Page 1

una foresta tropicale

| una giungla estiva

EDITION #21 Summer 2018 italian/english

Cover

ANA BELTRĂ

Creative people

rova cerca & tio ne z ispira tate es a tu per la

corsi online shop etnico Schede da scaricare download

galline avocado Pilea peperomioides salvie decor terrarium

Get Inspired abstract jungle for summer tropical & jungle / summer edition


2 blossomzine.eu

#21 Summer issue 2018

GIUNGLA ASTRATTA

Ph. Ana Beltrá, Giulia Tosi, Julieta Tello, Folia_Folia, Valeria Piludu, Arthur Parkinson, Claire Victoria Bowen, Emma Sibley

INSUNSIT

The Pottery Gardener

Design Junkie

Direttore responsabile / Founder & Editor in Chief Dana Frigerio Redattori/Contributors Ana Beltrá Claire Victoria Bowen Simonetta Chiarugi Cristina Colli folia_folia Alex Harley Daniela Katia Lefosse Marangella Anna Arthur Parkinson Valeria Piludu Emma Sibley Julieta Tello Giulia Tosi Matteo Ragni Art direction & layout Dana Frigerio e Linda Spiller

Rosa e Turchese

Traduzioni/Translation Cristiana Chiarugi

folia_folia

Copertina/Cover Ana Beltrá font: thanks to Billy Argel, Kimberly Geswein, Yomyfred production 2005, Brownfox London terrariums Honeysuckle and Hilda

www.blossomzine.eu

DOWNLOAD ISSUE ON DEMAND

Alcune foto o immagini presenti attualmente nella rivista sono situate su internet e costituite da materiale largamente diffuso e ritenuto di pubblico dominio. Su tali foto ed immagini il sito non detiene, quindi, alcun diritto d’autore e non è intenzione dell’autore del sito di appropriarsi indebitamente di immagini di proprietà altrui, pertanto, se detenete il copyright di qualsiasi foto, immagine o oggetto

presente, oggi ed in futuro, su questa rivista, o per qualsiasi problema riguardante il Diritto d’Autore, inviate subito una e-mail all’indirizzo info@blossomzine.eu indicando i vs. dati e le immagini in oggetto così che si possa risolvere rapidamente il problema (ad esempio, con l’inserimento, gratuito e permanente, del nome dell’autore), oppure rimuovere definitivamente la foto (o altro).

contact us

direttore@blossomzine.eu

Blossom zine è una Testata giornalistica Autorizzazione n°103 del 3 aprile 2013 Tribunale di Milano.


blossomzine.eu 3

BATTERY POWER. MADE BY STIHL. Superare ogni sfida.

Leggera, silenziosa e potente. La nostra nuova linea a batteria STIHL COMPACT garantisce affidabilitĂ e maneggevolezza quando si tratta di prendersi cura del vostro giardino, non importa quanto sia impegnativa la sfida.

Disponibile solo dai Rivenditori Specializzati: www.stihl.it


4 blossomzine.eu

Amo il caos, l’entropia e il disordine


blossomzine.eu 5

{

Text and Photos Ana Beltrá

}

www.anabeltra.com

ana@anabeltra.com

www.instagram.com/anabeltra

una giungla astratta Qual è il tuo rapporto con la giungla? E intendo la giungla vera (ho letto che ne hai attraversata una) e non quella delle tue opere. La natura è sempre stata una fonte di ispirazione nel mio lavoro. Fin dal mio primo dipinto ho percepito la natura come il mondo in cui le mie domande potevano trovare

risposta. E poi ho fatto un passo in avanti quando ho viaggiato per il mondo per dieci mesi con il mio compagno. In quel viaggio eravamo immersi nella natura. Abbiamo attraversato così tanti ambienti naturali diversi uno dall’altro e fra questi vere e proprie giungle. Senza un sentiero, una guida o una mappa di alcun tipo, neanche il

What is your relationship with the jungle? And I mean the real jungle (I read that you went through one) and not the one that is in your works. Nature, has always been a source of inspiration in my work. Since the first time I began to paint I felt nature as the world where my questions could find answers.

And then I took a step forward when I traveled around the world for ten months with my partner. In that journey we were immersed into nature. We traveled across so many different natural environments and some of them were pure jungle. With no path, nor guide or map of any kind (GPS included). I had very intense


6 blossomzine.eu

GPS li trovava. Ho fatto esperienze molto intense in alcuni di quei posti, specialmente nel Borneo. Mi é capitato di perdermi nel bel mezzo di una giungla e mi son sentita molto triste ma allo stesso tempo molto fortunata. Molta bellezza mi circondava, potevo ascoltare il suono della purezza... E ho sentito di esserne parte, ma ero anche molto fragile.

La giungla ti mette in uno stato mentale molto attivo. Sono tornata con un bagaglio di riflessioni su quanto sia potente il contatto con la natura pura e con un paio di lezioni fondamentali per l’essere umano sul pianeta terra. E dopo quel viaggio, ho vissuto l’avventura della maternità. Questa è un’altra storia intensa che mi ha portata a creare nuovi dipinti, espressione di tutti i sentimenti che nutrivo in me. Amo il caos, l’entropia

experiences in some of those places, in Borneo especially. I got lost in the middle of a jungle and I felt very miserable but very blessed at the same time.

I came back with lots of reflections about how powerful the contact with pure nature is and with a couple of master lessons about being a human on the planet earth.

So much beauty surrounded me, I could listen to the sound of the pureness… And in a way I felt I was part of it, but I also felt very fragile.

And after that trip, I experienced the adventure of motherhood. Which is another intense story, and led me to create new paintings that were the expression of all the feelings I had inside of me. I love chaos, entropy and the nature’s disorder to build my artworks.

The jungle puts you in a very awake state of mind.


feeling very fragile

e il disordine della natura per costruire le mie opere. Ho dipinto combinando gli strati senza un ordine, nell’avvicinarmi alla tela bianca ho seguito gli insegnamenti della natura. Recentemente nelle mie opere, la discussione è diventata più globale e più incentrata sul bisogno di natura che i cittadini hanno per sentirsi meglio e per vivere in armonia. Durante gli ultimi anni ho cercato di esprimere

la disconnessione tra le persone e la natura, e l’importanza di sentire la natura vicino a noi: un parco, un giardino, un frutteto di cui prendersi cura… per sentirsi meglio e per trovare pace mentale. Come spieghi il tuo stile tra pittura, grafica e scenografia? E qual è stata la tua carriera artistica? Dal momento che lavoro anche come graphic designer, penso che il design sia una risorsa

www.instagram.com/anabeltra

I painted by combining layers in no order, when approaching to a white canvas I followed the nature’s way. Now, in my recent artworks the discussion got more global and more focused on how citizens need nature in order to feel better and live in harmony. During the last years I tried to express the disconnected relationship between people and nature is;

blossomzine.eu 7

how important it is to feel nature close to us: a park, a garden, an orchard to take care of… to feel better and keep our minds in peace. How do you explain your style between painting, graphics and set designing? And what was your artistic career? Since I also work as graphic designer I think design is a very helpful resource for finding out and defining where I want to go in my

who’s next? maybe you... email me


8 blossomzine.eu

murales urbano Planeta Plantástico, Mural de inclusión social. LPA. 2017

molto utile per scoprire e definire i miei obiettivi quando dipingo e per trovare le figure e gli strati da usare. Ogni collezione che creo proviene da una ricerca e selezione di immagini che elaboro per renderle mie. Per quanto riguarda la mia carriera artistica ho studiato belle arti all’Università di Barcellona, ho finito la mia laurea a Bologna

e ho continuato con un master a Milano. Parlaci del tuo ultimo progetto sociale PLANETA PLANTÁSTICO (lo adoro). Planeta Plantástico è un progetto sociale promosso da DISA GROUP (un’azienda Diesel) per dipingere un grande murale con un gruppo di adulti disabili.

paintings and for coming up with the figures and layers that I put on. Every collection that I create comes from a research and selection of images that I ‘disarm’ to make them mine. Regarding my artistic career I studied fine arts at the University of Barcelona, finished up my degree in Bologna (Italy) and continued with a master in the city of Milan.

Tell us about your latest Social project PLANETA PLANTÁSTICO (I love it). Planeta Plantástico is a social project promoted by DISA GROUP (a diesel company) to paint a big mural with a group of disabled adults. That was a very beautiful experience that gave me the chance to meet this very special group of people.


blossomzine.eu 9

È stata un’esperienza bellissima che mi ha dato la possibilità di incontrare questo gruppo di persone molto speciali. Abbiamo passato due mesi a dipingere un muro e l’esperienza è stata bellissima. Dipingevano ogni giorno all’aria aperta con altre persone, dimenticando le loro difficoltà per un paio d’ore, è stato davvero bello vederli divertirsi.

Per me è stato un grande regalo vedere in prima persona quanto possono essere bravi. Ora sto preparando una nuova mostra in una nota galleria d’arte della mia città. La collezione si chiama Abyssal. La penombra è il punto di partenza da cui provo a fare nuove esperienze e a trovare nuovi modi per avvicinarmi alla natura, ma al buio.

We spent two months painting a wall and we enjoyed very much the experience. The only fact of painting every day in the open air with other people, forgetting their difficulties for a couple of hours, it’s been really nice to see them having fun. For me it’s been a big gift to see first hand how

good they can be. Now, I am preparing a new incoming exhibition in a very well known art gallery in my own town. The collection is called Abyssal. The penumbra is the starting point from which I try to make new experiences and find new ways to approach nature from the dark.


10 blossomzine.eu

etnic boho style

{

Text and Photos Julieta Tello

}

www.design-junkie.com

julieta@design-junkie.com

Welcome to Design Junkie, my nomadic bohemian space Quando hai cominciato a girare per il mondo in cerca di tessuti e oggetti esotici? Mi sono occupata di marketing per grandi aziende per molti anni, ma avevo bisogno di una nuova sfida, di qualcosa che potesse soddisfare il

mio amore per i viaggi e per l’esplorazione di nuove culture e poi volevo fare un lavoro piÚ significativo. Ho fondato Design Junkie nel Gennaio 2016. Credo nel marketing a buon fine. Sapevo di voler creare

When did you start looking around the world for exotic fabrics and objects? I worked for many years in marketing for huge corporate companies but I needed a new challenge, something that stirred my love for

travels and new cultures exploration, I wanted to do something more meaningful on the professional point of view. I started Design Junkie in January 2016. I believe in marketing with a good purpose.


blossomzine.eu 11

www.instagram.com/design.junkie

un business sostenibile che non solo generasse profitti, ma che avesse anche un impatto positivo sul nostro mondo. Il mio concept è di restituire qualcosa agli artigiani che producono questi incredibili tessuti e cesti.

Cosa vuoi raccontare della realtà artigianale che hai visto nei tuoi viaggi? L’arte della produzione artigianale è stata tramandata di generazione in generazione per centinaia di anni.

I knew I wanted to create a sustainable business that not only generated profits but that also impacted positively on our world. My concept is to give something back to the artisans who produce these incredible textiles and baskets.

What would you like to tell about the craft reality that you’ve seen in your travels? The art of handmade production was passed down from generation to generation stretching back hundreds of years. It used to represent the


12 blossomzine.eu

SHOP ONLINE

Rappresentava la trasmissione di una conoscenza intricata e di tecniche molto qualificate da parte degli artigiani (uomini e donne) ai loro apprendisti. Tuttavia, il mondo industrializzato sta rendendo sempre piĂš ridondante la competenza artigianale, le nuove generazioni vengono emarginate da una domanda scarsa e da salari bassi mentre la produzione di massa incombe sui mestieri antichi. I restanti artigiani stanno diventando piĂš rari e anche difficili da scovare, spesso risiedono in aree remote

e impervie dei loro paesi. handing down of an intricate knowledge and Come supporti questi very skilled techniques artigiani e come li aiuti from crafts men a preservare le loro and women to their tecniche e i loro metodi apprentices. However, di lavoro tradizionali? the industrialized world is making handcrafted Attraverso Instagram expertise increasingly spero di poter offrire redundant, newer a queste persone di generations are being talento straordinario marginalized by lower la piattaforma per demand and wages mantenere i loro as mass production valori di produzione hangs over the ancient tradizionali, handcrafts. assicurandomi che le loro competenze The remaining crafts vengano apprezzate e i men and women are loro prodotti acquistati becoming rarer to find, da una clientela often based in remote mondiale. Spero anche areas of their countries di poter ispirare altre they are difficult to persone a seguire il mio reach. esempio e ad amplificare la causa degli artigiani di How do you support these

artisans and help them preserve their techniques and traditional work methods? Through Instagram I hope I can give these amazingly talented people the platform to maintain their traditional production values, by ensuring that their skills are appreciated and their products purchased by a worldwide clientele. I also hope I can inspire others to follow my example and amplify the cause of artisans around the world whose voices are being increasingly silenced by the industrial production.


blossomzine.eu 13

tutto il mondo le cui voci sono sempre più messe a tacere dalla produzione industriale. Il movimento ’slow fashion’ sta contribuendo a pubblicizzare la causa, educando a rivalutare l’abbigliamento fatto a mano e i metodi di produzione tradizionali, evitando i beni prodotti in serie e favorendo una connessione più significativa delle persone con ciò che indossano. Spero che una filosofia simile venga adottata anche per gli oggetti per la casa. Le persone possono acquistare per le loro dimore accessori dotati di storie e culture

affascinanti e, cosa ancora più importante, possono dare qualcosa a quegli artigiani che, faticosamente ma amorevolmente, hanno prodotto quegli oggetti a migliaia di chilometri di distanza. La tessitura è una delle tradizioni più antiche del mondo. Ha più di 2000 anni. I tessuti svolgono un ruolo importante nella comunicazione, poiché sono un linguaggio a parte. La mia speranza è quella di mantenere vive queste tradizioni tessili e di far sì che il mondo arrivi a conoscere straordinari artigiani di tutto il mondo.

The slow fashion movement is helping to publicize the cause, by educating followers to value handmade clothing and its traditional production methods, eschewing mass-produced goods in favour of a more meaningful connection of people with what they wear. I hope a similar philosophy transfers to homeware as well. People could accessorise their homes with pieces endowed with fascinating stories and cultures and, more importantly, they can give something to the artisans who, painstakingly but

lovingly, produced those items thousands of miles away. Weaving is one of the oldest traditions in the world. It has more than 2000 years. Textiles play an important part in communication, as they are a language of their own. My hope to is to keep these textile traditions alive and to make sure the world gets to know about amazing artisans from all corners of the globe.


14 blossomzine.eu

Julieta Tello Story-teller Decorator Biz Coach for Social entrepreneurs and brands Supporting Artisans around the world to Preserve their Textile Tradition

BASKETS FROM GHANA


blossomzine.eu 15

Il meglio per la tua primavera/estate.

One è il trattamento n° 1 per piante più belle e rigogliose, perché grazie ai suoi microelementi ed estratti vegetali, garantisce loro una crescita omogenea ed evidente già dalla prima applicazione. Con ONE tutto ti semberà fiorire: assicurati il meglio per la primavera-estate preparandoti alla nuova stagione! Scopri come avere fioriture eccezionali sul sito www.onegiardinaggio.com oppure seguici su FACEBOOK.


16 blossomzine.eu

texture and design


blossomzine.eu 17

{

Text and Photos folia_folia

}

www.instagram.com/folia_folia

Botanical photographer folia_folia Cosa ti spinge a visitare serre e giardini botanici? Fin da bambina ho sempre avuto molte piante intorno a me. Un anno fa ho aperto un account Instagram incentrato su quella che si potrebbe definire ‘un’esperienza botanica-visiva’. I giardini botanici

celebrano la molteplicità e la bellezza delle piante, ecco perché mi piace tanto visitarli. Cos’è che trovi così interessante in questi luoghi, oltre alla loro storia botanica? Qualcosa di più di una semplice visita domenicale traspare dal tuo account Instagram...

What drives you to visit greenhouses and botanical gardens? Since when I was a child I’ve always had many plants around me. A year ago I started an Instagram account focusing on what you might call a ‘visualbotanical experience’. Botanical gardens

celebrate the multiplicity and beauty of plants, that’s why I love to visit them. What do you find so interesting in these places, besides their botanical history, something more than a simple Sunday visit transpires from your Instagram account...


18 blossomzine.eu

#indoorplants


blossomzine.eu 19

Adoro l’atmosfera dei giardini botanici. Il tempo sembra trascorrervi in modo diverso. C’è una tranquillità particolare che trovo difficile descrivere a parole, cerco di catturarla con le mie foto. I giardini botanici assomigliano spesso a una giungla selvaggia e vibrante e, allo stesso tempo, sono luoghi addomesticati, splendidamente coreografati per la gioia dei visitatori. Come fotografa sono affascinata dall’interazione fra le piante, dalle loro forme e trame, dal loro ambiente architettonico e dai cambiamenti della luce ambientale. Visito sempre i giardini botanici delle città in cui viaggio. In qualche modo sembrano tutti uguali ma in fondo, invece, sono molto diversi l’uno dall’altro.

Puoi trovare tutti i tipi di architettura, dagli edifici in vetro e acciaio del XIX secolo, all’architettura futurista degli anni ’70, alle moderne serre high-tech. Che lavoro fai? Cosa studi hai fatto? Botanici o grafici, siamo curiosi. Sono una fotografa con un background in Belle Arti. Anche se non ho un’istruzione formale in Botanica, mi é sempre piaciuto imparare cose sulle piante ed é vero che imparo qualcosa di nuovo ogni giorno. Folia_folia combina piante e fotografia in un modo molto stimolante per me. Fotografare le piante e pubblicarle su Instagram mi mette in contatto con gli appassionati di piante di tutto il mondo. È una comunità molto vivace ed è bello farne parte!

I love the botanical gardens’ atmosphere. Time seems to pass differently. There’s a certain tranquility that I find hard to describe with words, I’m trying to capture it in my photos. Botanical gardens often resemble a wild, vibrant jungle and, at the same time, they are domesticated places, beautifully choreographed for people’s delight. As a photographer I am intrigued by the interplay of plants, their forms and textures, their architectural surroundings and changes in the ambient light. I always visit the botanical gardens of the cities I travel to. Somehow they look all alike but then again, completely different from one another. You can find all kinds of architecture, ranging from glass and steel buildings of the 19th century, to futuristic

architecture of the ‘70s to contemporary high-tech glasshouses. What’s your job description? What did you study? Botanists or graphic designers, we are curious. I’m a photographer with a background in Fine Arts. Although I have no formal education in Botany, I’ve always loved to learn about plants and I actually do learn something new every day. Folia_folia combines plants and photography in a very stimulating way for me. Taking pictures of plants and posting them on Instagram connects me with plant enthusiasts around the world. It’s a very lively community and it’s great to be a part of it!


20 blossomzine.eu

#tropicalplants


blossomzine.eu 21

#Wintergarden


22 blossomzine.eu


blossomzine.eu 23

{

Text and Photos Cristina Colli

}

www.cristinacolli.com

cristina@cristinacolli.com

I CORS E ONLIN

BLOG

Dietro le quinte: corsi online di narrazione visiva Creare è la mia passione principale, però, mi piace anche condividere ciò che so, e così un paio di anni fa ho avuto l’idea di insegnare online una serie di corsi sulla narrazione visiva.

per aiutare gli studenti a fare chiarezza sulla storia che vogliono raccontare con le loro fotografie, e scoprire quale aspetto, atmosfera e emozioni vogliono usare per comunicare il loro messaggio.

Creating is my main passion, but I also love to share what I know, so a couple of years ago I had the idea of teaching a series of e-courses on visual storytelling.

Ho scelto di creare dei corsi separati, ognuno indipendente dall’altro, in modo che gli studenti possano scegliere di ignorare l’argomento che giá conoscono bene, e concentrarsi solo su ciò che vogliono esplorare e imparare.

Il secondo corso, Visual Storytelling 2, è attualmente in fase di elaborazione.

I chose to create separate courses, each one independent from the other, so that students can choose to skip those topic they are already good at, and focus only on what they want to explore and learn.

Il primo e-course, Visual Storytelling 1, è live, ed è studiato

Le lezioni insegnano le competenze essenziali per fare foto con le reflex digitali e poi elaborarle al computer per ottenere l’aspetto desiderato. Tutto il materiale è ideato per creare il

The first e-course, Visual Storytelling 1, is live, and it’s about

the vision. The class is designed to help students find clarity on the story they want to tell with their photographs, and discover the mood, look and feel they want to use to communicate their message. The second course, Visual Storytelling 2, is currently in the making. It’s about the essential skills of DSLR photography and editing, and I’m very excited about it. All the material is designed to create the


24 blossomzine.eu


blossomzine.eu 25

tipo di corso a cui mi sarei voluta iscrivere quando stavo iniziando: chiaro, con molti esempi e suggerimenti per esercitarsi e imparare facendo. Trovare il giusto equilibrio di informazioni, immagini, esempi ed esercizi è impegnativo, ma è anche molto gratificante. Spiegare concetti complicati con semplici esempi e illustrazioni che possono essere facilmente capiti da principianti assoluti richiede tempo, ma mi entusiasma.

Quando le varie diapositive e l’audio saranno pronti, sarà il momento di assemblare il tutto per creare dei video, e questo porterà altre sfide - per lo più tecniche - ma il mio desiderio di insegnare e condividere ciò che so mi motiva e mi fa andare avanti. Non vedo l’ora di lanciare questo corso e aiutare gli studenti a scattare bellissime foto con la loro reflex digitali!

kind of course I wish I could sign up to when I was starting out - clear, with lots of examples, and prompts to practice and learn by doing.

ready, it’ll be time to assemble everything into videos, and that will bring other challenges - mostly technical - but my desire to teach Finding the right balance and share what of information, visuals, I know gives examples, and exercises me motivation is challenging but it’s and keeps me going, also very rewarding. and I can’t wait to launch this course Explaining complicated and help students concepts with take beautiful photos simple examples with their DSLR! and illustrations that can be easily grasped by complete beginners takes time, but I enjoy it. When all the slides and voiceovers are

NEWS LETTER

E-COURSE

INSTA GRAM

COMIN G Visual Storytelling 1 create your story, find your voice

SOON !

Visual Storytelling 2: Photography & editing essentials


26 blossomzine.eu


blossomzine.eu 27


28 blossomzine.eu

100% FIORITURE IN PIÙ

FINO AL

DI

50% RACCOLTO IN PIÙ FINO AL

DEL

CONCIMI NATURALI CON “NATURAL BOOSTER”

L’EFFICACIA È NELLE RADICI! Test di efficacia in campo effettuati presso STEPP ASTREDHOR in Langueux, Francia.

www.solabiol.it


dahlias totally tangerine leaning

{

Text and Photos Arthur Parkinson

}

blossomzine.eu 29

www.instagram.com/arthurparkinson_

The Pottery Gardener Ogni episodio si apre con l’attrice Niamh Cusack, nel ruolo di Beatrix Potter, intenta a dipingere su un pendio Nel 1992 (il mio anno erboso in compagnia di nascita) la BBC ha del suo cane, interrotta cominciato a trasmettere dalla pioggia nella corsa una versione televisiva verso casa Beatrix passa di alcune delle sue storie accanto a fiori selvatici, usando acquerelli che, cuccioli di volpe, ricci nonostante l’animazione, e rane, fino alla sua conservavano la bellezza fattoria dove inizia a delle sue illustrazioni scrivere una lettera. originali. Mio fratello Prima di finire in uno e io ci siamo molto scenario ad acquerello, divertiti a guardarla. ogni storia inizia con Se potessi interpretare un personaggio tratto da un libro di Beatrix Potter quale vorresti essere?

If you could play a character from a Beatrix Potter’s book which one would it be? In 1992 (the year I was born) the BBC broadcasted a televised version of some of her stories using her watercolor paintings and, despite the animation that was added, they retained the beauty of her original illustrations. My brother and I enjoyed a lot

watching them. Each episode opens with the actress Niamh Cusack, playing Beatrix Potter, while painting on a grassy slope in the company of her dog and then having to run back home as it starts raining, passing by wild flowers, fox cubs, hedgehogs and frogs, up to her farmhouse where she begins to write a letter. That’s how every tale begins before falling into a water colored scenario.


30 blossomzine.eu

questa corsa nella natura. Lo ammetto: li guardo ancora a volte. Non sono riuscito a visitare la sua casa nel Lake District, ma coltivo alcune digitali purpuree nel mio giardino e ogni anno non vedo l’ora di vederle sbocciare e crescere fino al loro apice, e quando capita di vedermi ondeggiare attorno qualche anatroccolo, mi piace pensare di vivere in una scena degna di Beatrix Potter. Il racconto di Tom Kitten con lui trasformato in un pudding dalla moglie-topa Ann-Marie mi ha lasciato con un odio duraturo e un

terrore nei confronti dei topi, malvagie creature! Gli scoiattoli grigi non sono da meglio, fanno razzia di nidi di uccelli, distruggono le cortecce degli alberi e cacciano i bellissimi, delicati e capricciosi scoiattoli rossi. Sarei felice di essere lo scoiattolo rosso Nutkin che vive sull’isola di Brownsea, un appezzamento di terra di proprietà del National Trust che è al riparo dalla portata dei “grigi” poichè circondato dal mare al largo del porto di Poole nel Dorset. Non ci sono nemmeno volpi, infatti il posto è pieno di galli e di pavoni totalmente liberi!

Anatroccolo & tulipani “Antraciet”

Admittedly, on occasion, I still watch them. I did not get to visit her house in the Lake District but I do grow my own foxgloves and every year I look forward to seeing them blooming at their peak in my garden and when I have ducklings waddling about then that does create what I like to think as a Beatrix Potter worthy scene. The Tale of Tom Kitten with him being turned into a pudding by his rat-wife Ann-Marie has left me with a lasting hatred and fear of rats,

the most wicked creatures! Grey squirrels aren’t any better, raiding birds nests, wrecking tree barks and chasing the beautiful, delicate, whimsical-like-nature red squirrels. I’d happily be the red squirrel Nutkin living on Brownsea Island, a patch of land owned by the National Trust that is safe from the reach of the ‘greys’ being surrounded by the sea off Poole Harbour in Dorset. There are no foxes there either, that’s why the place is full of totally free-range peafowl and of bantam as well!


blossomzine.eu 31

Arthur Parkinson - Gardener poultry keeper & writer first book “The Pottery Gardener"

dei miei tempi per immortalare cose o animali. Le galline sono le più difficili da Vado a Chatsworth convincere a mettersi soprattutto per nostalgia, in posa! Di solito seguo penso che per molte lo stesso programma, persone sia un posto una visita alla fattoria con felici ricordi di la mattina presto per famiglia, ci andavo fotografare le galline, anch’io ogni estate da cui ricevo più con la mia famiglia. attenzione di quella Non mi stanco mai di che vorrei, e poi vado guardare la bellissima in giardino. Più tardi e maestosa casa che si guardo le serre delle profila fuori dalla valle Camelie (che ospitano avvicinandosi alla meta, una delle migliori mentre pecore, cervi collezioni del Paese), e bovini pascolano su adoro il giardino del entrambi i lati della cottage che ospita aiuole strada. Ultimamente di anemoni giapponesi vado da solo di solito circondate da bossi perché volendo fare topiati che hanno fotografie ho bisogno rimpiazzato un letto Cosa scopri ogni volta che visiti Chatsworth House?

What do you find out every time you visit Chatsworth House? I go to Chatsworth mostly for nostalgia, I think for many people it is a place with happy family memories and I used to go there with my family every summer. I never get tired of looking at the beautiful yet grand house looming out of the valley as you approach it while sheep, deer and cattle graze on either side of the road. Nowadays I usually go on my own since I want to take pictures and I need my time when photographing things

or animals, chickens especially need to be coaxed into posing! I normally follow the same program, a visit to the Farmyard early in the morning to photograph the chickens, even if I receive more attention that I’d like, and then I go to the garden. Later I look at the Camelia glass houses (they harbor one of the best collections of the country), I love the cottage garden that hosts box hedged beds filled with Japanese anemones which took place of a spring bedding of forget me nots and parrot tulips which,


32 blossomzine.eu

primaverile di non ti scordar di me e tulipani pappagallo che, a loro volta, hanno sostituito un mix di dalie. Di fronte al cottage, sotto gli archi del tasso, c’è un pollaio che passa quasi inosservato. Da diversi anni non ci sono occupanti (gli ultimi sono stati razziati da un tasso) ma vivo nella speranza che un giorno camminando sul sentiero mi imbatterò in un trio di nuovi residenti piumati. Alla fine di giugno i lupini sono stupendi e ti invitano ad entrare nel labirinto del giardino d’inverno delimitato da siepi di bosso fitte e ben tagliate. I colori dei lupini sono stupendi: viola tenue, albicocca, blu e rosa. La cosa che preferisco fare, però, è salutare Becky, la giardiniera più talentuosa che conosco. Becky ha alzato il profilo di questa parte del giardino negli ultimi anni, praticamente costruendola dal nulla di fronte all’opprimente giardino della cucina. Ora prosperano fianco a fianco producendo una gamma infinita di colori e specie per il negozio della fattoria e per la casa stessa. Si può vedere il giardino di fiori da taglio di Chatsworth sull’account Instagram di Becky @beckycrowley_

Ora che il giardino della fabbrica di Emma Bridgewater ha raggiunto la sua identità, la tua in effetti, cosa ne pensi della sinergia tra te, il giardiniere, e i proprietari? Emma e Matthew si fidano di me e ch’io porti avanti il mio lavoro e se togliessi il piede dal pedale in termini di lavoro si vedrebbe subito, perché, anche se il giardino è piccolo, ha bisogno di un lavoro costante per mostrarsi al suo meglio, inoltre siamo aperti 7 giorni su 7. Le serre assicurano il rifornimento del giardino con le annuali e sto gradualmente ottenendo una migliore ossatura di rose, perenni e arbusti per soddisfare le richieste, ma io non mi fermo mai, soprattutto con le annaffiature, che in primavera ed estate richiedono una supervisione costante. Sta diventando una creatura a sé stante ora e ha un buon seguito dai visitatori, ma è stato difficile riuscire a farlo conoscere principalmente perché è facilmente dimenticato dal momento che è dietro al negozio e passa spesso inosservato. Ho avuto carta bianca sulle piante da giardino, sulle palettes di colori e sulle galline.

in turn, replaced a mix of dahlias. Opposite the cottage, under the bows of the yew tree, there’s a hen house that mostly goes unnoticed. For several years now there haven’t been occupants (the last ones were killed by a badger) but I live in the hope that one day I’ll walk on the path and meet a trio of new feathered residents. In late June the lupins are stunning and invite you to enter the conservatory maze defined by neatly clipped and dense yew hedges. The lupins’ colors are all gorgeous: wishy-washy purple, apricot, blue and pink. My favorite thing to do though, is to say hello to Becky, the most talented gardener I know. Becky raised the profile of this part of the garden over the past several years, practically building it up from a blank canvas of earth opposite the burdening kitchen garden. They now flourish side by side producing endless range of colors and species for the farm shop and the house itself. You can see the Chatsworth cutting garden on Becky’s Instagram account @beckycrowley_

Now that the Emma Bridgewater factory garden has reached its identity, yours indeed, what do you think about the synergy between you, the gardener, and the owners? Emma and Matthew trust me to get on with my job and it would be easily noticeable if I took my foot off the pedal in terms of work because even if the garden is small it needs constant work in order to keep on looking at its best, plus we are open 7 days a week. The greenhouses assure the garden stock with annuals and I’m gradually getting a better back bone of roses, perennials and shrubs to help satisfy the requests but I never stop, watering especially, it requires constant supervision all through spring and summer. It’s becoming a creature on its own now and it has a good following from visitors but it’s been hard work getting it to be part of what we have mainly because it’s easily forgotten since its location is at the back of the shop and people easily miss it. I’ve had free reigns over the garden plants, the color pallets and the hens as well. I treat them like dogs more than like hens. They do gardening with me and are my little team.


blossomzine.eu 33

Le tratto come cani più che come galline. Fanno giardinaggio con me e sono la mia piccola squadra. Troverei il giardino piuttosto alienante senza galline con cui parlare durante il giorno. Il giardino è come un dipinto che non ho mai finito e sono sempre disposto a migliorare. Quale rapporto hai con Sarah Raven e in che modo questo contatto ti ha fatto crescere? Lavoro per Sarah il più spesso possibile, aiutandola con servizi fotografici e corsi a Perch Hill nell’East

Sussex. È un viaggio di 229 miglia da Stoke, dove si trova la fabbrica, alla casa di Sarah. Se tutto va secondo i piani, ci vogliono 4 ore in treno. A volte porto le galline giovani di Sarah in una scatola, molte delle sue galline originariamente nascono nella fabbrica e hanno viaggiato con me nella metropolitana di Londra prima di arrivare in fondo al suo orto! Mi piace stare a Perch Hill con Sarah e il suo team di giardinieri, sono diventati una seconda famiglia per me.

I’d find the garden quite lonely with no hen to talk to during the day. The garden is like a painting that I’ve never finished and am always willing to improve. Tell us what relationship you have with Sarah Raven and how this contact made you grow. I work for Sarah as often as I can, helping her with photo shoots and courses at Perch Hill in East Sussex. It’s a 229 mile trip from Stoke, where the factory is, to Sarah’s. If all goes according to plan, it takes 4 hours

by train. Sometimes I take Sarah’s young hens in a box, a lot of her hens originally hatched at the factory here with me and have experienced the London underground before arriving at the bottom of her vegetable garden! I love staying at Perch Hill with Sarah and her team of gardeners, they have become a second family for me.


34 blossomzine.eu

my first book


blossomzine.eu 35

plant pot holder

MEY

coprivaso • plant pot holder mitu collection

Mitu è la linea giovane e frizzante che vede come protagonista assoluto il colore, elemento indispensabile se si desidera respirare aria di freschezza e vivacità. Non semplici vasi di diverse forme e dimensioni, ma un assortimento versatile per dare voce alla creatività e personalizzare gli ambienti in cui vivi.

cassetta con riserva d’acqua

come funziona


36 blossomzine.eu

#artenelmioquotidiano


blossomzine.eu 37

{

Text and Photos Valeria Piludu

}

www.linktr.ee/rosaeturchese rosaeturchese@gmail.com www.instagram.com/rosaeturchese/

{

Photos Daniela Katia Lefosse

}

www.danielakatialefosse.wordpress.com/

Dipingo colori e fiori della natura Multipotenzialità ... bisogna averne paura? Spesso la multipotenzialità viene vista come un qualcosa di negativo, una sorta di dispersione delle energie in più ambiti piuttosto che in uno solo. Ma io ritengo che sia proprio il contrario. Il fatto di avere molteplici interessi e non una sola

specializzazione, il sapere fare bene più cose significa avere più talenti contemporaneamente e sarebbe un peccato prediligerne uno solo. Ho fatto pace solo di recente con questa mia condizione di “creativa multipotenziale”, unendo le mie grandi passioni, la pittura e il cucito. il mio lavoro si compone di vari step.

Multipotentiality ... do we need to be afraid of it? Multipotentiality is often considered as something negative, some sort of a dispersion of energies displayed in several fields rather than in one only. I personally think it is just the opposite. The fact of having multiple interests,

and not just one specialization, of knowing how to do various things well means to have multiple talents at the same time and it would be a shame to favor just one. I only recently made peace with this condition of “multipotential creative person”, that combines my great passions, painting and sewing. My work consists


38 blossomzine.eu

PH Daniela Katia Lefosse

Rosa e Turchese

PH Daniela Katia Lefosse


blossomzine.eu 39

Il primo, quello più creativo, è la pittura. Scelgo il supporto su cui dipingere, riempio il tavolo da lavoro di vasetti di fiori coloratissimi da cui traggo ispirazione e mi lascio trasportare dall’istinto e dalla fantasia realizzando quadri a tema floreale. Il mio laboratorio è una primavera perenne anche se fuori piove e ci sono zero gradi. Non perdo mai di vista l’energia che i fiori e la natura possono donarmi e cerco sempre di

rappresentarla. E qui arriva il secondo step del mio processo creativo che nasce dal desiderio di indossare i fiori e portare la mia arte sempre con me. Ho deciso di trasferire le immagini dei miei quadri su tessuto e di realizzare borse e accessori. Concentrarmi solo su uno di questi due settori sarebbe come snaturarmi e così, anche grazie alla lettura dell’e-book di

of various steps. The first and most creative one is painting.

and nature can give me and I always try to represent it.

I choose the support to paint on, I fill my work table with vases of colorful flowers from which I draw inspiration and let myself be carried away by instinct and imagination, for creating floral-themed paintings.

And here comes the second step of my creative process that comes from the desire to wear flowers and bring my art always with me.

My laboratory is a perennial spring even when it’s raining outside and there are zero degrees. I never lose sight of the energy that flowers

I decided to transfer the images of my paintings on fabric and to make bags and accessories. Focusing only on one of these two sectors would be like distorting myself

etsy shop


40 blossomzine.eu

Giuseppina di Bella “Happy at home” ho capito che si tratta di un valore aggiunto da curare costantemente e di cui andare fiera. Non dobbiamo avere paura delle nostre molteplici inclinazioni, né sentirci inadeguate, anzi! In un mondo di specialisti dell’unicità noi dobbiamo essere fiere delle nostre molteplici inclinazioni e, parafrasando Giusy, ritengo che sia il giusto modo per “abbracciare in maniera unica i nostri talenti”. Dal dipinto alla stoffa, linea di accessori “Tuttafiorita”, come nasce questo super progetto? Il trasferimento da quadro a tessuto è stato

così molto naturale, sia tramite la realizzazione di alcuni pattern, sia trasferendo direttamente le immagini dei miei quadri. Così ho realizzato una linea di pochette e borse di varia grandezza, sciarpe e orecchini e l’ho chiamata “Tuttafiorita”, un inno all’ amore per i fiori di tutte le specie, fiori che fanno parte del mio quotidiano e anche di quello della mia “donna ideale” e di cui non possiamo assolutamente fare a meno. Un connubio tra arte, natura e moda costituito da accessori pratici, comodi e versatili realizzati a mano da me partendo dal design fino alla confezione.

and so, also thanks to the reading of the Giuseppina di Bella’s “Happy at home” e-book I understood that it is an added value that needs to constantly be taken care of and to be proud of. We must not be afraid of our multiple inclinations, nor feel inadequate, on the contrary! In a world of uniqueness specialists we must be proud of our multiple inclinations and, paraphrasing Giusy, I believe it is the right way to “embrace our talents in a unique way”. From the painting to the fabric, “Tuttafiorita” line of accessories, how did this super project come about?

Transferring from panel to fabric was so very natural, both through the creation of some patterns, and by directly duplicating the images of my paintings. So I made a line of clutch bags and purses of various sizes, scarves and earrings and I called it “Tuttafiorita”, a hymn to my love for flowers of all species, flowers that are part of my and also of my ‘ideal’ woman’s daily life, flowers we cannot do without. A combination of art, nature and fashion consisting of practical, comfortable and versatile accessories, completely handmade by me from the design to the packaging. Is it possible to be chic


blossomzine.eu 41

Si può essere chic anche quando si fa giardinaggio? Raccontaci dei tuoi bellissimi grembiuli Florilover. I Florilover, i grembiuli chic da giardinaggio, sono nati dalla mia collaborazione con Daniela Katia Lefosse, la mia fotografa di fiducia e la floral designer Margherita dalla Ceste. Anche questi prodotti hanno origine dall’amore per i fiori e per la natura, dal desiderio di realizzare dei manufatti handmade che donassero a chi li indossa una allure romantica e un pò vintage. Ma è adatto anche a chi sta dietro ad un

bancone, alla crafter, a chi lavora il legno o la creta, e così via, può avere molteplici usi. La base in tessuto di lino purissimo nelle due tonalità chiare, écru e azzurro polvere, è perfetta per far risaltare tasche e cinture realizzate con le mie fantasie floreali. Anche i vari modelli sono adatti ad esigenze e usi differenti. Personalizzabili negli abbinamenti e nelle misure. Un tripudio di fiori, colori e tessuti naturali racchiusi in un oggetto di uso comune che diventa un accessorio elegante ma praticissimo.

even when gardening? Tell us about your beautiful Florilover aprons. Florilover, the chic gardening aprons were born from my collaboration with Daniela Katia Lefosse my trusted photographer and the floral designer Margherita dalla Ceste. Also these products originate from the love for flowers and nature, from the desire to create handmade artifacts that would give the wearer a romantic and slightly vintage allure. But they are also suitable for those who work behind a counter, for crafters, for people who work wood or clay, and so on, they really can suit multiple purposes.

Their base in pure linen fabric in the two light shades, ecru and powder blue, is perfect to bring out the pockets and belts made with my floral fantasies. The various models are suitable for different needs and uses. They are customizable in combinations and sizes. A riot of flowers, colors and natural fabrics enclosed in an object of common use that becomes an elegant but at the same time very practical accessory.


42 blossomzine.eu

il mio disegno per te


blossomzine.eu 43

{

Text and Photos Simonetta Chiarugi

}

www.aboutgarden.it

simonettachiarugi@gmail.com

Baby pilea Originaria della Cina, Pilea peperomioides è una pianta perenne insolita e molto decorativa, dai fusti carnosi si dipartono lunghi piccioli che portano alla sommità grandi foglie rotonde che sembrano monete, peculiarità per la quale è anche conosciuta come pianta delle monete cinesi. È una pianta di tendenza spesso presente nelle case fotografate

per le più belle riviste di arredamento, molto facile da coltivare, richiede molta luce e acqua qb. Se la coltivazione procede bene, come è normale che accada, la pianta produce dei polloni alla base del fusto. Per dare vita a nuovi esemplari, rimuovete la terra attorno al piccolo fusto del pollone e

Native of China, Pilea peperomioides is an unusual and very decorative perennial plant, from its fleshy stems spread long stalks that carry, at their tops, big round coin-looking leaves, a peculiarity for which it is also known as Chinese coins plant. It’s a very trendy plant often present in homes photographed for the finest furnishing magazines, very easy

to grow, it requires plenty of light and water as needed. If the cultivation proceeds well, as it normally happens, the plant produces suckers at the base of the stem. To give life to new specimens, remove the soil around the small stem of the sucker and cut it from the mother plant trying to keep


44 blossomzine.eu

recidetelo dalla pianta madre cercando di conservare almeno due o tre centimetri di fusto. Mettete la piccola talea a radicare in un vasetto di vetro trasparente contenente acqua fresca da collocare in un luogo molto luminoso fino a quando si formeranno le radici.

in un vaso contenente buona terra da giardino alleggerita da materiale drenante e portate cosĂŹ avanti la coltivazione della vostra Pilea peperomioides. Se siete interessati ho creato anche un video guida: Come moltiplicare la Pilea peperomioides tramite talea da pollone

at least two or three centimeters of its length. Place the small cutting root in a clear glass jar containing fresh water and position it in a very bright place until the roots are formed. Finally transfer the cutting into a pot containing good garden soil lightened by draining material,

Infine trasferite la talea

download

talea di Pilea peperomioides in un video

ideal elements to continue the cultivation of your Pilea peperomioides. If you are interested I have also created a video guide: How to multiply the Pilea peperomioides by sucker cutting


blossomzine.eu 45

novitĂ

Cappellini Giardinieri Strada Provinciale per Novedrate 108/a 22060 Carugo (co) info@cappellinipiante.it

SEGUIMI su ig

Vivai e piante, progettazione e realizzazione giardini e terrazzi, giardini verticali, noleggio e allestimento. Siamo Cappellini, giardinieri da cinque generazioni. www.cappellinipiante.it Vivai e piante, progettazione e realizzazione giardini e terrazzi, giardini verticali, noleggio e allestimento. Siamo Cappellini, giardinieri da ciqnue generazioni.

www.cappellinipiante.it


46 blossomzine.eu

{

Text and Photos Matteo Ragni

}

www.matteoragni.eu

matteo@matteoragni.eu

Portobello market

SALVIA WAGNERIANA

SALVIA OFFICINALIS ICTERINA

Calda salvia “tropicale” che fiorisce in inverno in Europa. Una salvia da guardare e da contemplare per i suoi caldi fiori e il suo fogliame lussureggiante. Una pianta da tenere in vaso in modo da poterne approfittare nei mesi invernali. Accoglila in un patio o in un giardino d’inverno, serve la luce più che il calore!

Aromatiche passioni colorate. La Salvia variegata è buona fritta e strofinata. Una delle protagoniste della prossima edizione di Orticolario dal 5 al 7 Ottobre a Villa Erba sul lago di Como. SALVIA MUIRII Sud Africana: colorata e sensuale. Fiori bicolore grandi e calorosi. Labbra dolci da baciare. Tienila in vaso e mettila al sole in primavere per avere fiori abbondanti da maggio.

SALVIA OFFICINALIS ICTERINA Colored aromatic passions. This variegated Sage is good fried and rubbed. One of the protagonists of the next edition of Orticolario from 5 to 7 October at Villa Erba on Lake Como.

SALVIA WAGNERIANA SALVIA ARGENTEA Coccole irsute e rosette morbide. Una perenne da giardino o da vaso capace di riempire anche le giornate più noiose.

SALVIA MUIRII South African: colorful and sensual. Big and warm bicolor flowers. Sweet lips to kiss. Keep it in a pot and put it in the sun in spring to have abundant flowers from May.

SALVIA ARGENTEA Hairy cuddles and soft rosettes. A garden or pot perennial able to fill even the most boring days.

SALVIA ‘WENDY’S WISH’

Salvie

Warm tropical sage that blooms in winter in Europe. A sage to admire and contemplate for its warm flowers and its luxuriant foliage. A plant to keep in pot in order to take advantage of it in the winter months. Place it in a patio or in a winter garden, it needs light more than heat!

Quello che desidera Wendy è quello che desideriamo tutti: amore e pace. Una collezione di salvie per celebrare l’amore per la vita e per il bello! SALVIA ‘WENDY’S WISH’ What Wendy wants is what we all want: love and peace. A collection of sages to celebrate the love of life and beauty!

SALVIA LYRATA ‘PURPLE KNOCKOUT’ Erbacea e tenue. Foglie rosso porpora e fiori bianco panna. Resiste in inverno nei nostri giardini e si dissemina facilmente camminando nel nostro giardino. Foglie colorate e spirito selvaggio. SALVIA LYRATA ‘PURPLE KNOCKOUT’ Herbaceous and tenuous. Purple-red leaves and cream-white flowers. It resists in winter in our gardens and spreads easily. Colored leaves and wild spirit.

salvie in mostra a Orticolario 5-6-7 ottobre villa erba cernobbio como

SALVIA MADRENSIS Messicana, vigorosa e unica per la sua fioritura gialla. Una vera rarità presente nella collezione di Salvia che Claudio Cervelli ha curato per Orticolario 2018. Pronto per vedere splendere il giardino? SALVIA MADRENSIS Mexican, vigorous and unique for its yellow bloom. A real rarity in the Salvia collection that Claudio Cervelli took care of for Orticolario 2018. Are you ready to see your garden shine?

SALVIA NEMOROSA BLUE BOUQUETTA Le nemorosa sono tante, perenni e gentili. Intense nella colorazione. Molto spesso troppo vigorose e ancora più spesso difficili da contenere in giardino. Scegli quella giusta e lasciala isolata. Il suo blu ti riempirà il cuore. SALVIA NEMOROSA BLUE BOUQUETTA The nemorosa sages are so many, perennial and kind. Intense in coloring. Very often much too vigorous and even more often difficult to contain in the garden. Choose the right one and leave it isolated. Its blue will fill your heart.


segui Dana Frigerio / Blossom zine

blossomzine.eu 47

le schede di blossom zine da scaricare IL CLIMA clima

funzione

DOWNLOAD

DOWNLOAD

dimensione

DOWNLOAD

DOWNLOAD

l’orto 1 DOWNLOAD

forma DOWNLOAD

l’orto 2

l’orto 3

DOWNLOAD

DOWNLOAD

new

orchidee cura

compost DOWNLOAD

DOWNLOAD

new

la ruota delle stagioni download

la verdura

Il giardino che vorrei progettiamo insieme

video i consigli in video

la frutta

le schede di blossom zine da scaricare


48 blossomzine.eu


blossomzine.eu 49

{

Text and Photos Anna Marangella

}

www.ultimissimedalforno.blogspot.it

ultimissimedalforno@gmail.com

Toast estivo Avocado & Salmone INGREDIENTI: Un avocado ben maturo due fette di pane integrale olio sale pepe rosa succo di lime un paio di ravanelli qualche fettina di salmone affumicato insalata e semi vari per decorare Tagliare in due l’avocado, sul lato più

lungo, con un coltello ben affilato. Dividete l’avocado in due pezzi e, per togliere il nocciolo, ruotare la punta del coltello fra la polpa e il nocciolo: si staccherà in un attimo. A questo punto si potrà facilmente raccogliere la polpa utilizzando un cucchiaino. Da ricordare: la polpa dell’avocado a contatto

INGREDIENTS: A well ripe avocado two slices of wholemeal bread oil salt pink pepper lemon or lime juice a couple of radishes some slices of smoked salmon salad and various seeds to decorate Use a sharp knife

to cut in two the avocado pulp, along the longer side. Then divide the avocado into the two pieces and, to remove the core, rotate the tip of the knife between the pulp and the core: it will easily detach. At that point you’ll be able to collect the pulp by using a teaspoon. Remember: the avocado


50 blossomzine.eu

ricetta avocado

con l’aria scurisce subito. Per evitare che questo accada basta mescolarla con succo di limone o di lime. Tostare il pane. In una terrina schiacciare la polpa dell’avocado e condire con sale, pepe rosa, un goccio d’olio e il succo di mezzo lime. Spalmare la polpa di avocado sul pane e guarnire con fettine di salmone e ravanelli a fettine sottili.

Decorare con qualche fogliolina di insalata, semi, un goccio d’olio e poco pepe. Come fare maturare in fretta l’avocado E’ semplicissimo, basta chiuderlo in un sacchetto di carta insieme ad una mela matura: l’etilene sprigionato dalla mela matura accelererà la maturazione del nostro avocado.

pulp in contact with the air darkens immediately. To avoid this, just dip it in some lemon or lime juice. Toast the bread. In a bowl crush the pulp of the avocado and season it with salt, pink pepper, a drop of oil and the juice of half a lime or lemon. Spread the avocado pulp on the bread and garnish with slices of salmon and radishes in thin slices.

Decorate with a few leaves of salad, seeds, a drop of oil and a little pepper. How to quickly ripen an avocado It is very simple, just close it in a paper bag with a ripe apple: the ethylene released by the ripe apple will accelerate the maturation of the avocado.


blossomzine.eu 51


52 blossomzine.eu

{

Text and Photos Giulia Tosi

}

www.insunsit.com

insunsit@gmail.com

www.instagram.com/insunsit

Insunsit e i fiori disegnati Come nasce il tuo Insunsit ? Insunsit (“da nessuna parte” in dialetto mantovano), nasce quattro anni fa, un po’ per desiderio, un po’ per necessità. Avevo bisogno di usare le mani, mettermi alla prova e, sperimentando,

un po’ alla volta ha preso forma. Una forma ancora malleabile: lo considero ancora un percorso non concluso e che non so dove mi porterà. Come sei riuscita a farlo diventare la tua vita? In reatà non lo

How was your Insunsit born? Insunsit (“nowhere in the Mantuan dialect) was born four years ago, partly out of desire, partly out of necessity. I needed to use my hands, to put myself to the test and, experimenting, little by little it took shape.

A form still malleable: I still consider it an unfinished path and I don’t know where it’ll take me. How did you manage to make it your life? Oh, I do not consider it to be my ‘my life’. It’s definitely my job


blossomzine.eu 53

accessori in legno


54 blossomzine.eu

BI.UNIQUE the color soup shop online insunsit


blossomzine.eu 55

considero “la mia vita”. È sicuramente il mio lavoro (ho aperto p.iva due anni fa) e credo che per me valga la massima “Scegli un lavoro che ami, e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua”. Ha un ruolo fondamentale nella mia esistenza e si nutre e a sua volta nutre tutte le altre cose che

fanno parte della vita: relazionarsi, camminare, leggere, osservare. Andando al succo, dopo un paio di anni di mercatini ho visto che i feedback erano buoni e così mi sono buttata! Quanto è importante internet al giorno d’oggi? Internet è chiaramente

(I opened my VAT number two years ago) and I agree with the saying “Choose a job that you love, and you won’t have to work a single day in your life”. It has a fundamental role in my life and it nourishes of and in turn gives nourishment to all the other things that are part of it:

relationships, walking, reading, observing. Making a long story short, after a couple of years of markets I realized that the feedbacks were good and so I decided to give it a shot! How important is Internet nowadays? The Internet is


56 blossomzine.eu

fondamentale: è la nostra vetrina e il nostro ponte verso il mondo. Internet è un lama a doppio taglio: tanto sembra facilitare la comunicazione quanto invece il suo linguaggio rende difficilissimo mostrarsi in maniera autentica ed efficace. Esistono centinaia di corsi di formazione sul marketing, la comunicazione, lo storytelling, come se tutti dovessimo adeguarci a

un sistema già prescritto. Sicuramente possono essere efficaci ma io noto un appiattimento e una superficialità un po’ disarmante, come se la cura della propria immagine lasciasse poi poco spazio alla cura del proprio progetto, dei propri prodotti, alla propria unicità. Quali e quante difficoltà hai avuto inizialmente, se dovessi dare dei consigli ad altre ragazze per iniziare una start up

fundamental, clearly: it is our showcase and our bridge to the world. The Internet is a double-edged sword: it seems to facilitate communication but, at the same time, its language makes it extremely difficult to show yourself in an authentic and effective way. There are hundreds of training courses on marketing, communication,

storytelling, as if we all had to conform to a an already prescribed system. Surely they can be efficacious but I notice a flattening and a little disarming superficiality, as if the care of your own image left actually little room for the care of your project, your products and for your uniqueness. What and how many difficulties did you come across at the beginning? If you had to give advice to other girls for launching a start up,


blossomzine.eu 57

quali sarebbero? Le cadute, gli errori sono parte integrante di un percorso. Credo che la parte più cruciale sia proprio sbagliare, ma sbagliare a proprio modo: probabilmente la cosa più sensata è avere un obiettivo, anche se non super delineato non importa (nel mio caso “da nessuna parte” è perché davvero non so dove mi porterà). La strada che scegliamo per perseguirlo è solo

nostra e scivolosa e molto meno semplice di quanto ci possa sembrare (dietro un profilo “patinato” c’è tanto lavoro). Ma se si rimane onesti con se stessi, senza troppo soffermarci sul lavoro degli altri, credo si possa andare avanti, sbagliando, ma con orgoglio.

what would it be? Falls, mistakes are an integral part of the journey. I think the most crucial part is to actually make mistakes, but to make mistakes in your own way: probably the most sensible thing is to have a goal, even if not a super delineated one, that doesn’t matter (in my case “nowhere” because I really do not know where it will take me).

The road that we choose to pursue our goal is only ours and slippery and much less simple than it may seem (there’s a lot of work behind a ‘patinated’ profile). But if you remain honest with yourself, without too much lingering on the work of others, I think you can go on, making mistakes, but with pride.


58 blossomzine.eu

I love our new space


blossomzine.eu 59

{

Text and Photos Emma Sibley and Alex Harley

}

hello@londonterrariums.com www.instagram.com/londonterrariums

London terrariums Cosa ti ha spinta a cambiare lavoro? In realtà ero molto felice del mio impiego precedente e London Terrariums, prima di diventare un lavoro vero e proprio,era solo un hobby! Poi è iniziato un periodo in cui al mattino presto andavo al mercato dei fiori, poi al lavoro, dove nascondevo i vassoi di muschio sotto la mia scrivania, e alla sera magari ero impegnata a tenere un seminario. E’ diventato

subito chiaro che non potevo star dietro a entrambe le cose. Così ho deciso di correre il rischio e ho lasciato il mio vecchio lavoro per seguire a tempo pieno il London Terrariums. Il primo mese è stato spaventoso, ma da allora non mi sono mai voltata indietro! Parlaci della tua bellissima start up, come hai trasformato un hobby in un lavoro, in un negozio e in un laboratorio?

What urged you to change your job? I was actually very happy with my previous employment and London Terrariums was just a hobby before developing into more of a job! Then I got to the point where I was driving to the flower market very early in the morning, then to work, smuggling trays of moss under my desk and then on the move again going to

a workshop in the evening, it quickly became clear that I couldn’t keep up with both things. So I took the risk and left my old job to pursue London Terrariums full time, the first month was scary, but I haven’t looked back ever since! Tell us about your beautiful start up, how did you turn a hobby into a job, a shop and a workshops venue?


60 blossomzine.eu

Tutto è iniziato circa 4 anni fa, quando un sabato pomeriggio con alcuni amici ho iniziato a fare terrari, non completamente sicuri di quel che stavamo facendo, ci siamo comunque rapidamente appassionati. E mi sono anche resa conto di quanto fare terrari fosse rilassante sul piano fisico e mentale. Alcuni mesi dopo un mio amico ha aperto un caffè a Peckham (Lerryn’s) e mi ha chiesto se volevo portare dei terrari da mettere in vendita. Sono andati a rubae così poco dopo abbiamo

deciso di organizzare un workshop! È partito tutto da lì, organizzavamo un seminario al mese, poi due, poi tre e ora ne facciamo alcuni ogni settimana! Abbiamo iniziato a farli sul tavolo della nostra cucina fino a quando i miei coinquilini hanno realizzato quanti utensili da cucina stavamo usando per fare i terrari... così abbiamo trovato uno studio a Bermondsey dove siamo rimasti fino a luglio 2017, quando si é creata l’opportunità di aprire un negozio. Sapendo che non c’erano altri negozi di terrari a Londra, abbiamo colto

It all started about 4 years ago when with a few friends I started making terrariums on a Saturday afternoon, not completely sure of what we were doing, we quickly became very addicted nevertheless. I also started to realize the mindful and relaxation benefits of making the terrariums. Some months later a friend of mine opened a cafe in Peckham (Lerryn’s) and asked me if I wanted to bring there some terrariums for sale. People started to buy them and soon afterwards we decided

to organize a workshop! It kind of took off from there, we were doing one workshop a month, then two, then three and now we make a few every week! We started making them on our kitchen table until my housemates realized how many kitchen implements we were using to make the terrariums, we then head up into a studio based in Bermondsey where we stayed until July 2017 when the opportunity to open a shop came about. Knowing there weren’t any other Terrarium shops in


blossomzine.eu 61

Boiling Flasks & Moss Carpets

l’occasione al volo. Siamo aperti da quasi un anno! Lo spazio è magnifico perché funziona come negozio, come studio dove realizziamo i terrari da vendere e anche come uno spazio in grado di ospitare le persone che vengono per i nostri laboratori, tutto è stato progettato tenendo conto di tutte le necessità legate alle tre le attività. Il tuo negozio è davvero uno spazio unico, mobili speciali, attenzione ai dettagli e colori affascinanti. Dove hai trovato l’ispirazione per realizzarlo? L’ispirazione è venuta da alcune suggestioni. Adoro la Eames House di Los Angeles, i colori e l’uso delle linee hanno influenzato molto il design del mio negozio, ero anche certa di

volermi discostare dalla tendenza bianca e pulita dello stile scandinavo che ha saturato il 2017, quindi avevo deciso di usare i colori, ma non riuscivo a decidermi sulle tinte. Poi ho visto una foto di una donna in una campagna pubblicitaria per un marchio di abbigliamento americano, indossava un cappotto verde foresta, una maglia color senape e lo sfondo era in una ricca tonalità rosso terracotta/rosa e ho subito capito che quelli erano i colori giusti! Il design dei ‘mobili magazzino’ è stato fondamentale, soprattutto per tutti i nostri vasi e tappi in sughero, abbiamo fatto in modo di avere molti cassetti e messo su ruote tutti i mobili così da poterli spostare facilmente quando organizziamo i nostri laboratori .

London we jumped at the chance and have now been open for almost a year! The space is great as it works as a shop, as a studio where we make the terrariums we sale and also as a space that can host the people coming for our workshops, everything has been designed with all three purposes in mind. Your store is a unique space indeed, special furnitures, attention to details and fascinating colors. Where did you find inspiration for it? The inspiration came from a few places. I love the Eames House in LA, the colours and use of lines there really influenced the design of my store, I was also certain that I wanted to step away from the clean, white ‘skandi’

trend that saturated 2017, so colours were a sure thing but I couldn’t really make my mind up on which ones. Then I saw a photo of a lady from a campaign for an American clothing brand, she was wearing a forest green coat, a mustard sweater and the background was in a rich terracotta red/pink shade and I immediately knew that those were the colours I wanted! The storage design was a must, especially for all of our corks and vessels, therefore we made sure we would have plenty of drawers, furthermore all of the furniture is on wheels so that it can easily be moved however we need when we organize our workshops.


62 blossomzine.eu


blossomzine.eu 63

latest from

who’s next? maybe you... email me


64 blossomzine.eu

Amore a prima vista Vieni ad innamorarti di un’altra idea di natura! A due passi dalla città c’è un luogo speciale, dove trascorrere momenti sereni in ogni stagione dell’anno. Un luogo per grandi e piccini, ricco di verde, idee, oggetti, piccoli animali e molto altro ancora; ma soprattutto sempre diverso, come diverse sono le stagioni. Innamorarsi di un posto così, sarà naturale!

WWW.VIRIDEA.IT

Un mondo di idee per il giardino, la casa, gli animali. Viridea Cusago (MI) - Viridea Rho (MI) - Viridea Rodano (MI) - Viridea Arese (MI)- Viridea Montebello della Battaglia (PV) Viridea San Martino Siccomario (PV) - Viridea Settimo Torinese (TO) - Viridea Collegno (TO) - Viridea Torri di Quartesolo (VI)


blossomzine.eu 65

London terrariums shop and studio


66 blossomzine.eu

Constance Spry vase


blossomzine.eu 67

{

Text and Photos Claire Victoria Bowen

}

www.honeysuckleandhilda.com hello@honeysuckleandhilda.com www.instagram.com/honeysuckle_and_hilda

Honeysuckle and Hilda Com’è nata la tua passione per i fiori? Sono cresciuta nel centro di Londra e quindi la passione per i fiori è arrivata tardi. Verso la fine degli anni

‘90 ho studiato storia dell’arte come post-laurea e a quel tempo una mostra di dipinti di nature morte fiamminghe mi ha letteralmente stregato. Più tardi, mi trasferii

How did your passion for flowers start? I grew up in Central London and so it was later in life that I discovered my passion for flowers. I studied Art History

as a postgraduate in the late 1990s and came across an exhibition of Dutch Still Life paintings that I was mesmerised by. Later, I moved to East


68 blossomzine.eu

workshops


blossomzine.eu 69

nell’East London ed essendo vicina ai mercati dei fiori e quindi ho avuto modo di esercitarmi a casa durante i fine settimana; fu solo molto più tardi che potei finalmente rinunciare al lavoro d’ufficio per dedicarmi ai fiori a tempo pieno. Dove trovi la tua ispirazione quotidiana per creare i tuoi bellissimi bouquet? L’ispirazione è intorno a me. Amo le forme selvagge, ricche e spontanee e cerco di ricreare la natura nei miei bouquet. Vado spesso a passeggiare con Hilda, il mio piccolo Schnauzer e mentre camminiamo lungo viali alberati, sono sempre alla ricerca di rami dalle forme interessanti, viti e viticci

con forme particolari. Raccontaci qualcosa dei tuoi ideali ambientali e della tua esperienza con i fiori a km. zero. Sono un’ambientalista entusiasta, ho anche partecipato attivamente a campagne contro l’uso di erbicidi e neonicotinoidi in Inghilterra. Così, quando ho iniziato la mia carriera di fiorista l’ho fatto con una maggiore consapevolezza ecologica cercando il minor impatto possibile sull’ambiente scegliendo fiori a km. zero. Ad esempio sapevo fin dall’inizio che non avrei usato la schiuma per fioristi, e sono molto contenta che questo approccio consapevole stia diventando un trend mondiale, mentre

London to be near the flower markets there, and practised at home on the weekends, but it wasn’t until much later that I was able to give up my office job and devote myself to flowers full time.

Tell us something about your environmental ideals and your experience with local flowers.

Where do you find your daily inspiration to create your beautiful bouquets?

I have been a passionate environmentalist for many years and have been actively campaigning against the use of herbicides and neonicotinoids for some time.

I find my inspiration all around me. I love wild, abundant and spontaneous shapes and try to recreate nature in my arrangements.

So when I began working with flowers, I knew that I wanted to has a little an impact on the environment as possible.

I’m often out walking Hilda, my little Schnauzer and as we walk along the hedgerows I’m always on the lookout for branches with interesting shapes, or vines, trails and tendrils with an interesting shape.

I knew from the start that I wouldn’t use floral foam, for instance. I’m so pleased that this approach is now becoming more mainstream, whereas just a few years ago it was deemed to be too difficult.


70 blossomzine.eu

fino a pochi anni fa era considerato piuttosto difficoltoso. Utilizzo sempre più spesso i fiori locali nelle mie creazioni, sono nati molti eccellenti coltivatori nella mia zona, e non meno importante ho iniziato a coltivare il mio piccolo giardino di fiori recisi, che ho intenzione di espandere nei

prossimi anni. In realtà non mi è sufficiente adottare questo approccio ecologico solo ai fiori, quindi cerco di cambiare anche le mie abitudini di vita secondo questo ethos. Mezzi di trasporto, alimentazione, abbigliamento e non ultimo anche alle aziende con cui collaboro.

I use local flowers wherever possible - there are a number of excellent growers near me, and I’ve just started my own small cutting garden which I plan to expand in the very near future. For me, it’s not enough just to take an environmentally friendly approach to flowers,

however, and I try to live my whole life according to this ethos. I think carefully about modes of transport, my diet, the clothing I wear, the companies that I collaborate with… it all matters.


il vaso di cigno e la cornucopia

blossomzine.eu 71


72 blossomzine.eu

magazine & blog

WWW.BLOSSOMZINE.EU

digital magazine

Summer

Autumn

Winter

Spring

Winter

Spring

Summer

Autumn

Allergie

Summer

Autumn

Winter

www.blossomzine.eu

Summer

Autumn

Winter

Spring

Spring

Summer

sempre online Autumn

Winter

divertiti a seguici su

Spring

N21 Summer Blossom zine 2018  
New