__MAIN_TEXT__

Page 1

ANNO III N.1 del 10 gennaio 2021

Anno nuovo vecchi problemi


Ieri dicevamo

Passato il Natale, finite le feste, arrivato il nuovo anno ora dovremo ricominciare a lavorare e riprendere le attività che ognuno di noi era abituato a svolgere. La pandemia da Covid-19 si è però incaricata di mascherare gli impegni dei nostri valenti amministratori, clamorosamente lasciati nei cassetti a dormire in attesa di un’improbabile sveglia. Tanto per cominciare, appare del tutto singolare che il Sindaco annunci la candidatura di Capri a Capitale della cultura quando proprio la cultura è il settore più maltrattato da questa Amministrazione. Chi ha notizia dell’interessamento di Sindaco e Assessori alla biblioteca comunale? Dove sono i progetti per riprendere il restauro e il conseguente rilancio della Certosa di San Giacomo? Chi si ricorda che di monasteri certosini ce ne sono non più di quattro in Italia? La candidatura di Capri dovrebbe partire da lì, ma non ci sembra di scorgere grande attività per ridare alla Certosa quel ruolo centrale che dovrebbe ricoprire. La gestione del monumento dovrebbe essere affidata ai due Comuni, ma nessuno è riuscito a spiegare per quale motivo l’iniziativa non sia partita dall’Isola. La procedura e le regole che si

appartengono al prestigioso blasone prevedono la possibilità di unione tra più Comuni. Certosa e Grotta azzurra sono chiamati a questa prova, ma sarà necessario un percorso che toccando tutti gli elementi iconici dell’Isola dia veramente l’immagine di un centro che sia riconosciuto e vissuto con una tale somma di siti ed eventi da meritare l’ambito riconoscimento. La partenza non è però così brillante come ci saremmo aspettati. Questa Giunta, questi Assessori, questo Sindaco non ci sembrano adeguati alla bisogna perché all’interno della Maggioranza c’è chi briga per il fallimento della iniziativa. Va di moda il “complottismo” ma in questo caso non sappiamo quanto sia fake news e quanto invece ci sia una sotterranea attività per mandare a casa Marino. Dalla Opposizione non possiamo che svolgere una funzione di critica e di denuncia politica. Sulla prima pagina di oggi troviamo quattro opere o meglio quattro problemi irrisolti e cioè il parco giochi nei giardini dell’Internazionale, la riapertura di Via Krupp, la ristrutturazione del Mercatino Comunale e la nuova destinazione dell’Istituto Alberghiero. Lo spazio tiranno

ci ha costretto a limitare la denuncia della inefficienza e del fallimento della politica e delle sue espressioni, dall’ultimo Consigliere di Maggioranza al Primo Cittadino. Che fine ha fatto il progetto di interventi su Via Roma e Piazzale Europa? Siamo ancora alla fase di nomine di tecnici, ingegneri e architetti che dovrebbero disegnare la nuova sistemazione. Altro elemento necessario è l’immagine di Capri nel settore sportivo e sorge quindi spontanea la domanda: che fine ha fatto il Palazzetto dello sport che più pomposamente dovrebbe chiamarsi Città dello sport e quindi anche Cittadella della cultura? Si facciano avanti progettisti in grado di operare con l’assegnazione anche dello sport alla immagine di Capri, Isola della cultura. Potremmo continuare con infiniti esempi di contributi alla gestione, alla partecipazione della gara per Capri Isola della cultura. Ritorneremo sull’argomento ma intanto ricordiamo che si vuole concorrere al titolo per l’anno 2024. Sembra una scadenza lontana ma a ben pensarci non è così. Per questa vicenda il 2024 è dietro l’angolo.


Covid, già numerosi i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari capresi vaccinati

La lotta al Covid-19 è legata senza ombra di dubbio all’efficacia dei vaccini. Iniziata a rilento, sta prendendo corpo negli ultimi giorni anche in Campania la campagna vaccinale anti-Covid. In questa prima fase ad essere sottoposti al vaccino della Pfizer/Biontech sono soprattutto gli operatori del comparto sanità. A Capri (a differenza della vicina Ischia) non è prevista, al momento, la somministrazione del vaccino, per cui medici, infermieri e operatori sanitari devono recarsi a Napoli. Sono già alcune decine fino ad ora i vaccinati capresi o che prestano la loro opera sull’isola. Tra questi, nella loro qualità di dirigenti medici, il sindaco di Anacapri Alessandro Scoppa e il consigliere comunale di Capri Paolo Falco.

Nominati i responsabili dei settori comunali

Il Sindaco di Capri Marino Lembo ha proceduto con la nomina dei responsabili dei settori e l’attribuzione delle funzioni. Confermati Marica Avellino alla guida del settore I affari generali, Vilma Coppola settore II anagrafe e servizi sociali, Mario Cacciapuoti settore IV lavori pubblici, Salvatore Rossi settore VI edilizia privata. Prorogato l’incarico a Ciro Pescina di responsabile del settore V area vigilanza e polizia locale sino all’eventuale individuazione del nuovo responsabile e fino al completamento della procedura di selezione per l’affidamento. Conferito al segretario generale Viviana Di Gennaro l’incarico ad interim di responsaConcorsi al Comune bile del settore II finanziario, in via provvisoria ed eccezionale, di Capri per 7 posti nelle more dell’individuazione di 7 assunzioni al Comune di Capri. un responsabile dotato dei necesE’ stato pubblicato all’albo preto- sari requisiti. rio della Città di Capri, a firma del Segretario Generale, l’avviso di Lavori fermi da mesi concorso pubblico per titoli ed esami per l’assunzione di cinque al Molo Beverello, unità a tempo pieno ed indeterminato con profilo professionale di caos sul porto Istruttore Amministrativo, Il cantiere al Molo Beverello di Categoria C1 (con riserva di due Napoli è fermo da mesi, si allunposti in favore delle categorie pro- gano irrimediabilmente i tempi tette di cui alla legge n. 68/99 a per la ripresa e l’ultimazione dei copertura della quota d’obbligo) e lavori destinati a dare un nuovo l’avviso di concorso pubblico per volto allo scalo portuale e al tertitoli ed esami per l’assunzione di minal degli aliscafi e dei jet di due unità a tempo pieno ed inde- linea diretti a Capri, Ischia, terminato con profilo professiona- Procida e Sorrento. Tutto tristele di Istruttore Tecnico, Categoria mente e abbondantemente annunC1. Per entrambi i concorsi le ciato e previsto. In questo domande vanno presentate entro il momento il Beverello non c’è più: è ridotto a uno scavo con dieci prossimo 4 febbraio.

centimetri d’acqua appantanata, a un luogo senza dignità ridotto a un cumulo di macerie. L’anno scorso, di questi tempi, si celebrava l’avvio dei lavori con la consueta pompa magna che s’attiva in occasioni del genere: via le vecchie biglietterie nei container, nascerà una struttura innovativa di cemento piena di comfort e con una terrazza panoramica dalla quale guardare il mare, dicevano i protagonisti della vicenda. Da quel momento è successo di tutto, dopo una settimana dall’avvio dei lavori è esplosa la pandemia e il cantiere è rimasto bloccato fino alla fine di maggio; poi le operazioni sono riprese a rilento per via del contingentamento degli operai; infine, a ottobre, scavando scavando, è venuto fuori l’antico molo Borbonico e le operazioni sono state bloccate in quell’ area; come se non bastasse s’è manifestata pure la fonte della famosa acqua sulfurea che ha imposto un definitivo stop alle operazioni in attesa delle necessarie modifiche al progetto e delle varianti che dovranno passare al vaglio della Soprintendenza. Nessun operaio, nessuna attività in corso nel cantiere che si è trasformato in un acquitrino puzzolente, nessuna manutenzione alla porzione di molo ancora a disposizione dei passeggeri. I lavori sospesi e il cantiere a cielo aperto rischiano di rappresentare un grave danno di immagine in vista della ripresa della stagione turistica. Come Napoli accoglierà i turisti che dovranno imbarcarsi per le isole? Per non parlare delle difficoltà per gli operatori della zona, i tassisti e i titolari attività di ncc, ridotti ormai alla fame. 3


Il puntaspilli

Pubblichiamo in questa pagina lettere, richieste, denunce e segnalazioni (sia inviateci direttamente che attraverso i social network) relative a proposte, idee, disservizi quotidiani, problemi piccoli e grandi. Facciamo da “puntaspilli” nei confronti dell’Amministrazione, degli enti e delle società di servizi. Potete scriverci una mail all’indirizzo redazione@caprinews.it oppure redazione@mediacapri.it indicando nell’oggetto “Il puntaspilli”. Gli autori delle missive e delle segnalazioni, anche se pubblicate anonimamente o con pseudonimi, si assumono la totale responsabilità del contenuto delle stesse.

Gli autobus e l’estremo degrado

Gent.mo direttore, Oggi sono salito su un bus Atc, uno dei tanti ultravecchi, e se non andavo di fretta me ne sarei sceso per le condizioni di decoro e di sicurezza in materia di COVID19. Bus sporchi, forse mai sanificati, obsoleti e chissà se a norma

come mezzo pubblico di trasporto se solo vogliamo considerare gli anni di costruzione. Mi domando: ma è possibile che nessuno veda niente? Le forze dell’ordine, ed aggiungo anche addetti alla sicurezza nei trasporti pubblici, sono al corrente delle condizioni generali? Non è il caso di procedere al sequestro di questi mezzi? Come mai le due amministrazioni comunali isolane, consapevoli della

situazione, non insistono con atti concreti e iniziative presso la Regione le Città Metropolitana per la revoca delle concessioni? E’ tutto un mistero: si parla tanto di norme anticovid e si sicurezza ma in questo caso nessuno ne parla, si fa finta di non vedere e se a qualcuno sottoponi questo problema ti girano le spalle. Basta con questo estremo degrado. Lettera firmata 4


Dov’eravamo rimasti?

Gli auguri disgiunti

Rieccoci. Dopo questo breve pitstop dovuto al periodo natalizio, torniamo a noi. Come da programma, ripartiamo da dov’eravamo rimasti. Sebbene il resto del mondo sia stato più o meno sconvolto da una serie di ulteriori eventi a cavallo tra fine e inizio del nuovo anno, in realtà, per quanto riguarda Capri, è filato tutto abbastanza liscio. Nessun festino abusivo è stato sventato durante il Capodanno, nessuna scorribanda fuori programma ha turbato la (triste) quiete della zona rossa. Quindi ci ritroviamo in fin dei conti privi di grandi novità, rispetto a quando ci siamo lasciati. Tranne una forse, piccola e impercettibile, tuttavia degna di nota. Quest'anno gli auguri dal Comune di Capri sono pervenuti disgiunti. Infatti, come ormai consueta abitudine, le voci di Sindaco e Vicesindaco non sono state l’una eco dell’altra ma hanno preferito rivolgersi ai cittadini – o meglio, agli elettori - in modo individuale. Ciro Lembo, ancora avvolto dai fumanti spiriti della campagna elettorale conclusasi più di un anno e mezzo fa, si è definitivamente appassionato a video annunci e reclame (di se stesso, ovviamente): così da una stupenda location quale quella dei Giardini di Augusto ha rivolto i suoi auguri ai capresi. Non è mancata la firma stilizzata alla fine per ribadire, qualora non si fosse capito, che gli auguri erano suoi, solo suoi, e di nessun altro. Un uomo che vive praticamente all’interno della sua stessa propaganda. Non vuole uscirne o non ha alternativa? Chissà. Di certo la

cosa non passa inosservata e, anzi, mortifica invece il “suo” Sindaco, che in modo piuttosto umile e maggiormente composto scrive di getto qualche riga, senza imbalsamarsi troppo in pose plastiche e frasi fatte. La spontaneità del secondo batte, come al solito, per lo meno in termini di benevolenza popolare, la prepotenza del primo. Tutti e due ne escono, comunque, male. Scoordinati e intenti a prevaricarsi l’uno con l’altro, anche in cose banali e, per di più, sincere come dovrebbero essere queste. Non saranno certo queste sciocche sottigliezze a turbare gli equilibri della politica di Capri eppure manifestano bene, nella loro essenzialità, tutto un mondo di attriti e conflitti che non si prova nemmeno più a celare. Ognuno continua a correre per la sua corsa e chi si è visto si è visto. È infatti palese anche che non ci sia alcun punto di arrivo in questo processo, ma un perpetuo continuare ad andare e restare in movimento finché si può, senza progetti, senza obiettivi, senza destinazioni. Cercando lì dove possibile di entusiasmare gli animi e placare conflitti, spacciando qualche piccolo atto dovuto per trionfo e nascondendo una marea di polvere sotto mobili e tappeti. Mobili e immobili, dovremmo dire. Sarà magari il 2021 il punto di svolta per tante situazioni? Magari, anche perché di questo passo davvero più che completare lavori andranno spazzate via macerie. Intanto, non troppo lontano da

noi, qualcuno inizia a lavorare per il discusso titolo di Capitale della Cultura: per il 2022, si è lanciata nella ambiziosa impresa, Procida. La scelta perseguita tempo fa di intraprendere il medesimo percorso per la Città di Capri dovrebbe essere un ulteriore faro, si spera, nella più prossima amministrazione del paese. Procida ha già cominciato una campagna mediatica molto interessante a riguardo, scegliendo un parterre di artisti e testimonial di tutto rispetto. L’impegno sembra essere stato assunto con particolare serietà e intraprendenza. Potremo dire lo stesso? Non si può che tifare per la propria squadra eppure sembra impossibile non cogliere tutti i segnali che dall’esterno sembrano pioverci addosso e dirci di prepararci. Di tempo ce n’è, ciò che preoccupa è a che cosa verrà destinato. Certo è che se ci dedichiamo più a distruggere che a costruire, bene bene, non stiamo messi. Un po’ come Achille e la tartaruga, intenti a rincorrere un progresso che non raggiungeremo mai. Per il momento, potremmo accontentarci di cose semplici. Ad esempio, il Vicesindaco, oltre che farsi riprendere da un drone sopra Via Krupp, può anche indicarcene la data di riapertura o rimarrà una questione puramente scenografica, rispolverabile a futura occorrenza? Ma soprattutto, gli auguri di Pasqua, da dove verranno? Queste e altre domande attendono risposta... 2021, stupiscici! Venere 5


Due “staffisti”, nominati con decreto, affiancheranno il Sindaco di Capri

Due “staffisti” affiancheranno il Sindaco di Capri. La Giunta Comunale ha infatti deliberato di costituire l’Ufficio di staff del Sindaco, ai sensi del Tuel e degli artt. 7 e 108 del vigente Regolamento per gli uffici ed i servizi del Comune di Capri. L’Ufficio di staff, è stato deciso, sarà formato da due “Addetti alle funzioni di competenza del Sindaco”, ambedue con la qualifica di istruttore amministrativo (categoria C1). I due “staffisti” saranno assunti con contratto a tempo determinato e parziale (12 ore settimanali), come stabilito da precedenti delibere di Giunta Municipale, fatto salvo eventuali diverse determinazioni della Giunta riguardo al numero di ore lavorative. La Giunta ha demandato al Sindaco, in ragione della natura strettamente fiduciaria dei compiti da assegnare al personale dell’Ufficio di staff, l’individuazione - “tenuto conto del possesso di titoli di studio e dell’eventuale esperienza lavorativa o professionale necessaria per lo svolgimento delle mansioni” - dei soggetti da destinare a tali ruoli, che saranno nominati con decreto sindacale. Il rapporto di lavoro avrà durata di un anno, eventualmente prorogabile di anno in anno fino alla scadenza del corrente mandato amministrativo del Sindaco. Nella delibera di Giunta è specificato che “l’istituzione dell’Ufficio di staff del Sindaco risponde a criteri di efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa, in quanto esso è di supporto all’esercizio delle funzioni di indirizzo e di controllo dell’organo politico, che comportano lo svolgimento di attività complesse e particolari”.

***

ANNUNCI IMMOBILIARI info@pipoloimmobiliarecapri.it Cell. 328.4205196

Rif. 1295 Via Matermania - CAPRI Richiesta ribassata. In posizione panoramica e soleggiata, proponiamo in vendita appartamento collocato al secondo piano di una palazzina distante 10 minuti dalla rinomata Piazzetta. La proprietà presenta una superficie interna di circa 100 mq ed è composta da soggiorno, cucina, tre camere, due bagni, balconcino e grazioso terrazzo da cui si può godere di una splendida vista sul mare. L’immobile necessita di interventi di ristrutturazione. Richiesta: 760.000 euro.

Rif. 1256 Via Marina Piccola - CAPRI Proponiamo in vendita appartamento situato all’inizio di Marina Piccola con una superficie utile interna di 70 mq. La proprietà vanta di una posizione strategica essendo collocata a pochi minuti dalla Piazzetta e al contempo dalle spiagge. Situata al piano terra di una palazzina, l’appartamento è composto da salotto con cucina open space, due camere da letto matrimoniali, due bagni, disimpegno e terrazzino. Recentemente ristrutturato e dotato di aria condizionata. Richiesta: 680.000 euro Rif. 1255a Via Castello - CAPRI Nella bellissima via Castello, a pochi minuti dalla celebre Piazzetta, proponiamo in vendita appartamento di circa 90 mq situato in un contesto signorile e tranquillo. La proprietà è composta da salotto con cucina open space con uscita su grazioso terrazzo, tre camere da letto, due bagni e terrazzino di servizio. Richiesta: 1.100.000 euro

Rif. 1222a Via Lo Palazzo - CAPRI Appartamento situato in un contesto di prestigio a pochi minuti dalla Piazzetta. La proprietà è collocata nello storico Palazzo Canale, antica residenza di caccia del re Ferdinando IV. L’immobile presenta una superficie utile interna di 65 mq ed è composto da ampio soggiorno con cucina a scomparsa, disimpegno, camera da letto matrimoniale e bagno. Una scala interna conduce al piano seminterrato di circa 110 mq dove trovano collocazione un bagno e due vani. La proprietà vanta di uno spazio esterno in parte pavimentato e in parte adibito a giardino per una superficie complessiva di circa 220 mq. Da qui si può godere di una straordinaria vista sul centro di Capri e gradevoli scorci sul mare. La proprietà, grazie alla sua esposizione e alle generosi altezze, si presenta luminosa e ariosa. Richiesta 830.000,00 euro.

Rif. 1210a Via Gradoni Sopramonte - CAPRI Grazioso appartamento collocato a pochi passi dalla celebre Piazzetta. La proprietà, dal carattere fresco e moderno è stata recentemente ristrutturata sfruttando in maniera armonica tutti

gli spazi con grande cura nei dettagli e nella scelta dell’arredo. L’immobile, sito al primo piano di un elegante condominio presenta una superficie utile interna di 70 mq così suddivisi: ampia zona giorno con cucina open space, camera da letto matrimoniale con bagno en-suite, cameretta, secondo bagno, ripostiglio, lavanderia e balconcino. Grazie alla sua posizione privilegiata, l’appartamento presenta inoltre un ottimo investimento, il quale ben si presta all’apertura di una struttura ricettiva ai fini turistici. Richiesta: 720.000 euro

Rif. 1239a Via Lo Capo - CAPRI Proponiamo in vendita appartamentino con ingresso indipendente situato al primo e ultimo piano di una palazzina. La proprietà è composta da salotto, cucina a vista, camera da letto matrimoniale con bagno. Completa la proprietà una stanza con bagno al piano terra accessibile dall’esterno. Grazie alle sue altezze, la proprietà risulta luminosa e ariosa e dalle finestre si può godere di una bella vista sul mare. Con degli interventi di ristrutturazione vi è la possibilità di collegare internamente i due piani. La proprietà presenta una superficie utile interna complessiva di circa 60 mq. Richiesta 395.000 euro.

Rif.1303 Via Vigna - ANACAPRI - RICHIESTA RIBASSATA Luminoso appartamento situato a 5 minuti dal centro di Anacapri con una superficie utile interna di 75 mq. La proprietà, sita al primo e ultimo piano è composta da soggiorno, cucina, due camere da letto matrimoniali e un bagno. Completano la proprietà un giardinetto e una cantina siti al piano terra. L’immobile necessita di interventi di ristrutturazione. Richiesta: 410.000 euro

Rif. 1331 Via Trav. Vigna – ANACAPRI In zona Vigna, proponiamo in vendita luminosa villetta con doppio ingresso, uno pedonale e l’altro carrabile con una superficie commerciale di 100 mq. La proprietà si sviluppa su di un livello ed è composta da soggiorno con cucina open space, tre camere da letto, due bagni, patio di 50 mq circa e una cantina di circa 20 mq. L’immobile è circondato da bellissimi spazi esterni in parte pavimentati e in parte adibiti a giardino per una superficie complessiva di 200 mq circa. Completa la proprietà un comodo posto auto. Richiesta: 900.000 euro

Rif. 1388 Via Caprile – ANACAPRI - RICHIESTA RIBASSATA Proponiamo in vendita appartamento situato nel centro storico di Anacapri, a pochi passi da Piazza Caprile. Si accede alla proprietà tramite una corte interna. La proprietà, situata ad un piano rialzato è distribuita su due livelli. Il primo livello dispone di un soggiorno e cucina. Tramite una scala interna si accede poi al terrazzino panoramico e al secondo livello, composto da due vani, di cui uno con balcone e bagno. La proprietà dispone inoltre di un terrazzo di copertura raggiungibile tramite una scala esterna a chiocciola. L’immobile necessita di interventi di ristrutturazione. Richiesta: 520.000 euro.

6


(In)decoro urbano, via Tamborio simbolo della fine ingloriosa delle mattonelle stradali Fumata nera per il Giudice di Pace di Capri: le udienze continuano a Napoli

Mattonelle della toponomastica distrutte o usurate. Decoro urbano, questo sconosciuto. Ecco il caso di via Tamborio: il nome della strada è ormai quasi illeggibile. Non vanno meglio le condizioni di tabelle e insegne in altre strade di Capri. E’ doveroso che il Comune faccia un’attenta ricognizione di tutte le strade provvedendo a riparare o sostituire le mattonelle o le tabelle rovinate, così come le panchine danneggiate.

Capri continua a restare senza presidio di giustizia e senza giudice di prossimità. Slitta la tanto auspicata ripresa a Capri delle udienze dell’ufficio del Giudice di Pace. Il tutto nel disinteresse delle istituzioni: l’Amministrazione di Capri è la prima a non ribellarsi energicamente. Il presidente del Tribunale di Napoli, Elisabetta Garzo, con decreto numero 370

pubblicato sul sito istituzionale e affisso all’esterno dei locali dell’ex pretura di via Roma, ha disposto la proroga dell’efficacia del precedente decreto fino al 28 febbraio 2021 o comunque fino a quando il Ministero della Giustizia non avrà assegnato un’unità di personale amministrativo all’ufficio del Giudice di Pace di Capri qualora antecedente a questa data. Le udienze di Capri, quindi, verranno celebrate anche nei primi due mesi del 2021 nella stanza numero 20 all’ottavo piano della Torre A della sede centrale del Tribunale di Napoli.

Buoni spesa: riaperti a Capri i termini per le domande

Il Comune di Capri, a cui è stata attribuita ed erogata la somma di € 37.874,37, ha deciso di riaprire i termini per consentire ai cittadini di presentare le domande per accedere ai buoni spesa istituiti dal Governo nell’ambito delle misure di aiuto alle famiglie in difficoltà economica a causa del Covid-19 e utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità presso gli esercizi commerciali. Sulla base delle istanze presentate, sarà l’Ufficio dei servizi sociali a individuare la platea dei beneficiari ed il relativo contributo. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata alle ore 13.00 del 15 febbraio 2021.

La fotonotizia di Costantino

Via Don Giobbe Ruocco continua ad essere tristemente nota per i continui sinistri stradali e per l’elevata pericolosità. Numerosi sono stati nel tempo gli incidenti così come numerosi sono i veicoli che, sfondato il parapetto, sono precipitati nel terreno sottostante. Nella foto vediamo uno dei tratti più pericolosi della rete viaria isolana, teatro dell’ennesimo incidente a fine dicembre. Ma non sono solo i primi cento metri della Don Giobbe Ruocco, cui si riferisce l’immagine, a preoccupare. Appena pochi giorni fa si è registrato un importante cedimento del parapetto anche lungo i tornanti più a valle. Non parliamo poi delle buche e dei fossi disseminati in più punti. Cosa aspetta l’Amministrazione a rendere sicura l’intera strada? Quanto tempo dobbiamo ancora attendere?

8


Storica sentenza: operaio della centrale morto di cancro, Sippic condannata

Operaio della Sippic morto di tumore, il giudice condanna l’azienda elettrica di Capri a risarcire la famiglia. Una sentenza storica quella emessa del giudice di lavoro del tribunale di Napoli Giuseppe Gambardella, che ha accolto il ricorso presentato dagli eredi dell’operaio Salvatore Federico, conosciuto da tutti a Capri come “Annovazzi”, assistiti dagli avvocati Gino Spagnuolo Vigorita e Giuseppe Todisco. Il tribunale, come si può leggere nel dispositivo della sentenza di primo grado, “accertata la responsabilità della convenuta Sippic Spa in ordine al decesso di Salvatore Federico, condanna la predetta resistente a corrispondere ai ricorrenti, rispettivamente coniuge e figlio del de cuius, l’importo complessivo di euro 361.787,15 (…), oltre interessi legali sulla somma annualmente rivalutata dalla data del decesso sino al saldo”. A queste vanno aggiunte, sempre a carico della Sippic, le spese di lite e le spese di Ctu, la consulenza tecnica d’ufficio. Salvatore era un operaio specializzato della Sippic, dipendente dell’azienda elettrica dal 1974 al 2000. Lavorava nella centrale di produzione a Marina Grande. Poco dopo essere andato in pensione, nel 2002, scoprì di avere un tumore alle corde vocali. Fu sottoposto a due interventi, iniziò la radioterapia, l’incubo sembrava finito ma si ripresentò. La diagnosi: carcinoma con metastasi polmonari ed epatiche. Nell’estate del 2010 la morte dopo atroci sofferenze. Fondamentale per il giudice è stata l’approfondita relazione del Ctu, consulente tecnico d’ufficio, Clementina Bovienzo, che, al termine del suo dettagliato lavoro, è giunta, “in tutta scienza e coscienza, alla

conclusione, che il signor Salvatore Federico era affetto da carcinoma polmonare da pregressa esposizione lavorativa ad amianto e fumi di combustione, valutabile nella misura dell’80% che ne ha, poi, determinato il decesso sopraggiunto in data 03/07/2010”. Per quanto concerne il nesso di causalità con l’attività lavorativa svolta dall’operaio, il Ctu ha ritenuto soddisfatti, per la storia clinica, i criteri medico-legali di accertamento del nasso causale tra la neoplasia polmonare e la pregressa esposizione lavorativa all’amianto ed ai fumi di combustione “se non come causa unica e diretta sicuramente quale causa preponderante e necessaria”. Si attendono entro sessanta giorni le motivazioni della sentenza che potrà fare da apripista ad altre cause.

Un ricordo delle persone scomparse

Una serie di lutti hanno colpito le famiglie capresi e anacapresi nelle ultime due settimane. Molte sono le persone che ci hanno lasciato e che qui vogliamo ricordare, nell’esprimere le più sentite condoglianze ai familiari. Dopo una vita dedicata alla famiglia e al lavoro, è scomparso Salvatore Schettino, detto Buarraccella. Raffaele Donnarumma, Lino Tip Top, è tornato alla Casa del Padre all’età di 90 anni. Ha raggiunto la Casa del Padre Giuseppe Pecoraro, Peppino della pasta Amato. Ad Anacapri, a 92 anni, si spenta la signora Teresa Scarico, vedova De Rosa. Si è spenta serenamente la signora Francesca Nocera, vedova Squillante, le cui ceneri sono giunte

a Capri il giorno dell’Epifania per l’estremo saluto. All’età di 66 anni è scomparsa dopo una lunga malattia a Laureana di Borrello (RC) Rita Salvatrice Calabrese, moglie di Michele Palma, a lungo dipendente del Comune di Capri. Serenamente si è spento lo chef Mario De Luca, uno dei simboli della ristorazione caprese nel mondo. Dopo aver combattuto a lungo con tutte le sue energie è spirata Concetta (Tina) Vuolo, donna bella e forte di Anacapri. Le ultime ore del 2020 hanno segnato la scomparsa del professore ed economista svedese Gunnar AdlerKarlsson, fondatore insieme alla moglie e anima del Parco Filosofico di Anacapri alla Migliara. E’ venuto a mancare Elio Sica, già direttore dell’Azienda Autonoma di Cura, Soggiorno e Turismo dell’isola di Capri, persona dal cuore grande sempre pronta ad aiutare il prossimo, promotore di tantissime missioni umanitarie all’estero. Pochi giorni prima della fine del 2020 è mancata Teresa Iaccarino, presentatrice televisiva, giornalista, per decenni la storia e il volto di Telecapri, lasciando un vuoto in quanto l’hanno conosciuta, hanno lavorato con lei, ne hanno apprezzato le doti professionali. Centinaia e centinaia di attestati di cordoglio da tutta Italia sono giunti alla redazione di Telecapri per la scomparsa di Teresa che continua a vivere nei numerosi filmati, clip e video in cui è protagonista. 10


La crisi nera del comparto turistico: “Basta elemosine, subito misure straordinarie”

Il comparto turistico è uno dei più penalizzati dalla pandemia in corso; le politiche del Governo sono fortemente contestate dagli operatori del settore. In subbuglio il comparto ricettivo, ormai in crisi nera. “Il turismo è stato uno dei settori produttivi più colpiti dalla pandemia ma è pure uno di quelli che permetterà al nostro paese di riprendersi”, afferma, in una dichiarazione, Ermando di Presidente Mennella, Federalberghi Isole Minori, e aggiunge: “L’Italia deve ripartire ma con il piede giusto e con l’attenzione adeguata alle attività produttive trainanti anche se allo-

cate in contesti territoriali come le isole minori, a cui il Recovery Plan non ha dato la considerazione necessaria e che la nostra associazione invece reclama: non accetteremo elemosine dal Governo”. Per il presidente di Federalberghi Campania, Costanzo Iaccarino, “le altisonanti promesse e i modesti contributi finora offerti dal Governo non bastano a salvare le aziende e a scongiurare il licenziamento di migliaia di lavoratori. Al turismo serve ben altro”. Da Sorrento e Capri le strutture ricettive chiedono i ristori immediati per le zone a turismo preva-

lente, “aggredite da una povertà crescente inarrestabile perché non hanno alcuna alternativa produttiva rispetto al turismo. In queste aree - dichiarano Sergio Fedele, Presidente Atex Campania, e Graziano D’Esposito, presidente Atex Isola di Capri - era ed è fondamentale una strategia mirata attraverso misure straordinarie e immediate di Governo e Regione. Purtroppo su questo argomento ad oggi solo parole mentre la situazione diviene sempre più drammatica. Non c'è un minuto da perdere altrimenti il sistema ricettivo crollerà trascinandosi tutto l'indotto”.

11


Capri Hollywood online si è chiusa con “Il processo ai Chicago 7” film dell’anno

Il processo ai Chicago 7 di Aaron Sorkin è il miglior film dell’anno per Capri, Hollywood – The International Film Festival, la kermesse cinematografica che s’è conclusa lo scorso 3 dicembre col galà online di premiazione dopo otto intensi giorni di proiezioni e incontri con gli autori, sui canali telematici del festival e sulla piattaforma MyMovies. Distribuito nei mesi scorsi da Netflix, il film di Sorkin rievoca il processo agli attivisti contro la guerra in Vietnam accusati di aver causato, nella città statunitense del titolo, gli scontri in occasione della convention dei Democratici del 28 agosto 1968. Ad annunciare il premio è stato il musicista e membro dell’Academy Award Tony Renis, a capo di una giuria che includeva, tra gli altri, anche i produttori Mark Canton e Marina Cicogna, i premi Oscar Bille August, Bobby Moresco, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, Alessandro Bertolazzi, Nick Vallelonga e Gianni Quaranta, Terry Gilliam, Michael Radford ed Enrico Vanzina. Sono ben quattro i riconoscimenti andati al film, tra i quali anche quello per il migliore attore non protagonista a Sacha Baron Cohen. Miglior regista, invece, è stata proclamata Chloé Zhao per Nomadland, interpretato e co-prodotto da Frances McDormand. Migliori attori protagonisti sono risultati Anthony Hopkins per The Father e Sophia Loren per La vita davanti a sé di Edoardo Ponti, premiato anche per la miglior sceneggiatura non originale, per la canzone, Io si – Seen

di Diane Warren, Laura Pausini, Nicolò Agliardi, e con il Capri Humanitarian Award 2020. Sono tre, invece, i riconoscimenti andati a un altro titolo di Netflix, Mank di David Fincher (tra cui quello per la miglior attrice non protagonista ad Amanda Seyfried), ma anche a The United States vs. Billie Holiday di Lee Daniels (incluso quello per il produttore internazionale 2020 a Tucker Tooley) e a Notturno di Gianfranco Rosi, che rappresenta l’Italia nella corsa verso la nomination agli Oscar per il miglior film straniero.

segnale di buon augurio per il nuovo anno. In questa occasione, l’Amministrazione Comunale ci tiene ad esprimere nuovamente un sentito ringraziamento a Luca D’Angiola, commerciante anacaprese da anni attento ed impegnato nella cura di questo Monumento che rappresenta la nostra storia e che è diventato, nel corso dei decenni, sinonimo di una intera zona del nostro paese”.

Conclusi i lavori al Monumento ad Anacapri, le misure anti-Covid impediscono la cerimonia con evento pubblico

Si sono conclusi i lavori di restauro estetico e strutturale del Monumento ai Caduti, in Piazza Vittoria, ad Anacapri. L’Amministrazione Comunale anacaprese, in messaggio alla cittadinanza, ha sottolineato: “Sarebbe stato bello ed emozionante, per tutti noi, poter inaugurare il restauro estetico e strutturale del Monumento ai Caduti con un intenso evento pubblico, ma le attuali misure anti-Covid, purtroppo, non lo permettono. Iniziati lo scorso settembre sotto la direzione del dott. Andrea Porzio, i lavori si sono conclusi nei giorni scorsi. Ci ha pensato il forte vento a svelare la rinnovata Vittoria Alata, quasi come un

12


Gli annunci vengono pubblicati a pagamento: il costo di ogni annuncio è 2 euro a uscita per un minimo di 5 pubblicazioni consecutive (10 euro a “pacchetto”). Il pagamento va fatto all’atto della consegna dell’annuncio, che è possibile dal lunedì al giovedì, dalle ore 10 alle ore 12, in via Li Campi 19 a Capri.

Vendesi monolocale tre persone, giardino rivolto a referenziati/e. VENDITE IMMOBILIARI Non chiamare per 4+4 o 3+2. vista mare, servizio alberghiero, NUDA PROPRIETA’ - ZONA ingresso, letto, divano letto, ango- Prezzi a partire da €750 mensili DAMECUTA ANACAPRI consumi esclusi. Telefono lo cottura, bagno – Prima e vendo appartamento su due livel350.0403032 li, vista sul mare, grande terraz- seconda settimana di luglio. Tel. 347.3569781 zo, giardino, vicinissimo bus di LAVORO linea. Primo livello due camere, AMERICANA residente a Capri FITTI cucina, bagno, grande terrazzo. con certificazione all’insegnaSecondo livello due camere, cuci- CAPRI fittasi monolocale abitamento offre lezioni private di bile o uso ufficio sottoposto ad. na, bagno. Fornito di corrente trifase. Accessibile direttamente piazzetta tutto l’anno. Euro 600. Inglese per tutte le età. Per contatti: inglesecapri@gmail.com Tel. 371.3673392 ore 20/21 con auto. Tel. 081.8372098 (ore +14404889899 whatsapp 9:00 – 17:00) LANCUSI (SA) fittasi a studenti CERCASI insegnante di supporposto letto in appartamento, MOLISE vendesi casa centro stopiano rialzato, finemente ristrut- to di doposcuola per materie di rico Campitello Matese (San classe 2° e 3° media. Tel. turato, a poca distanza campus Massimo). Piano terra: ingresso, 081.8370327 universitario di Fisciano, vicino a cucina, soggiorno, caminetto, ripostiglio e bagno. Piano supe- tutti i servizi e mezzi pubblici 500 SRI LANKESE residente da 20 mt di distanza dalla stazione di riore: tre camere da letto, corrianni a Capri cerca lavoro come Trenitalia di Fisciano, direzione doio, bagno e balconata. Tel. cameriere, badante giorno, notte, Napoli o Salerno. Trattasi di 360.436183 – 081.8371132 appartamento con ingresso indi- ad ore oppure come pulizie. Tel. 349.7387403 pendente composto da una cameANACAPRI Vendesi appartara con lettini singoli, cucina abimento in Via Trav. Follicara GIOVANE srilankese cerca lavotabile, bagno con box doccia, adiacente fermata bus Caprile. L'appartamento è composto da 2 lavanderia. Luminoso, balconata ro come badante per uomo, possibilmente notte e giorno. Tel. stanze, soggiorno, cucina, bagno con esposizione a sud, termoauto333.5348531 nomo con posto auto condomie terrazzo di circa 30 mq. niale nel parco. Escluso utenze. Possibilità anche posto auto. RAGAZZA srilankese cerca lavoTel. 333.1311575 Prezzo da concordare. Tel. ro come badante o pulizie. Part 338.3893726 time. Tel. 334.2168406 ANACAPRI fittasi appartamento, piano terra, completamente PENISOLA SORRENTINA, AUTO - MOTO ammobiliato con terrazzo a livelzona Colli di Fontanelle, Vendesi Kubo Fiat in buone conlo. Tel. 348.4909545 Ciro (S.Agnello) monolocale indipendizioni. Immatricolato 2012. dente con giardino, in ottimo SORRENTO fittasi due apparta- 95000 km. Prezzo da concordare. stato, posto auto. Tel. 334.8505837 menti uno di 90 metri ed un altro Panoramicissimo. Tel. di 70 metri quadri in contesto 338.4646741 signorile con arredamenti moder- Scooter Piaggio Beverly 500 ottimo stato vendesi. Tel. ni, entrambi recentemente CAPRI - Via Fuorlovado, 36 371.3673392 ristrutturati con posto auto e Multiproprietà Villa Igea -


Promemoria per quando ritornerà il vivere normale A cura dell’Associazione di varia umanità

Il non poter andare liberamente all’esterno ed il dover restare invece per gran parte del giorno in casa, ha suscitato in coloro che vivono interiormente per lo più lontani da se stessi, scoramento ed angoscia, che hanno cercato di limitare o respingere con un ininterrotto uso di telefonini e di altri mezzi di comunicazione. Ma hanno dato la possibilità a coloro che l’hanno saputa riconoscerla e coglierla di ritornare in se stessi e di raggiungere un’alta maturità. E’ quella che, fra l’altro, rivela l’importanza ed il valore di ciò che spesso superficialmente si è vissuto all’esterno, e che si potrebbe consapevolmente vivere quando ritornerà la normalità. Dalla metà del Novecento, il sistema dominante attraverso un uso sempre più massiccio di mezzi di comunicazione ha spinto a tralasciare se stessi e l’essenziale, ed a privilegiare l’effimero. L’epidemia globale ha suscitato in tutti paura della morte. Ma questa ha alimentato in molti la paura del ritrovarsi con se stessi, di ripensare l’essenziale, di lasciare l’effimero dove si naufraga contenti ritenendo che sia il miglior modo di vivere bene e efficacemente. Ritrova se stesso chi concreta-

mente dà o ridà sue precise risposte alle domande chi sono? da dove vengo? dove vado? e si sforza di vivere in fedeltà a queste risposte. Questa l’aiutano anche a dar il giusto valore a quello che ho trovato e potrebbe trovare all’esterno: all’incontro con altri, all’incontro con cose. Quando si privilegia l’effimero ci si adatta al superficiale, ed anche all’infedeltà, alla cattiveria, alla malvagità, alla falsitàSe si hanno propri punti fissi tutto viene osservato e valutato alla luce di questi. Più difficile è l’incontrarsi nella luce con altri uomini, più facile è l’incontrarsi nella luce con cose. L’incontro nella luce con altri presuppone che questi accettino la luce o comunque non la respingano volendo restare nelle tenebre, dove continuamente, come autentiche e vere, si ripetono parole che sono invece inganenvoli, inautentiche e false. Più facile invece è l’incontro con cose che hanno una autentica luce propria, che potrebbe ingannare solo chi è predisposto all’inganno. E’ quello che rivelano i monti, quando si va per essi non per sport; non in funivia, non seguendo sentieri obbligati; quello che rivelano casette, vie, piazze, chiese di borghi, quando le si osservano cercando la vita autentica che in esse si svolge, quando si sosta in una spiaggia

deserta, ascoltando il mormorio del mare; quando si va per questo, sapendo guardare quel che vi è d’intorno e nel suo profondo: quando di notte si contempla, in un gran silenzio, il cielo scintillante delle stesse stelle che scrutavano gli uomini dei millenni che sono passati, e che rivelano il valore dell’umano (di quel che è propriamente degli uomini che sono stati, che sono, e che potranno esserci), e del divino (di quel che è avvolto nel mistero, che può essere compreso solo dall’armonizzazione tra ragione e fede). Raffaele Vacca

15


Profile for Caprinews

535 - L'Informatore Popolare di Capri e Anacapri - 01/2021  

ANNO II - N. 1 del 10 gennaio 2021

535 - L'Informatore Popolare di Capri e Anacapri - 01/2021  

ANNO II - N. 1 del 10 gennaio 2021

Profile for caprinews
Advertisement