Page 1

Siamo su internet all’indirizzo www.informatorepopolare.it

PERIODICO D’INFORMAZIONE POLITICA, CRONACA, CULTURA E SPORT DELL’ISOLA DI CAPRI ANNO XII N.36 del 13 ottobre 2013


Lavori in corso

“Salviamo la Grotta Meravigliosa”

E p.c. Al Comandante di Porto Ten. di Vascello Alessandro Sarro SEDE

Egr. Sindaco di Capri Sig. Ciro Lembo Egr. Ass. Cultura e Turismo Sig. Marino Lembo Egr. cons. delegato all’Ambiente Avv. Alessandro Esposito Egr. Ass. al Demanio Marittimo Dott. Vincenzo Ruggiero Al responsabile LL.PP. Arch. Massimo Stroscio SEDE

E’ stato riferito a questo Comitato che la scala che conduce alla Grotta Meravigliosa versa in condizioni degradate e di abbandono e che la ringhiera lungo la scala è pericolante e a tratti mancante. Ancora, che all’interno della grotta stanno sparendo pezzi di stalattiti e stalagmiti che la rendono unica e straordinaria. Visto che la Grotta Meravigliosa è

Comitato Strade Pulite (Decorose e Sicure)

Oggetto: degrado e abbandono alla Grotta Bianca

2

denominata tale per la sua grande bellezza ed è uno dei siti naturali più visitati dai turisti, dopo la Grotta Azzurra naturalmente, riteniamo che sia giunto il momento di prestarle un po’ di attenzione. Chiediamo quindi alle autorità competenti di ripristinare le scale rotte e di mettere in sicurezza la ringhiera per evitare incidenti spiacevoli. Per quanto riguarda l’interno dell’antro, sarebbe opportuno trovare il modo per monitorare il movimento dei visitatori per distogliere da eventuali atti vandalici. La Grotta Meravigliosa è una delle grotte più suggestive dell’isola, fac-


Lavori in corso

ciamo in modo da renderla accessibile e sicura ai turisti che la visitano, preserviamo la sua naturale bellezza. In attesa di un riscontro il Comitato saluta cordialmente. Il Comitato Strade

* Non può che trovare adesione e condivisione questa nota relativa alle condizioni della Grotta Bianca. Anzi, l’allarme va esteso a tutte le grotte dell’isola e alle più belle baie e inse-

nature. Capri vive di turismo, per cui conservare e preservare il suo straordinario patrimonio naturalistico e ambientale deve essere una priorità. Purtroppo amministratori pubblici poco attenti non lo hanno capito, preferendo gestire Capri in maniera esclusivamente clientelare, pensando solo al proprio tornaconto elettorale e non alla salvaguardia dei beni dell’isola. Continueremo a tenere alta l’attenzione anche su questa tematica.

3

*** Queste pagine sono a disposizione dei cittadini, dei movimenti e delle associazioni, per gli interventi, le lettere, i dibattiti, le interviste, i programmi, per aiutare i capresi ad orientarsi sui problemi presenti e futuri di Capri e per giungere alla scelta del nuovo Sindaco e della nuova amministrazione. Volete commentare gli interventi pubblicati questa settimana? Volete approfondire una nuova tematica? Volete dire la vostra su argomenti di stretta attualità? Per contattare la redazione potete scrivere a redazione@caprinews.it. Si pubblicano soltanto lettere o comunicati che ci pervengono rigorosamente firmati: non accettiamo lettere anonime ma comunque garantiamo la pubblicazione senza firma nel caso in cui ci venga richiesto dall’autore. Il contenuto degli interventi è libero e non necessariamente rispecchia la linea editoriale e il pensiero del giornale.


Scalpore e indignazione 4 per le condizioni Aria di Capri del giardino della vergogna

Ha creato non poco scalpore e non poca indignazione il servizio giornalistico pubblicato la settimana scorsa sulle condizioni vergognose in cui versano i giardini della Flora Caprense. Degrado, immondizia, incuria, una situazione indecente all’interno di una struttura pubblica, la cui responsabilità diretta e personale è del Sindaco di Capri. Da più parti si sollecita, a questo punto, una chiusura e interdizione dell’intera area, per evitare problemi all’incolumità fisica dei tanti bambini che la frequentano e per scongiurare anche pericoli dal punto di vista igienico e sanitario. Fino a quando non verrà risistemata l’area e fino a quando non verranno create le condizioni di sicurezza, non è possibile conti-

nuare a tenere aperto un parco pubblico senza guardiania, senza custodia, senza controllo, senza sorveglianza.

Disservizi postali, interviene la Prefettura: “Ripristinare la regolarità delle attività di consegna”

Qualcosa si muove sul fronte dei disservizi postali denunciati da tempo. Dopo la lettera-esposto dell’AscomConfcommercio di Capri che segnalava gravi ritardi nel settore recapito e nella consegna della corrispondenza, si registra ora il riscontro della Prefettura di Napoli.

La Prefettura ha inoltrato la segnalazione alle Poste Italiane ricordando “la delicatezza del servizio che ai sensi della legge 146/90 è da annoverarsi tra quelli essenziali” e chiedendo “cortesi ed urgenti notizie sulle disfunzioni segnalate e sulle azioni intraprese per ripristinare la regolarità delle attività di consegna”. Il Dipartimento comunicazioni-ispettorato territoriale Campania nel frattempo, dopo aver ricevuto la nota dell’Ascom e il sollecito della Prefettura, ha scritto al Ministero dello Sviluppo Economico-direzione generale chiedendo di indicare gli adempimenti da osservare alla luce delle ultime disposizioni sulle nuove competenze in materia a carico dell’Agcom.


Ponza Jet tra guasti e ritardi: i passeggeri Aria di Capri presentano un esposto

Un esposto è stato presentato da un gruppo di passeggeri del “Ponza Jet” della Navigazione Libera del Golfo dopo l’ennesima giornata di guasti tecnici e disagi nei collegamenti marittimi. L’ultimo episodio che ha fatto scatenare l’ira dei pendolari è avvenuto martedì 8 ottobre quando il mezzo veloce della Nlg, partito da Napoli alle 12.45, è giunto a Capri addirittura alle 14.40. Quasi due ore di traversata e molti stop in mare, a fronte dei 45 minuti previsti. Il motivo del ritardo non è ben noto (sono in corso accertamenti da parte della Capitaneria di Porto), anche se ufficiosamente si è appreso che a provocare i continui stop sia stata una busta di plastica inceppata nell’idrogetto. Visto che è un

episodio che si verifica con periodicità e visto che dal personale di bordo, durante la traversata, i passeggeri riferiscono di non essere stati informati su quanto stava accadendo, un gruppo di utenti ha deciso di presentare l’esposto negli uffici del Circomare Capri affinché venga avviata un’indagine sull’episodio. Molti passeggeri in caso del ripetersi di simili episodi sono pronti fin da ora ad

5

avviare azioni per ottenere il rimborso del prezzo del biglietto e per ottenere, ricorrendo davanti al giudice di pace, risarcimenti per gli eventuali danni subiti.


6 “Mare Sicuro 2013”: 476 unità controllate, multe per Aria di Capri 27mila euro, 64 persone soccorse

alla campagna nazionale d'informazione sul numero blu 1530. Nelle strutture balneari sono stati effettuati, in totale, 122 controlli per verificare la presenza del bagnino di salvataggio, delle dotazioni di primo soccorso e l'osservanza delle altre prescrizioni contenute nell'ordinanza di sicurezza balneare. Tre mesi, dunque, di attività continua di vigilanza attorno alle coste e sui litorali dell'isola.

Dotazioni per il primo soccorso a bordo dei mezzi di navigazione: il caso finisce in Procura

476 unità navali controllate, elevate sanzioni per oltre 27mila euro prevalentemente per violazioni delle ordinanze sulla sicurezza della navigazione e sulla regolare tenuta della documentazione a bordo, effettuati 122 controlli presso gli stabilimenti balneari, 64 persone soccorse e salvate in mare dopo le richieste di intervento al 1530. Sono i principali dati del rapporto di fine estate dell’operazione “Mare Sicuro 2013” della guardia costiera conclusasi nei giorni scorsi nelle acque dell'isola di Capri. A tracciare il bilancio è stato l’ufficio circondariale marittimo di Capri, coordinato dal tenente di vascello Alessandro Sarro. Intensa è stata l'attività di vigilanza estiva della guardia costiera lungo i 18 km di costa dell'isola, all'insegna della prevenzione e dell'immediatezza d'intervento. Durante l'operazione - disposta a livello nazionale dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e coordinata in ambito regionale dalla Direzione Marittima di Napoli - sono

state impiegate quotidianamente pattuglie terrestri ed un mezzo navale veloce (G.C. A81) dedicato unicamente al pattugliamento delle acque dell'isola con due equipaggi, in aggiunta alla motovedetta già destinata al soccorso in mare. “Importanti - ha sottolineato il comandante Sarro - i risultanti dell'attività in termini numerici, svolta all'insegna della prevenzione, contrastando quanto più possibile il fenomeno dell'avvicinamento sottocosta, l'ancoraggio caotico e poco sicuro, l'elevata velocità dei motoscafi nelle vicinanze della fascia di mare riservata alla balneazione, prevenendo azioni lesive dell'ambiente marino”. Sono state controllate sia in mare che in porto 476 unità navali ed elevate sanzioni amministrative per un totale di 27.350 euro, prevalentemente per violazioni delle ordinanze sulla sicurezza della navigazione e sulla regolare tenuta della documentazione a bordo. Numerosi anche gli interventi d'emergenza in mare che hanno messo in salvo 64 persone, anche grazie

Verificare la presenza delle dotazioni di primo soccorso a bordo di aliscafi e natanti di linea nel golfo di Napoli. E’ la richiesta avanzata da Gaetano Simeoli, presidente dell’Associazione nazionale liberi consumatori, autore di un esposto presentato alla Procura della Repubblica di Napoli e alla Capitaneria di Porto di Capri. L’intervento dell’associazione giunge a seguito di numerosi disagi subiti da turisti e pendolari nei trasporti marittimi e in particolare dopo l’evento luttuoso che è accaduto il primo ottobre quando un’anziana turista inglese, colpita da infarto, ha perso la vita dopo aver preso posto sull’aliscafo Ischia Jet in partenza da Capri per Sorrento alle 17.45. “Bisogna accertare la dinamica dei fatti e capire se quella donna sia stata soccorsa con efficienza e preparazione e se il decesso sia davvero stato causato da una semplice fatalità o se invece sia dovuto all’assenza di un defibrillatore a bordo”, ha affermato Simeoli. Il presidente dell’associazione ha chiesto di verificare se il personale navigante abbia la capacità e la possibilità di “intervenire ed agire in tempi rapidi in un intervento di pronto soccorso” e se a bordo dei mezzi di linea siano presenti le dotazioni per il primo soccorso. Simeoli ha annunciato che l’associazione è pronta a costituirsi parte civile nel procedimento a carico di eventuali responsabili.


“Passeggiate Teatrali”: successo di pubblico Aria di Capri per gli eventi/spettacolo

Si è concluso sabato 21 settembre 2013 il calendario delle Passeggiate Teatrali, novità dell’estate culturale dell’isola azzurra, proposte ed ideate da Nesea Eventi Culturali con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura e Turismo della Città di Capri. Le visite/spettacolo rappresentano una nuova maniera di concepire la visita guidata: il bene culturale viene comunicato

attraverso un approccio emotivamente più coinvolgente proprio perché utilizza il linguaggio teatrale. È questo forse il segreto dell’iniziativa che ha registrato un grande successo di pubblico, circa 400 spettatori, nei tre percorsi proposti per l’estate 2013. Ad aprire la rassegna, a luglio, la visita dal titolo “E quelli che amano i baci vanno verso te: i misteri di Villa Lysis e del Conte Fersen”, ha condotto gli spettatori

sino a Villa Lysis per rievocare il mito, gli amori e gli scandali del Conte Fersen, interpretato dall’attore Francesco Procopio con la regia di Fabrizio Bancale. La visita guidata, curata dalla dott.ssa Melania Esposito, era accompagnata dalla musica del giovane violinista Riccardo Zamuner e ha visto la partecipazione di Gianpaolo Tani nei panni di Nino Cesarini. Ad agosto è stata la volta di “Un viaggio senza tempo: voci dal Giardino della memoria”, un itinerario all’interno del cimitero acattolico di Capri, per riscoprire le storie di alcuni celebri personaggi che hanno scelto l’isola come eterna dimora. Voce narrante della visita la dott.ssa Giusy Perrotta che ha fatto rivivere alcuni dei protagonisti del Novecento caprese, inter-

7

pretati dagli attori Francesco Palumbo e Francesca Chierchia. Ad allietare il numeroso pubblico i versi di celebri scrittori che hanno contribuito a creare il mito di Capri ed il sottofondo musicale affidato al musicista Lorenzo Prevete. L’ultimo appuntamento “OMNIA VINCIT ARS – Omaggio a K.W.Diefenbach”, svoltosi presso la Certosa di S. Giacomo, ha visto la collaborazione della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Napoli. Il percorso, interamente dedicato al pittore Diefenbach, per rendere omaggio a questo straordinario artista, in occasione del centenario della sua morte, è stato curato dalle dott.sse Antonia Tafuri della Soprintendenza suddetta e Roberta De Martino di Nesea - Eventi culturali. Ad interpretare il ruolo di Diefenbach è stato l’attore napoletano Rosario D’Angelo accompagnato da Andrea Cataldo, Livia e Lucio Senesi nelle vesti dei tre figli del pittore tedesco, Lucidus, Stella ed Helios. I visitatori sono stati guidati in un percorso che si è snodato partendo dal parco della Certosa, per calarsi in quella natura tanto amata dall’artista, e si è concluso nelle sale del museo tra le grandi tele realizzate dal pittore di Hadamar. Stefanie Sonnentag


Il mercatino si svolgerĂ il 18/19/20/21 e 25/26/27/28 ottobre 2013 presso il Centro Congressi. Orario: 10.00/19.00


Ruba bottiglie al supermercato, Cronaca arrestato georgiano

Ladro in azione al supermercato: bloccato. I carabinieri della stazione di Anacapri hanno arrestato per furto aggravato un 39enne di nazionalità georgiana con numerosi precedenti specifici. L’uomo si era recato all’interno di un supermercato di Anacapri, in via Giuseppe Orlandi, portando con sé una giacca “truccata”; infatti, le maniche dell’indumento erano state preventivamente cucite nella parte finale affinché diventassero dei veri e propri sacchi. Nel negozio, poi, il ladro aveva fatto incetta di bottiglie di whisky e champagne occultandole all’interno delle maniche. I suoi movimenti, però, non sono sfuggiti agli occhi dei proprietari dell’esercizio commerciale e il malvivente, vistosi scoperto, si è dato immediatamente alla fuga. I militari della stazione di Anacapri guidati

dal comandante Cristoforo Perilli, allertati dai proprietari del negozio, sono riusciti a rintracciarlo e a bloccarlo a poche centinaia di metri di distanza dal supermercato con tutta la refurtiva. Il maltolto, del valore di circa 300 euro, è stato riconsegnato agli aventi diritto, mentre l’uomo è stato arrestato e quindi sottoposto al processo per direttissima.

Per ricordare Pietro Lezzi

La scomparsa di un “grande” della politica italiana mi lascia l’amaro in bocca. Ho dentro di me un colpevole rammarico e nel cuore l'amarezza di non avergli fatto visita, nella sua casa della Gaiola, come gli avevo promesso. La sua onestà, la sua grandezza morale, furono un binomio inscindibile nella conduzione della

10

cosa pubblica e un fronte invalicabile contro ogni forma di ingerenza fraudolenta. E, l'accostamento alla irripetibile figura di Sandro Pertini non è casuale, ma la conferma di quanto hanno entrambi rappresentato nella storia politica della nostra Nazione. I tanti amici, parleranno di Pietro, racconteranno i tanti momenti di una vicinanza politica o di un caffè bevuto insieme, al tavolino di un bar della Piazzetta. Pietro, volle onorarmi della sua fraterna amicizia,sostenne il mio impegno di consigliere comunale, ma ciò che più conservo con emozione i suoi tratti di vero gentiluomo, sempre il primo a salutarti, telefonicamente, in occasione di una festività o di una ricorrenza. Sono lontano da Capri e mi dispiace non essere, se non fraternamente col cuore, vicino a Nadia, e ai figlioli e mi piace ricordarlo con le parole di Sandro Pertini, in occasione di una mia intervista, agli inizi degli anni '80 nel corso di una cerimonia all'Accademia Aeronautica di Pozzuoli: "...Pietro Lezzi è un simbolo della napoletanità, un "ragazzo" che, come Cesare, dorme con le sue truppe, per difendere i sacri doveri della onestà politica e l'onore della Patria". Parole scolpite nel cuore, per ricordare PIETRO. Pino De Gregorio

Ascom Anacapri Assemblea ordinaria soci

Domenica 13 ottobre alle ore 18,30, è convocata presso il Chiostro di San Michele in Piazza San Nicola ad Anacapri, una Assemblea generale degli Associati, con il seguente ordine del giorno: 1) Stagione turistica 2013, primi consuntivi, valutazioni, prospettive, proposte. 2) Varie ed eventuali. Considerata la rilevanza dell'argomento e l'interesse per l'intera categoria, si invitano gli Associati a partecipare. Ascom Anacapri Il Presidente Elisabetta Bottiglieri


I racconti del maresciallo Cronaca Pensieri

CASE SPARSE

La casa dei miei amici Vera e Salvatore si trova in zona "Cera " alla fine di Veterino e all'inizio di via vecchia della Grotta Azzurra. E' semi nascosta dal fitto degli arbusti e il fusto contorto di un ulivo cresciuto all'angolo di un dirupo dà il benvenuto agli amici che vi fanno visita. Il vecchio proprietario di casa era conosciuto in paese con il nome di " A iatta ", ed in vita somigliava più a un misandropo che a un contadino. Alla sua proprietà teneva molto, tanto di aver accomulato negli anni una quantità di cose vecchie e oggetti, mobili antichi e tante curiosità di altri tempi. Ora la casa è diversa. La mano sapiente di Vera e la pazienza di Salvatore hanno arrecato una radicale metamorfisi avvalendosi della competenza di un bravo architetto anacaprese che ne ha salvato conservandola, la vecchia struttura. L'altra sera sono andato a trovarli, i miei amici, il sole era al tramonto e la sua luce disegnava Ischia come una grande balena arenatasi su di una secca. Il sole con i suoi raggi obliqui parevano uscire da una caverna, e quella luce argentea e triste

della sera, i ceppi di qualche pianta abbattuta per far posto a culture estive, disegnavano cupe ombre nere straordinariamente allungate. Le ombre invadevano ormai tutto il sentiero e,fra esse, la mia stessa ombra deformata e quella di un tumolo solitario inghirlandato di fiori. Più giù faceva capolino uno splendito e vigoroso albero di limoni, quasi adiacenti la casa.Nel frattempo era iniziata a scendere la sera. Nella semiluce dei raggi lunari i fiori assumevano forme strane, inconsuete, e colori che l'occhio non sapeva distinguere, quasi fossero stati fiori misteriosi, cresciuti in un mondo diverso, che nessuna mano d'uomo o donna avrebbe potuto raccogliere. Il loro profumo penetrante stava sospeso nell'aria calda della sera, rendendola spessa e pesente come il fumo di un incensiere. Le schegge di corallo bianco delle rocce affioranti nel giardino, brillavano attorno al tumolo come un rosario, e tutto li intorno era così immobile e quieto che, quando mi fermai, mi parve che ogni suono e ogni moto, nel mondo, avessero avuto fine. Credo di essere stato preda ad una crisi di sentimentalismo, sò che rimasi tanto a lungo immobile ad ammirare tante bellezze mentre una brezza serotina mi

11

scosse riportandomi alla realtà. Chiamai i padroni di casa solo allora, che mi accolsero con entusiasmo e calore che si unì alla gioia di una vera amicizia. poetafrancotroccia@teletu.it ***

PARROCCHIA DI S. STEFANO - CAPRI Si porta a conoscenza dei fedeli, devoti della Vergine Santissima, che di concerto ed in comunione con la Parrocchia di S. Stefano “Le Oasi di Maria Regina della Pace e della Famiglia” – Onlus, organizzano il Pellegrinaggio a Medjugorje, nel periodo dal 29 novembre al 6 dicembre 2013. I fedeli saranno guidati sul piano spirituale da un sacerdote dell’isola. Sul piano strettamente operativo i fedeli interessati possono chiedere ogni opportuna informazione e la copia del programma telefonando ai nn. 3381547739 e 3292083630.


12 Il racconto di Maria Astarita: Eventi a Capri Ricordi di strada

Al turista che chiedeva a noi bambini che giocavamo nel vicoletto dove portasse quella stradina che si perdeva nel verde degli ulivi, noi rispondevamo, come avevamo imparato dai grandi, ‘’ Qui finisce la punta Campanella’’, non era proprio così, ma la risposta bastava a far desistere lo straniero a proseguire, lanciato un ultimo sguardo rassegnato all’uliveto che si perdeva in lontananza sullo sfondo del mare dei Galli, per ringraziarci della preziosa informazione, che gli aveva risparmiato un inutile perdita di tempo, ci regalava qualche monetina e con un improbabile ‘’ arrivederci’’ si accomiatava, dirigendosi verso altre mete. Dimentichi della delusione del turista, correvamo verso

l’unica tabaccheria vicino alla chiesa per far incetta, a seconda della disponibilità , delle colorate e profumate caramelle dalle svariate forme, in bella mostra nei vasi di vetro, lì dietro al banco tra l’odore acre di tabacco. In vista della bella stagione, aguzzavamo l’ingegno e insieme alla provvidenziale informazione, offrivamo mazzi di violette, ciclamini, saccheggiavamo alberi di ciliegi, rovi di more, alberi di limoni,alberi di fico per improvvisare il mercatino nel crocevia, nei punti maggiormente frequentati. La postazione era importante per la buona riuscita e un maggiore guadagno. Allora le monetine si moltiplicavano nei piccoli portamonete che scuotevamo ad ogni nuova introduzione e, con l’acquolina in bocca pensavamo a quel che avremmo comperato, c’era l’imbarazzo della scelta le lunghe liquirizie a forma di lacci di scarpe o attorcigliate erano le preferite insieme ai ‘’chicchirichi’’ e i formaggini di cioccolata, c’erano i contenitori colmi di allettanti, coloratissime palline di chewing gum bastava introdurre la monetina per procurarsele, spesso, il tutto accadeva all’insaputa dei genitori. Frequentavamo la scuola, la chiesa, ma buona parte la trascorrevamo nei vicoli, per strada, nei cortili comuni, dove si improvvisavano giochi , i maschi s’ingegnavano nel costruire le famose carrettelle, un cerchio di ferro dava l’avvio a corse spensierate. La strada era animata, vissuta chiunque arrivasse al paese doveva passare di là, l’unica piazza dove sostavano i vecchi all’ombra del campanile e noi, i più giovani, non mancavamo di disturbarli nel loro sonnecchiare meditando, qualcuno più bellicoso, imprecava puntando il bastone e minacciando di riferire il malfatto al parroco o al maestro, ci allontanavamo con l’ennesimo sberleffo ma sicuri che svoltato

l’angolo, se avessimo incontrato la massima autorità, il parroco, gli avremmo baciato la mano, come ci avevano insegnato . Unica piazza, unico crocevia, nessuno ci sfuggiva. Sapevamo gli orari in cui gli addetti passavano per le stalle a ritirare il latte con gli appositi bidoncini, annusavamo l’odore prima che venisse chiuso ermeticamente con gli appositi coperchi, nel tardo pomeriggio, davanti al crocevia del frantoio, aspettavamo il vecchio nonno della mia amica Giovanna che, a piedi scalzi, si ritirava con le sue mucche portate a pascolare dove la costa digradava dolcemente verso il mare. La piccola processione vedeva il patriarca alla testa di mastodontici ruminanti che lasciavano per strada fumanti souvenir, frutto del lauto pascolo testè consumato. Il massimo del divertimento era quando, a giorni fissi arrivavano i venditori ambulanti. Si annunciavano con microfoni fissati, non ho mai capito come, al collo, magnificando i prezzi e la qualità della propria merce, arrivavano su vetture rumorose, sbuffanti ed ammaccate portavano una ventata di aria cittadina : le donne accorrevano per rifornirsi a propria discrezione, noi restavamo lì seduti sul muretto a goderci quella che sembrava una commedia popolare i cui attori ci erano ben noti. Si assisteva alle contrattazioni in stretto dialetto colorito da vivaci intercalare. Un pomeriggio, uno dei più noiosi la tranquillità della piazza fu rotta dall’arrivo di una vettura che mi sembrò tanto strana, probabilmente era una macchina d’epoca. Ne discesero alcune persone, una di queste un signore magro col cappello , ricordo, coi baffetti, ci rivolse un saluto benevolo, a noi, ci parve uno dei tanti, anche se con una macchina così importante, mai vista prima. Una piccola folla di curiosi accorse, poi sentimmo qualcuno che diceva ‘’E’ ‘o signor’ che sè accattat’ l’isola d’Isca’’ e un altro rispose’’ Sì, sì... è Eduardo de Filippo’’.. Quel nome ci lasciò indifferenti, non l’avevamo mai sentito, ritornammo ai nostri giochi con maggior impeto, rincorrendoci per vicoli, portici, cortili ...per quella strada teatro della nostra infanzia. Maria Astarita


13 Podismo: per Imma Russo Eventi a Capri esordio da podio

Venerdì 27 settembre si sono svolte nello stupendo scenario di Piazza Plebiscito a Napoli gare in un ciruito di 400m da ripetersi più volte. Le gare erano d'apertura alla 10 km della domenica. Nell’ordine si è trattato di una 800m femminili, un 3000m maschile ed una americana (corsa ad eliminazione) sugli 800m in una sfida a due. Margherita Cacace ha corso lottando spalla a spalla contro Maria Merolla, specialista della distanza che si è imposta in 2'59'' staccando di solo 7'' l'isolana. 3'06'' il tempo della Cacace. Nel 3000m maschile ottimo quarto posto per Rosario Massa col tempo di 10'23''. Domenica 29 settembre su di un percorso cittadino di km 5,100m da ripetersi due volte per complessivi 10,2 km si è svolta l'edizione 2013 della ''Caracciolo Gold Run'' con 750 concorrenti da tutt'Italia. Ben 13 atleti capresi, tesserati per la ''Napoli Sport Events'', hanno preso parte. Di seguito i partecipanti e i loro piazzamenti. Rosario Massa 22° assoluto e 1° di categoria MM.50 col tempo di 37'45''. Mariano Paone 48° assoluto e 7° MM40 in 39'36''. Raffaele D'Alessio 54° assoluto e 11° MM40. Salvatore Staiano 114° assoluto e 8° MM50 in 42'25''. Fabrizio Rossi 166°assokuto e 19° MM540 in 44'27''. Luigi Chierchia 221° assoluto e 25°Tm in 45'54''. Claudio Staiano 233° assoluto e 27° MM35 in 46'06''. Francesco di Sarno alla sua prima gara 247° assoluto e 45° MM 40 in 46'26''. Luigi Esposito 321° assoluto e 43° MM50

in 47'53''. Imma Russ esordio più che positivo 18° donna e 2° di categoria M

F35 in 48'36''. Marco Villanova 381° assoluto e 412° Tm in 49'26''. Margherita Cacace in non perfette condizioni fisiche agguantava un 25° posto tra le donne e 4° di categoria Mf 45 in 51'20''. Santo Scirè 570° assoluto e 128° categoria Mm45 in 53'56''. Infine Maria Pia Averardi al 53° posto tra le donne e al e 4° nella categoria Mf 50 in 58'04. Per la cronaca la gara è stata vinta dal keniano Boniface Kiprono in 30'25''sul connazionale Daniel Kipkirui 30'40''e terzo l'italiano Paolo Ciappa in 31'55. In campo femminile vittoria per Carmela Caiazzo in 39'04'' su Annamaria Vanacore 39'18'', terza Eva Vananiel.


Annunci

Vendesi a Capri nella centralissima via Valentino (a pochi passi sia dalla Piazzetta sia da via Camerelle) locale circa 55 mq uso deposito/magazzino. Ideale come deposito per attività commerciale o come deposito per attività nel settore edilizia/artigianato. Tel. 377.6612008

Vendesi Anacapri, località Damecuta, villetta bifamiliare mq 130 o singola mq 60 con veranda mq 40 e ampio giardino attrezzato, senza vista mare. Tel. 081.8372107 338.2553659 ore serali

Anacapri centro affitto anche per brevi periodi monolocale indipendente, aria condizionata, arredato, due posti letto, angolo cottura. Tel. 348.3827440 - 349.2234779

Anacapri, fittasi centralissimo locale affaccio piazza ca mq 30 da ristrutturare con licenza approvata, adatto qualsiasi attività commerciale studio fiscale, ingegneria, ufficio commerciale pub gelateria o negozio. Pasti e serali. Tel. 081.8371052

Fittasi nel centro di Capri, preferibilmente a italiani, bilocale dal mese di ottobre per tutto l’anno. Tel. 081.8377973 (dalle 20 alle 21)

Anacapri centro storico fittasi monolocale accesso indipendente adatto due persone oppure deposito o ambulatorio. Fitto economico.. Tel. 081.0320345 pomeriggio segreteria telefonica

Anacapri centro via Catena fittasi appartamento 60 mq composto da salone aperto con angolo cottura, camera da letto, passetto, bagno, con tetto terrazzato per vari usi. Tel. 347.3660833

Capri zona centrale fittasi appartamento. Tel. 081.8377813 - 081.3653395

Napoli Parco San Paolo vicino università Monte Sant'Angelo fittasi appartamento ristrutturato arredato 2 camere letto 2

Gli annunci vengono pubblicati a pagamento: il costo di ogni annuncio è 14 1 euro a uscita per un minimo di 5 pubblicazioni consecutive (5 euro a “pacchetto”). Il pagamento va fatto all’atto della consegna dell’annuncio, che è possibile dal lunedì al giovedì, dalle ore 10 alle ore 12, presso la redazione in via Li Campi 19 a Capri. bagni angolo cottura soggiorno balconata (80 mq) anche non residenti. Tel. 333.4465094 - 338.4640374

Fittasi o vendesi appartamento indipendente su due livelli con ampio terrazzo e giardino. L’accesso all’appartamento è disponibile sia dal primo che dal secondo livello. Aria condizionata calda/fredda, infissi di primissima qualità a norma con la legge risparmio energetico. Primo livello: camera da letto con armadi a muro, bagno, ampia camera per cucina/sala e cantina. Secondo livello: accesso possibile a mezzo scala di marmo e composto da bagno, camera da letto, verandina con piccolo terrazzo e cameretta. E’ possibile anche il fitto per livello in quanto tutto autonomo con contatori divisi. Appartamento disponibile dal 1 novemnbre 2013. Tel. 348.2659977

Fittasi appartamento spazioso via Sant’Aniello n.8 (vicinanze Piazzetta). Tel. 081.8377936 - 328.6421758

Fittasi monolocale ben accessoriato zona San Costanzo. Rivolgersi a Gigi. Tel. 331.4164654

Anacapri località Damecuta vendesi terreno circa 380 mq. Tel. 081.8377272

Capri zona centro fittasi locale uso studio o deposito. Tel. 081.8377813-081.3653395

Anacapri vendesi terreno mq 1450 con acqua e luce fronte strada. Tel. 347.5980266

Capri piazzale Europa negozio con sottostante deposito fittasi anche separatamente, munito di posteggio auto. Tel. 001.786296936 Signora referenziata cerca lavoro come babysitter, donna delle pulizie, stiro, part time o ad ore. Tel. 392.5958747 Straniera da molti anni in Italia, referen-

ziata, cerca lavoro ad ore in casa o anche come babysitter. Tel. 334.9476708

Ragazza 21enne amante bambini cerca lavoro part-time come baby-sitter o anche durante il pomeriggio per compagnia ed aiuto nel fare i compiti. Tel. 333.5318317

Azienda leader nel settore dell’energia cerca n. 5 consulenti energetici esperti, disposti a lavorare in team. Bella presenza. Offresi contratto a tempo indeterminato più incentivi. Tel. 081.7752724 Dog sitter offresi. Tel. 338.1970431

Laureata in lingue e letterature straniere offre ripetizioni di Inglese e Francese ed eventuale supporto per la preparazione di esami di Stato o licenza media. Tel. 334.9811212

Laureata in filosofia impartisce lezioni private a bambini di scuole elementari e medie in tutte le materie. A ragazzi di scuole superiori in materie umanistiche. Conoscenza della lingua inglese a livello universitario A1-2+B1-2 secondo il Quadro Europeo. Tel. 081.8371961

Laureata impartisce lezioni per scuole elementari, medie (no francese) e scuole superiori materie letterarie. Anacapri. Tel. 333.1688967

Signora italiana, assoluta affidabilità e riservatezza, offresi per custodia abitazione. Tel. 333.8093960

Offresi signora per lavori domestici o stiro. Disponibile solo part-time. Massima serietà. Tel. 342.3617446

Cerco, scopo acquisto, Fiat Idea ottimo stato. Full optional. Tel. 339.4868582

Ford Fiesta 1300 16V 5 anno 2005 colore blu trattativa privata. Tel. 380.5236681 333.3113071 (ore pasti)


Cultura

A cura dell’Associazione di varia umanità

15 “Il finito nella luce dell’infinito”, il nuovo libro di Raffaele Vacca

Guardini. Nel mezzo sono racchiusi i nomi della nostra tradizione: da Machiavelli al teatro di Giuseppe Giacosa passando per il dimenticatissimo Baldassarre Castiglione. Raffaele Vacca include felici e inaspettate Con la sua nuova fatica letteraria “Il finito incursioni nelle terre nordiche: per esempio, nella luce dell’infinito” Raffaele Vacca ha sono splendide le pagine dedicate ai drammi trovato l’elisir della lunga vita. O, almeno, un efficace balsamo per sfuggire ai lacci del di Henrik Ibsen (1828-1906), tutt’oggi rappresentati con un’intensità quasi shakespenostro tempo multicaotico. riana. Del resto, fu tra i primi a intuire il La via che indica è molto limpida (e, per ritmo “soffocante” della vita del Novecento. questo, facilmente percorribile): per vivere Non mancano le riscoperte. Una per tutte: la meglio, e con le idee ben ossigenate, è necessario ritornare ai Classici, leggendoli, figura di Lamberti Sorrentino (1899-1993), tra i più celebri inviati di Guerra del nostro rileggendoli e dialogando con loro. Paese che nulla aveva da invidiare a I principi rinascimentali, anche quelli che Montanelli, a Barzini o a Malaparte. vivevano in città-francobollo come Sembra che ora nessuno ricordi le sue corriVespasiano Gonzaga e la sua magica Sabbioneta, amavano percorrere gallerie fit- spondenze. Scrisse dalle campagne di Libia, Albania e Russia e nel 1943 fu arrestato a tamente arricchite dai busti dei grandi del Budapest dalla Gestapo per essere poi passato. Interrogavano i loro volti e i loro pensieri. Non diversamente, Raffaele Vacca, deportato a Mauthausen. Mantenne un ispiratore del Premio Capri San Michele che lungo silenzio su quella tragica esperienza. Poi, nel 1978, pubblicò la sua memoria conha appena festeggiato la trentesima ediziocepita tra le rocce e il mare di Capri: ne, propone una serie di cammei per risco“Sognare a Mauthausen”. Fu un successo. prire opere che hanno ancora parecchio da Commenta Vacca: “Rivela come il campo insegnare. fosse una specie di limbo, «non tra l’inferno Con felice intuizione Giuseppe Pontiggia e il passato, ma tra la vita e la morte»; dove definiva i Classici come “i contemporanei ci si ritrovava «con un piede di qua e uno del futuro”, su questa linea si innesta la nell’Aldilà», in una «condizione inumana o riflessione di Vacca che annota: “I Classici possono aiutare a dare concrete risposte alle sub-umana», che sarebbe potuta diventare una condizione super-umana nel tempo del domande, fondamentali dell’uomo: chi trapasso. Il vivere costantemente nella presono? Da dove vengo? Dove vado? Come vivo? Come debbo vivere? Aiutano a essere morte poteva portare oltre il limite della sé stessi, a conoscere gli altri, a comprende- coscienza, come non sarebbe potuto essere per Faust, che «aveva entrambi i piedi nel re il finito nella luce dell’infinito e a guardi qua, dentro della vita»”. dare verso l’infinito conoscendo il finito. Hanno parlato agli uomini del proprio luogo Nel percorso tracciato da Raffaele Vacca è e del proprio tempo; parlano agli uomini di particolarmente illuminante il confronto tra la crisi dei nostri giorni (importata dagli ogni luogo e che si succedono nei tempi” Stati Uniti nel 2008) e il ventennio intercor(p. 184). L’arco della ricognizione del libro è ampio e so tra le due guerre mondiali. La letteratura che descrisse quel tempo tormentato potrebcaratterizzato da un’aurea simplicitas. Si be interpretare perfettamente anche il male parte dalle “malinconie” di Orazio, si sfioodierno. Ecco un campionario di quei testi rano gli insegnamenti di Seneca (si perde troppo tempo dedicandosi al superfluo, per drammaticamente evergreen: “Il tramonto dell’Occidente” (1918) di Oswald Spengler, essere più liberi bisogna concentrarsi sull’essenziale), si fa tappa sull’indispensabile “La crisi del pensiero” (1919) di Paul binomio Dante-Petrarca per arrivare, a fine Valéry, le “Lettere dal lago di Como” (1927) di Romano Guardini, “La crisi del corsa, allo sguardo lucido di Romano

mondo moderno” (1927) di René Guénon, “Il tradimento degli intellettuali” (1927) di Julien Benda, “La ribellione delle masse” (1930) di José Ortega y Gasset. Tra gli autori riscoperti nel libro c’è il poeta francese Pierre Reverdy (1889-1960). Nel suo “Il guanto di Crine” scriveva un aforisma splendido che compendia il messaggio di Raffaele Vacca ai lettori: “Nel mondo esistono uomini che sopportano agevolmente gli urli delle sirene delle fabbriche, i muggiti delle trombe delle automobili, gli stupidi latrati dei cani, ma che si sentono male se devono ascoltare il canto di un uccello”. Un monito forte. Da non dimenticare. Alessandro Rivali L’INFORMATORE POPOLARE Periodico d’informazione politica, cronaca, cultura e sport dell’isola di Capri Direttore: Manfredi Pagano Società editrice TPS S.R.L. Reg. Tribunale di Napoli Nr 5283 del 18/02/2002

Redazione: Via Li Campi, 19 80073 Capri (Na) Tel. 081.8383111 - Fax 081.8370421 Sito internet: www.caprinews.it www.informatorepopolare.it Per scrivere alla redazione redazione@caprinews.it

Per la pubblicità tel. 081.8383111 Stampa: Rotostampa Lioni (Av)

(Si comunica che foto e documenti consegnati in redazione non saranno restituiti)


Informatore Popolare 36  

Numero 36 del 13 ottobre 2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you