Page 1

Bilancio di Missione 2015

C

C

R

S


sommario Circolo Culturale Ricreativo Sportivo BNL Gruppo BNP Paribas di Roma Via degli Aldobrandeschi 300 - 00163 Roma

1 Bilancio di Missione 2015 2

PRESENTAZIONE E NOTA METODOLOGICA

3

SALUTO DEL PRESIDENTE

5 Identità 6

PROFILO GENERALE E CONTESTO DI RIFERIMENTO

7

PERIMETRO OPERATIVO E DISEGNO STRATEGICO

8

GLI STAKEHOLDER

11 Il governo e le risorse umane 12

GLI ISCRITTI

14

LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA

16

GLI ELETTI ALLA GUIDA DEL CIRCOLO

18

CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE RISORSE ECONOMICHE DEGLI AMBITI

25 La comunicazione 26

LA COMUNICAZIONE

27

L’INFORMAZIONE

28

IL LOGO

29

LE CONVENZIONI

30

INTERCLUB

31

LE ALTRE CONVENZIONI

33 Il perseguimento della missione 34

RINNOVAMENTO NELLA CONTINUITÀ

36

IL RACCONTO DEL 2015

39

LE NOSTRE PROGETTUALITÀ ABBOZZATE PER IL 2016

40

ELENCO DELLE ASSOCIAZIONI DI CCRS BNL NEL CUORE

43 La relazione economica 44

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO AL BILANCIO 2014

56

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31.12.2014

68

INDICI DEL BILANCIO

70

BILANCIO PREVENTIVO ANNO 2015

71 Codice etico Redazione: Valentino Spinaci

72

PREMESSA

73

PRINCIPI

Progetto e realizzazione grafica: Francesca Dantini

74

ETICA

75

RAPPORTI CON I FORNITORI

Stampa: Tipografia Bellini snc Via Tito Speri, 2 - 00195 Roma

76

GESTIONE ECONOMICA

77

IMMAGINE

Chiuso in tipografia il 10/05/2016

78

MONITORAGGIO E SANZIONI


Bilancio di Missione 2015


2

bilancio di missione

Presentazione e nota metodologica

Si prefigge di essere “essenziale” questo nostro nuovo Bilancio di Missione, rendiconto del lavoro compiuto dal Circolo nel corso del 2015. Rispecchia infatti l’impostazione che il nuovo Consiglio Direttivo - insediatosi a settembre 2015 - intende dare al proprio lavoro nel corso del mandato che i soci gli hanno conferito. Oltre alle iniziative più importanti, il lettore troverà alcuni paragrafi che spiegano i cambiamenti introdotti nella gestione del sodalizio, in particolare l’adozione degli Ambiti, e le principali progettualità per il futuro. Per il resto il documento riporta, com’è sua funzione, gli aggiornamenti sull’operatività dei servizi offerti. Il presente rendiconto si riferisce all’intero 2015. È il quinto che viene redatto con le caratteristiche e le finalità tipiche del Bilancio di Missione. Il testo replica informazioni già fornite in precedenti rendiconti in quanto invariate e di carattere istituzionale. La parte contabile, integrata con quella descrittiva, deriva dal sistema di registrazione elettronico dei dati Microerp Zucchetti di proprietà del Circolo. Le tabelle e i grafici a corredo delle note economiche illustrate dal Presidente e verificate dal Collegio Sindacale sono frutto di apposita elaborazione realizzata a cura della Gescont srl. Il Bilancio di Missione è redatto secondo le linee-guida proposte a seguito del lavoro condotto congiuntamente da Csvnet (Coordinamento nazionale dei centri di servizio per il volontariato), Feo-Fivol, Iref-Acli e sponsorizzato dall’Acri. Il Direttivo del Circolo ha ritenuto di non sostenere la spesa necessaria per una revisione e certificazione esterna del Bilancio. Quest’ultimo è pubblicato sia su carta stampata che in formato elettronico. È disponibile sul sito www.circolobnl.com e divulgato tra i soci con distribuzione gratuita e mirata. Copie del formato cartaceo sono nei locali BNL di via degli Aldobrandeschi, sede legale del CCRS.


bilancio di missione

Saluto del Presidente Si ricomincia. Con il desiderio di migliorare. Di proseguire sulla strada percorsa nei quattro anni del primo mandato, nel senso della trasparenza, dell’energia propositiva, della capacità di aggregazione, della volontà solidale. Ma con la determinazione ad essere più efficienti, più concentrati sulla nostra “mission”, più attenti alle esigenze dei nostri stakeholder: i soci, i pensionati, i partner. Per quanto riguarda l’azienda e le organizzazioni sindacali, che occupano un posto di primo piano tra i nostri portatori di interesse - è questa la traduzione italiana del termine anglosassone “stakeholder” - saremo attenti a cercare la loro condivisione circa i nostri obiettivi ma soprattutto a definire con loro traguardi più ambiziosi rispetto a quelli raggiunti. Nei mesi appena trascorsi abbiamo svolto iniziative che hanno raccolto consenso e gradimento tra i soci. Questi ultimi sono saliti di numero, pur in presenza di una costante crescita dei colleghi che escono dalla banca perché arrivati alle soglie del pensionamento. Anche i dati relativi alla partecipazione alle iniziative, soprattutto a quelle solidali, sono stati positivi. Ma non abbiamo tempo né attitudine a cullarci sugli allori. Siamo e restiamo al servizio dei soci e dei colleghi che dal nostro lavoro si attendono qualità per l’organizzazione del loro tempo libero, convenienze e opportunità per la gestione economica quotidiana, per la fruizione intelligente del tempo di non lavoro. Tutto ciò insieme ai nostri partner, Interclub prima di tutto. Se l’Estate 2014 fu complicata dalla difficile prova legata alla modifica dello Statuto - necessaria ad evitare che centinaia di soci trasferiti da BNL in Business Partner Italia, perdessero in automatico il titolo ad essere soci del CCRS BNL - quella del 2015 non è stata meno impegnativa: l’organizzazione delle elezioni per il rinnovo delle cariche statutarie ci ha visti in piena attività. E alla fine il pronunciamento degli elettori è arrivato. Sotto forma di consenso. Di riconferma di una politica del dopolavoro che abbina divertimento e solidarietà, cultura e benessere della persona, intesa nel suo insieme, senza trascurare alcun aspetto, da quello fisico a quello spirituale, da quello sociale a quello della comunicazione. Un aspetto quest’ultimo cui nel 2015 abbiamo scelto di dare nuovo impulso, con la creazione e implementazione dei canali che abbiamo scelto per veicolare i nostri messaggi ma anche per incorporare il

3


4

bilancio di missione

desiderio di comunicazione dei soci: non soltanto il sito ma anche il canale di facebook e la rivista Fuori Orario. Ma l’innovazione più importante del 2015 è stata quella che ha riguardato l’introduzione nel sodalizio degli Ambiti. Sono due, quello Culturale/Ricreativo e quello Sportivo. Ad essi fanno capo quelle che una volta erano le Sezioni che in essi trovano una sponda utile per massimizzare la loro operatività, la loro creatività e soprattutto le risorse di cui possono disporre. Neanche la creazione degli Ambiti è stata una passeggiata. Ha incontrato resistenze, ma ha anche aperto la strada ad un’innovazione che potrà dispiegare tutte le sue potenzialità in futuro, soprattutto nella logica di un Circolo BNL di respiro nazionale, o almeno di una Federazione tra i Circoli esistenti che conservino la loro autonomia territoriale. È questo l’ultimo punto che abbiamo incluso nel programma elettorale che ha riscosso il consenso di migliaia di soci elettori. È questo il punto su cui abbiamo iniziato a lavorare consapevoli peraltro che il terreno da dissodare è ancora molto duro ma che non è arido: una volta gettato il seme giusto le possibilità che attecchisca sono concrete. Ma qui entriamo nel campo delle cose ancora da fare e non è questa la sede per parlarne. Qui dobbiamo limitarci a spiegare qual è il solco entro cui ci muoviamo, convinti che una collaborazione generale non potrà che far salire la performance delle attività destinate alla “ricarica” dei lavoratori di BNL e dei loro familiari in tutta Italia, non solo a Roma. Restano nel nostro arsenale “proiettili” non utilizzati, e non per nostro demerito, come ad esempio il palco già acquistato o il tendone per eventi già messo in budget. Ma non disperiamo: abbiamo davanti almeno altri tre anni per metterli in condizione, d’accordo con la Banca, di trasformarsi in uno spettacolo pirotecnico piacevole per tutti i soci. La squadra del Direttivo è cambiata. Sono usciti colleghi di valore, altri di analoga caratura sono entrati iniziando immediatamente a giocare la loro partita con impegno, creatività, professionalità. Non è cambiata invece la mentalità. La voglia di dare vitalità al Circolo. Il desiderio di renderlo sempre più partecipato dai soci. Ma questo possono realizzarlo solo i soci stessi. Paolo Baldani


IdentitĂ


6

identità

Profilo generale e contesto di riferimento

Il Circolo Culturale Ricreativo Sportivo tra i dipendenti di Roma della Banca Nazionale del Lavoro spa, è una libera associazione pensata nel 1971 - tenendo presente l’art. 18 della Costituzione, gli articoli 36, 37, 38 del Codice Civile e l’articolo 11 della legge 300 del 20 maggio 1970 più nota come Statuto dei Lavoratori – costituita ed accettata dalla Banca che il 26 aprile del 1972 dà ai dipendenti notizia della sua esistenza. La sede legale del Circolo è a Roma, via degli Aldobrandeschi 300. In precedenza era appoggiata al Centro sportivo BNL in via di Porta Ardeatina 53. A norma di Statuto è ospitata nei locali che di volta in volta verranno messi a disposizione dalla stessa Banca. Quest’ultima concede oggi al Circolo di Roma l’uso - in comodato verbale delle stanze della sede amministrativa e di altri spazi per le attività, nel suo Centro sportivo, dal lato di via Marco Polo. Il CCRS di Roma agisce, come recita lo Statuto, nel “promuovere, come espressione di solidarietà e pluralismo, ogni attività finalizzata alla partecipazione ed all’impiego del tempo libero dei soci. Tra queste rientrano, secondo la carta costitutiva del CCRS, quelle culturali, ricreative, assistenziali, formative, motorio-sportive e di offerta delle migliori opportunità per viaggi e turismo nazionale e internazionale”. Il Circolo di Roma non appartiene a gruppi o strutture federative locali o nazionali. Ha contatti con analoghi Circoli creati dai dipendenti BNL in altre città italiane e con il Circolo dei dipendenti dell’ABI.


identità

Perimetro operativo e disegno strategico

Il territorio di riferimento del CCRS BNL di Roma è la Capitale. Esso si rivolge ai dipendenti delle società del Gruppo Bancario BNL, entrato a far parte dal 2006 del Gruppo francese BNP Paribas, che prestano servizio nella Regione Lazio. I dipendenti dislocati in diverse sedi cittadine e nella rete di 110 agenzie e i pensionati BNL - e i loro familiari - rappresentano la comunità di cui l’associazione si occupa. L’associazione nasce all’inizio degli anni Settanta quando viene introdotto nel nostro Paese lo Statuto dei lavoratori. Fin dall’inizio delle sue attività il Circolo promuove iniziative dirette non solo ai soci ma anche - nell’ambito dei contributi erogati dalla Banca a sostegno del sodalizio - a tutto il pubblico dei dipendenti a prescindere dalla loro iscrizione al CCRS. Alle iniziative possono partecipare anche esterni, oltre a pensionati e familiari, secondo modalità stabilite di volta in volta o appositi regolamenti emanati dal Consiglio Direttivo. L’attività del Circolo per gran parte della sua storia si è svolta in un quadro culturale accogliente e propenso all’attività di un simile sodalizio. Oggi tecnologia, tv, social network e Internet trasformano il modo di vivere il tempo libero. In questo quadro il CCRS si impegna per consentire alle persone di esprimersi. Di essere protagoniste. Valorizzando i propri interessi. Un problema che riguarda anche i pensionati e la nuova categoria degli esodati. Che sono sempre più “connessi” grazie alla Rete e quindi molto più attivi di un tempo. Mentre l’innalzamento dell’età pensionabile spinge a godere subito e al meglio del tempo libero. L’attività del CCRS si pone come risposta strategica al mutato contesto ambientale e aziendale, oggi condizionato dalla crisi economica che accentua la vocazione del Circolo al welfare, nel rispetto dello sforzo competitivo che richiede di accrescere tempi e ritmi di lavoro, ma comporta al contempo la ricerca del corretto equilibrio tra ambito lavorativo ed extra. Quali i cardini di tale disegno strategico? Qualità delle relazioni tra soci da favorire con iniziative ed eventi. Uso di tecnologia mirato alla socialità. Impegno a comunicare un sistema di valori improntato a correttezza, rispetto reciproco, attenzione ai bisogni del collega e dei suoi familiari. Creazione di una comunità di interessi condivisi, convenienze, opportunità, idee, permeata dalla qualità BNL. Con progetti costruiti giorno dopo giorno e in piena sintonia.

7


8

identità

Gli stakeholder Per stakeholder il CCRS BNL intende quanti ritengono di aver interesse che l’associazione funzioni bene, si sentono legati emotivamente al successo o meno delle iniziative del sodalizio

Gli stakeholder (o "portatori di interesse") sono i soggetti che influenzano un'iniziativa economica, l’attività di un’impresa, di un’associazione benefica. Per un’azienda sono i clienti, i fornitori, i finanziatori, i collaboratori, ma anche la popolazione che risiede nell’area in cui l’azienda opera: si tratta di una definizione elaborata nel 1963 al Research Institute dell'Università di Stanford. Per stakeholder il CCRS BNL Roma intende quanti ritengono di aver interesse che l’associazione funzioni bene, si sentono legati emotivamente al successo o meno delle iniziative del sodalizio. Stakeholder sono quanti si sentono in qualche modo coinvolti, chiamati in causa, dagli impegni e dalle promesse formulate dall’associazione. Prima di tutto quindi i soci, coloro che hanno pagato un’iscrizione. Costoro meritano di veder riconosciuta la loro fiducia, l’avere aderito ad un’idea di condivisione di esperienze, di convenienze, di occasioni, oltre che ad un preciso programma. Il discorso vale in particolare per i soci iscritti agli Ambiti attraverso le Sezioni tematiche, che hanno attribuito al CCRS una quota maggiorata per veder riconosciuto e valorizzato attraverso specifiche attività un loro interesse predominante. Sono nostri stakeholder diretti anche i familiari degli iscritti al Circolo, grazie alla cui attività possono fruire di opportunità, di agevolazioni e servizi, entrando nell’universo CCRS BNL. Definiamo stakeholder indiretti i colleghi di Roma e dintorni non ancora iscritti, spettatori privilegiati dello sforzo che quotidianamente i colleghi che “animano” il Circolo compiono per rendere efficace il sodalizio. La lista degli stakeholder comprende poi i fornitori che mettono a disposizione degli organizzatori le loro competenze e la loro forza lavoro. Da costoro dipende la qualità di un’iniziativa che per loro rappresenta nel contempo un’occasione di lavoro e uno strumento


identità

per far conoscere la loro professionalità, apprezzata nel mondo BNL. A volte trasformandosi in sponsor, partner di nostre iniziative. Soci, soci aggregati - ossia familiari e pensionati - e colleghi in servizio sono quindi gli stakeholder di missione. Non vanno esclusi dall’elenco, i componenti del Consiglio Direttivo che pur essendo al servizio del sodalizio, sul successo di quest’ultimo “appuntano” la loro realizzazione lavorativa. Posto di privilegio tra gli stakeholder hanno naturalmente Azienda e Organizzazioni Sindacali. BNL versa una quota di 17,50 euro per ogni dipendente che lavora nella città in cui è attivo il Circolo, che per l’azienda rappresenta un valore se crea spazi di ricarica, di servizio, di coesione tra i dipendenti. Fattore quest’ultimo cui sono attente anche le OO.SS. che per legge hanno un ruolo centrale nella gestione dei Cral. In base all’art.11 dello Statuto dei lavoratori, “Le attività culturali, ricreative ed assistenziali promosse nell’azienda sono gestite da organismi formati a maggioranza dai rappresentanti dei lavoratori”. È in questa logica che il CCRS di Roma fino all’anno scorso ha chiesto alle OO.SS. BNL di Roma, costituite a norma dell’art. 19 della stessa legge 300 del 20 maggio 1970, di esprimersi sul lavoro compiuto dal Circolo. Da quest’anno si sospende la partecipazione diretta dei soci e degli stakeholder alla stesura - iniziata quattro anni orsono e protratta nelle precedenti edizioni, con la pubblicazione di interventi specifici a firma della Banca e delle Organizzazioni Sindacali - in quanto la si considera acquisita ed espressa, o comunque esprimibile quotidianamente, attraverso gli altri strumenti di comunicazione del Circolo.

9


10

identitĂ

Nel 2015 la rivista Fuori Orario ha gradualmente visto crescere il numero dei lettori, dei collaboratori, dei consensi, diventando un punto di riferimento importante nella Comunicazione del Circolo.


Il governo e le risorse umane


12

governo e risorse umane

Gli iscritti Il CCRS BNL di Roma accetta come soci i dipendenti delle società del Gruppo Bancario BNL BNP Paribas che prestano servizio nella Regione Lazio e indirizzano al Consiglio Direttivo una richiesta formale e corrispondono la quota annuale che nel 2015 è confermata in 15,60 euro. Per i soci in servizio la Banca offre la possibilità di rateizzare la quota di iscrizione in dodici mesi detraendola dalla busta paga. I soci pensionati devono provvedere autonomamente al pagamento integrale della quota annuale che salvo disdetta si rinnova automaticamente. I soci hanno diritto di fruire dei servizi e di tutte le attività promosse dal Circolo nel rispetto degli appositi regolamenti e possono sottoporre al Consiglio Direttivo iniziative coerenti con i fini istituzionali del CCRS, anche creando appositi gruppi. Se la domanda non è rigettata con parere motivato entro 30 giorni dalla presentazione si consegue la qualità di socio. I soci si distinguono in effettivi e aggregati. Effettivi sono dipendenti ed ex dipendenti cessati dal servizio per limiti di età o comunque dopo aver raggiunto il diritto alla pensione. Aggregati sono i familiari - anche di fatto - di costoro nonché orfani e vedove con diritto alle prestazioni del Fondo Pensioni BNL. Al 31 dicembre i soci effettivi in servizio sono 2763. Ad essi si aggiungono 1425 ex dipendenti in pensione.


governo e risorse umane

Inoltre vanno considerati 1200 soci aggregati. Nel corso degli anni la consistenza della compagine sociale ha conosciuto livelli maggiori, ciò anche in proporzione alla precedente maggiore numerosità della popolazione dei dipendenti BNL di Roma. In crescita l’elenco dei soci registrati al sito, che riguarda 1607 persone. La registrazione ha consentito di ottenere approfondimenti riguardanti le caratteristiche della compagine sociale, con particolare riguardo agli interessi personali per il tempo libero nell’ottica di implementare le proposte a servizio degli iscritti e progettare iniziative. Ad essi si aggiungono circa 900 iscritti al profilo Facebook. Non sono in atto contenziosi con i soci o procedure di diniego all’iscrizione di aspiranti tali.

Le tendenze di interesse dei soci per il tempo libero

sport 879

spettacolo 1128

volontariato 489

cultura 992

1607 iscritti al 1 marzo 2016

turismo 1156

13


14

governo e risorse umane

La struttura organizzativa La struttura organizzativa del CCRS BNL di Roma - cui BNL ha accordato il distacco funzionale di 5 risorse, retribuite dalla Banca ma interamente dedicate al lavoro per il Circolo - è fondata sul Consiglio Direttivo. Il Consiglio Direttivo è composto da 9 persone, di cui 3 membri designati dalla Banca, 5 eletti in rappresentanza dei soci dipendenti in servizio ed 1 in rappresentanza degli ex dipendenti e pensionati. Al suo interno esso nomina: Presidente, Vice Presidente, Economo, Segretario organizzativo. I membri del Consiglio durano in carica per 4 esercizi sociali, e possono essere eletti al massimo per due mandati. È il Consiglio Direttivo che gestisce tutti gli aspetti organizzativi. Il Consiglio Direttivo recentemente eletto è così costituito e nel suo ambito i compiti sono stati così suddivisi: Paolo Baldani, Presidente, con compiti di rappresentanza legale, di relazioni con l’esterno e di coordinamento delle attività; Mauro Mattia, Vice Presidente, con compiti di supplenza in caso di impedimenti del Presidente e con delega alle attività sportive; Massimo Bruni, Segretario Organizzativo, con compiti di gestione delle relazioni con gli sponsor e di coordinamento delle iniziative; Luciano Annibali, Economo, con compiti di gestione della contabilità ordinaria del Circolo e delle Sezioni e di relazione con i consulenti amministrativi e fiscali; Simonetta Cancellieri, Consigliere eletto in rappresentanza dei soci ex dipendenti, con delega alle attività culturali e legate allo spettacolo; Alessia Notomio, Consigliere, Direttore Artistico con delega specifica all’organizzazione di eventi collegati allo spettacolo e alla musica. In rappresentanza della Banca sono stati designati i seguenti consiglieri: Emilia Cozzi, Orlando Vari, Valentino Spinaci cui il Consiglio Direttivo, ha affidato la delega per la Comunicazione. Il Circolo si avvale altresì dell’opera di Stefano Casazza, dipendente a tempo indeterminato, con compiti di ausilio alle attività del Consiglio, inquadrato secondo il contratto specifico della Provincia di Roma per i CRAL. Infine coinvolge sul piano operativo soci che volontariamente e gratuitamente si prestano alla collaborazione. Tra essi merita di essere citata Orietta Canali.


governo e risorse umane

Paolo Baldani, Presidente, con compiti di rappresentanza legale, di relazioni con l’esterno e di coordinamento delle attività. Paolo Baldani

Mauro Mattia

Massimo Bruni

Luciano Annibali

Simonetta Cancellieri

Alessia Notomio

Mauro Mattia, Vice Presidente, con compiti di supplenza in caso di impedimenti del Presidente e con delega alle attività sportive. Massimo Bruni, Segretario Organizzativo, con compiti di gestione delle relazioni con gli sponsor e di coordinamento delle iniziative. Luciano Annibali, Economo, con compiti di gestione della contabilità ordinaria del Circolo e delle Sezioni e di relazione con i consulenti amministrativi e fiscali. Simonetta Cancellieri, Consigliere eletto in rappresentanza dei soci ex dipendenti, con delega alle attività culturali e legate allo spettacolo. Alessia Notomio, Consigliere, Direttore artistico con delega specifica all’organizzazione di eventi collegati allo spettacolo e alla musica.

15


16

governo e risorse umane

Gli eletti alla guida del Circolo Riportiamo tutti i dati elettorali e quelli relativi a schede bianche e astensione

Il comunicato diramato il 31 luglio scorso dal Comitato Elettorale per il Rinnovo Organi Statutari del CCRS BNL Roma contiene la sintesi dei risultati delle elezioni che hanno rinnovato la squadra direttiva del Circolo. Nel Consiglio Direttivo sono stati eletti Paolo Baldani, Massimo Bruni, Luciano Annibali, Mauro Mattia e Alessia Notomio. Il consigliere Rappresentante dei Pensionati è Simonetta Cancellieri eletta con 224 voti su 389 pervenuti per posta. Il Consiglio Direttivo è completato dai consiglieri di nomina BNL: Emilia Cozzi, Valentino Spinaci e Orlando Vari. Per quanto riguarda l’elezione dei membri del Collegio dei Probiviri lo scrutinio elettronico, sommato a quello del voto per corrispondenza, ha dato il seguente esito: Paola Danesi 1206 voti, Daniela Battistini 1099 voti. Ambedue, insieme a Franco Borsa, nominato dalla Banca, costituiscono il Collegio. Per quanto riguarda l’elezione dei membri del Collegio dei Sindaci, considerati i dati dello scrutinio elettronico e di quello del voto per corrispondenza, sono stati eletti Roberto Antolini (876 voti) e Monica La Rosa (791 voti). Insieme a Mauro Starita, nominato da BNL formano il nuovo Collegio dei Sindaci. Ecco il prospetto relativo a schede bianche e astensione in rapporto agli aventi diritto. Votazione elettronica

Voti

Elezione del Consiglio Direttivo

1275

Elezione del Collegio dei Probiviri

Elezione del Collegio dei Sindaci

Votazione per corrispondenza

Elezione del Rappresentante Pensionati Elezione del Collegio dei Sindaci

Elezione del Collegio dei Probiviri

Schede Astenuti bianche

% voti

Aventi diritto

42,04

2821

4

1542

1095

92

1634

42,08

2821

Buste rientrate

Schede bianche

Schede Nulle

% voti espressi

Buste spedite Aventi diritto

389

14

5

33,24

1170

1093

389

389

93

9

15

1635

6

2

45,34

33,24

33,24

2821

1170

1170


governo e risorse umane

Voti Ottenuti dai vari candidati a Consigliere del CCRS BNL 1) Baldani Paolo

2) Bruni Massimo

3) Annibali Luciano 4) Mattia Mauro

1152 819

698

504

5) Notomio Alessia

409

7) Frante Roberto

112

6) Sansotta Sergio

140

Voti Ottenuti dai vari candidati a Consigliere Rappresentante dei Pensionati 1) Cancellieri Simonetta 2) Quartullo Alberto

224

150

Voti Ottenuti dai candidati per Il Collegio Sindacale 1) Antolini Roberto 2) La Rosa Monica 3) Boellis Silvia

876

791

593

17


18

governo e risorse umane

Criteri di ripartizione delle risorse economiche degli Ambiti Lo Statuto del CCRS, al sesto comma dell’articolo 4, prevede che “..i compiti, i livelli di responsabilità, le norme di funzionamento delle Sezioni Specializzate sono stabiliti da appositi regolamenti approvati dal Consiglio Direttivo”. Con un apposito documento pubblicato durante la recente campagna elettorale per il rinnovo delle cariche statutarie del Circolo, il Direttivo appena eletto aveva preso l’impegno – in caso di elezione – di creare gli Ambiti secondo due direttrici organizzative. La prima era allargare la base decisionale a monte delle scelte di gestione dei fondi comuni a disposizione del Circolo; la seconda era dare un significativo aiuto collettivo e solidale alle “piccole sezioni di nicchia” spesso in difficoltà finanziaria durante l’esercizio annuale. Pertanto si procede alla pubblicazione del seguente articolato che qualifica attraverso gli Ambiti le norme riguardanti la vita delle Sezioni Speciali del CCRS Bnl Roma ed il relativo sostegno economico/finanziario alle loro attività.

Articolo 1 Premesso che le Sezioni riconosciute alla data della stesura del presente articolato in conformità con quanto previsto dallo Statuto sono 25 e sono identificabili dall’allegato A, si stabilisce che, a partire dall’esercizio contabile 2016 ed a seguire, ogni singola Sezione, mantenendo la sua autonomia organizzativa, sarà accorpata in uno specifico Ambito di attività. Ciò salvo esplicita dichiarazione di non adesione da presentare entro il 31 dicembre 2015. Il mancato pronunciamento entro tale data verrà considerato quale volontà di adesione all’Ambito.

Articolo 2 Si identificano due Ambiti: uno Sportivo e uno Ricreativo/Culturale, con esplicito richiamo alla ragione sociale del Sodalizio stesso. Al loro interno vengono analizzati programmi di attività. Essi incorporano le idee delle Sezioni che


governo e risorse umane

conservano carattere indicativo, ma le sviluppano e le valutano secondo due criteri: ottimizzazione e collaborazione.

Articolo 3 Per attivare la propria operatività a) ogni Ambito costituisce al proprio interno un Comitato di Ambito. Esso si incarica - per la durata del singolo esercizio annuale - di indicare un’ipotesi di ripartizione delle risorse finanziarie che il Consiglio Direttivo metterà a disposizione dell’Ambito b) del Comitato fa parte ogni Responsabile di Sezione Speciale oppure, a scelta della Sezione, il suo sostituto, oppure un delegato purché iscritto alla Sezione stessa. c) ogni Ambito elegge all’interno del suo Comitato - a maggioranza semplice, con voto palese e per la durata di un esercizio - un Responsabile di Ambito (che dovrà comunque risultare iscritto ad una Sezione facente parte dell’Ambito da almeno due anni) che sarà interfaccia del Consigliere del Direttivo incluso di diritto nel Comitato. d) Il ruolo di Responsabile di Ambito non sarà compatibile con quello di Responsabile di Sezione.

Articolo 4 Alle riunioni del Comitato di Ambito espressamente convocate a cura del Consiglio Direttivo almeno due volte l’anno per discutere/decidere la finalizzazione delle risorse finanziarie messe a disposizione dal Direttivo in favore delle varie attività, possono partecipare, in qualità di uditori, quindi senza diritto di voto, anche tutti gli iscritti alle singole Sezioni facenti parte dell’Ambito stesso. Tutte le attività definite nell’Ambito potranno essere tendenzialmente - rivolte all’organizzazione di eventi interdisciplinari delle sezioni partecipanti e ad aumentare gli eventi delle sezioni più piccole per migliorare la visibilità delle stesse all’interno ed al di fuori del CCRS. Il Consigliere del Direttivo incluso nel Comitato di Ambito non ha diritto di voto. Armonizza le iniziative pianificate gestendo

19


20

governo e risorse umane

l’ottimizzazione delle spese e i criteri di suddivisione dei fondi. In collegamento con il Consiglio Direttivo e in accordo con esso può incoraggiare le iniziative migliori o scoraggiarle anche esercitando all’occorrenza un diritto di veto. Alla fine di ogni anno i responsabili degli ambiti possono proporre delle variazioni al presente articolato condivise con i partecipanti all’ambito. Tali proposte verranno analizzate, valutate, discusse e, se del caso approvate, dal Consiglio Direttivo del CCRS.

Articolo 5 Le decisioni prese nelle Riunioni di cui ai precedenti articoli 3 e 4 dovranno essere tempestivamente inviate via mail a cura del Responsabile di Ambito al Consiglio Direttivo quale documento propedeutico alla successiva elargizione del singolo finanziamento.

Articolo 6 Confluiranno nell’Ambito i singoli budget delle Sezioni facenti parte dello stesso. I criteri di assegnazione dei finanziamenti alle singole Sezioni sono gli stessi applicati nel corrente esercizio 2015 (vedi tabelle). Fermo restando quanto espresso nei successivi articoli 9 e 10 nonché quanto espresso nel precedente articolo 4, resta inteso che il 90 % del budget della singola Sezione (assegnato in base ai criteri contenuti nel Regolamento del 2012 e successivi aggiornamenti) potrà essere finalizzato ad attività della sezione stessa e il rimanente 10 % inserito in apposito e specifico “Budget di Ambito”. Il Consiglio Direttivo sosterrà ulteriormente tale “Budget di Ambito” - ove possibile e secondo criteri di congruità - mediante finanziamenti straordinari per attività che contengano elementi specifici di socialità, solidarietà e coinvolgimento dei Soci. Il Consiglio Direttivo, nella stessa sede, si riserverà anche di “premiare” (ove possibile e con specifica delibera) con ulteriori finanziamenti quelle sezioni distintesi per impegno sociale e solidale all’interno del proprio Ambito.


governo e risorse umane

Articolo 7 In caso di autonoma scelta di non aderire all’Ambito di competenza, la Sezione svolgerà la sua attività secondo i criteri tradizionali, subendo una decurtazione del proprio budget in misura del 50% annuo rispetto all’esercizio precedente, decurtazione del 50% che sarà ripartita in parti uguali fra gli Ambiti operativi.

Articolo 8 Per ottenere un finanziamento a favore dell’Ambito dovrà essere propedeuticamente inviata una comunicazione al Consiglio Direttivo circa le decisioni prese all’interno del Comitato di Ambito (vedi articolo 4 del presente articolato). Per poter personalizzare con il logo del Circolo la singola iniziativa occorrerà specifica preventiva richiesta e relativa autorizzazione del Direttivo. Quanto contenuto nei due commi precedenti del presente articolo è “conditio sine qua non” per consentire al responsabile dell’evento sostenuto da risorse del CCRS di avviare tutte le procedure relative al perfezionamento dell’iniziativa con particolare riferimento ed attenzione alla possibilità di far emettere fattura nei confronti del CCRS Bnl Roma.

Articolo 9 Oltre a quanto contenuto nel precedente articolo 8 le condizioni per l’accesso all’erogazione dei fondi necessari all’iniziativa sono: a) Copertura finanziaria (all’interno del budget di inizio anno); b) Pubblicizzazione dell’evento sul sito e nei modi d’uso aggiuntivi; c) Stesura di un elenco dei partecipanti all’evento; d) Certificazione dell’organizzatore (di solito il Responsabile di Sezione o un suo delegato individuato al momento della pubblicizzazione ) sotto propria responsabilità circa la veridicità dell’elenco; e) Fatturazione di ogni spesa e pagamento tramite bonifico

Articolo 10 Il Direttivo con riferimento alla singola iniziativa si limiterà a

21


22

governo e risorse umane

valutare: a) che le spese relative a pranzi e cene non superino il 10 % del budget del singolo Ambito; b) che le spese derivanti dal finanziamento siano sostenute per “beni/strumenti/attività“ coerenti con la specificità dell’Ambito stesso c) che ciascuna attività finanziata, dopo opportuna pubblicizzazione, contempli tutti i soci del Circolo che intendano utilizzarla indipendentemente dalla iscrizione alla/e sezione/i.

Articolo 11 Ogni iniziativa adottata con criteri difformi da quelli fin qui esposti, non potrà beneficiare di alcun tipo di contributo né utilizzare il logo del Circolo, sia per uso interno che per utilizzo esterno, né essere oggetto o fonte dell’emissione di fatture nei confronti del CCRS BNL Roma. Articolo 12 Per ogni altra fattispecie non prevista si farà riferimento alla normativa vigente con particolare riferimento allo Statuto, al Codice Etico ed al Regolamento delle Sezioni redatto nell’esercizio 2012 con relativi aggiornamenti.

Articolo 13 Accogliendo quanto suggerito dal collegio dei probiviri con parere del 30/10/2015 il presente documento viene ridenominato: “Criteri di ripartizione delle risorse economiche degli Ambiti”.

Il Presidente Paolo Baldani


governo e risorse umane

23


24

governo e risorse umane


La comunicazione


26

comunicazione

La comunicazione Anche nel 2015 abbiamo voluto comunicare il Circolo all’esterno e all’interno della Banca soprattutto attraverso il nostro lavoro, con attività, iniziative, informazioni puntuali, servizi, valori tra cui principalmente etica, trasparenza organizzativa, inclusione dei soci, da protagonisti, nella vita del Circolo. Più avanti si può leggere la rassegna dei “fatti” con cui il Circolo ha comunicato la sua vitalità. Abbiamo chiesto ad alcuni sponsor di sostenere le iniziative secondo la nostra logica di partnership. Molti esercizi lo hanno fatto. Notoriamente il Circolo BNL di Roma comunica coinvolgimento aprendo alle aziende convenzionate la possibilità di sponsorizzare iniziative solidali. È l’occasione per ringraziare tra gli altri Orovacanze, Convenia Turismo, Interclub, Fpa Groupama, Valtur, Ias Tourist, Campi Avventura, Navigamondo. La tradizione del dono natalizio è stata trasformata in omaggio ai colleghi e ai figli che hanno partecipato alle varie iniziative, in un disegno più ampio di donazione, quella a vantaggio della lotta alle malattie genetiche condotta da BNL. Cui il Circolo affianca quella a sostegno di altre associazioni inserite nel progetto CCRS BNL Nel Cuore. Il supporto al volontariato, come la promozione di attività sportive, sociali e culturali, sono considerate risorse importanti per qualificare il tempo libero dei colleghi e per implementare il “capitale sociale” del CCRS attraverso un crescente “tasso di relazione” tra soci, che vivono la stessa realtà lavorativa. O che lo hanno fatto per anni.


comunicazione

L’informazione Il Circolo nel 2015 ha ampliato sia le funzionalità del proprio sito web che il numero dei soci registrati. Al 1 marzo 2016 ce ne sono 1607. Il sito viene arricchito anche con i contributi dei soci sotto forma di articoli, cronache, suggerimenti. L’informazione offerta dal sito è prevalentemente di servizio. Prenotazioni, appuntamenti, pagamenti, sono a cura della segreteria organizzativa e di Interclub. Per il quinto anno consecutivo il CCRS BNL di Roma pubblica a chiusura delle attività annuali il Bilancio di Missione che è divenuto un cardine della propria strategia di comunicazione con i Soci e con gli stakeholder ai quali consente di effettuare un riscontro tra quanto è stato promesso e realizzato per centrare gli obiettivi del Sodalizio. Peraltro l’articolo 8 del DL 460/97 "Scritture contabili degli enti non commerciali" afferma che indipendentemente dalla redazione del rendiconto annuale economico e finanziario, gli enti non commerciali che effettuano raccolte pubbliche di fondi devono redigere, entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio, un apposito e separato rendiconto e accuratamente conservarlo tra i libri associativi. Da esso devono “risultare, anche tramite una relazione illustrativa, in modo chiaro e trasparente, le spese relative a ciascuna delle celebrazioni, ricorrenze o campagne di sensibilizzazione indicate nell’articolo 108, comma 2, lettera a) del Testo Unico delle imposte sui redditi, approvato con DPR n° 917 del 22/12/98...”. Il CCRS lo realizza e riporta il tutto nei dati contabili. Secondo la disposizione c’è un separato rendiconto, dove si pubblicizzano i fondi raccolti, “anche mediante dazioni di beni di modico valore o servizi ai sovventori pervenuti da raccolte occasionali, introducendo il principio del monitoraggio di come, e quanti fondi, vengano raccolti per beneficenza”. Il Bilancio di missione intende divulgare l’operato del Circolo e i suoi “contenuti etici” in chiave di Responsabilità sociale d’impresa.

27


28

comunicazione

Il “logo” Il “logo” è ormai identificabile e riconosciuto. Depositato nel 2011 per sostituire quello ispirato alle rondini BNP Paribas è divenuto operativo il 10 novembre 2012 scaduto il termine entro cui eventuali oppositori potevano negare l’originalità del marchio. E’ utilizzabile ovunque, previo placet del Direttivo e diffuso anche tramite una “linea” di accessori. Nel cerchio campeggiano le quattro lettere C C R S e la scritta “Il Circolo BNL”; in sovraimpressione c’è la ragione sociale dell’associazione, la lunga dettagliata denominazione scelta dai fondatori del sodalizio. Da alcuni il logo circolare viene letto come “bussola” che orienta le scelte possibili nel tempo libero, i cui punti cardinali indicano la C di Circolo, la C di cultura, la R di ricreativo, la S di sportivo, direttrici di fondo del sodalizio. Da altri è letto come quadrante di un orologio che si interrompe in corrispondenza delle ore di intervallo lavorativo del pranzo e dell’orario di chiusura e di apertura degli sportelli, a delimitare tempo di lavoro e di non lavoro. L’idea base è che lo spazio di tempo libero può ampliarsi a dismisura, amplificando le energie della creatività, rappresentate dalle onde acustiche tridimensionali. Il logo “dice” che si possono ben sfruttare anche l’ora dell’intervallo e nella fascia bassa colorata - le ore riservate alla vita privata quando una diversa produttività è immaginabile. Altri ancora lo leggono come un satellite che esplora l’universo di possibilità di crescita personale favorite dalla socialità; che osserva, e fa conoscere la faccia nascosta del pianeta lavorativo: quella del tempo libero.


comunicazione

Le convenzioni Il mondo degli sconti e delle convenzioni è pericoloso: da sempre i Cral sono oggetto di proposte sulla carta vantaggiose per gli iscritti, ma non sempre effettivamente convenienti. Tale fenomeno ci ha spinto dopo quattro anni a riorganizzare il sistema delle “convenienze” riservate ai nostri soci. Non convenzionandoci con tutti perché di fatto equivarrebbe a non convenzionarci con nessuno. Curando non di meno l’implementazione delle convenzioni per i soci, scegliendo con criteri attenti tra le proposte che pervengono, rivalutando opportunità finora gestite grazie a Interclub, rafforzati in questo dal nuovo mandato elettorale, lavorando di più per creare, con calma e nel tempo, un nostro bacino di esercizi convenzionati, con un progetto che mira alla qualità complessiva dell’offerta. Chiediamo sconti effettivi e non di facciata, competitivi a tutti gli effetti e degni del nostro Circolo. Senza mai dimenticare che tra i fini ultimi del nostro sodalizio c’è la solidarietà, in particolare per Telethon.

29


30

comunicazione

Interclub È stato rinnovato anche per il 2016 l’accordo con il Centro Servizi Interclub che ha favorito la capacità del Circolo di fornire ai soci - a costo zero - l’opportunità di avvalersi di sconti significativi in un numero ampio di esercizi commerciali sparsi su tutto il territorio cittadino e di fruire di un servizio di prenotazione spettacoli ed eventi culturali di alta efficienza. Ma non solo. L’accordo con Interclub si è trasformato in partnership. Ha spesso assunto la connotazione di un esperienza di co marketing. I loghi in molte occasioni sono abbinati. L’accordo al Circolo costa 3 euro per socio. L’esborso effettuato complessivamente è di 20 mila euro, grazie anche alla capacità del CCRS di inserire il Cral Abi nei termini della convenzione. I dati relativi al 2015 pubblicati di seguito raccontano di un aumento delle mail di richiesta da 3.455 a 3.714 e di un aumento del venduto da 2.486 a 2.906 biglietti (comprensivi di bioparco, parchi divertimento e abbonamenti). Inoltre sono stati registrati 250 nuovi iscritti. Molte delle richieste sono state evase telefonicamente. Il report non tiene conto dell’utilizzo per le convenzioni dirette, quelle cioè che sono a presentazione diretta della card. Mese febbraio 2015 marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gennaio 2016

Mail 381 323 356 269 137 274 116 343 318 415 431 351

3.714

N° biglietti teatro (interi e ridotti)

Nuovi iscritti dopo prima lista

2.906

250

232 297 300 146 80 239 86 269 246 348 324 339


comunicazione

Le altre Convenzioni Riteniamo utile elencare qui di seguito gli esercizi che nel primo semestre di lavoro del Consiglio Direttivo insediatosi ad agosto del 2015 hanno stipulato secondo i criteri poco prima descritti una convenzione con il CCRS. CATEGORIE

ESERCIZI

INDIRIZZO

TELEFONO

Asilo

Alesco

Via Del Circo Massimo 9 00153 Roma

Cell. 366 1946395

Gioielli

Pomod'oro

Piazza Del Gesu' 6 00044 Frascati (Rm)

Musical

Menti Associate

Ristorante

Piccolo Mondo

Giocattoli Vacanze Ristorante

Rocco Giocattoli

Solo Affitti

Garden Risto'

Tel. 06 97602968

Tel. 06 78348607

Circolo Sportivo

Via Appia Pignatelli 454 00178 Roma

Tel. 06 71287630

Moving Eur

Viale Europa 55 00144 Roma

Tel. 06 5924841

Centro Sportivo Empire

Via Degli Aldobrandeschi 115 00163 Roma

Sport

Appia Country

Sportika

Sport

G.S. Sport Village

Sport

Centro Sportivo Empire

Sport

Via Appia Antica 172 00179 Roma

Tel. 0547 316451

Tel. 06 42016034

Cat Sport

Sport

Via Tortona 190 47522 Cesena (Fc)

Tel. 06 713582

Via Aurora 39 00187 Roma

Sport Sport

Tutte Le Sedi Di Roma

Via Mozart 71 00159 Roma

Via Raffaello Nasini 14 00156 Roma

Via Degli Aldobrandeschi 115 00163 Roma

Tel. 06 40814000

Tel. 06 640500624 Tel. 06 89716645/6 Tel. 06 89716645/6

Sport

A.S.D.

Sport

Circolo Cassiantica

Via Taormina 5 00135 Roma

Tel. 06 33429398

Sport

Cancun Centro Benessere

Via Antonio Ciamarra 229 00173 Roma

Tel. 06 7224975

Scuola Atletica

Via Montecatini 5 00186 Roma

Cell. 348 6033883

Teatro Quirino

Via Delle Vergini 7 00187 Roma

Tel. 06 83784802

Sport Sport Sport

Teatro Teatro Teatro Teatro Teatro Teatro

Ponte Marconi Sporting Club Lungotevere Dante 3/5 00146 Roma

Cancun Fitness Scuola Rugby

Teatro Delle Muse

Via Antonio Ciamarra 229 00173 Roma Varie Sedi

Via ForlĂŹ 43 00161 Roma

Tel. 06 45599838

Tel. 06 7224975

Cell. 392 7955715 Tel. 06 44233649

Teatro Parioli

Via Giosuè Borsi 20 00197 Roma

Tel. 06 96045680

Teatro Eliseo

Via Nazionale 183 00184 Roma

Tel. 06 69317099

Teatro Vittoria Teatro Di Roma

Piazza Santa Maria Liberatrice 10 00153 Roma Largo Di Torre Argentina 52 00186 Roma

Tel. 06 5781960

Tel. 06 684000311-14

31


32

comunicazione

CATEGORIE

ESERCIZI

INDIRIZZO

TELEFONO

Viaggi

Tourbillon

Via Garibaldi 135 00069 Trevignano (Rm)

Tel. 06 9985366

Viaggi

Valtur

Via Del Conservatorio 13 20122 Milano

Viaggi Sport

Convenia Turismo

Via Colli Della Serpentara 39 00139 Roma

Febbre Da Cavallo Maneggio Via Della Muratella Mezzana 49 00148 Roma

Tel. 06 86399569 Tel. 02 4821000

Cell. 333 2187772

Scuola

Uk School Of English

Via Leonida Bissolati 20 00187 Roma

Tel. 06 4881112

Viaggi

Navigamondo

Via Casilina, 263 Valmontone Roma

Tel. 06 95994149

Teatro

Ristorante Ristorante

Teatro Dei Conciatori Multiservice Srl

Giovanni Dal 1933

Centro Cinofilo Cane Campione Asilo

Associazione Di.Sco

Via Dei Conciatori 5 00154 Roma

Tel. 06 45448982

Via Carlo Pesenti 109 00156 Roma

Tel. 06 4122473

Via Flaminia Km 24,300

Cell. 333 8699062

Via Marche 64 00187 Roma

Via Della Magliana 276

Tel. 06 4821834

Cell. 347 1858870


Il perseguimento della missione


34

perseguimento della missione

Rinnovamento nella continuità

Il titolo di questo paragrafo sintetizza la modalità attraverso cui si è dipanata nell’anno l’attività del Circolo attraverso le scelte di indirizzo attuate dal Consiglio Direttivo e applicate dai soci nell’attività quotidiana. Con un tasso di condivisione così elevato da condurre ad un rinnovo delle cariche che si è tradotto in un plebiscitario consenso verso la gestione uscente e le sue indicazioni di voto. Nel primo semestre del 2015 il Consiglio Direttivo dopo aver rinnovato la partnership con Interclub e suddiviso i fondi destinati alle Sezioni secondo l’algoritmo impostato e applicato negli anni precedenti, decide di sospendere per mancanza di fondi il sistema premiante e l’ammontare della quota destinata ai progetti speciali. Ad aprile il Consiglio pone in atto l’analisi, la discussione e la redazione del Bilancio che viene approvato all’unanimità anche dall’Assemblea dei soci del 14 maggio. Vengono finanziati fra l’altro il viaggio di fine mandato in Sicilia, i centri estivi per i figli dei colleghi presso il centro Empire di via Aldobrandeschi, l’iniziativa di Summer Telethon, nonché le spese elettorali. Subito dopo inizia il “bimestre bianco”. Il Consiglio, in attesa del responso delle urne che si apriranno per il rinnovo degli organi statutari, sospende ogni attività salvo l’ordinaria amministrazione e torna a riunirsi il 6 agosto per ratificare il verbale del comitato elettorale contenente i nominativi dei nuovi eletti. In quell’incontro, dopo aver acquisito i nomi dei rappresentanti della Banca nel Consiglio, il Direttivo procede alla distribuzione degli incarichi al suo interno per il quadriennio compreso fra il 2015 e il 2019 con l’assegnazione di ruoli di vertice e deleghe per specifiche attività. Approva il contributo per il torneo di wheelchair e aggiorna i lavori. Il 14 settembre si riunisce, congiuntamente con il Collegio Sindacale e con il Collegio dei Probiviri e in quella sede approva la nuova impostazione del sistema di convenzionamento nonché l’implementazione del codice etico. Inoltre approva il sistema di criteri che introduce gli Ambiti e i verbali relativi al passaggio di consegne tra gli amministratori uscenti ed i nuovi eletti. A questo punto riparte l’attività. Le prime decisioni riguardano


perseguimento della missione

ASSOCIAZIONE NAZIONALE GRUPPO DONATORI SANGUE Banca Nazionale del Lavoro

Marchese Onofrio Capranica Del Grillo Duca di Bracciano ovvero

Il Marchese del Grillo Sceneggiatura teatrale di

Giancarlo Ripani Regia

Paolo Baldani Aiuto Regia

Luciano Annibali Direzione tecnica

Marisa Pazzi Coreografie

PERSONAGGI E INTERPRETI: Onofrio e Giachimone - Piero Pompei Belli - Alberto Quartullo Ricciotto - Marco Santucci Camilla - Anna Ciotti Rambaldo - Marco Paratore Vittoria - Anna Rossi Genuflessa - Francesca Parisotto Terenzia - Elena Iatomasi Sallustio - Aldo Astrologo Aronne - Paolo Maria Tiberti Blanchard - Sergio Mandolesi Bastiano - Stefano Casazza Tazia - Martina Sagnotti Veturia - Monica Secchi Augusta - Benedetta Santucci Nicola - Vincenzo Mosa Olimpia - Simona Pagliarini Sisino - Eleonora Del Vecchio Ercole Consalvi - Sergio Crescimbene Papa Pio VII - Luciano Annibali Tobia - Francesco Alteri Biagio - Alessio Servo Teta - Anna Maria Fabbriciani Lella - Guliana Calderoni Wolfang - Roberto Laganà Titta il boia - Marcello Fabi Frate Fulgenzio - Mauro Mattia CORPO DI BALLO: Flavia Baldani, Giada Gianferro, Marina Pizzi

GRAFICA: FRANCESCA DANTINI

Flavia Baldani

Teatro Euclide C

Dal 28 aprile al 1 maggio 2016 C

R

28-29-30 aprile ore 21,00 - 1 maggio ore 18,00

S

Ingresso gratuito con libera offerta a favore di Telethon e “per Raffaele” Prenotazioni e informazioni: luciano.annibali@bnpparibas.com - Tel. 393.8884868

il finanziamento del secondo CD della Revolution Jazz Band e il Torneo del Petrolio che sosterranno la politica di solidarietà per Telethon. Altri fondi vengono destinati alla cultura e al sostegno della rivista Fuori Orario con l’adozione di nuovi criteri di distribuzione. Monitorando il costante aggiornamento dell’Inventario dei Beni di proprietà del Circolo il Consiglio rileva che è ancora aperta una ferita: il mancato utilizzo del palco acquistato prima che BNL smantellasse il tendone di via Marco Polo - ancora smontato purtroppo presso i locali della Banca in attesa che quest’ultima individui una location presso cui renderlo usabilee portato in ammortamento nel Bilancio. Il Consiglio decide in due successive riunioni di sostenere ulteriori iniziative: la festa della Befana, il concerto del Fondo Pensioni per Telethon, un tour per i mercatini di Natale, alcune iniziative solidali: i giardini di Betty, Telethon ad Aldobrandeschi, e successivamente imposta il sostegno all’iniziativa di Spring Telethon al Teatro Euclide (vedi box).

Merita segnalare come il Circolo abbia catalizzato attorno a sé il sostegno di altre realtà che ruotano intorno al welfare aziendale, in particolare il Fondo Pensioni, l’Associazione nazionale gruppo donatori sangue BNL, oltre naturalmente agli sponsor intorno al proprio slogan “divertimento e solidarietà”. Lo ha concretizzato attraverso la “Primavera Solidale”, un evento destinato prendere corpo nel 2016 ma preparato nel 2015 e che per ampiezza temporale e di contenuto acquista speciale attenzione sia tra i soci del Circolo che nell’ambito del Gruppo BNL. Esso raddoppia la tradizionale “formula Euclide”, portando in scena con una compagnia teatrale composta interamente da colleghi, due spettacoli. Essi avranno il merito di coinvolgere - nel periodo compreso fra il 26 aprile e l’8 maggio 2016, ciascuno per 4-5 repliche - un pubblico stimabile attorno alle 1500 persone. L’ingresso per gli spettatori è gratuito ma è previsto il versamento di un’offerta diretta a due grandi cause: la prima è Spring Telethon, la seconda è Forza Raffaele. Il primo spettacolo in programma è una riproposizione

del “Marchese del Grillo” adattato a versione teatrale da Giancarlo Ripani e diretto come regista da Paolo Baldani che guida anche la rappresentazione della seconda “piece” in programma: “Camere da letto”, un’opera scritta da Alan Ayckbourn di sicuro interesse artistico. Il tutto preceduto nella giornata inaugurale della manifestazione da un concerto live della Revolution Jazz Band (complesso musicale formato da colleghi che operano in Bnl) per la quale Band il sodalizio ha sostenuto la produzione di un CD attualmente in distribuzione presso tutte le sedi Bnl del territorio nazionale sempre finalizzata alla raccolta fondi per Telethon. Il Circolo diventa così stimolo di una proficua collaborazione nell’ambito del Gruppo sviluppata in occasione dei concerti realizzati al Seraphicum e mirati al sostegno di Telethon, che hanno avuto per protagonisti i componenti dell’Accademia musicale sponsorizzata dal Circolo con appositi progetti speciali, nel cui coro hanno militato e militano soci del CCRS appositamente sostenuti nel loro interesse artistico e culturale.

35


36

perseguimento della missione

Il racconto del 2015 Nel corso dell’anno abbiamo lavorato alla ricerca di occasioni capaci di consentirci di interpretare al meglio la nostra mission di Circolo culturale, ricreativo e sportivo. Ecco una rapida ricognizione delle iniziative.

Musica, canto e ballo. Abbiamo proposto ai colleghi corsi di balli di gruppo, salsa, tango. Abbiamo appoggiato Ccrs Music Academy, con coro, orchestra e scuola di musica aperti ai soci e ai loro figli. Abbiamo prodotto e diffuso il cd della Revolution Jazz Band per Telethon sostenendone lo spettacolo di lancio nel mese di novembre. Inoltre abbiamo sponsorizzato il concerto dell’Accademia Musicale per Telethon al Seraphicum.

Corsi. Abbiamo organizzato e promosso vari corsi: Patente nautica, Yoga, Teatro, Vela, Tennis, Difesa personale, Atletica, Calcio, Defibrillatore, Manovre di disostruzione pediatrica, Corsi antibullismo per ragazzi, Lingue straniere in appositi summer camps. E poi ancora Pilates, Ballo, Shiatsu, Tennis e Pallavolo estivi per ragazzi. Infine abbiamo progettato un laboratorio teatrale per ragazzi e un corso di canto.

Teatri. Abbiamo ottenuto abbonamenti ridotti per vari teatri romani tra cui Quirino, Cometa, Sistina, Parioli, Eliseo, Ghione. Significative riduzioni per spettacoli come La famiglia Addams, Brachetti che sorpresa, Billy Elliot al Sistina, Romeo e Giulietta al Gran Teatro, e per concerti attesi come quelli di Vasco Rossi all’Olimpico. Poi ancora per gli spettacoli abbiamo offerto il Circo dell’Orrore, il Circo Togni e l’American Circus.

Mostre. Abbiamo curato l’accesso agevolato dei colleghi a mostre di livello tra cui: Matematica e magia di Escher,


perseguimento della missione

Arabesque di Matisse, Chagalle al Chiostro del Bramante, Giorgio Morandi al Vittoriano, il Barocco a Roma, La dolce vita dal liberty al design (1900-1940). La mostra su Tissot e a The art of the brick, al Motodays e all’Acquario di Roma. Cinema e Letteratura. Abbiamo arricchito l’offerta di ingressi ridotti ai cinema della catena The Space Cinema con facoltà di prenotazione on line a 5 euro e della catena romana Circuito Cinema a 3.90 euro, con quelli della catena Uci Cinema al costo di 5 euro. Abbiamo raccolto oltre 700 libri nella Biblioteca del Circolo. Abbiamo progettato iniziative di lettura di libri in contemporanea.

Miscellanea. Abbiamo sottolineato il Carnevale con il Ballo in maschera ma anche con un viaggio al festival di Bocco. Da citare il week end delle Sezioni a Montalto di Castro, la gita culturale ad Arezzo e Assisi; le visite ai giardini del Papa e a Castelgandolfo e a Villa d’Este. Interessanti le iniziative dell’acquisto di biglietti per gli Internazionali di tennis e l’abbonamento per la Roma allo stadio di cui hanno usufruito i soci.

Visite guidate a S. Girolamo della Carità. E’ stata ripresa l’iniziativa delle Passeggiate romane nei rioni. Convenzioni sono state introdotte con Menti Associate, Prospettiva Arte, Not for Tourist Rome. Interessanti le visite guidate ai giardini dell’Istituto di cultura giapponese, al Semenzaio di san Sisto vecchio e al Forte Bravetta.

Viaggi. Molte le iniziative dei camperisti a a Pasqua e per l’Immacolata, a Bevagna e Montefalco. Particolare citazione merita la visita dell’Expo per cui abbiamo avuto biglietti a prezzo esclusivo. Vanno citati

37


38

perseguimento della missione

anche i tour promossi attraverso le agenzie convenzionate oltre ai mercatini di Natale nelle Marche: crociere e viaggi con Convenia e Tourbillion e vacanze sulle Dolomiti, ma l’elenco potrebbe continuare.

Sport. Oltre ai tornei di calcio: il Memorial Manni di calcio a 8 e il Trofeo del Petrolio per Telethon la finale di Coppa Lazio allo stadio comunale di Pomezia persa ai rigori e ad Alba Adriatica abbiamo vinto la coppa dei Parchi dell’Adriatico e diffuso l’Almanacco dei calciatori del Ccrs. Analogamente la squadra di basket ha organizzato tornei di beneficenza. Partecipati i tornei sociali di Atletica e Tennis. Abbiamo appoggiato gare di sci e podismo per beneficenza.

Vacanze romane e non solo. Una particolare attenzione è stata dedicata ad offrire alternative valide per le vacanze dei figli dei colleghi. Abbiamo così organizzato Centri estivi all’Empire vicini alla sede di via degli Aldobrandeschi e colonie attraverso Campi Avventure. Naturalmente abbiamo concordato prezzi di favore con lo stabilimento Le Palme di Ostia. In Puglia con Valtur è stata la proposta estiva. Per l’inverno abbiamo proposto una settimana bianca.

Volontariato. Abbiamo raccolto fondi per Telethon con i tornei e le iniziative di spettacolo. Ma abbiamo anche consentito all’Aism di distribuire ai colleghi le Gardenie, a Nati Insieme di vendere le uova di Pasqua, a Susan Komen Italia di raccogliere adesioni ai propri progetti. CCRS BNL Nel cuore ha visto aumentare il numero delle associazioni aderenti.


perseguimento della missione

Le nostre progettualità abbozzate per il 2016

La strada definitivamente imboccata, di abbinare la socialità alla solidarietà, proseguirà anche nel 2016. Tra i progetti più ambiziosi che abbiamo riconfermato figura certamente l’organizzazione dei Campionati italiani assoluti di tennis in carrozzina presso il Centro sportivo BNL di via Marco Polo. Ma anche altri progetti che finanziamo da anni - la partecipazione al Trofeo del petrolio di calcio, le rappresentazioni teatrali al teatro Euclide per Spring Telethon ed altre cause umanitarie - restano nella nostra direttrice progettuale. Riproporremo poi eventi collaudati e ulteriori manifestazioni, sempre con un occhio alla solidarietà. Non mancherà la spinta alla cultura, per la quale il Consiglio Direttivo ha stanziato fondi che sosterranno una programmazione delle visite guidate e la rivista Fuori Orario. Tra le idee in cantiere - oltre alle gite culturali e le visite a mostre d’arte - si pensa al rilancio in abbinamento con il teatro della lettura e letteratura. Laddove si manifestasse l’interesse dei soci sono pronti a partire progetti dedicati al mondo del Biologico, dell’Ambiente, del Benessere, della Fotografia. Restano in piedi tutte le iniziative riguardanti musica e teatro. Lo sport continuerà ad essere in prima fila. Calcio, tennis, atletica leggera trascinano tutte le altre attività con connotazione sportiva. Molto importante è lo spazio che potranno assumere le iniziative del plein air e del trekking se sapranno valorizzare le progettualità connesse alla riscoperta del tema ambientale. Una menzione particolare va all’articolazione dei programmi organizzati dagli amanti della vela che ha trascinato “in mare” adulti e ragazzi nel corso del 2015. Il Volontariato avrà ancora gli spazi che sarà capace di chiedere. Il Circolo ha infatti articolato il proprio impegno solidale con il coordinamento “CCRS BNL Nel Cuore” che coinvolge i soci che occupano il loro tempo libero facendo volontariato in associazioni che perseguono scopi di solidarietà. A questi soci l’ appoggio arriva in varie forme, dalla condivisione della scelta, alla pubblicizzazione delle loro iniziative, dalla sollecitazione del versamento del 5 per mille in loro favore attraverso il sito e gli altri canali di comunicazione del Circolo ai consigli di fundraising. Di seguito pubblichiamo l’elenco aggiornato delle Associazioni che attraverso i soci aderiscono al coordinamento.

39


40

perseguimento della missione

Elenco delle Associazioni di CCRS BNL Nel Cuore Elenchiamo nomi e riferimenti delle Onlus attualmente aderenti a “CCRS BNL NEL CUORE”

AZIONE PARKINSON C.F. 96224510584 Via Ostiense, 108 - 00154 Roma Tel. 06.30207280 www.azioneparkinson.it Riferimento: Francesca Arcuri francescaarcuri@tiscali.it

OASIS ENZO MISSONI C.F. 92045160014 Vicolo Parrocchia 8 10077 San Maurizio Canavese (TO) www.oasisenzomissoni.org Riferimento: Maurizio Santoni mauriziosantoni@tiscali.it

TERRA DEI PICCOLI - C.F 97520150588 Viale Lina Cavalieri, 212 - Roma www.terradeipiccoli.org Riferimento: Andrea Cippone andrea.cippone@gmail.com PROMETEO - C.F. 97542840018 Cascina Prometeo - Località S. Giulia 56010 Caprona (PI) www.prometeo-onlus.org Riferimento: Fabio Sasso D'Elia fabio.sassodelia@bnlmail.com LA CASA DI PULCINELLA C.F. 96359900584 Via degli Enotri, 25 - Roma www.lacasadipulcinella.it Riferimento: Mariangela Di Marzio mariangela.dimarzio@bnlmail.com


perseguimento della missione

SUSAN G. KOMEN ITALIA - C.F. 06073831007 Via Venanzio Fortunato, 55 - Roma www.komen.it Riferimento: Paolo Sperlonga - paolo.sperlonga@bnlmail.com K9RESCUE - ANPAS - C.F. 97385160581 Via dei Gonzaga, 159/e - 00164 Roma www.k9rescue.it Riferimento: Attilio Ortenzi - attilio.ortenzi@bnlmail.com

AISM - ASSOCIAZIONE ITALIANA SCLEROSI MULTIPLA C.F. 95051730109 Via Operai, 40 - 16149 Genova www.aism.it Riferimento: Debora Motta - debora.motta@bnlmail.com AVIS COMUNALE DI LADISPOLI - CF 91029630588 Via Pisa, 1 - 00055 Ladispoli (Roma) www.avisladispoli.blogspot.com Riferimento: Rosario Sasso - rosario.sasso@bnlmail.com

HARAMBEE AFRICA - C.F. 97514580584 Via dei Farnesi 91/A - 00186 Roma www.harambee-africa.org Riferimento: Brunello Garramone - b.garramone@gmail.com

ASSOCIAZIONE NATINSIEME - C.F. 976541000581 Via Edoardo Bassini, 15 - 00151 Roma luca.migliaccio@natinsieme.it Riferimento: Alessandra Izzo - alessandra.izzo@bnlmail.com

VOLONTARI CAPITANO ULTIMO - CF 97559180589 Via della Tenuta della Mistica - Roma volontaricapitanoultimo@gmail.com Riferimento: Luana Fornaro - luana.fornaro@bnlmail.com

41


42

perseguimento della missione

WHEELCHAIR TENNIS ROMA C.F. 97443470584 Via Carlo Bonucci, 25 - Roma www.htennis.it Riferimento: Gianluca Giovagnoli Gianluca.Giovagnoli@bnlmail.com

ABIO - Associazione per il bambino in ospedale ONLUS CF 97219070584 Via Baglivi, 12 - 00161 Roma www.abioroma.org email: info@abioroma.org Riferimento: Catia Sciacca - catia.sciacca@bnlmail.com Tel. 24325

A.M.U.R.T Onlus - CF 92098920348 lnternational Development Cooperation and Disaster Relief Via A. da Brescia, 2 - 43125 Parma Tel. 0039 338 2106837 www. amurt. it e-mail: relief@amurt. it Riferimento: Paola Mezzogori paolaalessandra.mezzogori@bnpparibas.com

UNA MANO PER UN SORRISO - FOR CHILDREN CF 94136740266 Viale della Repubblica 193/l - 31100 Treviso Riferimento: Tiziana.Gherardi@bnpparibas.com

FONDAZIONE ITALIANA VERSO IL FUTURO Progetto DOMUS - CF 96347590588 Viale delle Milizie, 34 - 00192 Roma www.casaloro.it Riferimento: Cristina Marsella - fondazione@casaloro.it


La relazione economica


44

relazione economica

Relazione del Consiglio Direttivo al bilancio dell’esercizio 2015

Signori Soci, avete sotto gli occhi il Bilancio di Missione dell’esercizio 2015. Quest’ultimo in un certo senso va “sezionato” in due, diviso com’è stato dalle elezioni per il rinnovo delle cariche statutarie. La prima parte dell’anno era stata improntata a tirare le fila di un percorso di rilancio del Circolo, curato dal vecchio Direttivo, poi sottoposto a giugno al giudizio delle urne associative. La seconda parte, quella che ci porta ad oggi, dà il via ad una nuova difficilissima sfida. Sostanzialmente, leggendo i risultati elettorali, si può parlare di una conferma della squadra che aveva governato il Circolo nei precedenti quattro anni. Il team è stato rinnovato in alcuni elementi ma è sempre ispirato a valori e progettualità analoghi a quelli del Direttivo uscito di scena. La difficoltà è proprio nel riuscire a ripetere, almeno in parte, per quantità e qualità, le iniziative intraprese finora. I soci possono contare senz’altro sul fatto che noi ce la metteremo tutta. Ma devono anche sapere che senza il loro aiuto, consideriamo questa scommessa davvero molto azzardata. Che tipo di aiuto ? La risposta è semplice, di tre parole: partecipazione, critica, socialità. La crescita del numero dei soci, che continuiamo a registrare, al riguardo rappresenta un segnale positivo. Ma deve essere confortata da una loro maggiore reattività ai nostri sforzi di comunicare con tutti, attraverso le mail, il sito, la pagina facebook, la rivista, che ormai distribuiamo soltanto a chi lo chiede esplicitamente. Occorre partecipazione, dunque. E il nuovo Direttivo ha iniziato subito a promuoverla, introducendo due nuovi “enzimi” nella vita del Circolo: gli Ambiti. Sull’Ambito Culturale convergono risorse e idee relative alle attività legate allo spettacolo, al gioco, alla creatività, all’ambiente. Intorno all’Ambito sportivo si raccolgono progetti e fondi destinati a organizzare eventi di calcio, tennis, basket e così via. Questi “enzimi” nel nostro intento possono restituire vitalità alle norme dello Statuto, pensate oltre 40 anni orsono. Possono garantire ancora più trasparenza ai processi di realizzazione delle iniziative, ma soprattutto favorire la diffusione della conoscenza e la condivisione dei progetti, implementando gli sforzi che vengono compiuti per promuovere la socialità tra i colleghi e i soci.


relazione economica

È anche grazie all’introduzione di questa novità che negli ultimi mesi dell’anno, e progressivamente nelle settimane successive hanno potuto prendere corpo iniziative importanti sia sul piano della solidarietà, sia sul piano della socialità: esperienze che ripercorrono con maggiore successo sperimentazioni avviate in precedenza. Tutte puntualmente raccontate nel Bilancio di Missione. Ma soprattutto, sempre grazie all’introduzione degli Ambiti, fermamente voluta dal nuovo Direttivo e ormai in buona parte metabolizzata, è stato possibile avviare una razionalizzazione distributiva delle risorse economiche a disposizione dei soci, sulla quale ormai pesa solo il mancato utilizzo del palco di cui a BNL è stata chiesta definitiva collocazione. Purché di collocazione si tratti. Naturalmente ogni scelta può essere migliorata. Se c’è una critica costruttiva, intellettualmente onesta, ricca di suggerimenti e soprattutto di “gambe per far camminare le idee” tutto diventa più facile. Insieme si cresce meglio. E il discorso vale anche in prospettiva di un’estensione ai Circoli del perimetro relativo al benessere di quanti lavorano in BNL. A Roma, come a Milano, a Napoli come a Torino, i Circoli - se ben collegati tra loro - possono aggiungere i loro servizi a quelli già forniti dall’azienda in campo sanitario e previdenziale, allargando l’area del welfare e recuperando il senso della costruzione e dell’organizzazione del tempo libero dei lavoratori attualizzato al nuovo Secolo. Il Presidente Paolo Baldani

45


46

relazione economica

RENDICONTO DELL’ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2015

Stato Patrimoniale Attivo 31/12/2015

31/12/2014

240,95

240,95

(240,95)

(240,95)

Attrezzature (valore lordo)

12.203,66

12.203,66

Ammortamento attrezzature

(6.647,20)

(5.041,65)

5.556,46

7.162,01

8.490,98

64.271,42

8.490,98

64.271,42

172,68

103,84

131.403,88

106.035,42

Totale disponibilità liquide

131.576,56

106.139,26

TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE

140.067,54

170.410,68

0

120,00

0

120,00

0

3.750,00

0

3.750,00

145.624,00

181.442,69

IMMOBILIZZAZIONI - Immobilizzazioni materiali Beni inferiori a 516,46 euro Ammortamento beni inferiori a 516,46

Totale immobilizzazioni materiali

ATTIVO CIRCOLANTE

- Crediti Crediti diversi Totale crediti

- Disponibilità liquide Cassa e valori bollati

Banche c/c

RATEI E RISCONTI Ratei attivi TOTALE RATEI E RISCONTI Risconti attivo TOTALE RATEI E RISCONTI

TOTALE ATTIVO


relazione economica

Stato Patrimoniale Passivo 31/12/2015

31/12/2014

117.947,76

140.335,99

(23.304,81)

(22.388,23)

94.642,95

117.947,76

20.000,00

20.000,00

3.310,00

3.310,00

23.310,00

23.310,00

11.875,23

10.265,36

1.293,17

1.136,04

PATRIMONIO

Avanzo di gestione esercizi precedenti

Avanzo o (disavanzo) di gestione Avanzo (disavanzo ) di gestione TOTALE PATRIMONIO

FONDI DI ACCANTONAMENTO Fondo riserva speciale F.do acc.to CCRS BNL nel cuore TOTALE FONDO PER RISCHI ED ONERI

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO TOTALE TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO

DEBITI

Debiti v/enti previdenziali Debiti v/dipendenti Debiti v/erario Anticipi da Soci per iniziative culturali, viaggi e sport Anticipi da Soci per attivitĂ TCI/ACI Fatture da ricevere TOTALE DEBITI

116,00

639,00

1.673,96

3.298,51

10.600,01

10.219,85

227,00

1.574,00

1.885,68

13.052,17

15.795,82

29.919,57

0

0

0

0

145.624,00

181.442,69

RATEI E RISCONTI Risconti passivi quote TOTALE RATEI E RISCONTI

TOTALE PASSIVO

47


48

relazione economica

Conto economico 31/12/2015

31/12/2014

ENTRATE E PROVENTI DI COMPETENZA Quote e contributi associativi: Quote associative personale in servizio

69.548,13

68.497,90

Quote associative personale in quiescenza

23.224,28

24.057,29

Quote iscrizioni sezioni Contributi ordinari B.N.L. Totale quote e contributi associativi TOTALE VALORE DELLE ENTRATE

9.590,22

9.716,24

50.710,00

84.071,00

153.072,63

186.342,43

153.072,63

186.342,43

USCITE ED ONERI DI COMPETENZA

Per contributi ed erogazioni associative: Contributi soci per C.E.R.

(900,00)

(1.940,00)

Eventi vari

(10.000,00)

(4.517,95)

Contributi alle “Sezioni”

(29.606,40)

(45.678,13)

Manifestazioni Natalizie

(7.371,00)

(10.547,08)

Iniziativa Interclub

(22.570,00)

(23.997,40)

Iniziative culturali, viaggi, teatro.

(43.148,09)

(52.789,75)

(0)

(13.149,36)

(7.500,00)

(0)

Contributi progetti speciali Produzione rivista “Fuori Orario Totale oneri contributi ed erogazioni

(121.095,49)

(152.619,67)

Per servizi: - Spese telefoniche - Spese di locomozione e carburanti

(3.794,80)

(5.180,11)

(0)

(0)

(1.398,17)

(1.555,63)

(0)

(0)

- Consulenze tecniche

(2.156,96)

(4.119,76)

- Consulenze legali

(2.727,92)

(2.965,74)

- Consulenze professionali

(6.530,97)

(6.124,31)

- Spese di rappresentanza - Arredi ed attrezzature minute

- Premi assicurativi

(0)

(1.068,45)

(2.755,16)

(3.954,69)

- Spese varie

(386,00)

(377,00)

- Spesa tenuta c/c

(224,00)

(24,00)

- Acquisto materiali

(905,95)

(154,50)

- Canoni Rai, Siae

Totale oneri per servizi

(20.879,93)

(25.524,19)

Per il personale: a) salari e stipendi

(22.704,68)

(20.696,61)

b) oneri sociali

(7.298,54)

(6.594,41)

c) trattamento di fine rapporto

(1.655,14)

(1.599,47)

Totale oneri per il personale Ammortamenti e svalutazioni:

(31.658,36)

(28.890,49)


relazione economica

(segue)

- Ammortamento delle immobilizzazioni materiali

(1.605,55)

(2.071,50)

Totale ammortamenti e svalutazioni

(1.605,55)

(2.071,50)

TOTALE COSTI DI GESTIONE

(175.239,33)

(209.105,85)

DIFFERENZA TRA PROVENTI E COSTI DELLA GESTIONE

(22.166,70)

(22.763,42)

PROVENTI E ONERI FINANZIARI Interessi e altri oneri finanziari: Interessi attivi c/c Arrotondamenti Sopravvenienze attive Totale interessi e altri oneri finanziari TOTALE PROVENTI E ONERI FINANZIARI

486,36

934,92

1,14

9,21

131,00

0

618,50

944,13

618,50

944,13

PROVENTI E ONERI Oneri: arrotondamenti ritenuta fiscale su interessi di c/c e imp.bollo oneri bancari Interessi passivi da ravvedimento sopravvenienze e sanzioni Totale proventi ed oneri TOTALE PROVENTI ED ONERI

(2,86)

(0,58)

(110,83)

(292,04)

(12,00)

(15,00)

(32,63)

(23,78)

(1.598,29)

(237,54)

(1.756,61)

(568,94)

(1.756,61)

(568,94)

- Imposte sul reddito dell'esercizio, correnti: Ires

(0)

TOTALE IMPOSTE SUL REDDITO D’ESERCIZIO

23) AVANZO (DISAVANZO) DI GESTIONE

ROMA, 30 aprile 2016

C I (

(0) (0)

(0)

(23.304,81)

(22.388,23)

49


50

relazione economica

RENDICONTO DELL’ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2015 COMMERCIALE

Stato Patrimoniale Attivo 31/12/2015

31/12/2014

49.000,00 119,34

49.000,00 119,34

Totale crediti

49.119,34

49.119,34

Totale disponibilità liquide

4.801,28 4.801,28

4.897,87 4.897,87

TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE

4.801,28

4.897,87

53.920,62

54.017,21

31/12/2015

31/12/2014

3.519,76

3.607,27

(96,59)

(87,51)

3.423,17

3.519,76

50.497,45

50.497,45

50.497,45

50.497,45

53.920,62

54.017,21

ATTIVO CIRCOLANTE Crediti Crediti Vs/ attività di erogazione Credito Ires

Disponibilità liquide

TOTALE ATTIVO

Stato Patrimoniale Passivo

PATRIMONIO NETTO

Utili di esercizi precedenti Utile dell'esercizio Utile dell'esercizio TOTALE PATRIMONIO NETTO

Debiti Debiti v/attività di erogazione

TOTALE DEBITI

TOTALE PASSIVO


relazione economica

Conto economico 31/12/2015

31/12/2014

0

0

0

0

0

0

TOTALE COSTI DELLA PRODUZIONE

0

0

DIFFERENZA TRA RICAVI E COSTI DI GESTIONE (A - B)

0

0

26,24 26,24

34,59 34,59

A)RICAVI DI GESTIONE - Rimborso spese pulizia locali TOTALE

B) COSTI ED ONERI DI GESTIONE - Spese pulizie locali

C)PROVENTI E ONERI FINANZIARI - Interessi attivi c/c bancario TOTALE PROVENTI E ONERI FINANZIARI

D)PROVENTI E ONERI - Oneri: Oneri bancari

(12,00)

Sopravvenienze Imposta di bollo e ritenute fiscali Totale oneri

(15,00)

(0)

(0)

(110,83)

(107,10)

TOTALE PROVENTI ED ONERI

(122,83) (122,83)

(122,10) (122,10)

RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE (A- C - D)

(96,59)

(87.51)

0

0

- Imposte sul reddito dell'esercizio, correnti: Ires Totale delle imposte sul reddito dell'esercizio, correnti

23) UTILE (PERDITA) DELL'ESERCIZIO

0

0

(96,59)

(87,51)

30 aprile 2016

C. C. R. S. BNL Roma I (Baldani Paolo)

51


52

relazione economica

RENDICONTO DELL’ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 EROGAZIONE

Stato Patrimoniale Attivo 31/12/2015

31/12/2014

240,95

240,95

(240,95)

(240,95)

Attrezzature (valore lordo)

12.203,66

12.203,66

Ammortamento

(6.647,20)

(5.041,65)

5.556,46

7.162,01

8.371,64

64.088,06

50.497,45

50.497,45

0

64,02

58.869,09

114.649,53

162,68

93,84

10,00

10,00

126.602,60

101.137,55

Totale disponibilità liquide

126.775,28

101.241,39

TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE

185.644,37

215.890,92

0

120,00

TOTALE RATEI

0 0

120,00 3.750,00

TOTALE RISCONTI

0

3.750,00

191.200,83

226.922,93

IMMOBILIZZAZIONI - Immobilizzazioni materiali Beni inferiori a 516,46 euro Ammortamento

Totale immobilizzazioni materiali

ATTIVO CIRCOLANTE

- Crediti Crediti diversi Crediti v/attività commerciale Crediti v/Inail Totale crediti

- Disponibilità liquide Cassa Valori bollati in cassa

Banche c/c

RATEI E RISCONTI Ratei attivi Risconti attivi

TOTALE ATTIVO


relazione economica

Stato Patrimoniale Passivo 31/12/2015

31/12/2014

114.428,00

136.728,72

(23.208,22)

(22.300,72)

91.219,78

114.428,00

20.000,00

20.000,00

3.310,00

3.310,00

23.310,00

23.310,00

11.875,23

10.265,36

0

0

1.293,17

1.136,04

49.000,00

49.000,00

1.673,96

3.298,51

116,00

639,00

10.600,01

10.219,85

PATRIMONIO

Avanzo di gestione esercizi precedenti

Avanzo o (disavanzo) di gestione Avanzo (disavanzo ) di gestione TOTALE PATRIMONIO

FONDI DI ACCANTONAMENTO Fondo riserva speciale F.do acc.to CCRS BNL nel cuore TOTALE FONDO PER RISCHI ED ONERI

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO TOTALE TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO

DEBITI Centro Sportivo Marco Polo Debiti v/enti previdenziali Debiti v/attività commerciale Debiti v/erario Debiti v/ dipendenti Soci per iniziative culturali, viaggi e sport Soci per attività TCI/ACI Fatture da ricevere TOTALE DEBITI

227,00

1.574,00

1.885,68

13.052,17

64.795,82

78.919,57

0

0

0

0

191.200,83

226.922,93

RATEI E RISCONTI Risconti passivi quote TOTALE RATEI E RISCONTI

TOTALE PASSIVO

53


54

relazione economica

Conto economico 31/12/2015

31/12/2014

Quote associative personale in servizio

69.548,13

68.497,90

Quote associative personale in quiescenza

23.224,28

24.057,29

9.590,22

9.716,24

50.710,00

84.071,00

153.072,63

186.342,43

ENTRATE E PROVENTI DI COMPETENZA

QUOTE E CONTRIBUTI ASSOCIATIVI

Quote iscrizioni sezioni Contributi ordinari B.N.L. TOTALE VALORE DELLE ENTRATE

USCITE ED ONERI DI COMPETENZA Per contributi ed erogazioni associative: Contributi soci per C.E.R.

(900,00)

(1.940,00)

Eventi vari

(10.000,00)

(4.517,95)

Contributi alle “Sezioni”

(29.606,40)

(45.678,13)

Manifestazioni Natalizie

(7.371,00)

(10.547,08)

Iniziativa Interclub

(22.570,00)

(23.997,40)

Iniziative culturali, viaggi, teatro.

(43.148,09)

(52.789,75)

(0)

(13.149,36)

Contributi progetti speciali Produzione rivista “Fuori Orario” Totale oneri contributi ed erogazioni

(7.500,00) (121.095,49)

(0) (152.619,67)

Per servizi: - Spese telefoniche - Spese di locomozione e carburanti - Spese di rappresentanza - Arredi ed attrezzature minute - Consulenze tecniche

(3.794,80)

(5.180,11)

(0)

(0)

(1.398,17)

(1.555,63)

(0)

(0)

(2.156,96)

(4.119,76)

- Consulenze legali

(2.727,92)

(2.965,74)

- Consulenze professionali

(6.530,97)

(6.124,31)

(0)

(1.068,45)

- Premi assicurativi - Canoni Rai, Siae

(2.755,16)

(3.954,69)

- Spese varie

(386,00)

(377,00)

- Spesa tenuta c/c

(224,00)

(24,00)

- Acquisto materiali

(905,95)

(154,50)

Totale oneri per servizi

(20.879,93)

(25.524,19)

Per il personale: a) salari e stipendi

(22.704,68)

(20.696,61)

b) oneri sociali

(7.298,54)

(6.594,41)

c) trattamento di fine rapporto

(1.655,14)

(1.599,47)

Totale oneri per il personale - Ammortamento delle immobilizzazioni materiali Totale ammortamenti e svalutazioni

(31.658,36) (1.605,55)

(28.890,49) (2.071,50)

(1.605,55)

(2.071,50)

TOTALE COSTI DI GESTIONE

(175.239,33)

(209.105,85)

DIFFERENZA TRA PROVENTI E COSTI

(22.166,70)

(22.763,42)


relazione economica

(segue)

DELLA GESTIONE

31/12/2015

31/12/2014

PROVENTI E ONERI FINANZIARI Interessi e altri oneri finanziari: Interessi attivi c/c Arrotondamenti Sopravvenienze attive Totale interessi e altri oneri finanziari TOTALE PROVENTI E ONERI FINANZIARI

460,12

900,33

1,14

9,21

131,00

0

592,26

909,54

592,26

909,54

PROVENTI E ONERI Oneri: arrotondamenti

(2,86)

interessi passivi da ravvedimento sanzioni ritenuta fiscale su interessi di c/c sopravvenienze Totale proventi ed oneri TOTALE PROVENTI ED ONERI

23) AVANZO (DISAVANZO) DI GESTIONE

(0,58)

(32,63)

(23,78)

(400,69)

(120,84)

(0)

(184,94)

(1.197,60)

(116,70)

(1.633,78)

(446,84)

(1.633,78)

(446,84)

(23.208,22)

(22.300,72)

ROMA, 30 aprile 2016 C Il Presidente (Baldani Paolo)

55


56

relazione economica

Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31.12.2015* Premessa

Signori Soci, il presente rendiconto della gestione, sottoposto al Vostro esame e alla Vostra approvazione, evidenzia un disavanzo di gestione pari a Euro 23.304,81.

*La presente nota è redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435-bis del Codice Civile

Attività svolte Il “Circolo Culturale Ricreativo e Sportivo B.N.L. Roma” si configura come un Ente privato non commerciale, senza scopo di lucro. Funzione della presente nota non è solo quella di descrivere o di commentare i dati esposti nello schema di bilancio (stato patrimoniale e conto economico) ma anche quello di offrire un efficace strumento interpretativo ed integrativo della situazione patrimoniale, economica e finanziaria dell’ente e dei risultati conseguiti. Accanto agli aspetti contabili verranno fornite alcune informazioni sulle attività svolte e ritenute necessarie per una veritiera, chiara e completa comunicazione di bilancio. Compatibilmente con le peculiarità delle Associazioni di questo tipo, nella redazione della Situazione Patrimoniale ed Economica sono stati applicati i medesimi criteri previsti dalle norme del Codice Civile per la redazione del Bilancio delle società e sono state, inoltre, osservate le disposizioni contenute negli articoli 148 e 149 del T.U.I.R. L’esercizio in esame soddisfa il disposto dell’articolo 25 dello Statuto che dispone la chiusura dell’esercizio il 31 dicembre di ogni anno. La presente nota integrativa si compone di due parti: la prima evidenzia i più significativi principi contabili ed i criteri di valutazione adottati nella formazione del bilancio dell’esercizio chiuso al 31.12.2015; la seconda analizza le principali poste dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico e le variazioni intervenute rispetto all’esercizio precedente.

Fatti di rilievo verificatisi nel corso dell’esercizio Nel corso dell’esercizio 2015 non si sono verificati fatti di rilievo da evidenziare.


relazione economica

CRITERI APPLICATI NELLA VALUTAZIONE DELLE VOCI DI BILANCIO Art. 2427, n. 1 Codice Civile

Principi generali di redazione del bilancio Nella redazione del bilancio d’esercizio sono stati osservati i seguenti principi generali: • la valutazione delle voci è stata fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell’attività; • sono indicati esclusivamente gli avanzi/disavanzi risultanti alla data di chiusura dell’esercizio; • si è tenuto conto dei proventi e degli oneri di competenza dell’esercizio, indipendentemente dalla data dell’incasso o del pagamento; • si è tenuto conto dei rischi e delle perdite di competenza dell’esercizio anche se conosciuti dopo la chiusura di questo.

La struttura dello stato patrimoniale e del conto economico è la seguente: • lo stato patrimoniale ed il conto economico riflettono le disposizioni degli artt.2423-ter, 2424, 2425 e 2435-bis del Codice Civile; • per ogni voce dello stato patrimoniale e del conto economico è stato indicato l’importo della voce corrispondente dell’esercizio precedente; • l’iscrizione delle voci di stato patrimoniale e conto economico è stata fatta secondo i principi degli artt.2424-bis e 2425-bis del Codice Civile; • non vi sono elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci; • i criteri di valutazione non sono stati modificati rispetto a quelli adottati nel precedente esercizio.

La Nota integrativa contiene, inoltre, tutte le informazioni complementari ritenute necessarie per fornire la rappresentazione veritiera e corretta della situazione economica, finanziaria e patrimoniale, anche se non richieste da specifiche disposizioni di legge.

57


58

relazione economica

ATTIVO

Immobilizzazioni Materiali Le immobilizzazioni materiali risultano iscritte al costo di acquisto maggiorato dei relativi oneri accessori direttamente imputabili, per complessivi Euro 12.203,66.

Processo di ammortamento delle immobilizzazioni materiali L’ammortamento delle immobilizzazioni materiali è stato effettuato secondo il coefficiente di ammortamento previsto dalle leggi in merito, in relazione alla residua possibilità di utilizzazione economica futura di ogni singolo bene o costo. Sulla base della residua possibilità di utilizzazione, i coefficienti adottati nel processo di ammortamento delle immobilizzazioni materiali sono i seguenti:

Descrizione Attrezzatura varia e minuta

Coefficienti ammortamento 15%

Crediti Il totale dei crediti è evidenziato alla voce della sezione “attivo” dello stato patrimoniale per euro 8.490,98.

Disponibilità liquide Le disponibilità liquide, esposte nella sezione “attivo” dello stato patrimoniale alla voce “Disponibilità liquide” per euro 131.576,56, corrispondono alle giacenze sui conti correnti intrattenuti presso la B.N.L. per euro 131.403,88 ed alle liquidità esistenti nella cassa sociale alla chiusura dell’esercizio pari ad euro 172,68.


relazione economica

PASSIVO

Patrimonio netto Il patrimonio netto ammonta a Euro 94.642,95 ed evidenzia una variazione in diminuzione di Euro 23.304,81 dovuta al disavanzo di gestione del presente esercizio.

Fondi di accantonamento Tale voce, che accoglie il Fondo riserva speciale per euro 20.000,00, ed il Fondo accantonamento CCRS BNL nel cuore, per euro 3.310,00.

Trattamento di fine lavoro subordinato L’accantonamento per trattamento di fine rapporto rappresenta l’effettivo debito maturato verso il dipendente in conformità alla legge e al contratto di lavoro vigente, al netto dell’imposta sostitutiva sulla rivalutazione del T.F.R. maturata, ai sensi dell’art. 2120 codice civile, successivamente al 1° gennaio 2001, così come previsto dall’art.11, comma 4, del D.Lgs. n.47/2000, e risulta evidenziato nella sezione “passivo” dello stato patrimoniale per Euro 11.875,23. Il fondo corrisponde al totale delle singole indennità maturate a favore del dipendente alla data di chiusura del bilancio, al netto degli acconti erogati ed è pari a quanto si sarebbe dovuto corrispondere al lavoratore stesso, nell’ipotesi di cessazione del rapporto di lavoro al 31.12.2015.

Debiti L’importo totale dei debiti è collocato nella sezione “passivo” dello stato patrimoniale per un importo complessivo di Euro 15.795,82.

59


60

relazione economica

VARIAZIONI INTERVENUTE NELLA CONSISTENZA DELLE ALTRE VOCI DELL'ATTIVO E DEL PASSIVO Art. 2427, n. 4 Codice Civile ATTIVO

Variazioni dell’Attivo Circolante L’attivo circolante raggruppa le seguenti voci della sezione “attivo” dello stato patrimoniale: • Crediti euro 8.490,98; • Disponibilità liquide euro 131.576,56. L’ammontare di tale voce al 31/12/2015 è pari a euro 140.067,54. Rispetto al passato esercizio, ha subito un decremento pari a euro 30.343,14. Variazioni dei Crediti L’importo totale dei Crediti è collocato nella sezione “attivo” dello stato patrimoniale per un importo complessivo di euro 8.490,98 così suddiviso: • euro 2.680,00 biglietti Uci Cinema; • euro 3.705,00 biglietti Space Cinema; • euro 119,34 credito Ires; • euro 773,84 acquisto indumenti sportivi; • euro 1.212,80 biglietti circuito cinema. Rispetto al passato esercizio si riscontrano le seguenti variazioni in diminuzione:

Saldo al 31/12/2015 Saldo al 31/12/2014 Variazioni

€ 8.490,98 € 64.271,42 € (55.780,44)


relazione economica

Nel dettaglio: Descrizione

Valore al 31/12/2015 Contrib. annuale BNL 0 Biglietti Space Cinema 3.705,00 Credito Inail 0 Credito Ires 119,34 Acquisto indumenti sportivi 773,84 Biglietti circuito cinema 1.212,80 Biglietti Uci Cinema 2.680,00 TOTALI 8.490,98

Valore al 31/12/2014 50.000,00 3.545,00 64,02 119,34 7.619,76 2.923,30 0 64.271,42

Variazioni

(50.000,00) 160,00 (64,02) 0

(6.845,92) (1.710,50) 2.680,00 (55.780,44)

Variazioni delle Disponibilità liquide Le disponibilità liquide, evidenziate nell’attivo dello stato patrimoniale ammontano a euro 131.576,56. Rispetto al passato esercizio si riscontrano le seguenti variazioni in aumento:

Saldo al 31/12/2015 Saldo al 31/12/2014 Variazioni Descrizione

Depositi bancari e postali Denaro e valori in cassa TOTALI

€ 131.576,56 € 106.139,26 € 25.437,30

Valore al 31/12/2015

Valore al 31/12/2014

Variazioni

103,84

68,84

31.403,88

106.035,42

25.368,46

131.576,56

106.139,26

25.437,30

172,68

61


62

relazione economica

PASSIVO

Variazioni del Patrimonio Netto Il patrimonio netto ammonta a euro 94.642,95 ed evidenzia una variazione in diminuzione di euro 23.304,81 dovuto al disavanzo di gestione dell’esercizio in esame. Il patrimonio netto risulta essere suddiviso nelle sottovoci che in dettaglio si riportano nel prospetto che segue:

Descrizione

Avanzo di gestione anni precedenti Avanzo di gestione Disavanzo di gestione Totale Patrimonio

Valore al 31/12/2015 117.947,76 0 (23.304,81) 94.642,95

Valore al 31/12/2014 140.335,99 0 (22.388,23) 117.947,76

Variazioni dei Debiti L’importo totale dei debiti è collocato nella sezione “passivo” dello stato patrimoniale per un importo complessivo di euro 15.795,82. Rispetto al passato esercizio si riscontrano le seguenti variazioni in diminuzione:

Saldo al 31/12/2015 Saldo al 31/12/2014 Variazioni

€ 15.795,82 € 29.919,57 € (14.123,75)


relazione economica

Si riporta di seguito il dettaglio delle singole voci componenti i debiti con l’esposizione degli aumenti e delle diminuzioni di valore rispetto al precedente esercizio: Descrizione

Debiti v/enti previdenziali Debiti v/dipendenti Debiti v/erario Soci per iniziative culturali, viaggi, sport Soci per attività TCI/ACI Fatture da ricevere TOTALI

Valore al 31/12/2015

Valore al 31/12/2014

Variazioni

116,00 1.673,96

10.600,01

639,00 3.298,51

10.219,85

(523,00) (1.624,55)

227,00

1.574,00

(1.347,00)

1.293,17

1.885,68 15.795,82

1.136,04

157,13

380,16

13.052,17 29.919,57

(11.166,49) (14.123,75)

Fondi di accantonamento Tale voce accoglie : • il Fondo riserva speciale, per euro 20.000,00, accantonato per far fronte a necessità di cassa per oneri relativi ad esercizi precedenti; • il Fondo accantonamento CCRS BNL nel cuore, pari ad euro 3.310,00. Rispetto al passato esercizionon si riscontrano variazioni:

Saldo al 31/12/2015 Saldo al 31/12/2014 Variazioni

€ € €

23.310,00 23.310,00 0

63


64

relazione economica

VARIAZIONI INTERVENUTE NELLA CONSISTENZA DELLE VOCI DELLE ENTRATE E DELLE USCITE DEL CONTO ECONOMICO ENTRATE

Entrate e proventi di competenza L’importo totale iscritto nella voce “Quote e contributi associativi”, nell’avere del Conto economico, ammontano a euro 153.072,63. Rispetto al passato esercizio si riscontrano le seguenti variazioni in diminuzione:

Saldo al 31/12/2015 Saldo al 31/12/2014 Variazioni Descrizione

Quote associative personale in servizio Quote associative personale in quiesc.za Quote iscrizioni sezioni Contributi ordinari B.N.L. TOTALI

€ 153.072,63 € 186.342,43 € (33.269,80)

Valore al 31/12/2015 69.548,13

23.224,28 9.590,34

50.710,00

153.072,63

Valore al Variazioni 31/12/2014 68.497,90

1.050,23

9.716,24

(126,02)

24.057,29 84.071,00

186.342,43

(833,01)

(33.361,00)

(33.269,80)


relazione economica

USCITE

Uscite ed Oneri di competenza Dettagliatamente indicati nel prospetto di bilancio, nel dare del conto economico, risultano complessivamente pari a € 175.239,33 evidenziando un decremento di euro 33.866,52. Rispetto al passato esercizio si riscontrano le seguenti variazioni in diminuzione:

Saldo al 31/12/2015 Saldo al 31/12/2014 Variazioni Descrizione

Contributi ed erogazioni ass.ve Oneri per servizi Oneri per il personale Ammortamenti TOTALI

€ 175.239,33 € 209.105,85 € (33.866,52)

Valore al 31/12/2015

121.095,49

20.879,93 31.658,36 1.605,55 175.239,33

Valore al Variazioni 31/12/2014

152.619,67

(31.524,18)

25.524,19 28.890,49 2.071,50 209.105,85

(4.644,26) 2.767,87 (465,95) (33.866,52)

Proventi finanziari Nel prospetto di bilancio, nell’avere del conto economico, si evidenziano Interessi attivi di c/c pari ad euro 618,50 con un decremento di € 325,63. Rispetto al passato esercizio si riscontrano le seguenti variazioni in diminuzione:

Saldo al 31/12/2015 Saldo al 31/12/2014 Variazioni

€ € €

618,50 944,13 (325,63)

65


66

relazione economica

Descrizione

Interessi attivi c/c Arrotondamenti Sopravvenienze attive TOTALI

Valore al 31/12/2015 486,36 1,14 131,00 618,50

Valore al Variazioni 31/12/2014 934.92 (448,56) 9,21 (8,07) 0 131,00 944,13 (325,63)

Oneri vari L’importo totale degli oneri iscritti in bilanci ammonta ad euro 1.756,61 con un incremento di € 1.187,67. Rispetto al passato esercizio si riscontrano le seguenti variazioni in aumento:

Saldo al 31/12/2015 Saldo al 31/12/2014 Variazioni Descrizione

Valore al 31/12/2015 Arrotondamenti passivi (2,86) Sopravvenienze e sanzioni (1.598,29) Ritenuta fiscale (110,83) su interessi c/c Oneri bancari (12,00) Interessi (32,63) da ravvedimento TOTALI (1.756,61)

€ € €

1.756,61 568,94 1.187,67

Valore al Variazioni 31/12/2014 (0,58) 2,28 (237,54) 1.360,75 (292,04)

(181,21)

(23,78)

8,85

(15,00)

(568,94)

PROPOSTA DI DESTINAZIONE DEL RISULTATO DELLA GESTIONE

(3,00)

(1.187,67)

Sulla base di quanto esposto si propone di ripianare il disavanzo di gestione ammontante a complessivi euro (23.304,81), mediante l’utilizzo degli avanzi di gestione degli esercizi precedenti.


relazione economica

67

Indici del Bilancio i

a

A

2

!

!di!incidenza!attività!istituzionale!-!Anno!2014! Grado Grado!di!incidenza!attività!istituzionale!-!Anno!2014!

!di!incidenza!attività!istituzionale!-!Anno!2013! Grado Grado!di!incidenza!attività!istituzionale!-!Anno!2013! !

23,35%!!

31,57%!!

68,43%!! 72,65%!!

Oneri Oneri!attività!istituzionale! !attività!istituzionale!

Oneri!attività!istituzionale! Oneri !attività!istituzionale!

Oneri!per!altri!impieghi! Oneri!per!altri!impieghi!

Oneri!per!altri!impieghi! Oneri!per!altri!impieghi!

!

! i

i

i

a

2

!

!di!incidenza!per!attività!istituzionali!-!Anni!2013-!!!!! Grado Grado!di!incidenza!per!attività!istituzionali!-!Anni!2013-!!!!! 2014 !-!2015! 2014!-!2015!

!di!incidenza!attività!istituzionale!-!Anno!2015! Grado Grado!di!incidenza!attività!istituzionale!-!Anno!2015!

68,41%!!

31,59%!!

!

68,43%!!

72,65%!!

68,41%!!

!

! Oneri Oneri!attività!istituzionale! !attività!istituzionale!

!

Oneri Oneri!per!altri!impieghi! !per!altri!impieghi!

2013!! 2013

2014!! 2014

2015! 2015!

! !

! !

!

!!

!

& & & !2015 & ! Grado!di!incidenza!attività!istituzionale! Grado!di!&incidenza !attività& !istituzionale ! !Anno!2015! !Anno

!"# !"#$%&$'&'()'$*(+#&$*'&)%(,"'-./&#00*& $%&$'&'()'$*(+#&$*'&)%(,"'-./&#00*& 12*+'%('1&&3&4( ((%&5678& 12*+'%('1&&3&4((%&5678&

!

%"#" ! &%"#""$!

!

31,59%!!

))*+,-.!./+0,+.! *+,-.!./+0,+.!

!

&""#""$! ""#" !

! !

!

1 */+02345!/.6!,--.!78.92*/27! 1*/+02345!/.6!,--.!78.92*/27!

&""#""$!

68,41%!!

!

%"#" ! %"#""$! &'#(($!

"#""$!! "#

Oneri Oneri!attività!istituzionale! !attività!istituzionale!

Oneri Oneri!per!altri!impieghi! !per!altri!impieghi!

! !

!

& &

&

&

&

!

& &

&

&

&

&

!

! !"#$ !"#$%&$'&'()'$*(+#&$*'&)%(,"'-./&#00*& %&$'&'()'$*(+#&$*'&)%(,"'-./&#00*& 12*+'%('1& &4((%&567:& 12*+'%('1&3&4((%&567:& !

! !

!

!

!!

!

!

! ! 23,35%!!

))*+,-.!./+0,+.! *+,-.!./+0,+.!

72,65%!!

""# ! &""#""$! &""#""$! %"# ! %"#""$! "#""$!! "

!

!

%"#" ! &%"#""$!

!

&

!

&'#(($!

1 */+02345!/.6!,--.! 1*/+02345!/.6!,--.! 778.92*/27! 8.92*/27!

!

!

! Oneri!attività!istituzionale! Oneri !attività!istituzionale!

Oneri Oneri!per!altri!impieghi! !per!altri!impieghi!

! !

!

! !i

!a

!

!!

!2

!

!

!


relazione economica

68

!

! !

! !

!

!

!!

!

! Grado Grado!di!incidenza!degli!oneri!di!supporto!generale!-! !di!incidenza!degli!oneri!di!supporto!generale!-! Anno Anno!2014! !2014!

31,59%!!

27,21%!!

68,41%!!

Oneri Oneri!attività!istituzionale! !attività!istituzionale!

72,79%!!

Oneri!per!altri!impieghi! Oneri!per!altri!impieghi!

! !

Oneri!di!attività!di!supporto!generale! Oneri!di!attività!di!supporto!generale!

Oneri Oneri!utilizzati!per!altri!impieghi! !utilizzati!per!altri!impieghi!

! !

!

!

! !

!

!

!!

!

!

!

! !

!

!

!!

!

!

!

23,35%!!

31,59%!!

68,41%!!

72,65%!!

Oneri!attività!istituzionale! Oneri !attività!istituzionale!

Oneri Oneri!attività!istituzionale! !attività!istituzionale!

Oneri!per!altri!impieghi! Oneri!per!altri!impieghi!

Oneri!per!altri!impieghi! Oneri!per!altri!impieghi!

!

! !

Grado!di!incidenza!attività!istituzionale!-!Anno!2015! Grado!di!incidenza!attività!istituzionale!-!Anno!2015!

!

! !

!

!

! !

!

!

!!

!

!

!

Iniziative!ed!eventi!in!favore!dei!soci!!-!Anno!2013! Iniziative !ed!eventi!in!favore!dei!soci!!-!Anno !2013! ! !

23,35%!!

&"" &""$!! !

>"$!! >"

! !

!

!

!

!

!

!

)*+,-.!./+0,+.! )*+,-.!./+0,+.!

="$! =" ! ;" ;"$!!

!

72,65%!!

&""#""$!

:" :"$!!

?/.02!@.0!2/292,5A.!.B!.A./5!,! ?/.02!@.0!2/292,5A.!.B!.A./5!,! C,A*0.!B.2!D*E2! C,A*0.!B.2!D*E2!

="#=;$!

!

!

Oneri!attività!istituzionale! Oneri !attività!istituzionale!

"$!! "

!

!

Oneri Oneri!per!altri!impieghi! !per!altri!impieghi!

! !

! !

!

!

! !A

!

!

!

!

! !

!

!

!!

!

! !

Oneri !per!iniziative!ed!eventi!a!favore!dei!soci!-!Anni! Oneri!per!iniziative!ed!eventi!a!favore!dei!soci!-!Anni! 2013-2014-2015 2013-2014-2015!! ! 31,59%!!

57,38%!! 68,41%!!

40,42%!! !

54,28%!! !

!

!

!

!

!

!

2013!! 2013 2014!! 2014

Oneri Oneri!attività!istituzionale! !attività!istituzionale!

Oneri Oneri!per!altri!impieghi! !per!altri!impieghi!

! ! !

&

!

2015!! 2015

!! 2013!!

2014 2014!!

2015 2015!!

!

!

! !

!


relazione economica

69

! ! !

! !

!

! ! ! Anno Anno!2015! !2015!

!

!!

31,96%!!

68,04%!!

Oneri!di!attività!di!supporto!generale! Oneri!di!attività!di!supporto!generale!

Oneri!utilizzati!per!altri!impieghi! Oneri!utilizzati!per!altri!impieghi!

!

Oneri!di!attività!di!supporto!generale!Anni!2013-!2014-! Oneri!di!attività!di!supporto!generale!Anni!2013-!2014-! 2015! 2015!

'"#%($!

'&#(:$!

!

Distribuzione!degli!impegni(%)!anni!2013!-!2014!-!2015! Distribuzione !degli!impegni(%)!anni!2013!-!2014!-!2015! !

>"#""$!

<;#:%$! :>#='$!

!

!

!

:>#=&$!

<"#""$!

%<#'>$! '! %=#;>$! ;"&'!

:"#""$! %"#""$! '&#(:$! '"#%($! ;<#;&$!

="#""$! '"#""$!

&'#(($!

;"#""$!

="#=;$!

''#%"$!

=! ;"&=! ;"&%! %!

&(#'=$!

&"#""$! "#""$! ? /.02!,6A2+F! ?/.02!,6A2+F! 22D5+492*/,-.! D5+492*/,-.!

? /.02!B2!,6A2+F!B2! ?/.02!B2!,6A2+F!B2! DD4@@*0+*!G./.0,-.! 4@@*0+*!G./.0,-.!

1 */+02345!/.6!,--.! 1*/+02345!/.6!,--.! 778.92*/27! 8.92*/27!

? /.02!@.0!2/292,5A.!.B! ?/.02!@.0!2/292,5A.!.B! ..A./5!,!C,A*0.!B.2! A./5!,!C,A*0.!B.2! D*E2!

!


70

relazione economica

BILANCIO PREVENTIVO ANNO 2016 Entrate e Proventi di competenza

Quote Assoc. Personale in servizio Quote Assoc. Personale in quiescenza Quota adesione agli Ambiti Contributi ordinari BNL Totale Entrate e Proventi

68.000,00 25.000,00 9.500,00 75.000,00 177.500,00

177.500,00

Uscite ed Oneri di competenza

Spese di gestione Stipendi 23.000,00 Oneri previdenziali assicurativi 8.000,00 Ritenute addizionale regionale 200,00 Ritenute addizionale comunale 100,00 Accantonamento TFR 1.600,00 Spese telefoniche 2.500,00 Spese locomozione 500,00 Spese rappresentanza 2.000,00 Consulenza professionale 10.000,00 Premi assicurativi 1.600,00 Canoni Rai, Siae, Esasoftware 2.000,00 Spese Comunicazione 5.000,00 Spese per manutenzione/miglioramento sito Internet 5.000,00 61.500,00

61.500,00

45.000,00 41.000,00 30.000,00 116.000,00

116.000,00

Contributi ed erogazioni associative Iniziative CCRS per soci Contributi agli ambiti Iniziative natalizie

Totale Uscite ed Oneri di competenza Totale a pareggio

-177.500,00 0,00


Codice etico


72

codice etico

Premessa L’adesione al CCRS impegna i Soci al rispetto dei principi etici contenuti nel presente Codice, il quale trae fondamento da una lettura attenta del momento sociale attuale ed è pertanto soggetto a continua - purché condivisa – implementazione. L’impegno a rispettare il Codice Etico è prioritario nel Consiglio Direttivo che lo adotta e può modificarlo in base a necessità o segnalazioni dei Soci o dell’Assemblea. Esso si estende anche ai Soci aggregati, ai collaboratori e ai fornitori del sodalizio. Il Codice si applica esclusivamente alla realtà del CCRS BNL di Roma. Quest’ultimo promuove il rispetto delle norme dello Stato italiano nel cui ambito opera, ispirando le sue attività al proprio Statuto e la sua operatività ai propri regolamenti interni.


codice etico

Principi

I Soci del Circolo favoriscono modalità di comunicazione fondate sull’ascolto, il dialogo, la chiarezza di espressione e di comportamenti. Puntano a scambi di esperienze fecondi, si attivano per porre alla base del confronto il desiderio di intesa

Quanti si associano o si aggregano al Circolo considerano la qualità del tempo libero fondamentale per l’equilibrio generale delle persone e apprezzano l’operato di quanti si impegnano per organizzare e proporre idee utili ad arricchirla Tra i Soci del Circolo si considera fattore di arricchimento la pluralità di posizioni culturali, ideali, politiche purché chi le detiene sappia esprimerle senza attentare all’armonia del sodalizio e proporle costruttivamente a scopo sociale I Soci del Circolo considerano le differenze come opportunità di dialogo e di crescita. E perseguono ogni azione volta ad evitare discriminazioni di qualsiasi tipo con riferimento al censo, all’età, e in particolare all’uguaglianza di genere. I Soci del Circolo favoriscono modalità di comunicazione fondate sull’ascolto, il dialogo, la chiarezza di espressione e di comportamenti. Puntano a scambi di esperienze fecondi, si attivano per porre alla base del confronto il desiderio di intesa. I Soci del Circolo, a qualsiasi livello, nei processi decisionali, nelle occasioni partecipative, nelle rendicontazioni contabili perseguono la correttezza e la trasparenza operativa per facilitare sia il rispetto delle leggi che i criteri dell’inclusione. I Soci del Circolo improntano la loro capacità relazionale a criteri di rispetto, sobrietà, onestà intellettuale. E arricchiscono tale impegno considerando le occasioni partecipative realizzate nell’ambito del Circolo un’occasione utile ad implementarle. I Soci del Circolo considerano importante l’attenzione ai comportamenti responsabili con riferimento alla sicurezza, all’incolumità, alla salute. In particolare curano nelle relazioni il rispetto della dignità della persona, denunciando molestie e forme di prevaricazione Le donne e gli uomini che si associano al Sodalizio promuovono e ossequiano le regole delle pari opportunità, della sportività, dell’equilibrio, del rispetto reciproco sia nelle competizioni interne che nella fruizione dei servizi e delle opportunità create dal Circolo. I Soci considerano prioritario diffondere nell’ambito del Circolo uno spirito positivo, di attenzione congiunta alla gratuità, alla qualità, alla capacità di coinvolgimento delle iniziative, favorendo un clima improntato ai valori della solidarietà, dell’ottimismo.

73


74

codice etico

Etica Chi assume ruoli di carattere direttivo, organizzativo o di rappresentanza nell’ambito del Circolo si impegna a ricoprirli mettendo al servizio dei Soci, in modo volontario, il massimo delle proprie competenze, con dedizione, rigore, senso di responsabilità. Ed evita di assumere anche sul piano del volontariato incarichi conflittuali con la funzione svolta. I Soci e i responsabili del Circolo, a ciascun livello, si impegnano a rifiutare regali o altre utilità da parte di persone o soggetti con cui siano in relazione a causa delle funzioni istituzionali svolte, della carica ricoperta, della semplice appartenenza al Sodalizio, a meno che non siano d’uso o di cortesia e di entità oggettivamente circoscritta, e comunque ascrivibili ad una casistica preventivamente autorizzata dal Consiglio Direttivo negli interessi del Circolo. Il Consiglio Direttivo assume su di sé l’onere di regolamentare eventuali specifiche fattispecie che dovessero delinearsi in materia, consapevole che storicamente alcuni ambiti - in particolare la gestione di gratuità di vario tipo rivenienti dall’espletamento del mandato assegnato - sono soggetti ad interpretazioni equivocabili.


codice etico

Rapporti con i fornitori I componenti del Consiglio Direttivo, quanti svolgono funzioni di responsabilità nel Circolo – e in generale tutti i Soci - si impegnano a garantire trasparenza e correttezza dei contatti con i fornitori. In particolare a non conferire incarichi remunerati a propri familiari o a consulenti esterni con cui siano in contatto per motivi professionali, a meno che l’eccezione derivi da effettiva e condivisa necessità. Il perfezionamento dei rapporti con i fornitori e i consulenti – che è di esclusiva competenza del Consiglio Direttivo - non può contemplare per tutti i Soci dazioni o benefici sia diretti che indiretti, omaggi, atti di cortesia e di ospitalità tali da compromettere l’immagine del Circolo o da poter essere interpretati come finalizzati a ottenere trattamenti di favore illegittimi o non determinati dalle regole di mercato. Gli incarichi esterni devono essere di preferenza assegnati previa l’istituzione e la gestione da parte del Consiglio Direttivo, di procedure e gare d’appalto che attraverso apposita documentazione garantiscano i Soci tutti circa la correttezza degli standard di gestione e scelta di consulenti e fornitori. I consulenti e i fornitori, in particolare coloro che hanno prestato la loro professionalità al Sodalizio, e che si impegnano all’occorrenza a certificare la correttezza del proprio operato sul piano della responsabilità sociale, confluiranno in un apposito Albo di cui il Circolo potrà avvalersi nella sua operatività.

75


76

codice etico

Gestione economica I componenti del Consiglio Direttivo si impegnano a garantire trasparenza, tracciabilità e rendicontazione dei movimenti finanziari. Si informano sulle normative vigenti assicurando la compliance degli atti e delle prassi posti in atto. Rispettano tutti i passi delle procedure di Bilancio. La gestione contabile è improntata ai principi generali di verità, accuratezza, completezza, chiarezza e trasparenza del dato registrato. Tutti i Soci e in particolare i membri esecutivi del Consiglio Direttivo vigilano con spirito collaborativi all’applicazione concreta di tali principi. I Soci del Circolo adottano percorsi decisionali metodici e procedure di assegnazione di incarichi condivise e strutturate, rispettando criteri di trasparenza. Tutti si impegnano a valutare gli apporti esterni dei consulenti e dei fornitori sul piano della qualità certificata o certificabile. I Soci evitano tassativamente l’uso a fini personali dei beni del sodalizio nonché lo spreco, l’acquisto o l’impiego ingiustificato delle risorse messe a disposizione dei progetti o delle iniziative in cui sono a vario titolo coinvolti. Inoltre si astengono da comportamenti capaci di ledere l’immagine etica del Circolo. Ogni Socio è attento ad operare con diligenza per tutelare i beni del Circolo, ad evitare di infrangere le procedure per i rimborsi spese, comportandosi con lealtà correttezza e trasparenza nella richiesta e avendo cura che ciascuna pratica di rimborso sia adeguatamente documentata e documentabile A conferma di quanto già applicato nel corso dell’ultimo mandato a far data dal 1 settembre 2015 i rimborsi ai soci sono del tutto “vietati”. Si rafforza il concetto di “finanziamento a terzi” per il sostegno finanziario/economico delle iniziative proposte sia dai singoli Soci, sia dalle singole Sezioni, così come dai futuri “Ambiti”; ovviamente tale concetto è da applicare anche e soprattutto alle delibere del Consiglio Direttivo relative a spese di gestione e/o di sostegno alle attività/iniziative dallo stesso organizzate direttamente.


codice etico

L’immagine I Soci del Circolo sono protagonisti diretti, con le loro azioni e comportamenti, dell’immagine pubblica del Sodalizio. A tal fine si fanno interpreti dei valori esplicitati nel presente Codice e delle opzioni fondamentali del Circolo a favore del progresso generale della società. Queste opzioni riguardano il rispetto dell’ambiente e l’attenzione alle problematiche ambientali; il rispetto del patrimonio artistico, dei beni culturali; il rispetto dell’attività sportiva come fattore di crescita per l’individuo; il sostegno alle iniziative umanitarie, di solidarietà e di responsabilità sociale. La ricerca della sostenibilità è punto di particolare coesione tra il Circolo e le entità che sono state alla sua origine - la Banca e le Organizzazioni Sindacali – rispetto alle quali il Consiglio Direttivo e i Soci perseguono azioni volte a sviluppare una collaborazione costruttiva nell’interesse comune E’ demandata al Presidente o a suoi delegati la rappresentanza all’esterno del Circolo in occasioni di carattere pubblico e la comunicazione ufficiale delle posizioni del Circolo . Il Consiglio Direttivo concorre a determinare tali posizioni e ad informarne i Soci attraverso i canali di comunicazione interni. Questi ultimi vengono il più possibile implementati e articolati a seconda delle esigenze manifestate dai Soci e comunque in diretta connessione alle esigenze organizzative del Sodalizio. Resta fondamentale come strumento principale di comunicazione il Bilancio di missione, che i Soci si impegnano a conoscere.

77


78

codice etico

Monitoraggio e sanzioni Il Consiglio Direttivo si impegna ad assicurare una corretta divulgazione del Codice e a provvedere al suo costante aggiornamento in relazione ai mutamenti sociali, nonché ad esplicitare nei modi più efficaci, ove occorresse, le fattispecie che ne pongono a repentaglio l’osservanza in ambito associativo I componenti del Consiglio Direttivo si impegnano a monitorare il rispetto del presente Codice con l’aiuto dei Soci e impostando all’occorrenza opportune verifiche. Raccolgono eventuali segnalazioni relative a violazioni e le gestiscono in ossequio alla normativa vigente rendicontando circa le iniziative intraprese. L’organo competente a dirimere qualsiasi controversia sorta in merito al non rispetto del presente Codice Etico è il Consiglio dei Probiviri. Il Consiglio Direttivo vigila affinché vengano raccolti, elaborati, trattati e utilizzati solo i dati sensibili necessari all’espletamento delle norme previste e delle funzioni consentite dalla legge comunque utili al migliore svolgimento delle attività associative, impegnandosi per tutelare la massima riservatezza


Bilancio 2015  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you