Page 1

gardens

-

botany

-

flowers

-

design

-

recipes

-

trip

Cover tbflorist

EDITION #14 autumn 2016 italian/english

inspired by Beatrix Potter / Chelsea Flower Show / Beautiful Cotswolds

ENGLAND SPECIAL ISSUE


2 blossomzine.eu

#14 Autumn issue 2016

Ph. Simone Nocetti / Cristina Colli

Direttore responsabile / Founder & Editor in Chief Dana Frigerio Redattori/Contributors Giulio Baistrocchi Thomas Broom-Hughes Simonetta Chiarugi Cristina Colli Deborah Correnti Dana Frigerio Anna Marangella Mirco Marchetti Andrea Merendi Simone Nocetti Roger Phillips Matteo Ragni Francesco Zangari Lidia Zitara Rona Wheeldon Art direction & layout Dana Frigerio Traduzioni/Translation Cristiana Chiarugi Copertina/Cover Thomas Broom-Hughes font: thanks to Billy Argel, Kimberly Geswein, Yomyfred production 2005, Brownfox

www.blossomzine.eu DOWNLOAD ISSUE ON DEMAND

Alcune foto o immagini presenti attualmente nella rivista sono situate su internet e costituite da materiale largamente diffuso e ritenuto di pubblico dominio. Su tali foto ed immagini il sito non detiene, quindi, alcun diritto d’autore e non è intenzione dell’autore del sito di appropriarsi indebitamente di immagini di proprietà altrui, pertanto, se detenete il copyright di qualsiasi foto, immagine o oggetto presente, oggi ed in futuro, su questa rivista, o per qualsiasi problema riguardante il Diritto d’Autore, inviate subito una e-mail all’indirizzo info@blossomzine.eu indicando i vs. dati e le immagini in oggetto così che si possa risolvere rapidamente il problema (ad esempio, con l’inserimento, gratuito e permanente, del nome dell’autore), oppure rimuovere definitivamente la foto (o altro).

contact us

direttore@blossomzine.eu

Blossom zine è una Testata giornalistica Autorizzazione n°103 del 3 aprile 2013 Tribunale di Milano.


blossomzine.eu 3

Il meglio per la tua primavera/estate.

One è il trattamento n° 1 per piante più belle e rigogliose, perché grazie ai suoi microelementi ed estratti vegetali, garantisce loro una crescita omogenea ed evidente già dalla prima applicazione, senza sforzi o prodotti aggiuntivi. One è così efficace che tutto ti sembrerà fiorire: assicurati il meglio di questa primavera-estate preparandoti subito alla nuova stagione. Scopri il rivenditore One più vicino a te su onegiardinaggio.com

http://www.onegiardinaggio.com/home


4 blossomzine.eu

BATTERY POWER. MADE BY STIHL. Superare ogni sfida.

Leggera, silenziosa e potente. La nostra nuova linea a batteria STIHL COMPACT garantisce affidabilità e maneggevolezza quando si tratta di prendersi cura del vostro giardino – non importa quanto sia impegnativa la sfida.

www.stihl.it

Disponibile solo dai Rivenditori Specializzati: www.stihl.it


blossomzine.eu 5

{Text ad Photos Thomas Broom-Hughes } www.instagram.com/tbflorist

Tbflorist Il mio lavoro a Petersham Nurseries non è mai noioso ogni giorno è diverso. Gestisco un team di 12 persone, mi occupo sia della scelta delle piante e dei fiori recisi, sia della creazione delle composizioni floreali per eventi e matrimoni durante l’arco di tutto l’anno. La creatività è la parte che preferisco del mio lavoro. In vivaio abbiamo un bellissimo “giardino di taglio” che mi permette di scegliere fiori freschi tutto l’anno. Quest’anno abbiamo

piantumato un cutting border interamente bianco, così anche durante i mesi invernali avremo a disposizione fogliame e fiori particolari. Amare i fiori significa, per me, creare matrimoni incantevoli. Durante l’estate, abbiamo matrimoni ogni settimana e ognuno ha uno stile diverso ed esclusivo, dovuto anche alla stagionalità dei fiori. Potenzialmente, uso il giardino come un modello, infatti nelle mie scelte sono spesso guidato da un fiore

My job at Petersham Nurseries is never boring – every single day is different. I manage a team of 12 people and I am also the plant and cut flower buyer, I also create flowers for many events and weddings throughout the year. The favourite part of my job is the creativity. I adore working on weddings and love working with flowers. We have a beautiful cutting garden at the nursery, which enables me to pick from the garden almost all year

round. This year we planted an all-white cutting border, which will give us flowers and foliage during the winter months. I love creating flowers for weddings. During the summer months, we have weddings every week and each one is different, as I work on a completely seasonal basis. I use the garden as my template, sometimes being driven by a particular flower or plant. In June it is all about Roses, in


6 blossomzine.eu

mie scelte sono spesso guidato da un fiore particolare. Il mese di giugno è tutto incentrato sulle rose, luglio sui girasoli e il mese di agosto sulle dalie, le preferite di Petersham Nurseries, che utilizziamo in grande stile. Ogni mese è nel segno

di un fiore speciale, ma… ogni volta si crea qualcosa di diverso. Non c’è nulla di più appagante che fare una visita, di prima mattina, nel giardino da taglio e scegliere gli “ingredienti” per creare un bouquet da sposa; inoltre passeggiando nella campagna circostante si possono

or plant. In June it is all about Roses, in July Sunflowers and in August we head into Dahlia (a Petersham favourite) season in a big way. Each month has its signature flower and I love to make each occasion different.

There is nothing more satisfying than making an early morning visit to the cutting garden to pick ingredients for a bridal bouquet or visiting the borders of Petersham House to cut tall herbaceous perennials for a large display. I also run The School


blossomzine.eu 7

Scopri il vivaio di Petersham raccogliere e abbinare erbacee spontanee per creare composizioni di grandi dimensioni.

è quello di coinvolgere e ispirare le persone oltre che insegnare i vari metodi di coltivazione.

Ho grandi soddisfazioni anche con i workshop dedicati al giardinaggio e alle composizioni di fiori. The School of Garden Inspiration offre corsi aperti a tutti, infatti il nostro obiettivo

Una volta a casa sapranno ricreare una composizione e si appasioneranno nel coltivare in giardino fiori e piante.

a pag 56

of Garden Inspiration, where we offer workshops throughout the year, dedicated to gardening and floristry. The workshops are open to everyone and ultimately our aim is to send people away feeling inspired and able to work in their gardens confidently.

It is a joy to teach workshops and we continually add new workshops throughout the year.


8 blossomzine.eu

TOP VITALITĂ€:

il concime dedicato a chi vuole piante meravigliose

piante piĂš sane, forti e rigogliose in 7 giorni

LINEA

TOP

Concimi con estratti naturali

Gran ulare

Bio

Liquido

Scopri tutto su www.bayergarden.it www.bayergarden.it


blossomzine.eu 9

{ Photos and Text

Cristina Colli

}

www.cristinacolli.com

cristina@cristinacolli.com

Seasonal inspiration: Autumn Alcune persone vorrebbero che l’estate non finesse mai, e pensano all’autunno con tristezza. Io no. Mi piacciono tutte le stagioni, con la loro bellezza unica e individuale. Qui in Inghilterra, verso metá agosto posso giá sentir arrivare l’autunno. Le more maturano, gli

di sole, e di passeggiare nei boschi in cerca di quiete e ispirazione. Assaporo la magica luce dorata, il tappeto di foglie scricchiolanti,

ippocastani mostrano le prime foglie gialle, e la vite Americana comincia a diventare rossa. Lentamente, l’estate si dissolve, e la campagna si avvolge di nebbia, foglie color ruggine, e fumo di legna. L’autunno, con I suoi colori ricchi, mi sussurra alle orecchie di sfruttare al meglio ogni giornata

la quiete, e la vista occasionale di un cervo che mi osserva da lontano. Le giornate si accorciano e diventano piú fredde,

Cristina Colli

Some people would never want Summer to end, and think of autumn with a sense of gloom. I don’t. I like all the seasons and their own unique, individual beauty. Here in England, around mid-August I can already feel Autumn coming. Blackberries are ripening, horse

for walks in the woods in search of stillness and inspiration. I savour the magical golden light, the carpet of crackling leaves, the quiet, and

chestnuts are showing the first yellow leaves, and the Virginia creeper is starting to turn red. Slowly, Summer fades away, and the countryside wraps itself in mist, russet leaves, and wood smoke. Autumn, with its rich colours, whispers in my ears to make the most of each sunny day, and go

the occasional sight of a deer peering at me in the distance. The days get shorter and chillier, and when I get home I long for warm


10 blossomzine.eu


blossomzine.eu 11


12 blossomzine.eu

interactive page


blossomzine.eu 13

Summer - making a flatlay

VIDEO CLIP

VIDEO CLIP

DOWN LOAD

e quando torno a casa desidero minestre calde e sostanziose, fette di torta di mele e more, e infinite tazze di tè. L’autunno è la stagione del raccolto, e porta un’abbondanza di mele, pere, funghi, zucche, nocciole, noci ,castagne ...anche il giardino continua a dare, con rose, dalie,

cosmo, bacche colorate, rose canine, anemoni giapponesi, e l’ultima delle ortensie. Presto arriveranno pioggia, cieli scuri, gelo, e forse la neve, ma per ora è il momento di godere di questa stagione generosa, ed essere grati per ogni gloriosa giornata autunnale.

hearty soups, slices of apple & blackberry pie, and endless cups of tea. Autumn is the season of harvest, and brings a bounty of apples, pears, mushrooms, pumpkins, hazelnuts, walnuts, chestnuts…the garden keeps giving too, with roses, dahlias, cosmos, colourful berries, rose hips, Japanese

anemones, and the last of the hydrangeas. Soon rain, dark skies, frost, and perhaps snow, will come, but for now it’s time to enjoy this generous season, and be grateful for each glorious autumnal day.


14 blossomzine.eu

{Text

Dana Frigerio

}

www.blossomzine.eu/blog/

blog@blossomzine.eu

23é gioielli particolari Cipolle spogliate non solo per farne soffritto ma anche preziosi gioielli. A metterle a nudo e a riciclare i loro abiti, fragili e sottili tuniche protettive dalla consistenza cartacea e leggere come piume, gli stilisti Mirco Marchetti (quello de L’orto di Michelle) e Deborah Correnti che insieme hanno creato il brand di accessori artigianali 23é Limited edition. Li ho incontrati tra i banchi di un mercato ortofruttico intenti a selezionare bellissime cipolle, e ho chiesto loro: Odore di cipolla: resta o va? E’ assicurato, nessuna traccia di cipolla odorosa!

Onions are peeled not only for the base of a sauce but also for precious jewels. To lay them naked and launder their clothes, Per settimane il nostro atelier è stato un campo those fragile and thin protective tunics that nudisti poi tutte in have a paper texture as cucina. light as a feather, the stylists Mirco Marchetti Collane d’aglio contro (L’orto di Michelle) and parassiti e vampiri, e Deborah Correnti have quelle di cipolla? together created the Decisamente per rendere handcrafted accessories 23é Limited Edition più belle e uniche le brand. I met them donne! among the stalls of a flowers and vegetables Come cambia il colore market where they naturale delle guaine intended to select fogliari? beautiful onions, and asked them: Nessuna variazione, tutto merito all’abito Onion smell: does it stay trasparente da loro or go? indossato prima di It’s assured, no trace of essere trasformate in fragrant onion! gioielli. Spogliate per farne gioielli, che fine hanno fatto i chili (immagino) di cipolle nude?

Once they are peeled

www.23ventitre.it

to create jewelry out of them, what happened to the pounds, I guess, of naked onions? Our studio was a nudist camp and, afterwards, all of them ended up in the kitchen. Garlic necklaces are against parasites and vampires, what about the onions’ ones? Definitely to make women more beautiful and unique! How does the natural color of the bulb skins change? No change, it all comes from the transparent dress worn by them before being transformed into jewelry.


blossomzine.eu 15

anMUt FLOWERs

La stagIOnE dEI COLORI servizio in promozione a un prezzo decisamente speciale Un decoro che mette buon umore. L’armonioso motivo floreale di Anmut Flowers trasmette freschezza e simpatia senza paragoni. La nuova linea realizzata in Premium Bone Porcelain arricchisce il successo della forma Anmut e permette di arredare la tavola in un modo originale e creativo, con soddisfazione sia degli amanti della tradizione che dei patiti del design. Fiori dai mille vivaci colori, disegnati a mano ad acquerello, invadono generosamente la tavola e le conferiscono un’originalità perfetta per le migliori occasioni conviviali.

Villeroy&Boch, Arti della Tavola, Via Montebello 35, 20121 Milano tel. 02 655 84 928

WWW.VILLEROY-BOCH.COM

Solo nei migliori negozi Villeroy &Boch

www.villeroy-boch.it


16 blossomzine.eu


blossomzine.eu 17

{Text

Dana Frigerio

}

{Photos Simone Nocetti}

www.blossomzine.eu/blog/

blog@blossomzine.eu

www.simonenocetti.com

www.instagram.com/merendiandrea/ www.allorigine.it

la rivincita dei fiori di carta “Non faccio copie di fiori ! Sono una libera interpretazione dei fiori reali. Il mio lavoro si basa sull’istinto, sulla creatività, nel momento stesso in cui inizio a modellare la carta crespa si apre un mondo intero fatto di fantasia e inventiva. Ho passato gli ultimi 27 anni della mia vita a lavorare con i fiori freschi, per matrimoni ed eventi, e ora creo le stesse cose ma di carta. Una novità, una nuova tendenza, una nuova sfida. “ Lui i fiori li conosce davvero bene, stami, petali, foglie, piccioli, sono scolpiti nella sua mente e mentre lavora si lascia trasportare dalla creatività. Magari parte con l’idea di un fiore particolare

e poi in corso d’opera, arriva la magia, perché la realizzazione finale, può assomigliare ad un raffinato fiore di gardenia, ma potrebbe anche ricordare un gelsomino, gigante, come fuori scala.

“I do not make copies of flowers! They are a free interpretation of real flowers. My work is based on instinct, creativity, and at the very moment when I begin to shape the crepe paper a whole world of imagination and inventiveness opens up. I’ve spent the last 27 years of my life working with fresh flowers, for weddings and events, and now I create the same things but with paper. A novelty, a new trend, a new challenge.”

Questi fiori in carta hanno un fascino speciale, dovuto non solo alla maestria manuale dell’artista, ma anche al gusto e alla grazia con cui riesce ad abbinare i colori, gli elementi naturali e l’ambiente stesso dove viene creato ogni singolo He really knows evento. flowers very well, and stamens, petals, leaves, La parte più complicata and petioles are so .. trovare dei colori engraved in his mind interessanti di carta that while working he crespa, ed è per questo can be carried away by che è iniziata la sua creativity. collaborazione con la Cartotecnica Rossi, Sometimes he starts leader nella produzione with the idea of a di carta crespa italiana. particular flower and then while shaping it,

magic comes along, and the final result may look like the fine flower of a gardenia, but could also recall a jasmine, a giant and out of scale one. These paper flowers have a special charm, due not only to the artist’s hand and craftsmanship, but also to the taste and grace with which he successfully combines colors, natural elements and the location itself where every single event is created. The most complicated part… to find some interesting colors in crepe paper, and that’s why he began his collaboration with Cartotecnica Rossi, a leader in Italian crepe paper production.  The idea, almost by chance, came from looking carefully at


18 blossomzine.eu


blossomzine.eu 19

L’idea nata quasi per caso, guardando accuratamente dei fiori realizzati e scoloriti naturalmente dal sole. Da qui è iniziato lo studio, in collaborazione con l’azienda vicentina, di una cartella colori nuova, voluta da Andrea Merendi, con una paletta cromatica che ricorda i pastelli, gli sbiaditi, i macarons du Ladurée, dal gusto raffinatissimo e perfetti per le sue creazioni.

Davide proprietario eclettico di All’Origine, sempre attento alle ultime tendenze, lo ha voluto per i suoi eventi, sia al Salone del Mobile di Milano, sia nel suo showroom di Imola. foto qui sopra. Dove alzatine in vetro degli anni 50, piatti e taglieri vintage, pezzi unici recuperati in giro per l’Europa, fanno da scenario perfetto alle composizioni floreali romantiche di Andrea.

flowers that naturally discolor in the sun. From there, in collaboration with the Vicenza-based company and the will of Andrea Merendi, the study of a new color card began, with a palette that reminds us of the pastels and faded colors of Ladurée macarons, showing the refined taste that is perfect for his creations. Davide, eclectic owner of All’Origine, and always attentive to the latest trends, wanted

him for his events, both at the Salone del Mobile in Milan, and in his showroom in Imola. See the picture here. Here glass tiered trays of the 50s, vintage dishes and cutting boards and unique pieces collected while travelling around Europe are the perfect backdrop for the romantic floral arrangements by Andrea.

la nuova collezione di colori Fall Winter 2016

VIDEO QUI


20 blossomzine.eu

download english recipe


blossomzine.eu 21

{ Text and Photos Anna Marangella }

www.ultimissimedalforno.blogspot.it

ultimissimedalforno@gmail.com

Credit for the pie’s invention is claimed by Nigel Mackenzie and Ian Dowding, 1971, the owner and chef respectively of The Hungry Monk Restaurant in Jevington, East Sussex. Il merito per l’invenzione , nel 1971, della banoffe pie è di Nigel Mackenzie e Ian Dowding, rispettivamente proprietario e chef del risptorante The Hungry Monk a Jevington, East Sussex. Wikipedia

La banoffee pie, "banana" and "toffee", è un dolce inglese creato nel 1971, Per prima cosa prepariamo il dulce de leche, è semplicissimo basta mettere la lattina di latte condensato in una pentola, coprirla d’acqua, portare a bollore e lasciarla sobbollire per tre ore facendo attenzione che la lattina resti sempre coperta d’acqua. Dopo tre ore, spegnere e lasciare raffreddare. Per la base frullare i biscotti fino a ridurli in polvere, unire il burro e versarli in uno stampo rotondo a cerniera foderato con carta da forno pressandoli bene con un

cucchiaio sul fondo e sulle pareti. Lasciare solidificare in frigorifero per un’ora. (foto 1) Versare sulla base il dulce de leche livellandolo bene. (foto 2) Distribuire sulla crema uno strato di fettine di banana. (foto 3) Coprire con abbondante panna montata. (foto 4) Decorare con del cioccolato fondente grattugiato grossolanamente. (foto 5) Tenere in frigorifero fino al momento di servire.

First prepare the dulce de leche, it’s quite easy, just put the can of condensed milk in a saucepan, cover it with water, bring to a boil and let simmer for three hours making sure that the can always remains covered with water. After three hours, turn off and let cool. For the base blend the biscuits till reduced to powder, add the butter and pour into a removable cake mould lined with baking paper pressing well with a spoon on the bottom and on the sides.

Allow to solidify in the refrigerator for one hour. (Photo 1) Pour on the base the dulce de leche leveling it well. (Photo 2) Spread on the cream a layer of banana slices. (Photo 3) Cover with plenty of whipped cream. (Photo 4) Decorate with coarsely grated dark chocolate. (Photo 5) Keep in the refrigerator until ready to serve.


22 blossomzine.eu

www.allorigine.it


blossomzine.eu 23

12

slurp! 3 4

Banoffee pie

5

scarica gli ingredienti della ricetta e segui tutti i passaggi - step by step

download ricetta


24 blossomzine.eu


blossomzine.eu 25

{ Text and Photos Simonetta Chiarugi }

www.aboutgarden.it

simonettachiarugi@gmail.com

Ghirlanda di fine estate in paper cut Non esiste una vera e propria distinzione tra i termini ghirlanda e corona, si riferiscono entrambi a intrecci di foglie, di fiori ed erbe nati come ornamento del capo oppure usati come addobbo festoso per decorare gli ambienti o come omaggio ai defunti. La ghirlanda è in genere più grande della corona. Secondo Plinio il Vecchio (Nat. Hist., XXI, 4), la prima corona usata dai Romani era di spighe di frumento, legata al capo con una fascia bianca, fu segno distintivo dell’ordine dei sacrificatori dei campi. Dal dizionario etimologico latino, la parola corona, così come in greco korònè, è un intreccio di fiori ridotto a cerchio usato come ornamento della testa e se di fronde, è premio di

valore. Sempre secondo quanto riportato da Plinio, in principio la corona fu di semplice erba verde strappata dai vinti dal suolo di battaglia e offerta ai vincitori in riconoscimento di vittoria. Era usanza offrire agli dei, nelle solennità, corone intessute dei rami e delle fronde di alberi ad essi sacri, così a Giove veniva offerta una corona di quercia, ad Apollo d’alloro, a Minerva di olivo, a Venere di mirto a Nettuno e Vulcano di pino a Ercole di pioppo e a Bacco di edera. Ghirlanda ha derivazione etimologica incerta, dal latino gurlanda oppure gyrulanda o dalla declinazione del participio del verbo gyrulare, ovvero curvato, volto in giro

There isn’t a real distinction between the terms garland and wreath, both refer to interwoven leaves, flowers and herbs used as an ornament for the head or as festive decorations to embellish ambiences or to tribute to the deceased.  The garland is typically larger than the wreath.

prize. Also as reported by Pliny, in the beginning the wreath was of simple green grass torn by the winners from the battle field and offered to the defeated as a symbol of supremacy.

According to Pliny the Elder (Nat. Hist., XXI, 4), the first wreath was used by the Romans and it was of ears of wheat, tied to the head with a white band, as hallmark of the order of the fields sacrificers.

It was customary to offer to the gods, in the solemnity, wreaths woven of branches and leaves of trees sacred to them, so to Jupiter was offered a crown of oak, laurel to Apollo, olive to Minerva, myrtle to Venus, pine to Neptune and Volcano, poplar to Hercules and ivy to Bacchus.

From the etymological Latin dictionary the word crown, as well as in greek ‘korònè’, is an interlacement of flowers reduced to circle used as an ornament for the head and when made of fronds, it has a valuable

Garland has an uncertain etymological derivation, from the Latin gurlanda or gyrulanda or declination of the participle of the verb gyrulare, meaning curved, wrapped around or with more


26 blossomzine.eu

o con piĂš fantasia da gyro-liganda, da legarsi in giro.

di fiori e d’erbe di fronde o d’altro in forma circolare che in antichità si usava per cingersi il Il nome potrebbe capo in segno di letizia anche avere una radice ma oggi si utilizza come germanica wir, allungato ornamento da appendere in wirl e trasformato in o deporre in qualche ghirl nel senso di volgere luogo e in segno di in giro, curvare. onoranza, sulla bara o sul sepolcro dei defunti. Si riferisce a un intreccio

imagination from gyroliganda, from to bind around. The name could also have a Germanic root: wir, stretched to wirl and turned into ghirl in the sense of turning around, curving. It refers to an

download paper cut

interlacement of flowers and herbs of fronds or other in a circular shape which in antiquity was used to gird the head as a sign of joy, but today it is mostly used as an ornament to be hung or set down somewhere, and as a sign of honor, on the coffin or the tomb of the deceased.


blossomzine.eu 27

clivo idee : ARREDARE CASA CON i COLORI PASTELLO Sabbia, tortora, giada, cipria e avorio sono le sfumature perfette per arredare la nostra casa. Colori tenui, delicati e molto raffinati ideali per gli amanti dei dettagli in stile glamour.

quali piante? Le succulente e le cactacee sono deliziose se collezionate in grandi quantitĂ nei nostri vasi colorati. Divertitevi a creare abbinamenti particolari con le forme delle succulente e dei vasi, forme geometriche e lineari per quelle piĂš grandi dal potamento colonnare e forme basse e larghe per quelle dal portamneto globoso.

mitu www.euro3plast.com/it

scopri tutti i colori pdf


28 blossomzine.eu


blossomzine.eu 29

{

Text Francesco Zangari

}

www.giardinisenzapolline.com

zangari.francesco@gmail.com

SPECIA ALLERG LE IE

Allergie Special insert Gli effetti benefici della vegetazione sull’uomo sono innegabili. Tuttavia il numero crescente di persone che soffre di rinite allergica e asma soprattutto nella fascia infantile, obbliga a tenere conto di questo effetto collaterale causato dai pollini tanto da considerare queste malattie un vero e proprio handicap. Pertanto, mantenere i livelli di emissione pollinica al di sotto del valore soglia oltre il quale le persone allergiche manifestano

sintomi e le persone sane corrono il rischio di sensibilizzarsi è non solo un obbiettivo ma praticamente un dovere per ogni progettista di aree verdi. Per ottenere questo risultato è indispensabile conoscere le caratteristiche allergeniche delle specie che si vuole utilizzare. In particolare è importante sapere di ogni tipo di polline se e quali proteine allergeniche contiene e la modalità di diffusione nell’atmosfera.

The beneficial effects of vegetation on man are undeniable. However, the growing number of people suffering from allergic rhinitis and asthma, especially in their childhood, oblige to take account of the side effect caused by pollen enough to consider these diseases a real handicap. Therefore, to keep the pollen emission levels below the threshold value above which allergy sufferers experience symptoms and healthy people are at risk of sensitizing

is not only a goal but practically a must for any green areas designer. In order to achieve this objective it is essential to know the allergenic characteristics of the species that you want to use. In particular it is important to know, regarding each type of pollen, whether it contains allergenic proteins and which ones and its modality of diffusion in the atmosphere.

Scopri il numero speciale sulle allergie

Qui


30 blossomzine.eu

{Text and Photos

Dana Frigerio

}

www.blossomzine.eu/blog/

blog@blossomzine.eu

Pettifers Garden “I worked to my way, slowly down the garden, making a lot of mistakes” E così che incomincia il racconto del suo giardino la Sig.ra Gina Price, proprietaria insieme al marito di Pettifers Garden, situato nella bellissima

campagna inglese dello Oxfordshire. Trasferiti a Wardington trent’anni fa, all’inizio il giardino era vuoto e come un dipinto, piano piano venne disegnato e colorato, la Sig.ra Gina iniziò così un classico impianto di arbusti decorativi e rose, ispirata

“I worked to my way slowly down the garden, making a lot of mistakes” That’s how Mrs Gina Price begins to tell the story about her garden. She and her husband own Pettifers Garden, located in the beautiful English countryside of

Oxfordshire. They moved to Wardington thirty years ago. At the beginning, the garden was an empty canvas and, little by little, it has been designed and colored. Gina began with a common classic starting point of decorative


blossomzine.eu 31

VISITA VILLA PRIVATA OXFORDSHIRE ENGLAND

dal famoso Giardino del Castello di Sissinghurst, creato negli anni trenta da Vita Sackville-West. Ma come spesso accade un giardino è sempre e costantemente in continua evoluzione! Fu così che Gina cercò la sua strada e dopo i primi amori per le rose, se ne

distaccò, le tolse quasi tutte, così come successe anche per gli arbusti, complice, ci racconta, la lettura dei libri di Piet Oudolf. Come una seconda vita, si innamorò nuovamente, ma questa volta per le graminacee e per le perenni, “ I can do that” queste le sue

shrubs and roses, inspired by the famous garden of Sissinghurst Castle, created in the thirties by Vita SackvilleWest. But, as so often happens with gardens, this one is also constantly evolving! So Gina looked for her own way and, after this

first love for roses, she then broke it off, taking nearly all of them away. The same happened to shrubs, a result, she tells, of reading Piet Oudolf’s books. Then she had a second great love, this time falling in love with grasses and perennials. “I can do that”, were her words.


32 blossomzine.eu


blossomzine.eu 33

parole. Oggi a distanza di tanti anni il giardino vive di una vita nuova, è moderno, è alla moda, con delle soluzioni stilistiche che solo un’amante del paesaggio può avere, infatti dalle finestre della casa sembra essere un tutt’uno con la campagna circostante, senza confini. Complice il digradamento naturale del terreno, a balze e in discesa, dove la linea

dell’orizzonte del grande prato, si fonde con la campagna, con i prati circostanti e gli alberi da frutto. Il prato nella seconda balza è lasciato crescere in altezza, con un sentiero sinuoso centrale potato che porta a una seconda stanza, quella dei bossi potati a tronco di piramide, simbolo di riconoscimento del giardino Pettifers, addirittura finito in copertina del The New

Today, after many years, the garden lives a new life. It’s modern, trendy, and with the stylish solutions of which only a lover of landscape would have thought. In fact, from the windows of the house it seems to be part of the surrounding countryside, with no barriers. This is facilitated by the natural slope of the garden as it flows downhill, so that the horizon line of the great lawn blends with

the countryside, the surrounding meadows and the fruit trees. The grass on the second border is left to grow to its natural height. A central, sinuous and mown path leads to a second room, with boxwood trimmed into the truncated pyramid shape that has become a recognized symbol of Pettifers garden, even ending up on the cover of The New English Garden by Tim


34 blossomzine.eu


blossomzine.eu 35


36 blossomzine.eu


blossomzine.eu 37

English Garden di Tim Richardson. Le bordure miste, tanto care agli inglesi, si sono trasformate in divertenti pattern con differenti schemi colorati, dove non ci sono solo fioriture, ma anche foglie, di svariati colori ne fanno parte. Solo negli ultimi otto anni la Sig.ra Gina Price si fa aiutare da una giardiniera, Polly, brava ed esperta, una figura difficile da trovare, ci spiega, perché non bastavano le sole competenze, ma doveva avere la sua idea di giardino. E’ molto difficile trovare una persona che abbia il

video sul canale

tuo stesso gusto in fatto di fiori e piante, la tua sensibilità, l’amore per la bellezza e per la natura. Insieme hanno accettato una sfida, avere una fioritura che da aprile fino alla fine di ottobre desse carattere al giardino Pettifers, che è visitabile su appuntamento, quindi partendo dai tulipani, fino alle ultime caparbie dalie, in un susseguirsi di abbondanza e divertissement che dire... ci sono riuscite egregiamente. Seguitele anche sul blog https://pettifers. wordpress.com/

Richardson. The mixed borders, so loved by the British, have turned into tapestries with different color schemes, with not only flowers but also many plants with colourful leaves. Only in the last eight years has Gina had help from Polly Stevens, a skilled and experienced gardener. Such a person is difficult to find, explained Gina, since skills alone are not enough and you need someone with her own garden ideas. It is very difficult to find someone with the same taste in flowers and plants, with similar sensitivity, and

with the same love for beauty and nature. Together they have accepted a challenge, to create a garden in bloom from April until the end of October. Pettifers garden can be visited by appointment, with the visiting season starting with tulips and ending with the longlasting dahlias, in a succession of abundance and diversity. What can one say... they succeeded admirably. follow them also on https://pettifers. wordpress.com/ www.pettifers.com


la voce delle piante

38 blossomzine.eu

{Text and photos Matteo Ragni }

www.matteoragni.eu

matteo@matteoragni.eu

Portobello market

ACER MOONRISE

ANTHIRRHINUM PRETTY IN PINK

Esposto e blasonato un acero a foglia verde con le nuove foglie rosse brillanti. Grande capacità di resistere al sole e di brillare di luce propria!

Dopo lunghi anni di ricerca il genio dell’ibridatore ha prodotto questo unico Anthirrinum resistente fino a -4°C. Il suo lungo periodo di fioritura rende la primavera e l’estate magica da mille fiori rosa.

Exhibited and celebrated, a green leaf maple with the new shining red leaves. Big resistance to the sun and shine on its own!

After many years of research the hybridizer genius produced this unique Anthirrinum, resistant up to -4 ° C. Its long flowering period makes spring and summer magic with a thousand pink flowers.

MAMMILLARIA ZEILMANNIANA Bel cactus del messico, una palla di spine che fiorisce anche da giovane con tanti e bei fiori rosa intenso. Molte sono le spine di diversa forma e consistenza che proteggono la pianta dai nemici e dal sole diretto. In inverno va protetta ma non serve calore, basta sospendere le bagnature e metterla in un luogo fresco. Nice Mexican cactus, a ball of thorns that even young flourishes with many intense pink beautiful flowers. Many thorns of different shape and texture protect the plant from enemies and from the direct sun. In winter it should be protected but heat is not needed, just suspend wetting it and place the plant in a cool place.

CLEMATIS AMBER, Pianta dell’anno Nominata al Chelsea Flower Show 2016. Fiori dolcemente gialli all’inizio dell’inverno, crescita moderata e non necessita di potature per fiorire. La fioritura avviene all’inizio dell’anno e di nuovo a settembre. E’ una pianta facile e dinamica adatta sia al vaso che alla coltivazione in piena terra. Una pioggia di lanterne ambra è pronta a regalare a molti amanti di piante emozioni uniche. Named Plant of the year at the Chelsea Flower Show in 2016. Sweetly yellow flowers in early winter, moderate growth, it does not require pruning in order to bloom. Flowering occurs at the beginning of the year and then again in September. It’s an easy and dynamic plant suitable for both pots and open ground growing. With a shower of lanterns, Amber is ready to provide many lovers of plants with unique emotions.

DAHLIA MYSTIC DREAMER Splendida Dahlia da giardino a foglia scura e a fiore rosa semplice. Cresce molto bene, in qualsiasi terreno, ha bisogno di molto spazio per mostrare tutta la sua bellezza e ha una grande preferenza per il sole e le api. Lasciale crescere libere e selvagge, torneranno ogni primavera dopo che si sono nascoste per l’inverno. Beautiful Dahlia for garden with dark leaf and simple pink flower. It grows very well in any soil, it needs plenty of space to show all its beauty and has a great preference for sunlight and bees. Let them grow free and wild, they’ll come back every spring after having hidden all winter.

CROSSANDRA ORANGE MARMALADE Incantevoli fiori arancio, lucide foglie verde scuro. Ogni foglia un fiore e ogni fiore un nuovo germoglio. Una pianta unica e deliziosa nella fioritura e nel portamento. Adatta in giardino in estate da ritirare in inverno. Ha bisogno di molta luce per iniziare a fiorire ma poi ha bisogno solo di caldo e nutrimenti per continuare ad essere bella. Beautiful orange flowers, shiny dark green leaves. Each leaf a flower and each flower a new shoot. A unique and delightful plant both in flowering and bearing. Suitable for the garden in summer and to protect indoor in winter. It needs plenty of light to begin blooming, but then only requires warmth and nutrients to preserve its beauty.

LOFOS WINE RED

Nandina Obsessed Sempre rossa, tutto l’anno. Con una grandissima resistenza al caldo e al freddo. Fiammelle rosse sotto la neve e in piena estate. Perfetta per bordure ma anche come pianta singola in vaso. Always red, all year long. With a high resistance to hot and cold weather. Red flames under the snow and in midsummer. Perfect for borders but also as a single potted plant.

Superba pianta ricadente dalle mille campanelle color vino rosso. Ha un notevole portamento lussureggiante capace di riempire qualsiasi basket. Molto bella anche come pianta rampicante se sostenuta correttamente. Superb falling plant with the thousand red wine colored bellflowers. It has a remarkable lush bearing capable of filling any basket. Very nice also as a climbing plant if properly supported.


blossomzine.eu 39

2015

2014

2013

sfoglia tutti i numeri Autumn

NON PERDE RTI ALLERGIE

HAI GIÀ SCARICATO L’APP?

WWW.BLOSSOMZINE.EU

SEMPRE ONLINE


40 blossomzine.eu


blossomzine.eu 41

VISITA HOTEL & SPA

COTSWOLDS COUNTRYSIDE


42 blossomzine.eu


blossomzine.eu 43

{ Text and Photos Simonetta Chiarugi }

www.aboutgarden.it

simonettachiarugi@gmail.com

Barnsley House Occorrono passione, buon gusto e tanta cultura per creare giardini che lasciano un ricordo nel cuore e siano degni di essere ammirati. Rosemary Verey è stata una grande giardiniera che nel Cotswold, una delle più belle campagne inglesi, ha realizzato un piccolo giardino di 4 acri per accompagnare l’elegante dimora di Barnsley House. Lo stile Verey coniuga le forme austere e formali del passato con il tocco più romantico dei cottage garden. E’ stato uno dei più apprezzati e influenti negli anni ottanta e

novanta tanto che il Principe Carlo chiese la consulenza della progettista per il giardino di Highgrove. Il giardino di Barnsley House è diventato un’ icona, lo spazio è suddiviso in quadrati e sentieri che si ispirano ai modelli del XVII secolo. Uno degli interventi più apprezzati e fotografati del giardino primaverile è il tunnel di maggiociondolo che gioca sul contrasto della copiosa fioritura gialla con la sottostante profusione di allium porpora. L’ossatura risulta ben

It takes passion, good taste and a lot of culture to create gardens that leave a memory in your heart and are worthy of being admired. Rosemary Verey was a great gardener who in Cotswold, one of the most beautiful British countryside, created a 4-acre small garden to accompany the elegant dwelling of Barnsley House. The Verey style combines the austere and formal forms of the past with the romantic touch of the cottage garden, it was one of the more appreciated and influential in the eighties

and nineties so that Prince Charles asked the designer’s advice for Highgrove garden. The Barnsley House Garden became an icon, the space is divided into squares and trails inspired by the seventeenthcentury models. One of the most popular and photographed intervention in the spring garden is the laburnum tunnel that plays on the contrast between the abundant yellow flowering and the underlying profusion of purpura allium. The bone structure is clearly visible during the winter season that lays bare


44 blossomzine.eu IDEA CREATIVA ARS TOPIARIA

Albero: Parrotia persica Forma ornamentale: Pon pon

ALLESTIMENTO & NOLEGGIO Vi aspettiamo per una visita presso i nostri vivai di Carugo - Brianza per ammirare le colorazioni autunnali dei nostri esemplari Tel. 031 761714 Da cinque generazioni accompagniamo architetti, professionisti e privati nella fase progettuale e realizzativa dei loro giardini e terrazzi, fornendo loro consulenza tecnica e botanica.

Dal lunedĂŹ al sabato su appuntamento

Negli anni ci siamo poi specializzati su servizi di noleggio e installazioni temporanee, disponibili per aziende ed eventi privati.

www.cappellinipiante.it

Per potervi seguire al meglio chiediamo di prendere appuntamento con uno dei nostri esperti.


blossomzine.eu 45


46 blossomzine.eu

video sul canale


blossomzine.eu 47


48 blossomzine.eu


blossomzine.eu 49

visibile durante la stagione invernale che mette a nudo sentieri, topiari, siepi e dettagli architettonici ed evidenzia eventuali i cedimenti strutturali. La palette utilizza tutti i colori dell’arcobaleno durante la primavera e l’estate e cede il posto ai verdi, grigi e marroni nella brutta stagione. Barnsley House non è solo giardino, l’orto, o meglio il potager è stato ispirato dai grandi parterre di Villandry, suddiviso in aiuole geometriche delimitate da una bassa siepe di bosso risulta uno spazio in continuo cambiamento dove si

alternano le colture stagionali con gran profusione di ortaggi della grande famiglia delle Brassicaeae. Il lavoro di Rosemary Verey mostra come sia possibile mescolare frutta e verdura in maniera decorativa anche nella piccola superficie di un orto familiare. Rosemary Verney fino ad oltre gli ottant’anni scriveva libri e dava lezioni, è mancata nel 2001 e Barnsley House è ora un piccolo hotel di grande charme e il suo giardino è meta ambita di molti appassionati.

paths, topiaries, hedges and architectural details and highlights possible structural subsidences. The palette uses all the colors of the rainbow during spring and summer and gives way to greens, grays and browns in the bad season. Barnsley House is not only a garden, the vegetable garden, or better the potager was inspired by the great parterres of Villandry, it is divided into geometric beds bounded by a low box hedge and is a constantly changing space where seasonal crops alternate with great profusions of

vegetables of the large Brassicaeae family. The work of Rosemary Verey shows how to mix fruits and vegetables in a decorative manner even in the small area of a kitchen garden. Rosemary Verney until her eighties wrote books and gave lessons, she passed away in 2001, and Barnsley House is now a small, very charming hotel and its garden is a popular destination of many fans.


50 blossomzine.eu

Leggi tutte le storie di Peter

Ricrea lo stile del giardino di Beatrix

il suo mondo ha ispirato molte illustratrici


blossomzine.eu 51

{Text Lidia Zitara }

www.giardinaggioirregolare.com

gogolis@alice.it

Bea t Pott rix Boo er ks

Lasciati ispirare dal mondo di Beatrix Potter

Non molto conosciuta in Italia se non dagli anni Novanta in poi, Beatrix Potter rimane indelebilmente legata alla fama a cui la consegnarono i disegni dei suoi animali. “Un libro di conigli”, così venne definita dalla Frederick Warne & Co. la sua prima pubblicazione. Tuttavia i “libri di conigli” le diedero ben presto un’immensa popolarità e l’indipendenza che desiderava. Figlia di una famiglia non aristocratica ma di upper class, Beatrix fu una donna indipendente e mai spaventata di vivere da sola o senza figli. Quando l’amore della sua vita morì, rimase a lungo da sola, sposandosi in tarda età con un avvocato conosciuto nella zona di Hill Top Farm, dove aveva acquistato un cottage e

delle terre, sfidando la famiglia che la voleva ben accasata. Un volto da bambina e una figura minuta, occhi grandi, pronti alla sorpresa e una bocca sempre piegata al sorriso tradiscono uno spirito che non accettava il dogmatismo vittoriano e la società patriarcale. Femminista senza clamori, giardiniera per diletto, illustratrice botanica e naturalistica, tra i tanti meriti, Beatrix Potter ebbe anche il merito di acquistare delle terre per sottrarle alla speculazione edilizia, conservare una parte del Lake District e alla sua morte donare tutto al National Trust. Ve l’aspettavate, da una che ha scritto “libri di conigli”?

Not much known in Italy, at least not until the nineties onwards, Beatrix Potter remains indelibly linked to the fame earned from the drawings of her animals. “A book of rabbits”, that’s how her first publication was defined by Frederick Warne & Co.. Nevertheless, her “Books of rabbits” soon brought her immense popularity and the independence she desired. Daughter of a non aristocratic but upper class family, Beatrix was an independent and never scared to live alone or to remain childless. When the love of her life died, she lived alone for long time, marrying late in life to a lawyer known in the Hill Top

Farm area, where she had bought a cottage and some land, defying her family who wanted her to marry well. Her childlike face and small figure, big eyes ready to surprise and a mouth always bent to smile betrayed a spirit that did not accept dogmatism and the Victorian patriarchal society. Feminist without clamor, gardener for pleasure, botanical and naturalist illustrator, among many merits, Beatrix Potter also had the insight to buy properties to rescue them from speculation, to protect a part of the Lake District and, at her death, to give everything to the National Trust. Would you have expected that from someone who wrote a “books of rabbits”?


52 blossomzine.eu

Ricrea Hill Top il giardino di Beatrix

→

a pag 54


blossomzine.eu 53

{Text Lidia Zitara }

www.giardinaggioirregolare.com

gogolis@alice.it

Bea Pott trix gar er den Visitare Hill Top il giardino di Beatrix Potter

Il giardino di Beatrix Potter non ha delle particolari grazie, giochi di trame, di colore, di volumi. Non c’è nulla di sperimentale: Hill Top Farm vicino al villaggio di Sawrey nel Lake District è un cottage molto semplice e senza nessuna pretesa giardinicola. Solo avere un po’ di verdura, frutta e fiori, e rallegrare lo spirito. Forse è questa sua semplicità, questa purezza gentile a incantare i visitatori. Il National Trust ha conservato il giardino con tutta la meticolosità possibile, dato che Potter non lasciò alcun appunto. Rifacendosi ai disegni e ai bozzetti, sia la casa che il giardino, l’orto e il paesaggio circostante,

sembrano saltar fuori da un disegno di Beatrix, animati, carichi di tanta forza vitale da cederla ai disegni e renderli vivi. La trappola è dietro l’angolo quando si conservano beni posseduti da personaggi celebri: esagerare con i riferimenti e trasformare giardino e paesaggio in una cartolina.

The garden of Beatrix Potter is one of special graces, with plays of textures, colors and volumes. There is nothing experimental: Hill Top Farm, near the village of Sawrey in the Lakes District, is a cottage garden with no garden pretences, having just some vegetables, fruits and flowers simple things that will cheer the spirit.

vegetable garden and the surrounding landscape look as if they have jumped out from one of her life-like drawings.

Perhaps it’s this simplicity, this gentle purity that enchants visitors.

At Hill Top that doesn’t happen.

There is a trap to avoid when caring for a property owned by celebrities: to overdo it with references can transform the garden and landscape into a two-dimensional postcard.

A Hill Top non succede. Beatrix visse in maniera modesta e lavorò sempre durante l’arco di tutta la sua vita. Ed è il paziente lavoro quotidiano che si respira a Hill Top, non smancerie e carinerie posticce. Il giardino era per Beatrix Potter soprattutto un modo per avvicinare le tante creature che amava.

The National Trust has been meticulous in keeping this garden, since Potter left no written instructions. Referring only to her drawings and sketches, both the house and the garden, including the

Beatrix lived modestly and kept working her whole life and this patient daily work still reigns in Hill Top, with no fuss or fake niceties. The garden was for Beatrix Potter mainly a way to invite the many creatures she loved to come closer in.


54 blossomzine.eu

x i r t a e B r e t t o P style

Cesto in legno e ferro

il giardino coperto serra Clyo design

great Dixter/ Christopher Lloyd Trowe

secchio carbone all’Origine


blossomzine.eu 55

Rose Gloves Floral Seed Tin

Terrecotte Venturi Vasco rabarbaro

green Fingers Mug

Clyo design


56 blossomzine.eu


blossomzine.eu 57

GARDEN CENTER

RICHMOND-UPON-THAMES

{Text and Photos

Dana Frigerio

}

www.blossomzine.eu/blog/

blog@blossomzine.eu

Petersham Nurseries

7 buoni motivi per visitare il vivaio 7 buoni motivi per visitare il vivaio Petersham Nurseries che si trova a Richmond, prendendovi una giornata di relax in mezzo al verde. • Facilissimo da raggiungere dista una quarantina di minuti

dal centro di Londra, si prende la metropolitana, linea verde, fino al capolinea di Richmond e poi con un taxi o con il bus n°65 fino al vivaio.

7 good reasons to visit Petersham Nursery, located in Richmond, and take a relaxing day to immerse yourself in a green oasis.

• Petersham Nurseries è un posto magico!! uno spettacolo sia per gli occhi che per il palato.

• Easy to reach, it is about forty minutes away from central London. Take the metro, the Green

line, until the last stop at Richmond and then a taxi or Bus 65 to reach the nursery. • Petersham nursery is a magical place!! A spectacle for the eyes and the palate. There is a café and a restaurant, always overbooked both for lunch


58 blossomzine.eu


blossomzine.eu 59

Vi è una caffetteria e un ristorante, sempre overbooked sia al mezzogiorno che alla sera. • All’interno delle serre vintage in ferro ci si perde tra fiori e piante e

fascinosi mobili antichi da giardino e oggetti per la casa molto chic. • Le serre del ristorante sono meravigliosamente arredate con quello stile esotico tra India e stile coloniale tipico degli inglesi; molto

and in the evening. • Inside the vintage iron greenhouses you’ll get lost among flowers, plants, fascinating antique garden furniture and objects for a very chic home.

• The restaurant greenhouses are beautifully decorated with that exotic style that’s in-between India and the English typical colonial style; the very evocative clay floor in the restaurant floor is a utopia in Italy.


60 blossomzine.eu


blossomzine.eu 61

GARDEN CENTER

RESTAURANT & CAFE

video sul canale


62 blossomzine.eu

• Selezione di varieta’ ampiamente testate per l’esterno

• Fioritura abbondante

sia in autunno che in inverno

• Facili da coltivare e curare

Leo Gianfranco deuth Europe Area Manager

So

Per maggiori informazioni e consigli di coltivazione per la Ciclamini ‘Veranda Selections’, Vi preghiamo di contattare Gianfranco de Leo, Area Manager South Europe. Tel: 340 8451418, mail: gdeleo@schoneveld.nl. http://cyclamen-superserie.com/it/veranda-selections/

PROSSIMAMENTE!

Ciclamini Veranda Selections: lasciatevi ispirare dal meglio dei ciclamini per l’esterno!


blossomzine.eu 63

suggestivo il pavimento del ristorante in terra battuta, un’utopia in Italia. • Il vivaio ha una bella selezione di piante e fiori, oltre che fiori recisi per magnifici bouquet. • Nella serra dei fiori, il Sig. Tom Broom il fiorista e Horticultural

manager del vivaio Petersham vi affascinerà con le sue creazioni fiorite, se vorrete potrete anche inscrivervi ai molti corsi che tengono. • Vi innamorerete subito del luogo e vorrete ricrearlo anche in Italia!

• The nursery has a nice selection of plants and flowers, as well as cut flowers for beautiful bouquets.

will want to also enroll in the many workshops held there.

• You’ll fall in love with the place and immediately • In the flower greenhouse, you’ll want to re-create it Mr. Tom Broom, florist in Italy! and horticultural manager of Petersham Nursery, will charm you with his flowery creations, and you


64 blossomzine.eu


blossomzine.eu 65

{ Text and Photos

Rona Wheeldon

}

http://flowerona.com/

info@flowerona.com

Flowerona blog and workshops Flowerona è un blog di ispirazione floreale pluripremiato, un profilo di Instagram con oltre 20.000 followers, un canale di YouTube e non ultimo un business workshops per fioristi. Rona come hai sviluppato tutti questi progetti in così poco tempo? E sì, a volte è davvero una sfida destreggiarsi in tutto questo! Come spesso succede, all’inizio ho aperto un semplice blog, attivo ormai da cinque anni, e poi la mia idea di piattaforma multimediale si è concretizzata e focalizzata e mi ha portato ad aprire anche un profilo di Instagram e di You Tube. Invece i Workshops di

Flowerona sono nati dopo una lunga chiacchierata con la mia amica Fiona Humberstone, di The Brand Stylist. Abbiamo intuito che anche gli operatori del settore verde, come i fioristi, potevano avvalersi delle nostre competenze in social media marketing per far crescere la loro attività. Ed ecco che nel 2014 è nato a Londra il primo corso di Social Media per fioristi. Parlaci dei Workshop. Prima di aprire il mio blog ho lavorato in una società come trainer aziendale, invece Fiona ha sempre tenuto corsi e workshop in passato. Abbiamo poi passato molto tempo a lavorare sui contenuti dei workshop. Una nota divertente, attraverso

Flowerona is a multiaward-winning flower-inspired blog. You have over 20,000 followers on Instagram, run business workshops for florists and have a YouTube channel with lots of videos. How have you developed all these projects at the same time? I’ve been running Flowerona for over five years now, starting initially with the blog. I then set up an Instagram account. Being such a visual social media platform, I realised early on that it was definitely one I should concentrate building a following on. The Flowerona Workshops came about

after a conversation with a very good friend, Fiona Humberstone, The Brand Stylist. We could see how florists could really benefit from learning how to use social media effectively as a marketing tool to grow their businesses. So, we decided to run our first workshop, Social Media for Florists, in London in July 2014. Then a couple of years ago, I set up my YouTube channel. And yes, it is sometimes a challenge to juggle everything! How did the Flowerona Workshops begin? Prior to Flowerona, I worked in the corporate world as a trainer. And Fiona had run workshops in the past. I found the venue and Fiona found the


66 blossomzine.eu

http://orticolario.it/

http://orticolario.it/


blossomzine.eu 67

www.instagram.com/flowerona www.flowerona.com/workshops www.thebrand-stylist.com www.youtube.com/user/RonaWheeldon

Instagram ho trovato una location perfetta dove tenere i corsi e Fiona invece ha trovato il servizio di catering. I feedback dei partecipanti sono stati a dir poco entusiastici e ora siamo arrivati al quinto corso di Social Media per fioristi, che si terrà a Londra a settembre, e asiamo anche al secondo corso di Branding for florist, ovvero come promuovere

l’attività di fiorista attraverso lo stile e l’identità dell’azienda. Come si evolverà il blog nel 2016/7 ? che progetti hai? Indubbiamente continuerò a scrivere cinque post a settimana per il blog. Ma ho tra le mani un progetto molto speciale… e spero di rivelarvi i dettagli molto presto!

caterer, via Instagram! We then spent a long time working on the workshop content. We were so thrilled by the feedback from the florists who attended! We’ll be running our fifth Social Media for Florists workshop in London in September, together with our second Branding for Florists workshop.

How will your blog evolve in 2016/7 ? Have you got any new projects lined up? I’ll be continuing to write a minimum of five blogs a week. And I have a very special project, which I’m currently working on and I hope to reveal the details very soon!


68 blossomzine.eu

{Photos

Dana Frigerio

}

www.blossomzine.eu/blog/

blog@blossomzine.eu

Intervista di Giulio Baistrocchi a Roger Phillips, autore inglese di una serie di libri sul riconoscimento delle piante da giardino: perenni, rose, bulbi, funghi, alberi e arbusti.

Eccleston Square garden Coltivato come orto fino al 19° secolo, oggi il giardino di Eccleston Square, in pieno centro a Londra, è un community garden di ben tre acri, riservato esclusivamente ai residenti che vivono nelle case georgiane costruite intorno alla piazza.

Ricco di rare rose, alberi e arbusti insoliti è curato da Roger Phillips esperto di rose e autore di libri bestseller tradotti in tutto il mondo.

Interview by Giulio Baistrocchi to Roger Phillips, English, author of a series of books concerning the recognition of garden plants: perennials, roses, Il giardino é una bulbs, mushrooms, trees, collezione enorme di shrubs. piante rare, com’é riuscito Cultivated as a vegetable ad integrarle in questo garden since the

19th century, today the Eccleston Square Garden, in the very center of London, is a community garden of three acres, exclusively reserved to the residents living in the Georgian houses built around the square. Rich of rare roses, unusual trees and


blossomzine.eu 69

COMMUNITY GARDEN LONDON

giardino semipubblico? Nel lontano 1980 avevo già pubblicato quattro libri, quando la Comissione di Eccleston Square Garden mi diede l’incarico di curare il loro parco. Pensavo che l’avrei fatto solo per qualche anno, ma come spesso accade con il volontariato, all’età di 84 anni sono ancora qui. Quando iniziai a occuparmi di questo giardino era un tipico esempio di giardino del dopoguerra coltivato ad orto, vi

erano molti arbusti di Aucuba japonica e euonymus che ben presto sradicammo per inserire altre piante più interessanti. Non é stata un’avventura facile, all’inizio del mio mandato, per esempio, eliminai dei vecchi e malridotti lillá e… ci furono subito delle lamentele. Spiegai alla comunità che ne avrei piantati di varietà migliori e che ci voleva solo pazienza, e dopo due anni erano totalmente soddisfatti

shrubs, it is taken care by Roger Phillips, expert on roses and author of bestselling books translated worldwide.

but, as it often happens when volunteering, I’m 84 year old and I’m still here. When I first began to take care of this garden The garden is an it was a typical example enormous collection of of post-war garden rare plants, how di you cultivated as vegetable make it to integrate garden, there were them in this semi-public many bushes of japonica garden? Aucuba and Euonymus that we soon uprooted In 1980 I had already to introduce other more published four books, interesting plants. when the Eccleston It wasn’t an easy Square Garden adventure, at the Commission gave me the beginning of my task to take care of their mandate, for example, park. I thought I would I eliminated some old do it just for a few years, and battered lilac and...


70 blossomzine.eu


Clianthus puniceus

Roger Phillips

blossomzine.eu 71

Echium pininana


72 blossomzine.eu


blossomzine.eu 73

dei miei cambiamenti. Le fioriture a Eccleston Square Garden sono a scalare durante tutto l’anno, dalle mimose alle fioriture di una vasta collezione di camelie, di peonie e di arbusti, ormai diventati alberi, di Ceanothus in oltre 40 differenti varietà. Negli anni ho inserito alcune piante di Cordyline australis, che ben si sono adattate al clima di Londra e piante tropicali di Clianthus puniceus, il tutto ovviamente intercalato dalla fioritura della mia collezione di rose rare. E il riconoscimento è arrivato, non solo dai residenti, ma anche dalla London Garden Society con un Premio nel 2011. Come é riuscito a inglobare la comunità locale nel progetto? Devo dire che la comunità é sempre stata molto unita. Nel 1987 una tempesta abbatté i grandi platani del giardino. Io iniziai subito a lavorare di mattina presto e verso sera c’erano più di sessanta persone ad aiutare a segare rami; ci vollero settimane a ripulire tutto. Il cosidetto incidente é stato il passo

evolutivo necessario per la maturitá di questo giardino che é stato un centro di sperimentazione per molte piante.

there were complaints, immediately! I explained to the community that I was going to plant better varieties and that patience was required, eventually, after two Quanto il giardino ha years, they were totally favorito i libri e quindi satisfied with my quanto i libri hanno changes. arrichito di speci rare il Blooms in Eccleston giardino? Square Garden happen throughout the year, Quella che sembrava from mimosas to blooms una tragedia, la grande of a large collection of tempesta del 1987, camellias, peonies and divenne una manna dal shrubs, now become cielo, il parco era più Ceanothus trees, in over luminoso! Mi permise 40 different varieties. di piantare rosai antichi Over the years I added che sarebbero stati poi some Cordyline australis i protagonisti del mio plants, which have well futuro libro sulle rose integrated to the climate e arbusti semi tropicali of London, and tropical di Erythrina cristaClianthus puniceus galli, Feijoa selloviana, plants, obviously Jacaranda mimosifolia e all intercalated by Metrosideros Excelsa. the flowering of my collection of rare roses. Un altro esempio sono And the recognition gli Echium pininana, una arrived, not only by the pianta originaria delle residents but also by the Isole Canarie, che provai London Garden Society, in diverse riprese negli with a Prize in 2011. ultimi dieci anni e che ora si è naturalizzata. How did you manage to involve the local ll giardinaggio é la community in the prova vivente che il project? cambiamento climatico é una realtá, piante I must say that the che una volta non community has always resistevano alle basse been very united. In temperature adesso sono 1987 a storm brought praticamente infestanti. down the big plane trees of the garden. I immediately began to work early in the morning and in the

evening there were more than sixty people to help sawing branches, it took weeks to clean everything up. The accident was the so-called evolutionary step necessary for the maturity of this garden that was a test center for many plants. How much has the garden favored your books and then how much did books enrich of rare species the garden? What appeared like a tragedy, the great storm of 1987, became a godsend, the park was brighter! It allowed me to plant ancient roses which later became the protagonists of my book on roses, and semi-tropical shrubs of Erythrina cristagalli, Feijoa selloviana, Jacaranda mimosifolia and Metrosideros Excelsa. Another example are the Echium pininana, a plant native to the Canary Islands, that I tried to make grow several times in the last ten years and which eventually got naturalized. Gardening is the living proof that climate change is a reality, plants that once could not stand low temperatures are now pretty much weed.


74 blossomzine.eu

L’Occitane Garden Designed by James Basson


blossomzine.eu 75

CHELS EA FLOWE R SHOW

{Text and Photos

Dana Frigerio

}

www.blossomzine.eu/blog/

blog@blossomzine.eu

Chelsea flower show Come posso spiegarvi il Chelsea Flowers Show se non ci siete mai stati? Energia pura! e comunque difficilmente replicabile in Italia, perché? Perchè è una manifestazione che ha più di cento anni, perché agli inglesi piacciono i giardini e i fiori, perche sono sempre più appassionati di orto, perché ci investono

molti soldi, perché ormai è una macchina che gira alla velocità della luce. Manifestazione famosissima a livello mondiale, arrivano da tutto il mondo per visitarla e per partecipare con un giardino, con un rimbalzo mediatico di fotografie, articoli e notizie che durante la settimana in cui si svolge, a maggio, arriva

How can I explain to you the Chelsea Flower Show if you’ve never been there? It’s pure energy! It’s also difficult to replicate in Italy...but why? Because it is an event that is over a hundred years old, because British people like gardens and flowers, because they more and more also love vegetable gardens, because they invest a lot of money in them, because ‘Chelsea’ is

now a car that runs at the speed of the light. It’s a famous event, and people from all over the world come to visit the Show and to design and build a garden. The media is so full of photographs, articles and news that, during the week in which it takes place in May, it ends up saturating both social networks such as facebook, twitter and instagram and the more


76 blossomzine.eu

RICREARE UN PAESAGGIO a saturare sia i social come facebook, twitter e instagram sia i canali più tradizionali come la televisione e la radio. Io sono andata al lunedì, che è il giorno stabilito

per la stampa, dove giornalisti e fotografi sembrano assatanati; la Press Tent, la tenda dei giornalisti è bellissima, wifi libero, enormi tavoli con persone che scaricano sui loro

traditional channels of television and radio. I went on the Monday, which is the day set aside for the press, and when journalists and photographers act as if

they are possessed. The Press Tent is beautiful with free wifi, huge tables packed with people downloading on their laptops the photographs that they publish directly in online magazines, and


blossomzine.eu 77

The M&G Garden Designed by Cleve West

portatili le fotografie da mandare in diretta alle testate online, caffè gratis e armadietti per lasciare borse cariche di obbiettivi e cavalletti. Si incontrano giornalisti e fotografi da tutto il

mondo, si fanno nuove amicizie e si rinforzano quelle dell’anno prima. Elettrizzante. Il tutto fino alle tre del pomeriggio, perché poi bisogna uscire, solo pochi eletti vi possono rimanere,

there’s free coffee and lockers for leaving bags full of lenses and tripods. Journalists and photographers from all around the world meet there, new acquaintances

are made and old friendships are reinforced. It’s electrifying, at least until 3 p.m., when most people have to leave, as only a selected few ones may remain. Why? Because Her Majesty


78 blossomzine.eu

PALETTE COLORI SCURI


blossomzine.eu 79

The Winton Beauty of Mathematics Garden Designed by Nick Bailey


80 blossomzine.eu

GIARDINO ARIDO


blossomzine.eu 81

VICITO R SHOW E BEST GARDE N GOLD M EDAL WINNE R

The Telegraph Garden Designed by Andy Sturgeon


82 blossomzine.eu


blossomzine.eu 83

L’EVOLUZIONE DELL’ENGLISH GARDEN

The Chelsea Barracks Garden Designed by Jo Thompson


84 blossomzine.eu

perché? Perchè arriva Her Majesty la Regina Elisabetta II, che con i suoi completini color pastello visita tutto il Parco del Royal Hospital dove appunto si svolge il Chelsea, visita i vari giardini in concorso, i vivai con le loro eccellenze all’interno del Great Pavilion, e stringe le mani ai vincitori dei vari premi assegnati. Il martedì il Chelsea Flowers Show apre ai membri della Royal Horticultural Society (RHS) e .. già non si riesce più a visitare, tantissime le persone presenti, e dal giorno dopo apre al pubblico, un vero delirio, in totale quest’anno sono passati 161,000 visitatori. Perchè tutto questo interesse per i fiori e i giardini, perché in effetti la manifestazione è davvero speciale e unica. I molti giardini in concorso, infatti il Chelsea Flower Show è suddiviso in varie sezioni e categorie, offrono spunti e idee nuove per professionisti come, progettisti, vivaisti e giardinieri, ma anche per tutte le altre persone appassionate di piante.

The Husqvarna Garden Designed by Charlie Albone

I giardini in concorso si possono solo vedere dall’esterno, sono recintati, come belissimi set teatrali, sono solo da

guardare e ammirare, ma vengono distribuiti volantini con le piante e le essenze utilizzate, e creano la voglia di ricreare un pezzettino di Chelsea a casa nostra. Tanti di questi giardini vengono poi donati ad associazioni benefiche od ospedali, o molto più semplicemente venduti a facoltosi clienti inglesi e non. Negli ultimi anni si assiste sempre di più al giardino NON giardino, ovvero alla creazione di un “pezzo” di paesaggio, tanto caro agli inglesi, che assomiglia alla natura e che non sembra invece progettato e studiato. Affascinanti angoli di bosco, paesaggi da rigogliosa campagna inglese, assolata campagna francese e aridi angoli da Sierra Madre, vengono proposti e apprezzati. Tutta la città è in subbuglio, a partire dall’elegante quartiere londinese del Chelsea che si trasforma in una sola notte e il lunedi mattina le vetrine dei negozi sono addobbate con fiori e installazioni creative di ogni genere. Spero di avervi incuriositi e magari l’anno prossimo di vedervi a Londra.


blossomzine.eu 85

Queen Elizabeth II arrives and, wearing her traditional pastel color outfit, visits the Royal Hospital Park where the Chelsea Flower Show takes place. She sees all the gardens in the competition, the nurseries with their excellent displays inside the Great Pavilion, and she shakes hands with the winners of the various awarded prizes. On the Tuesday, the Chelsea Flower Show opens to members of the Royal Horticultural Society (RHS) and… it already becomes difficult to visit the show, due to the huge crowd. The next day it opens to the public, and then it really gets frenzied; this year there were 161,000 visitors in total. Why all this interest in flowers and gardens? Actually because this event is really special and unique. The many competition gardens (the Chelsea Flower Show is divided into various sections and categories) offer inspiration and new ideas to professionals such as designers, nursery people and gardeners, but also for all other people who are passionate of plants. The competition gardens are only visible from outside. They are fenced off, like some magnificent

theatrical sets, and may only be looked at and admired from a distance. But flyers with the details of the plants and materials used are handed out, and give rise to the desire to recreate a piece of ‘Chelsea’ at home. Many of these show gardens are then donated to charitable associations or hospitals, or more simply sold to wealthy clients, including both English and international visitors. In recent years, we are seeing more and more gardens that are NOT really gardens, but more the creation of a “piece” of landscape, so dear to the British. These ‘gardens’ look like nature and do not seem designed and studied. Enchanting forest corners, English countryside lush landscapes, the sunny French countryside and arid corners of the Sierra Madre are created and appreciated. The whole city is in a flower frenzy, starting from the elegant London district of Chelsea that in just one night transforms itself, with shop windows featuring flower decorations and creative installations of all kinds on the Monday morning. I hope I have intrigued you enough to see you in London next year. Royal Bank of Canada Garden Designed by Hugo Bugg


86 blossomzine.eu

NUOVI EPISODI SU

CHANNEL Ogni settimana troverete video tutorial con consigli su come realizzare decorazioni floreali, ricette di cucina con le erbe, e diverse tecniche di coltivazione, il tutto condito ‌ con spensieratezza !

2 ladies in giardino con spensieratezza

N 14 Autumn 2016 Blossom zine  

England special issue / inspired by Beatrix Potter / RHS Chelsea Flower Show / DIY TAG garden/ giardinaggio