai sensi della Legge di Stabilità 2017, che consente di detassare le somme di ammontare variabile la cui corresponsione sia legata ad incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione, misurabili e verificabili, nonché le somme erogate sotto forma di partecipazione agli utili, individua gli indicatori di misurazione richiesti dalla legge per l’applicazione della c.d. detassazione dei premi di produttività (imposta sostutiva dell’IRPEF ed addizionali regionali e comunali nella misura del 10%). Campo di applicazione L’ accordo quadro territoriale è applicabile esclusivamente ai datori di lavoro che erogano premi di risultato, ovvero erogano somme per partecipazione agli utili, oggetto di c.d. “detassazione” secondo quanto previsto dalla Legge. I datori di lavoro devono essere associati/aderenti al sistema di

rappresentanza di Confcommercio Verona, applicare e rispettare integralmente il CCNL per i dipendenti da aziende del Terziario della Distribuzione e dei Servizi sottoscritto da Confcommercio e Filcams - CGIL, Fisascat - CISL e UiltucsUIL il 30 marzo 2015 sia per la parte c.d. economica/normativa sia per la parte c.d. obbligatoria, applicare e rispettare integralmente gli Accordi Integrativi Provinciali vigenti per la provincia di Verona. Per le aziende con più di 30 dipendenti dove siano costituite RSA/ RSU, viene previsto un confronto a livello aziendale presso la sede di Confcommercio Verona con l’assistenza delle Organizzazioni firmatarie dell’ accordo, al fine di individuare congiuntamente i criteri utili alla definizione del premio di risultato o dei piani di welfare alternativi, in coerenza con le previsioni del CCNL per i dipendenti da aziende del Terziario della Distribuzione e dei Servizi.

Adesione all’accordo quadro territoriale I datori di lavoro che intendono aderire all’accordo quadro territoriale dovranno effettuare, prima dell’attribuzione delle somme detassabili, una apposita dichiarazione utilizzando un modello pubblicato sul sito internet dell’Ente Bilaterale del Commercio e dei Servizi della provincia di Verona (http://www. http://commercio. entebilaterale.vr.it/index.cfm/it/ aziende/) , da compilare e trasmettere esclusivamente tramite PEC all’indirizzo detassazionetdsvr@ legalmail.it. La predetta dichiarazione sarà trasmessa dai datori di lavoro, anche tramite mail, ai lavoratori interessati. Indicatori e indici di misurazione degli incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione L’accordo prevede che possono essere utilizzati dai datori di lavoro uno o più degli indicatori individuati 13


NORME & ADEMPIMENTI

n. 5 maggio 18

dal Decreto lnterministeriale del 25 marzo 2016, di seguito riportati: INDICATORI Volume della produzione/n. dipendenti Fatturato o VA di bilancio/n. dipendenti MOL/VA di bilancio Indici di soddisfazione del cliente Diminuzione numero riparazioni, rilavorazioni Riduzione degli scarti di lavorazione Percentuale di rispetto dei tempi di consegna Rispetto previsioni di avanzamento lavori Modifiche organizzazione del lavoro Lavoro agile (smart working) Modifiche ai regimi di orario Rapporto costi effettivi/costi previsti Riduzione assenteismo Numero brevetti depositati Riduzione tempi sviluppo nuovi prodotti Riduzione dei consumi energetici Riduzione numero infortuni Riduzione tempi di attraversamento interni lavorazione Riduzione tempi di commessa Differenze inventariali L’utilizzo dei suddetti indicatori deve determinare un effettivo, verificabile e dimostrabile incremento di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione,riferito ad uno o più degli stessi indicatori sopra elencati. Al termine del periodo congruo preso a riferimento i datori di lavoro daranno comunicazione scritta ai lavoratori dei risultati raggiunti. Analoga comunicazione dovrà essere inviata esclusivamente tramite PEC (detassazionetdsvr@ legalmail.it) all’Ente Bilaterale del Commercio e dei Servizi della provincia di Verona. Secondo quanto richiesto dalla leg14

cazione di adesione all’accordo quadro territoriale, indicheranno la previsione della possibilità per il lavoratore di scegliere se fruire in tutto o in parte di servizi di welfare in sostituzione dell’erogazione dei premi oggetto dell’accordo, indicando i servizi di welfare fruibili. Monitoraggio L’Ente Bilaterale del Commercio e dei Servizi della provincia di Verona effettuerà quadrimestralmente un monitoraggio sulle comunicazioni ricevute e le parti, con la medesima cadenza, si incontreranno al fine di monitorare e valutare congiuntamente l’andamento e gli effetti dell’attuazione dell’ accordo quadro territoriale.

ge il raggiungimento degli indici di incremento deve essere verificabile attraverso idonea documentazione di confronto quale ad esempio: bilanci depositati, report interni, dati rilevabili dal libro Unico del lavoro- LUL, denunce infortunio ecc. Partecipazioni agli utili Possono essere oggetto di detassazione anche gli utili di impresa erogati ai sensi dell’art. 2102 cod. civ. Coinvolgimento paritetico dei lavoratori nell’organizzazione del lavoro La legge prevede una riduzione contributiva a favore delle aziende che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro, a tale riguardo l’accordo ha definito i casi nei quali è riscontrabile tale situazione. Opzione welfare l datori di lavoro, con la comuni-

Deposito Confcommercio Verona il 13 febbraio 2018 ha depositato presso l’Ispettorato Nazionale del Lavoro l’Accordo Quadro Territoriale con le modalità telematiche previste dall’articolo 5 del Decreto Interministeriale del 25 marzo 2016. I datori di lavoro, prima dell’erogazione delle somme detassabili, dovranno registrarsi, compilare e trasmettere telematicamente il Modulo di deposito allegato alla nota del Ministero del Lavoro, del 22 luglio 2016, n.4274, contenente la dichiarazione di conformità. Tale operazione andrà effettuata sul sito internet: https://www.cliclavoro.gov.it/Aziende/Adempimenti/ Pagine/Detassazione-Deposito-contratti.aspx. ll codice modulo da inserire è: 20180213124444576. Validità L’Accordo quadro Territoriale, che ha natura sperimentale, scadrà il 31 dicembre 2019. Esso si intenderà rinnovato di anno in anno se non disdettato almeno tre mesi prima della fine dell’anno.


CATEGORIE

Scuola dell’agente immobiliare Fimaa e Bv Invest insieme per far crescere i professionisti di settore

Una vera e propria “Scuola dell’agente immobiliare” caratterizzata da una formazione di alta qualità, continuativa nel tempo, inclusiva: dalla collaborazione tra Fimaa Confcommercio Verona, rappresentata dal presidente Francesco Gentili e BV Invest di Bruno Vettore, consulente aziendale e manager tra i più importanti del real estate italiano, nasce un progetto destinato a far crescere i professionisti del settore. La valorizzazione dei punti di forza, lo sviluppo di nuove politiche commerciali e la forte specializzazione sono fattori cruciali per l’iniziativa che si prefigge di innalzare a tutto tondo i livelli qualitativi dei partecipanti all’iniziativa, partendo prima di ogni altra cosa dalla formazione delle risorse umane nel settore. La scuola, presentata giovedì 24 maggio, verterà su due percorsi

formativi suddivisi in tre lezioni ciascuno, che si svolgeranno da settembre 2018 a marzo 2019. Il percorso, in particolare, è articolato in due ambiti, metodologico e manageriale, entrambi di tre sessioni. Questo il dettaglio: Percorso formativo metodologico: PRIMA GIORNATA - Panorama aggiornato sul mercato immobiliare - Strategie di acquisizione e vendita - Il ciclo produttivo dell’Agente Immobiliare Evoluto SECONDA GIORNATA - Le fasi metodologiche e operative - La trattativa commerciale - La gestioni ed i superamento delle obiezioni TERZA GIORNATA - Condivisione e collaborazione: lo sviluppo di una cultura comune L’agente immobiliare, il web ed i

social media - Il futuro della professione Percorso formativo manageriale: PRIMA GIORNATA - Analisi personale: atteggiamento mentale, autostima e autorevolezza - Il marketing di se stessi: obiettivi e strumenti operativi - L’intelligenza emotiva: emisfero destro e sinistro SECONDA GIORNATA - La comunicazione efficace : relazione ed empatia - Il public speaking: valorizzazione della propria persona - Le abilità relazionali: tecniche e modalità concrete TERZA GIORNATA - Il Personal Branding - Lo sviluppo della leadership personale - La gestione e la motivazione del team 15


CATEGORIE

n. 5 maggio 18

Libriadi, 10 anni di successi Bilancio positivo per l’edizione 2018 che ha coinvolto 20 Istituti Si è svolta giovedì 31 maggio in Confcommercio Verona la conferenza stampa conclusiva delle “Libriadi”, giunte alla decima edizione, con la premiazione delle classi vincitrici. La kermesse che si propone di “educare” e invogliare alla lettura in modo gioioso, coinvolgendo autori di spicco, è organizzata dall’associazione librai Ali Confcommercio Verona presieduta da Paolo Ambrosini (che è anche presidente nazionale di Ali-Confcommercio). Con lui, all’atto conclusivo delle Libriadi, il presidente di Confcommercio As.Co. Verona Paolo Arena, il quale ha sottolineato la valenza culturale dell’iniziativa. Presenti inoltre sponsor, docenti e alunni delle scuole vincitrici che hanno affollato la Sala Giulietta e Romeo dell’Associazione. Questi i numeri e i dati principali delle Libriadi 2018: Istituti coinvolti: 20 dei quali 7 della città e 13 della provincia di Classi: 144 classi in totale 2.900 alunni circa per progetto Libriadi 2018; 51 classi scuola primaria 976 alunni e 93 classi scuola secondaria Autori coinvolti: David Conati, Jacopo Olivieri, Ornella Della Libera, Giuseppe Catozzella Elisa Cordioli, Davide Morosinotto, Maria Rita Parsi e Carlo Greppi. Incontri con autori sul territorio organizzati dalle librerie Libriadi 2018 e in collaborazione con enti o associazioni e per formazione: Simonetta Agnello Hornby, Simona Atzori, Mohamed Bà, Giorgia Be16

nusiglio, Federica Bosco, Matteo Bussola, Alberto Rossetti, Alessia Cruciani, Francesco D’Adamo, Tiziana Ferrario, Andrea Franzoso, Enrico Galiano, Umberto Galimberti, Fabio Geda, Gabriella Greison, Antonio Polito, Matteo Premi, Romano Prodi, Carolyn Smith, Antonio Ferrara, Anna Cerasoli,

Mario Sala Gallini, Mariapia Veladiano, Ezio Mauro, Massimo Carlotto, Andrea Vitali, Fabio Volo, Benedetta Rossi, Stefano Allevi, Klaudio Ndoja e decine di altri eventi per una partecipazione stimata di circa 16.000 persone. Numeri e nomi importanti per un evento ormai consolidato.


CATEGORIE

Ali spinge per il patto di filiera Confronto con i librai Usa all’assemblea nazionale. Ambrosini: le sfide Ottimo risultato e grande affluenza di pubblico al convegno “Quando la distribuzione fa la differenza: librai europei e statunitensi a confronto“, momento di confronto e di dibattito organizzato da Ali Confcommercio sabato 12 maggio al Salone del libro di Torino durante la 74esima Assemblea nazionale. Un momento di “parallelo” e di dibattito alla presenza delle istituzioni, del mondo del libro italiano e straniero per fare il punto sulla condizione delle librerie italiane, sul provvedimento del credito fiscale, sulle app, sulla proposta di detrazione fiscale per i libri, e sui tanti problemi ancora aperti nel settore. “L’anno che abbiamo lasciato alle spalle ci ha portato in dote il credito fiscale in favore delle librerie, un segnale importante – il commento del presidente Ambrosini – che abbiamo voluto con tutte le nostre forze. Ora siamo al qui al Salone del Libro Torino anche per sostenere che serve un patto chiaro tra librerie, editori e distributori. Non è pensabile che le librerie possano da sole vincere la sfida con i colossi internazionali. Devono essere chiariti, ad esempio, gli standard minimi di servizio a favore delle nostre imprese”.

CARTA CARBURANTE: NIENTE PROROGA, FIGISC E AGENTI DELUSI Carta carburante, nessuna proroga, o meglio, nessun doppio binario per quella misura, contenuta nella legge di Bilancio 2018, che introduce a breve l’obbligo di fatturazione elettronica per l’acquisto di carburanti e lubrificanti da parte di aziende e partite Iva. Nonostante le associazioni di categoria della Confcommercio si siano spese fino all’ultimo per tenerla in vita ancora per un po’, il primo luglio la cara vecchia scheda carburante andrà cestinata una volta per tutte. A farsi portavoce di agenti di commercio e benzinai era stato i giorni scorsi il senatore di Forza Italia Gilberto Pichetto Fratin. L’emendamento al decreto Alitalia presentato in Commissione speciale prevedeva una deroga all’obbligo di fatturazione elettronica per il rifornimento di benzina e gasolio da parte dei soggetti passivi Iva. La richiesta, quella di posticipare l’abolizione della scheda carburante al 31 dicembre 2018, quando scatterà l’obbligo della fattura elettronica anche tra i privati. L’emendamento non ha tuttavia superato l’esame di ammissibilità del Senato. Per la delusione soprattutto dei gestori degli impianti di distribuzione, costretti ora ad adeguare al nuovo quadro normativo gli strumenti di incasso. Ad impensierire i benzinai, anche la concomitanza del debutto della legge con l’inizio della stagione estiva, e l’incremento esponenziale del traffico lungo tutta la rete nazionale. Quanto a imprese, professionisti e agenti di commercio: per detrazione Iva, metter mano alla carta di credito.

17


Agevolazioni & credito: Agevolazioni & credito: Prodotti speciali Confidi: Prodotti speciali Confidi: SPECIALE CITTÀ DI VERONA – BCC Valpolicella Benaco Banca Finanziamento con garanzia Confidi e cogaranzia del Benaco Fondo Centrale SPECIALE CITTÀ DI VERONA – BCC Valpolicella Banca di Garanzia:  Apertura di garanzia credito inConfidi Conto ecorrente (condel canalizzazione flussi Finanziamento con cogaranzia Fondo Centrale di POS) Garanzia: Tasso variabile – Euribor 3m corrente + 2,50% (con canalizzazione flussi POS)  Apertura di credito in Conto Dif a partire da –0,25% trimestrale Tasso variabile Euribor 3m + 2,50% Dif a partire da 0,25% trimestrale  POS di noleggio Franco spese  Canone POS Condizioni transato Franco a partire da 0,30% Canone di noleggio spese carte di credito personalizzate Condizioni transato a partire da 0,30% Condizioni carte di credito personalizzate  Finanziamenti finalizzati ad investimenti Durata fino a 60 mesi: Tasso variabile – Euribor 3m + 2,30%  Finanziamenti finalizzati ad investimenti 120mesi: mesi:Tasso Tassovariabile variabile––Euribor Euribor3m 3m++2,30% 2,50% Durata fino a 60 Durata fino a 120 mesi: Tasso variabile – Euribor 3m + 2,50%  Finanziamenti finalizzati a liquidità Durata fino a 60 mesi: Tasso variabile – Euribor 3m + 3,00%  Finanziamenti finalizzati a liquidità Durata fino a 60 mesi: Tasso variabile – Euribor 3m + 3,00% SPECIALE ESERCENTI CORSO PORTA NUOVA E VALVERDE – BCC Banca di Verona Finanziamento con garanziaCORSO ConfidiPORTA e cogaranzia Fondo Centrale Garanzia: SPECIALE ESERCENTI NUOVAdel E VALVERDE – BCCdiBanca di Verona  Apertura di credito in Conto corrente Finanziamento con garanzia Confidi e cogaranzia del Fondo Centrale di Garanzia: Tasso variabile – Euribor 3m/360 + 2,75%  Apertura di credito in Conto corrente Tasso variabile – Euribor 3m/360 + 2,75%  Finanziamenti chirografari per investimenti Tasso variabile chirografari – Euribor 3m/360 + 2,25%  Finanziamenti per investimenti Tasso variabile – Euribor 3m/360 + 2,25%  Finanziamenti chirografari per “sostegno al circolante” Tasso variabile chirografari – Euribor 3m/360 + 3,00% al circolante”  Finanziamenti per “sostegno Tasso variabile – Euribor 3m/360 + 3,00% *Gli spread dei prodotti speciali sono variabili in base al merito di credito dell’impresa. Gli spread indicati sono da considerare come soglia di partenza riservata alle aziende che rientrano in merito “fascia1” per l’ammissibilità al Gli Fondo Centrale di Garanzia. *Gli spread dei prodotti speciali sono variabili in base al di credito dell’impresa. spread indicati sono da considerare come soglia di partenza riservata alle aziende che rientrano in “fascia1” per l’ammissibilità al Fondo Centrale di Garanzia.

Bandi/iniziative regionali in sintesi: regionali in sintesi: Coming Bandi/iniziative soon... POR FESR 14-20: Azione 3.3.4 C – Investimenti innovativi nel sistema ricettivo turistico - ZONE MONTANE Coming soon... POR FESR 14-20: Azione 3.3.4 C – Investimenti innovativi nel sistema ricettivo turistico - ZONE MONTANE PROVINCIA DI VERONA: Badia Calavena, Bosco Chiesanuova, Brenzone, Brentino Belluno, Cerro Veronese, Dolcè, Erbezzo, Ferrara Badia di Monte Baldo,Bosco Malcesine, Roverè Brenzone, Veronese,Brentino San Mauro di Saline, PROVINCIA DI VERONA: Calavena, Chiesanuova, Belluno, Cerro Sant'Anna Veronese, d'Alfaedo, San Zeno di Montagna, di Progno, Velo Roverè Veronese, Vestenanova. Dolcè, Erbezzo, Ferrara di MonteSelva Baldo, Malcesine, Veronese, San Mauro di Saline, Sant'Anna d'Alfaedo, San Zeno di Montagna, Selva di Progno, Velo Veronese, Vestenanova.  PMI iscritte al Registro Imprese o al REA  PMI proprietarie o gestori di: o al REA iscritte al Registro Imprese Beneficiari  Strutture ricettive alberghiere;  PMI proprietarie o gestori di:  Strutture ricettive all’aperto; Beneficiari alberghiere;  Strutture ricettive complementari. all’aperto; Progetti di sviluppo, innovazione e riqualificazione delle strutture ricettive del  Strutture ricettive complementari. Tipologia di intervento turismo in aree di montagna. Progetti di sviluppo, innovazione e riqualificazione delle strutture ricettive del Tipologia di intervento turismo in aree di montagna. Contributi in conto capitale Forma del sostegno Contributi in conto capitale Forma del sostegno Procedura di Valutativa con procedimento a graduatoria assegnazione Procedura di Valutativa con procedimento a graduatoria assegnazione

Per info: Confidi Veneto info@confidi.veneto.it - 045/956764 Per info: Confidi Veneto info@confidi.veneto.it - 045/956764


CATEGORIE

Assonologarda anti-abusivismo Il punto in un incontro con l’assessore regionale De Berti e Arena Fare ordine nelle concessioni demaniali sulla riva del lago e in acqua e adeguare la normativa per contrastare le forme di abusivismo. Questo, come ha scritto L’Arena, il tema al centro dell’incontro organizzato venerdì 1 giugno a Bardolino da Assonologarda, associazione affiliata a Confcommercio Verona che riunisce una trentina di attività professionali sulla sponda veronese del lago impegnate nel noleggio e locazione di natanti da diporto, gestione spiagge e trasporto passeggeri non di linea. Alla serata, moderata dalla presidente di Assonologarda Ilenia Mosele, hanno partecipato l’assessora regionale alle infrastrutture Elisa De Berti (che ha delega anche in materia di navigazione interna e portuale), il presidente di Confcommercio Verona Paolo Arena e il comandante della squadra nautica della Polizia di Stato Andrea Erculiani, che ha illustrato agli associati le principali novità contenute nel nuovo Codice della nautica da diporto. Da tempo - si legge nell’articolo de L’Arena - Assonologarda si batte contro l’abusivismo e negli ultimi anni ha avviato un dialogo e un’azione congiunta con la Regione di cui si cominciano a vedere i frutti. “Sul lago di Garda e in tutto il Veneto, stiamo cercando di contrastare il fenomeno verificando la corrispondenza tra le aree date in concessione e le occupazioni effettive, lavoro fatto con l’aiuto della società regionale Sistemi territo-

riali e la collaborazione dell’Agenzia del demanio e della Guardia di finanza”, ha spiegato De Berti. “Dai controlli svolti finora è emersa una massiccia presenza di realtà che devono essere regolarizzate: a fine 2017 in alcuni Comuni del Veneziano l’abusivismo arrivava al 70%”. Di pari passo si stanno aggiornando le linee guida per il lago di Garda, puntando a renderle operative entro fine anno. Per le concessioni saranno previste due macro-categorie: i diportisti, per cui la durata della concessione demaniale sarà di 6 anni e gli operatori commerciali per cui sarà di 12 anni “aumentabili a fronte di un investimento d’impresa importante”, ha sottolineato De Berti. La novità più significativa è stata illustrata dal dirigente regionale Luigi Zanin e riguarda la riforma della procedura per ottenere la licenza commerciale: mentre finora è possibile averla ed esercitare l’attività anche senza comprovare la titola-

rità di una concessione demaniale, l’obiettivo è invertire la procedura rilasciando la licenza solo a fronte di una concessione demaniale. “Sul lago il fenomeno di imbarchi e sbarchi abusivi sembra essere la normalità, stiamo intervenendo per far sì che chi non è in regola venga sanzionato”, ha detto De Berti. L’ispettore Erculiani ha elencato alcune novità contenute nel nuovo Codice della nautica diporto, tra cui l’obbligo da parte dei locatori di fornire un documento con le istruzioni essenziali di navigazione ai conduttori e le sanzioni amministrative previste per i conduttori che guidano in stato d’ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (dai 3mila ai 5mila euro). Se il natante è dato in locazione, le sanzioni accessorie come la sospensione del documento di circolazione della barca saranno applicate al proprietario del natante. Per alcune disposizioni bisognerà comunque attendere i decreti attuativi. 19


SPORT - IL CANGRANDE DEL BENTEGODI

n. 5 maggio 18

Radovanovic è il “Cangrande” Il centrocampista serbo trionfa nella 17esima edizione del concorso Ivan Radovanovic si aggiudica “Il Cangrande del Bentegodi” 2017-2018, edizione numero 17, al termine di un appassionante duello con Roberto Inglese: stessi punti, stesso numero di “tappe” vinte, a decidere è il numero di voti singoli complessivamente raccolti, che favoriscono il centrocampista serbo. Radovanovic e Inglese hanno chiuso a quota 62; al terzo posto, al termine di un’altra stagione positiva, il portiere Sorrentino, con 52. A seguire Birsa, attestato a 32 e Castro (30), quindi Giaccherini e Stepinski a 26 e Pellissier a 22. Nella top ten anche Hetemay e Bani con 20 punti-voto. Questa la classifica finale completa:

1. Radovanovic 62 2. Inglese 62 3. Sorrentino 52 4. Birsa 32 5. Castro 30 6. Giaccherini e Stepinski 26 8. Pellissier 22 9. Hetemaj e Bani 20 11. Bastien 16 12. Jaroszynski 14 13. Depaoli, Gobbi, Pucciarelli 10 16.Gamberini 8 17.Cacciatore, Rigoni, Tomovic 6 20. Meggiorini, Dainelli 4

Chi va da Rossetto si vede!

*ESCLUSI LATTI 1 - GIFT CARD - LAVAGGI AUTO

Perché oltre alla spesa, ci mettiamo la testa.

Ogni ultimo mercoledì del mese uno sconto reale del 10% alla cassa, sul totale della spesa*.

Supermercati nelle province di VERONA, BRESCIA, MANTOVA, VICENZA, PADOVA, ROVIGO, CREMONA, REGGIO EMILIA, MODENA

20


SPORT - IL MASTINO DEL BENTEGODI

“Il Mastino” incorona Romulo Va a lui la 19esima edizione del concorso per i tifosi dell’Hellas

È Romulo “Il Mastino del Bentegodi” 2017-2018: il calciatore brasiliano naturalizzato italiano si aggiudica la 19esima edizione del concorso promosso dal nostro periodico, in una stagione nera per il calcio gialloblù sponda Hellas, con una squadra troppo debole per non retrocedere in serie B. Eletto dai tifosi migliore in campo nelle partite con Benevento, Inter, Bologna e Milan, Romulo ha vinto con 161 voti davanti a Caceres, passato alla Lazio, migliore in campo con Fiorentina e Juventus, a quota 70, Caracciolo (“Mastino” con la Sampdoria e il Chievo) con 61,

Valoti (più votato con il Torino) con 56, Ferrari con 46 (migliore con Crotone e Roma), Nicolas (migliore in campo con l’Atalanta) a 44, il coreano Lee SeungWoo, giocatore helladino più votato con Lazio e Udinese, a 43, Bessa, ceduto al Genoa, “Mastino” con il Napoli, con 41. A seguire Pazzini, passato al Levante, a 33, Verde e Fares a 27, Bruno Zuculini (migliore con il Cagliari) a 26, Cerci a 24. Con 23 voti Danzi, migliore in campo con il Sassuolo, quindi Fossati a 18 e Buchel, migliore in campo con il Genoa a 14. Chiudono Calvano, Kean e Matos con 12 voti, Bruno Zuculini, Vukovic e Petkovic con 6 preferenze ed Heurtaux con 3.

Chi va da Rossetto si vede!

Perché oltre alla spesa, ci mettiamo la testa.

Solo i prodotti migliori al miglior prezzo.

Supermercati nelle province di VERONA, BRESCIA, MANTOVA, VICENZA, PADOVA, ROVIGO, CREMONA, REGGIO EMILIA, MODENA

21


i t a n o Siam truire .... per cos

... investi su di noi! Per la tua pubblicitĂ su

contattaci al

Tel. 045 8060811 oppure spedisci una e-mail a ilcommercioveronese@confcommercioverona.it


Diventa Socio Confcommercio: per te tante opportunità Assistenza amministrativa e consulenza legale. Fondo sanitario, sconti per l’acquisto di auto, estintori, ACI, SCF, SIAE, energia, assicurazioni, abbonamenti giornali, POS. Welfare aziendale Consulenza fiscale, contabile, normativa del lavoro, buste paga, sicurezza del lavoro, videosorveglianza, qualità, privacy, sicurezza alimentare, ambiente, prevenzione incendi Corsi di formazione gratuita, rimborsi per i lavoratori e per le aziende aderenti Consulenza e assistenza sulle varie opportunità di finanziamento per la tua attività Sistema Associativo, calcolo previsionale sulla propria pensione, 730, successioni, ISEE

Assistenza per ogni problematica che riguarda la tua attività Per beneficiarne da subito

ASSOCIATI

Per maggiori informazioni e per usufruire delle convenzioni rivolgiti presso la nostra sede Via Sommacampagna, 63/H - Verona Tel. 0458060811 - whatsapp e sms 3894529828 www.confcommercioverona.it - info@confcommercioverona.it

Il Commercio Veronese di maggio 2018  

E' online il numero di maggio 2018 del mensile di Confcommercio Verona

Il Commercio Veronese di maggio 2018  

E' online il numero di maggio 2018 del mensile di Confcommercio Verona

Advertisement